18558921_10154748248816902_8540429817869756163_o

Al primo turno del Roland Garros, secondo Slam stagionale, Camila è stata sconfitta dalla francese Oceane Dodin, numero 57 del ranking mondiale, per 6-2 6-3 in 65 minuti di gioco.

Primo set: 2-6. Camila perde il primo servizio, è più in difficoltà del solito sulle prime e non ha grandi chance sul servizio della francese. Perde a zero anche il servizio del settimo gioco, mentre l’ultimo game del set è lunghissimo, durando 22 colpi in cui succede di tutto, con una miriade di ace e doppi falli della Dodin, che annulla 5 palle break e porta a casa il set.
Secondo set: 2-6 3-6. L’inizio è drammatico, con Camila che perde subito i primi tre game. Nel quarto ha tre palle break, ma la francese riesce ad andare sul 4-0. Camila però si riprende, piazza un parziale di 12-3 e torna sotto di un solo break, ma la Dodin torna a prendere in mano il gioco e chiude al nono game.

Camila tornerà in campo sull’erba di s’Hertogenbosch dal 12 giugno.

Ecco il tabellino del match:

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon
    Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon
  • WTA Birmingham, Camila ai quarti: battuta anche la Svitolina!
    WTA Birmingham, Camila ai quarti: battuta anche la Svitolina!
  • Wta Birmingham: Camila al secondo turno, trova Svitolina
    Wta Birmingham: Camila al secondo turno, trova Svitolina
  • A Birmingham Camila accede al main draw: troverà la russa Vikhlyantseva
    A Birmingham Camila accede al main draw: troverà la russa Vikhlyantseva

398 Comments. Leave your Comment right now:

  1. fabius by fabius

    Sono molto preoccupato.
    Camila non è nel tabellone delle qualificazioni, ma sul sito del torneo neanche in quello principale.
    È successo qualcosa?

    • r.b. by r.b.

      Guardiamoci la finale del Roland Garros che è meglio….finalmente una che tira forte, è sempre aggressiva però tiene la palla in campo…. 🙂

    • by Fabblack

      A quella lista (di 24 nomi), aggiungendo 6 qualificate, mancano due nomi.

    • robdes12 by robdes12

      penso che non abbiano avuto voglia di rifare la schermata dopo che sono state annunciate le defezioni. Poi, come sappiamo, è pure possibile che non vada in Olanda per un qualche motivo, in tal caso ce ne faremo una ragione.

  2. r.b. by r.b.

    Beh il tabellone delle quali è comunque molto interessante…. 🙂
    Si segnala la presenza di Fanny Stollar, ungherese di soli 18 anni, ma già nota agli appassionati, come del resto Sofya Zhuk o Katie Swan…sono queste (e anche altre) che si contenderanno tra qualche anno i piani alti del ranking…. 🙂

  3. by lucio

    Finalmente un po’ di fortuna……….speriamo ci sia anche domani nell’estrazne del MD.

  4. robdes12 by robdes12

    Bisogna ammettere che come talent scout Camila è da paura: Tutte quelle che ha battuto prima o poi fanno un grande risultato. Una volta passi, due può essere buona sorte, ma davvero non si contano più le avversarie messe in un angolo che poi hanno fatto faville. Se solo questo le facesse entrare in testa che il suo vero valore sarebbe proprio quello di qualcuno che batte chi è predestinato al vertice…purtroppo per ora questa convinzione non le è ancora penetrata nel profondo. Speriamo che avvenga un bel giorno.

  5. fabius by fabius

    Mi sa tanto che Camila domani non gioca.
    Penso, e temo, che alla fine entri direttamente nel MD.
    Dico temo perché secondo me era meglio un approccio graduale contro due avversarie di livello inferiore, piuttosto che un primo turno in cui potresti trovare di fronte una avversaria tostissima, e comunque anche i 18 punti delle quali in questo momento sarebbero tanto utili.
    Ma queste sono cose fuori dal nostro controllo e da quello di Camila, che deve solo controllare che le risposte non finiscano in rete e i dritti fuori campo, e questo dipende solo da lei.

    • Massimiliano by Massimiliano

      In effetti è uscito il tabellone di quali e Camila non c’è, ergo dovrebbe essere nel main draw.

    • by Fabblack

      Invece, considerando che degli eventuali 18 punti ne dovrebbe comunque scartare 13 del sedicesimo risultato, meglio andare direttamente al main draw: intanto giocare e dover vincere due partite per guadagnare 5 soli punti è antieconomico, e poi se proprio aveva interesse per pochi punti in più od in meno, avrebbe potuto fare scelte diverse di programmazione in varie occasioni del passato, anche recente.
      Se dovesse andar male Den Bosch, dovrà fare comunque le qualifiche a Birmingham e poi ad Eastbourne, prima di Wimbledon, tutto in meno di un mese: per una abituata a giocare poco come lei, si rischia addirittura di andare in overwork!!

      • fabius by fabius

        Era più rilevante l’aspetto dell’approccio graduale: nelle quali, visto il campo delle partecipanti, ci sarebbero state due partite relativamente facili, almeno sulla carta, per entrare in condizione ed affrontare al meglio chi capiterà nel sorteggio di primo turno, che potrebbe essere assai difficile, vista la presenza di Bertens, Kontaveit, Vandeweghe e compagnia bella.
        Comunque va bene così, passiamo il week-end nella tranquilla ansia del pre-torneo.

      • by massimo2

        L’improbabile spesso si realizza Camila è in MD! Speriamo che sappia sfruttare questa possibilità….

  6. fabius by fabius

    Finalmente!

    Camila è la numero uno d’Italia!

    Non sono impazzito , non ancora, ma Camila oggi è al primo posto tra le italiane nel ranking.
    OK, non in quel ranking malfatto gestito dalla WTA, ma nel “vero” ranking, quello basato sul sistema ELO che tiene conto del valore degli avversari e non dei punti dei tornei.
    Conosco un paio di siti che tengono aggiornato questo ranking settimanalmente, ed in entrambi al 29 maggio, valido attualmente, Camila è davanti alle altre italiane.

    In uno si ha https://tenniseloranking.blogspot.it/2017/05/womens-elo-rankings-29052017.html

    51 Camila Giorgi 1549
    52 Sara Errani 1548
    …….
    61 Roberta Vinci 1528
    …….
    69 Francesca Schiavone 1514

    nell’altro http://tennisabstract.com/reports/wta_elo_ratings.html
    53 Camila Giorgi 1868.1
    54 Roberta Vinci 1866.7
    ……..
    61 Sara Errani 1848.8
    ……..
    84 Francesca Schiavone 1786.8

    I due siti usano parametri un po’ diversi per i calcoli, da cui derivano i diversi valori di rating, comunque concordano nell’assegnare il primo posto a Camila.
    D’accordo, valgono come il due di briscola, però, dai, almeno una piccola soddisfazione virtuale da parte di terzi imparziali e basati solo su aridi numeri magari dà quella spintarella per trasformare la cosa in forma più concreta.

    • doherty by doherty

      ci attacchiamo a tutto ormai..:-) 🙂

      ma tengono conto solo del valore delle avversarie o anche del torneo in cui si sono affrontate ?

    • by massimo2

      Speriamo che sia di buono auspicio per Camila, il primo segno che il vento cambia… tanto più che si tratta di un sistema di rilevazione piuttosto affidabile perchè è continuamente aggiornato nel pesare il valore del tennista con diversi parametri fra i quali anche quelli relativi all’importanza del torneo. ed è utilizzato universalmente. Andrebbe però aggiornato in quanto dopo il 29 maggio l’Errani ha vinto partite a Bol, prima della grave sconfitta con la Maia.

      • fabius by fabius

        Lo aggiornano ad ogni aggiornamento del ranking ufficiale, quando ci sono gli slam resta fermo 2 settimane.

  7. by massimo2

    C’è possibilità che venga assegnata una WC a Camila per s’Hertogenbosch, dato che la terza non è stata ancora assegnata e forse la Ostapenko rinuncerà al SE?
    Ma forse è meglio cominciare dalle qualifiche…

    • by lucio

      Dalle qualificazioni dovrà sicuramente partire nei prossimi tornei …….se riuscirà ad entrare nel MD a mio avviso sarà solo una grande occasione da sfruttare.

    • fabius by fabius

      Per le WC bisogna avere santi in paradiso, o una grande carriera alle spalle, o ancora essere del posto, quindi resta una ipotesi assai improbabile.
      Ma giocare le qualificazioni già questo sabato non lo vedo come un problema, semmai una opportunità di raggranellare qualche punticino in più, come fatto a Strasburgo.
      Diventa invece un problema nella sequenza dei successivi tornei, con la potenziale sovrapposizione di impegni e la nota difficoltà di Camila di mantenere un buon rendimento per più impegni consecutivi.
      Ma nessuno si aspetta o pretende che faccia bene in tutti e tre i tornei pre-Wimbledon, sarebbe già positivo fare bene (intendo i quarti nell’international ed il primo turno nei premier) anche in uno solo dei tre, e poi giocare alla roulette dei sorteggi a Wimbledon.
      Questo potrebbe essere già sufficiente, credo, a garantire il MD agli USO, che vorrebbe dire affrontare con un minimo di maggior serenità il prosieguo della stagione.

      • by fraronz

        insomma, minimo aziendale …:) 🙂

      • by LucaA

        anche perché poi, dopo lo US Open, la sua stagione sarà quasi finita

        • fabius by fabius

          Intendevo che, se dopo Wimbledon è garantito il MD agli USO, i tornei successivi, nelle sei settimane che precedono gli USO, li può affrontare con maggiore serenità.

      • r.b. by r.b.

        Beh un Santo qui nel sito ce l’abbiamo…. 🙂
        Non so se basti quello…. 🙂

    • Massimiliano by Massimiliano

      In realtà partire dalle quali non sarebbe poi così male, perché almeno così non rischierebbe di beccare subito una testa di serie.

      Poi mi sembra di capire che siamo lì lì per il Main Draw (ora è la 4ª alternate se non erro).

      Comunque, rifacendomi al mio post + sotto, voglio solo aggiungere che intendo esprimere ora, nel momento meno positivo della stagione, il mio punto di vista, anche perché nel caso che Camila legga i nostri post (voglio che sappia che le siamo vicini, sia nelle vittorie sia nelle sconfitte).

  8. boy by boy

    Ma questa Ostapenko da dove salta fuori?
    Scrivo dopo tanto (non ho più speranze sulla Giorgi) in quanto sono rimasto fulminato da questa ragazza. L’ho vista 2 volte e mi ha impressionato. Per molti aspetti mi ha fatto ricordare una certa giocatrice….ma con molta più testa.

    • r.b. by r.b.

      Beh, chi si intende di tennis femminile o comunque lo segue un po’ l’ha certamente notata da tempo…..
      Certo, fare addirittura finale slam è una sorpresa (avrei puntato più sulla Bencic) però che era fortissima si era capito…
      Tira forte però la palla prende anche il campo (altre prendono i teloni – e non mi riferisco solo a Camila – e infatti il risultato si vede)…. 🙂

    • fabius by fabius

      Non dirmi che non l’hai vista neanche quando ha giocato (e perso) con Camila…

    • r.b. by r.b.

      A proposito, bentornato! Ti ricordo come grandissimo tifoso di Genie (e come darti torto, soprattutto ora che Ana ha appeso la racchetta al chiodo…) 🙂
      E comunque il tuo avatar è sempre stato nettamente il migliore qua dentro…. 🙂

      • boy by boy

        Grazie mille. Te invece sei sempre stato molto piacevole da leggere. Gran senso dell’umorismo, e non è poco.
        La mia cmq è stata solo una fugace capatina….per via di quello che penso, giustamente non è più posto per me questo.
        PS: resto un grande tifoso di Genie….speriamo che si riprenda anche sul campo.

  9. Massimiliano by Massimiliano

    Torno dopo uno stop che mi sono imposto dopo la sconfitta con la Dodin, perché non mi sentivo emotivamente equilibrato per esprimere giudizi.

    E’ ovvio che una sconfitta al primo turno, che comunque ci può stare benissimo perché comunque la Dodin è una buona giocatrice che ha fatto cose discrete su terra quest’anno, al RG non è una buona cosa, però (e ora attivo la Modalità di Pollyanna) posso dire che ALMENO in questo mese Camila non può perdere punti perché è impossibile fare peggio dello scorso anno (tre partite su erba, solo sconfitte), per cui se a Camila brucia (e immagino brucerà), spero usi questa rabbia agonistica per ricominciare il recupero.

    A Giugno, come detto, non ci sono punti da difendere (quindi solo da guadagnare).

    A Luglio mi sembra ci siano 120 punti tra Washington e Montreal.

    Ad Agosto mi pare nessun punto da difendere.

    A Settembre ci sono i 60 punti di Seul.

    A Ottobre forse 10~15 punti del primo turno di quali di Mosca.

    In totale sono circa 200 punti, e per la Camila vista quest’anno potrà anche aver fatto partite non all’altezza, però ha ripreso a farsi valere contro le prime (battaglia con la Bacsinszky, vittoria con la Suarez, con la Pliskova e con la Vesnina) difendere da qui alla fine dell’anno questi punti mi sembra fattibile (magari aggiungendo qualcosina, ricominciando da un torneo che riporta alla mente bei ricordi come s’Hertogenbosch).

    • robdes12 by robdes12

      però in quasi tutti i tornei dovrà fare qualificazioni se si limita solo a difendere i pochi punti da fare. E quello è un territorio problematico, perchè abbiamo visto che non sono più così facili da superare, visto che ci sono giocatrici emergenti vogliose di salire e mentalmente libere, oppure ritorni di atlete di un certo spessore. Il punto è sempre uno, basta vedere la deprimente prima semifinale di Parigi. Ma che spettacolo c’è nel vedere anche 15 bei punti se poi vengono annegati in una caterva di errori dilettanteschi, grossolanità di esecuzione e banalità tattiche? Il tennis femminile contemporaneo, compreso quello di Cami, pare come il pattinaggio femminile, magari fanno una prima combinazione difficile bene, poi cominciano le cadute, le sbavature, col risultato che chi guarda si ricorda di più le lacune e stupidate che le fasi positive. Ste pellicole con due-tre sequenze efficaci ma senza nessun copione reale sinceramente cominciano a stufare. Un tempo questo sport era sinonimo di eleganza sia pur elitaria, ora invece è davvero rozzo.

      • Massimiliano by Massimiliano

        Io rimango positivo (avrò la Sindrome di Pollyanna, che ti devo dire!), anche perché Camila è arrivata dove è adesso battendo anche le meno quotate e le emergenti (sennò come avrebbe fatto a vincere anche tornei ITF?).

        E comunque anche quest’anno, malgrado il flop a Stoccarda e a Parigi, chiude la stagione sul rosso con un pareggio tra vittorie e sconfitte.

        Da adesso in poi ci sono solo superfici amiche e soprattutto si è lasciata alle spalle (letteralmente) gli infortuni.

        • robdes12 by robdes12

          non so, Massimiliano, se continua con la sua incostanza in un momento in cui, se non altro, un gruppetto di giocatrici pare più solido nel rendimento, potrebbe anche rimanere nella sua zona di classifica. Nessuno le chiedeva di vincere tornei, ma in effetti le figuracce rimediate con Barty e Dodin, dove davvero non è quasi esistita come avversaria, fanno pensare che anche per l’erba e cemento potrebbe fare dei flop. Non me lo auguro, lo penso per la verità poco probabile, ma sono 5 anni che con lei avere aspettative si è rivelato illusorio. Staremo a vedere, però la fredda logica dice che sono venuti al pettine tutti i nodi un tempo vaticinati da altri. Sfottevamo chi la vedeva come una attorno alla centesima posizione, però la realtà attuale ci dice che non era una valutazione tanto fuori di testa. E poi con tutte le problematiche accessorie fra fit, tribunali, allergia all’ambiente….boh. Io per la verità mi aspetto molti mesi di livescore, a meno che non trovi lei da sè il bandolo della matassa.

          • by massimo2

            Veramente quei critici pronosticavano, mi ricordo, il 190° posto, speriamo che non si avveri. Ha pur sempre ottenuto 12 vittorie su 21in questi 5 mesi, non un completo disastro, come attestano le vittorie con le top players. E poi se è imprevedibile, non è sicuramente prevedibile solo la sua discontinuità, ma potrebbe iniziare un periodo di continuità.
            Tutto quello di buono che ha mostrato in questi mesi non può vanificarsi, l’obiettivo di ritornare tra le prime cinquanta/sessanta ed evitare le quali per molti tornei potrebbe essere conseguito già prima di USOpen.

            • robdes12 by robdes12

              Beh si, potrebbe essere. Comunque è lecitissimo anche non aspettarsi molto da lei. Tu citavi la sindrome di Polyanna, modello dell’inguaribile ottimista americana; però non si può neanche dar torto a chi pensi invece a Pierino e il lupo.

            • robdes12 by robdes12

              Beh si, potrebbe essere. Comunque è lecitissimo anche non aspettarsi molto da lei. Tu citavi la sindrome di Polyanna, modello dell’inguaribile ottimista americana; però non si può neanche dar torto a chi pensi invece a Pierino e il lupo.

  10. nicolino by nicolino

    Intanto la Pliskova strapazzata da Camila recentemente è in semi al rolando

    • by livio71

      Se vinci qualche partita bella non vinci il campionato

    • r.b. by r.b.

      Eh no dai, non diciamo c…. 🙂
      L’importante è arrivare in fondo negli Slam, il primo turno di Praga vale quello che vale. I campioni sanno farsi trovare pronti nei momenti che contano.
      Camila doveva giocare bene con Dodin a Parigi e non l’ha fatto….Il treno è andato, speriamo che ne passi un altro…. 🙂

      • doherty by doherty

        parole sante ed,ahime’, ovvie…

        i campioni giocano bene nei tornei che contano come,allo stesso modo,giocano bene i punti importanti in una partita…

      • robdes12 by robdes12

        per passare passano di continuo, il punto è chi ci sale sopra e che biglietto compra.

