Si ferma al secondo turno al corsa di Camila a Wimbledon. Sull’erba londinese ha infatti perso in due set con la statunitense Alison Riske, 23enne numero 44 del mondo, per 5-7 2-6 in 1 ora e 24 minuti di gioco. La Riske è apparsa in gran forma e ha giocato in maniera molto offensiva, ottenendo un buon numero di vincenti (18) rispetto agli errori gratuiti (solo 10). Anche Camila comunque ha ottenuto un saldo positivo tra vincenti e gratuiti (23-21), ma non è riuscita a essere decisiva come al solito soprattutto in risposta.

Primo set: 5-7. Camila perde subito il servizio, ma recupera il break in un lunghissimo secondo game, al terzo tentativo. Mentre la Riske però poi non concede più palle break, Camila è più in sofferenza al servizio, e ne annulla due dal 15-40 sul 4-4. Nel gioco al servizio successivo però, l’americana ottiene il break e poi chiude il set al secondo tentativo, in un game ai vantaggi.
Secondo set: 5-7 2-6. Camila inizia male al servizio, e la Riske le ruba subito due volte il servizio, andando sul 4-0 e poi sul 5-1. Qui c’è una reazione, ma l’americana è pronta ad annullare l’unica palla break del set e poi a chiudere al successivo turno di servizio.

Tra 10 giorni, nella nuova classifica WTA, Camila sarà alla 40° posizione. Tornerà poi in campo a Bad Gastein, dal 7 luglio.

Le dichiarazioni di Camila a fine match: “Oggi ero più lenta e meno reattiva del solito. Devo pensare al prossimo torneo, non ho tempo per sentirmi giù. Devo continuare a lavorare per essere più consistente in campo, in partite così quando non mi sento rapida e reattiva. E’ stata una stagione differente perché sto giocando più tornei e mi devo abituare”

Ecco il tabellino del match:

20140626_riske

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky
    Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky
  • WTA Shenzhen, Camila esce in semifinale con Alison Riske. Da lunedì sarà numero 72
    WTA Shenzhen, Camila esce in semifinale con Alison Riske. Da lunedì sarà numero 72
  • WTA Shenzhen, Camila batte Saisai Zheng in tre set e accede ai quarti
    WTA Shenzhen, Camila batte Saisai Zheng in tre set e accede ai quarti
  • US Open, Camila out in tre set con la Stosur
    US Open, Camila out in tre set con la Stosur

609 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by Alessandro1983

    E’ sicuramente una predestinata la Bouchard ed ha un’intelligenza tattica ed un’attitudine superiori alla sua età. La tenuta mentale nel tennis contemporaneo è tutto, purtroppo. Ciò non toglie il fatto che io non apprezzerò mai le persone troppo ambiziose, spavalde e vanesie come lei. Simpatia zero proprio 🙂 p.s. Cmq in questo Wimbledon ha evitato tutte le più forti(Serena Williams, Sharapova, Li Na, Radwanska ecc. Dovremmo tenere conto anche di questo. Complimenti a lei comunque

  2. r.b. by r.b.

    Forse vi sembrerà incredibile ma anch’io ogni tanto ho da fare qualcosa di diverso che vedere partite da tennis. Ho visto il primo set della Kvitova e basta. Mi sapete spiegare cosa è successo con Bouchard Halep?

    • boy by boy

      Se ti dico che semplicemente la canadesina le è stata superiore ti può bastare? 🙂
      Dai allora, il primo set dopo 2/3 games la halep poggia male una caviglia, ma non si è fatta niente secondo me, visto che tra l’altro il primo set è stato molto combattuto, set vinto dalla canadese al TB. Nel secondo poi non c’è stata proprio storia.

  3. by nicoliki

    Condivido appieno le Tue considerazioni, boy, pertinenti e costruttive. L’intervista della canadese è sintomo di un intelligente approccio tattico alla finale: sta bene il proprio gioco ma bisogna anche tener conto di chi c’è dall’altra parte della rete. A questi livelli non vi sono giocatrici scarse.

  4. boy by boy

    Avete sentito l’intervista della canadese 3 minuti finito il mach, alla domanda su come affronterà la finale con la Kvitova, ha risposto testuale “ora ci metteremo sotto con il mio allenatore e proveremo a stuadire qualcosa per affrotnarla”. E’ proprio brava, una predestinata, il numero 1 nel ranking, in questi pochi mesi non sta facendo altro che aspettare che arrivi lei.
    E qui mi fermo con i complimenti alla canadese….anche perché sembra che diano fastidio a qualcuno…..strano perché in fondo si sta solo parlando di tennis.

    • boy by boy

      * match
      *studiare
      scusate gli errori di battitura .

    • by nicoliki

      Condivido appieno le Tue considerazioni, boy, pertinenti e costruttive. L’intervista della canadese è sintomo di un intelligente approccio tattico alla finale: sta bene il proprio gioco ma bisogna anche tener conto di chi c’è dall’altra parte della rete. A questi livelli non vi sono giocatrici scarse.

    • r.b. by r.b.

      Assolutamente no, sappiamo riconoscere quando una giocatrice ha meritato.

      • boy by boy

        mi fa piacere notare che le mie parole sono state capite (anche se non da tutti). E in generale è opportuno ricordarsi che anche laddove uno movesse una critica, lo fa perché vorrebbe vedere Camila sempre più in alto…..e non certo perché le si vuole male, si è rosiconi o si dimentica che si trova nel sito di Camila Giorgi. 😉

        • pablox5452 by pablox5452

          Sono totalmente d’accordo con te sulla Bouchard, anch’io, vista la più o meno precoce scomparsa della mie varie favorite, ho puntato su di lei che mi pare una versione più “evoluta” di Camila. l’ho pensato fin da quando la vidi battere la “nostra” a Strasburgo,lì notai già come la Bouchard sapesse interpretare bene la partita sul piano tattico. Per il resto gioca un tennis abbastanza simile, anche se Camila ha più talento nei pressi della rete (le volée a 2 mani di Geni non si possono vedere, ma non è l’unica, pure Sederona commette delle nefandezze da quelle parti, mentre la Masha semplicemente ignora che esista la rete, così fa prima…) MI sono stupito di come ci siano Camiliani che sostenessero la halep contro la Bouchard, mi pareva di capire che odiavate (parlo genericamente) le”pallettare” che io chiamo semplicemente giocatrici tattiche, bè…vista la Romena tirare pallonetti 10 metri sopra la rete (cosa inusuale in quel di Wimbledon) mi viene da dire che se lei è una giocatrice d’attacco la KErber è la nuova Navratilova. Per me era abbastanza facile dire che avrebbe vinto Bouchard, potevano esserci problemi perdendo il primo set, ma poi dopo il pericolo scampato il 6-2 /che poteva essere un 6-1) era prevedibile: d’altro canto basta vedere chi aveva battuto la Genie rispetto alla halep (che aveva rischiato pure dall TSurenko, non proprio una campionessa) per capire chi fosse la favorita. E condivido pure che presto Genie sarà numero 1, non so quanto presto, dipende molto dalla finale di sabato (dove però non la vedo favorita se la Kvitova serve al meglio vince in 2 set, altrimenti…)

  5. Lino by Lino

    Anche io dopo l’uscita di Camila mi son disinteressato completamente del torneo, però ieri ho deciso di tornare a vedere qualche incontro: Federer Wavrinka (che gioia rivedere Roger ad altissimo livello) e il suo prossimo avversario raonic che ha vinto con un sorprendentissimo Kirgios (questo giovanissimo australiano è veramente forte, arriverà presto nei top 20). Raonic con quel servizio fa veramente paura ma Roger è Roger e sarà una semifinale tutta da vedere.
    oggi ho visto un pò di bouchard halep, pensavo anche io che la canadese vincesse (è proprio forte) ma mi aspettavo una maggiore resistenza della romena, che è stata dominata letteralmente.
    Ora spero e credo che vinca la Kvitova, la vera n.1 sul veloce.

  6. journasesto by journasesto

    Cara Camila, io spero che tu abbia visto bene queste due semifinali di Wimbledon, per convincerti ancora di più, se già non lo sei più che fermamente, che tu lì ci puoi stare benissimo e hai tutti i mezzi per arrivarci. Animo Camila, Animo Sergio, vedrete che ci arriverete e ci regalerete immense soddisfazioni.
    Postilla @ r.b. Mi sa che sullo stellone di Eugenie hai proprio ragione. La storta che si presa Halep al quarto game l’ha condizionata per tutta la partita. Ora in finale si troverà di fronte la più incostante e psicologicamente fragile tra le avversarie che le potevano capitare. Vedremo se anche in futuro verrà assistita dalla fortuna così come le sta accadendo con tanta frequenza da un po’ di tempo a questa parte. Detto questo, sono sempre convinto che sarà Kvitova a spuntarla.

    • r.b. by r.b.

      Beh in parte ho cambiato idea su Eugenie. Credo che la fortuna sia comunque meritata e che stia facendo un gran torneo, a questo punto dico che vincerà lei. Forse è meglio una giovane così anche le altre sanno che possono farcela, soprattutto se tengono la palla in campo… 🙂

  7. riccardo by riccardo

    Bouchard va in finale dando 6-2 alla halep nel secondo set. Reazione composta dopo la vittoria . Niente da dire . Grandissima giocatrice.

  8. riccardo by riccardo

    Buonasera a tutti. Quest’anno Wimbledon se lo giocheranno delle giovanissime. Bouchard ha vinto il primo set con halep fresca numero due del mondo. Chiunque andrà in finale avrà meno di 24 anni e un pò brucia perchè la nostra ci poteva anche stare tra queste , vista anche l’ uscita prematura di serena , di Maria di Li Na e di Lisicki. Bouchard gran bella giocatrice , rischia , tira dei gran colpi ma è anche abbastanza solida ed ha solo 20 anni. Speriamo di vedere la Nostra Cami presto tra le grandi.

  9. boy by boy

    r.b. non iniziare con la storia della fortuna ora eh!! 🙂

    • boy by boy

      grandissima….ha portato a casa il primo set.
      Cioè ragazzi sul serio, come si fa a dire che è una pallettara di lusso? Certo che se si tiene come paragone Camila, tutte sono pallettare. Ma non è così, una che quando l’avversaria è fuori campo e piazza la pallina con l’80% della forza e ad un metro dalla linea, non significa che non sia una giocatrice che attacca, attacca ma con giudizio. Anche perché nel tennis hanno messo una regoletta che prevede la palla in campo.

      • zio gio by zio gio

        Ti ricordo che siamo sul sito di Camila.

        • boy by boy

          mamma mia ma che c’entra?
          Su ragazzi un po’ di leggerezza…..e allora r.b. quando tifa Ana?
          Era un piccola diatriba scherzosa tra me e lui…..

  10. entropia by entropia

    …mi dispiace per Lucie, oggi tifavo lei, Petra davvero ottima, ha vinto con personalità e merito…

    • Ace by Ace

      Quando è in forma è difficile fermarla. Se gioca così sabato il torneo è suo…

      • entropia by entropia

        …sarei contento, anche lei ne ha dovuto ingoiare di rospi…

    • entropia by entropia

      …concordo in pieno! Doppio encomiabile!

  11. r.b. by r.b.

    Siamo a giovedì, sarà bene cominciare a concentrarsi sul torneo di Bad Gastein…
    Quando viene sorteggiato il main draw? Camila sarà TdS stavolta?

  12. giuseppe by giuseppe

    Bene. Dico la mia (se posso e senza voler contraddire nessuno perché vi leggo volentieri, in attesa di vedere Camila in campo):
    il mio vecchio professore di educazione fisica, tal prof. Palazzo buonanima, ci insegnò due cose a proposito della pallavolo, insegnamenti che ho sempre tenuto a mente da allora e trasferito anche in altre situazioni, sportive e della vita, e cioè:
    1) in battuta, non fare sempre il fenomeno e cercare il punto, ma piuttosto che perdere la battuta servi in campo e poi te la giochi;
    2) quando stai vincendo sull’ avversario, non rallentare, ma fallo con il massimo dello scarto, perché a rimontare fa sempre in tempo.
    Un altro allenatore, grande a mio giudizio per alcuni aspetti, tal Fabio Capello, quando allenava squadre talentuose (tralasciamo il presente), aveva la capacità di cambiare uomini e tattiche in partita, tarando il tutto su quanto la sua squadra si trovava a dover affrontare nella contingenza.
    Ergo, esprimendo di nuovo un concetto già rappresentato, partendo da un armamentario il più completo possibile, è cosa buona e giusta (sempre a mio modesto parere) riuscire ad adattare il proprio gioco ,che si vuole imporre, non solo all’avversaria del giorno, ma anche a come gioca la stessa in quel giorno. Chi sta a bordo campo deve aiutare l’atleta giovane a cogliere queste sfumature finché esso non sarà maturo al punto di farlo da solo.
    Un saluto a tutti. E brava Cami che “non hai il tempo per stare giù”.

    • journasesto by journasesto

      Il professor Palazzo evidentemente era un saggio. Ma non sempre le strategie di uno sport di squadra sono applicabili a uno sport individuale come il tennis. Nel quale una soluzione può essere anche lo sviluppo di uno stile di gioco in grado di. imporsi sempre sull’avversaria, lasciando a lei il grattacapo di doversi adattare a te. Questo è quanto sta cercando di fare Camila con il suo staff, almeno secondo il mio parere. Questo è il messaggio dirompente che Camila ci trasmette con il suo gioco e che tanto ce la fa amare, nel bene e nel male.

      • r.b. by r.b.

        Beato te, non ti dico com’era il mio prof. di educazione fisica… 🙂

      • giuseppe by giuseppe

        E’ possibile, perché no! ….fisica e fisico sempre permettendo. ciao.

    • entropia by entropia

      …in sintesi:
      -problemi al servizio…
      -problemi di tenuta…
      -problemi di monotonia di gioco…
      -problemi di inefficienza di chi sta a bordo-campo…
      E si cade sempre lì, non c’è nulla da fare, Omar Camporese docet…

      • giuseppe by giuseppe

        … in sintesi:
        – problemi al servizio…migliorabili!
        – problemi di tenuta… migliorabile!
        – problemi di monotonia di gioco…boh, non direi, direi maggiore flessibilità!
        – problemi in risposta… migliorabile!
        – problemi di inefficienza di chi sta a bordo campo…boh, migliorabili!
        in sintesi: per fortuna ci sono ottimi margini di miglioramento!!!

  13. boy by boy

    Buongiorno….
    oggi giornata importante e difficile per la canadesina….necessita anche del vostro tifo 🙂
    Per quanto riguarda Camila, sono ancora tutti confermati i prossimi impegni?

    • r.b. by r.b.

      Beh, la Bouchard è certamente bella, brava e simpatica, però ognuno è libero di tifare chi vuole…. 🙂
      Per quanto mi riguarda prevedo una finale Kvitova-Halep.

    • journasesto by journasesto

      La canadesina che impugna la racchetta a mo’ di clava e che ogni volta che colpisce la palla sembra un fabbro ferraio credo potrà poco contro l’intelligenza superiore di Simona Halep. Almeno me lo auguro. Certo Bouchard ha trovato il suo equilibrio, picchia forte e non sbaglia quasi mai, al contrario di Camila che regala troppo alle sue avversarie. Ma la nostra stella ha una classe, una grazia, una coordinazione infinitamente superiori. Impossibile, avendo in mente Camila, farsi piacere il tennis sgraziato di Eugenie (che poi non è neanche così bella, nelle sue canottierine da muratore bergamasco).

      • boy by boy

        va bene ho capito…..mi avete lasciato solo 🙁
        vorrà dire che quando farà uno di quei dolcissimi sorrisi, sarà tutto per me!!
        Oggi vedrete che farà un garone contro la Rumena…..gente di poca fede!! 🙂

      • r.b. by r.b.

        Ho visto un video su Youtube di Genie che legge le previsioni del tempo in un telegiornale canadese, ed effettivamente è davvero molto carina. Però sulle canottierine da muratore bergamasco devo darti proprio ragione…aggiungerei i gonnellini della nonna e il quadro è completo… 🙂 Da questo punto di vista Ana è un altro pianeta.
        Se Eugenie cambia look in campo ne riparliamo, non escludo un giorno di diventare suo fan. Il gioco è chiaramente quello di una pallettara di extra lusso; giocatrici che emozionano oltre a Camila ce ne sono pochissime, soprattutto direi Petra Kvitova, che quando decide di far vedere il suo miglior tennis è sostanzialmente ingiocabile per chiunque…

        • zio gio by zio gio

          Kvitova è in giocabile,davvero. Ha una palla pesante come un armadio

  14. by lucio

    Ciao a tutti . Vorrei chiedere una vostra opinione su Serena e la partita / ritiro in doppio. Cosa ne pensate ?

    • r.b. by r.b.

      Vuoi la versione ufficiale o quella ufficiosa?

      • by lucio

        Ufficiosa sicuramente più attendibile

        • r.b. by r.b.

          Si dice che abbia litigato con Mouratoglu e che si sia presentata in campo in condizioni non consone per un match di tale livello…ma qui lo dico e qui lo nego… 🙂

          • by lucio

            Allora faceva più bella figura neanche presentarsi strano che la sorella non l’abbia consigliata in tal senso. La battuta contro l’avversaria ha qualcosa di esilarante .

    • enzo by enzo

      E’ difficile dire cosa sia capitato a Serena, sembrava avesse capogiri perchè barcollava.
      Comunque non era in forma nemmeno contro Cornet perchè, dopo un primo set vinto in scioltezza, ha iniziato ad essere rigida nei movimenti , terminando fisicamente molto male.
      Cambiando argomento : ma avete visto Federer che match ha vinto ? E che talento!!!
      Per me è il più forte e completo degli ultimi 10 anni.

      • r.b. by r.b.

        Di sempre.

        • enzo by enzo

          E’ una bella lotta con Agassi (certo non per l’eleganza).
          A proposito hai letto ” Open ?”

          • r.b. by r.b.

            Ovviamente si. È un libro che molti considerano imperdibile.
            Camila scriverà il suo tra qualche anno 🙂

    • jurg by jurg

      Ho paura che faccia la fine di Florence Griffit Joiner

      J.I.

      • jurg by jurg

        scusa ho sbagliato il post

        J.I.

        • jurg by jurg

          o forse no comunque il timore rimane

          • jurg by jurg

            Da Wikipedia:
            La morte improvvisa e gli incredibili risultati sportivi ottenuti alimenteranno negli anni a seguire voci[1] circa l’assunzione da parte di Florence Griffith-Joyner di sostanze dopanti, in particolare steroidi anabolizzanti, che peraltro non sono state mai confermate nei test[2] da lei effettuati durante le gare a cui ha partecipato. In particolare alcune testimonianze successive fecero supporre che la Griffith abbia potuto assumere in passato l’ormone GH proveniente da una partita infetta.[3] Dopo la morte, il corpo della Griffith-Joyner non fu sottoposto a verifica circa l’uso di steroidi, perché non era possibile effettuare un’indagine accurata.

            E una famosissima velocista statunitense, la sua carriera si svolge in due fasi, una in cui è brillante poi si ritira poi torna con muscoli e risultati straordinari poi si ritira e dopo un po’ fa una fine piuttosto misteriosa. Non credo sia il caso di Serena ma me l’ha ricordata nella sua ultima parte di carriera mirabolante montagne di muscoli over 30 dopo diversi “misteriosi stop”

            J.I.

  15. Madoka by Madoka

    Che palle il tennis senza Camila !!! Wimbledon ha perso completamente di interesse e non sto seguendo più una partita da quando Camila è uscita !!! E’ oramai un torneucolo insulso senza la nostra stella !! E la bella Bouchard di qua, e il tennis intelligente della Halep di là, ed il derby ceko !!!

    CHI SE NE FREGA !!!

    Non vedo l’ora che arrivi lunedì per ripoter vedere la nostra stella !!!

    Forza Camila !!!

    • r.b. by r.b.

      Beh a me il tennis femminile interessa comunque, le partite le ho viste lo stesso.
      Certo, quando gioca Camila è tutta un’altra cosa, l’atmosfera è semplicemente elettrica…. È proprio unica, non oso immaginare cosa sarebbe una semifinale o finale slam con Camila in campo…

      • enzo by enzo

        Tachicardie a parte, con Camila è tutto un altro tennis. A volte mi capita
        anche (come fa Sergio ) di non guardare il punto decisivo, per poi esplodere ( mia moglie dice che sono peggio di un bambino).

        Quanto alla Bouchard, bisogna proprio ammettere che gioca tutti i punti importanti con una sicurezza da veterana. Anzi sembra a volte con spavalderia . Mentalmente è saldissima ma il suo gioco è monotono,lineare, forse è per questo che sbaglia pochissimo.
        E’ la mia favorita per la vittoria , anche se la Halep….non le lascerà strada facilmente.
        Certo che lì in mezzo Camila ci starebbe bene !!!

    • hector by hector

      Quoto. Anch’io non ho visto alcun match. Ma per Federer un’eccezione la farei.

    • by claudio

      Quanto hai ragione Madoka! Ogni tanto butto un occhio per vedere i live scores giusto per sapere chi passerà il turno, ma il trasporto di quando gioca Camila è tutt’altro mondo. Imparagonabile.

  16. r.b. by r.b.

    @tutti
    Ragazzi comunque mi avete convinto, la Bouchard è fortissima…
    Sono già pazzo di lei, domani parto per il Canada e mi arruolo nel Genie’s Army… 🙂
    Abbandono Camila e Ana…. addio!

    🙂 alzi la mano chi ci ha creduto… nessuno vero? 🙂 🙂 🙂 🙂

    • silvio74 by silvio74

      In un momento di lucida follia ho formulato la seguente riflessione: Sergio giorgi ha affermato che la preparazione di camila e’ incentrata sul 2015, nel contempo tutti abbiamo notato che negli ultimi tornei cami sta sfidando le leggi della fisica tanto come posizione in risposta quanto nel tirare la prima e seconda palla di servizio a velocità oggettivamente poco controllabili. E’ se tutto quello che sta accadendo fosse un training complesso che non guarda al risultato di oggi ma a forgiare camila per quello che sarà’ il prossimo anno. Pensateci dopo aver costretto se stessa a giocare al limite del possibile, l’anno prossimo camila arretra di una passo in risposta e rallenta il servizio di 10 km. Il risultato sarebbe un tennis comunque devastante e però’ assolutamente sotto controllo .

      • r.b. by r.b.

        Come giocare a pallavolo con un pallone medicinale?

        • silvio74 by silvio74

          Esatto. O fare jogging con i pesi alle caviglie:-)

        • hector by hector

          Come giocare a tennis dopo aver bevuto un litro di amaro medicinale Giuliani.

        • hector by hector

          Per fare cio’ che hai scritto bisogna essere uomini di polso.

      • by Roberto

        Il tennis che dici tu lo abbiamo già visto a Katowice. Infatti è arrivata in finale. Non vorrei essere troppo noioso, ma come ho già avuto modo di dire in diversi post, il “rallentamento” della prima di servizio porterebbe a Camila diversi benefici. Il primo è che una palla variata, tirata tra 160 e 170 Km/h, le permetterebbe di comandare il gioco senza problemi (continuerebbe a “fare il suo gioco”). Il secondo è che ridurrebbe in maniera sostanziale il numero di doppi falli, che pur non essendo a volte determinanti, potrebbero portare Camila in una situazione psicologica a lei sfavorevole. Il terzo è che un inizio gioco buono le permetterebbe una gestione ottimale dell’intero game, poichè potrebbe dare sfogo ai suoi vincenti e allo stesso tempo mettere la sua avversaria in soggezione psicologica, data dal fatto che capirebbe subito che Camila le regalerà poco o nulla. Cioè, se la vuole brekkare deve rischiare lei…deve essere più brava di Camila. Personalmente, la risposta mi preoccupa meno. Nonostante ne sbagli molte, alla fine riesce quasi sempre a fare il break. Se non succede è perchè l’avversaria ha giocato come la Kvitova, in stile Fed Cup. Non boccerei a priori la posizione avanzata utilizzata in questi tornei sull’erba. Secondo me stanno facendo un esperimento e, se sull’erba sembrerebbe un po’ troppo azzardata, mi piacerebbe rivederla in questi due tornei sulla terra e sui campi veloci americani. Chissà potrebbe anche funzionare. In conclusione il miglior tennis giocato da Camila è stato quello di Katowice. Per me bisogna ripartire da li

      • Questa teoria mi ricorda alcuni film di kung fu cinesi di quelli in cui il protagonista dopo un addestramento impossibile solleva pesi enormi o spicca salti inimmaginabili: Camy Lin Fu …

  17. by Atom

    Sono uno sfegatato per Camila e la sconfitta con la Riske mi brucia ancora. Una occasione troppo ghiotta che non poteva non essere colta. Fra l’altro era il momento migliore, la Williams non stava bene altrimenti non poteva perdere con la Cornet (infatti in doppio si è dovuta ritirare) la Na Li è cotta, la Radwaska era spenta insomma il momento della nuova generazione ed invece la “bimba” ha perso con una giocatrice di medio livello…davvero brutta sconfitta. Ribadisco che sul palleggio Camila non è inferiore a nessuno ma con i colpi inizio gioco servizio e risposta a volte è un disastro. Dunque migliorare “la seconda” e lavorarla di più evitando i doppi falli. A Katowice è arrivata in finale perché massimo ha fatto 4 df in un incontro. La risposta dipende sicuramente dalla posizione in campo. Se è vero che sul palleggio non teme nessuna deve cercare di “entrarci” nel palleggio e non tentare subito il vincente. Il punto deve cercarlo dopo tre o quattro scambi…Non ci vuole tanto a capire…o si?

    • by Quinto

      Le Williams sono due bugiarde patentate e riconosciute come tali, la messa in scena del virus sconosciuto fa il pari con altre scenate del passato, dell’una e dell’altra. Sono due antisportive che non sanno perdere. Per fortuna non le avremo più tra i piedi molto a lungo….
      Peccato che tenniste così brave siano così false e indecenti.
      Comunque Cornet ha vinto meritatamente e non è nemmeno la prima volta che vince con Serena.

  18. by Alessandro1983

    Comunque per fortuna è ancora tra le prime 40 del mondo la nostra Camila; nel ranking live è numero 40. Pensavo peggio 😉 Se riuscisse a fare poco più di 200 punti a Bad Gastein entrerebbe nella top 30. Ovviamente è un discorso puramente teorico 😉 Vamos!

  19. entropia by entropia

    …ha vinto il Drago… Oppio è un fenomeno… cavallo fortissimo…

  20. journasesto by journasesto

    Quel mostro che risponde al nome di Roger Federer non smette di stupire. E di essere un esempio inarrivabile per tutti.

  21. by nicoliki

    Camilla a livello qualitativo di colpi, non è inferiore a nessuna.
    Il problema è che se “continua a fare il suo gioco” senza un minimo di saggezza tattica e se conseguentemente continua a commettere alte percentuali di doppi falli ed errori non forzati, non arriverà mai tra le top ten e non vincerà mai un major.
    Questa la cruda verità, neppure troppo amara in quanto se capirà cosa fare per vincere e se saprà anche adattarsi un minimo al gioco delle avversarie, ha la potenzialità per sfondare.
    La testa della Errani ed i colpi di Camilla: ecco la n 1 WTA.

    • r.b. by r.b.

      Mah, guarda, sono d’accordo fino ad un certo punto…
      L’altro giorno Supertennis ha trasmesso in replica il match contro la McHale a Roma. Il primo set, vinto da Camila 6-1, è stato uno spettacolo. Camila ha risposto benissimo, giocando in modo fantastico.
      Dopo il 2-0 del secondo set, e soprattutto nel terzo, non entrava UNA SOLA palla in campo. Risposte sbagliate di metri, non di centimetri, praticamente tutti i colpi fuori o in rete.
      Perciò ho cercato di immedesimarmi nella situazione per capire e ho ipotizzato che quando subentra la stanchezza fisica, Camila semplicemente non riesce a fare il gioco che in condizioni di brillantezza riesce tranquillamente a fare, con risultati eccellenti.
      A questo punto il problema è che Camila non rallenta per niente né cambia gioco, né cerca di tenere la palla in campo e di difendere, ma continua imperterrita a fare il suo gioco, ben sapendo però che le palle usciranno tutte dal campo e che questo le costerà il match.
      Quindi a mio parere tutto dipende dal fatto che Camila sia bene preparata fisicamente e concentrata al 100% su ogni match. Ovviamente questo non può accadere sempre, poiché in una stagione ci sono sempre alti e bassi di forma, però l’obiettivo è quello di essere in forma più mesi possibili.
      Quando non sta bene fisicamente subirà sconfitte, ma credo che questo capiti anche ad altre tenniste che non accettano compromessi sul tipo di gioco e tirano sempre al massimo. Camila è così, prendere o lasciare. Pensare che faccia un gioco attendistico è pura utopia…

    • eulondon by eulondon

      Troppe inesattezze. a partire dal nome di battesimo 🙂

  22. boy by boy

    io tutte queste critiche che fate alla Bouchard non le capisco proprio….sarà che sono io di parte, ma ricordo che è una ragazzina di appena 20 anni, da un annetto nel circuito wta a in attesa della prossima partita con la Halep (secondo me ha le sue buone chance) ha già fatto semi all’AO, al RG, e ora a Wimbledon (senza perdere un set tra l’altro). Io non capisco proprio come si faccia ad non apprezzarla….il tutto condito da un visino angelico.

    • r.b. by r.b.

      E chi ha detto che non l’apprezziamo…
      Oltre alle sue indubbie qualità tecniche e tennistiche ne ho messo in rilievo la fortuna, a mio parere abbastanza sfacciata… 🙂
      Ovviamente se non sei d’accordo e ritieni che non sia stata fortunata puoi dirlo e ne discuteremo pacatamente….

      • boy by boy

        ma parlare di fortuna in primis si rischia di minimizzare l’atleta…e poi in secundis quello della fortuna è un tema alquanto soggettivo…..ad esempio per me un secondo turno a Wimbledon con la riske, potrebbe essere altrettanto fortunato.
        Pensiamo un attimo ai risultati ottenuti dalla canadese…..e se al suo posto ci fosse stata un’italiana? (o ancor meglio Camila?) Io direi che non si starebbe tanto a guarda il pelo nell’uovo.

        • r.b. by r.b.

          Ah beh certo, se arrivi a quarti sfruttando due ritiri e un walkover non è che ci sputiamo sopra, però la fortuna c’è…
          Anche il fatto di giocare oggi con un giorno di riposo in più può contare.

    • Sephir by Sephir

      io l’unica cosa che critico alla Bouchard son i colpi orrendi a vedersi. Si accartoccia su se stessa per eseguirli.
      Per il resto caratterialmente è una ragazza un po’ montata….ma chi non lo sarebbe con tutto quello che le sta succedendo? oltre che a vincere ha schiere di fan che impazziscono per lei oltre che è in completa ascesa anche tennisticamente parlando. E’ sempre al centro dell’attenzione essendo una vincente, una bella ragazza e un’anglofona.

      La tanto disprezzata (da zio gio) Halep invece essendo oggettivamente non bellissima e venendo da una nazione piccola viene snobbata dai più e questo forse le ha permesso di rimanere con i piedi un po’ più per terra. Tanto per far un esempio lessi un po’ di tempo fa che decise invece di andare nell’albero super lusso a 5 stelle che le avevano prenotato gli organizzatori di un evento (non ricordo quale ahimè) di rimanere nel suo vecchio normalissimo albergo.
      Credo che sia una delle ragazze in tutto il circuito più educate e umili sia in campo che fuori con un così grande successo.

  23. r.b. by r.b.

    La Bouchard per arrivare in semifinale ha eliminato:
    Hantuchova (praticamente ha l’età di sua mamma o quasi… :-))
    Soler Espinosa (sull’erba non vale una cicca, altro che Riske :-))
    Petkovic (Camila l’ha battuta due volte quest’anno)
    Cornet (ha solo fatto il favore di togliere di mezzo Serena)
    Kerber (totalmente spompa e con un giorno in meno di riposo, e anche lei ha fatto il favore di eliminare Sharapova)…
    Ora, non dico che Camila con questo draw avrebbe potuto arrivare in semifinale…anzi sì lo dico, la Cami di Indian Wells sicuramente… non so che cosa ne pensiate voi…

    • zio gio by zio gio

      Io penso che Cami non ci sarebbe arrivata perché,fino a quando non eliminerà i doppi falli,ci sarà poco da fare. Camila negli scambi non è fallosa.anzi li vince quasi sempre. Il problema è quel sevizio. Bouchard gioca d’anticipo anche lei,ma con un margine di sicurezza molto ampio. Preferisco mille volte il gioco di Camila,ma una cosa che detesto è quel servizio con cui si consegna alle avversarie(quasi volutamente). Non può sparare a 160 km/h un servizio di seconda sulla palla break. Una volta paga: fa ace o servizio vincente,ma le altre 3 volte fa df. Il gioco non vale la candela. Il suo servizio è potenzialmente il più forte del circuito,ma fin ora è stato il suo punto debole. La sicurezza con cui Bouchard tiene il servizio(un servizio mediocre) mi fa rosicare.

      • Lucia by Lucia

        @ R.b. Fammi capire quali delle avversarie della Bouchard sarebbe più’ debole della Riske. Dai, sii obiettivo…..

        • zio gio by zio gio

          Be,Soler,Hantuchova e Petckovic sono inferiori

          • Lucia by Lucia

            È Cornet e Kerber ? Dai se perdi dalla Riske in due set non c’ e’ tabellone che tu possa avere per andare in semifinale. Altre volte anche a Camila si era aperto il tabellone ma non ha saputo sfruttare l occasione.

        • r.b. by r.b.

          Soler Espinosa sull’erba è più debole della Riske (sempre sull’erba ovviamente), sicuro al 100%.
          Hantuchova non è più quella di una volta…secondo me la Riske sull’erba è meglio.
          Forse Petkovic è più forte, ok, però Camila l’ha battuta già due volte…
          Comunque il mio discorso era chiaro…la Camila di Wimbledon 2014 non sarebbe arrivata comunque così avanti, l’ho scritto chiaramente, ma quella di Indian Wells forse sì….

      • Sephir by Sephir

        il problema è pure la risposta. E’ troppo poco solida pure in questo fondamentale. Capisco che vuoi iniziare lo scambio aggressivamente ma ci son momenti e momenti, preferisco una palla meno forte iniziale quindi meno punti diretti subito dopo il servizio ma più palle giocate. Se si gioca Camila detto non è inferiore a nessuno. Certo che se su 4 punti di servizio avversario non colpisci il campo 3 volte e poi fai 1 return winner c’è qualcosa che non va.

    • journasesto by journasesto

      Purtroppo di se e di ma son piene le fosse… 😉

    • r.b. by r.b.

      Come vuoi, comunque la Pennetta a Indian Wells era fortissima, sia tecnicamente che tatticamente, non sbagliava niente.

  24. r.b. by r.b.

    Per quello che riguarda i match di oggi, se non è fortuna trovarsi una avversaria totalmente cotta che ha faticato moltissimo il giorno prima per eliminare la Sharapova, e pure con un giorno in più di riposo….è veramente incredibile la fortuna di questa ragazza. Ovviamente ci sono anche i meriti, quelli nessuno li discute, però….
    Per quanto riguarda la Halep, ragazzi, questa è comunque una che non sbaglia MAI….
    Spero che Camila si guardi i match, perché ok deve fare il SUO gioco, però la palla deve rimanere in campo, in un modo o nell’altro…e chi sbaglia di più a questi livelli perde sempre.

    • zio gio by zio gio

      Credo che le faccia meglio guardare Bouchard. Halep è una pallettara dopata

      • r.b. by r.b.

        Io non credo che la Halep sia dopata. La storia fra qualche anno ci dirà la verità, ma al momento non sembra. E’ una che tira forte senza rischiare e gioca profondo. Questo basta e avanza. Un colpo profondo vale molto di più di una sassata che rimbalza vicino alla riga del servizio. La Halep è poi molto regolare e non sbaglia praticamente mai.
        Nel tennis vince molto spesso chi sbaglia meno, non chi fa più vincenti.

      • Sephir by Sephir

        invece di sparar cavolate zio gio perchè non ci porti le prove del doping della Halep? queste che tiri fuori son dichiarazioni altamente diffamanti senza nessuna base reale. Ti invito a riflettere prima di scrivere altre amenità simili.
        Tra l’altro il doping serve fino ad un certo punto. Simona ha un gioco che non sarà stupendo come quello di Camila ma che si sta dimostrando essere molto efficace e solido.

        • zio gio by zio gio

          Cavolate le spari tu. Hai prove contrarie? No,quindi rispetta il mio pensiero. Delle storielle degli alberghi ne ho piene le tasche. Mi basta sapere che ha il vizio di ritirarsi nei tornei pre-slam,denunciando infortuni,non prima di aver riscossoassegno del match e incassato la terza testa di serie. Lo ha fatto a Roma e a ‘s Hertogenbosch. FATTO salvo poi il raggiungimento di semi slam.

          • Sephir by Sephir

            non funziona così caro zio gio. Se tu spari una cavolata sei tu che devi assumerti l’onere di dimostrare! Non sono gli altri che devono fornire le prove contrarie. Sta proprio alla base del concetto di tesi e antitesi.
            Tra l’altro la tua non è un opinione ma un commento diffamatorio se non hai prove a sostenerlo.
            Informati prima di finire in guai legali.

