WTA Palermo, Camila supera in due set Rebecca Peterson

Al rientro post lockdown, ottimo esordio per Camila al primo turno del torneo di Palermo: battuta in due set Rebecca Peterson, ventiquattrenne svedese numero 44 del ranking WTA, per 7-5 6-4. Tra le due era il terzo match dopo i due incontri dello scorso anno (vittoria di Camila a Washington e della Peterson a Wuhan per ritiro).

Al secondo turno Camila se la vedrà con la giovane slovena Kaja Juvan che, dopo le qualificazioni, ha superato a sorpresa la seconda testa di serie del torneo (e finalista dell’ultimo Roland Garros), Marketa Vondrousova.

119 comments

  1. Ho fumato 19 sigarette! Questa però è veramente disabitudine al gioco vero. Non può essere un caso che tutte le giocatrici che erano obbligate a vincere o hanno perso o faticato. Anche oggi la Mertens ha giocato da schifo o molto bene. Comunque anche noi non siamo più allenati a certi sforzi. Brrr.
    Comunque Cami attualmente è tornata 79. Può essere superata solo da una tennista dietro, se però quella vince il torneo. E per altro non è che Dodin o Yastremska giochino diversamente da lei. Games esplosivi e poi sequenze lunghe di orrori di tutti i generi, per cui chi ci dice che sia finita qui?

  2. Ho fumato 19 sigarette! Questa però è veramente disabitudine al gioco vero. Non può essere un caso che tutte le giocatrici che erano obbligate a vincere o hanno perso o faticato. Anche oggi la Mertens ha giocato da schifo o molto bene. Comunque anche noi non siamo più allenati a certi sforzi. Brrr.
    Comunque Cami attualmente è tornata 79. Può essere superata solo da una tennista dietro, se però quella vince il torneo. E per altro non è che Dodin o Yastremska giochino diversamente da lei. Games esplosivi e poi sequenze lunghe di orrori di tutti i generi, per cui chi ci dice che sia finita qui?

  3. Se solo si convincesse di quanto sia brava, per cui non è necessaria sempre e solo la perfezione per vincere….Speriamo adesso che cominci pure il servizio a darle punti facili.

  4. Dopo il df è sparita dal campo, come se non riuscisse più a sentire come dosare i colpi. Vediamo se si riprende. Comunque il suo è davvero un meccanismo di assoluta precisione, se qualcosa comincia a scricchiolare è capace di andare in blocco. Forse perde la fiducia di poter fare il suo gioco, nei giorni di poca vena. Aveva iniziato in modo spettacolare, e poi….mah. Non credo che i colpi della Juvan siano superiori a quelli di Cami, Tiè, guarda già questa prima risposta, davvero brutta e su una seconda a 120.

    1. Le manca la continuità nel game. Il servizio per ora funziona a metà, quando lo tira forte non entra; certe volte potrebbe magari aspettare prima di prendere subito rischio massimo. Per me dovrebbe provare a muovere di più la ragazza. Difende si bene, ma anche nel primo set con Marketa alla fine arrivava morta. Poi è morta da sè la Wondrousova, e la partita è cambiata.

          1. Forse il problema sono le gambe. Lei dice sempre: – Oggi erano veloci, oggi all’inizio non erano reattive etc.- Certo, magari per come per lei sono rapide, a noi sembrano sempre straordinarie, come questo passante assurdo.

          1. Beh, speriamo che ora lo pensi pure la Juvan. Alla fine l’ha messa davvero in un angolo. Certo, stare dietro ai ritmi di Cami non è facile, è riuscita a sfiancare pure la Wozniaki. E mo l’MTO, che può raffreddare Cami. Oddio, magari in questo set ha dovuto correre parecchio. Cami ha diminuito un po’ l’eccesso di km nei colpi. In fondo non c’è bisogno di tirare dritti a 150, anche 140 è fin troppo per non darti punto o vantaggio nel palleggio. La sera è pure molto umido. Se Cami passa spero che domani la mettano di giorno.

  5. Dissento dal commento, in realtà la Juvan sta facendo poco, non ne ha il tempo, Cami o fa il punto in pochi scambi o errore. Il contro-break glielo ha dato lei, un df e tre errori. Mi sa che serve che le entrino più prime veloci, perchè si distenda.

      1. Non lo faccio, ma ammetterai che adesso Cami sta esagerando con i rischi. Quante palle ha sbagliato negli ultimi tre games? E’ bastato quel df perchè arrivassero errori a iosa. Guarda qui questo dritto a metà rete, ed era in vantaggio nello scambio.

