camila_slider_004
Finisce contro le sorelle Willams l'avventura in doppio di Camila all'Australian Open. Partner della 21enne marchigiana è stata la svizzera Stefanie Voegele, classe 1990 e numero 150 dela ranking di doppio. 3-6, 1-6 il punteggio finale dopo 1 ora e 10 minuti. Le ragazze non hanno sfigurato contro le pluricampionesse Slam, specie nel primo set dove hanno fatto segnare delle buone statistiche e messo a segno alcuni punti che hanno strappato applausi allo Show Court 2, come una risposta vincente lungolinea di Camila sul servizio di Serena e un lungo scambio sulla diagonale Voegele/Venus che ha visto uscire vincitrice la svizzera. Il primo set veniva deciso da un unico break nel sesto gioco, dove Camila metteva a segno un ace "sporcato" da Venus ma commetteva anche il primo doppio fallo dell'incontro. Il secondo set iniziava con Camila al servizio, aperto con un doppio fallo e chiuso con un ace sulla seconda. Il break che segna il set arriva nel terzo game, mentre nel quinto - con Camila al servizio - il gioco viene interrotto per qualche minuto sul 15-30 per il malore di una spettatrice. Alla ripresa Camila perdeva il servizio commettendo un altro doppio fallo e le Williams salivano 1-4 e servizio, prima di chiudere il match alla prima occasione sul servizio della Voegele. Si trattava del secondo incontro di doppio in carriera per Camila. Il primo risaliva al 2008, primo turno a Saint-Denis, Francia, Itf da 25.000 dollari sul veloce, in coppia con la russa Ekaterina Dranets conto De Beer/Hendler: fu una sconfitta con doppio 6-0. Serena e Venus Williams, che nel torneo australiano sono teste di serie numero 12, hanno vinto in carriera rispettivamente 22 e 21 tornei in doppio, con un record W/L di 166/21 la prima e 163/24 la seconda. In coppia hanno conquistato 21 tornei: 2 Premier, 2 Premier 5, 2 Premier Mandatory, 13 Slam e 3 ori olimpici. --- Camila and Stefanie lost to Williams sisters in the 1st round of Australian Open doubles 3-6, 1-6. Despite the loss, Giorgi/Voegele played a good match against 13 times Grand Slam winners, showing the Court 2 some impressive rallies in the 1st set. It's been the second time Camila play a doubles match. First was in 2008, when she lost in R1 at Saint-Denis, Paris, w/Ekaterina Dranets against De Beer/Hendler: Camila/Ekaterina lost 6-0 6-0. Williams sisters won 21 tournament playing togheter since 1998, including 13 Grand Slams and 3 Olympics Games.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky
    Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky
  • Wta Shenzhen, Camila supera Ana Bogdan all’esordio
    Wta Shenzhen, Camila supera Ana Bogdan all’esordio
  • La programmazione di Camila per il 2017
    La programmazione di Camila per il 2017
  • Wta Mosca, Camila avanza nelle quali
    Wta Mosca, Camila avanza nelle quali

340 Comments. Leave your Comment right now:

  1. TEUS by TEUS

    Sarò forse un po’ presuntuoso dopo aver visto tanto di quel tennis da non riuscire nemmeno a quantificarlo ma io Camila non la cambierei con nessuna delle sue coetaneee, Stefano.
    Devo ammettere che questa sua imprevedibilità mi affascina e non poco. Esploderà (magari tra 3 o 4 anni, chissà…) e lo farà col botto (Wimbledon è stato solo un antipasto). Queste sono le mie sensazioni e, dato che sono alquanto rare, mi eccitano molto. 😀

  2. by t.o.

    @ matteo Matteoooooooooooooo rendici orgogliosi di essere gli “affezionati” del sito ufficiale di Camila.
    Se Sergio per evidente diplomazia non può dirci la verità dicci tu cosa ne pensi e noi sapremo che la tua è un’opinione “informata”. Come sono andate veramente queste convocazioni?

  3. Lino by Lino

    Hai ragione Teus, non ne vale proprio la pena, ma davanti a certe eresie……
    Grazie Giemme della precisazione, conoscevo pochissimo quei blog, ho sempre letto le notizie senza leggere i commenti, comunque mi è venuta una tale nausea che non ripeterò l’esperienza 😉

  4. by Stefano

    Rimane il dubbio amletico se la Giorgi sia stata convocata e lei abbia rifiutato, oppure se non sia stata nemmeno contattata (da Corrado).
    Certo, non che a giochi fatti conti poi molto, ma sarebbe comunque molto interessante sapere come stanno veramente le cose.

  5. by GIEMME

    @Lino:
    la maggior parte dei frequentatori di Live tennis, in realta’ non capiscono nulla di questo sport.
    molti scrivono solo per la voglia di mettersi in mostra, come fossero al GF.
    ma in realta’ non sono mai stati in grado di fare un’ analisi seria, ne di un match, ne di un torneo in generale…
    fino a qualche mese fa, mi prendevo la briga di rispondere anche a certi personaggi.
    ora lascio perdere, perchè certe valutazioni, valgono meno di un bicchiere d’ acqua fresca…

    di Camila, mi spiace solo che avrebbe finalmente fatto gruppo con le altre ragazze e questo le sarebbe giovato di sicuro.
    ma ora è tempo di tornare alla sua classifica.
    fra pochi giorni inizia l’ itf che le potrebbe dare un parziale riscatto alle prestazioni non certo esaltanti di gennaio.

  6. TEUS by TEUS

    Vero, Lino. Volevo commentare ma, leggendo i commenti, mi è passata la voglia.

  7. by Stefano

    Leggo soltanto ora che le convocate per gli USA sono: Sloane Stephens, Varvara Lepchenko, Jamie Hampton e Liezel Huber … perciò oltre Venus (che aveva già annunciato di non partecipare per via del mal di schiena) manca pure Serena Williams …
    Direi, allora, che ce la possiamo benissimo giocare (con Serena e Sloane come singolariste non avremmo avuto grosse speranze …).
    Questo però non fa altro che porre l’accento sulla scelta di Corrado: se una delle nostre due singolariste dovesse farsi male, chi mandiamo come seconda contro una Lepchenko o Hampton sapendo che dobbiamo portare a casa questo punto quasi a tutti i costi?

    Ho appena finito di vedere Kvitova-Voegele: beh, che dire?
    Stephanie (anche se ha perso) mi è veramente piaciuta, e secondo me se continua a lavorare sodo ha ampi margini per fare una gran buona carriera (mentre invece Petra mi dà l’idea di essere sempre più appesantita e lenta nei movimenti laterali … e anche certe sue dichiarazioni, ahimé, non lasciano buoni presupposti per il futuro …).
    Oggi come oggi, darei volentieri indietro una Camila per la sua compagna di doppio, che mi è parsa molto più matura di lei sotto l’aspetto mentale.
    Speriamo che la nostra “bimba” si svegli, perchè non può continuare a giocare così: ormai sono tante le giocatrici della sua età che si stanno dimostrando più mature di lei.

  8. Lino by Lino

    Sappiamo troppo poco delle scelte di barazzutti, ma probabilmente il clan giorgi ha anticipatamente declinato una eventuale convocazione.
    Riguardo alle scelte, su live.tennis ci son stati un sacco di indegni e assurdi attacchi alla giorgi, ma con argomentazioni talmente assurde e ridicole che io mi domando chi caz,,, frequenta e scrive in quei blog.
    Sempre FORZA CAMILLA!!

  9. TEUS by TEUS

    Io ho l’impressione non ci siano buoni rapporti tra i Giorgi e la fedarezione. Ecco perché Camila non viene presa in considerazione.

  10. by GIEMME

    lo avevo scritto qualche sera fa e lo confermo:
    qualunque fosse stata la scelta di Corrado, si sarebbe esposto a critiche.
    su live tennis ne leggo parecchie.
    immagino che ce ne siano anche altrove ed anche da personalita’ di un certo rilievo…

    personalmente rispetto le sue scelte, anche se non le condivido.
    da un’ analisi che ho postato su live tennis, che evito di riportare perchè un po’ lunga,
    Camila meriterebbe piu’ di Nasty la convocazione…
    ma evidentemente ci saranno dietro dei motivi che noi ignoriamo…

    ad ogni modo, spiace per la nostra, perchè sarebbe stata per lei una buona esperienza di gruppo,
    anche se non avesse giocato affatto.
    ma spero che in futuro le cose possano girare in suo favore.
    per ora attendiamo di rivederla in campo tra pochi giorni.

    in bocca al lupo alle 4 convocate per la Fed, e in bocca al lupo per il prossimo Itf a Camila…

  11. by t.o.

    Quello che segue l’ho pubblicato su Livetennis.it . Penso sia adatto anche al nostro blog

    Speriamo che bastino Sara e Roberta. Ma se servisse un cambio siamo nei guai. In Fed le partite sono partite particolari. La “testa” incide in modo determinante. Ma la testa ha bisogno di un braccio. Karin ha i colpi. Ma non sappiamo se potrà mai ritornare ai livelli del 2007. Assja con tutto l’affetto non ha mai giocato nella sua vita con una giocatrice top 32 (TdS nei GS) Con le top 100 ha giocato 13 volte (6W e 7L) le W sono contro 46° 62° 81° 86° 93° 95°.
    Camila invece solo nel 2012/2013 ha 21 top 100 (10W e 11L) ma (cosa significa la testa) contro le 8 top 32° ha 4W e 3L più il match con Sara interrotto sul 5-4 servizio in mano (un pareggio?) . Se una riserva dovesse entrare, chi avrebbe più possibilità (magari indovinando la partita dell’anno) di portare a casa il risultato?
    53

  12. by Stefano

    “… Forse ho delle notizie in più di te, ma sono faccende personali, e non le scrivo su un blog. Ma anche se non le avessi, so fare due più due. Una vive in Argentina, l’altra in Spagna. Una ha lasciato il circuito da 30, l’altra era precipitata a circa 200 …”.
    Dunque …
    Gisela è sposata con Gago (giocatore argentino di origini italiane), giusto?
    Per quanto ne so io … nel 2012 Gago giocava prima nella Roma, e poi in estate è passato in Spagna (al Valencia), perciò non molto distante da dove si allena anche Flavia …
    Detto questo, non penso che il problema fosse di tipo “logistico”.
    In realtà (come si evince molto bene da questa intervista)
    http://www.oktennis.it/wordpress/gisela-dulko-con-la-pennetta-unamicizia-vincente/11105
    Gisela aveva già pensato al ritiro all’inizio del 2012, quando aveva cominciato a sentire che:
    “… Non ero più concentrata al 100 per cento sul tennis. Per essere un’atleta professionista la tua disciplina deve essere al primo posto delle tue priorità. Il tennis lo è stato per quindici anni, ma non lo è più adesso. Così ho preferito dire la parola fine ora invece che continuare a giocare senza la stessa voglia di prima …”.
    La “caduta” in classifica che ha avuto nel 2012, perciò, è una CONSEGUENZA di questa decisione (che ha reso ufficiale soltanto in autunno), e non la causa di un crollo di competitività.
    Dire che Gisela e Flavia si sono “allontanate” perchè la Dulko non era più competitiva, vuol dire invertire la causa con la conseguenza.
    La Dulko ha giocato il 2012 con l’unico obiettivo di far bene il doppio alle Olimpiadi (in coppia con la Suarez), e questo era probabilmente l’ultima cosa che voleva nella sua carriera.
    Poi, dopo l’estate, ha smesso di giocare, e in autunno ha annunciato il ritiro.
    Se Gisela avesse avuto voglia di continuare … nel 2013 il doppio lo avrebbe di sicuro giocato con Flavia, altro che carriere che si dividono.
    La sua caduta in classifica è una CONSEGUENZA della sua voglia di smettere, non la causa (che è invece il desiderio di farsi una nuova vita assieme a suo marito).
    Perciò, prima di investire congetture basate soltanto sui numeri delle classifiche, abbia almeno la cortesia di informarsi meglio circa le vere cause di una “separazione”.
    I numeri sono utili a spiegare molte cose … ma non ti dicono cosa passa per la testa delle persone, si limitano soltanto a quantificare le conseguenze di un atto, non a ricercarne le cause.
    Detto questo, se una Errani preferisce venire a Parigi per giocare il doppio con Roby invece di andarsene a casa ad allenarsi … forse la psiche di una ragazza è un qualcosa di un attimino più complesso di quello che le sue statistiche ci dicono di una giocatrice.
    É la testa che comanda una giocatrice, non il tabellone e le statistiche …

    Detto questo, apprendo ora che Corrado ha convocato la Burnett e la Knapp invece della Giorgi.
    Logica?
    Certo, non che la Camila di questi tempi possa fare molto di più delle altre due … ma perchè prendere una Burnett ancora così “acerba” (per non dire juniores), e scartare a pié pari una con un ranking nettamente migliore che qualche buona giocatrice l’ha già battuta?
    Se i fatti non dovessero dargli ragione, come può sperare il buon Corrado di “passarla liscia”? (Mi riferisco alle critiche che potrebbero piombargli addosso se perdesse visto che ha preso questa decisione molto “forte” di escludere una Giorgi al posto di una Burnett).
    Probabilmente, però, Corrado sa benissimo che non ce n’è bisogno:
    l’Italia perderà 3-1 o 3-2 (nel caso ci vada di lusso!) senza che il ct debba schierare anche soltanto una giocatrice diversa da Errani e Vinci.
    In questo caso, si dirà “abbiamo perso, sì, ma abbiamo giocato con le migliori attualmente disponibili … nessun rammarico per le convocazioni”.
    L’unica cosa che potrebbe metterlo in imbarazzo sarebbe un infortunio di una delle due (Sara o Roberta), che lo costringesse ad attingere alle “riserve”, mettendo in mostra tutta la nostra evidente debolezza.
    In tale caso … se uno dei due singolari “con riserva” dovesse rivelarsi decisivo per il punteggio finale (in senso negativo), allora sì che Barazzutti potrebbe tremare …

    Resta comunque da vedere in che rapporti siano i Giorgi con la Federazione eh … magari sono stati proprio loro a declinare l’invito (anche se mi sembra un controsenso, visto che Camila avrebbe tutto da guadagnarci da una prima eventuale convocazione … e questo anche se non scendesse mai in campo).

  13. by Buster

    Si potrebbe avere una conferma ufficiale della convocazione e seguente rifiuto dei Giorgi ?
    Stanno nascendo molte speculazioni ed ipotesi sulla scelta di Barazzutti, e sarebbe utile capirne un pò di più…

  14. by cristian

    Sicuramente Camila sarà stata convocata, ma ora i Giorgi (come giusto che sia) pensano al ranking e al tornare a vincere. In bocca al lupo alla Burnett , sarà comunque un onore per lei allenarsi con Roberta e Sara.

  15. Madoka by Madoka

    Scelta giusta.

  16. TEUS by TEUS

    Meglio così. Non penso sarebbe stata utile per Camila una convocazione in questo momento considerando, tra l’altro, che si giocherà sulla terra rossa.

  17. by Tommaso

    Errani, Vinci, Knapp e Burnett convocate in Fed Cup.

  18. by Tafanus

    E tanto per non parlare sempre e solo di Camila, ma anche di tennis, ogni tanto: ieri Errani/vinci hanno passato passeggiando il primo turno di doppio. Oggi la Vinci ha “asfaltato” la Halep 6/0 6/3 in 52 minuti.

    Ti spiace se ogni tanto parlo di tennis?

  19. by Tafanus

    A proposito… forse perchè travolto dalla monomaniacalità, non ti sei neanche accorto che questa settimane sono entrate o rientrate nell top-100 Kimiko Data Krumm (43enne) che ha superato anche le quali e il primo turno del main-draw a Parigi (da 100 a 77); Madison Keys (una negra dalle grandi labbra) è passata da 105 a 81; Pliskova da 106 a 86; Dolonc da 120 a 89; Vekic, 16 anni, da 111 a 93; Muguruza da 112 a 95; Cepelova da 115 a 97.

    La concorrenza si fa dura, ma su questi exploit non ho sentito rumore di mortaretti.

  20. by GIEMME

    Hector:

    sicuramente ben vengano le piu’ giovani, com’ è giusto che sia.
    ma per me, se dovesse uscire Camila, il torneo perderebbe di interesse,
    in quanto le tenniste che preferisco a livello internazionale, non vi prenderanno parte…

  21. by t.o.

    6-2 6-3 con 9 punti di differenziale non è un’asfaltata. 6-2 6-3 con 32 punti di differenziale è un’asfaltata.
    Fermo restando che il termine asfaltata non è un termine tecnico

  22. TEUS by TEUS

    La Voegele ha vinto ancora battendo la Puig (giocatrice da molti ritenuta interessantissima) 6-4 6-2 (guardando i risultati pare stia giocando bene la compagna di doppio di Camila). Il tennis femminile comunque si conferma in generale piuttosto imprevedibile (ci sono spesso risultati netti e inaspettati) e sono sicuro che a breve arriverà il momento favorevole anche per la “bimba”.
    La Vinci oggi ha passeggiato (battuta la Halep in meno di un’ora) e, dato che si parlava della sua età avanzata in prospettiva con la Errani, attualmente mi sa che sta giocando molto meglio la più anziana.

  23. Hector by Hector

    Intanto a Pattaya City la Kumkhum, omonima del soprannome di Boris Becker, continua la sua straordinaria stagione 2013 superando Casey Dellacqua 6-2 6-2. Dopo essere arrivata al secondo turno degli AO partendo dalle qualificazioni incamerando 160 punti, continua la rincorsa alle prime 100.
    Cambiando discorso, vedendo la lista delle iscritte a Midland, vi dico che se non dovesse vincere Camila spero lo faccia Vesna Dolonc. Ho un debole per lei ed e’ appena entrata di slancio nelle 100. Voi chi preferirete, Camila esclusa?

  24. by Tafanus

    Se la sconfitta della Foretz Gacon da parte della Voegele rafforza la “imbzrazzante mediocrità” della Foretz Gacon, come definiresti le giocatrici che sono stata sfaltate dal questa mediocrità mondiale?

    Se possibile, risposte, non battute.

    P.S,: La proprietà transitiva è talmente poco probante che la si studia persino a scuola. Intendo nelle scuole statali, non so alla CEPU…

  25. by GIEMME

    ok.
    Siccome sono quello che ben tollera la presenza di certi insetti, avendo visto che ti esprimevi al plurale….
    M` era venuto il dubbio… 🙂

  26. by antonelo

    No GIEMME, non mi pare che sia stato tu ad evidenziare che la Foretz è stata capace di battere la numero 175 della classifica WTA e quindi l’epiteto di “giocatrice mediocre” è assolutamente immeritato, al solo scopo di rinfocolare le polemiche di un mese fa e rimarcare per l’ennessima volta quanto siano imbecilli ed incompetenti i tifosi di Camila.

  27. by GIEMME

    dimmi Antonelo:
    Se 2-1=1…
    Il secondo ”espertone che bazzica questo sito„ dovrei essere io… Giusto?
    🙂

  28. by antonelo

    E’ chiaro che se uno pensa che abbia senso applicare la proprietà transitiva al tennis, allora non ne capisce niente non solo di tennis, ma neanche di sport in genere. Ma questo era già evidente da un pezzo.
    Nel frattempo è con immenso dispiacere che apprendo che la fortissima tennista francese Foretz è stata inopinatamente sconfitta per 6-2 6-0 dalla Voegele, novella compagna di doppio di Camila, nel secondo turno delle qualificazioni dell’Open GDF Suez. Davvero mi chiedo come ho fatto a definire “giocatrice mediocre” questa straordinaria campionessa… questo mirabolante talento d’oltralpe. E meno male che sono intervenuti i grandissimi esperti che bazzicano questo sito a correggere il mio marchiano errore! Vamos Stephanie, che hai solo 31 anni e mezzo ed hai quindi tutto il tempo di dimostrare il tuo reale valore!

  29. by GIEMME

    Taf e Stefano:
    abbiamo le nostre opinioni.
    in questo caso, la mia è piu’ orientata verso quella di Antonio.
    comunque io ci rinuncio…
    stiamo dando fastidio a qualcuno… 😯 😯 😯

  30. by Tafanus

    Antonelo, accendi il cervello. Per la proprietà transitiva, le la Foretz Gacon è una giocatrice “di una mediocrità imbarazzante”, ed ha asfaltato la Giorgi in un’oretta, come definiresti, con la tua abituale “finesse”, la Giorgi?

  31. by Tafanus

    P.S.: quelle fondate “solo sui numeri” non sono “supposizioni”. Si chiamano “analisi”. Quelle fondate sulle sensazioni, si chiamano supposizioni.

  32. by Tafanus

    “Se te lo ha confermato esplicitamente Flavia (ripeto ESPLICITAMENTE), allora me ne sto zitto e ne prendo atto, ma se sono soltanto tue supposizioni motivate “dai numeri”, allora sappi che valgono esattamente quanto le mie”

    Forse ho delle notizie in più di te, ma sono faccende personali, e non le scrivo su un blog. Ma anche se non le avessi, so fare due più due. Una vive in Argentina, l’altra in Spagna. Una ha lasciato il circuito da 30, l’altra era precipitata a circa 200.

    L’anno scorso Pennetta è entrata a Parigi e Wimbledon da 16 e 17, Dulko navigava intorno alla 130ma posizione. A aprdi e Londra ha superato un turno e due turni delle qualificazioni, Pennetta era testa di serie.

    Detto questo, poichè Pennetta, senza l’incidente, avrebbe potuto entrare direttamente in qualsiasi torneo le fosse passato per la testa, e Dulko doveva giocare le quali persinio per i GS, chi delle due avrebbe rinunciato alla propria programmazione?

    Dulko avrebbe rinunciato ai singolari per seguire Pennetta per il solo doppio?

    Pennetta avremme rinunciato ai premier per correre dietro alla Dulko, magari iscrivendosi a Phoenix o a Braunsville?

    Pensala come vuoi.

  33. by Stefano

    “… Se le due avessero continuato (una senza il matrimonio, l’altra senza lo stop di sette mesi) non avrebbero affatto continuato a giocare insieme, perchè tanto per cominciare noggi una sarebbe a Parigi, l’altra a Pattaya. E così per quasi tutto l’anno …”.
    Toglimi una curiosità: le cose che scrivi (come ad esempio questa), le deduci dai tuoi calcoli sulle classifiche/rendimento_delle_giocatrici, oppure sai qualche cosa che noi non sappiamo?
    Se te lo ha confermato esplicitamente Flavia (ripeto ESPLICITAMENTE), allora me ne sto zitto e ne prendo atto, ma se sono soltanto tue supposizioni motivate “dai numeri”, allora sappi che valgono esattamente quanto le mie.
    Certo le mie sono basate sulle impressioni, mentre le tue hanno un qualche fondamento statistico … ma sai bene quanto me, che la statistica non può predire il futuro, può solo dire ciò che è più probabile che accada, ma è perfettamente incapace di gestire le variabile del caso che spesso sono quelle che fanno la differenza.
    Tanto per dirne una … l’affiatamento tra Flavia e Gisela potrebbe (se quest’ultima non avesse deciso di mettere su famiglia) essere stato così forte da convincere l’una a seguire una programmazione simile all’altra per poter continuare a giocare il doppio insieme, anche se questo voleva dire uscire quasi sempre al 1° o 2° turno di ogni torneo.
    Per quanto ne so, in mancanza di un riscontro reale (cioè chiedendo alle dirette interessate), sia la mia tesi che la tua hanno la stessa valenza (pur essendo basate su criteri completamente differenti).

    Intanto, girando per Ubitennis, ho trovato un’altra persona che sulla Garcia la pensa esattamente come me (meno male, perchè mi stavo preoccupando …)
    http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2013/01/28/836999-suez_garcia_camerin_mauresmo.shtml
    (Ciò che intendo è scritto sui commenti post articolo, più che sull’articolo in se’ …).
    Da notare la terz’ultima foto relativa a Caroline: tutta quella elevazione durante il servizio per caso vi ricorda qualcuno?
    OK, non si parla di salto in alto … quello è un altro sport, ma sono sempre dell’idea che avere una struttura fisica che ti permette di fare cose del genere sia un dono da DOVER sfruttare al meglio.
    Se dovesse rimanere con la testa di una juniores … non sarebbe soltanto una sconfitta sua, ma anche di tutte quelle persone che le stanno attorno e che non sono riuscite a farla rendere al meglio.
    Rimango sempre dell’idea che, se non ci si prende cura del vivaio, poi un bel giorno se ne pagheranno le conseguenze (e dire che è una giocatrice “non interessante” semplicemente perchè non ha ancora dimostrato nulla è la via migliore per lasciare che tante potenziali tenniste prendano altre stade senza sapere mai dove sarebbero potute arrivare con il giusto supporto).
    La tanto osannata Stephens, ad esempio, in USA gode di un supporto da parte della sua federazione che qui in Italia mai nessuna giocatrice ha mai avuto.
    Perciò non lamentiamoci se una Burnett ancora non riesce a sfondare o se una Giorgi fatica a diventare ciò che noi tutti desideriamo che diventi.
    Certo, avere un buon fisico atletico non significa necessariamente avere anche il talento … ma se scartiamo quelle che hanno i “numeri” (intesi come forza, esplosività, atleticità) per poter diventare molto forti, poi non dobbiamo lamentarci se ci ritroviamo in mano campionesse che però spesso non riescono a colmare il gap di potenza che hanno con le più forti (e di conseguenza perdono quasi sempre gli scontri diretti da queste ultime per palese inferiorità nella “potenza di fuoco”).

  34. by Tafanus

    “Se Gisela non si fosse ritirata, loro due avrebbe continuato assieme, altro che carriere divise dalla classifica (il crollo di Gisela in classifica è spiegabile dal fatto che il suo ritiro fosse già programmato a dopo le Olimpiadi, non è che questo crollo sia stato il motivo di allontanamento fra le due).
    Flavia lo ha detto molto chiaramente in un’intervista, se Gisela avesse continuato, loro due sarebbero ritornate a far coppia assieme.”

    Se le due avessero continuato (una senza il matrimonio, l’altra senza lo stop di sette mesi) non avrebbero affatto continuato a giocare insieme, perchè tanto per cominciare noggi una sarebbe a Parigi, l’altra a Pattaya. E così per quasi tutto l’anno.

  35. by Tafanus

    Biglebowxki, io trovo stucchevoli i suoi commenti. E la sua presunzione

  36. by Tafanus

    Tutto è possibile, anche che io campi più della Montalcini. Ma la norma e Catalano dicono che è più facile che cali prima di rendimendo chi ha quattro anni di più che non di chi ha quattro anni di meno. Forse sfugge che la differenza d’età fra Sara e Roberta è di 4 anni, fra Roberta e Flavia è di un anno. Poi tutto è possibile (anche che Sara decada fra un anno e Flavia fra 5,. Possibile, ma non probabile.

    P.S.: Intanto in Francia Sara e Roberta hanno chiuso la pratica del primo turno di doppio contro Corne/Mladenovic 6/1 6/2 in 56 minuti

  37. by Stefano

    Opps, Flavia, non Falvia …

  38. by Stefano

    ” … alle prossime olimpiadi, Roberta avra’ 33anni e mezzo.
    davvero puoi pensare che a quell’ eta’ sia ancora in grado di seguire Sara in ogni torneo di un certo livello?
    mi spiace doverti diere, che i fatti per ora sono altri …”.
    Giemme, veramente PER ORA i fatti dicono che giocano insieme sia i tornei del singolare che del doppio.
    Sulla prospettiva di cosa faranno nel 2016, invece, molto dipenderà da come evolverà la situazione in questi 3 anni e mezzo che mancano alle Olimpiadi.
    Certo è, che è molto più probabile che per quella data Sara giochi ancora con Roberta che non che Roby si metta insieme a Flavia (ammessa che quest’ultima non si sia già ritirata dal tennis … tutto può succedere in tre lunghi anni).
    Ti sembra sensato che due giochino il doppio insieme per diversi anni vincendo quasi tutto quello che c’è da vincere, e quando hanno la possibilità di rifarsi nell’unico torneo in cui hanno fallito (quello Olimpico) decidano proprio a ridosso di questo evento di separare le loro carriere?

    “… Continua a non capire. Non sarà un tradimento dell’amicizia a dividere la coppia, ma la diversità d’età. E’ nel corso delle cose che Vinci finisca prima di Sara di avere un ranking da tornei importanti in singolare. A quel punto che farà? girerà il mondo al seguito di Sara per giovare solo il doppio, o farà il singolo al suo livello (che presumibilmente sarà diverso da quello di Sara e simile a quello di Flavia? …”.
    Capisco perfettamente il tuo ragionamento, ma bisogna considerare anche:
    1) non è detto che fra 3 anni (quando presumibilmente Roby dovrebbe calare di rendimento) anche Sara non cali di conseguenza … magari in maniera meno netta, ma potrebbe comunque ritrovarsi ad esempio n°50 del mondo per quella data, e la Vinci potrebbe essere ad esempio n°80, perciò non così distante da scegliere un’altra programmazione;
    2) Falvia potrebbe anche essersi già ritirata tra 3 anni (molto dipende da come si riprenderà da questo infortunio … e se magari ne avrà altri …);
    3) come ho già scritto, Sara e Roberta si completano a vicenda, mentre Flavia e Roby sono molto più simili come giocatrici: potrebbero anche provare qualche doppio assieme, ma siamo sicuri che otterrebbero gli stessi risultati di Sara e Roberta?

    Capisco che anche “l’anagrafe” si farà sentire, ed il peso degli anni potrebbe avere la meglio su tutte quelle scelte operate finora … ma non dimetichiamoci che Flavia è stata una top player, non una giocatrice “mediocre” che ha trovato la sua fortuna soltanto nel doppio.
    Un conto sono le giocatrici professioniste del doppio che si sono dedicate soltanto a quello perchè in singolare non sono mai riuscite a diventare delle campionesse, ed un conto è una giocatrice che ha vinto sia nel doppio che nel singolo come la Pennetta.
    Francamente, io non penso che se Flavia dovesse “finire la benzina” nel singolo accetti di diventare una doppista e basta insieme alla Vinci (giocando magari i tornei minori a cui la sua modesta classifica consentirà di accedere).
    Io penso che quando la Pennetta capirà che non è più in grado di competere agli alti livelli, accetterà di buon grado l’idea di ritirarsi dal professionismo: non riesco a vedercela a seguire un percorso fatto di tornei di seconda fascia o ITF.
    Poi magari mi sto sbagliando su tutto, eh … non pretendo mica di sapere cosa succederà nel futuro o cosa rientra nei piani di queste ragazze, ma sarei molto deluso se delle grandi giocatrici come loro decidessero di mettersi insieme soltanto per continuare a giocare (una cosa del genere me l’aspetterei da una Camerin o da una Brianti, ma non da una Schiavone, Pennetta o Vinci …).

    Un’ultima cosa:
    “… Forse non se n’è accorto, ma il sodalizio fra Pennetta e Dulko non è finito quando Gisela si è sposata, ma parecchio prima: quando la Dulko è precipitata in classifica, e le strate di Flavia e Gisela in singolo si sono divise …”.
    Nel 2012 hanno scelto di giocare con altre compagne (leggisi Schiavone e Suarez) semplicemente per prepararsi al meglio per le Olimpiadi.
    Finita l’estate, Gisela si è ritirata dal tennis, per cui Flavia (che nel frattempo era ferma ai box) ha poi dovuto trovarsi un’altra compagna.
    Se Gisela non si fosse ritirata, loro due avrebbe continuato assieme, altro che carriere divise dalla classifica (il crollo di Gisela in classifica è spiegabile dal fatto che il suo ritiro fosse già programmato a dopo le Olimpiadi, non è che questo crollo sia stato il motivo di allontanamento fra le due).
    Flavia lo ha detto molto chiaramente in un’intervista, se Gisela avesse continuato, loro due sarebbero ritornate a far coppia assieme.

    Su Camila e Flavia, invece, la mia era soltanto una provocazione: è chiaro che la Pennetta non avrebbe nulla da guadagnarci in questo sodalizio … ma se succedesse sarebbe la cosa migliore per la Giorgi, che da questa unione avrebbe soltanto da guadagnarci (e poi Camila è mezza argentina, ed è molto simile per corporatura ed aspetto a Gisela … metaforicamente potrebbe quasi essere considerata la sua degna erede [che poi tecnicamente esista un abisso fra le due … lasciamo stare]).

  39. biglebowski by biglebowski

    il fatto che in questo periodo non ci siano molti argomenti di dibattito, mi fa comunque apparire una discussione sulla compagna di doppio di roberta vinci alle olimpiadi del 2016 piuttosto stucchevole.
    mi scusino gli interessati all’argomento, ma non sono riuscito a tare a meno di esprimere questo pensiero.

    piuttosto, non è che la redazione del sito UFFICIALE di camila giorgi sarebbe in grado di raccontarci qualcosa di più interessante?
    nel caso ringrazio anticipatamente

  40. by antonelo

    Caspita! Aspettavo questa notizia, che peraltro conoscevo in tempo reale… La Foretz ha battutto nientemeno cje la Rezaï! allora è davvero una grande campionessa. Non tutte sono capaci di battere la Rezaï, che a 25 anni è gia n° 175 al mondo!

  41. by Tafanus

    Uscita la nuoca classifica. Ecco alcuni dati significativi:

    Errani e Vinci rimangono rispettivamente alla 7° e 16° posizione, e sempre asaldamente prime in doppio.

    Sloane Stephens sale di 8 posizioni, e passa al 17° posto.

    Schiavone perde 5 posizioni, e arretra in 53° posizione.

    Pennetta guadagna 2 posizioni, e passa in 57° posizione.

    Oprandi Perde 6 posizioni, e passa al 67° posto

    Giorgi perde 2 posizioni, e scende in 76° posizione

    Knapp guadagna 8 posizioni, e sale in 116° posizione

    Burnett invariata in 154°

    Brianti precipita di 26 posizioni in 160°

    Dentoni: bella risalita di ee posizioni, in 207°

    Grymalska sale di 5 posizioni in 289°

  42. by GIEMME

    Stefano:
    solo una precisazione in quello che hai scritto ieri, in cui dici di stare ai fatti:
    alle prossime olimpiadi, Roberta avra’ 33anni e mezzo.
    davvero puoi pensare che a quell’ eta’ sia ancora in grado di seguire Sara in ogni torneo di un certo livello?
    mi spiace doverti diere, che i fatti per ora sono altri.
    buona giornata a tutti.

  43. by Tafanus

    Continua a non capire. Non sarà un tradimento dell’amicizia a dividere la coppia, ma la diversità d’età. E’ nel corso delle cose che Vinci finisca prima di Sara di avere un ranking da tornei importanti in singolare. A quel punto che farà? girerà il mondo al seguito di Sara per giovare solo il doppio, o farà il singolo al suo livello (che presumibilmente sarà diverso da quello di Sara e simile a quello di Flavia?

    Pennetta non è li per disturbare l’armonia della coppia, tanto è vero che al rientro farà coppia in doppio con la Kuznetsova. Ma poi?

    E infine: Pennetta (31 anni) con Giorgi (21 anni)? Che deve fare, la badante? Perdere insieme alla Giorgi per spirito umanitario? Ma nel frattempo, se Flavia dovesse risalire rapidamente fra le prime 30, e la Giorgi restare dov’è, cosa dovrebbe fare, la Pennetta, seguire la Giorgi nei 280 punti o magari negli ITF? Oppure avere una sua programmazione, che richiede una compagna di doppio del suo stesso range di classifica?

    Forse non se n’è accorto, ma il sodalizio fra Pennetta e Dulko non è finito quando Gisela si è sposata, ma parecchio prima: quando la Dulko è precipitata in classifica, e le strate di Flavia e Gisela in singolo si sono divise.

    Andiamo! Cerchoiamo di far andare la fantasia, ma restando nell’ambito delle cose possibili, e non ipotizzando un sodalizio fra due persone che non hanno niente in comune.

  44. by GIEMME

    Stefano:
    condivido molto di cio’ che scrivi.
    ma su alcuni punti resto della mia idea gia’ manifestata in precedenza.
    evidentemente su alcuni aspetti abbiamo opinioni diverse…

  45. by Stefano

    Giemme, forse ti sfugge una cosa: è vero che anche in molti altri sport i “papabili” per la vittoria finale sono 4 o addirittura soltanto 2 o 3, ma qui si parla di 4 che sono sempre 1°, 2°, 3°, e 4° (tradotto che vanno quasi sempre in semifinale tutti e 4).
    Non ci sarebbe nulla di male se il gioco dei pretendenti al n°1 fosse ridotto a loro quattro, ma qui siamo di fronte all’impossibilità di qualsiasi altro giocatore di battere anche soltanto uno di loro.
    Siamo al paradosso che se Del Potro o Tsonga fanno fuori prima del tempo un Federer o un Murray, rimaniamo scioccati dall’accaduto, tanto da dire che … o hanno qualche problema fisico, oppure che quest’ultimo ha giocato la partita della vita.
    Non dovrebbe essere così!!!
    Che possano essere sempre i favoriti ci sta tutto, ma che dominino il circuito quasi ridicolizzando a tal punto gli altri giocatori da far credere che loro siano non su di un livello maggiore, ma di due, tre livelli sopra … è quasi imbarazzante per come lo vedo io.
    Non dovrebbe esserci tutta questa differenza … non dovrebbe essere così altamente improbabile per qualcun altro vincere un Major.

    Secondo me Murray è e rimarrà sempre il più “incompiuto” dei quattro.
    Non 8 mesi fa … sono almeno 3-4 anni che Andy potrebbe diventare n°1 al mondo.
    Non è che con Lendl sia migliorato a tal punto da pensare che sia diventato un altro giocatore: Lendl l’ha forse rafforzato un po’ più sul dritto e gli ha fatto capire che deve essere più professionale nell’atteggiamento in campo (tutte quelle esternazioni non fanno altro che danneggiarlo …), ma non l’ha stravolto come stile di gioco.
    Oggi non è andato quasi mai a rete, ha giocato in difesa per l’80% del tempo, e non ha mai provato a confondere i piani del serbo cambiando qualcosa.
    Djoko, che lo conosce a memoria (i due hanno fatto la carriera juniores assieme), ci è andato a nozze.
    Sinceramente spero che Rafa torni: che faccia un po’ di casino, perchè mi sono stufato di guardare delle finali di 3-4 ore dove i due giocano stilisticamente a specchio e non cambiano mai nulla.