            • zio gio by zio gio

              Beh…. Portato in tribunale cosa potrei fare? Urlare ” io faccio il mio gioco…non rompetemi I maroni” . Capito? Molto semplice. Forza cami. Cami on.

              • Sephir by Sephir

                vabbè risposta da bambino di 10anni (magari li hai veramente). Okkkk…non che mi aspettassi altro visto il tuo secondo commento. Spero tu possa crescere e scoprire taaaante cose nuove oltre al “fare il tuo gioco”.

                • zio gio by zio gio

                  Stai inziando a mancare di rispetto,e la cosa mi indispettisce molto. Pensa a riapettare le persone, prima di prendere le inutile difese di una ragazza romena della quale non sai niente. Dell’onere della prova, non necessito di spiegazioni. Cosa vuoi che provi? Le analisi del sangue di tale Simona? Sempre e solo il mio gioco”

                  • Sephir by Sephir

                    come definisci le tue risposte se non come quelle di un bimbo?
                    Tra l’altro quello che qui manca di rispetto sei tu visto che dare del dopato a qualcuno significa asserire che questo sta infrangendo la legge. Come se io venissi qui a dirti che hai stuprato qualcuno, rubato a qualcuno ecc.
                    stessa identica cosa.
                    Doparsi è un reato quindi se ti sta sulle palle questa ragazza romena a me va bene. Esprimi pure liberamente le tue impressioni riguardo al gioco al comportamento ecc. ma non permetterti di andare a diffamare perchè se no inizio anche io a dirtene 4 senza aver nessun fondamento e poi vediamo come finisce, “faccio il mio gioco”

                    • zio gio by zio gio

                      Ahahahahah. Ti aspetto. Insult aim. Vediamo come finisce. Io faccio il mio gioco e, non so se ti conviene.

              • zio gio by zio gio

                Miao Miao mi fai morire dal ridere.
                Potrei chiedere,come condanna alternativa, l’affidamento in prova al centro Tirrenia con possibilita’ di sperimentare da vicino quel “gioco”

  25. entropia by entropia

    …che giocare vincente Safarova contro Makarova potesse essere considerata rapina a mano armata me lo potevo immaginare… ma avere già i Carabinieri sotto casa che mi sono venuti a prendere, a tanto non c’ero arrivato! Oddio! Hanno suonato…che faccio apro? Potrei sempre dichiararmi “prigioniero del gioco di spinta e pressione….”

    • Lucia by Lucia

      Dichiarati prigioniero politico 😉

      • entropia by entropia

        …speriamo che non abbiano un mandato di perquisizione… dovrebbe esserci in giro una foto di Camila che tira un rovescio incrociato a tutto palo… potrei essere incriminato per possesso illegate di bazooka!

    • r.b. by r.b.

      Non sono affatto d’accordo. La Safarova è fortissima ed è capace di grandi numeri. La Makarova è la tipica desaparicida del circuito, che riappare misteriosamente solo negli Slam, dove piazza delle ottime prestazioni che però sono sostanzialmente isolate. Prima del match le vedevo sostanzialmente alla pari.
      Se Lucie batte Kvitova lì sì che la scommessa è una rapina a mano armata…. 🙂

    • by SanTommaso

      L’operazione risale al 2009, e prima aveva comunque vinto Bonfiglio e RG Junior, più altri Itf. Visto che il primo WTA lo ha vinto nel 2013 fare l’equazione operazione=vittorie è sbagliato. E’ sbagliato anzi sbagliatissimo anche nutrire dubbi su fatto che lei e altre siano pulite, se no ci abbassiamo al livello di chi dice “la Stosur, con quei muscoli…”. Il passo successivo è la frenologia, e così torniamo al 1800.

      Per come la vedo io la Halep è stata tanti anni nel circuito, ha sfiorato vittorie e conosciuto sconfitte, è maturata, si è adattata, ha sviluppato il gioco e quando ha iniziato a vincere ha trovato quella fiducia che le mancava. Va da sé che alla base debbano anche esserci delle indubbie qualità, altrimenti tutte arriverebbero in finale se bastasse fare esperienza.

      Insomma, fa parte di un processo assolutamente normale. Avrà momenti di calo, per ora questi 365 e passa giorni sono il suo momento migliore ed è giusto che se lo goda.

      • hector by hector

        Peccato che le teorie lombrosiane siano state smentite, perche’ il killer istinct nello sguardo di Camila le assicurerebbe un grande slam ogni anno.

    • r.b. by r.b.

      Beh allora questo vale anche per la Bouchard…:-)
      La Halep è comunque molto giovane anche lei, ha trovato l’anno scorso una quadratura incredibile al proprio tennis. Tira forte ma non rischia quasi niente, tira vicino alle righe ma non sulle righe, come qualcuno di nostra conoscenza… :-).
      Non sbaglia UNA risposta (non dico poche, proprio nemmeno una). Non sbagliando praticamente mai, mette pressione all’avversaria che non sa cosa fare. Nel secondo set Sabine era totalmente sfiduciata e ha perso 6-0.
      Secondo me il torneo lo vince la Halep, a meno che Kvitova non serva e giochi come nel 2011, ma sarà comunque durissima contro la rumena. Finale comunque Halep-Kvitova.

  26. boy by boy

    in tempi non sospetti io dissi Kvitova…..giusto per ricordarlo 🙂

    • r.b. by r.b.

      La Kvitova sono 5 anni consecutivi che fa quarti di finale a Wimbledon, e nel 2011 ha pure vinto il titolo. Chiaramente ora la favorita è lei, potrebbe spuntarla però la Halep o, se prosegue la fortuna, la Bouchard. Non vedo vincenti né Kerber e né Safarova. La Lisicki meriterebbe un discorso a parte, ma siccome in questo sito sono giustamente vietati gli insulti e gli improperi, mi autocensuro più che volentieri…. 🙂 🙂 🙂

      • boy by boy

        io metto nell’ordine
        Kvitova
        Lisicki
        Bouchard

      • journasesto by journasesto

        Il mio cuore dice Sabine, la ragione dice Kvitova. Ma Halep si dimostra ogni giorno di più il nuovo genio (non Genie) del tennis.

  27. Lucia by Lucia

    La Bouchard prima di essere un prototipo di campionessa e’ prima di tutto un fenomeno mediatico. Un paese di 34.000.000 di abitanti si stringe ad ogni torneo intorno a lei ed al suo connazionale Raonic. Inutile che vi spieghi questo quanto incida a livello di ritorno economico ed è’ inutile che vi rammenti quanto con tanti soldini e’ più’ semplice crescere tecnicamente.
    In verità’ l ‘Italia di abitanti ne avrebbe quasi il doppio, peccato che siano impegnati a dividersi in mille rivoli. Sempre l ‘ un contro l’ altro armati.

    • AlterEgo by AlterEgo

      E soprattutto dediti quasi esclusivamente allo sport ‘nazionale’, il calcio, trascurando così tutti gli altri sport cosiddetti ‘minori’, purtroppo…

      • AlterEgo by AlterEgo

        Incluso il tennis, ovviamente…

      • Lucia by Lucia

        Se e’ per questo abbiamo vinto il Rolland Garros e come vedi, quasi nessuno se ne ricorda già’ più’.

        • Lucia by Lucia

          La finale della schiavo nell anno successivo dimostra che era una primavera e non una rondine

  28. biglebowski by biglebowski

    dentro anche qua! ricordatevi dove era 6 mesi fa………….
    Cincinnati MD list
    MD list

    1 (1) WILLIAMS, SERENA USA
    2 (2) LI, NA CHN
    3 (3) HALEP, SIMONA ROU
    4 (4) RADWANSKA, AGNIESZKA POL
    5 (5) SHARAPOVA, MARIA RUS
    6 (6) KVITOVA, PETRA CZE
    7 (9) KERBER, ANGELIQUE GER
    8 (7) JANKOVIC, JELENA SRB
    9 (8) AZARENKA, VICTORIA BLR
    10 (10) CIBULKOVA, DOMINIKA SVK
    11 (11) IVANOVIC, ANA SRB
    12 (12) PENNETTA, FLAVIA ITA
    13 (13) BOUCHARD, EUGENIE CAN
    14 (14) ERRANI, SARA ITA
    15 (15) SUAREZ NAVARRO, CARLA ESP
    16 (16) WOZNIACKI, CAROLINE DEN
    17 (17) STOSUR, SAMANTHA AUS
    18 (18) STEPHENS, SLOANE USA
    19 (19) LISICKI, SABINE GER
    20 (20) PETKOVIC, ANDREA GER
    21 (21) VINCI, ROBERTA ITA
    22 (22) MAKAROVA, EKATERINA RUS
    23 (23) SAFAROVA, LUCIE CZE
    24 (25) CORNET, ALIZE FRA
    25 (26) PAVLYUCHENKOVA, ANASTASIA RUS
    26 (24) FLIPKENS, KIRSTEN BEL
    27 (28) KUZNETSOVA, SVETLANA RUS
    28 (27) MUGURUZA, GARBINE ESP
    29 (29) CIRSTEA, SORANA ROU
    30 (47) KEYS, MADISON USA
    31 (30) WILLIAMS, VENUS USA
    32 (31) KOUKALOVA, KLARA CZE
    33 (33) ZHANG, SHUAI CHN
    34 (35) HANTUCHOVA, DANIELA SVK
    35 (34) SVITOLINA, ELINA UKR
    36 (36) DELLACQUA, CASEY AUS
    37 (39) RYBARIKOVA, MAGDALENA SVK
    38 (38) MEUSBURGER, YVONNE AUT
    39 (42) GIORGI, CAMILA ITA

  29. by lucio

    Roger cup Camila nel MD ……..per un pelo.

  30. r.b. by r.b.

    In questo momento su Supertennis intervista alla Samsonova.
    Mi autocensuro e di brutto anche… 🙂 🙂 🙂
    ma solo perché è minorenne…. 🙂 🙂 🙂

    • by lucio

      Cosa intendi ……ha buoni numeri ?

      • r.b. by r.b.

        Ma ha 15 anni, è del novembre 1998, è ancora troppo giovane, in tutti i sensi… 🙂
        Speriamo che sia un gran talento perché è italiana..

        • by lucio

          Vincere un torneo a 15 anni significa che i numeri sono buoni. Da quel che ho capito ha anche lei un gioco aggressivo. Speriamo che la caratteristica di gioco in Italia cambi fin dalle giovani e che si abituino sempre di più a giocare sul cemento la superficie più usata.

          • by lucio

            Poi se sono anche belle e’ uno spot per il tennis . Stiamo cambiando anche in quel senso per fortuna. A parte la Navarro…..

          • r.b. by r.b.

            Certo però non mettiamole fretta né pressione. Che si diverta… Poi ne riparliamo tra un paio d’anni…

    • AlterEgo by AlterEgo

      Dimmi un pò, ti piacciono proprio tutte a te eh? 😉

  31. eulondon by eulondon

    Lo strepitoso Wimbledon di Kyrgios dimostra che quando ci sono i mezzi, l’ esplosione puo’ essere improvvisa! FORZA CAMILA!!!

  32. entropia by entropia

    …raga, ho bisogno della vostra competenza linguistica…
    come si dice in inglese ‘palla corta’? Non dovrebbe essere ‘slice’ perché lo slice dovrebbe riferirsi al servizio… insomma un commentatore per descrivere la palla corta che termine usa?
    Grazie anticipatamente a chi mi risponde…

    • eulondon by eulondon

      Drop shot

      • entropia by entropia

        cazzo! giusto! Grande Eu… quando vengo a Londra ti devo offrire una birra…. 😉

        • r.b. by r.b.

          Vabbé, era facile anche per i non londinesi… 🙂

          • entropia by entropia

            …tu non fai testo che sai tre o quattro lingue… azz! l’altro giorno non so quale bazzecola ho scritto in tedesco mi hai risposto!

          • entropia by entropia

            cioè, manca una virgola… non è che io ho scritto in tedesco… tu hai risposto in tedesco!

        • eulondon by eulondon

          Vieni! Ti aspetto con il foglietto in tasca! 🙂

  33. r.b. by r.b.

    Dedico questo post a una giocatrice bella, brava, giovane, ma soprattutto…fortunata 🙂
    La chiamano Genie (Bouchard), ma dovrebbe essere soprannominata Attila, perché dove passa lei (il suo corridoio nel tabellone di uno Slam) non cresce più l’erba, per le sue avversarie… 🙂 nel senso che tutte le più forti o si ritirano o si fanno male o vengono battute… 🙂 🙂
    A Wimbledon sembrava un sorteggio proibitivo, sulla carta avrebbe dovuto incontrare Serena Williams e Maria Sharapova…invece non ha affrontato né l’una né l’altra, avendo ormai il cammino spianato verso le semifinali…
    E non è la prima volta, sto giochino lo ha fatto anche in Australia e (in parte) a Parigi….
    A questo punto fossi la Halep incomincerei seriamente a toccarmi… 🙂 🙂 🙂
    P.S. Se qualcuno pensa che questo post in realtà sia una mega gufata per non farla arrivare in semifinale e non togliere ad Ana una meritatissima top 10, beh, ci ha azzeccato in pieno! 🙂 🙂 🙂

    • zio gio by zio gio

      Eugenie ha un carattere da campionessa. Una presunzione ed un’arroganza che vanno ben oltre il suo tennis. Ha un tennis tutt’altro che bello stilisticamente,ma tutto va come dice lei.
      Credo davvero che la componente mentale sia prioritaria nel tennis.

    • boy by boy

      non toccatemi la canadesina che ho un debole per lei!!! 🙂
      io tutta questa fortuna non la vedo…..mica è colpa sua se serenona ormai è sul viale del tramonto….per quanto riguarda Sharapova, è già andata vicinissima ad eliminarla al RG.

      • r.b. by r.b.

        Se cambia i completini ne riparliamo… Al Rolando aveva il gonnellino di sua nonna… 🙂 🙂 🙂
        È brava a sfruttare i corridoi e a schivare i paletti, è canadese, in gioventù deve aver fatto slalom speciale… 🙂

  34. boy by boy

    io non sono un tecnico, sono solo un telespettatore. Ma più le vedo giocare e più mi convinco di quanto il gioco della Sharapova e della Giorgi si assomigliano. Anche masha è una che tira sempre, il 90% dei colpi o sono vincenti o sono gratuiti, anche masha sa inanellare brevi periodi in cui non tiene la palla in campo neanche a pagarla (periodi più brevi della nostra ovviamente). L’unica cosa che le distingue enormemente secondo me, è la grandissima capacità mentale della russa.

    • zio gio by zio gio

      Miao no. Il servizio è il punto debole della russa. Camila ha un sevizio ingiocabile.peccato che regali df e nn vari la prima palla

  35. entropia by entropia

    …Safarova facile facile su Makarova…

  36. Ace by Ace

    Credevo che oggi Maria fosse immortale dopo sette match point, ma alla fine ha capitolato. Comunque grandissima testa in una giornata in cui la palla era troppo leggera…

  37. r.b. by r.b.

    Pubblico classifica aggiornata di Camila con i punteggi nei singoli tornei..
    Si può notare che Camila ha punteggi in 17 tornei e quindi deve scartare 1 punto guadagnato nel primo turno delle quali di Sydney.
    Torneo Tour Risultato Punti
    2014: Tournaments played to date:
    Sydney Premier Q-R64
    Australian Open Grand Slam 2 round 70
    Dubai Premier 5 Q-Q 18
    Indian Wells Premier Mandatory 4 round 150
    Miami Premier Mandatory Q-R64 2
    Katowice International F 180
    Madrid Premier Mandatory Q-R16 20
    Rome Premier 5 2 round 60
    Strasbourg International QF 60
    French Open Grand Slam 2nd round 70
    Birmingham International 2 round 30
    Eastbourne Premier QF 100
    Wimbledon Grand Slam 2 round 70

    2013 Roll-Over Ranking Points
    US Open Grand Slam 4 round 340
    Quebec City International 1 round 1
    Linz International 2 round 46
    Luxembourg International Q-R16 6

    Total Ranking Points 1223

  38. entropia by entropia

    oddio, a dire il vero era “Spazio” 1999 , l’Odissea Kubrick l’aveva ambientata nel lontano futuro 2001, siamo noi ad essere così involuti che ormai il 2001 l’abbiamo fatto passare da 13 anni, comunque scusa il ‘lapis’, dovrò cambiare temperino…

  39. journasesto by journasesto

    Lisicki batte Shvedova e accede ai quarti di Wimbledon pur con 20 (venti) doppi falli

    • r.b. by r.b.

      Ok, però il prossimo turno perde contro Halep, secondo me…
      Intanto Camila sarà sicuramente al #40 settimana prossima. Non è best ranking ovviamente (il BR è 39)
      però direi che è andata bene, non abbiamo perso troppe posizioni, siamo comunque top 40.
      Ora comincia la risalita verso le posizioni più nobili della classifica.

      • journasesto by journasesto

        Era per dire che forzare il servizio a volte serve. Camila è stata criticata per averne fatti 17 in 2 partite… 🙁

        • hector by hector

          Ormai la polemica sui doppi falli e’ stucchevole. Chi non vuole capire continuera’ a non capire.

          • Sephir by Sephir

            concordo. Vincere una partita con 20 DF non è comunque una giustificazione a tutti quegli errori al servizio.

            • hector by hector

              Io intendevo dire che i 17 doppi falli sono un prezzo da pagare per vedere Camila fare il suo gioco. Devo mettere in conto che Camila possa alternare sconfitte stile Flipkens a vittorie con top ten. E’il rovescio della medaglia. In un mondo ideale vorremmo che Camila facesse solo vincenti. Io vedo un’ atleta che, una volta raggiunto un obiettivo di gioco o di classifica, anziche’ coltivare il suo orticello, alza l’asticella. E, per il momento, Camila ha sempre migliorato le sue prestazioni. L’altalena di risultati gli anni scorsi era negli itf, quest’anno nei principali tornei wta. Camila e’ passata dal vincere o perdere con Glatch e Falconi al vincere o perdere con Cornet. E nel 2014, l’unica sconfitta “imperdonabile” per me resta quella con la Mc Hale a Roma, dove ha gettato un match che stava dominando. Ma ai miei occhi risulta “imperdonabile” solo perche’ non riesco a spiegarmela. Anche quella con la Diyas appariva inspiegabile, ma poi abbiamo scoperto che Camila era scesa in campo menomata dalla febbre e che la Diyas ha fatto fior fior di risultati.

        • Sephir by Sephir

          si forzare il servizio serve…a cercar di perdere le partite.

    • r.b. by r.b.

      E comunque se faceva 20 doppi falli contro Ana col piffero che vinceva, la Lisicki

  40. by pariparo

    Il tennis è l’incontro tra due forze e due debolezze. Se non conosci le tue, ancora prima di quelle dell’avversaria, non conosci i tuoi limiti, non sai chi sei e cosa puoi e non puoi fare.
    Camila è un pò ancora in questo limbo secondo me. Sta ancora esplorando il suo tennis, le sue potenzialità. Diventerà campionessa quando capirà i suoi limiti e sfrutterà al massimo i suoi punti di forza ( che sono davvero tanti). Non credo che questa idea che Camila deve inventarsi un gioco sempre al limite sia una buona idea; un gioco al limite è sempre pericolosamente oltre le tue possibilità, troppo rischioso. Camila deve imparare ad essere più efficace nel suo gioco, non esasperarlo per renderlo ancora più aggressivo di quanto già sia.

    • by Quinto

      Credo che comunque il limite debba venire conosciuto, per imparare a starci dentro. Camila sta esplorando le sue potenzialità, quando vedrà dove non può andare senza farsi male comincerà a giocare entro i limiti. Lì capiremo cosa vale davvero.

      Secondo me è una top 10 che può vincere degli Slam. Perfino le WTA Finals. Non la vedo, invece, come n.1 stabile; nemmeno come top 3 stabile. Mi sembra una che può essere la più forte di tutte in c erti momenti, ma mi sembra troppo umana e passionale per il ruolo da n.1 costante.

      La mia, ovviamente, è un’opinione tra le tante…..

      • r.b. by r.b.

        Se impara a tenere sta caxxo di palla in campo, vedrai se non diventa n. 1….:-)

  41. TEUS by TEUS

    Considerazioni generali: oramai è solo questione di mesi e poi il ranking WTA subirà importanti cambiamenti a mio avviso. Abbiamo le prime due giocatrici del mondo palesemente in crisi: si muovono poco e male in campo, sembra abbiano poche motivazioni e hanno già passato i 30 da qualche anno. Nel tennis odierno la condizione fisica è fondamentale e se non ti presenti al top puoi anche non raggiungere i quarti in tre slam su tre anche se ti chiami Serena Williams.
    Giusto dire che le campionesse rimangono tali a qualsiasi età e possono d’incanto rigiocare il loro miglior tennis ma non è affatto semplice farlo per tante settimane consecutive (cosa assolutamente necessaria per rimanere in vetta ).
    Noto anche Radwanska in preoccupante flessione (la polacca fa sempre più fatica a sopperire alla mancanza di potenza tramite tattica e gambe).
    Bouchard conferma sempre più di essere la giovane più completa e di conseguenza più continua specialmente negli slam (non solo entrerà nelle top 10 -manca pochissimo oramai- ma credo possa ragionevolmente aspirare a posizioni ancor più prestigiose).
    Sharapova invece, per tornare a parlare di “verterane”, oltre a essere al top della forma psico-fisica (non a caso è quasi imbattibile al terzo set), sembra anche al culmine della propria carriera tennistica e non mi sorprenderei chiudesse l’anno al numero uno.
    Questo preambolo per dire che c’è molto spazio per le giocatrici in crescita e Camila ha tutte le carte in regola per restare nel gruppo che avanza velocemente e presto raggiungerà e supererà le attuali migliori (c’è solo da lavorare, parecchio, e rimanere il più possibile sereni e concentrati senza farsi prendere dalla frenesia).

    Ultima cosa riguardo la posizione sulla risposta durante la stagione sull’erba: le più grandi qualità di Giorgi, lo sappiamo bene tutti, sono la velocità di gambe e il timing e credo che l’intento fosse quello di sfruttare al massimo queste sue doti naturali e provare perciò a essere estremamente aggressivi anche perché c’è ancora molto da migliorare nella fase difensiva.
    Ovviamente si può essere d’accordo come no con questa scleta ma ha poco senso prendere in esame la posizione di altre giocatrici sulla risposta che hanno caratteristiche fisiche completamente differenti dalla nostra (alla fine ogni tennista cerca di trarre il massimo dal “suo” tennis e non vi è nulla di scandaloso in questo).

    • journasesto by journasesto

      Condivido in pieno le tue valutazioni sulla posizione in risposta. È senz’altro un tentativo per sfruttare al meglio le doti di Camila. Un’opzione tattica da modulare in base all’avversaria, al suo personale stato di forma e ai momenti della partita. Un’arma in più, insomma, da mettere a punto e calibrare per utilizzarla quando necessario. Ma proprio questo lavoro di messa a punto credo che sia di una difficoltà estrema: solo un fenomeno come Camila può riuscirci.

  42. Lucia by Lucia

    No vabbhe’ ha perso il nasino francese all insu’ e non mi dite niente?????

    • hector by hector

      Il nasino all’insu’ le e’ venuto a furia di avere la puzza sotto il naso.

    • entropia by entropia

      …raga, guardate che “nasino francese all’insù”, per quanto possa rimanervi antipatica (incredibile dictu a me no, non so perché ma vedo molta auto-ironia nei suoi atteggiamenti… c’è di peggio in giro…) è una giocatrice molto, molto forte… ha già battuto Serena due volte quest’anno, su due superfici diverse, per quanto Serena sembri essere un minimo in disarmo ultimamente…

      • Lucia by Lucia

        Vero.

      • hector by hector

        La grandezza di uno sportivo si misura innanzitutto dal modo in cui sta in campo. Ecco perche’ Camila e’ la numero uno e fa coppia con Federer. La Cornet puo’ sperare di accompagnarsi a Fognini.

        • entropia by entropia

          …ciò che scrivi mi trova molto d’accordo Hector, il comportamento in campo è il primo parametro che valuto in uno sportivo, assolutamente… su Fognini non commento perché dopo il suo show a Montecarlo contro Tsonga ho deciso che ogni volta lo avessi visto comparire in tv avrei cambiato canale e così sto facendo… la Cornet invece non mi fa alterare poi così tanto, è grande atleta, ha ottimi colpi e non molla mai, però noto che anche qua dentro fa infuriare molte persone quindi in effetti ci sono molti indizi per avere una prova… oddio, comunque non mi fraintendere, a me se anche la Cornet da qui al 2050 esce al primo turno in tutti i tornei, proprio ‘importare zero’… sottolineo però che la sua grande antipatia nasconde forse doti indubbie cha ha…

          • hector by hector

            Non si puo’ non avere doti se arrivi dove si trova la Cornet. Ma il suo comportamento in campo e’ inqualificabile. Ricordiamoci che il tennis e’, insieme agli scacchi, l’unico sport dove nelle fasi di gioco il pubblico resta in religioso silenzio. Qualcosa vorra’ pur dire.

    • r.b. by r.b.

      Ha perso perché il fratello aveva sul laptop importanti informazioni tecniche e tattiche sulla Bouchard, ma aveva il computer a riparare perché bloccato dall’anti Spam… 🙂 🙂 🙂

    • Sephir by Sephir

      contentissimo che la Cornet abbia perso. Riesce sempre ad andare avanti più di quanto avessi pronosticato.

  43. entropia by entropia

    …visto che Camila è uscita, per questo Wimbledon tifo Safarova, giocatrice sublime dal mio punto di vista… io non ci prendo mai quindi se mi leggesse avrebbe diritto di fare tutti gli scongiuri del caso… Safarova ha sempre ottenuto meno di ciò che meritava… e poi è mancina… i mancini secondo me nello sport e non solo hanno una marcia in più (badate bene, io non sono mancino quindi l’apprezzamento non è autocelebrativo)… è vero, la Divina Camila non è mancina, ma lei è l’eccezione che conferma la regola, e non poteva essere altrimenti…

    • r.b. by r.b.

      Non ci prendi neanche stavolta… 🙂 🙂

      • entropia by entropia

        …non m i dire che nel frattempo ha già perso! Giocava oggi? Fammi un npo’ vedere…

        • r.b. by r.b.

          No no gioca domani o dopo contro Makarova…

        • entropia by entropia

          Makarova!? Gioca ancora in WTA!? ed io che pensavo l’avessero bandita da qualsiasi torneo dopo il vestitino floreale che ha sfoggiato contro Errani a Roma! Quel giorno ad ogni urlo di Errani le cadeva un petalo!

          • by Fan

            Vince Masha, la vera “divina” dall’urlo esagerato ed insopportabile, salvo crolli improvvisi che non mi sembra avere in questo periodo. Anzi in proposito vorrei aprire una breve parentesi sul fatto che ormai si tolleri, oltre ogni decenza, questo gemere, strillare e rantolare ad ogni colpo, anche spizzicato, il quale serve solo ad involgarire ed infastidire lo svolgimento dell’incontro ( sia maschile che femminile). Sarà che una volta era considerato un penalty point in nome di quel dimenticato Fair play di cui oggi sono rimasti pochi interpreti tra cui la nostra.

            • entropia by entropia

              …vero Fan! E’ davvero solida, anche nell’urlo.
              Non so se può incrociare Safarova (dovrei guardare il tabellone) ma mi piace immaginare che in tal caso finalmente Safarova ce la facesse a vincere visto che quando si incontrano danno vita a match interminabili e MaSha immancabilmente vince al terzo… la Safa meriterebbe una vittoria di prestigio anche se, a bocce ferme, non posso che darti ragione… forza Safarova comunque (chiaramente solo perché non c’è Camila) ed il tennis femminile ceco in generale che anche in questo Wimbledon sta dimostrando quanto vale! Se avete figlie che dimostrano talento per il tennis mandatele un paio d’anni in Rep. Ceca altro che Spagna o Bollettieri 😉

              • journasesto by journasesto

                Sì però ‘ste ceche giocano tutte uguale, piatto, veloce e pesante. Sembra di vederle in fotocopia, tranne forse Strycova e Cetkovska che ogni tanto variano un po’ il gioco. Ma le varie Kvitova, Safarova, Smitkova, Hlavackova, Hradecka e, per certi versi, anche Koukalova (per quanto più piccolina) sembrano fatte con lo stampino. Ad ogni modo Safarova può incontrare Masha solo in finale, ma secondo me non ci arrivano né l’una né l’altra. Credo che Sharapova si infrangerà contro lo scoglio Lisicki e alla fine il trofeo lo vincerà Kvitova.

                • entropia by entropia

                  bè! Certamente hanno una loro scuola che può non piacere… a me invece fa impazzire quel tipo di gioco… e comunque Safarova ha anche colpi sublimi come del resto Kvitova, altra giocatri che a me piace moltissimo… le altre, tolta Cetkovska che ha un suo perché, sono un gradino sotto ma comunque di livello… e se le conti sono davvero tante…

    • hector by hector

      Io sono per Sabine, contro lo strapotere delle tenniste appartenenti al Patto di Varsavia. Sabine e’ una tennista algida, pur non somigliando a un cornetto.

  44. boy by boy

    r.b. ma perché non passi a tifare la Bouchard? Che le manca? Non si sa se è più bella o brava!! 🙂

    • r.b. by r.b.

      Eh lo so, ma non è che ho scelto io di tifare Ana… È andata cosi: un bel giorno di giugno del 2007 ho acceso la TV e trasmettevano la finale femminile del Roland Garros. Una ragazzina serba 19enne giocava contro la grande Justine Henin… Anche se ha perso, è stato un autentico colpo di fulmine, come anche con Camila qualche anno dopo… 🙂
      La Bouchard è carina, brava, più che colpo di fulmine poteva essere un “lampo di Genie” 🙂 ma non è scattato…. 🙂 🙂 🙂

  45. riccardo by riccardo

    R.B non essere deluso per ana. Lisicki l’anno scorso è arrivata in finale e non ha vinto perchè mangiata dalla pressione. Sabine ha un gioco fatto per l’erba, servizio potentissimo e pochi scambi e quindi ci sta di perdere con Lei. Non vedo perchè tu non possa tifare per Cami ed Ana contemporaneamente anche perchè la serba è davvero un bel vedere. Poi ovviamente se un giorno si dovessero incontrare beh. il cuore italiano penso avrà la meglio.
    Su Cami credo che ormai dovremo attendere le prossime settimane e vedere cosa succede.
    Penso che è giusto che qui tutti possano esprimere la loro opinione purchè in maniera civile. Lo possono fare chi ha una competenza specifica di tennis ed anche chi è un semplice tifoso . Penso sinceramente che se Cami guarderà il sto non si incavolerà nonostante a volte le critiche perchè in larga parte sono tutte fatte per la passione sfrenata che lei sa scatenare. A parte le critiche a daniele e sergio che ogni tanto affiorano qua e la e sulle quali non sono d’accordo , nonostante io abbia più volte criticato la sua posizione in risposta, i messaggi sono tutti di incoraggiamento. La cambiale di wimbledon era già stata in qualche modo messa al riparo da qualche discreto risultato di Cami nei precedenti tornei ed adesso rimane da difendere us open ma anche in questo caso , non avendo giocato l’anno scorso , non credo che cami perderà posizioni anzi è verosimile pensare che salvo disastri salirà ancora , ma quanto non è dato sapere. Continuo a pensare che Cami abbia margini di miglioramento notevolissimi perchè ci sono fasi del suo gioco che col tempo non potranno che migliorare posto che oggi sono deficitarie vedi la fase difensiva. Credo che darsi un anno di tempo sia un obiettivo più che ragionevole anche perchè durante l’anno , per via dei tornei , dei cambi di superfice, è difficile lavorare in maniera specifica ed aggiustare le cose che non vanno.
    Cami dovrà imparare a sbagliare di meno ( facile vero? ) quando questa accadrà le posizioni in classifica si scaleranno velocemente.

    • r.b. by r.b.

      Eh ok però che sfiga il sorteggio.. La Zahlavova-Strichova è nei quarti e Ana l’ha seccamente battuta nella finale di Birmingham….

      • riccardo by riccardo

        si lo so. Cmq un wimbledon strano non trovi? fuori serena , fuori na li , quasi fuori Agnesca con makarova . L’erba a mio modo di vedere ha delle peculiarità non c’è niente da fare. Mia favorita la cannibale Maria.

        • r.b. by r.b.

          Guarda un po’ mi tocca tifare Maria per far entrare Ana almeno in top 10… Sono messo male… 🙂 🙂 🙂

  46. Lucia by Lucia

    Lo sport e’ fatto di talento e metodo. Il talento e’ la velocità’ , il metodo e’ l equilibrio.
    Nella competizione ci sono atleti che vanno lenti e rimangono in piedi e altri che vanno veloce ma spesso cadono. Quelli che vincono sono coloro che vanno veloce rimanendo in piedi, Camila deve solo imparare a non cadere.

    • by Alfa.Omega

      Sono d’accordo, ma per imparare a non cadere correndo veloci, bisogna prima di tutto correre veloci, non camminare soltanto ……

    • journasesto by journasesto

      La costruzione logica del tuo pensiero, oltre che particolarmente elegante, è ineccepibile.

    • eulondon by eulondon

      Bellissima riflessione.

    • entropia by entropia

      …la Divina vista in chiave “futurista” mi mancava… e devo dire che c’azzecca, c’azzecca…

    • by Fan

      @ Lucia

      Dipende dalla specialità: i 100 non sono i 1500 (tanto per dire),

  47. Aldo MC by Aldo MC

    Be il motivo perché Cami non ha vinto contro la Riske mi sembra che lo ha detto lei stessa nell’intervista sopra. Io avevo scritto che l’avevo vista un po scarica mentalmente. Lei dice nell’intervista perché nei frangenti decisivi era un po lenta e non ancora abituata a giocare cosi tanti tornei in riferimento all’anno scorso. A me è sembrata sincera quanto dice che non è che se ho perso contro la Riske adesso mi devo buttare in depressione. Devo solo pensare a migliorare giocando meglio al prossimo torneo. Giocando meglio forse vuol dire fare il suo gioco con meno errori possibili oppure assimilare meglio le piccole variazioni che sta provando a cambiare per stabilizzare il suo gioco. Scusate ma a me questo mi sembra l’atteggiamento giusto di una ragazza ancora giovane che vuole arrivare in alto. Poi non é umanamente possibile vincere tutti gli incontri figuriamoci un torneo dove ci sono tantissime giocatrici di talento che vogliono fare la stessa cosa. Camila è un essere umano come tutti gli altri con la sola differenza che ha un talento immenso che sta cercando di sfruttare al meglio passo dopo passo ma non è un Robot perché ci sono tantissime variabili che la possono ostacolare in questo percorso sia di natura psicologica, fisica, privato che ambientale. Vai Cami non perdere la serenità e non fatti mettere pressioni inutili, divertiti a giocare ed a battere le più forti che un passo alla volta ce la farai ad abituarti a farlo più spesso. Ma anche se non ce la dovessi fare va bene lo stesso non morirà nessuno per questo!

  48. by Alfa.Omega

    Visto che si sta parlando di età e risultati, e che purtroppo non si può commentare un’odierna partita di Camila, approfitto per un excursus extratennistico. Vorrei rammentare che, altra specialità, d’accordo, abbiamo avuto in passato un’atleta che prometteva molto fin da giovane, ma che “steccava” regolarmente i vari appuntamenti di rilievo. E tutti a darle addosso, dicendo che alla sua età le avversarie erano già arrivate al top, che non sarebbe mai stata una campionessa, che era incapace di reggere le pressioni, che doveva cambiare allenatore, prendersi un mental coach, ecc.ecc. (in altre parole, lo stesso tipo di critiche che vedo e sento rivolgersi a Camila).
    Risultato? lei è andata avanti per la sua strada e, anche se in ritardo rispetto ad altre che arrivavano e sparivano altrettanto velocemente (salvo due o tre eccezioni), ha raggiunto e mantenuto stabilmente i vertici, restando tra le tre quattro migliori al mondo per costanza di rendimento per almeno un quinquiennio, nr. 1 nel ranking per oltre un biennio, arrivando a rispondere a fine carriera, ancora ai vertici, a chi le chiedeva come faceva a sopportare la fatica di allenamenti e impegni dopo tutti quegli anni “mi sto ancora divertendo in quello che faccio”
    Questo per dire che una maturazione un po’ più lenta ma non eccessivamente forzata, può portare a maggiori risultati nel tempo evitando quella “nausea da eccesso” che ho visto in tanti promettenti giovani atleti che hanno smesso o si sono bruciati anzitempo.

    • by Alfa.Omega

      Dimenticavo, se mi sono permesso di citare una “non tennista” è perchè recentemente qualcuno l’aveva già tirata in ballo, usando come analogia un suo “triplo flip” con il servizio di Camila. Io di analogie ne ho viste molte di più, e mi auguro di vederne ancora di più in futuro

      • journasesto by journasesto

        Arguisco quindi che tu ti stia riferendo a Karolina Kostner

        • by Alfa.Omega

          arguisci bene. Ricordo ancora i commenti dopo le Olimpiadi di Torino. Ed i commenti delle stesse persone qualche anno dopo ……..

    • Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

      E’ la tipica crescita “latina”, che e’ lenta e progressiva e contrasta con la crescita precoce che caratterizza gli anglosassoni ed i nord europei. C’e’ da dire però che ovviamente ci sono fior di campioni che son venuti fuori precocemente e sono rimasti in vetta a lungo…

  49. r.b. by r.b.

