Camila IW

Si ferma al quarto turno la corsa di Camila a Indian Wells, sconfitta in due set col punteggio di 6-2, 6-1 da Flavia Pennetta. C’è partita per i primi 4 game: Cami perde il servizio nel gioco di apertura ma lo recupera nel quarto. Dal 2-2 Flavia infila una serie di 8 games consecutivi per salire 6-2, 4-0. Camila torna a conquistare un game sul 4-1, ma il match dura ancora pochi minuti e dopo 56 minuti la partita è di Flavia Pennetta.

Camila tornerà ora in campo a Key Biscayne, a Miami, dove al momento è testa di serie numero 6 del tabellone delle qualificazioni. Da lunedì sarà tra le prime settanta del mondo, attorno alla posizione 67, grazie alle cinque vittorie nel torneo californiano tra le quali spicca quella contro Maria Sharapova, che rappresenta anche la prima vittoria contro una top-5 in carriera.

Le dichiarazioni di Camila a fine match

Ecco il tabellino del match:

20140311_pennetta

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Roland Garros: Camila esce con Oceane Dodin, ora si va sull’erba
    Roland Garros: Camila esce con Oceane Dodin, ora si va sull’erba
  • WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
    WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
  • Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
    Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
  • Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina
    Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina

435 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by Cristian

    Domani 3 match sul campo 4, good luck !!

  2. by Nicola

    Mi piace!

  3. by Nicola

    Magica Flavia e auguri a Cami!

  4. by Quinto

    Speriamo che Camila entri subito con la testa nel nuovo torneo. Le insidie sono sempre dietro l’angolo, concentrazione e motivazione devono essere sempre alte. Tecnicamente la sua prossima avversaria non ha le armi per fermare Camila, non quella che abbiamo visto finora nel 2014. Speriamo che la nuova dimensione sia definitivamente acquisita, lo capiremo già nel primo turno delle qualificazioni.

  5. by t.o.

    Grande Flavia. Sono Felice per lei.
    Indian Wells sarà ricordato come il torneo dove Flavia ha vinto e Camila ha battuto Maria Sharapova.
    Forse è stata proprio Camila a togliere di torno l’unica che avrebbe potuto chiudere la strada a Flavia.
    Mi piace pensarla come una tappa al giro….l’attaccante che va a prendersi il più Prestigioso dei Gran Premi della Montagna….e poi lascia sfinito ma felice la tappa e il giro al suo Capitano.
    Voleva dire questo Flavia nella sua intervista di fine partita con Camila? Quando ha detto che Camila è il futuro del tennis Italiano?
    Sarà questa la formazione della prossima Fed Cup?
    Camila ha vinto tutte le partite, ben 3 (2 e un pareggio) contro le top ten giocate su cemento.
    Tutte tranne Flavia…..ma che c’entra…..già da questa volta hanno giocato di squadra.
    A me la vetta più alta e a te l’intera tappa.

  6. r.b. by r.b.

    Smaltita la sbornia per il successo di Flavia a Miami, occorre concentrarsi sulle quali di Miami.
    Avversaria di Camila sarà la ventenne kazakha Zarina Diyas, #118 del mondo.
    Sembra un buon sorteggio, anche se la Diyas è arrivata al terzo turno degli AO. Al di là di questo non mi pare abbia risultati a livello WTA. Ovviamente non si deve sottovalutare nessuno, ma possiamo guardare avanti con fiducia.
    Al secondo turno la vincente di Flink e Doi. Dovrebbe spuntarla la giapponese #100 del mondo, che quest’anno ha vinto solo una partita contro Kucova a Sydney, poi ha perso tutti i match a livello WTA. Agli Australian open non è stata così fortunata come la Diyas, avendo pescato al primo turno Jelena Jankovic. Boh, non sembra un turno di quali così duro. Certo Camila è testa di serie #2,il che vuol dire che se ci impegnavamo un po’ di più a gufare, quasi quasi il main draw ci scappava diretto… 🙂 🙂 🙂

  7. by Cristian

    Grandissima Flavia !!!

    Questa Pennetta merita assolutamente le top 10, calcolando che non ha punti da difendere fino a Wimbledon ( se non erro) ci può riuscire già con il prossimo torneo.
    Voglio fare anche un applauso alla Radwanksa, è stata una signora a portare a termine il match, stima per lei e per il suo gioco fatto di geometrie pazzesche ! speriamo non sia nulla di grave…

  8. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    Quali a Miami: Cami vs Diyas, eventuale turno decisivo contro la vincente di Flink e Doi

    • Hector by Hector

      E’ un buon sorteggio, nessuna delle tre avversarie dello spot quest’ anno ha risultati di rilievo. Quando giochera’?

      • by lelitolelita

        beh la diyas ha appena vinto un torneo itf e ha fatto 3 turni agli AO battuta solo dalla Halep 63 64

        • r.b. by r.b.

          In realtà 6-1 6-4. Zarina Dyas ha superato le qualificazioni agli Australian Open, battendo Krunic, Mitu e Dubois, poi ha battuto Siniakova ed Erakovic in un sorteggio direi fortunato. Nei tornei successivi non ha fatto niente.

          • by lelitolelita

            quali tornei ? non c’era a Parigi,non c’era a IW e la settimana scorsa ha vinto ITF di Quanzhou seppur con tenniste di minor livello. nel 2014 11 vittorie 2 sconfitte. mi sembra un buon inizio di anno. certo non ha vinto IW però difficile dire che quest’anno nonha fatto risultati. tra l’altro la Erakovic agli AO aveva eliminato la Cirstea

      • Giovaneale by Giovaneale

        Le qualificazioni partiranno domani.
        Camila giocherà sul campo numero 4,l’incontro è il terzo dalle 10 ora locale.A Miami ci sono 5 ore in meno rispetto a noi quindi Cami dovrebbe essere in campo tra le 18 e le 19 ora italiana.
        Forza Cami!!!!

    • by lelitolelita

      dove si possono vedere i sorteggi ?

  9. by antonio quarta

    non dimenticare la ragazzina di 14 anni che è arrivata in finale all’ITF di Santa Margherita di Pula

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      ciao Antonio.
      non la dimentico…
      l’ ho seguita con molto affetto per tutta la settimana!
      Ma non potevo inserirla in questo resoconto, perchè qui parlo delle top700 italiane…
      comunque grazie per aver ricordato Tatiana Pieri.
      Mi fa sempre piacere riscontrare che c’ è interesse nelle giovani promesse del tennis italiano…

  10. Eulondon by Eulondon

    Contento per Flavia! Nonostante la polacca era mutilata, questo non toglie nulla. Ha vinto un torneo, non un match. E che torneo!

  11. by lelitolelita

    anche proprio belloccia la Pennetta

  12. TEUS by TEUS

    Ho parlato spesso di fato in questi giorni riferendomi a Pennetta e l’andamento del match odierno, che non è possibile commentare tecnicamente perché dopo pochi games Radwanska non riusciva più a muoversi a causa dei dolori al ginocchio, conferma le mie impressioni: ci sono trionfi già scritti a volte nello sport.
    Buon per Pennetta che ottiene la vittoria più importante della sua carriera ma peccato per non aver potuto vedere una finale degna di questo nome stasera.

  13. biglebowski by biglebowski

    diyas al primo

    doi o flink al secondo

  14. gimusi by gimusi

    è un trionfo che flavia merita tutto…a coronamento di una grandissima carriera…e non è ancora finita…può levarsi ancora tante altre soddisfazioni…peccato solo per l’infortunio della radwanska che ci leva la possibilità di godersi una finale più combattuta

    • by lelitolelita

      infortunio o no, la Pennetta ha fatto dei gran bei colpi e ha strameritato sia oggi che in tutto il torneo

      • gimusi by gimusi

        certamente l’infortunio non leva niente al suo trionfo 🙂

  15. by lelitolelita

    in quest’ultimo game la Radwanska ha giocato da fermo, mi sa che non arriva in fondo

  16. r.b. by r.b.

    Veramente forte Flavia, merita uno Slam… azz.. non poteva battere la Li agli Australian Open? Li barattavo volentieri con Indian Wells. Comunque ragazzi, questo è un torneo importantissimo, quindi ben venga una vittoria di Flavia! Tanto l’anno prossimo, senza quali e senza Serena, si sa già chi vince… 🙂 🙂 🙂

    • Giovaneale by Giovaneale

      Sarà che stasera ho mangiato del prosciutto che sarà finito anche sugli occhi ma non datemi contro se dico che più penso al gioco della nostra Camila è più sono convinto che sia il gioco giusto per trionfare nel tennis attuale.
      La palla di Cami viaggia a velocità neanche paragonabili a tutte le altre,se sistemerà la prima di servizio e la renderà letale allora ci sarà davvero da divertirci (non che fino ad ora ci abbia solo fatto disperare,al contrario).
      Se la Pennetta,alla quale esprimo tutti i complimenti per il meraviglioso torneo,non avesse fatto la partita perfetta proprio contro Camila,in finale ci sarebbe stato lo stesso un tricolore a sventolare..ne sono certo!

  17. Hector by Hector

    Nel primo set Flavia monumentale! Questo da’ ancora piu’ valore al torneo di Camila.

  18. by lelitolelita

    che brava la Pennetta! il primo set è suo 6-2 giocando molto bene

  19. doherty by doherty

    oggi verso le due a terra rosa su supertennis hanno dedicato gli ultimi minuti alla vittoria di camila su masha..immagini di repertorio degli allenamenti,il match point,l’esultanza di sergio,la firma di cami sulla telecamera…
    mi son venuti i brividi e le lacrime agli occhi per l’emozione..

    forza flavia !!! ti meriti il torneo !

  20. entropia by entropia

    …ho bisogno di leggere un po’ di righe “ben scritte”… t.o. hai forse terminato l’inchiostro della tastiera?

    • by giux

      Qualcuno ha la entry list delle quali di miami ? Se possibile per favore postatela.

      Entropia scusa se rispondo al tuo post con una cosa scollegata ma dal cellulare non riesco a creare un nuovo post.

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Streeming per la Pieri?

    • by antonelo

      Signorina
      veniamo noi con questa mia addirvi una parola che che che scusate se sono poche ma sette cento mila lire; noi ci fanno specie che questanno c’è stato una grande morìa delle vacche come voi ben sapete.: questa moneta servono a che voi vi con l’insalata consolate dai dispiacere che avreta perché dovete lasciare nostro nipote che gli zii che siamo noi medesimo di persona vi mandano questo [la scatola con i soldi] perché il giovanotto è studente che studia che si deve prendere una laura che deve tenere la testa al solito posto cioè sul collo.;.;
      Salutandovi indistintamente i fratelli Caponi (che siamo noi i Fratelli Caponi)

      • entropia by entropia

        …che dire… queste non solo sono ‘ben scritte’… sono un capolavoro… sei forse nato a Cuneo antonelo? 😉

  21. Omar Camporese by Omar Camporese

    Anni fa il noto cabarettista Gabriele Cirilli lanciava lo slogan in tv:
    “Chi è Tatiana”…
    Per coloro che amano il tennis a livello giovanile… ecco la risposta:
    “Tatiana è”….
    http://www.livetennis.it/post/169622/itf-santa-margherita-prime-impressioni-su-tatiana-pieri-adam-pavlasek-vince-il-torneo-maschile/
    di Francesco Sforza.

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Dove si può vedere lo streaming della Pieri?

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        la finale è prevista per le ore 11.
        ci sarà sicuramente streaming, ma fino a qualche minuto prima, non sarà possibile sapere in quali siti web si renderà disponibile…

        • r.b. by r.b.

          L’articolo dice che c’è lo streaming… Qualche scambio lo vedrò sicuramente… Certo, stiamo parlando di una ’99, ancora non è sviluppata nemmeno fisicamente, che senso ha dire che è alta 1,65 quando tra alcuni anni sarà più alta…

        • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

          Aspetto tue notizie grazie Omar

          • Omar Camporese by Omar Camporese

            purtroppo devo assentarmi un paio d’ ore e prima di mezzogiorno non rientro…
            potrai trovare sicuramente su Livetennis indicazioni sullo streaming, postate da qualche utente…

  22. by Gigi

    Non sono esperto di tennis come voi,però credo che Camila oggi sia una delle migliori tenniste al mondo sull’erba,e che abbia grandissimi margini di un auspicabile miglioramento.
    Credo che nonostante il suo gioco impetuoso,istintivo,sulle altre superfici,debba migliorare di qualità,ampliare un po’ il repertorio dei suoi colpi,per costruirsi dei modi alternativi per prevalere con il suo gioco di base,ed anche per arginare gli attacchi delle avversarie,per rendersi meno vulnerabile col suo gioco dinnanzi a loro.
    Una grossa perplessità:
    Ho visto che contro Sharapova ha giocato molto bene,mettendo a segno dei gran bei punti,lì dove altre tenniste di qualità inferiore si sarebbero limitate a difendersi,se vi fossero riuscite.
    Lei soprattutto,ma anche Marija,hanno rischiato tantissimo,tirando colpi molto profondi,al punto che a volte,secondo me,poteva essere più rischioso attaccare angolando troppo i colpi.
    Tuttavia,la cosa che non capisco,è che a volte a Camila sono arrivate delle palle facili da giocare,e lei non ha mai o quasi mai rischiato angolando i suoi colpi,per prendere il possesso del gioco,ma in genere tirava colpi profondi e centrali,almeno che non fosse prima attaccata da Marija,perchè?
    Ciao Camila,spero che le parole di tale canzone siano belle per te.Io non conosco lo spagnolo,
    e non so cosa dice Pedro Aznar,un cantante argentino(è la verità,non dico bugie).
    La canzone comincia a 2:18:00 di questo link http://www.youtube.com/watch?v=ynNcaiB60EE
    Ciao a tutti

  23. by lelitolelita

    intanto sua maestà Roger Federer sta facendo fuori anche la sorpresa Dolgopolov. Se continua così il vecchietto torna in vetta al mondo.

  24. r.b. by r.b.

    La verità è che il rosicone non sopporta che Camila sia stimata e temuta dalle colleghe. Masha ha detto che tutte ormai là dentro sanno quanto vale Camila. Poi ovviamente sulla singola partita può succedere di giocare male e perdere, è successo a Masha, a Na Li, alla stessa Camila contro Flavia. Ma il livello di gioco, quello non si inventa. Quello è un fatto. Ovviamente Camila deve e può migliorare, fare esperienza ecc. Ma i detrattori rosiconi sono ormai sconfitti e continuanno a rosicare ad ogni sconfitta, mentre minimizzeranno scrivendo quattro righe quattro ad ogni impresa della nostra. Il travaso di bile è sempre dietro l’angolo, è brutto vivere rosicando… 🙂 Meglio gioire della vittoria di Francesca al Roland Garros, delle finali di Sara e della finale di Indian Wells di Flavia, e delle straordinarie vittorie di Karin e Camila in Fed Cup…. Forza Flavia, dacci una grande soddisfazione! 🙂

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Distnguiamoci da tutti rosiconi facendo il tifo per tutte le tenniste italiane in gara , ma rispettando sempre le avversarie

    • Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

      Grande.

  25. Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

    Grande Flavia. Nessuno saprà’ mai se quando vinci hai giocato bene tu o male la tua avversaria. Ma quando arrivi in finale ad IW e’ plausibile e statisticamente più’ probabile la prima ipotesi.

    • r.b. by r.b.

      Chi vince ha sempre ragione. Vale per Flavia e vale per Camila. La finale è meritatissima, perché la Pennetta è in gran forma e sta giocando un gran tennis. Chi perde ha torto, se fa tanti errori sono problemi suoi. Vale per Li Na come per Masha, come per chiunque altra. Tutto il resto sono rosiconi. 🙂

  26. by lelitolelita

    Lavittoria della Pennetta contro Li Na dopo che agli AO aveva preso una libecciata dalla stessa cinese è l’ulteriore prova che a questi livelli bastano pochi particolari per indirizzare in modo netto un confronto da una parte o dall’altra. Quindi la netta sconfitta dl Cami contro Flavia è da ricondurre e ridimensionare a quella specifica giornata e in alcun modo è sentenza di differenti valori tra le due.
    La prossima volta, anche fosse tra pochi giorni, potrebbe essere altra musica.

    • r.b. by r.b.

      Parole sante, l’altra volta a Wimbledon ha vinto Camila e Flavia le ha detto brava. I veri sportivi sono molto diversi dai rosiconi 🙂 f

  27. ludev by ludev

    Quando verra’ il sorteggio del tabellone delle qualificazioni di Miami?

  28. by SanTommaso

    Camila a Wimbledon 2012, primo exploit, si ferma solo contro Aga Radwanska. Poi finalista.
    Una delle poche sotto di lei in classifica con cui ha perso di recente è Eugenie Bouchard. Ora top20.
    A Wimbledon 2013 perde contro la Bartoli. Poi campionessa del torneo.
    Qui a IW batte Petkovic, Cirstea, Sharapova, perde con Pennetta. Finalista del torneo.

    Insomma, Cami porta bene a chi la batte. Oppure perde solo contro gente davvero forte e/o in forma. Un motivo in più per dire che Camila è cresciuta molto.

    • by Antonio

      Agli A.O 2014 perde contro Cornet….finalista del torneo

      • by Antonio

        …a Dubai!

        • r.b. by r.b.

          Cornet finalista agli AO??? Per un attimo ho pensato di essere in un incubo! 🙂 🙂 🙂
          (a parte gli scherzi, a noi piace prendere in giro Alize, è vero, ma io la rispetto come tennista, e la trovo, anche se antipatica, pure abbastanza carina…) 🙂

          • by Antonio

            pensa che qualche anno fa è stata richiamata dalla WTA per un suo abbigliamento a loro dire non consono unico caso del circuito . . . 🙂

  29. TEUS by TEUS

    Ho visto entrambi gli incontri di semifinale:

    Match di buon livello quello tra Radwanska e Halep in cui la polacca ha giocato in maniera esemplare specialmente nella fase difensiva riuscendo via via, anche grazie alla grande varietà del suo gioco, a disinnescare il tennis di pressione della romena. Radwanska pare aver ritrovato un’ottima condizione fisica dopo il periodo di appannamento patito nelle scorse settimane ed è tornata quindi a essere un’avversaria ostica per chiunque.

    Bellissima e meritata vittoria di Pennetta che, nonostante abbia incontrato una Li poco lucida in generale (ma già lo si sapeva dopo aver visto i suoi incontri nei turni precedenti), ha disputato un match da top ten a tutti gli effetti perché è riuscita a rimanere solida e concreta per lunghi tratti dell’incontro.
    Confermo che il fato sembra proprio sorriderle ultimamente (quel dritto sul vantaggio pari nell’ultimo game che, dopo aver preso il nastro, ha terminato la sua corsa sulla riga di fondo, lo dimostra).
    A mio avviso comunque l’incontro è stato vinto da Flavia più che perso dalla cinese.

    Ora manca solo un ultimo passo a separare Pennetta (che deve in ogni caso essere grata a Camila per aver estromesso Sharapova) dalla vittoria più importante della sua carriera. Nella speranza di trovare una Radwanska un po’ meno ispirata e che questo risultato (comunque vada prestigioso) non sia il coronamento di una carriera ma dia solo il via a una stagione che le riserverà molte altre soddisfazioni, sono curioso di vedere come gestirà la tensione in finale.
    Giocarsi un torneo così importante senza incontrare nessuna tra le tre giocatrici che, in condizioni normali, sono indubbiamente le migliori al mondo, capita di rado. In bocca al lupo a Flavia perciò.

  30. Ghaal (trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (trionferemo a Wimbledon)

    Fatevi una risata; ecco alcuni titoli che avremmo potuto trovare sui principali giornali e siti:
    – Scadentissima prestazione della giovane promessa del tennis contro Flavia Pennetta.
    – L’inesperta tennista, appagata evidentemente dal risultato acquisito (per la prima volta in semifinale in un torneo prestigioso come IW) evidenziava tutti i suoi limiti contro la più esperta tennista brindisina.
    – Checche ne dicano i suoi sostenitori, la ragazza, sebbene dotata di buoni colpi, non regge la tensione dei grandi appuntamenti, ed ha mostrato evidenti limiti caratteriali compiendo qualcosa come 52 gratuiti e 8 doppi falli nel primo set.
    – Inoltre, il fatto che non sia capace di variare il suo gioco, e di adeguarlo a quello dell’avversaria la condanna sicuramente ad una carriera ai margini del grande tennis.
    – Tutti gli esperti concordano che, per fare un salto di qualità, debba mettersi nelle mani di un allenatore professionista, abbadonando il rapporto con il padre, ormai non più all’altezza delle necessità del giovane virgulto, e debba dedicarsi maggiormente al doppio per affinare il suo gioco…

    Come dite??? Ha 31 anni e non è una giovane promessa?
    Davvero è una delle più quotate tenniste a livello mondiale, è la numero 2 del ranking e la N.1 della race?
    Siete sicuri che abbia appena vinto gli AO, e abbia all’attivo 9 WTA, tra l’altro anche un Roland Garros?
    Ma siete certi che la ragazza sia ritenuta una delle tenniste più complete in circolazione, e che non sbagli praticamente mai le partite importanti?
    Non ha come allenatore il padre, ed ha già vinto 2 WTA nel doppio?

    *** Ma allora quella che ha perso contro Flavia ieri non è Camila Giorgi, ma Li Na!!! ***

    Ohe sapientoni, che suggerimenti avete da dare stavolta a quella povera disgraziata cinese?
    Non è che vi dovete fare un esame di coscienza prima di massacrare Camila, se ha perso contro una Flavia che ha giocato peraltro anche meglio di quanto abbia fatto ieri?

    L’invidia è davvero una brutta bestia….

    VAMOOOOOOOOS CAMIIIIIIIIIIIIIIIILAAAAAAAAA!!!!!

  31. Omar Camporese by Omar Camporese

    Tatiana Pieri…
    15enne senza ranking…
    sconosciuta praticamente agli occhi di tutti,
    approda in finale a Santa Margherita dopo aver superato le qualifiche…
    SCUSATE SE E’ POCO!

    • by Quinto

      Bravissima. Tantissimi complimenti a questa nuova ragazzina tennista, speriamo possa confermarsi presto. Una rondine non fa primavera, ma se il buon giorno si vede dal mattino….
      Al di là dei proverbi, saggezza popolare sempre utile, chi sa dire (o ripetere, se già qualcuno lo ha scritto sotto tra le centinaia di messaggi) quando sarà ufficializzato il tabellone delle qualificazioni di Miami con l’avversaria e il percorso toccati a Camila Giorgi?

    • by Lucio

      Sembra che ne abbia ancora solo 14

      • Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

        Non ha ancora compiuto 15 anni e vi assicuro che può’ diventare forte forte

  32. by Quinto

    Camila fu sconfitta a Wimbledon da Bartoli, poi vincitrice del torneo. A IW perde da Pennetta, che per adesso è in finale. Qualcosa vuol dire, comunque….
    Pennetta ha peraltro giocato benissimo con Camila. Benissimo perché ha servito a livelli che le basterebbero per domare facilmente Radwanska e che le avrebbero consegnato una elementare vittoria con Stephens, contro la quale ha giocato con la seconda di servizio (tanto bene servì con Camila quanto male con Stephens)….. Per il resto, giocare bene o male dipende sempre dall’avversario e dalle condizioni ambientali e psicologiche. Ecco perché io do importanza relativa a tutte le statistiche diverse dalla percentuale di prime palle in campo.
    Pennetta è in questo momento la migliore giocatrice al mondo per tecnica e tattica, non sarà mai all’altezza delle migliori per potenza e atletismo ma, finché “Magilla Gorilla – Grape Ape” e le valchirie europee saranno giù di tono fisico, potrà togliersi molte soddisfazioni.
    Camila Giorgi a Miami, quarti di luna femminili permettendo, è chiamata a confermarsi a buon livello: qualificarsi al MD e, salvo sorteggio sfortunato (Magilla Gorilla – Grape Ape, o una delle prime 4 entro il 3° turno) arrivare agli ottavi. E’ nelle sue potenzialità, se non accadrà… pazienza! E’ a Roma che la aspetto, lo dico da tempo.
    Certo che se Flavia vincesse il torneo, allora la sconfitta netta subita e da tutti commentata troverà la sua giusta dimensione. A me resta la convinzione che, se Flavia avesse sbagliato tutte le prime palle esattamente come con la Stephens, anziché servire a un livello straordinario per precisione e continuità, Camila avrebbe ottenuto almeno lo stesso punteggio della Stephens….. Forza Camila, spero che fra una settimana si possa essere qui a fare pronostici sul turno successivo del torneo di Miami con te in campo. Da protagonista, perché è quello il tuo ruolo naturale…..

  33. Lino by Lino

    Bravissima Flavia, anche se la Li ha giocato veramente male.
    Molto presto, come dico da inizio anno, tornerà ad essere la n. 1 italiana, lo è già da diversi mesi
    da quel che fa vedere sul campo, errani e vinci destinate a scendere ancora, hanno dato più del massimo del loro potenziale in questi ultimi due anni…
    Camila è arrivata al n. 67 e non ha punti da difendere per un bel pò di tempo, per cui è facile prevedere
    una risalita ulteriore in classifica, io credo di almeno una ventina di posizioni.
    In finale vedo la Radwanska favorita ma sarà una bella battaglia 🙂
    Forza Flavia e soprattutto…..
    Camila, in bocca al lupo per Miami!!!!

    • r.b. by r.b.

      Le facciamo mangiare la polvere alla polacca, altro che… 🙂

    • Hector by Hector

      Scrivere che la Li ha giocato male sminuisce un’impresa storica. Non ha giocato da n.2 ma da n.20? E’ comunque un signor successo. A volte pare che essere nelle prime 100 sia una passeggiata di salute, quando in realta’ e’ un inferno per i sacrifici e le rinunce che devi fare per una vita. Le prime cento sono la punta di un iceberg di decine di milioni di praticanti.

      • Lino by Lino

        guarda che sul fatto che abbia fatto un’impresa e abbia vinto strameritatamente la pensiamo tutti allo stesso modo!
        Chi vince ha sempre ragione.
        Rimane il fatto che la cinese ha giocato veramente male, con la radwanska sarà più dura.

        • r.b. by r.b.

          Chi può dirlo? Anchela rRadwanska potrebbe giocare male… Anche Masha ha giocato male nel primo set contro Camila, ma questo non sminuisce i suoi meriti. Non siamo mica rosiconi, noi… 🙂

          • Lino by Lino

            Beh, se è per quello diverse persone, alcuni anche in sto blog han detto che camila ha giocato male con Masha……
            Camila è stata grandissima, e molti degli errori della russa eran chiaramente provocati dalla pressione pazzesca che camila metteva alla russa, oltre a dei bellissimi vincenti.
            Na Li ha fatto invece decine e decine di errori gratuiti senza avere una pressione particolare, sempre alla ricerca del colpo vincente o della profondità, un pò come camila come quando non è in giornata. Ho visto tutta la partita, e sicuramente in qualche modo c’entra il fatto che flavia sia bravissima a recuperare tutto e a saper leggere perfettamente ogni momento del match.