  6. La foto che precede i commenti trasmette tutta la forza, la potenza, la determinazione di Camila. Con fierezza, come un’eroina tragica, sembra guardare in faccia con occhi fermi il destino tiranno che finora l’ha ostacolata, pronta a sferrargli il colpo decisivo. Splendida, altera, fatale è matura ormai per conquistare ciò che le spetta. Il suo fisico perfetto ed asciutto potrebbe servire da modello per una statua bronzea del Pollaiolo…

      1. E’ offensivo affermare che Camila “non è. matura”, forse non sarà matura per vincere uno slam, però mi sembra molto matura e giudiziosa nel modo con il quale affronta le difficoltà della via reale. E poi non è necessario che si materializzi un Ercole di bronzo del Pollaiolo , c’è già, al Museo..

        1. Non sono mai offensivo e parlo naturalmente di maturità tennistica. Sulla vita privata non ho nè elementi nè titoli per parlare. Però percepisco molta tensione e mi piacerebbe potesse giocare più tranquilla …

  7. Bella prova della Cocciaretto, che in risposta è avanzata come Camila ma risponde, ahimè, molto meglio. Molto reattiva, nonostante la muscolatura importante; speriamo la crescita corporea sia stabilizzata perché non può permettersi di prendere altro peso. Però le premesse ci sono. Brava. Azzardiamo: mi ricorda la Andreescu.

    1. Purtroppo per lei, temo che l’altezza e il servizio, discreto ma nulla di più, non le consenta risultati all’Andreescu. Il che non impedisce di pensare che possa occupare degnamente, e per anni, una posizione stabile fra le prime 50 ed entrare nelle 30. Più che rispondere meglio direi che risponde più accorto di Cami. Ammetterai che quando anche quel fondamentale gira, le restituzioni di Camila siano terribili. Pensa a quanti rovesci strettissimi ha prodotto nella sua carriera, completamente imprendibili. Per altro io un po’ mi aspettavo che potesse battere la Vekic su terra. Che Donna sia entrata fra le prime 30 mi ha sempre stupito, per me non ha il tennis per rimanere lì, un po’ come la Bouchard, che in effetti ha ballato una sola estate. Ieri la croata ha mostrato quello che, per me, è il suo vero valore: una giocatrice di seconda fascia.

    2. Dal mio punto di vista, TUTTE le italiane attualmente ad un certo livello, Camila esclusa ovviamente, hanno e forse avranno sempre, un GROSSO problema: di regola la stagione WTA si svolge per almeno il 70% al di fuori della terra battuta (3 Slam su 4, 3 Mandatory su 4, 4 Premier5 su 5 e così via) ed Errani a parte, quasi non hanno giocato (non “vinto”, “giocato”) match di main draw al di fuori della terra battuta, sulla quale hanno pure fatto quasi per intero le loro carriere da junior in poi.
      Ed anche in quest’anno anomalo, se andiamo a vedere si rischia di giocare su terra solo Palermo, Praga, Roma e Parigi, contro i 15 già giocati ad inizio anno più Cincinnati ed US Open (85% addirittura; se si riuscirà a giocare Istanbul e Strasburgo, si resterebbe sopra il 75%).
      E comunque mentre a Palermo e Roma alcune avranno potuto avere WC, con la penuria di tornei abbiamo visto che la maggior parte non rientra nemmeno nelle quali (non sarebbero rientrate neanche a Madrid, se si fosse giocato).
      Ho sentito pure di alcuni 125.000 in fieri, staremo a vedere: mi sa tanto che anche li ci sarà la caccia delle top 100, come a Limoges l’anno scorso, e dovranno ripiegare sugli ITF: pochi punti e niente soldi.

      1. Beh, te la senti di dire che quello di Jasmine o Elisabetta sia un tennis da veloce? Tirano più delle terraiole di un tempo, ma questo adesso è norma, nessuna, tranne forse Kasatkina e Sevastova, e mettiamoci pure la Martic, gioca più un tennis che non sia almeno sostenuto. Il problema è che quelle molto in alto hanno ritmi di palleggio ben più alti di una Vekic. Cami serve molto più forte, palleggia molto più forte, si muove molto più rapida, per cui se a lei, finora, è mancata la freddezza e la costanza, a queste altre manca la sostanza. Poi ci potranno sorprendere, come fece Sara a suo tempo con la tigna, e diventare top players, ma dubito che possano mantenere a lungo quelle posizioni. Non è colpa loro, ma di madre natura. La Townsend e la Jabeur sono fior di giocatrici, però la genetica è contro di loro. In altri sport con quei fisici che hanno potrebbero al massimo essere campionesse regionali; il tennis offre più margini. Staremo a vedere. Quanto meno auguro alle giovani una carriera onesta.

