Chi e’ Camila

Camila nasce a Macerata il 30 dicembre 1991 da Claudia e Sergio, argentini trasferitisi in Italia pochi anni prima. La giovane Camila si avvicina dapprima alla ginnastica artistica, ma rimane presto stregata dal tennis, sport praticato dai fratelli maggiori. Papà Sergio la sottopone per otto mesi a duri allenamenti che non scoraggiano assolutamente Camila: “Copiavo i metodi dei suoi maestri di ginnastica ucraini. Lei piangeva ma resisteva. Già a tre anni e mezzo quando i suoi compagni cadevano e dovevano abbandonare l'esercizio, lei restava attacca all'attrezzo” racconta Sergio in un'intervista del 2005 a Domenico Quirico. Tanta tenacia e aggressività in campo le valgono i complimenti di Adriano Panatta, che a 7 anni la paragona ad Agassi. Gli inizi Camila e Sergio iniziano a viaggiare: Pesaro, Como, Milano 3, in Florida da Bollettieri per qualche mese nel 2001, poi in Spagna e a Thirveval, a un'ora da Parigi, all'accademia di Mouratoglou. Nel 2005 arriva in finale al Nike Junior Tour francese, nel maggio 2006 partecipa al Torneo Bonfiglio a Milano. Vincenzo Martucci de La Gazzetta dello Sport intervista lei e Sergio in Francia: “Il mio Slam da sogno è Wimbledon, gli idoli Martina Hingis e Roger Federer, sarò numero 1 del mondo e mio padre sarà ancora il mio allenatore”. I primi tornei da pro Dopo una breve parentesi nei tornei Junior, Camila passa al professionismo spinta dalla voglia di confrontarsi con le migliori e accumulare punti per la classifica WTA. L'esordio assoluto è a Baku dove il 29 agosto, battendo con un doppio 6-4 l'indiana numero 8 del seeding Appineni, conquista il suo primo punto. Camila perderà solamente in semifinale, così come a Jakarta. L'avventura è ufficialmente iniziata. Nel 2007 inizia a girare per l'Europa ma chiude la stagione a dicembre a Lagos, in Nigeria, dove raccoglie la sua miglior vittoria fino ad allora sconfiggendo Lauren Albanese, testa di serie numero 2 del torneo e numero 274 del mondo. A maggio 2008 gioca per la prima volt le qualificazioni di un torneo WTA, a Roma grazie ad una wild card, dove cede solamente al tiebreak del terzo set nel turno decisivo all'allora numero 66 del mondo Jill Craybas. A fine anno è tra le prime 500 del mondo.
2011 USTA Women's $50,000 Challenger at the Home Depot Center, Carson, CA..

Camila vince il torneo di Carson, 2011

Nel 2009 arrivano le prime vittorie: a settembre Camila conquista il suo primo titolo a Katowice (25.000$) partendo dalle qualificazioni e battendo al primo turno la Zahlavova (105 del mondo), mentre a novembre trionfa in Canada, a Toronto (50.000$). L'anno successivo, dopo essersi trasferita in Florida, a Miami, con la famiglia, arriva in finale a Bratislava e vince a Rock Hill (25.000$) cedendo un solo set al primo turno. Nel 2011, a cavallo tra la primavera e l'estate, “sboccia” una nuova Camila Giorgi: viene sconfitta in finale a Raleigh (50.000$) ma si rifà due settimane dopo trionfando a Carson (50.000$) dove accede alla finale con un doppio 6-0 e all'atto conclusivo sconfigge la testa di serie numero 2 Alexa Glatch. A giugno tenta nuovamente l'assalto al main draw di un torneo dello Slam e riesce nell'impresa di passare i tre turni di qualificazione a Wimbledon (in particolare ribalta una situazione disperata al secondo turno, quando si trova sotto 2-6, 2-5 contro l'austriaca Meusburger, finendo col vincere 2-6, 7-5, 6-3) e si regala la prima apparizione in un torneo del circuito maggiore. Pur sconfitta dalla TdS numero 32, per Cami si tratta di un'esperienza eccezionale. A ottobre raggiunge il suo best ranking alla posizione 141. Il 2012 e l'ingresso in top 100
Cami_style_court_2012_wimbledon

Camila a Wimbledon, 2012

Un'altra tappa importante nella carriera di Camila è la partecipazione al main draw di un torneo del circuito WTA, a Memphis nel febbraio 2012: qui Camila passa le qualificazioni e al primo turno sconfigge in maniera netta Nadia Petrova, numero 33 del ranking mondiale (in precedenza aveva battuto al massimo la numero 130 del mondo) salvo cedere al turno successivo. A metà aprile si aggiudica il quarto torneo in carriera, a Dothan (50.000$), fallisce l'accesso al main draw del Roland Garros cedendo al turno decisivo, dopodiché si apre una delle pagine più belle della carriera della giovane tennista azzurra: Camila supera i tre turni di qualificazione a Wimbledon e approda ancora una volta al tabellone principale. Al primo turno supera Flavia Pennetta, testa di serie numero 16 del torneo, al secondo liquida la Tatishvili con un perentorio 6-3, 6-1 mentre nel terzo si trova di fronte (in diretta tv) la numero 20 del mondo, Nadia Petrova. Camila non trema e la batte in due set, approdando per la prima volta alla seconda settimana di uno Slam, per di più senza aver ceduto un solo set in 6 match. Agli ottavi si arrende alla numero 3 del mondo e futura finalista Agnieszka Radwanska, ma a luglio entra per la prima volta tra le prime 100 del mondo alla posizione 89. La seconda parte di stagione è avara di soddisfazioni, ciò nonostante Camila raggiunge il nuovo best ranking alla posizione 75. 2013, infortuni e Slam
Camila Girogi