  34. entropia by entropia

    …ma chi è quell’uomo… io non lo conosco, o meglio, so chi è ma per sentita dire…
    dicono sia un ex militare, argentino, che abbia fatto la guerra delle Malvinas… mi domando allora: che reazione avrà avuto quando Diego Armando Maradona fece con il dito medio della mano sinistra un pallonetto alle regole comuni mandando la palla in rete? GOL!… GOOOOOOOL!… GOOOOOOOOOOOOOOOL!…. GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL!… DIEGOARRRRRRRMANDOMARADONA! Tiferà River o Boca!? Devo confessare come la penso? Beh! Io me lo vedo alla Bombonera, in un palchetto insieme a Diego ad esultare tarantolati dopo una rete della squadra che prese i colori della bandiera della nave che entrò nel porto di Buenos Aires quel lontano giorno del 1905… non è così? Pazienza!
    Quando Camila ha chiuso il match contro Maria invece, lì lo so che ha fatto, l’ho visto… aveva avuto la risposta che aspettava, non era stupito di aver avuto la forza di averci sempre creduto senza se e senza ma… ha scaricato quella pera di adrenalina che quel prodigio di un metro e sessantotto di bazooka fumante armato, gli aveva inoculato giorno dopo giorno in questi primi anni di carriera… è diventato tifoso in mezzo ai tifosi e prima di tornare a ricordarsi di esserne padre ed allenatore, si è ripromesso di chiedere l’autografo a quella campionessa: chissà se fosse riuscito ad avvicinarla e se glielo avesse concesso!
    L’ho visto quell’uomo: erano un paio di giochi che si era estraniato da tutto e tutti, aspettava solo che l’ultima pallina toccasse terra nel punto opportuno… come al Palio di Siena, quando al momento della Mossa nella Piazza del Campo gremita non vola una mosca mentre il Mossiere invita le contrade ad entrare tra i canapi: Onda!… Torre!… Tartuca!… Poi, non appena i cavalli possono schizzare in avanti ed il Canapo tocca terra, la Piazza esplode ebbra di gioia, pazzia, irrazionalità, speranza, liberazione… così ha fatto quell’uomo là quando ha sentito urlare OUT!… e la palla che aveva appena toccato terra non era stata colpita l’ultima volta da Camila, proprio no!
    Non lo conosco quell’uomo là… mi dà l’idea che sia padre, fratello, amico di Camila che sia il suo indiscusso Capo Branco, che sia colui del quale si fida ciecamente, colui che le da là giusta tranquillità anche quando lei si trova al centro di un’ arena di 10-12mila persone: non so se sia facile immaginare cosa possa significare avere per un paio di ore 20mila occhi puntati addosso mentre prendi a sberle una pallina di gomma e devi fare in modo che la stessa cada il più delle volte non più distante di venti centimetri dalla riga di fondo…
    Me lo immagino quell’uomo là… in notti insonni a confrontarsi con la moglie domandandosi 100 e 100 volte se l’indomani avrebbero fatto la scelta giusta, consci del fatto che la risposta, quella famosa risposta, non l’avrebbero avuta il giorno dopo, ma chissà quando… convinti nel cuore però che un giorno sarebbe arrivata, e positiva.
    Mi provoca simpatia quell’uomo là, con il suo involontario saper stare “dispartamente” al centro dell’attenzione…
    Sei fortuna Camila ad avere avuto ed avere come padre e allenatore quell’uomo là… ma questo lo so che lo sai altrimenti la mia affermazione sarebbe un mero esercizio paternalistico…

    • by Nicola

      Si pero’ se si tagliasse i capelli sarebbe meglio…
      A certi livelli la prea e’ come un biglietto da visita…
      Come t, o. Che a 60 anni si mostra con l’ orecchino e i capelli tinti…
      Non so…

      • biglebowski by biglebowski

        se ognuno pensasse ai ca….pelli suoi, quanto sarebbe più bello il mondo!

      • by t.o.

        Vedessi come sto bene con i tacchi a spillo e le calze a rete…….

    • by lelitolelita

      questo blog sta diventando il banco di prova di molti aspiranti scrittori,

  35. by SanTommaso

    Flavia sta giocando il miglior tennis della sua vita a 32 anni, Francesca ha vinto il RG a 30. Cresci serena Cami, che non c’è fretta.

  36. Omar Camporese by Omar Camporese

    la breve intervista a fine partita:
    “abbiamo sbagliato parecchio perché cercavamo sempre il vincente. E’ vero che non abbiamo servito bene, ma abbiamo risposto tutte due in maniera incredibile, e quando la tua avversaria risponde bene, ti senti la pressione addosso che ti spinge all’errore”…
    Nulla di piu’ sensato puo’ essere dichiarato dopo una partita come questa…

  37. Hector by Hector

    Bravissima Flavia! E non mi si venga a dire che Li Na ha giocato male….

    • r.b. by r.b.

      Grandissima Flavia! Soprattutto sul match point, ha giocato un colpo straordinario.
      La Li ha giocato MALE 🙂 Molto male.
      Ma la vittoria è meritata, anzi meritatissima. E in finale la Radwanska ha le ore contate (speriamo….) 🙂

      • Hector by Hector

        Dato che ha posato nuda speriamo sia gia’ pronta per la doccia! A parte gli scherzi sara’ durissima, ma oggi Flavia parte alla pari perche’ puo’ giocarsela con serenita’, la gestione emotiva del match funziona molto meglio che in passato.

  38. Giovaneale by Giovaneale

    Mi rivolgo a Alberto e Matteo (rigorosamente in ordine alfabetico per non creare problemi di gerarchie 🙂 )
    Da semplicissimo utente del vostro sito volevo solo segnalare due cose:un problema tecnico ed un suggerimento riguardo ai contenuti del sito.
    Il primo,quello tecnico riguarda i commenti delle notizie.Mi spiego brevemente.Io consulto il vostro sito dal cellulare,un iphone quindi il problema che illustro potrebbe essere riscontrato solo in navigazione mobile.Per commentare un vostro articolo un utente (io mi sono registrato da pochissimo ma scrivo ormai da tanto tempo) ha due possibilità:scegliere il tasto “rispondi” ad un commento preesistente oppure iniziare una nuova discussione aprendo un post nuovo.Nel caso si scelga ” rispondi” il problema è che dopo una serie di commenti sotto un unico primo commento i commenti stessi non si riescono più a visualizzare nella pagina perché scompaiono sulla destra e diventano inconsultabili anche se si prova a restringere la pagina.
    Se si decide di iniziare una nuova discussione scrivendo un nuovo commento il sito lo permette solo andando in fondo a tutti i commenti preesistenti ma l’operazione di scorrimento diventa molto difficoltosa perché procede a rilento,a volte sembra proprio che si blocchi.Ad andare in fondo alla pagina per scrivere questo commento ci ho messo 4 minuti di orologio.
    Inoltre tutti i commenti non hanno un riferimento numerico nè un orario di pubblicazione quindi in presenza di tanti commenti è difficile se non impossibile fare riferimento a commenti precedenti.
    Non so quanto possiate fare in merito ma da lettore nonchè utente abituale era giusto per me segnalare queste problematiche.
    Ora veniamo all’altro aspetto invece,forse più interessante per tutti noi,che riguarda i contenuti del sito.
    Credo che Cami stia scalando la classifica della notorietà molto più rapidamente di quanto la classifica Wta dica.Tutto il mondo parla ormai di lei,tutti quelli che seguono il tennis e lo sport in generale sanno chi sia Camila Giorgi.Il sito che voi curate con passione da anni è il primo luogo in cui cercare notizie su Camila.
    Sappiamo che Camila non ama la notorietà,vive in modo molto singolare questo mondo..un po’ come il suo tennis lei è ” diversa” e questa caratteristica ha fatto nascere la passione per lei in tantissime persone.
    Vengo al punto:che ne dite di proporre a Camila di aggiungere un suo “contributo” al sito?
    Mi spiego:non parlo di interviste o analisi ma semplicemente una breve dichiarazione ogni tanto o anche,per fare un esempio banale,pubblicare una foto di una foto che lei stessa scatta in giro a Miami di qualcosa che l’ha colpita.
    Ci sarebbero mille esempi ma credo che abbiate già capito il senso..utilizzare il sito per avere sempre maggiori attenzioni e contenuti che la aiutino a farsi conoscere un po meglio di quanto avvenga fino ad ora.
    Utilizzare una sezione del sito come fosse il suo social network visto che non mi risulta ne adoperi personalmente uno.
    Ditemi voi,Alberto e Matteo e ovviamente anche tutti gli utenti che scrivono sul sito possono dire la loro sui miei spunti.
    Vi ringrazio

    • by Antonio

      Concordo assolutamente su entrambi i suggerimenti di Giovaneale. Il problema tecnico credo che dipenda dalla necessità di una migliore ottimizzazione del sito periphone, tablet e cell. Peraltro dal tablet a me capita spessissimo ch lo spazio per scrivere si sposti di continuo rendendo la scrittura difficoltosa. Per quanto riguarda Camila ogni suo intervento diretto sarebbe un bel regalo per tutti ed una benedizione per il sito.

      bezi regalo se realizzato.

      • by Antonio

        Il refuso precedente è un esempio di quello che capita. . .

    • r.b. by r.b.

      Prova a cambiare smartphone 🙂 🙂 🙂

      • zio gio by zio gio

        Condivido giovane Ale. Anch’io per commentare,preferisco inserirmi tra gli altri,onde evitare di scorrere tt i commenti

    • by anfrapa

      Condivido al mille per cento quanto affermato da giovanereale… aggiungerei che, con il moltiplcarsi dei frequentatori del blog occorrerebbe mettere un tetto al n. di parole scritte: troppi post hanno una lunghezza davvero eccessiva tale da rendere faticosa la lettura… grandissima la nostra camila bum bum giorgi

    • by lelitolelita

      sono d’accordissimo sulle richieste di modifica della struttura dello spazio delle discussioni. Spesso le discussioni contengono più di 2/300 commenti e dover scorrerli tutti ogni volta per postare qualcosa è molto lungo. Basterebbe un tastino per andare direttamente in fondo o comunque al form della composizione del commento.

  39. Eulondon by Eulondon

    Strana questa entry list delle quali. Leggo nomi +” pericolosi” dal 25 in giù che dal 24 in su….

  40. by Alessandro

    Sono contentissimo per la Pennetta che è riuscita a vincere un match nel quale faceva a gara con la Stephens nel numero degli errori gratuiti. Per quanto riguarda Camila, sarei felicissimo anche solo se riuscisse ad entrare nel main draw di Miami, chiamatemi pazzo ma è così. Rimango cmq moderatamente ottimista sul suo futuro prossimo 🙂 p.s. Segnatevi questo nome: Tatiana Pieri, classe 1999, sta demolendo una dopo l’altra avversarie ben più grandi e quotate di lei nell’ITF da 10000 dollari combined di Margherita di Pula. Ha schiantato anche la Lombardo in due set, l’ultimo dei quali con un 6-0. Ora è in semifinale, chissà….

    • Ghaal (trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (trionferemo a Wimbledon)

      Ragazzi miei,
      visto che sono un trombettiere e non me ne vergogno, faccio una previsione.
      Il gioco di Camila si adatta abbastanza bene a tutte le superfici, ma è chiaro che sulle superfici veloci gli scambi prolungati sono penalizzati e Camila ne trae vantaggio.
      Ovviamente la superficie migliore, da questo punto, è l’erba.
      L’erba penalizza clamorosamente il gioco difensivo, e fa una selezione naturale scremando i regolaristi/ragionatori, che allo stato attuale sono quelli con cui Camila incontra maggiore difficoltà.
      Già lo scorso anno è stata fermata dalla futura vincitrice del torneo, con la spalla non proprio a posto e una interruzione per pioggia sfortunata.

      Ne segue che 🙂 :
      – Camila, con buoni risultati nei principali tornei, da qui a giugno arriverà entro le prime 32/35
      – entrerà nel main draw a Wimbledon
      – non arriverà scoppiata alla seconda settimana (avendo evitato le qualificazioni)

      E QUINDI TRINFERÀ A WIMBLEDON :-))

      (ovviamente, a detta degli esperti, per una fortunata congiunzione astrale che avrà messo fuori causa tutte le principali sfidanti, e che comunque, per la circostanza, saranno tutte delle scarsone clamorose)

      Vamooooooooos Camiiiiiiilaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

      • r.b. by r.b.

        Beh quest’anno forse è un po’ prestino per la vittoria in uno Slam…
        Adesso è importante salire in classifica e giocare molti match contro le più forti per fare esperienza e migliorare. Certo, da gennaio a metà marzo già risalite 32 posizioni è tanto… Ovviamente più in alto si va e più difficile diventa scalare anche poche posizioni, perché le distanze tra le giocatrici sono maggiori, ma credo che continuando così dovrebbe entrare nella top 50 (lo è già nella Race), poi top 40, e così via. Difficile però prevedere i tempi di una simile scalata.

        • Ghaal (trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (trionferemo a Wimbledon)

          Devo solo trovare qualche sito di scommesse che quoti la cosa a livelli interessanti, poi diventerò milionario!!!

      • gimusi by gimusi

        di certo a wimbledon si esalta…e come sappiamo l’anno scorso è uscita per mano della trionfatrice…visto che è cresciuta enormemente in effetti c’è da aspettarsi tanto…la tua non è poi una previsione così azzardata…ci sono tutte l epremesse per aspettarsi un grande wimbledon da parte di Cami… 🙂

        • by Lucio

          A mio avviso l’erba e’ proprio il terreno che più’ si addice al gioco di Camila. Sono convinto che in uno di questi tornei può’ arrivare in finale. Speriamo sia quello più’ importante.

      • by SanTommaso

        Che sia questo Wimbledon, o il prossimo, o gli US Open 2017 o gli AO 2020… io non ho dubbi che Camila vincerà uno Slam, anche se c’è chi ci tiene a sottolineare sempre come, ad oggi, la Burnett abbia raggiunto una semifinale in un International e Cami mai. Certo, hanno ragione. E’ un discorso un po’ patetico ma hanno ragione e finché ce l’avranno fanno bene a gonfiare il petto. Tra poco toccherà a noi dare fiato più ch mai alle trombette, teniamoci pronti!

        • Ghaal (trionferemo a Wimbledon) by Ghaal (trionferemo a Wimbledon)

          Mah, onestamente non riesco a capire chi fa questi discorsi.
          Faccio i miei migliori auguri alla Burnett, però Camila (questo anche i detrattori devono ammetterlo) gioca alla pari (per non dire che batte sistematicamente…) le giocatrici tra la 20 e la 40 posizione, e francamente semifinale o meno non credo le due siano paragonabili…

          Tra l’altro non credo che dovremo attendere ancora molto per vedere Camila in una semifinale (e di quelle pesanti…)

  41. TEUS by TEUS

    Pennetta in semifinale disputando una tra le sue peggiori partite degli ultimi mesi. Ha giocato tutto il match senza servizio e ha quasi sempre tremato, come purtroppo le capita spesso nelle occasioni importanti, nelle fasi più delicate dell’incontro (l’esperienza aiuta a migliorarsi praticamente in tutto ma certi limiti caratteriali rimangono per tutta la carriera) . Si è trovata difronte però una Stephens che fino al 6-4 5-4 era addirittura riuscita a giocare peggio di lei per poi avere una buona reazione quando Flavia ha servito per il match riuscendo alla fine a imporsi nel secondo set.
    A quel punto il match sembrava dalla parte dell’americana ma si è improvvisamente alzato un vento fastidiosissimo che non ha più permesso alle due di giocare a tennis (quando il vento è talmente forte da cambiare la traiettoria alla palla in ogni singolo scambio, andrebbero sospese le partite a mio avviso, un po’ come quando nel calcio il campo è ritenuto impraticabile perché la palla non rimbalza -su questo bisognerebbe riflettere più che proporre cambiamenti, puntualmente ridicoli, alle regole come ciclicamente accade-).
    In condizioni simili solitamente ha la meglio la giocatrice più esperta e infatti Flavia è riuscita a portare a casa l’incontro (tirando -va detto- sul vantaggio pari nel decimo gioco e dopo non aver concretizzato 4 match point un rovescio lungolinea da vera campionessa).
    Con quel colpo ha praticamente vinto l’incontro e per una volta la sua determinazione ha prevalso sui suoi limiti caratteriali. Complimeti quindi a Pennetta anche perché sta vivendo una seconda giovinezza dopo i gravi guai al polso.

    P.S.: Flavia era sicuramente in credito con la fortuna dopo tutti i problemi fisici avuti ma se penso al ritiro di Azarenka a Wimbledon, alla pioggia provvidenziale con Halep all’Us Open e al vento imprevedibile di stanotte, giungo alla conclusione che anche il fato può avere un occhio di riguardo nei confronti di chi, invece di abbattersi nelle avversità, abbassa il capo e continua a lavorare con umiltà partendo magari dalle quali negli international. E Pennetta lo ha fatto.

    • r.b. by r.b.

      Grandissima Flavia! Con questo risultato diventa #15, e non è finita qui, mi auguro che vada in finale, anche se non sarà facile, e che vinca il torneo, anche se battere Li e poi Halep sarà veramente dura, ma può farcela. Molto bene anche Camila che, nonostante il tentativo maldestro di alcuni rosiconi di limitarla al #70,lunedì sarà numero 67 del mondo, Best Ranking. Il Best Ranking di Flavia è #10.

    • zio gio by zio gio

      Sfortunata ha voluto che riuscisse a giocare una delle migliore partite contro Giorgi. Ieri ha giocato molto male. Ma peggio ha fatto quel kamikaze di stephens. Una curiosità! Su Wikipedia dicono che Camila è figlia di padre argentino e madre italiana. Su Sky invece hanno detto che è figlia di genitori argentini trapiantati in Italia? Qual è la verità?

      • nic by nic

        La madre di Camila è di Macerata, Sergio è figlio di genitori italiani di Perugia emigrati in Argentina. Quindi DNA al 100% italiano.

        • zio gio by zio gio

          Allora anche Sergio è italiano. L’argentina non ci azzecca niente. Perché però tra di loro parlano in spagnolo?

          • by SanTommaso

            Eh eh, divertente come ora che Camila si è fatta conoscere anche al grandissimo pubblico saltino fuori queste cose. Rispondo qui come ho risposto nella sezione “Chi è Camila” a gimusi che chiedeva lumi sulla nazionalità della mamma di Cami.

            Copio/incollo: Diffidate di wikipedia. C’è scritto anche che è nata il 31 dicembre, mentre Cami è nata il 30. Matteo è stato a Tirrenia l’anno scorso, poi con Alberto sono andati di nuovo pochi mesi fa, conoscono la famiglia, sono in contatto. Insomma, c’è da fidarsi più di loro che di wikipedia.

            Nella sezione sopra citata c’è scritto che i genitori sono argentini, magari figli di immigrati italiani in sudamerica, ma nati e cresciuti in Argentina in ogni caso.

  42. Giovaneale by Giovaneale

    Su un sito hanno riportato le parole di Sergio Giorgi alla Espn riguardarti la spinosa vicenda che li vede coinvolti negli Stati Uniti.
    Riporto di seguito i passi più importanti ma non lo faccio per riaprire la discussione che con il tennis giocato non ha nulla a che vedere ma solo per evidenziare che anche da questo punto di vista le cose si stanno sistemando in quanto la Wta ha preso le difese dei Giorgi.

    Una questione spinosa sulla quale, però, papà Giorgi è parso essere estremamente risoluto: “Io entro negli Stati Uniti senza alcun tipo di problema, non ho nessuna richiesta al riguardo e con Camila frequentiamo spesso luoghi pubblici. Se qualcuno avesse voglia di incontrarci, saprebbe dove farlo. Nessuno è venuto a reclamare qualcosa. Non c’è nessun documento scritto nel quale venga chiarito che siamo debitori delle determinate somme di denaro di cui si parla. Tutti sanno che a partire dallo scorso anno viviamo in Italia e ci alleniamo nelle strutture federali a Tirrenia. Siamo venuti a febbraio a giocare la Fed Cup negli Stati Uniti. Eravamo a Cleveland, molto vicino a dove vive questa persona con i suoi genitori. Ora siamo qui, a Indian Wells. E la prossima settimana saremo a Miami. Se vogliono, sanno dove trovarci”.
    L’aspetto più interessante è, però, dato dal fatto che la WTA li stia aiutando nella gestione di questa delicata vicenda: “In passato non parlavo bene della WTA però, da quando è venuto fuori questo argomento, si sono immediatamente avvicinati. La WTA ci supporta e ci defende. Recentemente, prima della conferenza stampa, un membro dell’associazione ci ha spiegato come avrebbero affrontato la questione nel caso fosse stata fatta qualche domanda a Camila”.
    La costante crescita della tennista marchigiana, che l’ha vista conquistare oltre 700.000 dollari in premi ufficiali, sembra non aver intaccato lo stile di vita molto semplice condotto da lei e dal padre, decisamente inusuale per una top 100. Già lo scorso anno i Giorgi in occasione degli Us Open decisero di non alloggiare a Manhattan, preferendo una sistemazione più defilata nel Queen’s. E anche ad Indian Wells hanno optato per l’hotel destinato a coloro che disputavano il torneo di qualificazione, evitando il trasferimento anche nel momento in cui Camila si era guadagnata il main draw del torneo californiano.
    Un Giorgi che ha chiuso l’intervista parlando dei costanti miglioramenti della figlia: “Camila sta giocando il suo miglior tennis e questo ci ha portato a guadagnare 30 posizioni in soli 4 tornei. E quest’anno ne mancano ancora venti”.

  43. r.b. by r.b.

    Ho controllato meglio l’articolo sulle wild card a Miami e sono state tutte assegnate. Quando sarà il sorteggio del tabellone delle quali?

  44. r.b. by r.b.

    Grandissima Flavia! Semifinale più che meritata… oggi era difficile con tutto quel vento, ma ce l’ha fatta comunque, davvero brava. Il tifoso può essere molto differente dal rosicone 🙂 il vero tifoso esulta quando vince la Pennetta, il rosicone mimimizza in quattro righe quattro quando Camila batte Maria Sharapova, per poi dare fiato alle trombe con fiumi di parole quando perde. Il vero tifoso gioisce della vittoria di Flavia, che per la prima volta a 32 anni arriva in semifinale a Indian Wells. Spero che le giovani italiane, soprattutto Camila, ci arrivino prima, comunque bravissima Flavia.
    Piccola affettuosa critica: Flavia ha detto di avere imparato a servire a 32 anni, beh vedendola ieri non si direbbe proprio :-), comunque ha vinto anche senza servizio, quindi bravissima. Contro la cinese però il servizio serviràeccome in semifi nale, perciò speriamo che torni… 🙂

    • Hector by Hector

      Eddai errebi, non sarebbe meglio lasciare i rosiconi nel loro brodo primordiale e occuparci di cose piu’ piacevoli? Chi va con lo zoppo impara a zappare, percio’ tagliamo la testa al topo e non parliamone piu’….

  45. by SanTommaso

    Ultimi games della partita di Flavia pazzeschi giocati al limite della praticabilità per il vento. Al momento siamo alla quarta palla match mancata ma la pallina sembra avere dentro un criceto, va dove vuole!

  46. Lino by Lino

    mamma mia che partita orrenda! fanno a gara a chi fa più errori…

  47. by SanTommaso

    Mmmmmmmm quel break! Ma cazzarola Penna chiamalo il falco! Li hai, giochi contro un’americana in america… usali porca miseria, che te ne fai: li impagli e te li porti a casa??? Anche Cami dovrebbe imparare a usarne qualcuno in più, specie in alcuni colpi veramente vicini alle righe in determinati momenti del match.

    • r.b. by r.b.

      Questa del falco impigliato è una delle migliori mai postate su questo sito… 🙂
      LOL 🙂 Bravo! 🙂 È bello ridere di queste battute, i rosiconi invece sono sempre tristi, ci avete fatto caso? 🙂

  48. by SanTommaso

    3 vincenti e 21 non forzati della Stephens nel primo set. Dall’altra parte c’è Flavia quindi è lei che sta giocando benissimo costringendo l’americana all’errore. Ci fosse stata Camila, ovviamente, sarebbe tutto demerito della Stephens!

    Contro la Li, comunque, credo che si possa giocare a meno di un crollo emotivo (a termine del primo set Flavia ha detto al coach che si sente tesa, al che le è stato risposto “non ti stai giocando la vita”, per sdrammatizzare. Flavia campionessa a IW non è così impossibile…

    • by Lucio

      Con il servizio della Pennetta di oggi bastava Camila di due giorni fa per giocarsela .

    • r.b. by r.b.

      Se Camila avesse battuto la Stephens i rosiconi, pur di non ammettere di avere torto, avrebbero detto che l’americana era fuori forma, scarsa, e forse pure nera! 🙂

    • by michicg_02

      Buongiorno è il mio primo commento in questo blog , ma vi seguo ormai da 2 anni. Sono un gran fan di Camila e mi dispiace un po’ per la sconfitta ma comunque sono molto soddisfatto per l’esito di questo torneo .

  49. by SanTommaso

    Camila al momento è tds numero 5 delle quali. Cinque ritiri in un paio di giorni mi sembrano troppi, si passerà giocoforza dalle quali ma non è detto che sia un male. Per il livello espresso da Cami a IW, essendo testa di serie dovrebbe incontrare due giocatrici parecchio abbordabili che porterebbero punti e un migliore adattamento ai campi (a Miami il clima è diverso dal clima del deserto californiano, c’è molta più umidità e i campi saranno più lenti). Certo, torniamo al discorso delle 6 partite in pochi giorni: alla lunga quei due turni potrebbero farsi sentire, ma nel tabellone principale potrebbe anche incontrare subito Serena e avere solo il 50% di possibilità di vittoria 😉

    • r.b. by r.b.

      Eh vabbe tanto anche se battesse Serena i rosiconi direbbero che la Williams stava male e che era al 10 per cento o giù di lì… 🙂
      Maria Sharapova è la numero 5 al mondo, tranne quando gioca contro Camila… Lì è una scarsa qualunque… 🙂

    • r.b. by r.b.

      A parte gli scherzi il main draw di Miami è come quello di Indian Wells, le teste di serie hanno tutte un bye al primo turno, quindi Camila potrebbe incontrare Serena solo al secondo turno.

  50. by Lucio

    Miami si ritira anche l.Robson

    • r.b. by r.b.

      E dunque?

      • by Lucio

        Si avvicina il md

        • r.b. by r.b.

          Sì ma dobbiamo gufare davvero di brutto per farla entrare nel main draw così… 🙂 Meglio sperare in una wild card…

      • Eulondon by Eulondon

        Se resta tutto invariato Camila sarebbe tds numero 4 delle quali, se non erro…

        • by Lucio

          Mancano 3 giorni e due wc……

          • by Nicola

            Magari si entra direttamente nel tabellone…
            Speriamo!!!!

