WTA Praga, Camila supera al primo turno Marta Kostyuk: ora avrà Elise Mertens

Buon esordio per Camila al torneo di Praga, dove ha superato al primo turno l’ucraina Marta Kostyuk, diciottenne proveniente dalle qualificazioni e numero 140 del ranking WTA, con il punteggio di 4-6 6-2 7-6.
Al secondo turno Camila se la vedrà con Elise Mertens, che ha sconfitto l’altra italiana Jasmine Paolini. La belga, numero 23 del mondo ha superato Camila nell’unico precedente, giocato lo scorso anno a Osaka.

146 comments

  1. Ragazzi, gli errori si possono fare, ogni tanto capita una partita storta, ma a tutto c’è un limite…. Una volta Djokovic fece 100 gratuiti in un match Slam e dopo, in conferenza stampa, giustamente rideva di sé stesso. Serena dopo un match con oltre 40 gratuiti disse che non era professionale fare così tanti errori…. Oggi indubbiamente si sono superati certi limiti, però se Camila è contenta della sua carriera, faccia pure, la vita è sua. Noi tifosi, si sa, siamo per definizione incontentabili….

  2. E va beh, su, la sua carriera non è finita qua, dovrà arrivare pure il mese di una vera affermazione. Io ci credo, lei penso pure, gli altri qui dentro pure, però con certe programmazioni più calibrate (ire per gradus ad Parnasum) e meno ambiziose si poteva costruire una carriera più pertinente alla qualità tennistica dell’atleta. Fognini ha lasciato Davin perchè, secondo lui, lo aveva troppo incanalato sui 250 facendolo cimentare meno nei tornei maggiori. Cami forse doveva, negli anni passati, avvicinarsi ai premier dopo essersi rodata in più tornei di fascia inferiore. Ma questa è un’ipotesi, magari la verità del mancato raggiungimento dei piani alti è diversa, e solo lei e il padre la conoscono.

  3. Oggi, come ieri, è stata più che altro un’esibizione di colpi, molti bellissimi, moltissimi completamente sbagliati, per giunta senza un criterio valido. Lo avevo scritto sei anni fa, poi ho rispettato le scelte, però se Camila potesse disporre di qualcuno in grado di disciplinarla, spiegandole che gioca per vincere e non solo per fare il suo gioco, probabilmente i risultati sarebbero migliori.
    Oggi sono proprio deluso, già lo ero ieri, avevo digerito male anche il match con Ferro. Crea situazioni favorevoli a ripetizione per poi rovinarle con scelte sbagliate.
    Mah, se Sergio non può seguirla, non c’è proprio nessun altro, o altra?

    1. Si, è una sconfitta che ricorda quelle con la Sakkari, Camila che proprio non riesce a disciplinare nessuna fase del suo gioco. Del resto quando uno legge 16 vincenti a 6 e l’altra vince, si capisce già come è andato l’incontro. Mica Cami era sempre stata in difficoltà per i recuperi della Mertens. Dritti e rovesci buttati, voleè sbagliate, risposte di nuovo sui teloni, servizio ora a mille ora a zero. Più che discontinuo oggi il suo tennsi era frammentato. E si che si era trovata avanti due a zero e che aveva spesso avuto la palla game. Purtroppo si vince con la testa al posto giusto nel momento giusto. Può anche darsi però che alla sesta partita sul rosso in così pochi giorni, avendo sprecato molta adrenalina per riprendere le partite, davvero avesse bisogno di riposo mentale.

    2. Ancora con questa pugnetta?!
      Ma cosa credi che a quasi 29 anni non si renda conto da sola delle scempiaggini che connette?
      Ma credi che un qualunque coach professionista potrebbe resistere pi3 di due/tre partite con una testa cone questa?
      Oggi, settimo game del primo set e sesto del secondo, se non significano che doveva andare a prendere l’aereo per New York o (speriamo di no) un problema fisico, sono I NC O N C E PI BI LI.

      1. Sesto game del secondo, da 0-40 a 40-40, oltretutto dopo quel settimo game del primo set, per la prima volta dopo anni ho smesso di vedere il match.
        Che vuol dire l’adrenalina? Cone ci sei arrivata a 0-40? Quella che regala è lei, non le altre!
        Allora non ci vai a Praga e vai direttamente a JFK!

        1. Hai visto Serana con Pera ieri? Serena era nei guai, giocava male, ma, anzichè mettersi ha estremizzare i colpi cercando punti veloci, ha accettato di scambiare più in sicurezza e via via ha ritrovato il suo gioco, servizio compreso. Sinceramente, se vedi che il tuo colpo più sicuro non funziona, non penso proprio che forzandolo ancora di più tu possa riportarlo a regime. Comunque oggi anche le gambe giravano meno del solito, quando era Cami a dover fare i recuperi sbagliava quasi sempre lei, cosa che, di solito, non è, appunto, da lei. La bellezza e il virtuosismo sono come sempre a braccetto con Camila, la saggezza invece non vuole ancora venire. Non ha più molto senso continuare ad affrontare certi match quasi fosse una teen-ager. Lo ha visto pure una settimana fa che, se fa più la disciplinata, alla fine le partite le vince o le mette comunque sulla lotta. Ci manca solo che la Mertens perda al prossimo turno con una qualsiasi. Se si rincontreranno nei prossimi tornei, la Mertens scenderà in campo sicura di vincere, e invece devi dar loro l’idea che non sarà per niente facile riuscirla a spuntare.