    Aggiornamento Best Ranking di Camila…
    Salvo sorpresissime lunedì prossimo Camila sarà #40.
    Possono superarla solo Diyas e Shvedova, ma si trovano nella stessa parte del draw e comunque devono arrivare in semifinale, cosa che a questo punto mi pare abbastanza improbabile.

  50. r.b. by r.b.

    Purtroppo Ana non ce la fa contro Lisicki e questo costerà a Camila una posizione in classifica….
    Certo, è triste vedere una tennista che gioca benissimo tutto l’anno e poi quando ci sono gli Slam delude…sto parlando di Ana ovviamente… 🙁
    Boh, speriamo negli US Open ma a questo punto ci credo poco….
    Bene Lisicki, però è una giocatrice che gioca un solo torneo all’anno… fate un po’ voi…
    Sul sorteggio di Ana non mi esprimo perché dovrei usare parole che verrebbero censurate in qualunque blog del mondo… 🙂
    Auguro a Camila di essere una giocatrice che gioca bene negli Slam, i tornei minori non è che mi interessino poi così tanto….

    • journasesto by journasesto

      Ti capisco, tabellone sbilanciassimo quest’anno. Tutti i pezzi da novanta sull’erba nella parte superiore, proprio quella in cui era capitata Ana (e anche Camila). Sarebbe stato difficilissimo vederla in finale comunque. Al contrario Kvitova nella parte inferiore si trova la strada spianata: tutte connazionali che conosce benissimo e che batte regolarmente quelle che si troverà di fronte nei prossimi turni (perché vedo Safarova favorita sia su Makarova che su Radwanska). Prevedo che arriverà in finale bella rilassata trovandosi di fronte un’avversaria (Sharapova? Kerber? Bouchard? Halep? Lisicki?) sfiancata da battaglie all’ultimo sangue.

      • r.b. by r.b.

        Mi andava bene anche una semifinale contro Sharapova o Williams, invece neanche ottavi di finale…vabbè, l’importante è migliorarsi sempre, vale anche per Camila, ovviamente.
        Lancio una riflessione però…sembra tramontata l’epoca delle Williams, di Li Na oltre altre giocatrici ultratrentenni…nei prossimi anni chi si farà trovare pronta potrà fare bei risultati….

  51. journasesto by journasesto

    @ r.b. Immagino il tuo scoramento per la scoppola presa da Ana contro Lisicki. Due interruzioni non le hanno giovato, ma Sabine su erba è può essere davvero ingiocabile, oltre ad essere una persona deliziosa che merita, per cui magari la sconfitta ti può risultare meno dolorosa.
    Ma a questo punto ti lancio una domanda/provocazione: perché soffrire così tanto? Perché raddoppiare il dolore in situazioni come questa di Wimbledon in cui sia Camila che Ana siano costrette loro malgrado ad abbandonare le scene anzitempo? E poi, anche nel caso in cui una vinca, la tua felicità sarebbe pur sempre dimezzata, perché l’altra avrebbe perso.
    E allora perché non fare la grande scelta e dedicare la propria passione e il proprio tifo esclusivamente a Camila? Suvvia, lascia stare la serba che tante arrabbiature ti ha fatto prendere negli ultimi tempi (Birmingham a parte). E dedicati a tempo pieno a una bionda, inimitabile campionessa, velocissima sui campi da tennis| 😀

    • r.b. by r.b.

      Beh, certo, sarebbe una soluzione più che ragionevole e accettabile, però il tifo è bello perché non è che puoi comandarlo a bacchetta. Se una tennista ti piace da impazzire è così e basta. In senso opposto, altri avranno goduto per la sconfitta della Cornet, ad esempio… 🙂
      Comunque non vedo il motivo per cui non si possa fare il tifo per due tenniste (salvo decidere chi tifare nel caso si incontrino)…al momento si soffre, però poi tutto passa e si pensa al prossimo torneo….Ana ha solo 26 anni, quindi anche lei ha tutto il tempo per vincere uno Slam (a parte il fatto che uno l’ha già vinto)… e comunque con una discreta dose di fortuna potrebbe entrare nelle top 10 settimana prossima, il che non sarebbe davvero male.

  52. Ace by Ace

    Fuori la Cornet Era ora! E’ insopportabile. Volutamente fastidiosa. Infime consolazioni…

  53. eulondon by eulondon

    Una piccola riflessione sull’ età. Ho letto qui, come altrove, riflessioni sul fatto che all’ età di Camila molte campionesse avessero già vinto qualcosa di importante.
    E allora? Cosa vuol dire? Se una persona ad esempio si sposa a 24 anni avrà un matrimonio più felice di chi si sposa a 30?
    O ancora, se si trova lavoro in una multinazionale a 24 anni si avrà una carriera più brillante rispetto a chi riesce ad entrarvi a 28?
    Non è un discorso relativo all’ età…Certo, se fossimo di fronte ad una tennista di 28 anni allora potrei capire, ma qui ci troviamo una ventiduenne…che tra l’ altro tennisticamente parlando è come se ne avesse 19/20 e sappiamo bene i motivi.
    Il “tutto e subito” purtroppo è qualcosa di tipicamente italiano e se non lo si ottiene si parte con il de profundis!
    Mi chiedo se mai Camila avesse deciso di giocare con la nazionalità Argentina…quali sarebbero state le reazioni e le riflessioni in sud America.
    Io non so se Camila legge o non legge quello che si dice di lei qui o su altri siti dedicati al tennis, ma in cuor mio (in alcune circostanze) mi auguro davvero non lo faccia…E, se lo facesse.. spero che questo avvenga con la voglia di farsi un bel sorriso!

  54. enzo by enzo

    Buona giornata a tutti.
    Per curiosità e per ” ammazzare ” un po’ il tempo , ho analizzato la carriera di Camila dal 2006 ad oggi (WB incluso) , dividendo i risultati per anno, per tipo di superficie e paragonandoli ad alcune avversarie.

    – TOTALE partite giocate 352
    – ” ” W 213
    – ” ” L 139
    – % ” W 60.5
    Suddivisione per tipo di superficie :
    – TERRA
    – giocate 133
    – W 81
    – L 52
    – % W 61

    – GRASS
    – giocate 31
    – W 21
    – L 10
    – % W 68

    – HARD OUTDOOR
    – giocate 121
    – W 73
    – L 48
    – % W 60

    – HARD INDOOR
    – giocate 54
    – W 33
    – L 21
    – % W 61

    – CARPET Indoor
    – giocate 13
    – W 5
    – L 8
    – % W 38

    Suddivisione per anno :

    2006 G 13 W 8 L 5 % W 62
    2007 G 30 W 18 L 12 % W 60
    2008 G 48 W 25 L 23 % W 52
    2009 G 44 W 31 L 13 % W 70
    2010 G 29 W 15 L 14 % W 52
    2011 G 57 W 37 L 20 % W 65
    2012 G 64 W 40 L 24 % W 63
    2013 G 31 W 17 L 14 % W 55
    2014 G 36 W 22 L 14 % W 61

    Che dicono i numeri ?

    1) Che ad oggi Camila ha un 60.5% di W con punte di 70%-65% nel 2009-2011.

    2) Se diamo un’occhiata al ranking, questo valore si trova già nelle posizioni:
    – 10 Cibulkova (61%)
    – 14 Errani (60%)
    – 15 Suarez Nav. (61%)
    – 17 Stosur (60%)
    – 18 Stephens (59%)
    – 19 Lisicki (61%)
    – 21 Vinci (59%)
    – 24 Cornet (59%)
    – 26 Flipkens (60%)
    Normalmente i valori più bassi sono in corrispondenza delle più anziane e i migliori sono delle più giovani ( Muguruza 67%- Bouchard 65% ).
    Fuori curva, come previsto, Serena 85%, Maria 81%, ma anche Aza e Li 73% Woz 72% e Ivanovic 70%.

    3) che il 2013 per i problemi alla spalla è stato un anno no per Cami : solo 31 G e 55% di W.

    4) che i migliori anni 2009-2011 sono stati con % di W 65-70% all’altezza delle top 10.
    Il 2014 potrebbe avvicinare questi risultati.

    5)Circa il tipo di superficie ( naturalmente i numeri non tengono conto delle avversarie)
    sembra che terra, hard indoor e outdoor abbiano gli stessi risultati ( tra 60-61% diW ).
    L’erba , pur tenendo conto delle poche partite giocate, con un 68% di W risulta la migliore.
    il carpet indoor ha solo un 38% di W ma anche solo 13 partite.

    6) I numeri nudi e crudi direbbero che lla superficie più adatta a Cami sia l’erba, seguita da terra e hard indoor.

    7) La % di W di 60.5 potrebbe già essere sufficiente per una classifica migliore. ( tra 20 e 30 ? )

    Attendo vostri commenti.

    _

    • boy by boy

      complimenti….davvero un’ottima analisi!

    • journasesto by journasesto

      Mi piace questa logica dei numeri: fa riflettere e dipinge il futuro di rosa.

  55. by gigi

    Ci tengo a precisare che la stragrande maggioranza delle considerazioni riportate di seguito,non sono rivolte allo staff di Camila,nè ai fan di Camila esperti esperti di tennis che frequentano il forum,ma a quelli che come me sanno qualcosina del gioco del tennis,o a quelli che avendo una competenza simile alla mia del tennis,criticano troppo incongruamente Camila ed il suo staff.
    Non tutti hanno voluto credere che la Cornet fosse anche una tennista di spessore,di quelle da non prendere sotto gamba,e quando Camila vi ha perso a Katowice,forse la sua prova potrebbe anche essere stata un pochino offuscata dall’esito dell’incontro;ovvio che preferisco milioni di volte il miglior tennis di Camila a quello della Cornet.
    Sono molto fiducioso per il prosequio della carriera di Camila,sicuramente arriveranno dei trionfi grandissimi,ma non è attualmente prevedibile sapere in che modo essi si manifesteranno.
    Sicuramente,per migliorarsi Camila,dovrà migliorare in continuità,ed eventualmente anche nella qualità,nel servizio;A tratti,contro la Azarenka ha avuto un servizio che mi è piciuto moltissimo.
    Per chi dice che Camila non ha un gioco vario,voglio rispondere richiamando alla mente la tennista Monica Seles ed il suo gioco,ed anche facendo ricordare che in più di una circostanza Camila,ha fatto dei punti molto belli con colpi che lei non esegue di sovente,con colpi che non fanno parte del suo repertorio tennstico;tra l’altro,un back eseguito contro la Azarenka mi sembra sia terzo nella classifica di Supertennis.
    Purtroppo,a tratti anche io sono assalito dallo sconforto,ma non perchè non ho fiducia in Sergio e Daniele,ma per il fatto che forse se prendiamo 10 coach mega epserti,ovviamente tra quelli che amano il gioco che Camila vuole esprimere al meglio,probabilmente non tutti individuerebbero gli stessi punti in cui agire.
    Mantenendomi assai sul generico,dico che probabilmente le cose sagge da considerare sono:
    -Bisogna avere rispetto per le avversarie,e ci sono svariate tenniste giovani molto promettenti,e solo in seguito si vedrà se solo poche tra queste riusciranno ad esprimere un tennis di vertice.

    -A grandi linee il tennis di Camila è pronto,per una prima “imbastitura”,bisognerebbe solo fare dei ritocchini per poi riassemblare il tutto a livelli che le competono.
    Però,uno delle cose che reputo più sagge,e quella di non lavorare su troppi aspetti del suo tennis contemporaneamente,per molteplici motivi,tra cui anche quello di non creare ulteriore confusione al lavoro che si sta facendo.
    Si potrebbe ad esempio comincare col considerare per un tot di tempo il servizio e la risposta,ed il ripasso delle cose che Camila già esegue egregiamente,per non farle perdere la dimestichezza che ha acquisito.

  56. boy by boy

    Eugenie Bouchard….sulla prima risponde con le punte dei piedi sulla linea di fondo….sulla seconda con i talloni dei piedi sulla linea. risposte in campo 80%.

  57. riccardo by riccardo

    Del resto oggi , il gioco è molto fisico e la preparazione atletica importantissima.
    Guardate le prime dieci del mondo. fatta eccezione per halep 168 cm e per cibulkova 161 ( un vero miracolo) sono tutte delle ragazzone sopra i 175 cm) sharapova 188, azarenka 183 ktitova 182,
    jankovic 177 e via dicendo. Molte di loro hanno servizi da circuito maschile e per le piccoline è difficile competere.
    Camila è alta 168 la possiamo annoverare tra le normali e già riuscire a servire come fa lei è davvero fantastico. Migliorerà anche il rendimento al servizio ne sono certo e miglioreranno col tempo anche le altre fasi del suo gioco che oggi sono deficitarie e quando questo col tempo accadrà, unito anche ad una riduzione degli errori , vedrete che non perderà più partite come quella persa con la riske. Dobbiamo darci tutti una scdenza ad anno a luglio del 2015 tireremo la linea e faremo i conti e vedremo cosa è successo.

  58. riccardo by riccardo

    Rieccomi qui dopo qualche giorno di silenzio. Anche quando non scrivo vi leggo sempre con interesse.
    é un privilegio far parte di questa ormai nutritissima schiera di appassionati tifosi di Camila.
    Questo 2014 ci dice alcune cose. E difficile nel tennis femminile rimanere al top per molto tempo. Il circuito è stressante , ci sono molti appuntamenti, si gira il mondo e pensare di essere sempre in forma è utopia. Serena ha fatto due stagioni 2012 – 2013 di grande livello , quest’anno un tonfo. A parte roma dove ha rischiato moltissimo con Ana ivanovic e anche con errani ( che è tutto dire) negli slam ha fatto flop. é difficile a 33 anni se si va in giro dopo i tornei a fare shopping e non ci si allena essere in forma. Li Na fuori , anche lei stagione non proprio esaltante. Masha dopo un periodo cosi cosi sta tornando a livelli altissimi , probabilmente vincerà wimbledon a meno di una Ktitova in forma.
    Valutato tutto questo , credo che Cami stia vivendo un periodo di appannamento fisico. Avevo scritto qualche mese fa che mi sembrava un pò più lenta , forse come qualcuno ha scritto è ancora più forte muscolarmente, per non parlare poi della pressione mediatica che a mio modo di vedere ha anche il suo peso. Credo che cami tutto considerato abbia dei margini di miglioramento che oserei definire enormi. Se vogliamo dirla tutta, cami sta utilizzando il 50% di quelle che sono le sue potenzialità. Imparerà perchè lo deve fare e fidatevi che non vuol dire rinunciare al gioco di attacco ,ad usare anche altre armi, Back, slice, pallonetti e via dicendo. La posizione al servizio ( voglio essere un pò presuntuoso e scusatemi ) sarà presto corretta perchè quella non può dare grandissimi frutti. La fisica è fisica lo abbiamo già detto.
    cami ha fatto un bel salto in classifica dall’inizio dell’anno ( 98) ma limare le posizioni da quaranta in giù sappiamo tutti che è molto più complicato , come è molto complicato rimanere a lungo tra le top ten. Ho la sensazione che vedremo una Cami più fresca fisicamente dopo l’estate e magari più pronta. Ci vuole ancora un pò di tempo per migliorare ed essere una tennista più completa. diamine non stiamo parlando di una pallettara. stiamo parlando di una tennista che ha dimostrato sia pure a sprazzi di saper fare la volee , quindi di poter giocare a rete oltre che da fondo campo. quando tutte queste cose andranno a posto, cami sarà pronta per il grande salto ma bisogna avere pazianza e mi metto io tra quelli che ogni tanto sbottano, si lamentano, protestano, si amareggiano. Sono convinto che il tempo le darà e ci darà ragione ma oggi è ancora troppo presto. cami in fondo ha dovuto fare i conti con problemi fisici, con problemi familiari per via di un lutto gravissimo , sono tutte cose che pesano ed incidono.
    E vero che ci sono campionesse che a 18 anni hanno vinto wimbledon ma è anche vero che come nel caso di Maria poi non c’è più riuscita se non erro. Allora bisogna avere pazianza , magari cami farà ancora qualche vittoria esaltante e magari patirà sconfitte inaspettate e credo che questo sia lo scotto normale da pagare per una maturazione completa. UN abbraccio a tutti voi. Forza Camila sempre.

  59. journasesto by journasesto

    Ragazzi, leggervi è sempre un grandissimo piacere. Serve anche a tirarsi un po’ su il morale, perché lo ammetto, la sconfitta con la Riske per me è stata una batosta. Non tanto per la sconfitta in sé, perché perdere con una 44 del mondo è sempre possibile, il livello di queste ragazze è comunque altissimo. Ma il fatto è che vedere poi due giorni dopo l’americanina sul centrale con MaSha al posto della nostra Camila mi ha fatto davvero male al cuore. Perché quello era il posto di Camila.
    Insomma, sono cinque giorni che non riesco a riprendermi da questa sconfitta e leggervi mi ha fatto sentire parte di un gruppo che in qualche modo cerca di esorcizzare i bassi di Camila, in attesa dei suoi strepitosi alti.
    Ho letto un sacco di ragionamenti da parte vostra sul perché di questo momento di forma un po’ opaco. Lei stessa parla di gambe un po’ più lente e velocità diminuita. Io, se devo dare una mia impressione, la vedo un po’ irrobustita, con le gambe più muscolose e più grosse rispetto a un anno fa. Magari è solo un effetto televisivo o di foto scattate con obiettivi un po’ bugiardi. Magari ha fatto potenziamento fisico ultimamente e si è un po’ appesantita: la maggior intensità della stagione e degli allenamenti rispetto alle annate precedenti può aver provocato anche questo.
    Ma la realtà è che noi, come diceva forse qualcuno di voi, non abbiamo informazioni e notizie sufficienti per valutare. Non vediamo gli allenamenti di Camila, non sappiamo cosa dice con suo padre e con Silvestre, non conosciamo i programmi né se ci sono altri tecnici federali o Barazzutti in persona che le danno consigli e, in definitiva, non abbiamo gli strumenti per capire quali siano le reali motivazioni di certe scelte. In realtà non possiamo far altro che assistere, sostenere Camila e attendere i tanto sospirati miglioramenti.
    I quali, del resto, potrebbero presentarsi tutti all’improvviso e di colpo, come un po’ è già avvenuto tra Indian Wells e Katowice, quando Camila ha giocato il miglior tennis di quest’anno. L’età secondo me non conta. E la progressione degli atleti non è mai lineare. Abbiamo visto grandi campionesse fare il botto giovanissime e poi per qualche anno sparire in una sorta di anonimato per ritornare alla grande solo dopo un po’. Ne abbiamo viste altre esplodere all’improvviso quando nessuno ormai avrebbe pensato che fosse possibile. Qualcuno ha citato l’esempio di Sara, ma ce ne sono infiniti altri. Li Na è diventata pro nel 1999, entrata nelle 100 nel 2004 e diventata campionessa riconosciuta e consacrata tra il 2010 e il 2011. Nel 2005 era intorno al 50 del mondo, nel 2006 era 70.
    Guardate Zahlavova Strycova, fino a ieri una che ogni volta che incontrava Sara o Roberta su terra rossa prendeva delle batoste memorabili. Sta facendo due settimane sull’erba da favola, ma è tutto l’anno che è in progressione. Il suo best ranking è stato 39 nel 2010, poi è sprofondata indietro. Ora virtualmente è 38 e non è più una ragazzina, perché è del 1986. Ma se azzecca altre due vittorie a Wimbledon arriva a ridosso delle 20. Quindi, quando si è nella posizione di classifica di Camila, dove nessuno ci arriva per caso, può anche bastare fare un torneo come si deve per fare il balzo in avanti.
    Certo, noi non ci aspettiamo che Camila azzecchi un torneo ogni tanto, ma che sia costante e ogni volta ci faccia vedere un miglioramento. Ma nella realtà il tennis non è così. O è così solo per quelle tre o quattro che riescono a restare stabilimento al top (ma poi vedi che anche una Radwanska e una Li Na ultimamente non fanno Slam all’altezza delle aspettative).
    La crescita delle atlete è come l’evoluzione darwiniana: non avviene in maniera progressiva, ma “per salti”. Le atlete lavorano, perfezionano, studiano, lavorano e poi ancora lavorano, finché all’improvviso tutto questo lavoro, per una serie di fattori, si traduce in risultati che fanno fare un salto in avanti. Poi c’è per forza un periodo di assestamento a una nuova realtà, in cui ci si confronta con giocatrici di livello più alto, in cui cambiano i meccanismi di ingresso ai tornei e fare punti è oggettivamente più difficile di prima. Man mano che si sale, il pendio diventa più impervio. Se prima con 10 punti scalavi 10 posizioni, ora con 100 rischi di restare dove sei o addirittura di tornare in dietro. E allora, raggiunto un nuovo livello, si ricomincia a lavorare per costruire le basi del salto successivo. Noi stiamo aspettando quel salto successivo, quello che porterà Camila nelle top 20.
    Certo, noi vorremmo vedere la nostra campionessa salire rapidamente, come sta facendo per esempio una Bouchard, in cui non scorgiamo talenti così superiori rispetto alla Bimba, ma che evidentemente in questo momento ha più certezze, più solidità psicologica al di là dei colpi. Ci piacerebbe vedere Camila salire rapidamente perché il domani è sempre un’incognita. Ma il fisico è il fisico, non può essere sempre al top. Psiche e corpo si devono abituare a un nuovo regime, a una maggiore intensità, non solo di impegni ma anche di concentrazione, che è fondamentale in questo sport.
    Non ci resta che aspettare dunque, e questa attesa è snervante e stressante. Bisogna essere calmi e pazienti. Chi saprà aspettare vivrà grandi gioie. Chi non ne sarà capace magari scenderà dal carro. Per risalirci sopra non appena le vittorie di Camila torneranno a entusiasmarlo.

    • by Alfa.Omega

      Un commento “non puramente tecnico” che mi sento di condividere pienamente. Queste atlete sono in primo luogo donne, non robots, soggette ad innumerevoli fattori che spesso, da fuori, da semplici tifosi, non vengono colti. Se non fosse così, per assurdo, non ci sarebbe nemmeno bisogno di giocare, potremmo far simulare le partite ad un computer dando i parametri tecnici di ogni giocatrice e stilando poi la classifica finale senza tema di sbagliare.
      Ma per fortuna non è così, godiamoci quindi il loro gioco, nel bene e, quando capita, anche nel male. Sapendo in ogni caso che già domani parlando di Camila, potremo unirci al sommo poeta dicendo:
      “…e quindi uscimmo a riveder la stelle”

  60. by Atom

    Il gioco di Camila è emozionante (anche troppo) e ci fa sognare. Però bisogna essere realisti. Camila ha 22 anni e mezzo e il suo best ranking è 39. Se si da un’occhiata alle top ten attuali (in cui si vorrebbe la nostra beniamina) tutte sono emerse e hanno vinto prima della sua attuale età. Questo Wimbledon era una grande occasione ed è stato un fallimento perché perdere con la Riske vuol dire che ancora c’è da fare molta strada. L’ultimo treno per entrare nelle migliori sono gli US OPEN, altrimenti dovremo contentarci di una buona giocatrice in grado di fare qualche exploit ma inaffidabile. Riguardo ai miglioramenti annunciati da Sergio purtroppo non solo non ci snon ma addirittura il gioco di sua figlia mi sembra involuto rispetto ai Wimbledon precedenti dove perse da Radwaska e dall Bartoli che hanno tutt’altro spessore della attuale Riske, molto ridimensionata fra l’altro da Maria. Comunque forza Camila…

    • zio gio by zio gio

      Cosa dici? Kerber,Cibulkova,Errani…tutte all’età di Cami.

      • by Atom

        Ho parlato di campionesse che stanno nella top ten non per caso. La errani la ammiro molto, ma il suo attuale valore è l’attuale. La Kerber giovanissima è andata in semifinale agli US open e da l’i ha cominciato la marcia di avvicinamento alle TOP da cui non è mai più uscita…Fammi un nome di una campionessa che fino a 23 anni non aveva vinto niente…Di buone giocatrici che sono entrate nelle prime venti ce ne sono ma io per Camila avevo sperato addirittura che arrivasse nelle prime 3. Comunque ci spero ancora e soffro troppo quando la vedo perdere dalla Riske a Wimbledon…

        • r.b. by r.b.

          Na Li. Nata il 25 febbraio 1982, aveva 23 anni nel 2005. Quello è stato il primo anno in cui ha partecipato agli Slam con i seguenti risultati: AO: 3 turno, Parigi e Wimbledon: non ha partecipato, US Open: 1 turno. Nel 2006 ha QF a Wimbledon. Poi piuttosto anonima negli anni successivi, fino al 2010 dove ha SF agli AO e QF a Wimbledon, e soprattutto al 2011 dove ha vinto il Roland Garros, ma aveva già 29 anni.

    • hector by hector

      Ragazzi, che epitaffio alla carriera di Camila! Posso proporne un altro per coloro i quali non credono in lei?

      In vita di Camila fu detrattore
      Ma giunse qui investito da un trattore

      • by Atom

        Non sono certo un detrattore anzi ho sofferto tanto vederla perdere con la Riske. Comunque la Errani che ammiro molto, non è una campionessa, lo stesso dicasi della Cibulkova e non sono Top Ten…nel senso che ci possono fare una escursione ma sono Top 20. La Kerber è esplosa a 21 anni…

  61. by maurizio bauer

    mi fai scassare in questa intervista… sembra che da un momento all’altro devi scoppiare a ridere in faccia a chi ti intervista..che con tono grave te la canta.. 😉
    La tranquillità delle campionesse. anche dopo una sconfitta! AVANTI CAMI!!!!!!! we love you! 🙂

  62. by Mape

    Ciao a tutti! Non so se qualcuno ha già scritta qualcosa su di lei, ma vi consiglio di tenere d’occhio Ludmila Samsonova. Oggi ha vinto l’ITF di Roma 10000$ e poche settimane fa ha fatto finale al torneo dell’Avvenire. Ha solo 15 anni e ha dichiarato di giocare per l’Italia anche se è nata in Russia. All’età di un anno è venuta in Italia e riceverà a breve il passaporto italiano. Io personalmente l’ho vista giocare e ha un gioco molto aggressivo e anche se è un pò troppo fallosa, anche lei è sempre a caccia del vincente.

    • boy by boy

      è un’epidemia ultimamente 🙂

    • by Quinto

      Questione di gusti, personalmente non mi importa un accidente se ci sono nuove tenniste italiane che crescono o vecchie tenniste italiane che resistono. L’ultima cosa che mi interessa di Camila Giorgi, peraltro, è la cittadinanza….
      Qui nel sito di Camila Giorgi c’è posto per tutti; dunque anche per me che, con assoluto rispetto di chi la pensa diversamente, tifo solo Camila Giorgi in quanto persona e tennista del tutto particolare. Tutto il resto è noia, dice t.o. citando Califano…. Per me tutto il resto è semplicemente il resto: non mi tange.
      Per me nel tennis ci sono solo due tenniste: Camila Giorgi e le altre.

    • Madoka by Madoka

      Mape : shhh !!! Ludmilla ha detto che il suo obbiettivo è diventare numero 1 e vincere Wimbledon !!! Non sia mai poi i soliti personaggi affetti da demenza senile inizino a prendere di mira anche la povera Ludmila !!!

      Meglio che ignorino la sua esistenza o che pensino che sia ancora Russa.

      • by SanTommaso

        Eh no, purtroppo se ne sono già accorti, ma hanno anche già trovato il colpevole: la Gazzetta dello Sport, rea di darle voce. E ovviamente noi, che l’abbiamo citata. Così nel caso fallisse c’è gà “l’uomo nero”. Nel caso emergesse, loro la conoscevano quando altri la chiamavano Ludmila con una elle… 😀

        • Madoka by Madoka

          Sempre la Gazzetta dello Sport -_- Sti birbanti ce l’hanno come vizio intervistare ragazzine che sognano di diventare numeri 1.

          • by Mape

            Mi assumo le mia colpe. Povera Ludmila avrà dunque un futuro preso di mira ‘da personaggi affetti da demenza senile’. Cosa ho combinato!

            AHAHAH

        • hector by hector

          Camila e Ludmila: due nomi da predestinate….

        • r.b. by r.b.

          Ma davvero? Tu parli di “quel sito”?
          Ma scusa, io capisco che siano rosikoni con noi trombettieri, li hanno bannati da questo sito…
          Ma che è successo, li hanno bannati anche dal sito della Samsonova??? 🙂 🙂 🙂

      • by Mape

        ahahahah

  63. hector by hector

    Intanto agli ottavi di Wimbledon ci sono già 10 tenniste dell’Europa dell’est, e potrebbe aggiungersi anche la Shvedova. Finirà mai questo dominio? Camila pensaci tu!

    • r.b. by r.b.

      Hm, e Ana la dai già fuori? È dell’est anche lei…. 🙁

      • hector by hector

        Eh gia’, mi sono dimenticato di lei. Se proprio dovessi scegliere, preferirei la Lisicki.

  64. boy by boy

    alcune statistiche dopo la prima settimana di Wimbledon…..sapete di chi è il record di doppi falli? Vi dico solo che sono 17….

  65. r.b. by r.b.

    Io vorrei parlare dell’effetto sorpresa di Camila. Ebbene, questo elemento di sorpresa è finito già da un pezzo. Ammesso che ce ne fosse bisogno, la Riske era in panchina a Cleveland quando Camila demoliva la Keys sotto lo sguardo costernato di Mary Joe Fernandez e quello compiaciuto di Corrado Barazzutti.
    Ormai tutti sanno che Camila è l’ammazza top 10 del circuito. Nessuno la sottovaluta più ormai, ma non solo, tutti conoscono benissimo come gioca e sanno bene che farà il “suo gioco” e gli allenatori sanno già quali consigli dare per giocare al meglio contro di lei. Di questo si dovrà tenere conto d’ora in poi….

    • Ace by Ace

      Eh sì! L’effetto sorpresa per le avversarie ormai non esiste più, speriamo che sorprenda positivamente noi nei prossimi tornei! 😉

    • zio gio by zio gio

      L’effetto sorpresa con Camila non serve. Quale sorpresa? Camila con il suo gioco soffoca,non dà respiro. Se fa il suo gioco, non c’è sorpresa che tenga. Wozniacki ha vinto per grazia ricevuta. Azarenka(la conosceva eccome) ha subito. Petrova (ai tempi) ha subito. Se si hanno le doti di Camila, c’è poco da fare. Certo se le metti la Flipkens o Vinci che fanno delle proprie lacune tecniche,il loro punto di (non)forza,allora ci perde. Ma vedi l’effetto sorpresa lo possono avere giocatrici come la belga o la Vinci: non sai che usano i colpi tagliati e non riesci ad organizzarti. Ma quando le riaffronti,sai come giocano. Con Camila o corri e speri nell’errore ,o non ne esci viva. Certo che se per sorpresa,intendi il regalo che ti fa quando non le entra la prima,allora ti do’ ragione.

      • r.b. by r.b.

        Sono d’accordo che se Camila gioca bene, le altre possono fare poco. Intendevo invece proprio il fatto di essere nuova e di suscitare la sorpresa e l’ammirazione del pubblico e delle sue avversarie.

      • by hei gujin

        9,33 Ben detto, zio Gio, “Camila soffoca, non dà respiro, se fa il suo gioco, non c’è sorpresa che tenga”… e ‘BREATHE’ dei Prodigy è la Sua colonna sonora…’BREATHE THE PRESSURE, COME PLAY MY GAME I’LL TEST YA’
        (PSYCHOSOMATIC ADDICT INSANE). Trombettieri tutti, umili saluti.

  66. r.b. by r.b.

    A Bad Gastein Camila è per ora la n. 7 dalla entry list. Testa di serie #1 sarà Sara Errani. Le migliori sono Errani, Suarez Navarro, Safarova e Petkovic, ma ci sono altre ottime giocatrici giovani come Svitolina, Tomljanovic, Cepelova…
    Insomma un bellissimo torneo in cui come al solito può succedere di tutto… 🙂
    Motto per il torneo di Camila: un match alla volta, please 🙂

    • by Alessandro1983

      Bad Gastein è terra rossa mentre Bastad è cemento, giusto?

      • Ace by Ace

        Entrambi su terra rossa.
        Io sono curiosissimo di vedere i risultati.
        Credo abbia meno pressione e questo aiuta.

      • r.b. by r.b.

        Ah finalmente qualcosa su cui discutere, io credevo giocasse Gstaad, in Svizzera, e non Bastad, che è in Svezia. Comunque dovrebbero essere tutti sulla terra rossa.

        • by Alessandro1983

          Suppongo che il gufaggio pro sorteggio di Bad Gastein sia meno efficace di quello utilizzato contro le avversarie di Camila XDDD

          • r.b. by r.b.

            Eh beh sì, contro le avversarie il gufaggio è più mirato, e quindi funziona meglio… 🙂 🙂

    • Ace by Ace

      A Bad Gastein c’è anche Flavia.

  67. by Roberto

    Ho rivisto alcuni sprazzi di tutte le partite giocate a Katowice. Bene, a me piacerebbe rivedere quella Camila…solida al servizio e buona in risposta. Infatti la naturale conseguenza è stata arrivare sino in fondo. Ma perchè è risultata così solida al servizio? Molto semplice, serviva la prima dai 160 ai 170 km/h variando spesso la direzione. E’ vero che contro la Peer ha sparato un missile terra-aria a 192 Km/h, ma è stata solo un eccezione. Questa velocità di crociera sulla prima, le ha permesso di avere sempre lei il comando del gioco e di chiudere i propri turni di servizio in assoluta sicurezza. Allora la domanda che mi pongo è questa:”perchè è cambiata la strategia?”. L’unica cosa che mi viene in mente è che Sergio e Daniele, quest’anno, stiano cercando di capire quale sia la migliore soluzione affinchè Camila possa esprimere tutto il suo talento. Solo il campo con un avversaria reale può dar loro una risposta certa. Se stanno programmando per il 2015, la posizione avanzata in risposta ha una logica. Se funziona la utilizzeranno, se non funziona la abbandoneranno oppure la si potra utilizzare secondo a chi si avrà di fronte. Quindi non solo ranking, ma formazione tennistica definitiva di Camila. Altrimenti non mi saprei spiegare questo cambio di strategia. Sempre Forza Cami!

    • zio gio by zio gio

      Su tuo suggerimento,e da inguaribile nostalgico,ho rivisto alcuni sprazzi della finale del 13 aprile(cn tanto di match point). Cami serviva spesso il kick e prime a velocità media di 160k/h. Ed in effetti è la settimana in cui ha messo a referto meno df di sempre e quella seguente a circa tre settimane di allenamento. Roberto molto pragmatico. Si vede che sei del mestiere. Intervieni più spesso

    • r.b. by r.b.

      Cioè tu mi dici che Camila ha buttato via un Wimbledon perché sta facendo delle prove??? 🙂

      • hector by hector

        Sergio ha detto che stanno gia’ lavorando per il 2015.

  68. by Alessandro1983

    Ragazzi, tra le giovanissime italiane oltre alla 15enne Tatiana Pieri, segnalo anche un’altra 15enne Ludmilla Samsonova. Dopo la finale del Torneo Avvenire ha appena conquistato l’ITF da 10000 di Roma, davvero niente male. Io la terrei d’occhio per il futuro, è allenata da Riccardo Piatti 🙂 http://www.livetennis.it/post/180306/luda-va-veloce-primo-titolo-itf-a-15-samsonova-gia-a-segno-tra-le-pro/

    • r.b. by r.b.

      La Samsonova è già molto nota agli appassionati di tennis femminile giovanile 🙂 🙂 Tra l’altro è l’unica che pur così giovane ci tiene a viaggiare solo con un intero set di valigie firmate… 🙂 🙂 🙂

    • zio gio by zio gio

      Si,ma di italiano ha l’allenatore. Come idolo ha Maria Sharapova. Non ci sono dubbi sulla sua identità

      • by Alessandro1983

        Ti sbagli, ha vissuto 14 dei suoi 15 anni in italia, ha il documento d’identità italiano e le sta anche arrivando il passaporto. E’ italiana a tutti gli effetti, anche più della nostra Camila, visto che ha vissuto più anni di lei qui. I suoi genitori sono entrambi russi ma lei è italianissima, ti basterà sentirla parlare. Dialetto del nord italia XDDD

        • zio gio by zio gio

          Ok,meglio non aprire certe discussioni qui. Per me è un talento russo.

  69. Ace by Ace

    14h18
    Bello questo luogo di ritrovo dei tifosi di Camila! Tanti appassionati che con sincerità e rispetto confrontano le loro teorie sull’andamento del suo gioco. Ho trovato davvero tanti post e persone interessanti. In generale ho incontrato una grande educazione e un livello di competenze molto alto, assolutamente imparagonabile ad altri siti che si trovano sul web. E non mi riferisco solo al mondo del tennis. E’ per questo che ci scrivo e vi leggo tutti con interesse.
    Un unico appunto è che le nostre osservazioni sono spesso carenti di informazioni. Molti dei commenti e delle aspettative qui espresse(le mie comprese) contrastano con le poche voci ufficiali. Mi riferisco all’ultima intervista a Sergio che ha detto chiaramente che loro stanno ragionando a medio termine. Questo mi fa pensare che quest’ultimo periodo avrebbe potuto andare meglio, ma non aveva generato esagerati entusiasmi…se non in noi.
    Una domanda a questo punto la faccio direttamente a Camila e al suo staff…perché ogni tanto non intervenire su questa pagina con qualche informazione ufficiale? Niente di troppo impegnativo, giusto un aggiornamento su come stanno andando le cose. Tanto per non scoprire che tra sei mesi che a Wimbledon 2014 Camila non ha dato il meglio perché aveva grossi problemi fisici(recentemente Sergio ha raccontato di una partita giocata con la febbre su cui non ci siamo scervellati come sempre sull’andamento). Sarebbe bello avere qualche notizia in più, tutto qui.
    Nel frattempo io mi attengo al programma ufficiale che si concentra su un grande 2105, ma sia ben chiaro che non riuscirò a frenare il mio ottimismo ogni volta che scenderà in campo e che mi sorprenderò a vedere uscire ogni singola palla….riscaldamento compreso! 😉
    Un grazie a tutti quelli che frequentano questo sito con tanta passione!