          • Hector by Hector

            Se mancano i wc bisognerebbe somministrare di nascosto dosi massicce di Guttalax alle giocatrici direttamente ammesse al mein dro’.

    • zio gio by zio gio

      Flavia ha commesso già più errori di quanti non ne abbia fatti in tutto il match contro Giorgi. Che strano il tennis

  51. Giovaneale by Giovaneale

    Leggere tutti i vostri commenti mi ha aiutato,ma soprattutto le dichiarazioni di Cami nel post-partita mi hanno fatto escludere quello che era prevedibile immaginare:il senso di appagamento dopo l’impresa contro la Sharapova non è la causa della sconfitta.
    Si è trattato di un calo fisico,fisiologico dopo tante partite giocate al massimo e così ravvicinate.Soprattutto l’ultima visto che,escludendo i due turni di quali,tra il primo e il terzo turno Cami aveva sempre beneficiato di un giorno di riposo.Sarebbe servito tantissimo anche dopo la partita contro Maria ma il programma non lo prevedeva e così Flavia che era al suo terzo incontro ha potuto far valere la maggiore freschezza e,sicuramente,anche una maggiore brillantezza mentale rispetto a Cami.Proprio su questo aspetto bisognerà lavorare perché la maggior parte delle partite si vincono anche e soprattutto grazie alle motivazioni,cosa che se riesce potrà far fare a Cami quel l’ulteriore salto di qualità che le permetterà di ottenere vittorie sempre più importanti.
    La cosa che mi fa sorridere è che tutte le tenniste che incontreranno Cami nel prossimo futuro utilizzeranno il match contro la Pennetta per studiare il modo con cui batterla.Mi fa sorridere perché solo chi la segue da tempo come noi sa che quella non era neanche lontanamente paragonabile alla vera Camila.
    L’importanza di ottenere al più presto una classifica che le permetta di programmare i tornei senza passare dalle qualificazioni le consentirà di gestire le energie in modo diverso e per fare un ulteriore salto di qualità questo è fondamentale.Sono sicuro che se avesse trovato le energie soprattutto mentali oltre che fisiche per giocare il suo gioco contro la Pennetta sarebbe finita diversamente.Quando la palla di Cami pesa di meno è facile per tenniste come Flavia allungare gli scambi e iniziare a spingere,avere pazienza ed aspettare che Cami perda la pazienza ed esca dallo scambio.E’ un’esperienza anche questa e spero che Cami ne faccia tesoro,ma soprattutto che impari meglio a gestire le energie mentali quando quelle fisiche vengono meno.Lo so,facile a dirsi meno a farsi ma ci ha già stupito in positivo tante volte negli ultimi tempi,battere in sequenza ravvicinata Petkovic,Cirstea,Sharapova era per noi solo un sogno ed invece ce l’ha fatta alla grande regalandoci emozioni che conserveremo per sempre.
    Forza Cami,a Miami spero che non prevalgano le maggiori pressioni su di te perché,anche se giochi meglio quando sei “contropronostico”,devi abituarti a vincere anche quando ci si aspetta una tua vittoria.

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Qualcuno sadirmi le dichiarazioni di Camila dopo la sconfitta contro Flavi?
      Grazie

      • Giovaneale by Giovaneale

        Ecco le parole di Camila:
        “Oggi non ha funzionato proprio nulla,fisicamente non mi sentivo al massimo e non ho giocato come dovevo giocare. Stamattina le sensazioni erano buone, però una volta arrivata in campo non sono riuscita ad esprimere il mio gioco. Sono comunque contenta di aver iniziato a giocare partite per trovare il ritmo della gara: è dalla Fed Cup che sono impegnata in tornei, e questo è fondamentale per il mio gioco. Lo scorso anno giocavo qualche match e poi rimanevo ferma per due mesi, e così è difficile migliorare. Ora poi che mi alleno nelle strutture del CONI ho tanti giocatori con cui mi posso allenare, le palestre per la preparazione fisica e mi trovo molto bene. Dopo il prossimo torneo di Miami tornerò in Europa per giocare a Katowice, a Stoccarda e poi tutti i tornei maggiori sulla terra battuta”

  52. r.b. by r.b.

    Volevate Camila top 50???
    NOTIZIA UFFICIALE: nella Race, denominata dalla WTA Road to Singapore, lunedì prossimo Camila sarà, udite udite, #48 con 239 punti. Tale risultato è già certo e matematicamente acquisito.
    Quindi almeno in una classifica, quella del rendimento annuale, Camila è già TOP 50.
    Ricordo ancora, per chi non volesse farselo entrare in zucca :-), che nel ranking ufficiale, Camila salirà al #67, che è comunque Best Ranking.

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      in realtà, come valore assoluto, dovremmo considerare il fatto che quei 239 punti sono ottenuti con soli 4 tornei…
      questo significa che attualmente Camila vale molto piu’ della 44ma posizione.
      davanti si trova delle tenniste che hanno un punteggio piu’ alto, ma che spesso hanno disputato un numero maggiore di tornei…
      se ho tempo nei prossimi giorni, pubblichero’ un prospetto in cui assegnare la media dei punti ottenuta per ogni singolo torneo, da ciascuna delle prime tenniste della Race…
      in modo da verificare l’ esatto valore di Camila, che credo si possa collocare tranquillamente fra le prime 30…

  53. Omar Camporese by Omar Camporese

    Sto preparando un interessante tabellino, in cui si visualizzano progressi e regressi in questo primo quarto di stagione 2014, delle prime 30 tenniste italiane.
    lo pubblichero’ domattina qui come formato normale e su livetennis come schema in un articolo specifico…

    • by antonelo

      Solo 30? Perché fare un torto alla trentunesima?

      • Madoka by Madoka

        Ottimi gusti presidente. Concordo, anche per la 31° è una ottima giocatrice, che sarebbe molto più su in classifica se non fosse per i costanti infortuni.

        • Madoka by Madoka

          anche perchè*

          • Omar Camporese by Omar Camporese

            Madoka…
            posso capire la battuta del presidente, ma da te mi aspetterei un atteggiamento diverso!
            questo blog è visitato come saprai anche da utenti che non seguono esclusivamente Camila Giorgi.
            non ti chiedo di portare rispetto a me, che delle tue provocazioni, non so che farmene…
            ti chiedo di portare rispetto a LORO…
            se poi i miei interventi non sono di tuo gusto o di tuo interesse, quando vedi un post pubblicato con l’ icona di quella pallina che mi contraddistingue…
            puoi saltarlo in piena libertà…

            • by Antonio

              vai avanti Omar. Aspettiamo il prospetto e grazie dell’impegno.

            • Madoka by Madoka

              Omar ti do un consiglio : smettila di avere questa coda di paglia.

              E smettila con questo atteggiamento vittimistico come se tutti ce l’avessero sempre con te.

              Il mio era un commento rivolto ad Antonelo. Era un commento rivolto ad Antonelo in quanto non avevo capito che la sua era battuta ( magari non lo era per davvero) e credevo che ti avesse esortato ad inserire anche la Hampton ( che è la numero 31 ) : che è una giocatrice che io adoro ma che purtroppo è sempre infortunata, e quindi mi avrebbe fatto piacere leggere qualcosa su Jamie.

              • Eulondon by Eulondon

                Ma credo Omar intendesse le prime 30 italiane. Giocatrici tipo Camerin, Brianti, Dentoni, Grymalska etc. Omar, scusa se mi intrometto e non lo faccio in modo polemico. Questo e’ il sito di Camila Giorgi, non credo che sul sito della Bouchard si parli dei progressi di Fichman e Wozniak. 🙂

              • Omar Camporese by Omar Camporese

                … e io ti rispondo dandoti un altro consiglio:
                prima di fare battute o di rispondere a battute altrui, leggi i contenuti di quello che scrivo:
                “le prime 30 tenniste italiane”… la 31ma è oltre la posizione 700… per cui, nessun vittimismo, ma la semplice replica a chi lancia provocazioni gratuite…

                • Madoka by Madoka

                  Ti ripeto ancora una volta che : 1) la mia non era una battuta, 2) non era una provocazione gratuita.

                  Smettila di fare la vittima. Smettila di pensare che tu sia al centro dell’attenzione e che qualsiasi cosa che uno scriva sia rivolta a te e sia scritta per colpirti.

                  Ho letto di fretta, ho letto male. Ti ho spiegato chiaramente quale è stato il tenore della mia risposta.

                  Se lo vuoi capire, passiamo avanti. Se non lo vuoi capire continua a rispondere, ma in tal caso ti rispondo come rispondevo ad altri :” prima di scrivere, impara a leggere”

                  • Madoka by Madoka

                    è partito il tasto invio -.-

                    Dicevo…se come ho precisato, mi riferivo alla Hampton, visto che avevo letto di fretta ed ho letto male evidentemente, la mia non era nessuna provocazione.

                    Vediamo se lo capisci questa volta.

                  • Omar Camporese by Omar Camporese

                    è chiaro che se c’ è uno che NON HA LETTO, quello sei te…
                    è inutile che ti ripeti:
                    nessun vittimismo. rispondo alle provocazioni e che ti piaccia o meno è un mio diritto…

                    • Madoka by Madoka

                      Evidentemente io non riesco a farmi comprendere in Italiano.

                      Smettila di fare la vittima. Smettila di pensare che qualsiasi cosa che uno scriva sia rivolta a te.

                      Il mio messaggio non era rivolto a te.

                      Il mio messaggio era rivolto ad Antonelo.

                      Il mio messaggio non era una provocazione, ma avendo interpretato male il messaggio, credevo che si stesse parlando della Hampton.

                      Vediamo se ti è chiaro il concetto questa volta.

                • Omar Camporese by Omar Camporese

                  Eulondon:
                  forse non ti è chiaro che in questo blog si parla principalmente di Camila, ma non solo di lei…
                  piu’ volte è stato sottolineato anche dai gestori che qui si parla di tennis a 360°…
                  e tu stesso lo puoi verificare, leggendoti i post che di frequente vengono pubblicati da vari utenti in cui l’ oggetto di discussione non è Camila Giorgi…
                  poi se a te non interessa tutto cio’ che è il tennis al di fuori di Camila, quello che ho scritto prima, vale anche per te…
                  salti di pari passo i miei interventi senza leggerli!
                  nessuno ti obbliga…
                  vedo altresì che ci sono utenti interessati e questo mi basta…
                  Ma ti posso assicurare che nel lavoro che sto preparando, si parlerà anche di Camila…

                  • Omar Camporese by Omar Camporese

                    @Madoka…
                    ma sai che sei pesante???
                    e basta!
                    e poi guarda che, a voler cercare il pelo nell’ uovo, la Hampoton non è 31ma ne in classifica Wta, ne nella Race, ne nella classifica live e ne nella Race live…
                    quindi risparmiati certe sceneggiate isteriche e non inventarti le posizioni delle tenniste, per portare avanti scuse inutili…

                    • Madoka by Madoka

                      Evidentemente io non riesco a farmi comprendere in Italiano.

                      Smettila di fare la vittima. Smettila di pensare che qualsiasi cosa che uno scriva sia rivolta a te.

                      Il mio messaggio non era rivolto a te.

                      Il mio messaggio era rivolto ad Antonelo.

                      Vediamo se hai compreso questa volta.

                  • Eulondon by Eulondon

                    Il mio era un punto di vista, non certo un attacco. Non vedo il motivo di una risposta cosi’ “aggressiva”. Nessun problema, comunque… Attendiamo fiduciosi il post 🙂

                    • Omar Camporese by Omar Camporese

                      la risposta non voleva essere aggressiva nei tuoi confronti ma semplicemente chiarificatrice, visto che non sei il primo che mi viene a dire che qua si deve parlare solo di Camila…
                      poi mettiti nei miei panni…
                      cerco di rendermi utile dando il mio contributo in questo blog… e per fortuna qualcuno apprezza… ma puntualmente salta fuori qualc’ uno che lancia provocazioni, come se io ce l’ avessi con Camila…
                      basta vedere quello che mi è toccato leggere stasera…
                      ma in che razza di mondo viviamo??
                      qua si rasenta il ridicolo…

              • by Nicola

                Jamie non e’ italiana e non e’ trentuno!
                Ritenta, sarai piu’ fortunato…

            • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

              @ OMAR
              Sono pienamente d’accordo con te all 99% su quello che scrivi l’uno per cento me lo riservo,
              anche perché non sono un esperto di tennis e forse se mi esprimo potrei dire delle cavolate

              • Omar Camporese by Omar Camporese

                Lo so Carlo e ti ringrazio di cuore…
                per fortuna gli utenti che la pensano come te sono molti ed è a voi che cerco di essere utile dando il mio modesto contributo, per cio’ che riguarda il tennis a 360 gradi…

                • by Antonio

                  Omar lascia perdere non replicare. Peraltro il maleducato si esalta scrivendo “smettila” appena un post, che non legge, gli pare difforme dal suo pensiero. Evidentemente qualcuno lo zittisce e lui cerca di sfogarsi così.
                  Tu rendi un servizio a chi ama Camila ed il tennis. Questo è il sito di Camila Giorgi, non la setta di Camila Giorgi e personalmente trovo più interessante leggere della Rosatello che essere informato sui biglietti aerei e su i pranzi di qualcun altro.
                  Buon lavoro

                  • by SanTommaso

                    A me personalmente interessa di più il racconto di una persona che ha vissuto qualche giorno a contatto con Camila e Sergio durante un torneo. Il motivo? Sono sul sito di Camila Giorgi perché tifo Camila Giorgi. Per sapere della Rosatello penso ci sia il sito della Rosatello. Poi per carità, ognuno può giustamente scrivere di chi vuole, io ho appena scritto del match della Penna, ma visto che si è sempre chiesto di sapere “di più” di Camila, ad uno che dice di trovare poco interessanti i racconti di t.o. da Indian Wells mi viene da chiedere: ma allora che ci fai sul sito di Camila Giorgi?

                    • by Antonio

                      per amare Camila Giorgi bisogna amare i racconti di t.o.che a questo punto è il Vangelo. Mi sembra di stare in Chiesa. In realtà i Vangeli parlano di Gesù i racconti di t.o. parlano di se stesso. In ogni caso 2 polemiche con te in 2 gg sono troppe. Vorrei solo dire che su questo sito nessuno può dare patenti di titolarità all’altro. Si chiama democrazia quando in una comunità uno vale uno.

  54. Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

    Un ultimo dubbio: Ma essere trombettieri e’ di destra o di sinistra?

    • by SanTommaso

      Beh per chi ha inventato il termine non c’è dubbio, per me che mi reputo trombettiere della prima ora è vivere di emozioni. Così almeno non parliamo – neppure per ridere – di politica qua dentro!

      • Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

        Chi ha inventato il termine?

        • r.b. by r.b.

          E’ una storia triste… preferisco che te la raccontino t.o. o Tommaso o altri della prima ora, io sono arrivato dopo…

          • Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

            Se e’ triste non importa.

    • Ghaal by Ghaal

      Per noi trombettieri Camila punta molto in alto, quindi io direi che è di sopra!

    • entropia by entropia

      …nessuno dei due, i trombettieri non vendono tappeti… e non ne comprano di falsi…

    • by t.o.

      E’ di destra se giochi di dritto, di sinistra se giochi di rovescio……per i mancini è il contrario

      • entropia by entropia

        🙂 🙂 🙂 … d’altra parte la sintesi è classe e la classe non è acqua…

  55. r.b. by r.b.

    Torneo di Miami.
    Le wild card sono state assegnate dagli organizzatori a Vera Zvonareva e Nadia Petrova. Altre wild card saranno date a Victoria Duval e a Heather Watson. Poiché le wild card sono in tutto 6, si può ancora sperare in un regalino da parte degli organizzatori. Le quali cominciano lunedì, comunque…

    • Eulondon by Eulondon

      Sta Petrova prende wild card in tutti i tornei e non vince in turno!! Ma Nadia… fatti le quali!!!! Idem la Watson, anche a Indian Wells l’ ha avuta! A che titolo???)

  56. r.b. by r.b.

    A beneficio dei rosiconi che tentano di sminuire l’impresa di Camila contro Maria Sharapova (perché di impresa si tratta), posto qui di seguito gli H2H di alcune note giocatrici contro Maria.
    Schiavone 0-4
    Errani 0-4
    Vinci 0-2
    Bartoli 0-5
    Knapp 0-2
    Halep 0-2
    Bouchard 0-2
    Cornet 0-2
    Rosicate, gente, rosicate… 🙂

    • Eulondon by Eulondon

      Tra i vari rosiconi, quella che mi meraviglia e’ la Golarsa!

      • Madoka by Madoka

        Cosa ha detto la Golarsa ?

        • by LUCIO

          cio’ che Golarsa ha detto commentando la partita del circuito maschile in contemporanea su sky e’ evidente che denotava solo invidia. Praticamente sosteneva che la partita la stava solo perdendo Masha e che Camila faceva ben poco per vincerla. A detta sua era la peggior partita di Masha 2013-2014.

          • Madoka by Madoka

            dispiace che fra gli addetti ai lavori ci sia questa invidia…purtroppo più Camila vincerà e più le cattiverie aumenteranno…

            io mi limiterei a ricordare alla Golarsa, come è stato già fatto più volte e da più utenti, che Schiavone, Errani e Vinci devono ancora vincere una partita contro Maria ( in 12 tentativi totali. Due di quelle tre non sono neanche riuscite a levarle un set.

            Di cosa stiamo parlando ???

            • doherty by doherty

              certo non era la miglior masha,ma come ho gia’ detto non era nemmeno la miglior camila (puo’ giocare ancora meglio di cosi’)dispiace che noi italiani per poca autostima o invidia spesso si sia portati sminuire le nostre imprese.
              ma la golarsa chi allena ?

              • Eulondon by Eulondon

                Allenera’ qualche goocatrice senza alcuna prospettiva. Solo questo puo’ spiegare il motivo di un’ uscita del genere.

    • Ghaal by Ghaal

      Del resto non capisco la tesi di molti: Camila è una sparatutto che si trova intorno alla 70 posizione, ed è quello che vale perchè la classifica NON mente (nonostante molti di noi trombettieri la pensino diversamente), allora la Sharapova è la N.5 e la nostra Camila ha fatto l’impresa. Non è che la classifica va bene solo per Camila, o no?

      • Ghaal by Ghaal

        Ah, dimenticavo: Maria Sharapova a gennaio, quindi poco più un mese fa, non nel paleolitico anteriore come qualcuno potrebbe pensare, ha spianato
        – Daniela Hantuchova (N.31) 6-0 6-1
        – Kirsten Flipkens (N.21) 6-2 6-2
        prima di perdere al terzo set con la Pavlyuchenkova (N.26) 4-6 6-3 6-4

        Perciò un po’ di meriti a Camila bisogna darglieli, o no?

        • r.b. by r.b.

          Macchè, la Sharapova aveva mal di pancia per aver mangiato troppe caramelle… perciò ha perso! Avete sentito che urla quando colpiva? E cosa poteva essere se non una indigestione da Sugarpova??? 🙂

      • r.b. by r.b.

        Intanto Camia lunedì sarà #67 con 903 punti, e non 70 con buona pace di chi la pensa diversamente. Masha invece, anche a causa della sconfitta con Camila, ma soprattutto per una serie di sfortunate coincidenze del computer della WTA che ha sbagliato a scrivere il suo nome, essendosi iscritta ad un torneo con il nome di Sugarpova invece che Sharapova, le ha tolto quasi tutti i punti sicchè lunedì sarà circa #250 del mondo.
        Ciò dimostra che Camila ha battuto una giocatrice inconsistente che non vale niente e non si può certo parlare di impresa 🙂 🙂 🙂

    • by SanTommaso

      Al di là dell’ironia sulla fortuna di Camila in un mio post precedente, va detto che in effetti Maria non ha giocato la partita perfetta. E’ stata fallosa, molto, specialmente all’inizio. Tre servizi persi consecutivamente forse non le era mai successo. Però è stata brava Cami ad approfittarne. Nel secondo e nel terzo è salita di livello, Masha, in maniera netta. Basta vedere le percentuali al servizio nei tre set: 50, 66 e 61% contro il 48, 45 e 40% di Cami. Quindi a voler ben vedere se Masha ha giocato male, Cami ha fatto peggio al servizio ma ha vinto comunque.

      In ogni caso, come fa giustamente notare r.b., è quantomeno curioso che Cami sia stata capace di approfittare di una giornata no di Maria mentre le varie Errani, Vinci, Schiavone, Bartoli, Bouchard, Halep, Cornet e Knapp abbiano avuto complessivamente 21 occasioni per batterla e non ci siano mai riuscite… Questo intendeva Sergio, dicendo che Cami può battere tutti. E giù risate, e giù ironie. Intanto resterà nei numeri la vittoria di Camila su Maria Sharapova al primo tentativo…

      P.S.: oggi ho letto l’articolo sulla Gazzetta di Martucci, quello sul match tra Camila e Flavia. Poche parole sul match, 3 paragrafi su 4 parlano della stanchezza di Cami e della conferenza stampa del post-vittoria contro Maria. Annotiamo anche la prima firma del primo quotidiano in Italia per vendite e diffusione tra le schiere dei trombettieri. Il potere e l’influenza dei Giorgi crescono a dismisura, un giorno conquisteranno il mondo! 😉

      • r.b. by r.b.

        Anche Barazzutti è stato evidentemente plagiato da Camila e Sergio, ma, Corrado, che vai a dichiarare, che Camila entrerà nelle top 10? Ma non ti rendi conto che ora diventerai un bersaglio mobile per i rosiconi vari del web? Boh, non è mica che gli venga magari l’insana idea di convocare Camila per la Fed Cup di aprile come seconda singolarista insieme con Flavia??? 🙂 🙂 🙂

  57. by t.o.

    L’INVIDIATO SPECIALE è partito stamattina dall’aeroporto di Palm Springs con un aereo che andava ad NordOvest. Sergio e Camila mezzora dopo sono saliti su un aereo che andava ad Est.
    Sergio e Camila sono scesi dopo 5 ore a Miami.
    L’invidiato speciale non è sceso più….continuerà a volare non si sa per quanto….. finchè non atterrerà in un qualche posto dove si starà disputando un torneo di Tennis. L’unica cosa certa è che in quel torneo giocherà Camila Giorgi.

    t.o. è atterrato in un aeroporto americano con un volo proveniente da SudEst. appena atterrato ha aperto il sito di Camila Giorgi. Erano giorni che non entrava nel Blog. aveva solo saputo da una hostess che una tale Camila Giorgi nel torneo di tennis più importante della West Coast aveva battuto la Divina Maria Sharapova. Alla domanda di come era proseguito il cammino nel torneo di questa tale Camila Giorgi, l’hostess aveva risposto: “I do not know. I’m not interested in tennis”.

    • r.b. by r.b.

      Purtroppo i rosiconi lo sanno benissimo… 🙂

    • Madoka by Madoka

      t.o. non è che per caso la settimana prossima hai voglia di andare in Florida ?

  58. by laura

    Secondo me Camila è rimasta sconvolta dopo il bacio di t.o. Sembrava la potesse mangiare in un boccone! Osservate bene il viso di lei nella foto. Dai Camila non ci pensare più! Vamos!

  59. Robert Skayal by Robert Skayal

    Scusate, non c’è alcuna possibilità che Camila riceva una WC per Miami? O sono solo per le americane?
    Mi vien da pensare che gli organizzatori dovrebbero avere un certo interesse ad averla sicuro nel MD dopo i numeri di IW.
    Se sto dicendo idiozie ditemelo …

    • r.b. by r.b.

      Non mi sembra proprio che siano idiozie, però bisognerebbe essere nei meccanismi organizzativi di quel torneo, e sapere come vengono assegnate le wild card. È quindi meglio chiedere ad Alberto e Matteo.

  60. entropia by entropia

    @tutti
    oggi per me è stato un giorno di cazzeggio, quindi ho avuto il tempo per leggervi e magari mettere il becco in molti dei vostri post… ho avuto quindi modo di farmi un’idea su molti di voi (per quello che scrivete chiaramente e devo dire che su qualcuno l’ho modificata in positivo anche se non ne condivido le idee)… ho avuto modo anche di imparare nuove cose come per esempio che la Novotna era l’allenatrice della Bartoli a Wimbledon quando io avrei scommesso che la Marion (visti i suoi risultati negativi) l’avesse mandata a quel paese per tornare ad essere guidata dal padre (in realtà rimango della mia idea ma alla fine è giusto che ognuno si culli delle proprie certezze)… sono quindi convinto che certe interazioni lasciano il tempo che trovano e che la cosa più divertente per me sia scrivere qualche post in cui penso a voce alta…
    Perché scrivo tutto questo che a voi potrebbe fregarvene meno di zero (anzi sicuramente è così)?
    Proprio perché a volte penso a voce alta… e lo scrivere non fa rumore… a meno che uno non si prenda la briga di leggere… 😉

  61. r.b. by r.b.

    In conclusione di questo torneo vorrei ringraziare anche la fortuna che ci ha regalato un sorteggio benevolo nelle quali e molto duro nel main draw. Senza questo sorteggio mai Camila avrebbe incontrato e battuto Petkovic Cirstea e soprattutto Sharapova. Se beccava il posto della Dellacqua ad esempio, avrebbe incontrato e probabilmente battuto McHale, Flipkens e Vinci, per poi avvantaggiarsi del ritiro della Davis e giocarsi l’ingresso alle semifinali contro la Halep, che però al momento sembra superiore, non solo a Camila, ma a tutte le altre. Ok quarti di finale a Indian Wells, ma vuoi mettere la soddisfazione di eliminare Maria Sharapova sul centrale in mondovisione?
    Ne ha parlato il mondo intero, e i rosiconi hanno tentato di minimizzare liquidando l’evento in poche righe per poi tornare a dare fiato alle trombe dopo il match contro Flavia. Ma resterà, molte giocatrici anche celebri non riusciranno mai a battere Maria, Camila c’è riuscita al primo colpo.
    Bravissima, non c’è che dire…

    • by SanTommaso

      Pensa che fortuna Cami: incontra Sharapova UNA volta e la becca proprio nel suo “giorno no”. Altre che l’hanno incontrata 4 volte in due anni non le hanno mai strappato un set, ma evidentemente Maria era quattro volte in “giornata sì”! Altre ancora l’hanno incontrata due volte e hanno raccolto 4 games! Che fortunata che è Camila…

  62. Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

    Ogni volta che esce la Cornet stappo una bottiglia di Veuve clicquot.

    • r.b. by r.b.

      Vabbé è antipatica, ma chissà, magari a conoscerla a fondo avrà i suoi pregi… 🙂

    • Hector by Hector

      La Cornet e’ indigesta come il Tavernello.

    • Sephir by Sephir

      idem. Credo sia la giocatrice in assoluto più antipatica del circuito.

    • by Antonio

      ma è un’ossessione…

      • Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

        Quando esce dalle prime 50 smetto.