      2. Infatti non è il coach, è proprio lei che si mette pressione addosso, cosa non proprio salubre quando hai anche un’avversaria che cerca di mettertene lei. Con la Wang aveva accettato lo scambio senza cercare a tutti i costi di spondare in uno due colpi, con la regina delle difese, la Kerber, alla fine qualche partita lottata l’ha fatta. Anche oggi tanti game 40-0 o 15 e dopo 3 prime ecco un df o tre seconde all’atto di concludere. Ieri Serena, al solito, s’è tirata fuori dalla buca cominciando a servire meglio, Cami al primo intoppo c’i si è calata da sola giocando sempre peggio. La Mertens ha variato? Io ho vistto sei o sette rovesci in back, molte palle al cielo perchè non poteva giocarle in altro modo, ma trovo inutile picchiare su una palla che sai che ti crea problemi. Rimettila e riprendi il palleggio, mica la Mertens è bionica, colpo dopo colpo dovrà pure arrivare senza ossigeno. Sai che ti dico: fifa, e pure tanta. Dopo il primo contro-break deve aver pensato che poteva perderla.

  4. Fossi Gasperini convocherei Camila in extremis per il match di quarti di finale di Champions League contro il PSG… Metti che stasera l’Atalanta va ai rigori….una rigorista come Camila potrebbe far comodo… 🙂 🙂 🙂 🙂 🙂

    1. Eh bravo, io come tifoso dell’Atalanta, dico di no . Camila come sappiamo sbaglia proprio sui …..rigori ( cit telecronista : questo proprio non poteva sb agliarlo) 🙂 🙂 🙂

    1. Cami ancora non è capace di giocare bene 2 tornei di fila. Oggi, bisogna dirlo, è stata davvero un disastro, penso sia addirittura contenta che sia finita.
      E’ quello che le è sempre mancato per essere quella campionessa che doveva essere. Il suo tennis troppo spesso è al di là della sua capacità di stargli dietro con la forza d’animo. ha giocato tanti terzi set nell’ultimo periodo proprio per questo, le uscite improvvise dai match. Oggi l’errore, secondo me, è stato nel non accettare le limitazioni odierne, anzichè adattarsi ad esse ha cercato di bypassarle esasperandole, col risultato che abbiamo visto. Non era manco sudato l’abitino, aveva un’esplosività spaventosa, ma controllo zero. Quel rovescino da mettere di là con l’altra sulla sedia dell’arbitro e mandato fuori dimostra che ha giocato il match con l’ansia di non potercela fare, alla lunga, se non chiudeva presto il punto. Mertens ha giocato meglio di lei, s’è difesa bene, ma alla fine ti puoi difendere quanto vuoi, se l’altra non regala perdi.
      E adesso non lo so. Ho pensato che questo dittico sul mattone tritato fosse in funzione di avvicinamento a Roma e Parigi; non so se andrà in America, anche perchè pure lì mi pare che non ci stiano capendo nulla. La decisione sui doppisti di oggi ha del ridicolo. Scelti sulla base del ranking?
      Il doppio è il risultato della bontà della coppia, non è una somma del ranking di 2 individualità. Mi pare che il mondo del tennis sia veramente allo sbando, quest’anno.

  5. No su, oggi proprio non ci ha capito niente, non ha trovato mai il bandolo della matassa. Ha solo tentato la strada della potenza, ma no siamo sul veloce. Poi il rovescio oggi è stata una vera piaga. Dopo i primi due games della partita è stata una miniera di punti per l’altra. Stavolta non la capisco, perso per perso, vedendo che non ci fai che raramente punti diretti, prova a rischiarlo di meno, cerca angolazioni e non sassate. Ma non c’è la testa. Perdi pure con la Mertens, non è mica un disonore, ma non così.

    1. Beh, anche qui in effetti. Anzichè mettere di là in lungolinea una palletta, gliela tiri dove si è rialzata. Cami gioca un po’ troppo di reazione, dovrebbe provare, stavolta, a pensare un poco di più, in alcuni punti. Non l’ho ancora vista accettare un vero palleggio con l’altra, chissà come andrebbe qualche punto.

      1. Difficile da commentare la partita di oggi… Non ci ho capito nulla, tutti questi errori di rovescio. Non so se è solo stanchezza per le tante partite giocate in pochi giorni e sappiamo che Camila non è una maratoneta ma oggi contro la Belga mi sarei aspettato una sconfitta ma non una resa senza condizioni. Vediamo cosa vorrà fare adesso se fare Cincinnati o solo NY….

  6. Set andato, penso che ci siano stati almeno 10 errori più che evitabili su palle la cui conclusione era, per lei, molto semplice. Vediamo adesso se riprende il controllo della sua infinita potenza e, se ricapitano quelle palle, non tenta di chiuderle solo tentando di far sembrare il terreno un campo di guerra. Comunque ho visto che ha molta elevazione in quell’appoggio aereo. Le donne di solito non fanno quel movimento.

