Camila vs Falconi a Indian Wells

Si ferma al secondo turno la corsa di Camila alla Istanbul Cup, sconfitta in due set molto tirati da Francesca Schiavone con il piunteggio di 4-6, 6-7.

Primo set, 4-6: una sola palla break in tutto il set, concessa da Camila nel quinto game, spezza l’equilibrio e consente alla Schiavone di fare suo il primo parziale.

Secondo set, 4-6, 6-7: nella fase centrale del secondo set si concentrano una serie di 4 break che portano la frazione al naturale epilogo al tiebreak. Qui i primi punti sono a vantaggio della giocatrice in risposta, poi Camila annulla una prima palla match sul proprio servizio, ma alla seconda occasione la Schiavone fa suo il match.

Camila tornerà in campo nei tornei Premier in Canada e USA di metà agosto. Grazie al risultato ottenuto in Turchia, da lunedì Camila sarà per la prima volta in carriera la numero 30 del ranking mondiale.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Roland Garros: Camila esce con Oceane Dodin, ora si va sull’erba
    Roland Garros: Camila esce con Oceane Dodin, ora si va sull’erba
  • WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
    WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
  • Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
    Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
  • Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina
    Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina

314 Comments. Leave your Comment right now:

  1. Lucia by Lucia

    La più’ grande tennista italiana della storia e’ una perdente ? Così’ si va su striscia la notizia….

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Temo anche su scherzi a parte. Sono queste le dichiarazioni che prestano motivo ( in realtà anche se non ve ne fossero, se le inventerebbero ) agli altri per criticare tutti noi.
      Al di là di questa facezia, ma come si fa ad affermare una cosa del genere ? Una tennista che ha vinto uno slam ( quante altre possono affermare ciò ? ), fatto una finale slam, che ha vinta innumerevoli match decisivi in Fed Cup, con relative vittorie finali, sarebbe una perdente ? Da non credere !
      Mi dissocio e prendo le distanze da affermazioni del genere.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Errata corrige : vinto in luogo di vinta.
        ….. Totò avrebbe detto : avreta, avreta ? È già è femminina ! Ergo poteva andare anche vinta…… è femmina.
        Facciamoci una risata……. altrimenti ci sarebbe da piangere, per certe dichiarazioni.
        🙂

    • r.b. by r.b.

      No, ci va chi lo ha scritto, molti di noi si sono dissociati già da subito… È ora che ognuno si assuma la responsabilità di quello che scrive…. Era comunque una evidente provocazione…

  2. WEBCAMI51 by WEBCAMI51

    camìla e i “supervincenti”
    quando Camìla fa i suoi vincenti, questi non sono raggiungibili non solo da chi c’è dall’altra parte del campo, ma non sarebbero raggiungibili da alcun altro, probabilmente nemmeno a livello maschile.
    il problema è che questi colpi altamente rischiosi e spettacolari procurano un solo quindici, esattamente come vincenti meno definitivi o addirittura come colpi interlocutori su cui l’avversaria sbaglia; per cui visto che le regole del tennis non cambieranno a favore di Camìla, sarà lei a dover valutare se adattarsi a queste regole o continuare così, temo senza grandi soddisfazioni.
    io non ho grandi aspettative sul prosieguo di stagione, ma sarò infinitamente felice di essere smentito.
    ps. brava Karin, peccato avresti meritato.

  3. avadar by avadar

    Tsurenko vince a Istanbul il suo primo titolo wta…che Lesia si ricordi di accendere un cero a Santa Camila.. 🙂

    • r.b. by r.b.

      Più che altro a Santa Francesca che, memore degli anni belli, da tutto (contro Cami) e poi esce (il giorno dopo) contro una non irresistibile Flip, peraltro regolata da Lesia in semi….

  4. r.b. by r.b.

    E va bene, al numero 30 del mondo ci siamo arrivati. Però il prima possibile, speriamo già prima dell’inizio degli US Open, vorrei vedere un bel “due” all’inizio del numero di ranking di Cami, fa niente il numero che viene dopo…. Per avere l'”uno” vabbé, credo che dovremo aspettare l’anno prossimo…. 🙂

    • avadar by avadar

      Mai porre limiti con Cami… 🙂

      • r.b. by r.b.

        Lo so, ma ho imparato che meno aspettative si hanno e allora forse succede davvero qualcosa di eclatante, altrimenti si arriva coi proclami e si torna a casa con le pive nel sacco… 🙂

  5. giangigb by giangigb

    Certo a vedere questa finale di instanbul i rimpianti sono veramente tanti. Camila era ampiamente superiore ad entrambe……

  6. robdes12 by robdes12

    scrivere quando c’è qualcosa da scrivere: sto vedendo la partita di Karin, che oggi ha anche fatto già tre set con Sara. Nonostante la sua mole, e nonostante un gioco offensivo che lei predilige, quando è il momento si difende. Del resto non è possibile fare sempre e solo il proprio tipo di gioco preferito, c’è anche un’avversaria di là e difendersi primo non è disonorevole, visto che anche gli altri possono essere bravi, secondo non si può sermpre arrivare bene su tutte le palle, o pensare che non ci siano falsi rimbalzi. La bravura è anche adattare la potenza alle varie situazioni, ai momenti di relativo calo o tensione. L’istinto è indubbiamente la via più breve che la natura ci ha dato per risolvere situazioni basilari o reagire a pericoli immediati, ma se abbiamo dovuto sovrapporre la cultura e la riflessione per superare i nostri limiti fisiologici di specie un motivo ci sarà. Nelle situazioni complesse l’istinto non serve a nulla, salvo a cacciarsi da sè in vicoli ciechi. Lo sanno le prede di lupi e leonesse che una volta attirati nella strettoia non sanno più che cosa fare e si bloccano. Il piano b è solo quello, essere un po’ più guardinghi quando è il caso, o attendere l’attimo giusto in cui il proprio posizionamento e quello altrui garantisce alti margini di successo, non lo definirei neanche un piano, ma solo una tempistica b. Sul 5 a 1 si può pure fare un game alla o la va o la spacca, sul 4 pari palla break non è caso di sparacchiare a caso. Se la Knapp riesce a fare finale sulla terra, se riesce a mettere alle strette la Kvitova, se vincendo il suo secondo torneo si troverebbe a soli 80 punti da Cami, così’ superiore a lei in tutti i reparti, dobbiamo ammettere che la strada imboccata è ancora troppo ricca di meandri. Anche qui sto notando un incremento di voci che si stanno aprendo al dubbio, che non è basato su un esercizio gratuito di diffidenza o pusillanimità, ma da una serie di controprestazioni che sta cominciando a diventare troppo vasta. Ma è davvero tanto difficile fare bene due tornei di fila, fosse anche solo due quarti di finale consecutivi? Moltissime ci riescono con mezzi limitati e quella che ha le maggiori risorse ne è incapace? Ha ragione r.b. da sempre quando dice che è inutile un colpo sulla carta entusiasmante se poi va dentro solo 2 volte su sei. E’ inutile tirare una prima di servizio a 198 se poi le percentuali di prime devono essere così basse. Quello che serve è un tennis più ragionato, più equilibrato, meno sottoposto all’imperativo del momento, che certe volte, lo dico senza mezzi termini, mi pare quasi capriccio se non affettazione. Le partite di Cami sembrano sempre troppo in balia del caso, e infatti in sede di pronostico qui si vede come si tenda sempre alla prudenza…sfavorevole. Scaramanzia o accettazone della realtà di fatto attuale? Se ogni volta che inizia il gioco dobbiamo vedere come vanno i primi scambi per capire se sarà giornata positiva o lo scatenarsi dell’apocalisse tennistica, vuol dire che ancora abbiamo una giocatrice episodica, potenziale. Francesca Schiavone è una perdente con uno slam in cascina e anni vari fra le top player, più un master giocato, è discutibile però dall’ottica di chi cerca una super campionessa può essere accettato come oggettivo,. Ma a questo punto per equità dobbiamo scrivere che Camila fino a ora è fallimentare? Il gioco di Cami è bello, ma manca di una cosa: accettazione dei limiti del momento. Nessuno le chiede i topponi da fondo campo, ma l’attitudine a fare anche dieci scambi quando serve si. Il bello è…. che lo sa fare, l’ha dimostrato proprio contro le grandi in più occasioni. Però quest’anno si è deciso di accelerare ulteriormente i suoi tempi, col risultato che è vero le avversarie non tengono quel ritmo, ma il problema è che spesso non lo regge neanche lei con la testa. Mi si contestino coi risultati e con le prove GIOCATE che non sia così. Mi si dica se ha convertito in successo il terzo set all’arrembaggio con Venus, o le partite con Watson, Jankovic, Wozniaki, Mugurza, più probabilmente altre che non abbiamo visto perse con punteggi esageratamente severi. Quando ha giocato di prudenza una finale l’ha persa, a Katowice, però è arrivata in finale, e più partite giocherà e più facile sarà per lei riversare l’allenamento non nella simulazione, ma nella gara effettiva. Però anche con l’impegno di accettare il responso del campo. Se quel modo non funziona devi valutarlo come errato, alla luce dell’esperienza. Se poi si ritiene a priori di avere la formula perfetta, alzo le mani. Ma è probabile che chi persegua ad oltranza questa visione a sua volta debba alzare spesso la bandiera, e non quella tricolore, ma quella bianca. Per imparare a gareggiare bisogna fare le gare, non i ritiri collegiali.

    • riccardo by riccardo

      @Roberto
      Non so se sono d’accordo con te al 100% al 50% oppure se non lo sono affatto ma quello che so con certezza e lo ripeto è che i tuoi interventi non sono mai banali.
      Ogni tanto qui leggo i voti, su questo o quell’altro post , ritenuti a torto o ragione più o meno interessanti ed io penso per converso che anche quando non sono d’accordo con ciò che scrivi , le tue parole mi fanno riflettere. magari chi da i voti ci pensi. L’arroganza è come la piaggeria.

      • robdes12 by robdes12

        la domanda è: c’è qualcuno che è stato ufficialmente eletto commissione valutativa del sito o è una carica autoinsignita? Quali sono poi gli indicatori e descrittori di tali ratings, se è lecito chiederlo? Così almeno ci si potrebbe attenere a dati sicuri e meno viziati da reazioni emotive o manierismi contenutistico-espressivi.

        • riccardo by riccardo

          Lascia stare rob. trovo anch’io logico che quando si ha qualcosa da dire di interessante si scrive, altrimenti si fa dell’altro. Penso sia l’atteggiamento giusto. 🙂

    • r.b. by r.b.

      Beh, niente male per uno che si era autobannato…. 🙂 🙂 🙂

  7. r.b. by r.b.

    A me pare che il tennis di Cami sia tuttora in una fase di continua evoluzione. Io credo che lei stia ancora cercando qualcosa di nuovo e faccia esperimenti, giocando con tantissimi rischi, come se di fronte avesse Serena o Kvitova o Sharapova. Se ci fate caso l’unica volta in questi ultimi mesi che ha rinunciato a fare esperimenti e ha giocato contro la sua reale avversaria è stata nella finale di Den Bosch (probabilmente voleva vincere il suo primo torneo). Lì ha giocato senza rischiare troppo il servizio, un po’ in risposta ma è sempre stata avanti nel punteggio, ha tenuto sempre la palla in campo e ha vinto comunque un match tirato. A Istanbul mi è sembrata ancora in fase di preparazione per qualcosa di molto più importante. Chissà se Toronto/Montreal e Cincinnati la stimoleranno a sufficienza o invece se andiamo direttamente per sbancare gli US Open… 🙂

    • doherty by doherty

      si..l’ho scritto anch’io altre volte..
      sembra che ci siano almeno 2 camila….
      io le chiamo la camila evoluta e la camila vecchia maniera…
      sembra quasi che a seconda dell’avversaria entri in campo una (con bencic) o l’altra (con shvedova)..
      io credo che ora l’obbiettivo principale sia costruire una classifica sufficiente a non rischiare di star fuori dalle tds negli slam…una volta fatto questo nei tornei meno importanti si puo’ sperimentare quello che si vuole 🙂

  8. WEBCAMI51 by WEBCAMI51

    Camìla da domani numero 30 del mondo.
    e chi se ne frega! nemmeno a lei importa.
    due considerazioni.
    spesso le tenniste che incontrano Cami improvvisamente sembrano diventare irresistibili al servizio,
    con un numero di ace inusuale (vedasi Schiavone, vedasi lo scorso anno Ribarikova, ecc.)
    forse è il caso di capire che c’è qualcosa che non va nella posizione e nell’atteggiamento di Cami in risposta: lei da una parte viene spesso sorpresa dalle traiettorie e dall’altra se non è in posizione da comandare il gioco non ci mette la racchetta per ributtare la palla di là in qualche modo. Torno a dire che mi piace il suo modo di giocare, ma si deve mettere in testa che se è in ritardo sul colpo
    non può colpire a tutta forza; deve rimandarla di là e aspettare il prossimo colpo per attaccare.
    seconda considerazione. forse mi sbaglierò, ma ho riguardato più volte il colpo finale della Schiavone sul match ball e a me non è sembrato imprendibile. semplicemente per il motivo di cui sopra Cami ha rinunciato a giocarlo.
    forse non sarebbe cambiato nulla, forse sì.
    Quanto alla querelle Sergio sì, Sergio no, non so che dire; Camì è dove è grazie a Sergio o nonostante Sergio? Non ho gli strumenti per giudicare, ma se li avessi non esiterei a fare critiche anche su questo sito; sta poi all’intelligenza delle persone se reagire bannando o prendendo atto che non tutti dobbiamo necessariamente pensarla allo stesso modo. I soldatini in fila per tre non mi sono mai piaciuti. E a volte le critiche nella vita, credo che lo sappiamo tutti, possono essere utili.
    per il resto sempre forza Camìla!!!!!

    • r.b. by r.b.

      Il discorso su Sergio è semplice, a mio parere. Primo bisogna capire molto di tennis, soprattutto dal punto di vista tecnico, poi si deve andare a Tirrenia, vederlo allenare e poi si può dare un giudizio. Non ci si può limitare solo ai risultati di Camila per giudicare il suo allenatore, altrimenti Mouratoglu è un genio e tutti gli altri non sanno allenare, visto che gli Slam li vince tutti lui… 🙂

  9. riccardo by riccardo

    va beh….penso di aver compreso … Lascio spazio…… Buone vacanze.

  10. by antonio

    Prima di Wimbledon 2015 avevo scritto (argomentando sotto molteplici profili) che la Giorgi era (non ad un ma) all’esame di maturità.
    L’esame è andato nel peggiore dei modi. Ed ha evidenziato i cronici limiti di Camila.
    Istanbul ha accentuato tutto ciò.
    La sconfitta con la Schiavone – che, nonostante la splendida vittoria di Parigi del 2010 e la finale dell’anno successivo (in ogni caso valori assoluti per l’Italia, che nessuna donna aveva mai raggiunto prima), è una perdente (cfr vittorie e sconfitte) che può vantare in mille anni di carriera, oltre 11 finali wta perse, solo 5 tornei WTA (di cui 4 international e 1 premier) e 1 slam vinti – è una situazione veramente allarmante.
    Certo, chi non riesce a vedere oltre il proprio naso e non riesce a capire l’essenza della critica non fine a se stessa, si crogiola su qualche titolo che ogni tanto, qua e là, comunque verrà.
    La ragione spinge a chiedersi se è accettabile che un soggetto di elevatissimo talento – mai posseduto da una Italina in passato – debba depauperarsi. Sinceramente non credo, la claque vada a farsi friggere.
    Se lo stato delle cose con l’attuale staff è quello che è, tutti si devono mettere in discussione, anche per far vincere l’ostinata repulsione di Camila a vedere in modo più ampio nello spazio e nel tempo. E il padre, in questo senso, facendo del bene anche a se stesso, può essere decisivo. Con gli anni, mese più mese meno, siamo già ai 24.
    Camila è anche un valore aggiunto dell’Italia.
    Lei può entrare e restare stabilmente nelle prime dieci, ma necessita di ben altre cose sotto il profilo mentale-tecnico/tattico-manageriale.
    L’assunto, dopo la sconfitta con la Schiavone, secondo cui da “lunedì sarà al “numero 30 del mondo” è solo una misera espressione di regresso pubblicitario.
    Un indicatore assoluto della qualità degli atleti è la continuità di risultati. Sotto questo profilo si veda, ad esempio, la Bencic – molto più giovane della Giorgi – dopo la finale con Camila in Olanda.
    Le cose dettate dal cuore sono una cosa, quelle dalla mente sono ben altro.

    • r.b. by r.b.

      Bisognava dirglielo alla Stosur prima della finale di Parigi 2010 che Francesca è una perdente, mi sa che da sola non se n’è accorta… 🙂 🙂 🙂

      • doherty by doherty

        quante giocatrici nella storia del tennis hanno vinto uno slam ? non mi sembra siano migliaia…:-)
        se una che riesce in questa impresa è una perdente tutte le altre che se lo sono sognato cosa sono ?

    • journasesto by journasesto

      Non c’è una sola riga condivisibile di quello che hai scritto. Ma te lo dico con la ragione, mica con il cuore. Mi sembra che sei tu che ti sei fatto prendere dalla negatività e non riesci a vedere i progressi costanti di Camila. Ci sono fior di giocatrici che perdono al secondo turno di un International o non arrivano al quarto turno di Wimbledon. Stando a quanto scrivi tu sarebbero tutte delle fallite. Ogni tanto quando scrivete certe fesserie pensate di essere voi il padre di una campionessa di tennis che legge i commenti di una massa di incompetenti sul sito della propria figlia e poi chiedetevi se avete avuto un minimo di rispetto per le persone che affermate di sostenere.

  11. r.b. by r.b.

    Non vi preoccupate, non mi autobanno come ha fatto il prof 🙂 però tra un po’ vado in vacanza in un luogo imprecisato del mondo, e quindi scriverò molto meno, praticamente quasi nulla, per la gioia e il sollievo di molti…. 🙂

    • riccardo by riccardo

      Belgrado?? 🙂 🙂

      • r.b. by r.b.

        Eh eh, tanto sarebbe inutile, lei sarà certamente in vacanza nei mari del Sud… 🙂

    • robdes12 by robdes12

      breve precisazione dovuta: se pur non scrivo però non smetterò di leggervi. Ho semplicemente capito che le mie disattenzioni, che non mi sono abituali, erano dovute al fatto che, per una serie di motivi, scrivevo in modo distratto, come se mi stessi forzando a farlo, e non vorrei che la distrazione sia solo il prodromo del disagio e della sensazione di estraneità. L’acca è non dico un pretesto, ma una spia di allarme giallo (e di posizione di digitazione scorretta).
      E poi se con cadenza settimanale dobbiamo ricevere critiche più o meno velate, meglio prendere la palla al balzo e diventare….interventisti stagionali. Io non do per scontato me stesso e la congruità di ciò che scrivo, opino, elaboro, per cui posso anche vedermi come superfluo ai miei stessi occhi. Ma continuerò a leggervi e, nel caso io pensi di aver capito qualcosa, o di poterlo suggerire, scriverò qualche notazione. Alla fine Cami mi è stata utile anche in ambito extra-tennistico e personale. Portandomi a riflettere su di lei, sulle affinità e distanze che esistono fra lei e me, mi ha fatto vedere non solo quello che deve ottimizzare lei di se stessa, ma anche quello che devo migliorare io di me.
      Buone vacanze, ragazzi.

  12. by ferrigiak

    mi sembra che il signore con la chioma disordina e canuta abbia giocato a rugby e fatto pugilato, ma poco tennis e mai agonistico. Dalla formazione discendono i profili tecnici. Camila mi sembra ostaggio della sua ammirevole dedizione a papà.

    • Sergio5912 by Sergio5912

      @ ferrigiak
      Premesso che sono tra quelli che non lesinano ” critiche ” a Camila, quando ritengo d’aver elementi per farlo, precisando però che le stesse si limitano ad aspetti inerenti al gioco e/o alle partite giocate, ti faccio presente per promemoria che : essendo questo lo spazio di Camila, tutti noi accettando una sorta di gentlemen agreement, riteniamo che sia scorretto :
      A) essere irriguardosi, di fatto, nei confronti del padre ancorché coach di Camila
      B) essere irrispettosi verso la decisione di Camila, più volte confermata, di voler assolutamente essere allenata e seguita da Sergio ( quello che tu chiami ” signore con la chioma disadorna e canuta )
      Già in altri siti abbondano commenti sconvenienti e scorretti di simil natura, lasciamo agli altri, se proprio non trovano null’altro da dire, questa disdicevole abitudine.
      In passato, abbiamo già dato, e quelli che reiteratamente peroravano tali tesi, adesso sono…….. altrove.

    • hector by hector

      Ferrigiak, hai scritto un commento da Superciuk.

    • r.b. by r.b.

      Ucci ucci, sento odor di bannatucci… 🙂

    • journasesto by journasesto

      Ha solo l’esperienza di aver seguito sua figlia sui campi da tennis per quasi due decenni. Tu invece quali qualifiche hai nel tuo palmares per decidere che Sergio non è adeguato? Se volete fare i sostenitori fatelo, se volete scrivere baggianate ce ne sono di posti per farlo su internet. Proprio qui dovete venire?

  13. r.b. by r.b.

    Bella finalina Tsurenko – Radwanska…. 🙂

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Al di là della bellezza della finalina in oggetto, ditemi chi avrebbe mai pronosticato, all’inizio del torneo, le due su citate giocatrici in finale ?

  14. gimusi by gimusi

    partita equilibrata persa per qualche errore di troppo…credo che francesca abbia vinto più che meritatamente e credo ce la bimba sia vicina a poter fare grandi prestazioni…deve solo aggiustare ancora qualcosina…vamooooossssssssssssssssss 🙂

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Se x qualcosina, intendi, palla in campo…….. siamo d’accordo con te……. o sarebbe meglio dire che tu sei d’accordo con noi ??? 🙂 🙂
      Facciamoci una risata, di tanto in tanto, se ci prendiamo troppo sul serio, come resisteremo per due settimana senza tennis giocato ? Parlo di partite di Camila, ovviamente, le altre francamente non le guardo.

    • etberit by etberit

      il prof. ha contagiato anche te? “… credo CHE la bimba…” 🙂 Vabbé, credo che la bimba stia crescendo ma che proprio per questo ci vorrà ancora un annetto o più probabilmente due prima che possa avere la continuità necessaria per entrare nelle top 10. Nel frattempo, spero che non si smarrisca e perfezioni “il SUO gioco”, perché credo che tutti noi la seguiamo solo per quello … o sbaglio? 🙂 🙂
      Sempre FORZA CAMI !!!

