Seconda vittoria ad Auckland: battuta in due set Caroline Dolehide

Seconda vittoria in due partite in questo 2020 per Camila, che al secondo turno di qualificazioni del torneo di Auckland ha superato in due set l’americana Caroline Dolehide, numero 146 WTA, per 7-5 6-3.
Dopo aver subito un break in apertura, Camila è stata sempre avanti nel punteggio, ottenendo il break decisivo sul 6-5 nel primo set e continuando nel secondo una striscia vincente di 6 giochi consecutivi.
Al turno decisivo delle qualificazioni Camila se la vedrà con Ysaline Bonaventure, venticinquenne belga numero 117 del mondo, che al secondo turno ha superato Sara Errani in tre set.

27 comments

  1. Tre partite di fila sono un buon inizio. Non è tanto importante in questa fase esprimere il miglior tennis , bensì vincere partite. Serena è stata certamente la tennista più forte degli ultimi vent’anni e forse di sempre ma , in questa fase della carriera che inevitabilmente si avvia alla fine , fa un po’ meno paura. Poi se capita la giornata con 15 ace e servizi vincenti pazienza….
    Questa partita sarà un test serio per capire Camila come sta. Alla prossima.

  2. Commento sopra i numerosi df. A parte il tb, in tutti i games del primo set, dove ha fatto anche 2 df, ha sempre vinto poi il game, nel secondo ha perso solo il game in cui ne ha fatti 3, di cui 2 di fila, nel terzo non ha fatto df e ha vinto facile, perdendo, tanto per cambiare, il servizio di chiusura del match quando era 5 -0. Quindi, almeno contro questa avversaria, il palleggio le sembrerebbe averle dato i punti vittoria, e non il servizio, anche se non abbiamo riscontri su quanti siano stati i servizi vincenti. Ho guardato i dati delle altre del torneo, e df numerosi li hanno fatti tutte. La Kasatkina, per fare un esempio, con le “terze” palle che tira, ne ha commessi 6, cosa che stupisce non meno di quando ne commetteva la Errani. Tirata poco sopra i 100 khm non dovrebbe mai andare fuori o in rete la palla, e invece,,,Lapalissiano che domani sarebbe meglio che ci fossero 12 aace e 3 df, e non il contrario, ma dovrà pure avere tempo per adattarsi al nuovo attrezzo, o decidere di sostituirlo qualora non risultasse la scelta giusta. Quest’anno la risalita dipenderà, oltre che dalla condizione, anche dalle scelte di programmazione. Penso sia bene che introduca abbastanza international-cuscinetto. Che poi ci vada o no dipenderà dai risultati nei tornei maggiori.

    1. Riguardo alle difficoltà al servizio di Camila, almeno all’inizio, riporto un tweet di Chris Chang, giornalista neozelandese, pubblicato stanotte poco dopo le 3:

      “Wind watch for @ASB_Classic

      SW gusts of up to 80kmph in Auckland today, that should continue into tomorrow too. Bad news for the players, the wind is likely to stick around this week ”

      Se un neozelandese dice che c’è molto vento vuol dire che ce n’è veramente tantissimo, loro nel vento ci vivono, non per niente Auckland è il paradiso dei velisti.

      In realtà, guardando poi gli incontri di MD trasmessi più tardi, non ho visto tutto questo vento, è possibile che sia andato diminuendo gradualmente, peraltro il centrale è certamente un po’ più riparato dei campi secondari.

  3. Commento sopra i numerosi df. A parte il tb, in tutti i games del primo set, dove ha fatto anche 2 df, ha sempre vinto poi il game, nel secondo ha perso solo il game in cui ne ha fatti 3, di cui 2 di fila, nel terzo non ha fatto df e ha vinto facile, perdendo, tanto per cambiare, il servizio di chiusura del match quando era 5 -0. Quindi, almeno contro questa avversaria, il palleggio le sembrerebbe averle dato i punti vittoria, e non il servizio, anche se non abbiamo riscontri su quanti siano stati i servizi vincenti. Ho guardato i dati delle altre del torneo, e df numerosi li hanno fatti tutte. La Kasatkina, per fare un esempio, con le “terze” palle che tira, ne ha commessi 6, cosa che stupisce non meno di quando ne commetteva la Errani. Tirata poco sopra i 100 khm non dovrebbe mai andare fuori o in rete la palla, e invece,,,Lapalissiano che domani sarebbe meglio che ci fossero 12 aace e 3 df, e non il contrario, ma dovrà pure avere tempo per adattarsi al nuovo attrezzo, o decidere di sostituirlo qualora non risultasse la scelta giusta. Quest’anno la risalita dipenderà, oltre che dalla condizione, anche dalle scelte di programmazione. Penso sia bene che introduca abbastanza international-cuscinetto. Che poi ci vada o no dipenderà dai risultati nei tornei maggiori.

