11872102_1039917549374475_1984660829347033507_o

Si ferma al secondo turno il cammino di Camila al torneo Premier 5 di Cincinnati, dove è stata sconfitta in tre set, in quasi due ore e mezza di gioco, da Andrea Petkovic, testa di serie numero 15 del torneo. Per Camila si tratta della prima sconfitta con la tedesca, alla quarta sfida in 18 mesi. Camila tornerà in campo la prossima settimana per il torneo Premier di New Haven.

Primo set: 7-5. Il set inizia con un doppio fallo di Camila ed è subito sospeso per pioggia. Passano pochi minuti e si riprende, ma la Petkovic strappa il primo servizio a zero. Camila si riprende però subito, e pareggia i conti. La tedesca cede poi i due servizi successivi e sul 5-2 Camila serve per il set, ma alla terza opportunità la Petkovic recupera un break, e due giochi dopo anche il secondo. Sul 5-5, il gioco decisivo, con Camila che annulla due palle break e si torna in vantaggio, strappando poi l’ultimo servizio a zero. Camila vince il set malgrado il 34% di prime palle in campo, ma ottenendo il 50% di punti sul servizio dell’avversaria.

Secondo set: 7-5, 3-6. Camila inizia perdendo il primo servizio, ma riesce subito a tornare in parità. Sul 2-2 però, subisce 8 punti consecutivi al proprio servizio. Ottiene a sua volta un break, ma va a servire su 3-5, lasciando il set alla Petkovic alla prima opportunità. Per Camila ancora problemi al servizio, con il 38% di punti fatti con la prima palla.

Terzo set: 7-5, 3-6, 3-6. Dopo una nuova pausa per pioggia, si riprende con la tedesca alla battuta, e per la prima volta nel match vengono tenuti consecutivamente sette giochi al servizio, con Camila che annulla due palle break sullo 0-1 e sull’1-2, e la Petkovic che ne annulla altre due sul 2-2. Il gioco decisivo è l’ottavo, con la tedesca che strappa il servizio alla seconda opportunità, chiudendo poi l’ultimo gioco a zero. In questo set, statistiche migliori per Camila, che paga però un passaggio a vuoto nel finale (parziale di 9 punti a 1 per la Petkovic).

Ecco il tabellino del match:

20150819_petkovic

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • Wta Linz, forfait di Camila
    Wta Linz, forfait di Camila
  • Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
    Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
  • Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
    Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
  • Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova
    Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova

145 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by r.b.

    La Strycova…. Hm, sarei molto ma molto più preoccupato se fosse ancora anche Zahlavova….
    Da quando è solo Strycova non ha più vinto un…. 🙂 tubo, perciò sono fiducioso….
    Un match alla volta, come sempre….

  2. by r.b.

    Speriamo che la bye batta la Halep…
    È dura loro so, ma non si sa mai… 🙂

  3. by Mape

    (1)Halep v BYE
    Strycova v Giorgi
    Q v Q
    Q v (5)Pliskova

  4. by r.b.

    Mettiamo le cose in chiaro: fino ad ora non hm detto nulla perché non ho visto il gioco. Le statistiche poisonous dire quello che vogliono, ma vengono fatte a posteriori.
    Voglio vedere un gioco convincente e preciso. Se non è preciso non è un gioco. Se non sei in grado di tenere il servizio in campo a 200 Km/h vuol dire che NON SAI SERVIRE a 200 Km/h. Punto. Voglio vedere il

    • by r.b.

      gioco aggressivo e non pallettaro.
      Cami deve tirare forte perché tirando piano non si va da nessuna parte. Nessuna a questo livello tira piano. Però voglia vedere un gioco convincente, non una montagna di errori gratuiti. Se si sbaglia troppo vuol dire che si sta facendo un gioco al di sopra delle proprie possibilità e quindi che non si sta facendo alcun gioco, se non quello dell’avversaria. Ovviamente si può sbagliare, ma ci sono dei limiti. A certi livelli più di un gratuito a game non si può fare…
      Certamente è difficile fare il tipo do gioco di Camila perché occorre una perfetta forma psicofisica. Dopo tanti giorni di stop è normale non essere al top, perciò sarò paziente a New Haven. A New York mi aspetto grandi prestazioni e soprattutto la palla in campo.

    • doherty by doherty

      sicuro che è cosi’…-)
      un po’ come diceva il mitico hadad(giocatore credo israeliano dei tempi di agassi)
      ” credete che noi che stazioniamo intorno alla 100/150 ema posizione al mondo non sappiamo tirare forte come i migliori ?
      la differenza è che loro la tengono quasi sempre in campo e noi no..la differenza non è la velocita’ di palla,è la “consistenza”…

  5. by r.b.

    Speriamo solo di vedere almeno un match in TV…
    Stasera Ana – Serena… non è che faccio proprio i salti di gioia, vista la probabile stesa… 🙂 🙂
    Ma Supertennis trasmette New Haven e ci sono molti meno campi e soprattutto niente uomini, quindi speriamo di vedere un paio di match di Cami in TV con Spalluto o Nizegorodcew e tutto il resto…

  6. avadar by avadar

    X come è andata in Ohio esiste solo un’espressione: ohiohiohi 🙂
    X il Connecticut un augurio: Cami, connetti, connetti, connetti…e speriamo di essere anche noi connessi x finalmente vederti giocare!! 🙂

  7. by pariparo

    La continuità non potrà mai essere una qualità di Camila, perché non lo è di nessuna giocatrice aggressiva. Guardiamo la Muguruza, la Keys, la Kvitova; alternano grandi prestazioni a sconfitte inopinate. E’ normale per un certo tipo di giocatrici. La. differenza è che i picchi di rendimento di Camila per ora sono venuti in 2 international, invece che in tornei più importanti. E’ un caso? secondo me sì. Già la settimana prossima Camila può benissimo vincere New Haven. Come può perdere al primo turno. Una settimana con un buon picco di rendimento coinvolgerà anche il servizio, e Camila vincera il suo primo premier. Anch’io come altri, credo però che sarebbe meglio giocare più tornei che si può; spero che la sua esplosività fisica non faccia rima con fragilità; perché una giocatrice costretta più volte in un anno a fermarsi per guai fisici fa una fatica boia a restare ai vertici. Giocare tanto è indispensabile.

    • Sephir by Sephir

      Camila ha un gioco ancora più d’attacco e fragile delle giocatrici da te citate. Nessuna tiene il suo livello esasperato di aggressività in maniera così costante.
      A volte le altre si allontanano dalla riga di fondo per colpire, Camila a meno che non sia proprio costretta preferisce giocare d’anticipo e sempre in spinta. Le altre a volte rallentano il gioco (soprattutto quando non si sentono perfettamente sicure con un fondamentale oppure tatticamente per avere la certezza di potersi giocare il punto) lei no anche a costo di perdere dei set e delle partite.
      Le altre fanno il loro gioco ma guardando sempre alle debolezze delle avversarie, cosa di cui lei se ne infischia bellamente (gioca sempre allo stesso modo di fronte a qualsiasi giocatrice).
      L’anno scorso quando giocava con le top players era molto più solida e lavorava molto più i punti del normale…quest’anno ha smesso di modificarsi (a parte il match con Venus) e preferisce usare sempre la stessa tecnica dell’ ALL IN e guarda caso ha quasi sempre fallito.
      Insomma per concludere io vedo una % molto bassa di vincere un premier nelle sue condizioni attuali visto che il livello di un premier e quello di un international è decisamente diverso (non è un caso che ci siano giocatrici che abbiano vinto multipli international ma nessun premier nella loro carriera fino ad ora)

      • by Kent

        Concordo in pieno con Sephir,se Camila non impara a giocare anche sull’avversaria,rimarrà sempre mediocre. Perchè un buon allenatore non la potrebbe aiutare? Mistero.

      • by pariparo

        Non sono d’accordo con te. Camila può già vincere un Premier, e non gioca affatto in maniera più scriteriata dell’anno scorso, anzi secondo molti qui quest’anno tira meno dello scorso anno! Io dai match che ho visto non vedo tutta questa differenza con altre giocatrici che giocano in maniera aggressiva. Mi sembra che questa idea che Camila sia un mondo a parte sia un mito che auto alimenta senza dati granché obbiettivi. Tatticamente è un pò debole, su questo ti dò ragione, ma quando Camila è in palla e concentrata può vincere contro chiunque, anche quest’anno. Quel che invece mi preoccupa di più sono queste frequenti soste per malanni non ben precisati che quest’anno hanno compromesso l’inizio della stagione e rischiano di non farla arrivare in forma agli US open.

  8. by FF.CC.

    da quanto tempo non vediamo Cami in tv?

    è questo è il clou della stagione!

    bah speriamo bene…

  9. by C.M.

    Andrea ha dichiarato di aver vinto perchè ha mantenuto la calma.
    E sicuramente è stata brava a farlo.

    Però guardando i numeri quello che non ha funzionato è stato il servizio di Camila.
    Come sempre quando c’è parecchio vento.

    Il vento è un avversario che la Camila attuale non riesce assolutamente a battere (a meno che diall’altro lato non ci sia qualcuna nettamente inferiore.
    Speriamo che la pausa invernale sia dedicata anche a mettere a punto un servizio con lancio di palla “alla Serena”, cioè molto più basso.
    Un servizio del genere è molto meno vulnerabile al vento e molto meno leggibile dalle avversarie.

    In effetti, a meno che non ci siano problemi fisici a impedirlo, non capisco perché non si cerchi di imitare la tecnica delle/dei migliori anche nel servizio

    • Lukeruns by Lukeruns

      Ciao
      sono d’accordo su molto di ciò che scrivi…aggiungerei solo che Cami non ha bisogno di imitare le migliori, ma prendere SPUNTO (per poi PERSONALIZZARE) quello che le migliori fanno, QUESTO È CERTO! Il servizio di Serena, la difesa di Woz ( qnd necessaria ) ecc ecc…Cami è UNICA, e come le altre ha ancora tanto da imparare per evolversie crescere tennisticamente…

      Solo che non può esser lasciata a se stessa in questa operazione, va PRESA PER MANO E GUIDATA…e non è detto che non stia già accadendo…credo lo vedremo nei prox 18 mesi, e se così non sarà, avremo la prova che questo supporto Cami non l’ha ricevuto…perchè il suo talento è indiscutibile! Ciao!

  10. Andy by Andy

    Resta l’aspetto mentale che puoi testare solo nelle gare e soprattutto in quelle importanti, per questo problema come ci si allena ? io credo giocando un numero di tornei un po più consistente, soprattutto in virtù del fatto che negli ultimi tornei difficilmente è andata oltre il secondo turno, aspetto mentale perché non posso credere che Camila abbia tali limiti tecnici sia al servizio che in risposta ( come ad esempio evidenziato contro la Schiavone), se così non fosse non credo che avrebbe vinto la finale contro la Bencic in quel modo, sono dell’idea che non si puoi disimparare a giocare a tennis, e quel match ha dimostrato che Camila le potenzialità le ha, ma e come una F1 che ha un motore potente ma non può sfruttarlo appieno per via di un assetto che alla minima accelerata ti fa sbandare.

