Camila_vs_Serena_costantini

Camila Giorgi ed il suo staff comunicano che in data odierna si è giunti all’interruzione dei rapporti con la FIT, che agirà come a suo tempo fatto con Simone Bolelli.

Camila non parteciperà dunque alla Fed Cup, ma disputerà le qualificazioni del torneo di Stoccarda.

About the author

  • Camila esce con la Ostapenko al terzo turno di Wimbledon. Ora sarà n.2 d’Italia
    Camila esce con la Ostapenko al terzo turno di Wimbledon. Ora sarà n.2 d’Italia
  • Wimbledon, Camila al primo turno supera in tre set Alizé Cornet
    Wimbledon, Camila al primo turno supera in tre set Alizé Cornet
  • Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon
    Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon
  • WTA Birmingham, Camila ai quarti: battuta anche la Svitolina!
    WTA Birmingham, Camila ai quarti: battuta anche la Svitolina!

155 Comments. Leave your Comment right now:

  1. r.b. by r.b.

    Domanda doverosa: ora che c’è la nuova news, si può continuare a commentare su questa la questione della Fed Cup o si fa tutto di là? No, perché sarebbe uscito un pezzo molto interessante di Ubaldo….

    • gianpaolo63 by gianpaolo63

      Nonostante mi sia documentato un po’ non ho ancora capito qual’è la motivazione , non si potrebbe riassumere brevemente ???

  2. hector by hector

    La macchina del fango si arricchisce di nuovi contributi. Su un quoditiano sportivo odierno, un giornalista a cui vengono pubblicati articoli sul sito federtennis e che sponsorizza sulla sua pagina FB la tv della federazione scrive un articolo a mio parere indecoroso sulla vicenda, in stile Minculpop o Pravda, che sembra un bollettino della FIT. Prezzolati e frustrati spuntano da ogni dove.

    • pablox5452 by pablox5452

      Potresti gentilmente postare il link: giusto per sapere di cosa si tratta

      • hector by hector

        Non esiste link, devi leggere “Tuttosport” cartaceo.

        • r.b. by r.b.

          Corro in edicola!

          • hector by hector

            Se vuoi chiedi pure la mia mail ai gestori del sito, cosi’ eviterai di buttare via soldi per quella robaccia.

  3. by cercasifuturiroger

    Sui vari siti tematici di tennis ci si sofferma sul fatto che l’accordo FIT-Giorgi fosse uno spreco di soldi pubblici e non un investimento (come io credo) su una classifica migliore di quella finora riportata dall’azzurra riprendo cosa diceva Ubaldo Scanagatta all’indomani della sconfitta di Marsiglia:
    “Mi spiace di aver visto in tribuna la solita massa di dirigenti federali in… “viaggio premio”, con mogli e inutili accompagnatori al seguito. Non so quanti abbiano viaggiato in business a spese FIT (anche nostre quindi…) e quante camere siano state pagate al dispendioso Sofitel di Marsiglia. Molte e più del necessario naturalmente. Ma so per certo che, per un viaggio di meno di due ore, si è ritenuto che per alcuni viaggiare in economy fosse una diminutio capitis. Una caterva di persone. I soliti sprechi all’italiana sui quali nessuno si azzarderà mai a mettere becco. Tantomeno il CONI, sempre preoccupato di garantire massima autonomia ai…presidenti elettori. Ma vi assicuro che, avendo fatto ormai il callo da anni a queste “trasferte gonfiate di dirigenti” se li avessi visti almeno rimanere vicini alla squadra quando a risultato acquisito (sul 3-1) la povera Sara Errani e l’esordiente Martina Caregaro, sono state “asfaltate” in 45 minuti dal duo Garcia-Mladenovic, beh avrei chiuso un occhio sulla solita dilapidazione di soldi pubblici (o parapubblici che siano).”
    Ovviamente il Corriere della Sera non si sofferma su questi aspetti…tutti figli del potere e/o della convenienza…
    A tutti coloro che hanno un padrone o padroncino faccio il seguente auspicio: rivendicate la vostra autonomia anche se qualcuno vi paga. Siete pagati non per “dipendere” ma per far bene e nel miglior modo possibile il proprio lavoro,

    • journasesto by journasesto

      Fosse stato anche uno spreco investire sull’unica giocatrice italiana in grado di assicurare un certo futuro al tennis femminile italiano sarebbe comunque uno spreco deciso da quella dirigenza che è ormai un potentato inamovibile da tempo immemore.
      Gli eventuali successi di Camila sarebbero serviti soltanto a glorificare l’attuale dirigenza e a perpetuare il suo potere.
      Ora che l’investimento si è rivelato infruttuoso si è deciso di renderlo pubblico, ma che dire dei motivi per cui è stato deciso?
      Queste isole di potere tutte italiane devono smettere di esistere. Queste cariche non devono durare più di due mandati, basta con gli incarichi a vita.
      Beninteso, le cifre trapelate comprendono indennità di allenatore, utilizzo di strutture e di personale che sono benefici riconosciuti non certo soltanto a Camila ma a tutte le atlete di vertice. Quindi cosa succederà d’ora in avanti? A tutte le tenniste che non porteranno lustro ai potenti di turno andranno a chiedere i soldi indietro?

    • robdes12 by robdes12

      perchè quando faceva buone prestazioni i soldi non rientravano fra biglietti e sponsor e i trionfalismi di quei tripponi del Coni? A parte il fatto che i soldi sono NOSTRI, se permettono, vengono dalle nostre di tasse non dalle loro furberie. Infatti com’è noto tutte le federazioni nei bilanci sono state sempre tanto limpide che poi, chissà perchè, in diverse sono state commissariate. E’ come per la vendita dell’Olimpico, più volte ventilata, dimenticando che è stato costruito con il denaro pubblico, e quindi appartiene al governo italiano, semmai, non al coni. Facciano un referendum e chiedano ai tifosi se vogliono la restituzione del denaro estorto dalla irriconoscente Camila: credo che la risposta non sarà quella che si aspetta la fit. tra l’altro per due anni ha onorato gli impegni, anche quando non era certo vantaggioso. In fondo per pochissimi punti non è stata tds in Australia, e lì stava giocando bene, se avesse incontrato altre giocatrici sicuramente vari turni li passava.

  4. robdes12 by robdes12

    Ma che bisogno hanno tutti di sollevare questo polverone? Ok, in Italia il settore sportivo è organizzato ancora secondo l’adagio del credere obbedire combattere e i vertici sportivi sembrano nomenclature militari, ma non sarebbe il caso di ridurre lo sport a ciò che è? Camila ha abiurato a quale fede? Ha mancato di lesa maestà al numen di quale teocrazia del muscolo? Gli attempati custodi dell’italica virtù atletica dovevano comportarsi come adolescenti permalosi? Una ti comunica che in questa circostanza non desidera partecipare, ok, se ne prende atto, tanto se non ti va non renderai comunque (vedasi il disastro doppistico di due anni fa), quando ti risentirai pronta ne riparliamo. Le Williams più volte hanno determinato retrocessioni, idem gli svizzeri, analogamente si è comportata la caramellaia del tennis o anche il duo Rafa/Ferru e a parte la comunicazione della partecipazione sfumata tutto è finito lì. Da noi invece sempre una scadente drammaticità (perchè a livello della tragedia figurati se siamo capaci di arrivare), il trionfo di vanità offese e alterigie violentate. Tutto sto macello per la rinuncia ad un incontro in una manifestazione a cadenza annuale? Mah…da che parte sta il torto non ho idea, ma da che parte non stia la maturità non ho il minimo dubbio. Una ragazza di 24 anni deve fare la bambolina cinese saggia, degli attempati dirigenti quella degli adolescenti permalosi?

    • by cercasifuturiroger

      Infatti, da che pulpito poi….noi siamo quelli che nel calcio poi, lo sport più diffuso, ai mondiali e agli europei partecipazione di pubblico zero, con biglietti acquistati da italiani e venduti ai bagarini della squadra ospite. Questo anche ai tempi d’oro di questo sport, vedi mondiali USA 1994. Questo senso di patria, a parte uno sparuto gruppo che ama, giustamente, questi valori è anacronistico, soprattutto se dettato, esclusivamente, da interessi.

      • robdes12 by robdes12

        esatto, chiunque abbia avuto a che fare con vertici federali di qualsiasi tipo sa di che pasta sono fatti: arroganti, ignoranti, vanitosi, subdoli, commercianti di talento altrui…ottusi e testardi come muli, autoreferenti e più avidi di Shylock. evidentemente Malagò deve aver migliorato enormemente il suo bagaglio tennistico, visto che può far a meno degli atleti. Perchè non ci rappresenta lui al posto di Fognini in Davis, sono curioso di ammirare il suo rovescio.

        • pablox5452 by pablox5452

          se permettete pigliamo il calcio o megli la nazionale: ve lo ricordate la “etica” di Prendelli che però si applicava a tutti tranne allo juventino Bonucci, coinvolto nel calcio scommesse, e non in qualche cartellino rosso preso in campo (che fa parte del gioco,mentre vendersi le partite direi di no). Per poi passare a Conte, coinvolto nel calcio scommesse e squalificato per lo stesso, che viene assunto a guida da CT prendendo 5 milioni di euro e che ha già mollato la nazionale, e che ha rimediato 4 pappine dalle riserve dellea GErmania…
          Probabile che i Giorgi siano teste dure, ma fare una tragedia per una convocazione in un match che vedrà l’italia perdente e retrocessa ( e se non sarà quest’anno sarà il prossimo) è ridicolo, anche perché 2 ann ifa non gliene fregava a nessuno della Fed Cup e mandarono Camila e Karin allo sbaraglio (che poi queste abbiano vinto era non previsto e forse nemmeno auspicato)
          per il resto segnalo questo articolo ampiamente condivisibile
          http://www.ubitennis.com/blog/2016/04/02/camila-giorgi-bordate-silenzi-e-un-talento-da-salvare/

  5. by C.M.