    Raonic è un elemento di novità, ma a mio avviso è nato nell’epoca sbagliata: troppo alto per muoversi bene in campo, troppo dipendente dal servizio per pensare di impensierire i più forti.
    Del Potro secondo me non vincerà mai più di un Safin (che per un po’ è pure riuscito a diventare n° 1 al mondo), mentre Ferrer è troppo “leggero” per rispondere alle pallate dei primi 4, e Tsonga … Tsonga è un “pagliaccio” (nel senso affettuoso del termine).
    Nel senso che Jo è dotato di buona forza per fare a pallate con i più forti, ed a tratti sul veloce pare pure tenere benissimo il loro ritmo … soltanto che poi gli prendono i suoi soliti 5 minuti di follia, e rovina tutto con erroracci o giocate al limite della stupidità: che ci vuoi fare, lui è fatto così!

    Sul doppio Pennetta/Vinci …
    per carità, tutto è possibile, e non ci sarebbe nulla di scandaloso se accadesse.
    Però io Roby la trovo troppo legata a Sara (e viceversa) per pensare che, per convenienza, sacrifichino questa loro “alchimia” per una questione meramente tecnico-anagrafica.
    Se proprio Flavia si vuole trovare una compagna di doppio … che prenda una certa Camila Giorgi, che avrebbe molto bisogno di confrontarsi con un’amica di esperienza che sappia darle le dritte giuste per la sua carriera.
    Io trovo che in un doppio la diversità (anagrafica, di potenza e tecnica) sia più un valore aggiunto che un limite.
    Roby e Sara, ad esempio, non sono per niente uguali, e la loro coppia funziona benissimo perchè si completano meravigliosamente a vicenda (Sara è un muro da fondo, e Roby è un muro a rete).
    Poi non dimentichiamoci il feeling: Flavia e la Dulko si intendevano perfettamente perchè erano amiche vere … non è facile trovarsi un’altra compagna (anche se forte) per fare un doppio forte.
    Guardiamo ad esempio Flavia e Francesca: non si completavano per niente in campo, e anche se ce l’hanno messa tutta, il loro doppio rimarrà per sempre come un tentativo mal riuscito di formare una coppia forte.
    Certo, Roby e Flavia si conoscono da una vita (hanno iniziato assieme), ma secondo me la Vinci continuerebbe a vincere di più con Sara (che fisicamente sarà al top ancora per diversi anni) che non con una sua amica vecchia come lei.

    Dire che “… Qualsiasi persona che sappia cosa sia un doppio, capisce come Pennetta e Vinci, entrambe dotate di un servizio ottimo anche se diverso, e di grandi capacità a rete, sono una coppia difficilmente battibile. Da chiunque.”
    è una cosa molto verosimile adesso (per la cronaca a Biella hanno affrontato un doppio non certo impossibile da battere …), ma sarà così anche tra i famosi 3 anni?
    Quando calerà la “benzina” ad entrambe, siamo sicuri che la loro tecnica sia ancora sufficiente per battere le altre coppie?
    Io credo di no … credo che almeno una buona ribattitrice che può correre a tutta serva per essere un doppio di alto livello.
    Certo il livello del doppio di oggi è molto basso … forse in alcuni casi potrebbe anche bastare …
    Ma alle Olimpiadi il doppio lo hanno vinto le due più forti (le Williams), ed il doppio misto se lo sono giocato Murray e la Robson contro l’Azarenka e Mirnyi: due coppie improvvisate formate però da giocatori di classifica (Andy e Vika), più una giovane (Laura) ed un esperto doppista (Max).
    In altre parole, niente super veterane, niente trentenni e basta … un po’ di gente che sappia buttare la palla di là o andarla a riprendere quasi in tribuna è necessario se il livello della posta è alto.
    Personalmente, se fossi Roby, ci penserei due volte prima di mettermi a 33 anni (come da ipotesi) con una di 34 sperando di sconfiggere ancora quelle più giovani.
    Secondo me, se il fisico regge, Roberta e Sara arriveranno insieme almeno fino alle Olimpiadi di Rio, dove certamente un pensierino al doppio lo stanno già facendo (altro che dividersi proprio nell’anno delle Olimpiadi …).
    E questi non sono pareri, sono dati di fatto.

  46. by Tafanus

    “…“… Pennetta/Vinci potrebbero ricostituire la coppia di doppio di quando entrambe erano teenagers, e potrebbe essere una delle coppie più forti e longeve del mondo …”
    Mi domando se questa asserzione sia giustificata da qualche “notizia sottobanco”, oppure si tratta soltanto di fantatennis?…”

    Nessun fantatennis. Non è il mio “genere”. Il mio genere sono i fatti. E i fatti dicono che:

    -1) Roberta Vinci è da almeno dieci anni considerata una delle più forti doppiste al mondo, ed è dal 15 ottobre la n° 1, a pari punti con Errani, e con largo margine sulle coppie che seguono e sulle singole giocatrici che seguono;

    -2) Roberta Vinci è entrata dalla settimana scorsa nella classifica delle più longeve n° 1 al mondo, alla 19ma posizione (vedi link: http://iltafano.typepad.com/tennisdelleragazze/2013/01/roberta-vinci-%C3%A8-entrata-nella-classifica-delle-20-pi%C3%B9-grandi-doppiste-di-tutti-i-tempi.html

    -3) Fra tre settimane raggiungerà al 18mo posto tale Flavia Pennetta, il cui sodalizio giovanile – per i meno informati – risale a quando hanno vinto in coppia il Roland Garros Juniores.

    -4) Sempre per i meno informati, l’anno scorso una infortunata Pennetta – che era a Biella come riserva in FedCup, è entrata in campo a freddo per sostituire la infortunata Errani, ed ha portato a casa il doppio decisivo in coppia con la Vinci.

    -5) Qualsiasi persona che sappia cosa sia un doppio, capisce come Pennetta e Vinci, entrambe dotate di un servizio ottimo anche se diverso, e di grandi capacità a rete, sono una coppia difficilmente battibile. Da chiunque

    -6) Nessuno ha detto che la Pennetta sia finita. Il giochino di mettere in bocca agli altri cose che gli altri non hanno detto è alquanto sporco, e non funziona. Ho detto (e lo riconfermo) che fra un mese Flavia compirà 31 anniu, è ferma da sei mesi, e che non è eterna. E quando smetterà di fare risultati in singolare (ammesso che riprenda a farli) il doppio è un’ottima maniera per restare a fare ciò che vuol fare.

    -7) Non faccio fantatennis, anche perchè avendo la fortuna di annoverare Flavia fra i miei amici, forse non ho bisogno di fare supposizioni, e viaggio spesso con notizie di prima mano. Quindi magari più attendibili delle “supposizioni altrui

    -8) Nessuno considera nessuno ruota di scorta di qualcuno. Semplicemente, egregio, il tempo passa per tutti. Fra tre anni Sara avrà 29 anni, Flavia 34, Roberta 33. E’ più facile pensare che Flavia e Roberta avranno qualche problema a continuare a rimanere competitive in singolare, e frequentare gli stessi tornei di Sara (che ha un discreto vantaggio di età), mentre potrebbero essere l’una e l’altra parte di un team di doppio vincente. Lasci perdere le ruote di scorta, che è un concetto che io non ho usato. Lo ha usato lei. Quindi se ha biusogno di chiarirsi sulla funzione delle ruote di scorta, non chieda a me. Chieda all’esperto di turno, che non sono io.

    -9) Sui orogetti per il futuro di Flavia alcuni pensano, altri sanno

    -10) Infine, non ha capito iul punto centrale (ma è abbastanza normale): Sara non abbandonerà Roberta, e Roberta non abbandoberà Sara: è l’anagrafe che farà si – in condizioni normali – che le frequentazioni dei tornei si divideranno. Come si stanno dividendo per la Schiavone. Quindi nessuno ipotizza una cattivissima Sara che lasci Roberta o viceversa, ma il tempo, implacabile, che avvicinerà per fatti anagrafici Flavia e Roberta.

    Come al solito, non ci ha capito molto, vero?

  47. by GIEMME

    Stefano:
    ti diro’, che ad onor di cronaca lo stesso Murray prima di 8 mesi fa, non era considerato da nessuno, come uno papabile a vincere uno slam.
    oggi è una realta’.
    ha fatto finale a W. subito dopo ha conquistato l’ oro olimpico e gia’ allora scrissi in altra sede, che era arrivato il tempo per lui, di considerarlo in vetta all’ olimpo tennistico.
    molti mi diedero torto allora e molti si dovettero ricredere quando riusci’ a portare a termine l’ impresa contro Novak in quel di New York…
    oggi comunque esce di scena in una finale slam, che seppur non ho avuto modo di seguirla, credo che per meta’ match, abbia tenuto testa benissimo a Novak…
    ce ne sono altri? ce ne saranno? non so, Raonic mi piace molto, ma certo per lui la strada è ancora lunga, ma sicuramente non preclusa…
    comunque sia, 4 è gia’ un bel numero, che in tantissimi altri sport, sicuramente non riesci a trovarli.
    e per questo, non la vedo poi come una cosa tanto monotona come la descrivi.
    l’ unico sport che mi viene in mente, cosi’ su due piedi, in cui il numero dei pretendenti alla vittoria sia superiore a 4, è lo sci alpino.
    li si, che le variabili in gioco sono tante e per questo motivo, la vittoria in una gara non è mai certa.
    ma se poi anche li vai a vedere la classifica mondiale, scopri che tranne un paio, gli altri sono sempre comprimari in tutte le stagioni.
    per il resto, ci sono tantissimi sport, in cui i veri contentendi sono al massimo due.
    quindi per me, che nel tennis maschile ce ne siano oggi 4, è un qualcosa che avvalora questa disciplina…

    riguardo la possibile futura coppia in doppio Pennetta / Vinci, non ci vedo nulla di male.
    nessuno vuole sottrarre la Vinci a Sara….
    è semplicemente un discorso di eta’ e di classifica.
    fra 1/2 anni, Roberta non potrebbe piu’ partecipare alla quasi totalita’ dei tornei in cui Sara, con la classifica odierna, puo’ fare bene.
    le loro strade potrebbero cosi’ iniziare ad allontanarsi, facendo scegliere per l’ una i Premier e per l’ altra gli International.
    a quel punto, immaginare una “nuova coppia” in doppio, per me non sarebbe affatto scandaloso.
    come non sarebbe per nulla scandaloso per il futuro di Flavia, vedere per lei una nuova primavera agonistica, nella disciplina del doppio.
    ovvio è a lei che spetta la decisione sul suo futuro. noi possiamo solo adeguarci…

    tornando al tema Fed, direi che la nuova uscita prematura sia di Francesca, sia di Karin, scalda ancor piu’ i carboni in mano a Barazzutti.
    ormai le convocazioni sono imminenti e qualsiasi decisione possa prendere, sara’ in ogni caso una decisione molto esposta a critiche piu’ o meno severe…
    non vorrei essere nei suoi panni… auguri Corrado… ne avrai bisogno.

  48. by Stefano

    “… la Hlavackova … in men che non si dica, avrebbe conquistato più titoli e prize-money di Kvitova e Hradecka sommate …”.
    A parte il fatto che avevo scritto di Hradecka e Safarova e non Hradecka e Kvitova (cosa specificata per la duecentesima volta e mai capita), visti i continui regressi di tutto il team ceco non sarebbe poi così difficile per Andrea diventare la n°2 del suo paese … se non fosse che sta continuamente peggiorando come rendimento in singolare (e la stessa cosa le sta capitando anche in doppio [per inciso oggi la sua compagna di doppio Hradecka ha perso la finale del doppio misto degli AO]).
    Però, più di dire che ne avrebbe le potenzialità, non posso entrare nella testa di qualcuna per capire come mai sta regredendo invece di migliorare …

    “… Pennetta/Vinci potrebbero ricostituire la coppia di doppio di quando entrambe erano teenagers, e potrebbe essere una delle coppie più forti e longeve del mondo …”
    Mi domando se questa asserzione sia giustificata da qualche “notizia sottobanco”, oppure si tratta soltanto di fantatennis?
    Considerare la Vinci la “ruota di scorta” (perchè in soldoni è di questo che si tratta) di una Pennetta che in singolare non riesce più a far bene … mi sembra un po’ offensivo sia nei confronti di Flavia che di Roberta.
    Quando Flavia non avrà più la forza per essere competitiva in singolare, si ritirerà e non si butterà nel doppio per riciclarsi come doppista a tempo pieno.
    Flavia gioca per competere, perchè le piace la sfida, e non penso che si ricrei una carriera di seconda fascia (come lo è quella del doppio) per vincere qualche altra coppa in più ed alzare il carrier prize money …
    Attendere nella speranza che Roby rompa con Sara per soffiargliela (contando in un calo fisico di Roberta), non mi sembra molto corretto.
    Sara è una persona seria e responsabile, e se Roberta non riuscirà più a far bene in singolare, non vedo il motivo per cui lei debba “abbandonarla” per dedicarsi solamente al singolo, lasciando che la Vinci si “ricicli” assieme alla Pennetta.

    Intanto ricordo di uno che prevedeva per la Giorgi una carriera tra la 70 e la 100 posizione (per un po’ di tempo) e non di più …
    Staremo a vedere cosa riserverà il futuro …

  49. by Stefano

    Non è così difficile capire cosa c’entri:
    se crediamo (= diamo fiducia) alle nostre ragazze emergenti, non al punto da considerarle dei fenomeni, ma almeno da credere (o meglio sperare) in loro, perchè mai dobbiamo “sparare a zero” su una ragazza francese di 19 anni dicendo che la nostra Francesca avrebbe dovuto vincere contro di lei anche giocando con la mano sinistra? (Senza neppure aver visto il match …).
    Se in passato ha avuto qualche exploit, perchè non potrebbe aver giocato bene lei contro la nostra Schiavone?
    Non capisco la logica per cui si cerchi sempre un alibi per giustificare la sconfitta di una giocatrice con il ranking (o palmares) più alto, come se fosse un’anomalia il fatto che qualche volta questa possa anche perdere da una più “scarsa” che però in quel confronto ha semplicemente giocato meglio di lei.

    Giemme, la Pennetta, infatti, non l’ho inclusa nella lista: viene da un lungo infortunio, e ci vorrà del tempo prima che torni quella di prima (se ci riuscirà).
    Su Romina hai ragione, anche io la “sento” italiana: il problema è che ora le convocazioni gliele fa l’altra nazionale e non l’Italia.
    L’abbiamo persa per colpa delle Olimpiadi … quando in una certa maniera abbiamo perso anche le altre due (nel senso che più o meno nello stesso periodo abbiamo avuto l’inizio della crisi della Schiavone e l’infortunio di Flavia).
    Se fosse cambiato l’ordine di questi eventi, probabilmente, non le avremmo perse tutte e tre (nel senso che se Flavia si fosse infortunata a inizio anno o se Francesca avesse iniziato prima il suo periodo di crisi di risultati, probabilmente la Oprandi sarebbe rimasta in Italia e avrebbe giocato le Olimpiadi con la maglia azzurra).
    Forse siamo stati un po’ sfortunati in tutto questo …
    Sulle altre … penso che se Camila non si darà una mossa, ci sia ben poco da sperare per la Burnett e socie.

    Sui “magnifici 4” … ti dirò:
    se ogni tanto Raonic, Berdych, Ferrer (no questo è proprio impossibile!!!!!), Del Potro, Tsonga … vincessero almeno UNO Slam, allora sì, saremmo in un’epoca d’oro.
    Ma così come stanno le cose, è una tragedia, sportivamente parlando.
    Tu lo guarderesti uno sport dove sai già chi saranno i semifinalisti?
    Dove l’incognita non è sapere chi vincerà, ma chi dei 4 non arriverà in semifinale: diciamocelo francamente, è un’assurdità che in uno sport come il tennis si viva SEMPRE una cosa del genere.
    Le donne avranno anche un livello di gioco non sempre eccelso, ma almeno ci si appassiona, ci si incuriosisce di come evolvono i confronti, le rivalità …
    Negli uomini, invece, se avviene un cambiamento di gerarchie ci vogliono almeno 3-4 anni … e ci si scambia solamente di posto, non è che ne arrivi uno nuovo.
    Giocano quasi tutti allo stesso modo (dove è finita la gente come Rafter, Edberg …), e non vi è nessun contrasto di stili, nessuna variante, nessuna novità.
    Non è un’epoca d’oro (salvo che per i giocatori interessati $$$$, chiaramente), secondo me è un “medioevo” dall’esito già “preconfezionato” che però piace tanto ai media e agli sponsor (che pagano fior di quattrini per avere sempre i più forti nelle fasi finali dei tornei che contano).

  50. by Tafanus

    Leggo sempre con molto interesse le analisi di chi sei mesi fa ci spiegava che solo Camila aveva la stoffa per battere (o abbattere?) la Serena Williams; e che contro la Hlavackova non ce n’era per nessuno: in men che non si dica, avrebbe conquistato più titoli e prize-money di Kvitova e Hradecka sommate.

    Per ora non è ancora accaduto, ma è solo questione di tempo.

    Quanto agli auspici sulla Stephens, alla quale la Giorgi doveva “rompergli il c…”, sarà per la prossima volta, ammesso che si incontrino ancora, nel futuro prossimo, negli stessi tornei, visto che da domani da Stephens sarà n° 17, e Camila n° 73, e che quindi spesso frequenteranno luoghi diversi.

    Sulla Schiavone è dall’autunno dell’anno scorso che scrivo che secondo me non ha più la voglia e la concentrazione adatta, e che forse ha imboccato la via dell’uscita di scena.. E sulla mia amica Flavia, ho scritto un articolo nel quale, proprio perchè conosco la sua età, auspicavo che – quando per ragioni di età – si romperà il sodalizio Errani/Vinci in doppio (prima o poi la Vinci frequenterà aree diverse della classifica rispetto a Errani, perchè ha solo un anno meno di Pennetta, ma quasi 5 più della Errani), Pennetta/Vinci potrebbero ricostituire la coppia di doppio di quando entrambe erano teenagers, e potrebbe essere una delle coppie più forti e longeve del mondo.

    Quindi chi legge nelle mie parole progetti a lungo termini per il singolare, per Schiavone e Pennetta, evidentemente non legge. Scrive e basta.

  51. by Tafanus

    Faccia una fatica boia a capire cosa c’entri il panorama tennistico italiano con la Garcia, ma dev’essere senz’altro colpa mia. Un nesso dev’esserci per forza… Un giorno mi produrrò in una approfondita analisi comparativa fra la Botto e il tennis francese.

  52. by GIEMME

    oggi mi son perso la finale maschile, per via dei miei impegni nel rugby.
    diciamo solo che il risultato non mi sorprende piu’ di tanto,
    anche se possiamo tranquillamente dire che se fino a 7/8 mesi fa,
    nel tennis maschile regnavano i fantastici 3, ora per lo meno quei fantastici sono diventati 4.
    anche se non amo Andy, sicuramente cio’ fa bene a tutto il panorama tennistico maschile…

    Stefano:
    sulla situazione del nostro tennis femminile, io non sarei poi cosi’ categorico:
    se da un lato abbiamo due grandi nomi nel firmamento tennistico, quali S&R,
    sul rientro di Flavia sono ottimista e penso che prima di vederla pensionanda,
    delle soddifsazioni a noi sostenitori, riuscira’ di sicuro a regalarle nuovamente.
    quanto allo stuoio al seguito, intanto Camila pur avendo subito un pessimo inizio stagione,
    fino a W ha tutto il tempo per fare bene e scalare ulteriormente la classifica, avendo pochi punti da difendere.
    la Knap invece, non la metterei tra le eterne incompiute, in quanto conosciamo tutti le vicissitudini patite da questa ragazza a livello fisico.
    pur non vedendo in lei un miglioramento costante, penso che sapra’ con il tempo ritornare ad alti livelli,
    o per lo meno a quei livelli che sicuramente le appartengono.
    cito per onore di cronaca, anche la nostra Romina, che sta facendo bene e se è emigrata in Svizzera,
    per me resta sempre QUASI italiana e degna comunque di essere seguita.
    la Burnet, ha tutto il potenziale per esplodere. anche se per ora le manca l’ innesco efficace.
    ma si puo’ ben sperare.
    per il resto, concordo con te, ma non vedo poi la situazione cosi’ fosca come l’ hai descritta…

  53. by Stefano

    “… sia davvero così ALTO”, non “altro” …

  54. by Stefano

    “Non tutte sono capaci di battere la Cabeza, che a 26 anni è gia n° 121 al mondo!”.
    Se escludiamo Errani, Vinci e Pennetta (le cui condizioni sono ancora un’incognita), abbiamo:
    Schiavone, Giorgi, Kapp, Brianti, Burnett, Camerin, Dentoni, Floris …
    Cosa hanno in comune tutte queste giocatrici oltre al fatto di essere italiane?
    Che POTREBBERO tutte benissimo perdere contro una qualsiasi n°121 al mondo!
    Ecco, questa è la reale situazione del tennis femminile italiano … per cui, prima di dire che una Garcia qualsiasi è una giocatrice “prospetticamente non interessante”, preoccupiamoci di come sta messo il tennis italiano, e di come, salvo le prime due, tutte le altre rappresentino una grossa incognita per il futuro.
    Futuro che, se non troviamo un decoroso ricambio generazionale, sarà ben diverso dagli anni appena passati (finali e vittorie Slam, vittorie Fed Cup, primato e vittorie Slam in doppio …).
    Non voglio fare polemiche (per quelle già bastano i giornalisti specializzati del settore), ma in questi ultimi anni abbiamo vissuto un po’ sopra quanto realmente ci aspettasse (dovuto forse anche al calo delle giocatrici “specializzate”? Tipo le varie terraiole spagnole tanto per fare un esempio …), e noi, invece di investire sul vivaio (FIT, dove sei?), ci siamo trastullati nel felice presente.
    Però, ora sono rimaste soltanto in due a tenere alti i colori della nazionale: non stupisce che le altre non abbiano ancora raggiunto un tale livello, ma certamente è desolante pensare che l’attuale divario tra le due campionesse (Vinci ed Errani le reputo tali, fino a prova contraria) e le altre che campionesse ancora non sono, sia davvero così altro.
    Purtroppo siamo arrivati al punto tale da sperare ancora nel “risorgimento” di due trentenni come la Schiavone e la Pennetta, perchè ci rendiamo benissimo conto che la situazione globale del nostro movimento è alquanto desolante.
    Perciò, prima di dare della “non interessante” ad una giocatrice di soli 19 anni, rendiamoci conto di cosa abbiamo in casa nostra (avercele 2-3 giocatrici così poco interessanti in Italia …).
    Riguardo alla FIT …
    tanto tra un po’ avremmo Napolitano, Quinzi e Baldi: e chi le segue più le donne?
    Se un carro si ferma, si può sempre prendere l’altro in corsa …

    P.S.
    Speriamo che a salvarci ci pensi Camila …

  55. TEUS by TEUS

    Avete già visto giocare la Puig?

  56. by Tafanus

    Caspita! Aspettavo questa notizia, che peraltro conoscevo in tempo reale… La Garcia ha battutto nientemeno cje la Cabeza! allora è davvero una grande campionessa. Non tutte sono capaci di battere la Cabeza, che a 26 anni è gia n° 121 al mondo!

  57. by Stefano

    Intanto, a Parigi, la Voegele ha “vendicato” la sua compagna di doppio (Camila) battendo 6-2 6-0 la Gacon, la Camerin ha perso 6-1 6-2 dalla Puig, e la Garcia (quella che si batte anche giocando con l’altra mano) ha battuto 6-4 7-5 la Cabeza.

  58. by Stefano

    Beh, non è una leggenda metropolitana: negli ultimi 10 anni (diciamo dal 2001-2002 in poi) sono state rallentate tutte le superfici (pure l’erba di Wimbledon!!!), sono state appesantite le palline (oltre ad aver modificato il rivestimento esterno rendendolo più “peloso” e meno performante), sono stati aumentati gli ovali delle racchette, sono cambiate le corde …
    Ora, con questi elementi coniugati tutti assieme, è diventato quasi impossibile giocare un vincente da fondo campo.
    Temo che ora Agassi avrebbe molti più problemi che in passato a battere giocatori come quelli odierni, che più che di braccio sono forti di gambe e di testa.
    Concordo però al 100% con Agassi quando ha detto che ai suoi tempi si durava meno sul campo perchè si cercava di battere l’avversario con accelerazioni di gioco improvvise, alzando il ritmo tutto d’un colpo.
    Oggigiorno, invece, il ritmo rimane costante anche per 4 o 5 ore di fila: senza cambiamenti di ritmo, ma tenendo sempre alta l’asticella per tutta la durata dell’incontro.
    In altre parole, una volta si era più sprinter, più centometristi, mentre ora si è più maratoneti, e si conservano le energie per molto più tempo dato che match di 3-4 ore sono all’ordine del giorno.
    Non so se questo possa essere considerato un innalzamento del livello di gioco … certamente è un cambiamento, ma se vada interpretato come un miglioramento od un peggioramento questo è tutto da dimostrare.
    Certo, fare 7-8 scambi di fila tirati come fanno oggi i primi 4-5 al mondo è assai più difficile che non tirare le 2-3 bombe consecutive come si faceva 15-20 anni fa; ma siamo sicuri che con le superfici veloci di una volta il nuovo modo di intendere il tennis possa ancora essere considerato il più efficace?
    Oggi di certo il tennis di un Raonic è molto meno pericoloso di quanto non lo potesse essere negli anni ’80 e ’90.

  59. TEUS by TEUS

    Anch’io non concordo con Agassi. Rimango convinto che un Sampras o un Becker (gente che viveva a rete) al top e sull’erba, sarebbero usciti vincitori contro i tennisti odierni. Tra l’altro se c’è un giocatore che avrebbe potuto battere Djokovic e Nadal stando a fondo campo, quello è proprio Andrè Agassi (che considero il miglior tennista della storia nei colpi a rimbalzo).
    Ma si sa, fare paragoni su tennisti di epoche diverse rimane impresa ardua (per non dire impossibile). Quindi, in definitiva, questi sono tutti discorsi che lasciano il tempo che trovano.

  60. by Stefano

    Mi pare di ricordare che la Garcia fosse avanti 4-3 anche nel secondo set, o sbaglio?
    Sì, da allora in poi c’è stata una bella involuzione, e su questo mi pare non ci siano dubbi.
    Però un conto è dire che non è o non sarà mai una campionessa, ed un conto è dire che: “non riesco a vedere … tracce di una giocatrice di successo o prospetticamente interessante”.
    Non ho mai detto che diventerà certamente n°1 al mondo (come invece scrisse Murray su twitter), ma che possa diventare una giocatrice di classifica (diciamo tanto da essere convocata per la Fed Cup), ci può benissimo stare.
    Certo, AD OGGI, non ha ancora dimostrato di meritarsi una cosa del genere, ma il potenziale atletico c’è tutto (d’altronde ha soltanto 19 anni, io aspetterei ancora un paio di anni prima di sentenziare).
    Che poi di testa non valga le prime 100 … questo sarà il tempo a dirlo.

    Appena finita la finale maschile: le partite come quella di oggi mi fanno amare Nadal e Federer molto più di quanto non li abbia apprezzati in passato.
    Murray old style: attendista, sciupone, tatticamente suicida e privo sia del giusto gioco di rete che di un piano B (… ed io che l’avevo dato pure per favorito!!!!!!!!!!).
    Francamente non mi aspettavo di vederlo giocare ancora così male.
    Di errori gratuiti in verità ne ha fatti molti di più Nole … ma anche di vincenti, visto che era il serbo a comandare quasi tutti gli scambi.
    A parte qualche buon turno al servizio, infatti, lo scozzese è stato passivo su quasi tutti gli scambi, puntando tutto sulla solidità da fondo campo ………………………………………………………………. contro Djokovic!!!!!!
    Non so se fosse questo il suo “piano di battaglia”, ma se è così … meglio che riveda qualcosa con il suo coach.
    A rete ci sono andati poco entrambi (Djoko un po’ di più), le palle corte del serbo sembravano giocate da un principiante, così come le geometrie di gioco ed i passanti di Andy.
    Agassi ha appena detto che viviamo nell’epoca d’oro del tennis, che questi 3 (+1 fermo ai box) sono di un livello molto più alto di tutti quei giocatori del passato …
    A parte Federer ed un po’ Nadal (che comunque rimane il miglior interprete di tutti i tempi sul rosso), gli altri due non mi sembrano proprio gli “Dei del Tennis” scesi in terra.
    Sono di una monotonia unica: privi di piano B, varianti, gioco di volo (soltanto accennato), palla corta (che funzioni) …
    Francamente ci si divertiva di più negli anni ’90 …

  61. TEUS by TEUS

    Come sospettavo alla fine la solidità di Djokovic ha avuto la meglio. Terzo AO consecutivo per il serbo (mai nessuno come lui) e Murray sconfitto in 4 set.
    Lo scozzese a mio avviso non ha gestito al meglio il match tatticamente perché è andato troppo poco a rete (ha condotto moltissimi scambi in cui avrebbe potuto farlo) e alla lunga ha ceduto innanzitutto dal punto di vista mentale. La cura Lendl sta dando buoni frutti ma c’è ancora da lavorare per arrivare alla prima posizione mondiale (questo è il loro obiettivo per il 2013) e vincere altri slam (rimane l’erba comunque la superficie più adatta a lui).
    Con un Federer che comincia a sentire l’età e un Nadal che attualmente è un’incognita, Djokovic ha tutte le carte in regola per fare una stagione simile a quella del 2011 dato che dietro a questi quattro poco si muove.

  62. by Tafanus

    “…Ecco perchè la Sharapova ci stava quasi per perdere al Roland Garros: forse aveva provato a giocare con l’altra mano …”

    Queste ggiovani emergenti sempre sul punto di emergere… “Cistava” per perdere, poi ha vinto. Diamole del tempo. In fondo da fine 2011 a fine 2012 è arretrata di una ventina di posizioni, in una fase in cui crescere è obbligatorio. Poi se una “emergente” in un anno riesce a perdere contro una 258, una 290 e una 576, che fa?

    Ah… dimenticavo… “Stava per vincere contro la Sharapova”, Peccato che il punteggio finale di quel mitico, unico H2H reciti: Sharapova b. Garcia 3/6 6/4 6/0. Proprio così. Recitano i fatti che Carcia ha vinto il primo set con un break di differenza, e poi ha subito un parziale di 4/12. Stava per vincere? In che film?

  63. by GIEMME

    taf:
    in effetti l’ utilizzo dello scroll per vedere tutta la videata è noioso e poco pratico.
    speriamo che le tue richieste vengano accolte.
    non ci vuole poi tanto a modificare la videata…
    sicuramente poter indicare vincenti ed errori sarebbe utilissimo…

    Stefano:
    sinceramente da Francesca mi sarei aspettato un risultato ben diverso…
    lei era e rimane una delle mie pupille.
    ha perso e va bene. puo’ accadere.
    ma quando accade 11 volte sugli ultimi 13 match disputati,
    ci prendiamo la briga di andare a vedere anche i dati di chi ha vinto…
    e purtroppo a parte la bella partita contro Maria, posso solo confermarti che questo match, Francesca lo avrebbe potuto (dovuto) vincere con MOOOLTA facilità.
    non è per voler sentenziare, ma le statistiche di Carolina sono evidenti a tutti…
    poi che Maria ci stesse perdendo, come hai scritto, mi pare davvero un po’ troppo.
    vinse al 3° 60 e parliamo di ormai quasi due anni fa, quando aveva comunque disputato una stagione dignitosa.
    da allora c’ è stata una certa involuzione.

  64. by Stefano

    “… quando perdono contro qualcuna che dovrebbero battere giocando con la sinistra …”
    Ecco perchè la Sharapova ci stava quasi per perdere al Roland Garros: forse aveva provato a giocare con l’altra mano …
    “… Non riesco a vedere in questo cursus honorum tracce di una giocatrice di successo o prospetticamente interessante …”.
    Aspettiamo che maturi ancora un po’ prima di sentenziare, dopotutto è ancora molto acerba come giocatrice, ma i margini per migliorare ed il potenziale atletico/fisico ci sono tutti.

  65. by Tafanus

    P.S. per Giemme: questo il testo della email inviata:

    My congratulation for the new WTA livescore. A great improvement vis-à-vis the previous one, but allow me to make a few remarks:

    -a) the function “schedule” is almost always unactive;

    -b) we tennis-virused, feel that you should try to give also the numbers concerning winners and unforced errors;

    -c) it would be very useful, for those of us that handle tennis sites, being able to have a look al the stats of the completed matchs at least for a couple od days;

    -d) Last but not least, it vould be great if you could handle all tle stats’ lines in ONE scren-shot, just gaining the necessary space, throug the reduction of the header’s size. That would allow us to import and share the stats with a unique screen-shot.

    Thank’you for your attention.

  66. by Tafanus

    Giemme: ho scritto una email alla responsabile del sito WTA, perchè con pochissime modifoche qule sito potrebbe diventare perfetto. Infatti, diversamente dal sito IBM/ATP, anche in corso di partita sono disponibili le stats per set. Concordo (e glielo ho scritto) sul fatto che sarebbe utilissimo avere quei dati che indichi (vincenti, errori). Inoltre le ho fatto l’osservazione che per una questione di 2 centimetri (facilmente recuperali riducendo la inutile grandezza della intestazione) potrebbero avere TUTTA la statistica in una unica schermata, senza bisogno di scroll. E questo consntirebbe a siti e giornali di avere con un solo colpo d’occhio un unico screen-shot con TUTTA la statistica.

    Come avviene quasi sempre, mi ha risposto con grande prontezza e cortesia, accogliendo le critiche, e spiegando che – come sapevo – il sito è gestito dalla protennislive, e che avrebbero inoltrato le mie osservazioni, condivise, ai gestori della applicazione.

    Se avrò altre comunicazioni, te lo farò sapere.

  67. by Tafanus

    Non voglio creare alibi a Francesca Schiavone esaltando più del dovuto le qualità della sua avversaria. In questi casi, per sfuggire alla tentazione, ripongo in un cassertto le mie sensazioni, e vado a guardare i FATTI, cioè i numeri. E i numeri dalla Garcia non li trovo esaltanti. Li riassumo:

    -a) Negli ultimi 12 mesi la Garcia ha vinto tre volte contro top-100 (ma tutte le volte si è trattato di “over-80” (una di queste era fra l’altro – giudizi non miei – una giocatrice “di una mediocrità imbarazzante”: la stessa Foretz Gacon che non ha fatto toccare palla alla nostra Camila Giorgi);

    -b) Nello stesso arco di tempo ha perso ben 17 volte contro over-100, e in particolare ha perso anche contro Riske 162, Putintseva 162, Davis 169, Domachowska 177, Puchkova 188, Adamczak 189,
    Pfizermayer 198, Pegula 258, Botto 290, Thing Juan 576;

    -c) Ha iniziato il 2012 al n° 142, lo ha finito al 163;

    Non riesco a vedere in questo cursus honorum tracce di una giocatrice di successo o prospetticamente interessante.

  68. by GIEMME

    in questi giorni ho avuto davvero pochissimo tempo da dedicare ai tornei di tennis.
    per cui, non ho potuto seguire quasi nulla.
    mi ritrovo con una splendida sorpresa della nostra Mec e purtroppo due delusioni cocenti, da parte di Francesca e di Karin, che ho seguito negli ultimi minuti dello score…
    cio’ che piu’ di tutto mi colpisce pero’, è la finale femminile tra Vika e LI.
    è davvero un vero peccato, dover assistere ad una tale sofferenza in campo…
    un peccato non potersi giocare le possibilita’ di vittoria, ad armi pari…
    un peccato davvero, per questa ragazza cinese, che stimo da tanto tempo
    e le auguro una miglior fortuna nei tornei a venire.
    la merita tutta.

    grazie taf per il link.
    trovo la grafica molto gradevole e ben fatta.
    peccato che nel torneo non riportino i vincenti ed errori non forzati.
    aiuterebbero a capire meglio lo svolgimento degli incontri…

  69. by cristian

    Alberto e Matteo, avete in programma un contatto con i Giorgi ?? a quanto pare la nostra farà : Midland,Florianopolis, Indian Wells e Miami (sicuri ) poi certamente giocherà Charleston su terra verde,subito dopo Miami. Anche se rimango perplesso sulla scelta di saltare Memphis.

  70. by Stefano

    Comunque questa Caroline Garcia non è proprio la prima arrivata (chiedere alla Sharapova per conferma).

    Su Francesca … temo che ormai soltanto un miracolo possa farla riprendere da questo declino … purtroppo …

  71. by Tafanus

    Teus: concordo. Se fosse meno sprecona e matta, potrebbe restare nel giro dedicandosi al doppio. Magari con una redidiva Garbin…

  72. TEUS by TEUS

    Temo purtroppo che Francesca sia avviata mestamente sul viale del tramonto. Non mi sorprenderei fosse il suo ultimo anno.

  73. by Tafanus

    Risultati interessanti:

    Schiavone perde nettamente contro la Garcia: 6/7 (5) 2/6

    Camerin passa il tunro battendo la Tatishvili

    La Foretz-Gacon (quella di una “mediocrità imbarazzante) passa il turno battendo Aravane Rezai

    Una lieta sorpresa dal sito WTA: hanno varato la versione aggiornata di “protennislive”, che trovo molto funzionale. Più dello slamtracker IBM dell’ATP: dare uno sguardo per credere:

    http://www.protennislive.com/lshd/main.swf?lang=en&ref=www.wtatennis.com

  74. by Tafanus

    @ pacapa: si, ho visto. In questo momento è sotto contro la Garcia 6/7 1/4

    Peccato. Comincia malissimo. E personalmente io alle mie favorite, quando perdono contro qualcuna che dovrebbero battere giocando con la sinistra, non concedo molti alibi.

  75. by pacapa

    Tafanus, in realtà Francesca stà giocando adesso il primo turno di qual. e sta anche perdendo contro C. Garcia

  76. by Tafanus

    Errata corrige: avevo letto solo il titolo… Schiavone “invité, ma per le qualificazioni. I francesi hanno fatto male a farlo, e Francesca a mio avviso ha fatto male ad accettare.

  77. by Tafanus

    Nessun tabellone di qualificazione per Schiavone, a Parigi. Come era prevedibile, non sarebbe stato dignitoso per Parigi proporre (e per Francesca accettare) di giocare le qualificazioni. In fondo, è solo la fresca vincitrice e poi finalista del Grande Slam francese…

    Francesca e Safaroca hanno ricevuto delle delle wild cards.
    CVD

  78. TEUS by TEUS

    Concordo pienamente con Stefano riguardo alla questione dei fuoch d’artificio.

