73a9fa58eb3a1a0a42c1ef0b640aac19
Si ferma in finale la corsa di Camila a Katowice, torneo agrodolce negli ultimi tre anni per la tennista di Macerata. Camila viene sconfitta in due set da Dominika Cibulkova, al termine di una settimana molto positiva sotto diversi aspetti. Primo set, 4-6: Camila annulla subito una palla break con una bella discesa a rete, ma alla seconda occasione un rovescio incrociato stretto permette a Cibulkova di portarsi avanti di un break. Nel game successivo Cami va 0-30 ma la slovacca si salva grazie al servizio, poi la nostra cede nuovamente la battuta dopo aver salvato un’altra palla break. Camila muove il punteggio nel quinto game, poi entrambe tengono i propri turni di servizio. Sul 5-2 la slovacca ha una palla set sul 40-30 ma Camila reagisce e riesce a recuperare un break. Cibulkova torna a servire per il primo set sul 5-4, Camila ha una palla per recuperare anche il secondo svantaggio ma il nastro regala un vincente alla Cibulkova sul 30-40. Ce n’è una seconda, annullata con un gran diritto vincente, poi alla terza occasione la slovacca conquista il set. Secondo set, 4-6, 0-6: nel secondo set Camila perde la battuta nel primo, nel terzo e nel quinto gioco, e la Cibulkova conquista il titolo. Cami, che grazie al risultato di questo torneo rimarrà nelle prime 50 del ranking, tornerà ora in campo nelle qualificazioni del torneo Premier di Stoccarda. Ecco il tabellino del match: 20160410_cibulkova

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • WTA Shenzhen, Camila batte Qiang Wang in due set: è in semifinale
    WTA Shenzhen, Camila batte Qiang Wang in due set: è in semifinale
  • WTA Shenzhen, Camila batte Saisai Zheng in tre set e accede ai quarti
    WTA Shenzhen, Camila batte Saisai Zheng in tre set e accede ai quarti
  • Wta Shenzhen, Camila supera Ana Bogdan all’esordio
    Wta Shenzhen, Camila supera Ana Bogdan all’esordio
  • Camila esce nelle quali a Mosca e chiude la stagione: appuntamento al 2017
    Camila esce nelle quali a Mosca e chiude la stagione: appuntamento al 2017

378 Comments. Leave your Comment right now:

  1. robdes12 by robdes12

    domani terzo incontro a partire dalle dieci, siamo su terra anche se indoor, quindi è presumibile che sia attorno alle tre. Essendo il centrale è coperto da telecamere, se verranno attivate. In alcuni tornei importanti ho visto che danno in streaming anche le qualificazioni, può darsi che si veda qualcosa, ovviamente con teleamera fissa. Altrimenti vada per il livescore, nella speranza che sia una delle ultime tre volte che lo dobbiamo leggere.

  2. doherty by doherty

    hobgarski ha 18 anni
    397 nella race
    credo abbia giocato solo itf e tornei junior (quarti a parigi 2015)
    ultimo torneo ad hammamet (perso in semi)
    2016 13 w 6L

    insomma o è una predestinata ( non credo) o non vedo come cami possa perdere…

    • r.b. by r.b.

      Mi preoccupa Kanepi o Razzano al secondo turno…

      • robdes12 by robdes12

        per me devi preoccuparti solo di una certa Giorgi, se quella c’è allora no problem, se manda in campo la sosia di Tirrenia, si fa più dura anche contro due giocatrici da molti mesi in crisi davvero nera.

  3. robdes12 by robdes12

    Dio mio, con la Fed sto periodo non se ne può più. Ok, tutto è possibile, ma mi domando se per la legge dei grandi numeri sia possibile un numero così alto di infortunate. Adesso pure Sara pare in dubbio e così si riprenderà con Camila che se fosse andata, adesso invece,,,,,speriamo che si faccia da parte pure la Vinci, adducendo che non ha ancora recuperato del tutto al tendine e vuole arrivare a Roma in buone condizioni perchè forse ultima volta, onorare xyz e bla bla così andiamo in b e festa finita e capiranno che le retrocessioni non dipendono dalla presenza di una sola giocatrice e che ste cose succedono. Tanto abbiamo i mezzi per risalire, e poi ci sono andate anche Spagna, Usa e altre formazioni molto forti. Si sta fuori un anno e poi si rientra, amen.

  4. by fraronz

    Tale Catharina Hobgarski , al primo turno

    • by fraronz

      e al terzo probabile Osaka ragazza del 1997 che e’ in grande spolvero

    • doherty by doherty

      num 397 nella race…

      • by fraronz

        Osaka 29 race

        • robdes12 by robdes12

          anche la Ostapenko era 19 e Cami 140 circa, ma non se n’è accorto nessuno. Se non ricordo male la Osaka è una che gioca molti tornei. A me non piace affatto, poco mobile, di solito vince con quelle poco potenti, con giocatrici di spinta perde. Tra l’altro non credo che abbia esperienza sul rosso, per cui se Camila è sulla superficie fin qui meno assimilata, per la Osaka sarà anche peggio. Se ha voglia di giocare e non entra in campo con la voglia di stare al mare penso che per Camila la qualificazione dovrebbe essere semplice. Dobbiamo pure credere che sia destinata a grandi cose, se la riteniamo una che deve strappare la qualificazione allora tanto valeva che rimanesse con la fit a Tirrenia..

    • hector by hector

      Da bambino il mio telefilm preferito era Hobgarski e Hutch.

  5. by C.M.

    tornando al tennis giocato,
    quando fanno i sorteggi delle quali di Stuttgart?

  6. by marvin

    Nonostante i diretti della federazione Camilla accorcia la distanza, chiude all’ angolo e porta i suoi montanti

  7. r.b. by r.b.

    A mio modesto parere noi tifosi dobbiamo sostenere Camila come si fa con tutti i personaggi dello sport o dello spettacolo che amiamo. Se mi piace un cantante o un musicista, vado ai suoi concerti pagando il biglietto o acquisto i suoi CD… Se tifo una squadra di calcio vado allo stadio, la guardo in TV o compro i gadget…. Se mi piace un attore vado al cinema a vedere i suoi film…..
    La sponsorizzazione la lascerei alle aziende interessate… Anche lì bisogna fare contratti ecc…. Se un’azienda che produce racchette da tennis mette sotto contratto una tennista, questa dovrà giocare con le racchette prodotte dallo sponsor, se non lo fa ci sarà inadempimento del contratto, litigi, tribunali, accuse reciproche e siamo punto e daccapo… No, grazie…. abbiamo gia dato…. 🙂

  8. by C.M.

    @ Fabius
    l’idea di un fondo per rimborsare il debito di Camila nei confronti della FIT non piace molto neppure a me.
    Invece trovo molto più stimolante e produttiva l’idea che è stata proposta, di un crowd-sponsoring, finalizzato a obiettivi specifici.
    Se trovi la cosa interessante e vuoi parlare di come realizzarla e delle problematiche pratiche da affrontare, chiedi pure la mia mail ai gestori del sito, condividerò volentieri le mie esperienze in materia.

  9. r.b. by r.b.

    Sul sito ufficiale della WTA è pubblicata la classifica dei prize money… Dati ufficiali, quindi…
    Camila, per premi vinti nel 2016, è n. 88 con. 105.254 dollari…
    E siamo solo ad aprile, e meno male che ha giocato maluccio finora….

    • by C.M.

      Con quel che costa andare in giro per tornei ed allenarsi, non è molto.
      Del resto si sa che se non si sta in top 50 è dura guadagnarci qualcosa.

      • r.b. by r.b.

        Vabbé se anche la 150 del mondo va a giocare a Bogotà vuol dire che conviene…. Solo un primo turno di uno Slam vale più di uno stipendio lordo annuo di un operaio….

        • by C.M.

          infatti gli Slam sono quelli con cui si finanzia il grosso della stagione, chi è vicino come classifica fa di tutto per entrarci.
          Teniamo conto che il team di una tennista da top 100 raramente comprende meno di tre persone e che una buona parte del montepremi se lo mangia il fisco.

        • by C.M.

          non sono così convinto, se vai a Bogotà dall’Europa con il solo allenatore, se esci già al primo turno (cosa che capita al 50% delle iscritte) non copri neppure i costi vivi. e se il team è composto da più di due persone per coprire i costi non è detto che basti il secondo turno.
          Comunque è probabile che i conti tu li sappia fare meglio di me 🙂

          • r.b. by r.b.

            No, hai certamente ragione tu, per un torneo singolo magari non vale la pena, ma nel corso dell’anno certamente qualche soldo lo fanno… comunque tra voli in classe economica e albeghi low cost almeno la vacanzina pagata ci scappa secondo me….

  10. r.b. by r.b.

    @hector
    Ho trovato l’allenatore ideale per affiancare Sergio… E argentino come lui, è esperto di tutti gli sport… Julio Velasco, mitico allenatore della nazionale italiana di pallavolo… Con lui Camila andrebbe a vele spiegate verso il n. 1 della classifica WTA!

  11. r.b. by r.b.

    Bella l’iniziativa, io credo che si potrà, anche con l’aiuto dei social network, raccogliere una discreta sommetta….
    Ma io spero francamente che Camila si convinca che può giocare benissimo tutti i tornei…. che ha tutte le capacità e possibilità di fare una semifinale Slam già quest’anno e che vale cinquecentomila euro, scusate se è poco… 🙂
    Cioè, Sergio si è assunto una grande responsabilità in modo consapevole, ma se Camila diventa top 10, come merita, tra premi e sponsor altro che prestito FIT…
    E poi, se Camila dovesse arrivare in fondo ad uno Slam verrebbero tutti quelli della FIT a dire: ma no Cami, noi con quella storia di Bolelli stavamo solo scherzando, ecché non si può scherzare per una volta? 🙂
    Quindi bisogna impegnarsi, giocare bene, stare tranquilli in panchina e tenere la palla in campo… 🙂 Il resto verrà da sé…

  12. fabius by fabius

    Buongiorno a tutti.

    Come forse si può capire dalla similitudine dei nickname, sono quello che su Ubitennis un paio di giorni fa si è offerto di pagare di tasca propria i 160 000 Euro pretesi dalla FIT a carico di Camila.

    Ho scritto quel post d’impulso seriamente irritato da quanto stava succedendo.
    Ora, più a freddo, ci ho riflettuto, e confermo tutto.

    Confermo la mia volontà di pagare di tasca mia quanto preteso dalla FIT, confermo la mia iniziativa di cercare di raccogliere la partecipazione di altre persone come me, ed allo scopo ho già attivato un cc bancario sul quale, chi volesse, può fare un bonifico:

    Conto “Pro Cami” presso Banco Popolare,
    IBAN IT73-W.05034-32980-000000003502

    Voglio spiegare meglio il senso della mia iniziativa.

    Camila non ha bisogno di questi soldi, potrebbe pagarli lei anche subito, ma ha bisogno di non sentirsi sola.
    Raccogliere fondi, con la partecipazione di sconosciuti sostenitori, è un modo per farle arrivare il nostro calore ed affetto.
    E se è vero che economicamente potrebbe tranquillamente pagare lei la somma, per come si sono messe le cose è quasi costretta a non farlo, perché sarebbe interpretata come ammissione di “colpa” e sottomissione a chi l’ha pesantemente insultata, cose che quasi obbligano lei ed il padre a resistere alla richiesta.

    Un intervento esterno come quello da me proposto permetterebbe di tacitare la FIT, togliere dai Giorgi la calunniosa immagine di non rispettare gli accordi, e, libera da questi vincoli, potrebbe anche proporre azione giudiziaria per gli insulti gratuiti subiti, azione che, in pendenza di una richiesta di rimborso, sarebbe debole.

    Con la mia iniziativa vorrei liberare Camila dall’impasse, farle sentire il sostegno degli ammiratori, e consentirle di difendere opportunamente l’onore ferito.

    Però ho bisogno d’aiuto, non posso farcela da solo.

    Non è l’aiuto finanziario che mi serve, ma serve che i fondi raccolti siano devoluti da più persone possibile, per dare più significato alla cosa. Non importa la cifra raggiunta, confermo il mio impegno ad integrarla fino al raggiungimento dell’obbiettivo, ma è importante che ci siano più partecipanti possibili.

    Ho bisogno di aiuto per pubblicizzare l’iniziativa.

    Ho bisogno di aiuto, idealmente di uno studio legale, per contattare la controparte FIT, per definire la cifra esatta, per avere in cambio la garanzia che siano tacitati e la cessino di molestare Camila.

    Io faccio la mia parte, copro il fabbisogno economico (e ringrazio chiunque voglia contribuire in qualunque misura), ma non sono attrezzato per gli aspetti organizzativi e mediatici anzidetti.

    Non posso fare queste attività di persona, e vorrei anch’io conservare l’anonimato.

    Se qualcuno dei soci del sito, o altri, fosse in grado di contribuire per gli aspetti anzidetti, sarebbe veramente gradito.

    Note pratiche: le somme versate da ogni simpatizzante saranno integralmente utilizzate per lo scopo anzidetto, senza alcuna spesa di gestione, e tutte le donazioni saranno anonime.

    Sarà tenuta una attenta contabilità, e se in futuro in un modo o nell’altro ci fosse una restituzione anche parziale, ad opera di chicchessia e per qualsiasi motivo, ogni partecipante sarà rimborsato del suo contributo, a partire da chi ha fatto la donazione minore fino, per ultimo, a chi avrà sostenuto il maggiore impegno.

    Come detto il conto sopracitato è già attivo e già movimentato, si prega di operare solo con bonifici bancari.

    Sono sinceramente convinto che questa è la cosa migliore che possiamo fare per Camila, farla sentire parte di noi e darle libertà d’azione.

    Spero che i gestori del sito condividano l’iniziativa e la appoggino per quanto nei loro poteri, possono contattarmi per e-mail per ogni aspetto.

    Devo aggiungere che sono sano di mente? Magari tutto il resto funziona poco, ma la testa è ancora lucida, tranquilli. 🙂

    • journasesto by journasesto

      Perdonami Fabius ma dare soldi alla Fit significa buttarli via. A questo punto contatta i Giorgi per capire se puoi fare una sponsorizzazione che probabilmente avrebbe anche più senso dal punto di vista fiscale…

      • robdes12 by robdes12

        perchè buttarli via? Non penso che nei loro raduni non ci siano libagioni di champagne e caviale beluga, più immagino altri contesti di cui si circonda di solito il potere per celebrare la propria inclinazione al gaudeamus igitur. Anche le enoteche, i cuochi, le p.r. devono pur vivere. Io molti anni fa, a Cortina, mangiando in un ristorante senti da un gruppo di politicanti importanti di allora chiedere al cuoco se poteva preparare un risotto tirato con il Cristal. E’ chiaro che per un eccellente risotto basta e avanza un buon prosecco, ma quelli volevano una preparazione propria. Con che carta pagassero, se pubblica o fornita dal popolo non so, ma anche immaginando la risposta so che era uno sfoggio di epicureismo iperuranio. Quelli della fit sono troppo parvenus per non seguire questi schemi tronfi.

    • r.b. by r.b.

      Io possa coprire una parte, a 100.000 ci arrivo tranquillamente……. lire però… 🙂
      50 euro… 🙂

      • robdes12 by robdes12

        so che una tennista di tua conoscenza ha appena perso il solitario preferito, sei disposto ad ipotecare casa per ricomprargli i brillantini di contorno? 😉

    • by FF.CC.

      Qua la cosa si fa davvero interessante. Molto interessante.

      Una persona d’altri tempi insomma. L’iniziativa è lodevole.

      E ci posso pure mettere i soldi. il mio contributo sarà modesto ma è ciò che posso fare.

    • by Kabal73

      Sembra una dichiarazione d’amore ma è un po’ tardiva perchè Camila è felicemente fidanzata con un suo collega. :-)))
      Ne approfitto per ribadire il mio pensiero:Giorgi o Fit,uno può decidere di stare dalla parte che vuole ma se ‘qualcuno’ nell’entourage si fosse accorto della necessità di una svolta tecnica nella preparazione di questa stagione,forse …anzi…quasi certamente oggi Camila sarebbe nel main di Stoccarda e avrebbe risposto alla convocazione in Fed senza tutto questo clamore.
      A tutti quelli che dicono ‘Camila ci piace xchè è cosi’… ‘prendere o lasciare’ beh qualche conseguenza poi bisogna sopportarla no?
      Potenzialmente Camila potrebbe orbitare tra le top 15 ed ha 24 anni quindi nel pieno della vigoria fisica ma ha raggiunto il best ranking 30 ed è in discesa…attenzione! Non per problemi fisici ,infortuni o cambi tecnici per cui spesso c’è una iniziale flessione ma perchè la ‘linea di lavoro’ rimane sostanzialmente la stessa e se è vero come dice Sergio che lui da solo ha portato sua figlia al num. 30 del mondo in poco tempo mentre la Fit con 1000 allenatori non produce più talenti da anni,magari con un po’ più di lungimiranza dovrebbe e potrebbe mantenercela e non farla scivolare nel limbo,invece di litigare con il mondo del tennis.
      Chiudo dicendo a Fabius che non sta a noi ‘finanziare’ la tanto auspicata crescita tennistica di Camila e per principio (mio) non mi sento proprio di avallare economicamente la testardaggine di chi la segue,piuttosto con quei soldi si puo’ fare altro,magari della beneficenza vera che è ancor meglio.
      Forza ….anzi Sveglia Camila!!! :-))))

    • pablox5452 by pablox5452

      Mah, se Camila può pagarsi questi soldi, io direi che sia giusto lasciare che paghi lei.
      Anche perché non sappiamo nulla dei risvolti legali di tale faccenda, né della vera quantità di denaro dovuta né nemmeno se la sia veramente. Alla fine sono cifre buttate lì da chi faceva l’indignato e l’offeso. E’ tutto da verificare se siano o meno da pagare.
      Se il problema è darle questi soldi perché poi possa adire a vie legali per altre faccende, la cosa è ancora più complessa.
      Se infine, si tratta solo di fare una raccolta fondi SENZA LA PRETESA di pagare tutta la cifra (ci vorrebbero 16.000 persone che danno almeno 10 Euro, in teoria non impossibile, ma meno facile di quel che si crede) allora il discorso può essere diverso, ma attenzione, che se si raccolgono cifre modeste poi i detrattori potrebbero approfittarne per i soliti sfottò.
      Infine bisogna vedere se Camila e Sergio siano favorevoli a questa iniziativa.
      Io penso che, se si vuole sostenere Camila, si debba fare esattamente quello che stiamo facendo: venire qui, non fare critiche distruttive ma casomai costruttive, e difenderla nei vari blog e siti.
      Penso che questo sia quello che Camila si aspetta da noi, il resto lo deve fare lei, con la racchetta…

      • fabius by fabius

        Capisco le perplessità di tutti, ed anch’io temo di sembrare e di fare la fine di un Don Chisciotte contro il mulini a vento.

        Come ho cercato di spiegare, per me non sono i soldi il punto centrale.

        Ho due obbiettivi: fare arrivare a Camila il messaggio che ha molti, tanti seguaci appassionati, in un momento in cui forse si sente sola contro tutti.

        Secondo, toglierla dalla situazione difficile in cui l’ha messa la FIT (mai litigare con chi del litigio è maestro), avanzando la richiesta della restituzione dei 160000 Euro accompagnata dalla dichiarazione “tanto non li restituirà” e dalle offese ingiuriose.

        Temo che Camila e Sergio, orgogliosi come sono, si impunteranno per non restituirli, alla fine rimanendo avviluppati da una querelle senza fine.

        L’unica uscita che ho visto dall’impasse è che qualcun altro versi la somma, rendendo tutti più sereni e liberi.

        Se poi Camila o chi per lei penserà di restituirne una parte, o tutto, o niente, è un punto aperto e, per me, secondario, ma penso che l’atto di versare la somma richiesta da parte di Camila alla FIT sia una umiliazione in più che si può impedire.

        Non è più o meno quello che accade nel Mercante di Venezia?

  13. by fraronz

    se non erro Camila per accedere al Tabellone principale, dovra’ farsi tre giorni di fila di quali e per arrivare in finale giocare da martedì a domenica.!!!! .