        • by Antonio

          Mi sa che ti tocca aspettare tanto perché è in ascesa…

          • Lucia ( moderati verso i trombettieri ) by Lucia ( moderati verso i trombettieri )

            Gli tocca a spettare tanto a lei perché’ smetta di gufarla….:-)

  63. by LUCIO

    Cia a tutti a mio avviso dare troppa importanza a questa sconfitta è sbagliato. I miglioramenti nella battuta e nel gioco penso siano evidenti a tutti. Dobbiamo avere un po’ di fiducia in chi la segue. Penso che certamente faranno tesoro di questa partita e come dice Camporese dovranno lavorare per trovare un gioco alternativo quando Camila incontra tenniste più tattiche e meno dotate ma non per questo meno pericolose. Certamente con Flavia era scarica mentalmente e quando si è stanchi si è portati a fare ciò che ci riesce più naturale. Per Camila spingere ogni palla senza troppa tattica. Pensiamo che un anno fa non si vedevano più di tre o quattro scambi ora non è così . Sicuramente si allenerà per incontrare giocatrici di rimessa e sono convinto che se sarà giustamente concentrata troverà le contromisure adeguate . Penso che Sergio voglia solo il meglio per la propria figlia e se sentirà il bisogno di un aiuto tattico si muoverà in tal senso. Come molti è li che penso debbano cercare di lavorare maggiormente. Ricordiamoci sempre che la spalla solo ora comincia ad essere pienamente funzionale. Se fra due mesi non vedremo cambiamenti allora poi potremo esternare più fortemente le nostre perplessità ma con uno storico alle spalle non influenzato da infortuni.

    • by giacomocarbone

      non sono d’accordo, dopo avere battuto una serie di avversarie cosi forti, non si puo’ fare una partita talmente mediocre. Qui siamo ancora nella completa immaturità, come può pensare di arrivare in finale ad un torneo importante, con dei cali di gioco cosi evidenti? Deve ancora lavorare molto di testa, la strada per le prime venti posizioni mi sembra molto lunga da percorrere, malgrado le potenzialità immense

  64. Omar Camporese by Omar Camporese

    solo di passaggio prima di andarmi ad assaporare gli ottavi di Fognini…

    un paio di risposte a chi interagisce volentieri con me:

    altrove qualcuno mi ha chiesto se Camila sia il caso che cambi allenatore…
    non credo di essermi mai espresso su questo argomento e lo faccio ora anche qui:
    Sergio è il suo allenatore e per quello che mi riguarda lo sarà giustamente anche in futuro, almeno fino a quando Camila non deciderà di cambiare e in ogni caso, almeno fino a quando i risultati continueranno a venire… quindi per quello che mi riguarda, la figura di Sergio come coach, è assolutamente FUORI DISCUSSIONE!

    @r.b.:
    Flavia puo’ essere presa ad esempio giustamente come tu sottolinei, perchè è la rappresentazione vivente della maturazione tecnica…
    non è mai stata ne mai sarà probabilmente una delle mie preferite ma gli vanno riconosciuti i meriti di una caparbietà assolutamente indiscutibile sul piano tecnico nell’ apprendere tecniche e colpi che in passato non erano parte del suo repertorio… e sul piano squisitamente umano, perchè tutti sappiamo quanto abbia influito sulla sua carriera la precaria condizione fisica che da sempre la travaglia…
    sono sicuro che senza tutte quelle fermate forzate e successive ripartenze, a quest’ ora Pennetta avrebbe scritto la storia del tennis italiano, molto piu’ di quanto non abbia fatto Schiavone o chiunque altra…

    @Carlo bonacina:
    il fatto di essere arrivata alla sesta partita e di aver solo il giorno prima disputato la PARTITA PER ECCELLENZA, quanto puo’ avere influito non è ovviamente quantificabile a livello tecnico…
    si, ha sicuramente influito ma questo fattore di disturbo, non deve essere preso come scusa ma come elemento di analisi…
    mi trovo completamente daccordo con chi sostiene che di questo torneo Camila deve fare maggiormente tesoro della sconfitta contro Flavia, che non della vittoria contro Maria,
    che per quanto se ne possa dire, non è la Maria formato standard… inutile e diseducativo dire che Maria era al 30 o 50% o 100% di se stessa… questi sono discorsi da bar…
    se vogliamo valutare lo stato psico-fisico di una tennista, andiamo a guardare le prestazioni dei suoi ultimi mesi e da qui possiamo dire con una certa sicurezza, perchè “carta canta”…
    che nella race, attualmente è 20ma… piu’ o meno come si dice GIUSTAMENTE, che Camila è 48ma… sottolineo SUPERSTRAMERITATISSIMAMENTE!!!
    …e Maria ha disputato fin’ ora 4 tornei esattamente come Camila…

    @Antonio:
    tu focalizzi un punto molto importante, anche in risposta a Carlo Bonacina…
    Camila non è nuova a queste sottoperformances, dopo la partita storica…
    porti due esempi ma ce ne sono altri anche se di minor caratura…
    è un pregio o è un difetto?
    sul lato umano è un pregio, perchè Camila non è un robot ne mai lo dovra’ diventare…
    sul piano professionale, non è un difetto, ma sicuramente un Handicap…
    questo aspetto psicologico, se vuoi vincere qualcosa di veramente importante e entrare nelle top 5, prima o poi dovrai affrontarlo…
    Camila spero si riguardi la partita contro flavia, perchè ti assicuro, in alcuni errori NF ha agito in modo totalmente sbagliato!
    li ho appuntati uno per uno e ti assicuro che sono tanti…
    ma ripeto, non è la sconfitta di per se, perchè quando giochi contro una chiaramente piu’ forte, ci sta perdere.
    è il modo in cui è maturata, che deve far riflettere…
    io dico semplicemente che lei non deve SNATURARE il suo gioco, ma lo deve ARRICCHIRE con altre componenti che l’ esperienza sarà in grado di mettere nei tuoi colpi…
    ecco perchè diventa fondamentale fin da subito sciegliere giusto e agire nella direzione giusta… ecco perchè ho chiesto a loro se avranno intenzione di disputare anche la disciplina di doppio…
    quando sei sotto rete, se rispondi con un missile anzichè appoggiarla, è inevitabile che 9 volte su 10, la palla finira’ oltre la riga di fondo…
    Camila deve mantenere il 90/95% di modalità “on fire”, aggiungendo quel minimo di tecnica che si affina riflettendo sui punti cruciali e soprattutto quando vai a rete…
    il giorno che Camila riuscirà con i suoi colpi pesanti e con il suo splendido gioco d’ anticipo, a guadagnare metri in campo andando a chiudere il punto sotto rete…
    quel giorno noi saremo qui ad osannare forse la piu’ forte tennista che mai l’ Italia abbia posseduto…
    ma a quel giorno, ci dobbiamo arrivare con consapevolezza e convinzione, che nella vita “nulla si crea… ma tutto si trasforma”… campioni “veri”, non si nasce… “si diventa”…

    • by lelitolelita

      stavolta sono d’accordo in tutto e per tutto

    • by LUCIO

      @ omar camporese
      Io sono convinto che i Giorgi leggano attentamente ciò che scrivi perché le tue sono considerazioni di un campione e non di un dilettante da circolo. Come dici tu tecnicamente deve migliorare ancora molto avendo le doti naturali che le permettono fortunata lei di farlo. Deve come dici tu arricchire il proprio gioco. Le tue considerazioni sono sempre importanti per leggere più correttamente una partita Lasciamo a Sergio del tempo e sono convinto farà tesoro anche di ciò che tu scrivi.

      • entropia by entropia

        …un campione? Cioè l’Omar Camporese che scrive qua è “quell’Omar Camporese”? Ma senti te! Speriamo che spunti fuori anche Agassi a questo punto…

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        Lucio:
        piu’ volte l’ ho scritto ma evidentemente ti sarà sfuggito…
        io NON SONO il vero Omar Camporese!
        non vorrei deluderti e al tempo stesso, spero tu possa apprezzare comunque quello che scrivo…
        mi dirai come mai allora porto questo nick…
        è semplice…
        come ho scritto in piu’ di una circostanza, la scelta di questo nick nasce dal fatto che quando si parla di tennisti nostrani, piu’ o meno campioni che hanno fatto la storia del tennis italiano, si nominano quasi sempre i soliti Panatta, Barazzutti e a volte Pietrangeli…
        quasi mai, la storia del tennis italiano nella memoria degli appassionati viene associata a colui che anche se non ha mai vinto tanto come Panatta, in fatto di emozioni non gli è stato sicuramente dietro!
        per questo motivo ho scelto il suo nome per il mio nick… come tributo alla sua immensa bravura, che tante, troppe volte non viene ricordata come giustamente il vero Omar meriterebbe…
        di fianco al mio nick, vedi anche un’ icona che rappresenta in modo schematico quello che è il gioco di Camila…
        una palla da tennis che sfonda e viaggia ad altissima velocità…
        anche questa scelta non è stata casuale, perchè io amo quel tipo di gioco…
        ma al tempo stesso, ho la consapevolezza a differenza di altri utenti del blog, che quel tipo di gioco da solo non basta per fare di un talento un vero campione…
        purtroppo pero’ qui, alcuni non accettano le mie idee, facendomi passare inconsciamente come l’ anti Camila… cosa che non mi sognerei mai neanche per un solo istante di diventare, ne oggi ne mai!
        Amo camila almeno quanto il piu’ appassionato tifoso che puoi incontrare da queste parti, anche se, guardo l’ insieme degli eventi, sotto un occhio diverso da quello che è il tifoso a tutti i costi…

        • by Antonio

          Omar Camporese è stato uno dei maggiori talenti espressi dal nostro tennis…memorabile una sfida con Boris Becker agli A.O. Ottimo anche il doppio con Nargiso…nonostante Nargiso 🙂

        • by Morotep

          Come dicevo un paio di giorni fa, l’unica volta che mi sono messo a piangere di gioia per un incontro di tennis e’ stato quando Omar Camporese ha vinto il torneo di Rotterdam in finale contro Lendl.
          Per me, dopo Panatta e Pietrangeli, Omar e’ stato il miglior talento mai sfornato dal tennis italiano… il migliore negli ultimi 30 anni.
          Ricordo bene come la sua carriera (in piena ascesa) sia stata stroncata da un problema al braccio. L’operazione ando’ bene ma ci volle molto tempo per il recupero e Omar non torno’ mai piu’ quello di prima. Come gioco e come braccio era un top10 (Clerici ricordo, durante una cronaca, lo defini’ top5 come qualita’ di gioco)… lo tradiva un fisico pesante che lo limitava tantissimo negli spostamenti.
          Parliamo di un giocatore che se l’e’ giocata alla pari con gente come Becker ed Edberg e ha vinto contro gente come Stich, Lendl, Sanchez, Curier,,, bei ricordi.

        • by Lucio

          Apprezzo ciò che dici il mio giudizio non può cambiare

  65. by cristian

    Non per sminuire la vittoria di Flavia ( ci mancherebbe) , ma Camila ieri era palesemente scarica, mentalmente più che fisicamente! in più Flavia sta giocando da top 10 e la frittata è fatta !! torneo da incorniciare per la nostra, e ora speriamo che la Pennetta arrivi in fondo, con questo gioco ce la può fare ! forza ragazze.

  66. by SanTommaso

    Diffidate dai rosiconi, non hanno la mente sgombra per giudicare le prestazioni di Camila.

    “io il film l’ho gia visto tutto, e vi posso dire il finale: capiterà spesso che quando Camila giocherà contro la Sharapova, la Kvitova, la Kutnezova, la Ivanovic, forse anche la LI vincerà sicuramente.
    Ma quando incontrerà le halep le Jankovic le kerber, le Pennetta, insomma quelle un po’ più pensanti..sarà un altra storia”

    Quindi “le Halep, le jankovic, le kerber e le Pennetta” sono un po’ più “pensanti” di gentaglia tipo Sharapova, Kvitova, Kutnezova, Ivanovic e “forse anche” Li.

    Le “pensanti”, pensate, in carriera hanno fatto come miglior risultato una semifinale Slam (Pennetta), un quarto (Halep), una finale (Jankovic) e due semifinali (Kerber). Quelle che non pensano, quelle bestie da soma che picchiano a caso senza raziocinio alcuno, che giocano a baseball insomma, che vanno a fonti di calore, a istinto e senza logica, hanno come miglior risultato 1 Slam (Kvitova), 2 Slam (Kuznetsova), 1 Slam (Ivanovic), 2 Slam (Li) e 4 Slam (Sharapova).

    Quindi Camila perderà con quelle che stanno lì a pensare e filosofeggiare, di contro vincerà contro quelle che, mal che vada, hanno vinto 1 Slam, se non 2, se non 4. Che carriera grama, che l’attende. E che tempi miseri che attendono noi…

    • by Morotep

      Attenzione… Kvitova, Kuznetsova, Li, Sharapova… insomma le migliori picchiatrici che ci sono in giro (escludo la Ivanovic che sono molti anni che vaga in una specie di ombra di cio’ che fu) in genere NON PERDONO contro le pensanti. Ecco il motivo per cui sono dove sono.
      Se Camila perdesse ogni volta che incontra una giocatrice con la minima capacita’ di variare il gioco, dovrebbe accontentarsi di essere alla stregua di una Cirstea: ogni tanto qualche bel guizzo alternato da prestazioni deludenti contro giocatrici che apparentemente dovrebbe battere.
      Se Camila vuole aspirare alla top10 allora deve imparare a giocare e battere anche le giocatrici pensanti.

      • by zerostress

        ecco bravo, intendevo questo, certo che non sono stato a guardare il palmares ,ma intendevo incontrare adesso ed in futuro quel tipo di giocatrici

    • by zerostress

      io sarei un rosicone? ma se ho pronosticato due giorni prima che Camila avrebbe vinto perchè e percome contro la Sharapova, come avevo predetto che avrebbe perso la partita successiva, contro chiunque
      Io sono contento quando Camila vince e sono dispiaciuto quando perde, incazzato quando perde male
      Ma come sei combinato?

      • by SanTommaso

        Ehilà, bentornato! Io tutto bene grazie, cioè un po’ stanco per il lavoro ma tutto sommato sto “combinato” bene, grazie per esserti preoccupato. Sul tuo aver pronosticato la vittoria di Camila beh, grande! Qua lo si dice da sempre, e lo dice anche Sergio, che Camila può giocarsela con tutte. Ricordo invece una discreta dose di ironia da parte tua, ma se mi dici che l’avevi pronosticata vincente buon per te… ti è andata meglio di quelli che aspettano che la Burnett superi Camila in classifica per suonare la trombetta, e anche di quelli che suoneranno la trombetta in compagnia dei primi.

  67. r.b. by r.b.

    Chiaramente da tifoso avrei preferito la vittoria di Camila, ma ho sempre amato il tennis di Flavia Pennetta perciò sono arcicontento che Flavia approdi ai quarti di finale per la prima volta a 32 anni nel torneo di Indian Wells. Flavia aveva raggiunto solo una volta gli ottavi nel 2009, ma venne battuta da Ana Ivanovic. Negli altri Premier Mandatory ha comunque una bella semifinale a Pechino nel 2011, battuta da Agnieszka Radwanska. Stavolta credo che non solo supererà i quarti di finale, in quanto la Stephens non mi è parsa irresistibile, ma che vincerà il torneo. Sarebbe uno dei successi italiani sul cemento più importanti di sempre. E non è ancora finita, quest’anno Flavia potrebbe fare il colpaccio a livello Slam. E in Fed Cup con Flavia e Camila siamo messi a mio parere molto bene, le ceche avranno vita durissima anche se giocano in casa….

  68. r.b. by r.b.

    Che bello, secondo il noto thread su Tennis Forum – WTA Ranks Update – lunedì prossimo Camila sarà numero 67 del mondo con 903 punti. Dall’inizio dell’anno 2014 ha guadagnato la bellezza di 32 posizioni, avendo terminato l’anno 2013 in 99ma posizione.

    • r.b. by r.b.

      Ah dimenticavo la Race, li le notizie sono ancora migliori. Lunedì Camila avrà 239 punti e salirà alla posizione #48 circa

    • by Lucio

      Lunedì nella classifica live partirà’ ancora più’ avanti visto che tolgono i punti di Miami non pochi

      • r.b. by r.b.

        Eh vabbe ma questo non diciamolo sennò i rosiconi sai che attacco di bile… 🙂 🙂 🙂

  69. teto49 by teto49

    ragazzi vedrete che una volta che cami non dovrà più fare le quali le cose miglioreranno già da sole, camila era ieri sera alla sesta partita in penso 7 giorni, non si può mantenere il livello cosi alto con maggior stanchezza turno dopo turno e aumento della caratura delle avversarie sempre turno dopo turno. Per come la vedo io si avranno delle possibilità di andare in fondo a tornei importanti solo quando si avrà nelle gambe lo stesso numero di partite delle altre top players. Per fortuna, penso che ciò avverrà nell’arco di poco tempo visto che la risalita in classifica è continua.

  70. by Antonio

    @ Teus
    Molto saggiamente due settimane fa tu suggerivi di considerare come fossero un unico Slam I.W e Miami in modo da poter trarre un bilancio su condizione e progressi di Camila sufficientemente attendibile. Condividevo pienamente questa tua chiave di lettura e mi ero dato, l’avevo scritto, come obiettivo minimo per Camila il raggiungimento del terzo turno in uno dei due. Camila è stata bravissima, andando oltre questo traguardo raggiungendo già ad IW il quarto turno battendo una top five. Tutto quello che verrà da Miami sarà in più. Questo sul piano strettamente legato ai risultati visto che sono loro, oltre al gioco, a dare classifica e morale. Aspettiamo quindi fiduciosi Miami.
    @ Omar Camporese
    E’ sempre un piacere leggerti, sia quando ti trasformi in inviato sul campo raccontandoci di Rosatello e Burnett, sia, e ancor più, quando scrivi di Camila. Crddo che sul piano tecnico pochissimi su questo blog possano reggere il confronto con le tue analisi. Concordo con la tua riflessione di oggi, in particolare quando ti soffermi sull’approccio mentale alla partita e all’avversaria che Camila ha avuto con Flavia e che, più in generale, assume contro chiunque.
    Proprio perché sono fermamente convinto che il braccio e la misura dei colpi siano governati dalla mente, credo che ora Camila si trovi in uno snodo importante. Per la seconda volta dopo Wozniacki/Vinci, anzi la terza se consideriamo Petkovic/Pliskova, Camila gestisce male la partita successiva ad una bella vittoria. Probabilmente il suo staff dovrebbe interrogarsi su questo non può più essere un caso. Freud parlava di una “nevrosi da successo” ovvero di quel processo psichico in conseguenza del quale il soggetto si spaventa delle sue stesse vittorie e non sa gestirle. In questo senso potremmo pensare che gli “osanna” che travolgono Camila dopo ogni sua magia, la imballano mentalmente e la pressano “costringendola” a vincere per non deludere.La realtà mostra come le vittorie vadanosubito dimenticate…le sconfitte no invece. Quella di ieri è una sconfitta che rischia di rimanere in mente a lungo, per modalità, tempo, 57 minuti, e punteggio. Camila farebbe bene ad esprimere tutta la rabbia che ha in corpo, a scaricarla in questi giorni, perché la sconfitta è come un lutto (muore il sogno di una vittoria), una perdita che va elaborata parlandone e dando spazio alle emozioni senza reprimerle. Quindi fossi in lei mi rivedrei più volte il filmato del match con la Pennetta piuttosto che quello con la Sharapova, incavolandomi, spaccando qualcosa, per affrontare poi libera da tensioni le qualificazioni di Miami.

    @riccardo
    La questione Sergio. Se Camila esprime il talento che abbiamo visto è merito anche di Sergio. L’ha allevata e costruita come atleta, come donna e come tennista. Con amore entusiasmo e partecipazione. Ma che ricaduta ha su Camila essere seguita da un allenatore/papà? Condivido i tuoi dubbi. Ci sarà anche una ragione se medici, psicologi, educatori, insegnanti non possono occuparsi nella loro attività dei loro figli? Non è vietato dalla legge ma sconsigliato dagli ordini professionali, perchè la confusione di ruoli disorienta, non libera la mente Né dell’uno né dell’altro. Un chirurgo non opererebbe mai un familiare, un terapeuta non prende in cura la moglie perchè troppo coinvolti per gestire salute e malattia, ovverro vittorie e sconfitte.Se ci fosse un altro coach Camila avrebbe, come tutte, un padre con cui lamentarsene oppure elogiarlo, mentre invece ora dopo una sconfitta pensa di deludere il padre e l’allenatore così come dopo una vittoria ha reso felice famiglia e staff tecnico. La Bartoli ha vinto il suo unico Slam dopo che si era staccata dal padre-allenatore (che osservava incupito la vittoria di sua figlia dalla tribuna di Wimbledon salvo poi sciogliersi in un sorriso accennato dopo l’arrampicata di Marion sugli spalti per abbracciarlo). Poi Marion non ha retto il distacco dal padre ed ha lasciato. Ma questa è un’altra storia. Io credo che Sergio dovrebbe occuparsi della Camila tennista ma con un altro ruolo, direttore o supervisore tecnico, affidando Camila ad un coach bravo ma soprattutto neutrale affettivamente, con il quale collaborare in stretta sinergia.
    Camila ha dimostrato di gradire figure terze, con Corrado in Fed Cup.
    La possibilità c’è a patto che Sergio lo voglia.

    • by SanTommaso

      Non concordo su due cose.

      La prima: Camila non sa gestire gli elogi dopo una vittoria. Poteva essere vero dopo gli US Open, prima vittoria su un grande palcoscenico in carriera, diretta tv mondiale, centrale Slam. Il giorno dopo interviste, foto, gente che le chiede un autografo, magari mezz’ora di allenamento in meno (anche se conoscendola, non credo rinunci a mezz’ora di allenamento). Sono certo che non sia avvenuta la stessa cosa a IW. E ti spiego perché: Camila ha finito il match circa alle 2 italiane, le 17 in California. Dai racconti di t.o., dalle prove tangibili (foto e video di tennis channel, audio della conferenza stampa del torneo) e dall’esperienza diretta posso dirti che dal match point al momento in cui Camila ha “respirato” di nuovo tra intervista a bordo campo, tennis channel, conferenza, stringi una mano, fai una foto, siediti 5 minuti in players lounge, fai una doccia, rivestiti…. sono passate 4 ore. E’ andata a cena, diciamo un paio d’ore? E poi a dormire (sì magari qualcuno pensa che sia andata a ballare entrando da vip nel privée ordinando due bottiglie. Magari…). ll giorno dopo ha giocato alle 23 italiane, le 14 in California. Considerando la sveglia, la colazione, l’allenamento… io onestamente non penso abbia avuto molto tempo per pensare agli “osanna”. Per leggere un giornale sportivo, vedere un telegiornale. Le sarano arrivati giusto pochi messaggi sul cellulare dagli amici, le chiamate da casa, qualche richiesta di autografo al campo di allenamento ma poco altro. E’ un mio pensiero, ho provato a supportarlo con i fatti dei quali sono a conoscenza (orari, foto, audio delle interviste) e con eventi verosimili. Poi magari dopo cena è davvero andata a ballare fino alle 4 di mattina per festeggiare. Non possiamo saperlo. Però c’è il vero, c’è il falso, c’è il verosimile e c’è l’inverosimile…

      La seconda: la possibilità di cambiare allenatore non c’è e non perché non lo voglia Sergio ma perché non lo vuole Camila. L’ha dichiarato a più riprese su questo sito (cerca su google una giornata a Tirrenia con Cami, troverai un vecchio articolo dell’estate scorsa su queste pagine) e a molti giornalisti che le chiedevano la stessa cosa in conferenza stampa.

      Seconda-bis: Camila ha dimostrato di gradire Barazzutti come figura terza è un po’ forzata. Cami al massimo gradisce Petrignani come figura terza (il fisio, lo ha ringraziato anche dal campo dopo aver battuto la Woz). Barazzutti è il capitano di Fed, dispensa consigli che tutte ascoltano ma non l’ha propriamente “allenata” e se anche l’ha fatto, l’ha fatto per due giorni a Cleveland e per un’ora scarsa di partita il sabato. Certo, Camilo ha ascoltato e abbracciato come tutte dopo il match, ma da lì a dire che lo apprezza come figura terza mi sembra esagerato. Umanamente, non lo discuto. Ma se dovesse scegliere, non sceglierebba mai Corrado come allenatore e sempre e solo Sergio.

      Mio parere, ripeto, fondato su qualche dichiarazione qua e là di Cami e Sergio che fino a prova contraria prendo per vere. Niente di personale, beninteso, volevo solo partecipare alla discussione!

      • by Antonio

        @ San Tommaso. Ti ringrazio per l’attenzione con cui hai letto ciò che ho scritto.
        Quando dico che Camila non sa gestire le vittorie, non mi riferisco particolarmente a ciò che avviene fuori di lei, feste, interviste, discoteche presunte o non, ma a quello che si muove dentro di lei a livello conscio e inconscio. Una grande vittoria ti impone di ripeterti ed è più difficile farlo quando affronti un match aperto piuttosto che uno dal pronostico chiuso. Questo riguarda ogni atleta che vince e probabilmente con l’esperienza Camila gestirà meglio questi momenti. Gli osanna sono negativi non in quanto festeggiamenti ma perché instillano nella mente di chi li riceve un’immagine di te ipertrofica, costruita dagli altri, che deve coincidere con la tua…ma magari tu ti senti fragile (e qualcuno ieri ha scritto della dolcezza che si percepiva guardando Camila con la gamba). e ciò ti fa crescere la paura di deludere, il terrore che le luci della ribalta si spengano.
        Per quanto riguarda il fatto che sia Camila a non volere un altro coach…è verissimo hai ragione. Ma, e faccio un discorso generale non conoscendo la famiglia Giorgi, è impensabile ipotizzare che un figlio possa esprimere una tale richiesta al padre. L’ha fatto la Bartoli, pagando questa scelta con il ritiro. Altra cosa sarebbe se Sergio proponesse con convinzione a Camila non la sua sostituzione, che sarebbe negativa da un punto di vista tecnico e umano, ma l’inserimento di un terzo in grado di liberare il groviglio di tensione emotiva che lega un padre coach ad una figlia tennista. Almeno questo è il mio parere. Ciao

        • by SanTommaso

          Mi permetto di insistere, perché non ti ho letto spesso e magari sei nuovo e non hai la “memoria storica” che ho io di questo sito. Ma fu proprio Sergio a proporre a Cami di cambiare coach dopo un periodo un po’ buio dal punto di vista dei risultati dopo Wimbledon 2012. Ecco come la raccontò Sergio al sito:

          In prospettiva US Open Sergio rivela di aver provato a cambiare qualcosa nella preparazione di Camila: “Dopo Wimbledon, per questi tornei americani, ho provato a far allenare Camila da Kozlov, che conosco da tanti anni ed è una persona splendida. Si sarebbe occupato della parte atletica ed ero anche in contatto con una nutrizionista. Ma Camila non ne ha voluto sapere di “licenziarmi”, diciamo così. Gliel’ho detto per scherzo, ma lei era serissima. Dopo l’ultimo torneo ci siamo seduti a un tavolo in hotel e abbiamo deciso, per gli US Open, di continuare come abbiamo fatto finora, io e lei”.

