Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky



Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky

Si ferma al primo turno l’Australian Open 2017 di Camila, che esce per mano della svizzera Timea Bacsinszky, ventisettenne numero 15 del ranking WTA, per 4-6 6-3 5-7 in due ore e trenta minuti di gioco.

Primo set: 4-6. Inizio difficile per Camila, che subisce un break a zero, ha due palle per recuperare subito ma va sotto 0-2. Nel successivo servizio della svizzera ottiene il controbreak, per poi perdere però il servizio successivo. Nei game seguenti invece non ci saranno più palle break e la Bacsinszky chiude il set alla prima possibilità sul proprio servizio.
Secondo set: 4-6 6-3. Camila annulla una palla break nel terzo game, per poi strappare il servizio all’avversaria a zero. Sul 4-2 un break a testa portano Camila a servire per il set: si tratta di un gioco lunghissimo, durato 22 punti, in cui Camila annulla 5 palle break e chiude nel quinto set point.
Terzo set: 4-6 6-3 5-7. Dopo il primo gioco tenuto dalla svizzera, Camila ha di nuovo un lungo turno di servizio, ma questa volta lo perde, pur avendo annullato altre 4 palle break. Riesce però subito a ottenere un controbreak, facendosi recuperare da 0-40, ma sfruttando un errore gratuito della Bacsinszky nella quarta palla break del game. Nel sesto game, da 0-30 Camila recupera con un incredibile punto, ha la palla per pareggiare ma non la sfrutta e cede il servizio andando 2-4. La svizzera va a servire per il match, va sotto 0-40 e recupera, ma alla quarta palla break Camila ottiene il gioco. Sul 5-5 Camila ha due palle break, ma sulla prima manda di poco lungo un attacco, mentre sulla seconda è brava la svizzera ad annullare, portandosi poi sul 6-5. Qui Camila è brava ad annullare due match point, ma sulla palla game commette un doppio fallo. Camila annulla un altro match point, ma al quarto deve cedere alla svizzera.

Ecco il tabellino del match:

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

238 Comments. Leave your Comment right now:

Alla fine Camila TdS #3, e questa è la sezione dove deve vincere per entrare nel MD.

(3)Giorgi v Sasnovich
Shinikova v Kostova
(wc)Strakhova v Voegel
(wc)Lukas v (5)Allertova

Ce n’erano di più semplici, ma va bene così.
Ancora una volta Sasnovich, sta diventando una costante, vediamo di batterla ancora, e così le altre.

sul sito ufficiale c’è un’icona per lo stream, si sa se mandano in diretta le qualificazioni? In alcuni tornei avviene.

andiamo bene. Inizio anno e le due finali protrebbero essere giocate dagli stessi che erano i protogonisti di quelle del decennio scorso. Complimenti, il tennis non solo non ha subito nessuna evoluzione, a differenza delle decadi passate, ma mostra segni di essere anche peggiorato atleticamente, se due signore alla soglia delle 40 primavere si impongono sulle altre che hanno 20 anni di meno, e quasi lo stesso discorso vale per i signori. La colpa? Soprattutto nelle attuali fragilità psicologiche delle nuove leve, sia nei maschi che nelle femmine. Speriamo in Dimitrov, c’è bisogno di sangue nuovo nel circuito. Forse oggi lo sport viene vissuto più come un hobbies ben remunerato che come una professione che necessità la professionalità. In fondo Fognini o Paire, con le loro mattane e incostanze hanno guadagnato abbastanza da fare in futuro la vita che vorranno, e lo stesso le giocatrici yo-yo. Che ci voglia un getto nero o una voglia di riscatto post dittatura per lasciare un segno nel mondo dello sport?

ghetto, pardon, l’ho scritto alla yankee.