  8. Brava Sara, vittoria che è di buon auspicio per domani, e che dimostra che il tennis italiano non è poi quel disastro di cui si scrive. Per me la quasi totalità delle giocatrici, se fossero alte come Sara o Cami, avrebbero un tennis al massimo da itf. Certo, quello di Sara è più un gioco di scacchi senza nessuna punta, ma è molto meglio di ciò che esprimono una Kasatkina o una Sevastova, per intenderci. Ha il fascino della lotta fra gatto e topo. Almeno sulla terra non mi pare per nulla finita. Una mezza campionessa lo è stata. E domani si spera che una possibile campionessa in attesa vada anche lei ai quarti.
    Di nuovo, che foto quella degli highlights, se non avesse la racchetta in mano e non sapessi chi è, penserei ad una del Bolshoi o del Kirov. Che postura, madre mia! E per di più in azione…magnetica!

    1. Visto il match di ieri.
      In estrema sintesi: giustamente, come dici tu, su terra Errani se la può giocare con molte; ma se una comunque n. 69 (ranking abbastanza giusto, non l’84 falsissimo di Camila per dire) permette ad una (chiunque sia) col servizio di Errani di iniziare quasi sempre lo scambio in vantaggio, MERITA di perdere.

      1. Parole sante. Si è vista la differenza tecnica con la sua gemella. Karolina è più brava nei recuperi, e gioca anche più vario. Kris. è troppo ingessata sulle gambe. Non si piega sulle palle basse, non sempre riesce ad arretrare su quelle con molto topspin, risultato è che così legnosa, se davvero non le gira tutto può facilmente fare partita da 200 del mondo. In fondo a parte il servizio e un buon dritto, non è che abbia molto. Che poi in doppio con la sorella sia temibile, va da sè, sempre che quello femminile si possa dire doppio. Ci sono più scambi da fondo che voleè.

    1. Venduti! 😉 Potrebbero in alternativa diminuire di uno zero le cifre dei contagi giornalieri: non credo siano campionature a casaccio, bensì quello che rilevano da coloro che si recano in ospedale perchè presentano sintomi più o meno lievi.

  9. Cami ha fatto troppi errori all’inizio e incontro praticamente acquisito! Verissimo, ma sto vedendo Aleksandrova-Ferro, e non mi pare che loro ne stiano facendo di meno, pur con un tennis che, per i parametri attuali, si potrebbe definire medio-veloce. Spalluto poi sul 3 pari del primo set ha ritenuto di poter dire che Aleksandrova sembrava un po’ sulle gambe. E queste sarebbero atlete? Sono solo alte e mascoline, scuola molta, talento naturale e originalità zero. Cami fa molti errori? Grazie tante, gioca un tennis difficilissimo; queste altre ne fanno altrettanti giocando solo scolastico.

      1. Primo torneo vero dopo mesi.
        Ferro, che già preferisce la terra, a Luglio ha giocato e vinto 10 match contro quasi tutte le francesi.
        Alexandrova ha giocato in Repubblica Ceca (pare abiti li) solo 6 match a Giugno con due sole vittorie, per cui forse non sta benissimo.
        Pensare che al momento, n. 27, è la prima russa e Camila n. 1 italiana che è anche 2-0 nel confronto diretto, è 84!

        1. Ma Fiona Ferro è la figlia di Turi? Lo sa che suo padre aveva formato un gruppo con Dario Argento, Daniele Piombi, Franca Rame e Tito Stagno? I famosi Metallica!

        2. E ricorda pure come ha perso la russa a Linz. Dopo i primi 6 games non ha praticamente più potuto toccare palla. Al solito tutto dipende da quale sia il tuo ritmo di scambio. Quello di Cami non lo regge, si è visto.

          1. Neanche tanto più grave del solito, se vedi gli avevo pure risposto.
            Probabilmente è perché era già stato bannato con altri nick, ogni tanto si ripresenta con altri nomi, ma poi lo sgamano.

            1. Meno male, avevo pensato ad insulti pesanti. Se è la solfa del pianterreno, anche loro potrebbero avere un po’ più schemi di denigrazione. Cami deve solo aumentare la durata del suo miglior tennis, per il resto non deve cambiare niente. Quando una ha almeno 4 colpi vincenti, che *****deve mai cambiare?

