Lussemburgo_2013_02
Si ferma al turno decisivo delle quali il percorso di Camila a Dubai, sconfitta in due set dalla ceca Karolina Pliskova, oggi numero 51 del ranking mondiale. Camila tiene subito a 0 il proprio servizio e si procura una palla brak nel secondo game, annullata con un ace dalla ceca. Nel gioco successivo due doppi falli condannano l'azzurra che perde la battuta a 30, break confermato dalla Pliskova poco dopo. Camila annulla poi un'altra pericolosa palla break e nel sesto gioco sale 0-30, ma la Pliskova spegne le speranze con un ace e una serie di prime di servizio che mantengono la nostra a distanza. Camila resta in partita e si procura altre due palle break nell'ottavo game: basta la prima per livellare il set sul 4-4. Cami piazza due ace nel nono gioco e rimette la testa avanti. Sul 5-5 Cami deve fronteggiare due palle break e la seconda, ai vantaggi, è quella che manda la Pliskova a servire per il primo set. La ceca non trema e con il sesto ace si prende il primo set 7-5. Cami perde il servizio nel primo game del secondo set, poi di nuovo nel quinto. Al servizio la Pliskova è inattaccabile per tutto il set e non concede all'azzurra occasioni per rientrare in partita: dopo un'ora e 16 minuti di gioco è 7-5, 6-2.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky
    Australian Open, Camila lotta per tre set ma esce con Timea Bacsinszky
  • WTA Shenzhen, Camila batte Qiang Wang in due set: è in semifinale
    WTA Shenzhen, Camila batte Qiang Wang in due set: è in semifinale
  • WTA Shenzhen, Camila batte Saisai Zheng in tre set e accede ai quarti
    WTA Shenzhen, Camila batte Saisai Zheng in tre set e accede ai quarti
  • Wta Shenzhen, Camila supera Ana Bogdan all’esordio
    Wta Shenzhen, Camila supera Ana Bogdan all’esordio

325 Comments. Leave your Comment right now:

  1. Madoka by Madoka

    Purtroppo ha avuto un sorteggio orribile, il peggio che le poteva capitare.

    Il primo turno dovrebbe passarlo senza problemi perchè la Falconi è la mediocrità.

    Il secondo turno contro Oprandi o Brengle. La Oprandi ha il tennis che da più fastidio alla Giorgi. Con la Brengle è simile, in vari incontri Camila non ha mai vinto con l’americana.

    Peccato, per me non si qualifica.

    • Madoka by Madoka

      Ho controllato ed in realtà una partita con la Brengle l’ha vinta, pur essendo sotto negli H2H. Ed avrei dovuto ricordarmelo, perchè quella partita l ho vista dal vivo. Vabbè 🙁 speriamo in gradite sorprese.

    • by t.o.

      Il bello del nostro Blog è che va da te ad Antonelo…..
      non sarai un po troppo apprensivo? Tanto se la vogliamo in alto sia che sia la quali di un premier o il primo turno di un k235 queste tenniste le deve battere…..e se ci perde….ci perde anche giocandoci in un ITF…..solo che poi con il PM non ci paga neanche l’albergo……..

  2. Madoka by Madoka

    T.O.

    la mia programmazione non fa riferimento alla Errani. Io dico che quando vi è la possibilità, bisognerebbe scendere di livello. o cmq alternare tornei più impegnativi ad altri meno impegnativi, in modo da muovere cmq la classifica. Capisco che Camila abbia bisogno di motivazioni importanti, ma anche vincere solo un paio di partite in un International, sono cmq 60 punti. Con quei 60 punti in più avresti evitato le qualifiche ad IW ed in Florida.

    Poi ti do un consiglio, non te la prendere, non lo vedere come un attacco.

    Le cose le dici o non le dici. Non dici cose a metà. Se vuoi farcele sapere, come sempre sarà il primo a ringraziarti, non è che inizi a parlare e poi fai : ah, non voglio dire altro. Non è corretto.

    • by Nicola

      Hai ragione su tutto!
      Poi che serve dire ” so cose ma non le voglio dire”….
      Ma a chi serve sto giochino da megalomane!
      A me piacciono quelli come te, come Antonio e come Omar, che se hanno qualcosa da dire la dicono senza giri di parole anche a costo di essere criticati!
      Dire che so cose che non voglio dire mi sa di uno che in realta’ non le sa e basta!

  3. Madoka by Madoka

    Ragazzi prima tutto non facciamoci prendere dal panico !! sul solito sito di tennis in inglese un ragazzo oggi è andato a vedere i giocatori che si allenavano ed ha scritto questo :”Just watching Giorgi practice at crt 1, in the shade of stairwell of stadium 4″

    Quindi Camila è là 😛

    Detto ciò come sempre prima dell’estrazione del tabellone vi dico chi secondo me Camila deve evitare : Oprandi, Martic, Dushevina, Breangle, Min e Watson.

    Se non dovrà affrontare nessuna di queste giocatrici mi riterrò moderatamente soddisfatto.

    Forza. Non si può più perdere altor tempo, serve qualificarsi passare 1 turno.

  4. by t.o.

    @Tutti
    E siamo di nuovo a domenica, qualunque sia il fuso orario su cui è impostato il vostro orologio.
    Camila e Sergio sono arrivati a Indian Welles e stanno mettendo a punto la “Macchina Camila” per il debutto nelle quali. C’è da recuperare 9 ore di fuso (12 se ci mettiamo anche dubai) ma il tempo c’è.
    Matteo….spero di non svelare un segreto…è a godersi delle giuste ferie….motivo per cui questo “Inserto Domenicale” non ha ancora la sua collocazione “Autonoma” nella Home Page del sito.

    Quando questa “collocazione editoriale” sarà decisa “L’Inserto domenicale diventerà un po’ la “Terza Pagina” del sito. Sarà aperta alla discussione di un “Tema Caldo” della settimana entrante o all’approfondimento sulla settimana uscente…Chiunque potrà proporre il tema e chi lo farà lo farà con una tesi molto ben strutturata. Ci si attendono cofutazioni o contibuti ugualmente motivati e supportati da prove logiche e numeriche.
    Il fatto che sia io a “dirigere” queste prime uscite è dovuto al fatto che dobbiamo contemporaneamente al tema decidere le regole di gestione di questa “Terza Pagina”.
    In fondo è quello che tutti noi vogliamo. Una sezione, uno spazio, sul sito dove Alberto, Matteo, Camila, Sergio e altri possano comunicare puntualmente della “Gestione Camila” spiegando ciò che si può spiegare e dando una logica a quello che non si può “dichiarare” ma che può essere evidente analizzando da un’altro punto di vista la stessa “Questione”.

    Ho passato tutto martedì pomeriggio a tirrenia con….tutta la famiglia Giorgi.
    Ho visto un “Gruppo Giorgi” straordinariamente unito, estremamente coeso e ho avuto la sensazione (direi al certezza) che ogni minuto della Famiglia è programmato sulla “Tennista Giorgi”.
    Ogni scelta è decisa all’unanimità. E il ruolo di Camila in famiglia non è solo quello della tennista.
    Camila non è “solo istinto” come moltissimi credono vedendola giocare.

    Di più non mi sento autorizzato a dire…non che alcuno mi abbia richiesto riservatezza…..è una scelta mia……cercherò di spiegarlo continuando nel ragionamento che avevo iniziato domenica scorsa….

    ……continua….
    i commenti di questa settimana al mio “Articolo di Apertura” sono stati dei più vari…
    Alcuni postati sotto al mio intervento hanno evidenziato una certa curiosità ad approfondire il “Percorso” altri lo vedono come un rischio di “Noia Infinita”…problema tra l’altro da non sottovalutare (perciò è previsto uno spazio a se, dove chi si annoia può benissimo non entrare), altri che rispondono “fuori pagina” con motivazioni di dissenso che vanno dalla Filosofia Teoretica (ritenendo forse il mio un approccio Metafisico) a citazioni da Ilye Prigogine.
    Il bello è che tutti gli interventi sono oggettivamente, al di la dei punti di vista, interventi di notevole spessore. Ma più bello ancora è che la Filosofia Teoretica e Ilye Prigogine fanno a pieno titolo parte del percorso che propongo.
    Sono anche felice che, grazie ad Omar, la settimana “vuota” si sia arricchita di una “finestra” sul tennis under 200 che necessariamente e nel giro di pochi anni entrerà anche nel nostro On Topic.
    Questo vuol dire che nonostante la caparbietà ( ma non pervicacia) di alcuni pipparoli a parlare di “fuffa” ( è un pensiero più che legittimo) il blog ha continuato a dimostrare la sua vitalità…

    Torniamo alla programmazione.
    I motivi di una programmazione piuttosto che un’altra possono essere dei più vari.
    Pretendere che la propria “idea” di programmazione sia giusta nell’impossibilità di verificare la prova contraria è un’impresa un po “azzardata”….specialmente parlando di Camila.
    Ci si basa su una congettura ( o su un teorema….lo decideremo dopo) che sia più facile per Camila vincere nei k235 piuttosto che nei Premier
    Purtroppo se non “personalizziamo” il modello Matematico su Camila rischiamo di cadere in facili errori.
    Il modello che Madoka e Omar usano è il modello Sara.
    Lei ha risalito le classifiche con la Via Facile. Ma lei ha numeri chiarissimi.
    Non perde quasi mai con quelle sotto il 50° e spesso vince anche contro tutte quelle dal 50° al 10°
    Camila ha nell’ultimo anno ( ma dovremmo calcolare qualche mese in meno causa fase acuta del problema spalla) 1 a 1 con le top 10 ( e la sconfitta è con serena) una W e una L con Marion 13° una L con Nadia 11° e con Roberta 13°….sono tutte partite che abbiamo visto (o che possiamo visionare)
    Tra la 40° e la 13° abbiamo 4 W e 2 L Una delle L è Cornet….l’altra è Flip….che guarda un po, Camila incontra proprio in un k235.
    E’ nella fascia 90° 50° che Camila ha meno W di L……e chi sono le giocatrici di questa fascia che danno fastidio a Camila? Sono la Bouchard che in quel momento era 93° o la Donna Vekic 89° nel periodo che vinceva contro tutte. Erano tante Camile….come è una “Camila” la Muguruza che piace tanto a Madoka. Sono queste le tenniste che Camila teme….sono quelle che come lei abiteranno la top ten per i prossimi anni. Anche Keys fa parte di questo gruppo. Cami ci può vincere o ci può perdere….spesso ci vince, e quando ci vince domina….
    Queste qui le puoi incontrare più facilmente in un k235 che in un premier….se ci pensate bene….
    E qui entriamo nel distinguo tra Teorema e Congettura.
    Il Teorema parte da condizioni iniziali stabilite e condivise, e ne da dimostrazione.
    La Congettura è un giudizio basato sull’intuito ritenuto vero ma non dimostrato.

    Il Teorema basato sul Ranking andrebbe dimostrato (e sopra ho dato un po di numeri)
    Ma La Congettura che potrebbe essere alla base della programmazione dei Giorgi…..essendo basate sull’intuito (della famiglia Giorgi) e ritenendola vera (la Famiglia Giorgi) non può essere confutata…

    Loro pensano che sia più facile per Camila tener testa a delle giocatrici stabili in 50°/1° (con le dovute Serene di turno) che a delle Rampanti 20 che transitano nel 100°/50°….

    Delle implicanze economiche ne parleremo nei prossimi commenti.

    …..continua…..t.o.

    • by Lucio

      Grazie t.o. Stavo appena scrivendo attaccando chi gestisce il sito senza dare informazioni e mi sono fermato in tempo . Effettivamente il sito ufficiale pubblica solo il m.d. e può’ creare confusione. Domani dovremo conoscere l’ avversaria di Camila. Siamo tutti ansiosi.

    • by Antonio

      @ t.o.
      Buona fortuna per i tuoi inserti.
      Mi fa piacere che le citazioni di Prigogine siano state utili visto che ora non contrapponi l’ipotesi alla congettura, essendo sinonimi, bensì il teorema. E’ un’aporia comunque forzata, visto che anche il teorema va dimostrato ma va già meglio.
      Due osservazioni come contributo per un mideratore, anzi oggi ti sei proclamato direttore:
      – se citi l’intervento di qualcuno di noi, vedi Omar, cerca di riferirne correttamente il pensiero. Omar non ha mai parlato di teorema Sara a proposito di programmazione; le sue critiche, che si possano condividere o meno, si basano su sulle sue conoscenze tecniche e semmai ha fatto riferimento al calendario di tenniste come la Burnett;
      – trovo sgradevole richiedere contributi al blog ponendosi, come fai tu in ogni intervento, nei panni di chi dice “ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare”. Conosci i Giorgi? Auguri. Ci pranzi, ci ceni, chi se ne importa? Se sei a conoscenza di notizie che possono essere un contributo per il blog dalle se vuoi tenerle per te perché dirlo? Non fai informazionecosì ma ti dai delle arie…un po’ come Verdone in Borotalco. Che però è divertente. Saluti.

      • by t.o.

        Vedi Antonio….io ho già detto che il mio è un percorso “in 4 atti”. perciò ci sta che all’inizio del secondo atto la “scena” non sia ancora chiara…
        Io ho proposto “un gioco di ruolo”.
        t.o. si è proposto come Master (gamemaster) sta agli altri aderire o meno……..
        sta a t.o. decidere di rispondere o meno alle provocazioni ( non do nessuna accezione negativa ne risentita al termine “provocazione”…nei giochi di ruolo è fisiologico che ci siano tentativi di “delegittimazione” del gamemaster da parte di alcuni dei partecipanti).
        t.o. si è proposto…non imposto….
        t.o. usa sistemi di comunicazione un po subdoli….e questo ci stà….
        ma nessuno si è mai posto il problema di “chi è t.o”.
        e di quale sia il suo “obiettivo”……
        ma veniamo a quelle che sono le questioni che hai messo sul tappeto……

        “Ipotesi e Congettura” e “Teorema e Congettura”
        Nel primo caso siamo in un sinonimo (addirittura suffragato da comuni radici etimologiche) nel secondo addirittura ci troviamo di fronte ad una Aporia. Devo ancora capire se ti riferisci ad una sorta di Maieutica Socratica ….e allora il metodo
        esce per confutazione , o di una sorta di Antinomia Kantiana…….come vedi potremmo andare avanti all’infinito………….

        La Congettura è “brutalmente” il luogo comune vero per Intuizione.
        La congettura non cerca dimostrazione perchè è di suo….intuitivamente “Verità”.
        La tesi (e per estensione il teorema) è il presupposto teorico non necessariamente vero su cui basare la successiva ed indispensabile dimostrazione.
        La congettura non deve essere dimostrata……il Teorema (che parte da una tesi) si.
        L’applicazione pratica? lo stiamo vedendo in questa discussione……
        Alcuni dicono che Camila in un k235 avrebbe più possibilità di fare Punti e soldi.
        E che in quei tornei potrebbe mettere a punto meglio il suo gioco.
        Cosa porta a queste certezze chi predica quella strategia?
        Che ik235 sono più abbordabili?
        Nastassja nei suoi 4 turni nel MD di Rio incontra
        una 63° una 112° una 65° e una 62° (contro cui perderà) 110 punti per la semifinale e 11.500$ di Money
        Camila con 3 turni incontra 450° 36° e 51° (contro cui perde) vince solo 18 punti ma incamera oltre 5000$ di P Money.
        un’altra partita vinta da nastassja l’avrebbe portata a 21.000 $ e 180 pt.
        un’altra ancora vinta (vittoria del torneo) a 40.000 $ e 280 punti…..
        Se anche escludiamo di calcolare che Dubai è esentasse mentre Rio non lo è ci troviamo di fronte a due tornei che portano con lo stesso numero di vittorie (e per Camila conto anche le Quali per Nastassja no) a moltiplicazioni anche di 10 volte il P Money anche se i punti sono meno del 80% in più……
        Non dimenticate che spesso nei premier i primi turni sono addirittura più facili che in molti k235. i k235 sono tutti a 32 nel MD, e se parliamo di k235 di “prestigio” troviamo MD molto affollati.
        Un primo turno a Dubai vale in soldi quanto una semifinale k235….una settimana a Dubai costa meno di una settimana a Rio….i Premier danno dei benefit agli atleti che valgono in termini economici (alberghi pagati, facilitazioni aeree, servizio mensa, strutture d’allenamento, altro……) quanto i P Money dei primi 1 o 2 turni di un k235. Il Badge di un’atleta vale in un premier almeno 4000 $ (io avrei potuto continuare a vivere il villaggio di Dubai riservato ai giocatori fino alla fine del torneo maschile). Pensate che anche nelle top 50 non ci siano atlete che viaggiano da sole (senza allenatore) e usano i loro 2 o 3 badge per finanziarsi viaggi e soggiorni? Quanti tifosi amici, sponsor, mecenati o altri sono disposti a contribuire alle spese di trasferta pur di vivere un po di giorni nel Circo del Tennis? E pensate che questi signori preferiscano “contribuire alle spese” per vivere Indian Welles o per presenziare al torneo di Baku?
        Se andate sul sito Cheapoair.com (il più economico ed affidabile sito di voli al mondo) scoprirete che un Cleveland/Rio costa il 40% in più di un Cleveland/Dubai…..e stiamo parlando di 1700$ contro 1200$ a persona . Il solo andata costa come l’andata e ritorno….ma una tennista può prevedere il ritorno?….il biglietto con il ritorno aperto costa il 50% di più….ma una tennista può viaggiare in economy? Solo le racchette saturano il bagaglio in stiva, il volo fa tre scali e dura 30 ore …e una tennista spesso ha bagagli per due mesi…..e 30 ore in economy non è proprio il massimo per la forma fisica. Biglietti aperti e in business class costano 3 volte tanto….Camila è a Indian Welles già da ieri….5 giorni prima della prima partita…..che vinca o esca subito rimarrà fuori Italia fino a dopo Miami. Bisogna trovare campi per allenarsi alberghi in cui vivere, palestre e sale massaggi….prova a fare un po di conti….i cosiddetti conti della serva…e scoprirai che con i k235 muovendosi in due esci con le spese solo se fai ogni volta Semifinale…..ma i tornei nell’anno possono essere anche 26 ma le settimane rimangono 52…..e bisogna continuare a vivere ed allenarsi anche nelle altre 26 in cui non giochi tornei…..
        Metti insieme tutte le informazioni che ti ho dato e vediamo il perchè la programmazione dei Giorgi ha una logica.
        Del resto Camila ha per ben due volte scalato dal 140° all’80° in 6 mesi….e lo ha fatto in tutti e due i casi giocando solo premier….la seconda volta lo ha fatto anche in un anno di Gravi Fastidi Fisici. E di pochi tornei giocati non per mancanza di voglia….
        Come vedi non voglio dare risposte….ti offro solo altri spunti per valutare e dare giudizi….se volessi confutare tout-court l’ipotesi Rio mi basterebbe dire: “Cemento-TerraRossa-Cemento? e questo alla vigilia di IW e di KB?…….
        Andatelo a spiegare a Petrignani…….

        • by t.o.

          Ciao Antonio……ti rispondo qui per evitare di annoiare gli altri utenti con ragionamenti apparentemente “estranei”.
          So che non ami Wikipedia….ma io la userò lo stesso….
          Ho citato la Maieutica Socratica poichè mi ci hai portato dentro parlando di Aporia. Con Aporia si intende anche una fase della maieutica Socratica o del Metodo Socratico….quello volto ad eliminare con l’ausilio di domande sempre più precise e stringenti false convinzioni e/o dimostrare la contraddizione di alcuni assunti (di qui il discorso su Tesi/Teorema e Congetture.

          “Il metodo socratico, basato su domande e risposte tra Socrate e l’interlocutore di turno, procede per confutazione, ossia per eliminazione successiva delle ipotesi contraddittorie o infondate. Esso consiste nel portare gradualmente alla luce l’infondatezza delle convinzioni che siamo abituati a considerare come scontate e che invece ad un attento esame rivelano la loro natura di “opinioni”. Tale metodo è detto “maieutico” (ostetrico) perché conduce per mano l’interlocutore con brevi domande e risposte per indurre l’interlocutore ad accorgersi della propria ignoranza e a riconoscere il criterio della verità rispetto alla falsità delle sue presunzioni. Quindi non si basa sul tentativo di vincere l’interlocutore con la propria abilità retorica, così come facevano i sofisti. Socrate non contestava il fatto in sé che si potessero avere verità definitive, ma che venissero spacciate per tali delle convinzioni che non lo erano.

          Come vedi c’è una stretta correlazione tra maieutica Socratica e l’impostazione del mio ragionamento…
          Io non do risposte definitve. Cerco solo di evidenziare come alcune “convinzioni” non dimostrate e dimostrabili possano condurre a conclusioni errate.
          Un conto sono i Commenti e un conto sono i Giudizi.
          Non confuto mai un commento. Spesso confuto giudizi che reputo basati su false convinzioni. Penso che la civiltà del nostro dibattito sia comunque, anche nella fermezza delle nostre opinioni una prova di maturità intellettuale.
          Sulla mia vera o presunta Umiltà sorvolo poichè non è determinante per il risultato…..il dare della “Capra” ad Odifreddi è l’unica piccola caduta di stile che mi sento di contestarti…
          ciao t.o.

    • doherty by doherty

      camila deve fare la programmazione che preferisce (sopratutto tenedo conto della spalla) io riterrei piu’ opportuno alternare tornei impegnativi ad altri piu’ semplici,ma è ovviamente solo la mia opinione
      pero’ questa storia che” sia più facile per Camila tener testa a delle giocatrici stabili in 50°/1° (con le dovute Serene di turno) che a delle Rampanti 20 che transitano nel 100°/50° ”
      mi sembra incredibile…
      non saranno mica tutte rampanti quelle tra la 50 e la 100…supponiamo che camila giochi 99 partite una per ogni tennista tra le 100.secondo voi avra’ una % percentuale di vittoria maggiore con le prime 50 o le altre ?
      le possibilita’ di vittoria dipendono dalla forza e dal tipo di gioco dell’avversaria ,dalla superficie e dallo stato di forma e di salute di camila.
      questo spiega perchè puo’ battere giocatrici in teoria meglio classificate e perdere con altre peggio classificate di lei,ma su un gran numero di partite la % di vittorie sara’ piu’ alta con quelle con una classifica piu’ bassa

    • doherty by doherty

      ” Di più non mi sento autorizzato a dire…non che alcuno mi abbia richiesto riservatezza…..è una scelta mia……cercherò di spiegarlo continuando nel ragionamento che avevo iniziato domenica scorsa…”

      ecco,allora spiegacelo per favore ,dato che qui’ aspettiamo tutti di sapere (di quello che è lecito sapere) il piu’ possibile su camila…credo che sul nostro blog tutti debbano essere informati allo stesso modo

      • by t.o.

        Ti faccio solo un’esempio….credo di poterlo dire….
        Sergio mi ha detto che per preparare Camila al percorso Dubai avendo anche lui sottovalutato la Polacca del 1° turno (del resto le uniche partite rintracciabili in rete risalgono al 2006/2008) ha fatto fare a Camila un massaggio “di scarico”. La scarsa reattività di Camila nel primo set va letta alla luce di questa chiave.
        Stiamo parlando delle migliori tenniste al mondo. Sono come delle macchine di formula 1. Anche un cambio gomme sbagliato ti può far perdere un gran premio già vinto…..
        Avendo constatato la maniacalità che i Giorgi mettono nella loro preparazione e in tutti i più piccoli dettagli mi suona strano sentir parlare di “dilettantismo nella gestione della programmazione”. Sulla base di quali informazioni? di quali statistiche? di quali intuizioni? I Giorgi hanno programmato il loro percorso sulla base di alcuni Dati di partenza e di alcuni Obiettivi di Breve/Medio/eLungo termine.
        Si sono dati degli obiettivi intermedi e una serie di opzioni B. Hanno diverse opzioni con alcuni sponsor che attendono alcune verifiche e alcuni risultati predefiniti. Hanno il loro “piano Finanziario” e la loro propensione al rischio è direttamente proporzionale al tipo di gioco che interpreta Camila.
        Questo è quello che so…..non conosco “il segreto della lampada”.
        Magari so quale collega le sta più simpatica e chi più antipatica….
        Questo mi permetterebbe di dire quale NON Sarà una sua futura compagna di doppio. Forse dicendo nomi e cognomi soddisferei qualche curiosità….
        Non mi sembra carino dire cose dette a cena….tutto qui…
        Non ho “Visto cose che voi umani…….”
        Ho solo verificato con mano che, come cerco di dire da sempre, la verità ha molte facce…e ogni faccia è una verità…..
        Perciò i nostri interventi siano dei Commenti e non dei Giudizi.
        E’ il confine tra commento e giudizio che dobbiamo definire…..
        E qui non parliamo più solo di Tennis
        Poi col cuore Vamooooooooooooossssss Camilaaaaaaaaaaa

        • doherty by doherty

          ok…cosi’ è se vi pare …per certi versi son d’accordo con pirandello fin dai tempi del liceo..
          ho sempre cercato di commentare e non di sentenziare,pero’ non capisco come si possa dire che camila fa’ piu’ fatica quando affronta quelle tra la 50 e la 100esima posizione.
          non pretendo che tu ci dica chi le sta’ antipatica ma magari se ha intenzione di giocare il doppio e con chi,si…

  5. by lelitolelita

    ma come mai nella lista del sito di IW non c’è Camila?

    • Giovaneale by Giovaneale

      Ho notato anch’io e mi è venuta un po’ di ansia..

      • Eulondon by Eulondon

        Non scherziamo!!! Ma che e’ successo???? Ancora infortunio…? Spero in un errore di battitura!!!!

        • by pacapa

          Ma non non preocupatevi, sul sito ci sono solo le giocatrici del MD.sull app del torneo sono segnati i campi prenotati per gli allenamenti e Camila ha un ora la mattina e un ora il pomeriggio

          • Eulondon by Eulondon

            Grazie in effetti avevo realizzato nel frattempo, andando a controllare la lista sul bnp. Certo che nointifosi di cami dobbiamo sempre vivere sulle spine ! Corro a scaricare l’ app!!!

    • by fabio massimo aloisi

      Ma dove l’hai veduto?

      • by pacapa

        Se scarichi l app ( android o apple) devi poi andare su schedule e inseguito su practice court schedule, trverai tutti gli orari degli allenamenti dei giocatori.

  6. by Nicola

    Magnifico!
    Il piccolo torneo di Benasco ha ridato vita a questo articolo vecchio di tre settimane!
    Camilla sostituisce Camila D:
    Bravo a Omar!

    • Giovaneale by Giovaneale

      Un torneo che livetennis non segue neanche ha dato modo ad un utente di trasformarsi in “cronista” per qualche giorno..un po’ poco per vantarsi di esser riconosciuto da atlete e staff come quello che scrive su quel sito ma soprattutto senza senso che venga a riportare qui con lo stile del copia incolla quanto appare già su quel sito.Qui si parla di Camila e stop,è il suo blog e non uno strumento da utilizzare in questo modo (mia modestissima opinione personale)

  7. Omar Camporese by Omar Camporese

    Per Antonio e per chi fosse interessato… in attesa di novità su Camila…

    E’ l’ atto conclusivo di questo splendido torneo che mi ha coinvolto con molta passione qui a Beinasco…

    verso le 14,45 incontro Anastasia, sorridente e viso pulito come al solito, mi saluta riconoscendomi subito.
    sa ormai che scrivo per Livetennis…
    le raccomando di smuovere l’ avversaria e mi ringrazia per il consiglio, prima di entrare nel palazzetto!

    Oggi si incontrano Anastasia Grymalska 247 Wta e Anastasya Vasylyeva 181 Wta e tds 5 del tabellone.

    Alle 15,11 prende il via il match.

    Primo set:
    L’inizio partita vede le due tenniste non riuscire a concretizzare nel proprio turno di battuta per i primi 3 game…
    con la nostra subito al servizio e 3 break consecutivi, si va subito in svantaggio 1-2…
    4° gioco lungo ed interessante, in cui la nostra piazza ben 4 vincenti ma non sfrutta al tempo stesso 3 palle break…
    al 5° cede il suo turno di battuta e ci si ritrova sotto per 1-4!
    Questi ultimi due game, saranno i piu’ lunghi di tutto l’ incontro… ben 36 punti complessivi per le due frazioni!
    al 6° nuovo brek, stavolta per la Grymalska e al successivo tiene finalmete la sua battuta per la prima volta!
    Siamo ora sul 3-4…
    momentaneo gesto di sconforto per la nostra ragazza a questo punto, dopo un errore gratuito… 3-5 ora…
    al 10 gioco pero’ completa la rimonta, riportandosi sul 5 pari.
    Equilibrio totale per ora anche nel punteggio (56-56)…
    al 12° l’ avversaria mantiene pero’ il turno di battuta a zero e cosi’ si va al tie break!
    Grymalska recupera ora due pericolosi mini break recuperando dal 2-4, procurandosi successivamente due set point!
    Fallisce il primo, ma alla seconda occasione non sbaglia, portandosi in vantaggio per 1 a 0… 7-6 (7-5) il punteggio della prima frazione, dopo 1 ora e 12 minuti di gioco.
    8 vincenti per Anastasia in questo primo set, in cui ha mostrato a tratti di riuscire a smuovere l’ avversaria, come le avevo raccomandato…
    con risposte molto pesanti e spesso profonde, ma gioco poco proficuo per ora sotto rete… parziale di punti in perfetta parità: 56-56!

    Secondo set:
    al secondo game, complice uno sfortunatissimo nastro che blocca la pallina, Grymalska va sotto perdendo il break… 0-2 il parziale!
    Ma prontamente recupera il game successivo… delle due ora l’ avversaria sembra essere quella piu’ affaticata e sicuramente meno lucida rispetto al primo set!
    E’ una sensazione che si rivela esatta… perchè la nostra recupera subito la parità, con un agevole turno di battuta, mantenuto a 15 (2-2)!
    L’ ucraina comincia a cedere ai primi segni di nervosismo… sintomo che qualcosa comincia a cambiare!
    un parziale di 12 punti a 4, proiettano la nostra ragazza sul 4-2 e con un 6° game al servizio sicuramente piu’ combattuto, ipoteca il risultato, portandosi sul temporaneo 5-2!
    E’ breve la reazione d’ orgoglio da parte dell’ avversaria, che brecka a 30 Anastasia, per il momentaneo 5-3…
    ma il 22mo ed ultimo gioco della partita, dopo essere stata sotto 15-40, vede la Grymalska guadagnare 4 ulteriori punti consecutivi, tra cui un pregevole vincente…
    break all’ ucraina e primo titolo 25K in carriera messo in cascina proprio qui a Beinasco, dove lei è tesserata!
    1 ora e 55 minuti per questa finale molto intensa con risultato finale 7-6 (5) / 6-3…

    Ottima l’ ultima frazione in cui Anastasia (la nostra perchè l’ altra anche cosi’ si chiama), piazza solo 5 vincenti ma recupera in modo magistrale l’ iniziale svantaggio!
    Oggi ho visto in lei un gioco sicuramente piu’ propositivo rispetto ai precedenti turni e questo fa ben sperare..
    88 a 80 è il bilancio finale dei punti che mostra un sostanziale equilibrio solo nella prima frazione!

    Mi sento appagato!

    Lascio trascorrere qualche minuto e poi mi faccio largo fra i circa 300 spettatori che in parte si sono nel frattempo radunati intorno a lei…
    mi riconosce subito… dopo un breve abbraccio, mi dice:
    “Sono contenta… ho lottato in tutte le partite ed oggi in particolare…
    sono felicissima per il mio primo 25000 proprio qui in casa mia… ci rivediamo tra un mese in Colombia (magari potessi… penso)…
    … mando un caro saluto allo staf e agli utenti di Livetennis”.

    E’ tutto anche da me…
    un saluto e grazie per l’ attenzione!
    O.C.

    • by Antonio

      emozionante reportage! che idea ti sei fatto alla fine di questo bel torneo: Anastasia e Camilla hanno possibilità di entrare nelle prime 100? e che limiti hanno? Mi pare che tu creda un pi’ di più nella Rosatello. Un saluto e…incrociamo le duta per il sorteggio di I.W.

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        ho conosciuto prima Camilla Rosatello e me ne sono innamorato da subito.
        per stile e tecnica, ricorda molto la Giorgi, anche se rispetto a Camila esprime ancora un tennis molto acerbo.
        colpi comunque potenti e profondi… tendenza a conquistare metri in campo e ad accorciare gli scambi…
        scarse tuttavia conclusioni sottorete, proprio come la Giorgi…
        Anastasia invece, l’ ho conosciuta successivamente e devo ammettere che ho fatto molta fatica ad apprezzarla, essendo per caratteristiche fisiche e tecniche, molto somigliante a Sara Errani… tennista di punta, che non riesco ad apprezzare come meriterebbe…
        molto solida da fondo campo… servizio ottimo ( oggi neanche un doppio fallo)… ma tendenzialmente poco propositiva!
        in questi ultimi due giorni pero’ ho imparato ad apprezzarla moltissimo, anche come persona…
        è una ragazza limpida e pulita, cosi’ come la vedi…

        due stili diversi e sicuramente la seconda con maggior esperienza.
        Camilla deve ancora maturare molto e solo il tempo riuscirà a svelare se diventerà mai la campionessa come io mi aspetto…
        Anastasia invece ha nell’ immediato l’ obiettivo di entrare nelle prime 200 al mondo e penso che almeno questo primo traguardo puo’ essere alla sua portata…
        per andare oltre, dovra’ completarsi a livello tecnico, altrimenti la vedo dura per un ulteriore ingresso nelle top100…

        saluti.

