Wta Linz, forfait di Camila



Wta Linz, forfait di Camila

Camila è stata costretta a dare forfait dal torneo WTA di Linz a causa del perdurare del problema al gomito destro.

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

198 Comments. Leave your Comment right now:

Finalmente, non ho disperato. Potrà difendere i punti del 2017 in un torneo con grandi nomi e poi Melbourne….
Mi dispiace per Hobart, peccato… (ma è completamente precluso?).

L’anno scorso, avendo fatto semifinale, non poté arrivarci in tempo.
Comunque quest’anno non è iscritta e potrebbe entrare solo con lo S.E., cioè facendo semifinale a Shenzen, così che si ripresenterebbe la stessa situazione.
Tuttavia, credo che fare semifinale sarebbe sufficiente a guadagnarsi una tranquilla settimana di avvicinamento a Melbourne.
Ripeto: l’importante è la salute.
Come diceva uno, con la salute e un par de scarpe bone, poi girà il mondo.
E m’accompagno da me.

speriamo con la voglia di fare bene, che abbiamo risolto certi sui problemi cronici, che sia una Camila un po’ diversa.

Contrordine, è uscita l’entry lista: Camila torna a Shenzen (è nr. 16).
Io avrei preferito Auckland in maniera da poter poi giocare Hobart (sarebbe comunque stata 17): lo. S.E. sprecato lo scorso anno non ha “insegnato” niente.
A Brisbane avrebbe inceve dovuto fare le quali.
Va beh, speriamo prima di tutto che stia bene, ci leviamo Halep, uno dei pochi tabù, e poi a Melbourne.

Piuttosto, c’è una entry list ufficiosa di Shenzen che non prevede Camila, tra parentesi sarebbe quindicesima.
Ci sarebbero Halep e Ostapenko (che così giocherebbero li il loro unico international ante Wimbledon) e Sarapova.
Credo le iscrizioni si siano chiuse ieri.
Staremo a vedere, forse andrà da qualche altra parte, ci sarebbero Brisbane (Premier) e Auckland (International) che sarebbero anche più logici, visto che la settimana dopo ci sono Sidney ed Hobart e poi direttamente Melbourne.

La entry list non pare definitiva, c’è possibilità che CAMILA possa ancora entrare? Deve difendere la semifinale raggiunta a gennaio 2017, quando chiuduno le entry list di Auckland e di Brisbane?

Auckland sarebbe il torneo più logico ………..

Questa settimana la classifica ci sorride e siamo al #78….finalmente cominciano a vedersi i progressi nel gioco che premiano giustamente Camila…

Apprezzo l’ironia.
Però mi sembra tu ti stia fissando con questa storia della classifica.
Primo, proprio a lei della classifica non importa granché; e poi: ma se non gioca da quasi tre mesi (e non lo farà almeno per altri quaranta giorni) mi sembra già positivo che non sia crollata (la classifica), evidentemente non aveva niente da scartare.
Io mi sono fatto l’idea che, aldilà del fatto che una buona classifica, oltre ad evitarti le qualifiche ed a darti dei primi turni più agevoli (se sei testa di serie), non influisca granché: guarda Ribarikova come è arrivata in semifinale a Wimbledon da nr. 87!

E’ l’unica cosa di cui si può parlare attualmente in assenza di match giocati….

una buona classifica,, oltre ad evitarti le qualifiche ed a darti dei primi turni più agevoli (se sei testa di serie)

hai detto niente …:-)

Purtroppo la Sabalenka ci ha superato (ma la perdoniamo volentieri, almeno lei…) e quindi siamo #80…. Non cambia molto, però il 7 davanti era meglio dell’8….

Nella live perdono posizioni Alexandrova e Sabalenka che avevano evidentemente giocato l’anno scorso, per cui al momento, 78.
Possono risuperarla Duan e la stessa Sabalenka, se giocano e se vincono delle partite.
Ma, alla fine, non importa: se non giochi da ormai quasi tre mesi, è andata pure bene così.
Certo che col gioco visto a Cincinnati, in questi tre mesi si sarebbe potuta fare una caterva di punti: hai voglia a dire che gli infortuni non hanno contato!

Ancora quests storia degli infortuni. Sono almeno due anni che non si vede nulla di concreto.

