China Open, Camila sconfitta da Timea Bacsinszky



China Open, Camila sconfitta da Timea Bacsinszky

Camila Giorgi si ferma al primo turno del China Open di Pechino. sconfitta in rimonta dalla svizzera Timea Bacsinszky col punteggio di 6-1, 4-6, 3-6.

Tutto bene nel primo set, con Camila che converte tutte le palle break a disposizione e accusa solo un piccolo calo sul 4-0 ma riesce comunque a salire 5-0 annullando tre palle break. Nel secondo set, da 4-2, Cami si blocca in concomitanza con la crescita al servizio della svizzera, che infila 4 games annullando anche una palla break sul 4-4 e porta il match al terzo set. Qui la svolta arriva nel sesto game, dove l’azzurra annulla 4 break point ma deve capitolare al quinto.

Camila chiuderà ora la stagione sul cemento indoor a Linz e Mosca.

About the author

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ci sarà tempo e modo di rifarsi… E-mail: Twitter: @veronesem

Related Posts

608 Comments. Leave your Comment right now:

Domani 13.10 WTA di Linz. ore11:00 Goerges J. (Ger) Giorgi C. (Ita) ma il campo quale sara?

(1/wc)Safarova v Mitu
Rybarikova v Friedsam
Gasparyan v Witthoeft
Goerges v (6)Giorgi

(4/wc)Petkovic v Larsson
Hradecka v Van Uytvanck
Brengle v Doi
Beck v (5)Schmiedlova

(7)Pavlyuchenkova v Siniakova
Q v (wc)Paszek
Barthel v Q
Q v (3)Vinci

(8)Strycova v (wc)Haas
Q v Allertova
Flipkens v Lepchenko
Lucic-Baroni v (2)Wozniacki

Non fortunatissima ……meglio la Vinci

Arrivare ai quarti non è impossibile.

Dovrebbe tirare abbastanza forte da non permettere alle avversarie di arrivare sulla palla, ma non così forte da far si che la palla esca, possibilmente dopo aver scambiato profondo e angolato.

Inoltre dovrebbe saper prevedere, nel servizio, se la passa uscirà o finirà in rete: solo in questo caso dovrebbe servire un po’più lentamente, ma non abbastanza lentamente da permettere alle avversarie di prendere in mano il gioco.

Dovrebbe giocare nello stesso modo i vincenti, ma non commettere errori.

O forse, dovrebbe semplicemente mandarci tutti affantennis!

Non sono d’accordo, altre tenniste tipo Muguruza (e non solo) hanno avuto e stanno avendo una evoluzione ampiamente positiva nel loro gioco, che tuttavia non è stato stravolto, ma reso più affidabile e consistente, e lo farà anche Camila, malgrado le opinioni contrarie, che in fondo si iscrivono nel solco del pensiero conservatore, mentre l’arricchimento nella tipologia di gioco io la vedo come una ideologia tennistica di tipo progressista.

la seconda che hai detto!

Non credo, Camila ha certamente bisogno del sostegno dei suoi tifosi e non lo farebbe mai, poi le discussioni che vengono fatte qui sono sempre utili ed espresse con linguaggio adeguato, salvo quando si infiltra qualche rosikone…

