camila_slider_015

Finisce già al primo turno contro l’americana Lauren Davis l’avventura al Challenge Bell di Camila. L’azzurra esce sconfitta 76, 3-6, 2-6 in oltre 2 ore e mezza di gioco. Pesano le 7 palle break non sfruttate nel secondo set prima del black-out nel terzo in cui Camila perde 5 games consecutivi dall’1-0. A fine match il dato sui break points concretizzati sarà di 1/12 per Camila.

Primo set, 7-6: Camila parte forte e vola 3-0 in 12 minuti senza concedere palle break nei primi due turni al servizio. Nel quinto game le percentuali calano e l’azzurra concede due palle break sul 15-40: le annulla entrambe, ha due occasioni per il 4-1 ma le fallisce e concede una terza palla break ai vantaggi. Il primo doppio fallo del match è fatale e si gira sul 3-2. Il settimo game è nuovamente un turno complicato per Camila, che risale da 15-30, spreca 3 occasioni per il 4-3 (una con il secondo doppio fallo della partita) ma riesce alla fine a tenere un game importantissimo per salire 4-3. Si segue così il servizio fino al tiebreak senza altre palle break da una parte o dall’altra. I primi 4 punti vanno alla giocatrice in risposta, prima che Cami metta a segno il punto del 3-2. Sul 4-4 la Davis mette a segno il minibreak, subito recuperato dalla nostra che si guadagna anche un set point andando a servire sul 6-5: Camila non trema e fa suo un complicatissimo primo set.

Secondo set, 7-6, 3-6: il set si apre con tre palle break annullate dalla Davis che alla fine tiene non senza fatica il servizio. I successivi games al servizio volano via rapidamente, ma nel quarto game Cami va sotto 0-40: le annulla ma ne concede una quarta con un doppio fallo e questa volta è decisiva perché l’americana va 3-1 e servizio. Camila ha subito l’occasione di recuperare il set sul 30-40 ma la Davis si salva a tiene il servizio. 0 su 4 palle break concretizzate nel secondo set per Camila iniziano a pesare. La Davis va a servire per il set sul 5-3 ma in un attimo si trova 0-40: infila però cinque punti di fila e porta il match al terzo.

Terzo set, 7-6, 3-6, 2-6: i turni di battuta dell’azzurra si fanno sempre più complicati e sull’1-1 si trova a dover fronteggiare una palla break che la Davis concretizza e si porta sul 2-1 e servizio. L’americana mette a segno i punti importanti, Camila cede la battuta a 15 con il quinto doppio fallo e di fatto abbandona il match. Nel game successivo infatti ha nuovamente tre occasioni sullo 0-40 ma ancora una volta la Davis infila 5 punti consecutivamente e sale 5-1. Camila tiene la battutaa 0 e va anche 0-30 sul servizio dell’avversaria, che mette a segno un’altra striscia vincente di quattro punti che le valgono la vittoria.

Di seguito il tabellino del match con la Davis:

davis20130910

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • Wta Linz, forfait di Camila
    Wta Linz, forfait di Camila
  • Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
    Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
  • Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
    Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
  • Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova
    Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova

44 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by effeemme

    Ora tocca a me…
    Parlare della sconfitta… No!
    Avete gia’ detto tutto e condivido sopratutto t.o. Tommaso, Omar, Lino e Morotep.
    Parlo invece brevemente di quella sottile inspiegabile incontrollabile pazzia che unisce gente sconosciuta, sparsa un po’ ovunque per lItalia…
    Quella pazzia che ti fa decidere che questa notte non puoi, non devi dormire!
    Perche’ questa notte ci sono dei numerini da seguire insieme a tanti altri compagni d’ avventura.
    Perche’ in fondo che abbia vinto o perso, e’ sempre comunque stato un piacere passare la notte con voi!
    Per Camila anche questo!

    P.s.
    Condoglianze Bigl!

  2. by t.o.

    Ho perso talmente tanto tempo a scrivere che ho letto solo dopo tutto quello che avete scritto dalle 16 (ho scritto in tre step….e l’ultimo dopo abbondanti ed eccellenti libagioni…)
    Mi associo alle condoglianze per Big….(un abbraccio)
    Condivido ciò che scrive Tommaso, Omar, Motorep……cito loro perchè hanno espresso un ragionamento organico, ma condivido anche tutti i commenti brevi di questa giornata……
    Tutti quelli che scrivono oggi hanno una medesima matrice…..chi più chi meno, chi con uno stile chi con un altro manifestano tre concetti fondamentali……
    Siamo tutti felici che Camila abbia recuperato dall’infortunio. Non era così scontato solo un mese fa.
    Ha raggiunto obiettivi che neanche Effeemme ha avuto il coraggio di ipotizzare……
    Oggi sono tutti bravi a dire fatto 30 poteva far 31……..(ed in fondo è pure vero….)
    Le altre cose sono dettagli…..c’è chi ci sta lavorando…..
    Abbiamo fiducia in Camila…perchè se la merita e perdonateci se come vecchie zie ripetiamo cento volte la stessa cosa…..del resto siamo solo dei semplici Trombettieri…..
    Vamooooooooos Camilaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  3. by t.o.