Sembra non ci si schiodi dalle rispettive posizioni.
Allora, io cito questi dati:
– ritiro a Doha;
– partita mezza mezza a Indian Wells, ed infatti,
– cancellazione da Miami (zero per un anno, solo 15 risultati validi);
– altra partita condizionata a U.S.Open, ed infatti
– cancellazioni da Quebec City e tutto il resto della stagione (almeno altri 4 tornei);
– alla fine solo 16 tornei (la WTA ne conta 17, evidentemente considerando Miami): meno di lei nelle prime 100 solo Sharapova e Kanepi 8, Martic e Serena 10, Stephens, 11, Bacs 12 e Kvitova 15
Se poi ti vuoi riferire al gioco:
– semifinale a Shenzen,
– buoni tornei a Praga, Wimbledon (peccato per il match con Ostapenko!),
– ottimo Cincinnati.
Certo, manca la continuità. ma se sei sempre sotto un infortunio o reduce da un altro e poi chiudi la stagione il 28 agosto, come puoi averla?

Chiedo scusa, mi è partito l’invio.
Ricorderei anche le vittorie Con Pliskova, Svitolina, C.S.N. Vesnina, Keys, Ribarikova, Gavrilova.
Certo, poi resta il “buco nero” Pfizenmaier, ma nessuno ha saputo dirci niente in proposito.

restano tanti buchi neri

e allora io ricorderei quello che è capitato alla bencic

Ma è risaputo nel tennis non vale la proprietà transitiva.

La “colpa” più grossa della Bencic è la sua forma fisica: è stata sempre tendente alla pinguedine, ma poteva approfittare della sosta forzata per mettersi a dieta, invece vedo che si è ulteriormente appesantita. Ora sta giocando tutti i tornei possibili così che a gennaio sarà scoppiata.

lei ha avuto due infortuni seri e ora gioca ed è stata in top ten.. w i pinguini

Ma non c’è paragone Camila si è dovuta bloccare per infortuni almeno una mezza dozzina di volte, la ventenne solo due volte ed ha molto più tempo per riprendersi.

Ma non c’è paragone Camila si è dovuta bloccare per infortuni almeno una mezza dozzina di volte, la ventenne solo due volte ed ha avuto molto più tempo per riprendersi.

Ma da come ho visto giocare la Sabalenka (per la quale sembra che @r.b. abbia piu’ di un occhio di riguardo ma che rispetto alla Ivanovic e’ tutt’altra storia ovviamente in favore di Ivanovic) credo non le sia preclusa neanche IL RATING CON DAVANTI IL 6 , MA ANCHE IL 5 , IL 4 e o poi si vedra’.
forza Camila che l’anno prossimo te le ritrovi tutte ste maschiacce forza e tecnica.

Ottantesima per 4 miseri punti, l’unica consolazione è che almeno la Bouchard sta di dietro. L’ importante è che possa giocare e difendere i punti di Shenzhen dal primo di gennaio, e speriamo (ex Oriente lux!) che sia un buon capo d’anno, seguito da una splendente befana e poi a Melbourne, sono sicuro, vedremo una grande Camila!

Eh lo so, hai ragione, ma Ana non gioca più ormai, mica possiamo rimanere ancorati al passato…ben vengano le nuove leve, tra cui Sabalenka e non solo lei…

Il rating è qualcosa che non riguarda Camila, ma solo le giocatrici con un gioco Standard oppure Poor.

Veramente r.b.ha più di due occhi per certe giocatrici……
Camila ped sempre

Classifica ballerina oggi Camila mi risulta di nuovo 78ma e la Sabalenka 97ma…a Taipei…

Si è conclusa una stagione in cui Camila ha mostrato significativi progressi per quel che concerne la tanto agognata maturità tennistica: sia sul piano tecnico-tattico che su quello mentale (il rapporto W/L lo conferma e Cincinnati, a mio modo di vedere, si può annoverare tra i tornei meglio giocati dalla ‘bimba’ in carriera).
Rimane una non sufficiente personalità in campo per poter aspirare a piazzamenti di prestigio negli slam (ma non è mai troppo tardi, sotto i 30 anni, per tentare di effettuare uno tra gli step più complicati in assoluto per qualsiasi tennista).
Ranking di fine stagione deficitario soprattutto a causa degli infortuni (si spera risolva al più presto l’infiammazione al gomito e possa portare a termine una preparazione adeguata per il 2018 -che potrebbe consacrarla ad altissimi livelli visto anche lo stato attuale del circuito WTA-).
Il 30 dicembre saranno 26, si entra in un’età ‘importante’, ed è giunta l’ora di mettere a frutto tutto l’indiscusso potenziale di una giocatrice che resta estremamente particolare, in TUTTO.