  10. Buongiorno a tutti. Lo sappiamo, è così da sempre, l’abbiamo detto mille volte, la Nostra è dotata di un talento straordinario e di un modo unico di giocare che, unito alla sua innata grazia e leggiadria, ci ha più o meno tutti stregato dal primo momento che l’abbiamo vista in campo. La partita la fa sempre lei, che vinca o che perda. Quante partite buttate contro avversarie tremendamente mediocri ma di altissima classifica (tipo Bertens, per estremizzare). Quanta rabbia ci ha fatto accumulare…Ma quante meravigliose vittorie (e meravigliose sconfitte, sia chiaro) con le top atlete di talento, fisico e cervello sopraffini con le quali Cami in ogni torneo, Slam o Palermo che sia, se la potrà sempre giocare con la certezza di avere le armi per vincerla, quella singola partita. Sappiamo che quando dall’altra parte della rete c’è qualcuno che riesce a ribattere i suoi attacchi omicidi per sette, dieci, quindici volte (vedi Kerber), poi va a finire che la nostra sbaglia. Sappiamo che c’è sempre un momento nelle partite più ‘tirate’ della Nostra nel quale il livello si alza, entrambe giocano splendidamente, ma l’avversaria entra in una sorta di ‘bolla’ inattaccabile (Stephens, a Parigi?), Cami quel muro non lo ‘sfonda’ e, tragicamente (per noi), perde. Ma che partite! Che emozioni! Ecco, tante inutili parole per dire che non vedo l’ora di potermi ri-emozionare con il tennis di Cami e delle sue avversarie. Quante volte abbiamo visto le rivali di Cami batterla più o meno miracolosamente/immeritatamente, per poi andare a vincere il torneo. Perché battere Cami è e sarà sempre come battere una testa di serie, quanti allenatori delle rivali abbiamo sentito dir loro di farla giocare sempre un colpo in più che tanto prima o poi sbaglia, unica arma in loro possesso. E molti di loro hanno avuto ragione, la loro protetta ha vinto. Ma la più forte ai nostri occhi è e rimane sempre Cami (beh, forse solo con la Sabalenka a Lugano l’ho vista davvero indifesa…). Penso che anche il torneo di Palermo verrà dunque caratterizzato da una finale anticipata. Giorgi – Yastrzemski è ‘La partita’ del torneo’. Speriamo si materializzi. E scusate la logorrea. Ps. Prima volta di Cami in Rai?

  11. Come avevo scritto nella pagina di presentazione della partita per me il risultato era abbastanza indifferente, contava vedere in che condizioni, fisiche ed attitudinali, si ripresentava in campo Camila dopo un anomala e lunghissima sosta, molto più lunga della normale “off season”.

    Ed il riscontro è altamente positivo: io l’ho trovata esattamente come l’avevamo lasciata prima dell’interruzione, nessuna discontinuità, sono bastati 3 o 4 games per riprendere completamente il filo del discorso.

    Il risultato ne è solo la diretta conseguenza, Peterson è la rappresentazione emblematica di quanto siano mediocri le potenzialità di tante top 50 (esempio Hercog, Q. Wang, la stessa Sevastova) che sono lì solo perché su quel mediocre livello riescono a mantenersi sempre, senza troppi cali ma anche senza possibilità di acuti, come un cantante con poca estensione vocale ma che sa gestirsi.

    Camila di estensione tennistica ne ha almeno quattro ottave, dall’acuto brillante al basso grave, basta avere uno spartito anche modesto perché ci sia spettacolo.

    Ripeto spesso i ficcante post pubblicato anni fa da uno spagnolo: “Sale a pista Camila Giorgi. Para bien o para mal, espetaculo asegurado!”

    Una nota sulla condizione fisica: Camila a qualcuno è sembrata magra, a me è sembrata asciutta e tirata, che è cosa diversa. In questo momento di ripartenza dove alcune si ripresentano in condizioni imbarazzanti (vedi Kasatkina) è un punto a favore.