    Sembra di essere Hercule Poirot, l’indimenticabile personaggio uscito dalla penna di Agatha Christie.
    Non avendo nulla da “indagare” perchè nulla sappiamo, basiamoci sui numeri che abbiamo.
    2 ore e 40 di Match, 222 punti giocati, 15 cambi di campo (ogni due giochi).
    Camila ha una media di 20 secondi ogni servizio (15 se entra la prima altri 10 se serve la seconda)
    La Davis circa lo stesso. 70/80 minuti perciò se ne vanno di tempi morti tra un servizio e l’altro, altri 20 minuti sono i cambi di campo andiamo a circa 100 minuti. Abbiamo perciò circa 60 minuti di scambi. Diamo un tempo medio di uno scambio al secondo fanno circa 3600 scambi. 3600 scambi per 222 punti fanno una media di 16 scambi a punto…..
    Forse sono un po troppi….ma visto che la partita con Carolina è durata 10 minuti di meno e la differenza dei punti è di poco di più dei 13 punti del TB significa che anche la partita con la Davis ha avuto una durata simile.
    Considerate che i 105 punti di Camila-Roberta sono “costati” 67 minuti….210 punti 134 minuti mettiamo altri 10 minuti per i 13 punti del TB e visto che i cambi di campo durano lo stesso e il tempo dei servizi è uguale giocare 15 minuti in più significa più scambi in ogni punto. circa 900 scambi in più su 220 punti……più di 4 scambi a punto…..togli Ace e DF
    ed un po di risposte a rete o direttamente fuori ne consegue…..
    Con Roberta abbiamo avuto una media di 7 scambi a punto, con Carolina 11, com la Davis…..13 o 14…….
    Se Camila ha sbagliato non lo ha fatto perciò per “voler chiudere subito il colpo” la partita sarebbe durata molto di meno. Saranno i DF….nemmeno quelli 5 su 109 servizi totali e su 46 2°palle Siamo all’11% Con Roberta 7 su 26 2°palle 26%.
    Camila perde da Davis non per i DF e non per “voler chiudere subito”.
    Senza i suoi difetti tipici Perde…….
    Percentuale di conversione dei BP 100% con Roberta….ma qui non conta perchè si procura una sola BP.
    Con Carolina si può fare già statistica 3 su 9 33%
    Con la Hsieh 5 su 13 38%
    Con la Cepelova 6 su 7 86%
    Con la Davis 1 su 12 8% e con l’aggravante che queste palle break sono state recuperate a colpi di 3 alla volta.

    E qui sorge un dubbio. Sapevamo che Camila aveva dei difetti, ma sapevamo anche che aveva dei grandi pregi…
    Un grande pregio era il “non aver paura di sbagliare”. Anche se spesso sbagliava….
    Ora sbaglia meno. Questi sono i numeri. Spero che non gli sia venuta la “paura di sbagliare”……
    Avevo scritto in tempi non sospetti che l’errore contro la Bartoli a Wimbledon è stato “allungare troppo lo scambio”.
    Perchè giustamente tutti noi (e sicuramente anche Sergio) le diciamo….”non sparare la prima che ti capita…..se non è “comoda” trova un colpo interlocutorio….e attacca lo scambio successivo….”
    Con Caroline questa tecnica paga…..Carolina è difficile che ti attacchi. Anche se fai 10 scambi a punto…..
    Camilla ha giocato con la testa e ha vinto la sua più bella partita (per ora)
    Con Marion la stessa tattica non ha pagato….Marion le rubava sempre il tempo e tirava lei i vincenti….un colpo prima di Camila… 132 punti in 90 minuti……Più che con Roberta, meno che con Carolina……..
    Con Davis Camila ha giocato il più lungo rapporto tempo/punti delle ultime partite……e con l’avversaria meno accreditata…..quella di cui “non bisognava aver paura”
    Con Roberta ha sbagliato molto. Ma molto significa che su tre palle fai 2 errori. Ma il terzo fa punto. Il rapporto tra Vincenti e Non Forzati anche con Roberta è 20 a 35 Meno di 1 su 3……e giocava contro la Vinci.
    Giocando in modo dissennato comunque 1 su 3 lo fai……
    Con la Davis non è riuscito a farlo……
    Giocava in modo ancora più dissennato?
    NO. altrimenti avrebbe tirato vincenti sulle prime di servizio.
    E uno su tre avrebbe fatto Break…….Ma il gioco sarebbe durato moto meno.
    Abbiamo più di 10 scambi a punto…..questo ci dicono le 2 ore e 42 minuti per 222 punti……
    Forse Camila non ha giocato come le “Dissennata Camila” forse ha giocato come la “Assennata Camila” che tutti vogliamo…….Se è così le cose sono due……o puntare sul suo Istinto, o insegnarle a regolare meglio la forza del suo gioco rispetto all’avversaria ma senza cambiare un minimo delle sue caratteristiche. Attaccare il prima possibile. Quanto questo “prima possibile” sia anticipato lo decido rispetto all’avversaria che ho davanti….ma sempre un colpo prima di lei
    Se Camila sta facendo questo, se sta seguendo quello che le dicono gli allenatori….(Pochi DF, scambi più lunghi, meno pressione e colpi interlocutori ecc.) valutiamo la sconfitta con un’altra logica…..
    Per assurdo….se avessero chiesto a Camila di limitare i DF con conseguente meno pressione sulla seconda palla (la percentuale di W su seconda IN è inferiore al match con Roberta) e di attaccare solo su palle sicure perciò allungare lo scambio, se per assurdo fosse accaduto questo (ripeto per chi ama capire male ….ho detto “se per assurdo”) allora Camila avrebbe perso non “per non avere un allenatore” ma ” per avere un allenatore che ha dato disposizioni sbagliate” . Questo può capitare….non si butta la croce su nessuno, anche un allenatore (chiunque lui sia) può sbagliare…….
    Io so che “Camila la pazza” su triplo BP tira achiudere anche su una prima di Serena…..(lo ha fatto) e uno su tre entra. Ieri non lo ha fatto. o forse lo ha fatto e ha sbagliato 5 su 5…….non ci credo….il match sarebbe durato mezzora di meno….. delle due l’una.

