slider_014

Niente da fare per Camila, eliminata al primo turno del tabellone principale dell’AEGON Classic di Birmingham, International su erba con 235.000 dollari di montepremi: è stata infatti sconfitta per 7-6 6-3 da Donna Vekic. La Vekic, classe 1996 è attualmente la numero 88 del ranking mondiale e in stagione aveva un record di 5 vittorie e 6 sconfitte nel circuito WTA (ultimo match, sconfitta a Parigi al primo turno dalla Burdette). Il match è stato piuttosto equilibrato, ma i punti decisivi sono quasi sempre andati alla croata. Nel primo set, Camila va sotto di un break ma lo recupera immediatamente sul 3-3. Si va quindi al tie-break senza alcuna palla break per le due giocatrici, ma qui non c’è gara, e la Vekic chiude per 7-2. Nel secondo set, il primo break è di Camila, ma la croata riesce subito a strappare il servizio alla nostra giocatrice, per poi cogliere il break decisivo al termine di un lungo e combattuto ottavo game, preambolo della fine del match. La prossima settimana Camila sarà ancora impegnata sull’erba, questa volta nel Premier di Eastbourne, dove partirà dalle qualificazioni.

Ecco il tabellino del match:
vekic20130610

Camila lost against croatian Donna Vekic (7-6 6-3) in the 1st round of Aegon Classic in Birmingham, grass, 235.000$. Vekic had a 5L-6W record year-to-date in WTA, butshe won the Itf tournament in Istanbul in april. Next week Camila will play qualifications in Eastbourne.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Roland Garros, sarà Giorgi-Dodin al primo turno
    Roland Garros, sarà Giorgi-Dodin al primo turno
  • WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
    WTA Strasburgo: Camila esce al secondo turno con Ashleigh Barty. Ora si va a Parigi
  • Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
    Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
  • Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina
    Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina

393 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by pacapa

    Anche l’eventuale terzo turno con Svitolina Mc hale o Bartoli potrebbe non essere impossibile

  2. by effeemme

    la cosa curiosa è che Flavia è al momento 166 in classifica e Elena B. in 167ma…
    comunque puo’ essere alla portata della nostra benissimo.
    peccato che poi sia completamente chiusa da Vika!!

    per Camila, possibile secondo turno tra Voegele vs Cirstea…
    se la spalla regge tutto sommato un 3° turno non è utopistico.
    la Cirstea non esprime affatto il suo miglior tennis su questa superficie ed è una delle tds che era ben sperabile incontrasse…
    per la svizzera Stefanie vale lo stesso discorso. poca attitudine sull’ erba ( per ora)…

    terzo turno significa salvare 160 punti del cambialone in uscita (quasi la meta’).
    con 540 punti uscendo al 3°, si va in area 120 della classifica…
    tutto sommato rispetto alle peggiori previsioni è abbastanza digeribile…

  3. by antonelo

    Attenti alla Murray, mai sottovalutare l’avversario. E’ solo n. 232 del mondo, ma questa posizione è anche il suo career high, quindi è in gran forma. Speriamo bene… e vamooooooooooooooooooooooooooooooos!

  4. Lino by Lino

    Se non ho guardato male il tabellone, in un eventuale secondo turno camila incontrerebbe la vincente di Voegele vs Cirstea

  5. Lino by Lino

    beh, almeno il primo turno Flavia lo può superare

  6. by pacapa

    Ca mila ha già battuto la Murray al primo turno qual Wimbledon 2011

  7. Lino by Lino

    è 223 del ranking, camila vince anche se ha la spalla fuori uso…

  8. by effeemme

    e per l’ altra mia pupilla:

    Baltacha vs Pennetta ma poi possibile secondo turno con Azarenkaaaaa !!!
    NOOOOOOO!!!!

  9. Lino by Lino

    deve essere una wild card.. finalmente un pò di seder… ops.. di fortuna nel sorteggio

  10. by effeemme

    Lino:
    non credo sia una tennista di professione…
    sicuramente un’ ottima atleta, ma non so col tennis quanto possa valere.
    non vorrei dire una cazz..a ma penso che stavolta il primo turno si passa!!!

  11. Lino by Lino

    Giorgi vs Samantha Murray. ma chi è sta Murray??

  12. by effeemme

    Vinci vs Scheepers!!
    ottimo primo turno, considerando che l’ avversaria non è un granchè sull’ erba.
    ma anche la Vinci degli ultimi tempi, potrebbe riservare brutte sorprese!!

    Errani vs Puig.
    qui non commento!

  13. Lino by Lino

    puig – errani e la camerin si becca la cibulkova

  14. Lino by Lino

    Schiavone sfortunatissima..
    Vinci vs Scheepers
    e un robson – kirilenko al 1 turno….

  15. by effeemme

    NOOOOO!!!
    Lisicki vs schiavone!!!!

  16. by effeemme

    schepper-lorenzi.
    con questo si completa il sorteggio per i nostri 4 ragazzi…

    vediamo per le donne come andrà…

  17. by effeemme

    Fognini Melzer e possibile terzo turno con Roger!!!

  18. by effeemme

    dimitrov-bolelli
    seppi-istomin

  19. by effeemme

    grazie Paolo…
    intanto è iniziato il sorteggio!

  20. Paolo by Paolo

    Concordo anche io totalmente con l’ultima analisi fatta da t.o.
    Non scrivo molto, non ho le competenze necessarie per discutere tecnicamente di tennis ma vi leggo con piacere tutti i giorni, da appassionato di statistica mi piace anche leggere le partite attraverso i numeri da voi snocciolati. Certamente è abbastanza sconcertante la quasi totale assenza di informazioni da parte dello staff di Camila sulle sue condizioni fisiche, sulla sua programmazione, è evidente poi che da altre parti escono solo e comunque notizie negative o tendenti al pessimismo più totale.
    Credo che questo spazio e le persone che continuano ad alimentarlo con nuovi commenti sia un grande veicolo promozionale per Camila, certamente viene letto da tanti in tutto il mondo non solo dai pochi che vi scrivono e anche ipotetici sponsor potrebbero passare di qua per sapere di più di questa talentuosa ragazza.
    Il sito era off line a mio modo di intuire (senza alcuna prova per carità) semplicemente perchè era scaduto il contratto con il gestore del servizio, che ha sostanzialmente “rimesso in vendita” lo spazio web.
    Poi due giorni dopo è stato riacquistato lo spazio.
    Se così fosse un’ulteriore dimostrazione di una gestione forse da rivedere in alcuni punti.
    Detto questo ringrazio Camila perchè mi ha riavvicinato al tennis con grande stimolo e piacere, mi auguro davvero di poterla seguire da grande campionessa per tanti e tanti anni assieme ad Antonelo, supe rmega presidente del Camila fan Club, a t.o., teus, cristian, effeemme e tutti voi ….

  21. by cristian

    Concordo pienamente con t.o!!

  22. by t.o.

    @sergio Caro Sergio (parlo a te perchè Camila deve avere altro a cui pensare). Io sono nessuno. Sono solo T.O.
    Ho solo notato che nei due giorni che il sito Camilagiorgi.it era offline su siti come Livetennis.it in pagine dedicate a Assia, Corinna, o Elena degli utenti che non ho mai sentito nominare si rivolgevano direttamente a me (a t.o.) per sapere perchè il sito di Camila era “non raggiungibile”. Tanti utenti di un’altro sito, che si rivolgono a me per chiedere di questo sito…..Quegli stessi utenti che come i funghi dopo una pioggia di giugno compaiono su questo sito quando Camila gioca (sia che vinca sia che perda). Non siamo in molti a scrivere (anche perchè le partite di Camila hanno la frequenza da 29 febbraio). Ma a quanto pare sono in molti a leggere, e a leggerci. Non farci fare la figura degli imbecilli. Hai dato il tuo assenso affinchè Alberto e Matteo gestiscano il sito di Camila? Non far fare anche a loro la figura degli imbecilli. Quale è la ragione di questi misteri? Quale è la ragione del silenzio sullo stato di salute di Camila? Dobbiamo essere noi a trovare (a volte attraverso congetture) i motivi di questi ritiri e di queste mancate iscrizioni? Pensi che questo alone di mistero possa valorizzare di più i prossimi risultati nei Tornei? Se pensi questo sappi che proprio quello che ti difende di più (non da solo) dai continui attacchi al tuo ruolo di allenatore sarà quello che più ti criticherà per il tuo ruolo di General Manager.
    Il mistero in termini di marketing può essere gestito con molto valore aggiunto commerciale…… che so…?…..un fidanzato segreto,…… annunciare una nuova coppia di doppio dicendo che sarà composta da Camila e una top ten senza chiaramente nominare la top ten….che potrebbe pure non esistere. Ma il mistero su un infortunio……una volta giustifica una brutta partita (o un brutto periodo) ma alla lunga mette dubbi sull’integrità fisica di Camila….e se i dubbi li abbiamo noi, figurati nuovi fans “possibili” o nuovi sponsor……
    Perciò ti prego….se proprio non lo vuoi fare per noi, fallo per Camila, per il suo futuro…..oggi come oggi non si può solo essere campioni sul campo di tennis…..un po bisogna saper giocare anche su altri campi…..
    collabora anche tu al lavoro di Alberto e Matte…..mettili in condizione di fare bene il loro lavoro…..non è così difficile da capire……ciao t.o.

    • ••••••• ••••••

  23. Lino by Lino

    A dir la verità non sappiamo ancora nulla riguardo lo stato fisico di Càmila, non diamo per scontato che lo fa solo per guadagnare un pò di dollari (e la comprenderei assolutamente), magari si è un pò ripresa….
    purtroppo il problema della comunicazione è sempre presente, vedi anche il sito off per 2 giorni… sic… per cui non sappiamo nulla dei suoi programmi futuri, dopo W.
    Intanto, forza CAMILA!!!!!!!

  24. by effeemme

    siccome si giochera’ sull ‘erba, che è terreno fertile per tenniste di varie posizioni in classifica…
    direi che pronosticare tds o meno per un eventuale sorteggio benevolo, non ha molto senso…
    ci sono tds che sull’ erba si trovano a loro agio e altre che non ci andrebbero neanche a giocare, dipendesse da loro.
    visto che sicuramente la spalla non è a posto, puo’ perdere da chiunque si trovi abbastanza bene sull’ erba.
    quindi o si pesca una NON erbivora qualsiasi,
    o vada per un’ ottima tds, almeno la vediamo giocare…
    Errani puo’ essere una soluzione, intesa nel senso che una delle due comunque passerebbe il turno…
    anche se io tiferei per Camila 100%…
    se pesca pero’ di nuovo Flavia, mi suicido!!!
    e poi dopo che si curi bene una volta per tutte!

  25. TEUS by TEUS

    E comunque, se proprio devo fare un nome, dico che pescherà Errani.

  26. TEUS by TEUS

    Concordo con Tommaso. Ormai abbiamo capito come sono fatti i Giorgi soprattutto quando le cose non vanno per il verso giusto, no? Se un domani, mi auguro non troppo lontano, Camila ottenesse risultati davvero importanti, anche loro magari tenderanno ad aprirsi maggiormente al mondo intero.

    Toto-sorteggio? No, subito Serena, no per cortesia!
    Ci provo: Camila pesca una testa di serie, la batte, prosegue a giocare bene, arriva agli ottavi e batte un’altra testa di serie, poi, dai quarti, infila tre incontri straordinari e vince il torneo senza cedere un set. Vi va bene così? 😀
    Scherzi a parte… Ripeto: meriterebbe un sorteggio “normale”. Speriamo lo abbia.

  27. by Tommaso

    Ragazzi, calma… Io personalmente mi ritengo un tifoso di Camila, non un “azionista”. Investo tempo (quando ce l’ho) ed emozioni in lei, non soldi, e perciò non è che mi senta tradito o offeso dalla mancanza di comunicazione. Che poi, voglio dire, ormai lo sappiamo tutti come funziona il mondo Giorgi… è come se si dicesse “sì, Francesca mi piace ma preferirei che fosse mancina”. Amico mio: Francesca non è mancina, quindi o te la prendi così o lasci stare. E poi non è che altrove fiocchino le interviste o le foto o i video degli allenamenti di Camila, cara grazia che ogni tanto Alberto e Matteo alzino il telefono per sentire Sergio o Camila o vadano sui campi per vederla giocare.

    Detto questo, giochiamo al toto-sorteggio? Io dico Serena, per vedere Camila sul centrale…

  28. by t.o.

    @big la cosa che scrivi fa pensare. Non c’è popolo al mondo meno informato di noi su quello che fa Camila (e questa è una situazione assolutamente inaccettabile….Capito Camila ????) Se Camila ha già previsto una pausa dopo Wimbledon di oltre un mese (a meno che non entri in finale) significa che Wimbledon si fa per i soldi ma già si sa che la spalla non è guarita e avrà bisogno ancora di tempo per tornare a posto. Poche uscite, poche spese di albergo. solo GS che hanno Dollari assicurati e alla salute si penserà quando c’è tempo. Se è così non c’è niente di male. Ognuno conosce i suoi problemi. Che non si racconti in pubblico ha anche la sua logica…..che non si crei allarmismo….e se dobbiamo noi (gli unici che difendono Camila e Sergio quasi oltre i limiti della logica) fare la figura degli “utili idioti” lo facciamo volentieri…..ma dateci almeno un tempo limite. Camila vincerà o perderà a prescindere dal fatto che io Teus, Effemme, stefano, Big, ecc. ecc. canteremo o meno le sue lodi. Vaiiiiiii Camilaaaaaaa.
    Ma tu , Sergio, ti senti davvero di aver fatto una cosa davvero corretta? Noi possiamo anche essere la “carne da cannone” che ogni stratega ha usato per condurre le sue guerre. L’importante è saperlo. Io scrivo ciò che penso perchè lo penso. Se già si sa che Camila non è a posto si abbia il coraggio e la dignità di dirlo. Non voglio continuare ad arrampicarmi sugli specchi per giustificare condotte comunicative “strampalate”. Seguirò Camila con l’affetto che merita: Non seguirò più le “bizantine” gestioni di una comunicazione da “torneo dei circoli”.

  29. biglebowski by biglebowski

    ben trovati!

    il sorteggio del main draw di wimbledon è previsto domani, venerdì 21, alle ore 11

  30. TEUS by TEUS

    Sì, Tommaso, non è nemmeno mia intenzione continuare a parlare di Nadal qui. Comunque troppa differenza a livello assoluto tra lui e Pennetta per provare in qualche modo a metterli a confronto.

    biglebowski, già in condizioni normali la programmazione di Giorgi è un bel punto interrogativo, figuriamoci ora che ha questo problema alla spalla che la condiziona da tanto tempo.

  31. biglebowski by biglebowski

    intanto in nessuna entry list da qui al 28 luglio, risulta iscritta camila.
    in alcuni tornei non ha la classifica (carlsbaad e stanford) , ma in tutti gli altri 6 sarebbe entrata nel main draw.

  32. by Tommaso

    @TEUS, per chiudere qui la quesitone Nadal che non voglio discutere qui, lo usavo solo come termine di paragone con la Pennetta parlando di mesi e mesi di stop: diciamo che non credo a un infortunio tanto grave da star fermo sette mesi, allora. Mettiamola così, mi sa un po’ di “piangina”, come si dice dalle mie parti. Questione chiusa, per quanto mi riguarda. Venerdì è dietro l’angolo… sorteggi…

  33. by cristian

    Intanto nelle quali di Wimbledon, avanzano Burnett , Dentoni e Camerin ! brave! Forza Nastassja!

  34. TEUS by TEUS

    Tommaso, nonostante il gioco di Nadal non mi entusiasmi, lo ritengo mentalmente uno fra i più grandi giocatori della storia del tennis (tatticamente prende sempre la decisione corretta e sa approfittare come nessun altro dei passaggi a vuoto dell’avversario anche se, come capita con giocatori tipo Djokovic, si verificano per pochi minuti nell’arco di incontri lunghi ore e ore). Col suo tipo di gioco le articolazioni basse sono molto sollecitate e quindi avrebbe potuto decidere di prendersi uno stop anche più lungo del necessario per fare in modo di allungare la propria carriera ad altissimi livelli (è un vincente nato e il suo unico scopo è sempre stato quello di aggiudicarsi più slam possibili).
    Raramente ho visto sul campo un fighter come lo spagnolo. Quindi, se non è proprio un alieno, poco ci manca. Già da quando era giovanissimo si erano intraviste tutte queste qualità comunque.
    Tra l’altro, contrariamente a quelo che pensano i più, dispone anche di un’ottima sensibilità di palla e infatti a rete sa starci e anche bene. Poi, certo, spesso ha alcuni atteggiamenti (vedi quando si prepara a servire) e un modo di (mal)trattare la palla che non suscita molte simpatie. Però la straordianria qualità del giocatore è indiscutibile secondo me. Mai visto sinceramente un altro così valido nel girare le sorti dello scambio. In definitiva sembra solo un difensore ma ha doti di attacco davvero importanti.
    Per quanto rigurda il doping, dato che la mia domanda verteva su quello, ritengo poco corretto e di cattivo gusto fare illazioni senza avere prove. Questa è semplicemente la mia opinione e non vado certo a bacchettare chi la pensa diversamente. L’ho solo esposta, niente più.

  35. by Tommaso

    TEUS, penso che, a memoria, non mi tornano in mente sportivi rientrati da un stop tanto lungo e così dominanti in breve tempo. La Vezzali tornava dal parto e vinceva, ma non era uno stop “traumatico”. Se Nadal ha (avuto) davvero la sindrome di Hoffa e, dopo 7 mesi, arriva in finale in tutti i tornei che disputa… o è un alieno, o non aveva un infortunio tanto grve (ma allora perché uno stop tanto lungo?).

  36. Pax by Pax

    Visto anche io il match di Flavia. Gia’ con Bartoli aveva un H2H (secondo me) inspiegabilmente negativo, ma mi sembra davvero l’ombra di se stessa adesso. Tutto (colpi, gambe, testa) le funziona la meta’ rispetto a come le funzionava un paio di anni fa. Ci sta che colpi e preparazione fisica ancora non siano al meglio, ma mi sembra completamente offuscata anche dal punto di vista tattico. Mi spiace dirlo, ma non credo che il suo sara’ un rientro di successo. E che rammarico aver mancato quell’occasione di andare in semifinale all’US Open due anni fa…avrebbe trovato Stosur (da cui non ha mai perso) e poi una Serena piuttosto appannata in finale. Quell’autobus e’ passato una sola volta nella sua carriera, e davvero non avrebbe dovuto mancarlo.

  37. TEUS by TEUS

    Anche tu, Tommaso, pensi per caso che Nadal sia dopato?

  38. by Tommaso

    Dubito che flavia tornerà ad altissimi livelli. Un po’ l’età, un po’ le motivazioni, è difficile rientrare da un infortunio del genere. Se poi non stai al 100%, anche la paura e la testa ti abbassano ancora di più il livello di gioco. Dopo 7 mesi di stop giusto Nadal può tornare e arrivare sempre in finale e vincere quello che c’è da vincere… … … (…!!!)

  39. by effeemme

    nuova brutta tegola caduta sul tennis italiano!
    il terzo miglior torneo nostrano viene cancellato!
    trattasi dell ‘Itf 100 K di Biella.
    io che vivo in Piemonte un po’ me l’ aspettavo, visto che non si avevano piu’ notizie certe…
    un torneo che ha sempre visto nomi di un certo rilievo fra le partecipanti delle scorse edizioni!
    la ragione a detta di molti, sembra sia l’ aspetto economico.
    ma a me che vivo da queste parti, ma cosa non mi convince perchè…
    c’ è un aspetto che ho sempre trovato NEGATIVO per le scelte sportive dei nostri giovani in Piemonte…
    è un mostro che mangia tutto e spesso lascia una scia di avanzi dei suoi pasti quotidiani, costituiti prevalentemente da giovani piu’ o meno ambiziosi e genitori piu’ o meno montati di testa!
    quel mostro si chiama CALCIO!!
    nella cultura dello sport LOCALE inteso come regionale da noi,
    non c’è scampo a questo destino.
    io stesso prima di intrapprendere la strada semi professionistica del rugby (che sopravvive solo grazie al contributo di tantissimi volontari), sono stato tentato anni fa dal calcio.
    ero bravino, diciamo cosi’ a giocare in porta e le squadre giovanili per me avrebbero fatto carte false, perchè di giovani portieri non se ne trovano mai facilmente…
    ho visto per un po’ l’ ambiente e ho deciso di lasciar perdere, perchè è assolutamente MARCIO!!
    in quell’ ambiente sopratutto genitori malati, si fanno strada con ogni mezzo.
    anche quelli meno leciti.
    perchè da noi, il sogno di entrare in una squadra come il Toro o meglio ancora come la Juve, non è un sogno qualsiasi fra i giovani…
    è una vera ossessione!!
    e allora la conseguenza logica qual’ è:
    in territori in cui il calcio fagogita tutto come una belva affamata,
    soldi, sponsor ma anche risorse umane, vengono progressivamente a mancare ad altre discipline sportive e ben piu’ nobili!
    tutto questo, ovviamente è ampliato da una crisi economica, che vede sicuramente il Piemonte industrializzato, molto molto in affanno.
    ma la scrisi economica è solo un aspetto marginale, alla scelta finale di chiudere le porte ad uno dei migliori tornei tennistici d’ Italia!!

  40. TEUS by TEUS

    Ho fatto semplicemente una considerazione generale su Pennetta in base a ciò che ho notato da quando è ritornata in campo. Riguardo al match con Bartoli non mi esprimo perché non l’ho visto.
    Comunque, lucidità mentale e condizione fisica, sono correlate. Se ti manca la freschezza atletica, anche i riflessi e la capacità di ragionare in un lasso di tempo molto ridotto vengono meno. A quel punto poi puoi sbagliare anche colpi apparantemente elementari.

  41. by effeemme

    la forma fisica non è la causa di questa sconfitta…
    mi sembra questa motivazione una specie di disco rigato che si inceppa e riparte da solo…
    ieri il match non è durato molto… anzi!
    si, è vero che ha rinunciato a rincorrere qualche palla di troppo.
    ma sono quelle palle che di solito se le rincorri con buon dispendio energetico,
    spesso le ributti dall’ altra parte, sempre se ti riesce, in modo che con uno smash fulmineo l’ avversario te la scaglia dandoti possibilita’ zero di recupero!!
    ieri è mancata essenzialmente la lucidita’ mentale che le permettesse di rispondere angolato, facendo muovere decentemente l’ avversaria.
    troppo spesso Marion è andata a nozze su risposte centrali e sterili da parte della nostra!
    e poi le volte che ha avuto possibilita’ di chiudere anche a pochi metri dalla rete, ha spesso commesso errori che non le si addicono affatto…
    vero che la Bartoli ha giocato uno dei suoi ultimi migliori match!
    ma questo poi sull’ erba non dovrebbe destare sorprese…
    nei primi games, Flavia si è trovata a suo agio, perchè la francese sbagliava molto sopratutto in battuta.
    una media di prime intorno al 40/45% sono manna per il tuo avversario.
    a meta’ primo set ha sistemato il problema migliorando e portando a buoni livelli il servizio e per Flavia non c’è stato scampo!
    è la testa che non va!
    Flavia, oltre a tornare competitiva con il braccio, lo deve fare anche a livello mentale.
    hai pochi millesimi di secondo per ragionare prima di ogni risposta.
    sono quei pochi millesimi che devi riuscire a sfruttare!
    se non lo fai, tenti solo di ributtare la palla di la e questo in certe situazioni non te lo puoi permettere perchè non basta…

  42. TEUS by TEUS

    Pennetta sta provando a rientrare da un infortunio piuttosto serio. Il vero problema ora non è tanto il polso in sé ma riuscire a trovare una condizione fisica che le permetta di giocare a buoni livelli con continuità. A 31 anni suonati non sarà per niente semplice purtroppo e infatti, più si allunga il match, più lei va in sofferenza.

  43. by effeemme

    ho seguito il match di Flavia (purtroppo)…
    c’ è poco da dire!
    dopo un inizio promettente da parte di Flavia, che brekkava Marion al 5° gioco, le speranze si spengono lentamente come una candela consumata.
    purtroppo il risultato finale rispetta fedelmente i valori espressi in campo da entrambe le tenniste.
    Bartoli ha avuto il merito di regalare davvero pochissimo, non facendo mai calare il suo livello di gioco nel durante del match, se non per brevissimi tratti.
    palla quasi sempre profonda e ben angolata…
    Flavia dal canto suo, ha cercato di contrastare Marion, cercando quando possibile di guadagnare metri nel campo.
    ma le sue risposte, spesso troppo centrali, non sortivano l’ effetto sperato.
    sicuramente dopo le ultime prestazioni opache, la francese ritorna a livelli di gioco piu’ consoni a quella che è la sua classifica,
    ai danni purtroppo di una Flavia che, gia’ da poco con i piedi in un nuovo torneo e gia’ subito fuori…
    da segnalare un paio di circostanze in cui non è stato dato punto alla nostra, ma non sono assolutamente influenti per il risultato finale…
    per ora da questo vicolo cieco non se ne vede l’ uscita!
    aspettiamo Wimbledon sperando in un sorteggio alla sua portata…

  44. theseus by theseus

    top ten forse un giorno… volevo dire top 100.

  45. theseus by theseus

    scusate… a parte tutto il dibattito/cazzeggio riguardate altre tenniste (che almeno giocano) e le solite scaramucce interne appena risolte… qualcuno e’ in grado di dirci dove sia e cosa stia facendo camila in questo momento? e’ ancora in UK? si sta allenando? sta bene? ma e’ possibile che passino intere settimane senza che si sappia nulla di una giocatrice top ten, che ha tanto di sito ufficiale??? nell’era internet & social network, in cui la comunicazione ormai viaggia in tempo in tutti gli ambiti, tutto questo mi sembra surreale…

  46. by effeemme

    questa è talmente rara, che vale la pena segnalarla:
    oggi si giocano le qualificazioni ad Eastbourne le due sorelle gemelle Pliskova!
    una contro l’ altra!!!
    direte, si sono gia’ incontrate altre volte…
    certo, ma sempre in tornei di basso montepremi, piu’ che altro per viaggiare insieme e risparmiare.
    l’ ultimo loro incontro risale al gennaio del 2012.
    era in quel di Grenoble in un 25K…
    ora che sono quasi entrambe in top 100, intrapprendono giustamente la strada di tornei ben piu’ quotati e dunque un tal evento diventa molto piu’ curioso, quando accade come oggi…
    non ricordo a memoria, l’ ultima volta che si siano incontrate due sorelle GEMELLE in un torneo international o in un premier…
    penso sia un evento molto raro… se non addirittura UNICO!

  47. by effeemme

    grazie t.o.
    il tuo è senz’ altro un modo diverso e piu’ paternale di dissentire.
    lo terro’ a mente e chiudo qui la “polemica”, in attesa di vedere Flavia in campo…
    ciao.

  48. by t.o.

    @effeemme Forse non sai che “polemica” era (e forse ancora è) un esame universitario. Se la “retorica” è l’arte del parlar bene, “polemica” è l’arte di confutare le tesi del tuo “avversario”. Quando noi “disputiamo” sull’interpretazione di alcuni dati “oggettivi” facciamo “polemica”. Come può essere “oggettivo” un fatto che due persone possono interpretare in modo diverso? Eppure il dato è “oggettivo” (o almeno sembra tale).
    “se Camila avesse il servizio di Donna… perderebbe il 70-80% di match in meno!” Potrei giustificare questa frase in molti modi. E tutti logici. Donna pur non avendo un servizio vincente ha comunque un servizio “pesante” che non consente una facile risposta vincente. Donna fa pochi DF. Camila col suo servizio non perderebbe il controllo del gioco ma pagherebbe meno la sua fallosità. C’è qualcuno che addirittura dice che Camila perderebbe di meno col servizio di Sara…figurati con quello di Donna.
    Secondo tuo dato è il numero di servizi persi….a parte che uno su quattro non è male, ma chi dice che il servizio perso dipenda dal servizio. Uno può servire da dio, seguire a rete, e sbagliare tutte le volee.
    I numeri, le statistiche, i coefficienti, sono nulla se non sono accompagnati da valutazioni che spiegano perchè confronto quei due numeri, perchè quella velocità di palla, senza un conseguente angolo o effetto è più o meno vincente. Questo significava il mio “rompi le palle”. Insistere per ore dicendo che 3 è più grande di 2 è inutile se prima non mi dici se quel 3 o 2 viene o no elevato alla meno 6.
    Impara ad argomentare di più le tue tesi, cerca l’errore nell’algoritmo del tuo avversario, cerca di capire perchè il tuo “avversario” continua a difendere la sua tesi (se non è in malafede un motivo ci sarà), Poniti nel Punto di vista del tuo avversario (dico “nel” punto di vista, perchè è quasi uno spazio fisico. Da cui le cose si vedono da un’altra prospettiva). Picasso e Braque (i padri del cubismo) si mettevano di fronte alla stessa bottiglia e la dipingevano. Uscivano fuori due quadri totalmente diversi. Eppure la bottiglia era la stessa…

  49. by effeemme

    t.o.:

    senza andare a infastidire di nuovo Teus, è mio dovere replicarti e poi la chiudo!

    “Non leggere mai le parole per quello che sembrano. Leggile sempre uscite dalla bocca o dalla penna di chi le scrive”….
    certo!!

    ma se un tizio qualsiasi scrive:
    “se Camila avesse il servizio di Donna… perderebbe il 70-80% di match in meno!”
    e se un giornalista qualsiasi esalta le qualita’ al servizio di questa ragazza ( ma poi è solo un giornalista)…
    e io prendo in mano i numeri che pubblica la WTA per dire che questa ragazza piazza in campo in media il 58% di prime e cede all’ avversaria, sulla sua superficie preferita 1 turno di battuta su 4…
    se lo avessi fatto presente a “mio padre”, che usa quotidianamente le statistiche della Wta( uso la figura paterna perchè da li il “non rompere le pa…” puo’ essere anche costruttivo oltre che frequente) ,
    prima di vederlo “sbottare” dicendomi ” e basta non rompere”, mi aspetterei due parole di replica (dopo una piccola verifica), un sou parere… se quello che dico è vero o falso.
    NON LO HAI FATTO, perchè forse dare ragione a un “ragazzo” è scomodo…
    sai, a me non piace insistere come qualcuno sostiene. anche se sono testardo su principi inopinabili come le statistiche di vario genere.
    ma non mi piace neanche passarre per fesso!

  50. by Andrea

    Non offendo la Errani
    Ho gia scritto giorni fa che non sono la tersona cui hai gia fatto riferimento una volta caro signor Cristian. Se ci arrivi ho un nome molto comune e non amo ripetermi.
    Memorizzato per la seconda volta???
    Coso e’ uma parola che comunemente ti scappa nei momenti che ti sfugge un nome.
    In meridione e’ usata abitualmente a questo scopo senza volerci mettere necessariamente dentro un’ offesa….
    Certo che da come hanno trattato il ragazzo, che io npn offendo… Anzi il contrario….
    Qua pare ci sia il club tutti contro qualcuno….
    I geztori dovreddero invitare ad un maggior rispetto verso le opinioni altrui
    Andando a dannare chi da del troll solo perche’ non la pensa uguale.
    Ripeto,
    Il ragazzo ha fatto valere le sue ragioni con numeri e una frase richiamata al momento opportuno, che altri hanno mal tollerato come chi viene scoperto di colpo nell’ armadio e non sa piu’ dove attaccarsi se non all’ offesa….
    Mettila come vuoi, ll’ intervento di Nicola dice quanto possono essere piccoli cefti che credono di essere grossi…
    Pure tu sei uno di loro?????

  51. by cristian

    Mamma mia che ansia sto Andrea, ma è quello che insultava la Errani anche quando si era fermata per problemi respiratori ? tacciandola per barona ? non preoccupandosi minimamente di come potesse stare Sara? a prescindere da antipatie o simpatie, il rispetto per le persone è la prima regola,

    ” io non chiamo “il ragazzo” per offenderlo” .. no tu offendi quasi tutti a prescindere
    “all’altro coso” riferito ad un utente, questo si che è un esempio di come ci si relaziona con gli altri.

  52. by Andrea

    All’ altro coso che non mi ricordo che discute da ieri di sta cosa di croata….
    Il ragazzo riporta numeri oggettivi sul suo servizio.
    Io ci arrivo perche ‘ mi costa niente arrivarci.
    Tu non ci arrivi perche’ ti devi arrampicare sugli specchi!
    Pure a te ti dico ” capisci a me” come si dice dalle mie parti… e buonanotte!

  53. by Andrea

    E come se non bastasse le uniche notizie interessanti per domani, arrivano dal ragazzo…
    Dagli altri insegnanti solo discorsi a gara su chi la scrive piu’ cervellotica o chi entra tanto per…
    T.o.
    Visto che mi degni della tua attenzione ti dico:
    Io non chiamo il ragazzo come tale, per offenderlo!
    Lo chiamo come fa uno di un’ eta’ che ammira il coraggio di un giovane impavido.
    Se schiaccio una mosca con un piede non lo faccio perche’ sono io grosso e lei minuta…
    A Napoli si dice ” capisci a me”!!!!
    Buonanotte.

  54. by t.o.

    @Nicola @Andrea Sono abituato a discutere con tutti e mi rivolgo sempre a chi devo rivolgermi. Ma vi sembra meno paternalistico difendere nel “metodo” uno che solo voi chiamate “ragazzino”. Io con effeemme ci discuto sempre a viso aperto. e come tutti noi ha l’eta di quello che scrive. Non ha bisogno di “cavalieri bianchi” che cercano solo luoghi e occasioni per “menar le mani”. Se volete parlare di tennis, parlatene, se volete parlare solo di come noi parliamo tra noi di tennis o di altro basta saperlo…..buonanotte

  55. by t.o.

