Aegon Classic - Day One

Sorteggiato il tabellone principale del torneo WTA Premier Aegon Classic di Birmingham. Camila Giorgi affronterà al primo turno la britannica Heather Watson, numero 56 del mondo. 1-1 i precedenti.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Camila rientra in Italia: “Mi dispiace, ma tornerò più forte”
    Camila rientra in Italia: “Mi dispiace, ma tornerò più forte”
  • Indian Wells: Camila esce con Johanna Larsson al primo turno
    Indian Wells: Camila esce con Johanna Larsson al primo turno
  • Un messaggio da Cami e la programmazione fino a Wimbledon
    Un messaggio da Cami e la programmazione fino a Wimbledon
  • Camila tornerà in campo a Indian Wells e Miami
    Camila tornerà in campo a Indian Wells e Miami

149 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by Fabblack

    Sorteggiato Eastbourne, esordio contro Babos, eventuale secondo turno contro Kvitova.

    • robdes12 by robdes12

      ottimo, due attaccanti, entrambe per ora non esattamente perfette sull’erba, come Cami del resto. Se capisce che con tutte e due è caso di fare in modo che siano loro a fare più errori di lei, e ne fanno tanti sia Babos che Kvitova, ce la può fare. Se poi anche con loro fa a gara a essere la prima negli uf, allora se ne riparla al prossimo torneo.

  2. avadar by avadar

    Pliskova, Muguruza, Keys: Cami dove sei?

    • robdes12 by robdes12

      e Vandeweghe, che, fra parentesi, dopo Cami è la giovane che preferisco, anche se ha limiti di peso.

  3. riccardo by riccardo

    Ieri ho visto Suarez – Kerber e facevo alcune riflessioni.
    La Navarro la seguo da un pò, adoro il suo rovescio ad una mano.
    Se avete la possibilità di guardare qualche partita della Suarez navarro di un paio di anni fa vi accorgerete degli enormi cambiamenti della spagnola.
    da un pò di tempo ma ieri era evidente, la Spagnola ha adottato una posizione leggermente più avanzata ma in particolare colpisce con grande anticipo.
    Qualche anno fa era impensabile vedere la navarro fare un gioco del genere per lei che è nata sulla terra.
    Ora, l’idea di Camila , di giocare avanti, di colpire la pallina con grandissimo anticipo, per togliere tempo al’avversaria e colmare cosi il deficit di potenza pura e di altezza con le più forti non è affatto sbagliato .
    tuttavia, la differenza con giocatrici come la spagnola sta nel fatto che quest’ultima, è capace di utilizzare tante rotazioni, di rallentare, di alzare la palla, di fare palle corte, insomma di variare, mentre camila picchia e basta . Anche la variante che si era vista e cioè di verticalizzare il suo gioco andando a rete sembra al momento accantonata.
    L’ho scritto tantissime volte che per sostenere il gioco di Camila, ci vogliono gambe da panico, fiato da panico, concentrazione da panico.
    La solita vecchia discussione che facevamo con Lucia qualche anno fa e cioè che un gioco del genere è difficile da sostenere per un intero torneo , figurarsi per una intera stagione.
    Sicuramente nascere tennisticamente sulla terra aiuta nella costruzione del punto , perchè è difficile poter chiudere in due tre scambi ma questa non può essere una giustificazione per non provare a fare qualcosa, per provare ad arricchirsi.
    Se tu vuoi giocare sempre dentro al campo e sempre in anticipo è ovvio che fai un gioco rischiosissimo che a volte, a causa del poco tempo che tu stessa ti imponi per colpire , ti espone a colpi sbagliati e tirati in tribuna.
    Direi quindi che più che fantatennis è un tennis che è difficilmente praticabile .
    Il mio pensiero è che Camila può giocare aggressiva lo stesso ma con più raziocinio e utilizzando anche una organizzazione di gioco un pò differente.
    per farlo però , deve essere per prima convinta lei ed una volta che si è convinta , fare anche la cosa più complicata e cioè farsi aiutare da chi può insegnarle una costruzione del punto diversa.
    Suarez Navarro è salita molto in classifica perchè lei da terraiola sta cercando di fare il percorso all’inverso e riesce a battere giocatrici come la kerber su erba……
    Bisogna riflettere. Bisogna essere aperti , non essere integralisti e se gli altri cambiano, si adeguano, crescono perchè non può farlo pure Camila???????
    Qualcuno mi dirà che è lei che vuole fare cosi…. va bene lo stesso.

    • r.b. by r.b.

      Ti darei anche ragione, ma in questo particolare momento della carriera di Camila preferisco prendermi una pausa da
      tifoso, proprio per lasciare che Camila e Sergio possano concentrarsi con calma sulle proprie decisioni, e guardare un po’ ad altro, non necessariamente in ambito tennistico, magari molto vicino temporalmente a Camila, distante solo qualche giorno…. 🙂

  4. Andy by Andy

    Francamente non capisco tutto questo polverone sulla situazione che sta vivendo Camila e noi con lei, ovviamente come tifosi, io come credo tutti non sono contento di come stiano andando le cose, sarebbe preoccupante il contrario, la fiducia certamente sta scemando sempre di più fino a diventare quasi rassegnazione, ma questa è la situazione, i motivi non li sappiamo e non è detto che li sappia neanche il team, ripeto la mia sensazione è che Camila forse non investa più sul tennis come faceva gli scorsi anni, resta il dubbio se lei voglia davvero migliorare come tennista o si accontenta di essere ciò che è, in questo senso la sua decisione va accettata per forza di cose,

    Le illusioni solitamente uno se le crea da solo, al di la delle notizie giornalistiche che come è noto vanno sempre pesate, personalmente non ho mai sentito Camila promettere mari e monti, per cui credo sia meglio mettersi l’anima in pace e prendere Camila per ciò che da, se non piace basta cambiare canale, tuttavia trovo sempre positive le critiche sul suo tennis sempre che sian costruttive.

    • Andy by Andy

      …cose. se no il prof. mi bacchetta 🙂

      • r.b. by r.b.

        Dopo il punto va la lettera maiuscola….
        Su altri siti c’è gente che è stata bannata per errori del genere… 🙂

      • robdes12 by robdes12

        no ti prendo a pallate. 😉
        Però penso che abbia ragione Madoka. Ho ripensato a quante palle break ha avuto in moltissimi incontri persi Camila, molto spesso non sfruttandone nessuna, vedi il match di semifinale con la Rybarikova, ma gli esempi potrebbero essere almeno altri venti. Se ci facciamo caso a meno che non abbia, quasi ogni volta, tre palle break consecutive a disposizione, ergo stia sullo 0-40, lei sistematicamente le fallisce, perchè la prima la spara a livello homerun, la seconda la affossa, finalmente alla terza riesce. Giusto con la Bencic non è successo ma a ben guardare perchè ha fatto in modo che fosse l’altra a sbagliare. Il punto è tutto lì, nonostante i suoi svarioni nel palleggio avrebbe potuto portare a casa molte partite, e anche molto importanti per blasone avversarie e per fase di torneo, solo che invariabilmente gioca quei punti senza attenzione, perchè in fondo prendere tutti quei rischi non significa solo essere coraggiosi, credere in un tennis eclatante, avere in mente solo una tattica offensiva, ma anche in molti casi voler liberarisi della palla, ossia anzichè espressione di coraggio potrebbe significare invece sintomo di fifa. I campioni appena hanno una possibilità, vedi i maschi coi grandi servitori, se la prendono, giocano la palla dell’opportunità nel modo più consono alla situazione. Ma siccome Cami è stata abituata a pensare che le altre non esistono, non vanno non dico studiate, ma addirittura guardate di sfuggita, questa cosa ci vorrà tempo perchè cambi, sempre che cambi. Del resto qualcuno ha mai visto Sergio Giorgi o membri del clan di Cami sugli spalti a guardare la partita della prossima avversaria? Credo nessuno, eppure anche Muratoglou per Serena, o Sumik per Vika e Garbine, Navarro per Flavia sono stati inquadrati mentre asistevano al match di quella che si sarebbe incontrata il giorno successivo, ovviamente per avversarie di valore, non certo per l’incontro Vika contro Teliana….

  5. by lucio

    Comunque è simpatico vedere alcuni post scritti da persone presenti solo nei periodi negativi …..

    • by lucio

      E sopratutto da quelli che scrivono nei momenti negativi ma normalmente preferiscono postare dove non vi è’ possibilità di replica ……..vedi Sergio ……ciao a tutti

  6. by alberto

    Non tutti i fans della Camila sanno tutto a prescindere dal sito. Io non sono abituato a zappingare qua e là sul web e mi tengo i miei precisi riferimenti. Nella fattispecie, il tennis di Camila, quale migliore soluzione di questo sito? Però ultimamente le notizie latitano, un po’ come le vittorie, mi si permetta la battuta. Riguardo il torneo di Eastbourne Camila è iscritta? Perché nelle qualificazioni ci sono una marea di tenniste con ranking migliore. Ora è vero che il sedino è fatto in anticipo, ma finché non vedo il suo nome nel tabellone principale non ci credo. Non è che anche l’aggiornassero e ideatore del sito si sta deprimendo?

    • by Fabblack

      Esordio contro Babos, eventuale secondo turno contro Kvitova.

  7. Madoka by Madoka

    La Watson contro la Strycova : 2 aces, invece di 11…e 45% di punti con la seconda nel primo e 47% di punti con la seconda nel secondo set.

    Ancora una volta, quando non c’è più Camila dall’altra parte i numeri ritornano alla normalità.

    Ancora una volta l’avevo detto.

    Ma fa nulla…come sempre non rispondo i soliti lacchè/lecchini/prezzolati…che a questo punto proprio come Camila e Sergio…seguono e parlano di fantatennis.

    • etberit by etberit

      Madoka, credo che tu abbia ragione in assoluto sulla gestione dei colpi e sulla strategia in generale; avevo scritto tempo fa che a Camila sono mancate le lezioni di gestione delle partite, a favore dell’esecuzione dei singoli colpi. Nel caso particolare, partita persa con Watson, non mi sento di darle troppe colpe: ha perso con una giocatrice del suo livello, abituata all’erba, e in migliore stato fisico. Aspetterei ancora un paio di tornei prima di abbracciare la filosofia catastrofistica.
      A presto.

  8. by First

    Con il perdurare di contingenze negative, è normale che i commenti si fanno più critici.
    C’è un problema di fondo, Camila Giorgi è un’ottima atleta e una buona tennista con notevoli margini di miglioramento potenziale a detta di molti, è invece avviata al declino avendo già raggiunto il suo massimo secondo altri.

    Solo nel primo caso ha senso parlare di come evolvere il proprio tennis per approdare ai grandi risultati che ci si aspetta da lei, in qualità di tifosi.

    La mia idea è che Camila gioca troppo poco, da sempre, e ricorrono piccoli inconvenienti fisici che sono dovuti alla dispendiosità del suo gioco. Su questo c’è da lavorare, non sparare sempre a tutta ma ridurre l’acceleratore in modo da consumare meno, e affondare quando serve e quando le probabilità sono a favore. E’ la gestione psicofisica della partita che va ben metabolizzata e ottimizzata in base alle caratteristiche proprie e dell’avversaria.