    Ma questi cari amici sono pensieri che per catena logica possono essere dedotti da un numero…..
    Chi ha visto la partita sa….
    Chi ha preparato l’incontro sa….
    Sergio sa….
    la FIT sa…..
    Camila sa….
    Stanno ragionando proprio su quello di cui stiamo ragionando noi….
    E un po’ di tennis ne capiscono anche loro…..
    Sanno cose che noi non sappiamo…che magari spiegano in modo molto semplice quello che a noi sembra assurdo….immaginate solo che il preparatore o il dottor parra abbia detto : Camila…..abbiamo raggiunto anche più di quello che ci eravamo prefissi. Non sei ancora a posto e non potevamo fermarti in pieno US Open….ma dobbiamo rinunciare a Quebec…..se lo vuoi giocare giocalo ma non sforzare la spalla altrimenti buttiamo via due mesi di lavoro….” Immaginete che Parra abbia detto questo…..(noi sappiamo che non è vero…ma è verosimile…) quanto varrebbero tutte le nostre supposizioni…..
    Io perciò ho deciso di fidarmi (anche perchè non ho altra scelta) e come Pangloss (dal Candide di Voltaire) dico…..”faranno la migliore delle scelte possibili”………Vamooooooooos Camilaaaaaaaaaaaaa

  4. by cristian

    Mi unisco a Omar e Tommaso per le condoglianze a big, forza!!

  5. by Tommaso

    Chi è stato muto durante tutti gli US Open ha anche il diritto ora di rispuntare fuori. Finché costoro avranno l’occasione è giusto che la sfruttino come meglio credono. Su livetennis ho riletto commenti di gente che pensavo fosse sparita, qua popopo(po, si dev’essere confuso anche lui) è rispuntato fuori oggi dopo che ne avevamo perso i contatti al secondo turno delle quali a NY. Per non parlare di plurilaureati tuttologi che non hanno niente di meglio da fare che spulciare i nostri commenti. Ma ci glielo fa fare di gettare le mani nel nostro fango? Sono questi comportamenti che mi fanno sentire sempre più orgoglioso di credere in Camila, quando vince e quando perde. Ricordiamocene in futuro: sul carro dell’entusiasmo c’è sempre posto, su quello dei vincitori mi sa che i posti sono già tutti pieni…

  6. by Nic

    su live tennis se ne leggono di tutti i colori.
    c’ è gente che riesce a godere chiaramente delle sconfitte della Giorgi.
    una vergogna megagalattica.
    ne piu’ ne meno di un altro bel posticino che sa tanto di stanza degli orrori!!!

  7. Madoka by Madoka

    Matteo, grazie per le informazioni sulla programmazione, che a questo punto è la cosa che mi interessa di più. Camila deve giocare.

  8. by Tommaso

    Mi era sfuggito, mea culpa. Condoglianze a big.

    Parlando di Camila e del match, a me è parsa strana la percentuale dei punti in risposta, solitamente punto di forza di Camila. Come fatto notare, pochi df e buone percentuali di prime in campo. La differenza l’ha fatta il servizio della Davis. Non avendo a disposizione il conteggio di winner e non forzati, purtroppo non possiamo sapere se ha servito bene la Davis (magari a uscire e aprirsi il campo) o se ha risposto male (sparacchiando a caso) Camila.

  9. Omar Camporese by Omar Camporese

    non so se vi sia sfuggito.
    a me no… quindi anzitutto è dovere che io faccia le mie piu’ sincere condoglianze a Biglebowski!
    spero tanto che la passione per il tennis, possa farti andare oltre questo momento di dolore, nel piu’ breve tempo possibile.

    per cio’ che riguarda il match, avere la possibilita’ di non commentare a caldo, da il vantaggio di riflettere.
    stanotte anch’ io ero connesso a seguire lo score, ma via cellulare… per cui non sono e non potevo dire la mia prima d’ ora.
    non condivido i tanti messaggi negativi scritti dai piu’ fin qui.
    c’ è sconfitta e sconfitta!
    si puo’ perdere in malo modo, come era accaduto contro la Vinci, buttando letteralmente alle ortiche il passaggio di turno…
    e non mi frega se in quel momento giocasse contro una top player!
    in quel caso, qualche sana CRITICA COSTRUTTIVA, a mio avviso ci stava!
    ma quella di stanotte, non è una sconfitta disonorevole.
    lasciamo stare il discorso delle palle break non sfruttate…
    davvero potete pensare che Camila abbia fatto di proposito a sbagliarle?
    e se fosse invece merito della Davis, essere riuscita a non fargli fare punto nei momenti cruciali?
    perchè vedete, se è vero che non si puo’ commentare facilmente una partita non vista,
    è anche vero che si possono analizzare i numeri del tabellino!
    personalmente io ci vedo una piu’ che dignitosa prestazione da parte di Camila:
    pochi Df per i 14 turni di battuta.
    un buon 60% di prime, che è sopra la sua media…
    uno scarto complessivo nel punteggio totale, che è ben lontano dalla realta’ dei game persi…
    e non dimentichiamoci il tempo complessivo di gioco, che denota chiaramente che la nostra beniamina ha cercato di non mollare il match, come al contrario era parso contro la Vinci!
    purtroppo accade, come a volte capita nel tennis, che dall’ altra parte della rete, ti puoi ritrovare un’ avversario in giornata!
    tu puoi giocare bene, ma in questi casi, se lui gioca meglio di te… ti batte!
    questa è la mia chiave di lettura, che mi fa protendere per un’ assoluzione totale nei confronti di Camila.
    la Davis ha vinto semplicemente perchè ha giocato meglio di Camila e soprattutto lo ha fatto nei momenti topici.
    avvenimenti di questo tipo, accadono a qualsiasi tennista.
    per cui non è il caso ora di fasciarsi la testa, additando come al solito il povero papà Sergio che sono sicuro sta facendo e continuerà a svolgere un ottimo lavoro!
    saluti.

