Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina



Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina

Camila Giorgi si è qualificata al tabellone principale degli Internationaux de Strasbourg dopo aver superato al secondo turno di quali la francese Myrtille Georges con un netto 6-2 6-2 in poco meno di un’ora e dieci minuti.

Partita mai in bilico: dallo 0-2 la tennista di macerata infila sei games consecutivi per chiudere il primo set. Break subito in apertura anche nel secondo parziale, ma il controbreak immediato e l’allungo sul 3-1 confermato nel game successivo portano Camila al main draw.

Nel primo turno ora Camila affronterà Elena Vesnina, testa di serie numero 2 del torneo e numero 15 del mondo, beneficiaria di una WC.

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

123 Comments. Leave your Comment right now:

A proposito, c’è qualcuno fra di noi che dubita che Cami sia la giocatrice che passa meglio?

Calma con gli entusiasmi HAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA VAMOSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS GRANDE KAMI

Vabbè , bicchierino di spumante , Kami concentrati sulla Ashleigh Barty , … la Barty tira al corpo e ti mette in modo tale che probabilmente lancerai un bel po di regaloni in rete , poi ha come specialità un lungo linea pazzesco , cioè tira delle cannonate profonde e lungo la linea alla destra dell’avversaria . Tallone di Achille … non gestisce bene i colpi che arrivano alla sua destra quando li tiri vicino al nastro . Mentre con la Vesnina andavi facile a punto tirando alla sua sinistra con la Barthy è l’opposto non gestisce bene i colpi alla sua destra . IN BOCCA AL LUPO .

Lo ammetto, ho visto solo il secondo e il terzo set, ma Camila è stata (mary Poppins…) praticamente perfetta. Ora speriamo non arrivi un’altra Pfizenmayer o come cavolo si chiama.

La Barty è brava e in gran crescita.
Camila dovrà giocarsela di esperienza

ma non è un’atleta. In effetti il circuito wta è zeppo di ragazze che sono uno scandalo fisicamente. Se i maschi fossero come l’85% delle tenniste di oggi altro che fab four, i tornei li vincerebbero sempre e solo in due. O molto sovrappeso, o lungagnone senza muscoli nelle gambe, in ogni caso nel 2017 non ha nessun senso vedere gente che si muove in modo così goffo sul campo. Ringrazino le nuove racchette, se si usassero ancora quelle di legno spedirebbero la palla fuori dello stadio nove volte su dieci. E infatti il tennis femminile odierno è troppo condizionato dagli errori e solo di rado si vedono partite di livello, finali comprese.

Peccato. Avresti potuto capire come ha fatto a dover salvare un match point con la bimba di qualche giorno fa.

La bimba di qualche giorno fa ha fatto finale juniores a Wimbledon, mi stupirei se ci fosse arrivata per caso…

anche Quinzi e molti altri, ragazzi e ragazze l’hanno fatto, Eppure non sono arrivati da nessuna parte. Bisogna vedere anche se non sia fisicamente più avanzata delle altre. Di Belinda si diceva che il fisico sarebbe stato un problema, e infatti così è stato. Portare sul campo tutto quel peso alla fine è un fardello. Un altro esempio? La Lisicki, la Bertens e via dicendo. Qualche risultato lo fai, ma poi paghi a livello articolare o muscolare i tuoi deficit. L’agonismo non perdona, ho hai le doti fisiche adatte o sei destinato a breve gloria.

sheda Ashleigh Barty : tira al corpo per cui induce l’avversaria a tirare in rete o a rispondere male …. non è più semplice della Vesnina anzi , con Kami si trova in una posizione di vantaggio perché la indurrà a fare dei regaloni in rete ….

alla fine è andata come pensavo io ieri. Per me, viste le altre partite giocate da Cami e il livello Vesnina dopo Indian Wells, se non proprio 61 61 mi sarei aspettato al massimo un game in più a set.
C’è però da capire sta tendenza a perdere i primi set che ha quest’anno. Oggi non abbiamo visto mai la miglior Camila nemmeno nei set vinti così facilmente, e ha comunque battuto una giocatrice vicina alle prime dieci. Chiaramente se gioca un tennis impeccabile, diventa quasi imbattibile per le altre. Quello che ancora non si vede è l’equilibrio dei colpi. Se è magistrale col rovescio va così così col dritto o viceversa. Certo prima o poi troverà la chiusura del cerchio, penso che manchi poco.
Ma riguardo la finale di ieri, si è capito ora perchè io l’ho definita “standard”. Ieri giocavano a un ritmo che ormai è di base, oggi abbiamo visto che pure non essendo al massimo, si può andare a ritmi di gran lunga superiori. Fra 15 anni penso che molte giocheranno come Cami, ci stanno provando russe e francesi, ma troppo alte e lente per avere reali possibilità di successo. Un domani se Cami comincia a vincere di più allenaranno le bambine sul suo tipo di tennis. Che effetto fa essere una pioniera, o come dissero di lei gli spagnoli una “que rompe el molde”? Io sarei contento, molto contento…..