Sarebbe opportuno però, che vi mettiate d’accordo. Prima dite che è inutile qualsiasi nostra discussione vertente su eventuali cambiamenti da apportare al gioco, ” tanto Camila non legge i nostri commenti “, in altre occasioni invece asserite che Camila potrebbe esserne, al contrario, infastidita. Io trovo che ci sia un pò ( ma solo un pochino, sia chiaro ), di dicotomia, tra le due versioni, chiaramente l’una esclude l’altra, ed è sinonimo di confusione. Qualcuno si è spinto addirittura a dire ” non credo che Camila ci legga più “, facendo intendere : si, prima ci leggeva, quando eravamo pochi, coesi e scevri da critiche. Ora con i nuovi arrivi e il conseguente ” imbarbarimento del sito ” , Camila ha deciso di non leggerci più………..lo dicono altri, poichè mai mi pare d’aver sentito o letto dichiarazioni sull’argomento fatte da Camila, l’unica deputata a farlo, peraltro. Secondo me, la verità è che il nostro discutere di modifiche, e/o evoluzioni tecnico/tattiche, da fastidio a voi, quasi che discutere di ciò possa sminuire se non addirittura ledere l’immagine ” romantica e d’interprete fuori dagli schemi ” che vi siete dati di Camila. Dimenticandovi o peggio non considerando affatto, che nella vita ( foss’ anche in modo impercettibile ), tutto è destinato a mutare ( evolversi o involversi ), è nell’ordine naturale delle cose. Nulla di ciò che diremo o faremo può cambiare quest’unica verità. La sola cosa di cui potremmo discutere, ( ma non è obbligatorio, nè indispensabile, sia chiaro. Solo lasciamo a chi vuole farlo, la libertà di farlo ), è quando ciò avverrà e quali o quanti cambiamenti ci saranno e se gli stessi saranno duraturi e porteranno giovamenti o meno. A tal proposito, chiedo ai fautori dell’ immutabilità : ma la a posizione diversa in risposta, cos’era se non un tentativo di cambiamento ? I tentativi ( alcuni ben riusciti, bisogna riconoscere ) di colpire la pallina non in modo piatto, erano prove di cambiamento ? ( arricchimento sarebbe più giusto dire ). Il provare a servire qualche volta in maniera diversa dal solito piatto e a tutta ( l’hanno notato e sottolineato alcuni di voi ), era foriero di qualcosa ?
Per cui è veramente illuso chi agogna una crescita propedeutica a future vittorie, o nostalgico e reazionario chi rimane ancorato ad un’immagine, indubbiamente epica e nobile, ma forse un pò sbiadita ?

anche un’altra è loro sfuggita: questo sito si titola Camila Giorgi, non mi pare di aver letto un occhiello “la tennista”. Quindi chi è che vortit barbare secondo te, Sergio?

Domanda retorica. Comunque ben tornato

non me ne sono mai andato. Ma leggendo soltanto ho potuto notare più cose che intervenendo: la principale è che l’apologo delle bisacce di Giove è poco ricordata, Sergio, l’altra è che ce n’è per tutti e tutte, Camila compresa appiattita appunto a mera tennista. Riguardo il perdere apposta c’è un’intervista di Gaby fatta da Valeria Mazza che parla proprio di quello: nei primi anni di carriera Gaby perdeva alcune partite pur di evitare la sala giornalisti, tanto era condizionata dalla sua timidezza. Se una campionessa lo dichiara, perchè non crederle?

“Camila Giorgi | Il sito ufficiale della giovane tennista italiana” è il sottotesto del sito: lo vedete usando alcuni browser, oppure cercando “Camila Giorgi” su google, vi appare questa dicitura e se cliccate sulla medesima finite qua.

Ma dicevamo di dicotomia, propedeutica, nobiltà&affini. Prego, continuate pure mentre chi credete sia “infastidito” o “leso” continua pervicacemente ad aggrapparsi alla realtà e non alle vacue parole.

qui in blu io leggo CAMILA GIORGI dal 2009, il sito ufficiale. Non sono un web surfer, non scrivo in tutti i portali possibili immaginabili dove si parli di questa ragazza, non sono mai stato un distributivo e penso che le Crociate abbiano fatto il loro tempo, lo stesso le tavole rotonde: i fan di Camila si chiamano trombettieri o cavalieri della tavola rotonda? Una domanda, secondo te le foto di Camila su istagram le mette perchè tennista?

Non è che bisogna essere Mark Zuckerberg per cercare su google Camila Giorgi. Quello che appare, lo trovi in questo screen a questo link: http://postimg.org/image/gbi8nuae1/

Una risposta: le foto che Camila pubblica su Instagram le pubblica da un profilo privato e non gestito dal suo staff. Ha anche un profilo facebook (privato) dove posta quello che le pare e un profilo ufficiale (gestito dallo Staff, esattamente come twitter e questo sito) in cui SI DOVREBBE parlare della Camila tennista. Instagram non è gestito dallo Staff, non è scritto a chiare lettere come sulla pagina facebook ad esempio, quindi pubblica ciò che le pare.

Da cosa nasce questa cosa poi della Camila “tennista” o meno? Questo sito esiste perché Camila è una tennista, altrimenti non esisterebbe. Un profilo facebook, twitter o instagram ce l’hanno tutti, anche un povero scemo come me… Senza tirare in ballo crociate, Giove, cavalieri e altri arzigogoli che ti piacciono tanto ma che come al solito sono aria fritta per distrarre dal punto di partenza: questo è il sito della TENNISTA Camila Giorgi. O era. O sarebbe. Decidete voi che sapete tutto.