    • by claudio

      Complimenti per lo scritto Ace. Grazie a te che contribuisci alla causa 😉

  70. Madoka by Madoka

    Allora il tempo porta consiglio, ma soprattutto ti permette di ragionare senza la rabbia dovuta dalla sconfitta.

    Per me Camila è stanca. E’ stanca fisicamente ed è stanca mentalmente. E’ la prima stagione che sta affrontando a questi livelli, spesso ha battuto giocatrici importanti, c’è molta attenzione su di lei, ci sono molte aspettative su di lei, c’è oggettivamente molta pressione su di lei.

    Questa stanchezza fisica si nota soprattutto in risposta. E’ lenta di piedi e rispondendo così avanti, se non sei al top con il gioco di piedi, fai fatica. Probabilmente questa stanchezza incide anche sul servizio, facendola essere meno lucida nelle scelte ( kick, slice, corpo.

    E’ impossibile che abbia dimenticato a servire e a rispondere in due mesi.

    Tutto questo poi si trasferisce sulla testa : non riesce a fare il suo gioco, si innervosisce, prova a tirare più forte ( sia il servizio che nei colpi da fondo campo ) sbaglia di più e si innervosisce ancora di più. Io non l’ho mai vista così nervosa come nell’ultimo mese.

    E’ un ulteriore periodo di crescita e di adattamento. Serve altro tempo. Purtroppo ( io in primis ) voglio vederla vincere tutto e subito : non è possibile.

    Speriamo riesca a recuperare una condizione psico-fisica ottimale e riesca a fare na buona stagione sul cemento americano.

    In attesa del 2015, che deve essere l’anno della consacrazione.

    • TEUS by TEUS

      A mio avviso la stanchezza di Camila è più mentale (e lo si intuisce anche ascoltando le sue dichiarazioni) che fisica perché il primo anno in WTA richiede tantissime risorse nervose. Lo scopo per questo 2014 credo sia quello di farle fare più esperienza possibile per fortificarsi in generale.
      Anch’io la trovo più nervosa del solito ultimamente ma è un passaggio obbligato verso la sua completa maturazione.
      Il 2014 sarà ricordato come un anno cruciale per la sua carriera non certo per il BR (che migliorerà col tempo) e nemmeno per i risultati ottenuti (ne farà di più importanti nei prossimi anni) ma perché rappresenterà uno snodo fondamentale nella ricerca della sua reale dimensione tennistica.

      • eulondon by eulondon

        Mi fa piacere leggere che ti sia “calmato”. Eravamo li’ e in un certo senso siamo un po’ piu’ avvantaggiati rispetto agli altri nel tirare affrettate conclusioni! Let’s be patient! 🙂

  71. by claudio

    Camiland

    Molti esploratori si misero in viaggio alla ricerca di questa terra in lungo e in largo per il mondo, sfidando la sorte, la natura e le loro incognite. Alcuni di loro non tornarono e si desidera pensare che l’abbiano trovata. I racconti degli antichi erano discordanti. C’era chi sosteneva fosse una terra quasi completamente rossa, chi invece la vedeva ricoperta da una rigogliosissima vegetazione, chi ancora la immaginava al fondo di un profondo canyon di un materiale indefinito e del colore del cielo australe. Qualcuno la paragonò all’Eldorado, altri ancora ai giardini dell’Eden, i popoli del nord al Valhalla. Tutti però erano concordi sulla straordinarietà di questa luogo. La gente viveva felice ed in pace, senza dissidi ed animata da gioia e bontà di cuore. Non esisteva l’egoismo, l’oppressione, la dominazione del forte sul debole e la comunità viveva in armonia con il florido e prosperoso ambiente circostante. Grandi frutti, ricca flora ed abbondante fauna garantivano la serenità dello stomaco, e la Dea dai capelli di fieno, quella dell’anima.
    L’uccisione di un animale per potersi sfamare era omaggiato da una preghiera di ringraziamento e di richiesta di perdono per i propri limiti biologici.

    Per noi che viviamo in un nuovo millennio e in un mondo caotico, tutto questo ci pare pura utopia, semplice follia ma la bionda chioma ci sovrasta e noi non possiamo che credere che il sogno possa un giorno diventare realtà.

    Benvenuti nella terra di Camila,
    la terra dove ogni cosa è possibile.

  72. entropia by entropia

    …lo ammetto la mia vuole essere una provocazione, ma anche no…
    Mi spiegate come mai se Camila perde scoppia lo scandalo?
    Serena perde contro Cornet e passa quasi inosservato, Li Na contro Strycova idem… se ci avesse perso Camila fulmini, saette Sergio doveva andare a piedi al Santuario della Pietra Inarrivabile e chiedere scusa all’Universo, Camila avrebbe dovuto cospargersi il capo di cenere e scrivere 100 volte alla lavagna ” Prometto che non faccio più il mio gioco “. Tutti voi, intenditori di tennis, “quelli che…io lo so perché ho giocato”, non vi è mai capitato di declinare il concetto che nel tennis è molto possibile il perdere? Certo, mi direte che Camila perde spesso: a questo punto accetto il rimbrotto e, non ne ho, ma se avessi una figlia la farei immediatamente giocare a tennis perché se in meno di un anno si passa dal #150 al #40 o quello che è perdendo spesso allora il giochino è facile: “venghino siòri, venghino!”.
    Il tutto poi per buttare là la frase fatale… la madre di tutte le retoriche: “io lo dico perché le voglio bene”… e non mi venite a dire “in questo spazio non si può obbiettare” perché a me sembra proprio che il vostro sport in questo spazio “è obbiettare”!
    Avete tre o quattro argomenti che vi rimpallate l’un l’altro: il servizio, il padre, la risposta, le cavallette e la panna montata… siete là a mo’ di nido dei gufi all’incontrario e non aspettate altro che di avere i vostri 5 o 6 giorni di gloria dopo la sconfitta ergendovi a quelli ” “io sì che saprei come fare!” … peccato che il vostro “sapere come fare” dovete spiegarlo a me “che non so come fare” ed infatti scrivo qua perché chi voi pensate che “non sappia come fare” prova a spiegare “come fare” a qualcuno che suo malgrado gioca a Wimbledon…
    Io che, altro argomento da hit-parade, “facendo così le faccio solo del male”, so benissimo che Camila Giorgi non sa né chi sono, né cosa scrivo, né cosa penso nemmeno lontanamente… o forse qualcuno pensa che parte delle sue lezioni tecnico-tattiche venga spesa nel leggere i consigli competenti de “noantri”?
    Lo so, sono stato molto sgarbato, cafone, e sto sulle palle a tutti (…quasi tutti sennò i miei amici qua sono costretti a precipitarsi a scrivere che non è vero…) ma che ci volete fare, ogni tanto come molti di voi hanno l’impellente bisogno di scrivere che Camila e Sergio ” non c’hanno capito una sega anch’io ho la stessa esigenza di scrivere che voi non c’avete capito una sega … questo blog non è forse in fondo una coperta di Linus?

    Siempre y sólo la Divina Camila Giorgi

    • zio gio by zio gio

      Ti provo a rispondere: si iniziano a chiedere se il gioco vale la candela. Uno slam è uno slam. Wimbledon è Wimbledon. Riske è Riske e,considerando anche le voragini del tabellone,si rimpiange l’eliminazione.

      • entropia by entropia

        …ti provo a rispondere anch’io: la tua chiave di lettura è valida, però non credere che anche chi la pensa come me non rimpianga l’eliminazione: la vede sotto aspetti diversi.

        • zio gio by zio gio

          Anch’io non ne faccio un dramma. Ci saranno altre occasioni

    • r.b. by r.b.

      Io invece penso che i gestori del sito abbiano deciso giustamente di lasciare spazio ai tifosi. Io leggo: 318 commenti, lascia il tuo commento ora…
      Potevano scrivere: 318 commenti! E basta, avete commentato troppo… 🙂
      E comunque il forum è moderato e alcuni sono stati bannati, quindi evidentemente gli argomenti invece discussione sono accettati poiché espressi con toni civili e accettabili.
      Probabilmente sta a noi rendere il blog più interessante con argomenti sempre nuovi e stimolanti. Se stai dicendo che a volte la discussione è un po’ stagnante sugli stessi tre o quattro argomenti, ti devo dare ragione.

      • entropia by entropia

        …sacrosanto ciò che scrivi r.b. sono il primo a battermi affinché chiunque possa scrivere ciò che pensa… in effetti le tue prime righe mettono in forte discussione la mia iniziale vis-polemica e non posso che riflettere al riguardo… ma anche le ultime danno peso specifico a ciò che mi fa sobbalzare… e forza alla mia idea di contestare ciò che sono il primo a volere che possa essere scritto ma che non condivido per nulla (che poi le mie convizioni siano le mie e valgano uno devono comunque essere espresse per il rispetto di tutti, discorso contorto lo ammetto…)

    • pablox5452 by pablox5452

      NOn sono fra quelli che scrivono di più, e non sono fra quelli che si lamentano di più, però ti voglio rispondere. Ci si strappa le vesti per una sconfitta di Camila per il semplice motivo che questo è il blog di Camila, pensi che nei siti dedicati a Serena etc siano contenti? Non è questione di sconfitta, almeno per quanto mi riguarda, ma di contro chi ed in quale modo è maturata la sconfitta. Onestamente la Riske non è sto granché e non è che Camila ci abbia perso 10-8 al terzo… Detto questo per me è già roba passata e come ha detto Camila si deve pensare al prossimo match, ci saranno altri wimbledon, almeno una decina, quindi attendiamo fiduciosi che presto arriverà il riscatto 😉

    • entropia by entropia

      grande miaomiao! Era un po’ che non interagivamo (si scrive così?) io e te… il mio nick lo hai scritto benissimo e non avrei avuto dubbi… secondo il mio modestissimo parere tu DEVI scrivere ciò che vuoi, anzi, DEVI SCRIVERE perché hai inventato un nuovo modo di scrittura che mi fa andare in brodo di giuggiole, né più ne meno come quando Camila si piazza a 23 cm dalla linea di ricezione risposta, guarda l’avversaria e le ammicca silenziosa l’Haka… diciamo che a questo giro ha avuto un improvviso calo di voce ma secondo me sul cemento ci entra proprio dentro al rettangolo di risposta (a proposito è permesso dal regolamento?)

    • entropia by entropia

      …al rettangolo di servizio…

    • by Alfa.Omega

      A differenza degli altri concordo al 100%.
      Trovo riduttivo ridurre a semplici numeri quello che è il bello del tennis femminile rispetto a quello maschile, cioè l’imprevedibilità (e che io ho voluto semplicemente stigmatizzare con una certa caratteristica delle donne, non volevo essere assolutamente offensivo, mi scuso se non sono stato compreso). E qui abbiamo una tennnista che ha elevato al cubo questa caratteristica. Prendere o lasciare. Io preferisco prendere.

      • entropia by entropia

        Prendo tutta la vita…
        Una battuta: attento che la Pecora Nera se si trasforma in Luna Nera raggiunge picchi di una tale arguzia che c’è caso uno si tagli anche se a raderlo fosse il Barbiere di Siviglia… lo so che probabilmente non troverai nessun senso a questa frase come è normale che sia ma in fondo:
        CHE MONDO SAREBBE SENZA CAMILA? 😉

    • entropia by entropia

      …oddio si dice rettangolo di servizio o ricezione? Ecco che si frantuma la mia bisbetica convinzione di conoscere almeno l’abc del tennis!

      • r.b. by r.b.

        Rettangolo del servizio.

        • Ace by Ace

          Una volta era un rettangolo, ormai Camila si è avvicinata così tanto da trasformarlo in un quadrato! 😉

    • by claudio

      Entropia ti leggo sempre con piacere e mi unisco al tuo inno “Siempre y sólo la Divina Camila Giorgi”!

  73. r.b. by r.b.

    Ieri Supertennis ha ritrasmesso il match contro Azarenka a Eastbourne.
    Victoria era al rientro e non era sicuramente al meglio, ma una Azarenka limitata è comunque meglio della Riske.
    Non so, ma nessuno mi toglie l’impressione che sul centrale e contro una avversaria prestigiosa il tennis di Camila funzioni meglio che contro una tennista modesta su un campetto anonimo, anche se a Wimbledon….
    Sarà sbagliato, però davvero l’impressione è questa, almeno per me.
    Ovviamente ciò non cambia nulla, bisogna continuare a lavorare e migliorare. Il livello di Camila è altissimo, solo che non è sempre costante. L’obiettivo dei prossimi mesi è quello di avere un alto livello in tutti i colpi o quasi, e non di fare prodezze isolate.

    • giuseppe by giuseppe

      anche io ho rivisto quella partita e, pur conoscendone l’esito, me la sono gustata come un bel pezzo di musica noto di cui vai a cogliere nuove sfumature, concludendo nel migliore dei modi una settimana non esaltante.
      Ebbene, a me piace il tennis femminile per la possibilità di vedere più scambi elaborati anche dal punto di vista tattico, per cui seguo volentieri le nostre italiane, ma anche le altre. Ma la realtà è che dopo un pò faccio fatica a seguire tutto l’incontro, mi annoio.
      Con Camila no, sono letteralmente saltato sul divano quando l’ho vista per la prima volta.
      E’ vero, le manca ancora la continuità, ma migliorerà sicuramente con l’abitudine ai grandi tornei.
      Aspettiamo e ne vedremo di belle. E concordo: TUTTO IL RESTO E’ NOIA!.

  74. jurg by jurg

    Buon Giorno

    Ho letto varie disamine e penso vi sia buon senso e tanta voglia di vedere la Giorgi andare avanti anche se oggi è 39 con una notevole progressione.
    Per quanto concerne gli allenamenti, concordo che quando decidi di cambiare “sistema” prima va peggio perché quello di prima era collaudato e ne conoscevi i limiti ed eri abituato a praticarlo e quindi prima di andare avanti vai un po’ indietro.
    La posizione al servizio sfida le leggi della meccanica e della fisica in ogni caso se vanno fuori più colpi di quanti non vanno dentro magari se arretri di 20 cm qualcuno dentro lo metti.
    L’ossessione per il “Suo Gioco”. Intanto gioco a tennis che è un gioco che praticano molti e ognuno lo interpreta un po’ a suo modo perché siamo tutti fisicamente e mentalmente diversi. Poi nessuno lo vorrebbe diverso, a me piace soprattutto come gioca lei.
    Aggiungo con una piccola allegoria sul suo gioco: Lei gioca a Briscola peccato che stanno giocano a tresette quindi va capito il gioco che stiamo giocando. Le carte sono sempre quelle ma vanno giocate in maniera diversa e magari la prossima volta si gioca a rubamazzetto ecc.
    Finisco con il fatto che ti deve piacere tutta la partita da quando entri a quando esci senza (non è facile) uscire dalla partita per poi dover recuperare l’impossibile. Servono Maturazione ed emancipazione. Sei Tu Quella in campo non i fans o lo staff.
    Stavolta forse non valeva il prezzo del suo biglietto ma quello della RISK Capita anche questo.
    Saluti

    J:I:

  75. by SanTommaso

    Già mi è toccato vedere la Bartoli vincere a Wimbledon (per tacere del maschile). Per favore, vediamo di non fare scherzi da preti. Su, impegno, sapete a chi mi riferisco!

    • Lucia by Lucia

      Ho un terribile presagio….

    • zio gio by zio gio

      Già il prox turno perde. Serena ormai sta diventando un bye

    • pablox5452 by pablox5452

      Posso tranquillizzarti: la Bartoli l’anno scorso vinse senza affrontare nessuna delle prime 16 (se non erro) e non eliminò Serena ma questa fu eliminata dall’altra finalista, la Lisicky, che poi arrivò totalmente stressata al match finale. Io ritengo che la vera vincitrice del torneo fu proprio la lisicky,ma le vittorie morale contano poco nello sport. La Cornet per ripetere l’impresa della sua connazionale deve battere nell’ordine Bouchard, Sharapova, una tra Halep, ivanovic o Lisicky, e probabilmente Kvitova in finale (se è fortunata Aga o Carolina). Se dovesse farcela, tanto di cappello, ma non credo ce la farà 😉

    • hector by hector

      Se in cambio si ritirasse subito come la Bartoli sarei disposto a vederla anche vincere Wimbledon….

  76. zio gio by zio gio

    Ciao ragazzi. Allora ho visto il match di Riske fino al 3-3(2 palle del 4-2). Riske ha comandato gli scambi. Percentuale di prime al 76%. Era ingiocabile. Contro Camila si difendeva soltanto(nel primo set). Poi è andata via facile. Maria ha un servizio che fa ridere,ma nonostante tutto riesce a dominare chiunque. Camila ha un talento cristallino che,davvero,non ho ancora riscontrato in nessuna giocatrice. Pensate un attimo. Palla pesante,velocità di braccio,anticipo,dritto.rovescio,servizio potente. Ma perché si complica la vita da sola? La stessa Laura Golarsa (rosicona di prima scelta,allenatrice della Schiavone) in sede di telecronaca, si stupiva invitando,al contempo, a riflettere sul margine di miglioramento di Cami laddove imparasse a gestire con criterio alcuni aspetti: aveva,fino al primo set,il 26% di prime palle ed era in vantaggio 5-4 con Riske chiamata a servire per rimanere nel set: è assurdo che una giocatrice possa fare partita con quelle percentuali. Cami ci è riuscita. Alla fine è scivolata sul suo stesso latte versato(il rischio),ma era in partita. Questo fa riflettere…pensate se mettesse in campo un servizio più sicuro quando la prima non entra o iniziasse a far rimbalzare la palla nei pressi della rete(in situazioni complicate) o corresse il rischio di far giocare un winner sulla risposta(magari Riske te la manda in cielo)ad una seconda,anziché rischiare il doppio fallo(magari sulla palla break). Be Cami allora inizierebbe a dominare le avversarie di turno(altro che quel 6-3,6-0,bugiardo,di Masha). Poi tutti parlate della risposta citando Katowice,Wimbledon 2012,Indian Wells. Ragazzi anche lì erano singole partite. Cami ad Indian Wells,dopo il partitone, ha regalato un match facendo disastri. O a Wimbledon 2012 ha perso da Radwanska. Voglio dire…non è che le sconfitte d’ora in avanti,andranno imputate al cambiamento tattico: le sconfitte esistevano già allora. Settimana scorsa esultavamo per le pallate rifilate a Vika o Cibulkova ed in parte a Caroline,e queste avvenivano da dentro al campo. I problemi sono altri. Uno su tutti: il servizio.

    • r.b. by r.b.

      Sicuramente il servizio. E la risposta (non la posizione sulla risposta, proprio la risposta, che non ne manda dentro una).
      In generale i colpi di inizio gioco. Una volta che troverà sicurezza in questi fondamentali ne vedremo delle belle…
      Forse però ci vorrà tempo….
      È vero che Camila ha fatto partita pari, però solo per un set e con una giocatrice cui la Sharapova ha lasciato 3 games in tutto…
      Se la Sharapova non fosse così lenta in partenza oggi finiva 6-1 6-0…

      • zio gio by zio gio

        Si,ma se dai il 26% di prime alla Sharapova,oltre al fatto di impiegare due gg per un primo set(immagina le pause tra la prima e la seconda),ti prende un 6-0. Camila no.

  77. boy by boy

    e dopo RG, Serenona va praticamente subito fuori anche a Wimbledon. Che sia finita la sua epopea?

    • by Fan

      Se non si mette a dieta e si allena come si deve, decisamente SI’.

      • boy by boy

        ma io non ho mai capito come abbia fatto a dominare così tanto e per così tanto tempo. Cioè atleticamente è una ciofeca, quando si sposta nel campo è un bradipo, e poi ha delle unghie lunghissime che pensi “ma come diavolo farà a tenere in mano la racchetta?” E poi sinceramente ha una bella età, sarebbe ora che lasciasse spazio alle nuove leve.

        • r.b. by r.b.

          Speriamo… Certo che se Serena si ritirasse nel 2015 e quello fosse ll’anno di esplosione di Camila… 🙂

  78. by Alfa.Omega

    Annuncio: cerco tecnico-istruttore di tennis per potenziale campionessa

    Curriculum sintetico di tale signor Giorgi:
    – Non seguo i “sacri testi”, però …
    – Ho allenato mia figlia fino a portarla fra le migliori 40 al mondo (e scusate se è poco)

    Curriculum sintetico di tali signori XX, YY, ZZ
    – Abbiamo imparato a memoria i sacri testi (posizione in ricezione non troppo avanzata, impugnatura della racchetta ad una distanza precisa dal bordo, inclinazione del corpo secondo un ben preciso angolo, lancio della pallina in aria in battuta ad una altezza precisa al decimillimetro, dondolamento prima della battuta dell’avversaria secondo un ben preciso ritmo temporale, ecc.ecc.), e quindi reputiamo di essere molto bravi a dare consigli tecnici
    – Non abbiamo mai allenato nessuno
    – (o, in alternativa, nel migliore dei casi): le allieve che abbiamo allenato NON sono tra le prime 40 al mondo

    obiettivamente … di chi seguireste i consigli?
    (poi ognuno è ovviamente libero di fare come crede …..)

    • by Fan

      E’ arrivato Archimede con il P greco: allora facciamo così; chiudiamo il circo che tanto esistono gli scienziatoni con i numeretti “scientifici”.

    • Pax by Pax

      Che Sergio abbia portato Camila tra le prime 40 non glielo toglie nessuno, ed e’ un grande risultato a prescindere. Quello che non sappiamo e’ dove sarebbe Camila adesso se fosse stata messa nelle mani di qualcun altro. Magari sarebbe fuori dalle prime cento…o gia’ tra le prime 15/10.

      • by Alfa.Omega

        Io dico che sarebbe fuori dalle 100. Siccome non esiste la controprova, credo che la mia opinione valga quanto quella di chi sostiene il contrario. Mentre l’unico dato certo è quanto ho gia scritto. Giorgi padre ha portato la figlia tra le prime quaranta al mondo. Onestamente, chi appassionato di tennis non firmerebbe a priori un tale risultato per il proprio figlio/figlia?

        • by Alfa.Omega

          Poi e ovvio che, da tifoso, anch’io la vorrei vedere vincere sempre, ma non per questo, quando perde, mi metto a crocifiggere chi la segue. Fare gli allenatori “a tavolino”, da casa, è semplice, i fattori da tenere in considerazione sono qui tre o quattro. Poi, in realtà ci si scontra con tante altre cose (a proposito, chiedo lumi all’unica donna di questo blog, non è che possono c’entrare a volte anche quelle cose tipicamente femminili che, una volta al mese, mi fanno rimpiangere di lavorare in un ufficio con sole donne? )

          • by Fan

            Archimede, mi spieghi scientificamente cosa c’entri lo stare nella terra di nessuno in risposta rispetto al sacrosanto ciclo naturale che non dura svariati tornei?

            • by Alfa.Omega

              A chi forse non vuole comprendere quella che vuole essere solo una sottile ed educata ironia:
              a) sei forse una donna, cui ho rivolto la questione?
              b) che curricula vanti quale allenatore di tennis?
              pronto a cospargermi il capo di cenere se ho torto

          • Lucia by Lucia

            Il fatto che tu sia costretto a lo a chiederlo a me comincia a spiegare un po’ di cose.

            • by Fan

              Beh, rivedendolo, forse ho capito anch’io…

              • Lucia by Lucia

                Sostiene che di tennis può’ parlare solo chi allena le prime 40 del mondo, però’ lui parla. Fa battutine sulle donne ed è’ tifoso di una tennista donna. Poi chiede a me quanto il ciclo possa influire sulla prestazione sportiva. ( della serie, dimmi l unica cosa che puoi del tennis puoi conoscere). Ma ti pare?

                • by Fan

                  @Lucia
                  Probabilmente in realtà è una donna, sotto mentite spoglie, che credo anche di aver capito chi sia.
                  Cmq. di tennis non mi sembra certamente un’esperta al di fuori di considerazioni puramente lapalissiane.

                  • Lucia by Lucia

                    Ma poi nessuno ha mosso critiche a Sergio. Nemmeno la posizione in risposta gli e’ temporalmente ascrivibile .

                    • by Fan

                      Infatti, noi non ci siamo MAI permessi di mettere in discussione Sergio anche se riteniamo questa “evoluzione” una ……
                      Però evidentemente a qualcuno preme difendere a tutti i costi.

        • Pax by Pax

          In teoria, si. E’ un risultato da firma. Ma mettiamo che Camila si ritira a 30 anni con un best ranking di #35 al mondo ottenuto quando aveva 25 anni ed un paio di quarti come miglior risultato negli Slams (tanto per dire)…date le sue potenzialita’, non credo nessuno firmerebbe a priori per un risultato simile.

    • Lucia by Lucia

      Giusto. Parli solo chi in questo sito allena una delle prime 39 al mondo.

  79. r.b. by r.b.

    Nido dei gufi scatenato… 🙂
    Flipkens fuori! 🙂

    • r.b. by r.b.

      @Lucia
      il nido dei gufi non funziona quando non serve per Camila….
      Serena Williams battuta dalla Cornet….

      • r.b. by r.b.

        🙂 🙂 🙂

        • Lucia by Lucia

          Cosa ????????

          • Lucia by Lucia

            Visto. Roba da matti….

            • by Alessandro1983

              Lasciate perdere, sull’eliminazione di Sederona Williams mi sto mangiando le mani. Ma Camila era capace di arrivare ai quarti di finale e di farsi eliminare dalla Cornet lol XDDDD Cmq rimane solo la Peng da gufare ora, giusto? Anche la Lisicki?

              • r.b. by r.b.

                Vi prego di gufare Lisicki… 🙂
                Non potrei sopravvivere ad un’altra eliminazione di Ana…. 🙁 🙁 🙁

                • Lucia by Lucia

                  Ma non l hai detto tu che se non è’ per Camila il gufaggine non funziona? 🙂

                  • r.b. by r.b.

                    Infatti. Allora sta attenta. Sabine l’anno scorso ha fatto finale. Quindi ora è dietro a Camila. Se vince lunedì passa davanti. Quindi bisogna gufare. Chiaro? 🙂

                    • Lucia by Lucia

                      Umh …. Si cosí’ mi torna…. Già’ che ci sono ti confido di essere terrorizzata da un incubo. Cornet dopo Bartoli….

      • by Fan

        Sono mesi che dico che la Serenona-dona, se non si mette a dieta non campa certamente di rendita con tutte le ragazze emergenti 😉

        • pablox5452 by pablox5452

          A me è bastato vederla palleggiare qualche scambio nel primo turno per capire che avrebbe perso al primo ostacolo serio, infatti ho scommesso sulla Cornet (anche se pochissimo 😀 ). Se avesse vinto con la Cornet però avrebbe preso una stesa dalla Bouchard per cui forse le è convenuto così 😀

        • enzo by enzo

          volevi dire Sede…rona?

  80. Pax by Pax

    Qualche riflessione dopo aver staccato la spina per un paio di giorni:

    – Il servizio va rivisto interamente. Troppe poche prime dentro, troppi rischi con la seconda, troppi doppi falli, troppi pochi aces e servizi vincenti (per una che ha picchi di 120mph), troppe servizi piatti, corti e centrali. Sembra in apparenza un colpo di qualita’ perche lo sa tirare forte, ma in verita’ non ne trae alcun vantaggio. Che abbia la percentuale piu’ alta di punti vinti sulla seconda nel circuito non vuol dire niente se in partita serve il 30/40% di prime. Ci mancherebbe altro, anzi…altrimenti perderebbe sempre 6/1, 6/1.

    – La posizione in risposta e’ assurda, considerato anche il fatto che nel secondo set contro la Riske Camila ad un certo punto ha visto bene di arretrare un bel po’ in riposta ma le sparava tutte fuori anche da li’. Ho giocato tanti anni a livello agonistico, e l’esercizio di farci rispondere un metro dietro le righe del servizio ce lo facevano fare in allenamento per i drills sulla reattivita’, ma MAI nessuno si sarebbe sognato di farlo in partita. A questi livelli, ti sanno TUTTI servire al corpo e non basta il talento per crearti quei 2/3 secondi che ti servirebbero a spostarti per fare spazio alla palla. Per non parlare del fatto che, per far perno sulle gambe e tenere la risposta dentro, Camila da dove si mette dovrebbe praticamente aspettare il servizio dell’avversaria in spaccata. Perche’ invece non allenare una risposta aggressiva dalla riga di fondo nei piedi dell’avversaria? A Katowice funzionava benissimo.

    – Tenuta mentale. Il match non e’ finito solo perche’ hai perso un primo set tirato. Camila ha questo modus operandi di andare subito sotto nel secondo dopo aver perso il primo 7/5 o 7/6, e poi non basta la reazione sotto 0/3 o 1/4 per rimediare lo svantaggio. Non so se la facciano lavorare sulla gestione del punteggio, ma e’ un fattore che va assolutamente affrontato.

    Spero adesso in un’estate sul cemento americano con miglioramenti visibili e duraturi. Il resto verra’ da solo.

    • by Fan

      @ Pax
      Assolutamente d’accordo, ma si vede che non tutti hanno giocato a tennis…

    • Lucia by Lucia

      Sarò’ sincera : punto 1 e punto 3 non mi trovi d accordo. O meglio mi trovi d accordo nella partita contro la Riske ma non in generale. Sul punto 2 mi spertico come te ma sembra che la missione sia cambiare il tennis.

    • enzo by enzo

      Sono perfettamente in sintonia circa i punti 1 e 3 .
      Per quanto riguarda la posizione in risposta, come ho già ripetuto varie volte, basterebbe arretrare come a Katowice , come a IW, come a WB 2012, dove già era abbastanza avanti ma non così come oggi.

  81. riccardo by riccardo

    ragazzi maria può essere antipatica ma è maria una che non ci sta a perdere mai. per questo motivo la vittoria a IW la prendo come punto di riferimento per i miei commenti. in quella partita camila pur sbagliando abbastanza è stata tatticamente perfetta ha giocato una grande partita ed ha vinto dimostrando che giocando in quel modo potrebbe essere già adesso tra le prime dieci. io non so davvero cosa sia accaduto, forse nel tentativo di migliorare si è fatto peggio. quella camila giovedi avrebbe sbranato la riske. fa male .. molto male ma dobbiamo crederci. i giorni più belli non li abbiamo ancora vissuti questa è la nostra speranza.

  82. r.b. by r.b.

    No, davvero ragazzi… Sono convinto che se Camila riuscirà a trovare sicurezza nel servizio e nella risposta ne vedremo delle belle già quest’anno….
    Quanti di voi ieri hanno avuto l’impressione che, quando ha servito la prima palla, non ci fosse molta speranza che entrasse? Sembrava un tentativo di servire la prima palla, più che una vera e solida prima di servizio. Quanti, sulla palla break sul 5-6 primo set, hanno pensato: ahi… qui ci scappa il doppio fallo…? (cosa puntualmente avvenuta).
    E sulle risposte, non dava forse l’impressione che la palla sarebbe andata a finire dappertutto piuttosto che in campo? Cioè, non si percepiva forse una mancanza di sicurezza? Chiedo soprattutto a chi era presente…
    Se lo sentono gli spettatori, questa insicurezza, vuoi che non se ne accorga anche l’avversaria? E quando se ne accorge sono guai, perché comincia a giocare meglio, con meno pressione e le riesce praticamente tutto…
    Queste ragazze sono molto ambiziose, non è che entrano in campo già battute. Se non le schiacci (in senso sportivo, s’intende) diventano pericolose per chiunque….
    Poi però trovano una come la Sharapova che, a parte i primi games, fa loro capire che non c’è trippa per gatti e si danno una bella calmata… 🙂 🙂

  83. r.b. by r.b.

    La partita di oggi tra Maria e Riske insegna che nel tennis, come in altri sport, è sempre questione di livelli. Sharapova è ad un altro livello rispetto alla Riske. All’inizio, sullo 0-0 la Riske ha creduto di poter fare partita pari con la Sharapova (c’è da dire anche che Maria parte sempre piano). Poi, una volta raggiunta sul 3-3, Alison ha capito che il suo livello era molto più basso di quello della sua avversaria e non ha più fatto un game.
    Purtroppo Camila non riesce ancora a imporre il suo livello di gioco alle sue avversarie, perché fa troppi errori banali.
    Ma il livello di Camila è molto più alto, con il tempo deve riuscire a mettere in campo tutta la sua autorità e la sua velocità di palla. Certo che se regali punti con doppi falli e sparando risposte a caso, l’avversaria crederà di essere dello stesso livello e di poter vincere, e giocherà molto meglio, con più sicurezza. Se invece riesci a rispondere sempre, a servire con una percentuale di prime palle decente, l’avversaria si scoraggia e gioca sempre peggio. Così vengono fuori i 6-3 6-0 di oggi, chi ha visto solo i primi 6 games (la Riske ha avuto due palle per il 4-2) ha pensato che la Riske stesse giocando alla pari con la Sharapova se non meglio. E poi abbiamo visto come è andata a finire… praticamente senza gufare neanche… 🙂 🙂 🙂

  84. boy by boy

    come ampiamente previsto la masha si sbarazza della riske concedendogli 3 games. Si era visto anche contro camila che era ben poca roba…..alcuni dicono che la riske ha giocato la sua migliore partita, per me molto più semplicemente con quella Camila molte altre al posto della riske avrebbero avuto ugualmente tantissime occasioni di passaggio del turno.

    • r.b. by r.b.

      Sono d’accordo.. Camila le ha concesso davvero troppo…

      • enzo by enzo

        D’accordo anch’io . Camila ha …regalato troppi punti.

  85. by gigi

    Da non conoscitore dei dettagli più approfonditi del tennis professionistico,ho pensato di venire qui a porre qualche domanda,in merito agli allenamenti di Camila.
    In una intrervista abbastanza datata fatta a Camila,in cui lei già si allenava a Tirrenia,ho avuto la sensazione che Camila fosse abbastanza logora,stressata,dei suoi allenamenti.
    Lasciando stare la parte squisitamente tecnica,è considerando che Camila ha uno dei migliori fisici di tutta la storia del tennis femminile in proporzione alla sua altezza,secondo voi è giusto porre Camila ad allenamenti così tortuosi e massacranti,oppure si potrebbero creare degli allenamenti differenti,in cui Camila si senta sì concentrata sulla sua attività di tennista professionista(ovvio)ma che a tratti siano più vari,più leggeri,più spassosi,ma sempre curati con professionalità.

    Non ho visto l’incontro contro la Riske,ma in quello contro la Wozniacki,che è stato l’ultimo incontro che ho visto di Camila,lei mi è piaciuto molto come ha giocato.
    Lo so,a volte ho anche scritto delle grosse stupidaggini,una tra tutte,quella che Camila contro la Sharapova ha
    risposto avanzando la sua posizione in ricezione.
    Io non so chi siete qui sul forum,non sono bene informato,ma spero che tra tutti i tifosi che Camila ha qui e su Facebook,vi siano delle persone che sono molto amiche con lei e con suo papà,e che quando hanno dei pareri contrastanti con lo staff,abbiano la possibilità di discuterli in serena amicizia,senza alimentare ulteriori tensioni,ma davanti ad un buon piatto di spaghetti,ridendoci anche su.
    Per l’aspetto tecnico mi sento rilassato e fiducioso per il prosequio della carriera di Camila,in quanto la vedo in buone mani.
    Per l’aspetto tattico,ho visto che più volte è stato criticato il suo modo di giocare un tennis estremizzato nella sua forma offensiva.Io spero che questo problema venga in qualche modo a scomparire.
    Infine,chiunque saprebbe fare qualche esempio convincente sul fatto che Camila non deve necessariamente giocare un gioco con una varietà di colpi completa.

  86. riccardo by riccardo

    come previsto maria impartisce una severa lezione alla riske. sarà antipatica maria ma ha un carattere. una cannibale. la riske purtroppo per noi ha giocato la partit della vita contro Cami ma avevo detto che era una buona giocatrice ma niente di che ed oggi si è visto. rimpianti… tanti rimpianti

    • zio gio by zio gio

      Ho seguito fino al 3-3 primo set. Fino a quel punto comandava Riske. Poi che è successo?

      • r.b. by r.b.

        Te lo spiego io…
        Maria ha cominciato a rispondere sempre in campo e la Riske piano piano ha smarrito la sicurezza iniziale e ha servito con maggiore pressione, mettendo sempre meno prime. Poi c’è il fatto costante che Sharapova parte sempre piano e poi accelera nel corso del match (con le più forti questo le è spesso costato il primo set)

        • enzo by enzo

          La Riske ha anche avuto 4 palle per il 4-2 e Maria era in difficoltà come di solito a inizio match.
          Poi la ” cannibale”si è sciolta e la povera Alison ha dovuto assistere allo show: 11 giochi a zero !!!!!