  10. by yc

    A questo punto un po’ di serenità e di sana riflessione fa solo bene alla concentrazione per i prossimi tornei. Sono contento che abbia rinunciato agli ITF US ormai è chiaro che può e deve aspirare a molto meglio.

  11. by Tommaso

    Risa Ozaki, quella piallata da Cami nelle quali degli US Open? Bene per Nasty, speriamo possa entrare nelle 100 (di sicuro non al termine di questo torneo, nemmeno vincendolo, ahinoi).

  12. by Tommaso

    La sconfitta fa male, ma non dimentichiamoci l’impresa di Cami agli US Open.

    Chi prova a paragonare (attraverso la rassegna stampa post match dei quotidiani canadesi) una vittoria agli ottavi degli Us Open, sul centrale, contro la numero 8 del mondo ed ex-numero1 a una sconfitta al primo turno in Quebec, sul campo 2, contro la numero 72 del mondo… o è in malafede, oppure non sa più a cosa attaccarsi. Camila esce da questa mini-tournee americana ALLA GRANDISSIMA. Ora speriamo che la spalla stia bene, che Cami torni ad allenarsi un po’ a Tirrenia e che faccia un buon finale di stagione, a questo punto credo nei tornei indoor europei.

  13. Matteo by Matteo

    Camila rientrera’ in Italia dopodomani. Al piu’ presto pubblicheremo la programmazione fino a fine stagione.

  14. by Fra

    Per favore date un allenatore a Cami…il suo idolo è Andrè, e lei fa gli stessi errori che lui racconta nel libro…dategli un allenatore che gli spieghi che non deve far il punto della vita ad ogni colpo, e diventerà una campionessa!!! Se Brad Gilbert allenasse Cami, lei diventerebbe Top5, ne sono certo!!!

  15. by cristian

    Brutta sconfitta, il lato estremamente negativo sono le tante palle breaks non sfruttate.
    Io penso che Camila dovrebbe essere più umile in campo e nella gestione di un match, si esalta solo in grandi palcoscenici come gli Slam ? il tennis non è ridotto solo a 4 tornei, serve far bene anche quando ti ritrovi in un campo secondario di un international, io credo giochi troppo superficialmente, speriamo che questa nuova sconfitta le serva a qualcosa.

    ps : faccio i complimenti a Nastassja per i primi quarti WTA raggiunti in carriera, certo mi aspettavo meno lotta con la giapponese, meno di 2 settimane fa era stata “demolita” da Camila, però il tennis è strano, noi lo sappiamo molto bene, ora partita assolutamente da vincere contro Minella !!! grande occasione per la SF.

  16. gimusi by gimusi

    è probabile che sapremo qualcosa la settimana prossima…credo sia opportuno che cami torni a casa e si prepari al meglio per i tornei europei di ottobre :\_\

  17. by Luca

    Ma adesso si può sapere quando giocherà di nuovo?!?
    Per ora è ancora iscritta ai 2 ITF americani ma sappiamo che nel suo caso non vuol dire nulla…anche avesse deciso da tempo di non giocarli probabilmente aspetterà il giorno prima del sorteggio del tabellone per cancellarsi…

  18. by Morotep

    Una menzione alla bella (e sofferta) vittoria della Burnett che avanza a Tashkent!

  19. by Morotep

    Guido non per togliere i meriti di Camila contro la danese che ci sono tutti (ha vinto una gran partita) ma purtroppo (o in qual caso per fortuna) giocare contro Caroline e’ come giocare contro il muro: la palla torna dalla tua parte sempre senza particolari sorprese. Per il tipo di gioco che ha Camila questa prerogativa e’ ottima e in quel match ha dimostrato progressi nel riuscire a controllare lo scambio tenendo in campo la palla e non disunendosi quando la Wozniacki le rimetteva di la’ l’impossibile.
    Pero’ sempre contro un muretto ha giocato.
    Non tutte le giocatrici sono dei muri e se Camila ha davvero cosi’ tanti problemi a trovare i tempi sulla palla quando non e’ una traiettoria del tutto regolare allora possiamo preoccuparci seriamente.
    Io non penso affatto che Camila abbia problemi di timing… penso abbia problemi di testa ed esperienza a gestire il match contro giocatrici con qualche soluzione alla quale lei non e’ abituata.
    Si innervosicse, non si capacita (l’ha detto lei) come sia possibile che non le rimangano in campo i colpi, comincia a perdere fiducia nei suoi mezzi, comincia ad autocommiserarsi e poi esce dal campo con le lacrime agli occhi.
    Immaturita’ sportiva (sulla persona a questo punto non commento e non mi interessa)… affronta il match con una mentalita’ esageratamente sbilanciata. Ovviamente sto riducendo, non e’ sempre cosi’ per fortuna e a volte riesce a fare belle rimonte… ma le manca la costanza.
    Deve stare piu’ serena… spero che adesso che ha un punto di riferimento a Tirrenia possa riuscire ad avere un ambiente piu’ confortevole e stimolante per prepararsi adeguatamente e avere il giusto approccio alle partite.

