pop_camiac155518

(foto dal sito federtennis.it, credit Costantini)

Terminato il week end di Fed Cup a Marsiglia, dove Camila ha portato l’unico punto delle azzurre nella sfida contro la Francia, è tempo di tornare al circuito WTA.

Camila sarà impegnata nel torneo Premier di Dubai.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Roland Garros, sarà Giorgi-Dodin al primo turno
    Roland Garros, sarà Giorgi-Dodin al primo turno
  • WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
    WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
  • Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
    Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
  • Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina
    Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina

389 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by fraronz

    perché non funziona piu? dismesso ?

    • Ace by Ace

      Ho chiesto lumi anch’io, ma senza risposta.
      Giocatrice scomparsa e sito dismesso, tutti autorizzati a pensare al peggio…fino alla prossima vittoria!
      Forza Camila che siamo in astinenza da spettacolo!!!

      • by livio71

        anch’io non capisco questo stand by del sito. vorrei capire il perchè. Ora inizia IW e vediamo che succede. Vorremmo tornare a vedere Camila vincere….stanno vincendo giocatrici che non mi piacciono e non sono contento 🙁

  2. r.b. by r.b.

    Sto riguardando il match di Roberta di ieri… Francesco Cinà, che noi talvolta prendiamo bonariamente in giro per il famoso coaching: “attacca alla cazzo di cane, ma attacca” 🙂 è in realtà un bravissimo coach con grande esperienza. Ieri consigliava a Roberto la tattica in funzione del punteggio e delle caratteristiche dell’avversaria. Ad es. “Quando sei 30-0 o 40-15 servi qualche kick, se lei è in svantaggio tira fortissimo” (sottinteso: così la fai sbagliare).
    Gli allenatori studiano le caratteristiche di Camila e consigliano le tattiche migliori per neutralizzare il suo gioco e farla sbagliare tanto. In effetti se una tira sempre forte, l’unico modo per batterla è fare in modo che faccia più errori che vincenti.

  3. journasesto by journasesto

    Vamos Cecilia!!!! 😀

  4. Madoka by Madoka

    Questo weekend di fed cup…ha avuto degli strascichi molto pesanti per quanto riguarda il mio pensiero su Camila Giorgi e tutto ciò che la circonda.

    Precisazioni inutili e dannose. Voci, che se fossero vere anche solo un decimo di quanto riportato.

    Personalmente mi limiterò a seguire sempre di più solo la giocatrice ed a concentrarmi sulle partite, commentandole quando avrò l’opportunità di vederle…tutto il resto, tutto il contorno ha oramai un interesse che rasenta lo zero.

    Bilancio del weekend di fed cup ? Positivo. Una vittoria ed una sconfitta contro due giocatrici che le erano davanti in classifica.

    Ficchiamoci nella testa che Camila è numero 40 del mondo ( non la numero 4 . E che quindi il tennis che esprime vale attualmente questa posizione, può vincere con la numero 35, ma può alla stessa maniera perdere.. Sarebbe importante giocare tornei più facili, ma è oramai un disco incantato/rotto.

    Vediamo se ci continueranno ad essere progressi.

    Forza Camila.

    • journasesto by journasesto

      È così. Anche a me interessa solo il rettangolo di gioco. È l’unico posto dove posso vedere Cami e goderne in santa pace. Il resto sono fesserie

  5. riccardo by riccardo

    Intanto la Svitolina negli slam sarà seguita dalla grandissima cristina henin … 🙂

  6. r.b. by r.b.

    Beh, il sito è di nuovo in forma, i commenti ironici indicano una ritrovata serenità dopo la settimana piuttosto tesa di Fed Cup…
    I rosikoni continuano a rosikare, ma da lunedì prossimo fiumi di Maalox scorreranno a Rosikonia…. 🙂
    Ci sono tutti i presupposti per fare un grande torneo!!! Speriamo solo che la palla rimanga in…. ehm, cioè, volevo dire, speriamo che Camila giochi bene… 🙂

    • riccardo by riccardo

      Beh che la palla rimanga in…..ehm, che camila giochi bene è alla base..:)

  7. riccardo by riccardo

    Forse bisogna intendersi sui concetti che intendiamo esprimere.
    Piano B.
    Se per piano b intendiamo che camila deve sapere fare anche ( per semplificare ) la pallettara, mettendosi a fondo campo ad accettare di scambiare per 5 minuti beh…. è fuori discussione.
    Non lo farà mai, lo ha detto fino alla nausea e quando lei dice che vuole fare il suo gioco credo che intenda proprio questo e cioè che non snaturerà mai il suo modo di giocare.
    Se per piano b si intende qualcosa di diverso allora la musica cambia.
    Camila sa giocare tutti i colpi. E una professionista e quindi è impossibile che non sappia utilizzare tutte le rotazioni, le variazioni , ecc.
    Sa colpire forte, sia di diritto che di rovescio, sa fare il dritto cioppato, sa fare il back, la volee di diritto e di rovescio sa smesciare e via discorrendo.
    tuttavia, per impostazione, per indole, per caratteristiche tecniche , lei ha nel gioco offensivo il suo naturale approccio.
    roberta Vinci forse non sa fare il rovescio coperto? si lo sa fare , eppure , difficilmente la vedremo colpire col rovescio in top perchè le viene naturale colpire in back ma nessuno le dice di cambiare.
    Eppure se roberta avesse trovato il modo di riuscire a giocare in maniera naturale il rovescio in top anzichè tentare di fare in back persino i passanti, sicuramente sarebbe entrata tra le prime 5-10 giocatrici del mondo.
    Camila che pure è in grado di giocare tutti i colpi, come abbiamo detto tante volte, istintivamente cerca sempre il vincente , cerca sempre di sfondare perchè questa è la sua filosofia.
    Questa filosofia può certamente imporla quando va a servire perchè rischia, tira forte sia la prima che la seconda proprio per prendere il comando delle operazioni e gestire lo scambio , anche a costo di commettere tanti DF.
    Purtroppo però e qui è il problema, quando va in risposta la musica non la decide lei ma la sua avversaria.
    Quando incontra gente del calibro di serena, di garbine, di petra, di lisicky, di garcia, di pliskova, che possono servire forte quanto e più di lei , spesso è costretta a subire.
    Ecco, l’unica cosa che Camila ( a mio parere ) non sa fare è la fase difensiva alla quale però a volte è costretta dalla forza dell’avversaria.
    La fase difensiva non è fatta solo di colpi in slice e di gioco di gambe, ma di strategie di gioco, di diagonali, di movimenti che lei proprio non ha , cosi come la capacità di leggere le direzioni.
    Ecco che allora per piano B io intendo non un un gioco diverso , ma bensi il completamento delle fasi di gioco, fondamentale per fare il salto; la capacità tecnica quando serve e solo quando serve , di saper fare cose diverse dai colpi d’attacco e quindi saper difendere, riuscire a sporcare un pò i colpi.
    sapersi adattare alla propria avversaria, anche questo è importante e non è una disgrazia.
    Ecco perchè a me viene il mal di pancia quando vedo che in risposta lei si mette in posizione avanzata chiunque ci sia dall’altra parte a servire.
    Non tutte servono alo stess modo, con la stessa velocità, con la stessa rotazione.
    Bisogna comprendere allora che fare un passo indietro non è rinnegare la propria filosofia di gioco ma darsi una opportunità per entrare nello scambio.
    Il servizio lo migliorerà col tempo ne sono sicuro.
    Bisognerà però completarsi, accrescere le proprie possibilità di gestione dello scambio e questo bisogna accettarlo prima nella propria testa perchè senza essere convinti di fare la cosa giusta, si rischia di ” imbastardire” il proprio gioco senza costrutto.
    Quindi, nessun piano B ma completamento del proprio bagaglio tecnico- istintivo .

    • etberit by etberit

      It makes sense. Anche il servizio, quando di là c’è una che sa rispondere, andrebbe leggermente modificato, introducendo più variazioni e un po’ meno salti.

    • r.b. by r.b.

      Beh che dire? Mi hai tolto le parole di bocca, anzi… le lettere dalla tastiera… 🙂
      Magistrale!

  8. by cercasifuturiroger

    Domani Roberta dovrà servire bene e non affidarsi solo al back di rovescio . La sua avversaria potrebbe “sfondarla” col dritto. Staremo a vedere.

  9. by cercasifuturiroger

    Su Fedcup, vorrei esprimere il mio parere. E’ vero Camila non ha giocato bene, si è espressa un pò sui livelli della sconfitta contro Bouchard. In ogni caso il messaggio dell’Ubaldo (ehm…Umberto) è piuttosto chiaro: non ha affermato di cambiare gioco, adottare il piano b, ma soltanto che se su 10 prime non te ne entra nemmeno una, se su dieci risposte di dritto tutte vanno in rete, forse qualche prima puoi servirla a tre quarti di velocità e qualche risposta può essere meno spavalda. Riacquisti fiducia e torni a giocare i tuoi colpi. Se le % diventano ancora negative? beh a quel punto adotti qualche variante, ma sia chiaro solo per ritrovare fiducia e sbagliare di meno. Mi sembra un teorema condivisibile. Forse amareggiato ha un pò calcato la mano, ma come dargli torto? Si può mai essere felici che l’unica giocatrice italiana degna di questo nome nata dopo gli anni novanta non riesce ancora a fare il salto di qualità? Se uno crede in una giocatrice che provoca piacere nel vederla giocare e stima va sostenuta a prescindere. Solo critiche costruttive.

    • Andy by Andy

      Decisamente si, menziona il piano B sul settimo punto come di cambiare ritmo e liftare, in realtà per Umberto quello del piano B è diventato un chiodo fisso, alimentato degli articoli provocatori della Guidobaldi che al di la dei titoli accademici umanistici mi chiedo sempre quale sia in realtà la sua competenza in tema di tennis.

    • Andy by Andy

      Ah è pure citato nel punto 9 che riporto di seguito:

      9) Mi spiace che Camila (o anche suo padre? Boh… ) non abbia ancora capito, dopo tutti questi anni di tennis, che “piano B” significa provare a fare qualcosa di diverso

      • by cercasifuturiroger

        si ma io lo interpreto come piano b “contingente”, limitato solo ad alcuni momenti di un incontro che si complica.

        • Andy by Andy

          Eh qui secondo me sta l’inghippo, Camila sembra intendere questo piano B come cambiare il suo stile e ovviamente risponde sempre picche, il piano B anche se non si nota alcune volte lo applica ma non sempre vi riesce, ha giocato ad esempio in difesa ( al contrario di ciò che ha scritto qualcuno ossia che Cami non ha colpi difensivi) un dritto in back che si è visto chiaramente, purtroppo con la Garcia quel tipo di gioco non funziona e lo ha dimostrato Sara nel match precedente.

  10. r.b. by r.b.

    Domani il sorteggio del torneo di Dubai, uno dei più ricchi del mondo.
    Selena Williams, testa di serie n. 1 guida una folta schiera di aggerrite giocatrici tra cui Gabriela Muguruza, Samantha Halep, Carolina Suarez Navarro, Kiki Vandewege, Carlotta Garcia e Karolina Mladenovic, oltre alle nostre Sonia Errani, Alberta Vinci e Cecilia Giorgi. Ma ce ne sono tante altre! 🙂
    Telecronaca ufficiale di supertennis da lunedì con Lamberto Fares, Alberto Nizegorodcew e Giacomo Spalluto.
    Inviato speciale di Ubitennis:
    UMBEEEEEEEERRRRTOOOOOOO Scanagatta!

    • riccardo by riccardo

      Commento tecnico Livio menespincheri 🙂

    • nicolino by nicolino

      Ha,ha,ha,ha, Sei uno spasso r.b.

    • by cercasifuturiroger

      Da oggi mi identificherò in cercasifuturi….umberto :). Ovviamente l’intimorito Vince si è ben guardato dall’apportare la dovuta modifica. A proposito su livetennis continua a sostenere che la Muguruza non sia spagnola, ovviamente a destra e manca è orgogliosa di sostenere il suo paese e viene perennemente contraddetto.Ha padre spagnolo, poi se è nata a Caracas ed ha madre venezuelana cosa importa? Continua a dire che non è spagnola perchè di padre basco…Contento lui 🙂

  11. riccardo by riccardo

    Che bello il rovescio ad una mano di Kurt kohlschreiber .. 🙂

    • r.b. by r.b.

      Tra un po’ gioca Andreino Lorenzi contro Ricardo Nadal…

      • riccardo by riccardo

        tu lo sai vero che saremo … va beh…. dai amico mio, aver il compagno al duol scema la pena !! mi pare

  12. r.b. by r.b.

    Sto ammirando il talento cristallino di Daria Kasaktina, classe 1997….
    Tra un po’ questi avranno anche Sofya Zhuk…. altro talento classe 1999….
    Ci sarà gran bel tennis da guardare nei prossimi anni…. 🙂

    • Lucia by Lucia

      Veramente tanta tanta roba la Kasatkina . Per chi dice che tiferebbe Camila anche se fosse russa…

      • riccardo by riccardo

        Lucia Lucia….. 🙂 Non ti sfugge nulla!

      • r.b. by r.b.

        La Kasaktina ha vinto il Rolando junior a 17 e la Zhuk Wimbledon junior a 15 anni… Davvero tanta roba…. 🙂

  13. by antonelo

    Finalmente, dopo la fastidiosa quanto inutile parentesi della Fed Cup, si torna al vero tennis.
    E allora facciamo un grosso in bocca al lupo alla nostra beniamina, Carla Giorgi, e al suo papà allenatore Sandro, per il prossimo torneo di Doha!
    Vamooooooooooooooooooooooooooooooooos!

    • r.b. by r.b.

      Giusto, speriamo di vederla a Dubai con la telecronaca di Maurizio Spalluto! 🙂
      UMBEEEEEEEEEEERRRRRTTOOOOOOO! 🙂

      • by cercasifuturiroger

        Nemmeno due righe di scuse……io metterei la testa nella sabbia per ore…peggio degli struzzi…però vabbè dai, sempre solidarietà. Un pensiero gentile anche a lui. Signori si nasce….e io lo nacqui 🙂

  14. r.b. by r.b.

    Una tempesta in un bicchere d’acqua. Sappiamo bene cosa ha detto il capitano a Camila durante i cambi di campo. Ce lo dice la stessa Camila, nell’intervista che è visibile (e ascoltabile) sul sito di Supertennis.
    “… niente, ha detto: “imponi il tuo gioco!”, che ovviamente volevo imporlo dal primo punto, ma… ma, è così il tennis”. E così finalmente sappiamo la verità, ma ci voleva tanto? 🙂

  15. robdes12 by robdes12

    A dimostrazione che Sergio Giorgi sa capire il valore di un tennista, faccio i miei complimenti a quello che lui considera un modello di abnegazione e serietà, cioè Paolo Lorenzi. Felicitazion per la sua vendemmia tardiva, essere fra i primi 50 nel maschile non è cosa da nulla, li i valori sono molto più livellati. Come volevasi dimostrare nel tennis italiano se ci credi ci arrivi, non importa quando ma arrivi, segno che la scuola di base tanto scarsa non è, poi tutto sta nel carattere e nella convinzione di non essere inferiori a nessuno.

    • riccardo by riccardo

      Ieri ho visto la partita. Sono d’accordo, Paolo è davvero una persona seria. Un grandissimo lavoratore. Ieri rispondeva due metri dietro la linea di fondo anche sulla seconda..
      Ovviamente io non vado pazzo per quel tipo di gioco fatto di corse laterali però sulla abnegazione nulla da dire. Tanto di Cappello. Se solo Fognini avesse avuto la sua testa……

      • robdes12 by robdes12

        ma ora a quella di Flavia, confida in lei. E poi non dimentichiamoci che il buon Fogna, (che per la verità se non avesse avuto due passaggi a vuoto era ancora in lizza pure lui, perchè i colpi li ha, difetta ancora un po’ di concentrazione) ha ancora 5 anni di vantaggio su Paolo. C’è tempo, dovrà pure pensare alla famiglia ora che i guadagni di Flavia non ci sono più come una volta. Al giorno d’oggi con miseri 20 ml di dollari di premi in due (il resto non si sa) non è facile tirare su una famiglia di tennisti. Non vorrei essere proprio nei loro pantaloncini. 😉

        • robdes12 by robdes12

          ora ha.

          • Andy by Andy

            Ha, ecco 🙂

            • robdes12 by robdes12

              dopo questo affronto ti auguro che perda….la Williams. 😉
              piuttosto che sfruculiarmi, fatemi gli auguri che oggi metto un numerale in più verso i 60. Il 12 mica sta lì per caso. Come vedete il mio genetliaco ha portato fortuna a Cami, altro che le gufate di r.b. 😉

        • r.b. by r.b.

          Eh sì, faranno fatica ad arrivare alla terza settimana del mese….. 🙂

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Purtroppo troppo spesso chi ha talento non ha abnegazione, chi invece non ha il primo, sopperisce con la seconda.
        Quando i due elementi si fondono in un unico crogiolo…… nascono i campioni.
        Oggi sento d’essere……….la saggezza fatta persona 🙂 🙂

  16. Sergio5912 by Sergio5912

    Io vorrei………… che superasse il primo turno, punto.
    Dite che m’accontento di poco ? Ma non si era detto di volare bassi ? Chiedere a Riccardo, please

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Oh, chiariamo, trattasi semplicemente del tanto caro ” step by step “.
      Non è che mi stia augurando che si limiti a superare solo il primo turno, e che trovo specioso parlare d’avversarie in questo momento, ( addirittura Garcia o Pliskova, mah ! ). Limitiamoci ad augurare il passaggio del turno, ( Di striscio ? Di culo ? Avversaria sorteggiata tra il pubblico ? Chi s ne frega, basta andare avanti ), i voli pindarici, riserviamoli a momenti migliori.
      Ora occorre essere concreti più che esteti, realisti più che romantici, bisogna fare punti e rimpinguare prize money e punteggio valido per il ranking.

      • riccardo by riccardo

        Sergione concordo al 100%%
        dalle mie parti si dice : comu ie ghie!!!!

        Tradotto: in qualsiasi modo.
        INtanto superare il primo turno, evitare accuratamente la conferenza stampa e chiudersi in ritiro . 🙂 🙂

      • Andy by Andy

        Sante parole…

    • robdes12 by robdes12

      lo sai Sergio che io non darei per tanto improbabili i walk over? Non sono così sicuro che le titolate abbiano tutta sta voglia di giocare a Dubai.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Rob, x favore, non t’allagare con i termini mutuati dall’inglese. Per capire cosa intendevi, ho avuto bisogno del dizionario on line. Appartengo, purtroppo, alla generazione ante riforma delle 3 i ( inglese, informatica, impresa ). Con le prime due, ci litigo proprio, ad essere sinceri. Terra terra, per favore, grazie.
        🙂

        • riccardo by riccardo

          Mii , concordo ancora una volta!! Parlate in italiano per favore! 🙂

  17. r.b. by r.b.

    Journasesto, mi pare sia lui che dica che senza break non si vince nel tennis femminile, e ha senz’altro ragione.
    In questo momento la risposta al servizio ed in modo particolare alla prima non è proprio il nostro forte, perciò direi che sarebbe meglio evitare le battitrici più pericolose che a mio parere sono:
    Lisicki, Vandewege, Ivanovic, Garcia, Mladenovic (se serve sopra il 50%). Serena e Muguruza sono da evitare ugualmente, ma solo al secondo turno, visto che dovrebbero avere un bye al primo.
    Con tutte le altre direi che ce la giochiamo alla grande.
    Lo so che nel post sotto ho scritto che vorrei un sorteggio con Ana, ma solo per ragioni affettive, tecnicamente sarebbe meglio di no…. 🙂

    • doherty by doherty

      ma senza break non si vince in generale a tennis(a meno di non andare al TB…:-)
      anche in doppio misto..non riguarda mica solo il tennis femminile.
      per vincere un set ci sono 2 modi: o fai un break in piu’ del tuo avversario o vinci al TB.

    • journasesto by journasesto

      In realtà ho parafrasato quanto dice da sempre gente ben più esperta di me come Madoka o Big. Il concetto è che nel tennis femminile è facile essere brekkate e quindi per vincere bisogna sviluppare la capacità di brekkare con una certa regolarità. Contro certe giocatrici, come osservi anche tu, Camila ha difficoltà a farlo ma la sensazione è comunque che quest’anno risponda meglio. Spero di averne la controprova tra Dubai e Doha.

      • r.b. by r.b.

        Purtroppo a me pare che risponda meglio solo sulla seconda di servizio, sulla prima praticamente è notte fonda… 🙂

  18. r.b. by r.b.

    Voglio Ana! Voglio Ana! Voglio Ana!….
    Che avete capito? Come sorteggio al primo turno… 🙂

    • Massimiliano by Massimiliano

      Se invece potessi scegliere l’avversaria del 1° turno, mi piacerebbe o riavere la Garcia per tentare la rivincita, oppure la Pliskova, mentre se dovessi scegliere una delle 4 tds da affrontare al 2° turno, rivorrei Petra.

      • r.b. by r.b.

        No, scusa proprio due tra le ragazze con un servizio tra i migliori del circuito? Se risponde 0/11 alla prima di servizio sai che speranze ci sono di vincere il set….

        • Massimiliano by Massimiliano

          Però nei precedenti incontri aveva poi trovato (con Petra proprio alla fine) il modo di rispondere, e comunque a volte la terapia shock può servire, cmq assolutamente spero si evitino derby al primo turno (anche se un Roberta vs Sara mi aiuterebbe a capire quale è il clima attuale tra le due ex compagne di doppio).

        • Andy by Andy

          Qualcuna più facile no eh… giusto per riscaldarsi intendo…

          • r.b. by r.b.

            Sì ma vuoi mettere il livello estetico eccelso di un tale incontro??? 🙂

    • journasesto by journasesto

      Hai invocato Ana ed eccola! Ah no, non è contro Cami, ma contro Roberta! Non è che sotto sotto sei diventato un fan della Vinci? 😉

  19. by lucio

    Si è’ cancellata la Kerber

  20. eulondon by eulondon

    Cami e’ in main draw! Speriamo bene.

    • Massimiliano by Massimiliano

      A quanto è quotato il primo turno con Serena?

      Devo dire che avrei preferito le quali.

      • eulondon by eulondon

        A 100000! Le prime 4 tds esordiscono al secondo turno

        • riccardo by riccardo

          😉 🙂

          • r.b. by r.b.

            Sì ma si sa che i sorteggi WTA sono infidi e bastardi…. Io temo che ci toccherà di nuovo la Garcia…

            • robdes12 by robdes12

              io vorrei Belinda. In fondo essere negli h2h in vantaggio può avere i suoi benefici. Per giunta sa come fare per batterla, palleggio robusto senza cercare in modo forsessato il winner. Poi dipende dalla giornata nei due fondamentali di inizio gioco.

    • robdes12 by robdes12

      dove riportano la notizia?

    • by lucio

      Mannaggia …..allora cresce il rammarico di non aver giocato a San Pietroburgo ….uno dei pochi tornei indoor rimasti…..

    • hector by hector

      Vogliamo dirla tutta? La mia denuncia odierna ha avuto l’effetto di un sasso nello stagno! Kerber, Wozniacki e Bacsinszky hanno accolto il mio appello, forse memori di avere prevalso su Camila immeritatamente, facendo una seppur tardiva giustizia. Eccolo il vero giornalismo verita’, quello di Hector, altro che Sgub Aldo! E quando Camila alzera’ al cielo il trofeo di Dubai, fresca come una rosa per avere evitato le forche caudine delle qualificazioni, avra’ un pensiero in mondovisione anche per il prode Hector, che ha rinverdito i fasti del Watergate, con un giornalismo d’assalto mai prono di fronte all’autorita’ costituita. E non crediate ch’ io vi riveli chi e’ gola profonda…..

  21. r.b. by r.b.

    UMBEEEEEEEERTOOOOOOO!
    PENTITI! 🙂 🙂 🙂

    • journasesto by journasesto

      Prima di evaporare…

    • riccardo by riccardo

      sarai attenzionato… pesantemente!!!! 🙂

      • r.b. by r.b.

        Tanto non ci vado più. A proposito, cent’anni di salute! 🙂

    • robdes12 by robdes12

      non hai ancora capito? Ti hanno copiato, hanno tirato fuori la storia del sosia. Fossi in te chiederei i diritti di fake. 😉

      • r.b. by r.b.

