Best ranking per Camila: è numero 30 del mondo



Best ranking per Camila: è numero 30 del mondo

Il nuovo ranking mondiale è stato ufficializzato stamane sul sito della WTA: Camila, con 1510 punti, entra per la prima volta tra le 30 giocatrici migliori al mondo. Camila tornerà in campo nei tornei Premier di Toronto e Cincinnati, la stagione sul cemento americano proseguirà poi a New Haven e si concluderà con l’ultimo Slam stagionale agli US Open. La programmazione è come sempre soggetta a modifiche.

About the author

190 Comments. Leave your Comment right now:

Ciao a tutti, è tanto tempo che scrivo poco (…e nelle ultime settimane scrivo affatto..) , per vari e diversi motivi. Vi garantisco che nessuno di questi motivi è legato alle tante o poche …”dispute” sul “Modus Scrivendi”…..di ognuno di voi…
…certo…ho più affinità con alcuni piuttosto che con altri …ma questo è umano, divertente…. e rende divertente la vita.
Come sapete non sono un ipocrita e quando devo dire le cose le dico “in faccia” (…..curioso dire in Faccia qualcosa ad un “fantasma”….ad un Alias…) e quando lo ho fatto, ho sempre cercato di motivarlo e di scriverlo con una certa “educazione”….
….E’ tanto che non scrivo…dicevo…perciò oggi mi prendo la libertà di scrivere molto…..ma molto che neanche vi immaginate……in fondo è quasi ferragosto…Camila ha dato una settimana in più di riposo alle nostre coronarie….. Che sia questo il motivo del suo forfait a Toronto?…..
….Dichiarazione di Camila Giorgi…. ” conoscendo la debolezza di coronarie dei miei amati trombettieri, e informata dal meteo dei 40/42 gradi centigradi che questa settimana porterà in molte città italiane, ho deciso di dare un supplemento di ferie ai miei tifosi….per ritroverli tutti vivi quando ci sarà davvero da soffire e da divertirsi….US Open….”

…è molto che non scrivo….ma molto ho letto….alcune cose neanche le ricordo…altre si.
….nelle “pieghe” di ciò che scriverò ci saranno alcuni “contributi” a cose trattate…non alla singola frase, o battuta….quelle non le ricordo più..
..”contributi” ai Temi Trattati si.
In fondo sono sempre i soliti…ed è giusto che sia così….in del resto… i colori sono tre…e ci si fanno tutti i quadri del mondo, ….le note sono 7 e raccontano tutta la musica….con 10 numeri si calcola l’universo. 7 sono i peccati capitali..e tre le virtù cristiane (Aristotele ne aveva qualcuna in più)….10 i comandamenti…e potrei continuare….
…..pensate che io sia Off Topic? ….vi garantisco di no.

…molti di noi dedicano questi giorni (magari sotto l’ombrellone) a “chiede scusa” a quei libri che da 6 o 7 mesi stazionano “pazienti” sui vostri comodini….se è così pagate questo debito a loro e a voi stessi..
..ma se qualcuno non avesse nulla da leggere in arretrato …..e se ne avesse voglia…consiglio questi tre libri.. per gli altri ( che hanno altro da leggere) sarei contento che leggessero almeno gli absrtact che evidenzio sotto i link.
….non sono commenti miei…..e forse serviranno per comprendere megli ciò che scriverò in seguito…

….”Da qualche anno i progetti stanno cambiando e con essi il ruolo del project manager. L’approccio tradizionale al project management riflette i modelli tipici dell’ingegneria e del mondo delle costruzioni, modelli che sono basati su un set di assunzioni che stanno diventando, in
modo crescente, di scarsa applicazione nel business del nuovo millennio. Ormai è necessario sviluppare tecniche e metodologie che si adattino allo scenario in continua evoluzione.
Il libro delinea un nuovo approccio al project management (verifica continua degli obiettivi, stakeholder più vicini, maggior flessibilità nelle variazioni di rotta, team sempre più virtuali, ecc.) che non è basato su teorie accademiche, ma sull’esperienza vissuta in centinaia di progetti
sviluppati da importanti società di consulenza internazionali. Il modello che viene proposto, frutto della ottimizzazione degli autori delle esperienze raccolte, risulta il più semplice che si possa adattare a realtà complesse, e allo stesso tempo “completo quanto basta”.
Il libro è pertanto un valido strumento nelle mani di project manager che hanno il coraggio di percorrere vie nuove e più partecipative nelle modalità di gestione dei progetti loro affidati; vi potranno infatti trovare validi spunti, utili per migliorare i risultati dei progetti attraverso l’attenta gestione della relazione con tutti gli stakeholder. Nel mondo anglosassone, tale metodologia di project management è conosciuta con molti nomi quali radical project management, agile project management, extreme project management.
Il libro presenta l’estrapolazione da questi modelli delle tecniche migliori o comunque quelle che gli autori ritengono maggiormente applicabili nelle aziende italiane, volendo in tal senso contribuire anche all’ammodernamento del sistema paese e al suo sviluppo sostenibile”………