  15. r.b. by r.b.

    Sta a vedere che il professore si è autobannato veramente…
    Colpa dell’acca assassina! 🙂

    • riccardo by riccardo

      ma no dai…… prof. torna … non ti preoccupare…..tanto alla grammatica nessuna qui presta attenzione.. 🙂

      • r.b. by r.b.

        Eh ma lui è prof d’italiano… Capisci che l’acca è importante….

        • Sergio5912 by Sergio5912

          @ r.b.
          Se il professore si è bannato per l’uso improprio dell’acca…… allora da mo’ si doveva bannare. Ne avrà usato a sproposito un…… centinaio.
          🙂 Tranquillo….. a volte ritornano 🙂

  16. r.b. by r.b.

    È inutile prendersela per la prestazione di Francesca di ieri. Ogni partita fa storia a sé. Ho visto un po’ del match di Francesca e anche di quello di Roberta, e quello che si nota immediatamente è che la palla viaggia ad una velocità molto inferiore a quella dei match in cui gioca Cami. Questo vale per quasi tutte le avversarie di Camila, sono costrette ad accelerare e a giocare ad un ritmo molto più alto del solito, però bisogna ammettere che in molti casi ci riescono. Francesca riusciva a tenere il ritmo di Cami e scambiava, spesso inducendola all’errore. Ma Cami è certamente superiore in questo tipo di gioco, anche perché è il SUO GIOCO, quindi in teoria dovrebbe vincere quasi sempre… perché invece spesso perde? A mio avviso questo accade per due motivi: primo per l’insufficienza dei colpi di inizio gioco (servizio e risposta), e secondo per l’eccessiva fretta che ha nello scambio. Questi due fattori causano numerosi errori gratuiti che influiscono sul risultato del match. Quindi sintetizzando, non voglio una Cami diversa, non deve cambiare niente nel suo gioco, deve solo tenere la palla in campo (ma questo vale per tutte, pallettare o attaccanti che siano).

    • Sergio5912 by Sergio5912

      @ r.b.
      Che dici pensi che questa tua precisazione : ” non voglio una Cami diversa, non deve cambiare niente nel suo gioco, deve solo tenere la palla in campo “, servirà a chiarire una volta per tutte, la querelle tra noi e chi invece dichiara che Camila è questa e va accettata così com’è ? Vale a dire quindi con df e gratuiti in quantità tali da pregiudicare un gran numero di match ? Come se fosse conditio ineluttabile ?
      Possiamo stare qui a questionare finché ci pare, ma se Camila non diventa meno fallosa, a prescindere dall’errore, fermo restando il suo gioco e le sue peculiarità, difficilmente farà quel balzo che tutti speriamo ed auspichiamo. Quindi in conclusione, nessuno vuole che Camila giochi diversamente da come sa o come vuole, solo speriamo che i suoi magnifici ed ineguagliati colpi, restino in campo. Tutto qua, lapalissiano.

      • riccardo by riccardo

        hai detto niente! 🙂 🙂

        • Sergio5912 by Sergio5912

          Eh lo so, magari non è semplicissimo, ma non se ne esce Riccardo,
          O i colpi restano in campo, o altrimenti puoi essere stilisticamente perfetta, fisicamente prorompente, veloce di piedi e di braccio, ma alla fine vinci poco.
          Semplice, a volta la soluzione è a portata …….. di campo.
          🙂

      • r.b. by r.b.

        Puoi essere Roger o Rafa o Novak, o Navratilova, Graf, Evert o chi volete voi, ma senza palla in campo gli Slam non si vincono. Puoi parlare di gioco d’attacco, lob difensivo, topspin, serve and volley, slice, servizio in kick, risposta bloccata, passante incrociato ecc., ma senza precisione nei colpi il tennis è totalmente inefficace, il giudice di linea continuerà imperterrito ad allargare il braccio e a dire “out” e il punto andrà sempre all’avversario. Finché non cambiano le regole del tennis bisognerà adeguarsi. Nel calcio, se sbagli un rigore sullo 0-0 rimani zero a zero, non che che l’avversario va 1-0, nel tennis sì… 🙂
        È semplicemente una regola diversa….

        • riccardo by riccardo

          Fratè…. io sono assolutamente d’accordo ! anche la palla corta se non passa la rete è punto…. per l’altra ovviamente! 🙂

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Beh, allora siamo a posto, abbiamo trovato la soluzione……..
            Adesso chi lo dice a Cami ????? -:) -:)

            • Sergio5912 by Sergio5912

              🙂 🙂
              Avevo invertito i segni, scusate è che ridevo a crepapelle.

          • r.b. by r.b.

            Hai centrato esattamente il punto. Nessuno vuole che Cami cambi gioco e si metta a fare ad es. le palle corte. Però se le dovesse fare, devono essere fatte bene, cioè atterrare poco oltre la rete.

            • hector by hector

              Io voglio che Camila serva sempre ace da sinistra, ace da destra, da sinistra risponda sempre con un vincente in lungolinea all’incrocio delle righe, da destra con una palla corta che cada perpendicolarmente alla rete un millimetro oltre il net. Io voglio che Camila giochi sempre anche il doppio e il doppio misto. Io voglio che Camila giochi cinquantadue settimane all’anno e continui fino a cent’anni. Io voglio che Camila sia mediaticamente sovraesposta e rilasci migliaia di interviste al giorno. Io voglio che Camila sia asservita ai voleri dei suoi ammiratori, che per il solo fatto di ammirarla incondizionatamente hanno il diritto di decidere in vece sua. Io voglio. Tutto e subito.

              • r.b. by r.b.

                Pretese tutto sommato ragionevoli e limitate…. 🙂

                • Sergio5912 by Sergio5912

                  @ hector
                  E cosa avremmo deciso in vece sua ?????
                  Tutta questa ironia solo x aver detto che vorremmo che la palla restasse in campo ?
                  Mah, pensavo di aver detto la cosa più ovvia del mondo, evidentemente mi sbagliavo. Scusate, sarò povero di spirito, il problema è sicuramente mio, ma a volte non riesco a cogliere il senso humor di certe repliche. Conoscendoti, in senso lato ovviamente, sarei propenso a pensare che hai voluto ironizzare, un po forzando i concetti, ad essere sincero, ma pur sempre d!ironia si tratterebbe.
                  Nel remotissimo caso che tu fossi stato serio, sarei sinceramente preoccupato per te, ma non voglio crederlo, ripensandoci, stavi sicuramente scherzando, per cui concludo la mia replica con uno smile 🙂

                  • hector by hector

                    Per prendermi sul Serio dovresti trovarmi su una imbarcazione in provincia di Bergamo.

                    • Sergio5912 by Sergio5912

                      Ecco, adesso ti riconosco, e mi faccio una grassa risata …… ti vogliamo così 🙂 🙂

      • by ferrigiak

        peccato che le due cose sembrino alquanto difficili da conciliarsi, Quindi o cambia (corregge, modula, varia, come cazzo vi pare) gioco, o le palle andranno spesso dove non dovrebbero.

  17. fabius by fabius

    Ho visto la partita con la Schiavone registrata, molto meglio, si può fermare, tornare indietro, capire.
    Premesso che non sono certo un intenditore di tennis in generale, solo un appassionato, e per merito suo, con poche o nulle basi tecniche, ho visto una partita abbastanza diversa da quella che avevo immaginato leggendo gli articoli ed i commenti.

    Scusatemi per la rozzezza, ma cerco di sintetizzare:
    – ho sentito parlare di Francesca e Camila come di due giocatrici all’opposto: non ho avuto questa impressione, sarà perchè, appunto, capisco poco, mi sono sembrate molto simili, sicuramente Francesca è quella, tra le italiane, che è meno diversa da Camila.
    Stesso, o comunque simile, fisico atletico, stessa mobilità in campo, stessa importanza del servizio, nel bene e nel male.

    – le famose “variazioni” marchio di fabbrica di Francesca, che Camila non possiede, non le ho viste, o almeno ne ho viste poche: due o forse tre rovesci tagliati (regolarmente ciccati da Camila, è un problema), una smorzata recuperata benissimo e vinta da Camila, e Francesca non ci ha più provato, zero pallonetti. Non sono certo questi “particolari” a decidere un incontro.

    – “bastava buttarla di là e prima o poi Camila sbaglia”: sarà che, come detto, ci capisco poco, ma mi è sembrato che se appena gli scambi si allungavano Camila ne usciva il più delle volte vincitrice.

    – “E’ l’aspetto mentale il problema”: ripeto, sarò cieco, ma nulla nell’atteggiamnto di Camila mi consente di avvalorare questo giudizio. Anzi, l’impressione che ho avuto è che fosse TROPPO SICURA di vincere e questo l’ha buggerata, e forse non è la prima volta. Si intendeva questo?

    – Non ho visto (lo so, sono cieco) rigori sbagliati a porta vuota, non ho visto errori marchiani di scelta del tipo e della direzione del colpo.
    Ho visto, come tutti, palle fuori quando potevano essere dentro, e tante risposte sbagliate sul servizio di Francesca o sulla sua prima ribattuta.

    Nella mia ignoranza mi sono sembrati però più errori tecnici che non tattici, palle colpite troppo presto in posizione non ottimale, colpi esguiti male, evidenziati dal fatto che nel corso della partita questi errori non sono stati corretti, ma la scelta il più delle volte mi è sembrata giusta.

    Inutile e dannoso illudersi che Camila possa diventare una giocatrice totalmente diversa, ma basta ed avanza che confermi quello che ha già dimostrato: la Camila della finale in Olanda, quella dei primi set contro CSN e Venus, è quello il modello, vanno corretti i difetti che affiorano e la tengono troppo spesso lontana da quella Camila, null’altro.

    • r.b. by r.b.

      Boh, per me può giocare come vuole, basta che tenga la palla in campo… 🙂

    • biglebowski by biglebowski

      auguro buone vacanze agli amici trombettieri quotando (come dite voi) quasi interamente l’intervento di fabius, molto bello e nella sua semplicità in mezzo , purtroppo, a tanti contributi decisamente meno interessanti.

      ci “vediamo”, credo, a toronto.

      mentre noi “vacanziamo” la nostra bimba si allena (seriamente e duramente come sono soliti fare) anche per costruire ed imparare quello che ancora le manca per diventare quello che sia lei che noi ci aspettiamo.

    • enzo by enzo

      ottimo contributo, da quotare in toto.

  18. r.b. by r.b.

    Io da quando tifo Camila sono molto cambiato come persona, e credo anche molti di voi. Cami ha cambiato molto di più noi trombettieri di quanto noi possiamo aver cambiato lei…. 🙂

  19. Massimiliano by Massimiliano

    Certo che Baku, con tutte le defezioni che stanno arrivando, sta scendendo di livello.
    Out la Vinci, la Niculescu, forse anche la Knapp.
    Non potrebbero invitare qualcuna eliminata da Istanbul (che tra l’altro non è distante in linea d’aria):
    – Venus, Pavlyu e Gavrilova immagino saranno già andate via suppongo quindi no,
    – Jankovic e Svitolina sono ancora nel doppio perciò sono ancora in zona,
    – la Cornet e la Giorgi pure saranno ancora lì, così come ovviamente Pironkova.

  20. TEUS by TEUS

    A mio avviso sono stati più i demeriti di Camila che i meriti di Schiavone ieri a decretare il risultato finale. La nostra deve diventare più solida quando lo scambia si prolunga e imparare a gestire meglio palle tagliate o particolarmente lavorate. In più deve crescere anche nella presenza in campo perché è col carisma che la maggior parte delle top player vince gli incontri.
    Ha tutte le caratteristiche per farcela e ce la farà.
    Vamos flaca! Non fallirai.

  21. journasesto by journasesto

    Del resto, aggiunge Journasesto, il piano B è solo per giocatrici di serie B. Camila entrerà in pompa magna nel Gotha del tennis planetario come giocatrice di Serie A.

  22. journasesto by journasesto

    Hector dice: è inaudito che molte persone che postano su questo blog insistano nel voler cambiare Camila come persona.

    • hector by hector

      Caro Journa, hai delle doti medianiche. E’ proprio cio’ che stavo pensando. Se domani mi indichiin anticipo i risultati delle seminfianli di Istanbul sara’ la volta buona per scommettere su un match di tennis.

      • journasesto by journasesto

        L’unica previsione sicura che posso darti è che è meglio non giocare. Eulondon magari non sarà d’accordo, ma il massimo rischio che sento di prendermi con il tennis è guardare una partita di Camila…

  23. hector by hector

    Journasesto dice: ci sono due tipi di giocatrici, quelle che giocano all’attacco e quelle che si adattano all’avversaria. Quindi non esistono piani B.

    • journasesto by journasesto

      Stavo in effetti pensando proprio a questa cosa come puoi leggere nel post più sopra 🙂

    • by giacomo carbone

      E ci sono quelli bravi in grammatica ma che di tennis non capiscono nulla

      • journasesto by journasesto

        Dai Giacomo non te la prendere, in fondo è tutto un gioco…
        Forza Camila!

      • hector by hector

        Oltre che di Camila sono un ammiratore di Gramatica, Emma e Irma. Adesso ho le gambe che fanno giacomo giacomo.

  24. robdes12 by robdes12

    e va be’, come si sospettava. Oggi le gambe non erano quelle di ieri, spesso piedi fermi in posizione frontale colpendo il dritto, con risultato che si è visto. Immagino che gli scatti di ieri per riprendere le bordate di Cami le abbia pagate oggi. Chissà in un terzo set, non irraggiungibile, anzi, che cosa avrebbe avuto da dare. Ma è lo sport purtroppo. Un anno prima ammazzi il tour de France, l’hanno dopo fai il comprimario. Forza Cami, fa in modo che queste disavventure si verifichino via via più raramente.

  25. r.b. by r.b.

    Io chiederei una wild card per Nanchang, però deve essere zozzona, se no non se ne fa niente…. 🙂 🙂

    • robdes12 by robdes12

      perdonami ma non ho capito un…tubo di Dunlop. 😉 Non sapevo neanche che ci fosse un torneo in quel posto.

      • r.b. by r.b.

        È che non leggi i messaggi degli utenti, forse leggi solo i tuoi? Per penitenza devi leggere tutti i messaggi di questo thread e capirai la battuta…. 🙂

        • robdes12 by robdes12

          io ero rimasto alla wild card per baku, poi sono andato in palestra e tornato mi sono messo a vedere le partite in corso con italiani. Leggerò…..

          • r.b. by r.b.

            Ti do un aiuto: se salti i tuoi e i miei messaggi ci metti poco… 🙂

  26. riccardo by riccardo

    O.T.
    L’unica consolazione di oggi la fantastica cavalcata dello squalo dello stretto…

  27. riccardo by riccardo

    Oggi la schiavone sbaglia tutto e di più ,,, eh va beh….

    • Lucia by Lucia

      Sara’ anche che la Flip non sbaglia per prima !

      • riccardo by riccardo

        Tu affondi il coltello nella ferita ma hai ragione……..
        Oggi Fognini ha fatto 50 errori non forzati ed ha finito per perdere. Il tennis ha le sue regole……

      • robdes12 by robdes12

        infatti. E’ quello che dicevamo nel pre-partita. Francy errori ne ha fatti sempre molti, proprio per la contina ricerca di rotazioni estreme. Ieri non ne ha avuto il tempo, ma in senso negativo. Io continuo a non capire perchè Cami si difenda così poco, che nel suo caso significa solo accettare di palleggiare per cinque sei colpi, non mettersi a tirare pallette purchè passino. Con alcune grandissime l’ha fatto, e pure vincendo lei gli scambi. Tra l’altro il back lo sa pure fare (io sono convinto che in realtà sappia fare proprio tutti i colpi, tipo Robie col rovescio coperto, solo che non li tenta), e la sua velocità le permette di arrivare benissimo pure se fa il tergicristallo. Ricordo ancora l’esasperazione di Vika e Caro quando vedevano che non riuscivano a spiazzare Cami ovunque la spostassero. Però si sa, Cami non sa difendersi….sarà, a me quando lo ha voluto è parso il contrario.

    • robdes12 by robdes12

      anche Dimitrov?
      😉

    • r.b. by r.b.

      Non dico niente se no stavolta veramente mi bannano…. 🙂

      • riccardo by riccardo

        io passo….

      • robdes12 by robdes12

        ma avrai notato un certo ritardo nell’apparizione di riccarduzzu, vero? Chissà com’è?
        😉 😉

    • robdes12 by robdes12

      ti credevo esultante per la notizia che ho letto un’ora fa relativa al tennis femminile. Invece mi sembri stranamente controllato….bravo, un vero signore si comporta sempre con contegno e moderazione.
      😉

  28. robdes12 by robdes12

    se serve a qualcosa, Fognini nel tie-break 5 a 4 e minibreak fa df, e dal 6 a 5 per lui tre errori e perde una bellissima battaglia. Se anche ai maschi, di solito meno emotivi, capita la tensione a chiusura del match, tutto sommato non è strano che succeda ad una ragazza ancora un po’ fresca di tennis. In fondo a parte Serena tutte le altre hanno evidenti “amnesie ” tennistiche quando si arriva alle fasi finali dei match. Quanti 6 0 5 1 abbiamo visto tramutarsi un’ora dopo in sconfitte? Una marea.

  29. by fraronz

    Francesca lontaba parente di quella di ieri…..

    • by fraronz

      lontana

      • robdes12 by robdes12

        l’età penso e la marea di match pregressi sui muscoli. Per questo io ritenevo meglio che passasse comunque Cami. Francy guadagna poco in classifica, mentre la nostra si sarebbe avvicinata moltissimo alla ventinovesima e, progredendo, a Flavia. La parte conclusiva della carriera di Francy si caratterizza per questo, la difficoltà a mantenere la carica per un intero torneo. Comunque l’incontro non è finito, vediamo se riparte un ruggito.

    • by Fabblack

      L’avversaria, lontana parente.

  30. robdes12 by robdes12

    mamma mia Fognini come gioca sulla terra quando vuole un risultato. Magari oggi perde però…che classe. Bravissima pure a Karin capace di vincere due partite in due set nello stesso giorno e non esattamente con le numero 300 del mondo. E’ un bene che anche lei progredisca, in primis in chiave fed cup, quindi perchè negli anni scorsi abbiamo visto che quando saliva un’italiana le altre sembravano animate da spirito emulativo, quasi si dicessero: – Se ce l’ha fatta lei posso farcela anche io.- Speriamo che sia l’inizio di una seconda ondata del tennis rosa nel nostro paese.

  31. enzo by enzo

    @ Ghaal che me lo ha chiesto.
    @ad alcuni commenti …..

    Ho rivisto per la terza volta la partita, tenendo conto di vincenti, gratuiti ecc.
    ———————————Cami———-Francesca
    –1° set
    -vincenti di dritto————–5——————1
    -vincenti di rovescio———8——————2
    -servizi vincenti—————2——————3
    -risposte vincenti————-0——————0
    -totale W 1° set————–15——————6

    -gratuiti di dritto—————5——————5
    -gratuiti di rovescio———-8——————6
    -gratuiti in risposta———–9——————3
    -totale gratuiti 1° set——–22—————-14

    –2° set + TB
    -vincenti di dritto————–8——————1
    -vincenti di rovescio———6——————3
    -servizi vincenti—————6——————2
    -risposte vincenti————-2——————1
    -totale vincenti 2° + TB—–22—————-7

    -gratuiti di dritto—————7—————–5
    -gratuiti di rovescio———-6—————–2
    -gratuiti in risposta———- 3—————–4
    -totale gratuiti 2°+TB—— 16—————-11

    –totale W 1+2+TB———-37————— 13
    -totale gratuiti 1+2+TB—-38—————-25

    -Gratuiti e vincenti sono praticamente pari per Camila ( al netto di aces e df) , mentre per Francesca il saldo è molto negativo e solo parzialmente mitigato dagli 8 aces.
    -Gli errori in risposta di Camila sono diminuiti nel 2° +TB fino ad essere inferiori a quelli di Francesca. Però Cami li ha commessi nei punti importanti.
    -I vincenti di Camila, 14+13 di rovescio, sovrastano i 2+5 di Francesca.
    -Camila non ha giocato male anzi meglio che con Cibu.
    -E allora perchè ha perso?
    Rivedendo si può dire che i 3 o 4 punti che le mancano sono da ricercare negli errori sui topponi e sui rovesci in back di Francesca e in qualche risposta sbagliata sulla 2a , a mio avviso per la posizione troppo spavaldamente avanzata. Come spesso accade, errori tattici !!!
    Attendo commenti sopratutto da coloro che sono stati finora abbastanza…ingenerosi.

    • Andy by Andy

      Facendo la somma dei vincenti di ogni giocatrice e i gratuiti dell’avversaria il totale porterebbe una differenza di 11 punti a favore di Camila, a prima vista sembrerebbe strano a queste condizioni che abbia potuto perdere cosi’ seccamente tuttavia essendoci più i game tenuti a 0 da parte di Camila rispetto a quelli da parte di Francesca come pure i due servizi persi a 0 da parte di Francesca, la cosa è plausibile.
      Es. 1-1 un servizio per entrambe ma Camila tiene il servizio a 0 e francesca ai vantaggi, per cui ecco che una (Camila) fa 7 punti e l’altra 5
      tutto combacerebbe, perché no ? resta il problema sacrosanto del peso specifico dei punti è questo che fa perdere alla fine non tanto il punteggio totale, innegabile che i pochi df sono arrivati in momenti meno adatti (non sul 40/0 per intenderci) mentre le seconde quasi tutte, sono state occasioni d’oro per strappare il servizio alla Schiavone purtroppo buttate malamente rispondendo in una posizione troppo avanzata, contro un servizio per di più liftato che incide molto sul timing.

      • robdes12 by robdes12

        Andy, secondo te Riccardo avrà letto una notizia relativa ad una sua apprezzata giocatrice? Gli si aprono nuovi scenari, a quanto pare……
        😉

        • Andy by Andy

          Conoscendolo (quel poco) ci metterei la mano sul fuoco 🙂

        • Andy by Andy

          Però… pare che ce l’abbia per vizio qs volontà di cambiare “aria”

          • robdes12 by robdes12

            Io gli suggerirei di comprarsi un papillon e di cominciare ad aggirarsi per quel di Montecarlo, hai visto mai….
            😉

            • Andy by Andy

              Salvo per il fatto che Riki vorrebbe essere più di un semplice coach 🙂

              • Andy by Andy

                però sono sicuro che si accontenterebbe anche “solo” di quello

            • Andy by Andy

              Non mi piacciono i cambiamenti – sono le parole della Ivanovic al riguardo – ma si verifica sempre qualcosa di simile, che sento di poter ottenere molto di più. Ho bisogno di una persona che mi aiuti in questo senso, che stia dietro di me a spronarmi a dare sempre il massimo

              Si è lui spiccicato la soluzione a questo problema 🙂

    • Lucia by Lucia

      La partita va divisa in due tronconi, spartiacque il quinto gioco del secondo set. Da li’ in avanti Camila ha cominciato a rispondere normalmente. Peccato fosse troppo tardi perché’ se tieni la Schiavo in gruppo in volata diventa dura….