    1. beh, il tabellino dello score dice tutto. L’inizio di secondo set dovrebbe aver fatto capire che pure tradendo il suo matrimonio con le righe ne ha abbastanza per superare la Mertens.

      1. Mostruosa quanto ti pare, ma se si fosse fidata a tirare i lungolinea e non avesse sbagliato nel game due rovesci d’attacco Cami vinceva il game. Oggi che il dritto va bene, non ha il solito rovescio.

        1. Su, per ora c’è solo mezza Giorgi. Non l’ho mai vista fare tutti questi errori di rovescio. Vediamo se riprende la sensazione del colpo. Sta giocando davvero male, anche la bellezza dei vincenti è inferiore alla bruttezza degli errori.

  7. Tranquilli è tutto secondo i piani.. Vi spiego come funziona…. Fai vincere l’avversaria il primo ma non di molto… Diciamo 6-4…poi nel secondo la fai andare avanti di un break… Quella crede di avere il match in pugno e si illude… Utile magari annullare qualche match point per dare ancora più frustrazione all’avversaria… Per poi trionfare 15-13 al tiebreak del terzo…. 🙂

  8. Tranquilli ho capito! È una tattica.. Spalluto ha detto che quando Camila vince il primo set poi non vince quasi mai….. Camila lo sa… Giusto far vincere il primo alla Mertens per farla illudere….

    1. Guarda che se non registra il rovescio si fa davvero dura, è il cardine di almeno il 50% del suo gioco. Purtroppo per ora si sta meritando le critiche che spesso le fanno. Guarda qui, sarà il 6 errore consecutivo di rovescio senza che sia pressata veramente.

    1. Il piano eliminazione iscritti continua imperterrito. Ma qualche colpo estremizzarlo meno, qua e là proprio non si può? Mi pare come furibonda, oggi, quasi volesse spaccare la Mertens, però non essendo precisa non ci riesce, e si sta come overclockando.

  9. Ma ti pare possibile che lei debba prendersi tutti i punti di suo, e le altre invece averne sempre almeno il 30% gratis.
    Il fallo di piede c’era stavolta, anche se ormai quasi mai, potrebbero pure toglierne la regola.

      1. però dai, lo sa che su quelle palle è facile l’errore, dai meno potenza al dritto. Alla fine si trova una soluzione intermedia per un colpo su cui non sei sicura.

      1. Anche Mertens comunque usa la tattica palla alla luna, quando non sa come risolvere il punto. Un servizio era a 191, e dalle immagini la velocità mi è parsa reale. Che il polso non le faccia male, con tutte queste martellate che tira, lo direi sicuro.

    1. eh si, è prevista per le 15:00. Io farei una petizione alla wta, in tutti i tornei Cami messa sempre sul centrale primo incontro, sempre! Le attese quando la mettono tardi mi snervano.

    1. guarda livetennis.eu. Hanno spiegato che su livetennis.it usano un algoritmo tarato sulle regole dell’anno scorso che non è stato ancora adattato al regolamento eccezionale di quest’anno.

  10. Petra, ma il piano b,c e d tanto strombazzato su Supertennis perchè non l’hai applicato??????
    Risposta ovvia, non è che tentare cinque o sei varianti sia un piano tattico, al massimo si può definire un tentativo, un po’ come la favola del back di rovescio o del pallonetto, che sono una cosa pregevole quando offensivi, una noia mortale quando solo difensivi. Comunque non capisco perchè una che anche vincendo il torneo non guadagnerebbe nulla, in più giocando acciaccata rischia di procurarsi un infortunio serio sia scesa in campo a Praga. Forse denaro sottobanco per la partecipazioe, Boh. Dall’altra parte se Karolina è flemmatica, Kri nel gioco mi pare addirittura indolente. Per ora, di tutte le giocatrici che ho visto (compreso uno sguardo a Lexington) quelle che giocano meglio mi sono sembrate proprio Ferro, Cami e Djana. Le altre poca cosa, e molto discontinue pure loro.

  11. Ed eccoci arrivati al match più importante del torneo. Ieri ha faticato a battere la giovane Marta. È sempre divertente vederla affrontare queste ragazzine che sicuramente la rispettano e la considerano una vera maestra, una coraggiosa rivoluzionaria, ma che pure odiano perché più bella di loro, più naturale di loro, più estrema di loro, e che vogliono battere a tutti i costi, con le unghie e coi nervi. È bello vedere come Cami resiste, sparacchia, sembra che crolli, poi si ripiglia, e le costringe all’aeroporto col reato di lesa maestà. Oggi è più insidiosa la partita, si gioca contro una che ha cervello, che aspetta i tuoi errori, accumula punti facili, una modesta per cui conta solo vincere, una che sa di essere più scarsa ma spera le verrà regalata nuovamente la vittoria. Che Cami si troverà di fronte? Credo e spero nella Cami degli ultimi tempi, che pur rimanendo estremamente sconsiderata (‘dissennata’ la definì l’orrendo telecronista Rai) in qualche sua scelta, sembra che rifiuti di uscire dal campo sconfitta da un’avversaria che non ha avuto il benché minimo merito, per cui lotta e prova a cambiare ritmo e angoli a seconda di come si mette la partita. Sono curioso, mi piace, la ‘nuova’ Cami che non vuole perdere più tempo.