  8. Madoka by Madoka

    Lo so, sono fissato con la Muguruza. La state vedendo giocare la sua seconda finale stagionale ? ( entrambe in un International.

    Per arrivare in finale a Santa Catarina ha dovuto affrontare : la numero 68, la numero 77, la numero 106, la numero 79. Neanche una top 60. 180 punti e non ha affrontato neanche una top60.

    Io non dico che Camila avrebbe dovuto giocare questa settimana in Brasile, perchè capisco che per adesso la spalla non possa essere troppo sforzata, perchè capisco che deve giocare le qualificazioni e se magari fosse andata avanti sarebbe arrivata in California stanca.

    Però, per me è sbagliato giocare solo i premier. La Muguruza senza affrontare nessuna delle prime 65 ha fatto 180 punti ( per ora. Camila ha battuto la numero 36 in Fed CUp, ed ha fatto : 0 punti. Poi la settimana successiva ha battuto la numero 36 ed ha fatto : 18 punti. Ha sconfitto avversarie più forti, più brave, più quotate e praticamente non ha mosso il ranking :/

    E’ una programmazione sbagliata. Non dico sempre, ma quando può Cami deve andare a giocare quei tornei, che per superficie e che per partecipanti possono permetterle di farle fare punti. Vinci due partite, sono 60 punti e muovi la classifica visto che non difendi nulla fino a luglio.

    Ora c’è il rischio delle quali nei due Mandatory, che con un sorteggio sfortunato, una giornata storta, si fanno pochissimi punti e siamo arrivati ad aprile ancora intorno alla posizione 80.

    Ritorno alla frase iniziale. Vi parlo spesso della Muguruza perchè ha un gioco IDENTICO a Camila, anticipa e colpisce tutto. E’ più alta quindi serve meglio. Ma si muove nettamente peggio. Non ritengo Garbine superiore a Camila e credo che con una programmazione più corretta, a fine anno Camila possa stare dove ora sta Garbine.

    Certo, è difficile se giochi solo Premier, dovendo affrontare sempre le prime 30/35.

    Quando è possibile bisogna andare a prendere punti facili.

    • by Pangel

      Ma siamo tutti d’accordo sul fatto che Camila dovrebbe giocare più International, un altro esempio è la Burnett che è arrivata in semi battendo torro-flor, l’olandesina e la ormaechea. Pero è inutile ripeterlo, Camila gli international non li vuole giocare ( forse per mancanza di motivazione ) e quindi e costretta a fare le quali in tutti i premier. A questo punto spero che a IW trovi al primo turno una big

    • by Lucio

      Speriamo che qualcuno dello staff legga anche nel sito e cominci a farsi qualche domanda . Come si dice non si può” fare sempre ciò’ che piace ma bisogna fare ciò’ che si deve fare. Quando sarà’ top ten potrà’ fare solo ciò che vuole fare.Nel frattempo speriamo nei sorteggi che finora sono sempre stati tutto sommato onesti.

    • Eulondon by Eulondon

      Anche io credo debba giocare qualche torneo minore. Ma non per una questione di classifica, quella arrivera’ ne sono sicuro..ma per riuscire a migliorare un aspetto del suo gioco che al momento la limita: il fatto di non riuscire a esprimersi al meglio con giocatrici inferiori. Perche’ alla fine queste giocatrici te le ritrovi anche nei tornei importanti ed e’ bene trovare equilibri e stimoli giusti!!!! Attendiamo fiduciosi il sorteggio di IW…Anche se in effetti non c’e’ sorteggio migliore di un altro… Quando in campo scende Camila! FORZAAAA!!!

  9. by Lucio

    Come era stato a dicembre preannuncitato la nuova attribuzione dei punteggi premia chi arriva in semi e finale a discapito di chi si ferma ai primi turni. Soprattutto le giocatrici con il punteggio dai 50in su ora fanno fatica a confermare i risultati dello scorso anno devono quasi fare un turno in più’ e di questo ne sta approfittando Camila che ha creato il suo ranking visto l’infortunio da giugno2013 in poi. Senza giocare ora e’ n. 79. Grande vantaggio hanno chi entra nel md direttamente e magari con un pass primo turno. Chi deve risalire ha sempre più’ difficoltà’ . Non premiano certo le qualificazioni. Speriamo che quelle di IW e Miami per Camila siano le ultime. Importante tenere conto di tutto crearsi il punteggio diventa sempre più’ una partita a scacchi. Essenziale quindi è’ scegliere i tornei giusti. Chi la consiglia direttamente penso abbia sempre più’ difficoltà’ create da svariate variabili. Ciao a tutti e aspettiamo conferme che Camila sia partita.

  10. Omar Camporese by Omar Camporese

    Rivolto a chi è interessato alle giovani tenniste emergenti:

    E’ il giorno delle semifinali qui a Beinasco.

    La prima partita, tra Camilla Rosatello e A. Vaysyeva, inizia con una lieve supriorità sul campo, da parte dell’ ucraina…e si prosegue cosi’ fino al parziale di 2 giochi a 4…
    in questa frazione si evidenziano 5 break consecutivi, di cui pero’ solo due a favore di Camilla.
    La nostra ragazza inizialmente molto concentrata, comincia ora a manifestare segni di nervosismo, complice anche il fatto che la Vasylyeva tende ad innalzare adesso il livello del suo gioco…
    scambi brevi e palle molto veloci da ambo le parti, fanno chiudere il primo set dopo 30 minuti, per 6 giochi a 2 a favore dell’ ucraina!
    La frazione evidenzia alcuni vincenti della Rosatello, accompagnati pero’ troppo spesso da errori sovente provocati e le poche discese a rete non portano i frutti sperati!
    L’ inizio del secondo set ripropone lo stesso copione della parte finale del primo…
    infatti fra il 7° e il 10° gioco compresi, Camilla incassa un severo parziale di 16 punti a 2….
    all’ 11° game riesce a ritrovare fiducia rendendo piu’ combattuti i successivi 3 giochi, ma non basta e si arriva presto sul 0-5!
    A questo punto un ulteriore prova di orgoglio, permette alla nostra di conquistare il 14° game andando temporaneamente sull’ 1-5…
    ma il risultato è ormai compromesso e nell’ ultimo gioco, la partita termina con un pregevole ace della ucraina!
    Lei accede così in finale, con meno di 60 minuti di partita…
    i numeri raccontano che la Rosatello piazza 8 vincenti e 1 ace, ma anche 5 doppi falli….
    33 punti a 59 è il bilancio finale, molto eloquente su come si sia svolto l’ intero incontro!
    CONSIDERAZIONI:
    Oggi come i precedenti turni, lei non era favorita ma il silenzio del pubblico lasciava trasparire molta delusione nel durante della partita!
    Forse abbiamo tutti chiesto un po’ troppo, a questa ragazza che nonostante oggi non sia riuscita a variare efficacemente il suo gioco, tirandole quasi sempre a tutta (e sappiamo che spesso questa tattica non paga…)…
    dicevo, il bilancio del torneo per lei è decisamente strabiliante!
    Le circa 90 posizioni conquistate in classifica, le consentiranno un approccio migliore ai prossimi tornei del suo ricco programma!
    Auguri Camilla!

    La seconda semifinale in programma, vede contrapposte in un possibile match molto equilibrato, anche per l’ aspetto prettamente tecnico, la nr 247 Wta, Anastasia Grymalska e la nr. 248 Wta R.L Jani…
    si parte con Anastasia al servizio in una partita che si caratterizza da subito, con scambi molto prolungati!
    3 break consecutivi nei primi 3 game…. al 4° la Jane tiene il suo servizio a zero… nuovo break al 6° e parità temporanea (3-3)…
    l’ episodio all’ 8° game:
    Anastasia non sfrutta la palla break che la porterebbe a servire per il set!
    Ci si ritrova dopo scambi molto lunghi ed intensi, sul 5 pari… ma nel 12° nuovo break per la nostra e primo set aggiudicato per 7-5!
    Frazione comunque molto equilibrata, come testimonia il punteggio di 43 punti a 39…
    6 vincenti per Anastasia in questa prima parte e gioco a tratti di buon livello, ma comunque come ieri… poco propositivo!
    Secondo set:
    break nel 15, 16 e 17mo gioco… si va sotto per 2 a 3 e da qui l’ ungherese incamera ulteriori 3 giochi, aggiudicandosi facilmente la frazione per 6-2!
    La Jani è sicuramente una ragazza molto solida che oggi regala pochissimo!
    Anastasia fa quel che puo’ cercando di muoverla ma non riesce a concretizzare nei punti importanti!
    Terzo set:
    nuovi break arrivano al 21, 22, 26 e 29mo gioco…
    tanti errori da ambo le parti e lucidità che comincia a calare visibilmente…
    ora le risposte diventano spesso alte, per cercare di recuperare la posizione e quando la palla si accorcia, entrambe arrivano a fatica sulla risposta, sfiorando spesso la rete!
    ma giunti al limite delle 3 ore, la Grymalska riesce a portarsi sul 5 a 2!
    Temporaneo recupero dell’ avversaria successivamente… e si riporta pericolosamente sul 5-4!
    Ma il 30mo e ultimo game, vede Anastasia ri-breckare l’ ungherese, aggiudicandosi cosi’ una partita fiume, durata ben 192 minuti!!
    Ora per lei sarà finale, con il risultato conclusivo di 7-5, 2-6, 6-4!

    Che dire:
    Brava ma ancora troppo poco propositiva!
    certamente per i mezzi fisici che dispone, non le si puo’ chiedere molto di piu’…
    tuttavia la caparbietà e una buona tenuta fisica, le permettono oggi di fare la differenza su una tennista che tutto sommato, pare mostrare un gioco molto simile al suo…
    Auguri Anastasia!

    INTERVISTA a Pierangelo Frigerio, presidente del Comitato Regionale Piemonte – FIT:

    d:
    Buongiorno Presidente, ha già prospettive per il prossimo anno, riguardo il torneo Itf di Beinasco?
    r:
    Non sappiamo ancora per il prossimo anno… molto dipenderà da questo torneo in corso e direi che per ora sta andando abbastanza bene… spero quindi di poter continuare!

    d:
    Ci sono due giovani tenniste italiane in semifinale…
    r:
    Si… due tenniste in semifinale, entrambe tesserate qui a Beinasco… ed è di buon auspicio…
    la news è che la tessera di Camila Rosatello, è stata fatta proprio stamane!

    d:
    Quindi anche lei come Anastasia tesserata qui a Beinasco?
    r:
    Certamente!

    d:
    Cosa ne pensa della Rosatello?
    r:
    Penso molto bene di lei, perché ormai la conosco da quando aveva 9 anni!
    E’ una giocatrice di punta della nostra regionale ed è sempre stata convocata nella nazionale (giovanile n.d.r.)!
    E’ una tennista in cui crediamo molto… noi come federazione e come Tennis Club Beinasco… ovviamente!

    d:
    Perfetto… non la disturbo oltre, perché vedo che è impegnato… auguri sinceri e grazie…
    r: grazie a lei…

    • by Antonio

      Mi hai aperto un mondo che non conoscevo , con i resoconti di questo torneo. E’ un tennis fuori dai riflettori ma non per questo meno appassionante, anzi. Leggere di queste ragazze che si affannano per superare turni rimettendoci o quasi le spese, riconcilia con lo sport. E’ un peccato che un canale come Supertennis che ha dei vuoti di programmazione enormi, preferisca riempirli con repliche di tornei piuttosto che dare spazio a queste competizioni. Cmq da quello che leggo, dietro Karin, Camila e Nastassja ci sono ragazze come Camilla Rosatello che potremo vedere presto affacciarsi alla ribalta. Infine aggiungo che hai uno stile giornalistico perfetto e mi piacerebbe, quando possibile, che tu potessi farlo anche degli incontri di Camila che potrai vedere. In questo modo il sito si arricchirebbe di un contributo tecnico e narrativo importante. Grazie.

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        grazie per l’ apprezzamento Antonio…
        faro’ del mio meglio, ma non assicuro continuità!
        questa settimana, mi è stata concessa per motivi che evito di riportare…
        è stata per me un’ espienza davvero indimenticabile!
        ho conosciuto molte tenniste italiane che si aggiungono a quelle poche che gia’ avevo avuto modo di incontrare in passato…
        ho conosciuto tecnici sicuramente di seconda fascia, ma spesso concordi sulle “mie” personali e dilettantistiche teorie che Madoka riporta alla ribalta…
        ho conoscuito anche il presidente Fit sezione Piemonte e molti organizzatori del torneo…
        restero’ in contatto diretto con la Rosatello e il suo coach Denis Fino…
        sono davvero appagato!

        • by Antonio

          hai riportato il tennis giocato al centro dell’attenzione del sito. Spero nella continuità tua e…di Camila 🙂

  11. Omar Camporese by Omar Camporese

    Aspettando IW, per chi è interessato alle nostre giovani promesse…

    Resoconto da Beinasco:

    Bene per i nostri colori, soprattutto per la Rosatello che continua a stupire!
    Arrivo con un po’ di ritardo… vado subito al campo 1, dove sta giocando la Sussarello…
    sul 4 pari spreca 2 palle break e si fa rimontare purtroppo…
    al game successivo non tiene il servizio e il set termina 4-6 per la Vasylyeva!

    Mi sposto sul campo 3 dove sta giocando la Grymalska…
    3-3- ed equilibrio sostanziale… ma perde il servizio a zero… la Vacarova pare ora piu’ solida e poco disposta a regalare punti….
    la nostra appare decisamente affaticata, sugli scambi spesso molto lunghi…sul 4-5 annulla 3 palle set, ma lo condede comunque alla 4a palla… 6-4 per la ceka!

    Torno sul campo 1 ma nel frattempo la sussarello ha perso anche il secondo set per 0-6… peccato mi dico!
    L’ ucraina ha incamerato 8 giochi consecutivi!
    Giulia non sembra avere i mezzi giusti per potersi imporre in questo tipo di partita e la limitata statura non agevola sicuramente!
    Esce comunque da un 25K ai QF e tutto sommato per una top 600 non è affatto male!

    ritorno sul campo 3:

    Anastasia cede subito la battuta al primo game, ma riesce a riprendere in mano le redini dello scambio portandosi successivamente sul 3-2!
    strappa il break al 6° gioco con un ace finale… in questa seconda frazione sembra gestire meglio lo scambio, anche se il suo gioco appare ancora poco propositivo…
    il secondo set si chiude con un 6-2 e si va al turno decisivo:
    In generale il ligth motive della partita pare essere l’ errore altrui!
    Pochissimi vincenti in campo e la partita non è assolutamente delle migliori sotto l’ aspetto tecnico…
    la ceka in battuta ricorda molto la Niculescu… un servizio a mio avviso decisamente poco incisivo.
    3° set… due doppi falli della ceka portano Anastasia sul 2-0, con una striscia di 6 giochi consecutivi….
    al 3° pero’ cede il servizio a 15….ma dopo 2 ore e 45 minuti di gioco, riesce comunque a fare suo il match, con il risultato finale di 4-6 6-2 6-2.
    Bravissima Grymalska… e domani sarà per lei semifinale!

    L’ incontro che attendo con maggiore interesse è tuttavia il successivo, fra Camilla Rosatello e Gioia Barbieri!

    rientro sul campo 3…
    Camilla al 4° game perde il servizio e presto si ritrova sotto 1-4!
    Fin qui la maggiore esperienza di Gioia ha fatto la differenza!
    Camilla si lamenta molto in campo di come stia giocando male… troppi errori da parte sua… ma si riprende in fretta dal momento difficile…
    infatti strappa il break a zero e a breve si riporta sul 3-4…
    scambi brevi ma intensi caratterizzano l’ incontro!
    Fin’ ora buoni vincenti da parte della Rosatello, che riesce a recuperare giochi, portandosi sul 6-5… il suo morale è chiaramente aumentato come il livello del suo gioco.
    al 12 game pero’ Camilla non sfrutta 2 palle set e cosi’ si va al TB.
    in breve la Rosatello si porta sul 4-1, ma Gioia non si demoralizza e recupera fino al 6-5 in suo favore…
    Camila salva il set point e si aggiudica la prima frazione per 7-6 (8-6)!

    Fantastico penso… è riuscita a strappare un set anche alla piu’ esperta Barbieri!
    Ma il meglio deve ancora arrivare!

    Secondo set senza storia!
    Rosatella padrona degli scambi con tanti vincenti ben piazzati… il suo servizio andrebbe certamente migliorato, ma con un parziale di 27 punti a 11, porta a casa il secondo set, per 6-0!!
    davvero incredibile!
    Dal primo giorno mi ripeto che questa ragazza ha i colpi giusti per diventare qualcuno e oggi ne ho avuto ulteriore conferma!
    Sono in ritardo, cosi’ saluto velocemente Devis Vito, suo coach e riesco a farmi spazio fra la folla esultante per andare a complimentarmi con Camilla!!

    Giornata indimenticabile!
    il torneo continua per due italiane… cosi’ come anche la favola ROSA… tello!!

    LE INTERVISTE:

    Anna Floris:
    E’ una ragazza molto riservata…
    Soddisfatta per essere arrivata in semifinale nel doppio.
    Non ha programmi nell’ immediato e dice di non ispirarsi ad alcuna delle tenniste italiane di primo livello.

    Martina Caregaro:
    Continua ad impegnarsi per raggiungere buoni livelli di classifica… non si è mai demotivata… ma non è facile!
    Preferisce lo scambio breve ma non troppo (come la Giorgi)…
    Le chiedo fra Vinci, Errani e Giorgi, a quale vorrebbe assomigliare… mi risponde ovviamente Flavia Pennetta…
    Lo sapevo e per questo l’ avevo esclusa dalla lista!

    Anastasia Grymalska:
    incontrata a fine partita… riferisce che è stata dura accedere in semifinale!
    Ha giocato male nel primo set ma poi è riuscita a recuperare fiducia e match!
    Per il prossimo mese non ci sono tornei che fanno per lei, perché vuole evitare i 10K…
    Quindi riprenderà con un successivo 50000…
    Per sue caratteristiche fisiche e di gioco, preferisce di gran lunga prendere come esempio Sara Errani!

    Non ho piu’ trovato Alice Matteucci, ma la Rosatello mi ha rassicurato sul suo possibile piccolo inconveniente al braccio cui qualcuno aveva accennato.

    Camilla Rosatello:
    anche lei, tra Vinci, Errani e Giorgi, vorrebbe somigliare a Flavia Pennetta… ma si sono messe d’accordo???
    Incontrata prima del suo match, si dice molto soddisfatta dei due turni passati e entrerà in campo a mente libera per cercare di fare partita… e la farà!!!

    Denis Vito, coach della Rosatello:
    Riferisce che le prospettive sono buone e i progressi sono evidenti!
    Camilla si riposerà una settimana e poi si trasferiranno in portogallo per due 10K…
    Successivamente faranno tappa in Francia per un 50000…
    Gli chiedo come si fa a gestire il budget di una ragazza molto giovane, che comunque deve girare il mondo per partecipare ai vari tornei…
    Dice che si cerca di risparmiare il piu’ possibile e ci si affida alla federazione per potersi sostenere…
    È un peccato penso… questa ragazza merita davvero di essere aiutata!
    In bocca al lupo Camilla!

  12. by Pangel

    Camila sara testa di serie n.6 nelle quali quindi dovrebbe incontrare avversarie piuttosto scarse

  13. biglebowski by biglebowski

    ed ecco il primo international dell’anno di camila per la gioia di molti.

    Katowice MD list / Surface Indoor Hard (anche se vedo iscritte molte “terraiole”…. che sia cambiato qualcosa?) / 7 aprile 2014

    Main Draw list

    1. A.Radwanska
    2. Vinci
    3. Suárez Navarro
    4. Flipkens
    5. Zakopalova
    6. Rybarikova
    7. Meusburger
    8. Schiavone
    9. Pironkova
    10. Beck
    11. Niculescu
    12. Wickmayer
    13. Hercog
    14. Cadantu
    15. Torró Flor
    16. Barthel
    17. Soler Espinosa
    18. Giorgi
    19. Peer
    20. Lucic-Baroni
    21. Doi
    22. Piter
    23. Martic (#99)

    quindi la stessa superficie dell’incontro di fed cup programmato per il 19/20 aprile, l’eventuale convocazione per il quale ( a proposito non facili le scelte in questa occasione) non permetterebbe la partecipazione a stuttgard.
    come vedete la programmazione annuale è puramente indicativa e comporta dei logici aggiustamenti cammin facendo, cosa che andrebbe tenuta presente prima di andare troppo avanti con le previsioni non tenendo presente che quello che sarà da valutare è il numero di partite (e non il numero dei tornei) che dipende dalle vittorie e dalle sconfitte e che quindi non è prevedibile, come non sono prevedibili un sacco di altre variabili.

  14. biglebowski by biglebowski

    e le wc del main draw

    Petrova, Zvonareva, Vandeweghe, S. Rogers, Duval, Townsend, Vekic, Bencic

  15. biglebowski by biglebowski

    il tabellone di qualificazioni di IW aggiornato

    1. Galina Voskoboeva IN MD Replaced by Mestach
    2. Barbora Zahlavova Strycova
    3. Anna Schmiedlova
    4. Chanelle Scheepers IN MD Replaced by Bertens
    5. Yaroslava Shvedova
    6. Casey Dellacqua
    7. Timea Babos
    8. Camila Giorgi
    9. Johanna Larsson
    10. Virginie Razzano
    11. Julia Glushko
    12. Mandy Minella
    13. Teliana Pereira
    14. Anabel Medina Garrigues
    15. Romina Oprandi
    16. Lara Arruabarrena-Vecino
    17. Estrella Cabeza Candela
    18. Kimiko Date-Krumm
    19. Olga Govortsova
    20. Hsieh Su-wei
    21. Nadia Petrova MDWC replaced by Larcher de Brito
    22. Mariana Duque-Marino
    23. Misaki Doi
    24. Nadiya Kichenok
    25. Petra Martic
    26. Luksika Kumkhum
    27. Donna Vekić MDWC replaced by Kudryavtseva
    28. Coco Vandeweghe MDWC replaced by Rogowska
    29. Andrea Hlaváčková
    30. Katarzyna Piter
    31. Mirjana Lučić-Baroni
    32. Sharon Fichman
    33. Alison Van Uytvanck
    34. Anna Tatishvili
    35. Magda Linette
    36. Vesna Dolonc
    37. Johanna Konta
    38. Shelby Rogers
    39. Maryna Zanevska
    40. Tadeja Majerič
    41. (SR)Chan Yung-jan
    42. (SR)Michaëlla Krajicek
    43. Irina Falconi w.c.
    44. Madison Brengle w.c
    45. Grace Min w.c.
    46. Allie Kiick w.c.
    47. Heather Watson w.c.
    48. (WC) (pre-qualifier Challenge champion)

  16. by lelitolelita

    Intanto segnalo che Camila partirà venerdì x la California

  17. Omar Camporese by Omar Camporese

    Oggi non mi è stato possibile seguire dal vivo il torneo Itf di Beinasco, in cui prendono parte molte nuove leve del tennis femminile italiano.
    Domani saro’ presente per seguire i QF in diretta.

    Per chi è interessato, in attesa di notizie su Camila, vi riporto i risultati di giornata:

    Luci e ombre per le nostre ragazze…

    partiamo dalle notizie non buone:
    Si ferma al secondo turno la grande speranza azzurra Alice Matteucci 704 Wta, sconfitta in 3 set dalla connazionale Giulia Susarello 549 Wta.
    su Alice ripongo molte speranze per il futuro, non solo per la partecipazione in Fed… non solo perchè la conosco…
    ma perchè il suo gioco è gia’ avanti rispetto a quella che è la sua fascia attuale.
    Non a caso al primo turno aveva eliminato la Jabeur, 133Wta e tds nr. 1 dell’ attuale Itf…
    Giulia Gatto Monticone invece si è arresa alla piu’ quotata Vasilyeva tds nr. 5, dopo un match comunque molto combattuto, che l’ ha vista cedere solo al TB del terzo set…
    Angelica Moratelli, cede invece nettamente contro la piu’ quotata ungherese Jani 247 Wta, per 6-3 6-1…

    Le buone notizie giungono invece da Anastasia Grimalska, che conferma i recenti progressi, superando con un doppio 6-4 la Ceka Birnerova 163 Wta e tds nr. 2 del torneo.
    infine, segnalo quello che è il risultato piu’ atteso da me, non solo perchè la conosco, ma perchè sta davvero continuando un percorso straordinario, iniziato da poco (solo ieri) e immediatamente riconfermato!
    Parlo di Camilla Rosatello….
    dopo aver eliminato ieri la rumena Mitu, Wta 208 e 8va tds del tabellone, oggi supera in scioltezza con un doppio 6-3 anche la veterana e connazionale Alberta Brianti, 197 Wta e tds nr. 7!
    certo ai piu’ potrebbe sembrare poca cosa, ma voglio ricordare che Camilla è una 18nne molto promettente, che si è affacciata solo da poco in pianta stabile nella scena internazionale!
    queste due vittorie consecutive, che per lei sono molto prestigiose, dovrebbero destare molto interesse in chi segue le giovani promesse e vi riporto brevemente la ragione:
    dal 2010 anno in cui ha cominciato a giocare tornei Itf, le sue partite di rilievo sono state:
    – Mestre 2011 sconfitta per 6-1 6-0 dalla Zahlavova 141 Wta
    – Lussemburgo 2013 sconfitta per 6-2 6-2 da camila Giorgi 93 Wta
    migliori prestazioni:
    – san Remo 2011 6-1 6-2 alla Fitzpatrick Wta 398
    – Mamaia 2013 6-1 6-4 alla russa Lazareva 348 Wta.
    Quindi fin qui, come vedete nulla di particolare da segnalare…
    se non dopo l’ arrivo al torneo di casa ( ei è piemontese di Saluzzo)…
    in due giorni supera brillantemente il doppio ostacolo top 200 che il sorteggio le ha messo di fronte!
    battute ripeto la 208 e la 197 Wta!
    Domani potrebbe accedere alle semifinali se riuscisse a superare una fra Remondina e Barbieri, che in questo momento stanno giocando ancora sul campo 3!
    possiamo dunque aver trovato la Quinzi in gonnella italiana?
    E’ possibile!
    A domani da Beinasco!

    N.B.
    per chi se le fosse perse, ieri ho pubblicato delle interessanti interviste realizzate personalmente a Beinasco, i cui contenuti riguardano anche Camila Giorgi.

    • by Antonio

      Che gioco ha la Rosatello, ossia a quale tennista italiana la paragoneresti?

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        E’ un po’ presto per fare paragoni diretti, perchè il suo gioco è praticamente ancora acerbo.
        Possiamo escludere il gioco atipico della Vinci e il gioco difensivo di Sara Errani…
        escludo anche quello d’ attacco di Camila, perchè Camilla (con due L) comunque possiede già una buona variabile nei suoi colpi e al tempo stesso non ha (per ora) la potenza della Giorgi…
        delle nostre top, restano Schiavone e Pennetta…
        ma ripeto è presto per fare paragoni diretti!

    • by Andrea

      Stai facendo un lavoro superlativo!
      Mi fa strano che qualche utente ce l’ abbia con te, perchè credo che tu sia una vera risorsa per il blog…

  18. by lelitolelita

    Tra uno spunto teologico e l’altro, qualcuno sa dirmi quando ci saranno delle novità sulle quali di IW ?

  19. Omar Camporese by Omar Camporese

    Oggi ho avuto modo di dedicare alcune ore del mio tempo libero, per seguire un po’ dal vivo il torneo Itf di Beinasco.
    Certamente nulla a che fare con il livello di Camila, ma per noi italiani rappresenta comunque, insieme a Grado, il meglio che riusciamo a proporre a livello di manifestazione nel panorama internazionale.

    SENSAZIONI E INTERVISTE.

    Sensazioni:

    Ho avuto modo di seguire quasi per intero il match in programma sul campo 1, tra Camilla Rosatello 554Wta, vecchia conoscenza della nostra Camila e la rumena Mitu 208 Wta.
    Se non avessi saputo chi fra le due era Camilla, avrei sicuramente invertito le parti come valore, vedendole giocare.
    Camilla ha disputato un match ad altissimi livelli e nonostante la giovanissima età… ricordo che è una ’95…
    ha vinto la partita per 6-4 6-2, lasciando quindi solo 6 giochi alla ben piu’ esperta avversaria.
    Ma cio’ che colpisce nel vederla giocare da bordo campo, è la sensazione (come lei stessa confermerà successivamente),
    di non essere mai paga del suo gioco, anche quando conduce con un ottimo vantaggio contro una che dovrebbe essere di livello superiore!
    possiede gia’ un ottimo bagaglio tecnico, fatto di colpi penetranti e molto potenti.
    Grande lucidità che le permette smorzate e lobboni all’ occorrenza… palla piatta e veloce, con accellerazioni di prim’ ordine e pochi errori grossolani… anzi.. di grossolani, praticamente non ne ricordo…
    applica una variante nel suo gioco molto decisa e sa recuperare facilmente da momenti di difficoltà, facendo durare gli scambi meno della media…
    è la prima volta che la vedo giocare dal vivo e vi assicuro che possiede la stoffa per fare molto bene in futuro!
    Denis Fino, il suo coach, sta dunque svolgendo un ottimo lavoro!

    Altro match cui ho avuto modo si assistere, è stato quello vinto 6-3 6-2 da Anastasia Grimalska 246 Wta ai danni dell’ altra connazionale Corinna Dentoni 299 Wta.
    Al di là del risultato, Anastasia ha convinto molto piu’ di Corinna, che ha mostrato in campo tutte le sue lacune tecnico fisiche…
    l’ ormai 24nne Corinna, non possiede purtroppo colpi potenti, ne grande carattere.
    L’ ex Br 142 Wta, ha mostrato anche oggi i suoi limiti, forse accentuati anche da un piccolo inconveniente fisico, manifestatosi a fine match.
    Dall’ altro lato invece Grimalska ha fatto vedere sicuramente un buon tennis, fatto di colpi potenti, palle piatte e buon livello nel servizio.
    ma penso che in lei manchi ancora un po’ di concretezza negli scambi prolungati, che la portano spesso a commettere facili errori…
    comunque è in costante anche se lenta crescita e il suo futuro puo’ essere guardato con un minimo di ottimismo.

    Altra partita che vorrei segnalare, è quella fra le straniere Shapatava 224 Wta e Jani:
    la 25nne Gergiana impressiona per tecnica e colpi, ma è molto inconsistente nella continuità di gioco.
    Questo suo limite ha permesso alla meno esperta ungherese Jani, di conquistare una partita con risultato netto a suo sfavore…
    classico esempio di come il talento spesso non basti da solo per sfondare nello sport!

    Non mi è stato possibile seguire altri incontri, perchè ho dedicato la restante parte del mio tempo, ad un po’ di interviste…

    Interviste:

    Partiamo da Maria Elena Camerin 209 Wta:
    Veterana del tennis nazionale, riferisce che questo torneo di Beinasco, rappresenta un’ ottima opportunità per l’ intera nazione, non diputandosi piu’ ormai ne Palermo, ne Cuneo, ne Biella!
    Per cui è contenta di prendervi parte.
    Lo scorso anno ha avuto una serie di piccoli problemi fisici, che non l’ hanno limitata notevolmente, facendole perdere ben 70 posizioni in classifica.
    Quest’ anno invece si dice molto soddisfatta dell’ ottima preparazione che sta conseguendo fin qui e spera di poter recuperare almeno 50 posizioni in classifica, in modo da poter partecipare a tornei di fascia superiore.
    Ha un’ ottima opinione di Camila Giorgi, anche se non ha mai avuto il piacere di conoscerla dal vivo.
    di lei dice che è giusto perseguire degli obiettivi, se si ha la consapevolezza di poterli raggiungere!

