Wta San Pietroburgo: Camila out per un problema alla schiena



Wta San Pietroburgo: Camila out per un problema alla schiena

Camila è stata costretta al forfeit al torneo Premier WTA di San Pietroburgo a causa di un problema alla schiena, non grave ma tanto da non permetterle di scendere in campo. Camila tornerà al Qatar Total Open 2017 di Doha.

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

97 Comments. Leave your Comment right now:

Ciao a tutti,
Non commento la storia della Fed Cup/squalifica perchè penso se ne sia parlato fin troppo in questi giorni e semplicemente ho una certa antipatia verso la nostra federazione…
Rivolgo qualche parola allo STAFF di questo sito…
Allora obiettivamente questo è ” il sito ufficiale della giovane tennista italiana”… Però ciò che è scritto nella descrizione io concretamente non lo noto…
Le notizie sono sempre molto poche inoltre spesso non superano le 4 righe… Ciò lo trovo un po’strano… Altri siti che si concentrano su TUTTO il tennis mondiale scrivono il triplo su Camila a ogni match, ma non solo,pubblicano interviste danno news e aggiornano continuamente e tempestivamente…
Capisco che gli altri siti hanno sicuramente più di due gestori, ma non si potrebbe essere aggiornati più frequentemente ?? Ad esempio sapere come sta adesso Camila se ha risolto i problemi alla schiena, se si sta allenando, su cosa si sta allenando, magari mettendo qualche video di allenamento, qualche informazione ecc…
Forse chiedo troppo, ma secondo me soddisfare almeno la metà delle richieste è più che possibile…
Perchè comunque a Lele Mora, alla squalifica ecc su questo sito a parte i nostri commenti non ce ne è traccia…
più che sito ufficiale mi sembra un sito dove si riporta le solito tre righe che sono già state riportate forse anche qualche minuto prima da altri siti web …
Comunque ha sicuramente tanti lati positivi, io lo leggo da minimo 6 anni , sono iscritto da 3 ed è molto utile per confrontarsi ,con gente in gamba, su Camila !
Volevo solo farvi questa “critica costruttiva”
Attendo una risposta dello staff con la più totale serenità.
mf

Beh, però è un peccato, se ci pensate… Era così bello quando Camila giocava per l’Italia…
Certo che la FIT a diplomazia sta messa proprio maluccio, per fortuna che non ha in mano i negoziati sulla crisi in Medio Oriente, altrimenti la terza guerra mondiale sarebbe scoppiata già da un pezzo…

Errani se starà bene penso riceverà una wc a doha …….
Se non starà bene ……l’Italia giustamente perderà ……
Vinci …… ha fatto i suoi interessi……
Camila ….pensavano di averla comprata……
Scelta del team Giorgi di lasciare la fit ………giustissima.

Dopo la diramazione delle convocazioni in data odierna, capisco ancora di più la stima più volte espressa da Sergio Giorgi per la Errani, e mi unisco ai suoi estimatori, facendo mia culpa se qualche volta ho avuto preconcetti.

Oggi, con le convocazioni, vediamo la Vinci tirarsi indietro senza nessuna reale motivazione, infatti per le date di Fed Cup non ha nessun impegno, e se il suo desiderio di diventare top 10 l’anno scorso poteva meritare considerazione, oggi sinceramente il suo rifiuto appare senza reale motivazione, se non egoismo.

Al contrario è presente la Errani, che invece per giocare a Forlì rinuncia alle qualificazioni di Doha, e quindi si rassegna a scendere in classifica intorno al 100mo posto.

Se è una scelta della federazione è inqualificabile, acclarato che ci sono due pesi e due misure, Errani e Vinci hanno gli stessi meriti sportivi (anzi..), nessun motivo per favorire una rispetto l’altra.
La scelta corretta sarebbe stata di convocare Vinci, libera dopo il torneo in Russia, e lasciare Errani a lottare per la sua classifica.
O pesa il fatto che Vinci sia a libro paga FIT, come testimonial?

Se invece è stata una libera scelta di Sara, non può che farle onore, e mette ancora più in luce l’egoismo della Vinci.

Camila, continua a restare lontana da questo nido di serpi!

Il comportamento della FIT non è stato quello di una federazione, in grandissima difficoltà per la mancanza di ricambi, che aveva messo sotto contratto l’unica giovane italiana realmente competitiva ad alti livelli, ma quello di gente che pensava di aver ‘comprato’ una giocatrice (e lo testimoniano le dichiarazioni, sconcertanti, rilasciate da molti federales in seguito al ‘gran’ rifiuto di Camila di partecipare al match con la Spagna). Le due cose sono molto differenti.
I grandi geni della FIT, oltre a non essere in grado di formare, non dico una campionessa, ma almeno una tennista in grado di restare con continuità nelle 100, ci hanno fornito un’ulteriore prova della loro totale incapacità (anche sul piano umano). Stiano pure ben saldi sulle loro poltrone, come del resto fanno da anni, e alla larga da Camila (ma lei lo ha capito e infatti li definisce persone negative e da evitare nel modo più assoluto).

Ribadisco che aver lascia la FED CUP, considerando anche lo stato di salute del tennis femminile italiano, sia stata una tra le decisioni migliori prese dai Giorgi negli ultimi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.