    Giocando più partite arriverebbe una maggiore continuità, una migliore attitudine agonistica e risultati migliori.

    • Sephir by Sephir

      ancora con questa storia?

      Camila non rallenta perchè NON può rallentare. Perchè il suo gioco difensivo non esiste come neanche i colpi. E’ velocissima sul campo ma la maggior parte delle volte in difesa non fa nulla. Questo anche perchè le è stato insegnato di stare attaccata alla linea di fondo o dentro il campo ad accellerare e prendere sempre in anticipo tutto. Altra cosa importante: non è solida. In scambi prolungati a meno che non sia in una giornata di grazia non regge contro le altre top players.
      Camila sembra una giocatrice migliore di quello che è in realtà proprio perchè gestisce le partite nella sua maniera iper aggressiva mascherando tantissimo le sue lacune.
      Ultima cosa: quando colpisce in corsa difficilmente riesce a colpire bene la palla come una Simona Halep ad esempio, non trova nè la coordinazione necessaria nè gli appoggi nè ha il bagaglio di colpi da cui attingere per sporcare il gioco.
      Tra l’altro ho pure il dubbio (quasi certezza) che mentalmente faccia fatica a tenere alta la concentrazione per lunghi periodi quindi abbreviare l’incontro il più possibile la avvantaggia anche sotto questo aspetto.

      • Sephir by Sephir

        in sostanza Camila è da prendere così com’è e basta. Se riuscirà ad avere gli exploit derivati dal suo gioco ok…ma inutile aspettarsi altro.

        • by First

          Devo dire che hai portato argomenti molto convincenti, Sephir. Oggi la situazione è certamente quella che descrivi tu. Non concordo sul domani, sulla potenzialità che per te è esaurita, per me è ancora da esprimere.

          La varietà di colpi e la strategia sono enormemente migliorabili, così come la coordinazione in situazioni di ritardo, la fase difensiva, la concentrazione; anche la tenuta fisica mi sembra precaria, spesso dopo un’ora di gioco ci sono flessioni importanti…

          Io dico che se vai sempre a tavoletta (anche quando non serve, se ci fai caso), vai spesso fuori strada e rischi di farti male. La velocità costantemente sostenuta e non variata è allenante per le avversarie, che dopo poco si abituato a quel tipo di ritmo e riescono a trovare le contromisure. Ridurre velocità e rischio, accelerare quando serve, fare più partite e più tornei anche minori, allenarsi vincendo, sono cose che aiutano la crescita, e mi auguro di potermi aspettare altro rispetto a quello che si vede oggi.

      • robdes12 by robdes12

        Camila è vittima di una visione di gioco monolitica e semplicistica che sarebbe funzionale a un maschio col servizio tipo Isner, non ad una donna. Però quel che ha già basterebbe, se solo evitasse di giocare qualsiasi palla come se fosse quella del primo quindici dell’incontro. Io ho il sospetto da alcuni colpi straordinari che improvvisa che in realtà abbia molta più mano di quanto di norma le viene considerato, ma ho anche l’impressione che il suo sia un gioco formato da una volontà revanscistica esterna. Se non si fosse capito lo trovo frutto di una formazione fatta da un ex-combattente che nella vita ne ha dovute ingoiare di cotte e di crude. E infatti Cami gioca un tennis amazzonico, lei che apparentemente è timida e garbata, se perde è perchè ha sbagliato tutto lei e questo succede perchè è così….eroina tragica crollata di fronte alla potenza del destino. Forse sarebbe meglio accettare i propri limiti e fare amicizia con essi, invece di negarli e sfuggirli. Se li accettasse potrebbe forse superarli, anzichè fuggirli come la peste: sto sbagliando, tiro ancora più forte col risultato di sbagliare ancora di più. In questa ottica il giudizio di Madoka è giusto, non è una tennista perchè le manca ancora la consapevolezza globale di ciò che è tennis, e quindi spesso è solo una colpitrice straordinaria ma al breve periodo. Ma è anche vero che se con tutte queste lacune c’è andata spesso vicina al colpo grosso in molte partite, deve avere evidentemente delle doti naturali immense, o avrebbe dovuto perdere sempre 61- 60 dalle grandi, cosa che in effetti non è mai successa. Staremo a vedere, però gli schemi tennistici di Sergio mi sembrano sempre più spesso davvero poveri, con l’esperienza i moduli di gioco di tutti i bravi si arricchiscono, qui stanno diventando scheletrici. Un tempo Cami reggeva scambi prolungati, e molti rallies li vinceva lei. Dopo l’incontro con Venus la cosa è di botto scomparsa, salvo i pochi tornei dove ha raggiunto la finale.

  9. riccardo by riccardo

    Camila vince uno , due incontri , magari con giocatrici oltre la posizione n. 100 e ci si esalta, si grida alla svolta, vinceremo Wimbledon!!
    Camila perde due tre partite ed addirittura è una tennista finita!!
    Un pò di equlibrio no???
    Le cose sono un pò più complicate.
    oggi, per fare risultati importanti, occorre uno staff completo, fisioterapisti competenti, medici , programmi di allenamento seri , un posto dove allenarsi, un progetto, la voglia di misurarsi e di aprirsi anche alle novità.
    Camila ha 24 anni , non è la n. 500 del mondo .
    C’è il tempo per crescere se si fanno le scelte corrette.
    Scelte che purtroppo nessuno conosce al momento.
    non sappiamo nulla, dove si allena, chi la segue ecc. ecc.
    Probabilmente le cose sono più difficili di come i Giorgi avevano immaginato, non so, ma per me c’è troppo integralismo in un verso o nell’altro.
    camila è arrivata n. 30 del mondo con Sergio Giorgi.
    E’ qualcosa di molto importante.
    Sono convinto che in quella ascesa si concentrarono una serie di circostanze favorevoli.
    La spensieratezza, il fatto che Camila era poco conosciuta e molte non sapevano come affrontarla.
    Col tempo sono arrivate le pressioni e le sue colleghe hanno imparato a conoscerla ;sanno che Camila rischia moltissimo e che cercare di rimettere la palla può essere la tattica giusta.
    Quando inizia a tirare tutte quelle pallate fuori di metri a mio parere non è un problema tecnico ma di testa.
    Sono cose che si possono migliorare.
    Occorre un progetto però, altrimenti si rimane tra le prime 100 nonostante per me camila potenzialmente potrebbe essere un fenomeno.

    • enzo by enzo

      Hai ragione Riccardo.
      In troppi su questo sito si esaltano per un paio di vittorie , per poi abbattersi dopo qualche sconfitta,fino a considerarla finita.
      Io continuo a considerarla potenzialmente da primissime posizioni a patto che si cominci a lavorare sulle sue lacune tecnico-tattiche.
      Per fare questo occorre uno staff completo, senza nulla togliere a Sergio che ha fatto molto forgiando una splendida atleta. Ma ora serve qualcosa di più.
      Sempre che Camila si renda conto e voglia veramente migliorasi.
      Purtroppo la questione FIT non ci voleva, senza dare colpe ad alcuno, perchè non sappiamo con certezza come si sono svolti i fatti.

    • by First

      D’accordissimo Riccardo, dalle stelle alle stalle e viceversa per qualsiasi primo turno vinto o perso contro avversarie alla portata, sono solo esagerazioni. Il progetto complessivo che non si vede è il vero problema, almeno per chi come noi ritiene che le potenzialità siano superiori a quanto espresso finora.

  10. doherty by doherty

    allora che camila quando gioca sia poche volte una tennista (nel senso che spesso sembra giochi ad un altro sport) sono d’accordo..
    ma che a 24 anni e mezzo sia “finita”,qusto no…
    son d’accordo con voi,cosi’ è impossibile ottenere dei grandi risultati,ma il tempo per trovare la strada giusta c’è ancora

  11. Pax by Pax

    Non posto da un anno o piu’, per vari motivi tra i quali il fatto che non ho nulla da dire sulla deprimente situazione odierna di Camila. Vorrei pero’ dire che sottoscrivo tutto quello che ha detto Madoka. Temo che Camila sia oggi finita come tennista. Il potenziale c’era, ma tutto il resto – a partire da problemi di gestione della carriera fino a limiti tecnici e tattici, passando per problemi emotivi e un’ostinata resistenza ad aprirsi a possibilita’ esterne – l’ha purtroppo seppellita. Che la FIT sia un disastro siamo tutti d’accordo, ma resta il fatto che gli unici progressi fatti da Camila sono avvenuti quando si e’ spostata a Tirrenia ed ha avuto la possibilita’ di allenarsi in tranquillita’ e con alle spalle un’equipe medica che le ha rimesso a posto un inforntunio cronico. Ha sbagliato la FIT a non esonerarla dall’incontro con la Spagna? Si. Ma a quel punto, valeva davvero la pena di mandare accordi e contratti per aria per andare a fare una manciata di punti inutili a Stoccarda e perdere due partite imbarazzanti contro Chirico e Beck senza nemmeno vincere un set? Mah. Comunque sia, ad oggi ci troviamo con Camila fuori dalle prime 60, reduce da un infortunio chissa’ come/se assorbito ed in totale involuzione tennistica. I problemi al servizio non sono stati mai veramente risolti – siamo ancora con due prime perlopiu’ piatte e centrali sparate a tutta forza che puntualmente le tornano indietro (non conosco un’altra tennista che sia capace di servire alle velocita’ di Camila e trarre cosi’ poco dal servizio, a partire dal numero inesistente di aces fatti), ed adesso Camila ha anche smarrito la capacita’ di rispondere al servizio dell’avversaria, e le piovono addosso puntualmente aces in cifra doppia anche contro giocatrici che ne fanno forse due o tre a partita (vedere l’ultima partita contro Watson che le ha servito 11 aces…una che 11 aces in pratica li fa in un anno). L’anno della prima finale a Katowice era stata proprio la risposta a segnalare il miglioramento di Camila – chi non se lo ricorda si guardi di nuovo la partita contro Suarez-Navarro, con Camila che le rispondeva puntualmente tra i piedi o in lungolinea impedendole praticamente di scambiare. Poi ad un certo punto ai Giorgi viene l’idea di spostare Camila un metro e mezzo davanti alla riga di fondo per rispondere alla prima delle avversarie, un esperimento inspiegabile e disastroso che le costa la stagione sulla terra e quella sull’erba (con Camila che praticamente diventa un bersaglio immobile e si trova a dover provare a rispondere a palle che arrivano a 190 kmh in spaccata) e tutti i miglioramenti ottenuti spariscono. Camila e’ oggi una tennista che non sa servire e non sa rispondere. Come si vincono partite di tennis senza servizio e senza risposta? Anzi, come si vincono punti senza servizi e senza risposta? Perche’ questa insistenza a non volersi aprire non dico ad un coach ma persino ad un consulente esterno, magari part-time, che probabilmente le avrebbe pouto dire che no, non ci si puo’ piazzare a due centrimeti dalla rete in risposta, che no, in risposta non va fatto un passo in avanti ma a destra o sinistra a seconda del lancio di palla dell’avversaria, che no, tirare una serie di comodini centrali impedisce di verticalizzare il gioco,
    che no, 5-5 30/30 non e’ lo stesso di 1-1 30/30, che no, correndo in difesa tirare una fucilata in mezzo al campo invece di rallentare il gioco ti costera’ sempre il punto. Camila e’ arrivata tra le prime 30 senza sapere queste cose ed altre, un fatto che’ e’ allo stesso tempo miracoloso e vergognoso. Purtroppo una grande partita ogni sei per restarci tra le prime 30 non basta. Camila giocato benissimo contro Bencic in finale in Olanda l’anno scorso (guarda caso l’unica finale giocata senza quell’ansia palbabile che uno psicologo dello sport la potrebbe aiutare a metabolizzare), ha giocato bene un’altra manciata di partite, e per il resto si e’ puntualmente o auto-distrutta (vedi tra le altre la partita contro Venus in Australia che secondo me ha marcato l’inizio della fine) o non ci ha nemmeno provato (avete visto il 6/2, 6/1 beccato contro Petkovic qualche mese fa? Agghiacciante). Se non si continua ad andare avanti, trovando strade, vie o uscite per continuare ad avanzare, inevitabilmente o si resta fermi o si inizia ad indietreggiare. Camila fa marcia indietro ormai da un anno e mezzo.