Camila batte Caroline Wozniacki sull'Arthur Ashe Stadium, US Open 2013

Condizionata da un infortunio alla spalla che si trascina da qualche mese, Camila deve attendere il 1° di aprile per cogliere la prima vittoria del 2013 (in precedenza era uscita sconfitta a Brisbane, Sydney e agli Us Open, anche in doppio contro le sorelle Williams): a Charleston accede al secondo turno dove si trova di fronte la numero 1 del mondo Serena Williams, che la batte 2-6, 3-6. La tennista di Macerata salta diversi appuntamenti, ma si presenta a Madrid dove passa le qualificazioni e cede al terzo set del primo turno in un match estremamente combattuto contro Nadia Petrova. A Strasburgo batte Marion Bartoli (numero 13 del ranking e 1 del torneo, che diventa così la sua “vittima” più illustre), al Roland Garros esce subito di scena ma è ancora una volta a Wimbledon che Camila tira fuori il meglio di sé. Nonostante una vistosa fasciatura alla spalla supera al secondo turno Sorana Cirstea, numero 23 del mondo, e cede solamente alla futura vincitrice Marion Bartoli in un match molto tirato e sospeso per pioggia nel momento migliore di Cami. Al termine del match Camila annuncia uno stop forzato per curarsi alla spalla destra e si stabilisce a Tirrenia. Nel frattempo raggiunge un accordo con la Federazione, inizia a usufruire delle cure del Dott. Parra e della struttura di preparazione olimpica di Tirrenia. In estate la famiglia si riunisce definitivamente in Italia, dopo più di 10 anni. La pausa forzata si prolunga fino agli Us Open, dove Camila è costretta a partire dalle qualificazioni a causa del ranking, dove nel frattempo è precipitata alla posizione 136. Tra lo stupore generale dopo tanti mesi di silenzio, Camila disputa un grandissimo torneo superando agilmente le qualificazioni e arrivando addirittura a giocarsi il passaggio agli ottavi sull'Arthur Ashe Stadium contro la numero 8 del mondo ed ex numero 1 Caroline Wozniacki. Qui Camila compie un piccolo capolavoro rimontando un set alla danese e regalandosi una notte da ricordare. Agli ottavi cede in due set a Roberta Vinci, esce poi al primo turno in Canada così come a Linz (dopo essere passata però dalle qualificazioni) e si ferma al secondo turno delle qualificazioni in Lussemburgo concludendo così la sua stagione. Nel periodo invernale cura l'infortunio alla spalla tra Tirrenia e Como, mentre ad inizio dicembre annuncia che giocherà i tornei di Sydney, Australian Open, Parigi, Doha e Dubai. La stagione 2014 Uscita nelle qualificazioni a Sydney, Camila affronta il primo Slam stagionale partendo dal tabellone principale: al primo turno supera la wild card locale Storm Sanders, mentre al secondo perde in tre set dalla numero 25 del mondo Alize Cornet. Successivamente viene convocata per la prima volta in Fed Cup, vestendo la maglia azzurra nel primo turno contro gli Stati Uniti al Public Auditorium di Cleveland. All'esordio sconfigge Madison Keys, numero 37 del mondo, con un netto 6-2 6-1 in un'ora esatta di gioco portando all'Italia il secondo punto (la sfida terminerà poi 3-1). Passa le qualificazioni a Dubai battendo nettamente Andrea Petkovic ma si ferma al primo turno, poi torna negli Stati Uniti per il torneo di IW: partendo dalle qualificazioni accede al tabellone principale dove batte ancora Andrea Petkovic e Sorana Cirstea prima di regalarsi la più bella vittoria della carriera contro Maria Sharapova, numero 5 del mondo, in tre set. Nel turno successivo si gioca l'accesso ai quarti di finale in un derby azzurro contro Flavia Pennetta: Camila cede in due set alla futura vincitrice del torneo californiano. Dopo una prematura uscita di scena nelle quali di Miami, Camila partecipa al torneo di Katowice, su cemento indoor. Batte in sequenza Piter, Vinci, Peer, Suarez Navarro e approda così alla prima finale WTA in carriera, curiosamente nella stessa città dove, cinque anni prima, vinse il suo primo Itf. In finale trova la tds4 del torneo, Alizé Cornet, contro la quale ha anche un match point ma deve cedere dopo 3 ore e 11 minuti per 6-7, 7-5, 5-7. Nel corso del torneo viene ufficializzata la convocazione per la semifinale di Fed Cup di Ostrava contro la Rep.Ceca. Partecipa alle qualificazioni a Madrid, a Roma batte al primo turno la numero 10 del mondo Dominika Cibulkova, a Strasburgo si prende la rivincita con Alize Cornet estromettendola al primo turno e al Roland Garros conquista la prima vittoria in carriera nel main draw dello Slam parigino. Al termine del torneo raggiunge il suo best ranking. Gioca poi i tornei di Birmingham ed Eastbourne, dove arriva al terzo turno battendo la terza top10 stagionale, Victoria Azarenka, numero 8 del mondo. In seguito a questi risultati entra per la prima volta tra le 40 migliori giocatrici del mondo alla posizione 39. Esce di scena a Wimbledon al secondo turno, poi affronta i tornei su terra di Bad Gastein e Bastad prima della pausa estiva, raggiungendo un nuovo best ranking (38). La prima parte della stagione su cemento americano è avara di soddisfazioni: colleziona due sconfitte consecutive a Montreal e Cincinnati, seppur al termine di match molto combattuti. A New Haven torna il sorriso con le vittorie su Vandeweghe e Wozniacki (numero 11 del mondo) entrambe in due set. Raggiunge così il milione di dollari di montepremi vinto in carriera. Ai quarti supera la spagnola Muguruza ma si ferma in semifinale contro la slovacca Rybarikova. Raggiunge il nuovo best ranking alla posizione 31 della classifica mondiale. Esce prematuramente di scena agli Us Open e dopo una campagna asiatica difficile, disputa il torneo di Linz: qui batte al primo turno Andrea Petkovic e prosegue la sua strada fino alla sua seconda finale stagionale, dove viene sconfitta al tiebreak del terzo set dalla testa di serie numero 7 Karolina Pliskova. Nell'ultimo torneo stagionale, a Mosca, supera due turni battendo in due set Flavia Pennetta, ma si ferma ai quarti e chiude la stagione al numero 34 della cassifica mondiale. 2015, il primo titolo e la top30 La stagione australiana vede Camila raggiungere i quarti ad Hobart e il terzo turno agli Australian Open, fermata in rimonta da Venus Williams. A febbraio gioca per la prima volta un turno di FedCup in casa, a Genova, dove batte nettamente la Cornet ma cede nella seconda giornata alla Garcia. In America cede a Miami alla Halep al termine di un match molto combattuto, poi torna in Europa dove raggiunge la "solita" finale a Katowice, battendo in semifinale la padrona di casa Aga Radwanska. Di nuovo in FedCup cede a Serena Williams al termine di una buona prova, poi affronta senza grandi soddisfazioni la stagione della terra rossa. Al primo torneo su erba, però, arriva la grande gioia: a Hertogenbosch batte nettamente in finale Belinda Bencic e conquista il primo titolo WTA della carriera. A Wimbledon cede al terzo turno alla Wozniacki, poi a Istanbul batte la Cibulkova prima di cedere nel derby con la Schiavone. Nell'occasione entra però per la prima volta in top30. Nel finale di stagione alterna belle vittorie a sconfitte contro giocatrici che la precedono in classifica come Lisicki, Ivanovic e Kerber, chiudendo la stagione alla posizione 34 del ranking mondiale. Forse non tutti sanno che... Passioni, hobbies, gusti di Cami. In campo e fuori... Prima di un match: non ho un rito scaramantico La più bella partita giocata in carriera: senz'altro la prima, a Baku Match da sogno: su quale campo e contro chi? Nel Madison Square Garden contro Sampras riuscendo a togliergli il servizio Il personaggio che vorresti conoscere? Diego Armando Maradona L'evento sportivo che hai seguito con più passione? Il ritorno al ring di Oscar de La Hoya contro Ricardo Mayorga Cantante preferito: Lenny Kravitz Regista: Pedro Almodovar Piatto preferito: Tagliatelle al salmone Colore preferito: Rosa chiaro Un accessorio senza il quale non usciresti mai di casa: il cellulare Numero preferito: 11 Altri sport seguiti: calcio, pugilato Le città più belle che hai visitato: Roma e Parigi La vacanza da sogno: a Bora Bora