    @effeemme “Non leggere mai le parole per quello che sembrano. Leggile sempre uscite dalla bocca o dalla penna di chi le scrive”.
    buonanotte

  56. by effeemme

    sai t.o.:
    ho solo letto ora il tuo intervento…
    devo dire che fra tutti è quello che piu’ mi ferisce.
    non per il contenuto ( lo avesse scritto chiunque me ne fregherei),
    ma per il fatto di aver avuto sempre grande stima nei tuoi confronti…
    e so che tu lo sai…
    davvero ci sono rimasto male.

    buonanotte.

  57. by effeemme

    Oop Eastbourne di domani:
    Pennetta a partire dalle ore 11.
    seguono Fognini e poi Seppi tutti sullo stesso campo 1.

    ringrazio il signor Nicola e Andrea…

  58. by t.o.

    @stefano. scusa….non volevo ripubblicare il tuo scritto….me lo ero attaccato alla risposta per poter rileggere veloce….poi ho dimenticato di Cancellarlo…..

  59. by t.o.

    t.o., ho capito ciò che intendi dire, ma (e questo è un dato oggettivo) converrai con me che tra le due strategie (quella “alla Sara” e quella “alla Camila”), una delle due ha avuto molto più successo dell’altra, e di questo dobbiamo riconoscere (giustamente) i meriti.
    Qui non stiamo scommettendo su un evento meteo, qui (e qui prendo le parti delle giocatrici) stiamo decidendo di una carriera, di come realizzare i nostri sogni.
    Ognuna di loro deve conoscere alla perfezione i propri punti deboli e le proprie virtù, ed in base a queste deve effettuare una programmazione ad hoc.
    Chi ci riesce, può anche averci preso per “puro culo”, ma se la cosa si ripete per 2 o 3 anni di fila, forse, è perchè è stato più bravo/a di altri/e, nel programmarsi la stagione (e questo andrebbe giustamente riconosciuto).
    Io non ho né le competenze né l’arroganza per dare un voto a Sara o a Camila sulla loro programmazione, ma rimane comunque lapalissiano che ad una è andata di lusso (pure con la grossa “cambiale” del RG in scadenza), mentre per l’altra … vedremo.
    Se andiamo a rileggere i nostri post più datati (di alcuni mesi), noteremo come buona parte di noi si sia dato delle scadenze ben precise prima di esprimere dei giudizi sulla stagione (e più in generale sui progressi) di Camila.
    Ebbene, di mese in mese queste scadenze sono state progressivamente ritardate … sempre più, fin tanto che ora arriverà la famosa “cambialona” di Wimbledon, che, comunque vada, porterà ad una svolta per Camila:
    se si riconferma, sarà forse la volta buona per vederla decollare in classifica (infortuni alla spalla permettendo), mentre se dovesse uscire al primo turno … tornerà forse agli ITF, dove un piccolo scossone (se non altro emotivo) penso arriverà.
    Come ho già scritto più volte, vedremo, ma ho come la sensazione che prima o poi un’idea precisa su come evolverà la carriera di Camila dovremmo farcela anche noi, senza continuamente rimandare il tempo per le conclusioni.
    Temo che non dovremmo aspettare i 30 anni di Camila per capirlo …

    @Stefano Ti rispondo in modo molto tecnico. In totale assenza di coinvolgimenti emotivi. Quello che Eduard De bono definirebbe “col Cappello Bianco”

    Per valutare il successo di una strategia bisognerebbe conoscere la “Mission”. L’obiettivo.
    Tu pensi che la Strategia di Sara fosse volta a scalare la classifica o a mantenere col minor sforzo la posizione?
    Tu pensi che la strategia di Camila volgesse a mantenere la 93° posizione?

    Pensi che la domanda da farsi sia: Sono due strategie diverse? In cosa divergono?
    Sara ai suoi tempi avrebbe detto (per carità non personalizzare, dico Sara per dire “La strategia che abbiamo noi intitolato a sara”): mantengo la 90° poiche è quanto mi basta per partecipare a tutti gli Slam, meno rischio più è facile mantenere. e’ chiaro che limito la possibilità di exploit a pochi tornei.
    Camila potrebbe aver detto: Non ho punti da perdere fino all’anno nuovo. Tento tutte le “lotterie” se estraggo un altro “filotto” chiudo con lo sponsor……i punti…..per ora mi bastano i miei…..

    Sono due atteggiamenti legittimi? se prima non chiariamo questo che significa dire La strategia di Sara ha avuto più successo. Se il suo obiettivo fosse stato quello di scalare la classifica WTA all’ora lo ha centrato dopo 5 anni che ci prova. sono 5 anni che Sara staziona tra la 30°e la 50°. Solo l’anno scorso ha sentito il bisogno del salto di classifica? Non credo. lei ha continuato scegliendo i suoi tornei “sicuri” Tra un Premier e un 220K su terra la scelta era scontata. Non è una strategia per “scalare”. Se capita di scalare avverrà per caso durante un GS. Così è accaduto. Non c’è nulla di strategia. e’ solo tattica. Faccio campionato di contenimento, Primo obiettivo è la salvezza, solo dopo raggiunta possiamo rischiare qualche partita per tentare l’aggancio alle coppe europee. Quante volte hai inteso queste parole nel calcio. Considera che nel volley si arriva a perdere alcune partite apposta pur di non rischiare di essere promossi nella categoria superiore (dove aumentano esponenzialmente i costi ma non sempre i ricavi)

    Rispetto alle valutazioni o le aspirazioni.
    Io avevo dato come obiettivo la TdS per Wimbledon 2013.
    A Camila dal dopo Pechino aveva ancora possibilità di fare punti pesanti (a Osaka ha perso male)
    le ne bastavano 600. Senza la spalla avrebbe dovuto fare almeno 300 punti tra ITF e tour Australiano.
    Perchè non avrebbe potuto. erano tre mesi che batteva tutte (dico tutte) le tenniste under 70°
    Prevedere la vittoria in tutti i primi turni australiani perchè andrebbe considerato un azzardo?
    con il rientro a marzo, e gli ulteriori stop and go io sposto tutto al dopo Wimbledon. L’importante è la spalla. Il gioco di questi ultimi mesi mi soddisfa molto. Sono convinto che con una Camila al 100% il suo gioco migliorerà in modo esponenziale. Il gioco di camila ha un grande limite. Non da il meglio se non sei davvero a posto. Ma se sei a posto non ti puoi precludere alcun risultato.

  60. by Andrea

    Sono solidale nei confronti del ragazzo e approvo totalmente l’ intervento di Nicola!
    Qua troppi professori e forse un unico scolaro da punire!
    Semplicemente ridicolo…

  61. TEUS by TEUS

    E meno male che ho chiuso la parentesi appena prima dell’intervento di Nicola (?). Meglio davvero.

    Ho la sensazione, non so dovuta a cosa di preciso ma c’è, che la “bimba” si presenterà a Londra in ottime condizioni di salute. Mentre lo dico spero vivamente di non entrare a far parte della schiera di quelli che… “le ultime parole famose”, ma correrò il rischio.
    Aspetto solo il sorteggio augurandomi che per UNA volta…

  62. by Nicola

    personalmente resto basito leggendo con quanta facilita’ si vada a dare del TROLL ad un utente,
    per il solo fatto di manifestare una propria opinione, con piu’ o meno convinzione…
    ignorando forse il vero significato di questo vocabolo di origini nordiche, ripreso a cuor leggero,
    sempre piu’ spesso adattandolo ad un uso totalmente distorsivo del significato originale…
    a parte il fatto che questo è un blog DEDICATO e che immagino che ciascuno scriva qui per un unico scopo,
    ossia quello di sostenere la tennista che ne è titolare… e fra SIMILI certi atteggiamenti non dovrebbero esistere, se non nel mondo prettamente “animale”;
    permettetemi di dire che state trattando questo ragazzo, un po’ come un commentatore da serie b, prostato ai piedi di altri talvolta di grado e rango ben piu’ elevato al solo scopo di umiliarlo mettendolo alla berlina perchè evidentemente di esperienza inferiore…
    non state offrendo davvero uno spettacolo edificante, agli occhi di chi come me passa di qua di tanto in tanto…
    inviterei ad un minimo di riflessione…

  63. TEUS by TEUS

    effeemme, aprirò una piccola parentesi: si può trolleggiare anche adoperando un solo nick (leggi per bene già che hai il Treccani per le mani). Sei tu che fai riferimento, ed è un’altra cosa, al fatto di avere fake (sarà un caso? Non lo so e francamente non mi interessa). Detto ciò il tuo comportamento in alcuni tuoi ultimi post è da troll perché fai del sarcasmo gratuito nei confronti di un utente che ti ha sempre risposto educatamente.
    Quando lo ritengo opportuno (raramente per fortuna), te lo posso anche far notare. Civilmente però. La meschinità è anch’essa altra cosa per la precisione.
    Qui c’è qualcuno che adopera un po’ del suo tempo per provare a essere utile a una giovane tennista che, se saprà completarsi nella giusta maniera, potrà darci tante ma tante soddisfazioni nell’arco della sua carriera. C’è qualcuno con la pretesa di essere serio in pratica. Chiusa parentesi.

  64. by t.o.

    @effemme Io so che significa la parola troll, e non ha nulla a che vedere con il doppio nick. Credo di saper leggere anche ciò che non si può scrivere (se non usando faccine su faccine). Se tu pensi che Teus possa scrivere qualcosa di “meschino” significa che non ti basteranno 300 treccani per imparare a leggere. Non leggere mai le parole per quello che sembrano. Leggile sempre uscite dalla bocca o dalla penna di chi le scrive.
    Per il resto (ma anche questo è un consiglio che puoi non seguire) insistere su una “parola” sempre su quella, come se fosse ll Talmud, forse non è trolleggiare ma rompe un po le palle. Varia, cambia tema, cambia stile……vuoi o non vuoi diventare un “polemista professionista” … (prima di offenderti per “polemista” controlla però se non la treccani almeno Wikipedia)

  65. by Stefano

    Effeemme, se Teus ti ha risposto in quel modo, forse è perchè si è un po’ stufato di certi tuoi atteggiamenti, non trovi?
    Tu ti comporti in maniera un po’ diversa da come si comportano la maggior parte degli utenti qui: tu VUOI avere ragione a tutti i costi.
    Tu vuoi che ti venga riconosciuto che i tuoi “numeretti” sanciscono una verità assoluta, che deve essere presa come tale da tutti.
    Ebbene, io spesso ho scritto di essere d’accordo o meno con qualcuno, ma non mi sono mai messo a chiedere che mi dia ragione, pretendo solamente che rispetti la mia analisi ed il mio punto di vista, esattamente come io ho rispettato il suo.
    É così difficile da capire?
    Quando io dico che hai un atteggiamento “infantile” esprimo un giudizio personale, non ti sto né sfottendo né insultando: è semplicemente ciò che penso veramente in questo momento.
    Se tu mi dai dello “zio” (a parte che non so se tu ricordi la mia età …) però è chiaro che non stai esprimendo un pensiero, ma stai soltanto “sfottendo”.
    Se ti si dà del troll … è perchè certi tuoi atteggiamenti fanno pensare a ciò (oltre che alla tua passata vicenda personale).

    Per favore, e qui te lo chiedo per l’ultima volta, possiamo smetterla e passare ad altro?
    Io non ce l’ho assolutamente con te o con le tue idee, ma devi assolutamente modificare il tuo comportamenteo smettendola di chiedere che ti venga data ragione come se ti si fosse fatto un torto.
    Ho piacere di leggere le tue opinioni (come anche quelle degli altri), ma sempre opinioni rimangono …
    Come ho scritto qualche messagio fa, le cose oggettive su cui si può sentenziare il giusto o sbagliato sono ben altre, non certo queste.
    Adesso, sempre per favore, possiamo metterci una pietra su e continuare a parlare d’altro?

    Tanto per smorzare un po’ il tono del discorso, per chi desidera sapere come Donna abbia preso la sconfitta di oggi (dal suo Twitter):
    “Thanks for all of your support this week – many more finals to come 🙂 ”
    Come sarebbe bello se questo fosse anche il twitter della nostra Cami …

  66. by effeemme

    TRECCANI…
    prima che mi si dica che non so neanche scrivere…
    non me ne meraviglierei da certi professori…

  67. by effeemme

    Teus:

    il tuo post è di una meschinita’ tale, che non meriterebbe risposta.
    ma sono abbastanza intelligente da capire perfettamente a cosa alludi!
    io qua ho sbagliato UNA VOLTA ed ho chiesto scusa, spiegando il perchè lo avevo fatto.
    alla mia eta’ si puo’ sbagliare e chiedere scusa.
    alla tua eta’, che ignoro quale sia, non so se perseverare su certi argomenti sia normale o meno!

    ma ti voglio raccontare una storiella, che potrai facilmente verificare personalmente:
    sito Livetennis.
    data 8 giugno 2013.
    articolo dedicato a Serena Williams.
    vengo accusato da un mio omonimo di scrivere con piu’ di un nick (ore 00,17).
    segue un messaggio da parte dello staff di Live tennis (ore 8,02), dopo un intervento in mia difesa ( ore 7,41)…
    che recita testualmente:
    “Ciao ragazzi, teniamo a precisare che Effeemme scrive con un solo nick…..questo per correttezza.
    E che le persone che scrivono con i doppi nick vengono riprese da noi della redazione ed i messaggi non pubblicati….Un saluto ragazzi.”
    seguono altri messaggi di solidarieta’ nei miei confronti…
    è tutto documentato nell’ archivio di Livetennis alla data dell 8 giugno, articolo sulla vittoria al RG di Serena…
    qua sarebbe diverso???
    contatta i moderatori privatamente e vedi cosa ti rispondono.
    loro lo sanno, perchè chi gestisce un blog, ha i mezzi per appurare certe cose!

    fai pure e vediamo se dico il vero o se sto “trolleggiando”…

    grazie anche a zio Stefano,
    per il “troll” appena concessomi.
    forse il significato della parola TROLL, ti sfugge… caro zio Stefano!!
    enciclopedia TRECCALI pls!

  68. by Stefano

    t.o., ho capito ciò che intendi dire, ma (e questo è un dato oggettivo) converrai con me che tra le due strategie (quella “alla Sara” e quella “alla Camila”), una delle due ha avuto molto più successo dell’altra, e di questo dobbiamo riconoscere (giustamente) i meriti.
    Qui non stiamo scommettendo su un evento meteo, qui (e qui prendo le parti delle giocatrici) stiamo decidendo di una carriera, di come realizzare i nostri sogni.
    Ognuna di loro deve conoscere alla perfezione i propri punti deboli e le proprie virtù, ed in base a queste deve effettuare una programmazione ad hoc.
    Chi ci riesce, può anche averci preso per “puro culo”, ma se la cosa si ripete per 2 o 3 anni di fila, forse, è perchè è stato più bravo/a di altri/e, nel programmarsi la stagione (e questo andrebbe giustamente riconosciuto).
    Io non ho né le competenze né l’arroganza per dare un voto a Sara o a Camila sulla loro programmazione, ma rimane comunque lapalissiano che ad una è andata di lusso (pure con la grossa “cambiale” del RG in scadenza), mentre per l’altra … vedremo.
    Se andiamo a rileggere i nostri post più datati (di alcuni mesi), noteremo come buona parte di noi si sia dato delle scadenze ben precise prima di esprimere dei giudizi sulla stagione (e più in generale sui progressi) di Camila.
    Ebbene, di mese in mese queste scadenze sono state progressivamente ritardate … sempre più, fin tanto che ora arriverà la famosa “cambialona” di Wimbledon, che, comunque vada, porterà ad una svolta per Camila:
    se si riconferma, sarà forse la volta buona per vederla decollare in classifica (infortuni alla spalla permettendo), mentre se dovesse uscire al primo turno … tornerà forse agli ITF, dove un piccolo scossone (se non altro emotivo) penso arriverà.
    Come ho già scritto più volte, vedremo, ma ho come la sensazione che prima o poi un’idea precisa su come evolverà la carriera di Camila dovremmo farcela anche noi, senza continuamente rimandare il tempo per le conclusioni.
    Temo che non dovremmo aspettare i 30 anni di Camila per capirlo …

  69. by Stefano

    Visto che Effemme continua a dire che devo ammettere il mio “errore”, questa volta rispondo con parole non mie:
    http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2013/06/16/905220-vekic_ancora_donna_birmingham_hantuchova.shtml
    Questo è un articolo scritto da un giornalista del settore (dunque ben più autorevole di me).
    Per chi non ha voglia di leggersi tutto l’articolo, dico che tutto quello che bisogna sapere è riportato nel primo paragrafo dell’articolo, dove Riccardo parla di:
    “la voglia e l’arroganza sportiva sembrano di prima classe, IL SERVIZIO SA ESSERE VARIO E INCISIVO, il rovescio penetrante e naturale. Più carico e macchinoso, almeno su questi campi, il dritto, che la giovane considera il suo colpo migliore. Ma appunto c’è tempo: a neanche 17 anni pretendere la maturità sarebbe addirittura ingiusto.”
    Dice più o meno le stesse cose che ho scritto oggi io: parla di servizio incisivo (io l’ho deputato buono, anche se non potentissimo), e parla di un rovescio più penetrante e naturale, probabilmente migliore del dritto, cioè ha fatto più o meno le mie stesse osservazioni.
    Osservazioni che sono quasi all’opposto di quanto appena scritto da FM, che nel messaggio delle 15;45 parla di:
    “le manca totalmente il rovescio.

    e un servizio che puo’ sicuramente migliorare, ma non è ancora uno dei suoi punti di forza”.
    Mi fa piacere sapere che almeno c’è una persona (un giornalista specializzato) che sulla Vekic ha visto le stesse cose che ho visto io, anche se la “verità assoluta e dimostrata dai numeri” di Effeemme dice il contrario …
    E con questo chiudo per sempre questo discorso, anche perchè dare corda a chi dimostra degli atteggiamenti da troll … proprio non mi interessa.

  70. TEUS by TEUS

    effeemme, la finisci di trolleggiare per cortesia?

  71. by t.o.

    @Stefano Anche io passerei ad altro….ma l’altro mi riproporrà le stesse problematiche di base. Il metodo. Perciò per un attimo, e prendendo ad esempio la discussione in corso (non per ritornare sui fatti, ma per analizzare perchè i fatti sono diventati tali) mettiamo un po di puntini.
    Se io dico che non mi piace il gioco della Errani non posso essere smentito. Sfido chiunque di voi a farmelo piacere per forza. Se devo convincere anche voi a non farvelo piacere posso usare alcune tecniche di marketing….ma: 1° non penso esistano adatte a questo scopo, 2° Non le conosco, 3° non me ne frega nulla di fare “adepti”….se a Voi piace “godetevela”. A me non piace e non la guardo.
    Ma se mi chiedi perchè secondo me Sara è sottovalutata o sopravvalutata in classifica non ti risponderò “perchè non mi piace” ti risponderò con una serie di analisi comparate che diranno perchè è troppo sù o troppo giù. Portai contestare le mie comparazioni e il peso che do ad ogni singolo fattore. Ma non potrai mai contestarmi che il suo servizio medio viaggia a 75 Mph. Alla fine Sara smentirà tutte le mie previsioni diventando n°1.
    Ti sembrerà strano ma questo non cambierebbe nulla sulla validità delle mie previsioni.
    Se concorrono tutte le condizioni per piovere io dico “Pioverà”. Se poi non piove non è sbagliata la mia analisi. Evidentemente è avvenuto un fatto anomalo che ha ribaltato i miei calcoli. Dalla prossima volta quel fatto Anomalo verrà inserito tra le variabili possibili. Se si ripeterà più volte in condizioni simili diverrà uno dei parametri da considerare nelle prossime previsioni del tempo.
    Capisci perchè Einstein diceva: “se la realtà contraddice i tuoi calcoli…cambia la realtà” E’ evidente che quei calcoli devono essere giusti.
    Perciò se prendiamo l’abitudine di: capire che uno se dice “se accade questo poi accadrà quest’altro” non può essere accusato di aver sbagliato previsione se il “se” iniziale non si è verificato.
    La salute è un “se” a prescindere…..dovrebbe dare automaticamente una “sospensione di giudizio”.
    La scelta del rischio di una data operazione è demandata non all’analista ma al committente.
    Non sono io che ho scelto la direttissima. A me tocca solo evidenziare pro e contro di questa scelta.
    Dire oggi io “l’avevo detto” dicendo che era meglio la strada più prudente è una cazzata di metodo e di merito.
    Nessuno ti potrà mai smentire. E tu spaccerai per verità delle tue previsioni che allo stato hanno lo stesso valore delle mie. Camila ha perso con tutte le under 100 che ha incontrato da Wimbledon in poi. Con tutte. Nessuna esclusa. Dammi una valida ragione perchè una stagione di tornei pieni di Under 100 sarebbe stata più facile di una stagione piena di top 100. Ora tra me e te….anche io sono convinto che una stagione con qualche torneo più facile non sarebbe stata una cattiva idea. Ma voglio sapere su che cazzo di dato oggettivo uno basa la sua certezza che “una via di più basso livello” sarebbe stata migliore? Capisci che se non ci fosse una “correzione razionale” dei dati oggettivi il mio computer alla voce “under 100” mi mette il teschio con le tibie dei pirati. Ma la correzione razionale prevede che se dico “vittoria al 50%” per guaio fisico dell’avversaria, contesualmente devo prevedere un “sconfitta al 50%” per problemi di salute di Camila. Se metto un coefficiente “sfiga” sugli abbinamenti ai tornei, devo mettere anche un “coefficiente culo”. Se giudico ogni cosa tirandola di qua o di la (come la pelle dei coglioni) a secondo di quello che voglio dimostrare…..allora sono un buffone, o uno in malafede……..
    Se rileggi la mia analisi delle 14 e 50 alla luce di quello che ho appena scritto forse ti convincerai anche tu che non è tutta “merda” la stagione di Camila…..anzi…..Camila è una giocatrice che da sempre appena fa un salto di classifica tende ad iscriversi ai tornei dove è sempre l’ultima arrivata. Per questo motivo ci mette sempre un certo tempo ad ambientarsi. Sara ad ogni salto di classifica si è sempre iscritta ai tornei in cui poteva essere TdS. Questo le ha dato vittorie e punti. Ma il tempo di ambientamento è sempre stato più lungo. Sono due strategie diverse, di due tenniste diverse, con ambizioni e personalità diverse. Non c’è una strategia giusta e una sbagliata.
    Sono strategie. Tutte le strategie se sono coerenti e ben motivate sono giuste. Dipende da quanti “se” contengono e quanti di quei “se” si verificheranno. Possono dipendere da te o dagli altri. Se dipendono da te li puoi controllare un po meglio. se dipendono da altri li puoi controllare un po meno. Tanto più i “se” dipendono dagli altri tanto più la strategia è rischiosa. Normalmente al rischio è abbinato un maggiore guadagno

  72. by effeemme

    grazie Andrea…
    tanto la mitica frase
    “se Camila avesse il servizio di Donna… perderebbe il 70-80% di match in meno!” 😯
    non l’ ho mica scritta io!
    anche perchè penso che se Camila avesse il servizio della Vekic,
    non è che di partite ne vincerebbe poi tante di piu’…
    anzi… forse ne vincerebbe meno…
    ci rinuncio! 🙁

  73. by Andrea

    Io invece penso che INFANTILE e’ anche non ammettere i propri errori di valutazione…
    He he he…
    In questi giorni mi sono davvero divertito a leggere certe diattribe…
    Il ragazzino ha dato lezione ai filosofi…
    Hehehe…
    Buona prospettiva per Camila!

  74. by Stefano

    Effeemme, “infantile” è prendere un 6-1 per montarci sopra il fatto che la croata non sappia servire, dire che non se la cava sull’erba perchè nel sito della WTA non ci sono statistiche a riguardo (senza prima sincerarsi di tutto il resto).
    “Infantile” è prendere una singola parola slegata dal contesto in cui si trova per smontare un discorso in realtà ben più ampio.
    Mi fa piacere che uno riporti le proprie impressioni (anche se sono all’esatto opposto delle mie), ma che uno abbia la presunzione di “provare” una cosa in maniera ASSOLUTA fregandosene del fatto che basta cambiare partita o metodo di “confezionare” la statistica per ottenere il risultato opposto … anche questo mi sembra un atteggiamento un tantino … poco maturo.
    Non sto dicendo che la causa sia l’età (c’è stato un altro tizio che aveva la tua stessa presunzione pur non potendo certamente contare sulla “scusa” dell’età), ma dovresti imparare ad esprimere i tuoi giudizi come tali, senza per questo volere la “ragione”.
    La ragione uno ce l’ha se dice che la Giorgi è una donna mentre l’altro dice che è un uomo: questo è un fatto assoluto che può essere verificato con esattezza, e quindi si può decretare, senza ombra di dubbio, chi sta dicendo una cosa esatta e chi una stupidaggine.
    Ma se uno scrive che per me questa Donna è dotata di un buon servizio (vista anche l’età), dimmi tu come puoi stabilire il confine “numerico” che stabilisce quando una giocatrice ha un buon servizio e quando invece non ce l’ha.
    Ripeto, mai scritto che questa giocatrice è servizio-dipendente o che è quasi impossibile da brekkare, ma che sia una che serve già benino (sempre vista l’età) e che non butta via quasi mai il suo turno riempiendolo di doppi falli o erroracci vari … questo penso si possa asserire anche con una certa tranquillità.
    Hai capito ciò che intendo dire, oppure vuoi continuare ancora per altri 3 o 4 giorni a parlare sul servizio della Vekic?
    Te lo chiedo perchè io nel frattempo passerei ad altro …

  75. by effeemme

    zio Stefano 😉 :
    sono certo (e non ho voglia di andare a rileggere i tuoi post), che il tuo giudizio sul suo servizio era molto piu’ vicino all’ aggettivo “portentoso” che non al semplice “buono”…
    ma va bene ridimensionare… non c’è problema…
    basta solo pensarci sopra due volte magari,
    prima di dare dell’ “infantile” a chi poi ha dimostrato di aver avuto una buona impressione…
    sai, a torto o a ragione… certi termini sono “vagamente” offensivi… 😎
    ciao

  76. by Stefano

    Buon servizio Effeemme, non “portentoso” …
    anzi, ho scritto ben più di una volta che non è e non sarà mai Serena in battuta, ma che anche oggi, contro una decisamente in palla Hantuchova e nonostante il dolore alla schiena-spalla, ha comunque subìto soltanto un break in più della sua avversaria in tutta la partita.
    Direi che non è male per essere il servizio di una ragazza sedicenne “senza un particolare talento” e senza “tanta forza” …

  77. by Stefano

    t.o. capisco quello che vuoi dire, ed il tuo ragionamento è sicuramente corretto.
    Tuttavia è innegabile che molti dei nostri giudizi su Camila (e più in generale sul tennis giocato) siano spesso influenzati dalla psiche, e da simpatie-antipatie (verso un giocatore/giocatrice) nate a volte anche per caso.
    Riconosco che questo non è il tuo caso, ma riconosco pure che sono stati pochi quelli che, in quei momenti in cui tutto girava bene per Camila, sono rimasti con i piedi per terra e non si sono fatti influenzare dagli avvenimenti del momento, cercando di eliminare gli entusiasmi, e valutando la cosa con un minimo senso di distacco e di imparzialità.
    Quella persona (per la quale tu non provi la benchè minima simpatia, sentimento del tutto condivisibile) è però stata una delle poche ad andare contro corrente, e, in un certo senso, ad avere un minimo di equilibrio senza farsi prendere troppo la mano.
    Che questo sia dovuto unicamente al suo proprio atteggiamento (che tutti conosciamo), piuttosto che ad una seria ed attenta analisi oggettiva dei fatti (come in teoria dovrebbe essere), questo sta ad ognuno di noi stabilirlo.
    Io non sto valutando la correttezza della persona, sto semplicemente constatando che, in quel contesto, il suo “sparare a zero” è andato più vicino a quella che poi si è rivelata essere la realtà di quanto abbiano ipotizzato la maggior parte di noi.
    Che questo suo “prenderci” sia poi dovuto principalmente ad eventi imponderabili (leggisi infortunio alla spalla) e non a qualcos’altro (presunta mancanza di “vero” talento della giocatrice), questo nemmeno noi … nemmeno ora possiamo stabilirlo, poichè mai sapremo se senza quell’infortunio alla spalla Camila avrebbe fatto di più e quanto di più.
    Sono tutte ipotesi … come sempre, del resto …

  78. by effeemme

    beh…

    se un 50% è bastato a smontare storia del suo servizio portentoso, sostenuta per giorni e giorni…
    direi di potermi ritenere soddisfatto!
    ho ancora margini di miglioramento… 😆
    quanche volta anche un ‘impressione del mometo… 😎 puo’ essere quella giusta! 😉

    VAAMOOOSSS CAMILAAAAAA 😉
    SEI LA MIGLIORE DELL’ UNIVERSOOOOO 😉

  79. by t.o.

    @Stefano. Conteso una sola frase del tuo ragionamento……..”una data, fastidiosissima persona aveva previsto quasi tutto……” Come sai non ho alcuna stima per quella persona. Ma non per lui..(sai cosa mi frega)….per il ruolo che svolge. Persone come lui sono il mio “antagonista” tutti i giorni sul lavoro….perciò smetto di parlare di lui e ti spiego perchè quello che dici è per me sbagliato. Perchè per me è sbagliato l’atteggiamento di quelli di cui dici…”aveva ragione”.
    “Aveva ragione” è se uno dice alla Roulette “uscirà il 18” tu punti il 20 e esce il 18.
    Se dice “non so se uscirà il 20 su cui vuoi puntare” senza dirti quale sarà il numero ad uscire non può poi avere ragione all’uscita di uno qualunque dei rimanenti 36 numeri oltre il tuo 20. Troppo facile direbbe qualcuno…..
    Io sono chiamato per professione a fare “previsioni”. Ma non mi pagano per fare l’indovino. Mi pagano se faccio analisi che attraverso delle comparazioni appropriate portano a “previsioni” credibili. “Previsioni” su cui la società che mi ha incaricato investirà risorse economiche o umane. L’ottimismo o il pessimismo non influenza la previsione. La previsione è sempre neutra. L’ottimismo o il pessimismo è soltanto un coefficiente che deciderò la momento della quantificazione dell’investimento. Se ti do una scommessa a 2 è totalmente ininfluente per me se tu scommetti 1 euro o un milione di dollari. Io ti do la quotazione 2 indipendentemente da quanto tu scommetterai.
    Il tennis è lo sport meno “scientifico” che esiste. E’ lo sport dove i valori tecnici, atletici, ambientali, mentali incidono in modo diretto ed esponenziale. E’ lo sport dove una settimana “magica” o “fortunata” può condizionare un intero anno o addirittura un’intera carriera. Io ero tra quelli che dicevano che il posto naturale in classifica per Sara si colloca tra il 20° e il 40°. E che presto sarebbe tornata in quella posizione. Ho già “confessato” che nella mia valutazione (che confermo e sottoscrivo) non avevo calcolato che l’entrata nelle 8 avrebbe messo Sara in una condizione ideale (le TdS nobili in tutti i tornei) che una con il suo gioco avrebbe sfruttato come meglio non si può.
    Converrai che i primi turni di un GS sono più facili dei primi turni di un Premier 56. Hai molte più possibilità di incontrare la 110° o la 97° o un WC. In Premier bene che ti va trovi la 56° (e le qualifiche passano al MD le più in forma delle 50°/80° perciò beccare una qualificata non sempre conviene…ti può capitare la Vekic di turno) Nei GS le qualificate sono le più in forma del 110° 200°.(poi magari ti capita la Giorgi….ma è più raro) Eppure i primi turni dei GS pagano molti più punti. ATP paga molto meno i primi turni pur pagando uguale o quasi uguale W e F. Con un punteggio ATP Sara sarebbe molto penalizzata rispetto ad una Nadia o una NaLi che perdono più spesso ma vincono i tornei. Vedi quante sono le variabili oggettive di cui bisogna tener conto se si vuole dare un minimo di “scientificità” a queste “analisi da osteria” che andiamo facendo?
    Perchè mi arrabbio con quelli che fanno “il 13 del Lunedì”. Perchè loro non analizzano quello che accade. Loro ipotizzano quello che sarebbe avvenuto se…. Sapendo perfettamente che non avranno mai la “prova contraria” .Troppo comodo. Ricordo ancora la discussione sulla scelta di Seul. Camila uscì al primo turno…(tra l’altro estrasse la 21° e fece TB al secondo….neanche male…..) Tutti a dire che se avesse fatto l’altro torneo (non ricordo quale ma era più accessibile…) avrebbe sicuramente fatto meglio……Ma chi lo ha detto? Non è uscito il tuo numero….e io prendo tutti gli altri 36 numeri della roulette….troppo facile. Troppo facile dire che se Camila giocasse come Sara vincerebbe più partite. Ma che castroneria è questa. Come quando berlusconi disse che le Ferrari si vendono e le Fiat no, e visto che Ferrari appartiene a Fiat, basta chiamare la 500 “Ferrari 500” e il gioco è fatto.
    Io sono abituato a dare giudizi su ciò che è. Non su ciò che mi piacerebbe fosse. Ma purtroppo le mie previsioni vengono verificate poichè “prevedo” su ciò che avverrà. Chi prevede solo su ciò che non avverrà non sbaglia mai. E se per caso io “centro” la previsione può sempre dire che nella sua ipotesi sarebbe andata addirittura meglio.
    Io sono abituato (e voi tutti lo sapete) a scrivere le mie previsioni “prima” che l’evento avvenga. E a spiegare perchè prevedo una certa cosa piuttosto che un’altra. Ogni previsione si basa su una serie di “SE”. se i “SE” non si verificano (se Camila sta bene, se non estrae Serena al primo turno….ecc.) la previsione ha sempre meno possibilità di essere confermata. Non è mai una Previsione che si Avvera. E’ sempre una previsione che viene confermata. Rifletti bene su questo dettaglio…. Non è mai la previsione che fa il risultato. Il risultato esce a prescindere da quello che io prevedo. La previsione non anticipa mai il risultato. Mette solo in evidenza in anticipo quali sono le precondizioni che si devono avverare affinchè quel risultato arrivi. Se posso intervenire su queste
    precondizioni, posso influenzare il risultato. La salute è la precondizione primaria….senza quella tutto il resto cade. Troppo facile prendere tutti i rimanenti numeri della roulette….troppo facile dire “io lo avevo detto”….io purtroppo sono abituato a dire io “l’avevo scritto”. Vatti a vedere tutti i miei post prima di ogni partita….Io posso dire “io l’avevo scritto” Non credo che molti possano dire altrettanto…. ciao t.o

  80. by Stefano

    Mi sono accorto ora, rileggendo, di aver fatto diversi errori di battitura nei messaggi precedenti … comunque il senso si capisce lo stesso, non sto a correggerli tutti …

  81. by Stefano

    Teus, in casi come questo (visto quanto guadagnano di soli introiti pubblicitari e televisivi) dovrebbero essere l’ATP e la WTA a “donare” il “falco” a quei tornei importanti che non possono ancora permetterselo.
    Non capisco perchè nel 2013, con tutta le tecnologia di cui oggi disponiamo, certi sport debbano ancora risultare immuni a certi cambiamenti.
    Io dico che se i giocatori minacciassero la diserzione dai tornei, presto il falco lo metterebbero anche su terra battuta (vedi RG e Foro Italico).
    Con i montepremi l’anno fatto, ed infatti li hanno alzati, perchè non pretendere anche questo strumento di difesa dagli errori arbitrali?
    Sul cemento spesso e volentieri il “falco” corregge il giudice di sedia (a volte anche solo per 1 mm), sulla terra battuta rimane il segno, è vero, ma spesso nascono discussioni sul fatto che la polvere spostata possa o meno essere ricaduta vicino alla striscia indipendentemente dal solco lasciato.
    Sull’erba … beh, lì si può vedere la nuvoletta di gesso, ma se il giudice di sedia non la vede in tempo reale, poi come può fare un giocatore a fargli cambiare idea dicendogli che invece un po’ di riga l’ha presa?
    Soprattutto in Inghilterra, i giudici hanno l’abitudine di non cambiare mai il loro primo giudizio, anche se palesemente sbagliato (vedi quel famoso punto contestato da McEnroe nella finale con Borg … certo passato alla storia per le frasi colorite dell’americano, ma forse sarebbe meglio ricordare anche che … alla fine le immagini hanno confermato che aveva ragione John e torto l’arbitro).