  11. Massimiliano by Massimiliano

    Se prima si guardava New Haven come un impiccio prima degli US Open, direi che adesso è diventata un’occasione d’oro per recuperare punti:

    – delle top ten ci sono solo Halep e Kvitova, ma nutro forti dubbi che Simona partecipi, se dovesse andare fino in fondo a Cincinnati (dopo essere arrivata in finale anche a Toronto: sarebbe una maratona che la farebbe arrivare spompata agli US Open), e la Kvitova non è ancora lucidissima (intendiamoci: la Garcia non è scarsa, ma se Petra giocava da Petra a mio parere vinceva),

    – le altre bene o male sono al suo livello, per cui c’è la possiblità di recuperare almeno qualcosina.

    • by r.b.

      Ehm non scherziamo… Hai visto che entry list? Senza palla in campo non si batte nessuna di queste… 🙂

  12. Lucia by Lucia

    Facevo due conti…. Camila a partire da New Haven , ha un bel po’ di punti da difendere prima della fine della stagione . Per questo era ancora più’ importante essere testa di serie agli Open Us , un sorteggio sfortunato al primo turno potrebbe riportarla assai indietro in classifica.

    • by Kent

      Come si fa a ripetere sempre del gioco fantastico di camila, quando è spesso deficitario:1)nel servizio, 2)nella tenuta della palla in gioco anche nelle situazioni piu semplici, 3)nel capire il momento di rallentare.Non basta vincere una partita ogni tanto per avvicinare le prime 30. io penso che il gioco di Camila può enormemente migliorare con un cambiamento radicale. il Papà deve essere supportato da un allenatore capace e Camila avebbe bisogno di uno psicologo per tanti motivi evidenti. Sempre forza camila.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ Kent
        Ma non è che in realtà sei il “redivivo ” Atom, rientrato sotto mentite spoglie ????
        🙂 Riprendi pedissequamente i suoi tormentoni 🙂

    • by r.b.

      No, i punti di New Haven dell’anno scorso sono già stati tolti per la variazione del calendario 2015 (Cincy e New Haven anticipati di una settimana rispetto al 2014), e infatti nella live siamo #35 con 1385 punti (in realtà a pari punti con la Dyias, che è #34).
      Agli US Open non abbiamo punti da difendere, gli unici risultati rilevanti da qui a fine stagione sono la finale di Linz e i quarti di Mosca, niente in confronto a Tokyo, Pechino e Wuhan, purché si partecipi, ovviamente…

    • by lucio

      I punti vengono scartati solo ad ottobre ……..importante comunque fare bene agli UE open perché obbligatorio come in Cina ma per fortuna non scarta nulla .

  13. hector by hector

    Dal vostro inviato in ritardo sulle tracce di Camila: ho incontrato una moltitudine di persone a Ottawa che considerano Camila l’ottawa meraviglia del mondo. Come dar loro torto?

  14. Lucia by Lucia

    A parte la semifinale e la finale in Olanda , io la vera Camila quest’ anno non l’ ho mai vista. Forse si può’ aggiungere il primo set e mezzo contro Venus.
    Però’ per fare un bilancio della stagione e’ ancora presto.

    • hector by hector

      La vera Camila? La vera Camila e’ quella capace di annientare Sharapova, Wozniacki, Azarenka e contemporaneamente perdere da Danrowski e Rodionova. Per fortuna l’hanno chiamata Camila e non Vera. Vera Giorgi suona malissimo.

      • Lucia by Lucia

        Tutte vittorie non riferibili a quest’ anno sportivo.

        • hector by hector

          Per l’appunto ho scritto sotto di una presunta “normalizzazione” in atto. I picchi di rendimento quest’anno si sono attenuati sia in positivo che in negativo.

  15. doherty by doherty

    per quanto riguarda il discorso sulle vittorie contro le top che quest’anno sono diminuite espongo i motivi per cui secondo me sta accadendo:
    * è finito l”effetto sorpresa”..ormai cami la conoscono bene tutte
    *prima camila quando incontrava una giocatrice forte non si sentiva in”dovere ” di vincere..anzi non aveva niente da perdere..ora essendo migliorata in classifica , avendo degli obbiettivi ambiziosi e sapendo che per raggiungerli quel tipo di partite vanno vinte sente molto di più la tensione

    per superare questo scoglio c’è un modo solo:fare come fa’ nole col dritto..provare,riprovare,riprovare..vale a dire giocare piu’ match possibili

    • by fraronz

      In effetti una risposta in tal senso l’ha data la Petkovic nella intervista qui sotto.

  16. doherty by doherty

    guardiamo avanti…inutile piangere sul cincy versato….-)
    entry list del nuovo paradiso..(speriamo diventi anche un bel film per cami )

    Player Name
    Rank
    Country
    Halep,_Simona Simona Halep No. 3 Romania
    Kvitova,_Petra Petra Kvitova No. 4 Czech Republic
    Wozniacki,_Caroline Caroline Wozniacki* No. 5 Denmark
    Safarova Lucie Safarova* No. 6 Czech Republic
    Muguruza Garbine Muguruza* No. 8 Spain
    Makarova Ekaterina Makarova No. 11 Russia
    Pliskova Karolina Pliskova No. 12 Czech Republic
    Bacsinszky Timea Bacsinszky No. 14 Switzerland
    Svitolina Elina Svitolina No. 17 Ukraine
    Keys Madison Keys No. 18 United States
    Errani Sara Errani No. 20 Italy
    Bencic Belinda Bencic No. 21 Switzerland
    player_316161 Eugenie Bouchard No. 26 Canada
    Pannetta Flavia Pennetta No. 27 Italy
    Cornet Alize Cornet No. 28 France
    Begu Irina-Camelia Begu No. 30 Romania
    Giorgi Camila Giorgi No. 31 Italy
    Vandeweghe CoCo Vandeweghe No. 32 United States
    Diyas Zarina Diyas No. 33 Kazakhstan
    S._Stephens Sloane Stephens No. 34 United States
    Mladenovic Kristina Mladenovic No. 35 France
    Garcia Caroline Garcia No. 36 France
    Cibulkova Dominika Cibulkova No. 56 Slovakia

    • doherty by doherty

      sorry..
      non ricordavo che è haven..non heaven…
      nuovo rifugio…

    • doherty by doherty

      poi ci saranno 6 qual ed 1 wc
      insomma c’è il rischio di primo turno durissimo…
      chiediamo aiuto alla bartoli..:-)

  17. by SanTommaso

    Chi meglio della stessa Andrea può descrivere il gioco di Camila, la fisicità, cosa si prova ad affrontarla???

    – Andrea Petkovic was over the moon after finally getting her first win over Camila Giorgi in four attempts, beating the Italian, 5-7, 6-3, 6-3, to advance to the third round in Cincinnati. It was the best she’s played so far in the summer hardcourt season.

    “I’m so happy I cannot even explain it. The thing that happened to me when I play her, every time I play her I tell myself you have to stay calm, she plays against physics and that’s okay. After two games I get totally nuts. She plays amazing. It’s so extreme. I just get occupied with watching her and being amazed by how hard and how fast she is and how explosive her muscles are that I forget to play. I get so panicked and so stressed out and that’s what happened to me in the last three matches. I didn’t just lose, I lost 6-2, 6-0 twice. Today I was able to stay calm throughout the match.”

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Ok, ringraziamo Andrea per aver riconosciuto la velocità e l’esplosività di Camila e di essere stata onesta ad affermare che è stressante giocarci contro. Ricordo anche i complimenti che Camila ebbe da Serena, dopo un loro match e, crepi l’avarizia, ci aggiungerei anche le belle parole spese da Venus dopo l’incontro perso rocambolescamente dalla nostra. Detto ciò, non sarebbe meglio raccogliere meno attestati di stima però vincere qualche partita in più ? Purtroppo i complimenti non fanno classifica e non servono a rimpinguare il portafoglio. Ho sempre affermato che preferisco mille volte una sconfitta di Camila ( eccezion fatta per i match in cui non gioca, tipo l’incontro con Wozniacki ), a 10 vittorie risicate e con gioco monotono di altre, confermo, non sarà certamente una sconfitta come quella di ieri ( tra l’altro neanche vista ) a farmi cambiare idea. Però sono incazzato ( si era capito, mi sa ) perché sono stufo di vedere giocatrici con molto meno talento, velocità ed esplosività ( giusto per rimanere agli elogi fatti dalla Petkovic ), starle davanti raccogliendo più di Lei. Anzi più le fanno i complimenti e più non mi spiego il perché del suo ” andamento lento “……. come direbbe Tullio De Piscopo

      • by r.b.

        Purtroppo non possiamo cambiare il regolamento del tennis. Ogni errore (gratuito, forzato, DF, ecc.) è punto per l’avversaria, finché non si capirà questo il gioco rimarrà sostanzialmente inefficace, per quanto bello ed esplosivo.

        • Sergio5912 by Sergio5912

          Certo che tra l’ipotesi di cambiare le regole del gioco ( per quanto amiamo Camila, francamente lo troverei un tantino esagerato ), e l’eventualità che Camila inizi ad essere meno “fallosa “, non saprei, ad oggi, quali delle due ha più possibilità di concretizzarsi in tempi ” umani “, vale a dire in…. questa vita.
          🙂 🙂 Certo che a me Leopardi mi farebbe un baffo, sono molto più in là del pessimismo cosmico che trasudava dalla lirica del poeta di Recanati.
          Scherzo, è che voglio fare a gara con Hector a chi ha il pusher migliore 🙂

          • Sergio5912 by Sergio5912

            …. a me mi, orrore !!! Prof, vienimi in soccorso con la storia dell’acca mancante, grazie. 🙂 🙂

    • by r.b.

      Molto interessante… Andrea è così colpita dal gioco di Cami che ha pure sbagliato per eccesso il punteggio dei match persi… 🙂
      Comunque ha ragione, il gioco di Camila è fantastico, purtroppo attualmente la palla non rimane abbastanza in campo per consentire di vincere qualcosa di importante. Ma sono certo che agli US Open, dove si gioca ogni due giorni, dove ogni match conta davvero, avremo grandissime soddisfazioni, mentre altrove ci saranno grandissimi bruciori di stomaco e mal di fegato che solo fiumi di Maalox riusciranno (parzialmente) ad attenuare… 🙂

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ r.b.
        A volte invidio il tuo ottimismo, o forse farei meglio a parlare d’incoscienza ? 🙂
        Invidio, inoltre, anche l’aplomb tipicamente british che mostri dopo ogni sconfitta, come ci riesci ? 🙂

    • gimusi by gimusi

      testimonianza significativa e ottima risposta per tutti i soliti soloni che pretendono di avere la verità in tasca e poter insegnare a Cami cosa deve fare o cosa deve cambiare…Cami sta facendo un ottimo lavoro ed è in crescita…dopo una sosta così lunga ha fatto un ottimo torneo uscendo al terzo con la Petko in un match senza prima di servizio…non mi pare cosa da poco…nonostante le difficoltà Cami c’è sempre e i risultati arriveranno anche senza cambiare una virgola alla facciaccia dei soloni porta jella….vamooooossssssss 🙂

