Wta Biel, Camila si ferma ai quarti di finale



Wta Biel, Camila si ferma ai quarti di finale

Si interrompe ai quarti di finale il torneo WTA di Biel per Camila: la tennista maceratese, al rientro dopo lo stop forzato di un paio di settimane, viene superata con un doppio 6-4 dalla bielorussa Aliaksandra Sasnovich in un match molto tirato come confermano i 10 break totali su 20 turni di servizio.

Per due volte avanti 3-1, nel primo e nel secondo parziale, Camila non riesce a confermare il break di vantaggio e cede la battuta decisiva nel nono e nel dicannovesimo game.

Camila tornerà in campo nelle qualificazioni del torneo di Stoccarda.

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

61 Comments. Leave your Comment right now:

Bene, si ricomincia.
Peccato non poter vedere niente, vabbè, aspettiamo fino la 26…

Buona la prima. Pfizenmaier coetanea di Camila, n 575 di classifica, ha giocato una sola partita nel 2016 ed è al rientro per il 2017. Però attenzione! Duri ma non impossibili il secondo e terzo di q.
E allora il destino potrebbe riservarci uno storico scontro con la Sharapova al primo turno…

(3)Dodin v Piter
Korpatsch v A.Bogdan
Giorgi v Pfizenmaier
Rodina v (6)Lepchenko

Io non la conosco questa Pfizenmaier, voi?

Il miglior spot possibile.

beh ragazzi, su una cosa siamo sicuri: per diverso tempo non incontrerà al primo turno Serena Williams.

A quando il tabellone delle Q di Stoccarda e quando inizia ?

Le quali iniziano domani.
Immagino che questo pomeriggio ci sarà il relativo tabellone.

Aggiornamento sulla situazione del programma di Camila:

24/4 Stoccarda Q
1/5 Praga MD Alt#1, Q
8/5 Madrid MD Alt#18, Q Alt#7
22/5 Strasburgo MD Alt#25, (Q non ancora definita)
29/5 Parigi MD

Quindi è iscritta a Strasburgo? Meno male.

Orientativamente non sono tanto pessimista né per Praga, né per Madrid.

Veramente, proprio qui in alto, al tasto “Programmazione”, Strasburgo non c’è.
E se deve andare a fare le qualifiche anche li, la settimana prima di Parigi, meglio di no

Magari è solo iscritta nelle alternates, considerando di fare il torneo di Strasburgo solo se molti forfait le possano permettere di fare il Main Draw.

ma tanto risalirà presto in classifica, se mantiene il livello del torneo di Biel, una partita può pure pure perderla qua e là, ma non certo tutte. Appena un filino di prime in più e in semifinale ci arrivava tranquillamente.

Non buone notizie per i prossimi tornei, Camila col ranking di lunedì scorso è uscita dalle qualificazioni di Madrid di diversi posti, il taglio attuale è a 86.
Servono diverse rinuncie per entrare, non facile, vedremo.

Così però non ha più scuse per fermarsi troppo presto a Praga..

C’è tempo: l’anno scorso l’ultima ammessa direttamente alle quali era 152.
Certo che se almeno una non si cancella, sarebbe fuori anche dal main draw di Praga: credo sarebbe la prima volta con neanche una cancellazione. Detto questo, ripeto che io non sarei andato a Praga: sembra che tutti i guai fisici siano iniziati lì l’anno scorso, meglio il caldo del Marocco che di solito è anche più abbordabile (l’anno scorso Schmiedlova tds 3, da allora avrà vinto tre partite!).

Dimenticavo, comunque da lunedì Camila sarà 90.

Ma sappiamo quanto a Camila piacciano le cose difficili, ed andare a sfidare le ceche a casa loro richiede un bel coraggio, ed anche un po’ di presunzione ed incoscienza: perfetto per Camila!

Ovviamente non sono contento del fatto che Camila si sia fermata ai quarti, però mi consola il fatto che il problema alla schiena (se mi passate il gioco di parole) se l’è lasciato alle spalle.

Qualcuno di voi sa come è messa Camila nel tabellone di qualificazione di Stoccarda? è già dentro?