        No, no, la teoria della sosia l’hanno inventata i rosikoni… 🙂

        • robdes12 by robdes12

          ma sei tu che l’hai imposta al mondo del tennis. Anche gli USA inventarono i transistor, ma chi li ha imposti sono stati i nipponici. Non toglierti meriti che hai, lo sai che pure da tifosi l’autostima è tutto. Per questo come gufarolo sei in ribasso, hai perso fiducia in te stesso. 🙂

    • etberit by etberit

      Chi è Umberto?

  22. Massimiliano by Massimiliano

    I sorteggi per le qualificazioni a Dubai sono domani se non sbaglio.

    Spero che Camila possa fare le qualificazioni (e così giocare prima) , anche perché con la fortuna che ha Camila quest’anno nei sorteggi sento che al primo turno (quali o meno) ci ribecchiamo Serena.

    Nelle qualificazioni suppongo che Camila dovrebbe essere testa di serie, giusto?

    • hector by hector

      Vedrai che il prossimo forfait sara’ comunicato a tabellone di qualificazione compilato, in modo che Camila non possa accedere direttamente al mein dro’. C’e’ un tacito accordo tra tutte le giocatrici per non fare partecipare Camila, in quanto la sua sola presenza oscurerebbe tutte le altre: fino alla Garcia morivano come mosche, adesso che toccherebbe a lei sprizzano salute da tutti i pori. Ma il virus Camila Giorgi e’ ormai inoculato in tutta la wta, per l’epidemia e’ solo questione di tempo.

      • Massimiliano by Massimiliano

        Ma a me va benissimo se Camila parte dalle qualificazioni (e dovrebbe essere testa di serie, quindi ad esempio si evita la Gavrilova), così può già giocare sabato.

  23. Andy by Andy

    Oggi ho rivisto gli highlights di Cami contro Kiki……poesia

  24. r.b. by r.b.

    Speriamo che l’insetto si sia ripreso….. Quando si tratta di persone, cent’anni di salute a tutti….
    Ma quando si tratta di tifo (sano ovviamente)…
    ROSIKONI PENTITEVI!!! 🙂

  25. by Cri_Stark

    @tommaso:
    oddio chi è lo stalker su instagram ? parli di quella pagina che mette foto di lei con post chilometrici ?

    • by Cri_Stark

      ok appena visto, in effetti è troppo pesante, cioè riporta pure le virgole della vita di Cami,io credo sia qualcuno che la conosce. Ha fatto bene a bloccarlo

  26. by SanTommaso

    Solo per farci due risate in attesa che Camila torni a giocare.

    Dopo le quali WTA e il main draw Itf nella stessa settimana, dopo Marat Safin articolista di Ok Tennis, dopo la programmazione di Supertennis del torneo di Hobart, dopo i fotoritocchi ad hoc delle tribune dei tornei e dopo altre cento castronerie, ecco la new entry a chiusura dell’articolo di Scanagatta, riportato per intero:

    “Bentornato, Umberto… A volte svegliarsi da un sogno, anche bruscamente, può servire di più che non restare in prolungato letargo.”

    UMBERTO SCANAGATTA! E via, verso altre incredibili figure di palta!

  27. r.b. by r.b.

    A Dubai si gioca sul cemento, quindi
    LE ASFALTIAMO TUTTE! 🙂

    • robdes12 by robdes12

      guarda che il cemento non si fa col bitume: le maltiamo tutte! E poi dici che è Camila ad essere imprecisa con le righe. 😉

  28. r.b. by r.b.

    Ragazzi, ma se una serve a 115 Km/h con un movimento inguardabile e una invece piazza un meraviglioso ace a 195 Km/h, è normale pretendere di più dalla seconda. Anche a scuola il nostro prof rob sa quali studenti possono dare più di altri….
    Cami potrebbe essere la prima della classe per talento e capacità, ma a volte fa la birichina con tutti quei doppi falli… 🙂
    Normale che Ubaldo dedichi a lei tutta la sua attenzione. Tra un po’ lei sarà la singolarista #1 in Fed Cup, e una delle stelle più splendenti della WTA. Certo, non so se voi guardate quei programmi promozionali trasmessi da Supertennis tipo WTA All Access, non ce la vedo molto Cami a fare interviste in bikini su una spiaggia tropicale, ma credetemi, fanno anche questo, soprattutto alcune…. 🙂

    • riccardo by riccardo

      Attento…. argomento scivoloso! 🙂 🙂

    • Andy by Andy

      Ubaldo ( o Umberto a questo punto è uguale) molte volte non fa informazione ma scoop, l’esempio più lampante è l’articolo su Camila, lui sa bene che quando tocchi certe note scoppia il putiferio e i contatti si moltiplicano…

      • r.b. by r.b.

        Un giro in vespa con lei ti segna la vita…. 🙂

      • hector by hector

        Veramente a me pare uno “sgub” di biscardiana memoria. Infatti d’ora in poi non lo chiamero’ ne’ Ubaldo ne’ Umberto, bensi’ Sgub Aldo.

  29. riccardo by riccardo

    Certamente non sono tra quelli che non muove mai critiche alla Nostra però ogni tanto si può dire qualcosa anche delle altre.
    premetto che io non sono mai per il tifo contro ed anzi Sara mi è simpatica ma, la prestazione offerta in Fed, bisogna dirlo, ( come lo si dice di camila quando sbaglia in serie ) è stata assai deprimente.
    sara ha perso non solo perchè ha servito male ma perchè ha sbagliato tanto , nello scambio ha tirato piano e corto , è stata lenta nei movimenti , tanto da subire da mladenovic ben sette palle corte le ho contate. Non è riuscita a variare il gioco e quando una tennista che fa della tattica e della regolarità il suo punto forte sbaglia c’è poco da fare. beh, ci poteva stare un bel piano B e cioè tirare forte sulle righe ma purtroppo .. 🙂
    E verosimile che in Federazione si aspettassero che la cami potesse portare non uno ma anche due punti per giocarsi tutto nel doppio ma è andata male.
    la Vinci che legittimamente ha rifiutato la convocazione per fare una bella ospitata da Cattelan nella sua trasmissione, pardon scusate per andare a giocare in Russia, 🙂 è stata assente giustificata.
    Insomma , la errani perde malamente, la Vinci ha di meglio da fare, camila porta l’unico punto anche se giocando cosi cosi e che si fa?
    La si mette in croce! l’ho detto se la sono cercata, bastava stare zitti e non sarebbe successo nulla , però non è che gli altri ne sono usciti benissimo.
    Bisogna incassare ed andare avanti senza pensarci più. In questi casi si risponde con i risultati.

    • r.b. by r.b.

      Il piano B di Sara è fare serve and volley oppure fare 15 ace a 185 km/h di media…. 🙂

  30. Sergio5912 by Sergio5912

    La cosa più deprimente è leggere, anche in questo spazio, le dichiarazioni di chi auspica che Camila in futuro rinunci alla Fed Cup. Si usa a pretesto il clima creatosi dopo le non risposte e l’improvvida precisazione che hanno fatto seguito alle domande provocatorie, ( ma un personaggio pubblico dovrebbe anche essere in grado di gestire tali trabocchetti ), fatte da chi invece di fare cronaca, ciurla nel manico, ( mi riferisco a qualche giornalista ).
    In ciò noto lo stesso risentimento che anima tanti juventini nei confronti della nazionale, rea a loro parere di arrecare disturbo e fastidio ai loro beniamini. Quasi come se i loro “eroi”, fossero di esclusiva proprietà del popolo juventino, giammai da condividere con ” gli altri “. Provincialismo ed egoismo allo stato puro.
    Inoltre, trovo singolare che quelli che si augurano ciò, sono gli stessi che difendono liturgicamente e pedissequamente il Camila pensiero, ignorando nella fattispecie le dichiarazioni fatte a più riprese dalla stessa Camila riguardanti il piacere e l’onore che ne ricava quando gioca in Fed Cup. Evidentemente, trattasi per loro, di rispetto a ” giorni alterni “.
    Per quanto riguarda il polverone che ha fatto seguito alle suddette non risposte con annesso comunicato, ha perfettamente ragione Lucia :
    Ciò ha distolto l’attenzione dal vero problema, le indecorose controprestazioni della Errani e l’incapacità del capitano con la colpevole partecipazione della federazione, di ricucire lo strappo tra le due ” prime donne ” Vinci ed Errani. La conseguenza dell’indeguatezza comunicativa di Camila e staff, è stata che si è scaricata la colpa dell’insuccesso sulla sola Camila. Se questo vi sembra un buon esito, che dire, contenti voi………
    Occorre imparare a fare i conti con il mondo in cui un professionista si muove, così da disinnescare provocazioni e domande ” stupide”. Continuare a difendere ad oltranza certi atteggiamenti, definendoli naïf, secondo me, vuol dire condannarsi a rimanere nell’alveo del pressappochismo e dell’improvvisazione, prestando inoltre il fianco a chi non aspetta altro che parlar male di Camila.
    So che i detrattori ad oltranza, parlerebbero comunque male di Camila, a prescindere, ma non bisogna dare ulteriori motivazioni, crearsi antipatie, non è mai cosa saggia.

    • Lucia by Lucia

      Te sei gia’ in clima pre-partita per sabato…. 🙂

    • riccardo by riccardo

      ma non si capisce nemmeno un pò che sei interista 🙂

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Ebbene sì, lo confesso. Ci pensate ? Tifoso di Camila e interista…… binomio perfetto per il fegato e le coronarie 🙂 🙂
        Però, volete mettere quando si vince ?????? Appunto, quando ???? 🙂

        • enzo by enzo

          siamo in due, Sergio!!!

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Pochi….. ma buoni 🙂

            • robdes12 by robdes12

              inter…una squadra che si colloca “tra” quelli che vincono e quelli che perdono. Tie! 😉

              • Sergio5912 by Sergio5912

                Non raccolgo, poiché sarebbe considerato OT, e poi siamo uniti dal tifo per Camila, e questo ” sana ” tutto 🙂

                • robdes12 by robdes12

                  intanto Camila a maggio viene a giocare in casa della Roma, per cui non è per nulla O.T.,
                  Vedi i vantaggi di essere un habituè del foro italico? Non mi risulta che in quel di Milano la si accolga con la cornice giubilante di romani in ressa sugli spalti durante i suoi incontri. Aritiè. 😉

                • robdes12 by robdes12

                  intanto Camila a maggio viene a giocare in casa della Roma, per cui non è per nulla O.T.,
                  Vedi i vantaggi di essere un habituè del foro italico? Non mi risulta che in quel di Milano la si accolga con la cornice giubilante di romani in ressa sugli spalti durante i suoi incontri. Aritiè. 😉

    • Andy by Andy

      Appena mi sono fatto un quadro della situazione su Ubi, visto che li solo ho avuto tempo di leggere, mi sono convinto che se non l’intento ma almeno nel risultato è stato proprio quello di focalizzare l’attenzione su Camila che ha finito per fare da capro espiatorio sia per la prestazione da dimenticare di Sara sia per le dubbie convocazioni di Corrado, entrambi professionisti ovviamente, ma entrambi umani quindi suscettibili di errore, un po quello che accade in politica, si alzano polveroni con l’intento di far distogliere lo sguardo da altri problemi che sono ben più gravi.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ Andy
        Chiamasi…. distrazione di massa. Si è colpito l’anello debole in quanto a comunicazione e public relations, toccando il nervo scoperto ( rapporto tra Camila e Sergio ), così che altre ed altri, che evidentemente godono di ” uffici migliori “, l’hanno fatta franca.
        A maggior ragione, occorre quindi migliorare da questo punto di vista, e a nulla valgono le giustificazioni di chi sostiene che la ” bimba ” non è omologata e rappresenta una ventata di freschezza con la sua genuinità, in un mondo di ” stars and starlets ”
        Non si può continuare ad essere ” vaso di coccio ” tra vasi di ferro, avrebbe detto il Manzoni.

        • robdes12 by robdes12

          io la chiamo esportazione di conflitto. L’Italia è affamata, plaff, una bella guerra che rinverdisce la latina egemonia in Etiopia. Eh, Machiavelli, quanto manca un politico lucido come tu eri al giornalettismo italico, le prisce virtù pennarole di una civiltà dove sono andate a finire….Scannate da giornalisti che sembrano Gatte presciolose, e infatti fanno articoli ciechi, ossia a casaccio.

          • robdes12 by robdes12

            prische, correttore se ti becco ti prendo a pallate.

  31. r.b. by r.b.

    Mi butto in un pronostico….
    Vinciamo Dubai da LL…
    Poi vedete se non ci prendo stavolta…. 🙂

    • Massimiliano by Massimiliano

      mmm… Febbraio non è mai stato un gran mese per Camila.

      Speriamo che un po’ di punti li faccia, così da colmare il gap che si è formato con chi le è davanti (tranne la Beck)

      • r.b. by r.b.

        Eh eh quando c’è la faccina non è MAI da prendere sul serio… 🙂

  32. journasesto by journasesto

    Scanagatta compila un elenco di 13 motivi per cui è dispiaciuto della sconfitta dell’Italia in Fed Cup, e 6 di questi tirano in ballo Camila per varie cose che avrebbe o non avrebbe fatto (tra cui anche l’ipotetica fuga dall’albergo di cui però nessuno sa dire niente con certezza perché riferiscono tutti quanto visto da altri).
    Come dire che in questa sconfitta tutti hanno responsabilità, ma se abbiamo perso è al 50% colpa di Camila.
    Beh, a questo punto spero davvero che la Bimba in confernza stampa continui a rispondere a monosillabi.
    Io su certi siti già ci andav

    • Lucia by Lucia

      Tutto giusto quello che dici ma credo che tu ne sappia anche i motivi. La vera ” responsabile ” tennistica della sconfitta e’ Sara di cui piu’ nessuno parla grazie alle strategie comunicative della nostra che in due giorni si e’ messa contro tutti. Federazione e giornalisti.
      Adesso mi auto-banno per una settimana, tanto nessuno capisce e non ho voglia di essere pedante.

      • robdes12 by robdes12

        non sei pedante e ti campiamo. E’ chiaro che lei paga lo scotto della sua incapacità mediatica, però è vero anche che paga l’incapacità di tanti appassionati di tennis, o meglio di figure del tennis, di leggere fra le righe e dare a Cesare quel che è di Cesare. Mo’ pare che il paventato fallimento futuro del tennis italico sia attribuibile alle ostinazioni dei Giorgi. E Quinzi tanto strombazzato, tanto divinizzato? E Donati e gli altri giovani, e soprattutto le giovani del vivaio? Almeno Sergio nel suo piccolissimo ha tirato fuori, per geni e per impegno, qualcuno che fenomeno parrebbe poter diventare, mentre i giocatori e le giocatrici medii, quelli da centro classifica dove sono? Salgono attorno al cento e poi regrediscono a livello da qualifiche anche negli itf. Viva la faccia di Lorenzi, che lavorando, con un talento limitato e mezzi fisici normali, una carriera se l’è costruita. Essere fra i primi 50 fra i maschi alla sua età non mi pare poco.

      • biglebowski by biglebowski

        se ti banni tu mi banno anch’io 🙂

        è la migliore strategia comunicativa…….

        • biglebowski by biglebowski

          comunque rimane da assegnare una wild card discrezionale a dubai.
          se non la assegnano cami è dentro.

        • journasesto by journasesto

          🙂 alla fine sarà Camila a bannarci tutti quanti 🙂

      • r.b. by r.b.

        Ubaldo è innamorato di Camila perché:
        1. È la più bella
        2. È la più brava
        3. È la più giovane e promettente.
        4. Ha un gioco fantastico.
        5. Camila è la futura stella del tennis italiano e mondiale.
        Quindi le dà più spazio, pretende di più da Camila. Sara poteva fare solo quello che ha fatto, cioè perdere due match, Camila è stata brava a vincere un match, se anche avesse battuto Garcia probabilmente avremmo perso il doppio lo stesso (anche se avrebbe giocato Francesca e non la Caregaro).

      • journasesto by journasesto

        Ti capiamo perfettamente ma capisci che questa è una logica assurda. In un mondo normale le atlete dovrebbero andare lì a fare il loro mestiere e basta senza preoccuparsi degli effetti geopolitici delle loro dichiarazioni e la federazione dovrebbe metterle in condizione di pensare solo a giocare e basta

      • jurg by jurg

        Non credo che nessuno capisca……anzi credo di non essere l’unico……..il tuo post è lapidario e scolpisce nel marmo la situazione…….credo sia difficile aggiungere altro………speriamo di ritornare a parlare di tennis giocato e…..”scannarci” su opinioni e pensieri che riguardano le partite.

        Saluti
        Jurg

  33. Massimiliano by Massimiliano
    • robdes12 by robdes12

      pfui, noi giorgisti non accettiamo elemosine, se quali hanno da essere quali siano! 😉

  34. Massimiliano by Massimiliano

    Scusate una cosa: in ottica futura di Fed Cup, mi pare chiaro che per le partite che giocheremo in casa si dovrà cercare una superficie nella quale Camila si trovi bene:
    visto che siamo una patria di campi in terra, abbiamo qualche campo veloce o, ancora meglio, in erba?

    • r.b. by r.b.

      In erba sicuramente no, campi veloci sì ma solo indoor. Comunque nulla vieta di giocare indoor anche in primavera o estate.

    • by SanTommaso

      Puoi adattare “veloce indoor” qualsiasi palazzetto in Italia, dal Forum di Milano al palazzetto di Genova fino a qualsiasi struttura simile a Bologna, Roma, Firenze, Porto San Giorgio… insomma, dove si gioca anche a basket.

      In erba ci sono pochissimi campi dove di solito si allena la Schiavone prima di Wimbledon, ma non sono sicuramente adatti alla Fed a livello di infrastrutture.

  35. robdes12 by robdes12

    Faccio io una proposta alla Fed: Sergio Giorgi come capitano. Di sicuro se lo candidassero, e lui accettasse, darebbe tutto se stesso durante gli incontri. Se Judith Murray può, perchè Sergio no (risposta ovvia, troppo indipendente per Binaghi e co.). 😉

    • r.b. by r.b.

      azz.. hanno già finito i soldi? 🙂

      • r.b. by r.b.

        Scusa, in realtà era un risposta al post di Mouratoglu che annuncia la presenza di Serena a Dubai….

        • robdes12 by robdes12

          allora, la facciamo o no la petizione? Io ho il sospetto che sarebbe un gran capitano di tennis a squadre, pure di Davis. Almeno è originale lui, gli altri un po’ meno.

          • r.b. by r.b.

            Beh io sarei anche d’accordo così si finisce sta storia del cambio di allenatore….

            • robdes12 by robdes12

              e uno. Si attendono ulteriori sottoscrittori. 😉

              • by SanTommaso

                DUE!

                #soloperCami
                #SergioCapitano

                • robdes12 by robdes12

                  fai bene a ridere, mi hai tommasizzato! Ho difeso l’intervista come un crociato. E r.b. sghignazza alle mie spalle. Appunto solo per Cami. 😉

    • robdes12 by robdes12

      Aspetta, fratello. Magari composto il tabellone dà forfait per dolori al menisco o al trapezio sinistro e Cami gioca lo stesso le quali perchè non possono più ricomporre il tabellone. Non sarebbe mica la prima volta, anzi, con le top sta diventando quasi una prassi. 😉

  36. robdes12 by robdes12

    Se posso dire la mia, in questa faccenda della dichiarazione partite da una prospettiva sbagliata. In una manifestazione che ha importanza per un movimento nazionale, l’atleta che partecipa deve essere messa nella migliore situazione psico-fisica. Cosa che qui non è successo. Camia, ben consapevole di tutto il movimento anti-Sergio che impazza fra appassionati e giornalisti, immagino abbia solo voluto difendere il padre per stroncare sul nascere le solite menate del: visto, con Barazzutti a fianco lei gioca sempre bene, è vincente, invece affidandosi al padre bla bla bal. Ora, secondo me essendo Camila sotto pressione agonistia, ed essendo molto giovane, chi DOVEVA intervenire sulla questione dei meriti extra-atleta era Barazzutti stesso, che avrebbe dovuto LUI convocare una conferenza, magari con Sergio accanto, per ribadire che i meriti di Camila come atleta sono da ascrivere al genitore, e non al consulente di gioco di sei giornate l’anno. Chi mi dice che Cami non sia scesa in campo contro la Garcia anche carica di frustrazione o corruccio per questa cosa? I meriti di Barazzutti come capitano quali sarebbero poi? Di aver ottenuto 4 Fed Cup quando ha avuto a disposizione 4 atlete che o se non erano top ten erano circonvicine, in più in doppio erano ai vertici mondiali, per di più erano atlete mature, abituate agli scontri con avversarie di livello, e nel pieno della loro maturità sia atletica che caratteriale? Francy, Flavia, Roberta, Sara con Barazza a dirgli calmati, spingi e simili per caso giocavano un gioco diverso da quello, di ottima qualità, che facevano nei tornei? Non abbiamo vinto le Fed perchè c’era il demiurgo Barazzutti, ma perchè abbiamo avuto per anni una delle due o tre squadre più equilibrate del circuito, come valore, per di più con all’interno ragazze che oltre ad essere grandissime agoniste (non ti chiamano leonessa per nulla, o non stanno a dire nei pre-partita contro Sara: – in ogni caso con lei dovrò lottare punto a punto, perchè non ti regala nulla) in nazionale, magari per spirito patriottico, diventavano ancora più ostiche che nelle carriere individuali. Barazzutti ha avuto culo, tutto qui, le Fed non le ha vinte lui, sono loro che le hanno vinte durante il suo periodo, e nulla di più. Per altro penso che se si dovesse sceglire un allenatore improbabile per Camila, lui sarebbe uno dei primi della lista, visto che per altro non ha capito che un temperamento emotivo e ancora poco granitico quale quello di Camila, se davvero è la timida che si dice, avrebbe avuto bisogno di un filtro attenuatore molto più forte, al limite proprio evitarle conferenze e chiedendo per lei silienzo stampa. L’immaturo è stato lui, che è sessantenne, non la giovane in sovra-esposizione.
    Fermo restando che anche io, come altri, ritengo che il talento di Camila sia eccessivo per Sergio Giorgi, che ha accanto un unicum tennistico, ma non di meno per qualunque altro allenatore. Con Cami io penso che occorra un team altamente specializzato su vari aspetti, almeno per un certo periodo, Il padre come Cheaf-coach, poi altri per aspetti complementari.

    • r.b. by r.b.

      Non condivido per nulla. E’ come dire che Claudio Abbado era un incapace perché tanto suonavano i Berliner Philharmoniker…. 🙂

      • robdes12 by robdes12

        quando in una squadra di calcio ci sono problemi, e qui ce n’erano a iosa prima degli incontri, la si mette in silenzio stampa. Alla fine conta il risultato, e infatti ne è venuto fuori un polverone inutile, che danneggia solo l’atleta. Gli altri non sono colombelle, non si arriva sulla poltrona di Davis o Fed solo per meriti sportivi, ma anche perchè si è graditi alla federazione. Se hai un’atleta timida e introversa che non ama le interviste gliele eviti. Non si tratta di una intera carriera con lei, ma solo di due incontri. Il clima era pieno di veleni già da prima, il capitano di Fed che ci sta a fare? Per chiamare la Schiavone e farle fare l’animatrice? Visto che per i prossimi anni è Camila che dovrà reggere la Fed, forse con la collaborazione di Sara e Karin, doveva metterla nella situazione di massima serenità. E anche decidersi una volta per tutte a capire come gestire la coppia-scoppiata Errani-Vinci. Non mi pare che sappia fare granchè. Tra l’altro tu ricordi un Barazzutti famoso per i cambi di tattica durante i suoi match, per le fantasie di variazione? Camila ha SOLO 24 anni, si sa che non è una campionessa nelle public relation, quindi è meglio evitargliele. Oggi i giovani maturano più tardi, lo sa chiunque stia nella scuola sempre a contatto con gli adolescenti, che sono umbratili, indecisi, chiusi dal vivo e comunicativi solo sui loro social network. Un capitano serve per fare da barriera, e lasciare i giocatori fare quello che devono fare, cioè giocare.
        Riguardo Abbado lui sincronizza e decide che enfasi dare alle varie parti, dà una lettura dello spartito. Il giocatore gioca non sapendo prima che tipo di incontro troverà, nè quali saranno le note che dovrà interpretare, ossia che palle riceverà dall’avversario. Lo spartito è fisso, una partita è un flusso in divenire. Il paragone non è pertinente, anche perchè Abbado ha avuto mesi per lavorare sulla piece, facendo considerazioni, correzioni, interpretazioni. Nello sport hai al massimo tre minuti al cambio campo per adattarti a quello che è, senza contare che chi è dall’altra parte può improvvisamente cambiare la situazione che avevi pensato di neutralizzare. In ogni caso se lui doveva calmare Camila, mi pare non sia riuscito, se doveva far giocare professionalmente un doppio decisivo con le francesi un anno fa non è riuscito, quindi lui non ha influenza sulle prestazioni delle nostre. Semmai posso dire che quando Robie stremata stava perdendo in fed sulla terra, fu il sostegno ad oltranza delle sue amiche forse a darle la voglia di lottare e crederci. Il tennis è uno sport basato moltissimo sulla concentrazione e sull’umore, la partita di Fognini di ieri mi pare esemplare a riguardo.