89 Comments. Leave your Comment right now:

  1. Francesco Ardizzone by Francesco Ardizzone

    Ciao Camila, adoro il tuo modo di giocare a tennis! Sei innovativa ed originale,
    carina, divertente ed entusiasmante! Rileggi questo sport in astratto, per come
    piace a te, senza preconcetti. E’ il TUO tennis… la TUA “arte”, e la elabori
    fino in fondo. Brava! Così dovrebbe sempre essere per ogni sportivo ed ogni
    artista. Vedo nel tuo gioco elementi di rigorosità presi dalla Ginnastica
    Artistica, il Pugilato dei pesi massimi da K.O., anche l’impostazione interiore
    delle Arti Marziali… (quando prepari il servizio, sembri un esperto samurai,
    pronto ad un colpo letale)…
    Tuttavia, una considerazione “di supporto”, la voglio fare: Un grande Artista,
    completa sè stesso, facendo quadrare ogni elemento; e da lì nasce la sua carriera
    “matura”, dove semplicemente naviga splendidamente, senza più fermarsi. A mio
    avviso, tu, per ottenere ciò, non devi più escludere/ ignorare il fattore
    “perdita-fisiologica-di-FOCUS-inevitabile-durante-la-gara”, la tua reazione al
    calo, non deve essere lo sforzarti, ostinatamente, di riacchiappare il FOCUS,
    bensì di FOCALIZZARE la tua “pausa temporanea/ curva discendente naturale”, ed
    adottare misure strategiche, dove minimizzi gli errori e ottimizzi l’efficienza
    dei colpi col minimo dispendio di risorse.”Aspettando” il proprio fisico, che ti
    dirà lui stesso, ad un certo momento e senza dover aspettare molto (perchè sei
    giovane, forte e ben allenata), quando il FOCUS sarà ritornato, pronto a
    “colpire”! Allo stesso modo in cui, nel respirare, ad una fase di inspirazione
    segue una fase di espirazione. Sono un tuo fan! Saluti Camila!!!

  2. by paolo ernesti

    Camilla,

    ritorno a ribadire che devi avere il coraggio di affiancare a tuo padre allenatore un altro allenatore che ti dia quelle caratteristiche e possibilità che oggi ti sfuggono e che non ti fanno arrivare ai riultati.
    Tutti ti vorrebbero veder vincere ad alti livelli e battagliare con le più forti, con la speranza che diventi una costante o non uno spot come sta accadendo ora.

    saluti,

  3. by aalagia

    Grande Camilla

  4. by Berkut

    Go Camila, go in Katowice!!!

  5. by Berkut

    Go Camila, go in Katowice!