L’entry list delle qualificazioni non è mai stata pubblicata, comunque Camila non dovrebbe avere nessun problema, il ranking di riferimento è quello del 3 aprile, ed alla data era #76.
Il tabellone delle qualificazioni è a 32, e ci sono un mucchio di assenze dovute alla concomitanza della Fed Cup.
Per riferimento l’anno scorso l’ultima accettata nelle quali era #290, e le TdS andavano dal #49 (Camila) al #94.
Direi che c’è una qualche possibilità di essere anche quest’anno TdS, cosa importante dovendo affrontare ben tre turni.

A questo link si può ammirare la collezione dei 53 vincenti messi a segno da Camila contro Suarez Navarro.

beh, c’è poco da dire, in pratica è come aver conquistato 13 games solo con vincenti. Il ritmo era più rapido che nella partita con la Sasnovich, e le traiettorie molto più varie. Nei quarti con un servizio più efficiente credo non avrebbe avuto difficoltà a vincere (e infatti è stata 3 volte avanti lei di un break). Se riesce a fare tre partite a torneo con quel livello, direi che nessun traguardo le è precluso. In semi è mancata la prima di servizio e dietro quella mancanza una maggiore ariosità nel gioco. Penso proprio che fosse scarica nervosamente, era tanto che non batteva una giocatrice tosta – e Carla ha giocato bene, o sarebbe stata travolta. Deve comunque andare a raccogliere a rete molti più punti, con la voleè o lo schiaffo, o magari cominciare a fare 3/4 palle corte a match, visto dove finiscono le sue oavversarie in certi momenti, anche quelle che picchiano. L’anno scorso mai l’abbiamo vista giocare così. Stavolta è stato per una sola partita, nel prosieguo della stagione non vedo perchè non debba avvenire con più frequenza.

Mistero: perché questa abbagliante interprete di un tennis incomparabile non è ancora numero uno? Perché tanta stupefacente ricchezza di colpi deve vanificarsi? Presto o tardi questa paradossale realtà dovrà finire…

Divertente articolo su ubitennis/Facebook dove si irridono le frasi insensate del Presidente FIT, senza nominarlo, comprese quelle su Federer, sulla Schiavone e anche sul provvedimento di sospensione tentato con Camila.
Mi chiedo, ma non c’è nessuno che lo riesca a zittire?
Il ministero dello Sport non si dovrebbe accorgere che sta facendo del male allo sport italiano?

eh si…
sono cosi’ attenti all’etica ed alla morale che si accaniscono contro camila per la richiesta di saltare un match di fed cup e poi invece di dare la wc alla piu’ forte giocatrice (ancora per poco ) italiana di tutti i tempi la danno ad una che è stata squalificata per doping…

beh, la presa di posizione circa la Schiavone è veramente squallida, soprattutto se davvero questo è il suo ultimo anno di gioco. Mi pare la cosa più ovvia del mondo onorarla permettendole un saluto al pubblico del torneo più importante d’Italia. Se, in fondo, si poteva pure motivare l’animosità verso Camila, qui davvero non si capisce perchè i “sultani del foro” si siano espressi in maniera tanto volgare e denigratoria nei confronti di una che, pur non potendo più essere campionessa, è comunque una giocatrice vera e in possesso, per altro, di un tennis completo ed emozionante.
Che acide signorine postaiole di vari blog la definiscano un relitto del passato si può pure concedere, essendo loro nessuno, però dai vertici di una federazione si può solo pensare che loro stessi odino il tennis.
boh.

Da notare che nel medesimo articolo l’arguto autore ha dato, con insolita obiettività, un voto del 6,5 a Camila per la settimana scorsa…

FIt e Coni, come è ormai palese da tempo, sono federazioni corrotte, sporche e colluse con gli interessi della politica più ributtante. Inutile parlarne. Tornando alle cose serie, riguardavo invece oggi il match in cui Camila ha sconfitto Cibulkova e devo dire che quella era una grande Camila, destinata ad entrare certamente tra le top ten. Accettabile anche da un punto di vsta tattico ( tra l’ altro rispondeva con i piedi sulla lnea di fondo, che già non è poco, e non due metri dentro al campo, errore che a me pare oggi gravissimo). Insomma, quella Camila era splendida, e credo che solo lei, suo padre e chi le sta vicino possa sapere cosa sia successo in seguito. Spero tanto che possa ritrovare quello che si è perso per strada
e tornare a giocare come quel giorno, con continuità naturalmente. Allora avrebbe tutte quelle soddisfazioni che ampiamente si merita.