        • r.b. by r.b.

          Sento la mancanza di DonnaElvira…. 🙂

          • robdes12 by robdes12

            beh, per me è semplice. Mica Barazza ha fatto allenare contro per una settimana Cami e Caroline per poi portarle alla prima rodate, rifinite e ben arrangiate. Magari Mozart o Beethoven se tornassero in vita potrebbero dire ad Abbado: – Guarda che io non ho mai voluto performare così. –
            Lo sai che gli stili orchestrali cambiano ad ogni cambio di corrente interpretativa. Nel romanticismo c’era l’enfasi, poi si è entrati nell’epoca dei filologici, mo’ si ricomincia a dare letture post-moderne e critico-interpretative. E anche Abbado si becca i suoi fischi dai loggioni, di tanto in tanto. 😉

            • r.b. by r.b.

              Beh non più ormai 🙂

              • robdes12 by robdes12

                ma devi proprio provocarmi sull’arte, l’argomento a cui sono più sensibile? Poi vengo messo io sulla graticola mediatica perchè scrivo troppo. Come Capitano sei un pianto……;)

    • Lucia by Lucia

      Sul fatto che Camila sia sovra esposta sono d’accordo con te ma dovremmo chiederci il perche’ , anche noi che siamo suoi tifosi.
      Il dualismo Sergio- Barazzutti non esisrte, lo ha spiegato bene t.o qualche giorno fa, sono due ruoli distinti e distanti. Sergio ha fatto la macchina , Barazzutti per due tre volte l’anno sta al muretto dei box. Rincorrere qua e la’ quello che viene scritto su internet non e’ logico , Camila sa le cose come stanno, Sergio e Barazzutti pure e quella precisazione e’ stato un autogol clamoroso.
      Sicuramente non volendo, Camila ha mancato di rispetto al suo commissario tecnico e alla sua federazione. A me sembra lampante poi e’ vero che e’ giovane e crescera’ .

      • robdes12 by robdes12

        infatti è questo, deve naturalmente crescere. Però pare che ci siano siti dove alimentino il fuoco con la benzina, e pare che una che ha compiuto 24 anni poco più di un mese fa debba essere un marine reduce da venti campagne nel deserto.
        Di più: perchè Camila con la giornalista di Supertennis è sempre sorridente e anzi ultimamente disinvolta, con altri giornalisti pare sulla graticola? Forse perchè lei, femminilmente, ha saputo metterla a suo agio e fare in modo che Cami si fidasse di lei? Ubaldo sempre coi suoi piano b, piano b, piano b e borbottii su: – Se questa è una risposta, vabbe’- Anche Fognini più volte ha apostrofato Scanagatta dicendogli di non fare domande inutili. Per tacer di Angelique con la domanda su Flavia. Mo’ ha vinto AO perchè Flavia aveva vinto USO. Tu dici che non si è un po’….involuto?

        • Lucia by Lucia

          Non credo che si sia involuto e poi scusa : e’ un po’ troppo facile esaltarlo quando parla bene di Camila e screditarlo quando non lo fa . Bisogna saper accettare le critiche . Quelle sul web dai nick name non vanno nemmeno lette non e’ da professionisti perdersi in queste cose.

          • robdes12 by robdes12

            io non ho mai apprezzato nessun suo articolo, e sempre dichiarato la mia avversione al suo blog. Non ha un criterio ed è basato tutto sull’imperativo del momento e sui proclami relativi al numero di contatti. Se c’è una cosa che considero non indicativa della qualità è proprio l’auditel. Non ha buoni collaboratori, altrove scrivono penne ben più analitiche ed equilibrate. Del resto leggendo il forum pieno di insulti, di dileggi a questa e quello, ho poco da opinare circa la mentalità di chi dirige.

  37. r.b. by r.b.

    Ragazzi, nessuno sa quello che è successo veramente nel week end di Fed Cup. Faccio solo un’ipotesi: e se Francesca Schiavone fosse stata lì non per giocare (e infatti non ha giocato), ma perché sarà la futura capitana di Fed Cup? Secondo voi se ne stava lì senza dire niente sul gioco di tutte le ragazze?
    Noi non possiamo parlare, perché non contiamo nulla e nel nostro lavoro non siamo tra i migliori trenta nel mondo, ma Francesca ha vinto uno Slam ed è stata n. 4 del mondo, forse lei può parlare…. 🙂
    Comunque ripeto, è solo una mia ipotesi sfornita di qualsiasi prova.

    • by Fabblack

      1°, cosa ne sai che qualcun’altro non sia nei primi trenta del mondo nel proprio lavoro (esempio, avresti detto che il “cuoco” Bigazzi era direttore generale dell’ENI e amministratore delegato della Lanerossi?)?
      Scherzi a parte, comunque Barazzutti non ha mai neanche pensato una cosa come quella che ha fallo la Mauresmo l’anno scorso a Genova.

  38. boy by boy

    Vedo che quasi tutti concordano sul fatto che quella precisazione sia stata del tutto deleteria e che andava evitata…..ma leggo anche che alcuni si ostinano a cercare delle scusanti. A mio avviso non ce ne sono e non ce ne devono essere. Infondo qui stiamo parlando di gente che dovrebbe essere professionista e dovrebbe capire certe situazioni ed evitarle…invece spesso ho la sensazione che tutto quello che circonda Camila sia tutto di un livello improvvisato in un mondo chiuso. E questa è stata solo l’ennesima lampante dimostrazione. Mi spiace….è quello che penso.

    • by SanTommaso

      “Infondo qui stiamo parlando di gente che dovrebbe essere professionista e dovrebbe capire certe situazioni ed evitarle”.

      Sai che, detta così, puoi anche riferirti ai giornalisti? Anche loro professionisti. Pare. Alcuni. Forse. Che Scanagatta le cerchi tutte per dar contro alla Federazione è un fatto. Che approfitti dell’anello comunicativamente debole della squadra per punzecchiare e alzare il polverone (peraltro per interposta persona) è alquanto desolante.

      Faccio presente poi, che Lo Monaco di eurosport ha detto cose che sarebbero abominevoli se non fossero solo ridicole su Camila e sulla sua vita privata, mettendo in dubbio che sia una persona non dico autosufficiente ma il minimo indispensabile matura: praticamente una che necessita della balia 24 ore su 24. Io, personalmente, me ne ricorderò. Spero anche chi di dovere quando sarà necessario.

  39. biglebowski by biglebowski

    that’s the press, baby. the press! and there’s nothing you can do about it. nothing!
    diceva humphrey bogart nel bellissimo “L’Ultima Minaccia” (1952).

    mi viene da pensare che debbono avere un buon ufficio stampa vinci ed errani per riuscire ad evitare la scomodità di certi argomenti; personalmente credo tra l’altro che abbiano tutto il diritto a mantenere entro i limiti della privacy la loro turbolenta vicenda.
    ma essere riusciti a scaricare su camila l’attenzione e, quasiquasi la responsabilità della annunciata e scontata sconfitta di marsiglia è un colpo da maestri

    l’ingenua camilita ci ha messo un po’ del suo, ma quello che non comprendo, in mezzo a tanti commenti anche di professionisti, come non ci sia nessuno che dica la più elementare delle verità:

    camila giorgi ha portato a casa il punto che doveva come ci si aspetta dalla numero 2 in una competizione a squadre.
    l’altra non è stata all’altezza della situazione e non avevamo un doppio accettabile.
    se le si chiedeva di vincere da sola credo si sia fatto un errore di valutazione.
    vincere una delle due partite in trasferta contro garcia o mladenovic (che la sopravanzano entrambe in classifica) è un buon risultato; ricoprirla di critiche in questa circostanza è fuori dalla logica.

    se proprio si vogliono trovare delle responsabilità bisognerebbe rivolgersi a miss vinci, miss errani ed alla federazione italiana tennis che non sa gestire il litigio simil-adolescenziale tra due professioniste a libro paga.
    per quanto l’argomento meriti riservatezza, non può comportare che ci vada di mezzo camila al di là di qualche sbaglio a livello comunicativo di cui non riesco a cogliere la gravità.

    ora, per quello che mi riguarda, cambiare argomento e pensare al futuro sperando che la bimba (che è una persona sensibile) mantenga la sua serenità; i campioni lo sanno fare, anzi è una delle caratteristiche che li distingue dai discreti.

    vamooooooooooooos a dubai

    • Lucia by Lucia

      Condivido tutto. Anche se dove tu non cogli io colgo

    • robdes12 by robdes12

      Per me tutto deriva dalle frizioni fra Scanagatta e la federazione, e siccome Camila si allena a Tirrenia, e quindi è atleta federale (se cosi possiamo definirla) rispetto alle altre due che sono autonome, Scanagatta la usa come un cavallo di Troia. In ogni caso gli articoli sulla Fed sono un pezzo di giornalismo spazzatura, e la cosa migliore per loro, in mancanza di argomenti (leggasi certi editoriali insulsi del post AO) era spostare l’immondizia da loro stesso all’atleta di vetrina. E in un mondo di guardoni tutti vorrebbero sapere che cosa è successo negli spogliatoi, sindrome da piccolo fratellastro, la definirei. Camila non c’entra nulla, l’unica nota negativa era che poteva vincere tutti e due i singolari, Ma siccome ne ha perso uno, ha aperto un fronte per attirare su di lei attenzione blogghettara e avere un numero di contatti assicurati. Come trasformare un sito che dovrebbe parlare di sport in pagina scandalistica. Troppo british l’Ubaldo della terza età, direi, pare quasi voglia rinverdire i fasti degli scoop sul privato di Martina Navratilova. Freghiamocene.

      • Lucia by Lucia

        Non credo che sia cosi’ robbes ne credo che Scanagatta si sia rincitrullito.Camila ha fatto un paio di grossi errori, lo deve accettare e saper incassare. Poi col tempo passa tutto.
        Io mi preoccupo piu’ del Barazza e della federazione.

        • robdes12 by robdes12

          Camila è una ragazza molto giovane, gli altri dello staff Italia sono adulti, Erano loro a dover bloccare sul nascere la questione, compreso inviando a Scanagatta una lettera aperta in difesa dell’atleta. Altro che indiscrezioni su fughe insalutati ospiti e simili. Leggi gli articoli di questi giorni, se non sono scemenze sono quasi tutti inopportuni, quello su Nadal oggi ne è un vero e proprio paradigma. Ogni volta che Cami perde in Fed, sempre ribatte sulla inutilità di Tirrenia e sulle scelte sbagliate. Poi dopo i distinguo di lasciamola in pace quando ad ogni incontro la ritirano in ballo. Per me è uno che tira acqua solo al suo mulino, nulla di più.

        • by SanTommaso

          Camila ha dato più alla federazione di quanto abbia ottenuto. Secondo me passerà alla cassa a breve e poi la rimpiangeranno quando si accorgeranno che Francesca sarà costretta a convocare Sara e poi delle under-150. Vedremo. Il tempo, si sa… è galantuomo.

      • by Fabblack

        Perché, se Camila avesse fatto il 2-2, avremmo poi vinto il doppio?

        • by SanTommaso

          No, avremmo perso il doppio. E sarebbe stat colpa di Camila perché non ha mai voluto imparare a giocarlo 😀

  40. riccardo by riccardo

    Dimenticare le polemiche in fretta ( anche se difficile visto che si continua ancora) testa bassa e cercare di fare bene nei prossimi tornei. Vedrete che se Cami farà bene salteranno di nuovo fuori i funghetti……. Si può dire funghetti? si.. si si può dire.

  41. r.b. by r.b.

    Per quello che ho appurato io, la situazione attuale di Dubai è questa in dettaglio:
    MD List 1. S.Williams 2. Muguruza 3. A.Radwanska OUT – replaced by Tsurenko 4. Safarova OUT – replaced by (MDO) Lisicki 5. Kerber 6. Bacsinszky 7. Suarez Navarro 8. Bencic 9. Vinci 10. Ivanovic 11. Wozniacki 12. Svitolina 13. Errani 14. Jankovic 15. Makarova 16. Petkovic 17. Kuznetsova 18. Schmiedlova 19. Peng (SR) OUT – replaced by (MDO) Begu 20. Mladenovic (#29)
    Top Alts #1 Garcia #2 Giorgi #3 Gavrilova

  42. riccardo by riccardo

    @ lucia

    la pressione io me la spiego in un solo modo.
    se vai a vedere le tenniste italiane del passato che in qualche maniera hanno fatto bene, nessuna ha mai dato la sensazione, anche tra gli esperti, di avere un gioco tale per fare molto bene sul veloce , sull’erba ad esempio.
    Quando la cami si è affacciata nel tennis che conta , in molti hanno pensato ( l’ho pensato anch’io) che l’italia aveva trovato finalmente la campionessa che almeno in potenza potesse aspirare a vincere Wimbledon. Questo fatto , in uno anche alla bellezza indiscutibile di camila , che non guasta , hanno creato una tale aspettativa che quando le cose si sono fatte difficili ed i risultati da tutti auspicati non sono arrivati , ecco che come spesso accade , è partita la caccia a trovare il responsabile, individuato a volte in sergio, altre volte nella stessa camila e via discorrendo.
    Io ho le mie convinzioni e penso che mai come in questo momento, volare bassissimi è l’unica cosa che bisogna fare. Ciao.

    • Andy by Andy

      Ottima considerazione, concordo in tutto

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Propongo Lucia dopo l’ultimo post come presidente del sito.
      Camila per sempre♡♥♡♥♡♥♡♥

      • r.b. by r.b.

        Ma non avevamo già antonelo come presidente? 🙂

        • Lucia by Lucia

          Io sto bene all’opposizione 🙂

          • Sergio5912 by Sergio5912

            @ Lucia
            Ottimo, allora Presidente degli oppositori, con Riccardo Premier, r.b. alle comunicazioni e Robdes12 alla cultura, anche se litiga con l’h 🙂
            Poi giusto per far venire l’orticaria a qualcuno, troverei un ruolo anche per Sephir e Livio71, che so’….. alle infrastrutture ? 🙂

            • Sergio5912 by Sergio5912

              ……. Meglio scherzarci su’……. Il momento è catartico:-)
              Tra sconfitte, domande inevase, fughe di notizie….. fughe supposte, non sembra un gran periodo.
              Io personalmente, pur riconoscendo l’importanza della comunicazione e dell’immagine, a maggior ragione quando si è personaggi pubblici, mi concentrerei più sugli aspetti tecnici inerenti al gioco. Come dice bene Riccardo, si corre il rischio di incamminarsi su di un terreno……. scivoloso.
              Diciamo che Camila, ha da crescere in entrambi i campi.

              • hector by hector

                Va bene tutto, ma incolpare Camila del fatto che le supposte siano in fuga e’ ridicolo. Anche se fosse, stanno semplicemente cercando di sfuggire ad un destino cinico e baro: al loro posto voi non fareste forse altrettanto?

                • riccardo by riccardo

                  🙂 🙂 🙂 🙂

                  • Sergio5912 by Sergio5912

                    @ hector
                    Tu sei indiscutibilmente uno dei motivi per cui mi piace questo spazio. Mitico
                    🙂 🙂 🙂

    • Lucia by Lucia

      Si Riccardo , in parte hai ragione , la tua spiegazione e’ logica e sostenibile. Ma il profilo basso non c’e’ mai stato da parte di nessuno.

    • WEBCAMI51 by WEBCAMI51

      aggiungerei che le aspettative ed il conseguente non volare bassi sono state anche in parte dovute alle dichiarazioni di Sergio sulle potenzialità e gli obiettivi di Camìla. Se lo dice il suo allenatore nonchè padre, perchè non credergli?

    • robdes12 by robdes12

      rompo il silenzio fino a marzo per segnalare una cosa: hai scritto Camila con la minuscola! Roarrrrrrrrrrr! 😉

  43. by Cri_Stark

    Visto che siamo in tema rapporti con gli altri, fuga dall’hotel ecc ecc.
    Sbaglio o Camila ha tolto il “segui” su instagram a Flavia, Sara e Karin ? 😛

    • by SanTommaso

      Ci pensa lo stalker che gestisce quel profilo su instagram. Quello è malato, ha fatto bene Camila a bloccarlo.

  44. riccardo by riccardo

    La questione Fed cup si sta avvelenando parecchio. Ho dato una lettura on line , cosa che non faccio quasi mai perchè leggo solo qui e posto solo qui. Premetto che sono grato ai Giorgi che hanno creato questo spazio che ci permette di parlare ( anche se non sempre pacatamente) e di discutere del tennis di Camila e del tennis in generale.
    Sono davvero poco appassionato delle faccende che non riguardano il tennis giocato anche perchè non conoscendo ne Camila ne suo padre è difficile poter esprimere anche solo impressioni.
    proverò a dire il mio pensiero nel modo più garbato possibile perchè essere tifosi non significa essere invasati o peggio incapaci di discernere li dove magari si è aperta qualche crepa.
    Di Camila posso dire al di fuori del tennis giocato , che mi sembra una ragazza molto timida .
    Almeno dalle interviste questo traspare sia quando vince , sia quando perde.
    Penso che se potesse , non parlerebbe mai e francamente si vede che non è a suo agio un pò per la lingua , un pò ( credo) per il carattere.
    Legittimo? Assolutamente si.
    Io non credo che Camila ( lo dico sulla base di sensazioni) sia il tipo di persona che se ne vada senza salutare e francamente non credo molto a quanto scritto su qualche sito in relazione ad una sua presunta fuga dall’albergo. Mi lascia alquanto perplesso ed anzi lo ribadisco non ci credo.
    Crederei molto di più se avessero detto che Sergio, che invece cosi a sensazione mi sembra abbastanza sanguigno ( ma magari mi sbaglierò) si fosse risentito per le polemiche di questi giorni. Mi spiego. Camila è stata messa in croce su questo non ho dubbi.
    lei o forse Sergio, se è lecito dirlo, hanno fatto un piccolo errore e cioè la famosa precisazione.
    la penso esattamente come Lucia e cioè che quella precisazione non serviva a nulla. Non serviva a Sergio perchè padre e figlia sanno il rapporto che li lega , un rapporto simbiotico che non può essere messo in discussione da nessuno. Non serviva a Corrado perchè il buon Barazzutti non è proprio l’ultimo arrivato e non aveva necessità di ricevere lodi da nessuno. Ammesso che fosse vero quello che circolava in alcuni siti e cioè che la buona prestazione di Camila era da ascrivere ai consigli di Corrado bisognava non dire nulla. Questo perchè quella precisazione è verosimile che potesse creare qualche imbarazzo che ( mio personale parere ) andava evitato.
    Perchè però i Giorgi hanno sentito la necessità di fare quella precisazione anche se sbagliata?
    Perchè non ne possono più di sentire ad ogni partita andata male , che Camila deve cambiare allenatore.
    Questa è diventata ( scusatemi) una gran rottura di coglioni.
    Io mi chiedo quale può essere il motivo che spinge molti ( a torto oppure a ragione ma non è questo il punto) ad invocare pervicacemente il cambio dell’allenatore quando è stato detto sempre che ciò non avverra mai?
    Allora è successo e non è difficile arrivarci, che di fronte alla ennesima velata affermazione che Camila con un altro allenatore ( Corrado ) abbia fatto una buona prestazione , che i Giorgi hanno sentito la impellente necessità di ribadire che i successi di Camila sono da ascrivere al binomio indissolubile Camila – Sergio. Tutto qui. niente di cosi tragico. Certo è stata una precisazione lo ripeto che a mio parere non giovava a nessuno , ma forse bisognerebbe anche comprendere il perchè si è arrivata a questa precisazione. Del resto chi ha fatto sport e tennis sa bene che dopo una vita che ti alleni col tuo allenatore, che ti muovi in una certa maniera ecc ecc non possono essere tre giorni passati col gruppo che ti fanno cambiare sistema di gioco.
    Forse Camila nel primo o nel secondo incontro ha cambiato modo di giocare? No no no.
    Ha giocato come gioca sempre , rischiando, al servizio, rischiando in risposta ecc ecc.
    Il Commissario tecnico in questi casi al massimo può dare qualche consiglio tattico ma non può fare diventare una pallettara una giocatrice d’attacco ed una giocatrice d’attacco una pallettara.!
    Chi quindi pensa che la vittoria di camila con KiKI del primo giorno possa essere merito di Corrado è in super mala fede perchè la verità è che hanno giocato male entrambe ed ha vinto chi ha giocato meno peggio.
    Paradossalmente con Garcia forse Camila ha giocato un pò meglio ma ha perso.
    Se è vero quindi che è stata fatto un errore con quella precisazione ( mia opinione ) ma magari i Giorgi pensano che bisognava farlo, tutto quello che è venuto dopo e cioè la domanda cosa ti ha detto Corrado al cambio di campo e che ha fatto spazientire Camila era , lo ripeto una trappola. Si voleva indurre Camila a parlare della precisazione del giorno precedente per metterla in difficoltà, questa è la verita.
    Sulle questioni tecniche invece su Ubi Tennis si facevano delle considerazioni che in parte posso condividere ma questo l’ho detto un milione di volte è il mio modo di vedere il tennis ed altri la vedono in maniera diversa. Se fosse vero che barazzutti ha dichiarato a proposito del piano b e di chi afferma che non farà mai alcun piano b ” che queste affermazioni le fa chi non ha le capacità tecniche per fare altro” allora questa si che sarebbe pesante , segno magari di un rapporto che potrebbe nel futuro diventare difficile.
    Corrado però non mi pare il tipo .
    La verità però con le prossime convocazioni verrà a galla.
    Il resto francamente mi sembra fuffa.
    Lasciamola giocare sta ragazza come cavolo le pare, critichiamola certo come io del resto faccio spesso per alcuni aspetti, ma smettiamola di romperle le scatole col cambio di allenatore, in maniera anche velata e subdola.
    Se cambia allenatore vincerà 24 slam. Bene. Ho idea che camila risponderebbe grazie mi tengo mio padre. Sbaglierà? pazienza chi se ne frega.
    Scusate la lunghezza e gli errori. Buona serata a tutti. Non rileggo perchè è troppo lungo.

    • Lucia by Lucia

      Una campionessa va per la sua strada senza farsi condizionare da quello che viene scritto qua e la’ su internet.. Se fossi Barazzutti sarei incacchiato nero e temo che lo sia. E temo che Camila in qualche modo questa cosa la scontera’, se non altro in termini di tranquillita’ interiore.
      La pressione che c’e’ intorno a questa ragazza e’ veramente tanta , mai visto nessuna mi entrata tra le prime trenta, attirare cosi’ tante antipatie o simpatie. Il motivo non lo so ma di certo queste precisazioni non aiutano. Deve togliersi questa pressione dalle spalle !

      • by SanTommaso

        Speriamo che sia incacchiato e non la convochi in aprile per giocare su terra.Tanto Camila il pass per le Olimpiadi l’ha già guadagnato per le presenze. Un po’ come Masha 😉

    • Andy by Andy

      In merito alla rottura di cogli come ho risposto ad un utente che scriveva su Camila affermando che ci facciamo le stesse domande da anni:
      Perché quando le risposte sono sempre le stesse continuare a farsi sempre le stesse domande ? è più testarda la Giorgi che risponde sempre le stesse cose o noi che pur avendo sempre la stessa risposta seguitiamo a farle le stesse domande ? (piano B, cambio coach etc etc)

      • by SanTommaso

        La seconda che hai detto. Ma guai… domandare, domandare, chiedere, dubitare, pretendere, consigliare, suggerire, rompere le palle. Tutto in nome della libertà di parola.