    • by C.M.

      già arrivare a un quarto sarebbe festa grande 😉
      e vorrebbe dire vincere cinque partite di fila.
      Tante. Specie per una come Camila che fatica a recuperare nelle 24 ore.
      Ma basterebbe anche solo superare le quali e il primo turno per fare tanti punti quanti nell’intera stagione su terra del 2015.
      staremo a vedere…

  14. riccardo by riccardo

    Mah.. io non conosco Camila ma sinceramente penso che dietro al no alla convocazione in Fed ci sia solo la volontà di fare più tornei e recuperare i punti persi.
    Sono convinto che se cami avesse fatto risultati diversi e migliori ad inizio anno , avrebbe risposto di si alla convocazione.
    Semmai sono poco chiari i motivi della intransigenza Fit ed io ho la mia idea in proposito.
    A prescindere da tutto , da chi ha torto o ragione , quello che considero inaccettabile , l’ho già scritto diverse volte sono le farneticazioni di taluni che scendono nel rapporto intimo e privato tra padre e figlia.
    Non si fa e non c’è altro da dire credo.
    Camila ha un solo modo di rispondere a tutto il parlare a vanvera di questo ultimo mese , fare risultati convincenti . Se farà risultati nessuno potrà più dire una parola.
    Va beh.. si forse Pietrangeli … c’è l’età e bisogna capire.
    Io dico solo evviva Adriana Panatta…
    Adriano Panatta tutta la vita…..

  15. r.b. by r.b.

    Io dico solo che se tutte le federazioni tennistiche fossero così intransigenti con i propri tesserati in materia di convocazioni in Davis e Fed Cup, più della metà dei tennisti e tenniste di vertice sarebbe squalificato o comunque soggetto a una sanzione disciplinare.
    Credo sia inutile fare nomi. La verità è che le convocazioni nel tennis vengono concordate con gli atleti e se questi non vogliono andare non si può risolvere il problema con la carta bollata.

    • journasesto by journasesto

      Qui poi parliamo di intransigenza selettiva. Ci fossero almeno regole uguali per tutti uno se ne farebbe una ragione. E in Fed Cup giocherebbe Angelica Moratelli.
      Camila, mandala anche tu una lettera ai tuoi tifosi come fece Francesca Schiavone!
      http://www.gazzetta.it/Tennis/31-10-2013/tennis-lettera-francesca-schiavonei-tifosi-fed-cup-201477864797.shtml

    • robdes12 by robdes12

      forse dati i risultati dei loro atleti le altre si possono permettere di andare in b relativamente a Davis e Fed cup. Ma la nostra di suo che cosa ha? Gli allori di giocatrici che si allenano altrove? Cami era l’unico fiore all’occhiello, sia pure molto latu sensu, che potevano esibire. Ti ricordi i commenti sui miglioramenti nel suo gioco introdotti proprio dall’entrata nello staff di Tirrenia? Nelle telecronache più volte li rimarcavano gli speaker di Supertennis. Ora chi è il fiore all’occhiello? Mi pare che la corolla fit sia rimasta senza troppi petali.

  16. Sergio5912 by Sergio5912

    by lucio
    13 aprile 2016
    Adesso capisco di più chi ha detto che non scriverà più qui …………difficile sposare le posizioni e parole di Binaghi e scrivere nel sito di Camila ……….

    scusa @ Lucio, a prescindere che trovo scorretto ed antipatico, nominare chi non frequentando più il sito, non può replicare, ma di fatto a chi ti riferisci ?
    ……. temo di intuire la risposta, spero di sbagliarmi

    • journasesto by journasesto

      Lucio o Lucia? O sono la stessa persona?

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ Journasesto

        Infatti credo che il riferimento fosse a Lucia. Se così fosse, non mi piace che venga dileggiata, in quanto non solo non lo merita poiché ha avuto sempre un comportamento corretto ed ha espresso le sue idee con lucidità ed educazione, ma il criticare chi non può o vuole rispondere, ci equipara ad un personaggio di cui non sentiamo affatto la mancanza

        • journasesto by journasesto

          Certamente, e su questo ci eravamo espressi. Non ravviso però l’intento di dileggiare Lucia. È un dato di fatto che su questo sito chi concordi con le posizioni Fit si esporrebbe a critiche. Per quanto abbia tutto il diritto di farlo perché ogni opinione è rispettabile.

        • robdes12 by robdes12

          e poi non credo affatto che sostenesse Binaghi. Lucia ha sempre trovato controproducente l’isolamento di Camila e insoddisfacente il suo modo di affrontare il fatto che le piaccia o no si è inserita in un contesto mediatico, per questo riteneva un errore mettersi in urto con la Fit, e anche diversi di noi hanno rilevato come il problema dei punti sia nato da scelte sbagliate precedenti. Dovevano capire che era il caso di crearsi una programmazione meno “punitiva” in caso le cose non fossero andate bene. Che Binaghi abbia agito in modo molto casereccio è innegabile, più difficile è dire che Lucia avesse torto.

  17. Sergio5912 by Sergio5912

    Premesso, non ho mai espresso opinione sull’opportunità o meno che Camila continui ad essere allenata da Sergio, e che con lo stesso Lei discuta e decida i piani tattici alle partite e la programmazione.
    Non l’ho mai fatto :
    A) Perché lo trovo del tutto superfluo, considerando che Camila si è espressa chiaramente a tal proposito, e piaccia o no, Lei è l’unica deputata a decidere cosa più le aggrada.
    B) E’ un argomento che, comunque, non m’appassiona, in quanto non ho titoli ed argomenti per poterne palare con cognizione.
    Detto ciò, lasciatemi dire però, che alla perplessità ( espressa dal nuovo arrivato @ Alberto ) :

    “Ma qualcuno può affermare che lui sia la scelta migliore per Camila?”………( riferito a Sergio )

    Non se ne può più, di leggere per l’ennesima volta, il postulato, ( questa volta citato da @ Andreino ) :

    Qualcuno può affermare il contrario? L’unico dato di fatto è che Camila con Sergio sono arrivati al 30 nel ranking,

    E allora ? Questo dimostrebbe con certezza che con lo stesso, si riesca a fare il salto dal 30 in su ??????
    Caro @ Andreino, ma vale per tutti quelli che in passato e/o in futuro ripeteranno questa storiella, dovresti sapere che esistono le ” categorie ” di merito e/o di valori, e che non sempre chi è bravo ad un livello, sia necessariamente bravo allorché l’asticella si alza.
    Se vuoi, giusto per tediarti, faccio qualche esempio, ( mi rifaccio al calcio solo perché ho più cultura ) :
    – Zeman, grandissimo con il Foggia………. deludente con squadre con ben altro blasone ed obbiettivi
    – Castori, bravissimo a guidare il Carpi ad una storica promozione in A, ma esonerato ( poi richiamato ), allorché il livello è salito
    – il mitico Hubner, un’ira di Dio in serie B, mediocre in serie A
    – i tantissimi casi in cui una squadra viene guidata da un tecnico fino a certi livelli, e da altri a livelli più alti

    Credo che anche nel tennis, ( ove confesso non ho pari cultura ), non manchino esempi di atleti/e, che hanno fatto il salto di qualità a seguito di cambi di coach……. così come sono certo che ci sono esempi anche del contrario. Ciò per dire che se è vero che non esistono certezze in un senso, è pur vero il contrario.
    Forse Sergio è il miglior coach possibile per Camila……. non foss’altro perché così vuole Lei, ma sicuramente non perché l’ha portata ad essere numero 30 al mondo, sarà necessariamente in grado di portarla più in alto.
    Dovresti sapere che più è irta la salita, più aumentano le difficoltà. Siamo sicuri che i due siano tarati per affrontarle ? Pertanto, fermo restando che personalmente qualunque cosa decida Camila a tal proposito mi sta bene, se anche qualcuno manifesta qualche perplessità, glielo lasciamo fare senza che ciò si configuri nel reato di lesa maestà ?….. questo non è riferito a te, dico in generale.

    • hector by hector

      Quindi tu sostieni che se Sergio fosse affiancato da Castori Camila diventerebbe una diga insormontabile da fondo campo e rosicchierebbe un sacco di posizioni in classifica…..

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ Hector
        Touché 🙂

      • r.b. by r.b.

        Se non avesse il Chelsea io lo farei affiancare dopo gli europei da Conte… Il gioco di Camila diventerebbe molto più nobile….

        • hector by hector

          Eh, ma allora sarebbe necessario un pool di allenatori:
          Allegri per tutti quelli che sostengono che Camila non sorrida abbastanza
          Mancini per chi ha notato che il suo rapporto W/L con le tenniste che si servono della sinistra e’ deficitario
          Sarri(a’) perche’ Camila ci faccia rivivere le gesta del mundial ’82
          Brocchi per accontentare i rosikoni
          Capello lasciamolo stare, Camila coi suoi colpi lo spaccherebbe in quattro

    • robdes12 by robdes12

      Che strano, non leggo nulla sugli allenatori dell Inter…..;)
      Beh se adesso il polacco è trainer aggiunto ci sarà un motivo. Intanto ha aggiunto al menù un pollo che prima non c’era….;)

    • by andreino

      Ciao Sergio, ho detto quello che ho detto perché possiamo formulare tutte le supposizioni di questo mondo, ma l’unica certezza è quello che è stato e quello che è, cioè che la coppia Camila-Sergio funziona, ha funzionato in passato e, con le necessarie evoluzioni date dallo scorrere del tempo, è ragionevole pensare che funzionerà anche in futuro. Quello che non ho affermato poiché non è diretta conseguenza di quello che ho detto è questo:

      “E allora ? Questo dimostrebbe con certezza che con lo stesso, si riesca a fare il salto dal 30 in su ?”

      Io credo che spesso ci lasciamo prendere un pò troppo la mano, io, te, i tifosi di Camila, gli “sparapallisti” su livetennis e i commentatori-a-tutto-spiano. Ci lasciamo prendere un pò troppo la mano perché passiamo dalla “penso che” al “sono certo che”. E lo facciamo perchè teniamo a Camila oppure, altri, perchè per un qualche motivo odiano lei, il padre o il suo modo di giocare. Però io credo che dobbiamo essere, su Camila come nel resto delle cose, un pò più umili e riconoscere che il 30esimo posto nel ranking mondiale, il 49esimo o quello che è in termini assoluti comunque un risultato fuori dal comune, costruito da Cami-Sergio con sudore, lavoro, privazioni, migliaia di chilometri, ore in palestra e sul campo, etc. Non scordiamoci questo, quello che fa Cami è comunque un qualcosa di eccezionale. Ora, mi piacerebbe, come lo sarà anche per te, che Cami un giorno possa alzare l’insalatiera o raggiungere un qualche altro immenso traguardo, e possiamo stare a discutere per ore, ognuno dei limiti delle proprie conoscenze, quale sia la strada migliore per raggiungere questi obiettivi. Però rimaniamo nel campo delle supposizioni, tra l’altro lo facciamo conoscendo davvero poco della vita sportiva di Cami (per vita sportiva intendo quello che avviene al di fuori degli articoli di giornale o dei tornei). Ora, quello che a me non piace è proprio l’affermazione di cui sopra, quella a cui rispondevo:

      “Ma qualcuno può affermare che lui sia la scelta migliore per Camila?”

      perchè mi sembra pura retorica. E’ pura retorica perché nessuno ha la risposta a questa domanda, eppure il modo in cui è formulata porta chi la legge a pensare che debba contenere, almeno in qualche grado, un pò di verità. Ora, questo è falso, perché, ripeto, nessuno ha la risposta a questa domanda.

      Ora, sai che penso? Che, da un punto di vista sportivo, forse alla coppia Cami-Sergio gioverebbe un supporto tecnico. Il che rimane nel campo della speculazione e soprattutto non ripropone (questa sì che la ritengo davvero una storiella piuttosto noiosa) l’immagine della coppia Cami-Sergio come due persone legate da un rapporto in chissà quale maniera quasi morboso, propone il modello del padre tiranno e della figlia incapace di ribellarsi. Questo è quello che sottintende. Sergio e Camila sono invece un padre ed una figlia che hanno fatto un percorso di vita insieme (e non guardiamo solo il lato sportivo) e che, chissà per quale motivo scandaloso, vogliono continuare a farlo anche nel futuro. Magari lo faranno in maniera diversa, magari qualcuno gli si affiancherà, oppure forse le cose cambieranno e le loro vite prenderanno strade diverse, non lo sappiamo. Però mi piacerebbe vedere sempre rispetto per le loro decisioni. E l’affermazione che ha scatenato la mia risposta non credo che sia stata pienamente rispettosa per quello che Camila e Sergio hanno costruito insieme.

      PS: Darione Hubner segnava a catinelle, ce lo aveva un mio amico al fantacalcio e quell’anno vinse lui. 35 gol in 61 partite in A. Magari tutti.

  18. by First

    Gli attacchi personali da parte di personaggi istituzionali verso i Giorgi sono inauditi e inspiegabili.
    Non vorrei che ci fosse qualcosa di vero sul padre violentemente vessatorio e la figlia totalmente succube e introversa che non è capace di risolversi autonomamente, in quel caso le cose cambierebbero… ma a vederli non credo che sia così!

    • robdes12 by robdes12

      In assenza di prove io mi atterrei ad alcuni indizi della serie historia magistra vitae: il padre della Pierce era così castrante che madre e figlia dovettero qui a Roma andare in questura perchè subisse l’inibizione per gli incontri della figlai; sappiamo che i padri di Dokic e Rezai erano maneschi con le figlie, col padre della Capriati sappiamo che lite c’è stata fra coniugi, la Graf magari non era del tutto fagocitata dal padre, ma subì molto la nascita del fratellastro in seguito ad adulterio, del padre di Agassi si sapeva. Alla fine tutti costoro, e anche quello delle Williams sono stati con le buone o cattive allontanati dalle figlie stesse. Sinceramente o sospettiamo Camila di vocazione al martirio, oppure ne deduciamo che col padre stia più che bene per cui a lasciarlo andare per la sua strada non ci pensa proprio.
      Ora però mettiamoci nella prospettiva dei managments professionali: un’alteta che ha il padre come scudo non puoi controllarla a piacimento, Quindi niente red carpet, niente promozioni a gogo stile Bouchard, niente percentuali lucrose sulla base dell’esclusiva dei contratti….insomma una bella gatta da pelare. Come dice la favola, la volpe che non potè arrivare all’uva, disse che era acerba.

    • Andy by Andy

      Purtroppo una cosa o è vera o è falsa, ritenere pubblicamente una persona come un soggetto che usa metodi coercitivi nei confronti della figlia senza dimostrarlo è una calunnia, ma noi sappiamo solo ciò che ci vogliono far sapere quindi al di la delle opinioni personali non possiamo andare.

      • robdes12 by robdes12

        brrrrr.
        D’altra parte il body language non mente mai, nessuno è attore così consumato da poter impedire al viso di far trapelare quello che le parole nascondono. Dimmi se hai mai visto qualche super dirigente che non abbia un aspetto truce, uno sguardo sardonico e obliquo che palesa come i toni melliflui servano solo a rendere dolce il veleno che stanno per propinare. Va’ be’, si sa che io sono l’anarcoide del sito, per cui da me ci si può aspettare un commento da arruffapopolo.

  19. r.b. by r.b.

    La Fed Cup è manifestazione assai male organizzata, perché si sovrappone o comunque è a ridosso di tornei molto importanti, per cui le giocatrici a volte preferiscono giocare i tornei per ragioni di classifica.
    La Vinci ha fatto la stessa cosa quando voleva entrare in top 10, cosa fortunatamente per lei riuscita e di cui ci rallegriamo, perché avere una italiana in top 10 dà lustro al nostro tennis e allo sport nazionale in generale. Le Federazioni tennistiche di tutto il mondo devono usare ragionevolezza. Agli USA piacerebbe avere sempre a disposizione le sorelle Williams, quante Fed Cup avrebbero vinto? Ma ovviamente questo non è possibile, e ciò vale anche per Sharapova ecc. Le giocatrici russe una volta diedero forfait in massa prima di una finale contro l’Italia…. Furono tutte squalificate? Ovviamente no… chi più chi meno aveva un motivo.
    La Federtennis si è distinta solo per l’intransigenza della sua posizione… capisco fare il braccio di ferro con Bracciali, che il nome aiuta pure 🙂 ma con Camila Giorgi, che è così dolce e carina???
    Non ha senso, si poteva e trovare una soluzione che accontentasse tutti.

    • r.b. by r.b.

      La battuta su Bracciali si riferisce ovviamente alla sentenza sul caso Bracciali/Starace e non alla Fed Cup che riguarda Bolelli…

    • Sergio5912 by Sergio5912

      @ C.M.
      Troverei abbastanza singolare che Roberta Vinci, alla sua età, con il suo palmares, possa essere stata costretta a dire cose che non pensa. Poi da chi sarebbe stata costretta ? Da quei ” giganti d’argilla “, alias Binaghi, Palmieri, Barazzutti ??? La verità è che la Vinci, ha detto esattamente ciò che pensa : la nazionale prima di tutto………peccato che la volta scorsa la pensava diversamente, o incoerentemente, predica bene e razzola male.
      Tengo a precisare x quelli che fanno dei distinguo, ( li hanno già fatti abbondantemente, altrove ), tra le due situazioni :
      – il fatto che Vinci abbia chiesto, ed ottenuto, la dispensa alla convocazione, non può essere giustificato, se non si giustifica l’analoga situazione per Camila, dal fatto che lei aveva l’obiettivo di entrare in top ten, mentre quello di Camila era di riguadagnare posizioni……. Ognuno lotta per i traguardi che in quel momento gli competono, chi può stabilire quale esigenza è più importante ? Dalla mia parti si dice : chi ha poco, spesso tiene a quel poco, più di quanto tiene al tanto chi ha tanto.
      – la Vinci ha dato e vinto tanto, mentre Camila ancora poco o nulla. Se facessimo passare questo assunto, vorrebbe dire dare dignità ad una pratica odiosa quale il nonnismo. Le regole valgono per tutti : anziani e reclute, anzi, spesso sono gli anziani a dover dare il buon esempio alle reclute, vero Vinci ?
      – Camila aveva un accordo con la FIT, quindi degli obblighi. Ora a prescindere che ad oggi nessuno conosce i termini di detto accordo, fatto salvo le parti direttamente interessate, vorrei ricordare che fino alla volta precedente, Camila aveva sempre risposto presente………differentemente dalle altre, a turno. Sottolineerei, anche che giocandosi sulla terra rossa, superficie alquanto ostica a Camila……a tal proposito, i risultati ottenuti ad oggi, sono inequivocabilmente chiari, quasi certamente Camila avrebbe avuto un ruolo marginale nella sfida oggetto del contendere. Per cui, a prescindere da eventuali accordi e/o impegni assunti, allorché viene chiesta una dispensa, come mai la FIT ha voluto andare allo scontro ?
      Il buon senso non avrebbe raccomandato, per i motivi su elencati, d’evitare la convocazione così da scongiurare il braccio di ferro ? Cosa c’è realmente dietro la durezza dimostrata dalla FIT ?
      Solo chi è in malafede, o ha dei conti in sospeso con i Giorgi, o peggio con i gestori del sito della stessa, e/o con i suoi tifosi più estremisti…… a qualcuno allontanato da tempo da questo spazio, staranno fischiando le orecchie….. può sostenere che la FIT abbia agito con oculatezza e probità, che i Giorgi sono completamente dalla parte del torto, e che le regole valgono…… a giorni alterni.

    • robdes12 by robdes12

      e se il problema fosse che è dolce e carina, ergo per certe equazioni maschiliste succube e cretina? Di solito è quello che si pensa delle persone come Camila, che siano creta malleabile dal primo che incontrano. Poi che abbia tutti questi problemi con le altre sarà vero? Con la Knapp sicuramente no, l’abbiamo più volte vista che si guardava gli incontri di Cami sugli spalti, con Flavia ha avuto anche l’onore dell’allenamento congiunto, a me pare la costruzione mediatica della bella prigioniera dell’orco cattivo.