Da grande tifoso di Nadal sono in totale disaccordo con te! Rafa ha bisogno di vincere questo titolo per riacquisire la fiducia che ha perso dal 2014 in poi!
Sarà già molto complicato domani e ,nel caso .con Federer, vedendo come sta giocando lo svizzero ,sarà quasi impossibile!
Per quanto riguarda il femminile finale tutta Williams!! Ciò dimostra che appena ritornano ad avere motivazioni non ce ne è per nessuna! Va bene che mancano Vika,Petra e Masha ma penso che il risultato sarebbe stato lo stesso!
Penso che vincerà Serena , spero che il risultato non sia già preparato a tavolino come in altre occasioni e che Venus non si faccia condizionare dal fatto che Serena possa ritornare numero 1 al mondo!
Ora pensiamo a Camila che domani alle 14 sorteggio delle quali!
Forza CAMILAAAA

io spero Venus, Serena ha più occasioni nel corso dell’anno, la maggiore con la malattia che ne limita l’efficienza a livello di continuità, è probabile che abbia grandi cali di rendimento. Di solito si giocano il primo set poi chi vince quello ha la strada aperta.
Sto vedendo adesso Dimitrov, però il ragazzo ha imparato a lottare, anche perdendo sta dimostrando che non è solo un golden boy da rotocalchi. Alla fine se hai talento esci fuori, come immagino avverrà presto per Camila. In fondo per lei è solo questione di fare qualche errore di meno in certi incontri e diminuire il differenziale coi vincenti, che quasi sempre sono davvero tanti. Presto sapremo.

Tieni presente che stai parlando di giocatori che hanno vinto 60 slam in 4 (Federer si appresta a giocare la sua ventottesima finale in un major).
I tennisti oggi sono senz’altro meglio preparati atleticamente rispetto a un tempo ma la classe di alcuni grandi campioni evidentemente non ha età.

rispetto a tempo fa’ si riesce a mantenere una forma fisica quasi ottimale anche dopo i 30 anni…quindi aggiungendo la classe ma,sopratutto l’esperienza nella gestione della partita(mentale,tattica,situazionale…) che questi grandi campioni hanno accumulato in tutte queste stagioni fa’ si che i giovani facciano cosi’ fatica a batterli…

sarei d’accordo sulla forma ottimale se non avessero entrambe avuto molti infortuni nell’ultimo periodo. Siccome non credo che le articolazioni o vertebre lesionate ritornino come in origine, penso che giocatori più giovani ma integri dovrebbero essere superiori. Il fatto che abbiano vinto tanto non è attinente al mio discorso, io mi riferivo al fatto che nelle decadi passate, ad ogni cambio generazionale veniva valicato un limite, di velocità, o di tecnica, o di fisicità. Evidentemente nell’ultimo decennio ciò non è avvenuto oppure come penso io, l’eccesso di spettacolarizzazione ha creato troppi showman ma pochi agonisti. Non è che semplicemente sono meno concentrati sul tennis nudo e crudo? E’ un età di conservatorismo questa, in tutti i campi, compreso quello sportivo. Io penso che ci sia bisogno di qualcosa di nuovo, non a caso qui dentro anche con i suoi risultati non certo brillanti ci teniamo ben stretta Camila, perchè lei in effetti è “qualcosa di nuovo”. Magari ci fossero ad ogni torneo 10 giocatori che possono realmente vincere, e almeno 5 giocatrici. Purtroppo a parte Delpo, frenato da infortuni, non è che si sia visto granchè come opposizione. Ammetto però che Federer-Nadal di solito è stato un confronto ben al di sopra delle brutte finali Nole-Andy, per cui meglio loro che ciò che ci siamo sorbettati negli ultimi slam.

d’accordo con te…che noia

Ragazzi, ho un dubbio atroce…. le more non sono come le ciliegie, che una tira l’altra, vero?

tranquillo, quelle sono le more, il proverbio non parla al singolare, per cui mora + mora uguale al massimo “indugio”, che è l’etimologia del cognome. Un Mora può essere solo moroso, e non nel senso di innamorato.

Aggiornamento da S.Pietroburgo
Q list :

1. Konjuh OUT – replaced by Tomova
2. Knapp (SR) – OUT – replaced by Haas
3. Larsson
4. Beck
5. Petkovic
6. Dodin
7. Giorgi
8. Flipkens
9. Watson OUT – replaced by Martincova
10. Allertova
11. Khromacheva
12. Vekic
13. Sorribes Tormo
14. Tig
15. Alexandrova
16. Voegele
17. Sasnovich
18. Kontaveit
19. Zanevska
20. Soler-Espinosa
21. Mertens
22. Vikhlyantseva
23. Kostova
24. Shinikova
25. Burger
26. Sabalenka
27. Sharipova
28. Jorovic ( #148 )

#1. Abduraimova
#2. Goncalves

Probabilmente ci sarà qualche altra cancellazione (non cinque comunque), sufficiente per rientrare nelle prime 4 tds, e visto che si qualificano in quattro, sarebbe un buon viatico.