    Malagò, pur schierandosi formalmente con la FIT è stato abbastanza chiaro nell’invitarli a trovare una forma di accordo.
    Speriamo che un margine ci sia ancora :I

  6. Ace by Ace

    Pessima notizia.
    Non vedo come si possa prendere in modo positivo la conclusione di una serie di litigate incrociate che con tutta probabilità si portano avanti da tempo.
    Possibili implicazioni economiche importanti.
    Nessun vantaggio all’immagine.
    Ulteriore pressione sulla giocatrice.
    Incomprensibile scelta di scagliare la prima pietra nell’informazione con queste poche e incomprensibili righe.
    Come sempre, in mancanza di notizie, ai tifosi non resta che a provare ad immaginare qualche scenario e il mio è che, dopo parecchi screzi, Camila abbia semplicemente provato a rispondere di no ad una convocazione per motivi personali di classifica e, a differenze delle altre giocatrici, abbia ricevuto lei un no. Questo, sommato agli screzi precedenti, ha portato alla lite. Non penso che ci sia null’altro.
    Testarda lei e ingiusta la Fit….hanno fatto tutte quello che hanno voluto, non vedo perché non potesse fare una scelta anche Giorgi.
    Comunque sia andata, spero che Camila sia già concentrata sulla prossima partita!
    Le difficoltà non sono mai mancate, si va avanti con determinazione!!!

    • by lucio

      A mio avviso ogni giudizio,non conoscendo bene I fatti ed i particolari, sarebbe quantomeno azzardato. Concordo che sicuramente la faccenda potrebbe creare problematiche nell’immediato ……speriamo che invece ci sia una reazione inaspettata già da katovice…..

    • Lucia by Lucia

      Totalmente d’accodo con te tranne sulla parte che riguarda la differenza di trattamento tra Camila e le altre. Che certamente ci sara’ stata ma che ha anche delle ragioni comprensibili. Resta inteso che Camila fa bene a fare cio’ che vuole.

  7. by lucio

    Speriamo di tornare presto al tennis giocato ………quando esce il MD ?

  8. by cercasifuturiroger

    Ovviamente ottimo articolo da parte di un “vero” blog, senza fini secondari

    http://www.ubitennis.com/blog/2016/04/02/camila-giorgi-bordate-silenzi-e-un-talento-da-salvare/

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Ottimo articolo, grazie per aver postato il link. Personalmente, avrei rimarcato un po’ di più gli errori che sicuramente anche Camila e il suo staff hanno commesso, per la mancata esplosione ad oggi.
      Certo che leggere certi commenti, a corredo del su citato articolo, fa venire…… il latte alle ginocchia. Addirittura c’è chi si spinge a dire che Camila sarebbe diseducativa per le nuove generazioni ( sich ), manco fosse un Balotelli in gonnella.
      A questo mi riferisco allorché richiamo tutti ad un minimo di serenità, c’è troppa acredine e cattiveria che aleggia attorno a Camila e certo l’atteggiamento opposto, ( cioè quello di chi la idolatra e la ritiene un genio incompreso, se non da pochi eletti ), non aiuta certo a riportare il clima in un alveo di normalità.

      • robdes12 by robdes12

        Sergio, non dimenticare che il tifo figurato si rifà purtroppo alla nomenclatura di una grave malattia infettiva, un motivo forse ci sarà. Secondo te chi è colpito dal tifo ragiona? Si è voluto che il seguace dello sport fosse un becerò urlatore di banalità da arena, il risultato è questo. Tutti i dopati di sistema venuti allo scoperto negli anni in quasi tutti gli sport sono educativi? Gente ricchissima che sembra la sintesi fra Maria Maddalena-Fedra-Medea-Butterfly è invece educativa? Oddio, il triste, inaccettabile destino di una povera campionessa estromessa negli ottavi che sembra si stia opponendo allo schieramento del plotone di esecuzione. Perchè una per una volta dice: voglio pensare a me da me stessa è un modello degenere? Mo sono educativi pare solo gli automi, mentre sarebbe il caso che invece tanti campioni educassero un po’ di più anche il loro cervello e personalità, che invece sembrano diventati optional nello sport attuale.

  9. by cercasifuturiroger

    Il corriere della Sera non è la bibbia. A Marsiglia ci sono stati attriti, ma che senso ha costruire storie non certe intorno? Errani e Vinci non giocano più insieme, si presume un reiterato litigio. Ammessa e non concessa la veridicità del litigio tra Schiavone e Sergio Giorgi cosa c’entra la sua mancata disponibilità alle convocazioni Fedcup e la rottura con la Fit? Sono stanco con questi pseudo-giornalisti: dopo il successo di Giorgi contro Mladenovic invece di parlare della modestia tecnica dell’incontro di Marsiglia e su cosa Camila dovrebbe migliorare in risposta e sulle seconde di servizio l’intervistatrice di Supertennis, poco simpatica sotto tutti i punti di vista, con una certa insistenza attribuiva la vittoria alle scelte tecnico/tattiche (!?) di Barazzutti….e da lì è nato il polverone….il buon giornalista pavese Bargiggia, presunto esperto di calcio mercato, soltanto per un mancato rinnovo del contratto di Higuain con il Napoli ha dato con certezze notizie sul suo addio, sulla ricerca di nuovi attaccanti e sulla svendita del campione argentino.Follia pura da parte di chi dovrebbe lavorare su certezze. Questo paese è la repubblica delle banane. Mi auguro che tutti quelli che non hanno concluso il proprio percorso di studi espatrino definitivamente!

    • riccardo by riccardo

      Certo che il corriere della sera non è la bibbia e penso che la verità non si saprà mai.
      Però magari e dico magari, il 30% di quello che è scritto può corrispondere a verità.
      Non tutti mali del paese possono essere ascrivibili ai giornalisti.
      Come in tutte le categorie professionali ci sono quelli bravi e quelli meno bravi .

      • by cercasifuturiroger

        Certo, ma questo, soprattutto politicamente, è tra i peggiori paesi in assoluto. Di riflesso anche le scelte delle federazioni sportive sono veicolate da interessi politici di parte. Idem per i media. Le giovani leve non hanno futuro. E’ chiaro che il mio invito è serio al 50% ma per il 50% è anche una provocazione.

    • hector by hector

      E’ un peccato avere letto l’articolo del “corriere della seta” in formato elettronico e non avere a disposizione la versione cartacea: proprio oggi ho terminato la carta igienica. RCS farebbe meglio a badare al proprio dissesto e all’enorme conflitto di interessi che la caratterizza da sempre anziche’ fare la morale agli altri.

  10. by cercasifuturiroger

    Ancora punti oscuri da chiarire. Di sicuro qualche grosso attrito a Marsiglia è capitato. A mio avviso non c’era stata una chiusura del rapporto con Camila iscritta a Istanbul. Con la decisione di Stoccarda e l’implicita rinuncia alla Fed Cup la cosa è andata oltre. Onestamente i dirigenti della FIT sono da biasimare. Se c’è un problema si dialoga, anche perchè in questo momento Camila è in uno dei momenti peggiori della sua carriera e la terra battuta anche quando al tuo resta la superficie più ostica e meno congeniale. Siamo destinati a retrocedere, forse anche con la Pennetta versione 2014-2015. Che senso ha forzare la convocazione? Sarebbe stato opportuno parlarsi prima del comunicato sul sito della Giorgi. Distinguerei il discorso Fedcup dall’accordo di Tirrenia. Ognuno è libero di allenarsi dove vuole. Poteva anche essere riformulato un accordo diverso in merito alla disponibilità della giocatrice per future convocazioni, prescindendo da Tirrenia. Ma abbiamo una federazione poco intelligente, il capitano è da pensionare anche per scelte tecnico-tattiche ed è stupido fare muro contro muro. Mi vergogno di questa federazione che non prende posizione sulla rottura Errani- Vinci e che si inginocchia per portare Pennetta alle Olimpiadi, che vanno a Marsiglia in gita in pompa magna per meri interessi politici e che non puntano seriamente a valorizzare il movimento delle ragazze dai 14 anni in su. Su queste cose dovremo riflettere e non sul fatto che qualcuno abbia sostenuto la Giorgi solo per avere delle aspettative eccessive, per poi defenestrarla alle prime difficoltà relazionali.

    • Lucia by Lucia

      Come che senso ha la convocazione ? Ha il senso di farsela rifiutare per agire di conseguenza. Ragazzi va bene il tifo ma cerchiamo di rimanere equilibrati. La Fit non poteva fare altro , e’ Camila che ha deciso di interrompere il rapporto. Poi discutiamo se ha fatto bene o male ma i fatti sono questi.

      • by cercasifuturiroger

        Io rifletterei,invece, su un aspetto da non sottovalutare: è da convocare, diatriba con FIT a parte, Camila per come sta giocando in questi ultimi mesi e sulla superficie più ostica, contro due giocatrici nettamente favorite? Non è la prima volta che altre atlete hanno fatto un passo indietro, “chiamando” la mancata disponibilità. Non si tratta di una questione di tifo: se non vuoi andarci, prima di diramare le convocazioni in largo anticipo provi almeno a contattare la giocatrice. Il dialogo aiuta sempre rispetto a “muro contro muro”.