        • Andy by Andy

          Ah ma io sono convinto che sia la seconda peccato che la rete è piena di gente che invece è convinta che l’opzione 1 sia quella giusta

    • by SanTommaso

      Condivido praticamente tutto, riccardo.

  45. by Fabblack

    Attenzione.
    Il sito di Dubai dice che sono entrate Lisicki, Begu e Tsurenko: poiché le prime due non figuravano nella lista delle qualificazioni, mentre la Tsurenko era la terza subito davanti Camila, o Cornet e Garcia non si erano iscritte come alternates al main draw, o si sono cancellate del tutto, quindi Camila al momento è fuori di uno, a rigor di logica.
    Perciò se veramente Serena (o qulacun’altra) non dovesse giocare, ci siamo.

    • r.b. by r.b.

      Ma scusa, non ho capito, se si ritira Serena (o qualcun’altra) non entra Garcia, che è davanti a Camila in classifica?

  46. Andy by Andy

    Ben ritrovati, qualche problema di troppo compresa mancanza della connessione mi ha tenuto lontano dal forum, dopo le ultime vicissitudini piacevoli e spiacevoli ( come il massacro di Cami su UBITENNIS) incrociamo le dita per il prossimo appuntamento della nostra pupilla, che in FedCup era davvero una favola

    • r.b. by r.b.

      Eh il buon Ubaldo ci ha dato dentro, ma in realtà lui è innamorato di Camila, esattamente come tutti noi…. 🙂

      • Andy by Andy

        Già 🙂

        • Lucia by Lucia

          ” Massacro ” giustificato. Voler bene a Camila non significa diventare acritici. E questa volta fa piu’ male perche’ non si parla di tecnica ma di comportamenti. Bisogna saper incassare e migliorare.

          • by SanTommaso

            Il “massacro” consiste in un giornalista (non presente per sua ammissione), che dice che una sua collega (presente sul posto) ha riferito che Camila e Sergio avrebbero (condizionale) lasciato l’hotel la mattina di lunedì senza salutare nessuno.

            Allora: o la giornalista, presente, vede i Giorgi uscire dall’hotel senza salutare (e quindi non usa il condizionale), oppure le viene riferito (da chi? Da uno dei “non salutati”? E allora che si citi la fonte, please, regola base del buon giornalismo, se no io posso dirli di averli visti all’autogrill di Modena sud a farsi un Camogli la sera di domenica…) e allora inutile usare il condizionale anche qui. A me sembra che la giornalista (guardacaso quella a cui Camila aveva risposto “non so cosa dire” in conferenza) se ne sia uscita così per ripicca.

            Con i condizionali non si va da nessuna parte. Ma non devo certo insegnarlo io ad una giornalista che scrive sul primo sito di tennis italiano, no?

            • Lucia by Lucia

              Un giornalista non rivela mai le proprie fonti. Comunque se non hanno salutato nessuno a me poco importa….
              Io mi riferisco alla conferenza stampa e al comunicato del giorno precedente.

              • by TC

                Beh, somma, Lucia, se non hanno salutato la loro squadra non è molto bello (per niente oserei dire). Non sarebbe bello neanche a seguito di una settimana di litigi.
                Secondo me in realtà sarebbe decisamente più grave della smentita (che si può attribuire a inesperienza o altro, e stop li) Se, invece, hanno salutato la loro squadra e la notizia pubblicata non ha fondamento, sarebbe ancora meno bello, con considerazioni da farsi diverse da quelle meramente sociali.

                • Lucia by Lucia

                  Non mi sono spiegata bene . Volevo dire che tutto nasce dal comunicato di Sabato e poi dalla conferenza stampa di Domenica. Mi spiego : nell’ ipotesi in cui abbia litigato con tutti capisco che non saluti. Il comunicato di Sabato invece vuol dire andarsele a cercare .

                  • Andy by Andy

                    Ah ma questo è zucchero a velo, stavolta mi sono messo davvero le mani nei capelli per ciò che ho letto sul gioco di Camila

          • by TC

            Sempre che i comportamenti siano veri.
            Qualora non lo fossero sarebbe opportuna una smentita, peraltro sollecitata. Qualora lo fossero… preferisco non aggiungere altro.

          • Andy by Andy

            Massacro per essere responsabile della sconfitta contro la Francia no, Camila con tutti i suoi limiti un match l’ha vinto e una sconfitta contro Caroline ci sta, ma non ci sta almeno dal mio punto di vista prendere un bagel e rasentarne due senza nemmeno vincere un set dalla Errani.

          • etberit by etberit

            Massacro giustificato solo se uno pensa di avere dei diritti sulle persone in questione. I fatti dicono che l’unico punto per l’Italia è arrivato da Camila, che è stata massacrata. Strano, no?

        • Andy by Andy

          @ Lucia

          No no non mi riferisco alla sua partenza repentina, ma al masacro del suo tennis ne ho sentite di assurde come ” se avesse un cervello un minimo più evoluto”… roba da querele..

          • Lucia by Lucia

            @ Andy l’argomento e’ complesso. Diciamo che farsi nemici gratis non e’ mai una buona idea.

    • Sergio5912 by Sergio5912

      @ Andy
      Bentornato

  47. Massimiliano by Massimiliano

    Sono curioso di vedere quale superficie sceglierà la federazione spagnola:
    – la terra non è stata molto amica di Garbine negli ultimi tempi (Carla invece ha fatto finale a Roma),
    – campi in cemento non so se ne hanno (non mi risultano tornei su quella superficie), dove però sia Garbine, sia Carla hanno raccolto risultati,
    – ci sarebbe da ricordare che Garbine è stata finalista a Wimbledon, e guarda caso quest’anno Maiorca avrà un torneo sull’erba, però è una superficie che non piace molto a Carla.

    • r.b. by r.b.

      Che sia erba, cemento, sintetico o terra….
      l’anno prossimo giochiamo in B contro l’Inghilterra!
      🙂

      • Massimiliano by Massimiliano

        Però vedere Camila sull’erba già ad aprile non mi dispiacerebbe

  48. r.b. by r.b.

    Sulla risposta, grande problema della Camila attuale, bisogna a mio avviso distinguere nettamente tra la risposta alla prima di servizio e alla seconda di servizio, soprattutto contro giocatrici che hanno un servizio molto potente e veloce.
    La risposta alla seconda tutto sommato non è male, anzi soprattutto contro Mladenovic è stato il fattore che ha consentito di vincere il match. Questo anche perché Kiki nel secondo e soprattutto terzo set non ha quasi messo più una prima.
    La risposta alla prima è invece un GRANDE problema.
    Contro la Mladenovic lo score ufficiale recita:
    1st return points won…. 1 set 0/9 2 set 0/8 3 set 1/6. Totale 1/23!!! (0,04%)
    Contro la Garcia solo leggermente meglio e comunque solo nel secondo set:
    1st return points won…. 1 set 0/11 2 set 3/17. Totale 3/28 (10,7%)
    Evidentemente la Garcia ha messo più prime della Mladenovic, ed infatti:
    Mladenovic 1st serve%: 1 set 42, 2 set 32, 3 set 28. Media 34%
    Garcia 1st serve%: 1 set 39, 2 set 65. Media 51%

  49. cubano70 by cubano70

    Assorbita la delusione fed cup, cerchiamo di vedere il lato positivo.. se camila è n° 40 al mondo con tantissime cose da migliorare, arrivare tra le prime 5 del mondo non sarà un problema…
    Io nei 2 match con la Francia ho notato queste cose, che vi segnalo come spunto di discussione
    1) servizio: partire quasi sempre con 2 punti di svantaggio è un pò dura… Vero che quando entra fa male anche la seconda, però prima o poi, se hai contro giocatrici di valore, il break lo becchi x forza… Perchè tirare cosi forte partendo dalla sua altezza è un terno al lotto ogni volta…
    Inserire qualche rotazione in più per variare e renderlo meno leggibile, e magari rischiare anche un pò meno, non sarebbe la strada giusta?
    2) Game di risposta: La risposta non è andata malissimo considerato il buon servizio delle 2 francesi… Il problema è che nei punti importanti spesso è meno incisiva che nel resto della partita..E qui si arriva all’ altra nota dolente… Con Garcia il match è stato perso buttando via punti facili che potevano portarla in vantaggio nei game di risposta e consentirle il break…. vole’ mezzo metro sopra la rete sparate a caso, dritti che bastava buttare di là x fare punto senza dover forzare… Ed a ogni errore sciagurato Garcia rispondeva con un ace sul punto successivo.. E’ sembrata solida mentalmente anche lei rispetto a Camila, e non è uno dei pregi che le vengono riconosciuti normalmente credo….
    3) Gioco di attacco: Io direi che se lo scopo è quello di fare sempre vincenti ed attaccare, perchè non scendere di più a rete? Sicuramente perchè ancora non si sente sicura in quella zona di campo.. certo… Ed allora non gioverebbe giocare qualche doppio ? Può anche non piacere, ma se serve per il singolare, uno se lo fa piacere.. Quasi tutte le tenniste emergenti credo lo giochino (parlo di Bencic, Muguruza, ecc… ma siccaettano smentite..). Sarebbe utile a mio modesto parere…
    4) Palle lente: Avete fatto caso che per ogni palla colpita male da Garcia o un pò piu lenta corrispondeva un errore di Camila? Se ti arriva una palla con rimbalzo alto o una rotazione strana non sarebbe male giocarla con più cautela prendendosi il giusto tempo per piazzarla bene.
    5) Convinto anch io che serva qualcuno nella staff che abbia giocato a grandi livelli per farla crescere. Nessuno mette in discussione Sergio, che fin qui ha fatto miracoli e che rimarrebbe cmq l allenatore, però credo che una figura di quel tipo la farebbe crescere nella tattica di gioco e nel modo di affrontare i punti importanti di un match…
    Non si può che migliorare.. quindi hasta la victoria siempre Camila!

  50. r.b. by r.b.

    Miii quest’anno piove sul bagnato…. abbiamo beccato la Spagna fuori casa nel sorteggio di Fed Cup.
    Ce ne andiamo in serie B!!!!! 🙁

  51. r.b. by r.b.

    Secondo il sito tennis forum Camila è la seconda delle Top Alt, dopo Garcia (grrrrrr…. sempre lei) e prima di Gavrilova. Considerando che non credo che Serena giochi, ma le altre sì, mi sa che ci toccherà di fare le quali, che però forse non sono un male…. beccare al primo turno di nuovo Mladenovic o Garcia (e si sa quanto i sorteggi WTA siano bastard… ehm volevo scrivere beffardi) 🙂 se non peggio sarebbe un boccone difficile da digerire…

    • by Fabblack

      Attenzione.
      Il sito di Dubai dice che sono entrate Lisicki, Begu e Tsurenko: poiché le prime due non figuravano nella lista delle qualificazioni, mentre la Tsurenko era la terza subito davanti Camila, o Cornet e Garcia non si erano iscritte come alternates al main draw, o si sono cancellate del tutto, quindi Camila al momento è fuori di uno, a rigor di logica.
      Perciò se veramente Serena (o qulacun’altra) non dovesse giocare, ci siamo.

  52. biglebowski by biglebowski

    chance di main draw a dubai……………credo fuori di 1 al momento come agli AO dalle tds…………gufi in letargo?

    • r.b. by r.b.

      Quest’anno il nido ha collezionato solo figuracce…. e se lo dico io… 🙂

  53. TEUS by TEUS

    Sfortunatamente si sta verificando (in parte e spiegherò i motivi) quello che ho sempre temuto: la mentalità limitata (la maggior parte delle domande che i giornalisti fanno a Giorgi, non tratta, come dovrebbe ragionevolmente essere, di fatti tecnico-tattici ma fa riferimento, quasi puntualmente, alla questione coach) che c’è in Italia riguardo al tennis, si sta rivelando un ostacolo per la crescita di una giocatrice che qualsiasi altra nazione sarebbe onorata di avere.
    In parte, dicevo, perché i Giorgi sono tipi tosti (gente che s’è fatta da sola come si suole dire) e sono oramai abituati a confrontarsi con lo scetticismo che li circonda perché ben consapevoli di portare avanti un progetto poco convenzionale e molto ambizioso allo stesso tempo.
    Non ci vuole un genio per capire che, se ci fosse la possibilità, affiancare (perché la figura del padre è stata, è e rimarrà sempre, considerando anche il tipo di percorso effettuato, cruciale per Camila) a Sergio un ex o una ex tennista di successo (e quindi con una certa personalità), porterebbe innumerevoli benefici (giusto per fare un esempio significativo: Djokovic, prima dell’arrivo di Becker, era un lontano parente, in primis dal punto di vista mentale, del giocatore che oggi sta dominando incontrastato il circuito ATP).
    In questo momento però questo non è possibile e a mio avviso i Giorgi fanno bene a dare risposte un po’ seccate difronte a quesiti spesso banali e monotematici. Dimostrando carattere e convinzione delle proprie idee. Doti non comuni e necessarie per potersi imporre ad alti livelli. Non comune, appunto, come Camila Giorgi che, forse a sua insaputa, sta portando avanti una rivoluzione nel modo di intendere il tennis in Italia.

    Vamos flaca! Non fallirai.

    • r.b. by r.b.

      Beh, sarà…. però allora la federazione che ci sta a fare? Tra l’altro ricordo che all’inizio c’era un tecnico federale che collaborava con Sergio, Daniele Silvestre, che Alessandro Nizegorodcew dice essere molto bravo e competente. Certo, non è minimamente paragonabile a Becker o Edberg, che costeranno anche un botto, però uno staff per essere vincente deve essere soprattutto una squadra. Ci sono molti ruoli diversi. Sergio è il capo allenatore, head coach come dicono gli americani, poi servono sparring all’altezza (molti dicono che Sasha Bajin, storico sparring di Serena, oggi passato al servizio di Vika Azarenka e considerato il miglior sparring del mondo, fosse l’arma segreta della Williams), massaggiatori, fisioterapisti ecc. Se vogliamo una atleta vincente bisogna costruire una squadra vincente intorno. E qui Sergio non può far tutto da solo, occorre il sostegno della federazione.
      Se poi vogliamo parlare anche di mental coach, facciamolo, ma solo per stanare hector, che è un po’ che ci manca con le sue impareggiabili battute. L’ultima mi ha fatto ridere a crepapelle, e pensare che qualcuno non l’aveva nemmeno capita… 🙂

      • TEUS by TEUS

        Non si contano i disastri fatti dalla FIT negli anni in tutti i settori (giovani promesse bruciate, decisioni in generale discutibilissime…).
        Per una volta che si trovano una giocatrice già formata e con un ottimo potenziale (non dimentichiamo che Camila è cresciuta come tennista col solo supporto della propria famiglia), dovrebbero ringraziare il cielo, darle la possibilità (come del resto è stato fatto col trasferimento a Tirrenia) di avere una struttura a sua disposizione e fermarsi lì però visto che gli accordi sono stati chiari da subito.
        La gestione del team Giorgi spetta solo ed esclusivamente ai Giorgi. Sarebbe opportuno prenderne finalmente atto.

        • r.b. by r.b.

          Sì appunto, la federazione dovrebbe supportare Sergio e non il contrario.

          • TEUS by TEUS

            E per concludere aggiungo che mi piacerebbe vedere oggi le espressioni di tutti quelli che, quando Quinzi vinse Wimbledon juniores, lo accolsero, al suo rientro in patria, come un eroe.
            Il ragazzo coreano da lui battuto in finale ora gioca costantemente solo tornei importanti mentre il nostro ha ancora difficoltà a superare le quali nei challenger.
            Certe cose non accadono per caso perché si ripetono da troppo tempo oramai.

            Meno male che c’è Camila…

            • r.b. by r.b.

              Se cominciamo a parlare di Quinzi qui ci bannano tutti… 🙂

  54. r.b. by r.b.

    Il discorso su servizio e risposta è ovviamente relativo. Chiaro che Camila ha un ottimo servizio e sulle seconde gioca delle risposte fantastiche (non dite però che con le grandi battitrici risponde bene alle prime di servizio, perché sabato e domenica non ha visto praticamente palla sulle prime di Garcia e Mladenovic).
    Il problema si pone se si vuole entrare in top 20. Io credo che i miglioramenti da fare siano pochi e si possano fare in tempi relativamente brevi, poiché Camila parte già da un ottimo servizio. Portare la percentuale di prime di servizio dal 50% ad almeno il 60%, aggiungendo qualche rotazione e variazione non è impresa titanica e nemmeno rendere la seconda più affidabile. Ad es. molte tenniste hanno un ottimo servizio a uscire da destra che piazzano molto angolato (le mancine da sinistra) per poi raccogliere un punto facile con il primo colpo dopo il servizio, secondo lo schema servizio a uscire e dritto (più raramente rovescio) dall’altra parte. Con un servizio così Camila già sarebbe praticamente letale al servizio, perché l’avversaria dovrebbe spostarsi molto sulla sua destra, lasciando scoperto il centro del campo, a quel punto basta un servizio al centro, profondo e ben piazzato a 165 Km/h per fare ace o servizio vincente.
    Comunque ripeto, stiamo già parlando di una giocatrice con un ottimo servizio.
    La risposta alla prima pesante e veloce è invece un problema. Giocatrici con un servizio potente ce ne sono nelle top 30, c’è poco da fare… Ci sono anche quelle che servono la prima a 120 Km/h, ma qui parliamo di battere le top 20, di vincere tornei importanti, ecc., quindi se si vuole fare il salto di qualità bisogna rispondere anche alle prime di servizio potenti. Qui c’è un problema tecnico evidente: Camila tenta la risposta vincente aprendo il colpo anche quando non c’è tempo per aprire. O in risposta alla prima di servizio sta due-tre metri dietro la linea di fondo, e allora ha il tempo di aprire, altrimenti deve giocare una risposta bloccata, di pura opposizione, tenendo la palla bassa (ci sono anche altri tipi di risposta tagliata). Ovviamente dipende tutto dalla prima di servizio che arriva, l’importante è leggere bene il servizio e rispondere di conseguenza. Un difetto evidente è la risposta sul servizio a uscire sul suo diritto, che sbaglia quasi sistematicamente.
    Anche qui il discorso è relativo, trattandosi di una giocatrice tra le migliori al mondo.
    Secondo me è possibile, con pochi miglioramenti, avere risultati di rilievo già quest’anno.

    • by andreino

      Io credo che quello che dici (la questione della prima e della risposta alla prima avversaria) sia il principale problema della “nostra” Camila. Soprattutto quest’anno l’ho vista ottimamente quando è riuscita ad entrare negli scambi, anche con leggende come Serena. Si sono visti però i suoi limiti tecnici quando si trova d’avanti un’avversaria che serve bene la prima. Alzare le percentuali di prime e trovare un modo di rispondere ai primi servizi forti avversari mi pare sia una priorità. In Fed cup sia la Mladenovic (quando era in partita) sia la Garcia avevano percentuali di successo quando servivano prima vicine al 100% e per quanto ne possa capire il problema è esattamente quello che sottolinei: Camila non può attaccare tutti i servizi avversari, deve imparare semplicemente a rispondere in campo quando è necessario.

  55. enzo by enzo

    Purtroppo, come mi succede spesso, non ho visto le due partite di Camila in diretta, ma solamente oggi le registrazioni.
    Le mie considerazioni:
    -Contro Mladenovic ha giocato un buon 2° set, vinto con grande attenzione dal 4-4. Poi ha dominato anche perchè Kiki è praticamente sparita.
    Comunque una buona Cami, molto concentrata e solida, dopo un 1° set decisamente insufficiente.
    I numeri ci dicono di un buon 76% di 1eW, 6 aces e 3 servizi vincenti (tanti), 11 df ( quasi 1 a game),
    75% di BP salvati e 5 su 6 convertiti.
    In sintesi Cami ha servito bene ed ha anche risposto bene sopratutto sulle 2e.

    -Contro Garcia è partita molto bene nonostante 4 df ininfluenti. Ha mancato un palla per il 3-2 e due sul suo servizio per il 3-3.
    Secondo me l’incontro è girato in questi 2 games : un 2-4 che sarebbe potuto essere 4-2.
    Caroline si è caricata e Cami ha iniziato a sbagliare molte risposte e non ha trovato contromisure ad un servizio via via sempre più letale ( 3/28 W sulle 1eR la dicono lunga).
    In complesso Cami ha giocato meglio rispetto a sabato, vincendo quasi tutti gli scambi.
    Notevoli i 7 aces + 4 servizi vincenti, solo parzialmente oscurati dai soliti 13 df ( 2 influenti).
    Caroline però ieri aveva qualche certezza in più ed una maggior sicurezza che alla fine han fatto la differenza

  56. by t.o.

    Ciao a Tutti….purtroppo (o per fortuna…dite voi) di questo weekend ho visto solo i primi 7 giochi contro Kiki…poi piu’ nulla. Non ho tempo per scrivere…e non avendo visto niente non ho nulla na dire se non prendere atto di cio’ che avete scritto voi e…visto che ormai ho imparato a decodificare molti dei vostri commenti…mi sembra quasi di aver visto la partita insieme a voi…non mi sono pero’ trattenuto nello scrivere su Live tennis (foss’anche per dare manforte al mio omonimo santo che si batte come un leone in difesa della nostra pazza bimba… ve lo “copincollo” (che termine orribile) anche perche’ ho scoperto (dopo attenta lettura dei nostri/vostri commenti) che c’e’ un passaggio valido anche per qualcuno qui….)

    ” …Se potesse camila farebbe come Moya…che quando non gli andava pagava 5000 dollari di multa per non farsi intervistare…
    …e ne avrebbe tutte le ragioni…non ha sponsor…e dunque non ha obblighi…se ha obblighi …ed in fed cup un obbligo ce l’ha risponde educatamente …a monosillabi…specialmente quando perde…
    …su Barazzutti poi siamo alle comiche…
    Chi dice che con barazzutti il suo gioco e’ piu’ solido (ed in questo sito lo scrivono in tanti) dimentica “colpevolmente” di ricordare che Barazzutti e’ capitano in Fed Cup e puo’ parlare con lei ad ogni cambio campo…sta a due metri da lei e puo’ (Amelie lo fa…) darle consigli a volte anche tra punto e punto…
    …in WTA purtroppo si puo’ chiedere l’allenatore …e lo devi chiedere tu giocatore…solo una volta a set….. nei GS MAI!!!!
    …dire che un’allenatore che siede con te in panchina e’ piu’ bravo di uno che sta in tribuna non e’ tra scegliere Corrado o Sergio…e’ come dire nel canottaggio che il “doppio con” e’ piu’ “tattico” del “doppio senza” …o che l’orchestra suona meglio quando c’e’ il direttore sul podio che quando non c’e’.
    …e’ possibile che Camila sia una giocatrice che rende meglio se e’ consigliata punto per punto o game dopo game….ma per averne la controprova dovrebbero provare a far sedere in panchina Sergio… e visto che cio’ non avverra’ mai non avremo mai controprova…
    …Ma dato che questo piccolo dettaglio i giornalisti lo dimenticano (come molti giornalisti da divano che scrivono sui siti ) e il tormentone Barazzutti ormai va avanti da due anni …Camila semplicemente taglia corto.. ed educatamente si alza e se ne va…o gli e’ negato anche questo legittimo diritto????
    …altro discorso invece sono i commenti che si leggono sui blog…
    …tutti sono convinti che se fossero loro ad allenare Camila di Slam ne avrebbero gia’ vinti tre….molti non hanno mai visto giocare Camila dal vivo…non hanno mai seguito un suo allenamento…non l’hanno mai incontrata di persona…sanno a malapena che Tirrenia e’ a ovest dell’italia (senno’ si sarebbe chiamata Ardiatica) eppure ti sanno dire di che umore e’ Camila quando scende in campo…che rapporto ha con Sergio…chi e’ la vittima e chi il carnefice… Alcuni sanno anche cosa vuole Camila…e lo capiscono da due righe di un’intervista riportate da un giornale che paga i suoi giornalisti esclusivamente con il pass stampa (entri gratis e scrivi gratis) …e da quelle due frasi magari tradotte male…o magari dette da una persona che pur parlando bene l’italiano passa la vita a parlare inglese e spagnolo….e magari dette con ancora l’adrenalina a mille…
    …da quelle due parole questi “fini analisti” sono capaci di farti un profilo psicologico che neanche lo staff della Jung&Freud Academy saprebbe accennare dopo due anni di psicanalisi comparata….
    …io quando leggo queste cose mi faccio delle sonore risate…e vi garantisco…ho dei buoni motivi per ridere…
    …godetevi il gioco di Camila se vi piace…non guardatela se non vi piace…ma evitate di scrivere …”bisogna toglierla al padre…” …primo perche’ non e’ roba vostra…secondo perche’ ve lo assicuro…..con tutto l’affetto per Camila…se esiste una vittima….quello e’ Sergio

    • Sergio5912 by Sergio5912

      @ t.o.
      Sai che non ho mai espresso perplessità e/o dubbi su chi dovrebbe essere il coach di Camila, lei ha scelto, e va benissimo così, indi, W Sergio. Diverse ed altre sono le perplessità che ho manifestato, e le ribadisco, anche se non ora. Permettimi però una domanda che prende spunto dalla tua ultima riflessione,
      ” ……. con tutto l’affetto per Camila …….. se esiste una vittima……….. quello è Sergio ” :
      Potrà mai un insegnate, vittima del suo allievo essere un buon maestro ? Questo, ribadisco, non perché voglio mettere in discussione Sergio, ( sfido chiunque a trovare una mia dichiarazione in tal senso. È bene chiarirlo prima che partano i pistolotti ), semmai, analizzo la tua affermazione, che se fosse vera ( e probabilmente lo è, considerando che parli con cognizione di causa ), costituirebbe un’anomalia nel rapporto tra mentore ed allievo……. o sbaglio ?