Penso anche io che ad esempio V,Williams non vada a fare il torneo essendo ancora in corsa agli AO …..vedremo però quando si cancellano.

Beh, Halep anche avrà superato i suoi problemi fisici? E la Errani? Non vorrei che si finisse che Cami sia la prima delle non direttamente ammesse in tabellone. Per me in questo periodo è meglio che faccia le qualificazioni, se le supera sono un ottimo modo per rifinire la forma e trovare regolarità nel proprio gioco. Ovviamente ho usato regolarità nel senso di costanza nel piazzare il vincente e diminuire gli errori, non nel fare gioco alla Kasatkina,.

Non che si sentisse granché la necessità di una conferma, ma Camila è nel main draw di Indian Wells.

E’ una bella notizia perché è un MD conquistato con i punti del buon torneo di Shenzhen.

….io credo che l’intervista di sergio metta una pietra tombale.
…personalmente non ne avevo bisogno…io quelle cose le sapevo. Ma non perchè me le avesse dette qualcuno durante una cena o un allenamento…(non vedo e non parlo con Camila e Sergio da quasi due anni) …io so perfettamente che Camila non è schiava di Sergio (….anzi…)….ma su questo si fa ancora letteratura ed io non ho più voglia di controbattere…
…so bene che è Camila che non vuole cambiare allenatore…anzi…anche qui siete sicuri che è Sergio l’allenatore di Camila?….i df falli calano perchè il kick è più sicuro…per farlo diventare sicuro serve tempo…. e fino a che non è sicuro non si usa in partita…..e serve ancora tempo….. e e allora si serve con quello che in quel momento uno sente più sicuro…..anche se è più rischioso …e potrebbe fare più df….ma l’altro verrà usato in partita quando quella che lo deve fare si sentirà sicura di farlo in partita. Camila cerca il suo gioco…non “interpreta” il gioco di un’altro…fosse anche Sergio.
Camila cerca il suo equilibrio …ed è dispostissima a farsi aiutare….non la pensate come un orso introverso…è una ragazza dolcissima…certamente di carattere forte…ma davvero molto solare.
E’ anche un’ottima ascoltarice, ….ascolta i tuoi pensieri…. ma poi decide lei se eleggere quei pensieri a dignità di “Consigli”

E vorrei mettere stavolta io una pietra tombale sulla questione Lele Mora.
Leggo dai commenti…anche di gente di buon livello culturale, che l’immaginario collettivo abbia ritratto un Lele Mora da operetta, e lo abbia ridotto ad un piccolo traffichino da circoli aziendali dietro la stazione. Uno che fa una bancarotta da 5 milioni di euro nel suo mestiere significa aver fatto girare almeno 100 milioni. Decine e decine di artisti che cambiano ogni giorno città albergo trucco vestito parrucchiere taxista …qualcuno che va a riprendere la soubrette che alle 4 si sta ubriacando e magari non solo nel retro del locale a corso lodi e la riporta in albergo perche la mattina dopo ha un volo per londra e deve arrivare decente….sarà il corrispondente a londra che la prenderà in carico “fatta o non fatta” che sia per metterla 10 minuti davanti una telecamera della BBC….e se c’è bisogno dell’aiutino….c’è anche chi si occupa di quello…..
….biglietti aerei prenotazioni alberghiere auto a noleggio autisti bodyguard trucco parrucco….centinaia di persone in un lavoro frenetico……ci vuole metodo….e organizzazione….
…ecco Lele mora era il più bravo…la sua organizzazione è tra le più strutturate. Che lui sia in galera o meno la sua struttura funziona…..ma vi siete mai chiesti chi c’è dietro a IMG…..l’esercito della salvezza?
…e vi ripeto….è un professionista (…non è un giudizio morale) e si avvale di professionisti (quelli che non vanno mai sui giornali)
…alla sua società serve una Camila vincente…farà di tutto per mettere in condizione Camila di emergere…è nel suo interesse, e sapendo di non essere un esperto cercherà un esperto adatto a Sergio e a Camila….è questo il suo lavoro…ovvero….è il lavoro del suo gruppo…lui ci mette la faccia….e un po di mestiere…..parla lele mora su panorama …….Camila solo su Livetennis fa 250 commenti…..(credo il più commentato di gennaio) tutti parlano di Camila e Sergio da un’intervista che è una pietra tombale. Sarà un caso? proprio ora ….ma se Madoka diceva che sapeva tutto da agosto…..5 mesi di preparazione….lancio previsto agli AO……immaginate se Camila avesse pasato Bacs…o fosse andata addirittura più avanti….non era impossibile……Si ..se fosse andata così sarebbe finalmente lavoro da professionisti….
….volevamo i professionisti…..come i democristiani di Montanelli …votiamoli turandoci il naso.
ciao t.o.

