Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina



Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina

Convincente vittoria per Camila al primo turno degli Internationaux de Strasbourg: la tennista di Macerata ha sconfitto 1-6, 6-1, 6-1 la russa Elena Vesnina, numero 2 del tabellone e numero 15 del mondo. Si tratta della sua prima vittoria contro la Vesnina. Cami al secondo turno incontrerà Ashleigh Barty, australiana numero 84 del mondo e come lei proveniente dalle quali, che ieri ha battuto in due rapidi set Cagla Buyukakcay.

Primo set: 1-6. Camila cede il primo servizio con un doppio fallo sulla palla break, e riesce poi a conquistare solo un game sull’1-4. La russa chiude sul servizio di Camila, con un break a zero.
Secondo set 1-6 6-1. Camila inizia in modo ben diverso, lottando ma perdendo, dopo tre palle break il primo gioco sul servizio della Vesnina. Da lì in poi sarà però un dominio, con sei giochi consecutivi senza mai arrivare ai vantaggi.
Terzo set 1-6 6-1 6-1. Camila perde nuovamente il primo game al servizio, ma poi non c’è gara: sei giochi senza mai arrivare ai vantaggi e con soli sei punti subiti.

Gli highlights del match

Ecco il tabellino del match:

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

97 Comments. Leave your Comment right now:

Beh, quest’anno alla terza partita c’è arrivata spesso, ora bisognerà sfatare il clichè che non arriva mai all quarta o quinta. E’ già un passo avanti, prima la davano perdente fissa al secondo turno.

Che stesa!
l’avevo lasciata sul 3-1 Barty del primo set, dopo tre quarti d’ora torno e è già tutto finito
vabbe’ dai vostri commenti, probabilmente mi sarei più che altro arrabbiato, quindi meglio così…

Non credo, oggi non c’è stato pathos, nemmeno nelle espressioni sul suo viso. Perso il primo set ha smesso di lottare. O entravano subito le palle vincenti o via col game successivo.

e va be’, abbiamo rivisto la vecchia Giorgi. Giornata con poco controllo della potenza, perdita ulteriore di pazienza e, se non sbaglio, un po’ svuotata di idee. Se è così imprecisa pure quando è sulla palla a centrocampo c’è poco da fare. Oggi è il mirino che è appannato. Il match peggiore dell’anno? Penso di sì. Sono cose che succedono, ma per lo meno dovrebbe aver capito alcune cose. Fra queste che sulla terra forse è il caso di allenare di più il dritto in top spin. Sulla terra in effetti la mancanza della palla corta si fa sentire. Non so se proprio non sia capace di farla o se viene provata poco, visto che in fondo gioca saltuariamente sul rosso, però uno slam è uno slam, e anche i premier sulla terra premier sono. Danno un sacco di punti, di soldi e poi presentano anche situazioni di gioco che obbligano i tennisti a tirare fuori il meglio del loro repertorio, e non solo servizio e risposta.

Solidissima la Barty, non soffre per niente le pallate centrali a piena potenza di Camila; onore all’avversaria che oggi è nettamente superiore. Ci saranno altre occasioni.

Purtroppo Cami non è ancora pronta X i tornei . Non so perché ma dopo una vittoria con top non riesce a concretizzare .
Aveva un calendario in discesa ma non fa salto qualità definitivo
Forza comunque

Ribadisco il mio commento di ieri:
“ma io domani o nelle partite successive(pur con tutto l’amore del mondo per questa giocatrice) non mi stupirò se dovesse uscire in malo modo giocando come nel primo set di ieri.
Ribadisco quella che è un’opinione personale: Camila è così, prendere o lasciare, ma mai fare previsioni!
Spiego anche il motivo di tutto ciò: la scelta(ed è sua, basta addossarla a Sergio) è quella di non fare nessuna tattica, ma di affidarsi al suo istinto e quello inevitabilmente ogni tanto viene meno…”

mi spiace ma hai ragione

Non si può suggerire di non cambiare contro una come la Barty, è un regalo

Aho’, ma voo’ ricordate quando Camila “cerca troppo gli angoli e non c’è bisogno per me deve giocare più centrale e in sicurezza”? Bei tempi…

ci sono partite e partite e giocatrici e giocatrici! non condivido quando una giocatrice (tra cui Cami) dice: “non mi importa chi ho contro, io faccio solo il mio gioco”. Bisogna saper adattare il prorpio gioco in base a chi si ha di fronte, non per forza snaturando i propri colpi ma avere un piano in mente preciso; cercando di ottimizzare i propri colpi a vantaggio dei punti deboli dell’avversario!

continua a tirarle addosso senza aprirsi gli angoli!