    Martina Caregaro 459 Wta:
    E’ un po’ delusa dal risultato netto della sconfitta nel suo primo turno, ma spera di fare bene nel doppio…
    anch’ essa non conosce Camila, ma ne ha ottima impressione.
    Per lei le scelte dell’ allenatore sono inopinabili!

    poi ho incontrato la splendida 18nne Alice Matteucci 695 Wta:
    una ragazza semplice e solare!
    Parli con lei ed è come se avessi la sensazione di conoscerla da anni!
    Ho parlato con Alice di Fed… mi ha riferito che per lei è stata un’ esperienza unica… indimenticabile!
    Lavorare con Barazzutti lascia il segno, perchè è davvero una persona che ti trasmette positività e coraggio!
    Il suo debutto in doppio purtroppo non è andato per il meglio, per via dell’ emozione che si è portata in campo, ma ha comunque saputo regalare ottimi sprazzi di gioco durante la partita.
    Ha parlato delle sue colleghe:
    Karin è simpaticissima… Nastassja è la classica “romana” (nel senso buono)… Camila è molto molto riservata…
    non bada alle opinioni di chi ha criticato la sua presenza in Fed, da parte di Corrado.
    Lei sostiene che se è stata convocata da Barazzutti, ci sono sicuramente dietro buoni motivi!

    Subito seguita poi dalla coetanea 18nne Camilla Rosatello 554 Wta:
    è molto soddisfatta per la condotta di gioco, ma in campo non si deve sentire paga del risultato…
    l’ avversaria era ostica ma lei si è sempre sentita in grado di poter vincere il match…
    in questo momento pensa solo di migliorarsi in modo continuativo e ricorda con affetto i tanti messaggi a lei indirizzati, lasciati dai tifosi di Camila in occasione del torneo di Luxembourg!

    Infine ho avuto modo di approfondire il discorso, con Denis Fino… coach di Camilla Rosatello:
    gli ho raccontato di come ho notato che sta svolgendo un ottimo lavoro!
    mi ha riferito che nel programma di Camilla, ci sono per ora 25% di 10K… 50% di 25K e 25% di qualifiche nei tornei 220K.
    insomma si lavora per cercare classifica e punti in modo adeguato!
    Conosce molto bene Camila e Sergio Giorgi…
    di loro ha grandissima stima… trova che sono davvero dei grandi lavoratori e che hanno avuto coraggio nel credere nelle potenzialità di Camila…
    di lei dice che ha delle ottime qualità fisiche, ma al momento è come una macchina molto potente, con i freni di un’ utilitaria…
    lei dovrebbe in sostanza apprendere un minimo di contenimento… avere in definitiva, i freni adeguati alla sua potenza!
    Trova che le critiche arrivano spesso da chi non ha il coraggio di andare in alto…
    sulle scelte dei Giorgi, dice che è difficile rispondere…
    fosse lui al posto di Sergio, le farebbe fare un paio di tornei sul rosso, prima di Roma e dello slam parigino.
    Questo a suo dire, come “investimento” sul suo gioco!
    Perchè noi in Italia abbiamo tennisti molto preparati su terra che stentano sul veloce e dovrebbero appunto cercare anche una preparazione alternativa…
    Camila invece a suo avviso, dovrebbe fare esattamente il contrario… ossia cercare “anche” il rosso, come investimento per la sua completezza!
    Tornando alla sua Camilla, lui dice che l’ obiettivo è il gioco e non il risultato del singolo torneo…
    questo comunque andando a giocare la dove sa di poter fare ranking…

    Auguri dunque a Camilla e buon lavoro a Denis!

    • by Antonio

      Un reportage molto molto interessante, spero ne seguiranno altri. Ottimo anche il riferimento alla nostra Camila in ogni intervista così che anche noi possiamo farci un’idea sull’immagine che i Giorgi hanno nel panorama del tennis italiano. Grazie.

    • Madoka by Madoka

      Grazie per il resoconto 🙂

    • by fabio massimo aloisi

      Sempre gradite le tue informazioni.

    • r.b. by r.b.

      Bravo bravo davvero un bel post… È molto interessante conoscere le nuove giocatrici italiane e non, tra qualche tempo spero di vedere qualche ragazza giovane italiana a livello di top 100.

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        io penso che Camilla Rosatello abbia le qualità giuste per poter entrare in top 100 in un tempo relativamente breve…
        cosi’ dovrebbe essere anche per Alice, che tuttavia non ho ancora avuto modo di seguire dal vivo.
        La georgiana Shapatava, se impara a gestirsi meglio, potrà far parlare di se in futuro.
        Grimalska invece appare ancora un po’ acerba, ma è in costante crescita…
        Insomma…
        dare un’ occhio alle giovani leve ogni tanto, puo’ essere davvero molto interessante!
        domani alcuni impegni mi impediscono di tornare a Beinasco ed è un peccato, perchè ci sono in programma molte partite interessanti negli ottavi…
        cerchero’ di essere presente giovedì…

  20. TEUS by TEUS

    Dopo Indian Wells e Miami, sarà possibile fare le primissime considerazioni riguardo la stagione di Giorgi. In pratica è come se si giocasse uno slam dato che i due tornei metteranno in palio esattamente gli stessi punti. L’unica differenza è che, invece di due settimane, coprono il calendario per un mese intero.
    Aprile attualmente rappresenta un punto interrogativo perché c’è la Fed Cup e non si sa ancora se Camila verrà convocata oppure no.
    Maggio rappresenterà poi un altro mese cruciale per la sua stagione.
    Meglio però non spingersi troppo in là. Ora ci vuole massima concentrazione per provare a giocare nel migliore dei modi durante i prossimi importantissimi tornei. Vamos Camila!

    • by Antonio

      Sono d’accordo. Credo un obiettivo minimo soddisfacente sia superare le qualificazioni ed arrivare al terzo turno in uno dei due, considerandoli come dici tu quasi un unico Slam. Molto dipenderà da quanto Camila ha lavorato in queste settimane sulla prima di servizio. Ma non mettiamo limiti alla Provvidenza.

  21. by LUCIO

    Ciao a tutti vorrei solo esporre il mio pensiero in relazione alle ultime spiegazione riguardo la programmazione di Camila che giustamente presta attenzione alle condizioni fisiche. La notizia che i medici hanno consigliato una ripresa lenta e graduale per non rischiare ricadute chiarisce la cancellazione di Parigi troppo vicina all’impegno di Fed. Se si vuole pero’ giocare meno partite ravvicinate bisognerebbe iscriversi a quei tornei che ti permettono prima possibile di guadagnare punteggio nel ranking dove “magari” evito di fare lungi ed estenuanti turni di qualificazione con partite vicinissime e per le quali avro’ si soddisfazioni e stimoli ma che se come puo’ accadere nel tennis ne perdo una mi stanco e porto a casa pochi punti (DUBAI). Poi giustamente devo riposarmi di nuovo. Se poi sono fortunato trovo Serena. Allora prima possibile devo guadagnare quei punti che mi permettono di non fare turni di qualificazione posso rifiatare e proseguire quella tabella fissata in accordo penso allo staff medico. Secondo me la spiegazione data da t.o. non fa altro che confermare cio’ che dice Omar Camporese. Forse bisogna anche fare tornei di seconda fascia, anche a discapito dei primi, per poi fare solo quei tornei che la stimolano adeguatamente e faranno diventare Camila la stella che noi tutti crediamo sia .Non e’ una polemica ma solo una considerazione. Ciao a tutti.

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      @Lucio:
      tu sei uno che sa leggere e capire, per cui anche se non vorrei ritornare sull’ argomento, perchè avevo deciso di parlarne in privato con t.o, evitando cosi’ nuove discussioni, voglio comunque aggiungere un tassello importante a quello che scrivi:
      puo’ una intera programmazione annuale essere stilata in base ad un’ esigenza di tipo fisico?
      la risposta è semplice ed è purtroppo negativa!
      vedi… siamo stati messi al corrente del programma per l’ intera stagione 2014, in data 26 novembre.
      posso immaginare che la stessa sia stata discussa e stilata almeno una settimana prima.
      diciamo 6 settimane prima del nuovo anno.
      come si puo’ pensare, 5 o 6 settimane prima della nuova stagione, che la nuova programmazione la si possa impostare sulla base di un problema fisico?
      nessuno (a meno di avere una sfera di cristallo), è in grado di dire quale sara’ il dispendio energetico, per ogni singolo torneo!
      infatti, non conoscendone l’ esito, un torneo possiamo dire che puo’ durare una sola ora se va male, come anche 20 ore se vai avanti superando molti turni!
      quindi la programmazione, ripeto giusta o sbagliata che sia, non puo’ tenere conto dell’ aspetto fisico, perchè lo sforzo e il dispendio energetico, non sono parametri valutabili anzitempo per ogni singolo torneo…
      al piu’, proprio perchè la condizione fisica non sarebbe ottimale, evito almeno per i primi mesi di andare a giocare la dove so di dover fare 2 o 3 turni di qualifiche, che portano grande dispendio a livello fisico e al tempo stesso ti fanno raccogliere poco se non accedi al tabellone principale…
      ci sono invece altre situazioni e altri parametri di cui si puo’ tenere conto in questi casi, ma preferisco non parlarne per non fomentare ulteriori discussioni almeno per il momento…
      perchè qua se non si è ancora capito, io voglio il bene di Camila almeno quanto i piu’ accalorati tifosi!
      perchè io credo fermamente nelle sue potenzialità… ma certe evedenze mi pongono degli interrogativi a cui vorrei poter avere risposte!
      saluti.

      • by Fabio Massimo

        CONDIVIDO AL 100/100. Innanzitutto, è ideologico programmare un anno intero con la consapevolezza di una condizione fisica precaria; è bene programmare ma è anche saggio correggere il tiro a seconda delle circostanze che la realtà ti mette davanti. A me aiuta molto avere a mente questa riflessione:
        “Poca osservazione e molto ragionamento conducono all’errore. Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità.” (da Riflessioni sulla condotta della vita – Alexis Carrel)

        • Omar Camporese by Omar Camporese

          Esatto!
          trovo che qui ci siano grandi pensatori fra i tifosi di Camila, che sono in grado anche di fare ottimi ragionamenti!
          ma l’ osservazione latita…
          Prendiamo ad esempio un frammento di quello che era il mio modo di vedere la realtà:
          26a GS
          27a
          28a
          29a w
          30a
          31a
          32a p5
          33a p5
          34a p
          35a GS
          è solo uno dei tanti su cui si potrebbe prendere spunto per aprire un dibattito senza tirar fuori termini come “ridicolo” o “delirante”…
          Possibile che nessuno nota che fra la settmana 27 e la 32, Camila giocherà un solo torneo in un lasso di 35 giorni?
          si lo so che la 27 è la seconda dello Slam… ma quanta probabilità ha di giocarla tutta o solo in parte?
          E poi nel blocco seguente, giocherà 4 tornei in 28 giorni…
          ????
          Ma con tutto il rispetto per chi ha stilato questa programmazione…
          vi pare una sequenza equilibrata?

          Comunque oggi saro’ a Beinasco per seguire qualche giovane promessa Italiana…
          per conversare anche con qualche addetto del settore… ecc…
          forse saro’ presente anche nei prossimi giorni.
          Se qualche utente del blog avesse avuto la mia stessa idea, ci possiamo benissimo incontrare li.
          Oppure se qualche utente avesse delle domande da porre a qualche ragazza in particolare, non mancherei di girarla, nel caso incontrassi la tennista interessata…

          • by Fabio Massimo

            “Non è mai troppo tardi” di Alberto Manzi.
            Famme capì!
            Cosa significa: w – p5 e p

          • r.b. by r.b.

            Faccio una considerazione che ho tratto dalla programmazione della Ivanovic che è ugualmente pubblicata sul suo sito. Ci sono un po’ i soliti tornei, praticamente una programmazione non troppo dissimile da quella di Camila e di tutte le top player ma c’è la seguente avvertenza: “Please note that this schedule is not confirmed and is subject to change. Any changes will be posted in the News section”. Anche su questo sito c’è scritto: “Programmazione parziale e soggetta a modifiche”. Quindi probabilmente le giocatrici possono cambiare la loro programmazione in base alle esigenze. Credo ad esempio che molte giocatrici che vengono eliminate durante la prima settimana di uno Slam, giochino altri tornei che si svolgono la seconda settimana. Chiaramente Camila non metterà mai in programma un torneo la seconda settimana di uno slam, perchè conta di giocare il torneo più importante (ed è successo, gli ottavi di un torneo del Grande Slam si giocano la seconda settimana), poi se non dovesse verificarsi, potrebbe comunque aggiungere un torneo. Allo stesso modo in base alle esigenze di classifica o al fatto che ha giocato poco Camila potrebbe aggiungere altri tornei. Quindi non prendereri la programmazione indicata sul sito come definitiva. Per adesso quel che è certo è che giocherà Indian Wells e Miami che sono Premier obbligatori per lei, poi credo si vedrà in base ai risultati. Purtroppo fare previsoni mi sembra azzardato e prematuro, senza conoscere prima il sorteggio. E’ però positivo il fatto che in questi tornei il primo turno del main draw consente di evitare le teste di serie che hanno tutte un bye al primo turno.

    • by anfrapa

      Mah sono veramente in difficoltà rispetto a tutta questa serie di disquisizioni molte delle quali mi appaiono, francamente, deliranti… ma forse sono io ad essere fuori posto: tennista assai schiappa, appassionato però di tennis e ” innamorato” tennisticamente di quella che a mio modesto avviso è la più dotata e dal punto di vista fisico e dal punto di vista tecnico delle tenniste italiane di sempre (o almeno di quelle che ho visto io). Sul suo blog, invece di tifare, si assiste sgomenti ad una serie di sproloqui assurdi, con critiche a 360 gradi rispetto alle scelte, ai programmi, al gioco, ai familiari, ai medici, ai soldi spesi e/o guadagnati ecc. ecc. Credo che molti non si rendano minimamente conto, nei loro ossessivi e ridondanti commenti, di apparire del tutto inadeguati e ridicoli. Se non lo sono loro, allora lo sarò io: forza magica Cami!!!

      • by Nicola

        E quando faceva solo Itf e tutti a dire basta Itf???
        I tifosi non erano gli stessi?
        I programmi non erano sempre loro a deciderli?
        Io non ne capisco granche’ ma sono con quelli che chiedono e devono chiedere qua perche’ io sono curioso di conoscere le risposte!
        Chiedere chiedere chiedere!

    • by Fabio Massimo

      ESEMPIO PIù CHE CALZANTE: FLAVIA PENNETTA. L’avreste mai creduto a quali livelli ora si trovi? L’umiltà e la ragionevolezza è la stoffa dei campioni.

      • biglebowski by biglebowski

        ma veramente ti potrei elencare decine di campioni presuntuosi e folli, ma sono certo che pensandoci ne ricorderai molti anche tu stesso.

  22. Madoka by Madoka

    La convocazione della Matteucci in Fed Cup mi era puzzata molto di raccomandazione.

    Per questo motivo oggi mi sono visto il suo primo turno nel 25 di Beinasco, visto che c’era uno streaming. Lei era WC e giocava contro la tds numero 1, la Jabeur.

    Piacevolmente impressionato da questa ragazza. Classico gioco italiano, cambia moltissimo il ritmo, sa giocare molto bene lo slice, sa venire bene a rete, ma fa anche vincenti. E serve bene.

    Ed è stata una bella partita, sicuramente più gradevole della amggior parte delle partite che la settimana scorsa abbiamo visto a Rio.

    • Hector by Hector

      Particolare da non trascurare, ha battuto una che la sopravanza di oltre 550 posizioni nel renching.
      Non potrebbero giocare la fed cap ogni due settimane?

  23. by Antonio

    E così ora dopo la “programmazione ombra” abbiamo anche l'”inserto domenicale”!
    Cari Camila, Sergio e Matteo…ma è possibile avere un sito normale? Ossia un sito dove chi apprezza Camila, il suo tennis e ha scelto molto semplicemente di fare il tifo per lei, possa trovare sue notizie, leggere sue interviste, dialogare con lei e il suo staff. E poi anche discutere di TENNIS con altri appassionati di Camila, senza salire su pulpiti e rispettando le altrui opinioni.
    Mi piacerebbe che Camila facesse tanti inserti su questo sito e ci raccontasse come affronta i match, come si allena, cosa può renderla felice (senza che ce lo racconti t.o.). Insomma che questo sito non fosse Hyde Park dove a turno qualcuno sale su una sedia e spiega agli altri la vita, ma il sito di una giovane tennista, come c’è scritto nel sottotitolo, il più grande talento forse nella storia del tennis femminile italiano. Io mi auguro di si, che sia possibile altrimenti prevedo che molti, come me, finiranno per stancarsi di visitarlo pur continuando ad amare Camila.
    Sono contento t.o. del tuo libro. Non ho capito quasi nulla su quello che sarà ma fa niente.
    Tuttavia mi piacerebbe che tu non ridessi (da Dubai o da qualsiasi altro luogo) di quello che leggi, come hai scritto, perché ride degli altri chi non li ascolta, concentrato e compiaciuto sui propri pensieri e sulle proprie teorie.
    Ti darò alcuni consigli anche perché NON autorizzo la diffusione del mio indirizzo email: fanne l’uso che credi.
    – Anche tu parti da premesse erronee: distingui tra ipotesi e congetture. Caro t.o. ipotesi e congetture sono sinonimi basta studiarne l’etimo o anche consultare il Devoto-Oli. Una congettura è “Un’ipotesi più o meno giustificata da dati generici”. Di cosa stiamo parlando?
    – Da più 30 anni Ilya Prigogine, premio Nobel per la fisica, ci ha spiegato che nella scienza esiste la causalità dei processi che li rende imprevedibili. Ma soprattutto che ogni esperimento è influenzato dallo sperimentatore che non è mai neutrale. E’ utile la lettura del suo testo “La fine delle certezze: il tempo il caos e le leggi della natura – Bollati Boringhieri 1997”. Pretendere quindi di trovare premesse certe che portino a verità è velleitario nel tennis come in botanica.
    – Non possiamo quindi arrivare alla definizione di modelli certi ma soltanto ipotetici e non esiste una verità ma più verità. “Quid est veritas” chiede Pilato a Gesù e Gesù, non Antonio, Teus o t.o., non risponde..(Gv, 18:38)
    – Ti consiglio di non utilizzare wikipedia come fonte di ricerca scientifica: è bandito (il termine esatto sarebbe un altro ma lo censuro) non solo dalle università ma finanche dalle scuole medie.
    Salgari scrisse Sandokan senza mai essere stato in Malesia. Non occorre frequentare il circo del tennis per comprenderne e descriverne regole e significati. Buon lavoro!

    • by Quinto

      Se la buttiamo in metafisica…. “Quid est ex veritate audit vocem meam” aveva detto infatti Gesù a Pilato…. Se è un fatto consolidato – oggi, dopo Eisenberg e il principio di indeterminazione; e solo poi quanto correttamente citato – che non esiste una verità empirica e che ogni filosofia materialista è dunque destinata ad approdare al nichilismo, al nulla, perché per fondare un sistema assoluto necessita di un atto irrazionale (l’ateismo consapevole non può essere razionale, per logica!!!! Un ateo deve per forza essere irrazionale nelle sue convinzioni, perché pretende che un mondo di leggi e regole sia frutto del caso, cosa impossibile per autoevidenza…. A meno di non ragionare con categorie vecchie di 200 anni ferme al positivismo e allo scientismo….)… Se è vero questo, vero è anche che la fede in Gesù Cristo non è fede in qualcosa, ma in qualcuno. A differenza delle religioni, che credono a quel Dio che, grazie a Dio, Nietzsche ha ucciso, il cristianesimo riconosce la Verità che coincide infine con Dio stesso, in un uomo di cui è stata data testimonianza attendibile, perlomeno storicamente (tranne per le capre ignoranti come Odifreddi, che si espone infatti al ludibrio del mondo accademico anche ateo)….. Perché questa pippa? Perché parlate di massimi sistemi quando questo è il sito di Camila, una ragazzina dolcissima, simpatica, carina, affascinante, che gioca benissimo a tennis e per la quale è bello fare il tifo. Come direbbe Giampiero Mughini: MADDAIIIII !!!!….. PS Non do ripetizioni di Teologia o di Filosofia Teoretica nemmeno ai miei studenti, ho scritto quanto sopra solo per ironizzare. Non mi farò perciò trascinare in dissertazioni sulla mia materia con dei non colleghi….. Non facciamo i pipparoli frustrati, sia detto in generale e non riferito ad alcuno specificatamente….. Pensiamo al tennis e a fare il tifo per Camila……

      • by Antonio

        Concordo Quinto. Se rileggi quello che ho scritto è ciò che piacerebbe anche a me. Coscientemente e inconsciamente (il cui studio è la mia materia) desidero un sito dove si parli di Camila ( ti cito): “una ragazzina dolcissima, simpatica, carina, affascinante, che gioca benissimo a tennis e per la quale è bello fare il tifo”.
        Semplicità e leggerezza.

      • by antonelo

        “Dissentisco” fermamente sull’Odifreddi capra e spero che la ferale cappa dell’oscurantismo non soffochi questo sito.

        • pablox5452 by pablox5452

          Sì anch’io e poi che c’entra un intervento del genere, irrilevante sul piano tennistico e inconsistente sul piano storico, scientifico e filosofico con lo scopo del blog? Se no ci mettiamo a parlare di Rosa Luxemburg, a sto punto… 😀

          • Hector by Hector

            No, del torneo femminile di Luxemburg parleremo in autunno, quando si svolgera’. Adesso e’ prematuro.

    • by t.o.

      ciao Antonio e ciao Quinto.
      Rispondo in modo Telegrafico.
      E’ in corso una revisione editoriale del sito. “L’inserto della Domenica” o Il “Tema della settimana” verrà occupato solo per 3 o 4 settimane dal “progetto Libro”. Dopo, se ce ne sarà necessità verrà utilizzato per parlare di temi off o on Topic proposti da altri. Sarà uno spazio di approfondimento……su Camila? il più felice ne sarò io….

      “In qualche caso leggendovi mi veniva quasi da ridere…..non sono certamente autorizzato a dire cose di cui sono venuto a conoscenza durante i miei giorni di Dubai…”
      Non ho riso…..ho scritto ciò che si legge sopra….
      Conoscere il vero motivo di una scelta a volte…..fa sorridere rispetto alle posizioni o convinzioni legittime (in quel caso parlo anche di MIE convinzioni) in mancanza di quell’informazione………Soluzione?
      Se una discussione va fuori tema per mancanza di un’informazione sarà compito di Matteo e Alberto dare (ove possibile) quell’informazione.
      Credo che questo al di la del mio libro sia nell’interesse generale…..tra l’altro….oggi il sito è gestito….da “due volontari” (M&A) che dedicano per passione molto del loro tempo libero.
      E’ previsto che parte dei miei eventuali diritti d’autore vadano al sito per poter garantire una gestione più professionale e più puntuale…..compresa la nascita di Invidiati Speciali che a turno potranno fare ciò che ho fatto io per tutti voi da Dubai……

      Wikipedia: mai detto di eleggerlo a strumento di ricerca. Wikipedia è uno strumento di consultazione. Le critiche del mondo accademico sono note…ma è come cercare di risparmiare tempo fermando l’orologio (tratta da una citazione di H. Ford)
      http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/08/07/wikipedia-migliore-enciclopedia-del-mondo-dal-regno-unito-ai-paesi-arabi/319733/

      per tutto il resto Vamooooooooooosss Camilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  24. Madoka by Madoka

    t.o. : grazie per tutte le notizie e per tutte le informazioni che ci stai dando, sei prezioso per noi che veniamo giornalmente su questo blog.

    Posso chiederti : perchè i Giorgi preferiscono programmare tornei difficili ed impegnativi, invece degli International ? C’è sicuramente un motivo che a me sfugge a questo punto. Magari puoi fare chiarezza anche sotto questo aspetto.

  25. Omar Camporese by Omar Camporese

    gentile T.O.
    hai un mio messaggio privato sulla tua casella di posta elettronica.
    saluti.

  26. by t.o.

    @TUTTI
    Oggi è domenica.
    Venerdì e Sabato, appena tornato da Dubai sono stato a Milano per parlare con Matteo ed Alberto.
    Avremmo deciso di sottoporre al Blog una specie di “inserto speciale”.
    Un tema parallelo da affrontare insieme ma in modo più documentato ed approfondito.
    Come sapete ho deciso in accordo con Camila e Sergio (vero motivo del mio viaggio a Dubai) e con Matteo e Alberto (oltre 6 ore di riunione venerdì a Milano) di scrivere il mio libro.
    Ho anche pregato Matteo di chiedere ad alcuni di voi l’autorizzazione all’accesso alla propria @mail al fine di poter eventualmente chiarire in privato alcuni dettagli che magari è meglio non fare “in pubblico”…..ogni “alias” cela una persona e non è detto che i due (persona e alias) coincidano….vero presidente?……

    Nessuno chiede a nessuno di partecipare a questo “inserto speciale”. Tutti possono partecipare ma chi partecipa si atterrà alle regole. Le regole suggerite (poichè volendo le possima cambiare in ogni momento sono poche e semplici.
    La domenica verranno proposti dei temi non necessariamente legati all’attualità ma che hanno a che fare con il “sistema Tennis”. Su quei temi si potrà intervenire per tutta la settimana ma attenendosi strettamente ai temi proposti. Io mi proporrò come moderatore. Dal taglio degli interventi capirete il mio ruolo. Il risultato atteso è darci una comune “logica di analisi”. Il che non significa che la dobbiamo pensare tutti allo stesso modo…..anzi….significa solo darci delle basi comuni di discussione. ……altrimenti è come la torre di Babele…..tutti hanno ragione e tutti hanno torto….semplicemente perchè partono da premesse diverse e contraddittorie.

    Prendo ad esempio la discussione che negli ultimi giorni ha animato il Blog….
    la programmazione.
    In qualche caso leggendovi mi veniva quasi da ridere…..non sono certamente autorizzato a dire cose di cui sono venuto a conoscenza durante i miei giorni di Dubai…..ma qualcosa penso di poter dire.
    Il Circo del tennis vive tutto l’anno in un “Acquario” dove Giocatori, allenatori, manager, addetti stampa, giornalisti e quant’altro convivono in “cattività” sempre all’interno della stessa “Gabbia Dorata”. In quell’ambiente dove tutti si conoscono da anni si parla solo di tennis. Anche a cena si creano capannelli che commentano tra loro fatti tecnici e gossip, indiscrezioni ed informazioni….come in ogni gruppo che convive dello stesso hotel per 30 settimane l’anno.
    Cambia città, continente e fuso orario….ma l’hotel….è come se fosse sempre lo stesso…con in fondo gli stessi ospiti, che fanno tutto l’anno le stesse cose….si allenano, giocano, vincono, perdono,….vivono.
    Alcune cose a loro “familiari” sono spesso per noi utenti “incomprensibili enigmi”…..Vi faccio alcuni esempi che possono essere punto di riflessione.
    Prendiamo Marta Domachowska.
    Per noi è una under 450°….perciò la consideriamo al pari di un numero…ma chi è veramente lei.
    28 anni, BR 37° a 20 anni….da 20 a 22 in top 50. Una giocatrice d’attacco.
    Perchè è 450°? perchè non ha colpi? Perchè non sa giocare? No. E’ 450° perchè ha deciso di giocare poco. Avendo scoperto di non poter aspirare ai piani altissimi del Ranking ed essendo la fidanzata di Janowicz (top 20 maschile alto 202 perciò giocatore d’attacco anche lui) ha deciso di evitare un circuito “parallelo” (ITF e WTA minori) economicamente “neutro” (con i guadagni pago a malapena le spese) e di vivere il circuito Maggiore insieme al fidanzato e alla sua amica anche lei Polacca (anche se di passaporto Danese) Carolina Woz. Fa da Sparring P a Carolina e cura le PR di Janowicz. I due le fanno avere ogni tanto delle WC che se non altro ad albergo e viaggi pagati (dal suo ormai Primo Lavoro di SP di Woz e di PR di Janowicz) le permettono ogni tanto di guadagnare dei soldi e di continuare ad avere il ritmo partita…
    Non cerca certo la classifica ma rimane una giocatrice che in carriera ha giocato oltre 500 match vincendone ben più del 50%. Pensate che Carolina voglia allenarsi contro una che gioca di Rimessa. Carolina ha bisogno di una che attacchi. E che colpisca forte, veloce ed angolato. Con un ottimo servizio e ottime risposte al servizio….tutto questo Marta ce l’ha . E’ sicuramente un po fallosa (altrimenti la sua carriera sarebbe stata un po più luminosa) ma le palle che entrano (che sono comunque molte) sono palle che fanno male.
    Se uno non sa tutte queste cose….e commenta la partita di Marta contro Camila leggendo un live score pensando a Marta come ad una 450° classica …poi è logico che approdi, visto la premessa sbagliata e conclusioni errate.
    La conclusione di questo ragionamento.
    Verificare le premesse. Verificare sempre quando si fa un’analisi se le premesse sono giuste. Altrimenti le conclusioni saranno sempre divergenti….
    Di questo vorrei parlare nel mio libro. La tecnica di Analisi. Userò il tennis come Modello di Riferimento. Ma la tecnica di analisi è sempre quella. Per il tennis o per la metereologia.
    Date premesse certe, e variabili verificate si può azzardare una previsione.
    Quando le premesse non sono certe o non sono verificabili non è più un’analisi ma una Tesi.
    E ogni tesi ha come premessa un’ipotesi. Userò molto Wikipedia come “enciclopedia condivisa” per semplificare concetti di cultura non comune ai partecipanti alla discussione. Lo farò anche nel mio libro. Se andate alla voce Ipotesi su Wiki troverete questa frase di A. Einstein : « Un’ipotesi è una frase la cui verità è momentaneamente presunta, il cui significato è oltre ogni dubbio. »
    E’ momentaneamente presunta……”Dato per ipotesi che…..” conduce ad un Teorema (sempre da Wiki: Un teorema è una proposizione che, a partire da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, trae delle conclusioni, dandone una dimostrazione)
    Il teorema è perciò una Dimostrazione valida solo se “L’Ipotesi è vera”.
    Questa è universalmente riconosciuto da sempre come unico percorso di “conoscenza” scientificamente “accettato”…..Ritorniamo al nostro caso e facciamo un esempio…..
    Noi spesso invece di Ipotesi (dato per vero come premessa…..) usiamo Congetture (Percepito come vero…anche se non è dimostrato)
    Camila ha saltato Parigi a causa della Fed Cup. E chi lo ha detto?
    E’ stata una nostra congettura….(che anch’io in mancanza di altro avevo dato per buona…)
    In realtà la versione ufficiale era un’altra…la spalla ha ancora bisogno di una “revisione”…
    Tutti noi abbiamo preso per buona (perciò per vera) questa congettura…e questo ci ha portato a tutte dimostrazioni (teoremi) formalmente corrette ma sostanzialmente errate.
    Posso dirvi per certo che Camila ha saltato Parigi per motivi “Fisici”. La Fed ha sicuramente influito.
    Ma è stata una semplice concausa, perciò in quanto concausa “incidente” solo in presenza di una “causa” principale……
    Camila deve ancora mettere del tempo (una, due, tre settimane) Tra uno sforzo al massimo livello ed un altro. Questo è il suo percorso di riabilitazione. Questi tempi tra uno sforzo e l’altro (un torneo) sono destinati a comprimersi sempre più….ma non possono essere ancora eliminati del tutto.
    Senza Fed, Parigi si sarebbe giocato (i biglietti erano confermati fino a 4 ore prima della partenza). Ma la certezza di presenza in Fed (nel tempo destinato al recupero tra Parigi e Doha o Dubai) ha reso impossibile il programma stabilito.
    @omar
    Non voglio fare la maestrina dalla “penna rossa”….non è questo il mio ruolo….e non sarà il mio ruolo in questo “Inserto speciale della domenica” (che può essere commentato tutta la settimana).
    Parlo a Te semplicemente perchè sei in fondo “il Protagonista dell’ultima Discussione”.
    I tuoi ragionamenti hanno una logica….ma hai verificato le “premesse”?
    Parti dalla congettura che la tua programmazione sia quella più giusta. Ne sei certo? Sei certo che in questo momento il Ranking sia la priorità numero 1?
    Parli di Race…ma la Race non è i “100 metri”…la Race è una Maratona…..non si commenta mai prima della boa di mezza maratona. L’unica Race che possiamo considerare valida per Camila è US Open 2013 US Open 2014 (fine della fare critica dell’infortunio/totale riabilitazione). Se qualcuno avesse voglia di fare i calcoli troveremo Camila molto in alto in questa anomala classifica
    479 punti in 7 tornei. Non dimenticare che siamo ancora in fase di riabilitazione….Camila non può ancora essere al 100% tutti i giorni del torneo…e a volte neanche in tutti e tre i set…(quando va al 3°). Nonostante questo Calcolando 4 tornei su 7 (corrisponde a 16 tornei su 28) Camila fa quasi 120 punti a torneo valido per la classifica. La proiezione porta a 1920 punti….Proprio tra Sorana (27° che Camila ha battuto) e Cornet (26° con cui Camila ha perso….ma sappiamo come).
    Perciò la prima programmazione è la salute. Il completo recupero dall’infortunio. E i ritmi Torneo/Recupero/torneo/recupero….fino ad un Torneo/Recupero/Torneo/Torneo/Recupero e fino ad un Torneo/torneo/Recupero/torneo/Torneo………La scelta dei tornei è perciò conseguente ad una Condizione Preesistente ineliminabile. Qualunque interpretazione perciò di una logica di programmazione a prescindere dalla Condizione Preesistente è un Puro Esercizio di Stile.
    Logico e Coerente ma Inapplicabile al caso in oggetto.
    Questo è un metodo di analisi.
    Io non commento mai il merito. Io commento sempre il Metodo.
    La logica è come una Strada che unisce due punti Definiti.
    Ogni strada che unisce questi due punti è logica, perciò verosimile.
    Una strada è più veloce ma si paga un pedaggio.
    Una è più lenta ma si gode di un bellissimo panorama.
    Una è più lunga ma circa a metà strada c’è una stupenda Trattoria.
    Quale strada è la migliore?
    ma più che altro. Esiste una strada migliore?