      Per quanto riguarda le due prestazioni in Fed Cup, è stato detto di tutto e di più. Personalmente considero la partita con la Mladenovic, oggettivamente brutta e giocata male da entrambe, ( Kiki peggio, per cui giustamente Camila l’ha vinta ), quella con la Garcia, giocata meglio, ma la francese si è rivelata più solida e centrata, per cui, ovviamente, ha vinto.
      Con il senno del poi, dissertare se il motivo di tale sconfitta vada ricercato nel servizio o nell’inefficacia della risposta, serve si ad alimentare il dibattito, ( ed è sempre cosa buona e giusta ), ma non fuga i dubbi, né elima eventuali problematiche del gioco di Camila.
      Personalmente sono d’accordo con chi afferma che servire a 170/180 di media, ( prima e seconda ), ma in modo piatto, reca lo svantaggio doppio, di creare poche difficoltà a chi risponde ed avere alte percentuali d’errore. Forse un po’ di potenza in meno a vantaggio di rotazioni, renderebbe lo stesso meno leggibile e più efficace.
      Per quanto riguarda la risposta, le statistiche riportate in precedenza da Big, vorranno pur dire qualcosa, quindi, qualche rimedio andrà pur trovato, se si vogliono migliorare tali numeri.
      Detto così, sembrerebbe che si stia parlando della numero 200 al mondo, ( lo dico io, prima che lo scriva….. qualcuno ). Niente di tutto ciò, parliamo della numero 40 al mondo, ( per cui d’eccellenza ), che però a detta di tanti, ( tutti in questo sito ), avrebbe le potenzialità per essere almeno in top ten, o nella peggiore delle ipotesi, ( detto qui da noi ), vincitrice di 1 o 2 slam, a prescindere dalla classifica.
      Ergo, che si voglia prendere per buona la valutazione relativa ad un migliore ranking, o quella relativa agli slam, Camila dovrà migliorare, e per mettere d’accordo tutti, dovrà farlo sul servizio e sulla risposta.
      Buona serata.

    • r.b. by r.b.

      Credo che qui non sia rimasto più nessuno che vuole che Camila cambi allenatore. In passato c’era qualcuno e forse ogni tanto c’è qualche rosikone infiltrato, ma a parte questo Sergio è il coach e non ci piove.
      La questione Corrado Barazzutti mi meraviglia un po’. Quando Serena va in Fed Cup (le rarissime volte che lo fa) mica strombazza ai quattro venti che Mouratoglu è l’allenatore e non Mary Joe Fernandez. Nessuna lo fa. La Fed Cup dura una settimana, poi si riprende col coach di tutto l’anno (salvo quelle che cambiano coach durante l’anno). Secondo me Camila fa bene a giocare in Nazionale, sia perché è giusto giocare per il proprio Paese, sia perché può imparare qualcosa di nuovo da Corrado, può allenarsi con le compagne di squadra, con Francesca Schiavone, che dall’alto della sua esperienza può dare ottimi consigli. È un’opportunità, un confronto con altri stili di gioco, un arricchimento, non un limite. Poi è chiaro che il coach è Sergio e nessuno lo discute.
      Tra l’altro Sergio era presente a Marsiglia e non abbiamo motivi di credere che vi siano stati attriti o divergenze tra lui e Corrado sul modo di giocare di Camila, altrimenti sarebbe venuto fuori. I giornalisti pubblicano di tutto, figuriamoci se si lasciavano scappare una storia come questa. Quindi non c’è stato niente, Sergio e Corrado vanno perfettamente d’accordo e ognuno ha il suo ruolo ben distinto. Tra l’altro abbiamo visto esultare Sergio con tutta la squadra durante il match vinto con la Mladenovic. Quando c’è la Fed Cup è normale che Corrado dia consigli, ma lo fa con tutte le ragazze, mica solo con Camila. Anche lui vede che il servizio di Sara non è sto granché, per usare un eufemismo, ma mica lo può cambiare in pochi giorni… le dirà di giocare più profondo, ecc… A Camila dirà di giocare tranquilla e di essere solida e ordinata, a Karin dirà altre cose e così a tutte le altre. Io credo che Sergio stia facendo un ottimo lavoro, credo anche che la Federtennis debba sostenere Camila in ogni modo, fornendo tutto l’appoggio possibile, perché Camila sarà la nostra giocatrice di punta per i prossimi anni,e non solo in Fed Cup.

    • journasesto by journasesto

      Caro t.o. sono un giornalista con una trentina d’anni di esperienza alle spalle e mi sono fatto un gran culo per tutta la mia vita professionale. E ti assicuro che il problema dei giornalisti pagati con il pass stampa è proprio la chiave della questione. E non solo per quanto riguarda il tennis o lo sport in generale, ma tutta l’informazione in Italia. Le news ormai sono una commodity, l’informazione è diventata un bene gratuito e la professionalità non esiste più. Morale della storia, anziché i professionisti scrivono i tifosi e l’obiettività non esiste più. Il falso mito di dover fare per forza domande scomode o aggressive, anziché domande intelligenti, impera.
      E quindi Camila fa solo bene a rispondere come fa ai giornalisti italiani.

  57. biglebowski by biglebowski

    vorrei provare a tranquillizzare tutti coloro (e siete numerosi) preoccupati del servizio di camila che , credetemi, NON è il problema.

    ne parlo per l’ultima volta e poi, chi vuole intendere in tenda, gli altri ……….in roulotte ( è bruttina ma ormai l’ho scritta!)

    seguitemi , vi prego: prendiamo in esame i due set più importanti che ha giocato camila finora nell’anno, i due secondi set che avrebbero potuto trasformare l’inizio dell’anno da sufficiente (3 vinte, 4 perse di cui una con la numero 1 e uno con la numero 2) a decisamente buono, serena e garcia.

    serena 5-7, 6 turni di servizio (5 vinti, uno perso – 83,3 %), 6 turni di risposta (0 vinti 6 persi – 0%)
    garcia 4-6, 5 turni di servizio (4 vinti, uno perso – 80% ), 5 turni di risposta (0 vinti 5 persi – 0%)

    quindi nei momenti importanti, tiene il servizio con regolarità, ma NON BREKKA PROPRIO MAI.

    adesso vi posto la media delle top 10 al servizio nel 2015 (percentuale di game vinti)

    1 SERENA WILLIAMS (USA – #1) 81.1 %
    2 MARIA SHARAPOVA (RUS – #4) 79.9
    3 LUCIE SAFAROVA (CZE – #9) 77.9
    4 SAMANTHA STOSUR (AUS – #27) 76.0
    5 KAROLINA PLISKOVA (CZE – #11) 75.8
    6 MADISON KEYS (USA – #18) 75.2
    7 PETRA KVITOVA (CZE – #6) 74.8
    8 AGNIESZKA RADWANSKA (POL – #5) 73.4
    9 EKATERINA MAKAROVA (RUS – #23) 73.4
    10 GARBIÑE MUGURUZA (ESP – #3) 73.1

    queste sono le migliori, i punti di riferimento……e badate che in questi numeri ci sono anche i 6-0 6-1 contro min, pegula e piter che significa che nei match lottati le percentuali sono ancora più basse,
    nel tennis femminile qualche servizio lo perdono tutte, occorre che ne perdano qualcuno anche contro camila…….altrimenti i set non si possono vincere a meno di andare al tie break………doppi falli o ace che si facciano.
    l’unico numero che resta è quello dei game, il resto è fuffa.

    p.s: per curiosità vi posto anche la percentuale dei game vinti in risposta:

    1 SARA ERRANI (ITA – #20) 51.9 %
    2 SIMONA HALEP (ROU – #2) 47.1
    3 VICTORIA AZARENKA (BLR – #22) 45.4
    4 ANNIKA BECK (GER – #57) 44.3
    5 AGNIESZKA RADWANSKA (POL – #5) 44.1
    6 ANGELIQUE KERBER (GER – #10) 43.9
    7 SERENA WILLIAMS (USA – #1) 43.8
    8 CAROLINE WOZNIACKI (DEN – #17) 43.2
    9 TELIANA PEREIRA (BRA – #45) 43.0
    10 LESIA TSURENKO (UKR – #33) 42.5

    qua siamo lontanissimi, c’è gente che ne vince 1 su 2, “noi” abbiamo fatto 0 su 11 negli importanti set portati ad esempio …….qua c’è da lavorare e molto.

    buona notte!
    ,

    • etberit by etberit

      Big, mi ripeto: non puoi elencare numeri senza tenere conto di chi avevi contro, e in questo caso, di come hanno servito. Parli di Serena (!) e di Garcia che come servizio ieri è stata dirompente.
      Con Camila puoi dire che c’è da lavorare molto su tutto, e probabilmente è vero, ma questo implica che la vuoi vedere molto in alto. Forse ci vuole tempo.

    • enzo by enzo

      Grande Big, d’accordo su tutto

    • by TC

      Big pero’ nelle statistiche Camilla e’ 50 a circa sia come break che come servizi tenuti. Non conta un solo match. Ma intervenire sul servizio e’ la via più semplice perche devi fare tutto tu, senza interferenze dell’ altra…

  58. r.b. by r.b.

    Camila stessa ha dichiarato che non ha funzionato niente contro Garcia e io sono d’accordo. Ed in effetti cosa non ha funzionato? Il servizio e la risposta soprattutto, che sono le chiavi del suo gioco. Non c’è nulla di strano, anche Serena senza servizio e risposta non avrebbe vinto praticamente nulla, la Kvitova se li sognava i due Wimbledon….
    Altre giocatrici basano il loro gioco su altro e si limitano a servire alte percentuali di prime, sperando di non subire vincenti in risposta e poi se la giocano nello scambio. Vale anche per Kerber e Azarenka che hanno vinto Slam, quindi scarse non sono di certo.
    Ma Camila per GIOCARE il SUO GIOCO ha bisogno prima di tutto di un servizio EFFICACE, altrimenti arranca, regala e finisce per andare sotto di un break. Poi anche la risposta deve funzionare, e non solo sulla seconda di servizio dell’avversaria. Quindi ieri non ha giocato bene, perché senza i fondamentali non ha potuto esprimere il suo gioco come voleva.
    Sul match contro Mladenovic il discorso è diverso. Perso il primo, Camila ha giocato con molta attenzione nel secondo, è andata avanti di un break e, dopo essere stata raggiunta sul 4-4, ha giocato due ottimi game senza regalare nulla.
    Certo, poteva finire diversamente, ma comunque è andata bene. Contro Garcia il match poteva anche girare, ma Camila non ha giocato bene, regalando troppo nei momenti importanti.

    • nicolino by nicolino

      Concordo con il tuo ragionamento r.b., purtroppo e’ quello che la frega, regala troppo, interi game, partendo gia svantaggiata che’ non sempre puoi recuperare, se dio vorra’ che il suo mirino diventi piu’ preciso ne vedremo delle belle secondo me…

    • by willy1962

      allora parliamo di come stanno le cose….
      Camila purtroppo è arrivata al limite delle sue possibilità, a parte quelle due o tre partite indovinate all’anno in cui può battere chiunque, d’ora in avanti ci vuole dell’altro… e se continuano il suo team ( suo padre ) a mentenere quello fatto fin ora saremo costretti fino a fine carriera a scrivere gli stessi post ( io scrivo poco ma leggo..) e se andate a rileggervi quello scritto negli ultimi tre anni
      ( da quando la seguo ) sono praticamente i soliti discorsi, la realtà dei fatti purtroppo è che Camila non ha accennato a nessun miglioramento ultimamente… anzi… non è possibile per esempio che non si trovi una soluzione al servizio, all’irruenza dei colpi, purtroppo ho l’impressione che dovrò continuare ad imprecare durante i suoi incontri e resterò deluso nel vedere buttare al vento quel talento che in altri modi potrebbe essere sfruttato..spero di sbagliarmi

    • etberit by etberit

      Non c’è peggior sordo…. Prova tu a rispondere bene ai servizi a 190 e passa km/h che Garcia ha tirato ieri. Prova tu a rispondere bene alle seconde che si alzavano di due metri, senza stravolgere il tuo modo di rispondere. Facile dalla sedia, meno in campo. E non mi dire che senza arretrare di due metri si sarebbe potuto organizzare qualche risposta decente, non è il gioco di Camila e non lo sarà mai. Ieri Camila era solo arrabbiata perché ha trovato un’avversaria che in teoria era alla sua portata ma si è rivelata più forte. Quando tu sei arrabbiato riesci anche a essere sereno e valutare te stesso? Se lo fai, chapeau! Di solito io ci rifletto a bocce ferme, ma non è detto che tutti siano come me…
      Sul servizio, ho già detto che sono d’accordo, qualcosa andrebbe rivisto, soprattutto sulle prime per avere percentuali più solide.

      • by TC

        Etberit il tuo discorso non regge: meglio! Mangero’ gratis ( mi piace essere molesto). Anche Camilla serve a 190 all’ora,ma Garcia ha trasformato il 91 ( vado a memoria sono con il bb e non posso verificare, ma più o meno il dato e’ quello) Camilla il 67. Passa un mondo tra le due. La percentuale di prime dentro e’ la stessa pero’. Questo non e avvenuto solo con Garcia ma con molte altre (anche bouchard). Camilla ha servito la seconda a 165 di media ( sempre a memoria ) la Garcia a 15 km meno. Quando la ha messa dentro Camilla ha vinto il 67% dei punti, la Garcia poco meno, il 58. Ma Camilla ha fatto 13 doppi la Garcia 2.
        Da tutto ciò consegue che Camilla serve forte, ma il servizio non e’ efficace, proprio perche non sa far saltare la palla a due metri. Garcia si.
        Oh, che fame che ho…..

      • r.b. by r.b.

        Benissimo. Mi hai convinto. A rinunciare all’idea di diventare top 10… 🙂

    • by TC

      Secondo me con Garcia Camilla ha risposto molto bene. Stranamente ha buttato via il vantaggio ottenuto con le risposte sbagliando molte chiusure facili, cosa che di solito non fa.
      Lei peraltro quando perde dice sempre che non ha funzionato nulla
      Secondo me odiando le interviste dice cose circa a caso o prestampate. Questa e’ la mia idea…

  59. etberit by etberit

    Vorrei ribadire un concetto: avendo guardato le partite di Camila, penso che Camila abbia giocato una partita buona contro Garcia, e sufficiente contro Kiki, che si è fatta male da sola. Preciso che guardo le partite di Camila perché mi diverte il suo modo do giocare, ma con l’occhio disincantato del tifoso sessantenne che ne ha viste di tutte i colori, anche tennisti maschi top 5 che in un match in cui il servizio non entrava, hanno servito a “cucchiaio”, ovviamente perdendo il punto… Quando guardo Camila, non mi aspetto che debba vincere, mi aspetto che giochi… il suo gioco! perché è quello che mi tiene incollato al televisore. Se guardo le altre, dopo un po’ mi annoio, mi fa così. Ora, ieri secondo me Camila non ha giocato male, ha solo sbagliato dei colpi facili in momenti critici, ma per i 4/5 del match ha giocato il suo gioco. Disgraziatamente, in una partita di tennis, conta anche l’avversaria, e ieri a Garcia andava tutto bene, ma proprio tutto. Ho visto una demi-voléé in arretramento finire a un metro oltre la rete, e non ditemi che sono colpi che fanno tutte. Però questo, se non si è praticato uno sport che preveda un avversario di fronte, è difficile da capire, pare.

    • by TC

      Ma tu hai 60 anni?????
      Resto sorpreso… Il tuo amore per la scommessa mi aveva portato a dartene vari in meno.

  60. pangel94 by pangel94

    Allora. la sportività e la correttezza si vedono durante una partita, e per partita intendo dal primo all’ultimo punto. Ciò che accade prima o dopo conta relativamente per me. Ebbene, Camila in campo è la giocatrice più corretta che io abbia mai visto. Non urla, non strilla, non esulta agli errori degli avversari ( non esulta ai suoi vincenti, figuriamoci su errori altrui ), non si è mai lamentata con l’arbitro, neanche un accenno di protesta. Darle della maleducata perchè saluta la sua avversaria di sfuggito,è ingiusto. La critica ci può stare, ma per attaccarsi solo a questo aspetto si deve essere in malafede. Ad esempio, la Williams ”fuori” dalla partita è molto gentile e carina. ti saluta cordialmente ance quando perde, ti sorride e ti fa i complimenti, ma durante la partita caccia urlacci e sfuriate, che di certo condizionano le sue avversarie. Ecco, per me questo è quantomeno scorretto ( stesso dicasi per Sharapova e le varie urlatrici ), quindi preferisco 100 volte una come Camila che una come la Williams.

    • by TC

      Veramente lo ho urlato ai 4 venti su più siti che ha giocato meglio con Garcia che con mladenovic. E dammi sta soddisfazione, dai… Rendimi felice…

      • by TC

        Pangel scusa volevo rispondere a biglebowski ma col BlackBerry ho sbagliatp

  61. biglebowski by biglebowski

    @lucia

    come al solito dici cose sagge e come al solito non tieni conto della unicità di questa donna e di questo progetto.

    sponsor e interviste:

    camila è sempre stata un “prodotto” piuttosto appetibile per una serie di ragioni che puoi immaginare.
    un paio di anni fa (più o meno ai tempi del debutto in fed cup, quando giocò quello splendido match contro keys a cleveland), una delle più note aziende italiane, offrì a camila un consistente contratto. le voci di corridoio nel piccolo mondo del tennis parlavano di 70000 euro l’anno per tre anni oltre ad eventuali bonus in funzione dei risultati.
    ora chiediti quante avrebbero rinunciato ad una somma di questo genere (ai tempi rappresentava un terzo del prize money guadagnato).
    te lo dico io: nessuna, ma lei lo fece.

    ora chiediamoci insieme il perché e aiutatemi a trovare delle motivazioni logiche.
    se ragioniamo in termini pratici non ce ne sono, ma camila, che è diversa sia da me che da te li ha trovati; ovviamente non le chiedevano soltanto di indossare il loro outfit, ma di sottoporsi ad una serie di obblighi contrattuali di pubbliche relazioni che evidentemente non le garbavano.

    a differenza di miss bouchard che in queste situazioni ci sguazza, lei non le sopporta.

    in conferenza stampa ce la devono mandare a calci in culo e se trova un ambiente che sente ostile reagisce diversamente da me e da te; aggiungi la non ancora perfetta dimestichezza con la lingua (oggi mi è mancato tutto, MA VA BENE che non voleva significare che va bene che le è mancato tutto, almeno credo, ma “è andata così, ormai è andata” ) e capisci il suo disagio che la porta ad avere degli atteggiamenti che sarebbero anche censurabili se non la conoscessimo un pochino.

    è un mondo difficile, non so se ti sei mai trovata a ventanni.
    dal mio e dal tuo punto di vista c’erano molti modi per uscirne, ma ti ci devi trovare prima di esprimere giudizi.
    alla domanda “che cosa ti diceva corrado ai cambi di campo”, IO avrei risposto “chiedetelo a lui se gli va di renderlo pubblico” oppure “sono cose che secondo me devono rimanere in campo”.

    se le interessasse dovrebbe lavorare molto sulla comunicazione, non c’è dubbio; ma una che rinuncia a centinaia di migliaia di euro per indossare il vestitino della mamma credo preferisca mantenere la sua spontaneità.

    a me piace così!

    p.s.: sei l’unica che, non facendosi condizionare dal risultato, ha capito che contro garcia ha giocato meglio che contro mladenovic. a me sembrava così evidente!

    • Lucia by Lucia

      Provero’ a risponderti per quanto posso, cioe’ delle motivazioni che mi sono data.
      Capitolo sponsor tecnico: Io per 70.000 avrei fatto quello che ha fatto Camila. Mi spiego ? I vestiti di Camila sono tra i piu’ belli (se non i piu’ belli ) del circuito e soprattutto sono unici. Fossi statoa nella famigli Giorgi non avrei rinunciato per 70.000 euro ad esibirli nei migliori palcoscenici tennistici del mondo.
      Per me e’ una scelta di marketing coraggiosa ma da me condivisa.
      Capitolo conferenza stampa: La domanda che ha fatto saltare il tappo, e’ stata una logica e normale conseguenza del comunicato stampa del giorno precedente. Se ancora non sai nuotare in quel mare meglio che non ti butti. A cosa e’ servito quel comunicato stampa se non metterla nei pasticci ? Quale effetto si pensava di ottenere? Dov’era il problema se il Bara un giorno all’anno prendeva qualche merito in piu’?
      P.s Per me Camila e’ una ragazza normale, come tutte le altre che gioca a tennis, come tante altre.
      E credo che un modo per toglierle un po’ di pressione e ansia di dosso, serebbe proprio di cominciarla a giudicare come tale.
      Dal punto di vista tecnico sono come sempre d’accordo con te e spero di non essere stata troppo polemica. Un caro saluto

  62. r.b. by r.b.

    Sto riguardando la finale vinta da Camila sulla Bencic, a suo tempo registrata da Supertennis. Ora, in Olanda c’è vento e questo non lo scopriamo oggi. Più guardo quella partita e più vedo una prima e seconda di servizio molto tagliata. Ok che è erba e non cemento, quindi il rimbalzo è diverso, però vedere un servizio così teso, veloce ma non piatto, entrare sempre in campo fa allargare il cuore. Che abbia giocato questo servizio a causa del vento? E perché poi torna sempre al servizio piatto che non entra mai, a meno che non sia precisissimo e passi 5 cm sopra il nastro?
    Ma voi ve le fate queste domande? 🙂
    La risposta in quella partita non mi ha fatto impazzire, però se servi così bene normalmente basta un break e porti a casa il set, il match e in quel caso la coppa…

  63. by TC

    Ivanisevic?
    Qualcuno ha detto Ivanisevic??

    • doherty by doherty

      io ho detto ivanisevic..:-)
      ma proprio per far capire che per tirare 2 prime ed ottenere risultati devi avere un servizio eccezionale…

      • by TC

        Stavo scherzando; è che ero un tifoso fanatico… Roba che S Tommaso sembrerebbe terzo-imparziale al confronto…

  64. Lucia by Lucia

    Alcune considerazioni sparse e per lo piu’ impopolari.
    1- Nel tennis girano un sacco di soldi legati principalmente agli sponsor ( anche i montepremi in gran parte lo sono ) , gli sponsor sono legati al fattore mediatico, sottoporsi ad una conferenza stampa e’ solo una delle logiche conseguenze.
    2- Camila contro nel primo match mi e’ piaciuta, non tanto per il gioco espresso , quanto per l’atteggiamento tenuto in campo. Si vedeva che ci teneva e ha giocato dando tutto per la maglia della nazionale.
    3- Contro la Garciia ha giocato anche meglio, ma in questo momento i valori sono nettamente a vantaggio dell francese.
    4- Uscire al primo turno fa male, contro i galletti anche di piu’ , e io sono convinta che con Roberta saremmo passate noi. Se il suo forfeit e’ legato all’incompatibilita’ con Sara, il ct deve risolvere la questione. Come ? Intanto renderne pubbliche le ragioni in modo di mettere le due di fronte alle proprie responsabilita’ . Essere competitivi in Fed e’ essenziale per tutto il nostro movimento, Camila compresa.
    5- I passi in avanti dal punto di vista tecnico ci sono , credo che possiamo essere fiduciosi per il proseguio della stagione. Il carattere c’e’ , il talento pure e Sergio sta andando verso la direzione giusta.
    Mi preoccupa la mentalita’ e vengo al punto successivo.
    6-Che Camila davanti hai microfoni non sia ancora scaltra lo sappiamo e non e’ gravissimo . Ma il comunicato di precisazione dopo il primo incontro e un qualcosa deciso a freddo e questo non e’ perdonabile. Sentire l’esigenza di puntualizzare una frase per timore che il tuo ct si prenda mediaticamente piu’ meriti di quelli che ha , l’ho trovato inutile, anzi disutile , anzi ridicolo.
    Mi scuso con tutti, Camila per prima, per la franchezza.