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ gimusi
        Certo che anche tu in quanto a pusher….. sei messo mica male ! A prescindere che Camila è uscita al secondo turno ( bastava leggere il titolo della news ove stiamo postando ), chi sarebbero i soloni che hanno la verità in tasca ? Nei quasi 100 msg postati dopo la sconfitta di Camila, ho notato : scoramento, abbattimento, sfiducia ( non tutti ovviamente e non allo stesso livello ), ma nessuno, e sottolineo nessuno ha dato giudizi tranchant e men che meno ha preteso di aver la verità in tasca. Siccome un vecchio adagio recita : chi ha il sospetto ha il difetto, niente niente sei proprio tu l’unico ad averla, considerando la perentorietà e la sicumera con la quale ti esprimi ?????
        Ti consiglio di andarti a rileggere i msg. Fallo con diligenza però, avrai modo di verificare che ad esclusione di un singolo caso ( credo che l’autore sia Kent ), sicuramente censurabile ( poi chiaramente essendoci libertà di pensiero, per fortuna, ognuno si assumerà le proprie responsabilità ), tutti gli agli altri, contengono, al massimo, domande, tentativi di spiegazioni, ricerca di motivazioni, il tutto fatto con formula dubitativa e il più delle volte premettendo che si esprime un proprio pensiero e non avendo presunzione di infallibilità. La chiusa poi sarebbe tragica, se non avesse insita in se la comicità ” alla faccia dei soloni porta jella “. Fortunatamente non dovrò essere io a contestare la tua chicca finale, basta avere un po’ ( poco sia chiaro, non necessita essere uno storico o uno studioso dell’evoluzione umana ), di cultura scolastica, ovviamente accompagnata da un minimo d’apertura mentale, per essere a conoscenza del fatto che il progresso l’hanno fatto quelli che avevano dubbi e curiosità. Tutti gli altri, i convinti, quelli che avevano solo certezze, non hanno dato nessun contributo all’evoluzione e alla crescita.
        Tutto questa mia accorata filippica è perché tu genericamente hai parlato di soloni, forse ti riferivi a persone di altri siti ? Se così fosse, è cosa buona e giusta, specificarlo prima, altrimenti si spara nel mucchio, della serie a do cojo, cojo
        Detto ciò ti auguro una buona giornata, perché si può essere in disaccordo tra noi, ma esplicate le proprie idee, si resta tutti amici e tifosi di Camila.

        • riccardo by riccardo

          @ Sergio.
          NOn te ne lasci passare una!!! Ma chi te lo fa fare………

          • Sergio5912 by Sergio5912

            @ Riccardo
            E’ per par conditio. Se in questo sito ci sono voci a difesa dello status quo, mi sembra giusto averne qualcuna che faccia da contraltare.
            E poi è la mia indole che mi tradisce, sono un po’ fumantino, fortunatamente come tutto ciò che avvampa subito, altrettanto velocemente mi spengo.

        • Lukeruns by Lukeruns

          Ciao,

          lo preciserà G, ma credo sia chiaro (almeno lo è a me) che con “esce al terzo” intendeva terzo set…

          ciao ciao…

          • Sergio5912 by Sergio5912

            @ Lukeruns
            Hai ragione, rileggendo sembra chiaro anche a me che il riferimento è alla partita e non al torneo, quindi sta per: è uscita in tre set e non già al terzo turno come avevo erroneamente inteso.
            Quel che è giusto, è giusto. Quindi cancelliamo dal mio articolato ed argomentato ragionamento la riga in oggetto…… rimane tutto il resto.

        • gimusi by gimusi

          caro Sergio5912 i soloni abbondano fuori da qui ma se leggi attentamente tutti i commenti vedrai che non mancano anche qui…non tanti ma ci sono…e sono un po’ come le zanzare…a volte ne bastano anche solo un paio e diventano insopportabili…e poi lasciami un po’ commentare come mi pare e piace altrimenti ti dovrò mettere in un’altra categoria…quella degli “scassa maroni” eh…condivido il fatto che qui siamo quasi tutti tifosi appassionati di Cami e tutti con le migliori intenzioni…ma credo che a volte si sottovaluti molto quello che Cami riesce a fare…perdere al terzo set con Petko ad esempio (sì intendevo evidentemente proprio questo) non è affatto un brutto risultato…ci sta…soprattutto se si è in una giornata nella quale la prima proprio non va…i dubbi? sono sacrosanti…ti assicuro che a me non mancano affatto…ti ringrazio per il tempo dedicato e l’attenzione 🙂

          PS a proposito di cultura scolastica si scrive “par condicio” eh…per la precisione 🙂

          • Sergio5912 by Sergio5912

            Apprezzo i toni e i modi della tua risposta, interloquire e chiarirsi è uno delle finalità di questo spazio. Certo che ti lascio commentare come più ti aggrada, ci mancherebbe, al massimo se non sono d’accordo, dissentirò …… non troppo spesso però….. non vorrei essere messo tra gli ” scassa maroni ” 🙂

            P.S. Per quanto riguarda conditio/condicio, sono ammesse entrambe le forme……. per la precisione 🙂

            • gimusi by gimusi

              per la precisione…mentre per la locuzione “condicio sine qua non” è attestata anche la forma “conditio sine qua non”…la “par condicio” è propriamente “par condicio” e basta…non che scrivere “par conditio” sia vietato eh….è semplicemente non corretto o meglio non filologicamente attestato nell’uso…sono pronto a scommettere la palla da tennis autografata da Cami…cordialmente 🙂

    • Lukeruns by Lukeruns

      Grazie

  18. by fraronz

    Anna Karolina Schmiedlova se non sbaglio supera Karin K al 32° e quindi Camila passa al 35° e manca ancora Garcia….
    forse una partita in piu’ all Usopen fara’ bene a Camila

  19. Sergio5912 by Sergio5912

    @ Riccardo
    Vincendo l’iniziale ritrosia, al grido ” io sono per l’ammore “, fortunatamente, ti sei lasciato andare e qualche concettura sul perché dei lenti progressi fatti da Camila in quest’annata finora anonima ( usando un eufemismo ), eccezion fatta per Hertogenbosh, l’hai poi fatta.
    Hai affermato che il talento ( e Camila ne ha, questo è indubitabile ), va corroborato con allenamenti specifici per migliorare i colpi già efficaci e rendere tali quelli meno sicuri ( a suffragio di questa tua tesi, citi ad esempi due talenti indiscussi, ognuno nel proprio campo, che per arrivare ad eseguire con naturalezza le loro strabilianti magie, passano ore ed ore a ripetere i colpi che li contraddistinguono in gara ). Fedele alla tua indole ” accomodante ” detto con accezione positiva, sia chiaro, non dici, ma lasci intendere ( io almeno ho inteso, se ho fallato, chiedo venia ), che non difettando il talento, è allora nella metodologia e/o nell’applicazione degli allenamenti il problema ? Cioè a differenza di Pirlo e Nole ( i due da te citati ), Camila non ripete fino alla noia i gesti tecnici, così da ripeterli in maniera naturale in partita, prescindendo dalle condizioni ( ambientali, di punteggio etc. ) ? Ovviamente, supposto che la mia lettura sia giusta, è chiaro che al massimo poni un dubbio, giammai sentenzi certezze. Questa precisazione te la devo, prima di scatenare gli strali degli irriducibili, ergo ripeto ; In primis è una mia deduzione al tuo ragionamento, poscia, qualora fosse giusta, non ha presunzione di verità assoluta. E chiaro ????
    Poi in un post successivo, in maniera quasi casuale ( te lo riconosco hai una delicatezza ed una sobrietà nell’esporre tesi altresì spinose ), ci metti il carico da 90, quello che probabilmente susciterà più di un mal di pancia, affermando testualmente ” Ho registrato ( ma mi posso sbagliare ), un cammino non in linea retta, come se non si fosse sicuri della strada da intraprendere ” . Ribadendo fino alla noia, che non dai a nessuna delle tue tesi presunzione di verità assoluta, ma poni al massimo degli interrogativi, per cui mi permetto d suggerire ai malpancisti ( neologismo = chi ha mal di pancia ) di cogliere spunto da eventuali riflessioni e non limitarsi ad indignarsi e/o difendere ideologicamente convinzioni radicate ed opposte, lasciami dire che quest’ultima affermazione rischia di scoperchiare ” il vaso di Pandora “.
    Non si mette in dubbio la guida tecnica, ma qualche domanda sul percorso tecnico, minimo la fa sorgere .
    Era più di quanto m’aspettasi, allorché stamani avevo chiesto contributi per provare a capire il perché dell’impasse e del mancato salto di qualità, ed ovvio e superfluo aggiungere che trovo positivo qualsiasi intervento fatto con spirito critico e scevro dalla parzialità derivante dal tifo, per cui ti ringrazio immensamente. Se ho inteso bene i tuoi messaggi subliminali, attendo con interesse eventuali repliche da chi è interessato ad approfondire gli argomenti toccati.
    Chiaramente qualora avessi frainteso i tuoi ragionamenti, chiedo scusa principalmente a te, ma anche a tutti gli altri amici del sito, per aver dissertato inutilmente ed occupato tempo e spazio a sproposito.

    • riccardo by riccardo

      @ Sergio.
      Mi auguro di non suscitare mal di pancia perché le mie sono davvero opinioni che non hanno alcun intento polemico.
      Vorrei vedere camila alzare tanti trofei importanti in primo luogo per lei , poi perché è italiana ed alla fine per noi tifosi. Al momento c’è solo il dispiacere di vedere una ragazza con un grande talento non riuscire ad esprimerlo in pieno . NOn conosco gli allenamenti di Camila ma penso che sia una persona scrupolosa e che si alleni con grande dedizione e quindi non credo che il problema sia questo. La questione è un po’ più complicata ed ho detto quello che pensavo di poter dire.
      Aggiungo che a volte nel tennis ci sono dettagli che possono aiutare anche a cambiare il destino di una carriera. Mi vengono in mente due esempi.
      re roger nel periodo di massima crisi ha chiesto alla società che produce la sua racchetta delle modifiche. sara errani si è fatta allungare se non erro di due cm la racchetta e questa a detta sua le ha risolto tanti problemi e le ha fatto fare il salto di qualità.
      Questo per dire che a volte certi dettagli possono essere fondamentali.
      non so davvero cosa si possa fare per aiutare camila a risolvere questo stallo.
      Io penso ad esempio che è assolutamente fuori dal mondo sostenere che una giocatrice aggressiva non debba saper fare la fase difensiva. Chi lo ha detto?
      Forse vogliamo considerare serena Williams una giocatrice attendista oppure possiamo dirlo che quando è necessario serena si difende, alzando le palle, con colpi arrotati ?. Ed è serena , quella che potrebbe giocare col n. 300 della classifica maschile ed aver forse qualche possibilità di vincere.
      camila non sa difendere. è un fatto credo abbastanza oggettivo. Non è possibile pensare che non esistano nel circuito tenniste che ti costringano a difendersi. Allora , bisogna lavorarci e migliorare e non è detto che non lo stiano facendo. Potrei dire altre cose ma davvero non serve perché penso che quello che volevo dire si è capito.
      cercare di migliorare le fasi di gioco che oggi sono deficitarie e risolvere alcun problemi che ci sono e che sono ben noti anche a sergio e Camila ne sono più che sicuro.
      Per concludere dico: agli us open le pialliamo tutte….
      Coraggio Camila si può migliorare tantissimo.

      • by r.b.