E’ nata una stella ? a 17 anni giocavano cosi’ le sorelle e la sharapova e pochissime altre. Complimenti signorina dal nome quasi impronunciabile ….

dipenderà dalla sua continuità. Troppe stelle “pulsar” abbiamo visto negli ultimi 5 anni. Comunque è un talento, questo è indiscutibile.

La Sasnovich ha perso esattamente per gli stessi motivi di Camila ieri contro di lei. Ma un match point contro non andrebbe giocato con un po’ di attenzione? C’era bisogno di tirare a tutta a cercare la linea con l’altra lontana? Stesso discorso per la Kontaievit che al primo match point in suo favore, seconda palla, ti spara la risposta a mezza rete. Adesso comincia ad essermi chiaro perchè da molti mesi ogni torneo lo vince un nome diverso, nell’azzardo non può esserci nessuna costante. Appena arriverà una regolarista con un servizio forte e una buona consistenza nei colpi, tipo una Bencic meno pingue, mi sa se le papperà tutte-

Dimenticavo il giusto plauso ad un’altra reproba di Binaghi. Complimenti a Francesca, anche lei esclusa dalle wild card per il torneo di Roma. Cami, hai un’ottima compagna nello scontro con gli astii della fit. Che gente, puah!

Va bene che non ce ne frega nulla, che le cose importanti sono altre, ma non capirò mai perché certi soggetti su UBI seguitano a dare addosso a Camila come se fosse la causa delle loro frustrazioni…mah.

come la visione del tennis è diventata semplicista da parte di chi la pratica, visto che si ragiona più col contachilometri che con le sinapsi, così le capacità di ricezione sono diventate superficiali. Gli sport ora si vivono solo di pancia, e del resto quelli più praticati sono proprio quelli che richiedono meno tempo per apprenderli. Populismo sportivo, potremmo chiamarlo. Le ragazze grugniscono sul campo, gli utenti sui blog. Tranquillo, passeranno esattamente come il tennis che va di moda adesso.

sasnovich ha giocato veramente bene..ha tirato per piu’ di un’ora e le è entrato tutto..era in the zone…
continuavo a dire : non mollare cami,prima o poi calera’…
ed in effetti c’è stato un momento (3 Df in un game) in cui questo stava per succedere…purtroppo camila nel gioco successivo non le ha dato il colpo di grazia che l’avrebbe portata a vincere il secondo set ..
in generale cami ha giocato una discreta partita,ma per vincere contro un’avversaria che sbagliava pochissimo avrebbe dovuto sfruttare le occasioni e/o variare il gioco(quest’ultima cosa non è proprio il suo forte..)
ieri non mi sono esaltato,oggi non mi deprimo…
la stagione è ancora lunga,la prima cosa è non avere infortuni e poi il momento buono (sperando nel frattempo in una crescita ) arrivera’…

Forse è mancato anche il falco, non sono sicuro che tutti i colpi sulla linea siano usciti per Cami, e tutti quelli della Sasnovich invece fossero dentro.
Però troppe giocatrici hanno capito che Cami, se non è proprio in giornata strepitosa, tirerà risposta e colpi di palleggio esattamente al centro. Ovvio che prima dell’incontro allenino la contromossa a quello schema fisso. Prima era solo la Kerber, ora in tante si mettono lì, magari in gionocchio, e aspettano che al terzo/quarto affondo Cami esageri. Anche Navarro ci aveva provato, ma quel giorno Cami è stata troppo precisa e non c’è stato nulla da fare. Ieri invece Cami o ha sbagliato o s’è beccata l’improvviso cambio di direzione dell’altra.
Però da inizio anno a ieri mi pare si possa pure dire che non basta più mandare la palla di là per battere la Giorgi, quest’anno bisogna anche metterci del proprio, o si perde pure quando Cami non è al massimo.