  6. by Boanerges

    Ciao Camila !
    superfluo dire che sei una ragazza bella e simpatica,
    sono un tuo ammiratore ed estimatore e vorrei tanto vederti vincere un torneo importante
    Credo che tu ne abbia le capacità sia tecnicamente che fisicamente
    Forse dovresti, in campo manifestare un po’ di più le tue ‘emozioni’ ed essere più ‘aggressiva’ non solo fisicamente ma anche mentalmente
    Ai livelli in cui giochi tu , per arrivare a vincere tornei importanti , a mio modesto parere,
    non basta la tecnica e forza fisica, ci vuole anche e tanta forza mentale, non che tu non ce l’abbia
    ma la devi far sentire anche alla tua avversaria per poterla ‘distruggere’ (sportivamente parlando)
    Guarda ad esempio come fa Serena Williams le avversarie le vince anche mentalmente oltre che fisicamente e tecnicamente
    Dovresti essere come una leonessa in campo per poter incutere timore all’avversaria
    LE DOTI NON TI MANCANO

    Forza Camila sono sempre con te

    Alla prossima
    Ciao
    Maurizio (Boanerges)

  7. by loris polverari

    Secondo me Camila dovrebbe cambiare una parte del suo atteggiamento tattico , non si suo prendere rischi ad ogni palla come sta facendo ora,ha numeri per entrare far le prime 10 del mondo ,è già la piu forte giocatrice italiana ..ogni incontro è un piacere e una sofferenza vederla in campo,ma per me i rischi per la sua aggressività sono enormi, penso che sia cosi anche x il suo coach ..non si puo battere la numero 2 al mondo e poi perdere con gente che arriva dalle qualificazioni può succedere una volta non di piu invece penso che succederà ancora..esempio Errani ha un tennis che a me non piace x niente eppure lei è far le prime 15 un assurdità per le potenzialità che Camilla possiede…questo è il mio punto di vista!
    coraggio x me sei la migliore in assoluto
    ma vorrei vederi almeno fra le prime 5 del mondo subito
    Ciao

  8. fabius by fabius

    Camila è la trasposizione tennistica del credo zemaniano: attaccare e dare spettacolo, succeda quel che succede.
    E come per le squadre di Zeman è sempre un’emozione, o vittorie clamorose o indisponenti debacle, ma mai mediocrità, mai noia.
    Grazie per le emozioni che ci regali, esaltazioni o incazzature che siano, ma questa è pura vita!
    Viva Camila “Zeman” Giorgi!

  9. Sephir by Sephir

    La slovacca non è Rodionova ma Rybarikova e Flavia non è una finalista a Indian Wells ma è la vincitrice. Se potete correggere sarebbe gradito.

  10. Paolo Innocenti by Paolo Innocenti

    Ieri l’altro in televisione, ho visto giocare per la prima volta Camila.
    Sono rimasto sopreso dal suo gioco, senza dubbio il migliore tra le giocatrici italiane.
    Ottima impostazione, forse è una delle giocatrici al Mondo che riesce a tirare la seconda di servizio quasi come la prima.
    Mi sono chiesto: come mai “spara sempre” anche nei momenti cruciali del match, quando dovrebbe rischiare meno e indurre l’avversaria all’errore, senza dover per forza sciupare lei stessa la chance?
    Ho notato che in alcuni game Camila faceva tutto lei, punti per sé e per l’avversaria.
    Insomma, non vi sembra una condotta troppo spregiudicata?

  11. by cart

    cual es tu libro favorito??

  12. by angelo iacobbe

    ragazzi quale racchetta usa la Giorgi per giocare ???

  13. Donny by Donny

    Camila ha già battuto quattro top-10 in carriera – la Errani, la Wozniacki, la Sharapova e la Cibulkova -, il suo problema spesso (quasi sempre) è il day after. La continuità. La capacità di vincere anche quando le cose girano male. Ed è un grosso peccato, perché di stoffa – da campionessa – la Giorgi ne ha in abbondanza. «Ieri sera ho giocato un doppio che non volevo giocare – ha provato a giustificarsi con l’adorabile visetto contuso dalle circostanze – non lo farò più. Un piano B? Sì, ce l’ho, ma da fuori è più facile giudicare. Comunque sono cresciuta. E adesso penso al prossimo torneo». Più che risposte monosillabi, frasette che sembrano estratte da un prontuario precompilato. Camila non esprime mai dubbi, si limita a riproporre certezze inossidabili, anche quando cozzano evidentemente con la realtà. Ogni tanto riflettere sugli errori, capire cosa non va, provare a cambiare strada per evitare “di andare fuori di testa”, sarebbe invece un segno di saggezza, non di debolezza. Qualcuno lo spieghi, alla cucciola Camila.

  14. by Kabal73

    Ciao Camila sono Maurizio (appena registrato) ti seguo da quest’anno soltanto,ma sei stata un colpo di fulmine per me,oltre alla bellezza che sfida le barbie dell’est sei anche forte come loro,ho seguito in piedi “sul divano” la partita clou di Indian wells dove hai fatto innamorare tutti di te,persino il pubblico locale.
    Per quanto riguarda Katowice mi stava scendendo una lacrima sul match point (a tuo favore) sbagliato,sapevo che la Cornet ti avrebbe messo in difficoltà perchè è brava in difesa contro le attaccanti di potenza vedi Dubai con la Williams ma poi …quanti Smash e schiaffi al volo sbagliati!
    Contro queste giocatrici bisogna alternare il gioco,avere pazienza nello scambio e ammorbidire
    secondo me il colpo,come smorzate e palle corte che pero’ ho capito non ti vengono istintive.Cio nonostante stavi per ‘spettinarla’…sei suprema.Non c’è fretta senza queste sconfitte non si entra nell’Olimpo delle top Ten.Brava …e Bella.