    • Lucia by Lucia

      Non sapremo mai come la Riske avrebbe giocato contro Camila visto che ha fatto tutto da sola.

  87. riccardo by riccardo

    Maria sta schiacciando la riske che se ne torna a casa con le pive nel sacco.prevedo un 6-0 umiliante nel secondo set.

  88. riccardo by riccardo

    l’americana colpisce il dritto in modo inguardabile dal punto di vista stilistico eppure è efficace.
    Maria sulla prima in risposta un metro e mezzo fuori dal campo…..

  89. boy by boy

    Se ne parla tanto ormai….che sto attento da che punto sta rispondendo la Sharapova….1 metro e mezzo dietro la linea sulla prima e un passettino sulla seconda.

    Visto che ci sono dei competenti, vi segnalo Ludmilla Samsonova che ha vinto il suo primo Itf, 15 anni di origine russa. Queste le sue parole: “Il mio obiettivo? Vincere Wimbledon e diventare numero 1 del mondo, seguendo il mio modello Maria Sharapova”. dicono di lei: Giulia Bruschi, che la segue nei tornei: “È molto seria e professionale in tutti i suoi comportamenti, e lo è ancor di più quando si parla di allenamenti”. C’è chi la definisce già una baby professionista, come il talent scout Fabio Della Vida: “È vero – conferma Luda –, penso solo al tennis. Non mi interessano le serata, le uscite. Io vado a dormire presto e mi concentro soltanto sugli allenamenti. Solo così potrò realizzare il mio sogno”.

    • boy by boy

      * origine russa ma passaporto italiano, mi ero scordato questo piccolo particolare 🙂

      • r.b. by r.b.

        Scusate se è poco… 🙂 🙂 🙂

      • Madoka by Madoka

        Precisazione importante. Ludmilla vive e si allena in Italia da sempre, si allena all’accademia di Piatti.

        Una altra azzurrina per cui tifare. Personalmente non l’ho mai vista giocare, ma tutti dicono che è una altra che arriverà sicuramente.

  90. riccardo by riccardo

    maria sul centrale ha iniziato soffrendo con la riske. roba da non credere. l’americana ha iniziato tirando botte al centro , impedendo a maria di aprirsi gli angoli. la tattica mi ricorda qualcosa… vedremo come va a finire anche se mi pare davvero improbabile una sorpresa

  91. enzo by enzo

    @t.o.
    E’ sempre un piacere leggerti, sia per come che per quello che scrivi.
    Sono praticamente d’accordo su quasi tutte le tue considerazioni spesso basate su ragionamenti logici e talvolta su convinzioni anche condivisibili.
    Un solo appunto.
    Negli anni ‘ 70 Fosbury dimostrò che si poteva valicare l’asticella di schiena , traendone anche vantaggi nelle misure del salto. Da allora tutti lo seguirono migliorando le loro prestazioni e , da anni, nessuno pratica più lo stile ” ventrale”.

    Camila sta scioccando il mondo del tennis , tenendo una posizione in risposta che mai
    (e dico mai) nessuno ha osato se non per provocare (ricordi Chang contro Lendl?).
    Se però Camila riuscirà , sarà perchè lei è una atleta dalle doti straordinarie e con un
    talento fuori dal comune.
    Nessuna tra quelle che si vedono giocare oggi, potrà mai tentare di tenere una posizione simile.
    Ci riuscirà? Per il momento siamo ” work in progress ” e quindi non si può sapere.
    Quello che si può dire è che Camila ha fatto vittorie indimenticabili anche sull’erba ( WB 2012 e io c’ero ), rispondendo da una posizione sempre avanzata ma più ” umana ” e facendo una marea di risposte vincenti , con continue ovazioni degli spettatori estasiati come me.
    Un cordiale saluto.

  92. eulondon by eulondon

    @ Riccardo- Secondo me non devi assolutamente scusarti. Non hai fatto altro che esprimere in modo garbato i tuoi dubbi e le tue perplessita’! Cosa che fanno in tanti ( non tutti forse in maniera sobria come te) e pensano in molti anche se non lo scrivono.
    Io in particolare, avendo assistito al match con la Dunne a Birmingham seduto accanto a Silvestre… Mi sono permesso, dal basso della mia ignoranza, di chiedergli come mai fosse cosi’ avanzata in risposta visto che pareva deleterio. La sua risposta fu chiarissima: “non e’ questo il problema, non vedi che la palla di questa non viaggia molto? Il fatto e’ che e’ lenta di gambe”. Lentezza che e’ stata chiamata in causa dalla stessa Camila nel video qui riportato che propone le dichiarazioni di Cami post Riske.
    Magari e’ la condizione fisica ( o psicofisica) a non essere al top… Qualche problemino fisico o “mentale” che non conferisce alle sue gambe la forza necessaria per fare il famoso ( e favoloso) SUO GIOCO.
    Noi alla fine, chi piu’ chi meno non siamo che spettatori/sognatori di questa perla unica che il tennis ha deciso di regalarci. Ma quello che accade dentro di lei.. Le tantissime piccole cose che possono influenzare un match, un torneo etc non possiamo saperle. Quelle le puo’ sapere soltanto lei, (forse )Sergio) e (ancora piu’ forse Daniele). Saperle, tra l’ altro, non vuol necessariamente dire “accettarle”. Anzi, percependo la sua caparbieta’, sicuramente non vuol dire accettarle.
    Riguardo a noi.. Dobbiamo essere piu’ pazienti e ricordarci.. Non mi stanchero’ mai di dirlo, che questo e’ il suo primo vero anno nel circuito. Vero che Cami c’ e’ da almeno 2 anni, ma finora vuoi per un motivo, vuoi per un altro, aveva giocato pochissimo. Siamo al debutto, magari un debutto a meta’ (visto che qualcosina era stato fatto) e un debutto intorno alla 40 nella race non e’ da buttar via! Le potenzialita’ per crescere e far bene in tempi non lunghissimi ci sono!! FORZA!!!!

    • riccardo by riccardo

      Grazie EU le tue informazioni recepite dal vivo sono utili davvero. Mi viene da dire che se lo dice silvestre sarà cosi e vuol dire che dovremo aspettare che il lavoro dia i suoi frutti. si può non essere d’accordo ma massimo rispetto per chi lo fa di mestiere . aspetteremo fiduciosi. forza cami sempre

    • by Roberto

      Eulondon, visto che c’eri potevi fargli una seconda domanda: “visto che Cami oggi non è molto veloce di gambe, perchè non spostarla un pelino indietro?”. Tranquillo, sono sicuro che tu l’hai pensata, ma sarebbe stato inopportuno fargliela. Anche io, se fossi l’allenatore di Camilla, mi sarei infastidito a una domanda del genere, anche se pertinente, durante un incontro importante.

      • zio gio by zio gio

        Roberto in effetti è come quando alla guida,in macchina,stanco, cerchi di fermarti o di ridurre la velocità. È inutile rischiare di schiantarsi. Il problema è superare quei deficit fisici (legittimi) cn soluzioni istantanee.Ci sono talenti (cm Kvitova) che convivono cn una mobilità limitata.

        • by Roberto

          Esatto, zio gio…trovare la correzione in corso d’opera. Questo non significa stravolgere il tuo gioco. A meno che, come dice t.o. non si stia lavorando a lunga scadenza, cioè al 2015, rischiando anche di perdere qualche partita, ma seguendo il programma prestabilito. Questo potrebbe essere plausibile…

  93. Lucia by Lucia

    Secondo voi qual’e’ il motivo di andare a giocare ora sulla terra ? Io proprio non riesco a trovarlo….

    • zio gio by zio gio

      Punti,esperienza,ricerca del primo titolo.
      Testa di serie agli us open: prossimo obiettivo

      • Lucia by Lucia

        Non era più’ logica la Turchia sul cemento la settimana successiva? Oppure si è’ iscritta anche li’?

      • by lucio

        Avrà un bye al primo turno ?

    • eulondon by eulondon

      Secondo me l’ avevano messi in programma come paracadute nel caso in cui Wimbledon non fosse andato bene ( e per bene intendo ottavi). Il motivo credo stia nell’ obiettivo ti arrivare tds a New York. Come dicevo qualche giorno fa, non so se alla fine ci andra’. Certo e’ che il campo partenti specie di Bstaad e’ piuttosto modesto. A parte la tds numero uno 🙂

  94. riccardo by riccardo

    Io amo Camila e sto rosicando… aspettavo con ansia di vederla sul centrale contro maria… invece oggi c’è la riske che sarà schiacciata fidatevi.

    • r.b. by r.b.

      Tu però non sei un rosikone…. 🙂 🙂 🙂 Chiaro, a tutti noi sarebbe piaciuto vederla oggi sul centrale contro Maria (e Camila avrebbe giocato indoor perché piove),
      Sarà per un’altra volta… Sai quante partite ad alto livello ci aspettano nei prossimi anni….

  95. riccardo by riccardo

    Leggo con estremo piacere sempre i commenti . Nonostante avessi scritto qualche giorno fa che mi sarei preso una pausa, le riflessioni di questi ultimi giorni mi inducono a scrivere ancora. Premesso che ho una età e già voi tutti lo sapete , 51 anni, sono vecchietto , Camila ha scatenato in me una passione irrefrenabile. Ai miei tempi, quando giravo il circuito regionale , nella speranza di sfondare ma ahimè non avevo ne il fisico ne la classe necessaria, andava per la maggiore Panatta . Io avevo la racchetta di legno del mitico Adriano e cercavo di imitarne le gesta con scarsissima fortuna e quando me ne sono reso conto ho appeso la racchetta al chiodo pur essendo arrivato alle soglie di quella che ai tempi era la categoria b. Oggi gioco ogni tanto da appassionato, capisco un pò il tennis per averlo praticato in gioventù ma era davvero un altro sport. Dai tempi di Adriana Panatta nessun tennista italiano o italiana mi ha appassionato ed oggi alla tenerà età di 51 anni , mi sono riscoperto ragazzino appassionato fan di questa magnifica persona e ribadisco persona , cosi timida , cosi educata e cosi corretta e cosi straordinaria atleta. Questa premessa lunga e noiosa al fine di sgombrare il campo da possibili fraintendimenti, io amo Camila. Le mie riflessioni su questi ultimi mesi sono basate sulla continua e ripetuta visione degli ncontri di Camia che ho tutti registrati e che alla bisogna rivedo per essere sempre preciso nei commenti. Ho letto con attenzione i commenti di T.O. persona seria , matura e che evidenetemente conosce i Giorgi. Io in generale condivido i commenti dei trombettieri più anziani, r.b. alter ego , giovenal euolondon. t.o. ecc.
    Mi sono permesso, ma credetemi la mia non era e non è una critica al lavoro di Cami, di suo padre o di Silvestre, di evidenziare alcune cose che mi sembrano abbastanza evidenti. so bene da appassionato di sport, in famiglia ho un piccolo campioncino che cresce anche se in uno sport completamente diverso , la pallanuoto, che 50 anni fa qualcuno ha rivoluzionato le vecchie credenze sul salto in alto , utlizzando per la prima volta lo scavalcamento di schiena e tuttavia , scusami T.O non penso che sia cosi rivoluzionario in senso assoluto, stare due metri dentro al campo per rispondere. Mi spiego meglio. Camila beata lei ha la potenza necessaria e un anticipo pazzesco che le cnsente di far male a tutte anche giocando un pò più indietro e IW con Maria ne è la prova. Vedete a mio parere , rendere ancora più rischioso , più aggressivo una tipologia di gioco che già è rischiosissima , esporrà sempre Cami a fare errori eccessivi. Questo è il tennnis è la fisica. Oggi che nel circuito Cami è conosciuta e temuta , tutte la studiano . Se avete notato la Riskè sulla seconda di servizio le ha servito una marea di volte al corpo e spesso per via della posizione cami non è riuscita nemmeno a rispondere. Voi dite che col tempo questo potrà cambiare? Non so è possibile, non sono un tecnico. Io nutro dei dubbi. Dico semplicemente che ci sono nel gioco di Cami delle fasi che mi sembra non siano state oggetto di miglioramenti. Ad esempio la fase difensiva è inesistente. Faccio queste considerazioni sempre tenendo presente le potenzialità di Cami. Lei ha un fisico esplosivo ed elastico che le cnsentirebbe con i giusti accorgimenti di arrivare bene sui colpi di attacco delle avversarie e giocare il passante. Questa fase non mi sembra che sia stata migliorata. Ne consegue che anzichè rendere più aggressivo un gico che già di base lo è e che non ha euali nel circuito perchè non concentrarsi su alcune fasi del gioco di Cami che lei per la classe che ha potrebbe facilmente migliorare? E cosi complicato quando si trova a rete dopo aver praticamente messo fuori campo l’avversaria giocare di tocco anzichè sparare a tutta forza e magari sbagliare? perchè vedete e sono d’accordo con R.b. il primo set con la riske si è perso per una inezia ed a volte in una partita due tre punti possono cambiare il risultato. Vi chiedo scusa per questo mio intervento che potrà sembrare critico ma io amo camila.

    • r.b. by r.b.

      Ah beh, se questo intervento è critico allora ai rosikoni che gli dobbiamo fare? 🙂 🙂 🙂
      Sei stato analitico, puntuale e misurato come sempre….

  96. eulondon by eulondon

    Come il destino puo’ trasformare un sabato speciale in un sabato qualunque! Io gia’ mi immaginavo sul centrale di Wimbledon a gridare ” forza Camila” e invece niente.. Mi tocca solo vedere le goccie di pioggia che scendono dalla finestra. E dire che il centrale e’ anche coperto… 🙁

    • zio gio by zio gio

      Fa niente eulondon…la ruota gira…e Camila ci farà divertire.

  97. doherty by doherty

    a mio avviso una posizione cosi’ avanzata in risposta non era l’unico modo per far un buon risultato a wimbledon…ed infatti si è visto.
    rispondendo cosi’ avanti togli tempo all’avversaria e va bene…
    pero’ cosa è successo di solito : che comunque nonostante questo tempo ridotto riske ad esempio è riuscita ad iniziare ugualmente lo scambio senza accorciare;a questo punto cami si è trovata a dover indietreggiare perchè si trovava nella “terra di nessuno” e quindi ad essere in difficolta’ .
    in altre parole stare cosi’ avanti a mio avviso puo’ dare un vantaggio a camila solo se :
    1) fa chip and charge (risponde e scende a rete )
    2) costringe ,nel colpo successivo alla sua risposta, l’avversaria ad accorciare in modo da poterla poi mettere in difficolta’

    altrimenti se dopo la risposta il colpo dell’avversaria è comunque profondo le tocca arretrare ,a questo punto meglio stare piu’ indietro,rispondere,ed avanzare se possibile sul colpo seguente

    • r.b. by r.b.

      Già…
      Purtroppo invece di fare chip and charge contro la Sharapova sul centrale di Wimbledon, Camila si fa fish and chips in un pub di Londra… 🙂 🙂 🙂

    • zio gio by zio gio

      Bravo…quando la risposta entra fa chip and charge.,quando non entra è costretta,indietreggiando, a giocare colpi difficilissimi(con Azarenka lo ha fatto cn successo). Quindi…rischio molto alto come del resto il suo repertorio.

  98. Lucia by Lucia

    Se Camila avesse giocato sull erba nel modo in cui ha giocato sulla terra , oggi giocherebbe contro Masha
    . E non mi riferisco alla qualità’ del gioco quanto alla volontà’ di prendersi qualche rischio in meno e a giocare qualche colpo interlocutorio in più’.

  99. TEUS by TEUS

    Sono riuscito a leggere qualche commento (anche se la minoranza) e noto che ci si concentra molto sulla posizione (troppo avanzata per alcuni) tenuta in risposta dalla nostra durante la stagione sul verde.
    A mio avviso invece è stata una scelta corretta da parte di Camila e del suo staff perché l’unico modo per ottenere un importante (meglio degli ottavi quindi) risultato già quest’anno a Londra stava proprio nel fatto di mantenere un atteggiamento in campo il più aggressivo possibile e non è un caso se anche la prima palla veniva spinta costantemente al massimo.
    Sull’erba, se si possiedono le qualità fisiche e tecniche della nostra, si può anche diventare ingiocabili per quasi tutte le avversarie e bastano “solo” quattro o cinque giorni di grande ispirazione per arrivare in fondo.
    In pratica non si è puntato a fare un buon piazzamento o a confermare il terzo turno dell’anno precedente ma a molto di più (del resto conosciamo bene la mentalità dei Giorgi).
    Camila deve ancora migliorare nella fase difensiva (sono sempre in attesa di vederle giocare un giorno un lob liftato piuttosto che provare passanti spesso improbabili le rare volte che viene attaccata con discese a rete ed è lei a dover rincorrere la palla), sulle palle basse in generale e su molte altre cose.
    Ci sono ancora tanti margini e questo fa ben sperare per il futuro. Sia lei (lo ripete quasi sempre nelle interviste) che il suo staff sono consapevoli che c’è ancora da lavorare parecchio e a noi tocca aspettare… Non c’è alternativa.

  100. r.b. by r.b.

    Tutti i discorsi fatti da t.o. e altri (anche da me) portano a concludere che Camila ha bisogno di tempo per maturare.
    Attualmente non è che il gioco di Camila non vada bene…nel primo set con la Riske bastavano due palle più fortunate e poteva andare diversamente…è stato comunque un set equilibrato. Quello che OGGETTIVAMENTE non va è che per ora ci sono troppi errori, e l’impressione è che gli errori non vengano considerati, che scivolino via come meri tentativi che non influiscono sul punteggio (e invece purtroppo influiscono). Per fare un esempio, sulla risposta l’atteggiamento sembra che sia: “provo e fa niente se sbaglio, riprovo finché non mi esce una risposta vincente. Fa niente se ne sbaglio 10 di fila, l’importante è che entri la undicesima. Se ne entra una vuol dire che sono capace, quindi è tutto a posto”.
    Ok, questo però non va bene in uno sport come il tennis dove contano le percentuali, perchè è uno sport basato su gesti ripetuti. Nel calcio, se un attaccante fa 6 rovesciate in area e manda la palla in tribuna, ma poi ne fa una spettacolare e fa gol, tutti dicono che è un grande campione. Se nel basket un giocatore fa una schiacciata spettacolare e poi però fa 1/10 da 2 è un brocco. Purtroppo il tennis assomiglia più al basket che al calcio….

  101. r.b. by r.b.

    Io vorrei che Camila lavorasse sull’attitudine alla precisione. Sicuramente lo sta facendo, comunque mi spiego meglio. Anche in allenamento bisogna essere concentrati e capire che una palla fuori o in rete non è una palla “neutra”…E’ un punto per l’avversaria…Se stai servendo vai 0-15 e già il game è messo male…
    I primi 2 punti di ogni game sono spesso fondamentali. Quindi bisogna allenare una attitudine non solo al vincente e alla potenza, ma anche alla precisione dei colpi. Ci sono giocatrici che sbagliano pochissimo e quando sbagliano si vede che si meravigliano parecchio (sembra che dicano: “ma come ho fatto a sbagliare questo?”). Chiaramente Camila, giocando d’attacco, farà più errori delle pallettare, questo ci sta, però bisogna assolutamente che entri in campo per fare il suo gioco ma anche per non sbagliare i colpi, che devono restare il più possibile dentro al campo. Risposta inclusa, ovviamente.
    Io la chiamo “attitudine alla precisione”. Meglio un servizio leggermente più lento ma preciso alla T, sai quanti ace si possono fare così?

  102. by Cristian

    Domanda: per la risposta al servizio avanzata , sbaglio o era solo per la stagione sul verde?!? Avevo capito cosi, sapete se invece continuerà ?

  103. by t.o.

    @Boy
    carissimo Boy , il solo tuo “pensare” che io o addirittura il Presidente possiamo mollare …..sarebbe già da Cartellino Rosso 🙂 🙂 🙂
    Il Presidente “ALEGGIA” nel Blog a Prescindere…….
    In quanto a Me….”Trombettiere scelto” ti comunico che sul mio computer “Stazionano” tre orologi elettronici……uno segna le 3 di notte, uno le 6 del pomeriggio, e uno le 9 del mattino.
    Se mi chiedi che ora è ti rispondo…..Boh……….o ti rispondo….Dipende….
    Ho passato più ore in aereo io nell’ultimo mese che ore nel tuo letto tu nell’ultimo anno……

    Camila è per me un mondo parallelo…..una realtà ed un follia….
    Se non mi leggi……è solo perchè molte delle cose che vorrei dire…ormai…le dicono in molti prima e meglio di me……
    In due anni questo è diventato un grande blog…..si parla di filosofia, di statistica, di etica dello sport, di letteratura…..e non ci crederai…….per me il tennis è la sintesi di tutto questo……

    Ti cito solo Edward De Bono e lo metto in relazione con la nuova posizione in risposta di Camila.
    ……..ho letto qui che quella posizione “nessuno da quando il tennis è tennis si è mai permesso di occupare”……….circa 50 anni fa un ragazzo decise di sfidare il mondo dell’atletica……..Saltò un’asticella scavalcandola con la schiena……nessuno lo aveva mai fatto…….oggi neanche tu sai come si saltava prima……… 🙂 🙂 🙂

    un abbraccio t.o.

    • boy by boy

      Buongiorno,
      lo so che sei una persona impegnatissima a dire poco, ormai è qualche tempo che vi leggo, e ho imparato che sei uno che vola da una parte all’altra del globo (questo però ogni tanto ti porta anche qualche vantaggio, visto mai dalle parti in cui devi andare ci sta qualche torneo con qualche biondina che vi gioca 🙂 ). Detto questo il mio “chiedere dove eravate” era riferito al fatto che non sarebbe mica reato ragionare e scrivere su qualche aspetto che lo si ritiene per lo meno “equivoco” o non “fruttuoso” (tipo risposta peggiorata, o i continui problemi al servizio, o un stato di forma che pare piuttosto evidente ormai non essere un granché). Sappiamo che siete super trombettieri, ma ogni tanto sarebbe interessante ragionare anche sugli aspetti che sembrano non andare. Anche perché è troppo facile dire sempre “grande cami” “forte cami” “vamos cami”….o no?

    • r.b. by r.b.

      Sono d’accordo…tra 50 anni tutte le ragazze risponderanno al volo sulla riga del servizio (o anche dentro)… 🙂 🙂 🙂

      • r.b. by r.b.

        Ah, si chiamerà risposta in “stile Giorgi”… 🙂 🙂 🙂

        • by antonelo

          Per dare a Cesare quel che è di Cesare lo si dovrà chiamare stile Chang (vedi Roland Garros 1989 contro Lendl)

          • r.b. by r.b.

            Sì ma lui l’ha fatto una volta… Camila lo farà sempre…

  104. by SanTommaso

    Riporto quello che ha detto Commentucci in sede di presentazione del libro di e su Sara Errani (che in origine doveva essere un book fotografico per il sito o fan club, poi lui ha scritto qualcosa, il papà di Sara l’ha portato “a Mondadori”, è piaciuto, ne è venuto fuori “un racconto sportivo, una cronaca un po’ romanzata”… vabbé)

    Questa parte è più che interessante, direi fondamentale anche per tutti i discorsi che vengono fatti attorno a Camila. Attenzione, prestate orecchio: “…stiamo parlando di una giocatrice che a 25 anni era già da 4-5 stagioni sul circuito…” (se Camila giocasse almeno fino ai 25 anni può valere anche per lei) “…con dei valori tecnici consolidati…” (mi pare che ci siamo) “…con quattro stagioni chiuse tra il numero 50 e il numero 40 della classifica mondiale…” (qui al momento siamo leggermente più avanti, comunque sfido chiunque a dire che Cami non possa chiudere 4 stagioni ALMENO al numero 50 della classifica, stando alla race, ai risultati, ecc ecc) “…insomma sembrava che la sua dimensione complessiva fosse quella…”

    Ecco. Per Sara “sembrava che la sua dimensione complessiva fosse quella”. A 25 anni, dopo 4 anni di limbo in quella posizione. Poi ha cambiato racchetta ed è arrivata al numero 5 del mondo. Ora io domando: vogliamo, alla luce di questo e senza fare confronti sul futuro che nessuno conosce (magari Camila vince gli US Open, o magari domani si ritira per sempre dal mondo del tennis, si laurea e diventa ricercatrice), dare a Camila il beneficio di giocare non dico 4-5 stagioni, ma ALMENO UNA INTERA, se non addirittura due, per far capire a lei, a Sergio e anche a noi il suo valore (che, attenzione, da un momento all’altro può cambiare come è stato per Sara) senza fare un processo a lei, alla posizione in risposta, alle sigarette di Sergio, agli sponsor, alle interviste, ad una pallina steccata, a quel che volete, DOPO OGNI SINGOLA VITTORIA?

    Via al televot… ehm, alla discussione!

    • by SanTommaso

      Chiaramente intendevo SCONFITTA, ma mi è uscito vittoria. Freud, dove sei?

      • by Fan

        @i due Tommasi

        Sono d’accordo sul fatto che bisogna dare tempo al tempo, tanto per usare un luogo comune, però disponendo in partenza di una evidente superiorità fisica e tecnica sull’anticipo, io non vedo perchè si debba sprecare il tempo (ed i soldini relativi) in nome di una “perfezione” immanente decisamente più estetica che pratica.
        Perchè dico questo? perchè non serve un vincente al terzo scambio a Camila, dato che lei se vuole ormai può reggere il palleggio con chiunque (Caroline docet), e comunque portare il vincente a casa. Quando finalmente capirà questo, allora diventerà una top (5-10) stabile per i prossimi anni con enormi e meritati benefici economici per tutta la famiglia.

        • by t.o.

          Il giorno che deciderai di fare “L’INVIDIATO SPECIALE” capirai il perchè.
          Passa due o tre giorni all’interno del circo del tennis….ma non negli slam o nei grandi premier dove la folla “inquina tutto”. In un WTA più provinciale….più “a dimensione d’uomo” e vedi cosa accade quando passa Camila……sia tra la gente…sia tra le altre tenniste e addetti ai lavori…..
          Camila è una Fuoriserie….(e non c’entra nulla che vinca o perda)
          Ho visto decine di top20 o top 30 che nessuno sa chi sono……
          Passano turni… e vincono soldi…..ma nessuno sa chi sono, nessuno sa che gioco fanno, perchè non hanno un gioco…..semplicemente giocano.
          Camila no…..lei è Camila Giorgi…..anche quando era 90° e faceva le qualificazioni………
          Non ci credrai…ma ti garantisco che è così……..

  105. by t.o.

    Ciao a tutti.
    Sono atterrato stamattina a Londra e dopo aver acceso il computer……ho deciso di non perdere la coincidenza per Roma. E pensare che ero riuscito a programmare (…per meglio dire ….a rubare) un Week end a Londra. Mi sarebbe piaciuto magari pranzare con una splendida 22enne……e mai e poi mai mi sarei perso il match con Maria…..
    Pranzerò lo stesso con una splendida 22enne……anzi…con la 22enne che amo di più al mondo…mia Figlia……(in questo caso Camila non potrà essere mai la n°1)
    Diciamo che Camila è la 22enne “Bionda” che amo più al mondo……..

    Non ho visto la partita…..ma sono a riuscito a caricare la pagina del sito e in aereo verso Roma ho letto tutti i vostri commenti….
    A parte lo scoramento…mi sembra che i temi siano i soliti…..
    Provo a dire la mia.
    Noi tutti sovrapponiamo le nostre aspettative con i programmi di Camila e del suo staff tecnico.
    Noi diciamo Sergio. Poi diciamo Daniele …..ma cosa altro sappiamo?
    Camila si allena al centro federale. Lì qualche tecnico gira. Vanno a mensa insieme. Parlano di pesca? Cosa intendiamo per “allenatore” quando parliamo di Tennis?…..
    Hanno bisogno di noi per sapere che Camila ha fatto 13 NF in 4 turni di battuta della Riske?

    La posizione in risposta.
    Sergio ha detto che stanno lavorando per il 2015.
    Perchè cambiare una posizione che a nostra sensazione….”Funzionava”?
    Probabilmente perchè si cerca di farla funzionare meglio.
    Camila (e Sergio) hanno sempre giocato d’anticipo (è il loro Karma)
    Quando Camila aveva Classifica per essere TdS 1 nei K50 smetteva di fare ITF e andava subito a fare le qualifiche per i WTA. E appena aveva classifica per le TdS dei WTA bassi…..andava a fare Qualifiche per i Premier. Quanto è stata criticata per questo?
    Ora entra nei MD dei Premier 56 e tra un po sarà TdS negli Slam.
    Alla faccia di tutti i “rosiconi”…..avevano ragione Sergio e Camila….
    Oggi parliamo della posizione sulla risposta……..
    Pensate che abbiano bisogno di noi per contare 13 risposte fuori (così mi dite) su 4 turni di risposta?…….e visto che ne sanno di tennis un po più di noi….. se dicono….: “vai più avanti”….avranno i loro bravi motivi……
    Forse anche in questo caso Camila e Sergio (e Daniele) stanno guardando avanti…
    Se intervenire su un automatismo come la “risposta al servizio” bastassero due giorni di lavoro….beh…allora….avremmo tutte numero 1 in una settimana…..
    intervenire su un automatismo che funziona (evidentemente per migliorarlo…) comporta necessariamente un periodo di adattamento……
    Contro Vika ha funzionato….contro Flip no…..anche al primo turno di WB ha funzionato a fasi alterne…… se leggiamo i parziali abbiamo un 6-1. 2-5. 5-1 …..non è che nel primo 6-1 rispondesse più lungo….e non è che è uscita dal 5-2 sotto arretrando di un metro……
    Ne è uscita trovando il tempo e la misura…..
    Stesso dicasi del servizio….Camila fa pochi ace…..può darsi che lavorino su un servizio un po più “Coperto”. Anche questo è un’automatismo….un diverso lancio di palla……
    Ci sarà un motivo se fai 30% di prime?
    O non stai bene fisicamente (mi dicono che era lenta….) o stai provando qualcosa di nuovo…
    E se provi qualcosa di nuovo lo fai per migliorare….
    La cambiale Wimbledon era già stata pagata…..ma forse è stata pagata al costo di tenere Camila al 100% per un periodo troppo lungo….e se si vinceva con Riske….poi c’era Maria……
    ….mi torna in mente una frase di Sergio a Dubai dopo il primo set contro la WC 446° sparring P. di Woz:
    ” ho sbagliato io……pensavo che fosse molto più debole e ho fatto fare a Cami un massaggio di scarico pensando più al match di domani (Andrea Pektovic) che a quello di oggi…..Camila è completamente scarica…..” Poi Camila si riprese e rimediò al TB e stese Marta 6-1 al secondo……
    Il giorno dopo asfaltò Andrea Pektovic…..
    Nel tennis a differenza di tutti gli altri sport si gioca sempre in condizioni diverse….è come se in atletica lo stesso atleta dovesse correre sia i 100 metri sia gli 800 sia i 3000 siepi…….e lo fai ad eliminazione diretta contro un’altro specialista…..
    Noi spesso parliamo di Ranking……: “Che sfortuna…..ha “pescato la TdS n°5″…. Ma se siamo a WB e peschi Sara stappi Champagne…. la Riske dopo Cadantu e prima di Maria non è stato un bel sorteggio…….. ma non perchè fossero più o meno forti….non per la fatica fisica…..ma per la tipologia di preparazione atletica che devi programmare…….
    Camila non l’ho vista giocare….ma leggo da voi e ascolto dalla sua viva voce (l’intervista dopo Riske)
    che era lenta. Era lenta in un periodo in cui sta lavorando su due fondamentali del suo gioco….La prima di servizio e la posizione in campo sulla risposta al servizio avversario.
    Tutti diciamo che Camila è una giocatrice da erba…ed in parte è vero. ma solo in parte.
    Camila è una giocatrice da Hard Indor. Quella è la condizione che ama di più. Campo veloce, rimbalzi regolari e niente vento. Un gioco così anticipato e una così grande velocità di posizionamento hanno bisogno di “condizioni stabili”. Condizioni prevedibili. Sull’erba gioca meglio di moltissime altre ma secondo me non è la “SUA” superfice. La Riske l’anno scorso su erba ha un 10W 3L …..e anche quest’anno è 4W 2 L ….nel 2013 ha perso solo da Kanepi, Hantuchova e (guarda un po’) tale KONTA. Non è l’ultima arrivata…..
    Aliso Riske sul verde vale Camila…..6 ace con una percentuale di prime superiore del 66% non si vede spesso…..e nonostante questo Camila si è procurata 8 palle break…. una in più di Riske…
    Ne ha trasformata solo 1. Un caso….forse si….Era lenta…. un caso? ….forse no.
    E’ andata così…. Gli obiettivi di quest’anno sono tutti raggiunti, ed il prossimo obiettivo è la TdS a US Open…….
    E ci si arriverà con una prima “Molto più coperta e sicura” e con una posizione in risposta un metro più avanti di un anno fa. Su questo Camila e Sergio stanno lavorando.
    Migliorare ciò che già funziona…per fare l’ultimo salto di qualità….anche a costo di uscire da Wimbledon al 2° turno…..c’è un 4°th da difendere e da incrementare in america……su quello bisogna lavorare. Dopo di che Camila potrà dire….” Io gioco i miei tipi di gioco”
    Tutti aggressivi, Tutti entusiasmanti, Tutti vincenti….
    Per un grande 2015 .
    Questo ha detto Sergio. Un grande 2015.
    Siamo noi che abbiamo troppa fretta.
    Ci vuole tempo e pazienza a costruire i capolavori….
    Sergio e Camila ce l’hanno…..e stanno lavorando duro…..

    Vai Camila….so che stai incazzata nera….ma vedrai……il lavoro paga sempre…
    Un bacio t.o.

    E adesso vado a cena con una 22enne bella quanto te…..

  106. by SanTommaso

    Sulla questione della risposta molto dentro il campo qui qualcuno le fa una domanda e Camila risponde dando una spiegazione della scelta.

    Q. You were returning very close to the service line today. Was it a choice you did before the match?
    CAMILA GIORGI: Yeah, I’m working on this, I mean, to come forward even in the return, so to take the time away from the others, to the other girl.

    • r.b. by r.b.

      Ah benissimo, sono contento che le abbiano fatto questa domanda…
      E soprattutto sono contento che CAMILA se ne sia accorta che sta rispondendo un metro più avanti…. 🙂 🙂 🙂

  107. enzo by enzo

    Mi ha molto impressionato l’intervista di Camila: triste , occhi lucidi , stanca e stressata.
    Ha bisogno di rilassarsi per rientrare come si deve.
    A proposito di ranking ( per quello che vale ) , se ho fatto bene i calcoli è stata superata da Nara e Zahlavova . La Riske dovrebbe battere Masha e la Peng fare un paio di miracoli.
    Probabilmente quindi lunedì 7 luglio Camila sarà 41a.

    • r.b. by r.b.

      La situazione attuale è la seguente: oggi Camila è #39. Possono superarla Riske, Lisicki, Flipkens, Peng e una sola tra le seguenti (che si trovano tutte nella stessa parte del draw): Bencic, Diyas, Shvedova e Zvonareva. Quindi alla peggio sarà #45. Riske ha poche possibilità, Lisicki purtroppo sì ahimé (speriamo che Ana faccia il capolavoro), Flipkens e Peng sono sfavorite ma potrebbero anche vincere. Sulle altre ci credo poco….
      Insomma, bisogna gufare…. 🙂 🙂 🙂

      • enzo by enzo

        Lisicki (19) e Flipkens (26) sono già davanti. Riske dovrebbe battere Masha. Bencic deve superare Halep e le altre francamente non credo
        a meno di miracoli . Per cui Cami potrebbe ritrovarsi 41 o 42.

        • r.b. by r.b.

