Fed Cup: Italia sconfitta 3-2 dalla Francia. Per Camila una vittoria contro Cornet e una sconfitta contro Garcia



Fed Cup: Italia sconfitta 3-2 dalla Francia. Per Camila una vittoria contro Cornet e una sconfitta contro Garcia

Sabato. Gran vittoria per Camila a Genova, nel primo turno di Fed Cup: dopo il successo di Sara Errani, ha infatti portato l’Italia sul 2-0 sconfiggendo Alizé Cornet per 6-4 6-2. La venticinquenne francese, numero 19 del ranking WTA, quest’anno aveva giocato a Sidney, subito eliminata da Agnieszka Radwanska e agli Australian Open, dove aveva sconfitto Shuai Zhang e Denisa Allertova prima di perdere da Dominika Cibulkova. Ricordiamo come nella scorsa stagione Camila e Alizé si erano già sfidate tre volte: in due occasioni aveva vinto la francese (agli Australian Open e nella finale di Katowice) e in una Camila (a Strasburgo).

Camila ha giocato un’ottima partita, non concedendo mai un break all’avversaria e chiudendo con ben 34 vincenti contro 23 errori non forzati.

A fine incontro ha dichiarato: “Sono stata solida sia al servizio che in risposta, pur avendo mantenuto il mio gioco sono stata più paziente. Quando ho capito che ce l’avrei fatta? Non so, nel tennis non si può mai dire fino all’ultima palla. Ma se avessi continuato così, sapevo che sarebbe andata bene. Il pubblico è stato un aiuto, ma quando sono solida le cose generalmente vanno bene”

Ecco il tabellino del match:

Camila firma autografi alla fine del match

Domenica. Sconfitta in tre set per Camila contro Caroline Garcia. Dopo aver vinto il primo set per 6-4 la francese è rientrata perentoriamente in partita aggiudicandosi il secondo set per 6-0 e vincendo il terzo per 6-2. Nel primo match di giornata Sara Errani era stata sconfitta in due set da Kristina Mladenovic. Nel doppio decisivo vittoria delle francesi Mladenovic/Garcia su Errani/Vinci per 6-1 6-2. L’Italia conoscerà nei prossimi giorni l’avversaria proveniente dal World Group II contro la quale disputerà i playoff per rimanere nel World Group anche nel 2016.

About the author

Alberto Brumana – Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato www.CamilaGiorgi.it. E-Mail: . Twitter: @AlbertoBrumana

Related Posts

421 Comments. Leave your Comment right now:

Forza Cami e Sergio: risolviamo questi black-out….basta con spettatori che si sentono male o buche inesistenti….la prossima volta x fermare Cami devono chiamare i marziani.

io non ho visto alcun blackout: camila ha perso ma la sua potenza, la sua classe è rimasta perfettamente integra. Sabato ha dimostrato come può distruggere una avversaria, domenica c’è mancato un pelo… Una vera forza della natura, se mantiene la sua concentrazione, la sua velocità e soprattutto, la sua imperturbabilità, non avrà avversarie, perché le distruggerà una ad una…
come ha già fatto con la sharapova…
avanti così, è un piacere vedere tanta classe !

Io non dico che non si doveva giocare sulla terra, dico solo che bisognava preparare un campo perfetto. É una questione di serietà. Poi forse lo stadio era un po’ miserello, ma questo riguarda la squadra in generale e non Camila.
Oggi la Francia ha trovato una grandissima giornata, le nostre un po’ meno. Bisogna essere sportivi.

Ragazzi, ogni tanto capitano giornate così, anche Seppi ha perso la finale di Zagabria, il doppio più forte del mondo raccoglie solo pochi games… incredibile….
Quando non ce n’è non ce n’è….Comunque si vince e si perde tutti insieme.
Un bravo a Sara e Camila per i 2 punti conquistati. Purtroppo non è basato…
Ci rifaremo la prossima volta.