  82. by Stefano

    Ho letto di sfuggita alcuni nuovi commenti: di nuovo devo scrivere per l’ennesima volta che sono completamente d’accordo sia con quanto scritto da t.o. che con Teus.
    Anzi, mi trovo anche un po’ d’accordo con Tommaso, quando dice che è innegabile quanto Camila negli ultimi tempi sia stata un po’ sfortunata nei sorteggi, in quanto le sono capitate spesso o giocatrici forti, oppure giovani emergenti che in quel periodo hanno giocato alla grande (vedi Vekic, Bouchard, Peng …).
    Questo, aldià del discorso “promessa” “nuovo talento” ecc.. ecc.. è comunque un dato di fatto.

    Con Effeemme sono d’accordo invece al 45-50%.
    Non ho mai scritto che la Vekic è una giocatrice tutto servizio o servizio-dipendente, ma che ha semplicemente un buon servizio, che paragonato a quello di Camila è, IN QUESTO MOMENTO, certamente superiore.
    Non sono d’accordo quando FM dice che la Vekic ha “un’ottima pesantezza di palla. colpi piatti e profondi”, secondo me invece la sua palla fa poco o pochissimo male alle avversarie, la sua arma migliore è e rimane la sua straordinaria solidità e la sua mentalità da vera fighter: oggi, contro una giocatrice come la Hantuchova, personalmente, mi aspettavo quasi che Donna pigliasse una mezza batosta … e invece così non è stato.
    Forse oggi non ha servito bene perchè aveva qualche fastidio alla schiena; comunque secondo me non erano errori dovuti ad una forzatura del colpo, ma più che altro alla mancanza di spinta delle gambe e ad errori di coordinazione (tutte cose che possono anche essere conseguenza delle non perfette condizioni fisiche).
    Sulla concentrazione e lucidità mentale … concordo con FM, anche se secondo me le manca un pizzico di genialità ed imprevedibilità (il suo è un tennis molto ordinato, ma molto … troppo prevedibile).
    La mobilità è sì buona, ma non particolarmente eccelsa: infatti messaggi addietro avevo scritto dei suoi arti inferiori ancora troppo esili e poco sviluppati (confrontare con le gambe di una Wozniacki per capire cosa intendo).
    Il rovescio non le manca totalmente: secondo me è il colpo che più riesce a mandare fuori campo l’avversaria (quando lo gioca in accelerazione e sulla diagonale), mentre il dritto, anche giocato a campo semi-scoperto, è da potenziare sicuramente.
    A rete … consiglio spassionato: per il momento è meglio che lì non si faccia proprio vedere; poi, quando avrà imparato a tirare forte e vicino alle strisce, allora si può aggiungere anche questo al repertorio.
    Farlo ora, però, considerando che gioca palle sempre molto centrali e senza top spin e velocità, sarebbe una scelta assurda e deleteria, perchè la esporrebbe al fuoco incrociato di una moltitudine di passanti (di ogni tipo e direzione).
    Come ho già scritto, la Vekic ha ancora tantissime cose in cui deve migliorare per diventare forte come desidera diventare lei, ma i margini per migliorare già ci sono, e se non la bruciano prima e se continua a crescere (anche fisicamente), ha buone probabilità di riuscirci, visto che già ora sta dimostrando una solidità mentale non comune per una giocatrice della sua età.
    A Camila manca un po’ di solidità e concentrazione per poter fare un passo dentro il campo, alla Vekic manca la potenza: quando entrambe impareranno queste cose, per loro si aprirà uno nuovo mondo … un nuovo spazio in cui giocano solitamente le campionesse che vogliono comandare il gioco.

  83. TEUS by TEUS

    Stefrano, il “falco” costa circa 60.000 dollari e tornei tipo Birmingham (con montepremi da 235.000) spesso non possono proprio permetterselo.

    t.o., quando Camila comincerà a dimostrare di riuscire a dare il 100% (di quello che può dare in quel determinato giorno) nei punti cruciali della maggior parte degli incontri che farà, anche la mia ultima riserva su di lei si dissolverà. Per il resto, come ho ripetuto più volte, può quasi tutto se ci concentriamo esclusivamente sul suo guoco.

  84. by Stefano

    Hantuchova b. Vekic 7-6(7-5) 6-4
    Alla fine, come da pronostico, vince la giocatrice più esperta e forte fra le due.
    Daniela è stata sicuramente le giocatrice che ha meritato di più: più vincenti, più propositiva all’attacco, più veloce di gambe, e più completa come repertorio (anche perchè a 30 anni vorrei anche vedere che non lo fosse).
    Di Donna, invece, si sono evidenziati ancora una volta i limiti (di potenza), e l’incapacità di proporre un gioco offensivo degno di questa superficie.
    Nel primo set (un break per parte), c’è stato molto equilibrio, pur essendo la Hantuchova molto più aggressiva e meritevole di fare il punto (ma anche più fallosa).
    Break della slovacca operato sul 3-3, break poi restituito nel game successivo in quanto Daniela ha servito come peggio non poteva (e la Vekic ne ha approfittato subito, dimostrando di aver assorbito bene il contraccolpo psicologico del game precedente).
    Si va quindi, senza particolari novità, al tie-break, in cui la croata non ha particolarmente brillato (anzi, diciamo che l’ha proprio giocato male), ed in cui la Hantuchova ha fatto tutto lei, nel bene e nel male, risultato: 7-5 per la slovacca.
    Nel secondo set la musica sembra la stessa del primo, ma questa volta è la slovacca a perdere il servizio per prima, mandando Donna avanti 2-1 e servizio.
    In questo momento, però, la croata chiama un MTO (presumibilmente per un dolore nella zona schiena-spalla), ed al suo ritorno in campo perde subito il servizio, per il 2-2.
    Qui forse la partita prende la sua piega finale, perchè nei turni di battuta successivi Daniela non concede praticamente più nulla, mentre la croata fa moltissima fatica a tenere la battuta.
    Infine, sul 5-4 servizio Vekic, al termine di un game molto lottato finito ai vantaggi, la Vekic affonda un rovescio in rete per il 6-4 finale, dopo aver tentato di recuperare una palla profonda della Hantuchova (che di fatto ha posto fine alla partita).
    Da segnalare anche come in questo torneo sono state spesso chiamate fuori palle alquanto dubbie (nei giorni scorsi sono state chiamate fuori palle che avevano alzato la classica nuvoletta di gesso, segno inequivocabile che la pallina era buona perchè aveva toccato la linea).
    Non so quanto questo possa aver falsato il torneo, certo è che questi errori (o presunti errori, visto che soltanto il “falco” è l’unico mezzo ufficiale che può correggere una chiamata del giudice di sedia) li ho visti commettere un po’ in tutti i match che ho guardato.
    –[Parere personale: secondo me il “falco” andrebbe utilizzato in tutti i tornei ATP e WTA (più gli Slam, dove già c’è, a parte il RG), anche su quelli in terra battuta, dove in teoria rimane il segno della palla sulla terra.
    Dico questo perchè è già successo che giudici un po’ … “distratti” abbiano confuso un segno con quello lasciato in precedenza da un’altra pallina, perciò dare un minimo di uniformità in tutti i tornei di prestigio, non mi pare sarebbe uno sforzo poi così grosso.]–
    Ma tornando al match di oggi: non posso che confermare le mie buone impressioni sulla giocatrice croata, che pure messa all’angolo da una giocatrice a lei nettamente superiore, si è comunque difesa molto bene (nonostante un piccolo “problemino” alla spalla).
    Di certo se vuole diventare una top player deve aumentare la potenza e l’angolo dei propri colpi, e deve aumentare la percentuale di prime in campo.
    Oggi il servizio della croata non è stato particolarmente brillante, anzi … direi che oggi ha servito abbastanza male (nonostante mi pare abbia fatto 5 aces, più di Daniela), certo è che il fatto di giocarsi una finale, probabilmente, ha influenzato questo fondamentale (che, ripeto, in se’ mi pare molto buono, se consideriamo che ha ancora 16 anni, anche se chiaramente può [e deve] ampiamente migliorarlo).
    Di testa Donna conferma quella solidità a cui avevo già accennato, e, anche oggi, in condizioni non certo favorevoli contro un’avversaria decisamente meglio “armata di lei”, ha comunque tenuto il campo con onore.
    Forse non diventerà mai un “muro” alla Wozniacki, oppure una giocatrice come la Errani, ma io mi auguro comunque che diventi qualcosa di diverso, e per certi versi anche migliore.
    Come avevo già scritto, tra un annetto tiriamo le somme e vediamo quali progressi nel frattempo avrà fatto.

    A seguire, i miei commenti sui commenti …

  85. by effeemme

    io sono “piccolo, brutto, cattivo e (lo sostiene qualcuno forse) non ho capacita’ di analisi…
    per fortuna anche a me,madre Natura ha fornito occhi per guardare e cervello per analizzare!
    ieri avevo guardato per la prima volta giocare questa ragazza, di poco piu’ piccola di me.
    per giori continuavo a leggere di quanto fosse solido il suo servizio…
    in un momento diciamo, che puo’ durare un tempo indefinito,
    i miei occhi hanno trasmesso immagini alla mia materia grigia, tali da farmi pensare che il servizio non è il punto di forza di questa giovane e promettente ragazza!
    sono stato rimproverato da zio Stefano e zio Eugenio, che non è cosa buona fare riflessioni su quella che è l’ impressione di un momento.
    zio Stefano mi ha anche detto che prima di fare analisi sul servizio della ragazza, dovevo valutare almeno l’ intero torneo.
    cosi’ ho fatto allora.
    mi sono saltati alla luce due numerini che qualcuno definisce statistica…
    61% di prime in campo e ben 23% di turni di battuta persi.
    questo nell’ arco delle prime 5 partite del torneo…
    oggi per mia disgrazia ( polso fratturato) non posso fare altro e cosi’ guardo la finale.
    i nuovi numeri dicono 52% di prime e ben 27% di turni di battuta persi…
    si è vero, ha avuto sicuramente un fastidio alla schiena che l’ avra’ condizionata!
    ma siccome sono piccolo brutto e cattivo, dico che se hai male, limiti la potenza dei colpi, aumentando la percentuale di prime in campo…
    tant’ è che, tutto si puo’ dire, ma non che il suo servizio sia una delle sue doti migliori.
    non dico e non ho mai detto che abbia un pessimo servizio.
    ma dico che è assolutamente nella media, se non un gradino piu’ basso…
    mi ritengo un buon osservatore e seguo il tennis in modo assiduo da molti anni, perchè è una passione che mi è stata trasmessa, anche se non è il mio sport per eccellenza.
    posso dal mio punto di vista dire che, la Vekic ha un ottimo braccio.
    un’ ottima pesantezza di palla. colpi piatti e profondi.
    una buona tenuta negli scambi.
    grande concentrazione e grande lucidita’ mentale.
    STOP.
    le manca totalmente il rovescio.
    le manca una buona mobilita’.
    le manca totalmente il gioco sotto rete (non ci viene mai).
    le manca una pur minima variazione nel gioco.
    e un servizio che puo’ sicuramente migliorare, ma non è ancora uno dei suoi punti di forza.
    oggi con questa finale guadagna 25 posizioni e 200 punti, issandosi in 64ma posizione.

    avevo sottovalutato l’ erba per lei, perchè ignoravo il fatto che si allena a Londra.
    sara’ una futura campionessa su cui puntare?
    vediamo cosa fara’ sulle altre superfici e fra un annetto vedremo quanto talento c’è effettivamente nelle sue braccia!
    buona domenica a tutti.

  86. TEUS by TEUS

    Spendo ancora due parole su Vekic: nonostante la sconfitta odierna (troppo esperta Hantuchova per lei in questo momento), pare proprio sia una fighter nata. Forse è questo il motivo principale per cui nike ha investito su di lei in giovanissima età.

  87. by t.o.

    in questo momento Daniela ha battuto Donna 7-6 6-4.
    Onore a tutte e due….gran bella partita…

  88. by t.o.

    I luoghi comuni: Camila può vincere o perdere contro chiunque. Vero se significa che Camila ha un gioco “dominante”. La strategia dominante è quella che impone all’avversario il tipo di gioco da attuare. Se mantengo i miei standard di efficienza vinco. Se non li mantengo faccio io anche i tuoi punti e vinci tu.
    Serena ha un gioco dominante. Questo non significa che gioca sempre al 100% della potenza. Se il 70% della pressione basta a “dominare il gioco” lei spinge massimo al 75%. Se si accorge che non basta, aumenta il ritmo. Il match con Camila è la prova più evidente di questa tattica. Per attuare questa tattica devi avere la perfetta consapevolezza dei tuoi “margini” e dei tuoi “limiti”
    Camila ha raggiunto (o sta raggiungendo) la consapevolezza della sua “potenzialità”?
    Non è vero che Camila perde (o può perdere) da chiunque. Da Agosto dell’anno scorso Camila ha incontrato solo 2 under 100 (tolti gli ITF di fine stagione). Ci ha perso, ma eravamo in Australia. La spalla ha influito in modo determinante. La prova? Proprio gli ITF di fine stagione. Camila li gioca per fare un po di punti e per mettere a punto senza troppe pressioni un nuovo modo di servire (sarà stato questo cambio di impostazione a provocare la Borsite? Può anche darsi). Vince i primi due Match 24 game a 3 e conduce contro Keys 6-3 2-0(o 3-1 non ricordo). Poi cede di schianto. Il fatto che la settimana dopo vinca faticando moltissimo al terzo contro delle 300/400° per poi perdere sempre al terzo contro una Sanchez (una buona giocatrice come sta dimostrando) evidenzia che il dolore alla spalla è effettivamente “una cosa seria”. Le sconfitte in australia sono così nette (6-3 6-3, 6-2 6-3, 6-2 6-3) e maturate contro atlete talmente alla portata di Camila che è difficile non ascriverle all’infortunio (che poi abbia fatto male a giocare è un’altra storia. Ma non tutti sono ricchi di famiglia….)
    Togliamo perciò questa parentesi “novembre2012gennaio2013” dalle statisiche, e ricominciamo da capo il discorso.
    Camila da Agosto ad oggi non ha più incontrato Under 100. Ha vinto (tolta Romina) contro tutte le under 50 che ha incontrato 13°. 61° 85° 97°73° 71° 7° 83° 85° . Restano fuori la Bouchard e la Vekic . In tutti e due i casi, anche senza cercare scuse “di spalle varie” stiamo parlando di due Grandi promesse che nella settimana in cui hanno battuto Camila hanno fatto Semifinale una (perdendo dalla 30° al terzo dopo un 7-5 6-7 (7) e sulla terra rossa…terreno preferito della Cornet) e Finale l’altra (che potrebbe anche vincere) Già oggi sia Bouchard sia Vekic sono date tra la 50° e la 60° posizione di ranking reale…. Guardiamo ora le sconfitte ulteriori 23° 11° 1° 43° 40° 32° 21°. Tolta Serena e la Peng (anche lei in un periodo ottimo ((finale a Bruxelles)) Camila è sempre andata al terzo o se ha perso in due set ha sempre portato un set al TB. Ha sempre perso con differenziali molto bassi sia in termini di punti sia in termini di Game.

    piccolo inciso…mentre sto scrivendo Vekic sta conducendo 3-2 mantenendo con molta sicurezza i suoi turni di servizio. Consideriamo che Daniela ha sull’erba un 65,59% di W (W-59 L-31 in carriera). Questa finale dimostra anche per le concorrenti eliminate che è in un ottimo momento di forma.

    Torniamo a Camila: Se non fossimo emotivamente coinvolti e fossimo chiamati ad analizzare i freddi dati delle statistiche poteremmo tranquillamente dire: Camila dopo essere entrata con un salto di 50 posizioni in top100 grazie ad un exploit a Wimbledon, passato solo un po di settimane di assestamento (anche se 93° ha ancora la mentalità da 150°) si stabilizza e si adegua al nuovo regime (pressione dei Media, Sponsor, Platee Importanti) Vince quasi sempre molto agevolmente contro le giocatrici stabili in 60°/90° Posizione. Per il suo tipo di gioco preferisce le giocatrici che non modificano il loro gioco solo per metterla in difficoltà, ma preferisce quelle che vogliono vincere “imponendo il loro gioco”. L’esempio più evidente è Nadia con cui ha un H2H 2a1 ma più che altro ha un conto set 5 a 2 . Le sue sconfitte sono sempre meno nette delle sue vittorie, nonostante avvengano spesso contro giocatrici top50 (7 top 50 e 3 Romina, Bouchard, Vekic) Da notare che Romina oggi è 32° e Vekic con i punti di oggi entrerà comunque nelle 50°. Buochard è nelle 60°.
    Questo è lo stato attuale di Camila. Vince agevolmente contro le under 50. Vince e perde indifferentemente contro le 20°/50° . Perde contro le top 10 ma senza essere mai asfaltata (5 game li riporta comunque a casa sempre…..e non tutte possono dire lo stesso). Quale è il problema? la sua posizione in classifica? Per me il problema è se Camila è al 100%
    Se Camila è al 100% la classifica non è altro che una conseguenza.
    Le scelte vanno valutate sulle informazioni che si hanno quando queste scelte sono prese. Solo i bambini dicono “se avesse fatto……” gli adulti dicono “avrei fatto se avessi saputo….”
    I due ITF avrebbero dovuto portare 100 punti in più di quelli effettivamente vinti. così come la tournee australiana avrebbe dovuto portare almeno altri 100/200 punti. Senza il problema alla spalla sarebbe stata una previsione da “Antonelo”? Credo di no. Guardate le percentuali che davano i siti di scommesse e mi direte se è da considerare una previsione ottimistica.
    A Florianopolis si entrava TdS con 950 punti Camila quando si è iscritta ne aveva 850 e pochissimi punti in uscita. Anche solo 100 punti tra ITF e tre tornei in australia le avrebbero garantito la TdS in Brasile.
    E’ una previsione da “Fideisti” “trombettieri” “e “Antoneli” di turno?
    A Camila mancano 6 o 7 tornei. Al di la di come la Spalla abbia influenzato le partite giocate (ognuno può valutare come vuole). Spero che nessuno voglia contestare che il saltare totalmente i tornei non aiuta a fare punti. Se anche Camila fosse una schiappa, e se anche tutti noi fossimo dei “sognatori innamorati”. E’ possibile ipotizzare che in 7 tornei Camila avrebbe passato almeno 2 volte il 1° turno? Nei 6 tornei che ha fatto dopo AO ha fatto W-4 L-6…..e nelle 10 partite ci sono 4 top 20 (top 23 per i pignoli).
    Perciò non mischiamo il Gioco di Camila, lo stato di forma di Camila con la Classifica di Camila. La classifica può essere rivoluzionata in 2 settimane. Lo stato di forma può aver bisogno di mesi, il Gioco o c’è o non ci sarà più.
    I numeri dicono che il gioco c’è. Da mettere a punto, da migliorare, da affinare….ma c’è.
    Lo stato di forma sta tornando, e il fatto che abbia perso solo con giocatrici in grande forma (Peng, Vekic, Bouchard, oltre alle Divine top) essendo lei non al massimo della forma lascia solo sensazioni positive.
    La Classifica…….chi se ne frega della classifica. Abbiamo detto che la classifica fotografa ciò che è stato. Ad oggi dice che Camila da un anno è stabilmente in top 100 . La cambiale di Wimbledon……aspettiamo che la mettano all’incasso….in fondo è poco di più di due ITF da 75.000$ . Uno speculatore salterebbe Wimbledon per andare a fare la TdS n°1 in qualche ITF in giro per il mondo (chissà se li giocano in contemporanea?)…….Noi però una scelta del genere non la avalleremo mai. Wimbledon. E vediamo che succede….a fare ITF e WTA di periferia c’è ancora tanto tempo……

  89. by Andrea

    Qua abbiamo un illustre commentatore che non fa che ripetere da giorni di quanto e’ brava la croata e che gia’ la pronostica futura campionessa e poi quando gira il discorso su Camila invita alla prudenza dicendo ” aspettiamo prima di dire che…”
    Sei un fenomeno vivente capace solo di sminuire la Giorgi ingigantendo le altre!
    Hai hai hai!!!!

  90. by Tommaso

    A proposito della frase di effeemme “perde contro Bouchard.
    è perchè la Bouchard è una giovane talentuosa che fara’ tanta strada…
    e andiamo a costruirgli sopra un bel castello di sabbia per dimostrare tale teoria…
    perde contro Keys.
    è perchè la Keys è una giovane talentuosa che fara’ tanta strada…
    e andiamo a costruirgli sopra un bel castello di sabbia per dimostrare tale teoria…
    perde contro Vekic.
    è perchè la Vekic è una giovane talentuosa che fara’ tanta strada…
    e andiamo a costruirgli sopra pure su lei un bel castello di sabbia per dimostrare tale teoria…”

    Sono “totalmente d’accordo a metà” con te. Non è che ad ogni sconfitta bisogna dire che l’altra diventerà una top ten, però bisogna anche considerare il momento in cui è arrivata la sconfitta. La Bouchard, dopo aver battuto Camila, è arrivata in semifinale. La Vekic addirittura in finale. Vuol dire che in quel determinato momento loro due erano più in forma, più forti, più fortunate, più precise, più tranquille, ecc ecc di Camila. Grazie a Dio non è uno sport tra robot, ed esistono tante variabili. Tra cui la forma, la fiducia… evidentemente visti i risultati di Bouchard e Vekic a distanza di una settimana, loro due meritavano di vincere in quel momento. Magari tra 4 mesi Camila darà 6-3 6-0 alla Bouchard, chi può mettere la mano sul fuoco che non sia possibile?

  91. by Stefano

    L’evidenza dice che le “giovani talentuose” di cui si è parlato di recente stanno avanzando di ranking, e forse questo perchè qualche partitella la stanno vincendo.
    Non è forse un attimo più coerente parlare chi chi sta giocando (e vincendo match) rispetto a rimanere a “santificare” una giovane promessa che per vari motivi (tra cui anche l’infortunio alla spalla) quest’anno sta collezionando più sconfitte che buone prestazioni?
    Questo non significa “tifare contro”, ma fare un’analisi dei fatti reali, delle partite che realmente vengono giocate nel circuito.
    Se Camila non gioca, oppure esce quasi sempre al primo turno … che altro c’è da scriverci sopra?
    Dobbiamo continuare a dire che è la migliore anche quando I FATTI dicono che potrebbe ritornare presto a fare gli ITF?
    Tafanus avrà anche avuto dei modi poco gentili ed irrispettosi di esprimersi (e io stesso ho avuto un’accessa discussione con questa persona), però almeno è stato uno dei pochi (pochissimi) che, subito dopo Wimbledon, ha avuto la lungimiranza di dire “aspettimao a dire che diventerà n°1 al mondo, aspettiamo a dire che presto scalerà le classifiche … non bruciamola coprendola di elogi che soltanto il tempo dirà se saranno meritati”.
    Ebbene, a distanza di un anno, purtroppo, ci ha preso quasi su tutto.
    Certo, c’è l’infortunio che ha fatto pendere l’ago della bilancia da quella parte, ma non sapersi gestire è comunque una cosa che deve essere considerata nella carriera di una giocatrice, non è che questa cosa debba essere accettata come se il “fato” avesse deciso così.
    Seles, Chakvetadze … una è stata accoltellata, e l’altra ha subito una rapina nel cuore della notte in cui i rapinatori (dopo averla legata) le hanno detto: “mi raccomando, continua a vincere e a guadagnare ancora tanti bei soldi, che così in futuro ti veniamo a trovare ancora …”.
    Queste sì che hanno subito traumi che hanno rovinato loro per sempre la carriera, senza che loro avessero alcuna colpa …
    Una giocatrice che si infortuna in maniera NON GRAVE, invece, se si gestisce al meglio, può tornare competitiva in breve tempo.
    Serena ha rischiato di morire, ma poi è tornata più forte di prima …
    sua sorella Venus è stata colpita da una malattia da cui semplicemente non si può guarire …
    la Sharapova ha subìto un grave infortunio alla spalla, ma poi anche lei è tornata più forte di prima …
    la Petkovic ha perso in pratica un anno, arrivando pure a perdere la fiducia, tanto che sconfitta alle qualificazioni per il Roland Garros ha pensato pure di smettere … ma poi pure lei è tornata.
    Ora, Camila sono mesi che ci tira dentro con questo infortunio, e se è veramente così grave, dovrebbe dare la priorità a questo su tutto.
    Poi, quando sarà guarita COMPLETAMENTE, ci sarà tempo per recuperare, come hanno fatto tutte le altri di cui sopra.
    Continuare a giocarci sopra, oppure affidarsi a medici incompetenti scaricando poi tutta la responsabilità su di loro … non sono atteggiamenti professionali per una che aspira a diventare una top player.
    Vediamo se ora le cose cambieranno, o se tutto quest’anno sarà perso con il continuo perpetuarsi di questa assurda condizione (cioò giocare tornei qua e là, perdendo quasi sempre al primo turno e giustificando poi la cosa come dovuta ad un infortunio dal quale non è ancora guarita … sono mesi che il “nastro” si è inceppato in questa posizione …).
    Vedremo.

  92. by Andrea

    E’ proprio vero che il lupo puo’ perdere il pelo e mai il vizio!!!
    Certi commentatori che credono di essere migliori degli altri non sono capaci di ammettere l’ evidenza messa a nudo da un (credo) ragazzo!!!
    Hai hai hai!!!!

  93. by Nicola

    visto che qua si comincia a diventare anche insofferenti verso questi continui confronti che proponete fra due realta’ diverse, c’è una frase di Stefano che voglio evidenziare:

    Investiresti su una che può diventare assoluta protagonista della scena mondiale, ma che ha un 15-20% di probabilità di riuscirci ( GIORGI n.d.r.), oppure su una che al 50-60% arriverà a breve nelle prime 10 del mondo con la certezza di rimanerci per diversi anni a venire?(VEKIC n.d.r.)…

    grazie Stefano per avermi illuminato la mente con le tue sagge previsioni.
    se decido di giocare al lotto ti chiedo i numeri!

  94. by Stefano

    @ Effeemme:
    Guarda che quello che sta continuamente tirando fuori questa storia sei tu, io, non so se te ne sei accorto, sto parlando di ben altro in questo momento.
    Sei tu che ha scritto che la Vekic è inesperta su questa superficie, che quello con Camila è stato un sorteggio benevolo … che la Vekic non ti interessa perchè non la ritieni dotata di un certo talento …
    Io ti sto dicendo che per me, in questo momento, la testa della croata supera i muscoli della maceratese, e non è stato un caso se la Giorgi ci ha perso (iniziare il tie-break facendo due D.F., non è certo un segno di maturità … e se ti fa male la spalla, di certo forzare il servizio anche sulla seconda non è stata una buona idea …).
    É questo che sto cercando di dire; poi se uno pensa che 1-2 punti percentuali di scarto di resa al servizio paragonati a quelli delle altre semifinaliste (che se sono arrivate fin lì, evidentemente in questo torneo non stanno giocando così male) basti screditare un’affermazione … beh, servirebbe ben altro perchè possa avere una rilevanza un po’ più “scientifica”.
    Ripeto, questo tuo voler cercare il giusto o sbagliato in maniera assoluta, semplicemente dall’analisi di due numeretti in croce lo trovo un atteggiamento molto … infantile.
    Ma a te questo non basta, perchè vuoi avere sempre l’ultima parola … meno che sulle TUE affermazioni, che, risultati alla mano, si sono dimostrate finora alquanto premature (per non dire avventate).

    @ Teus:
    Sono d’accordo con il discorso dei cm, ma a me, personalmente, basterebbe che cominciasse a servire una seconda con un po’ più di effetto, oppure una prima un po’ meno veloce ma messa a ridosso delle strisce (e questa è una cosa che possono fare anche le “piccolette”).
    Camila deve mettersi a giocare in maniera più precisa che non cercare la forza pura, perchè una con le sue doti atletiche che non fa errori diventa una “bestia” dura da sconfiggere per chiunque.
    Facendo sempre tanti errori (perchè forza tutte le palle), invece, può fare la stessa partita sia con le top players che con le “pallettare” (meno che con le giocatrici fallose [anche se potenti], che sono le uniche contro cui Cami può vincere facile).
    Abbassando gli errori ed aumentando la precisione dei suoi colpi, invece, si giocherà tutto sul ritmo … e lì potrebbero essere dolori per le sue avversarie …

  95. by effeemme

    t.o:
    mi rivolgo a te, perchè penso tu sia colui che meglio cerca di scavare nelle possibilita’ di Camila,
    facendolo in un modo anche abbastanza ottimistico, e condivisibile da parte mia…
    qua ho la sensazione a leggere i post che si susseguono, che un po’ tutti cerchino di far passare una verita’ in ogni sconfitta subita da Camila…

    perde contro Bouchard.
    è perchè la Bouchard è una giovane talentuosa che fara’ tanta strada…
    e andiamo a costruirgli sopra un bel castello di sabbia per dimostrare tale teoria…
    perde contro Keys.
    è perchè la Keys è una giovane talentuosa che fara’ tanta strada…
    e andiamo a costruirgli sopra un bel castello di sabbia per dimostrare tale teoria…
    perde contro Vekic.
    è perchè la Vekic è una giovane talentuosa che fara’ tanta strada…
    e andiamo a costruirgli sopra pure su lei un bel castello di sabbia per dimostrare tale teoria…

    questa è permettimi una teoria del caxxo!!
    non si puo’ ogni volta mascherare una sconfitta, dicendo che l’ altra è giovane, talentuosa e diventera’ top player, mentre Camila sarebbe la cenerentola del tennis.

    Camila contro queste giovani talentuose, ci ha perso solo perchè non era al meglio della forma. punto.
    lo sappiamo tutti che è andata cosi’ e chiunque abbia la capacita’ di analizzare i dati statistici dei match, lo puo’ verificare personalmente…

    ha ragione Lino quindi, quando dice che qua si continua a scrivere per Santificare una ragazza solo perchè Camila ci ha perso.
    è inutile!
    prima ci rendiamo conto che Camila ha nelle sue corde la possibilita’ di battere Keys, Eugenie, Donna e altre e meglio sara’ per tutti.
    poi se uno non ci crede, è libero di andare a tifare per altre.
    nessun medico ti prescrive che devi tifare necessariamente per Camila, se non credi in lei.
    io credo in lei, in suo padre e credo che prima o poi la sfortuna che la perseguita trovera’ una fine!!
    scusa lo sfogo e buona domenica…

  96. by effeemme

    Stefano:
    senza andare a scomodare Sara o il Padreterno.
    mi sarei aspettato da te che la chiudessi qui, invece vedo che insisti.
    hai detto che l’ impressione di un momento non vale nulla?
    hai detto che va allargata l’ ottica all’ intero torneo?
    l’ ho fatto.
    i numeri sono la radiografia della situazione reale.
    inutile che ci giri intorno, perchè cosi’ facendo non daresti onore alla persona intelligente che sei e che reputo tale.
    hai detto una sciocchezza e io coi numeri ho dimostrato che sbagliavi.
    tutti possono sbagliare sulla base di impressioni piu’ o meno personali.
    sbaglio io e puoi sbagliare anche tu.
    non c’ è nulla di strano. siamo umani e non macchine…
    basta solo ammetterlo o se vuoi, lasciar perdere senza cercare scuse.
    ciao.