  11. by massimo2

    Ahi Kristina, ahi Caroline la bellezza perde su tutta la linea oggi!

    • r.b. by r.b.

      Guarda, non me lo dire….sono praticamente in lutto…. 🙂

  12. r.b. by r.b.

    Scusate, chi mi aiuta a trovare altre tenniste (anche poco note o molto in basso in classifica WTA) nate del dicembre 1991?
    Finora ho queste:
    Ekaterine Gorgodze, nata il 3/12/1991
    Coco Vandeweghe, nata il 6/12/1991
    Kiki Bertens, nata il 10/12/1991
    Camila Giorgi, nata il 30/12/1991
    Kurumi Nara, nata il 30/12/1991
    Bojana Jovanovski, nata il 31/12/1991

    • robdes12 by robdes12

      mi spiace, io guardo solo i profili della nate prima dell’80. Ho timore che altrimenti mi pensino un “asaltacunas”. 😉 E poi non si deve conoscere l’età delle signore. 😉 😉

      • r.b. by r.b.

        Queste sono signorine 🙂

        • robdes12 by robdes12

          pure io lo sono ancora, non di meno se delle tenniste mi chiedessero l’età, mentirei spudoratamente. 😉
          ho appena letto che la Paolini ha battuto la Townsend….i miracoli succedono, non disperiamo. 😉

    • by massimo2

      C’è per esempio Quirine Lemoine, best ranking 145 nata il 25 12 1991.
      Per altre ci vuole tempo per trovarle.

      • by massimo2

        Cito anche Hilde Melander, svedese, ha giocato in Fed Cup, nata il 1° XII 1991, ora 845a e Lara Michel, svizzera n. 24 XII 1991, BK 245 ora 639a, vincitrice di ITF.
        Innumerevoli le nate in ottobre – novembre 1991 e gennaio-febbraio 1992.

        • r.b. by r.b.

          No no a me interessa proprio il dicembre 91

          • by massimo2

            Nelle prime mille me ne risulta un’ultima la brasiliana Edmunda PIAI nata il 14 cii 1991, BR 35o°, vincitrice di 9 titoli ITF doppio.
            E queste quattro sono tutte quelle che ho trovato tra le mille ed ancora in attività. Due capricornine come Camila…

  13. r.b. by r.b.

    SOS Cercasi sense of humor, un tempo presente su questo sito, e oggi drammaticamente scomparso… 🙂

    • robdes12 by robdes12

      ok, e humor sia. Ho capito chi è il miglior allenatore per Camila…..Sergio Giorgi. Non ci avevo mai pensato prima, ma lui sicuramente sa che la concentrazione della figlia dura al massimo un’ora, per cui ha giustamente pensato di accelerare il suo gioco in modo che, se mettesse tutte le palle in campo, in effetti le finirebbe tutte entro l’ora di gioco. Ma siccome poi così non è stato, dopo l’ora quasi tutte sono comunque finite, ma con una sconfitta. 😉
      …e va be’, è semi-humor, perchè può darsi che alla fine abbia centrato il problema che anche dal padre è ben conosciuto.

  14. by Fabblack

    c.v.d. Errani anche lei iscritta alle quali di Den Bosch, questa settimana gioca a Bol (terra, Croazia).
    Surbiton (erba, Inghilterra) si poteva fare.
    Già ce ne sono pochi di tornei su erba, tu che sarai costretta alle quali a Birmingham ed Eastbourne, ti permetti di scansarli?

    • journasesto by journasesto

      Si poteva fare ma ha deciso di non farlo. Stop, chiuso il discorso.

    • hector by hector

      Mi pare un suggerimento strambo per chi ha dovuto saltare parte della stagione per problemi alla schiena. Mi riferiscono che a Marsiglia, che è un 100.000$ come Surbiton, Paolini e Townsend hanno giocato senza raccattapalle: e dunque tu faresti rischiare a Camila un nuovo infortunio a causa dei continui piegamenti del dorso per raccogliere le palline scagliate sui teloni? Col rischio di scivolare sull’erba mettendo a rischio la profezia di Ghaal? Camila deve frequentare solo i più nobili palcoscenici consentiti dal suo renching. Dammi retta, lascia perdere. Ci rivediamo sabato 15 luglio sul centrale di Church Road. Vamos Camila!

    • fabius by fabius

      Infatti la Errani si è prontamente cancellata dalle qualificazioni di Rosmalen.

      E speriamo che anche Camila sia costretta a cancellarsi dalle qualificazioni di Birmingham (a buon intenditor..), per poi fare con agio quelle ad Eastbourne.

  15. by livio71

    appena rivista quella famosa partita a Indian Wells contro Sharapova… un’altra Camila, mi spiace dirlo.

    • by SanTommaso

      Marzo 2014, che ricordi!

      Tu ricordi cosa si diceva allora? Nel 2014 intendo. Io scrivevo questo:

      “Vuoi una indicazione per la svolta? Vorresti che qualcuno ti dicesse che serve un mental coach e un allenatore nuovo, “alla Lozano”? Se vuoi ti dico io cosa ci vuole per la svolta, e sono serio.

      Un allenatore tipo Brad Gilbert, con Sergio in appoggio dal momento che Camila vuole lavorare con lui. Poi ci vorrebbe un mental coach che le insegnasse una routine prima del servizio, prima del match, durante i cambi campo. Qualcosa che la aiuti a mantenere un livello di concentrazione adeguato. Poi servirebbe un addetto stampa che rilasci per conto suo qualche dichiarazione prestampata tipo “Sono arriva a XXX, è la città più incredibile del mondo e i XXX sono dei tifosi fantastici”, oppure “io e il mio staff abbiamo studiato nei minimi dettagli le ultime partite della mia prossima avversaria e abbiamo messo a punto una strategia di gioco per il prossimo match”. Poi ovviamente dovrebbe postare per lei qualche foto prima e dopo i match, a cena o con qualche collega in modo tale da costruirle l’immagine di giocatrice socievole con tutte, che vuole bene a tutte e che non manca un appuntamento mondano. Infine un preparatore atletico che elabori una preparazione per raggiungere picchi di forma nei tornei più importanti e un nutrizionista (tipo quello di Djokovic) che studi per lei una dieta equilibrata considerando che da una settimana all’altra ti trovi a giocare dai 40 gradi australiani ai 5-6 indoor a Parigi (va beh, quello non esiste più ma situazioni del genere capitano). Ah, e una conpagna di doppio più o meno della stessa età e della stessa zona di classifica, che gira quindi gli stessi tornei, con cui fraternizzare, imparare a condividere il campo, allenarsi nel gioco a volo e ovviamente guadagnare qualche soldino extra.

      Ecco, questo servirebbe per una scossa. E’ plausibile che ciò avvenga? NO, anzi, lo scrivo in modo che sia più chiaro…

      NO – MAI – IN NESSUN UNIVERSO CONOSCIUTO

      per motivi prima di tutto economici, poi di volere della tennista (che non è una macchina, ha diritto e DOVERE di parola e ha già più volte detto che vuole solo Sergio come allenatore) e infine perché ognuna ha il suo carattere. La Bouchard ci fa sapere quante volte ha fatto pipì nelle ultime 4 ore su twitter, Camila ha un profilo che non usa, Na Li, la più grande esponente asiatica della storia di questo sport non ha un sito internet. Grazie a Dio ognuna vive la vita e il tennis a modo suo. Camila ha deciso di viverla così e così ce la teniamo. A qualcuno non sta bene? Quel qualcuno può, come ho detto anche prima senza alcuna cattiveria, alzarsi e andarsene a tifare un’altra che risponda ai propri canoni in fatto di interattività, programmazione, comportamento, eccetera eccetera eccetera…”

      Siccome l’accusa più grave che mi si rivolge è quella di essere un estremista fermo sui miei pensieri… do ragione a chi lo dice e confermo parola per parola quello che scrissi 3 anni fa.

      Invece, oggi, c’è chi rimpiange la Camila del 2014. Ma come? Non doveva cambiare il servizio, il kick, il diritto arrotato, il lob, il frac, il trak, il Cip e il Ciop (gli scoiattoli intendo, non il “chop” colpo tennistico)? E oggi si rimpiange la Camila che nel 2014 le sparava tutte senza ritegno? Oppure stiamo dicendo che Camila giocava meglio quando tutti le “suggerivano” dei cambiamenti?

      • Lucia by Lucia

        Hai sempre avuto ragione Tommaso. Solo che io speravo tu avessi torto…..

        • r.b. by r.b.

          Si infatti, anch’io ci speravo ma ormai sono quasi del tutto disilluso, e solo per motivi strettamente tecnici legati al gioco del tennis. Per il resto Camila è fantastica sotto tutti i punti di vista…. 🙂

    • by massimo2

      Eppure nel ’14, nella sua splendente ascesa, sull’erba a Easthbourne aveva appena battuto la grande Azarenka e una Konta specialista del terreno e destinata ai vertici, aveva lottato ancora con la Wozniacki, ma a Wimbledon non andò oltre il secondo turno, quest’anno più matura da tutti i punti di vista, con tanta meno pressione addosso e gufi contro, non è detto che non possa fare un po’ ( o molto, molto, molto) meglio di allora. Vedremo.

      • journasesto by journasesto

        Le avevano dato dell’incapace per aver battuto a fatica la Konta, che allora era oltre le 100.

        • robdes12 by robdes12

          oddio, veramente la Konta di quest’anno pare la fotocopia della Schiedlova come risultati. Non vorrei che finisse nello stesso modo.

  16. journasesto by journasesto

    Se mio nonno avesse avuto le ruote sarebbe stato una carriola.
    Vamos Camila!

    • by ceccarius

      Ribadisco che se Camila vuole giocare ancora ad alti livelli, seppur ancora per pochissimi anni, deve cambiare coach. Lasciare il buon papà a fare il papà e trovare una persona preparata che le faccia sentire tutta la sua fiducia; che le insegni un pò di tattica, variare i colpi, alzare le palle, fare qualche palla corta e così via, cose mai visti fino ad ora.

      • by livio71

        non credo sia necessario, credo solo sia necessario capire dove sono gli errori e fare delle modifiche. Non è una cosa impossibile. Anzi.

      • by SanTommaso

        Se Camila smette di essere allenata da Sergio, smette con il tennis. L’ha detto lei. Quindi mettiti il cuore in pace.

        • by ceccarius

          E allora ce la teniamo così…..

          • robdes12 by robdes12

            beh, bisogna ammettere che anche se la sua carriera si chiudesse quest’anno, sarà una che verrà ricordata. Per ora ha fatto davvero poco, ma alcuni lampi sono stati così fulgidi per livello di tennis, che si può solo sperare che un giorno arrivi qualcuna che giochi, vincedo però molto, proprio come faceva la Giorgi. Anche nell’arte ci sono personalità che hanno prodotto una sola opera che poi il tempo ha fatto inscrivere fra i vertici assoluti della creatività ed espressività. Dobbiamo comunque essere contenti che un tennis come il suo, per poche ore, abbiamo potuto vederlo in atto e non solo ipotizzarlo.

  17. by Fabblack

    Segnalo.
    Surbiton (Inghilterra) erba. ITF 100.000 con Dodin e Vekic.
    Camila al Mugello a vedere Valentino Rossi.
    Ripeto: sempre SECONDO ME, se non fa il botto da qui all’US Open, a settembre lascia.

    • r.b. by r.b.

      Scusa, vuoi mettere Valentino? 🙂
      Ma no che non molla, è comunque un lavoro. L’obiettivo è entrare nelle prime 40-50, non si fanno le qualificazioni, si guadagna bene….
      Per le vittorie importanti ci vuole ben altro, a me piace che tiri forte, ma se non prendi mai il campo… 🙂

      • robdes12 by robdes12

        ma almeno c’è uno straccio di analisi del perchè non lo prende? In 5 anni non abbiamo letto una riga che sia una da parte di professionisti o dilettanti di quali siano i veri motivi di questa incostanza di calcolo della gittata e traiettoria dei suoi colpi. Per la posizione due metri dentro ok, tutti abbiamo capito che i tempi di impatto travalicavano i suoi riflessi pur rapidissimi, almeno in gara, ma il resto?
        Perchè ci sono giorni in cui ha un rovescio infallibile e dritto ballerino, e viceversa? E altri in cui la prima non ne vuole sapere di valicare il nastro, oppure il dritto non riesce ad avere quel po’ di rotazione che le faccia passare il net? Mi spiace doverlo dire ma tanta inconstanza mi fa supporre difetti di allenamento. Flavia per anni ha tirato il dritto piatto, sbagliandolo spesso; alla fine ha imparato a dare il top spin che lo ha reso un po’ meno penetrante, ma molto più redditizio e insidioso. Non ha caso da quando lo ha messo poi a regime, è stata continuativamente fra le top 20, a parte i periodi di infortunio.
        E non mi pare che il suo gioco ne abbia risentito in qualità, anzi, è migliorato perchè più vario e meno prevedibile.

        • r.b. by r.b.

          Non è vero, basta ascoltare una qualunque telecronaca dei match di Camila e i commentatori parlano anche degli errori tecnici e tattici.

          • robdes12 by robdes12

            vero, ma non dicono mai in che cosa esattamente consistano. Va troppo vicina alla palla, troppo lontana, non si piega a sufficienza, si piega troppo, lancia troppo alto, troppo basso, troppo storto; passa troppe nottate in discoteca, mangia poco e male, non ha fatto controlli su intolleranze alimentari; angola poco, angola troppo, non le chiama a rete, non va a rete etc.
            Tutti sanno dire che fa errori tecnici e tattici, ma esattamente quali?

    • by massimo2

      Sì ma fra pochi giorni riparte, speriamo in qualche punto prima di Wimbledon. In Olanda è ormai sicuro che debba fare le qualifiche?

    • by lucio

      Di questo purtroppo ne sono convinto pure io anche perché non ha le armi per risalire in fretta ……se non è in giornata con il suo gioco può perdere da chiunque, ci pensa lei a far uscire le palline………..
      Passando per le qualificazioni dovrebbe riuscire a vincere 5-6 partite di fila per fare punti sostanziosi……….cosa molto difficile.
      Speriamo vivamente riesca a trovare una buona settimana in questi tornei su erba.

      • by lucio

        Comunque se farà le qualificazioni in olanda non può giocare l’itf in Inghilterra.

        • by Fabblack

          L’ITF lo poteva giocare benissimo.
          Intanto, sarebbe stata tds 5 e non è detto che sarebbe arrivata neanche in semifinale, poi in Olanda potrebbe entrare nel main draw (magari anche con WC – l’ha vinto) ed infine, come già scritto sopra, per fare 160 punti in un International dalle quali devi fare almeno semifinale e non è detto che ci riesca.
          E comunque potrebbe poi fare le quali la settimana successiva.
          Ormai è in questa spirale negativa di dover fare le quali e non si può guardare troppo per il sottile.

    • robdes12 by robdes12

      potrebbe essere, io non ce la vedo a fare una carriera tipo Lucic Baroni, e mi sembra anche che quelle della sua generazione adesso stiano salendo un po’ tutte e diventare più costanti. Il motivo è facile da capire, le altre sono entrate nel mondo del tennis convinte di doverci stare e col piacere di parteciparvi, o almeno di fare buon viso a cattivo gioco. Non dico che facciano bene, ma per essere “pubblicamente” originali e outcast c’è bisogno, purtroppo, del supporto del rango elevato, altrimenti si viene visti solo come millantatori presuntuosi di qualità che non si possiedono. Che poi è lo sbaglio di tutto il clan di Cami da sempre. Mi pare che siamo in una situazione, anche di pubblico, analoga a quella che prendeva in giro Stendhal parlando “della grande ira del piccolo principe”.
      E’ ancora presto per dirlo, ma non prestissimo. Già gli anni scorsi abbiamo avuto remi tirati in barca precocemente. Da quando è tornata, pur giocando bene diverse partite, l’impressione che ha dato è che comunque un impegno agonistico continuativo le crei problemi, per cui o ritorna su una programmazione o si presenta in campo giocando il tennis di chi ha voglia di tornarsene quanto prima a casa. Hai ragione, potrebbe esserci un distacco precoce dal tennis, magari non definitivo ma per nulla improbabile.

    • by SanTommaso

      Io non cedo che lascerà a settembre, indipendentemente da botti o meno. Camila è al momento più basso della sua carriera in WTA da quando perse praticamente 6 mesi per infortunio. Da quello che ho modo di intuire è una talmente orgogliosa che piuttosto che lasciare così, continua a giocare finché non batte ancora una top10 per dimostrare a tutti quanto vale.

  18. r.b. by r.b.

    La Cepede Royg ai quarti di finale del Rolando….. Non ho parole…. Ma tenere la palla in campo non era “male”? 🙂

    • by massimo2

      Per ora è la paraguaiana, coetanea di Camila, è “solo” agli ottavi di finale con K.Plyskova…

    • robdes12 by robdes12

      ti dirò, dopo varie tue segnalazioni ho seguito un po’ la Royg, non gioca per nulla male ed è pure piuttosto carina. Se le varie Bertens, Gavrilove etc etc. sono a pieno diritto nel tennis di un certo pregio, non vedo perchè anche lei non possa stare a pieno diritto fra le prime 50. C’è chi gioca molto peggio pur avendo più fisico e più doti naturali. E’ una piccola manovale del tennis che passo passo può accedere alla media-borghesia tennistica. E poi è di una tigna…..

      • by SanTommaso

        Boh, se a 25 anni e mezzo tocchi il BR a 78 del mondo io tutte ste qualità non le vedo. O le ha tenute ben nascoste finora. Magari fino a Strasburgo non teneva la palla il campo e dal Rolando sì. Imparato il “trucco”, ora aspettiamoci una scalata dirompente verso la top50. O 30. Considerando che anche una che non tiene palla in campo come Camila è stata 30, aspettiamoci di tutto dalla Cepede Royg.

        • r.b. by r.b.