    • robdes12 by robdes12

      Grazie. Hai fatto chiarezza e dimostrato che la questione più che quale sia il saldo è quando vengono persi i vari punti. Due errori gravi li ha fatti nel tiebreak, bastava che il rovescio a campo libero non fosse sparato a cercare la riga e si sarebbe portata 6 a 3, con ottime probabilità di vincere poi il match secondo me: Francesca cali ne ha sempre avuti, e non so quanto avrebbe potuto contrastare l’atletismo di Cami, che è la sola donna che io conosca capace di continuare a spingere pure nel terzo set muovendosi con la stessa velocità del primo game dell’incontro. Però debbo dire che a me ha dato impressione di giocare sottoritmo nello scambio, se non in alcune fasi.

    • by fraronz

      Bel lavoro , complimenti .

    • Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

      Grazie Enzo,
      hai dato dei numeri che confermano l’impressione che avevo avuto anche io.

      Camila non ha giocato male, ha semplicemente incontrato una che ha giocato meglio.

      E’ chiaro che se Camila avesse fatto una partita migliore avrebbe vinto lei (della serie: “se mio nonno aveva 5 palle era un flipper…”), ma se la forma deve crescere durante il torneo, per un secondo turno ha giocato più che degnamente.

      Rimane il problema tecnico (e NON mentale) di migliorare ancora le proprie capacità di rispondere a colpi molto tagliati e/o molto profondi. Attendo fiducioso l’evoluzione, e per chi si lamenta, ricordo che l’anno scorso, di questi tempi, Camila era intorno alla posizione N.39 e aveva appena perso con Gabriela Dawrosky.

      Si, lo so, c’e’ chi è convinto che da ormai molti anni Camila avrebbe dovuto essere la N.1, che il tempo passa, che le occasioni perdute non ritornano mai, che quando vince, vince perché le altre sono scarse, e se perde, perde perché è lei ad essere scarsa… ecc. ecc., vabbeh dopotutto ognuno pensa quello che preferisce…

      Vamos a la playa ragazzi, ci sentiamo al prossimo torneo!!!!

    • doherty by doherty

      @enzo
      son d’accordo…
      cami non ha giocato male…certo non al massimo,ma francesca ha vinto tatticamente la partita.
      la sua tattica di sporcare la palla ( ovvia) ha funzionato…
      cami soffre questo tipo di gioco e non ha trovato le contromisure
      ci voleva un po’ piu’ di pazienza per fare meno UE e meno DF

  32. by paolocomo

    La sconfitta (secondo me pessima) con la Schiavone può essere un ottimo punto di partenza per una riflessione sullo stato psicologico di Camila in campo. Ieri chiunque, anche il più inesperto, vedendo la grinta rabbiosa di Francesca e l’espressione di Camila, avrebbe scommesso sulla prima. Due osservazioni per farla breve: 1) Camila è l’unica giocatrice del circuito wta a non caricarsi MAI sul campo (con un pugno, un vamos, qualsiasi gesto…); 2) è l’unica a scaricarsi nelle pause con i movimenti frenetici delle gambe mentre è seduta sulla sedia. A questo potremmo aggiungere che è probabilmente la giocatrice con il coach più “carico” in assoluto. C’è qualcosa che non va. Le energie andrebbero ridistribuite e meglio gestite. Spero che il mio intervento non sia letto come critica a nessuno ma come contributo a una analisi produttiva

    • robdes12 by robdes12

      per la verità con la cibu si è caricata più volte, e nel momento della rabbia ha pure preso a legnate l’avversaria. La rabbia per le persone timide è un toccasana, perchè le rende più libere nei movimenti. Per la verità ho visto spesso Francy più carica di ieri, o per lo meno manifestarlo molto di più. Penso che si rispettino e abbiano fra di loro rapporti educati, per cui Camila non ha rotto nè agitato in aria nessuna racchetta, Francy invece ha evitato salti e curling vari con le braccia. Per me Cami ha giocato in modalità compagna di squadra, non dico succube, ma un po’ sottomessa si.

  33. robdes12 by robdes12

    r,b. non commenta da ore. Si vede che la partita stellare fra la sua protegè e la Piro lo avrà magnetizzato. In effetti è un peccato che Cami e Francesca si siano incontrate tanto presto, considerato il livello di gioco delle altre. Credo proprio che con altro tabellone avremmo avuto tre italiane tutte nei quarti.

  34. robdes12 by robdes12

    lo sai che io non ci ho capito un tubo di sta cosa? E chi ci potrebbe mai indagare? Forse per il reato di fare analisi troppo approfondite? Ma noi siamo tutti da salvare, a me pare che con troppa frequenza capiti di leggere a firma di altri considerazioni che vuoi l’uno vuoi l’altro abbiamo abbondantemente sviscerato nel nostro club. Una buona volta diciamocelo a chiare lettere: su Camila siamo molto più bravi noi di tanti giornalisti iscritti all’albo che scrivono sui suoi incontri. E voglio vedere chi è dei succitati che possa darci sulla voce!

  35. robdes12 by robdes12

    Indovinello per la ciurma: chi è che faceva ogni tanto lo stesso passante strettissimo di precisione nel tennis moderno? Fino a ieri ne è stata capace solo una persona, vi ricordate chi?
    😉

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Ivan Lendl

      • robdes12 by robdes12

        ma noooo, dai, da te non me l’aspettavo. Era un passatino marchio di fabbrica di Agassi, soprattutto sull’erba. Da una donna non l’ho mai visto fare, e questo fa capire moltissime cose…..

        • Sergio5912 by Sergio5912

          Agassi era scontato, mentre Lendl, era più difficile

          • robdes12 by robdes12

            beh è un bel colpo, peccato che in mancanza di attaccanti possa farlo così di rado.

  36. doherty by doherty

    purtroppo ho visto il match a tratti perchè il wifi saltava in continuazione…
    secondo me schiavone ha giocato veramente bene…con la tattica giusta e prevista associata ad una grande prova al servizio e dal punto di vista fisico(rimandava tutto)
    credo che avrebbe vinto anche contro molte altre ieri

    cami ha giocato una buona partita..sarebbe bastato qualche gratuito in meno e si poteva anche vincere o almeno andare al terzo..(la differenza in punti è minima)ma sono piu’ i meriti di francesca che i demeriti suoi (una volta tanto…)

    tutta esperienza che servira’ in futuro

    vamoooooos!!! camila…

  37. cubano70 by cubano70

    Buongiorno a tutti.
    Vi leggo spesso ma ultimamente scrivo poco x impegni di lavoro…
    Sull eliminazione di Istanbul direi che è giusto non farne un dramma. Visto il campo dei partecipanti era un torneo in cui bisognava arrivare almeno in finale… ma per una tennista che ha grandi ambizioni può essere considerato, come ha già detto qualcuno, un allenamento…
    L’ occasione buttata via è stata quella di Wimbledon.. quella si che deve far riflettere…
    Sergio ha detto più volte che Camila è potenzialmente una tra le migliori al mondo.. la 3 su erba dopo serena e kvitova…. io sono d accordo con lui…. Però adesso sarebbe il momento di passare dalle parole ai fatti..
    Questo potenziale rimane tuttora inespresso…. e se c è deve venir fuori nei tornei importanti… non certo in questo…. Ce ne sono 2 o 3 da qui a fine stagione negli USA… Vediamo come andrà..
    In ogni caso entro il prossimo anno vedremo quale sarà la vera carriera di Camila.. se sarà destinata alle prime 5 del mondo o a galleggiare tra la 20 esima e 30 esima posizione..
    Io ancora spero nell esplosione di questo grande talento…. Per cambiare una carriera basta un solo torneo a volte.. però il tempo passa ed anche il primo torneo vinto non ha portato quella crescita mentale (intesa come convinzione nei propri mezzi e capacità di chiudere le partite), nè tattica, che ti porta a capire i momenti della partita e ad adattarti con intelligenza (tennistica) alle varie situazioni per poter vincere..
    Non resta che aspettare fiduciosi, sperando che Sergio e Camila trovino la via giusta….
    hasta la victoria siempre Camila!

  38. Gianlu by Gianlu

    Sappiamo tutti che il tennis è uno sport davvero difficile e complicato sotto tutti i punti di vista, ed anche psicologicamente è difficilissimo mantenersi costanti. Da tempo gioco un’ora praticamente tutti i giorni ed ogni volta torno a casa con sensazioni differenti. A volte contentissimo per aver giocato bene, spesso arrabbiato con me stesso perché non sentivo la palla sul dritto o il rovescio, per aver sbagliato colpi banali, servito male, ogni giorno ce n’é una… Poi ci sono giocatori, apparentemente di un livello più basso, che ti fanno andare fuori giri completamente… Ovviamente il valore qualitativo del mio gioco è infinitamente inferiore, ma secondo me le stesse problematiche sono riconducibili a tutti i livelli. Faccio fatica a dire a Camila fai questo o fai quello perché sono consapevole que quello che fa è già tantissimo. Chi rosika, mi fa veramente arrabbiare perché stiamo parlando di una tennista che è la numero 30 nella classifica mondiale. Ma quanta gente gioca a tennis nel mondo? Io vivo a Valencia e se arrivassi tra i primi 1000 della comunità valenciana sarei già la persona più felice del mondo… Con questo non voglio criticare chi da un consiglio o esprime la propria opinione con garbo ed educazione, quando dico rosika mi riferisco ad un’altro genere di persone.
    Lasciamola maturare, ha un grandissimo talento e sono convinto che con il tempo, che è ancora tanto, riuscirà a raggiungere la maturazione e l’equilibrio necessario.
    Vamos Camila!!!

    • robdes12 by robdes12

      già che ci siamo, hai mai visto David o Sara in allenamento a Valencia?

      • Gianlu by Gianlu

        Ho visto David Ferrer, Pablo Andujar ed in un’occasione il mio giocatore spagnolo preferito, Guillermo García López…. Vederli allearsi a pochi metri, a parte farti sentire una m…, ti lascia a bocca aperta… Incredibile…

        • robdes12 by robdes12

          immagino. In allenamento i professionisti sembrano macchine infallibili.

  39. robdes12 by robdes12

    karin ha vinto, pronostici per le altre e gli altri?

    • Andy by Andy

      Sconfitta Vinci in 3 set e vittoria Sara in 3 😛

      • robdes12 by robdes12

        allora sei tu sb! io direi vinci in due set e sara pure, mistero invece Piro e Radwa visto che in una partita del genere fare pronostici è impossibile. Per via di r.b. gufiamo la Pironkova, anche se sulla carta è più brava e completa.

        • Andy by Andy

          Seee ora passa alla rappresaglia io con SB mi ci azzuffo in continuazione 🙂

          • robdes12 by robdes12

            ci hai preso pure con Robie. Per rappresaglia mi iscriverò ad Ubitennis e darò manforte a SB.
            😉

            • Andy by Andy

              ahahah ora SB scrive solo della Errani, subiva troppe rappresaglie per quello che diceva contro Camila, una fra tante disse che a Madrid perse perchè l’avevano sbattuta nel penultimo campo 🙂

      • robdes12 by robdes12

        con Sara ci hai preso tu, con Robie spero io.
        😉

  40. Andy by Andy

    Oggi ho rivisto attentamente la replica del match, ed ho costatato come era nei miei dubbi ieri che Camila ha spesso perso le occasioni sulla seconda della schiavone rispondendo in posizione esageratamente avanzata ( forse per tirare una risposta più piatta ed anticipata ) con la ripetitiva conseguenza di rispondere out di parecchi cm, sul perché alzo le mani ( non si prenda questo dubbio come lapalissiano ovvero per tirare il vincente) contemporaneamente ho visto prendere pochi rischi al servizio, rischi che secondo il mio punto di vista avrebbero portato ad una maggiore probabilità di non perdere il servizio una volta ottenuto il break, insomma forse Cami a break ottenuto almeno su una superficie veloce avrebbe potuto tentare un servizio più aggressivo, forse non è questa la soluzione, ma non ho visto un gioco della Schiavone nei due game in cui si è ripresa il break, più aggressivo rispetto a quelli che ha giocato in precedenza.

    • by Fabblack

      A partita appena terminata, ieri ho scritto ” irritante alla risposta (Schiavone non ha il servizio di Serena e non può farsi fare tutti quegli aces), deludente al servizio (non serve tirare forte e basta se la tua avversaria sa già dove tiri e ti risponde sui piedi) e deficitaria nei punti decisivi del match (tutti)” e San Tommaso mi ha additato come provocatore.
      A quasi 24 ore di distanza, noto che molti hanno scritto, magari con termini più morbidi, le stesse cose.
      Quello che volevo esprimere, alla fine della fiera è che, a prescindere dall’importanza del torneo, la cui vittoria avrebbe comunque portato più punti di un quarto turno slam (ieri avevo scritto terzo, sbagliando) è che io, nei panni di Camila, mi sarei stancato da un bel pezzo a vedere andare avanti certe tipe con la metà del suo talento, con lei costretta a giocare una o due partite ogni 15/20 giorni, di dover sempre sentire le solite critiche… addirittura, ieri “Francesca ha dato una lezione di tennis alla Fenomena”!!!

      • Andy by Andy

        ” (non serve tirare forte e basta se la tua avversaria sa già dove tiri e ti risponde sui piedi) ”

        Diciamo che questo è stato uno degli errori tattici commessi da Camila, ed ammesso pure da lei in un intervista dopo l’incontro con la Wozniacki a W., ma non sul servizio, bensì sullo scambio, infatti troppo spesso invece di giocare in contropiede buttava a tutto braccio la palla dove stava andando la Wozniacki, vuoi per una lettura del colpo da parte della danese, vuoi per iella ma questo è stato il risultato di un gioco troppo anticipato e poco mirato.
        Per il resto Francesca credo che sia stata un esempio di carattere più che di tennis, di fronte alle bordate di Camila non si spaventa come è accaduto ad esempio più volte per la Wozniacki

  41. by giacomo carbone

    allora molti insistono su questioni tecniche come la posizione in risposta, per me resta fondamentale la questione mentale. Se ci fosse un problema tecnico questo si presenterebbe sempre, invece come spiegare la sconfitta con Venus di quest’anno, dopo un primo set magnifico, o quella analoga al secondo turno di roma l’anno scorso, o la sconfitta sempre di quest’anno con la suarez navarro dopo un primo set splendido? In questo senso credo che ieri Camila soffrisse il confronto con il quasi passato del tennis italiano, doveva essere uno scambio generazionale, e questo le pesava. E credo che quando va in sofferenza psicologica perde la pazienza e non sopporta lo scambio, lasciando spazio a molti errori gratuiti. Tecnicamente Camila è una giocatrice da top 5, non è quello il problema, e se è tranquilla la posizione avanzata in risposta le permette di mettere una pressione fortissima all’avversaria. Il problema è tutto nella solidità mentale e di gestione della partita e dei punti importanti. Quest’anno nella finale vinta ha giocato con estrema tranquillità e concentrazione, basterebbe mantenere quella nel 70% delle partite, ma per ora non ci riesce. E questa cosa a questi livelli fa molta differenza, e da fiducia alle avversarie più scarse. come ha già scritto credo madoka. Rifaccio il paragone con Paolino Canè, giocatore geniale ma estremamente sregolato, uno che è ha vinto contro connors, wilander ed edberg, ma che è arrivato massimo alla 26 posizione in classifica. Ricordate di lui cosa disse Gianni Clerici: “Neurocanè” ma con la “manina benedetta”. Ecco se Camila facesse la stessa carriera di Canè (che però ebbe anche altri problemi), sarebbe un vero peccato.

    • journasesto by journasesto

      Non so se sia andata così ieri. Di sicuro ha perso con Wozniacki per un fatto mentale, era troppo tesa, aveva troppe aspettative, è arrivata alla partita cotta.
      Ieri non mi ha dato quest’impressione, non era così bloccata, perché lo scambio lo conduceva bene. È stata brava anche Francesca, molto brava, in verità. Cami la metti in crisi solo se servi bene e non la metti in condizione di rispondere perché purtroppo un break prima o poi te lo concede.
      Credo che sia andata come ha scritto Ace più sotto, che ha dato la lettura della partita che condivido di più… 🙂

    • Andy by Andy

      Beh certamente quando entri 30 cm all’interno della riga di fondo qualcosa hai in mente quindi il punto di partenza è quello, tuttavia capire la fattibilità di ciò che ci si prefigge di fare in campo potrebbe essere un buon punto di partenza.

  42. journasesto by journasesto

    Tutti i commenti che finiscono su questa bacheca, quelli dei tifosi delusi dalla sconfitta, quelli di chi avanza analisi tecniche, quelli di chi si pone domande e propone consigli e quelli di chi ha deciso di seguire Camila esclusivamente per la bellezza del suo tennis e della sua storia personale hanno una sola e identica origine, pur nelle loro differenze: la sconfinata ammirazione e “amore” sportivo che proviamo per questa ragazza.
    Sia chi difende le sue scelte sia chi le dice “benedetta fanciulla, ma mettile un po’ in campo queste risposte” in realtà è mosso dalla stessa, identica motivazione.
    Siamo tutti diversi… Ma con una bella cosa in comune. Una bella storia, ragazzi 🙂

    • riccardo by riccardo

      quotissimo!! 🙂

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ journasesto
        Perfetto, considerazioni lucide e sacrosante, come Riccardo, quotissimo
        🙂

        • robdes12 by robdes12

          però a me quotissimo o risposta perfetta non l’avete indirizzato mai. Vi aspetto un giorno davanti ai cancelli del centrale del Foro Italico, un gavettone non ve lo toglie nessuno.
          😉
          Comunque è vero, non critichiamo mai per acredine o per svalutazione ma solo perchè ci sembra che lei subisca un’igiustizia dai numi del tennis.
          E poi noi proviamo a motivare i nostri giudizi, non come altrove in cui ci sono certe esternazioni acide sinceramente inscusabili.

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Ma se ti abbiamo sempre lodato, io addirittura in un altro thread, t’ho insignito di titolo ufficiale di Fine Dicitore Trombettiere.
            Sei tu che non mi hai risposto……. nè ringraziato 🙂

            • robdes12 by robdes12

              be’ ma anche io avrò diritto ad un po’ di sana verecondia. Sono nonnetto ok, ma qualche rossore ancora mi capita.

  43. by livio71

    io credo sia stata una schiavone che ha giocato come doveva giocare…forse sono altre le volte nelle quali ha giocato male. Leggo oggi i soliti articoli sulla ” sprecona giorgi” …che noia, che noia, che noia…. e che la schiavone abbia impartito una serena lezione di tennis a camila. solita minestra ribollita… ieri camila non ha giocato male…..in alcuni momenti ci sono stati alcuni errori e delle risposte sbagliate e quelle hanno determinato l’esito… io direi un buon match da entrambe le parti….
    forza camila

  44. riccardo by riccardo

    il Prof. forse ad alcuni non è simpatico ci può stare, ma scrive cose mai banali .

  45. riccardo by riccardo

    @ Lucia

    ” Nella vita tutto questo rappresenta un valore ( almeno per me ) , nello sport ti accorgerai che le cose che non funzionano , si cambiano.
    E se un giorno questo avvenisse, Camila non sarebbe meno speciale.

    Lucia perchè non l’ho pronunciata io questa frase??? PERFETTA.

  46. robdes12 by robdes12

    E va’ bene, alla fine dopo una serata e inizio mattinata rabbuiate, scrivendo assieme a voi mi è ritornata la serenità e una visione più ottimista della situazione attuale e in fieri. Ho scritto spesso che non credo possibile che un tale talento sportivo non abbia un giorno quello che pare lapalissiano aspettarsi, e adesso sono tornato sui quei binari di valutazione. Certe volte temo che, data la mia età, io stesso abbia nei confronti di Cami un atteggiamento paterno, e che mi faccia prendere dall’amarezza perchè immagino la sua dopo le sconfitte. Poi magari non è così e le impongo, nella fantasia, le mie reazioni a quelle che sono le sue reali. Sto anche pensando che Cami abbia avuto solo non sufficiente cattiveria con la sua compagna di squadra, magari condizionata da rispetto e considerazione (a me non pare che abbia durante gli scambi cercato di annichilire Francesca come fa spesso con altre). In conclusione ragazzi, grazie di esserci, solidali o oppositivi, condiscendenti o sdegnosi, in sintonia o distonia. Noi non aiutiamo Camila con le nostre disquisizioni, questo è certo, però voi tutti aiutate me a chiarirmi su come io la integro nel mio orizzonte interiore.
    Abbracci a tutti, ma oggi soprattutto a tommaso, che proponendomi obiezioni mi dà una mano a dipanare le mie aggrovigliate sensazioni..

  47. by pariparo

    Non ho visto le partite di Istanbul. Ma se davvero sta tornando a rispondere avanzato come l’anno scorso non ho mezzi termini è follia pura. L’altra cosa che penso è che questo torneo contava poco di più di un semplice allenamento. Ma perché riprendere esperimenti già rivelatisi deficitari?

  48. Ace by Ace

    Ho perso un po’ il filo e forse anche Camila ha fatto lo stesso. Ho visto una grandissima Schiavone che ha fatto affiorare tutta l’immaturità e l’ingenuità dell’ancora troppo rischioso gioco di Camila.
    Oltre a questo però credo che si debba incassare la sconfitta(che io non mi sentivo proprio di escludere a priori) e andare avanti continuando a lavorare e avendo fiducia. La prima cosa da ricercare è la giusta serenità per potere portare avanti tutti i progetti.
    Da tifosi vorremmo vederla sempre vincere perché conosciamo la sua forza, ma realisticamente dobbiamo imparare ad accettare che si possono incontrare difficoltà e che si possono sprecare belle occasioni come questo torneo.
    Ritengo che il cammino sia ancora lungo e pieno di ostacoli, ma la strada sia quella giusta. Ci saranno tante correzioni di traiettoria in questo percorso. Io quello che auguro a Camila è che ci siano anche tanti sorrisi e leggerezza!
    Si va comunque avanti(anche in classifica) e per chi vuole vederli i progressi ci sono.
    Cami, divertiti e facci divertire!