Lele Mora. ah ah ah. Bella personcina, ci mancava quello.
Speriamo nel tennis che mi diverte di più.
Mi auguro di vederla giocare bene e tanto!
Come si fa rinunciare a Roma? Non condivido.

Credo volesse significare “non ci daranno mai una WC (visto pure che ne hanno una sola, servirà forse per Errani).
Poi se, come speriamo, non ne avrà bisogno, io dico che ci andrà.
Senno,dovremo andare a Praga per vederla.

Se la diatriba contrattuale con la FIT è ancora aperta, non andrà a Roma.
Se risultasse composta, e non penso a sentenza ma ad un compromesso o un lodo che comportano tempi decisamente più brevi, potrebbe anche andarci.

E non parlo della nazionale, è un discorso distinto ed a tempi molto più lunghi.

ma da un punto di vista del diritto sportivo, essendo un torneo patrocinato da due enti internazionali, se ha il ranking possono escluderla? Che poi lei non voglia è un’altra questione, ma possono impedirle la partecipazione?

No assolutamente.
Gli organizzatori del torneo ci mettono le strutture, il personale, i servizi e, last but not least, i soldi, ma le giocatrici le fornisce la WTA, salvo lasciare qualche spazietto (WC) alle scelte locali.
La quale WTA può essere vista come la compagnia teatrale in tournée, con gli impresari (gli organizzatori) che ci mettono il teatro.
Però sono possibili e paventabili ogni tipo di ripicche, come la scelta del campo e dell’orario ed altre meschinità, fin’anche però al rischio di trattenuta del prize money a fronte delle pendenze aperte, operazione che potrebbe anche essere chiesta per via giudiziaria.

Direi che ce n’è abbastanza per far passare la voglia.

Esempio corrente: CoCo Vandeweghe, 26 anni; ranking attuale n. 35. Gioco d’attacco.
Risposta alla seconda molto avanzata.
Fino ad ieri non aveva concluso molto più della Giorgi, perché non riusciva a mantenere la concentrazione e la calma in alcune fasi del match.
Oggi è un’altra giocatrice e ci dimostra che alti traguardi per la Giorgi sono possibili.
Solo un po’ di pazienza in più e vedrete quali grandi soddisfazioni avremo tra non molto. Un grande saluto a tutti voi

Fino a metà dell’anno scorso Camila e Coco hanno avuto una carriera quasi identica.
Le similitudini sono tante: nate entrambe nel dicembre 1991, gioco d’attacco, preferenza dell’erba, vittoria nel torneo di ‘s-Hertogenbosch, 2014 Coco, 2015 Camila, 2016 Coco.
Riportando sullo stesso grafico il ranking, si avevano due curve perfettamente sovrapponibili.

Poi sappiamo cosa è successo, i problemi anche extra campo di Camila, l’esplosione della Vandweghe, e le curve divergono.