    Personalmente, ripeto, l’ho vista migliorata rispetto a Wimbledon dello scorso anno. Per me questo e’ un elemento molto positivo e ci sono le basi per fare meglio (al contrario del Wimbledon dello scorso anno che aveva tutta l’aria di un exploit un po’ casuale nato grazie ad alcune giornate si’).

  20. Guido by Guido

    Camila vince da sola e perde da sola, deve assolutamente lavorare sulla concentrazione, queste sono avversarie che lei puo’ battere facilmente in due set, ma se non si mette in testa che deve pensare a tutto cio’ che fa, come ha fatto egregiamente con la Wozniack,i allora i match li regala alle avversarie. Camila deve pensare prima cosa ad arrivare sempre nella maniera corretta sulla palla,altrimenti succede che strappa e sbaglia, quindi arrivare in maniera corretta sulla palla piegare sempre il necessario per superare la rete e tenere in campo i colpi, sparacchiare qua e la’ non serve a molto quando va bene si fanno i punti ma spesso si regalano, Camila con la Wozniacki ha dimostrato che se vuole sa fare tutte queste cose, la fretta e il nervoso non vanno d’accordo col gioco del tennis!

  21. by Morotep

    Camila, per vari motivi, ha “tradito” le aspettative di molti (me compreso qualche anno fa) di poter diventare in fretta una top player grazie al suo tennis esplosivo. Cosi’ non e’ stato e cosi’ (a 21 anni suonati) non sara’ piu’. Un po’ perche’ i tempi sono cambiati (bambine prodigio stile Sharapova/Capriati/Seles ecc… non ce ne sono piu’ da qualche anno) un po’ perche’ e’ andata cosi’.
    Come dico da tempo sarebbe bene farsene una ragione.
    Camila deve fare cio’ che fanno tutte: giocare il piu’ possibile, formarsi sui campi, abituarsi a incontrare avversarie nella top-100, trovare il bandolo della matassa del suo tennis cosi’ da rendere consistente il proprio rendimento.
    Penso sia ora che tutti (lei, suo padre, i suoi tifosi) mettano da parte le (legittime, per carita’) fantasie di una tennista pronta ad esplodere da un momento all’altro e si rimbocchino le maniche partendo da tutto cio’ che c’e’ di buono (e ce n’e’ tanto)… ripartendo dai progressi dimostrati in quest’ultimo periodo.
    Pertanto questa sconfitta non e’ disastrosa, non e’ una tragedia non e’ nulla se non uno dei tanti tasselli che SI SPERA la possano portare in alto… troppe sconfitte verranno, troppi alti e bassi… tocca abituarci.
    Il tennis e’ cosi’… poi magari da un momento all’altro tutto torna e ce la ritroviamo in un attimo nella top-20. Guardate Simona Halep, fino all’inizio dell’anno era considerata una giocatrice di ritmo, niente di piu’, una che ormai da tempo navigava tra la 40esima e la 50esima posizione, poi di punto in bianco l’esplosione.
    Succede cosi’, il tennis e’ uno sport complesso… la speranza e’ che col tempo Camila arrivi a questo punto di incontro di tutti i pezzi che compongono il suo tennis.
    Ci vuole pazienza e ci vuole la testa per capire che, purtroppo, questo potrebbe non avvenire mai.

    Nessun piagnisteo. Se la Davis ha vinto e’ perche’ ha meritato, tutto qui… e’ perche’ evidentemente al momento e’ una giocatrice migliore, piu’ consapevole su come gestire i suoi mezzi. Il fatto che si sia presa una bicicletta all’USOpen segue la stessa filosofia che ho detto prima: e’ una ragazza giocane che si sta facendo e alterna buone prestazioni ad alte disastrose… ci sta e’ normale. Peraltro dico di nuovo quello che ho gia’ detto e che t.o. ha confermato: la Davis non e’ poi tutta sta pallettara… ha un rovescio notevole e ha ottima presenza sul campo. Rimane il fatto che pallettara o no, ha vinto lei. Tanto si cappello e auguri per la sua carriera.

    Adesso mi aspetto Camila in molti tornei come questo a sudare sette camicie e a beccarsi le sue belle sconfitte… l’importante e’ che abbia il carattere forte di accettare le sconfitte e, ogni volta, imparare qualcosa di piu’.

    Su Sergio non dico nulla, come ho sempre fatto rispetto il lavoro altrui soprattutto se genuino e fatto con tanta passione. Non ho l’arroganza di stabilire se sia o no un buon coach. L’emotivita’ a bordo campo che dimostra pero’ non la trovo particolarmente positiva… sono moti di disperazione/gioia incontrollati di chi in tutti questi anni ha operato una enorme scommessa e che vive gli alti e bassi del tutto normali della propria figlia come il successo di tanti anni di sacrificio o, al contrario, il crollo di tutte le sue convinzioni.
    Umanamente lo capisco, ma questo non e’ produttivo… e anche Camila bisogna che si tranquillizzi: il treno della gloria immediata ed esplosiva e’ gia’ passato da un po’ e non tornera’ indietro a prenderla. Aspettare in stazione e innervosirsi perche’ non passa piu’ non serve: se ne prende un altro, magari piu’ lento, ma che, si spera, arrivera’ a meta ugualmente.