          • by Antonio

            Infatti…non deve essere un licenziamento…

            • by SanTommaso

              Beh “licenziamento” era tra virgolette e detto in tono ironico. Il senso era: “Camila, che facciamo, ti affidi a qualcun altro?” e lei ha detto di no.

    • entropia by entropia

      …scusa, tu sostieni che la Bartoli ha vinto Wimbledon (parli di unico slam vinto cosa peraltro vera, quindi siccome ha vinto Wimbledon e Wimbledon è uno slam allora parli di quello slam) dopo che si era staccata dal padre-allenatore? Cioè intendi che il padre non era + il suo allenatore? Ma sai che io sapevo invece proprio il contrario? Ossia, sì la Marion aveva lasciato il padre allenatore per un certo periodo ma poi, vedendo che risultati zero allora si era riaffidata a lui… Ora… sicuramente starò prendendo un abbaglio perché se fosse come dico io la tua tesi crollerebbe miseramente e dispiacerebbe visto come hai cercato di ben articolarla…

      • Madoka by Madoka

        E’ come dici tu. La Bartoli nel periodo in cui si è staccata dal padre non ha vinto più una partita. Appena è ritornata col padre ha vinto Wimbledon.

        Ed allargando il discorso, l’esempio della Bartoli è l’esempio più sbagliato che si possa fare se si vuole avvalorare la tesi che i padri allenatori non sia adatto ed all’altezza.

        La tennista Bartoli, senza il Dottor Bartoli, non sarebbe semplicemente esistita.

        • by Antonio

          A Wimbledon 2013 la Bartoli era allenata da Amelie Mauresmo. Il padre non era presente in nessun turno del torneo. Comparve alla finale e Marion lo ringraziò pubblicamente per questo, per essere venuto nonostante non fosse più il suo coach. Così è se vi pare…

          • entropia by entropia

            Se vai a questo link:
            http://sport.sky.it/sport/tennis/2013/07/05/presentazione_finale_femminile_wimbledon_2013_bartoli_lisicki.html
            leggerai tra le altre cose riguardo all’angolo che assisteva Marion a Wimbledon:
            “Angolo nel quale siedono spesso il capitano di Fed Cup Amelie Mauresmo, il padre-allenatore a intermittenza (cacciato dalla stessa Bartoli durante un match, abbandonato professionalmente, poi ripreso dopo un periodo nerissimo)…”
            se poi digiti in un qualsiasi motore di ricerca le parole ‘Wimbledon bartoli padre allenatore’ potrai trovare articoli con notizie simili..
            non solo a me e Madoka ci pare così… pare.

            • by Antonio

              “Ma è anche la vittoria della ‘liberazione’ della giocatrice che per anni ha vissuto nell’ombra ingombrante del padre coach, dal quale si è distaccato proprio quest’anno.”
              Questa è la fonte:http://www.repubblica.it/sport/tennis/2013/07/06/news/wimbledon_finale_lisicki_bartoli-62509521/
              Staremmo tutti un po’ meglio nella vita ed anche su questo blog se, invece di guardare a chi fa un ragionamento che non condividiamo come a un avversario, ci abituassimo ad ascoltare ed a leggere con attenzione.
              Caro Madoka la citazione della Bartoli è assolutamente pertinente perché dimostra come nello sport ad altissimo livello la sovrapposizione tra padre e coach possa sfociare in una “rottura prolungata”, termine ippico, di un atleta. Se la Bartoli a 27 anni dopo aver vinto uno Slam ed essere tra le prime 10 del mondo lascia il tennis perché “stanca” vuol dire che qualcosa non ha funzionato nella tenuta mentale e nella risposta allo stress. Non credo che Camila corra questo rischio. Sergio mi pare figura “calda” e attenta e non cupa e distaccata come il Dottor Bartoli. Tuttavia, questa è la mia opinione, sia Sergio che Camila beneficerebbero di una figura terza in grado di supportare il Sergio coach e liberare il Sergio padre.

            • by SanTommaso

              “Io ho chiuso la collaborazione, non Marion. La Bartoli per me ha un solo allenatore: Walter Bartoli, il padre”. Dichiarazioni dell’ex allenatore della Bartoli a metà aprile. Che sul tesserino da ospite il padre avesse scritto “coach” o meno poco importa, quello che conta è che il padre della Bartoli, che fosse formalmente il suo allenatore o meno, è stata una presenza fissa, se volete asfissiante e ingombrante in ogni caso. Camila può avere tutti gli allenatori del mondo, ma se lei vuole Sergio e Sergio vuole allenare Camila state pur certi che le cose resteranno così e bisogna accettarle, portare rispetto a questa decisione. Anche gli interisti rivorrebbero Mourinho e i milanisti Ancelotti, e i Lakers vorrebbero Phil Jackson. Ma le cose vanno diversamente e vanno accettate. Io ho trovato molti articoli in cui si parla di Walter Bartoli come dell’allenatore di Marion a Wimbledon. In quei giorni non lo era? Il succo, come diceva giustamente non ricordo più chi, scusate, è quello: senza Walter, medico, facoltoso, matto, sognatore, non sarebbe esistita Marion capace di arrivare a vincere Wimbledon. Domani Camila assume Annacone e vince Wimbledon. Senza Sergio, che ha fatto crescere Cami, che l’ha portata tra le 70 del mondo e a due ottavi Slam, Annacone e noi non sapremmo niente di Camila. Magari studierebbe arte, o architettura, o farebbe la cameriera in un bar.

              • by Antonio

                Per quanto riguarda Wimbledon ho riportato poco su il link di Repubblica (che non è proprio il Corriere di Paperopoli) del giorno dopo la vittoria di Marion ed è chiarissimo. leggendo l’articolo. il fatto che in quei giorni non fu seguita dal padre. Peraltro chi ha seguito la finale ricorderà quanto i telecronisti di Eurosport parlarono in lungo e in largo di questa separazione.
                San Tommaso devo correggermi sulla tua attenzione a quello che ho scritto, attenzione peraltro non dovuta in assoluto perché non sono Camilleri, ma consigliabile visto che discuti sulle mie argomentazioni. Taglio e incollo perché mi costa meno fatica.
                “Se Camila esprime il talento che abbiamo visto è merito anche di Sergio. L’ha allevata e costruita come atleta, come donna e come tennista. Con amore entusiasmo e partecipazione” questo scrivevo nel pomeriggio e non ho cambiato idea. Premesso il riconoscimento di questi meriti ho sviluppato le mie considerazioni che non sto a ripetere. Buonanotte

                • by SanTommaso

                  Questione dalla quale non se ne esce più. La Gazzetta il giorno dopo la vittoria di Wimbledon: “L’unico modo per arrivare a vincere Wimbledon era lavorare più delle altre. Dopo aver saltato gli Internazionali di Roma e aver sbattuto su Francesca Schiavone agli ottavi del Roland Garros, la francese si è rimboccata le maniche per preparare al meglio i Championships con un team per la prima volta allargato a Thomas Drouet (l’ex sparring partner menato dal padre di Bernard Tomic) e Amélie Mauresmo, capitana di Fed Cup, oggi nel player box ad applaudirla. Naturalmente sotto la supervisione del padre Walter. Risultato: il primo successo in uno Slam – perdipiù senza perdere un set – al tentativo numero 47, un record anche questo.”

                  Quindi il padre non era l’allenatore? Lo era de facto? Ci metteva becco? Insomma, una cosa è certa: Marion ha vinto Wimbledon e il padre era ancora una presenza molto forte nel suo staff.

      • by lelitolelita

        L’allenatrice della Baroli era Jana Novotna con interessamento nella preparazione anche della capitana di Fed Cup Mouresmo.

    • Riccardo by Riccardo

      Credo che tu ti riferisca al mio commento al post di Omar Camporese. Però vorrei chiarire una cosa: io sono un semplice tifoso, non sono un esperto di tennis per quanto, quando ero ragazzo, l’abbia giocato anche con grandissimo piacere e abbia vinto, quando facevo il militare, una licenza premio arrivando secondo al torneo della caserma. Vista la mia totale ignoranza tecnica in fatto di tennis non mi permetterei mai di dire che Camila dovrebbe avere un altro coach o che Sergio dovrebbe farsi da parte. Stavo solo pensando all’inserimento di una figura nello staff di Camila in grado di seguirla dal punto di vista psicologico e della gestione dello stress, come avviene per altri tennisti e anche in molti altri sport. Intervistando una volta (sono un giornalista) un esperto in scienza dello sport, mi diceva che all’estero, soprattutto in Australia, sono molto più avanti di noi nella gestione psicologica degli atleti, anche giovanissimi, perché spesso basta sbloccare un meccanismo anche minimo per arrivare a risultati impensati. In Italia solo da poco si sta considerando questo aspetto di crescita dell’atleta e in modo poco organizzato e scientifico.
      In verità però sono convinto che gran parte della forza di Camila dipenda proprio dal papà. Facnedo il mio mestiere ho sviluppato l’abitudine a cercare la notizia nelle cose. Secondo me, la vera grande notizia che porta con sé Camila non è tanto che l’Italia, finalmente, può tifare per una tennista eccezionale. La notizia è che Camila ha un modo completamente irripetibile e non convenzionale di approcciare non dico le partite, ma proprio lo sport del tennis inteso nel suo complesso. La notizia è che Camila è la rivoluzione del tennis, perché ha fatto tutto da sola con il suo papà, contro tutto e contro tutti. È una rivoluzionaria perché scende in campo con i vestitini fatti dalla mamma. È una rivoluzionaria perché alla fine di ogni scambio guarda in tribuna a cercare suo padre. È una rivoluzionaria perché sta in campo silenziosa ed educata, senza urlare mai, senza mai un atteggiamento di sfida nei confronti dell’avversaria (salvo prenderla a palpate) o degli arbitri, al punto di non chiedere neanche i challenge per verificare un punto (tra Sharapova e Pennetta ne ha chiesti due in totale). In un mondo dove tutti urlano, sono isterici, sono maleducati e viziati, Camila è l’esempio della campionessa solitaria, che scende in campo solo con la sua racchetta e con il suo papà al fianco, e lotta disperatamente con tutte le risorse che ha.
      Non mi ricordo più chi lo faceva notare: il box della Sharapova era pieno di gente, quello di Camila aveva solo Sergio e il nostro inviato speciale t.o. (oltre al ristoratore dei bucatini). Questa solitudine è bella e poetica. Ma Camila e Sergio non vanno lasciati soli, perché secondo me sono un patrimonio troppo grande per lo sport italiano. Non solo per come Camila gioca a tennis, ma per l’esempio di sportività e di purezza che può essere per le giovani leve, per le bambine che stanno cominciando adesso. Quindi, per quanto mi riguarda, Camila e Sergio tutta la vita. E la capisco benissimo, Camila, quando dice che solo il suo papà potrà essere il suo coach. Non ci può essere altra soluzione.
      Ma se c’è bisogno di qualche figura che integri lo staff, per l’aspetto della gestione dello stress così come per il recupero dall’infortunio, ecco, la federazione deve essere presente. Almeno fino a quando Camila stessa non avrà vinto tanto da potersi permettere tutto quello che le serve, che ai suoi livelli è costosissimo.

      • Riccardo by Riccardo

        Naturalmente volevo scrivere prenderla a pallate e non palpate – maledetti correttori automatici

      • by Antonio

        @riccardo. Cmq scrivi molto bene ed è piacevole leggerti. Sul mental coach, anche se lavoro nel campo della psicologia, nutro dei dubbi in generale sulle tecniche che adoperano: in generale applicano il modello alla persona e non il contrario. A volte funziona a volte no. Nel caso di Camila credo non funzionerebbe perché il mental coach, o lo psicologo o chiunque si occupi di gestione dello stress, necessita di un rapporto esclusivo con l’atleta. E, come molti hanno ricordato, il binomio Sergio-Camila è giustamente indissolubile. Un tecnico che affianca Sergio lavora in team con entrambi senza intaccare in profondità equilibri consolidati con gli anni. La vedo come ipotesi più praticabile anche perché solleva anche Sergio dal peso totale di una gestione tecnica. Cmq sono opinioni non verità.

    • by memo61

      condivido pienamente di quello che dici e spero che avvenga il più presto possibile per il bene della sua carriera che secondo me potrebbe migliorare ancora di più

  71. by SanTommaso

    Nel frattempo ancora oggi ho letto qualche bell’articolo su Camila su vari quotidiani. Alessandro Nizegorodcew, poi, ha raccolto anche le impressioni del primo maestro dei fratelli di Camila e quelle di Barazzutti. Sentite un po’ la Barazza che dice. Ripeto: Barazzutti. Non Sergio, non Alberto o Matteo, non antonelo, non un trombettiere a caso ma Barazzutti, indicato praticamente da tutti i semi-detrattori di Camila come il mago della Nazionale, equilibrato, uno che sa sempre scegliere la squadra migliore in Fed, che non guarda in faccia a nessuno e non si fa condizionare e che se non ha convocato prima Camila in Nazionale lo ha fatto per scelta, e quando l’ha convocata lo ha fatto perché “costretto” dalla rinuncia di Errani-Vinci (grazie al cielo, mi viene da dire visti i pessimi risultati) e Pennetta.

    Tenetevi forte trombettieri. Voialtri: trovatevi una sedia, sono parole forti e potreste non reggere l’emozione.

    BARAZZUTTI: “Il potenziale di Camila è STRAORDINARIO e in questi ultimi mesi la sua crescita è stata EVIDENTE. Riesce a gestire in maniera migliore la FASE DIFENSIVA e tatticamente e mentalmente è in EVOLUZIONE. Se continuerà su questa strada potrà entrare nelle TOP10”. BOOOOOOOOOOOOOOOM! Che botta per quelli che “Cami non vincerà mai, perde con la 200, cambia allenatore, le spara tutte, massimo top50” e via sparando cavolate…

    • Ghaal by Ghaal

      Grazie Tommaso,
      avevo letto parecchio in questi giorni, ma l’elogio di Barazzutti mi era sfuggito (forse perchè ero idrofobo contro i vari detrattori).
      Bene, anzi BENE!!!
      Almeno adesso non ci diranno più che siamo dei trobettieri visionari, ma che siamo dei trombettieri in buona compagnia!
      Ricarica le pile e poi diamo una bella spolverata a tutti al prossimo torneo…
      Vaaaaamos Camilaaaaaa!

    • gimusi by gimusi

      grande Barazzutti…se lo dice lui direi che è la definitiva conferma delle nostre recenti e più modeste sensazioni da sostenitori e tifosi…spero che diventi il secondo papà sportivo di Cami…quante cose le potrebbe insegnare…sarebbe un mix esplosivo…la potenza di Cami guidate dalla sapienza tattica di Barazzutti…è il nostro sogno…e il potenziale la bimba ce l’ha tutto…se continua a crescere così non tarderemo a vederla tra le top player 🙂

    • r.b. by r.b.

      Vabbé lo sanno tutti che Barazzutti è un trombettiere e che non capisce niente di tennis… 🙂 Ha giocato un po’ quando era giovane, ma vinceva solo di fortuna… 🙂
      I veri competenti sono quelli che quando Camila batte la Sharapova scrivono quattro righe quattro e quando perde scrivono articoli fiume con tutte le critiche possibili e immaginabili contro i tifosi di Camila. 🙂 🙂 🙂
      Speriamo che Camila giochi bene anche a Miami se no chissà che critiche…

  72. by SanTommaso

    E’ inutile discutere con la gente che si incontra ad esempio su livetennis o qualcuno su Ubitennis. Scremata la massa di “cambia allenatore, non vincerai mai niente, bagno di umiltà” ecc ecc si arriva finalmente a quelli che hanno sempre la soluzione per tutto. Batte la Sharapova? Non è la “vera” Sharapova, ha servito male, non è in forma. Perde il giorno dopo giocando male? Ecco, le sta bene, si è montata la testa, ha festeggiato troppo. Insomma: se vince, vince contro gente che non è in giornata, però da lei si pretende che lo sia sempre, e quando perde è sempre una “lezione di tennis”. Non è che magari anche lei ha le sue giornate “no”, oppure semplicemente ha giocato male? No, contro di lei son tutte maestre, se lei abbatte una top5, l’altra “non è la stessa di quando vinceva gli slam”. Ohibò, a me pare sempre Maria Sharapova. E Camila? Ha modificato il servizio, abbassato i doppi falli, gli scambi si allungano. Eppure…

    Vi ricordate la canzone di Elio?
    Io sono come sono.
    Cerca di cambiare.
    Ecco, sono cambiato.
    Non sei più quello di una volta.

    Altra nota positiva da questo torneo: può vincere un International, se le interessa. La prendo larga…

    C’è (ancora, sant’Iddio, ancora…) chi scrive che “non vincerà mai nulla” perché con il suo gioco può vincere contro chiunque ma “perdere dalla 200”. Ovviamente costoro non sanno (perché non sanno neanche chi sia Camila, la vedono una volta, leggono un articolo e subito sono Camilologi…) che dagli AO 2013 (duemilaTREDICI) ha perso con gente peggio classificata di lei in sole due occasioni, agli AO contro la Foretz-Gacon (ma Camila non era infortunata eh? Stava benissimo! Infatti poi non ha quasi mai giocato ed è sprofondata in classifica. Oggi che sta bene batte la Sharapova ed è 67 nel ranking, mentre la Foretz-Gacon è… dov’è? Aspettate, controllo… 195!esima la settimana scorsa. Insomma in un ano e pochi mesi ha perso 94 posizioni) e poi con la Witthoeft in Lussemburgo, ultimo match della stagione. Oh, niente male per una che “può perdere dalla 200”. Il problema è che non avviene, e fino ad allora dire che può perdere con la 200 vale tanto quanto dire può vincere con Serena (però giù prese per i fondelli se si dice che può vincere con Serena. Invece che può perdere con la 200 no, quella è Verità!).

    Arrivo al punto. Camila ha battuto a IW le numero 136, 157, 36, 27 e 5. E tutto per arrivare agli ottavi di finale. Sara Errani (sì, sempre lei, sempre la nostra numero 1 nazionale) ha battuto la 117, 130, 47, 36 e 28. L’ha fatto ad Acapulco l’anno scorso, e ha vinto il torneo. Con questo non voglio dire, come sostenevano alcuni, che Camila dovrebbe giocare gli International. Voglio dire e dimostrare con i numeri e con i fatti che se la priorità di Camila e Sergio fosse vincere un torneo (uno a caso: per sfizio, per “sbloccarsi”, per dire “ho vinto un torneo WTA o per mille altri motivi) avrebbero già i “numeri” per farlo. Di più: i numeri Camila li ha da Wimbledon 2012: non considerando il primo turno di quali (403), ecco uscire di scena contro Camila, in sequenza, 124, 154, 17, 73, 20. Allora si poteva parlare di exploit, di polsi fasciati, di erba, di settimana della vita. Poi è arrivato lo US Open. Ora è arrivato IW. Insomma, le settimane in cui tutti i pianeti si allineano iniziano a diventare abbastanza. O è la ragazza più fortunata della terra, oppure c’è del talento, c’è della costanza, del lavoro, ci sono miglioramenti. Dall’altro ieri, secondo me, Camila può vincere un torneo. Se si iscrivesse solo a International da qui a novembre potrebbe vincerne un paio, tra quelli su cemento, indoor, su erba magari. Non lo farà, e chiuderà la stagione senza tornei vinti ma con eccellenti prestazioni negli Slam e tra le prime 30 del mondo. Può andare anche bene così, tutto sommato, no?

  73. gimusi by gimusi

    ma secondo voi quando si pensa al primo exploit di Wimbledon 2012 ha una qualche rilevanza la sconfitta finale con la Radwanska?
    e considerata la vittoria sulla Wozniacki agli us open 2013 ha una qualche rilevanza la sconfitta finale con la Vinci?
    ma secondo voi di questo IW 2014 resterà nella memoria la splendida vittoria sulla Sharapova o la bruttissima sconfitta con Flavia?
    Cami si sta facendo conoscere al grande pubblico e questo è un aspetto non secondario…inoltre sta procedendo nella sua crescita (i segnali come già evidenziato sono tangibili)….questo torneo è andato oltre le più ottimistiche aspettative…con prestazioni convincenti e vittorie importanti…migliorerà di molto la propria classifica…credo che all’incontro con Flavia sia arrivata stanca e scarica soprattutto mentalmente…e questo (con una Flavia decisamente in gran spolvero) ha contribuito ad evidenziare le lacune di gioco che ancora la caratterizzano…ora deve ricaricare le pile e riprendere a lavorarci sopra per continuare a migliorarsi ulteriormente…non credo che cambierà di molto il proprio gioco…noi saremo sempre qui ad ammirarla…ciao a tutti e alla prossima

    • r.b. by r.b.

      Hai perfettamente ragione. Metto qui, a titolo di esempio, alcune sconfitte non proprio onorevoli di tenniste che certamente faranno strada, eppure nessuno se ne ricorda:
      Bouchard:
      Charleston 2013 / 1-6 2-6 c. Jankovic
      Miami 2013 / 2-6 0-6 c. Sharapova
      Halep
      Australian Open 2014 / 3-6 0-6 c. Cibulkova
      Sydney 2014 / 1-6 4-6 c. Keys
      Cincinnati 2013 / 0-6 4-6 c. S. Williams
      Surez Navarro
      Australian Open 2014 / 1-6 0-6 c. Cibulkova
      Linz 2013 / 2-6 0-6 c. Kerber
      Beijing 2013 / 0-6 0-6 c. Jankovic
      US Open 2013 / 0-6 0-6 c. Serena Williams
      Stephens
      Beijing 2013 / 1-6 3-6 c. Wozniacki
      Roma 2013 / 2-6 1-6 c. Sharapova
      Charleston 2013 / 2-6 0-6 c. Mattek Sands

      Potrei continuare questa rassegna di “stese”, ma mi fermo volentieri qui….le giocatrici citate certo non hanno smesso di giocare, nè alcuno le giudica scarse per queste sconfitte piuttosto nette.

      • gimusi by gimusi

        ma infatti…si drammatizzano troppo sconfitte che ci stanno tutte…questa poi era purtroppo abbastanza prevedibile…ora sotto con il lavoro…ulteriori esami e occasioni attendono Cami già molto presto

  74. Pax by Pax

    Alcune riflessioni –

    1) La partita di ieri e’ andata esattamente come pensavo andasse. Flavia ha giocato benissimo, mentre Camila era cotta e non ha giocato. Sono felicissimo per Flavia che secondo me puo’ togliersi una grande soddisfazione questa settimana visto come sta giocando. Sono anche contento che Camila abbia finalmente superato lo scoglio del secondo turno in un torneo WTA – e lo ha fatto alla grande.

    2) La sconfitta e’ maturata da un mix di stanchezza fisica ed emotiva. In Camila contro Flavia ho notato una certa incapacita’ di reagire mentalmente alle circostanze che, da tennista io stesso, ricordo molto bene. Adesso che ha iniziato a scalare la classifica in maniera significativa, Camila verra’ aiutata dal fatto di avere diretto accesso a piu’ tornei e non doversi ammazzare nelle qualificazioni (che anche se passate facilmente si fanno comunque sentire alla lunga), ed in piu’ si trovera’ in situazioni importanti con maggiore frequenza, il che dovrebbe aiutarla a sfatarle e fargliele vivere non come degli eventi epocali (una volta superati i quali le si esauriscono tutte le risorse psicofisiche) ma semplicemente come “la prossima partita.”

    3) Il pedigree delle avversarie incontrate e sconfitte (5 in totale, 3 delle quali tra le prime 30) e’ quello di un international di primissimo livello, se non quello di un premier. Camila ha nelle corde questo tipo di exploit, e deve assolutamente mettersi nella condizione di materializzarlo. Il che vuol dire programmazione, programmazione, programmazione.

    4) Mi ha fatto piacere vedere Camila piu’ spigliata e a suo agio, ed in generale piu’ presente in campo. Spero che certi impicci vengano risolti il prima possibile in modo che non si creino piu’ situazioni spiacevoli in conferenza stampa.

    5) Il servizio va migliorato, specialmente il rendimento della prima. Non esiste che una tennista che ha una prima che le viaggia a 120 mph non ne tragga praticamente alcun vantaggio. Va migliorato sia il rendimento (minimo 60% di prime in campo) che il piazzamento (le ritornano indietro perche’ sono centrali – le poche volte che trova gli angoli o fa ace o provoca l’errore in risposta). Ci sono tantissimi margini di miglioramento, e mi fa piacere leggere che Camila sia la prima a saperlo.