Giocare centrale contro la Barty significa invitarla a nozze, deve necessariamente muoverla e giocare il contropiede, le tenniste massicce hanno anche molta inerzia e sulla terra rossa questo per loro è uno svantaggio

..appunto , quando tira l’affondo alla destra della Barthy va a punto , mentre con la Vesnina andava a punto tirando alla sinistra dell’avversaria con la Barthy è l’opposto ….

Magari poteva essere anche una scelta corretta, però poi sbagliava l’angolato successivo, quindi era solo un tentativo inutile. Eccesso di potenza senza controllo, magari pure un po’ di sfortuna nel primo set, visto che la prima palla del controbreak era dentro e Cami era a due metri dalla rete per chiudere lungolinea. Però non basta un episodio sfortunato a motivare il resto. Nel secondo set non si è neanche vista la voglia di stare lì punto su punto.

manca poco, si scaldano i motori. Oggi vediamo se il rovescio è da subito rodato. Certo se funzionasse come contro Karolina e accoppiato al dritto anti-Vesnina, la partita potrebbe durare molto poco. Penso che all’una in ogni caso dovremmo già essere a tavola, o a mensa per chi è a lavoro.
Comunque anche perdesse, le impressioni di progresso non svanirebbero di certo. Il vero bottino da conquistare è quello della lunga stagione estiva.

Vamos flaca! Cerchiamo di pareggiare almeno il conto per il RG poi si vedrà
(Gavrilova, Garcia, Stosur…).

ogni partita è una battaglia…non so se Cami vincerà anche oggi ma di sicuro lotterà come sempre con tutte le sue forze per ragalarci un sorriso…vamooooosssss

Ragazzi diciamo la verità…Camila ha vinto perché la Vesnina ha avuto un crollo verticale, causato anche dall’appagamento per aver vinto il giorno prima un prestigioso titolo in doppio….
Ah certi personaggi se non ci fossero bisognerebbe inventarli….

ma non hanno vinto Hingis e associata?

Sì, hanno vinto Hingis e Chan, ma per i noti superesperti ha vinto la Vesnina. Per un altro della cricca addirittura la Vesnina a Roma tra singolare e doppio ha giocato tutti i giorni. Considerando che in singolare ha perso al primo turno…

Dai, prof non mi dire che non avevi capito l’ironia sottintesa…

Mi rendo conto che non c’entri un piffero con la partita di domani, ma…

vi risulta che Camila giochi a s’Hertogenbosch?

E’ iscritta sia ad s’Hertogenbosch sia a Nottingham, che si giocano nella stessa settimana.
In Olanda è al momento fuori dal MD di 8 posti, in Inghilterra è fuori di 4 posti.
Naturalmente dovrebbe essere tranquillamente dentro nelle qualificazioni di entrambi i tornei.
Sembra oggi più facile che riesca ad entrare a Nottigham, ma è ancora presto per dirlo.

Certo che sarebbe la volta buona anche di provare a chiedere una WC per s’Hertogenbosch, come precedente campionessa; se riesce a mettersi in evidenza a Parigi ci potrebbe stare.

Mi unisco al coro di chi frena gli entusiasmi, si è vinta solo una partita di primo turno di un International, ok. E’ giustissimo fare piccoli passi, senza alimentare troppe aspettative che rischiano di diventare grandi delusioni, si raccoglie quello che viene con serenità!

Aggiungo che per me quest’anno Camila è molto migliorata su diversi colpi, se giocasse più partite sarebbe già nelle zone alte. Gli exploit li farà sempre anche grandiosi, è ampiamente nelle sue corde, ma spero vivamente come tutti i presenti che con un pizzico di continuità e di fortuna in più possa raggiungere anche grossi risultati! Un passo alla volta, ma l’obiettivo è quello!

e va be’, al diavolo la scaramanzia, che tanto non si vince o perde con quella, ma con cose molto più solide.
C 60%; B 40%.
La Barty ha un buon rapporto W/L ma che salga rapida in classifica deriva pure dal fatto che non scarta nulla e pure i primi turni fanno brodo. e si trova pure in un’annata in cui quasi tutte quelle sopra di lei sono molto discontinue, Alla wta serve la Giorgi, e anche all’immagine del professionismo in generale serve un’anti Bouchard o Sharapova, una fuori dalle regole del mercato.