Camila ha sempre detto (e anche Sergio) che deve migliorare sotto tutti gli aspetti, e che in allenamento lavorano per questo. Ha anche detto “a me piace tirare forte ma la palla deve rimanere in campo”. Sappiamo da t.o. che quando perde si arrabbia moltissimo (per usare un eufemismo), aggiungiamo l’esperienza che sta facendo contro le più forti del mondo e il quadro è completo.
Camila a mio avviso sta già cambiando, è una professionista che sta maturando, e certamente ogni aspetto del suo gioco verrà analizzato e migliorato, ovviamente non STRAVOLTO. Sergio ha capito che i punti vanno portati a casa in ogni modo, in attacco (ma la palla deve rimanere in campo), o, quando si viene attaccati (esistono anche altre attaccanti nel circuito, che sorpresa!) difendendo su ogni palla e cercando o il passante o di far sbagliare l’avversaria.
Insomma si è capito che ogni fase del gioco è importante, a partire dai fondamentali (servizio e risposta) e che gli errori vanno solo a vantaggio dell’avversaria.
Perciò mi aspetto un ottimo 2016 anche se la fase di miglioramento può durare ancora molto e quindi bisogna avere pazienza.
Intanto cerchiamo di finire l’anno nelle migliori 32 del mondo e il resto si vedrà.

” Sergio ha capito che i punti vanno portati a casa in ogni modo, in attacco (ma la palla deve rimanere in campo), o, quando si viene attaccati (esistono anche altre attaccanti nel circuito, che sorpresa!) difendendo su ogni palla e cercando o il passante o di far sbagliare l’avversaria.
” Insomma si è capito che ogni fase del gioco è importante, a partire dai fondamentali (servizio e risposta) e che gli errori vanno solo a vantaggio dell’avversaria.”

credo proprio che non l’abbiano scoperto ora ma lo sapessero gia’ prima…altrimenti ci sarebbe da preoccuparsi. -) dato che è l’abc…:-)
sarebbe la scoperta dell’acqua calda..

Ehm diciamo che cerco di essere ottimista….
In realtà vedendola giocare qualche volta non so se proprio l’hanno capito….

sergio credo che l’abbia sempre saputo,camila probabilmente lo sa’ ma spesso credo che non ci pensi

Sapete quando esce il MD di linz ?

Domenica 11 ore 11 quindi domani mattina.

Bacsinszky in finale….ma sempre alla Giorgi capita di affrontare la giocatrice che trova la settimana di grazia!

Mah, diciamo che le abbiamo dato un aiutino…

Una buona cosa per le scommesse, chi vince con Cami vince tutto l’anno..

Anche Sara le ha dato un aiutino ma vabbé…

La nostra Camila è seguitissima, e sembra dividere tifosi e osservatori in fasce ben delimitate:
1) Chi pensa che Camila non possa o voglia cambiare nulla, fa il suo gioco e fa bene così (es. SanTommaso)
2) Chi pensa che Cami possa ritoccare qualcosa del suo gioco per dare maggiori rotazioni, seconde palle, rischiare qualcosa in meno (es. Sergio5912, r.b., Robdes12, Riccardo, ecc.)
3) Chi pensa che Cami debba allargare il proprio repertorio, a cominciare dalla rotazioni fino alla fase difensiva, in modo da avere più frecce al proprio arco da usare al bisogno senza snaturarsi e competere fino in fondo nei tornei (es. first, Lucia tra 2 e 3)
4) Chi pensa che Cami stia sbagliando tutto e sia un bluff (rosikoni vari)

Magari si potrebbe provare a fare un censimento, a contarsi, inserendo in risposta il numero in cui ci si riconosce maggiormente, 1 o 2 o 3 (col 4 non penso ci sia nessuno in questo sito).

L’hai detto tu che sono 2. In realtà io sono per la palla in campo…

L’ho interpretato come 2, r.b., a te confermare o smentire: minori rischi, maggiori rotazioni = palla in campo, o no?