  49. riccardo by riccardo

    In teoria , badate bene è solo teoria in quanto basata non sulle parole esplicite di Camila e Sergio ma su impressioni personali , Camila preferirebbe forzare sia la prima che la seconda palla , rischiando di fare d.f. piuttosto che subire il classico comodino in risposta.
    Pensiero legittimo ma analizziamo un attimo la partita di ieri. Schiavo ha fatto due e solo due , non 50 , ma due risposte vincenti sul servizio di Camila. un bellissimo rovescio ad uscire e un rovescio preso male che è diventato imprendibile.
    Francesca si sa che ha altre doti rispetto alla potenza pura. Può tirare 13 rovesci differenti ma la potenza pura , almeno in questa ultima fase della sua carriera , non è la sua caratteristica principale.
    Rischio di prendere vincenti a grappolo in risposte praticamente quasi zero.
    Necessità quindi di forzare il servizio ad ogni costo nessuna. IN effetti ieri il numero di D.F è stato normale ,accettabile ed il servizio in generale non è la ragione della sconfitta di ieri.
    In ogni caso da una ragazza alta 1.67 cm non ci si può aspettare che faccia 15 ace ad incontro ne che abbia la consistenza di serena o Petra. Ci si aspetta che inizi il gioco con una efficacia discreta perchè poi nello scambio , nel 70% dei casi fa il punto.
    Ci si aspetti che analizzando l’avversaria di turno si possano modulare i rischi da prendere sia al servizio che in risposta. On tutte rispondono allo stesso modo e servono allo stesso modo o no??
    la partita ieri si è persa principalmente in risposta. Parere personale ovviamente
    Nel primo set le risposte in sequenza tirate fuori od in rete sono state tante.
    Le ragioni tecniche e non psicologiche ( non faccio filosofia e non conosco camila ) degli errori , sono la posizione avanzata in risposta sulla seconda ed il tentativo di fare vincente subito senza scambiare.
    Penso che di partite ne abbiamo viste tante tutti e qualcuno per piacere mi dica quale altra tennista ( a prescindere dall’ avversaria che si trova davanti e quindi dalla tipologia di servizio) assume quella posizione in risposta.
    Nemmeno Serena che è Serena, probabilmente la più forte od una delle più forti tenniste di tutti i tempi, avanza cosi in risposta.
    Quella posizione cosi avanti, toglie tempo per aprire, rischi che la palla ti finisca addosso e se il servizio è laterale, non lo prendi; il campo si accorcia e se giochi piatto sbagli di tre metri.
    Mi piacerebbe capire perchè un esperimento che l’anno scorso era stato abbandonato è stato nuovamente rispolverato. Sei potente, puoi tirare colpi a 150 km a cosa ti serve rispondere cosi avanti?
    Il sito quando Camila perde , spesso si divide tra chi comunque pensa che è stato un successo e non è disposto a tollerare nemmeno la critica più civile anche se si dovesse perdere malamente , e chi magari esagera con previsioni catastrofiche .
    Ieri ho scritto che giocando come si è giocato ieri si perde.
    E quindi? cosa c’è di strano?
    Camila sa giocare meglio di come ha giocato ieri? Ovviamente si .
    Trovo scontato che Camila non si faccia influenzare da quello che si scrive qui sarebbe grave il contrario.
    Questo spazio quindi è nato per consentire ai tifosi di Camila di esprimere le opinioni su Camila ed il suo tennis ( indicazione dello staff) .
    Possiamo anche limitarci ad esultare sempre e comunque sia che Cami perda la partita sia che vinca non c’è problema. Possiamo anche ogni tanto dissentire, criticare , ma cosa ci può essere di cosi grave? Pensate che Camila si offenda? Io non credo.
    Buona giornata a tutti.

    • riccardo by riccardo

      servizio centrale pardon non laterale.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Buongiorno Riccardo,
        so che non hai bisogno di sostenitori e/o conferme a ciò che esprimi come sempre in maniera sobria e garbata, ma io pensandola come te, sia per quanto attiene ai motivi della sconfitta di ieri ( risposte sbagliate in quantità industriali, laddove sarebbe stato importante entrare nello scambio e provare a portare a casa il punto, in virtù di maggiore mobilità, velocità e potenza ), sia per quanto riguarda la possibilità di poter discutere tra noi nel luogo preposto a farlo, cioè questo spazio, di eventuali mancanze e/o lacune del gioco di Camila.
        Ovviamente ci sono quelli che ritengono dogmatico tutto ciò che riguarda Camila, e che noi in qualità di semplici tifosi, peraltro non paganti ( questa non l’ho mai capita, come se i soldi autorizzassero tutto ), dovremmo accettare senza discussioni, analisi e simil facezie, quello che Camila decide di fare allorchè scende in campo.
        Ora ribadendo che le nostre analisi e/ critiche, non hanno nessuna presunzione di suggerimento, che eventuali modifiche e/o cambiamenti sono o saranno, ovviamente, esclusivamente di pertinenza di Camila e relativo staff tecnico, trovo, personalmente, giusto e lecito qualsiasi contributo atto a stimolare interazioni tra noi, purchè gli argomenti siano attinenti allo spirito del sito, e se, chiaramente, fatti con il garbo e la pacatezza che sempre contraddistinguono i tuoi interventi.
        Ovviamente, rispetto coloro che invece la pensano diversamente, l’unica cosa che ci deve sempre accomunare, è la civiltà nell’esporre idee a volte agli antipodi, cosa che fortunatamente, generalmente, accade.

        • by SanTommaso

          Ti spiego la cosa dei tifosi paganti, visto che non l’hai capita. Il tennis è uno sport “singolo”, nel senso che i punti, i trofei, i guadagni sono personali e non dovuti ad un risultato di squadra. Molti giocatori e molte giocatrici, spesso ad inizio carriera ma anche a carriera inoltrata, contraggono degli obblighi con gli sponsor o con i finanziatori che firmano dei contratti. Poi c’è il mecenatismo, ma a quello non credo.

          Se io, SanTommaso, avessi firmato un contratto con Camila che prevede che lei giochi 100 partite l’anno con il mio marchio sulla maglietta a fronte di un corrispettivo di 1 milione di euro, visto ce ha perso dopo due sole partite a Istanbul potrei legittimamente avanzare la pretesa, per non veder perso il mio investimento, che richieda una wc per il prossimo torneo per “recuperare” il numero di partite che avevamo preventivato giocasse a Istanbul. Ed ho fatto un solo esempio relativo all’hic et nunc, ce ne sarebbero centinaia di altri che si potrebbero fare e che, se ancora non ti fosse chiaro cosa intendo dire, sarò lieto di portare in futuro.

          Ma essendo io SanTommaso, uno che al massimo paga il canone dell’adsl tariffa flat per guardare le partite di Camila e scrivere sul suo sito, non ho il diritto di dire “Camila dovrebbe fare”, o come altri in passato hanno fatto “Camila deve, altrimenti…”, “Sergio esonerato” e via discorrendo. Se fossi un “azionista” di Camila Giorgi, avrei diritto di mettere becco nelle sue scelte. Non lo sono, non ho questo diritto. Potrei scrivere cosa mi piacerebbe che facesse, ma prendo atto che in fondo se tifo Camila è perchè mi piace così. Se no, come già ripetuto alla nausea, se preferissi una che sbaglia niente e 22 df li fa, forse, in una stagione intera, mi iscriverei al sito di Sara Errani e tiferei lei. E non dovrei, ogni partita, dirle “Sara dovresti fare meno df. Sara così non entrerai mai in top10. Sara devi giocare più International. Sara dovresti cambiare allenatore. Sara…”.

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Tommaso, avevo scritto un lungo post, di risposta che per motivi a me ignoti, al momento dell’invio, si è cancellato.
            Provo a sintetizzare :
            Il mio non capire, era un modo diverso per esternare disaccordo, ma capisco che la forma da me usata, possa aver generato l’equivoco.
            Chiarisco, non si tratta di capire o meno ( d’altronde non trattandosi della teoria della relatività c’era poco da equivocare ), e che non sono assolutamente d’accordo su chi dice che solo pagando, si ha diritto di critica o di opinare.
            Da quando esiste il tifo, la passione per un qualsiasi campione, milioni d’appassionati, s’infervorano, si confrontano, a volte criticando, altre lodando, il soggetto di tali passioni, Mai, mi risulta, siano stati chiesti oboli o contribuzioni affinchè ciò avvenisse. Forse nel tuo mondo ” perfetto ” esiste solo il modo dogmatico, oserei dire quasi mistico di appassionarsi, nel mio, molto ” imperfetto “, trova dignità anche un atteggiamento un pò più laico rispetto alle passioni, tutta qua, c’est la vie, bella perchè varia.
            Ribadisco una volta di più, parlando a nome di tutti quelli che lo fanno ( nel caso qualcuno non fosse d’accordo, prenda pure le distanze ), che criticare, suggerire, non ha nessuna presunzione d’ascolto da parte di Camila, e ci mancherebbe pure, fa parte, come già ampiamente espresso da me e da altri di un modo per interagire tra di noi ed è comunque espressione della passione ” imperfetta e laica ” di cui sopra. Non intendo perdere tempo nel dissertare sull’utilità o meno di queste nostre discussioni, prendo atto che tu, evidentemente, nella vita fai sempre e solo cose che risulteranno essere inevitabilmente utili, buon x te.
            Se mi permetti, dissento anche dalla tua incrollabile certezza sul fatto che Camila non cambierà mai, in quanto, diversamente da te, confido molto nell’intelligenza di Camila, memore del famoso e mai smentito detto ” solo gli stolti non cambiano mai idea “, m’aspetto, quindi, che su qualcosa Camila possa cambiare idea, con l’esperienza che conseguirà nel prosieguo del suo percorso.
            Vogliamo una Camila diversa ? Vogliamo una Camila vincente, conscia delle sue enormi potenzialità e pronta a raccogliere quello che il suo enorme talento le consente. Noi l’ameremo sempre e comunque, anche se dovesse un pò mutare il suo gioco, tu data la tua premessa sull’immutabilità, puoi affermare lo stesso con egual certezza ?
            Per quanto riguarda l’eventuale scelta di tifare per Sara Errani, come da te provocatoriamente suggerito, in considerazione della tregua tacitamente concordata. non raccolgo, e declino l’invito. No grazie, la lascio tranquillamente ad altri.

        • riccardo by riccardo

          Grazie Sergio ma come hai ben compreso non scrivo per ricevere approvazioni.
          Sono d’accordo con ciò che dici , nel senso che penso che sia giusto che ciascuno possa esprimere le sue opinioni.
          Io non mi dispero assolutamente ne la mia vita cambia di una sola virgola , sia che cami vinca , sia che cami perda.
          Bisognerebbe ingaggiare una diatriba per spiegare le ragioni sociologiche o filosofiche del perchè si tifa questo o quell’altro sportivo.
          Lasciamo stare.
          Camila mi piace ( per quel pochissimo che posso sapere ed in maniera del tutto superficiale) prima come persona e poi come atleta.
          Tante volte ho espresso tutta la mia simpatia umana per questa ragazza.
          Quando formulo delle critiche non lo faccio mai pensando che queste possano essere di qualsiasi utilità a camila e Sergio lo ribadisco, lo faccio perchè è questo il senso del postare qui, scambiare opinioni, intrattenere rapporti , anche virtuali, magari cambiare idea se qualcuno mi convince che la mia è errata.
          Magari in corso d’opera trovare degli amici come è successo a me ed r.b. che ogni tanto ci parliamo extra sito.
          Quando Cami perde mi spiace per cami. Punto.

    • journasesto by journasesto

      Camila forza servizi e risposte non tanto per fare il vincente diretto, ma perché ha la necessità di prendere subito il comando dello scambio. Se Camila non comanda il gioco diventa una giocatrice normale. Questo lei lo sa benissimo. Lei è irresistibile soltanto se può mettere i piedi in campo e aggredire.

      • Lucia by Lucia

        @ jour , siamo d’ accordo . Ma certe partite si possono vincere anche senza prendere subito il comando in ogni scambio. Soprattutto se ti accorgi che la risposta non funziona come dovrebbe. Ieri se avesse commesso meno errori in risposta avrebbe vinto, anche perché’ tutto il resto funzionava.

        • journasesto by journasesto

          Lo so, lei è fatta così, croce e delizia. Sembra sempre che manchi un nonnulla per mettere le cose a posto, ma evidentemente non è così.

        • Sergio5912 by Sergio5912

          Quoto l’intervento di Lucia, in realtà avevamo avuto modo già ieri di confrontarci, trovandoci sostanzialmente d’accordo, sull’inutilità, relativamente al match di ieri, di forzare sempre la risposta, a prescindere dai momenti. Laddove sarebbe stato più utile, ma soprattutto più efficace entrare nello scambio, considerando che quando ciò è accaduto, quasi sempre Camila ha fatto il punto.
          In merito alla tua considerazione sull’ineluttabilità da parte di Camila ad aggredire in quanto conditio sine qua non per il suo gioco, è indubbiamente vero, però non sarebbe un segnale di crescita, questo si inequivocabile, adattare la potenza e la velocità ai momenti e all’avversaria ? Mi, e ti ricordo, l’ultimo match giocato a Winbledon tra Serena ( mica Ciccio d’ Avola ) e Watson, nel momento in cui Serena capì che non le entrava nulla, si limitò ad entrare negli scambi allungandoli, senza intestardirsi a fare il vincente a tutti i costi, come finì quel match e ovviamente il torneo per Serena, appartiene alla storia.
          Anche la teoria che vorrebbe la seconda di Camila tirata a tutta, pena comodini che ritornerebbero, ma la Schiavo tutta sta potenza nei colpi quando l’ha avuta ? E’ precisa, da delle rotazioni pazzesche, ma il rischio dei comodini in risposta, ieri dov’erano ? Eppure Camila ha servito come al solito, potente e piatto, qualche slice, una qualche variazione, anche a scapito di un pò di potenza, non credi che avrebbero creato più problemi a Francesca ?

      • riccardo by riccardo

        Io vi dico la verità , penso che Cami metta in atto in partita il 50% di ciò che è in grado realmente di fare.Non lo so perchè questo accada .
        Molti pensano che Camila sappia picchiare e basta perchè è questa l’impressione che da .
        Vi invito allora a riguardare la partita. Ad un certo punto cami ha eseguito un passante lento, strettissimo, di rovescio , mentre schiavone avanzava ed il risultato è stato che ha fatto il punto più bello della partita.!!
        Questo significa avere la mano, sensibilità. Usala figlia mia che hai davanti almeno 15 tenniste che giocano peggio di te!!
        Io non credo che Camila sarà mai una tennista ” normale” e mi rifiuto di pensare che non possa riuscire a prendere il comando delle operazioni anche provando ad iniziare lo scambio cum grano salis.
        Va benissimo forzare. Tutto questo però passa dalla convinzione che i piedi in campo li puoi mettere anche quando l’avversaria accorcia e non solo quando tiri i missili per cercare il vincente.
        Insomma ancora nessuno mi suggerisce una risposta razionale sulla posizione avanzata in risposta.
        Vantaggi della posizione avanzata: chiudere un pò l’angolo esterno.
        Svantaggi: 1 ) palla addosso e sbagli; 2) palla al centro e non ci arrivi; 3 ) campo più corto colpo piatto palla fuori; 4 non riesci a fare subito il vincente e devi tornare indietro e l’avversaria ti frega.
        Risultato 4-1 per una posizione normale.

        • journasesto by journasesto

          È vero, ieri si sono visti molti colpi straordinari di Camila, oltre al passantino stretto che dici tu. Lo scambio che le ha dato il secondo break, per esempio, in cui ha fatto un passantino di rovescio in corsa in avanzamento dopo recuperi e corse straordinarie, o un lungolinea di diritto in controbalzo nel primo set, semplicemente favoloso. Ha giocato due o tre seconde in kick nell’angolo dell’area di servizio che neanche un maschio le tira così. Sa fare cose straordinarie.

          Sul servizio, Cami è costretta a chiuderlo quell’angolo esterno. La risposta di diritto sui servizi angolati non riesce a farla funzionare in nessun modo (ma anche di rovescio con le mancine). Tutte le volte che le servono lì e la costringono a un movimento laterale lei non riesce a farlo. Le manca la capacità di fare quel movimento. Si mette avanti per ridurre l’angolo perché conosce questo suo limite che, evidentemente, non riesce a correggere. Le avversarie questo lo sanno tutte. Da destra le servono tutte lì se hai notato. Insomma, Cami deve riuscire a trovare una contromisura più efficace su quei servizi perché quello è il vero punto debole del suo gioco.

          • riccardo by riccardo

            Eh si che ho notato !
            Allora sarai d’accordo con me che una che riesce a fare certi colpi può vincere anche senza sparare per forza tutto !

            • journasesto by journasesto

              Sì sono d’accordo. È che dove si sente insicura lei si rifugia nell’istinto e nella potenza pura. Non so, in tutta onestà, se lei vorrà mai modificare questo suo istinto. Credo che voglia invece arrivare al punto di continuare a forzare e tenere le risposte in campo. Per questo insiste e sbaglia fino a 10 volte di fila. Credo che questa è la strada e la soluzione che lei ha scelto. Non so se e quando vorrà cambiare direzione… Ci ragionerà con il suo papà e troveranno la soluzione migliore 🙂

    • robdes12 by robdes12

      Stavo pensando leggendoti, riccardo, che le partite in cui Cami cerca di risolvere le cose addirittura con la sola risposta, e quindi posizione avanzatissima per toglire all’avversaria la possibilità di riequilibrarsi dopo il servizio, vengano adottate…quando lei è in una fase di poca serenità d’animo. Il padre e gli altri vedranno durante gli allenamenti com’è d’umore, e non dimentichiamoci l’espressione non proprio estatica con cui ha terminato la partita precedente. In fondo aveva battuto una che non è esattamente l’ultima arrivata e invece di darsi alla distensione…..il corruccio. Può darsi pure che negli allenamenti del giorno prima e della mattinata precedente l’incontro Cami non reggesse gli scambi con la testa. Voleva portare Francy al df? Avversaria troppo navigata, una volta o due può procurarlo, ma con costanza è improbabile (e infatti così è stato, anzi,Francesca ha sfruttato a suo vantaggio quella posizione in risposta).

  50. journasesto by journasesto

    A proposito della posizione in risposta che alcuni hanno visto troppo avanzata è bene notare che Camila non sempre entra così dentro il campo, ma soltanto con le avversarie dotate di un servizio slice esterno, che è quello che soffre di più in assoluto, e lo fa semplicemente per chiudere il più possibile l’angolo. Lo ha fatto con Cibulkova, ma non con Bencic, per esempio. L’avrebbe fatto anche oggi con Flipkens se avesse vinto lei.
    Questa sua scelta ha ovviamente una controindicazione, e cioè che le resta pochissimo tempo di reazione per impostare la risposta e chi ha comunque una seconda abbastanza rapida, come Francesca ieri, riesce a metterla in difficoltà, soprattutto servendole al corpo. In più Camila sul servizio tende a muoversi, a fare uno step laterale prima che parta la palla, e quando lo fa nella direzione sbagliata finisce fuori tempo.
    Con altre giocatrici che trovano meno gli angoli in battuta Camila, se ci fate caso, sta più indietro. Ultimamente ho visto partite in cui è riuscita ad adattare la posizione in risposta, arretrando anche un po’, e a registrare il colpo.
    Ieri c’è riuscita nei due game del secondo set in cui Francesca è stata un po’ meno efficace con la seconda e li ha vinti entrambi a zero. Ma come avete visto tutti la Schiavone, che è una sublime giocatrice e tatticamente non è seconda a nessuno, lo sapeva fin dall’inizio che doveva forzare la seconda con Camila se no le sarebbero tornati indietro dei missili. E difatti ha forzato e commesso più doppi falli del solito.
    Dopo i due game persi al servizio nel secondo set Francesca ha capito che doveva tornare a spingere di più la seconda, e ci è riuscita benissimo, arrivando al tiebrak. Le è andata bene, perché ieri aveva la mano calda, ma avrebbe potuto anche andarle male. Anche Schiavone si è presa i suoi rischi, dunque, non solo Camila ieri, ed è stata brava a fare punto in quelle occasioni. Le sue sono state scelte d’attacco, non difensive, quindi onore alla Leonessa.
    Dove invece è mancata Camila è stato soprattutto in risposta nel primo set e ancora di più nei due game sul suo servizio, quando doveva confermare il break. Ha sprecato troppe opportunità e alla fine è stata punita. Ma non ha giocato male. Ha regalato un po’ troppo, come al solito. E alla fine la partita l’ha persa per pochi punti, per dei particolari.

    • by C.M.

      ho appena riguardato la partita di ieri,
      e Camila era sempre con i piedi fuori dal campo sulla prima di Francesca.
      Con i piedi 30-40 cm dentro al campo sulla seconda.
      Non mi sembra che abbia mai risposto più arretrata di così 😉
      Ovviamente con il saltino in avanti che fa quasi sempre per rispondere, avanza ulteriormente, ma che io ricordi, lo ha sempre fatto.

      • robdes12 by robdes12

        Consiglieri di riguardare una partita di Del Potro contro Isner. Dopo che ci aveva perso nel torneo precedente, quando ha visto che anche in quella mi pare semifinale sul cemento americano le cose si mettevano male per l’eccessiva efficacia della prima del bombardiere americano si è messo a rispondere come fa Fognini sulla terra. cioè un metro e mezzo fuori. E infatti ha disinnescato l’americano rimandando di là comunque qualcosa che gli permettesse poi di impostare un minimo di scambio. Io ieri non ho visto tutte queste palle d’attacco di Francesca, in parte perchè nel palleggio Cami la obbligava a difendersi, in parte perchè non ce n’era bisogno arrivando molto presto l’errore. Il punto è che nessuno pensa di poter fare SOLO risposte aggressive, vincenti o comunque problematiche per chi riceve. Se sei 0-40 è giusto tirare a tutta la prma ribattuta, hai margine, ma sul 40 pari forse è meglio provare anche a sfruttare le probabili incertezze dell’avversaria. La partita di ieri è stata tatticamente sbagliata. Francesca è una che regala, soprattutto se la stanchi, perchè anche lei fa un gioco complicato, non tanto nei rischi quanto nei continui cambi di rotazione e tipo di colpo. Ma le devi dare il tempo di farlo. Anche ieri il problema è stato la poca pazienza, niente attese fra prima e seconda, niente fiducia nel poter palleggiare con Francesca, nessun vero disastro ma nessun vero acuto. E al solito non è stata una bella partita. Non era l’orribile spettacolo di Flipkens Cornet, certo, ma vista la caratura delle due tenniste italiane si poteva sperare in una bella partita e invece è venuto fuori solo un qualcosa di moscio, senz’anima. Farei poi notare una cosa, le nostre tenniste senior durante la partita applaudono anche l’avversaria, segno che in fondo sono abbastanza rilassate da permettersi di esternare un giudizio critico. Ste nuove leve, Cami in primis, il più delle volte sono in trance. Ma un sorriso durante la partita è vietato? Magari quando fai uno svarione clamoroso. Tutto deve sempre essere dramma o grandguignole? Comunque i conti stanno a zero, questa strada porta a stare fra le trenta, ma con questa progressione si arriva fra le quindici fra tre anni. Quest’anno va anche bene che l’incostanza regna sovrana fra le giovani, e Serena ha stoppato l’ascesa di moltissime giocatrici, per cui per stare fra le dieci bastano poco più di tremila punti, ma ci sono state annate in cui la 15 doveva averne quanti Garbine.