Come da mio commento qui sotto, tutto è possibile con Camila!

2 lezioni a 1…brava Camila!
Questo è il suo gioco e non cambierà. Come l’allenatore.
Piaccia o meno questa è lei. Prendere o lasciare.
Zero tattica.
I Giorgi non vogliono solo vincere, lo vogliono fare così.
Quando funziona è uno spettacolo e questo non lo può negare nessuno.
Alla prossima sconfitta ripartiranno le critiche sul taglio di Sergio e sulle palle forzate, ma chi ha deciso di tifare Camila è ormai pronto a tutto: gioca come e quando vuole lei!
Forza Cami.

dici? io ho visto una leggera diminuzione di potenza dopo il primo set. Ovviamente sempre nel senso della velocità di base di Camila. Un po’ più lenta per lei, missilistica per le altre. Vesnina è una doppista di grande livello, abituata a dover reagire molto rapidamente, però….c’è riuscita solo quando Cami buttava la palla fuori. Questo la dice lunga.

Io ho visto una Vesnina bambina viziata che non accettava i vincenti.
Certo Camila ha trovato le misure. E’ entrata in campo troppo tesa. Le capita spesso. Da qui la mia convinzione(lei non è d’accordo) che dovrebbe giocare MOLTO di più.

che reazione. da campionessa!! vamos Flaca! ora la Barty che può essere abbastanza ostica ma se gioca come questi ultimi 2 set non ci sará storia!

La Barty gioca come Cami, però pesa almeno 25 kig di più. Se la sposti è dello stesso livello di una Dodin, ossia piuttosto bassino.

Al manicomio e ritorno. Camila, mi farai morire! Ma sarà un bel morire comunque. Vamos Flaca.

E Camila smentisce clamorosamente le mie fosche e pessimistiche previsioni!
Felicissimo di essermi sbagliato

Non esistono previsioni con lei…

Straordinario prendere a pallate la Vesnina sulla terra rossa è un ottima prova !

WOW ! GRAZIE KAMI

ma non montarti la testa ,

Camila la sanguinaria!

Va beh, col dritto siamo a livelli atp, adesso. Peccato per il rovescio ancora convalescente. Però avendo tirato un timido (per lei) rovescio lungolinea, se ricomincia a sentire questo colpo la partita è chiusa.

Notevole reazione , deve giocare aggressiva

Beh non fa altro da sempre!

sul sito WTA scriveranno qualcosa tipo “she stormed back”
reazione tempestosa…

io scriverei: Aiaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!

Bisogna farla arrabbiare di nuovo con un paio di vincenti. Se la Vesnina la tiene un po’ dentro ha vita facile purtroppo!

By Massimiliano …
In effetti ora superiamo l’ora e la
Russa sbaglia sempre di più
Forza Cami

E adesso boh. Certo, ha già comunque dimostrato che con la numero 15 del mondo se la può giocare tranquillamente, anche sulla sua superficie meno amata (sul consona non sono d’accordo, per una con queste qualità sarebbe consona pure la sabbia). Però in partite così enigmatiche, come evolveranno le cose? Chi perderà per prima la concentrazione?

Il ”tallone d’Achille” della Vesnina è il lato del campo alla sua sinistra , ogni volta che Kami tira la palla a bordo campo sulla sinistra della Vesnina se non va a punto si ritrova da gestire una risposta imprecisa , credo che abbia ”letto” bene la Vesnina e stia ”lavorando” nel modo giusto . Ha ancora il difetto di fare i regaloni tirando con tanta potenza da perdere lo specchio della porta o da prendere la rete , per questo ha perso il primo set . Ad ogni modo va bene , anche se perde il mach (ma spero di noooooo) è veramente competitiva e conferma l’idea che è dentro la top ten . A Parigi andrà molto bene , anche perché a Strasburgo sta giocando contro la Vesnina , peggio di così non poteva andare con i sorteggi .