Sono senz’altro per il 2, però basta che tenga la palla in campo va bene anche 1 o 3 (il 4 no perché è da rosikoni)

3 e aggiungo: deve scendere a rete, rete, rete!

mmmmmm…. Non sei abbastanza tassionomico secondo me. Mancano troppe categorie perché tutti si riconoscano nella tua classificazione

Ad essere tassonomico dovrei fare 500 categorie, una per ogni commentatore… Definisci tu qual è la tua, a parole se non rientra nei numeri proposti.

Categoria 5: quelli che amano il tennis di Camila senza sapere che cosa voglia fare esattamente lei e senza avere le competenze per indicarle che cosa dovrebbe fare.

Amen! Occhio che ti beccherai dell’acritico intransigente idolatra adesso…

Mi sembra che per la fase (1) ci siate solo tu (SanTommaso), journasesto ed hector.

Sono semplicemente vedute diverse, che pur essendo minoritarie vanno rispettate esattamente come le altre.

C’è l’unanimità invece nel rifiutare la fase (4), come mi aspettavo non ci sono rosikoni in questo sito, mi sembra un dato importante…

Non mi sembra una nuova categoria, ma rientra benissimo nella (1): cosa c’è di diverso?

Per me Camila deve giocare più aggressiva, servendo almeno 20 doppi falli a set e tirando a tutta sui teloni. Solo così potrà ottenere ciò che probabilmente ha in mente.

Ok, quindi categoria (1+).

Io sono per il 2.
Ma palla in campo quando è inutile rischiare e tante discese a rete , dove Camila ha dimostrato di saperci fare eccome!

saro’ ormai un po’ anziano e quindi rimbambito ma non mi sembra ci sia grossa differenza tra il 2 ed il 3..

Provo a dettagliare meglio, doherty…

Il (2) prevede solo di aggiungere un poco di rotazione, e di rischiare meno le seconde palle, ritocchi minimi ma determinanti per un gran salto di qualità.

Il (3) prevede in più la cura della fase difensiva, con conseguente allargamento del repertorio di colpi, palle corte, pallonetti, ecc., da usare al bisogno senza snaturarsi; secondo questa classificazione i ritocchi minimi non sarebbero comunque sufficienti a vincere i tornei che ci aspettiamo.

allora io dico che bisogna fare un passo per volta:
prima fase 2,poi sistemata questa, fase 3. -)

metterei anche una fase 2/3 bis che comprende un miglioramento della parte tattica,dell’attenzione al puteggio e della cura della “partita invisibile” . -)

Direi che la tua posizione, doherty, sintetizzi ottimamente il pensiero della maggioranza dei trombettieri, me compreso: 2/3, ossia cominciare con la fase 2 ad apportare qualche piccola modifica, più rotazioni, meno rischio, accorgimenti che già dovrebbero garantire un bel salto di qualità e di classifica; poi passare alla fase 3, man mano aggiungere altri colpi e migliorare la fase difensiva, la tattica e la lettura della partita, cosa che se riesce bene come è ampiamente nelle possibilità di Cami, può garantire alta competitività nei tornei maggiori. Cosa sono questi? Consigli supponenti e non graditi allo staff di Cami, o affettuosi input e favorevoli auspici da tifosi che vogliono vedere vincere il più possibile la nostra beniamina?
Direi la seconda, non ho dubbi in proposito!

Qualche post più sotto mi chiedevo: ” vuoi vedere che Timea vince il torneo?”

Certo che Camila era arrivata ad un soffio dalla vittoria.
A questo punto , io spero in Garbine!

Garbine tutta la vita!

Leggo diversi commenti: Camila arrivata a un passo della vittoria con Timea che può vincere il torneo,Camila che dà spettacolo ecc. Dimenticate che quello che conta è vincere, e purtroppo Camila non vince in considerazione delle sue doti tecniche, peccato. Se il sui staff continuerà ad agire senza cambiare niente, su >Camila purtroppo rimarranno solo sogni. Forza Camila.

P.S. dimenticavo.
controlla la tua mail. ciao.

Era molto meglio una semifinale Ana – Sara, almeno sarei stato contento di qualsiasi risultato, ancora meglio un quarto Sara – Camila, invece cosa ci tocca vedere….

Colei che la Giorgi ha quasi battuto arriva in finale. E vabbè.

E vabbé lo dico pure io….