          È stata trenta perché la teneva eccome…. Poi c’è stata una involuzione… 🙂

        • robdes12 by robdes12

          guarda che quella ci arriva, ha un’espressione da guerrigliera. Tu avresti mai detto che la Errani sarebbe arrivata a giocare due masters? In effetti a pensarci ancora oggi, pur concedendo al suo tennis un po’ di precisione in più, si fa fatica lo stesso. Eppure, misteri della psicologia wta, le altre con la Errani dei tempi d’oro parevano ipnotizzate da quelle arrotate e andavano in tilt. Sto tennis femminile in effetti sfugge ad analisi realistiche, talmente è condizionato dalle emozioni delle giocatrici. Forse più che i mental coach dovrebbero rendere leciti gli ansiolitici.

    • by SanTommaso

      Tutte azzeccano un torneo: se la Cepede Royg è a lunedì scorso numero 97 del mondo (best ranking in carriera) con 500k di montepremi in carriera avendo praticamente l’età di Camila (è più “vecchia” di 22 giorni) mi spieghi com’è che “tiene la palla in campo”? Quando? Ha iniziato adesso a 25 anni? E prima non la teneva?

      Comunque la Cepede Royg che tiene la palla in campo e quindi è “bene”, contro il “male” che è come gioca Camila, toccherà lunedì prossimo a 25 anni e 5 mesi il suo BR: 78 del mondo. Scusami, ma stando anche solo ai numeri mi tengo Camila e il suo “male” tutta la vita. Ma tutta. E anche la prossima.

      • r.b. by r.b.

        No, la cito perché semplicemente mi piace il cognome Cepede Royg….. 🙂

        • robdes12 by robdes12

          e io che pensavo che fosse perchè la consideravi l’anti-tennis per eccellenza. Pensa che ero arrivato a smaniare per un Cami vs Royg. Chissà magari ci sarà presto.

  19. riccardo by riccardo

    Cara Lucia non te la prendere. Qui c’è chi pensa di bacchettate la gente senza nemmeno aver letto il contratto che regolamentatava i rapporti tra la fit e camila. La sentenza di secondo grado,con motivazione abbastanza complessa , aveva dichiarato il difetto di giurisdizione e rimandato le parti, in ordine all’accertamento dell’eventuale inadempimento contrattuale, all’arbitrato. Questo significa che alla data del pronunciamento di secondo grado non era in corso alcuna causa civile o procedura arbitrale. Si leggeranno nei prossimi giorni le motivazioni della sentenza del collegio di garanzia per capire meglio. Magari per camila è meglio avere il tifo sportivo………

    • Lucia by Lucia

      No ma chi se la prende, anzi . Il tifo e’ sempre una buona cosa anche se a volte ti fa dire qualche castroneria.

  20. Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

    “La donna è mobile…” ma qualcuno che posta in questo forum sembra esserlo assai di più: dopo un periodo idilliaco, è bastata qualche sconfitta per tornare alle critiche e alla disperazione.

    Camila fa il suo mestiere, e credo che faccia del suo meglio con i mezzi di cui dispone; ma per chi la segue da un po’, dovrebbe essere chiaro che soffre in modo particolare le giocatrici alte e dal buon servizio. Questo non vuol dire che ci perda sempre, però una sconfitta è da mettere in preventivo, specie quando affronti una francese a Parigi.

    Certo, spiace vederla uscire al primo turno, ma sembra che quasi che su una tennista vengano riposti desideri di affermazione personale, come se essere tifosi “intitolasse” a gloriarsi o a prender merito dai risultati del proprio beniamino; mi chiedo se la vita di qualcuno sia così vuota da dover dipendere dall’esito di un match.

    Ha perso una partita, niente di nuovo, o di tragico, sotto il sole; forse ha sottovalutato l’avversaria, forse non era preparata, forse, semplicemente, la sua avversaria ha giocato meglio di lei. Perdere fa parte del gioco e, soprattutto in Italia, dobbiamo ancora acquisire la cultura della sconfitta. Del resto noi siamo liberi di guardarla o meno. Ha del talento, credo che sia innegabile; non ha evidentemente (o almeno non ha ancora) una continuità ed una maturità all’altezza di questo talento.

    Nell’attuale panorama tennistico rimane una delle ragazze col gioco più spettacolare e divertente, ed ha sicuramente i mezzi tecnici per portare a casa l’obiettivo grosso. Bisogna restare saldi nelle avversità e attendere (o sperare, se preferite) che scatti il click che fa fare il salto di qualità.

    Io, comunque, sebbene non sia vegetariano, ho una particolare predilezione per l’erba, vedremo che succede… 🙂

    • enzo by enzo

      Hai ragione in tutto.
      Io seguo Camila da quel magico WB del 2012 : ero a Londra per lavoro ed ho potuto vedere dal vivo le partite con Flavia e Nadia Petrova . Sono rimasto folgorato …uno spettacolo, colpi pesanti, angoli imprendibili ed una forza mentale da consentire un recupero al TB da 1-5 con Nadia , se non ricordo male.
      Da allora alti e bassi, vittorie storiche e sconfitte imprevedibili.
      Forse, come dici tu, non ha ancora quella continuità necessaria per essere una giocatrice all’altezza del suo talento.
      E come è successo più volte, ritornerà a farci divertire.!!!

    • by enrico29

      o forse non è una vera professionista come nel tennis moderno bisogna essere.
      I mezzi tecnici li hanno in molte…bastasse questo per diventare una TOP player.
      E sull’erba, vedrai, succederà sempre la stessa cosa…forse qualche turno passato poi l’inevitabile resa.
      Ma ancora pensi, e con te molti altri, che basti il tempo per fare il salto di qualità?
      Aprite gli occhi!

      • by massimo2

        Ma per maturare ci vuole tempo, lo sanno anche i bambini…

    • by livio71

      103

  21. by lucio

    Regole e pene molto chiare ……………..infatti la Corte Federale d’appello di 2 grado l’aveva completamente assolta.
    Solita giustizia italiana che rasenta il ridicolo. Ognuno può tranquillamente interpretare le norme come meglio crede.

    • Lucia by Lucia

      Dai lo sapevano tutti che finiva cosi….. Camila per prima. Non e’ successo niente che non fosse previsto e calcolato. E te lo dice una che non condivide.

    • by livio71

      le norme fanno parte di un codice scritto, non è che ognuno le interpreta come vuole. Ripeto io sarei andato a farmi il weekend in Spagna.

      • fabius by fabius

        La decisione di non fare più parte della squadra di Fed Cup Camila l’aveva presa ben prima, subito dopo l’incontro con la Francia a Marsiglia, e sancita dalle dichiarazioni finali di Barazzutti.
        Ed anche da come si era presentata Camila alla conferenza stampa finale, lei aveva già deciso di non voler più far parte di quel gruppo.

    • r.b. by r.b.

      No la corte federale aveva dichiarato il difetto di giurisdizione.

  22. Lucia by Lucia

    Scusate ma dov’e’ la novita’? Si sapeva benissimo che ci sarebbe stata una sentenza e che , visti i precedenti, molto probabilmente sarebbe stata negativa. Se ci sara’ , come credo inevitabile, anche una causa civile , ne arrivera’ un altra , Sono l ‘ ultima al mondo che vuole difendere Camila sulla scelta di non andare a giocare in Spagna ma chiedo a chi era favorevole il motivo di questo disfattismo.
    Le regole c’erano e erano estremamente chiare. Le pene idem.
    E sinceramente, al netto della probabile causa civile, non mi paiono nemmeno troppo severe o penalizzanti.

    • fabius by fabius

      Mi sembra che non sia molto al corrente delle tristi vicende federali, e non è certamente una colpa. Magari lo è esprimere pareri assoluti dimostrando nel contempo di avere poca dimestichezza con i fatti.

      Dici: “Se ci sara’ , come credo inevitabile, anche una causa civile..” ma il contenzioso contrattuale è già aperto e non sarà deciso da una “probabile” causa civile, bensì da un arbitrato che si concluderà con un lodo (è scritto chiaramente anche nella sentenza di primo grado), quindi niente “Se”, niente causa civile.

      Dici, riferendoti credo al contenzioso sportivo, anche che le regole erano chiare: tanto chiare che, a fronte di quelle regole, la corte d’appello federale ha completamente prosciolto Camila.

      La condanna attuale, di cui dobbiamo leggere le motivazioni, era scontata non in punta di diritto, perché la precedente sentenza assolutoria applicava perfettamente le regole note, ma vedremo cosa hanno scritto per ribaltarne la conclusione.
      La condanna era certa sul piano politico, era palese la volontà di punire in qualunque modo Camila per dare un segnale a chiunque altro voglia pensare di non ubbidire ciecamente alla federazione.

      Alla fine la pena comminata è totalmente inefficace verso Camila, ma è un deterrente verso altri.
      Verso Camila è inefficace perché consiste in una sospensione da attività a cui lei non vuole partecipare, ed in una sanzione economica che può tranquillamente non pagare, in quanto il suo mancato pagamento ha il solo effetto di sospendere la validità della tessera FIT, che lei non ha (è scritto chiaramente nelle regole chiare che ben conosci).
      Non pagando la sanzione Camila non potrà più essere convocata in Fep Cup, che è esattamente quello che vuole.
      Quindi la vicenda sportiva si chiude con la FIT che salva la faccia mostrando il pugno duro e Camila che non subisce alcun danno concreto.
      Resta solo da attendere la conclusione dell’arbitrato per chiudere tutte queste questioni antipatiche. Attenzione che è intrinseco nella procedura di arbitrato che il contenuto del lodo resti riservato, quindi è possibile che un giorno si sappia che la cosa è conclusa, ma senza conoscerne i dettagli.

      • Lucia by Lucia

        Che ti devo dire Fabius , quando non sono sicura delle cose in genere uso il condizionale e mi pare di averlo fatto ( per quanto riguarda la causa civile) , prendo atto di cio’ che mi scrivi ma non capisco cio’ che mi ascrivi.
        Della condanna “sportiva ” io ero certa, tu evidentemente no , mi dispiace se hai preso una delusione.
        Magari ti puo’ aiutare pensare a chi giocherebbe la Fed o la Davis se i casi come quelli di Camila rimanessero impuniti. Non voglio dire che e’ giusto o che e’ sbagliato , dico che e’ cosi’ .

  23. by SanTommaso

    Alla lunga (ma neanche tanto, a volte bastano due sconfitte) tutti calano la maschera e si mostrano per quello che sono.

    In mezzo a chi sbrocca per una partita di tennis, sono più che mai orgoglioso della mia coerenza.

    • Ace by Ace

      Poi tornano…ci vuole il fisico per seguire questa giocatrice! 😉

      • by SanTommaso

        Ma guarda, chi se ne è andato sbattendo la porta e sbroccando contro Camila per me può anche non tornare. Il web è pieno di spazio, sicuramente ce ne sarà qualcuno pronto ad accoglierli.

  24. mf by mf

    A leggere alcuni vostri commenti , mi viene spontanea la domanda :”ma voi quante partite avete visto di Cami”. Tanti la criticano , altri si presentano come dei super coach dando consigli, altri dicono che deve cambiare qualcosa, alcuni fanno previsioni terribili…
    Camila é così prendere o lasciare! Non potrà mai acquisire la continuità di una kasatkina , di una wozniacki dei tempi d’oro .
    Semplicemente potrà magari infilare una serie positiva di una /due settimane al massimo livello e magari anche vincere il torneo ! Per poi perdere al 1 turno di quello dopo! Questo gioco è a doppia faccia , può farti battere una top 3 o farti perdere con una no ranking!
    Camila non cambierà mai , al massimo aggiungerà top spin alla palla , modificherà leggermente il movimento del servizio , ma non si metterà mai a fare continui cambi di ritmo , pallecorte , topponi, variazioni.
    Per chi le dice di cambiare mettetevi in testa che lei sarà così per sempre! È lei che prende le decisioni, è lei che decide come giocare , noi più di sostenerla non possiamo fare… Io le do appoggio è l’unica italiana insieme alla vinci che mi piace seguire! Quindi per chi le dice di cambiare allenatore , gioco ecc è meglio che non sprechi fiato , lei è così se non vi piace non seguitela! Io sto sempre con Cami! Forza !!!

    • by livio71

      mi auguro che invece cambi… perchè è normale pensare di dover cambiare nella vita. Guai se le persone non cambiassero o per lo meno non capissero dai propri sbagli. Ma capire le cose e cambiare il proprio atteggiamento è segno di maturità. Chi dice che non potrà mai giocare un tennis diverso da quello che fa secondo me è solo consapevole del fatto che camila non vuole cambiare. Molti tennisti hanno modificato il loro gioco e atteggiamento e non è successo nulla di grave. E’ la normalità. Stiamo parlando di tecnica, di sport, di tennis. Non di affetti e sentimenti…

      • mf by mf

        Come ho già detto più volte i Giorgi hanno questa filosofia , loro non vogliono solo vincere ma vogliono vincere con questo gioco! Quindi per chi le dice di cambiare deve sapere che non cambierà mai !

        • by livio71

          è vero e lo s vede, pero’ prima o poi le persone si stufano soprattutto se non vedono i risultati. Guarda il discorso del servizio, ora inizia a fare meno doppi falli, forse perchè lei stessa si era stufata di fare troppi doppi falli.

        • by massimo2

          Non deve cambiare il suo gioco d’attacco, ma renderlo sempre più efficace diminuendo il margine di errore perfezionandosi quotidianamente, non deve ridurre l’aggressività ma graduarne la potenza su 2,3,4 colpi come ha già dimostrato nitidamente nella seconda parte del II e nel III set con la Navarro e anche con la Plyskova, giocando il più possibile deve rafforzare la tenuta mentale. Solo tentando di raggiungere l’obiettivo che si sono assegnati di perfezionare per quanto umanamente possibile la propria specificità tecnica e la tenuta del campo, i Giorgi avranno la forza di creare problemi ad ogni tipo di giocatrice. E poi non esiste il non cambiamento, la Camila di oggi non è quella di ieri, impercettibilmente e quasi automaticamente si stabilizzeranno i miglioramenti più fecondi di risultati.

          • robdes12 by robdes12

            Massimo, forse non deve cambiare neanche questo, ma deve imparare in campo ad essere umile ed accettare i suoi limiti di giornata. Se non senti un colpo è inutile che tiri a tutta, tanto che ti facciano il punto perchè i colpi sono corti o perchè tutti li butti fuori di un metro non cambia nulla, tranne che forse l’altra a sua volta qualche punto te lo omaggia. La questione è: – la vuoi o non la vuoi la vittoria?- -Si, ma a modo mio!- Benissimo, siccome la vittoria non è tua schiava, come recita l’inno di Mameli, allora contempla in anticipo che è probabile che ti si ribellerà contro appena può. Machiavelli aveva già capito che una persona può avere le qualità iperboliche che si voglia, ma per emergere deve avere la circostanza favorevole che ne permetta la manifestazione.
            Nadal e tante tenniste reduci da infortuni hanno accettato di tornare non potendo giocare il loro tennis, e con gli incontri si sono pian piano rimessi in carreggiata. Sto modo di presentarsi in campo per lo più quando si è già ad un buon livello lo fanno solo loro, col risultato appunto che l’allenamento allo stress della gara, alla competizione punto su punto non arriva mai.
            Ovviamente c’è un’altra via, quella di diventare perfetta tennisticamente, infallibile, cosa che forse si può ottenere, ma solo se il tennis diventa la sua ossessione maniacale, un po’ come avviene per le grandi etoile della danza. Finchè dura vivere solo per e di tennis. Onestamente penso che sia meglio e più maturo venire a patti con l’ambiente in cui a scelto di entrare. visto che negli ultimi 5 anni fare a cornate a portato al solo risultato che queste si sono spezzate.

    • by fraronz

      boh non sono d accordo su fideistiche affermazioni . Certo che se non si trovano le righe rischi di fare solo tre partite all’anno dove sei on fire .
      Va bene così per carità ma non è un peccato ? Per lei per i suoi tifosi e per il mondo

    • robdes12 by robdes12

      ma se si impantana nelle spire delle qualifiche, di lei si potrà seguire solo il punteggio. Non è che sia tanto gratificante per la vista una serie di mesi di livescore.

  25. robdes12 by robdes12

    Discesa in classifica, infortuni, questa diatriba infinita con la fit….non so, mi sembrano troppi i problemi per affrontarli, data l’età di chi vi è coinvolto, tutti assieme in modo positivo. Perdurando questa situazione non mi meraviglierei che a fine anno si decidesse di reiventarsi, e il modo mi pare uno solo. Nè le darei torto, non si può stare troppo a lungo in un contesto così tetro.

  26. Andy by Andy

    @ hector

    Eccola li la risposta del bimbetto innamorato che tutto guarda fuorché il tennis di Camila, gli utenti che hanno risposto alla mia costatazione erano prevedibili, infatti nei loro post sempre e cmq ma quant’è bella Camila, ma che bella la foto su twitter, e così via, preferisco 100 volte una Errani che perde al primo turno ma che ci mette cuore ed anima che una Camila che va in campo ( sempre quando ha vogli di andarci) giusto per sbrigare una pratica e per poi dichiara ” non ho nulla da rimproverarmi” dopo aver buttato palle ai teloni per l’assurda fissa di vole tirare fucilate a tutti i costi e a qualunque condizione.

    • Andy by Andy

      …qualunque costo *

    • by massimo2

      Ma almeno Camila, quando perde, non accampa scuse da bambina, come l’Errani lamentandosi per le grida in italiano dell’avversaria, Camila ha una dignità, è una donna. O no?

  27. Andy by Andy

    @ by Ace
    Ma piantala infatuato sarai te, a 40 anni suonati me ne sbatto , ho semplicemente realizzato come tu non hai ancora fatto che tifare una che non vuole migliorare e che va in campo per guadagnarsi la paga è tempo perso, continuate a gridare vamos intanto Camila è fuori dalle 100 perché non le interessa minimamente ne giocare il più possibile ne migliorare, se fosse diversamente significherebbe che è incapace…….