Claudio Giua di Repubblica deve aver fumato pesante, oppure è un rosikone; l’Italia perde, la delusione è Camila. http://www.repubblica.it/rubriche/monday-s-net/2015/02/08/news/mauresmo_barazzutti-106829653/?ref=HRLV-1

Le dichiarazioni di Cami ai microfoni di super tennis sono abbastanza chiare. Niente turbe psicologiche ma semplicemente le gambe non giravano come ieri. Anche durante il primo set non si sentiva al meglio.

di solito quando perde dice sempre cosi’. -)

schiavone passa quali contro promessa francese dodin…almeno lei. -)
barbieri fuori

sbagliato ..schiavone ha vinto ma manca ancora un turno

uscito md anversa..
incredibile ho indovinato..

Abbiamo perso sì… ma è solo la Fed Cup… quindi chi se ne frega?
Vamooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooos!

beato te che non te ne frega niente..
a me scoccia perdere anche a ruba mazzetto..

che caporetto.
è andato tutto storto oggi….però onestamente c’è da dire che questa scelta di giocare lì così io non l’ho capita….il campo sembrava davvero un campetto di periferia di qualche paesello sperduto….il tifo della gente era inesistente….praticamente giocavamo in trasferta…mah.
Venendo alla partita di camila che dire??
Ieri era sabato oggi domenica….ieri estate oggi inverno….ieri mare oggi montagna…ieri rosso oggi nero….
non che mi aspettassi una prestazione tipo quella di ieri (la perfezione non può essere la normalità) ma cmq delle attenuanti ce le ha….l’ho vista molto più tesa….forse il fatto di sentirsi la responsabilità del passaggio l’avrà condizionata più del dovuto…e poi il fatto della linea….dai non si può ina competizione seria avere un’organizzazione così scarsa.

Purtroppo siamo stati dei polli….e polli 2 volte….

1) sappiamo che Cami non ama le interruzioni e cosa facciamo.
Prestiamo il fianco alle francesi presentando un campo indegno….grazie alle buche loro interrompono gioco e ritmo….
dopo la stesa di ieri la Mauresmo era corsa ai ripari preparando tatticamente le contromisure, impostando una partita con la Garcia, x togliere il fiato a Cami e non farla carburare (ok la Garcia gioca già aggressiva di suo, ma oggi ha accentuato ancor + questa predisposizione)….
nonostante questo Cami la stava portando a casa giocando una partita accorta e attenta….
la Garcia non è cresciuta dopo la famigerata pausa (già nel 1 set aveva servito e giocato bene!) semplicemente Cami non è + pervenuta….

2) tutta sta tiritera sul fatto che abbiamo il doppio + forte del mondo (senza considerare che Sara è in condizioni precarie di forma e senza tenere conto dei segnali negativi dell’AO) e con la Vinci che in doppio in Fed Cup non aveva mai perso non ha fatto altro che illuderci, farci sedere sugli allori e motivare le francesi….
purtroppo chi si loda si imbroda.

Chapeau alle francesi a non mollare sotto 2/0, ma noi tanto tanto tanto polli…….

Sembra di rivivere l’incubo di quasi 20 anni prima, 2-0 in Francia e poi il tracollo con Gaudenzi mezzo infortunato battuto all’ultimo match da Boetsch. Però qui giocavamo in casa, con un campo squallido, dei seri dubbi di non aver scelto la superficie migliore, un’organizzazione altamente deficitaria e soprattutto con la brillante idea di giocare a Genova con i francesi quasi in maggioranza (se non altro come organizzazione di tifo e cori). Insomma, un disastro.

me la ricordo…
mi hai aperto una vecchia ferita. -)

è vero quello che hai scritto su organizzazione pero’ non è un motivo che puo’ giustificare la sconfitta…
ieri le nostre son state piu’ brave..oggi lo sono state le francesi…
purtroppo oggi si son giocate tre partite…

disastro nel doppio…
alzi la mano chi dopo ieri pensava che potessimo perdere 3 2…
io non ci pensavo proprio..