        Che fai, mi togli le parole di bocca? 🙂
        A New York con lo slogan:
        LE PIALLIAMO TUTTE! 🙂

    • by Fabblack

      A proposito di cammino non in linea retta, il 12 c.m. ho scritto
      “Quello che vorrei evidenziare è che tra posizioni in risposta avanzate, servizi esasperati e programmazione quantomeno…da rivedere, è quasi passato un altro anno ed ho dovuto continuare a vedere ragazze con metà del talento di Camila (Schmiedlova, Pereira…) vincere più di lei, altre, senza neanche vincere, sopravanzarla in classifica (Navarro, Keys e Stephens hanno vinto un solo torneo, come lei).
      Meno male Den Bosch!”
      La critica alla programmazione si riferiva al fatto che lei gioca tutti i Premier dove non deve fare qualificazioni (non è vero che gioca pochi tornei importanti, li fa tutti), quando, visto il field e considerato che quest’anno batte quelle dietro di lei in classifica e perde con quelle davanti, poteva forse giocare più International, tipo Washington, dove la Stephens, ha colto la sua prima vittoria (ex nr. 11!) . Certo se poi perde (Istanbul) con l’attuale Schiavone…

  20. Giacomino by Giacomino

    Ciao a tutti i Trombettieri, questo è il momento per far sentire la nostra vicinanza e vi dico di attendere i prossimi impegni, secondo me qualche sorpresa gradita ci sarà.

    Volevo condividere alcune cose a proposito della valutazione dell’annata di Cami. Lo voglio fare a prescindere dall’ US open, dal mio punto di vista cambierebbe poco, a meno di un approdo in finale.
    Non voglio scendere nel particolare perchè non nè sono in grado e poi una stagione secondo me la si deve guardare da distante.
    L’ unica certezza è l’ inversione di tendenza ben evidenziata da Riccardo ed è la prova che si sta cercando di cambiare. A questo punto io penso questo:
    1 – Nel variare non si hanno certezze sul risultato.
    2 – I cambiamenti vanno “digeriti”, ci vuole tempo.
    3 – Cami è a ridosso delle migliori, è più dura avanzare.
    4 – Le avversarie conoscono come gioca Cami e qualche contromisura ormai sarà stata trovata.
    5 – Cami scarseggia in potenza, nelle top 10 solo Navarro più bassa (non so se stesso peso), Halep stessa altezza e peso, le altre più alte e pesanti.
    6 – Dovrebbe migliorare la gestione della partita quando non è al top della forma.

    Secondo me il servizio e i doppi falli non sono così determinanti, mi spiego: è logico, bisogna farci attenzione, ma sono da considerarsi come gli errori che vengono commessi durante lo scambio, nel palleggio.

    Sto esponendo alcune cose che potrebbero essere tra i motivi del rallentamento della scalata alla classifica, chissà quante altre sarebbero da valutare.
    Io sono convinto che Camila riuscirà a vincere Wimbledon, e lo dico non da tifoso. Cioè io penso che lei sarà in grado di eliminare o almeno attenuare tutte le cause che la rallentano (a parte purtroppo la questione della potenza) e saprà trovare la via giusta per trovare la vetta.

    Da tifoso, come tutti noi tromettieri sto soffrendo, ma se penso a come si possono sentire Camila e Sergio ad un’ uscita specie dopo un solo turno….
    Vaiii Camiiii, riparti più di prima !!!

  21. by r.b.

    Purtroppo possiamo fare solo ipotesi, non avendo visto uno scambio. Ma io ci credo, faremo un grandissimo US Open e un grandissimo finale di stagione. Spero di vedere il primo scontro tra le più belle del circuito (Cami c. Ana), sarebbe davvero spettacolo puro in campo e fuori. Giudice di sedia ovviamente Felix Torralba… 🙂
    Avete visto come ieri la Mladenovic gli ha tirato una palla addosso e lui non ha fatto una piega (per la serie: da Kiki mi faccio fare qualsiasi cosa) 🙂 🙂 🙂
    Provate a tirare la palla addosso alla Cicak o alla Asderaki e poi vedete che succede…. 🙂

  22. by giacomo carbone

    Leggo che camila sarebbe giocatrice solo da slam e premier. A parte che i dati lo smentiscono ma non capisco perché caricarla di grandi aspettative vista la sua fragilità emotiva. Lasciatele godere di ogni turno superato anche in tornei non di prima fascia , fatela ragionare per piccoli traguardi e arriveranno anche i grandi, pensare di essere una predestinata al successo storico sarebbe un errore

    • doherty by doherty

      come non essere d’accordo…
      cami è potenzialmente una giocatrice da premier e slam ma,dimostrerà di esserlo quando fara’ almeno un risultato di rilievo in questo tipo di torneo (semi/quarti)
      nel frattempo…un passo per volta..:-) 🙂

      • by giacomo carbone

        Diglielo a san tommaso…

        • doherty by doherty

          🙂 🙂
          invochero’ una sua grazia…:-)

          tommaso..scherzo…:-)

        • by SanTommaso

          Eccomi qua. Come avrai imparato a capire sono amante della precisione. Se tu inizi con una frase come “Leggo che camila sarebbe giocatrice solo da slam e premier” e poi dici “diglielo a san tommaso”, significa che SECONDO TE io avrei detto che “camila sarebbe giocatrice solo da slam e premier”. Mai detto, ma se vuoi provare a smentire fai pure, citando mie frasi in cui io dico che Camila “sarebbe giocatrice solo da slam e premier”. Nel mio precedente intervento, che copio e incollo qua sotto, ho detto:

          “Il livello… meglio, la dimensione di Camila come ho già detto, penso sia quella del grande exploit. Perché ha i colpi per poterlo fare e lo ha già dimostrato in passato. Non sarà, penso, mai una top5 e forse neanche una top10. Il perché è presto detto: per come funziona il ranking vanno messi insieme tanti punti che Camila non è disposta ad andare in giro per il mondo a fare. Gioca pochi tornei importanti dove il rischio di andare fuori al primo o secondo turno è alto. Non è una “ragioniera” alla Errani, “ragioniera” detto in questo contesto è ovviamente un complimento. Errani si gestisce come meglio crede e porta i frutti che porta: top5, anche finali e semi Slam e Premier… alla fin fine però ha sempre e solo vinto International, e quel livello di tornei lo vince anche Camila.

          Camila lavora per, un giorno, vincere Wimbledon? Certo. E per vincere Wimbledon bisogna essere nella top5? Nella top10? No, e la finale Bartoli-Lisicki ne è la prova.

          Spero di averti risposto: il livello di Camila nel medio periodo credo possa essere a ridosso della top20, con picchi negativi di uscite ai primi turni e picchi positivi di una vittoria Slam. Un po’ “alla Bartoli”, ecco. Sono andato per curiosità a controllare i risultati della francese nell’anno in cui ha vinto Wimbledon e poi si è ritirata.

          Terzo turno a Shenzhen e AO, secondo turno a Parigi e Doha, terzo turno a Dubai e quarto (ma con Bye al primo) a IW, secondo turno (ma con Bye al primo) a Miami, primo turno a Monterrey e Oeiras, terzo turno a Madrid, primo turno a Strasburgo battuta da Camila, terzo turno al RG, secondo a Eastbourne dopo essersi ritirata dopo la vittoria su Pennetta. E poi… poi ti vince Wimbledon da numero 15 del mondo affrontando al massimo la numero 17 ai quarti, quindi – da numero 15 – senza mai affrontare una giocatrice meglio piazzata di lei. Non è necessario essere top10 per vincere uno Slam. E questo è solo un esempio che tra l’altro noi ricordiamo bene.”

          Ora, volendo lo si può rileggere tutto, ma difficilmente salterà fuori che io abbia detto che Camila “sarebbe giocatrice solo da slam e premier”. Quello che penso è che Camila abbia le possibilità, per il gioco e per i risultati che ha raggiunto, per poter vincere Premier e Slam. In fondo, come si vince un Premier non da tds tra le prime 8? Vincendo SEI partite, e Camila l’ha fatto. Alla fine di certi tornei, diciamo se sei un po’ fortunata in semifinale e in finale, almeno un paio di top10 le devi battere. Se sei MOOOOOLTO fortunata sei la Bartoli a Wimbledon. Ma Camila sa battere le giocatrici che di solito arrivano in fondo ai Premier? Tolta Serena, diciamo Sharapova? Diciamo Woz? Diciamo Azarenka? Queste le ha battute, anche più volte.

          Quindi dove sta la bestemmia nel dire che Camila possa vincere i Premier e gli Slam? Non vuol dire che Camila sia SOLO una giocatrice da Premier e Slam e debba snobbare gli International. Anche perché è solamente negli International che ha raggiunto finali e ha vinto. Ma se dubitassimo delle possibilità di Cami di vincere Premier e Slam staremmo svegli alle 3.30 di notte a commentare un secondo turno su livescore? Dubito.

          Ribadisco: Camila può vincere Premier e Slam, secondo me e secondo quello che ha fatto vedere sul campo. Altre giocatrici anche italiane potrebbero farlo, ma credo con maggiori difficoltà nonostante un br molto superiore a Camila (però se quando incontrano le top10 ci vincono una volta ogni morte di Papa…). Altre ancora hanno vinto dei Premier. Altre degli Slam. Secondo me Cami può arrivare a quel livello. Ma Sciavone e Pennetta hanno vinto ANCHE grandi tornei alla soglia dei 30: perché se Cami non vince a 23 deve essere un fallimento per forza?

          • Sergio5912 by Sergio5912

            @ SanTommaso
            Nel confermarti che io a differenza del destinatario del post sopra, non avevo equivocato il senso del tuo intervento ( infatti l’originale da cui hai fatto il copia ed incolla era una risposta indirizzata a me ), tant’è che, come ricorderai, ti ho anche ringraziato per il contributo, l’unica cosa che non mi piace di questo tuo intervento è la chiusa finale, x il seguente motivo : pensare di dover aspettare altri 7 anni per raccogliere un successo significativo ( grande torneo ), mi fa venire il latte alle ginocchia. Ma son certo che hai citato le vittorie di Francesca e Flavia solo per rimarcare che ci vuole pazienza ( mi auguro non troppa ) e non si possano dare giudizi definitivi a questo punto della carriera di Camila.

  23. riccardo by riccardo

    Ci mancherebbe!! Certo Forza Karin , si può fare!

  24. doherty by doherty

    intanto permettetemi un:
    forzaaaaaaaaaaaaaaaaaa !!!! karin….
    appunatmento alle 21

  25. riccardo by riccardo

    Sono d’accordo che dopo 40 giorni lontano dalle competizioni non puoi essere al 100%.
    Inoltre , se salti un torneo perché sei stata male una settimana a questi livelli è un problema.
    Una settimana fermo con la febbre significa di fatto 3 settimane buttate via.
    Non mi sconvolge quindi la sconfitta con Andrea , tennista molto muscolare non talentuosissima ma solida; tuttavia con una tipologia di gioco ( assenza di rotazioni) che a Camila non da fastidio e nei tre precedenti si è visto. La mia analisi prescinde dalla sconfitta di cincinnati e prescinde anche dal numero dei doppi falli. Io penso che farne tanti è un problema ma ho già chiarito in che senso ( dipende dal momento, dall’avversaria ecc) e non ci tornerò. Del resto i numeri che pur sono importanti ci dicono e non ci dicono. magari cami ad un certo punto ha fatto meno doppi falli perché si è messa a servire piano e quindi da questo punto di vista che abbia poi finito per perdere lo stesso il set non significa assolutamente niente.
    Le mie considerazioni si basano esclusivamente sulle partite che ho potuto vedere nel 2015 e su un dato oggettivo che prescinde da Cincinnati. Nessuna vittoria con una top 20 a parte Aga.
    La vittoria con belinda non la sottovaluto ma quando camila ci ha giocato, per essere precisi , belinda non era ancora nelle top venti e sinceramente non era la belinda di questo ultimo periodo.
    A parte casi eccezionali e fortune eccezionali, l’ho già detto , nel tennis niente arriva per caso ed è il frutto del duro lavoro fatto in allenamento.
    Se mi posso permettere senza per questo apparire insolente , ho registrato ( ma mi posso sbagliare) un cammino non in linea retta , come se non si fosse sicuri della strada da intraprendere.
    La riproposizione di atteggiamenti che erano stati abbandonati perché non produttivi( es. risposta al servizio troppo avanzata ) sono un segnale.
    Io non ho mai pensato che Camila debba stravolgere il suo gioco e diventare conservativa.
    fare 22 shot non è il suo mestiere. Ho sostenuto e sostengo ancora che Camila per fare il salto deve aggiungere qualcosina al suo gioco( aggiungere e non cambiare) sia dal punto di vista tattico che nella tipologia dei colpi ma trovo che i suoi ” difetti” sono sempre li e non sono stati migliorati. Io li vedo , che posso farci???
    La mia analisi è certamente sbagliata e camila mi smentirà facendo benissimo agli U.O.ed io farò una figura del cavolo sarò molto contento . Anzi felice e per l’emozione mi verrà nuovamente la sincope!
    Un bacio a camila. Comunque vada , mai il nostro tifo sarà messo in discussione.