    • Lucia by Lucia

      Disamina accurata e per lunghi tratti condivisibile. Pero’ sul ” tennista finita ” o “seppellita ” ci andrei molto cauta. Io sono stata la piu’ critica circa la volonta’ di rottura con Fit e su altre scelte tecnico-tattiche pero’ non userei termini cosi’ assoluti. C’e’ sempre modo e tempo per “aprirsi “. Nessuna strada e’ senza uscita, basta tornare indietro.

      • by LucaA

        d’accordissimo però su quello che scrivi relativamente a risposta e servizio, sviluppo di una minima attitudine difensiva e gestione del punto.

        se non si riparte da qui, non si va da nessuna parte. se ci vuole andare…
        🙂

    • hector by hector

      Io invece trovo imbarazzante la leggerezza con cui usi il termine “imbarazzante”.

    • journasesto by journasesto

      Potevi startene zitto per un altro annetto…

    • robdes12 by robdes12

      che ci siano delle impostazioni sbagliate da due anni a questa parte e ostinazioni circa ancora più avanti e palla al centro palla al centro è vero, ma se il quadro fosse quello del disastro da te descritto io mi stupisco anche che non sia già numero 270 del mondo. Se non lo è e per finire oltre la posizione 60 c’è voluto uno stop per infortunio con una serie di tornei saltati del tutto che potevano darle comunque messi assieme un centinaio di punti probabili, vuol dire che qualcosa è rimasto che le permette di restare fra le prime 100 pur giocando così poche partite. Visto che palesemente non ha completato la fase di uscita dall’adolescenza (come per me si può comprendere da alcune “fanciullaggini” in instagram, ci sono ancora molti margini per arrivare ad una maturità maggiore come persona e anche come tennista. Mi pare davvero troppo tragica. La campionessa sperata per ora non l’abbiamo, la giocatrice sia pure part time si, quella c’è ancora.

  12. robdes12 by robdes12

    Bene, comunque ad Eastbourne ci va, e spero anche che becchi subito qualche giocatrice di vertice. Mi sa che in questo periodo sia più facile per lei vincere contro queste che non contro le pedalatrici, che in fondo praticano un tennis più proficuo di fronte a una che al momento non ha o la precisione o la serenità giusta per essere un po’ meno filantropica nella gestione dei punti. Meglio che arrivi qualcuna poco regolarista così se prende qualcosa qualcosa dà di suo, e poi si può anche sperare su una reviviscenza della voglia di affermazione sulle grandi. Magari in questa fase della carriera uno stimolo suppletivo le può venire più che dai punti dal prestigio della vittoria, chissà. Tra l’altro sarei curioso di verificare quale sia il suo livello di gioco attuale contro una giocatrice di alta classifica.

  13. by lucio

    @Madoka
    Ciò che scrivi è più che condivisibile….a mio parere non però la chiusura del post sicuramente scritto nella foga del discorso ” A me sembra semplicemente che ad oggi Camila non sia una tennista”.
    Il problema principale a mio avviso, è proprio la risposta. E’ evidente la regressione.

  14. doherty by doherty

    @ madoka
    l’hai scritto piu’ di una volta..perchè dici che per camila il tennis non è piu’ una priorita’ ?
    è una tua sensazione o c’è un motivo in particolare ?

    @teus
    son d’accordo che bisogna aspettare alemno la fine della stagione per trarre delle conclusioni
    credo pero’ che se il saldo dovesse essere negativo bisognerebbe trovare la forza di provare a cambiare qualcosa..
    questo non vuol dire che poi le cose l’anno prossimo sicuramente andrebbero meglio,ma bisogna tentare
    lo dico io che pensavo ( e ci spero ancora)che cami avrebbe finito il 2016 intorno alla 20ema posizione…

  15. by LucaA

    è assurda la situazione che si è creata con la FIT (a prescindere dal fatto che hanno dichiarato cose offensive e sul personale, c’era un accordo che conveniva rispettare).
    innanzitutto, camila aveva una serie di privilegi che adesso per questa rottura non ha più, oltre al fatto che non farà le olimpiadi (non ci credo non le interessasse).

    poteva comunque andare in spagna, chiarirsi, prendere il sole in panchina o magari giocare pure, e andarsene poi. spiegare meglio i motivi di una rottura. non ci credo che camila in primis litigasse con palmieri o barazzutti (per quanto non simpatici… le dichiarazioni inacidite del primo poi sono da infantile “innamorato” deluso)

    così invece, i torti sono da entrambe le parti (l’atmosfera non serena poi non avrà aiutato), con la presenza di sergio che si è fatta determinante per paura che il suo ruolo fosse messo in discussione,
    almeno da quello che è emerso:

    – le hanno detto tatticamente cosa poteva fare contro la garcia in risposta.
    -la schiavone le aveva dato dei consigli (ok, non sappiamo i toni) sulla prima e seconda di servizio.

    mettersi in discussione è la prima chiave per migliorare, e secondo me stare in nazionale, avere una voce in più non avrebbe fatto che bene a camila.

    in questo periodo non sta giocando bene per mille motivi (fisici, psicologici), speriamo solo si rimetta in carreggiata, se ne ha voglia. sergio dichiarò l’anno scorso che poteva vincere wimbledon entro tre anni, se nel futuro i risultati non arriveranno prenderanno le loro decisioni.
    di certo, meglio stare in pace che in guerra, quindi spero che le parti si incontrino di nuovo e ne riparlino.

    • doherty by doherty

      anch’io son convinto che stare con la fit era un bene per cami..(ma anche per la federazione)
      ovviamente se son successe cose gravi forse non si poteva fare diversamente..
      spero vivamente in una riappacificazione

  16. hector by hector

    Credo di avere compreso che se ti nutri giornalmente di deiezioni, alla lunga non riesci a digerirle tutte, e sei costretto a rigettarne una parte. Quale opportunità migliore di questo sito per farlo? Da quel poco che so invece dubito fortementeche nonostante le inevitabili difficoltà Camila e Sergio vogliano seguire la stessa dieta, ed io li stimo molto per questo.

  17. journasesto by journasesto

    Viva Camila, viva i trombettieri, viva tutti!
    Ragazzi, vogliamoci bene. Que serà, serà…
    Camila al tennis ci tiene eccome, altrimenti questo sito sarebbe già chiuso da un pezzo.

    • robdes12 by robdes12

      ma è tanto sbagliato se in questo sito si fanno analisi sullo stato del suo tennis nei vari momenti delle sue stagioni tennistiche? Se fosse un sito di solo elogi sembrerebbe davvero una specie di organo ufficiale del partito, se fossero solo esternazioni tout cour tanto varrebbe fare i copia-incolla da livetennis e blog affini. Piuttosto, visto che non sono iscritto a nulla che non sia questo sito, in quelli dedicati alle altre o agli altri si entra così addentro alle questioni che riguardano il dedicatario, o come sospetto solo a lei tocca il privilegio di avere un gruzzolo di appassionati che di lei trovano degno di essere passato a setaccio anche un suo minimo alito? In fondo il tennis è solo una schematizzazione delle pratiche della vita, quindi esisterà anche una serie di costanti che permettano di risolvere i problemi. Tennista full time o hobbista evoluta che sia, in possesso di risposte incredibili o invece improponibili, alla fine mi pare che su una cosa debba lavorare e su questa cominciamo ad essere d’accordo praticamente tutti: avere una concentrazione maggiore e di maggior durata. Che la risposta sia fare yoga o arti marziali, o magari stage di danza classica o andare a stare un mese dagli sciamani andini o imparare i mandala dai monaci tibetani, o fare un corso di pittura, ci sono molti modi per aumentare l’attenzione. Che poi al tennis giocato ci tenga eccome lo spero, è davvero troppo giovane per essere già rassegnata, diamine.

      • journasesto by journasesto

        No ma non dico che sarebbe chiuso perché c’è gente che posta commenti negativi. Se a Camila non interessasse nulla del tennis non avrebbe nemmeno interesse ad avere un sito da tennista. Questo spazio non lo ha aperto per informare sulla sua vita privata, ma per noi

        • robdes12 by robdes12

          E se lo scopo era questo mi pare che stiamo rispettando le consegne. Quindi perchè lamentarsi di ciò che si scrive. Anche i cosiddetti fake sono diventati rarissimi, immagino pure perchè con tutto quello che riversiamo qui i loro scarni anatemi apppaiono come gocce di acqua dolce nell’oceano.

  18. robdes12 by robdes12

    comunque quanti ritiri, Bencic compresa. E visto anche i risultati di alcune semi-acciaccate, qualche dubbio sui medici sportivi mi sta venendo. Dopo soste di qualche mese o tornei incerottate era il caso di giocare consecutivamente tutte queste partite? Il tennis di quest’anno sta diventando troppo strano nei suoi esiti, e a me il caso Sharapova fa sorgere molti dubbi. Guarda caso è l’anno olimpico, in cui i controlli si intensificano e non vorrei che dopo i giochi ne dovessero saltare fuori delle belle. Lì di certo i controlli non sono in mano ad atp e wta…staremo a vedere.

  19. Madoka by Madoka

    Vedo che alcuni continuano a parlare di qualcosa che ad oggi è semplicemente fantatennis. Visto che non ho alcun interesse a commentare qualcosa che ad oggi, ad ora, ha una possibilità di successo dello 0,000001 %.

    Possiamo commentare le convocazioni del CONI/FIT per le Olimpiadi uscire oggi, dove al femminile non c’è Camila. Ma ci sono Errani/Vinci/Knapp.

    Per 16 miseri punti di Stoccarda + due magre figure che Camila non meritava di fare contro Chirico/Beck ha rinunciato alle Olimpiadi, ad un centro dove allenarsi, avendo la precedenza, quando, come e dove voleva, a soldi, viaggi in business, hotel/fisio/dottori pagati in slam e mandatory.