  79. TEUS by TEUS

    Azarenka vince l’AO battendo in tre set Li.
    La bielorussa si è dimostrata migliore nel saper gestire incontri di questa inportanza ma complimenti alla cinese che, nonostante un piccolo infortunio alla caviglia, ha saputo rimanere attaccata al match fino alla fine.
    Li nell’ultimo anno è riuscita a migliorare moltissimo tatticamente senza snaturare il suo gioco (varia di più il servizio e ha cominciato anche a fare uso del rovescio tagliato) e i risultati si vedono.
    Detto ciò mi sorge spontanea una considerazione: com’è riuscita Li a 30 anni suonati a migliorare il suo gioco (ha un coach professionista, lo so), non vedo come non possa fare la stessa cosa Camila che ha dieci anni in meno dato che le caratteristiche delle due sono abbastanza simili.
    Torno puntalmente a concentrarmi su quella “velocità di crociera” convinto sia nelle potenzialità della “bimba”.

  80. by Stefano

    Bruttissima finale!
    Alla fine vince Vika, anche se la Li avrebbe meritato molto più di lei di alzare il trofeo, visto che ha giocato con una caviglia dolorante (chiesti 2 MTO), e nonostante tutto ha quasi sempre comandato in tutti gli scambi (il rapporto vincenti Li/Azarenka è impietoso per la giocatrice bielorussa).
    Ma siccome il tennis è fatto anche di errori e non soltanto di vincenti, alla fine vince Vika … forse immeritatamente, ma vince lei.

    Da segnalare l’interruzione del match (quando erano passate circa due ore di gioco) per far posto alle celebrazioni dell’Australia Day: ma è proprio necessario interropere una finale per far posto a 10-15 minuti di fuochi d’artificio?
    Ma non si può trovare un’altra soluzione?
    Immagino la contentezza delle due giocatrici, che dopo la pausa devono riprendere il gioco quasi da fredde …

  81. by Stefano

    Concordo con l’ultimo commento di Teus.
    Djoko è più solido, più forte di testa e … più Campione (con la “C” maiuscola), ma come talento tennistico …
    il serbo rimane, a mio avviso, soltanto un “ottimo interprete di un tennis ordinario” (definizione che io stesso gli ho attribuito qualche anno fa vedendolo giocare).
    Nole è il prototipo del tennista moderno: altro, magro, con una preparazione fisica ed una resistenza mostruose, con una difesa quasi inumana, ma … senza quei colpi e quella freschezza stilistica (a parte il suo rovescio a due mani da manuale) che ne farebbe un vero super campione (intendo ai livelli di un Sampras, Federer, McEnroe …).
    Djokovic non dà mai l’impressione di poter essere ingiocabile, magari a volte sembra invincibile, ma mai ingiocabile.
    Certo, qualcuno potrà anche obiettare che oggigiorno è meglio essere considerati invincibili che ingiocabili …
    Tuttavia, i primi sono quelli che vincono sempre (e chi vince, si sa, ha sempre ragione …), mentre i secondi sono semplicemente quelli più bravi in questo sport (e non è affatto detto che siano quelli che alla fine vincono sempre …).
    Murray … secondo me ha più classe di Nole, e, se avesse la stessa testa e la stessa fiducia in se’, probabilmente a quest’ora avrebbe già vinto più di lui.
    Ma la “cura” Lendl, dalle olimpiadi in poi, sembra aver dato al giovane scozzese quel qualcosa in più che gli è sempre mancato …
    Per domenica dico Andy, e per stanotte dico … in teoria Azarenka, ma prima bisogna vedere come si metterà la partita dopo i primi importantissimi games, che secondo me detteranno non poco l’inerzia della partita.
    Finalmente, le due finali penso di riuscire a vederle entrambe!!!

  82. by GIEMME

    FLAVIA è pronta per Bogotaaaaaaaaaa!!!!
    FELICE FELICE FELICE!!!!

  83. TEUS by TEUS

    Sarà Djokovic-Murray la finale dell’AO. Lo scozzese si è aggiudicato il match contro Federer in 5 set.
    Federer rimane un campione di classe cristallina (non a caso riesce a vincere praticamente tutti i set “tirati” -due tie break su due nel caso specifico-) ma alla sua età non riesce più a mantenere un’altissima intensità di gioco per 3 o 4 ore. Infatti nel quinto è letteralmente crollato fisicamente difronte a un giocatore più giovane, più riposato e molto preparato sul piano atletico.
    Credo che in questo momento, in mancanza di Nadal, siano proprio Murray e Djokovic i giocatori con le carte in regola per aggiudicarsi tornei come questi. Sarà una finale appassionante perché il serbo è senz’altro più solido ma lo scozzese dispone di più tennis a mio avviso.

  84. by Tafanus

    Brave Sara e Roberta, ma devo muovere un appunto: stavano per ripetere il copione dell’incontro con le cinesi: primo set perfetto, nel secondo hanno cominciato a non tirare i colpi, ma a spingere la palla dall’altra parte, con estrema timidezza. Sono partite male nel terzo, facendosi breakkare, e finalmente hanno capito che stavano buttando via uno slam, ed hanno ricominciato a giocare come sanno.

    Ora Robertina, nella storia del doppio, si è guadagnata un posto d’onore: rimarrà prima al mondo almeno per un anno, ed entrerà fra le 10 di sempre per “durata di occupazione” del primo posto al mondo

    La partita dii Baldi purtroppo non ha avuto storia. Non la giudico perchè non l’ho vista (ho seguito lo scoryboard), ma i punti dell’avversario grandinavano alla velocità di un videogame. Basti pensare che il primo set è finito in circa 25 minuti…

  85. Hector by Hector

    Intanto Roberta e Sara trionfano a Melbourne. Ormai manca loro solo il titolo a Wimbledon. Grandissime!

  86. by Stefano

    … E brave Vinci ed Errani!!!!
    Titolo sacrosanto.
    La Barty comunque fa paura … !!!!!
    Se continua così in un paio di anni potrebbe diventare la nuova “Hingis 2.0”, come l’ha già chiamata qualcuno.
    Se Cami avesse anche soltanto la metà della capacità di leggere il gioco (ovvero visione di gioco) dell’australiana … a quest’ora sarebbe già tranquilla tranquilla nelle prime 10.

    Purtroppo ora perderò Murray-Federer …
    (Comunque non cambio pronostico, secondo me vince lo scozzese … ).

  87. by cristian

    Da quando furono fischiate le Williams a Indian Wells, le sorellone promisero di non tornarci più, e hanno ragione!

  88. biglebowski by biglebowski

    l’entry list di indian wells, dentro per un pelo, mancano le williams

    Azarenka, Victoria 1 BLR
    Sharapova, Maria 2 RUS
    Radwanska, Agnieszka 4 POL
    Kerber, Angelique 5 GER
    Li, Na 6 CHN
    Errani, Sara 7 ITA
    Kvitova, Petra 8 CZE
    Stosur, Samantha 9 AUS
    Wozniacki, Caroline 10 DEN
    Bartoli, Marion 11 FRA
    Petrova, Nadia 12 RUS
    Ivanovic, Ana 13 SRB
    Cibulkova, Dominika 14 SVK
    Kirilenko, Maria 15 RUS
    Vinci, Roberta 16 ITA
    Safarova, Lucie 17 CZE
    Goerges, Julia 18 GER
    Makarova, Ekaterina 19 RUS
    Lepchenko, Varvara 20 USA
    Jankovic, Jelena 21 SRB
    Zakopalova, Klara 22 CZE
    Pavlyuchenkova, Anastasia 23 RUS
    Wickmayer, Yanina 24 BEL
    Stephens, Sloane 25 USA
    Hsieh, Su-wei 27 TPE
    Shvedova, Yaroslava 28 KAZ
    Cirstea, Sorana 29 ROU
    Paszek, Tamira 30 AUT
    Radwanska, Urszula 31 POL
    Peng, Shuai 32 CHN
    Suarez Navarro, Carla 33 ESP
    Kanepi, Kaia 34 EST
    McHale, Christina 35 USA
    Lisicki, Sabine 36 GER
    Pironkova, Tsvetana 37 BUL
    Barthel, Mona 38 GER
    Arvidsson, Sofia 39 SWE
    Zheng, Jie 40 CHN
    Cornet, Alize 41 CHN
    Wozniak, Aleksandra 42 CAN
    Flipkens, Kirsten 43 BEL
    Hantuchova, Daniela 44 SVK
    Halep, Simona 45 ROU
    Dominguez Lino, Lourdes 46 ESP
    Vesnina, Elena 47 RUS
    Schiavone, Francesca 48 ITA
    Niculescu, Monica 49 ROU
    Watson, Heather 50 GBR
    Hradecka, Lucie 51 CZE
    Medina Garrigues, Anabel 52 ESP
    Robson, Laura 53 GBR
    Tatishvili, Anna 54 GEO
    Begu, Irina-Camelia 55 ROU
    Jovanovski, Bojana 56 SRB
    Cetkovska, Petra 57 CZE
    Govortsova, Olga 58 BLR
    Pennetta, Flavia 59 ITA
    Bertens, Kiki 60 NED
    Oprandi, Romina 61 SUI
    Martic, Petra 62 CRO
    Hampton, Jamie 63 USA
    Rybarikova, Magdalena 64 SVK
    Scheepers, Chanelle 65 RSA
    Hlavackova, Andrea 66 CZE
    Parmentier, Pauline 67 FRA
    Erakovic, Marina 68 NZL
    Larsson, Johanna 69 SWE
    Rus, Arantxa 70 NED
    Beck, Annika 71 GER
    Morita, Ayumi 72 JPN
    Babos, Timea 73 HUN
    Giorgi, Camila 74 ITA
    Kuznetsova, Svetlana 75 RUS
    King, Vania 76 USA
    Arruabarrena-Vecino, Lara 77 ESP
    Minella, Mandy 78 LUX

  89. Hector by Hector

    Grazie biglebowski! Quindi stara’ ferma due settimane e dopo Florianopolis partecipera’ all’accoppiata Indian Wells/Miami. Non capisco perche’ saltare Memphis dove paga un dazio di 40 pts dello scorso anno.

  90. by Tafanus

    Sono andato a curiosare dul sito di bwin per vedere cosa pensano della finale di doppio. Ebbene, danno Errani/Vinci a 1,18, e Barty/Dellacqua a 4,30. In altri termini, pagano 18 centesimi per euro la vittoria delle italiane, 3,80 euro quella delle australiane.

    Io tifo per le italiane, penso che vinceranno loro, ma non sono così ottimista da pensare che la differenza sia di 1 a 21 per le italiane!

  91. TEUS by TEUS

    Viste le semifinali femminili:
    Sharapova ha confermato la “vecchia” regola che vuole perdenti i giocatori che hanno vinto troppo facilmente i primi turni in uno slam non appena si trovano ad affrontare una partita impegnativa. Li ha giocato bene e in maniera aggressiva subito da inizio scambio e Maria ha ostentato i suoi ormai conosciuti problemi quando non è lei a imporre il gioco, deve spostarsi velocemente di lato e controbattere a risposte tra i piedi. In una parola: statica. Complimenti comunque alla Li che non ha quasi mai tremato e ha mantenuto un ritmo incalzante per praticamente tutto il match. Anche troppi errori commessi da Maria in scambi in cui comandava ed ecco spiegato il 6-2 6-2.
    Comtinuo, nonstante il risultato, ad avere ottime impressioni riguardo alla Stephens (giocatrice solida in tutti i fondamentali -deve forse migliorare solo un po’ il rovescio- e capace di dare quasi sempre il meglio nei momenti topici del match). Sul 3-5 nel secondo ha annullato molto bene 5 match point ad Azarenka (che in preda a un surriscaldamento ha dovuto chiamare il medical time out) e nel gioco successivo ha avuto una palla per il 5-5 non sfruttata per poi cedere game e match (sarei stato molto curioso di vedere il terzo perché penso che avrebbe potuto ance vincerlo dato che aveva cominciato a giocare un ottimo tennis da pochi games mentre in precedenza pareva piuttosto contratta).

    Complimenti vivissimi a Djokovic che ha offerto una prestazione da vero numero uno prendendo letteralmente a pallate Ferrer (palesemente inferiore rispetto ai primi tre ma pur sempre un giocatore molto ostico da “asfaltare”).

  92. by Tafanus

    La Sharapova le ha “tirate tuttte”. Fuori. Queste le statistiche: Li Na, 21 vincenti contro 18 errori; Sharapova 17 vincenti contro 32 errori.

  93. biglebowski by biglebowski

    @t.o.

    non sono in grado di soddisfare la tua curiosità, e non conosco neppure le tempistiche delle iscrizioni al torneo di doppio dei tornei wta.
    solo qualche news dai protagonisti potrebbe dare la risposta, ma noto che i contatti diretti non sono frequenti in questo periodo.
    comunque, ringraziandoti per aver postato un sito di streaming di cui ho fatto uso in questi a.o., ti segnalo (sempre che tu non lo conosca già), lo splendido sito in lingua inglese tennisforum dove spesso si trovano delle notizie in anticipo rispetto addirittura a quelle ufficiali.

    un caro saluto

  94. by Stefano

    Djokovic b. Ferrer 6-2 6-2 6-1 … c.v.d.
    Contento di non averci perso più di 5 minuti a vedere questo match …

  95. by Stefano

    Qualcuno che ha visto la partita sa spiegarmi la figuraccia della Sharapova di questa notte?
    É stata la Li ad essere super, oppure la “tigre siberiana” oggi ha rivisto i fantasmi della finale di un anno fa persa contro Vika?
    Comunque, facendo un rapido giretto in rete, penso che il 90-95% dei giornalisti sportivi abbiano sbagliato come me questo pronostico (e io che pensavo che vincesse pure il torneo … vatti a fidare delle bionde …).

    Vika invece ha vinto in due set sulla Stephens, come facilmente prevedibile.

  96. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    SI: ovviamente i commenti ai post sono aperti a considerazioni generali sul tennis, maschile e femminile e sulle/sui tenniste/i e i relativi match, dichiarazioni, programmazioni ecc.

    SI: è possibile che degli utenti (i loro IP, per essere più precisi) vengano bannati.

    NO: NESSUN UTENTE è stato finora bannato, e speriamo non ce ne sia mai bisogno, ma più di uno ha ricevuto un avviso privatamente. Uno di essi (Tafanus) ha deciso di rendere pubblica la cosa, ma è stata una scelta propria.

  97. by t.o.

    @big scusa ho sbagliato. non nel 100k$ ma a Florianopolis

  98. by t.o.

    @ big Visto che al 100k$ c’è anche la Voegele hai notizie se gioca anche il doppio?

  99. by t.o.

    @hector
    Hai visto? Ce ne è anche per te.

  100. biglebowski by biglebowski

    se qualcuno si fosse “appassionato” alla vicenda che ho esposto in un precedente post, AGR ha raggiunto i quarti di finale

    q. Anna-Giulia REMONDINA (ITA) b. q. Alize LIM (FRA) 2-6 6-2 6-4

  101. Madoka by Madoka

    Teus scrive : “Rimango comunque dell’idea che è stata la Stephens (che non se la cava male nemmeno a rete) a vincere la partita.”

    Mai detto il contrario. Perfettamente d’accordo.

    Però che Serena non fosse al 100%, soprattutto al servizio, piùttosto che negli spostamenti mi pare altrettanto palese.

  102. biglebowski by biglebowski

    @hector

    camila risulta iscritta al torneo itf 100.000 di midland nel michigan che inizia il 4 febbraio come tds nr1.
    tra l’altro il torneo stesso provvede a fornire la visione dei match principali in live streaming

    successivamente al nuovo international di florianopolis 235000 che avrà inizio il 24 febbraio dove è attualmente nr 12 della entry list

    1. Venus Williams (EUA) – 26º
    2. Yaroslava Shvedova (CAZ) – 28º
    3. Kirsten Flipkens (BEL) – 43º
    4. Monica Niculescu (ROM) – 49º
    5. Anabel Medina Garrigues (ESP) – 52º
    6. Laura Robson (GBR) – 53º
    7. Petra Cetkovska (TCH) – 57º
    8. Magdalena Rybarikova (SVK) – 64º
    9. Chanelle Scheepers (AFS) – 65º
    10. Annika Beck (ALE) – 71º
    11. Timea Babos (HUN) – 73º
    12. Camila Giorgi (ITA) – 74º
    13. Galina Voskoboeva (CAZ) – 80º
    14. Nina Bratchikova (RUS) – 87º
    15. Stefanie Voegele (SUI) – 89º
    16. Shahar Peer (ISR) – 90º
    17. Melinda Czink (HUN) – 97º
    18. Kristina Mladenovic (FRA) – 98º
    19. Kimiko Date-Krumm (JAP) – 100º
    20. Olga Puchkova (RUS) – 107º
    21. Mirjana Lucic-Baroni (CRO) – 108º
    22. Garbine Muguruza (ESP) – 112º

    questo il poco che so di cui ti faccio volentieri partecipe

  103. by Tafanus

    P.S. per Hector? e per parlare di tennis: non dovrebbe essere il sito che stiamo leggendo, a dare notizie attendibili? Se vai sul sito della Errani, dove non ci sono avventori, ci sono però notizie: prossime tappe, programmi, aggiornamenti.

    Non pensi che dovresti chiedere ai gestori del sito, di dare notizie, e non agli altri avventori, che hanno le stesse fonti di notizie che hai tu?

  104. by Tafanus

    Hector: come ho detto a Giemme, io alle provocazioni rispondo, e non ne faccio passarew una. Sei stufo di leggere? Non devi fare altro che saltare i commenti firmati da persone che non ti garbano. A me non dai nessun fastidio.

  105. by Tafanus

    Teus 23:43: ho visto la partita della Stephens (come te) e concordo con te che l’abbia vinta la Stephens, non che l’abbia persa la Williams. E sono stato sorpreso (non la vedevo giocare dai tempi mica tanto lontani, l’anno scorso) in cui perdeva sia dalla Schiavone che dalla Pennetta, e sono rimasto letteralmente sbalordito dalla solidità del gioco che ha sviluppato in un anno.

    Se a questo aggiungi che viene da una famiglia nella quale ha avuto grossissimi problemi esistenziali, la mia ammirazione per questa ragazza triplica.

  106. by Tafanus

    Giemme, avrai notato, spero, che io parlo di chi gioca, per dire come ha giocato. E non è colpa mia se Camila gioca tre partite in un mese. Se gioca Camila, parlo di lei. Se giocano Errani/vinci, parlo di loro.

    Su t.o.: avrai notato che non sono MAI il primo ad attaccare briga, ma replico sempre e solo alle provocazioni. Lo faccio per filosofia, perchè dico che ognuno dovrebbe stare al suo posto. Se a t.o. sto sui coglioni, non mi provochi, e non faccia riferimenti diretti o indiretti al sottoscritto.

    Tu dovresti sapere come sono fatto. Quando qualcuno cambia, cambio anch’io. Coi provocatori, provocatore e mezzo.

    Il fatto di scrivere a me (e tu sai cosa gestisco) come si fa per scoprire se Sara Errani ha un sito, e verificare come sia pieno di avventori) è non solo una provocazione, ma una provocazione CRETINA. So comne funzionano i siti, e quello di Sara contiene persino nelle foto gallery foto inviatele da me (Fed Cup Roma e Biella).

    Sarebbe segno d’intelligenza se uno, prima di parlare della folla degli “Avventori” sul sito della Errani, non spiegasse a me come fare (conosco il mestiere, come puoi immaginare), ma dovrebbe avere il buonsenso di contare lentamente fino a cento, controllare di persona il sito di cui parla senza conoscerlo, e poi magari tacere.

    Ma quest procedura rigiarda le persone intelligenti, quindi t.o. non c’entra nulla.

    Scusa per lo sfogo, ma io certi provocatori proprio non li reggo. E ribatterò sempre colpo su colpo. E se non mi sarà permesso di farlo qui, lo farò altrove.

  107. by Stefano

    Giemme, ho scritto “il torneo di Parigi (Open GDF SUEZ) secondo me era perfetto per Camila, considerando che si gioca su un velocissimo indoor” … intendevo dire che, sulla carta, questo è il tipo di torneo in cui vedrei bene una bella prestazione della Giorgi:
    I) perchè ama Parigi;
    II) perchè il cemento veloce indoor è la sua superficie naturale (anche se forse sull’erba gioca ancora meglio);
    II) perchè si iscrivono buone gocatrici (= buon livello di gioco), ma mancano quasi sempre (Kim è stata un’eccezione) le finaliste degli AO.
    Per questi motivi dico che la vedrei bene in un torneo come questo.
    Poi, è chiaro, in questo momento le prospettive sono ben diverse, ed una programmazione come questa potrebbe forse essere stupida ed avventata, ma per il futuro, se dovesse diventare una buona tennista (non necessariamente una campionessa) io la vedrei bene a giocare a Parigi: secondo me tra qualche anno potrebbe anche diventare uno dei suoi tornei preferiti (almeno sulla carta dovrebbe essere così …).

    Madoka, Teus … probabilmente avete un po’ ragione entrambi.
    Riguardando altri momenti del match mi è sembrato che Serena potesse muoversi sufficientemente bene da poterlo vincere il match; ma è anche vero che il suo terrificante servizio da ATP non si è proprio visto:
    fare 4 aces in 3 lunghi set contro non certo una ribattitrice alla Sharapova o Azarenka significa che il male alla schiena le impediva di fatto di servire dando sfogo a tutta la sua enorme potenza in questo fondamentale.
    Forse è anche per questo che ha perso … forse più dell’ipotesi che avevo fatto prima su una sorta di blocco (a livello mentale) nel battere quella che è una delle sue migliori amiche nonchè sua possibile futura erede.
    Comunque su una cosa penso siamo tutti d’accordo: contro una Serena al 100% Sloane non avrebbe mai vinto (se riesci a battere la Jovanovski “soltanto” 7-5 al terzo, non puoi pensare di farcela contro una Serena che ha sempre battuto molto nettamente la bella tennista serba … anche se è pur vero che nel tennis la proprietà transitiva non si applica …).

  108. by t.o.

    @stefano e Giemme. sono molto in dubbio tra le due tesi. Ognuna ha dei pro e dei contro (come sempre del resto) Ma adesso secondo me questi si bilanciano. Giocare di più e cercare punti “più facili” o affrontare il problema di petto e alzare il livello dello scontro per rompere il tabù? Statisticamente Camila “imbrocca alcune giornate ogni mese a prescindere dall’avversaria. Nel volley quando uno schiacciatore sbaglia malamente un pallone viene immediatamente servito di nuovo dall’alzatore per evitare che perda convinzione. Si dice che anche quando si cade da cavallo si tende a risalire subito per evitare di sedimentare la paura. Da quasto punto di vista meglio la tesi di Stefano. Vincere contro under 100 sarebbe sufficiente a ritrovare fiducia? o alimenterebbe ancor di più il dubbio di fare partitone solo con gente non di livello? Certo che un po di partite di fila e un po di punti sicuri non farebbero male. Ci sono 40 punti da difendere presto. metterli al sicuro e magari incrementare un po non farebbe male. vedremo che succede e aspettiamo con cristiana fede…..

  109. by GIEMME

    nel precedente post ho scritto una stupidaggine:
    rettifico: Camila a Parigi farebbe le qualificazioni.
    quindi mi correggo e mi scuso…

  110. Hector by Hector

    Domanda: non siete stufi di leggere polemiche e ripicche personali? Io invece vorrei sapere quali sono i programmi di Camila nell’immediato futuro. Qualcuno ha notizie attendibili? Grazie!

  111. TEUS by TEUS

    Alla fine del secondo senz’altro, Madoka. Nel terzo poi è tornata a servire piuttosto forte. Rimango comunque dell’idea che è stata la Stephens (che non se la cava male nemmeno a rete) a vincere la partita.

  112. by GIEMME

    Tafanus e T.O.:
    stavolta Taf non ti posso dare ragione, perchè T.O. non ha scritto che su questo sito non si possa parlare anche di altro tennis al di fuori di quello di Camila.
    ha sottolineato giustamente che non troverebbe coerenza se un utente scrivesse esclusivamente di altre tenniste, senza nominare mai Camila.
    il che potrebbe risultare provocatorio anche a mio avviso.
    riguardo al possibile contenuto del blog della Errani, ha fatto una semplice supposizione, non essendoci mai lui entrato, come ha chiaramente fatto capire.
    io stesso non so com’ è fatto il blog di Sara… se ci sia un forum all’ interno o altro ancora, perchè non ci sono mai andato.
    quindi era una supposizione la sua, non una certezza, come tu hai sottolineato…
    secondo me, hai letto il suo post con troppa fretta…
    adesso quindi datevi la mano… e fate pace… 😉

  113. Madoka by Madoka

    Teus : di mobilità, non so, ma sicuro le ha dato dei problemi al servizio, si vedeva che non riusciva a servire come solito.

    Poi sulle dichiarazioni di Serena poco da dire, è una campionessa ed è una sportiva. Alla fine anche se menomata è riuscita a giocare. Sarebbe stato una caduta di stile aggrapparsi all’infortunio dopo la sconfitta.

  114. by GIEMME

    Stefano:
    dici che sarebbe Parigi il torneo giusto per Camila?
    secondo me, no.
    forse per molte ragioni…
    tra cui:
    intanto in un torneo in cui la stessa Venus non riesce ad essere TDS, mi pare ancora troppo elevato e troppo imminente per la Camila cui abbiamo visto gli esiti in gennaio…
    poi venire in Europa avrebbe significato una programmazione diversa evidentemente da quella che hanno deciso…
    in questo torneo, accederebbe direttamente nel Md, senza passare dalle qualificazioni, che se da un lato per come lei vede la cosa puo’ essere di buon auspicio…
    dall’ altro il rischio di eliminazione al primo turno, giocando di nuovo un solo match, va messo in conto.
    e poi ancora che Camila nell’ arco di un mese, ha disputato fin’ ora solo 3 macth ( escluso il doppio), perdendoli tutti…
    io in qualita’ di collaboratore sportivo, preferisco per lei, almeno nel futuro piu’ vicino, una programmazione di tipo soft, come quella che hanno deciso, in cui Camila possa mettere un po’ di match nelle gambe e far tornare un po’ di fiducia in se stessa.
    poi per carita’, la mia è una pura opinione…

  115. TEUS by TEUS

    Madoka, a me non è parso avesse problemi di mobilità a causa dell’infortunio (forse li ha avuti più per quello che ho già scritto). Queste comunque le sue dichiarazioni dopo il match: “Da qualche giorno il muscolo era indurito, dopo quello scambio ho sentito dolore – ammette la Williams, che alla fine ha spaccato la racchetta per la rabbia – ma non voglio attaccarmi a questo, perché comunque potevo correre bene e colpire bene la palla: è stata brava Sloane”.

  116. by t.o.

    Tempo fa scrissi che prima di postare su questo blog sarebbe stato meglio sottoporre il commento ad un legale.
    Oggi scrivo che prima di rispondere ad un commento sarebbe meglio consultare la propria professoressa di italiano delle medie. Per capire se avete compreso bene quello che avete letto.
    Essendo questo un blog dove si parla di tennis ed in particolare si parla del tennis che ha più a che fare con il percorso sportivo di Camila Giorgi, può capitare di imbattersi in commenti contenenti alcuni “periodi ipotetici”
    Il “periodo ipotetico” è una struttura sintattica usata per formulare ipotesi.
    Può essere di 1° di 2° o di 3° tipo o grado. Più il grado è alto più l’ipotesi si allontana dalla realtà. Infatti vengono chiamati anche 1° “della realtà”, 2° “della possibilità”, 3° “dell’irrealtà”
    Il periodo ipotetico è sempre formato da due proposizioni. La prima subordinata (detta protasi) la seconda reggente (detta apodosi)

    “Se Camila vince al primo turno (protasi) potrebbe incontrare (apodosi) la Makarova” Questo è un periodo ipotetico di 1° tipo o grado (della realtà) .
    “Se andassi sul sito della Errani (protasi) probabilmente incontrerei….(apodosi)…” Questo è di 2° tipo o grado (della possibilità)
    “Se avesse capito cosa c’era scritto (protasi) non avrebbe risposto (apodosi) tutte quelle sciocchezze” 3° tipo o grado (dell’irrealtà o impossibilità essendo il fatto già avvenuto)

    Si riconoscono perchè il primo usa sempre nella protasi “l’indicativo” il 2° “il congiuntivo imperfetto” e nella 3° “il congiuntivo imperfetto o il trapassato. Nella apodosi il 1° grado usa l’indicativo, negli altri due casi il condizionale.

    Ora. Io uso spesso i vari periodi ipotetici poiche spesso “formulo ipotesi”
    Formulare ipotesi porta necessariamente a mettere in connessione una premessa (la protasi) con una conseguenza (l’apodosi) Tutto è sempre preceduto da “SE” congiunzione subordinativa.
    E’ evidente che se la premessa non si avvera anche la conseguenza decade.

    Evitate perciò di commentare le “conseguenze” come se fossero state scritte come “verità rivelate” .
    Se la premessa non si è avverata la conseguenza diventa necessariamente falsa.

    Commentare una conseguenza senza controllare che si sia avverata la premessa porta spesso a fare brutte figure. E più che altro denota una scarsissima capacità di comprensione dello stesso Italiano Scritto.

  117. Madoka by Madoka

    Guardate che serena si è infortunata alla schiena, non riusciva più a servire ed aveva scarsa mobilità, più di una volta è stata inquadrata ed era in lacrime

  118. by tommaso

    Tafanus, ti basterebbe imparare a leggere per evitare falsita’! Ho detto che qui, secondo me, si deve parlare SOLO di Camila? No! Ho detto che credo che su CamilaGiorgi.it e’ piu’ facile trovare. Utenti interessati a scrivere e leggere di Camila. Pero’, se vuoi e ci riesci, puoi sempre smentirmi con dei FATTI, copincollando dovre avrei scritto che qui si debba parlare solo di Camila.

  119. by Stefano

    Ho appena dato un’occhiata alle statistiche post match di S. Williams-Stephens:
    Serena ha fatto soltanto 4 aces (in 3 set!!!), 23 winners e 48 errori gratuiti, mentre Sloane ha fatto 2 aces, 23 winners (esattamente come Serena) e 39 errori gratuiti.
    Non ho visto il match, ma da quello che ho potuto vedere in pochi minuti di highlights, mi è sembrata una Serena stanca, con il freno a mano tirato … per nulla convinta di ciò che stava facendo.
    Se Serena avesse avuto di fronte Vika o Masha, penso che avrebbe giocato con uno spirito ben diverso da quello che ha mostrato oggi contro la sua connazionale (nonchè amica).
    Sembrerà strano, ma forse, a livello mentale, ha un po’ pagato lo scontro con la sua giovane “pupilla”, che a differenza di lei non aveva niente da perdere.
    In passato i match fra loro due hanno avuto esiti ben diversi da questo … ma forse oggi a Serena non andava di tirare fuori la grinta da tigre.
    Penso che questa notte la bielorussa non sarà altrettanto tenera …

  120. by Stefano

    Teus, grazie per aver detto due parole sul match Serena-Sloane, che rimpiango di non aver visto (magari adesso cercherò gli highlights su Youtube se ce ne sono già).

    Giemme, il torneo di Parigi (Open GDF SUEZ) secondo me era perfetto per Camila, considerando che si gioca su un velocissimo indoor.
    É davvero un peccato vedere la Kvitova ripiegare su questo torneo per cercare non di vincerlo (come dovrebbe in teoria ambire), ma di prendere un po’ più di fiducia (vincendo qualche match) per il prosieguo della stagione.
    Questa sera, probabilmente, le semifinali femminili sanciranno le stesse due contendenti della finale dell’anno scorso (che però secondo me quest’anno avrà un epilogo ben diverso …).
    Per gli uomini … Djokovic-Ferrer è una partita che non guarderei neppure se mi regalassero un biglietto per la prima fila a bordo campo (per ovvi motivi).
    Io vedo una finale tra il serbo e l’inglese, con vittorioso quest’ultimo.

  121. by GIEMME

    … in effetti mi stavo giusto chiedendo cosa c’ entra il match Shvedova – Errani 6-0 6-4.
    che fa parte di un Single Draw, con i discorsi che avete fatto oggi sul valore di S&R in doppio…

    comunque, per tornare sul quel discorso, mia opinione è che le sorelle W (che io non amo affatto),
    restano le piu’ forti doppiste attuali, anche se hanno perso contro le nostre.
    questa era opinione di quasi tutti fino a ieri notte e questa resta per me ancora oggi.
    non perchè non abbia stima o fiducia nelle nostre.
    ma perchè è fin troppo chiaro che il migliore non debba cedere lo scettro, solo perchè ha perso un match.
    per quello dovremmo attendere credo almeno altri due incontri tra loro, prima di poter dire che le W si siano avviate verso il viale del tramonto e le nostre le abbiano finalmente surclassate, non solo in classifica, ma anche in campo…
    sempre con tutto il rispetto e stima per S&R. ovviamente…

  122. by Tafanus

    Inviterei TEUS, t.o. (il Tutt Ologo) e Matteo Veronese a chiarire una volta per tutte se sia un blog dove si può parlare anche della Pairone e della Rosatello (Ipotesi mia, e – mi sembra di capire – di TEUS ed altri), o si debba parlare SOLO di Camila (ipotesi del tuttologo e di Tommaso.

    Al Tuttologo vorrei dire che il suo è un mestiere duro, perchè quando si parla di ciò che si ignora, la figura di m….. è sempre in agguato (memento Nielsen!).

    Dunque, il tuttologo scrive, nel suo ultimo commento:

    “…Se digitassi sulla barra Sara Errani sicuramente mi si aprirebbe il sito e il blog di Sara Errani. E immagino che troverei un sacco di avventori che tifano per Sara Errani…”

    A me, che qualcosa di siti conosco, non era mai venuto in mente di digitare “Sara Errani” sulla finestra di un motore di ricerca. Ci vuole del genio, per arrivare a certe mete! Ma non è il mio caso, perchè il sito di Sara Errani lo frequento da un secolo. Fornisco al tuttologo l’URL, così si evita faticose ricerche:

    http://www.sara-errani.com/it/index.html

    E ora voglio dare al tuttologo un’altra notizia devastante: nel sito di Sara Errani, del quali il TuttOlogo parla senza conoscerlo (memento Nielsen!) , non ci sono “un sacco di avventori che tifano per Sara Errani”.

    Semplicemente, non ci sono “avventori” di nessun genere, perchè è un sito ricco di informazioni, di aggiornamenti “al minuto secondo”, ricchissimo di gallerie fotografiche (alcune delle quali, concernenti sia l’incontro di FED del 2010 a Roma, sia quello di Biella dell’anno scorso, fornite gentilmente dal sottoscritto), ma NON CI SONO AVVENTOR di alcun tipoI, perchè E’ UN SITO NON APERTO AGLI AVVENTORI, ma solo ai lettori.

    Ahi ahi… signora Longari…

  123. by GIEMME

    se possiamo tornare a parlare di tennis, col gentile consenso di tutti,
    vorrei segnalare la situazione attuale per il torneo di Parigi (690000$):
    Sara sara’ tds nr. 1
    Roberta tds nr. 5.
    vi entra tramite WC anche la Kvitova.
    e sempre tramite WC, ma nel tabellone delle qualificazioni, perchè non si era ancora iscritta in precedenza,
    la nostra Francesca.
    al torneo prendera’ parte anche Karin, facendo le qualificazioni…

  124. by Tafanus

    TEUS, io non ho mai certezze, e le poche volte che affermo di averle, riesco anche a documentarle. Anche tu stai facendo passi da gigante. Tutti crescono o dovrebbero.

    Sul fatto che qui si possa parlare anche di tennis, ricordo certamente le parole di Matteo Veronese, quindi avresti dovuto rivolgere ad ALTRI questo memento, perchè con me sfondi una porta aperta.

  125. by t.o.

    Ebbene si. lo confesso. Sono un tifoso di CAMILA GIORGI.
    Infatti scrivo su un sito che ha come “indirizzo” CAMILA GIORGI
    Se digitassi sulla barra Sara Errani sicuramente mi si aprirebbe il sito e il blog di Sara Errani. E immagino che troverei un sacco di avventori che tifano per Sara Errani. Ho qualcosa da dire a questi signori? Non molto. perciò chiuderei quel sito e tornerei sul sito dove so di trovare gente a cui interessa ascoltare quello che io ho da dire su CAMILA GIORGI. Quando sul sito di CAMILA GIORGI trovo qualche commento su qualche altra tennista lo leggo volentieri. A volte non commento perchè non so chi è quell’altra tennista. O perchè non mi interesa e non mi piace come gioca. Immagino che quell’utente che parla di quell’altra tennista sia anche un tifoso (o perlomeno interessato ) di CAMILA GIORGI. Altrimenti perchè sarebbe sul sito di CAMILA GIORGI?
    Se uno scrivesse sul sito di CAMILA GIORGI solo notizie e considerazioni su un’altra tennista direi: Mi fa piacere sentire della tua tennista preferita ma visto che sei al 20° commento su questa tennista perchè non vai a scriverlo sul suo sito?
    Io sarei autorizzato a dire questo.
    Meno autorizzato è lui a chiedere a me: Perchè parlate solo di CAMILA GIORGI?
    Sarà perchè questo è il suo sito?
    Io parlo di CAMILA GIORGI e di quelle tenniste che per qualche motivo entrano nella sua orbita (ci giocherà domani, ci ha giocato ieri). Facendo così ho occasione di parlare di molte tenniste che non sono CAMILA GIORGI.
    Non dovrebbe essere così difficile da capire………..

  126. TEUS by TEUS

    TAFANUS, mi pare di ricordare che i gestori abbiano già detto che si può parlare di tennis qui oltre che di Camila ovviamente (non a caso vengono cancellati i commenti offensivi e non quelli che parlano di tennis in generale).

    Con Eugenio si parlava di possibilità e quindi ogni riferimento a persone è puramente casuale. Solo pochi giorni fa probabilmente mi avresti aggredito all’istante, certo di essere stato tirato in ballo. Noto con piacere che ora almeno ti concedi il lusso del dubbio (stai facendo passi da gigante 😉 ).

  127. by Tafanus

    Tommaso, ti ho già spiegato che ai tuoi commenti tecnici non risponderò più. Troppo elevati, per le mie specifiche competenze, che sono bassissime, come ben sai.

    Questo è il sito della Giorgi e quindi si parla solo della Giorgi? Bene, lascialo decidere al gestore. E’ buona educazione non entrare in casa d’altri e sostituirsi al padrone di casa nello stabilire le regole. Fammelo dire dai gestori, e un momento dopo sparirò, perchè un blog dove si parla ossessivamente per anni della stessa persona non mi interessa. Ci sono anche modi automatici per ottenere ciò, se il padrone di casa lo ritiene. Per esempio la bannatura di tutti i post che NON contengano la parola “Giorgi”.