    1. Concordo, anzi, diciamocela tutta. gli errori di Camila erano più belli a vedersi che il resto del gioco della Peterson. Anche io non penso più che Cami debba essere più cauta certe volte. C’è poco da fare, ad essere prudenti si finisce per essere mediocri, e chi rischia di più non può che sbagliare di più. Sulla magrezza non concordo, confronta il diametro delle sue bellissime braccia con quello di altri incontri, e vedrai che si è un po’ “sgonfiata”. Ma potrebbe essere anche voluto, magari hanno constatato che un dato decremento di massa muscolare (perchè quella grassa in lei è sempre stata prossima allo zero) le dia un surplus di reattività o che altro sia. Certo, ieri aveva un aspetto così raffinato che mi ha fatto pensare a donne tipo Grace Kelly. Altera, lunare, leggera come un fiocco di neve, trasvolante sul campo: spettacolare. E il bello è che in questa fase di blocco dei tornei non ha fatto trapelare nulla, assolutamente nulla. Altro che principesco, questo è un distacco simbolo di regalità. Una volta ritiratasi dal tennis resterà comunque come un’icona di grazia sportiva. In questa decade c’è solo lei così, come ha sempre detto Spalluto una giocatrice unica, induplicabile.
      Ps. mi pare che abbia dichiarato che in questi mesi abbia fatto più che altro lavoro fisiatrico, potrebbe essere un cambio di preparazione fisica, come a suo tempo Nole no-gluten.

  12. Il momento è difficile per tutti e mi auguro che tutti i trombettieri lo superino alla grande con le loro famiglie. Nel frattempo vedere Camila di nuovo in campo è qualcosa che fa bene al cuore.

  13. Non sono per nulla d’accordo con alcune analisi che ho letto qui. Per quello che ho visto io Camila ha sempre giocato il suo gioco, però quando ha fatto un sacco di errori è andata sotto nel punteggio, quando i suoi colpi hanno cominciato a prendere il campo, è volata sul 7-5 5-1… Poi nuovo rilassamento e nuova serie di errori che hanno portato la Peterson vicino a una possibile rimonta. Ho l’impressione che nei momenti di tensione la nostra irrigidisca il braccio e perda il controllo dei colpi… All’inizio probabilmente era tesa per ovvi motivi, essendo il primo match dopo molti mesi di stop.. Alla fine forse ha sentito la tensione quando era vicina alla vittoria, che per fortuna è arrivata lo stesso. Speriamo che questo le dia fiducia e quindi che giochi rilassata e tranquilla contro la Juvan.
    P. S. Sarà un bel confronto a livello puramente tecnico… 🙂

    1. Cami ha giocato per me una buona partita che ha vinto in 2 set ma che poteva complicarsi ..

      infatti è stata brava a salvarsi nei momenti cruciali del primo:
      ha salvato 2 pb sul 4-4 ed ha recuperato da 15-30 sul 5-5 per poi fare il break ed andare 6-5 e vincere l’ultimo gioco a zero
      insomma se avesse perso il primo set non sarebbe stato uno scandalo e le cose si sarebbero messe male

      nel secondo peterson ha evidentemente accusato il colpo per le occasioni mancate,cami ha cominciato ha sbagliare meno ed in un attimo è volata via
      poi si è po’ dostratta ma alla fine si è ripresa ed ha chiuso

      credo che non si potesse chiedere di più attualmente
      ora bisogna vincere anche la prossima

      vamoooosssss ! camila…

      p.s.
      anche per me è dimagrita…sopratutto in viso…magari ho visto male…

    2. juvan non la conosco pero’ ha tolto un set sia a serena che a venus…ha il 79% w sulla terra ( ovviamente bisogna tener conto del livello dei tornei cha ha giocato fin’ora nella sua breve carriera)
      cami ha una decina di anni in più d’esperienza..è il caso di metterla sul piatto

  14. Domanda: . Ma la Peterson ha giocato?- 8 minuti di highlights e lei compare solo in un punto diretto. E va’ beh, si sa com’è con Camila. Tu giochi, magari vinci pure contro di lei, ma tutti si ricordano solo che Camila ha giocato o a perso, e non quel che hai fatto tu (ok, in questo caso un bel niente).
    Ottima la ripresa, si è visto come le palle di Camila passino sempre a pochi cm dal nastro, per cui l’errore finisce per starci, come i df se tiri le seconde come le prime del 70% delle altre tenniste. Come variante al suo tennis ieri mi è parso di constatare una tendenza al vincente lungolinea nettamente intensificata rispetto al solito, e anche un atteggiamento di prudenza iniziale con i giri del motore, per andare poi via via in progressione e aumentare la spinta delle gambe, dato che alla fine il servizio raggiungeva di nuovo picchi attorno ai 180 km. A me pare che Camila, se vorrà dedicarci più attenzione, sia davvero un’ottima terraiola, dato che per questa superficie si deve essere potenti e mobili, cosa che non le fa difetto. Mc Enroe con il suo tennis aggressivo stava per vincerlo un Roland Garros, non vedo perchè una che non stia a traccheggiare con i topponi qual’è Cami non possa ottenere anche sul rosso risultati di rilievo.
    Cami non è solo da erba e indoor, è anche da terra. Il suo tipo di tennis a me pare universale.