    • Ace by Ace

      Si può non apprezzare quello che dice e fa Camila, ma venirlo a scrivere e ora ribadire qui con tanto risentimento sfiora il ridicolo.
      Nessuno, tranne il tempo, può confutare o confermare la tua ipotesi. Se uno ci spera ancora la segue e se vuole partecipa a questa pagina, altrimenti la snobba e si occupa d’altro. Io mi schiero coi possibilisti e continuo liberamente a ridere di certi comportamenti fanatici in un senso o nell’altro.
      Per me rimane un gioco e se mi offri il fianco per una battuta e una risata non mi tiro indietro.

    • by massimo2

      …” non le interessa minimamente ne giocare il più possibile ne migliorare, se fosse diversamente significherebbe che è incapace……” Cioè secondo logica se le inressasse giocare il più possibile e migliorare , significherebbe che è incapace. Strana logica viene dato dell’incapace a chi volesse impegnarsi a giocare di più e a migliorare…e allora perchè le osservazioni critiche?

  28. by livio71

    Alla fine sarebbe bastato giocare un weekend. Le sentenze ahimè non si discutono. Che pasticcio..
    speriamo che ora camila torni a giocare e bene e provi a vedere oltre quello che lei considera giusto per lei.

  29. by massimo2

    Cosa succede se Camila si rifiuta di pagare la scellerata sanzione? La squalificheranno ancora non potendola radiare perché non iscritta? E’ possibile il ricorso al Tas di Ginevra contro il CONI?

  30. by lucio

    Consiglio vivamente a Camila di cambiare nazionalità .
    Rischia che se fra 9 mesi scontata la squalifica la convocano ancora e lei rifiuta magari le addebitano altre 30.000 euro.
    Giustizia ridicola ………ma cosa pretendiamo da un paese che non difende neanche i propri cittadini che vengono derubati e percossi in casa propria .

    • doherty by doherty

      non credo che cami possa essere convocata in quanto non è piu’ tesserata fit

  31. by Pasto

    Ho appena visto il match tra Oceane e Svetlana……impressionante l’intelligenza tennistica della russa , meraviglioso il sorriso della francese in un momento delicato della partita.Forza Camila ci credo ancora.

  32. fabius by fabius

    Gentilissimo sig. Veronese, penso che sia opportuno aprire una pagina dedicata alla incredibile decisione del collegio di garanzia del CONI.

    • riccardo by riccardo

      Sarebbe meglio lasciar perdere la questione giorgi fit .credo che camila non giocherà più per l Italia. Non so chi giuridicamente abbia ragione , però franco frattini presidente del collegio di garanzia, ex consigliere di stato , assicuro per esperienza personale che è un giurista davvero preparato. Eviterei di scrivere fregnacce e mi concentrerei sul tennis. Non serve a nessuno , tantomeno a camila tornare a parlare di questa storia. Attualmente sono le performance sportive che preoccupano . Meno riflettori accesi e più concentrazione sul tennis. Si può fare ancora…..

      • hector by hector

        Certo, concentriamoci sul tennis ma ricordiamo a beneficio degli astanti che col collegio di garanzia è il CONI che giudica una sua costola, ossia la FIT, e una non tesserata. Penso che ciò basti a stabilire che si tratta di una farsa.

      • fabius by fabius

        Il problema è che, come dice Lucio, il problema non si risolve qui ma rischia di ripetersi, e queste situazioni hanno inevitabilmente un riflesso sportivo.
        Già le cose su quel piano vanno abbastanza male, queste complicazioni francamente disincentivano.
        Possiamo anche non parlarne, ma non possiamo ignorare il fatto e non tener conto degli inevitabili effetti negativi.

      • by livio71

        riccardo apprezzo i tuoi commenti.

        • riccardo by riccardo

          Grazie.. diciamo che non sono molto popolare ma non mi interessa esserlo.
          Fino a quando me lo consentiranno dirò quello che penso.

    • by lucio

      Unica cosa che non capisco è perché rimanga a giocare con la nazionalità italiana .
      Strutture all’estero ce ne sono di migliori con rispetto maggiore verso i giocatori, guidate da persone intelligenti.

  33. Andy by Andy

    Camila è il più grosso Fake della storia del tennis Italiano, senza grinta, senza carattere, senza voglia di lottare una bambina viziata insomma.. e questa dichiarazione lo dimostra, si accorgerà che la realtà è ben diversa da quella che ha letto nella bambagia e la campana di vetro di Papà Sergio.
    ” tornerò più forte di prima ” ( s’è visto )
    devo giocare il più possibile ( s’è visto anche questo).
    Certo non mi vesto a lutto per il fatto che Camila non voglia migliorare, presto si stuferà anche di giocare a tennis e metterà su l’allegra famigliola, forse questo è il suo sogno, e fa bene, ma ormai è evidente che il tennis non faccia più per lei, lo sport richiede carattere, grinta, sacrifici e soprattutto autocritica, ma per fare autocritica e di conseguenza migliorare bisogna avere la giusta maturità, arroccarsi su atteggiamenti dettati dall’orgoglio non è certo segno di crescita, a questo punto immagino anche quale sarà il futuro del sito, resterà solo Tommaso a predicare ” PENTITEVI! VOI CHE NON CAPITE E NON AMATE CAMILA PER QUELLO CHE E'” accompagnato da altri che seguiteranno a dire vamoosss anche dopo un bagel preso da una che più che una tennista pare la massaia sotto casa.
    Credevo di seguire una ragazza ma alla fine o capito che questa va ancora in giro col lecca lecca, e se devo essere sincero con un tipetto così non vorrei essere nei panni di Miccini….

    • Andy by Andy

      Adios….

      • by SanTommaso

        Addio Andy, e grazie per i preziosi contributi. Buon divertimento con la Errani, o con chiunque altra ci metta cuore grinta e carattere più di Camila.

    • by massimo2

      Malizioso!

      • enzo by enzo

        D’accordo su molte delle tue considerazioni.
        Decisamente non sulle capacità e sul talento di Dodin .
        Questa ragazza è un’altra candidata alla top 10 .
        Sono un ex discreto tennista e qualcosa credo di capire ancora.

        • riccardo by riccardo

          Potenza devastante della dodin e stasera ha fatto una bella figura contro kuz che sulla terra è un cagnaccio. Anche lei ha la tendenza a tirare tutto…..

        • doherty by doherty

          credo che la massaia sia barty..non dodin..:-)

          • robdes12 by robdes12

            ha giocato e gioca a tennis, ha giocato a cricket, sinceramente io non vorrei essere invitato ad una sua cenetta. Mi sa che ai fornelli è una schiappa, altro che massaia….;)

    • hector by hector

      Per cercare di comprendere come in poche righe sia possibile esprimere una siffatta sequela di giudizi, tra l’altro sulla persona e non sui comportamenti, si possono avanzare un paio di ipotesi:
      1) la sindrome del bimbo abbandonato
      2) il delirio di onnipotenza
      Dato che il post parrebbe essere scritto da qualcuno in possesso almeno della licenza media, è possibile escludere la risposta 1)
      Il caso è risolto, possiamo tornare alla consuete occupazioni.

      • Andy by Andy

        @ hector

        Certo detto da chi vede solo la fanciulla non la tennista suona come un complimento..

    • Ace by Ace

      In un momento tennisticamente difficile questo messaggio è da incorniciare! Lo trovo esilarante!
      Caro Andy dimmi che stai scherzando. Sei stato lasciato da Camila? Avete litigato e ti vendichi qui?
      Qualche sfogo in rete capita, ma sbroccare così è un capolavoro.
      Ti auguro di trovare pace e una beniamina vincente, ma non incattivirti per così poco che ti fa male alla salute!
      Temo che tu abbia fatto confusione tra infatuazione e tifo sportivo…ah ah ah!!!

      • Andy by Andy

        @ by Ace
        Ma piantala infatuato sarai te, a 40 anni suonati me ne sbatto , ho semplicemente realizzato come tu non hai ancora fatto che tifare una che non vuole migliorare e che va in campo per guadagnarsi la paga è tempo perso, continuate a gridare vamos intanto Camila è fuori dalle 100 perché non le interessa minimamente ne giocare il più possibile ne migliorare, se fosse diversamente significherebbe che è incapace.

        • by SanTommaso

          Camila non è fuori dalle 100. Però va beh, è un dettaglio microscopico in mezza alla sequenza di inesattezze che hai scritto.

  34. TEUS by TEUS

    Credo che Camila, con quel hashtag, si riferisca a giudizi umani più che tennistici. Inutile quindi farsi troppi film…

    • robdes12 by robdes12

      Per questo io giorni fa ho scritto “non sapendo a chi sia realmente diretto”. Può anche darsi che si riferisse al processo in corso.

  35. fabius by fabius

    Sabato 10 giugno iniziano le qualificazioni a Bosco Ducale (‘s Hertogenbosch o Rosmalen che dir si voglia) dove Camila sarà della partita, avendo alla fine preferito giocare in Olanda piuttosto che a Nottingham, dove pur aveva qualche possibilità in più di entrare nel MD.
    La scelta era ampiamente prevedibile ed è del tutto condivisibile, in questo momento è importante cercare di ritrovare sensazioni positive anche giocando in un torneo che le sta particolarmente a cuore.
    Le qualificazioni iniziano sabato 10 giugno, e siccome fino ad allora non sarà pubblicato nessun aggiornamento del ranking, si terrà conto del ranking ufficiale del 29 maggio.
    Salvo ritiri quindi le 6 teste di serie (ci sono 2 turni di qualificazioni per 6 posti nel MD) saranno:

    Madison Brengle #82
    Kirsten Flipkens #87
    Sara Errani #91
    Camila Giorgi #93
    Marketa Vondrousova #96
    Aliaksandra Sasnovich #98

    Inutile sottolineare l’importanza di essere testa di serie, soprattutto per evitare la inarrestabile Vondrousova.
    Tra le non TdS si segnala la Haddad-Maja, molto forte sulla terra ma tutta da verificare sull’erba.
    Da notare anche la partecipazione della Trevisan, ultima tra le ammesse direttamente.

    Naturalmente speriamo tutti che questo torneo, con l’atmosfera ed i ricordi che suscita, serva a dare una spinta a Camila; sul piano pratico non basterebbe qualificarsi, non darebbe punti visti gli scarti, occorre superare almeno un turno di MD, che con i suoi 30 punti credo garantirebbe già l’accesso diretto al MD degli USO.

    Se accedere al MD potremmo dire che dipende solo da lei, non essendoci avversarie sulla carta superiori, nel MD c’è sempre l’incognita del sorteggio, e le migliori giocatrici presenti dovrebbero essere Radwanska, Mladenovic, Bertens, Vandeweghe, Ostapenko e Kontaveit.
    Sono possibili diverse defezioni, dipende da come va il RG.
    C’è anche la relativamente remota possibilità che ci siano addirittura 5 forfait, e Camila entri direttamente nel MD.

    Non ci resta che aspettare, sapendo che i giorni decisivi non saranno quelli in cui giocherà, ma quelli che mancano da oggi al 10 giugno: quello che conta non è il giorno della prima sul palcoscenico, sono i giorni delle prove.

    Camila dacci dentro adesso! E poi entrerai in campo serena e fiduciosa sapendo di aver fatto tutto il possibile per ben figurare.

    • by massimo2

      Ma non potrebbe richirdere una WC come campionessa 2015? In fondo nel 2016 non potè partecipare perchè infortunata.

      • fabius by fabius

        Penso che avrebbe potuto chiederla, o magari l’ha anche fatto, comunque ora è nell’elenco delle qualificande.
        Le WC le hanno date, per ora, a Radwanska come top20 ed ad Hogenkamp, si vocifera di una anche per Sharapova.

  36. by SanTommaso

    Gente che si sorprende (direi “indigna”, ma poi fate come con il termine “pretendere” e sviate dal discorso principale quindi ci vado più leggero) delle parole di Camila.

    Ma dove avete vissuto negli ultimi 6 anni? Ma quante partite avete visto di Camila?

  37. robdes12 by robdes12

    Non so, sarà una corbelleria, ma forse Fognini ieri ci ha dato la chiave per capire gli ultimi due anni di Cami. Giochi bene e tranquillo, all’improvviso cominci a sbaglare quasi tutto, poi ti riconcentri e vinci 60 il set finale. Parrebbe tutto nella concentrazione, in un improvviso calo di pazienza che ti porta a volerti liberare della palla prima possibile, o a non fare più nessuno sforzo fisico per colpire bene. Due giocatori molto simili, potenzialmente top, in possesso di doti straordinarie, che non riescoo ad imbrigliare il loro potenziale. E’ tutto nella testa. Che sia chimica cerebrale, ad un certo punto qualche molecola latita?

  38. Ace by Ace

    Oggi su Instagram, insieme a una bella foto, Camila mette fine ad ogni discussione:
    #ONLYGODCANJUDGEME
    Fantastica!!!
    In sostanza ribadisce quello che dico da tempo: prendere o lasciare! Spettacolo e sconfitte, tutto o niente.
    Mi sembra la frase più sincera che potesse scrivere. E’ questo quello che pensa!
    Speriamo nello spettacolo…

    • riccardo by riccardo

      Beh…allora adesso è tutto più chiaro. Mi pare che non serva più nemmeno stare a discutere.

      • robdes12 by robdes12

        appunto, come in Ciack si gira di Pirandello. Dobbiamo rinunciare a capire il prossimo e limitarci a registrarlo.
        Temo che la vita non sia così…o.a quando la messa al bando dei tribunali?

        • Ace by Ace

          Ah ah ah!!!
          Faremo un’eccezione per la giustizia, ma finalmente conosciamo il Camila pensiero! 😉

          • robdes12 by robdes12

            a te non sembra un po’ anni ottanta? Certo avendo deciso di essere personaggi pubblici è un po’ contraddittorio; ma non sapendo a chi è esattamente diretto, lo accettiamo.

            • Ace by Ace

              Se non si stufa prima, cambierà e medierà tante cose. Sul breve periodo però sarà durissima per lei e per noi.

              • robdes12 by robdes12

                Possibile anche questo. Non so se a fine anno, qualora fosse fuori delle prime 100, continuerebbe col tennis, o per lo meno non si prenderebbe un periodo sabatico. Poi come abbiamo visto in molte ritornano, anche perchè il tennis stressa, però il lavoro comune non è che sia tanto più gratificante, oltre che molto meno remunerativo.

    • roberto baldisserotto by roberto baldisserotto

      prendere o lasciare ? Lascio ! No ragazzi , una tennista che dice ”sono fatta così” prendere o lasciare non mi interessa .

    • by SanTommaso

      Il Camila pensiero lo si conosce da sempre, basta ascoltare invece di voler dire il proprio parere su tutto. Sono stato spesso accusato di essere troppo intransigente. Oggi Camila ve lo dice chiaro e tondo cosa pensa del vociare di sottofondo.

      Ma prego, dicevamo che forse cambiando coach e giocando mezzo metro più indietro…

    • by livio71

      Io non direi frasi cosi impegnative. Anche perché Dio non ci giudica mai. Purtroppo siamo soggetti al giudizio dei nostri simili.

      • by massimo2

        Ha ragione Camila: “Non giudicare se non vuoi essere giudicato” si dice nel Vangelo.
        Per giudicare un nostro simile bisognerebbe entrare nel suo intimo, ciò che è possibile solo a Dio (per i credenti) o a nessuno (per gli agnostici), quindi non solo è saggio, ma doveroso non giudicare mai definitivamente gli altri, come l’esperienza insegna , e non credere mai troppo a questo chiacchiericcio che ci circonda.

    • fabius by fabius

      Non date tanta importanza a quello che si posta su questi social, non sono messaggi al mondo, non sono confessioni o dichiarazioni.
      Sono un passatempo, e così vanno valutate.
      Sono immagini spesso neanche attuali, ripescate negli archivi, quindi non da contestualizzare, e che non è affatto detto che riflettano lo stato d’animo di chi le posta, sarebbe più che normale postare una immagine gioiosa quando si è col morale sotto i tacchi, o viceversa.
      Costruirci su castelli e basarcisi per formulare giudizi mi sembra totalmente fuori luogo.

      Quando c’è qualcosa di concreto da comunicare lo ha fatto e lo farà in altro modo.

    • Andy by Andy

      Magari non venga a raccontare ” tornerò più forte di prima” o ” devo giocare il più possibile possibile” ha tutto il diritto di fare della sua vita quello che vuole ma prendere per i fondelli chi la segue proprio no.
      Tanto s’è bella che capita che ci troviamo di fronte ad une persona che ha troppa poca maturità per ammettere i propri errori e agire di conseguenza, poca umiltà nell’ammettere che ha sbagliato totalmente strada e i risultati si stanno vedendo.
      Alla fine non sono certo i suoi tifosi che perdono di credibilità, del resto con un miserevole torneo WTA un pizzico di autocritica se la farebbero tutte.

  39. gimusi by gimusi

    l’intervista di Cami mi tranquillizza molto…è molto sicura di sé e del lavoro che sta facendo per tornare ai suoi livelli…si va sull’erba con tanta fiducia…vamooosssss 🙂

    • by SanTommaso

      Tranquillizza anche me e fa scrivere fiumi di inchiostro virtuale a chi ha sempre qualcosa da suggerire. Sarà un caso?

  40. by Fabblack

    Se ho capito bene i discorsi di ognuno, credo di trovarmi vicino più che ad altri a fabius e ad Andy.
    Nel senso che a me andava non bene, ma benissimo, la Camila fino a Den Bosch 2015; dopo solo disastri. Ogni cambiamento si è rilevato deleterio.
    Ed allora, tornare alle origini forse sarebbe la cosa migliore.
    Vista così sembra che non le interessi dispensare punti e soldi a qualunque avversaria le si presenti davanti; che non le interessi fare ogni volta la figura del “pollo”, con delle oneste pedalatrici/manovali della racchetta e nulla più che si limitano ad aspettare l’inevitabile regalo che a breve arriverà, perché arriverà: perfino Pfizenmaier ne ha beneficiato.
    In questo senso sono vicino a enrico29, e l’ho già scritto a proposito di altra partita, fossi stato il suo coach più di una volta l’avrei abbandonata a metà match, come per la prima volta ho fatto nel secondo set con Barty (certo, dalla poltrona, non dal player box).