  20. Andy by Andy

    @ C.M.
    Già, peccato che se siamo a giocarci uno spareggio è proprio grazie al fatto che la Vinci tutto ha fatto meno che mettere l’Italia davanti a tutto ma che razza di coerenza sarebbe questa ? boh…

    • by C.M.

      sicuramente,
      aggiungiamoci poi le capacità tecnico/tattiche di Mauresmo & Co, che si sono dimostrate ben superiori a quelle del Barazza e dei suoi e il quadro è completo

  21. Massimiliano by Massimiliano

    Allora mi sono riguardato tutte le partite di Katowice e sono giunto a diverse considerazioni:

    – vs Sasnovich è stata una partita “bruttina”, ma figlia del brutto periodo che Camila stava passando (è stato buona la reazione dal 2-4 del secondo set, diciamo il vero inizio del torneo per Camila),

    – vs Alexandrova l’ho trovata assai simile a quella dello scorso anno con la Kulichkova (cioè affrontando una tennista che x quanto fatto vedere, vale ben + della sua attuale classifica), e che dopo un primo set in sordina, Camila ha ritrovato il suo gioco nel 2° set, e ad intermittenza nel 3°,

    – vs Flipkens secondo me è stata LA PARTITA che assolutamente Camila voleva vincere (anche + della semi e della finale), probabilmente per le due batoste prese in precedenza; ho rivisto la partita e il livello di attenzione di Camila ed il cosiddetto body-language, sono a livelli molto + alti delle altre partite (un esempio, fateci caso, molto spesso prima di colpire anche durante lo scambio Camila alza il braccio sinistro come ad aumentare il livello di attenzione che mette nel colpo), e vincere quella partita secondo me è stata importante moralmente, perché ha fatto capire a Camila che a dispetto di una classifica altalenante, è comunque cresciuta,

    – vs Ostapenko è x me stata la partita di come usare la testa quando le gambe cominciano a chiedere dazio: secondo me Camila ha cominciato a pagare la fatica di giocare tante partite in successione (non capitava da un bel po’) e perciò ha vinto la partita + in difesa che in attacco,

    – vs Cibulkova x me sia fisicamente, sia mentalmente c’era poco (finché di fronte c’era una giocatrice in ascesa ma inesperta è una cosa, ma contro una ex top ten in ripresa le cose sono diverse), e le poche forze che aveva le ha utilizzate per recuperare nel primo set, ma anche se fosse riuscita a vincere il 1° set, non so se avrebbe avuto le forze per continuare, ed il cedimento nel secondo è la conferma di questo.

    • silvio74 by silvio74

      I have a dream. Cami che va a Roma e passa ai quarti sulla grand stand arena con lo stadio stracolmo e la folla impazzita. Sul centrale Binaghi apprende la notizia, ed in silenzio abbandona lo stadio con il capo chino.

  22. by C.M.

    Roberta certe esternazioni avrebbe fatto bene a risparmiarsele…
    ammesso che non sia stata costretta e che le parole siano realmente le sue:

    http://www.livetennis.it/post/238324/fed-cup-spagna-vs-italia-parlano-le-azzurre-roberta-vinci-giusto-mettere-litalia-davanti-a-tutto/comment-page-1/#comment-1573386

    • r.b. by r.b.

      Giustissimo, anche davanti all’ingresso in top 10… 🙂

    • by C.M.

      trovato l’articolo originale sul sito della FIT
      chissà se e quanto le dichiarazioni riportate sono veritiere
      http://www.federtennis.it/DettaglioNews.asp?IDNews=78137

    • TEUS by TEUS

      Aldilà di tutto quello che si è già detto, la mia sensazione è che il gruppo storico di FED CUP abbia fatto di tutto per non far integrare Camila e mi pare anche di percepirlo dalle dichiarazioni delle ragazze prima della sfida con la Spagna.
      Troppo ingombrante la presenza di Giorgi: più giovane, più seguita e con un tennis completamente differente rispetto alle altre italiane.

      • by C.M.

        infatti le uniche con cui sembrava andar d’accordo erano Karin Knapp e la carismatica Flavia Pennetta.
        In loro assenza quel po’ di equilibrio è andato a farsi benedire e… vai col mobbing! (presumo! non ho prove!)

    • by First

      Il piano della FIT di attaccare Camila per compattare le altre, recuperando la coppia Errani-Vinci, sta funzionando evidentemente.

  23. etberit by etberit

    Signori si nasce…. e mi sa che Angelo Binaghi non lo nacque…

  24. pablox5452 by pablox5452

    NOn riesco a capire perché tanti diano per scontato che Camila non giocherà a Roma,
    Al momento non risulta cancellata. qui siamo sul sito ufficiale e la partecipazione a Roma non è stata tolta, basta controllare l’apposita sezione, “Ma Ubaldo Scanagatta ha scritto che..” Ubaldo ha riportato una conversazione privata che non sappiamo quali toni possa aver assunto, e in cui possono essere state fatte affermazioni dovute a stati d’animo momentanei. NOn è da escludere che tali stati d’animo possano portare successivamente a decisioni di un certo tipo , ma nemmeno darli per scontato. Nè mi fido di un articolo su un giornale straniero che non sembrava conoscere molto l’argomento (e che magari è stato fatto ricopiando il precedente articolo già citato.
    Anche sul “boicottaggio” di Supertennis avrei da ridire. Super tennis manda partite di tennis maschile e femmimile (diciamo più femminile, ma per il fatto che SKY prende buona parte del circuito ATP) A loro interessa comunque avere una buona audience. Ed allora perché rinunciare a Camila? Ma credete veramente che un quarto di finale a Stoccarda non verrebbe trasmesso? Tra l’altro ieri hanno mandato il match di FC con la Mladenovic, quindi….
    PS
    Per RObdes: la Wozniacky non sarà a Istanbul in quanto ha preso una distrosione alla caviglia, L?azarenka non credo sia interessata ad un torneo international, visto la posizione raggiunta…

    • pablox5452 by pablox5452

      distorsione 😉

    • r.b. by r.b.

      La storia del boicottaggio di Supertennis l’ho detta io… Ovviamente è un’ipotesi ma mi riferivo ai primi turni, cioè dove Supertennis può scegliere… Seguirà Camila anche sui campi secondari? Anticiperà la diretta di un giorno se necessario, come fatto in passato? Chiaro che se arriva ai quarti Supertennis trasmette il match… E quando la regia tedesca inquadra Sergio che diranno? Mi piacerebbe vederlo ma più che altro sarei contento dei quarti di finale a Stoccarda…

    • by antonelo

      Mi sorge un dubbio, molto prosaico… se Camila giocasse a Roma, l’organizzazione (a parte gli inevitabili dispettucci) le verserebbe i premi vinti?

    • journasesto by journasesto

      Beh insomma, il link che ho segnalato io ieri non è di un giornale straniero ma di Associated Press, che è una delle più importanti agenzie del mondo e che ha chiaramente intervistato Sergio perché riporta suoi virgolettati. E lo ha fatto senz’altro l’altro ieri perché le agenzie lavorano a cadenza quotidiana. Quindi la fonte è più che autorevole…

      • r.b. by r.b.

        Conosciamo bene la tua serietà e competenza, infatti anch’io dò per scontato che Camila non giocherà a Roma.

    • robdes12 by robdes12

      secondo me sarebbe andata lo stesso, scendeva in campo e faceva un game e poi si ritirava, come fa la jankovic, oppure andava e il giorno prima dava forfait, come fanno molte, e incassava comunque l’ingaggio. Vika perchè ora ha punti sufficienti ed è inutile che faccia un international. Comunque una marea si sono cancellate, e ancora non è detto che altre non si aggiungano.

  25. by lucio

    Aggiornamento defezioni in fed Polonia
    Aga e Linette out giocheranno Kania e Kawa

  26. r.b. by r.b.

    Ma le quali di Stoccarda quando cominciano? Sulla app ufficiale ancora nulla….

  27. by lucio

    Io spero che a Roma ci vada ……….sono convinto che il pubblico sarebbe dalla sua…….sai che smacco per Binaghi………..

    • robdes12 by robdes12

      io spero che capisca che Roma non è di Binaghi, a sto punto le Marche che sono state parte dello Stato Pontificio risultano molto più affratellate alla mia città. Che c’entra Binaghi col foro italico? L’ha costruito lui? E’ allocato in Barbagia? Roma è in primis la città dei romani, in secundis la capitale di tutti gli italiani: a nome di tutti i romani o.g.p. dichiaro la nostra dissociazione dal clan Binaghi. Camila,vieni tranquilla, un mazzo di fiori è già pronto ad attenderti, ed anzi può darsi pure che qualche giardiniere del roseto comunale ti dedichi un giorno una rosa, come fece per un’altra oriunda italo-argentina anni fa. Per altro quando giochi non lo vedrai neanche sul palco, che ti importa di quella faccia da barbagianni?
      Camila, ricorda che hai da onorare il nome di una famosa vergine dell’epica, il cui sacrificio fu fondamentale perchè Enea preparasse la fondazione di Roma. Ma dove si è mai visto che una che si chiama Camila non si debba sentire in casa a Roma? Con Virgilio che ti tutela stai a pensare ai pareri di Binaghi? Tuo padre da bravo argentino non crede alla forza del destino? Io penso di sì.

    • hector by hector

      Cosa vogliamo scrivere di Binaghi? Ad esempio che ha piazzato, prima a presiedere e tuttora nel consiglio di amministrazione di Sportcast, editore di Supertennìs tv e di proprieta’ al 100% FIT, nientemeno che suo zio? Se e’ cosi’ severo con chi ha raggiunto best ranking 30 come fara’ a guardarsi allo specchio senza vergogna ogni mattina, dato che da giocatore non e’ mai riuscito ad entrare nei primi cinquecento? Dunque le sue esternazioni vanno considerate come deliri di onnipotenza generati da un sistema che permette la blindatura dei vertici federali per tempo immemorabile, come fu con l’avv. Galgani.

  28. riccardo by riccardo

    Propongo Zamparini Presidente della fit………….. 🙂

  29. r.b. by r.b.

    Come sempre @riccardo ha centrato esattamente il problema. Non abbiamo letto i contratti, ma è chiaro che se si va davanti ad un giudice la FIT avrà certamente ragione.
    Il problema è che la FIT è una federazione sportiva, che ha lo scopo di far emergere e tutelare i talenti (soprattutto giovani) per promuovere lo sport italiano a tutti i livelli, non solo amatoriali, ma anche agonistici.
    Se Binaghi avesse detto che non crede più in Camila, che secondo lui la Federtennis non dovrebbe investire in una tennista che non si ritiene possa produrre risultati, l’affermazione sarebbe discutibile, ma sarebbe una scelta legittima. Lui ha detto invece che nonostante la guida tecnica, Camila ha un grande talento e potrebbe ottenere ottimi risultati in futuro. Quindi la FIT e il CONI dovrebbero tutelare Camila e non ad es. escluderla dalle olimpiadi. Tutti i nostri atleti olimpici sono importanti e danno una immagine positiva dello sport e dell’Italia in tutto il mondo. E se Camila vincesse una medaglia olimpica (magari non a queste olimpiadi ma alle prossime)? O addirittura uno Slam?
    È compito e dovere di una federazione tutelare i giovani talenti e dare loro la possibilità di crescere. Già il fatto di imporre contratti capestro la dice lunga, come se si dovesse tutelare un investitore privato, quando bisognerebbe invece guardare all’interesse generale dello sport italiano e anche del tifosi. Io volevo andare a Roma per vedere giocare Camila (e Ana, lo ammetto)… 🙂 se Camila non gioca ci andrò lo stesso?
    Se Supertennis boicotta i match di Camila, chi ci rimette se non i tifosi e gli appassionati di tennis?
    La federazione non deve attaccarsi ai contratti, ma deve trovare una soluzione per la tutela degli interessi dello sport italiano e degli appassionati di tennis.
    Ho capito che trovare una soluzione è difficile per vari motivi che non sto a ricordare, ma allora se non siete capaci di dirigere una federazione sportiva e di gestire le situazioni problematiche, fatevi da parte e lo farà qualcun altro il presidente federale… Io non lo farei mai, neanche sotto tortura, ma se fossi Binaghi ci avrei messo 5 minuti a trovare una soluzione….

  30. by alberto

    Sono un utente abituale, ma che non scrive mai. Modestamente cerco di dare il mio contributo ad una discussione che mi piacerebbe leggere meno accesa e partigiana. Forse chi, come me, non è un tifoso sfegatato, ma un semplice ammiratore del talento tennistico di questa ragazza, può dare una visione più distaccata e spero oggettiva della vertenza FIT-Giorgi. Intanto per prima cosa trovo assurdo essere arrivati a questo punto, quando bastava un po’ di intelligenza nel chiamare la Knapp direttamente. Anche perché la terra rossa contro due tenniste forti come le spagnole non mi sembra luogo adatto per Camila e credo che Vinci per ranking e Errani per abilità sul fondo sopra citato, per non parlare del doppio, possano fare meglio della nostra eroina. Però perché si sia arrivato a questo muro contro muro non lo so. Credo che l’allenatore-padre e in effetti un po’ padrone Sergio non abbia usato grande diplomazia. Il coach in questione è diverso dagli altri coach del circuito. Nessuno dubita del suo voler bene alla figlia e che comunque con pochi mezzi l’ha portata fin vicino alle top players. Ma qualcuno può affermare che lui sia la scelta migliore per Camila? Chi vede un match della ragazza, noterà il NON divertimento assoluto, un piglio militare nell’affrontare le avversarie, mai un sorriso oltre a delle scelte tattiche il più delle volte nefande. Soprattutto noterà un Sergio agitatissimo, l’unico coach al mondo, che si agiti più dell’assistita. Vogliamo paragonarlo al coach di Pennetta o Vinci che assistono tranquilli al match conferendo sicurezza e calma alla giocatrice. Mangiarsi le unghie, imprecare, agitarsi non serve a niente e voglio credere che non seguino liti e rimbrotti come invece assicurano in FIT. Inoltre ho letto di litigi fra Sergio, la Schiavone e Barazzutti in occasione della sfida con la Francia. La Fed Cup, come la Coppa Davis è un’anomalia: un torneo a squadre di uno sport che più individuale non può essere. Si crea uno spogliatoio, un microcosmo dove è fondamentale dimenticare antagonismi e tifare per le proprie compagne. Sembra che Sergio proprio non abbia capito questo e anche stavolta il suo atteggiamento è andato a nuocere alla figlia. Credo che su Camila abbiano messo gli occhi “commercialmente parlando” alcuni personaggi del giro Fit che ben vorrebbero strappala dalla mani del padre. Questo avrà fatto infuriare ancor di più Sergio fino ad arrivare a un comunicato suicida che addirittura anticipava e quasi pretendeva la vertenza che seguirà. Oltre al danno economico, farà perdere le Olimpiadi a Camila e non oso pensare quale peso avrà sulla spalle la povera ragazza nei tornei a venire. Insomma pur apprezzando per molte cose darei una bocciatina a Sergio, un rimbrotto alla Fit e un grosso augurio a Camila ricordandole che il tennis è uno sport e poi un mestiere e che nello sport ci si diverte anche qualche volta.

    • r.b. by r.b.

      Benvenuto, mica male come esordio, doppio post subito! 🙂

    • by andreino

      Benvenuto! Qualche appunto:

      “Ma qualcuno può affermare che lui sia la scelta migliore per Camila?”

      Qualcuno può affermare il contrario? L’unico dato di fatto è che Camila con Sergio sono arrivati al 30 nel ranking, tutto il resto sono speculazioni. Visto che hanno già detto che continueranno così, che senso ha ribadirlo ogni volta? Comunque, non conta quello che diciamo io o te, conta quello che scelgono loro.

      “La Fed Cup, come la Coppa Davis è un’anomalia: un torneo a squadre di uno sport che più individuale non può essere. Si crea uno spogliatoio, un microcosmo dove è fondamentale dimenticare antagonismi e tifare per le proprie compagne. Sembra che Sergio proprio non abbia capito questo e anche stavolta il suo atteggiamento è andato a nuocere alla figlia.”

      Questa è una speculazione. Conosci quello che è successo (a parte i sentito dire sui giornali)?

      “Oltre al danno economico, farà perdere le Olimpiadi a Camila e non oso pensare quale peso avrà sulla spalle la povera ragazza nei tornei a venire”

      Io sono dell’opinione diametralmente opposto: se avevano problemi con la FIT, è giusto per loro allontanarsi.

    • robdes12 by robdes12

      però la Schiavone, che non è mai stata una coi peli sulla lingua, non ha detto nulla. Mi pare che questa storia della lite sia stata come messa lì e poi non più ripresa. E’ vera? Non lo è? E’ difficile fidarsi dei vertici di tutte le federazioni del mondo, dopo tanti illeciti di bilancio, coperture di doping, intrallazzi con parti oscure della società. Insomma, non penso che sia solo il mondo del calcio a meritarsi inchieste per appalto fraudolento di mondiali e manifestazioni varie. Guardiamo la Wada che decide, sulla base di che cosa non si sa, che forse fino a gr. tot il meldonium non potrebbe non essere doping. Facciamo come l’affair cinesi della prima ondata, che poi si scoprì che erano sempre negative come quantità perchè usavano il prodotto dopante nella norma del rapporto gr/peso corporeo, solo che li prendevano in cocktail assortiti col risultato che alla fine era doping “da accumulo” e vennero giustamente falcidiati nell’atletica e nel nuoto. La storia di Camila in fondo è ridicola, o meglio se lei comincerà a fare i risultati che si aspetta lo diventerà di sicuro. E dovranno poi richiamarla, comunque lo sport si regge sul rapporto atleta/pubblico, e vincerà il pubblico se lei ascende al livello che sembrerebbe più consono ha quanto ha nelle sue possibilità.

  31. by alberto

    Sono un utente abituale, ma che non scrive mai. Modestamente cerco di dare il mio contributo ad una discussione che mi piacerebbe leggere meno accesa e partigiana. Forse chi, come me, non è un tifoso sfegatato, ma un semplice ammiratore del talento tennistico di questa ragazza, può dare una visione più distaccata e spero oggettiva della vertenza FIT-Giorgi. Intanto per prima cosa trovo assurdo essere arrivati a questo punto, quando bastava un po’ di intelligenza nel chiamare la Knapp direttamente. Anche perché la terra rossa contro due tenniste forti come le spagnole non mi sembra luogo adatto per Camila e credo che Vinci per ranking e Errani per abilità sul fondo sopra citato, per non parlare del doppio, possano fare meglio della nostra eroina. Però perché si sia arrivato a questo muro contro muro non lo so. Credo che l’allenatore-padre e in effetti un po’ padrone Sergio non abbia usato grande diplomazia. Il coach in questione è diverso dagli altri coach del circuito. Nessuno dubita del suo voler bene alla figlia e che comunque con pochi mezzi l’ha portata fin vicino alle top players. Ma qualcuno può affermare che lui sia la scelta migliore per Camila? Chi vede un match della ragazza, noterà il NON divertimento assoluto, un piglio militare nell’affrontare le avversarie, mai un sorriso oltre a delle scelte tattiche il più delle volte nefande. Soprattutto noterà un Sergio agitatissimo, l’unico coach al mondo, che si agiti più dell’assistita. Vogliamo paragonarlo al coach di Pennetta o Vinci che assistono tranquilli al match conferendo sicurezza e calma alla giocatrice. Mangiarsi le unghie, imprecare, agitarsi non serve a niente e voglio credere che non seguino liti e rimbrotti come invece assicurano in FIT. Inoltre ho letto di litigi fra Sergio, la Schiavone e Barazzutti in occasione della sfida con la Francia. La Fed Cup, come la Coppa Davis è un’anomalia: un torneo a squadre di uno sport che più individuale non può essere. Si crea uno spogliatoio, un microcosmo dove è fondamentale dimenticare antagonismi e tifare per le proprie compagne. Sembra che Sergio proprio non abbia capito questo e anche stavolta il suo atteggiamento è andato a nuocere alla figlia. Credo che su Camila abbiano messo gli occhi “commercialmente parlando” alcuni personaggi del giro Fit che ben vorrebbero strappala dalla mani del padre. Questo avrà fatto infuriare ancor di più Sergio fino ad arrivare a un comunicato suicida che addirittura anticipava e quasi pretendeva la vertenza che seguirà. Oltre al danno economico, farà perdere le Olimpiadi a Camila e non oso pensare quale peso avrà sulla spalle la povera ragazza nei tornei a venire. Insomma pur apprezzando per molte cose darei una bocciatina a Sergio, un rimbrotto alla Fit e un grosso augurio a Camila ricordandole che il tennis è uno sport e poi un mestiere e che nello sport ci si diverte anche qualche volta.