    Ti sei mai chiesto cosa vuole davvero Camila?
    Quale è la sua via per la “Felicità”?
    Come vuole essere ricordata?
    Se preferisce uno Slam ad un anno in top ten?

    Il punto di partenza è il suo stato di oggi.
    Il punto d’arrivo è la sintesi delle risposte a quelle quattro domande che ho scritto sopra.

    Senza aver identificato questi due punti fissi non è possibile ipotizzare nessuna strada.

    Possiamo solo scegliere un’ipotesi o una congettura.
    Ma non si litiga sulle dimostrazioni fatte su ipotesi….poiche anche la strategia più articolata e complessa può essere azzerata da una sola semplice obiezione…..e se la premessa non fosse vera?

    Come si fa perciò a litigare. E’ un bel gioco dialettico. E’ una discussione Ipotetica.
    Se non cerchiamo di avere ragione a tutti i costi tutti i Percorsi, tutte le Teorie, tutte le Previsioni ove si rispettino i parametri minimi di logica conseguenziale sono vere in quanto “Verosimili” il Caso o il Caos “estrarrà a sorte” quella che solo poi risulterà quella storicamente Vera. Le altre spesso, anche se più “logiche” (Serena che perde con Cornet) sono destinate a rivelarsi “False”…..anche se sono decisamente più logiche di quelle che saranno VERE.

    Questi e con questa logica sono gli argomenti che vorrei discutere con il blog. Questo sarà in fondo il “filo rosso” del mio Libro……potete commentare per tutta la settimana sotto questo post….

    Per i Vamoooooooooosssssss Camilaaaaaaaaaaaaaaaa ne apriremo, ne aprirete altri……

    Vi ringrazio anticipatamente…. t.o.

    • by antonelo

      Come suol dire Silvia Toffanini, verissimo t.o., verissimo…

    • by Fabio

      Caro t.o., mi permetto di farti notare che nelle tue proiezioni commetti sempre lo stesso errore di metodo, che consiste nel supporre che tutti i tornei valgono lo stesso numero di punti. In realta’ non e’ cosi, visto che i tornei del gs danno molti piu’ punti. Nel periodo a cui ti riferisci Camila ha participato a 2 tornei del GS. La tua proiezione di 1920 punti ottenuta moltiplicando x 4 i punti ottenuti in quel periodo varrebbe se ci fossero 8 tornei del gs all’anno… Un metodo comunque approssimato ma piu’ ragionevole sarebbe moltiplicare i punti ottenuti nei tornei del GS x2 e fare una proiezione separata per gli altri tornei. In questo modo si ottiene una proiezione che darebbe Camila attorno alla posizione 60 (che comunque dipende moltissimo dalla presenza di un “outlier”, l’US Open). In passato hai parecchie volte usato lo stesso metodo per fare proiezioni di quella che sarebbe la classifica di Camila se invece di 14 tornei ne avesse fatti diciamo 25. Per fare un calcolo ragionevole, in quel caso uno dovrebbe scorporare i punti ottenuti nel GS e riscalare solo i punti ottenuti negli altri tornei. Anche se Camila partecipasse a 50 tornei all’anno potrebbe partecipare solo a 4 tornei del gs! Un’analisi molto piu’ precisa consisterebbe in calcolare quanti punti raccoglie Camila rispetto al totale dei punti disponibili nei tornei in cui partecipa, e riscalare il risultato rispetto alla media dei punti disponibili nei tornei in cui le altre top n (e.g., 10, 20, 50,…) giocatrici partecipano. Saluti

      • by t.o.

        Giusto fino ad un certo punto ma il percorso è corretto.
        Scusa se gioco un po come il “gatto col Topo”
        Io ho brutalizzato (media lineare) ma sto andando a mente….ho compensato un po “spannometricamente” (andare a spanne) altri dati.
        Le minori settimane di gioco tra Settembre/Febbraio rispetto a Marzo/Agosto.
        La presenza di un solo Mandatory nel primo periodo di nessun P5 e di pochi Premier. se qualcuno avesse voglia di fare i conti vedresti che la proiezione ha una logica….Considera che in questo percorso andrebbe calcolata anche la migliore “Efficienza” che una Camila dovrebbe avere visto che tra le premesse avevo anche messo Dallo Stato Attuale a un totale Recupero Psicofisico. Nella proiezione questo andrebbe considerato. Quanto lo valutiamo? Li si entra nella valutazione soggettiva. Se però do per certo che oggi Camila sta fisicamente meglio di un mese o due mesi fa e prevedo (soggettivo) che questo miglioramento potrà continuare allora dovrò necessariamente inserire un aumento di efficienza (5%? 10%? 20%). Approfondendo dovrei anche inserire le superfici utilizzate. E questo potrebbe addirittura, personalizzando su Camila, portare ad una diminuizione di efficienza a causa della percentuale di terra rossa dei prossimi mesi. Io non credo incida molto sulle medie….ma li siamo nel campo delle legittime sensibilità dell’analista…..
        t.o.

        • by Fabio

          Lo dico in modo piu’ chiaro: una proiezione che si basi sui risultati passati (escludendo le potenzialita’ di Camila ne’ i possibili/probabili miglioramenti che ci saranno da qui a fine anno) non indica come probabile che Camila possa trovarsi in posizione 26-27 a fine anno.
          PS: Non ho capito a cosa ti riferisci con “giocando come il gatto con il topo”!?!

        • by t.o.

          Ho usato il termine Gatto col Topo poichè avendo posto io il quesito ho “analizzato in modo più approfondito” il problema….mi scuso comunque per il “modo di dire”.
          Anche escludendo la variabile “Efficienza/Salute” (coefficiente) che non va esclusa perchè l’efficienza è direttamente collegata alla MediaPunti/Torneo, da oggi all US Open escluso ci sono 22 settimane utili più due GS contro le 10 settimane utili più due GS del secondo periodo. Anche il fatto che gli Slam diano più punti va rivisto. Gli Slam si giocano in due settimane ed i punti complessivi vanno divisi tra le prime 128. Nelle due settimane tra il 5 e 17 maggio (Madrid-Roma) o tra il 4 e il 17 agosto (Montreal e Cincinnati) sono in palio quasi gli stessi punti di uno Slam ma da dividere solo con 60 tenniste invece che 120. In questi casi (come accade sempre nelle gare in due mance) i punti hanno una distribuzione tra gli atleti più equilibrata. Stesso accade nelle settimane in cui ci sono 3 k235. E’ come se tre atlete si dividessero una vittoria da 840 punti ( 280×3 quasi un P5) 3 il 2° posto, 6 le Semi e 12 i Q…..molto più difficile da monopolizzare rispetto agli Slam….ma se conti i punti sono quasi gli stessi…solo un po più democratici…
          In fondo a livello statistico fare le qualifiche ti facilita addirittura…hai la possibilità di fare fino a 4 minitornei in 2 settimane…..
          Se vogliamo approfondire sono parte integrante della statistica anche le sequenze che queste vittorie hanno. Camila ha sequenze di 3 di 4 e di 6 con i due turni finali di ogni sequenza sempre con top 30/40. Sicuramente anche il rapporto W/L nel periodo che abbiamo identificato ha un valore statistico. Per Camila questo rapporto è di 2.1.
          Anche questo rapporto colloca Camila nella zona di classifica intorno la 25°….anche questo ha un significato statistico…
          Come vedi i segnali sono tanti…altrettante variabili ha la componente psicologica….per questo il tennis è lo sport del diavolo.

          Scusa se a volte sono (per il ruolo) un po provocatorio….
          volevo stimolare una “disfida” per dimostrare che se fatta in termini civili , una sana “Polemica” aiuta solo ad aumentare la propria capacità di giudizio e di valutazione.

          • by Fabio

            OK, no problem.
            Continuando sul tema del modello matematico per prevedere il futuro di Camila, sarebbe interessante fare un calcolo dettagliato che includendo le vittorie/sconfitte degli ultimi mesi possa prevedere la classifica futura. Uno potrebbe per esempio usare le liste (del 2013) delle partecipanti dei tornei dove Camila vuole partecipare durante il 2014 e facendo una simulazione “Monte Carlo”(che consideri diversi fattori come la possibilita’ d’incontrare la Williams rispetto a una wc, la possibilita’ di giocare + partite consecutive, ecc.) calcolare i possibili punti accumulati nei vari tornei. Non sembra una cosa complicata da fare. Uno potrebbe aggiustare i parametri del modello con i risultati degli anni scorsi e vedere cosa ne viene fuori… Sarebbe un classico studio da IG Nobel pero’ interessante!

            • by t.o.

              Il “Metodo Montecarlo” o meglio “I metodi Montecarlo”
              Siamo già arrivati ai limiti del nostro ragionamento.
              Per chi “ne sa meno”. Il Metodo Montecarlo risale addirittura ai tempi di Enrico Fermi e del Progetto Manhattan. E’ un metodo che permette di calcolare le “probabilità matematiche” a molte variabili. Trae il suo nome dai sistemi di calcolo nel gioco d’azzardo. Qui non dobbiamo mettere “Numeri” (perciò valutare matematicamente il “peso” delle variabili).
              E non dobbiamo neanche approfondire fino ai livelli di una “reazione nucleare”. A noi basta capire quante Variabili intervengono nella creazione di un Modello previsionale”. per fare i calcoli basta un Operatore e un buon programma di Computer. Nostro compito è identificare le variabili e darne una valutazione di “Peso” Quanto incide in percentuale la superficie Terra rossa? o erba?. E’ uguale per Camila o per Sara?
              Quanto incide il Servizio nell’economia di una partita di Serena rispetto a Cornet? E il caldo? e la stagione?
              E il tipo di gioco?….che priorità diamo a queste cose?

              Per i calcoli basta uno studente al 2° anno di statistica…..ma per le valutazioni di “Peso della variabile” dobbiamo noi trovare le “Priorità”……

    • by Fabio Massimo

      Ragionamento chiaro. L’origine di tante discussioni campate in aria sta nella mancanza di informazione. E’ una grazia che tu sia andato, a ‘mo di ambasciatore, a scovarli; noi poveri mortali più che dispiacerci di un silenzio che dura da anni, non possiamo fare; vorremmo avere notizie utili che ci mettano in grado di partecipare e condividere le loro aspettative, le loro ansie e… via dicendo.

      • by t.o.

        Questo credo sia l’impegno che Matteo e Alberto potranno prendere con tutti noi.
        Una comunicazione più precisa e puntuale.
        E’ uno degli obiettivi di questo lavoro…e forse la vera “vocazione” di questo “Inserto speciale Domenicale” che perchè no…potrebbe vivere anche oltre le quattro settimane previste per la messa a punto del mio libro…..

    • doherty by doherty

      il fatto che camila giocasse poco potesse essere imputabile alla spalla era piuttosto ovvio…l’ho scritto l’ultima volta 5 giorni fa’.
      grazie per avercene dato la conferma,speriamo appunto d’ora in poi di avere piu’ notizie di prima mano da camila ed il suo staff.

    • r.b. by r.b.

      Un altro po’ e il libro lo scrivevi tutto in questo post… 🙂 Scherzo… Sono pronto a rispondere al tuo appello!

    • Riccardo by Riccardo

      Temo che andando avanti di questo passo farete diventare questo forum una palla infinita. Stiamo parlando di sport, di un’atleta che quando gioca è così creativa e potente da far sognare i suoi tifosi. Ma lasciamo perdere, per favore, teorie, tesi, antitesi, ipotesi e quant’altro. Qui non stiamo parlando di orologi atomici o di misurazione esatta del tempo (esempio che non faccio a caso perché me ne sono occupato molto da vicino) ma dell’attività di un’atleta, che per quanto scientificamente possa essere programmata e impostata sarà sempre soggetta all’imponderabile: infortuni, sorteggi infelici, innamorarsi dell’uomo della tua vita, ecc.
      Camila è prima di tutto una persona, simpatica e amabile proprio perché reagisce emotivamente ai temi che le propongono partite e avversarie. Ed è proprio in questa continua lotta interiore del tennista, che si trova a dover superare i propri limiti e gli avversari, che risiede il bello di questo sport.
      E qui invece la trasformiamo in una sorta di entità astratta che deve avere una Condizione Preesistente, parliamo di Metodo, di Logica, di Strada, di punti Definiti tutti con la maiuscola.
      Ma per favore! Non stiamo mica parlando di massimi sistemi. Non dobbiamo fare la Critica della Ragion Tennistica, qui. Inserti speciali, domenicali, temi paralleli, approfondimenti. E perché allora non parliamo di Camila fenomeno di costume, espressione del made in Italy, fortunato incrocio di cromosomi di matrice italica esposti al buco dell’ozono che si apre sull’Argentina?
      Il tifoso non può trasformarsi in scienziato, che ogni volta che dice qualcosa, commenta, sospira poi deve anche sentirsi riprendere da qualche giudice superiore perché non ha usato un metodo logico nel formulare il suo pensiero. Ma il tifoso non pensa per definizione: vorrebbe che il suo idolo, nel nostro caso Camila, scendesse in campo ogni giorno a prendere a pallate le avversarie Plyskova o Serena Williams che siano. Caro t.o. ti stimo e ti apprezzo per la passione che ci metti e per le cose interessanti che ci hai raccontato. Ma di Libro con la L maiuscola ne è stato scritto uno solo nella storia. Ed è stato tanto tempo fa. In bocca al lupo!

      • by t.o.

        Se analizzi il tema di discussione….i temi che sono stati aperti successivamente alla mia “Provocazione” pensi che siano interventi allo stesso livello di quelli che popolavano il sito nei periodi di “non gioco” di Camila?…..
        nessuno impedisce di parlare di quello che vuole…anzi….ma oggi non ci sono temi…grazie ad Omar che ha introdotto il tema: “le giovani e la vecchia (22 anni) Camila….” viva Camilaaaaaaaaa con una elle o con due……..

  27. TEUS by TEUS

    Non c’entra nulla col tennis giocato ma mi pare doveroso fare gli auguri a Rino Tommasi per i suoi 80 anni,
    Le sue telecronache rimarranno indelebili nella memoria…

  28. Omar Camporese by Omar Camporese

    @Lucio, Andrea, Nicola e chi apprezza quello che scrivo.
    questa non è una religione che tutii dobbiamo accettare indistintamente.
    volere il bene di questa ragazza non equivale sicuramente ad avere fette di salame sugli occhi.
    solo il tifo accecante da curva nord, spesso non fa vedere errori macroscopici di gestione di chi è considerato comunque professionista.
    aggiungo per chi si urta nel leggere certi toni un po’ accesi:
    da parte mia, rispondo a tono e mai con termini volgari, SOLO quando vengo provocato.
    sono uno che non ama porgere l’ altra guancia.
    buona domenica a tutti in attesa di buone notizie!

    • by Fabio Massimo

      Sana libertà di pensiero. Uno potrebbe dire: ma chi se ne frega! Qui, in questo momento, ci è data l’opportunità di riflettere sulle motivazioni del nostro permanere in questo blog.
      Abbiamo l’opportunità di ascoltare l’esperienza di uno che vive o ha vissuto il tennis a 360 gradi e che le sue argomentazioni non sono mai banali e che tendono verso una più che sincera obiettività (quale ha sempre dimostrato Omar); secondo il mio punto di vista, Omar esprime, a differenza di altri, una vera amicizia verso Camila; è appassionato al suo destino mostrandole ogni volta la possibilità di una strada da percorrere per raggiungere ciò che lei desidera. Ora mi domando: perché non mettere in discussione le proprie scelte? E’ da persona matura. Questo non significa che uno debba seguire in modo acritico le idee di un altro ma ci fa riconoscere che gli amici ci sono dati per “allargare l’orizzonte della conoscenza”.
      Per chi non ha a cuore il destino di Camila: non accetterei mai di “cazzeggiare” (atteggiamento da irresponsabili) se il mio comportamento può incidere sul destino di un altro.

      • r.b. by r.b.

        Ok però credo di non scoprire l’acqua calda dicendo che dietro al nickname non c’è il vero ex campione italiano di tennis…

      • by SanTommaso

        Perdonami, chi è quell’uno che “vive o ha vissuto il tennis a 360 gradi”?

        Omar, io non vieto a nessuno di esprimere liberamente il suo pensiero, non mi pare di averlo mai fatto. Uno è libero di buttarsi dal tetto urlando “so volare”. Magari sa volare davvero. Un passante è libero di provare a fermarlo. Magari l’altro non sa volare… Se vuoi provare a far cambiare la programmazione a Camila e Sergio niente di più semplice: scrivi una lettera e la invii al centro di Tirrenia dove si allena Camila, alla cortese attenzione di Sergio Giorgi, motivando le tue affermazioni. Come Filippo (ve lo ricordate?) che voleva sapere degli accordi tra i Giorgi e la Federazione per mezzo blog. Esiste una sede della Federtennis, ha un indirizzo mail, un numero di telefono e un indirizzo per la posta ordinaria: si scrive una lettera, una mail, si fa una telefonata e si chiede. Di certo il luogo adatto non è questo blog!

      • by Nicola

        Giusto!

      • by Nicola

        Giusto Fabio Massimo.

    • by Antonio

      Quindi chi non è d’accordo con te è un ultras di curva Nird ed ha le fette di salame
      sugli occhi? E tu saresti quello che offende
      solo se provocato rispettoso del pensiero altrui? Ti consiglio di leggere la parabola della trave e della pagliuzza vusto che oggi è domenica cii sta bene pure il Vangelo. Ormai questo discorso sulla programmazione è stucchevole. Come ti suggerisce San Tommaso manda una mail a Sergio e Camila e alleggeriamo il blog di Camila da questi sermoni all’insegna del “lei non sa chi sono io”. Vorrei anche chiedere a Matteo e chi si occupa del sito per prima cosa di preservare il blog da discussioni da cortile e in srcondo luogo se si possono creare delle sezioni di discussioni tematiche così chi vuole scrivere della racchetta o del colore del vestito di Camila se la canta e se la suina da solo senza costringere gli altri a scorrere tutti i podt. Grazie

    • TEUS by TEUS

      Nemmeno le critiche sulla programmazione vanno accettate indistintamente se è per questo. Non credi?
      Ti rendi almeno conto che stai screditando in continuazione tutti coloro che non la pensano come te accusandoli di avere fatte di salame sugli occhi e di essere solo tifosi da curva nord?
      Ti rendi almeno conto che che questi famigerati errori macroscopici di gestione potrebbero essere non considerati tali da alcuni?
      Ti rendi almeno conto che le tue opinioni, come quelle di tutti gli utenti del blog, non possono diventare legge universale ma rimangono semplici considerazioni soggettive?
      Ti rendi almeno conto che qui nessuno vuole provocarti ma rivendica solo il diritto di poter esprimere le proprie opinioni senza per questo essere accusato di scarsa coerenza o di non avere capacità analitiche pari alle tue?
      Ti rendi almeno conto che l’unico che ne sta facendo una questione personale alzando i toni sei tu?

  29. by SanTommaso

    Chiarisco una volta per tutte la mia posizione: io vorrei vedere giocare Camila tutte le settimane. Per me, perché mi entusiasma; per lei, perché guadagna soldi; in parte per il ranking, perché guadagna posizioni con i risultati migliori in stagione, che sono comunque un numero limitato. Volendo si può anche scrivere quale sarebbe la programmazione ideale per ognuno di noi. Ma arrivare a dire che molte voci possono far cambiare idea a Sergio e Cami sulla programmazione è esagerato. Ma vi rendete conto se un allenatore di un qualsiasi altro sport ascoltasse i tifosi per fare la formazione/programmazione?

    C’è stato un esperimento, Campioni il Sogno, con un televoto per scegliere un titolare a giornata e il resto della formazione delegato all’allenatore. Una “cagata pazzesca” durata un paio di edizioni e giustamente abortita, con il povero Cervia, la “squadra cavia”, al termine delle due edizioni del reality è retrocessa e successivamente fallita…

    Lasciamo lavorare Sergio e Camila in pace, critichiamone le scelte, il gioco, gli errori, lo stile, le interviste e finanche il colore dei capelli, ma non pretendiamo di saperne più di loro. Altrimenti saremmo giocatori professionisti e decideremmo della nostra carriera.

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      appunto, esagerato per te e per qualche altro tifoso trombettiere.
      lasciamo libero pensiero a chiunque.
      punto.

  30. by antonio quarta

    CAMILA AL NUMERO 12 (anche se immagino che già lo sapevate): http://wtahotties.blogspot.com.es/2013/12/2013-hot-100-12-camila-giorgi.html

    • r.b. by r.b.

      Sì avevo pubblicato un post su questo circa un mese fa, ma fai bene a ribadirlo, in un mondo dove anche l’aspetto conta….

  31. Madoka by Madoka

    La Burnett gioca bene a tennis, ma è una elefantessa negli spostamenti laterali e quinid o tiri forte come la Davenport, oppure fai fatica. Purtroppo è una lacuna enorme, non so se riuscirà un po’ a limitarla.

  32. TEUS by TEUS

    Venus Williams aveva già dato segnali di ripresa al termine della stagione scorsa e questa settimana a Dubai, non solo li ha confermati, ma ha anche dimostrato di poter giocare praticamente ai livelli di 5 o 6 anni fa per un intero torneo. Potrebbe rilevarsi una vera e propria mina vagante quest’anno e, continuando a giocare così, potrebbe tornare molto in alto in classifica in tempi relativamente brevi. E’ stato un piacere seguire i suoi incontri in questi giorni perché il bel tennis è sempre cosa gradita.

    Burnett perde da Nara e ce lo si poteva aspettare perché era fisicamente in riserva nella semifinale di oggi dopo essere uscita dalle qualificazioni. Per poter entrare nelle top 100 e rimanerci deve però imparare a essere meno fallosa in generale a mio avviso (i limiti fisici, soprattutto negli spostamenti laterali, temo invece l’accompagneranno per tutta la sua carriera). Complimenti comunque a lei: da lunedì si troverà in una posizione di classifica più consona alle sue potenzialità.

  33. by Antonio

    Credo che dovremmo tutti ricordarci che questo spazio non è il “Bar del tennis” o il blog di “Rino Tommasi” in cui ciascuno la spara più grossa, ma un luogo che Camila ha messo a disposizione dei suoi fan e che va quindi utilizzato con educazione e rispetto reciproci, tenendo conto che la ragazza legge quello che scriviamo e che tutti gli utenti dovrebbero avere un sentimento comune di sostegno e passione tennistica per Camila. Francamente trovo che sia un ossimoro coniugare la passione per una squadra, uno sportivo, un personaggio pubblico con la moderazione se non altro perché la prima, la passione, è innanzitutto emozione mentre la seconda, la moderazione, è razionalità.
    Dico subito che anche io non condivido la programmazione dei tornei, come pure una certa modalità di approccio che Camila ha negli incontri quando non si preoccupa, o così sembrerebbe da alcune dichiarazioni, di come giocano le avversarie di turno. Ma nello stesso tempo credo che ci siano Zero possibilità che Sergio e Camila cambino la programmazione prevista sulla spinta di alcune critiche. Dico di più. Mi sento anche rassicurato da questo perché laddove Camila e il suo staff decidessero di optare per alcuni tornei piuttosto che per altri sulla spinta di uno o più utenti del sito…beh vorrebbe dire che ci troviamo di fronte a dei dilettanti improvvisati.
    Suono la vuvuzela e me ne vanto perché sono innamorato del tennis di Camila, perché posso non condividere alcune scelte di Sergio ma se Camila è il talento che mostra di essere lo dobbiamo soprattutto a lui oltre che alla natura. E’ altrettanto vero , come già scritto da altri e dal sottoscritto, che Cleveland ha rappresentato per Camila (ed anche per la Burnett visti i risultati argentini) un punto di svolta credo e spero inarrestabile. Sono convinto che, al di là dei tornei che giocherà, Camila sia “in fiducia” e che questo, unitamente ai necessari miglioramenti tecnici tattici, pagherà e vedremo presto Camila scalare il ranking. Peraltro questo è un momento di svolta per il tennis femminile italiano e mondiale: Errani e Vinci, vorrei sbagliarmi, sono in caduta libera, la Pennetta potrà forse ripetere la stagione 2010 della Schiavone ma ha 31 anni. Il futuro è di Camila, Karin e Nastassja. Anche a livello mondiale, assistiamo alla maturazione della Halep, della Cornet, della Bouchard, al ritorno della Ivanovic e di Venus mentre si trovano in difficoltà Serena, la Sharapova, divisa tra guai fisici e…caramelle, e la Azarenka, fin troppo altalenante. Insomma il vento spira verso il nuovo, o il quasi nuovo nel caso di Venus e Ana, e in questo clima è un elemento indispensabile il tennis innovativo e arrembante di Camila anche per uscir fuori da anni di pallettare.
    Aspetto con fiducia Indian Wells.

    • by Quinto

      Aggiungo una cosa: oltre a essere davvero assurdo che si trovi modo di litigare, avendo una passione comune nel favore tennistico per Camila Giorgi, trovo che ci sia poca fiducia nella professionalità altrui. Camila è una professionista con uno staff di professionisti a seguirla, per di più in collaborazione con la Federazione. La mania dei dilettanti di volerne sapere di più degli specialisti è uno dei mali terribili d’Italia, in ogni campo: da chi parla di politica senza averla studiata, a chi fa il medico con le diagnosi da Wikipedia, a chi fa il commissario tecnico del calcio avendo giocato al massimo tra i Dilettanti, a chi vuole spiegare a un professionista del tennis come si sta in campo a Wimbledon o come si programma una stagione in base alle proprie caratteristiche avendo si e no giocato a livello regionale…. Un po’ di rispetto, unito alla passione, permette di parlare di tutto senza insultare e senza pensare di star scolpendo le Tavole della Legge!! Con ciò dico: la programmazione di Camila è fantastica fino a prova contraria, la quale potrà essere esibita solo a fine stagione se Camila non sarà salita in classifica tra le Top 50. Poi io sono convinto che entrerà, con questa programmazione, nelle Top 30. E poi, dato che sperare non costa, spero che faccia un colpaccio durante l’anno (e che magari entri nelle Top 15)…. Pazienza, ci vuole: ha 23 tornei in programma, magari un altro paio si aggiungeranno, ne ha giocati 3 finora!!! Pazienza, serve!!!!! E rispetto per tutti……

    • by antonio quarta

      Serena in difficoltà??? ma no, una giornata storta capita a tutti ma in difficoltà proprio non la vedo e la Azarenka ce n’ha ancora per vari anni…sharapova l’ho vista ben preparata atleticaente dale il tempo di ripremdere l’abitdine al gioco e vedi. Le uniche top 10 che vedo in difficoltà sono purtroppo Sara e la Kvitova

  34. by Nicola

    Comunque e’ vero!
    Anche quest’ anno gioca col contagocce.
    Omar lascia stare tanto sono tifosi e non ti danno retta per loro natura.

  35. by cristian

    ma che set ha perso la Burnett ? regalato totalmente.

  36. Giovaneale by Giovaneale

    Il 18 febbraio scrivevo quanto segue:
    Camila vuole giocare nei tornei che contano,con le tenniste che contano,respirare il tennis che conta.Non lo dico io,lo dicono i fatti.La programmazione è quella e non possiamo pensare che cambi idea in base alle indicazioni (utilissime) di Omar Camporese tanto per fare un esempio.
    La soluzione più semplice non è quasi mai calcolata dallo staff di Camila perché partono da quella premessa:lei vuole misurarsi con le migliori,non importa per loro scegliere un torneo rispettabile come quello di Rio in cui la tds n1 è la Zakopalova (34esima),in cui una mediocre giocatrice come la Burnett supera le quali ed il primo turno in md senza patemi e fa 4 volte i punti e i soldi di Cami se l’alternativa è giocare Dubai ed incontrare le migliori 18 al mondo già al primo turno.
    Anch’io avrei preferito Rio e poi Acapulco,costruendo una classifica migliore si può in breve tempo partecipare ai tornei che contano (per Cami) senza passare per la lotteria delle quali che in questi anni sto iniziando a conoscere anch’io.Oggi l’ha battuta la ceca,domani una russa,dopodomani una bulgara,tutte sconfitte che ci possono stare come quella di oggi e nonostante il meraviglioso incontro di ieri con la Petkovic.Cami non è una macchina,sta facendo esperienza,sta accumulando partite e tre partite in tre giorni si sentono anche se sei ben allenata come appunto lo è Cami.
    Tre partite nei primi tre giorni non si giocano quasi mai in md ed anche questo può fare la differenza nell’economia delle energia di ogni singolo torneo.
    Ora due settimane senza tornei saranno lunghe per lei ma anche per noi..proviamo a non farci trascinare nelle polemiche e prendiamo quello che di buono ci regala la nostra bimba.

    Come era facile immaginare in questi giorni si sta degenerando,in particolare c’è chi pensa di poter far cambiare idea a Camila ed il suo staff in merito alla programmazione e questo è da presuntuosi.
    Camila preferisce allenarsi invece di giocare tornei minori che,alla luce dei fatti,non le danno quelle motivazioni per esprimersi al meglio.Il rischio è quello di presentarsi ad IW (per fare un esempio pratico) giocando le quali senza il ritmo partita che un allenamento non può darti.Questo è l’unico aspetto che può essere controproducente nella loro scelta.La classifica si può costruire anche con 20 tornei all’anno ma non c’è margine d’errore..se ne toppi due o tre su 20 è un conto,se ne toppi 5-6 allora la scelta non paga.
    La Burnett,che non ha nulla a che vedere con Camila,è in finale a Rio avendo incontrato due top 100 ed ha già incamerato un sacco di punti,Camila ha battuto la Petkovic ed ha fatto 18 punti.
    Questo è il limite di questa programmazione ma questo Camila lo sa bene.Lasciamo che parlino i risultati,aspettiamo che proprio i risultati parlino per lei e poi tireremo le somme sulla sua programmazione.

    • by antonio quarta

      purtroppo Asja non è in finale…purtroppo non riesco a vederla giocare, voi come la trovate? E’ forte? io proprio non l’ho mai vista ultimamente

      • Giovaneale by Giovaneale

        Hai ragione,ho dimenticato di aggiungere “semi” a finale 🙂
        Della Burnett non ti so dire,qualche utente che l’ha vista giocare ha evidenziato i soliti limiti e qualche progresso.Personalmente ritengo che non possa ambire a posizioni di primo piano perché madre natura non l’ha dotata nè di grande talento nè di mezzi atletici importanti (spostamenti laterali soprattutto ma anche un servizio scadente vista l’altezza che si ritrova)
        Riguardo a Camila,che è il focus di tutti i miei interventi,spero che migliori la classifica nei prossimi due o tre mesi in modo da consentirle di prendere parte a tutti i tornei programmati senza passare dalle qualificazioni che,a mio modesto parere,rappresentano quasi sempre un terno al lotto.Poi,ribadisco,una cosa è partecipare ad un torneo partendo da un primo turno ed un’altra è arrivare in md con due o tre incontri disputati per le qualificazioni.Le energie sono quelle e partire dalle quali rappresenta un dispendio di energie fisiche/mentali non da poco rispetto alle tenniste che accedono direttamente al md.
        Spero che la classifica migliori in fretta soprattutto per questo.

  37. Ghaal by Ghaal

    @tutti
    Gente io da un p’ di tempo ho smesso di commentare su questo blog quando non ci sono partite, perche mi pare che ci sia una vena esageratamente polemica. Faccio una eccezione perche’ alcune cose che ho letto non le ho gradite molto.

    Vorrei ricordarvi che Camila e’ maggiorenne e vaccinata, e si fida di suo padre piu’ che di noi (e penso che abbia i suoi buoni motivi). Sergio e’ anche lui maggiorenne e vaccinato, quindi sono entrambe persone in grado di intendere e volere.

    Oltre a questo, il Buon Dio, per chi ci crede, o la sorte, per chi non ci crede, hanno creato gli uomini liberi di fare le proprie scelte. Camila sta esercitando questo suo diritto.

    Suggerirle, raccomandarle, o imporle di comportarsi diversamente e’ una cosa che, a mio parere, e’ indice di grande arroganza e presunzione.
    Voi non sapete cosa lei senta, pensi o decida, quindi dovreste rispettare le sue scelte.