    1. … una modesta… che sa di essere più scarsa… Mertens? In che senso?
      In altro sito, un noto utente evidenzia come Martens abbia uno score di 7-0 con le italiane che ha incontrato, e come dice lui… “SAREBBE ORA DI FINIAMOLA!

      1. Modesta, onesta, dimenticabile, non baciata dalla grazia celeste…ma con una buona battuta, per carità, che speriamo oggi non le entri troppo spesso, e in risposta della quale Cami spero concentri la sua voglia di vincere.

  12. Ieri pomeriggio ho sentito per telefono un mio amico appassionato di tennis, e gli ho detto che stava giocando la Giorgi, che purtroppo aveva appena perso il primo set. Lui si è sintonizzato su Supertennis proprio all’inizio del secondo set e dopo alcuni punti non riusciva proprio a capire come Camila avesse potuto perdere il primo set contro una ragazzina che tirava così piano.
    Si possono fare tutte le analisi tecniche che si vogliono, ma è davvero un mistero capire perché il gioco di Camila a volte è una sequela di errori/orrori gratuiti e a volte invece è tremendamente efficace. Poi però vedi Simona Halep vincere il primo set 6-1 contro una giocatrice esperta, ma a lei nettamente inferiore come Polona Heecog, e poi subire un parziale di 6 giochi a zero nel secondo, per poi vincere al tie break nel terzo e allora pensi, chissà cosa succede nella mente di queste ragazze quando giocano a tennis?
    Certamente Simona era all’esordio dopo il lockdown, però ho visto il suo match fino all’inizio del terzo set, quando Supertennis ha interrotto il collegamento per trasmettere il match di Camila (complimenti a Supertennis per questa scelta) ed è altrettanto inspiegabile che una giocatrice così solida come lei si perda totalmente dopo un set vinto così facilmente.
    Speriamo che Camila riesca oggi ad avere un rendimento efficace del suo gioco non soltanto per un set. Lo so che è difficile, ma l’unico modo per prevalere contro giocatrici come la Mertens è giocare tutti i game e tutti i punti con la massima concentrazione e attenzione, sapendo che ogni errore (anche i doppi falli) va ad aumentare il punteggio dell’avversaria, che è già forte di suo e non si limiterà ad aspettare gli errori di Camila, ma farà anche punti diretti con il suo gioco. E siccome in ogni game i punti sono solo 4 (salvo i vantaggi) se cominciamo a fare due o tre errori gratuiti a game, chiaramente ci sarà poco da fare……

            1. Dai, siamo italiani, ora è mamma, e in Italia la mamma non si tocca. Lo sai che la partita persa con Ana è quella che sempre ricordo con più amaro in bocca. Cami era nettamente superiore, sia tecnicamente che atleticamente quel giorno, purtroppo ad un certo punto è andata via di testa. Poteva darle una stesa come nel primo set, e invece…..

  13. Guardando il tabellone, si potrebbe pensare che, superata la Mertens, l’unico ostacolo fra Cami e la finale sia Cami stessa. Non penso che Martic, che sta giocando in condizioni fisiche non proprio brillanti possa poi far molto contro Cami.
    Altra notazione, emersa con chiarezza dalle ultime partite, è che, forse per la nuova racchetta, la potenza dei colpi di Camila è tale che, a parte Yastrems’ka, tutte le altre gladiatrici sono spesso obbligate ad alzare topponi per metterla in difficoltà. E’ già il 4 incontro in cui vedo che la loro unica strategia, quando vedono che di ritmo non ce la fanno, è questa. Con un po’ di attenzione però anche questa soluzione è destinata a divenire inefficace, come lo fu a suo tempo il ricorso al back da parte di Aga o Sevastova. Devo dire che sono abbastanza curioso di vedere il tennis di Cami sul rosso di Roma e Parigi. Se non interviene qualche lieve disturbo fisico, che nello sport è sempre dietro l’angolo, mi sa che assisteremo ad un tennis spettacolare. Agassi mica era una schiappa sul mattone tritato, anche se il suo non era un gioco attendista con fasi interlocutorie.

    1. Bisogna pensare un match alla volta. Pensa che quando guardo un match di Camila non mi rilasso neanche se è in vantaggio 4-1 pesante (cioè con due break di vantaggio). Con Camila sei tranquillo solo dopo l’ultimo punto, quando il giudice di sedia dice: game set and match Giorgi.

      1. Guarda, io neanche sul 5-1. Ogni volta che vedo il numero 5 tremo. Dovrebbero, nei match di Cami, saltarlo direttamente nella numerazione. Cami va 5-1, diamole direttamente il 6-1 😉
        Scherzi a parte, quante partite importanti ha perso servendo per il match appunto 5 a qualcosa.