  11. riccardo by riccardo

    Nei contratti che la Fit stipula con i propri tennisti, il sinallagma contrattuale è , come posso dire, una chimera. So per certo , se non ne fossi sicuro non lo scriverei, che in caso di recesso anticipato le conseguenze sono piuttosto salate dal punto di vista economico e non solo.
    Non ho grande simpatia per la Fit ( e so cosa dico) e mi fermo qui , mi sembra giusto non mettere ulteriore pepe ad una faccenda che per me è un gran pasticcio.
    Tuttavia, per chi volesse approfondire, c’è un articolo del corriere della sera che ” svela” qualche retroscena che qualcuno qui aveva ipotizzato ma che è molto probabile che riporti alcune notizie vere al netto di altre che magari possono essere illazioni.
    Una cosa è certa .
    Il futuro tennistico di Camila è solo nelle sue braccia e nella sua testa ed ipotizzare che adesso che si è ” liberata ” del fardello di Tirrenia possa vincere 4 slam mi pare una …………
    ovviamente allo stesso modo chi paventa che adesso che non si allena più a Tirrenia non vincerà più una partita , penso che non abbia compreso bene il carattere di camila Giorgi.
    Il suo futuro non è nelle mani ne del padre , ne della federazione ne di nessuno che non sia la stessa camila.
    Quando tutto il fragore che si è creato attorno a questa vicenda sarà passato , se Camila riuscirà ad essere serena ed insisto, avrà la voglia di mettersi in gioco, di migliorare alcuni aspetti del suo tennis che vanno assolutamente migliorati se vuole vincere e vincere molto, non ci sarà federazione che tenga, altrimenti va bene cosi.
    Una ultima considerazione e lo dico con assoluto rispetto.
    Sono stati commessi moltissimi errori da parte di tutti , ma quando c’è una divergenza di opinioni tra una ragazzina di 24 anni ed un uomo fatto di oltre 60 che ha una enorme esperienza , ed ha la responsabilità di guidare un gruppo, beh in questo caso se l’uomo di 60 non sa tenere la bocca chiusa e risponde a tono alle dichiarazioni magari improvvide di una ragazzina, allora non può fare più il CT.
    E una mia opinione personale ma credo che sia il momento di cambiare.
    Io tifo assolutamente, decisamente senza alcun dubbio per Flavia Pennetta che è una signora con due palle cosi, una che è stata capace , al momento giusto, di uscire da trionfatrice, senza dubbio una donna intelligente.
    Aria nuova insomma, certo è dura con i dirigenti che ci ritroviamo…………
    NOn vedo l’ora che si torni a parlare solo di tennis.
    Buon sabato a tutti.

    • pablox5452 by pablox5452

      Considerazioni condivisibili.
      Da statistico aggiungo che, statisticamente parlando, le possibilità che Camila vinca 4 slam oppure non vinca più una partita sono esattamente le stesse di prima.
      Vero però è che, se gioca un torneo in più, o magari 2 grazie alla non partecipazione ad altri eventi, le possibilità di vincere un maggior numero di partite e quindi migliorare la classifica aumentano, seppure di poco.

    • by C.M.

      Flavia for president! ehm… capitano non giocatore 🙂
      come avevo avuto già occasione di sostenere ieri, sono convinto che sarebbe la miglior scelta possibile

      • robdes12 by robdes12

        Flavia è intelligente, non verrà mai fatta presidente, ha troppa personalità per obbedire, rassegnati. E poi anche il suo futuro sposo non è di sicuro uno che possa persuaderla alla docilità…..

  12. Sergio5912 by Sergio5912

    A mente un pò più fredda, ribadisco che rispetto e provo a comprendere la decisione assunta da Camila per la querelle, sfociata poi in diatriba, tra Lei ( e non solo ) e la FIT. Siccome non sapremo mai come sono andate realmente le cose, non entro nel merito della questione. Ovviamente ho letto le ” varie ” ricostruzioni fatte da chi le darebbe sempre ragione, a prescindere, e quelle fatte da chi le da sempre torto, per principio. Chiaramente, ritengo, per evidenti ragioni di faziosità, inattendibile tutto ciò che viene raccontato sull’impeto delle passioni. Siano esse generate da amore o peggio dall’odio. Per chi, mi astengo, in mancanza di verità certe.
    Premesso ciò, non ho nessuna difficoltà a dichiarare che pur rispettando la decisione presa, non la condivido. Giocare in Fed Cup e rappresentare il proprio paese, ( Camila non ha sempre dichiarato di sentirsi italiana al 100% ? ), dovrebbe essere un onore e non un onere. Inoltre frequentare certe manifestazioni, respirarne il clima, confrontarsi con altri ( tecnici, preparatori, fisioterapisti ) ed altre, poteva e doveva essere motivo di crescita, e non d’attrito. In questo Camila pare somigliare molto ai suoi sostenitori più indefessi, ( o più probabilmente sono loro che, specularmente, somigliano a Camila ). Non a caso hanno in comune i seguenti mantra : Io ho le mie idee, faccio il mio gioco, perché rischiare d’inquinarmi, quindi ?
    Allo stesso modo, non condivido la visione elitaria che alcuni frequentatori, ( perlopiù quelli della prima ora, ma non solo ), hanno di Camila, espletata dal motto : Camila non è per tutti, lasciando intendere : meglio pochi, ma buoni ! Chi sarebbero poi i buoni e i cattivi, non è dato sapere, Ma perché non può essere invece di tanti, se non di tutti ? Che bisogno c’è di crearsi nuovi nemici e/o ulteriori antipatie ? Vorrei far presente che la bimba che tanti hanno imparato ad amare seguendo ” improbabili streaming in orari impossibili su campi semisconosciuti “, nel frattempo è cresciuta, e si è mostrata al mondo, ( vogliamo citare Wimbledon 2012 ? ). Ciò ha portato, inevitabilmente, la nascita di nuovi appassionati, e con essi nuove e variegate visioni. E’ un bene , un male ? Non sta a me dirlo, ma è incontrovertibile che l’esposizione ” mediatica “, con relativa crescita di supporters, porta innumerevoli vantaggi, ( non credo che io debba elencarli ), ma anche qualche disagio.
    Per i suddetti motivi, non condivo quindi, il plauso con il quale gli stessi hanno accolto tale decisione, al grido : Era ora ! Vai Camila, sola contro tutti e tutto. Rispetto tali posizioni, ma dissento, spero mi sia consentito.
    Attendo con malcelata preoccupazione che il futuro dipani il quesito posto dalla saggia Lucia, che all’occorrenza ha usato una celebre frase pronunciata da Winston Churchill : è l’inizio della fine, o la fine dell’inizio ?

    • pablox5452 by pablox5452

      Il tuo intervento è molto equilibrato e saggio. A me non fa piacere questa rottura con la FIT, e spero che tutto si aggiusti. Però vedi, il fatto che molti non tengono presente e che la FIT ha lasciato fare ale altre i propri cavoli, come ho già detto, e forse da questo è dipeso il tutto?
      Se le altre avessero sempre risposto “obbedisco” io darei torto completo a Camila e Sergio, ma così non riesco proprio.
      Per il resto, che la Giorgi giochi o non giochi la Fed non sono affari miei, se devo tenere ad una squadra di Fed allora tengo la Germania che sono tutte belle e simpatiche!! 😀

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Ti ringrazio intanto per l’attestato di stima. Per quanto riguarda il diverso atteggiamento avuto dalla FIT, ( a cui sia chiaro non vanno le mie simpatie ), in casi analoghi ed il diverso trattamento ricevuto da Camila rispetto alle ” sorelle d’Italia “, ( neologismo, da me mai apprezzato, peraltro ), forse il tutto è spiegabile con il fatto che tra i Giorgi, ( e quindi Camila ), e la federazione, c’erano degli accordi, ( di cui ignoro i termini, in verità ), che prevedevano una sorta di ” dare/avere “.
        Detto ciò, ritengo che la faccenda sia stata gestita male, a dir poco, da entrambi i protagonisti. Se il motivo è da ricercare in screzi tra i Giorgi e Barazzutti e/o compagne, si doveva e si poteva provare a ricucire lo strappo. La FIT, non può permettersi di alienarsi le prestazioni dell’unica top 50, ( attualmente, ma con potenziale fin’ora realmente inespresso ), Camila non può continuare, a mio parere, ad isolarsi e vivere da ” sola contro tutti “.
        Se il motivo, invece, è da ricercare nelle giuste esigenze contingenti che giustificano l’iscrizione di Camila al torneo di Stoccarda, sarebbe stato auspicabile trovare una soluzione condivisa, così come è stato fatto in passato per altre ( Pennetta, Vinci ).
        In ogni caso, come già espresso, non ritengo che tensioni ed isolamento possano portare vantaggi. Da troppo tempo attorno a Camila c’è un’aria di guerra fra fazioni, c’è chi la idolatra troppo e chi invece in contrapposizione la critica ad oltranza. Io auspico per Lei, invece, un clima ” normale ” , dove una ragazza ” normale ” possa essere aiutata ad esprimere il potenziale che a tratti ha lasciato intravedere.
        Per quanto riguarda la Fed Cup, perdonami, ma sono vecchio, ( da qui evidentemente nasce la saggezza che mi attribuisci ), romantico, nazionalista, forse un tantinello retorico, e preferirei continuare a tifare per le azzurre, con l’augurio, ( quindi, forse sono anche un po’ ingenuo ), che Camila possa ritornare a difendere l nostri colori.

  13. by C.M.

    Come già ho avuto modo di sottolineare altrove, la federtennis dovrebbe guardare un po’ oltre e pensare al bene di tutto il movimento tennistico.
    Invece la sensazione netta è che le giocatrici (e i giocatori) siano considerate soltanto delle pedine da usare nell’interesse del politico di turno.
    Con la Spagna potremmo vincere soltanto se le spagnole non scendessero in campo, ma comunque si sacrificano le speranze di qualificazione olimpica di una giocatrice solo per ottenere un inchino verso chi ha il potere.

    • journasesto by journasesto

      In realtà secondo me Robertina Vinci e Sara Errani se la potrebbero giocare bene su terra contro Suarez Navarro e Muguruza. Ma ho come la sensazione che, anche se sono state convocate entrambe, una delle due in realtà non parteciperà… Vedremo…
      L’Italia purtroppo è il paese dei veleni, fin dai tempi dei Borgia e ancora prima. E così si finisce per pensare male di tutti… E ad avere ragione quasi sempre…

  14. r.b. by r.b.

    Giusto, se c’è del marcio meglio andar via dall’Italia…. Speriamo che Camila sia abbastanza amica della Wozniacki, così potremmo sempre farci accogliere dalla federazione danese…. 🙂

    • fabius by fabius

      Beh, se si vuole stare lontani dal marcio la Danimarca non è proprio il posto ideale, se diamo retta al Bardo: “C’è del marcio in Danimarca”.