  128. by Tafanus

    Eugenio 15:57 – Esiste. Io sono stato bannato fino al 19 dicembre 2012, quando ho preso l’abitudine di fare degli screenshots dei commenti pre-sparizione o non-apparizione, perchè i gestori negavano che io fossi bannato.

    Quando ho iniziato a pubblicare la documentazione di queste bannature sui miei siti (e la persistenza di commenti volgari di altri) miracolosamente i miei commenti hanno ricominciato ad apparire.

    Ho visto la partita della Stephens (a proposito, è la stessa Stephens della quale un commentatore storico di questo blog incita la Camila a “romperGLI il c…”), commento che dovrebbe essere ancora in pagina, datato 15 agosto… Quam mutatus ab illo… La Stephens, da quel post in avanti, ha “rotto il c…” a tante, e se si fermasse qui in questo torneo. lunedì sarebbe al n° 17, a un soffio dalla Vinci.

    TEUS: ho visto la partita, e concordo. Non l’ha persa la Williams, l’ha vinta la Stephens. Si sono visti dei colpi che gli umani non possono immaginarte. Come risposte vincenti a servizi da 180 all’ora in su. E colpacci piatti da tutte le posizioni in tutte le posizioni, e sempre ad un micron dalle righe.

    A proposito di talento: in finale contro Errani/Vinci ci sarà anche l’aborigena australiana Barty, 16 anni, n° 174 delle classifiche di singolare (posizione destinata a salire rapidamente). Strada facendo, affiancata a un “non-mostro” come la Dellacqua, ha eliminato prima Pavlycenkoca/Safarova, quindi Lepchenko/Zheng. Non proprio le ultime arrivate. Ti confesso che per la finale mi fotto dalla paura.

    Qualche CT ‘de noantri ha scritto che “la Barty ha tutto per avere successo, a cominciare dal fisico da tennista”. Non mi sembrava, ad occhio. Sono andato a controllare. Barty altezza 1,66. Per confronto, Vinci 1,63, Errani 1,64, Giorgi 1,68. Insomma, non mi sembra che essere 2/3 centimetri più bassa o più alta di altre possa fare la differenza, e non mi sembra che queste quattro ragazze siano nate col “fisico da tennista”, in un mondo di walkirie. Intendiamoci, tanto merito in più, a “partire dal basso”, ma dove è stato intravisto il “fisico ideale per una tennista” nella Barty? Misteri dei CT…

    Infine, lascia che ti spieghi una cosina: sono sicuro che non ti riferissi a me, ma tant’è… chi pensa male, come diceva Anfreotti, fa peccato, ma spesso indovina… Nessuna piattaforma di siti o blog, neanche la più modesta, si sognerebbe di bannare per nickname. Poichè ognuno può scegliere come nickname una qualsiasi delle 200.000 voci della Treccani, sarebbe assurdo persino provarci. Si banna con strumenti alquanto più raffinati. Col controllo dell’indirizzo email, si banna l’IP del commentatore, si banna un intervallo di IP, si bannano delle parole-chiave… Nei casi dubbi (IP vicini, emails non ancora controllate) si mette in frigorifero il tutto fino a controllo avvenuto.

    Ci sono decine di strumenti più raffinati. Vedi, te lo dice uno che gestisce anche un sito non di tennis, che nonostante le ironie fatte sull’argomento da Matteo Veronese, qualche mese fa ha festeggiato il 4.000.000° visitatore, e fra un paio di mesi festeggerà i 4.500.000 (quindi uno che una certa esperienza in materia ce l’ha…) So che non ti riferivi a me, per carità… ma sappi che se, just in case, ci fosse un riferimento al sottoscritto, avrei mille modi un filino più raffinati di crearmi deli alias non tracciabili: una ventina di indirizzi email tutti autentici, tre diversi provider internet (casa, ufficio, chiavetta), un server esterno… No, TEUS, non credo che tu ti riferisca a me, vero?

  129. by Eugenio

    @TEUS che messaggio criptico!

  130. by Tommaso

    Onestamente, Tafanus, essendo nel sito di Camila Giorgi e non su SpazioTennis o TennisLive o Tuttoiltennisminutoperminuto non mi stupisce che la maggior parte degli utenti scriva o si interessi di Camila. Né ora che è la numero 75, né ieri quando era la 145…

    Riguardo ai miei commenti strettamente legati ai tuoi, addirittura da “cordone ombelicale” altrimenti morirei di asfissia, risottopongo una mia considerazione sugli H2H che, guarda un po’, in un certo senso da ragione a te quando dici che vanno “ponderati” a seconda delle varie situazioni e degli infortuni (peccato che tu ti sia fissato sul caso del ritiro Errani e dell’infortunio della Pennetta, due episodi che casualmente hanno favorito Camila. Bisognerebbe decidersi se il conteggio degli H2H valga sempre indistintamente o se ci siano H2H “più uguali degli altri”). Dato che oggi mi hai velatamente accusato di aver detto che non contano nulla (“gli H2H che non contano una mazza; fra E/V e M/V eravano 3-0, ora siamo 4-0, ma naturalmente è solo un caso…”) forse troverai interessante il mio punto di vista che hai saltato a piè pari tempo fa.

    “(…) Qua bisogna stabilire la linea che si vuole seguire, e si può scegliere fra tre:

    -gli H2H sono legge incontrovertibile (e allora infortuni, influenze, cataclismi, colpi di sonno o di fortuna non contano. Ci si basa sui fatti, sulle statistiche registrate dal sito WTA e la Giorgi, ad esempio, è 1-0 con la Errani)
    -gli H2H non contano niente
    -gli H2H contano ma vanno contestualizzati a seconda di superfici, età, fattori esterni… e in questo caso non ne usciamo perché ognuno la vede come vuole (vedi Pennetta, infortunata al polso ma in campo alle Olimpiadi)

    Io dico che gli H2H vanno contestualizzati e “letti” (altrimenti Davydenko è più forte di Nadal e la Foretz-Gacon della Giorgi) (…)”

  131. TEUS by TEUS

    Penso esista, Eugenio. Come del resto esiste la possibilità che la stessa persona scriva con due nick differenti. Poteri della rete.

  132. by antonelo

    Shvedova – Errani 6-0 6-4
    Vecchio rincoglionito di merda, abbi la decenza controllare 2 volte le minchiate che scrivi, per essere sicuro che siano minchiate.

  133. by Eugenio

    Per curiosità, in un blog come questo esiste la possibilità di bannare un utente?

  134. TEUS by TEUS

    Ho visto il match di Serena: vado controcorrente e dico che penso non abbia perso a causa dell’infortunio alla schiena (pare sia stato uno spasmo muscolare – che solitamente si risolve da solo dopo quanlche game- e quindi nulla di particolarmente compromettente).
    Non è un caso infatti che questo problema l’abbia condizionata solo alla fine del secondo set (set ovviamente perso). Nel terzo è tornata a servire con una certa regolarità e ha anche breakkato l’avversaria sul 3-3. A questo punto la Stephens ha dimostrato di essere sulla buona strada per diventare una giocatrice con la G perché è rimasta ben attaccata al match mentalmente, è riuscita a controbreakkare giocando bene, ha salvato una palla break sul 4-4 e ha chiuso l’incontro con un altro game giocato ottimamente.
    Personalmente credo che Serena abbia perso perché si muoveva male in campo (non vedo proprio che utilità abbia giocare ancora il doppio alla sua età dopo aver preso la decisione di ritornare a giocare con una certa frequenza anche per tornare al primo posto mondiale) e perché l’incontro è stato disputato di giorno con un caldo torrido (nell’anno dei 32 queste cose contano considerando tra l’altro che deve portarsi appresso non pochi chilogrammi).

    TAFANUS, il sito porta il nome di Camila Giorgi e quindi è ovvio che la maggior parte degli utenti si concentri prevalentemente su di lei. Per quanto riguarda gli italiani ancora impegnati si può semplicemente prendere nota dei risultati e fare i complimenti a chi ha vinto (c’è poco da aggiungere non avendo visto gli incoontri).
    Qui si parla spesso di Camila pur non avendo visto il suo match proprio perché è il suo sito (mi pare cosa normalissima).
    Non buttiamo via nulla, ci mancherebbe. Rimango convinto però che il futuro del tennis italiano in campo femminile sia proprio la “bimba”.

  135. by Tafanus

    Eugenio, non puoi pretendere che ci sia un nesso. Errani e Vinci hanno conquistato otto titoli, l’anno scorso, fra cui due GS. Ma per lo “sconnesso” hanno perso 6/1 6/1 a Wimbledon, quindi buttiamole vie, e largo ai ggiovani. E pazienza se i ggiovani escono otto volte su dieci al primo turno. Però non hanno perso a Wimbledon 6/1 6/1 dalle Williams. Anche perchè hanno avuto la fortuna di non accedere alle Olimpiadi, altrimenti avrebbero fatto sfracelli.

    E giacchè ci siamo, io butterei via anche la Ivanovic, che l’anno scorso ha preso 6/0 6/0 dalla Vinci, e la Errani che ha preso 6/0 6/0 dalla Shvedova. Terrei solo le ggiovani promesse.

  136. by Tafanus

    Tommaso 10:10 – I mie commenti sono firmati in alto, come tutti, in maniera ben visibile. Nessuno ti obbliga a leggerli. Ma visto che lo fai, ti rispondo:

    Ho sempre sostenuto che questo, più che un sito di appassionati di tennis, è un fan-club (e chissà perchè la gente si incazza se lo definisco così, o – in maniera più colorita – un sito di vuvuzelas, quando è dimostrabile e dimostrato…). La prova è che in una giornata nella quale erano impegnati ben 10 italiani a metà della seconda settimana (cosa rarissima!) nonostante l’uscita al primo turno di Sara Errani, Karin Knapp e Camila Giorgi), non ci fosse nessuno ad “interessarsi”.

    Mi trovo male a stare da solo? Niente affatto. Vedo che uno come te che ormai vive attaccato col cordone ombelicale ai miei commenti, e se non scrive di me muore per asfissia, non sa dare altre risposte “di merito” che “se non ti poiace stare da solo eccetera”.

    Vedi, geniale Tommaso, a me di stare da solo o in compagnia non cambia niente. Ho commentato qui? Si, lo ho fatto. Ma ti ricordo che adesso mi inviti a starmene a casa mia, e quando me ne sto a casa mia mi “sgridi” perchè scrivo “a casa mia” i fatti d’altri. Una domanda: ci sei, o ci fai?

    Ma torniamo al punto: questa notte erano impegnati, fra singolare e doppio, dieci italiani. Poichè dubito che tu ci abbia fatto caso, te li “racconto”:

    PER UN ACCESSO AI QUARTI:
    Quinzi (OK), Baldi (OK), Alice Matteucci

    PER UN POSTO IN SEMIFINALE:
    Bracciali, Fognini (OK), Bolelli (OK), Napolitano (OK), Camilla Rosatello.

    PER UN POSTO IN FINALE
    Errani (OK), e Vinci (OK)

    Sette su dieci ce l’hanno fatta. Una giornata di sole per il tennis italiano. Posso dirlo? Se anzichè dieci italiani in bilico fra i quarti e la finale ci fosse stato in ballo un primo turno di un tabellone di qualificazioni di Camila contro una n° 187, stamattina ci sarebbero stati online almeno dieci CT a commentare ogni sospiro. Oggi, IL NULLA.

    Appassionati di tennis? No, tifosi della n° 75 Camila Giorgi. Niente di male. Basta non negarlo.

  137. by Stefano

    Come scritto poco fa … match non chiuso per nessuno dei due: Tsonga-Federer si deciderà al 5° set!

  138. by Stefano

    La partita di Murray contro Chardy non l’ho vista (c’era forse qualche dubbio su chi avrebbe vinto?), così come non ho visto quella di Vika contro Svetlana (ma comunque si sapeva chi alla fine avrebbe vinto).
    Ora sto guardando (a tratti) Federer contro Alì-Tsonga: match divertente, anche se di livello non proprio elevato come fu ad esempio il loro confronto a Wimbledon.
    Partita comunque non ancora chiusa del tutto per nessuno dei due.
    Sono invece pentito di non aver visto le italiane vincere contro il duo russo: se tecnicamente il pronostico era tutto a nostro favore, infatti, c’era l’incognita “appagamento” dopo aver battuto le due americane.
    Ma, da brave professioniste quali sono, Sarita e Roby hanno giocato il loro match … mettendo in evidenza il fatto che sono loro il doppio più forte al mondo in questo momento.
    E se su Pennetta-Dulko si poteva forse avere qualche dubbio … beh, su Errani-Vinci penso ormai che nessuno possa mettere in discussione la loro legittima leadership in questa specifica disciplina (Williams attuali incluse).
    Rammarico anche per non aver visto Serena perdere dalla sua “pupilla” Sloane: si sa qualcosa di più sul suo infortunio alla schiena?

    Pronostici …
    ieri avevo fatto due nomi per parte, ora tolgo il riserbo e dico Murray e Sharapova sopra tutti (Murray in verità era il mio preferito anche ad inizio torneo …).
    Con Serena out e Federer che sta giocando bene (ma non benissimo), penso siano i due nomi più “papabili” …

  139. by Eugenio

    @antonelo non capisco il nesso tra quanto detto da Tafanus e la tua affermazione…

    Le Williams hanno vinto alle Olimpiadi, e allora?

  140. by antonelo

    Giochi Olimpidi di Londra, V. Williams-S. Williams vs Errani-Vinci 6-1 6-1
    (…)

  141. by Tommaso

    Tafanus nessuno ti costringe a venire qua se non ti piace l’ambiente eh? Ti sei creato apposta un blog per parlare di TENNIS delle italiane e non solo, se non siamo abbastanza per te puoi anche tornare a scrivere lì dato che avevi detto che non avresti più scritto su questo sito, poi solo quando tirato in causa e ora hai cambiato ancora una volta la tua posizione scrivendo ogni due per tre. A me fa piacere vedere il blog animato, ma la tua spocchia nei nostri confronti puoi tenertela, personalmente non me ne faccio niente (dato che ami i copia/incolla, per “spocchia” intendo le seguenti affermazioni: “Quanti sportivi, tecnici e appassionati di tennis, a seguire una semifinale din un grande slam di due scarsissime italiane” e “Ora attendiamo con ansia la lucidissima analisi di uno dei migliori analisti italiani che sulla base di metà delle statistiche”.

    Su E/V, checché tu ne dica, sono felicissimo che siano arrivate in finale e a questo punto spero ovviamente che concludano il loro cammino trionfalmente. Nel singolare, al di là della mia simpatia per la Li, vedo MaSha lanciata verso il titolo anche grazie alla sconfitta di Serena (infortunatasi alla schiena a metà del secondo set, però).

    Ho visto che sono uscite le convocazioni di Barazzutti per la Davis, attendiamo quelle per la Fed con sempre meno speranza di vedervi Camila.

  142. by tafanus

    Quanti sportivi, tecnici e appassionati di tennis, a seguire una semifinale din un grande slam di due scarsissime italiane, e l’incontro di Serena vs Sloane!

    Si respira proprio un grande interesse per il TENNIS!

    Ora attendiamo con ansia la lucidissima analisi di uno dei migliori analisti italiani che sulla base di metà delle statistiche ci spieghi come E/V abbiano giocato veramente male, raggiungendo immeritatamente la loro seconda finale del mese. Addirittura in uno slam, poi!…

    PS: gli H2H che non contano una mazza; fra E/V e M/V eravano 3-0, ora siamo 4-0, ma naturalmente è solo un caso…

  143. by GIEMME

    è stata una notte davvero stellata…
    R&S vittoriose….
    i nostri giovani anche…
    come Bolelli / Foglini, che continuano il torneo…
    e come la sorpresa Stephens…

    buona giornata a tutti.

  144. TEUS by TEUS

    Sì, t.o., ero io che parlavo di classe tempo fa. Ritengo la classe la capacità di dare il meglio nei punti fondamentali del match (l’esatto contrario del braccino in definitiva). Cosa che va distinta dal talento.
    Sono straconvinto che Camila abbia talento ma non so ancora, non se (a Wimbledon l’ha mostrata), ma quanta classe ha (bisogna vederla giocare almeno qualche partita “tirata” prima di poter cominciare ad azzardare delle ipotesi).

  145. TEUS by TEUS

    Incuriosito dai vostri commenti molto positivi riguardo a Sharapova, mi sono visto il suo ultimo match.
    Sì, anche secondo me è parecchio “centrata” (si nota palesemente dalla rendita del suo servizio) però aggiungerei che oggi ha giocato contro una giocatrice che ha offerto una prestazione a dir poco mediocre. Affermo ciò senza nemmeno aver guardato le statistiche dell’incontro perché Makarova ha mostrato il classico atteggiamento di chi entra in campo già battuto (errori grossolani in fasi cruciali dei games e scarsa personalità).
    Se mai vedessi Camila giocare un match del genere (mi riferisco all’atteggiamento in campo), probabilmente comincerebbe a cadere qualcuna delle mie certezze riguardo a un suo brillante futuro.
    Detto ciò sono sempre più convinto di quello che in pratica continuo a ripetere da quando ho cominciato a scrivere in questo blog: la “bimba” deve sempre scendere in campo convinta di poter battere chiunque (non importa se ci sarà sempre qualcuna che alla fine si dimostrerà più forte) e giocare l’unico tennis che davvero conosce a rischio anche di andare incontro a cocenti sconfitte (contro quelle più deboli in pratica).
    Meglio mostrare convinzione dei propri mezzi alle avversarie piuttosto che consapevolezza di essere inferiori.

  146. by t.o.

    @GIEMME concordo totalmente con ciò che hai scritto. e questa è la prova che i miei discorsi e i tuoi non sono incompatibili. Camila deve affinare quello che in altri sport (nuoto, atletica) si chiamerebbe “distribuzione dello sforzo”. Deve affinare quella “mentalità”, quella “cattiveria” che ti rende ingiocabile quando serve il punto. Camila già ce l’ha nel recupero. Quando deve recuperare gli esce l’istinto del killer. Non riesce ancora a svilupparlo al meglio quando deve “allungare” in avanti. Insistere nello scatto si direbbe nel ciclismo. E’ mancanza di “classe”? come diceva qualcuno tempo fa (teus?) Forse. Gli manca il quid che fa di un buon giocatore un campione? Vedremo. Quello che è certo che la classe senza colpi fa fare scena solo nei tornei di circolo. I colpi senza la classe ti permettono di vivere di tennis. Io credo che Camila abbia anche la classe.
    @tommaso ricordi la partita dell’italia contro la germania agli ultimi europei? al di la della vittoria, sono stato felice dell’atteggiamento in campo. Noi all’attacco e la germania a difendersi. Non era mai successo. Noi abbiamo vinto sempre in contropiede. Il gioco all’italiana. Sara gioca all’italiana. Il doppio italiano gioca all’italiana. Questo non toglie che all’italiana si possa anche vincere…..ma che sofferenza. Le vittorie all’italiana sono sempre le vittorie della sofferenza. Gli altri sono sempre più alti, più belli, più forti ma noi sappiamo soffrire. Sarà la nostra cultura cattolica che da alla sofferenza un valore quasi mistico. Soffrendo soffrendo le nostre regine sono le prime al mondo…..ma sembra quasi che siano lì per caso. E così non è Sara e roberta sono davvero il miglior doppio al mondo. Roberta fa Panatta e Sara fa Bertolucci.

    Mettere in evidenza i punti del doppio di Camila non fa onore a chi lo ha pubblicato. Praticamente il primo doppio della sua vita con una compagna improvvisata e opposta al migliore doppio al mondo insieme alle nostre regine. Ma si sa, ognuno usa ciò che ha e dice ciò che può. Verrebbe da rispondergli con il 59 a 27 che Sara ha preso dalla Shvedova al 3° di wimbledon. E lì era la numero 10° contro una che allora era 65°.
    Perchè bisogna sempre mettere le nostre atlete contro. L’ho scritto mille volte Sara è encomiabile. è già andata oltre ogni più rosea previsione…e questo lo dice anche lei. Camila deve ancora dare ciò che ha. E non sarà certo in doppio che marcherà il suo best ranking

  147. by GIEMME

    stefano:
    non è mia abitudine fare pronostici.
    per cui posso dire solo che con il cuore sto dalla parte di NONNO Roger…

  148. by Stefano

    Giemme, la Maria di questi giorni mi sta veramente impressionando … non ricordo di averla mai vista così “centrata” come ora.
    In questi ultimi giorni ho avuto poco tempo per seguire il tennis femminile (anche perchè ora si cominciano a guardare volentieri anche i match maschili …), e rimpiango soprattutto di non aver visto una sola partita della Jovanovski, soprattutto quella persa (per un soffio) al terzo con Sloane.
    Se Bojana riesce a controllare le emozioni, secondo me può entrare tranquillamente nelle top ten in poco tempo: non sarà mai una Azarenka o una Serena, ma se continua a migliorare può diventare in breve tempo la migliore del suo paese.
    Pronostici …
    boh, io per la vittoria finale vedo Murray 60% e Federer 40%,
    mentre in campo femminile prendo 55% Sharapova e 45% Serena.

  149. by cristian

    Faccio i complimenti e gli auguri ai nostri giovani Baldi e Quinzi. Entrambi in campo stanotte, se non sbaglio.

    Un complimento a Maria Sharapova , record in quanto a set persi, sogno una finale con Serena.

    UN APPLAUSO al doppio n 1 al mondo, Errani – Vinci , IMMENSE! Spero che la vittoria dia molto fiducia a Sarita, ultimamente apparsa un po giù di tono, forza ragazze!

    ps: a malincuore segnalo l’uscita al primo turnodella Burnett ,in un 25.000 francese, spero che la scelta di lasciare Santopadre, non sia stata un autogoal.

  150. by GIEMME

    t.o:
    visto che nessuno ha commentato il tuo post, lo faccio io…
    concordo su tutto.
    è evidente che Camila pur perdendo determinati match, perde, cercando comunque di vincere.
    ma l’ aspetto negativo, resta comunque, perchè fare tanti punti nel tennis, non significa nulla,
    se non li vai a collocare in una sequenza ben precisa e distribuita secondo un ordine dettato dal regolamento stesso.
    come saprai, non è raro vedere tennisti che perdono il match, pur avendo totalizzato piu’ punti dell’ avversario…
    Camila fa tanti punti nei match, per cui definirla da Asfaltata, la riterrei tale, solo in pochissimi macth da lei persi.
    ma si sa, ognuno utilizza i propri parametri per esprimere un’ opinione.
    a mio avviso, cio’ che piu’ rimprovero a Camila, è il fatto di non riuscire spesso a concretizzare nei momenti piu’ importanti del match.
    lo dimostra proprio la partita contro Agnese:
    risultato finale severo, se confrontato alla differenza punti.
    ma sappiamo bene che, avendo visto la partita, che ha commesso troppi errori la dove non se lo sarebbe potuta permettere.
    Agnese ha regalato si dei punti, ma quasi mai questi punti sono risultati determinanti.
    essere in campo, significa anche gestire al meglio le proprie risorse…
    e mi auguro che Camila impari a farlo nel piu’ breve tempo possibile…

  151. by Tafanus

    Tommaso: lo ripeto per l’ultima volta: io di una partita che non ho visto scrivo poco e malvolentieri. Non è nel mio dna affrontare lunghe discussioni su cose che non ho visto. Quindi in questi casi mi fido di quello che ho visto (il terzo set, e di quello ho scritto)), e di quello che hanno scritto coloro che la partita l’hanno vista, e di tennis qualcosa masticano: Eurosport e WTA. Ho anche postato una selezione dei loro commenti. E, senza offesa, mi fido più dei giornailisti di Eurosport e della WTA che di tale Tommaso. Senza offesa.

    Poi che a te la Errani piaccia o non piaccia, non me ne frega niente, e me ne farò una ragione. Proverò a sopravvivere.

    A me invece chi vince otto tornei in un anno, fra i quali due grandi slam e Roma, e altri cinque, piace, piace moltissimo, e spero che un giorno Camila possa non dico raggiungere, ma almeno avvicinarsi ai risultati di Sara & Roberta.

    Tu continua a consolarti con la lettura “selettiva” delle statistiche, ma per piacere fallo con altri, non con me. Io da questo thread allucinante scendo qui, perchè stanotte vorrei vedere la semifinale, sperando che la Errani non faccia una partita così squallida, piena di bugs statistici, come l’ha fatta comtro le Williams

  152. by GIEMME

    Stefano:
    solo ieri, a proposito di Maria, avevo parlato del suo record ottenuto agli Ao, cedendo soli 5 gemes per raggiungere i QF…
    bene, neanche a dirlo che approda in semifinale con un suo nuovo record:
    solo 9 games ceduti in 5 turni…
    non mi sorprenderebbe affatto se fosse proprio lei ad issare al cielo il trofeo del torneo…

  153. by GIEMME

    buonasera a tutti.
    premetto che trovo abbastanza assurdo, doversi mettere pure a discutere se un match è stato vinto meritatamente o meno dalle nostre.
    per me, l’ importante è che sia stato portato a casa, contro (a mia pura opinione),
    quelle che restano le piu’ forti doppiste del mondo.
    questo sopratutto in ottica Fed, è un bel biglietto da visita…
    comunque, io il match non ho avuto modo di seguirlo.
    per cui, faro’ due semplici osservazioni:
    1) dei 10 dati statistici, nella totalita’ del match, 6 sono a favore delle nostre.
    2) paragonare il match disputato da Camila con questo, mi pare del tutto fuorviante,
    perchè ovviamente non c’ è storia,
    ne come esperienza acquisita da parte di Camila in doppio, ne come qualita’ tecnica della sua compagna.

    per il resto, ognuno tragga le conclusioni che meglio crede.
    concordo con Eugenio.
    avere opinioni diverse, è un bene per tutti.
    pensate che noia, se non fosse cosi’…

  154. by Eugenio

    @Tommaso ma figurati, sai che noia se tutti fossero sempre d’accordo e non ci fossero mai opinioni divergenti?

    Comunque stasera dovrebbero giocare anche i doppi maschili dove ci sono Bolelli/Fognini (due dimostrazioni viventi che non bastano i colpi per essere buoni giocatori ma ci vuole anche tanta, tanta testa) e Bracciali…

  155. by Tommaso

    Ma sì sì per carità era una mia opinione espressa peraltro credo in modo civile e non offensivo. Poi se non trovo nessuno d’accordo con me amen, domani ci sarà un’altra partita e saremo d’accordo o in disaccordo anche su quella, che volete che sia! Di certo non apriprò un blog apposta per portare avanti le mie tesi all’infinito. Morta qui dai, aspettiamo notizie di Camila…

  156. by Eugenio

    Comunque ribadisco che anche guardando solo le statistiche non si può affermare che le Williams abbiano fatto la partita. Cosa saranno 10 vincenti in più in un match dove si sono giocati più di 200 punti?

    Poi @Tommaso è vero che gli ace sono comunque punti ma sono “vincenti da fermo”… se guardiamo gli scambi (che è dove si gioca la partita) le due coppie hanno fatto lo stesso numero di vincenti…

  157. by Tommaso

    Ma sì Tafanus dai, hai ragione. Stiamo ai FATTI, alle STATISTICHE senza star lì a farci tante menate su punti, righe, nastri, influenze, polsi lacerati, sole negli occhi, età, superfici: Camila ha battuto Schiavone, Errani e Pennetta. Senza se, senza ma, senza statistiche, senza percentuali di servizio o doppi falli. Bòna, tutti contenti.

    Brava Camila che ha battuto Sara, Francesca e Flavia. Bravissime Sara e Roberta che hanno battuto Serena e Venus. Abbracciamoci forte e vogliamoci tanto bene.

    P.S.: ricorderò queste tue parole su statistiche, analisi, contraddittorio, ecc. al prossimo match di Camila giocato su un campo senza diretta tv del quale parleremo. Anzi, NON parleremo. Avrà vinto: brava, bravissima. Avrà meritato per forza. Eh certo, avrà vinto! Avrà perso? Schiappa, ci vuole un allenatore, il servizio… i doppi falli! Eh certo, avrà perso. Facile ridurre tutto così. Allora di che parliamo?

  158. by Tafanus

    @ Eugenio: un consiglio: fai come Tommaso: scrivi una lunga critica in contraddittorio con chi ha visto sia la partita che le statistiche. Prendi le statistiche, ma moi “aggiustale”: nel senso che nel primo commento che fai, delle statistiche riporti solo le righette che ti piacciono.

    Poi, se qualcuno ti accusa di avere omesso quelle che contrastano con le tue tesi, puoi sempre spiegare – come spesso avviene ai trombettieri, che le statistiche non contano un c…. E che le opinioni sono molto più importanti e probanti dei fatti.

    Se quel CT avesse visto la partita, avrebbe capito in un attimo cosa significa “prendere a pallate”. nei duelli sualla diagonale di rovescio fra Errani e Serena, indovina chi vinceva otto volte su dieci il braccio di ferro? E sulla risposta al servizio? e nei duelli a rete, chi ha tirato più spesso la pallata vincente nell’ombelico dell’altra?

    Poi, ovviamente, avrebbero anche potuto perdere per un punto anzichè vincere per un punto. Ma la sostanza resterebbe negli occhi di chi ha visto la partita. Non di chi deve far uscire il fiato dalla bocca ogni volta che scrivo e documento qualcosa.

    Tommaso, non è obbligatorio cacciarsi tutte le volte in una figuraccia

  159. by Tommaso

    Gli ace sono comunque punti, così come i doppi falli (per le avversarie). Non puoi scindere gli ace dai vincenti, sarebbe come dividere vincenti di rovescio in back da diritti in top. Un conto sono i punti (che si fanno con ace, diritti, rovesci, doppi falli, righe, nastri, ecc), un conto le percentuali.

  160. by Eugenio

    Aggiungo che gli ace per le Williams sono 13 e questi, generalmente, sono conteggiati con i colpi vincenti…

    Quindi, se così fosse, al netto degli ace Vinci ed Errani avrebbero fatto più vincenti delle Williams

  161. by Eugenio

    Basandomi anche io unicamente sulle statistiche, comunque non mi risulta che le Williams abbiano fatto la partita in modo così netto…

    Questo perchè comunque Errani e Vinci 34 vincenti li hanno messi in campo… è vero, sono 12 vincenti in meno rispetto alle avversarie, ma se vedete l’andamento di ogni set, le Williams hanno fatto giusto 3\4 vincenti in più a set… Da loro mi aspetterei il doppio dei vincenti rispetto alle due italiane…

    Putroppo nelle statistiche non mi pare di vedere i punti a rete, che potrebbero anche essere a vantaggio delle italiane vista l’attitudine a rete di Roberta…

  162. by Tommaso

    Avviso ai naviganti: da oggi guai a chi scrive di Camila o di chicchessia senza aver visto la partita! Ti prego Cami, gioca sempre nel circuito WTA altrimenti qua sarà pieno di vedovelle…

  163. by Tafanus

    Tommaso: non te ne intendi perchè uno che si intende si tennis non avrebbe scritto le sciocchezze che hai scritto tu su una partita che non hai visto, e se l’haoi vista, peggio mi sento.

    Passo e chiudo

  164. by Tommaso

    …e chi ti dice che io non me ne intenda? Qual’è il metro di giudizio? Aver visto o meno una partita? Basarsi o meno sulle statistiche? O sugli H2H? Essere abbonati a Sky o al Player di Eurosport? L’età, il Q.I., l’etnia di appartenenza? Chi o cosa stabilisce che io me ne intenda o meno di tennis?

    A mio modo (semplicistico se vuoi) di vedere, le partite le fanno i vincenti e gli errori. Le percentuali sulla prima o sulla seconda, le discese a rete, le palle break… tutto il resto è fuffa. Alla fine conta se metti la pallina dentro il rettangolo (vincente) o fuori (errore). Le Williams, nello specifico, hanno fatto più vincenti e più errori, ergo la partita l’han fatta loro. Che poi l’abbiano vinta Sara e Roberta bene, meglio per i nostri colori, urrà, evviva, gioia e giubilo. Su termini come “prendere a pallate”, così come “asfaltare”, poi, meglio non iniziare neanche il discorso perché mi sembra evidente che abbiamo idee differenti: tu reputi “un’asfaltata” una sconfitta 6-3 6-3 e, ribaltando magistralmente il punto di vista in un amen, un “prendere a pallate” una vittoria 7-5 al terzo. Direi che è evidente che non ci sia spazio per aprire una discussione.

  165. by Tafanus

    Tommaso, per me che tu abbia visto o non visto la partita non è un problema. Hai fatto una bella analisi su metà delle statistiche, prendendo solo i dati che ti facevano comodo. Io ti ho fornito TUTTI i dati.

    Il problema che tu abbia visto o non abbia visto la partita è tuo. Io le vedo quasi tutte, perchè ho Sky, ho il player di Eurisposrt, e quello di tennistv.com

    Può bastare? Il problema di commentare una partita che non hai visto è tua. Io l’ho vista, e ti posso assicurare che non è stata la Serenona a prendere a pallate la Errani, ma è stata la Errani a prendere a pallate la Williams. E se te piaccia o non piaccia la Errani, non me ne può fregare di meno. Ma visto che insisti sui confronti, e sulla Giorgi che NESSUNO ha menzionato: allora adesso menzioniamola.

    Giorgi/Voegele hanno perso 4/12 in 70 minuti, Errani/Vinci hanno vinto in due ore e mezza 17/17

    Doppi falli: Giorgi/V 4 DF in 8 turni di servizio: Errani/v ZERO DF in 17 turni di servizio

    Prime di servizio: Giorgi/V 56%; Errani/V 68%

    Break points vinti: Giorgi/v 0/0, Errani Vinci 9/15 (60%) – Il che significa che Giorgi/V non sono riuscite ad andare a palla break NEANCHE UNA VOLTA in tutta la partita.

    Risposte vincenti al servizio: Giorgi/V 25%, Errani/V 50% (il doppio esatto, se sai contare)

    Punti vinti/persi: Giorgi/V 38/63 (0,60); Erravi/Vinci 108/107 (1,01)

    Adesso vai avanti coi tuoi sproloqui, ma io risponderò solo a chi si intende di tennis.

  166. by Stefano

    Tommaso, Errani e Vinci hanno giocato davvero bene, per quello che ho potuto vedere nel terzo set.
    Secondo me, Venus è stata il vero ago della bilancia in questo confronto: ha tenuto pochissime volte il servizio, e la sua condotta di gioco è stata nettamente al di sotto della sufficienza (Serena invece ha giocato bene, anche se secondo me con la testa stava già pensando a domani).
    Sara e Roberta avrebbero potuto vincere anche con un parziale più netto nel terzo set, se Sarita non fosse così deficitaria al servizio (che oggi è stato l’unico suo punto debole, visto che a rete è stata a tratti la migliore … senza contare il fatto che da fondo teneva gli scambi di Serena senza battere ciglio).
    Per me le italiane hanno giocato un’ottima partita … certo, con qualche sbavatura, ma la vittoria se la sono meritata pienamente, e non hanno affatto vinto per la regolarità “alla Wozniacki”.
    Tanto di cappello.

  167. by Tommaso

    @Tafanus: ho visto la partita? No. E’ un problema? Qua si parla DA MESI di partite di Camila seguite solo sul livescore (quando c’era), e si è detto di una prestazione ignobile (vittoria al terzo set) quando Camila ha vinto un match infortunata su un campo che non aveva nemmeno un livescore. E ora qualcuno può chiedermi se ho visto la partita per poter commentare? Da che pulpito?

    Ho visto le statistiche e a giudicare da quelle (dai vincenti e dai non forzati – NON forzati) ne deduco che la partita l’abbiano fatta – e quindi persa – le Williams. Ma non è un dramma vincere non “facendo” la partita eh? In campo femminile la Wozniacki (Wall-zniacki per i detrattori) è stata numero 1 oltre un anno non-giocando le partite ma ributtando tutto di là senza attaccare quasi mai e aspettando l’errore dell’avversaria. Nadal in campo maschile ci ha vinto partite e tornei e Slam interi avendo nel suo score meno, MOLTI meno vincenti dei suoi avversari. Non vedo perché tu debba dire che ho tirato “merda” su Errani-Vinci. Ho semplicemente constatato che hanno vinto una partita giocata – si deduce – in difesa. Non penso di aver offeso nessuno.

    A me piace un certo tipo di tennis che è quello della Vinci ma non della Errani, di Dolgopolov ma non di Ferrer, di Camila ma non della Wozniacki. Che ci posso fare? Vuoi crocefiggermi per questo, perché Dolgopolov non vincerà mai niente? A me diverte vederlo giocare, e dato che il ranking e il conto in banca sono i suoi e non i miei, se perde batto i pugni sul tavolo perché ha perso ma almeno mi sono divertito. Il gioco della Errani, della Wozniacki, di Ferrer e di Nadal mi fa venire il latte alle ginocchia e non lo guardo nemmeno…

  168. by Stefano

    Purtroppo non ho avuto molto tempo per seguire il tennis in questi giorni …
    Questa mattina però sono riuscito a vedere tutto il terzo set di Vinci/Errani – Williams _sisters ed un pezzo di Sharapova-Makarova.
    Sulle prime non posso fare altro che fare solamente complimenti, per quello che in se’ vale quasi quanto mezzo Slam (anche se Makarova-Vesnina è un doppio molto temibile … da non sottovalutare assolutamente!), mentre su Masha … che dire? Secondo me attualmente sta almeno due spanne sopra l’Azarenka, e se rimane fredda anche con Serena … potrebbe pure vincerlo questo Slam.

  169. TEUS by TEUS

    Considerazioni generali:
    ecco un esempio di programmazione errata: Rad grande gioca due tornei prima di Melbourne vincendoli entrambi senza concedere un set. Anche all’AO arriva ai quarti senza particolari patemi per poi cedere a Na Li in due set principalmente per motivi fisci (credo che tatticamente sia la giocatrice più preparata del circuito ma ha costantemente bisogno di gambe che “girano a mille”).
    Vero che c’è un certo divario tra lei e le prime tre ma giocando così tanto molto difficilmente avrà l’opportunità di aggiudicarsi uno slam.
    Rimane comunque immutata la mia stima nei suoi confronti per il modo in cui affronta gran parte dei suoi incontri.

  170. by Tafanus

    Si, Tommaso, sbagli. Perchè non ti sei accorto che alla fine le due italiane hanno avuto 1 punto in più, hanno giocato per due ore e mezza sotto il sole senza fare un solo doppio fallo (con buona pace del CT del “doppio fallo è bello”), hanno servito il 68% di prime contro il 62% delle Williams, hanno vinto il 43% di punti sulla seconda di servizio, contro il 28% delle Williams, hanno vinto 61 punti in risposta contro 46, e hanno fatto 29 errori contro i 43 delle Williams.