    Fatta questa premessa, vi faccio notare che piu’ di una persona ha fatto notare che Camila si esalta sui grandi palcoscenici e quindi non e’ detto che il suo rendimento, se giocasse tornei minori, sarebbe piu’ elevato.

    In conclusione, raccomanderei a tutti un po’ di umilta’ e magari meno verve polemica.

    Grazie, Ghaal

  38. Madoka by Madoka

    Ragazzi però dobbiamo fare un attimo attenzione.

    Perchè se io sono d’accordo che Camila debba giocare di più, e debba abbassare il livello dei tornei giocati ( lo dico da sempre. E’ altrettanto vero che non si può fare un paragone fra Camila e Nastassja.

    Parliamo di una giocatrice che ha fatto già due ottavi, in due slam diversi, partendo dalle qualificazioni, e di una altra giocatrice che non è ancora entrata nelle 100 e non ci entrerà neanche se vine la partita di oggi.

    E dico di fare attenzione, perchè ora presi dalla voglia id vederla giocare, diciamo che sarebbe dovuta andare ad Acapulco ( o a Santa Catarina, ma magari la settimana prossima chi passa le qualificazioni ed un paio di turni di MD ad IW è proprio Camila, come la mettiamo a quel punto ?

    Mi permetto di scrivere questo messaggio perchè è facile poi se Camila gioca bene in america, venire a rinfacciare. Invece io come sempre preferisco espormi in precedenza.

    La Burnett come dico sempre è una buonissima giocatrice, per me nelle 40/30 ci entra. Da queste partite che ho visto mi sembra molto migliorata 1) sull’aspetto mentale, che era la sua più grossa lacuna, 2) nell’esecuzione del diritto, soprattutto quando la palla è da spingere, quando in passato era fallosissimo 3) sulla pesantezza di palla. Fermo restando che deve migliorare ancora il suo servizio ( è alta 180 = deve servire meglio, ma soprattutto deve migliorare negli spostamenti laterali, perchè purtroppo è “elefantica”.

    E poi se finirà l’anno meglio di Camila grazie ad una politica diversa sui tornei da gicoare : BEN VENGA !!! Vorrà dire che avremo altre due giocatrici nelle 50, entrambe di 22 anni.

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      Madoka:
      nessuno afferma che Nastassja vale piu’ di Camila!
      è una questione di scelte. una continua a giocare, perchè prossima settimana fara’ un altro torneo, e la nostra camila sta ferma ai box, aspettando tempi migliori…
      ma non è solo l’ esempio attuale a impensierirmi… è tutto il programma!
      dai un’ occhiata, settimana dopo settimana, cosi’ come l’ ho prospettato: è lampante che ci sono disptorsioini nel programma!
      si passa da periodi congestionanti in cui con buona probabilità saltera’ qualche torneo, ad altri in cui non gioca proprio!
      c’ è gente che fa anche 28 30 tornei in una stagione… io non dico che debba farne tanti… ma almeno 25!
      poi si continua a dire che lei non ha bisogno di costruirsi una classifica…
      ma benedetto Iddio!
      ma che discorsi sono?
      io piu’ di voi, la voglio vedere tra le prime 10 il piu’ presto possibile!
      la voglio vedere testa di serie nei migliori tornei, in cui il prestigio e la visibilità si fondono insieme, a differenza sicuramente di Rio o di Acapulco!
      ma non puoi pensare di arrivare sulla luna cosi’ di colpo o quasi per caso!
      ti devi costruire un percorso, che non ti metta nel patema di dover difendere saltuariamente dei cambialoni che se va male, ti ricacciano indietro di tantissime posizioni, un po’ come il vecchio gioco dell’ oca!
      suvvia… lo dico a tutti… cerchiamo di essere un minimo realisti!
      se le voci diventano tante, è possibile che intervengano nel migliorare la programmazione ed è quello che personalmente chiedo a loro…
      migliorarla, per permettere di giocare il piu’ possibile… mica altro!

      • by SanTommaso

        Ah ecco il punto! Chiedo conferma, la tua dichiarazione d’intenti, il punto finale di tutto questo discorso è il seguente: “se le voci diventano tante, è possibile che intervengano nel migliorare la programmazione ed è quello che personalmente chiedo a loro…
        migliorarla, per permettere di giocare il piu’ possibile… mica altro!”

        Cioè, tu stai pensando/sperando che i suggerimenti sulla programmazione possano far cambiare idea a Sergio e a Camila. Scusami, ma nemmeno io che sono un egocentrico a livelli siderali ho la pretesa che un mio suggerimento, mio in quanto tifoso, possa far cambiare idea a – non dimentichiamolo – dei PROFESSIONISTI. Se un giornalista sportivo viene da me e mi dice “guarda, io credo proprio che quella tubatura tu debba trattarla così” io lo ringrazio, gentilmente, ma poi vado avanti a fare il MIO lavoro, senza bisogno che qualcuno che non è esperto del MIO lavoro mi dica come farlo. Allo stesso modo non andrei mai a dirgli “guarda, l’ultimo articolo su Llorente non mi piaceva, parla di Giovinco”. Nel momento in cui termino la frase inizio a sperare che abbia il senso dell’umorismo, o per lo meno sia gentile come lo sono stato io, ma metto in preventivo anche una rispostaccia o il caro vecchio “sputo in un occhio”…

      • by Lucio

        A me sembra inconfutabile che la programmazione cosi come e’ ha poca logica. Se Camila non ha problemi alla spalla perché non ha giocato ad Acapulco ? Se non giocherà’ con continuita’ non troverà’ mai il ritmo giusto che gli allenamenti non le possono dare. Se poi avrà” la fortuna della Schiavone 2013 nei sorteggi soprattutto quelli degli slam potrebbe veramente trovarsi a fine anno a fare Itf . Bi. A mio parere quando si sta bene si dovrebbe giocare per mettere al sicuro la classifica in modo da giocare poi senza ulteriori tensioni . Speriamo che la programmazione sia flessibile anche in entrata e non solo per le cancellazioni.

  39. Omar Camporese by Omar Camporese

    stagione 2014:

    1a
    2a p
    3a GS
    4a
    5a
    6a fed
    7a
    8a p
    9a
    10a PM
    11a
    12a PM
    13a
    14a
    15a w
    16a
    17a p
    18a w
    19a PM
    20a p5
    21a
    22a GS
    23a
    24a p
    25a p
    26a GS
    27a
    28a
    29a w
    30a
    31a
    32a p5
    33a p5
    34a p
    35a GS
    36a
    37a
    38a w
    39a
    40a PM
    41a
    42a w
    43a ?
    44a ?

    voglio fare un po’ di chiarezza una volta per tutte su quelle che sono le mie perplessità, perchè credo che molti non abbiano esattamente un’ idea di quella che è la programmazione in oggetto, spalmata nell’ arco dell’ intera stagione.

    allora, vi ho mostrato settimana per settimana quella che è la situazione…
    mi sono permesso, mi permetto e mi permettero’ in futuro (scusate il rafforzativo), di non essere concorde con questa programmazione e vi vado a spiegare perchè, dalla prima all’ ultima settimana:
    1- si arriva alla 10ma settimana, con soli 3 tornei disputati. media di 1 torneo ogni 3 settimane…
    2- si arriva alla 17ma settimana, con soli 6 tornei disputati!
    3- dalla 26ma alla 32, un solo torneo in 5 settimane (si lo so che la 27 è la seconda di Wimbledon e che tutti ci aspettiamo che ci arrivi…e se non ci arriva?)
    4- dalla 36 alla 40 anche qui, 1 solo torneo in 4 settimane (anche qui so che la 36 è la seconda di NY e che tutti ci aspettiamo che ci arrivi…e se non ci arriva?))
    dalla 17 alla 20, dalla 24 alla 26, dalla 32 alla 35, troviamo dei periodi congestionanti, che se va avanti in un torneo, rischia di saltare il successivo e in ogni caso, non credo decidano di confermare mai 4 tornei in 4 settimane.
    quindi in questi 3 periodi, sicuramente saltano 2 o 3 tornei, anche se è solo un ipotesi abbastanza probabile…
    in totale, sono 22 tornei in un’ intera stagione, che a causa dei 3 periodi congestionati, rischiano di ridursi a 19!!

    capite ora che i conti non tornano?
    il giusto numero intorno a 25!
    per non tener conto di certe scelte discutibili, come tornare dagli States per andare a Dubai a raccogliere 18 punti e ritorno negli States…

    vi pare dunque tanto assurdo poter dissentire da una simile scelta?
    guardate che io lo faccio presente per il bene stesso di Camila, perchè se vuole lei, come lo vogliamo noi, vedersi verso le parti alte della classifica, non è questa la via migliore!
    ne come tempismo, ne come scelta singola dei tornei…

    a differenza di alcuni, non vorrei prendermi dei meriti, ma sono perfettamente capace di stilare una programmazione annuale nel panorama Wta, che tenga sapientemente conto di tutte le componenti che vanno ad impattare all’ interno di un programma, quali costi, miglia da percorrere, fusi orari, tornei obbligatori, pause di controllo, visibilità e opportunità…
    sono in grado di farlo e per questo dissentisco…

    saluti.

    • by antonelo

      Scusami eh, ma io “dissentisco” dal fatto di definire alcuni di noi incapaci di stilare una programmazione annuale nel panorama WTA.
      Non ci vuole mica una laurea in lettere per farlo, no?

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        bene… accomodati!

      • TEUS by TEUS

        antonelo, a quanto pare Re Omar non permette a nessuno di dissentire riguardo a quello che scrive. “Dissentisce” solo lui perché solo lui può farlo.
        E’ anche l’unico, da vero moderato, che scredita in continuazione gli altri utenti del blog con frasi del tipo “valete come il due di picche!”, “non siete in grado di scrivere commenti che abbiano contenuti tecnico-tattici” e si autoproclama, rimarcando ovviamente la differenza con alcuni di noi, la persona ideale per stilare una programmazione (temo parlerà solo ed esclusivamente di questo finchè tutti -nessuno escluso, bada bene- non gli daranno ragione e Sergio gli porgerà le sue scuse per non aver giocato a Rio -tappa fondamentale per qualsiasi giovane giocatrice in crescita-) annuale per Camila.
        E tutto ciò non avendo ancora imparato a coniugare i verbi della lingua italiana.
        Difficile trovare un “fenomeno” del genere in rete, davvero.

        Per un po’ va bene, ma poi…

  40. by SanTommaso

    Sempre Omar…

    Hai scritto davvero: “ringraziamo tutti la buona sorte che ha messo Camila di fronte ad un primo turno abbordabile a Melbourne!”. Quindi tu pensi che con un primo turno più complicato Cami sarebbe uscita, ne hai la certezza? Di turni “complicati”, in cui parlare di “sfortuna” nel sorteggio io personalmente ne vedo pochi: Serena, qualche giovane tipo la Bouchard, oppure una vecchia volpe capace di variare molto il gioco.

    Giocatrici comunque più ostiche della Sanders, tipo Wozniacki, Bartoli, Keys, Petkovic, Petrova ecc Camila ha già dimostrato di poterle battere. Sempre fortuna, ad ogni singola vittoria contro qualcuna messa meglio di lei in classifica? Suvvia…

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      sbagliato!
      quando si rientra dopo un lungo stop, quelle che ti possono battere sono piu’ di quello che tu credi!
      e non è un caso che anche contro la sanders abbia faticato piu’ del dovuto…
      poi di fortuna nelle vittorie avute contro le piu’ avanti in classifica, io non ne ho mai parlato, perchè non lo penso.
      quindi non mettermi in bocca cose che non ho mai scritto ne pensato.
      grazie.

      • by SanTommaso

        Questa cosa del “non mettere in bocca cose non dette” mi sembra che sia sempre più in voga. Tu non hai scritto che è stata fortunata a battere giocatrici sopra di lei in classifica. Però hai detto che è stata fortunata nel sorteggio del primo turno. Se uno dice una cosa, va da sé che altre restano sottintese anche se magari non lo si vuole.

        Esempio: se tu dici “oggi piove”, io posso dirti “hai detto che non c’è il sole”. Tu non l’hai detto, “ti metto in bocca parole non tue”, ma capisci che se hai detto che piove, non può esserci il sole. Se dici che è stata fortunata a pescare una bassa in classifica, significa che avresti reputato “sfortunato” un sorteggio contro una migliore in classifica. Io ho detto che le migliori in classifica le ha battute, e non poche, quindi dire che il sorteggio contro una bassa in classifica sia “fortunato” è sbagliato. Anche contro la Woz sarebbe stato un sorteggio “fortunato” e per come sta giocando ora (siamo a fine febbraio e ancora aspettiamo una vittoria in singolare) anche pescare la Vinci sarebbe stato un sorteggio fortunato, anche se l’ultimo incontro lo ha vinto Roberta!

        • Omar Camporese by Omar Camporese

          no Tommaso.
          le altre non sono sottintese e non sei tu a deciderlo, sempre se permetti di fartelo notare.

          • by SanTommaso

            Permetto, ma purtroppo in logica non è così. Facciamo un giochino: io dico “quasi tutti gli utenti con un avatar mi stanno simpatici”. Tu cosa capisci?

  41. by SanTommaso

    Omar: la race che tu sbandieri come attestato di merito per Nastassja e di demerito per Camila a cosa serve, ti chiedo? Provo a rispondere io: a stabilire le 8 del Master di fine anno e quelle del “masterino”. Ripeto: la race conta qualcosa A FINE ANNO. Diciamo che tra un infortunio e una rinuncia, dalla posizione numero 20 in giù la race non conta assolutamente nulla. Diciamo anche che se una giocatrice finisse la stagione con 2000 punti guadagnati tutti in un solo torneo, potrebbe ragionevolmente essere più felice di una che fa TUTTE SEMIFINALI guadagnando… non so, ipotizzo, 5/6000 punti? Eppure sarebbe molto indietro nella race. Roba da non dormirci la notte, immagino… per quella con 5/6000 punti, ovviamente!

    Nastassja ha fatto tanti punti e guadagnato tanto morale. Brava, ne aveva bisogno. Anche vincendo il torneo sarebbe sotto Camila in classifica (Camila che in carriera non ha MAI giocato un quarto di finale WTA, ricordiamolo…). Cosa ci dice questo? Intanto che Nastassja, che ha solo due mesi meno di Camila, non sarebbe comunque al suo livello, stando al ranking. E non lo sarebbe perché Camila la classifica non se l’è fatta su una semifinale in un International, ma al momento l’ha costruita su un terzo e un quarto turno negli Slam. Che, permettimi di osare un giudizio, valgono UN PELINO IN PIU’ di una semi, non ancora vinta, in un International…

    Però magari sbaglio, magari sono un trombettiere, magari non capisco niente. In quel caso, illuminami: come mai Nastassja non è davanti a Camila in classifica?

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      la Race è la cartina al tornasole che ti dimostra come stai andando rispetto alle altre.
      prendi ad esempio la Vinci:
      lei nella classifica Wta risulta essere top 16 ancora.
      in realtà lo è solo per via dei meccanismi che regolano questo tipo di classifica.
      la race invece tiene conto veramente dei risultati che stai riportando sul campo da inizio anno, escludendo quelli della passata stagione.
      altra cosa che continui a mettermi in bocca e NON GRADISCO:
      io non ho mai detto che Nastassja vale piu’ di Camila!
      è chiaro?
      se vogliamo dialogare, rispondiamo per quello che scrivo, non per quello che tu erroneamente supponi possa essere il mio pensiero!
      ho detto che le scelte diverse della Burnet PAGANO!
      e non è un caso se oggi si trova ad avere quasi il doppio dei punti rispetto alla nostra ( sottolineo NOSTRA perchè anch’ io piaccia o meno amo il suo gioco) ragazza promettente nella race ed ha una finale alla sua portata…
      quindi San Tommaso, cerca di costruire un dialogo con me, SOLO sulla base di quello che scrivo.

      grazie.

      • by SanTommaso

        Guarda, io ti rispondo anche SOLO sulla base di quello che scrivi, ma i tuoi giudizi sono assolutamente parziali: siamo a febbraio, la RACE racconta com’è la situazione attuale. ATTUALE, appunto, non assoluta. Nadal l’anno scorso a questo punto della RACE aveva 0 punti. Ha finito l’anno numero 1 del mondo, vinto qualcosa come 12 o 13 tornei. La race si guarda a fine anno, perché serve a stilare una classifica per fine anno. Non serve ad assegnare tds ai tornei, per quello c’è il ranking, e per quello dico che Nastassja può anche vincere il torneo, glielo auguro, ma la classifica dirà sempre che le scelte compiute da Camila nel corso della sua carriera PAGANO meglio di quelle di Nastassja. Sia in termini di punti, che di soldi.

        E poi di cosa si può discutere? La Burnett ha guadagnato (finora) più punti di Camila e “le scelte diverse della Burnet PAGANO!”. Qui c’è un errore di forma: la Burnett non ha SCELTE, lei DEVE giocare gli International, partendo per di più dalle qualificazioni. Se avesse la classifica per tentare i Premier non lo farebbe? Non possiamo dirlo, quindi non ne parliamo e vedremo appena potrà (se mai potrà) parteciparvi che scelte farà. Io credo di sì, ma è un mio parere. Come scriveva ieri qualcuno, ognuno si costruisce la carriera come meglio crede. Nastassja gioca gli International perché quello è il suo livello.

        Lo è, punto. Perché se Cami a 22 anni e 3 giorni avesse giocato UN primo turno Slam (US Open 2012) e basta, non staremmo qui ad elogiarla per la scelta di essere andata a giocare a Rio, semplicemente perchè non saremmo qui a scrivere. Seguiremmo con la stessa passione Camila se avesse dimostrato, a 22 anni, di poter “solo” arrivare in semifinale di un International? Io, personalmente, no. Infatti Nastassja la seguo con simpatia perché italiana, perché l’ho incrociata in qualche torneo, ma non con la stessa passione e le stesse speranze che nutro in Camila, nel suo gioco, nel suo carattere, nelle possibilità per la sua carriera. Nastassja a 22 anni e 3 giorni ha fatto una scelta che, nella terza settimana di febbraio 2014, PAGA. Buon per lei, che si fara un regalo col premio vinto a Rio. Siccome tu hai parlato di bisogno di punti e di costruire la classifica (più o meno eh, non ho messo le virgolette ma correggimi se il senso non era quello) beh, perdonami… ma Cami RISPETTO A NASTASSJA che è il termine di paragone di cui stiamo discutendo, NON HA BISOGNO di costruirsi la classifica. Quando ci saranno gli Slam sarà in grado di passare due/tre turni (cosa già dimostrata in passato) e in 5 giorni farà i punti che Nastassja ha dimostrato di poter fare in un anno intero. Vogliamo crocifiggere Cami perché OGGI, 22 febbraio, Nastassja ha fatto una scelta migliore e ha più punti nella race? Mi sembra che qui si faccia a gara a trovare qualcosa di cui “sparlare” sempre e comunque.

  42. by Nicola

    Le quali lunedi’!!!
    No altri dieci giorni senza partite!
    Che delusione!!!
    Ma perche’ non gioca!

  43. Omar Camporese by Omar Camporese

    @Teus:
    ti dico solo due cose e poi con te la chiudo qua.

    1) non puoi arrogarti il diritto di stabilire chi, come e cosa si debba scrivere su questo blog, perchè non ne hai TITOLARITA’!
    se i miei interventi non sono graditi alla titolare o agli altri altri utenti, non lo stabilisci tu, e non sei tu che me lo vieni a comunicare.
    ci sono dei gestori che hanno le mie credenziali e sono liberi di scrivermi anche in privato, se cio’ che rappresenta il mio pensiero puo’ turbare Camila o il blog in generale.
    quindi fatti da parte e lascia parlare anche chi non la pensa come te!

    2) tu non mi metti in bocca parole che io non ho MAI SCRITTO!
    tu hai parlato di infortunio riferendoti evidentemente alla passata stagione!
    ho commentato la classifica di chi ha giocato meno (riportata liberamente da altro utente), per il fatto che gioca poco in QUESTA stagione! ci arrivi??
    forse ti sfugge il fatto che a fine mese si chiude la 9na (NONA) settimana della stagione e che Camila in ben 9 settimane ha disputato SOLO 3 tornei!!
    parliamo di punti?
    ringraziamo tutti la buona sorte che ha messo Camila di fronte ad un primo turno abbordabile a Melbourne!
    solo quell’ evento rappresenta 70 dei complessivi 89 punti fin’ ora ottenuti.
    fosse andata male in quella circostanza, a quest’ ora il bottino che è già magro di per se, sarebbe di soli 29 punticini!!

    e con questo con te ho chiuso:

    @per tutti:
    si puo’ amare uno sportivo… gioire delle sue vittorie… rattristarsi dopo una sconfitta…
    ma la libertà di opinione, deve essere sempre posta in primo piano!
    se gli avvenimenti non vanno nella direzione che tutti auspichiamo, bisogna domandarsi il perchè!
    non continuare a fingere che tutto sia deciso per il meglio, quando il meglio è altrove e Nastassja lo sta ampiamente dimostrando!

    @t.o.
    son queste le persone con cui dovrei collaborare???
    gente che parla di nausea, di mistificazione e di essere fuori di testa??
    perchè se è cosi’, te lo dico pubblicamente: no, grazie!

    • TEUS by TEUS

      Omar, io ti ho solo dato un consiglio spassionato e posto una domanda. Se poi tu vivi il blog in maniera così esasperata, non è colpa mia.
      Non vuoi avere a che fare con me? Semplice: evita di fare riferimento nei tuoi post a cose scritte da me. Altrimenti accetta serenamente il fatto che io possa controbattere.
      Dici “lascia parlare anche chi non la pensa come te!”. Bravo, mettilo in pratica.

      Camila non ha giocato Brisbane e non è andata a Parigi a causa della spalla. Per evitare ricadute prima e per precauzione in vista della FED poi. In seguito ha dovuto saltare Doha perché era impegnata a Cleeveland. E’ più chiaro ora il motivo per cui ha giocato solo 3 tornei nel 2014? O come dici tu: ci arrivi?

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        io ci arrivo a pensare che Parigi con la spalla non c’ entra nulla.
        era un diversivo per non parlare di Fed… come non c’entra nulla con le altre settimane di vuoto!
        per il resto, smettila di dire cosa scrivere o no, ripeto, non ne hai titolarità…
        ‘notte.

        • TEUS by TEUS

          Quindi secondo te, se fosse andata a Parigi, sarebbe stata automaticamente costretta a parlare di Fed. Perché? Sulle altre settimane ti ho già risposto portandoti motivazioni di cui tutto il blog è a conoscenza. Sarai forse un po’ distratto…
          Mai detto cosa devi e cosa non devi scrivere. Io esprimo opinioni e, se necessario, discuto. Niente più.

          Buon riposo.

      • by andrea

        Omar i tuoi commenti sono giustissimi peccato che teus deve sempre rispondere con questi toni. Teus un minimo di rispetto! La prepotenza e il nn rispetto nn e’ una cosa bella!!!

        • Omar Camporese by Omar Camporese

          purtroppo non è nuovo a questi atteggiamenti…

          • TEUS by TEUS

            Prima di parlare di prepotenza e mancanza di rispetto, sarebbe opportuno conoscerne almeno il significato.
            Ribadisco che io esprimo semplicemente opinioni e, quando qualcuno fa riferimenti a ciò che scrivo, se lo ritengo opportuno, rispondo. E lo faccio sempre civilmente.
            Quindi evitiamo piagnistei inutili e siamo seri per cortesia. Magari cominciando ad accettare le opinioni altrui. Grazie.

    • Eulondon by Eulondon

      Io anche vorrei vedere Camila giocare il piu’ possibile.. Anche gli international come fanno tutte quelle che hanno bisogno di punti per costruirsi una classifica… D’ altra parte, pero’ l’ impressione che ho avuto da sempre e’ che camila ha bisogno di stimoli per esprimersi al meglio. Credo che nei campi deserti di Rio( la partita della Burnett pareva si giocasse a porte chiuse) con avversarie tipo Pereira, Cepede,Van utvang o come cavolo si chiama.. Cami avrebbe giocato male e staremmo tutti qui a lamentarci e a “darle addosso”. Forse e’ un suo limite… ( io non credo pero’) ma se certe situazioni non la stimolano perche’ viverle? Ognuno si costruisce vita e carriera in base alle sue inclinazioni ed ambizioni. Che siano di successo o no solo il tempo lo potra’ dire…

      • TEUS by TEUS

        “Ognuno si costruisce vita e carriera in base alle sue inclinazioni ed ambizioni”
        Già, Eulondon. Sembrerebbe così semplice il concetto…

  44. Omar Camporese by Omar Camporese

    si, è giusto sottolineare che Nastassja aveva bisogno di fiducia e punti…
    ed è andata a cercarseli giustamente…
    Camila invece non ne ha bisogno vero??

    tra l’ altro è davvero surreale pensare che tutti concordano per il fatto che Camila fa bene a non andare a giocare gli international in programma prima di IW, perchè deve partecipare alle quali del Mandatory… dimenticandosi che queste quali iniziano il LUNEDI’ SUCCESSIVO!!!
    coerenza che brutta bestia…

    intanto qua passiamo pure il tempo a compilare classifiche su chi gioca meno tornei… E cAMILA GUARDA UN PO’…. è IN TESTA ALLA CLASSIFICA…
    mentre altrove si guarda una Race 2014, che vede la MESTIERANTE Burnett salire in 55ma posizione a 158 punti… come diceva Corrado E NON FINISCE QUI!!!
    Camila è solo 89ma a 89 punti…
    ma si sa che a lei (e quindi a noi), va a genio ben altro tipo di programma!
    meditate gente… meditate…

    • theseus by theseus

      Omar, sono d’accordo con te. La programmazione ideale per Camila sarebbe stata quella che sta seguendo la Burnett, cioe’ quella di chi ha bisogno di mettere in cascina partite e punti. Poi non lamentiamoci se dopo avere atteso le settimane esce al primo turno nelle quali. Ragazzi guardiamo in faccia la realta’: Camila ha sempre giocato e continua a giocare POCO. Auspicabile un salto di qualita’ anche su quel fronte, visto che ora ha uno “staff”…

    • TEUS by TEUS

      Vedi, Omar, non posso aggiungere altro se non ribadirti che è normale avere opinioni diverse ma tu proprio non lo vuoi accettare. Ed è questa, se ce n’è una, la cosa surreale.

      Camila ha giocato pochi tornei perché è stata infortunata. Dopo mesi che scrivi nel suo blog, dovresti saperlo.

      A questo punto ti consiglierei di scrivere una lettera (meglio forse senza adoperare il maiuscolo perché non è propriamente da moderato) e trovare il modo di farla recapitare direttamente alla famiglia Giorgi per provare a cambiare la programmazione dato che per te il grande problema è quello.
      O hai per caso intenzione di continuare a scriverlo qui fino alla nausea?

      • by cristian

        Non volermene Omar, ma concordo con Teus! ci sono opinioni diverse, dovresti accettarle! si, Burnett è 55, Giorgi 89, vediamo a fine 2014 la Giorgi nella race dove sarà, lo facciamo adesso a febbraio ?? la stagione finisce a ottobre-novembre. Nessuno ha mai detto che Camila deve giocare solo premier e slam, assolutamente, dovrà fare anche international, ma per ora è stato giusto provare Dubai, aveva la classifica per farlo, anche la Burnett è stata sempre ambiziosa, gioca questi tornei perché da ranking 160, questi può fare! A mio avviso, l’errore ad oggi di Camila è stato saltare Parigi! la Fed Cup sarebbe iniziata solo la settimana successiva, infatti Knapp ha giocato senza problemi, quello è stato un errore, però ci è stato comunicato che a scopo precauzionale non è andata in Francia, quindi se cosi fosse, cosa le possiamo dire? credo che tutti qui dentro sperino che Camila giochi il più possibile, a nessuno va di attendere 2-3 settimane, vediamo come andranno IW e Miami, da lì credo e spero che non si fermi.

        • Omar Camporese by Omar Camporese

          ma guarda Cristian che qui se c’ è chi non accetta le opinioni diverse, quello non sono io, semplicemente perchè IO sono l’ opinione diversa!!
          lo scopo precauzionale di cui tu parli, non è mai stato ufficializzato… era una scusa per non parlare anzitempo di Fed!
          poi, non si ha la classifica per disputare le quali di un premierino e non fare un 220K… si fanno entrambi con quella classifica!
          basta solo fare la scelta giusta!
          certo, le somme si tirano alla fine…
          ma permetti che ti faccio notare che il motore sta andando a tre cilindri??
          o lo devo dire quando si ferma per strada?
          comunque grazie per il tono amichevole che utilizzi rivolgendoti a me…
          anche se la pensiamo diversamente, sappi che lo gradisco molto…

          • by cristian

            ci mancherebbe! ci sta discutere civilmente, il mondo è bello perché vario! è giusto che tu dica la tua, secondo me è presto per tirare somme, ma ricordati, anch’io non sono d’accordo sul giocare poco, aspetto di vedere IW e Miami, poi tiriamo tutti insieme le somme, dopo quelli DEVE giocare e basta, anche tornei minori ! 😉

    • r.b. by r.b.

      Anch’io sono d’accordo con te, la classifica che ho pubblicato qualche post più sotto dimostra appunto che Camila gioca troppo poco. Certo, c’è stato il problema alla spalla, ma forse bisognerebbe guardare il numero complessivo di match giocati…
      L’unica differenza è forse che io non spero di far cambiare idea a Camila, esprimo il naturale e logico punto di vista del tifoso che vuole vedere giocare la sua beniamina ogni volta che è possibile…
      A proposito, credo che le quali di Indian Wells non saranno trasmesse in TV 🙁
      spero che qualcuno di voi mi smentisca subito….

    • by Quinto

      La programmazione di un anno si giudica a fine anno, a meno di non uscire al primo turno per sei mesi di fila (e non è già adesso il caso)…. Fra un mese rifacciamo i conti? Basta che Camila vinca 3 partite di fila al momento giusto e ogni discorso si smorza…. E’ come giocare alla roulette e puntare 10 € al colpo, oppure 1000 €: quando ci prendi con la puntata grossa sei a posto…. Evidentemente c’è fiducia e autostima da parte dello staff di Camila, perché non dovremmo fidarci? Portiamo pazienza, la calma è la virtù dei forti….

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        scusa Quinto, ma se ho impoccato una strada sbagliata, prima me ne rendo conto e meglio è…
        vuoi vedere anche tu se la strada è quella giusta o no?
        stagione 2014:
        1a settimana: non gioco.
        2a settimana: 1 partita.
        3a settimana: 2 partite.
        4a settimana: non gioco.
        5a settimana: 1 partita (Fed).
        6a settimana: non gioco.
        7a settimana: 3 partite.
        8a settimana: non gioco.
        9a settimana: non gioco.

        totale 7 partite in 63 giorni. media: 1 match ogni 9 giorni…

        • by Quinto

          I conti si fanno alla fine, non a 1/8 del cammino. Mi pare che siano 23 i tornei programmati, in primo bilancio serio è possibile SOLO dopo la prima metà. Il resto sono discorsi estemporanei, qualsiasi dato matematico o statistico è inattendibile. Qualsiasi.

  45. TEUS by TEUS

    Ho visto l’ultima parte del match di Burnett e, avendo ancora fresco nella memoria quello tra Williams e Cornet, l’impatto è stato piuttosto traumatico per gli errori, spesso grossolani, da entrambe le parti. Poco importa comunque perché Nastassja aveva bisogno di fiducia e punti. Davvero un ottimo risultato per lei. E la sua settimana “magica” (ha anche compiuto gli anni ieri) non è ancora finita.

  46. by cristian

    Un applauso a Nastassja! dalle qualificazioni alla semifinale!

    Ho visto il match, secondo me la Burnett poteva chiudere in due set, si è ostinata spesso a giocare sul dritto della Ormaechea, ma ha fatto vedere dei colpi da top 100 e ha portato a casa il match! e ora in bocca al lupo per domani !! forza!!

  47. r.b. by r.b.