          No no Lisicki e Flipkens sono dietro. Devi tenere conto che perdono i punti dell’anno scorso e sono tanti…

  108. AlterEgo by AlterEgo

    No no guarda, il nido dei gufi sta diventando un’arma in più, sempre più determinante, quasi indispensabile: continuate cosi! (Ma come fate a gufare così bene??? 😉 )

  109. entropia by entropia

    …me ne sono stato zitto e buono per una giornata, come si suol dire ‘purgato’…
    ho letto qua e là i vostri commenti, alcuni hanno espresso concetti molto simili a quelli che rumino io e che ho scritto ieri subito dopo la partita, altri scoraggiati, altri ancora negativi con la ricerca però di essere costruttivi… non posso chiaramente biasimare nessuno, ci mancherebbe, tutti i commenti che ho letto sono ampiamente rientrati nell’alveo del garbo e della pura, semplice e legittima espressione di un’opinione… ciò che sto per scrivere è quindi rivolto solamente a me medesimo e se qualcuno vi intravedesse un attacco alle proprie idee la cosa non è assolutamente voluta o mirata ma rientra casualmente in punti di vista diversi…
    Cosa mi deve a me Camila Giorgi? Fondamentalmente solo la correttezza in campo, che non è il non dare un calcio alla racchetta o non mostrare un minimo di nervosismo dovuto alla tensione agonistica, ma il rispetto dell’avversario, dell’arbitro, del pubblico anche se ostile (anche se all’ostilità ci deve essere un limite chiaramente…). Non mi deve la vittoria, me la regala indirettamente col suo sudore. Se vince la vittoria è sua, se perde facciamo a metà, perché io sono un suo tifoso e sono molto più importante quando perde che non quando vince… Certo, il tifoso ha una sua capacità di analisi: è pacifico che Camila non ha giocato da Camila da dopo Katowice in poi ma potrebbe forse questa essere la naturale conseguenza di una tennista professionista che ha fatto una rincorsa da panico dopo essere stata fuori per 17 mesi (0 14? in questo momento non ricordo ma comunque un’eternità) per infortunio?
    O forse, non devono essere questi i tempi e lo scotto che una tennista al suo primo anno, diciamo così, completo, deve pagare per entrare tra le grandi? Guardate cosa ha fatto Simona Halep nel suo primo anno di WTA: l’anno scorso andai a vederla a Roma (siccome ero là) contro Aga perché ero rimasto colpito di come una over 100 come lei avesse maramaldeggiato in quali contro un’Hantuchova in quel periodo in gran forma e rimasi impressionato, eppure fino a quel momento raramente aveva passato il primo turno nei tornei… la stessa Garcia che quest’anno ha comunque fatto buoni risultati, l’anno scorso era al suo primo anno, non riusciva a buttarla di qua…
    Mi sto incartando alla ricerca di effimere giustificazioni? Secondo me no… la prima di Camila non entra? Vero! Da + di un paio di mesi, ma chi mi dice che lei non sia alla disperata ricerca di una prima come la vuole lei e che ancora non ha trovato la quadra? Dovrebbe accontentarsi della sua ottima seconda che potrebbe essere la prima di molte top 30? E perché se lei ha un altro obbiettivo in mente? Che cosa mi deve a me? Non certo il fatto di dovermi accontentare perché seguendo il mio consiglio di tirare due seconde delle sue sicuramente passerebbe + turni e magari il torneo di Katowice lo vince sicuro… Si va bè ma se fa così dove vuoi che vada? Semplicemente un giorno a piazzarsi di fronte a Serena e farle capire: guarda che se oggi non giochi molto molto bene (e forse non basta) vinco io… Come? Sono discorsi fatti e rifatti che non la porteranno da nessuna parte? Lei secondo me se li è fatti una volta sola, il giorno che ha deciso di giocare a tennis e diventare una tennista professionista. E se anche fosse per assurdo (ma proprio per assurdo) che si sbagliasse e che in questa maniera non arriverà mai dove vuole, scusate, ma in fondo, che cosa mi deve a me…
    Camila Giorgi un giorno sarà la #1 al mondo, ma quel giorno quelli che oggi la pensano come me non diranno che l’avevano detto perché sarebbe troppo semplioce non credergli.

    Sempre e solo Camila Giorgi

    • by Fan

      @Entropia

      Volare basso,volare basso. Io sinceramente non so se Camila diventerà mai n. 1, e neanche mi interessa; però quello che non voglio più vedere è il battersi da sola contro giocatrici chiaramente più scarse in nome di una sorta di nichilismo tennistico che esaspera i fondamentali che non sono certo stati inventati oggi da questa ragazza seppur molto talentuosa.
      Io personalmente una chiave di lettura del lampante nervosismo di questi ultimi tempi l’avrei, anche se già mi aspetto che il 95% di voi non condividerà: se mi si chiede ostinatamente di fare quello che evidentemente non solo non riesco, ma addirittura mi danneggia ed io che sono in campo me ne rendo benissimo conto, forse un tantino m’ inc….o o no?

      • entropia by entropia

        Ciao Fan!
        Ciò che scrivi potrebbe essere una chiave di lettura anche se proprio all’opposto di come la penso io: non ce la vedo Camila a fare qualcosa in cui non crede.

        • by Fan

          Fan, Camila è una ragazzina, basta vedere l’intervista…

          • entropia by entropia

            Camila è una grande campionessa e te ne accorgerai più prima che poi…

          • by Fan

            Entropia naturalmente, quando dico ragazzina, intendo nel senso buono e puro della parola. Anche se poi il mondo professionistico è popolato di predatori.

    • eulondon by eulondon

      Per me e’ gia’ la numero uno. Per l’ unicita’ delle emozioni che mi trasmette, siano esse positive o negative. Per la capacita’ di prendermi tantissimo e riuscire a farmi sentire felice o triste! Una cosa che non mi e’ mai capitata nello sport… Ma solo a livello sentimentale. Come a tutti, d’ altronde ( almeno credo). E queste sensazioni non hanno nulla a che vedere con il ranking ed i suoi numeri. Certo, vederla diventare una campionessa di fama mondiale sarebbe una grande soddisfazione.. personale.. Ma anche e soprattutto per vederla felice. Se mai questa possa essere la vera felicita’!
      Piccolo off topic: oggi sono tornato a Wimbledon… E sono rimasto impressionato dalla Smitkova. Non ho controllato le statistiche, ma ha fatto decine e decine di vincenti e una marea di ace. E’ giovanissima e secondo me fara’ parlare di se. Una bella rischiatrice, anche se i piedi in campo non li mette 🙂

  110. pangel94 by pangel94

    A mio avviso la posizione cosi avanzata in risposta di Camila darà i suoi frutti sul cemento americano. Li il rimbalzo della palla è più alto, consentendole di colpire la palla all’altezza dell’anca, dove potrà sprigionare tutta la sua potenza

    • AlterEgo by AlterEgo

      Secondo me invece, sul cemento americano e non, farà più di un passo indietro, in entrambi i sensi… (letterale e ideolodico)

  111. r.b. by r.b.

    Qui dal nido 🙂 abbiamo fatto un ottimo lavoro, fuori anche la Jovanovski…. 🙂
    era difficile… 🙂

    • r.b. by r.b.

      Restano da gufare 🙂
      Riske
      Lisicki
      Flipkens
      Peng
      mi raccomando soprattutto con Sabine che stavolta Ana deve andare avanti… 🙂 🙂 🙂

      • Lucia by Lucia

        Finché’ non ci metti la Cornet non mi iscrivo

        • r.b. by r.b.

          E vabbé gufiamo anche la Cornet, ma tanto ha Serena adesso, l’abbiamo già gufata al sorteggio… 🙂 🙂 🙂

    • by Alessandro1983

      La Riske è spacciata con la Sharapova ed anche la Peng secondo me uscirà nel prossimo turno. Credo sia la Flipkens quella più “pericolosa” da questo punto di vista XD Io rispolvererei il Grande Gufo di Brisby, il cartone animato :DDDD

  112. by nds

    Un saluto a tutti i fan di Camila, è la prima volta che lascio un commento e come voi sono un grande tifoso di questa fantasticata tennista, ma purtroppo ancora un pò incompiuta. Mi sono appassionato a lei dallo US Open dello scorso anno e ad oggi è la mia preferita tra gli sportivi italiani. Dopo i buoni risultati a indian wells e katowice, sono arrivati quelli meno buoni a roma e parigi, comunque ipotizzabili data la scarsa confidenza con la terra. Poi ecco i tornei sull’ erba dove sinceramente speravo in qualche buon risultato, non so ad esempio una semifinale a birmingham o a eastbourne e il big match a wimbledon contro la sharapova al terzo turno. Camila ha fallito il possibile salto di qualità, ma non mi dispero più di tanto perchè ci sono ancora i tornei americani sul cemento e infine l’ US open in cui rifarsi. Dal punto di vista tecnico però a mio parere ci sono due priorità assolute:
    -migliorare il servizio nella percentuale delle prime in modo che Camila possa subito comandare lo scambio e chiuderlo alla sua maniera;
    -migliorare nella risposta per non regalare interi game all’avversaria senza praticamente “giocare”. Quindi la scelta di stare così avanti è stata errata, così come rispondere sempre a “tutta” non paga affatto, bisogna alternare anche delle risposte “normali” per poter “giocare” con l’avversaria perchè nello scambio Camila sta crescendo molto, come sappiamo riesce a fare dei punti eccezionali al livello delle migliori.
    Limando questi due aspetti credo si possa ambire alla top 20, certo tra il dire e il fare….però sono fiducioso, sempre forza Camila!
    PS Scusate la lungaggine ma è il mio primo post, nei prossimi sarò più breve!

    • r.b. by r.b.

      Benvenuto
      la famiglia dei trombettieri cresce a dismisura… 🙂

    • AlterEgo by AlterEgo

      Benvenuto nella nostra piccola grande pazza famiglia! 😉

  113. by Alfa.Omega

    A sostegno degli inguaribili ottimisti e per i fanatici del ranking:
    l’anno prossimo quando (non “se”, ma “quando”!!) sarà ulteriormente maturata, non avendo tanti punti da difendere negli slam, raggiungerà vette sempre più alte fra le TOP.
    Vamos Camila, hasta la victoria, siempre

    • Lucia by Lucia

      Speriamo vinca molto di più’ dell autore del motto.

      • entropia by entropia

        …corregionale, non controbatto altrimenti apriamo il libro a pagina 1 e finiamo a pagina più di mille e meno di un milione… e non parleremmo di Marco Polo, o forse anche sì…

        • Lucia by Lucia

          Ahahhahahhah!!!! Dai sopportami sono la pecora NERA del blog….

        • entropia by entropia

          …sopportarti!? A me basta leggere “by Lucia” per essere certo che sotto ci sta scritto qualcosa di non banale… anche se magari non lo condivido per niente…

          • r.b. by r.b.

            Miiiiii, l’unica fanciulla del blog e già partono i tentativi di tacchinaggio… :):-):-)
            Sto scherzando ovviamente, non prendetevela… :-):-)

            • Lucia by Lucia

              Eravamo sullo storico-cultural-politico. Almeno credo.

            • entropia by entropia

              …tranquillo r.b., parlavamo del che e del meno… potrá comunque farti piacere sapere circolano voci che Ana Ivanovic assomigli molto a Lucia… acqua in bocca però, mi raccomando!

  114. Lucia by Lucia

    Molto spesso leggo su questo Forum la classica frase ” Camila può’ perdere e vincere con chiunque”. Difficile per me riconoscersi in ogni tentativo qualunquista e tendente alla generalizzazione ma… Questa frase seppur banalissima spiega una delle tenniste più’ particolari della storia recente del Tennis. Questa frase ci da’ le potenzialità’ ed i limiti di Camila e a parer mio anche la direzione verso cui andare.
    Provo a spiegarmi. Quando Gioca al 90 % vince quasi sempre, quando funziona il suo gioco e’ letale i suoi colpi disarmanti. Quando gioca al 60 % perde, lo fa da sola consegnandosi all avversaria con le sue stesse armi. Domanda : come si cresce? Si vinceranno piu’ partite cercando di aumentare numericamente le performance sopra il 90% oppure cercando di vincere anche le partite giocate al 50-60 %?
    Camila deve fare sempre il suo gioco ma il suo gioco si può’ essere parzialmente modificato.
    Senza per forza smettere di tirare forte.

    • zio gio by zio gio

      Assolutamente vincere le partite in cui non è reattiva di gambe o letale al servizio. Il discrimine tra lei e la top 20 è sintetizzato in quest’aspetto: vincere quando non si riesce a fare il proprio gioco.

  115. journasesto by journasesto

    Gli occhioni lucidi di Camila e le sue parole limpide dicono tutti. Non c’è nulla da commentare. Il passato è passato. Si guarda avanti, con fiducia, come sempre, senza deflettere, senza scoraggiarsi.
    Il cammino intrapreso da Camila e Sergio è qualcosa di unico, che non ha paragoni nel mondo difficilissimo del tennis. Potranno farcela o non farcela, ma di sicuro hanno gettato il seme della rivoluzione. Adelante, piccola grande rivoluzionaria del tennis, noi saremo sempre con te.

    E, come dice Entropia
    Sempre e solo Camila Giorgi!

    • journasesto by journasesto

      Dicono tutto, non tutti…

    • journasesto by journasesto

      Parlo del suo modo di giocare in generale, quello che immagino piaccia anche a te, altrimenti non saresti qui a scrivere. La posizione in risposta è un particolare che senz’altro sapranno mettere a punto. Se hai notato già nella partita con la Riske Camila si è accorta che doveva rispondere più indietro ed è arretrata di mezzo metro. Quindi state tranquilli che quel particolare verrà corretto.

  116. gimusi by gimusi

    stavo pensando alle difficoltà mostrate ultimamente da Cami con la prima di servizio e in risposta…e poi mi è venuto in mente che…

    …PIU’ BELLA COSA NON C’E’
    PIU’ BELLA COSA DI TE
    UNICA COME SEI
    IMMENSA QUANDO VUOI
    GRAZIE DI ESISTERE…
    (con sottofondo di trombette speranzose) 🙂

  117. r.b. by r.b.

    Nido dei gufi in piena efficienza 🙂
    Già fuori Konjuh, Garcia, Duval e Tsurenko.
    Per le altre ci stiamo attrezzando… 🙂 🙂

    • zio gio by zio gio

      Come ho gufato la Garcia…non puoi immaginare. Tsurenko non mi dispiace come giocatrice. Koniuj buon prospetto…meglio della Bencic(pallettara extra-lusso). C’è la Strycova che sta tenendo testa alla cinese…gufiamo

      • r.b. by r.b.

        Verissimo però la Zahlavova-Strichova mi piace molto e vorrei che uscisse la Li anche se ciò costerebbe una posizione in classifica a Camila…

  118. by Mape

    Ragazzi ha perso una partita, niente di grave. Ieri come ha detto lei stessa sembrava lenta di gambe. È stata forse l’unica volta che ho visto comandare gli scambi all’avversaria di Camila. Solo una giornata no, per carità non abbattiamoci! Ormai il passato è passato, lei stessa pensa già al prossimo torneo. Il rospo che non riesco a digerire è il fatto che leggo (non su questo sito) commenti più che negativi ogni volta che perde. Si passa da commenti ‘dea bendata’ a ‘giocatrice di baseball’. Ma può solo vincere questa ragazza? Per carità.

  119. by Quinto

    Questa è la prima stagione intera in WTA. Servirà come test.

    Scrissi molte volte (quando la classifica era ben diversa!!!!) che per il 2014 credevo nell’ingresso tra le top 30 e un exploit. Siamo “in itinere” e nulla è precluso. Le battute d’arresto sono inevitabili e segnano, al contempo, il termine di paragone per i margini di miglioramento.

    Da qui agli US Open tutto quel che viene è guadagnato, perciò dobbiamo tutti fare il tifo per Camila sperando che sia lei a non avere difficoltà di tipo psicologico. Facciamole sentire la nostra determinazione e il nostro incondizionato affetto, lei non mancherà di ripagarci perché si vede dal viso che è persona generosa.

    Finora solo 2 turni in ogni Slam, pazienza. E’ un anno di prova. Puntiamo agli obiettivi: TdS agli US Open, top 30 a fine anno, un exploit di livello (un titolo o un QF a New York; in alternativa, Top 25).

    Io ci credo!

    • zio gio by zio gio

      Mi hai ricordato i recuperi in itinere che si facevano alle superiori

  120. boy by boy

    ma t.o.? Antonelo?
    ragazzi se mollate voi è la fine…..e cmq è bello esprimere le opinioni anche nei momenti down non solo in quelli up.

    • boy by boy

      vale anche per Lucia….che ieri per sua stessa ammissione aveva detto di astenersi che non era giornata, ieri appunto, ma oggi?

    • by antonelo

      Mai mollare!
      Purtroppo (o per fortuna) ieri non ho potuto seguire fino in fondo la partita, ho dovuto interrompere la visione sullo 0-2 del secondo set e purtroppo già si capiva che Camila aveva messo la testa sul ceppo.
      Dopo meno di mezz’ora ho avuto di nuovo la disponibilità di un televisore ma la partita era già finita e perciò ho subito realizzato: o la Riske era stata rapita dagli alieni, oppure l’incontro era finito male.
      E quando gli incontri finiscono male, meglio non commentare subito, perché sul sito c’è l’ondata di negatività.
      Ora che si è placata, posso commentare, ripetendo più o meno sempre le solite cose: il tennis è uno sport e nello sport ci sta di vincere, ci sta di perdere e ci sta anche di perdere male. La Riske è una giocatrice in ascesa, non potevamo certo aspettarci che Camila ne facesse un sol boccone. Delusione per l’esito dell’incontro? No, nessuna, la sconfitta era possibile. Camila come al solito ha dato in campo “tutto” quello che aveva, e questa volta non è stato sufficiente.
      Pazienza. Sono certo che lei continuerà a lavorare con grande impegno affinché riesca a dare in campo sempre di più e sempre con maggiore continuità. E in futuro non ci mancheranno le gioie e le soddisfazioni.
      Vamooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooos!

  121. riccardo by riccardo

    In ogni caso nell’intervista Cami ha riconosciuto di essere stata lenta negli spostamenti e che deve lavorare per essere ” più consistente”. Rispetto a ieri sera a caldo che ero molto deluso oggi più a freddo , anche avendo sentito le sue parole , sono più tranquillo perchè credo che lei sia la prima ad essere consapevole che cosi non va. bene Camila. Forza forza sempre. Il Talento c’è il fisico pure e che fisico e quindi non si può non crescere. Foza cami .

  122. riccardo by riccardo

    Ben lontano da me criticare sergio o silvestre. Non li conosco e condivido che ci vuole del tempo.
    Ho anche detto in passato che la figura del papa è importante perchè un papà si può permettere di dire e fare cose che altri non possono fare. Detto questo insisto su alcuni fattori. la Camila vista ad IW non so se siete d’accordo , tirava lo stesso numero di vincenti però in risposta anche se ne sbagliava , non faceva il numero di errori che sta facendo in questi ultimi mesi. Ribadisco che in campo ci va il giocatore e non il tecnico e nei tornei dello slam dove non è possibile far entrare l’allenatore si è soli con se stessi e se qualcosa non va ( tredici risposte in rete su sedici) il giocatore deve cambiare. Poi se come ha riferito Madoka che era presente ieri, dall’angolo le urlavano di stare più avanti va bene cosi. Mi chiedo . Più avanti dove? nella linea che delimita il servizio? deve fare il portiere? Io non credo che il gioco del tennis si possa stravolgere. Cìè una costante negli incontri persi da Cami . Li perde tutti alla stessa maniera. Nessuno mi ha risposto i ordine agli effettivi cambiamenti del gioco ( risposta esclusa). Sempre Madoka ha riferito che Cami era molto nervosa. Pressione? Credo proprio di si. Forse dovremmo tutti lasciarla in pace, magari non aspettarci che vinca gli us open o wimbledon e magari più scarica potrà fare meglio. ripeto che da tifoso sfegatato mi dispiace vederla perdere in questo modo. Perdere ci sta . dipende dal modo. Dobbiamo essere onesti anche sul fatto che tutti noi aspettavamo l’erba ed abbiamo detto nei mesi scorsi , ma forse sta facendo carichi di lavoro e non è in forma. Tutte considerazioni corrette ma se stiamo ai fatti non possiamo non notare che Cami sta giocando peggio. Queste considerazioni sono solo per affetto e non per altro

  123. gimusi by gimusi

    nell’intervista Cami appare molto delusa ma allo stesso tempo molto consapevole che qualcosa non è andato per il verso giusto…contro un’avversaria che comunque ha giocato davvero molto bene…in ogni caso già da oggi non c’è più tempo per i rimpianti…bisogna guardare avanti, lavorare e prepararsi al meglio per i prossimi impegni…c’è tutto il tempo per rifarsi e migliorare ulteriormente gioco e classifica…come prima vera stagione WTA Cami non sta facendo affatto male…e giocando con continuità migliorerà ulteriormente 🙂

  124. ghezzo63 by ghezzo63

    Brava Cami , hai detto una cosa giustissima !! Bisogna continuare a lavorare !!! SEI STATA BRAVA LO STESSO FORZA CAMI !!!!!!!!!

  125. Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

    Io credo che la cosa più importante che manchi alla nostra Camila sia la serenità e la fiducia nei propri mezzi. Il vincente sparato sul break point “dentro o fuori” potrebbe anche essere un metodo per non dover pensare o reggere la tensione dello scambio.

    Se è così, a me pare che a Camila non manchi nulla di quello che dipende da lei (lavoro ed impegno). Ora occorre quello che non puo’ ottenere con i suoi soli sforzi, cioè l’esperienza e l’abitudine a certi match e quindi le occorre tempo e perseveranza (e dovremmo avercela anche noi).

    Comunque, visto che si parla di riflessioni, vi propongo questa: si è sempre detto che Camila gioca di istinto, non ragiona, non ha un piano B, gioca sempre allo stesso modo ecc. Ma ora, leggendo le critiche, molti la rimproverano proprio perché è cambiata.

    Scusate, ma lo capite cosa vuol dire che deve stare indietro sulla battuta? Significa dirle che NON deve dare retta al suo allenatore… Allora, delle due l’una: o è istintiva e fa come le pare (faccio sempre e solo il mio gioco) o è una persona ragionevole, ha una sua ipotesi sulla posizione più opportuna da tenere, e sta provando a applicare in campo quello che ha teorizzato in allenamento. Io credo che faccia più che bene a fare così.

    E’ vero, ha raccolto meno di quello che tutti (e probabilmente anche lei) speravamo. Bene, si tratta di capire, con onestà intellettuale, se occorre ancora più esercizio, oppure se è un esperimento fallito, e in questo caso, tornare indietro. Tocca a lei ed al suo team decidere.

    Io, di mio posso solo incoraggiarla e dirle di non abbattersi… tutti sono buoni ad esaltarti quando hai successo, pochi ti sostengono quando ne hai veramente bisogno.

    P.S. E comunque mi congratulo perché in questo match ha mantenuto il controllo delle proprie emozioni, che per una ragazza “fumantina” come lei, non credo sia proprio una cosa semplice.

    Vamooooooooossss Caaaaaaamilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, dopo le nuvole torna sempre il sole!!!!!

  126. r.b. by r.b.

    Un’altra cosa che mal digerisco sono le critiche alla nuova guida tecnica. Molti dimenticano che un nuovo allenatore ha bisogno di tempo. Se Camila assumesse Patrick Mouratoglu (ammesso che se lo possa permettere) come nuovo coach, non vincerebbe più un c… per almeno 6 mesi, con grande disperazione dei trombettieri che invocherebbero il ritorno di Sergio a furor di popolo. La soluzione di affiancare a Sergio un tecnico federale mi pare la più equilibrata, e tuttavia è logico che il nuovo tecnico porti le proprie idee e cambiamenti nel gioco che necessitano di tempo per essere elaborati. Atteniamoci ai fatti. Da quando Daniele lavora a tempo pieno con Camila? Non è forse opportuno aspettare un po’ di tempo prima di giudicare?
    Altra cosa importante: se giochi tutto l’anno è impossibile essere in piena forma da gennaio a ottobre. Ci sono periodi di appannamento e periodi brillanti. Così come ci sono periodi fortunati, dove incontri avversarie fuori forma o mezze infortunate o addirittura vai avanti a furia di walkover (è successo alla Garcia), o periodi in cui peschi la testa di serie n. 1 per due o tre tornei di fila (è successo alla Schiavone).
    Obbiettivo di quest’anno è giocare il più possibile per fare esperienza e migliorare il gioco in tutti gli aspetti (soprattutto servizio e risposta). Non ritengo nemmeno indispensabile essere tra le 32 teste di serie agli US Open, se la sfiga si accanisce peschi una giovane emergente non TdS ed esci lo stesso al primo turno, soprattutto se giochi male… Meglio avere il gioco…

    • zio gio by zio gio

      Poi bisognerà vedere se questa collaborazione proseguirà. Avevano parlato di affiancamento fino a Wimbledon. Vedremo.
      tutti si ostinano a voler attribuire la sconfitta di Cami a quel famoso gioco pericoloso,ma nessuno legge le statistiche: 35% di prime,7 df…questi sono i fatti. Punto.

      • r.b. by r.b.

        Sergio ha dichiarato: con Daniele stiamo preparando un grande 2015, o ricordo male? Oh, poi sia chiaro, Silvestre non lo conosco, non è mio cugino… 🙂

    • by C.M.

      Patrick Mouratoglu?
      mi sa che Serena non la prenderebbe bene… 🙂

  127. boy by boy

    Buongiorno a tutti….
    era un po’ di tempo che pensavo, ma cosa può essere cambiato che giustifichi l’involuzione degli ultimi tempi. Bene poi ho visto l’intervista che avete postato qui sopra e mi sono soffermato su questa frase: quest’anno è tutto diverso, sto giocando molti più tornei, l’anno scorso arrivavo a Wimbledon senza tornei, devo abituarmi”. Sentendo queste parole ho subito pensato, bè questo potrebbe essere un bel cambiamento che potrebbe anche giustificare la scarsa forma, la tensione, il nervosismo, mostrata in questi ultimi tempi. Magari non era mai stata abituata a giocare con questi ritmi. Tra l’altro l’abbiamo sempre detto tutti che il gioco di Camila è molto dispendioso e richiede una eccellente forma psico-fisica per essere praticato. Un conto è fare una partita ogni mese/mese e mezzo….un altro è stare praticamente tutte le settimane in posti e tornei diversi. Adesso io non so dove sta l’errore, se sta nel non averla fatta giocare più tornei prima o se sta nel farla giocare tutti questi tornei ora. Ma sicuramente se ci pensate ha avuto un bel cambiamento di ritmi rispetto al passato. Tra l’altro io l’ho già detto che da qualche tempo la vedo molto tirata e stanca.

    • r.b. by r.b.

      Ci vuole tempo per abituarsi ai ritmi del circuito WTA. I tornei sono tanti, i viaggi pure, le avversarie sono forti, ecc.
      Va bene così, andiamo avanti con fiducia, questo è un anno di transizione ma anche di crescita e non è detto che non ci si possa togliere altre belle soddisfazioni…

  128. r.b. by r.b.

    Ma come, Camila non era quella che non giocava mai, che si ritirava sempre prima di un torneo? Ora qualcuno si lamenta che giocherà due tornei sulla terra rossa, a Bad Gastein e Gstaad, mi pare…
    CAMILA DEVE GIOCARE IL PIÙ POSSIBILE.
    Fa benissimo, sono tornei dove potrà testare il lavoro fatto in allenamento.
    Io sono stato uno dei pochi che ha detto che l’erba non avrebbe fatto miracoli, secondo me Camila gioca meglio indoor e sul cemento, ma deve fare punti anche sulla terra battuta. Se gioca bene, serve bene e risponde bene, non vedo perché non debba fare risultati anche sulla terra rossa.
    Se perde fa niente, non tolgono punti per le sconfitte al primo turno..:-) .

  129. giuseppe by giuseppe

    Bene. per aspera ad astra.
    Considerata la mia età, mi sento quasi il “nonno” di Camila che ha provato dolore per la sconfitta ma che non smetterà mai di incoraggiare la “nipotina” perché crede nel suo talento. Tuttavia, confermo quanto scritto due giorni fa nel mio commento di ingresso. Qualcosa va ripensato (lascio a voi le disquisizioni tecniche). Mi limito a far osservare che Camila ripete di fare il suo GIOCO. Ecco, il tennis è un gioco, non un lavoro, anche se fatto con la più alta tecnica, e deve dare a chi lo pratica gioia, non stress estremo, come invece mi pare di cogliere dai primi piani di Camila ma anche di suo padre, perchè poi si perde in lucidità e forza fisica. Quindi, ben venga un periodo di resetting che le consenta di esprimere al meglio le sue doti. Forza Camila, non ti scoraggiare perché siamo tutti con te.Per il resto, spero sempre di avere nuove emozioni dalla vita, anche SABATO!!!

  130. riccardo by riccardo

    Buongiorno a tutti. Ieri sera avevo salutato dicendo che mi sarei preso una pausa in attesa dei prossimi tornei. wimbledon infatti non lo seguirò più quest’anno perchè Cami è uscita e francamente non mi interessa molto a meno di qualche exploit degli italiani maschi rimasti ma mi pare un pò complicato. FACCIO QUESTA PREMESSA PER FAR CAPIRE la passione che nutro per Cami , per la sua persona e per il suo tennis. Tuttavia vorrei lasciare a Voi qualche spunto , qualche riflessione e se avete voglia ne potremo discutere. Il Talento di Cami non è in discussione. Ubi tennis lo considero un sito di gossip non mi va nemmeno di commentare.
    Poichè qui spesso si parla di ranking e di età segnalo a Voi tutti quanto segue. Se noi valutiamo le giovani leve, quello che secondo gli esperti sono il futuro del tennis e quindi le ragazze dai 19 ai 22 23 anni , a prescindere dalla posizione in classifica attuale , non possiamo non evidenziare che nel 2014 tutte hanno avuto qualche picco. Il picco di camila è stato certamente Katovice. Guardiamo le altre però. Muguruza , quarti di finale parigi. Madison keys ha vinto un torneo una settimana fa. Boucherd , grande stagione , quarti a parigi e tanti tornei dove è andata avanti. garcia ha vinto un torneo , adesso a wimbledon gioca il terzo turno , Halep non ne parliamo nemmeno per quanto è forte . Potrei continuare ma mi fermo qui. a mio modo di vedere il picco non può essere solo battere qualche top ten o top five ma poi quasi sempre fermarsi al secondo turno sopratutto se negli anni passati , pur con i problemi alla spalla e varie vicissitudini personali cami è andata bene. Vi ricordate che è da 4 mesi che diciamo ci vediamo sull’erba? Bene la stagione sull’erba la possiamo definire un disastro a parte la vittoria con Vika che ha però dimostrato di non essere al meglio. INsomma le altre vincono o quasi e noi ancora siamo lontani dalla vittoria in un torneo. Io ho visto e rivisto le partite passate di Cami perchè le ho quasi tutte registrate e magari non capisco niente ma poichè ho giocato a tennis qualche lustro fa sebbene a livelli non certo eccelsi mi sento di poter dare la mia opinione. Facendo il confronto col passato , il gioco di Cami è sostanzialmente lo stesso. Un gioco di attacco che nessuna pratica , perchè Cami cerca di chiudere lo scambio dopo due tre colpi. Questo non è cambiato perchè è il gioco di Cami e ci piace cosi. Tuttavia come ho avuto modo di dire ieri nel tennis a volte capita di doversi difendere. Avete visto qualche progresso in tal senso? Avete visto tirare qualche passante in corsa in recupero? avete visto Cami che in difficoltà alza qualche palla per recuperare la posizione? Ieri nell’incontro con la Riske a parte le risposte al servizio disastrose ed il servizio al 30% se avete notato, l’americana ha corso in lungo ed in largo per recuperare le bordate dii Cami e spesso è arrivata a ribattere due tre volte eppoi fare il punto perche Cami sbagliava. Per converso , Cami non è mai risucita a rispondere alle accelerazioni dell’americana che faceva spesso punto. Io non so questo da cosa dipenda , non sono un allenatore ne un tecnico, mi limito ad una costatazione. Sinceramente non vedo grosse diffeferenze nel gioco che rimane un gioco di attacco se è possibile ancora più d’attacco. Mia modesta opinione però , i tornei non si vincono facendo solo vincenti, si vincono difendosi dalle accelerazioni altrui , si vincono se necessario alzando ogni tanto qualche palla. Riguardando la partita di IW con Maria , beh ragazzi quella è stata una partita studiata tatticamente perchè non si vince con sharapova al terzo set cosi per caso. cami tirava quasi sempre al centro, per non dare angoli , costringeva Maria ad abbassarsi cosa che per una ragazzona di 1,88 cm beh è un pò complicata e dopo averla cucinata faceva il vincente. Partita studiata , partita vincente. Io ho come l’impressione ma mi sbaglierò che questa fase sia stata tralasciata per dare spazio solo alla potenza pura. Ripeto non sono un tecnico ma stare due metri dentro il campo con l’altra che lo sa e ti tira al centro, addosso e tu sbagli non mi sembra un grande progresso. A IW lo ripeto perchè è stata la migliore partita di Camila, la sua posizione era corretta sia sulla prima che sulla seconda. Questo le ha impedito di fare vincenti? no. Sharapova è stata sommersa dai vincenti. Secondo le indicazioni di chi ieri ha visto la partita , dall’angolo la consigliavano di stare ancora più avanti e di attaccare e venire a rete. Più avanti di cosi? tirare più forte di come già tira per cercare di sovvertire le leggi della fisica? Io non voglio discutere ne Sergio Giorgi ne il tecnico federale perchè ho detto sempre che Sergio ha portato la figlia ad essere n. 39 del mondo e quindi bisogna fare silenzio. Tuttavia le analisi sul tempo che è necessario, sul gioco che secondo alcuni di voi sta cambiando non mi convincono. penso di poter dire che Cami senta la pressione , l’ho scritto qualche giorno fa ed è inevitabile perchè tutti si aspettano da Lei da un momento all’altro l’esplisione definitiva. Forse questo la penalizza non saprei dire. Quello che vedo , senza per questo dare giudizi di valore, che a mio modo di vedere il gioco è meno sicuro , ci sono più errori , non si notano quelle modifiche che potrebbero consentirle di vincere qualche incontro in più. La cosa che fa più rabbia è vedere giocatrici con meno talento di lei batterla. Questo davvero mi fa andare fuori di testa, come mi fa andare fuori di testa vedere che si perde sempre allo stesso modo. Detto questo…. Forza Cami … sempre…

    • zio gio by zio gio

      Considera che Muguruza Blanco naviga da tre stagioni a livelli medio-alti. Ha fatto già diversi exploit prima del quarto di Parigi. Questo significa che ha già una sua continuità conseguente ad una maggiore esperienza. Bouchard è precoce(in tutti i sensi). Halep è un caso particolare: prendeva 6-0 6-1 da chiunque e poi improvvisamente ha scoperto il gioco del tennis. Garcia perdeva da Corinna Dentoni a Palermo un anno fa e quest’anno,complici walk ower,è risalita in classifica. Quindi Camila ha già disputato un ottimo avvio di stagione. Sotto le aspettative rimangono però i tornei dello slam.

      • r.b. by r.b.

        Condivido. I fatti sono fatti. Camila ha giocato il primo match senza dolore alla spalla in febbraio a Cleveland. Ora siamo in giugno.

  131. r.b. by r.b.

    Come si intuisce dal post qui sotto, io non smetto di avere fiducia in Camila. Continuo a tifare, a gufare le altre, a guardare entry list e main draw, a scherzare con gli altri trombettieri e a prendere in giro i rosikoni… 🙂
    Non mi interessa se ci mette altri 3 anni, io sto con Camila, così come sono stato con Ana tutti questi lunghi 5 anni nei quali non ha combinato praticamente un tubo, invece quest’anno è fortissima e… magari perde da Lisicki domani e avrà fatto solo un turno più di Camila… 🙂 Il tennis è così…. 🙂

  132. zio gio by zio gio

    Buongiorno,
    Ho ascoltato le parole di Camila,post match. Ha giustamente riconosciuto di essere stata lenta e poco reattiva con le gambe. In effetti, 23 vincenti sono pochi per il suo gioco. Tuttavia, quello che mi spaventa è l’incapacità di riuscire a vincere nelle giornate storte. Cami ancora non vi è riuscita, e probabilmente il salto di qualità ci sarà quando queste partite le porterà a casa. Per il resto bisogna trovare un’alternativa al servizio: poco lavorato ed incisivo: potrebbe essere la sua arma letale ed invece è da sempre il suo tallone d’Achille.
    La stagione è ancora lunga: Cami si merita tutta la felicità di questo mondo. Buone vacanze Cami. Tu puoi essere lo stesso felice. Sei bellissima.
    I tornei sulla terra,post erba, sono contradditori: non hanno molto senso,e lo stesso Sergio,in interviste passate,ammetteva di non far giocare il torneo di Palermo per questo motivo. Oggi,però quei tornei,con quel campo di partecipanti, potrebbero tonare loro utili per la classifica. A mio avviso,la superficie,per il gioco di Camila, conta davvero poco: le partite le vince quando fa il suo gioco…siano esse sul cemento o sulla sabbia. Quindi
    Cami on’

  133. r.b. by r.b.