  26. by t.o.

    Perdere da Andrea ci stà….senza vederla è una partita impossibile da immaginare…infatti i numeri sono folli…..
    non il risultato….. 7-5 6-3 6.3 tra Camila e Andrea ci sarà sempre…e per molti anni ancora…a livello di top 24 ….che qualcuna sarà più su o più giù dell’altra in Classifica sarà assolutamente indifferente… (Camila ha battuto Andrea per tre volte da assoluta sfavorita…… e anche oggi sono divise da 17 posizioni in classifica ….che in top 30 conta….)
    Camila domina una Pekto che fino al 5-2 serve più del 90% di prime in campo….ricavandone la miseria di meno del 40% di punti sulla prima…..50% sulle uniche due seconde 1 punto su 2
    Camila per contro mette in campo non più del 35/37% per cento di prime su cui fa una miseria di punti al limite del 50%….. a fine primo set….quello vinto.
    Grazie a dio le seconde palle che sulle 100 prime tirate sono 53 portano a casa al lordo degli 11 df la bellezza di 25 punti. Al netto dei Df 25/42…fa il 58% per cento di W…con i Df a poco più del 20% delle seconde palle tirate …11 su 53….
    Con un limite di rischio quasi triplo le poche prime entrate avrebbero dovuto portare almeno l’80% dei W su prima in. 47 prime in su 100…..punti realizzati 24…50%…fosse stato anche solo il 75% di W su prima in (non è chiedere troppo ad un servizio così arrischiato…vero?) avremmo portato a casa 35 punti…..11 in più di dei 24 reali… con undici punti in più sulla prima di servizio si sarebbero annullati molti più break point e più che altro si sarebbero chiusi prima molti game di servizio….
    Perciò se vogliamo un colpevole…ce l’abbiamo su un piatto d’argento…. La prima di servizio… e per una volta non sono i df.
    Non prendiamocela con la risposta…..la risposta arriva dopo…prima Camila deve difendere la sua tranquillità sapendo di disporre di un servizio sicuro. Aggressivo ma sicuro…..la risposta arriva dopo…è vero che senza un break non si vince…me è anche vero che senza subire break non si perde….e la tranquillità di Camila è prima di tutto il suo servizio….seconda palla compresa…
    ….Sara, Simona, al sorteggio scelgono di rispondere…Camila sceglie di servire….significherà qualcosa…
    …il servizio di Camila non andava….anzi…andava bene il “limite basso” (seconda palla) 20% rischio 58% di efficienza….. era il “limite alto” (la prima palla) 53% di rischio 50%efficienza a non essere in asse con gli obiettivi….
    Hanno ragione quelli che scrivono …Camila si sta adeguando a Quell’Equilibrio che molti auspicano….è possibile….Camila non è un videogioco…e cambiare automatismi ormai scolpiti nel tuo codice cinestetico…da anni e anni di allenamenti ha bisogno di lavoro e di tempo….
    Camila ha trovato un equilibrio…una via di mezzo tra la Sparatutto e la “Conservativa” …va bene con Rad Grande…..con Cornet….con Bencic (mica pizza e fichi…e che Riccardo ha minimizzato nella sua analisi…) …non va bene….anzi malissimo contro Garcia, Muguruza, o Andrea Pektovic….e Carolina Woz (ex pallettara di lusso…resa più offensiva dalla sconfitta subita da Camila a US Open)
    …attenzione che parliamo di di giocatrici che Camila in modalità “limite alto” ha già battuto…e quando le batteva perdeva contro Rad grande, Cornet, e Bencic stessa….
    …è questa la spiegazione giusta?….se è questa potremmo dire che stiamo costruendo una solida base per mantenere alta la classifica. E sappiamo di sapere come bisogna giocare contro ogni singola giocatrice…..Pektovic era partita pallettara (93 di prime in campo e 50% di punti fatti sulla prima penso siano eloquenti….) poi ha capito che sarebbe stata affossata di vincenti (che già aveva subito per ben tre volte) e a deciso di passare all’attacco…..Camila non è riuscita a cambiare atteggiamento in campo e contrastare il cambio di tattica di Andrea che si sarà detta….. “perso per perso….sparo tutto…” del resto era sotto 5-2 anche se con un solo break…..
    …o forse è il vento….o forse è la febbre che è stata davvero più forte di quello che noi pensavamo…oppure Andrea …che non ci stava a perdere per la 4° volta con punteggi da debuttante ha tirato fuori il 110%……tante sono le possibilità…o un giusto mix di tutte queste e tante altre ancora…….Speriamo che New Haven abbiano qualche telecamera in più….
    ciao a tutti….a presto …se posso..
    t.o

  27. by r.b.

    La preparazione si fa in funzione degli US Open. Ma l’avete vista Serena? Non sì regge in piedi in questo periodo…
    Non è adesso che Cami deve essere in forma, mancano ancora due settimane. Quindi non prendetevela, perché perderemo anche a New Haven (si spera non al primo turno), ma saremo al 100% della forma agli US Open.
    Io sono contento di come sta giocando, dopo una lunga pausa ci vuole tempo per ritrovare il ritmo partita. Ma lo ritroveremo agli US Open. Se ci fate caso Camila negli Slam ha giocato meglio quando ha dovuto fare le qualificazioni. Perché? Perché è arrivata nel main draw ben preparata, con un sufficiente numero di partite alle spalle. E poiché anche qualche anno fa era forte, nonostante il ranking, ha battuto avversarie prestigiose.
    Certo, forse dovrebbe giocare di più, ma non è colpa sua se ha dovuto saltare Toronto.
    Le due partite a Cincinnati non le abbiamo viste, ma non è difficile immaginare come ha giocato… 🙂

    • by fraronz

      speriamo solo che stia bene fisicamente, e non so perché ma ho la sensazione che Cami non si sia ancora ripresa totalmente; ed allora condivido le valutazioni di r.b. sulla possibilita’ che il tempo da qui a usopen vada in favore di Cami

  28. biglebowski by biglebowski

    Con i-phone di vecchia generazione, sorry per gli errori.

    buone sensazioni dal rientro, dopo 40 giorni di sostanziale inattività agonistica, da preoccupanti notizie di cali di peso (3 kilozzi per uno scricciolo come Camila sono come 5/6 per Federer),inappetenza e illness
    Due match duri, cinque e passa ore in campo, una bella vittoria e una sconfitta onorevolissima.
    Ora a newheaven per acquisire un altro 10 per cento di condizione e qualche altro giorni per rifinire ed essere la mina vagante del us open dove non ce n e’ una che vorrebbe incontrare la bimba al primo turno
    Vamos Flaca!

  29. riccardo by riccardo

    Campioni si nasce o si diventa? domanda frequente alla quale molti illustri giornalisti sportivi hanno cercato di dare risposta.
    Io la penso come il mitico Gianni Brera che affermava ” se nasci ronzino, non puoi i diventare purosangue” .
    La prima caratteristica del grande campione , del numero uno , è il talento.I “grandi campioni” sono persone che uniscono la particolare predisposizione ad eseguire un gesto atletico ad una naturale predisposizione fisica .
    Se non hai talento, puoi passare ore ed ore in palestra , nei campi , ad allenarti ma non sarai mai un campione.
    viceversa se hai talento, occorre che questa naturale predisposizione venga coltivata, con l’allenamento, con la tattica ecc..
    Andrea Pirlo, il re incontrastato della punizione a giro ha dichiarato che dopo l’allenamento normale , si fermava per provare la punizione. ore ed ore a provare , riprovare , affinare, memorizzare .
    il centro boa della nazionale di pallanuoto prova la cosiddetta beduina per ore( per chi non mastica pallanuoto , la beduina è il tiro con le spalle alla porta, la rovesciata del calcio) .
    Nole prova per ore il diritto che è il suo colpo più debole. lo prova fino allo sfinimento , fino a quando il polso ed il braccio fa male, fino a quando il colpo non ” esce ” come lui desidera.
    Ovviamente se la punizione a giro la prova che ne so chiellini, potrà passare intere giornate sul campo ma purtroppo per lui non sarà mai capace di eseguire quel tiro.
    Ci sono i campioni e ci sono i giocatori normali.
    i campioni poi devono aveer anche quella straordinaria capacità di ripetere durante la partita quei gesti che in allenamento hanno provato tantissime volte. In questo caso il talento si associa alla freddezza, alla capacità di estraniarsi.
    Una cosa è fare la punizione a giro in allenamento oppure provare il rovescio vincente , altra cosa è metterla dentro quando c’è in palio il quindici; quando hai giocato già due ore, quando magari il pubblico è contro di te.
    Ho visto tirare a stan wawrinka il rovescio più assurdo del 2015!
    In scivolata, quasi in braccio allo spettatore della prima fila, ha colpito di rovescio , con una potenza inaudita e la pallina è passata all’esterno della rete e si è depositata nell’angolo , con Nole che guardava attonito. Già, un colpo scagliato non in allenamento, ma al Rolando , finale slam contro il giocatore più forte del mondo .
    ecco il talento! la capacità di eseguire un colpo che un comune mortale non può fare , durante una finale slam e contro il giocatore più forte del mondo. Si , talento, follia di concepire un colpo simile, freddezza.
    Camila ha talento? Si è la risposta . Camila ha un talento incredibile.
    NOn lo dico io che non sono nessuno, lo dice Barazzutti, lo dice Jo Fernandez, lo dice Schiavone, lo dice Panatta ecc ecc.
    Lo dicono tutti.
    Ed allora????
    Perché tenniste che non hanno il talento di Camila Le sono davanti?
    Questo mio ragionamento prescinde da Cincinnati.
    .

    • by Fabblack

      Ed è per questo che ho scritto che se fossi il suo coach, non saprei contro quale muro sbattere la testa, ché queste sono le cose che mi mandano al manicomio.

      • riccardo by riccardo

        beh magari mandano al manicomio anche papa Sergio !! 🙂

        • doherty by doherty

          perchè il talento non è solo tecnica e perchè camila non riesce sempre ad esprimere il suo con continuita’ all’interno di una partita e/o di un torneo

          • riccardo by riccardo

            si ma perché non ci riesce????