  15. by tonino

    pazienza hai comunque giocato un gran tennis, la Cornet oltre che un’antipatica “pallettara” .è una pessima commediante.
    tranquilla Camila, anche Federer ha perso la sua prima finale..poi…………………………….

  16. by tonino

    hai incantato tutti quei tifosi polacchi che erano venuti a vedere la Radwanska, la Navarro guardava impietrita le tue fucilate, gran bel tennis, oltretutto sei stupenda….perché non dai una bella pettinata anche a Papi che oggi era più arruffato (e agitato) del solito?
    in bocca al lupo per la finale contro quell’antipatica della Cornet.

  17. gimusi by gimusi

    ma la mamma di Cami non è italiana? così è scritto su wikipedia…qui nell’articolo c’è scritto che è argentina!!!

  18. by MASSIMO

    Ciao Camila,
    Vederti giocare è uno spettacolo. Il tuo gioco è una danza che ci delizia sempre più.
    Potente, veloce, tenace, armoniosa e affascinante. Camila sei tutti noi. Porti l’immagine dell’Italia in giro per il mondo.
    Sei dolcissima, la più elegante e atleticamente perfetta.
    Sei un fiore nel tennis mondiale.
    GRANDISSIMA CAMILA …. TI VOGLIO BENE

  19. by Giancarlo

    Sei stata fantastica!!! hai oscurato la Sharapova…. sei tu la nuova Stella!!!

  20. by Paolo

    Ho visto il tuo match ieri sera contro Maria. Bravissima. Mi hai fatto emozionare e non succede spesso purtroppo.

    • by claudio

      Grande Camila!! Stupenda partita, l’hai letteralmente presa a pallate. Stupende le immagini di tuo padre a bordo campo….. resta con i piedi per terra e picchia forte!!

  21. by francesco

    Stanotte mi hai fatto tornare indietro ai tempi di Canè quando sfidava Lendl…..sembrava una sconfitta segnata, ma da ieri Cami abbiamo scoperto che i sogni ogni tanto si avverano!!!!
    Avanti tutta ora…..
    Francesco

  22. by Andrea

    Sono sincero,
    non sapevo nemmeno che esistessi fino a stanotte!
    Invece scopro che c’è una Marchigiana (come me) che gioca a Tennis da Dio e per di più batte la Sharapova!
    Bellissimo!

  23. by Giangit

    Finalmente un talento da difendere e far crescere. I numeri sono da TOP 5. Il fisico piccolo, possente, elastico, resistente. Una testa mai abbacchiata. Tecnica e colpi che hanno ucciso una delle regine delle mazzate: la Sharapova. Camila, sei giovane e hai tanta strada. Ricordati che la testa è tutto……e tu sai come badarla. Resettando ad ogni errore. Quello che Errani e Vinci non sanno fare. SEI IL FUTURO DEL TENNIS MONDIALE…NON SOLO ITALIANO.

  24. by ragazzaccio

    Vittoria straordinaria sulla Sharapova … è stata l’unica volta che ho visto la Sharapova perdere da una ragazza più bella di lei.
    Cami : hai sconfitto la Sharapova su tutti i fronti … in bravura, in classe e anche in bellezza !!
    Grande Cami … Avanti così … Ora il derby con la Pennetta

  25. by CORRADO

    Oggi, 11 marzo, ho scoperto una racchetta nuova !
    Dopo la Pennetta in tv trasmettono la splendida Sharapova, sul campo centrale di Indian Wells, mica vado a nanna. . . Mi sdraio tranquillo convinto di vedere la stangona che mi delizia con il suo tennis da TOP 5. Invece succede che scopro un ragazzina con i razzi nelle scarpe e l’acciaio nel braccio che mi tiene sveglio fino a tarda notte. La mattina mi sono svegliato convinto di aver sognato, MA ERA TUTTO VERO !!!!
    COMPLIMENTI!!!

  26. by maurizio

    camila sei una grande….sharapova kaputt!!

  27. by Cristiano

    Stanotte mi hai fatto sognare…. Mi sono messo a lavoro per realizzare questo sogno! Cercherò di portare al successo tanti bimbi che come te, credono in loro stessi e sognano di vincere Wimbledon <3

  28. by Giancarlo

    Superba farfalla che danza…. tu porti l’eleganza italiana nel mondo, tu sei la numero uno del tennis italiano il fiore che sboccia nello sport italiano …. attrai tutti a te

  29. by Max De Meo

    SInceri complimenti per il tuo straordinario esordio in Federation Cup. Sei un esempio di tenacia da imitare e sono convinto che in virtù di questo, riusciresti a strappare anche il servizio al tuo preferito “Sampras”… scherzi a parte, era da tempo che non saltavo sul posto esultando per una prestazione così maiuscola. Avanti così Camila “Flash” Giorgi…

  30. by Stefano

    Non so se mi fa più sorridere la dichiarazione del padre e il modo in cui qui è presentata (primo atto di notorietà… Allora se di dico che un giorno batterò Bolt sui 100m, divento solo per questo famoso anche io??)oppure lo stuolo di commenti adoranti-ormonali di molti ammiratori della bellezza della figliola (cosa c’entra con il tennis?).

    In ogni caso, in bocca al lupo alla ragazza. Numero uno non la sarà mai, e credo nemmeno numero venti. Ma una degnissima carriera stabile fra le prime 40-50 se la può certamente guadagnare. E non è poco.

  31. by antonio

    Solo per dirti che è bello crederci insieme a te!!!
    Daidaidai!!