  97. TEUS by TEUS

    Sono quei dieci centimetri in più di altezza che fanno la differenza tra il servizio di Vekic e quello di Giorgi.
    Se Camila, come fa da sempre, continua a spingere al massimo la battuta, ovvio che alla fine del match il saldo sarà negativo. Infatti, fosse più alta, avrebbe più possibilità di chiudere con un saldo positivo anche spingendo costantemente prima e seconda. Basterebbe imparare a mettere in campo con continuità un servizio efficiente e non necessariamente esplosivo. Un servizio solido che non dia la possibilità all’avversaria di aggredirla (pazienza se quasi mai sarà vincente), ma che dia la possibilità alla nostra di entrare nel campo per cominciare da subito a condurre lo scambio. Se Giorgi riesce a giocare la maggior parte dei punti coi piedi vicini alla linea di fondo tirando colpi precisi e profondi sfruttando il suo straordinario anticipo (intendo colpire la palla in ascesa) ed evitando di concentrarsi esclusivamente sulla sua potenza, vincerà le partite. E ne vincerà tantissime perché obbligherà le avversarie a giocare costantemente in difesa. Fare leva in pratica sul gioco di gambe piuttosto che sulla forza bruta (e non è datto, tra l’altro, che il numero dei suoi vincenti debba per forza calare).
    Ci sono tante tenniste che praticano il power tennis perché hanno prestanza fisica e muscoli. Solitamente però non hanno molte alternative perché i loro maggiori problemi si concentrano nella scarsa mobilità. Giorgi è velocissima ed è questa la sua vera arma in più. Deve lavorare per provare a entrare in quest’ottica e porterà a casa tanti incontri con relativa fatica dato che fisicamente è molto preparata.
    Ecco perché oggi a mio avviso avrebbe più bisogno di un mental coach che le inculchi questo modo di affrontare le avversarie piuttosto che di una guida tecnica. Non bisogna tarpare le ali al suo istinto ma semplicemente incanalarlo. Rimarrebbe comunque una giocatrice “pura” di attacco.

  98. by Stefano

    Sì, Teus, hai ragione … purtroppo, però, finchè non lo capirà anche lei, non ci sarà nulla da fare …

    @ Effeemme:
    Se invece di snocciolare numeretti ti fossi messo a guardare come serve la sedicenne, forse avresti capito che toglierle il servizio è molto più difficile che alla “bimba” (che spesso si brekka quasi da sola).
    É inutile che ti metti a fare con lei lo stesso giochetto che per mesi hai fatto con la Errani, cercando di smontare tutto il suo gioco: eccola lì, tranquilla n°5 al mondo, con concrete possibilità di salire ancora di un gradino, e di arrivare là, al massimo di dove avrebbe potuto aspirare visto il divario (di altezza e di forza fisica) che la separa dalle prime tre, ben oltre ogni più rosea aspettativa.
    Della Vekic ho già detto che ha un servizio molto buono: serve una prima molto precisa e di buona velocità (se consideriamo la sua giovane età), mentre sulla seconda è sì più aggredibile, ma comunque non ti regala quasi niente, visto che i suoi doppi falli sono veramente esigui (anche quando è sotto pressione).
    Non sto dicendo che serve come Serena, o che è una bombardiera, ma che, in termini di gestione di questo fondamentale, è già molto matura … forse persino anni luce avanti Camila, che invece sappiamo tutti quanto poco riesca a sfruttare le proprie potenzialità fisico-atletiche, “infarcendo” i suoi turni di tanti doppi falli e facendo veramente pochi aces, considerando la velocità del proprio servizio.
    E questo è dovuto essenzialmente al fatto che la croata sa essere anche molto precisa quando gioca molte prime, mentre Camila, perlopiù la butta semplicemente di là a 180-185 km/h, ma senza cognizione di causa.
    Questo, guardando un match, appare molto evidente: una sa come ci si deve comportare quando si serve, l’altra vorrebbe spaccare il mondo ma invece spacca soltanto il proprio braccio e la propria carriera, in quanto non cerca né la precisione ne l’effetto (tipo imparare un bel servizio in kick).
    Per questo ho scritto che se la “bimba” imparasse a servire come l’altra bimba, vincerebbe sicuramente molte partite in più.

  99. by t.o.

    @Lino Hai dato la risposta più lampante a quello che dico spesso. Dicendo “qualcosa” puoi avere ragione e torto nello stesso tempo. Basta con la Vekic, parliamo di Camila. Chi potrebbe darti torto. Purtroppo Vekic è il “punto di contatto” più vicino che abbiamo tra Camila e il tennis giocato. In mancanza di altri dati o di altre informazioni solo i risultati (e come vengono conseguiti) della Vekic ci danno l’idea più vicina allo stato di forma attuale di Camila. Perdere “bene” (considerato anche il non perfetto stato di forma) contro una che poi vince agevolmente il torneo è sicuramente meglio che essere “stesa” 6-1 6-1 da quella che poi il giorno dopo esce per mano di una WC.

  100. by Andrea

    Qualcuno che insisteva alla nausea sulla qualita’ del servizio di questa ragazzina croata,
    Adesso si deve ricredere…
    Hai hai hai veramente magra figura… Hai hai hai…

  101. by cristian
  102. Lino by Lino

    Ma basta con sta Vekic…Ma chi se ne frega di sta Vekic????
    Se dovessimo dar tutto sto spazio alle promesse….
    parliamo di Camila,
    del suo avvicinamento a Wimbledon, del fatto che nessuno ci fa sapere delle news,
    ecc. ecc.
    Vamoss Càmila!!

  103. by effeemme

    Cristian:
    anch’ io ricordo i buoni propositi di inizio anno…
    boh, davvero non capisco cosa costi scrivere due righe…

  104. by effeemme

    Stefano:
    in un momento (che puo’ durare secondi o anche minuti), vedi e valuti…
    magari sbagliando o magari perchè no, prendendoci qualche volta….
    tu dici che Donna è molto solida al servizio…
    io ti dico che ha un servizio che non è nulla di eclatante.
    e sicuramente non è il suo punto di forza.
    per dire cio’, mi sono andato a dare un’ infarinata su questo torneo.
    non mi sono spinto oltre, perchè la cosa non è che poi mi interessi…
    facendo un paragone fra Donna, Daniela altra finalista e la stessa Magda sconfitta oggi,
    vedo che nell’ arco di questo torneo abbiamo una media di:

    prime di servizio:
    Donna 61%
    Daniela 64%
    Magda 68%

    turni di battuta ceduti all’ avversaria:
    Donna 23%
    Daniela 23%
    Magda 19%

    sono percentuali arrotondate, calcolate un po’ velocemente…
    ma quello che emerge chiaro, è che la Vekic non ha un servizio ancora davvero solido come lo descrivevi tu.
    quantomeno Magda le è superiore.
    questi i numeri di un’ intero torneo.
    se poi in precedenza abbia fatto meglio, faccio mea culpa, per il fatto di averla cominciata a seguire solo da ora.
    ma ripeto, per il torneo in corso, i numeri sono quelli.
    quindi fai un po’ te, io la chiudo qui, anche perchè è una ragazza che personalmente non mi interessa.
    preferisco Camila…

  105. TEUS by TEUS

    Sì, Stefano. Ma solo quando lei stessa si autoconvincerà davvero che è meglio affrontare gli incontri così, ci sarà la vera svolta della sua carriera. E l’ottimo lavoro atletico fatto col padre negli anni farà la differenza.

  106. TEUS by TEUS

    Comunque davvero curioso il caso di Riske: non solo gioca bene da tre anni (due semi e un quarto se non erro) a Birmingham ma non ha mai vinto un match WTA al di fuori di Birmingham.
    Domani Vekic parte sfavorita, vero. Attenzione però perché Hantuchova, che non è una ragazzina, potrebbe risentire della stanchezza dopo i tanti incontri lunghi e non è proprio un cuor di leone (ha un saldo alquanto negativo tra finali vinte e finali perse).

  107. by cristian

    Comunque a dicembre si diceva che con la nuova annata, il sito di Camila avrebbe dato più news, si diceva che avrebbe lei stessa interagito più con noi, niente di niente, penso è il primo sito di un atleta in cui non ci sia uno straccio di informazione, ancora che siamo qui ad aver dubbi ” ma sarà infortunata? “.. lei stessa sapendo del suo sito, potrebbe scrivere due righe giusto per tranquillizzare i tifosi.

  108. by Stefano

    Domani in finale si affronteranno la Vekic e la Hantuchova, con la slovacca nettamente favorita, visto il livello di gioco che oggi ha messo in mostra contro la Riske (che, per la cronaca, non ha battuto la Lisicki per caso … sta giocando un buon tennis pure lei, in questo momento).
    Partita da guardare sicuramente, anche perchè se Donna dovesse riuscire a rovesciare il pronostico, vorrebbe dire che rispetto ad oggi è stata capace di alzare ancora l’asticella del proprio gioco, e questo significherebbe che non è più soltanto una promessa, ma quasi una mezza certezza …

  109. by Stefano

    Molto lungimirante il post di Teus: Camila non deve giocare alla Tyson-Serena, sull’uno-due, poichè non ha né i muscoli di Serena né l’altezza per permettersi una strategia del genere.
    Continuando a provarci … i risultati sappiamo tutti quali sono.
    Giocando sul ritmo e sulla velocità di gamba, invece, può veramente cambiare le carte in tavola del suo gioco, e diventare una tennista ostica per tutte (anche contro quelle più grandi e forti di lei, che, inevitabilmente, pagheranno dazio sull’agilità e rapidità nei cambi di direzione che Camila dovrà saper imporre).
    Lì, deve puntare Camila, non sulla botta secca e basta.
    In altre parole, o fai l’Agassi (cosa estremamente consigliata) o fai il Sampras (per fare questo servirebbe però qualche cm di altezza in più), non puoi metterti a fare un misto dei due.

    @ Effeemme, la spiegazione alla tua “impulsività” te la sei data da solo: “è solo una condizione verificatasi in quel momento”.
    Appunto, in quel momento, non nell’arco del torneo.
    Se io devo sforzarmi di fare un’analisi su una giocatrice, secondo te prendo la media del gioco che ho visto esprimere, oppure prendo un set a caso (magari il peggiore che ha giocato finora) e lì ci monto tutta la mia analisi?
    Secondo te sarebbe stato sensato se avessi scritto che Donna ha una battuta scandalosa? Che perde il servizio in maniera quasi automatica?
    Optagon … ma è ancora sponsorizzata?

  110. by t.o.

    @Teus interessante ciò che dici……vado a vedermi un paio di video poi ti rispondo (con te non posso correre il rischio di andare a memoria)……..

  111. TEUS by TEUS

    …E potrà fare tutto ciò mantenendo pressochè inalterata la sua naturale aggressività in campo.

  112. by Eugenio

    @Effeemme
    Quello che ti stiamo dicendo è che ti stai basando su un caso per generalizzare, ovvero “la Vekic ha preso un 6-1 quindi non sa tenere un autorevolezza il servizio”

  113. TEUS by TEUS

    Attenzione, t.o., perché, pur essendo comprensibile quello che dici (intendo il 10% di vincenti in più e il 10% di errori gratuiti in meno che permetterebbero a Camila di fare il salto di qualità), bisogna anche considerare come vengono distribuiti. Una giocatrice come Giorgi può fare sette voicenti e solo un paio di non forzati in due games e trovarsi 1-1. Ciò per il fatto che gioca talmentne di anticipo e coi piedi dentro al campo, da poter essere sorpresa con variazioni e profondità di palla se, chi sta dall’altra parte della rete, ha esperienza e capisce come affrontare il suo gioco. In pratica se perde campo, può perdere quasi tutti i punti senza necessariamente commettere tanti gratuiti. Comincerà davvero a fare il salto di qualità quando tirerà fuori dal cilindro due aces invece che due doppi falli nel tie break (avesse vinto il primo set con Vekic, avrebbe vinto il match secondo me).
    Lo scopo di Giorgi dovrebbe essere quello di non permettere all’avversaria di ragionare, non annichilendola sull’uno-due, ma tenendo un ritmo sostenuto di palleggio facendo leva esclusivamente sul suo timing che, in campo femminile, considero unico. Su questo deve lavorare Giorgi: imparare a colpire tantissime palle facendo intercorrere pochissimo tempo tra una e l’altra (più stai vicino alla linea di fondo campo, meno tempo hai) cercando la profondità e l’angolazione a discapito della potenza nuda e cruda. Trattasi di uno dei tipi di gioco più complicati in assoluto perché ci vuole un senso del ritmo innato e una costante concentrazione. Camila, con più esperienza e allenamento, può provare a metterlo in pratica con successo quindi, se a 21 anni -età in cui di solito ancora l’istinto prevale sulla ragione-, avesse già continuità di rendimento con un tipo di gioco del genere, sarebbe un vero fenomeno della natura. Ecco perché ripeto spesso che, nel suo caso, ci può volere tanto tempo prima di affinarsi a dovere. Quando capirà, lo dico facendo riferimento al pugilato dato che pare ogni tanto boxi, che lavorare ai fianchi e magari vincere ai punti porta a risultati migliori rispetto a tentare il colpo del ko a ogni round, avrà fatto un bel passo in avanti dal punto di vista tattico.

  114. by effeemme

    Stefano:
    sei stato chiarissimo.
    ma due cose:
    1) se mezz’ ora prima scrivi della “solidita’ nel mantenere il servizio” e mezz’ ora dopo si verifica il contrario,
    te lo faccio notare, senza che in questo ci sia ne impulsivita’ ne inesperienza.
    è solo una condizione verificatasi in quel momento…
    2) anche la Optagon, che non è certo un’ azienda artigianale, aveva messo gli occhi su Camila.
    ricordi??
    Nike contro Optagon… chi vince?
    io col cervello dico che non lo so, perchè non possiamo prevedere il cammino di queste due ragazze.
    col cuore, vedendo i punti di forza che possiede Camila, dico Optagon…
    poi magari sbaglio.
    ma come sai, al cuore non si comanda…
    ciao.

  115. by Stefano

    Leggendo un po’ a ritroso gli ultimi messaggi postati, non posso che manifestare il mio totale apprezzamento e condivisione con il post scritto alle 15;59 da t.o., che devo dire rimane sempre molto equilibrato nell’esprimere giudizi (anche se a volte alcune previsioni un po’ … “ottimistiche” non le condivido al 100%).
    Anche il pezzo successivo di Teus mi è piaciuto e lo reputo molto condivisibile.

    @ Effeemme
    Sei troppo impulsivo, lo sai?
    Non puoi metterti a smontare un giudizio su una giocatrice (giusto o errato che tu lo possa reputare) perchè ha appena perso un set 6-1.
    Non perchè sia “eticamente scorretto”, ma perchè è un atteggiamento un po’ infantile e privo di “scientificità”.
    Io oggi ho visto una giocatrice di 16 anni (17 fra 2 settimane) che ha battuto una giocatrice di quasi 25 anni molto più forte di lei (fisicamente) nonchè palesemente più esperta (oltre che ad essere stata, in passato, anche n° 40 del mondo).
    Trovi che sia ancora poco per Donna? Trovi che una finale WTA per una sedicenne che gioca nel circuito soltanto da settembre scorso non sia un bel traguardo?
    Ognuno ha il suo concetto di “forza”: c’è chi per forza di una giocatrice intende la potenza pura (vedi Masha, Serena, Vika …), e chi per giocatrice forte intende una che gioca bene a tennis, che, tradotto, significa (in maniera molto semplice e pragmatica) una che sa vincere le partite (tipo la Hingis, tanto per fare un esempio, che non aveva certo la potenza delle top players di oggi … ma direi che a tennis ci sapeva comunque giocare bene, non trovi?).

    Qualcuno ha scritto, a proposito della Vekic:
    “tu critichi chi bolla Vekic, dicendo che crescerà … e chi te lo dice che crescerà … la sfera??”
    Giusta osservazione, la Wozniacki, ad esempio, raggiunto il suo standard, non è mai più cresciuta, anzi, ora probabilmente sta pure regredendo …
    Ma l’Azarenka è cresciuta: fino a qualche anno fa non giocava mica così, e pure Serena ora è diventata molto più forte e solida di quando aveva vent’anni (io trovo sia maturata molto di testa).
    La stessa Errani, pur non cambiando di una virgola la potenza dei propri fondamentali, è arrivata alla 5° posizione mondiale semplicemente facendo appello all’arguzia, alla tattica e allo spirito di sacrificio.
    Come è stata n°1 al mondo Caroline, la Safina, la Ivanovic, la Jankovic, perchè non potrebbe farcela anche una come la Vekic?
    Certo, davanti ci sono tre che non scherzano, però nessuno è eterno, e la sua età le dà sicuramente buone speranze per il futuro.
    Certo, Donna potrebbe anche non crescere mai di una virgola da come è ora, ma anche Camila (di testa) potrebbe non cambiare di una virgola per il resto della propria carriera …
    Ad oggi, pur considerando il talento fisico-atletico di Camila contro la “mentalità” già molto “evoluta” della croata, se tu fossi in una casa di moda, su chi punteresti?
    Investiresti su una che può diventare assoluta protagonista della scena mondiale, ma che ha un 15-20% di probabilità di riuscirci, oppure su una che al 50-60% arriverà a breve nelle prime 10 del mondo con la certezza di rimanerci per diversi anni a venire?
    Ma non scegliere con il cuore, scegli con la testa … o meglio, con il portafogli, perchè è questo che fanno le multinazionali, investono sui giocatori esattamente come i trader fanno con le azioni in borsa: meglio puntare sulla più rischiosa (che però, potenzialmente può rendere anche di più), oppure meglio investire su un fondo più bilanciato e rassicurante che garantisce una maggiore probabilità di rendimento favorevole?
    Ecco perchè ho detto che in questo momento trovo la Vekic leggermente superiore a Camila: non come possibile proiezione nel caso più ottimistico (per entrambe), ma come proiezione che ha maggiore probabilità di verificarsi.
    In questa ottica, se punti su Camila puoi sì diventare milionario, ma puoi anche (nel caso più sfavorevole) perdere persino la casa, mentre se punti su Donna … non diventerai mai milionario, ma forse la casa, con buone probabilità, alla fine te la compri nuova.

    Ora spero di essere stato un po’ più chiaro.

  116. by t.o.

    @Andrea Ti comunico che il campionato di A1 di Volley maschile dell’anno scorso (non il trofeo delle parrocchie) è stato vinto da Lube macerata grazie ad un errore arbitrale clamoroso (ultimo punto assegnato ad una palla uscita di oltre mezzo metro). Dopo un minuto o due di scoramento (legittimo) Pubblico, giocatori, allenatori hanno fatto i complimenti ai vincitori. Nelle interviste del dopo partita, a giornalisti che cercavano di fomentare polemiche, gli stessi giocatori di Trento (quelli che hanno perso) hanno minimizzato dicendo….”gli errori degli arbitri fanno parte del gioco….bravi a loro che hanno vinto” Quel punto assegnato a Lube avrebbe riportato Trento in rimonta sul Vantaggio pari al Tbreak. Questo è il Volley andrea. Questo è lo sport.

  117. by Andrea

    Scusate ma non capisco!
    Un punto contestabile che vale set e partita persa,
    Perche’ questo e’ tennis e non calcio, non va fatto presente?
    Quel punto andava dato e la partita si sarebbe riaperta!
    Vorrei vedere a voi se vi capita in campo…
    Se dite:
    Ehhh ma questo e’ tennis e non calcio!!!

  118. by t.o.

    @cristian. Io Credo che nessuno stia “bollando” o “giudicando” nessuno. E’ normale fare queste considerazioni su uno dei migliori talenti del tennis mondiale. Io credo che nel tennis le evoluzioni sono prevedibili. Per fisico, per mentalità e per ambiente.
    I colpi si possono migliorare, la tattica può essere affinata, le lacune possono essere colmate….ma il tipo di gioco, l’istinto, la “fame” , il timing, quelli non te li può insegnare nessuno. O li hai o non li hai.
    Noi tutti sappiamo chi potrà diventare un campione (anche solo per un torneo) e chi sarà destinato ad un’onesta carriera di professionista del tennis. Io non vedo in Nastassja il dna del Campione. Anche lei è giovane. Anche lei ha molti anni davanti. Ma non vedo in lei quelli che Velasco chiama “gli occhi della tigre” Quelli che vedi fare a Serena quando decide (riuscendoci) di fare un ACE. Camila non ha quegli occhi. Camila è molto peggio. Camila ha l’incoscienza del “menefreghista”. Fa le cose più assurde o le più straordinarie con la stessa disarmante (apparente) indifferenza.
    Che abbia di la Serena o mia cugina per lei è lo stesso. Questo può essere un grande limite. Ma quel limite è lo stesso che ti permette di ribaltare il 5-1 di Nadia in un 7-5 …..come se nulla fosse. Non ha avuto bisogno di fare gli occhi cattivi. Di decidere quale era il punto più importante e quale il meno importante. Lei molto semplicemente li vuole vincere tutti. L’uno vale l’altro. Quando e se i vincenti saliranno del 10% e gli errori non forzati caleranno del 10% lei vincerà gli Slam. E’ talmente semplice da sembrare assurdo. Ma per me è così. Un po di precisione in più (l’esperienza sarà utile a questo). Non serve altro. Ribaltare i 9 punti di differenziale con Nadia significa fare 5 punti in più dei quasi 100 che hai già fatto. 3 vincenti in più e 2 non forzati in meno. Abbassare i DF io lo metto tra i vincenti in più. Altri li mettono tra i non forzati in meno. Questa è l’unica differenza tra il mio modo di valutare le cose e il modo di valutarle di molti altri. come vedi un dettagli che sembra piccolissimo. Per me è un modo opposto di vedere le cose…..

    Ho già detto che la Florida è piena di signori disposti a pagare 500 o 1000 dollari per poter fare una partita con una ragazza che ha fatto gli 8° a Wimbledon. Il problema di Camila non sarà mai quello di mettere insieme il pranzo con la cena. Come non lo è per nessuno nel tennis che possa dimostrare una discreta storia da top 100.
    Il problema è se tra 10 anni qualche commentatore vedendo giocare una 12enne dirà o meno….”sembra la Giorgi da piccola” o dirà di una giovane croata promettente…..”farà una carriera come la Vekic”…..
    Farà quello che stiamo facendo noi…….”una piccola Maria” “sembra il primo Agassi..” non giudicherà e non bollerà nessuno…..cercherà solo di fare delle proiezioni…….in assoluta buona fede….

    Sia Donna sia Camila devono mantenere con il loro lavoro un sacco di gente. Quel sacco di gente imporrà necessariamente scelte

  119. by effeemme

    Stefano:
    la tua analisi del match è ottima e perfettamente condivisibile.
    faccio solo notare che il terzo set, ha visto piu’ un calo nel rendimento di Magda che ha cominciato a sbagliare molto, piu’ che una tenuta mentale ritrovata di Donna, persasi nel durante del secondo.
    se considero monotono il suo tipo di gioco e davvero poco talentuoso, scrivi tu stesso il motivo, andando a ricercarlo essattamente fra le tue righe…
    Camila è diversa.
    Camila ha gia’ i colpi per sfondare e lo ha gia’ dimostrato contro delle vere top player.
    questo Donna invece non lo ha ancora dimostrato e il suo talento fatto solo di colpi piatti e potenti che le permettono di allungare lo scambio, non mi pare poi cosi’ a buon punto, anche se è vero che ha tutto il tempo davanti per imparare a fare altro…
    ma poi, ci riescono tutte ad imparare a fare altro???

  120. by Stefano

    Premetto che ho scritto questo pezzo molto tempo dopo la fine della partita, e senza leggere i commenti che nel frattempo si sono aggiunti, e ai quali forse risponderò dopo.

    Piccola “analisi” tecnica.
    Oggi per la Vekic è stata un partita durissima, forse ancora più dura di quella giocata contro la Giorgi.
    Innanzitutto bisogna dire che la sua avversaria di oggi, la Rybarikova, è una ragazzona alta, agile e molto potente (che va per i 25 anni, dunque con quasi 8 anni in più di Donna!!!).
    Direi che tra le due, Magdalena la superava sia in potenza dei due fondamentali (dritto e rovescio), che in agilità di spostamento (movimenti sia laterali che, soprattutto, nell’andare avanti e indietro), che nella completezza del repertorio.
    Detta così, sembrerebbe quasi assurdo che la Vekic oggi abbia vinto; oltretutto il talento di Donna sembrerebbe un bel po’ ridimensionato da queste poche frasi.
    In realtà, come ho già scritto, non è in questo che la ragazza eccelle (e infatti deve ancora migliorare in tantissime cose).
    A rete la Vekic ci viene pochissimo, e quando ci va quasi sempre combina casini (in questo senso forse Camila le è addirittura superiore!).
    Dritto: molti scambi li ha persi perchè manca la potenza di questo fondamentale, che, soprattutto quando lo gioca lungolinea, non riesce mai a far male quanto dovrebbe (ed anche in questo caso la Giorgi le è nettamente superiore … ma non è detto che con il tempo la differenza diventi minore).
    Rovescio: ha fatto diverse cose pregevoli quando lo giocava sulla diagonale, ma lungolinea tende a perdere la misura anche di questo colpo!
    Servizio: oggi molto discontinuo, troppe poche le prime (che rimangono comunque molto buone), mentre le seconde sono abbastanza facilmente aggredibili, anche se come doppi falli … è veramente un’eccezione che ne faccia uno.
    Vista così, sembrerebbe quasi una sosia della Wozniacki, ed invece penso sia molto diversa.
    Certo, non è e non sarà mai una Kvitova o una Sharapova, non tirerà mai le bombe di Serena, ma i margini per migliorare ci sono, visto che in alcuni scambi le unghiette ha saputo tirarle fuori, quando occorreva.
    Bisogna però anche riconoscere che oggi aveva di fronte una giocatrice molto in forma, che si muoveva benissimo, e che spingeva su tutte le palle (senza però avere la solidità mentale della giocatrice croata).
    Direi che oggi si sono visti molto bene i limiti e le lacune di questa (giovane) giocatrice, che però rimane, secondo il mio modesto parere, una giocatrice di grande talento (e su cui quasi sicuramente si può puntare ad occhi chiusi).
    Se la Vekic avesse le gambe ed il braccio di Camila, secondo me potrebbe addirittura entrare nelle prime 10-15 giocatrici al mondo entro l’anno, ma non è così.
    Dovrà lavorare a lungo e duramente se vuole poter vincere anche con le top players, perchè loro non faranno tutti gli errori che ha fatto oggi Magdalena.
    Però non si sono visti soltanto i limiti di questa giocatrice, oggi sono saltati fuori anche i suoi attributi: perso nettamente il secondo set per 6-1, molte players si sarebbero forse buttate giù al terzo, ma Donna ha saputo stringere i denti e continuare a lottare, rischiando un po’ di più e cercando di portare l’avversaria all’errore, ad esempio alzando alcune palle (come fa spesso la Errani).
    Ora in finale l’aspetta la vincente tra la Riske e la Hantuchova: chiunque passi sarà una vera battaglia, perchè la Riske sta giocando veramente bene (gioca bene soltanto qua …), mentre Daniela è una “vecchia volpona”, e se ieri ha imbrigliato pure la nostra Francesca, vuol dire che ha il repertorio e la condizione per disorientare pure la giovane serba.

    Ma la Vekic “è fatta di roba forte” (citazione non mia, ma che in questo caso ci calza a pennello).

    P.S.
    Peccato che oggi la Petkovic abbia perso, anche se sono comunque felice per la Halep, che così vince (meritatamente) il suo primo torneo: era ora!!!

    Da notare anche l’uscita dal torneo della Lisicki per mano della Riske: purtroppo, devo constatare che Sabine rimane sempre una bella giocatrice da veder giocare, ma se una la guarda perchè vuol vedere giocare una campionessa … bussare ad un altra porta, please.

  121. by cristian

    @Nicola:
    allora sono riduttivi tutti i discorsi, lasciano il tempo che trovano.

  122. by Nicola

    @Cristian.
    mi sembra un po’ riduttivo il tuo discorso.
    è chiaro che nessuno scrive sapendo come sara’ il futuro!
    oggi pero’ si fanno considerazioni piu’ o meno logiche, su quello che si vede al momento.
    per ora anch’ io direi che Giorgi è un gradino sopra Vekic.
    poi domani si vedra’.
    tu critichi chi bolla Vekic, dicendo che crescera’…
    e chi te lo dice che crescera’… la sfera??
    bah!

  123. by t.o.

    @andrea Lasciamo le polemiche sugli errori arbitrali agli amanti del calcio. Nel tennis se vuoi e puoi recuperare hai tutto il tempo che vuoi. Guarda invece il differenziale. Donna vince con un punto di vantaggio 105 a 104 su 209 punti giocati. Una partita così la dovrebbe vincere quella con più esperienza. Anche questo va ad arricchire il bagaglio di speranze di Donna.
    Ho guardato i TB. (sono sicuramente un segno di saper giocare i punti che contano) Camila negli ultimi due anni non ne ha giocati molti. Ma quelli che ha giocato li ha quasi tutti vinti. E quelli che ha perso li ha persi in partite che poi ha vinto al terzo. Fa eccezione quasi solo quello con Lep (che però è comunque partita persa in due set).
    Camila va raramente al TB così come va raramente al 7-5. Se vince vince prima, se perde….anche. Ma se va al TB ….spesso vince…… non si può dire lo stesso dei 7-5 …..quelli li perde o li vince con la stessa frequenza…

  124. by cristian

    Ragazzi, ma come fate già a bollare la Vekic ? ” se arriva è per solidità , ecc ecc” .. state parlando di una 96!! ha solamente 17 anni, sapete le cose che imparerà , e quanto crescerà? Camila è più potente, ma è giusto anche sottolineare che la Giorgi ha 5 anni di più! Travaglia (classe 91) ha una pesantezza di palla maggiore rispetto a Quinzi ( 96) , bisogna vedere tra 5 anni le cose come si mettono ! come si fa a giudicare ora, boh

  125. by effeemme

    Eugenio:
    io non contesto una frase perchè mi fa comodo.
    al momento che scrivevo la Vekic aveva regalato 5 turni di battuta su 9 all’ avversaria.
    è un dato di fatto.
    non un’ invenzione del momento…

    T.O.
    sottoscrivo tutto cio’ che dici.
    essenzialmente è il mio pensiero, sopratutto la seconda parte del tuo post.
    Camila ha un altro potenziale rispetto a Donna.
    se arrivera’ in alto, lo fara’ per il suo talento.
    Donna forse per la sua continuita’…

    Andrea:
    ho notato anch’ io il punto non dato.
    quel punto ha condizionato sicuramente la partita che si sarebbe riaperta di sicuro.
    cumunque nel tennis si vince anche quando porti a casa meno games dell’ avversasria, come in questo caso.

    concludo:
    io non ho nulla contro la Vekic.
    anzi il suo modo di stare in campo mi piace, visto che ricorda Maria.
    ma in fatto di variabilita’ dei colpi, davvero non la trovo a livello accettabile.
    certamente ha tutto il tempo davanti a se per migliorare.
    ma il tempo, anche se meno di lei, lo ha anche Camila…

    il futuro piu’ o meno prossimo ci dira’ quale delle due merita maggiore attenzione.
    se l’ una che è dotata di un anticipo strepitoso e di una capacita’ di guadagnare campo, come poche volte vedo…
    o se l’ altra che ha maggiore solidita’ mentale e piu’ continuita’ nel durante.
    fra l’ industria e l’ artigianato, scelgo la seconda…
    optando fin da ora per Camila!!!

  126. by Eugenio

    Andrea, ti prego, questo è tennis, non calcio…

  127. by Andrea

    Alla ribarikova e’ stato negato il punto del 4-5 che l’ avrebbe rimessa perfettamente in partita andando a servire.
    Il repley e’ stato chiaro. La palla tocca la riga.
    Nessuno ne parla?
    Partita falsata per errore arbitrale!

  128. TEUS by TEUS

    Ho guardato il match di Vekic: si vede che la croata è seguita da un valido team soprattutto perché prende quasi sempre la decisione giusta nell’ambito dello scambio e ha spesso un linguaggio del corpo positivo. In più ha la capacità di rimanere costantemente ben concentrata nell’arco dell’incontro riuscendo quindi a dare il meglio di sé nei momenti topici (questa potrebbe comunque essere una qualità innata). Servizio efficace e colpi di rimbalzo solidi e potenti. Ha però qualche problema negli spostamenti ed è un po’ goffa quando deve piegarsi su palle basse e tagliate. Personalmente non intravedo un talento tennistico strabiliante ma, considerando la sua giovanissima età, ovvio che ci possano essere notevoli margini di miglioramento da ogni punto di vista continuando a lavorare bene. E’ una piccola Sharapova giusto per dare l’idea con poche parole.
    Ha quattro anni e mezzo meno di Camila ma io non cambierei la nostra con Vekic. Questo perché Giorgi ambisce a un tipo di gioco che finora ho visto praticare ad alti livelli e con successo solo da Andre Agassi. Un tipo di gioco che, se ben centrato, può risultare vincente contro chiunque e in qualsiasi epoca.
    Riepto: Giorgi fisicamente e tecnicamente può… Deve però migliorare tanto, tantissimo dal punto di vista mentale (rimane ancora irrisolto l’unico grande dubbio che ho su di lei: quanto è condizionata questa ragazza dalla sua emotività?)e acquisire maggiore fiducia vincendo qualche match in più.
    Camila fa bene a non cambiare di una virgola l’atteggiamento aggressivo che il suo istinto la porta ad avere in campo. Fa bene perché un giorno potrebbe arrivare molti in alto se continuerà a mettere tutta se stessa in questo sport.

