Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon



Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon

Dopo cinque vittorie partendo dalle qualificazioni si ferma ai quarti di finale il percorso di Camila Giorgi al torneo Premier di Birmingham: la tennista di Macerata è stata costretta al ritiro sul punteggio di 2-5 contro l’australiana Barty. A causa della concomitanza dei quarti di finale di Birmingham con il primo turno di qualificazioni a Eastbourne, Camila avrebbe comunque saltato il secondo torneo su erba della stagione.

In ogni caso il problema accusato alla gamba sinistra dovrebbe essere superato in alcuni giorni e permettere a Camila di presentarsi al via del terzo Slam stagionale, i Championships a Wimbledon.

In bocca al lupo, Cami!

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

62 Comments. Leave your Comment right now:

Buon primo turno, e se passano entrambe c’è la possibilità del terzo confronto in circa un mese con la Barty. Andiamo una partita per volta, la Cornet è astuta, ma siccome è stata già battuta anche sulla superficie preferita da Alizè, se il livello è quello visto a Birmingham non dovrebbe esserci poi troppa partita. Ovviamente bisognerà verificare se la gamba è a posto, e soprattutto se lo sarà a lungo termine. Speriamo che il servizio funzioni a dovere con molti vincenti, così si evitano troppe rincorse.

Poteva andare peggio, l’eterna Cornet sull’erba non è un fulmine come si è visto anche a Eastbourne, però la Cornet, la rognosa Cornet è sempre ostica. Camila – Alize è un ormai classico! Forza Camila!

La Cornet .. per me è un buon sorteggio.

Per me no… la Cornet è comunque moooolto esperta

Penso che non sia uno tra i migliori sorteggi; ma nemmeno uno dei peggiori. Il fatto di avere già vinto con Cornet i più recenti dei precedenti dovrebbe essere un punto a favore, in più si gioca sulla superficie non proprio più congeniale alla francese! La Cornet ha fatto un ottimo Rolando ma ha già fatto vedere degli acciacchi nei tornei sull’erba! Sono certo che se Cami gioca come a Birmingham ci sono buone possibilità di passare il turno! Vamosssssssss

Ragazzi dobbiamo essere positivi per il sorteggio….
Almeno una cosa è certa: non pescheremo al primo turno Serena Williams!

Bene finalmente domani siamo al sorteggio………
Speriamo Errani

Ma Cami ci sarà? Comincio a dubitare .

Non si è più iscritta a nessun altro torneo ……………

quest’anno la programmazione è così, si fa giorno per giorrno….maaaaa

sto vedendo un po di incontri sull’erba di Eastbourne: come era facile pronosticare, stanno andando tutte on fire le prime del ranking . Al primo turno di Camila e’ meglio evitare le signorine in questione. In bocca al lupo ovviamente.

Francamente continuo a non capire il caldendario wta. Il torneo femminile su erba più importante dopo i Championships collocato esattamente la settimana prima di Londra, col tempo ballerino che c’è lì per costringere le atlete ad un surplus di energie psico-fisiche con più partite al giorno può avere un senso? A parte che di gioco da erba se ne sta vedendo davvero poco, sembra un torneo su cemento peloso, visto come stanno giocando quasi tutte. Forse sarebbe il caso di tornare all’erba antica, dove vincevi attaccando e andando a rete, e non palleggiando da fondo campo. Altra nequizia che dobbiamo al monopolio dei fab four, quando anche Federer decise di diventare più regolare da fondo e meno intraprendente a rete. Il padre di Cami ha detto una cosa interessante, in un coaching: – Lancia la palla più avanti, come se dovessi fare serve and volley. – Segno che Cami viene allenata anche su quello. Speriamo che presto lo introduca con più frequenza nelle sue partite, può essere l’arma in più che è mancata finora. In questo periodo a parte Cami io non vedo grandi “passantiste” anche perchè non hanno bisogno di passare granchè, visto che a rete non ci viene praticamente nessuna. Penso che potrebbe ottenere punti preziosi in momenti importanti dei match. Staremo a vedere.

ps. un primo turno ideale sarebbe con Radwanska o con Muguruza, non penso che finirebbe come un anno fa.

Certo, meglio incontrare una ex finalista di Wimbledon al primo turno….perché abbassarsi ad una Arruabarrena qualsiasi?

perchè in questo momento è più forte Laura di Agneska. Sai, perdere in due set sull’erba dalla Davis non è che prometta molto circa il pronto riscatto della polacca. La tengono su i punti di fine anno, ma se fa cilecca già a Wimbledon credo proprio che la classifica andra a precipizio. Aga gioca piano, è fallosa, nervosa e stranamente senza tattica. Sembra come una giocatrice che si autocita in quelli che erano i punti di forza. Per ora nella race è 40esima, ma mi sa che dopo Wimbledon sarà paracchio più giù:
ps. Laura non è molto distante da lei.

Un fatto non trascurabile è che dal 2011 fino ad oggi Camila non ha mai giocato così tanto sull’erba prima dell’inizio di Wimbledon ( (anno 2017: 8 partite; 2016: 2; 2015: 7; 2014: 5; 2013: 1; 2012: 5; 2011: 0) vincendone 6 su 8. Conseguentemente dovrebbe essere abbastanza preparata per il grande torneo e considerando che ha sempre superato il primo turno tranne che nel 2016, quando prima di Wimledon perse tutt’e due le partite giocate sull’erba, si può avere qualche fondata speranza, per quanto possano valere i dati statistici in questo campo, che possa superare i primi turni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.