    Per 16 miseri punti.

    A tutto questo ci aggiungiamo una giocAtrice che 1) non è più i grado di rispondere ad un servizio 2) una giocatrice che tatticamente è in uno stato di involuzione, che riesce solo a tirare forte-centrale…fino a due anni fa il suo tennis stava evolvendo, appena poteva veniva a prendersi il punto a rete, iniziava a dare rotazione al diritto…tutto scomparso…non è rimasto più nulla di questo…solo forte,diritto,centrare cercando di sfondare.

    Di fronte a queste lacune tecnico/tattiche che sono enormi io trovo una perdita di tempo fare programmi, di qua, di là…poi magari succede questo, poi succede quello…bisogna non avere le fette di prosciutto davanti gli occhi, anche se siamo tifosi.

    A tutto ciò poi c’è da aggiungere il fatto che il tennis sembra non essere/non è più una priorità per lei. Che è anche la cosa più grave.

    Potete tutti continuare a parlare di fantatennis, io continuo a riportarvi sulla terra. Camila Giorgi è tennisticamente finita in quel terzo turno contro Venere in Australia.

    Bisogna vedere se avrà la voglia/forza di diventare una fenice, ma dovrà essere una giocatrice globalmente diversa.

    • TEUS by TEUS

      Mi pare il caso di fare un paio di precisazioni, Madoka:

      1) La causa della rottura con la FIT è da ricondurre al match con la Francia (qualcosa -di grave a quanto pare agli occhi dei Giorgi- è successo durante il ritiro e credo proprio avessero già deciso di chiudere i rapporti ancor prima del match con Garcia). Stoccarda e i 16 punti, non c’entrano nulla.

      2) I problemi in risposta sono dovuti anche a limiti tecnici (quando Camila si trova difronte tenniste che servono in maniera precisa e con buone velocità, paga anche il suo limitato allungo ed escono tutte le carenze difensive del suo tennis). Non è matematico che, arretrando la sua posizione, otterrebbe più punti (quando non ha in mano il pallino dello scambio, Giorgi attualmente perde nove punti su dieci contro le top 40-50).

      3) Il suo tennis si è evoluto anche negli ultimi tempi (maggiore variazione al servizio, dritto meno piatto, più pazienza durante gli scambi… A meno che non vogliamo, sbagliando, prendere in esame solo l’ultimo incontro giocato dopo sei settimane (RG a parte ma in uno slam, se possibile, si cerca sempre di essere presenti).

      4) Se il tennis non fosse più una priorità per lei, sarebbe preoccupante, vero, ma in questo caso io preferisco non andare a sensazioni e perciò, non avendo certezze, non ci credo.

      5) Dopo il terzo turno agli AO con Venus, ha offerto forse la prestazione migliore della sua carriera con Bencic (in una finale tra l’altro) e parlare di una tennista finita a 24 anni, mi pare francamente fuori luogo (non è numero 650 del mondo ma 65, ha chiuso le sue prime due stagioni complete in WTA nelle top 35 e il 2016 non è ancora terminato).

      Ci sono tennisti che hanno combinato poco o nulla fino ai 30 anni per poi cominciare a vincere e anche con una certa regolarità. Altri hanno dato il meglio di sé da giovanissimi per poi “sparire” da un giorno all’altro. Non ci sono regole in uno sport complesso come il tennis. A volte basta un solo match per diventare un giocatore diverso.
      Camila continuerà a fare il suo percorso e finchè scenderà in campo con una racchetta in mano, i suoi sogni, tutti, saranno realizzabili.

      Vamos flaca! Non sei sola…

      • Madoka by Madoka

        TEUS

        1) il motivo scatenante della rottura è stata la richiesta da parte di Galimberti, mentre preparavano la partita contro la Garcia, di rispondere in maniera diversa alla prima della Francese. Che poi sia stata una scusa, questo non lo so…so solo che io a lavoro mangio merda giornalmente, mi devo stare e mi sto quando mi devo stare, salvo poi prendermi le mie soddisfazioni quando è il momento.

        E’ un pensiero mio, credo di sarebbe potuto fare buon viso a cattivo gioco ancora per un po’, e poi dargli il meritato ben servito al momento giusto.

        2) Sicuramente ci sono limiti fisici. Ma non è solo un problema di posizione. Non sa leggere il servizio delle avversarie, o spesso fa un passettino prima al centro, che le fa perdere il tempo per poi poter rispondere, non sa leggere il punteggio, non capisce che c’è un momento per giocare un tipo di risposta aggressiva ed uno no. Sono una serie di limiti enormi, su cui si può lavorare.

        3-5) Ci sarà qualche piccolo accorgimento, non lo metto in dubbio e l’ho anche detto, ma prima i progressi erano maggiori e notevoli. E’ un dato di fatto che a rete non viene più. Non sa qyando giocare un colpo piuttosto che un altro. E poi tatticamente…non so cosa stiano combinando…ma oramai gioca solo forte e centrale…avendo la presunzione di poter sfondare chiunque…una ragazzina che pesa 55 kili ed alta .168. Per quello dico carriera finita a gennaio scorso…c’era una giocatrice che stava portando avanti un progetto tecnico e tattico…non vi è più traccia di quella giocatrice…poi lei è un fenomeno questo non me lo toglie nessuno dalla testa…non mi sorprendo che gli astri si congiungano un giorno e possa battere anche serena, figurati la Bencic.

        A me semba semplicemente che ad oggi Camila non sia una tennista.

        • TEUS by TEUS

          1) La FIT merita di restare nella situazione in cui si trova (oltre a non essere in grado di creare giocatori, non sa nemmeno gestire -e ritengo superfluo approfondire una questione che è chiara da anni- quelli che le “piovono dal cielo”). Continuare in FED CUP, sarebbe stato solo controproducente per Camila. Non c’era scelta oramai.

          2) Sono d’accordo sul fatto che spesso non sappia leggere il punteggio ma, come dici anche tu, si può migliorare tramite il lavoro e, aggiungo, l’esperienza.

          3) Attenderei almeno la conclusione della stagione in corso prima di giungere a conclusioni riguardo Camila e il suo tennis (specialmente nel tennis femminile, capita a molte di attraversare periodi no e di apparire confuse in campo).

    • robdes12 by robdes12

      forse il commento è esageratamente duro, anche se comprendo che certe volte la cocciutaggine del clan sia esasperante, però è anche vero che se non si inverte la rotta, si sta trasformando Camila in qualcosa di tennisticamente ridicolo: una persona che gioca un tennis che non è in grado di reggere, e in più senza fare la minima concessione in nulla. L’orgoglio non suffragato dalla grandezza purtroppo può sconfinare nella vanità, o per lo meno essere letto in quel modo. C’è da sperare che fare a breve le qualificazioni in quasi tutti i tornei porti tutti loro ad analizzare gli sbagli fatti. Quello con la Fit probabilmente non lo è, o meglio non lo sarebbe se fosse stata portata prima a situazioni in cui poter guardare dall’alto in basso la federazione stessa. Per ora non è avvenuto, aspettiamo e vedremo, sempre che le sue partite si possano vedere.

    • by Fabblack

      Per la verità, saltando la Fed, non è che si siano fatti solo “18 miseri punti a Stoccarda”, perché i fatti dicono che in realtà ha potuto preparare la stagione su terra meglio degli anni passati, infatti ha ottenuto 6 vittorie contro 4 sconfitte, certo comprese Chirico e Beck, ma senza l’infortunio avrebbe potuto fare ancora meglio, infatti si è ritirata da Madrid ed ha saltato Roma e Strasburgo, oltre a non aver potuto difendere il proprio titolo: per questo è scesa in classifica, altrimenti forse sarebbe addirittura risalita.
      La prova: l’anno scorso 1 vinta e 4 perse su terra.

      • robdes12 by robdes12

        I punti li poteva fare l’anno precedente, e quindi trovarsi in una situazione di classifica tale per cui la fit avrebbe dovuto ottemperare a tutte le sue richieste, o non aver bisogno di rompere nulla, semmai chiedere e ottenere uno staff personale autonomo e un centro di allenamento di sua scelta. Hai presente i casi di Tomba e Compagnoni? Mugugni qua, attacchi là, ma hanno chiesto e ottenuto di allenarsi a spese federali con chi, dove e come desideravano.

        • by Fabblack

          Tomba e Compagnoni erano dei numeri uno, campioni del mondo: ben altro potere contrattuale.
          Qui è scoppiato un caso nazionale per poche centinaia di migliaia di Euro, se mai siano poi stati effettivamente erogati (infatti non se ne è saputo più niente).
          Tirrenia. Per come sta messa adesso Camila, se proprio ne avesse voglia, potrebbe farsene fare tre, di campi da tennis ad Appignano (uno per superficie).

          • robdes12 by robdes12

            appunto. Sta di fatto che con qualche scelta più oculata l’anno precedente si poteva non aver bisogno a tutti i costi di quei punti di Stoccarda, e rompere in un modo meno duro, per lo meno evitandosi l’esclusione dalle olimpiadi, torneo a cui ha sempre dichiarato che teneva. Non è che io recrimini su questo, spero solo che abbiano capito che i punti te li devi prendere in qualsiasi momento dell’anno, e non dover poi correre per arraffarli alla rinfusa. Era così facile essere teste di serie in Australia, bastava fare l’ultimo torneo di Mosca e provare a passare un turno. Sono stati davvero pochissimi i punti con cui la Garcia l’ha sopravanzata, mi pare 5. Flavia per entrare nel master non ha giocato con una vescica grossa come l’alluce stesso? Ottenuto il pass s’è ritirata.