  32. robdes12 by robdes12

    Urca, anche la Azarenka e Wozniacki hanno preferito la pelle assicurata che la visita ai ponti sul Bosforo. Non le facevo così vigliacche e così scorrette e così opportuniste come ho letto in riferimento ad un’altra. 😉
    Ma dico ragazze, e che sarà mai la possibilità di un attentato in confronto alla perdita dell’onore sportivo? Avete firmato un coupon (penso) d’iscrizione, ora non lo onorate per una quisquilia come quella delle possibilità di saltare per aria in un palazzetto dello sport? Per una volta pensate alla salute dell’anima, non solo a quella del corpo. 😉

  33. robdes12 by robdes12

    La differenza fra Camila e le “senatrici”.?
    Molto semplice, non il peso del palmares, non la militanza pregressa, non lo spessore sportivo ma solo una differente situazione che non le rendeva ricattabili; non si sono mai allenate, nel periodo di fulgore tennistico, nel centro federale di Tirrenia, e quindi anche senza il supporto della Fit si potevano ritenere poco vulnerabili alle visioni feudali di Binaghi. Se lui e accoliti avessero preso a male le rinunce, in un caso poi sincroniche di Pennetta, Errani e Vinci che cosa potevano fare? Chiedere indietro un prestito che rappresentava i guadagni di un mese e mezzo di tennis per loro? Oppure revocargli i pass per i campi della fit? E allora….è stata un po’ come la situazione della moglie economicamente autonoma, che può facilmente opporsi alle pretese di un marito oppressivo. Se sai che la tua “controllata” ha la possibilità di camminare tranquillamente con le proprie gambe nella vita, dentro di te la pensi come ti pare ma eviti di esporlo perchè sai di non avere effettiva deterrenza da opporre.
    Binaghi, da provincialotto qual è, ha ritenuto che un contratto determini possesso, e che una ragazza non nata in una culla d’oro avrebbe ceduto subito le armi, il che non è avvenuto e è andato in tilt.
    Ricordo a tutti che le rivoluzioni e i grandi eventi a volte nascono da episodi marginali, es. attentato di Sarajevo o la visita di perorazione delle donne di Parigi al palazzo della Malmaison della regina Antoinette. Quando un ribelle comincia ad uscire allo scoperto anche altri possono seguirne l’esempio e dar man forte a qualche corrente interna contraria pronta a far la fronda. E come gli irredentisti e i giacobini erano pericolosi sovversivi, così Cami e gli atleti che non accettano di essere sudditi sono immediatamente declassati a gente canaglia. Che la Fit lo faccia non mi sconcerta, ma che tanto popolino ancora sia così innamorato delle virtù del red carpet che gli attribuisce ipso facto un valore sacrale invece mi sconcerta. Evidentemente in Italia c’è ancora una gran quantità di persone che non guarda alla legge come mezzo di tutela, ma solo di punizione e coercizione, un’arma formidabile per determinare formule di interdetto: in questa aiuola di amenità ci siamo noi, al di fuori “hic sunt leones”. Hanno mai riflettuto che non siamo nè Medi nè Persiani, e che le leggi si modificano perchè non perfette nella loro essenza? Eh, povero Beccaria, quanto è passata invano la tua analisi illuminista, due secoli dopo è ancora lettera morta.

  34. riccardo by riccardo

    Avrò letto male ma non mi pare che l’articolo su Ubi tennis sia a favore della Federazione.
    Racconta i fatti , quelli che sono accaduti .
    Come ebbi a dire a caldo è una brutta storia i cui contorni sono poco chiari ma è evidente, cosi come suggerisce R.B. che i contratti , essendo stati ” confezionati” dagli avvocati della Fit , non possano che tutelare , appunto le ragioni della Fit.
    La questione a mio avviso non è giuridica.
    Giuridicamente è fin troppo ovvio che esiste un contratto, che vi è stato un inadempimento e che pertanto, vi sono delle conseguenze tutte sfavorevoli ai Giorgi che questi ultimi dovranno subire.
    La questione per converso va impostata seguendo un canovaccio diverso.
    Come mai alle altre ragazze di Fed , è stato consentito più volte di essere esentate da alcuni incontri perchè dovevano concentrasi( legittimamente ) sui tornei e con Cami invece è stato adottato un metro di misura diverso?
    cami , per via dei cattivi risultati di inizio anno ha chiesto di non giocare sulla terra dove l’anno scorso ha fatto malissimo ( chiamiamo le cose col loro nome) e si è sentita rispondere picche.
    La questione è tutta qui.
    Ovvio che non può ed in alcun modo reggere la tesi che alle altre è stato consentito per via dei risultati conseguiti .
    La faccenda è stata ulteriormente peggiorata dalle improvvide affermazioni di Pietrangeli , di Palmieri ed in ultimo da quel signore che risponde al nome di Binaghi il quale si è spinto sinanco a dire ( riferendosi a Sergio Giorgi) ” Sapevamo con chi avevamo a che fare “.
    Ecco, affermazioni che certamente lasciano intendere cose non positive e che a mio parere , ledono il decoro e l’onore di Sergio Giorgi.
    IN buona sostanza Binaghi avrebbe dovuto limitarsi ad affermare che un contratto è stato violato e la Fit deve agire di conseguenza.
    Punto.
    Entrare nel privato, riportare stralci di discussioni che dovevano rimanere tra la federazione ed i Giorgi, esprimere giudizi sulla persona è un atto gravissimo.
    In qualsiasi altro paese , probabilmente affermazioni del genere non sarebbero rimaste senza conseguenza ma siamo in Italia…
    La rottura è evidentemente insanabile almeno con questa dirigenza e penso che essendo abbastanze chiare le cose , sarebbe opportuno non tornarci più .
    Camila non giocherà più per la nazionale Italiana.
    Ribadisco che trovo disgustoso il comportamento sotto l’aspetto etico ed anche in fondo sotto l’aspetto professionale, però temo non succederà nulla e lori signori rimarranno tutti al loro posto.

    • avadar by avadar

      Ineccepibile Riccardo!
      Ma che continuino pure a spararle grosse, meglio x Cami e Sergio…del resto certe dichiarazioni squalificano solo chi le pronuncia…

      quanto a Cami che risponda sul campo: non meritano altro questi pseudo-dirigenti in grado solo di dimostrare il loro livore verso una non allineata…

      e poi quant’è bello il profumo della libertà e la consapevolezza che non ti possono rendere schiavo 🙂

      • riccardo by riccardo

        🙂

      • r.b. by r.b.

        Non condivido questa impostazione dell’atleta schiavo della federazione di appartenenza… Dovrebbe essere un rapporto di reciproca e benefica collaborazione… Altrimenti tanto vale abolire le federazioni in particolare la FIT… 🙂

  35. giangigb by giangigb

    Che schifo. Come succede in Italia a tutti i livelli nello sport (pensiamo al calcio per fare un esempio al coni ecc ecc) e anche banalmente nel mondo del lavoro o nella politica vale la logica di lobbies. Dunque tuti a schierarsi con il capo della FIT. A questo punto se giocasse per la nazionale argentina farebbe bene…tanto noi faremmo lo stesso il tifo per lei.

    • robdes12 by robdes12

      ma certo. Non ho mai tifato contro Mac anche se incontrava italiani, e altrettanto ho fatto con la Sabatini. Io sostengo il giocatore/ice che per me gioca meglio, non la bandiera. Nel caso di Sara quando capita non faccio un’eccezione, perchè fra le regolariste la ritengo la meno noiosa, in realtà. Ovviamente se gioca al suo massimo. Al suo minimo spengo il televisore o faccio zapping. E poi gli argentini una campionessa in fieri se la meritano.

  36. by giacomo carbone

    Sono costernato dalle dichiarazioni di Binaghi, quanto livore e quanta cattiveria. Tutto per una mancata risposta ad una convocazione, quanto il mondo del tennis è pieno di casi analoghi. Ma non vedo cosa c’entra Roma. Camila ha così tanti tifosi in Italia e Roma, che sarebbe un vero peccato non partecipare. Gli internazionali storicamente e sostanzialmente appartengono agli italiani, mica alla Fit e chi se ne frega se Palmieri e Binaghi la detestano. Anzi, non andando farebbe il loro gioco, sono convinto invece che ci sformerebbero nel vedere quanto tifo ci sarebbe per Camila.
    Tutto questo certo non mi fa cambiare idea sulla conduzione tecnica di Camila, sulla quale non mi ripeto avendo espresso ciò che penso già tante volte

  37. journasesto by journasesto

    Nel 2017 ci sarà un nuovo torneo indoor in Svizzera, subito dopo Miami, che pare fatto su misura per Camila. Speriamo di vederla lì…
    http://www.wtatennis.com/news/article/5490840/title/wta-adds-biel-to-2017-schedule

  38. by antonio4camila
  39. by pariparo

    Non vedo perché Camila non dovrebbe giocare Roma. E’ un importante torneo del circuito WTA. Sarebbe come se uno, quando litiga con la moglie, non mangiasse il suo meraviglioso tortino di porri. La moglie passa, il tortino di porri è un valore a prescindere!

    • by lucio

      Certo che dopo le dichiarazioni di Binaghi la miglior risposta può venire solo sul campo.
      Fanno bene i Giorgi a non rispondere agli attacchi personali.
      Incredibile chi appoggi l’atteggiamento di questo dirigente.

      • Andy by Andy

        quoto, è caduto nella diffamazione bella e buona, specie con la battuta del telefono azzurro !

        • by lucio

          Adesso capisco perché qualcuno non scrive più qui, era difficile appoggiare la posizioni di Binaghi e scrivere nel sito di Camila.

      • silvio74 by silvio74

        Questo siamo noi. Nessuno ha letto uno straccio di contratto, nessuno ha assistito ad una riunione, un incontro, un colloquio telefonico. Ma tutti si sentono in diritto di giudicare il “valore morale” ed il senso giuridico del comportamento di Cami.
        Se invece rimaniamo ai fatti, abbiamo da una parte la asciutta dichiarazione di Cami in merito alla rottura dei rapporti con la federazione e dall’altra parte una settimana di insulti pubblici del triumvirato FIT che hanno colpito in modo molto pesante (oltre che gratuito, perché non documentati) la persona ed i suoi affetti più cari.
        Se restiamo ai fatti, abbiamo una barbara aggressione pubblica ed un ragazza di 25 anni, che sta cercando di mantenere la schiena dritta sotto la tempesta, che nonostante tutto è riuscita ad arrivare in finale in polonia, e che non ha intenzione di mollare di un centimetro. Come è possibile non essere dalla sua parte?

    • Massimiliano by Massimiliano

      Beh… io a costo di sembrare impopolare, vorrei che Camila non facesse Roma, ma non tanto per dispetto alla Fit, quanto piuttosto per fare WTA 125 su terra che si gioca a New York nella stessa settimana.

      Anche perché il risultato migliore raggiunto da Camila a Roma è stato un secondo turno, ed il vero appuntamento su terra è Parigi.
      A conti fatti secondo me se giocasse a New York, avrebbe maggiori possibilità mettere molti minuti in più sulla terra rispetto a quanto farebbe a Roma, e se contiamo anche il fatto che ormai Camila sembra essersi sistemata contro le over 100, avrebbe ottime possibilità anche di vincerlo (sono 160 punti, per farne 190 a Roma, Camila dovrebbe arrivare ai quarti, che è fattibile, ma di sicuro molto + faticoso).

    • journasesto by journasesto

      Io penso invece, purtroppo, che a Roma proprio non la vedremo, né quest’anno né in quelli a venire. E che l’Italia abbia perso una tennista di assoluto valore… 🙁

      • silvio74 by silvio74

        …non disperiamo…ancora non si è trasferita in Polonia. Che sia l’allenatore polacco a trasferirsi a Macerata!

    • hector by hector

      Sara’, ma la Fit piu’ che per il tortino e’ famosa per le pastette. Comunque, se io fossi in Camila, giocherei a Roma cercando di incassare il maggior prize money possibile, raccogliendo le ovazioni della folla in estasi.

  40. silvio74 by silvio74

    Se qualcuno pensa che la Cami di oggi abbia un qualche reale problema a restituire 160.000 euro (ove effettivamente dovuti, ma personalmente o qualche dubbio), non ha capito niente di economia e di impresa. Cami è in un momento in cui sta investendo, ma se volesse monetizzare subito (anche solo in parte) la propria immagine sportiva, la predetta somma sarebbe una barzelletta. Se poi entra tra le prime 20 e fa un contratto con la Nike et similia (e facile immaginare Cami sui cartelloni pubblicitari di mezzo mondo) si compra Tirrenia con tutta la dirigenza FIT.

  41. by lucio

    Quando viene estratto il tabellone delle qualificazioni di Stoccarda ?

  42. r.b. by r.b.

    Non abbiamo letto i contratti, vedremo se saranno esibiti, però avendoli scritti gli avvocati della FIT, cosa ci può essere mai scritto, se non che Camila è obbligata a rispondere alle convocazioni altrimenti è inadempiente e deve restituire il prestito?
    Non è che bisogna essere Nostradamus…..
    Il problema è che si tratta di una tennista di rilevanza nazionale e della sua federazione.
    La FIT doveva trovare una soluzione in accordo con Sergio e Camila. Così ci perdiamo soprattutto noi tifosi. Ad es. con la rinuncia di Camila a Roma, con il prevedibile boicottaggio di Supertennis, con la rinuncia alla Fed Cup per i prossimi anni (per chi ama la nazionale, s’intende), perfino con il boicottaggio alle olimpiadi.
    La Federazione doveva accontentare Camila per questa volta e magari convincerla a giocare per la nazionale la prossima volta o comunque trovare qualunque accordo senza fare il pugno di ferro, che danneggia la federazione stessa e noi tifosi. Cosa se ne fa la FIT di 160.000 euro? Ci ripiana il deficit? E se Camila dovesse vincere uno Slam che figura ci farebbe la FIT che non l’ha sostenuta? La vita non è fatta solo di soldi, bisogna anche saper guardare oltre…..

  43. by FabrizioF

    Quanta rabbi, quanto rancore questo Binaghi! E’ fango che gli ricadrà addosso, cattiveria gratuita, la gente non è stupida. Mi auguro proprio che Camila a Roma non vada, perché non si può essere trattati così. Sarebbe bene una programmazione fatta da Stoccarda, Madrid e Strasburgo.

    • robdes12 by robdes12

      beh la battuta sulle Malvinas è avvilente. Come se fosse stata una guerra privata di Sergio Giorgi contro qualche cacciatore di conigli inglese e come se i soldati lì si fossero tirati i cartoccetti con le cerbottane. Neanche della morte altrui riescono a parlare con rispetto? Sinceramente è lecitissimo esser seri scherzando, ossia dire cose serie in modo arioso, ma sicuramente non è lecito in nessuna società scherzare sulle cose serie. E soprattutto mai trattare il dolore con superficialità. Chi semina vento…..

    • Gianlu by Gianlu

      L’importante è che venga a Madrid, che ho gia comprato l’entrata… -;)

    • hector by hector

      Premesso che Camila farà ciò che ritiene opportuno, a mio parere a Roma dovrebbe andare, giocare ed incassare il prize money relativo al turno che raggiungerà.

  44. Andy by Andy

    Su UBI si vocifera di una colletta per pagare questi dannati 160.000€ alla FIT e farla tacere per sempre.. lol

    • r.b. by r.b.

      Mannò, che colletta, basta che Camila giochi due o tre esibizioni e il prestito è bello che restituito…

  45. r.b. by r.b.

    Ho letto l’intervista a Binaghi e, cercando di non guardare agli insulti, ma guardando la sostanza delle cose, emerge che il vero problema del dissidio è il controllo tecnico. Cioè il problema della guida tecnica di Camila…. Problema che peraltro non era irrisolvibile come è visto sì recente in Polonia. Quindi perché non è stato possibile trovare un accordo?

    • robdes12 by robdes12

      beh, la risposta più semplice mi pare ovvia…..

    • by fraronz

      ma per fortuna c’e’ il Presidente del Coni “Giovanni Malagò che usa toni meno perentori: “Dispiace questo caso, ma il Coni deve difendere la maglia azzurra. In tutti gli sporti gli atleti hanno avuto problemi con le rispettevi selezioni nazionali. In genere ci si parla per arrivare a una soluzione, qui non è accaduto”.

    • by lucio

      Non mi risulta che anche in Polonia Giorgi sia stato sostituito , il buon Binaghi e la Fit voleva solo questo . Non penso che per Sergio oggi la multa sia un gran problema è secondo me non vedeva l’ora di lasciare questi furbacchioni.

      • fabius by fabius

        Ed invece, per come hanno messo le cose, per i Giorgi restituire la somma è un problema, non per la disponbilità, ma perchè il pagamento verrebbe strombazzato come ammissione di colpa.

        Siccome forse un po’ cominciamo a conoscerli, e che siano “capatosta” non è certo una novità, proprio per questo potrebbe impuntarsi a non restituirli, impelagandosi in un contenzioso senza fine.

        Ecco che una iniziativa terza per pagare il “riscatto” potrebbe risolvere l’impasse.

    • journasesto by journasesto

      Perché secondo me il problema non era neanche quello, ma una profonda disistima, credo anche reciproca tra le parti. Questo ha trasformato la questione dal piano manageriale a quello personale, rendendo impossibile la possibilità di trovare un accordo. Binaghi comunque ha già messo le mani avanti: ha già detto che nonostante la pessima guida tecnica Camila ha tali qualità che magari qualche risultato potrebbe ottenerlo.

  46. robdes12 by robdes12

    e questa come mai ci era sempre sfuggita?
    https://www.instagram.com/p/BEGzLCkozT8/
    e pensare che molti calciatori manco lo conoscono l’inno italiano.

  47. doherty by doherty

    entry list quali stoccarda
    Nr. Name Country Rank
    1 BECK, Annika GER 40
    2 GIORGI, Camila ITA 43
    3 FRIEDSAM, Anna-Lena GER 52
    4 BRENGLE, Madison USA 60
    5 ROBSON, Laura GBR 58 SR
    6 SIEGEMUND, Laura GER 185
    7 KONJUH, Ana CRO 76
    8 WITTHOEFT, Carina GER 82
    9 HERZOG, Polona SLO 95
    10 PLISKOVA, Kristyna CZE 101
    11 OSAKA, Naomi JPN 104
    12 RODINA, Evgeniya RUS 107
    13 SINIAKOVA, Katerina CZE 113
    14 KOUKALOVA, Klara CZE 116
    15 CHIRICO,Louisa USA 124
    16 TIG, Patricia Maria ROU 129
    17 KARATANTCHEVA, Sesil BUL 138
    18 SMITKOVA, Tereza CZE 144
    19 KANEPI, Kaia EST 148
    20 KHROMACHEVA, Irina RUS 154
    21 KANIA, Paula POL 156
    22 DODIN, Oceane FRA 160
    23 HESSE, Amadine FRA 161
    24 HLAVACKOVA, Andrea CZE 174
    25 HANTUCHOVA, Daniela SVK 180
    26 KREJCIKOVA, Barbora CZE 187
    27 KERKHOVE, Lesley NED 190
    28 RAZZANO, Virginie FRA 199
    WC tba
    WC tba
    WC tba
    WC tba

    • robdes12 by robdes12

      in quante devono passare? 4 o di più?

      • Massimiliano by Massimiliano

        Sì 4, ma sicuramente la Beck sarà nel Main Draw anche perché fa la Fed (e potenzialmente non potrebbe fare le quali), quindi se non arriva nel Main Draw con dei ritiri, penso ci sia la WC (giocatrice tedesca, torneo a Stoccarda, 2+2=4).
        Quindi molto probabilmente Camila sarà la testa di serie n° 1 delle qualificazioni.

        • Massimiliano by Massimiliano

          E visti i bei risultati ottenuti credo che quasi sicuramente anche la Friedsam avrà una WC

          • robdes12 by robdes12

            quindi è lecito concludere che incontrerà giocatrici molto più in basso di lei in classifica, e in base ai nomi che ho letto pure in grande crisi di risultati, per cui se non fa disastri, e credo che non ne farà perchè le parole indecenti di oggi l’avranno resa furibonda, dovrebbe passare i turni agevolmente.

    • by Fabblack

      Quale che sia l’elenco definitivo, di sicuro, le prime quattro non si incontreranno, per cui è fattibile.
      Una volta nel main draw, si vedrà.
      Di sicuro, d’ora al Roland Garros, Camila difende solo il secondo turno di Parigi ed ha in programma sei tornei.
      Se qualcuno di questi andrà bene, qualcun altro sarà saltato.
      L’importante credo comunque sia vincere più partite possibili (lapalissiano), più che altro come iniezione di fiducia.