    Vedi, amico, se per una volta ti riuscisse di deporre la vuvuzela nell’astuccio… Questa volta la Camila l’hai tirata in ballo tu, e allora ti rispondo: Camila ha perso in un amen, Errani/Vinci hanno vinto una battaglia.

    Se per una volta ti riuscisse di gioire e basta, di dire “brave” e basta, senza tirar fuori le “tanto decantate statistiche”, che in tutta evidenza hai letto con un occhio solo? Se per una volta ti limitassi a dire “brave” senza fare le solite polemiche del c…?

    Hai visto la partita? Ne hai letto almeno la magistrale cronaca che ne formisce Eurosport, e che ho appena messo online?

    E se per una volta capissi che non è obbligatorio fare uscire il fiato dalla bocca, solo perchè il padreterno ci ha fornito di questo orifizio?

    Sei l’unico esperto di tennis in tutto il mondo che persino su questa partita è riuscito a mettere giù un po’ di merda.

  171. by Tommaso

    Felice, felicissimo per la coppia italiana, anche e soprattutto in vista della Fed Cup può essere un bel colpo psicologico. In ogni caso, guardando le tanto decantate statistiche, si nota come le Williams abbiano fatto:

    -più ace
    -più punti con la prima di servizio
    -più vincenti (+12)
    -molti più non forzati (14)
    -più doppi falli (4, a 0)
    -quasi gli stessi punti in risposta in percentuale (49% a 50%)

    Insomma, bravissime le nostre, ma con queste statistiche in un match tra Camila e MissX, forse si sarebbe detto che “la partita l’ha persa MissX”. Ma magari sbaglio…

  172. by Tafanus

    Giemme, le buone notizie sono arrivate, e sai dove trovarle. Mi sono svegliato (ero cascato dal sonno), e il punteggio Italia/USA era 3/6 7/6 0/3. Ho iniziato a guardare quella che doveva essere la mattanza finale, e invece… finisce 7/5 al terzo per le sorelle d’Italia. Nessun regalo dalle sorellone. La partita l’hanno vinta le nostre tenniste tascabili.

    Full story e statistiche dove sai

    Il talento è’ l’eterna storia di Davide e Golia. E’ vedere la piccoletta Sara che prende a pallate una incredula Serenona. E’ vedere Robertina che stordisce le sorellone sotto una sfilza di invenzioni da “nagic box”. E’ vedere il pubblico australiano tributare una standing ovation alle sorelle d’Italia.

    E’, infine, vedere le statistiche. Le trovi al solito posto

  173. by t.o.

    La convivenza civile si basa su delle convenzioni.
    Il commercio si basa su delle convenzioni:
    La comunicazione si basa su delle convenzioni.
    La convenzione è una norma sociale. Un certo numero di persone (una società) decide che quella certa quantità si rappresenta con quel numero e quel certo oggetto, o quella certa emozione si identifica con quella parola.
    I numeri e di conseguenza l’aritmetica e le parole e di conseguenza il linguaggio sono le convenzioni che più utilizziamo nella nostra vita sociale.
    Ma perchè una convenzione sia univoca è necessario che sia conosciuta e condivisa da tutte le persone che formano quella determinata società.
    Un esempio: “Cami ha chiuso con un vincente rimontando dal 5-1 e ora ci aspetta la Rad grande lunedì” Quasi ognuno di noi potrebbe anche dire in che giorno e a che ora è stata pronunciata questa frase. Il 90% degli Italiani non capisce neanche che stiamo parlando di tennis. Perciò noi una frase così non la scriveremmo mai in un blog generalista
    Perchè quando qualcuno che fa parte di quella società non conosce quella convenzione, perciò non sa quale e il “sottostante” a quella data parola o a quel dato numero si creano delle incomprensioni. Le incomprensioni generano normalmente delle reazioni.
    Io scrivo sul blog di Camila. Mi fa piacere leggere di altre atlete e di altri atleti. A volte ne scrivo pure. Non mi sento poco sportivo se non commento ogni cosa che si scrive su altre atlete. Anche se leggo spesso con piacere quando questo accade.

    Torno al mio filo rosso: l’analisi della “qualità delle sconfitte e delle vittorie”
    Tutti noi stiamo discutendo da mesi (da Wimbledon) sull’evoluzione/involuzione di Camila e del suo gioco. La quasi totalità dei nostri giudizi si basa su numeri che vediamo scorrere sullo schermo. L’unica partita che possiamo vedere dopo Wimbledon è la partita interrotta sul 5-4 con Sara a Pechino oltre al doppio di pochi giorni fa.
    La convenzione del punteggio nel tennis è quanto di più lontano può esistere nell’intero mondo dello sport tra “Risultato Finale” e “Prestazione in Campo”
    Lo stesso Ranking è più una “modalità di iscrizione” al torneo successivo che una oggettiva scala di valori tecnici e prestazionali.
    Sono convinto che se decidessimo di cambiare il punteggio del tennis facendo vincere l’incontro all’atleta che prima dell’altra con differenza di due punti arriva prima a 60 punti (come un lunghissimo TB) l’attuale Ranking ne uscirebbe rivoluzionato.
    Avevo già pubblicato il differeziale game di Camila nei suoi 8 incontri contro le top 32°.
    74W e 67L. nel differenziale set siamo 8W e 6 L (su 7 incontri togliendo Sara). Non va mai al 3°. Ma è nel differenziale punti che la qualità della sconfitta come della vittoria può diventare più evidente. Ho pochi riferimenti perchè non mi è facile ritrovare le statistiche analitiche dei match dei vecchi tornei. Ma se i numeri si confermano aderenti ai pochi che ho trovato e preso dai siti degli slam credo che il discorso “testa” debba essere approfondito molto.

    Ho già scritto che i punteggi game hanno un differenziale punti minimo/massimo invalicabile.
    il 6-2 6-3 per esempio con il quale Camila ha perso a Melbourne può nascere con un minimo di 4 punti ad un massimo di 38 di differenziale.
    Lo spigo così ognuno può fare i calcoli da se.
    minimo è perdere i 12 game a 30 perciò 2 punti differenziale a game =12×2 -24
    e vincere i propri 5 game a 0 = 5×4= +20…………-24+20=-4
    Massimo è perdere i 12 giochi a 0 =12×4=-48 e vincere i propri 5 a 30 =5×2=+10
    -48+10 = -38…………..Camila tra 4 e 38 perde a -11

    Nella nostra testa Camila ha perso 6-2 6-3 Un punteggio severo……
    Analizziamo l’unico altro 6-2 6-3 di giornata: Pliskova-Jones 73-49 diff. 24 sono 122 punti complessivi, 9 di più dei 113 di Camila Foretz poteva esserci un punto in più del diff. di Cami, da 11 a 12. Perchè è chiaro che un diff. di 10 in una partita che gioca 100 punti è diverso rispetto allo stesso dieci in una partita da 150 punti.
    Invece il diff. va da 11 a 24.
    Saliamo di punteggio. 6-4 6-3 due game in più vinti (una sconfitta onorevole)
    Coco-Cirstea 6-4 6-3 61 a 43 diff. 18 su soli 104 punti complessivi.
    Doi-Matic 6-3 6-4 67 a 51 diff. 16 su 118
    Bartoli-Medina qui è un 6-2 6-4 74 a 54 diff. 20
    Flip-Bratchikova 63 a 50 diff. 13 sugli stessi 113 punti di Cami solo 2 di più però è un 6-4 6-3
    Vediamo l’unico 6-2 6-2 di giornata? Larson-Jankovic 66 a 43 diff. 23 su 109 punti.

    Questo intendevo dire quando parlavo di qualità della sconfitta. Un 6-3 6-3 si può perdere anche a parità di punti fatti, e un 6-4 6-3 si può subire anche facendo 4 punti in più dell’avversaria. Camila i punti li fa. e ne fa tanti anche quando perde. Figuratevi quando vince.
    Con Rad a perso 6-2 6-3 con un diff 13 sui soliti 113 punti complessivi.
    Ha messo 28 vincenti contro 11 di Rad e 10 DF contro 2 ma la vera differenza li hanno fatti gli errori non forzati 30 contro 6. Sbagliare un po’ meno. Ma solo un po’ Basta recuperare pochi punti. Ne bastano pochi. Se vogliamo non fare mai errori poi non facciamo neanche i 28 vincenti. Se non facciamo un po’ di doppi falli significa che la 2° palla non va più a 95 miglia di media. E non facciamo più il 58% sulla 2° in.
    Sarebbe troppo comodo non rischiare nulla e ambire alla top 10. Basta solo sbagliare un po’ meno. Solo un po’. A non sbagliare mai, a questo livello un 6-3 6-2 può significare un diff. di 32 su 86 punti totali. Se si deve perdere lo si faccia almeno tentando di vincere….

  174. by GIEMME

    ciao Taf.
    sono sempre sensibile alle belle storie, sopratutto quando c’ è dietro un risvolto umano non indifferente.
    per fortuna nello sport, non ci sono solo quelle pessime, per dirne una su tutte, quella di Armstrong…
    a domani, sperando che dalle parti degli Ao, possano giungere buone nuove anche stanotte.

  175. by Eugenio

    @Tafanus in effetti avrei dovuto scrivere a chi era rivolto il post… Quindi nessun problema, è stato solo un banale equivoco da parte di entrambi

  176. by Tafanus

    @ Eugenio, sul fatto di essermela presa contro di te mi scuso, ma ti prego di capire che il tuo post si prestava ad equivoci, visto com’era scritto. E ti prego di notare che io sono fra i POCHI che qui di tanto in tanto usano parole antiche, da (…), come SCUSA, oppure GRAZIE.

    Perchè forse frequentando questo blog ti sei accorto che qui nessuno sbaglia mai, e pochissimi (mi viene in mente Giemme, talvolta Teus), conoscono l’uso di queste parole.

    Quindi mi voglio sprecare, e le uso, in contemporanea: GRAZIE per l’intervento, e SCUSA per l’equivoco.

  177. by Tafanus

    Giemme: sono anch’io della ipotesi che qui si parli ANCHE di tennis, altrimenti – lo dice uno che di blog se ne intende abbastanza – se non si fa altro che parlare sempre e solo di Camila per settimane, fra un torneo e l’altro, il blog muore. Ma non è un mio problema sul blog della Giorgi, ma sui blog in generale.

    Detto questo, in qualità di “tranne uno”, stanotte la Krumm è andata ad un pelo dai quarti di finale nel doppio. Ha perso al tie.break (tiratissimo) del terzo set, contro Lepchenko/Zheng. E spero che l’aver parlato della Krumm venga accolto come il post sulla remondina, o quello tuo sulla Krumm, o quello di chiunque altro su una tennista che magari non sia solo la Giorgi, e “udite! udite!, magari neanche italiana. Oggi infatti ho osato sottolineare che la Stephens entra nelle top-20

    P.S.: Ho pubblicato altrove orari presunti, campi assegnati e presumibile copertura TV delle sette partite di stanotte nelle quali sono ancora coinvolti i nostri colori.

  178. by GIEMME

    … Bigl:

    sempre con simpatia…
    ma non eri tu quello che aveva scritto cosa tipo andando a memoria…
    “perchè parlarne qui?”
    e io ti avevo risposto, perchè qui si parla anche di tennis in generale…
    certo, “indelicato”…

    diciamo che sono stato “delicato” nei tuoi confronti, quando me ne sono stato zitto su live tennis,
    vista la sparata che ti eri fatto… e visto che sapevo chi eri…

    sai, te lo dico con tutta sincerita’:
    penso che quando tra persone si condivide la stessa passione… qualche volta ci puo’ stare che sia meglio tacere…

    con simpatia…

  179. biglebowski by biglebowski

    come sai benissimo, non ho risposto al tuo post sulla krumm, ma al tuo successivo in cui dicevi che tutti (meno uno) avevamo snobbato la krumm.

    e lo farei nuovamente, perchè in quella circostanza sei stato indelicato.

    con simpatia

  180. by GIEMME

    grazie Bigl, per la bellissima storia che hai esposto.
    auguro ad Anna, tutto il bene del mondo e che possa raggiungere traguardi importanti…

    tra l’ altro, Alberta, tds 1 del torneo, è gia’ fuori al 1° turno…

    come vedi, non rispondo come hai fatto tu nei miei confronti, quando ho parlato della Krumm su questo blog,
    “meditate gente… meditate”… 😉

  181. biglebowski by biglebowski

    Nell ormai lontano 2008 mi trovavo a roma per motivi di lavoro nei giorni delle qualificazioni degli internazionali e decisi di andare a vedere qualche partita.
    Su due campi poco distanti giocavano due giovani italiane che avevano ricevute due wild card: una era una bimba diciassettenne con un anticipo “agassiano” da cui rimasi folgorato ( perse al tb del terzo contro l’esperta craybas che era 66 del ranking), l’altra si chiamava anna giulia remondina e perse anch’essa al terzo set per 75 contro makarova ai tempi numero 77.
    Da allora seguo entrambe con simpatia e, purtroppo, poco dopo quel torneo, venni a conoscenza del fatto che la remondina, raggiunta una classifica eccellente per la sua età, aveva contratto una malattia virale che aveva fatto considerare il solo abbandono dell’attività agonistica come un ipotesi augurabile.
    Ma le cose si risolsero in maniera positiva e piano piano anna giulia riprese a giocare fino a volersi concedere un’altra chance di entrare nel tennis che conta. Nell’autunno 2011 scelse un coach prestigioso, l’argentino panajotti che guidò per qualche anno anche francesca schiavone, e al termine di una dura preparazione invernale si ributtò nella mischia.
    All’inizio del 2012 si iscrisse all’itf di andrezieux in francia e, partendo dalle qualificazioni, sconfisse domachowska (63 61) muguruza (63 62), arruabarrena ( 75 75) e, in una lottatissima semifinale knapp ( 62 16 75) per arrendersi esausta in finale a kristina pliskova.
    Ci prova allora con le quali di parigi open de suez: supera un turno ma viene fermata da craybas (corsi e ricorsi) e, per la prima volta in carriera, decide di misurarsi fuori dai confini europei.
    Nell’itf di pozarica, in mexico, affronta la tds 1 mayr-achleitner (95): vince il primo 63, ma causa problemi fisici, subisce la rimonta e chiude sconfitta con un doppio 75. Ma quel che è peggio finisce la partita con un grave problema di disidratazione ed un infortunio alla schiena che la bloccheranno per qualche mese e la freneranno per tutta la stagione.
    Oggi ho letto con piacere che, dopo aver superato ancora una volta le quali del torneo in cui l’anno scorso ha fatto finale, ha battuto in tre set la tds 3 konta che è una buona giocatrice.
    Oggi la classifica è 322, ma in settimana escono i punti della finale del 2012. Forse un traguardo tipo le quali di uno slam è ancora possibile e poi chissà.
    La ragazza, che è nata il 1 luglio 1989, proviene tra l’altro da una famiglia di sportivi: la madre è maestra di tennis e il padre è un ex-calciatore e attualmente allenatore (serie c, feralpi lonato) e nel recente passato di spal, verona, piacenza, sassuolo ecc.
    Se vi capita seguitela con la simpatia che si merita.

    Anna-Giulia REMONDINA (ITA) b. Johanna KONTA (GBR) (3) 1-6 6-1 7-6
    Tra l’altro nello stesso torneo giocano anche BURNETT e BRIANTI

  182. by Tafanus

    Sloane Stephens, 19 anni, passa ai quarti, ed entra nelle top-20

  183. by GIEMME

    tornando a parlare di tennis, anche l’ ultimo azzurro ci ha salutati.
    dopo un primo set tirato, ma che avrebbe potuto vincere agevolmente…
    dopop l’ intervento del fisioterapista per l’ avversario, che lasciava precludere un ritiro probabile…
    Seppi si è spento game dopo game, contro un avversario potrei dire alla sua portata.
    peccato perchè sfuma il sogno che era un po’ di noi tutti…
    ma sottolineo, che questa mancanza di combattivita’, Andreas se l’ è spesso portata in campo in passato.
    e proprio questo è il motivo per cui non mi ha mai entusiasmato piu’ di tanto…
    troppo discontinuo.
    buona giornata a tutti.

  184. by t.o.

    Mi sto divertendo a seguire il filo rosso della “qualità delle sconfitte” e delle vittorie.
    La cosa divertente è che la più grossa “asfaltata dell’anno Camila l’ha presa…….
    non ci crederete. In un 6-4 6-3 dove ha fatto anche due break ma ne ha subiti 5
    Pironkova agli US open. 54 punti fatti contro 70 subiti 16 di differenziale.
    Ma guardiamo anche la qualità delle Vittorie.
    Il 6-3 6-4 con Flavia chiude con un 64 a 52 ricordo che la sconfitta con Rad al 4°turno matura con un 63 a 50
    ……a proposito, piccolo inciso……..
    ho anche scoperto che il giorno dopo la sconfitta con Camila, Flavia ha vinto un doppio al 3° in coppia con francesca, 30 game e 193 punti giocati, vinceranno anche al 2° turno sempre in 3 set con 26 game e 150 punti, ai quarti con 31 game e 187 punti per poi perdere in semifinale anche qui al 3° con 27 game e 180 punti giocati. Le olimpiadi sarebbero arrivate un mese dopo…..
    Perciò se Camila è stata asfaltata dalla Foretz per gli 11 punti di differenziale possiamo dire che ha asfaltato Flavia visto che con lei il differenziale è stato di 12 punti. E una Flavia in grande spolvero in doppio visto che insieme a Francesca arriva in semifinale disputando 114 game (almeno 30 turni di servizio per Flavia)…..
    …….Perciò lasciamo perdere le signore… fine dell’inciso……
    Con la Tatishvili (allora 73° in crescita visto che ora è 53°) Camila fa un 54 a 30 In 10 game, visto che l’incontro finisce 6-3 6-1 e che la Tati per fare i suoi quattro giochi deve necessariamente utilizzare almeno 16 dei 30 punti complessivi (in realtà ne userà 18) le rimangono solo 14 punti per i 12 giochi che vince camila. In realtà 12 perciò una media di un 15 sia nei servizi Cami, sia nei 4 break che subisce….questa può essere definita “un’asfaltata”, ma la Cami non la subisce, la DA. E la da ad una giocatrice in grande forma, visto che la settimana dopo fa finale a Biella porta al 3° la petrova alle olimpiadi (sulla stessa erba di wimbledon) fa fuori 6 top 100 di cui 4 top 50 in vari tornei prima di perdere dalla n°1 Victoria al 4° turno degli US Open.
    Con Nadia 6-3 7-6 riesce a mettere 9 punti di differenziale. Dove vince…. con i servizi. 102 miglia di 1° e 87 miglia di 2° la media di nadia. 104 miglia di 1° e 95 miglia di 2° la media di Camila . nadia riesce a fare solo il 35% dei punti sulla risposta ai servizi. Se vuoi vincere con le top 20 è lì che si vince. Visto che lo sa fare facciamogliela ritrovare quella sicurezza sulla seconda che naturalmente ha. Piuttosto abbassiamo la velocità della 1° così tira meno seconde e i DF caleranno naturalmente.
    Volete sapere le medie di velocità del servizio di Victoria? 95 di 1° e 88 di 2° Naturalmente parlo di miglia orarie. Contro il 105 di 1° e 87 di 2° della Shvedova, Sara che è Sara (perciò una delle migliori risponditrici al mondo) ha fatto 27% dei punti in risposta. 6-0 6-4 59 a 27 con un differenziale di 32…ai voglia a non fare DF.

  185. by Tafanus

    Teus, tutte le opinioni sono legittime. Il guaio, secondo me, e che facendo il conteggio degli “alti e bassi”, per ora i conti non tornano. Dopo gli “alti” di Wimbledon, e a meno di non voler considerare un “alto” Prchino, cìè stato il vuoto pneumatico. Però anch’io sarei felicissimo di aver torto. Avvisami quando i fatti mi daranno torto. E ora mi attrezzo a vedere il player… Buonanotte

  186. by Eugenio

    @Tafanus, già mi sembra che qua non ti sia fatto molti amici, se poi te la prendi con me che rispondevo ad Antonelo per un post contro di te non fai bella figura…

  187. by cristian

    Parlando di tennis, di giovani promesse, io credo molto nella Burnett, spero che questo sia l’anno della svolta. Forza Nastassja. Domani inizia con un nuovo torneo in Francia, ITF da 25.000 euro. In bocca al lupo.

    Buona fortuna anche ad Andreas Seppi per stanotte.

  188. by t.o.

    Torniamo alle cose serie……..domenica è sempre domenica, c’è tempo per rivedere quello che si è fatto e detto nella settimana, e limitatamente a ciò che riguarda il blog verificare numeri e fatti magari commentati in settimana senza il tempo o il mezzo per andare sui siti specializzati o sulle tabelle dei tornei.
    gli ultimi risultati da Melboune mi suggeriscono due approfondimenti di ciò che ho scritto in settimana.
    Camila non sarà mai “asfaltata” da nessuno. e Camila non sarà mai una grande doppista.
    Partiamo dal primo. Prima di tutto bisogna capire che significa il termine “asfaltata”
    Essere asfaltato non è perdere. uno può anche perdere 6-0 6-0 e lasciare orgogliosi tutti i suoi tifosi. I punti di possibile differenziale in un 6-0 6-0 sono tra i 24 e i 48 punti.
    48 punti è perdere tutti e 12 i game a 0 Quella sì è un’asfaltata.
    ma perdere per esempio 12 game di fila 114 punti a 140 punti (tutti i giochi portati ai vantaggi) può non essere considerata una brutta partita. Chiaramente con Serena o Maria davanti. 6-1 6-2 poi, lo posso perdere con un differenziale di 12 o di 42 punti il 6-3 6-3 poi lo posso fare con un differenziale da 0 (perciò a parità di punti nel match) fino a 36 punti in meno della mia avversaria. Al 6-4 6-3 entriamo in quella strana anomalia del tennis dove posso addirittura perdere facendo più punti della mia avversaria.
    Per questo mi è venuto da ridere quando alla mia frase “Camila non sarà mai asfaltata….” mi è stato risposto con una lista di asfaltature che riportavano 8 incontri persi:
    due volte 6-1 6-2 due volte 6-1 6-3 una volta 6-4 6-1 due volte 6-2 6-3 e una volta addirittura un 6-3 6-3. Che queste siano delle sconfitte non c’è dubbio. Che in qualche caso siano anche sconfitte severe posso essere d’accordo. Ma “asfaltature” suvvia………
    La flip ha preso da maria un 6-0 6-1. ma i punti differenziali sono 29. 65w maria 36 w flip.
    significa perdere 2 giochi a 0 2 giochi a 15 , 2 giochi a 30 e uno ai vantaggi sul servizio di maria vincere il proprio dopo 3 break annullati perdere un servizio a 30 e gli altri 4 propri servizi persi combattere fino ai vantaggi. Questo è pressappoco lo svolgimento del match di Maria con la Flip….Un’asfaltatina….Camila contro al foretz ha fatto 6-2 6-3 differenziale 11 punti.
    51 a 62. sei errori in meno e sarebbe stata 57 a 54. Sei errori ti fanno perdere una partita ma da li ad essere asfaltata ce ne corre. Occhio. Si può perdere 6-2 6-3 anche con 38 punti di differenziale. Ma questo a Camila, sono sicuro non capiterà mai. Con Rad Grande ha fatto 6-3 6-2 con un 63 a 50 13 punti di differenziale. se è un’asfaltata questa come chiamiamo il 6-3 6-2 di Sara con Maria 50 a 71? Perciò. Anche le sconfitte valutiamole per quello che sono. Chi non si fa asfaltare da nessuno è a pochi punti dalla vittoria. Perchè no, anche qualche doppio fallo in meno. Ma manteneno la media della seconda sopra i 165kmh. Quando guardate le sconfitte. non guardate solo il punteggio, guardate anche i punti. e dopo aver guardato i punti guardate anche la velocità del servizio. Sara a Parigi ha fatto solo un DF (Maria 5) e solo 11 non forzati (maria 29) e ha perso con 21 punti di differenziale…le questioni sono complesse, questo è “viaggiare informati. Il secondo punto è più veloce Nadia e Katerina hanno perso in doppio con le sorellone quasi come Camila e Stefanie 64 a 42 per nadia e& 63 a 38 per Camila &St. nadia e katerina sono 5° e 19° nel Ranking di Doppio…….forse qualche soddisfazione Cami se la può togliere anche lì

  189. TEUS by TEUS

    Termini temporali, TAFANUS? Ok, come vuoi: penso che Camila possa permettersi ancora due o tre anni di “rodaggio” (che non significa uscire sempre al primo turno ma convivere con alti e bassi frequenti, come oggettivamente sta accadendo, altrimenti sarebbe la numero 174 o 274 e non la 74) prima di trovare quella continuità che, col gioco di cui dispone, la porterà stabilmente nelle top ten.
    So che sono dichiarazioni ardite. Tu prendi nota nel frattempo… Sarà il tempo a dare le risposte. 😉

  190. by Tafanus

    Teus, il fatto che intorno ci sia il deserto (anche se Angelica Moratelli fra i 17 e i 18 anni ha fatto un saltone di 469 posizioni a 438°, mentre alle età equivalenti Camila Giorgi è passata da 574 a 500 (guadagnando 74 posizioni, e festeggiando il compleanno col n° 500, 62 posizioni peggio della Gorgi), non mi induce a vedere campioni solo perchè intorno c’è un certo vuoto.

    C’è una sola persona che potrà farmi cambiare ideaa sulla Giorgi, ed è Camila Giorgi. E finchè continuerà ad accumulare uscite al primo turno, io continuerò ad avere molte riserve sul suo talento. A Camila dimostrarci il contrario, ma dovremmo anche darci dei termini temporali…

    So di deluderti, ma la mia formazione è di tipo scientifico: poco spazio alle emozioni, molto alle analisi. 🙂

  191. TEUS by TEUS

    TAFANUS, ti toccherà ravvederti e cominciare anche tu a convincerti che la “bimba” un giorno riuscirà a sfruttare tutte le sue potenzialità (consentimi di continuare a non credere che tu consideri Camila scarsa). 😉
    Come hai ricordato non siamo messi bene a livello giovanile. Ne abbiamo UNA che ha davvero talento.

    Per tutti: non ricominciamo a litigare per cortesia. Si sta così bene qui quando si parla esclusivamente di tennis. O sbaglio?

  192. by Tafanus

    PS. Omissis: progressi superiori alle 50 posizioni. Quelle di poche posizioni si sprecano, ma non promettono granchè, a livelli giovanili.

  193. by Tafanus

    @ chi fosse interessato al tennis:

    Dando uno sguardo alle classifiche WTA delle italiane (dalla classe 1996 alla 1989), purtroppo solo in 7 hanno fatto progressi, fra la fine del 2011 e la fine del 2012:

    Burnett (92) guadagna 56 posizioni, al 156°

    Sussarello (94) guadagna 56 posizioni al 991°

    Giorgi (91) guadagna 76 posizioni, al 75°

    Sussarello (94) guadagna 256 posizioni, al 581°

    Savoretti (92) guadagna 292 posizioni, al 598°

    Grazioso (89) guadagna 353 posizioni, al 600°

    Moratelli (94) guadagna 469 posizioni. al 438°

    @ Matteo Veronese: la pregherei di non cancellare i commenti delle 15:17 e delle 15:55… Non mi offendono affatto, ma credo che offendano chi li ha scritti.

    @ Antomelo, hai smarrito il tuo proverbiale “sense of humour”, che ti ha reso famoso in questo blog?

    @ Eugenio: e tu chi sei…

  194. by GIEMME

    taf:
    analizzando i singoli game, emerge chiaramente che ha lottato alla pari nella prima parte di entrambi i set, per poi cedere nettamente nelle seconde due parti.
    questo mi fa propendere piu’ per una mancanza di convinzione in se stessa, contro un’ avversaria sicuramente favorita, che ad una mancanza di mezzi tecnici in grado di farle vincere il match.
    è un peccato….

    intanto segnalo che Maria, una delle mie preferite nel panorama internazionale,
    stabilisce un record personale assoluto per gli AO:
    dopo 4 match disputati ha un rapporto game W/L pari a 48/5.
    un record assoluto per questo slam.
    il precedente era di 48/8 condiviso da Graf e Seles… come dire …stracciato!!!
    il record assoluto in tutti gli slam invece appartiene alla Pierce. 48/4…

    su Sara, mi ha piacevolmente sorpreso l’ ultima parte di stagione 2012,
    sopratutto il Master.
    ma temo che riconfermare la precedente stagione per lei, sara’ impresa davvero ardua.
    i miei dubbi sulla qualita’ tecnica del suo gioco restano sempre tali, da non poterla considerare come una vera top ten.
    certo, tanto lavoro, tanta abnegazione, tantissima forza di volontà, che le hanno permesso di sfruttare al meglio gli ampi corridoi lasciati aperti negli slam 2012. ma se non mette a posto in primis il suo servizio,
    sara’ difficile vederla fra le prime 10, ancora per molto tempo…

  195. by Tafanus

    P.S.: Queste le statistiche dell’orribile secondo set di Sara e Roberta:

    http://i.imgur.com/37S1aw4.png

  196. by Tafanus

    Giemme: anch’io dalla Pairone mi aspettavo qualcosa di più, anche se c’erano degli elementi a favpre della Dunne: testa di serie n° 13, e di un anno più grande della Pairone (e a quell’età un anno conta molto). Però non ho capito perchè fosse tds, visto che fra 2012 e 2013 non è che abbia fatto grandi cose. Forse solo perchè era un asuddita di Her Majesty?

    Comunque a difesa della Pairone (che ho seguito solo sullo scoreboard), il punteggio è molto severo, perchè spesso la Pairone è andata ai vantaggi, e ha trasformato tutte le tre palle break che ha avuto.

    Continua invece il momento NO della Errani. Lo 0/6 nel secondo set ci stava tutto. Soliti difetti al servizio, a cui ha aggiunto il fatto che si è scordata di colpi che in doppio l’hanno fatta crescere molto (smorzate, pallonetti, cambi di direzione e di ritmo, passanti), ha sbagliato lo sbagliabile, e si è incaponita sulle diagonali di rovescio contro la Hsieh in giornata di grazia, anzichè andare a cercare a rete la Peng, che sbagliava due volées su tre.

    Nel terzo set Roberta, seppure non al massimo della condizione, ha preso in mano la partita, e nonostante il periodo no della Errani è riuscita a portare in porto la partita. Ma che fatica…

  197. by GIEMME

    parlando di giovani, la Pairone è purtroppo andata, peggio di quanto mi aspettassi.
    in particolare si evince dallo score dei punti, che si è lasciata travolgere, smettendo di crederci, sia negli ultimi games del primo set, sia negli ultimi games del secondo.
    questo sicuramente non è un atteggiamento positivo.
    nel tennis ci devi credere fino in fondo…
    bene GQ e Napolitano.

    tornando alle regine, da riflettere sui risultati strepitosi di Maria.
    un nuovo 61 60 ai danni di un’ arrendevole Flipkens
    e turno successivo con una certa Makarova, che avevo segnalato come possibile sorpresa ai quarti…

    rocambolesca vittoria delle nostre nel doppio…

    buona domenica a tutti.

  198. TEUS by TEUS

    Per quanto mi riguarda non c’è nessun problema (ho solo riportato serenamente il modo in cui stavano le cose secondo me), TAFANUS. Quindi discussione assolutamente chiusa (come forse si può intuire prediligo concentrarmi sul tennis).
    Personalmente non credo di fare considerazioni su Camila da vuvuzela ma spiego (mi auguro in maniera abbastanza chiara) i motivi per cui sono convinto che prima o poi esploderà. Riguardo a questo, se ti va, dovremmo discutere dato che, e l’ho già detto, ti considero una persona competente e preparata.
    Comunque non sei l’unico (GIEMME per esempio) col quale a volte mi punzecchio non senza sarcasmo. Sempre però in maniera civile ed educata perché alla fine, giustamente, ognuno ha le proprie idee e prova ad argomentarle confrontandosi con gli altri.

    Grazie per la precisazione, cristian. Speriamo che Andreas arrivi in semifinale a questo punto. 😉

  199. by Tafanus

    @ Giemme: ho messo in pagina i consigli per gli acquisti per stanotte. Peccato che le cose alle quali tenevo di più (Quinzi e Pairone) non siano coperte da TV…

  200. by Tafanus

    Cristian, per una volta sono d’accordo con te. Ma che non diventi un’abitudine… 🙂

    Seppi è stato grande, come nella partita precedente. Quattro set tirati allo spasimo, vinti o persi per due punti, e alla fine nel quinto dilaga la sua preparazione atletica e mentale. E finalmente ho persino visto un Seppi incazzato con se stesso, lasciar cadere la racchetta per terra (senza sbatterla, per carità… sarebbe così poco “austro-ungarico…) per aver tirato un passante dalla parte sbagliata.

    Insomma, mentre prima accettava i suoi errori come qualcosa di ineluttabile, adesso l’ho visto incazzarsi con se stesso. Che sia l’inizio di una mutazione genetica?

  201. by Tafanus

    Teus, io, come tu sai meglio di me, sono bersagliato da battutine e riferimenti “non sempre” amichevoli. E’ la sorte, su questo blog, di quei pochi che ogni tanto osano deporre la vuvuzela nell’astuccio, e sfoderare il cervello. Quello che sul main blog chiamo “separare i fatti dalle pugnette”. Quindi spero che tu capisca che sulle battute ho le antenne molto (magari troppo?) alzate.

    Sarei più pronto a cogliere le tue battute se ogni tanto ne vedessi qualcuna rivolta anche ad “altri”. Sei sempre in tempo. Per me l’incidente (e la discussione) è chiusa. Spero che lo sia anche per te.

  202. by cristian

    @ TEUS : Seppi momentaneamente è #18 nel ranking , anche in caso raggiungesse i quarti, la posizione rimarrebbe invariata, certo è che si avvicinerebbe di molto al #17 Wawrinka.

  203. by GIEMME

    finalmente sono riuscito a guardare il secondo set del doppio.
    ringrazio Tafanus per il contributo.

    direi che Camila dopo un avvio in sordina, si è comportata egregiamente, per essere il suo primo macth in doppio ufficiale, dopo 5 anni…
    nel secondo l’ ho trovata molto piu’ a suo agio e l’ ho vista mettere a segno buoni vincenti, seppur accompagnati dai soliti errori.
    ma si sa, lei è cosi’…
    dato il calibro delle avversarie, il giudizio è sicuramente positivo e sicuramente lei ha fatto meglio della Stef.
    a questo punto mi auguro che l’ asperienza abbia un seguito costante, perchè a livello emotivo l’ ho vista molto meno tesa del suo solito.
    direi pero’ che debba sicuramente trovare una compagna migliore, magari andando a cercare una ragazza americana, visto che disputando di preferenza tornei casalinghi, non avra’ problemi nel dover cambiare continuamente partner.

  204. TEUS by TEUS

    Probabilmente cerchi di capire solo le cose su cui aggrapparti per polemizzare, TAFANUS. Infatti io, tra molti commenti di tipo tecnico, ho inserito quell’innocente frase giusto per rendere ancor più chiaro il mio pensiero. Così stanno le cose ed è piuttosto evidente. Sicuramente avrei apprezzato maggiormente un tuo intervento riguardo a quello che dico su Camila (ci si confronta per quello qui) ma si vede che, come ho detto poco fa, ciò non è possibile.
    Il post scriptum al mio primo commento era ironico (altra cosa trasparente).

    Saluti

    In attesa di notizie riguardo a Camila ricordo che Seppi negli ottavi affronterà Chardy. Ottima occasione per approdare ai quarti e diventare l’italiano con la miglior classifica dai tempi di Panatta. Mi auguro vivamente che l’altotesino possa sfruttare tutta l’esperienza accumulata in tanti anni di tennis. Un po’ di SANO tifo penso proprio di concedermelo domani notte.

  205. by Tafanus

    Teus, è vero. Se cerco la parola “cretino” detta da tenon la trovo. Ma neanche io ho detto che tu mi abbia dato del cretino. Però vedi, io non mi limito a leggere, cerco anche di capire. E se uno dice di un altro (non mi interessa se di me o di altri) che “ha le fette di salame sugli occhi, credo che sia un modo diverso (non so se peggiore o migliore) di dare del cretino. E io sono per le sintesi verbali.

  206. TEUS by TEUS

    TAFANUS, io non ho dato del cretino a nessuno. Forse non hai ancora ben capito questa semplice cosa.
    Se è per questo anch’io parlo esclusivamente di tennis qui perché mi piace confrontare civilmente le mie opinioni con quelle di altri utenti. A quanto pare, nonostante avessi dato la mia disponibilità, con te non è possibile. Amen.

  207. by Tafanus

    Teus, dovresti essere più attento alla cronologia. Un lettore più attento può, tornando indietro, verificare che io non provoco mai per primo. Ma una volta provocato, non lascio agli altri il diritto, in esclusica, di quale sia il livello giusto di rissa.

    Ho spesso contrastato, SUL PIANO ESCLUSIVAMENTE TECNICO E STATISTICO, le opinioni altrui. Ma non ho mai detto a nessuno di essere un cretino perchè non la pensava come me.

    Ad altri accade.

  208. by cristian

    Applausi per Andreas!

  209. TEUS by TEUS

    Quante storie per una piccola provocazione fatta nell’ambito di considerazioni generali e personali, TAFANUS. Proprio tu poi che qui non fai altro che provocare. Suvvia!

    Tantissimi complimenti a Seppi, che nell’anno dei 29, ci sta proponendo il suo milgior tennis (teniamo in considerazione anche queste cose quando si parla di tennisti italiani che, si sa, hanno una maturazione lenta).

  210. by Tafanus

    Giemme: Ho visto la partita sul player. Peccato due volte per Robertina: la prima volta perchè a fine secondo set ha avuto le sue chances, e non lwe ha sfruttate. é partito malissimo nel terzo, cpn un filotto precoce di 0 punti a otto, e a quel punto ho disperato. Però si è ripresa subito il break e ho cominciato a sperare.

    Roberta ha sbagliato poco, ma in momenti cruciali. E soprattutto ha giocato quasi esclusivamente in difesa, col suo back, affondando rearamente i colpi. Grande errore, perchè le poche volte che affondava, faveca punto. Poi ha sbagliato più spesso del necessario tentativi di lungolinea, per aver cervatp e non trovato le righe.