    Non ho potuto vedere la partita Serena – Cornet (fortunatamente Supertennis darà certamente il match in replica domani), però la sconfitta di Serena ha del clamoroso, considerando che ieri ha battuto una buona Jankovic 6-2 6-2. Facile per noi tifosi di Camila dire ora, beh la Cornet l’abbiamo quasi battuta agli AO, però la verità è che ogni partita fa storia a sé. L’importante è avere un livello di gioco adeguato ai tornei WTA e Slam e Camila indubbiamente possiede le qualità necessarie. Poi sul singolo match non si possono avere certezze assolute. Per Indian Wells sono fiducioso perché i turni di quali sono due e non tre e perché Camila è testa di serie, ma ovviamente tutto dipende dal sorteggio e dalla forma di Camila. Secondo me il problema a Dubai è stato che il match contro la Petkovic, visto il carisma e l’importanza dell’avversaria, doveva essere quello decisivo per l’accesso al main draw e non il secondo turno…. Così Camila forse è arrivata stanca mentalmente al terzo turno e, come direbbe Corrado Barazzutti, non è stata solida e ordinata, insomma non ha giocato un gran match… 🙂 🙂

  48. by Quinto

    La Cornet batte Serena confermando la sua crescita in quest’inizio 2014 e la cosa dà chiarezza ulteriore alla sconfitta 4-6 al terzo (era 4-1) di Camila a Melbourne. Vero che il tennis femminile è legato ai quarti di luna e dunque talune flessioni di rendimento sono naturali, ma è innegabile che la Cornet sia diventata quasi brava quanto è antipatica nell’atteggiamento (quasi, altrimenti sarebbe da prime 3)…. Tutto conferma che Camila è già una tennista del valore delle Top 30 e, come ho già scritto e scommesso, entro fine anno sono convinto che sarà in classifica tra il n.20 e il n.30 se giocherà tutti i tornei che ha programmato. Mi aspetto che riesca a entrare nel MD di almeno uno dei due tornei americani di Marzo, credo più Miami che nella ventosa Indian Wells. Se fosse capace di entrare anche a IW tanto di guadagnato, vorrà dire che cominceremo a mietere in anticipo. Anche se continua a credere che Camila esploderà definitivamente a Roma, perché è un animale da palcoscenico che ama riflettori e prima serata. Scommettiamo?

  49. TEUS by TEUS

    Anche Williams è umana, può trovare giornate in cui non riesce a dare continuità al suo gioco e risentire dell’età (l’ho trovata molto imballata fisicamente e sinceramente mi chiedo per quanto tempo potrà ancora giocare ai suoi massimi, e sottolineo massimi, livelli con costanza). Ciò però non deve togliere meriti a Cornet perché ha fatto un match di altissimo livello a mio avviso: ottima al servizio, molto efficace dal primo all’ultimo punto da fondo campo sia in profondità sia in penetrazione, sempre lucida tatticamente e fredda in generale (non ha minimamente tremato quando ha servito per il match nonostante le fossero stati annullati quattro match point nel game precedente). Antipatica e antisportiva come poche ma oggi merita davvero i complimenti.

  50. by SanTommaso

    Che sport il tennis! Quella che si era messa a piangere in campo contro Camila perché si sentiva impotente, è avanti un set e un break contro Serena. Robe folli.

  51. r.b. by r.b.

    Visto che gli argomenti di discussione latitano, per forza di cose (le quali di Indian Wells sono il 3-4 marzo), propongo la classifica (prendendo in considerazione le prime cento giocatrici del mondo) delle top 20 per minor numero di tornei giocati (a parità di tornei prevale chi ha più punti) e comunque giocatrici che hanno giocato meno di 20 tornei ai fini del calcolo dei punti WTA.
    1) Giorgi 14
    2) Dellacqua 15
    3) Azarenka 16
    4) Sharapova 16
    5) Kirilenko 16
    6) Williams V. 16
    7) Williams S. 17
    8) Li 17
    9) Muguruza 17
    10) Zahlavova Strycova 17
    11) Cetkovska 17
    12) Kanepi 18
    13) Kuznetsova 18
    14) Hampton 18
    15) Zheng 18
    16) Hercog 18
    17) King 18
    18) Makarova 19
    19) Mattek-Sands 19
    20) Ormaechea 19
    Come si vede, Camila è prima in classifica e unica giocatrice tra le prime 100 ad aver giocato solo 14 tornei. C’è qualche sorpresa, mi aspettavo per es. di trovare Lisicki che non gioca quasi mai, invece ha al suo attivo 20 tornei. Alcune hanno giocato poco per scelta, altre per infortunio (es. Kirilenko). Quindi sembra ragionevole ritenere che, giocando almeno 23-24 tornei l’anno, Camila dovrebbe agevolmente salire sopra la 50 posizione, poi ovviamente dipende dai risultati che farà…

  52. biglebowski by biglebowski

    rileggendo il mio precedente, vedo che non si capisce molto.
    per chiarire: alle 42 giocatrici attualmente nel draw delle quali verranno aggiunte 6 QWC per un totale di 48 partecipanti.
    le prime 24 avranno una tds.
    camila sarà presumibilmente tds 5/6/7 prevedendo ragionevolmente che su 76 iscritte al main draw qualcuna non sarà in grado di partecipare.
    quindi nel primo turno di quali affronterà una delle giocatrici dal 25 al 48 e nell’eventuale secondo turno una delle giocatrici dal 13 al 24 o chi le avrà battute nel primo.
    la qualificate saranno 12, il tabellone da principale 96 con un bye per le prime 32.
    ovviamente tra le potenziali avversarie, come al solito nelle quali di un premier di I fascia, ci sono molte pericolose emergenti e qualche giocatrici esperta pericolosa.
    già al primo turno, ad esempio, zanewska-vekic-kumkhum-lucic-hlavackova ecc.ecc.

    http://www.wtatennis.com/SEWTATour-Archive/Archive/Draws/2013/609.pdf

    • r.b. by r.b.

      Va bene, due turni di qualifica si possono passare, salvo imprevisti naturalmente, poi al primo turno si trova una non testa di serie (avendo le 32 teste di serie un bye al primo turno), quindi si può anche passare, anche se ci sono molte giocatrici non teste di serie pericolosissime. Vediamo intanto di qualificarci, poi penseremo al main draw.

  53. biglebowski by biglebowski

    Q List Indian Wells

    1. Galina Voskoboeva
    2. Barbora Zahlavova Strycova
    3. Anna Schmiedlova
    4. Chanelle Scheepers
    5. Yaroslava Shvedova
    6. Casey Dellacqua
    7. Timea Babos
    8. Camila Giorgi
    9. Johanna Larsson
    10. Virginie Razzano
    11. Julia Glushko
    12. Mandy Minella
    13. Teliana Pereira
    14. Anabel Medina Garrigues
    15. Romina Oprandi
    16. Lara Arruabarrena-Vecino
    17. Estrella Cabeza Candela
    18. Kimiko Date-Krumm
    19. Olga Govortsova
    20. Hsieh Su-wei
    21. Nadia Petrova
    22. Mariana Duque-Marino
    23. Misaki Doi
    24. Nadiya Kichenok
    25. Petra Martic
    26. Luksika Kumkhum
    27. Donna Vekić
    28. Coco Vandeweghe
    29. Andrea Hlaváčková
    30. Katarzyna Piter
    31. Mirjana Lučić-Baroni
    32. Sharon Fichman
    33. Alison Van Uytvanck
    34. Anna Tatishvili
    35. Magda Linette
    36. Vesna Dolonc
    37. Johanna Konta
    38. Shelby Rogers
    39. Maryna Zanevska
    40. Tadeja Majerič
    41. (SR)Chan Yung-jan
    42. (SR)Michaëlla Krajicek

  54. by Pangel

    Visto che Cami non farà le qualificazioni a indian wells perche non provare acapulco?? Tra l’altro ha cambiato anche superficie

  55. r.b. by r.b.

    Ho visto il match di Venus Williams di ieri contro Ana e parte di quello di oggi contro Flavia. Non potete immaginare quanto sia attapirato, per ieri e per oggi. Tra l’altro ci tenevo tanto ad un quarto di finale Ana-Flavia, una delle due sarebbe approdata certamente alle semifinali, ma l’americana ha rovinato tutto….ma proprio adesso si doveva mettere a giocare così bene? Comunque il senso del mio intervento è questo: bisogna abituarsi alle sconfitte anche molto severe, a questo livello anche una quasi top player come Ana Ivanovic, che è 12 del mondo, può perdere contro la 40, anche se è una 40 atipica come Venus. Però se è 40 vuol dire che non gioca sempre bene, quindi a volte capita che la tua avversaria sia troppo in forma e tu faccia la miseria di 3 giochi. A Flavia è andata un po’ meglio, ma devo dire che Venus ha avuto la palla break per andare a condurre 6-3 5-2 e servizio. Poi Flavia ha annullato un match point sul 5-5 poteva succedere di tutto…e in effetti sembrava profilarsi il tie break nel secondo, invece Flavia ha perso 6-3 7-5. Quindi dovremo abituarci anche per Camila a vedere risultati molto positivi magari alternati a sconfitte nette.

  56. biglebowski by biglebowski

    day-off e la possibilità di assistere al match venere-flavia.
    uno spot per il tennis femminile e la reclame dell’eleganza.
    le bimbe italiane e no dovranno impegnarsi assai per scalzare queste indomite vecchiette.
    bravissime!

    • TEUS by TEUS

      Giusto sottolineare però che trattasi di due giocatrici che, a livello assoluto, appartengono a categorie differenti e anche oggi si è visto. Quando i colpi di inizio gioco (soprattutto il servizio) di Venus funzionano a dovere, può ancora raggiungere livelli da top 5 nonostante l’età. Per Pennetta invece, che basa il proprio gioco più sulla solidità e sulla continuità, il passare del tempo avrà una rilevanza ancora maggiore rispetto ai periodi in cui era al top fisicamente.
      Lunga vita a entrambe comunque. Ce ne fossero…

  57. by cristian

    Grandissima Nastassja! contento per lei, deve entrare assolutamente nelle 100! ora sfiderà l’odiosa argentina, urla su ogni punto, spero che la Burnett la faccia urlare dalla rabbia!

    @omar : io parlavo dei risultati fin’ora raggiunti da Giorgi e Burnett, poi che Camila dovrà giocare anche international sono d’accordo, lo farà anche lei, Nastassja non ha scelta e giustamente li gioca.

  58. Lino by Lino

    Match terribile della errani….. Con la errani in caduta libera e la Vinci che ormai ha dato il meglio di sè, presto troveremo la fantastica intramontabile Flavia come n. 1 italiana 😀 e la nostra bimba alle calcagna 🙂
    Camila continua così, col tuo gioco aggressivo e fai la programmazione che meglio credi, presto anche le Pliskova di turno o le vecchie volpi come la Flipkens le domerai senza problemi.

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      prendo spunto:
      classifica Race in tempo reale:

      1 Li 2385
      2 Cibulkova 1402
      3 Halep 1333
      8 Williams S. 810
      9 Bouchard 800
      10 Azarenka 735
      13 Errani 636 (solo)
      15 Sharapova 610
      17 Pennetta 556 (puo’ salire in 13ma)
      23 Kvitova 385
      24 Beck 367 (giustamente)
      25 Pliskova K 365 (quella di Pattaya)
      27 Williams V (sempre pericolosa)
      46 Knapp 200
      74 Burnett 108 (quella di Rio)
      87 Giorgi 89 (speravo meglio a fine 2013)
      175 Schiavone 15 (in gran parte sfortunata)
      175 vinci 15 (non me lo so spiegare)

      Burnett dopo aver perso il primo set 0-6, è (notare) ai quarti…
      ora affronterà Ormaechea.
      ostica ma non impossibile…

      @Cristian:
      piaccia o meno, la programmazione paga e ad oggi purtroppo per te, i numeri della Race dicono che la Burnett vale AL MOMENTO piu’ di Camila…
      ma noi in fondo sappiamo che non sarà sempre così (lo spero)…

  59. TEUS by TEUS

    Cattivi segnali anche da parte di Errani: se a Parigi (non includo Doha perché battere Hsieh, faticare contro Niculescu e fare solo 2 games contro Halep, non lo si può considerare torneo positivo per una top ten) aveva dato qualche segnale di ripresa, oggi ha giocato un match mediocre: nervosissima (sul match point ha letteralmente mandato a quel paese i sostenitori di Cirstea), fallosa soprattutto sui punti importanti e profondità di palla in generale insufficiente. In pratica ha remato per l’intero incontro senza riuscire quasi mai a variare il gioco come le riusciva nei suoi momenti migliori.
    Situazione non preoccupante ai livelli di quella di Vinci ma, se continuerà a giocare così, perderà molte posizioni in classifica purtroppo.

  60. by SanTommaso

    Butto lì una provocazione: ma se hai bisogno di giocare partite, vincerle, prendere fiducia e difendere una fraccata di punti… perché non iscriversi a Rio (su terra) invece di giocare Dubai e uscire alla prima partita?

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      sempre io ti rispondo:
      bada bene che sto andando a memoria, perchè della Errani non mi interessa assolutamente nulla…
      una top10, puo’ disputare SOLO due international all’ anno normalmente.
      lei si è già giocata il primo ad inizio stagione e il secondo credo ( ma non ho controllato sul suo profilo), dovrebbe essere proprio Acapulco dove difende il titolo.
      o in alternativa un 220K europeo piu’ avanti…
      poi, se difendi una finale in un Premierino come nel suo caso a Dubai, non ha senso andare a giocare un 220K…
      questo a prescindere dalla voglia o possibilità per regolamento…

      • by SanTommaso

        Il problema è che Acapulco quest’anno è su cemento e non più su terra. Prevedo una batosta anche lì… a quel punto meglio puntare su un altro International ma almeno su terra…

  61. Madoka by Madoka

    @madoka

    dato che mi sembra tu sia preparato in materia, mi chiarisci il regolamento relativo alle lucky loser, se puoi e se vuoi. grazie in anticipo.

    Nei tornei WTA quando vi è un LL, si va a prendere la tennista con la classifica più alta rimasta fuori : in questo caso la Canadese.

    Nei tornei ITF è diverso, perchè li viene semplicemente estratto a sorte fra tutte le perdenti del turno finale. Nei tornei del Grande Slam è ancora diverso, perchè si estrae a sorte, ma solo fra i primi 4 tennisti con la classifica più alta che hanno perso al turno finale.

    Spero di essere stato chiaro.

  62. by Quinto

    Anche se rispetto le opinioni di tutti, mi sembra sterile discutere sulla programmazione di Camila. E’ una professionista, diamine! Avranno studiato e pianificato la cosa, valutando pro e contro meglio di chiunque altro, avranno deciso. Ogni scelta comporta delle rinunce, sennò non è una scelta. Se sarà giusto o sbagliato lo capiremo a fine anno. Può anche darsi che la prima parte della stagione, fino a Roma, darà poche soddisfazioni, perché Camila ancora deve dimostrare di poter giocare stabilmente ai massimi livelli. Poi, speriamo che trovi costanza di rendimento sui suoi livelli elevati e di sicuro ci divertiremo. Con due tornei buoni di questo rango fa i punti di tutta una stagione passata a remare nelle retrovie battendo le balenottere paralitiche dei tornei di periferia. Io ho molta fiducia nelle capacità di apprendimento di Camila, sono convinto che si adatterà al livello di gioco elevato e da Maggio in poi farà vedere i sorci verdi a tutte. Sarò qua a fare ammenda, se non sarà vero, ma sono pronto a scommettere che a fine anno sarà entro le Top30. In quel caso avrà avuto ragione il suo staff e l’anno prossimo sarà testa di serie negli Slam. Quel che venisse in più è tutto in aggiunta per quest’anno, secondo me…. E comunque almeno un grande exploit me lo aspetto (tipo una semi in un IE o un QF in uno Slam)….

  63. by SanTommaso

    @Omar

    sono quello di cui non ricordavi il nome e che hai letto velocemente. Il commento era in effetti lungo e articolato, cercherò di essere più breve in questa risposta.

    Burnett no Dubai no classifica
    Giorgi Doha-Dubai, cambiato programmazione per Cleveland, tornata Dubai
    Cleveland-cemento, Rio-terra, IW e Miami-cemento. Trovare intruso

    Ora, in maniera un po’ più approfondita: dici che Cami ha in programma dei 220k: Katowice, Oeiras, Bastad e Lussemburgo. Di questi, Katowice, Oeiras e Bastad si giocano in settimane nelle quali non è previsto alcun Premier (il mio modestissimo parere? Se ci fosse stato un Premier in contemporanea, Camila avrebbe giocato quello) e l’unico in corrispondenza con un Premier è il torneo di Lussemburgo, dove comunque ci saranno giocatrici in cerca degli ultimi punti stagionali e quindi il seeding sarà comunque di livello superiore alla media (tipo l’Itf canadese dello scorso anno, con entry list più ostica di Palermo). Quindi, per risponderti: Camila non vuole giocare i tornei minori, penso di averlo dimostrato portando come prova il fatto che Cami ha in programma UN SOLO torneo minore, salvo mancanza di alternative, su 23 in stagione.

    • Omar Camporese by Omar Camporese

      caro Tommaso…
      lo so benissimo che Camila non vuole giocare i tornei minori… che ha altri generi di ambizioni…
      non lo scopriamo mica oggi!
      è da due anni fa circa, da quando ha smesso di giocare solo Itf che si è orientata su questo tipo di scelta…
      ripeto, lo so benissimo!
      io non discuto sul fatto che Camila o sergio non debbano essere liberi di scegliere quello che piu’ sta a cuore a loro…
      discuto del merito della scelta che è diversa.
      tu parli di intruso… non c’è un intruso assolutamente!
      spesso e volentieri si passa da una superficie all’ altra e mai nessuno trova da ridire…

  64. Hector by Hector

    Vorrei sottoporvi la mia teoria, frutto di notti insonni. Per vedere Camila al n.1 del mondo bisogna chiedere alla FIT di spostare la base dei suoi allenamenti a Chioggia o Termoli. Una adriatica non puo’ allenarsi a Tirrenia!

    • by lelitolelita

      Non scherzare. A Tirrenia c’é tutto, è un ambiente perfetto. E poi …egoisticamente, io sono quasi tutti i giorni al Centro Coni di Tirrenia e posso vederla, vedere qualche allenamento, salutarla. Tra l’altro ci capitano molti validi tennisti. Nelle scorse settimane ho visto Lorenzi (c’è spesso) Squinzi, Raonic, oltre alla Burnett e alle nazionali giovanili. Tu la vuoi spostare perché stai dalle parti di Chioggia odi Termoli ?

  65. by Stefano

    Davvero brava questa Pennetta, che ha appena battuto la sua “bestia nera” Radwanska.
    Ho visto soltanto il secondo set, però, anche se la polacca ha giocato DECISAMENTE sottotono, Flavia è comunque rimasta sempre molto precisa e concentrata, non mollando nemmeno un 15.
    Se continua così, forse a breve, potrebbe tornare n°1 italiana (e in questo momento, almeno virtualmente, forse lo è già).

    • by Fabio Massimo

      L’ha sconfitta con le sue stesse armi.

    • doherty by doherty

      grande Flavia !!
      non ho visto la partita ma sono felice…
      il mio sogno sarebbe che si allenasse con camila e giocassero il doppio insieme

      • by Stefano

        Non sei l’unico a pensarlo, anche perché il tennis di Flavia è quello, fra le italiane, che più assomiglia al “power tennis” di Cami.
        Comunque la Radwanska di oggi era veramente battibile da molte: ha giocato male come se fosse infortunata però senza infortunio.
        Ora però la Penna troverà Venus, che ha LIQUIDATO la Ivanovic con un 6-2 6-1: se la maggiore delle Williams entra in forma, è dura per tutte vincere.

        P.S.
        Ho sentito anche che sta per rientrare la Pivovarova (dopo un longo stop per infortunio): forse non sarà mai una campionessa da Slam, ma sotto altri aspetti penso che soltanto gente come la Bouchard, la Chakvetadze, la Sharapova o la Kournikova possano rivaleggiare con lei (immagino avrete capito a cosa mi sto riferendo …).

    • TEUS by TEUS

      Concordo. Radwanska è incappata in una giornata poco felice. Cosa che più frequentemente avviene nei periodi di forma non buona (e a Doha con Halep vi erano state le prime avvisaglie). Pennetta è stata brava ad approfittarne giocando più o meno sui livelli mostrati dalla seconda parte della scorsa stagione in poi.

  66. by t.o.

    @tutti
    Dal non più INVIDIATO SPECIALE (purtroppo….)
    Sono atteraato da 2 ore e ora se permettete mi faccio una pasta come dico io…..per carità….la cucina internazionale….ma una Cacio e Pepe come dico io si mangia solo a casa mia…….e in quel posto dove mangeremo a roma…….a più tardi…….forse molto tardi……o forse domani……..

    PS grazie a tutti per lo stile che il nostro blog ha tenuto in questi giorni…….e grazie a quello che ha pubblicato su Livetennis il link del nostro sito……matteo sta controllando ma pare che abbiamo avuto un mare di visite……..poi….quando gioca la Piccola……Vamoooooooooooooooooooooooooos Camilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    ….”semel in anno licet insanire….”

  67. Omar Camporese by Omar Camporese

    un paio di risposte veloci a coloro che hanno interagito con il mio post:

    @Antonio:
    prima o poi, se vuoi diventare una delle migliori al mondo sul rosso ci dovrai andare a giocare.
    questa superfice è prevista per 13 tornei Wta, fra cui alcuni molto importanti.
    è vero che la Giorgi ama il veloce, pero’ a memoria, lo scorso anno disputo’ in modo molto dignitoso e con problemi alla spalla, sia Strasburgo, sia Madrid…
    quindi??
    sul colore dei capelli, lei è rossa naturale, per cui l’anomalia al piu’ è vederla bionda… ma queste sono frivolezze che a me non interessano.
    per me puo’ anche rasarli a zero… nulla cambia…
    sul terzo punto, concordo in parte.
    senza snaturare quello che è il suo gioco, un po’ di tattica non guasterebbe mai in campo…

    @Cristian.
    è chiaro che Asja non vale Camila (almeno per ora). cosa c’ entra?
    “è giusto che se hai il ranking è giusto provare”?
    è giusto??
    sulla base di quale metro decidi che sia giusto?
    poi, siamo SOLO A INIZIO STAGIONE?
    ti ricordo che è passato ormai 1 / 5 della stagione e fin’ ora Camila ha racimolato SOLI 89 punti!!
    facciamo la media per vedere la proiezione di fine anno?? te la risparmio.

    @Riccardo:
    è giusto essere ambiziosi… è una dote che ti puo’ far arrivare lontano.
    ma vista la situazione di classifica, è giusto cercare di costruirsi una base solida prima.
    tempo per incontrare le migliori, da qui a venire ce n’ è in quantità.
    cominciamo a raggranellare quei punti che nel panorama Wta ti permettono qualche agevolazione nei tornei che contano.
    cominciamo anche a racimolare qualche soldino in piu’, che nel bilancio di una stagione, ti permette sicuramente di vivere con maggiore serenità…
    poi tutto il resto verra’ a tempo debito…

    @R.B.
    a Dubai non si è radunato il Gotha del tennis.
    quello si raduna negli slam e nei mandatory.
    è giusto esserci certo, basta raccogliere il GIUSTO.
    lo abbiamo raccolto? direi di no… 3500 euro lordi e 18 punti, per essere stati nel gotha del tennis è un bottino un po’ magro…
    poi per carità bellissimo tutto quello che scrivi…
    ma ricordi la favola dei tre porcellini (cosi’ tanto per stemperare…)?
    io la casa la costruisco con mattoni e cemento… e non mi pento!

    @per qualcun’ altro di cui ho letto in fretta e ora mi sfugge il nome:
    una programmazione si cambia anche nel giro di due settimane.
    è prassi abbastanza diffusa fra i tennisti, quella di adattarsi a nuove situazioni.
    certo a quel punto avrebbe dovuto disputare le quali a Rio, cosi’ come ad Acapulco…
    ma si poteva prendere il tutto come una specie di allenamento molto molto proficuo, sia in termini di punti, sia in termini di price money…
    senza cambiare continente, con disagi legati al fuso orario, miglia da percorrere ecc… ecc…
    poi:
    Acapulco non lo puo’ disputare perchè la settimana successiva c’ è il Mandatory…
    e chi lo stabilisce??
    i mandatory non sono obbligatori per chi non ha la classifica per il MD!
    se Acapulco va bene, si continua li.
    se va male, c’ è tempo per arrivare a disputare le successive qualifiche…
    ma vogliamo mettere magari una finale o una vittoria ad un 220K, con l’ uscita se va male gia’ alle quali di un madatory??

    concludo:
    è ovvio e lo trovo assolutamente normale che la maggior parte di voi non sia daccordo con quanto scrivo.
    ma vedete, io come voi voglio vedere Camila nelle parti alte della classifica, vincendo a man bassa tornei a destra e a manca…
    solo che non condivido il percorso scelto, perchè qua passano settimane, mesi, anni e continuiamo sempre a discutere di argomenti, che sono sempre gli stessi…
    saluti.

    • by antonio quarta

      hai ragione….poi sui capelli scherzavo…anche se la preferisco bionda

    • by r.b.

      Omar, io capisco le tue argomentazioni e, non solo le condivido dal punto di vista della logica e dell’opportunità, ma anche come tifoso mi converrebbe che Camila giocasse tutte le settimane tre, quattro, cinque match. Oggi come oggi con lo streaming è molto facile vedere i match, tra l’altro Dubai, con tutto il Gotha presente (l’ha scritto t.o., non io…), aveva una copertura televisiva insufficiente, almeno per le quali. Quindi se Camila adottasse una programmazione come dici tu, noi tifosi saremmo avvantaggiati e non costretti a seguire un livescore, cosa che peraltro non faccio. Ma il punto è, ho capito, o credo di aver capito, che Camila e il suo staff hanno deciso per un certo tipo di programmazione, che esclude i tornei minori, privilegiando la partecipazione ai premier e ovviamente agli Slam, quindi ha senso cercare di far cambiare loro idea? Tra l’altro le trasferte sono costose e non è detto che le vittorie siano automatiche. Certo, se giochi a Rio è più probabile arrivare in semifinale che non a Dubai, ma non è detto che ci arrivi…. Quindi da tifoso accetto la programmazione scelta da Camila e cerco di trovare i lati positivi. E quali sono? Da quanto ha detto t.o., anche solo frequentare l’ambiente delle migliori aiuta a crescere. Giocare contro le migliori aiuta a crescere, anche se spesso si perde. Certo, si potrebbe fare in modo più graduale, ma credo che Camila non diventerà mai una stakanovista del circuito con 28-30 tornei l’anno. Lei preferisce selezionare gli eventi… La classifica non è un problema, t.o. ha dimostrato, dati alla mano, che giocando regolarmente senza infortuni la classifica di Camila migliorerà nel giro di mesi…. Quindi detto tutto questo, appuntamento per le quali di Indian Wells, e speriamo di vedere qualche bel match di Camila in TV!

      • Omar Camporese by Omar Camporese

        ciao R.B.
        è sempre un piacere confrontarsi con chi come te, sta attento a cio’ che si scrive e risponde sempre a modo…
        brevemente:
        non è che Camila non vuole giocare i tornei minori…. non è cosi’.
        basti guardare la programmazione ufficiale e vedrai che ci sono inseriti anche dei 220K… o basti ricordare la programmazione di ottobre scorso…
        io non discuto sulle opportunità, ma solo su alcune scelte che è chiaro che non PAGANO!
        e proprio perchè le trasferte costano, è chiaramente stata fatta la scelta peggiore, sia in termini economici, che di dispendio fisico, per via del fuso orario che di resa per la classifica…
        poi per carità si puo’ benissimo essere piu’ o meno daccordo… si puo’ benissimo scegliere a quale tipo di tifo appartenere, sempre tuttavia conservando lo spirito costruttivo nei confronti della medesima.
        ma qui troppe volte ho letto di commenti al limite della rabbia, ad ogni sconfitta, e poi 5 minuti dopo, gente che giurava e spergiurava, tornava imperterrita a suonare trombe, trombette e vuvuzelas, prendendo sempre come oro colato tutto quanto, errori compresi, di scelte che non sempre sono le migliori…
        mi chiedo, il perchè si debba sempre acconsentire a tutto e a tutti…
        si puo’ anche DISSENTIRE, usando le buone maniere.
        penso sia utilissimo non solo a noi sostenitori….
        ricordi Karolina Pliskova… certo che la ricordi…
        a Pattaya, uno dei tornei per cui mi ero battuto, lei ci è andata e ha fatto finale, strappando quasi il secondo set alla Makarova…
        lo so, dirai… che un ottavo slam vale molto piu’ di una finale 220k…
        ma è ora di cominciare a raccogliere qualcosa!
        non si puo’ passare la vita solo a seminare…
        saluti.

        • by lelitolelita

          In generale concordo sul fatto di non disdegnare qualche torneo “minore” per fare punti x la classifica ma questa volta Rio e Acapulco non avrebbero avuto senso. Tieni conto che Camila sono settimane che si sta allenando sul cemento e presentarsi a tornei su terra senza allenamenti sarebbe stato da dilettanti allo sbaraglio

          • Omar Camporese by Omar Camporese

            fra la domenica e il sabato successivo, ci ssarebbe stato tutto il tempo per allenarsi sul rosso.
            questa situazione non è da dilettanti allo sbaraglio, ma è molto frequente nel circuito.
            in piu’ va detto che a livello fisico, è peggio il passaggio dal rosso al veloce e non il contrario…

    • TEUS by TEUS

      Non sarebbe più semplice prendere atto che in un blog è normale ci siano utenti con opinioni differenti evitando così di riproporre sempre gli stessi argomenti (parli al plurale ma sei tu quello che continua a farlo a ogni occasione buona)?
      C’è chi pensa, e il sottoscritto è uno di questi, che Camila, avendo tra l’altro caratteristiche prettamente da veloce, debba giocare sulla terra all’inizio della stagione su terra e non appena prima di due premier mandatory sul cemento. Specialmente poi se si ha il ranking per poter iscriversi alle quali di tornei tipo Dubai.
      E’ lecito pensarla così o, dall’alto della tua moderazione, continuerai imperterrito a voler convincere chiunque che il percorso più giusto è il tuo?

  68. by Stefano

    Appena finito di vedere Pliskova-Flipkens: voglio sperare che quella di oggi fosse la sorella di quella che ieri ha battuto Camila … perché altrimenti non saprei proprio come spiegarmi come una giocatrice che gioca così male abbia potuto battere la Giorgi.
    La Karolina di oggi non aveva NIENTE: poco incisiva con il servizio (rispetto ai suoi standard), lentissima negli spostamenti, giocava pochissimo di dritto e faceva quasi tutto il lavoro con il rovescio (incrociato, sul rovescio della belga).
    Oltretutto già dai primi scambi sembrava in completa confusione (anche se la “Flipper” è stata molto brava a non darle punti di riferimento … forse Kristen è la giocatrice che più assomiglia alla nostra Vinci, sotto il profilo puramente tecnico).
    Comunque voglio sperare che quella che ha battuto Cami ieri fosse un’altra giocatrice, tipo quella che ha fatto sudare di recente la Kerber, e non quella di oggi, che sembra persino la brutta copia della Pliskova dell’anno scorso.
    Ho visto anche la Pennetta: ha giocato benino con la Kanepi, che sul veloce è sempre una cliente molto scomoda.
    Mi ha impressionato (positivamente) anche la giovane ucraina Maryna Zanevska, che non avevo mai visto giocare prima: come corporatura somiglia molto alla Hantuchova, devo dire.

    Altri risultati degni di nota: la Stosur eliminata dalla tedesca Beck (che arrivava dalle qualificazioni … allora forse non era un caso se ha estromesso la Bouchard) e la Cornet che passa per ritiro della Halep (ma perché ci è venuta a Dubai? Con la vittoria di Doha chi glielo ha fatto fare di venire anche qui? Non poteva dare forfait come avrebbe fatto un’Azarenka qualsiasi?).
    Intanto che scrivo se ne va pure un altro pezzo d’Italia: a Rio la Schiavone è appena stata eliminata dalla Lourdes Dominguez … a questo punto per Francesca mi sa che la convocazione in Fed Cup rimarrà sempre meno probabile (anzi, secondo me, se non dovesse “risorgere” nell’estate rossa [Foro Italico, Roland Garros …] penso che a fine anno possa seriamente cominciare a pensare al ritiro … purtroppo se le cose andranno ancora così i segnali ci sono tutti).
    Ma a tutte queste cose oggi ero pronto: l’unica cosa che invece mi ha colto allo sprovvisto, è stata vedere la Hingis in campo … come coach!!!!
    Sì, d’accordo, è già dagli AO che Martina fa parte del team di Sabine Lisicki (che oggi, dopo un primo buon set, si è letteralmente sgretolata sotto i colpi della “ex n° 1 al mondo senza Slam”), ma non mi aspettavo oggi di vederla scendere in campo per dare coaching alla sua assistita.
    Anzi, per un attimo, nel terzo set, ho persino fantasticato: adesso le dice “levati e lascia provare a me!”.
    Chissà, magari avrebbe creato qualche problemino in più alla pallettara polacca (ma con passaporto danese).