  20. doherty by doherty

    io credo che qui nessuno pensi di avere dei diritti su camila…
    pero’ quando si fa’ qualche “critica” al suo gioco lo si fa’ per dare la propria opinione e per alimentare eventualmente una discussione..
    c’è qualcosa di male ? le si manca di rispetto ?
    assolutamente no…
    ma è un modo per condividere la propria passione

    i nostri commenti rimarranno tra noi e non avranno un’influenza diretta su camila ? sicuramente…ma chi lo pretende ?

    cami ha diritto di fare quello che vuole in campo…tirare tutto…alzare solo pallonetti…tirare 2 prime…non ci deve rendere conto
    l’unica cosa che mi sento di dire,attualmente,è che a mio parere se gioca tatticamente come con watson non potra’ andare molto lontano…
    a me sembra che abbia sempre detto che il suo sogno sarebbe vincere wimbledon..
    cosi’ per me è impossibile che ci riesca( avendo tuttavia tutte le capacita’ tecniche e fisiche per riuscirci)
    magari ha cambiato idea e per lei è piu’ importante spingere sempre che vincere(sarebbe una sua scelta legittima)…

  21. riccardo by riccardo

    Avevo scritto che ci saremmo sentiti prima di Wimbledon ed infatti non ho nemmeno commentato la sconfitta di Camila con la Watson.
    Oggettivamente non si poteva dire molto .
    L’unico ragionamento che ho fatto nella mia testa è anche abbastanza banale.
    Big direbbe Fantozziano ma già che ci siamo correrò il rischio.
    Nel secondo set Camila ha avuto sei palle break e non ne ha concretizzata nemmeno una, la watson una misera palla break sul 6- 5 che ovviamente ha sfruttato portando a casa la partita.
    I motivi sarebbero tanti da dire ma Camila rientrava da un lungo periodo di stop e quindi lasciamo perdere.
    Fare sempre gli stessi discorsi annoia tutti.
    magari si dicono le stesse cose perchè si vedono le stesse cose.
    Colpi fantastici e colpi in Tribuna. Niente di nuovo insomma.
    Due parole mi sento di dirle però a proposito del ritiro della Barbieri.
    Io rispetto le idee di tutti anche quando non le condivido, nessuno ha in tasca la verità.
    Sono d’accordo con R.B. nel senso che dispiace per il ritiro di Gioia ma questo succede ogni santo giorno.
    Ciclisti , tennisti, calciatori pugili maratoneti, ogni giorno qualcuno si ritira ma mi chiedo che ci azzecca questo con camila??
    Per farla breve, se non si può esprimere una opinione sul perchè camila fa più punti in risposta contro la prima di servizio dell’avversaria che sulla seconda, se ci si deve limitare a dire che è brava , anche quando perde, se non si può dire che magari le sarebbe utile completare il suo gioco , allora vorrei saper che tipo di commenti bisogna fare.
    Anzi, a questo punto, è meglio non fare più alcun commento.
    Basta dirlo anzichè girarci attorno.
    Gioia barbieri lascia il tennis a 25 anni. Camila no.
    E quindi????
    Io non capisco che commento è.
    L’età mi avrà rincoglionito ma non capisco. Lo confesso.
    ma ogni tanto un commento, uno solo, uno che è uno sul tennis e solo sul tennis anzichè postare solo per sostenere che gli altri sbagliano sempre se chiedono più notizie, se si incazzano perchè Camila perde , come fanno tutti gli stupidi tifosi di questo mondo, me compreso , no?
    Intanto Camila è 66 in classifica , giusto per parlare di cose concrete e non filosofeggiare troppo.
    Mille giustificazioni.
    la fed cup, la fit, gli infortuni , tutto vero.
    Eppure quando si è scritto che Camila rischiava di uscire dalle prime 50 per come stava giocando, giù le critiche.
    Bene, ci siamo arrivati.
    Possibile che deve essere considerato uno scandalo, un attacco personale a camila , chiedersi perchè risponde non male, malissimo sulla seconda di servizio??
    Possibile?
    Possibile che nessuno ha il coraggio di dire che Camila giocava meglio nel 2012 e nel 2013 pur sbagliando tantissimo anche allora rispetto a come gioca oggi?
    Ieri a quel diritto stretto di Camila sono saltato dalla sedia, fantastico.
    Abbiamo perso però.
    Qualche settimana fa ho scritto che per giocare a certi livelli bisogna lasciare per strada un pò di se.
    Ecco, la solitudine, gli hotel, la lontananza da casa. Tutto vero.
    Poi però c’è anche qualche piccolo beneficio che rende questi sacrifici accettabili.
    I quattrini, tanti , a volte tantissimi, avere la possibilità di vedere il mondo mentre molti di noi non hanno potuto mettere il naso fuori dal proprio condominio.Lasciamo perdere dai.
    Godiamoci Camila, godiamoci questo splendido sport, quello che viene viene , sono il primo a dirlo, ma non facciamo troppo i drammatici però.
    Con tutte le brutture di questo mondo , se si scrive che camila tira le risposte in Tribuna , non muore nessuno.
    magari a Lei invece serve qualche pungolo.
    ciaoo.

    • by SanTommaso

      Camila è scesa non perché ha giocato male, ma perché NON HA giocato. E dai…

  22. r.b. by r.b.

    Non sono per niente d’accordo. Io e altri qui siamo appassionati di TENNIS, cioè di uno sport, di un gioco. Come tali possiamo certamente esprimere opinioni non sulle persone o sugli atleti, ci mancherebbe, ma sugli aspetti tattici, tecnici e strategici del gioco. Posso criticare Djokovic o Nadal naturalmente non in quanto persone, ma per gli aspetti del tennis che esprimono, pur senza mai arrivare a giocare neanche lontanamente al loro livello. Allo stesso modo posso commentare Serena Williams o altre tenniste, sempre per quanto riguarda aspetti del gioco che tanto amiamo. Allo stesso modo gli appassionati di scacchi commentano le partite anche dei grandi campioni, pur senza giocare come Kasparov, o gli appassionati di lirica vanno all’opera e commentano le prestazioni del tenore o del soprano, pur senza essere cantanti professionisti. Ovviamente la persona e le sue scelte non sono mai in discussione. Il fatto che la Barbieri abbia lasciato il tennis può dispiacermi a livello personale, non so se il tennis abbia perso qualcosa, semplicemente perché non l’ho mai vista giocare.

    • by SanTommaso

      “Ovviamente la persona e le sue scelte non sono mai in discussione”…

      Chi avere come allenatore è una scelta di Camila.
      Giocare o meno a Stoccarda è una scelta di Camila.
      Cancellarsi da un torneo è una scelta di Camila.
      Non giocare il doppio è una scelta di Camila.
      Fare un video su facebook è una scelta di Camila.
      Rischiare la seconda è una scelta di Camila.
      Non giocare palle corte è una scelta di Camila.
      Usare i vestiti disegnati dalla mamma è una scelta di Camila.
      Pranzare sempre nei fast food e prendere 15 kg in 3 giorni è una scelta di Camila.
      Andare in vacanza a Timbuctu è una scelta di Camila.

      Ricordiamocelo sempre, allora. Anche quando non fa comodo.

      • r.b. by r.b.

        Non mi sembra di avere mai commentato alcuno degli aspetti evidenziati nel tuo post, tranne forse rischiare troppo la seconda che, essendo un aspetto del gioco, può essere discusso (naturalmente ciò non vuol dire che Camila debba tenerne conto).
        In particolar modo occorre distinguere nettamente quello che Camila fa in campo e quello che fa fuori dal campo, che ovviamente non è criticabile in alcun modo.

  23. biglebowski by biglebowski

    tommaso dice cose anche condivisibili, ma al di là della “filosofia” e per parlare di tennis, se non vince qualche game ogni tanto in risposta, è impossibile vincere partite se non ricorrendo al tie break quando hai il “culo” di arrivarci.

  24. by SanTommaso

    Gioia Barbieri lascia il tennis a soli 25 anni. Camila no.

    Gioia saluta e lo fa con una lettera sul suo profilo di facebook, bellissima e allo stesso tempo molto triste. Gioia ha la stessa età di Camila, è bene non dimenticarlo, ed è numero 370 del mondo e ha un best ranking di 170. Ha 5 mesi più di Camila e da statistiche del sito WTA è alta 2 cm in più e pesa 10 kg in più. Si può dire che non siano molto diverse, anche se Camila è sempre stata allenata da Sergio e non ha mai avuto buoni rapporti con la Federazione, mentre Gioia è stata appoggiata spesso dalla Fit ed è stata allenata da Galimberti (uno di cui Barazzutti e i federales si fidano non poco, visto che segue sempre sia la nazionale maschile che femminile) a San Marino. Nel suo saluto al Tennis, Gioia parla di “anni di viaggi, hotel, fusi orari; di sacrifici e solitudine”. Ecco.

    Perché dico questo?

    Perché di Gioia non ho mai letto da nessuna parte che doveva cambiare allenatore, cambiare questo o quello, che non sorrideva, che sembrava non divertirsi, che aveva bisogno di sponsor o sparring, di medici o amiche, di un fidanzato o meno, che avrebbe dovuto giocare questo o quel torneo, che senza l’aiuto della Fit dove sarebbe andata a finire. Oggi, anzi ieri, Gioia lascia il tennis.

    Nonostante tutto quello che ho scritto sopra. Nonostante non abbia uno stuolo di tifosi adoranti che le dicono che fa sempre bene. O, dall’altro canto, nonostante non abbia dei tifosi che le consigliano di tutto e di più “per il suo bene”. Nonostante un centro Fit, un tecnico federale e le strutture che la federazione le ha messo a disposizione. Pensateci. Non era una dilettante allo sbaraglio, ma ha preferito cambiare vita.

    Io ormai non ci spero più, ma qualche tifoso che crede di avere dei “diritti” su queste povere ragazze perché “paga il biglietto”, dovrebbe mettersi l’anima in pace e pensare alla fortuna che si ha ad emozionarsi per un rovescio, un vincente, un ace, o a tirare un “mannaggia” per un nastro sfortunato o per un diritto che va fuori di metri. Oggi i tifosi di Gioia senza preavviso si ritrovano a non poter provare più queste emozioni.

    Camila giocherà qua, là, salterà un torneo… e tutti chiederanno a gran voce il perché, perché non è stato detto, perché Camila non scrive, perché non comunica, perché non cambia. Godetevela finché potete, come faccio io, senza compromessi, senza pretese, senza richieste. Fatelo per lei, per i suoi hotel, i suoi fusi orari, la sua solitudine. E vedrete che godrete di più quando ci sarà un altro ottavo a Wimbledon partendo dalle quali, un’altra vittoria su una top10, un altro hertogenbosch.

    • by SanTommaso

      Aggiungo che il caso Barbieri dovrebbe far riflettere chi “immagina”, “pensa”, “crede”, “suppone”, “propone”. Nessuno, NESSUNO, grazie a Dio, è nella testa di Camila. O nella mia. O in quella di Gioia. Quindi è inutile immaginare, pensare, credere o supporre che la giocatrice X dovrebbe fare, o che alla giocatrice Y converrebbe provare, o che al gioco della tennista Z potrebbe fare bene tentare di…

      Temo sia una battaglia persa, ma spero che il fulmine a ciel sereno della Barbieri faccia riflettere.

      • robdes12 by robdes12

        Non hai mai risposto ad una domanda: se questo è vero, a che cosa serve Sergio Giorgi? Perchè continuare a tenerlo come allenatore e non fare da sola tutto, tanto neanche il padre capirà mai che cosa ci sia nella testa della figlia sul campo da gioco. Riguardo la Barbieri il motivo potrebbe anche essere che il rapporto costo/beneficio sia sfavorevole a tal punto che è meglio cercarsi una strada diversa per vivere. Questo confronto è analogo a quelli sulle tenniste molto più giovani di Camila che stanno ottenendo enormemente di più dal loro pur più limitato potenziale. Ci ricordiamo mai che il tennis professionistico è un lavoro, e che se un lavoro non rende gli investimenti profusi lo si lascia per un altro? Sta storia della solitudine sarà pure vera, ma è un leit motiv così abusato da tutti gli sportivi che pare che lo sport agonistico sia un omologo del martirio. A sto punto cerchino di essere meno presuntuosi, e non si spaccino per volontari di una missione umanitaria. Hanno scelto da sè di entrare nell’arena, e per giunta a loro principale vantaggio, non sono mica stati cooptati dalla patria. A sto punto se devono piagnucolare su qualcuno lo facciano nei confronti delle loro famiglie.

    • ghezzo63 by ghezzo63

      parole sante , SEI UN GRANDE !!!