Inevitabilmente, direi. Che Camila, con 17 centimetri di altezza e circa altrettanti kili di meno sia riuscita ad avere un percorso pari all’americana è un miracolo.
Non è un demerito aver perso terreno, è stato un merito incredibile aver avuto lo stesso passo prima.
Pensare che ora possa recuperare il terreno perduto seguendo lo stesso percorso dell’americana mi sembra utopia, non potrà mai avere la “consistenza” del servizio e delle cannonate di Coco e simili atlete possenti, ma, secondo me, dovrà sfruttare invece l’arma che le altre non hanno, la velocità di piedi e di riflessi.
Mi immagino, sogno, una Camila che conserva ed affina il suo servizio, eccellente per la sua struttura,, ma che poi accetti di entrare senza remore nello scambio, senza cercare subito il vincente, e grazie alla rapidità di spostamento e di riflessi guadagni pian piano centesimi di secondo e metri per piazzare a botta sicura una bordata come lei e poche altre sanno fare, o colpire al volo col suo coraggio senza paragone.

Questa è la Camila che sogno, che basa il suo gioco sulla mobilità e rilascia il missile vincente solo a colpo sicuro.
Ed allora, forse, i due grafici del ranking torneranno a convergere.

che è quello che faceva quando batteva le top player, ad ogni colpo rubava un metro di campo per poi finirle perchè impossibilitate a raggiungere la palla. La gatta presciolosa ha fatto i figli ciechi, dice un proverbio romano. Infatti così è stato, le ha fatto perdere di vista le linee del campo e i nastri del net (anche perchè quando tira i piattoni è normale che non passino, non essendoci rotazione sufficiente per scavalcare il nastro).

Le confidenze non andrebbero mai divulgate . La Confidentia in latino può essere tradotta anche con fiducia il che sta a dimostrare che ciò che ti dico in confidenza, ho fiducia che non venga divulgato all’esterno.
Detto questo , per quanto mi riguarda se camila scegliesse per la sua comunicazione Jim Messina o il Mago di Oz , il suo tennis non ne trarrebbe comunque alcun beneficio.
Davvero qualcuno può seriamente pensare che il salto di qualità Camila lo può fare se viene affiancata da lele Mora o dal figlio o cmq da gente dello spettacolo?
I problemi sono altrove.
Camila ha solo bisogno (per migliorare il suo tennis ) di avere intorno qualcuno che capisca davvero di tennis , il resto è noia, la solita vecchia storia.
Certo è possibile che Camila il suo tennis non lo debba migliorare , che va già bene cosi, intanto però la Konta fa quarti agli Australian Open .
Sono sempre dell’idea che solo i cretini non cambiamo mai idea………………
Buona serata a tutti.

Bene ragazzi, anche oggi è stato interessante interagire con voi, sia in assenso che in dissenso (comunque banale qui dentro non è nessuno, alla fin fine) ma lascio il monitor per rivedere l’incontro con la Zheng su supertennis. Se troverà nelle partite che contano il livello assoluto di quel match, penso che anche una Kerber o una Muguruza avranno ben poco da opporre. Consiglio anche agli altri di rivederselo.

“Non è un caso che stia servendo meglio e limitando i doppi falli, soprattutto grazie a un più sicuro kick” (Sergio Giorgi). Ma i doppi falli non erano un bene, indice che Camila possiede un gran servizio? Prima e seconda palla sempre forte, tesa e sulle righe? Così diventiamo una Radwanska qualunque… i doppi falli devono assolutamente essere in doppia cifra… Meno male che agli AO ne ha fatti 11… certo, in tre set sono un po’ pochini, ma si farà meglio durante l’anno….

ah, intendi la sorella di Aga! Non è certo la mia preferita, ma la Radwanska tanto qualunque non mi pare, ha un tocco da ricamatrice che levati.
Ok, Sergio ha confermato tutto quello che si considerava “no buono” nel gioco di Camila, e ha anche ammesso fra le righe che qualcosa si è sbagliato, ma è tempo di pensare piuttosto a creare un quadrilatero contro l’avanzante pallettara power. Konta, Pliskova, Vandeweghe e Giorgi sarebbero perfette, vincessero pure uno slam a testa per i prossimi 4 anni. Basta con le finali Serena-Venus o Kerber-Cibulkova.

Sei un grande r.b.