            • doherty by doherty

              perchè camila è “carente” nel talento tattico e mentale…lo deve allenare come fa’ nole col diritto o pirlo con le punizioni 🙂 🙂

              • riccardo by riccardo

                touché 🙂

                • doherty by doherty

                  🙂 🙂
                  il talento fisico e tecnico lo migliori sopratutto in allenamento..
                  il talento tattico e mentale lo migliori sopratutto in partita,è per questo che dico che cami gioca troppo poco ( forse non può fare altrimenti,questo non lo so…)

  30. Ace by Ace

    Si è discusso sul sacrosanto diritto alla privacy e si è usciti al secondo turno di un torneo senza aver visto un punto. Le domande che attendevano una risposta sono ancora tutte lì. Io, fin che non la vedo giocare, non so darmi una risposta…neanche sbagliata.
    Speriamo nel prossimo anche perché quello successivo al momento mi sembra troppo impegnativo vista la situazione.
    Non credo sia giusto essere pessimisti perché conosciamo il potenziale di Camila.
    Non credo sia giusto essere ottimisti perché non vi è alcun elemento per esserlo oltre alla fede e al tifo.
    Quello in cui credo è che sia giusto essere sempre al fianco di chi merita supportandolo nei momenti meno facili.

  31. giangigb by giangigb

    Essere preoccupati non significa per forza criticare. La preoccupazione fa parte delle emozioni che si provano quando si vuole bene ad una persona. E noi tifosi di Cami rientriamo in un certo senso in questa tiplogia. In molti sport l’aspetto psicologico è una parte importante della prestazione. Quante volte si dice per esempio nel calcio di un centravanti che non segna ha bisogno di un goal per sbloccarsi. E infatti spesso funziona. Spesso da quel momento nella mente si sblocca qualcosa. Si prende fiducia. Il tennis è uno sport in cui la parte mentale è addirittura più importante. Dunque penso che molti di noi quando Cami ha vinto il suo primo torneo abbia pensato che con quello avrebbe preso fiducia, avrebbe avuto meno pressione. Così è successo alla Bencic. Dal suo torneo vinto non ne ha sbagliata una di partita. Ma anche alla Knapp o alla Kerber che hanno inanellato una serie di risutlati positivi sull’onda della prima vittoria. Ecco perchè parlo di preoccupazione. Non so il motivo e non posso darne ma Cami da quel torneo vinto non ha tratto l’abbrivio per continuare a vincere. Anzi. Persino il suo gioco non è stato lo stesso di quella finale vinta. Questo non toglie che tifare Cami è una fede e io penso che prima o poi troverà lei per prima il modo per uscirne fuori.

  32. doherty by doherty

    riguardo alla partita di ieri,credo che abbia influito molto la stanchezza per le quasi 3 ore del giorno prima,mentre petk era bella riposata…
    ho come l’impressione che dal secondo set cami si sia spenta fisicamente..
    ovviamente ci sono stati altri problemi come la bassa % di prime che pero’ non le haimpedito di vincere il primo quando forse aveva ancora energie.
    magari con una condotta piu’ accorta nel primo set con mchale si poteva vincere in due..
    col senno di poi………:-) 🙂 🙂

    • by Fabblack

      Sinceramente, non ci capisco più niente.
      Fossi io il coach, non saprei su quale muro sbattere la testa.
      Ennesimo torneo primo/secondo turno.
      Altre mezze giocatrici che passano avanti in classifica, anche 28/29enni arrivano ora al best ranking e Camila ha la stessa posizione e punti di un anno fa, fuori dalle tds all’US Open, dove ora può incontrare chiunque già al primo turno e rischia di fare la fine dell’anno scorso.
      Forse, insisto perché l’ho già scritto, visto che diversamente dal passato quest’anno si rispetta abbastanza il pronostico (vince con quelle dietro e perde con quelle davanti), forse, sarebbe stato meglio giocare tornei più abbordabili (perfino la Spephens, ex nr. 11, ha giocato e vinto Washington, poi è uscita al primo a Toronto con l’attuale Cibulkova ma intanto i punti li aveva fatti), fare punti e tenersi ‘sta testa di serie che al 90% significava due turni passati, 130 punti e il triplo dei soldi.
      Si, “a lei piace sempre affrontare la via più difficile”.
      Ma perché?
      C’è vento? e metti dentro ‘sta prima e giocatela alla pari, fai come fanno tutte: ti puoi permettere di fare sempre e solo il tuo gioco, DOPO che hai dimostrato che il tuo gioco paga, altrimenti è solo una rimessa.
      Oltretutto, hai dimostrato che il tuo gioco paga, solo nella finale di Den Bosch (scrivo la dizione abbreviata ché è più semplice) dove hai ridotto gli errori quasi a zero: allora lo sai fare!
      E fallo più spesso!!!

      • by SanTommaso

        Finché gli sfoghi personali comprenderanno dei grossolani errori come in questo caso

        “C’è vento? e metti dentro ‘sta prima e giocatela alla pari, fai come fanno tutte”

        datemi pure del “talebano” ma non ce la faccio a non rispondere. Ma come fai a dire certe cose quando nel solo terzo set (quello decisivo e quello PERSO) Camila ha messo in campo il 63% di prime? E’ stato il set con più prime in campo e le si chiede di mettere la prima in campo?

        Ma sai di cosa parli o ti lasci guidare dalle emozioni senza basarti sui fatti?

        Certo, 63% non è il 100%, ma quante nella sola giornata di ieri hanno messo più prime in campo di Camila (posto il fatto che c’è “prima” – Serena – e “prima” – Errani – ma prendendole tutte si può fare un bel campione.

        Serena ha messo, in due set, 59 e 62
        Knapp 58 e 52
        Bencic 70 e 55
        Svitolina 66 e 64
        Pliskova 50 e 60
        La stessa Petkovic nel primo set aveva il 71% di prime in campo ma ha perso il set

        Non si può sempre e solo limitare l’analisi a “deve servire meglio”. MA CERTO! E’ evidente che debba servire meglio. Tutte devono servire meglio, anche Serena che con meno prime in campo di Camila ha vinto in 2 set. Serena non fa testo? Ok, Karin: meno prime in campo di Camila, vittoria in due set. Idem Pliskova.

        Ma dai su, e basta con sto disco rotto del servizio e dei doppi falli, anche quando le partite non si vedono! Vogliamo basarci solo sui numeri? Ok, ma facciamolo bene.

        Camila primo set 34% di prime in campo, VINTO
        Camila terzo set 63% di prime in campo, PERSO

        Saranno le prime in campo il problema…

        • by Fabblack

          Sicuramente non sono le prime in campo il solo problema, era per esemplificare.
          Io ho sempre sostenuto che alla fine quello che conta è il numero dei turni di battuta vinti: questo dato non viene mai evidenziato.
          Ora, se su 15 turni di battuta ne perdi 7, difficilmente salvi la pelle.
          Paradossalmente, contro Shvedova (la classifica più bugiarda del circuito), 23 d.f. e contro Mac Hale,17 d.f., 2 o 3, mi sembra, turni al servizio persi, logicamente partita vinta.
          Forse certe volte “eccedo” nei toni, ma qui stiamo tutti dalla stessa parte, e ti dirò che quello che mi scoccia di più nella sconfitta di ieri è che mi ha impedito di vederla in diretta stasera contro Hale, domani contro…

          • pablox5452 by pablox5452

            ieri l’importante era la percentuale di punti vinti sulla prina di servizio adesso mettere la prima di servizio e non fare punti sulla prima non è più importante…tanto comunque il problema sta altrove…tanto se non fai DF poi l’avversaria farà i punt al posto tuo ugualmente…Serena mette poche prime quindi dobbiamo adeguarci (tralasciando il piccolo particolare che ieri Serena ha fatto 15 ace…robetta…)
            Ogni volta che si cerca di ragionare sui fatti c’è qualche pretoriano che difende a spada tratta l’indifendibile, io ci rinuncio 😀

      • by livio71

        giusto !!!

    • hector by hector

      In effetti si e’ verificato il gombloddo dei gombloddi. Prima la programmazione che ha favorito nettamente Andrea dandole un giorno in piu’ di riposo, poi aver relegato Camila su campi periferici quando tutti sappiamo che lei e’ nata per i grandi palcoscenici, inoltre un vento che fischiava soltanto nel momento in cui Camila si apprestava a servire mentre si affievoliva un secondo prima che Andrea colpisse al servizio, mentre durante ogni scambio indipendentemente dai cambi campo soffiava sempre alle spalle di Andrea con raffiche che manco a Trieste d’ inverno. E vogliamo pure considerare le molteplici interruzioni per pioggia, tra cui quella all’inizio del terzo set quando Andrea avrebbe certamente risentito dell’appagamento per avere vinto un set contro la sua bestia nera. E’ evidente che la Cia, infuriata per la sconfitta della Mc Hale, ha mosso tutte le pedine giuste trovando il supporto del Kgb che desiderava preventivamente correre in soccorso della Halep, appartenente ad un paese del Patto di Varsavia. Ma Camila sconfiggera’ tutte le forze occulte che tramano e tremano nell’ombra per non farle dominare il circuito. Vamos Camila!

      • pablox5452 by pablox5452

        Hectro, un giorno dovrai dirmi chi è il tuo pusher 😀
        Condivido tutto in ogni caso ! 😀

  33. WEBCAMI51 by WEBCAMI51

    certo ci sta perdere con la nr. 17 del mondo. però Andrea è in netto calo nel ranking ed ha un tipo di gioco congeniale al gioco di Camìla e infatti l’aveva sempre battuta.
    il rapporto W/L con le top 10 e 20 sta peggiorando rapidamente.
    è la quarta delle italiane nel ranking mentre gli obiettivi erano ben altri.
    ma, come direbbe qualcuno non è morto nessuno; in realtà non ho mai visto
    nessuno morire sul campo da tennis.
    purtroppo il livello attuale di Camìla è questo e non vedo possibilità di miglioramento.
    difficile lavorare sulla sua fragilità psicologica, specialmente da parte di un padre.
    proprio per questa sua fragilità in ogni caso, anche se enormemente deluso, continuo
    e continuerò a fare il tifo per lei.

  34. etberit by etberit

    @ Riccardo:
    tu dici che nessuno si è accorto dell’inversione di tendenza? 🙂 Hai letto il primo post di questa pagina? 🙂 🙂

    • riccardo by riccardo

      @ etherit
      Scusa il ritardo nella risposta ma in effetti il tuo post mi era sfuggito. Abbiamo detto la stesa cosa!

  35. Andy by Andy

    Ritorno sul tema aspettative, chi di noi dopo la vittoria di Hertogenbosh si sarebbe aspettato un proseguo di stagione così ? io detto francamente no, e non me ne rallegro purtroppo, continuo a sperare almeno che Cami possa arrivare a questo punto tra le prime 20, ma le speranze devo essere sincero si stanno affievolendo molto.

  36. ghezzo63 by ghezzo63

    con la 15 del mondo si puo anche perdere , FORZA E CORAGGIO CAMI !!!

    • by Fabblack

      Ma non è un obbligo!
      Non lo è specialmente se
      – è una topo ten in calo
      – se ha il 68% di vittorie sulla terra ed il 58 sul veloce
      – se stai 3-0 (sei set ad uno)
      – se oltretutto hai vinto il primo set e sei sette ad uno
      – se la pressione DEVE essete tutta su di lei e non su di te.