  25. r.b. by r.b.

    Lungi da me criticare la persona, l’atleta o il tecnico, e lungi da me il pensiero che Camila debba cambiare gioco o allenatore. Farà quello che vuole e desidera. Mi limito a osservare. Dal punto di vista strettamente del gioco, quello che si è visto ieri è totale nonsense, inutile sparare a tutta sulle palle break quando invece si deve tenere la risposta in campo a tutti i costi, cosa che ovviamente la Watson ha fatto sulle palle break a suo favore. Camila è una grande giocatrice, ma il suo gioco attuale manca di equilibrio ed è assolutamente improduttivo, per cui accontentiamoci della Tennis Parade di Supertennis per lo strepitoso diritto incrociato, ma per vincere ad alti livelli ci vuole altro. Ripeto, è una mia opinione esclusivamente sul gioco e non riguarda affatto le persone di Camila e Sergio, che ammiro e seguo con immutata stima.

    • robdes12 by robdes12

      perchè la Muguruza vincitrice slam come ha fatto? Ha moderato gli estremismi, ed evitato le montagne di gratuiti che faceva di solito. Ne è venuto fuori un insieme di potenza con margini prudenziali. Del resto c’è qualcuno che pensa che Bolt ai mondiali o olimpiadi tiri a tutta in semifinale, per poi arrivare spento due ore dopo nella finale? Assolutamente no, si tengono un margine per l’atto conclusivo, che infatti di solito è quello dei tempi migliori. Già anni fa ci fu chi commentandola in telecronaca disse che avrebbe solo dovuto imparare a dominare il suo impeto, e che questo sarebbe venuto con l’esperienza. Ok, ma quanto ci stiamo mettendo a fare tesoro del passato?

    • by fraronz

      anche perché purtroppo il ranking vicino alla 70^ posizione crea ancora piu’ stress, immagino.

  26. by giacomo carbone

    Parlare della sconfitta con la Watson ha poco senso, era un rientro dopo un lungo stop, con il primo approccio stagionale sull’erba. Certo l’annata non sta andando bene, i motivi possono essere tanti, ma se dovesse continuare così qualcosa dovrebbe essere cambiato, come qualcuno come il sottoscritto si augura da almeno un paio di anni. Non si tratta di responsabilità o colpe, nello sport, a volte c’è qualcosa che smette di funzionare, e senza giudicare o attribuire demeriti, bisogna avere il coraggio di svoltare. Possono essere scelte dolorose, rischiose e destabilizzanti, ma davanti al confronto inesorabile tra giuste aspettative e risultati raggiunti, è inutile continuare sulla stessa strada. Onore a chi ha portato Camila a certi livelli, ora però c’è bisogno di altro e dirompente

  27. doherty by doherty

    va bene c’è stato l’infortunio e cami si è allenata poco,ma la sconfitta di oggi non e’ arrivata per problemi fisici o tecnici,ma per,almeno per me, incomprensibili scelte tattiche..

    con un po’ piu’ di accortezza e cercando di far sbagliare qualche volta l’avversaria sulle pb invece di forzare la risposta,cami avrebbe vinto il secondo set (del primo non posso dire perchè purtroppo non l’ho visto)
    ogni tanto in qualche partita si vedono dei progressi per quanto riguarda l’aspetto tattico,ma inevitabilmente poi si ritorna indietro…
    c’è ancora tempo per salvare la stagione ma,mi auguro che cami si renda conto che se vuole vincere qualcosa di importante non puo’ giocare ogni punto allo stesso modo e non puo’ risolvere lei i problemi alle avversarie

    • doherty by doherty

      per quanto riguarda la risposta di cami io non trovo che,tecnicamente sia cosi’ male..certo si puo’ sempre migliorare,ma quello che manca è come giocarla in base alla situazione e l’eccessivo rischio che la porta a sbagliarne troppe

      come ho detto anche l’anno scorso non trovo sensato rispondere cosi’ avanti nel campo…secondo me ha senso solo se si vuole provare a fare chip and charge (ogni tanto come sorpresa sarebbe utile)ma,rimanendo invece in quella zona di campo spesso è costretta a colpire arretrando il colpo successivo e va’ in difficolta’

      • doherty by doherty

        forza cami !!!
        hai tutto quello che serve per fare grandi cose…
        devi solo usarlo nel modo giusto…

    • enzo by enzo

      Concordo in pieno.
      Come già scritto più volte il problema principale è tattico.
      Si può rispondere in anticipo cercando il punto, si può cercare il vincente quasi sempre, ma quando serve stare accorta e cercare di far sbagliare l’avversaria, BISOGNA FARLO.
      Continuando così, come del resto sta facendo dal 2015, verrà solo ricordata come una grande e talentuosa promessa, che non è riuscita ad esprimersi per motivi ad oggi poco comprensibili.

    • robdes12 by robdes12

      infatti nel secondo set ha risposto molto bene, per questo ha avuto sei palle break, solo che ha risposto sempre molto male proprio in quelle, idem con il servizio, i 3 df che le sono costati il primo set li ha fatti tutti nello stesso gioco, per l’ostinazione a tirare troppo la seconda. Ha giocato bene o anche molto bene quando non aveva molto valore, molto male quando era necessario invece essere precisi, attenti e anche un po’ scaltri. Se il campione si riconosce dal fatto che nel momento topico tira fuori il meglio dal suo gioco, qui siamo ovviamente lontani, e se gli slam li vincono i campioni per il momento non sarà possibile vincerli. Forse ha ragione chi pensa che la Giorgi abbia i mezzi per fare un giorno un grande risultato che però rimarrà un fatto isolato, perchè in base a quanto finora dimostrato quello che serve per essere continui a lei manca completamente. E’ sempre stato così, probabilmente il limite del suo talento è questo, esplosivo si ma si scarica rapidamente. E lì entra in gioco la testa, non credo proprio che i suoi muscoli vadano in tilt dall’oggi al domani, capisco che a tre mesi di picco corrispondano due mesi di calo, ma nel suo caso il sali e scendi c’è da un giorno all’altro. Quindi il problema è la concentrazione, lì è davvero carente.

  28. robdes12 by robdes12

    oddio, avrei bisogno di rivedere il match per provare a capirci di più. Adesso che il risultato è assorbito mi è venuto in mente che Flavia, Sara, Roberta di ritorno da un infortunio se la sono sempre cavata assai peggio, gioco molto modesto e punteggi rimediati piuttosto severi, e comunque ha giocato meglio che contro la Lim. E’ anche vero che oggi abbiamo visto un colpo che nel tennis femminile è un unicum. Quel dritto incrociato da posizione così defilata non l’ho mai visto fare da nessuna donna ma solo da giocatori come Nadal o Ferrer. E la palla è stata messa pure un metro dentro la riga laterale, segno che aveva probabilmente margine, cioè che per lei non è in fondo un colpo così difficile.

  29. hector by hector

    Questo sito riesce a sovvertire le leggi che governano il regno animale. Io avevo sempre creduto, sin dalla piu’ tenera eta’, che gli avvoltoi si cibassero di carogne. Invece qui si scatenano a corpo ancora caldo, subito dopo il match point. E’ l’evoluzione, baby!

    • robdes12 by robdes12

      beh è semplice sorvolare sugli avvoltoi, basta che si trasformi in aquila o condor: let this eye bee an eagle / the shadow of this lips an abyss. Non ci avevo mai pensato, ma questa poesia, Gulliver, le si attaglia a perfezione. Che in fondo con le nostre critiche siamo un po’ lillipuziani è vero, e che lei sia uno splendido rapace trattenuto non di meno. Mi piacerebbe sapere che la conosce.

  30. enzo by enzo

    Detto che era una partita giocata dopo un lungo stop e OK.
    Però bisogna dire anche che una Camila che sta sempre a fondo campo, che continua a rispondere malissimo( 9/26 -34%- sulle seconde), che si posiziona in risposta per mettere pressione ma subisce sempre troppi aces, che ha ripreso a fare troppi df, che non trasforma nessuna delle sei palle break avute, mentre Watson ne ha trasformate 2 su 3 , che potrà mai combinare in futuro continuando di questo passo?
    E’ svanito anche quel poco di buono che si era visto sulla terra.

    • robdes12 by robdes12

      potrà provare a cambiare passo. L’esperimento mi pare sia lecito poterlo definire concluso, non ha confermato che parzialmente le ipotesi proposte, a questo punto si cambia qualche catalizzatore, o le sequenze delle procedure. Magari riprendiamo la relazione interrotta con i colpi di volo e più frequenti sortite dentro il campo, che sono state la caratteristica della sua ascesa in classifica? Basta con i 4 o 5 tentativi di vincente da fondo, tanto sono anni che vediamo che poi il 50% almeno finisce per sbagliarlo, a quel punto trova modo di non doverne tirare così tanti. Anche la risposta così avanzata ha stufato, non è produttiva per nulla, è molto spesso un harahiri, non impressiona manco più le avversarie lasciala perdere. E’ pura illusione, anche Federer l’ha tentata solo qualche volta, poi è tornato a più miti consigli.

  31. robdes12 by robdes12

    ora che ci penso non abbiamo considerato una cosa: la lunga attesa. Cami non si è mai espressa bene quando ci sono stati rinvii di ore. Comunque mi è parso che volesse vincere, oggi, e pure che in due colpi, un servizio e un rovescio in rete, ci fosse un momento di mancanza di forza. Infatti li ha messi entrambe in rete proprio perchè la palla non ha preso velocità. Nelle partite come quella odierna mi piacerebbe che avesse la lingua più sciolta per darci indicazioni precise circa le sue reali sensazioni.

    • by fraronz

      non come il tenente Drogo del deserto dei tartari….:) 🙂 che sapeva aspettare….

      • robdes12 by robdes12

        beh che la pazienza non sia fra le virtù du Cami non mi pare si possa discutere. Però è un po’ surreale vedere una giocatrice che potrebbe con tanta facilità arrivare in fondo ai tornei farlo invece così di rado. Mi viene da fare come parallelo giusto Fognini e Dimitrov, che infatti difettano proprio nella concentrazione, per il resto hanno tutto quello che si potrebbe volere da un giocatore. Esattamente come Cami, che per altro le palle corte e i colpi di attesa li sa pure fare, ma non le viene naturale proporli. Nel braccio ha tutto, nel software invece c’è poco tennis visto, temo. Il database è troppo limitato, manca di cultura tennistica,

  32. Gianlu by Gianlu

    Non ha giocato male, ma ha sprecato molto, mentre la Watson ha approfittato tutte le opportunità.
    Speriamo che nei prossimi tornei arrivi anche quel pizzico di fortuna a volte necessario.
    Vamos Cami!!!!

  33. by alberto

    Via con le giustificazioni! D’altronde questo è il sito a Lei dedicato e perché quindi essere acidi o arrabbiati. E dico di più perché essere acidi o arrabbiati quando è chiaro che anche a Lei non piace perdere. Chi siamo noi per trovare qualcosa di perversamente e tenacemente sbagliato nel suo tennis? Io ripeto solo che il divertimento per Lei non esiste. Che Sergio, vedasi quando è entrato in campo e finalmente non l’ha strigliata, non sa dare grandissime indicazioni. Che non sfruttare mai una palla break è fattore mentale e di preparazione. Per il resto, avete visto che ho usato sempre il maiuscolo parlando di Lei e quindi il mio rispetto è palese.