E dato che si parla di gente particolare… Concludo con una considerazione sul tennis maschile: Nick Kyrgios è il tennista più dotato tecnicamente dall’avvento di Federer, prima, e Nadal, poi. La speranza è che non si perda in un tennis sempre più ‘robotizzato’ è basato perlopiù sul ‘tira a tutta e corri’ (il nuovo sistema di punteggio, già che ci sono, che l’ATP vorrebbe introdurre, è VERGOGNOSO per chiunque abbia un minimo di cultura tennistica) perché ha caratteristiche, anche dal punto di vista caratteriale, molto simili ai tanto ‘rimpianti’ campioni degli anni ’80 e ’90 e un talento naturale da brividi.

Più o meno quello che ho scritto due giorni fa.
Solo che se non hai personalità, specialmente in un’annata densa di infortuni, non batti Pliskova e Svitolina; tutt’al più, ti devi solo mangiare le mani per la partita con Ostapenko, quella si che si poteva vincere e sarebbe stato quarto turno a Wimbledon, di nuovo con Svitolina.

credo che se kyrgios si perdera’ sara’ perchè del tennis non gliene importa più di tanto…in altre parole non ha la passione e l’amore che hanno per questo sport federer e nadal…

Il nuovo sistema di punteggio è figlio del desiderio di avere uno sport più vendibile televisivamente. Il prossimo passo sarà decidere i match senza giocare alcun punto, ma col lancio della monetina nel decolletè di procaci ragazze cooptate per l’occasione. Il primo che recupererà la moneta coi denti avrà partita vinta. Il sorteggio dellle next gen series insegna, audience alle stelle e classe alle stalle.
E per la Wta vi sono trattative in corso coi Centocelle dream men…

Salute a tutti. Viste le ultime foto, Cami sta guarendo, ed è piena d’amore. Perfetta efficienza fisica, sfrenata passione adrenalinica… il suo tennis non può che diventare più feroce, i suoi colpi più precisi, i suoi nervi più saldi, le sue rivali più impaurite, come tori condannati, gladiatori rassegnati ( a parte la Barty, s’intende)… Parlando di foto, la più bella che ho visto in questi anni è quella di lei di spalle con la tuta della nazionale addosso…chissà…quanto servirebbe a Cami riassaporare la spinta positiva, la carica ed il calore di un intero stadio (tipo gli argentini con Del Potro, per intenderci)…e quanto le sarebbe utile giocare con la pressione di un pubblico sfacciatamente e maleducatamente contrario… se in più continuasse a non giocare Roma…nessun problema, come Hector insegna, il mondo è piccolo, la follia dei trombettieri imprevedibile, Cami non sarà mai sola…

A bè , il nuovo regolamento nex gen è solo cucito sulle esigenze pubblicitarie del mercato , mi potrebbe anche andare bene se fosse solo questo però impostando gli incontri con questo regolamento il pubblico non riesce ad appassionarsi alla partita , son troppo corti i set . Ho guardato qualche incontro ma poi ho lasciato lì . Il nex gen è il banco di prova , un esperimento , ma è evidente che a sipario calato cominceranno a fare delle considerazioni e penso proprio che per molto tempo ancora andremo avanti col vecchio regolamento .

a me è parsa la solita americanata, semplificazione di gioco che va bene per la futura next gen di spettatori abituati a what’s up. Pathos zero davvero.

Beh, anche Kokkinakis a talento non è che scherzi, anzi, forse ne ha addirittura di più. Mi pare che per entrambe il problema sia lo stesso: troppi infortuni. Non tutti sono così granitici per stare sempre a dover ritornare in sesto, E’ un vero peccato, comunque, sono d’accordo.