  15. Nel video ci sono 14-1 e 13-0 punti, per set, inutile dire per chi.
    Poi vai a vedere il risultato, ti aspetti minimo 6-1 6-1, ed invece 7-5 6-4!
    Quando con quei numeri il risultato sarà massimo 6-2 6-2, Camila avrà risolti tutti i suoi problemi e le altre non ci riusciranno più.

  16. Tre inarrestabili formichine soldato (Paolini, Cocciaretto, Trevisan), una irriducibile formica operaia (Errani) ed un’ape regina (la nostra).
    Non siamo ai vertici ma il carattere (la cosa più importante) non manca.

  17. Per adesso è numero 84, e, se non ho fatto male i calcoli, potendola superare di quelle dietro di lei solo chi vincesse il torneo, e può essere solo una, finirebbe alla peggio 85. Ma che si fermi qui non è affatto detto. A me starebbe benissimo anche una semi-finale. Intanto si sale, si evitano in futuro qualifiche (anche se io ho l’impressione che dopo Praga, per cui molto dipende da come andrà qui, farà solo Roma e RG, dove non ne avrà bisogno), e si guadagna un poco di sano timore nelle avversarie.
    Che i ranking attuali contino poco si è visto. Persino con tutti quegli errori, le due erano di categorie differenti. La povera Peterson sembrava una attorno alla posizione 200. Non è riuscita ad organizzare nulla, ha solo raccolto la precipitazione di Camila.

  18. …” devo entrare in campo pensando al mio gioco e non a quello dell’avversaria”
    …Camila Giorgi?????
    No!!! betta Cocciaretto….
    …nessuna è più lontana di lei da Camila come gioco …ma nessuna è così vicino a lei come fiducia nei propri mezzi…

  19. Non so in quante, ma saranno sicuramente poche, dopo 5 mesi di stop agonistico potranno ripresentarsi con una condizione atletica al livello di quella di Camila, che solo per questo merita tutto l’affetto e il rispetto di questo mondo. È un’atleta eccezionale e vederla all’opera resta sempre una grande emozione.

    1. Claudio Breveglieri 4 Agosto 2020 @ 22:02 -Rispondi
      1 set: 30 gratuiti contro 24 vincenti: si confini della realtà. L’avversaria 3 vincenti, cioè il nulla: 7/5.
      Impossibile far peggio, infatti: nel 2’ set solo???20 regali.
      Camila è una grande campionessa, MA E’ ORA DI CAMBIARE. Deve essrere assistita con intelligenza tattica!!!!!
      Ci siamo capiti, VERO???????

      1. Le hai vistte le altre? La Vondrousova oggi, che pareva nel primo set infallibile, poi per 2 set ne ha fatte di tutti i colori. Credi sia così facile riuscire a dosare la forza quando le tue leve ti portano ad arrivare sulla palla ad una tale velocità di spinta? Ha parte che gli errori poi sono stati quasi tutti di misura. Non ho visto nessun telone perforato, oggi, semmai troppa insistenza verso la linea. Ma c’era vento all’inizio, cattivi rimbalzi e, penso, anche una certa sotto-tensione, dovuta al fatto che Cami avesse subito capito che il suo tennis sarebbe stato comunque superiore a quello della Rebecca. Ti ricordo sempre quello che dice Flavia sul tennis di Cami: – Ma guarda che tira proprio forte, forse giusto Serena tira più di lei. – Ci ha giocato, sa bene che cosa abbia dovuto fronteggiare. Cami ha perso esplosività? Adesso a 28 anni si entra nella maturità atletica, non nella parabola di prestazioni. Tempi e modalità di allenamento hanno cambiato tutto. Gli slalomisti vincono ancora ad un età in cui ci si era ritirati già da 5 anni, solo una ventina di anni fa. A me è parsa ancora più ficcante del solito, pur se così asciutta nel fisico. I suoi piedi poi ballavano il frevo. Io solo nei replay sono riuscito a contarne i passi nell’avvicinamento alla palla. In media per ogni passo della Peterson, Cami faceva 3 o 4 passettini. Provaci tu a produrre micro-coordinazione a quella velocità. Bolle lo potrà pure fare, un’altra tennista assolutamente no.