      • robdes12 by robdes12

        per me a Roma ci va, mica deve giocare con la nipote di Binaghi, Per me l’affronto migliore sarebbe proprio presentarsi e dare anche l’anima per passare i turni. Poi voglio vedere se mettono i vigilantes per far ritirare gli striscioni i love Camila, Cami facci sognare e via dicendo. La rabbia l’ha portata in finale giocando pure bene, magari un pizzico in più gli darà quel furore agonistico che per ora le è mancato nei momenti opportuni. E poi si può pure scentrare una palla ad arte……

    • by C.M.

      staff minimo, ma non tutte hanno i soldi della Radwanska o della Sharapova.
      comunque è chiaro che non di sola FIT vive il tennista 😛

  48. pablox5452 by pablox5452

    Da notizie pubblicate su TEnnis Forum che il tipo con leggera barbetta che si è visto accanto a Sergio Giorgi durante il torneo di KAtowicze sia un trainer polacco chiamato Benjamin Budziak.
    Pare che seguirà Camila anche nei prossimi tornei, e questo su richiesta di Sergio e grazie alla collaborazione dello sponsor polacco (quindi Palmieri che ha detto che senza di loro i Giorgi non vedranno l’ombra di un euro è già stato bello che smentito..)

    • robdes12 by robdes12

      ho letto tutte le dichiarazioni a Binaghi pubblicate da Ubitennis: Como decimos en Argentina “Virgen Santa”. 😉
      Speriamo solo di non essere costretti ad imparare il polacco, perchè una certa ipotesi sta prendendo corpo, ahimè. Pollonia in razzolamento prossimo, ragazzi.

    • r.b. by r.b.

      Eh no, protesto vivacemente!!!!… Camila aveva detto che MAI avrebbe non dico cambiato allenatore, ma neanche affiancato un altro allenatore al padre!!!! 🙂

      • robdes12 by robdes12

        se, secondo le dichiarazioni di Binaghi a sto punto non avrebbe mai potuto avere manco il fidanzato, completamente fagocitata da Sergio….lui, ok, lo capisco, tira acqua al suo mulino, ma che diversi utenti cadano nel tranello del padre morbosamente possessivo non lo capisco: ma già sappiamo entrambe come per certe persone i fatti siano…ahiloro, così sgradevoli che è meglio ignorarli. 😉

  49. robdes12 by robdes12

    Insultatemi pure con tutti gli epiteti che volete, ma a questo punto io penso che ci voglia davvero una deflragrazione e se retrocediamo in B sarò soddisfatto. E’ ora di capire esattamente chi vale che cosa, dal presidente, al capitano, allo staff federale alle atlete. Ste polemiche in realtà durano da tantissimo tempo, vuoi per l’uno o gli altri dei personaggi in questione. L’unico modo di sancire dove fosse il merito e dove il problema è quello di lanciarsi dall’aereo. Non penso che in caso di sconfitta possano dire: è perchè non c’era la Giorgi.

    • pablox5452 by pablox5452

      Lo diranno: con il suo rifuto ha avvelenato l’atmosfera, se invece fosse andata a sorridere docilmente in panchina e mandare sms al nipote di Binaghi l’Italia avrebbe distrutto le mediocri spagnole 😀

      • robdes12 by robdes12

        e magari pure che è causa, in eventualità di sconfitta, della rinnovata insanabilità della frattura fra le chichis. Che gente, e tutto per 160mila euro, che nel mondo del tennis sono bruscolini Negli ultimi due anni Cami ha guadagnato più di un milione di euro, immaginando che la multa sarà rateizzabile, non penso che dovrebbe privarsi del ristorante o discoteca e andare a vivere in camper per pagarli. Se poi sta linea abiti esce davvero, con la pubblicità che le stanno facendo in un paio di anni sai i soldi che fatturerà?

  50. by antonio4camila

    Io davvero non capisco perché Sergio Giorgi non quereli Binaghi e tutti questi personaggi della federazione. Ho letto su FB che un avvocato che scrive per ubitennis li patrocinerebbe gratis

    • robdes12 by robdes12

      Non è il momento per me, potrebbe mettere ansia alla figlia, che sappiamo tutti essere timida. Pensa alle domande nei dopo partita dei tornei importanti. E’ il momento di isolarsi ora, di scegliere la nuova sede, di pensare al tennis, poi fra qualche mese si potrà rispondere per le rime. Credo proprio che Cami debba cambiare paese, in modo che possa stare calma. Anche le nostre attenzioni eccessive potrebbero essere una parte del problema, l’abbiamo recepita in modo troppo viscerale, non capendo che non è il tipo di carattere che ama vivere in un maelstrom mediatico.

  51. robdes12 by robdes12

    Già ieri mi aspettavo che sarebbero tornati all’attacco con la denigrazione di bassa lega, bisogna dirlo, veramente livello pettegolezzi da sala attesa del solarium. Ha chiesto 300000 euro? E allora? E’ avido, è accorto nelle richieste, conosce bene le spese, ha esagerato nel valore che attribuisce alla figlia? Sappiamo da Zverev che solo l costo di un buon fisioterapisto è almeno 60mila euro l’anno, se ci mettiamo tutto il resto che serve, non mi pare che sia tutta questa cifra. Considerando che l’organigramma Coni è analogo alle legioni dell’impero romano, per mantenere l’ingranaggio in moto le cifre che scuciono ai contribuenti e quelle che gli rientrano dalle vendite di diritti vari e biglietti deve essere enorme. Quanto guadagna Binaghi ogni anno, pur immagino essendo scarsino con la racchetta? Non credo solo 300mila, immagino molto di più. Per fare che cosa? Firmare mezz’ora di carte al giorno? Di fatto sti dirigenti che cosa fanno e dove lo fanno? Quante volte a settimana sono in ufficio e con quale orario? So che a fine settimana Cami sarà a Stoccarda e ad una data ora la troverò sul campo x, la mattina immagino sia in palestra, poi in campo d’allenamento, poi col fisioterapista. Lui invece? A Roma, in Sardegna, in viaggio, oppure in vacanza, dove?

  52. Gianlu by Gianlu

    Che tristezza di personaggio. Mi piacerebbe sapere quanto costa a tutti gli italiani annualmente… Questi si che sono soldi buttati o peggio, controproducenti

  53. by livio71

    ennesima frase infelice di Binaghi: Giorgi da telefono azzurro…. ma perchè uno così fa il Presidente ???

    • r.b. by r.b.

      Speriamo che continuino così…Cami che entra a Roma guidando una Porsche sarebbe decisamente cool, non credete? 🙂

      • by lucio

        Speriamo che giochi a Roma …..il pubblico farà ben capire dove sta ……

      • robdes12 by robdes12

        ma pure sui pattini. Ho l’impressione che Binaghi capisca poco del pubblico romano, mi sa che lo aspettano parecchi striscioni Go Home e booo vari. Vedremo.

      • by Fabblack

        Ancora meglio che vincesse qualche match e lasciasse a Palmieri il relativo assegno da recapitare a Binaghi che sembra tenerci tanto.

        • robdes12 by robdes12

          guarda, se proprio dovesse servire basta che il sito apra una sottoscrizione e un centinaio di euro glieli mando. Con soli mille tifosi contribuenti paghiamo due terzi circa del dovuto. Almeno così saprei a chi vanno i soldi delle mie ritenute e perchè!

    • hector by hector

      Ha parlato il pagliaccio azzurro.

    • journasesto by journasesto

      Elegante anche la frase: “Pace all’anima sua” rivolta a Sergio. Non occorre chiamare Saviano per capire il messaggio trasversale…

    • journasesto by journasesto

      Più che altro, a leggere bene tutto, Binaghi dice che Camila non andrà alle Olimpiadi perché in cattivi rapporti con la federazione.

      • TEUS by TEUS

        Alla FIT brucia tanto la ferita… E infatti i suoi esponenti stanno delirando.
        Non meritano neanche considerazione secondo me.

        • robdes12 by robdes12

          Hanno fifa, sanno che il tempo darà per diversi anni ragione a lei. A giudicare dai risultati in itf, futures, under vari, mi pare che fra maschi e femmine si stia per sparire dal circuito maggiore. Ritirati Fognini, Seppi, Lorenzi e Bolelli da una parte, Schiavone, Vinci, Errani dall’altra, si rendono conto che non avremo nessun italiano nei tornei atp e wta?

          • pablox5452 by pablox5452

            NOn esageriamo: giovani promettenti ce ne sono, ma certo “del doman non vi è certezza.” E’ chiaro che sbattere la porta in faccia ad una possibile top ten non è la cosa più intelligente da farsi. Però l’hanno fatta.

            • robdes12 by robdes12

              ok, ma chi sono quelli qualificati direttamente nei tabelloni? Per un motivo o l’altro li stiamo perdendo tutti. La burnett, Quinzi, Aldi, Donati. Tenendo presente che Camila non è stata un mostro di precocità, però alla loro età superava qualificazioni e entrava nei tornei maggiori, questi invece è un continuo di avvicinamenti e ritorni indietro non fra i primi cento, ma fra i 200 e 300. Che fiducia possiamo avere nel lavoro sui giovanissimi, se sono anni che chi emerge comincia in Italia, ma poi si allena altrove? E’ da Gaudenzi che va avanti sta storia.

              • pablox5452 by pablox5452

                ti voglio segnalare le due sorelle Pieri, Jessica e Tatiana, che hanno la fortuna di avere il padre maestro di tennis, proveniente dalla scuola del compainto Roberto Lombardi. NOn conosco i rapporti fra loro e la FIT, ma di certo il padre ha una certa credibilità, per cui sa come difenderle dagli avvoltoi della federazione. Per il resto la più gradne Jessica, ha battuto di recente la ex n7 patty schnider e sopratutto la n,170 aranxta Rus, che RB conoscerà di sicuro ma forse qualcuno ricorderà affrontare un apio di stagioni fa in qualcheprova dello slam credo Serenona (ma potrebbe essere un’altra top la partita non fu epocale)
                Jessica l’ha presa letteralmente a pallate….se sono fiori fioriranno…

                • robdes12 by robdes12

                  ok, ma lo sai come va il tennis no? Guarda Quinzi e guarda pure i mediocri risultati di Donati, in cui io credo (in Quinzi no, non vedo colpi da campione in lui).

  54. riccardo by riccardo

    Camila fa bene a giocare sulla terra, anzi, camila fa bene a giocare tutti i tornei che può giocare. Tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 a parte la scorsa settimana , ha giocato troppo poco perchè è uscita quasi sempre al primo turno.
    Mi auguro quindi che Camila faccia benissimo anche sulla terra , io personalmente non mi aspetto su questa superficie almeno per il 2016 risultati strabilianti.
    Ovvio che spero di sbagliare.
    Per quanto riguarda i cambiamenti, qualcosa si è visto, in particolare sotto l’aspetto dei colpi , dell’utilizzo del top spin col diritto che ha funzionato molto bene tranne in finale purtroppo.
    Per quanto riguarda la gestione del punto, la tattica , si può fare meglio…………
    Non mi convince questa storia che Camila debba giocare in maniera differente con le top rispetto a quelle più indietro in classifica.
    Camila è una giocatrice d’attacco, aggressiva, questa è la sua natura ed è giusto ed anche bello che continui a giocare cosi.
    Quando parlo di miglioramenti, mi riferisco alla possibilità tecnica di utilizzare qualche colpo in più che deve essere usato, quando le cose non vanno e, quando spingendo si sbaglia perchè può capitare.
    Poi se giochi con la Woz è meglio pressarla sul diritto anzichè sul rovescio, ma questo non vuol dire giocare in maniera diversa , è solo tattica.
    In sostanza, a volte le partite bisogna vincerle giocando sporco, cioè riuscendo a giocare un tennis un pò diverso dal solito perchè può succedere che le gambe non vanno, perchè non ti trovi bene con la superficie , con le palline ecc ecc.
    Questo è il mio pensiero da sempre.
    Niente piano b.
    Camila è Camila ed è giusto che faccio il suo gioco.
    Da lei che però ha un grande talento ed un gran fisico, mi aspetto che riesca a sviluppare un gioco un pò più completo ed in alcune circostanza un pò più ragionato.
    Bisogna aprirsi al mondo…………….

    • robdes12 by robdes12

      giusto, e non rinunciare ad un colpo se tentato va fuori o non funziona. Se una voleè non entra, prova a farne cinque o sei prima di lasciar pedere la rete, Se il lungolinea non va, vedi se provandoni mezza dozzina non cominci a correggere il tiro. Nella finale era così fuori partita che al primo errore ha rinunciato subito. Perso per perso tanto valeva buttarsi all’assalto. Mi ricordo Errani Kvitova in cui Sara comincio di botto a tentare vincenti e sortite a rete continue, che per un pelo non riuscirono a farle vincere quella finale. Cami ha deposto troppo presto le armi, e ho il sospetto di sapere perchè….

  55. Andy by Andy

    ,intanto un articolo decente su Camila in UBItennis scritto guarda caso da AGF, da leggere con attenzione..

    http://www.ubitennis.com/blog/2016/04/12/katowice-2016-camila-giorgi-un-anno-dopo/

    • r.b. by r.b.

      Eccellente articolo, analizza il gioco attuale di Camila con tutti i punti a favore e sfavore… Camila è cambiata e cambierà ogni anno sempre di più….

    • Madoka by Madoka

      Cambiamenti evidenti, come ho sempre detto da inizio anno. E concordo anche quando afferma che ad oggi il punto debole di Camila è la risposta, cosa che vado gridando da anni.

      I problemi e le partite perse quest’anno, sono dovuti soprattutto a questioni mentali.

    • robdes12 by robdes12

      a me sinceramene non pare meno aggressiva nel palleggio, certo tira meno spesso sulla linea, quando gioca bene, e quindi anche meno spesso fuori. Se poi essere aggressivi significa giocare SEMPRE negli ultimi dieci cm di campo, allora nessuno lo è stato mai. Che debba ritrovare la sicurezza nel lungolinea è vero, per tutti i tennisti è l’arma assoluta nello scambio. Con la Cibu ci ha pure provato, ma li ha sbagliati tutti e non ha osato più. Secondo me sapeva bene che non aveva controllo della palla in quei frangenti, e che avrebbe solo accelerato la sua fine. Ha provato a ritrovare il suo gioco, ma non ne ha avuto il tempo. Con la Ostapenko si, dopo un game e mezzo di relativa prudenza ha risentito i colpi e ha ricominciato a dare mazzate, con Dominka no, perchè non funzionava neanche il servizio, ahilei.

    • pablox5452 by pablox5452

      MAh non condivido tutto dell’articolo, anche se è sicuramente un articolo molto dettagliato di una persona molto attenta e competente. Però mi pare che negare il fatto che i DF siano un handicap basandosi sul discorso che “l’importante è la percentuale di punti fatti con la seconda” non regge. E difatti poi ammette che la Giorgi era 60 come percentuale ovvero inferiore alla propria classifica WTA.
      Sul fatto che stia diventando troppo prudente e snaturando il gioco, non mi pare di dover condividere. IL primo set con la Flipkens per me è stato un giolello e lì si vedeva che piazzava i colpi.
      Penso che l’articolo sottovaluti 2 elementi per valutare questa stagione, che al momento si basa su pochi tornei o addirittura partite (allargando il discorso vedremo se alla fine del’anno la Race sarà ancora questa…)
      1) i sorteggi, e non parliamo solo di quello con Serena e alcune scelte di programmazione. Già lì ha perso 130 punti (se avesse confermato il terzo turno sarebbe top 40, ) ma il primo turno contro la Kerber, in un torneo che forse poteva evitare. C’era infatti la possibilità di andare ad un altro torneo (mi pare Shenzen) e magari superando un paio di turni sarebbe salita in classifica e sarebbe stata testa di serie, quindi niente Serena al 1T degli AO…sliding doors…
      2) Aspetto mentale: a me è parso evidente in questo ultimo torneo un certo nervosismo, nervosismo che non avevo mai visto, o almeno non così marcato. Ho anche notato che questo nervosismo porta ad errori. Dirlo dopo il torneo migliore può apparire paradossale, e forse di tratta di una situazione legata al momento particolare, però è una cosa che ho notato.
      Vedremo sulla terra, in rapporto a quanto fatto l’anno passato (che non è molto) cosa succederà.

  56. by paolo82

    giocare sulla terra le farebbe solo un gran bene, è proprio sulla terra che si impara la tattica, non si può fare l’uno-due e non ci si può affidare solo ai vincenti, bisogna costruirsi il punto.
    Nell’ottica di quello che si è visto a katowice e cioè un tentativo di giocare più ‘ragionato’ e con pazienza direi che Camila DEVE fare i tornei su terra. E poi siamo così sicuri che le caratteristiche di Camila non siano adatte al gioco su terra? Anzi…è veloce, può tirare forte all’occorrenza……le mancano solo le smorzate.

  57. Massimiliano by Massimiliano

    Camila da qui a Parigi credo difenda solo 70 del secondo turno (appunto di Parigi).
    Se Roma, come sembra, dovesse saltare, fare un pensierino al WTA 125 (che c’è nella stessa settimana) Empire State Open?

  58. avadar by avadar

    Il nuovo focus di AGF su Cami sintetizza bene ciò che penso anch’io

    http://www.ubitennis.com/blog/2016/04/12/katowice-2016-camila-giorgi-un-anno-dopo/

    la nuova Cami va bene con quasi tutte, ma con le migliori serve la vecchia Cami! 🙂

    • r.b. by r.b.

      Però è difficile giocare in un modo nuovo poi cambiare e giocare alla vecchia maniera solo contro le migliori (in base al ranking? Vecchia Cami contro le top 20 e nuova contro le over? Contro Stephens che è 21 serve la vecchia o la nuova?).
      E poi gli automatismi acquisiti che fine fanno?
      Io credo che debba giocare cercando di migliorare sempre e arricchendo il suo gioco, e decidendo in ogni specifica situazione che colpo giocare…

    • Andy by Andy

      ottimo mi hai preceduto..

    • robdes12 by robdes12

      non tiene conto che anche le altre possono nel frattempo essere cambiate, e la vecchia Cami potrebbe non essere lo stesso sufficiente. A me pare tutto molto più semplice, la vecchia o la nuova sono condizionate dallo stesso problema, troppi punti regalati in certe partite, compresa l’ultima dove ha giocato giusto in tre game. Se in una partita contro una forte non ti entra che un colpo, con che la batti?

  59. r.b. by r.b.

    @riccardo
    Non condivido l’opinione secondo cui Camila deve giocare i tornei sul rosso senza aspettative e concentrarsi su erba e cemento. A mio parere sarebbe un grave errore. Se lei non è la prima ad essere convinta di poter fare bene, le cose andranno per forza male. Sto cercando di convincere i trombettieri che Camila può giocare bene anche sulla terra, con risultati abbastanza scarsi, in verità, ma se non ci crediamo neppure noi come facciamo a sostenerla?
    Camila deve giocare al massimo e arrabbiarsi quando fa un errore, a Katowice qualcosa si è visto quando ha sbattuto la racchetta per terra, poi se si perde un game o un set si riparte immediatamente, dimenticando l’errore e si va avanti. E poi chissà, magari i sorteggi sono buoni e troviamo gente il cui gioco non si adatta per nulla alla terra battuta…

  60. r.b. by r.b.

    Io ho visto dei grandi miglioramenti rispetto al 2015. All’inizio del torneo di Katowice Camila era fuori forma e molto tesa per tutto quello che era successo fuori dal campo.
    Nonostante le difficoltà ha vinto bene il primo match, nel secondo ha avuto qualche difficoltà in più, poi ha giocato decisamente bene contro Flipkens e Ostapenko, che comunque sono giocatrici da non sottovalutare per nessuna.
    L’anno scorso Camila ha battuto Radwanska in semifinale, ma obiettivamente la polacca non sembrava nella sua giornata migliore.
    La maturazione, se c’è stata, dovrà vedersi nei prossimi tornei sulla terra rossa. Non vedo perché non debba fare una preparazione specifica per la terra battuta, per lo meno la stessa che fanno le altre non specialiste del rosso… A parte le specialiste, che giocano più tornei possibili sul rosso, le top 20 in genere giocano Stoccarda, Madrid, Roma e Parigi. A quanto pare Camila aggiungerà anche un altro torneo su terra battuta, quindi 5 tornei….
    Non sono pochi, bisognerà arrivare in forma e giocare ogni game, ma che dico, ogni punto al 100% della concentrazione, applicando in partita tutto il lavoro fatto in allenamento. Qualche torneo potrà andare così così causa sorteggi problematici (per non dire sfiga nera) ma quest’anno abbiamo già dato, quindi mi aspetto sorteggi più abbordabili…
    Speriamo di fare risultato in almeno 2 o 3 tornei….
    Dobbiamo anche trovare un nuovo slogan, il pollo non va più bene… 🙂
    Si accettano suggerimenti…

    • r.b. by r.b.

      Dimenticavo che con ogni probabilità Camila salterà Roma, come rivelato da Sergio a Ubaldo nella nota intervista….