  32. by Massimiliano Tivoli

    Ho visto Camila a wimbledon e credo sia superfluo rimarcare il suo talento. credo però che le manchi proprio la predisposizione mentale alla fase difensiva: non si può tirare sempre a tutta, soprattutto ad alto livello. Se impara a giocare qualche colpo interlocutorio in più, potrà entrare anche nelle prime 10, giocando così secondo me non oltrepasserà mai la 50esima posizione mondiale.

  33. by Ricardo Andrade

    Congratulations on the win against Francesca Schiavone
    You are a brave player.
    Your game is cheip magic, strength and beauty
    Continue and you will be the No. 1
    Congratulations.
    Best wishes.
    Kisses
    Ricardo
    Lisbon, Portugal

  34. by ROLLI

    Vamos Camilaaaa!!!!

  35. by andrea

    ho visto la partita con la falconi in streaming..peccato ma quel servizio perso a 0 nell’ultimo set per 4 volte mi pare preoccupante..in bocca al lupo

  36. by italo meschini

    Bravissima Camila; sei fortissima ed auguroni per il prossimo slam che per te inizierà oggi: sei il nostro orgoglio. FORZA CAMILA !!!!!!!!

  37. by LORE68

    Visto? La Radwanska ha raggiunto la finale… Quindi, cara Cami, per te non può essere che un segnale positivo: non sei stata sconfitta da una “qualunque”, ma dalla (per ora) finalista di Wimbledon! Forza che il futuro è tuo!

  38. by David

    Sin duda alguna, este Wimbledon marcará un punto de inflexión en tu carrera. Para tu edad, tienes las condiciones para ser mínimo Top 10, incluso si te lo propones, puedes adquirir la suficiente experiencia para ser Top 3 y, por qué no, la Número 1 del Mundo y también ganar Grand Slams. Mucha suerte, éxito y perseverancia en lo que te propongas, que con esfuerzo, fuerza de voluntad, concentración y ganas lograras tus objetivos.
    Forza Camila!!
    Por cierto, eres muy bella 🙂
    Saludos desde Chile!!

  39. by LORE68

    Camila, volevo solo farti tanti complimenti perchè secondo me hai delle potenzialità incredibili! Ovviamente c’è bisogno ancora di tanto lavoro per arrivare tra le prime 10 della classifica, ma sei sicuramente sulla buona strada! L’eliminazione di Wimbledon deve considerarsi solo l’ennesima tappa (fondamentale) per poter continuare a crescere sempre in modo graduato, non deve certo essere una delusione demoralizzante, anzi..tutt’altro: deve trasformarsi in “rabbia agonistica” da poter sfogare nei prossimi tornei! Sono convinto che presto farai felici tantissimi tifosi italiani, e non, che hai in giro per il mondo! Infine, complimentissimi per la tua BELLEZZA! La definizione di “pantera nel corpo di una gattina” è pressochè perfetta! Un grandissimo in bocca al lupo per il futuro!
    L.

  40. Tanti commenti tante idee tante visioni… ma per favore!
    Ti auguro Camila tanto tanto tanto Buon Lavoro.
    Ciao Ciao

  41. by roberto85

    CAMILA PER ME DIVENTERAI LA NUMERO 1 AL MONDO NE SONO CONVINTO…PECCATO PER OGGI…MA CON IL TEMPO E METTENDO APPUNTO ALCUNI DETTAGLI DIVENTERAI GRANDISSIMA…ANCHE SE PER ME GIA LO SEI…AVANTI COSI..E SEI ANCHE UNA FANTASTICA RAGAZZA…COMPLIMENTI…

  42. by ivan fiore

    ho visitato il tuo sito per la prima volta il 22 giugno, proprio alla vigilia del tuo grande exploit a wimbledon, e mi piace pensare di averti portato fortuna. ora che il torneo è finito, con l’ottimo risultato degli ottavi raggiunti, eccomi ancora qui a darti un altro po’ di energia positiva, quindi ti dico: agli us open vivrai un’altra bella favola principessina. (e non dimentichiamoci che in mezzo ci sono diversi tornei “minori” dove potrai sbocconcellare a tuo piacimento). lascio perdere il discorso principe azzurro, chè l’anagrafe mi taglia fuori e al solo pensiero mi prende un nervoso…che ci vuoi fare Camila, a una certa età nelle favole si comincia ad assumere il ruolo del vecchietto bonario…ma va bene anche così dai. ricordati che nelle tue mani quella racchetta può diventare una bacchetta magica

  43. Il padre non si rifiutò di portarla da Bollettieri, solo che aveva 9 anni e logisticamente diventava difficile andare e venire.
    Detto ciò, vorrei fare i complimenti a Camilla che seguo dalle qualificazioni dell’anno scorso a Wimbledon, quando l’ho vista giocare di persona.Oggi hai fatto esperienza, non hai perso la partita come sostieni. Ci sono, quasi sempre, tappe di avvicinamento obbligatorie ai grandi incontri e sensazioni nuove difficili da gestire… Ci vuole tempo, tutto qui. Il primo incontro che giocherai cu un centrale dello Slam sarà parimenti difficile da gestire, ma prima o poi le misure le prendi. Keep up te good work !!

  44. by Paolo

    Per la prima volta ti vedo giocare Camilla. Sei fortissima!!!
    Proprio ora giochi contro la Radwanska.
    Un bellissimo servizio, teso angolato e potente, rarissimo tra le donne italiane.
    Diritto e rovescio potenti.. grinta e coraggio di osare.
    Puoi diventare la numero 1 al mondo, se riuscirai a sconfiggere il dna italiano che porta ad accontentarsi dei terzi o secondi posti.. come chi dice che gli europei di calcio li abbiamo un po’ vinti anche noi, ecco il male italiano.. solo la vittoria è una vittoria!
    Auguri e facci sognare.