  15. fabius by fabius

    C’è una sottile ma pericolosa questione temporale relativa alla cessazione dell’accordo con la FIT.
    Come ho già detto più sotto, il riferimento del comunicato alle ritorsioni FIT già applicate a Bolelli è certamente parte del contratto, che probabilmente reciterà qualcosa di simile:
    “Se la Giorgi recederà dall’accordo prima della scadenza, la FIT non la convocherà per nessuna manifestazione da essa gestita per i prossimi 3/5 anni”.

    Ora attenzione ai tempi: il 31 sera appare il comunicato su questo sito, e ragionevolmente la disdetta dell’accordo è stata inviata alla FIT.
    Se la notifica è stata fatta nel modo corretto, l’accordo è chiuso e la FIT non può convocare Camila, è scritto nel contratto.

    Ma la FIT non dice niente sulla cessazione dell’accordo, fa finta di niente e pubblica le convocazioni sul suo sito poche ore dopo, in grande anticipo rispetto alla prassi.
    Cioè fa finta che l’accordo sia ancora in vigore (ovviamente è una finta, i tempi lo dimostrano).

    Ora il punto delicato: se i Giorgi hanno notificato la disdetta correttamente, la FIT non poteve convocare Camila, la convocazione è nulla, nessun provvedimento può essere preso, salvo quelli già previsti dalla cessazione dell’accordo.

    Ma se la FIT riesce a dimostrare artatamente che la disdetta è stata notificata solo dopo le convocazioni, allora Camila, rifiutandosi, infrange l’accordo ancora vigente, e può essere soggetta a penali o altro secondo quanto previsto dall’accordo stesso.

    Questo trucco da azzeccagarbugli di far finta di non aver ricevuto la disdetta in tempo è pericoloso se i Giorgi non hanno in mano una inoppugnabile documentazione che dimostri la data e l’ora certa della disdetta, e della sua corretta domiciliazione.

    Ora forse è chiara anche l’astuta falsità della convocazione farlocca e strumentale.

    Spero che Camila ed i suoi siano stati accorti su questo aspetto, gli imbroglioni non meritano simpatia. Ma se per disgrazia l’astuzia dovesse prevalere sulla sincerità, e ci fosse una salata penale, apro sottoscrizione per una colletta di sostegno, e non mi tiro indietro.

    • r.b. by r.b.

      Sì ma non sappiamo cosa c’è scritto realmente nell’accordo… Se c’è scritto che l’accordo dura fino, che so, al 2020 e che quindi Camila deve rispondere alle convocazioni fino al 2020?

      • Lucia by Lucia

        La Fit per convocare Camila non ha bisogno che in essere ci sia nessun accordo.

        • r.b. by r.b.

          Sì lo so, ma fabius ipotizzava che nell’accordo ci fosse scritto addirittura che in caso di rottura dei rapporti Camila non fosse più convocabile…

        • fabius by fabius

          La dichiarazione all’origine del fatto è lapidaria, in puro stile Giorgi, ma chiarissima.
          Non si parla di volontà di non rispondere alla convocazione, ma di interruzione del rapporto con la FIT, data per avvenuta.
          E se si dà per certa la reazione FIT vuol dire che è scritta nella clausola di rescissione del contratto.
          Logica cristallina: non vorrei partecipare alla Fed Cup, ma l’accordo mi obbliga. Rescindo l’accordo, accollandomi le conseguenze previste, così in base all’accordo stesso non mi puoi convocare.

          • Lucia by Lucia

            Fabius la Fit puo’ convocare Camila quando e come vuole. E Camila non si puo’ opporre a prescindere da dove si alleni. Queste sono le regole.

          • journasesto by journasesto

            Qui il nocciolo del discorso è economico, non di principio. Sarà una gran brutta storia per come si preannuncia e Camila ne sarà enormemente disturbata…

  16. Andy by Andy

    L’unica che ha fatto una dignitosa figura nell’ultima Fed Cup è state quella più denigrata e criticata perché ha perso senza fare ciò che i professorini sia della FIT che di UBI sostenevano dovesse fare, io mi aspettavo una decisione del genere e anche io avrei fatto lo stesso, ora che se la cavino da soli !!

    • Andy by Andy

      poi i fed cup a fare cosa, raccogliere i cocci di una stesa colossale contro la Spagna ? massù

      • r.b. by r.b.

        Ragionando così non andrei neanche a Stoccarda… a fare cosa, a guardare la Azarenka (o chi per lei) che vince il torneo e se ne va a casa in Porsche?

        • pablox5452 by pablox5452

          MI permetto di dire che il tuo esempio non regge. La Fed è una competizione a squadre in cui , anche se fai i tuoi 2 punti, puoi perdere, se si perde il doppio, e l’italia perderà il doppio, e comunque non dipende dalla Giorgi, che non lo gioca, UN torneo lo si può fare anche senza avere grandi possibilità di vittoria (altrimenti dovrebbero iscriversi in 4-5)
          per esempio se la Giorgi passa le quali e arriva ai quarti (cosa non impossibile, suvvia) porta a casa 125 punti circa..sputaci sopra!

  17. etberit by etberit

    Non capisco, e non condivido, nel comunicato, la frase che sembra un’aggiunta posticcia “… che agirà come a suo tempo fatto con Simone Bolelli.” E’ una decisione che spetta alla FIT, anche se probabilmente già presa; in un comunicato ufficiale era meglio ometterla. Così si generano discussioni infinite.
    Nonostante questo, la mia simpatia e il tifo per la tennista Camila Giorgi rimarranno inalterati.
    Forza Cami!

    • fabius by fabius

      Probabilmente nell’accordo con la FIT, alla clausola sulla possibilità di scioglimento anticipato unilaterale (c’è sempre in ogni contratto) è già scritto quali saranno le conseguenze della cessazione, quindi con la dichiarazione sopracitata è stato solo schiuso un punto del contratto.

      La FIT potrà applicare quanto previsto o anche decidere di non fare niente, ma certamente non potrà prendere misure diverse da quanto contrattualmente stabilito.
      Che decida di soprassedere è altamente improbabile, per cui con quasi certezza è già nota la posizione FIT.

  18. eulondon by eulondon

    Dal marcio si va via. Perche’ il marcio fa solo male. A testa alta, Camila! Sempre.

    • avadar by avadar

      Eu, la nostra Cami ha un bel caratterino! 🙂
      Per questo ci piace…
      e per questo la seguiamo: la testa a lei non la lavano e finalmente potrà tornare a camminare con le sue gambe e a contare solo su se stessa…ed è così che si esprime al meglio….

  19. fabius by fabius

    Aspettando il tabellone di Katowice, e che si apra una nuova pagina, anche in senso metaforico, anticipo che il campo delle giocatrici sta subendo significative defezioni.

    Rispetto a quanto noto finora risultano aver rinunciato anche Strykova, Friedsam, Hercog e Kontaveit, che si aggiungono ad Allertova e Van Uytvanck.

    Vantaggioso il ritiro della Strykova, che consente a Camila di essere TdS n. 7 e non l’ultima del seeding.

    Il campo resta sempre competitivo, ci vuole una Camila nel pieno delle sue forze e concentrata per fare bene, e noi saremo tutti lì a sostenerla.

    • by Fabblack

      Ho visto che Eurosport prevede molte ore di trasmissione da Katowice.

    • r.b. by r.b.

      Purtroppo non ha rinunciato la nostra avversaria di primo turno….

  20. boy by boy

    …certo che tutte le affermazioni in cui dichiarava quanto era contenta e felice di essere convocata e giocare per l’Italia….mah. Onestamente la delusione è tanta.
    Cmq era prevedibile che sarebbe finita così…bastava vedere quanto successo l’ultima volta che è andata in fed. Anche quei comunicati stampa in cui non dava meriti al capitano ma al padre, erano un chiaro segno visto ora.

    • fabius by fabius

      Lei era contenta, e da quando è entrata per la prima volta in squadra (col botto) non è mai mancata, ed ha sempre dato il suo contributo.
      Ma il suo attaccamento alla maglia azzurra non è mai stato ripagato, amore non corrisposto.
      Il trattamento che le ha riservato Barazzutti è ingiustificabile, ed almeno in parte responsabile di certe controprestazioni.
      Una può essere felice finchè vuole di essere in nazionale, ma se vieni trattata con disprezzo e dileggio è meglio stare lontani.

      • journasesto by journasesto

        Condivido tutto Fabius. Camila è sempre stata guardata dall’alto in basso perché si è fatta da sola seguendo strade non canoniche

  21. by FabrizioF

    Scelta giusta…la Giorgi aveva bisogno di fare le quali a Stoccarda, ha sempre detto sì a qualsiasi chiamata, rinunciando sempre a Stoccarda e non solo. La Fit non l’ha mai apprezzata, come qualcuno ha sottolineato, fino a tre anni fa nemmeno la WC per partecipare a Roma le davano. Molto bene così, capace che sia l’inizio di un nuovo inizio, il ritorno di quella Giorgi che batteva Petrova, Bartoli, Wozniacki, Sharapova, Azarenka, ecc…

    • r.b. by r.b.

      Francamente non capisco il nesso tra il rifiuto della convocazione in Fed Cup e battere le giocatrici citate…. A parte che se gioca adesso con Azarenka non credo che possa fare più di tre o quattro game, è che proprio non riesco a vedere un collegamento tra le due cose…

      • by FabrizioF

        Nel senso che si libera di un peso, di un pensiero, di un problema….magari si alleggerisce di pensieri e torna ad essere quella di un tempo. Azarenka vincerebbe 62 61? Boh forse, comunque nel tennis femminile le cose cambiano in fretta. Vedi Kuznetsova che solo poche settimane fa beccava un 60 61 dalla Goerges e domani si gioca la finale a Miami, a distanza di 10 anni dal suo precedente.

  22. r.b. by r.b.

    È ufficiale, Camila è statale convocata in Fed Cup insieme a Errani, Vinci e Schiavone.

    • journasesto by journasesto

      Ahahahah! Convocazione con due settimane di anticipo rispetto al normale.
      Anche in federazione possono contare su un bel pool di geni atomici!