    • journasesto by journasesto

      Non direi che le tue considerazioni siano impopolari. Anzi, trovo che siano tutte centrate. Le uniche due osservazioni che mi vengono in mente a commento sono queste:
      – il ct deve risolvere assolutamente la questione tra Sara e Roberta, ma non credo che rendere pubbliche le ragioni del dissidio aiuterebbe. Penso anzi che finirebbe per nuocere ulteriormente. In fin dei conti se le nostre due campionesse hanno problemi tra di loro è un fatto personale. Il ct deve pensare al futuro, e se è vero che Roberta Vinci giocherà ancora solo per qualche mese prima di ritirarsi, come ha fatto capire, è più che logico che l’abbia lasciata a casa, convocando Sara Errani che può garantire ancora qualche anno di buon servizio alla causa (soprattutto se sulla terra rossa).
      – Questione precisazione: ogni volta che Camila gioca in Fed Cup tutti i superespertoni di tennis in circolazione, dai giornalisti più “blasonati” ai più ruspanti commentatori di blog, vedono grandi differenze nel gioco di Camila rispetto ai tornei, come se in nazionale succedesse chissà quale miracolo che fa trasformare la nostra beniamina. Non è così. Il bilancio di vittorie e sconfitte di Camila in Fed Cup è più o meno in linea con quanto fa nei tornei e il suo rendimento altalenante in modo assolutamente comparabile a quando non è in nazionale. Quindi posso anche capire l’esigenza di mettere una parole fine a questa favola che Barazzutti induca chissà quali trasformazioni in Camila per quei pochi giorni in cui lavora con lei e quei pochi momenti in cui può darle dei consigli. Senz’altro potrà aiutarla a ragionare su certe cose, ma poco di più.
      Trovo invece inutile la puntualizzazione perché dà troppa importanza a un sito francamente fatto male, da gente che mastica poco o nulla di giornalismo, segue i tornei in streaming o in tv e non conosce neanche le regole di base della deontologia della professione: perché se uno certe cose non le ha dette non può trovarsele il giorno dopo in un virgolettato. Ecco, rettificare quanto scritto in certe sedi significa, sotto certi aspetti, riconoscere loro una qualità e un valore informativo che in effetti non hanno e non devono avere.

    • boy by boy

      Concordo praticamente su tutto.

  65. by livio71

    alcune modeste considerazioni se posso:
    1 – errore di barazzutti a far giocare sara anche il 2 giorno, doveva giocare la schiavone
    2 – delusione camila, in particolare su questo problema al servizio, che francamente prima o poi deve essere risolto. i df sono troppi.
    3 – sempre su camila – in risposta camila è troppo avanti

    • by TC

      Livio, amo la schiavone. Ma se avesse perso -probabile visto ca ha perso l’ultimo match contro una fuori dalle 200 – Barazzutti avrebbe sbagliato a non far giocare Errani o ci avrebbe preso comunque?
      2 quoto.
      3 non lo so… Mi riservo ancora questo aspetto noni e’ chiaro. Se la fai arretrare la mitica pressione in risposta decantata con la mladenovic dove va a finire? Non ti do torto, eh, e’ solo un contro argomento.

  66. r.b. by r.b.

    Comunque il problema se fare doppio fallo o subire una risposta vincente è un falso problema, a mio avviso. Quanto Camila gioca una seconda, ovviamente non si aspetta né di fare doppio fallo, né di subire una risposta vincente. Questo si può giudicare solo a posteriori. Il problema vero è COME gioca la seconda di servizio. Ma torniamo un passo indietro. E’ senz’altro possibile giocare la seconda come la prima (non è consigliato, direi, ma in teoria si può fare). Già, ma chi lo può fare? Gente che ha una prima sicurissima, che entra con altissime percentuali (es. John Isner, sulle ragazze faccio fatica a trovare esempi). Se servi la prima con percentuali superiori al 70-75%, puoi permetterti una seconda con grandissimo rischio perché:
    1) Le seconde giocate sono comunque poche, visto che entra molto spesso la prima.
    2) Se la seconda è come la prima, anch’essa entrerà più o meno con le stesse percentuali e quindi intorno al 70%. Risultato: i doppi falli saranno pochi ed il servizio sarà estremamente efficace.
    Ma se, come avviene attualmente, la prima entra nel 50% dei casi, giocare la seconda come la prima è davvero troppo rischioso. Si rischia di fare il 50% di doppi falli, e infatti ieri nel primo set Camila ha giocato 18 seconde e ha fatto 8 DF (44%). E siccome l’altra non sta a guardare, la resa, sempre nel primo set, della seconda di servizio è stata di 5/18 (27%). Nel secondo set è andata leggermente meglio con 5 DF su 13 seconde (38%) e una resa di punti sulla seconda di 7/13 (53%). Infatti nel secondo set Cami ha subito un solo break, solo che non è riuscita ad essere incisiva in risposta (palle break 0/0).

    • doherty by doherty

      ivanisevic ha vinto wimbledon tirando 2 prime…ma era ivanisevic…

  67. doherty by doherty

    bielorussia romania spagna usa
    sorteggio domani
    incontro16/17 aprile

    • r.b. by r.b.

      Speriamo in Bielorussia senza Vika o in Romania senza Halep.

  68. by SanTommaso

    Rispondo a TC sulle questioni conferenze stampa in modo molto sintetico: io le abolirei.

    Ora spiego. Le conferenze hanno senso se sono quelle di presentazione di un evento (Internazionali BNL ad esempio) o conclusive, quando si tirano le somme (sempre di una manifestazione, poniamo). Oppure, ancora e per tornare al particolare della Fed Cup, a mio modo di vedere avrebbe senso intervistare il selezionatore ad inizio del week end, così come le giocatrici.

    Ma il senso delle interviste a bordo campo a fine match, piuttosto che a fine torneo o le conferenze dopo una partita, che senso hanno ancora? Parto da un altro tipo di esempio per poi arrivare all’ormai famosa “domanda della discordia”.

    Conferenza stampa di un allenatore di calcio prima della partita: “Non dobbiamo sottovalutarli, ogni partita è una finale, i ragazzi daranno il 100%, speriamo di vincere per continuare la corsa verso i nostri obiettivi”. Conferenza di un giocatore che ha appena fatto 6 gol in una partita vinta 6-5 al 93′: “Il merito è dei compagni, siamo rimasti uniti, una vittoria che fa morale”. Fin qua credo siamo tutti d’accordo. Mai un allenatore dirà: “Giochiamo in casa contro gli ultimi che hanno 3 squalificati, dobbiamo vincere facile”. Oppure mai un giocatore dirà: “Meno male che mi sono inventato quel gol nel finale in rovesciata perché la nostra difesa ha fatto schifo subendo 5 gol ridicoli”. È evidente che le seconde dichiarazioni corrispondano alla verità, ma nessun diretto interessato lo dirà mai. Allora, se i giornalisti lo pensano, che lo scrivano il giorno dopo in un articolo di opinione, senza virgolettati.

    Veniamo a Camila e alla domanda. “Cosa ti ha detto Barazzutti?”. Camila decide di fatto di non rispondere. E cosa avrebbe dovuto rispondere? Posto che, se i coaching devono essere “pubblici”, basta mettere un microfono al coach come avviene in certi tornei. Altrimenti è giusto che rimanga tra di loro. Anche perché in un match che finisce 60 60, di “choaching” ce ne sono 5. Camila dovrebbe dire tutto quello che Barazzutti le ha detto in 5 cambi di campo? Anzi, di più in realtà? E poi…

    Ammettiamo che Camila avesse risposto: “Mi ha detto di non rischiare”. Si sarebbe esposta a critiche sul fatto di non aver ascoltato. Se invece avesse detto: “Mi ha detto di continuare a rischiare, anche di più”, avrebbe attirato critiche a Barazzutti. Insomma, dopo una partita persa, rendere pubblici i discorsi con l’allenatore, che comunque non hanno aiutato a vincere una partita, avrebbe portato solo malefici.

    E due giorni fa? Partita vinta, perché dire “Barazzutti mi ha detto…”? A che pro? Tanto com’è andata la partita, chi è dotato di vista, l’ha capito da solo. E chi non capisce di tennis, non capirebbe comunque le spiegazioni di Barazzutti e di Camila.

    Quindi… domanda non stupida, ma inutile. E inutile perdere tempo a rispondere. Come ha fatto Federer, come ha fatto Sara al RG, come dovrebbe continuare a fare Camila.

    • by TC

      Tommaso,
      non ci crederai ma sai che sta volta ti do ragione al 100%?
      Anzi, al 99%. Siccome per lei il tema allenatore, giusto o sbagliato che sia è caldo, doveva stare un attimo più attenta e usare un’espressione che non potesse risultare offensiva per Barazzuti (appunto, del tipo, scusate ma le cose che mi dice Barazzuti sono tra me e lui”). Certo che bello tranquillo e senza pressioni/incazzature da eliminazione, e con 10 anni in più di lei (che a qualcosa serviranno) è più facile dire come era meglio o no recapitare il messaggio.
      Quindi, alla fine, ti do ragione al 99.5%

  69. petaluma by petaluma

    buongiorno a tutti,

    Il motivo per cui Camila, che ha molti meno centimetri e peso di tante sue colleghe, riesce ad essere così potente, ha alla base una legge fisica, che si chiama Quantità di Moto. Tale valore è il risultato del prodotto tra la massa e la velocità. Ciò vuol dire che la nostra tira così forte perchè, pur essendo leggerina, la velocità con cui la sua racchetta colpisce la pallina è mediamente molto superiore a quella delle altre tenniste.
    Il problema è che per dare velocità alla racchetta bisogna aprire per tempo ed essere ben posizionati con i piedi, e spesso tale tempo non c’è perchè dipende anche da chi hai di fronte e da che tipo di palla ti arriva.
    Ieri sera ho visto Kerber-Bencic : la svizzera ha sì tirato risposte bum bum, ma su prime su cui si poteva; su altre, ha semplicemente messo la racchetta (a una mano) e ha risposto di pura opposizione.
    Lo stesso vale durante gli scambi : a volte basta aspettare un colpo in più per avere una palla buona su cui sparare la cannonata.
    Quindi, Camila non deve smettere di colpire forte, ma deve imparare a capire quando è meglio aspettare un attimo, costruendosi le condizioni favorevoli in tal senso.
    Non è per nulla complicato da capire, provare per credere….

    Fra ottobre e gennaio mi sento di dire che il servizio è comunque migliorato nonostante i sempre troppi DF : prima sbagliava di metri, adesso di decimetri o centimetri. E’ un progresso non da poco.

  70. by First

    A me è piaciuta Camila nel secondo set con la Mladenovic, non appariva in formissima ma ha giocato con intelligenza dopo un 1-6, quasi da pallettara tosta stile Kerber, e ha portato a casa il set sfruttando soprattutto gli errori dell’avversaria che appariva molto fallosa.
    Poi nel terzo ha giocato più sciolta, l’altra ha servito male, ed è stata bombardata in risposta.

    Contro la Garcia il compito era simile, la difficoltà pure, ma non ho visto attenzione ai momenti della partita, i punti più delicati giocati con particolare attenzione come nel secondo set con Kiki, sparare fuori risposte e fare doppi falli in certi momenti è molto più penalizzante che in altri… questa cosa deve assolutamente cambiare, non tutti i punti e i momenti sono uguali, non ci si deve permettere di fare regali quando la situazione è di svantaggio o fortemente in bilico, e quando l’altra dà segnali di poter concedere qualcosa facendo errori (anche le altre sbagliano, avendo pazienza si può sfruttare al meglio questa cosa).

    Detto questo secondo me Camila è superiore a entrambe le francesi, deve governare l’istinto da sparapalle bum-bum che trasforma molti match in roulette russe, in cui può succedere di tutto: va bene rischiare così con Serena o una molto superiore ma non contro altre alla portata o inferiori.

    Su Sara Errani devo dire che sta vivendo un momento di involuzione, il servizio è quello che è e in più ultimamente affossa molti colpi sulla rete cercando dei vincenti che non sono nelle sue corde, ma il suo potenziale è minore di quello di molte altre ed è un miracolo di tenacia da ammirare quando fa certi risultati. L’opposto di Camila, se si potessero mescolare gli ingredienti ne uscirebbe qualcosa di grandioso!

  71. nicolino by nicolino

    Cari trombettieri, secondo me e’ detto francamente fra noi cami e’ questa, cresciuta e’ datemi il paragone come un musicista, che purtroppo si porta dietro errori che forse da piccola andavano corretti durante la crescita, ormai ritengo che sia troppo tardi imprigionata com’e nel suo gioco monocorde, poi felice di sbagliarmi naturalmente ma amiamola per cosi com’e perché vederla giocare anche quando sbaglia o gioca male e’ uno spettacolo per il tennis e’ per gli occhi di chi ama questo bellissimo sport…

  72. riccardo by riccardo

    Come alcuni di voi sanno , ormai ho quasi rinunciato a postare se non raramente perchè non mi diverto più sono sincero , vista anche l’aria che spesso tira qui, tuttavia vorrei dire alcune cose su quanto successo in questi giorni eppoi come al solito taccio fino alla prossima partita.
    Trovo le polemiche sulla conferenza stampa di camila, disarmanti.
    Capisco che ognuno fa il suo lavoro ma la domanda cosa ti ha consigliato Barazzutti nei cambi di campo, era ovviamente un tranello, per ritornare nuovamente a parlare della precisazione fatta due giorni prima.
    Precisazione che io penso sia stata un piccolo errore, ma è una mia opinione e cioè che in questi casi è meglio non rilasciare dichiarazioni.
    Camila che è una ragazza ( per quello che io posso intuire) senza un briciolo di malizia , è cascata nella trappola ma io non capisco tutta questa frenesia di metterla in difficoltà con queste domande inutili .
    Forse non ci si è resi conto che di fatto, uscita di scena Flavia e con Roberta proiettata a fare bene nei tornei , c’è rimasta solo Camila a difendere i nostri colori.
    Sara è in un periodo nero e comunque sulla superfice veloce sappiamo che ha grandi difficoltà.
    Dal punto di vista tecnico , non ci sono tante novità ed anzi credo che l’aver fatto due o tre colpi difensivi, non autorizzi nessuno a pensare a chi sa quali rivoluzioni.
    La posizione in risposta è sempre molto avanzata e questo se in alcuni casi quando risponde da sinistra le consente di essere molto aggressiva , da destra invece le fa commettere tantissimi errori, in particolare con le palle lavorate che restituiscono molto e sono molto alte.
    Non ho visto i numeri che mi interessano relativamente ma non credo che siano favorevoli.
    13 d.f. sono un numero importante in due set ma aggiungerei un particolare, cioè che sono stati fatti al chiuso , quindi senza interferenze di vento , di sole ecc. le condizioni che Cami preferisce. Non un segnale incoraggiante.
    Camila è cosi c’è poco da fare, il suo è un tennis complicatissimo e difficilissimo da sostenere.
    Con questo ovviamente non voglio dare ragione a quelli che scrivono che va bene cosi ma è un dato di fatto, piaccia o non piaccia che la filosofia è sempre la stessa.
    In sostanza voglio dire che non basta una palla alzata oppure uno slice per pensare che è in atto una rivoluzione.
    Tante volte ho scritto che pensare che Camila , cioè una professionista stabilmente nelle prime 50 del mondo, non sappia eseguire un pallonetto oppure un rovescio difensivo mi fa ridere per tre giorni di seguito.
    Altra cosa invece è pensare che certi colpi , facciano parte di un piano tattico preciso, ormai entrato nel bagaglio mentale della Cami , come variazioni da usare per mettere in crisi l’avversaria.
    Ci vorrà molto tempo, ammesso che lo si voglia fare.
    Contrariamente a quanto sostenuto da qualcuno e questa non è una opinione ma un dato oggettivo, leggasi open di Agassi per capire, che il tennis è fatto anche di automatismi.
    Certo se hai il braccio di Roger o di Roberta tutto è più facile, ma anche loro , ripetono in maniera ossessiva per ore ed ore certi gesti affinchè in partita non debbano pensare più di tanto.
    Insomma non c’è nulla di strano nell’automatismo.
    Come ho detto da sempre, trovo che Camila che pure ha un grande talento ,( riconosciuto da tutti ) abbia ancora un bagaglio limitato di colpi per competere con le primissime e per bagaglio limitato intendo ovviamente quello che ho detto sopra e cioè non che non li sa fare ma diciamo per semplificare che non le vengono in automatico. A quei livelli e con la velocità di palla che caratterizza il tennis moderno, appena pensi sei fregato,.
    Penso che l’unica cosa che si possa fare è lasciarla un pò in pace questa ragazza , senza metterle troppa pressione e senza aspettarsi da un momento all’altra che vinca uno prova slam.
    Se una ragazza educata come Cami ha abbandonato la conferenza stampa si vede che ne aveva piene le scatole di certi attacchi ed io personalmente la capisco.
    Buona giornata a tutti.

    • robdes12 by robdes12

      buona giornata anche a te. Sul fatto di divertici sempre meno, purtroppo è, appunto, un fatto. Il gioco è uno, i risultati pure, le uniche costanze sono l’incostanza, la scrittura pure sembra dover essere solo una. Penso sia meglio prendersi una pausa di riflessione, perchè io stesso mi sto accorgendo che continuo a scrivere solo per allontanare da me il sospetto di un giudizio che mi si sta imponendo sempre di più nella testa, ossia che non riesco a capire che cosa loro vogliano. Correzioni non ne ved, soprattutto perchè non si accorgono che c’è un istinto sfruttato dalle calcolatrici a loro vantaggio, e si sta verificando sempre di più che le altre, lasciando perdere le dichiarazioni di Kiki che lasciano il tempo che trovano, hanno capito come mettere in crisi il tennis di Cami. Sinceramente non ho voglia di vedere una carriera alla Lucic o Rezai, e di tante altre ragazze dallo stile simile che stanno uscendo fuori adesso ma che non fanno altro che essere eliminate nelle qualificazioni. Non ce ne stiamo accorgendo, ma il talento di Cami è stato imbrigliato in uno schema unico, che spero per lei sia vincente. Io ieri non ho visto il secondo set, ho intenzione di non seguire nessuna partita di Camila fino ai tornei americani, perchè ho bisogno di tornare a guardarla con occhi rinnovati. Mi limiterò a seguire le sue vicende nei resoconti di risultati. Al prossimo mese.

    • by TC

      Riccardo,
      hai scritto un post molto equilibrato e che condivido quasi in toto, con un’unica eccezione riguardo alla conferenza stampa. Alla domanda “cosa ti ha detto barazzuti” secondo me non puoi rispondere “non capisco queste domande”, perché in un certo senso sembra che stia dicendo che quello che dice barazzuti sia irrilevante. Se non vuoi rispondere devi dire una cosa come “preferisco non dire quello che mi ha detto il capitano in quanto sono cose tra noi”.
      Deve stare anche un attimo attenta a quello che dice, alla fine è un personaggio pubblico. Poi non so quali siano gli attacchi in sala stampa: si riferiscono alla storia della smentita? non mi pareva che ci fosse un attacco, ha detto a) e poi ha smentito – ha fatto tutto da sola- (che poi mica aveva detto chissa cosa). O c’è altro che non conosco?

      • riccardo by riccardo

        Sembra che la precisazione di Camila che è riportata anche qui sul sito nella pagina precedente , abbia creato qualche polemica almeno a leggere sul Web.
        però davvero non desidero entrare nl merito di queste cose che sono extra tennis , non mi interessano e penso sia meglio starne fuori.
        Ho scritto come la penso , nel senso che forse la precisazione si poteva anche non fare per tutta una serie di motivi che non mi va di scrivere per non alimentare discussioni che invece è meglio lasciarsi alle spalle e pensar solo al tennis giocato che è quello che interessa.
        la domanda del giornalista su quello che le diceva barazzutti nei cambi di campo, era invece ( a mio parere ) finalizzata a farle fare qualche gaffe e quindi una domanda infima . forse è stato meglio andare via e non rispondere.

        • riccardo by riccardo

          pardon domanda infida…

          • by TC

            Però scusa Riccardo, che le deve chiedere il giornalista? Secondo me le domande sul coaching sono tra le poche interessanti… Se avesse detto Barazzuti mi ha detto A, B e C, che gaffe era? A meno di non considerare l’intervento di Barazzuti sminuente per la figura di Sergio, ma onestamente non ne vedo il motivo: è il CT, deve ben gestire le partite e fare il suo coaching. Sergio del resto è l’allenatore che ha in mano la n. 3 d’italia e 40 al mondo e li ce l’ha portata lui, qualcosa anche lui lo saprà fare, no? Ma non è che questo impedisca a Barazzuti, ottimo allenatore di fare il suo coaching. Mettiamo che Camila sia assistita non da suo padre ma da Gilbert, che forse è giuidicato il migliore di tutti. Sarebbe una gaffe se in davis Camila dicesse Barazzuti dice A, B e C? Come se non avesse titolo di parlare Barazzuti?
            Se questo è il vero tema (come onestamente mi pare) a me ogni tanto sembra che si montino da soli problemi dove non ce ne sono (o quanto meno che non vedo).
            Ciao
            TC

    • journasesto by journasesto

      Parole sante 🙂

  73. r.b. by r.b.

    In generale reputo il week end di Fed Cup positivo. Credo che i giornalisti abbiano provocato Camila sulla questione Barazzutti e lei si sia rifiutata di rispondere. È una sua scelta perfettamente legittima. Federer avrebbe detto che era una “stupid question”, ma lui ha molta più esperienza.
    Sul campo si è vista una Camila molto buona negli scambi da fondo, purtroppo sono mancati un po’ i fondamentali che nel gioco di Camila sono così importanti. E poiché nessuno vuole che cambi gioco e che si metta a servire una rimessa in gioco per poi pallettare da fondo stile Errani, sarà bene trovare dei correttivi al servizio (leggi servire forte ma con più rotazione) e in risposta (bloccare la risposta sulle prime violente). Comunque si è battuto una top 30 e questo è molto positivo.

    • robdes12 by robdes12

      non ti pare che abbia un po’ rinunciato alle sortite di rete? Eppure nelle voleè sa il fatto suo. Stesso dicasi con il lungolinea di dritto e di rovescio, un tempo li usava molto di più, lasciando ferme tutte le avversarie, come avviene anche ora le rare volte che tenta i due colpi. Io comincio a pensare che tutti quegli incrociati spinti servano per farle assimilare completamente il colpo con rotazione, che in Fed è stato quello che più ha utilizzato. Per questo ti chiedo: ma tu hai capito quest’anno quale è esattamente il suo gioco?

      • r.b. by r.b.

        Sì, secondo me il gioco di Camila è coerente, lo giocano in maniera simile (anche se non uguale) anche altre ragazze, però con più equilibrio, dobbiamo ammetterlo. E’ un gioco d’attacco che tende a prendere in mano il predominio dello scambio sin dal primo colpo (servizio o risposta) e a cercare di chiudere immediatamente il punto, o comunque entro pochi scambi. Ovviamente se questi sono i presupposti, occorre che i fondamentali siano estremamente sicuri ed affidabili. Se si balbetta al servizio e in risposta, si finisce per fare il gioco che non si vorrebbe fare, ossia difendersi e scambiare da fondo. L’unica cosa che non trovo coerente è rinunciare al gioco, per la serie meglio regalare un punto piuttosto che subire una risposta vincente. Camila fa il SUO gioco, ma è appunto un GIOCO. Il doppio fallo è NON gioco. Tra l’altro come si è visto ieri la percentuale di punti ottenuti sulla seconda è molto bassa (38%). Prevengo l’obiezione secondo cui se si diminuisce la velocità arrivano comodini in risposta e la percentuale di punti sulla seconda sarebbe comunque bassa, perché:
        1) Innanzi tutto non dico di tirare piano la seconda, ma di renderla più sicura e affidabile attraverso rotazioni e variazioni, per renderla meno attaccabile possibile.
        2) A volte bisogna convivere con i comodini… 🙂 quando arrivano bisogna essere pronti.
        3) Non sempre arriva la risposta vincente. Se la seconda è profonda, angolata, sufficientemente aggressiva e varia, saranno più le risposte fuori che quelle vincenti.
        4) Il doppio fallo a mio parere incoraggia di più l’avversaria di una sua risposta vincente, perché è un punto ottenuto senza fare assolutamente nulla.