  14. per fortuna è andata…ennesimo finale al cardiopalma…

    camila ha giocato male…troppe risposte sbagliate ( mica serviva serena) una valanga di gratuiti..vorrei sapere cosa le passa per la testa quando gioca così..

    di positivo c’è la vittoria ( vincere giocando male è un segno di esperienza e maturità)

    tuttavia,come ho scritto anche dopo il match con ferro,finchè non aggiungerà altre soluzioni, perderà( come è successo molte volte) la maggior parte di queste partite contro giocatrici che fanno muro

    vamoooooooooooss ! camila…..

  15. Fra poco avrà trent’anni. Con i suoi alti e bassi può stare facilmente, se sta bene, fra le prime trenta al mondo. Ma lei, chiaramente, vuole di più e quindi deve cambiare la strategia di gioco. O stabilizza il suo gioco dal fondo o scende a rete. Dal fondo giocano tutto noiosamente uguale, io preferirei venisse a rete. Ma non c’è più molto tempo e veramente siamo un po’ stufi di certe difese ad oltranza che non servono a nulla se non a farla perseverare nelle scelte sbagliate. Ma qualcuno gliele legge mai le percentuali di risposta sulla seconda dell’avversaria ?

    1. E’ vero, per ora a rete fa solo casini ma, nonostante tutto, penso sia lo sviluppo naturale del suo gioco. Se Sergio le insegna 1) A scegliere il tempo della discesa 2) A guardare dove è l’avversaria 3) A non fare più sbracciate ma volèe ( nel circuito maschile quante sbracciate si vedono ?)

      1. Solo casini mica tanto. Ok, ha sbagliato una voleè, ma quello succede pure a Fognini e Federer, che le voleè le sanno giocare. Ricorda fra le tante, quelle giocate a Palermo, difficilissime e definitive. Cami non ha l’apertura alare di una Pliskova, la sua copertura di rete è relativa per cui quando va a cercarsi la voleè deve piazzare un colpo d’attacco con molta attenzione. Io, lo riaffermo, vorrei vederla giocare il doppio misto nei tornei dello slam, sono sicuro che sarebbe fantastica, con le sue aperture minime e i suoi riflessi. Doppio femminile no, perchè quello che si pratica ora è solo gioco da fondo con occasionali parate a rete, per cui non è un vero doppio.
        Ma Federer non potrebbe avanzare una proposta? Non penso che Cami gli direbbe di no (mmm, però ci sarebbe l’ostacolo Mirka da superare).

    1. Visto che il virus ha danneggiato tutte, perché non si è potuto giocare per mesi, è impossibile stabilire oggettivamente chi sia la più brava quest’anno. È invece possibile dire chi sia la più bella, perciò la WTA dovrebbe pubblicare una classifica per il 2020 basata sulla sola avvenenza delle atlete e lì sì che saremmo in top 10…. Ma che dico? …. certamente in top 3! 🙂

      1. ….in questo hai ragione c’è un video con le 10 più belle e mette al primo la tua Ana…poi Maria…poi Camila…poi sorana…krilienko…carolina…Julia…non so che criteri di valutazione usi…ma mi sembra un ranking “onesto”… 🙂 🙂

            1. beh, pure prima era un’eterna finale fra lei e Ana. Non sono solo belle, sono pure realmente femminili e sempre curate dalla testa ai piedi. Pensa solo a come camminano quando vanno a sedersi a bordo campo. Le altre strascicano, loro incedono. Lo sport femminile non dovrebbe mai diventare gara maschile in gonnella, come spesso succede adesso con la mania dell’ipertrofia muscolare e delle spalle alla robocop.

  16. E’ già stato detto dell’indubbio particolare attaccamento di Camila per il Torneo di Praga, questa è la quinta partecipazione con risultati in crescendo, la prima con eliminazione all’esordio, la seconda e la la terza con il raggiungimento dei quarti, la quarta la semifinale, la quinta…

  17. Quando si gioca male, spesso si perde… Oggi per Camila non è stato così, ma quanti errori su colpi in cui ha avuto il tempo e il modo di decidere che cosa fare! Troppi, veramente; se però in una situazione così riesce a battere una Kostyuk, be’, c’è da sperare!
    Alé Cami!

    1. Come 95? Tenendo presente che davanti ha la Navarro, che doveva ritirarsi a Madrid, è 70 ma, in pratica, 69. E’ in una fascia in cui in poco più di 100 punti ci sono molte giocatrici; poi più salirà di classifica e più ne occorreranno per cambiare di posizione. C’è anche il fatto che nessuna scarta quello che di buono ha fatto un anno fa, ma Cami, per lo meno, può solo aggiungere punti con USO, Roma e Parigi. Non so se andrà a Cincinnati new yorkese, visto che sulle sue intenzioni future per l’America non si è fatta sfuggire neanche un accenno. Magari to lo sa…..

        1. ….tanto qualunque cosa decida andrà bene. Comunque adesso le partite non le butta più via, per estrometterla devono spararle col bazooka, e sperare che lei si metta sulla traiettoria del proiettile. Non vorrei che alla fine tutti questi sforzi di recupero finissero per temprare la sua resistenza alla stress da gara. Che poi è ciò che le è mancato negli anni scorsi, di colpi risolutivi ne ha fin troppi.