  34. robdes12 by robdes12

    che finiva così si era capito dagli ultimi game dove aveva richiesto così tanto al servizio, per altro trovandolo. Credo che sentisse che sullo scambio si stava irrigidendo e che sarebbe diventata fallosa, come in effetti è stato, negli ultimi tre games del secondo set ha sempre sbagliato lei pur se era in posizione di vantaggio. Magari vinceva il secondo set con un po’ di precipitazione in meno, ma penso che poi avrebbe perso il terzo. Considerando però il suo gioco era difficile dopo un periodo così lungo senza giocare o quasi e senza allenamenti veri dietro potesse fare un torneo buono come quello della Bencic, i suoi margini sono molto ridotti, anche se ha fatto vedere in alcuni colpi le sue vere potenzialità, che purtroppo non vengono sfruttate mai appieno per la mania di fare un gioco troppo lineare per una donna. Immagino che vada a giocare a Eastbourne, anche se non so com’è messa col tabellone, tutto sommato non le farebbe male giocare le qualificazioni, passandole metterebbe in cascina tennis giocato. E’ pure vero che le occasioni le ha avute, che la watson non si è presa di suo la partita ma è stata davvero aiutata, quello che però anche fuori forma relativa si può migliorare è la strategia. Perchè sente il bisogno di giocare sempre e solo sulla linea? E’ perchè non si fida della sua concetrazione a lungo termine, o di saper affrontare punti che non domina? Temo che sull’interpretazione dei game si debba purtroppo fare moltissimo, e gradirei pure che il padre anzichè parlare sempre e solo delle sue esecuzioni, ogni tanto individuasse pure come andare a stuzzicare le debolezze dell’avversaria. Fateci caso non le viene mai detto: giocale sul rovescio o sul dritto, prova a proporle palle un po’ più alte ad uscire, chiamala ogni tanto a rete. Comunque è vero che basterebbe diminuire certi errori idioti e avrebbe quanto basta per primeggiare. Certo è un vero rebus capire dove si è sbagliato, se lo si è fatto scientemente o sono sorte debolezze e difficoltà imprevedibili. Possibile che con lei le avversarie, tutte le avversarie, sbaglino così poco a meno che non vengano proprio obbligate all’errore? Con le altre vediamo che anche le regolariste concedono gratuiti veri, ma del resto Cami non dà loro il tempo di addormentarsi per qualche game. Non so, al solito ci sono molti elementi per alimentare il branco odiatori di Camila, e anche troppi per far sospirare noi.

  35. Madoka by Madoka

    Nulla di nuovo sul fronte occidentale.

    Camila conferma pet l’ennesima volta di essere la peggior top 100 riguardo questo fondamentale. Ennesimi set e partite perse con un break per set, senza avet mai brekkato l’avversaria.

    Una giocatrice che è nelle top 100 da anni ed è stato top 30 come può presentarsi in campo e rispondere in questa maniera con tale insistenza e presunzione.

    La Watson, che ha il suo punto debole nella seconda di servizio, ha fatto 85% di punti nel primo e 59% nel secondo. Numero che fanno rabbrividire.

    Per non parlate di un’altra statistica ricorrente…le avversarie la riempiono di ace : oggi addirittura 11. Spesso in doppia cifra…salvo poi ritornare subito a due, tre ace a partita contro altre avversarie.

    I Giorgi hanno intenzione di lavorare prima o poi su questa lacuna che è macroscopica e le impedisce di vincere partite, dove gioca anche abbastanA bene.

    Ogni partita è capace di riapondere sempre peggio.

    • robdes12 by robdes12

      Se il padre non amplia il suo orizzonte tennistico dubito molto, per lui esiste solo Cami sul campo, l’altra è un dettaglio. Anche se con enorme anticipo la ultima Cami è diventata una giocatrice che sta quasi sempre solo sulla linea di fondo, il gioco a tutto campo è andato a farsi benedire. Sergio sa sicuramente allenare le esecuzioni, ma non credo proprio che sia uno stratega, non lo ha mai mostrato. Peccato, perchè quando non sei in forma si vince davvero solo giocando sporco, rimescolando le carte all’avversario. I colpi di Cami sono quasi tutti da numero uno, quando entrano, risposta compresa, purtroppo la lettura della partita non è neanche da prime 100, soprattutto in partite come quella di oggi dove fa di tutto per far riprendere coraggio e fiducia alle rivali. E’ il suo vero tallone d’achille, le fa disperare durate certi scambi, le riconforta in quelli successivi.

  36. by fraronz

    andare a Wimbledon cosi’ , non ci fa pensare positivo.

    • by Danloor

      Se è guarita, possiamo sperare qualcosina. Se invece anche oggi ha giocato da infortunata, oltre che senza allenamenti alle spalle, allora c’è solo da piangere.

  37. Ace by Ace

    Era un rientro difficile e lo è stato.
    Non credo si possa chiedere troppo in questo periodo.
    Forza Camila! Avanti a tutta!!!

    • doherty by doherty

      pero’ io continuo a chiedermi perchè camila non giochi lo scsmbio in base al punteggio…

      watson per me ha giocato molto bene (se ho letto giusto 23w 7 ue !!!)pero’ cami il secondo set poteva vincerlo ed invece l’ha regalato

  38. by SanTommaso

    Comunque come rientro dopo lungo stop e prima partita sull’erba temevo peggio.

    • by fraronz

      tuttavia Bencic dopo oltre due mesi di inattivita’ per infortunio e’ arrivata in finale settimana scorsa…

      • robdes12 by robdes12

        semifinale, e anche dovendo penare molto. Ma è la differenza di stile, Cami rischia moltissimo, e se già sbaglia quando è in forma, ovviamente in fase di recupero condizione lo fa ancora di più e difficilmente passa. Oggi avrebbe avuto bisogno di qualche spagnola terraiola, con la watson (che pure si è visto poteva battere) tutto era più improbabile. Però ammetto che se pure alcuni elementi fisici non ci sono, il cervello rimane quello che è, sarebbe meglio usare un po’ più raziocinio. Pensare durante il gioco non mi pare delittuoso.

  39. enzo by enzo

    sembra proprio una giornata no.
    6BP non sfruttati in due games di risposta

    • TEUS by TEUS

      E’ una questione nervosa. Dovuta forse anche al fatto di aver giocato solo due incontri nelle ultime sei settimane.

  40. doherty by doherty

    potevamo essere 5-1 …
    troppi regali…
    forza cami !!!

  41. TEUS by TEUS

    Cosa ho visto! Un dritto stretto di rara bellezza. Ah, Camila…

  42. enzo by enzo

    Speriamo che gli errori siano dovuti al poco allenamento.
    Ha delle W sulla seconda risposta inguardabili.

  43. by SanTommaso

    Watson serve bene e sbaglia poco. Di certo Camila non può aspettare che la partita giri ma deve attaccare di più, ha avuto molte palle break ma in alcuni casi (penso ad una sul 15-40) ha attaccato la prima (lunga, della Watson) e temporeggiato sbagliato sulla seconda.

  44. by fraronz

    un bet la da a 5 …. dobbiamo crederci ancora ?

    • by fraronz

      l’istinto del killer proprio, la radiosa e generosa Camila, non ce l’ha !!

  45. by Danloor

    Questo è un match da fare vedere a qualche ragazzino sbruffoncello che non vuole allenarsi perché si sente già forte.
    E’ evidente che la Giorgi sta facendo tanta fatica sulla superficie dove si è sempre espressa bene perché non si è potuta allenare adeguatamente. E speriamo che il problema sia solo questo e non gli ormai noti fastidi alla schiena.

  46. enzo by enzo

    Purtroppo Watson serve bene come previsto e Cami risponde male …come spesso fa.
    E poi 4 BP buttati sul 1-0 del 2° mi sa che costeranno cari.
    La vedo contratta .Quando lascia andare il braccio quasi sempre fa il punto.

  47. doherty by doherty

    arrivo ora…watson 13 w 3 ue ?!!

  48. by fraronz

    Watson sta servendo bene. E camila risponde non bene.

  49. by Danloor

    contratta e spesso si fa prendere di sorpresa

  50. robdes12 by robdes12

    Riusciremo a vedere un match previsto all’ora di pranzo per stasera a cena? Visti questi inizi di estate mi sa che Wimbledon avrà uno svolgimento molto complicato.

  51. robdes12 by robdes12

    e anche la gloriosa armata del meteo bbc ha toppato alla grande, oggi mi sa giocheranno solo a pallanuoto. E i prossimi giorni è previsto un macello. Forse era meglio optare per mallorca, meno impegnativo, tempo migliore, lingua parlata, in più c’è anche il mare…..

  52. robdes12 by robdes12

    cominciamo bene, rain delay, però il meteo bbc dà light cloud per il resto della giornata. Nei prossimi giorni invece sarà difficile per loro portare avanti il programma. Speriamo che oggi si giochi e Cami passi, così avrebbe pure più tempo per recuperare e allenarsi nei prossimi.

    • by Danloor

      è dalla notte dei tempi che in Inghilterra piove, ma chissà perché nessuno ha mai pensato di creare delle tettoie anche economiche….

      • robdes12 by robdes12

        non è british, loro sono per le tradizioni: guida opposta, ancora le misure avoirpoid, i reali, le fragole con panna, il never on sunday, isolazionisti come sono vuoi che mettano tettoie che cancellino la tradizione delle interruzioni continue? In fondo penso che si annoino, come società, e quindi l’imprevisto gli dà quel calore che di solito a loro manca. Non sono il popolo più appassionato per le scommesse? Chissà perchè nessuno pensa mai che hanno la costituzione più antica, e probabilmente più antiquata, del mondo. Ancora le investiture dal regnante, manco fossimo nel feudalesimo, mah!

  53. by LucaA

    occhio che la watson sull’erba gioca bene… (alle inglesi piace giocarci: basta vedere anche la Konta come ci gioca!)

    non dimentichiamo poi che la watson a wimbledon arrivò a due punti per vincere contro la williams, e che se è in giornata può fare male.

    in ogni caso, sono curioso per il rientro di camila, spero che l’ infortunio non sia stato troppo grave e che si sia allenata in quest’ ultimo periodo.

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      @robdes12
      grazie e
      CAMILA PER SEMPRE

    • robdes12 by robdes12

      anche Camila sull’erba gioca bene, e a parità di bene mi pare che sul veloce le qualità di Cami siano ben superiori. Certo è che Heather appartiene alla razza erraniana, da sola non si batte di sicuro, cosa che non si può invece dire di Cami, le cui stese sono sempre e solo dovute a lei stessa: nessuna ha il tennis altrimenti per darle 61 60, se Cami non collabora… e molto, sono scores impossibili da leggere.

  54. by Danloor

    Vi informo che, in attesa del match di oggi, la Giorgi ha reso pubbliche un sacco di foto su Instagram. Siccome sono state scattate in passato non compaiono in alto nella sua pagina, ma più sotto.