Il sito ufficiale della WTA riporta:
Classifica #79
Punti 777
Tornei 17

Classifica che così come è pensata oggi non identifica certo il reale valore delle tenniste.
Certamente non solo per Camila ma per tutte..

Eh lo so la società è ingiusta, il mondo è ingiusto…anche la classifica WTA è ingiusta, Camila dovrebbe essere top 10 e guadagnare i premi corrispondenti….
Che vogliamo farci? Preghiamo che il 2018 sia l’anno della giustizia…

Tornei 16, se no ne ha vinto uno, visto che ha 25 vinte e 16 perse.

Ha sbagliato la WTA….incredibile….
Sul sito ufficiale è scritto proprio così, ho controllato…

Va bene
2017 terminato: da oggi si gioca (chi lo fa) per la race 2018.
A leggere il mero dato numerico
– end 2014 – 35
– end 2015 – 34
– end 2016 – 83
– end 2017 – 78
sembrerebbe che dopo un paio di anni buoni, ci si sia “adagiati” in un’aurea mediocritas.
In realtà, il 2017 di Camila è stato condizionato dagli infortuni, sia nella prima parte dell’anno (Indian Wells-Miami), che nella parte finale, così che oltre un paio di ritiri (senza considerare l’US Open), si è anche dovuta cancellare da almeno 5 tornei, al punto di aver giocato solo 16 tornei (il numero minore credo tra tutte!).
A parer mio, quando l’ho vista, ho potuto vedere dei miglioramenti molto netti; senza stare a citare le vittorie che tutti conosciamo, citerei invece l’unico “buco nero” dell’anno, Pfizenmaier, anche se in realtà quella partita nessuno l’ha vista: la mancata informazione su quella partita è l’UNICA cosa che rimprovero a chiunque avesse potuto dirci qualcosa e ci ha tenuto all’oscuro.
Con l’andazzo che ha preso il circuito dopo il “caso Sharapova” (colpirne una per educarne cento), abbiamo visto che NESSUNA riesce a stare sui propri massimi più di un mese o due ed il ricambio in alto è rapido e continuo: questo mi fa essere più che certo che, se starà bene e se ne avrà voglia, una volta superati i problemi fisici avrà modo di ottenere le soddisfazioni che lei ed il suo gioco meritano: non batti per caso 6 delle 8 partecipanti alle Finals, per non dire del 5-1 contro le due finaliste del “masterino” (36 giochi a 17 in tre match con Goerges. ).

camila ha il tennis per giocarsela con le migliori…il problema non sono solo gli infortuni,ma a mio avviso alcune scelte tattiche discutibili adottate che le impediscono di avere continuita’…
il “suo gioco” le permette ogni tanto qualche exploit ma le impedisce di vincere una serie lunga di partite di fila.
quindi credo che le possibilita’ siano 2:
perseguire appunto il “suo gioco” sperando nella settimana della vita dove per un certo numero di giorni la palla sta’ sempre dentro oppure cercare di modificarlo senza stravorgerlo( cosa comunque per niente semplice)per raggiugere quella consistenza che ora le manca

È quello che rimprovero agli organizzatori delle WTA Finals, cioè di non avere utilizzato la wild card prevista dal regolamento per invitare Camila, unica giocatrice in grado di dare spettacolo e di asfaltare (ma che dico asfaltare? piallare!) la concorrenza…

Chiudiamo l’anno al primo posto in Italia, al n° 79….
Classifica WTA italiane 2017
1. Camila #79
2. Schiavone #90
3. Vinci #111
4. Paolini #136
5. Errani #143
…..
(tristessa)

non penso che la Errani rimarrà a lungo in quella posizione. Se Camila sta bene non vedo perchè anche lì le cose non siano diverse fra circa tre mesi. Sulle altre non capisco alcune perchè continuino a giocare, le altre a far sperare la Fit. Va però detto che le varie Paolini e giù di li giocano il loro massimo possibile, dati i mezzi tecnici e atletici che possiedono, Camila purtroppo raramente lo fa, altrimenti staremmo a commentare ben altra classifica.