“…..Quante volte abbiamo partecipato a lunghe riunioni inconcludenti, o ci siamo chiesti come rendere più produttivo il nostro pensiero e quello delle persone con cui ci confrontiamo? Spesso a ostacolarci è la confusione: come un giocoliere che usa troppe palle, in noi si sovrappongono creatività, logica, aspettative ed emozioni che non sappiamo gestire. Il sistema inventato da Edward de Bono, e già abbracciato da diverse aziende, consente di scomporre il nostro modo di
pensare, affrontando un aspetto alla volta. Si tratta di interpretare ruoli fissi (i cappelli) che incarnano diversi punti di vista, anche quello più lontano dalla nostra indole; questo ci libera dagli schemi creati dalla posizione o dal carattere, permettendo agli ottimisti di esprimere pensieri negativi o ai razionali di provare a essere creativi. Un metodo pratico, semplice, che consente di ottimizzare tempo e risorse, e magari di divertirsi nel farlo…..”……

……”Per semplificare qualcosa bisogna conoscerla a fondo. Senza lo sforzo di capire, la
semplicità è semplicismo. Unita alla comprensione è vera semplicità…”

…”Dilts afferma che dopo aver “studiato Walt Disney” si è reso conto che la chiave del suo successo era quella di essere “tre persone diverse” quando aveva idee creative: un sognatore (che spara alto senza filtri) un critico (che mette sotto il microscopio le idee del sognatore) ed un realista (che trova come realizzare le idee del sognatore nel mondo reale). Come avrai capito, nel metodo di Dilts c’è anche molto di De Bono…”…..

…questi libri sono alla base del mio lavoro….come lo stetoscopio per il medico e il calibro per il tornitore.
…non contengono risposte…sono il metodo per fare le domande..
…che risposta vuoi avere se non hai ben presente la domanda da fare?

rendiamo “evidentemente” Topic tutte queste parole..