    • robdes12 by robdes12

      in sintesi, sei per i coaching alla Cinà, Sumik o Navarro? In effetti quando fanno le adolescenti stizzite, per il loro bene non è che si possa fare altro. 😉

      • by Fabblack

        Nessuno dei tre.
        In sostanza, volevo dire che io coach professionista, una col suo atteggiamento in campo non l’avrei sopportata.
        Sarebbe stato forse il mio limite, ma se tu atleta ti affidi a me, devi farlo fino in fondo; se no stai con papà che, in quanto tale, non ti mollerà mai.
        Io credo che dopo Wimbledon si potranno tirare delle somme abbastanza definitive.
        A 25 anni e mezzo finora ha dimostrato meno maturità di una Vondrousova a scelta (anche qui a Parigi ne abbiamo viste altre di quel livello mentale e quell’età).

        • by SanTommaso

          Eh, ma pensa che c’è chi dice ancora oggi che Sergio è un padre-padrone…

  41. by fraronz

    E’ in piena crisi d’identita’ (tecnico-tattica) . Non e’ facile uscirne : mi auguro che l’erba , intesa come superficie, possa ridarle qualche certezza e soprattutto serenita’.
    forza Camila

  42. fabius by fabius

    Ho letto l’intervista, il mio primo pensiero è che non è la prima volta che Camila butta fumo negli occhi all’intervistatore, dicendo cose che in realtà non pensa, tanto per chiudere alla svelta un discorso che le pesa.

    A Praga ha giocato davvero bene, anche contro Barthel, poi è andata in calando, forse l’interruzione è stata tropo lunga, a Strasburgo non ha giocato bene nelle quali, ha pescato un jolly nel primo turno, non ha mostrato carattere con Barty, e ieri le cose sono andate ancora peggio.

    Il suo tennis è in crisi, lei non sembra preoccuparsene, e la cosa è di difficile interpretazione, può essere positiva, perché dentro si sente sicura, o negativa, perché se ne sente meno coinvolta.

    Leggo tanti commenti che vorrebbero rivoluzioni copernicane, cambiare totalmente modo di gioco, cambiare staff: è una follia.

    Camila ha dimostrato in passato di poter combattere ad armi pari e vincere con le migliori col suo bagaglio tecnico; ora è in crisi di risultati, e forse non solo di quelli, e quando si è in crisi non è assolutamente il momento giusto per fare grossi cambiamenti, lo dovrebbero sapere tutti.
    Quando si è in crisi non ci si avventura, si farebbero errori grossolani, quando si è in crisi si deve ritornare al nucleo della propria attività, nel mondo degli affari si direbbe al “core business”, e si deve cercare la semplicità e la naturalezza, si riprende ritornando almeno temporaneamente alle origini, non solo come tecnica di gioco ma anche come approccio alle partite e preparazione.

    SI devono riscoprire i propri gesti semplici e spontanei, e solo così si riprende fiducia.
    La mia esperienza è più nel mondo degli affari che non dello sport, ma non credo che certi principi cambino radicalmente: nel mondo degli affari i cambiamenti si fanno quando le cose vanno bene, mai quando vanno male, perché nel momento di stress tempo e risorse sono poche, e la mente non è lucida.
    E’ come guidare un’auto: è facile manovrare quando si è in movimento, è faticosissimo da fermi.
    Mi rifaccio con esempio dal tennis femminile: alla fine della stagione scorsa Svitolina dette il benservito al suo coach, e ne ingaggiò uno nuovo. Piovvero critiche: come, con lui hai ottenuto ottimi risultati, e lo cacci via? Ed invece mai scelta fu più corretta, era il momento giusto e si è visto.

    Quindi, se potessi, direi a Camila d tornare nello spirito giovanetta, e magari l’erba l’aiuta, rifare tutti i movimenti più semplici e naturali, ed essere più istintiva, pensare meno ed essere spontanea.

    Poi, se mai il meccanismo si rimetterà in moto, si andrà ad arricchire qualcosa, a pensare di più e crescere, ora invece bisogna solo semplificare e tornare ad essere naturale.

    • by enrico29

      Io credo che vadano fatte delle considerazioni oggettive.
      Camila Giorgi ha 25 anni, ha vinto in tutta la sua carriera 1 o 2 tornei di medio livello, non si è mai avvicinata a qualche fase finale né di uno Slam ma neanche di tornei prestigiosi.
      E’ una tennista di grande talento ma, ormai da molti mesi, in una fase di involuzione tecnico tattica caratteriale che le ha fatto perdere molte posizioni in classifica oltre che fiducia e convinzione in se stessa.
      Tutto questo, altrettanto oggettivamente, perché per raggiungere e mantenere un livello come il suo talento le consente potenzialmente non bastano le doti naturali e le capacità tecniche innate, ma ci vogliono molti altri elementi che nel tennis di oggi sono indispensabili : capacità tattiche e di variazione dei colpi, feroce determinazione caratteriale e mentale, grande agonismo e ambizione.
      Tutte cose che la Nostra non ha e che lo Staff di cui si circonda non è stato capace di infonderle, per ragioni che non è neppure interessante conoscere. Dunque la visione tanto “bucolica” della giovanetta che ritorna sui suoi passi e magicamente ritorna TOP 30, questa SI che è una pura FOLLIA.
      Anzi, visto che parli di business, nei momenti di crisi e di mancanza di risultati bisogna avere la forza di rimettersi in discussione, identificare i propri punti di debolezza e strutturare un piano di ricostruzione che – mantenendo fermi i propri punti migliori – consideri come e su cosa lavorare per compensare il mancante.
      Tutte cose che Camila, per scelta o necessità, non stà facendo.

      • by massimo2

        A me sembra che Camila stia lottando per potenziare le sue qualità tattico-tecniche, per affrontare più serenamente e determinatamente i matches, ha anche ribadito, nonostante gli attacchi, di essere intenzionata ad elevare il suo livello di aggressività e di efficacia agonistica e competitiva, non manca certo di ambizione, tanto che molti
        la rimproverano per questo. Irrispettoso e superficiale l’accusa rivolta a Fabius, perchè l’attuale crisi di risultati cessi è indispensabile che Camila riparta da punti fermi maturati nel passato e cioè dall’avere fiducia con il suo patrimonio di colpi e di tecnica, e per far questo ha necessità di ritrovare la sicurezza dei suoi mezzi, come ha già mostrato mirabilmente nella splendida serie di vincenti con la Navarro, e nel recupero con la Vesnina (questo si chè determinazione feroce di carattere e di testa) e questo sarà possibile speriamo sul suo terreno preferito:l’erba.
        Non è tanto un problema di gioco quanto di consapevolezza e di forza mentale che può anche conseguire con la sua indubbia pazienza migliorando i suoi punti forza con un recupero dell’esperienza degli anni 14/15, come ha intuito Fabius, e che potrebbe essere facilitato da uno psicologo dello sport da inserire nel suo staff.
        Non quindi un ritorno impossibile ad un passato passato idilliaco, ma il recupero graduale delle proprie abilità innate e già conseguite per sfruttarle positivamente insieme ai miglioramenti costanti provocati dall’aumento dell’esperienza attraverso lo svolgimento dei tornei.

        lll

  43. robdes12 by robdes12

    Ho letto l’intervista ma devo dire che non l’ho capita. Che vuol dire stare più fuori per poter attaccare di più? E’ vero che dopo il servizio si proietta così dentro prima di poter leggere la risposta che è l’unica giocatrice a muoversi, oltre che lateralmente, anche a zig-zag e questo comporta un certo dispendio di energie, ma stare più all’esterno per essere più aggressivi non mi è chiaro, a meno che non intenda che, non avendo lei che in alcune giornate il controllo sulla sua potenza, se gioca mezzo metro più esternai le palle anzichè finire fuori della riga entreranno più spesso dentro. Ma così perderebbe il gioco d’anticipo che la caratterizza,e poi bisogna pure vedere se le altre non giocherebbero più corto appositamente per rimetterla in quella zona del campo dove lei tende a strafare e spedire fuori. Non sarebbe più semplice capire che a metà campo o nei pressi della rete sarebbe il caso di non mirare sempre alla linea o non tirare sempre a tutta a meno che quella sia l’unica possibilità? Tra l’altro se proprio vuoi avere uno spazio supplementare di sicurezza, non è più logico usare le diagonali? Ok, si aprono gli angoli, ma bisogna pure vedere come l’altra arriva sui tuoi incrociati. In un progressivo aumento di altezza e di peso delle tenniste, la mobilità è quella che più ne sta risentendo. Un tempo le tenniste poco mobili le regolavano facendo far loro il tergicristallo, che poi è la tattica di giocatrici di difesa o contrattacco quali Kerber o Kasatkina, oggi invece in cui in realtà non solo Camila, ma una metà delle giocatrici pensa più a colpire la pallina che a tenere in considerazione chi ha di fronte non è che siano sti mostri di raffinatezza tennistica capaci di addomesticare anche palle sporche o dalle traiettorie difficili da contrastare.
    Anzichè riprovare per due partite a cambiare un elemento, basterebbe forse trovare quella calma che permette di dosare l’intensità dei colpi. Tutto a mille non lo fa nessuna campionessa, e anzi il motivo dell’alternanza di vincitrici nell’ultimo periodo è proprio dovuto al fatto che ognuna segue solo se stessa e i propri modi, senza mai considerare che di là c’è qualcuno con cui si potrebbero rivelare, se non adattati un po’, assolutamente inutili.
    Il campione non è chi tira più forte e più al limite (o Nadal non avrebbe vinto una cippa) ma chi al momento giusto tira nel modo meno forte ed arrischiato possibile. A me non pare che il problema sia dove stare nel campo, semmai come stare col braccio. Poi potrebbero aver ragione loro, ma come essere più arretrati e più aggressivi al contempo sinceramente a me non è chiaro. Si attendono in futuro delucidazioni.

    • riccardo by riccardo

      Caro Prof, ho trovato anch’ io contraddittoria l’intervista rilasciata da Camila a proposito dell’essere più aggressiva ma di arretrare la posizione. Non è stata molto chiara ma sono però convinto che non avendo padronanza perfetta della lingua, probabilmente si è espressa male.
      Non è questo il problema. Nessuno pretende che Camila si trasformi in una giocatrice diversa tipo Woz per intendersi. Mi sono avvicinato a Camila perchè finalmente nel panorama del tennis italiano femminile era apparsa una tennista che cercava di vincere , praticando un tennis d’attacco.
      Errani ha fatto grandissimi risultati specie sulla terra, ed io ho sempre avuto grande rispetto , ma faceva spesso il tergicristallo e non mi piace.
      Camila è una giocatrice d’attacco e tale deve rimanere perchè penso che a tutti noi piace cosi , ma in particolare piace a lei giocare cosi.
      Tuttavia, tra giocare in modo aggressivo e giocare senza costrutto c’è una bella differenza.
      NOn c’è necessità di tirare sulla riga e rischiare di sbagliare quando l’avversaria è fuori dal campo. Se giochi contro una tennista pesante, lenta negli spostamenti, credo che sia legittimo giocare in maniera diversa da come giochi contro una tennista piccolina e rapida.
      Penso che non serva a nulla tirare a tutta sempre, tra l’altro rischiando di farsi male, quando il punto si può anche costruire in 4 /5 scambi.
      Potrei continuare ma mi fermo. Sono concetti semplici , nulla di rivoluzionario.
      Se questi concetti semplici , vengono ripetuti praticamente da tutti, non intendo qui dentro, ma nell’ambiente tennistico, tra gli esperti, tra i commentatori , i quali rimproverano alla nostra Camila di non avere , per semplificare il concetto, mezze misure, viene da pensare che forse non sono loro che sbagliano ma , l’errore è altrove.
      Staremo a vedere. Se queste problematiche che ormai durano da un bel pò , si ripeteranno anche sull’erba, vorrà dire che due più due fa quattro e non cinque ! 🙂

      • robdes12 by robdes12

        beh, io penso che farà anche sei, spero di sbagliarmi. Ma visto che è la giocatrice coi maggiori margini di incremento e di decremento del tasso tecnico da una partita all’altra, sicurezze non ne vedo. Se rimane costante la tendenza a perdere il primo set (anche con la Pliskova conduceva e poi ha dovuto ripiegare sul tie.- break) sull’erba la vedo pericolosa come attitudine. Lì essere dietro da subito spesso equivale a perdere subito il set. Ma fidando nella tendenza a pasticciare di quasi tutte le ragazze (che certe volte, lo ammetto, mi sembrano davvero ragazzette svaporate tanto sono illogiche le giovani attuali) può anche darsi che quel che viene fatto venga anche reso dalle altre.
        Caro Riccardo, mi vado convincendo che il presuntuoso vero sono io, che pretendo di capire qualcosa, mentre sarebbe meglio che mi limitassi a guardare. In fondo tante volte, anche qui dentro, ci hanno chiesto di essere semplici telecamere. 😉

    • by ardiani

      Come quasi sempre, condivido quello che dici, le tue analisi sono sempre giuste.
      Aggiungo: se Camila si definisce giocatrice d’attacco e vuole attaccare ancora di più, perchè continua a tirare centrale? non ha alcun senso a meno che tu non voglia seguire il colpo a rete (allora attaccare centrale ci sta) ma in questo caso non devi tirare fortissimo altrimenti non hai il tempo di raggiungere la rete.
      Insomma per riassumere, solo una gran confusione nella testa di Camila e staff oppure idee sbagliate.

      • robdes12 by robdes12

        Fifa? Il gioco al centro si usa nelle fasi di studio, per non dare angolo all’altro. Ma se la prima la tiri a un metro dalla riga, la seconda a venti cm., la terza sulla riga, prima o poi finisce che mandi fuori. Una prima pallata centrale per far arretrare l’altra e avere più spazio per l’angolato va bene, ma a me sembra che lei lo faccia quando non sa che pesci prendere. Ogni volta che si mette a fare a braccio di ferro in quel modo il suo tennis è già carico di imprecisioni negli altri colpi, e durante la partita non ha messo a segno nessun vincente lungolinea. Comunque il dato certo è che dalla partita praticamente vinta con Venus, come comincia il ping pong centrale le sue partite si possono subito considerare perse. Basta del resto controllare e si vedrà che ogni volta che l’ha fatto ha sistematicamente perso il set, e pure di brutto.

      • by massimo2

        Ma Camila nel suo gioco è una rivoluzionaria e tutti gli innovatori, coloro che hanno rotto gli schemi sono stati considerati all’inizio folli o stupidi dai vari depositari del verbo consacrato, vediamo che combina sull’erba.

        • robdes12 by robdes12

          beh, questo si. Non è che uno smetterà di vedere il suo tennis,
          Però non sarebbe ora di farcene vedere un po’ di più? Qui stiamo diventando un po’ magrolini a furia di stare a stecchetto.

    • by SanTommaso

      Vuol dire “se potessi pagare una multa per non fare l’intervista lo farei ma sono costretta, quindi vi dico le due cose che volete sentirvi dire e ciao, alla prossima. Mollatemi”.

  44. by First

    Con la Barty la sconfitta aveva più senso, con la Dodin no. Forse le pallate centrali viste in questi due incontri dipendono da una insicurezza di fondo, da un errato timing sulla palla, forse troppo accelerato e frettoloso. Sarebbe utile capire bene il PERCHE’…

    Ora sull’erba c’è qualche freccia in più da giocare, perché è molto più difficile rispondere alle palle pesanti di Camila anche centrali, se non arrivassero risultati nemmeno lì occorre veramente rivedere al ribasso le aspettative: forse la nostra è una campionessa per gli highlights, ma non per partite intere e ancor meno per tornei interi? Io ci spero ancora, avanti tutta!

    • by enrico29

      Utilizzando un recente post di “Lucia” che diceva in sostanza : se Camila avesse avuto una differente educazione tennistica, – tecnica – tattica – caratteriale , sarebbe stabilmente tra le prime 20 del mondo, mi chiedo ora : ma c’è ancora qualcuno che non pensa questa cosa ? Che difende l’indifendibile dicendo che non spetta a noi ma solo a lei ed ai Giorgi decidere che futuro avere? Che sicuramente lei ce la mette tutta…che si applica e sputa sangue in allenamento ed in partita…che è in buona parte colpa della FIT (??) se non ha fatto il salto di qualità….che oramai la maturità tennistica porta i migliori risultati e che dunque c’è tempo…e che Camila siamo tutti con te, ce la farai e Vamoosssssss…
      Ma per favore. Siamo realisti
      Camila è in una involuzione ed in una discesa che oramai non si può dire SE e DIVE finirà, proprio perché il problema non viene affrontato alla radice e dunque non si risolverà se non vengono fatte scelte radicali, anche perché le poche scelte tecnico/tattiche fatte finora si sono rivelate tutte maldestre e sistematicamente PERDENTI.
      L’unica cosa vera delle precedenti citate è che non possiamo noi decidere del suo futuro e che quindi solo lei è padrona di se stessa…ma questo non ci deve esimere dall’essere obiettivi e fornirle un contributo ed un parere a prescindere che poi lei lo accetti o meno.
      Questo sito non è nostro perché non lo abbiamo certo creato noi, ma dal momento in cui ci viene data la possibilità di esprimere liberamente le nostre idee non possiamo neanche – come spesso vedo scrivere – affermare che qui noi siamo solo “ospiti” e che qualunque presa di posizione che non sia in sintonia con la sua scellerata gestione sia da considerare inadeguata e irricevibile.
      Forza Camila SI, sempre e comunque, ma altrettanto CAMILA attenta, i treni non passano sempre, sali sul prossimo del CAMBIAMENTO se ti interessa e finchè sei in tempo.