Bene , cara Camila sei a ”riposo” nel senso che non gareggi però è proprio fuori dai tornei che si dispone di quella tranquillità psicologica necessaria per testare e migliorare quello che già sai fare bene , e per fare ”esperimenti” . Ok, hai avuto un problema infiammatorio nell’avambraccio , succede , però succede più spesso per chi spinge il servizio nella seconda con la stessa potenza della prima , a volte anche con più forza … evidente che l’avambraccio subisce uno sforzo importante rispetto a una tennista che spinge la seconda con meno potenza . Tirare forte la seconda come la prima , è una strategia vincente se rimane in campo , da soddisfazione di portare a casa il punto senza giocarlo però con un avambraccio reduce da una infiammazione credo sia una strategia che alla lunga può riportarti nella ”panchina” dei professionisti infortunati .
La mia ”proposta” è questa …. cambiare il servizio in questo modo … prima di servizio centrale e subito a rete ad aspettare la palla per chiudere con una volè . Servizio centrale e volè . Meno energia metti nel servizio centrale , più basso sarà il rimbalzo per cui più difficile una risposta veloce , per fulminarti con una risposta veloce l’avversaria deve avere un rimbalzo alto da intercettare . Prova adesso che puoi fare ”esperimenti” a ”bocce ferme …. . Invece scendere a rete su un servizio laterale è più pericoloso perché si rende più semplice all’avversario eseguire il passante lungo-linea … Prova il servizio centrale e rete … non è detto che venga bene … ma provare costa nulla e se viene bene contribuisce ad alleggerire il carico di lavoro dell’avambraccio .

Certamente la cosa migliore è la prima di potenza laterale se rimane in campo …. , utilizzare una prima o seconda centrali senza eccessiva potenza e scendere a rete serve per stressare meno i tessuti dell’avambraccio .

tutti i colpi del tennis impegnano i musscoli dell’avambraccio..gia’ solo il fatto di tenere in mano la racchetta li fa’ contrarre.
non penso che semplicemente tirando più piano la seconda cami possa risolvere il problema.
innanzitutto bisognerebbe sapere se ha una epicondilite o una epitrocleite…che possono essere causate da svariati motivi….sovraccarico,impugnatura troppo grande o troppo piccola,tipo e/o tensione delle corde,impugnatura usata nei vari colpi,mancanza di antivibrazione(non gliel’ho mai usare,come conferma la foto)…

che poi ogni tanto cami possa fare serve and volley ..sono d’accordo
e credo che camila sappia benissimo che se serve ad uscire e scende a rete è piu’ facile che venga passata perchè apre gli angoli…

Interessante quest’annata di tennis a ritroso. Delpo che probabilmente rincontrerà Federer; Venus che si scontrerà con Woznicki. Le next gens sembrano essere quelle della prossima decade, a quanto pare. Queste sono le magnifiche sorti e progressive dello sport, che non poteva non esprimere lo stesso aspetto di stallo di tutto il resto della produzione mondiale nei vari campi: la mediocrità. Certe volte le scelte di Camila di sottrarsi appena può da questo teatrino accontentandosi di ciò che ha capitalizzato mi sembrano davvero sensate, tanto a che cosa serve essere primi in purgatorio?
Io continuo a sperare che il prossimo anno finalmente l’angelo riappaia sulla terra, pardon sulla pista per annunciare più liete novelle, anche se come tutti gli angeli sarà un breve annuncio.
Tutto questo per dire che davvero è un periodo triste per questo sport, siamo costretti quasi sempre ad ammirare persone che si sarebbero immaginate ormai in pensione agonistica.

Venus e’ entrata nella storia. Ha vissuto anche momenti veramente difficili a livello di salute. Ci sono valide giocatrici ancora giovani. Camila deve fare ancora molta strada.

condivido , sta per uscire dal tennis una stella veramente grande , mi spiace veramente perché Venus vince e perde sempre con classe ed eleganza , spero che possa resistere ancora ma gli anni passano per tutti . Quando un big del tennis come Venus.. Rafa .. o Roger … perdono , per me non perdono mai .

oggi pomeriggio giocheranno Roger e Del Potro a Basilea , sono due stelle stupende del tennis , tifo per entrambi e per me è irrilevante chi vinca chi perda sono entrambi bravissimi , se le daranno di santa ragione ed è questo quello che conta