La generazione del 91 ha finalmente alzato la testa: Pliskova Ka, Coco; Johanna, e badiamo bene, tutte che giocano un tennis aggressivo e d’attacco sono arrivate, per ora manca solo Cami all’appello, guarda un po’ quella che all’inizio sembrava la più vocata di tutte ad una leadership. – Sveglia, Cami, il paradiso non può attendere all’infinito, poi si finisce per rimanere in purgatorio.-

Ragazzi vi metto il link in questo commento della intervista appena rilasciata su sport face!
Sergio chiarisce un po’ la situazione!
http://www.sportface.it/tennis/giorgi-camila-sergio-lele-mora-intervista-fit-federazione/126968

Ci sono tantissime cose interessanti, anzi direi tutte. Come sempre quando parla Sergio. Allenatori, allenamenti, rapporto padre-figlia, questione Mora e FIT. Insomma, speriamo che più persone la leggano e – ma non ne sono sicuro – si mettano un po’ l’anima in pace.

Ma si sa: “La gente non vuole capire, la gente vuole credere”.

E allora la massa continuerà a credere che Sergio sia un padre-padrone, che Camila non studi le avversarie, che non abbia cervello in campo, che Lele Mora sarà il suo allenatore…

L’intervista è estremamente interessante, e per me anche molto rassicurante. Mi sento più tranquillo e fiducioso sulla carriera e la vita di Camila.
Ed un apprezzamento anche a Nizegorodcew, che sa condurre molto bene le interviste, e le presenta in maniera impeccabilmente professionale.

A tal proposito
St. Petersburg Q List :

Konjuh
Knapp (SR)
Larsson
Beck
Petkovic
Dodin
Giorgi
Flipkens
Watson
Allertova
Khromacheva
Vekic
Sorribes Tormo
Alexandrova
Voegele
Sasnovich
Kontaveit
Zanevska
Soler-Espinosa
Mertens
Vikhlyantseva
Kostova
Shinikova
Burger
Sabalenka
Sharipova
Jorovic ( #148 )

Tomova
Haas
Martincova
Abduraimova
Goncalves

Finalmente si torna a giocare!

ma quanti turni sono? L’elenco pare quello di un tabellone intero di torneo.

Speriamo Camila giochi a S.Pietroburgo e si esaurisca il prima possibile l’argomento Lele Mora di cui sinceramente poco conosciamo per esprimere giudizi.
Alla fine comunque conteranno solo e solamente i risultati ottenuti sul campo.

L’articolo 27 della Costituzione enuncia “Le pene (…) devono tendere alla rieducazione del condannato” , così sancendo il principio del finalismo rieducativo della pena.

In buona sostanza, in forza del sistema di valori che è a fondamento della Carta Costituzionale il condannato non è il Male Assoluto, né un soggetto destinato a rimanere in eterno ai margini della società, ma è una persona che ha sbagliato, che paga, e che ha diritto al reinserimento.
Per contro è dovere della collettività quello di consentire al condannato, che ha espiato la pena, di reinserirsi nelle dinamiche sociali e lavorative.

Per quello che ne sappiamo Lele Mora, ha sbagliato, è stato condannato e sta pagando.
Per quello che ne sappiamo Lele Mora ha il diritto, espiata la pena, di reinserirsi e fare quello che sa fare, ovviamente senza incorrere in condotte illecite.
Camila da parte sua ha il diritto di avvalersi oggi dei suoi consigli e domani della sua opera professionale. Se nessuno dei due ha intenzione di fare (e non farà) del male, la collaborazione tra Camila e Lele Mora non sarà un rapporto illecito, e men che meno immorale.

A me sembra si tratti invece di una bella storia.
Camila ha bisogno di relazioni umane e professionali, per crescere come donna e come tennista. Lele Mora potrebbe avere nella collaborazione con Camila l’occasione per buttarsi alle spalle gli errori del passato e mettere a frutto le proprie capacità.