……e abbiamo perso dei mesi a disquisire sul servizio di camila!

e comunque è arrivata a deuce.

dopo essermi unito alle voci di rimprovero per il post più sotto, avendo visto durante la prima colazione un paio di game dell’epica sfida tra la svizzera che “ci” ha battuto e la prode sarita, assegno il mio personale Premio Corazzata Potemkin a tutti coloro che sono riusciti a vedere TUTTO il match iniziato alle 6,30 e durato oltre due ore senza ri-addormentarsi.

Non ho seguito il match. Mio dio, che roba!
Le si sente dire pure un “che c….o ridi?!” E beh, hai pure il coraggio di lamentarti? Al di là di questo è incredibile. Incredibile, ma in senso positivo, che questo scricciolo senza uno straccio di servizio sia tra le migliori tenniste al mondo. Solo con una forza mentale, una testardaggine, un lavoro e senso tattico impareggiabili si può riuscire a conseguire un simile traguardo. Se avesse il servizio (Ehi, allenatore? Possibile che non ce la fai a farglielo imparare?) sarebbe fra le prime tre tenniste del mondo.

Mamma mia, che orrore! Da dilettanti…

Siccome piove, mi sono rivisto la vittoria di Camila su Belinda a Den Bosh.
Che spettacolo. Una Cami perfetta al servizio e devastante anche a rete .

Quella finale non l’ho mai potuta vedere. Su internet ho trovato solo un video di una trentina di minuti.

Flavia ha annunciato il ritiro, la Schiavo probabilmente lo farà, la Vinci ha fatto una parte di stagione alla grande ma certamente a 33 anni non può essere il futuro.
Piaccia o non piaccia , Sara e Camila rappresentano il presente ed il futuro del tennis italiano al femminile , visto che all’orizzonte non mi pare che ci siano fenomeni.
Giusto tifare per la Nostra ma non dobbiamo fare quello che in maniera ormai quasi ossessiva fanno altrove e cioè il tifo contro.! Noi non siamo rosikoni!

Su Ubitennis ho letto commenti di gente che ha “goduto come ricci” al doppio fallo sul match point di Sara…. Non ho parole…
Sia chiaro che noi tifiamo comunque per Sara, Flavia, Roberta, Karin, Francesca, e ovviamente Camila…. ma anche per la Burnett o altre italiane che si metteranno in luce in futuro….
Noi non siamo rosikoni!

Signore e signori, ho letto (perché di certo non potrei mai vederne una partita, mi addormenterei….) che Eeee Eeee ha perso! Che peccatooooo…come mi dispiace :). A questo punto tifo Bacsinszky, visto l’alto livello di questo torneo, anche se potrebbe farcela la regina madre di tutte le pallettare: Radwanska!

È’ anche grazie a te che su LT si leggono più’ commenti quando Camila perde al primo turno che quando Flavia vince uno Slam.

Sì infatti, qui si tifa per Camila, non si fa il tifo contro le altre…

E io invece ammiro Sara, perché nonostante non abbia le armi che hanno le altre e’ sempre fra le migliori al mondo, si puo’ discutere sul gioco che fa e che ha’ che puo’ piacere o non, ma per i risultati che ha ottenuto tanto di cappello….viva Cami, Flavia, Roberta, e Sara……

La prima regola del buon vivere è : ” Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te ”
Per cui, se a noi rode ( e a me rode una cifra ) che certi figuri gioiscano ad ogni sconfitta di Camila , perché mai dovremmo abbassarci al loro livello così da dare dignità al loro tifare contro ?
Esprimere un giudizio di merito sull’estetica del gioco è un conto, ed è perfettamente lecito, tifare contro, peggio gioire per la sconfitta di un’atleta italiana, non è simpatico, è puerile e di dubbio gusto.
Mi dissocio, pur non essendo, come è noto, tra gli estimatori di Sara, ma sottolineo, limitatamente alla tipologia di gioco espresso.