  37. Sergio5912 by Sergio5912

    Sono andato a dormire sulla situazione di pareggio, mi sveglio e scopro con enorme disappunto ancorché dispiacere, che l’incontro è andato, purtroppo non come speravamo noi.
    Che dire ? Poco, anzi nulla sulla partita, considerando che non l’abbiamo potuta vedere, però una sconfitta rimane una sconfitta, a prescindere da come sia arrivata. Quest’anno al di là dei tornei di Katowice e Hertogenbosh, Camila è apparsa sempre in difficoltà, il tanto agognato ed auspicato salto di qualità tarda ad arrivare. La sua posizione nel ranking sembra essersi cristallizzata, mentre altre tenniste ( Bencic, Muguruza, Schmiedlova ) più giovani, ancorché meno talentuose ( sospendo il giudizio sulla Schmiedlova, poiché, invece, delle tre citate, mi sembra quella dotata di più talento. Ha un rovescio strepitoso e pochissimi punti deboli, in proiezione, la preferisco alla Bencic ), avanzano, con le prime due ormai lontane, e temo che presto anche la citata Anna Karolina opererà il sorpasso.i
    Io di tennis capisco poco, per cui mi astengo a formule teorie e motivazioni, ma anche solo per confortare quelli come me che in questo momento vedono il bicchiere mezzo vuoto, pregherei quelli che hanno capacità e ovviamente voglia, di provare a dare qualche spiegazione ( ripeto non dovuta, ma cortesemente richiesta, giusto per provare a capire ). La domanda che aleggia nell’aria, e che pochi hanno il coraggio di fare, è : Il reale livello di Camila qual’e’ ? Ovviamente intendo livello sul medio periodo, non riferito all’exploit singolo, forse siamo noi che abbiamo troppe aspettative, o nella migliore delle ipotesi vorremmo tempi diversi ? Si sta facendo tutto quello che sarebbe lecito e giusto fare affinché Camila esprima appieno il potenziale che indubbiamente ha ? Come si evince, io ho solo domande e nessuna risposta, tantomeno certezze, in questo momento solo dubbi e scoramento.
    Alla luce di ciò ( scoramento ), chiedo clemenza agli irriducibili della curva B, non ho fatto accuse ( anzi, coerentemente con la mia ignoranza, ho cortesemente chiesto lumi ), anzi attendo speranzoso risposte a chi le ha, così da illuminarmi/ci,e poter rivedere il bicchiere……. mezzo pieno. Grazie.

    • riccardo by riccardo

      Domandine da poco eh ! 🙂
      Sergio , sono convinto che il Prof. avrebbe delle risposte alle tue domande machissà dove si è cacciato quell’impunito! iamme ia Robe’ e fatti vivo.

      • Sergio5912 by Sergio5912

        Bello eh fare il prof. con tre mesi di ferie pagate ? A lavura’……. braccia rubate al l’agricoltura 🙂
        Robe’, in tua assenza a stento raggiungiamo…… i 100 post a thread…… na miseria 🙂
        Torna, sta cas aspetta a te 🙂

        • doherty by doherty

          sono un semplice appassionato e praticante ,non ho le competenze per darti delle risposte sicuramente attendibili..ti scrivo la mia opinione:
          *il reale livello di camila attualmente è quello della sua classifica(tra30 e 40)potenzialmente vale la top ten,per arrivarci dovra’ migliorarsi sopratutto dal punto di vista tattico e mentale.
          *ad inizio della stagione scrissi che quest’anno sarebbe stato di transizione e non mi aspettavo un salto importante in classifica,sono convinto che tra 2 anni cami possa esprimere al massimo le sue capacita’
          *immagino si stia facendo tuttoil possibile per aiutarla(non sono nel suo staff..:-) )l’unica cosa che posso dire che per me gioca troppo poco(ma potrebbe essere una scelta obbligata da questioni fisiche,economiche..)

          p.s
          la curva non è la B ma la T come trombettieri..:-)

          • Sergio5912 by Sergio5912

            @ Doherty
            Anzitutto, grazie per la cortese risposta. L’intento del mio post, aveva proprio questo scopo, stimolare una discussione dalla quale, magari con il contribuito di altri, si possa essere tutti più edotti.
            Per quanto riguarda la curva, non è stato un lapsus, intendevo, in senso metaforico, i sostenitori più accaniti, i cosiddetti irriducibili, che in un ipotetico stadio, normalmente, si collocano in curva B.
            Per il resto sono d’accordo con te, essendo trombettieri, ipoteticamente saremmo da curva T.

          • by Fabblack

            Intanto, non è che giochi pochi tornei, ma se su 18, in 12 esce al primo/secondo turno, logicamente gioca poche partite, e qui torno al discorso programmazione: se gioca solo premier, non è tds, è probabile che esca ai primi turni; se poi gioca un International dove è tds ed esce al secondo turno con l’attuale Schiavone (hai voglia a chiamarla ancora leonessa: guardate cos’ha fatto ‘stanotte in un 100.000!), ti fa solo cadere le braccia.
            Ma se l’anno scorso ha battuto due volte Woz e Mugu e nell’unica partita veramente ben giocata di quest’anno ha annichilito (zero palle break) Bencic, tutte e tre top ten, PERCHE’ questo doveva essere una anno di transizione?
            Per farsi superare da Knapp al best ranking a 28 anni?
            Almeno speriamo che oggi Schmiedlova e Garcia perdano così almeno Karin l’avrà, la tds all’US Open.

            • doherty by doherty

              certo intendevo che gioca poche partite..se esce presto dovrebbe aumentare il num di tornei.
              anno di transizione perchè per me camila non è ancora abbastanza “solida” per fare il salto in avanti..ha bisogno di esperienza ad alto livello..per questo vorrei che giocasse di più

    • Andy by Andy

      Bencic, Gavrilova, Knapp, Schmiedlova, tutte stanno crescendo almeno fino a questa parte della stagione più in fretta di Camila, quindi se i miglioramenti arriveranno i tempi sono certamente diversi da quelli delle suddette, che cmq per quanto brave non sono dei fenomeni.
      Detto questo molti affermano che una sconfitta dalla Petkovick ci sta, ma visti i precedenti di 3-0 due dei quali in due set secchi direi che ci sta anche una vittoria e una delusione per non averla ottenuta, ora mi domando quale delle due ci staia di più, in vista degli UO la cosa più importante era conservare la TDS secondo me irrimediabilmente persa, ora la speranza di arrivare in fondo a New H. è davvero remota.
      Mi domando a questo punto quale sia stata la strategia per arrivare a buon punto agli UO, anche io come te vedo il bicchiere mezzo vuoto ( anzi diciamo 3/4), un po come a scuola quando passa il tempo e non si studia o si studia poco per la preparazione ad un esame, poi si giunge alla situazione in cui per recuperare il tempo perso si debba studiare gli ultimi giorni anche di notte per presentarsi preparati.
      Domanda : quale sono ora le probabilità che Camila possa finire la stagione entro le prime 30 ?

      • by Fabblack

        La tda è MATEMATICAMENTE persa, New Haven non conta, e proprio per questo si poteva/doveva prevedere in sua vece Stanford o Cincinnati.
        Per la domanda finale, chi può dirlo?
        Con la costanza che ha dimostrato in questi anni, è capace di fare a New York quello che Bencic ha fatto a Toronto ed andare a Singapore.
        Io, scemo come sono dopo i due euro di Wimbledon, ho messo pure quelli sull’US Open, pensa un po….

    • by SanTommaso

      Il livello… meglio, la dimensione di Camila come ho già detto, penso sia quella del grande exploit. Perché ha i colpi per poterlo fare e lo ha già dimostrato in passato. Non sarà, penso, mai una top5 e forse neanche una top10. Il perché è presto detto: per come funziona il ranking vanno messi insieme tanti punti che Camila non è disposta ad andare in giro per il mondo a fare. Gioca pochi tornei importanti dove il rischio di andare fuori al primo o secondo turno è alto. Non è una “ragioniera” alla Errani, “ragioniera” detto in questo contesto è ovviamente un complimento. Errani si gestisce come meglio crede e porta i frutti che porta: top5, anche finali e semi Slam e Premier… alla fin fine però ha sempre e solo vinto International, e quel livello di tornei lo vince anche Camila.

      Camila lavora per, un giorno, vincere Wimbledon? Certo. E per vincere Wimbledon bisogna essere nella top5? Nella top10? No, e la finale Bartoli-Lisicki ne è la prova.

      Spero di averti risposto: il livello di Camila nel medio periodo credo possa essere a ridosso della top20, con picchi negativi di uscite ai primi turni e picchi positivi di una vittoria Slam. Un po’ “alla Bartoli”, ecco. Sono andato per curiosità a controllare i risultati della francese nell’anno in cui ha vinto Wimbledon e poi si è ritirata.

      Terzo turno a Shenzhen e AO, secondo turno a Parigi e Doha, terzo turno a Dubai e quarto (ma con Bye al primo) a IW, secondo turno (ma con Bye al primo) a Miami, primo turno a Monterrey e Oeiras, terzo turno a Madrid, primo turno a Strasburgo battuta da Camila, terzo turno al RG, secondo a Eastbourne dopo essersi ritirata dopo la vittoria su Pennetta. E poi… poi ti vince Wimbledon da numero 15 del mondo affrontando al massimo la numero 17 ai quarti, quindi – da numero 15 – senza mai affrontare una giocatrice meglio piazzata di lei. Non è necessario essere top10 per vincere uno Slam. E questo è solo un esempio che tra l’altro noi ricordiamo bene.

      • doherty by doherty

        è vero quello che dici riguardo bartoli..
        l’unico problema è che per vincere wim come ha fatto lei ci vuole anche una particolare congiunzione astrale favorevole,detta pure buona dose di c…
        camila vuole basare le sue possibilita’ di vittoria sperando in questo ?
        p.s.
        un pochino di c..per vincere ci vuole sempre,ma far conto sulla proverbiale botta è un po’ azzardato…

      • Sergio5912 by Sergio5912

        @ SanTommaso
        Grazie anche a te per aver contribuito alla discussione e per aver condiviso e motivato le tue idee.
        Ne approfitto per ringraziare in anticipo ( così da risparmiarmi il ringraziamento singolo ) chiunque vorrà contribuire, forza non siate….. timidi.

  38. pablox5452 by pablox5452

    ad un tizio che su Livetennis ha scritto che la Giorgi è una sparapalle che non sa giocare a tennis ho risposto
    Hai ragione è arrivata fino alla top 30 e fatto 2 ottavi slam nonché battuto sharapova wozniacky suarez navarro e 3 volte la pennetta et etc senza sapere giocare a tennis. il tutto perché ha perso una partita con la 17 del mondo, da lei battuta 3 volte, in un match interrotto almeno 2 volta dalla pioggia…fatti un favore, tagliati le dita così eviti di fare queste figure….

    Forse ho fatto male ma quanno ce vò ce vò…

  39. by livio71

    per ora vi saluto, vado a farmi colazione….aspetto new haven…dove almeno spero ci sia un campo coperto da telecamere , almeno uno 🙂

  40. by livio71

    grinta, voglia di arrivare, riflettere su quello che sta accadendo e cercare rimedio questa è la strada……

    • by Kent

      Non c’entra la sconfitta di ieri. Se non si cambia registro e in fretta (allenatore,psicologo ecc.)è un peccato disperdere l’enorme potenziale di camila. Il resto sono solo chiacchiere.

  41. by r.b.