Ritenere a priori che Lele Mora non debba avere opportunità di redenzione e che chiunque gli si avvicini è destinato a restare invischiato nel gorgo del peccato è un atteggiamento immorale e contrario ai valori più intimi della carta costituzionale. Invece Camila è persona giusta, forte e LIBERA. Ed è tornata a dimostrarlo.

tutto giusto…ma perchè proprio camila deve fare la “crocerossina” ?
spero che abbiano fatto bene i loro calcoli…

magari per lanciare in futuro la linea Nursmila.
protesta ufficiale alla famiglia Giorgi: – Guardate che ci siamo pure noi maschi, perchè solo una linea di outfit per ragazze? Altro che Mora e Lele, questa è autentica discriminazione di genere, che da loro non mi aspettavo proprio.

quello che scrivi è in parte giusto…io credo che camila debba concentrarsi sul tennis non sull’immagine, ma è chiaro ed evidente che a lei piace anche quello…ripeto nulla di male…personalmente avrei scelto un’altra persona…. anche per quello che riguarda un assistente all’immagine. Lele Mora non mi piace….

se posso dire la mia:
Se Camila fosse anche solo tra le prime 20 NON avrebbe bisogno di chicchesia , perché avrebbe la fila
Ergo vedo , SE VERA LA NOTIZIA , una presa d’atto di una difficile rimonta sul ranking ed allora
si ricorre a personaggi quantomeno…chiaccherati per fare notizia e marketing?
Mi auguro sia invece concentrata sul tennis, perché tutte queste notizie purtroppo non fanno presagire alcunché di positivo. Ma di sicuro mi sbaglio

Speriamo che ti sbagli….ma un po di timore io pure ce l’ho…

finalmente è chiara una cosa: a meno che non si giochino i turni decisivi per la coppa, la Fed cup alle campionesse non interessa affatto (salvo che ci sia prossimità con le olimpiadi). Se tutte le federazioni offese rinunciassero per sempre alle loro portacolori, in pratica sarebbe un torneo itf a squadre. Meditare fit, meditare!

Cucciolotti che siete. Mora è il manager di Camila, ed io ed altri trombettieri sapevamo della notizia già quando siamo andati a Flushing Meadows a fine agosto…ci sarebbero tantissime cosa da dire e da precisare, della natura del rapporto, di cosa pensa Camila di Lele Mora, ma a questo punto è irrilevante.

Continuo fortemente a non condividere ed a criticare le scelte di Camila e famiglia, sperando sempre di essere un giorno finalmente smentito.

ok, è una scelta un po’ bizzarra, soprattutto perchè se hanno trovato paludoso l’ambiente fit non è che quello abituale di Mora sia molto meno vischioso. Ma loro amano i paradossi, da sempre. la tennista con la migliore preparazione atletica che è incapace di difesa, quella con più colpi vincenti che non vince, quella naturalmente mediatica che a malapena regge un’intervista, con uno sponsor che non ha nessuna attinenza con il tennis e così via. In fondo che come managment andassero a fare una scelta fra le meno ipotizzabili era quasi sicuro. Basta che anche quest’ultimo elemento non crei ulteriore destabilizzazione in lei. Mora è uno che nella Milano bene è inserito eccome, e se la famiglia ha aspirazioni nel mondo della moda sportiva può essere un ottimo aggancio. In fondo anche lui ha diritto alla possibilità di far ammenda e ripartire, come una certa Maddalena del Vangelo.

No no no, cucciolotto tu che vai ospite agli Slam nel box e al ristorante con i Giorgi poi qui scrivi che è un’ombra e che ti fa venire il vomito vederla giocare

Beato te che puoi permettertelo, poi dicono che sono io il raccomandato!

Ciao Cucciolotto…che tu e altri trombettieri già sapevate lo sappiamo ora…e io non ti biasimo per questo….anzi….
Ti ricordi di quando mi dicevi che non avevo “il diritto di non dire” cose che magari avevo ascoltato per caso durante una cena o un allenamento… . ora sai che ne avevo addirittura il dovere…se evitassi di chiamarci Cucciolotti però te ne sarei grato…

Io la notizia l’ho appresa su Livetennis……ed eravamo già a 150 commenti….ho detto la mia…che ti ripubblico qui appresso…sai che come sempre scrivo ciò che penso…questa è la mia posizione (ad oggi sulla vicenda e sempre……vamos Camila

Da livetennis 21 genn commento numero udite udite 180….dopo aver letto almeno 160 castronerie