  20. …finalmente…Camila ha vinto attuando il piano B….
    …nel senso…il piano A è giocare come tutti le suggeriscono…… in modo prudente… prime a 148kmh…seconde…a 120 kmh e 128 kmh ( su cui fa doppio fallo ma non ditelo a nessuno…)….. ma almeno noi vecchietti con problemi alle coronarie non rischiamo l’infarto……ogni volta….
    ….le seconde a 120 kmh che non fanno doppio fallo fanno comunque fare 9 punti su 12 all’avversaria…cosa vuoi… con una seconda a 120 Lei…. Lei l’altra… ha tutto il tempo di confezionarti la palla più stronza che ti può capitare che ti manda fuori ritmo e ti mette fuori fase il dritto…. che facciamo cominciamo a tirare “topponi” anche col dritto…e speriamo che non torni???
    NO!!!!! Piano B
    Ricominciamo a tirare prime sopra i 180…seconde a 176……faremo anche qualche doppio fallo…..Tanto li facevamo anche a 120…..Ma almeno quelle che entrano portano a casa il punto…e distruggono le certezze della tua avversaria….ottimo questo piano B…..
    …e pare pure che funzioni…..speriamo non diventi mai il Piano A…..
    ….a più tardi e bentrovati a tutti noi….t.o.

    1. Ciao to,
      seguo poco ma mi sembrava fossi sparito e la verve della chat ne risentiva parecchio. Così mi tocca fare il provocatore e mi massacrano. Non ti perdere.

  21. ‘E scoprirai che nulla è cambiato, che sono restato l’illuso di sempre’
    La solita povertà tattica ma i colpi, purtroppo non hanno più l’incisività di un tempo. Con una tennista più smaliziata avrebbe perso facilmente. Si ostina a voler sfondare al centro e le sue partite sono diventate noiose, tutte fotocopiate. Per una che risponde male come lei restare così avanzata è quasi ridicolo. Per assurdo il colpo più solido (rovescio a parte) sembra quella seconda di servizio che tanti infarti ci ha procurato. Però, nella maturità, bella, silenziosa, affascinante. Sarà un piacere suicidarsi con lei in questa irreversibile agonia tennistica.

    1. Guarda che pure Spalluto spesso ha straparlato invece di seguire il match. Con Cami è meglio limitare il bla bla, considerata la rapidità di svolgimento, e ribaltamento, delle sue esecuzioni. C’era bisogno di parlare 5 minuti del torneo di Madrid? Poteva tranquillamente farlo nell’intervalla fra i due set. Tanto tutti gli spettatori già sapevano che era stato annullato e perchè.

  22. Ok, in alcuni momenti un livello di gioco folle, in altri le solite amnesie, ma dopo tanto tempo, prima partita. considerando quello che hanno offerto molte delle top 30, un riavvicinamento più che buono. E poi la terra, in incontro vero, era per lei un ricordo. Non ho fatto caso se adesso accenni anche scivolate, ma in questa partita non ne aveva bisogno, era troppo più rapida dell’altra e quasi sempre non doveva rincorrere nessuna palla, visto dove finiva la Rebecca. Sul vestitino pitonato…non so, Se proprio la linea dell’anno è animaliè, nei prossimi incontri sarà meglio provare il leopardato o il tigrato, tanto per lanciare un segnale alle avversarie circa quello che le aspetta, se è in giornata.
    Su chi sia favorita non so che dire. La Mertens oggi aveva di fronte una Alison troppo goffa per poter dire che sia la croata la vincitrice. Vedremo come gioca l’estone, ma non penso che il suo sia un tennis da rosso, con la stazza che si ritrova.

  23. Commento tecnico al match: sono arrivato a casa sul 4-5 del primo set, ho seguito fino al 4-0 nel secondo. Mi sono brevemente assentato e tornato sul 4-1, sul 5-1 ho avuto cose urgenti da sbrigare. Sul 5-4 mi sono palesato nuovamente.
    Per me Camila ha fatto percorso netto, nove a zero.

  24. Fiuuu. Cami ha giocato per 21 game. Lo score è tutto suo, l’altra non ha messo a segno nessun game di suo. Forse voleva faticare un po’. Comunque se sale un po’ di concentrazione andrà molto avanti nel torneo.

  25. Immagino che avete tutti annotato che la prima di servizio della Nostra si attesta sui 155/158 km h ben al di sotto dei 170/175 cui eravamo abituati. Però sembra sia più precisa e per noi gesto meno ansiogeno

    1. Nel primo set si, poi ha cominciato a tirare più palle attorno o sopra i 170. Ma la media si, penso che stavolta sia attorno ai 160. Ma mi pare un suo modo dopo gli stop; il primo incontro tira il servizio prudente, poi in quelli successivi comincia a chiedere di più dal colpo. Poi dipende pure da come sia tarato il rilevatore: in che punto misura la velocità? All’altezza della rete o quando la palla scende verso il terreno?