    Ma sì, che ci frega di sti torneucoli come Cincy e New Haven che non valgono niente…. 🙂
    Questi tornei piccolini li lasciamo volentieri alla Bencic… 🙂
    Noi puntiamo al bersaglio grosso, gli US Open! Li le pialliamo tutte! 🙂

  42. riccardo by riccardo

    Riflessioni sotto l’ombrellone.
    Buongiorno a tutti. di solito si dice che è facile parlare seduti comodamente sul divano e figurarsi quindi sotto l’ombrellone!
    Però questo è…
    Confesso la mia invidia per coloro che spesso qui postano con statistiche e numeri che farebbero impallidire Girolamo Cardano. Eppure nessuno ha notato , almeno a mia memoria, che quest’anno vi è stata una inversione di tendenza.
    Seguo Camila dal 2011 ma prendo come arco temporale di osservazione gli anni dal 2012 al 2015.
    Una costante ha sempre caratterizzato la carriera di Camila dal 2012 ad oggi e cioè la capacità di vincere con tenniste blasonate, importanti, spesso top 10 e comunque molto più avanti di lei in classifica. Di contro Cami a volte è andata incontro a sconfitte inaspettate con tenniste anche oltre la posizione 200 per tutte la carneade canadese dobrowsky nel 2014 che tutti noi ricordiamo.
    Quest’anno salvo casi sporadici, camila non ha mai perso con tenniste sconosciute o molto indietro in classifica . ha faticato ma ha sempre vinto.
    Per converso nel 2015 tutte le volte che le è capitato di giocare con top 20 ha perso.
    Agli A.O pur giocando una grande partita esce con Venus.
    Al Premier di Anversa, esce subito al primo turno contro Carla Suarez Navarro per 1-6 6-2 6-4. A Dubai 6-4 6-2, viene ancora fermata dalla Navarro.
    ad Indian Wells, perde al secondo turno da Heather Watson che la batte 7-5 7-5.
    A Miami dove raggiunge il terzo turno, perde da Simona Halep per 6-4 7-5.
    A Katowice l’unico acuto del 2015, batte Aga.
    Col senno di poi però, tralasciando gli scemi che si inventano di tutto per sminuire le vittorie di Cami, possiamo dire che vista la stagione della polacca quest’anno , che ha perso tante partite al primo turno, la considero una impresa a metà.
    A roma perde dalla Jankovic, al rolando perde invece nettamente al secondo turno contro Garbine Muguruza per 6-1 6-4.a Wimbledon perde con Woz.Per finire ieri dopo tre precedenti favorevoli perde con Andrea petkovic.
    Tutti noi e non solo abbiamo sempre scritto che cami batte le più forti ed invece quest’anno ha sempre perso.
    Forse questo dato, trascurato, dovrebbe far riflettere. Io ho le mie idee ma a prescindere da ciò che penso io che non conta nulla, è un dato oggettivo che nel 2015 , fino ad oggi ( spero che il dato sia presto ribaltato) Camila non ha portato a casa uno ” scalpo importante” e per andare avanti in classifica bisogna battere le migliori.
    Sono stato felice che Cami sia riuscita a vincere il suo primo torneo ma bisogna essere onesti , non un torneo con tenniste di primissima fascia a parte belinda che la settimana passata a 18 anni ha messo in fila Bouchard, Serena ed halep ed è numero 12 del mondo e qui c’è stato qualcuno che ha avanzato perplessità sul suo talento .
    Non ho dato alcun giudizio di valore ne ho individuato cause di questo periodo che considero negativo come invece legittimamente qualcuno ha fatto. Non so quali possono essere i rimedi , mi limito ad osservare che qualcosa non gira per il verso giusto e chi non lo vede beh….
    Non ho visto la partita di ieri e magari cami avrà giocato benissimo ma non credo ma questo poco importa.
    Il mio augurio è ovviamente che Camila possa riprendersi presto, ritrovare il filo del discorso già dagli Us Open ma nel tennis non si inventa niente e niente arriva per caso.
    Ribadisco sempre che formulare qualche dubbio non vuol dire volerle bene di meno anzi..
    Buona giornata a tutti.

    • Andy by Andy

      Ottima analisi, condivido molti punti, vedremo come andrà avanti la stagione cercando di capire cosa non va.

    • by livio71

      hai ragione, anch’io sono d’accordo co la tua analisi, quest’anno c’è qualcosa che non va…doveva essere l’anno del miglioramento decisivo e si sta rilevando meno importante dell’anno scorso.
      Non ci credo in un buon risultato negli US open.
      C’è qualcosa che non va nel gioco, nel senso che è arrivato ad un certo livello con pregi e difetti ed è rimasto li. Altra cosa: quest’anno si gioca meno. Camila di fatto non è una top 10 sta ancora tra la 30 e la 40 posizione e un motivo ci sara’.

    • Sergio5912 by Sergio5912

      Buongiorno Riccardo, sai che ho sempre grande considerazione di quello che pensi e consequenzialmente scrivi, sarei d’accordo con le tue perplessità, mi manca solo un passaggio ” io ho le mie idee, ma a prescindere da ciò che penso io…….”, appunto, quali sarebbero queste idee ? Hai maturato delle spiegazioni per questo andamento ? Sul serio mi farebbe piacere sapere cosa pensi a tal proposito, poiché io non riesco a capacitarmi, in fondo questo spazio serve anche, forse sopratutto, per interagire tra noi ( so che anche tu la pensi così ), per cui ti sarei grato ( ovviamente se ti fa piacere ) se mi erudissi sul tuo pensiero. Nel ringraziarti per l’eventuale attenzione, ti auguro buona permanenza ovunque tu sia. 🙂
      Sergio

      • riccardo by riccardo

        Buongiorno Sergio , come tu sai bene io sono un grande appassionato di tennis e di sport in generale. Se nasco una seconda volta il mio lavoro sarà qualcosa che avrà a che fare con lo sport. 🙂 Io adoro camila tanto che durante la finale in Olanda l ‘emozione mi ha giocato un brutto tiro ma questo non mi impedisce di essere razionale quando serve. Devo dirti che certi miei pensieri è giusto che rimangano miei perchè potrebbero creare fraintendimenti e sinceramente io odio polemizzare. Sono assolutamente d’accordo con te che il sito serve principalmente per scambiare opinioni tra di noi ma poiché qui ci sono state discussioni anche accese ed io sono per l’ammmore e non per la guerra , evito di spingermi oltre il limite che ritengo giusto. Comunque non penso che Camila debba cambiare allenatore tanto per chiarire.
        Il mio pensiero è un po’ più complesso ma sono sicuro che in futuro ci sarà modo di parlare.
        Ti ringrazio comunque per la stima che ovviamente è ricambiata.
        intanto sempre forza cami.

    • hector by hector

      Dunque pare che sia in atto una “normalizzazione” di Camila. Mentre prima vinceva con le “forti” e perdeva con le “deboli”, oggi perde con le “forti” e vince con le “deboli”. Non e’ forse vero ad esempio che dopo avere collezionato due sconfitte con la Mc Hale nel 2014 quest’anno l’abbia sconfitta due volte? Non si sta dunque verificando quanto da qualcuno auspicato? In questo caso, la soluzione sarebbe giocare solo international e Itf piu’ i tornei obbligatori. Ma non e’ quello che Camila desidera e, se lo facesse, probabilmente diventerebbe una tennista diversa da quella che abbiamo ammirato fino ad oggi. A mio parere Camila deve continuare a porsi obbiettivi sfidanti e difficilmente raggiungibili, il tempo sara’ galantuomo.

  43. avadar by avadar

    Partita tribolata: ammetto di essermi addormentato 🙂 ahiahiahi che trombettiere!!! 🙂
    Adesso New Haven e poi, soprattutto, Us Open….

    • by Graziano

      Ho seguito il livescore fino al secondo set e con brutti presagi per l”esito finale del match. È inutile girarci intorno: con queste percentuali di prime in campo non solo si perde da petkovic ma molto probabilmente si perdeva anche da McHale l`altro ieri. Sinceramente non so darmi una spiegazione per queste giornate no. Spero che Cami, il papà e tutto li staff riescono a porre rimedio dato che siamo ormai alle porte dell’ultimo slam stagionale. Solo una domanda: a Cami sono già stati tolti i punti dalla semi di new heven dell anno scorso,giusto? quelli che eventualmente guadagnerà la settimana prox saranno tutti punti in aggiunta ai quasi 1400 odierni? Cmq sempre forza Flaca!!

      • by SanTommaso

        Graziano, sulla questione percentuali di prime in campo ti incollo una risposta che ho dato anche su livetennis, per dimostrare che…

        I numeri sono belli perché ti sembra che dicano una cosa e poi ne dicono un’altra. Qua poi sono messi tutti insieme, ma se li leggi set per set noti che:

        Nel primo set ha messo in campo il 34% di prime con il 53% di punti vinti con la prima, eppure il set l’ha vinto.

        Nel terzo set ha messo in campo il 63% di prime con il 57% di punti vinti con la prima, eppure il set l’ha perso.

        Il problema non sono le prime in campo, evidentemente. Logicamente. Statisticamente.

        Questione doppi falli (a parte che conoscendo Camila per 11 falli in tre set qualcuno accenderebbe ceri all’infinito…)

        Primo set 4 df (e un ace, saldo -3), vinto
        Secondo set 4 df (e un ace, saldo -3), perso
        Terzo set 3 df (e 0 ace, saldo -3), perso

        Il problema non sono i doppi falli, evidentemente. Logicamente. Statisticamente.

        • by Graziano

          Non ho letto bene le statistiche del match…hai ragione. La sconfitta di ieri non è imputabile alle prime in campo…evidentemente la petkovic deve essere riuscita a piazzare anche delle ottime risposte vincenti nel secondo e terzo set. Mi ero fermato ad analizzare il dato complessivo (47% se non ricordo male) di prime in campo. Evidentemente come hai spiegato bene tu non è stata la causa principale della sconfitta dii ieri

  44. enzo by enzo

    Primo set vince di testa , senza servizio e solo con la risposta.
    Secondo sempre con poche prime e pochi punti .
    Terzo serve un po’ meglio, ma dal 3-3 scompare.
    Morale: Quando il servizio non funziona, Camila perde anche con la n° 300, figuriamoci con la Petkovic.

    • by livio71

      che barba sto servizio… possibile che sia sempre un problema…

    • by SanTommaso

      Ma prché il problema deve essere il servizio? Nel primo set ha vinto con il 34% di prime in campo, nel terzo ha perso con il 63%. SESSANTATRE!!! Vuol dire praticamente che 2 su 3 erano prime in campo… Ma come si può ridurre tutto al servizio, per di più se i numeri (che non avendo visto il match sono l’unica certezza che abbiamo) dicono l’esatto opposto!

  45. pablox5452 by pablox5452

    Speravo la partita venisse rimandata a domani o meglio il terzo set e ne ero convinto sono andato a dormire, (che poi ho dormito così così) e mi sveglio e Camila ha perso…si vedeva che non era giornata, Vabbè pazienza comunuqe all’US OPne TDS dovrebbe essere Karin, almeno speriamo…

  46. etberit by etberit

    Non ci sono dati certi, ma probabilmente Cami ha giocato nelle condizioni per lei peggiori, con vento e interruzioni varie. Perdere con Petko non è un disonore, il trend quest’anno dice che Cami vince quasi sempre con le meno forti, ciò che le si chiedeva l’anno scorso…. purtroppo sembra che abbia una coperta corta ;-(

Leave a Reply