          1. …che quello che deciderà lei sarà la Camila 2020 è fuori di dubbio…..Chi è Camila Giorgi lo deciderà lei…
            giorno per giorno…seguendo il suo istinto e le sue sensazioni……….
            …noi siamo solo degli spettatori…..

            1. Una curiosità che ho da tempo, to, e che tu avendo visto i suoi allenamenti potresti colmarmi.
              Quando gioca spezzoni di partita in allenamento con lo sparring partner, è, come immagino io, precisissima e spaventosa nella resa dei suoi vincenti? Ho l’impressione che libera dal punteggio abbia delle sequenze da antologia del tennis “post femminile”.

              1. …io ho sempre visto Camila nei tornei. …e lì non si può parlare di Allenamento……si “affina” il colpo o i colpi che si presume serviranno di più la partita successiva…che si terrà …dopo massimo due ore.
                …a praga per esempio prima della Stosur…si è lavorato principalmente sulla risposta di dritto e di rovescio ai back che immancabilmente samantha avrebbe giocato in partita….e proprio su quel gancio a rientrare di dritto che ha giocato anche a Palermo.
                …la precisione è maggiore perche si gioca 30 40 volte lo stesso colpo fino ad automatizzarlo….ed i risultati in partita almeno in quel caso si sono visti…eccome…. così come a Dubai 2014 contro Pektovic …dove partita e allenamento hanno lavorato tutte e due solo con il dritto…
                …ho assistito solo a due allenamenti veri…a Tirrenia…con sergio a bordo campo e Silvestre di la….una seduta fu quasi solo servizi e risposta a chiudere sulle risposte……e l’altra fu una vera simulazione di partita….contro un uomo di quasi 190 cm……se la giocarono alla pari ma con palle che viaggiavano come missili. visti lì quei colpi…magari dalla sedia dell’arbitro ti fa capire come diceva DFW che guardare tennis in televisione pensando che sia tennis è come guardare un film porno pensando che sia quello… fare l’amore.
                …nel silenzio della pineta di tirrenia sentivi solo il colpo della pallina sulla racchetta che sembrava uno sparo e il sibilo della palla …
                qualche Campo più la c’erano i colleghi maschi di Camila….erano maschi…coetanei di Camila e si avvicinavano alla top 200…ma quello sparo e quel sibilo non si sentivano…….sarei stato curioso di vedere una “sfida” con Camila…ma non ho avuto quella fortuna…chi dice di averli visti giocare…dice…ma forse è una favola…che se la giocavano….
                …rispetto alla tua domanda puntuale….la differenza di resa tra allenamento e partita??? io non l’ho notata….Camila gioca contro la pallina contro le reti e contro le linee del campo…in sostanza contro la Fisica…un Calabrone che non potrebbe volare ma non lo sa…perciò vola…..a volte cade…ma si dimentica subito di essere un calabrone e ricomincia a volare….per quato….Finche si diverte…
                ciao T.o

      1. Caro rb eccoci . Ho dovuto ripetere la registrazione, avevo perso la password.
        Ho potuto vedere la partita oggi ed insomma ,vincere sul filo di lana con una ragazzina di 18 anni non è un segnale incoraggiante. Troppi errori e nuovamente la posizione in risposta molto avanti sulla seconda. Ma l’esperimento non era stato accantonato? Domani con Martens sarà un test più probante e vedremo .

  18. Grande prestazione di Camila che vince dominando. Brava così….sono le altre che devono preoccuparsi… In Belgio hanno già dichiarato lo stato di emergenza e non per il coronavirus… 🙂

    1. Diciamo che ha vinto d’esperienza…. Pensavo ad un epilogo più veloce nel terzo set ma con Camila niente è certo. Ora speriamo possa recuperare bene e velocemente che con Mertens sarà sicuramente più dura se la nostra continuerà a dispensare omaggi… E speriamo la mettano sul Centrale questa volta.

    1. Sai, mi sa che gli siamo antipatici, sotto sotto, e vuole eliminarci ad uno ad uno. Ah, dimenticavo, a me la Kostyuk non è piaciuta neanche tennisticamente. E’ nella norma delle giovani attuali, giocano tutte così, tirano tutte così. Potrebbe avere problemi di peso crescendo.

        1. Non so, mi sembrano un po’ troppe queste teen ager di talento europee, non vorrei che alla fine sia solo un incremento di potenza anticipata rispetto ad una decade fa, che poi debba nel giro di qualche anno diventare normalità. Yastremska ha capito che la chiave è l’anticipo e non solo la massa muscolare; questi altri selezionatori mi pare pensino troppo alla potenza che ti danno le dimensioni, che potrebbero però pure essere un handicap per la resistenza. Io ho visto per ora all’orizzonte solo due che escono dal coro, Anisimova e Djana, sulle altre ho bisogno di più elementi di valutazione. A parte che, con un arbitro di livello, la Kostyuk si beccava almeno un penalty game, del tutto meritato.