ho visto la finale del misto degli ao..ma siamo sicuri che sia la stessa mladenovic ?
non l’ho vista con sara ma in doppio è stata pazzesca ….

ci tocca rimboccarci le maniche e pensare al match salvezza

Tutto storto per l’Italia, tutto giusto per la Francia. Quando ricatterà una giornata così? Forse mai.
Per quanto riguarda Camila. si era già un po’ deconcentrata prima dell’interruzione, poi le cose sono peggiorate. Garcia era in crescita e ne ha approfittato. Niente drammi, c’è solo da tener presente che se si vuole fare a palate con uno più grosso e in forma, si perde. Quello che aveva fatto Sara con la Garcia era stato di fare in modo che non potesse scatenare la sua potenza, alquanto devastante. Poi, se una ti azzecca ace a ripetizione, che ci puoi fare?

Bisogna essere sportivi e ammettere che la Francia ha ampiamente meritato (e non sapete quanto mi costa riconoscerlo!). La Garcia ha giocato con gran classe, ha servito contro Camila in un modo strepitoso e ha rischiato molti vincenti, andato a segno sbagliando non di molto gli errori forzati. Per Camila, invece, è stata una giornata un pò infelice al servizio, ma soprattutto secondo me ha sofferto anche l’aggressività in risposta di Caroline che oggi, doppio compreso, ha giocato da autentica fuoriclasse, la vera numero uno del tennis francese. Grande personalità per la Mladenovic, fin dal primo punto ha badato al sodo ed ha mostrato (ma non è una sorpresa per me) un gioco potente ma con tocco e soprattutto quel bagaglio tecnico utile nel cercare soluzioni rischiose ma vincenti. C’è poco da fare: messa alle strette con 0-2 dopo la prima giornata Amelie non poteva fare diversamente, cioè inserire le uniche giocatrici di classe e tocco sia in singolare e in doppio e defenestrare l’attricetta arrotina che purtroppo, ahinoi, ha avuto il buon senso di mettersi da parte e consegnare alle sue compagne un attrezzo che sanno come maneggiarlo a dovere:la racchetta.

la mauresmo fa la mossa vincente , tenendo fuori cornet e mettendo dentro una mladenovic pazzesca. Barazzutti invece….. decide per la terra rossa più o meno un campo di patate….

Ho visto Karin in tribuna.
Qualcuno ha visto Camila?

No. Solo Sergio. Stara’ ancora negli spogliatoi a spaccare tutto! Vedo che nel doppio c’ e’ stata una stesa clamorosa. Non seguo il doppio, ma credevo che esser numero uno e coppia affiatata volesse dire qualcosa. Evidentemente no. Comunque se l’ Italia e’ fuori e’ tutta colpa di Camila. Anzi no. Di Sergio.

…ma va? Io proporrei di vietargli l’ingresso quando gioca l’Italia… perché anche dalle tribune influenza negativamente Camila… sempre se Camila verrà riconfermata visto che con la sua tremenda sconfitta ha rovinato tutto ciò di buono che Errani ed il doppio più forte del mondo hanno fatto in questo w.e.
Ed anch’io, come suggerito dal mio avvocato preferito, la chiudo qua, anzi no, faccio ancora una proposta:
SERGIO GIORGI C.T.

Che succede?
Sembra una giornata stregata…sveglia!

Mah, oggi la Garcia ha azzeccato al giornata buona. E le nostre secondo me sono entrate in campo convinte di aver già vinto. Mi sbaglierò, ma secondo me questo spiega molte cose.
Speriamo che Sara e Robi abbiano la forza di resettare il conto, ma per ora le stanno prendendo di santa ragione…

Succede che sara purtroppo è in una condizione precaria e tira piano piano piano . Poi aggiungo , Corrado ai deciso di schierare Camila ma gioca sul veloce. Tutto sbagliato NCHE LA SCELTA DI GENOVA. dispiace ma sembra di giocare a parigi.