Come continuavo a ripetere da tanto tempo, da quando Cami ha arretrato la sua posizione in risposta il suo gioco in risposta è migliorato in modo decisivo, divenendo a tratti devastante…

Anch’io evito ormai di commentare i match di Camila, sono contento quando vince e triste quando perde…. Tanto appena uno qui dice qualcosa di più o esce fuori dal seminato…. Il tennis è uno sport serio, o comunque i giudici di linea e dietro sedia lo prendono maledettamente sul serio… se la palla è fuori anche di un centimetro non ci sono Santi… il punto va all’avversario…. Le palle di Camila possono entrare o no, impossibile prevedere anche un singolo punto…figuriamoci un game…
Il gioco è sempre quello, ma quando la palla entra si vince, quando la palla va fuori si perde….
Semplice, no?

ma se qualcuno non avesse mai buttato un seme fuori dal seminato, come vuoi che si sarebbero fatte le nuove scoperte? Pensa, neanche Serenona avrebbe mai vinto perchè Colombo non avrebbe mai scoperto l’america. Niente Sugarpova, niente wta nè atp.
Mica stiamo al tempo di Romolo, che stabilito il pomerio ha poi fatto secco (o per lui Tito Tazio) il fratellone renitente alle consegne. Ieri Camila ha seguito le tue consegne, ha tirato dentro le linee, accorciando la gittata di un buon mezzo metro – tanto con la maggior parte basta anche meno- e con il solo dritto e servizio dentro (1 df a set, distribuendo quelli fatti) ha incassato un doppio sei – uno con un’avversaria nè debole nè inesperta. Scrivi, scrivi…..

Riprendiamo il controllo.
Ieri Camila ha solo passati un primo turno di un international, certo, l’ha fatto a modo suo, spettacolare e coinvolgente, ma era comunque solo un primo turno di un international.

E domani c’è il secondo turno, contro un’avversaria più che valida, che non conosce e che ha praticamente le stesse probabilità di vittoria, secondo i brokers.

Per vincere domani Camila deve giocare un po’ meglio del suo standard (ma quale è il suo standard?) e l’australiana un po’ peggio del suo, se si scambiano le condizioni si ribalta il risultato.

Partita difficile, un grandissimo in bocca al lupo, lupacchiotta!

Si certo , l’avversaria di domani è in gamba , ma la Vesnina era quella più ”carburata” del torneo , per cui sono quasi certo come andrà , meglio non dirlo per scaramanzia ma secondo me , guardando il tabellone Kami andrà in Fin…….e ssssssssssssssss non diciamolooooooooo

ma sul sito della Barty che scrivono? Domani faremo un sol boccone della vezzosa italiana, oppure anche lì attenzione, crikkettona nostra, partita molto difficile domani con quel terno al lotto dell’italiana….;)

.. in Finlandia, Cami andrà in Finlandia, tranquillo.

Domani ore 11,00 grandinata di dritti e rovesci su Strasburgo.

Dedicato a chi dice che Camila non sorride mai

errata corrige (non mia ma dell’account del torneo: si sono accorti di aver postato un erroneo link)

E questo, catturato dopo la vittoria di ieri?

Riguardando la partita di ieri, la cosa che va notata è che Cami per più di un set non ha potuto contare sul suo colpo più sicuro, il rovescio, che nel primo set non è quasi esistito, nel secondo ha cominciato ad entrare ma, a ben riflettere, gran parte della partita l’ha conquistata col dritto. Se il risultato di un solo fondamentale funzionante in fase di palleggio è stato il 61 61 ad una Vesnina che non è calata per nulla, semplicemente persa quel po’ di freschezza dell’inizio (come tutti del resto, nessuna persona dopo un’ora gioca come nei primi dieci minuti) e la confidenza che le davano i molti errori di Cami, non ha semplicemente potuto stare dietro alla velocità di palla. Tra l’altro la Vesnina non ha mai servito male, a parte il break dei due df, e Cami ha risposto spesso vincente alle sue prime, dopo il primo parziale. Quindi, se a Parigi saranno precisi sia dritto e rovescio dove potrà spingersi? Ha già dimostrato che il suo è più forte di quello della Pliskova, penso che contro una prossima top ten dimostrerà che lo stesso vale per il dritto. Manca ancora un piccolo passettino, quello della sicurezza in campo dall’inizio, se fa pure quello beh, dovranno essere riscritti molti giudizi su di lei.
Per quanto riguarda domani, è probabile che se vince il primo set l’incontro poi dovrebbe scorrere via facile. Non credo che la Barty, col suo fisico, sia una capace di reggere tre set ad alta intensità. Quindi direi che sarebbe ora di cominciare una partita mettendo subito la testa avanti.