    • pablox5452 by pablox5452

      Ah c’è la Vinci, e allora qual’è il problema se Camila non c’è? andava a guardare le altre perdere, mentre adesso va in GErmania a giocare, allora richiedo, dov’è il problema? a meno che il problema non sia da parte dei Giorgi che vogliono rompere cpn la FIt per ragioni non chiare.

  23. r.b. by r.b.

    Camila have sempre dichiarato che era felice di giocare in Fed Cup e che era orgogliosa di vestire la maglia azzurra. Sergio era meno convinto, ma di fronte ad una tale determinazione….
    Ebbene ragazzi, le cose cambiano….
    A questo punto potrebbe succedere l’imponderabile…
    1. Diventa pallettara (aveva detto che non lo farà mai, ma ormai più nulla è certo… ) 🙂
    2. Cambia allenatore (vedi punto 1)
    3. Tiene la palla in campo… 🙂
    4. Vince Stoccarda e torna a casa in Porsche…
    5. Smette di fare doppi falli…
    6. Ho il rovescio a una mano come Roger!!! 🙂 🙂 🙂

    • fabius by fabius

      Non ce la vedo proprio Cami a dover confessare a papà Sergio che, sì, aveva ragione lui, e spero che il buon padre non se ne faccia mai vanto.
      Basterà uno sguardo e si capiranno.

  24. doherty by doherty

    ho sentito il tg su supertennis…sembra sia andata cosi’:
    *cami ha comunicato di voler andare a stoccarda e non in fed
    *palmieri ha cercato invano di farle cambiare idea
    *se sara’ convocata,potrebbe,a discrezione della fit, essere aperto un provvedimento nei suoi confronti(quindi se per scelta tecnica o per escamotage-ovvero :dovrebbe essere convocata ma non viene convocata per risolvere la questione- non dovesse esserlo,il provvedimento non si aprira’)

    • doherty by doherty

      secondo me non sara’ convocata-niente provvedimento(assolta perchè il fatto non sussiste 🙂 )-si tentera’ (non so’ con che risultato)di trovare un accordo.

      • by Fabblack

        Niente di tutto ciò: è stata convocata.
        Hanno voluto tentare un braccio di ferro.

    • robdes12 by robdes12

      della serie “much ado about nothing”?
      Fossi nella fit ci penserei bene, non è che già dal prossimo anno le alternative siano poi molte, salvo esplosioni non prevedibili ad oggi di altre sotto la 200 posizione. Sempre per citare Shakespeare, in tempo di grascia la virtù deve inchinarsi al vizio, e in tempo di magra il regolamento federale deve farlo anche di più. Faccio notare che la federazione di un altro stato non ha parlato minimamente di esclusione dalle papabili alle olimpiadi per un’altra tennista che, predisposizioni diabetiche, ovvero carenze di oligoelementi, ovvero problematiche cardiache congenite (fra poco si farà tutto il prontuario nosologico completo) a prescindere, è stata colta con le vezzose falangi nella marmellata.

  25. robdes12 by robdes12

    parliamo di cose più serie, va? E’ uscito il tabellone di Katowice?

  26. hector by hector

    E tutto questo solo perche’ la Fit non ha voluto mettere un’astronave al servizio di Camila per permetterle di fare la spola piu’ volte in giornata tra iberici e teutonici. Non hanno capito di avere a che fare con una marziana.

  27. by SanTommaso

    A fine giornata, e sentite tutte le campane, dico la mia (ovviamente difendendo pedissequamente Camila, sia beninteso…).

    Dunque i fatti, nell’ordine in cui sono elencati qui, cioè sull’unica, finora, fonte diretta.

    Camila interrompe i rapporti con la FIT e “dunque”, quindi come conseguenza, non giocherà in Fed Cup. Perché alcune testate anche prestigiose come la Gazzetta dicono che Camila “dice no alla Fed Cup” e (in conseguenza di ciò) chiude i rapporti con la Fit. Le due cose sono un pelo diverse…

    Basandomi dunque sulle uniche fonti dirette dico: Camila ha chiesto di andare a Stoccarda e saltare la convocazione, la Federazione ha detto picche, Camila li ha salutati, la Federazione la punirà e forse la escluderà dai giochi.

    Perfetto.

    Cito testualmente dal capitolo 6 paragrafo 2 dello Statuto della Federazione Italiana Tennis (http://www.federtennis.it/PDF/STATUTO2010.pdf)

    2. Gli affiliati sono tenuti a mettere a disposizione della F.I.T. gli atleti selezionati per le
    rappresentative nazionali.

    Oh, dunque. Camila è affiliata Fit e non ci piove, non si è messa a disposizione per la rappresentativa e verrà punita. Altro esempio, nel calcio: tutti i convocati in Nazionale, anche se infortunati, devono andare a Coverciano. Poi sostengono la visita medica, si considera che effettivamente Tizio è infortunato e Tizio torna a casa (infortunato davvero? Per convenienza in vista di un big match di campionato a fronte di un’amichevole della Nazionale? Chi lo sa…).

    Sappiamo tutti dalle loro stesse parole (Vinci, ad esempio) che alcune giocatrici in passato hanno rifiutato le convocazioni per interessi personali di classifica. E qui c’è chi obietta: hanno dato tanto alla Federazione! Hanno vinto 4395756 Fed Cup! Hanno 30 anni! Tutto vero. Ma nulla di scritto nello statuto. Perciò vale tutto 0. Chi è numero 540 e ha 19 anni ed è alla prima convocazione DEVE mettersi a disposizione come chi è numero 4, finalista Slam ha vinto 5645746 Fed Cup, se (occhio al SE…) viene convocata.

    Come si salverà Binaghi quando gli verrà chiesto della situazione? Farà dire a Barazzutti che Errani, Vinci e Pennetta a Cleveland, ad esempio, non hanno “rifiutato” la convocazione perché di fatto non sono mai state convocate. Che PRIMA si siano accordati per non diramare la convocazione e quindi non farle incorrere in sanzioni è il classico trucchetto per aggirare la norma, all’italiana.

    Camila, che è italiana di passaporto ma ha sangue bollente argentino nelle vene, sappiamo che la parola “compromesso” non la conosce. Nel modo di giocare, con l’allenatore, con le proprie scelte, nella comunicazione… e con la Fit. Quindi ha scelto – come sempre – di andare per la sua strada senza chinare il capo. Io la ammiro e la tifo per questo.

    Forza Flaca, non sei per tutti ma siamo in tanti a fare il tifo per te. Ti prenderai le tue rivincite, quando sarà il momento.

    • Lucia by Lucia

      Credo che sia esattamente cosi’ .

    • robdes12 by robdes12

      beh in spagnolo compromiso significa impegno, per il nostro compromesso si usa acuerdo, in senso un po’ più squallido regateo. Forse l’errore di comunicazione nasce da quello: la fit avrà detto:- E’ necessario venire a compromessi fra carriera e bandiera,-
      I Giorgi avranno capito : – ci vuole più impegno (ma come, ci facciamo il …da anni per emergere, mo pure svogliati saremmo?- e così parola dura tira parola, si finisce dall’avvocato divorzista.
      La metto sul ridere perchè confesso che a me sta cosa sa tanto di vaudeville.
      Però che si stacchi dalla fit per allenamento sono d’accordo, spero che scelga in modo molto, molto oculato la prossima sede. Per me potrebbe anche giocare per l’argentina, nel tennis non ho mai tifato per la patria, ma per il bel gioco. se gioca come può sostegno ad oltranza. Posso stare in apnea per le italiane che trovo brave, non lo sono mai stato per Reggi, Cecchini e affini (io quando al foro beccavano la bicicletta dalla Sabatini ero contentissimo, stesso dicasi per i massacri azzurri contro SuperMac).

    • Sephir by Sephir

      io non ho capito una cosa in tutto questo…Vinci e le altre che hai citato hanno ricevuto gli stessi fondi e trattamenti dalla FIT come Camila? Oppure erano dei contratti differenti? Perchè ci sarebbe pure questa questione altrimenti.
      Se io investo molto chiedo molto in ritorno, se investo poco sono più flessibile.

      • robdes12 by robdes12

        non saprei, ma Flavia e Sara ad inizio carriera possibile che con guadagni ancora relativamente bassi e nessuna sicurezza di emergere abbiano affrontato tutte da sole le spese, immagino onerose, di trasferirsi in Spagna? Oltre che per il tennis in sè per sè dovevano pure spendere per alloggio, vitto etc. Nessun aiuto federale?

      • robdes12 by robdes12

        non saprei, ma Flavia e Sara ad inizio carriera possibile che con guadagni ancora relativamente bassi e nessuna sicurezza di emergere abbiano affrontato tutte da sole le spese, immagino onerose, di trasferirsi in Spagna? Oltre che per il tennis in sè per sè dovevano pure spendere per alloggio, vitto etc. Nessun aiuto federale?

  28. robdes12 by robdes12

    Quindi quest’anno niente olimpiadi, suppongo. Sinceramente non capisco nulla di ciò che è avvenuto, si poteva anche lasciare l’onere della comunicazione alla Fit. Tante altre volte non si è comunicato nulla, perchè uscirsene con un comunicato del genere non so, mi pare tatticamente fragilino. Le posizioni della Fit mi sembrano chiare, sul loro blog zero accenni. Su Stoccarda il problema è che non ci doveva essere problema, farlo o non farlo quel torneo doveva già essere un fatto puramente vopvo

    • robdes12 by robdes12

      mi scuso per le lettere finali, dovute alle zampe del gatto di casa. puramente voluttuario, perchè ci dovevano essere abbastanza punti in cascina per renderlo non così inevitabile. Mi spiace doverlo dire ma quest’anno mi sembra davvero partito nel modo più tribolato possibile. Speriamo che sia l’ultimo groviglio e poi il filo si dipani un po’. Però…non riesco a liberarmi dall’impressione che dietro tutto questo modo di fare dell’ambiente tennistico, e nazionale e privato ci sia un trionfo dell’estemporaneo che posso anche comprendere per una relazione, molto meno per un settore professionistico.

