Tag: Classifiche

WTA Charleston, Camila supera in due set Soler-Espinosa

Vittoria senza grossi patemi per Camila Giorgi all’esordio nel torneo Premier di Charleston, terra verde in South Carolina.

La tennista di Macerata ha avuto ragione in due set piuttosto rapidi della spagnola Silvia Soler-Espinosa, proveniente dalle qualificazioni. Primo set a senso unico dopo un inizio zoppicante in cui Camila cede subito il servizio, ma poi è brava a conquistarsi sei giochi di fila a colpi di vincenti.

Nel secondo set calano le percentuali al servizio e dall’1-1 inizia una girandola di break e controbreak. Quello decisivo è però di Camila, che poi conferma i due successivi turni di battuta e approda al secondo turno, dove troverà Daria Gavrilova che ha superato in tre set in rimonta Ons Jabeur.

WTA Dubai, Camila costretta al ritiro

Nel primo turno delle qualificazioni del ricco torneo Premier di Dubai, Camila ha superato per 6-2 6-3 Nao Hibino, giapponese numero 90 del ranking WTA. Al secondo turno se la vedrà con la russa Sofya Zhuk, 18enne numero 145 del mondo vincitrice tre stagioni fa del torneo juniores di Wimbledon.

Ecco il tabellino del match:

Camila è stata poi costretta al ritiro durante il match con Sofya Zhuk, diciottenne numero 145 del ranking mondiale, quando si trovava avanti di un set (6-4) e sul 3-4 ma con servizio a favore nel secondo set.

Australian Open, Camila cede in tre set alla Barty

Finisce al secondo turno l’Australian Open di Camila, battuta in rimonta 5-7, 6-4 6-1 dall’australiana Barty. Match condizionato, nel parziale decisivo, da un problema alla gamba sinistra che ha impedito all’italiana di sprigionare tutta la sua reattività e potenza.

Finché Camila è stata in partita, c’è stato di che divertirsi all’interno della Rod Laver Arena, con il pubblico di casa che si è trovato spesso ad applaudire i vincenti della Giorgi.

Primo set equilibratissimo, Camila scappa una prima volta sul 5-3, va a servire per il set sul 5-4 ma cede la battuta senza costruirsi occasioni per chiudere il primo parziale. Altro break immediato e alla terza occasione dopo essere stata 40-15, l’italiana si porta avanti per 7-5.

 

Il secondo set è molto più incerto, stavolta è la Barty ad andare avanti per due volte di un break, ma per due volte Camila rimonta immediatamente. Sul 4-5 però Camila va 0-40, annulla due set point ma cede al terzo.

Il set decisivo è condizionato pesantemente dai problemi di mobilità di Camila dovuti ad un fastidio alla gamba sinistra. Cami rende onore al match e al palcoscenico fino alla fine, ma è la Barty a passare al terzo turno con il punteggio di 6-1.

Camila torna dalla trasferta in Cina-Australia con uno score di 3 sconfitte e 7 vittorie, mentre da lunedì rientrerà ufficialmente almeno tra le prime 70 al mondo.

Cami si ferma in semifinale a Sydney. Ora rotta su Melbourne

Si ferma in semifinale la stupenda corsa di Camila Giorgi al torneo Premier di Sydney, battuta in due set dalla tedesca Angelique Kerber con il punteggio di 6-2 6-3. Per la tedesca si tratta dell’ottava vittoria in stagione, senza sconfitte.

Camila ha le sue occasioni sia nel primo che nel secondo set – dove sale anche 3-0 – ma resta un’ottima settimana in cui la tennista di Macerata ha collezionato vittorie e punti importanti in ottica ranking.

 


Il prossimo appuntamento sarà a Melbourne per gli Australian Open, primo torneo dello Slam della stagione. Al primo turno Cami troverà una giocatrice proveniente dalle qualificazioni che, qualora la pioggia non dovesse tornare a fermare il programma, dovrebbero concludersi nella notte.

 

Il percorso di Camila Giorgi a Sydney

Bentornati su CamilaGiorgi.it! Dopo un periodo di attesa in cui grafica e contenuti sono stati aggiornati, è tornato online il sito ufficiale di Camila Giorgi. E tante novità ancora vi attendono.

Nel frattempo però Cami non si è certo fermata. Gli ultimi 7 giorni in Australia sono stati piuttosto intensi: nel caso in cui vi foste persi qualcosa, ecco un breve riassunto delle puntate precedenti!

A Sydney, torneo di categoria Premier, Camila parte dalle qualificazioni: la wild card locale Olivia Tjandramulia e la giapponese Shuko Aoyama, che la seguono nel ranking, solo all’apparenza possono sembrare partite scontate per una Cami al rientro dopo un fastidioso stop di quattro mesi.

Nel turno decisivo delle qualificazioni il livello inevitabilmente si alza e tra Camila e il main draw si presenta la tedesca Carina Wittoheft, forte di un record di due vittorie in altrettanti precedenti con la tennista di Macerata: cambia l’avversaria ma non il risultato e Cami colleziona la terza vittoria consecutiva in due set.

All’esordio nel tabellone principale c’è Sloane Stephens, testa di serie numero 6 e numero 13 del mondo, campionessa degli US Open in carica. C’è partita per pochi games, fino al 2-2 del primo set, poi Cami prende il largo e chiude con un 6-3 6-0 giocando dei punti… “bellissimi”

Da campionessa Slam a doppia campionessa Slam. Al secondo turno ecco Petra Kvitova ed ecco un primo turning point del torneo fin qui. Sul 4-5 Camila manca tre set point e nel turno successivo cede la battuta. Petra va a servire per il set ma Cami reagisce così

Si va al tiebreak, combattutissimo, da cui Camila esce vincitrice

Nel secondo set l’italiana prende il largo e si regala i quarti di finale del Sydney International

E arriviamo a oggi, contro la polacca Agnieszka Radwanska. Camila sciorina un tennis d’attacco che irretisce le trame della ex numero 2 del mondo e regala al pubblico presente sul campo centrale ben 33 vincenti in 15 games

L’appuntamento è per domani, non prima delle 9 ora italiana: dall’altra parte della rete, a contendere a Camila la prima finale Premier in carriera, ci sarà Angelique Kerber.

Forza Cami!