  75. biglebowski by biglebowski

    Oggi non ho un cazzo da fare ma, purtroppo dato che qua è una magnifica giornata e vorrei fare molte cose, devo stare al chiuso e mi sono sbizzarrito a leggere una marea di commenti sul match di ieri sera (e ce ne sono veramente tanti sui vari siti che consentono di commentare………….che nessuno abbia un cazzo da fare?) .
    Il fatto che mi manda ai matti è che sul match di ieri sera non c’è niente da dire se non che “piccola penna” è in condizioni di forma strepitose. Nonostante lo abbiamo già ripetuto più volte in questi anni, ma è la verità, sta giocando il suo miglior tennis di sempre ed è di gran lunga la numero 1 italiana del momento; mi tocco le palle ma potrebbe arrivare ancora qualche bella soddisfazione, di quelle vere intendo.
    Sento parlare di lezione di tennis: ad essere spiritosa la bimba, nel momento in cui flavia le ha dato il doppio bacio avrebbe dovuto chiederle il conto dell’ora chiedendo un piccolo sconto per i cinque minuti risparmiati, ma è timida e comunque perdere in modo così netto ti fa comunque rodere un po’ e l’altra ha sempre una certa classe e i soldi della lezione non li avrebbe voluti.
    Non c’è un niente da dire perché camila era la controfigura di sé medesima in quanto le sue condizioni psicofisiche erano insufficienti per permetterle di confrontarsi in modo adeguato con cotanta avversaria.
    Non più di ventiquattro ore prima si era resa protagonista dell’impresa più alta della sua ancora breve carriera battendo nientedimeno che la divina masha sharapova, che per quanto possa stare sulle balle e non essere al massimo della condizione ma nemmeno così lontana come qualcuno vuole fare apparire , rappresenta una icona del mondo del tennis e un punto di riferimento per la maggior parte delle bambine che entrano in un campo da tennis in ogni parte del mondo, una delle migliori giocatrici di ora e di sempre e, aggiungo, la tennista che a camila è sempre stata accostata come riferimento a livello tecnico per una certa somiglianza nel modo di interpretare il tennis.
    Se aggiungiamo che veniva da una serie di match di tale numero e livello di avversarie come non le capitava da non mi ricordo quanto tempo o meglio non le era mai capitato, era normale anche se a priori non tutti l’avevamo considerato e capito, che il torneo di camila era finito lì.
    Dobbiamo essere stracontenti del torneo di camila, ha vinto un international o ha fatto semi in uno slam, questo è quello che dice il fatto che abbia battuto in pochi giorni la 153/127/37/26/5 o giù di lì.
    Abbiamo lo scalpo della sharapova che è piuttosto raro, quelli di petkovic e cirstea sono doppi, il 61 61 e 62 62 alle americane sono numeri da steffi graf (il solito esagerarato, io e quelli che sanno dire solo vamoooooooooooooos caaaaaamilaaaaaaaaaaaa).
    Stacco almeno fino a sabato, come camila bisogna ricaricare le batterie.

    p.s.: per chi fosse interessato questi sono gli orari del sorteggio di miami
    Qualification Draw
    Sunday, March 16 @ 4pm, on-site

    Main Draw Ceremony
    Sunday, March 16 @ 6pm, on-site

    E questa l’entry list delle qualificazioni che si giocheranno con lo stesso sistema di IW (24 tds, 2 turni)
    1 Jana Cepelova SVK
    2 Silvia Soler-Espinosa ESP IN MD Replaced by Nastassja Burnett ITA
    3 Chanelle Scheepers RSA
    4 Patricia Mayr-Achleitner AUT
    5 Yaroslava Shvedova KAZ
    6 Casey Dellacqua AUS
    7 Camila Giorgi ITA
    8 Johanna Larsson SWE
    9 Shahar Peer ISR
    10 Virginie Razzano FRA
    11 Mirjana Lucic-Baroni CRO
    12 Julia Goerges GER
    13 Julia Glushko ISR
    14 Petra Cetkovska CZE
    15 Olga Govortsova BLR
    16 Anabel Medina Garrigues ESP
    17 Timea Babos HUN
    18 Kimiko Date-Krumm JPN
    19 Estrella Cabeza Candela ESP
    20 Misaki Doi JPN
    21 Katarzyna Piter POL
    22 Petra Martic CRO
    23 Hsieh Su-Wei TPE
    24 Mandy Minella LUX
    25 Luksika Kumkhum THA
    26 Teliana Pereira BRA
    27 Alison Van Uytvanck BEL
    28 Donna Vekic CRO
    29 Nadiya Kichenok UKR
    30 Sharon Fichman CAN
    31 Mariana Duque-Marino COL
    32 Coco Vandeweghe USA
    33 Andrea Hlavackova CZE
    34 Zarina Diyas KAZ
    35 Anna Tatishvili GEO
    36 Vesna Dolonc SER OUT Replaced by Alla Kudryavtseva RUS
    37 Magda Linette POL
    38 Shelby Rogers USA
    39 Maryna Zanevska UKR
    40 Kiki Bertens NED (#119)
    41 (SR)Chan Yung-jan TPE
    42 (SR)Michaëlla Krajicek NED
    43 (WC)Anastasia Pivovarova RUS
    44 WC
    45 WC
    46 WC
    47 WC
    48 WC

  76. TEUS by TEUS

    Leggo articoli in giro per il web in cui si afferma con estrema sicurezza che la Pennetta attuale è nettamente superiore a Giorgi e molte altre cose sulla stessa lunghezza d’onda. A mio avviso sono considerazioni spesso di una superficialità imbarazzante. Cose che puntualmente si scrivono quando Giorgi perde male e che temo si continueranno a scrivere almeno fino a quando non vincerà un torneo di una certa importanza.
    Pennetta, e purtroppo ero tra quelli meno ottimisti (mi capita di rado quando gioca Camila) riguardo a questo match per i motivi già elencati, è stata nettamente superiore sotto ogni aspetto del gioco IERI. Pennetta si è trovata difronte una Giorgi completamente scarica sia mentalmente che fisicamente -il match è lì e si può anche rivedere- ed è stata molto brava ad approfittarne (ha i suoi meriti per come ha preparato l’incontro e nessuno, almeno non io, si sogna di non riconoscerglieli, sia chiaro).
    Flavia ha senz’altro migliorato il servizio e sta giocando probabilmente il miglior tennis della sua carriera. Tutte cose vere, per carità. Vero anche però che non riesce a mantenere la stessa intensità al servizio, ma anche in generale, dopo un’ora e mezza o due di gioco. Dovesse ritrovare, e mi auguro per entrambe in un altro torneo importate magari ai quarti o in semifinale, una Giorgi più fresca sia di testa che di gambe, non è da escludere che possa anche perdere l’incontro.
    Leggendo certe cose invece sembra che Flavia appartenga a un’altra categoria e che possa dare lezioni di tennis a Camila sempre e comunque. Non è così: non c’è questo divario a livello assoluto tra le due (non più perlomeno dal momento che i progressi di Giorgi sono evidenti anche dal punto di vista tecnico-tattico -o si deve prendere in esame solo il match di ieri per trarre conclusioni riguardo alla Giorgi attuale?-) e tra qualche mese anche il ranking lo dimostrerà.
    Non è vero che Giorgi spara ogni palla ma oggi è una giocatrice che preme già dalla risposta, va in progressione durante lo scambio e, non appena trova il varco giusto, prova il vincente. Non è vero che non sa leggere gli incontri perché sta crescendo sotto tutti i punti di vista e quindi le capita sempre più spesso di dare il meglio nei momenti topici. Non è vero che serve sempre nello stesso modo ma intervalla a servizi potenti piatti, un servizio al corpo dell’avversaria con rotazioni fastidiose che le permette di mantenere il pallino del gioco anche quando non serve alla massima velocità. In più sta iniziando anche a trovare i tempi giusti per fare sempre più spesso discese a rete. Mi fermo qui per ora anche perché sono certo che, tra qualche settimana, bisognerà inserire altre voci a questa lista.

    • by antonelo

      Infatti… se qualcuno ha avuto il coraggio di scrivere che Camila ha battuto una Sharapova al 30%, allora si può tranquillamente affermare che la Pennetta ha battuto una Camila omeopatica, cioè allo 0,02%…

    • Ghaal by Ghaal

      Perfettamente d’accordo. Ribadisco che i soloni sputasentenze già in questo torneo hanno dovuto masticare parecchio amaro, e tra breve saranno costretti a saltare sul carro del vincitore…

  77. by ale

    Lo sport del diavolo è ancora più perfido con le donne, universo talmente complesso che noi uomini facciamo tremenda fatica a comprendere. A volte, come ieri, ci si capisce ancora meno. Di sicuro Flavia ha giocato super come tecnica, tattica e personalità, ma Cami? Come ha giocato Cami? Per me non in modo pessimo. Di sicuro contro la Vinci post Woz a New York era stata irritante perché completamente sballata a livello mentale tanto da buttarsi via da sola (ed esattamente lo stesso ha fatto con una giocatrice quasi identica alla Vinci come la Flipkens pochi mesi dopo indoor), stavolta invece ha, almeno in parte, provato a giocarsela. Certo, sempre e solo in versione come dice lei ‘just push’ e senza un vero ‘piano B’, ma alla fine è venuta fuori una giornata da ‘vorrei ma non posso’, ovviamente anche perché troppo ravvicinata alla centrifuga di emozioni del giorno prima. La profondità dei colpi di Flavia è stata impressionante per una che doveva fare solo il tergicristallo e invece non si è limitata a difendere benissimo, ma dopo i primi quattro game ha prodotto anche parecchi vincenti. Determinante (e forse anche preoccupante. se letto in sponda Camila) è stato vedere Flavia sempre coi piedi molto vicini alla linea di fondo – a volte anche più di Cami – senza subire da nessuno dei due lati del campo al primo come al quinto o sesto colpo dello scambio. E in qualunque match solo poche volte – nel bene o nel male – Cami arriva a giocare cinque-sei colpi in un singolo scambio, perché il winner o il gratuito lo fa molto prima: ergo stavolta almeno un minimo di pazienza l’ha comunque avuta. Per me, insomma, è stata Flavia a mandare fuori giri Cami che fisicamente non mi è parsa affatto al meglio, ma – nonostante il punteggio – non ha mai del tutto sbracato e lo conferma anche il saldo quasi pari tra ace e doppi falli come (purtroppo) capita molto di rado. Insomma voto alla partita 5,5 e voto al torneo 9.
    Ps: lo stile non si compra al supermercato: Masha a fine match saluta fredda Cami e guarda per terra, Flavia non si accontenta della mano e la va a baciare.

    • entropia by entropia

      …molto d’accordo con gran parte di ciò che scrivi ale; in particolare sottoscrivo in toto il tuo Post Scriptum… Flavia è una vera signora ed anche ieri non ha mancato di dimostrarlo… viva Flavia Pennetta!

  78. by tecmoxninja

    io dico invece che è stato un bene per camila uscire adesso (anche se avrei preferito che avesse perso con un punteggio diverso), perchè se avesse passato questo incontro e fatto il prossimo sarebbe arrivata spompata completamente.
    inoltre avrebbe guadaganto pochisime posizioni nel ranking rischiando di perdere nelel qualificazioni a miami per aver giocato troppo.

    • doherty by doherty

      non saprei…una vittoria e’ sempre una vittoria…e fanno morale e se hai morale senti meno la fatica.
      e poi meglio un uovo oggi che una gallina domani.
      certo il fatto che abbia perso non è una tragedia
      ma non sono d’accordo

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Dichiarazioni di Camila dopo la partita?

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      @Omar
      Secondo te sinceramente in che percentuale può avere influito la sconfitta il fatto che era alla sesta partita e avere battuto il giorno prima Maria?

  79. Boy by Boy

    Il giorno che camila vincerà una partita contro le varie Vinci, Pennetta, Radwańska ecc,…insomma quel tipo di giocatrici che sono abituate a fare il tergicristallo e che con le quali il punto lo devi fare prima 3 volte prima che la palla rimbalzi 2 volte per terra….Allora quel giorno io sarà davvero CONTENTO. Ormai che Camila abbia un gioco congeniale per certe giocatrici tipo wozniacki, sharapova, azareka ecc (gente che ama il braccio di ferro) credo che lo abbiano capito tutti.

    • Ghaal by Ghaal

      Ti diro’, la Camila di questi giorni non ci metterà molto per buttare giù quel tipo di giocatici.
      Se pensi alla partita con la Cornet, è andata fuori giri, ma l’aveva abbondantemente surclassata.

      Per batterle ha bisogno di pazienza e concentrazione, ed è chiaro che sono match impegnativi (la Rad ed esempio è veramente brava), ma credo siano ampiamente alla sua portata.

      Fiducia. Tempo e pazienza saneranno molti limiti…

  80. Madoka by Madoka

    Buongiorno trombettieri 🙂 Facciamo un po’ di premesse.

    Se dovessi dare un voto a Camila per il torneo sicuramente sarebbe un 9.

    Ieri sera la partita l’ha vinta Flavia. Flavia sta giocando il miglior tennis della sua carriera, per me sta giocando da top 5, altro che top 10. Ieri ci sarebbe stato bisogno della miglior Camila sia mentalmente, che fisicamente e non so se sarebbe bastato. Di certo sarebbe stata una altra battaglia di 3 ore.

    Fatte queste premesse parliamo di quello che abbiamo visto. Fortunatamente l’abbiamo potuta finalmente vedere con continuità. I progressi sono enormi, è semplicemente malafede negare che questi esistano.

    Sono due le cose sui cui adesso bisogna lavorare. 1) La prima di servizio. Per quanto il servizio dia un colpo buono, la prima deve essere migliorata. Deve entrare di più in campo, in modo da poter giocare di meno la seconda. 2) Questo diritto è davvero ballerino e viene perso spesso. Io mi ricordavo che da ragazzina era il suo colpo migliore. Adesso non so se è stato un caso questa settimana, ma anche in risposta ha faticato molto, mentre con il rovescio veramente sembrava vedere altri giocatori quando impattava.

    Bisogna iniziare ad evitare le qualificazioni. Purtroppo sono uno spreco enorme di energie sia fisiche che mentali. Anche se vengono passate facilmente.

    Camila ha giocato 6 partite in 8 giorni. E’ normale che prima o poi arrivi il punto di rottura. 6 partite in un solo torneo sono una semifinale di slam. O la finale di un Premier mandatory. La classifica inizia ad essere migliore e spero possa iniziare ad evitarle in futuro.

    Fa effetto perchè con 5 partite vinte si vincono dei tornei. La Zakopalova per vincere a Santa Catarina ha affrontato : numero 105, numero 150, numero 141, numero 15 e numero 36. Sono 5 partite.

    Camila, passate facilmente le qualificazioni, ha dovuto affrontare la numero 37, la numero 27, la numero 5 e la numero 20.

    Sono energie fisiche, ma soprattutto sono energie mentali. Soprattutto la partita con Maria. Sono partite che o sei abituato a giocare, o ti finiscono mentalmente. Non solo perchè per battere la Sharapova devi lottare fino all’ultimo punto del terzo set. Ma perchè dopo che batti sul centrale di un torneo così importante una giocatrice che ha fatto lo slam career, che è la giocatrice più famosa e più pagata del mondo, devi stare altre 2-3 ore a rilasciare interviste. Tutti vogliono sapere chi sei, da dove vieni, perchè giochi così.

    Personalmente ho sottovalutato l’impatto che tutto questo avrebbe potuto avere sulla partita di Camila di ieri. Dovrà iniziare ad abituarsi e capire come gestire tutte queste situazioni, perchè se inizierà a vincere, tutta questa attenzione sarà la normalità e non potrà tirarsi indietro.

    Maria l’altro ieri ha detto. Devi giocare bene sia sul campo 18 sia sul centrale. Non sarà facile dopo questo torneo e dopo tutte queste attenzioni giocare le qualificazioni a Miami. Bisogna stare con i piedi per terra e non pensare di essere già arrivati, perchè la giornata storta può capitare contro chiunque e sarebbe un peccato perdere da una qualsiasi giocatrice che si trova fuori le 100.

    Ha 5 giorni per ricaricare, per staccare, per prepararsi al meglio alla Florida.

    Mi prendo 5 giorni di pausa anche io, ci rileggiamo a tabellone delle quali estratto.

    VAMOS CAMILA !!

    • r.b. by r.b.

      Direi che il tuo intervento è definitivo. Mi trova totalmente d’accordo.

  81. by antonelo

    Grande, grandissima, immensa Camila, che finché ne ha avuto la forza ha dimostrato al mondo intero come si gioca a tennis.
    E ora avanti così, verso nuovi esaltanti trionfi, verso i limiti ed oltre!
    Vamoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooos!

  82. enzo by enzo

    Grazie Camila. Adesso rilassati e prepara bene Miami. Ci aspettiamo altre meravigliose conferme!!!

  83. Ghaal by Ghaal

    Come ho detto ieri perdere ci stava, onore al merito alla vincitrice e STIMA e incoraggiamenti a Camila per il prossimo torneo.
    Però, siccome si gioca per vincere, vi propongo una riflessione: cosa puo’ fare Camila per ottenere risultati migliori e, in particolare, per battere avversai come la Flavia di ieri?

    1) Arrivare meno stanchi alle partite più difficili. Ovviamente giocare di meno stanca di meno, bisogna quindi evitare di partire dalle qualificazioni. Ok, questo è un obiettivo quasi acquisito, dal prossimo torneo in cui entrano punti Camila sarà automaticamente inserita nel main draw.

    2) Acquisire abitudine alle partite importanti; è chiaro che giocando di più aumenta la probabilità di incontrare giocatrici più forti, quindi anche per questo obiettivo, la scelta di giocare tornei più importanti è quella giusta.

    3) Migliorare il servizio. Secondo me Camila ha fatto enormi progressi con questo colpo. Con la Sharapova ha portato a casa un game a zero facendo aces sporchi anche con la seconda. Ieri non ha funzionato benissimo, comunque ricordo le partite anche solo di un anno fa e mi pare evidente che sia migliorato molto (magari era la spalla, chissà). Riuscire ad essere più ficcante sul servizio le consentirebbe anche di “riposare” un pò tra i colpi, con ricadute vantaggiose anche sulle partite successive. Obiettivo raggiungibile, ci vuole tempo ed esercizio; comunque Flavia il servizio che ha adesso lo ha raggiunto a 30, prima non era così incisiva, perciò calma e gesso (e pazienza SOPRATTUTTO per noi trombettieri), ed arriverà anche questo. Sappiamo che Camila è una stakanovista, quindi è sulla buona strada.

    4) Cercare di capire come fare più male alle proprie avversarie. Non sto dicendo che non lo facciano, però ieri mi è parso quasi che Camila, ad esempio, servisse sulla pancia di Flavia. È chiaro che da molto fastido alle giocatrici alte, ma con Flavia, che si muove bene, non dava gli stessi risultati. Io però non saprei quali suggerimenti dare in questo senso. Per battere la Flavia di ieri, a mio avviso, sarebbe servita maggiore intensità, e questo dipende dai primi due punti, non dal tipo di colpi che ha Camila. A mio avviso NON serve proporle di cambiare/variare i colpi con il rovescio in back ed altre cose del genere. Camila fa i punti giocando forte e teso. Deve migliorare i propri colpi e ridurre gli errori, ma non sarà un rovescio in back a farle vincere le partite. Quello che deve imparare a fare è a CONTRASTARE un rovescio in back, o un dritto in top, ma con il suo gioco, magari cercando di tirare dei colpi di attesa per avere una occasione migliore. E anche questo Camila lo sta facendo. Solo che ieri, se non tirava un vincente lei, lo tirava Flavia, perciò non capisco che critiche le possano essere fatte. La Flavia di ieri era troppo forte per la Camila STANCA di ieri. Con una Camila riposata non so come sarebbe andata.

    In conclusione: siamo messi bene. Roma non è stata costruita in un giorno, quindi bisogna avere pazienza, ma se la spalla ci assiste la salita in classifica sarà molto rapida.

    L’unico dubbio che ho, è che, con un gioco così dispendioso, si giocano per forza meno tornei, e la carriera potrebbe non essere lunga come tutti noi vorremmo…

    Ah, dimenticavo:

    VAMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOS CAAAAMILAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!

  84. Omar Camporese by Omar Camporese

    E’ con grande piacere che noto una certa maturazione tra i frequentatori del blog ufficiale…
    solo fino a pochi mesi fa, una sconfitta della nostra ragazza avrebbe scatenato imprecazioni di ogni tipo.
    da conati di vomito (bruttissimo da leggere) a dichiarazioni di abbandono nave… un po’ alla Schettino!
    Oggi no!
    Oggi noto un grande senso di lealtà e rispetto nei confronti di una ragazza cui non gli si puo’ chiedere di vincere sempre…
    lo scrivevo prima della partita contro la russa e lo riscrivo qui:
    Camila il torneo lo ha gia’ vinto arrivando a giocare 5 partite in una settimana… figurarsi ora che i match nelle gambe sono diventati 6!!

    Due sono le cose che chiedo essenzialmente a Camila, nonostante alcuni sperino che i miei messaggi non vengano mai letti dall’ interessata…
    la prima è giocare il piu’ possibile perchè solo così si adatta il fisico a quella continuità necessaria per arrivare fino in fondo ai tornei, piccoli o importanti che siano…
    chi vince uno slam, deve giocare 8 incontri cui spesso si aggiungono anche quelli della disciplina di doppio…
    quasi lo stesso vale, per un Mandatory o peggio per un premier5… 6 partite da disputarsi in 7 giorni!
    Ma tutto questo, implica una gestione dell’ atleta, che va messa in conto sempre e a prescindere dal risultato!
    Non possiamo liquidare in modo tanto sempliciotto la questione, tirando in ballo il ritiro anticipato della Davis…
    il senso di appagamento della partita storica contro Maria… il non perfetto recupero fisico ecc.. ecc…
    si… anche queste sono componenti che possono farti perdere una partita, ma hanno un peso nella sconfitta assolutamente marginale!
    La questione si pone sulla seconda cosa che io chiedo periodicamente a Camila:
    Una crescita a livello tecnico, che per ora ancora tarda ad arrivare!
    questo è il nocciolo scoperto che brucia e continuerà a farlo ancora per molto tempo!
    Ieri si scriveva di me sul blog di camila, che devo ammettere che Camila ha il potenziale da nr. 1 al mondo e nessuno ha fatto notare all’ autore l’ esagerazione del suo pensiero…
    come nessuno faceva notare a chi scriveva di una Camila Bum Bum, in grado di battere chiunque nella modalità “Bazooka”, di quanto teatrale fosse una dichiarazione simile!
    Ma ragazzi… ci rendiamo conto dell’ immenso valore che abbiamo trovato in Italia?
    Ma sono queste le frasi che devono raggiungere gli occhi di Camila?
    E se invece cominciassimo tutti a pensare ad un percorso in grado di portare la giusta maturazione tecnica per farla arrivare “li”, dove tutti vorremmo vederla prima possibile…
    non sarebbe meglio per noi e per se stessa?
    La verità è che la severa lezione di tennis, Camila non l’ ha ricevuta da un’ unica insegnante (Flavia), ma l’ ha ricevuta principalmente ANCHE da se stessa!
    la modalità bazooka, contro certe tenniste non potrà mai funzionare a meno di avere un polso non in perfetto stato fisico al di ladella rete!
    se si vuole arrivare al VERTICE o quasi, bisogna affinare quelle che sono le nostre armi, al fine di renderle efficaci contro chiunque!
    la nostra Errani, per fare un esempio, non raggiungerà mai quei traguardi tanto ambiziosi, seppur ci è andata molto vicina, perchè ci sarà sempre sulla sua strada una Maria di turno che le abbasserà la sbarra del passaggio a livello!
    di quelle “Maria” per Sara, nella scena del tennis femminile mondiale, ce ne sono almeno una dozzina in grado di dirle al momento opportuno: “alt… non si passa”…
    ma se Sara trova giustificazione parziale in quelli che sono i propri mezzi fisici e per questo tanto di cappello a quello che è riuscita a fare fin’ ora…
    Su Camila non andiamo per cortesia a parlare di ritiro della Davis o cose ancor piu’ di circostanza per dire “brava comunque”…
    diciamo “brava comunque” scrivendo le cose pero’ come stanno realmente!

    … e questa è la realtà:

    Camila entra in campo, consapevole che deve essere lei a fare partita, perchè la sua “partita” è già scritta nel suo Dna…
    Flavia deve essere solo brava a contenere, cercando di costruire quello scambio che le possa permettere di mandare fuori giri la giovane talentuosa connazionale!
    ma Flavia va oltre… non si limita solo a difendersi, ma quando puo’ guadagna campo con ottima velocità di gambe e mette in mostra pregevoli fondamentali per entrambi i colpi!
    Camila dal canto suo, compie troppi errori, figli esattamente della sua eccessiva aggressività!
    lo ricordero’ in tutte le salse, che quando sei sotto rete e la tua avversaria dista 15 metri da te, la palla “si appoggia oltre”… non serve sparare col mitra in questo caso!
    come giustamente sottolineava il cronista, in certi momenti “devi ragionare” se vuoi vincere certe partite!
    troppe risposte centrali ma non al corpo, permettono a Flavia di rispondere di dritto, dando quella rotazione alla palla che da fastidio a chi si trova oltre la rete!
    questo è un colpo che la Pennetta non lo ha sempre avuto nel suo repertorio, ma lo ha appreso nel tempo!
    anche Camila deve imparare ad acquisire qualcosa che ancora gli manca nel suo bagaglio tecnico!
    Flavia aveva un conto in sospeso con Camila e entra subito in campo con quella personalità inconfondibile di chi vuole prendersi la rivincita da subito…
    ed è subito break e servizio, con un facile parziale di 8 a 3!
    solo in seguito a questo frangente che durerà gli ulteriori due giochi, troviamo Camila con un minimo di competitività degna di nota, che in poche battute, piazza gli unici suoi due vincenti del primo set piu’ da un ace… e poi si spegne nuovamente per ulteriori 8 game consecutivi!!
    i numeri ragazzi sono impietosi!
    Flavia chiude il primo set, conteggiando soli 27 punticini… e di questi 27, 21 saranno frutto di errori non forzati di Camila!!
    pensate… ben 12 gratuiti solo di rovescio!!
    non serve guardare altri dati se non che sulla sua seconda, Camila recupera solo 2 insignificanti punticini!
    Già fin qui la lezione di Flavia è stata molto molto severa… ma il peggio dovra’ ancora arrivare!
    Flavia oggi ha un gioco molto propositivo e con quelle palle arrotate, mette spesso in difficoltà la Giorgi, proprio sul dritto…
    quel dritto che fa di solitamente di Camila una vera macchina da guerra…
    Flavia riesce a leggere alla perfezione le intenzioni di Camila e attende paziente l’ errore che puntualmente arriverà, andandogli pero’ a spianare la strada nel frattempo!
    sempre lei, conquista il punto anche quando Camila mostra di giocare bene, grazie all’ immensa rapidità di gambe…
    perchè questo??
    perchè Camila non da un freno ai suoi errori, frutto della sua eccessiva irruenza, che mostra chiaramente che non è un problema di condizione fisica oggi, ma di approccio mentale completamente sbagliato…
    e qui non c’ entra il servizio, perchè fa pochi doppi falli e anche 3 pregevoli ace!
    Qui è l’ approccio mentale errato che mette in campo, contro una delle tante tenniste che le possono impedire di vincere per caratteristiche di gioco fastidiose a Camila!
    pensate che nel secondo set, dei 26 punti conquistati da Flavia, la metà sono errori banali di Camila… e sottolineo banali, perchè sono in grado di rintracciarli nel durante della partita, uno per uno!!
    allora il motivo dominante qual’ è stato in un incontro che ha visto una durata complessiva di meno di un’ ora…
    di una che vince, con un modesto bottino di soli 53 punti a suo favore, nonostante Camila riesca a limitare un po’ gli errori nella seconda frazione…
    il motivo è l’ atteggiamento mentale di entrambe!
    Flavia gioca facendo fare sforzi immani per far fare punto a Camila… costruisce ogni punto, tessendo la tela con il giusto “filo”!
    ricordo quel drop shot a fine 7mo game del secondo set, dopo una grandissima difesa ai colpi penetranti di Camila… quella è lucidità mentale ragazzi!!
    Camila invece di quel “filo” non trova neanche il bandolo, insistendo sempre e solo sulla sua modalità “on fire” che pure tanto piace e tanto entusiasma!
    Ma quella modalità oggi non paga e Camila deve capire che quella modalità ogni tanto bisogna metterla da parte non per un intera partita, ma semplicemente solo per alcuni secondi!
    quindi nessuna partita della vita da parte di Flavia e nessuna sconfitta cocente da parte di Camila!
    oggi Flavia ha giocato con Camila contro la stessa Camila… due contro una…
    Camila invece ha giocato contro Flavia e contro Camila… una contro due!

    a Camila auspico che riesca ad acquisire quella varietà di colpi che le possano permettere la giusta maturazione tecnica, perchè sulla sua strada non toverà sempre e solo avversarie capaci di essere eliminate con la potenza, ma sempre piu’ spesso, ne troverà di quelle che avranno imparato a conoscerla e quindi a vaccinarsi…
    non è un caso che la Pektovic, nel suo secondo incontro, ha gestito meglio il match rispetto alla prima circostanza…
    l’ ambiente impara in fretta e Camila deve alzare il proprio livello tecnico, se vuole arrivare la dove tutti ci aspettiamo da lei!

    personalmente, non ho seguito l’ incontro facendo il tifo per l’ una o per l’ altra…
    l’ ho seguito come faccio sempre, con l’ occhio che cerca quegli spunti tecnici giusti su cui elaborare le mie riflessioni!
    per questo motivo oggi posso dire Brava a Flavia e al tempo stesso affermare che Camila non è pervenuta!

    per maggiori approfondimenti di quello che è il mio parere personale, vi invito a leggere l’ editoriale di Marco Mazzoni, pubblicato stamane su Livetennis al link:

    livetennis.it/post/169293/spacca-palle-camila-studia-e-impara-da-flavia/

    nient’ altro da aggiungere!