Mi spiace per Roger, ma oggi spero che vinca Delpo, se non altro perchè un Carreno Busta a giocare il master fa venire i brividi. Poi che Federer vinca invece il master, anche perchè chi lo merita davvero quest’anno sono lui o Nadal. Sinceramente che finisca come con quello femminile, in cui da due anni vince chi in fondo ha fatto solo risultati relativi durante l’anno non è che sia piacevole da vedere.
Comunque considerato il torneo appena finito, e il livello di tennis che hanno mostrato le giocatrici, se Cami trova la concentrazione che le manca e alza il ivello di rendimento del suo tennis medio (quello massimale già si è visto che le permette di battere praticamente tutte) al master ci dovremmo essere fra un anno, Con gli infortuni ha dato in abbondanza, il prossimo anno dovrebbe tutto andre meglio, e salire in classifica dovrebbe essere facile.

L’ho già detto “quando Camila gioca gli angeli scendono sulla terra”. Quindi aspettiamo fiduciosi.
Ciò non toglie che tra le giovani giocatrici ce ne sia qualcuna di valore, ma nessuna ha dato prova di essere una vera campionessa. Attendiamo perciò, con pazienza, ancora quelle che metteranno finalmente in soffitta le stelle che appartengono da tempo alla storia e non all’attualità. Naturalmente speriamo che tra di esse brilli anche la Nostra.
Spesso da un periodo di stasi e di raccoglimento, erompono all’improvviso nuove rinascite.

La meritocrazia , che tanto tutti ricerchiamo , e’ un fattore oggettivo. Cosi’ come il meccanismo che determina la classifica Wta e ATP a fine anno. . Forse non perfetto ma il piu’ giusto ed oggettivo possibile. Il resto son discorsi , che dalle mie parti si dice li porti via il vento ( e le biciclette i livornesi).

anche perchè questi meccanismi riguarderebbe Camila se fosse nella stessa posizione della Mladenovic… ora che la Woz è ion finale, qualcuno scriverà che non è giusto e che Camila l’ha battuta……:)

riguarderebbero anche…. scusate

temo che nel tennis quest’anno il merito si debba a madre natura, ossia alla gravidanza di Serena, che fortunata in amore ha avuto sfortuna nel gioco: mai come quest’anno avrebbe potuto seriamente puntare al grande slam, tanto concorrenti valide over 30, sorella a parte, non c’erano. I meriti per le varie Halep, Pliskova, Muguruza e via dicendo penso proprio che sarebbero stati risibili con lei ancora in campo. Non dimentichiamoci com’è andata in Australia con lei già in gara per il torneo di mamma più titolata dell’anno. Sull’oggettività del merito ho comunque qualche dubbio, dipende dai parametri che hanno stabilito quelli al potere, che non è detto che siano corretti. Non sarebbe la prima volta che ciò che inizialmente appare significativo, poi qualche anno dopo appare semplice risultato di un’equivoco.

un equivoco. Mai scrivere se si è contemporaneamente al telefono in conversazione.

E’ uno scandalo, Camila meritava di essere a Singapore per lo meno al posto della Mladenovic che non vince un match dal 1971.

* come riserva al posto della Mladenovic

Ci avevano pensato, ma anche lei non gioca dal 28 agosto e chissà quando lo farà di nuovo (sic!).

errore di battitura: 1871…ci sono tenniste che si distinguono per lungimiranza

in questo momento si merita solo la classifica che ha…

se la Mladenovic è in top ten o in top 20 in qualche modo se lo è meritato..nessuno ti regala niente soprattutto nel tennis sport individuale

Hai proprio ragione. Ma lasciateci sognare che Camila se fosse in finale strapazzerebbe questa Wozniacki immeritevole di tanto onore.

nahh, Singapore è una città molto brutta, sovrappopolata più di un formicaio e umidissima. Per guarire dalle infiammazioni tendinee non mi pare idonea, Sta molto meglio su una spiaggia a godere dei benefici degli infrarossi naturali. Tranquillo, tanto in Australia la rivedremo, se s’è rilanciato Juan Martin che ha avuto ben altro che un’epicondilite, a maggior ragione può tornare al massimo lei. Può darsi poi che le soste forzate le abbiano fatto venire quella fame di tennis che finora non aveva mai mostrato.