  74. jurg by jurg

    Bondì

    Ho guardato i match di fed cup e le considerazioni al di la del fatto tecnico sono positive. Se uno guarda lo sport con lo spirito “sportivo” ha poco di che gioire salvo la variabile Giorgi. Guardavo una atleta con indubbio talento allenata coerentemente con il suo sport giocare con queste ragazzotte costruite in laboratorio con spalle come armadi diete probabilmente ferree e rigide che hanno poco a che vedere con una vita che non sia programmata come se fossero macchine, per non parlare di altro. Un atleta che è aliena alle logiche di business, da rapporti di convenienza e di assoggettamento allo show business, con un allenatore coach padre fatto da se e una vita personale segnata da guerre e altro. Questa atleta riesce spesso a vincere contro queste specie di macchine a cui vengono inculcati i movimenti e comportamenti anche comunicativi (spezzo una lancia in favore di Mladenovich che parla diverse lingue e mostra segni evidenti di umanità) in maniera maniacale. Se devi guardare una partita e divertirti il risultato non può essere scontato al 80% come in quasi tutti gli sporto e questo è possibile quasi solo grazie a CG che di suo con la sua forza si è issata nella posizione che occupa attualmente. Non ce ruffianeria, anzi a volte addirittura autolesionismo, nella conduzione della sua carriera sportiva. Capisco che puo risultare un “dramma” comunicativo per le logiche televisive di oggi. Parla poco e non dice cose scontate. Ma anche per questo motivo è originale. Vince e perde partite regalando istanti sublimi. Mladenovich dice “con lei non sai come giocarci”. Evviva! almeno una che non è imbrigliata necessariamente in schemi e tattiche. Non credo possa essere in qualche modo compresa dal mondo che frequenta in quanto semplicemente perché esiste mette in dubbio tutte le sicurezze spesso ipocrite di quel mondo. Il mio non vuole essere un giudizio sul mondo del tennis che in fondo mi piace ma inizia ad annoiarmi perché frazionato in mille tornei dove cio che accade sembra abbastanza correre su binari noti. Il circo si sposta semplicemente in luoghi diversi e i player sempre quelli. Non nego che sia sempre stato così ma la sovraesposizione per logiche di business possono compromettere il piacere.
    Camila Giorgi mi è piaciuta e penso che vi siano ulteriori progressi e con questa atleta non è scontato nulla e non vorrei mettesse spalle come un armadio a 4 ante ma che vincesse come vince con il suo fisico da atleta naturale e se ce un fritto misto da mangiare prima di un incontro importante EVVIVAAAAAAAAA…..

    Saluti a Tutti

    • by TC

      Ma perché ragazzotte costruiite in laboratorio? Ma chi? La Garcià, la Radwanska, la Vinci, la Sharapova sempre rotta, la Errani che è alta 1.20 o la Halep che è alta 1.22?… La vita programmata come macchine? Pure io c’ho la vita programmata, e forse anche tu. Le spalle? beh sono tenniste, hanno tutte 2 spalle così compresa Camila. L’altro di cui non parlare cosa è? doping? chi dove e quando? Quali sono le sicurezze ipocrite che mette in discussione la 40 del mondo? I milioni della Williams? la sponsorizzazione head della Sharapova? Il circo si sposta in luoghi diversi e i player sono quelli? beh si le migliori sono quelle (tra cui Camila che comunque è stata la 30 ora è la 40 e non la 4000). Non segue gli schemi tattici? onestamente ti esponi subito alla risposta “infatti fa 37 non forzati e perde il match”. Vince e perde partite regalando istanti sublimi. Vero, ma nel resto del tempo della partita che succede?
      Peraltro, fisicamente la Giorgi è una macchina da guerra e fa dell’altletismo e della potenza le sue armi migliori; è solo piccolina di statura (ehm, faceva pugilato, peraltro…). Si prende il fritto misto prima della partita? Ma non può prenderlo dopo? Se si sente male in campo che facciamo?
      Cerchiamo di essere un pelo “concreti”, pur nelle sacrosante differenze di opinioni che possono intercorrere tra noi..

      • robdes12 by robdes12

        forse intende che giocano un po’ tutte alla stessa maniera, che in effetti ha un fondo di verità. Il nuovo tennis classico non è più quello di Kerber, Pennetta, Bencic, ma quello delle picchiatrici. Botta di servizio, incrociato violento e se entra bene, se no pazienza.

        • by TC

          Rob, sembra la descrizione del gioco di Camila… botta di servizio, incrociato violento se entra bene senno pazienza…
          Ma io ancora questo che dici tu lo capisco; quello che sono gli armadi (che ci siano non c’è dubbio ma non lo sono tutte; e poi è così, il tennis è sempre più fisico e in questo Camila si adegua alla grande, visto che gioca di fisico con gente che le da 15 cm); le macchine (in quanto concentrate?) Camila che lotta contro le ipocresie del tennis (novello Gesù Cristo femminile), camila che mangia il fritto misto prima di giocare (spero poi non vomiti, non sarebbe molto sexy); camila che non si assoggetta alle tattiche (si vedono i risultati, verrebbe da dire)… queste cose le capisco meno

          • robdes12 by robdes12

            infatti quello è il gioco della Camila che a me non piace, e che per altro ci perde. La Camila che vince fa un gioco molto più arioso, quello che porta il pubblico anche di parte avversa o neutrale a tifare per lei. A me garba pochissimo vederla quando conferma il giudizio al vetriolo dato su di lei dalla Kuznetzova, anche perchè Cami è ben altro, quando è veramente convinta dei suoi mezzi.

            • by TC

              Ti seguo, anche sul discorso di cui sopra delle volees. Ho visto una sola discesa, peraltro stupenda con la Garcia

      • jurg by jurg

        Per quanto riguarda il fisico leggersi l’opinion di Rino Tommasi che sicuramente di tennis ha masticato più di tutti noi messi insieme
        Per quanto riguarda il fritto misto leggersi il post di non mi ricordo chi (forse san tommaso)
        Per quanto riguarda il resto non essendo io un esperto di Tennis (nella vita faccio altro) Mi limito al piacere a sottolineare una volta di più l’anomalia umano sportiva Giorgi che peraltro era il concetto principale del post

        Saluti

        • by TC

          Ma tommasi dice solo che non può aspirare al vertice perché non è alta (peraltro, la attuale n. 3 è alta 1 metro e mezzo, quindi il principio conosce eccezioni), non che “non sia costruita in laboratorio o non sia una macchina”. Se non è una macchina la Giorgi, con l’atletismo che ha, così spinto che supera gli indubbi limiti legati all’altezza non titanica. Sul fritto misto, non so che dirti, non avrà problemi di digestione. Io se mangio un fritto e poi gioco faccio una brutta fine.

          • jurg by jurg

            be Tommasi dice letteralmente che CG non ha ne l’altezza ne i muscoli per issarsi più in alto (che non centra niente con la prestanza fisica di CG).
            Non ho nemmeno detto che vincono solo gli armadi.
            Comunque ognuno ha la sua opinione e il suo modo di esprimersi e non ho nemmeno la verità in tasca ne voglia di essere sarcastico
            Saluti

            • by TC

              Ch’ai anche ragione, in effetti dice che le mancano anche i muscoli. Beh, su questo non è che sia molto d’accordo; tira i servizi a 200 all’ora fatta come è e ha una delle palle più veloci del circuito, se la allungassero di 20 cm non so a quanto tirerebbe. A me pare che dire che Camila non ha i muscoli sia un poco avventato… sugli armadi a 4 ante, faccio che rimandare all’inizio e alla chiusa del primo post tuo.
              Cià
              TC

              • jurg by jurg

                Ciao TC
                Non ho detto nemmeno questo, se non avesse quello che serve non sarebbe li dove è che è notevole in Tutti i sensi. Posso solo dire che forse il mio scrivere è un po’ criptico e ripeto non ho nessuna verità definitiva solo opinioni da spettatore. Comunque le opinioni sono sempre stimolanti e fanno rifletter sulle proprie (parlo per me).

                Ciao

    • journasesto by journasesto

      Caro Jurg, il tuo scrivere non è criptico. Tu hai colto la poesia e l’estetica del fenomeno Camila, che ha ben poco a che fare con il tennis e tanto invece con la vicenda personale sua e della sua famiglia. È in tutto quello che ha fatto per arrivare dov’è arrivata che Camila è un’anomalia rispetto alle sue colleghe. È questo che, personalmente, me la fa amare.
      Chi non se ne rende conto o non conosce bene la sua storia oppure non ha capito.

      • by TC

        Oppure parla di “fatti e non pugnette” cit. Mi scuso con Jurg con cui ci siamo chiariti e siamo diventati amici trovando un accordo mediano, se sono costretto a citare i suoi passaggi. Ma tu sai chiarirmi il problema della vita programmata ( io domani ho riunione e te?), quali sono le ipocrisie messe in crisi da Camilla ( il fatto che non aveva sponsor? Ha perso grana. Ora ha lo sponsor e ha guadagnato grana), cosa succede negli istanti non sublimi in una partita di una ora e mezza ( a me con la mladenovic, partita in cui istanti sublimi non ne ho visti, e’ venuta l’ulcera), chi si dopa, etc?
        Serena si sente minacciata? La radwanska trema? Non sarebbe meglio non spargere commenti adulanti e premonitori di grandi imprese verso la n. 40 (non 4000, 40 non e’ un insulto), aspettare a vedere che succede anche per non eccedere in primis noi tifosi in pressioni eccessive che non ho neanche capito se Camilla sa reggere? Neanche questo e’ un insulto, basta ricordare quella artista che era jana Novotna, che con la pressione non andava d’accordo).
        Ciao
        TC

        • jurg by jurg

          be si mi avete tanato e penso alla vita in maniera abbastanza romantica.
          Io non credo che le avversarie tremino ne tantomeno che abbiano una conscia paura dell’anomalia camila, troppo impegnate inseguire se stesse e le proprie (lecite) o altrui ambizioni. Cosa succede negli attimi non sublimi? Si gioca come si può come ci si sente come ti permette l’avversario. Certamente con Camila non si è costretti a sopportare gli urli esagerati (qualcuno ci sta) e la malagrazia. Per me e posso sbagliare Camila è la dimostrazione di come una persona semplice e normalmente sana possa arrivare a quei livelli. Per me la semplicità è un traguardo e indice di qualità e intelligenza. Il sublime sta nel suo talento nella sua preparazione nei colpi spettacolari. Io leggo con attenzione le lucidissime analisi di lucia e le eventuali risposte che mi mettono nella condizione di cercare di essere più chiaro e lucido. TC è competitivo e guarda tante cose Lucia ne guarda altre San Tommaso altre ancora come tutti che non posso citare tutti quanti. Serena e Co non tremano di certo ma è bello che non sappiano come affrontarla poi magari ci perdono anche e stanno a chiedersi come mai. Per inciso ho diverse riunioni e trasferte programmate e di certo non mi sfugge che la vita di tutti sia un insieme di programmi e di organizzazione sia questa una tennista ma io mi riferisco all’aspetto “maniacale” della cosa. Per inciso sono supposizioni (perché….chi le conosce? nemmeno CG conosco se non attraverso quello che vedo) faccio un parallelo tra quello che vedo nella realtà e trasferisco il concetto al tennis. Ah non sono nemmeno uno psic ne sono laureato in scienze sociali e nemmeno faccio sport per professione. Aggiungo anche che be si sono anche un sognatore ma con i piedi per terra e a volte ho postato qualcosa di più concreto che coincide con il non facciamo pressione inutile e aspettative inutili. Ma la vita è anche basata sui sogni e su cattedrali nel deserto e se Camila e Sergio non inseguivano un sogno forse non sarebbero li….chi lo sa? Il discorso è lunghissimo e andremmo a finire su un campo che non puo essere esplorato perché appunto io sono uno spettatore e vedo degli atleti quello che è pubblico.
          per tornare al soggetto di questo Blog CG è una splendida atleta che fa saltare dalla sedia con i suoi colpi e quando il bilancio tra vincenti e sbagliati è positivo vince. Lo sport è fatto di questo si vince e si perde e quando giocano gli altri è affar loro io dal divano posso essere uno scienziato in campo ci vanno loro.

          Forse ho divagato un po’……..

          saluto juarn e TC e grazie per aver la pazienza di leggere

  75. robdes12 by robdes12

    Da Ubitennis, dove pare stiano cominciando a capire qualcosa…
    “La vera novità è che purtroppo anche dal versante femminile non solo non arrivano buone notizie ma temiamo possano non arrivarne ancora a lungo. L’unica che ha vinto un match, Camila Giorgi, è la nostra speranza per il futuro e sarà il caso di evitare di pressarla troppo. È stato detto tante volte che la ragazza potenzialmente potrebbe essere in grado di darci grandissime soddisfazioni e siamo tutti in attesa di quel “clic” che potrebbe cambiare la sua carriera. Camila è ancora relativamente giovane, considerato l’innalzamento dell’età media dei vincitori di Slam e della top10, e i difetti sono tutti quanti ampiamente eliminabili. Tutti quanti, noi addetti ai lavori per primi forse, dovremmo fare lo sforzo di evitare di caricarla eccessivamente. Il che non significa non segnalare discutibili comportamenti magari dovuti alla timidezza o modalità di gestione della gara rivedibili.”

  76. by SanTommaso

    Camila e Sergio sanno bene chi sono gli amici e i nemici. Li hanno tutti, inutile nascondersi dietro un dito. Sei in un periodo “no”? Una bella paginata qua e un’intervista là in cui racconti di sacrifici e sudore e tutto si sistema.

    A questo punto, mi sembra giusto sottolineare un caso di schiena poco dritta. Il sito è tennisbest, quelli “dell’inchiesta”. Bisti&co, insomma. I classici che fanno i piccoli con i forti, e appena sei a terra provano a colpirti. Esempio lampante?

    Ecco Cazzaniga ieri: Camila, che figura! All’interno: “…vittoria con la Mladenovic ottenuta pur senza incantare” (http://tennisbest.com/news-homepage/13779-camila-che-figura)

    Per carità, è un giudizio. Ci sta. Il titolo magari è un po’ forte, considerando che si sta parlando dell’unica che ha portato a casa un punto e ha dimostrato di poter fare qualcosa in un week end quasi esclusivamente nero. Però aspettate… perché due giorni prima, quando Camila aveva vinto proprio contro Mladenovic, il match era stato definito “una mezza impresa” (http://www.tennisbest.com/news-homepage/13769-aeroplanino-garcia-tiene-in-volo-la-francia)? Camila vince e fa una mezza impresa, poi perde UN ALTRO MATCH e il match che prima era “una mezza impresa” diventa “una vittoria fortunosa”? Attenzione, non il match perso, ma quello vinto il giorno prima!!!

    Il giudizio su una partita cambia a seconda del risultato di quella SUCCESSIVA? Se batto Serena 7-6 al terzo e poi perdo in due dalla Vattelapesca, la vittoria con Serena perde valore?

    • robdes12 by robdes12

      Ma che ti importa di quello che scrivono quelli là? I soli giudizi che contano sono quelli che si dà lei stessa, il resto, come le nostre, sono solo opinioni o reazioni. Farebbero prima a chiedere a lei stessa che voto di giornata si dà di partita in partita. Non è tipa che si nasconda dietro scuse, se, ma-

  77. robdes12 by robdes12

    Considerando quanto letto ieri, ho bisogno per capire che cosa si scrive di una precisazione, ossia che cosa si intenda per buona partita. C’è un rapporto matematico win/unf , punti vinti persi al servizio, break fatti/subiti che lo espliciti o che altro? Quanti sono stati i vincenti e quanti i gratuiti? Se non ricordo male un tempo quando si vincevano partite con le top i gratuiti erano molti, alcune volte anche i df, però i vincenti erano in quantità esponenziale (altrimenti la vittoria si può spiegare solo con scarsezza avversaria, cosa che a suo tempo non fu per nulla). Se ieri le statistiche davano 9 vincenti, devo dedurre che solo nove potenziali colpi risolutori siano entrati, il resto fallito. Se Camila in conferenza dice: – Oggi NULLA ha funzionato- di grazia mi può venir spiegato dove sia stato possibile vedere una OTTIMA Garcia contrapposta ad una BUONA Camila? Si sta parlando forse della partita con la Kerber o con Serena e ho letto male io la discussione? Camila ha perso per una cosa molto semplice, che non sono i df, non le risposte, non gli unforced, ma tutte le varie cose sommate. Ha giocato male un gioco in cui è la matematica che detta il risultato. Se il procedimento è corretto, ma i risultati sono sbagliati, è comunque inevitabile che il voto del compito sarà insufficiente. Come ha detto lei, NON HA FUNZIONATO NULLA. Brava, inutile nascondersi dietro scuse vaghe o formulette blande, ha preso il toro per le corna e detto che è stata una contro-prestazione. Il problema è capire perchè sia così facile che l’interruttore passi così rapidamente dall’ON all’OFF. Big aveva accennato alla difficoltà di mettere in campo nei momenti in cui serve la personalità. Può darsi che abbia centrato il vero problema. Nessuno a caso è un giorno divino il giorno dopo caduco, c’è qualcosa che si frappone fra lei e le sue abilità, e quello può essere solo “la gemella” interiore di Camila,di cui temo dovrà sbarazzarsi se vuole raggiungere certi obiettivi..

  78. r.b. by r.b.

    Il sito ufficiale della Fed Cup dà ragione al sostenitori della teoria “doppio fallo è bello”. 🙂
    Infatti le statistiche ufficiali del match Giorgi – Garcia danno alla nostra una percentuale di punti vinti con la seconda di servizio addirittura del 66% (12/18).
    Peccato che il dato sia farlocco e che la percentuale esatta sia il 38% (12/31) …
    Proposta alla federazione internazionale: e se abolissimo il doppio fallo? Cioè, quando una giocatrice fa doppio fallo il punto non viene assegnato a nessuno e si va avanti così…. 🙂

  79. r.b. by r.b.

    Io sono d’accordo sul gioco di Camila. Va bene come gioca, deve fare il SUO gioco. Non deve cambiare il suo tennis. Non deve cambiare allenatore. Questo deve essere chiaro.
    Non deve fare il gioco dell’avversaria, però. Servendo così piatto puoi fare un bellissimo, strepitoso ace al centro a 195 Km/h, ma in percentuale il rendimento della prima sarà insufficiente.
    Tra l’altro ieri Camila mi è piaciuta molto negli scambi, ha avuto quasi sempre il sopravvento sulla Garcia, che pure è un’ottima incontrista. Ha perso perché ha fatto un solo break nel primo set subendone due, nel secondo set la Garcia è andata avanti di un break e non ha avuto problemi nei suoi game di servizio. Come ha fatto? Alta percentuale di prime, seconde lavorate ecc. Nulla di eccezionale o che Camila non abbia dimostrato di saper fare. Cominciamo a regalare meno al servizio e in risposta e il resto verrà da sé.
    Così si gioca solo con tantissima pressione addosso, perché regalando due o tre punti a game per vincere il game devi essere praticamente perfetto o comunque l’esito non dipende da te ma dalla tua avversaria.
    Tra l’altro il servizio e la risposta sono CRUCIALI proprio per il tipo gioco praticato da Camila, che non va cambiato ma solo eseguito al meglio. Basta davvero poco per avere un servizio e una risposta eccellenti.

    • journasesto by journasesto

      Secondo me ieri Camila ha perso perché ha risposto male, non perché ha servito male. Nel tennis femminile bisogna brekkare. Se non lo fai perdi

      • r.b. by r.b.

        Assolutamente d’accordo. Comunque anche 3 break subiti in due set non sono pochissimi. Certo, c’è di peggio, ma per il gioco di Camila (che io condivido e sostengo al 100%) mantenere il servizio è abbastanza fondamentale.

  80. r.b. by r.b.

    Cosa c’entra la Errani? Mica è il sito della Errani. Qui si commentano i match di Camila. E tra l’altro le osservazioni sono limitate ai due match visti. A mio parere Camila sa servire molto meglio. Non deve diminuire la velocità sulla prima palla di servizio, ma tagliare la palla (e comunque variare il servizio), perché così piatta esce quasi sempre.
    Magari a Doha avrà il 70% di prime in campo, chi può dirlo?

  81. by SanTommaso

    Ma infatti!!! Sto maledetto servizio, Cami! Troppi doppi falli… infatti hai perso due set a zero. Invece guarda la Errani: 1 ace, 0 df, saldo positivo e ha vint… oh, wait. 😀

    • by TC

      Dai sei pure mio omonimo devi ammetterlo almeno a me: questa considerazione non c’entra un cazzo…
      Guardala così. Camila ha il 50% di prime. Su questo 50% fa 2/3 di punti. Poi ha poco più il 50% di seconde dentro. Glia altri sono doppi. Su queste seconde dentro fa di nuovo 2/3 dei punti. Sulla seconda fa quindi 1/3 dei punti, doppi falli inclusi.
      Quindi: se mette la prima (il che avviene la metà dei casi) 1/3 delle volte non fa punto. Se gioca la seconda (il che avviene la metà dei casi) 2/3 delle volte non fa punto.
      Semplicemente non può vincere. Tutto ciò impregiudicato il match di sara, che non centra nulla.

      • by TC

        Beh può vincere se brekka l’altra 1 volta su 2, ma mi sembra pretendere un pelo troppo dalla risposta…

        • r.b. by r.b.

          Beh con la Mladenovic ha risposto ad una prima di servizio della francese solo a partire dal terzo set….
          A questo livello bisogna rispondere anche alla prima di servizio e non solo alla seconda, altrimenti puoi vincere solo se la tua avversaria ha il 30-35% di prime.

  82. r.b. by r.b.

    Eppure basterebbe poco, il servizio può senz’altro essere migliorato, non ci vuole un genio… Al momento non va la prima (percentuale troppo bassa, poche variazioni, troppo piatta) e nemmeno la seconda (troppi doppi falli).
    La risposta: in due match non ha risposto ad una prima di servizio, praticamente… Forse bisognerebbe spiegare che esiste ad es. la risposta bloccata, che ne so… le altre, chi più chi meno, riescono a rispondere alla prima di Mladenovic e Garcia…
    Sulla seconda Camila risponde bene, su questo fondamentale direi che ci siamo. Beh, uno su quattro direi che non ci possiamo lamentare… 🙂

  83. r.b. by r.b.