    • TEUS by TEUS

      Pliskova oggi, un po’ ha giocato male, un po’ ha trovato un’avversaria esperta e abile nel variare il gioco, andando alla fine in confusione. Conferma comunque di avere caratteristiche che possono dare molto fastidio a una giocatrice come Camila che, cosa comune a molte tenniste in giovane età, probabilmente non era nella sua giornata migliore lunedì.
      Nulla di traumatico quindi a mio avviso. Si continua nella speranza di migliorare sempre più…

      • by Stefano

        Teus, se Camila perde 7-5 6-2 dalla Pliskova che gioca in quel modo, che speranze ha la nostra “bimba” di battere un “mostriciattolo” di malizia (in senso tennistico) e astuzia come la Flipkens?
        Già con la Vinci, agli US Open, Cami ha dimostrato di andare in confusione: non oso immaginare cosa sarebbe successo oggi se avesse giocato lei contro la belga!
        Non voglio sminuire il talento di Cami, però è ancora troppo “delicato” l’equilibrio tra una possibile buona/ottima prestazione della Giorgi e una sua débacle.
        E se Camila paga dazio contro una come Karolina, che chances può avere contro una professionista del gioco “incasinato” come la Kristen?
        Già la Pennetta, per sua stessa ammissione, ha detto che la belga è una giocatrice “complicata” da affrontare (in realtà ha usato ben altra espressione); immaginiamoci se è così difficile da affrontare anche per una “vecchia volpona” come Flavia, cosa può essere per una giovane ed inesperta come la Giorgi …

        P.S.
        Comunque mi pare di ricordare che la Flipkens avesse affrontato la Pliskova non più tardi del torneo di Auckland di quest’anno, e anche in quella occasione ci aveva vinto, quindi sapeva per filo e per segno ciò che andava fatto … strano però che Karolina non avesse oggi la più pallida idea di che contromisure adottare …

        • TEUS by TEUS

          Karolina non aveva la più pallida idea di quali contromisure adottare perché l’esperienza non si può fare a tavolino. Ecco spiegati i motivi per cui anche Giorgi spesso dà l’impressione di non saper leggere gli incontri.

  69. by Pangel

    intanto ana vince un bellissimo match con la kerber e la flipkens vendica camila

    • by r.b.

      Sìììììì… 🙂 Troppo felice per Ana! Però la partita l’ho vista e posso dire che a questo livello si vince e si perde di un niente. Ana era 5-1 sopra nel tie break del terzo set. La Kerber ha tirato un colpo impossibile che era fuori, anzi no, perché il falco ha detto che la palla aveva toccato un piccolissimo pezzo dell’incrocio delle righe vicino al corridoio…. E così invece che 6-1 e 5 match point era 5-2 al che Ana si è demoralizzata e stava per buttare via la partita… Ha salvato un match point sul 5-6 e ha vinto davvero non so come….
      Questi sono i tornei di Camila, mica quel torneo per mediocri di Rio, con tutto il rispetto per Rio che è città bellissima…

  70. r.b. by r.b.

    Primo set vinto da Flipkens 6-1….ho visto poco perchè sto guardando soprattutto Ana, ma con lo streaming si possono tenere due finestre aperte in contemporanea….
    La cosa più importante è che si aveva la netta sensazione che la Flipkens sapesse esattamente come giocare contro la Pliskova, palle basse, tagliate, variazioni di ritmo ecc. La Pliskova non ci ha capito niente. Anche al servizio non mi è sembrata granché……

  71. by Pangel

    Come volevasi dimostrare, la Pliskova è una giocatrice abbordabilissima, è bastato muoverla un po’ che è andata subito in difficoltà e ha perso il servizio già due volte

  72. by Quinto

    Pennetta in questo momento è la migliore giocatrice italiana, come dimostrato già agli AO in gennaio. Se non venisse da ben 4 partite, la vedrei perfino favorita su Radwanska; purtroppo credo che peserà la diversa freschezza, benché tecnicamente Flavia sia all’altezza del confronto. Per le caratteristiche che ha, credo sia la sola tennista italiana che Camila dovrebbe guardare: potenzialmente Camila è ancora più forte, ma dovrebbe imparare a giocare con l’intelligenza di Flavia, che è una vera maestra del tennis. Ce n’è ancora tanta, di strada, da fare……

    • by r.b.

      Eh vabbe quando Flavia era in top 10 Camila era praticamente ancora alle elementari 🙂 Comunque hai assolutamente ragione, Flavia è una giocatrice pazzesca, solida, ordinata, tatticamente fortissima, cede solo un attimo a quelle che fanno il suo stesso gioco ma a una potenza e velocità superiore, come Azarenka e Li al massimo della forma. Secondo me non ha fatto i risultati di Schiavone ed Errani perché gioca meglio sul veloce che sulla terra, ma sul veloce è chiusa da Serena, Azarenka, Maria e compagnia bella, mentre sulla terra ogni tanto c’è un po’ di spazio per le altre (Schiavone, Errani, Stosur…)

  73. r.b. by r.b.

    Un po’ di retorica con lacrimuccia ci sta…..
    Sto guardando Flipkens-Pliskova in streaming… Camila, su quel campo dovevi esserci tu, mannaggia….comunque la Pliskova non è che mi impressioni troppo, adesso serve, vediamo un po’….ha subito perso il servizio 0-2, la Flipkens la sta ammazzando in questi primi due giochi…vabbè torno a guardare Ana che sta giocando contro la Kerber…..certo se c’era Camila al posto di Karolina avrei avuto l’imbarazzo della scelta su quale match guardare…

  74. TEUS by TEUS

    Pennetta passa il turno anche grazie a una prestazione scadente di Kanepi specialmente al servizio. Buon per Flavia che ha tutto da guadagnare in questa fase della stagione.
    Ora sono molto curioso di dare un’occhiata al match tra Pliskova e Flipkens.

    Sulla programmazione di Camila non ho nulla da aggiungere perché mi sono già espresso più volte. Ritengo non avesse senso andare a giocare sulla terra di Rio prima di due premier mandatory né ad Acapulco dato che per entrare nel MD di Indian Wells bisogna fare le quali.

  75. r.b. by r.b.

    Intanto risultati interessanti delle qualificate a Dubai:
    Pennetta b. Kanepi 7-5 6-4
    Beck b. Stosur 1-6 6-1 6-4
    Jankovic b. Zanevska 6-4 6-3 (vabbè ci mancava pure che la Zanevska battesse la Jankovic)
    manca Ka. Pliskova c. Flipkens che stanno iniziando adesso.
    Ci aveva azzeccato chi aveva detto che Stosur e Kanepi erano le più abbordabili, vediamo la Flipkens….comunque un po’ di Karolina me la guardo, vediamo come gioca sta ragazza….

  76. by Pangel

    Sono proprio curioso di vedere la pliskova all’ora contro la flipkens

  77. biglebowski by biglebowski

    @madoka

    dato che mi sembra tu sia preparato in materia, mi chiarisci il regolamento relativo alle lucky loser, se puoi e se vuoi. grazie in anticipo.

    inoltre, permettimi di dirtelo se non altro avendo qualche anno più di te. anch’io, come altri ho letto, non ho apprezzato alcune tue uscite durante il primo match scritte probabilmente in una sorta di trance agonistica. dal momento che ti conosco come supporter appassionato e competente nonchè risorsa per questo blog, sarebbe bene che tu ti scusassi non certo con me ma con la bimba.
    un abbraccio

  78. doherty by doherty

    il fatto di far passare tempo tra un torneo e l’altro potrbbe dipendere dalla necessita’ di far riposare la spalla.
    se cosi’ non fosse secondo me camila dovrebbe alternare tornei impegnativi ad altri di livello piu’ basso in modo da avere la certezza di poter giocare tante partite che è quello di cui ha bisogno e allo stesso tempo di scalare piu’ rapidamente la classifica.

  79. by r.b.

    Io non credo proprio che Camila e il suo staff modifichino la programmazione in base ai commenti dei fan sul sito. Perciò non consiglio niente, apprendo delle informazioni da t.o., da Matteo e dagli altri utenti e esprimo una opinione. Camila ha anche scelto di avere un sito web dove i suoi tifosi (e non solo) possono scrivere liberamente e senza moderazione, altre tenniste ben più importanti non lo fanno o non hanno nemmeno un sito. Quindi mi fa piacere sostenerla il più possibile. Tra l’altro sono diventato fan di Camila per puro caso, certo sapevo chi era, ma non mi svegliavo la notte per vederla giocare a Rock Hill o a Dothan. Poi una volta per caso sono capitato su questo sito e sono intervenuto su una questione relativa al regolamento della WTA, senza un reale e specifico interesse per Camila. Come ormai ben saprete infatti sono appassionato di tennis e in particolare sono un grande tifoso di Ana Ivanovic. Il risultato del mio intervento su questo sito è stato una sequela di insulti da parte di tafanus, ai quali sono ovviamente impermeabile, per cui mi ha incuriosito molto tutta questa animosità intorno al personaggio Camila. Ho cominciato a guardare i suoi match con più attenzione e sono diventato suo fan. Quindi ringrazio tafanus perché senza di lui non so se sarei diventato tifoso di Camila. Capisco quindi e condivido i sentimenti della maggior parte di voi, pur essendo sostanzialmente l’ultimo arrivato o quasi. Quando Camila vincerà un torneo importante comunque ci sarò anch’io a festeggiarla dalle righe di questo forum…

    • Hector by Hector

      Ehm, tenniste piu’ importanti di Camila per la maggior parte dei frequentatori di questo consesso non ve ne sono!

      • by r.b.

        Condivido 🙂 intendevo dire più conosciute o comunque con un ranking più alto o da più tempo nel circuito professionistico….

        • by r.b.

          Per essere più preciso: Sharapova e Ivanovic hanno un forum fatto bene sul loro sito (in inglese). Per postare su quello di Ana bisogna registrarsi gratuitamente (cosa che ovviamente ho fatto peraltro con un altro nickname). Non so se le altre tenniste più famose hanno un forum, certamente avranno la pagina Facebook dove i tifosi possono inviare messaggi…

  80. Giovaneale by Giovaneale

    Camila vuole giocare nei tornei che contano,con le tenniste che contano,respirare il tennis che conta.Non lo dico io,lo dicono i fatti.La programmazione è quella e non possiamo pensare che cambi idea in base alle indicazioni (utilissime) di Omar Camporese tanto per fare un esempio.
    La soluzione più semplice non è quasi mai calcolata dallo staff di Camila perché partono da quella premessa:lei vuole misurarsi con le migliori,non importa per loro scegliere un torneo rispettabile come quello di Rio in cui la tds n1 è la Zakopalova (34esima),in cui una mediocre giocatrice come la Burnett supera le quali ed il primo turno in md senza patemi e fa 4 volte i punti e i soldi di Cami se l’alternativa è giocare Dubai ed incontrare le migliori 18 al mondo già al primo turno.
    Anch’io avrei preferito Rio e poi Acapulco,costruendo una classifica migliore si può in breve tempo partecipare ai tornei che contano (per Cami) senza passare per la lotteria delle quali che in questi anni sto iniziando a conoscere anch’io.Oggi l’ha battuta la ceca,domani una russa,dopodomani una bulgara,tutte sconfitte che ci possono stare come quella di oggi e nonostante il meraviglioso incontro di ieri con la Petkovic.Cami non è una macchina,sta facendo esperienza,sta accumulando partite e tre partite in tre giorni si sentono anche se sei ben allenata come appunto lo è Cami.
    Tre partite nei primi tre giorni non si giocano quasi mai in md ed anche questo può fare la differenza nell’economia delle energia di ogni singolo torneo.
    Ora due settimane senza tornei saranno lunghe per lei ma anche per noi..proviamo a non farci trascinare nelle polemiche e prendiamo quello che di buono ci regala la nostra bimba.
    @t.o. Grazie per aver voluto condividere tante cose con noi.

  81. by SanTommaso

    Ragazzi, dispiace a qualcuno che sistemo una brandina in un angolo? Visto che Cami non giocherà fino a IW mi sa che questo post diventerà un po’ una seconda casa e vorrei arredarmi il mio spazietto, senza pestare i piedi a nessuno. Fatto il ringraziamento finale d’obbligo a t.o. per il resoconto day by day, vorrei rispondere ad Omar (ma è una risposta che mi serve per fare la mia considerazione) ed allargar la discussione a tutti gli utenti, che invito ad esprimere il proprio parere.

    Hai detto, giustamente, che Burnett ha messo in programma il torneo di Rio dopo la Fed Cup, ha passato le quali e il primo turno, con buone possibilità di passare anche il secondo e forse il terzo, guadagnare punti, fiducia, qualche posizione (di certo un centinaio di punti sono più utili nella posizione di classifica di Asja che non in quella di Cami, dove comunque male non farebbero…). Non so se Nastassja sapesse da mesi della convocazione o abbia aggiunto il torneo al suo programma “in corsa”, di certo sappiamo che la programmazione di Camila è stata stilata a inizio stagione, perché Cami è testarda, coraggiosa, arrogante, fiduciosa, pretenziosa, meticolosa… non lo so, ma sappiamo che una programmazione c’è. E sappiamo che viene rispettata (finora è uscito Parigi in funzione della Fed, altrimenti sarebbe andata… difficilmente verrà aggiunto qualcosa in corsa). Nasty ha fatto bene per molti motivi a giocare a Rio: primo, per giocare; secondo, perché su terra; terzo, per il parco partecipanti.

    Sono, però, gli stessi motivi per cui Camila ha SCELTO di non giocare PROPRIO LI’. Che poi abbia fatto bene o male non si può dire, ma secondo me HA FATTO BENE: col senno di poi potresti sceglierti tutti i tornei stagionali vinti da una messa peggio di te in classifica e dire “avrei potuto giocare lì, lì e là, avrei vinto tre tornei, guadagnato 500 punti e 20.000 dollari e sarei in classifica alla posizione tot”. Purtroppo, o per fortuna, NON FUNZIONA COSI’. Torno ai motivi della scelta, poi ad una considerazione finale: da inizio stagione Cami ha giocato su cemento, poi avrebbe dovuto giocare un torneo su terra (superficie che le ha portato diverse vittorie anche se si trattava di terra “nera” o “verde” in america, ma che di sicuro non favorisce il suo gioco), per poi tornare di nuovo su cemento americano. Bah, la cosa mi avrebbe lasciato perplesso e avrebbe avuto poco senso a livello strategico. Gli altri due motivi, il giocare un maggior numero di partite e il parco partecipanti vanno di pari passo: allora a Rio la tds numero 1 è la numero 31 del mondo mi pare, o giù di lì. A Dubai sarebbe stata tds 3 o 4… delle qualificazioni! Ciò significa che Camila sarebbe entrata di diritto nel tabellone principale. Abbiamo la certezza che avrebbe vinto due partite e ne avrebbe giocate almeno tre? No, non l’abbiamo. Ha battuto la 36 e perso con la 51. Sarebbero cambiate superficie e avversarie. Non possiamo sapere come sarebbe andata. Magari avrebbe perso al primo turno per quanto ne possiamo sapere. O avrebbe vinto il torneo. Ma chi può dirlo con certezza? Per quanto riguarda il giocare PARTITE e mettere games nelle gambe e nelle corde, Cami ha giocato tre partite in tre giorni, di questo e solo di questo possiamo essere certi. Non è poco, non è male. Ha poi battuto – piallato – la 36 del mondo e pochi giorni prima la 37, ha quasi perso un set con la numero 448 e ha perso con la numero 51. Ciò significa che guardare il parco partecipanti ad un torneo conta poco, quasi nulla per Camila. Quindi non esiste un torneo con entry list “facile”, “media” o “difficile”. A livello QUANTITATIVO, Camila ha dimostrato di poter giocare 7 partite in 10 giorni e vincerne 6 (US Open 2013). A livello QUALITATIVO, Camila ha dimostrato di poter battere una top10 “pallettara” e delle top 20-30-40 “picchiatrici”. Soffre quelle che variano il ritmo perché non è nel suo stile “tirare su la palla” ma preferisce colpire piatto in cerca del vincente. Poco male, ci sbatterà la testa ancora un paio di volte, poi imparerà che non sempre può e DEVE vincere lei, ma a volte sarà sufficiente “far perdere” l’avversaria. Camila è andata a Dubai per scelta, sapendo di poter battere le top ten (l’ha fatto) ed eventualmente con un tabellone favorevole di poter vincere 6 partite di fila (l’ha già fatto). E visto che, lo ripeto alla nausea, può vincere con la 8 del mondo e perdere con la 150 (ma può, ancora? Forse no, forse perde solo con quelle messo meglio in classifica adesso… non so a quando risale una sconfitta con una messa peggio di lei in classifica onestamente) che cosa cambia giocare a Rio, a Dubai, a Wimbledon o a Cuneo?

    A voi la parola…

  82. by r.b.

    Capisco il tuo punto di vista, ma hai letto cosa ha scritto t.o.? A Dubai si è radunato il gotha del tennis femminile ed era importante esserci. Sappiamo che le migliori del mondo risiedono nello stesso hotel, mangiano nella stessa sala ristorante, si incontrano nella hall e sui campi… Solo il fatto di esserci, di avere vinto due partite, battendo una giocatrice esperta come la Petkovic, con un punteggio clamoroso, di essere entrata in questa ristretta élite è a mio avviso una esperienza impagabile, superiore ai punti che avrebbe guadagnato a Rio. Camila è iscritta all’università della WTA, adesso, certo, è ancora una matricola, ma se mai si comincia mai si prenderà la laurea. Il percorso è duro, il modello è non certo l’università italiana, ma il college della Ivy League, solo le migliori diventeranno atlete laureate, ma la strada è quella giusta. Le sconfitte sono il prezzo da pagare per acquisire l’esperienza necessaria. Quanto preziosa sia stata tale esperienza in termini di crescita lo vedremo sin dai prossimi tornei. Naturalmente giudico altrettanto formativa ed utile la convocazione in Fed Cup. Sarebbe un passo indietro notevole, ad esempio, giocare ora un torneo itf da 100.000 dollari, anche con l’ipotetica certezza di vincerlo.
    Camila sta diventando grande, lasciamola crescere e ci darà tante soddisfazioni.

  83. Omar Camporese by Omar Camporese

    il torneo, da poco iniziato è già finito per Camila…

    luci ed ombre da analizzare, come mia abitudine, anche se a qualcuno potrei far storcere il naso!

    le luci:
    Camila ha disputato un ottimo torneo.
    inutile stare a ricordare chi ha battuto perchè lo sappiamo bene.
    si è fermata contro una Pliskova, che personalmente gia’ nella giornata di venerdi’, a tabellone appena uscito, avevo additato come una molto pericolosa…
    cosi’ è stato, al contrario di tanti utenti che l’ hanno sottovvalutata.
    ma cio’ non toglie meriti a Camila, perchè comunque Karolina le sta davanti in classifica e in linea generale, ai valori del ranking io ci credo.
    se guardiamo i punti, senza il differenziale fra ace e df (+7 Karolina – 4 Camila), la nostra almeno ai punti, avrebbe vinto…
    ma si sa che il servizio non è certo la sua arma migliore!
    comunque ha disputato tre buone partite che sicuramente dopo la bella vittoria in Fed, lasciano un po’ di ottimismo per il prossimo futuro…

    le ombre:
    qui sono costretto un po’ a dilungarmi e mi scuso, perchè c’ è molta carne da mettere sul fuoco…
    cominciamo con quello che si è raccolto, decidendo questo tipo di programmazione, che alla maggior parte degli utenti andava a genio:
    18 punticini in classifica e la meravigliosa cifra lorda di 5380 dollari (3930 euro)!
    cifra che sicuramente non ripaga neanche le spese di volo e albergo, se considerata LORDA!
    ma l’ aspetto economico a me non deve interessare e lo metto tranquillamente da parte…
    trovo pero’ divertente (concedetemelo) il fatto che molti di voi gia’ si chiedono come mai dobbiamo attendere due settimane per rivedere Camila in campo!
    questo cari amici, è il prezzo che si paga in una circostanza del genere!
    pensate… per il fatto di aver trovato il programma molto sbilanciato e poco consono ad una che ha necessità di costruirsi la classifica, mi è stato detto di tutto!
    ma va bene lo stesso… del resto io non appartengo alla tribu’ dei trombettieri e non mi stanchero’ mai di ripeterlo.
    qui sono diciamo ospite… piu’ o meno gradito… ma ospite!
    esulto ad ogni vittoria di Camila, ma trovo anche da ridire al momento opportuno… e questo è un altro momento opportuno!
    ma vi immaginate se Camila avesse incontrato Pliskova gia’ al primo turno??
    si sarebbe realizzata l’ ipotesi che feci settimane fa: 4 partite in 8 settimane!
    comunque, rispondo ad una domanda piu’ volte posta:
    si poteva adesso andare ad Acapulco?
    risposta: NO!!
    ci si poteva andare, passando prima da Rio ( facendo tuttavia le quali sia a Rio che ad Acapulco, perchè deciso dopo le 6 settimane precedenti)… questo si!
    sarebbe stato tutto molto piu’ semplice, per questione di fusi orari, di miglia, di calibro delle avversarie e anche di redditività della scelta alternativa…
    ma la scelta alternativa, non solo non era alternativa, ma è stata spesso contestata da alcuni…
    e allora… adesso tocca attendere!
    pero’ prima di chiuderla con le ombre, vorrei far presente cosa ha fatto la Burnett dopo la Fed…
    so che molti di voi lo sanno, ma lasciatemelo dire a modo mio:
    comoda comoda, se ne è andata a fare le quali a Rio ed è gia’ al secondo turno del MD, con ampie possibilità di accedere al 3°, avendo preso il posto di una testa di serie!
    a parte l’ aspetto economico, che non mi deve interessare, ma che permettetemi di dire, Asja portera’ a casa molti piu’ soldini di Camila e spendendo decisamente meno…
    dicevo Asja ha gia’ incamerato dalla sua magnifica scelta, la bellezza di 48 punti, che con buona probabilità, diventeranno 78 e perchè no, visto che ha preso il posto della TDS, anche 128!!!
    se io prendo ora, soli i 78 punti, e li traslo su Camila, sapete cosa ottengo??
    75ma posizione e se non sbaglio anche best ranking!
    non male… peccato che le scelte siano state altre…

    due righe a t.o. per concludere:
    sei stato davvero un magnifico inviato/invidiato!
    come avrai potuto leggermi, quando ho realizzato che fosse tutto vero, mi son detto che senza una motivazione valida, andare a Dubai, cosi’ di punto e in bianco, avrebbe meritato un posto all’ ex manicomio di Collegno… ricordi?
    si, il motivo principale che ti ha spinto da quelle parti è davvero nobile e saro’ lieto di leggere il tuo libro una volta pubblicato…
    buon rientro in Patria!

    • by Nicola

      la penso uguale!

    • by antonio quarta

      Caro ”Omar” neanche io sono un trombettiere in realtà tifo epr Camila come per tutte le Italiane ovviamente per lei la Burnett la matteucci ecc ho piu’ attenzione perché piu’ giovani. Sono convinto che il problema dello sport italiano sia l’esplosione tardiva dei suoi talenti, vedi nel tennis la Halep, la Cirstea, la Pliskova stessa, Bouchard ecc sono tutte coetanee o meno di Camila eppure guarda il ranking. Detto cio’ condivido assolutamente la tua analisi pero’ ho qualche domanda:

      1. Programmazione terribile, ma quanto il gioco di Camila si addice alla terra? Seguendo la tua analisi si sarebbe sparata una tonnellata di terra in queste settimane

      2. perché no si lascia il colore biondo? quell castano cioccolata non le sta bene

      3. giardando le interviste lei continua a ripetere faro’ il mio gioco come sempre e a volte sembra non conoscere il gioco delle avversarie…..diciamo che forse mi sbaglio ma ho l’impressione che lei applichi il suo gioco a priori e basta = sparare missili e puntare sulla prestanza atletica. Vhe è una lotteria no? ci son ogiorni in cui la mente e il fisico non rispondono come per tutti gli umani ma se non hai una strategia laternativa e non conosci il gioco dell’altra sparerai si’ dei missile ma sul net o 2 metri oltre la linea di fondo

    • by cristian

      Tra Burnett e Giorgi chi ha avuto ragione? escludi Rio e Dubai di questa settimana, una con programmazione ambiziosa e giocando pochi tornei è top 100 , l’altra (purtroppo) arranca ancora tra le prime 150 con zero exploit. Gli international che Camila deve giocare non sono questi su terra, è giusto che se hai il ranking per provare Dubai, lo fai !! Credi che Nastassja non avrebbe fatto lo stesso?? pur volendo non poteva! poi mettici che Nasty gioca meglio su terra e il gioco è fatto. Scusami, ma il paragone a mio avviso non c’entra nulla ! l’errore è stato saltare Parigi, quello si , ma per il resto che vogliamo dirle? la stagione è appena iniziata! si cresce soprattutto affrontando le migliori, come lo alzi il livello del tuo gioco? poi per prendere punti ci sono tanti international in programma, sicuro che Camila li giocherà.

    • Riccardo by Riccardo

      Caro Omar, seguo te come i trombettieri da tanto tempo anche se non posto mai per un motivo: non ho la vostra competenza di tennis e piuttosto che scrivere fesserie. Ma Camila la trovo fantastica e mi piace da morire come gioca e come interpreta il gioco: coraggio allo stato puro che, naturalmente, alle volte sconfina in incoscienza. E allora ti chiedo. Non pensi che la programmazione rifletta l’ambizione della bimba? Io credo che dopo le performance a Wimbledon, agli Us Open e, perché no, anche agli Australian Open dove è arrivata al secondo turno, lei sia davvero convinta quest’anno di fare il botto in un torneo dello slam? È chiaro secondo me che si sta allenando, anche psicologicamente, ad affrontare e superare le difficoltà che ti trovi davanti in uno slam: tante partite (se ti va bene di andare avanti), avversarie al massimo livello. Lei a Dubai ha vissuto la situazione di un piccolo slam: torneo da due settimane, avversarie al top. Se avesse fatto la programmazione che dici tu avrebbe forse più punti ma non quello che si può avere e ricavare dal fatto di giocare con gente decisamente forte. Credo che anche le scelte future rispecchieranno questo approccio: giocare tornei ad alto livello e confrontarsi sempre con quelle più forti. Probabilmente anche lei si diverte molto di più a interpretare il tennis così che a trovarsi su campi vuoti negli angoli più remoti del mondo.
      Escludo ovviamente le valutazioni economiche. È chiaro che Camila e il suo staff stanno facendo una grande scommessa. E puntano grosso

  84. by Stefano

    E se la spiegazione di questa sconfitta fosse in realtà molto più banale di tutte le congetture fatte fin qui?
    Un esempio?
    Beh, basterebbe semplicemente affermare che oggi ha vinto la tennista più forte, senza se e senza ma.
    Non è detto che questo rimanga sempre così, però oggi la tennista che ha vinto è stata quella che ha servito meglio e che non ha tremato nel momenti clou del match.
    Punto.
    Forse è semplicemente tutto qui, senza tutte quelle sfumature che noi tifosi tiriamo fuori ogni volta perché nella nostra testa non ci capacitiamo del fatto che oggi esistano altre tenniste (a parte le solite tre) che sono più forti della nostra.
    Bisognerebbe semplicemente prenderne atto, senza per forza voler trovare una giustificazione a tutto (montando, a volte, le congetture più paradossali ed improponibili).
    Ora vediamo un po’ cosa combinerà Karolina con la belga.

  85. Hector by Hector

    Alla fine e’ come se avesse giocato un international passando due turni. Per ora possiamo accontentarci.

  86. by fabio massimo aloisi

    Sono molto soddisfatto del piglio di Camila. David contro Golia non si è ripetuto, peccato! Ma la battuta dell’avversaria giunonica, come avevo preannunciato, è davvero terrificante. Brava, brava comunque.

  87. by r.b.

    E se fosse tutta colpa di t.o. che ha prenotato solo fino a martedì? 🙂 🙂 🙂 La prossima volta prenota tutta la settimana, mi raccomando 🙂 🙂 🙂 Ok che Dubai costicchia, però ti rifarai con le royalties del libro su Camila che noi tutti ci impegniamo sin da ora ad acquistare 🙂
    Ah, già che ci sei, non potresti prendere un autografo di Ana per me? Dille che in Italia ci sono dei fan che la ADORANO… 🙂 🙂 🙂

  88. by Andrew

    T.T

  89. TEUS by TEUS

    Nel frattempo bella vittoria di Burnett su Torro-Flor ed ennesima sconfitta di Vinci che conferma una condizione psicofisica davvero preoccupante.

    • by Stefano

      Preoccupante è la parola giusta per descrivere l’attuale stato della nostra Robertina nazionale: in questo 2014 deve ancora vincere una partita in singolare!
      Noi siamo qui a incavolarci per la sconfitta di Cami contro la Pliskova, ma allora che dovremmo dire sulla Vinci?
      Ho paura che l’anno scorso abbia provato ad entrare nelle prime 10 con ogni mezzo (non riuscendoci), e che ora stia pagando il prezzo di quello sforzo (sforzo psico-fisico, non soltanto dal punto di vista prettamente atletico).
      É come se mancato quell’obiettivo si sia come arresa … quasi non riuscisse più a trovare la fiducia nel proprio gioco.

      • TEUS by TEUS

        Il calo è anche fisiologico dopo una certa età (ci sono poche Williams o Li). A dire il vero non sono oltremodo meravigliato perché il tipo di gioco di Vinci, se non supportato a dovere dal fisico e dalla testa, ha pochissime possibilità di successo nel tennis odierno dove ci sono sempre più tenniste di “pressione”.
        Per certi versi è lo stesso problema che si presenta anche a Errani che, non avendo la potenza necessaria, non appena cala anche solo leggermente in qualsiasi settore del suo gioco, fatica a vincere anche contro avversarie molto peggio classificate rispetto a lei.
        Per Pennetta il discorso cambia: ha il tennis per difendersi contro la maggior parte delle avversarie. Di certo però non possiamo pretendere giochi al meglio tutti i tornei dopo i guai che ha avuto a causa del polso. E anche lei non è una ragazzina.
        Schiavone è in costante calo da un paio di anni e non so quanto Knapp possa ancora migliorare alla soglia dei 27 anni.
        Tra le giovani, a parte alcuni risultati di Burnett (ancora però insufficienti per far ben sperare), si intravede il buio.
        Sarà anche per questo che ci sono sempre più persone che seguono con molta attenzione Giorgi? Chissà…

      • by antonio quarta

        secondo me il suo gioco è diventato troppo prevedibile e stop.

    • by r.b.

      Grande Nastassja, anche lei è stata in Fed Cup con Corrado e sta avendo buoni risultati, avanti così ragazze!

  90. Ghaal by Ghaal

    Anche stamane non ho potuto seguire il match, almeno mi sono risparmiato la sofferenza.
    Da quanto riferisce t.o., è stata un pò più lenta sulle gambe, proprio quello che temevo.

    Devo però dire che sono abbastanza soddisfatto. Un set è stato combattuto. Purtroppo il contracolpo psicologico è inevitabile: ieri è successo alla sua avversaria, oggi a lei.

    In ogni modo: onore al merito, se la Pliskova ha vinto vuol dire che è stata più brava.
    Magari se il primo set veniva a casa, il match aveva un’altra storia…

    Bene, ora bisogna buttasi alle spalle la sconfitta e ricominciare. Peccato che ci siano due settimane di pausa, ma magari servono per ricaricare le pile…

    Vamooos Camilaaaa!!!

  91. by cristian

    Partita tosta, si sapeva, tutta esperienza guadagnata, deve giocare, le sconfitte ci stanno e ti permettono di migliorarti ancor di più, non credo che Camila abbia sparato tutto fuori, è difficile giocare con chi serve come un uomo e chiude lo scambio subito. La Kerber ci ha sofferto settimana scorsa con Pliskova (46 67) .

  92. by Pangel

    Se Camila fosse stata più alta avrebbe avuto problemi di mobilità, mentre grazie alla sua bassa statura ( e comunque 168 cm non sono pochi ) è sia molto potente che molto veloce

  93. angelo by angelo

    ma perchè una bouchard deve fare le quali ?

    • by r.b.

      Già, bisognerebbe andarsi a spulciare il regolamento e non ho voglia, tanto poi anche se citi la regola salta su qualcuno che dice che è sbagliata… 🙂

      • by r.b.

        Comunque io farei la regola per cui quelle carine non devono mai fare le quali, quindi Eugenie sempre nel main draw 🙂 🙂 🙂

  94. doherty by doherty

    ma camila non potrebbe iscriversi al torneo di doppio ?