  29. pablox5452 by pablox5452

    Ciao a tutti
    E’ da un po’ che non scrivoo qui, forse ho scritto prima del match contro la Ivanovic e, visto come è andata, ho preferito non farlo più XD
    Io sono, almeno da un po’ di tempo, alquanto critico con il modo in cui la carriera di Camila viene gestita, non ho problemi a dire, persino sul sito di Camila Giorgi, che per me dovrebbe cambiare allenatore o affiancare altri alla sua guida.
    Però in questo caso sono tutto dalla sua parte, e non mi interessa “sapere i dettagli” che, appunto, dettagli sono.
    Ricapitoliamo gli eventi salienti del rapporto nazionale italiana di Fed Cup, ovvero FIT, e Camila Giorgi
    Tutto inizia nel febbraio del 2014 quando Cami e Karin Knapp vengono convocate a sorpresa al posto delle quattro cosidette moschettiere (a cui dobbiamo tanto blablala). A parte la Schiavone, per questioni di età (ma La Schiavo riapparirà due anni dopo, si vede che è ringiovanita nel frattempo) le altre tre rinunciano per curare i propri interessi di classifica, non possiamo pigliare l’aereo per andare di lì, abbiamo un torneo di là etcetc, e l’Italietta priva di D’Artagnan e C va verso una “inveitabile” sconfitta, schierando una giocatrice appena dentro le 100 ed una proveniente da un lungo stop. Ed invece le due salvano la FIT e l’italia spianando le americane (con Madison Keys presa letteralmente a pallate da Cami )
    poi c’è il secondo turno, ed allora, Pennetta a parte tornano le titolari, e prendono mazzate come da pronostioo (sì un match lo disputa anche cami, non cambia)
    Si arriva lal 2015 e al primo turno a Genova contro la Francia, Pennetta che dà ancora forfait (e siamo a 3 di seguito!)
    Le cose vanno come sappiamo, prima giornata con cami che pialla la Cornet, la Errani che fa il suo. 2-0, poi il patatrack, con la rimonta francese ed il duo Errani-Vinci che floppa clamorosamente.
    Bisogna salvarsi dalla B a quel punto, e per giunta contro le “fortissime” americane, stavolta fornite di Serena e Venus, la quale ci fa il favore di assentarsi, grosso favore. Si assent aanche la Vinci (e sono 2)
    Viene scelta, a sorpresa, mentre tutti si aspettano Roma o Milano o Torino, Brindisi. La ragione c’è: infatti è stato concordato il rientro trionfale di Flavia Pennetta, a cui vengono perdonate le tre assenze (di cui una con la Francia forse decisiva). e le viene allestito lo spettacolo sotto casa. C’è però la Williams Serena, e giocare contro di lei, sopratutto il primo giorno, significa perdere. Per cui CB manda al sacrificio Camila Giorgi, più sacrificabile di altre, D’altro canto la chiamano Kami-caze Giorgi…
    E Camila fa quello che tutti si aspettano che faccia: perde, seppure giocando alla pari per un set.
    Quindi il giorno dopo viene tolta per fare spazio alla Pennetta Nazionale, che tutti reclamano a gran voce, è la sua città, si sa che si ritirerà a fine stagione (ma nessuno sa che vincerà uno slam, ovviamente)e la Mchale (se non ricordo male),ma forse era la Davis) è certo più malleabile di Serenona. Punto del 2-2 portato a casa e doppio conclusivo contro un doppio USa improvvisato e con Serena che se la ride mentre sta beccando un bagel (cose mai viste! )
    tripudio tricolore…
    Poi però le cose vanno meno bene, perché ribecchiamo le francesi, non c’è Flavia perché si è ritirata, e non c’è nemmeno Roberta,(e sono 3 ) per la ragione, (detta a chiare lettere) chedeve difendere la sua posizione in classifica e quindi partecipare al torneo di San Pietroburgo. (scenderà in campo solo mercoledì ndr) Le cose vanno come ci ricordiamo con Cami che porta a casa l’unico punto, ma se ne avesse portati a casa due, nulla sarebbe cambiato, visto che le francesi sono una coppia di doppio, e anche discreta, mentre noi non abbiamo un doppio, decente, né sulla carta né sul cemento, su cui si svolge il match.
    Poi c’è stato lo screzio con Barazza, su cui io non mi pronuncio, quello che so è che Camila era iscritta ad Istanbul, per ragioni di sicurezza, più o meno condivisibili, rinuncia,e a quel punto si iscrive a Stoccarda, dove deve fare le quali e tutto ciò che sappiamo
    Doveva mettere avanti le esigenze della federazione e della nazionale italiana e fermarsi 2 settimane con le conseguenze del caso, dopo che le altre si erano fatte (diciamo la Errani di meno) ampiamente i cavoli loro venendo giustificate e premiate? Tra l’altro in un match che appare non chiuso, ma chiusissimo, visto che le spagnole sono forti il doppio se no il triplo delle francesi e che siamo mancanti di un doppio decente ( e lo saremo chissà fino a quando, per cui un miracolo quest’anno procrastinerebbe solo la retrocessione l’anno prossimo)
    Poi si può dire quello che si vuole , fare discorsi gerarchici e pseudomeritocratici, ma la realtà è ch ei ltennis è uno sport individuale, Davis e Fed, per quanto a me od altri possano piacere, o per quanto possano rappresentare appuntamenti tradizionali, vengono dopo. Non solo le grandissime giocatrici hanno rinunciato alla Fed CUp , ma anche giocatrici come Cornet, Bouchard, Stephens, che non mi paiono aver vinto uno slam o avere chissà quali meriti patriottici.
    Poi il comunicato dove si cita Bolelli credo sia una gaffe, ma dopo la conferenza stampa della Sharapova, secondo me è tutto grasso che cola se permettete l’ironia…

    • robdes12 by robdes12

      infatti hai ragione, la storia ha in se qualcosa di surrealmente futile. Come tante volte prese decisioni senza dare la minima indicazione anche qui va a Stoccarda e lascia alla fit l’onere e il discutibile onore di dichiararti decaduta dal seggiolone nazionale. Che significa poi: – rotto i rapporti con la fit?

    • Lucia by Lucia

      Se c’e’ un accordo tra Camila e Fit , Camila ha due strade . O accetta di andare quando viene convocata o fa saltare l’accordo. Non e’ che ti puoi scegliere le avversarie .

      • robdes12 by robdes12

        eh, Lucia, far si che le cose, da ambo i fronti, dovessero porsi in questi termini sinceramente poteva essere evitato se soltanto, sempre da tutti e due i fronti, si fosse usata un po’ meno pancia e molta più ragionevolezza e flessibiità. A me questo modo di fare a metà fra il pubblico e il privato pare più che contraddittorio caotico. Abbiamo una dichiarazione pubblica che ha l’asciuttezza di un anatema da una parte, l’assenza di qualsiasi reazione dall’altra. Ma diventare un po’ più ragionevoli è così difficile? La fit sapendo bene che ora Camila deve raccogliere punti nei modi più vari avrebbe dovuto magari coprire la giocatrice e dare indicazioni sull’esclusa convocazione non meno finte di quelle che si danno per il cambio di formazione in corso di sfida fed, Camila scegliere un tono meno lapidario: questo è un epitaffio, non una dichiarazione. Mi spiace ma non capisco nessuno dei due contendenti, è solo sport, non stiamo correndo per le presidenziali. Per me oggi sono in sospensione di giudizio tutti e due i gli schieramenti, non ne esce bene nessuno dei due.

        • Lucia by Lucia

          Scusa Rob ma non capisco che torti abbia la Fit in questo caso. Sembra che Camila abbia rifiutato una convocazione e per questo la Fit l’abbia radiata.L’interruzione del rapporto, mi pare evidente, sia totalmente unilaterale.
          E’ una scelta di Camila.

          • robdes12 by robdes12

            la colpa della fit è riuscire a capire che anche le prestazioni nella squadra devono incastrarsi con le esigenze soliste. Se perde ancora punti poi deve giocare quali a ripetizione, e non avendo mai dato segnali di grande continuità, chi può dire che se in quattro premier consecutivi gioca le quali passi sempre? E più va giù più immagino anche in Fed la autostima scemi. A parte che visto il periodo si deve pure ragionare sul ranking, e Cami dovrebbe essere riserva, e ad una riserva si può rinunciare, soprattutto perchè nella race penso sia dietro alla Schiavone. Ulteriore colpa è che doveva essere lei per prima a dichiarare il banning di Camila. Che facciamo come la Sharapova che comunica da sè prima degli organi deputati che prendeva un farmaco proibito (chiappala scema, da monella a esempio di inconcussa virtù sportiva). La fit la trovo a sto punto molto poco professionale.

    • by FabrizioF

      Tutto perfetto….non c’è da aggiungere altro. Davvero complimenti! A margine dico solo che tutto sommato chissenefrega della Fed Cup se si deve essere trattati in questo modo, e chissenefrega anche delle Olimpiadi, che nel caso del tennis è un torneo come un altro.

  30. Lucia by Lucia

    Io non voglio entrare troppo nel merito perche’ sono sul sito di Camila Giorgi e sarei costretta a immaginare scenari futuri poco trionfali. Spero tanto, ma tanto che questa scelta ( comunque da me non sostenibile) sia stata attentamente ponderata. Spero tanto che sara’ accompagnata dall’annuncio di nuovi sponsor o risorse che ne sostengano l’attivita’ sportiva e la crescita tecnica . Spero che questo comporti un nuovo inizio. Oppore spero che la tanto criticata (anche da me ) Fit , sia tanto magnanima da fare quasi finta di nulla e continuare a sostenerla comunque come ha fatto in questi ultimi due anni . Ma ci credo poco.
    Di certo su una cosa , i fatti sembrano essere incontrovertibili: E’ Camila che ha deciso di rompere con la Fit e non viceversa. E la mia intima convinzione e’ che tutto sia partito da quel comunicato incredibile letto il sabato sera dopo la prima giornata di Marsiglia. Da li’ i rapporti hanno continuato a deteriorarsi.