E adesso boh. Certo, ha già comunque dimostrato che con la numero 15 del mondo se la può giocare tranquillamente, anche sulla sua superficie meno amata (sul consona non sono d’accordo, per una con queste qualità sarebbe consona pure la sabbia). Però in partite così enigmatiche, come evolveranno le cose? Chi perderà per prima la concentrazione?

Anche nel secondo set in campo due giocatrici che danno la sensazione di essere di due diverse categorie.
Ruoli invertiti però…
Praticamente si comincia adesso!

Finalmente entrata nel match…

A tattica siamo sempre a zero, però i colpi iniziano ad entrare….
L’unica possibilità è che l’avversaria si innervosisca o si distragga…

Sarebbe una gran cosa tenere la palla in campo, ma molto dipende da come arriva sulla palla

La Vesnina è nervosa…
Camila tira tutto, ormai la cosa non è più in discussione.

lo sta facendo, cerca un po’ meno le righe a tutti i costi e il risultato si vede. Comunque è ancora lontana dai livelli di partite come quella con la Pliskova, il rovescio punge solo a tratti. Ed è comunque due break avanti. La Vesnina spostata, per quanto sia una che si muove bene, si è visto che diventa vulnerabile. Ora se il servizio si mantiene su alti livelli, sto set è andato. Però partite così ribaltate al terzo possono essere strane. Cami, sti aiaa sono insopportabili, ti prego, fa la brava e facceli sentire solo al Rolan Garros. Battila.

Abbiamo scoperto una cosa: la Vesnina non accetta i vincenti e si arrabbia come una bestia!

Mi dispiace dirlo, ma come gioco la Vesnina è chiaramente in vantaggio.
A mio modo di vedere per Camila l’unica possibilità è contare sulla sua preparazione atletica e tenere il punteggio in equilibrio fino a che l’avversaria non cede fisicamente.

Non c’è da meravigliarsi, la Vesnina cambia gioco continuamente e purtroppo Camilaha difficoltà a leggere il gioco e ad arrivare sulla pallina, quando non arrivi sulla pallina non c’è coordinazione, spinta precisione…

Si, infatti non ci sta capendo nulla, col rovescio è talmente fallosa per ora che non può neanche farla correre, gioca troppo centrale e monotono. La Vesnina è una doppista di valore, i riflessi li ha. Certo, se la fai correre pure lei dovrà scentare qualche palla. La partita in realtà non è vera, perchè Cami fa troppi errori. Vediamo se ritrova un po’ di solidità nei colpi.

Infatti giocare in maniera ripetitiva con la Vesnina significa invitarla a nozze.

A parte servizio, risposta, gioco di volo e palleggio dal fondo, in cui la Vesnina è evidentemente superiore,
direi che per il resto ce la possiamo giocare!

Oggi il colpo sulla carta più forte è un disastro. Col rovescio si può dire che sono solo errori. Adesso capisco anche lo svolgimento della partita con la giovinetta di qualche giorno fa. Tra l’altro non capisco perchè, se deve prendere tanti rischi tirando così profondo al centro, a sto punto non tenta il vincente in diagonale, vada come vada. Tanto sbaglia lo stesso e in più non sempre il colpo le darebbe il punto. E’ strano, ma quella che corre è lei e non la Vesnina. Adesso ha l’esperienza per leggere la partita che sta facendo, ok, magari non senti un colpo, ma tatticamente dovresti aver capito che così non vai da nessuna parte.

Secondo me se Camila riesce a far durare la partita + di un’ora con il risultato in bilico, forse c’è speranza.

Lezione di tennis

Come l’ultima volta del resto…
C’è poco da dire, sono semplicemente due tenniste di categorie diverse

Effettivamante hai ragione: il tennis di Camila fa sognare, quello della Vesnina no: con le urla che caccia è impossibile addormentarsi e, conseguentemente, sognare qualcosa.

Per Vesnina una grande lezione di tennis ………

perchè? Sarebbe vero se Cami giocasse il suo miglior tennis e l’altra prevalesse sempre. Oggi direi piuttosto che è, per il momento, il peggior set giocato da Cami nell’anno. Se l’altra fa errori su errori non sei tu la maestra, ma l’altra che per il momento è una somara.