Camila si è ritirata da Toronto…la versione ufficiale è quella che si comunica al wta “Malattia”…
…che informazioni abbiamo sulla non veridicità di questa motivazione?
…e se anche Matteo e Alberto avessero altre informazioni…magari vere e direttamente da Sergio….secondo voi sarebbero autorizzati a pubblicarle?….il sito Ufficiale di Camila Giorgi che denuncia Camila Giorgi di aver falsificato un certificato medico…mandato ufficialmente al WTA.
…perciò di che vogliamo parlare….è malattia…..basta. Vogliamo sapere se guarirà presto?….Voi quando facevate “sega” a scuola (…bigiare la scuola… per i lombardi….) per “malattia” …il giorno dopo vi facevate vedere belli e arzilli?… Camila è stata malata….sicuramente passerà presto…e sarà pronta per il prossimo torneo…e se avrà una ricaduta (speriamo di no) salterà anche il prossimo….
…uno si iscrive a tutti i tornei poichè può accadere che per qualche motivo qualcuno all’improvviso può saltare…per malattia o per altro…che centra la programmazione giusta o sbagliata….la programmazione si imposta 4 mesi prima….poi ci si adatta in base a salute, forma…e risultati nel torneo precedente.
…e poi sbagliata rispetto a che?…….
Camila da sempre ha scelto di fare i premier …anche passando dalle qualificazioni piuttosto di andare a fare k250 in cui sarebbe stata direttamente nel MD…..e qualcuno si lamentava addirittura della mancata scelta di itf k100 dove sarebbe stata TdS……e ci stupiamo che adesso che è nel MD di tutti i premier… vada a giocare i Premier?……dovrebbe andare a fare gli International?….. ma per fare che?
…Più punti?…più soldi?…sui punti si può discutere…. sui soldi no…i Q a Mosca ….un k650$ (non un k250$) hanno pagato poco più dell’uscita al primo turno di Bejing…..i Q a Bad Gestein hanno pagato meno dell’uscita al primo turno di Montreal… l’uscita al 2°t delle quali di madrid paga quanto un 2° turno in MD in un k640$ (Birmingam)….
…Camila non può stare ferma da Wimbledon a US Open….a parte che non sta ferma…ma se anche fosse su quale base si afferma questo….nel 2013 stette ferma da Wimbledon a US Open …e ci ricordiamo come andò…. ma anche in quel caso non stette ferma per “capriccio”….c’era una spalla a pezzi da “Salvaguardare”….e visti i risultati (non fu costretta ad operarsi….”prima vittoria” …340 punti “seconda vittoria”…164.000$ “terza vittoria”) il “fermo” ha pagato bene…..
…Sara Errani si programma da Errani…Camila si programma da Camila….
…C’è chi va al Tour de France per arrivare 5° nella Generale e c’è chi ci va per vincere due tappe e basta…ma quelle tappe magari sono l’Izoard e il Tourmalet…..c’è chi fa il “succhiaruote” e chi scatta al primo colle e cerca di “fare il vuoto” ….non ci riesce?….ci riprova la tappa successiva…..
Camila nel 2014 tra luglio e ottobre ha fatto due uscite al primo turno e poi una semifinale premier, altre tre uscite al primo e una finale International….(con MP).. .delle 7 sconfitte ne abbiamo viste solo due (semifinale e Finale)…delle altre con Safarova ha perso per 2 punti 88 a 86 e con uguale numero di palle break procurate….ne ha solo trasformate una di meno di Lucie…che era pur sempre una n° 13 con Rodionova ha perso facendo tre punti in più e stesso numero di break…con Vesnina ha perso facendo più punti e più break…ma così è il tennis….avesse vinto alcune di queste partite…..forse avrebbe fatto più secondi turni…ma non avrebbe fatto ( forse) Semifinali e Finali…chi può dirlo…..guardate la Bicicletta che ha preso Karin da Roberta…Karin dei miracoli delle ultime settimane…Karin del suo quasi Best Ranking…che prende 6-0 6-0 da una Roberta sicuramente solida ma non certo un rullocompressore….
questo è il tennis….uno sport che non segue le logiche dello sport….lo sport del diavolo…
….Camila è una sportiva professionista e deve i suoi guadagni alla passione dei suoi fans…..
…non proprio….il tennis è un gioco…non è uno sport…
…e i tennisti professionisti sono degli uomini di spettacolo… se vincono partite vincono soldi…se perdono partite non vincono soldi… I tennisti professionisti sono delle “società a scopo di lucro” che fanno dello spettacolo Tennis la loro fonte di reddito….potrebbero dichiarare addirittura di “odiare” i propri tifosi e continuare a guadagnare….basta che vincano partite…e se hanno il punteggio sufficiente hanno diritto ad iscriversi ai tornei…e i tornei hanno l’obbligo di farli iscrivere…e se vincono hanno l’obbligo di pagargli il prizeMoney………Camila è forse l’unica professionista della Racchetta che permette ad un sito di dichiararsi sito Ufficiale e di lasciare un Blog aperto a tutti….Sergio è l’unico Allenatore/Manager di una top 100…poi top 50 ora top 30 che accoglie tutti i tifosi che lo vanno a trovare nei tornei e ci passa ore e ore a parlare….spesso prodigandosi per trovare (ove possibile) biglietti gratuiti, pass e perchè no…anche dei buoni pasto per la Mensa Atleti….
I Giorgi sono…in termini di Marketing… un Progetto Estremo (….di qui il primo libro che vi ho consigliato)
Progetto Estremo è il loro approccio allo sponsoring….al Ranking…alla comunicazione…
Non ragionate mai su come gestireste voi….non date mai per scontato che il “bene di Camila” coincida con ciò che per voi è “bene”….abbiamo tutti troppe poche informazioni per soltanto ipotizzare cosa è meglio e cosa no…..se è meglio un torneo o un’altro…chi fa 24 tornei l’anno (tolti gli obbligatori) a volte sceglie un torneo piuttosto di un’altro solo perchè ama di più una città piuttosto che un’altra, un albergo, piuttosto che un ristorante…o un campo da tennis ….o perchè in quella città ci abita una vecchia amica d’infanzia…..esistono decine e decine di variabili che fanno fare una scelta piuttosto che un’altra…
….e noi dai nostri divani…e sul “nulla” delle informazioni che abbiamo, giudichiamo giusta o sbagliata una scelta fatta da persone che 24 ore su 24 pensano a “cosa è meglio fare” …per “lorstessi”….

Tutto ciò non ci toglie certo la possibilità di dire la nostra….ci è stata concessa in uno spazio Ufficiale….e non ci toglie certo la possibilità di dire “Secondo me….”
….ma dobbiamo essere coscienti che si tratta di un “Secondo me”….
…l’amore e l’affetto per Camila…e per il suo gioco.. ci permette anche di fare la parte del grillo parlante ben oltre anche i limiti dell’educazione (…riferito a quelli che continuano a dire ((ormai poco “qui” per fortuna)) che Sergio dovrebbe lasciare libera Camila di scegliersi un’altro allenatore)…….
Camila è liberissima di scegliersi l’allenatore che vuole…e vuole Sergio…punto.
….
ho passato alcuni giorni con Big …durante il torneo di Istanbul …..io gli ho raccontato la Mia Camila…lui mi ha raccontato della Sua Camila…..sono due Camila molto diverse….ed io non so chi abbia ragione…anche se io l’ho conosciuta e lui no. Sicuramente sono “vere” tutte e due…..la Sua e la Mia….
…Camila però è Camila…..deciderà lei cosa è meglio per lei….cosa vorrà fare domani….cosa vorrà fare della sua vita e della sua carriera….se vuole imparare dai nostri consigli o dai suoi errori o successi…
…lei dice spesso gioco il mio gioco….e in fondo dice…gioco io con la mia vita…
…..vi verrà da ridere ma Federica Pellegrini non fa il bagno in mare aperto…..(parole di Malagò)….
….ha paura di nuotare dove non tocca…….. Camila ama fare le cose che non fa nessuno….chi sono io per giudicarla…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.