Stranamente Cami ha giocato decisamente meglio contro la Cornet che sulla carta avrebbe dovuto metterla più in difficoltà’ con il suo gioco rispetto alla Garcia che avrebbe dovuto darle il ritmo di cui lei ha bisogno per esprimersi al meglio. Per me il suo ritmo lo avrebbe trovato e con questo colpi vincenti oggi mancati se non ci fosse stata questa benedetta interruzione!

Ah, e dimenticavo: io ho sempre avuto una grande ammirazione per Sara, e non l’ho mai criticata anche se non mi esalta il suo gioco. Spero che qualcuno non la voglia criticare per la sconfitta di stamane, come mi auguro che lo stesso rispetto sia dato a Camila!

E forza per il doppio, Sara e Roberta saranno caricate a molla, spero che possano portare a casa il punto che ci serve!

Quando uno è in condizioni di inferiorità dal punto di vista sportivo, a volte gioca a fare il furbo buttandola nella bagarre. Questo è quello che è stato fatto a Genova, per la convinzione della FIT che le italiane fossero inferiori alle francesi.
Purtroppo non hanno considerato che, da quando abbiamo Camila, in inferiorità sportiva ci sono gli altri. E così il campo di patate ci si è ritorto contro, perché Camila è penalizzata molto dalle interruzioni. Pazienza, la Garcia ha giocato meglio ed ha meritato, onore al vincitore e ci rivedremo alla prossima.

Però, per la prima volta da che seguo Camila sono contento che abbia perso (e penso che gente come San Tommaso, Eulondon, Entropia e Teus siano d’accordo con me):

Camila ha perso “a modo suo”, e in panchina, proprio al suo fianco c’era Corrado Barazzutti dal “tocco magico e rasserenante”. Il che dimostra, spero in modo inoppugnabile, che NON esiste l’allenatore che vince al posto tuo(TM). E vi prego di notare che Sergio, durante le partite, è in tribuna, non in campo, mentre Corrado era sempre, ma proprio sempre, a fianco di Camila, e nonostante tutto non è bastato.

Perciò, ragazzi miei, da oggi in poi, risparmiateci la solita menata su Sergio che stressa Camila… così almeno questa sconfitta non sarà stata vana.

Grazie Camila, e come sempre:

Voglio sperare che il campo scadente non fosse voluto. Sarebbe stato un gesto insensato.
Io avrei preferito vedere Camila vincere anche oggi perché non sento la necessità di una sconfitta con Corrado seduto vicino per difendere Sergio. Il primo non finirà mai di ringraziare il secondo per il lavoro fatto.

Ace non mi fraintendere: la mia non è una critica a Corrado, ma solo la constatazione che in campo ci vanno i giocatori, con pregi e difetti, non gli allenatori!

Ghaal, il tuo commento è chiarissimo.
Io ribadivo solo che quelle critiche non vanno neanche prese in considerazione. Corrado fa il capitano e Sergio l’allenatore…chi non capisce non vuole capire. Non badiamoci!