    Nido dei gufi – parte 1 🙂
    Ci sono ovviamente molte tenniste che, in linea puramente teorica, possono superare Camila. Ma di alcune, tra cui Riske, Zahlavova-Strichova ecc. non dobbiamo preoccuparci troppo, perché sono chiuse al prossimo turno da match impossibili (per loro). Quindi in realtà non dovremmo andare molto sotto la #40. Chiara se poi la Diyas vince Wimbledon allora vabbé… 🙂
    Quella da gufare per prima è certamente la Jovanovski perché se vince il prossimo turno supera Camila, e siccome gioca con la Smitkova…. 🙂

  134. by Alfa.Omega

    Seguo questo blog da quasi due anni, da quando cioè, da occasionale tifoso di tennis femminile, ho scoperto una giovane tennista di nome Camila e della quale, come altri qui dentro, mi sono, tennisticamente parlando, “innamorato”. Blog che è diventato, per me, una piacevole lettura quasi quotidiana, soprattutto per il “fanciullesco entusiasmo” dei vari trombettieri, accompagnato spesso da una sottile ironia che non posso fare a meno di apprezzare.
    Non sono mai intervenuto in quanto, a differenza dei più, o forse dei tutti, non solo non sono un “tecnico compente” di tennis, ma nemmeno un giocatore. Ho sì preso in mano una racchetta la prima volta oltre 40 anni fa (e chi ha superato gli “anta” sa di che racchette parlo), ma a tutt’oggi non credo di averlo fatto più di una quarantina di volte (fate voi la media).
    Questo per dire che i miei commenti sono e saranno solo da “tifoso” e “spettatore”, chiedo quindi venia sin d’ora ai vari tecnici competenti.
    Vedo, dai commenti e giudizi che spopolano sia qui che da altre parti, che Camila ha doti tecniche inusuali, che “potrebbe” essere una top “XX” se solo “facesse questo o quello”, se magari “cambiasse allenatore”, se magari assumesse un “mental coach” ecc. ecc.
    Come “tifoso” potrei forse trovarmi d’accordo. Vederla vincente e al top già d’adesso. Ma poi ripenso a quanto detto da papà Sergio ( e riportato su questo blog), e cioè che la programmazione di Camila è fatta per farla crescere non solo come giocatrice ma anche per farla maturare come persona (se non le parole il concetto era questo). E qui, come padre, mi trovo assolutamente d’accordo. Anche perché, credo senza tema di essere smentito, quanti sono i casi in qualunque sport, e anche nel tennis, di atlete giunte precocemente al top e scomparse dopo brevissimo tempo, o nel migliore dei casi relegate in quella che definirei “un’aurea mediocrità”?
    Vogliamo (volete?) questo per Camila?
    Altro aspetto, e qui parlo come “spettatore”. Quello che “affascina” del gioco di Camila (anche per un profano) è proprio la continua ricerca di colpi aggressivi e vincenti. Ed è inevitabile che questo tipo di gioco porti ai cd errori non forzati in percentuali più alte rispetto, ad esempio, ad una Errani, che ammiro e per cui tifo da anni. Ma, sempre parlando da “spettatore”, faccio fatica a seguire una partita intera di Sarita, mentre 10 minuti del gioco di Camila (quando non sbaglia) possono valere da soli l’intero prezzo del biglietto. E poi volete mettere l’adrenalina durante le sue partite?
    Come qualcuno ha già scritto in questo blog (facendo un excursus extra tennistico), la gente ricorda Villeneuve padre (che non ha mai vinto un campionato del modo in F1), mentre ricorda molto poco il figlio (che pure è stato campione del mondo).
    Infine, un piccolo e personale appunto ai “trombettieri”: che ci azzecca l’inglesismo “Cami on” con Camila? Sono un romantico nostalgico e ricordo con tenerezza il “vamos” mormorato da Camila in un recente torneo. Quindi ritorniamo al “VAMOS!!!” cui aggiungo un mio personalissimo “HASTA LA VICTORIA CAMILA, SIEMPRE!!!”

    • r.b. by r.b.

      Beh, benvenuto nel club dei trombettieri… Arruolato senz’altro! 🙂 🙂 🙂

  135. Madoka by Madoka

    Scrivo questo post dopo aver visto la partita dal vivo, ero affianco a Sergio, dopo aver fatto passare la notte.

    C’è molta delusione nelle mie riflessioni.

    Camila sta migliorando ? Sì, è vero è innegabile.

    Camila ha fatto una partita orribile ieri ? Sì, è innegabile anche questo.

    E’ giusto quando dite : io devo fare il mio gioco.

    Io però vi dico una cosa. Non si può sempre vincere facendo il proprio gioco, perchè dall’altra parte c’è un avversario che gioca il suo tennis con il suo stile. Non so la percezione che avete avuto la casa. Ma la percezione che è avuto io era che la Riske si trovasse benissimo contro i colpi forti, potenti e con rimbalzo basso di Camila.

    Riusciva sempre a colpire la pallina quasi in contro balzo e così facendo non perdeva campo ed i suoi colpi non perdevano in profondità. Camila non sfondava.

    A me è sembrato evidente. A quel punto devi inventare qualcosa, perchè quel modo di giocare al suo avversario non da fastidio.

    Camila sta servendo male, da molti mesi oramai. E con il servire male non mi riferisco al doppio fallo che è un falso problema. Serve spesso fa il 30 ed il 40 % di prime palle. Non si vince a tennis srvendo così male. Quale è il problema ? Il lancio di palla ? Sono anni che la seguo dal vivo ed ogni volta mi viene detto : eh, serve la pallina troppo dietro !!! Ma perchè allora nessuno ci lavora ?

    Il problema della risposta sta dieventando MACROSCOPICO. Nel tennis femminile si vince brekkando, non tenendo il servizio. E’ mai possibile che Camila con quei colpi da fondo campo che ha breakke una volta sola in 2 set la Riske ? Quante volte ha brekkato la Wozniaki in 3 set ? Quante la Konta in 3 set ? Quante Azarenka in 3 set ?

    Non può rispondere così avanti, è un errore enorme che non paga e che non da frutti. Io mi permetto di avanzare delle perplessità quando poi sento Sergio e Daniele dire : RISPONDI ANCORA PIU’ AVANTI.

    Ieri Camila era nervosissima, ha avuto spesso degli scambi di battute abbastanza forti con Sergio, ad un certo punto gli ha anche detto “vieni a giocare tu al posto mio”. Perchè amila è così nervosa ? Lo era anche a Eastbourne ( ha preso un warning ).

    Sergio alimenta questo nervosismo con i suoi comportamenti in in tribuna ? Vi prego, non prendetela come una offesa ed una critica a Segio per cui ho una stima ed un rispetto enorme, voglio cercare di capire. Questo nervosismo incide sulla partita di Camila ?

    Perchè Camila che vinca o che perda il primo set ha una passaggio a vuoto enorme a inizio secondo. Contro la Cadantu recuperi, se l’avversarie è un po’ più forte no.

    Questi passaggi a vuoto non sono tollerabili e non sono accettabili. Perhè si compromettono o le partite o sennò i tornei ( rimanendo più ore in campo.

    Purtroppo la stagione sull’erba è stata negativa, voto 5.5.

    • Madoka by Madoka

      Aggiungo : il fatto è che vorrei vederla vincere subito e sempre. Porca miseria, ancora non mi sono abituato all’idea che non può essere così.

      Forza Camilaaaaaaa !!!

      • TEUS by TEUS

        Tranquillo, Madoka, penso siano normali (vedere Jankovic col fratello giusto per fare un esempio) scambi di battute tra giocatrice e staff, specialmente durante un match che sta andando male. Se poi a bordo campo hai un parente stretto, le battute possono anche diventare molto forti ma credo proprio che l’astio finisca lì.
        Sono settimane che dico che Camila deve innanzitutto migliorare la percentuale di prime se vuole fare da subito un ulteriore salto di qualità. Invece continua a servire male. Pazienza perché non si può pretendere da lei già quest’anno che mantenga un livello di gioco molto alto per tante settimane (mi basta e mi consolo guardando il rapporto W/L che non è da tennista inaffidabile come molti, sbagliando, continuano a dipingerla).

        Ci vuole ancora pazienza, tanta pazienza. Il vulcano erutterà…

    • zio gio by zio gio

      Madoka ti capisco. Mi fa male leggere che Camila ha detto quelle cose: ieri era pura vestita da sposa. Purtroppo sono perplessità comuni,ma sulle quali possiamo far ben poco. Il tempo sarà sovrano: Camila maturando,come persona,capirà come gestire la sua vita professionale. Affidiamoci a lei. L’importante è che sia serena.

    • riccardo by riccardo

      Madoka commento equilibrato . Sottoscrivo tutto dalla prima all’ultima parola e ciò che vado dicendo da mesi.

  136. TEUS by TEUS

    Riske ha giocato molto bene mentre Camila ieri non era reattiva come al solito (e si sa quanto sia importante la velocità di gambe -e di braccio- per il suo gioco). Tutto qui.
    Prendiamo atto della meritata sconfitta e proseguiamo serenamente perché c’è più di un motivo (inutile ripetersi) quest’anno per essere soddisfatti.
    Ben vengano due tornei europei dove si potrà fare qualche punto pesante (l’obiettivo ora è presentarsi a NY da testa di serie per difendere al meglio gli ottavi dell’anno scorso). Poi una settimana di “riposo” per ricaricare a dovere le pile in vista della stagione americana.

    Come già detto più volte attualmente bisogna convivere con gli alti e bassi della “bimba”. Il prossimo anno la situazione cambierà in meglio.

    Vamos Camila! Sempre e comunque.

  137. biglebowski by biglebowski

    subito dieci giorni di vacanza al mare con fidanzato, se non ce l’ha che ne trovasse uno!
    così ci rilassiamo anche noi…………

  138. by besso91

    Si sta provando a costruire una macchina da guerra. Bella, poderosa e spettacolare. Ma le macchine nel tennis servono per hawk eye e per tosare i campi in erba e non giocare. Serena ha vinto 11 slams e non sta a 20 cm dalla linea del servizio. Una cosa è l’aggressività in risposta, una cosa è sfidare le leggi della fisica. Potrebbe davvero rimanere un progetto incompiuto e Camila non lo merita proprio.

  139. r.b. by r.b.

    Io ho letto solo i commenti su Ubitennis e sono in generale molto negativi. Non solo sulla partita di ieri, ma addirittura in prospettiva sull’intera carriera di Camila. Per cui a questi Nostradamus da strapazzo dico, tenetevi le vostre convinzioni, ne riparliamo quando Camila comincerà a vincere (non subito, sia chiaro). Per adesso rosikate pure, ma ride bene chi ride ultimo. Poi chiaro, tutti saranno pronti a salire sul carro dei vincitori, ma se fosse possibile io li butterei giù volentieri. Perché non è giusto nè equo dire che Camila non arriverà da nessuna parte. Ma avete l’almanacco sportivo di Marty McFly di “Ritorno al futuro”? Sapete già il risultati? Beh, allora ditemi chi vince quest’anno Wimbledon, così piazzo una scommessina e rimedio qualcosa di soldi…
    Ieri ha giocato male, non ci piove, ma non è affatto detto che in futuro giocherà sempre così…
    È mancanza di rispetto per il lavoro che Camila sta facendo con Sergio e Daniele, e non si dovrebbe mai disprezzare il lavoro degli altri…

    • r.b. by r.b.

      Chiarisco che non ce l’ho con NESSUNO degli utenti di questo sito. Si può criticare il match di ieri e anche il periodo non molto brillante che sta attraversando, si può criticare il servizio e la posizione in risposta attuale, ma non si può affermare che nella sua intera carriera futura non vincerà mai niente ecc… e non mi pare che qui alcuno metta in discussione le sue qualità e il suo talento…

    • by C.M.

      Una cosa che si notava guardando il match, le (poche) prime di Camila sembravano avere più efficacia del solito: direzione mascherata meglio? palla più lavorata? difficile dirlo dallo streaming.
      Altro aspetto fondamentale gli errori forzati, molti più di quelli della Riske, conferma che Camila – per una volta – aveva meno benzina, ergo non reggeva lo scambio. Non si può essere sempre al 100%, e a questi livelli basta poco per fare la differenza.
      e magari anche un po’ di vacanza e svago aiuterebbero 🙂

  140. biglebowski by biglebowski

    riske ha giocato molto bene ed è una delle pochissime che ho visto reggere lo scambio con camila. in questi casi le si dice brava e si va avanti, non c’è altro da fare.

    per quel poco che ho visto del torneo sono molte le giocatrici che tirano tutto e su questa superficie sta pagando. nessuna è molto regolare, ma se trovano la settimana buona sono in grado di fare strada in un torneo o nell’altro. tra queste c’è sicuramente camila che quando gioca bene è quella più pericolosa, escludendo probabilmente bouchard.

    vedo anche altri hanno confermato la mia impressione circa una certa stanchezza psicofisica, si può anche fermarsi un po’ perché come vedete sotto, dopo non si può più scherzare:

    Montreal MD list, quindi tra un mesetto circa

    1 WILLIAMS, SERENA USA
    2 LI, NA CHN
    3 RADWANSKA, AGNIESZKA POL
    4 SHARAPOVA, MARIA RUS
    5 KVITOVA, PETRA CZE
    6 KERBER, ANGELIQUE GER
    7 JANKOVIC, JELENA SRB
    8 AZARENKA, VICTORIA BLR
    9 CIBULKOVA, DOMINIKA SVK
    10 IVANOVIC, ANA SRB
    11 PENNETTA, FLAVIA ITA
    12 BOUCHARD, EUGENIE CAN
    13 ERRANI, SARA ITA
    14 SUAREZ NAVARRO, CARLA ESP
    (SR)15 ZVONAREVA, VERA RUS
    16 WOZNIACKI, CAROLINE DEN
    17 STOSUR, SAMANTHA AUS
    18 STEPHENS, SLOANE USA
    19 LISICKI, SABINE GER
    20 PETKOVIC, ANDREA GER
    21 VINCI, ROBERTA ITA
    22 MAKAROVA, EKATERINA RUS
    23 SAFAROVA, LUCIE CZE
    24 CORNET, ALIZE FRA
    25 PAVLYUCHENKOVA, ANASTASIA RUS
    26 FLIPKENS, KIRSTEN BEL
    27 KUZNETSOVA, SVETLANA RUS
    28 MUGURUZA, GARBINE ESP
    29 CIRSTEA, SORANA ROU
    30 KEYS, MADISON USA
    31 WILLIAMS, VENUS USA
    32 KOUKALOVA, KLARA CZE
    33 ZHANG, SHUAI CHN
    34 HANTUCHOVA, DANIELA SVK
    35 DELLACQUA, CASEY AUS
    36 RYBARIKOVA, MAGDALENA SVK
    37 MEUSBURGER, YVONNE AUT
    38 GIORGI, CAMILA ITA
    (SR)39 OPRANDI, ROMINA SUI

    buona notte e buon weekend………….settimanaccia questa…………
    __________________

    • r.b. by r.b.

      Montreal è un premier 5, il fatto che sia nel Main draw è già un fatto eccezionale. È un torneo importantissimo…

  141. enzo by enzo

    Buona sera , si fa per dire, a tutti i trombettieri e non.
    Avevo deciso di non postare per un po’ ma poi , dopo aver letto tutti i vostri commenti, ci ho ripensato.
    Come ho già riferito altre volte , sono diventato un FANATICO di Camila , dopo averla vista a WB nel 2012. (ero a Londra per lavoro).

    Gli incontri vinti con Flavia e poi con Petrova sono ancora un ricordo indelebile ( il TB con Petrova chi se lo scorda più !!! ).

    Il gioco di questa ragazzina ha incantato TUTTI gli spettatori che applaudivano in continuazione con gli ohh di meraviglia ad ogni vincente (tanti).
    Un gioco strepitoso : battute a 115Mph , risposte fulminanti , una rapidità incredibile nei
    movimenti che le consentiva un timing fuori dal comune. Frequenti discese a rete e quasi tutte vincenti. Insomma UNO SPETTACOLO !!!
    E tutto questo avveniva 2 anni fa. !!!
    Che è successo nel frattempo per arrivare a questa INVOLUZIONE ?

    La posizione in risposta? Era già molto avanzata anche allora.

    Le risposte fuori o a rete? Per conto mio non sono dovute solo alla posizione che tiene
    ma anche al fatto che Cami ,da tempo, non è più serena, sente la pressione e non ha più la scioltezza necessaria per eseguire quello che prima le riusciva così bene.
    Come si possono spiegare altrimenti i 13 errori gratuiti in 4 turni di servizio Riske.?
    Camila non è impazzita, è solo mentalmente e fisicamente provata (stanca).
    Anche queste attese circa i ranking (top 10 ,20 entro l’anno) non fanno che mettere pressione.
    Anche il comportamento di Sergio a bordo campo (mi riferisco in particolare ad Eastbourne e penso lo abbiate visto tutti) invece di calmare, tranquilizzare , si comporta
    come un tifoso scatenato, alimentando nervosismo e pressione sopratutto nei punti decisivi.
    Oggi Camila è 39a , dopo WB perderà alcune posizioni, pazienza, c’è tempo per rifarsi.
    Ma nel frattempo bisogna ricaricare le pile !
    Bisogna resettare e ricostruire un gioco che già era vincente, anche se non ancora solido e troppo discontinuo.
    Bisogna correggere alcuni atteggiamenti tattici per trovare più fiducia, senza però stravolgere quello che Cami già riesce a fare bene, attingendo al suo talento ed alla sua classe cristallina.
    Non so fino a quando le nostre gioie saranno spesso stroncate da cocenti delusioni come quella di oggi, però so che a tennis tutto può cambiare anche rapidamente.
    E questo mi rende fiducioso pensando all’immenso talento di Camila.
    E con l’augurio che il salto di qualità possa avvenire quanto prima, vi saluto.
    Cami nel frattempo deve staccare un po’, per tornare più serena, più forte e….risposte in campo.

    • by Fan

      @ Enzo

      Sicuramente c’entra la pressione come giustamente evidenzi e bisogna anche saggiamente volare basso; ma c’entra anche la tattica, e qui non basta parlare sempre e solo del ” mio ” gioco come se ci fosse un copyright dell’ acqua calda: bisogna rendersi conto che le avversarie esistono e non sono certo delle figurine da prendere a pallate a piacimento, dato che anche loro impugnano una racchetta da quando sono bambine.

      • enzo by enzo

        E’ quello che intendevo anch’io parlando degli “atteggiamenti tattici”.

  142. Mercury by Mercury

    La delusione é tanta, nonostante sia passata qualche ora sto ancora malissimo per questa sconfitta, non riesco a farmene una ragione e non riesco a far sbollire la rabbia………certo che Cami ogni tanto fa di tutto per minare le nostre certezze e insinuarci dei dubbi, ma questo lo sapevamo già, fa parte del pacchetto che abbiamo virtualmente sottoscritto quando abbiamo deciso di seguire con tanta passione questa meravigliosa tennista!!!!Comunque bisogna avere fiducia e guardare avanti, oggi si é persa una grande occasione ma a breve ce ne saranno subito tantissime altre, sono sicurissimo che la nosta Cami prima o poi raccoglierà i frutti dei suoi sacrifici e ci regalerà tantissime soddisfazioni!!!FORZA CAMILA, OGGI PIU’ CHE MAI SEMPRE ORGOGLIOSO DI ESSERE UN TUO SUPERTIFOSO!!!

  143. r.b. by r.b.

    Prima di ogni partita è bello tifare, essere ottimisti, gufare gli incontri precedenti perché finiscano prima… 🙂
    Tutte cose divertenti che rendono questo blog unico.
    Poi comincia il match e non sai mai quale Camila scenderà in campo. Oggi era una Camila praticamente senza prima palla di servizio e molto deficitaria in risposta. Ha recuperato il break iniziale, poi ha tenuto bene il proprio servizio un paio di volte, ha rischiato sul 4-4 e poi sul 5-5 ha ceduto in servizio con un doppio fallo. Comunque ha perso il primo set 7-5, giocando male…. mica 6-0…
    Io credo che Camila stia davvero cambiando molte cose nel “suo gioco”. Lo sta perfezionando, ma per diventare “perfetto” ci vuole tempo. Secondo me sta cambiando anche il servizio, così spiego le percentuali così basse di prime di oggi. Quando cambi qualcosa magari una partita ti va bene, poi la successiva non ti riesce più niente di quello che hai provato in allenamento.
    Che stia cambiando la risposta è la cosa più evidente, che tutti hanno notato.
    Ora alcuni dicono che dovrebbe giocare come nel 2012 e 2013…
    Io non sono d’accordo, per me Camila deve imparare a servire meglio e più variato, a fare meno doppi falli, a rispondere in campo ma in maniera aggressiva, e tante altre cose devono migliorare nel “suo gioco”. Camila non deve fare il gioco di un’altra. Deve fare il “suo” gioco, ma in modo praticamente perfetto. E per imparare a farlo ci vuole tanto tempo e tanta pazienza. Oggi i primi servizi non entravano perché c’era tensione. Magari in allenamento entrano, ma in partita è un’altra cosa. Ma con il tempo entreranno anche in partita.
    Sulla posizione in risposta devo dire che sulla prima della Riske era più o meno sulla riga di fondo, non molto diversa dalla posizione di molte altre tenniste. Sulla seconda è certamente molto dentro al campo, molto più di Ana, che è una delle tenniste che gioca più avanzata sulla seconda di servizio, ma Ana è alta 1, 84 e non è reattiva come Camila… Se è sbagliata la correggerà con il tempo, però è evidente che Camila stia provando cose nuove anche negli scambi, per diventare ancora più forte.
    Il problema è che Camila ha giocato per anni allo stesso modo, e quindi non è facile cambiare all’improvviso, ci vuole tempo.
    Quest’anno sta facendo molti progressi, lasciamola crescere, e forse già in autunno avremo una giocatrice molto più solida e matura.
    Questa è la tipica fase dove a grandi prestazioni con vittorie eclatanti si alternano sconfitte molte deludenti.
    Oggi come oggi, quando Camila scende in campo, non sai mai che numero uscirà alla roulette…. 🙂

    • boy by boy

      il paragone della roulette l’ho fatto io oggi…..mi prendo la paternità 🙂

    • by Roberto

      Sono d’accordo. La prima di servizio va assolutamente migliorata…è fondamentale. Dovrebbe tirarla un po’ meno forte cercando più la precisione e variandola spesso. La risposta così avanzata sembra che sull’erba non paghi tanto, o perlomeno con chi è in possesso di una buona prima palla di servizio, come è accaduto oggi contro la Riske. Camila non riusciva a intercettare la precisa palla centrale dell’americana. Vedremo se nel proseguo della stagione si continuerà con questo trend o se si tornerà come prima dei tornei in erba. Sempre forza Cami!

  144. boy by boy

    gentilmente chiedo a qualcuno, sempre se c’è, di dirmi qual è stato il record di vittorie consecutive di Camila (Katovice?) e sarebbe interessante anche sapere quante volte le è successo di fare almeno 3 vittorie consecutive.

    • eulondon by eulondon

      Il record di quest anno e’ Indian Wells con 5 vittorie (2 quali+3 main), seguito da Katowice con 4 vittorie. Tre di fila mi pare li abbia solo in questi due tornei.

      • boy by boy

        grazie per la risposta….bè il fatto che abbia fatto solo 2 volte 3 vittorie di fila devo dire che non è molto incoraggiante…..ma cmq sono state fatte in questo anno, in un periodo dove bisogna dire giocava alla grande, gioco che poi onestamente non si è più visto, se non in alcuni sprazzi.

        • r.b. by r.b.

          Guardate i risultati delle tenniste con la sua classifica più o meno (intorno alla #40)… In un anno fanno molti tornei e spesso escono al primo turno… Fare 3-4 vittorie in un torneo premier o superiore è un’impresa…

    • by SanTommaso

      In stagione Camila ha un “record” se così vogliamo chiamarlo di 5 vittorie consecutive a IW, 4 a Katowice e per tre volte ha vinto 2 partite di fila e perso alla terza.

      In WTA, quindi diciamo da Wimbledon 2012 in poi, il record è 6 vittorie consecutive a US Open 2013 e Wimbledon 2012.

      Ai tempi degli Itf è arrivata a 9 vittorie consecutive.

      • r.b. by r.b.

        Appunto erano itf. Adesso non basta più. Per fare 7 vittorie consecutive in WTA (e capite tutti cosa significa questo :-)) bisogna avere un gioco più efficace, e Camila con il tempo troverà il giusto equilibrio.

  145. by SanTommaso

    Guardiamo avanti: Bad Gastein e Bastad, due tornei sulla terra subito dopo l’erba. Non mi aspetto molto da questi tornei per due motivi: una naturale fase di “scarico” dopo tanti tornei consecutivi e tante settimane in giro per l’Europa e soprattutto perché la terra non è la superficie prediletta da Camila. Ma attenzione, per come gioca potrebbe anche scapparci una discreta sorpresa. Camila, l’abbiamo vista giocare a Roma, non gioca “da terra” sulla terra. Nel senso che non scivola e non gioca colpi in top. Il controadattamento alla terra dall’erba potrebbe essere più traumatico per altre che non per lei.

    Nel complesso resto comunque scettico sulla scelta dei tornei, ma almeno i soloni non potranno dire che non gioca e che snobba i tornei minori. Per la trentaduesima posizione in ottica US Open ci sono altre occasioni per fare punti. Al momento ne servirebbero 197, ovviamente più che fattibili. Anche dovessimo arrivare agli US Open da numero 33, ricordiamoci dov’eravamo esattamente un anno fa.

    Io, in ogni caso, a questa ragazza e a Sergio non mi stancherò di dire grazie e far sentire il mio sostegno per quel che vale.

    • by SanTommaso

      Non so se hai bisogno di un nemico e ti sei scelto me o se hai risposto al commento sbagliato. Perché queste tue parole non c’entrano nulla con quello che ho scritto io poco sopra. Ma proprio nulla. Ho fatto una considerazione sull’utilità o meno di giocare due tornei su terra tra quelli su erba e cemento, e tu salti fuori con sostegno, critica, Sergio, ranking, vincere, perdere, sudore… Boh, non capisco veramente a cosa ti riferisci, perché lo dici rispondendo a me e soprattutto quale punto vorresti dimostrare.

  146. by pariparo

    Accidenti, oggi un brutto passo indietro. Marea di errori in risposta e purtroppo molti gratuiti anche nel corso dello scambio; a me pare che la Riske abbia fatto la sua onesta partita, nulla di più.
    Questo problema della risposta però per me resta un mistero, e comincio a pensare che il problema non sia tecnico o solo tecnico. A IW e Katowice Cami NON lo aveva, anzi mi sembra di ricordare che qui nel forum si considerasse il ROS un suo punto di forza.
    Sull’erba è vero ha cambiato la posizione, ma io ho ben presente che Camila ha cominciato a rispondere male già sulla terra. A Strasburgo non mi pare avesse questa posizione super avanzata ed eventualmente su una superficie più lenta te lo puoi permettere. Anche nel match vinto con la Cornet nei primi 2 set sul servizio della francese non si è praticamente giocato. Nel primo Camila ha strappato il servizio in apertura e poi è stata brava a tenere i suoi turni, ma per vederla rispondere decentemente si è dovuto attendere il terzo set, dove improvvisamente ha alzato il livello di gioco. Non so se il diverso timing rispetto al veloce dove non hai il tempo di pensare le ha fatto perdere il ritmo giusto alla risposta, ma considerando anche il suo nervosismo degli ultimi tempi mi viene il sospetto che la stagione sulla terra ( e la sconfitta con la Mchale in particolare) le abbia tolto molte certezze sul suo gioco e che si trovi nel bel mezzo di una crisi di transizione che abbraccia sia l’aspetto tecnico che quello mentale. Mi sa che non è questione di metro in avanti o indietro, ma di fiducia nei propri mezzi che in questo momento Cami non ha. Oggi proprio non era lucida in campo. Peccato perchè a tratti a Eastbourne aveva giocato molto bene, ma adesso siamo tornati a Birmingham.
    Mi scuso che non mi sono presentato prima, è un pò che seguo il sito e Camila, anch’io tifoso nuovamente come da anni non mi accadeva per nessuno sport. Forza CAMI!!

  147. by Fan

    Bene, adesso che ho letto i vostri commenti, mi sembra di capire che la posizione estrema in risposta sia stata la chiave di molta parte della sconfitta. Su questo è inutile discutere,dato che molti qui dicono che c’è Silvestre e che ci stanno lavorando, etc. etc ( anche se poi sarei curioso di vedere dove il “tecnico” personalmente si posizionava in risposta a certi livelli quando ancora giocava nel campionato italiano). Fatto sta, che la strategia si sta rivelando un boomerang che compromette le partite in nome di una esagerazione che di fatto non pratica, e non ha mai praticato, nessuna tennista a livello mondiale. Poi fate vobis.

  148. Ace by Ace

    Stasera ho letto davvero tanti commenti sia qui che altrove ed è incredibile constatare le passioni che questa giocatrice sa scatenare. Punte di odio e amore assolutamente inusuali. Credo che risieda proprio qui il segreto del gioco di Camila. La sua è una sfida al gioco del tennis stesso, una versione esasperata della giocatrice di attacco in uno sport che tutti sanno essere normalmente basato sulla testa. Lei, col suo talento, ha alzato l’asticella a livelli immaginabili e questo ha fatto perdere la testa a tutti. In un senso o nell’altro. Se la cosa possa un giorno funzionare o meno lo scopriremo. Io ritengo che per arrivare ai grandi successi sarà necessario trovare tutta una serie di equilibri e che questi esperimenti siano necessari. Di una cosa sono comunque convinto: il resto del tennis è raramente spettacolare e quando lo guardo non riesco a non fare paragoni con le emozioni che sa dare la Giorgi quando riesce davvero a fare il suo gioco!
    Per questo motivo continuo a tifare Camila e ad augurarmi che, in mezzo a tutte le critiche e i consigli, sappia trovare il miracoloso equilibrio e la maturità per dare il massimo col suo gioco…

    • by Alessandro1983

      Sottoscrivo in pieno praticamente ogni tua parola….

      • by Alessandro1983

        Anche se io quando Camila perde non leggo e non guardo nulla sui siti di tennis, per evitare ulteriori arrabbiature XDD

        • Ace by Ace

          In effetti ho letto davvero tante cattiverie, ma il livello dei commenti non è altissimo! 😉

          • Ace by Ace

            Non in questo sito, ma se vai su Facebook o livetennis ne trovi in abbondanza. Credo che però non vadano considerate seriamente. Intendo dire che qui io ho l’impressione tutti scrivano con sincerità, mentre altrove alcuni(non tutti) scrivono proprio per il piacere della provocazione. Ognuno si diverte come può, ma non meritano una risposta.

            • Ace by Ace

              Anche omar camporese non si è lasciato l’occasione per pontificare, ma anche questa è una sua battaglia personale…che trovo personalmente ridicola anche se rispetto le sue opinioni. Io rispetto tutti,,,un po’ meno chi non azzecca i toni e i suoi sono ridicoli per i miei gusti.

  149. eulondon by eulondon

    Di natura sono pessimista, ma spesso provo a vedere il lato positivo delle cose. L’ anno scorso dopo Wimbledon eravamo 125, mi pare. Quest anno, mal che vada, staremo intorno alla 44. Mi dispiace solo perche’ credo che Camila sia molto triste. E penso che le fara’ bene staccare la spina per un po’… A lei e anche a Sergio. Si e’ persone, prima che atleti o padri. 🙂

    • Lucia by Lucia

      Giusto. Tra l altro a cosa serva andare a giocare ora sulla terra rossa rimane per me un ulteriore mistero.

      • eulondon by eulondon

        Ma infatti secondo me non ci andra’… Vedrai! 🙂 Solo una sensazione! O forse si per provare la rincorsa alla 32esima posizione, prima di US Open. Boh!?!

  150. by Fan

    Signori, io la Riske l’avevo già vista giocare bene la scorsa settimana ed infatti temevo molto la partita di oggi, dato che l’americana tutto è meno una che non picchia forte in tutti i sensi ( una sorta di cuginetta di Camila a stelle e striscie). Purtroppo non ho visto la partita, magari qualcuno ha un link così che poi possa commentare a ragion veduta?

  151. by Roberto

    Come ho avuto modo di dire in altri post, il problema principale di Camila non è la risposta, o meglio non è solo quella (oggi ha risposto malissimo), ma la gestione del suo turno di servizio. In generale lei il break lo fa quasi sempre. Nel primo set lo ha fatto, ma l’avversaria l’ha brekkata due volte. Quando non lo fa, deve assolutamente mantenere il proprio servizio, in modo da arrivare quanto meno, al tie break. Anche oggi, come in quasi tutte le partite di Camila, la prima di servizio ha avuto percentuali molto basse. Per non stravolgere “IL SUO GIOCO”, non c’è bisogno di sparare la prima a 190 km/h e non metterla in campo. Può tranquillamente abbassare questa velocità di 20 Km/h, cercando gli angoli oppure tirando addosso all’avversaria, in modo da avere sempre lei il pallino del gioco. Lo dimostra il fatto che spesso fa ace con la seconda che più o meno viaggia intorno ai 160/170. Questo concetto vale per tutte le superfici e, ancor più, sull’erba. Senza parlare poi dei gratuiti, che anche oggi sono stati tanti. Ci sono stati diversi “rigori a porta vuota” veramente incredibili. Il concetto che voglio mettere in evidenza è che se l’avversaria di turno vuole brekkare Camila, deve farlo con le proprie capacità tennistiche…rischiando. Non deve essere Camila a autobrekkarsi. Voglio dire qualcosa sulla risposta, che secondo me è il male minore (rispetto alla battuta). La posizione avanzata, probabilmente, nasce dal fatto che Sergio voglia esaltare le doti innate di Camila di timing in anticipo e la sua grande capacità di tempo di reazione. In generale non è sbagliato questo concetto. Casomai bisognerebbe valutare se sull’erba e con giocatrici che servono molto bene la prima, come ha fatto oggi la Riske, sia utile posizionarsi così avanti. Oggi è stata sempre infilata al centro…non la vedeva proprio. Comunque queste sono solo opinioni personali, Sergio e Silvestre sanno benissimo dove c’è da migliorare per vedere una Camila competitiva a tutti i livelli. E’ dalle sconfitte che si migliora.

  152. by Alessandro1983

    Ragazzi, chi bisognerà gufare affinchè Camila non slitti troppo indietro in classifica? Avrà un ranking che oscillerà tra il 38 ed il 48, sapete com’è XD Non vorrei affatto che slittasse di una decina di posizioni indietro 🙁 Alcune di quelle vicino a lei già sono state anch’ esse eliminate. R.b. riapriamo l’antro dei gufi?^^ 😀

  153. zio gio by zio gio

    Ciao a tutti.
    naturale la delusione per l’occasione gettata. Sinceramente,non credevo che Riske riuscisse a reggere gli scambi. Ricordavo quel match di Fed cup dominato da Karin e mi ero illuso che Camila potesse disporne facilmente. Dopo i primi due games(break e contro break) mi ero quasi rilassato. Tanti errori e df dell’americana che non riusciva a rispondere alle seconde di Camila. Fino al 4-4 tutto liscio. Poi quel game-allarme in cui ha dovuto annullare due palle break; poi il turno di risposta a 0 (non per le risposte sparacchiate) per errori a rete o di finalizzazione. E poi il capitombolo…da li i 6 giochi consecutivi. Io,contrariamente a quanti molti hanno scritto, non sono scettico sulla posizione in risposta. I vincenti che Camila ha prodotto sono state le risposte: ricordo 8 risposte vincenti sulle prime(contro le 0 dell’americana). Il problema,e mi meraviglio che nessuno lo abbia segnalato,è il servizio. Come si può pretendere di vincere con una percentuale di prime pari al 35% e,che a fine primo set, si attestava al 26%. Ragazzi una percentuale così è follia: chi si può permettere di vincere con la seconda? Neppure Isner. Il servizio è deficitario. Non si può avere quella percentuale. È inutile discutere: il colpo d’inizio gioco è quello…se non lo si possiede, si finisce per essere bistrattati dalle picchiatrici di turno(come accade ad Errani) o per cedere game gratis per df o errori forzati. Senza poi dimenticare che la Riske ha nel servizio il suo colpo migliore.
    cmq si stanno scatenando i rosiconi. C’è addirittura quel Giuseppe Luigi,alias Omar Camporese, che ha citato i nostri commenti,recenti,su live tennis. Ma non è stato bannato? Povero cretino.

    Cami out,ma
    Sempre e solo Camila Giorgi’

  154. Ghaal (Trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (Trionferemo a Wimbledon)

    Devo essere sincero: mi aspettavo che andasse meglio 🙁 . Purtroppo, a vederla dall’esterno, la partita sembra essere stata il remake di quella con la Flipkens: la Riske ha difeso bene i suoi servizi, Camila ha perso il primo set, poi è andata in confusione e ha perso la partita.

    Una sconfitta con la Riske ci può stare… in fondo è una “pari classifica”. L’unica cosa che non riesco a mandare giù è che a volte mi sembra quasi che Camila giochi con rabbia, come se dovesse dimostrare al mondo il suo valore.

    Camila, se ci leggi, rassicurati: siamo in molti ad avere fiducia in te nonostante le difficoltà che incontri. Ora coraggio, testa bassa, e lavorare per migliorarsi. I risultati, per chi è serio, arrivano sempre, anche se a volte occorre pazienza. E non ti rattristare, l’appuntamento è solo rimandato (e poi, per molti, anche un secondo turno a Wimbledon sarebbe già un risultato eccezionale).
    Lo sport vive anche (e soprattutto) di sconfitte. Per un vincitore devono necessariamente esserci molti perdenti. Ci saranno altre occasioni per rifarsi.

    Vamoooossssss Caaaaaaaaamilaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!

    E per chi gioisce per le tue sconfitte, ricordati: “usted debe tener una sordera bien administrada”… (spero di averlo scritto giusto, me l’ha detto un mio conoscente argentino… 🙂 )

  155. riccardo by riccardo

    va beh ragazzi io vi saluto. Mi prendo qualche giorno di pausa che tengo una certa età ed arrabbiarsi fa male. saluti tutti con affetto indistintamente quelli che sono d’accordo con me e quelli che la pensano diversamente. siamo tutti legati dalla passione per Camila , in maniera diversa con idee differenti ma credo che tutti vogliamo solo il suo bene. un abbracio a tutti.

    • AlterEgo by AlterEgo

      Riccardo, fai bene a staccare un po’ la spina, riposati, ritemprati e torna presto tra noi! 😉

  156. boy by boy

    concordo con lucia….è estate, fa caldo, il prossimo torneo (salvo rinvii) è fra 2 settimane…..consiglio a tutti una bella pausa e magari una bella vacanza a chi può permetterselo. Magari anche alla stessa Camila. (forse il padre tra tutti le colpe che può avere, su una cosa aveva ragione, quando diceva che la programmazione di camila era volutamente con il contagocce proprio per farla vivere di solo tennis con il rischio poi che lei stessa si stanchi di questo sport).
    Buona serata a tutti…..ci si rilegge fra qualche tempo.