        • journasesto by journasesto

          Io non credo nell’evoluzione progressiva, ma in quella per salti, come avviene anche in natura e hanno ampiamente dimostrato gli evoluzionisti. E di salti in avanti Camila ne fa con una buona frequenza.
          Pochi mesi fa, non dimentichiamocelo, ha vinto il suo primo torneo. Il fatto è che non possiamo pensare che, se ne ha vinto uno, ora li vincerà tutti. Non è quel tipo di giocatrice. Lei è la performer da grande exploit, una Kvitova in miniatura per fare un esempio, purtroppo, non ancora calzante. Non certo una mini Serena o una mini Sharapova che arriva in fondo a tutti i tornei a cui partecipa.

          • robdes12 by robdes12

            Kvitova in miniatura non mi piace, journa, non è meglio una Kvitova veloce, o con le gambe? Pensa a come abbia portato male a Dimitrov l’appellativo di baby Federer.
            😉

  51. by SanTommaso

    “Per me con la tua fede cieca sei fuori strada SanTommaso, opinione personale. A meno che tu ritenga che Camila non sia una vera campionessa, ma solo una discreta atleta che può fare qualche sporadico e spettacolare exploit”

    “San Tommaso dice che noi non abbiamo diritto a criticarla, e perchè mai?”

    Forse mi esprimo male in italiano e in quel caso è un problema mio: dove mai ho detto che non la si debba criticare? L’elenco dei suggerimenti (dovrebbe giocare di più, le farebbe bene giocare il doppio, dovrebbe giocare a volte più in sicurezza) potrebbero anche essere condivisibili e potrebbero anche farle bene. Il punto che mi pare qualcuno non riesca o non voglia capire, è che scrivere che Camila dovrebbe giocare il doppio o chiedere la wc per Baku è assolutamente insignificante ai fini della carriera di Camila perché Camila NON LO FARA’ MAI. Ma non chiedere la wc per Baku (magari in casi estremi potrà succedere che una volta andrà a giocare un tornei sperso nel mondo per giocare 2 partite in più), ma semplicemente Camila è un tipo di giocatrice che non gioca volentieri certi tornei, che attacca e rischia la seconda, che non gioca il doppio. Non capisco veramente cosa ci sia di così difficile da capire:

    suggerite pure, proponete, consigliate, criticate. Ma non prendetevela con Sergio e/o con Camila se Camila continuerà a fare 15 df, a non giocare il doppio e ad iscriversi quasi esclusivamente a tornei Premier. Perché Camila E’ COSI’, e se la volete “CAMBIARE” o se volete che faccia cose diverse, forse fareste bene a cambiare l’oggetto del vostro tifo perché evidentemente Camila non vi sta bene ma vorreste una “vostra versione di Camila”.

    Più chiaro di così non riesco ad essere, se ancora credete che sia fede cieca o divieto di criticare oh… affari vostri.

    • by giacomo carbone

      ma è lecito scrivere che visto il suo talento, potrebbe fare molto di più con una condotta di gioco diversa e con una tenuta mentale più stabile? Puoi non essere d’accordo, come io non sono ‘accordo con te sulla questione dei df, ma non per questo devi accusare la gente di provocare o di rosicare (vale anche per hector..).

      • by SanTommaso

        Ti ho mai detto che “rosichi”? Per piacere, facciamo le persone coerenti e precise, così almeno evitiamo di litigare? E’ lecito scrivere tutto (quasi), meno lecito aspettarsi come fa qualcuno che i suggerimenti vengano presi in considerazione.

    • r.b. by r.b.

      Però se Sergio, Camila e lo staff hanno deciso di aprire un sito web che accoglie i commenti degli utenti registrati, in quello che possiamo considerare un vero e proprio forum moderato, un motivo ci sarà. Proprio perché Cami fa quello che vuole potrebbe anche dire: “Papà, chiudi il sito perché non mi piacciono i commenti”…
      In fondo è il sito di Camila e non di Sergio…. e lo stesso vale per la pagina di Facebook che conta ad oggi circa 220.000 sostenitori. Quindi lo spazio c’è e i tifosi lo utilizzano. Certo che Camila non cambierà modo da giocare o allenatore in base ai suggerimenti postati qui (e neanche altrove, evidentemente) però io trovo bello confrontarsi con tutti sul tennis di Cami e sul tennis femminile in generale.

      • by giacomo carbone

        perfettamente d’accordo…poi non si tratta di modificare le cose radicalmente, ma di piccole modifiche che potrebbero dare più stabilità di risultati

    • robdes12 by robdes12

      Non lo farà mai? Ha firmato un contratto in cui ha sancito questa clausola? Lo ha giurato davanti alla venerabile immagine della Vergine di Guadalupe? Il servizio deve essere reso più veloce con l’aggiunta della partecipazione dell’anca, questo si, la risposta invece non deve essere ottimizzata o, io direi, disciplinata perchè invece è già perfetta. I colpi migliori delle avversarie non esistono, per cui li si cerca come e quando si vuole. Le tenniste degli anni novanta erano tutte sceme a insistere sul rovescio della Graf, o Francesca a proporre a rete a Cami sul rovescio delle pallette morte? Lo sport non è istinto naturale, Tommaso, è una rappresentazione sintetizzata di un combattimento, e infatti è soggetto a regolamenti e normative, ossia è un prodotto CULTURALE. Lo stesso dicasi per l’allenamento, che è un percorso di progressivo apprendimento che tende a rendere con la pratica reattivo ciò che nasce come volontario. A Roma si dice che la gatta presciolosa ha fatto i figli cechi, e la compulsività ha abortito moltissime prestazioni di Camila. Ricordati che lei stessa sappiamo aver detto rivolta ai suoi la frase: ma cosa volete da me, lasciatemi in pace!

      • by SanTommaso

        Non ha firmato nessun un contratto e non lo ha giurato davanti alla venerabile immagine della Vergine di Guadalupe. Semplicemente nel cosrso degli anni in cui la seguo mi pare di aver capito che possiede una caratteristica, la COERENZA. Ha detto che il doppio non le piace e non lo giocherà più e io non ho motivo di dubitare di una cosa detta dalla giocatrice in persona. Se uno dice di essere “mio” tifoso dovrebbe accettare le mie scelte e non dire “sì io tifo Cami, sono un suo tifoso e la apprezzo tantissimo. Ma secondo me deve giocare il doppio”. Se ti piace una che gioca il doppio, non ti piace Camila. Lo trovo di una sempicità disarmante…

        Come se io dicessi: tifo Sara, però deve servire meglio, essere più propositiva da fondo, attaccare appena può. Capisci che qualcosa non quadra…?

        • robdes12 by robdes12

          concordo, il nostro problema è che qualcosa non quadra ma capire che cosa sia è dannatamente difficile. Ogni sconfitta pare sempre per un motivo diverso. E poi misteriosamente un giorno quadrerà tutto, senza nessun perchè e per come. Il talento è una cosa così misteriosa nella sua essenza e nelle sue esternazioni, e certe volte mi domando se non avessero ragione i greci antichi a vederlo come frutto della capricciosità delle Muse.
          Comunque ho notato che quando ti ci metti altrove fai anche il moschettiere di Sara, in un modo che manco Sarathebest ti arriva alla caviglia.
          😉
          Non facciamoci il sangue amaro, in fondo siamo tutti sulla stessa barca e vogliamo che non affondi mai.

    • Lucia by Lucia

      @ Tommaso . Ti leggo sempre, spesso non condivido ma riconosco che le tue considerazioni sono sempre lineari e coerenti. Adesso però’ non ti seguo più’ : Prima sostieni che dare consigli a Camila dietro una tastiera e’ troppo facile e poi tu dici di sapere già’ cosa farà’ o non farà’ ?

      • by SanTommaso

        Non dico di “sapere già’ cosa farà’ o non farà'”, mi baso su dati empirici, su esperienze pregresse, solla conoscenza – indiretta – che ho di Camila. Ha detto che non giocherà il doppio perché non le piace ed è un altro sport. Perché insistere sul fatto che dovrebbe giocarlo? Nel corso della carriera, quando ha potuto giocare le quali WTA anziché essere tds negli Itf ha scelto le quali WTA. Quando poteva giocare i WTA International da tds ha scelto le quali Premier. Ora che potrebbe giocare tutte le categorie di tornei sceglie i più difficili. Perché insistere nel dire che dovrebbe richiedere wc per tornei International con entry list in cui la tds numero 1 è, con tutto il rispetto ma si parla semplicemente di ranking, Roberta Vinci? Ha detto che il suo gioco aggressivo contemplerà sempre una certa dose di rischio e quindi i df ci saranno sempre. Perché dire che dovrebbe fare meno doppi falli e rischiare di meno?

        Non è che “so cosa farà”, diciamo che immagino cosa potrebbe fare dal momento che negli ultimi 5-6 anni ha fatto determinate scelte e detto determinate cose. Difficile credere che cambierà adesso. E sciocco, lo ripeto, sciocco e inutile alla luce dei fatti “chiederle” cose diverse da quelle che ha sempre fatto. Sciocco e inutile perché le proposte rimarranno inascoltate e la gente che le avrà formulate si sentirà sempre più delusa e frustrata nel vedere che Camila non cambia. Allora ci vuole così tanto a prendere atto che Camila è QUESTA e non sarà mai quella che vogliono Sergio, r.b., Madoka, Atom…. anche io. Io vorrei che Camila servisse solo ace, che vincesse tutte le partite 61 62 e che fosse arrivata al numero 1 del mondo entro i 20 anni. Con la massima onestà, avrei dovuto tifare Serena Williams. Invece tifo Camila per quella che è, non per quella che gli altri vorrebbero che fosse. E la trovo una cosa talmente banale che mi stupisco di chi dice che non voglio che si critichi, che le critiche costruttive qua, e che se giocasse il doppio là. Se giocasse il doppio sarebbe la Vinci, se sbagliasse meno sarebbe la Errani, se giocasse back e palle corte sarebbe la Schiavone, se fosse alta 10 cm in più sarebbe la Knapp e se avesse vinto IW sarebbe la Pennetta.

        • Lucia by Lucia

          Per quanto mi riguarda se esprimo una considerazione non lo faccio con l intento di dare consiglio. Semmai il mio e’ un auspicio e totalmente disinteressato. Il senso di un sito come questo dovrebbe essere condividere o confrontarsi su idee contrapposte o coincidenti .
          Per quanto riguarda il resto, rimango sinceramente e favorevolmente colpita dal tuo senso di appartenenza e dal significato che dai alla parola ” coerenza ” .
          Nella vita tutto questo rappresenta un valore ( almeno per me ) , nello sport ti accorgerai che le cose che non funzionano , si cambiano.
          E se un giorno questo avvenisse, Camila non sarebbe meno speciale.

  52. by C.M.

    In linea puramente ipotetica:
    Camila sarebbe ancora in tempo a chiedere WC per Baku?

    • r.b. by r.b.

      Cami non andrà mai a Baku però in teoria direi di sì, la wild card è sostanzialmente un invito degli organizzatori, quindi loro fanno quello che vogliono. Se non hanno ancora assegnato le wild card possono certamente farlo adesso o nei prossimi giorni.

      • by C.M.

        Penso anch’io che non lo farà, però giocare qualche incontro in più (e possibilmente racimolare qualche punto) prima del cemento americano , sarebbe veramente utile

  53. by giacomo carbone

    Questo mio intervento è in particolare dedicato a San Tommaso. Allora, posso capire chi fa il professore di italiano (chiedo venia per l’imperdonabile errore gli/le), ma non chi accusa la gente di provocare senza conoscerla. Io tifo Camila da una vita, e appartengo ai moschettieri doc da tempo, almeno secondo il famoso elenco di r.b.. Ho ripetuto mille volte che Camila per me vale una top 5 , anzi che è seconda soltanto a Serena, se qualcuno non mi ha letto non è un problema. Proprio perchè la reputo potenzialmente una grande campionessa, mi sconcerta la fragilità del suo carattere e l’alternanza dei risultati, che sono un handicap pesantissimo, un fardello per il quale secondo me è già un miracolo, lo ribadisco, essere al n. 30, visto che può perdere con chiunque. E ribadisco che ogni stagione che passa, senza che ci sia la definitiva consacrazione, è un’annata sprecata, a prescindere da quanto abbia guadagnato, come qualcuno meschinamente mi fa notare. Ora quest’anno, malgrado la prima vittoria wta, non mi sembra che si sia raggiunta una continuità di risultati accettabile, in considerazione delle sue infinite potenzialità. Il circuito è pieno di gente che ha vinto un titolo o che è arrivata una volta nelle top 30 ma che non ha lasciato tracce nella storia del tennis. Camila merita di più e chi si accontenta evidentemente non comprende che questa ragazza può diventare la più forte tennista italiana di tutti i tempi, se soltanto migliorasse la sua tenuta mentale e la sua tattica. San Tommaso dice che noi non abbiamo diritto a criticarla, e perchè mai? Io tifo visceralmente Giorgi, ogni sua sconfitta mi rovina la giornata, e da che mondo e mondo i tifosi han diritto di criticare i propri beniamini proprio perchè li adorano.

    • by giacomo carbone

      oh mi è sfuggito un accento di una e/è che cosa terribile!

      • robdes12 by robdes12

        guarda che sono errori di digitazione, mica di ignoranza. Quanti ne commetto io per precipitazione o perchè scrivendo con dieci dita senza guardare la tastiera le mie dita, come se suonassi un pianoforte, non premono bene di quando in quando? Se anche Cami sbaglia punti fatti, noi chi siamo per tasteggiare sempre in modo inpeccabile?
        😉

    • by C.M.

      Perdere con Francesca è molto diverso dal “perdere con chiunque”.
      E lo stesso vale per i precedenti con la Kuznetsova (altra accademia del tennis)
      Del resto se Camila vuol diventare la miglior tennista italiana di sempre… deve fare meglio di Francesca 😉

      • by giacomo carbone

        certo che la schiavone ma non è chiunque ma l’impatto psicologico negativo può essere peggiore

  54. by C.M.

    E’ stata una bella partita. Ha vinto Francesca e con pieno merito.
    Del resto avevo già scritto ieri che il risultato era tutt’altro che scontato e che anzi mi aspettavo una Francesca in stile stesa alla Bouchard. E così è stato.
    Non c’è stata la stesa perché Camila è – al di là della classifica – giocatrice con più risorse della Bouchard, ma Francesca ha giocato veramente bene.
    Servendo benissimo, fra l’altro.
    Del resto si sa che le battaglie epiche la esaltano…

    Resta il rammarico perché Camila ha comunque perso più per vuoti mentali che per reale inferiorità.
    Insomma con una gestione un po’ più attenta dei punti e un po’ meno fretta in certe circostanze avrebbe potuto tranquillamente essere lei quella che portava a casa l’incontro.
    Quanto sarebbe bello se un po’ dell’esperienza e del “mestiere” di Francesca potesse essere passato a Camila. 🙂

    Speriamo che La Leonessa non si sia appagata con questa vittoria e che continui alla grande strapazzando la Flipkens

  55. r.b. by r.b.

    Cami sta comunque migliorando e l’anno prossimo sarà a ridosso delle top 10 (e si spera magari anche dentro). Il gioco deve essere perfezionato e migliorato, ma questo è normale. I colpi di inizio gioco sono ovviamente fondamentali, con un servizio e una risposta affidabili (cioè in campo la maggior parte delle volte) si andrà lontano. Negli scambi Cami è già tra le migliori, non capisco perché abbia a volte sembra che abbia paura di scambiare anche a lungo contro tenniste che non possono reggere la sua velocità e pesantezza di palla. Unica cosa: quello che mette in difficoltà vera l’avversaria è la PROFONDITÀ dei colpi. Su questo c’è da lavorare ma siamo a buon punto.

    • Andy by Andy

      Infatti come è sembrato ieri, la maggior parte dei punti vinti ( non per errore della Schiavone) sono arrivati dopo scambi oltre i 3 passaggi, quando Francesca faceva il tergicristalli e Camila limitava i rischi provocando un progressivo ritardo di Francesca sulla palla.

    • zio gio by zio gio

      Per progressione nello scambio Cami non ha rivali. Sarebbe curioso chiedere a Francesca, così come accaduto con Flavia, quante altre avversarie le abbiano giocato vincenti a quella velocità di palla. Considerandone la tipologia di gioco, Cami potrebbe anche esser – paradossalmente -considerata solida. Non sicuramente nei colpi di inizio gioco. Il progresso dovrà passare per quella strada.

      • r.b. by r.b.

        Io dico sempre che a palla in campo Cami è una delle migliori (top 5 intendo)… Magari sbaglio, ma sarebbe bello avere la controprova….
        Tra l’altro ieri se avesse risposto sempre in campo avrebbe messo molti più dubbi a Francesca al servizio. Ricordo una risposta debole e centrale di Cami su cui Francesca ha sbagliato un dritto molto facile. Solo se metti la palla in campo l’avversaria può sbagliare… 🙂

    • robdes12 by robdes12

      a me pare che quando scambia quest’anno dopo un po’ le viene appunto paura. Un anno fa non succedeva, Ha vinto quasi sempre i palleggi tesi con Vika e Woz, quest’anno invece dopo il terzo scambio comincia la fifa. In Olanda questo non è successo e anche in difesa ha fatto vedere di che pasta è fatta. Tu riesci a spiegare come si possa fare col rovescio dei colpi così stretti da posizioni decentratissime e invece metterlo fuori quando hai dieci metri di campo in cui collocarlo a qualsiasi velocità e profondità possibili (leggasi il rovescio sbagliato nel tie-break con fjrancesca dall’altro lato del campo e fuori causa). Forse c’è da capire che in alcuni momenti l’istinto vale poco e deve subentrare il ragionamento. Ha vinto in quel modo con Dominika mi pare, Ieri era invece in modalità sparapalle alternata. Un game controllato uno forsennato, finchè la bravura dell’altra e la sua enorme capacità di stare sulla partita (non dimentichiamoci che ha il record di lunghezza di incontri) l’hanno messa alla corda. Francesca non è tipo da df sul match point.

  56. Andy by Andy

    Al di la dei numerosi errori in risposta e un servizio più affidabile ( ma non per questo più efficace)
    non sono d’accordo con chi ha scritto che Camila ieri era da top 80, piuttosto ho visto una Schiavone da top 20 e al di la del punteggio secco 2-0 il match in numerose occasioni avrebbe potuto prendere un altra piega, certo è che Nel torneo vinto si è visto che Camila tecnicamente il tennis ce l’ha il problema è che quel tennis si sta sempre più rivelando una perla rara e non vorrei che finisse per essere un match unico, quella vittoria, diciamocelo apertamente ci ha dato molta fiducia, fiducia che almeno per me torneo dopo torneo si sta affievolendo, poi sui motivi e sulle ragioni possiamo filosofare all’infinito, ma alla luce dei fatti il tennis di Camila si sta rivelando nei risultati un castello di carte, quando credi di essere arrivato a buon punto un alito di vento e tutto sembra cadere, nessuno di noi è dentro ai problemi reali di Camila e del suo team quindi qui al di la delle analisi sullo svolgimento del match e del tenis visto, più o meno piacevole ma di poca efficacia OGGETTIVA, per sapere qual’è la soluzione bisogna prima venire a capo del problema in se, quindi fin qui tutti noi possiamo solo avanzare ipotesi e null’altro ( tutti indistintamente)
    io da tifoso mi auguravo che dopo il match contro la Bencic (!) le cose potessere prendere una piega più stabile ma vedo che ancora non è così, e pur continuando a sostenere Camila perché
    il suo dinamismo e la sua rapidità mi hanno letteralmente abbagliato non posso che essere dispiaciuto ogni volta che perde, quale tifoso dell’Italia di calcio è contento quando la ns nazionale perde ? se poi essere amareggiati vuol dire non essere presi per tifosi be pazienza, la verità, quella nostra sarà sempre autentica almeno nei nostri confronti.

  57. Guido by Guido

    Questo e’ cio’ che scrivevo ieri prima del match con Francesca purtroppo a partita giocata devo dire che i miei timori erano abbastanza fondati.

    In teoria Camila con Francesca sul cemento non puo’ mai perdere, certo sara’ importante servire un filo meglio di ieri e limitare comunque i gratuiti, mi fa un po’ paura la posizione che e’ tornata ad assumere in risposta davvero troppo dentro al campo e soprattutto sulla seconda di Francesca che e’ molto arrotata quella posizione potrebbe essere un problema perche’ o colpisci con un timing perfetto oppure le spedisci tutte in tribuna.

  58. pablox5452 by pablox5452

    Sono dispiaciuto ma non sopreso né arrabbiato per la sconfitta sontro Francesca- Come avevo detto era un match molto difficile, quando giochi contro giocatrici come Schiavone o Wozniacky che sono o sono state nella top 5 e hanno fatto finali slam, nel caso di francesca vincendole, non è che vai ad un picnic… Mi pare che ci sia stata sottovalutazione (nel forum) delle difficoltà del match, Perchè la schiavone può anche non reggere qualche scambio (e così è stato) ma ha molte risorse tecniche e tattiche a cui attingere, e può perdere 5 volte di fila al primo turno, ma rimane una che sa giocare a tennis e se è in forma è un osso durissimo da sgranocchiare. Sapevo che poteva, a differenza della cibulkova che ho sempre trovato giocatrice modesta, infilarsi nelle pause di Camila, e così è stato, mentre Camila non è stata brava a fare altrettanto, vedi i 2 break di vantaggio ottenuti con giochi in cui l’avversaria è rimasta a zero. In quei frangenti si sono viste le lacune non tanto del gioco, ma nella capacità di gestire il match ed il servizio, sia nel primo che nel secondo set una coppia di DF (non molti complessivamente, anche Schiavone ne ha fatti ma li ha compensati con una pioggia di ace) hanno portato al break. Poi nel Tie break Schiavone perfetta. Quindi ci sta di perdere, non è niente di grave, credo che la finale possa essere tutta italiana ma a prescindere dal seguito non è una sconfitta grave, purché si riesca a migliorare nella gestione di certi momenti, e questa non è una cosa che si impara in allenamento, non centrano i coach ma serve gicoare tanto e anche perdere, ma fare esperienza, da questo punto di vista preferisco questa sconfitta ai match vinti contro numeri 400 del mondo facendo 17 DF…

    • Andy by Andy

      trovo anche io che troppo facilmente la testa stava già all’incontro di domani, e forse anche Camila aveva la testa li, ma questa è solo una supposizione.