  129. by Tommaso

    Vekic in finale. Così, tanto per dire e per gradire.

  130. by t.o.

    @effeemme Come vedi sei stato un po impulsivo (pregio di gioventù) Un 6-1 o 6-2 di rivincita dopo un TB perso è abbastanza frequente. Quasi mai però porti a casa la partita…..Brava Donna…..se vince il torneo la sconfitta di Camila può essere fortemente riconsiderata…….

  131. by Eugenio

    @effeemme

    “ma hai scritto di Donna “una giocatrice che sa tenere (o meglio, gestire) i propri turni di servizio”…
    fin’ ora Magdalena le ha strappato il servizio 5 su 9 volte.
    e si è portata sul 5-1 nel secondo set, prima del nuovo stop per pioggia.”

    Usare una partita per contestare una frase mi sembra pretestuoso… Pure Serena Williams ha preso quest’anno un 6-0… Lo usiamo come esempio per dire che è una giocatrice che non sa gestire i suoi turni di servizio?

  132. by t.o.

    @effeemme Capisco che alla tua età si abbia “voglia” di certezze. Alla mia si comincia ad apprezzare la sottile analisi del dubbio. E’ inutile cercare di sapere oggi chi è più forte tra Camila e Donna. Hanno giocato 3 giorni fa. Ha prevalso Donna. Ma Camila non era al meglio. La sconfitta di Camila rimane (ci mancherebbe altro) ma giustamente ci rimane il dubbio: come sarebbe andata con una Camila al meglio? Come tu sai io definisco il Camila Sara di Pechino un pareggio. E dico di Camila che non ha mai perso contro un’italiana. Riesci a capire perchè uso questi “sofismi linguistici”? Nel Tennis il concetto A è più forte di B si può affermare solo a fine carriera. o dopo almeno 8/10 scontri diretti su diverse superfici e in anni e periodi diversi. Altrimenti il giudizio rimane limitato ad uno o due episodi che non fanno la storia…..neanche la storia tra le due contendenti. nel 2004 Maria battè due volte Serena (che era pure più grande di età) avresti detto allora “Maria è più forte di Serena”? sono ormai 9 anni che Maria non ci vince più. Perciò ascolta il mio consiglio. O perlomeno cerca di capire “la logica” del mio consiglio.
    Le tenniste sono atlete che vivono vite parallele all’interno dello stesso circuito. Siamo portati a dire A è più forte di B anche solo in base ad una classifica senza che le due atlete si siano neanche mai incontrate. Se Camila incontrasse Sara al 1° turno di Wimbledon come valuteresti il risultato (qualunque risultato uscisse)? Una prova definitiva di una prevalenza di una sull’altra? Perciò torniamo a Donna e a questa Comparazione con Camila.
    Del resto non abbiamo molto di più su cui discutere. Se qualche utente si è annoiato non deve fare altro che inserire un’altro argomento di discussione….
    Oggi Donna con la Ribarykova ha un po il suo esame di Maturità (età e periodo sono adatti) Vedremo con che voti si iscriverà all’università…..(Wimbledon la settimana prossima) Donna ha già battuto Ribarykova quest’anno. Riba è una giocatrice di esperienza (25 anni) molto efficiente sull’erba (anche se ha fatto tutti primi turni a Wimbledon ma con dei sorteggi a dir poco “sfigatissimi”) E’ una giocatrice che da anni staziona tra il 100 e il 50. Non ha quasi mai battuto quelle in quel momento superiori a lei in classifica. Ha vinto anche qualche torneo (un WTA senza incontrare in 5 match una meglio classificata di 80°) E’ la giocatrice più difficile che può incontrare una giovane emergente. Non ci giochi contro a “o la va o la spacca” come faresti con una top 20. Pensi sia sotto al tuo livello perchè la qualità dei tuoi punti e migliore, ma per qualche motivo non riesci a staccarla in punteggio…..anzi, appena ti distrai un po’ senza che nulla cambi apparentemente ti manda sotto 6-1 al secondo set (di pochi minuti fa).
    Trovi delle similitudini con Camila? Io molte. Do ragione a te quando dici che Donna è più “monotona” di Camila. Io trovo però che sia molto più solida. Sa tenere scambi lunghi con colpi molto pesanti. E alla sua età non è dote da poco. Camila sa accelerare in modo molto più violento. Ma questa arma diventerà “distruttiva” quando l’accelerazione sarà effettuata non “a prescindere”. Ma quando, dopo il primo secondo o terzo scambio le condizioni saranno più favorevoli. Questo è attualmente il grande limite di Camila. E’ quello che qualcuno chiama testa. qualcuno tattica. qualcuno “variazione”. Io credo che Camila oggi sia più avanti di Donna (e sai che non parlo di età) Il Timing sulla palla non si impara. O ce l’hai o non ce l’hai. Ma è come il Do di petto per un tenore…..la Romanza non è solo un insieme di “acuti”. Serve anche il fraseggio e la melodia…..ma è chiaro che senza gli “acuti” il protagonista alla Scala non lo farai mai…..
    Una Camila al 100% avrebbe potuto battere Donna lunedì scorso? Io credo di si.
    Avrebbe sostituito Donna fino alla semifinale di oggi? Io penso di sì. Tra penso e credo c’è una grande differenza.
    Comunque ti ripeto….io credo che il duello Camila/Donna si arricchirà di molti episodi. e se questo accadrà Camila potrebbe avere una prevalenza nei risultati. Ma sono certo che se ciò non avvenisse sarà perchè all’appuntamento mancherà Camila. Donna in top 20 ci va di sicuro. Camila, se ci va, sarà qualche posizione davanti a Donna.
    Non so perchè mi viene in mente una frase di un grande siciliano Ciccio Ingrassia (che molti considerano un semplice “comico” ma che in realtà era un fine Intellettuale) Alla domanda di un giornalista sulla questione Andreotti/Mafia sulla famosa questione del bacio a Riina rispose. “Io non so se Andreotti abbia mai baciatoTotò Riina. Ma di una cosa sono sicuro. Se lo ha incontrato, allora lo ha baciato”. Così rispondo io.
    “Io non so se Camila andrà mai in Top 20. Ma se ci andrà lo farà da protagonista con alcune vittorie nei tornei che contano” “Donna andrà sicuramente in top 20. Ma potrebbe farlo anche con tante semifinali…”

  133. by effeemme

    Stefano:
    non è per voler girare il coltello nella piaga…
    ma hai scritto di Donna “una giocatrice che sa tenere (o meglio, gestire) i propri turni di servizio”…
    fin’ ora Magdalena le ha strappato il servizio 5 su 9 volte.
    e si è portata sul 5-1 nel secondo set, prima del nuovo stop per pioggia.
    ripeto:
    vedo piu’ nel tennis della Ribarikova una futura top player, che non nella Vekic.
    Magda si che mostra un gioco completo e ricco di variazioni…
    forse la Nike farebbe bene a buttare un occhio anche aldilà della rete!
    non si sa mai…

  134. by effeemme

    Stefano.
    le tue sono opinioni, esattamente come le mie.
    ma le mie se permetti sono avallate da un’ ipotesi di non perfetta forma da parte di Camila.
    tu sostieni che Donna sia migliore ( uso questo temine per semplificare ) di Camila…
    ma se una non è al 100% della forma, non potra’ mai massimizzare i suoi risultati.
    la differenza fra le due, non è stata netta…
    sulla Vekic poi, io vedo una ragazza che esprime un tennis ancora acerbo, senza alcuna variazione nei colpi.
    io suo è un monorepertorio.
    io francamente non ci vedo quel mostro di bravura che descrivi.
    anzi, seppur ha perso il primo set al tb, vedo molto piu’ completo il gioco della Ribarikova…
    poi si critica Camila per la sua voglia di arrivare in alto.
    di lei che pensa di diventare la nr. 1 cosa diciamo?
    ti pare una che mostra un gioco da top player?
    a me francamente pare proprio di no…

  135. by Tommaso

    Articolo di Ubitennis sulla Vekic: http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2013/06/15/904721-donna_vekic_successo_geni.shtml

    Vorrei far presente una cosa: la Vekic è al primo torneo sull’erba. Vero. Proprio per questo dire che non aveva mai vinto una partita per aggravare la sconfitta di Camila è un’argomentazione che può ritorcersi contro. Camila al primo torneo su erba vinse 3 partite consecutive (quali di Wimbledon). Al secondo torneo in carriera su erba ne vinse 6 (quali + tre turni a Wimbledon).

  136. by Stefano

    Effeemme, capisco il tuo punto di vista, ma non lo condivido.
    Hai scritto che il sorteggio di Camila è stato benevolo, che Camila in questo momento (per te) è superiore (se gioca senza infortunio), che la Vekic sull’erba non ha esperienza …
    Hai detto tutta una serie di cose che, risultati alla mano, non si sono rivelate vere.
    Primo perchè Donna si allena spesso sull’erba, secondo perchè ti sfugge quello che io continuo a sottolineare in ogni mio post: la diversa mentalità che hanno queste due giocatrici.
    Questo non è uno sport in cui chi ha più muscoli vince, chi ha più velocità di gambe vince, chi ha il miglior fisico … vince.
    Il tennis è uno sport fatto ANCHE di fisico, ma anche di tanta tanta TESTA.
    E IN QUESTO MOMENTO penso che Camila non sia nelle condizioni di poter battere una giocatrice che sa tenere (o meglio, gestire) i propri turni di servizio con molta più sicurezza, che sbaglia molto raramente, che sa perfettamente quando deve forzare e quando invece basta buttarla semplicemente di là.
    Tutte queste cose, Camila, a 21 anni, deve ancora capirle.
    Qui non si tratta di vincere o perdere con 5, 10, 15 o 30 punti in più dell’avversaria, qui si tratta di capire che quei pochi punti che spesso fanno la differenza difficilmente possono essere recuperati, poichè sono punti che saltano fuori con la diversa solidità mentale delle due giocatrici, non con la diversa velocità doi palla.
    Certo, se Camila beccasse un match in cui le entra tutto, probabilmente vincerebbe quasi contro tutte … ma quando mai può succedere una cosa del genere?
    Con la Bartoli, ad esempio, tutti a dire che ha giocato alla perfezione (anche i giornalisti!!!).
    Ebbene, quel match lo abbiamo visto tutti, così come abbiamo visto che quella Marion era una delle peggiori di sempre: regalava punti come nemmeno Babbo Natale avrebbe saputo fare di meglio.
    In quel caso Camila giocò quasi come ha fatto subito dopo con la Bouchard (almeno nel primo set, poichè nel secondo è stato chiaro che la spalla l’ha penalizzata non poco).
    Questo per dire che la Giorgi ha perso sempre per lo stesso motivo: troppo fallosa, imprecisa … i match li perde sempre per demerito suo, non per superiorità dell’avversaria (per la cronaca “Genie”, già ad occhio, ha una velocità di palla palesemente inferiore a quella di Cami).
    Se da un lato questo può essere visto come una cosa positiva, dall’altro è una cosa gravissima, perchè significa che contro una “normale” regolarista, rischi sempre di perdere, perchè anche se di vincenti te ne escono a volontà, dall’altro sai anche che lei non ti regalerà nulla; e siccome tu hon ha ancora imparato a ridurre i tuoi errori, la partita si giocherà sempre sul filo del rasoio tra i tuoi vincenti e i tuoi gratuiti.
    Giocando sempre così, è difficile … molto difficile poter mettere sotto una giocatrice tipo la Vekic di oggi.
    Capito ora cosa intendo dire?

  137. by t.o.

    @Stefano. Sottoscrivo (come mi capita spesso) tutto ciò che scrivi nel tuo ultimo post. E’ evidente che l’ambiente che circonda Camila e quello che circonda Donna sono due ambienti con un DNA opposto. Non è questione di padre o non padre. La Graf aveva si il padre, ma pare che fosse un po’ “nazista”.
    Camila è il classico esempio di famiglia Latina. La Famiglia Giorgi è un Clan. Ora si sposteranno ancora di continente per le esigenze del figlio più piccolo. Camila ormai è autonoma. La famiglia ha investito su di lei. Il suo futuro non è in pericolo. Una che è stata top 100 per un anno e ha un 8vi a Wimbledon, delle lezioni di tennis a 300 dollari l’ora le ha assicurate in tutti i circoli della Florida. Questo Camila già lo ha raggiunto. Cosa farà in questi prossimi 10 anni è “tutto in più” (e può essere moltissimo). Se tu guardi alla precocità nello sport vedrai che i latini sono sempre in fondo alle classifiche. Gli Slavi sono in testa alle classifiche. Donna è una Slava. Gli Slavi sono allenati sin da bambini alla “autonomia”, L’autonomia è figlia di una disciplina che viene inculcata sin dai primi giorni di scuola. Pensa alle piccolissime ginnaste slave. Non sorridono mai. Sono in competizione sin da piccole su tutto. Il merito premia. Non c’è mamma e papà che ti coccola dopo una sconfitta. Controindicazioni? I paesi nordici (tra i più precoci negli sport) hanno il più alto tasso di suicidi giovanili. Per uno che vince altri 200 hanno perso. Non ci sono onori per loro. Si torna nell’anonimato.
    Per questo considero non l’età anagrafica (i 17 di Donna sono paragonabili ai 19/20 di Camila) Io non auguro a Camila una carriera alla Capriati (americana…..anche qui competitività altissima). Le auguro una carriera più “Latina”. Maturità verso i 24/25 anni. Visto il talento (io considero Camila molto Talentuosa) potrà avere degli exploit già da subito. Ma non chiediamole ora continuità. La continuità è la fine di un processo di maturazione.
    Ogni eccesso è un difetto. Ma ogni eccesso è sempre superare il limite di quello che viene definito un pregio. Maturità è fermarsi prima che il pregio diventi difetto. Tanto più riesci a capire il limite tra pregio e difetto tanto più riuscirai a fare le cose al limite delle tue possibilità. Chiedere oggi a Camila di eliminare i DF è come dirle “fermati molto prima di quello che è il tuo limite” Chiederle di tirare meno vincenti è come dirle ” non rischiare mai di andare al limite delle tue possibilità” Ma come faccio poi a sapere in caso di bisogno che margine di “rischio” posso assumermi. Serena serve al 80/90% della sua potenza. Lo fa perchè sa quale è il suo 100%. Se basta il 75% per vincere lei non rischierà mai di sforzarsi di più (i primi Game con Camila) . Ma quando serve sa “accelerare” sa “forzare”. A inizio carriera anche lei tirava tutto. Quel ritmo non lo ha tenuto neanche lei (talento puro).
    Camila deve prima di tutto stare bene. Deve sentirsi bene. Anche un fastidio può alla lunga diventare un alibi. Le servisse per dosare le forze rispetto all’avversaria o al momento del match, forse anche da questa “spalla” saprà trarre giovamento….

  138. by effeemme

    ma scusa Stefano.
    io non ho nessuna intenzione di sminuire le potenzialita’ di Donna, come tu vorresti far passare per mano delle mie parole!!
    permettimi di fartelo notare.
    qua non parlo di progressioni temporali o di possibilita’ future o risultati passati come sostiene Nicola,
    per fare un’ affermazione, che per il mio concetto personale, rappresenta la “foto istantanea” di QUESTO preciso momento…
    poi tu stesso ammetti che non possiede le doti atletiche di Camila, che non è poca cosa…
    in questo momento possiamo affermare che Camila ha perso contro la Vekic, di MISURA nel primo set
    e per UN BREAK di differenza nel secondo.
    giustamente dici che non abbiamo certezze sul suo stato di salute.
    ma è plausibile visti gli indizi, che la partita è stata giocata da parte di Camila, con il fastidio ( non dico a quale livello ) alla spalla.
    come avevo fatto notare, la borsite si puo’ rimanifestare in qualsiasi momento, anche quando credi di averla debellata, se non curata per bene.
    si manifesta con dolori improvvisi, senza farsi preannunciare.
    è possibile che tu abbia ragione, dicendo che Donna ha vinto con merito e che quindi IN QUESTO MOMENTO è superiore a Camila.
    ma è possibile anche il contrario, che Camila abbia cominciato ad avere problemi gia’ dal primo set, giocando il seguito del match decisamente sotto tono.
    gli indizi ( la cancellazione al torneo successivo), fanno protendere per la seconda ipotesi, quantomeno credo per la maggior parte degli utenti.
    tu sei comunque libero di pensarla diversamente, senza per questo andare a tagliare fette di prosciutti o salami…

  139. by Stefano

    @ t.o.
    Beh, la mia non vuole certo essere un’analisi “scientifica” su una giocatrice (di analisi mi bastano quelle che devo fare come chimico), ma semplicemente un parere da appassionato di questo sport.
    Riguardo alle certificazioni, poi, pensa che certi prodotti di élite, super reclamizzati ed osannati, spesso si comportano (in termini di durata o performances) peggio di robetta home made, e tutto questo è possibile perchè le logiche di mercato spesso trasformano la “merda” in roba “extra” semplicemente perchè la ditta (quasi sempre una multinazionale, guarda caso) che le vende detiene quasi il monopolio in quel settore.
    Ma, tornando al tennis, dico che il mio rammarico maggiore è vedere come questa Donna, pur non possedendo le notevoli doti atletiche di Camila (anche se, a dire il vero, da piccola anche lei come Camila aveva provato con la ginnastica) stia registrando in questi ultimi mesi quei progressi che noi tifosi di Camila stiamo aspettando da anni e che ancora non abbiamo visto arrivare.
    É questo ciò su cui dobbiamo meditare, non sul numero dei doppi falli, degli aces o dei colpi vincenti.
    La Vekic, più che il tennis in se’, sembra avere la mentalità della campionessa; Camila, in questo senso, deve ancora dare prova di aver raggiunto un certo grado di maturazione (anche se ha un repertorio tecnico abbastanza limitato, se avesse il controllo del proprio gioco come ce l’ha la giocatrice croata, secondo me già oggi Camila starebbe tranquillamente nelle prime 20 o 30 del mondo).
    Ma la testa non è una cosa facile da cambiare …

  140. by Stefano

    @ Effeemme
    Non vorrei rigirare il coltello sulla piaga, ma vorrei far notare che:
    1) non è mai arrivata una conferma ufficiale (né dalla Giorgi, né da suo padre, né dallo staff o da chi gestisce questo sito) che Camila nel match contro la Vekic soffrisse di quel problema alla spalla (l’unica cosa confermata è che ne soffrisse quando ha giocato con la Bouchard), tutte le speculazioni che sono arrivate dopo, sono frutto delle nostre congetture che hanno preso spunto dal suo ritiro dal torneo successivo;
    2) non ho visto quel match, ma mi pare di ricordare che, a parte un break all’inizio, per tutto l’arco dell’incontro Camila abbia fatto pochissimi punti sul turno di servizio di Donna (a differenza della Vekic che invece l’ha portata diverse volte ai vantaggi), tanto che il tie break è finito con il punteggio che sappiamo.
    Che sia stato il match più duro per la croata, questo è vero, visto che ha sì lasciato un set alla Sanchez (per 6-4), ma poi le ha rifilato un doppio 6-2; quandi, a conti fatti, quello con Camila è stato quasi sicuramente il match più lottato.
    Però non sono affatto convinto (come dici tu) che Camila, senza infortunio, avrebbe CERTAMENTE vinto, poichè temo che la Vekic di OGGI stia dimostrando una continuità (parlo di rendimento su un tot di partite giocate di fila) che Camila semplicemente non ha ancora acquisito.
    Penso, invece, che il suo sorteggio sia stato molto sfortunato, perchè oltre alla partita di ieri della Vekic sono riuscito a guardare anche le partite della Mladenovic, della Jovanovski, della Lisicki … e molte delle giocatrici che ho visto giocare erano in una condizione veramente scarsa: con queste ultime penso che Camila avrebbe vinto molto più facilmente che non contro questa Vekic.
    Ciò che stupisce di più di questa giocatrice croata, non è tanto il livello a cui è adesso, quanto la velocità con cui è cresciuta negli ultimi mesi: se andate a guardare la sua storia nei tornei juniores, non troverete una super campionessa, non troverete una vincitrice di Slam (vedi Robson, Bouchard …), non troverete una che è stata n°1 delle classifiche, ma troverete una buona giocatrice che si è fatta le ossa con umiltà senza l’aiuto di una “multinazionale”.
    Il fatto che ora abbia uno sponsor che sia seguita da professionisti, penso sia anche merito suo, e non perchè è stata più “fortunata” di Camila.
    Oltretutto, mi sembra di aver letto che Donna si allena sì a Londra da circa due anni, ma continua ancora a studiare nella scuola del suo paese natale, a differenza di altre che invece per la carriera hanno pure cambiato continente, tagliando quasi completamente i ponti con la nazione che ha dato loro la luce (e qui di nomi ce ne sarebbero a decine …).

  141. by t.o.

    Esco da una settimana allucinante (di lavoro) e avevo deciso di usare (in questa settimana) il sito di Camila come unica “isola” di distrazione………non ci sono riuscito…ma adesso è arrivato sabato…..(nel mio mondo in weekend è sacro) è potrò davvero dedicare un po di tempo (e un po di cervello) alle cose che mi divertono.
    @Stefano Leggo con piacere la tua analisi su Donna. Ti rispondo con una storiella……….per motivi di lavoro dovevo verificare l’efficienza di un dato macchinario che utilizzava alla fine del suo processo produttivo un motore GM (General Motor) vortec Powertrain IL 4 3000. Avevo un budget abbastanza ampio per verificare l’efficienza dell’intera macchina ma (puoi capire) fare un’analisi comparata di tutti i motori di quella fascia di potenza (visto il grado di analisi che mi veniva richiesta) mi sarebbe costata (come responsabile del gruppo di ricerca) la destinazione a quello studio di almeno la metà del budget che avevo a disposizione. Girando in rete (anche i gruppi di lavoro superspecializzati gettano ogni tanto le reti in “rete”) ho trovato una brochure di GE (General Electric) che nel pubblicizzare un suo prodotto (che usava anche lui un GM Powertrain IL4 3000) dichiarava: leggere per credere…….. http://www.gegenerators.com/GE-076051–48000-Watt-Commercial-Three-Phase120208-Voltage-Generator-System_p_77.html Che lei GE considerava il GM Powertrain : il miglior motore in commercio per quella specifica funzione. Ora GE è : Secondo la classifica stilata da Forbes nel 2009 la prima compagnia al mondo per importanza (vendite, profitti, assetti e valore di mercato). Vi viene il dubbio che se GE sceglie un motore invece di un’altro, e ci spende anche parole per dichiarare sotto la sua responsabilità che quel motore è : “A word-class performer, the GM Vortec 1800 RPM engine provides sophisticated yet extremely durable industrial grade power for years of reliable performance.” abbia incaricato di un’analisi di mercato qualcuno con un budget molto più importante del mio. E se questo qualcuno scrive che quel motore è il migliore della sua categoria (GE lo garantisce 5 anni) posso io con i miei scarsi mezzi confutare la sua analisi? e a che pro. Io non sono pagato per valutare le scelte di GE. io sono pagato per verificare se i componenti della “mia macchina” sono all’altezza dell’investimento previsto. UBI MAJOR MINOR CESSAT . Nella mia relazione ho evidenziato che: essendo il motore endotermico (il GM Vortec), considerato dal leader di mercato (GE) il migliore in circolazione “NOI” ( plurale majestatis) non ci sognavamo di indagare oltre, investendo di conseguenza il budget risparmiato su MOTORE su altri componenti della macchina (a me affidate per le analisi) non ancora testate industrialmente.
    Tradotto……leggo volentieri che tu abbia “certificato” personalmente la “qualità Vekic”
    Io quando vedo che su un prodotto (in questo caso una tennista) un gruppo di professionisti (in questo caso tra i migliori al mondo) hanno investito tempo e soldi (qui non si tratta di due magliette, due racchette e 10 incordature) do per scontato che le loro analisi le abbiano fatte. Se avrò tempo e voglia le farò anch’io. Ma con i mezzi , le informazioni, e il livello di analisi che io mi posso permettere do per scontato che, in caso di giudizio difforme….la “merda” è più facile che l’abbia pestata io.
    Tu hai verificato che Donna è davvero una “fuoriserie”…..(avendo avuto finalmente occasione di vederla giocare) io lo davo per scontato……(per logica) Nike non butta i suoi soldi. Poi è chiaro che le tenniste non sono motori e possono “grippare” per una serie infinita di motivi non tutti prevedibili
    Camila nel torneo di Birmington è quella che ha contrastato Donna con il più alto numero di punti contesi. Compresa Maria Sanchez anche se lei ha strappato un set. Camila ha il migliore differenziale punti e il migliore differenziale game. Se ci mettiamo un 10% di mancata efficienza (causa spalla…..questa è il mio Coefficiente) stiamo parlando di atlete di pari potenzialità. Aspettiamo una Camila al 100% (e in qualche caso al 110%) e poi faremo i conti. Fra 10 anni, quando faremo una ricognizione della carriera di Camila (speriamo radiosa) liquideremo questo periodo del 2013 come “un periodo dove a causa di un fastidio alla spalla Camila mantiene la posizione……..nel successivo Wimbledon però………(speriamo di mettere dopo il però qualcosa di eclatante…)”

  142. by Nicola

    @Stefano:
    anch’ io come effemme penso che il potenziale attuale di Camila sia superiore a quello della Vekic.
    Camila ha sicuramente nel suo palmares vittorie di maggior spessore e un ottavo di finale in uno slam.
    la Vekic cos’ ha??
    poi certo il proiezione futura è possibile che l’ altra diventa piu’ forte o è possibile che si possa perdere, come è accaduto a tante giovani talentuose.
    per ora di sicuro Cami le sta davanti e pure di parecchio!!

  143. by effeemme

    Stefano:

    io non ho detto che Camila a 17 anni valeva piu’ di Donna oggi.
    non è che ci dobbiamo inventare le cose a proprio uso e consumo, interpretando a proprio piacimento quello che altri scrivono…
    ho detto che Camila oggi vale piu’ di Donna OGGI, perchè ha nelle corde la possibilita’ comunque di batterla.
    e nel medesimo istante che una batte l’ altra, in quel momento l’ una vale piu’ dell’ altra.
    poi ovvio il percorso temporale è un’ altra cosa…
    non è che per esprimere un pensiero mi debba mettere a scrivere un poema, perchè poi altri interpretano male…
    poi, scrivendo con una mano, puoi capire…

    l’ ho detto e lo ripeto!
    Camila in condizioni non ideali l’ ha portata al tb ed ha ceduto nel secondo set per un break di scarto, perchè il fastidio gli aumentava progressivamente.
    certo non sappiamo con realta’ se la sconfitta sia dovuta alla borsite che si sara’ ripresentata nel frattempo.
    ma la cancellazione dal torneo successivo lo dimostra chiaramente.
    quindi Camila si è giocato alla pari il primo set, cedendo di misura il secondo, perchè non era al meglio della condizione.
    fosse stata in condizioni fisiche ottimali, l’ avrebbe sicuramente battuta.
    ma tanto sono giovani entrambe.
    la controprova arrivera’ di sicuro prima o poi…

    grazie per il prosciutto.
    di solito sugli occhi lo lascio poco, perchè preferisco mangiarlo prima che si rovina….

  144. by Stefano

    Effeemme, ma come fai a dire ancora che secondo te il sorteggio di Camila contro la Vekic è stato benevolo?
    Cioè, Donna è da due anni che si allena a Londra (dove qualche campo in erba penso ce l’abbiano …), ha come coach l’ex di Tim Henman (un altro che sull’erba forse un pochetto ci sapeva fare …), qui è arrivata in semifinale facendo oggi quasi il doppio dei punti della sua avversaria Cirstea (n° 24 del mondo, tra l’altro), ed è seriamente candidata a vincere il torneo … e tu continui a dire che secondo te Camila vale certamente di più?
    Ma quando mai Camila alla sua età si sarebbe anche solamente sognata di fare una cosa del genere?
    I paragoni tra Camila e la Errani si fanno comparando le carriere a parità di età, giusto? Beh, se utilizziamo quato metodo anche con la Vekic … secondo te chi ha fatto meglio? Chi sta dimostrando di essere superiore?
    Per favore, cerchiamo di essere un po’ più realistici e meno “fan col prosciutto davanti agli occhi” (come direbbe Tafanus).
    Il motivo per il quale Donna non ha mai giocato tornei ufficiali WTA sull’erba, è dovuto al fatto che ha iniziato soltanto da poco a giocare nel circuito maggiore, ma, numeri alla mano, la sua progressione in classifica è … bestiale!
    La tua beniamina Sharapova, tanto per fare un raffronto, a 16 anni ha fatto “soltanto” la semifinale in questo torneo, e l’anno dopo ha vinto Wimbledon.
    Ora, Donna compirà 17 anni il 28 giugno, quindi dovrebbe vincere Wimbledon quest’anno per eguagliare Maria, perchè se lo facesse il prossimo anno, per pochi giorni si ritroverebbe a vincerlo a 18 anni anzichè a 17 come Maria.
    Detto questo, penso che tra un annetto questa giocatrice avrà un ranking che si commenterà da solo.

  145. by cristian

    L’altra mia pupilla, Nastassja, arriva in semifinale a Nottingham dopo aver battuto Madison Brengle 64 26 64. Domani giocherà con Elena Baltacha, giocatrice veramente ODIOSA, la Bartoli se confrontata a lei, è un agnellino in campo.

    Vai che inizia la scalata alle 100 😉

    Per Francesca grande dispiacere, partita buttata.

  146. by effeemme

    la Vekic con questa ulteriore vittoria scala 18 posizioni in classifica,
    portandosi momentaneamente in 71ma.
    resto convinto tuttavia che il sorteggio era benevolo.
    una Camila in condizioni buone, vale certamente di piu’ di lei…

  147. by cristian

    Burnett alterna bellissimi vincenti a errori molto grossolani. Ora 4-3 con break per Nasty al terzo set.
    la Brengle si limita a riprendere tutto.

  148. by effeemme

    Leonessa vs Daniela 1 – 0.
    set molto complicato per entrambe, ma giocato a livello non soddisfacente per lo spettacolo.
    comunque la nostra ha infilato 5 ace.
    non male…

  149. by cristian

    Chi vuole vedere il match ora Burnett vs Brengle

    http://www.sportlemon.tv/20130604/vv51adaaf7208139.67506071-590608.html

  150. TEUS by TEUS

    E oggi Keys, giusto per confermare che la continuità e la giovane età vanno raramente di pari passo, fa solo tre gemaes contro Rybarikova.
    Vekic avrà senz’altro approfittato delle condizioni di gioco complicate a causa del meteo. Ha dei meriti in ogni caso perché in questi casi è solitamente il giocatore più esperto (quindi quasi sempre anche più anziano) a trarne benefici.
    E se questa croata, dal momento che si allena a Londra, fosse già molto competitiva sull’erba? Vedremo a Wimbledon…

  151. by Stefano

    Tommaso, 3 games, non tre set … anche perchè nel WTA è sufficiente vincerne due per vincere la partita …

  152. by Stefano

    Commento veloce veloce a caldo (anzi a caldissimo) dopo aver appena visto il match della Vekic:
    questa qui fa … PAURA!!!
    E questo rivaluta immediatamente anche la prestazione di Camila (che purtroppo nessuno di noi ha visto).
    Contro una giocatrice del genere, come sta giocando ORA (e non come ha giocato contro la Wozniacki in Australia), si può tranquillamente perdere, anche se sei n°10 del mondo!
    É vero, non è potentissima (tipo Masha o Vika), però deve ancora compiere 17 anni,
    non sa giocare negli angoli o sulle strisce come la Kvitova (ma quante sono in grado di farlo?),
    e nella mobilità e nelle doti difensive non è certo ai livelli di una Wozniacki (di qualche tempo fa) o di una Radwanska …
    però il suo sguardo fa … paura!!!
    É di una calma e rilassatezza allucinante, quasi una sfinge:
    non impreca quando sbaglia,
    non emette versetti strani,
    non se la prende mai con giudice, pallina, avversaria o resto del mondo,
    non va di fretta quando deve concludere (tipo Camila), ma si prende tutto il necessario a far bene,
    non si distrae e deconcentra mai, e regge benissimo per tutto l’incontro lo stesso ritmo senza avere cali (e oggi non era facile, viste le numerosissime interruzioni per pioggia).
    Come sguardo, non so a voi, ma a me sembra quasi la Graf, tanto è decisa e sicura nei propri mezzi: sembra quasi un robot!!!
    Di testa mi sembra molto più adulta lei del 90% delle prime 100 giocatrici del mondo, e se a questo aggiungiamo che è una vera new entry … c’è seriamente da preoccuparsi … per le sue avversarie!!!
    Margini di miglioramento?
    Secondo me, come gioco (e anche come fisico, visti gli arti inferiori ancora troppo esili) ne ha moltissimi: col tempo potrà acquisire più fiducia e giocare ancora più angolato e al limite sulle strisce, ed in quanto alla potenza … non potrà che aumentare ancora (visto che non ha ancora compiuto nemmeno 17 anni).
    E per ultimo (ma non meno importante) sa già servire benissimo: diversi aces e servizi vincenti e pochissimi doppi falli!
    Azzardo persino questa affermazione: se Camila avesse il servizio di Donna (pur rimanendo uguale a se’ stessa in tutto il resto) perderebbe il 70-80% di match in meno!
    E questo la dice tutta sulla qualità di questa giovane croata (nonchè sulle potenzialità della “nostra” se migliorasse quello che ad oggi rimane il suo più grande fardello!!!).