  45. by Claudio

    Complimenti x il grande torneo che stai facendo…continua così!

  46. Complimentti Camila. In Argentina sapiammo dei tuoi genitori e percho siamo tifossi di te . 40 millones de Argentinos
    aspettiamo la tua conzagracione in WIMBLEDON

  47. by Nicola

    ho visto la partita contro la Petrova e sono rimasto molto colpito del talento di Camila, gioca e si muove davvero bene e il suo livello è davvero alto…è un piacere vederla giocare!
    spero possa continuare cosi bene e diventare una stella! non ha nulla da invidiare alle più esperte Pennetta, Errani,Schiavone…

  48. by Claudio

    Grandissima Camila! VAMOS!!

  49. by Mario

    L’idea che sia maturata tecnicamente a 20 anni, con ulteriori margini di miglioramento, è segno di una graduale e saggia gestione di chi gli sta vicino.
    Quanti talenti in erba super sfruttati che a 16-17 anni bruciavano le tappe arrivando a finali di Grande Slam e poi fare la fine che sappiamo (es Capriati, Zvereva etc….). La maturazione nel tennis è importante. Lo insegnano due grandi come Pennetta e Schiavone.
    Avanti così Camila. Il futuro ti appartiene.

    Mario.

  50. by julian

    Grande Camila
    Continua così, stai concentrata e occhio agli avvoltoi che ora ti svolazzerannpo intorno

    un bacio
    julian

  51. by Nicola

    Bravissima Camila!! Siamo tutti con te! Prendile tutte a pallate. 😉

  52. by albert

    la cosa triste sono le dichiarazioni del padre che vuole fare diventare la figlia numero uno del mondo..i grandi campioni sono altri e non tutti i numeri uno del tennis sono state persone speciali

  53. by Ronni

    Nell’infanzia di Camila, e nella determinazione della famiglia Giorgi, vorrei con piacere ricordare l’ospitalita’ che hanno trovato presso il CT Pesaro, con il primo maestro Catalin, il presidente Cecchini e il ds Murrone.
    Forza Camila! Tifiamo tutti per te.

  54. by Daniel

    Complimenti ragazza.

    Onestamente ho sentito parlare di te ma solo oggi ho visto il secondo set a partire dal momento in cui eri sotto 5-1 ( se non ricordo male).

    Che grinta! Che determinazione! Che seconda di servizio bella solida! Che Rovescio bimane! E posso andare avanti per un pò.

    Non sono un super esperto ma sinceramente mi ha ‘gasato’ un pò vederti giocare. Ti auguro il meglio per questo torneo e per il futuro.

    Un mega abbraccio ^^

  55. by Duncan

    I watched your game today, outstanding, very well played best of luck in the rest of wimbeldon, camila giorgi will be a big name in the future, lot of support here in ireland! Would love to hear back from you

  56. by lorenzo

    brava e bellissima Camila, ti ho conosciuto stasera in tv ed è stato un piacere enorme sapere che esisti!! in bocca al lupo campionessa

  57. by Gustavo

    Forza C!
    La tua prossima avversaria ha appena eliminata la beniamina del pubblico “British”. Quel pubblico sarà con te negli ottavi!
    Energia. Sei carica? Vedo un semi-finale alla tua portata.
    G

  58. by BigEaster

    Grandissima Camila!!!
    8i di finale a Wimbledon raggiunti!
    Bravissima e bellissima!
    Continua così!
    Meglio la chiappa che una schiappa 🙂

  59. by Max

    Congratulate Camila.Good luck in the future matches

  60. by Jonathan

    Gran primo set oggi, davvero brava, forza Camila, Petrova è battibile e tu lo hai già fatto 🙂

  61. by Franco Mattiello

    Semejante talento y belleza es dificil de encontrar en una cancha de tenis. Me encanta que tus padres sean argentinos. Mucha suerte para el futuro, ojalá te veamos más cerca, jugando para la Argentina pronto.

    Baci e abbracci

  62. by Missmolla

    Non siamo troppo moralisti, la vita di un atleta non deve essere per forza austera e rigorosamente sobria. Nella vita di questa ragazza non può, non deve, essere solo tennis. Molte si fanno il book ed è una cosa che piace a noi ragazze, sinceramente non ci vedo nulla di male. Le cose che rovinano lo sport sono ben altre, ma quelle le tengono nascoste (doping, partite truccate, ecc…)

  63. by marialourdes

    Felicitaciones Camila!
    decirte que sos muy profesional y tenes formacion de ganadora en la disciplina que quieras, en este caso el tenis. Arriba!!

    Tuve que estar en el sur argentino por el año 1982. Devastador y como siempre: lo que no te destruye te fortalece

    Gran saludo a vos y flia desde Montevideo, Uruguay

  64. by marce

    la acabo de ver en el resumen de wimbledon, es hermosa !!! saludos

  65. by angelo

    Incomprensibile che abbiate sentito la necessità di realizzare un book fotografico quasi proponendola come una modella.
    Capisco che avrete fatto i salti mortali ed enormi sforzi economici per arrivare comunque a questo punto, ma mercificare una ragazzina con foto finanche osè mi sembra davvero incomprensibile.
    Davvero gli sponsor hanno bisogno di intravedere un seno o un lato B?
    Dovrebbero essere i successi sportivi ad avvicinare gli sponsor piuttosto che un bel visino o un bel corpo.
    Auguro alla giovane Camila di avere successo nello sport.

  66. by giovanni torresi

    …che fanno gli altri figli??