  59. Sergio5912 by Sergio5912

    Ok, vista l’ora, direi che è il caso di staccare, almeno per me, buonanotte a tutti.
    Non senza aver gridato ancora una volta VAMOS CAMILA

  60. journasesto by journasesto

    Onore alla Leonessa, che ruggisce sempre e che oggi non ha sbagliato quello che non doveva sbagliare: break point nel primo set, Match point sul suo servizio nel tiebreak.
    E onore per i complimenti a Cami dopo la partita: “presto sarà vicina alla top ten”.
    Brava Camila anche, fa niente la sconfitta. Nello scambio ottima prestazione. C’è da lavorare sui colpi di inizio gioco, servizio e risposta. Già lo sapevi ma questa è la conferma. Se metti a posto quelli (soprattutto sui servizi slide a uscire) pochi traguardi ti saranno preclusi.
    Vamos Camila, torna presto vittoriosa!!

  61. by SanTommaso

    Non ne faccio una questione di difendere Camila e Sergio o meno, su queste pagine o dove c’è gente che non sa scrivere in italiano ma si crede Brera, o gente che da dietro una tastiera scrive “eh ma dovevi, eh ma se facevi, eh ma io sapevo…”. Io potrei iscrivermi con un altro nick, spacciarmi per Bollettieri e dopo 1 minuto avrei perso di credibilità. C’è gente che non si sforza neanche di sembrare professionale, dice di avere la verità in tasca poi non sa neanche scrivere Cibulkova (ho letto che Camila ieri è stata fortunata contro Sibulkova) o non sa neanche contro chi ha giocato Camila, però ha perso e “deve fare meno doppi falli” o “deve cambiare allenatore”.

    Ne faccio una questione di vedere le cose nella giusta prospettiva, perché secondo me in tanti, sempre di più tra l’altro, trasferiscono su Camila delle idee proprie, che a Camila non la sfiorano minimamente. ATTENZIONE: io continuo a pensare che Camila non legga questo spazio, e continuo a pensare che sia anche giusto così. Lei è una professionista nel suo campo, io nel mio. Se Camila venisse a dirmi come fare il mio lavoro, io per cortesia le sorriderei, la ringrazierei, e poi farei uscire dall’orecchio opposto dal quale è entrato il consiglio. Ma visto che qui ci si confronta e io, che scrivo da più tempo di molti di voi su questo spazio, ho piacere a visitarlo ancora di tanto in tanto, mi permetto di chiedere una cosa:

    ma voi sapete chi è Camila?
    Voi avete capito chi è, cosa fa, come lo fa?
    O siete rimasti abbagliati da Camila (dal gioco, dal diritto, dal rovescio, dai capelli biondi o dal vestito, non importa come siete arrivati fin qui…) e poi però volete mettere del vostro nella sua carriera.

    Perché secondo me molti “tifosi” di Camila non sono “tifosi di Camila”, ma sono “tifosi della Camila che vorrebbero”. Io posso capire l’occasionale, che scrive su siti generici la prima cosa che gli passa per la testa… ma non posso crederci quando leggo, ancora, a luglio-quasi agosto 2015, sul sto di Camila Giorgi, qualcuno che dice che forse dovrebbe cambiare allenatore. Che non dovrebbe spingerle tutte. Che dovrebbe limitare i doppi falli. Che dovrebbe chiedere una wild card per Baku. Che gioca poco. Che sbaglia la selezione dei tornei. Che dovrebbe sorridere di più. Che dovrebbe giocare il doppio.

    Ragazzi, ma veramente, io ve lo richiedo perché forse è difficile cogliere la differenza: ma voi tifate Camila Giorgi o tifate quella che vorreste fosse una vostra versione di Camila Giorgi?

    Camila non giocherà il doppio, anche solo fosse una questione di principio. Camila gioca i Premier perché incontra le migliori, non chiede wild card per Pattaya, Rio, Tashkent. Camila in campo non ride, perché non c’è un cazzo da ridere quando un punto ti cambia una partita (o come a Hertogenbosch un torneo). Camila ha lo sguardo da killer verso l’avversaria, la telecamera, sergio, il giudice di sedia, il tipo in seconda fila, perché in campo ci va per vincere, non per fare le smorfiette e sembrare simpatica. Camila è una testarda, e se una le tira un vincente in risposta ad una prima, se potesse la porterebbe su un ring e ci farebbe a pugni. Giocatrici come Serena che ti urlano in faccia o la Sharapova sarebbero – sportivamente s’intende – capaci di molto peggio. La stessa Errani, metaforicamente, ti costringe a scuoiarla viva per farle un punto. Il tennis è una battaglia, ha ragione Sergio quando dice che è uno sport simile al pugilato, solo che i “pugni” sono i vincenti, i c’mon, i pugnetti, le discese a rete, le palle corte. Camila farà sempre tanti doppi falli perché non vuole servire una seconda che non accende il tabellone della velocità del servizio e farsi tornare indietro un comodino. Camila spingerà tutte le palle perché vuole vincere, non vuole non-perdere. Sbaglia? Chi può dirlo. Fa bene? Chi può dirlo. Ma cari ragazzi… la carriera è la sua, la vita è la sua, la partita che vince o perde la perde lei e porca miseria io sarò l’ultimo a cedere su questa cosa: SONO-AFFARI-SUOI. Se io venissi a darvi un consiglio (badate, non richiesto… perché non mi sembra che Camia abbia chiesto il nostro parere su questioni tecnico-tattiche) e voi decideste, per pura follia, di seguirlo…e poi quel consiglio si rivelasse sbagliato… cosa pensereste? Non di me, di voi. “Che cogl… che sono stato, ma perché ho dato retta a quello, ma perché non ho fatto di testa mia?”. Ecco. Siccome io credo che il 99.99% dei consigli dati da utenti dietro una tastiera non siano utili ad una professionista che è la trentesima migliore al mondo in quello che fa possano esserle utili, penso proprio che se Camila desse ascolto a noi, tempo 5 minuti e si direbbe “che cogl… che sono stata, perché non ho fatto di testa mia?”. Lei per fortuna non si pone il problema, perché FA GIA’ di testa sua. Solo che qualcuno, ahimé molti, e sempre di più, non lo accetta. E chiede, implora, consiglia, suggerisce, propone, si augura… buon pro vi faccia.

    p.s. @Sergio: io mi tengo tutta la vita 22 df con vittoria, piuttosto che gli 8 con sconfitta. Sergio, visto che parlavi tu di df… quando Camila ne fa tanti, lo sottolinei dicendo che facendone meno si sarebbe vinto meglio. Oggi, invece, degli 8 df ne prendi due specifici e ti concentri su quelli. QUESTO E’ GIUSTO! Non è il numero di df, è il “peso specifico”. Il problema è che andrebbe fatto SEMPRE. E’ quello che sostengo da sempre: Camila può fare 22 df e vincere, CHI-SE-NE-FREGA. ne facesse 33 e vincesse. CHI-SE-NE-FREGA!!!

    Ma se un giorno, gli Dei del tennis non vogliano, ne farà UNO soltanto e lo farà sulla palla break che deciderà l’incontro, quell’unico, singolo, insignificante df sarà valso più di tutti i 22 df fatti con la Cibulkova. E’ questo ciò di cui bisognerebbe tenere SEMPRE conto. Ridurre tutto a “fa troppi df, se ne facesse di meno…” è sciocco, inutile, fuorviante. Ieri ha fatto 22 df e ha vinto in tre set. Oggi ne ha fatti 8 e ha perso in due set. Possiamo, LOGICAMENTE, dire che i 22 df di ieri non hanno influito? Eppure ieri sostenevi il contrario e ne chiedevi di meno. Sei stato accontentato, oggi Camila ha commesso praticamente un terzo dei doppi falli di ieri. Risultato? PERSO. Spero che un giorno riuscirai a capire cosa intendo…

    • Sergio5912 by Sergio5912

      @ Tommaso
      Sul peso specifico, come non essere d’accordo con te ? In questo caso, cioè oggi, sono stato aiutato nell’analisi dal fatto che avendo perso un game fondamentale a 30, avendone fatto due, è consequenziale dire che siamo stati determinanti.
      Generalmente concordo con te che nel computo totale di un match, risulta difficile determinarne l’incidenza, così come è innegabile che è meglio vincere il match con 22 df, che perderlo con 8 df.
      L’unica cosa sulla quale non c’intendiamo, forse sarò io poco efficace nell’esposizione della teoria, è quella relativa non all’incidenza dei df sull’esito degli incontri, troppe sono le variabili in gioco, bensì all’influenza che gli stessi possono avere, è quasi sempre hanno, sulla durata degli incontri, a prescindere dal risultato finale. È indubitabile che più df fai, più punti concedi all’avversaria, e più allunghi il match, con ulteriore dispendio d’energie psicofisiche che potrebbero tornarti utili nell’eventuale prosieguo del torneo. Questo chiaramente se giochi una partita normale con vincenti ed errori più o meno equamente distribuiti, chiaro che se poi al di là dei df, fai solo vincenti, la partita comunque dura poco. Ma quest’ultima è un’eventualità più unica che rare, ne convieni ?
      Comunque se interloquiamo sempre con questi toni, avremo modo e tempo per intenderci, ne sono sicuro.

      • by First

        @Sergio5912. I df incidono come qualsiasi altro errore gratuito, più o meno in base al momento del match ma incidono sempre e comunque, molto anche sul piano psicologico, incrementando l’insicurezza.
        La verità è che Camila usa una “tattica” stile roulette russa, rosso o nero, punto o fuori, il risultato finale è frutto spesso del caso o della fortuna. Può perdere o vincere con chiuque, ma non è questo che mi aspetto da una tennista di quella potenzialità: con la Schiavone attuale non può perdere, occorre riconoscere la gravità di questa sconfitta.

        @SanTommaso. Di tutto il commento ho apprezzato la ottima sintesi in poche righe dei famosi suggerimenti non richiesti alla nostra Camila: “…qualcuno che dice che forse dovrebbe cambiare allenatore. Che non dovrebbe spingerle tutte. Che dovrebbe limitare i doppi falli. Che dovrebbe chiedere una wild card per Baku. Che gioca poco. Che sbaglia la selezione dei tornei. Che dovrebbe sorridere di più. Che dovrebbe giocare il doppio.”

        Certo, ovvio, mi sembrano ottimi suggerimenti visto l’andamento pseudocasuale dei risultati, perché mai dovrebbe continuare a sparare tutto, a battere una top ten e subito dopo perdere con una 80, ad alternare vittorie e sconfitte che non sembrano affatto inevitabili, in definitiva perché non dovrebbe capitalizzare maggiormente il suo grande talento tennistico usandolo in modo più produttivo e meno kamikaze? Perché è combattiva e gli piace il pugilato?
        E il tifoso di Camila non dovrebbe essere incazzato perché la vede perdere, anzi buttare via gratis, dei match ampiamente alla sua portata? Dopo aver sofferto enormemente a vederla (forse è meglio il live score, la diretta tv spesso è un vero thriller), deve tacere fiducioso piuttosto che sfogarsi e cercare di aiutare la sua beniamina a fare quello che tutti noi vogliamo, cioè vincere?

        Per me con la tua fede cieca sei fuori strada SanTommaso, opinione personale. A meno che tu ritenga che Camila non sia una vera campionessa, ma solo una discreta atleta che può fare qualche sporadico e spettacolare exploit, senza grossi margini di miglioramento e senza prospettive di carriera molto importanti. Io penso l’opposto, e vorrei vedere concretizzarsi al più presto questa potenzialità.

    • ghezzo63 by ghezzo63

      Bravo Tommaso , MA CHI SE NE FREGA !!! …

    • zio gio by zio gio

      Tommaso,
      ieri Camila ha giocato un buon 63 percento di prime palle. Causa necessaria per un numero di doppi falli contenuto, ma pur sempre eccessivo. Quindi, merito all’avversaria per averle neutralizzato parzialmente il servizio, ma al contempo contestualizziamo i numeri.

    • robdes12 by robdes12

      ma guarda che noi mica scriviamo perchè Camila ci dia retta, ci mancherebbe altro, Se proprio deve ascoltare pareri esterni può chiedere alle compagne di Fed o a professionisti di validità acclarata. Noi scriviamo per chiarire a noi stessi le motivazioni che portano all’opinato o all’inopinato nei suoi incontri, altrimenti dobbiamo trangugiare che tutto è caos e ciò che avviene è puro frutto delle circostanze e dell’arbitrio. Per altro può anche darsi che chi ha scritto su di lei in tutti questi anni senza saperlo potrebbe aver trovato l’uovo di colombo, e chi può dirlo? Però la carriera di Camila per adesso non è certo da stupor mundi. Ricordati che sono stati fatti a brandelli più volte sportivi che avevano già avuto risultati eccezionali, che c’è di terribile nel valutare positivamente o negativamente gli attuali risultati di Camila?

  62. by antonelo

    Grande, grandissima, immensa, divina Camila! Sempre e comunque.
    Questa volta le è sfuggita la vittoria, ma è stato solo per un pelo!
    Sarebbe bastato qualche errore in meno nei momenti decisivi… ma pazienza….
    Vamooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooos

  63. r.b. by r.b.

    Mah, non sono molto d’accordo con molti di voi sull’analisi della partita di oggi. Primo set perso per soli due punti e UNA SOLA palla break (che tra l’altro Cami avrebbe fatto bene a lasciare, secondo me era in corridoio, ma vabbé). Secondo set che si poteva vincere (ha servito per il set) o anche al tiebreak, bastava tenere la palla in campo. Due o tre colpi finiti fuori di poco, Francesca che ha messo una gran risposta sulla riga su una palla break, insomma è stata una partita equilibrata. Poteva anche finire diversamente. Anche con la Cibulkova si poteva perdere e invece si è vinto per un soffio. Se arrivi alla fine di ogni set punto a punto rischi sempre di perdere (ma puoi anche vincere, ovviamente).
    Forse il discorso da fare è un altro.
    Noi vorremmo che Cami sovrastasse le sue avversarie e quindi vorremmo delle chiare vittorie in due set, tipo 6-2 6-1. È possibile? Secondo me al momento no, perché con tutti questi errori gratuiti (oggi soprattutto in risposta) si può anche vincere, ma non si può mai STRAVINCERE. Alcuni sostengono che si possono vincere le partite anche con 22 DF. Certamente è vero, ma con 22 DF non vincerai mai comodamente in due set, dando l’impressione di non rischiare niente, che poi è la prerogativa di grandi campioni. Con venti e più doppi falli andrai sempre al terzo set RISCHIANDO sempre di perdere. Se si regalano game al servizio e grappoli di game in risposta me lo dite come si fa a vincere 6-1? Nel tennis ad alto livello la verità è che non si può sbagliare quasi niente (quasi, e comunque molto poco). E gli errori si pagano maledettamente cari. Un game è fatto da soli quattro punti, non trentasei. Se fai due doppi falli e un gratuito, rischi seriamente di perderlo. Poi magari fai i miracoli e lo salvi, ma hai rischiato e prima o poi il break ci scappa. Se tiri 3 risposte consecutive sui teloni vai sotto 40 a 0 e quando ca…. lo fai il break? Non lo fai mai. Punto.
    Eppure sono sicuro che Cami sa giocare benissimo tenendo la palla in campo, perché l’ha fatto molte volte. Secondo me sta ancora maturando, e non lo dico qui per la prima volta, l’anno buono sarà il 2016 o il 2017. Quest’anno godiamoci la top 30 che è già tanta roba. La Muguruza era un po’ come Cami, poi ha capito che deve tenere la palla in campo a tutti i costi, altrimenti tutti gli sforzi valgono un c… e vedete dov’è adesso. Cami dovrà inchinarsi anche lei alle leggi del tennis e a ben vedere anche a quelle della fisica.
    Inutile fare proclami per gli US Open. Arrivare a fine anno nelle top 25 sarebbe già un risultato fantastico.
    E comunque ripeto oggi Camila non mi è dispiaciuta, contro una avversaria molto forte e che ha giocato alla grande e a cui dobbiamo solo fare i complimenti.

    • Lucia by Lucia

      Oggi la prima e la seconda in classifica per numero di doppi falli, di errori al servizio ne hanno commessi ben pochi. Ma hanno perso entrambe e pure maluccico.
      Per quel che mi riguarda il problema non sono le cose che non funzionano ( hai ragione , la perfezione e’ di un altro mondo ) quanto il fatto che se una risposta va fuori di 20 cm , quella dopo esce di 40 e la terza di un metro.
      Detto questo la Schiavo ha giocato bene ed è’ una sconfitta che ci può’ stare.
      Anche perché’ a parte la risposta inguardabile per un set e mezzo per il resto Camila non ha giocato male e ha lottato su ogni palla.

      • r.b. by r.b.

        Chi sono la prima e la seconda in classifica cui ti riferisci nel post?

        • Sergio5912 by Sergio5912

          @ r.b.
          Ahhhh, sei poco attento, Lucia si riferisce a Camila e Cornet, rispettivamente prima e seconda nella classifica dei df ( Camila con oltre 300 ), le quali hanno appunto perso entrambe, ieri, pur commettendo pochi df.
          Della serie, i df avranno pure una loro importanza, ma sono altrettanto incidenti in negativo, le risposte sbagliate, ( ieri troppe ), e tutti gli altri errori.

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Comunque, sono convinto che si fosse parlato di altra classifica, a buon intenditor poche parole, saresti stato sicuramente sul pezzo, e l’avresti snocciolata a memoria.
            🙂 🙂

      • Andy by Andy

        Io ritengo come ho detto più volte che i DF possono avere 2 matrici, una è un limite tecnico o psicologico di chi li commette a prescindere se temporaneo o costante, e l’altro è il rischio che si prende, in questo caso Camila ha sempre affermato che i suoi DF sono una conseguenza del suo gioco aggressivo, trovo che ieri Camila non lo sia stata abbastanza, schernito quando ho scritto che Camila dovrebbe prendere più rischi al servizio con una risposta ” Cioè dovrebbe fare più df ? ” alla fine tutti i nodi sono venuti al pettine, io mille volte al di la di ciò che scrivono i Rosikoni e ciò che scriveva Atom qui su cui spesso non mi trovavo d’accordo preferisco una Camila che commette 20 df a match ma che rischia, non che gioca col freno a mano.

  64. Giacomino by Giacomino

    Sento le trombe un pò “sfiatate”. Ma come !!! Ohè, trombettieri….. Camila è n° 30 !!!! Dobbiamo essere felici.

    Si, anch’io a gennaio, pensavo e speravo che a fine luglio….. magari n° 21 o n° 24.
    Comunque Camila sta andando in su nella classifica, va nella direzione giusta.

    Ciao a tutti, specialmente a quelli più delusi !!!!

  65. Lucia by Lucia

    Finita di vedere la registrazione adesso. Non si può’ rispondere così’ ….
    Da quanto tirava forte e lungo ho temuto che la pallina mi colpisse sul divano .
    Per il resto però’ non ha giocato male.

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Ciao Lucia, io non ho rivisto il match, ma ricordo perfettamente che sono stati tanti i games , soprattutto nel primo set, in cui Camila in risposta ne ha sparato fuori anche 4 di fila, e questo indipendentemente dalla velocità, dal taglio e dalla profondità del servizio della Schiavo.
      Per cui relativamente ai games in risposta, e’ lecito chiedersi :
      A) sa giocare solo in questo modo ? Sono sicuro di no
      B) vuole giocare solo in questo modo ? Spero no
      C) è incapace di leggere i momenti ? C.S.
      Considerando che una volta entrata negli scambi, spesso ha portato a casa il punto, con colpi ed accelerazioni notevoli, perché si è intestardita a voler chiudere subito lo scambio con il primo colpo in risposta, nonostante l’alta percentuale d’errori ? Per favore non banalizziamo tutto con la solita solfa……io faccio il mio gioco, questo può essere un mantra che ha un suo perché se dato in risposta in determinate interviste, ma quando si incontra una giocatrice brava, esperta, con una gran varietà di colpi, bisogna fare i conti anche con le difficoltà che la stessa ti propone, ed avere armi adatte a neutralizzarle. Se questo vuol dire snaturare l’indole ” attacca tutto, sempre e comunque, non è mica peccato mortale. A volte, quasi sempre in realtà, conta vincere.
      La sua crescita, passa inevitabilmente anche dal superamento di questi che per noi sono arcani, ma sicuramente saranno oggetto d’analisi e discussione all’interno del suo staff.
      Io tifo ed amo Camila, però mi rode quando perde, a maggior ragione considerando le sue enormi potenzialità, che spesso, ahinoi, restano inespresse.

      • Lucia by Lucia

        Alle tue domande non so rispondere anche se spero anche io di no .Di certo stai parlando del cuore del problema.
        Comunque Onore alla Schiavo.

        • Sergio5912 by Sergio5912

          Mi associo ai complimenti per l’immensa Schiavo, unica italiana, non dimentichiamolo mai, ad avere vinto uno siam ed arrivare in finale l’anno dopo, a dimostrazione che la vittoria, non fu un episodio isolato.

          • robdes12 by robdes12

            ma secondo te Francy ha fatto davvero il suo gioco? Di solito lei costruisce trame per poi fare vincenti nei modi più vari. Quanti dritti in topspin anomali hai visto, o rovesci liftati lungolinea, o voleè? Al solito nei momenti clou non ne ha avuto bisogno, ci pensava prima Cami a terminare lo scambio. Io raramente ho visto la Schiavone fare così pochi colpi da applauso e lavorare di più sul far sbagliare l’avversaria.