    Avevo appena scritto che mi sarei preso un anno di “studio” prima di dire se questa può veramente aspirare a diventare quello che ha dichiarato di voler diventare (cioè n° 1 al mondo), in quanto avrei prima voluto vedere come progrediva il suo gioco una volta “ambientata” nel circuito maggiore (e un anno è il minimo per capire se una è una “meteora” oppure se è una campionessa vera, in quanto exploit alternati a momenti bui sono più che preventivabili).
    Ma oggi, dopo aver visto alcuni scambi, devo veramente dire che questa sembra avere tutte le intenzioni di FARE SUL SERIO!

  153. by Tommaso

    Vekic pialla la Cirstea lasciandole 3 set.
    Quelli che… Camila non è sfortunata nei sorteggi e perde sempre al primo turno anche contro le scarsone… ooooooohhhh yeeeeaaaah. Quelli che…

  154. by Stefano

    Antonelo, ti faccio un esempio per farti capire come la vedo io.
    Due annetti fa, la Kvitova vinceva Wimbledon: all’epoca molti non sapevano nemmeno chi fosse (mentre io la tenevo d’occhio già dall’anno prima, quando perse una partita [nel primo set tiratissima!] contro Serena Williams), e di lei si sapeva veramente poco, dato il suo carattere schivo e reticente a parlare dei propri interessi personali (oltretutto parlava anche poco bene l’inglese).
    Ebbene, da allora i suoi progressi sono stati enormi: ora non si sottrae mai ad una intervista, o alla presentazione di un evento, parla fluentemente l’inglese, a volte scrive qualche pagina-diario per la WTA, è molto attiva sui social network (Twitter in particolare), e recentemente ha persino chiesto ai suoi fans di mandarle delle domande a cui avrebbe risposto volentieri (di suo pugno) sul proprio nuovo sito internet (in fase di miglioramento).
    Ha partecipato attivamente lei stessa al progetto, e tutto quello che fa lo fa sempre con il sorriso (come dice nel suo motto), consapevole di essere una privilegiata a poter svolgere la professione che fa.
    Ecco, non dico che Camila dovrebbe “aprirsi” come ha fatto Petra in questi ultimi due anni, però un qualche piccolo segnale di “tentata comunicazione” con i suoi fans potrebbe pure darlo, non ti sembra?
    Non è soltanto una questione di essere timidi e riservati, è anche una questione di rispetto verso tante persone che perdono gran parte del loro tempo a seguirti e a sostenerti.
    Io la vedo così.

    P.S.
    Chissà se ora il meteo consentirà alla Vekic di finire il suo match (nonchè di essere osservata dal sottoscritto, visto che per ora ho visto troppo poco per poter dare un giudizio su questa giocatrice).
    Notizia della giornata: la Petkovic ha battuto la Jankovic! Che la spiritosa teutonica stia tornando?

  155. by antonelo

    Stefano probabilmente il desiderio di Camila di non far sapere nulla di sè si estende anche alla sua attività professionale. Non credo sia così difficile, con i mezzi a disposizione oggi, postare qualche monosillabo di commento sull’esito di un incontro o sulle condizioni di forma. Se Camila non lo fa, evidentemente è perché non lo vuole fare. E’ una scelta che personalmente non condivido ma che rispetto nel modo più assoluto. Alla tennista più forte di questo Universo e di tutti gli altri universi paralleli possiamo pure concedere il vezzo di circondarsi di un alone di mistero. Vamoooooooooooooooooooooooooooooooos!

  156. by effeemme

    Theseus:
    aldilà del fatto che nessuno ti obbliga a seguire Camila…
    aldilà del fatto che farsi una risata come fai tu, lo trovo a dir poco irrispettoso per lei, per suo padre e perchè no, anche per noi pochi che la seguiamo…
    concordo su alcuni punti, mentre altri li trovo scritti con eccessiva superficialita’:

    1. camila gioca poco.
    VERO.
    lo sostengo anch’ io, ma è evidente che in quest’ ultimo periodo vi è una giustificazione piu’ che valida.

    2. camila si cancella improvvisamente dai tornei.
    FALSO.
    è accaduto in qualche caso, ma sempre con una giustificazione valida.
    poi comunque l’ aggetivo IMPROVVISO, significa letteralmente “senza alcun preannuncio”…
    cosa vuoi, che debba PREANNUNCIARE l’ evento???

    3. camila la forza sempre, troppi doppi falli, troppi gratuiti.
    questa la scrivi con eccessiva superficialita’.
    perchè ci sono partite in cui Camila ha fatto pochi DF e comunque ultimamente il loro numero è calato, facendo salire notevolmente gli ace…
    verifica le statistiche di ogni match, prima di fare questa affermazione…

    4. camila puo’ vincere con chiunque, incluse le top (petrova e bartoli).
    VERO.
    credo sia una delle ragioni per cui noi la sosteniamo assiduamente.

    5. camila puo’ perdere con chiunque, incluse le junior.
    FALSO.
    anche qui utilizzi troppa superficialita’ nello scrivere il tuo pensiero.
    provare per credere: dimmi a quanto tempo fa risale una sua sconfitta, diciamo per mano di una over 300 (o peggio di una junior vera).

    6. quando sulla carta camila dovrebbe vincere perde e viceversa.
    FALSO.
    anche qui troppa superficialita’.
    questa cosa le accade in pochi casi e comunque come frequenza è paragonabile alle altre tenniste che vincono o perdono a volte, anche quando le dovrebbe accadere il contrario…

    7. il clan giorgi non comunica col mondo esterno.
    VERO CON RISERVA.
    le comunicazioni sono poche, ma le volte che avvengono, riguardano Camila a 360 gradi.

    8. quando il clan giorgi comunica gestisce male la comunicazione.
    FALSO.
    quando accade, lo trovi ovunque si parli di tennis.
    certo se pensi di trovare quelle informazioni anche sul televideo Rai, forse hai sbagliato sport…

    9. questo sito difficilemente offre notizie in anteprima/esclusiva.
    VERISSIMO.
    è una cosa con cui mi trovo assolutamente daccordo con te.

    10. tutto cio’ di cui si discute nel sito e’ sempre “presunto” (vedi caso spalla)
    VERO CON RISERVA.
    ma cio’ accade in qualsiasi tipo di discussione quotidiana.
    a meno che tu non discuti di affari cui sei il diretto interessato.
    cio’ comunque non significa che non vi debbano essere discussioni in merito…

    chiudo aggiungendo:
    se ti pare strano che qua non ci sono donne, portale te.
    porta magari anche un paio di birre e un po’ di musica, cosi’ ci divertiamo…

    ciao.

  157. by Stefano

    Opps, nel precedente post ho scritto “voto” invece di “foto”.

    Comunque sottoscrivo in pieno OGNI PAROLA del precedente commento di Theseus.

  158. by Stefano

    Antonelo, una cosa è la privacy sulla propria vita privata (sacrosanta, ci mancherebbe!), ed una cosa sono le comunicazioni ufficiali di un atleta (professionista!).
    Nessuno sta chiedendo a Camila di postare voto off-court o di cosa fa nella vita di tutti i giorni, ma avere qualche indicazione in più sulla sua programmazione (effettiva!) e sul suo stato di salute, penso che non sia una richiesta poi così assurda e lesiva della privacy.
    La Hercog, ad esempio, ha comunicato di suo pugno (tramite i social network ed il suo sito) ogni aggiornamento sul suo lungo infortunio al polso: ci aggiornava persino quando doveva fare un controllo.
    Ma qui, in genere, si imparano le cose soltanto a fatti compiuti, e a volte si arriva all’assurdo che per conoscere qualcosa di Camila (parlo di fatti, non di congetture od ipotesi) bisogna cercare dappertutto tranne che qui.
    Per essere un sito http://www.nomecognome. it un po’ insolito, direi.

    P.S.
    Finalmente oggi ho un po’ di tempo per vedere live un incontro della Vekic … ma il fato, evidentemente, non vuole darmi questa soddisfazione: infatti ora l’incontro con la Cirstea è sospeso per pioggia!!!!!!

  159. theseus by theseus

    ricordo a chi segue camila da un po’ di anni, ma pare aver perso la memoria, e informo i “nuovi”, quelli post wimbledon 2012, che lo scenario a cui stiamo assitendo oggi e’ esattamente il medesimo visto negli ultimi 4 anni e i seguenti 10 punti sono rimasti invariati:

    1. camila gioca poco.
    2. camila si cancella improvvisamente dai tornei.
    3. camila la forza sempre, troppi doppi falli, troppi gratuiti.
    4. camila puo’ vincere con chiunque, incluse le top (petrova e bartoli).
    5. camila puo’ perdere con chiunque, incluse le junior.
    6. quando sulla carta camila dovrebbe vincere perde e viceversa.
    7. il clan giorgi non comunica col mondo esterno.
    8. quando il clan giorgi comunica gestisce male la comunicazione.
    9. questo sito difficilemente offre notizie in anteprima/esclusiva.
    10. tutto cio’ di cui si discute nel sito e’ sempre “presunto” (vedi caso spalla)

    Conclusione: ragazzi (mi rivolgo al maschile perche’ qui stranamente non ci sono donne)… ma di cosa stiamo parlando? vedo snocciolare continuamente numeri, statistiche, teoremi complessi, vedo applicare la fisica quantistica al gioco di camila… ahahahaha!!! ma quanta aria fritta sta girando da queste parti??? e mi ci metto anch’io dentro, visto che imperterrito seguo da anni questo delirio collettivo: RAGAZZI, MA COME C…. SIAMO MESSI???

  160. by antonelo

    Parole testuali del signor Giorgi, dall’intervista segnalata nel post precedente: “Camila vorrebbe che nessuno sapesse nulla di lei”. Rispettiamo dunque la volontà di Camila e pasciamoci della nostra ignoranza.

  161. doherty by doherty

    come dice Flavio..se questo è il sito ufficiale di Camila perchè non scrivono qualcosa di piu’ di quello che possiamo trovare in un altri siti di tennis ?
    avevo gia’ chiesto tempo fa’ se era possibile sapere periodicamente le condizioni di salute,notizie sugli allenamenti,impressioni dopo gli incontri,etc…
    se no questo sito a cosa serve ? a discutere solo tra di noi ? possiamo anche farlo da un’altra parte …cosa cambierebbe ?

  162. by effeemme

    Bigl:
    penso che qua siamo tutti daccordo che abbia fatto bene a saltare Birmingham.
    ovvio che a sangue caldo, a notizia apena data molti ci sono rimasti male.
    ma poi in seguito a riflessioni continue, credo che c’è anche chi pensa che se l’infortunio non è risolto, farebbe bene a saltare anche W.
    io sono fra quelli…
    Stefano:
    la sintomatologia della borsite è davvero subdola.
    a un certo punto tu credi di essertene liberato e invece a seguito di uno sforzo intenso,
    o di un movimento sbagliato, ti si ripresenta di colpo, mostrandosi con un dolore intenso.
    quindi direi che Sergio non c’ entra nulla.
    parte della responsabilita’ è dei medici che l’ hanno presa in cura, parte anche del preparatore atletico,
    ma soprattutto anche di Camila stessa.
    certo poi a noi piacerebbe che giocasse il piu’ possibile….

  163. by flavio

    Essendo questo il sito ufficiale di Camilla, non sarebbe bene che chi se ne occupa scrivesse, in accordo con lo staff Giorgi, scrivesse il perché del ritiro da Eastbourne? Altrimenti i tifosi non hanno nessun metro di giudizio e tutti i ragionamenti, anche logici, sono fatti “a naso”.

  164. biglebowski by biglebowski

    punto 1) la gestione dell’infortunio, giudicando chiaramente con il senno di poi, è stata fino ad ora sicuramente criticabile.
    se la responsabilità sia della giocatrice (che è sempre il miglior medico di se’ stessa), del padre che la ha forzata (io non lo credo), o dei medici che hanno commesso errori di valutazione, al momento non ci è dato sapere.
    e dire la nostra senza conoscere la situazione in un campo come la medicina non mi sembra opportuno.
    potrebbero anche essere subentrate complicazioni impreviste e/o imprevedibili.
    i risultati però parlano chiaro: pochissimi risultati, classifica comunque compromessa e situazione medica non risolta.

    punto 2) la rinuncia a eastbourne invece è assolutamente logica anche e soprattutto se l’infortunio fosse in fase di risoluzione oltre a ovviamente obbligata se non fosse proprio in grado di giocare o necessitasse di riposo.
    tra le prime 10 sono ben 6 le giocatrici che si presenteranno a wimbledon senza giocare un solo match ufficiale sull’erba. tra le prime 32 sono più o meno la metà. questo significa che un buon allenamento specifico è sufficiente per affrontare il cambio di superficie e tra l’altro camila ha ripreso un po’ di confidenza con l’erba a birmingham.
    pensate che vincendo 5 partite a eastbourne (3 quali e 2 main draw) si portano a casa 140 punti e 14395 dollaroni, vincendo un solo match a wimbledon si incassano 100 punti e 22200 dollari oltre ovviamente ai 35800 di partecipazione e i 5 punti d’ufficio.
    e 5 partite in 4/5 giorni mi sembrano improponibili nelle condizioni fisiche precarie di camila.
    meglio giocarsi tutto in un solo match sperando nella sorte e chissà che si guarisca davvero.

  165. by Stefano

    @ t.o.
    Se una porta il cerotto, vuol dire che di sicuro prova dolore ma vuole provare comunque a giocare.
    Se una (come Camila) non lo porta, vuol dire che o il dolore è minimo e sporadico (tanto da non necessitare di un cerotto medicale preventivo), oppure che si sta comportando in maniera disennata (a scapito della propria incolumità).
    La Petkovic (lo ha ammesso lei stessa) ha peggiorato il proprio infortunio perchè non ha voluto fermarsi quando il suo fisico glielo chiedeva: è vero, sul momento ha guadagnato molte posizioni in classifica, ma poi cosa ha ottenuto? Ha ottenuto che è stata ferma per molto tempo e ora deve completamente ricostruirsi una classifica.
    Camila, almeno per ora, non si è mai ritirata durante un match (nemmeno in Australia dove il dolore era molto forte).
    Ora invece sceglie di ritirarsi (azione preventiva?) da un torneo che precede Wimbledon.
    Come facciamo a sapere che il dolore che prova ora è più forte del “dolore cronico” che una tennista deve spesso portarsi dietro nei tornei perchè sa che non può permettersi di saltare importanti avvenimenti in calendario e perchè è sicura che si tratta comunque di un dolore sopportabile e passeggero?
    Semplicemente non possiamo saperlo (anche perchè di dichiarazioni ufficiali non mi sembra di averne lette).
    Questo per dire che questo infortunio di Camila potrebbe causare un dolore diverso (a seconda dello stato dell’infiammazione) a seconda del periodo considerato.
    Alcuni tornei Camila potrebbe averli saltati proprio perchè non era in grado di gareggiare, oppure semplicemente perchè non voleva rischiare (anche se il dolore in quel momento non era presente, o quasi).
    Ma noi, chiaramente, non possiamo saperlo.

  166. by Andrea

    Quoto Antonelo…
    La piu’ forte di tutte e’ Camilaaaaaaaa!!!!!

  167. by t.o.

    @Stefano Perdonami ma sorvoli su un dato determinante. Camila non gioca con un cerotto sulla spalla. Camila non gioca proprio. Mi sembra che saltare i tornei sia un pochino di più che giocare col dolorino. Proprio noi che accusiamo Camila di non dire quando ha dolore per voler comunque giocare? Se Camila non scende in campo forse non è proprio un dolorino…..

  168. TEUS by TEUS

    Quello che dice Stefano è giusto. La maggior parte degli atleti professionisti convive con piccoli o grandi malanni per lunghi tratti della stagione agonistica. Detto ciò io non credo che Camila, senza il problema alla spalla, ora sarebbe nelle top 10 ma di certo non rischierebbe di uscire dalle top 100. Ha perso senz’altro i primi tre mesi dell’anno (in Australia ha giocato seriamente menomata e i risultati parlano chiaro). Poi, a parte i tornei già citati, ha dovuto convivere con un dolore che di certo l’ha condizionata ma che probabilmente non è stato la causa unica delle sue sconfitte. E’ proprio questo il punto che ho già analizzato in un mio commento precedente: ho ancora negli occhi la partita con Williams… Giorgi è chiaramente una giocatrice che, oggi, sfrutta sì e no il 50% delle sue potenzialità. Può arrivare a sfruttarne, se non il 100%, perlomeno il 90%. Può farlo perché è una ragazza che si impegna a fondo e, almeno così pare, non ha grilli per la testa che la possono distrarre dal tennis. Camila può… e sarebbe tutta un’altra musica.

  169. by effeemme

    t.o. delle 21,41:

    per quello che ho potuto cercare in fatto di informazioni sulla borsite, cio’ che ti è stato detto non corrisponde al vero.
    ti rimando al mio post delle ore 13 circa.
    poi per carita’, non sono un dottore ma cio’ che tu riporti è esattamente il contrario di quello che ho trovato io…

  170. by Stefano

    t.o., parli di questa fantomatica percentuale di Camila come se lei perdesse questi match esclusivamente per un problema fisico (mancanza di forza, incapacità di spingere i colpi, servizio “traballante” …) …
    Ma ne siamo proprio sicuri?
    Personalmente, ritengo che “l’agente limitante” del gioco di Camila sia più il cervello, la sicurezza, la capacità di giocare bene i punti importanti … tutte cose che con l’infortunio centrano relativamente.
    Certo, non voglio dire che senza il male alla spalla avrebbe comunque perso tutti quei match con quei parziali, ma siamo proprio sicuri che una volta guarita le cose vadano diversamente?
    Molti match Camila li ha persi perchè li ha buttati via lei, non perchè non è stata sufficientemente forte (in quanto limitata dal dolore).
    Ora mi domando: quanti tennisti o tenniste del circuito professionistico giocano oggigiorno tormentati da piccoli dolori o fitte alle varie articolazioni? (E con “piccoli” intendo di entità tale da essere sopportati senza dover dare forfait ai tornei).
    Radwanska, Na Li, Petkovic … hanno tutte giocato SUL dolore anche quando non avrebbero dovuto, ma:
    Andrea ha giocato gli ultimi mesi (sbagliando!!!) con il dolore, ma così facendo ha anche costruito la sua miglior classifica;
    la Radwanska ha giocato spesso con la fascia adesiva sulla spalla (e non penso lo facesse per moda);
    la Na Li … stessa cosa della polacca.
    Questo per dire che è pura utopia pensare di giocare sempre al 100% della propria integrità fisica, e bisogna anche giocoforza mettere in conto la possibilità di dover scendere in campo anche quando si è all’80-85% (se la classifica chiama …).
    Ora io non so quanto Camila abbia realmente male, ma non aggrappiamoci soltanto a questo dato per giustificare gli ultimi suoi mesi.
    Per me la sua mentalità, la sua cocciutaggine, e il voler tirare forte anche quando non ce n’è bisogno … rimangono il suo problema più grave.
    Forse, se a suo tempo avesse accettato l’offerta della FIT, ora si sarebbe potuta avvalere della consulenza di qualche buon medico italiano (pensiamo ad esempio al prof. Parra, che ha curato anche una moltitudine di tennisti non italiani) … e forse a quest’ora il suo male sarebbe già passato da un bel pezzo.

    Ma con il “se” non si fa la storia …

  171. by t.o.

    Ve la giro per come l’ho avuta.
    un mio amico medico mi ha detto (non è ne miologo ne medicosportivo ma ha sempre “bazzicato” nelle palestre) che quando un’articolazione molto ben muscolarmente strutturata inserisce movimenti diversi su muscoli formati su altri automanismi, possono insorgere delle Borsiti da Sfregamento che sono dovute al diverso utilizzo dei vari muscoli. Fermarsi ora sarebbe buttare via il lavoro fatto. La borsite passerà quando i muscoli avranno “acquisito” poco a poco il nuovo modo di utilizzare i muscoli stessi. Vi ho detto di prenderla come l’ho avuta. Io penso che questo abbia una logica.
    Camila aveva un servizio molto piatto. Ha inserito le rotazioni e perciò ha forzato i muscoli a rotazioni a cui non erano “allenati”. Il dolore ci sarà (sempre meno) fino a quando il muscolo non avrà allenato la nuova funzione.
    Tutto questo avrebbe una logica…….qualcuno ne sa di più?

  172. TEUS by TEUS

    t.o., considerando quanto detto dalla stessa Camila o da Sergio, Giorgi ha giocato senza dolori alla spalla solo a Miami, Charleston e Madrid. In pratica tre tornei in sei mesi. Questo è il VERO motivo per cui rischia seriamente di uscire dalle top 100 purtroppo.

  173. by t.o.

    Facciamo un gioco: Come sappiamo Camila ha un problema (forse quasi risolto) che comunque, poco o tanto, ne limita le prestazioni. L’1%? il 5%? il 10 o il 20%?
    Ognuno è libero di fare la sua valutazione. E’ evidente che di conseguenza quella valutazione di base modifica i giudizi. E’ chiaro che la valutazione della sconfitta o anche della vittoria può essere sostanzialmente diversa in piena buonafede dei commentatori semplicemente perchè il coefficiente di valutazione di base (la mia convinzione che Camila sia al 10% in meno di efficienza o al 30%) è alto (Determinante) medio (condizionante) basso (ininfluente).
    Io personalmente do coefficienti diversi partita per partita. Ma non soltanto in base del vero stato di salute (che peraltro non conosco) quanto nell’incidenza del servizio di Camila in quel dato match. E chiaro che in una partita come quella con Nadia, anche un 5% di “zavorra” può avere fatto la differenza. Nessuno mi darà mai la vittoria ma moralmente mi sento a posto con me stessa. Perderò dei punti, ma non c’è nessun pericolo di perdere il morale. So che quando sarò al 100% queste partite potrebbero avere risultati diversi.
    Capite quanto è grande il potere di questo “pre- giudizio” (nel senso più filologico del termine)
    La buonafede non viene mai messa in dubbio.

  174. Lino by Lino

    Un grande applauso intanto alla Schiavone che raggiunge i quarti battendo in due set una specialista come la Erakova, Inesauribile Francesca, un mito!
    Anche se come diceva Antonelo…. Càmila resta la più grande tennista dell’universo 😉

  175. by t.o.

    @Antonelo for president vvaaaaaaaaaiiiiiiiiiiiiiiiiiCCCCaaaaammilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  176. by t.o.

    il post precedente lo avevo cominciato stamattina…..ma per motivi di lavoro lo ho concluso solo 12 ore dopo.
    Ho letto quello che è stato scritto nel frattempo………mi sembra che, seppure il tema sia stato già trattato da altri, sia ancora attuale…….se lo ho postato @Stefano è solo perchè mi rifacevo al suo post di stanotte…..ciao stefano…..

  177. by t.o.

    @Stefano Come sempre io parlo per me. Ma credo che molti siano d’accordo con quello che dico. Così come c’è il ranking protetto (che non ti tiene su in classifica ma ti permette di beneficiare di alcuni privilegi della tua classifica) dovrebbe esistere una “sospensione di giudizio protetta”. Credo sia evidente a tutti che Camila non stia bene. Questo è un dato evidente. Per quale motivo altrimenti si sarebbe cancellata all’ultimo momento da tornei in cui era nel MD e in qualche caso anche con TdS ? (mi sembra il WTA in Brasile appena dopo gli AO).
    Lascia perdere i giudizi sulla gestione dell’infortunio. Sottovalutato? Impossibile da valutare? Bisogno di soldi? Camila che minimizza il male? Nessuno di noi sa la verità. Forse la verità è l’insieme di tutte queste cose. Questo non cambia nulla rispetto a ciò che voglio dire. La valutazione di buona o di cattiva gestione di Camila può essere fatta solo da: chi sa quali erano gli accordi con Octagon (direttissima o via protetta). Da chi sa il livello di gravità dell’infortunio di camila. Da chi conosce l’ammontare dei mutui che la famiglia giorgi ha acceso quando con l’ingresso in top 100 Camila si è garantita un minimo di 120.000 euro l’anno (questa ultima è un po forzata ma lascia capire che a volte le cose sono più semplici di come può sembrare). Detto tutto questo.
    Camila non è al 100%. Questo si può dire? Non sto cercando il colpevole. Ma si può dire che non è al 100%? se si può dire: si può dire che a questo livello se non sei al 100% i programmi si complicano? Camila non è al 100%. Perciò ci sta che perda contro nadia al terzo dopo 200 punti con un differenziale di 9 punti. Lo posso dire che con una camila non al 100% quel risultato merita una “sospensione di giudizio”? Senza per questo inserire crepe nella mia granitica convinzione delle qualità e degli obiettivi di Camila? Posso dire che tutto quello che dico, penso e scrivo ha come presupposto una Camila al 100%? Se Serena è al 20% le do 6-4 6-4 anch’io. Ho perso per questo la mia fiducia o stimma in Serena? Il fatto che io accetti che una Camila al 150° posto debba utilizzare una strategia diversa per risalire la classifica non è dettata dal fatto che io abbia “ripudiato” la strategia della “direttissima”. E’ dettata solo dal fatto che quella strategia abbisogna di una Camila al 100%. Nel momento in cui non posso disporre di una Camila (di chiunque siano le colpe) in quelle condizioni vengono a cadere tutte le proiezioni. Non vengono a cadere le previsioni. Se ho un chilo di farina (con l’aggiunta del 50% di acqua) faccio un chilo e mezzo di pane. Se ho solo mezzo chilo di farina quanto pane farò? Se faccio solo 750 grammi di pane invece di un chilo e mezzo significa che non so fare il pane?
    ciao t.o.

  178. by effeemme

    Hector:
    io resto convinto che il sorteggio per Camila era buono.
    ora si sa che non era in ottime condizioni fisiche e il calo nel secondo set ne è stata la prova.
    poi, certo Donna è un’ ottima tennista, ma ancora acerba e sicuramente Camila le è superiore…

  179. by Tommaso

    A proposito della Vekic, ho ripassato velocemente le sconfitte di Camila nel 2013 non tanto guardando ai risultati del match in sé quanto a chi sono state e chi sono oggi le “scarsone” che l’hanno battuta.

    Brisbane: nel primo turno di quali perde dalla Dushevina, poi sconfitta in 3 set dalla Puig
    Sydney: nel primo turno di quali perde dalla Larsson, poi sconfitta dalla Keys (ma la Larsson, al momento, è numero 61 del mondo…)
    AO: perde dalla Foretz-Gacon, che perde poi dalla Makarova (questa, al netto dell’infortunio, può comunque considerarsi una brutta sconfitta)
    Miami (dopo 2 mesi e 5 giorni di stop): perde in 3 set da Laura Robson (che oggi è numero 37 del mondo)
    Charleston: perde al secondo turno contro Serena Williams. Che è Serena Williams. E ha vinto passeggiando il torneo
    Madrid: perde al primo turno dopo aver passato le qualificazioni contro Nadia Petrova (che piazza 16 ace9 in tre set combattuti
    Strasburgo: perde nettamente al secondo turno dalla Bouchard, che poi perde in 3 set in semifinale e oggi è 67 al mondo
    RG: perde al primo turno dalla Peng, finalista la settimana prima a Bruxelles e che poi perderà dalla tds #7
    Birmingham: perde dalla giovanissima Vekic, che al momento è ai quarti e giocherà presumibilmente contro la Cirstea.

    Insomma: o Camila è sfigata negli accoppiamenti, o porta bene alle sue avversarie, o non è in forma, o è sopravvalutata o un po’ tutte le cose. Io penso che, a Birmingham, avesse avuto ad esempio lo spot della Schiavone sarebbe ancora in corsa, esattamente come Francesca…

  180. Hector by Hector

    Intanto la Vekic e’ ai quarti dopo aver demolito la Sanchez alla distanza. Qualcuno ha ancora voglia di parlare di sorteggio facile o fortunato?

  181. theseus by theseus

    beh… si, lo ammetto… camila come donna mi piace molto… ed essendo un appassionato di tennis, il fatto che abbia un gioco cosi esplosivo e simili potenzialita’… ai miei occhi appare come la donna ideale… 🙂
    poi mi piacerebbe vederla vincere piu’ spesso, che giocasse piu’ partite, che non faccesse tutti quei doppi falli, ecc. le solite cose che ripetiamo da anni, ma quella e’ un’altra storia…

  182. Lino by Lino

    @ theseus
    al 100% per le sue qualità tennistiche.
    Riposati, curati e in bocca al lupo per Wimbledon (perchè è ovvio che Càmila anche zoppa vuol giocare sull’erba londinese).
    Forza Càmilaa!!!

  183. by Andrea

    @theseus
    Se te lo chiedi vuol dire che per te e’ cosi’…
    Complimenti.
    Tu si che segui il tennis per un buon motivo…
    Hihihi.

  184. TEUS by TEUS

    theseus, avere un bel aspetto aiuta senz’altro (specialmente per gli eventuali sponsor) ma francamente credo che tutto questo interesse che suscita Giorgi sia dovuto quasi esclusivamente alle sue qualità tennistiche. E sai perché? Perché in Italia, nonostante tutto, ci sono davvero tante persone che capiscono di tennis e il desiderio di avere finalmente un campione con la C in questo sport dopo tanti anni, spesso diviene irrefrenabile.
    Giorgi può diventare una campionessa. Chi ha “occhio”, lo percepisce. E magari, peccando di poca modestia, c’è anche qualcuno che prova a esserle utile scrivendo nel suo sito o dove si parla di lei. Tutto qui.
    Ho fatto poco fa l’esempio di Keys ma se ne potrebbero fare tanti altri in quasi ogni singola settimana di ogni stagione. La linea di demarcazione tra perdere e vincere, quando si hanno doti importanti, è sottilissima.
    Ecco perché Camila DEVE tentare di rimanere positiva sempre e comunque!

  185. theseus by theseus

    ogni tanto mi chiedo se il reale interesse per camila da parte di noi tifosi sia dato maggiormente dalle sue qualita’ tennistiche, piuttosto che dalle sue qualita’ estetiche (e’ una bella donna, questo e’ innegabile). un altro dato che noto e’ che qui a commentare siamo tutti maschi. zero femmine. mah…

  186. Giovaneale by Giovaneale

    @biglebowski
    Sono così in sintonia con il tuo pensiero che mi auguro che risolva il problema alla spalla prima di ogni altra cosa!Se questo significa rinunciare a Wimbledon?Se è necessario si,piuttosto che complicare ulteriormente la sua situazione fisica,giocare condizionata dal dolore e dalla sofferenza per poi uscire comunque al primo turno (attenzione,io credo nei miracoli quindi le auguro di vincerlo Wimbledon,le auguro ogni bene) forse fa meglio a curarsi per bene.
    Chi di voi vorrebbe vederla uscire al primo turno con una giocatrice ampiamente alla sua portata per colpa non dei suoi eventuali demeriti ma per il condizionamento della spalla come accaduto ultimamente?Io sinceramente non me lo auguro e non glielo auguro…

  187. by effeemme

    saro’ sintetico, perchè scrivo con una sola mano.
    la borsite è un processo infiammatorio che colpisce le articolazioni.
    la buona notizia è che si cura facilmente.
    la cattiva è che se non curata adeguatamente, puo’ diventare cronica o ripresentarsi comunque periodicamente.
    Camila ne soffre da molto, perchè come detto da Sergio, a Miami non è stata affrontata a livello soddisfacente.
    va poi detto che, quando si manifesta lo fa con dolore e fastidio improvviso.
    per cui sicuramente Camila sara’ scesa in campo in piu’ di una partita, sicura di non avere problemi in quel momento e poi magari nel durante si è ripresentato,
    facendo di colpo precipitare le sue prestazioni.
    oltre ad una cura adeguata, necessita di riposo assoluto.
    cosa che magari Camila non ha fatto fin’ ora.
    ma andando oltre, la cancellazione dal prossimo premier, puo’ essere spiegata con il fatto che trovandosi attualmente in Europa,
    abbiano deciso di tornare a Parigi per cercare di risolvere con gli specialisti contattati precedentemente questo disturbo.
    se cosi’ fosse, mancado ancora tanti giorni a W, potrebbero aver preso una decisione saggia, sfruttando i giorni che restano anche per un riposo assoluto.
    resto dell’ idea comunque, che se il problema è serio, io avrei preferito saltare anche W a questo punto,
    pur di debellare definitivamente questo disturbo.
    anche perchè, proprio per le caratteristiche di gioco di Cami, la borsite se non curata bene, potra’ affliggerla anche per anni…

  188. TEUS by TEUS

    Intanto Keys, reduce da due incontri tiratissimi, si sbarazza di Barthel con un eloquente 6-3 6-2. Altro lampante esempio di cosa significhi acquisire fiducia mettendo incontri nelle gambe e vittorie nella testa.

  189. biglebowski by biglebowski

    @ Giovaneale

    il problema esiste ed è serio.
    l’ottimismo deriva dal fatto che il mondo non finisce a wimbledon.
    sapere, anche a distanza di tempo, che certe sconfitte dipendevano da una condizione fisica imperfetta, se da una parte come giustamente sottolinei pone della preoccupazioni, dall’altra fa sperare che, una volta e se saranno superati i guai fisici, il futuro potrebbe essere roseo.

    se pensassi che si è perso da dushevina (26 36), da larsson (26 36), da foretz gacon (26 36), da bouchard (36 06) in perfette condizioni fisiche, ridimensionerei le mie aspettative.
    così rimango dell’idea che se guarisce in fretta………………….

  190. Giovaneale by Giovaneale

    Capisco l’ottimismo,capisco le speranze ma non capisco come si faccia a ragionare prescindendo da un forfait ufficiale a 10 giorni da Wimbledon per un problema che tormenta la bimba da ormai troppi mesi!
    Chiunque vorrebbe vederla di nuovo protagonista nello slam londinese ma guardando in faccia la realtà non possiamo più pensare che tra 10 giorni sia pronta al 100% per bissare o migliorare il risultato dell’anno scorso.
    Vista la sua caparbietà probabilmente ci sarà,giocherà stringendo i denti ma,non so voi,pensare che non sia al 100%,che ad ogni colpo senta dolore alla spalla a me fa stringere il cuore e crescere la delusione perché so che non sarà in perfette condizioni fisiche e non potrà giocare alla pari con nessuno!