    Mi ha scritto un tizio per accusarmi di aver detto male del gioco di Roberta in una chat. Poco mancava che mi dicesse che la odio. Tutti sanno che la adoro. Ma ciò non mi obbliga a dire che ha giocato bene, o a trovarle degli alibi anche quando non ci sono. La Vesnina di stanotte era battibilissima.

    E, checcè ne dica qualcuno, anche per la Vinci si è confermato il maleficio degli H2H.

    Più tardi sempre il colito contratore ha trovato l’alibi del caldo. Ho voduto spiegargli, non senza una certa fatica, che faceva caldo uguale per entrambe. E che forse dovrebbe sopportare meglio il caldo una pugliese che si allena a Palermo, che non una russa. Ma tant’è…

  211. by Tafanus

    Il_Pigonolo: i tuoi calcoli sono esattissimi. In fondo il tuo nick te lo devi guadagnare… 🙂

    Ma avevo avvertito che le tabelle tengono conto solo dei fatti certi (punti attuali e punti persi nei prossimi tornei, e non è escluso che nell’analisi e nella trascrizione di una media di circa 3000 dati ci possa essere anche più di uno svarione.

    Quindi la tabella contiene un errore sistematico, ma lo contiene per tutte, quindi nell’arco di un anno l’errore sistematico tende ad appiattirsi. D’altronde se fai un lavoro su 10 giocatrici lo puoi fare in un certo modo, se lo fai su 104 lo devi fare in un altro.

    Ritengo comunque estremamenti i tuoi calcoli, specie sul breve periodo.

  212. by GIEMME

    intanto Roberta ad un passo dalla vittoria, non concretizza e si fa rimontare dalla russa,
    con esito finale opposto a quello che ci saremmo tutti auspicati… pazienza.
    resta comunque la migliore tra le nostre azzurre, in questo inizio di stagione…
    è vero t.o. che Camila pare ad alcune ingiocabile.
    ma è anche vero il contrario. dipende solo da lei. se parti con un vantaggio di 30-0 in ogni game,
    capirai che ingiocabile non pou’ essere un aggettivo sempre facilmente applicabile…
    quanto alla tua dimostrazione…
    per il fatto che abbia battuto Nadia, Flavia, e diciamo pure Francesca…
    non significa nulla. erano le classiche giornate in cui tutto le entrava. erano giornate molto aldisopra del suo livello STANDARD,
    che io utilizzo per stabilire cosa è piu’ giusto per lei… quello di fine 2012.
    se volessi utilizzare la tua prova, i 220k, Camila se li divora…
    come un certo Lukas fa semifinale in GS e come una certa Virginie se lo aggiudica lo Slam…
    mi pare troppo poco, per poterla portare come prova che sia giusta la strada dei premier per lei.

    cio’ che ora conta, è fare punti per arrivare al meglio a W.
    li ci puoi arrivare con un buon vantaggio, o te la devi sudare sul campo, contro chiunque…
    o nella peggiore delle ipotesi, trovi Maria al primo turno, che ti rimanda subito a Miami, con buona pace di tutti…

    quindi tornei sicuri, che ti permettono di accumulare soldini, punti, e autostima mettendo qualche match nelle gambe…
    ringrazio il Pignolo, per la sua precisazione.
    io con questi calcoli non me la sono mai cavata.
    certo che se anche non sara’ tds in questo torneo, nulla cambia, perchè non è detto che migliorando la classifica da qui a due mesi, non possa diventare realta’.
    in fondo a lei per questo, non manca poi tanto in termini di classifica e come ricordava giustamente tafanus, nella prima meta’ dell’ anno per Camila la strada è in discesa.
    sarebbe opportuno darle una spinta, per farla partire,
    invece di lasciarla ferma li dove si trova ora, con inutili voglie di volerla vedere a tutti i costi nell’ arena…
    qualche volta ti scotti e qualche volta ti bruci anche…

  213. by il_pignolo

    ho fatto i calcoli precisi con i punti che perdono le tenniste menzionate da giemme da qui alla settimana prima di florianopolis (quando vengono stilate le tds) tenendo conto dei vari tornei non conteggiati:

    Robson: 0 punti (e incamera pure i 160 dell’aus open)
    Beck: 18 punti (34-16, ma aggiunge anche lei 100 punti dell’aus open)
    Babos: 0 punti (ma ne perde 35 con gli aus open; 130 di bogotà 2012 invece li perderà il lunedì che inizia florianopolis)
    Rybarikova: 99 punti
    Scheepers: 0 punti (ne perde 60, ma tutti ammortizzati)
    Medina Garrigues: 40 punti (70-30, ma a cui vanno ad aggiungersi i 155 persi con l’aus open)
    Niculescu: 225 punti (225+60-30-30, a cui però si sommano anche i 155 persi con l’aus open)
    Cetkovska: 172 punti (125+60-12-1, a cui si sommano anche i 100 persi con l’aus open)

    Camila: 0 punti (ma perde 3 punti con l’aus open)

    Se tutte le giocatrici sopra indicate dovessero perdere tutti i punti riportati (non giocando da qui a florianopolis o perdendo sempre al primo turno), Camila si troverebbe davanti a Cetkovska, Niculescu e Babos e le servirebbe la vittoria di Midland per superare la Beck e la Rybarikova.
    Non sono un esperto di statistica, ma penso che la possibilità che si verifichino tutte assieme queste condizioni siano prossime allo zero…
    ah, e se ho sbagliato qualcosa… chiedo venia, ma sono le due di notte! 😉

  214. by il_pignolo

    @giemme: vorrei precisare che i punti in uscita non sono proprio quelli da te indicati ma verosimilmente meno, dato che verranno in parte ammortizzati dai tornei non conteggiati (17esimo, 18esimo, ecc…, regola che vale per quasi tutti gli eventi, a parte GS e mandatory, più regole particolari per le top10).
    ad esempio la Medina ha ben due tornei da 30 punti (passaggio del primo turno in due international) che non le rientrano nel puntaggio e che subentreranno in caso di perdita di punte più consistenti. discorso analogo per tutte le altre (giorgi inclusa, anche se ha solo 4 punti di 17esimo torneo, quindi tamponerà poco).
    Detto questo, io penso che per Camila le possibilità di essere tds siano molto basse.

  215. by t.o.

    @giemme L’unica che può dimostrare con i fatti è Camila. e deve farlo vincendo.
    io ti posso solo dimostrare che Camila ha incontrato nel 2012
    8 top 32 e ha vinto sul campo 4 volte una volta ha vinto per ritiro e tre volte ha perso.
    in un premier queste 32 incontri. Può capitare la 1° o la 32° se vinci 4 partite su 8 passi 4 volte il tuo turno.
    a Wimbledon sono capitate 3 di queste 8 partite. 2 le ha vinte e una l’ha persa. in mezzo alle prime due partite vinte (flavia e nadia) è capitata la 73°. Vinta anche quella. poi è arrivata Rad grande e ha perso.
    io che ti devo dimostrare?. L’ha vinte lei mica sua cugina. Ha vinto con Francesca (TdS 14) ed ha passato il turno…..poi ha perso contro una WC come lei. ora quella WC è 26°
    Ha vinto con Nadia a Memphis. e ha passato il turno. Nadia era TdS n°1. Non passava lì per caso.
    Se batti una TdS poi ti può capitare una Qualificata o una WC (non è sempre la Stephens)
    Ma tu come fai a dimostrare che è più facile in ITF. Per fare 30 punti ne devi battere 3 . E se capita la giornata storta Camila perde anche con me. Questo è un gioco dove il risultato lo sai solo quando sei già sotto alla doccia. Io so solo che Camila ha già vinto 5 tornei ITF. Ha sempre vinto nella sua categoria. Salita di classifica ha messo un po ad adeguarsi e poi ha ricominciato a vincere. Abituarsi alla categoria. Sentirsi di far parte di quel gruppo di merito. Giocare tranquilla e ricominciare a vincere. e ripartire nella scalata. Parliamo del dopo wimbledon come se fosse un periodo di delusioni. Camila nel dopo Wimbledon ha guadagnato 21 posizioni.
    Perchè non ce lo ricordiamo mai. Watson Galina Coco Minella. tutte sopra di lei di 8 10 23 posizioni. Perchè parliamo solo di Sara. E ne parliamo come se ci avesse perso. Va bene non issare il gran pavese. Ma addiritura pensarla come una sconfitta. Suvvia. Quello era un momento in cui Camila poteva battere chiunque. e infatti con Sara stava 5-4 servizio Sara perciò meglio che servizio a favore. Ha affrontato Romina come una ladra che era li dopo un furto. Quella vittoria per ritiro gli è costata più di una sconfitta. Parlate di testa e non considerate queste cose? Camila sceglierà il percorso che riterrà il più giusto. Perchè solo se si sente nel posto giusto può giocare il suo tennis come piace a lei. E allora non ce n’è per nessuno.
    Non lo dico io. Lo dicono le giocatrici che ci giocano contro.

  216. by cristian

    Intanto Camila è tornata a Miami. Ha postato 5 minuti fa su facebook, una foto della sua camera da letto.

  217. by t.o.

    LEGGILO IL COPIA INCOLLA CHE HAI FATTO:
    IO HO DETTO CHE HA GIOCATO 8 VOLTE E NE HA VINTE 5 SU 8 tolta sara 4 su 8 + un pareggio.

    SEi tu che hai scritto che ho detto CHE HA VINTO 8 VOLTE.
    IO NON HO MAI DETTO CHE HA VINTO 8 VOLTE
    HO DETTO CHE HA GIOCATO 8 VOLTE. CAPITO???? GIOCATO 8 VOLTE
    VINTO SOLO 5 MENO SARA 4 E MEZZO.
    CAPITO ORA…… LEGGI QUELLO CHE SCRIVI INVECE DI SCRIVERE IN MODO COMPULSIVO.
    LEGGI E PRIMA PENSA…..POI SCRIVI…….CAPITO???????

  218. by antonelo

    Certo, ecco le 8 partite giocate da Camila contro una top 32:
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta
    una partita contro Pennetta

  219. by Tafanus

    Antonelo, (…) Ha detto di aver giocato OTTO volte contro top 32. Me le indichi? Magari con l’aiuto di quell’altro?

  220. by Tafanus

    Giemme, grazie. Se usi excel (credo di si) puoi salvare una copia del file, mettere il segmo della sommatoria (il sigma, per capirci) su una casella vuota, evidenziare tutti i points-off che ti interessano, e dare l’invio.

    Per le tds: tutto è possibile, visto che nella prima metà abbondante dell’anno Camila lascia a terra solo un terzo del suo tesoretto. Però se continua ad uscire al primo turno, più le settimane passano, più la cosa si complica. Ma ti dirò: io sono preoccupato per il dopo-Wimbledon. Prisa, se la sa sfruttare, ha una facile pista tutta in discesa.

  221. by antonelo

    t.o. su non mentire, che poi ti cresce il naso a dismisura. Hai detto che Camila ha battuto 5 volte una top 32, invece ci ha vinto 6 volte:

    Due vittorie contro Petrova

    Due vittorie contro Schiavone

    Una vittoria contro Pennetta

    Una vittoria contro Pennetta.

    2+2+1+1 = 6

    E in questi dati si conferma che Camila è davvero un fenomeno… è riuscita a battere due volte la Pennetta, pur avendoci giocato contro una sola volta…. vamoooooooooooooooooos!

  222. by GIEMME

    t.o.:
    perdonami se lo ripeto anche a te:
    qui qualcuno ( tu compreso), mi dovrebbe dimostrare con i fatti, che per Camila conquistare almeno 70 punti in un premier, sia cosa abbastanza agevole, tanto da puntare dritti in quella direzione…
    perchè vedi, come ho gia’ scritto, qua NESSUNO lo ha ancora dimostrato e
    e non è stata in grado di farlo neanche lei sul campo ( escluso ritiro di Sara).
    altra cosa sono gli slam, che ovviamente vanno disputati… e ci mancherebbe…
    per il resto, detto piu’ volte, concordo con tutti che sta giocando male e che il problema va risolto al piu’ presto…

    ‘notte a tutti.

  223. by Tafanus

    C.T.: menti quando affermi di non aver detto che Camila ha giocato otto volter contro top-32. L’hai detto, l’hai scritto, e ti ho fatto il copia&incolla. Quindi chiamiamo pure il neurologo, ma diamogli l’indirizzo giusto. Magari quello di quel tizio (non ricordo chi fosse) che voleva spiegarmi cosa fosse la Nielsen

  224. by Tafanus

    Antonelo, mprobabilmente non hai solo problemi di intelligenza, ma anche di lettura. E’ esattamente quello che ho scritto, e persino specificato. Che si prendono punti perdendo SOLO al 1° turno: 1 punto in quasi tutti i tornei, 5 punti nei GS e nei mandatory:

    Dimmi che sai leggere, ti prego!

  225. by t.o.

    questo scrive tafanus un’ora fa:

    “Ho cercato, ma non ho trovato. Non riesco a trovare otto partite vinte dalla Giorgi contro <32. Ne trovo solo sette, e sono sempre le stesse di cui parliamo infatiìcabilmente da un anno:

    Due vittorie contro Petrova

    Due vittorie contro Schiavone

    Una vittoria contro Pennetta

    Una vittoria contro Pennetta.

    Non trovo la ottava vittoria, ma sarà certamente colpa dei miei occhi. O della mia memoria. Si sa… alla mia età…"

    questo è quello che scrive un'ora dopo…

    Ecco cosa ha scritto t.o, che adesso mente:

    “Camila ha giocato poco contro giocatrici top 32° (le TdS dei GS)
    Solo 8 volte……e ci ha vinto 5 volte su 8″

    Ognuno faccia l’analisi logica e grammaticale, ma se la faccia da solo.

    IO MENTO? Chiamate un neurologo……….

  226. by Tafanus

    LE CERTEZZE DEI C.T.:

    “L’unica cosa di cui sono sicuro è che nessuna è in grado di “asfaltarla”

    Konta: 2/6 1/6

    Zahalavova: 1/6 3/6

    Radwanska: 2/6 3/6

    Leertcheewakarn: 4/6 1/6

    Stephens: 2/6 1/6

    Larsson: 2/6 3/6

    Dushevina: 3/6 3/6

    Foretz Gacon: 3/6 1/6

    Abbiamo trasmesso: “Viaggiare Informati”

  227. by GIEMME

    taf:
    sono andato a guardare la tua tabella…
    anzitutto complimenti per il lavoro svolto.

    bene, se non ho calcolato male abbiamo i seguenti punti in uscita, per le dirette avversarie di Camila nell’ assegnazione delle tds:

    Garrigues: 445!!!
    Niculescu: 445!!!
    Cetkovska: 285!!!
    Rybarikova: 105.
    Scheepers: 66.
    Robson: 62.
    Babos: 40.
    Beck: 34.
    Camila: 0!!!

    Camila è al momento fuori dalle tds di 4 posizioni.
    disputando un ottimo Midland,
    a tuo avviso potrebbe farcela?
    secondo me ci sono possibilita’…

  228. by antonelo

    ” E sembra che secondo le regole dlla WTA, dell’ATP, e persino dell’ITF, i punti si guadagnano PASSANDO il turno.” —> Giusto.

    A voler essere fiscali, è sbagliato pure questo. I punti sono assegnati in base alla partecipazione ad un turno, non al suo superamento. E in base all’eventuale vittoria finale.
    Per questo prende punti anche chi esce al primo turno, cioè senza averne passato nemmeno uno.

  229. by Tafanus

    Fantastico Cristian!!!

    ” gli sportivi però non sminuiscono continuamente un atleta, tutt’altro”

    Classica frase da tifoso. Perchè vedi. gli sportivi esaltano chi va esaltato, sminuiscono chi va sminuito, e fanno l’una cosa o l’altra anche in rapporto ai periodi. Esattamente come io, tifoso della Errani, me parlo a volte bene e a volte male.

    Appena la Giorgi faràuna partita decente dirò che ha fatto una partita decente. E’ quello che ci distingue, Cristian.

  230. by Tafanus

    Teus, se uno mi da del tizio che cammina col prosciutto sugli occhi (fette belle grosse) solo perchè le mie opinioni divergono dalle sue, io gli do dell’imbecille. Non perchè siano giuste le mie idee e sbagliate le tue, ma perchè trovo imbecille dire che chi non la pensa come noi ha le fette di prosciutto sugli occhi.

    E’ la metodologia di discussione, che è sbagliata, non le mie o le tue idee sulle potenzialità “indiscusse” della Giorgi.

    Per te sono “indiscusse”. Come era “indiscutibile per la Chiesa che il sole girasse intormo alla terra. Per me le idee sono SEMPRE discutibili. Vedi tu.

    Pubblicare sul mio sito? Certo. Se il gestore cancellerà il mio commento di replica senza fare lo stesso contestualmente col tuo, non ho scelta. SDe invece sparisce tutto o niente, non vedo perchè dovrei perdere tempo.

  231. by Tafanus

    Ecco cosa ha scritto t.o, che adesso mente:

    “Camila ha giocato poco contro giocatrici top 32° (le TdS dei GS)
    Solo 8 volte……e ci ha vinto 5 volte su 8”

    Ognuno faccia l’analisi logica e grammaticale, ma se la faccia da solo

  232. by t.o.

    @giemme Perdonami ma vorrei farti notare che il 62% (quasi i 2 terzi) dei punti di camilla vengono da un GS da un 5 milioni di $ e da un 2.2milioni di $. Se ora noi vogliamo mantenere questi punti o addirittura incrementarli a colpi di ITF e di international è più che legittimo. Ma dire che tentare i tornei più difficili è una strada sbagliata significa negare la realtà. Camila proprio per quei problemi di “testa” di cui stiamo parlando gioca meglio quando non ha l’assillo della vittoria. Quando non ha niente da perdere. Questo è un limite? Sicuramente si.
    Bisogna lavorarci. Psicologia motivazionale?, Meditazione trascendentale?, UN FIDANZATO ?
    Qualunque cosa sia il problema non è se incontra la numero 3 o la numero 300. Hai visto con che tranquillità ha affrontato Serena e Venus Prima e seconda a 175 kmh. Contro le migliori risponditrici al mondo (almeno Serena) . Con Sara prima dell’interruzione stava 5-4. Avrebbe perso? forse. Avrebbe vinto? può darsi. L’unica cosa di cui sono sicuro è che nessuna è in grado di “asfaltarla”. Con Venus sulla seconda aspettava il servizio tre metri dentro il campo. Camila è così. Se vuoi una vita da tifoso tranquillo Tifa per Sara. Sai già la sera prima con chi vincerà e con chi perderà. Purtroppo Sara quest’anno perderà una valanga di punti. Il suo posto naturale è quello dove è stata per 5 anni Tra il 40° e il 50° posto. Quest’anno ci ha dato gioie immense. Io adoro Sara. E’ l’Italiana Eroica. Con la sua baionetta e gli stivali di cartone contro i carri armati tedeschi. Ogni vittoria è un’impresa epica. Recuperare su ogni colpo piano piano il centro del campo sulle angolatissime risposte al suo servizio delle avversarie e dopo 4 5 6 7 colpi invertire il dominio dello scambio.
    Immagina Sara col servizio di Camila. Purtroppo non si può fare. O per fortuna……
    Camila è un po come la Petrova (infatti ci ha vinto 2 su 2) negli ultimi 7 tornei 2 ne ha vinti e 5 è uscita al primo turno. Pensa ai suoi tifosi. la sopportano così da 12 anni. Noi siamo solo agli inizi…..

  233. TEUS by TEUS

    A gennaio, per vari motivi già esposti, era giusto fare quello che è stato fatto. Ora Camila deve giocare il più possibile dato che il problema è esclusivamente mentale. Tutto qui.

  234. by GIEMME

    Teus:
    Certo che me ne sono accorto di essere uno contro tutti (taf non credo sia dalla vostra)…
    Ma forse non ti sei accorto e te lo ricordo con una puntina di orgoglio…
    Permettimela … Che col l` iscrizione in questi due tornei, i Giorgi, seppur con ritardo, hanno scelto la MIA strada…
    Non la vostra DIRETTISSIMA…
    Quella é fallita ancor prima di diventare realta’…
    Io di tennis ne capiro` poco. Ma le programmazioni, le faccio da anni. Con buona pace di chi e sa piu` di me, o crede di saperne…
    Cordialmente.

  235. TEUS by TEUS

    GIEMME, scrivo “appoggiavo” perché se ne parlava tempo fa, tutto qui. Forse non te ne sei accorto ma sei tu l’unico che continua a parlarne come se quello fosse il vero problema. Per me e praticamente per tutti gli altri non è così e ci siamo già pronunciati. Senza offesa…
    Comunque, come potresti ben notare nel caso in cui rileggessi tutti i miei commenti, il mio modo di pensare riguardo a Camila è sempre lo stesso.
    Certo che se uscisse dalle 100 la strada sarebbe molto più tortuosa… Io però ho parlato di cruciale importanza ed è diverso perché parlo in prospettiva. Perciò mi concentro innanzitutto sul suo modo di stare in campo.

  236. by t.o.

    Questo è quello che ho scritto
    “Camila ha giocato poco contro giocatrici top 32° (le TdS dei GS)
    Solo 8 volte……e ci ha vinto 5 volte su 8
    O meglio 4 volte ci ha vinto 3 volte ci ha perso e una volta ci ha pareggiato. Siamo precisi perchè senno le azioni del Malox vengono sospese in borsa per eccesso di rialzo.
    Questi sono i numeri. E come dice la regola chi vince esulta e chi perde spiega.”
    Se qualcuno ci legge che ho parlato di 8 vittorie lo dica per favore a quella povera badante Rumena che assiste un signore che scrive e non sa leggere. E gli dica pure che la vittoria con Sara è stata considerata pareggio (o doveva pure essere considerata sconfitta?) Mentre la vittoria con Flavia è vittoria a tutti gli effetti. Come ha già dichiarato Flavia (gran signora) ma che alcuni suoi tifosi con la trombetta non si rassegnano ad accettare. Mi ricorda un giocatore che in coppa facchinetti si ruppe un polso scivolando su una riga umida. Al bar disse che a causa di quel polso rotto aveva perso anche due incontri precedenti……..

    Ma a parte tutte queste “quisquiglie” rimane un risultato di 74 giochi Vinti e 67 giochi persi. Visto che si serve uno alla volta è come fare una media break ogni 10 giochi. Mantenendo tutti i servizi.

  237. by GIEMME

    cristian:
    io supporto i miei numeri, con il potenziale reale di Camila.
    che è quello con cui ha chiuso il 2012.
    non con le pessime prestazioni di gennaio.
    credo in questo di essere stato chiaro.
    ti ripeto:
    con quel potenziale, nei tornei di seconda fascia, i punti arrivano.
    nei premier, me lo dovete dimostrare voi, che possano arrivare,
    perchè lei in campo fin ‘ora non ci è ancora riuscita…
    l’ acceso ad un secondo turno in un premier, è molto piu’ complicato di una semifinale in Itf 100K,
    o in un QF 220k.
    questo non lo dico io, lo dicono i fatti. e se non sei daccordo, dimostrami pure il contrario, se vuoi…
    e se anche Sara si è andata a costruire parte della sua classifica, in questo tipo di percorso,
    è altro dato a prova di cio’ che sostengo…
    poi, rilassati… non ti scaldare… perchè dev’ essere inutile parlarne?

    teus:
    i punti nei prossimi mesi non sono fondamentali?
    lo sai cosa accade se Camila va fuori dai 100 , sia come impatto economico, sia come partecipazione ai vari tornei?
    certo…. opinioni…. ma valuta le conseguenze…
    poi, te lo chiedo simpaticamente:
    perchè scrivi “appoggiavo…”….
    hai forse smesso di credere nella DIRETTISSIMA anche tu?
    certo che se bastano 3 sconfitte a far cambiare il senso rotatorio del mondo, siamo proprio messi bene…
    senza offesa…

  238. by cristian

    @Giemme : analisi di cosa? ti stai basando solo su probabili numeri, tutto qua. Biglebowski già ti rispose, sulla questione ” meglio giocare Auckland o meglio tentare Brisbane” .. ti riportò le entry list , di come le quali di Brisbane erano addirittura di livello inferiore ad un International. Quindi continuare a soffermarti su questa cosa la trovo senza senso, parere mio. Per le altre valutazioni di Midland o Florianopolis, dici che a Midland in teoria dovrebbe vincere , almeno arrivare in finale, ” qui devo valutare che il potenziale di Camila è almeno pari a quello di una top 75, qual’ è attualmente.
    se in un’ ipotetico torneo privo di sorprese, la tds 1, si porta a casa il trofeo, Camila si dovrebbe portare a casa i 140 punti…” analisi fatta solo in base alla testa di serie da n°1 per Camila ? è un po azzardata eh , anche perché fin’ora in 3 match ha incontrato 2 fuori dalle 100, ci ha perso nettamente entrambe le volte. Proprio per questo io non riesco a capire i tuoi discorsi , sono totalmente infondati per ora, mi dici che stai portando i numeri , ma non sono supportati da niente. Ma giustamente se io la penso A e tu B è proprio inutile parlarne.

    @Tafanus : gli sportivi avranno altri metri di giudizio , sicuramente , gli sportivi però non sminuiscono continuamente un atleta, tutt’altro ! Poi io voglio fidarmi più di Flavia Pennetta, quando dava i meriti alla Giorgi, quando diceva di sentirsi bene, quando in merito all’infortunio e al dolore diceva chiaramente che lo sentiva solo in determinati match, sarà le volte in cui si è ritirata? Roma contro la Williams, e Montreal ? secondo te la Pennetta con l’intelligenza che ha, avrebbe giocato un match sano nonostante il dolore? avrebbe poi giocato qualche settimana dopo le olimpiadi battendo altre due top 100 ?? secondo me no, quindi mi fido delle sue parole, chi meglio di lei può saperlo? e mi complimento per la vittoria della Giorgi. Poi sei tanto amante delle statistiche , e mi cadi su queste cose? La Sharapova due anni fa vinse Roma, ai quarti la Azarenka che giocava contro la siberiana si ritirò, Maria vinse poi il torneo, dobbiamo mettere un tra parentesi ogni volta che si fa il conto dei tornei vinti da Masha ? ( Eh però se l’Azarenka non si fosse ritirata , probabilmente quel torneo non lo avrebbe vinto) oh poi fai come vuoi, ma il 99 % degli appassionati la pensa diversamente da te, e anche la WTA.
    Ti contraddico anche sul fatto ” io sul mio sito riporto (e neanche tutte le volte che avrei la possibilità e l’occasione di farlo) SOLO i commenti di chi offende ” .. non è vero, dopo la sconfitta a Sydney, feci proprio un articolo sui nostri incitamenti a Camila, c’era anche un pio post ” l’importante è che Camila dia segnali ” .. se frasi di incitamento verso la nostra “pupilla” te le ritieni offensive nei tuoi confronti, allora il problema non è nostro.

  239. TEUS by TEUS

    Ti davo semplicemente la mia disponibilità, TAFANUS. Nessuna pretesa.
    Ah, ho capito: quindi anche il tuo commento di poco fa in cui mi davi dell’imbecille in maniera del tutto gratuita andrebbe riportato sul tuo sito. 😀

    GIEMME, come già detto non ritengo fatto di importanza cruciale i punti che Camila farà nei prossimi mesi. Altro motivo per cui appoggiavo la DIRETTISSIMA.

  240. by GIEMME

    Antonio:
    stavolta mi rivolgo direttamente alla persona, perchè so che c’ è stima tra noi e vorrei spiegare se mi riesce,
    il mio punto di vista, in riferimento alla sconfitta di Flavia, ai danni di Camila…
    tu sai bene, quanto io adoro Flavia… Flavia per me nel tennis, è LA VITA!
    molto piu’ ( e ti assicuro) di Camila, cui nutro grande fiducia per il futuro…
    quando ci fu la pubblicazione del MD, per me fu una tragedia!!
    per giorni mi tormentai su chi avrei preferito vincesse il match.
    non riuscivo mai a darmi un motivo valido, se tenere per l’ una o per l’ altra.
    per me, in quel momento, l’ una rappresentava il presente e l’ altra il futuro.
    tanto che decisi di non seguirlo affatto.
    credimi, piansi dentro di me, senza mai esultare una sola volta, quando scoprii che Camila si era aggiudicato l’ accesso al turno successivo…
    ora ti dico:
    Flavia era allora si non in gran forma. ma non aveva ancora il tendine rotto all’ 85%.
    a quello ci si è arrivati solo gradualmente.
    referti medici che lessi a suo tempo piu’ volte sul web, parlavano di una menomazione, in lento aumento nel tempo.
    non di un problema fisico improvviso.
    solo due mesi prima, Flavia aveva disputato un ottimo ROMA, fino all’ accorgersi del problema.
    si era poi presentata a Parigi ed era uscita al 3°, ai danni della Kerber, ma a causa di un calo fisico.
    non certo per il polso…
    a Hertogenbosch era uscita per mano di Ursula, semplicemente perchè non era mai entrata in partita con la testa…
    fino ad arrivare al fatidico 25 giugno, in cui perse contro Camila.
    proseguendo, fece ancora due ottimi turni alle olimpiadi, battendo contro pronostico una delle 5 piu’ forti al mondo sull’ erba…
    e tutto questo, dopo che lei stessa aveva dichiarato in merito alla sua sconfitta, che Camila aveva meritato la vittoria.
    vedi, di sicuro il problema al polso c’ era gia’.
    ma l’ usura, quella vera, arriva solo nel tempo e se la vogliamo rappresentare con un grafico, la curva si impenna nell’ ultima parte.
    all’ inizio, l’ usura è lenta e con degli antidolorifici e terapie, ti permette anche di giocare al meglio.
    dopo, col tempo, la rottura aumenta e devi smettere.
    e piu’ tardi smetti, peggio è.
    ma ti assicuro, che Camila puo’ e deve fregiarsi della vittoria su Flavia, a tutti gli effetti.
    perchè Flavia quel 25 giugno, non aveva ancora il tendine lesionato all’ 85% e a conferma, successivamente tiro’ fuori ottime prestazioni…
    … e se te lo dico io, che a Flavia ci muoio dietro, almeno prova a rifletterci sopra…
    cordialmente.

  241. Madoka by Madoka

    ” E sembra che secondo le regole dlla WTA, dell’ATP, e persino dell’ITF, i punti si guadagnano PASSANDO il turno.” —> Giusto.

    “Mi ha spiegato un esperto che vincendo al terzo turno di Wimbledon si prendono i punti che spettano a chi vince al terzo turno. ” —> falso.

    La Giorgi ha vinto il terzo turno ed ha preso i punti del raggiungimento del quarto turno.

    Se avesse vinto il quarto turno avrebbe preso i punti del raggiungimento del quarto di finale.

    Se avesse vinto il quarto di finale, avrebbe preso i punti del raggiungimento della semifinale.

    Se avesse vinto la semifinale, avrebbe preso i punti del raggiungimento della finale.

    Se avesse vinto la finale, avrebbe preso i punti della vittoria finale.

    Se invece avesse perso al terzo turno, non avrebbe preso i punti del terzo turno.

    Molto semplice e lineare.

    La Giorgi ha fatto quarto turno ed ha i punti del quarto turno.

    1° turno = 5 punti.
    2° turno = 100 punti.
    3° turno = 160 punti.
    4° turno = 280punti.
    QF = 500 punti.
    SF = 900 punti.
    F= 1400 punti
    W = 2000 punti.

    La Giorgi ha avuto 280 punti ( + 60 delle qualificazioni, quindi passando il terzo turno e perdendo al quarto, ha avuto i punti del quarto turno.

  242. by Tommaso

    Ho provato a discutere con Tafanus della questione H2H anche sul suo blog ma… “apriti cielo”.
    Qua bisogna stabilire la linea che si vuole seguire, e si può scegliere fra tre:

    -gli H2H sono legge incontrovertibile (e allora infortuni, influenze, cataclismi, colpi di sonno o di fortuna non contano. Ci si basa sui fatti, sulle statistiche registrate dal sito WTA e la Giorgi, ad esempio, è 1-0 con la Errani)
    -gli H2H non contano niente
    -gli H2H contano ma vanno contestualizzati a seconda di superfici, età, fattori esterni… e in questo caso non ne usciamo perché ognuno la vede come vuole (vedi Pennetta, infortunata al posto ma in campo alle Olimpiadi)

    Io dico che gli H2H vanno contestualizzati e “letti” (altrimenti Davydenko è più forte di Nadal e la Foretz-Gacon della Giorgi), però mi fa ridere che Tafanus, sempre attento ai FATTI e alle STATISTICHE, di colpo decida che gli H2H contino solo in alcuni casi e in altri no.

    P.S. (che va di moda): trovo giusto un poco arrogante questa affermazione di Tafanus, di poco fa. “Io sul mio sito riporto (e neanche tutte le volte che avrei la possibilità e l’occasione di farlo) SOLO i commenti di chi offende (non me, ma inconsapevolmente la sua intelligenda)”. E chi gli da il diritto di stabilire se uno offende o meno la propria intelligenza?

  243. by Tafanus

    Post scriptum per Teus: io sul mio sito riporto (e neanche tutte le volte che avrei la possibilità e l’occasione di farlo) SOLO i commenti di chi offende (non me, ma inconsapevolmente la sua intelligenda), e solo se le mie risposte vengono cancellate dal gestore, non consentendomi la facoltà di restituire le cortesie.

  244. by GIEMME

    Cristian:
    i nostri punti di vista, non divergono sul fatto che Camila stia attualmente giocando male.
    tant’ è che se leggi attentamente cio’ che scrivo, io stesso ne faccio una delle cause maggiori di questo inizio stagione…
    divergono semplicemente sul fatto che io dimostro con analisi ( questo permettimelo),
    che una come lei possa ottenere piu’ punti in tornei di seconda fascia.
    tutto qui…

    ho gia’ chiesto piu’ volte, ma sono sempre passato “inascoltato”, a chi la pensa GIUSTAMENTE diversamente da me ( e meno male che non siamo tutti uguali, sennò sai che noia la vita…),
    di esplicarmi in modo pratico, la possibilita’ per Camila di conquistare gli stessi punti che io ritengo congrui per lei in tornei minori, nella partecipazione a Premier.
    fin’ ora nessuno, sottolineo NESSUNO, mi ha accontentato e devo purtroppo anche dire che non mi ha accontentato neanche Camila credo, con un esempio pratico, almeno andando a memoria,
    dato che, per arrivare a fare gli stessi punti o piu’, in un premier devi raggiungere il SECONDO turno.
    e a me risulta che l’ unica volta in cui lei ci sia riuscita, è stato per ritiro di Sara…
    quindi, rispetto la tua opinione e quella di altri, certissimissimissimissimamente…
    ma io sto dando i numeri… voi fin’ ora… NO.

    taf:
    grazie. andro’ a cercare…

  245. by Tafanus

    Teus, a Napoli dicono “accà nisciuno è fesso”. Parli ad altri, e chiudi con un post-scriptum offensivo diretto a me? Liberissimo. Ma anche se le fette di prosciutto fossero riferite ad altri, non cambia assolutamente niente. Io resto dell’avviso che non si debba dire a NESSUNO che ha le fette di prosciutto sugli occhi perchè non la pensa come noi. E sai perchè? Perchè nessuno di noi ha il certificato di Padreterno DOC. Io no ce l’ho, e forse nemmeno tu.

    Non pensi che dovresti scusarti con l’interlocutore al quale ti riferivi? Chiunque esso sia?

  246. by Tafanus

    Cristian, quando giocavo a tennis, ho vinto una partita di coppa Facchinetti a squadre di club (quella decisiva) contro un bravo terza categoria. Bravo io? No. Sfortunato lui. E’ scivolato su una riga umida, e si è fratturato il polso.

    Non mi sono mai appuntato quella vittoria come una mostrina sul petto. E sai perchè? Perchè mi sarei sentito ridicolo. Però hai ragione, Errani è “scesa in campo” e quindi ha perso. Il mio avversario era sceso in campo, e quindi IO l’ho battuto

    Contento tu, contenti tutti, Tutti i tifosi. Gli sportivi hanno altri metri di giudizio.

    Comunque tu conserva pure il tuo metro di giudizio, così come io conserverò orgogliosamente il mio

  247. TEUS by TEUS

    E infatti parlavo in generale nel mio commento, Tafanus. Sono semplici opinioni.
    Solo il post sciptum era per te.

  248. by cristian

    @Tafanus : Pennetta e Errani sono scese in campo, quindi ritiri o meno, risulta vincente la Giorgi. La Pennetta, grande signora, ha riconosciuto i meriti di Camila nel match perso a Wimbledon. Non possiamo specificare su ogni giocatrice della WTA il perché abbia vinto, o il perché si sia ritirata ecc .. ! non contato i H2H? dici di guardare i fatti , le statistiche . Quelle dicono che la Giorgi ha battuto la Pennetta. Allora non dovrebbero valere neanche le vittorie di Glatch contro Giorgi a Stanford (Cami giocava influenzata ) .. non vale neanche la vittoria della Keys sulla nostra a fine 2012 ( Infortunio alla spalla x Giorgi ) .. I numeri se ne infischiano dei malanni fisici, nella storia rimangono le sconfitte e le vittorie, solo quelle. Poi se la tua colf rumena dice altro, problemi suoi, ce ne saranno altri che la penseranno diversamente da lei e da te! La WTA da Giorgi – Pennetta 1-0 , Giorgi-Errani 1-0 ,.. la stessa WTA che da Keys- Giorgi 1-0 .. poi se te vuoi specificarlo ogni volta per sminuire Camila, insomma fai pure eh, credo che i Giorgi dormiranno ugualmente stanotte 🙂

  249. by Tafanus

    Teus: dire ad un interlocutore che ha le fette di prosciutto sugli occhi solo perchè non la pensa come te, è, consentimi, da perfetti imbecilli.

    Ed io agli imbecilli (che siano perfetti o perfettibili) non rispondo né qui, né altrove. Solo, fammi un fischio quando si avvereranno le tue ipotesi.

  250. by Tafanus

    Biglebowski, mi piacciono le persone ironiche. Se poi sono anche intelligenti, mi piacciono ancora di più.

    Vede, ciò di cui si discuteva (almeno ciò di cui IO discutevo), erano i points-off. Che prima di andare “off” devono essere entrati “IN”. E sembra che secondo le regole dlla WTA, dell’ATP, e persino dell’ITF, i punti si guadagnano PASSANDO il turno.

    Mi ha spiegato un esperto che vincendo al terzo turno di Wimbledon si prendono i punti che spettano a chi vince al terzo turno. Sostiene l’esperto che a chi arriva al quarto turno, ma perde, spettano solo i punti che spettano a chi passa il terzo turno. Era sobrio. Aveva capito che si parlava di points-off, che prima di andare off bisogna che entrino in.