  67. by giovanni torresi

    ciao Sergio, volevo farti i complimenti!!! stai coronando il tuo sogno di far diventare Camila una campionessa e di diventare te un grande coach!!! con affetto Giovanni p.s. ti ricordi quando scambiai 2 colpi con Camila a Macerata e ti dissi falla giocare a tennis anzichè ginnastica artistica????

  68. by ipazia

    Se una a 21 anni ancora si barcamena nei tornei delle schiappa e nemmeno li vince,non può andare tanto lontano!

  69. by Tony

    Ciao camila , sono felicissimo per la tua vittoria a Wimbledon, sei tenera , dolcissima , elettrica e fortissima .sei uno schianto . Ti adoro . Io sono da sempre un tuo ammiratore , continua così che andrai lontano , sii sempre spontanea e tosta al contempo . Sei meravigliosa , una pantera nel corpo di una gattina . Baci e affetto tutti per te .

  70. by Angelo Imbimbo

    Brava Camila,
    complimenti per la bella vittoria e….continua così !!!!!

  71. by ivan fiore

    Camila volevo dirti che sei una bellissima ragazza, poi leggere in questi post che sei di modeste origini riempie ancora di piu’ di onore te e la tua famiglia. Sono sicuro che sei una persona semplice, rimani cosi’, io saro’ sempre un tuo tifoso-ammiratore. Ciao un abbraccio a te e alla tua famiglia, è di persone cosi’ che l’Italia ha bisogno, in bocca al lupo per Wimbledon siamo tutti con te!

  72. by sibilla cumana

    n° 1 entro 2-3 anni? c’è stato un ragazzetto americano molto bravo che da junior dichiarò: “voglio vincere tutti gli slam almeno 2 volte, così nessuno dirà che è stato un caso”. Ebbene oltre a non vincerne nemmeno 1 non si è avvicinato neanche a vincere un atp 500. Pertanto invece di spararle grosse, un pò di umiltà e basso profilo potrebbe mettere al riparo da figuracce e facili sarcasmi. Cmq ti auguro di avere successo e di soddisfare i tuoi desideri.

  73. Credo che i prossimi 10 anni saranno per Camila anni di Gloria!

  74. by Fernando

    Felicitaciones Camila por lo que haces y lo que vas a hacer.
    Lei tu historia y la de tu papá defendiendo a la Argentina en las Malvinas.
    Te felicito, decile a tu papá que te traduzca “estás más buena que comer pan con dulce de leche”

  75. by Andrea Pallotto

    Mi risulta che verso la fine degli anni ’90, quando Camila (assistita dal papà) decise di iniziare a giocare a tennis, tutta la famiglia (di modeste condizioni economiche) si recasse sui campi dell’AT Giuseppucci di Macerata (anche durante i giorni festivi) per poterla seguire e la mamma portasse dietro il classico “cestino” con i viveri, in modo tale da poter utilizzare il maggior numero di ore possibili per gli allenamenti della figlia.
    Qualche volta, inoltre, con il Circolo ancora chiuso è capitato che i custodi segnalassero la presenza di Camilla e di suo padre che, per non perdere tempo, avevano già guadagnato il terreno di gioco.
    Tutto questo può essere di grande aiuto per comprendere la grande determinazione di questa ragazza e della sua famiglia.
    Per raggiungere dei risultati occorrono buone qualità tecniche ma sopratutto ci vuole quello che in gergo sportivo si definisce la “fame” di raggiungere un obiettivo e questa ragazza, nella sua breve carriera, ha già assaporato quesi ingredienti.

  76. by Patrick

    I watched both your matches last Wednesday and Thursday, you were fantastic, I hope to watch you again later today at Wimbledon, good luck, you are a star of the future and you have made your father proud! I hope he can enjoy watching you today as the tension in the qualifiers is unreal!! Good Luck again, you CAN do it!!

  77. by Hernan

    Que tengas toda la suerte del mundo y ojala represente a la Argentina (aunque se que es una eleccion dificil)

  78. by Sergio Giorgi

    Si, es raro ver otro Sergio Giorgi… pero existo y realmente me parece fantastico que tu padre haya tomado esta decision… La verdad es que me entere de ti por gente de mi oficina que; festejando el dia del padre en argentina el proximo domingo 19, me enviaron esto a modo de novedad. Desde el pais de tu padre… toda la fuerza para que por sobre todas las cosas; disfrutes de lo que hagas en la vida, tu familia, tus amigos, vivencias, deportes, etc… en definitiva es lo unico que uno llevara por siempre… Al padre… “tocayo por nombre y apellido”… Un fuerte abrazo.

  79. by argento

    Grande papa!!!! sei stato bravissimo a guidare tua figlia davanti a tutte le cose e le persone senza scrupoli del mondo del tennis professionista. Nessuno vorrà meglio a tua figlia di te. E tu Cami, vai avanti col tuo cuore italo-argentino, una combinazione vincente!!!!

  80. by adolfo

    Hola camila. soy un argentino que vive en España, sigo tu carrea por tus origenes argentinos8 padre argentino).
    suerte en tu carrear!!!!!!!!!!!!!!!
    Adolfo

  81. by martino

    Grande papa por esos valores de otras epocas, cuesta poco volverse esclavo de un sistema como el que vivimos!! Dai Cami spacca tutto, e divertiti principalmente!!!Fuerza!!!

  82. Secondo me se Camila cambia “sistema” , meno internet e visibilità , e si ritira con un buon coach , lasciando il papà a casa , diventa qualcuna . Altrimenti rimarrà una delle tante B.1 italiane .
    Ciao
    Fabietto

  83. by andrea

    ma perché il padre rifiutò di portarla da bollettieri?

Leave a Reply