  191. biglebowski by biglebowski

    Parigi-Valencia, la guerra delle Academy

    Piero Valesio, tuttosport del 11.06.2013

    Mentre la terra è già un ricordo c’è un duello che ha contato pesantemente a Roland Garros e più in generale durante stagione rossa che non è stato adeguatamente sottolineato. Un duello che, a ben vedere, si gioca quando non si gioca cioè soprattutto in autunno-inizio inverno. E’ il duello fra le due Academy “emergenti” che comandano in questo momento in Europa e che si sono date battaglia mediati-ca a Parigi. L’una è l’Accademia di Valencia, TennisVal, che può contare sulla visibilità offerta da David Ferrer e Sara Errani; l’altra è la Mouratoglu Academy francese che si comunica al mondo tramite il sorriso a denti bianchissimi di Serena Williams. Ora, se si deve restare ancorati ai risultati vince Moratoglu, accreditato dai più non solo come il coach ma anche come il fidanzato di Serena. Vince perché da che si è fatto carico delle vicende dell’americana la nostra ha perso qualche singola partita ed è invece diventata un simbolo globale dell’assoluto potere della volontà; mai nessuna tennista al mondo ha trasmesso con tale sicurezza il messaggio “quando decido di vincere, vinco”. Se si pensa che tale cammino è iniziato proprio a Parigi l’anno scorso quando Serena perse al primo turno da Virginie Razzano che manco credeva ai suoi occhi ecco che il lavoro del coach francese acquista particolare peso. Ha messo in piedi una potenza: attivo su ogni social network, costantemente inquadrato dalle telecamere, dispensatore di verbo tennistico su autorevoli magazine è ormai entrato nella fase in cui si riconduce a lui praticamente chiunque. Nonostante Grigor Dimitrov non lavori più con lui da tempo magari in pochi sanno che si prepara in Svezia Ma tutti dicono: è stato da Mouratoglu. Una volta solo Bollettieri godeva di questo onore. In più i suoi collaboratori stanno lavorando per portare in alto Yulia Putintseva, una con un bel caratterino e colpi massicci che ambirebbe a diventare la Serena europea. Per contro TennisVal di Valencia esce un po’ con le ossa rotte da Parigi visto che il suo n.1 David Ferrer ha sì raggiunto la finale ma ne è uscito a fettine. La stessa sorte toccata alla Errani contro Serena e alla stessa Sarita in doppio. Assai meno cool della accademia francese TennisVal gode di una visibilità immensamente inferiore. A giudicare dai risultati crea giocatori e giocatrici (a parte Safin che si allenò a lungo da quelle parti) che fanno proprio 1’ibero-style: costruzione di una solidità fisica con grande attenzione all’aspetto geometrico del campo. Laddove il neovate francese punta invece molto (pare) sulla preparazione psicologica. In comune l’una e l’altra Accademia hanno il fatto di essere rette da soggetti che non sono stati stati protagonisti di primo piano del circus: Mouratoglu non è mai stato prof e a Valencia i titolari sono Pancho Alvarino che ha colto come capitano di Fed Cup i risultati migliori, e Jospeh Altur, che si mosse soprattutto nel circuito Challenger. Ricordando anche la storia di Bollettieri sorge una domanda: quanto conta, per il successo di una Academy, il marketing rispetto alla reale conoscenza tennistica?

    a parte le forzature dell’articolo (è più facile vincere con serena o fare finale e semi con ferrer o sarita?) pensate che il tanto bistrattato sergio (onore a lui) fece frequentare queste academy a camila quando le conoscevano in pochi.
    chiunque parla di un incompetente per chi ha portato una tennista al primo posto tra le under 25 del suo paese, tra le prime 100 del mondo (che sono solo 100), e agli ottavi di wimbledon a 20 anni tra le vicissitudini che conosciamo è ignorante (nel senso che ignora) o in malafede

    tenete duro ragazzi che se la bimba guarisce presto ne vedremo delle belle!

    vamos camila!

  192. TEUS by TEUS

    Essere giovani è ovviamente molto meglio che essere “maturi” in prospettiva nello sport. Ma, considerata l’età di un’atleta, bisogna approfondire l’analisi riguardo ad altri aspetti per cercare di capire quanti margini di miglioramento ha in realtà l’atleta in questione.
    Mi spiego meglio: prendiamo Wozniacki (qualche anno fa era numero uno al mondo e ancora giovanissima). Vedendola giocare però si notava in maniera abbastanza chiara che aveva raggiunto il suo livello massimo di gioco (un po’ quello che accade oggi osservando Errani fatte le opportune proporzioni) e infatti, trascorsi alcuni anni, oggi gioca più o meno sugli stessi livelli di allora solo che ha meno costanza di rendimento. Wozniacki è stata numero uno per molte settimane (non ricordo il numero esatto) ma non ha mai vinto uno slam. La domanda che mi sorge spontanea è questa: senza soffermarsi troppo sul denaro che ha potuto guadagnare in carriera per il fatto di essere stata al vertice (includo anche gli sponsor), meglio essere stata numero uno ma senza slam all’attivo o essere stata una “normale” top 10 o top 5 ma con vittorie in almeno un paio di slam (mi viene in mente Kuznetsova)? Meglio nel senso quale, tra questi due tipi di atlete, potrà ritenersi più soddisfatta quando appenderà la racchetta al chiodo?
    Il secondo tipo, senza dubbio.
    Ma torniamo sulla questione margini di miglioramento: se una tennista è giovane, ha anche molto talento tennistico ed è dotata di un fisico veloce ed esplosivo (qualità che raramente vanno in coppia), proprio il fatto che non riesca quasi mai a sfruttare tutte le sue potenzialità può accrescere in modo esponenziale l’ottimismo riguardo al suo futuro. E’ in pratica quello che capita a Camila da qualche tempo. Certamente c’è da considerare anche l’aspetto mentale che, si sa, può essere più importante di tutto il resto. Per migliorare questo aspetto quando si è ancora giovani bisogna in primis fare molta esperienza e per poterla fare adeguatamente giocare con molta continuità (non necessariamente di risultati ma di tornei -riuscire a giocare per tante settimane consecutive in palcoscenici importanti insomma-).
    Giorgi, dopo Wimbledon 2012, ha avuto l’occasione per fare tutto ciò (continuo a pensare che abbia fatto bene a scegliere di giocare quasi esclusivamente tornei importanti) ma, a causa di un infortunio (probabilmente mal gestito, sì, non cambia comunque nulla nel tipo di ragionamento che sto facendo), non ha potuto effettuare nella giusta maniera questo percorso di maturazione tennistica.
    Ecco perché rimangono in sospeso molti quesiti riguardo a Camila ma, nello stesso tempo, c’è più di un motivo per mantenere l’ottimismo sul suo futuro.
    Ho parlato di killer instinct (quello è tutto naturale): non so ancora se Giorgi lo abbia ma, come già detto, se c’è, dovrà per forza uscire nel prossimo Wimbledon.
    Mi chiedo anche se mai Giorgi dovesse riuscire a chiudere la stagione nelle top 100, cosa potrebbe accadere nei primi sei mesi della prossima, se finalmente potrà giocare con continuità e senza problemi fisici. Me lo chiedo, e se ci penso, il mio ottimismo va alle stelle.

  193. by antonelo

    Se la Schiavone ha vinto il suo primo torneo WTA a 27 anni suonati è solo perché è riuscita nella non facile impresa di perdere ben 8 finali di fila prima dell’agognato successo. E la prima delle 8 finali perse l’aveva raggiunta quando non aveva ancora compiuto 20 anni. Camila, per il momento, non c’è andata vicina nemmeno per sbaglio ad una finale WTA. Ma al di là di questi freddi dati numerico-anagrafici, sia ben chiaro che Camila resta la più grande tennista dell’Universo.

  194. by effeemme

    t.o:
    sono spesso daccordo sui contenuti di cio’ che scrivi, ma mai al 100%.
    stavolta sottoscrivo fino all’ ultima virgola.
    è vero.
    ogni volta che c’ è da parlar male di Camila, i controtifosi si scatenano.
    basta vedere l’ articolo apparso ieri su livetennis.
    ci si dimentica spesso pero’ che ancune sconfitte hanno avuto un motivo dietro.
    o forse, per generalizzare, si preferisce fare di tutta l’ erba un fascio.
    ad esempio, quando perse con la Glatch, Camila era influenzata.
    questa motivazione, non l’ ho mai viata tirar fuori da alcun utente.
    e’ stata una delle sconfitte piu’ cocenti. ma c’ era un motivo e si fa finta di ignorarlo.
    altro aspetto cui si parla a sproposito:
    il suo servizio.
    noto che ancora si continuano a dire le cose di quando Camila compiva troppi df, senza ace e con basse percentuali di servizio….
    nell’ ultima partita, ma anche da qualcun’ altra dietro, ho notato percentuali di servizio migliori.
    numero di df in calo rispetto al suo standard e numero di ace in aumento…questo è frutto evidentemente di un buon lavoro sul servizio.
    se prima faceva 2 df ogni turno di battuta, ora ne fa meno di 1.
    e a compensare, sta crescendo il nr di ace.
    ma si sa, noi siamo un popolo di esigenti e criticoni.
    io saro dalla parte de Cami e Sergio sempre e poi sempre….
    come dire, “chi mi ama mi segua”. per chi non mi ama ci sono altre strade…
    tutto scritto con una sola mano… hehe.. per Cami anche questo!

  195. by effeemme

    io vi invito a leggere con un po’ d’ attenzione l’ articolo.
    un giornalista dovrebbe riferire i fatti con maggiore obiettivita’.
    non sentenziando.
    poi è ovvio che, se si è daccordo sui contenuti, non ci si trova nulla di sbagliato.
    io su alcuni passaggi, non sono daccordo con quei contenuti, perchè come detto e come ha fatto notare Tommaso, si parla come se CAMILA FOSSE A FINE CARRIERA.
    va bene, puo’ darsi che paghi buona parte del cambialone…
    e allora?
    io credo in lei diamine!!

  196. by Stefano

    Certo è un po’ desolante come un po’ tutti su questo blog stiano pian piano ridimensionando le aspettative su Camila.
    Fino a pochi mesi fa, i più la vedevano in top 30 entro l’anno.
    Ora, invece … tutti contenti (e rassegnati) a vederla ritornare a fare gli ITF.
    Prima … numero 1 e Slam nel giro di 2-3 anni max,
    ed ora ci si accontenta pure che abbia una carriera anche soltanto simile a quella della Schiavone (che è esplosa a 30 anni).
    Ma lei non doveva essere una “fuoriserie”? Una top player come ce ne sono poche in giro?
    Ultimamente ho come la sensazione che anche i suoi più inguaribili ed ottimisti tifosi stiano (ma non lo ammetteranno mai!) perdendo un po’ la fiducia.
    Oppure, per dirla in un’altra maniera, arrendendo all’evidenza (ma non a quella tipo “ci eravamo sbagliati sul talento di Camila”, ma quella del genere “purtroppo le cose non stanno andando come pensavamo” …).

    Speriamo che, passato questo brutto momento, torni un po’ più di fiducia a lei … ma anche ai suoi tifosi, visto che ultimamente sembra quasi che sia rimasto soltanto l’affetto a tenerci legati a lei, e non più la “scommessa” sul suo futuro (come capita in genere ad un novello tifoso che scopre per la prima volta uno sportivo).

    P.S.
    Ho appena visto qualche video sulla Vekic: fisicamente sembra un incrocio tra la Wozniacki e la Kournikova, mentre tennisticamente … boh, però per il momento non mi ha ancora impressionato a tal punto da convincermi al 100% sul suo possibile futuro da n°1 al mondo o vincitrice di Slam.
    Aspettiamo ancora un annetto per vedere come si evolve il suo gioco …

  197. by cristian

    Vorrei veramente ( come tutti) avere notizie sulle condizioni di Camila, giusto per fare chiarezza una volta per tutte, a Wimbledon sicuramente sarà intervistata e sapremo cosa è successo e cosa succederà, magari due righe anche ora per rispondere a tutti noi non sarebbe male, so che chiedo troppo ( conoscendo i Giorgi) ma almeno i tifosi meritano un po di rispetto e informazione.
    Detto questo, se la spalla ancora fa male, auguro a Camila una pronta guarigione , si tornerà con gli ITF è vero, ma calcoliamo che il prossimo anno non difenderà nulla.
    Siamo qui per te, Camila!
    Notte 🙂

  198. by Tommaso

    Giusto per essere precisi la Schiavo ha vinto il primo torneo in carriera a 27 anni e 1 mese, lo Slam a 30 anni e 11 mesi ed ha raggiunto il best ranking a 30 anni e 7 mesi. Questo per dire che per fare paragoni tra Camila e LA PIU’ GRANDE TENNISTA ITALIANA DELLA STORIA (numeri e ranking alla mano) bisognerà aspettare almeno 5 anni e mezzo. Perderà al primo turno di Wimbledon e scenderà al 150? Amen. Tempo al tempo, e vedremo alla fine cosa combinerà. Chiedo: a voi farebbe schifo se vincesse Wimbledon a 30 anni? A me no, ma spero che anche voi come me non abbiate voglia di stare qua 8 anni e passa a discutere di fine della carriera a ogni sconfitta…

  199. by t.o.

    @TEUS Vedi teus, quando non c’è cronaca si fanno ricerche per “articoli di fondo”. Come tu sai a me piacciono le comparazioni. Ma visto che non si possono sommare le pere alle mele (lo diceva anche la maestra) mi sono messo a guardare in archivio…..31 ottobre 2012, una Camila in 75° posizione ha appena battuto con un 6-0 6-1 e un 6-0 6-2 un paio di “ascare” 300/400° in classifica e si appresta ad un terzo turno in un ITF nella profonda provincia americana. Ha appena finito la tournee asiatica e dopo un naturale “appagamento” dopo i trionfi di wimbledon può dirsi abbastanza soddisfatta degli ultimi tornei di fine stagione. Ha battuto tutte le 70/80° che ha avuto di fronte tra Tokio e pechino e lei da 93° può dirsi soddisfatta. Un “pareggio” contro Sara che vale punti e soldi, e sconfitta da parte di una 32° e di una 21° oltre a Romina (comunque 69° e in buona forma). Cosa deve fare una tennista approdata da pochi mesi in top 100 a 21 anni neanche compiuti. Si poteva vincere qualcosa di più in terra americana, ma il salto improvviso di categoria, il contratto (anche se condizionato) con octagon, il nuovo ritmo di vita…….lo hanno pagato un po tutte… Comunque si è ripresa è vicina alla 70° posizione. Che decide di fare? un paio di ITF. Qualche soldo, un po di punti…..le prime due sono formalità…..da due settimane sta provando “qualcosa” sul servizio…sembra che tutto vada bene…..al terzo turno capita una giovane molto talentuosa…..è 153° .Camila non ha problemi chiude il primo set 6-3 nel secondo va 2-0 3-1 poi il calo. Camila esce in tre set.
    Leggere i commenti di allora è uno spasso (presi da Livetennis). Perdere contro una 153°? La solita Camila, “Sergio vada a casa” non diventerà mai nessuno. L’unico che avverte tutti è effeemme (allora sotto doppio alias) Guardate che la Keys è forte, guardate che Camila sta provando nuovi colpi…può starci che non tutto vada bene…..Macchè, il popolo tradito è indignato…..qualcuno scrive “Ridicola” ……..a nessuno è venuto in mente che Camila si potesse essere fatta male. si sarebbe saputo solo il torneo successivo quando camila stentò al terzo per due turni ( “vergognoso” “imbarazzante” “pallone gonfiato” quante ne abbiamo lette?) e poi finalmente uscì per mano della sancez. Ora tutti sappiamo chi è la Keys. ma se solo 6 mesi dopo Camila perde con la 88° apriti cielo. La differenza è che oggi sappiamo che la spalla non è a posto…….ma la prudenza nei giudizi mai? Camila gioca alla pari con le sue coetanee. Sono quelle 20 che aspirano ai posti delle 28/30 in calo. Queste 20 non sono atlete da mezza classifica. Queste sono quelle che studiano da n°1 (che poi ci riusciranno è tutto da vedere). Quelle sono quelle che entrano in campo per vincere. per imporre il loro gioco. Aggressive e sfrontate. senza rispetto per nessuna. Escono al primo turno per errori infantili ma poi ti infilano 3 o 4 partite e saltano su in classifica 20 scalini alla volta. Camila, Eugenie, Madison, Donna, Heater, Annika, Garbine, Sloane…….sono loro che giocano solo nei “tornei dei grandi” non fanno più ITF (se non a stagione finita per mettere a punto qualche colpo, per il portafogio, e per qualche punticino in più per aprire meglio l’anno nuovo…..E non fanno neanche i wta minori. Che strani i WTA..international……i soldi sono uguali i punti pure…..però nella stessa settimana tutte vogliono giocare quello… e nessuna quell’altro……Le giovani 20 scelgono tutte “quello” anche a costo di dover fare le qualificazioni (nell’altro sarebbero addirittura TdS…..ma lo snobbano. Ci sarà un motivo……Per questo si incontrano spesso. Sarà così per molti anni per molte di loro. Sono loro le top ten del 2015/2020 (del resto se guardate l’età media delle top ten di oggi). Perdere o vincere tra di loro è normale. ogni tanto una sfonda in un torneo o per merito (vittoria contro TdS) o per fortuna (infortunio, ritiro, tabellone fortunato) le altre necessariamente vanno a sbattere contro le Serena, le Marie, le Vikka……bella sconfitta, ci vediamo al prossimo premier….o al prossimo GS.
    Camila fa parte integrante di quel gruppo. E ne fa parte con merito. Con molte ci ha vinto, con molte ci ha perso…
    Forse a Donna o a Madison avrebbero impedito di giocare se avessero avuto lo stesso problema di Camila.
    Ma purtroppo ognuno scrive il suo destino. Nel bene o nel male le scelte in casa Giorgi seguono logiche “atipiche”.
    Per bisogno o per follia la famiglia Giorgi fa così….è sempre imprevedibile….
    Il problema sono i commentatori…..con poca memoria, con poca visione, ” Ieri Camila ha perso contro una 150°”
    E purtroppo è vero. Ha perso contro una 150°…..allora tornerà ad essere una 150° anche lei e quando batterà la Keys (perchè la batterà…..è nelle sue corde) tutti diranno….”che bidone la Keys” ha perso contro una 150° e magari quel giorno sarà Madison ad avere un problema ad un piede, o al polso….chi lo sa….Vallo a spiegare ai suoi tifosi….

  200. by tommaso

    Riguardo all’ “articolo” su Ubitennis: ultimo treno per una ragazza di 21 anni e 6 mesi? Ah beh, allora chissa’ quanti “ultimi treni” ha perso la Schiavone prima di quel RG…

  201. biglebowski by biglebowski

    a me pare che l’articolo citato faccia molte pieghe a partire dal titolo.

  202. TEUS by TEUS

    t.o., se ci sarà una volta in cui non vorrò vedere Camila in televisione nel primo turno, sarà proprio a questo Wimbledon. Speriamo in un sorteggio “normale”. Alla fine se lo meriterebbe dopo tutta la sfortuna che ha avuto quest’anno.
    Sarà pronta per Londra, ne sono certo! Con un sorteggio non proibitivo potremo avere anche alcune risposte alle nostre frequenti domande: in primis riguardo a quanto killer instinct ha questa ragazza. Perché, se davvero lo ha, uscirà senz’altro in questa occasione che potrebbe anche dare una svolta positiva alla sua carriera.
    Riguardo invece a tutto quello che ci può essere di negativo, ne siamo già tutti perfettamente a conoscenza.

  203. by effeemme

    c’ è comunque una piccola buona notizia:
    si temeva l’ uscita dalle 100 gia’ a fine settimana e cio’ non accadra’.
    attualmente Camila scende dalla 92ma alla 93ma posizione.
    puo’ ancora perdere massimo due posizioni,
    superata se sara’ il caso dalla Doi impegnata a Nottingham e dalla Lucic impegnata a Birmingham…
    è gia’ qualcosa…

  204. by t.o.

    L’altro giorno una tennista giustificò una brutta prestazione dicendo che aveva le “sue cose”. Ed è una giustificazione più che legittima. Camila non si giustifica neppure se ha male alla spalla. O se ha la Febbre, semplicemente non cerca scuse. “ho giocato male” Punto. Qualcuno di noi si era accorto che qualcosa non andava semplicemente leggendo gli score. Troppo simili il secondo set a quelli confezionava in Australia. Noi sappiamo che Camila non si può fermare. Avrà necessariamente un recupero a singhiozzo. almeno una volta al mese deve giocare. Non si può rinunciare a 20/30mila dollari (questo ha reso comunque il tour Australiano. E pazienza se il malanno torna. Speriamo sempre un po meno. Speriamo che non comprometta in modo grave la spalla. E’ chiaro che facendo così il recupero sarà molto più lento. Può fare altrimenti?….Se Donna è quella che da un differenziale di 19 punti su 83 a Rad Piccola allora la sconfitta di Camila ci stà anche a “spalla sana”. Ricordo ai distratti che stiamo parlando della 38° al mondo. Ma più che altro stiamo parlando di una (Rad Piccola) che l’anno scorso sull’erba ha fatto 14 W e solo 4 L (Vittoria a Nottingam, terzo turno a Birmingam, Finale partendo dalle quali a s’Hertogembosch). Se Donna è in questo stato di forma e una Camila non al massimo (altrimenti non avrebbe saltato il prossimo torneo) riesce a perdere con 13 punti di differenziale (di cui 5 nel TB) dobbiamo essere preoccupati per la spalla non per altri motivi. Sappiamo che Camila giocherà Wimbledon (lo giocherebbe anche con il braccio ingessato. Se non starà peggio di ieri (e questo lo diamo per scontato) con il livello di gioco che il punteggio lascia intendere (altro da commentare non abbiamo) può estrarre dal “bussolotto” degli accoppiamenti 80 tenniste che può battere. con 20 se la gioca, e con altre 20 ha poca storia. Non è un fatto di classifica. Ci sono almeno 15 TdS che stanno pregando di non incontrare lei. E se la spalla torna a posto la cambiale può essere pagata. Ha solo bisogno di un po di fortuna nell’estrazione. Con la sorte è sicuramente in credito……Vai Camila…..Riposati, Guarisci, e gioca come sai……
    E se poi capita Serena al primo turno…..almeno saremo certi di vederti in televisione……….ciao t.o.

  205. theseus by theseus

    Beh… a me pare che i ragionamenti dell’articolo di Ubitennis non facciano una piega…

  206. by effeemme

    grazie Gio’ per gli auguri…

    Stefano, ci sono due o tre cosette in quell’ articolo che sanno davvero di ridicolo.
    non mi dilungo perchè faccio fatica a scrivere…

  207. by Stefano

    Su Ubitennis dicono più o meno le stesse cose che diciamo noi:
    http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2013/06/12/903307-wimbledon_ultimo_treno_camila_giorgi.shtml
    Io (e chi mi conosce bene lo sa) non brillo certo in ottimismo, ma con i punti di Londra in scadenza alle porte, sembra quasi che qualcuno stia suonando il suo necrologio.

    Boh, non so veramente più cosa altro aggiungere … staremo a vedere …

  208. Madoka by Madoka

    Come volevasi dimostrare, questo ritiro da Eastbourne dimostra che Camila è purtroppo ancora infortunata alla spalla.

    Novembre – oramai Luglio : 8 mesi ed ancora non sono riusciti a risolvere questo problema alla spalla. Io da tifoso mi augurereu anche che saltasse wimbledon, in modo che possa ritornare a giocare, sana, il prima possibile, anche se mi rendono onto che si 20mila euro non si possono lascare così.

    Ed allora lascatemi premere sul bottone avanti veloce, che wimbleodn passi in fretta e che si ponga il giusti rimendio a questo infortunio.

  209. Giovaneale by Giovaneale

    @effeemme
    Mi dispiace per il tuo polso,riprendi in fretta 🙂
    Riguardo ancora a questa maledetta spalla faccio presente che dopo gli AO (e ricordo sempre che è Sergio ad aver detto che Cami ha nascosto il dolore anche a lui) Cami ha giocato poco anzi pochissimo per riprendersi dall’infortunio ma se non ti curi per bene le ricadute sono dietro l’angolo purtroppo!Lo stesso Sergio diceva che a Strasburgo aveva ancora fastidio alla spalla ma arrivati a Parigi e dopo la visita del medico di famiglia il problema era risolto.L’ho detto allora e lo ripeto adesso..era un’affermazione assurda e poco credibile ed infatti ecco che il problema ritorna.
    Che si rimetta,che si faccia curare per bene e seriamente..se poi dovrà saltare Wimbledon pazienza tanto se il problema non si risolvesse in due settimane non sarebbe assolutamente consigliabile rischiare ancora una volta ed uscire comunque al primo turno.Cami mettiti tranquilla e curati..hai dimostrato a chi ti critica sempre che hai carattere,la volontà,la caparbietà e la passione per questo sport che ti spinge a scendere in campo stringendo i denti e soffrendo in silenzio..non serve altro..ti vogliamo tutti bene e vogliamo vederti giocare i tornei al meglio delle tue possibilità e questo vuol dire che per farlo devi essere al 100%..per te,per i tuoi sacrifici e della tua famiglia e per ultimo anche per tutti noi!Forza Cami!!!!

  210. TEUS by TEUS

    Stefano, dico solo che lo stop di questa settimana potrebbe essere precauzionale per non correre nemmeno lontanamente il rischio di saltare Wimbledon (che va giocato al massimo delle sue possibilità attuali e sappiamo tutti il perché).

    Giovaneale, i Giorgi, ai tempi dall’Australia, pensavano che l’infortunio fosse di poco conto (così avevano detto i medici americani) e i soldi che si incassano anche senza vincere un match in uno slam, non sono due lire (soprattutto per una giocatrice che fa affidamento solo ed esclusivamente su ciò che incassa con le sue sole forze). Detto ciò il paragone con Sharapova non regge innanzitutto perché la russa è la sportiva più pagata al mondo e poi perché l’infortunio di Camila non è detto sia così grave.
    Io voglio pensarla così: Giorgi darà tutto quello che ha a Londra (non può permettersi oggi di disputare un torneo la settimana prima di un avvenimento così importante partendo dalle quali con la prospettiva magari di giocare 3 o 4 incontri di seguito e andare a Wimbledon con più dolore alla spalla di quello che già ha) e, dal momento che scenderà in ampo sapendo quanta differenza ci sarà tra perdere subito e passare qualche turno, forse finalmente la vedremo davvero “cattiva”.
    Certo, c’è da considerare anche l’imprevedibilità del sorteggi negli slam… Che dire, speriamo che la dea bendata sia dalla sua parte per una volta.

  211. by effeemme

    ciao ragazzi.

    sono stato via un po’.

    mi spiace per questa ulteriore complicazione.
    confido tuttavia in una soluzione definitiva, anche a costo di dover saltare W.
    inutile come sottoliena Gio’, stare li a girarci intorno.
    anche se per ora si possono solo fare ipotesi, in attesa di comunicazioni certe.

    comunque, anch’ io faccio adesso il paio con Cami.
    mi sono fratturato un polso e purtroppo significa stop forzato per tutte le mie attivita’ sportive,
    di almeno 30 giorni…

  212. Giovaneale by Giovaneale

    @teus
    Se credi che per non perdere due lire per il primo turno degli AO Cami abbia voluto giocare nonostante il dolore allora offendi lei e Sergio perché è inconcepibile che a quei livelli si scelga deliberatamente di aggravere irreparabilmente una situazione appunto per due lire.
    Come si risolve la situazione?Con il buonsenso..si torna a giocare quando si guarisce evitando di anticipare i tempi per poi incorrere in ricadute come è avvenuto puntualmente!Darà forfait anche a Wimbledon?Se non sta bene DEVE farlo per il suo bene!Tornerà quando sarà possibile!
    Ripeto quanto detto prima..la Sharapova è rimasta ferma quasi un anno e parliamo di un infortunio decisamente più grave di quello si suppone possa aver colpito Camila..quindi che ci metta il tempo adeguato e poi si ripartirà..da dove non si sa ma se vali,se si è bravi,si riprende in fretta il terreno perduto!Oggi più degli altri giorni FORZA CAMI!!!!!!!

  213. by Stefano

    Sì Teus, ricordo l’intervista …
    ma più passa il tempo e più la faccenda sembra un assurdo “casino” in cui la colpa è di nessuno o di tutti allo stesso tempo.
    Ma ora il problema è: che si fa? Ci si ferma saltanto Wimbledon (per curarsi per bene) con la consapevolezza che poi si torna a giocare quasi da zero (sia come ranking che come condizione di gioco), oppure si accende un cero in Chiesa e si spera che tra due settimane sia tutto passato?
    Comunque sono già parecchi mesi che il problema alla spalla si sta trascinando dietro …
    prima o poi una soluzione per risolvere il problema in maniera DEFINITIVA va trovata.

  214. TEUS by TEUS

    Stefano, Sergio, nell’intervista rilasciata a Parigi, ha detto che i medici americani si sono rivelati poco competenti e molto costosi (aggiungendo che fortunatamente sono stati pagati dall’assicurazione messa a disposizione dalla WTA) ed è questo il motivo per cui Camila, nonostante i due mesi di stop, non è guarita completamente. Se non erro ha anche detto che è stata visitata dal loro ex medico di famiglia quando sono arrivati in Europa e che aveva diagnosticato una borsite alla spalla. Non è detto che la situazione sia così grave come dici tu quindi. Perlomeno me lo auguro vivamente dato che Camila, Australia a parte (là però vi era anche una questione economica che i Giorgi devono giocoforza considerare), si è sempre fermata non appena ha avvertito che il dolore le creava troppo fastidio.
    E’ un anno così: senza riuscire a giocare qualche settimana di seguito, sarebbe complicato per chiunque trovare continuità di gioco e risultati.
    Giorgi, perdonatemi se lo ripeto troppo spesso, ha comunque tutto il tempo per superare questo difficile periodo e impossessarsi presto della posizione di ranking che le compete (vale già le top 50 in condizioni normali).

  215. Giovaneale by Giovaneale

    Francamente io non darei proprio nulla di scontato visto che parliamo di un forfait per le quali di un premier..
    Sempre su quel poco di ufficiale su cui basare le nostre riflessioni Sergio nella recente intervista ha dichiarato che Cami agli AO ha nascosto il dolore alla spalla anche allo stesso padre per cui è per noi praticamente impossibile sapere quanto male le faccia e l’entità dell’infortunio.
    Cami ha dimostrato di giocare nonostante il dolore,perché lo fa non lo sappiamo,perché mente anche a suo padre non lo sappiamo neanche.
    Certo è che se il problema persiste non è stato risolto..se è colpa di Camila che,pur di giocare,l’ha fatto nonostante dovesse restare a riposo e curarsi a dovere credo che sia lampante.Maria si è operata alla spalla,è rimasta fuori 8 mesi ed è tornata più forte di prima.Il problema più grosso è che le uniche decisioni serie siano quelle di dare forfait ad un torneo piuttosto che ad un altro ma la difficoltà di lavorare con una ragazza come Camila sono sotto gli occhi di tutti!

  216. by Stefano

    Teus, se il problema è della gravità che penso io, temo che 2 settimane di stop non servano quasi a nulla.
    Ormai è chiaro che la lesione è peggiorata in questi mesi, in quanto ha continuato a giocare (ed allenarsi) su un’infiammazione che non si era ancora del tutto riassorbita.
    Una cosa è certa: o si trova un bravo medico che sappia affrontare il problema in maniera professionale, oppure rischia di rovinarsi per sempre (in maniera irrimediabile) la carriera.

    Intanto la Pironkova è uscita dal torneo per mano della Cirstea: evidentemente la crisi che sta attraversando in questi ultimi tempi è davvero importante.

  217. TEUS by TEUS

    Oppure, più semplicemente, Camila è in grado di giocare anche se non al massimo (non credo, anche facendo riferimento solo al livescore, che contro Vekic abbia offerto una prestazione come quella contro Bouchard) e non vuole assolutamente rischiare di saltare Wimbledon giocando la settimana prima.
    Bisogna anche dire che purtroppo, in questi mesi, non poteva permettersi di stare del tutto ferma soprattutto per una questione economica.
    Vabbè, attendiamo notizie certe e poi faremo considerazioni più consapevoli.

  218. TEUS by TEUS

    Temo anch’io, Stefano.

  219. by Stefano

    Già, ma perchè queste notizie dobbiamo impararle dappertutto tranne che qui?
    Possibile che qui le informazioni arrivino sempre dopo che tutti lo sanno già?

    A questo punto, viste le continue recidive, mi viene da pensare che non si tratti solamente di una “banale” borsite: forse l’infiammazione è stata sottovalutata, ed è in realtà molto più grave.

  220. TEUS by TEUS

    Probabilmente il problema è che si è curata male a Miami (una borsite, con due mesi di stop, si cura).
    Mettiamoci il cuore in pace… Ora sappiamo il vero motivo per cui dovrà tornare a giocare ITF.

  221. by t.o.

    @stefano. In quel link ci sono 7/8 minuti del finale di match tra Donna e Rad piccola. Non so se ora lo hanno cancellato….io lo ho visto e ti garantisco che Donna è in gran forma (una piccola maria ma forse nonostante l’età con più cervello) Perderci non è un fatto eccezionale (per chiunque) e il risultato con Rad piccola lo .