            • Sergio5912 by Sergio5912

              E che con Camila in tante fanno cosi, la loro tattica è allungare lo scambio, confidando nel probabile ( alcune giornate, direi certo ) errore di Camila

  66. Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

    Bon ragazzi, visto che si invocano dei difensori per la prestazione odierna, eccomi qua! 🙂

    Primo, come sempre, ma oggi più del solito, onore alla vincitrice. Francesca è in gran forma, ha tirato fuori una prestazione maiuscola. Ha servito bene, ha risposto meglio, ha variato i colpi, non ha dato ritmo a Camila. In una parola, ha fatto una gran partita.

    Camila questa volta NON ha giocato male, è stata sovrastata sul piano del gioco. Ed è una cosa che succede di rado, quindi, a mio avviso, doppio motivo per fare i complimenti a Francesca.
    Framcesca, inoltre, pur sbagliando il giusto, è stata assistita anche da un buon servizio, che le ha consentito di cavarsi d’impaccio in alcune circostanze difficili, e questo ha avuto il suo peso. Chiamatela freddezza o esperienza, fate come vi pare, ma non credo che si possa definire la Schiavone “una scarsona”, e che non sappia giocare come si deve i punti importanti.

    Detto questo, non comprendo esattamente che partita abbiate visto oggi. Camila ha giocato e sbagliato, come capita a tutti. E i problemi che ha avuto, a mio avviso non sono mentali, ma tecnici.
    Ha fatto sempre molta fatica a tirare su i rovesci in back (ricordo ancora una sonora sconfitta con la Flipkens) e la Francesca di oggi era una spanna sopra alla Flip di due anni fa. Eppure Camila oggi ha lottato alla pari. Questo, secondo me, si chiama progresso.
    Un limite tecnico di Camila è il posizionamento sul back di rovescio. Lo leggeva male, e spesso era 30 cm a sx di rispetto al punto in cui finiva la palla dopo il rimbalzo. Per una che gioca con il suo timing questo è un problema. Deve imparare, spero che lo faccia in fretta

    Per quanto riguarda i numerosi colpi falliti da Camila, è vero poteva rischiare meno, ma non credo che sia facile rispondere a topponi che cadono a 5 cm dalla linea di fondo.

    In buona sostanza, Camila oggi avrebbe dovuto sfoderare una prestazione maiuscola per vincere. Non ce l’ha fatta. Pazienza. Onestamente meglio perdere qui che in tornei più importanti.
    Non si è sempre detto che la forma deve arrivare durante il torneo? Che nei primi turni si rischia di più? Bene, è quello che sta accadendo negli ultimi tornei.
    Poi che si possa e si debba migliorare, è ovvio. Comunque secondo me oggi Camila non ha demeritato.

    Ok? Ah, dimenticavo: se potete, evitate di tirare in ballo Sergio ogni volta che si perde.

    Ha sbagliato a dire a Camila di attaccare il rovescio di Francesca? E’ possibile (ma comunque a me pare che Francesca abbia fatto più punti col dritto che con il rovescio, ma è una sensazione, non ho numeri a riscontro, magari @Enzo può aiutarci…), comunque, se sbaglia Camila a leggere un rovescio in back, non può sbagliare Sergio a dare un suggerimento? Eddai ragazzi, la perfezione è in Cielo, non qui sulla terra!

    Vamoooooooosssssss Caaaaaaaamilaaaaaaaaaaaa!!!!!

    • ghezzo63 by ghezzo63

      analisi perfetta , COMPLIMENTI !

    • zio gio by zio gio

      Sì, Camila, complessivamente, non ha giocato un match malvagio (sicuramente insufficiente in risposta). La questione delle sconfitte indolori, a livello di tempo e di spazio, la abbandonerei. Wimbeldon e, con esso, i tornei di preparazione ci hanno mostrato che Camila entra in campo per vincere, come tutte le altre giocatrici del resto. Per questo non avrebbe voluto perdere al primo turno di NY contro Rodionova, né oggi con Schiavone, in quel di Istanbul. La sconfitta, pertanto, ha lo stesso peso specifico di altre.
      Saluti

    • Andy by Andy

      ho notato anche io questo problema che a dire il vero ho trovato vistoso anche col dritto, purtroppo il timing di Cami è stato spesso sfasato dalle rotazioni della Schiavone.

  67. fabius by fabius

    Sicuramente un’occasione persa sia per fare punti che per acquisire fiducia.
    Mi preoccupa il discorso punti, mentre trovo irrilevante in best ranking di lunedì.
    Il fatto è che nello scorcio di stagione rimasto il cardine sono gli US Open, ed a questo ha mirato la programmazione di Camila, non deve fallirlo (tradotto deve arrivare almeno ad un terzo turno).
    Ma negli slam è fondamentale essere testa di serie: si è visto a Wimbledon, prima volta TdS e terzo turno anche non essendo in gran forma.

    Ora bisogna assolutamente avere ranking minimo 33 (la Peng non partecipa) il 24 agosto, quando si congela il ranking.
    Con la situazione attuale, immaginando che nessuna faccia punti, ma solo si scalino quelli in scadenza, a quella data Camila sarà 32ma, e dietro di lei ce ne sono almeno 6 nello spazio di una settantina di punti, pochi.
    Camila deve conservare questo esiguo margine, che vuol dire da oggi ad allora fare almento tanti punti quanto le avversarie.
    Camila può contare su solo due tornei, come anche altre, ma c’è chi parteciperà a 3 tornei (Garcia, Gavrilova) o addirittura 4, Niculescu.
    Assolutamente decisivi i due Premier nordamericani, dove tra l’altro ci sono solo 16 TdS, ci si affida al sorteggio.
    il rischio di non essere TdS agli US Open è forte, e si resta abbarbicati al caso: invece di trovare al primo turno una oltre la 100ma posizione, si può trovare Serena o chi per lei, e poi il buco ci se lo porta dietro tutto l’anno.
    Insomma, questa battuta d’arrsto non ci voleva proprio, rischia di condizionare tutto il resto della stagione.
    Ma non serve piangersi addosso, si deve ripartire con ancora maggiore determinazione, e molta maggiore lucidità.

    • journasesto by journasesto

      È arrivata a quarto turno di Wimbledon giocando le qualificazioni non sarà una testa di serie 30 o 32 a cambiarle la vita. Gliela cambierebbe entrare nelle 24, ma lì con due tornei non ci arriva…

  68. by giacomo carbone

    Bisognerebbe ammettere che è gia un miracolo essere al n 30 dovuto solo al suo talento perche in realta questa ragazza per testa e tattica vale un 80 posto..anzi avrebbe bisogno di qualcuno che gli dica che finora non ha fatto niente di speciale e che le partite non si vincono per diritto divino

    • by SanTommaso

      Punto uno: Camila è una donna quindi avrebbe bisogno di qualcuno che “LE” dicesse.. non che “GLI” dica.

      Punto due: miracolo o non miracolo, è al numero 30 del mondo. So che la cosa ti rode da morire ma così è. Ed è matematica, non miracolo. Se altre sono più brave di lei, che la superino in classifica. Con o senza miracoli.

      Punto tre: vale la posizione 80? E come mai è alla 30? Chi le ha regalato i 760 che la separano dalla Friedsam, da lunedì numero 80 del mondo? Tu? La WTA? Io? Le partite vinte, forse?

      Punto quattro: Camila, come tutte, si allena tutti i giorni. Per migliorare. Di certo non si adagia sugli allori di un misero International vinto. Ma tu sei per caso in possesso di registrazioni in cui Sergio la elogia e le dice che è una grande e che ha vinto tutto quello che poteva vincere? No? E allora cosa ne sai di cose le dice il suo allenatore?

      Amico, se vuoi fare il provocatore nessuno te lo vieta. Ma almeno presentati preparato all’esame, se no te ne torni a casa con perdite.

    • hector by hector

      Quando scrivi di una gentile signorina il “le” sarebbe piu’ appropriato del “gli”. Inoltre non ti accorgi che Camila le partite le vince con un diritto divino, un rovescio celestiale, un servizio paradisiaco e un gioco di volo ultraterreno. Il tuo commento invece lo trovo molto terreno. E cosi’ sia.

    • journasesto by journasesto

      Quello che ha vinto se lo è sudato fino all’ultima goccia e solo lei sa quanti sacrifici ha fatto. Nessuna le ha mai regalato nulla…

  69. riccardo by riccardo

    Prima di commentare ho voluto rivedere la partita . Poi ho letto i Vostri commenti.
    Evidentemente il tennis non lo capisco più.
    Penso che i complimenti alla prestazione della Schiavo siano condizionati dall’immenso tributo di riconoscenza che tutti noi dobbiamo a questa ragazza che è un monumento del tennis italiano e che ancora a 35 anni dopo una vittoria saltella come una ragazzina ai primi tornei.
    Detto questo, Schiavo ha fatto la sua partita , niente di trascendentale ma, con un piano tattico assolutamente preciso. Ha sbagliato anche lei parecchio , a volte sulle bordate di camila è rimasta lontana due metri dalla palla eppure ha portato a casa la partita.
    L’altro giorno sono stato un po’ criticato per aver detto che ho rivisto la posizione in risposta impossibile.
    mi chiedo perché bisogna per forza inventarsi qualcosa che non esiste? mi chiedo perché una ragazza che riesce a scagliare la palla con la stessa potenza di alcuni maschi, debba poi rassegnarsi a picchiare ogni palla anche quando le leggi della fisica suggeriscono altro?.
    Oggi su alcune cose sono d’accordo con madoka. Cosi non si possono vincere le partite. Non si possono sbagliare quattro risposte sulla seconda palla , tirando fuori di 4 metri. Non si può tenere una posizione due metri dentro al campo quando la tua avversaria ti serve esterno ed è fisicamente impossibile rispondere. sbagliare , tirare più forte ed ancora sbagliare.
    Al livello di Camila e cioè delle prime 30 del mondo non puoi regalare game senza far giocare la tua avversaria, senza riuscire a tenere la palla in campo.
    Una camila alle prime armi appena ventenne a cincinnati tre anni fa e forse con qualche problema alla spalla , fece fuori Francesca nettamente. Oggi a distanza di tre anni schiavo batte il futuro del nostro tennis in due set. Ho letto l’intervento del Professore che non è mai banale e le sue parole fanno riflettere, tuttavia non conoscendo il vissuto di camila , nulla posso dire sugli aspetti mentali.
    Devo limitarmi a giudicare la prestazione sportiva e quella di stasera è stata una prestazione tatticamente scellerata e zeppa di errori . Camila ha fatto punti bellissimi alternando errori colossali ma nel tennis il punto spettacolare vale sempre 15 esattamente come il punto banale.
    Il mio affetto ed il mio tifo per Camila non saranno mai in discussione, ma sarei falso ed ipocrita se stasera non scrivessi con la sincerità di sempre che purtroppo ho visto gli errori di sempre.
    Certamente questo è un torneo di preparazione a quello che è il vero obiettivo e cioè gli us open, tuttavia giocare cosi come stasera , a mio parere significa perdere.
    Qui non è questione di fare il proprio gioco o del piano b c ,d f, g.
    Semplicemente bisogna avere la lucidità di capire che se stai sbagliando risposte in serie e quando entri nello scambio fai quasi sempre punto, allora devi rendertene conto, rallentare un po’ e portare a casa la partita.
    Il tennis non è la roulette russa. nel tennis non vince chi tira la palla più forte.
    Ci vuole potenza, ma ci vuole equilibrio, tattica , fisico, altrimenti a questi livelli perdi.
    Potrei segnalare altri aspetti tecnici ma non servirebbe a nulla.
    Chiedo scusa a Camila se mai dovesse leggere e chiedo scusa a tutti gli amici qui ai trombettieri per queste mie parole un po’ forti , ma chissà che non possa essere utile ogni tanto una critica.
    E solo una partita di tennis e non è successo niente di grave.
    Con l’affetto di sempre.

    • Andy by Andy

      Analisi perfetta e sottoscritta totalmente.

    • Andy by Andy

      Invece sono totalmente d’accordo, dire sempre va tutto bene Camila sei stata fantastica anche quando obiettivamente gioca male soprattutto in risposta alla ossessiva ricerca del vincente non credo sia segno di obiettività quindi se vuoi chiedere scusa non a me, io sono e sarò sempre dalla parte di Camila ma già da un po di gg ho scritto che Francesca poteva battere Camila con il suo modo di giocare liftato e vario, se togli ritmo a Camila la privi delle sue migliori armi d’offesa.

      • riccardo by riccardo

        Ovviamente le critiche che hanno un peso specifico non sono le nostre qui nel sito ma quelle che eventualmente si fanno all’interno dello staff.
        Sono sicuro che faranno le giuste riflessioni.
        Per quanto mi riguarda , cerco di scrivere sempre i miei pensieri nel modo più civile possibile.

  70. eulondon by eulondon

    Mi dispiace perche’, a torto, credevo Camila avrebbe vinto. Onore e merito a Francesca che ha saputo restare concentrata e in controllo del match nonostante avesse di fronte una tennista di 12 anni piu’ giovane e molto piu’ potente. Non si e’ minimamente impaurita di fronte ai( tanti) vincenti di Camila ed e’ stata solidissima e pronta ad approfittare delle (troppe) risposte fuori quadro di Cami.
    Detto questo ho visto Camila giocare molto peggio in altre circostanze.. Quindi non e’ certo una sconfitta sanguinosa. Quello che mi e’ mancato oggi.. E’ la determinazione. L’ ho avvertita piu’ in Francesca.. E, infatti…
    FORZA CAMILA, Sempre.

    • avadar by avadar

      Ciao Eu, Cami effettivamente ha giocato molto peggio in altre occasioni…semplicemente non era pimpante, né l’altro ieri con la Cibu dove ha vinto, né oggi dove poteva anche vincere….

      p.s. la vuoi una dritta x domani? Ma sono sicuro che l’hai notata…. 🙂

  71. Sergio5912 by Sergio5912

    Dopo questo liscio e busso di Madoka, vediamo se e come i difensori ad oltranza, della serie : va tutto bene madama la marchesa, replicheranno.
    Per conto mio, sono d’accordo con Madoka e sull’atteggiamento pervicacemente inutile in risposta, della serie 4 fuori, anche la quinta sparata allo stesso modo, ed anche sull’efficacia del servizio, tirare forte e piatto, ti porta inevitabilmente o df in doppia cifra, o letture semplici ( quando non predi le righe ) da parte di chi risponde, soprattutto se dall’altra parte c’è una giocatrice di livello.
    Spero che nessuno voglia mettere in discussione la passione è il tifo che animano me e Madoka, ma se riteniamo di dissentire su alcuni aspetti del gioco, ritengo sia giusto ed utile farlo.

    • robdes12 by robdes12

      Sergio, purtroppo l’aritmetica dice che dall’australia ad oggi si sono guadagnati una cinquantina di punti. E ricorderò sempre l’adagio di Chris Evert: quando incontro una nuova avversaria che sento possa essere un pericolo per il futuro cerco di batterla col punteggio più severo possibile, così la volta successiva lei se lo ricorda. Se Cami si fa la fama di ammazza grandi ma di perdente con chi sta dietro le avversarie entrano in campo convinte che non saranno necessariamente battute dal ciclone Giorgi. In mondo umorale come quello del tennis wta dare alle altre l’idea di un portento di colpitrice che però puoi far andare in tilt psicologicamente non è certo un gran talismano per la vittoria. Se ci facciamo caso tutte le volte che ha battuto una top poi nel turno successivo si è presentata vuota, come afflosciata. E’ successo dopo la vittoria con Masha, dopo quelle con Woz, dopo quella con Aga e chi più ne ha più ne metta. Il suo problema è uno solo: non ha ancora nel serbatoio interiore la capacità di reggere le tensioni di un intero torneo, salvo un caso (non dimentichiamoci come sono andate le due finali perse). Per questo penso che, di quando in quando, in tribuna non deve esserci Sergio. Non deve avere sbocchi psicologici, è crudele forse ma è da sè che deve trovare la propria forza interiore. Comincio a pensare che Sergio stesso sbagli quando ammette di fare alcune dichiarazioni per attirare l’attenzione su di sè e stornarla dalla figlia. E’ umano, ma anche regressivo: nella famiglia mediterranea ci sono tanti pro, ma anche il terribile contro che non ti permette evoluzioni. Una volta figlio sei visto come tale pure a 60 anni suonati. Siamo stati in molti oggi ad aver avuto l’impressione di una debuttante al confronto con la chaperonne del ballo. Abbiamo preso indipendentemente tutti lucciole per lanterne?

      • robdes12 by robdes12

        e per favore non si tiri fuori che lei stessa dice che la presenza del padre le dà calma. non mi pare che negli ultimi tornei questo sia stato confermato dai fatti: espressioni accigliate, oppure quasi allibite, gesti di collera (giusti), ansie palesi, e questo va avanti da diversi mesi, con sola parentesi olandese. Non vorrei che dentro di sè lei sentisse che non solo si procura una delusione, ma di riflesso la infligge anche a suo padre, cosa che, se ci pensiamo bene, è la cosa più naturale del mondo. visto che ci siamo passati tutti, scagli la prima pietra chi non si è sentito mortificato per aver in qualcosa in alcuni momenti deluso le aspettative parentali.

        • by SanTommaso

          Ma basta tirare fuori Sergio, BASTA! Ma come fai a dire che Camila è accigliata, tesa, ansiata o nervosa perché c’è Sergio… tranne in Olanda!!! Perché “casualmente” ha vinto, e allora andava tutto bene. Ma in Olanda Camila ha annullato quattro match point prima di andare a vincere il torneo. Se per disgrazia uno fosse entrato e Camila fosse uscita anzitempo, sarebbe stato anche lì per colpa di Sergio? Invece ha vinto e allora va bene? Nella maggior parte dei casi fai degli interventi, onestamente un po’ troppo arzigogolati, ma sensati. Ma una cosa del genere me la aspetto da uno di quei troll che spuntano come funghi quando Camila perde, non da te… la caccia al capro espiatorio è proprio vomitevole. Specie quando poi le colpe sembrano ricadere sempre su Sergio. Ma secondo voi Sergio dice a Camila di fare 20df? O di rispondere lungo?

          • robdes12 by robdes12

            Costa tanto provare per un torneo? Tanto se devi uscire al secondo turno con lui calmante o lui isterizzante non è che cambi granchè. Io proverei, ma siccome lui non è me fa bene a non provarci. Io non sto suggerendo che lui sia l’artefice di momenti di tensione, ma che non è comunque in grado di calmarla quando è tesa, e ho il sospetto che lei debba imparare da sola a reggere alle sue solitudini dentro al campo. Tommaso, questa ragazza deve sorridere di più, e forse anche farsi una bella risata in diretta tv quando fa una cappellata. A me dà l’aria di sentirsi troppo responsabilizzata. Una volta ha risposto: – non è mica morto nessuno – Spero che non siano solo parole del momento e che invece le interiorizzi. Cami, hai sparato fuori di due metri la più facile delle benedizioni? Fa una faccia buffa e prenditi in giro, poi dopo pensi al colpo successivo ma con un animo un po’ alleggerito.

  72. by giacomo carbone

    Madoka dice cose giuste che vado ripetendo da tempo. Peraltro l impatto psicologico di questa sconfitta puo essere moltonegativo…annata che per me malgrado la vittoria olandese rimane sprecata …speriamo di essere smentito da camila e dai suoi lungimiranti allenatori

    • hector by hector

      Capisco che per te l’annata possa essere sprecata, dato che ti fai vivo solo per fare il solone dopo ogni sconfitta. Per Camila l’annata ha fruttato sinora, Istanbul esclusa, 433.631 $ di soli premi, e siamo a fine luglio. Forse se ti ingaggi come commentatore qualcuno che ti paga una cifra equivalente lo potrai trovare. Forse.

  73. Madoka by Madoka

    Premessa : secondo me Camila ha giocato mediamente bene., meglio che la partita con la Cibulkova

    Nel modo in cui ha giocato Camila oggi, al gioco del tennis non si vince, ed infatti ha perso. Non solo Camila eh. Nessuno avrebbe vinto oggi, anche contro una NC.

    Io sono molto amareggiato, credevo che un certo tipo di discorsi non avremmo dovuto più farli.

    Non si vince al gioco del tennis rispondendo in questo modo. 4 risposte di fila fuori campo. Per un gioco, per due giochi di fila, per 3 giochi di fila, per 4 giochi di fila. Imperterrita. Fuori campo su fuori campo in risposta e nulla, tirando sempre più forte sulla seconda. Giustamente, hai davanti Serena WIlliams che ti bombarda giusto ? 🙂

    Non si vince al gioco del tennis rispondendo in questo modo.

    Oggi ha messo molte prime in campo. La schiavone si metteva 3 metri dietro la linea di campo, riusciva a legere il servizio di Camila, che è un servizio deficitario, perchè potente ma facilmente leggibile e rispondeva sempre sulla linea di fondo, bastava partire un attimo prima.

    Prova giocate ai limiti della fisica, diritti in arretramento, su una palla in top spin che rimbalza alta sulla linea di fondo, mirando all’incrocio delle righe = gratuito.

    Una incapacità totale della gestione e della lettura della partita. Tutti i punti sono uguali ? Tutti i punti devono essere giocato uguali ? Tutte le avversarie sono uguali ?

    A Camila sta bene così ? E’ contenta ? Non impara nulla da partite perse sempre nello stesso modo ? Va benissimo, contenta lei. Io da tifoso non posso rimanere in silenzio e fare uno yes man.

    La programmazione è sbagliata. Ha una programmazione da top 10, quando è il numero 30. Gioca solo tornei difficili, lunghi periodi di pausa fra un torneo e l’altro che neanche serena.

    Camila è una professionista e per un ulteriore salto di qualità mi auguro che sia trattata come tale.

    Io sono molto amareggiato, mi aspettavo ben altro, ed invece vedo comportamenti e gestioni in partita fortemente deleteri.

    Adesso giustamente visto che siamo nella top 10, visto che abbiamo vinto partite su partite in stagione…stiamo altre due settimane senza giocare. Dio benedetto :gioca ogni settimana ogni schifoso torneo sul cemento, chiedi una zozzona di WC, gioca le quali !! Ma giocali tutti !!! Poi se fai bene ti cancelli.

    Giornataccia. Ci rivediamo fra 20 giorni…

    • by ferrigiak

      assolutamente perfetto, tutto condivisibile. O cambia ora o sono mesi o anni gettati.

      • hector by hector

        Mesi gettati? Anni? E perche’ non secoli? O addirittura millenni?