Pochissime le prime, per ora, il rovescio stranamente molto falloso, e gli angoli li apre prima l’altra. Non so se abbia deciso di giocare molto al centro, ma per ora non funziona. E’ un po’ presto anche se ci sono due break, però per ora ancora non sta giocando.

E la Woszniacki perde un incredibile t.b.
Pochi i punti, ma una vittoria di Camila potrebbe segnare lo spartiacque dell’anno e non solo per cominciare a difendere i punti del Roland Garros 2016 , ma soprattutto per fare il punto e invertire la tendenza di stagnazione e di lento declino.
Forza Camila!

e si ritira. Mi pare che il rosso non sia molto nelle sue corde. Stanno avanzando tutte giocatrici simili a Cami, ma molto meno dotate fisicamente. La Barty, la Rogers e molte altre sono tutte sovrappeso (logico che non essendo vere atlete poi non abbiano nessuna costanza di risultati). L’occasione è ottima, però c’è sempre da tener presente il Roland Garros alle porte. Torneo duro, un terzo turno lì dà punti come una semifinale international e almeno 4 volte il prize money. Se dovesse andare molto avanti che decidere? Non credo che sia una che molli i tornei se sta giocando bene.

Vanno avanti le altre non Cami …

Vedendo anche oggi le giocatrici (Caro-Shelby) la superficie mi pare più veloce che il cemento di Miami, avranno messo sotto la terra un fondo molto duro, e magari la macinazione è diversa, più compatta come finitura. Non la direi, scivolate a parte, un terreno così poco adatto a Cami. Deve servire prime attorno al 60% oggi e la partita potrebbe risolversi da sè.

Incontro molto difficile, la Vesnina, questa non è quella di qualche anno fa, molto più insidiosa della Ucraina delle qualificazioni e se li per un motivo o per un altro Camila ha sfiorato l’out qui c’è da aspettarsi di tutto

..la Vesnina, questa, ….

Dici? Secondo me invece oggi ci saranno più aiaaa del solito. Cami è una ragazza dolce e gentile, sa che la Vesnina è russa e lì fa freddo. Non penso vorrà negarle di rimandarla a casa con un bel cappottino.

la vesnina ha scongiurato il cappotto insomma

comunque sorteggio sfigatello insomma…la Vesnina mica è così malaccio….

A proposito di ciò che scrive Teus: il gioco di gambe straordinario di Camila ha colpito anche gli organizzatori del torneo di Strasburgo. Godetevi questo video su instagram
https://www.instagram.com/p/BUWD6FhFecb/
A un certo punto 10 secondi di balletto durante la partita contro Myrtille Georges

Si ma non basta . Molto spesso un campione in palla perde contro un tennista molto meno quotato . Perché ? Certamente c’è sempre il momento nel quale non si è al top delle proprie possibilità , ma spesso è perché il tipo di gioco che faccio può andar bene per vincere quel campione e può andar male per vincere un tennista di medio livello . E’ per questo che servono i coach , per mettere a punto una strategia aderente alle necessità del momento .

Ho capito, sempre la solita storia. In quattro anni che navigo qui dentro l’avrò sentita centinaia di volte. Io qui intendevo mettere in risalto uno dei pregi di Camila. Poi che abbia anche difetti (a mio avviso pochi, ad avviso di altri tantissimi) è un altro discorso. Ma del resto, chi non ne ha?
Comunque, riguardo al fatto che una tennista in palla perda contro una meno quotata, conto che Camila ce ne dia una dimostrazione questa sera.

per la verità, non penso che nel caso di Camila si tratti di applicare una tattica a tavolino, quanto di capire che in certi punti deve essere meno irruenta. Per me nel femminile quello che determina la vincitrice e la perdente è più la concetrazione. Troppe tenniste dopo una fase di gioco ottima, o addirittura da cineteca, all’improvviso si mettono a sbagliare palle molto facili. Penso che nel caso della wta molto sia dovuto all’eccesso di tensioni dovuto al fatto che fra di loro le tenniste non hanno quasi mai rapporti di “sorellanza” e prendono in modo troppo viscerale lo scontro in atto. E’ normale che dopo un po’ debbano far calare l’adrenalina, o vanno a fare a botte con l’arbitro alla prima palla contestata. C’è molta animosità nel circuito femminile, si è visto con il caso Sharapova o quello, risibile, della Garcia con la Fed. Era più elegante stare zitte, come hanno fatto le nostre per l’affaire Giorgi.