Ecco un commento che mi piace leggere, ma non condivido. Intendo dire che mi diverte leggere qualcuno che fantastica su come Camila piallerà tutte le giocatrici che incontrerà sul suo cammino qui e a Parigi, ma io domani o nelle partite successive(pur con tutto l’amore del mondo per questa giocatrice) non mi stupirò se dovesse uscire in malo modo giocando come nel primo set di ieri.
Ribadisco quella che è un’opinione personale: Camila è così, prendere o lasciare, ma mai fare previsioni!
Spiego anche il motivo di tutto ciò: la scelta(ed è sua, basta addossarla a Sergio) è quella di non fare nessuna tattica, ma di affidarsi al suo istinto e quello inevitabilmente ogni tanto viene meno…

ma mica ho detto che la piallerà. Può anche perdere nettamente, perchè quello che le è mancato, finora, è il controllo costante del suo tennis. In concentrazione pecca molto spesso. Ieri ha detto che è entrata in campo nervosa, anche se non all’eccesso. Infatti è probabile che fosse rigida, e per questo colpiva sempre un po’ fuori tempo, coi risultati che si stavano vedendo. Sulle previsioni però dobbiamo abituarci, perchè o la crediamo una giocatrice vera, e quindi in grado ad inizio torneo di essere pronosticabile per i piazzamenti che contano, oppure la assimiliamo ad un’atleta da esibizione, a un ciclista da corsa in linea, capace di fare splendide recite un giorno, ma poi solo scialbe repliche il giorno dopo. Il suo tennis è molto difficile, il più difficile sulla piazza, probabilmente per metabolizzarlo tutto ci vuole un’esperienza e una maturità che finora non ha avuto. Però ci sono indizi che forse ci stia arrivando. Ritornata da un lungo stop, con preparazione non certo ottimale, a parte quel neo che non abbiamo visto, non ha mai giocato davvero male. Un anno fa invece ha giocato spesso molto male. Con un primo set come quello di ieri, o come con la Navarro, o con le cinesi un anno fa avrebbe perso secco il secondo, quest’anno va a vincere.
Però partire sempre con l’handicap di un set concesso è una tattica un po’ pericolosa anche se dimostra che gli allenamenti ok, ma per rifinire davvero la forma ci vuole la gara.

Approfitto di questa giornata in cui riposiamo anche noi(gli incontri di Camila non sono stressanti solo per lei) per inviare un caloroso saluto a TUTTI quelli che seguono questa pagina, Non condivido gli entusiasmi di alcuni che pensano già in grande(personalmente credo che TUTTO sia possibile sia nel bene che nel male), ma li leggo sempre con piacere.
Quando gli animi sono sereni questo luogo è divertentissimo!
Avanti con lo spettacolo.

La piu’ grande soddisfazione è vedere Camila giocare così bene sulla terra rossa. Fino ad ora avevamo visto ben poco. E’ vero i suoi colpi potenti sulla terra rossa sono un maggiore pericolo per le avversarie. Dai forza e speriamo che acquisisca quella continuità necessaria. Allora tutti applaudirebbero una vera campionessa

Qualcuno nega i miglioramenti, invece mi sembrano evidenti sia al servizio che in risposta, e vedo anche un certo margine di sicurezza in più nelle bordate da fondo, mediamente meno doppi falli e meno gratuiti.
Peccato che abbia giocato poco, per me Camila è salita nettamente di livello e pur con qualche passaggio a vuoto sembra ampiamente in grado di riposizionarsi almeno nella top 30.

Ho l’impressione anche che la terra non le dispiaccia affatto, i servizi e gli affondi delle avversarie arrivano più fiacchi e trova meno difficoltà difensive, oltre che ha più tempo per preparare il colpo e aggredire con una potenza notevole anche per quella superficie.
Se rimane tranquilla, potrebbe andare piuttosto avanti al RG, e poi se non erro girava su questo sito una certa profezia per Wimbledon che riguardava proprio quest’anno, vero Ghaal?