  19. A me l’ucraina pare sulle gambe, le sue palle vanno per lo più a metà campo. Possibile che Cami debba concedere tanti punti ad una che nel terzo set qaasi non sta giocando?

    1. Ha vinto, però non è possibile, se l’altra avesse avuto un po’ più di esperienza sarebbe passata forse lei. E il bello è che lo avrebbe fatto non combinando davvero nulla nell’ultimo set e mezzo. E’ tutto solo attenzione, niente altro, capire quando per fare il punto non serve che tirare al settanta per cento il colpo ormai definitivo. Servizio discreto, però poche prime e quindi pochi punti diretti. Credo che se trovasse nei prossimi turni percentuali attorno al 60% tutto dovrebbe essere più semplice. Comunque, per quanto s’è visto oggi, mi pare proprio che quella che tira più forte adesso sia proprio Camila. Ne ho viste tante di sue partite, ma sparare certi bolidi a questa velocità, e così spesso, è come vederla per la prima volta.

      1. …alcune previsioni si basano su “Congetture”……..leggi il termine congettura in senso Logico e Filosofico…. (cfr Cicerone e Niccolò Cusano)
        …sono previsioni fatte “in diretta”…senza nessuna altro dato sensibile…. cosa che non faccio mai….ma che se devo farla la faccio seguendo le sue regole…
        …t.o. grazie allo streaming Facebook ha occasione di notare che Camila nel cambio campo (che normalmente non viene trasmesso causa spot pubblicitari) è totalmente serena.
        …il famoso “asciugamano sul viso” compare solo gli ultimi 5/10 secondi….tutto il resto della sua concentrazione la “costruisce” guardandosi tranquillamente intorno…con uno sguardo sicuro, sereno, convinto dei suoi mezzi….non è per niente tesa…..per la mia personale esperienza “penso”….e dico “penso”… di leggere in quel particolare linguaggio del corpo…o meglio “degli occhi” un segnale che a t.o. è “conosciuto”…………Camila è assolutamente serena e convinta di avere in mano la partita……..lei sa che potrà gestire al meglio il match……lei come tutti i professionisti sa che nessuno può vincere se non fa almeno due punti di fila in due game di fila…perciò non deve difendere il match…che in linea teorica potrebbe non finire mai… (…3245 a 3243 al TB del terzo set…in teoria sarebbe possibile…..) …ma deve non permettere all’avversaria di fare due punti di fila almeno nei suoi turni di servizio…….il resto arriverà di conseguenza…..
        …il fatto che la giovane ucraina…altra Camila Girls abbia servito da dio non le ha impedito di subire il servizio di Camila non riuscendo mai a fare più di un punto ogni 3 e mai due di fila……condizione imprescindibile affinchè la “Congettura” di partenza si traduca ….e solo a Posteriori ….in una “Previsione”…
        …in genere non scrivo mai durante le partite perchè sarebbe come commentare l’indice di borsa minuto per minuto senza considerare i trend…….dalle stelle alle stalle ogni due minuti…….che poi il tifoso lo voglia fare per comunicare il suo godimento o li suo disappunto è più che legittimo …….
        …ma guardate se potete gli occhi di Camila…..lei sa che se vince un set ogni due non può perdere…e se vince un colpo ogni due non può perdere il game……
        …purtroppo capita che l’avversaria faccia lo stesso ragionamento (ce l’hanno nel dna)……….ma questa volta gli occhi di la del campo dicevano che non c’era la stessa convinzione……..in quelli di Camila si……..ho sbagliato la previsione????? (fatta sotto 4-5 al terzo)……..si!!!! L’altra ha messo quattro punti di fila…ma concentrati in un solo game….Camila ha portato a casa due suoi servizi e il TB…….tecnicamente tre giochi di fila……ho sbagliato la previsione????? in fondo no….Camila ha vinto….e convinto..ciao t.o

        1. Ti dirò, con la Mertens credo giocherà con più concentrazione. Qui poteva pure pensare che, date le categorie di differenza, alla fine avrebbe vinto lo stesso, con la belga sarà meno alti e bassi, spero. Se sarà quella del secondo set vincerà senza sè e senza ma.
          Sullo scrivere tieni anche presente che ci sono alcuni qui, che per motivi di lavoro, non possono vedere le immagini, e un commento qua e là li può aiutare più del solo livescore, che senza immagini è piuttosto ansiogeno, in partite come queste. Si poteva pensare, dal solo punteggio, che l’altra fosse di pari livello; noi vedevamo che in realtà non faceva quasi mai gioco, ma sempre Cami, nel bene o nel male, e quindi c’era margine. Non è certo stato come a Palermo nelle ultime due partite.

          1. ….mi son fatto 3 ore di Mertens a Lugano prima della partita coll’altra Belga …von e chissenefrega interrotta per pioggia dopo 5 game…e ripresa il giorno dopo con un perentorio 10 a 1 nei game per Camila……per me…con la Camila di Oggi (e per oggi intendo la Camila che vediamo da Palermo)…su terra rossa la Mertens è la meno pericolosa delle 5 incontrate fino ad oggi…..perchè????????
            ….è una Congettura… 🙂 🙂 🙂

    1. Ma ti pare possibile che Cami debba perdere tanti punti con errori su pallette innocue, che sono state rimandate di là alla bella e meglio. C’è solo un break e si può recuperare, però il punteggio prevede che per farlo occorra una sequenza di concentrazione molto lunga.