    1. E’ arrivata l’Epifania che tutti i regali li porta via!
      Mamma mia come si muove, è ancora più agile e leggera di prima. Vederla anche solo appoggiare i piedi è un’estasi.

  26. Finale di set molto buono…. E ovviamente i risultati si sono visti subito…. Speriamo di continuare così anche nel secondo set. Senza regali il match ha un esito scontato…. Troppa la differenza tecnica tra le giocatrici in campo.

  27. E uno. Della Peterson a parte i 3 ace e quel passante non ricordo un punto che sia uno fatto da lei. Vediamo adesso che cosa succede. Direi una Cami livello “vere” prime 40. Se limita i gratuiti e serve più prime abbondantemente degna di una top 20. Non ho visto Yastremska, ma la palla le va così veloce che Cirstea e Vondrousova viste qui a Palermo sembravano juniores.

  28. Se Cami diventa un po’ più precisa, voglio vedere se l’altra riuscirà a fare più di 6 punti in tutti i prossimi giochi. Ci sono 45 posizioni di differenza nel ranking, ma c’è qualcuno che le veda? Semmai non si capisce come la Peterson sia nelle prime 50.

  29. …ognuno si prepara alla “ripartenza” come meglio crede…il lock down mi ha insegnato a tenere il computer contemporaneamente con “Due schermi”…
    …e allora visto che mi rompevo i coglioni a vedere la tds n°1 contro una onesta 47° (o giù di lì…)…allenarsi in un campo con meno gente rispetto a qualunque allenamento…. ho messo in contemporanea (con you tube) …la stessa …”onesta” 47° …o giù di lì…contro la tds 1 di Palermo e contro la TdS n°1 di tutti i tornei che gioca…a prescindere da dove capiti in tabellone…. Camila…
    …tra l’altro …a parte che il punteggio è simile…anzi identico…. 12 giochi a 3 in (diversamente distribuiti) tutte e due le partite…
    ….è la differenza di velocità di gioco che è impressionante…..visti in contemporanea la partita di palermo sembra “girare al rallentatore” ……
    ….oltre alla qualità dei colpi…con una Belga che a Lugano giocava a tennis….. non alle belle statuine di Oggi….
    …a Lugano era terra rossa come a palermo…e i campi erano una Palude …ero lì…e l’ho vista dal vivo….e se in quella palude Camila….se Camila tirava quei missili ………allora….
    ….e adesso vediamo se quello che ho scritto ha una Logica…..buona partita a tutti
    ciao t.o.

  30. Manca poco, ragazzi. Come reagiremo al primo incontro dopo tanti mesi, visto che anche noi siamo disabituati ai patemi dell’incontro ufficiale. Ho ancora 17 sigarette, spero che bastino e anzi che me ne avanzino molte.

  31. Mamma mia quanto vento. Il tennis femminile continua a confermarsi inpronosticabile. Adesso ci manca solo che la Marketa perde, con la sua solita alternanza gioco eccellente-gioco mostruoso (non è solo Cami, ma sta diventando vizio comune di un po’ tutte). In fondo anche ieri le italiane hanno eliminato giocatrici molto più su di classifica; oggi il ranking direbbe che per Cami sia difficile prevalere, ma come sappiamo non sempre il ranking è così probante.

  32. Tre vittorie contro-pronostico (e devo dire che la Errani di ieri pare tutt’altro che giocatrice finita), qualche eliminazione “quasi” soprendente (immagino che Kri Pliskova ricordasse il furto ai danni della sorella blasonata in quel di Roma); tutto fa pensare che se Cami mostrasse un tennis su terra come quello di 2 anni fa, o lì vicino, potrebbe andare piuttosto avanti nel torneo. In una cosa comunque si è già distinta: non ha fatto la minima apparizione mediatica; la minima dichiarazione dall’entrata delle restrizioni anti-Covid. Se Epicuro rinascesse la farebbe subito sua sacerdotessa a vita. Brava, questo è segno di classe innata.

    1. Per restare in tema tennistico, io direi di Serena Williams.
      Però dai, è un confronto iniquo, ritiratasi la Ivanovic, nessuna può competere in stile con Cami.

  33. … Finalmente…..
    …al primo turno Camila sfiderà…..al secondo vedremo e così via…..
    …l’importante è che ci sia la forma migliore..subito o dopo non è dato sapere …per Camila e per tutte le altre….
    …diamo il via alle danze….chi vince vince chi perde perde…non è oggi la cosa più importante…
    ….e comunque sempre Vamos Camilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Join the Conversation