Mugu vincerà…ma ragazzi, la Mattek mi fa divertire una cifra!
Ha appena “regalato” un serve & volley con stop volley vincente! Che spettacolo!

la mattek la vedrei bene in coppia con camila in doppio. -):-):-)

Senza Cami in campo una finale ivanovic contro Muguruza sarebbe una grande partita.
peccato per sara ma tutto quello che riesce a fare nei turni in risposta , lo butta via col servizio nonostante un 86% di prime palle in campo. Un esempio di come i numeri servono ma non dicono tutto.
Se tiro servizi a 120 km orari ovvio che ti tornano indietro dei traccianti.
Aga grande fa fuori anche nettamente la kerber . Il tennis è bello perchè è vario.
Aspettiamo questo finale di stagione consapevoli che l’obiettivo deve essere la testa di serie per gli A.O. Si può fare.

Purtroppo per Sara non avendo praticamente il servizio e’ complicato prendere sempre vincenti in risposta, sono praticamente degli assist, altrimenti staremo a parlare di un’altra tennista piu’ completa.

Piuttosto ragazzi qui c’è da fare una riflessione.
Ho molta stima di Sara come ragazza e come tennista, e sono sicuro che non ha sottovalutato Timea, anche quando era sopra 6-0 2-0 e 40-15.
Il fatto è che il tennis è uno sport dove dopo ogni set e ogni game si ricomincia daccapo e il fatto di avere vinto 7-6 o 6-0 non conta niente, hai vinto solo un set. Quindi brava Timea a recuperare un match così, ma non è e non sarà l’ultima volta.
Ricordo benissimo una semifinale degli AO del 2008 dove una tennista che non nomino perdeva 6-0 2-0 e poi vinse….

Beh ho tifato Sara ed è andata male….
Noi non siamo rosikoni!
Poi ho tifato Ana ed è andata bene…
A sto punto in semi è favorita Timea, però anche Ana ha affrontato Cami di recente, quindi l’effetto Giorgi potrebbe valere anche per lei….

Ho visto l’ incontro dal secondo set ( mi sono perso il 6/0 che Sara ha inflitto a Timea ), è stato un susseguirsi di scambi con palla ad almeno 1 metro dalla rete e colpi che cadevano al 90% 1 metro oltre la linea del servizio…… un’estasi per gli occhi e sicuramente una goduria per gli esteti.
In ogni caso, è sempre questione di gusti, a me questo tipo di tennis, non piace. Mi fa venire…. il latte alle ginocchia. Di tanto in tanto, mi diletto ad intervenire anche negli altri siti ( ovviamente con la mia ben nota vis polemica ), e per l’occasione, mi autocito:
Volendo fare un paragone con la formula uno, io tra Gilles Villeneuve ed Alain Prost….. scelgo tutta la vita il mitico Gilles. Già sento il rumore dei……nemici : ma Prost ha vinto di più ! E chi lo nega, ma chiedete ad un qualsiasi appassionato di formula uno, Gilles è ricordato ancora oggi con passione, affetto e rimpianto, Prost, è solo uno dei tanti ex campioni del mondo.
Per fortuna, la bellezza del gesto tecnico, la temerarietà, l’esplosività, l’unicità, esulano dal numero di vittorie.
Siccome prevenire è meglio che curare, immaginando che, giustamente, qualcuno potrebbe trovare dissociazione tra le considerazioni sopra riportate e il mio ben noto desiderio che Camila aggiunga qualche colpo più interlocutorio e meno definitivo ( giusto un po’, quanto basta per provare a ribaltare l’inerzia di qualche scambio o risolvere qualche punto in più a proprio favore ), per provare a vincere qualche partita in più, spiegò che non c’è contraddizione tra quello che asserisco in questo spazio e ciò che invece scrivo altrove, per un semplice motivo :
Qua, ritengo d’essere tra amici, che in comune hanno l’amore e la passione per Camila, pertanto sono completamente me stesso ed esterno senza remore le mie considerazioni, certo di non essere frainteso. Altrove è un continuo attacco a Camila, nonché un coacervo di ” nemici “, pertanto il mio unico intendo è difendere Camila senza se e senza ma.
Infine, come si dice normalmente, riferendosi alle persone che si amano ?
Noi ( tutti quelli che scrivono qui ) possiamo al limite, metterne in discussione qualche aspetto inerente al gioco ( e quando lo facciamo, usiamo sempre garbo e rispetto ), a voi ( i nemici, gli estranei, quelli che scrivono altrove, non usando peraltro pari garbo e rispetto ), non è concesso.
Buona giornata.

come al solito tutti o quasi a criticare Cami…e poi la tennista che la batte dimostra di essere più che in forma…ah se si tacesse a volte…quante sciocchezze si eviterebbe di spargere a vuoto!…vamoooossssss Camiiiii

Ehm….. tra una critica e un insulto la Giorgi è la numero 11 del ranking under-25….
http://live-tennis.eu/wta-ranking-under-25

Azz… non siamo in top 10 neanche lì….