INCREDIBILMENTE la Mladenovic è entrata nelle prime dieci, dopo una serie di innumerevoli insuccessi, solo grazie al crollo di un mezza dozzina di “campionesse”. Nella WTA tutto può succedere, per questo se CAMILA sarà a posto fisicamente a fine anno, già da gennaio potrà tornare ai livelli che le competono, le indicazioni positive vistesi chiaramente nel suo gioco fino ad agosto, sia tattiche, tecniche e di approccio e gestione emozionale del match non potranno vanificarsi tanto facilmente.

Iniziate le Finals 2017.
Camila ha battuto sei delle otto partecipanti per un totale di 8 vinte e 15 perse.
Quest’anno 2-2.
0-1 con Venus ed Halep, 2-2 con Mugu e Woz, 1-1 con Svitolina ed Ostapenko, 1-3 con Garcia ed 1-4 con Pliskova.
Non malissimo, visto che si tratta dell’attuale eccellenza del tennis femminile.

Finals? Meno male, anzi, prima finiscono e meglio è. Meno male che queste sono le prime otto, fin qui s’è visto tutto tranne che tennis giocato. Non sono mai stato sciovinista sessualmente, ma se dovessi giudicare dalle semifinali di Stoccolma, in cui 4 giocatori su 4 ci hanno fatto vedere decine di prodezze in ciascun incontro e sto’ schifo di incontri senza storia nè suspence, direi che hanno ragione quelli che nell’atp ritengono ingiusto che il montepremi sia unificato. Pare proprio che si stiano giocando due sport diversi. E meno male che ho deciso di non guardare Wozniacki – Svitolina. Ok, ora tirano più forte di un tempo, ma giocano anche in modo molto più monotono. Ci credo che reggano ritmi superiori, tanto devono allenare solo 4 colpi invece che tutto il repertorio di una volta. Il tennis non è questo bignami accelerato. Altro che master, qui siamo agli esami di rparazione. Cami prima torna e meglio è, se non altro si muove che è una gioia per gli occhi e ogni tanto fa pure qualche colpo che è un’invenzione personale.

C’è un piccolo errore per GARCIA mi risultano 1 vittoria e solo 2 sconfitte (tutt’e due rimediate in Fed Cup e non nei tornei): Il rapporto è quindi ancora migliore: 8 a 14 per Camila.

quest’anno la top è solo una questione di numeri, non di vero livello. Tutte quelle che ci stanno dentro hanno più volte perso in primi turni da avversarie che poi si sono a loro volta rivelate semplici avventizie. Basta guardare quanto sia basso il bottino di punti della prima, e come in tante possano diventare numero uno dopo questo torneo. Le ultime finaliste slam sono rimaste ben lontane dalla qualifica al torneo finale, e l’attuale numero 1 non ha vinto che in modo sporadico, tra l’altro zero slam. Ringraziamo i soloni del tachimetro che vanno di moda adesso.

se consideriamo che ha vinto 1 torneo in 3 anni…

Eh eh eh r.b. attento a quello che scivi.
Cps

Eh eh infatti non ricordo cosa ho scritto, ma evidentemente era da tagliare….

Beh ragazzi..ovviamente bisogna guardare le nuove come le 98 Sabalenka e altre… Tra un poco usciranno le 99 come la Zhuk e l’anno prossimo le 2000…. Finché Camila non guarisce…

e quando staranno male pure queste, chi vedremo? Tanto lo sai che adesso è grasso che cola vedereuna giocatrice fisica più di 4 mesi in due anni, il resto del tempo stanno dal terapista.;)

Comunque adesso che la stagione per Camila è finita sarebbe bene scrivessero due righe sulle prospettive future.

Almeno sai che sa cucinare un’ ottima torta di mele, forse. )

Come immaginavo, l’infortunio è grave.

A questo punto non so se a Camila conviene partecipare ai primi tornei di inizio anno (anche se ci saranno già in uscita i punti di Shenzhen).
Meglio non affrettare il recupero.

Come fai a dire che è grave? Se si era iscritta tanto grave non deve essere…ovviamente non conviene rischiare una ricaduta perciò se il medico ha detto di non giocare Linz…. Ma per gennaio dovrebbe stare benissimo.