    • boy by boy

      *di NON farla vivere di solo tennis

    • by en.salo

      no… veramente è ora che il padre si faccia da parte… passa il tempo e passano le occasioni, che aspetta camila a scaricare il buon sergio. per carità, nulla contro ma allenatori e manager non ci si improvvisa, camila ha bisogno di un buon allenatore altrimenti resterà sempre ai margini del tennis che conta, ha tutto per entrare tra le top 10. ma se non si mette in testa che si può giocare sparacchiando tutte le palle, dentro o fuori, il tennis ha delle sfaccettature che vanno capite e affrontate con intelligenza.!!!!!

      • AlterEgo by AlterEgo

        Quindi, secondo il tuo ragionamento, dovrebbe scaricare anche Daniele Silvestre…Tra l’altro, i cambiamenti al servizio e in risposta di Camila li abbiamo visti proprio da quando Camila viene seguita anche da lui…Quindi forse è più colpa sua che di Sergio, a questo punto…Io dico solo una cosa: smettiamola, ad ogni sconfitta di Camila, di ergere Sergio a capro espiatorio del mancato risultato, non abbiamo nè le competenze per farlo, nè soprattutto il diritto di farlo!

        • Lucia by Lucia

          Manca che vinca Valentino sabato e questa settimana s’è’ fatto bingo…

          • AlterEgo by AlterEgo

            Ahahahah! Guarda, non penso proprio, ormai è prossimo alla pensione… 😉

        • by Atom

          Dai Alterego, tu credi davvero che Sergio permetta a Silvetre di interferire tra lui e Camila? E’ solo un allenatore di facciata che collega Camila alla federazione che la fa allenare senza spese.

      • hector by hector

        56 milioni di citti’….

    • by davidg

      Esatto boy… volevo scrivere più o meno le stesse cose… tra Italia e calcistica e Camila a Wimbledon siamo qui con un pugno di mosche in mano… meglio una bella vacanza, e rigiocarcela sul cemento, che forse è la superficie migliore per la ‘bimba’.

  157. riccardo by riccardo

    Qui non è un problema di età perchè sara o quell’altra hanno fatto finale a parigi a 25 anni. Perchè allora dovrei dire che Maria ha vinto wimbledon a 18 anni serena ne aveva 21 mi pare e cosi via.
    Ne faccio un discorso di risultati rispetto al talento ed alle potenzialità . Insomma che cami abbia le potenzialità da prime 5 del mondo lo dicono anche i muri!! Io non pretendo che arrivasse in finale quest’anno. dico però che rispetto alle sue doti che sono fuori dal comune, qui nel gioco si sono fatti dei passi indietro. Si fanno più errori in risposta solo il 28% di prime palle e ripeto sono statistiche 4 game sul servizio della Riske persi a zero con tredici palle tirate fuori. Ma secondo voi io dico questo per sparare a zero su Cami oppure perchè sono un tifoso sfegatato. ragazzi io ho 51 anni, molti di voi sono giovani ed io mi sento un ragazzino qui a prendermela in questo modo ma mi sono innamorato della persona e tennista camila che posso fare?
    Questo però vul dire che le cose che non vanno e che si vedono non le devo scrivere? se è cosi posso anche farlo non c’è problema. quando si ama qualcuno ( tennisticamente parlanddo) le cose si dicono perchè lo si vuole vedere alzare la coppoa e quando lo ha fatto noi tifosi ci sentiamo un pò partecipi di quella vittoria. le partie si possono perdere , perdono anche i più forti e ci mancherebbe ma io lo dico disperatamente, non si possono perdere sempre allo stesso modo.

    • by C.M.

      Per quanto ci piaccia Camila, francamente non farei confronti con Serena, e neppure con Masha, se va per il verso giusto, è ragionevole sperare in una carriera da top 20 con puntate sporadiche in top 5.
      Sarebbe splendido se riuscisse a fare anche solo una settimana da n. 1 ma… sarebbe una piacevole sorpresa

      • AlterEgo by AlterEgo

        Ecco, questa è già un’aspettativa più sensata e ragionevole, e comunque, se condita anche soltanto da una vittoria in uno qualsiasi degli slam, sarebbe una carriera fantastica!

    • AlterEgo by AlterEgo

      “ma mi sono innamorato della persona e tennista camila che posso fare?”
      Torna soltanto a ‘simpatizzare’ per lei… ;9
      Scherzi a parte Riccardo, io ti capisco, eccome: quando Camila perse dalla McHale anch’io mi lasciai andare, nei commenti, allo sconforto più totale, ma che dobbiamo fare? In un certo senso è come la fede calcistica, quando le cose vanno male che fai, cambi squadra? Ovviamente no, speri che la prossima partita, il prossimo mese, la prossima stagione vada meglio, e nel frattempo magari tieni più a freno la tua passione, per non stare così male…Per il resto, io condivido molto, TANTO di quello che scrivi…di certo non penso che sei un rosikone (una volta per tutte, i rosikoni sono quelli che non solo non tifano Camila ma le remano contro sempre e comunque, a prescindere dal gioco espresso e dai risultati conseguiti, e spesso purtroppo in maniera gratuita e persino offensiva) ne tanto meno uno che ‘spara a zero’ (l’ho scritto, è vero, ma senza riferimenti particolari a nessuno, ne tantomeno a te…) Credo che tu sia un tifoso VERO ed abbastanza obiettivo, e soprattutto passionale, forse troppo, per questo poi ci resti così male ad ogni sconfitta e giustamente manifesti così la tua amarezza…tutto qui! Direi di calmarci un attimino, ed essere realisti a 360 gradi, riconoscendo si il talento cristallino di Camila ma anche i suoi limiti attuali che ne impediscono, allo stato attuale e penso per molto altro tempo ancora, la giusta consacrazione…

      • riccardo by riccardo

        Non posso non darti ragione . Nei prossimi giorni mi calmerò . Adesso sono amareggiato da tifoso vero ma ripeto non tanto per la sconfitta in se. Purtroppo ci sta di perdere. Io vorrei che Cami non perdesse mai ma questo è impossibile. quello che mi fa andare fuori di testa è vedere che perde sempre allo stesso modo e che non si riesce a porre rimedio. qualcuno mi dirà che il gioco offensico in re ipsa ti porta a sbagliare tanto. Sono d’accordo mica sto dicendo che deve stare indietro ad aspettare l’errore dell’avversaria perchè in questo caso tiferei errani!! Dico solo che non si possono sbagliare 13 risposte su 16 in quattro giochi persi a zero. Magari sbaglio io e non capisco niente e tra qualche mese anche stando cosi avanti non sbaglierà più una palla….

        • AlterEgo by AlterEgo

          Magari ti sbagliassi non solo tu, ma TANTI di noi che la pensano come te! Ma purtroppo, credo che non ci stiamo sbagliando, anche secondo me, stando così avanti difficilmente potrà migliorare le sue risposte ma, sempre secondo me, difficilmente la rivedremo in quella posizione sul cemento, arretrerà di sicuro, ne sono certo…

        • by Atom

          Riccardo, dici cose sensate ma anche Alter ego. Tutti siamo sulla stessa barca, pagherei di tasca per vederla vincere, anzi ti dico che ogni volta scommetto contro di lei e spero di perdere…lo considero come un biglietto da pagare…poi se perdo mi consolo (poco) con la vincita. Sono all’assurdo lo so. Ma proprio perché le vogliamo così bene che poi ci restiamo tanto male. Se perde la Errani mi dispiace ma poi la delusione mi passa in fretta. Con Cami…ci sto male un paio di giorni e nello stesso tempo vorrei fare qualcosa per aiutarla o consigliarla.

      • by davidg

        Il fatto è che a forza di sconfitte brucianti ti fa passare l’amore… è come una donna che ti dà buca a uno, due, tre appuntamenti…

        • AlterEgo by AlterEgo

          Se la ami davvero quella donna, difficilmente la lasci…Certo, a volte verrebbe voglia di mollare tutto, ma per il momento io tengo duro…

    • Sarà che ho 45 anni e quindi non sono molto distante da te ma condivido ogni parola che hai detto in questi post …
      Odio vederla perdere in questo modo …

  158. by C.M.

    IMHO è normale che quando si cerca di cambiare qualcosa nel modo di giocare, qualcosa che ha dato quello che poteva dare, per fare un ulteriore salto di qualità, all’inizio le cose sembrino andare peggio, e non meglio.
    Almeno questa è la mia esperienza.
    Il problema è che sotto pressione ci si rifugia nelle “cattive abitudini” che però non funzionano più così bene neanche loro. Magari fra due mesi tutto torna ok ma su un livello più alto.
    A proposito di pressione, ho la sensazione che anche questo sia un aspetto importante, credo che la nostra beniamina senta la pressione delle aspettative di molti, aspettative che prima non pesavano più di tanto.

  159. riccardo by riccardo

    Ripeto quelo che ho detto e poi per un pò mi taccio perchè non vorrei passare per rosicone. Anzi rosico alla grande ma perchè cami ha perso. Tifare , amare Cami non vuol dire avere il prosciutto sugli occhi. Se voi pensate che va tutto bene ok. Io penso che sia sbagliata la posizione in risposta.
    Penso che sia stupendo fare vincenti ma le partite non si vincono solo con i vincenti. Le partite si vincono anche studiando l’avversaria , giocando su i suoi punti deboli e cosi via.
    In ultimo poi a mio avviso a wimbledon 2012 e 2013 cami ha giocato meglio con tutti i problemi alla spalla. se queste cose non si vedono a mio parere non si fa il bene di Cami. ragazzi gente come federer come novak che sono stati numero uno del mondo, di recente si sono fatti affiancare da ex tennisti famosi ( edberg becker) ; ma pensate che questi mostri non sappiano giocare a tennis oppure si sono resi conto che per miglioarre ancora nonostante siano al top occorre curare i dettagli? Voi siete sempre dell’idea che basta dire io faccio il mio gioco per vincere i tornei? io no. Si possono fare tutte le previsioni di questo mondo di stare nelle prime 32 entro il 2014 eppoi esplodere nel 2015. Cosi facendo però commenteremo qualche vittoria spettacolare e subito dopo una sconfitta sconcertante. vedete salire in classifica dalla n. 100 fino alla quaranta è difficile ma è molto ma molto più complicato scalare quelle 20 posizioni che ti portano nell’olimpo del tennis tra le prime 10 20 al mondo. Allora? ripeto le sconfitte servono a riflettere sugli errori compiuti e non a dire cosi acriticamente faremo meglio nei prossimi tornei. Non funziona cosi.

    • Lucia by Lucia

      Riccardo sono d’ accordo con te ma oggi è’ come sparare sulla croce rossa. Se sei un tifoso di Camila adesso e’ il momento di stare dalla sua parte.

      • riccardo by riccardo

        Lucia credimi se dico questo cose è perchè sono al 100000 per 100000 dalla sua parte .

        • Lucia by Lucia

          Ti credo. Peraltro hai ragione su molte cose , però’ oggi….

    • by Atom

      Riccardo ti devo fare i complimenti. Hai fatto davvero delle riflessioni sensate. Condivido tutto quello che hai detto. Non mi stancherò mai di dire che Camila sul palleggio veloce non è inferiore a nessuna, ma sui colpi di inizio gioco, servizio e risposta, è un terno al lotto. Specialmente quella posizione sulla risposta di una avversaria che serve bene. Sparacchia risposte insensate perché non riesce a controllare la palla .Ma porca miseria un metro indietro snatura il suo gioco? Non credo proprio.

      • riccardo by riccardo

        grazie atom sono arrabbiato. Scusate tutti lo sfogo ma io adoro questa ragazzina e vederla perdere cosi mi fa andare fuori di testa.

    • by en.salo

      bravissimo. hai fatto la miglior riflessione possibile. peccato che camila non lo abbia capito. e tanto meno suo padre…

  160. Lucia by Lucia

    Troppo facile sparare su Camila oggi. Mi astengo.

  161. boy by boy

    delusione. forte delusione.
    leggo i commenti e vedo che molti dicono di essere negativi perché sostanzialmente vedono sempre le stesse cose, lo stesso gioco…..io invece dico che in alcuni aspetti vedo addirittura un0involuzione. La risposta, era un colpo bellissimo stupendo, che le dava la possibilità di mettere sempre tantissima pressione all’avversaria, e di avere cmq sempre la chance di recuperare nel caso il servizio non funzionasse a dovere. Ma che fine hanno fatto quelle risposte? Sarebbe interessante avere una statistica sui break e sulle palle-break che aveva, diciamo fino a marzo aprile di quest’anno, e quelle che ha avuto poi negli ultimi 3/4 mesi.

    • by Atom

      Non si può rispondere, sul veloce, da quella posizione. Invece di fare un passo indietro per rispondere le hanno imposto addirittura di andare più avanti. Pazzesco.

  162. riccardo by riccardo

    Giovenale la errani, la tanta criticata errani ha fatto finale a roma e se non si faceva male non so come finiva. Ha fatto quarti a madrid e quarti a parigi che non mi sembra proprio male. Che vuol dire che è uscita al primo turno ? Lo sappiamo che non digerisce l’erba che negli ultimi tre anni è uscita al primo turno. Però perdonami ha perso con la garcia che non è la riske e ha perso lottanto sul filo di lana.

    • r.b. by r.b.

      Ha fatto finale a Parigi a 25 anni, prima navigava in posizioni anonime, poi è riuscita lavorando a fare il salto. Camila farà lo stesso, con più talento però.

      • AlterEgo by AlterEgo

        Ecco, proprio questo è il punto: se Camila farà lo stesso a 25 anni (ditemi dove devo firmare che lo faccio subito), c’è da aspettare più di due anni: e possiamo fare questa vita ogni volta, aspettare sempre ad ogni tornelo l’esplosione definitiva che puntualmente non arriva? Non è meglio forse non farsi troppe aspettative al momento e attendere tempi migliori, continuando a tifare si, ma con più equilibrio e moderazione?

    • by SanTommaso

      Se non si fosse fatta male sarebbe finita come tutte le volte che incontra giocatrici di un certo livello (Serena, Sharapova, ecc) o di un certo tipo (picchiatrici senza paura alla Petkovic). E’ questa la grande differenza tra Camila e Sara che mi fa propendere per la prima: Cami può lavorare sulla “calma”, sulla gestione del punteggio. Lo farà o con l’allenamento o con l’esperienza o con tutte e due. I colpi però sono naturali, e sono con quelli che vinci i grandi appuntamenti. Guarda la errani quanto ci ha messo a cambiare il servizio che tutti dicevano essere pessimo. Risultato? Uguale a prima, forse solo un pelo più veloce ma esce malissimo dal servizio, scoordinatissima e quindi perde tempo a riprendere la posizione (e una che “picchia” nel frattempo, ha già fatto il punto).

      Oggi Cami ha perso, ma l’ho vista giocare peggio. A volte giocare peggio e vincere (Strasburgo). Non è la fine del mondo: 5 giorni di stacco mentale, mare, famiglia e poi sotto con altri due tornei in europa. Di certo quest’anno gioca, e non poco.

    • AlterEgo by AlterEgo

      D’accordo su tutto, tranne che sul fatto che la Riske vista oggi per me non è poi così inferiore alla Garcia…

    • Giovaneale by Giovaneale

      Innanzitutto il mio citare la Errani era solo per evidenziare come una tennista italiana tds fosse già fuori dal torneo al primo turno (insieme alla Vinci).
      I suoi risultati sportivi non si discutono e li conosco bene ma è così evidente che siamo su due pianeti diversi che rimarcarlo è praticamente inutile.Apprezzo per certi versi la Errani,i suoi risultati hanno dell’incredibile visto il talento di base…come dice r.b. sono arrivati a 25 anni e Cami ne ha ancora 22.
      Detesto il gioco della Errani,il modo quasi “italiota” di aspettare l’errore dell’avversaria mi nausea ma produce risultati (tranne che sull’erba).
      Ora chiudiamo la parentesi,per me una ex numero 5 che non riesce ad esprimersi sull’erba è fantascienza come anche che la Garcia sia superiore alla Riske vista oggi in campo.
      Libero di dissentire.

      • by Atom

        Proprio perché la Errani non è tanto talentuosa e la Camila si che bisogna muovere critiche. Se la Camila facesse gli allenamenti della Errani e fosse diretta da persone competenti sarebbe un’altra musica. la Giorgi ora non da nessuna affidadabilità….ma va avanti cocciuta come un mulo. deve cambiare. Basta regali… atteggiamento altrimenti non arriverà mai tra le prime 20.

      • riccardo by riccardo

        Ci mancherebbe ognuno la vede come crede. Nemmeno a me piace il gioco di sara tanto per intenderci e so benissimo che sull’erba non farà mai risultati.
        Ne faccio un discorso di talento rispetto ai risultati. Per quanto riguarda garcia dissento fortemente. per me la francese molto presto tra le prime 10 al mondo. Grandissimo fisico , ottimi colpi sia di diritto e di rovescio. Niente a che vedere con la riske , ottima giocatrice ma niente di eccezionale. Libero di dissentire ovviamente

    • by Atom

      La Errani ha fatto la sua bella partita. L’erba certamente non fa per lei. Addirittura contro di lei è stato fatto il cosiddetto Golden Set. Cioè Sara non ha vinto un solo punto durante tutto un set.

  163. eulondon by eulondon

    Eccoci qua ragazzi…Purtroppo nessun festeggiamento e non sono riuscito a condurla là dove tutti volevamo arrivasse!
    Credo che la partita l’ abbiate vista tutti (o quasi). Dal campo, la percezione era solo ed esclusivamente di tensione. Camila era tesa, poco concentrata e non particolarmente mobile di gambe.
    Sergio dal canto suo la invitava a spingere, spingere spingere e a venire avanti!
    Poco di positivo da portar via, a parte il fatto che ho conosciuto Madoka che mi sembra ancor più “passionale” di me. Tra l’ altro l’ ho conosciuto per puro caso, visto che era seduto accanto a me senza accordo alcuno 🙂
    Ci abbiamo provato a gufare un po’ la Riske che oggi ha servito davvero bene; ma nulla! In alcuni momenti l’ americana mi ha sorpreso per come riuscisse a reggere i ( pochi) affondi di Camila. E forse questo ha contribuito ad innercosirla.
    @ Entropia…Avevo il foglietto in tasca… Pronto a farlo autografare, con la frase che avevo scritto (come da te suggerito). A fine partita, però, non me la sono sentita di avvicinarmi. Non era il momento.
    Si riparte…punto e a capo. Niente è finito e nulla è precluso. Abbiamo perso contro una discreta giocatrice in una giornata decisamente no per noi. Non la prima e, credo, neppure l’ ultima.
    Forza Camila. Sempre!

    • entropia by entropia

      …Eu, e ti credo che non era il caso…il mio chiaramente era un suggerimento valido solo in caso di vittoria…
      …ora facciamoci una risata sopra: mi collego in streaming ed alla prima inquadratura vedo un tipo in maglietta bianca che consulta lo smart-phone, mi rivolgo al mio cane corso, Piero, che tifa insieme a me e gli faccio: quello secondo me è Eulondon con accanto Madoka; Piero piega leggermente la testa e poi BU! BU! Ecco, ora sono sicuro, sono loro!
      Che ne dici del mio nuovo motto (ammetto che è un po’ scopiazzato dal tuo…)? Io oggi tifo Giorgi ancora di più!

      Sempre e solo Camila Giorgi

      • eulondon by eulondon

        Si, avevo una maglietta bianca e occhiali da sole 🙂 mi sa che mi hai beccato!

    • Sephir by Sephir

      mi chiedo cosa debba spingere e dove debba andare Camila secondo suo padre. Deve andare a prendere al volo il servizio dell’avversaria?

    • by claudio

      Grazie Eu per il resoconto! La sconfitta brucia ma non si demorde! Camila sta scritto nei nostri cuori e il fogliettino è solo rimandato! Avrà ancora più gusto 😉

  164. entropia by entropia

    …la Riske c’ha battuto “con e sul” nostro gioco…
    …accettiamo la sconfitta perché oggi siamo stati inferiori…
    detto questo, come al solito, l’analisi azzeccatissima è quella di @ghezzo63:
    ….”non disperiamo , bisogna lavorare ! BRAVA LO STESSO FORZA CAMI !!!!!!!!! (cit.)”…
    pensavamo di andare più avanti? SI
    ne eravamo molto convinti? SI
    questo passo falso fa crollare le nostre speranze ed i nostri sogni? ASSOLUTAMENTE NO!

    SEMPRE AL VOSTRO FIANCO CAMILA E SERGIO, SPECIALMENTE IN QUESTI GIORNI,
    GIORNI IL CUI RICORDO SERVIRA’ A RENDERE ANCORA PIU’ DOLCI LE VITTORIE CHE
    VERRANNO!

    Sempre e solo Camila Giorgi!

    • AlterEgo by AlterEgo

      Crollare no, ridimensionare si, però, se no – ripeto – non ne usciamo più…

    • by claudio

      Grande Entropia! Parole sante! Sempre con Camila!

  165. AlterEgo by AlterEgo

    Riporto qui il commento postato nel precedente topic, perché penso sia più appropriato riportarlo qui:
    “Spero proprio di sbagliarmi, ma secondo me ci sarà ancora molto da attendere per l’esplosione definitiva di Camila…L’obiettivo, dichiarato dallo stesso Sergio, è per quest’anno, di entrare nelle prime 32 del mondo e di restarci fino a fine stagione, per poi fare il definitivo salto di qualità nel 2015, facilitata anche dall’essere sempre testa di serie nei tornei ed evitare così il pantano delle qualificazioni e primi turni difficili, specialmente negli slam…Fino ad adesso credo siamo in linea con gli obiettivi dichiarati, e in questo la cambialona US Open sarà determinante, in un senso o nell’altro…Rimane comunque un obiettivo fattibile, ma poi secondo me non è affatto scontato che poi Camila, da testa di serie, farà il famoso salto di qualità: ci potrebbero volere mesi, forse anni…Per questo forse, da parte di tutti quanti noi, sarebbe il caso di restare con i piedi per terra ed evitare inutili voli pindarici, anche quando batte la Sharapova, la Azarenka o anche Serena Williams! Si, potrebbe battere anche lei se in giornata di grazia ma perdere purtroppo anche da una top 200 se in giornata no…Per quest’anno, e anche oltre, viviamo alla giornata, prendendo quello che di buono Camila saprà raccogliere e non facendo troppi drammi in caso di sconfitta…Ci siamo legati troppo a Camila, questa è la verità, e quando perde, specialmente in questo modo e – dal NOSTRO punto di vista parziale di tifosi innamorati – inaspettatamente, stiamo così male che ci lasciamo andare, anche con commenti decisamente infelici (io per primo).
    Ridimensioniamo il tutto: ridimensioniamo Camila, ridimensioniamo Sergio, ridimensioniamo soprattutto noi stessi e le nostre aspettative, gioiendo con equilibrio per le vittorie e buttandoci alle spalle le sconfitte, senza rimurginarci troppo o sparare a zero a destra a manca, tanto a che serve? Camila al momento questa è, nel bene e nel male, prendere o lasciare: difficile prendere, ancor più difficile lasciare…Io per ora prendo, mi armo di (TANTA) pazienza ma ancora prendo…”

    • riccardo by riccardo

      Alter io sottoscrivo quello che hai detto. Però un talento cosi pazzesco , cosi unico che però ripete nel tempo gli stessi errori non credi che sia un peccato?? Ribadsisco il concetto io prendo e non lascio ci mancherebbe. però ragazzi davvero mi sembra quasi come quando si ha un gioello preziosissimo e lo si tiene in cassetta di sicurezza. Peccato peccato …..
      Signori anche nadal ogni tanto si difende ed è nadal!! Solo questo dico.

      • AlterEgo by AlterEgo

        Lo credo fermamente, spesso nei miei commenti durante il live della partita scrivo proprio ‘peccato, peccato davvero’, riferendomi non solo al momento specifico del match, all’occasione sprecata e al conseguente risultato negativo, ma più in generale al suo talento sprecato così malamente in occasioni come quelle odierne…Però mi rendo conto che non possiamo stare così male per una sconfitta, a recriminare, a rimurginarci sopra, perché ci facciamo solo del male, ad ogni sconfitta, e di queste sconfitte temo che ne dovremmo sorbire ancora tante, e per parecchio tempo…Per questo dico: meglio ridurre le nostre aspettative e vivere alla giornata, anzi al match! O troviamo una mediazione del genere oppure si molla del tutto, perché non si può andare avanti così ad ogni sconfitta…

  166. riccardo by riccardo

    Insomma c’è anche l’avversaria cavolo! non si può pensare di vincere la partita facendo 70 colpi vincenti mentre l’altra ti guarda. anche l’avversario può fare dei vincenti e bisogna accettarlo.
    Non so , non capisco davvero. certo non è la fine del mondo ci mancherebbe. La vedo in prospettiva però. Non si può giocare in questo modo pensando che l’avversario non ci sia. L’avversario c’è e ti studia. sa che le puoi fare dei vincenti ma che sbagli tanto e ti mette la palla dall’altro lato e aspetta l’errore che puntualmente arriva. Poi la riske oggi ha giocato bene , non ha rubato nulla , ha fatto i suoi vincenti ma sopratutto si è difesa spesso dalle bordate di Cami, inginocchiandosi quasi e rimettendo la palla aspettando l’errore che è arrivato. Mi spiace ma il motto io faccio il mio gioco è sbagliato. Ci abbiamo scherzato io per primo, ho detto che Camila è una fede e bisogna prendere o lasciare. Certo che prendo ci mancherebbe ed urlo ancora più forte Forza Camiii. Questo però ragazzi non vuol dire mettersi le mani davanti agli occhi e far finta di non vedere.

  167. riccardo by riccardo

    Quando Masha ha perso con Camila ad Iw in sede di commento ha detto: bisogna giocare bene sempre, sia sul centrale di IW che sui campi secondari. Sante parole. Purtroppo per questa sconfitta non possiamo prendercela con l’arbitro , con il fatto che stava giocando su un campo secondario e cose del genere. questa sconfitta deve far rifletterre perchè è arrivata con una buona giocatrice, anzi una ottima giocatrice ma non certo una campionessa. ripeto fino allo sfinimento . Nelle passate edizioni di Wimbledon Camila ha giocato meglio , nonostante avesse meno esperienza ed anche il problema alla spalla. Ho contato quattro turni di servizio della Riske persi a zero con tredici risposte sbagliate direttamente e tre al secondo colpo. vi pare che questo sia un cambiamento positivo?

  168. riccardo by riccardo

    Scusa r.b. spesso mi trovo d’accordo con te ma mi dici in che cosa sta cambiando il gioco di Cami?
    Non dirmi la posizione due metri dentro al campo perchè sinceramente non ti seguo . Le hai visto fare un rovescio tagliato? le hai visto fare una palla corta? le hai visto fare un pallonetto? le hai visto alzare una palla alta per recuperare la posizione? A me pare che il gioco non sia cambiato molto. continua a tirare tutto e va bene perchè ci piace cosi ma non vedo dei cambiamenti. ripeto non sono di quelli che dicono cambia allenatore e cose del genere! dico solo che è una constatazione , una mera constatazione che il gioco è sempre lo stesso a parte la posizione in risposta.
    oggi tra l’altro ho notato anche una insolita difficoltà a spostarsi velocemente. Ora se tutti dicono ( non i rosiconi che le vogliono male) che il suo potenziale è enorme ma che gioca sempre uguale un motivo ci sarà oppure sono tutti pazzi? Lo confesso… sono sfiduciato.

    • r.b. by r.b.

      Non si tratta di cambiamenti radicali, ma di migliorare il gioco d’attacco per renderlo efficace. Guarda io sono 6 anni che seguo Ana e dal 2009 al 2013 non ha cavato un ragno dal buco e non è che adesso giochi in modo diverso, però quest’anno sbaglia meno, ci sono piccole cose, ma il suo gioco è sempre quello. Quindi figurati se mi deprimo se Camila perde un match. Ne perderà molti altri. Il gioco di Camila sta cambiando, non in modo radicale, ma adesso fa fatica a trovare la giusta misura dei colpi, ma rimane una giocatrice d’attacco. Troppi slice e palle corte non li vedremo mai. La Sharapova fa il suo gioco, con il tempo è diventato efficace al massimo e riesce a vincere gli slam. Ma non è che Masha fa le palle corte. Tira tutto e attacca ogni palla urlando sempre. Perché vince e Camila no? Perché i servizi entrano e le risposte pure, e perché gioca bene i punti importanti. Sembra niente, ma fa tutta la differenza del mondo.

  169. Giovaneale by Giovaneale

    Riduco al minimo le considerazioni.
    1)La Riske è stata super in risposta,rimandava tutto..per fortuna,trans agonistica..non so ma rispondeva anche quando Cami le mandava la palla tra i piedi!
    2) Cami ha modificato in corso la posizione in risposta arretrando sua sulla prima sia sulla seconda ma non è bastato
    3) Brava la Riske,servizio incisivo,palla pesante,tanti vincenti (e con Cami è quasi impossibile giocarne cosi tanti)
    4) Infine Cami..oggi sembrava troppo nervosa,tesissima,forse si è caricata di troppe attese..mi auguro che parta per una breve vacanza..le servirebbe per ricaricare le batterie,da qui a fine stagione non avrebbe modo di staccare veramente.
    5) Nonostante tutto Cami è l’ultima italiana ad uscire dal torneo,Errani e Vinci fuori al primo turno cosa dovrebbero dire?
    6) Cami,è solo un torneo che non va come avresti immaginato,hai 22 anni,il futuro è tutto tuo..la delusione passerà,tornerai più forte di prima!!!
    Forza Cami!!!!

    • pablox5452 by pablox5452

      Scusa ma che discorso è la errani e la vinci fuori al primo turno?
      La errani detesta l’erba, ed ha fatto i QF a Parigi e finale a Roma, la Giorgi è uscita al secondo turno là come qua. inquanto alla Vinci è a fine carriera, ha 10 anni in più di Camila ed ormai punta solo al doppio. La realtà è che oggi si è visto che da Katowicze in poi ci sono stati passi indietro, la classifica è migliorata ma solo perché l’anno scorso non c’era nulla da difendere. 35% di priime palle è un risultato disastroso, poche storie, c’è da cambiare parecchio ora…

      • Giovaneale by Giovaneale

        Errani tds14,Vinci 21 ma avrei potuto fare gli esempi di Jankovic,Azarenka,Stephens..insomma tutte tenniste con tds sulle spalle uscite miseramente prima di Cami che è 39 al mondo e non top20.
        Delusi si ma c’è chi è messa peggio.

  170. gimusi by gimusi

    grande delusione non lo si può nascondere…anche Cami si accoda al destino poco fortunato della altre compagne azzurre…quest’anno pare proprio non aver trovato il feeling con l’erba di Wimbledon…pur essendo cresciuta tanto negli ultimi mesi…ma le avvisaglie negative di qualche recente partita si sono manifestate purtroppo anche oggi…primo set tutto sommato buono fino al 5-4 e poi passaggio a vuoto che ha regalato il match ad un’ottima Riske che va avanti con pieno merito…Cami ora non deve far altro che ricaricare le pile e ritrovare la strada che nel primo scorcio dell’anno l’ha condotta agli ottimi risultati che sappiamo…noi non smetteremo mai di gridare VAMOSSSSSS…di esserle vicino…e ci rifaremo presto con gli interessi 🙂

    • AlterEgo by AlterEgo

      Secondo me la strada è (apparentemente) semplice: fare un passo indietro, e reimpostare il gioco come quello di Katowice…Resta da capire perché Camila e/o il suo staff ha/hanno deciso di cambiare il modo di servire e rispondere in campo sostanzialmente dopo quell’ottimo risultato… (parliamo di una finale WTA ‘quasi vinta’…)

  171. by besso91

    A 23anni quasi non si può avere un gioco così manchevole sui fondamentali. Realizziamo che abbiamo e avremo una mina vagante. Io me ne tiro fuori perché prendo davvero troppo troppo di petto la questione e mi fa male sul serio. Datemi pure del fanatico ma è così. Buona serata trombettieri!

    • AlterEgo by AlterEgo

      Ti chiedo di ripensarci, basta ridimensionarsi un po’, come ho scritto sotto, e ci verrà (un po’ più) semplice continuare a tifare Camila…

  172. by Cristian

    Ripeto, Camila giocava bene su erba, lo scorso anno nonostante l’infortunio era riuscita ad arrivare al 3 turno , uscì lottando contro la vincitrice del torneo, l’anno prima ottavi partendo dalle quali, quindi un gioco offensivo e brillante lo aveva dimostrato , domanda: chi ha deciso di modificare la risposta al servizio? perché farla avanzare cosi tanto quando già nei tornei pre Wimbledon si era capito che non era una mossa geniale??? si è voluto sprecare un torneo cosi prestigioso per cosa??? c’è grande rammarico, perché nonostante un primo set giocando con il 30 % di prime, la Giorgi lo ha perso SOLO 5-7, questo dimostra le grande potenzialità, ma se non è importato a loro di questo torneo, visto come hanno deciso di buttarlo nel water, figuriamoci a me. Vediamo dopo l’erba che si combina, non ha cambiali fino a Us Open, c’è tutto il tempo per migliorare il best ranking ed arrivare a NYC come testa di serie…..

    • AlterEgo by AlterEgo

      Nonostante il 30% e giocando sottotono per giunta! Comunque, non posso che condividere il discorso della risposta troppo avanzata in campo, sinceramente faccio fatica anch’io a capire l’esperimento…I risultati, come ho già scritto in precedenza, sono in linea con gli obiettivi prefissati dallo staff Giorgi ma certe scelte dello stesso Staff sono veramente difficili da decifrare…

  173. by daxito

    da adesso in avanti fino agli US Open si possono fare un po di punti dai!!!

  174. by C.M.

    Innanzi tutto saluto tutti e ringrazio per avermi accolto tra i trombettieri 🙂
    un po’ strano iscriversi al sito dopo una sconfitta ma, come si dice, mal comune …

    per quel che ho visto è stata una giornata storta, capita…
    vero che Camila ha rischiato anche quando avrebbe fatto bene a non farlo, ma… è ciò che fa normalmente.
    Il vero problema sono state le pochissime prime messe in campo, solo il 35%
    impossibile vincere con percentuali del genere 🙁

    • Sephir by Sephir

      siamo alle solite ahimè. Prime in campo bassissime e risposta al servizio pessima. Solita performance scadente che ha contro giocatrici medie del suo livello.

    • AlterEgo by AlterEgo

      Benvenuto, e complimenti davvero, iscriversi dopo una bella vittoria è facile, ma farlo dopo una brutta sconfitta come quella del genere non è da tutti…Ovviamente, non posso che condividere la tua analisi, anche perché oggettiva in quanto basata sui numeri…Anzi, mi era sembrato veramente strano come Camila, con una percentuale ancora più bassa nel primo set, è riuscita a restare avanti nel punteggio per un bel po’…

  175. by SanTommaso

    Ha giocato lenta, i suoi attacchi tornavano indietro perchè la Riske rispondeva bene. Ha perso con una pari classifica che si trova bene sul veloce. Peccato per la sconfitta, peccato per i punti persi, peccato per non rivederla sabato contro Maria e per la prima volta sul centrale. Detto questo la vita e la carriera continuano. C’è chi sta molto peggio di noi e dopo una sconfitta al primo turno di una ex top 10 vede miglioramenti. Figuriamoci se non possiamo essere ottimisti noi.

  176. by Quinto

    Purtroppo era spenta fin dall’inizio, Camila. Giornata no. Capita, peccato.
    Oggi era CAMI OFF.

    Sorridiamo e non perdiamoci d’animo. Speriamo che vengano fatte le dovute analisi, soprattutto sul gioco in risposta che è diventato troppo falloso.

    Comunque si va avanti, da qua agli US Open c’è del lavoro da fare. L’obiettivo è entrare nelle 32 TdS, si può fare…..

    • by LucaMerlino

      Peccato, peccato davvero!
      Il tuo CAMI ON mi piaceva davvero e avrei voluto sorprendermi nel ripeterlo A VOCE ALTA nella seconda settimana di Wimbledon. Avrei voluto sorprendermi anche nel vedere una Camila vincente nonostante la posizione troppo avanzata in risposta al servizio. Perché quella posizione personalmente la trovo enormemente esaltante anche se fuori dagli schemi/canoni tennistici. Mi ha riportato indietro nel tempo quando vidi nella stessa posizione McEnroe nella prima finale vinta da Lendl al Rolando Garros. E questo solo negli ultimi due set di quella incredibile partita. Per me tra i primi quattro più grandi talenti del tennis insieme a Navratilova, Sampras e Federer.
      Sono ancora convinto che Camila sia da primi 5 del ranking, e non mi interessa un bel niente se la cosa è stata travisata. Avete scritto bene: deve lavorare molto e sul punto dove non ci ritorno, adesso farebbe inutilmente scatenare gli esagitati.
      In bocca al lupo Camila!!!

  177. ghezzo63 by ghezzo63

    non disperiamo , bisogna lavorare ! BRAVA LO STESSO FORZA CAMI !!!!!!!!!

Leave a Reply