      • Massimiliano by Massimiliano

        Rispetto allo scorso anno però dovrebbe essere a Strasburgo.

      • journasesto by journasesto

        Dovrebbe essere anche a Praga su terra. Si vede che Camila vuole migliorare su questa superficie perché ha messo in programma tutti i tornei possibili

        • hector by hector

          A Praga col suo gioco affumichera’ le avversarie, a Strasburgo ne fara’ pate’. Credetemi, essendo salumiere ne scrivo con cognizione di causa.

    • Massimiliano by Massimiliano

      Se effettivamente Camila dovesse saltare Roma, nella stessa settimana ci sarebbe l’Empire State Open su terra, un’ideuzza su quello?

  61. by First

    Leggo del nastro che avrebbe cambiato la partita, in realtà il secondo set è finito 6-0 o sbaglio? Un punteggio gravissimo, bisogna ammetterlo con una certa obiettività, contro un’avversaria che dovrebbe essere molto congeniale al gioco di Camila. Peccato, il trofeo era a portata di mano.

    In realtà la Cibu è stata molto più solida, ha spinto ribattendo colpo su colpo senza farsi mettere sulla difensiva, in attacco ha quasi eguagliato Camila mentre in difesa l’ha sovrastata totalmente; nel secondo set la nostra, scoraggiata, non ha trovato nulla da opporre, ha rischiato sempre la profondità centrale mandando lunghe molte palle; forse poteva rischiare più sugli angoli e variare la potenza per rendere meno prevedibile la giocata.

    Durante questo torneo ben giocato, non ho capito perché Camila non si fermi a fine partita a sorridere, a lanciare bacini stile Sharapova, a salutare minimamente il pubblico dopo una vittoria; macché, stretta di mano sfuggente, saluto frettoloso all’arbitro senza rispettare la precedenza del perdente, poi afferra il borsone e si precipita negli spogliatoi… potrei capirlo dopo una brutta sconfitta, ma dopo una serie di vittorie qual è il problema? Dai Cami, hai pure un sorriso incantevole, non ci vuole tanto!

    • r.b. by r.b.

      Se si andava 5-5 magari Dominika regalava qualcosa e chissà… Se Camila avesse vinto il primo set dopo essere stata sotto 0-4 il secondo non sarebbe certo finito 6-0 e nel caso comunque si sarebbe giocato un terzo set….

  62. by lucio

    Cavoli ….quasi ogni giorno una defezione alla fed …………
    Ogni convocazione miete più vittime della peste bubbonica ……..
    Quanti provvedimenti prenderanno le varie federazioni ……

  63. robdes12 by robdes12

    piccolo appello frivolo a Cami: sul rosso gioca come vuoi, basta che non ti presenti con i completini rossi come un anno fa: in televisione eri quasi invisibile, la palla pareva sbucasse dall’aria. Una perfezionista deve curare anche questo aspetto, e tu, lo sappiamo, sei una perfezionista del campo. Fai vedere alle majors del tessile sportivo la superiorità di madre e figlia anche in questo. Ste multinazionali hanno rotto non meno della fit; ci vogliono vestiti come pappagalli o turisti alle Hawaii.
    Visto che sei ITALIANA dà ancora una volta della tua nazione una delle poche cose in cui siamo indiscutibilmente i primi della classe: lo stile.
    (ps. si sarà capito che la ritengo una delle immagini meno disonorevoli per il nostro buon nome attualmente sulla piazza, alla faccia di tanti pareri contrari).

    • by giacomo carbone

      sul quesito legale ti ho risposto in basso, ciao..

    • Andy by Andy

      meglio no ? così l’avversaria non sa dove si trova 😀

      • robdes12 by robdes12

        per me no, magari le invidia il completino e anzichè guardare la palla si concentra su come copiarle il modello. Anzi, l’unico colore che non ho ancora visto su di lei, così diafana, è il nero. Mi piacerebbe vederla con uno scicchissimo completino di pizzo nero, magari con applicazioni varie. Farebbe la figura dell’etoile del Bolshoi, del resto in campo non è meno magnetica di una grande danzatrice. Oltre al gioco è anche quello il motivo della presa che a sul pubblico. Fisicamente in apparenza fragile, una volta che si muove vigorosa come un ciclone. Questi contrasti affascinano, io li metterei sempre più in evidenza anche con il look. Anche perchè se si deve lanciare sta linea Giomila, bisogna puntare pure ai tesserati del Parioli o del Montecarlo cowntryclub, li girano ottime clienti.

  64. Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

    Io avevo visto Camila già “sulle gambe” nel secondo set con la Ostapenko, e si era salvata solo con esperienza e concentrazione.
    Mi spiace per la sconfitta di oggi, ma spero che Camila possa rifarsi con gli interessi.

    Forza e coraggio!

  65. Andy by Andy

    Credo e spero che la terra rossa possa servire a Camila anche per affinare il gioco in kick del resto ha dimostrato in fed cup che sulla terra rossa indoor se la cava molto bene.

  66. hector by hector

    Terremoto nel mondo del tennis canadese. La rinuncia di Eugenie Bouchard a giocare il match di Fed Cup contro la Slovacchia ha provocato la dura presa di posizione dell’ex giocatore Stoneangels, che ha affermato: “what a shame, she spits on our flag!”

  67. riccardo by riccardo

    nei giorni scorsi ho scritto che ci sono due tornei nei quali per diverse ragioni ma tutte legate all’ambiente Cami potrebbe far discretamente e cioè Stoccarda al chiuso e Madrid in altura.
    Giocare sulla terra però non è la stessa cosa che giocare sul veloce ed il gioco di Cami al momento su questa superficie non è redditizio.
    Non soltanto perchè bisogna saper scivolare che è importante ma per tante questioni tattiche che lascerei perdere per non annoiare.
    Se non ricordo male l’anno scorso Cami sulla terra fece davvero male vincendo una partita contro la Marià a Parigi, mentre ha perso al primo turno con Serena in Fed Cup, Wickmayer a Praga, Pironkova a Madrid, ( sconfitta pesantissima ) Jankovic a Roma, – Muguruza a Parigi.
    Tra l’altro tutte queste sconfitte costituivano un motivo più che ragionevole per evitare la convocazione in fed , ma ahimè il miglior presidente della federazione degli ultimi 100 anni ha deciso che Camila doveva essere convocata per non giocare lo stesso .
    Io non mi aspetto niente dalla stagione sul rosso , almeno per quest’anno e se fossi in Camila cercherei di concentrare i miei sforzi sulle superfici più congeniali , ovviamente giocando tutti i tornei sulla terra rossa dove non difende punti e quindi qualche partita vinta sarebbe certamente la benvenuta.

    • r.b. by r.b.

      Una volta tanto non sono d’accordo. Quando sei a un torneo ti impegni e cerchi di fare il massimo, che sia terra rossa o erba non importa.

      • riccardo by riccardo

        Non volevo dire che non si deve impegnare . Se ci devi andare tanto per andare , meglio starsene a casa.
        Voglio dire che la terra rossa esige una preparazione specifica che non può essere improvvisata.
        Poi se vince Parigi, meglio!!

        • robdes12 by robdes12

          Riccardo, stai sottavalutando una cosa: se non dovesse andare a nessun torneo sul rosso, la rivedremmo giocare fra circa tre mesi, va be’ che fra poco è il periodo del mare, ma te la senti di sottoporti ad un digiuno così intensivo?

          • riccardo by riccardo

            Si vede che mi sono espresso male. Camila deve giocare sul rosso e ci mancherebbe. Dico solo che non dobbiamo aspettarci miracoli…

  68. fabius by fabius

    Dimenticare Katowice, subito.

    Anzi, ricordare quello che è stato, un ottimo torneo raggiungendo una finale insperata, e dimenticare quello che poteva essere.

    Pensare ora solo a Stoccarda. Sono qualificazioni, ma di un importante torneo.
    Oggi, a seguito di vari ritiri, Camila è la TdS numero 1 delle qualificazioni.
    Una situazioone inusuale negli ultimi tempi, favorevole in termini oggettivi, ma va sfruttata e deve essere adegutamente preparata, con tutta la concentrazione necessaria.

    Arrivare nel MD sarebbe il minimo, passare un turno sarebbe già ampiamente positivo.
    Ma la qualificazione non va presa sottogamba, l’anno scorso solo una TdS riuscì a qualificarsi.
    Per contro è oggettivamente più che fattibile, sempre l’anno scorso arrivò al MD, sia pure da LL, anche la Brianti.
    Ci vuole umiltà e concentrazione.

    Peraltro Stoccarda è una buona opportunità per adattarsi alla terra, ma col vantaggio non indifferente per Camila di giocare al chiuso. Fare più partite possibile in questa condizione sarebbe una ottima preparazione alla stagione su terra, importante perchè Camila ha, fino al RG, niente da difendere, e tutto da guadagnare.

    • robdes12 by robdes12

      non è alternate, vero? Oppure ancora uno ed è dentro? Mi pare che il campo di partecipazione si sia un po’ abbassato di livello, e poi al primo turno potremmo beccare che so, la Safarova, che da quando è tornata non sono neanche sicuro che abbia fatto complessivamente 6 game in tutti gli incontri giocati.

      • fabius by fabius

        No, non è alternate, perchè ha potuto iscriversi a Stoccarda solo per la deroga concessa dalla WTA, che non prevede questa possibilità, che sarebbe andata a detrimento di chi si era iscritta regolarmente.

        Come parere personale preferisco che giochi le quali (e le superi, ovviamente) così macina più partite e meglio si adatta alla nuova superficie.

        E poi, non siete contenti di rivederla in campo dopo uno iato di soli 5 giorni?

        Anche se mi rendo conto che “rivederla” è solo virtuale, ahimè.
        L’anno scorso non ci ho fatto caso, come siamo messi a streaming?

        • robdes12 by robdes12

          se il torneo è importante fanno streaming pure delle quali, tanto non sono coperte da diritti particolari, e per gli sponsor è tutto di guadagnato se vengono viste pure quelle.

  69. robdes12 by robdes12

    c’è qualche avvocato qui nel sito? Avrei un quesito da porre sulla questione contratto fit.

    • by giacomo carbone

      prego fai pure:)

      • robdes12 by robdes12

        la domanda è questa: se violi una clausola di contratto, ma accetti come conseguenza di pagare la sanzione, per la legge tu sei tornato in regola, ovverosia cittadino rispettoso della normativa giuridica in vigore in quel dato paese. Quindi qualora Sergio Giorgi, o Camila per lui, ottemperino a ciò che il giudice deciderà come penale (sempre che penale ci sia) per quale motivo Camila Giorgi, che per la legge italiana può rescindere unilateralmente un contratto a patto di assumersene le conseguenze è da considerarsi, come alcuni dirigenti e una frangia di tifosi sostiene, una persona disonorevole? Non siamo mica al tempo della servitù della gleba, in cui, pur non essendo schiavi, i contadini di fatto appartenevano con tutta una serie di restrizioni al patronus dell’azienda agricola. E’ corretta la mia lettura e quindi è lecito pensare che nei confronti dei Giorgi certe esternazioni si configurino come diffamazione, dandone a priori un’immagine di scorrettezza e violazione del diritto?

        • by giacomo carbone

          sono d’accordo con te che le esternazioni di palmieri sono al limite della diffamazione perchè ledono certamente l’immagine di camila e probabilmente anche del padre. Potrebbe quantomeno chiedere il risarcimento in sede civile. E naturalmente non vedo nulla di disonorevole nel comportamento di Camila che ha tutto il diritto a non rispondere alla convocazione, pagando, se dovuto, quanto pattuito in sede contrattuale.. Diverso è il rapporto tra inadempimento all’accordo con la Fit e future convocazioni. Naturalmente non conosco l’accordo nel dettaglio, tuttavia se questo prevedeva l’obbligo di rispondere alle convocazioni, il pagamento di una penale non comporterà automaticamente il diritto a essere nuovamente convocata in fed cup.

          • robdes12 by robdes12

            quindi si è mossa comunque dentro la legalità, e a meno che non scappi dall’Italia in piena insolvenza nessuno ha il diritto di tacciare la famiglia con attributi che ne affermano le tendenze truffaldine e surrettizie. Ergo finchè non ci sono stati processi e sentenze lei HA DIRITTO di considerare insoddisfacente qualsiasi accordo precedente. Mi sa che il liceo Brocca, che aveva messo due ore di diritto obbligatorie in tutti i tipi di istituto secondario superiore non era poi tanto sbagliato come sperimentazione.

            • by FF.CC.

              Conta che siamo sempre nel campo del civile e non del penale quindi a maggior ragione ogni giudizio etico è assolutamente fuori luogo.

              sarebbe una violazione di un contratto quindi nemmeno un fatto illecito civile e considera che per commettere un illecito civile basta fare un incidente stradale…e danneggiare una macchina.

  70. journasesto by journasesto

    Ho pescato su un sito polacco un’intervista al tecnico che avete visto tutti in tv a fianco di Sergio nei giorni di Katowice. Delle cose che ha riportato ve ne riassumo soltanto due.
    “Camila è una grandissima professionista in allenamento: da tutta la fase di riscaldamento e preparatoria agli esercizi sul campo è sempre estremamente concentrata e dedita al lavoro. Credo che potrebbe essere un esempio per moltissime atlete, non soltanto in Polonia”
    “Fuori dal campo Camila è una persona molto semplice e spontanea, sorridente e comunicativa. Guardandola sul campo potrebbe sembrare il contrario, che sia distaccata e irraggiungibile. In realtà è esattamente l’opposto, socievole e disponibile”.
    Evidentemente i geni della nostra federazione hanno capito proprio tutto…

    • robdes12 by robdes12

      ma come si chiama? A me per la verità pare di averlo già visto accanto a qualche giocatore, o forse nelle tribune in partite di Fed….

      • journasesto by journasesto

        Su questo preferisco stare schiscio… Se saranno i Giorgi a volerlo comunicare lo faranno loro 😉

        • robdes12 by robdes12

          bella mossa. Però non è un viso nuovo, non è parso anche a te?

          • journasesto by journasesto

            Io sinceramente è la prima volta che l’ho visto. Inizialmente lo avevo scambiato per un attore della saga del Signore degli Anelli 🙂

            • robdes12 by robdes12

              io per Peter Korda invecchiato, ma non è un viso nuovo. Comunque quello che conta è che la barba funziona. Per cui ragazzi, lamette nella spazzatura per il prossimo mese. Le gote seriche della Dushevina saranno pure estetiche, ma a quanto pare non impressionano favorevolmene le avversarie della sua assistita. ;(

  71. r.b. by r.b.

    Cercherò di spiegare in breve perché penso che Camila possa giocare molto bene anche sulla terra rossa. Certo, forse non vincerà 9 Roland Garros come Nadal, però ci sono anche le vie di mezzo… 🙂
    1) Il servizio
    Sulla terra non è determinante come sul veloce o su erba, ma se siamo obbiettivi vediamo che il servizio di Camila, per quanto ottimo, non è determinante neanche sulle altre superfici. Deve imparare a vincere i giochi di servizio anche con fatica, lottando su ogni punto e soprattutto non regalando niente. La terra è un po’ più lenta e può favorire Camila nel primo colpo dopo il servizio (dopo la risposta dell’avversaria).
    2) La risposta
    Camila ha un’ottima risposta sulla seconda palla, a volte fatica un po’ sulla prima. Sulla terra può rispondere senz’altro meglio anche alle prime di servizio, che sul rosso hanno in genere meno efficacia.
    3) La diagonale di diritto.
    Sulla terra Camila può essere devastante con il “nuovo” diritto in top spin. Contrariamente a quanto pensano molti, il giocatore usa il “top spin” non per tirare più piano, ma al contrario per tirare più forte, però “controllando” il colpo. Infatti la palla con il top spin fa una parabola molto ampia, scavalca la rete con sicurezza e ricade nel campo avverso. Tirando piatto alla stessa velocità, o la palla passa a due centimetri dal nastro (con il concreto rischio di finire in rete) oppure se è appena più alta va lunga. Camila tira davvero forte e sulla diagonale di diritto non avrebbe problemi se non forse contro Ana e pochissime altre.
    4) La diagonale di rovescio
    Nel tennis moderno è più importante la diagonale di diritto. Il diritto infatti è un colpo mediamente più efficace del rovescio per quasi tutti i giocatori, che infatti spesso si spostano per giocare il diritto anomalo. Camila non usa quasi mai il diritto anomalo, perché dispone di un rovescio eccezionale (a mio parere uno dei più belli del circuito), che non vedo perché non dovrebbe funzionare anche sulla terra rossa.
    5) La fase difensiva
    Questo è il punto centrale. Camila ha una fase difensiva ancora insufficiente, ma si sono visti grandi miglioramenti contro la Flipkens e la Ostapenko. Sulla terra ha più tempo anche per difendere, a condizione di non far partire missili quando è fuori dal campo, perché così avvantaggia solo l’avversaria che non deve fare altro che appoggiare nel campo vuoto.
    6) La solidità
    La Camila vista a Katowice è più solida e ordinata. Con un po’ di calma e pazienza, non sparando il vincente alla prima occasione, il suo gioco potrebbe diventare davvero molto efficace. Se avrà pazienza, potrà togliersi grandi soddisfazioni anche sulla terra e contro le cd. “pallettare”.

    • by lucio

      Infatti …….con le dovute proporzioni guarda Maria quando ha evoluto il gioco dove ha ottenuto i migliori risultati …..

    • robdes12 by robdes12

      io aggiungerei: la resistenza alla fatica fisica. Gli incontri sono più lunghi e dispendiosi, chi rimane meno sulle gambe a fine incontro ha buone possibilità di passare il turno.
      Di contro c’è la resistenza psicologica, che certe volte è granitica certe volte svanisce. Ma siccome abbiamo visto pure Sara e Serena, due non certo fragili da quel lato, fare tornei in cui sembravano le rispettive sosia, ci può stare che ancora da quel lato non sia del tutto formata. E’ un marines che ha ancora troppe ore di addestramento e poche di combattimento alle spalle.

    • journasesto by journasesto

      Per giocare bene su terra Camila deve imparare a scivolare. È una cosa a cui non è avvezza e che può fare la differenza su questa superficie, perché fa guadagnare tempo in ripartenza nella direzione opposta.

    • Massimiliano by Massimiliano

      C’è anche un’altra cosa da dire: da qui a Parigi, lo scorso anno Camila raccolse solo 1 vittoria a fronte di quattro sconfitte nei tornei di Praga, Madrid, Roma e Parigi.
      Contando che quest’anno Camila farà 2 tornei in più (Stoccarda e Strasburgo), fare meglio non mi pare impossibile.

      • robdes12 by robdes12

        e forse anche arrivare più preparata. Se passa le qualifiche già avrà un po’ più di rosso nei piedi. Non dimentichiamoci che i 4 tornei principali assegnano in toto più di 4000 punti, e passare due turni a Parigi da pure parecchie migliaia di euro. Direi che con un secondo turno in tutti e 4 oltre che incrementare il ranking comporterebbe penso l’ammontare dell’intera penale fit. Alla faccia di Binaghi.

    • by giacomo carbone

      è il punto 6 che traballa un po’ ::):):)

  72. r.b. by r.b.

    Ogni partita fa storia a sé. Bravissima Camila ad arrivare in finale, adesso però che si è trovato il ritmo partita non bisogna mollare. Mi spiego. Le quali di Stoccarda possono sembrare facili al confronto di una semifinale o di una finale, invece sono difficilissime. Il torneo di quali è proprio un torneo a sé stante, e ogni turno è una battaglia. In genere Stoccarda è un torneo con una partecipazione molto buona, perciò può accadere di incontrare avversarie molto forti sin dal primo turno di quali. E comunque si è visto che anche una Alexandrova (n. 200 e passa del mondo) ti può mettere in difficoltà, ci abbiamo perso un set. Non esistono match facili, ecco perché alcune giocatrici con un grandissimo talento, ma poco inclini al sacrificio, tipo Kvitova, a volte faticano in tornei che dovrebbero vincere a mani basse, mentre altre arrivano in top 10 senza quasi talento, ma giocando concentrate ogni match e facendo piazzamenti in tutti i tornei o quasi.
    Speriamo che entri in campo molto decisa e concentrata a fare il suo gioco senza regalare nulla (o comunque il meno possibile). Molti si sono offesi del fatto che Cibulkova esultava sugli errori di Camila, ma nel tennis è normale fare punti sugli errori altrui….