Il fatto che Camila sia stata ferma da fine agosto, e anche il fatto per il quale non si sia fatta vedere nemmeno nelle location dei tornei ai quali ha dato forfait, in pratica lo stop sarà di almeno 4 mesi (non mi pare una cosa leggera).

Beh sì… Speriamo solo che guarisca presto e che torni più forte di prima…

I miracolosi medici è meglio lasciarli stare.
Se il fisico si infortuna perché sfruttato sempre al limite purtroppo il medico servirà solo per curarlo ed i tempi d recupero sono il più delle volte soggettivi.
La verità è che Camila deve sempre sfruttare la propria macchina al massimo per il tipo di gioco da lei espresso e questo probabilmente per il suo fisico è poco sopportabile.

Per questo deve ritornare solo quando avrà recuperato pienamente e sarà in grado di attuare completamente il suo gioco utilizzando al meglio le sue risorse fisiche non comuni per conseguire i grandi risultati che sono nelle sue corde. speriamo che rientri in gennaio temprsata e pronta a nuovi exploits.

Per Enzo ma anche per gli altri…
La Sabalenka sembra fortissima, è vero….ma il tennis non fa sconti a nessuno, chi sbaglia troppo, soprattutto nei momenti importanti, perde….perché Muguruza, Stephens, Keys sono tra le prime e altre no? Perché, almeno in alcuni tornei importanti, riescono a fare il loro gioco con la palla in campo….
Anche la Sabalenka deve fare il suo gioco, ci mancherebbe, nessuno dice che deve tirare più piano, ma se non la mette in campo non ha possibilità di entrare in top 10.
Fortunatamente per lei è giovane e quindi può maturare, ma il problema da risolvere resterà sempre lo stesso….

Imparerà vedrai .Lo si capisce dal …caratterino .

Boh vediamo…la giocatrice è interessante… in tutti i sensi…

Per livio71 ed alcuni altri orfani di Tirrenia.
Segnalo, dopo i pluriennali problemi della Matteucci, ieri i ritiri di Ferrando e Brescia.
I miracolosi medici della FIT sono ancora in ferie?!

Nei miei discorsi ho messo un forse

Mettete dei forse nei vostri cannoni.

Questa Sabalenka mi ha proprio impressionato.
Gioca come Camila prima maniera ma è più potente e il fisico l’aiuta .
Se imparerà a non buttare match già vinti (stesso difetto di Cami tuttora irrisolto ),
già l’anno prossimo la troveremo in top five.
Mi piace un sacco
Ma sempre forza Cami. Ci manchi …

Dopo la “malapensata” di due giorni fa su Stephens e Keys, eccone un’altra:
Ma questo nuovo fenomeno del tennis è la stessa che ha perso
– a giugno da Paolini
– ad agosto da Rosatello
?

Questa è forte , credimi.
Se riuscirà a sbagliare di meno e a chiudere quando si deve farlo , la vedremo presto molto in alto .

Tutte le giovanissime tirano molto forte…..però per vincere bisogna in un modo o nell’altro fare in modo che il più delle volte la palla prenda il campo e non i teloni…e non è affatto facile tirando così forte…

sai, a ben guardare le velocità rilevate nei servizi e nelle medie e picchi di velocità degli altri colpi sono state o uguali o inferiori a quelle di Cami quando serve o colpisce in modo ideale. Certo fa specie che Cami ci riesca pur essendo praticamente la metà di queste qui…come disse un commentatore a Linz 3 anni fa “such a strong shot from a small woman”.

Quanti mesi devono passare per la classifica protetta ?

SEI mesi (da fine febbraio). Speriamo che non ce ne sia bisogno.

Inutile comunque rischiare per poi magari fermarsi ancora

Mi sono perso qualcosa per la Nostra a Luxembourg ?

si ora vedo il forfait

Certo che rilasciare una intervista no? Fare sapere che hai finito la stagione? Pessima comunicazione.

Sì, l’hai già detto. Continui a dirlo. Continui a ripeterlo. E non riesci proprio ad accettare che sia così. Cosa ti devo dire, segui la Vinci (che ha comunicato i motivi del ritiro dal Lussemburgo) o la Errani (che ha ripreso ad aggiornare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.