  31. Massimiliano by Massimiliano

    Premesso che fintanto che non vedo un comunicato della FIT, questo mi sembra il pescato del giorno, se così fosse ci sarebbe nella settimana di Fed Cup anche Bogotà, che non mi pare malaccio.
    I commenti ulteriori sulla notizia me li riservo nei prossimi giorno (quando appunto si sarà appurato se trattasi o meno di bufala).

  32. by lucio

    La fed avrà un senso solo quando assegnerà punti in classifica.
    Non capisco perché questo dovrebbe essere l’inizio della fine.
    Se non cambieranno i risultati per diverso tempo ,ma non in fed,sarà veramente l’inizio della fine.

  33. cubano70 by cubano70

    Camila Giorgi ed il suo staff comunicano che in data odierna si è giunti all’interruzione dei rapporti con la FIT, che agirà come a suo tempo fatto con Simone Bolelli. Camila non parteciperà dunque alla Fed Cup, ma disputerà le qualificazioni del torneo di Stoccarda.
    questo scarno comunicato, contiene l ennesimo autogol (a mio parere ovvio..) nei rapporti con i media…
    A cosa serve anticipare delle decisioni che spettano solo alla FIT? Se viene fatta menzione del caso Bolelli, probabilmente nei colloqui con la federazione gli sarà stato anticipato che quella poteva essere la logica conseguenza… (si va per ipotesi, come sempre…) Ma metterlo in piazza prima di un comunicato della federazione serve?
    Il merito della decisione non può essere valutato non essendo a conoscenza dei fatti,..e servirebbe comunque a poco …
    Camila è liberissima di fare le scelte che gli sembrano migliori per la propria carriera, visto che poi sarà lei a doverne pagare le conseguenze se queste scelte non fossero giuste..
    Purtroppo ultimamente i risultati sul campo sono pienamente in linea con le scelte fatte….
    Spero in un miglioramento di tutti e 2, ed auguro comunque tanta felicità a Camila, dentro e fuori dal campo.

  34. silvio74 by silvio74

    Perdonatemi, ma la FIT ha bussato a casa Giorgi quando Camila era in fase ascendente, e non lo ha fatto per scopi filantropici, ma per poter sfruttare i risultati e l’immagine di Camila, in un orizzonte più ampio di assoluta desolazione. Quando poi il meccanismo è sembrato essersi inceppato, il credito è stato chiuso immediatamente, senza se e senza ma. Del tipo: visto che non sei la gallina dalla uova d’oro, o fai quello che diciamo noi, oppure sei fuori. Un pò come in quel film della ragazzina in collegio, che quando si viene a sapere che è caduta in disgrazia, viene sbattuta in soffitta e destinata a fare da serva. Ovviamente Camila, che non si sente un’orfanella, né una tennista bruciata, ma che ha il fuoco dentro, ha dato a tutti il ben servito. E se ne pentiranno. E quanto se ne pentiranno.

  35. r.b. by r.b.

    Secondo il mio parere non siamo la Kvitova o la Safarova che possono permettersi di rifiutare una convocazione. Inoltre trovo strano il riferimento al caso Bolelli…perché mettere le mani avanti? Capisco inoltre che non vengano rese note le ragioni del “divorzio”…..

    • by fraronz

      Decisione su cui si può non essere d accordo senza essere tacciati di disamore per Camila. Speriamo solo sia la decisione giusta per lei in un momento cruciale della sua carriera. Non vorrei tuttavia dimenticare che a suo tempo la Fit diede l’appoggio logistico e finanziario a Camila, e neanche quivoglio giudicare !

      • by Fabblack

        La stessa FIT che le ha sempre rifiutato WC per Roma, dove ha partecipato per la prima volta nel 2014, a 22 anni e mezzo, DOPO aver fatto due volte ottavi Slam.

        • by fraronz

          La collaborazione tra FIT E camila inizia. A Tirrenia nel luglio 2013 !! Quindi…..

          • journasesto by journasesto

            Ma era o no una tennista italiana anche prima? Certo che lo era… Lei ha sempre detto di essere italiana e ha sempre gareggiato come italiana. Nonostante ci siano ancora pseudogiornalisti che la definiscono italoargentina…

  36. doherty by doherty

    non so’ che cosa sia successo di preciso quindi non so’ se abbia ragione camila,barazzutti,la fit o chi altro…o se abbiano un po’ torto tutti.

    il mio parere è che giocare in nazionale può far solo bene(vedasi quello che è successo ad esempio nelle carriere di francesca,flavia,roberta e flavia in cui i successi individuali sono passati prima per quelli di gruppo)

    spero quindi che sia solo una mancata disponibilita’ temporanea di cami per poter giocare stoccarda e che le parti si parlino e trovino un accordo per il futuro

    vamooooos !!! camila…

  37. boy by boy

    Ennesima decisione illogica che fa solo del male….
    questo è il mio parere.
    Spero solo almeno che sia una sua decisione…e non di chi le sta attorno, ma purtroppo ne dubito fortemente.

  38. silvio74 by silvio74

    Cami non mollare.
    Hanno tentanto di addomesticarti. Ti hanno lusingato, blandito, strumentalizzato.
    Hanno offuscato la tue luce, ingannato i tuoi sogni, sfruttato la tua fame.
    Ti hanno frenato, imbrigliato, confuso.
    Ti hanno messo in un angolo.
    Ma ora è tutto finito.
    Hai tagliato lacci, corde e catene. Ha ripreso il cammino interrotto. Hai scacciato i seduttori.
    Quella forza che ti ha portato in alto, ora che l’hai riabbracciata, ti porterà in vetta.
    La rinascita è incominciata.
    Pallettare tremate, Cami sta arrivando, ed è piuttosto arrabbiata.

  39. by antonelo

    E ci mancherebbe… rinunciare a vincere una Porsche solo per portare il punto della bandiera all’armata Baraleone?
    Ma non scherziamo proprio…
    Vamooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooos!

  40. by C.M.

    Che le dichiarazioni di Barazzutti a proposito di Camila fossero chiaro indice di difficoltà, è evidente.
    Che Barazzutti abbia fatto il suo tempo come capitano non giocatore, almeno in Fed Cup, è altrettanto evidente.
    Che Francesca Schiavone, pur essendo stata una giocatrice di altissimo livello, non abbia esattamente quella comunicativa, quel carisma, quella capacità di empatizzare e quella ampiezza di vedute necessarie a sostituire il sunnominato C.B. dovrebbe essere più evidente ancora.
    In quel ruolo invece andrebbe benissimo Flavia Pennetta.
    Speriamo che arrivi a ricoprirlo quanto prima.

  41. by Danloor

    pesce d’Aprile.

    • by C.M.

      Se anche fosse, aiuterebbe comunque a mettere a fuoco le crescenti difficoltà di comunicazione tra C.B. e Camila.

  42. r.b. by r.b.

    Mah, quando giochi in nazionale giochi per la squadra…. Non sei una entità isolata. Esiste un commissario tecnico, capitano, responsabile delle scelte anche tecnico tattiche, nonché allenatore in campo…. Corrado avrà anche condotto gli allenamenti a Marsiglia, immagino, e sedeva lui a bordo campo durante tutti i match. Poi c’era Francesca Schiavone, convocata non per giocare, ma per “consigliare” tutte le nostre atlete (immagino che l’idea della FIT sia quella di nominarla futura capitana di Fed Cup, ma è solo un’ipotesi).
    Se una tennista ha vinto uno slam sulla terra rossa ed è stata in top 10, ed è stata chiamata per dare consigli, immagino che i consigli li abbia dati…. Noi non siamo nessuno, i nostri commenti valgono zero, ma se i consigli provengono da Francesca Schiavone e Corrado Barazzutti, non certo gli ultimi arrivati…….

  43. by livio71

    condivido… anche se lei ci teneva, mi spiace. Io cmq avrei fatto le stesso se il mio capitano avesse detto su di me quelle cose… Il piano B non ce l’ha nessuna tanto meno altre giocatrici pallettare 🙂 e non faccio nomi…

    • r.b. by r.b.

      Corrado ha senz’altro sbagliato a fare quella dichiarazione. Un capitano deve proteggere sempre tutte le sue giocatrici, anche Roberta che non ha giocato, Sara, Camila, Karin… Tutte. Sono tutte brave, belle e giocano un gran tennis e sono orgogliose di vestire la maglia azzurra…

  44. silvio74 by silvio74

    Madoka sei un genio. Hai dato forma compiuta alle mie sensazioni.
    Camila è un Lupo.
    Un lupo bianco e solitario, che al confort della prateria ha preferito l’odore pungente del bosco al mattino, che al cinguettio gioioso del parco ha preferito la notte e la luna, che al pasto caldo e alla catena ha preferito la caccia selvaggia e la gloria … o la polvere, si, il lupo lo sa, lo annusa, lo sente, la libertà può essere anche quello, ed è proprio ciò che lo fa sentire vivo …

    • r.b. by r.b.

      Bel post, però a mio modesto parere non è il momento di fare poesia…
      Comunque ripeto che ho apprezzato il post ma il momento mi sembra grave…

      • silvio74 by silvio74

        Il momento era già molto complicato, a prescindere dalla (e prima della) dichiarazione in commento. Tutti aspettavano una svolta e/o un momento di rottura e di evoluzione. E’ arrivato. Cami ha preso una direzione, lucida, inequivoca e coraggiosa. Ha urlato al mondo che non ha alcuna intenzione di dismettere i suoi sogni, che non è questa l’età della ragione, che vuole investire soltanto su stessa e sul suo tennis, in cui crede fermamente. Per il resto non crede in nessuno e non si fida di nessuno. E fa bene.

  45. r.b. by r.b.

    Io sono sempre per la pace e questa rottura di rapporti con la FIT non mi rende felice…. Avrei preferito che avessero concordato la mancata convocazione perché Camila preferiva dedicarsi ai tornei WTA…. Ora che succederà? Camila dovrà andare via da Tirrenia immagino, per andare dove?

  46. fabius by fabius

    Speriamo solo che questa vicenda non abbia ripercussioni negative sull’imminento torneo di Katowice, punto cruciale di tutta la stagione di Camila.

    Resta serena, concentrata e grintosa, forza!