  20. ….sempre…”Il commentatore in diretta” (in questo caso un Professionista)
    “…Camila poteva angolare di più lo smash…”…..
    Angolarlo di più significa tirarlo sulla linea……
    …fosse stato tirato sulla linea e fosse uscito di un centimetro il “commentatore in diretta” arvebbe detto…..
    “…poteva angolare di meno lo smash….” lui non sbaglia mai…..lui commenta….Camila Gioca…

  21. Ma di che cosa sono fatte le fibre muscolari di Cami? Non è possibile che tiri molto più forte di una colossa che avrà almeno venti kg. più di lei e anche, data l’altezza, leve ben più lunghe. Misteri della natura.
    Però trovo ingiusto che nei paesi slavi vengano aiutate nello sviluppo tennistico solo ragazze gigantesche. A parte Gavrilova, sono anni che non ricordo una giocatrice non dico piccola, ma semplicemente normale di struttura. Pare un pollaio, sono tutte uguali.

      1. Finita la partita, ok. Per ora appena uscito da una fossa, sto cominciando a considerare riscenderci. Intanto ho una proposta: mettetele un bavaglio. Andrebbe sanzionata, in verità, il regolamento parla chiaro.

    1. Tutte uguali (non solo slave e salvo qualche eccezione) quelle delle generazioni post 2000. Le vedi quando sedute tra un gioco ed un altro: togli il viso, restano spalle da lottatore e braccia da lanciatore di peso o disco, fate voi, in copia ed incolla

      1. E’ evidentemente una selezione che fanno nelle federazioni. Supportano solo queste e le altre le lasciano a se stesse. E’ come col balletto russo, puoi essere brava come vuoi, ma se non rispetti parametri somatici rigidissimi, dopo un po’ non ti fanno più avanzare.

          1. …ma perchè continui a contarli….1…5 ….18 ……lo sa Camila quante volte deve forzare la seconda palla anche a rischio di sbagliare…….sa lei se in quel momento rispetto all’altro momento conviene o non conviene rischiare di più….ma che ne sai tu quanto gli è costato “psicologicamente” quella risposta vincente su una palla che Camila reputava sufficiente a dominare lo scambio e che non si è rivelata tale……ma che ne sai tu….ma che ne so io….
            per te se entra va bene se esce è doppio fallo….se entrano tutte e tutte ti rientrano sui denti va bene. lo stesso….almeno (…è questo almeno che mi fa imbestialire 🙂 ) non ha fatto doppio fallo…..
            …il doppio fallo….ultimo baluardo dell’orgoglio italico

  22. Per me il problema, come in quest’ultimo punto, è la fretta. In fondo poteva anche tentare il vincente alla palla successiva. Di positivo ci sarebbe che Cami può giocare molto meglio, l’ucraina penso sia al suo livello massimo (la conosco poco). Comunque è vero che quando colpisce male, davvero le parabolone le restano sempre in campo. Per ora.

  23. Pare che, quando a Marta hanno detto che doveva giocare contro Camila, si sia spaventata a tal punto che aveva chiamato un taxi per l’aeroporto di Praga…. L’ha fermata in tempo il suo allenatore, costringendola a entrare in campo… 🙂
    Sono le altre che si devono preoccupare…. 🙂

      1. Mamma mia come picchia Cami. Più prime e ci dovremmo essere. Comunque l’ucraina pure quando le palle scentrate si impennano, le rimangono dentro. Fortunata pure. Al solito, ennesimo gladiatore slavo

  24. Praga è una delle terre rosse più veloci del circuito…..ma solo il centrale….(preparato forse, negli ultimi anni per petra e per Karolina) …
    Quello dove sta giocando Camila fra un po sarà l’arenile di riccione…almeno dove le atlete mettono i piedi…. nel 2018 Camila contro la tedesca…su questo stesso campo.. scivolava ogni volta che partiva…..risultando lenta negli spostamenti laterali……vedremo…..

  25. Buongiorno. Cami a Palermo è sembrata in buona forma, felice di giocare e di riguadagnare le posizioni di classifica che le competono. A Praga ha spesso giocato bene, evidentemente le piace essere lì e vorrà starci il più possibile. Ha riposato abbastanza dall’ultimo match giocato. Mi aspetto una partita molto dura, ma sono fiducioso, non mi aspetto l’ennesima incomprensibile insopportabile ‘debacle’, ma un’ulteriore tappa di avvicinamento alla forma migliore…speriamo in bene.

    1. La Kostyuk non la conosciamo ora, è un po’ che frequenta il circuito maggiore ed è assolutamente un talento, pur avendo solo 18 anni… Senza una prestazione più che positiva si rischia seriamente di andare fuori…. Ma in realtà, conoscendo il gioco di Camila, se non gioca bene rischia un po’ contro tutte…..

Join the Conversation