    • biglebowski by biglebowski

      per fortuna…………..

    • doherty by doherty

      E’ con grande piacere che noto una certa maturazione tra i frequentatori del blog ufficiale…
      solo fino a pochi mesi fa, una sconfitta della nostra ragazza avrebbe scatenato imprecazioni di ogni tipo.

      il tono dei commenti dipende dal fatto che tutti sappiamo che per camila,al livello in cui è ora,era impossibile vincere contro la flavia di ieri.
      ci si arrabbia quando camila perde le partite che potrebbe vincere

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        mah… non tutti… c’è tifoso e tifoso…
        ieri si è scritto spesso e volentieri che Camila questa partita l’ avrebbe vinta…
        ovviamente se n’ è scritto prima dello start…
        sulle partite slam, mea culpa… ho scritto andando a memoria…

    • doherty by doherty

      tutto giusto omar…a parte che per vincere uno slam le partite sono 7 🙂

    • by Nicola

      Bella ricostruzione!
      Io non sarei capace di tanta roba e per questo ti ammiro anche per il coragio di scrivere qualche vota cosedifficili da digerire per chi scrive solo vamos!
      Come ovunque c’ e utente e utente per fortuna!
      Grazie a Camila per il torneo spettacolare e grazie a Omar per gli spunti tecnici!

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        io rispetto anche chi scrive solo vamos…
        ma tante volte la cosa non è reciproca!
        ma mi sono abituato…
        il tempo che si buttavano giu’ i motorini dagli spalti è passato da un pezzo, anche se di tanto in tanto incontri ancora qualche nostalgico!

    • Riccardo by Riccardo

      Francamente, anche se senza risultati apprezzabili, Camila ieri ha cercato di adattarsi alla partita, ed successo nel secondo set, quando ha provato a tenere un po’ più lunghi gli scambi facendo un passo indietro e non entrando subito in campo in pressione come invece aveva fatto la sera prima. Credo che sia anche quello che le ha detto di fare il padre a un certo punto: allungare gli scambi e alternare i colpi su diritto e rovescio di Flavia.
      Secondo me ieri Camila non ha fatto tutta la partita in modalità bazooka, ha provato a cambiare.
      Ma aveva prosciugato tutte le sue risorse nervose la sera precedente, ed era visibilmente scarica e senza energia e nel suo gioco basta arrivare sulla palla una frazione di secondo in ritardo per mandarla fuori campo di un metro.
      Sapete benissimo che dopo una prova che vi mette sotto forte stress, come sicuramente è stato per Camila il terzo set contro Maria, nelle ore successive si è soggetti a un crollo anche fisico. Lo avrete sperimentato anche voi, dopo aver dato un esame all’università o il giorno dopo il vostro matrimonio. Certo, queste cose un’atleta deve imparare anche a gestirle, e questo può avvenire in due modi: con l’esperienza e l’abitudine a determinati stress e con l’inserimento di figure ad hoc nello staff. Sergio non sembra la persona adatta a questo compito per Camila, sia per la tensione che lui stesso dimostra in campo quando gioca la figlia (e ieri con la Pennetta era stranamente anche lui molto rilassato) sia perché è il papà. Ma ovviamente posso dire fesserie su questo punto perché non sono un esperto in materia. Sotto questo aspetto però il supporto della federazione e i periodici raduni per la Fed Cup potrebbero giovare molto a Camila, oltre naturalmente al fatto di giocare tante partite.

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        Riccardo:
        la gestione delle risorse energetiche è fondamentale se si vuol scalare la classifica e magari arrivare a vincere uno slam.
        per cui non va preso questo aspetto come attenuante, ma come punto essenziale su cui dover lavorare in futuro…

    • entropia by entropia

      …mi è caduto l’occhio sul fatto del bazooka… allora per la prima volta mi sono deciso a leggere tutto il tuo post (generalmente di te leggo una riga ogni 10 perché tutto mi stanchi) per capire il contesto nel quale ti riferivi a quel tipo di arma… non condivido nulla, zero, meno 273 gradi centigradi di ciò che scrivi, però devo ammettere che se sul fatto del bazooka ti riferivi a me (o forse no, sarei presuntuoso ad esserne certo) lo hai fatto con garbo e devo dartene atto… io in un post precedente ho fatto riferimento ai tuoi credo con una battuta strafottente per esempio…chapeau!

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        il bazooka non era riferito a te ma a una corrente specifica di pensiero…
        francamente non so neanche dove tu l’ avessi nominata quest’ arma…
        alle battute “strafottenti” come tu le definisci, tipo “273 gradi sotto zero”, ci sto facendo l’ abitudine…
        chiunque voglia confrontarsi con me, in modo costruttivo è sempre il benvenuto e replichero’ sempre volentieri…
        alle provocazioni invece, ormai non faccio piu’ neanche caso!

    • r.b. by r.b.

      Molto interessante tutto quello che hai scritto. Verissimo che le “colleghe” di Camila d’ora in poi cercheranno, ciascuna secondo le proprie possibilità, di sfruttare i punti deboli di Camila, sapendo che molte di loro non possono impostare la partita sulla potenza pura. Per fortuna che Masha non si è abbassata a questo livello e ha continuato a picchiare, ma lei se lo può pemettere e lo fa contro chiunque. La volta che trova una di là molto solida perde anche male, tipo finale AO 2012 contro Azarenka 3-6 0-6. Sono assolutamente sicuro che Camila farà quei miglioramenti che tu chiedi e che sono necessari. Finora ha giocato poco ed in modo molto saltuario, adesso sta finalmente giocando con continuità. L’esperienza si acquista con il tempo, tu stesso hai detto che Flavia non aveva certi colpi, ora li ha ma ha anche 32 anni. Spero che a 32 anni Camila sarà una “vecchia” giocatrice, magari ai limiti del ritiro, ma con qualche vittoria Slam alle spalle….

  85. r.b. by r.b.

    Osservo un’ultima cosa poi ci buttiamo sulle quali di Miami. Camila ha vinto 5 match contro Falconi, Brengle, Petkovic, Cirstea e Sharapova. Ma vi rendete conto? Con prestazioni del genere si vincono tutti gli International, e anche qualche premier. Anzi negli international per vincere è sufficiente molto ma molto meno. In uno Slam giocando così si arriva in semifinale. L’importante è migliorare in classifica in modo da evitare le quali, e per essere possibilmente testa di serie. E Camila lo sta facendo.

  86. giovanni by giovanni

    brava Cami. Come ho detto ieri, troppa distanza ancora da Flavia, ma il tempo per crescere e colmare il divario c’è tutto! keep up the good work!

  87. entropia by entropia

    …pensavo di vincere? Sì… ero convinto di vincere? Sì… Forse ora penso che è tutto sbagliato e da rifare, che Sergio dovrebbe tingersi i capelli, che siccome il logaritmo di e elevato al valore assoluto di x è il valore assoluto di x allora considerando la quantità di disordine che provoca un battito di ciglia della moglie dell’uomo più alto del mondo sarà bene che il prossimo torneo Camila lo faccia a Rignano sull’Arno (con tutto il rispetto per il torneo di Rignano del quale probabilmernte come ogni anno stasera andrò a vedermi qualche partita) così la Camila lo vincerà e la prox settimana invece di essere 79 sarà la numero radice quadrata di 4761 del mondo? No… Ma siccome come si dice dalle mie parti “Chi perde non cogliona!” lascio tutto lo spazio dei commenti a questa partita a chi l’aveva prevista in modo corretto (e con coloro mi complimento), così come ai biliosi-rosiconi latenti (compresi i due commentatori di SuperTennis, in particolare Mene”sfinferi”) ed anche a quelli manifesti (molto più degni di rispetto)… per queste due ultime razze posto solo questo semplicissimo concetto:
    IL MONDO SI DIVIDE IN DUE CATEGORIE: CHI BEEP BEEP NON LO PRENDERA’ MAI SEBBENE L’ABBIA INCROCIATO ORMAI PIU’ VOLTE E CHI INVECE INVECE L’HA SPENNATO ALLA PRIMA.
    Volevo invece parlarvi di una persona che conosco da poco ma che considero già un mio amico: è di mezza età (sulla 50ina? anche anche), il suo aspetto non tradisce il fatto che sia un godereccio (specialmente a tavola) ma non di quelli, diciamo così, “assenti”, bensì di quelli che su una bottiglia di vino possono tenere alta ed interessante la discussione per un’intera cena (mentre se la scolano chiaramente)… sicuramente ha vissuto gli anni settanta (non so da che parte e non mi interessa, in fondo non è discriminante), quelli positivi durante i quali da qualche parte del mondo o forse, in minima parte, in ogni parte del mondo, la gioventù ha avuto il potere di batter concetti ed un minimissimo tempo per riscrivere un po’ di non-regole… scrive benissimo e già questo è sentore del fatto che sicuramente quel vino di cui ci ha tessuto le lodi a tavola non sa di tappo…l’ho pizzicato in questi giorni in un atteggiamento così paterno, pulito e rispettoso che era una rappresentazione plastica del suo mondo o di quello che vorrebbe… era Ermes sull’Olimpo e stava con un bacio sulla guancia comunicando a Venere tutta l’ammirazione nei suoi confronti da parte di noi mortali (…non comuni, un po’ strani sì, di quelli che cercano di capire il concetto di simmetria ed antisimmetria leggendo Cent’anni di Solitudine di Gabriel Garcia Marquez: badate questa non vuole essere una stantia citazione dotta ma m’è venuta in mente pensando a tutti quelli che entrano in questo blog con la calcolatrice in mano… non so perché, ma m’è venuta in mente)…
    tornando al mio “amico”, sinceramente ancora non c’ho capito un cazzo di cosa faccia nella vita ma ho qualcosa di lui da leggere e nei prossimi giorni lo studierò con attenzione…
    insomma, il mio amico è una di quelle persone che tutti vorremmo incontrare, che gli piace piacere e che si fa piacere, che ha saputo crearsi un personaggio perché è un personaggio e questo denota tutta la sua enorme intelligenza: l’aver capito che è sufficiente essere se stessi…
    Ah! Dimenticavo!… Si chiama Tommaso…

    • r.b. by r.b.

      Beh ormai abbiamo imparato tutti a conoscerlo… 🙂

      • entropia by entropia

        …si si lo so.
        Il mio vuole appunto essere un omaggio (se tale può essere considerato) alla sua capacità di essersi fatto conoscere a tutti noi…

        • biglebowski by biglebowski

          mi associo volentieri alle tue considerazioni tra l’altro mi sembra di capire che anche la generazione è la stessa, purtroppo verrebbe da dire o forse per fortuna.
          ho avuto il piacere di conoscere personalmente tommaso, l’unica delusione è stata la scelta di un vino annacquato come apertivo…………..

          • entropia by entropia

            …vino annacquato come aperitivo!? questo è davvero grave da parte sua! Se fosse così parliamone perché il ragazzo va rieducato! 😉

  88. doherty by doherty

    purtroppo come al solito ho poco tempo,ma vorrei dare il mio parere sulla partita(mi scuso se dovessi scrivere cose che avete gia’ segnalato,ma non riesco a leggere tutti i vostri post)
    perchè camila ha perso ?
    * come ho scritto due giorni fa’ ,soffre le giocatrici che variano il peso e l’altezza della palla e/o che sbagliano poco(per lei è molto piu’ semplice giocare contro masha che tira forte ma piatto che con flavia )
    *oltre ad avere un gioco che le da’ fastidio,flavia in questo momento è fortissima(ha esperienza,sta’ bene,non ha pressione,è tatticamente intelligente,ha migliorato il suo bagaglio tecnico,è solidissima…)insomma in termini assoluti è ora come ora piu’ forte della sharapova
    *cami ha avuto solo24 per smaltire la stanchezza (fisica,ma sopratutto mentale,dela vittoria con masha)troppo poco…dopo un’impresa simile ci volevano almeno2 giorni…anche perchè non è abituata a tuttta questa attenzione.in piu’ ci ha messo tre ore per uscire dallo stadio..tutto tempo che purtroppo le hanno fatto perdere)
    *in piu’ questa era la sua sesta partita
    *camila pur essendo migliorata negli ultimi mesi ha ancora notevoli limiti tattici..se “il suo gioco” non funziona non ha alternative
    * come dicevo l’altro giorno cami deve imparare ad usare delle variazioni tecniche che le permettano di realizzare dei cambiamenti tattici( rovescio in back,possibilita’ di variare angoli e rotazioni sul servizio,un dritto piu’ lavorato,etc..)anche perchè quando sara’ a fine carriera e non avra’ piu’ tutta questa energia” il suo gioco” perdera’ in efficacia
    *giocare contro una connazionale oltretutto una giocatrice che è un’icona del nostro tennis non è semplice psicologicamente

    detto questo io sono convinto che questa sconfitta le sara’ molto piu’ utile per la sua crescita rispetto alla vittoria con masha.
    avra’ senz’altro capito(ma probabilmente lo sapeva gia’) che non si possono giocare tutte le partite allo stesso modo…
    flavia è da’ sempre insieme a camila nel mio cuore,per cui non sono cosi’ triste
    cami avra’ tante altre occasioni..quante ? dipende solo da lei,perchè ha margini indefiniti di miglioramento

    vamos ! camila…
    ciao a tutti !!!

  89. r.b. by r.b.

    Ho letto le dichiarazioni di Camila dopo il match contro Flavia e parlano di miglioramento, di giocare con continuità ecc. Quindi tutto perfetto, le cose procedono benissimo, la partita di ieri è andata, del resto la Pennetta aveva troppo vantaggio, avendo giocato tre match in meno, due di quali e il primo turno. Questo succede spesso, quando una giocatrice arriva in finale in un torneo, spesso poi esce al primo turno in quello successivo perché è stanca, scarica e gioca contro una avversaria più riposata. C’è da dire che Flavia è in gran forma e ha giocato un gran bel match.

  90. pablox5452 by pablox5452

    Un po’ deluso ma solo dal punteggio. Flavia ha giocato una partita perfetta, niente da eccepire, un solo doppio fallo 5 Ace (tutti nei momenti importanti). Camila era scarica? Forse, non saprei valutare, di certo non ha sostanzialmente reagito, non ha cambiato tattica, e questa cosa, se non dovuta a stanchezza, è una cosa grave.
    Però ritengo che l’obiettivo fosse la partita con la Sharapova, via… nessuno di noi andava oltre al sogno di poter arrivare a giocare contro la Sharapova e finire con una sconfitta onorevole.
    Alla fine il bilancio è positivo ha superato tre turni partendo dalle qualificazioni in un torneo altamente competitivo (ricordiamoci che ha battuto Petkovic e Cirstea, non delle sprovvedute) è arrivata alle soglie della posizione 60 (credo che vi saranno pochi punti fra la posizione 67 che le viene attribuita e la posizione 60), Se consideriamo che i punti da difendere li ha concentrati a Wimbledon e US open e che deve fare circa altri 8 tornei, più l’estate americana che lo scorso anno ha dovuto saltare, si puà essere ottimisti, a condizione che i progressi mostrati non siano saltuari e che si lavori per migliorare gli aspetti ancora non ottimali.
    Per il resto del torneo farò il tifo per Flavia anche perché avendo visto un po’ di partite non mi pare ci sia qualcuno di inarrivabile

  91. r.b. by r.b.

    Oh le giornate storte capitano e capiterà no. È tale anche quando incontri una avversaria più in forma o più in palla di te.
    Io credo che con il tempo, giocando molti tornei e incontrando molte ragazze del circuito, che Camila farà i necessari aggiustamenti al suo gioco, pur senza snaturarlo. Per esempio capirà quando è il caso di rallentare e quando no. Questo perché giocando tanto ti rendi conto che non puoi essere sempre al massimo, che magari sei alla sesta partita e non ti muovi così velocemente come nella prima partita.
    Non lo so, è una cosa che deve sentire Camila stessa, e lo farà. Del resto per vincere uno Slam si devono vincere 7 match consecutivi, quindi si deve essere abituati a giocare tanto. Quindi non c’è niente di meglio che tuffarsi nelle quali di Miami e cercare di conquistare nuovamente il main draw.

  92. Giovaneale by Giovaneale

    Intanto Cibulkova batte nettamente Kvitova 6-3 6-3
    In precedenza Cornet fuori per mano della Radwanska

    • Giovaneale by Giovaneale

      *Secondo set 6-2 e non 6-3

    • r.b. by r.b.

      Beh pensate a Petra, è del 1990, ha vinto Wimbledon e il Masters, è una giocatrice con un tennis fantastico, eppure ha raccolto solo un paio di giochi in più di Camila, e non era certo stanca perché era solo al terzo match, come Flavia e tutte le altre teste di serie. Vediamo l’anno prossimo, io sono convinto che continuando a migliorare partita dopo partita, torneo dopo torneo, Camila l’anno prossimo nelle 32 ci entra. Tra l’altro a Indian Wells bastano le prime 33 perché Serena è sempre assente.

  93. Pax by Pax

    Contento per Flavia, che se lo merita. Camila l’ombra di se stessa, come mi aspettavo.

  94. by t.o.

    Flavia è attualmente una top 20 in ascesa, considerando quelle sopra di lei in discesa è tranquillamente una top ten. Ma cosa pretendiamo….voi non cercate un allenatore…voi cercate mago Zurlì.
    E se fosse colpa di Corrado…che conoscendo bene Flavia ha telefonato a Camila per suggerirle la strategia?…..e perchè? Corrado si prende i meriti delle vittorie e lascia queste partite a Sergio? Troppo comodo………..

    • r.b. by r.b.

      Siamo perfettamente in sintonia, t.o.
      In realtà non ho letto troppe critiche. Flavia ha meritato di vincere perché ha giocato meglio. Più solida, più in palla. Stop. A Wimbledon ha meritato Camila perché ha giocato meglio, Flavia non è riuscita in quella occasione a esprimere il suo miglior tennis. E, ricordo le sue dichiarazioni, cosa ha detto? Ha detto brava a Camila, hai giocato bene. E oggi noi diciamo, brava Flavia, hai giocato un gran match. Davvero una prestazione convincente. A questi livelli basta pochissimo per vincere o perdere con uno scarto notevole. Ricordo un torneo di Toronto di un paio d’anni fa quando Roberta Vinci inflisse un 6-0 6-0 ad Ana Ivanovic. Pensavo che Ana fosse infortunata o qualcosa del genere, invece era proprio una giornata storta. Errani ha preso un 6-0 a Wimbledon senza fare un punto (famoso Golden set) eppure non è scarsa ed è una top 10. Ha continuato a giocare e magari il torneo successivo ha fatto benissimo. L’importante è esserci a questi livelli, e Camila c’è…

  95. by SanTommaso

    Cami stanca, arrivava in ritardo sulla palla e quando riusciva ad arrivarci bene non era incisiva come ieri. Grossi meriti anche di Flavia che ha giocato una partita superba. Più della vittoria contro Sharapova, però, io sottolineerei la grande solidità di Cami nel vincere due partite tutt’altro che scontante contro Petkovic e Cirstea. Solo POI è arrivata la vittoria contro Maria (e prima c’erano stati due “riscaldamenti” nelle quali – anche se c’è ancora qualcuno che pensa che Cami possa “perdere dalla 200”, ma quando mai…). Una vittoria può essere frutto di un exploit, ma tre vittorie in sequenza contro tre grandi giocatrici in grado di difficoltà crescente valgono davvero tanto in termini di certezze, esperienza, crescita. Al di là del ranking, che è destinato a migliorare comunque, i veri complimenti a Cami vanno fatti non per aver battuto la Sharapova, ma per aver battuto la Petkovic. E poi la Cirstea. E poi la Sharapova.

    Amen.

  96. TEUS by TEUS

    Purtroppo Camila non ne aveva più nemmeno fisicamente (ogni volta che doveva colpire in corsa, arrivava male sulla palla e quindi sbagliava). Complimenti in ogni caso a Pennetta perché ha interpretato il match in maniera perfetta.
    Rimane un gran torneo coronato con una prestigiosa vittoria nei confronti di una tra le giocatrici più carismatiche del circuito e non è poco.
    Ora Miami: la stagione è lunga e Camila ci regalerà senz’altro altre soddisfazioni perché è sulla strada giusta.

  97. by t.o.

    Avete visto che anche Sergio (ammesso che lo abbiano inquadrato) era molto più calmo del solito?
    Il suo torneo Camila lo ha vinto ieri. Se volessi troverei mille giustificazioni. Anche il fatto che non sapendo dell’abbandono della Davis Camila e Sergio sono arrivati solo due ore prima della partita stravolgendo tutto il rito di preparazione fatto di Campo, Gym, riscaldamento, pausa di concentrazione, stretching, di nuovo Campo….ma anche con questo non si sarebbe fatto di più.
    Se lezione doveva essere è un’onore che sia arrivata giocando contro la migliore Flavia di sempre. E le dichiarazioni di Flavia a fine partita rendono onore a quella grande campionessa che è.
    Rileggete quello che ho sritto dopo l’icnontro con lei stamattina.
    Ragazzi…non dimentichiamo che siamo tra le prime 16 migliori tenniste al mondo…e Flavia non è certo un’infiltrata. A questo punto speriamo che vinca lei il torneo. Camila il suo lo ha già vinto…
    Vamossssssssssssssss Camilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    • Giovaneale by Giovaneale

      Ma è possibile che nessuno si sia degnato di avvertire i Giorgi per tempo???
      E tu,t.o.,dov’eri?Di certo non di fianco a Sergio che hanno inquadrato più volte ed effettivamente era un po’ più calmo del solito.
      Se è vero che Cami si sentiva vincitrice e quindi appagata dall’impresa di ieri mi delude un po,si partecipa ai tornei per vincerli e sollevare la coppa (cosa che in un’intervista ha dichiarato proprio Camila…sogna di sollevare una coppa) e non battere una top 5 e scendere in campo il giorno dopo per onor di firma e rimediare una sconfitta pesante come questa.Mi piacerebbe aver capito male…..

      • Giovaneale by Giovaneale

        Non vorrei apparire come la voce fuori dal coro,ci sono mille attenuanti ed ho commentato pochi minuti dopo la partita dicendo mille volte grazie a Cami per lo splendido torneo che ci ha regalato ma oggi avrei tanto voluto vederla lottare con le poche energie rimaste e non partire già battuta perché la vittoria di ieri vale il torneo.

    • r.b. by r.b.

      Anch’io non sapevo del ritiro della Davis, però non mi ero fidato e avevo messo la sveglia a mezzanotte, andando a dormire presto per recuperare il sonno perso di ieri. E mi sono svegliato che erano già in campo. Quindi che dire, giornata storta anche per il tifoso, ripeto, sono cose che possono succedere, certamente Flavia è molto più abituata agli stravolgimenti di programma. È tutta esperienza in più… Forse anche Flavia non è stata avvertita ma era ugualmente pronta, chissà… Fa tutto parte del gioco, va benissimo così, magari, ma spero di no, Flavia arriva in semifinale e poi perde 6-2 6-1 dalla Li, oppure la batte e vince il torneo.
      Quindi molto bene, il torneo di Camila è stato fantastico, speriamo che continui a migliorare anche a Miami.

  98. r.b. by r.b.

    Flavia ha quasi 10 anni più di Camila, essendo nata nel febbraio 1982 (Camila è del dicembre 1991). Ebbene, nel 2004 una appena ventiduenne Flavia Pennetta giocò il torneo di Indian Wells da numero 80 del mondo (Camila è arrivata in California da #79), e al secondo turno giocò contro Maria Sharapova, perdendo però 6-4 al terzo. Quindi Camila è già andata meglio, alla sua prima apparizione al torneo di Indian Wells gioca 6 partite, arriva agli ottavi, batte una ex #1 del mondo e pluricampionessa Slam come Maria Sharapova, arrendendosi solo ad una straordinaria Flavia Pennetta. Quindi benissimo così, bisogna continuare su questa strada e i grandi risultati arriveranno…

  99. by Nicola

    Male male male.
    Vediamo Omar che dice stavolta…

  100. by Alessandro

    Oggi mi sembra chiaro che la partita l’abbia persa Camila e non l’abbia vinta la Pennetta. La nostra beniamina era stanca(era la sesta partita in pochi giorni), un pò “distratta” psicologicamente dall’euforia dell’ultima impresa contro la Sharapova, infine la pennetta è stata abile a realizzare quei pochi punti che rimanevano da realizzare nei games, dopo tutti gli errori gratuiti della Giorgi. C’è poco da fare, io l’ho sempre detto: Camila è questa oggi, prendere o lasciare. Spara a tutto braccio su tutte le palle contro chiunque, a prescindere da tutto il resto. Non adotta mai una strategia nè utilizza alcuna tattica di sorta. Ergo, quando è in forma è in grado di vincere contro qualsiasi avversaria, quando non lo è totalizza numerosi doppi falli al servizio e commette una marea di errori non forzati, finendo per perdere quasi contro qualunque avversaria. Le vanno certamente fatti i complimenti per l’eccellente torneo disputato(ha sconfitto anche giocatrici come la Petkovic e la Cirstea oltre alla Sharapova, dopo aver superato anche due turni di qualificazioni). Se però non imparerà nulla da queste sconfitte temo che non potrà mai rimanere stabilmente tra le prime 30 o 20 o 10 migliori tenniste del mondo.

    • Sephir by Sephir

      dai siamo seri…Flavia l’ha vinta questa partita. Anche se Camila ha fatto tanti errori ci son stati tanti scambi lunghissimi che l’hanno vista perdere. Troppo solida sia al servizio che durante gli scambi la Pennetta. E’ stata fantastica.