“…finalmente un professionista…
sia ben chiaro…lele mora non mi sta simpatico…ma nessuno può negare che sia un professionista. Lui da sempre fa due mestieri. Agente di artisti per il mercato cinetelevisivo e Gestione Immagine per Società e Gruppi di interesse. Il fatto che sia finito in gattabuia fa parte dei rischi del mestiere. Ma visto che i suoi guai sono (all’epoca e solo in parte)in combutta con un Primo Ministro in carica, un Direttore di un telegiornale nazionale e una consigliera regionale della regione Lombardia fa capire a tutti il Livello di potere che il signor Mora è da sempre abituato a frequentare.
Do ragione a Tommaso (come sempre) sulla questione dell’analfabetismo funzionale….
“accoppiare” per uno che “cura immagine” non significa fidanzarsi o fare sesso… altrimenti “accoppiare” Camila a Federica necessiterebbe di una propensione lesbo delle nostre due splendide atlete che ancora a quanto pare, non risulta…
“accoppiare” significa…nella lingua di Lele Mora fare “pacchetti”. …..”cara rai…o mediaset…o chi volete voi…se volete ospite il mio N°1 (federica per lo sport o Belen per lo show) prendi anche il mio N°3 (Camila?…altri?…) il mio N°5 ecc. ecc. Anche IMG se deve promuovere i suoi “assistiti” in Italia si rivolge al Lele Mora di turno…fino al suo arresto i “fornitori di personaggi” per le trasmissioni televisive erano 2 Lele Mora e Lucio Presta…Gli uomini più potenti della televisione italiana.
Per andare in tv dovevi passare per i loro uffici…avevano e hanno ancora (lele oggi molto meno) un grande potere anche sulla programmazione…Se vuoi Belen in prima serata mi mandi anche un servizio su Pippo, Pluto o Paperino (Camila?…) nel telegiornale (Emilio Fede?….) e grazie a quel passaggio io vendo il vestito che il mio Pippo (o Camila?)indossa, o promuovo il Film che il mio Pluto (o Paperino) ha interpretato…
Tutti gli atleti al mondo sono passati e passano per il Lele Mora di Turno…alcuni lo fanno direttamente (a quanto pare anche Federica e Filippo…) altri senza neanche saperlo tramite la IMG o la Nike, o la Speedo, Lotto, Arena, Adidas ecc. ecc.
…dato che “I Giorgi” non hanno padroni immagino abbiano trattato la cosa direttamente.
…ma nulla toglie che Lele Mora sia un professionista…sarà lui che avrà interesse che Camila vinca….sarà lui eventualmente a suggerire a Sergio e Camila allenatori…psicologi…
fisioterapisti…guru mentali…ecc. ecc. così come suggerisce lui ai sui assistiti, maestri di canto…o di ballo…o di recitazione…
Lele Mora (o chiunque fa il suo mestiere) se prende in carico una tennista vuole una tennista vincente…una bella ragazza di media classifica wta alla lunga vale poco….
…Riguardo il Nudo…Federica Pellegrini stessa (forse la più grande atleta che abbia avuto ed ancora ha l’italia) ha fatto i suoi bravi servizi Hot (Vanity Fair)…Tania Cagnotto ha posato per Playboy…Francesca Piccinini fece un Calendario nudo per Q…Rad Grande (A. Radwanska) nuda anche lei…Ana sempre molto sexi…e che dire di Daniela (sempre tennis) su ESPN….al confronto le foto di Camila del 2011 sono foto per l’invito alla festa per la prima comunione….
…il Tennis è uno sport…ma il circuito WTA è uno Spettacolo
…a quanto pare ora della parte spettacolo se ne occupa un professionista….bene….porterà la garanzia dei sodi che servono per migliorare lo staff tecnico…perchè Lele sa (lui è un professionista)che di tennis non ne capisce nulla…
…il fatto che sia stato in galera è poco carino ma professionalmente ininfluente…il mondo dello sport è pieno di allenatori e medici coinvolti nel doping (la vera galera per gli sportivi) che continuano a allenare e curare atleti….senza che nessuno (o solo pochi) abbiano qualcosa da ridire….

Alla Risposta del buon Vince commento 211
“” in particolare il sito del giornalista più amico della Giorgi, non si capisce perchè avrebbe dovuto farci un articolo, se la notizia non fosse vera
la notizia è verissima, tant’è che nemmeno t.o l’ha smentita…e ho detto tutto”

Sono stato costretto a rispondere: 215
“…fermo vince….per carità! non prendiamo una non smentita per una conferma. Specialmente la mia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.