I broker danno per l’incontro di Camila quote molto equilibrate, la media è Camila a 1.97 e Vesnina a 1.81, in termini probabilistici significa 48% vs 52%.
Insieme a Garcia-Peng e Brengle -Parmentier sono i tre incontri più equilibrati nel programma di domani, per tutti gli altri i pronostici sono invece abbastanza netti.

Guardo sempre con curiosità le classifiche dell’ELO rating, il metodo che invece dell’importanza dei tornei tiene conto del valore dell’avversario.
Ci sono almeno due siti che tengono aggiornata questa classifica, usano parametri differenti quindi sono un po’ diversi tra loro.

l primo dà questo rating, con particolare riferimento alle italiane (aggiornamento al 15 maggio).
1 – Williams 1885
2 – Halep 1768
16 – Muguruza 1662
24 – Vesnina 1610
41 – Errani 1558
48 – Giorgi 1548
56 – Vinci 1537

Il secondo invece riporta.
1 – Williams 2418
4 – Halep 2170
15 – Muguruza 2055
31 – Vesnina 1936
50 – Vinci 1875
55 – Giorgi 1864
57 – Errani 1859

Dalle differenze tra i rating di due giocatrici si può stimare la probabilità di vittoria.
Facendo la prova per l’incontro di domani, faccio la media dei due ELO rating:
Giorgi 1706 Vesnina 1773
A fronte di questi due valori si calcola una probabilità di vittoria di Camila di circa il 40%, meno della stima dei broker, ma c’è da dire che l’ELO rating non tiene in considerazione il tipo di superficie, nè pesa maggiormente gli ultimissimi incontri.

Tutto sto giochino per dire che, primo, domani Camila parte sì sfavorita, ma mica di tanto, secondo che questi dati magari imprecisi ma obbiettivi collocano Camila intorno alla 50 posizione come valore reale, con pochissima differenza tra le tre italiane.

Ma soprattutto alla fine non ci sono percentuali, si butta via tutto e si segue il cuore: una, Camila, vince, e l’altra, comunque si chiami, perde!

Kami …. palla veloce profonda lungolinea destra (tua destra) e farà fatica nella risposta . in bocca al lupooooo

GIORGI DEBUTTA
A STRASBURGO
Lunedì alle 17.30 live su SuperTennis

Nella speranza che Camila possa disputare un gran torneo, vi segnalo questo approfondimento tecnico (Us Open 2015) di uno che, per mestiere, insegna tennis, mica l’ultimo arrivato: http://www.ubitennis.com/blog/2015/09/03/us-open-spunti-tecnici-la-reattivita-frenetica-di-camila-giorgi/

E aggiunge nei commenti:
‘con tutte le cautele del caso, io mi sento veramente ottimista riguardo a Camila. Tecnicamente ha veramente tutto, e vista in campo da un metro fa paura, davvero come un omino duracell a cui stanno facendo l’elettroshock.

Avevo pure io i miei bravi pregiudizi sul padre, ma mi sono ricreduto completamente. Non è lì perche ha manie di controllo sulla figlia (come fanno troppi “genitori invadenti”, ci ho a che fare a volte anch’io quando alleno e insegno, ormai li fiuto lontano un miglio), ma perchè ci tiene sinceramente, sono convinto che sarebbe il primo ad essere felice se Camila “staccasse” un po’ da lui, ed da vero appassionato di tennis quale è sa benissimo che proprio questo sarebbe un passo molto importante in direzione della famosa “maturazione mentale”. Ma non può mica “sbatterla fuori di casa” se la ragazza ancora non se la sente di gestirsi più autonomamente…

Camila ha un fisico da paura, si muove come un peso piuma del pugliato intorno al ring, servizio dritto e rovescio vanno che è un piacere. Oh, se Schiavone si è vinta il suo Slam a 30 anni, e se si pensa a quanto potrebbe ancora migliorare la Giorgi, che ok non è più una teenager ma di anni davanti ne ha, ribadisco il mio ottmismo. Poi chiaro che magari oggi esce con Sabine, nel tennis tutto può succedere, però nel medio-lungo periodo io vedo una veramente forte’.

Godiamoci questa giocatrice perché, molto probabilmente, non avremo l’occasione di vederne molte altre così.