  95. doherty by doherty

    @ t.o.
    senz’altro camila non ha perso solo perchè ha fatto troppi doppi falli ,tu hai visto la partita ed hai spiegato bene come è andata.
    pero’ è innegabile che ne commette troppi.come ho scritto nell’altro mio post io sono dell’idea che il tipo di seconda che deve essere giocata dipende prima di tutto dal punteggio e poi dalla giocatrice che hai di fronte.
    in situazione di svantaggio la palla deve entrare,anche piu’ lenta,anche a costo di subire il vincente ma deve entrare,se poi l’altra fa il punto brava lei,ma cami non deve fare regali…
    quando è in vantaggio puo’ prendersi dei rischi invece.
    nel secondo set con domachowska non ha fatto neanche un doppio fallo ed ha vinto 61
    non ho mai visto giocare pliskova,ma immagino che si prenda dei rischi sul servizio,pero’ nonostante questo contro camila non ha fatto neanche un DF
    se ci riesce lei,perchè non dovrebbe farlo anche cami ?
    p.s.
    ma tua moglie e tua figlia sanno che sei a dubai ?
    e se si’, ti rivolgeranno ancora la parola ?
    scherzo…

    • by Stefano

      “… non ho mai visto giocare pliskova,ma immagino che si prenda dei rischi sul servizio,pero’ nonostante questo contro camila non ha fatto neanche un DF
      se ci riesce lei,perchè non dovrebbe farlo anche cami ? …”.
      Semplicemente perché a Cami mancano quasi 20 cm di altezza per fare ciò che fa la Pliskova (a cui vanno pure aggiunti alcuni cm dovuti alla maggiore lunghezza delle braccia della ceca).
      In pratica Karolina, rispetto alla Giorgi, è come se servisse stando su un piccolo piano rialzato …

      • doherty by doherty

        d’accordo la pliskova è avvantaggiata lo so,ma io facevo un discorso di gestione della seconda in base al punteggio.
        cami fa’ tanti doppi falli perchè rischia troppo non per il fatto che non è tanto alta.

        • TEUS by TEUS

          doherty, lo scopo di Camila è provare a tenere il pallino dello scambio anche dopo aver servito una seconda. Scelta discutibile, certo. Oramai però sappiamo in quale direzione sta procedendo il perfezionamento del suo gioco. In pratica cerca di compensare quei centimetri in altezza che madre natura le ha negato (madre natura che deve comunque ringraziare per tutto il resto).

        • TEUS by TEUS

          Un po’ perché scriviamo contemporaneamente e un po’ perché alcuni commenti scritti prima appaiono dopo, si rischia di fare confusione.

          Concludo dicendo che il lavoro fatto al servizio di Camila ha dimostrato di dare buoni frutti rispetto al passato già da metà della stagione passata. Non possiamo pretendere però che giochi una seconda lenta per evitare il rischio di DF perché non fa parte del suo modo di concepire e praticare il tennis.

        • by Stefano

          Se sei molto alta, una seconda tirata a velocità “tranquilla” ti entra quasi automaticamente (esattamente come fa la Pliskova), poiché l’altezza ti aiuta tantissimo in questo senso (oltretutto non devi quasi nemmeno saltare, a tutto beneficio della precisione del colpo).
          Per Cami, invece, il discorso è diverso, perché con la sua altezza, o tiri una seconda “deboluccia”, oppure con una seconda sostenuta rischi comunque, anche perché per tirarla devi comunque saltare un pochetto (e saltando le probabilità di errore aumentano enormemente, anche se in teoria il salto ti agevola nel passare la rete … però intruduce un elemento che ti fa perdere in precisione).
          Se guardiamo il settore maschile, a prova di ciò che ho appena detto, vedremo come i giocatori con la migliore seconda di servizio (non la prima!) sono tutti molto alti.
          Tirare forte la prima è più semplice anche per chi non è altissimo (se sbagli non succede niente, visto che hai una seconda possibilità), ma per tirare forte la seconda serve molto più sangue freddo, ed in questo caso l’altezza diventa un fattore determinante (pensiamo ad esempio alla seconda di servizio di Isner, o a quella che aveva Joachim Johansson … erano leggendarie le seconde palle di questi due).
          Camila deve capire che per giocare alla Sharapova (che al top della forma tira una seconda che viaggia come quella di Federer, tanto per capirci) serve la sua altezza.
          Nemmeno Serena spinge così tanto la seconda palla …

      • TEUS by TEUS

        D’accordo con Stefano.

        • doherty by doherty

          tutto ok…
          pero’ io preferisco una seconda deboluccia in campo che un DF
          poi come ho detto prima il grado di rischio che si puo’ prendere dipende dal punteggio

          • TEUS by TEUS

            Nessuno discute l’importanza del punteggio. Giocando e facendo esperienza, migliorerà anche da questo punto di vista.

    • Sephir by Sephir

      non posso che concordare con te doherty.

      Sicuramente t.o. ci ha illuminato dandoci una chiara visione della partita sotto il profilo strategico e delle condizioni psicofisiche di Camila ma ciò non toglie che i DF in certi momenti vanno evitati e basta. Se sei sotto 30-40 e rischi il break la seconda non la puoi sparare. Cami ha regalato 2 palle break a Karolina in un game e seppur ha salvato la prima con la seconda non c’è stato nulla da fare.
      I punti NON sono tutti uguali e NON valgono tutti allo stesso modo anche se superficialmente sembrerebbe essere così.

  96. by t.o.

    Visto che in molti mi nominano Ripubblico qui il mio “pezzo” di stamattina scritto appena finita la partita…..è pubblicato come ultimo della discussione precedente.
    Oggi pomeriggio ho parlato molto con Srgio….adesso scendo e parlerò anche con Camila che non vedo dalla fine della partita…..stanotte (per me sera per voi vi aggiorno)

    Replica del pezzo delle pre 13 (ora italiana)

    Camila è incazzata nera….Sergio è più tranquillo…io sono sereno.
    La cosa che mi fa divertire leggendovi è che tutti avete già trovato il “Colpevole”….il DF.
    Ed è logico…..è l’unico punto che potete “vedere” anche su un Live Score. Lo potete immaginare…
    Perciò la colpa va addossata solo a ciò che si conosce…..
    Vi invito a pensare…..ci sono molte altre cose che potreste vedere anche senza vedere la partita….
    Karolina è alta un metro e ottanta sei e ha braccia addirittura più lunghe della media….se entra in campo chiude tutti gli angoli solo di allungo….appena rallenti un po…lei entra due metri in campo…bisogna tenerla in fondo….anche a rischio di DF……
    Camila ha perso perchè ha ritenuto che la partita si potesse vincere …..sul dritto di Karolina invece che sul rovescio. Anche Sergio le chiedeva di giocare sul rovescio….tra l’altro…..avendo vissuto tre match accanto a lui vi posso dire che il primo che dice “deve cambiare allenatore ” lo passo per le armi…..ho visto poche persone leggere il match come lui…e dare i consigli giusti al momento giusto….solo che nei tornei non si può fare….qui non è Fed Cup…qui rischi le penalità….L’arbitro ha negato un intervento coach perchè ha sentito Sergio dire a Camila di chiedere il suo intervento….
    Regolamento dice che è l’atleta che autonomamente chiama il coach…..e questo è ridicolo…ma questo è il tennis. Quell’intervento negato era proprio prima del break decisivo del primo set…….
    Con una top Ten non se lo sarebbero mai permesso…..
    Ma non facciamo piagnistei….non è nello stile di Camila….ma vi garantisco che quell’episodio non è indifferente sul risultato….ma questo voi non lo potete sapere…..
    Era stato un intervento coach che aveva cambiato il “volto” della prima partita con la polacca….
    Ieri non ce ne è stato bisogno……
    Camila non ha giocato bene…era lenta di gambe e di mano….e mi sarebbe facile dire che Karolina ha fatto la partita della vita……
    Non è vero….Karolina ha fatto la sua partita…ne più ne meno….solo 7 ACES significa che Camila è riuscita a contenere i danni e anche la 2° palla seppur non irresistibile non era per niente facile da gestire…..con il suo allungo copriva il rovescio con il corpo spostato molto sulla sinistra e scopriva il dritto per invitare Camila a tirare lì…..non è facile per chi è in campo fare la cosa giusta (incrociare sul rovescio dell’avversaria, come chiedeva Sergio) quando dal campo vedi un gigante che presidia quell’area un metro dentro il campo…è logico che cerchi di fare punto angolando sul suo dritto….ma bisogna angolare molto e molto veloce poichè con un passo e un allungo ti chiude dei dritti più micidiali del servizio…..camila non ha giocato ne bene e ne male…. oggi non è bastato….ma ragazzi
    Sono rimaste in 36….le migliori 36 del mondo….e tra quelle 36 Camila c’è, come c’è Bouchard, e come ci sono altre che sono uscite prima di Camila….
    Karolina è una giocatrice talmente atipica che non fa testo…per batterla non serve solo il talento….chi ha visto il match sa che di talento in campo ce n’era solo da una parte…..per batterla ci vuole esperienza…e l’esperienza non si insegna…..la si costruisce sulle vittorie e sulle sconfitte.
    Mi sembra che il bilancio di questi ultimi 6 mesi (da quando la spalla è a posto….perciò non ho contato neanche Wimbledon) cominci a girare molto sul positivo…..15 a 7………più di 2/1….siamo al ritmo di una 30°…..bisogna stabilizzarsi un po. Non è facile vivere a tu per tu con le migliori al mondo, venire considerata una di loro, avere i complimenti dei loro allenatori e essere anche sempre al top psicofisico……volete sapere cosa diceva Sergio?……”….è lenta di piedi….” e aveva ragione
    E’ chi non sa che pensa che questo sport si giochi solo con la racchetta e le palline….
    Qui siamo nel Gotha ragazzi….ogni minima distrazione può costare un Match…..
    Ma questa è casa sua e tutte già sanno che un posto per lei dovrà essere a breve lasciato libero….ma di questo vi parlerò stasera…….ora vado a smaltire la mia tensione in piscina con un bloody Mary servito e gustato direttamente da seduto negli “sgabelli sommersi”…..sono o non sono il vostro INVIDIATO SPECIALE……. e allora invidiatemi fino in fondo…….
    A proposito…..se qualcuno vuole gettare la trombetta faccia pure….ho gia una decina di prenotazioni per ricomprarle anche usate al doppio del prezzo……..
    ciao t.o.

    • r.b. by r.b.

      Io ho già detto, sono contento del torneo di Camila. Non incolpo il doppio fallo perchè non ho visto il match, e non ho neanche seguito il livescore. Io il tennis lo guardo per divertimento, e anche quando faccio il tifo sfegatato per una tennista, segnatamente Camila e Ana, lo faccio sempre con disincanto ed ironia, cioè incaz….ehm… incavolandomi al momento per la socnfitta, ma poi prendendo tutto con filosofia. Cioè mi diverto anche a scrivere post assurdi, come quando scrissi che ero su Raisport 2 tre o quattro ore prima della partita di Camila in Fed Cup per la tensione nervosa, temendo che potesse saltare il segnale 🙂 Beh, che ci crediate o no, qualcuno ci ha pure creduto, come noi abbiamo creduto che t.o. fosse veramente a Dubai, ma per fortuna Matteo ha svelato la verità :-):-):-) (Questa è ironia doppia, conosco più di uno che sicuramente ci cascherà di nuovo) :-):-)

  97. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    Siccome non mi fidavo di t.o. perché diciamocelo, due foto di Camila al servizio possono scattarle tutti e farsele inviare via telefonino in un nanosecondo… l’ho videochiamato e…

    t o Dubai

    Devo dire che ha fatto un grandissimo lavoro: installare fuori dalla finestra di casa sua quel megaschermo che proietta in diretta le immagini da Dubai deve essergli costato un paio di milioni di dollari: avrebbe fatto prima ad andare DAVVERO a Dubai! 😀

    Scherzi a parte, a breve arriveranno altre notizie. Intanto Camila rientrerà a breve a Tirrenia e resta in programma come prossimo torneo Indian Wells, in California.
    Un saluto a tutti e a presto.

    • Eulondon by Eulondon

      Sei troppo un mito! Ho letto ieri che hai accennato a giocatrici che NON la salutano. A chi ti riferivi… ? So che forse si sconfina nel campi del gossip, ma cosi’… Era curioso vedere chi arriva a questo 🙂

      • by t.o.

        mi riferivo a quelle che a breve le dovranno lasciare il posto prima nella top 32 poi nella top 16 e poi nella top 8……le uniche Top che contano veramente qualcosa….le top 4 sanno di avere ancora un po di tempo…..e infatti la salutano e le fanno i complimenti…….

  98. r.b. by r.b.

    Ho letto attentamente la cronaca e le considerazioni di t.o. che sono sulla news precedente a questa, e, non avendo visto il match, prendo atto di quello che scrive senza discutere più di tanto.
    Non ne farei un dramma, tra l’altro pare che un paio di membri del Genie’s Army, alla notizia della sconfitta della loro beniamina, si siano suicidati, quindi c’è chi è messo peggio 🙂 🙂 🙂
    Sapete cos’è veramente importante? Non perdere contro tenniste che sono più in basso in classifica di te e vincere almeno qualche partita contro ragazze classificate meglio, e anche se questo non è sempre facile, perchè anche la 150 del mondo è una professionista che comunque gioca bene, Camila c’è riuscita. Non solo, ma ha anche battuto due tenniste (molto) meglio classificate di lei. Se guardiamo alle sconfitte, vediamo che ha perso contro McHale, Cornet e Pliskova, che sono tutte classificate più in alto. In fondo l’unica cosa che manca veramente a Camila è l’esperienza di giocare ad alti livelli, e questa si può fare solo giocando molte partite e molti tornei importanti, come sta facendo. Il fatto che Camila sia arrabbiata è un buon segno, significa che lavorerà ancora di più per migliorare tutti gli aspetti del suo gioco. Personalmente penso che una partita di tennis femminile, tranne casi dove i valori in campo sono troppo diversi, si possa decidere davvero su un particolare. Se l’ace della Pliskova che ha salvato la prima palla break fosse uscito, magari sulla seconda Camila avrebbe sparato un vincente e poi col break in saccoccia la partita sarebbe cambiata. O magari no, oggi non era proprio giornata. E lo dico da fan di Ana Ivanovic, per cui sono troppo abituato a vedere Ana fare belle partite e poi perdere match giocando un tennis inguardabile (è accaduto giusto pochi giorni fa contro la Zakopalova a Doha), per cui ci ho fatto ampiamente il callo, figuriamoci se mi meraviglio per una sconfitta di Camila. Sono sicuro che la nostra già a Indian Wells spaccherà parecchi grugni (tennisticamente, s’intende! :-))

  99. by Pangel

    La Pliskova ha beccato la Flipkens, peccato, sarebbe potuta essere una bella rivincita per camila

    • biglebowski by biglebowski

      non conosco il modo in cui vengono effettuati i sorteggi, ma non sono così certo che dal momento che la pliskova ha preso la flipkens automaticamente anche la giorgi avrebbe fatto lo stesso.
      così per parlare un po’ del nulla…….in attesa del pezzo dell’inviato invidiato invitato.

  100. by Quinto

    E’ andata male perché l’aspetto chiave, che avevo individuato ieri, (la risposta al servizio della Pliskova) non è stato risolto. Pazienza, tutta esperienza. Camila deve ancora maturare per trovare continuità e per rendere più vario, talvolta anche più conservativo senza snaturarsi, il suo gioco. La stagione in terra battuta le insegnerà molto, spero. Ora avanti, speriamo in sorteggi non proibitivi; perché Camila vale attualmente una posizione da top40, ma è solo 82 per i noti problemi passati e finché non risale è sempre un po’ a rischio. Per qualche mese bisognerà remare, spero che non perda entusiasmo perché ha tutto per diventare una top10: il talento e l’attitudine al lavoro. La “testa” arriverà, perché mi sembra una ragazza intelligente e credo che possa imparare anche a fare un po’ di lavoro sporco, in campo, oltre ai suoi colpi spettacolari. Quando affiancherà la sostanza all’estetica del suo tennis spettacolare, sappiamo tutti cosa succederà. Ma adesso come adesso vale una posizione di rincorsa, manca parecchia strada per entrare e rimanere tra le prime 20.

  101. by Stefano

    P.S.
    Vero: la Stephens è parecchio appesantita, e sembra quasi che stia facendo la fine della Robson, che dopo un periodo in cui sembrava destinata a scalare le classifiche in brevissimo tempo, ora sembra quasi una giocatrice persa.
    Io non penso che la Stephens diventerà forte come dicono gli americani: non so il perché ma come tennista non mi ha mai convinto del tutto (infatti io oggi davo la Safarova favorita all’80%).

    • TEUS by TEUS

      Già, non è semplice per ragazze così giovani entrare nell’ottica di allenarsi otto ore o più al giorno. Soprattutto poi se hanno già conseguito risultati importanti. Da questo punto di vista Giorgi mi dà affidamento perché pare sia molto professionale, determinata e concentrata sul tennis. Chissà se non sarà anche questo suo lato caratteriale a premiarla un domani…
      Ecco, dovessi vederla un giorno fuori forma per il poco allenamento (e a questi livelli lo si capisce al volo guardando gli incontri), comincerei a perdere parte del mio inguaribile ottimismo.
      Ma non accadrà: Vamos Camila!

      • by Stefano

        Non penso che lo scarso stato di forma di Sloane sia imputabile alla scarsa preparazione o alla sua scarsa professionalità.
        Esistono una moltitudine di variabili che possono compromettere lo stato di forma di una giocatrice, e non dimentichiamoci che stiamo parlando di persone, non di macchine.
        Basta un qualche problema sentimentale, familiare, problemi col coach, con la propria autostima e fiducia … basta un niente per demolire le sicurezze che una giocatrice si è costruita in anni di duro lavoro.
        La Stephens sta forse pagando le eccessive aspettative che la federazione ha riposto su di lei, come forse sta facendo anche la Robson, e non è detto che in futuro ciò accada anche alla Bouchard (anche se mentalmente mi sembra un po’ più forte delle altre due).
        Escludo invece che possa succedere ad una come la Halep, perché lei, a differenza delle altre “new”, i tornei li sta già vincendo, perciò non possiamo più parlare di promessa, dato che già ora è una realtà (le manca soltanto il grande risultato negli Slam … però penso che non dovremmo attendere ancora molto perché questo accada).
        Io mi aspetto molto anche dalle francesi: Mladenovic e Garcia, che secondo me possono ambire a fare molto meglio delle tedesche (Petkovic, Barthel, Kerber, Goerges e Lisicki), ma per ora stanno clamorosamente fallendo tutte le prove del nove.
        Kiki, ad esempio, gioca splendidamente il doppio, e vince anche partite molto difficili con le più diverse compagne (indice del fatto che si sa adattare molto bene e che … in questa specialità ci sa fare!).
        In singolare, però, perde spesso anche da giocatrici che sulla carta hanno un terzo del fisico e del talento tennistico che ha lei.
        Quasi stesso discorso per la Garcia, che atleticamente è pazzesca: potente, alta, dotata di un bel servizio … ma finora i risultati di prestigio ancora latitano.
        Però io penso che abbiano più potenzialità loro due di una Goerges (che più di tanto non può proprio fare), o di una Barthel che probabilmente due anni fa è stata un po’ troppo sopravvalutata (da allora non è migliorata di una virgola, anzi …).
        Petkovic e Kerber sono le più continue e affidabili, ma temo che vincere uno Slam (anche senza Vika, Maria e Serena), per loro sia fuori portata.
        La Lisicki è probabilmente la più forte delle tedesche (quando è in stato di grazia), e le carte per vincere sull’erba di Londra o sul veloce cemento americano ce le ha tutte, ma manca completamente di continuità per ambire ad un ranking degno del proprio talento puro.
        Anche Donna Vekic, che l’anno scorso sull’erba aveva fatto tanto bene, si è un po’ fermata, ed ora fa molta fatica a vincere due match di fila (ma lì il discorso è un po’ più complesso, perché negli ultimi mesi Donna ha cambiato diverse cose, come ad esempio il fatto che non vive e non si allena più in Inghilterra … sta definitivamente passando a “Pro”, e sono tante le cose che nei prossimi mesi dovrà “aggiustare”).
        Camila, in teoria, dovrebbe già essere più avanti in questo senso, ma per il momento la sensazione è che stiamo parlando ancora di una giocatrice “acerba” che deve ancora trovare il suo equilibrio.
        Vedremo.

        • TEUS by TEUS

          Esiste una moltitudine di variabili, vero. Quando però ti presenti sul campo palesemente ingrassata, qualche dubbio è lecito. Ho trovato Stephens completamente fuori palla anche nei fondamentali. E i dubbi aumentano…
          Camila ha bisogno di giocare un anno intero senza guai fisici e nel circuito WTA. Di questo ha assoluto bisogno ora per proseguire il suo processo di maturazione tennistica.
          Soffrirà sempre giocatrici molto alte e che servono benissimo perché le sue doti di anticipo affiorano soprattutto in risposta. Le soffrirà ma non è detto che ne uscirà sempre sconfitta.
          Mi piace pensare che, quando un giorno arriveranno grandi risultati, sarà anche pronta per gestire la situazione dopo tutti i sacrifici fatti.
          E a quel punto anche la nostra pazienza sarà giustamente premiata.

  102. by Stefano

    Camila dovrebbe prendere atto che non sempre mettersi a tirare pallate contro le altre giocatrici è la strategia giusta per vincere (soprattutto quando queste “altre” hanno quasi 20 cm più di te).
    Oggi era da mettere in conto che fare il break a questa tipa non era così scontato.
    I doppi falli in se’ non sono così negativi, ma oggi era importante non farne mai più di uno nello stesso game di servizio, perché se permetti alla Pliskova di cominciare a giocare sul 0-30 sul tuo servizio … è chiaro che le possibilità di sconfitta sono reali.
    Oggi era un test di maturità, ed è stato fallito.
    Sugli exploit e sulle potenzialità di picco nessuno discute, ma sono le partite come quella di oggi che Cami deve imparare a gestire tirando fuori tutta la sua maturità.
    Detto questo, è probabile che se Cami oggi avesse incontrato l’avversaria di Flavia (che invece ha vinto molto agevolmente), probabilmente avrebbe non vinto, ma stravinto.
    Così come è probabile che contro la Pliskova di oggi anche Flavia avrebbe perso (magari facendo anche meno games di quanti non ne abbia fatti la Giorgi).
    Il tempo ci dirà che tipo è questa Pliskova e come sta giocando in questo momento, così magari dovremmo rivalutare un pochetto la prestazione di Cami di oggi.

  103. entropia by entropia

    …ERRATA CORRIGE…
    …chiedo venia per il mio scrivere sgrammaticato… intendevo “essere vicino A chi…” e non “essere vicino CON chi…” ma penso che il concetto si sia capito lo stesso…

  104. TEUS by TEUS

    Ho dato un’occhiata a Stephens e la ragazza mi sembra molto appesantita fisicamente e completamente fuori forma in generale. Sembra proprio reduce da un periodo in cui si è allenata poco e male. Sta gestendo nel peggiore dei modi la stagione che avrebbe dovuto confermarla ad alti livelli.

  105. entropia by entropia

    @t.o.
    …possiedo una delle trombette più antiche tra quelle che frequentano questi luoghi… cedere la trombetta significherebbe smettere di seguire il tennis fino a quando non tornerà fuori un altro fenomeno italo-argetino alto 1 metro e sessantotto e con un braccio destro che si fa beffe del bazooka…
    stranamento ti devo smentire sul fatto che qua tutti ce l’hanno con i DF di Camila 😉 , io per esempio no e posto di seguito (anzi ri-posto) ciò che ho scritto appena terminata la partita:

    “Che dire… oggi la Pliskova ci è stata superiore, non possiamo che farle i complimenti.
    Camila, come al solito grazie per le emozioni che ci fai vivere!
    Sempre al tuo fianco,
    FORZA CAMILA GIORGI! ”
    Anzi, sperando che il mio grido arrivi fino là per essere un minimo vicino con chi in questo momento immagino essere incazzatissimo (ma anche le sconfitte ci vogliono) mi ripeto:

    SEMPRE AL TUO FIANCO,
    FORZA CAMILA GIORGI! “

  106. r.b. by r.b.

    Le quali di Indian Wells sono il 3-4 marzo (controllato sul sito ufficiale), che a quanto pare saranno due turni, invece di tre e tra l’altro molto più facili di quelle di Dubai (danno anche più punti). Oggi è il 17 febbraio, quindi mancano esattamente due settimane all’inizio del torneo di qualificazione. Non credo che Camila sia iscritta o che vada ad Acapulco, quindi ci toccherà aspettare esattamente due settimane 🙁 Vabbè, l’importante è mantenere la forma, salire un po’ in classifica (oggi Camila è 82 ma potrebbe salire al numero 81 già prima di Indian Wells), aver vinto alcuni match contro avversarie importanti, ecc. Adesso allenamenti e poi Indian Wells e Miami che sono tornei importanti e danno moltissimi punti.

    • by Dago

      Ci sarebbe anche Florianopolis negli Usa al posto di Acapulco.
      Aspettiamo le illuminazioni di t.o.

      • by r.b.

        Non so ma Camila non mi sembra il tipo da Florianapolis, spero di sbagliare, ma secondo me non gioca fino a Indian Wells.

  107. by Pangel

    il problema non sono i df, anche Sharapova, Li o Azarenka ne commettono tanti a partita, il problema è che non riesce a rendere con la prima di servizio, forse per i troppi errori gratuiti o forse per altro, ma il problema non sta nei doppi falli , ripeto

  108. biglebowski by biglebowski

    in 10 giorni ha vinto 3 match e ne ha perso 1, ha battuto (strapazzato) la 37 e la 38, e ha perso contro una buona giocatrice in ottima forma come testimonia la finale raggiunta la scorsa settimana.
    quindi direi brava camila, la strada è lunga e difficile ma le indicazioni che vengono da questo periodo vanno considerate assolutamente positive.

  109. Gianlu by Gianlu

    Forza Camila!
    Hai un talento incredibile e sicuramente i rusultati arriveranno.
    Non demordere

  110. by Dago

    A proposito : c’è possibilità che venga ripescata come lucky loser?

  111. by Dago

    Buongiorno a tutti.
    E’ da un po’ che non scrivevo più ma ho continuato a seguirvi ed a seguire i risultati di Cami.
    Piccoli miglioramenti a livello mentale si iniziano ad intravedere e qualche accorgimento dal punto di vista tattico inizia ad esserci: diciamo che tutti i pezzettini del puzzle stanno andando al loro posto.

    Oggi era un match difficile e la Pliskova è sicuramente in grande crescita: gli ultimi risultati lo confermano.. quindi sconfitta ammissibile.Ora il mio unico timore è che Cami stia ferma settimane senza disputare tornei o che giochi esclusivamente WTA di prima fascia tralasciando gli International, dove affronterebbe giocatrici più “facili” e guadagnerebbe punti importanti per scalare la classifica. Speriamo,dunque, che la programmazione un po’ scellerata degli anni passati, dovuta anche però agli infortuni, non ci sia nè quest’anno e nè nei prossimi: deve giocare , giocare, vincere , perdere e rivincere per crescere e fare il definitivo salto di qualità. Se non ha problemi fisici , deve esclusivamente prendere parte a più tornei possibili ed immaginabili.

  112. by r.b.

    Invece era giusto festeggiare, le tre vittorie consecutive sono molto positive. Adesso è arrivata una sconfitta, speriamo in altre vittorie, speriamo ancora due o tre consecutive. Comunque anche Eugenie ha perso e lei è la 18 del mondo, mica ne farà un dramma. Era pure la testa di serie n. 1,eppure capita. Nel femminile salvo pochissime questa alternanza di risultati è normale. Camila troverà molte Pliskove sulla sua strada, magari la prossima volta sulla terra le da un 6-2 6-3, non ci sarebbe niente di male. Non è grave perdere, è grave perdere sempre e quest’anno Camila ha più vittorie che sconfitte (4-3).

  113. Eulondon by Eulondon

    Peccato! Qualche chance nel primo l’ ha avuta. Si vince e si perde. L’ importante e’ giocare e imparare a gestire situazioni e stili di gioco (e altezze) diverse. Un match disputato insegna molto piu’ che 20 allenamenti! Forza cami! Alla prossima 🙂

  114. zio gio by zio gio

    Ma dai che pa.. Adesso quando la rivedremo giocare? Ma perché questa programmazione impossibile? Ma quel cesso di pliskova che accede al tabellone principale al posto di Camila,è inaccettabile. Mo pure le donne spara aces inizieranno a comparire nel circuito wta. Sta lungona. Cm ha fatto?

  115. TEUS by TEUS

    Si sapeva che le caratteristiche dell’avversaria odierna erano molto differenti rispetto a quelle di Petkovic e si sapeva altresì che Camila soffre moltissimo avversarie così alte (col tempo imparerà a trovare le giuste contromisure).
    Pazienza, rimane comunque un buon torneo nel complesso e ora massima concentrazione perché arrivano due tornei importantissimi e che danno punti pesanti.

  116. Giovaneale by Giovaneale

    Aspettando il resoconto di t.o. al quale vanno i miei ringraziamenti,possiamo dire che se ti procuri due palle break non puoi vincere l’incontro,c’è poco da fare.La ceca è stata solidissima,ha concesso la grande opportunità nel primo set dove Cami si è trovata da 3-4 a 5-4 e due punti dal set e lì occorreva fare quei due punti.Nel secondo sarà t.o. a dirci se l’atteggiamento di Camila sia stato quello che lascia intendere il punteggio,remissiva ed abbattuta dalla difficoltà di fronteggiare il servizio dell’avversaria.
    C’è da consolarsi vista l’uscita anche della Bouchard,qualificazioni così io non ne avevo mai viste.
    Così come nelle vittorie soprattutto nelle sconfitte sempre e comunque forza Cami!!!!

  117. by Stefano

    L’avevo detto che oggi sarebbe stata DURA.
    Si sapeva che la Pliskova al servizio non avrebbe concesso quasi nulla, che si doveva servire bene per rimanerle col fiato sul collo per tutto il set aspettando l’occasione giusta (magari al tie-break?).
    E invece no. La solita Camila con i suoi soliti doppi falli.
    Contro giocatrici come la Petkovic questo te lo puoi anche permettere, ma contro giocatrici come Karolina … NO.
    Io ricordo di un articolo di Tennisitaliano che parlava delle gemelline Pliskova quando ancora erano poco più che bambine, e già si diceva di loro che un giorno sarebbero diventate forti, molto forti, che sarebbero diventate LORO la Repubblica Ceca.
    Ebbene, forse era soltanto uno dei tanti articoli che predicono future “stelline” che poi puntualmente non diventano tali.
    Tuttavia, è innegabile che se già allora qualcosa in loro era stato visto, forse, e dico forse, qualcosa di vero effettivamente c’era [tra parentesi c’è anche una giovanissima giocatrice russa di cui si parla un gran bene, ma non è ancora arrivato il momento di parlarne].
    Questa vittoria ci riporta tutti sul pianeta Terra: non dimentichiamoci che Camila è ancora molto acerba come giocatrice, e i suoi difetti (continuità di rendimento, assenza di tattica ed errori al servizio) ci sono ancora tutti.

    P.S.
    Se fossi Petr Pala ci penserei due volte a chi convocare nel prossimo turno di Fed Cup contro l’Italia: se continua a convocare le solite escludendo questa Pliskova (magari convocando al suo posto una Zakopalova o una Strycova), vuol dire che non ha nemmeno la metà del coraggio e della lungimiranza del nostro Barazzutti.
    P.S. II
    Comunque oggi ha perso nettamente anche la nuova “frontwomen” della WTA, Eugenie Bouchard.

  118. Lino by Lino

    Peccato, ma la Pliskova era forte, Brava lo stesso per queste qualificazioni.
    Vaiiii Camila!!!!!

  119. Madoka by Madoka

    A me dispiace fare sempre il bastian contrario. Spesso non dico nulla perchè è il sito della Giorgi, ci scrivono i suoi tifosi ed è giusto essere contenti e festeggiare.

    Però davvero : dopo la vittoria don la Petkovic c’era troppa esaltazione, tutti davano questa partita già vinta, addirittura leggevo di 2-3 giochi lasciati all’avversaria.

    Io l’ho scritto chiaro e tondo ieri sera, prima che iniziasse la partita,, perchè è scorretto venire a rinfacciare cosa a partita finita : perchè a partita finita sono tutti bravi a parlare : attenzione che la partita è difficile e la Giorgi è sfavorita. La partita è difficile, perchè è difficile brekkare la Pliskova, ed è difficile perchè Camila tende sempre a regalare un paio di giochi a set causa doppi falli e mentre contro le altre giocatrici il break lo recuperi, con la Pliskova no.

    Oltretutto il ROS di Camila, fino all’anno scorso era orribile.

    E’ avvenuto esattamente quello che dicevo.

    In attesa di un resoconto di t.o., prendiamo il lato positivo, ha vinto 2 partita, ne ha giocate 3, ha vinto contro la numero 36.

    Ragazzi vi chiedo solo una cosa, volare bassi ed attenzione con i facili entusiasmi : c’è ancora moltissimo da lavorare. Con una tattica meno dissennata al servizio questa partita si poteva vincere.

    Adesso invece di stare fermi 2 settimane, aspettando le qualifiche di IW, perchè non andare a giocare ad Acapulco ?

    Camila deve giocare, maledizione.

  120. Lucia ( moderati per Camila ) by Lucia ( moderati per Camila )

    La sconfitta ci sta. Quello che non mi è’ piaciuto e’ l andamento del secondo set.

  121. by Pangel

    E ora dove la rivedremo? Acapulco?

  122. angelo by angelo

    mi dispiace tanto ! non mollare FORZA CAMI !!!!!

  123. by andrea

    Si sapeva che avrebbe perso.

Leave a Reply