  22. doherty by doherty

    @ madoka e lino
    ok non si fanno drammi per una sconfitta,non abbiamo visto la partita,cami aveva gia’ perso con la davis pero’,come lino,pensavo che il suo miglioramento e le sue potenzialita’ fossero tali da poterla battere piuttosto agevolmente.
    se non ha avuoto problemi fisici molo probabilmente dovra’ analizzare molto bene questa sconfitta per evitarne altre simili

  23. Ghaal by Ghaal

    Boh, io penso che la sconfitta abbia molti padri:

    1) la Davis ha un gioco che le da fastidio
    2) come detto in precedenza, occorre che Camila maturi. C’e’ chi lo fa a 16 anni, chi a 30, chi a 25 e chi mai.
    3) Sergio non c’entra nulla. La maturità uno la acquisisce sulla propria pelle, a prescindere dall’allenatore.

    Noi italiani tendiamo a maturare tardi, evidentemente Camila è più italiana di quanto il suo nome faccia credere.

    In ogni caso, buttarsi la sconfitta alle spalle e guardare avanti. In alto le trombe, vamoooooos Camilaaaaa!

  24. Matteo by Matteo

    Coppel, Bingo, Saro Eranno, popopo e popopopo: quando avrai fatto pace con te stesso e avrai deciso quale debba essere la personalita’ dominante potrai tornare a commentare. Non facciamo giochi da bambini, siamo persone mature.

  25. TEUS by TEUS

    E’ stato un match lungo e molto duro (lo si può dire anche avendo seguito solo il livescore). Giorgi conferma una solidità al servizio che, fino a qualche tempo fa, le era sconosciuta. Molte palle break non convertite, ma, senza aver visto l’incontro, non possiamo sapere se per meriti dell’avversaria o demeriti suoi.
    Sappiamo che Camila stanotte ha lottato (tantissimi giochi ai vantaggi). Ha perso. Questo è lo sport.
    L’unico modo per trovare continuità di rendimento è giocare il più possibile. Non dimentichiamo che la “bimba” ha vissuto una stagione travagliata in cui ha giocato poco e spesso in condizioni fisiche precarie. Se stanotte avesse perso 6-2 6-1 ci sarebbe da preoccuparsi maggiormente a mio avviso perché saremmo ancora molto distanti dal risolvere la questione continuità. Di certo non avrà giocato il suo miglior tennis ma rimane il fatto che è stata in campo più di due ore e mezza (quindi pare che la spalla tenga ed è questa la cosa davvero importante in questo momento).
    Ora non ci rimane che attendere che venga comunicata la programmazione da qui a fine stagione.

  26. theseus by theseus

    Camila, che ormai ha quasi 22 anni, a memoria credo non abbia mai superato il secondo turno di un torneo WTA, eccetto le striscie vincenti di Wimbledon e US Open, che noi fans ben conosciamo. Ci sara’ un motivo, forse piu’ d’uno. Per mio conto mi sono fatto l’idea che una delle chiavi sia la mancanza di continuita’ di gioco. Come sappiamo, Camila rimane ferma a lungo per certi periodi dell’anno. Ultimamente per la questione spalla, e va bene, ma da quando gioca nel circuito, quindi in tempi non sospetti e ben prima della questione spalla, comunque non e’ mai stata continua nella partecipazione ai tornei. Negli anni scorsi abbiamo teorizzato diverse motivazioni (problemi familiari, soldi, ecc.), ma il fatto e’ che questa continuita’ non c’e’ mai stata e, com’e’ ovvio, questo si e’ puntualmente ripercosso nei pochi tornei giocati, exploit slam a parte. Spero fortemente che questo stato di cose cambi. La sconfitta con la Davis ci sta a patto che da oggi ricominci a giocare tanti tornei, ben programmati ed in serie. Le vittorie arriveranno, insieme al giusto equilibrio testa/fisico/tecnica che sembra mancare in questo momento. Camila ha le potenzialita’ della top ten, questo lo sappiamo tutti ed e’ fuori discussione, per questo mi aspetto che da ora partecipi a tanti tornei da qui a fine anno. Spero di non dover aspettare gli AO per rivederla giocare. Buon tennis a tutti.

  27. biglebowski by biglebowski

    Buongiorno e ben trovati a tutti i trombettieri .

    È molto che non scrivo; purtroppo ho avuto un grave lutto in famiglia ed il tennis e camila sono passati in secondo piano; vi ho comunque spesso seguito per avere notizie e ho gioito con voi per l’impresa americana, perché di vera impresa si tratta l’aver centrato un obiettivo così prestigioso rientrando nel circuito dopo due mesi di stop.

    Un saluto particolare a t.o. che mi ha qualche volta evocato e a cui vorrei rispondere riguardo all’ultimo suo commento, rassicurandolo che è perfettamente logico che in seguito ad lungo stop si giochi meglio sull’onda dell’entusiasmo, ma che in seguito emergano le problematiche relative alla pausa agonistica.