    PS: Speriamo che in futuro le notizie riguardino più l’attivistà sportiva e meno la vita privata e che la possiamo vedere più nei campi centrali che non su Instagram. 🙂

    • by FF.CC.

      quoto

    • Ace by Ace

      Grazie per la preziosa informazione, ma mi viene un dubbio: non saranno per caso fatti suoi se posta qualche foto? Qui c’è chi vorrebbe sapere cosa ha mangiato a colazione e poi si contano i post su Instagram… 😉

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Streaming?

      • robdes12 by robdes12

        non ce n’è bisogno, Carlo, vedo che è inserita nella programmazione odierna di supertennis. Piuttosto ho notato il rinvio delle partite di Kvitova e Konta, oltre che Halep, per cui forfait in corso? Ma di chi?

  55. doherty by doherty

    dopo il RG:

    quando cami mette almeno il 58% prime 28W-18L=60.8
    sotto il 58:38-37=50.6

    quando fa’ meno del 20% DF 30-14=68.1
    sopra il 20:36-41= 46.7

    quest’anno quando:
    pos prime-pos DF 6-4
    pos prime-neg DF 2-3
    neg prime-pos DF 5-0
    neg prime-neg DF 1-5

    sembra proprio che quando cami spinge la prima e di conseguenza non riesce a tenere un alta % (ma probabilmente ottiene molti punti quando entra) e nello stesso tempo è capace di limitare i DF (pur dovendo giocare piu’ seconde) sia la situazione piu’ favorevole

    • by Fabblack

      Secondo me, invece, questi numeri significano ben poco.
      Altrimenti si dovrebbe pensare che, a parità di doppi falli, sia meglio mettere meno prime (5-0) che non metterne di più (6-4).
      E poi, perché prendere a riferimento questo “58%” e non, ad esempio, “60%”, conto paro, come “20%” riferito ai doppi falli.
      Senza considerare che il servizio ha valenza diversa a seconda della superficie e che in fondo l’importante del turno di servizio è “tenerlo”: in fondo, vince che ne tiene di più!!
      Molto più indicativo potrebbe essere, ad esempio, il saldo vincenti-non forzati, ma capisco che spesso questo dato non viene fornito, anche perché non così semplice da computare, ma probabilmente, ogni partita fa storia a se ed è anche poco più (o meno) accademia, discettare di numeri quando forse quello che conta veramente è l’animus pugnandi che si mette nel match (altrimenti Errani col tennis che ha come sarebbe mai potuta arrivare al nr. 5? ed anche quest’anno che sta andando male ha vinto un Premier!).

      • doherty by doherty

        senz’altro questi numeri sono principalmente un gioco e non vogliono essere una verita’ assoluta..

        il fatto che cami paradossalmente vinca di piu’ a parita’ di df mettendo meno prime si spiega,secondo me,come ho scritto sopra:
        “sembra proprio che quando cami spinge la prima e di conseguenza non riesce a tenere un alta % (ma probabilmente ottiene molti punti quando entra) e nello stesso tempo è capace di limitare i DF (pur dovendo giocare piu’ seconde) sia la situazione piu’ favorevole”

        le soglie 58 e 20 le ho scelte sia tenendo conto delle varie % che cami realizza nei suoi match sia in base alle sue caratteristiche di gioco,analizzando le statistiche avevo notato che quando era positiva in questi parametri le possibilita’ di vittoria aumentavano( 20% DF è una soglia sopra la quale molte giocatrici non vincerebbero una partita,ma camila col suo tipo di gioco se riesce a starci vicino puo’ ugualmente vincere,addirittura quando sta’ sotto,e comunque ad es. il 15% di DF è tanto,vince nel 68% dei casi. )

        poi son d’accordissimo con te per il resto…un dato fondamentale è il rapporto w/ue(tempo fa’ scrivevamo di come sarebbe importante per cami riuscire a tenerlo vicino ad 1 e di come,quasi sempre vinca il giocatore che nel match ha ottenuto il valore migliore)

        se ci fosse un modo per misurare l’animus pugnandi lo calcorerei…:-)

        • hector by hector

          Nessuna più di Camila, che ha praticato la boxe, puo’ avere animus pugnandi.

          • robdes12 by robdes12

            ma in che categoria, mi domando? Esistono pure i peso-piuma? Sto periodo poi che le è calata la massa muscolare è diventata filiforme.

  56. robdes12 by robdes12

    Meglio così, ci leviamo subito il pensiero lei e noi, per vedere a che punto siamo. Se poi dovesse passare non so se avremo la Pliskova, che oggi ha risk- iato di perdere la finale e la cui fasciatura non promette molto bene per lei. Ok, sarà precauzionale, ma se scendi in campo così fasciata è segno che non tutto è a posto. Spero però che scenda in campo e passi lei, perchè una giocatrice astuta e capace di cambiare tattica come la Strycova sinceramente non mi dà molta serenità nell’incontrarla adesso. E’ comunque lecito aspettarsi poco da Cami, o per lo meno una vittoria sofferta.

  57. doherty by doherty

    watson ha 56 % W su erba,è la superficie dove ha la % piu’bassa (cami 69)
    l’anno scorso per da krunic al 1R

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Domani secondo incontro dalle 11 sul centrale
      CAMILA PER SEMPRE

      • fabius by fabius

        Tenuto conto del fuso, probabile inizio verso l1 14, salvo più che prevedibili ritardi per la pioggia, prevista con grande probabilità sia domani che martedì.

        Solo gli incontri sul centrale sono prodotti televisivamente, ci va bene, Camila è già schedulata come visibile su Tennis TV.

        Vamos!

        • robdes12 by robdes12

          basta che non piova durante, Cami non si è mai dimostrata a suo agio con le interruzioni, ci ha sempre perso anche quando stava giocando bene.

        • by FF.CC.

          schedulata? è una brutta cosa?

          • robdes12 by robdes12

            sull’erba si, vuol dire essere impegnati ad attendere per tutta la giornata. 😉

  58. doherty by doherty

    cami non è nell’op di domani..

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Calma ragazzi, accontentiamoci di vederla in campo, poi…..
      Camila per sempre♡♥♡♥♡♥

    • fabius by fabius

      Spero bene, visto che il MD comincia lunedì ! 🙂

      Per l’incontro considero un elemeto a favore il fatto di essere sotto nello H2H, con una sconfitta abbastanza dolorosa l’anno scorso ad IW, più per il gioco che non per il punteggio.

      Ma se comincio a capirci qualcosa di quell’entità misteriosa e complicata che è Camila, essere sotto nello scontro diretto le può far scattare una molla, uno stimolo in più per vendicarsi.

      Sono fiducioso, specie se vedremo in campo la Camila tonica e scattante che ben conosciamo.

      • doherty by doherty

        in effetti…ma mi son fatto trascinare dall’entusiasmo e speravo di vederla giocare domani…

        negli h2h sono 1 pari…
        l’anno scorso a iw se vi ricordate penso che cami abbia fatto il record mondiale di errori gratuti..eppure ha perso 75 75

        • doherty by doherty

          18 DF su 42 seconde…

        • robdes12 by robdes12

          beh magari il record è stato quest’anno con la Petko, ma come non ricordare quella partita? Il gioco aveva qualcosa di surreale, pareva come se la racchetta dominasse la giocatrice e non viceversa. Brr, quanti punti fatti buttati alle ortiche, con una Watson completamente impotente a far altro che raccogliere i gratuiti. Df, risposte sbagliate livello catena di montaggio Ford, voleè scentrate, dritti fuori di metri. Per me due sono i punti cardine dell’attuale carriera di Cami, la sconfitta contro Venus e questa partita con la Watson. Se non ci fossero state entrambe ora staremmo a raccontarci tutta un’altra storia.

          • fabius by fabius

            Secondo me quest’anno sono due le partite totalmente “ciccate” da Camila, almeno tra quelle che abbiamo potuto vedere: quella contro Petkovic e quella contro Bouchard.
            Mentre per la prima io intravvedo un motivo, visto che è avvenuta poco dopo i diverbi e la rottura con la FIT, dopo Marsiglia, ancora non trovo una spiegazione per la partita contro la canadese, praticamente non giocata.

            Speriamo che non ce ne siano altre..

            • robdes12 by robdes12

              La voglia di vincere pareva l’avesse trovata, però è venuto l’infortunio….ma mi pare che quando un risultato le serve, acciaccata o meno se lo piglia, vedi i prize money di Madrid e Parigi, non certo spiccioli, e anche il tentativo che stava riuscendo di risalire in classifica. Adesso che ha dato pure lei con l’infortunio (oddio, quest’anno facciamo prima a dire chi non si è infortunata) si spera che torni in campo animata dalla voglia di vincere. Già un quarto qui non sarebbe male, e poi può anche darsi che la sosta si mostri positiva per il fine stagione, arrivi meno spremuta e non hai nulla da difendere ma tutto da guadagnare. Se solo facesse un’estate appena decente, un secondo turno qua, un ottavo là ritornerebbe facilmente nelle prime quaranta, e forse pure più su. dopo Wimbledon aveva tutti primi turni o quasi.

  59. doherty by doherty

    evvai !!!! cami di nuovo in campo !
    questa è la cosa piu’ importante …
    vamoooooooooooooooooosss !!! camila..

  60. enzo by enzo

    Ottimo sorteggio.
    Dai Cami !!!!!!

  61. robdes12 by robdes12

    dimenticavo: e contro un’inglese, la numero 2 del paese verrà ripresa dalle telecamere.

  62. by lucio

    Miglior sorteggio non c’era ……bene …
    Dopo osso durissimo Plisckova ……un passo alla volta …..

    • robdes12 by robdes12

      con l’australiana Barty (?) ha avuto bisogno di due tie break per vincere, e dato il tempo oggi deve già rigiocare e se passa bisognerà vedere quando giocano la finale dato il tempo. Non mi pare che stia anche lei facendo sfracelli, se arrivano a scontrarsi si vedrà.

      • by lucio

        È’ in finale ……magari non farà due tornei di fila ……..intanto importante comunque vincere la prima ……secondo me se starà bene, non avrà problemi.

        • robdes12 by robdes12

          può darsi pure che rinunci per eastbourne. Non so se sia il caso per Karolina fare due tornei di fila e poi wimbledon, anche lei è uscita da un infortunio. Comunque Cami deve prima superare il suo di turno, e karolina la barbora, che non è un pesce così facile, Insomma per tutte e due sarà un bel test già il primo turno, la Watson è un cagnaccio, è raro che perda una partita se non al terzo set. In assoluto è la giocatrice che capisco meno, non avrebbe nulla per opporsi alle forti, eppure riesce sempre a render loro la vittoria una vera battaglia.

  63. robdes12 by robdes12

    quindi contro una non specialista dal gioco poco adatto per l’erba. Se Cami serve bene è una partita che si può portare a casa, anche se è stata senza giocare così a lungo. Non mi pare poi che la Watson stia facendo chissà che risultati, rispetto all’inizio primavera. Se sta bene fisicamente per me è favorita Cami, di poco ma favorita.

Leave a Reply