      • Ace by Ace

        Hai ragione che siamo in tanti a pensare che sarebbe necessario apportare dei cambiamenti, ma ti sei già dato una risposta da solo. Possiamo dire quello che vogliamo qui. Se i termini sono civili non si viene bannati per un parere contrario. Al massimo non vieni apprezzato da altri che scrivono qui, ma le opinioni sono personali. Il punto è che qui, a differenza di altrove, in molti hanno capito che è proprio Camila a non volere fare scelte diverse. Non intendo solo il cambio di allenatore. Insomma se lei vuole giocare a modo suo senza tattica e senza neanche guardare chi c’è dall’altra parte, l’allenatore è secondario.
        Tempo fa anche qui alcuni sospettavano che Sergio fosse un po’ despota con Camila, ma ormai quasi tutti pensano che anche lui, come noi, sia la vittima! 😉
        Mi permetto di scherzare su dinamiche che non conosco, ma ritengo che sia assolutamente sbagliato attaccare Sergio come molti fanno se è la giocatrice ad effettuare le scelte. Sono comunque scelte in divenire che, a mio parere, arriveranno a più miti equilibri. Come il servizio e la distanza di risposta che sono cambiati. Il problema rimane il tempo. Certi atteggiamenti in campo sembrano assurdi a tutti, ma è chi gioca che decide il da farsi. A mio modesto avviso in mancanza di alcuni cambiamenti vedremo solo dei lampi. Su un futuro più lontano invece rimango più ottimista.

        • by enrico29

          Si sono d’accordo con te su molte cose.
          MA…
          Se veramente fosse come tu dici che Camila si vuole buttare via da sola , allora il padre se veramente ci tiene dovrebbe fare un gesto clamoroso e togliersi di mezzo, senza SE e senza MA.
          Anche perché così, giusto o sbagliato che sia, diventerà il capro espiatorio di questa disfatta.
          Ma io non credo che sia così.
          Io penso che lui non abbia più il controllo della situazione perché i suoi decantati accorgimenti tattici le hanno fatto perdere 70 posizioni in classifica, e lei abbia capito che con lui non può migliorare più di tanto anzi…e sia entrata in un loop di ribellione dal quale, abituata ad essere completamente gestita, non riesce a sua volta a ricavare nulla di buono.
          Insomma una confusione totale che non le serve certo a trovare equilibrio stabilità e soprattutto un minimo di striscia di risultati positivi. Ma quando ci si trova in situazioni così è il più esperto a dover fare il passo indietro, non lasciare alla più debole la responsabilità di prendere decisioni che non è in grado di prendere.

          • Lucia by Lucia

            Non esiste il miglior allenatore. Esiste semmai, il miglior allenatore per individuo, per sempre o in un dato tempo.

            • by massimo2

              Questi discorsi mi sembrano irreali e viziati dalla mancanza di conoscenza diretta della preparazione tecnico-tattica dei matches di Camila, come giudicare un allenatore come il padre solo sulla base di alcuni risultati negativi, in fondo quest’anno ha vito dodici partite contro nove perse, non è stata quasi mai eliminata al primo turno come altre, dati non disastrosi in fondo in classifica è sempre sotto la centesima posizione (99-93-99) Camila si sta impegnando al massimo e un giudizio più .equilibrato potremo darlo solo dopo la stagione sull’erba, è vero che le due ultime sconfitte sono disarmanti, ma restano anche le vittorie con Navarro, Pòliskova, Vesnina. Che ha fatto la tanto decantata Gavrilova, anche lei eliminata al primo turno, ma nessuno le fa il processo. E’ sull’erba e sul cemento che ha la possibilità di ritornare la Camila del 14 e del 15.

              • robdes12 by robdes12

                non so, le avversarie aumentano, e se ci hai fatto caso le giovanissime che fanno come lei gioco di sfondamento, stanno tutte provando anche la soluzione palla corta, che permette appunto di raccogliere il vantaggio di aver mandato fuori di metri l’avversaria. Cami non ha quell’arma, potrebbe rivelarsi fatale, a meno che non trovi precisione in quello che ha.

                • by Vale90

                  guarda la Kontaveit! mi piace molto, ha un gioco aggressivo ma con anche altre soluzioni tattiche (palle corte, pallonetti, back di rovescio, ecc)
                  Secondo me arriverà ben presto tra le prime!

                  • robdes12 by robdes12

                    e Marketa? e la giovane russo-americana? Ho visto che tutte tentano più volte la palla corta. Guarda caso i loro allenatori hanno capito l’importanza ritrovata di questo colpo per il tennis bum bum. Se spedisci l’altra tre metri fuori, perchè non fare il colpo più logico…corrono quasi tutte così male in avanti, a rete sono se va bene tanto mediocri, che appena appena un drop decente ed ecco il punto.

  45. Andy by Andy

    Perché Camila ha snaturato così il suo gioco? la vecchia Camila cercava angoli e giocava dei magnifici cross stretti, ora sempre a rimpallare al centro, bastava solo correggere alcune cose, come la risposta troppo avanzata e un maggior controllo sui colpi, servizio compreso, ma trasformare il gioco in continui assist è stato dannoso.

    • by ardiani

      giustissimo

    • by SanTommaso

      Non lo so neanche io, ma era quello che in molti qui dentro auspicavano: meno ricerca delle righe, colpi mezzo metro più al centro, giocare più in sicurezza e non dare angoli alle avversarie. Oggi (magari non eri tu eh…) si vuole tornare alle origini.

      Non per dire che “io l’avevo detto” che cambiare non conviene, casomai conviene perfezionare quello che si sa fare al meglio. Però l’avevo detto.

      🙂

  46. by jo.brouk

    popíši vám příběh, který nastartoval tenisovou kariéru karoliny plíškové. viděl jsem to na vlastní oči a slyšel na vlastní uši. odehrál se před 2 roky. karolíny prohrála první set, ve druhém setu prohrávala 4:1, dělala hodně chyb, a zavolala si trenéra. když k ní trenér přišel, tak na něj začala mluvit jako vodopád vody, že chybuje, že jí to nejde, že neví, co s tím má dělat, a trenér se nezachoval jako trenér, nezačal její hru rozebírat a radit jí, co má dělat, ale zachoval se jako psycholog, položil svou horkou chlapskou ruku na nahaté stehno karolíny, a tím utnul příval jejich slov, bylo vidět, že řízení v jejím mozku převzaly jiné mozkové okruhy :), a podíval se na ní a řekl jí “hraješ fantastický tenis”, rozhodčí řekla “time”, karolína vstala a šla na kurt a začala hrát fantastický tenis (přestala dělat chyby). když jsem viděl, co před tím karolína hrála, a slyšel, co jí řekl trenér, tak jsem myslel, že si z toho jeho výroku sednu na zadek, a byl jsem pak překvapený, když jsem viděl, jak to zabralo. kristýně plíškové nikdo nic takového neudělal a neřekl a tak je na žebříčku stále tam, kde byla její sestra karolína před 2 roky :). když camila dokázala porazit sharapovovou, tak prostě tenis hrát umí. těžko říci, proč proti dodin byla camila tak nervózní, že odmítla světu ukázat, co umí:), co za psychologickou chemii/pohodu camila potřebuje, aby hrála to nejlepší, čeho je schopná, proti dodin tu pohodu zjevně neměla.

    • r.b. by r.b.

      Solo d’accordo su tutto tranne alla riga 3 e 4. 🙂
      A parte gli scherzi, lo trovo di un incredibile cattivo gusto scrivere in una lingua straniera incomprensibile in un sito chiaramente italiano….e non è la prima volta…..

      • by livio71

        poverino non sa l’italiano… ma è un fan di Camila….ci si augura 🙂

        • r.b. by r.b.

          Ho capito, ma a che serve un forum se capisci solo tu? Potrebbe almeno usare l’inglese….

      • by jo.brouk

        když si přeložím vaše příspěvky překladačem google, tak jim rozumím, můžete anebo nemusíte udělat totéž. na stránkách není žádný nápis “pouze pro italy” nebo “pouze pro r.b” nebo “znalost italštiny je povinná”, zato na stránkách vidím nápis “pro fanoušky camily”, která je náhodou italka, zrovna tak mohla žít v izraeli a mluvit hebrejsky. kdyby žila v izraeli, tak jste si jist, že byste si jí všiml a navštívil její izraelské stránky 🙂

    • by massimo2

      Souhlasím s psychologickou analýzu, Camila potřebuje sportovního psychologa rasserenaela, ale teď tráva již může získat dobré rsultati a uznat jeho neuctivé kritiky.

  47. Andy by Andy

    Sono due match consecutivi che Camila imposta lo scambio centralmente con due avversarie che andavano mosse senza tregua, questo ha portato vantaggi sia alla Barty che alla Dodin una per la possibilità di giocare lo spin l’altra per le accelerazioni, almeno questo io me lo rimprovererei, no ?

    • by massimo2

      Speriamo che l’abbia capito, come finalmente la giusta distanza di risposta. E’ indubbiamente positiva la notizie della buona forma fisica. Prima di Wimbledon bisogna replicare le buone prove che ci sono state finora, in fondo il bilancio non è proprio negativo 12 viitorie contro 9 sconfitte.

  48. Ace by Ace

    Basterebbe davvero poco per portare a casa le partite. Come si è trovata una nuova distanza a cui rispondere, come si è trovato un equilibrio sui rischi da prendere con la seconda di servizio, un giorno si scoprirà che le avversarie non sono tutte uguali e che il tennis è uno sport complicato in cui la tattica gioca un ruolo importante. Al momento la cosa non viene presa in considerazione per cui si cerca il match perfetto che ogni tanto arriva, ma che di solito porta al risultato odierno.
    Quanto tempo ci vorrà? Speriamo che non le passi la voglia di giocare nel frattempo.
    Oggi mi sono persino annoiato!

    • by Vale90

      perfettamente d’accordo! Non credo esista nessuno sport sulla faccia della terra che escluda un piano tattico! Speriamo lo capiscano prima che sia troppo tardi!

  49. riccardo by riccardo

    Da ubi tennis,
    Bruttissima prestazione, a tratti imbarazzante di Camila Giorgi che affonda sotto una miriade di errori e lascia Bois de Boulogne già al primo turno. La terra non è certamente la superficie preferita dell’azzurra, che pure nelle scorse settimane aveva superato Pliskova e Vesnina, ma la prestazione odierna lascia davvero senza parole. Difficile anche valutare i progressi della ventenne francese Dodin, numero 57 del mondo e di cui senza dubbio si apprezza la pesantezza di palla ma che va verificata contro avversarie che quanto meno si presentino in campo con un’idea di gioco.

    Alcuni di noi, pochi a dire il vero scrivono queste cose da almeno un paio di anni. Lo capisce anche un bambino che se fai colpire la dodin da ferma finisci col perdere. Eppure non ho visto usare alcuna tattica, colpi fuori nei teloni. Però non ci si può sorprendere, perché , che le cose non andavano bene si capiva già da tempo. Eppure è bastata una vittoria contro pliskova per gridare al miracolo, faremo il grande slam
    I risultati non arrivano così . Noi tutti siamo commentatori da divano e non c’è dubbio, ma se alcune cose dette qui, vengono poi ripetute sino alla noia da chi il tennis lo capisce davvero, allora è preoccupante. Un talento incredibile, ad oggi buttato via, per presunzione forse, per pressapochismo forse, per mancanza di coraggio forse. Di una cosa sono sicuro, se una tennista che è stata 30 del mondo, sbaglia colpi di metri, ma non uno ma più di 15, qualcosa non va. Qualcuno ha sbagliato. Poi se va bene così, per me va bene figurarsi.

    • roberto baldisserotto by roberto baldisserotto

      Condivido Riccardo , è una campionessa potenzialmente da prime dieci , fisicamente perfetta ,
      aggiungo una sola parola , peccato .

    • robdes12 by robdes12

      D’accordo su tutto tranne sull’espressione commentatori da divano, che so che tu riporti perchè viene molto usata quando qualcuno dice qualcosa che non garba molto agli adoratori di questo o quella star.
      Sti signori anti-divano conoscono forse qualche recensore che possa commentare mentre allena o è in scena a recitare o è impegnato in un’azione bellica? I critici di teatro commentano stando seduti, i giornalisti sportivi comodamente disposti davanti ad un pc in sale apposite. Nessuno o quasi è analitico mentre è in mezzo agli eventi. Sti adagio senza senso potrebbero risparmiarseli, e per me vanno aboliti dal frasario dei blog per che sono luoghi comuni senza nessun senso comune.

  50. by livio71

    partita orribile, sembravano due che giocavano ad un altro sport…non a tennis

  51. by livio71

    certo che se poi in conferenza stampa dici: non ho nulla da rimproverarmi…allora non ci siamo. Almeno ha preso atto che in risposta deve strare piu’ indietro… ci sono voluti due anni per capirlo… forza camila cambia il tuo modo di vedere le cose senò non vai piu’ da nessuna parte… auguri !

    • Roby Ray by Roby Ray

      Infatti, due anni per capire l’ assurdità della sua “ridicola “posizione avanzata in risposta, posizione priva di alcun senso logico e che può portare solo svantaggi, non sono concepibili. Non ho guardato l’ incontro, dopo l’ ultimo che ha perso contro la brava Barty, che se non altro per il suo fisico non penso possa mai salire particolarmente di livello, mi è passata la voglia di vedere Camila. Diamole ancora tempo (frase vecchia ormai), ma se oggi ha detto davvero che non ha nulla da rimproverarsi penso che viva realmente in un altro mondo, che non è quello del tennis. Posso dire comunque che se lei avesse in campo almeno una piccola parte della grinta e della determinazione che ha, non dico Masha perchè non vi possono essere accostamenti o paragoni tra la due, ma altre tenniste come ad esempio una Gavrilova, tra l’ altro ammirevole per la sua simpatia ed il suo modo spesso “divertente” e non drammatico di affrontare i match (si dovrebbe trattare di incontri sportivi dello sport più bello del mondo e non di guerre o incontri di box…), potrebbe allora diventare la giocatrice che merita e che da troppo tempo stiamo aspettando. Forse è partito tutto male anni fa, quando il suo team parlava di una gocatrice con quasi tutti i colpi superiori alle avversarie, della più veloce di tutte (ma il tennis non è atletica o box, ma fondamentali sono tattica, strategia, carattere e determinazione nei momenti top…), si parlava anche di vincere Wimbledon… Sarebbe stato meglio parlare meno. Maria non ha parlato, ma Wimbledon l’ ha vinto da ragazzina demolendo Serena Williams. Ma questi sono nomi che appartengono ad un’ altra storia, alla storia del Tennis.

  52. by livio71

    certo che se poi in conferenza stampa dici: non ho nulla da rimproverarmi…allora non ci siamo. Almeno ha preso atto che in risposta deve strare piu’ indietro… ci sono voluti due anni per capirlo… forza camila cambia il tuo modo di vedere le cose senò non vai piu’ da nessuna parte… auguri

  53. TEUS by TEUS

    Camila soffre da sempre le avversarie che hanno un servizio potente e preciso. Dal punto di vista tecnico, il problema attuale è il dritto (troppo falloso quando non ha il tempo necessario per preparare il colpo). in più tende a perdersi troppo facilmente quando le cose non vanno per il verso giusto. In questo momento manca anche la fiducia (da ritrovare al più presto disputando una buona stagione sull’erba).

    • doherty by doherty

      d’accordo…
      pero’ dodin non è un fenomeno,come nemmeno barty…camila negli ultimi 4 set che ha giocato ha vinto 8 games..
      sicuramente ci sono i problemi che hai scritto tu ma,a me sembra che si sia presa una direzione sbagliata…cami sembra preda di una involuzione
      magari queste 2 partite saranno un caso sfortunato ma,se nemmeno sull’erba dovessero arrivare risultati soddisfacenti bisogna prendere delle decisioni ( a mio avviso)

    • robdes12 by robdes12

      Allora, soffre quelle che variano, quelle che rimandano, soffre pure quelle che servono bene, alla fine devo concludere che soffra tutte? Se gioca molto male si, le soffre tutte, anche perchè se con tre palle break consecutive devi persistere a rispondere a tutte sparando a rete perchè o risposta vincente o morte. Per ora il risultato negli ultimi slam è che ci sia questa ci sia quell’altra il secondo turno stesso sta diventando un miraggio. Forse è ora di trovare qualcuno che, laddove sono consentiti i coaching, abbia anche il buon senso di rimproverarla e pure a brutto muso, come fanno gli altri allenatori.

  54. doherty by doherty

    altro disastro…
    sono amareggiato e distrutto….

    le ultime 2 partite sono davvero sconcertanti..

    credo che come scrissi alla fine del 2016 che sia tempo per provare delle scelte coraggiose..
    bisogna provare a cambiare qualcosa…capisco che camila si fidi solo di suo padre ma,ora sembra che non basti piu’..
    cambiare non vuol dire per forza essere certi che le cose miglioreranno ma,rimanere fossilizzati su una situazione che sembra senza via di uscita potrebbe essere ancora peggio…
    seguire gli esempi delle altre campionesse italiane (flavia,sara..) che si sono affidate a strutture private,andando anche ad allenarsi all’estero potrebbe essere una soluzione..

    ecco,la mia modesta impressione è che a camila manchi una solda organizzazione alle spalle(rimanendo con la fit le cose sarebbero andate diversamente ? chi lo sa’ ?) e (anche i cronisti di eurosport sono del mio antico parere)un lavoro come quello che gilbert fece con agassi…
    ovviamente è solo un mio parere…

    ora c’è l’erba e magari(lo spero) camila ci sorprendera’ tutti…mi auguro che riesca a trovare il modo per far sfruttare il suo talento prima che vada perso…

    vamoooooooooooooosss !!! camila..

  55. by massimo2

    Ora dopo un riposo di qualche giorno, iniziare una seria preparazione per i tornei sull’erba, si può ancora rimediare l’annata, questa non piuò essere la vera Camila,. Se è fallito l’obiettivo del 1° Turno del RG, resta quello di Wimbledon, non bisigna sottovalutare le capacità di ripresa di Camila.