Incredibile, ho appena postato un commento a SanTommaso, dopo diversi mesi in cui evito di scrivere, ma vedo che c’è ancora qualcuno che si ricorda di me.
Si First, non sono fuggito, sto solo aspettando per poter mettere a tacere i detrattori con i fatti
L’ho detto e lo confermo: da Camila mi aspetto IL risultato, i piazzamenti mi lasciano indifferente…
Ciao!

Ciao Ghaal, vedo con piacere che ci sei ancora!
Volevo rassicurazioni circa la profezia, era questo l’anno che aspettiamo, vero.

Ghaal, tu e la profezia siete indimenticabili. Come è possibile non ricordarsi di te?

Condivido, se si limita nel desiderio di fare vincenti in risposta e continua a rispondere stando dietro la riga di fondo ha grandi possibilità sulla terra. L’importante è iniziare lo scambio e non buttare punti in risposta.

Ho analizzato l’incontro.
Nel primo set, Camila 6 winners e 11 gratuiti; Vesnina, 7 winners e 3 gratuiti.
Impressionanate l’andamento pressochè identico degli altri due parziali. Nel secondo set Camila, dopo un primo game perso in cui aveva messo a segno 4 winners e comemsso 6 gratuiti, si mette a giocare un tennis stratosferico mettendo a segno 13 winners e commettendo solo 3 gratuiti.
Nel terzo set, dopo un primo game, sempre perso, caratterizzato da 3 gratuiti, ingrana un’altra volta la quarta e chiude il match con 11 winners e 3 gratuiti.
In definitiva: Vesnina è calata, ma non più di tanto (i suoi dati, nel secondo e nel terzo set, non sono così negativi), è Camila ad aver innalzato il suo livello di gioco di due o tre livelli quadruplicando i winners rispetto ai gratuiti in entrambi i parziali dopo essere andata sotto 0-1.
E quando gioca così…

Ué, la Vesnina aveva battuto una trentina di giocatrici meglio piazzate di Camila ed era numero 15 del mondo. Camila la pialla nel secondo e terzo set e di colpo diventa una qualsiasi che ha già fatto un miracolo a giocare tre set.

Straordinari rosik, continuate così che ci divertiamo!

Vai flaca, oggi un bell’allenamento e domani con lo sguardo della tigre e il sorriso a fine match. Ah già, non sorride. E cos’era quello a fine match ieri?

@SanTommaso,
non me ne volere. È da un po’ che non commento perché sono sempre convinto che arriverà il risultato importante ed è inutile sprecare tempo con chi critica a priori, però devo dirti che per me questa è stata un’ottima partita ma non è stata una grande vittoria.
Camila avrebbe già piallato a suo tempo la Vesnina, se non ci fosse stata l’interruzione “strategica” che le portò via la vittoria.
Ieri la Vesnina è stata travolta ed evidentemente non ha avuto tempo di organizzare contromisure, o forse era convinta di aver vita facile ed ha sottovalutato il match, senza preparare misure “alternative” :-).
In ogni caso, passati gli acciacchi (almeno speriamo!), Camila sta ritrovando la strada giusta…

Mi ascrivo alla categoria dei tifosi più benevoli di Camila, quella dei “salumieri” per dirla tutta. Che, cioè, con gli occhi ricoperti di salame, vedono solo i pregi di questa incredibile atleta e la sua storia unica. E tendono a sorvolare sui suoi difetti. Mi considero anche un riflessivo e, avendo a lungo praticato sport, ho imparato anche a riconoscere bravura e meriti degli avversari. Però succede a volte che Camila mi faccia dimenticare tutto e mi sprofondi nella più totale disperazione. Ieri nel primo set è successo proprio questo: alla terza o quarta risposta finita in curva o sul paletto di sostegno della rete ho avuto una crisi di sconforto.
E poi, all’improvviso, è cambiato tutto. Sto cercando un buon analista, al riguardo, se ne conoscete uno… Perché Camila ti manda veramente al manicomio quando guardi una sua partita.
Sinceramente non c’è un altro campione dello sport in grado di farmi lo stesso effetto.
Ti auguro il meglio, Camila, vai a prenderti quello che ti spetta!

Non voglio cadere nella trappola delle facili illusioni: mi dicevo tra me e me (me ho evitato di postarlo per scaramanzia) che la Vesnina è una brutta cliente per Camila, però è un momento favorevole per incontrarla perché sicuramente avrà meno tempo per ambientarsi a Strasburgo (io pensavo avrebbe addirittura rinunciato a giocare).