    Gli unici punti – mi spiegava l’esperto – che si prendono anche perdendo, sono quelli del PRIMO turno (basta partecipare…): un punto in tutti i tornei, tranne che nei GS e nei mandatory.

  251. TEUS by TEUS

    Credo che concentrarsi eccessivamente sulla classifica sia errato perché, come è palese che il problema attuale di Camila sia prettamente mentale, è altresì palese che la sciagurata (cit. G. Clerici) può benissimo fare in un solo torneo tutti quei punti che non è riuscita a fare in due o tre mesi. Solo con due fette molto spesse di prosciutto davanti agli occhi diventa possibile non notare la straordinario potenziale che ha questa ragazza.
    Detto ciò giungo a un’affermazione che senz’altro creeerà “scompiglio”: uscisse anche dalle 100 dopo Wimbledon non sarebbe alla fine una tragedia. Sarebbe invece molto grave se cominciasse a snaturare il proprio gioco per racimolare punti qua e là.
    Continuo a notare una grandissima somiglianza col primo Agassi (tranquillizzo tutti dicendo che sono consapevole quali risultati aveva già raggiunto Andrè all’età di Camila ma, si sa, il processo di maturazione non ha regole) per atteggiamento in campo (notate bene dove si metteva per rispondere alle seconde palle delle sorellone), frenesia nel voler giocare punto dopo punto senza pause, ostinazione, giocare tutti i punti come se avessero lo stesso valore, mai una lamentela o un pugnetto in faccia all’avversario, capacità di anticipo uniche, gambe veloci, colpi a rimbalzo di una potenza rara.
    Camila esploderà, ne sono certo. Camila fa bene a continuare imperterrita sull’unica strada che davvero conosce e a pensare: “Se gioco il mio tennis, vinco”. Fa bene perché non cambiando di una virgola la sua indole e col talento che madre natura le ha dato… Un giorno zittirà molti detrattori nati come funghi nel frattempo.
    Essendo un uomo di parola riconfermo ciò che pensai la prima volta che la vidi giocare: vincerà uno slam entro la fine del 2018.

    P.S.: TAFANUS, riporta pure il mio commento nel tuo sito se ti va di prendermi un po’ in giro. Mi assumo le responsabilità di tutto quello che ho appena detto. 😉

  252. by Tafanus

    Ho cercato, ma non ho trovato. Non riesco a trovare otto partite vinte dalla Giorgi contro <32. Ne trovo solo sette, e sono sempre le stesse di cui parliamo infatiìcabilmente da un anno:

    Due vittorie contro Petrova

    Due vittorie contro Schiavone

    Una vittoria contro Pennetta

    Una vittoria contro Pennetta.

    Non trovo la ottava vittoria, ma sarà certamente colpa dei miei occhi. O della mia memoria. Si sa… alla mia età…

    Però parlo spesso di tennis con la mia colf rumena, appassionata della materia, la quale, con l'intelligenza tipica delle persone semplici, mi ha fatto notare che mettere fra le vittorie da appuntarsi al petto come medaglie anche quelle con la Errani e con la Pennetta, è davvero un po' troppo… Che abbia ragione lei?

  253. by Tafanus

    Giemme scrive: “infatti Camila fin li, non difende punti. molte delle altre, invece ne hanno parecchi in uscita…
    invito chi ha un po’ di tempo ( magari Tafanus puo’ fare al caso mio), a fare uno schema dei punti in uscita delle 11 che la precedono, fino a 2 settimane prima del torneo”

    Giemme, io ho da mesi un file excel (scaricabile e a disposizione di chiunque) che riporta tutti i points-off (con qualche imprecisione, of course) delle top-100, da oggi a fine 2013.

    Non metto il link, perchè una volta qualcuno mi ha rimproverato di voler “promuovere” i miei siti grazie alla forza trainante del sito della Giorgi, ma non credo di avvertire questa necessità. Chi cerca trova, e tu sai dove cercare. Il file si chiama “Point-Off 2013”

    P.S.: In questo momento, considerando le 10 giocatrici immediatamente sopra e sotto la Giorgi, nell’arco dell’anno 9 lasceranno meno punti della Giorgi, 11 più punti. Ma la peculiarità della situazione della Giorgi è che grosso momto ha un terzo dei suoi punti prima di Wimbledon, e due terzi dall’inizio di Wimledon a fine anno. Quindi potrebbe salire fino a Wimbledon per inerzia, ma poi, se non rivonferma, rischia di precipitare in fretta.

  254. by cristian

    @ giemme : tu pensi sia un errore di programmazione, io penso semplicemente che la Giorgi stia giocando male, a prescindere dal torneo. Ovviamente non deve fare la baby – sitter, quante passano un momento difficile, che poi viene superato ?? due punti di vista differenti, tutto qua.

  255. by t.o.

    Nel calcio si dice che ci sono giocatori di serie A che in serie C non verrebbero nemmeno portati in panchina. E questo è vero. Che c’entra con Camila……c’entra, c’entra……

    Camila ha giocato poco contro giocatrici top 32° (le TdS dei GS)
    Solo 8 volte……e ci ha vinto 5 volte su 8
    O meglio 4 volte ci ha vinto 3 volte ci ha perso e una volta ci ha pareggiato. Siamo precisi perchè senno le azioni del Malox vengono sospese in borsa per eccesso di rialzo.
    Questi sono i numeri. E come dice la regola chi vince esulta e chi perde spiega.

    Ma c’è un’altro numero molto interessante.
    in questi 8 incontri Camila ha vinto 74 Game e ne ha persi solo 67.

    Ma come può essere successo questo ad una che fa solo DF e spara solo palle sui tabelloni pubblicitari?…..è un mistero. Forse gioca Sergio con la gonna…….

    Prendiamo ora in esame il primo e il sesto gioco del secondo set del doppio.
    Perchè questi due? perchè sono paradigmatici. Nel 1° serve Camila nel 6° Venus.
    1° Game serve Giorgi
    15-0 prima di servizio a 178 kmh risposta di Serena in rete.
    15-15 seconda di servizio a 175kmh. risposta di Venus in difesa Camila sbaglia la volèe.
    30-15 prima di servizio a 183kmh risposta di Serena in rete.
    40-15 prima di servizio a 175 kmh Venus in ritardo risponde addirittura sul suo campo
    40-30 DF dopo un net di seconda
    gioco Ace di seconda su Venus a 164 kmh
    Aveva di fronte le due Williams non mio cugino Alfredo.

    6° gioco serve Venus sul 4-1
    4 prime palle tutte tra i 173 e i 185 kmh danno il gioco alle sorellone. Due sole seconde palle
    permettono a Camila e Stefanie di marcare il 30 con due risposte vincenti. Una viaggia a 135kmh e una a 120kmh.
    Due palle intorno alle 80 miglia ora (come dicono gli inglesi) e le due Williams perdono due punti.
    Anche la Voegele fa come Venus. prima a 175 e seconda a 130. Riguardate dove ha perso i suoi servizi. Su tutte le seconde palle.
    Però possiamo gioire che ne lei ne Venus hanno fatto doppi falli.

    Camila di doppi ne fa tanti. Infatti dicono che i 74 set di cui sopra li abbia vinti Sergio sotto mentite spoglie……

  256. by Tafanus

    Si può vincere anche essendo scarse al servizio (vedi Sara Errani), ma essendo fortissime in risposta (vedi Sara Errani: 43% di punti vinti in risposta a prime di servizio, 59% il risposta a seconde).

    I problemi ci sono quando fai pochissimi punti sul servizio, e pochi in risposta al servizio altrui.

    Una lacuna si può bilanciare con una eccellenza, non con un rimanente repertorio non ecceslo.

  257. by GIEMME

    premetto:
    abbiamo lasciato Camila alla fine del 2012, con buone sensazioni ed aspettative per la stagione a venire, come aveva fatto notare t.o…
    nel dettaglio, aveva vinto un set con la Keys, prima che subentrasse il problema alla spalla (quindi livello Keys?)…
    e prima battendo nettamente le avversarie ai primi turni (un 60-61 e un 60-62).
    aveva anche disputato una discreta tournèe asiatica, in cui non era mai arrivata al secondo turno per meriti suoi,
    ma che comunque aveva fatto vedere di essere in grado di battere una certa tipologia di avversarie, anche piu’ avanti di lei in classifica:
    Vandeweghe, Voskoboeva, Minella, Watson… un fuoco di paglia?
    non credo. ma tutto questo, aveva portato un’ ondata di ottimismo ed entusiasmo, tale da immaginare per lei nuovi e FACILI scenari…
    entusiasmo che ahimè si è sciolto come neve, dopo i primi 3 tornei del 2013.
    io sono realista di natura. non certo ottimista. ma qui si comincia ad intravedere un certo scoramento da parte di alcuni utenti.
    cerchiamo di guardare la realta’ dei fatti.
    se abbiamo chiuso il 2012, con un certo livello STANDARD per le sue potenzialità…
    se la realta’ mi dice che in gennaio Camila è scesa sotto il suo livello STANDARD,
    nulla mi vieta di ritenere che possa ritrovare il suo livello nel breve-medio periodo. certo, bisogna lavorarci sopra…
    sempre in ottica di programmazione, pare da questi due tornei cui è iscritta, che le loro scelte a seguito di un gennaio fallimentare,
    volgano piu’ verso la mia ottica di programmazione, tanto contestata da voi nei mesi scorsi, che verso la famosa DIRETTISSIMA…
    ma questo è solo un piccolo dettaglio e non vogliatemene…

    detto questo, andiamo a vedere perchè Camila a mio avviso puo’ fare bene in questi due tornei,
    e sempre comunque meglio che nelle qualificazioni dei Premier:

    – FLORIANOPOLIS:
    Camila ha una possibilita’ di incontrare una tds, al primo turno, pari a solo il 25% (ovviamente).
    ma io credo che di queste 8 tds, aggiungendo anche le altre 9, 10, 11, Camila abbia poche speranze, solo con 1, 2, 3, 6.
    con tutte le altre, quella Camila che abbiamo lasciato a fine 2012, se la puo’ giocare tranquillamente.
    inutile Cristian ripetermi che Camila puo’ perdere adesso con chiunque, perchè ti rispondo allora che a questo punto,
    chiudiamo tutto e mandiamo Camila a fare la baby sitter di professione…
    qua va considerato il POTENZIALE e la posizione delle avversarie in classifica, per stabilire dove puo’ arrivare.
    sulla base di questo, in un torneo cosi’, Camila ha le potenzialita’ per arrivare ai quarti. alias 70 punti.
    ma c’ è dell’ altro: questa EL, non determina ancora l’ assegnazione delle TDS.
    per quello c’ è tempo e Camila nel frattempo, puo’ migliorare la classifica e anche grazie all’ aiuto di una rinuncia o ai punti in uscita delle dirette avversarie,
    potrebbe diventare TDS.
    infatti Camila fin li, non difende punti. molte delle altre, invece ne hanno parecchi in uscita…
    invito chi ha un po’ di tempo ( magari Tafanus puo’ fare al caso mio), a fare uno schema dei punti in uscita delle 11 che la precedono, fino a 2 settimane prima del torneo.
    cosi’ da capire se sto dicendo una cosa tanto lontana dalla realta’.
    se è come penso, Camila ha la possibilita’ di arrivare al torneo da tds.
    anche perchè senza considerare gli scarti, i circa 150 punti mancanti, le potrebbero arrivare da…

    – MIDLAND:

    io qui devo valutare che il potenziale di Camila è almeno pari a quello di una top 75, qual’ è attualmente.
    se in un’ ipotetico torneo privo di sorprese, la tds 1, si porta a casa il trofeo, Camila si dovrebbe portare a casa i 140 punti…
    ma personalmente sarei gia’ felice se facesse solo finale (100 pts)…
    certo, come sottolinea giustamente Tafanus, gli H2H con le prime 8, non depongono a suo favore…
    ma intanto diciamo che non le deve incontrare tutte.
    al massimo per fare finale, ne trovera’ sulla strada due… ma anche arrivasse solo in semi, sono 70 punti ( che a me non fanno schifo)…
    provate a farglieli fare in un premier… i 70 punti… provate….
    e poi, io considero gli H2H, delle statistiche di quello che è stato il passato piu’ o meno remoto.
    se non parliamo di situazioni in cui si è davvero creata sudditanza…
    se non parliamo di confronti fra atlete di calibro nettamente differente…
    tutto è lecito, anche contro un H2H a sfavore… la prova ne è la stessa Gacon, che aveva un H2H sfavorevole e contro pronostico ha battuto la nostra “bimba”…
    ma attenzione… non l’ ha battuta perchè è da considerarsi piu’ forte…
    direi: non è lei che ha vinto… è Camila che ha perso…
    chiedo ora, che si lavori nella direzione di far ritornare Camila ai livelli di fine 2012. cosa non impossibile e neanche troppo complicata.
    e poi vediamo se questi due tornei possono essere alla sua portata oppure no.
    se cosi’ non sara’, c’ è sempre il torneo dell’ oratorio… 😉

  258. by Tafanus

    Stanotte grandi fuochi italiani: in campo la Vinci contro Elena Vesnina, Seppi contro Cilic, e altro ancora. La cosa più interessante? Esordirà invece domani nel tabellone juniores una delle mie “seguite” (la osservo da quando era una ragazzina di 14 anni. Giulia Pairone, che non ha ancora 17 anni (li compirà fra tre giorni, le faccio i miei migliori auguri).

    Ancora in tabellone al terzo turno – sia in singolare che in doppio – la “ggiovane” Kimiko Date-Krumm, che potrebbe essere tranquillamente la mamma della Pairone.

    Online orari presumibili, e copertura TV e/p player dei diversi incontri.

  259. Madoka by Madoka

    Alle fine io credo che Camila sia ancora molto immatura, purtroppo noi latini maturiamo più lentamente, vedete Seppi, sta giocando il suo miglior tennis a 28 anni.

    Ma la stessa Schiavone, la stessa Vinci, la stessa Errani.

    Bisogna portare pazienza, poi con lei le montagne russe sono estremizzate per via del suo gioco.

  260. by il_pignolo

    biglebowski, sottoscrivo in pieno il tuo ultimo commento. Il problema maggiore di Camila secondo me non è quello tecnico (ovvio, ha limiti tecnici e scarsa varietà di colpi… ma abbiamo una Sharapova che è una campionessa nonostante sia tutto tranne che il manuale del tennis), ma quello mentale e tanti campioni dello sport si sono serviti e si se servono di mental coach con successo. Potrebbe essere una strada da intraprendere.

  261. by t.o.

    @Big occhio Big che la frase riportata non è “non ho giocato il mio miglior tennis” ma “Non ho giocato il mio tennis”. C’è un abisso tra i due concetti…..

  262. by t.o.

    @stefano………..come ti avevo annunciato….la risposta alla citazione che hai riportato….

    ” t.o. chiede a Camila di continuare a tirare forte anche la seconda … io chiedo invece a Camila che nei momenti importanti del match (tipo sulla palla break) tiri un po’ più piano la prima, ma che la metta dentro (proprio per non dover giocare la seconda con il rischio del DF).”

    Confermo ciò che ho detto e sottoscrivo ciò che scrivi.
    L’ho scritto più volte e chi vuol capire l’ha capito.
    Un grande allenatore (grande non significa famoso) mi diceva. “un buon giocatore si fa insegnandogli ciò che non sa fare, un campione si fa esaltando ciò che sa fare” Immaginate quanto tempo si sarebbe perso ad insegnare a Maradona ad usare il piede destro.
    Camila è una giocatrice d’istinto. Non sarà mai una brava giocatrice. O sarà una campionessa o semplicemente non sarà. Il suo gioco non è vario. Ma se trova la giornata è “ingiocabile” . Lo dicono le tenniste che ci giocano contro, non io.
    Quanto le farebbe comodo un rovescio in back come Roberta, per recuperare tempo e centralità di campo?
    O una volée come Flavia? Ma non le ha. Non le sono mai serviti questi colpi. Aveva quelle bordate d’anticipo che demolivano le sue coetanee….che gli serviva di più? E i doppi falli? Anche quelli chi se ne frega…anche se ne faccio due ogni game vincerò a 30 invece che a 0. Questo è quello che rischiano tanti talenti precoci. Gli riesce talmente facile quello che sanno fare che si rifiutano quasi istintivamente di imparare quello che non sanno fare. E infatti quasi tutti si perdono. Quando la rete si alza, o quando il muro si fa più attento (questo nel volley…ma il concetto vale per tutti gli sport) il giovane sedicente campione si accorge che il suo talento non basta più….ma non ha colpi alternativi. E spesso smette. Questo tutti. Quasi tutti. Qualcuno, ma solo qualcuno, è talmente incosciente, o ha talmente tanto talento che riesce ancora a dire la sua, ad imporre il suo gioco. Ma come Maradona è come avere un piede solo. O è “il sinistro di dio” oppure si fa davvero dura.
    Camila è così . Di poche giocatrici, altre giocatrici dicono “è ingiocabile”. Un motivo ci sarà. O ne vogliamo sapere di più noi di altre giocatrici che ci giocano contro?
    Che vogliamo fare allora affinchè queste giornate da “ingiocabile” siano più frequenti? Cambiare il suo gioco? Reimpostare i suoi colpi? Lo avesse fatto Bollettieri a suo tempo forse avremmo avuto già una top ten….o forse Camila avrebbe già smesso…..quante ne ha bruciate Bollettieri?……Sicuramente molti di più di quelli che ha aiutato a diventare campioni. Noi ora questa Camila abbiamo.
    Non cerchiamo di fargli fare ciò che non sa fare. Ottimizziamo ciò che già sa fare. Magari semplicemente usandolo meglio. Per questo sono d’accordo con te caro Stefano quando dici: “anche senza migliorare…..”
    Prendiamo i colpi che già ha. Lei aveva 58% sulle seconde in campo. E aveva il 25% di errori sulla seconda. Solo che essendo di seconda quel 25% era DF. Questo è quello che dicevo: Se tira la seconda come la prima tanto vale tirare la prima come la seconda. Sembra un gioco di parole ma non lo è.
    Facciamo i conti: 100 servizi di prima 75% in campo. 58% W sulle prime 43.5W/31.5L su 100 . 25 servizi vanno alla seconda. 75% in campo. 6 sono DF , 19 sono in campo. 58% W su 19 fanno 11W e 8 L Facciamo le somme…… …54/55 W contro 46/45 L compresi 6 DF . Questo è quello che Camila sa già fare. Perchè l’ha già fatto. E’ la sua media, sono i suoi numeri, sono i suoi colpi. E come ogni media sarà composta da un 47W 53L con molte top 20 e necessariamente altrettanti 61W 39L con molte 20° 60°. Senno che media sarebbe. Senza cambiare automatismi, senza stravolgere il suo gioco. Se poi riesce anche a mandare un paio di palle in meno sui tabelloni pubblicitari…..saremmo tutti molto contenti……..
    nel post che seguirà…..ci sto lavorando cercherò di applicare questi numeri a qualcosa che possiamo verificare tutti. il doppio di ieri……..ciao T.

  263. biglebowski by biglebowski

    Modestamente:
    una cosa che dovrebbe mettere d’accordo sia coloro che sostengono che sul servizio dovrebbe tirare ancora più forte sia chi dice che sarebbe più opportuno rimettere una bella seconda sicura con la media di 108 km/h e chissenefrega se si perdono 8 game di servizio su 10 tanto l’importante è non fare doppi falli è che quando camila gioca psicologicamente decontratta le medie migliorano sensibilmente.

    se i giorgi non sono dei masochisti il servizio che camila gioca in partita è stato testato ripetutamente in allenamento e in questo contesto funziona e probabilmente fa anche male agli avversari.

    il fatto che da un giorno all’altro, in quella che ho definito la una delle più importanti partite della sua carriera ( non delle più difficili sicuramente, ma forse la più complicata in assoluto dal punto di vista psicologico) e in un doppio giocato con l’aereo in fase di decollo giusto per incassare un discreto assegno, i numeri siano migliorati così sensibilmente la dovrebbe dire lunga sul fatto che un aspetto sul quale concentrarsi dovrebbe essere quello mentale.

    però nessun intervento sulla “testa” può ottenere un risultato importante senza che ci sia la piena consapevolezza della sua necessità e non so fino a che punto lei ne sia convinta.

    “ho perso perché non ho giocato il mio miglior tennis”, dice camila. questo è ovvio. ma occorre che trovi la risposta alla domanda “perché non ho giocato il mio miglior tennis?”.

    se riesce a trovarla da sola meglio così, ma se la risposta è lo stranito “non so” che le ho sentito pronunciare nella conferenza stampa postpartita, io credo che si debba partire da qualcuno che intervenga sulla psiche.

    sulla importanza della figura del mental coach nello sport e nel tennis in particolare ci sarebbe da dilungarsi troppo in un contesto come questo e credo di aver “stracciato abbastanza i maroni” a chi ha avuto la pazienza di leggere questo post, per cui chiudo:

    solamente se farà chiarezza sul perché non sta giocando un tennis accettabile, potrà uscire da questa spirale e non sarà comunque facile.

  264. biglebowski by biglebowski

    @il_pignolo: hai ragione e ti chiedo scusa. resterò con i miei dubbi.

  265. by il_pignolo

    @biglebowski: sono sempre a disposizione a bacchettare con la mia pignoleria, ma non puoi chiamarmi in causa per una disputa così banale! 😀

  266. by il_pignolo

    Ho visto ora il video del match di doppio di Camila (grazie, Tafanus) e sono rimasto abbastanza colpito. D’accordo che era un match di doppio e le Williams non avranno dato il massimo, ma Camila ha giocato molto meglio di quello che mi aspettassi, data la crisi di risultati e l’esperienza praticamente nulla nel doppio. Sicuramente avere una partner accanto l’ha fatta giocare più sciolta (ha servito decisamente bene) e probabilmente non aveva nemmeno la pressione di vincere a ogni costo (era un match quasi chiuso). Non avendo visto i suoi match della tournée down-under non posso sapere come abbia giocato nelle 3 brutte sconfitte in singolare, ma penso che sia stato più un problema di testa, dovuto alle pressioni del “dover vincere a tutti i costi con avversarie alla portata”. in questi casi penso sia utile quindi giocare il più possibile, per sbloccarsi e mi auguro che Camila quindi cerchi di affiancare l’attività di doppista a quella di singolarista.
    In molti momenti s’è vista tutta la sua inesperienza nella specialità dove a volte faticava a inserirsi nello scambio spezzandolo a rete, o quando a volte commetteva errori di copertura del campo, o quando ascoltava attenta le direttive (presumo, dato che non sentivo quello di diceva) della più scafata Voegele. Ma sono tutte cose aggiustabili con l’esperienza, quindi io mi sento di promuoverla.
    Sulla programmazione futura penso sia stata una buona scelta quella di giocare Midland dove avrà modo di giocare (spero) qualche match in più. Florianopolis invece ha una più che discreta entry list e non mi sbialncio dato che manca oltre un mese e nel mezzo c’è un altro torneo (nel tennis non si può mai sapere…). Non capisco però perché non tentare Memphis (meno stress negli spostamenti, entry list leggermente più morbida…). In ogni caso sono contento che si sia cancellata dal torneo in Israele perché temevo seriamente volesse tentare le qualificazioni a Doha e Dubai.

  267. biglebowski by biglebowski

    .”Le auguro di rifare il terzo turno a Wimbledon, ma la cosa è “augurabile”, non scontata, per come sta giocando” dice un utente, ma l’altro prontamente risponde: “La Giorgi ha fatto quarto turno a Wimbledon” e il primo controbatte……ecc.ecc.

    la questione non è di facile soluzione: per derimerla ci vorrebbe un intervento de il_pignolo che ci possa anche dire se la errani a parigi ha fatto semifinale o finale.
    io ho sempre pensato che avesse fatto la finale, ma forse mi sono sbagliato.

  268. by cristian

    @Giemme : era per sottolineare che la Giorgi di Brisbane , Sydney e dello slam, può perdere tranquillamente con le tenniste iscritte a Florianopolis, ed è un international. A parer mio torniamo al discorso, che si deve migliorare nel gioco, o deve semplicemente ritrovare una buona forma.

    Vedo che c’è anche la Voegele in Brasile, ottima occasione per rigiocare il doppio, se hanno trovato un accordo , sicuramente lo disputeranno di nuovo.

  269. by antonelo

    Da buon hater le augura di fare solo il terzo turno, e non il quarto, così perde punti. Semplice, no?

  270. Madoka by Madoka

    L’importante è che siamo d’accordo che la Giorgi ha fatto quarto turno.

  271. by Tafanus

    Appunto. Ma nei miei conteggi sono considerati sia i punti delle quali che i punti del terzo turno vinto

  272. Madoka by Madoka

    Certo che è un discorso di punteggi fatti.

    Perdendo al terzo turno prendi 160 punti.

    Perdendo al quarto turno prendi 280 punti.

    Perdendo ai quarti prendi 500 punti.

    La Giorgi ha fatto quarto turno, quindi per rifare gli stessi punti dell’anno scorso, deve fare quarto turno ( in verità deve fare quarti di finale, perchè quest’anno non giocherà le qualificazioni. Se farà terzo turno perderà 120 punti + i 60 delle qualificazioni.

  273. biglebowski by biglebowski

    come è stato detto, la programmazione sarebbe stata condizionata dall’esito della tournee australiana.
    e la scelta è stata: torniamo a casa a schiarirci le idee, a riflettere e a lavorare.
    in questa ottica immagino si sia scelto l’unico torneo possibile (midland), forse sarebbe stato opportuno essere iscritti anche a memphis dove si difendono 40 punti, sostituito dal solo florianopolis (due chance meglio che one).
    in ogni caso, salvo rimonte da dietro, dovrebbe essere garantita, anche se non c’è la certezza matematica, la partecipazione ai main draw di indian wells e miami dove bisognerà presentarsi al top della condizione.

    un’altra considerazione: le 8 che hanno fin qua raggiunto le top 16 sono di età compresa tra i 23 e i 30 anni , 7 su 8 sono top 20 e la flipkens è 43. dico questo per ricordare che arrivare agli ottavi di uno slam a 20 anni partendo dalle qualificazioni e con un ranking 145 fu un’impresa non affatto banale.
    volevo scrivere qualcosa di positivo…..

  274. by Tafanus

    Ha fatto il quarto turno, non lo ha vinto. E’ un discorso di punteggi FATTI.

  275. by GIEMME

    saro` brevissimo perché no ho tempo ora di dilungarmi. Stasera analizzero` con calma i due tornei. Dico solo che se crediamo nelle POTENZIALITA` di Camila, questi due tornei sono ottimi per fare buoni punti, a differenza di un Premier. Se invece causa le ultime sconfitte, abbiamo smesso di credere in lei… Mandiamola pure a giocare il torneo dell` oratorio. Io credo in lei nonostante tutto e penso fara` bene. A piu` tardi per un` analisi piu` approfondita….

  276. Madoka by Madoka

    la Giorgi è anche nell’Entry List di Florianopolis che è un international e si gioca sul cemento

    1. Venus Williams (EUA) – 26º
    2. Yaroslava Shvedova (CAZ) – 28º
    3. Kirsten Flipkens (BEL) – 43º
    4. Monica Niculescu (ROM) – 49º
    5. Anabel Medina Garrigues (ESP) – 52º
    6. Laura Robson (GBR) – 53º
    7. Petra Cetkovska (TCH) – 57º
    8. Magdalena Rybarikova (SVK) – 64º
    9. Chanelle Scheepers (AFS) – 65º
    10. Annika Beck (ALE) – 71º
    11. Timea Babos (HUN) – 73º
    12. Camila Giorgi (ITA) – 74º
    13. Galina Voskoboeva (CAZ) – 80º
    14. Nina Bratchikova (RUS) – 87º
    15. Stefanie Voegele (SUI) – 89º
    16. Shahar Peer (ISR) – 90º
    17. Melinda Czink (HUN) – 97º
    18. Kristina Mladenovic (FRA) – 98º
    19. Kimiko Date-Krumm (JAP) – 100º
    20. Olga Puchkova (RUS) – 107º
    21. Mirjana Lucic-Baroni (CRO) – 108º
    22. Garbine Muguruza (ESP) – 112º

    GIEMME, come vedi alla fine conta poco la grandezza ed il montepremi del torneo, perchè può beccare subito le prime 10 del seeding, ed ad oggi ci perde da tutte. Come ad oggi perderebbe anche dalla Date, dalla Muguruza, dalla Voegele, quindi gente che le è anche dietro in classifica.

    Bisogna sperare che inizi a giocare meglio, indipendentamente da dove gioca.

  277. Madoka by Madoka

    La Giorgi ha fatto quarto turno a Wimbledon.

  278. by Tafanus

    Il_Pignolo: buona idea quella del 100.000$, anche perchè paga molti punticini. Buona idsea, e un rischio: delle 8 prime giocatrici dell’attuale lista, con Camila al n° 1 per diritto di classifica, contro 5 delle altre sette Camila ha un h2h negativo, con due in pari. Quindi non è un torneo facilissimo. Ma d’altronde non si vive di cose facilissime. Se vai in bicicletta, per ogni discesa che trovi, trovi una salita. E anche se, secondo recenti, evolute teorie, gli “H2H” non contano nulla, io continuo a trovare che spesso funzionano.

    Quando parlo di salite e di discese (la cui somma algebrica in genere fa zero) voglio esemplificare con qualche esempio:

    Sara Errani, che l’anno scorso ha fatto un sacco di punti nel corso di tutto l’anno, quest’anno avrà una vita durissima (ha già perso i punti degli AO dell’anno scorso, che erano tanti).

    Camila fino a Wimbledon dovrà approfittare della discesa (perderà solo 250 punti all’incirca). Ma nei successivi 4 mesi dovrà difenderne il doppio.

    Flavia Pennetta è scesa molto l’anno scorso, e scenderà ancora per almeno uno o due mesi, ma poi dovrebbe avere una strada abbastanza comoda, visto che ha da difendere in totale, dopo febbraio, circa 600 punti in tolale.

    Morale? Camila farebbe bene a giocare tornei anche di seconda fascia per mettere fieno in cascina, perchè poi, fra Wimbledon e Pechino, potrebbe lasciare metà del suo tesoretto di circa 800 punti. Le auguro di rifare il terzo turno a Wimbledon, ma la cosa è “augurabile”, nonh scontata, per come sta giocando.

  279. by t.o.

    @stefano Mi trovo spessissimo d’accordo con le tue valutazioni, specialmente quelle tecniche. Tra l’altro sto per approfondire un concetto in cui in un tuo post precedente mi citi esplicitamente. Ti allerto perciò sul rischio che può generare nella discussione il tuo intervento di un’ora fa. Sembra che tu dia per scontato che Camila e Sergio abbiano “snobbato” la convocazione. Da lì fai una serie di deduzioni sullo spirito di sacrificio, spirito patriottico, abnegazione ecc. ecc.. Sono convinto che non sia il tuo pensiero, ma attento: avvitarsi in commenti basati su supposizioni in un blog rischia di dare per scontato che la supposizione iniziale sia vera e perciò siano vere tutte le conseguenti valutazioni. A quello io potrei contrapporre invece che Sergio avesse inizialmente scelto Israele proprio per essere geograficamente vicino, mitigando un jet lag che preso da ovest sconta 11 ore. Visto l’eco e il “rilancio” mediatico che su altri blog dedicati a Camila innescano i nostri commenti penso sia il caso di andare prudenti nel dare per scontato e per notizie verificate. le semplici “ipotesi” fate da un utente. Seppure autorevole come te. .

  280. by Stefano

    Se le cose stanno così … permettetemi di dissentire da una decisione del genere.
    Le convocazioni in Fed Cup vanno GUADAGNATE sul campo e ricercate con dedizione e spirito di sacrificio.
    Scegliere di fare un ITF al posto di accettare una eventuale chiamata non lo trovo un comportamento molto “patriottico”, e se la FIT poi continua a snobbarla, non dobbiamo lamentarci, visto che dall’altra parte si pretende senza mai dare nulla in cambio.
    Parere personale, eh … però io la penso così.

    Intanto le ceche Hlavackova-Hradecka escono dal doppio (avevano detto di volere gli Australian Open per cercare di diventare la coppia n°1 al mondo, ma l’evidente stato di forma delle due giocatrici lascia pensare a ben altro), e la Radwanska “stende” la Watson con un perentorio 6-3 6-1, mentre alla Ivanovic va il derbi con la Jankovic.
    Buona anche la prestazione della Makarova, mentre in questo momento si stanno dando battaglia le due “intruse” Savinykh-Flipkens.
    Attesa per il big match di giornata Sharapova-Williams (Venus).

  281. by cristian

    Vedremo! c’è anche una bella probabilità in cui i Giorgi abbiano rifiutato la convocazione, magari pensando ai punti e al ranking, ci sta che abbiano detto no alla Fed Cup.

  282. by GIEMME

    taf: grazie per la notifica. a domani…

  283. by GIEMME

    io invece penso che a quest’ ora, i Giorgi sanno gia’ benissimo se Camila va in Fed o no.
    alle interessate viene comunicato settimane prima, rispetto alle convocazioni ufficiali,
    proprio per potersi gestire la programmazione a breve termine.
    per cui, temo che la partecipazione a Rimini, potrebbe essere stata compromessa proprio dall’ uscita al primo turno agli AO.
    certo direte che Karin ha fatto la stessa fine…
    ma Karin aveva comunque disputato 3 turni di qualificazioni…

    quanto al 100k, mi trova ovviamente daccordo.
    se lei onora la tsd 1 quale sarebbe, sono 150 punti in cascina…
    ottima scelta Sergio… 😉

  284. by cristian

    Bé è normale che sia iscritta ad un torneo, in quanto ancora non sappia se sia la convocata o meno. Credo che la stessa Knapp si sia iscritta da qualche altra parte. Poi se verrà convocata, e accetterà, potrà sempre cancellarsi.

  285. by il_pignolo

    Credo di sì, infatti… salvo cambio di programma…

  286. by Tafanus

    Il_Pignolo: questo escluderebbe quindi una sua presenza alla Fed di Rimini, a qualsiasi titolo.

  287. by il_pignolo

    Non so se sia già stato riportato da qualcuno, ma Camila, dopo la cencellazione a Eilat (ITF da 75k in Israele), risulta iscritta la settimana successiva (4 febbraio) all’ITF da 100K di Midland, dove dovrebbe essere tds numero 1.
    Queste le prime otto dell’entry list:
    1 Camila GIORGI (ITA) 74
    2 Lauren DAVIS (USA) 81
    3 Melanie OUDIN (USA) 84
    4 Melinda CZINK (HUN) 97
    5 CoCo VANDEWEGHE (USA) 99
    6 Stephanie FORETZ GACON (FRA) 101
    7 Olga PUCHKOVA (RUS) 107
    8 Mirjana LUCIC-BARONI (CRO) 108

  288. by Tafanus

    A Giemme e Morotep: il caricamento del video è stato completato.

  289. by Stefano

    “Sara’ una coincidenza, o potrebbe essere stato Corrado a chiedere ai Giorgi di disputarlo?
    non di sicuro in previsione del doppio in programma…
    ma proprio per cominciare a far socializzare Camila, in vista di una possibile convocazione…
    chissà… non potrebbe essere?”

    Non credo ci sia lo zampino di Corrado, altrimenti avrebbe provato ad abbozzare un Giorgi-Schiavone (la Hercog come doppista non penso valga molto più della Giorgi attuale …).
    Secondo me la decisione del doppio è più legata ai soldi: sarà anche brutto da dire, ma non dimentichiamoci che la trasferta australiana non è certo delle più economiche per i giocatori.
    Perciò se ha deciso di iscriversi anche nel doppio per racimolare qualche soldo in più e fare qualche scambio in più sul campo, non ci vedo nulla di male.

    Sul match … la Voegele aveva iniziato meglio il match di Camila: nel primo set era lei che gestiva gli scambi da fondo.
    Camila, che spesso giocava in posizione avanzata, non ha fatto molto bene a rete (ma c’era da aspettarselo).
    Nel secondo set, invece, Stefanie è calata parecchio, cominciando a sbagliare cose che nel primo set non avrebbe mai messo fuori.
    Le Williams, però, non hanno mai dilagato come ci si poteva anche aspettare: la differenza l’hanno fatta soprattutto gli errori delle due giocatrici meno esperte.
    Nel breve, io vorrei soltanto che Camila cercasse di sbagliare meno … E CHE SI INCAVOLI UNA VOLTA TANTO!!!!!
    Di solito sono contrario alle “esibizioni alla Murray”, ma per Cami pagherei per vederla imprecare almeno una volta su un doppio fallo o una palla break concessa (e invece tira sempre dritta come se non fosse successo nulla).
    Due-tre punti qua, e due-tre punti là, e i parziali delle partite cambierebbero notevolmente.

    P.S.
    Si è parlato della Date, della Robson, della Vekic, e io aggiungo anche il nome della Wickmayer: speriamo sia tornata, perchè è già da troppo tempo che manca con le più forti, e sarebbe una grossa delusione se non riuscisse più a trovare il ritmo che aveva prima del lungo infortunio.
    Per questa notte, da segnalare i match Radwanska-Watson e domattina Venus-Sharapova.

  290. by cristian

    Ho appena visto che Camila, risulta iscritta al WTA di Florianopolis in Brasile, si parla di fine febbraio. Negli altri tornei per ora, nessuna traccia, ma se fosse confermata la partecipazione in Brasile, probabilmente farà l’intero tour sudamericano.

  291. by GIEMME

    fai con comodo Taf.
    tanto penso che prima di domani sera, non avrei tempo di guardarlo…
    verro’ direttamente io. grazie.

  292. by Tafanus

    Giemme, purtroppo oggi nella mia zona internet va a carbonella. E l’upload è piuttosto lungo perchè riguarda tutto il secondo set. Dovrei completarlo intorno alla 21/21,30, e lo renderò subito disponibile. Ti avvisero sul blog, o se preferisci mandami un indirizzo email e ti avviserò a domicilio.

  293. by GIEMME

    mi spiace non aver potuto seguire ul match in diretta, causa lavoro.
    ma ho visto la parte di video caricata da Taf, che ringrazio.
    spero di poter vedere presto anche tutto il resto…

    non aggiungo nulla a cio’ che è stato detto.
    solo che io avrei immaginato, come scritto ieri, una prestazione peggiore…
    con le sorellone, la bici puo’ essere sempre messa a disposizione di qualsiasi coppia avversaria…
    per cui, direi giudizio confortante, sopratutto per Camila, che pare abbia fatto anche meglio di Stef,
    nel computo dei vincenti/ errori…

    vorrei pero’ focalizzare l’ attenzione, su un aspetto che credo sia stato trascurato da tutti:
    mi chiedevo…
    questo doppio di Camila, deciso cosi’, dopo tanti anni e proprio alla vigilia della Fed…
    sara’ una coincidenza, o potrebbe essere stato Corrado a chiedere ai Giorgi di disputarlo?
    non di sicuro in previsione del doppio in programma…
    ma proprio per cominciare a far socializzare Camila, in vista di una possibile convocazione…
    chissà… non potrebbe essere?