Ho rivisto con calma la partita:
-Cami ha giocato molto bene con decisione e concentrazione i primi 4 games .
-Sul 3-1 il servizio ha cominciato a non entrare e la pressione che le metteva la Sasnovich ha via via peggiorato questo importante fondamentale ( vedi anche i numerosi df , di cui 2 decisivi).
-Con un servizio così, le risposte della bielorussa sono state spesso o vincenti o hanno preparato il successivo vincente.
-Camila non ha saputo o potuto apportare nessuna variazione al continuo martellare al centro, rendendo più facile il compito all’avversaria nel preparare un colpo angolato e condannandosi ad un gioco quasi esclusivamente di fondo campo.
-Fisicamente mi è sembrata a posto, perchè ha picchiato fino alla fine anche se in modo scriteriato . Sicuramente si è visto un evidente calo di concentrazione.
-Ripeto. Per me l’incontro è girato quando il servizio ha iniziato a non entrare. Forse per merito della pressione di Sasnovich che alla fine ha vinto meritatamente.

Questa sconfitta dispiace, ma bisogna apprezzare, nel primo torneo affrontato dopo la lunga sosta, la bella vittoria contro una top ten e l’arrivo ai quarti, risultati che non si possono considere scontati.

Ad aprile avremo a Stoccarda una Camila finalmente al 100%, speriamo.

Il passato non vi insegna proprio nulla! Era già successo con la Petkovic! Camila, ragazza dal cuore grande, ha compreso che se avesse piallato la Sasnovich per la terza volta consecutiva questa avrebbe appeso per sempre la racchetta al chiodo. Fosse stata la finale di Wimbledon avrebbe potuto anche pensarci, ma i quarti a Biel, in una città il cui nome pare la copia malriuscita di quella in cui ha la sede il mobilificio Aiazzone, sono un evento trascurabile in cui ha lasciato spazio all’avversaria. L’unica cosa che si può imputare a Camila è un eccesso di generosità: la Petkovic era stata battuta per ben tre volte prima di lasciarle via libera. Noi fans speriamo solo che in futuro la generosità non aumenti ulteriormente.

Francamente non sono molto preoccupato, la sconfitta è stata netta ma ieri ha tenuto un ritmo decisamente alto, oggi mi è parsa troppo ferma sulle gambe e di conseguenza spesso scoordinata, le percentuali di prime un po dettate dalla pressione della Bielorussa che sparava decisamente forte, il punto è che quello che ha funzionato ieri contro CSN ossia tenerla al centro del campo senza darle lo spunto di giocare angoli, oggi è stata un’arma a doppio taglio in quanto la Sasnovich spennellava bene le linee, le è mencata la freddezza di confermare i break

Sono preoccupato, non per la partita in sè, ma per il crollo nel rendimento della prima di servizio, e per i 4 games finali giocati in modo rinunciatario.

Non sono per niente sicuro di vederla a Stoccarda, ma spero di sbagliarmi.

Speriamo non si ripresentino guai fisici, sarebbe un duro colpo.

Potrebbe anche essere normale visto il rientro da uno stop corposo..

non credo, verso la fine dell’incontro mi pare abbia tirato i colpi ancora più del solito. Io penso più che a livello nervoso oggi ne avesse troppo poco, succede dopo le battaglie.appena vinte. Non era più molto abituata a battere le giocatrici di vertice.
Se hai visto l’incontro confronta la prestazione di oggi con quella della Golubic il giorno dopo l’incontro con la Siegmund. Una giocatrice spenta, senza attenzione (anche lì 4-1 nel secondo set e poi s’è fatta rimontare). Poi potresti aver ragione tu, l’impazienza di tirare tutto potrebbe essere figlia di qualcosa che non andava. Lo sapremo presto.

Tra ieri ed oggi, l’unica cosa che non ho capito, è stata la rinuncia a priori del servizio in slice ad uscire da destra che, tirato magari una tantum, avrebbe potuto rivelarsi efficace da vari punti di vista.
Riguardo ad oggi, mi lascia un poco sconcertato che una che serve forte come lei possa aver subito sei break su dieci turni di battuta:
Spero solo abbia superato definitivamente i problemi fisici.
Il resto verrà da sé.
Ora quali a Stoccarda ed a Madrid.
Penso infatti che se Stoccarda dovesse andare discretamente, Praga si potrebbe saltare; anche perché andarci e sperare di uscire per arrivare a Madrid in tempo per le quali…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.