        • Sergio5912 by Sergio5912

          🙂 hector, sei impareggiabile. Riesci a strapparmi un sorriso anche quando sono incazzato nero come in questo momento.
          🙂

      • by SanTommaso

        ORA. Deve cambiare ORA! Se avesse cambiato tre mesi fa avrebbe vinto Wimbledon, non lo sai? Ah no, aspetta, non avremo mai la controprova. Quindi per non aver cambiato fino ad ORA, in carriera ha vinto più di un milione di dollari di montepremi, è 30 del mondo, ha vinto un torneo WTA. Eh, ma se non cambia ORA…

    • robdes12 by robdes12

      mi intristisce doverti leggere mentre scrivi questo, se anche tu sei fra i delusi di oggi…Io ho forse fatto capire quale penso sia il vero problema, e ora è il caso di scriverlo a piene lettere. E’ immatura caratterialmente, non riesce a trasferire in vera esperienza ciò che le succede. In effetti lei è entrata nel professionismo più tardi delle altre, ha giocato poco rispetto alla sua età, e mi sembra che Sergio la stia risparmiando troppo, per eccesso di amor paterno. Che una Flavia ormai a fine carriera e con un polso iper-stressato decida di giocare solo in alcune occasioni è correttissimo, ora sta pensando ai suoi traguardi di donna e non di campionessa, ma Cami vuole essere una campionessa. e quindi deve imparare che se cicchi un torneo chiedi una wild card per quello dopo, che se esiste il falco lo chiami, magari pure come strategia (perchè fa parte del gioco anche quello, è come non voler usare un colpo costi quello che costi), è cambiare posizione in ribattuta se i riflessi o l’avversaria non ti permettono di essere iper-reattiva, è tirare un po’ più in sicurezza quando hai davanti a te decine di metri di spazio completamente liberi. E poi mi dite che significa il consiglio di attaccare Francy sul rovescio, che è sempre stato il suo colpo migliore e in cui ha le maggiori possibilità di variazioni? Questo è stato un suggerimento di Sergio che onestamente non ho capito, e infatti si è visto cosa è successo coi passanti rallentati di Francy una volta che la si è attaccata sul rovescio. Forse è ora di cominciare a porsi dei dubbi se Camila debba giocare come individuo o presentarsi in campo come famiglia. Forse Sergio non farebbe male per una volta a farla partecipare ad un torneo minore con solo sparring partner e fisioterapista al seguito e vedere come Camila se la sa cavare da sola. Forse le darebbe convinzione nei suoi mezzi (che secondo me, almeno nelle dichiarazioni, lei non ha del tutto, o per lo meno non sempre).

    • zio gio by zio gio

      Sì, Madoka. Amarezza perché qualitativamente Camila pratica uno sport altro, che meriterebbe esser sufficientemente disciplinato. Forte di un talento cristallino, finisce per esser artefice di una condotta di gara impunita.
      #talento
      #Camila
      #mainagioia

    • Lukeruns by Lukeruns

      Ciao,

      ho veramente voglia di capire…sono talmente confuso..

      ….sarebbe davvero bello che Cami avesse la forza per motivare un approccio tattico come quello odierno. E non ci si accontenta del “faccio il mio gioco” oppure “oggi non sentivo la palla” o “oggi non sono stata solida”…

      Intendo cominciare a fare la campionessa che vorrebbe diventare, e spiegare ( a se stessa in primis) cosa spera di ottenere rispondendo così…come spera di vincere quando l’avversaria le prende le misure..cosa spera di ottenere quando si intestardisce?…se qualcuno lo spiegasse, magari si capirebbe, e, pur non condividendo, si inserirebbe all’interno di un piano, di una strategia chiara ( che non è di certo “tiro forte”,…

      sarebbe davvero bello comprendere…confuso ed amareggiato…

    • hector by hector

      Capisco che il tuo scoramento sia dettato dalla sincera passione che provi, ma mi permetto di farti notare che rispondendo in questo modo quest’anno Camila ha un pedigree di 20W e 16L, partecipando sempre ai tornei piu’ impegnativi che la sua classifica le ha consentito. Quindi rispondendo in questo modo si vince eccome. Poi non tutte le giornate sono uguali, cosi’ come le avversarie. Oggi, a mio parere, Francesca ha servito benissimo e questa e’ stata una delle chiavi del match. A Camila interessa vincere a suo modo, chi non riesce ad accettare questo dato di fatto e’ destinato a mangiarsi il fegato. Io penso che sia molto meglio assecondare la corrente che volerla deviare a tutti i costi. Oggi commentiamo una sconfitta, ma il modo con cui Camila ha annullato il match point sul 5-6 del tie break e’ da cineteca. Anche oggi, per la parte di match che sono riuscito a vedere, Camila mi ha fatto provare sensazioni sublimi. Tutto il resto e’ un dettaglio.

  74. fabius by fabius

    Non ho ancora visto la partita, lo farò più tardi.
    Mi sembra solo di capire che Francesca abbia giocato bene, ed approfittato dell’unico break concesso da Camila per vincere il primo set, e nel secondo Camila poteva fare meglio, comunque è stata proprio ad un pelo dal portarlo a casa, e forse poteva cambiare l’inerzia della partita.
    Spero solo che Francesca riesca a giocare così anche contro la Flipkens.
    A proposito, di TdS c’è rimasta, a fatica. solo la Pironkova.

    • by ferrigiak

      …il che vuol dire che nelle partite a questo livello la differenza la fanno anche i dettagli, specie quando si gioca al limite, e che i livelli sono in crescita così ché non si può scherzare col fuoco e pensare che tanto c’è tempo per migliorare.

  75. by ferrigiak

    mi confermo su quello che ho sempre sostenuto: quando le cose girano storte non c’è mai un piano B: oggi la risposta andava a corrente alternata, e alcuni game sono stati gestiti malissimo. Camila è una delle migliori attaccanti del circuito e certamente la peggiore delle prime 50 nella tattica. So che avanzare qualche ipotesi su una alternativa o una complementarietà di coaching suscita antipatie e polemiche, ma è evidente che oggi- come altre volte -Camila doveva vincere:i invece è “bastata una “brava” ( ma non straordinaria) e generosa Schiavone (tanto di cappello) a farla uscire in due set. A me è sembrata una “studentessa talentuosa messa in riga da una “vecchia” Professoressa. Confesso che a un certo punto ho sperato vincesse Francesca perché lo meritava nel gioco, negli anni e nella testa. Oggi pero che sia una ennesima lezione, ma in mezzo alle coccole e ai complimenti temo non servirà.

    • journasesto by journasesto

      Ma quale giocatrice ce l’ha mai un piano b? Non ne conosco una in tutto il circuito. Anche perché se tutte avessero un piano b nessuna perderebbe mai. Il piano b è riuscire a far funzionare il piano a contro ogni avversaria.

  76. Aldo MC by Aldo MC

    Mah!.. io sinceramente sono disilluso. Secondo me manca il salto di qualità. Prima scrivevo un po di più perché ero pieno d’entusiasmo ma da poi che ho dovuto notare che Cami si accontenta e non migliora più decisamente e marcatamente, anche a me e venuta meno voglia di scrivere assiduamente perché ho notato che anche se migliora in qualcosa, è come una coperta troppo corta, manca sempre qualcosa da un’altra parte. Non so cosa é questo é soltanto il mio parere può essere che mi sbaglio, ma ce qualcosa che si sta cristallizzando nell’atteggiamento di Cami e trovo sia necessario dirlo. Penso che se Cami é questa vista quest’anno non vedo possibili margini di miglioramento eccezionali per la sua carriera di entrare nelle top ten purtroppo, anche se il talento non manca sembra che Cami ha la coperta troppo corta. Lo dico perché i miglioramenti per entrare nelle top ten a questi livelli dovrebbero portare nei vari tornei decisamente più in la nelle competizioni e tornei, a una semifinale a una finale a una vittoria a due tre vittorie di fila e non ad una strafila di uscite al primo secondo turno intervallate da match ed exploit pazzeschi contro avversarie di primo livello con i contraltari dei tonfi inimmaginabili contro avversarie più deboli oppure da tuoi errori di impostazione. Secondo il mio punto di vista appena trovi una vittoria ti accontenti e molli troppo presto la presa della voglia di vincere nel proseguo dei tornei ti accontenti dei Winner e punti da campionessa ma sei spesso poco concreta. Penso che se vuoi entrare nell’olimpo dovrai essere molto più concreta molto più concentrata molto più continua molto più combattiva!Meno superficiale! Dovrai avere molto più voglia di vincere Cami! Sono tuo tifoso e sarei contento se potrai smentirmi!Ma penso che per farlo dovrai necessariamente cambiare decisamente registro! Fare il famoso salto di qualità a 360 gradi!

  77. Sergio5912 by Sergio5912

    Comunque. se proprio si deve perdere, meglio che ciò avvenga con Francesca, un grandissima campionessa, che ha saputo regalarci pagine epiche ( oddio forse il termine è un tantinello esagerato, però il Rolando del 2010, rimarrà scolpito ad imperitura memoria ), oggi ha tenuto testa ad una Camila che, secondo me, ha giocato anche discretamente. Peccato le troppe risposte fuori, forse in considerazione dell’alto numero d’errori, era il caso di provare a tenere qualche risposta in più in campo, ( ma capisco che con il senno del poi, e seduti sul divano, è semplice parlare, in campo è tutto un’altra cosa ), e soprattutto quei 2 df quando era 4/2 nel secondo set, game perso poi da Camila a 30, per cui in questo caso, si influenti, senza se e senza ma.
    Bisogna vincerlo il secondo set, non so se in un ipotetico terzo set, Francesca riusciva a tenere quel ritmo, ma con i se e con i ma…… non si va da nessuna parte. In ogni caso FORZA CAMILA !
    Ora a quando i prossimi incontri di Camila ???????

    • by ferrigiak

      secondo me quando l’avversaria riesce ad insinuargli qualche dubbio, spesso Camilla incomincia a perdere sicurezza , e siccome non ha varianti e alternative nel gioco, va lentamente perdendo di efficacia e controllo nel match. Oggi Francesca ha corso moltissimo, difeso bene, servito non in modo irresistibile ma sufficiente a non lasciare agio per colpi vincenti recuperato, variato, spezzato o accelerato e inventato. Camila poi mi stupisce perché non esprime né libera mai emozione: è sempre controllatissima, e questo è sinonimo di fraglità, anche perché richiede un notevole dispendio di energia mentale e fisica. Ripeto, i problemi sono nella tattica e nella testa. Risolti solo al 50% la porterebbero dritta nelle 20.

    • by SanTommaso

      Sezione “programmazione”, è tutto lì. E in home page nel box a sinistra.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        In considerazione della cortese risposta fatta con toni che mi garbano, ti ringrazio.
        E che un po’ la pigrizia, tanto l’idiosincrasia ad usare il web, intendevo le date dei prossimi appuntamenti che vedranno impegnata Camila, se vorrai continuare ad erudirmi, te ne sarò grato.

        P.S. Anche se certe cose si fanno, ma non andrebbero raccontante, faccio uno strappo e approfittando di questa tregua t’informo che ho avuto modo di litigare con chi puoi ben immaginare nel sito che conosci, per come veniamo apostrofati, eravate citati un po’ tutti. Una cosa è litigare tra noi, altra cosa è se ” estranei ” si permettono di mancare di rispetto Camila, Sergio o anche uno solo di noi. Questo non si può tollerare, o peggio, restare inermi, ovviamente sono stato bannato, ma chi se ne frega, quello che dovevo dire l’ho detto.

        • by SanTommaso

          Qui il link al calendario dei tornei del 2015: http://www.wtatennis.com/SEWTATour-Archive/Archive/AboutTheTour/TourCalendar_2015.pdf

          Se sovrapponi la programmazione al calendario trovi le date precise. I prossimi tornei dovrebbero essere i premier americani, new haven e gli Us open, quindi date di inizio dei vari tornei sono

          10 agosto
          17 agosto
          24 agosto
          31 agosto

          Del resto onestamente frega poco. Il tizio ha instaurato una monarchia nel suo spazio, non a caso esce di rado a scrivere dove un contraddittorio è concesso e lì prende le batoste. Ma io sono per il non citarlo più su queste pagine. Non lo merita la stessa Camila che è grazie al cielo persona diametralmente opposta nel carattere a quel figuro. Volendo lo si incontra anche su Livetennis. Lì se hai qualcosa da dirgli puoi farlo. Ma non insudicerei queste pagine oltre.

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Ok, grazie per i link e relative date.
            Per quanto riguarda la parte finale, raccolgo il suggerimento di non nominarlo in questo spazio, unitamente alla segnalazione ove eventualmente ” incrociare i guantoni “

  78. hector by hector

    Di fronte a chi e’ stata regina del tennis mondiale e’ giusto inchinarsi. Oggi Camila, con la squisita educazione che la contraddistingue, ha eseguito. Inoltre Camila era a conoscenza che alcuni utenti del sito domani avrebbero avuto impegni improrogabili e non sarebbero riusciti a seguirla in diretta, ed ha avuto la squisita sensibilita’ di evitare loro ansie da livescore. Una squisita Camila si conferma campionessa per palati fini, evitiamo disquisizioni in merito. Vamos Camila!

    • robdes12 by robdes12

      aspetta un attimo, io dal dieci di agosto sarò in Spagna e non potrò seguirla fino a new york: spero che tu non la voglia così educata da perdere tutti i prossimi tornei perchè io non ho modo che di leggere i risultati acquiisti.
      😉

      • robdes12 by robdes12

        non ho modo di leggere che -Quando mi immalinconisco scrivo sì da meritare tutti i frizzi e lazzi entomologici del web.

  79. robdes12 by robdes12

    Dimenticavo: propongo un’ovazione per tommaso, che è una roccia nel contrastare le denigrazioni in altri siti. Una vera sentinella dell’onore di Cami e Sergio. Bravo tommy, chapeau.

    • robdes12 by robdes12

      e scusami ma san non riesco proprio a scriverlo in relazione a un nickname, è più forte di me.

    • by SanTommaso

      Sì ma anche qui ho il mio bel da fare…

  80. avadar by avadar

    Il primo set non ho potuto vederlo x cui non mi esprimo….
    ma nel secondo set iniziale equilibrio e poi Cami che strappa 2 servizi a 0: bastava davvero tenere uno dei 2 turni di battuta e si andava al terzo….invece non è riuscita a scrollarsela di dosso….
    qualche errore di troppo, ma anche una certa pazienza: al secondo o al terzo scambio Francesca non reggeva +….
    comunque non una Cami in spolvero, ed è normale che sia così, visto che deve essere al top dal 15 agosto in poi 🙂

  81. Andy by Andy

    Trovo che oggi Camila non abbia giocato da sufficienza al contrario di Francesca, percentuali più alte di ieri meno DF ma distribuiti male, e visti i pochi DF Cami è mancata un po troppo nel gioco, certo ben lontana dalla Cami che ha giocato contro la Bencic ma anche rispetto ad altri incontri meno buoni.

    • Andy by Andy

      ops dimartedi

    • robdes12 by robdes12

      oddio, veramente oggi pare confermato che se fa meno di 10 df è perchè non spinge e di solito quindi perde. Se è così aridatece il doppio fallo.
      😉

  82. by fraronz

    ma se va in Canada il torneo inizia l’ 8 agosto o sbaglio ?

  83. by fraronz

    supertennis porta sf…a : prima del match cosa ti hanno fatto vedere ? il tie break di Francesca con Muguruza (che gioca un po come Camila) vinto nella stessa maniera di oggi o quasi….:) 🙂 brava comunque Camila, peccato la si rivede solo a meta’ agosto . Brava anche ovviamente Francesca che ormai gioca senza dover dimostrare piu’ niente e si vede nei momenti critici
    che diventa solida .

  84. r.b. by r.b.

    L’unica cosa che non mi ha convinto è stata la risposta fino a metà del secondo set, poi sì è visto che se vuole Cami è capace dì tenerla dentro. Il servizio mi è piaciuto abbastanza, inutile dire che Camila NON ha il servizio di Serena Williams o della Kvitova, quindi tanto vale rassegnarsi e tenere la palla in campo. Comunque il servizio di Camila è ottimo, intendiamoci, ma non può risolvere da solo le partite. La risposta è andata bene solo a partire da metà secondo set e infatti da lì è stata molto equilibrata. Francesca ha dimostrato che quando vuole sa giocare ancora da top 10. Ovviamente non può farlo tutta la stagione, ma si vede che in questo periodo è in forma e oggi ne abbiamo fatto le spese. Pazienza…. Comunque è tutta esperienza che servirà già in Nord America.

  85. by Fabblack

    Le chiacchiere stanno a zero: Camila irritante alla risposta (Schiavone non ha il servizio di Serena e non può farsi fare tutti quegli aces), deludente al servizio (non serve tirare forte e basta se la tua avversaria sa già dove tiri e ti risponde sui piedi) e deficitaria nei punti decisivi del match (tutti).
    In un torneo dove sei tds nr. 5 e le prime 4 sono già uscite prima del tuo secondo turno, SI DEVE parlare di occasione persa, senza se e senza ma.
    Altrimenti non ti iscrivi al torneo.

    • r.b. by r.b.

      Ah mio parere una volta tanto possiamo dire che Cami ha perso perché l’avversaria ha giocato meglio.

      • by fraronz

        proprio vero, anche se c’e’ sempre rammarico di come poteva andare .

    • by SanTommaso

      Ecco un provocatore che ricompare solo e soltanto (smentiscimi se ci riesci) quando Camila perde. Camila ha perso da tds numero 5 al secondo turno. Cosa dovrebbero fare Svitolina e Venus, allora? Ritirarsi? Perché? Per le considerazioni di “Fabblack” sulla numero 5 del torneo?

      Prova, se ti riesce, ad essere più partecipe della vita di questo spazio, invece di fare solo il provocatore quando Camila perde. E’ poco utile.

      • by Fabblack

        Io sono quello che a Den Bosch ha scritto per cinque giorni di fila (! vinta, 4 da vincere; 2 vinte e 3 da vincere ecc) perché me la sentivo calda, come me la sentivo calda qui.
        Ora siamo si al best ranking, nr. 30, ma come si può arrivare al 24 in tre tornei se si perdono queste occasioni? Vincendo qui si saliva di 250 punti netti (più di un terzo turno slam), al m28:
        Occasione persa,. visto che le prime quattro erano fuori.
        E chi se ne importa di quello che possono dire loro! Io non tifo né per Venus, né per Svitolina.

        • avadar by avadar

          Mi ricordo che a ‘s Hertogenbosch scrivevi così, ma x Istanbul non l’hai fatto…. 🙂 🙂

  86. r.b. by r.b.

    Un bravo anche a ghezzo63…. 🙂

  87. avadar by avadar

    Innanzitutto i complimenti a Francesca: brava!
    Su Cami: oggi incolore…e nonostante la scarsa vena, se si andava al terzo probabilmente la portava a casa…male al servizio sul 4/2 e 5/3 che era il momento più importante del match….

    • by Fabblack

      Una professionista di 23 anni, a riposo da due settimane, “incolore…scarsa vena…”che problema aveva oggi?

      • robdes12 by robdes12

        si è logorata nella partita con la Cibu. Succede a tutte le nuove leve, tranne forse alla Bencic. Guarda gli alti e bassi di Garbi, Svitolina, e praticamente tutte le under 24 del circuito. Le nuove generazioni non sembrano essere così granitiche nel gestire le tensioni. Comunque oggi è stata una partita stranamente incolore, fatto salvo alcuni momenti. questo è vero.

        • robdes12 by robdes12

          tra l’altro la tendenza a non reggere a lungo alle pressioni non è solo delle tenniste, è proprio una caratteristica della generazione Y, dopo quella X o delle passioni tristi siamo arrivati a questa in cui la linea di condotta più praticata é: tutto ciò che non è ideale va tenuto fuori della porta, ogni cosa sgradevole è altro da me. Anche Cami e le sue colleghe non vivono in un contro-mondo, dovranno pure sentire un influsso del loro habitat giovanile naturale.

  88. petaluma by petaluma

    C’è molto e poco da dire al tempo stesso

    1) Francesca ha meritato di vincere, anche quando era sotto mi ha dato sempre l’impressione di avere il controllo del match
    2) Camila ha giocato discretamente al servizio, ma pur facendo pochi DF non ha fatto male a F., mentre è assolutamente vero il contrario
    3) Pur avendo giocato benino durante gli scambi e con un buon numero di vincenti, per almeno 1 set e mezzo la risposta di Camila è stata dissennata. Non credo che sia una questione di posizionamento (sulla seconda), è che deve semplicemente tirare un po’ più piano se sui primi tentativi la palla non sta in campo. I game di battuta di F. sono filati via lisci, troppo lisci. E procurarsi una palla break era un miraggio
    4) Negli scambi in cui la tattica ha avuto un peso rilevante, F. ne è uscita quasi sempre vincente.
    Le statistiche non le ho ancora guardate, ma francamente mi interessano poco. Comunque intendiamoci, aver perso in modo combattuto da una che ha vinto parigi e fatto finale l’anno dopo e tuttaltro che disonorevole, e fa capire quanto bisogno ci sia per Camila di rendere più vario e imprevedibile il proprio gioco.

  89. ghezzo63 by ghezzo63

    BRAVA LO STESSO CAMI !!! COMPLIMENTI A FRANCESCA !!!

    • by Fabblack

      Brava lo stesso di che?
      La posizione in classifica della Schiavone non è transitoria come poteva esserlo per la Cibulkova che risalirà in fretta, si tratta di una effettiva nr. 80: da battere e basta.

      • robdes12 by robdes12

        aspe’ n° 80 nella media, non nei picchi. Se permetti una svitolina o una Bencic la francy dei tempi d’oro se le mangiava rifilando lezioni di tecnica. Anche Flavia è n° 27 di stagione, ma ad I:W. e Miami giocava da prime 12.

      • fabius by fabius

        Peccato che tu non l’abbia ricordato anche alla Kuznetszova, alla Bencic, alla Kerber, tutte battute da Francesca quest’anno.

        • ghezzo63 by ghezzo63

          cincinnati 2012 schiavone 15 del mondo e vincitrice di uno slam, giorgi 146 del mondo , 61 63 winner camila giorgi ! schiavone doveva vincere e basta ! cosa vai dicendo FENOMENO ! cincinnati 2012 , BRAVA LO STESSO FRANCESCA !!! COMPLIMENTI CAMILA !!! istanbul 2015 BRAVA LO STESSO CAMILA !!! COMPLIMENTI FRANCESCA !!!

        • robdes12 by robdes12

          che infatti hanno tutte quasi trentasei anni per cui per loro è inevitabile avere incostanza di risultati.

Leave a Reply