Ripeto , la Kami è una vincente top ten , ma per sostenere questo livello di qualità non basta la tennista bravissima serve anche uno staff .Troviamo naturale far fare allenamento all’atleta , ma deve ”allenarsi” anche lo staff , non si tratta di allenamento fisico , ma mentale . Non si tratta di cacciare , ma di arricchire .

Il servizio è splendido, le foto poi mostrano mirabilmente il fulminante gioco di gambe e l’impegno totale del corpo atletico di Camila nei movimenti per raggiungere nel modo più rapido possibile ed efficace la sfera, senza tregua. Ed a tanta perfezione tecnica si associa eguale bellezza.

Scusate, è un poco un o.t. però la giustizia esige che io spezzi una lancia in favore di Wilander. In confronto al duo Galimberti-Nargiso lui è un guru della scommessa. Loro non hanno azzeccato un nome che sia uno in quasi tutti i turni. Speriamo che non facciano mai da spalla ad un qualche commento dei match di Camila, o ci toccherà ricorrere a san Gennaro.
Se questi sono due cervelloni della fit, a sto punto è meglio essere autodidatta come Sergio Giorgi. Sono sempre più convinto che ci sia solo del vero nel giudizio di scarsa competenza degli allenatori di Tirrenia. A parte che Sergio Giorgi come persona mi sembra ben più intelligente di questi qua. Sarà pure iper-reattivo, esageratamente plateale sugli spalti, ma non ha mai dato l’impressione di essere un fessacchiotto, come quasi tutti gli ex tennisti delle decadi passate. Che infatti non hanno in 20 anni e più sfornato nessun giocatore di livello discreto, anzi!

gli allenatori fit, presuntuosi ed arroganti, non sono altro che degli aspiranti giocatori… falliti. Come può un fallito seguire un campione. Dico “seguire e far crescere”, non creare, perchè campioni ovviamente ci si nasce.

e ascoltando anche i vari ex giocatori, si capisce perchè hanno avuto carriere molto inferiori alle attese. Se non sanno neanche capire le possibilità di vittoria di un campione al turno successivo, non vedo come possano essere chiamati a programmare il futuro tennistico di un atleta a lungo termine. Ci credo che il tennis maschile è stato per anni quel che è, e il femminile non lo è stato perchè le migliori, saggiamente, hanno preferito emigrare.

A giudicare dagli scambi tra McHale e Petkovic i campi sembrano abbastanza veloci

si, più di Roma. Ho visto l’incontro di Navarro con Osaka, la palla camminava molto ad entrambe, infatti è venuta fuori una partita ariosa e coinvolgente.

domani campo centrale non prima delle 17.30
forza cami .

Visibile quindi… meno male va..

sei sicuro che non ci sarà un bye?
Non cito il termine in questo caso più corretto perchè una volta che l’ho fatto, è stata Cami che non è scesa in campo.
Però io direi che ci sono più del 50% di possibilità di vedere Cami…il giorno dopo.

credo possa incontrare eventualmente una LL

ma almeno i commenti denigratori saranno certissimi, che si vinca o si perda. Potremmo addirittura anticiparli qui….;)

Se sono queste le finali che ci aspettano nei tornei che contano futuri, poveri noi!

Perchè questo è lo standard di questa decade. La velocità di palla è ormai nella norma, e non c’è quasi nessuna varietà. Comunque è il problema che sempre si pone quando si incontra gente che ha un tennis speculare. Vince chi è più a posto nel fisico, ma non è che si veda gran gioco. Hai presente le tante finali, noiosissime, fra Nole e Andy. Oggi m’è parsa la stessa cosa. Era meglio Halep-Muguruza, oppure una delle finaliste contro la Pliskova. Invece una bella partita è stata quella di Carla con la Osaka. Due stili molto diversi, la giovane non aveva dimestichezza con la terra ma tirava, e la spagola controbatteva mica male. Cambi di rotazione, traiettorie molto strette, intensità di palla superiore a quella della finale di Roma. Confesso che oggi mi è mancata (quasi) Serenona. Finale senza thrilling, un po’ moscetta.

lo sto vedendo dalla McHale tira missili, quelli di Cami sono ormai nella norma

Ormai la filosofia del tennis è questa, io arrivo su tutte le palle e metto te in condizioni di crescente ritardo in modo che arrivi ad un punto in cui non riesci più a rispondere senza sbagliare o addirittura a non recuperare la palla…e faccio il vincente ( …)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.