E mi raccomando ora FORZA ANA .

Vuoi vedere che Timea vince il torneo?
Il servizio di Sara è una barzelletta, ma fare delle smorzate sulla 1a …brava Timea.
E anche Sara sente la pressione… df sul MP.

Mmm spero tanto di no, a questo punto Aga o Garbine

Aga no, Garbine tutta la vita.

Cioè ? una controsmorzata intendi ?

é ufficiale! quando incontrano Cami diventano tutte delle super campionesse e finiscono per vincere il torneo! Sara sopra 6-0 2-0 perde al terzo set con timea esattamente come accaduto contro Cami.
Chissà cosa diranno adesso…

A parte gli scherzi, penso che questo dimostri quanto sia versatile il gioco della svizzera, capace di adattarsi sia a chi gioca in attacco estremo, sia chi fa della difesa e della resistenza le proprie armi.

Singolare il fatto che sia il gioco di Camila, che quello di Sara (che sono agli antipodi) abbiano entrambi messo in grossa difficoltà inizialmente Timea.

Forse sono campionesse anche prima di incontrare Camila…

Ma va… ho già messo il naso su UB ciò che vedo lo vedo solo nei confronti di Cami e sono sempre gli stessi, Sara elogiata per essere arrivata ai quarti.

Wow, mi sveglio stamattina e vedo Sara che sta asfaltando la Bacsinszky!
6-0 2-0!
Forza Sara! Partita grandiosa per quello che ho visto….
Noi non siamo rosikoni! FORZA SARA!

Le possibilità sono due: o la Giorgi è una resuscita-morti oppure quest’anno ha avuto la sfortuna di incappare di continuo in giocatrici in ripresa.

Ehm forse più la prima, la Bacsinszky ha appena battuto la Errani dopo essere stata sotto 6-0 2-0!
Ok noi non siamo rosikoni, però e che cavolo…

Sono dell’idea che Serena farà espressa richiesta alla WTA di poter giocare il 1° turno di tutti gli slam 2016 con la Giorgi…

In questo mondo di C.T. (l’Italia è il paese dei 60 milioni di Commissari Tecnici), io spezzo la mia lancia a favore di SanTommaso. Probabilmente Camila è Camila, e non le interessa particolarmente diventare come noi vorremmo che diventasse. Lei non è la proiezione dei nostri desideri, lei è Camila, nel bene e nel male, e i cambiamenti, se ci saranno, avverranno quando e come Lei vorrà.
Non credo che legga più i nostri commenti, anche perché ci vuole un bel po’ di follia a leggerli tutti, e mi sa che lei è meno, molto meno folle di tutti noi.
Buonanotte.