    Sono abbastanza contento oggi è andata bene coi doppi falli ieri purtroppo solo 11 però forzando maggiormente la seconda ma anche la prima perché se entra la prima non si gioca la seconda madonna che espertone che sono diventato frequentando questo sito dovremmo migliorare ulteriormente il record che anche quest’anno non ci sfuggirà di certo perché comunque sono d’accordo con tutti il piano b non lo fa nessuna quindi neanche noi Corrado non c’entra niente quando si vince forse si poteva aspettare a fare la rettifica così oggi si poteva dargli la colpa quando si perde comunque fa niente abbiamo perso ma è stata tutta colpa della Errani scusate eravamo uno a zero per noi stavamo andando via tranquilli sono andato al cinema a vedere l’ultimo film di tarantino ed ero fiducioso poi che mi combina Sara entra in campo e andiamo sotto uno a due scusate siamo obbiettivi ma di chi è la colpa?
    🙂 🙂 🙂

  84. etberit by etberit

    Oggi ho visto tutta la partita e ho commentato che un’ottima Garcia ha battuto una buona Camila. Qualche considerazione: Garcia risponde benissimo, e non solo con Camila; quando Camila ha tirato dei servizi “controlla” ha ricevuto un vincente in risposta. Per me ha fatto bene a rischiare il servizio, anche sulle seconde.
    Discorso df: quanti break ha subito Cami? Allora i df influenti sono stati in quei game, non negli altri, e ripeto, tirare seconde controllate oggi voleva dire subire un vincente, che ha effetti più importanti di un df per Camila.
    Onestamente ho visto una buona Camila non riuscire a causare incertezze in una Garcia on fire, non mi sento di criticarla, anche se ha commesso errori vistosi (pochi, ma in momenti importanti), ecco, se c’è un aspetto da migliorare è quello della gestione dei momenti topici: saperli riconoscere e regolarsi di conseguenza. Dalla tastiera sembra facilissimo…

    • etberit by etberit

      * “controllati”

    • doherty by doherty

      è vero pero’ io credo che abbia rischiato troppo sulla seconda.ok i df nei game in cui ha tenuto il servizio sono “ininfluenti” ma alla fine costringono in teoria a giocare piu’ punti e danno 15 gratis all’avversaria…se devo perdere il punto almeno che faccia la fatica di tirare la risposa vincente(che ogni tanto potrebbe anche sbagliare)

      poniamo un obbiettivo :
      vincere con la seconda il 50% dei punti.
      se cami fa’ come oggi il 42% di DF vuol dire che delle seconde che entrano(58%) deve fare 50 punti su 58 vale a dire l’86% …è molto molto difficile
      infatti oggi sulle seconde in campo ha fatto il 66% ed alla fine la % di punti sulla seconda compresi i df è stato 38%(garcia 53)

      insomma per me il rischio non vale la candela…non puoi dare un vantaggio simile ad una giocatrice come la francese.
      cami ha vinto una partita facendo una % df simile ad oggi …ma era contro la sanders….

      • by TC

        Sempre più saggio…

        • doherty by doherty

          ahahahah ! ma smettila…:-)
          come diceva ten di nick carter (questa è rivolta agli over 40)
          se la paltita vuoi poltal a casa,non puoi tilal solo razzi della n.a.s.a…

          • by TC

            Sono under 40 quindi non la capisco (o meglio, non so il contesto).
            Ma sul “ma smettila” mica è colpa mia se sei così saggio. Pensavo avessi 80 anni, non 50, da quanto sei saggio!

          • by TC

            p.s. contro la sanders 7/6 al terzo.
            Non si può vincere 7/6 al terzo contro una che di primo nome fa Tempesta.

    • r.b. by r.b.

      Non è vero, bisogna piantarla con questa idea che se non si forza la seconda si subisce un vincente. Tutte le migliori tirano una seconda controllata, tranne forse la Sharapova, ma non mi risulta affatto che la Garcia abbia vinto gli Australian Open. Esistono anche le seconde tagliate, in kick, al corpo ecc. Sono palle che sono difficili da attaccare. Inoltre la Garcia ha tirato la seconda controllata e non mi risulta che Camila abbia fatto SEMPRE vincente. Ha fatto dei bei vincenti in risposta anche Camila, ma non è bastato. La verità è che se si gioca la seconda controllata si RISCHIA di subire un vincente, ma può darsi che l’avversaria sbagli oppure ci si può difendere e cominciare lo scambio e magari si vince il punto. L’unico modo certo per perdere il punto è fare doppio fallo. Se poi sono due a game equivale a partire sempre da 0-30. Ovviamente ci sta di fare qualche doppio fallo, è normale, comunque quello che a me non piace del servizio di Camila è soprattutto la prima di servizio. Con un po’ di rotazione e controllo e qualche variazione basterebbe una media di 170 km/h per avere almeno il 60% di prime in campo e di fatto avere il controllo assoluto dei game di battuta. Forzare il servizio come ha fatto oggi non serve a niente.

      • etberit by etberit

        Sulle prime sono d’accordo. Sulle seconde no, dipende dall’avversaria, quella di oggi non permetteva di tirare seconde flosce.

        • r.b. by r.b.

          E chi ha detto di tirare seconde flosce? Tirare una seconda come fosse una prima, e per di più piatta, non serve a niente…
          Si può giocare un’ottima seconda palla profonda, non troppo lenta e con rotazioni o angoli che mettono in difficoltà l’avversaria.

      • robdes12 by robdes12

        Cami subisce risposte vincenti su seconde robuste anche perchè si proietta tanto avanti che spesso si pone lei stessa in modo che la palla la scavalchi, o si obbliga a giocare quasi in voleè. Se tu tiri forte, l’altra risponde appoggiandosi alla velocità della tua palla e tu nel frattempo hai ulteriormente ridotto la distanza, ovviamente devi colpire quello che ti ritorna in frazioni di secondo e senza ulteriore decelerazione causata dall’attrito. Non è forse questo il motivo per cui si becca quasi altrettante risposte vincenti che la Errani?

  85. by FabrizioF

    Una partita sì, una partita no…niente di nuovo…purtroppo!

    • by TC

      Essendo la partita “si” quella odierna credo…
      Perché quella di ieri (scusate…) secondo me Camila è stata appena meno inguardabile della Mladenovic che di fatto ha perso da sola… oggi Camila ha perso non giocando forse troppo bene e dimostrando i consueti problemi ma almeno ha giocato a tennis

  86. riccardo by riccardo

    E’ TRIPLETTA
    ORO DI FRANCISCA
    ARGENTO BATINI
    BRONZO ERRIGO…
    Tanti complimenti a queste fantastiche ragazze del fioretto femminile , fiore all’occhiello dell’italia sportiva … e speriamo che si possa scrivere .

  87. by SanTommaso

    Giusto per la cronaca, alla fine Mladenovic e Garcia hanno umiliato con un 12/1 Caregaro e Schiaaaaaah no, Errani. Chissà perché Barazzutti ha convocato la Schiavo per non farle giocare neanche un doppio ininfluente e ha invece messo la Errani? Una punizione forse?

  88. robdes12 by robdes12

    Chissà se per lo spareggio incontreremo la Russia o la Germania, o la Cechia se perde, o la romania della Halep. Saranno partite molto interessanti, e stavolta non avremo nulla da perdere.

    • robdes12 by robdes12

      mi scusa con la Romania per la minuscola involontaria.

  89. TEUS by TEUS

    Complimenti a Garcia che si è resa protagonista di una prestazione maiuscola (un po’ come avvenne negli ultimi due set a Genova -ero lì ed è anche per questo che ho un ricordo limpido-). Camila purtroppo oggi, soprattutto nei momenti topici del secondo set, non è stata sufficientemente solida per tentare di trascinare l’incontro al parziale decisivo.
    Si è aggiunto comunque un altro tassello alla crescita della ragazza in questo week-end di FED CUP e ora sotto con Dubai e Doha alla ricerca di risultati importanti.

    Vamos flaca!

    • by SanTommaso

      Sotto con le cose importanti insomma 😉

      • doherty by doherty

        io son d’accordo che vincere una fed è meno importante che vincere uno slam e forse anche un torneo di fascia appena inferiore,pero’ non dimentichiamoci che le nostre giocatrici son diventate grandi anche alla esperienza ed alle vittorie ottenute prima in questa competizione..per cui non la snobberei affatto e non ne sottovaluterei l’utilita’

        • by TC

          Sempre saggio…

          • doherty by doherty

            ahahahah !!! sai com’è…è una delle poche cose buone dei 50 anni..:-)

        • robdes12 by robdes12

          doherty, le partite sono tutte importanti, fanno tutte parte della costruzione di una carriera e di una storia sportiva. Tomba inserisce sempre fra le sue vittorie una cinquantunesima che sarebbe un parallelo, considerato minore ma evidentemente non per lui. A sto punto che li mettono a fare nel carnet delle tenniste gli itf? O forse i racconti di uno scrittore sono cacchiate rispetto ai suoi romanzi, o gli acquerelli e disegni insignificanti rispetto agli olii e affreschi? Tra l’altro se lei dice che ci tiene vuol dire che ritiene la Fed basilare per la sua vicenda sportiva. Al solito le dichiarazioni di Camila vengono ricordate o evitate come più è conveniente.

        • TEUS by TEUS

          Concordo con doherty. Non a caso ho scritto che, grazie alla FED CUP, un altro tassello alla crescita di Camila è stato aggiunto.

  90. doherty by doherty

    per quanto riguarda la nazionale la realta’ è siamo alla fine di unciclo(peraltro magnifico)…
    flavia si è ritirata
    francesca roberta sono all’ultima stagione
    sara sembra in difficolta’ anche se puo’ giocare ancora altri anni

    speriamo di recuperare karin e che si facciano luce un paio di giovani…
    cami oramai sembra gia’ essere l’unico punto di riferimento certo

    • by SanTommaso

      Non credo Cami voglia ricoprire il ruolo di punto di riferimento di una nazionale. Per come gioca, per quello che dice, per come ci ha abituati, la vedo più lupo solitario. Vedremo cosa succederà.

  91. doherty by doherty

    garcia e camila sono 2 giocatrici simili…spingono,cercano il punto…
    di solito vince o chi è nettamente piu’ forte(l’altro non ha mezzi tattici per contrastare l’avversario) o chi è piu’ “in palla” in quella giornata(come nel nostro caso)…
    garcia è stata piu’ solida e continua:
    DF cami 13 garcia 2
    1st serve w 89/67
    %DF 42/8
    w 6/11
    ue 32/24
    pb 1-3/3-6

    cami significativamente meglio solo nei:
    fe 7/11
    2nd w 66/58 (al netto dei df pero’)

    • doherty by doherty

      oggi cami ha sbagliato troppo rispetto alla sua avversaria(forse perchè ha rischiato in modo eccessivo,forse perchè sentiva che rallentando garcia le avrebbe fatto il punto…)…ieri aveva sbagliato tanto ma dall’altra parte kiki aveva fatto di peggio
      garcia è stata piu’ solida ed ha limitato gli errori:
      ue +df cami 45 garcia 26
      da notare che garcia in totale ha fatto 69 punti..

      • robdes12 by robdes12

        secondo te non dipende dal fatto che vuoi per un motivo, vuoi per l’altro, fra una partita e la successiva di solito passa troppo tempo? Sarà perchè si fa eliminare, ma rispetto alle altre mi sembra che giochi col contagocce.

        • doherty by doherty

          in parte si,anche se quest’anno non credo potesse fare piu’ tornei di quelli che ha fatto ed è stata sfortunata coi sorteggi…
          per come la penso io giocherei di piu'( sia per l’esperienza sia e questo era importante alla fine della scorsa stagione ,per avere una classifica dentro le 30..avrebbe evitato serena)
          pero’ capisco che ci possano essere delle valide motivazioni alla sua programmazione che noi non conosciamo( ritmi di preparazione fisica,possibilita’ economiche,volonta’ di non stancarsi troppo con viaggi estenuanti…)

          • robdes12 by robdes12

            però è vero che vuoi un motivo, vuoi un altro, siamo sempre in attesa del giro di boa. C’è un enorme potenziale ma sempre qualcosa che impedisce di sfrutarlo. Il servizio penso sia stato impostato male dall’inizio, tutti questi df non sono normali per una donna. Se rischi sempre la legge dei grandi numeri ti dice che inevitabilmente ci lasci le penne. Ok il mio gioco, ma qual’è quel gioco? Fare 40 vincenti di media a partita, solo servizi vincenti e poi? Oggi comunque si è del tutto dimenticata chop, voleè, back e quant’altro lei per altro sa fare. Se lei stessa non riesce ad usare che di rado tutto il suo arsenale, come può dire: ho fatto il mio gioco? Per me farlo significa attingere ogni volta, o esprimere esattamente quello che so fare. Ma lei nelle giornate no decapita il suo stesso tennis. Qualcosa nella sua costruzione non sta ancora funzionando, e il problema per me non è tanto la mancanza di risultati, ma la provvisorietà del bel gioco. Se giochi male e vinci almeno hai una consolazione, ma se giochi male e perdi c’è poco da sentirsi gratificati. Non so nulla di quelle che siano le sue sensazioni più intime, può darsi pure che non le importi nulla di perdere, ma in tal caso non capirei perchè tendersi in certi momenti. Chi prende il gioco per quel che è va ad arti sciolti. Oggi non mi è parso che fosse quel che si percepiva vedendone i colpi.
            Tra l’altro devo scrivere una cosa, un autodafè: io ho trovato il mio piano b. Quando gioca in un modo che mi crea insoddisfazione, spengo la tv e passo al live score, Così ho fatto oggi dopo il primo break nel secondo set. Anche avese vinto non mi piaceva il gioco arruffato che faceva, e siccome non sono autolesionista, non vedo che cosa mi obblighi a vedere qualcosa che non mi sta piacendo. Mi spiace ma i vari mc Enroe, Connors, Sabatini, Agassi, Sampras, Henin, Pennetta, Schiavone mi hanno abituato ad una certa continuità in alto, non ho intenzione di cambiare il mio modo di rapportarmi allo spettacolo per nulla e nessuno.

            • doherty by doherty

              son convinto che il giro di boa arrivera’…
              poi è vero che è quasi impossibile vincere con una giocatrice come garcia se fai il 42% DF ed hai un rapporto w/ue 6/32.
              ieri cami ha rischiato meno,ha capito che kiki era in difficolta’ e ne ha sfruttato gli errori.
              oggi per la mia impressione non ha provato a fare,nei momenti in cui avrebbe dovuto,quello che ha detto ieri “anche se giochi male,devi cercare di rincorrere tutte le palle e metterle”
              comunque bisogna ricordare che bisogna fare i conti anche con l’avversario e garcia è piu’ forte di kiki

              • robdes12 by robdes12

                però tracciando il bilancio degli ultimi due anni, te la senti di dire che il tennis attuale di Cami sia un tennis vincente? Nelle ultime partite infatti quello che mi impressiona di più è quanti pochi siano stati i suoi vincenti, e il motivo è chiaro. Ha differenza delle altre partite dell’anno ha aumentato esponenzialmente i suoi errori.

              • hector by hector

                Il giro di boa e’ gia’ in atto, peccato non ve ne siate accorti. Col suo gioco Camila avviluppa le avversarie come un boa constrictor e le stritola. Ovviamente oggi, sull’ 1-2 e col doppio da giocare, la partita di Camila era una mera esibizione in quanto anche una sua eventuale vittoria non avrebbe evitato all’Italia una sconfitta per tre a due.

  92. ghezzo63 by ghezzo63

    questa è camila , prendere o lasciare ! Grazie Azzurre ! SEMPRE E COMUNQUE CAMILA GIORGI !!!

    • robdes12 by robdes12

      questo criterio è estendibile a tutte le altre o vale solo per Cami? Mi auguro che sia un diritto condiviso, per cui sia poi possibile dire: – Brave tutte, sempre e comunque. –

    • by SanTommaso

      Io prendo Cami così com’è. E sono d’accordo sul fatto che questo criterio sia estendibile a tutte. Infatti non vado sul sito della Errani a dire che dovrebbe cambiare allenatore e lavorare sul servizio.

  93. robdes12 by robdes12

    sogno o son desto? La nicu minaccia seriamente pure la pliskova. Ariprova che Serena se va avanti di sto passo potrà fare il grande slam pure fra tre anni. Ma è possibile che un’intera generazione, maschile e femminile, non riesca a trovare uno straccio di continuità? E non solo nel tennis, ma in quasi tutti gli sport. Forse è il way of being proprio del secondo decennio del 2000.

  94. doherty by doherty

    oggi è andata male..garcia è piu’ solida di kiki ed ha giocato meglio di cami…non è una vergogna averci perso,oltretutto fuori casa
    peccato perchè qualche punto girato male ha fatto la differenza (ad esempio nell’ultimo game dove cami ha commesso due errori ed ha mandato la francese 30-0 ed invece poteva essere 0-30)

    io son convinto che spirito di squadra o meno a cami la fed faccia bene perchè si puo’ confrontare con barazzutti e le serva giocare con la responsabilita’ di rappresentare il proprio paese

    vamooooos !!! cami…

    • petaluma by petaluma

      anche secondo me le fa bene, lo stress è superiore rispetto a molte partite dei primi turni dei tornei, e Camila imparerà a gestire tensione e lucidità mentale solo giocando sempre più in simili situazioni

  95. petaluma by petaluma

    Camila ha tirato colpi meravigliosi, ha fatto tanti aces, ha provocato molti errori della Garcia……..
    ma ha perso. Ha perso perché continua a voler tirare forte, soprattutto in risposta, anche quando non si può. Sembrerà strano, ma ieri è stata molto più umile proprio perché non era in gran giornata. Oggi invece, vedendo che le entravano tanti vincenti, si è sentita autorizzata a provarci sempre, anche sugli aces sporchi dell’avversaria. I risultati sono stati quelli che abbiamo visto : palle fuori di metri, e in alcuni casi punti regalati cercando le righe quando non ce ne era bisogno.
    La Garcia ha dimostrato un altro spessore rispetto alla Mlad, e proprio per questo oggi bisognava sbagliare meno di ieri.
    Nessuno discute la bellezza di certi colpi di Cami, ma il tennis è un’altra cosa. Ci sono caterve di giocatrici che hanno raggiunto traguardi prestigiosissimi tirando molto meno forte di lei, ma scegliendo con oculatezza il quando e il come; nemmeno Serena si può permettere di tirare SEMPRE e SOLO forte.
    Per ora, la prestanza fisica e la forza muscolare non costituiscono in Camila una qualità esclusiva, ma un limite. Sono convinto che fra qualche anno, perdendone un po’, il gioco di Camila si addolcirà ma la velocità di palla sarà sempre più che sufficiente.

    • by SanTommaso

      La Garcia ha risposto con dei vincenti diretti ad alcune PRIME di Camila. Senza rischiare non si vince. Buttare di là dei coriandoli non è provare a vincere, è non perdere. Camila non gioca per non perdere, e mi pare strano che qualcuno ancora non l’abbia capito.

      • petaluma by petaluma

        il tuo contatto con la realtà mi sembra fuori controllo

        • by SanTommaso

          È un’opinione. Le risposte vincenti della Garcia su prime di servizio di Camila sono la realtà. Che Camila giochi per imporre il suo gioco e non per lucrare sugli errori altrui è la realtà.

          A meno che non si parli di un’altra giocatrice, ma mi pare si parli di Camila Giorgi, no? Se tu vedi cose diverse motivale pure.

          • petaluma by petaluma

            te ne dico una sola : fra tirare i coriandoli di cui parli tu e le pallate sui teloni ci sono infinite sfumature intermedie.
            Camila è già molto migliorata in questo senso, ma purtroppo ci sono giornate (o sets, o singoli games… ) in cui se ne dimentica completamente. Ne convieni ?

    • robdes12 by robdes12

      oh, vedo che anche un altro la pensa come me. Il problema di Cami è un eccesso di potenza che certe volte la travalica. Del resto l’articolo sulle tensioni delle corde, scelte proprio per favorire il controllo a scapito della potenza indicava questo. Come una donna così minuta possa averne tanta è un mistero, evidentemente ha qualche variazione nel dna che glielo consente. Il problema è trovare il modo di ottimizzare e razionalizzare un fisico che pare decisamente unico. A quali parametri di allenamento ti appoggi, se la tua atleta è fuori norma?

    • by TC

      Onestamente secondo me oggi Camila ha risposto molto molto bene.
      Intanto perché ha giocato contro una giocatrice e non contro un nessuno dopo il 6-1 (se non concordate con questa analisi del match di ieri guardate le statistiche vincenti/unforced please… robe abbastanza agghiaccianti…)
      Peccato però che la Garcià le ha ributtato di la palla dopo ottime risposte e Camila ha fatto dei gratuiti al punto successivo. Questa dinamica nel secondo set si è verificata 5-6 volte, numero sufficiente a impedire di fare il break e portare magari il set al 5 pari.
      Poi chiaramente, se si parte 0-30 sempre sul proprio servizio tenere la propria battuta diventa molto dura. Ma non è un problema limitato al DF. perché se hai solo il 58% di prime, non puoi fare solo il 64% di punti. Se hai una seconda tirata a 170 non puoi fare il 34% di punti sulla seconda. A questo punto il rischio non vale la candela. Ossia, anche quando il rischio paga (i.e. metto in campo la prima o la seconda forte) non ottengo buoni risultati.

      • by TC

        Errata corrige
        Peccato però che la Garcià le ha ributtato di la palla dopo ottime risposte e Camila ha fatto dei gratuiti al COLPO successivo
        PRECISAZIONE
        anche a campo aperto

  96. by SanTommaso

    Ciao Sephir, ciao Livio. Non vi ho letti ieri quando Camila ha vinto ma vi ritrovo oggi prodighi di consigli. Utenti come voi sono il male di questo sito, di questo sport addirittura.
    Con disistima, Tommaso.

    Ciò detto, vado con la mia analisi sulla due giorni di Fed. Senza Camila, tornavamo a casa con un cappotto clamoroso. Non che sarebbe cambiata la sostanza, ma la forma ha anche una sua importanza. Già adesso su alcuni siti come Livetennis e tra poco vedrete anche su ubitennis, partirà la caccia alle streghe. Qualcuno farà notare le scelte DISASTROSE di Barazzutti? (Vince lo ha detto su livetennis, quando gli va dato merito, gli va dato merito). Qualcuno farà notare le due VERGOGNOSE prestazioni della Errani? Boh. Di certo si chiederà un nuovo allenatore per Camila (ehi, ma ieri era merito di Barazzutti, oggi è colpa di Sergio?!? E poi aspetto un articolo su livetennis che riporti le dichiarazioni VERE di Camila. Aspetterò invano…) e si dirà che non ha gioco o che perderà ancora posizioni in classifica.

    Alla luce di tutto ciò la domanda è: a cosa le serve andare in Fed Cup? Ci ho pensato e mi sono dato una risposta. Il pass olimpico. E basta,

    Camila rinuncia a tornei, soldi e punti. Nelle ultime due convocazioni in Fed contro la Francia ha fatto meglio delle varie Errani e Vinci, per non parlare della sfida a Cleveland. E il risultato è che comunque “non va bene” quello che fa. Altra cosa. Le fa bene il clima dello spogliatoio, vivere con le compagne? Ma scherziamo? Ma voi avete visto la Schiavo incitare Camila? Avete visto la faccia della Errani ogni volta che la inquadravano? Vi sembra che esista uno “spirito di squadra”? Poi magari si rinfaccia a Camila di giocare per sé e non “per la squadra”. Posto che l’unico punto “per la squadra” l’ha fatto lei e non la ex top5 e finalista Slam nonché superpluricampionessa di doppio, ma di quale “squadra” parliamo?

    Camila ha piacere a giocare in Fed Cup? Ben venga. Le presenze le daranno il diritto di giocare le Olimpiadi? Meglio ancora. Ma ha senso dover lottare praticamente da sola perché una rifiuta la convocazione e l’altra è un fantasma, e poi sentirsi anche criticare perché non ha fatto tutto Camila? Secondo me no. Vedremo.

    Ora la parte “tecnica”. Una grande vittoria, di testa e di cuore, sì, più che di colpi, e una sconfitta. Come ha giocato Camila? Bene quando ha potuto mettere i piedi in campo e rispondere ben piantata a terra e colpire con il rovesci, malissimo quando è stata costretta a fare altro.

    Di più non mi interessa. Ora testa alle quali di Dubai che danno punti. Roba seria insomma. Lasciamo la Fed alle beghe condominiali di due che evitano di incontrarsi sul pianerottolo

    • robdes12 by robdes12

      un solo appunto, tommaso. Non penso che la federazione non dia un gettone di presenza sostanzioso, altrimenti non mi spiego come tanti nostri maschi per anni si siano attaccati come piovre alla Davis. Tornei e punti ok, ma penso che un prize money di garanzia ci sia. Facci caso, sono sempre le tenniste più danarose quelle che rinunciano.

    • by TC

      L’ultima parte del mio commento a Petaluma riguarda te: si accettano risposte/critiche in merito!

      • by SanTommaso

        Risposta: Camila deve rischiare la seconda. Sempre. Anche e soprattutto contro le grandi giocatrici e nei momenti duri del match. Per una marea di motivi che non sto qua a spiegare perché l’ho già fatto troppe altre volte.

        • by TC

          Potrei anche concordare, specie in certe partite (tra cui potremmo inserire quella con la Garcia): ma io ho problemi sulla prima: percentuale di oggi: 52%; velocità media: 175 km (bella elevata); punti sulla prima 67%. Garcià: percentuale di prime 51% (uguale a Cami) ma punti sulla prima 89% (un altro mondo). Non è la prima volta che capita questo. Una prima arrischiata a cercare la mega botta vale, se in effetti i risultati della mega botta non è che siano poi così eclatanti?

Leave a Reply