Per il resto in parte può darsi che la Vesnina sia calata (anche se non ho avuto questa sensazione: pur essendo una partita di 3 set è stata assai veloce), ma di certo Camila ha trovato una grande continuità e a partire dal 2° set soprattutto un calo spaventoso di gratuiti, con punti giocati anche ragionando.

Per fare due esempi: ho visto uno scambio dove la Vesnina ha tirato profondo all’incrocio sul rovescio di Camila dove la nostra era in palese ritardo, e ho avuto la sensazione che lì Camila ad esempio abbia realizzato che un colpo a tutta sarebbe andato fuori e ha giocato un rovescio profondo e + carico (una soluzione che usa a volte col diritto, ma molto di rado col rovescio), e un’altro esempio è stato uno scambio dove aveva l’iniziativa ed è andata a rete per concludere con un colpo di rovescio, che è uno dei classici colpi che le si fermano sul nastro e che abbia indugiato un secondo in più (come per prendere bene la mira) e poi piazzarlo come vincente.

Comunque a prescindere di come andrà domani (anche se ovviamente spero che vinca, così coprirebbe i 70 punti in uscita dal Roland Garros dello scorso anno), direi che questo torneo di Strasburgo sta dando un ottimo riscaldamento in attesa che inizi lo slam.

Rivedendo il match si nota una certa insistenza iniziale da parte della Vesnina sul rovescio di Camila, speriamo che si migliori su questo fondamentale, Camila ha servito molto bene, a rimarcare l’importanza del servizio e dei DF non più così eccessivi, tenendo senza grosse difficoltà il servizio i match si possono chiudere prima, mirabile l’ace di seconda.
Questa prestazione mi fa mangiare i gomiti per il fatto che abbia saltato Madrid…

Non ho ahimè visto la partita, spero di recuperarla ora.

Parlavo prima del’incontro con Giovaneale al telefono e lui mi diceva, farà una figuraccia mentre io gli ho detto, per me vince. Vesnina è una che sbaglia, viene dalla finale di Roma, settimana prossima c’è RG…sarà sicuramente distratta, fermo restando che la patita non te la regala e la devi vincere…poi quel 61 61 finale.

Che dire, considerazioni generali. Camila è tutto l’anno che sta giocando molto bene, livello finalmente ritrovato e le vittorie contro top10/20/30 non sono un caso.

Purtroppo sta giocando poco per il livello sia per infortuni( e qui non le si può dire nulla) sia per scelte di programmazione o di pancia sbagliate. Con questa forma e questo livello di tennis ervirebbe giocare molto di più.

La barty è una giocatrice diversa, sa giocare bene, varia ma non è potente e sulla terra fa fatica.

E speriamo in un buon sorteggio a parigi, che non deve necessariamente essere la WC di turno, ma anche una testa di serie con un gioco che non da fastidio a Camila, o che faccia fatica su terra.

come è successo altre volte 2 camila:

primo set inguardabile..una squintalata di gratuiti…pochissime risposte in campo…ed anche vesnina (bisogna riconoscerlo)solida e precisa sopratutto al servizio …è ovvio che non poteva che finire 1-6

secondo e terzo un’altra persona…
meno errori,piu’ vincenti,le risposte stavano in campo…calo della russa(non poteva giocare al livello del primo per tutto l match)…e la partita è incredibilmente cambiata

è difficile trarre delle conclusioni…quale è la vera camila ? o meglio:nel prosieguo della sua carriera camila jekyll prevarra’ su camila hyde o sara’ il contrario ?
oppure sara’ per sempre una lotta tra le 2 ?

barty è pericolosa ma,speriamo che scenda in campo la dottoressa…

mi piace il gioco della Barthi , lottatrice , certamente pericolosa ma non credo che sia un problema , certamente in ogni momento le tenniste sono diverse quindi imprevedibile l’esito dell’incontro ma ieri la Giorgi era veramente super … . Poi viene l’incontro che si perde pur cercando di dare il meglio , ma francamente fatico a pensare che oggi perderà …. in bocca al Lupooooooo (secondo me ha fatto bene a saltare Madrid )

Occhio alla ” resurgent ” australiana .
E’ stata ferma da metà 2014 ( era già 183) ed è rientrata nel 2016 ripartendo da zero come RK.
In poco più di una stagione è arrivata al RK 84 inanellando ottimi risultati.
Molto pericolosa, Cami attenta .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.