Leggendo i post precedenti ho trovato interessante la discussione tra chi ritiene che Camila debba modificare il proprio gioco arricchendolo con seconde di servizio più lavorate, risposte meno affrettate e qualche colpo di attesa con un po’ di lift, giusto per non rischiare di buttare troppo spesso la palla fuori, come anche ritengo io, ed altri assolutamente convinti che non debba snaturare il proprio gioco in nessuna maniera rimanendo “integralmente” fedele a se stessa.
Qualcuno, credo Lucia, scusatemi se non sono andato a rileggermelo, ha evidenziato che in realtà questo modo di giocare lo ha già applicato ed anche con ottimi risultati nella finale in Olanda con la Bencic. Perchè non adottarlo più spesso se lo sa fare?
Ripensando a questa cosa mi sono convinto che, in primo luogo, Camila la volesse fortemente vincere la finale in Olanda, per non passare per una “perdente” che le finali le “butta” sempre e quindi secondo me ha adottato la tattica ed il tipo di gioco che le garantiva maggiormente di vincere, poi magari ha aiutato anche essere in una buona giornata.
La domanda però è cosa succederebbe se Camila iniziasse a giocare in maniera continuativa come con la Bencic?, con un gioco più controllato e redditizio? Credo sicuramente vincerebbe molte più partite e avanzerebbe velocemente in classifica.
Ritengo potrebbe entrare abbastanza facilmente nelle prime 15 forse anche 10, ed allora inizierebbero magari gli impegni con gli sponsor, aumenterebbero le interviste con le tv e i giornali e gli impegni extrasportivi, tutte quelle attività che i giocatori top lamentano occupare gran parte della loro giornata. Tutte quelle cose che Camila, sono convinto, “odi” profondamente.
Ho visto nei post più datati di questa discussione un riferimento ai selfie di Camila su Instagram, credo dopo la sconfitta con la svizzera, al rientro in Italia, quelli con il nipotino, venivano citati per provare la tranquillità della tennista anche dopo una sconfitta che ha invece acceso le discussioni e gli animi dei suoi tifosi.
Vedendoli mi è sembrato, anche alla luce di altri suoi comportamenti in campo e fuori, che Camila il carrozzone del tennis non lo capisca proprio e non le importi nulla di farne parte, non comprenda le aspettative per un match e le delusioni per una sconfitta, perchè dolersene così tanto se fra una settimana c’è un altro match da giocare. Probabilmente è molto più saggia lei di tanti che si accalorano tifando pro e contro e creando magari rivalità tra italiane che probabilmente non hanno ragione di esistere.
Ma veniamo al punto se Camila ha ed è in grado di giocare un tennis che potrebbe farla arrivare tra le prime 10, perchè non metterlo in campo?
Siamo poi sicuri che Camila voglia arrivare e stare stabilmente tra le prime 10, ricordiamo che la cosa comporta oltre a molti soldi anche molte altre seccature, interviste impegni con gli sponsor etc., ho l’impressione che non sia quello che Camila desideri, anche vista la sua naturale riservatezza e timidezza.
Allora forse per lei è meglio continuare così? almeno per il momento, navigando tra le prime 20 e 50 in classifica, magari per un anno o due, non attirando troppe attenzioni su di se e guadagnando comunque abbastanza per ripagare tutti i sacrifici anche economici fatti dalla famiglia da quando era piccola
Poi magari cercare di togliersi la soddisfazione di vincere Wimbledon, il suo torneo preferito, magari fra qualche anno prima del ritiro, se lo vincesse ora (basta vedere la Pennetta) immaginate quale attenzione mediatica, quante interviste? Non credo le gradirebbe o le sopporterebbe.
Pensavo questo anche alla luce dei risultati di quest’anno, vince quasi sempre con quelle indietro in classifica, ma ormai difficilmente con quelle che le stanno davanti, forse più o meno inconsciamente non vuole avanzare in classifica, non vuole creare troppe aspettative e attirare troppa attenzione su di se, al momento le basta quello che ha.

A me sembra impossibile credere che una tennista eviti di vincere Wimbledon per qualche anno perché ” se lo vincesse ora (basta vedere la Pennetta) immaginate quale attenzione mediatica, quante interviste? Non credo le gradirebbe o le sopporterebbe.”
Assurdo.
“forse più o meno inconsciamente non vuole avanzare in classifica, non vuole creare troppe aspettative e attirare troppa attenzione su di se, al momento le basta quello che ha”
Non sarebbe ragionamento da tennista professionista.
Per la verità io l’ho scritto, dopo l’ultima sconfitta, che il suo comportamento in campo non mi sembra da professionista.
Ma non perché pensi che perda di proposito, solo perché mi sembra che trascuri di curare quei particolari che le farebbero vincere molte più partite, ad esempio studiare le avversarie.
Anche io ritengo il tennis femminile abbastanza noioso, e per questo preferisco lei ed il suo gioco alle altre, ma prima di tutto non è il mio lavoro e poi non ci vuole una scienza particolare per capire che non puoi lasciare dritti facili alla Ivanovic, far palleggiare da fondo la Kerber, rispondere sistematicamente troppo dentro il campo sulle prime, sparare in rete qualunque risposta sulle seconde; ma perché contro di lei la Schiavone attuale può servire 10 aces? ecc.

Non dico che se volesse domani potrebbe vincere Wimbledon, dico che potrebbe cercare di migliorare costantemente e sperare di arrivare a vincere Wimbledon. Un tennista professionista o no e in genere un sportivo che si confronta con un altro ten

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.