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Vero, ma si può anche fare punto senza esultare dopo l’errore del tuo avversario. Non l’ha mica prescritto il medico che bisogna per forza gridare. Non si tratta di offendere o meno, è una cosa antipatica, che secondo me, squalifica chi la fa. In questo Camila è una signora, c’è n fossero. Poi qualcuno si sofferma se festeggia o meno con le compagne. Molto meglio festeggiare in solitario, che gridare gridare Ae’, ( o come cavolo si scrive ), ad ogni mozzarella che si butta al di là della rete ……. Ogni riferimento è puramente casuale.

      • r.b. by r.b.

        Gridare o urlare durante lo scambio a mio giudizio è hindrance, ossia disturbo dell’avversario durante il gioco, e a norma di regolamento va punito con la perdita del punto per il giocatore che lo commette. Figuriamoci cosa accadrebbe applicando il regolamento alla lettera alla Sharapova… altro che Meldonium! 🙂
        Esultare dopo il punto conquistato equivale al calciatore che esulta dopo il gol fatto.
        C’è chi esulta in modo più o meno plateale. Nel tennis più della metà dei punti di un match vengono assegnati in base ad errori dei giocatori. Ci sono sport dove questo non avviene. Nel basket l’auto canestro esiste ma si verifica molto raramente. Per fare punti devi mettere la palla nel canestro avversario. Quindi esultare dopo un tiro da tre a bersaglio è direi quasi fisiologico. Nel tennis sarà poco elegante esultare sugli errori altrui, ma la partita la porti a casa facendo sbagliare l’avversario più che con i tuoi vincenti….

      • robdes12 by robdes12

        il regolamento è chiaro, però se poi non viene applicato quasi mai, come quello relativo ai 20 secondi, la colpa è della wta che probabilmente chiede ai giudici tolleranza. Purtroppo le sceneggiate fanno colore, e il colore piace molto al pubblico anglofono, come si sa, ed anche a quelli che vedono gli altri sport come succedanei del calcio. Un tempo il tennis era visto come sport da fichetti, poco maschio. Se si sputassero in campo avrebbe molti più spettatori.

      • Andy by Andy

        su questo condivido in pieno la Cibu si è attaccata a mosse spregevoli pur di vincere…

        • robdes12 by robdes12

          faccio una piccola lista: Masha, Daria, Vika, Jelena junior e Senior, Kasatkina, Simona,Ana e potrei continuare di molto: mi dici quale di queste giocatrisci di etnia slava si distingue per la probità di modi? E potrei anche mettere qualche signorino, vedi Coric. Non è forse da pensare che una certa aggressività di modi, chiamiamola così, è connaturata ai sistemi educativi di quell’area? Ora che ci penso anche una certa Vesnina non è che brilli per fair play. Purtroppo gli urli sono cominciati con la Seles, l’hanno lasciata fare e il risultato è stato questo. Grugniti, squittiii, urla orgiastiche, scene da tragedia elisabettiana. Sono rozze, purtroppo, anche perchè piuttosto carenti sotto il profilo dell’educazione scolastica. Facci caso le latine, in massima parte, sono tutte molto più contenute. La Muguruza quando vuol far vedere la propria altera noncuranza delle avversarie si limita a fare uno sguardo superbo e si gira facendo le spallucce. Con le Nordiste poco ci manca che sputino, ma prima o poi ci arriveremo, vedrete.

  73. doherty by doherty

    ora siamo a circa 300 punti dalla numero 34 ( flavia e masha non contano)per essere tds negli slam..
    forza camila !!! recuperali in fretta…

    • by lucio

      Mai come quest’anno si è capito quanto importante è arrivare nei tornei che contano da tds.
      E non solo negli slam.
      Per questo auspico vengano giocati più international fino a che la classifica non verrà consolidata.
      Bastano qualche sorteggio sfavorevole per cambiare una stagione e giocare senza la necessaria tranquillità.
      Camila ha modificato il suo gioco per avere meno problemi nel vincere le partite con giocatrici più deboli ma per battere le più forti deve necessariamente rischiare di più e questo non sempre logicamente porta a vincere.

      • r.b. by r.b.

        Io credo invece che debba giocare come sa e come stabilito con Sergio, e non semplicemente rischiare e tirare tutto piatto in base all’avversaria. Meglio un gioco solido e ordinato. Camila in realtà non tira mai piano…

        • by lucio

          Scusa ma non intendevo assolutamente che lei deve giocare tutto piatto e ritornare a tirare il servizio con il risultato di fare 15 df a partita ma è chiaro che per portare a casa le partite con le top 10 deve assimilare bene i cambiamenti (importantissimo il diritto in top) e rischiare soprattutto le risposte senza spedirne troppe in rete.
          S

          • by lucio

            Per fare questo deve a mio avviso giocare più partite con giocatrici inferiori per assimilare i colpi in sicurezza senza inutili pressioni con conseguenti dubbi che la strada intrapresa sia quella giusta.
            Io penso che Sergio stia appunto cercando di modificare il gioco di Camila completandolo con ulteriori colpi, importante è che lei se ne convinca.

            • robdes12 by robdes12

              tutte sono salite così. Anche le grandissime quando sono rientrate da pause per motivi vari si sono iscritte a tornei di base per riprendere certi automatismi fisici e mentali. Non vedo perchè Camila invece sia sempre condannata a dover fare la superstar: dalla fit nella fed, da alcuni di noi nel circuito. Dopo tutto anche noi abbiamo contribuito a rafforzare la frangia degli utenti anti-Giorgi, creandole attorno l’alone della principessa che non deve mai abbassarsi mai agli usi della plebe tennistica internazionale.

      • by Fabblack

        Bisogna vedere quale testa di serie incontri: ad Indian Wells la metà delle teste di serie ha perso io primo incontro giocato, per fortuna che li saltano il primo turno.
        Poi Camila ha fatto quarto turno a Wimbledon, US Open e Indian Wells partendo dalle qualificazioni.

    • robdes12 by robdes12

      ma qualcuna perderà posizioni intanto, ci sono certe che stanno andando da schifo, vedi Lisicki, da inizio anno, forse anche 200 punti potrebbero essere sufficienti. Intanto prendiamoci le quali e magari un passaggio al secondo turno, penso che sommati a Stoccarda dovrebbero dare circa 100 punticini, se poi si può fare uno sforzo e centrare un quarto di finale….perchè no?

      • by Fabblack

        Vincere le qualificazioni e superare un turno vale 80 punti, meno 30 da scartare del sedicesimo risultato, saldo 50, da 49 a 42, quarti, altri 45 punti e posizione 39. E’ dopo che c’è il vero guadagno.
        L’importante sarebbe, credo, vincere si qualche partita, ma fare bene a Madrid, Roma e Parigi, li ci sono i punti veri.

    • by Fabblack

      In realtà, la classifica considerando gli scarti, vede Camila (che non scarta niente) al nr. 39 a circa 200 punti dal 34 dopo Roma.

  74. Massimiliano by Massimiliano

    Dimenticavo di chiedere: se qualcuno volesse i video delle partite di Katowice fino alla semifinale, basta chiedere.

    • Massimiliano by Massimiliano

      Dimenticavo “di dire”, non “di chiedere”.

    • robdes12 by robdes12

      io non ho potuto vedere quello con la Flipkens, impegni di studio improrogabili. Tutti mi dicono che è stato quello giocato meglio ma io non posso valutare niente se non due minuti di highlights. Per cui chiedo, richiedo, supplico, peroro, invoco etc etc etc etc 😉

  75. by lucio

    Io consiglio a tutti di andare a leggere l’articolo di Orecchio in
    http://www.livetennis.it/post/238038/il-caso-giorgi-chi-vince/
    perfetta descrizione della situazione………………..

  76. Massimiliano by Massimiliano

    Non so se posso dirlo, ma questa finale persa, rispetto a tutte le altre, è quella che mi pesa di meno e ora spiego perché:
    1) dopo aver giocato 5 partite in due mesi, Camila ne ha giocate altrettante in una sola settimana, e questo le serviva tantissimo,
    2) già dall’inizio della partita ho avuto l’impressione che Camila fosse stanca, ma non tanto fisicamente, quanto mentalmente (e la condizione mentale è fondamentale a Camila per giocare bene),
    3) a prescindere da questo ieri c’era una Cibulkova che, da una parte non voleva perdere per la terza volta di seguito, dall’altra ha giocato così bene che anche una Camila in palla avrebbe faticato a battere (e visto che qualcuno lo scorso anno a s’Hertogenbosch lamentava che Camila aveva avuto un tabellone + agevole della Bencic, potrei ribadire che per arrivare in finale la Cibulkova ha avuto come avversaria meglio quotata la N° 85 del mondo, mentre Camila ha battuto due teste di serie),
    4) ha dimostrato, anche quando era in debito di energie, di usare l’esperienza a proprio vantaggio per portare a casa una partita difficile (parlo di quella con la Ostapenko, la Camila versione 2014 non so se ci sarebbe riuscita a fare quella partita, dopo la buona prestazione con la Flipkens).

    Con questo non dico di essere contento, ma piuttosto “sereno”: ora c’è da trasformare la rabbia della finale persa in energia positiva per Stoccarda (terra, però indoor).

    • by andreino

      Non sono d’accordo, non credo sia un problema di “stanchezza mentale”, contro Flip e Ostapenko mi è sembrata molto presente e concentrata, più “cattiva” del solito. Certo rimane fuori la finale. Era chiaramente scoraggiata, quando ha alzato la testa nel primo set si è visto che se sarebbe potuta giocare contro la Cibulkova, aveva quasi recuperato il set. Io credo che questi “crolli” siano parecchio frequenti nel tennis femminile, magari non in queste proporzioni. Detto questo, visto il buon torneo che ha disputato penso che la finale persa sia tutta esperienza.

      • r.b. by r.b.

        A Doha la Radwanska (n. 2 del mondo e la giocatrice più intelligente del circuito) gioca un match straordinario nei quarti contro la Vinci. Match molto lungo e combattuto, che “svuota” Agnieszka di ogni energia. In semifinale la polacca cede 6-2 6-0 alla Suarez Navarro, che solo poche settimane prima era stata asfaltata agli AO proprio dalla Radwanska….

        • by andreino

          Dicevo che in questo caso a mio avviso non si possa parlare di stanchezza mentale. Questo comportamento di Camila lo abbiamo già visto anche in primi o secondi turni. La buona notizia è che a mio avviso in questo aspetto Camila stia crescendo. Vedremo con l’andare del tempo.

    • robdes12 by robdes12

      per me era solo troppo tesa, Un po’ rigida sulle gambe non poteva scendere quanto è solita per colpire la palla, e questo credo abbia determinato tanti topspin messi fuori. Ha giocato col solo rovescio incrociato, negli altri colpi davvero non c’era. Forse avrebbe vinto sull’erba contro la Pereira in quelle condizioni, ma giusto con lei e terraiole pallettare consimili.

  77. by C.M.

    Dominika era “on fire” questa settimana, e quando è in fiducia riesce a dare ritmi che sono insostenibili per quasi tutte.
    Camila invece troppo tesa.
    Peccato, comunque fondamentale aver difeso la finale e essere rimasta in top 50.
    Adesso ci vorrebbe una grande Stoccarda.
    La Camila un po’ più attendista vista ultimamente potrebbe sorprenderci.
    Avete anche voi la sensazione che cominci a comparire qualche somiglianza col modo di giocare di Flavia?

    • robdes12 by robdes12

      forse si, anche Flavia a pian piano completato tutti i settori del suo gioco, il dritto liftato e la rete, però col rovescio lungolinea è sempre stata in fiducia, Cami negli ultimi 15 mesi l’ha un po’ rarefatto. Peccato perchè quando entra, del pari del dritto, è un colpo imparabile. Con la Ostapenko mi pare ne abbia tirati 4 e sono stati 4 punti su 4, idem il discorso per il dritto. Ne sa qualcosa Serena quando li ha fronteggiati.

  78. r.b. by r.b.

    Anche a me dispiace, però bisogna essere sportivi e ammettere che la Cibulkova ha giocato meglio. Camila deve continuare così e magari in altre future finali, magari con avversarie più giovani e meno esperte, succederà la stessa cosa a parti invertite.
    Adesso occorre cominciare a fare punti nei tornei più importanti. Fa niente se non si vince il torneo, ma nel tennis i piazzamenti sono fondamentali. Basta anche un terzo turno Slam per prendere molti punti (130, 50 meno della finale di ieri), un quarto turno dà addirittura 240 punti. Ovviamente dipende dai sorteggi, però credo che nel corso della stagione Camila possa fare molto bene, già dai tornei su terra rossa.
    Questa settimana ha giocato 5 match, e questo è molto positivo. Per entrare in forma occorre giocare tanto.

  79. Madoka by Madoka

    Dopo due giochi, dove Camila era già boccheggiante, in affanno, che non riusciva a respirare, ho spento la tv.

    Purtroppo ha sentito troppo la tensione e non ha giocato anche questa finale, dopo quella con la Shmiedlova…peccato…un titolo è sempre un titolo.

    Il passo più grande che deve fare, come avevo scritto anche prima che iniziasse la partita, è a livello mentale, che poi è la cosa più importante/difficile.

    Ha poco senso commentare la partita oggi.

    Il torneo è stato ottimo.

  80. enzo by enzo

    Penso che si debba essere contenti, Camila in primis, di questo torneo.
    Peccato per la mancata ” ciliegina della vittoria” ma oggi veramente Cibulkova ha giocato molto bene e Camila meno bene rispetto alle partite precedenti.
    Forse, con più fortuna, fosse riuscita a vincere il 10° game del primo chissà….In quel momento l’avversaria sembrava accusare il ritorno di Camila.
    Poi ha mollato, ma io rimango convinto che se avesse recuperato e vinto il primo set, a mollare sarebbe stata la Cibulkova.

    • r.b. by r.b.

      Anch’io credo che il match si sarebbe riaperto, Cibulkova e altre tenniste giocano bene quando entrano in fiducia, tirano tutto e fanno pochi errori e possono darti anche un 6-0. Ma la partita poteva girare su quella palla. Il primo set è stato equilibrato, Cibulkova ha fatto solo 5 punti in più.

  81. TEUS by TEUS

    Ho rivisto il match: il dritto oggi proprio non entrava. Il rovescio invece è quasi sempre pura libidine (segnalo, vale la pena rivederlo più volte, lo scambio sullo 0-30 nel primo game del secondo set e ripeto: PURA LIBIDINE).

    E ora sotto con Stoccarda come al solito a testa alta, “bimba”.

  82. doherty by doherty

    cami ha perso nonostante il 61% di prime ed il 17.6% DF quindi con i 2 parametri positivi
    è la seconda volta che succede quest’anno(l’altra con kerber) in altre 3 occasioni ha vinto

    sopra il 58% di prime ha il 60% W
    sotto il 58 ha il 50%W

    sotto il 20% DF 68.4 % W
    sopra il 20 % DF 47.2 %W

    • by Fabblack

      Anche se cinque match possono essere pochi, se si arriva a 50 e 50, i parametri non hanno più senso.

  83. r.b. by r.b.

    Io capisco l’adrenalina di molti nel vedere un grandissimo vincente di Camila tirato piatto a tutto braccio, ma il tennis non è solo questo… E anche questo, ma è anche difesa, sacrificio, corsa, variazioni, palle tagliate, passanti, lob, top spin, strategia ecc.
    Ovviamente ogni giocatore ha il suo stile e il suo gioco preferito, e non va snaturato, però se si vuole competere ad alti livelli occorre saper fare più cose. A livello ITF dove le velocità sono molto inferiori il tennis piatto di Camila può risultare irresistibile, ma a livello WTA non basta più e di questo se ne è reso conto anche Sergio… L’evoluzione è stata avviata e niente potrà fermarla, soprattutto perché è stata decisa da Sergio e Camila e non dai tifosi. Rassegnatevi (anche) al top spin…
    Poi certamente, vedremo anche colpi piatti vincenti spettacolari, schiaffi al volo da metà campo, ma ci sarà anche altro nel gioco di Camila, e soprattutto la solidità che serve per vincere i tornei importanti…

    • robdes12 by robdes12

      Camila comunque è una ragazza, non possiamo a tutti i costi volere che una donna giochi come un uomo, manco Serena lo ha mai fatto, metà del suo gioco in ogni match è ben più trattenuto che quello dei colleghi dell’atp. In fondo anche tanti nastri che prende colpendo da dentro il campo derivano proprio dall’esagerazione nella piattezza. Anche la prima Flavia era così col dritto, moltissimi fuori o sul nastro, è salita nelle prime 20 costantemente (salvo infortuni) proprio dando un po’ più di lift e tirando piatto solo quando era la soluzione più giusta e facile.

  84. avadar by avadar

    Usciamo da questo torneo a testa alta:
    battuta una tennista come la Flipkens, che, data la tipologia, per Cami è quanto di più complicato possa esserci;
    si perde nuovamente in finale per il terzo anno consecutivo, ma contro un’avversaria che vale la top 20 ed è in forma;
    contestualizzando il momento, il torneo è da 9.

    Rimango dell’idea che il tennis dei primi 4 turni era ottimo contro quelle avversarie, ma che oggi, e contro le migliori, Cami avrebbe dovuto giocare alla vecchia maniera, tirando praticamente quasi tutto…
    con le top una velocità ridotta al 70% non è sufficiente e scopre il lato difensivo di Cami che è deficitario…con Dominika lo si è visto bene: 3/4 scambi e poi Cami in affanno e in ritardo che rimandava di là e rimaneva col campo scoperto…
    aumentare il repertorio dei colpi difensivi è un’alternativa, ma secondo me non percorribile: è evidente che Cami è a disagio se non gioca il “suo” tennis contro le prime della classe…

    ora Stoccarda, indoor e sulla terra…qualche vittoria sarebbe il miglior viatico x la stagione sul rosso prima dell’apoteosi sul verde….

    • eulondon by eulondon

      La tds n5 era l’ altra cosa

      • avadar by avadar

        E io che pensavo ai set…anche in Olanda 1T vittoriosa in 2 set, poi 2T e 3T vittoriosa in 3 set, semi e finale vittoriosa in 2 set…dando x scontato che oggi vinceva 🙂

    • r.b. by r.b.

      Non sono d’accordo, Camila ha giocato il suo tennis tutta la settimana…
      Se c’è una evoluzione nel suo gioco è perché lo hanno deciso lei e Sergio, e non è tornando indietro che si risolvono i problemi.

      • avadar by avadar

        Ma è un’evoluzione infatti…prima tirava a tutta velocità con tutte, ora non si deve fare però l’errore inverso: tirare al 70-80% con tutte!
        Con le top 10 non basta…

  85. r.b. by r.b.

    La rovina del nostro tennis sono i circoli. Sono luoghi di incontro creati per ricchi borghesi, che monopolizzano i campi a discapito dei ragazzini, che hanno uno spazio molto limitato.
    Nelle società sportive di calcio, basket e pallavolo, i genitori stanno al tavolo a segnare i punti o a fare il referto, o aiutano nell’organizzazione, ma la palla non la vedono neanche di striscio, se non nelle partite figli contro genitori nelle feste di fine anno.
    Tutta l’attività societaria è svolta per i ragazzi e in funzione dei ragazzi.
    Nei circoli tennistici del nostro paese è tutto in funzione degli adulti. Dal ristorante alla piscina…. Basta vedere una puntata di “circolando” o lo spot dalla Pericoli sui circoli FIT (luoghi d’incontro per adulti dove si festeggiano le vittorie e si pagano le sconfitte).

  86. by giacomo carbone

    Allora tutti d accordo che sia stato un torneo positivo e forse bisogna ringraziare palmieri per averle scatenato dentro un sano orgoglio e un po di rabbia. Ora bisogna continuare cosi con la stessa determinazione e freddezza..sono certo che un po di fortuna nel 1 set e la partita sarebbe cambiata. Il calo poi ci stava nel 2 set dopo una settimana cosi e con un avversaria oggi molto in forma. L importante è adesso affrontare ogni prossimo torneo come quello della vita e arrivare ai tornei sull erba nelle prime 32

  87. r.b. by r.b.

    Guarda te se una giocatrice di talento come la Stephens deve soffrire tanto contro una pallettara urlatrice ex velina di [censura]…

    • robdes12 by robdes12

      oddio, visto che è l’altra che grida ahia ad ogni punto, non so chi soffra realmente. Ma pare che le sofferenze della Stephens stiano per trovare a breve conforto.

      • r.b. by r.b.

        Tra l’altro risultato importante in chiave ranking perché Vesnina resta dietro di noi e domani saremo n. 49

        • robdes12 by robdes12

          e infatti io l’ho gufata per questo, oltre al fatto che avendola ascolata una volta a Roma dal vivo, quelle urla per due ore ti mandano ai pazzi, come spettatore.