  56. riccardo by riccardo

    Fare un commento tecnico vorrebbe dire fare un torto a camila tanto è stato non tennis oggi. La sensazione che mi ha lasciato la partita è una camila svuotata, tesa all’inverosimile. Adesso si andrà sull’erba. Con questo stato d’animo però sarà difficile fare risultati. Fare previsioni che abbiano un senso logico è difficile. Mi spiace tantissimo per camila , mi pare che si sia persa. Forse tutti , sbagliando , le abbiamo messo addosso troppe aspettative. Il livello , oggi, è questo ed è un livello da 90/100. In tutta onestà è difficile dire se si poteva fare qualcosa di diverso. Io penso di sì, lo penso da due anni da quando è iniziata la discesa in classifica,tra infortuni, incontri assurdi,qualche buona prestazione, seguita da prestazioni che è difficile commentare.oggi a tratti mi sembrava baseball e non tennis. Auguro a camila di ritrovarsi.

  57. by fraronz

    Mi sa che Camila si sta allenando per l’erba…:) 🙂

    • robdes12 by robdes12

      ehm, ma di quali campi? Ci sono tanti sport che si giocano sull’erba….e forse non sarebbe manco tanto male prendere davvero un periodo di scarico volontario, e non obbligato. Ok, è entra un po’ di denaro ma se il prezzo deve essere questo….non ne vale la pena. Da quando l’ho sentita in occasione del foro italico, mi tornano spesso in mente le parole di Timea in relazione a molte delle ragazze del tennis di oggi. Forse è meglio tornare quando quello che fai lo vuoi nell’intimo e soprattutto ti dà gioia.

  58. hector by hector

    Leggendo i commenti scritti sul blog a partita in corso, non ne si trova uno di incitamento per Camila.
    E’ una situazione paradossale, che ricorda il post-sessantotto. Molti pseudo-rivoluzionari trovarono comodo posare le terga sulle poltrone del potere condividendone gli agi.
    Solo chi cade può risorgere.

    • robdes12 by robdes12

      Perchè, da quale altezza sarebbe precipitata? Tra l’altro non mi pare che di cognome faccia Bonaparte.

  59. mf by mf

    È da 5 anni anni che la seguo e non mi sono mai perso una sua partita…
    Per chi dice:” Il discorso con la Giorgi è sempre uguale, non cambierà mai, resterà sempre così ecc”
    Non è affatto vero! Lei è cambiata e non di poco… Purtroppo è un’involuzione che è iniziata a fine 2015! Guardatevi gli HG di Camila nel 2012/2013/2014 , seconda di servizio BUM risposta lungolinea vincente,altro servizio BUM risposta di dritto all’incrocio delle righe…
    Poi magari faceva 4 errori consecutivi,ma almeno cercava sempre l’angolo estremo e spesso ci azzeccava! Ora invece PAM,PAM al centro e puff palla fuori di un metro… Non so bene che le sia successo , ha cominciato a giocare così da quando è arrivata a tirrenia? Non penso visto che proprio quando si allenava lì ha giocato ottime partite ed è arrivata al 30 del mondo…
    A me divertiva vederla , mi diverte ancora , ma molto di meno…
    Oggi le uniche volte che ha giocato risposte angolate ha vinto 7 volte su 10 il punto…
    Che dire preferirei che tornasse la vecchia Camila, quella che magari ti fa 10 errori in più ma anche 20 vincenti in più di adesso…
    Che dire la stagione su terra è finita , ora c’è l’erba!
    Non mi aspetto niente , perchè se già arriva in ritardo su ogni risposta sulla terra , figurati sull’altra superficie che cosa farà!!
    Spero di smentirmi anche se sono sempre più deluso e credo sempre meno che con questo tipo di tennis si possa vincere slam ecc…
    SEMPRE FORZA CAMILA, arriveranno sicuramente momenti migliori!

    • fabius by fabius

      Il 2015 è stato l’anno della vittoria in Olanda.
      Mi ricordo un particolare: Camila, comprensibilmente, si ritiro dal successivo torneo di Birmingham, accusando un fastidio, più o meno vero, e per non dover pagare una multa si recò lo stesso in Inghilterra, facendo solo presenza.
      Papà Sergio ha raccontato questo, e disse anche che invece lui era tornato in Italia in macchina, perché si doveva sempre portare dietro gli attrezzi per la preparazione fisica di Camila, troppo pesanti ed ingombranti per poter stare in aereo.

      Temo che, forse da allora, quella pratica sia stata abbandonata, con chiare conseguenze.
      E temo anche che difficilmente Camila oggi sarebbe disposta a ripetere quei sacrifici.

      • by Vale90

        non credo che la preparazione fisica sia il problema, ma più quello mentale!

        • fabius by fabius

          Attenzione che sono cose legate. Se fai una seria attività di preparazione all’incontro non solo stimoli tono muscolare e reazioni, ma acquisti fiducia e confidenza in te, ti carichi anche mentalmente.
          Questo è fondamentale in ogni sport di combattimento, ed il tennis lo è.
          Non si fa preparazione mentale stando seduti a tavolino, si creano gli stimoli ed automatismi mentali faticando di brutto in allenamento.

          • by Vale90

            non sto dicendo che non siano legate! ma non vedo dove sia la differenza di preparazione fisica tra questa partita e ad esempio quella contro la Pliskova a Praga (dove per altro Sergio non c’era). Se non fosse stata preparata fisicamente a dovere non vedo come avrebbe fatto a vincere contro di lei a Praga, sfoderando colpi pregevoliper 2 set o a vincere contro la Vestina dopo il pessimo primo set. La solidità mentale è, a mio modesto parere, il problema principale. Se neanche le vittorie contro le grandi le danno fiducia, non so proprio dove possa acquisirla ulteriormente!

        • robdes12 by robdes12

          concordo, anche le altre sono sempre tutte rotte e incerottate, però chiedono meno da sè, meno spettacolarità, meno eccesso, e quindi vincono. Qui è questione di non trovare equilibrio in se stessi, per cui i colpi oggi sono strepitosi, domani fuori fase. Comincio sempre più a capire ciò che ha raccontato la Basi a Roma, del perchè lascio il tennis divertendosi di più a fare la cameriera e del perchè invece sia tornata.

  60. gimusi by gimusi

    peccato perché c’era lo spazio per far girare l’incontro…Cami stava riprendendo fiducia e se fosse andata sul 4 pari credo avesse ancora modo di rientrare…oggi proprio non ha trovato il feeling con alcuni colpi…speriamo che sull’erba li ritrovi!

  61. by jo.brouk

    dodin byla lepší na servisu a na returnu, ale jinak nehrála moc dobře. camila se vůbec nedostala do provozní teploty, pořád jsem čekal, že se nažhaví, rozjede, a nic. škoda.

  62. by Vale90

    c’erano Sergio e suo fratello a guardarla!! non capisco questa ansia sempre!!

  63. fabius by fabius

    Disatro.
    Peggio delle peggiori previsioni.
    E la reazione che ha avuto nel secondo set sotto 0-4 mi fa innervosire ancora di più, bastava che giocasse con quella grinta e concentrazione dall’inizio e poteva essere un’altra partita.

    Camila resta un mistero.

  64. robdes12 by robdes12

    Beh, più grave questo che il match con la Barty. La Barty almeno ha una sua logica, una sua tattica, la Dodin è una delle più arruffone e scomposte del circuito. Ma se tu le tiri sempre in bocca quand’è in vantaggio, oppure fai tutti quegli errori inutili, che ti puoi aspettare?
    Cami è così, si dice. Io invece spero che non sia così, perchè altrimenti dobbiamo ammetterlo, c’è poco. Il suo difetto è che non ha capito che una partita può essere una poesia, e vivere di immediato, ma un torneo intero è un copione. E’ inutile fare la neorealista e ogni giorno improvvisare le battute, perchè nello sport la possibilità del rewind se il risultato è fiacco o scoordinato, non c’è.
    Da grandi poteri derivano grandi responsabilità. Temo sia arrivato il momento di trovare chi la disciplini.

    • fabius by fabius

      Il primo set con Barty era stato equilibratissimo e con pochi errori da parte di entrambe, qui non c’è stata storia.
      Camila non scende in campo concentrata e confidente, non scende in campo in fiducia perchè temo che non si prepari più a dovere, non dico studiare l’avversaria, ma proprio la sua preparazione fisico-psichica prima dell’incontro, con tanto di training autogeno.; sa di non essere pronta, se lo sente, e scende in campo timorosa.

      E dire che nella sua prima giovinezza ha frequentato il mondo della boxe, dove questo aspetto è curatissimo e fondamentale.
      Se veramente vuole risalire la china deve tornare a lavorare duro, con la consapevolezza che si acquista sapendo di avere ben lavorato può di nuovo scendere in campo in fiducia.

      • by Vale90

        credo che la boxe fosse una sorta di valvola di sfogo; dove con i suoi ganci si rilassava e buttava fuori la tensione! Penso che sia la stessa cosa per il tennis, proprio per questo i suoi colpi sono fulmini e saette come se stesse prendendo a pugni qualcuno ma buttati li senza una tattica o minima logica! Dovrebbe trovare un modo per sfogare questa sua energia anche al di fuori del campo in modo da arrivare concentrata e con meno tensione agli incontri ma pur sempre con il fucile carico!

      • Andy by Andy

        Forse lavorare come una volta non le interessa più tanto…

      • robdes12 by robdes12

        ma c’è da studiarla una come la Dodin? E poi non ha abbastanza esperienza da capire dopo un set qual’è il punto debole dell’altra? Come mai tante giocatrici rispondono comunque quasi sempre ai servizi sopra i 180 di Cami, mentre lei o fa la rimessa vincente (o comunque fulminea) oppure scheggia, manda in rete, o fuori di un metro e mezzo? Come nel servizio bisogna variare, così anche nella risposta: tipo e direzione, l’altra non deve sapere già dieci secondi prima dove è meglio mettersi. E’ ora di diventare grandi, di cominciare a ragionare. La vergine Camilla dell’Eneide lo sappiamo che fine ha fatto.
        Tu dici lavorare duro, per me deve arrivare a capire che cos’è tennis. Che non è solo ciò che pensano loro due, ci sono altri stili, modi, varianti, tutte valide se usate al momento giusto. Il tennis è più grande di Camila, come lo è di Serena e di chiunque.

        • fabius by fabius

          Andare avanti e cambiare strada non è possibile.
          Sarebbe possibile tornare indietro, rifare quello che faceva la Camila del 2014 e del 2015, con la maggiore esperienze.
          Noi vediamo solo le partite, ma quello che conta è tutto l’altro periodo dietro le quinte, la partita è solo l’esibizione di quanto preparato.
          Quando Camila vinse il suo per ora unico torneo, disse che era la dimostrazione che lei e suo padre stavano lavorando bene.
          Mi chiedo se ora sta lavorando come allora.

          • robdes12 by robdes12

            infatti anche per me la strada possibile pare quella. E’ da inizio hanno che non ha mai tutti a disposizione nella stessa partita tutti i propri colpi. Si incrociato no lungolinea, si dritto no rovescio, si rovescio no dritto. Ma ti risulta che questo succeda alle altre? A me onestamente non pare.

            • robdes12 by robdes12

              anno. Ho trovato però un giocatore simile, Fognini. Gli succede immancabilmente in tutte le partite che perde. Uno dei fondamentali lo abbandona completamente. Ma sappiamo il motivo, la sua intemperanza emotiva.

      • robdes12 by robdes12

        sai che penso? Che forse dove il coaching è lecito dovrebbe essere rimproverata di più, e pure a brutto muso. Tutti gli altri allenatori di grandi tenniste lo fanno, lo abbiamo visto. Lo spagnolo è in assoluto la lingua con il maggior numero di improperi; credo sia arrivato il momento di usarli, forse le darebbero una scossa. La partita di ieri mi è davvero parsa l’adattamento su terra de La Sonnambula.

    • by Vale90

      e speriamo che avvenga prima che sia troppo tardi!

  65. by fraronz

    perché tira sempre dritto in mezzo ? non e’ tranquilla Cami e purtroppo esce al primo turno
    mamma mia.

  66. by Vale90

    au revoir!!!

  67. Andy by Andy

    si è arresa purtroppo si è vesto dal fatto che non ha esultato al passante in corsa, nemmeno per caricarsi un po.

    • Andy by Andy

      visto *

      • robdes12 by robdes12

        penso che sapesse che era solo questione di tempo e che di fatto non aveva controllo sul suo tennis. A me non piace il suo gioco, ma Kuz è una che ne capisce più di noi. Aveva dato in fondo una mano a Cami, le aveva esternato come veniva letto il suo tennis dalle avversarie, cioè obbligala a giocare a tennis e non a squash e vedrai che poi va in confusione da sola. Non è stato recepito il consiglio, e….non so. L’obiettivo qual’è? Vincere Wimbledon? Così è difficle, non ti può andare bene 7 partite di fila se almeno un colpo non è “solido”. Diventare molto ricca? Impossibile se non vinci tanto, al massimo potrai vivere da benestante. Essere ricordata come una pioniera? Le ragazze che fanno un tennis simile stanno facendo tutte come lei, sempre sul filo del rasoio e perdono partite che avrebbero dovuto vincere.
        Sinceramente non pensavo che potesse perdere con la Dodin, una giocatrice col suo tipo di gioco ma inferiore per me in quasi tutto. Mica la francese ha giocato bene, ha fatto un sacco di castronerie.
        Comunque grazie ragazze per aver fatto vedere uno degli spettacoli più rozzi dell’anno.

        • Andy by Andy

          Io un po me lo aspettavo, riportato sulla terra dopo la sconfitta vittoria sulla Vesnina grazie alla sconfitta grave contro la Barty, supponevo che sarebbe stato difficile togliere il servizio alla francese che giocava pure in casa, Camila soffre gli avvenimenti di una certa importanza così la sconfitta a Roma contro JJ, così al RG.
          Per Camila da grandi responsabilità deriva grande insicurezza

          • by Vale90

            se soffrisse gli avvenimenti di una certa importanza non sarebbe ancora arrivata alla seconda settimana di uno slam!!

            • Andy by Andy

              le cose possono cambiare un conto quando non crei aspettative un conto quando hai paura di deludere te stessa e gli altri..

          • robdes12 by robdes12

            Dovuta a che cosa non si capisce. Avesse la Errani la sua seconda come prima e un terzo della sua potenza nei colpi a quest’ora si era portata a casa 4 slam e vari mandatory. Mai visto un tale potenziale atletico sottousato. Ammetto che comincio a comprendere però il motivo di tanta iperaccelerazione. Timore di non reggere alla lunga la tensione e di saltare in aria. Spero almeno di sentire, uno di questi giorni un “io adoro giocare a tennis”, perchè se lo scotto da pagare per avere un conto in banca discreto è questo, non so davvero se ne valga la pena.

    • by Vale90

      beh già lei difficilmente esulta! non credo che quello sia un segnale

  68. by Vale90

    bastava solo questo! ora speriamo non sia troppo tardi!

  69. by jo.brouk

    když camila vyhraje 2.set tak vyhraje i celý zápas

  70. robdes12 by robdes12

    ma guarda, una risposta anticipata un po’ angolata un metro e mezzo dentro e ecco il break. Se l’avesse pensato prima ora stavamo 4 pari, e conoscendo le insicurezze della francese, era pure probabile un tracollo.

    • Andy by Andy

      qualcosa ha buttato ma qualcosa no, la francese se non comincia a toppare col servizio è già finita..

  71. Ace by Ace

    Butto la pasta?
    In quanti siamo?

  72. by Vale90

    direi fino ad ora addirittura peggio che con la Barty

    • Andy by Andy

      Ma infatti la Barty non è il talento che si dice, ma scherziamo? dai su capisco la voglia di ammortizzare la sconfitta di Camila ma Camila quel giorno era esattamente com’è oggi..

  73. Andy by Andy

    A questo punto spero che non si arrivi al Bagel

    • robdes12 by robdes12

      sai qual’è la cosa assurda? E’ che questa partita ancora è possibile riprenderla se solo si desse una calmata. Tante giocatrici con la Dodin sono riuscite a capovolgere punteggi similari, basta ovviamente non cercare a tutti i costi le righe. Anche qui poteva già avere tre palle break.

  74. Andy by Andy

    Vabbè, addio RG… opterei per un passo indietro e puntare più ai tornei minori almeno si terra battuta..

    • robdes12 by robdes12

      Beh, penso che alla fine possiamo davvero concludere, dopo un lustro di partite, che il problema qui è davvero una fragilità interiore. Basta poco che va in pezzi tutto, errori su errori. Non c’è bisogno con la Dodin di nessuna ipervelocità, quelle che l’hanno battuta si sono limitate a farla spostare di un paio di metri. Come si vede in queste tre palle break, sperando che ora non vengano buttate via. La Dodin non è cuor di leone, ma come si vede….

      • by Vale90

        anche Paride in confronto a Camila sembra essere cuor di Leone

  75. by Vale90

    22% di punti con la prima

    • robdes12 by robdes12

      mentre il settanta per cento con la seconda: come dire, con la prima tira subito il secondo colpo e mette fuori. Sto game lo poteva fare suo come voleva, solo errori. Oggi purtroppo sta dando ragione alla Kuznetsova. Non sta giocando a tennis ma a tiro a segno. Pure sti gran colpi non serve a nulla vederli. Deve mettere a segno quelli facili, non solo le prodezze. E’ logico che in una partita ci potranno essere meno prodezze che punti normale amministrazione. Se tu sbagli quelli.

  76. Ace by Ace

    Concordo con Robdes12…basterebbe farla muovere…
    Basterebbe poco per fare tutta la differenza del mondo!
    Così funziona solo nelle giornate migliori.