  4. Cami è vero non ha mostrato gran continuità. Però ha sempre finito le partite in crescendo e questo è indice di una buona condizione fisica.
    Ho buone sensazioni contro Serena, nonostante il servizio traballante.

    1. be’ non parte battuta nè Serena è certa di passeggiare, questo è scontato, soprattutto nel tennis femminile attuale dove le classifiche vanno prese con le molle, visto che chiunque può perdere, e perde, contro chiunque. Sconfitte a sorpresa l’anno passato ci sono state per tutte quelle del vertice, senza nessuna distinzione. Auguriamoci comunque che i primi 4 mesi dell’anno non ci siano sempre sorteggi che la mettano, al primo turno, di fronte alla tds 1 del torneo.

  5. E ve be’, evidentemente, avvenente com’è, la befana non poteva certo averla fra le sue favorite. Di solito le prime uscite di Serena sono così così, ma anche Cami dagli andamenti dei suoi incontri non pare molto continua. Era troppo pensare ad una Cornet, Mc Hale o Davis? se non ho fatto male i calcoli dovrebbe giocare verso le 5;00 del mattino, per cui la si potrà vedere.

    1. In realtà non è stato un vero e proprio sorteggio. Nelle pieghe del regolamento wta esiste una norma che recita così: la qualificata col miglior ranking ha il diritto di scegliere di posizionarsi nel tabellone principale contro la giocatrice col miglior ranking tra i posti disponibili. Ovviamente nessuna al mondo se ne era mai avvalsa….ma Camila con le altre si sarebbe annoiata!

      1. C’è anche un’altra interpretazione: sul più importante forum mondiale dedicato al tennis femminile poco tempo fa era stato fatto un sondaggio tra gli utenti su cosa cambiare nel regolamento WTA, ed un americano aveva proposto che, per regola, Camila dovesse giocare sempre sul campo centrale!

        Forse è stata approvata.

  6. Apperò! visti le due clip, a parte l’evidente cambio di atrrezzo, colpisce quanto si muova bene e picchi pulita la palla. Pure due rovesci in back. Mi sembra ben decisa a giocare di nuovo ai suoi veri livelli. La posizione di numero 2 d’Italia mi appare molto a rischio, staremo a vedere.

  7. Apperò! visti le due clip, a parte l’evidente cambio di atrrezzo, colpisce quanto si muova bene e picchi pulita la palla. Pure due rovesci in back. Mi sembra ben decisa a giocare di nuovo ai suoi veri livelli. La posizione di numero 2 d’Italia mi appare molto a rischio, staremo a vedere.

  8. Molto bene, importante aver interrotto la striscia negativa dell’anno scorso e dare continuità alle vittorie, che non sono mai banali a questi livelli, tant’è che delle prime quattro teste di serie è rimasta in lizza solo lei.

    La qualificazione è a portata di mano, ma deve ancora essere raccolta: c’è ancora da soffrire.

    Se, come ci si augura, si arriverà a far capolino nel MD Camila potrebbe finalmente ritrovarsi in un ambiente familiare dove è a suo agio, potendo confrontarsi con Cornet, McHale, Davis oltre che con Goerges. Occhio che si è già aperto anche un posto per LL con la rinuncia di Ostapenko.

    Dalla pagina precedente vedo che qualcuno ha notato il cambiamento di racchetta e di scarpe: ha lasciato Babolat? La cosa non sarebbe poi strana, ultimamente molte giocatrici hanno cambiato racchetta abbandonando Babolat, anche se non ne conosco il motivo. Speriamo di capirne di più quando la vedremo in TV.