  294. by cristian

    No dicevo i gestori del sito 🙂

  295. by Stefano

    @ cristian:
    Mi spiace, io non sono in contatto con Camila o il suo staff.

  296. by cristian

    Grande Laura Robson , ottima giocatrice, spero vada molto avanti, anche se vedo la Stephens favorita.

    a Stefano e Alberto, avete in programma di sentire i Giorgi ? giusto per capire che scelte farà sui prossimi tornei.

  297. by Stefano

    Uno dei match più appassionanti di questo inizio 2013.
    Non proprio il top da un punto di vista squisitamente tecnico, ma incredibilmente intenso ed avvincente, con continui capovolgimenti di fronte.
    Alla fine, come temevo, Petra ha perso (come avevo scritto o lo faceva qui, o al turno successivo), mettendo in evidenza i continui regressi psico-fisici che stanno caratterizzando gli ultimi 12 mesi della sua carriera.
    A questo punto, come ha scritto qualcun altro in un altro blog, un cambio di allenatore diventa quasi obbligato, visto che è sotto gli occhi di tutti come ormai David Kotyza non riesca più a gestire la sua giocatrice.
    La Robson, invece, può ancora andare avanti nel torneo, anche se a mio avviso è ancora troppo acerba ed inesperta per vedersela con le “prime della classe”, che stanno facendo a gara a chi lascia meno games alle proprie avversarie.
    É interessante notare come oggi Petra abbia fatto più o meno lo stesso numero di doppi falli di Camila, con la differenza che ha fatto pure molti aces, che in parte hanno compensato questi errori consentendole di lottare fino al 11-9 del terzo set.
    Se Camila aumentasse il numero di aces (ne fa pochi per una che serve a quella velocità sia la prima che la seconda), probabilmente vincerebbe qualche match in più o per lo meno perderebbe con parziali meno pesanti di quelli con cui perde ora.

  298. TEUS by TEUS

    Due parole sulla Robson: la ragazza oggi ha dimostrato classe da vendere perché ha servito ben quattro volte per rimanere nel match e non ha mai tremato. Ha tremato solo un po’ sul 6-5 quando invece serviva per il match (a 19 anni ancora da compiere glielo si può anche perdonare). Sul 10-9 però è tornata alla battuta con una sicurezza e una forza mentale da veterana. Davvero tanti complimenti alla giovane inglese. Ora al terzo turno affronterà un’altra giovane molto interessante: la Stephens (spero vivamente di riuscire a vedere il match perché sono certo che meriti).
    Kvitova, se continuerà a muoversi così in campo, tra non molto uscirà dalle top 20.

  299. by Tafanus

    Laura Robson elimina Petra Kvitova: 11/9 al terzo set

  300. by Tafanus

    Morotep: sto trasportando dal registratore su DVD, poi su PC, e da qui farò il downloaf. E’ lunga, ma ci sarà nelle prime ore del pomeriggio, e ti avviserò sul blog che stai seguendo.

  301. by Morotep

    Stamattina non sono riuscito a vedere il match.
    Tafanus, se uploadi te ne sono davvero grato.
    Anche per me il doppio non puo’ che farle bene.

  302. by Tafanus

    Qualcuno da sette mesi esatti (documentabile) scrive che il doppio non potrebbe che far bene alla Giorgi, perchè la obbligherebbe a giocare non “come le piace” (tirandole tutte, magari fuori), ma “come deve”, avendo la corresponsabilità del risultato della suaq compagna.

    P.S.: se mi riesce (internet permettendo) in giornata caricherò gran parte del match di stamattina (dal 2/4 del 1° set alla fine della partita).

    (…)

  303. by Stefano

    La Voegele nel primo set ha giocato benino (set in cui ha tenuto il servizio 2 volte su 2).
    Dal secondo in poi, invece, è peggiorata un po’ su tutto.
    A Camila, sinceramente, servirebbe una giocatrice un po’ più forte e matura di Stefi (parere personale).

    Intanto un bravo a Seppi che ha vinto al 5°.

  304. by Tommaso

    E’ vero, ho notato anche io una Cami più sciolta dal punto di vista umano prima che professionale. Ora, senza correre e parlare di partnership fisse, ma avere qualche amica nel circuito non può che fare bene. Non ci devi mica uscire a cena o chiamarla 10 volte al giorno, ma avere nella player’s lounge una o più persone con le quali sai di poter scambiare due parole prima o dopo i match può davvero essere un grande aiuto per sfogare la tensione e non tenersi sempre tutto dentro.

    Sul match: la solita Cami. Doppi falli e ace sulla seconda. Di certo non ha avuto timori. In doppio si vede che non ha bene in mente come muoversi (non per nulla era il secondo in carriera!), ma se decide di percorrere questa strada ha solo da guadagnarne. Il primo set può anche essere andato per un suo doppio fallo e una voleé sbagliata, ma la Voegele in tutto il match ha tenuto il servizio una volta sola, e concedendo comunque palla break. Alla fine si vince e si perde insieme, in doppio. Teniamo il buono: grande esperienza contro le più forti del mondo e, chissà, un’amica in più nel circuito.

  305. by Stefano

    Troppi errori!!!!
    Camila perde perchè fa troppi errori (spesso stupidi).
    Doppi falli, risposte mandate due metri oltre la riga, gioco a rete (volée in primis) molto ingenuo e prevedibile … pochissima lucidità nei momenti topici.
    Nel primo set la differenza l’ha fatta un doppio fallo di Camila seguito da un erroraccio di demi-volée in avanzamento; per il resto è stata una battaglia molto equilibrata direi.
    Nel secondo, invece, Stefi si è disunita (era lei che teneva Cami, non viceversa), e lì la situazione si è via via sempre più complicata.
    Camila a rete è molto a disagio: si vede che non è abituata ai doppi.
    L’unica cosa positiva è stata vedere le Williams che non hanno dilagato (come ci si poteva forse aspettare), ma anzi, hanno fatto la differenza prettamente nella solidità e nella lucidità del gioco a rete.
    Camila ha ancora tantissime cose in cui deve migliorare, tuttavia, se riesce a calare il numero degli errori di 5-6 unità per set (inclusi i doppi falli), ha grandissime possibilità di vincere la maggior parte degli incontri che gioca (pur non migliorando tecnicamente).
    Si vede che le avversarie cominciano a conoscerla, e un po’ la temono … temono le sue bordate senza senso, il suo gioco sempre tirato al limite …
    Ora però serve portare a casa una manciata di punti in più a set: senza fare cose straordinarie, senza migliorare tecnicamente (cosa peraltro possibilissima), ma solamente calando di un po’ gli errori grossolani.
    Salire in classifica battendo il 70-80% delle giocatrici che potrebbe incontrare non è un tabu, bastano le giuste regolazioni e un attimo di calma e di concentrazione in più.
    t.o. chiede a Camila di continuare a tirare forte anche la seconda … io chiedo invece a Camila che nei momenti importanti del match (tipo sulla palla break) tiri un po’ più piano la prima, ma che la metta dentro (proprio per non dover giocare la seconda con il rischio del DF).
    Bisogna assolutamente evitare di regalare una manciata di punti a set alle avversarie, altrimenti le partite non si vincono.
    E per farlo, basta veramente un poco di consapevolezza in più.

  306. by Fabio Massimo

    Finalmente ho rivisto sorridere Camila in campo; una bella coppia. Bella veramente. L’ho vista dialogare con un’amica “più grande di lei” con cui condividere il destino dell’incontro. Si vedeva che era più sciolta, meno appesantita, meno emotivamente impegnata; aveva di fronte la coppia più forte del mondo ( non me ne vogliano Roberta e Sara). Credo sia buono per Camila programmare i tornei con la sua compagna di doppio (vedi Roberta e Sara). Così il blocco che attualmente la attanaglia, senza che se ne accorga, scomparirà al più presto. Un gran passo in avanti. Brava Camila

  307. by antonelo

    Vamooooooooooooos Camila… che gioia, che emozione poterti finalmente rivedere… poter ammirare di nuovo il tuo tennis sublime… hai perso, ma sei stata grande! E con quella palla al piede della Voegele era impossibile fare di più.

  308. by cristian

    Il servizio si, a me sembra diverso. Lancia la palla molto più in alto, e non fa tutto il famoso salto come prima. Cmq primo set 6-3 Williams. Il secondo inizia con la battuta mantenuta dalla Giorgi a 30 , un doppio fallo e un aces

  309. by Tommaso

    2-2, con palla break annullata con Voegele a servizio. Sull’1-1 bella risposta vincente di Camila su una seconda di Serena!

  310. by cristian

    2-1 per le americane ,senza break.
    Primo servizio, lo tiene Venus facilmente
    Tocca poi a Camila, che mantiene a 30, zero doppi falli
    Serena chiude ora ai vantaggi.

    non stanno sfigurando per ora Giorgi- Voegele

  311. by cristian

    Inizia il doppio 🙂

  312. by Stefano

    Roberta è al 3° turno!

  313. by Stefano

    Pardon, Vinci col minuscolo …

    Appena finito di vedere Vika: tecnicamente non mi piace moltissimo (preferisco mille volte di più il tennis della siberiana), però in questo momento giocare contro di lei è come giocare contro un muro!
    Soltanto Masha o Serena, in questo momento, possono batterla.
    Curiosità per il match Kvitova-Robson: Petra rischia di perdere contro l’inglese … ma tanto se non perde oggi perderà dopo domani, oppure la partita successiva ancora … (non può continuare ad andare avanti così!).

  314. by t.o.

    @stefano Ti ringrazio per aver rivendicato la paternità erroneamente attribuita a me dell’onta che macchia ormai in modo indelebile il nostro Blog. E condivido anche che la frase sulla Montalcini, il cervello, il cretino e il fascista sia costruita bene. E’ l’accostamento tra i vari soggetti citati nella frase (lo definirei un aforisma) e gli utenti del blog che mi rimane un po’ confusa. Ma come sempre ognuno si fa le sue idee.

  315. by Stefano

    Seppi e la vinci sono avanti di un set ciascuno sui rispettivi avversari: speriamo continuino così per altri 3 set!!!!

  316. by Tommaso

    Intanto la nuova compagna di doppio di Flavia Pennetta sarà la Kuznetsova. Io la reputo una buona giocatrice e sono convinto che con Flavia possa creare un discreto team. Lo pensa anche Tafanus, che infatti afferma sicuro che in coppia potranno “rapidamente fare una decisa scalata della classifica”.

    Lo pensa OGGI, perché solamente un mesetto fa dedicava un post fortemente ironico già dal titolo (“Il tennis e le leggende metropolitane”) alla presunta nuova coppia. “Notizia destituita di ogni fondamento”, diceva. Fonte era una dichiarazione di Flavia alla Gazzetta dello Sport. Addirittura, ecco il suo giudizio – sempre di allora – su Svetlana: “Innanzitutto la Kuznetsova è una delle peggiori doppiste su piazza. Non ci credete? Bene, nel 2012, dopo la vittoria degli Australian Open – proprio contro le nostre Errani-Vinci, che poi hanno vinto 8 titoli, inclusi due Grand Slam (Roland Garros e US Open), non ha combinato niente di buono. In tutto l’anno ha giocato altri 5 doppi, perdendone 4. (…) In doppio è classificata 38° (8 posizioni dietro la Pennetta, che pure è ferma da mesi).”

    Insomma, il giudizio gira a seconda del vento che tira, da certe parti. In ogni caso buona fortuna a Flavia, speriamo sempre di avere un’altra italiana in vetta ai rankings. Che sia Camila, che sia Flavia, che sia Sara, che sia…

  317. by Stefano

    Nessun problema con l’inglese, grazie per l’interessamento.

    Piuttosto scrivere: “L’anno scorso il team tedesco era composto esattamente da quattro giocatrici: Petkovic, Goerges, Kerner, Groenefeld. Non una in più, non una in meno” … non è esatto (prima di scrivere certe cose sarebbe meglio verificare).
    Questa era la composizione ufficiale dello spareggio contro l’Australia, ma nel primo turno del gruppo mondiale, quello che le ha viste avversarie della Repubblica Ceca, il team era composto da: Kerber, Goerges, Lena Grönefeld e Lisicki (+ la Petkovic come supporter).
    http://www.fedcup.com/media/109438/109438.jpg
    Nel turno di spareggio contro l’Australia, invece, la composizione era quella che hai scritto tu (+ la Barthel e la Lisicki che erano presenti come 5a e 6a giocatrice “non ufficiale”).
    http://www.fedcup.com/media/117742/117742.jpg
    (qui manca la Kerber perchè stava giocando).
    http://www.tennis.com.au/wp-content/uploads/2012/04/Fed-Cup-gallery-2_8.jpg
    (mentre qui nell’allenamento manca la Lisicki perchè probabilmente aveva qualche problema fisico).
    In entrambi i match, la Germania si è perciò sempre presentata con più di 4 giocatrici (5 o 6).
    Perchè una volta tanto non potremmo farlo anche noi?
    Io non ho mai scritto che possono giocare in 5 in Fed Cup, ma quelle chiamate possono benissimo essere più di 4, anche se poi quelle “ufficiali” che possono andare in campo sono per l’appunto max 4.
    A me basta che Camila sia nel gruppo con le altre, che impari da loro … che si senta parte della squadra; che poi venga impiegata veramente o meno questo è un altro discorso.
    Però, come ha deciso di fare la Rittner con il suo gruppo, sarebbe molto bello che anche Corrado facesse lo stesso.
    Chiamalo “investimento per il futuro”, se proprio vuoi dargli un nome.
    Riuscire a creare affiatamento nel gruppo, in una competizione come questa, a volte è più importante di mille tattiche o strategie.
    Magari non ti farà battere gli Stati Uniti delle sorelle Williams, ma almeno sai di aver creato un legame tra le giocatrici che potrebbe avere ripercussioni positive anche nel prosieguo della loro carriera.

    P.S.
    Il “copyright” sul “rompiGLI …” è mio, attribuirlo a t.o. giusto perchè non si sa cosa scrivere per sfottere qualcuno denota o mancanza di memoria o …
    Sinceramente speravo che il clima fosse cambiato.
    Comunque, devo dare atto che:
    “si può perdere la memoria, anche se persone come la Montalcini hanno provato che è sufficiente avere un cervello, e tenerlo allenato. Invece chi nasce cretino e fascista, è cretino è fascista per tutta la vita”
    … è una frase tremendamente vera!

  318. by t.o.

    Torno on topic Camila e rispondo a Giemme.
    Quando si valutano le decisioni prese non si può fare alla luce dei risultati ottenuti. Si devono valutare alla luce delle informazioni che si avevano al momento di prendere le decisioni.
    Altrimenti è la valutazione dei risultati. Non è la valutazione delle decisioni. Sembra complicato ma non lo è.
    La strategia si decide in base a previsioni. Camila a dicembre era un’atleta che aveva battuto negli ultimi tre tornei tutte le under 70. (escludi gli ITF causa spalla) . Era legittimo pensare che con un po di lavoro (le iscrizioni si fanno prima) avrebbe migliorato le sue performance. Perciò in un mese in cui non si rischiavano punti era legittimo tentere di fare bottino. 2 Qualificazioni raggiunte valgono 40 punti. Un solo primo turno nei due tornei sarebbero stati altri 60 a cui aggiungere comunque gli AO che si sarebbero fatti comunque. 100/200 punti erano assolutamente preventivabili. Tu non avevi alcuna informazione contraria a questa previsione. Troppo facile parlare oggi. Immagina se avesse scelto la Cina e perso al primo turno (giocando così non era certo improbabile. I conti che fa Big sono Lineari. 5 mini tornei. In queste condizioni li ha persi tutti. Perchè avrebbe dovuto vincere in Cina? o a Aukland? una Fortez le sarebbe capitata anche al secondo turno di un ITF……se gioca così non vince mai. Se gioca bene é “ingiocabile per tutti” lo dicono le tenniste stesse. Il problema non è il torneo in cui gioca, e neanche contro chi gioca. La peggiore avversaria di Camila è Camila stessa. Ora io farei qualche ITF per permetterle di allenarsi in tranquillità. Facendo anche qualche Punticino. I 40 che deve coprire e altri 50 o 100 da mettere nel salvadenaio in acconto ai 280 di Wimbledon (anzi 340 perchè non farà le qualifiche) e poi tentare Dhoa e Dubay (o Menphis). poi rifare i conti e due mesi per due mesi arrivare a Luglio (Roma e Parigi è terra rossa……….magari ci stupisce).

  319. by Tafanus

    Mi piace sempre verificare quello che dico. In FedCup non esiistono regolamenti speciali per la Germania o per la Russia. Esiste IL regolamento di FedCup della ITF, il quale mall’art. 32 recita:

    VIII. TEAM NOMINATIONS AND CONDUCT OF TIES

    32. TEAM NOMINATIONS

    (a) Each competing Nation shall, no less than ten (10) days before the dale fixed for the commencement of the Tie, nominate in order of merit to the Fed Cup Executive Director without specifying which players shall play in singles and doubles:

    i) a team of a minimum of three (3) players plus a playing or non-playing Captain, or

    ii) a team of a maximum of four (4) players plus a non-playing Captain

    Se ci sono problemi con l’inglese, mi si faccia sapere, e provvederò a tradurtre in italiano

  320. by GIEMME

    @t.o.:
    il tuo discorso andrebbe bene, se l’ obiettivo fosse solo quello di guadagnare punti il piu’ possibile, magari in un’ altro sport.
    quindi procedere per step, verificando di volta in volta l’ esito dell’ uno, per stabilire la strategia del successivo…
    nulla da eccepire.

    ma qui, siamo di fronte al TUTTO ( difesa punti W 2012) e al NIENTE (uscita fuori dalle 100 in caso di fallimento).
    …da un calcolo approssimativo, fino a W servono oltre 800 punti.
    piu’ di tutti quelli della precedente stagione.
    il primo step è fallito (gennaio). vogliamo far passare anche il secondo e poi decidere per il 3° e cosi’ via?
    o vogliamo studiare una strategia abbastanza sicura, sulla base delle possibilita’ attuali di Camila?

    lo so, lo so che sono loro a decidere e come saprai ho scritto tante volte che rispetto le loro decisioni…
    ma siccome ci leggono, nulla vieta che possano cercare qualche spunto anche in quelle che sono le nostre opinioni.
    e questo senza entrare nel merito di quelle che sarebbero le correzioni tecniche da fare sul gioco,
    che sono tutt’ altro che semplici da attuare, a detta anche di veri esperti.

    il mio percorso, tiene conto dell’ intero semestre, improntato in un’ ottica conservativa,
    ma al tempo stesso veritiera per cio’ che riguarda le possibilita’ di una come Camila.
    ho parlato di punti che si possono acquisire, senza considerare aggiunte tipo RG o Roma, che sarebbero una risorsa extra…
    70 punti in un 220k non sono utopia per una come Camila.
    cosi come non lo sono 110/150 punti in un buon Itf.
    e se ci metti dentro i tanti tornei a venire, che poi sarebbero QUELLI che io auspico, gli 800, sono difficili, ma non impossibili da raggiungere…

    ma vedi, non mi hai spiegato e attendo anche da qualcun altro, come mi fai a riempire una bottiglia di 800 e passa ML,
    mandando Camila da qui a W, a disputare quasi esclusivamente qualifiche nei Premier, che quella credo a questo punto essere la “direttissima”…

    sul succhiaruote è semplice:
    nel ciclismo…
    …chi sta davanti si fa il mazzo.
    chi sta dietro non fa un caxxo! 😆

  321. by Tafanus

    “L’anno scorso la Germania ha portato pure la Petkovic (infortunata), e qualche anno fa ricordo di una Russia che portò nel match contro l’Italia pure una ragazzina (non ricordo il nome …) insieme alle convocate ufficiali.”

    Appunto. Insieme alle convocate ufficialio. Che sono quattro. E uno può portare la Petkovic, Flavia, e persino la zia. Come invitate. Non come convocate. Che restano quattro, per regolamento.

    L’anno scorso il team tedesco era composto esattamente da quattro giocatrici: Petkovic, Goerges, Kerner, Groenefeld. Non una in più, non una in meno.

    Pennetta a Rimini ci sarà, ma come tifosa. Se poi sia invitata a spese della FIT, o venga per conto suo, è irrilevante.

  322. by fabio

    Bisognerebbe proporre agli organizzatori che in casi come questi, per aumentare lo spettacolo, facciano giocare un bel 2 contro 1: la coppia Giorgi-Voegele contro una sola delle due Williams…

  323. by t.o.

    @Giemme Poi mi spighi il discorso del “succhiaruote a t.o. che davvero non ho capito……..

  324. by t.o.

    @GIEMME Molto apprezzati i ringraziamenti ma ancor più apprezzato il termine “Pacatezza”.
    Provo a farti una simulazione di programmazione.
    Mission: arrivare a roma in 50° e a parigi in 32°.
    Strategia: Primo obiettivo mantenere la posizione. secondo obiettivo incrementare la posizione.
    la posizione 70 garantisce ingresso in molti Draw e buone posizioni (TdS) nelle quali più impegnative e in quasi tutti gli ITF. Va preservata prima di tentare qualunque incremento.
    Tattica: Suddividere la stagione in sezioni omogenee (per territorio, fuso orario, stagionalità e clima)
    Garantirsi il mantenimento del punteggio e tentare in ogni sezione di incrementare punti per anticiparsi il punteggio Wimbledon 2012 considerato a forte rischio di riconferma. (per evitare un brusco calo in classifica a ridosso degli Us Open. La partecipazione garantita ai 4 GS per il 2013 garantisce da sola il budget finanziario per l’anno. la partecipazione ai doppi incrementa il budget annuale di 20/25K$ di sola partecipazione (pari a 5 ITF medi vinti).
    Considerato la particolare tipologia di gioco di Camila (che può vincere e perdere con chiunque) si ritiene di affrontare la prima sezione denominata Australia in logica di incremento.
    Il finale di anno 2012 ci consegna (esclusi gli ITF viziati da un leggero infortunio) una Camila “comoda” contro le under 70° (obiettivo mantenimento). 12-4 Galina 85°, 17-14 in rimonta Coco 83°, 12-6 Minella 73°, 17-12 Watson 71°. Contro le top 70° 7-13 Romina 69° partita psicologicamente viziata da 5-4 rit. con Sara7°, 10-15 Medina 40°, 7-12 Paszec 32°. Nella speranza di un miglioramento dei risultati dati dal lavoro fatto nella pausa di dicembre specialmente sul servizio, che a detta di tutti gli esperti interpellati è la fonte di tutti i mali (questa è una mia piccola nota polemica. Permettimela 🙂 .-) ) si può azzardare una scelta di tornei molto aggressiva per l’inizio 2013. Poichè: i punti da difendere sono fino a metà febbraio solo 9. L’eventuale non ingresso nei Draw porterà ad una situazione addirittura positiva permettendo nelle 4 settimane australiane la partecipazione a “5 tornei” Qualificazioni con atlete 70°/200° dal venerdì alla domenica (con in palio 30 punti) e tornei 1°/40° dal lunedì al mercoledì (dandosi come limite massimo previsto il superamento del 2° turno con in palio 120 punti). L’AO è comunque l’ultimo torneo della sezione.Finito il tour Australiano si farà il punto della situazione e si deciderà la tattica migliore per la sezione 28 Gennaio/ 25 febbraio periodo in cui bisogna difendere 40 punti al netto dei punti eventualmente conquistati in Australia.

    Ecco Giemme, se ti presentassero questa relazione “redatta” dagli strateghi di Camila, cosa ci sarebbe da obiettare? Noi sei d’accordo? Per carità. E’ un’opinione. Ma non è che questa linea non abbia una logica.
    Mi chiedi se io avrei fatto le stesse scelte…..non lo so. Ma so che il mio ruolo non è imporre le mie scelte. E’ solo criticare, MOTIVANDOLE, le eventuali incongruità di una Tattica data una determinata Strategia motivata dall’esistenza di un dato obiettivo (Mission). Capisci che tutto quello che diciamo è legato a quelle che sono le nostre aspirazioni. La Mission l’abbiamo messa noi. Nemmeno sappiamo se è la stessa che si è dato Sergio e Camila. Il nostro è un incredibile e divertentissimo gioco di ruolo.
    Le regole del maeketing (applicabili a qualsiasi prodotto) sono. La Mission è l’obiettivo che va raggiunto. La Strategia è la bussola e modalità di azione. Che si cambia solo in caso di cambiamento di obiettivo. E la tattica è l’adattamento delle azioni in presenza di svolgimento non programmato degli eventi.
    La tattica va decisa di volta in volta sulla scorta dei risultati dell’azione tattica precedente…..

    Ora…..tu “vuoi” una Camila “così”, io voglio una Camila “cosà” . Come può esistere una strategia giusta e una strategia sbagliata se abbiamo due mission diverse? Accettiamo le scelte che fanno dando per scontato che faranno le scelte in buona fede in scienza e coscienza. Io non credo che esista nessuno al mondo che voglia per Camila le cose più giuste e più possibilmente raggiungibili di Sergio. Diciamo la nostra serenamente. Lui ci legge. Se diamo un consiglio giusto (giusto per lui) sono sicuro che lo seguirà. Non ce lo deve mica dire….ma se lo ritiene giusto sta sicuro che ne terrà conto. Quando Camila ricomincerà a servire la seconda forte come la prima sarò certo che avrà tenuto conto dei mie appelli. se non lo farà andrà bene lo stesso, e allora io spererò di avere avuto torto……..questo è il nostro mestiere di Tifosi…..Sperare gioire e lamentarsi……
    Ciao t.o.

  325. by Stefano

    “In FED si convocano 4 giocatrici. Se se ne vogliono di più, possono essere invitate come ospiti, non iscritte a cartellino”.

    L’anno scorso la Germania ha portato pure la Petkovic (infortunata), e qualche anno fa ricordo di una Russia che portò nel match contro l’Italia pure una ragazzina (non ricordo il nome …) insieme alle convocate ufficiali.
    “Curare” il vivaio in questo modo non può che far bene al gruppo, a mio avviso.
    La Pennetta, probabilmente a Rimini ci viene anche se Corrado non la invita …
    Certo, per vincere servono 4 giocatrici “ufficiali” in piena forma (anche se in teoria ne basterebbero soltanto 2).
    Dovendo scegliere … Errani e Vinci sicure (a meno di infortuni dell’ultim’ora [facendo le corna!!!]), più due fra Schiavone, Giorgi e Knapp (con Flavia “invitata speciale”).
    Secondo me Corrado non terrà mai fuori Francesca (anche perchè è molto legato a lei), per cui a rimanere fuori sarà, probabilmente, una fra Giorgi e Knapp.
    Considerando le recenti dichiarazioni della Karin, però, ho il dubbio che l’esclusa sia già stata decisa (però spero vivamente non sia così).
    Certo, se Camila avesse passato almeno il primo turno, sarebbe stato tutto più semplice, invece così le sue chances sono ridotte sensibilmente … ed il problema è che per la data dell’annuncio delle convocate Camila non avrà altre occasioni per far vedere che si merita questa prima convocazione (a meno che questa sera con Stefi non faccia nere le Williams … [scusate la battuta, ma non ho resistito …]).

  326. by GIEMME

    grazie Taf.

    lo avevo letto e l’ ho riletto.
    sei utile come sempre.
    alla Date, davvero bisognerebbe dargli un premio speciale.

    l’ articolo era quello dove facevo il succhiaruote a T.O. … 😉
    mi piace il ciclismo l’ aggettivo mi sta a pennello… vista la mia eta’ non potrei fare meglio… 😉

  327. by antonelo

    Stanotte non ci sarà proprio storia. Camila, nonostante la zavorra Voegele, sarà un ostacolo troppo duro per le sorelle Williams (due giocatrici da tempo avviate sul viale di un mesto tramonto). Vamoooooooooooooooooooooooos!

  328. by cristian

    La Pennetta ha già detto di andar a Rimini, vuole allenarsi con le altre ragazze, per analizzare il suo stato di forma.

  329. by Tafanus

    Giemme: piacere di rivederti. Volevo solo informarti che in dicembre ho dedicato un lungo post alla Kimiko Date, con buona pace di coloro che pensano che io viva solo per “odiare” Camila (?)

    Non so se questo commento passerà, perchè contine un link. Se non dovesse passare, scrivimi e ti mando il link per email:

    http://iltafano.typepad.com/tennisdelleragazze/2012/12/kimico-date-krumm-42-anni-non-mostra-segni-di-declino.html

    E’ un omaggio ai 42 anni di Kimiko, e la sintesi della sua storia personale.

  330. by GIEMME

    @Biglebowski:
    visto che nessuno fin’ ora ti ha fatto presente che hai scritto una vera inesattezza (senza offesa, è un mio giudizio personale),
    lo faccio io pur avendo detto ieri che me ne sarei rimasto fuori per un po’…
    sai poter cambiare idea, è qualcosa che considero un pregio, non un difetto.
    fa parte dell’ evoluzione in generale.

    premetto che la Date avrebbe meritato un accenno, visto che le hanno dedicato persino un articolo su livetennis,
    ma si sa che ogni persona ha un suo modo di essere sportivo e va bene cosi’…
    sui miei trascorsi su Livetennis, chi è senza macchia scagli la prima pietra, visto come sei stato trattato qualche sera fa…
    io perchè sapevo chi eri, non te ne ho dette quattro…

    veniamo al dunque e mi scuso se saro’ un po’ lungo… chi si puo’ annoiare con le mie paturnie, salti pure di pari passo questo mio post:

    davvero puoi credere che io non mi sia mai accorto della differenza nelle rispettive EL, sui tornei appena trascorsi, cui mi vieni a parlare?
    ma ci rendiamo conto in che cosa ci andiamo adesso a rifugiare, pur di non foler fare un passo indietro?

    mi viene da chiedere, se ti sei mai reso partecipe di una programmazione in qualsiasi attivita’ sportiva,
    dilettantistica o professionistica qual sia…
    io lo faccio tutti gli anni, con frequenti correttivi durante la stagione.
    ma non è questo il punto, ma il fatto che qui invece di programmare un percorso coerente,
    ci si giustifica dando indicazioni che servirebbero solo per “rimanere a galla”… per non affogare.

    ma come?!?!
    per mesi avete parlato di “direttissima” ed io per mesi non ho mai immaginato che ci si riferiva alle “qualificazioni” dei premier??
    era dunque questa la programmazione “coerente” e “dinamica”, che potesse portare Camila ad entrare nelle 32 tds a Wimbledon… perchè quello era e resta l’ obiettivo di questa meta’ stagione???
    ehhh ma allora lo potevate dire da subito… no???

    io penso che parlare di programmazione, sia un qualcosa che debba necessariamente abbracciare l’ arco di una stagione, inserendovi dei piani alternativi, in base a quello che sara’ il durante stesso.
    non certo il confronto impietoso tra il livello delle partecipanti a due tornei in contemporanea, come sottolinei… tanto piu’ gia’ svolti e quindi “a bocce ormai ferme”…

    diedi dei numeri a suo tempo e mi evito la fatica di doverli andare di nuovo a cercare o calcolare.
    tanto non li condividete. per cui vado subito al sodo:
    il succo della questione è che Camila parte da una posizione a ridosso delle 70 ,e deve planare in alcuni mesi verso quota 33/34. ok? ci arriviamo fin qui??
    adesso, valutate quanti punti servono, al lordo di quello che dovra’ scartare nel frattempo…
    ok?

    ora eliminiamo il fattore caso, ma parliamo di medio evento…
    la mia programmazione si basa su una partecipazione improntata prevalentemente (non esclusivamente) sugli international, con innesto dei premier americani e magari qualche buon Itf da 75/100 k.
    con la classifica media di Camila, che dovrebbe andare secondo programmazione lentamente a migliorare… con questo tipo di programmazione, si puo’ arrivare a W con N punti UTILI…
    Camila permettendo e gennaio perso permettendo.
    faccio notare che in molti International, con una posizione intorno alla 60ma, sei TDS.
    con posizione intorno alla 50, lo sei nella maggior parte dei casi.
    questo ti permette di arrivare tranquillamente ai quarti o quasi, senza dover necessariamente affrontare avversarie messo meglio di te, prima di allora… e parliamo di 70 punti a botta.
    con un 75/100K, Camila sarebbe spesso tds 1 o alla peggio 2 o3.
    sono buoni punti acquisibili, che in caso di vittoria, significano dai 110 ai 150, che a me non fanno schifo.

    e poi volete mettere l’ esperienza e l’ autostima che vengono a crescere,
    facendola andare avanti in ogni torneo, fino a trovare le migliori,
    ma magari dopo qualche match nelle gambe?
    o vogliamo parlare di quella miseria di punti e soldi che si puo’ raccogliere nelle qualificazioni di un premier?
    o vogliamo parlare del fatto che Camila ha spesso dimostrato di non gradire le qualificazioni?
    che poi non saranno sempre qualificazioni…
    non dimentichiamo che a Brisbane, Camila ha rischiato l’ accesso diretto…

    seppur fatta da uno che di tennis è solo appassionato, io la mia programmazione l’ ho illustrata a grandi linee, includendo possibilita’ e percorsi.

    tu e qualcun’ altro utente, se potete, spiegatemi da qui a W che tipo di programma si puo’ fare, per conquistare i punti necessari, basandosi ESCLUSIVAMENTE sui Premier…
    pardon… sulle QUALIFICAZIONI nei Premier. visto che al massimo prendi 20 / 30 punti, sempre arrivando in fondo alle quali.
    questo a parer mio, non è arrivare a difendere il bottino di Wimbledon.
    è solo cercare di rimanere a galla…

    approfitto per ringraziare T.O. per la sua pacatezza sempre rivolta nei miei confronti, che continuo ad apprezzare.
    ringrazio anche Tafanus per l’ intervento nei confronti di Cristian, che tuttavia non era necessario, in quanto tra me e Cristian ci siamo gia’ chiariti…

    quanto al doppio, spero che almeno portino a casa 1 game per set, sarebbe gia’ tantissimo.

    tornero’ volentieri a dialogare con voi, ma da oggi lo faro’ solo in modo mirato.

  331. TEUS by TEUS

    Grazie per le info. Non so se riuscirò a seguire il match ma farò il possibile.
    Certo che se c’è un incontro in cui Camila può tirare tutto avendo poco da perdere è proprio questo.

  332. by Tafanus

    In FED si convocano 4 giocatrici. Se se ne vogliono di più, possono essere invitate come ospiti, non iscritte a cartellino. Le convocazioni saranno comunicate ufficialmente al più tardi entro il 29 gennaio.

    Flavia si sta allenando, e conta di riprendere col torneo di Bogotà il 18 Gennaio. Sarà probabilmente a Rimini solo come tifosa e supporter. L’ho sentita molto carica, e la cosa lascia sperare bene

  333. by Tafanus

    P.S.: Il Player copre la Laver Arena e la Hisense Arena, coperti da Eurosport su Sky. Il Player “PUO'” coprire ( e fino a stanotte lo ha fatto) sette campi: le tre arenas, più il 2, 3, 6 e otto. Ma sulla programmazione di stanotte non vedo ancora quali campi saranno coperti.

  334. by Tafanus

    Teus, ho pubblicato gli orari presunti degli incontri che ci possono interessare. Giorgi non prima delle 6:00. Campo non coperto da Eurosport, ma da eurosport-player (in vendita a 3,90 € per un mese),

    Trovi le varie forme di abbonamento al player Mensile o annuale, (solo PC o anche “all-systems) su questo link (sempre che passi il commento col link)

    http://www.eurosportplayer.it/offers-product.shtml

  335. by Stefano

    Ieri sera la Schiavone ha perso in coppia con la Hercog.
    Ma perchè se Francesca era in cerca di una compagna per il doppio non si è accordata con Cami?
    Amicizie? Vecchi accordi?
    Dai, su, è proprio in momenti come questi che un po’ di sano gioco di squadra potrebbe servire a ritrovare un po’ di fiducia.
    Io, per la Fed Cup, fossi in Corrado, convocherei tutte: Errani, Vinci, Giorgi, Schiavone, Knapp … e pure la Pennetta (anche se non può ancora tenere il ritmo partita sarebbe comunque utile il suo contributo in allenamento).

  336. by t.o.

    @TEUS il campo dove giocano è coperto dalle telecamere. dovrebbero giocare verso le 5 di mattino. se non c’è eurosport (ma non credo) lo trovi qui : http://www.wiziwig.tv/broadcast.php?matchid=185983&part=sports
    Speriamo che Serena giochi……..altrimenti sono solo 5000$ in più ….ma vuoi mettere la soddisfazione che si perde………

  337. by t.o.

    Se non altro la giornata di ieri ha visto un solo italiano (una) uscire di scena. Francesca in doppio con la hercog.
    Le tre coppie italiane e mezza (anche Bracciali con il ceco) in doppio maschile sono passate tutte al 2° (strada chiusa al 3° solo per Cipolla Seppi) . Le nostre regine dopo un primo set di rodaggio hanno chiuso in un eloquente 6-2. Hanno bei punti da difendere qui in australia.
    Fa piacere e dispiace nello stesso tempo il successo netto della Keys e quello ugualmente netto (anche se al 3°) della Watson. Due atlete che Camila poche settimane fa ha dimostrato di poter agevolmente gestire vanno al 3° turno. La regola transitiva non vale ma comunque da da pensare. Vediamo come va Camila stanotte. Se giocare senza l’assillo del risultato le scioglie il braccio. Vediamo come risponde ai servizi di Serena….sono tutte indicazioni preziose e finalmente ognuno di noi potrà giudicare con i propri occhi…..

  338. TEUS by TEUS

    Affronterà le Williams sempre se Serena scenderà in campo dopo il singolo. Qualche dubbio c’è.
    Qualcuno sa se l’incontro sarà trasmesso da eurosport?

  339. by t.o.

    Portare a casa un servizio di Camila e togliere un servizio a Serena…..Sarebbe sufficiente.
    Quello che invece voglio vedere è questo cavolo di servizio nuovo. Finalmente la rivedremo giocare. in una partita dove veramente non ha niente da perdere………

  340. Hector by Hector

    Vai Camila, puoi solo migliorare rispetto all’unico precedente!

Leave a Reply