    Per ora ciao a tutti e naturalmente vamooooooooooos caaaaaaaaaaaaaamilaaaaaaaaaaaaaa

  28. gimusi by gimusi

    non posso pensare che il motivo della sconfitta sia dovuto al riacutizzarsi di problemi alla spalla…in tal caso non avrebbe avuto alcun senso andare a giocare a quebec rischiando solo di peggiorare la situazione e di rimediare brutte figure…

    quindi credo che “semplicemente” la davis ieri si sia confermata…a distanza di un anno…più solida di cami…nonostante i due anni in meno di età e il minor “potenziale balistico”…è riuscita a recuperare da una situazione di svantaggio e a ribaltare le sorti del match…quindi per prima cosa complimenti alla davis
    venendo alla bimba non è facile ovviamente esprimere giudizi sulla base del solo live score…al di là dei due mesi di stop che potrebbero aver influito anche ieri…e della “sbornia” post us open…parebbe confermato il fatto che cami soffra il tipo di gioco alla vinci o alla davis…ossia quello che non le consente di appoggiarsi alla palla dell’avversaria e far valere tutta la propria potenza…se così fosse è necessario prenderne atto e lavorare di più per migliorare questo aspetto…capire il perché delle tante palle break non sfruttate (è solo un caso…sono stati miracoli della davis…è stata la poca lucidità di cami…???)…ecc

    il problema non è una sconfitta singola o duo o tre…il problema vero sarebbe non lavorare sugli aspetti da migliorare derubricando sempre il tutto alla “giornata storta”…spero che questo non accada e che cami cominci a migliorare gli attuali punti vulnerabili…affidandosi se necessario anche ad ulteriori guide tecniche appropriate…

    io ci credo sempre….la bimba ha tutte le carte in regola per farcela…e spero di rivederla da subito in campo…

  29. by t.o.

    Se c’è qualcosa che odio è la mancanza di logica. E questa sconfitta non ha una logica.
    Io non commento mai (quasi mai) in diretta le partite “viste” sui livescore. Anch’io stanotte ero sveglio…..e il brutto è che sono stato sveglio per altre due ore…….
    Non conoscevo al Davis…..ora la conosco un po meglio….
    Non è per niente una Pallettara; guardate i video di come è arrivata ai Quarti di Horbat e ditemi se la sconfitta contro la Stephens 7-5 al terzo (dopo aver liquidato la Cirstea 6-1 6-3) è la sconfitta di una pallettara.
    Ma anche questo non ha una logica…..
    La Davis potrebbe essere una con la testa simile a quella di Camila (la testa). Grandi vittorie e sconfitte in bicicletta.
    Ma anche questo non ha una logica. Se la Davis avesse giocato la partita “perfetta” avrebbe vinto…..ma non in questo modo. Se Camila avesse giocato la “peggior partita della sua vita” avrebbe perso…..ma non in questo modo.
    Non è tanto i 12 BP non trasformati (che fanno la differenza tra una vittoria e una sconfitta)….è la “qualità dei BP.
    Non sono i BP procurati anche 6 o 7 in un singolo gioco, annullati uno ad uno e ricostruiti uno ad uno.
    0-40 in game decisivi non sono “semplicemente” 3BP. E non è normale annullarli con 5 punti consecutivi. E non è normale che accada più volte in un Match. Un Black-out ci può anche stare….subisci 8, 10 punti consecutivi….
    Non ci sta che si vada a 5 punti consecutivi per parte……non ci sto ai Black-out ad intermittenza…..
    Archiviamo la storia……..chiudiamo questa parentesi americana che è comunque eccezionale (50 posizioni scalate in un mese) e pensiamo al futuro……..forse Camila ha solo bisogno di riposare….la testa….
    Un US Open così non se lo aspettava neanche lei….ora è a testa vuota….tante ore di allenamento fisico e poco allenamento al gioco….riprendiamo un po alla volta……. Vamoooooooooos Camilaaaaaaaaaaaa

  30. Madoka by Madoka

    Lino oltretutto l’indoor è la superficie migliore della davis. Per me é una sconfitta che purtroppo ci sta tutta…e non per questo significa cghe camila è da buttare, mentre fino a ieri aspettavamo solo il suo ingresso nelle 10. Forza !

  31. Lino by Lino

    @ madoka
    caro madoka, anche io avevo visto i due precedenti, dando per scontato che camila sia cresciuta, ripeto che non può perdere da una onesta pallettara che non farà mai niente di clamoroso in carriera, giocando in maniera opaca come stanotte manco avrebbe superato le qualificazioni agli us open…
    E’ un momento delicato di passaggio questo di camila, deve saper trovare le giuste motivazioni e contromisure, una sconfitta non è nulla, certo, ma questi passaggi a vuoto mentali vanno aggiustati.

  32. Madoka by Madoka

    Non capisco questi commenti così drastici. Ma lì avete visti i due precedenti con là david ? Io sì, perché c’ era Lo stream per entrambe le partite. La davis le da enormemente fastidio e purtroppo la incarta. Oltretutto l’andamento della partita è molto simile ai precedenti ( se non identico. Ora magari alle prossime vittorie tutti di nuovo : brava ! Forza camila !

  33. Lino by Lino

    Un DISASTRO!! Mi sa proprio che a Camila come a me non è ancora stata smaltita la sconfitta con la Vinci….
    NON si può perdere con la Davis, punto e basta! Spero che lei e Sergio trovino presto le contromisure a quello che mi pare sia un evidente problema di testa.
    Stanotte ero anche io sveglio a seguire il live score ma non son voluto intervenire perchè, ancor prima dell’inizio avevo delle pessime sensazioni e non volevo inquietare nessuno..
    A proposito, perde una partita e rispuntano fuori i detrattori di Sergio.. come i funghi a settembre… che tristezza! Tanto adesso verrà una bella vittoria e torneranno a sparire magicamente.
    Forza Camila e forza Sergio! Sempre dalla vostra parte!!!!