    • journasesto by journasesto

      Di sicuro giocare a Marsiglia ha avuto un pesante impatto su Camila. Sono convinto che la sia controprestazione con Petkovic dipenda da qualcosa che è successo in Francia

      • r.b. by r.b.

        È solo una mia idea, ma secondo me c’è stato un problema con Barazzutti che non condivide appieno le scelte tattiche di Camila….

        • r.b. by r.b.

          ….o forse, ma qui lo dico e qui lo nego, il problema è stato con Francesca….

          • journasesto by journasesto

            Dubito che c’entri la Schiavone. È senz’altro qualcosa di più “strutturale”. Ad ogni modo sono solo supposizioni, quindi la smetto subito qui

  47. journasesto by journasesto

    Vamos Camila! Ora sei libera! Apri le ali e vola via!

  48. hector by hector

    Analizziamo la situazione a mente fredda: pare esista già un offerta da parte della federazione del Lussemburgo per giocare la Fed cup. Accettarla potrebbe dare vantaggi non indifferenti: oltre ad una wc garantita per il torneo locale, analogo trattamento sarebbe riservato a Camila per i tornei di Strasburgo, Amburgo, Edimburgo nonché del Magdeburgo e del Meclemburgo.
    D’altro canto una soluzione logica potrebbe essere quella di scendere in campo per difendere i colori di San Marino, quanto meno per la prossimità geografica con Macerata.
    Ma il vero “sgub” è che da ieri sera alte cariche del Vaticano stanno pregando affinché Camila accetti l’offerta di giocare per loro. E’ già pronto il progetto di un campo in erba da allestire in piazza San Pietro. Se il tutto andasse in porto, il più piccolo Stato del mondo potrebbe schierare la più grande tennista di tutti i tempi.

    • pablox5452 by pablox5452

      Ci sono anche le isole Far Oer, seppure faccia un po’ freddino ed i campi siano ricoperti per metà di ghiaccio e per metà di sterco di pecora…

  49. r.b. by r.b.

    E se fosse un pesce d’aprile? 🙂

  50. r.b. by r.b.

    Mi sono sbagliato, ma in fondo sono contento… No, non che non giochi in Fed Cup, ma che Camila sia in grado di prendere le sue decisioni e di cambiare anche rispetto alle cose dette in passato.
    Non esistono più certezze granitiche! Non più sul gioco, sull’allenatore…. Può succedere di tutto, evviva!

  51. hector by hector

    Senza Camila la FIT dovra’ ribattezzare la competizione: l’Italia giochera’ in Fed cupa.

  52. avadar by avadar

    Finalmente!
    Si torna agli albori…
    ci sarà più fame…
    ed è l’unica cosa di cui c’è bisogno….

  53. Pingback: Camila Giorgi rompe con la FIT: niente Fed Cup, giocherà il Wta di Stoccarda

  54. Lucia by Lucia

    Brutta cosa. Spero che Camila abbia fatto bene i conti, questo puo’ essere l’inizio della fine o la fine dell’inizio.

  55. Madoka by Madoka

    Sempre più soli, contro tutti e contro tutto.

    Un fortissimo abbraccio ed un fortissimo in bocca al lupo Camila.

    Mai come in questo momento faccio il tifo per te, al di là di tutto e nonostante tutto.

  56. Sergio5912 by Sergio5912

    Già immagino i detrattori ad oltranza, ( quelli a cui non va bene mai nulla, quelli che vivono di luce riflessa. Per intenderci, coloro che hanno come missione quotidiana denigrare Camila e Sergio, con largo uso di nomignoli e storpiature : divina, ggiovane tennista italiana, Reggginella, aspettando Godot ), qualora Camila non approdasse nel main draw. Apriti cielo : ma come, rinuncia alla convocazione, e si fa pure eliminare ? ( ……… ovviamente, vilipendio alla nazione e poco rispetto e considerazione per la FIT. Chiaramente tutto ciò non è valso per chi prima di lei, a turno tutte, ha avuto simile comportamento……. Coerenza ed onestà intelletuale, virtù sconosciute ai suddetti detrattori ). Noi, ( parlo di tutti quelli che interagiscono in questo spazio, senza esclusione alcuna ), invece, rispettiamo e comprendiamo la difficile scelta che ha dovuto, obtorto collo, fare, e avremmo capito ed accettato anche in caso di scelta diversa.
    Ma ovviamente noi, siamo tutti degli smidollati, invertebrati senza spina dorsale, proni e in cieca adorazione della divin Camila. Queste considerazioni che altrove vengono usate a sproposito per parafrasarci, dimostrano :
    La mala fede, la cecità, la faziosità, l’acredine e la superficialità che inquinano ed alterano i giudizi di chi erroneamente vuole descriverci come un’ ammasso uniforme, ed unicellulare. Quasi fossimo…. amebe.
    A tal proposito, mi permetto di rivolgere un appello a Lucia : avendo tu accesso ” al sacro Graal “, ( quale fortunato e ghiotto privilegio…….. quasi quasi t’invidio ), per favore, potresti spiegare che qui coesistono varie anime e variegate opinioni ? E che pur tifando tutti per Camila, non tutti la pensiamo allo stesso modo ? Ti ringrazio anticipatamente, se tu accettassi, ovviamente solo se lo ritieni opportuno, di essere latrice di tale verità. Chiaramente capirei in caso tu decidessi di desistere, lasciando che altove l’ignoranza, ( inteso come ignorare la reale e variegata composizione dei frequentatori di questo sito ), regni sovrana.
    Come si dice dalle mie parti : senza nulla a pretendere : virgola, punto, e punto e virgola. Ma si, abbondandis, abbondandorum ! Lascia fare, che poi dicono che siamo meridionali.

  57. fabius by fabius

    Dopo le francamente brutte parole di Barazzutti su Camila, questo era inevitabile.

    Come temo saranno inevitabili ora le falsità e calunnie da parte della FIT e dello stesso Barazzutti su quanto avvenuto, ma nessuno (spero) li crederà, a parte qualche meschino giornalista.

    Cerchiamo di volare più in alto delle bassezze di costoro.

    • r.b. by r.b.

      Speriamo solo che supertennis non abbandoni Camila…. Lo streaming mi è un po’ indigesto, ultimamente….

    • robdes12 by robdes12

      ma quali sono state queste parole? Mi devo essere perso una puntata, del resto non leggo quasi mai le dichiarazioni dei vertici fit. Erano così offesive?

  58. by SanTommaso

    Gli straordinari vertici Fit potranno ora proseguire il loro lavoro di valorizzazione delle Under25 azzurre. Tipo Caregaro (24 anni, 266wta), Matteucci (21 anni, 320), Burnett (24 anni, 331), Barbieri (25 anni, 350) e giù giù giù… Congratulazioni per la lungimiranza, una 25enne capace di giocarsela con le migliori del mondo ci faceva schifo.

  59. etberit by etberit

    Separazione consensuale?

  60. hector by hector

    Se non ricordo male Bolelli fu interdetto dal giocare in Davis a seguito di un suo rifiuto di partecipare ad un match contro la Lettonia, salvo poi accordarsi con la FIT in seguito, che lo accolse come un figliol prodigo dopo che si cosparse pubblicamente il capo di cenere. Se non ricordo male….

    • by SanTommaso

      Camila non mi sembra proprio tipa da tornare in ginocchio dalla Fit.

      • TEUS by TEUS

        Sottoscrivo, SanTommaso. In caso contrario Camila sarebbe per tutti…

        • Sergio5912 by Sergio5912

          Teus, io non entro nel merito della decisione assunta da Camila. Come si evince dal mio post sopra, la rispetto e la comprendo.
          Lasciami però esprimere dissenso su questo modo un po’ naïf ed esclusivo d’ intendere Camila non per tutti, più volte da te ed altri ripetuto.
          Che male ci sarebbe se invece Camila fosse per molti, se non per tutti ??? Ma davvero credi che abbia/abbiamo bisogno di ulteriori ” nemici ” ?
          Non è forse anche questo modo di ghettizzarla, ( con l’accezione più ampia del termine usato, ovviamente ), a renderla così impopolare tra i non tifosi ?
          Non sarebbe più giusto, invece, fare proselitismo, affinché altri e tanti possano godere del suo splendido tennis e tifare per Lei ?
          Ovviamente ho espresso la mia opinione, eppur dissentendo, rispetto ed accetto che tu la pensi differentemente. Come dovrebbe sempre essere.

      • hector by hector

        Il mio commento non voleva essere un auspicio. Nel comunicato si e’ fatto riferimento ad una situazione che ha coinvolto Bolelli e stavo cercando di ricostruirla.

        • TEUS by TEUS

          Sì, hector, io avevo inteso. Quando brinderemo ai successi di Camila, non menzioneremo di certo la FIT.

    • r.b. by r.b.

      Se Camila diventerà una top 10 o vincerà tornei molto importanti la FIT farà un passo indietro. I politici hanno bisogno di vittorie…. Al momento Camila evidentemente non interessa…. È ovviamente un errore, a mio parere, perché con Errani e Knapp tra due anni non andremo da nessuna parte (la Vinci si ritirerà tra breve)… Staremo a vedere…

  61. fabius by fabius

    Benissimo!

    Ora forza Camila, con ancora più grinta e convizione.

  62. TEUS by TEUS

    Applausi alla FIT che, come ampiamente pronosticato, almeno dal sottoscritto, è riuscita nell’ardua impresa di far passare la passione per la maglia azzurra all’unica under 25 di livello su cui poteva contare. Giocatrice che tra l’altro le era “piovuta dal cielo” e che andava solo valorizzata. E invece no… Davvero tanti applausi alla nostra federazione.

    Non ti meritano, “bimba”. Prosegui come sempre a testa alta per la tua strada… Non fallirai.

  63. by lucio

    Spero che questa decisione implichi una attenzione maggiore alla classifica wta .
    Se questo sara’ confermato..,,. Approvo totalmente la scelta.

  64. WEBCAMI51 by WEBCAMI51

    una scelta – difficile – che condivido.
    forza Camìla.

Leave a Reply