    1. Hanno optato per una nuova racchetta ‘fatta su misura’ da alcuni ingegneri, che fosse innanzitutto meno pesante della precedente (per ridurre le sollecitazioni all’arto) e che potesse di conseguenza consentire a Camila di rendere servizio e dritto meno fallosi.

      1. Beh, i df li fa numerosi, però è molto salito anche il numero degli ace (sui servizi vincenti non vedendo l’incontro non si sa), per cui mi pare che la scelta sia stata corretta.

      2. Beh, i df li fa numerosi, però è molto salito anche il numero degli ace (sui servizi vincenti non vedendo l’incontro non si sa), per cui mi pare che la scelta sia stata corretta.

      3. TEUS!!, il numero decisamente aumentato, credo 9 al 1 turno, e 11 al 2 turno delle qualificazioni, di DF, se dipendesse dalla migliore racchetta porterebbe, con la vecchia racchetta, a record imbattibili.
        E’ il cervello che crea il doppio fallo, non la racchetta…

        1. ‘…che potesse consentire a Camila di rendere servizio e dritto meno fallosi’, non significa che può renderli meno fallosi da subito, sicuramente e per sempre.
          E’ il cervello che dovrebbe aiutare a far ben comprendere quel che si legge…

        2. I df li ha sempre fatti, però gli ace erano di solito rari, ora invece il rapporto pare più equilibrato. Ma è anche opportuno pensare che abbia ricominciato a chiedere di più al suo servizio, e per questo ad aumentarne i margini di rischio. Dopo tutto tanti df li fanno la maggior parte delle bombardiere, che sono decisamente più alte di Cami, e magari tirano anche meno di lei la seconda di servizio. Persino Pliskova, alta com’è, tira le seconde con più margine di Camila, altrimenti anche lei df su df. Finora solo Serena, fra le donne, ha dimostrato di saper ottimizzare davvero la resa di secondi servizi robusti, per le altre la norma è più o meno il rendimento di Cami. Se solo la racchetta le dovesse apportare meno stress sull’articolazione già va benissimo, dato che sappiamo a che cosa sia dovuta la sua attuale classifica.

        3. I df li ha sempre fatti, però gli ace erano di solito rari, ora invece il rapporto pare più equilibrato. Ma è anche opportuno pensare che abbia ricominciato a chiedere di più al suo servizio, e per questo ad aumentarne i margini di rischio. Dopo tutto tanti df li fanno la maggior parte delle bombardiere, che sono decisamente più alte di Cami, e magari tirano anche meno di lei la seconda di servizio. Persino Pliskova, alta com’è, tira le seconde con più margine di Camila, altrimenti anche lei df su df. Finora solo Serena, fra le donne, ha dimostrato di saper ottimizzare davvero la resa di secondi servizi robusti, per le altre la norma è più o meno il rendimento di Cami. Se solo la racchetta le dovesse apportare meno stress sull’articolazione già va benissimo, dato che sappiamo a che cosa sia dovuta la sua attuale classifica.

  9. Seconda partita andata in crescendo, e più o meno con lo stesso copione dell’altra. Primo set difficile con games lottati, secondo liscio liscio, con la sola sbavatura del doppio vantaggio dimezzato in prossimità della chiusura. A ricordare la Cami di Limoges, fuori misura su quasi tutti i colpi tranne il servizio, mi pare che ci sia una fase di rifinitura in corso d’opera. Comunque, visto che per me vincere con facilità il set definitivo vale molto di più che il contrario come indizio sulle condizioni di un giocatore, penso proprio che nel tabellone principale ci finiremo, e a questo punto mi auguro una Goerges. Va detto che di quelle che giocano nel main draw, Serena a parte, parecchie sono state pluribattute da Cami, e non solo Julia.

    1. Salve a tutti,come promesso dopo la sconfitta contro la Sakkari eccomi di nuovo tra i trombettieri.
      In questi lunghi mesi trascorsi in monasteri tibetani e nepalesi ho smaltito le forti delusioni del 2019 e sono mentalmente pronto ad affrontare con voi un nuovo anno con la certezza che questo sarà un anno pieno di soddisfazioni (SPERIAMO).
      Dunque tutti pronti? ANDIAMO.

      C A M I L A P E R S E M P R E

Join the Conversation