  34. Eulondon by Eulondon

    Questo l’ andamento del match punto a punto, purtroppo.
    http://www.flashscore.com/match/IJDE6Mjs/#point-by-point;1

  35. doherty by doherty

    non ci credo….
    ma cosa è successo ?
    bisognerebbe avere visto la partita…pero’ tutte quelle palle break…
    se non ha avuto problemi che l’hanno condizionata,questa è una brutta sconfitta…
    camila o qualcuno del suo staff ha rilasciato qualche dichiazione dopo il match ?
    sono amareggiato…
    ma forza cami !!! aspettiamo una tua vittoria nella prossima partita

  36. by Mauro

    Agli Us Open “grande Sergio, finalmente ha capito come gestire la figlia!”, adesso “Ci vuole un allenatore vero”.
    Un po’ di equilibrio.
    La ragazza ha talento, è forte e vale potenzialmente una classifica molto nobile (moltissimo, direi…).

    E’ stata ferma praticamente sei mesi, le manca la continuità, l’abitudine a lasciarsi alle spalle il torneo precedente e ricominciare: lo deve fare tante volte, passando anche attraverso sconfitte come quella di ieri.
    Per arrivare a essere “stabile” bisogna giocare tanto, e Camila purtroppo deve recuperare il tempo perso a causa dell’infortunio.
    Per un po’ alternerà risultanti esaltanti (sicuro, l’ha già dimostrato) a sconfitte inspiegabili.
    Non avesse carattere, potrebbe fare un’intera carriera così; dato che dà l’impressione di essere tosta e di non gradire molto le sconfitte, sono molto fiducioso che la continuità arriverà.
    In quanto tempo? Se l’anno prossimo potrà giocare tutta la stagione, molto presto…

    Un caro saluto a tutti

  37. Nocci68 by Nocci68

    Frustrante!!!!!….non so più cosa dire!!!!!
    Per me ha bisogno di giocare….e invece non si sa quando rigiocherà……ha bisogno di un allenatore….e non si sa se lo prenderà……non si può vivere di soli exploit!!!!
    Comunque e sempre forza Camila!!!!

  38. by erskin

    Camila può e deve imparare a stare in campo ma deve sbrigarsi prima che diventi impossibile per chiunque correggere difetti che stanno diventando cronici. Ha bisogno di un allenatore vero che esalti il meglio e minimizzi il peggio, non tanto del suo gioco ma del suo modo di stare in campo; per capirci un Lendl che da questo punto di vista ha insegnato e non poco a Murray a non buttar via il suo talento o un Gilbert che ha completato e non poco Agassi. Il papà poi dovrebbe capire che è venuto il momento di lasciarla vivere …(tennisticamente parlando, s’intende). Certe scene a bordo campo di tifo da stadio andavano bene quando giocava i 2500 o quando e se giocherà in Federation Cup. Oggi sono francamente stucchevoli e deleterie per Camila che penso ne tragga più negative pressioni psicologiche che reali vantaggi. Forza Camila!

  39. Hector by Hector

    Il giorno dopo si sta peggio. In bocca al lupo per gli impegni di fine anno, da affrontare con rinnovata fiducia.

  40. NOOO IMPOORTAAA ,,CAMILITAAA,,’¡¡¡¡¡HAY QUE SEGUIR TRABAJANDO DURO,,,HASTA EL TOP TEN,,NO PARAMOS-¡¡¡¡¡¡—DEDE BUENOS AIRES—ARGENTINA–TE MANDO UN –BACCIO,,ENOORME PER TE–¡¡¡¡¡¡¡¡¡

  41. Pax by Pax

    Bruttissima sconfitta. Peccato perche’ questo torneo era senz’altro alla portata della Camila vista contro Wozniacki…ma credo si sia invece presentata quella vista contro Vinci. Niente da togliere a Davis, che e’ un’onesta professionista…ma non e’ ne’ Ivanisevic ne’ Ferrer – e’ una giocatrice che due settimane fa’ ha preso 6/0, 6/0 al primo turno degli US Open – quindi non si spiegano tutte quelle le palle break guadagnate e poi non convertite da Camila, ne’ l’evidente incapacita’ di prendere il sopravvento da fondo e condurre il gioco. Pensavo sarebbe finita in due set facili per Camila perche’ Davis ha un gioco simile a Wozniacki, e SAREBBERO dovuti essere due set facili per Camila che non puo’ piu’ permettersi di vivere solo di exploits.

  42. by Stefano

    Pardon, ho letto male il numeretto: sono 12 i punti di scarto!!!
    Ritiro il mio commento precedente: Camila ha proprio perso, senza nessuna attenuante.

  43. by Stefano

    Soltanto 7 punti di scarto tra le due; questo significa che Camila ha perso giocando male i punti importanti.
    Probabimente una sconfitta di testa più che di fisico o di tecnica.

  44. by gros

    sinceramente la cosa che mi dà più fastidio è vedere perdere camila da gente che neanche lontanamente e nei loro sogni più audaci possono sperare di avere il suo talento, e credo che questo dia fastidio anche a lei. Anche stasera ha perso contro una regolarista che fa della costanza di rendimento e lo sbagliare mai la sua filosofia. Se camila imparasse a giocare qualche punto così, si divertirà un sacco e otterrà molto di più. Poi classifica alla mano ha perso da una messa meglio in classifica in 2h30, quindi potrei dire che ci sta anche se so che sto dicendo una scemenza

Leave a Reply