Ghaal, purtroppo non posso darti in pieno ragione perché quando Camila perde, dovesse giocare anche il torneo dei bar, rosico e rosico parecchio… però come sottilmente ed intelligentemente fai notare il fatto che Sergio non fosse in panchina fa strabordare l’altra metà del bicchiere che quindi non è mezzo pieno ma di più… credo però che la tua speranza sia vana… chi, anche qua, non perde occasione per stigmatizzare ogni sconfitta di Camila per autodarsi ragione sulla non-competenza di Sergio e sul suo essere una presenza negativa al fianco della nostra, lo farà ancora tutte le volte che Camila incontrerà una giornata negativa (e ce ne saranno fin quando giocherà perché questo è il tennis) o una giornata normale con l’avversaria però che trova per tutto l’incontro un servizio monstre… ieri come ho già scritto ero a Genova e posso affermare che Garcia aveva mandato in campo sua sorella, altroché alchimie tattiche e strabilianti strategie tennistiche… oggi avete visto tutti come ha servito ma questo non inficia il fatto che abbiamo perso e meritatamente… abbiamo perso… perché quando camila vince, LEI vince e non potrebbe essere altrimenti, quando Camila perde… ABBIAMO PERSO insieme a lei, quelli come te e me… ed assolutamente non per farle pesare di più la sconfitta ma anzi per rendergliela più leggera, per fare in modo che questa condivisione con noi che probabilmente non sa neppure che esistiamo, le renda idealmente meno pesante il fardello della delusione… poi il fatto che io rosichi è vero, ma lo faccio con la sua patente ed il mio rosicare è quindi molto semplificato da vero rosicatore da divano… diciamo che Camila sa regalarci anche queste emozioni, e le emozioni se fossero sempre di gaudio perderebbero la loro parvenza di realtà, non credi?
Concludo con il mio nuovo motto per rafforzare la tua tesi:
SERGIO GIORGI C.T.!

quando ha questi cali deve trovare il modo di ritrovare la concentrazione,pero’ è un problema perchè il suo tipo di gioco quando non funziona le fa’ commettere tanti gratuiti ed anche rapidamente,per cui la partita scivola via..

c’è bisogno anche di trovare qualche accorgimento tecnico-tattico che le permetta di ritrovare il ritmo

Tra due giocatrici simili nel gioco di forza e di attacco, ha vinto quella che ” oggi ” ha giocato meglio,che ha sopratutto servito meglio, caricandosi sempre di più perchè tutto le andava bene.
Niente può comunque cancellare la grande partita di ieri.
Purtroppo si è ripetuta una giornata no dopo una grande prestazione.
Camila ha cercato di rientrare nel match, ma Caroline oggi era più forte ed ha giustamente vinto.

Cami , siamo sempre con te, più di prima.

Mi ripeto ancora una volta.

L’ultimo step da fare è quello mentale. Stava giocando una buona partita ( non eccellente ), poi arriva il solito granello di sabbia e si inceppa il tutto : buio totale. Come è già successo in passato. Deve maturare ed imparare ad avere la capacità di resettare anche se qualcosa va storto. Ovviamente polli gli organizzatori, che hanno messo su un campo di patate, polli noi e furbi come sempre gli altri che chiamano l’interruzione sulla palla break.

Però allo stesso tempo non è che se una cosa ti va male, allora ti parte la venta e fai 2 giochi in 2 set.

Ma il bicchiere è mezzo pieno.

Detto ciò è stato provato che Barazzutti o Sergio Giorgi non cambia un cazzo. Oggi sono arrivati i doppi i falli ed il black out mentale con Barazzutti in panchina, dimostrazione che la gente scrivere tanto per scrivere.

Ora sotto con Anversa, domani partirò per il Belgio insieme a Giovaneale sperando di poter godere di belle vittorie

Concordo con te , l’interruzione ci ha danneggiato e l’organizzazione è stata davvero pessima . NOn si può giocare in un campo cosi! tuttavia non possiamo attaccarci alla interruzione. cami deve migliorare . punto.

Certo, lo sto ripetendo da due mesi che deve fare un ulteriore salto di qualità sotto il punto di vista mentale e di gestione della partita.

Giornata che era già difficile e che si è complicata terribilmente con la pausa x un campo impresentabile….
Cami uscita dalla partita e non + rientrata se non parzialmente nel terzo set….
Garcia ottima col servizio….
ma Cami non trovava + il campo….
come ha detto Hector il mix di Eastbourne con Woz e Roma con McHale….

La solita Camila. Ogni tanto fa urlare di gioia e gridare alla TOP PLAYER giusto poi per smentire il giorno dopo. Oramai la mia idea me la sono fatta, è una Lisicki 2.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.