  88. Andy by Andy

    Ora ungete le armi per Stoccarda ( ebbene si le armi si ungono perché in acciaio temperato, poi se no si ossidano) ci aspetta una lunga battaglia a suon di scure e alabarda dobbiamo conquistare la selvaggia terra Germanica !!

    • Andy by Andy

      Camila, ” al nostro via scatena l’inferno…”

    • robdes12 by robdes12

      ma s’è capito chi è che va a Stoccarda? Mi pare che il torneo stia perdendo parecchi pezzi. Io credo che ci saranno diverse lucky losers.

      • Andy by Andy

        Ancora non so ma è stato sempre ben gettonato,poi con questi alti e bassi sul ranking che riguardano tutte eccetto Serena credo che possa essere molto appetibile..

  89. r.b. by r.b.

    Ho letto l’articolo di Ubitennis, che mi sembra molto interessante.
    Scusate la lunga citazione, ma quando ci vuole ci vuole…
    “… ha reagito alla terribile situazione in cui si è venuta a trovare, passando attraverso le forche caudine di partite che sono state il paradigma di ciò che in passato l’aveva mandata al manicomio: nastri beffardi, chiamate sfavorevoli, vantaggi sprecati e occasioni perse. Normalmente avrebbe provato a uscirne nell’unico modo che conosceva: picchiando ancora più forte. Ma qualcosa sembra scattato nella sua testa in questi giorni. Scalando qualche marcia al momento opportuno, controllando la seconda e dunque limando i doppi falli, aggiungendo finanche qualche rotazione al proprio esplosivo repertorio, al manicomio ha mandato quasi tutte le avversarie…”
    In pratica dice che continuando a progredire farà grandi cose, invece oggi ha giocato la vecchia Camila…
    “Le fatiche fisiche e psicologiche dell’ultima settimana parevano manifestarsi improvvisamente nello sguardo dell’italiana, che ricadeva negli antichi vizi cercando il vincente ad ogni costo e da ogni posizione”…

    • robdes12 by robdes12

      se vuoi il supporto di una buona memoria, faccio presente che l’ascesa di Camila dentro le prime 50 è cominciata proprio con l’introduzione del top spin, chiedere a Dominika al foro italico nel 2014.

    • journasesto by journasesto

      C’è anche un’interessante chiosa di Scanagatta che evidenzia quanto duramente Camila lavori ogni giorno e, in questo, sottolinea i meriti di Sergio. Purtroppo una simile cultura del lavoro sportivo in Italia non c’è, ma prevale l’idea che sia il talento a fare il tennista.
      Il fatto è che il talento è in parte dono di natura, ma in parte anche frutto di lavoro estenuante e ossessivo che serve a perfezionarlo.
      Camila ha la volontà e la costanza di sottoporsi a questo lavoro, ed è questo che mi fa sperare per il suo futuro. Non è una che si tira indietro e lavorerà certamente per colmare le sue lacune e perfezionare ulteriormente gli automatismi del gioco.
      Il vero problema è che nei centri federali questa cultura del lavoro non si insegna e non si allena. Ecco perché dopo Camila nel nostro tennis femminile c’è il vuoto.

      • robdes12 by robdes12

        io poi non mi preoccuperei molto fossi Cami e i tifosi: se avesse perso giocando il suo tennis migliore questo vorrebbe dire che è tecnicamente inferiore a Dominika, ma visto che non è stato esattamente così, vuol dire che anche contro quelle brave se gioca bene le può battere. Penso che lo sappia già, ma se tante volte avesse dei dubbi io me li toglierei perchè decisamente giochi mentali privi di realtà.

      • r.b. by r.b.

        Quali lacune? Basta che continui a tirare tutto piatto e a fare doppi falli in doppia cifra e tutto andrà a posto… 🙂

  90. Gianlu by Gianlu

    Qualcuno ha visto la premiazione? Come stava?

    • robdes12 by robdes12

      molto tranquilla, tratti distesi, direi che il sorriso non era di circostanza. Penso che liberatasi dal peso di vincere per forza come nei turni precedenti alla fine abbia capito che è stata un’ottima settimana e che sta ritrovando il suo gioco.

      • Gianlu by Gianlu

        Benissimo!!! Grazie mille Rob
        -;)

        • robdes12 by robdes12

          figurati. E’ stata una corretta valutazione di ciò che ha fatto, cioè un ottimo torneo. In fondo faccio notare che a Charleston non è che siano in finale le prime tds, la partecipazione conta fino ad un certo punto, quest’anno abbiamo visto stragi di favorite nei premier, per cui il discorso solo international capirai è relativo. Ha giocato bene, in alcuni casi benissimo per 4 turni, ci saranno occasioni per farlo anche nel quinto.

          • Gianlu by Gianlu

            Comparto totalmente la tua analisi. Io ne sono assolutamente convinto e lo auguro tanto a Camila 🙂

  91. r.b. by r.b.

    A me piace molto come sta giocando Camila. Oggi purtroppo ha fatto molti errori ma la prossima volta andrà certamente meglio…. come? Ma abolendo il top spin, si capisce… 🙂 🙂
    Scherzi a parte, la velocità di gioco di Camila è davvero eccezionale, non è facile starle dietro. Oggi ha incontrato una avversaria fortissima e molto esperta e quindi complimenti alla Cibulkova. Del resto non si raggiunge una finale Slam per caso (non so se ricordate qualche match della Cibulkova agli AO 2014, fino alla finale giocò un tennis sublime). Poi le finali, si sa, sono anche questione di nervi e di esperienza. Non a caso la stessa Cibulkova perse la finale degli AO contro una più esperta Li Na con un punteggio abbastanza simile, 7-6 6-0…
    È tutta esperienza che servirà moltissimo la prossima volta che Camila arriverà in finale, e ciò avverrà più presto di quanto ci aspettiamo….
    Sulla terra rossa può fare grandissimi risultati, ne sono convinto…

  92. robdes12 by robdes12

    noi stiamo qui a parlare e parlare, ma non è che data la domenica, in Polonia non c’erano più polli in campo perchè finiti tutti sulle tavole? 😉
    Mai vissuta una sconfitta che mi sia sembrata così tanto una quasi vittoria.

  93. hector by hector

    Io non so se a Camila serva più slice, top spin o spic&span. Ma so che nessun’altra mi fa emozionare così. Da Varsavia a Stettino, da Danzica a Poznan, da Lodz a Breslavia, da Bydgoszcz a Cracovia un solo grido risuona nelle pianure polacche: Camila Giorgi!

  94. eulondon by eulondon

    Peccato davvero. Non per la sconfitta.. Ma per il fatto di non essersela giocata! Cibulkova ha giocato davvero bene e Cami, a parte qualche game nel primo, e’ sempre sembrata tesa e non ha mai dato l’ impressione di crederci.. Al contrario dei giorni scorsi con tutta quella determinazione. Succede: il tennis e’ cosi’. E per un tennis come quello di Cami tutto (o quasi) deve girare nel verso giusto altrimenti son dolori specialmente difronte ad avversarie che giocano molto bene.
    Vamos Flaca! Come dice Teus non sei sola. E non lo sarai mai! NOI ci siamo!!!

  95. riccardo by riccardo

    Mi pare che siamo praticamente quasi tutti d’accordo e questa è una impresa per questo sito.!!
    Nonostante oggi le cose siano andate male , si deve ripartire dal buono di questo torneo.
    Siamo partiti nella bufera, con la macchina del fango in piena efficienza e la Cami ha conquistato una finale che io , sono sincero non mi aspettavo.
    La terra rossa è da sempre il punto debole di Cami. il suo gioco e per suo gioco intendo quello di base , si adatta male alla terra.
    Ci sono però due tornei da tenere d’occhio e nei quali Cami può fare discretamente e recuperare punti , Stoccarda perchè se non erro si gioca Indoor e Madrid che per via dell’altura è quasi una superficie veloce.
    Mi auguro che Camila stia tranquilla e che giochi i prossimi tornei con meno affanno ed i risultato piano piano arriveranno. Eppoi all’inizio dell’estate…….. vedremo ……

    • r.b. by r.b.

      Esatto. Basta solo giocare con calma, tranquillità (che non vuol dire tirare piano) e fiducia nei propri mezzi e le palle rimarranno in campo… Io sono sicuro che Camila abbia tutto per giocare benissimo anche sulla terra rossa…

      • robdes12 by robdes12

        ok, magari ha risultati intermedi più prestigiosi, ma anche Garbine ha per ora vinto due soli tornei, la Pliskova dopo anche in tre anni ne ha totalizzati 4, che dato il loro ranking parrebbe davvero poca cosa. Chiaramente la lista potrebbe continuare per molte, ma per ora le 5 finali di Cami dimostrano che non è assolutamente in media mezze tacche. Il problema di ranking sono state le partite buttate via nei primi turni, ma potremmo aver imboccato la strada giusta. Riguardo il piattone quello si tira da dentro il campo o nei momenti opportuni, è così per tutti e tutte. Fra poco scriveranno che è proibito fare pure le stop volley anzichè quelle spinte e mai l’attacco in chop ma solo quello sulla prima di servizio a 200 (così ti arriva la risposta che ancora sei sulla riga di fondo). La real politik di Cami pare quella del top e filante alternati, evidentemente è quella che in allenamento rende di più, e per la verità pure in partita. Magari sull’erba non è la soluzione corretta, però anche lì con le vittorie di tanti arrotini pare che le cose siano cambiate.

  96. robdes12 by robdes12

    ragazzi, leggetevi l’articolo di Ubitennis, con particolar attenzione al paragrafo finale. Anche loro hanno visto quello che abbiamo visto noi, e lo interpretano con la nostra stessa positività.
    Non mi sono mai sentito così poco deluso da una sconfitta di Camila. Non erano certo tempi da aspettarsi passaggi di turni, e invece lo ha fatto e ha mostrato anche ore di tennis eccellente. Deve aumentare l’autonomia del tennis, appunto, eccellente. un turno in più qua, uno là, e poi arriveranno i tornei pieni.

    • Ace by Ace

      Ha fatto miracoli questa settimana!
      Non bisogna mai dimenticare da dove si parte e le aspettative erano limitate.
      La situazione rimane difficile, ma io ho un debole per chi si impegna…

  97. journasesto by journasesto

    Camila, grazie per le emozioni di tutta questa settimana. Forse sono state troppe e inattese anche per te. Ti aspettiamo ai prossimi traguardi. Forza, sempre avanti con fiducia!

  98. TEUS by TEUS

    Probabilmente Camila aveva speso troppo dal punto di vista psico-fisico per arrivare in finale (tenuto anche conto della settimana non certo serena che ha dovuto affrontare) e oggi non era tonica sulle gambe. E quando le gambe non girano a dovere, tutto il suo gioco ne risente.
    L’unico modo per vincere questo match era togliere l’iniziativa a Cibulkova abbreviando gli scambi perché la slovacca, nel palleggio prolungato, è senza dubbio più costante della nostra. Giorgi non è riuscita a farlo e la partita, dopo un tentativo di rientro nel primo set vanificato dal solito nastro sfortunato, è scivolata via.
    Pazienza, si deve continuare con positività e determinazione facendo tesoro dell’ulteriore esperienza fatta. La strada è lunga e ci saranno altre opportunità, magari in tornei più prestigiosi, perché le qualità ci sono.

    Vamos flaca! Non sei sola…

  99. Aldo MC by Aldo MC

    Cami se riuscirai ha capire quello che ho scritto diventerai la numero 1
    Cami tecnicamente é bravina, diciamo nella media, ha la dote di essere un’istintiva, che é un livello più alto di intuizione e sensibilità dei colpi. l’istintivo é spesso vuoto nel ragionamento e calcolo ma pieno d’immaginazione, voglia di dimostrare, le azioni che sogna di fare gli vengono servite dall’istinto, spesso un’attimo prima di effettuarli, come il flash in una camera oscura illumina per un attimo il fotogramma in cui l’istintivo vede per un’attimo il colpo, il tiro, la rete che ha sognato e immaginato di fare é la realizza, ma per poter far scattare il flash deve avere la voglia di far vedere ciò che ha immaginato, una specie di esaltazione agonistica di superiorità, se pero non riesce ad esaltarsi il flash non scatta, il soggetto istintivo non vede il fotogramma e sbaglia l’approccio il colpo, la rete. Cami se vuoi avere continuità per salire in classifica devi spazzare via senza se é ma i dubbi, non devi assolutamente accettare mentalmente che possa accadere che tu possa incantarti a perdere, ti devi esaltare agonisticamente a voler dimostrare la tua bravura, non cercare alibi demotivazionali, altrimenti i flash immaginativi non scattano. Qui sono molti che scrivono tante cose bene ma non vanno mai al sodo. La verità é che Cami molte volte entra in campo troppo rilassata, troppo molle, agonisticamente timida, poco esaltata e in quel caso si complica la strada e spesso non vince. Non é vero che é tesa lo é solo a tratti. Quando é bloccata nell’immaginazione e nelle idee spesso non vince, é invece più tesa quando il risultato é positivo perché agonisticamente esaltata. Magari fosse spesso più tesa, agonisticamente esaltata durante gli incontri, ciò significherebbe un salto di qualità notevole. I fatti della FIT le hanno fatto sicuramente crescere la tensione quella che viene spesso quando devi dimostrare qualcosa ma ti aiuta ad essere concentrato al massimo su un obiettivo che devi raggiungere. Se non é teso, il soggetto istintivo l’obiettivo non lo raggiunge quasi mai perché non riesce a motivarsi ad esaltarsi agonisticamente e di conseguenza perde concentrazione comincia a fare errori banali a iosa e subentra il nervosismo la paura, l’incanto, l’inerzia la demoralizzazione la semi rassegnazione é a fine match svegliandosi dall’incantesimo che non gli ha permesso di esaltarsi agonisticamente all’istintivo viene rabbia per essersi incantato senza accorgersene coscientemente durante l’incontro in pratica cio che é avvenuto oggi.

    • Andy by Andy

      nei match in cui ha vinto ha sbattuto la racchetta per terra, oggi era palesemente bloccata, tesa nel senso che non si lasciava andare…

    • robdes12 by robdes12

      emh, temo che l’immaginazione sia un fatto culturale, l’istinto è reazione immediata compulsiva ad un problema che richiede soluzione obbligata. Tutti i creativi di solito sono privi, nel momento creativo, dell’obbligo alla necessità. Gli animali sono istintivi, ma se hanno possibilità di giocare perchè non pressati dalle sollecitazioni del momento diventano anche creativi, è vero, ma solo in quelle situazioni di pausa. Nel caso di una partita messa sul ritmo c’è poco da scegliere ciò che è migliore rispetto a ciò che si preferirebbe fare. Cami deve solo giocare di più così vincere rientra nella routine, e non genera più eccesso di emozione.

  100. Andy by Andy

    A metterci la firma per una Camila in finale i tutti i tornei, prima o poi vincerebbe il secondo io mi sono emozionato e parecchio l’importante è che Camila sia tornata !!

    • robdes12 by robdes12

      fa questo parallelo: la vincitrice dell’anno scorso com’è andata? Mi pare abbia racimolato un paio di game o meno al primo turno. in fondo delle oggi è arrivata seconda su svariate decine, mica sono caramelle.

  101. by fraronz

    E’ certo che debba fare le quali a stoccarda ?

  102. by lucio

    Buonissimo torneo …..tra l’altro solo chi scrive qui penso pensasse Camila potesse arrivare in finale ……numerosi si sono anche affrettati a dire che non avrebbero più postato qui pensando forse di divertirsi di più a commentare in altri siti le certe sconfitte .
    Riguardo al diritto top spin non capisco la polemica …..sembra così logico che Camila debba imparare a giocarlo il problema è che deve riuscire a giocarlo in sicurezza .
    Il suo gioco a mio avviso in questo torneo ha dimostrato di essere in evoluzione , sono speranzoso per i prossimi tornei .
    Brava comunque Camila.

    • Ace by Ace

      Colpo importantissimo che oggi si è bloccato, ma che darà grandi risultati.
      Se avessero funzionato i lungolinea, l’avrebbero aiutata.
      E’ stato un problema di tensione, non di colpi.
      Come dici tu, brava comunque!

  103. r.b. by r.b.

    Chi dice che oggi (e magari tutta la settimana) Camila doveva giocare piatto e forte e non in top spin, per coerenza dovrebbe chiedere il cambio di allenatore, visto che la tattica la decide Sergio e non i tifosi. Per me Camila ha giocato benissimo, solo che oggi ha trovato una avversaria fortissima e quando aveva quasi recuperato il set c’è stato un nastro sfortunato.
    Bravissima Camila e complimenti a Cibulkova! Sfortuna per Dominika che le finali Slam si giocano sempre di sabato! 🙂

    • Andy by Andy

      Chi lo scrive non capisce che a non funzionare sia stato proprio il top spin, tanto da buttare fuori la pallina in diverse occasioni questa è la conseguenza del gioco troppo piatto della vecchia Camila, se il top spin è esagerato ti può uscire un toppone, ma non puoi spedirla fuori.

      • r.b. by r.b.

        Funziona o no, lo gioca o no, lo decide sempre Camila e le tattiche e i colpi da usare li decidono in allenamento con Sergio.

    • robdes12 by robdes12

      oggi non ha giocato benissimo, anzi. Ci voleva un’avversaria dai ritimi meno pressanti, così forse si ritrovava. Ieri invece si, lo ha fatto, non le hanno dato il minimo fastidio scambi a velocità ben superiore a oggi. Ma le gambe per le donne si sa sono fondamentali, come dice la canzone, e per Camila ancora di più che le altre. Se diventano di marmo c’è poco da spinnare, finisci per “auto-spennarti” (eh sti polli polacchi, ecco perchè in Italia sono proibiti da decenni) 😉

  104. fabius by fabius

    Katowice stregata.
    Oggi Camila non è entrata in campo, non certo con la testa, si è visto dalla prima palla.
    Sconfitta che brucia, ma forse meno di quella dell’anno scorso.

    Adesso ci vuole tutto l’affiatamento del gruppo per aiutarla a cancellare tutto e ripresentarsi alle qualificazioni di Stoccarda serena e di nuovo in fiducia.
    Dai Camila, non mollare.

    • by FF.CC.

      sono d’accordo Cami oggi aveva perso prima di entrare in campo.

      e non deve dimenticare ciò che è successo oggi. superarlo sì, ma non dimenticarlo.

  105. ghezzo63 by ghezzo63

    grazie lo stesso cami ! sempre e comunque camila giorgi !!!

  106. doherty by doherty

    son d’accordo con barbara rossi quando alla fine ha detto che cibulkova ha giocato da top ten.
    se sommiamo a questo una prestazione discreta di cami( non si puo’ essere sempre al top)ed il fatto che le 2 giocano un tennis simile di pressione da fondo il risultato è ovvio e giusto.

    gli unici modi per poter vincere questa partita potevano essere:
    *cercare di allungarla il piu’ possibile sperando in un calo di cibu (purtroppo cami è andata subito sotto pesantemente nel secondo)
    * possedere nel proprio repertorio delle variazioni di ritmo (altezza,velocita’,spin della palla) che cami non riesce ancora ad utilizzare
    *servire benissimo per riuscire almeno a tenere i propri game di battuta (cisarebbe voluto serena oggi)

    l’importante è aver limitato i danni in classifica edora cercare di approfittare dei pochi punti da difendere nei tornei sulla terra..a stoccarda si gioca indoor e quindi qualche possibilita’ di fare un buon torneo nonostante la superficie sfavorevole ci sono

    vamooooooooossss !!! cami…

  107. Ace by Ace

    Discorso di Camila gelidissimo. Capisco, ma una parola in più ci poteva anche scappare! ah ah ah!!!
    Almeno una battuta sul fatto di essere arrivata in finale anche quest’anno.
    Probabilmente non avrebbe detto niente di diverso anche in caso di vittoria.
    Un giorno spero che a furia di vincere si scioglierà anche qui! 😉
    Staff, non è necessario cancellare tutti gli imbecilli che passano di qui. Ci sta, niente di grave. Sappiamo come rispondere…

  108. r.b. by r.b.

    Camila ha giocato un grandissimo torneo e deve avere fiducia. La Cibulkova ha rischiato al primo turno con la Witthoeft ma poi hai trovato un livello altissimo. Continuando così Camila troverà certamente un gioco spettacolare ma anche vincente.

  109. gimusi by gimusi

    forza Cami…sempre con te!!!

Leave a Reply