    • Andy by Andy

      Insomma.. sul suo servizio che gli racconta ? quando non fa ace fa servizi vincenti…

  77. by Vale90

    forse era meglio che saltava il rolando per prepararsi al prossimo torneo…

  78. robdes12 by robdes12

    Bene, oggi Cami sta vedendo una se stessa più alta ma per il momento meno sciupona di lei. Se capisce questo dovrebbe aver trovato la chiave, fare in modo di dare all’altra occasione di mostrare i propri limiti. Ormai dovrebbe aver imparato, anche se dall’inizio non pare proprio.

  79. by Vale90

    no vabbè mai vista una partita più brutta!!

  80. Andy by Andy

    che nervi tutti sti ace…

    • robdes12 by robdes12

      non ha fatto pure tre df?

      • Andy by Andy

        si ma tra ace e servizi vincenti è nettamente in attivo…qua manco le stats ti mostrano….

  81. robdes12 by robdes12

    ma io dico, benedetta ragazza. Hai due palle break, non c’era nessun bisogno di sparare a tutta. Se le fai il break le farai venire dubbi di non essere oggi invulnerabile, poi finisce che le opportunità finiscono.
    Sul servizio adesso sto vedendo la vera Dodin.

    • Andy by Andy

      appunto Dodin certe occasioni non le butta, come adesso ad esempio..

  82. by Vale90

    totalmente sconcentrata in questo inizio!

  83. Andy by Andy

    Se questa serve così sarà un’impresa strapparle il servizio

    • robdes12 by robdes12

      mah, di solito fa abbastanza ace ma anche altrettanti df. stiamo a vedere. Eviterei magari di mettere in rete palle facili facili solo per il gusto di tirare a mille.

  84. by Vale90

    prima su sport zone non si bloccava manco una volta e ora ogni 2 secondi!!! prrrr

  85. robdes12 by robdes12

    La tattica ideale sarebbe muoverla, Oceane già al secondo cambio di direzione di solito è fuori posizione e manda la palla ovunque tranne che in campo. Però anche la palla profonda fra i piedi non è che sia sbagliato, visto che quando arretra perde equilibrio. Almeno è quello che io ho visto in tutte le partite che ha perso. Oggi davvero tanto dipende da servizio e risposta, perchè scambiare sarà difficile da ambo le parti. Finora chi ha preso a pallate Camila (Petra e Serena escluse) ci ha rimesso le penne ed è stata ripagata con la stessa moneta più interessi. Speriamo di continuare la tradizione di reginetta delle “sparapalle” (Kuz docet).

    • Andy by Andy

      ma si sa l’unica tattica che adotta Camila è quella che le dice la testa in quel momento, partenza davvero pessima..

      • robdes12 by robdes12

        eh si,spara un po’ troppo tutto. I soliti primi set dell’anno. Però il tempo c’è per rimettere le cose a posto, e la Dodin man mano che si stanca di solito cala parecchio. Comunque la palla di Cami è più anticipata, se non sbaglia la francese qualche problema a tenere il ritmo dovrebbe averlo.

  86. doherty by doherty

    forza cami !!!!!!!!!

  87. by Vale90

    Vamosssssss!!!!

  88. by Vale90

    proprio a ora di cena? speriamo riesca a digerire…. 🙂

  89. Andy by Andy

    match difficile, speriamo bene..

  90. gimusi by gimusi

    finalmente si parte…vamooosssssss 🙂

  91. robdes12 by robdes12

    fattooo.

  92. robdes12 by robdes12

    e vai col quintoooo.

  93. by Vale90

    really??? 🙁

  94. Andy by Andy

    Si è fatto riprendere 🙁

    • robdes12 by robdes12

      vedi che è come Cami! Magari ha i bisnonni marchigiani pure lui. 😉

  95. by FF.CC.

    mi sa che la partita la danno su Eurosport…

    • robdes12 by robdes12

      speriamo non domani. Se vanno al quinto non c’è manco il tie-break.

      • doherty by doherty

        questa regola andrebbe cambiata (come ad es. us open e e davis)..è assurda ed ingiusta…

        • robdes12 by robdes12

          concordo. Anche perchè se sei in attesa di scendere in campo e chi sta prima di te fa 16 a 14 nel 5 set ti trovi ad aver sballato del tutto con alimentazione, riscaldamento e simili. In effetti Cami e Oceane sono penalizzate, dovevano scendere in campo 4 ore fa.

          • doherty by doherty

            a parte quello è assurdo che la possa durare (come è capitato) dei giorni..
            e poi è ingiusto che uno dei 2 sia sempre costretto a servire per secondo

            • robdes12 by robdes12

              tra l’altro come gli è venuto in mente di mettere prima due partite maschili al meglio dei 5. A seconda quanto dura potrebbero non far in tempo a concludere. Date le giocatrci al massimo la partita Giorgi-Dodin poteva durare un paio d’ore o meno, per cui puoi ragionevolmente pensare di finire la giornata con un incontro maschile. Ma siccome loro sono sempre dei grandi geni organizzativi, come si può desumere dall’impeccabile efficienza della pubblica sicurezza…..
              La Cibu che fa, gioca indoor stanotte?

      • Andy by Andy

        Va be ma si sa i francesi sono speciali, già il fatto che i giudici non debbano parlare in inglese è una scemenza, cmq visto che siamo al quinto forza Trungelliti !!

  96. Andy by Andy

    A questo punto anche se è un atto ignobile tifo il francese…

    • robdes12 by robdes12

      a chi lo dici. E poi perchè ignobile, è par condicio tennistica, visto che dopo guferai la francese. 😉

      • Andy by Andy

        Gli argentini almeno molti hano discendenza italiana 😀

        • Andy by Andy

          Hanno

        • Andy by Andy

          No che dico, il contrario… sono di discendenza Italiana 🙂

          • robdes12 by robdes12

            vero, ma quello è un pallettaro, il francesino (che pare il cugino di Paire) per gioco è un camilliano doc, Secondo me l’ha copiata, io mi farei pagare i diritti. 😉

  97. by Vale90

    figurati se il francese non riusciva a vincere il terzo set….

  98. robdes12 by robdes12

    meno male, per ora il francese ci sta evitando un quarto set. Speriamo che porti a casa gli ultimi due game o il tie-break eventuale.

    • robdes12 by robdes12

      o no, si va al quarto…..

      • by massimo2

        C’è tempo si va al quarto.

        • robdes12 by robdes12

          Comunque sto ragazzo è davvero interessante, ancora un po’ grezzo ma fa un gioco alla Cami. Solo noi non abbiamo ricambi, pare….

          • robdes12 by robdes12

            identico a Cami, solo rischi. Un tennis magari con troppi errori, ma con un anima. Bravo .

  99. by FF.CC.

    https://www.youtube.com/watch?v=6vo9J26PdMM

    vai Cami sgominali tutti….noi siamo con te

    • robdes12 by robdes12

      cioè per te deve cambiare tabellone e passare in quello maschile? In effetti sarebbe interessante vedere un Dimitrov vs Giorgi. Qualche punto sono sicuro che lo farebbe sulle seconde del russo. 😉

      • by FF.CC.

        hihihihi il mio riferimento era proprio generale….

        le forze del bene contro le forze del male…e si sa Cami cosa rappresenta…

        che mi sia consentita un po’ di ironia…senza non so fare

        • robdes12 by robdes12

          beh, sai, date le stazze ormai la wta sta superando pure l’atp. Djokovic e Nadal penso siano più bassi di Venus, Masha, Pliskova 1 e 2 e Lucic, tanto per fare un esempio. Pensano pure molto meno di tante ragazze del circuito. Mi piacerebbe vedere il loro tennis se fossero alte 1,70, sarebbero penose.

  100. nicolino by nicolino

    https://it.vipbox.nu/sports/tennis.html per veder Camila spero vada bene

  101. by FF.CC.

    raga un link per lo straming?

    • robdes12 by robdes12

      scarica l’app di sportzone. Augurandoci che la trasmissione sia fluida. Con il giovane greco io ho dovuto mollare, si bloccava di continuo. Però la qualità di immagine era ottima.
      Mo speriamo che sti due la facciano finita presto.

      • by Vale90

        anche io stavo dando uno sguardo a Tsitsipas ma si bloccava sempre! Invece ho guardato un pezzo del match che precede Cami e sembra non bloccarsi! speriamo si mantenga così anche dopo!

      • by FF.CC.

        ho linux come sistema operativo, devo guardarci meglio

  102. by Vale90

    spero che Cami passi e che si prenda la rivincita sulla Kuznetsova!!! Vamosss manca poco!!

    • by massimo2

      Ora è sicuro la McHale ha lottato, ma avanti va la russa, ahimè, ma Camila non avrà paura…

      • by Vale90

        si si ho guardato la partita! per questo ho scritto spero che passi 😀

        • robdes12 by robdes12

          in effetti non è stata una super Kuz, anzi. Poi magari vince il torneo.
          Di certo Cami è la giocatrice con gli sbalzi maggiori di qualità tennistica in tutto il circuito. Può passare da un tennis che sembra in anticipo di venti anni ad un’incostanza da circuito juniores. Meno male che anche la sua avversaria di oggi non è da meno. Io non mi aspetto una buona partita, quella delle due che è più in palla penso schiaccerà l’altra. Poi magari escono fuori tre tie-break, ma ci credo poco.

  103. doherty by doherty

    pr favore qualcuno sa’ dove poterla vedere in streaming ( a parte eurosport player ? )
    grazie !!!!!

    vamooooooosssss!!!!!!!..camila….

  104. robdes12 by robdes12

    Adesso speriamo in una partita senza tie-break, o ci tocca vedere Cami ad ora di cena.

  105. by lucio

    Sorteggio non molto fortunato .
    Primo turno giovanile ma secondo molto difficile.
    Importante sarebbe almeno confermare i punti dello scorso anno per poi puntare sui tornei sull’erba.
    Dovendo fare le qualificazioni non sarà facile in quanto significherebbe riuscire a vincere 4-5 volte consecutivamente per riuscire a progredire nella classifica. Riuscire a risalire alla 70 il prima possibile significa rientrare nei tabelloni di molto tornei. Speriamo .

  106. fabius by fabius

    Ci sono molti commentatori a livello internazionale che formulano previsioni e riferiscono su incontri.
    La maggior parte sono decisamente banali ed inaffidabili, ma tra questi spicca ed apprezzo particolarmente l’inglese James Peeling, che twitta richiamando il suo blog, l’unico che leggo sempre con piacere ed interesse, sia in fase di presentazione di un torneo, sia in fase di reportage degli incontri, ovviamente specialmente apprezzabile per tutta la stagione sull’erba in Inghilterra, dove riporta di persona l’impressione delle partite viste.
    Segnalo quindi il suo articolo di presentazione del French Open
    https://mootennis.com/2017/05/24/french-open-2017-main-draw-preview/
    ed ovviamente in particolare il breve cenno che fa per la partita di domani di Camila:
    ” I’ll admit I was laughing when I saw this match-up come up – a helmets-at-the-ready ballbashing feast awaits! The pair have never played each other but I’d have more faith in Giorgi’s relentless winning through.”

    In sostanza ha più fiducia nella determinata volontà di vittoria di Camila, che è una osservazione tutt’altro che banale.
    Speriamo che abbia ragione.

  107. hector by hector

    Un illustre etologo ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Oceane Dodin domani farà la fine di un topolino al cospetto di una vipera del Gabon”.

  108. robdes12 by robdes12

    Un o.t. per la Schiavone. Se proprio deve chiudere qui con lo slam francese, giocare sul campo centrale subito con la campionessa in carica, lei ex-campionessa non poteva pescare di meglio, da un punto di vista simbolico. Poi, dato che l’unico torneo in cui ho visto Garbine giocare due partite bene è stato proprio Roma, non me la sento di dare per spacciata Francy, che ha un tennis che può risultare molto antipatico per una che non è certo un mostro nel tocco di palla. Anche Cami finisce sul centrale o sul campo cadetto, visto che da sempre i francesi mettono i loro giocatori ben in evidenza. E non so se per la Dodin, che non è manco lei un iceberg nella competizione, sia il massimo giocare il primo turno davanti a migliaia di conterranei. Il gioco è simile, la potenza pure, la tendenza a deconcentrarsi uguale, ma la mobilità delle due è inconfrontabile= Cami favorita.

  109. by FF.CC.

    quando si aprono le danze?

    • fabius by fabius

      Domani in campo Camila e Vinci, ma no si sa ancora l’orario.

      • by FF.CC.

        yesssssssssssssssssssssss bella notizia

        • fabius by fabius

          Terzo incontro dalle 11, campo #1

          • robdes12 by robdes12

            due incontri maschili al meglio dei 5 set. Molto difficile per le due ragazze capire come modulare il pre-gara. Potrebbero anche giocare per più di 5 ore. Il ritorno inatteso di Petra ha un po’ scombussolato le carte, mi pare.

  110. by fraronz

    Dodin Giocatrice che sembra essere più “adatta” al gioco di Camila . Direi 60 % Cami 40% la francese . Secondo turno invece
    Alla Barty…..

  111. Andy by Andy

    Ok avanti il prossimo…

  112. doherty by doherty

    oceane 20 anni 1.83

    2017
    12 W 14 L terra 8-5
    3R a madrid (ha battuto cibulkova ma perso netto da mladenovic)
    QF budapest (perso da babos)

    vinto quebec city 2016
    RG 0-3 mai vinto una partita ( l’anno scorso ha perso da ivanovic)

    • doherty by doherty

      64 nella race (cami 94)

      • fabius by fabius

        Mi permetto di correggerti, nella race live, che poi domani sarà ufficiale, Dodin 62 Camila 86.
        Cambia poco, giusto per non smentire la mia pignoleria.

        • doherty by doherty

          mi son basato sulla race di settimana scorsa e non su quella live
          grazie !

    • r.b. by r.b.

      Ana! Ci manchi!!!
      (scusate lo sfogo, ma ho letto Ivanovic e non ho resistito) 🙂

  113. enzo by enzo

    Dodin turno molto difficile e non solo perché Oceane è francese.
    Ha un servizio eccellente e, nonostante la statura , è molto mobile.
    L’eventuale secondo turno poi è ” impossibile ” .
    Naturalmente spero di sbagliarmi , perché con Camila mai dire mai ….

    • doherty by doherty

      al secondo ancora eventualmente la kuznetsova ?!
      sarebbe ora di darle una bella lezione..:-)

      • enzo by enzo

        Magari .
        Ricordo che a proposito di Cami disse : “lei non gioca a tennis , io si “

        • by massimo2

          La presunzione spero che non paghi anche questa volta. E non è sempre vero che ‘gallina vecchia fa buon brodo’, e poi c’è anche la nostra MCHale, sarebbe comunque già tanto battere la Dodin e mantenere le posizioni….

          • fabius by fabius

            Ed io invece spero che faccia veramente buon brodo!

            Mi spiego, quasi sempre questo detto popolare viene interpretato erroneamente, pensando che voglia dire che “gallina”, ovvero persona, vecchia sia ancora molto valida.

            E’ il contrario!
            Per chi vive in campagna le galline sono preziose perchè fanno le uova. Quando una gallina è vecchia non fa più uova, non serve più a niente, non vale la pena di darle da mangiare, l’unica cosa è tirarle il collo e metterla in pentola.

            Quindi il detto significa che la “gallina” vecchia deve togliersi dai piedi.

            Ed allora sì che condivido, cara Svetlana, anche a te è giunta l’ora di tirarti il collo (metaforicamente, ovviamente)!

            • by massimo2

              Rimanendo mondo campagnolo l’importante è che Camila ci faccia andare in ‘brodo di giuggiole’!

        • by Vale90

          non ricordo questa frase della Kuznetsova a proposito di Cami! dove l’hai sentita?

          • fabius by fabius

            Ricordo anch’io quella affermazione, credo dopo il RG del 2014, dove peraltro Camila giocò un signora partita mettendola alla frusta, e come documentato dagli articoli dell’epoca perdendo il tie.break del primo set per un errore dei giudici di linea.
            Che la russa giochi un gran tennis è indubbio, dileggiare un’avversaria, che ti ha anche fatto sudare, è certamente riprovevole.
            E siccome quell’episodio Camila se lo ricorda sicuramente, avrei quasi preferito che l’incontrasse al primo turno per poter esprimere al meglio la sua vendetta.

            Comunque con Dodin è favorita, deve solo restare concentrata e paziente.
            Mi permetto giusto un appunto ad enzo: da quando in qua Dodin è considerata “molto mobile?”.

        • doherty by doherty

          purtroppo quella frase ha,alcune volte,un senso di verita’…:-)

    • by Fabblack

      Poche chiacchiere: se tra qui e Wimbledon ci deve essere la svolta, Dodin va benissimo, anche per entrare in clima per la Kuz.
      l’ordine inverso sarebbe stato ben peggio!
      Tra l’altro il precedente ha dimostrato che con la Kuz ce la può fare.
      Certo è che con l’avversaria che con la schiena spolvera i teloni, ogni tanto una palla corta non guasterebbe… e non dovrebbe essere neanche perfetta.
      A domani.

    • robdes12 by robdes12

      Mobile? Veramente a me risulta che sia la meno mobile del circuito. Si parlano degli sbagli di Camila, ma al confronto degli home-run della francese sono nulla. Infatti l’oceanina della grazia delle ninfe omonime non ha nulla, al terzo passo che fa i piedi le si intrecciano. Perde quasi tutte le sue partite proprio per la difficoltà negli spostamenti. Tra l’altro pare che sia ancora cresciuta di statura e abbia superato il citato 1.83. Ci sono ora diverse tenniste che se si fossero date al basket avrebbero avuto una carriera molto più facile.

      • robdes12 by robdes12

        con tutte le sue partite intendo quelle che perde, non tutte in assoluto, ovviamente.

  114. Massimiliano by Massimiliano

    Io non voglio guardare il tabellone:
    Obiettivo N° 1 – Passare il turno e saldare così i 70 punti in uscita con il RG dello scorso anno. Per gli altri obiettivi, ci penseremo.

  115. r.b. by r.b.

    E via con la vecchia tradizione di chi commenta per primo la nuova news! 🙂

Leave a Reply