      • by Alessandro

        Io sono serissimo, questo è il mio punto di vista sulla partita. Punto e basta 🙂 Acettalo se vuoi, così come io accetto e rispetto il tuo. Altrimenti pazienza 🙂

    • by Alessandro

      Trovo anche assurdo che possa attestarsi solo alla posizione 67 dalla 79, dopo aver centrato per la prima volta un ottavo di finale in questo master 1000. Mi aspettavo ancor più avanzamenti 🙁 p.s. c’è una fan page di Flavia Pennetta su facebook davvero poco sportivo che ha scritta: “Flavia spedisce a casa in due set la Giorgi”. Alla faccia del tatto e della solidarietà e/sportività tra connazionali

      • r.b. by r.b.

        Sono 12 posizioni in su in classifica in un solo torneo… È tantissimo invece, magari avanzasse tutti i tornei di 4-5 posizioni, a fine anni sarebbe già top 10 🙂

  101. r.b. by r.b.

    Camila a inizio anno era #99,adesso da lunedì prossimo sarà #67… Beh, un miglioramento di 32 posizioni in neanche 3 mesi… Se facciamo una di quelle proiezioni che tanto piacciono a t.o. é un guadagno di circa 11 posizioni al mese, vuol dire #56 ad aprile, #45 a maggio, #34 a giugno, #23 a luglio, #12 a settembre e numero uno a ottobre… Nel 2015 vince il Grande Slam… 🙂 Ok è un simpatico e ironico commento ai calcoli di t.o. che in realtà sono sempre interessanti… 🙂

    • by t.o.

      Non fare lo gnorri….t.o. non scriverebbe mai quelle cose….ci sono solo un po di differenziali da inserire.
      E’ come andare in montagna….a 700 metri puoi anche correre, a 3000 se non vai a passo lento inciampi con la lingua tra gli scarponi.
      t.o. piuttosto ti direbbe guarda la Race con 239 punti sei intorno la 44°…e con solo 4 tornei. Le altre hanno una media di 6 tornei. Con 6 tornei Camila (mantenendo la media) sarebbe intorno alla 30°….questo direbbe t.o.

  102. biglebowski by biglebowski

    brava camila.
    il torneo è finito ieri.
    la partita contro masha, ottenuta tra l’altro dopo 5 match di questo livello giocati in pochi giorni, va paragonata a livello nervoso alla vittoria di un torneo importante, a nessuno si può chiedere di rigiocarla il giorno dopo.
    è la cosiddetta prova del nove (come la chiama maestro tommasi) che viene spesso fallita proprio perchè nella grande ‘impresa l’underdog utilizza gran parte delle sue energie nervose.
    poi flavia ci ha messo del suo estraendo dal suo stupendo cilindro la partita perfetta e ne è uscito un punteggio severo, ma corretto per la differenza che si è vista in campo.
    in parole povere la bimba non ne aveva più e l’altra, al momento, ha ancora qualcosa in più. ricomincia tra pochi giorni, utilissimi a camila per resettare, la bellissima avventura che condividiamo con la “nostra” bimba.

    vamooooooooooooooossssssss caaaaaaaaaamilaaaaaaaaaaaaa

  103. Yauri by Yauri

    Per me è stato un grandissimo torneo per Camila, ha giocato cinque partite e mezzo ad altissimo livello, si è portata a casa un bel gruzzoletto di punti e anche un bel po’ di dollaroni! 😉
    Adesso si deve preparare bene per Miami e se dovrà passare dalle quali sarà buono lo stesso perchè l’hanno scorso non le ha fatte ed è uscita al primo turno, quindi ha la possibilità di incamerare ancora punti importanti.
    Io mi accontento di raggiungere i 1000 punti entro la fine di aprile.

    Purtroppo mi è sembrato che quando è uscita stesse quasi per piangere, forse mi sbaglio ma mi è parso che avesse il magone; in tal caso, dai Camila hai fatto del tuo meglio! 😉

    Grazie ancora per tutte le belle emozioni che ci hai fatto vivere in questi giorni.

  104. r.b. by r.b.

    Grazie Camila per le belle emozioni che ci hai fatto provare. È stato un torneo bellissimo. Ora si deve ripartire dalle quali. Flavia invece va avanti e a Miami ripartirà dal secondo turno (le teste di serie hanno un bye anche a Miami). È giusto così, Camila comunque sale in classifica, tra breve non dovrà più giocare le quali e tra un po’ sarà anche lei testa di serie…

  105. by antonio quarta

    ragazzi …oggi Flavia puo’ batterle tutte facilmente dalla Halep in giu’ e forse fino alla Li. Una domanda ma Camila ha un tatuaggio sul fianco sinistro?

  106. r.b. by r.b.

    Mi viene in mente un’altra cosa importante. Camila deve giocare ancora contro tutte le più forti. Ok ha giocato contro Serena una volta, ma deve affrontare tutti i tipi di giocatrici, es Kvitova, Jankovic, Halep, Li, Azarenka, Ivanovic, Kerber, Cibulkova… Ma anche Kuznetsova, Makarova, Lisicki, Suarez Navarro ecc ecc…
    Flavia ha non solo giocato contro più o meno tutte, ma anche contro le grandi del passato… Firmerei per giocare 5 – 6 partite in tutti i prossimi premier 🙂

  107. by Antonio

    Oggi Flavia avrebbe vinto anche contro Serena forse. . .tuttavia Camila non c’era o meglio era svuotata mentalmente. Ci può stare, peraltro oggi ha provato anche dei colpi di attesa ma Flavia non ha sbagliato nulla. Bisogna lavorare sulla concentrazione, e le qualificazioni non aiutano, per più incontri . . .senza leggere giornali e resettando le vittorie. E tecnicamente non puoi vincere gli incontri solo con le risposte: urgono miglioramenti sul servizio. Comunque grazie Camila per la magica notte che ci hai regalato ieri!

  108. Madoka by Madoka

    Ora scappo a dormire…ma contro questa Flavia ci sarebbe stato bisogno della MIGLIORE Camila ed onestamente non so se sarebbe bastato.

    Flavia ha giocato da top 5.

    A domani per altre considerazioni…

    • gimusi by gimusi

      sì…forse una Cami meno scarica avrebbe combattuto di più…ma credo che oggi ci fosse ben poco da fare contro una Flavia del genere…troppo il divario nella capacità di gestire il gioco…per impensierirla ci sarebbe voluta una Cami con un decimo degli errori…e quella Cami ancora non c’è…perlomeno non con la necessaria continuità

  109. by Quinto

    Insomma è arrivata la lezione dalla “maestra”, che ha giocato esattamente come avevo scritto prima della partita (controllate pure…). Speravo che Camila riuscisse a giocare, ma temevo che si facesse irretire nella tattica di Flavia e così è stato. Le statistiche non sono da guardare, quelle spiegano solo a posteriori cosa è successo e non “perché” è successo. Il perché? Perché Pennetta è una grandissima tattica, che sa fare tutto con la racchetta e lo fa sempre al momento giusto e secondo l’avversaria che ha di fronte. Se non pagasse 20 Km/h di velocità di palla e 20 cm a tutte le top players (a Serena anche 20-25 kg che aumentano il gap sulla potenza dei colpi)$ sarebbe la migliore.
    Che dire? Ottimo torneo, Camila vale senz’altro le top30, deve imparare a gestire le giornate storte e questo arriverà quando tutto lo staff rifletterà sui limiti che, come tutte le persone del mondo in ogni ambito, anche Camila ha. Si diventa forti proprio quando si capiscono i propri limiti e ci si comporta di conseguenza. Se da una lezione come quella presa da Pennetta si farà tesoro, e così dalle altre che arriveranno, Camila potrebbe davvero ambire a risultati mai raggiunti da tenniste italiane.
    Ovviamente deve continuare a giocare a questi livelli, perché è solo giocando con quelle brave che può migliorare.

    • gimusi by gimusi

      speriamo davvero che ne faccia tesoro per la prossima volta

  110. r.b. by r.b.

    Ha detto bene Morotep, Flavia è a livelli migliori del 2009, ma quanti anni sono passati da allora? 5 anni di allenamenti, partite contro le migliori, stese date e prese, semifinali Slam giocate… Si chiama esperienza e Camila non può ancora averla. Non a caso in questi ultimi anni il tennis femminile è dominato da giocatrici oltre i 30 anni. Ma avete visto come ha giocato Venus Williams a Dubai? Quindi bravissima Flavia a tornare più forte di prima dopo l’operazione al polso, direi che per la Pennetta è ora di vincere un torneo così importante…

  111. Giovaneale by Giovaneale

    Complimenti a Flavia,io la seguo da sempre e non l’ho mai vista giocare in questo modo,solida,concentrata e micidiale sia in difesa che in attacco!Tanto di cappello!
    Di Camila cosa dire?
    Tanti tanti tanti tanti tanti grazie per il torneo fantastico che ha fatto,le emozioni che ci ha fatto vivere sempre,partendo dai turni di qualificazione
    Lezioni come queste servono,servono tanto per crescere,se entri in campo un po’ scarica con giocatrici esperte e dotate tecnicamente e tatticamente come Flavia è facile raccogliere poco o nulla.
    Ma questo è il torneo che ricorderemo per sempre non per questa sconfitta che,alla sesta partita,poteva starci tranquillamente (non è un robot la nostra Cami) ma per la grandissima impresa della scorsa notte!
    Grazie Cami,grazie di cuore!

  112. angelo by angelo

    complimenti alla pennetta ! GRAZIE CAMILA hai disputato un ottimo torneo !!!!

  113. r.b. by r.b.

    Bravo Matteo, giusto sottolineare che Camila è alla sesta partita, però le vittorie consecutive sono cinque…

  114. by Morotep

    Che massacro!
    Io l’avevo detto che la vedevo male per Camila stasera… ma onestamente una Pennetta cosi’ non me l’aspettavo. Qui siamo a livelli migliori del 2009 ma con in piu’ un atteggiamento di “leggerezza” mentale che non le ho mai visto in anni che la seguo. Mente sgombra… non deve dimostrare nulla a nessuno e gioca tranquilla col braccio libero.
    Bravissima.

    Camila: QUESTA e’ una lezione di tennis che le deve rimanere marchiata addosso.
    Ma va bene cosi’: grandissimo torneo, molti punti incamerati… non c’e’ molto da rimproverarle.
    Il punto e’ riuscire a mettere in fila una serie di tornei a questo livello… l’avevo gia’ detto: la vittoria contro Maria di ieri e’ stato un bell’exploit, ma non e’ il solo… ha un valore pari a quello gia’ visto all’US Open. E’ che non possono passare 6 mesi tra una buona prestazione e l’altra.
    in questi ultimi tre mesi qualche segno di miglioramento e continuita’ si e’ visto… deve proseguire su questa strada e allora la classifica migliorera’ automaticamente.

    • by marco

      sembra facile ora. ma l’avevo detto.
      avevo deto che avrebbe vinto con la russa, ed avevo detto che la gara più importante sarebbe stata quella dopo..contro chiunque:: e così è stato
      “io entro e faccio il mio gioco..push” puo andare bene qualche volta, ma se non hai un disegno tattico un filo più complesso, non fai tanta strada
      Oggi per Flavia è stato un allenamento, non era nemmeno sudata come al solito.
      Infine un piccolo appunto sul coaching del padre: in quei 90 secondi avrebbe potuto almeno ricordarle che non si trovava più di frinte alla Sharapova e se magari tirava qualche palla più lenta e meno rischiosa ..sarebbe stato meglio
      un po’ tutti dicono nel blog ..va bene lo stesso, le servirà come espierienza, siamo sicuri?

      • by SanTommaso

        La sconfitta di oggi è diversa da quella patita contro la Vinci agli US Open dopo la vittoria contro la Woz. Agli US Open si trattava di una prima grande vittoria su un grandissimo palcoscenico, c’era stato il giorno di mezzo in cui Camila era stata cercata dalle tv e dalla stampa, è arrivata in campo e non ci ha capito niente per il gioco della Vinci.

        Oggi, pur avendo giocato la Pennetta una grandissima partita, non penso abbia sofferto il gioco della Penna né sia arrivata “scombussolata” dalla grande vittoria del giorno prima. Semplicemente a me è apparsa stanca, lenta di gambe, in ritardo sulle palle, con poca energia. Poca grinta, occhi non “cattivi” come ieri. Glielo si può anche concedere: ha giocato a meno di 24 dalla vittoria contro Maria, arrivata 7-5 al terzo. Anche Flavia ha vinto al terzo, ma senza dover “sudare” l’ultimo set, contro una giocatrice meno solida di Maria e soprattutto avendo lei, Flavia, molta più esperienza di Camila. Scrive bene t.o.: anche Sergio sembrava più calmo oggi. Di sicuro non le ha detto: “Cami, il tuo torneo lo hai già vinto, andiamo a fare una scampagnata”, ma è ovvio che dentro di sé sapeva, o aveva capito vedendo Cami, che era in riseva. Ad onor del vero qualcuno lo ha detto già ieri verso metà del terzo set che Cami era un po’ “cotta”. Poi ha scavato il fondo del barile per portare a casa la grande vittoria e oggi era peggio che in riserva.

        Contro la Vinci, sì, fu “lezione”. Oggi no, per come la vedo io. Non lezione di tennis ma lezione per capire che si possono anche dover giocare due partite “di fila” e che se non ce la fai ad esprimere al meglio il tuo gioco contro una top, questa ti stende. Farà tesoro e magari la prossima volta guocherà in maniera leggermente diversa. Le si chiedevano seconde lavorate, un po’ più di tattica, meno df, non giocarle tutte a tutta. Mi pare che ci abbia ascoltati. Cioè, non noi, se no ci montiamo la testa. Semplicemente con l’esperienza sta progredendo nella crescita del suo gioco. Ha 22 anni, ha raggiunto un quarto turno in un torneo che, di fatto, se non sei tra le 32 tds che beneficiano di un bye al primo turno, è uno Slam: a 96 giocatrici invece che 128, quindi con un parco giocatrici leggermente più tosto, ma per vincere se non sei una tds devi vincere 7 partite. Come agli AO, RG, Wimbledon e AO, con un turno in meno nelle quali (ma altrimenti… sarebbe uno Slam!)

  115. Eulondon by Eulondon

    Peccato. Camila oggi era spenta. E questo era quello che temevo. Poco importa, ha fatto un ottimo torneo. Ci rifaremo e in futuro spero e credo che imparera’ a gestire situazioni come queste.

    • Carlo Bonacina by Carlo Bonacina

      Ragazzi poche storie, tanto di cappello a Flavia e un grazie enorme a Camila
      Alla prossima

  116. Sephir by Sephir

    Ma più che altro non avete notato che la Pennetta è sempre stata + solida dalla parte del BH? Non capisco perchè Camila insisteva nel scambiare sempre da quella parte…con il FH in molte altre partite arrivavano molti più UE e palle corte da Flavia. In ogni caso è andata :)!

    Al prossimo match Cami 😉

  117. Lino by Lino

    Peccato, non c’è mai stata partita…stesso match fatto con la Vinci..
    in ogni caso GRAZIE CAMILA per questo bel torneo! 🙂
    Sei sempre la miglioreeee!!

  118. r.b. by r.b.

    Flavia grande anche nell’intervista, ha detto che la Giorgi è il futuro del tennis italiano, ma ora è il momento delle tenniste con esperienza e con più di 30 anni, Serena, Li, Flavia… Speriamo che a questo punto Flavia arrivi in semifinale.

  119. gimusi by gimusi

    onore alla grande Flavia che ha interpretato il match al meglio…è stata carina anche nel saluto finale….un grande abbraccio alla nostra stelluzza che deve ancora crescere tantissimo e ha dimostrato di averne tutte e possibilità…anche le partite come quella di oggi fanno parte del cammino di crescita

  120. Guido by Guido

    Si e’ verificato esattamente quello che temevo, dopo un grande partita come quella con la Wozniaki e come quella con Sharapova troppe pressioni e adrenalina in riserva Camila non riece a ritrovarsi e praticamente non scende nemmeno in campo, niente di male e’ normale per una ragazza cosi’ giovane ma su questo aspetto ci deve lavorare, la prossima volta che batte una big il mio consiglio e’ cercare di evitare troppe interviste troppe distrazioni , a letto presto e concentrarsi per la prossima partita, Comunque grande camila ottimo torneo e forza col prossimo a Miami piu’ cattiva che nai!

    • by Antonio

      Bravo!

    • gimusi by gimusi

      sicuramente l’aspetto mentale è un 50% del motivo per cui oggi ha perso…ma c’è anche l’altro 50% sul quale dovrà lavorare giocando tanto per migliorsi…per impensierire una giocatrice come la Flavia di oggi dovrebbe quasi azzerare del tutto gli errori…e giocando sempre al limite questo è impossibile…quindi dovrebbe cambiare o variare il suo modo di giocare? non lo so…ma di certo per arrivare in alto qualcosa dovà fare…i colpi ci sono ora bisogna organizzarli in un gioco efficiente

  121. Yauri by Yauri

    Grande Flavia! 😉

  122. Ghaal by Ghaal

    ma porca miseria ci mancava pure il nastro!
    e va be’, onore alla vincitrice, dovremo imparare a giocare anche queste partite!

    Coraggio Camila, la strada per il successo è lastricata di sconfitte…
    Vamooos Camiiiiiiiiiiilaaaaaaaaaaaaaaa!!!! Ci rifaremo la prossima volta!

  123. Yauri by Yauri

    Grazie Camila!

  124. r.b. by r.b.

    Beh Flavia si è meritata i quarti di Indian Wells, ci è arrivata a quanti anni? Camila ci riproverà l’anno prossimo…

  125. by Antonio

    Camila dovrà pure imparare ma la Pennetta ha un atteggiamento odioso

    • gimusi by gimusi

      ma non mi pare proprio

    • r.b. by r.b.

      No non sono d’accordo, Camila ha tutto da imparare da questo atteggiamento, molto determinato, solido…

      • by Antonio

        Sguardi cattivi e pugnetti a risultato acquisito. . .mentre Camila è sempre composta. Mi aspetto di meglio da una bandiera del tennis italiano contro una ragazza emergente

        • by Morotep

          Ma smettila!

        • gimusi by gimusi

          ma per favore…riguardati come l’ha salutata alla fine e riascolta cosa ha detto nell’intervista…la Flavia di oggi è solo un buon esempio per Cami

          • by Antonio

            Come giocatrice Camila ha tantissimo da imparare da Flavia. Come classe e comportamento in campo nulla. Persino Meneschincheri che dorme si è accorto degli sguardi aggressivi con cui Flavia cercava di intimorire Camila e si sono visti pugnetti assolutamente gratuiti visto l’andamento dell’incontro. Dopo nelle interviste è facile recuperare correttezza e contegno.

        • by antonio quarta

          Si’ adesso che deve fare si deve mettere in ginocchio…dai su quello è sano agonismo hai visto che belle cose ha detto a fine match? Flavia e Francesca sono le nostre migliori giocatrici in attività anche se Francesca paga l’età…onore rispetto e gratitudine a loro

  126. Ghaal by Ghaal

    1 – 5. Non ce n’è, sembra quasi che siamo negli spogliatoi…

  127. r.b. by r.b.

    È bello vedere una Pennetta così, Camila ha tutto da imparare, speriamo che le nostre tenniste migliori e con più esperienza siano di esempio per le più giovani…

  128. by Morotep

    Flavia fenomenale… anche quando Camila si sveglia e lascia andare il braccio senza sbagliare, Flavia tiene benissimo lo scambio. Non cede un centimetro. Camila deve strafare per piazzare un vincente. Non ho visto spesso una giocatrice di tennis tenere cosi’ bene lo scambio con Camila.

  129. Yauri by Yauri

    Brava Camila, evitato il ruotino! 😉
    Dai Camila, forza! 😉

  130. Ghaal by Ghaal

    oh, finalmente Flavia ha fatto qualche errore…
    Porca miseria, stasera è stata veramente perfetta…dovrà calare un po’ pure lei!

    Forza Camilaaaaa!

  131. Yauri by Yauri

    Va bene, va bene lo stesso, Oggi Flavia è un muro!
    Contro la Vinci buttò via la partita perchè a un certo punto non ci capì più nulla.
    Stasera sarà una sconfitta meno dolorosa.

    • gimusi by gimusi

      sì non è esattamente la stessa situazione…c’è l’appagamento di sicuro…Cami ci prova ma con tutti questi errori non può impensierire la Flavia di oggi che è molto presente e lucida

  132. by Morotep

    Mamma mia che Pennetta!

  133. r.b. by r.b.

    Bisogna imparare a prendere delle stese come questa, ogni tanto… Capiterà ancora. L’importante è esserci a questi livelli…

    • gimusi by gimusi

      deve giocare giocare e giocare tanto

      • by Quinto

        Sì, ma non il torneo di Solbiate Arno come continua a suggerire qualcuno “perché dà più punti delle Quali di Miami….. Serve esperienza ad alto livello, ma Camila è sulla buona strada.

  134. by Morotep

    Comunque Pennetta on fire ragazzi… al momento vale la top10. Mamma mia, al dila’ di stasera, sono mesi che, a parte qualche buco qui e la’, sta giocando addirittura meglio che durante l’anno dell’ingresso nella top10. Bravissima.

  135. by lelitolelita

    niente da fare. non è entrata in campo. non trova la misura dei colpi e la Pennetta è brava a non dare punti di riferimento.

  136. Ghaal by Ghaal

    Niente, a Flavia vanno tutte bene e Camila sta perdendo fiducia… mannaggia, è proprio dura!!!

  137. Ghaal by Ghaal

    Flavia è veramente micidiale. Proca miseria, Camila non ti smosciare…

  138. Guido by Guido

    Non sembra nemmeno la controfigura della camila vista ultimamente senza pazienza e con poca concentrazione difficile che cambi qualcosa a me sembra la fotocopia della partita con la vinci anche li’ camila non era scesa in campo

  139. r.b. by r.b.

    Calma ragazzi, fa tutto parte del processo di maturazione di Camila. Certe partite insegnano moltissimo…

  140. Madoka by Madoka

    ragazzi Flavia sta giocando da top 5…se ci aggiungi che Camila è come prevedibile appagata/stanca ecco spiegato il risultato…poco male…è una sconfitta che personalmente non fa male

  141. by Morotep

    Appena Flavia angola sul dritto alzando un po’ la traiettoria, Camila sbaglia…

  142. Ghaal by Ghaal

    0-2 peccato, non riusciamo a trovare contromisure… e ci stiamo pure un po’ demoralizzando

  143. Giovaneale by Giovaneale

    27 punti della Pennetta di cui 21 non forzati di Cami..

  144. by Morotep

    Grande Flavia: scambi sul rovescio potenti senza cedere campo a Camila. Poi cambio sul dritto con palla lunga ma senza peso e Camila abbocca sparando quasi sotto la rete.

  145. Giovaneale by Giovaneale

    Purtroppo il primo set è andato!
    Troppi errori,troppi regali!
    Bisogna cambiare registro,tira fuori tutte le energie che ti rimangono Cami!!!!!
    Forza!!!!!!
    Credici!!!!!

  146. by Morotep

    Finito il primo set in mezz’ora. Se continua cosi’ andiamo a letto molto presto.
    Flavia sta facendo molto bene: gioca aggressiva appena puo’, per il resto usa la tattica giusta per sconfiggere Camila B: sbagliare poco e rimetterla di la’ senza dare angoli. Al resto ci pensa Camila.

  147. r.b. by r.b.

    Oggi lezione di tennis per Camila… Beh prima o poi bisogna imparare a giocare a questi livelli… Oggi forse è un po’ stanca o non proprio lucida…

    • gimusi by gimusi

      non era facile scendere in campo con la carica di ieri…non le ne faccio una colpa..in più Flavia ci sta mettendo del suo…

  148. gimusi by gimusi

    oggi non ci siamo…se non sale di livello Flavia ha la partita totalmente sotto controllo…

  149. Guido by Guido

    Primo set volato via male sembra scarica e trova solo sprazzi di gioco e con una solida come Flavia questo non puo’ certo bastare

  150. Ghaal by Ghaal

    2-6 Purtroppo non vedo crepe nel muro opposto dalla Pennetta. Forza Camila, chiama il coach!!

  151. by Antonio

    Calma. . .Flavia cala sempre nel secondo set, perde la concentrazione.

  152. by Morotep

    Camila B in campo. Se non cambia con Camila A, a casa in meno di un’ora.
    Va detto che la Pennetta e’ un po’ piu’ “tricky” della Sharapova: le palle arrivano belle tese e lunghe e piuttosto centrali, mandando in palla Camila B che tenta sempre di spingere sbagliando.

  153. r.b. by r.b.

    Vabbé si sapeva che oggi era difficile, la Pennetta è molto solida, bisogna imparare a sbagliare meno. Tutta esperienza…

  154. Ghaal by Ghaal

    5 -2 la nostra Camila non riesce a venirne a capo. Sta provando a giocare al corpo, come ha fatto con Maria, ma Flavia si difende meglio… è proprio dura… Forza Camila, non andare fuori giri, tieni duro per noi!!!

  155. Guido by Guido

    Niente oggi non ci siamo mi sembra di rivedere la partita con la Vinci se non reagisce c’e’ poco da stare allegri

    • zio gio by zio gio

      Vero. Bruttissimi ricordi

    • zio gio by zio gio

      Oggi sn dolori. Ma cavolo. Obiettivo ottavi e poi stop. Falla,giocare a quella mummia

      • zio gio by zio gio

        Ma chi aveva definito pennetta simpatica. Boh? Odiosa come poche con quella bocca da cui sa solo uscire VAMOS

  156. Guido by Guido

    mamma mia cosa ha sbagliato

  157. Yauri by Yauri

    Gran servizio di Flavia! 😉
    Dovrebbero allenarsi insieme!

  158. Ghaal by Ghaal

    2 – 4 Porca paletta, Flavia sta facendo una grande partita…

  159. r.b. by r.b.

    Chi ha detto che si comincia all’una di notte?

  160. Guido by Guido

    Due game bellissimi e poi uno disastroso con Flavia serve continuita’ lei non ti regala niente

  161. Yauri by Yauri

    Oggi, stranamente mi sento rilassato! 😉
    Dai Camila Forza!

    • gimusi by gimusi

      è la stessa cosa che probabilmente sente Cami…dopo le emozioni di ieri non è facile ricaricarsi…poi contro una Flavia così volitiva e concentrata c’è ben poco da fare

  162. zio gio by zio gio

    Brutte sensazioni oggi.

  163. Ghaal by Ghaal

    2-3 la nostra Camila è un po’ tesa… speriamo che le gambe la reggano

  164. Ghaal by Ghaal

    2 -2 bon adesso siamo pari, Flavia inizia a sentire la pressione sul servizio…

  165. Guido by Guido

    Dai dai che la bimba sta scaldando i motori 🙂

  166. gimusi by gimusi

    primi due game orribili…terzo troppo bello…Flavia solidissima…partita dura

  167. Guido by Guido

    Camila per ora non trova la misura speriamo non ci metta troppo ad entrare in partita

  168. by lelitolelita

    Vestitino molto carino anche oggi.

  169. gimusi by gimusi

    pronti!!! 🙂

Leave a Reply