    La Spalla: non ci si ritira dalle Quali di estbourne se non ci sono problemi. Ma i problemi non possono essere così gravi se ha potuto giocare a quel livello con una tennista così in forma (Donna) Per quello che so una borsite si cura con ghiaccio e riposo. Se non è più nella fase acuta (non l’avrebbero fatta rientrare) 10 giorni di riposo dovrebbero bastare. Forse se Camila si fosse potuta permettere 4 mesi di stop totale il problema sarebbe stato risolto. Ma purtroppo ogni mese ci sono tornei da 10/20mila dollari solo di partecipazione a cui non si può rinunciare. Questo è il vero lato negativo di non avere sponsor…..comunque…..Vai Camilaaaa

  222. by Andre

    Ragazzi siamo qui x aiutare camila! Avete rotto basta con ste ………… Spero che camila organizzi un’ incontro con i veri tifosi! Certo fa le cavolate ma almeno capira’ con il tempo se nn rompete! Basta! Il potenzialee’ grandisioso ed enorme ma va gestito! Non esiste solo il tennis!!!!camila continua a studiare!!! Nn ascoltare cavolate! Solo tu sai quello che vuoi venti cento sconfitte? Reagisci e dai uno schiaffo morale a tutti! Tvb camilaxxxxxxxxxxxxxxxxx

  223. biglebowski by biglebowski

    la novità (che non è una novità) è che la bimba ha (e a questo punto mi sembra evidente) un infortunio serio.

  224. by Stefano

    @ t.o.
    t.o., io a quel link non vedo nulla: cosa ci sarebbe da vedere?
    [Premetto che ho un navigatore obsoleto, e mancano molti degli ultimi plugin (tanto che molti canali di streaming non riesco neppure a visualizzarli) … però mi sembra che sia semplicemente una canale dove vedere in streaming una partita: che me ne faccio ora che la partita non c’è più?].

    @ Madoka
    Invece a me la Radwanska “junior” piace molto più della sua più celebre sorella: rispetto ad Agnese è un po’ più potente nei colpi, sicuramente meno solida ed astuta, ma forse un pochetto più … “brillante” ed introversa (sbaglia molto perchè rischia di più).
    Io preferisco lei a sua sorella.

    … ma cos’è questa novità del ritiro di Camila dalle qualificazioni di Eastbourne?

  225. by t.o.

    Se è confermato quello che scrive cristian la cosa si fa seria…..

  226. by t.o.

    Io non vedo l’ora che passi questo periodo…….e perchè? Io voglio vederlo passare. Voglio vedere Camila vincere. Il punteggio mi dice che non ha giocato male. Se poi ha ragione madoka rispetto ai primi 20 servizi all’80% e i restanti al 60% allora il problema è un’altro. Io credo che Camila stia meglio. Io spero che Camila stia meglio.
    Sotto a chi tocca, tanto giovani fenomeni o vecchie mestieranti se vuoi andare su l’une e l’altre devi incontrare. Qualcuno dice che Camila è stata sfortunata nei sorteggi……forse si, ma la legge dei grandi numeri le ridarà quello che le ha tolto, Capiteranno estrazioni e vie del drow più fortunate…..è matematico…..quando? Capiterà.
    Ursula è bollita……non credo….è giovane…anche lei ha momenti di pausa. Tutte le partite si perdono perchè qualcuno gioca peggio dell’altra. E si vincono perchè qualcuno gioca meglio. Prima di dire è più forte, o è meno forte bisogna aspettare un po. Magari ha solo giocato meglio. Io come sempre (quando perde) spero che abbia giocato male. Finchè gioca male ha margini di miglioramento. Che triste sarà quando diremo: “Ha giocato la partita della vita ed ha perso”, signifcherà che Camila avrà finito il suo percorso. significherà che ha raggiunto il suo limite.
    Donna ha più anni di quelli che dichiara? e chi se ne frega….diventerà più vecchia prima…..finchè vince 17, 19 o 21 che differenza fa? In etiopia fanno figli a 14 anni e sono nonne a 30…….c’è chi matura prima chi dopo…..noi siamo latini…..sempre un po mammoni (le figlie più Papone……io ho una figlia dell’età di Camila…..so di che parlo)
    Camila ha aspettato tanto quest’erba……farà belle cose…..

  227. by cristian

    Intanto Camila si cancella dalle quali di Eastbourne.

  228. Madoka by Madoka

    TEUS, non vedo l’ora anche io che passi sto benedetto tornei, perchè probabilmente solo una volta liberati da quel fardello di “400” punti da difedere riusciranno a programmarsi ma soprattutto a curarsi in maniera giusta.

  229. Madoka by Madoka

    Ragazzi però io non sono d’accordo con i vostri giudizi sulle giocatrici in questione.

    Nell’ultimo mese ho visto giocare 3 volte dal vivo la Radwanskina, due a Roma, dove fece ( personalmente ) una partita orribile con la Ivanovic e non so ancora come Ana sia riuscita a perdere. Per poi essere eliminata al seondo turno dalla Morita, giocando ancora una volta davvero male.

    E poi lho vista sempre dal vivo al secondo turno del RG perdere sempre in malo modo contro una giovane tedesca.

    Sta giocando male ed in generale non ha un grande gioco ed una grande pesantezza di palla. Non è una giocatrice che mi faccia impazzire, se devo dirla tutta.

    Per quanto riguarda la Vekic, adesso lo dico, per me non ha in nessuna vita, presente o futura, 16 anni. Per me ne ha tranquillamente 19, mi sembra una giocatrice che fisicamente abbia già finito di crescere, una giocatrice già fatta e pronta, poi per carità, saranno solo mie sensazioni del tutto infondate.

    Però nei paesi ex-jugoslavia queste cose succedono spesso, io mi ricordo molto bene come la federazione francese di tennis, da un giorno all’altro impedì alla Mladenovic di giocare qualsiasi torneo junior senza apparente motivo. e un altro nome di cui sentiremo parlare in futuro è la Konjuh.

    Poi per carità, sto dicendo stupidaggini, va bene così. Ma non credo he la Vekic sia in fenomeno e quindi mi rammarico molto della sconfitta di Camila, dhe ripeto, per me sta giocando da infortunata ed è grave.

  230. TEUS by TEUS

    Francamente non vedo l’ora che sia passato Wimbledon. A volte mi sembra che stiamo parlando di una giocatrice di 31 anni e non di 21 all’ultima stagione buona per provare a dare un senso alla sua carriera.

  231. by cristian

    @t.o : ma ti risulta che voglio litigare??no dico hai letto i nostri post ? se gli ho detto IO di lasciar perdere con queste cazzate, poi mi vieni a dire ” se volete proprio litigare, fatelo su cose più serie, senno lasciate perdere” , se dice che offendo e faccio commenti ripugnanti, permettimi di dirgli che dice cazzate 😉 e questo non vuol dire che io stia cercando una discussione, anzi la farei pure, ma per cose più sensate magari 😉

  232. by t.o.

    @stefano Clicca il link di BIG (il primo commento di questa pagina) La Bimba è davvero forte….oppure ha beccato la settimana santa….

  233. by Stefano

    Ragazzi, qualcuno è poi riuscito a dare un’occhiata alla partita della Vekic con la Radwanska?
    Se ne avessi avuto il tempo l’avrei guardata certamente, anche per capire meglio contro chi ha perso Camila: potrebbe anche darsi che Donna stia giocando alla grande, e questo attenuerebbe in parte la delusione per la sconfitta di ieri.
    Purtroppo tutti noi siamo sempre afflitti dallo stesso peccato veniale: giudichiamo le partite di Camila senza poterle vedere, e così facendo non capiamo mai perchè maturano veramente le sue sconfitte (o vittorie).
    Certo, dando un’occhiata alla progressione in classifica di questa giocatrice croata … è veramente impressionante!!!

  234. by t.o.

    La pippa è uno dei migliori sfoghi dell’autoerotismo. Erroneamente associata ad Onan (secondo figlio di giuda) che più semplicemente inventò il “coitus interruptus” rifuggendo pratiche masturbatorie….
    Una giocatrice Pippa cosa è di grazia? Una che la manda per le lunghe, avanti e indietro,avanti e indietro, avanti e indietro……….? Sicuramente non è Camila…….ciao a tutti…..

  235. Lino by Lino

    @ andre
    non vorrei ripetermi per la centesima volta!!!!! Le critiche e le osservazioni ben vengano, altra cosa è invece dichiarare che Camila non vale quello che si era pensato, o che è una bufala, o che è una grande delusione che non potrà avere un grande futuro, ecc. ecc. Perchè allora chi la pensa così può andarsene su altri siti, chi ritiene una pippa Càmila dovrebbe andarsene.

  236. by t.o.

    @cristian@andrea Ho visto gente fare a pugni per cose ben meno importanti di quello che state disputando voi……nonostante questo mi pare che stiate cercando di provocare una tempesta in un bicchiere d’acqua. Anche per litigare servono ragioni valide. Almeno per fare della lite una “cosa seria”. Poi se uno è bravo riesce a fare di una banale “storia di corna” La Guerra di Troia. Ma li siamo in mano ad un maestro del marketing……
    In sintesi…..se volete proprio litigare…..fatelo su cose più serie……se non ci sono…basta inventarle…..sennò lasciate perdere….

  237. by cristian

    @Andrea: ma piantala, invece di appigliarti alle cazzate, pensa a cose più serie. Ora stai guardando il mio commento su Sergio Giorgi ?? ma che vuoi se è la verità ?? se dice ” Camila ha fatto tanti doppi falli contro Serena, perché provava il servizio da soli 10 giorni ” .. la domanda lecita poi è ” ma scusa e in tutti gli altri match??? ” .. 20 era un modo di dire, ne fa 10 scusami, sono tanti lo stesso! Questo è criticare uno strano atteggiamento da parte del clan Giorgi, a Sergio piace trovare scusanti ogni volta, è più umile a volte riconoscere direttamente i meriti delle avversarie, non credi ? per questo non merito ora di tifare Camila ?? l’ho cosi insultati ?? allora non sai nemmeno cos’è un VERO insulto !! ciao e stammi bene!!!

  238. by t.o.

    Regola numero 1: HO VINTO O HO PERSO E’ QUASI SEMPRE UNA CONSEGUENZA!!!!!

  239. by t.o.

    13 punti di differenziale Camila su 147 punti giocati contro 19 di differenziale su 85 punti giocati. Rad Piccola è considerata un fenomeno in ascesa…..forse dovremo riconsiderare la sconfitta di Camila….

  240. TEUS by TEUS

    Vekic si allena a Londra, è considerata il miglior prospect in assoluto e pare stia giocando benissimo. Pescata subito al primo torneo su erba! Coi sorteggi Giorgi ha un conto in sospeso, sicuro!

  241. by Tommaso

    Intanto Donna ha piallato Rad piccola. Col senno di poi, a Camila toccano spesso sorteggi con giocatrici alquanto in forma (Bouchard semi a Strasburgo, Vekic… chissà)

  242. by Andrea

    @cristian
    Quando si scrive con sarcasmo come hai fatto tu,
    Esagerando sui df, dicendo che ne fa 20 e non e’ vero.
    E poi ci ridi pure sopra,
    Quello e’ offendere Camila e il padre.
    Poi non ammetterlo ti fa onore!!
    Quanto a noi due chi deve crescere non sono io.
    Ma tu che sghignazzi sparando a zero!
    Complimenti!

  243. biglebowski by biglebowski

    http://www.sportlemon.tv/20130610/vv51b573515cfa76.10866818-593109.html

    se volete buttare un occhio alla bimba che ha eliminato “la bimba”
    vekic-radwanska u.

  244. by Andre

    Lino bisogba essere sinceri! Ho sempre detto che ha un potenziale enorme ! Per favore prima di rispondere leggi tutti i commenti!!! Va gestita meglio!!!! Fa bene a camila sapere cosa pensano i suoi tifosi! Nel bene o nel male con i commenti! Ma nn dire eresie!!!!!

  245. theseus by theseus

    Forse Camila avrebbe semplicemetne bisogno di un “mental coach” da affiancarsi alla figura del padre. C’e’ bisogno di qualcuno che in alcuni momenti critici del match le dia la forza di capire che e’ meglio rischiare una bella risposta dell’avversaria, piuttosto che fare un doppio fallo, ecc.

  246. by Andrea A

    Su questo sono pienamente d’accordo; diffidavo da interpretazioni un po’ romanzate della giocatrice per giustificare una maturazione caratteriale tecnica che sembra (per ora) tardare.
    Forse ci sono solo troppe e troppo alte aspettative da parte di tutti; forse Wimbledon 2012 ha lasciato una pesante eredità non solo in termini di punti

  247. TEUS by TEUS

    E’ una questione di caratteristiche tecniche e caratteriali di una giocatrice, Andera A, e non del giorno da leone o dei 100 da pecora. Giorgi può. Che lo faccia poi una, due o dieci volte in carriera, non lo si può sapere oggi con certezza ovviamente. Giorgi può diventare una tennista di alto livello. Deve solo lavorare su se stessa nella maniera giusta.

  248. by Andrea A

    ok: meglio un giorno da leoni… Punto di vista (per chi vuole) condivisibile. Ma siamo sicuri che sia quello che vuole la Giorgi? cioè essere una “perdente” di lusso o un talento solo parzialmente inespresso? ossia una giocatrice capace dell’exploit (finora in verità contiamo solo un 1/8 di finale in uno slam, degnissimo peraltro) ma non di continuità. Oppure è una visione che piace di più ad alcuni di noi?

  249. TEUS by TEUS

    Le qualità fisiche e tecniche (non comuni aggiungerei) ci sono, il tempo per migliorare mentalmente e crescere sotto ogni aspetto anche. Giorgi, lo ha ripetuto più volte lei stessa, ha passione per questo sport e quindi si impegna costantemente dedicando tutto quello che ha (in ogni senso) al tennis. Le poche volte che si ha la fortuna di vederla giocare (se si ha un po’ di “occhio”), si nota palesemente quanto il suo tennis sia ancora “acerbo” e che sfrutta sì e no il 50% del suo potenziale.
    Dove sta scritto che una tennista di 21 anni anche se gioca più o meno nella stessa maniera da qulache anno (ricordo comunque che ha sempre migliorato la sua posizione in classifica da una stagione all’altra e che questa deve ancora terminare -in più un anno no per infortuni o altri mille motivi può capitare a tutti e meglio capiti a 21 anni se porprio si deve pagare dazio) sia destinata a non migliorare sensibilmente nell’arco della propria carriera? Camila sarà anche un “cavallo pazzo” (e se sarà proprio questo suo lato caratteriale a portarla un domani a una grande vittoria?) ma ricordo che un po’ il tennis femminile in generale è imprevedibile. Ho già scritto altre volte che non vedo giovani oggi che hanno continuità di rendimento. Ho già scritto che proprio tenniste con le caratteristiche della “bimba” posso fare tutti i punti non fatti in un anno in una sola settimana (è già parzialmente successo a Wimbledon 2012 tra l’altro).
    Questo è il tennis: Sharapova ha vinto Wimbledon a 17 anni e poi non l’ha più vinto mentre potrei fare mille esempi di tennisti arrivati al loro top intorno ai 30 anni.
    Dico ciò per rendere chiaro un semplice fatto: non è che uno rimane ottimista perché si alza sempre col piede giusto la mattina o perché non vuole ammettere come stanno in realtà le cose. Uno rimane ottimista perché ci sono validi motivi per esserlo. API ci vuole: me lo insegnarono durante i vari corsi motivazionali che frequentai anni fa per provare a diventare un professionista migliore nel mio campo. Significa atteggiamento positivo interiore. Su quello deve lavorare Giorgi ora indipendentemente dai risultati e scommetto 2 euro simbolici che, negli anni, otterrà tutti quei risultati che a oggi sembrano impossibili da ottenere.
    In questo sport tutto può cambiare da un giorno all’altro, non dimentichiamolo. Meglio in ogni caso un cavallo pazzo ma di razza che, se trova la settimana giusta, può anche vincerti un torneo davvero importante piuttosto che un cavallo “normale” che si piazza con costanza. Meglio perché, a fine carriera, per stabilire il tuo valore, si andranno a vedere le vittorie e non quante volte sei arrivato in semifinale. A me questa sfrontatezza in campo di Giorgi continua a piacere parecchio perché un domani, in un match davvero importante, potrebbe fare la differenza tra la gloria e il semplice grande risultato. E c’è differenza, molta.

  250. by Andrea A

    @biglebowsky
    io preferirei un cavallo vincente.

  251. by Morotep

    Cristian, Stefano, Gros, Biglebowsky, Madoka per quel che puo’ interessare, sono perfettamente d’accordo con voi.

  252. biglebowski by biglebowski

    @madoka

    per aiutarci a pensare positivo potremmo ricordarci, ad esempio, che l’anno scorso in questo stesso periodo camila perse a nottingham da brengle (170) e a nottingham2 da vandeveghe (157) dove le ci vollero tre combattuti set per superare tale whybourn (550).
    e tra aprile e maggio perse dalla 370, dalla 186, dalla 187.

    poi estrasse dal cilindro i 12 set su 12 di wimbledon e, soprattutto, quel livello di gioco.
    se non vi piacciono i “cavalli pazzi” mi sa che avete sbagliato tennista

  253. by Morotep

    Io l’anno scorso, proprio dopo Wimbledon, avevo espresso la, per me, inquietante ipotesi che Camila sarebbe “finita” come una delle tante piu’ o meno talentuose ragazze che non riescono a conseguire risultati proporzionati alle loro potenzialita’. Ce ne sono tantissime e questo da’ la misura di quanto sia difficile trovare la propria strada verso le zone alte della classifica. Questa e’ una paura che mi porto dietro da un po’ piu’ di un anno, da quando ho evinto che la Camila che mi faceva sognare 3 anni fa e’ esattamente la stessa di oggi, con la differenza pero’ che gli anni passano e la testa comincia ad “appesantirsi”… anni fa era una scalata continua e si viveva tutti nella convinzione delle sue possibilita’, oggi si e’ nel limbo e immagino che anche Camila subisca psicologicamente la cosa.
    Personalmente, messa cosi’ com’e’, fatico a vedere delle prospettive concrete di successo (posto che ritengo che essere nei primi 100 tennisti del mondo sia comunque un successo!)… ci sono troppe cose da aggiustare e non si tratta di far diventare Camila una tennista che non e’ ma di farla diventare quello che dovrebbe essere: una con un anticipo straordinario che trova angoli sorprendenti… MA DENTRO IL CAMPO. Per poter sostenere un tennis come il suo bisogna avere una fiducia nei propri mezzi sproporzionata, un timing sempre al massimo e una proparazione atletica al top. Camila deve lavorare per far si’ che il suo tennis sia sostenibile da lei stessa… al momento evidentemente non e’ cosi’ e non intravedo particolari segnali di miglioramento.

    Pero’… quello che non mi fa completamente disperare e’ lo strano periodo che sta vivendo il tennis… l’eta’ media si e’ innalzata mostruosamente e ci sono tantissimi prospetti interessanti che faticano enormemente a stabilizzarsi. Si assiste ad exploit improvvisi per poi tornare nell’anonimato. Ci sono tenniste che sono da 2 o 3 anni nella top-100 e fanno avanti e indietro senza mai riuscire a superare una certa soglia.
    Se guardiamo nelle prime 20 tolta la Wozniacki, la Radwanska, la Kvitova, la Stephens e la Cibulkova per il resto ci sono una marea di over 25. E comunque la Stephens deve ancora consolidare la sua posizione (ottenuta all’Australian Open) e la Cibulkova pare non schiodarsi dall’intorno della 15esima posizione.
    Ancora non c’e’ un ricambio generazionale… la classifica e’ in mano a giocatrici che sono nel circuito ormai da tanti anni e visto l’allungamento della vita sportiva (con tenniste competitive a 30 anni) cambia un po’ tutto. Quelle che sembravano grandi speranze, con l’eccezione forse della sola Kvitova, adesso arrancano.
    Tutto questo per dire che, a mio avviso, il tempo non e’ completamente tiranno.

    Pero’ Camila deve crescere, deve crescere anche come persona… per me non e’ un buon segnale che non si prenda la briga di mettere la faccia nelle decisioni e nelle interviste… il fatto che il padre parli per lei ancora adesso che ha 21 anni a mio avviso e’ un segnale di scarsa maturita’.
    A 21 anni sei una donna non una bambina.

    Io spero che trovi il bandolo della matassa… ma deve essere lei a farlo! Puo’ cambiare tutti gli allenatori che vuole ma in campo ci va lei… e’ lei che deve maturare e fare il salto di qualita’.

  254. by gros

    Il problema della mancata crescita tennistica di Camila non è assolutamente il padre, ma è proprio Camila. Il padre nonostante tutto mi sembra una persona in gamba (l’unico momento in cui non mi piace è quando spara sentenze sul futuro di Camila facendo previsioni oserei dire azzardate) e credo che offra a Camila le migliori condizioni per poter crescere tecnicamente e tatticamente, nei limiti delle loro disponibilità economiche. Quindi non se ne deve andare via il padre, è vero che negli sport di squadra quando questa non vince il primo a saltare è l’allenatore, ma qui non c’è una squadra di una decina di persone da gestire ma una persona sola e a parer mio lo sta facendo abbastanza bene per essere uno che si è creato da solo. Ripeto il problema è la crescita mentale di Camila, sembra di avere davanti una pre adolescente e secondo me non ha neanche mai baciato un ragazzo (e non voglio farne una critica). Quando Camila inizierà a crescere caratterialmente, allora forse lì bisognerà aspettare anche 3/4 anni, credo che i risultati inizieranno ad arrivare con più regolarità. Altrimenti, ma questo lo sento dire dai tempi del torneo vinto a Toronto contro una ungherese di cui non ricordo il nome, rimarrà in balia di se stessa e del suo potenziale atletico e tennistico mai completamente espresso con continuità. Io negli anni ho sempre letto e poche volte ho commentato in questo sito per il semplice fatto che dal 2009 a quattro anni dopo ho sempre letto le stesse cose, cose che tra l’altro avrei scritto anche io in quanto estimatore di questa affascinante atleta che si sta letteralmente rovinando da sola. Ma noi che ci possiamo fare? Finché non cambierà qualcosa in lei noi tra qualche anno saremo qui a parlare delle stesse cose e ad esaltarci in un futuro ipotetico di una camila che dalle ceneri della 150esima posizione risale fino ai quarti di finale del torneo di pechino, eastbourne o indian wells per poi riattaccare a parlare di una serie impressionante di sconfitte al primo turno.
    Io fossi in voi smetterei di scrivere, tanto credo che molti voi scrivano quasi sempre le stesse cose, chi tra le statistiche al servizio o i paragoni con altre giocatrici e chi come me crede ancora in questa ragazza dalle potenzialità impressionanti. Perciò dovremmo metterci l’anima in pace e aspettare che ci sia una svolta (secondo me non è troppo tardi, un sacco di altre tenniste hanno dimostrato che la crescita non necessariamente avviene attorno ai 20 anni, basta prendere d’esempio la più grande tennista dell’era moderna, la mitica Serena, che è vero che a 17 anni ha vinto il primo slam e ha fatto terra bruciata fino ai 22 anni ma caratterialmente è cresciuta molto negli ultimi 2/3 anni e moltissimo dal punto di vista della concentrazione e dedizione al lavoro del tennis)

  255. by cristian

    Andrea, mi dici che commento ripugnante avrei fatto?? Ti riferisci al ” Sergio dopo Charleston, disse che la figlia aveva fatto tanti doppi falli xke lo stava riprovando da poco, ma sono secoli che fa 20 df a match” , mi spieghi l’ insulto?? Non lo riesco a leggere, io vedo una frase abbastanza veritiera. Fidati ripugnante è altro nella vita, cresci

  256. Madoka by Madoka

    E cmq in tutta questa mia negatività, non eslcudo che la settimana prossima perda nuovamente e poi a wimbledon magicamene vinca un paio di partite…certi tornei per certi atleti sono particolari

  257. by Andrea A

    Ma a Wimbledon potremo vederla in campo? La mia impressione, dalle poche volte vista giocare, è che il problema sia (anche) di approccio mentale, di come “sta” in campo. Fretta di riprendere il gioco, mai fermarsi a “pensare” tra un 15 e l’altro… sembra una giocatrice con atteggiamento un pò “schizofrenico”.
    Non mi sembra un dato da poco e non vedrei la storia del “cavallo pazzo” come una nota di colore.
    Poi sui limiti tecnici, quelli sono noti, anche se dovrebbero essere meno evidenti sull’erba dove con 3 fondamentali buoni (servizio, dritto e rovescio) ed un buon timing sulla palla e considerata la maggiore brevità degli scambi, si può sopperire alle altre carenze.
    Io comincerei dall’approccio mentale alla partita.

  258. theseus by theseus

    Quoto il commento di Stefano sulle (poche) vittorie CASUALI di Camila. Del resto chi ha un minimo di cognizione tennistica sa bene che, se forzi ostinatamente tutte le palle, incluse le seconde di servizio, nove su dieci non vinci. Da questo punto di vista il tennis e’ quasi una scienza con principi statistico-matematici non smentibili, salvo appunto, quella volta su dieci che (DI CULO) entra tutto. Troppo poco per dare continuita’ ai risultati e scalare le classifiche. Di solito i maestri di tennis, quando ti insegnano la prima regola di questo meraviglioso sport, ti dicono che l’obbiettivo e’ mandare la palla dall’altra parte del campo tenedola dentro. Ogni tanto ho l’impressione che Camila non abbia mai fatto proprio questo sacro principio, essenza stessa, del gioco del tennis. MANDARLA DALL’ALTRA PARTE TENENDOLA DENTRO.

  259. Hector by Hector

    Calma e gesso! Credo che nessuno dei frequentatori del blog abbia visto la partita di ieri. Non conoscendo le condizioni in cui e’ maturata la battuta d’arresto, e’ inopportuno giudicare il match. Vediamo cosa accadra’ a fine Wimbledon e poi trarremo le conclusioni.

  260. Lino by Lino

    @ …..
    criticare è lecito, ben vengano ogni tipo di analisi, ecc., altra cosa è invece quando si dice neanche troppo velatamente che Càmila è tutta una ilusione, è una bufala, ecc., e comunque uno è liberiissimo di pensare anche questo, ma lo vada a fare da un’altra parte.
    RIPETO – criticare è lecito, ben vengano ogni tipo di analisi, ecc., ma non ha senso fare i disfattisti o pensare che Càmila sia tutta una bufala, lei è così prendere o lasciare e, anche se stanno lavorando lentamente su alcuni aspetti del suo stare in campo, chi siamo noi che ci ergiamo ad allenatori e soloni?
    io la tifo in maniera incondizionata, senza sapere se domani andrà meglio e senza nascondermi i problemi che ci sono.
    Spesso, la troppa “protezione” rovina, certo, ma anche sparare a zero contro sergio e camila non serve a nulla, dobbiamo fidarci, io almeno mi fido e mi piace molto questo loro essere uno staff artigianale e non supportato da nike o compagnia bella.

  261. by Andrea

    @cristian
    il tuo commento immediatamente dopo la fine della partita e’ davvero ripugnante.
    Poi dici che qua nessuno offende!

  262. by dario

    Vamooooos Camiiiiiiii 🙂

  263. biglebowski by biglebowski

    IL CAMBIALONE

    Sembra il titolo di un film di Totò questa espressione che è entrata nel gergo tennistico per descrivere la situazione che un atleta si trova ad affrontare quando, ad un anno di distanza da un risultato importante, vanno a scadere i punti conquistati e si rischia così di perdere significative posizioni in classifica con la necessità di modificare obiettivi e programmi.
    Doveva pagarne uno assai costoso Errani che con la finale del Roland Garros 2012 aveva incrementato la sua classifica di ben 1400 punti che, in base al regolamento WTA, le sono stati tolti ieri: un anno fa di questi tempi la nostra tennista di punta aveva per la prima volta conquistato l’ingresso nel prestigioso club delle top 10 con il punteggio di 3350 punti di cui 1400 derivanti dal sorprendente exploit parigino (41%).
    Ma nel corso degli ultimi 365 giorni Sara, da brava formichina, ha messo da parte non solo quello che avrebbe dovuto restituire, ma ha incrementato in modo significativo il suo punteggio tant’è che pur lasciando sul tappeto rosso del Grand Slam francese 500 punti (il differenziale tra finale e semifinale) si è ritrovata con 5335 punti in saccoccia che le valgono il posto numero 5 della classifica.
    Anche Camila ha il suo cambialone in scadenza: si chiama, come tutti sappiamo, wimbledon 2012.
    Aggiungendo i due piccoli tornei di preparazione (nottingham 1 e 2/2012) la cifra è davvero importante: bisogna rendere al ranking wta la somma di 349 punti che costituiscono il 48% del patrimonio accumulato.
    La somma in questo caso non è stata investita con la sagacia della formichina atomica ed esiste il rischio concreto di trovarsi da un giorno all’altro in una situazione nella quale una ripartenza potrebbe comportare delle problematiche serie. Il ranking di Camila post Wimbledon 2013 più pessimistico (0 vittorie/2 sconfitte tra Eastbourne e Londra) sarebbe la centosettantesima posizione ed è un eventualità che purtroppo va presa in considerazione seriamente. Nessuna persona ragionevole e minimamente competente può pensare che “la bimba” non sia clamorosamente superiore alle tenniste che bazzicano quelle zone, ma questa è la dura realtà con la quale si rischia di confrontarsi. E aggiungo con la quale convivere con la determinazione di uscirne fuori perché abbiamo numerosi esempi di chi ce l’ha fatta nonché la capacità di farlo in fretta prima di essere invischiati definitivamente in quella palude. Si tratterebbe di spalmare il “debito” in tante piccole rate che significa andare a conquistare ogni mese qualche decina di punti e risalire piano piano la classifica e azzeccare nel frattempo “l’investimento” giusto: con il ranking 170 bisognerebbe alternare qualificazioni e itf e aver bisogno di tanta fortuna.
    Ovviamente tutti noi speriamo ancora che la situazione sia in qualche modo raddrizzabile e per farlo c’è pochissimo tempo per trovare i punti: anche un “piccolo acconto” da racimolare nei prossimi due mesi quando il ranking attuale consente ancora qualche possibilità di accessi privilegiati sarebbe fondamentale.
    Prima della fine di Wimbledon si chiudono le iscrizioni di tutti i tornei della campagna nordamericana esclusi gli US Open: Stanford, Carlsbad/Washington, Toronto, Cincinnati: qualche maindraw è possibile e il tabellone per le qualificazioni certo.
    Pongo un obbiettivo che deve essere perseguito con determinazione: essere nei top 100 dopo Flushing Meadows: altrimenti serve un ripensamento serio che in questo momento sarebbe inopportuno perché potrebbe essere ulteriormente destabilizzante.

    Vamos Camila

    p.s.: non è mia abitudine cercare attenuanti, ma non posso non rilevare che anche contro Vekic la percentuale di prime dopo 20 servizi era oltre l’80%, mentre nel secondo set siamo scesi sotto il 60% tra l’altro con un calo delle realizzazioni di punti negli scambi a seguito di prime palle.
    So perfettamente che la fatica condiziona da sola questa dato statistico, ma mi sembra che ancora, come nei precedenti incontri, ci sia qualche anomalia fin troppo evidente; sperando che siano solo le fantasie e le giustificazioni di un tifoso.

  264. by t.o.

    @Madoka Sono certo che se tra due mesi dovessi rinfacciarti quel post il più felice saresti tu. E non tu da solo. Io non sono ottimista, io seguo i numeri. per 12 mesi Camila è rimasta stabilmente tra il 93 e il 72° posto. Ho visto decine di tenniste superarla in classifica e tornare dopo un mese dietro di lei. Ragazze che ha battuto negli ultimi 12 mesi scalare la classifca fino a raggiungere il 50. Beck, Watson (la stessa Keys prima del problema alla spalla). Camila ha sempre lunghi periodi di assestamento dopo un repentino salto di classifica. Dovesse ricostruir classifica, se la cambiale di wimbledon andrà protestata sarà costretta a tornare in tornei dove con il 120° (o 150°) entri in tabellone. Ce ne sono tanti. Sono quelli in cui Donna ha fatto la sua classifica. La Watson ha vinto Osaka la settimana dopo aver perso contro Camila a Pechino. In finale ha battuto la 134° ed in semi la 123°. Ci sono tanti tornei dove si può andare a vincere. Bogotà aveva in finale la 196° e in semi la 134°. I punti sono punti. Se servono si vanno a prendere dove sono. Se sarà costretta a farlo lo farà. Io non credo sarà necessario. Non so quanto la spalla possa aver inciso ma se leggo le sconfitte il differenziale più grande lo ha preso da Serena 17 punti. con Nadia 9 (su quasi 200 giocati) con peng 11 con Robson 11 oggi 13 solo con Bouchard ha fatto 19 (ma un 6-0 non lo prendeva da tre anni…forse la spalla ha inciso). Non ci vuole molto a ribaltare le partite. Chi perde sbagliando molto, e nonostante i molti errori perde di 9 punti con Nadia (o 11 con Peng) non è lontano da un nuovo salto di qualità. Rispetto ai DF poi anche oggi nel secondo set (perso 6-3) ne ha fatti la metà rispetto al 1° set che ha perso al TB. Con Bartoli ne ha fatti 16 e ha vinto. Con Minella 12…..più ne fa, più è facile vincere….non mi chiedete perchè…..io la mia l’ho detta più volte….i miei commenti a dopo wimbledon

  265. by cristian

    @Lino: nessuno ha insultato Camila, ho letto solamente qualche critica, non credo una persona debba lasciare il sito o non seguirla più solamente perché muove delle critiche. Non vieni mai criticato da un tuo amico ? e per questo rompi ogni legame ? Camila si becca i complimenti, come ne ha ricevuti tanti in passato, e si becca qualche parola negativa quando le cose non vanno bene, non è questione di essere costretti o meno a tifarla, si tratta di parlare con oggettività .
    Se Cami continua a fare 10 doppi falli a partita, se Cami fa ancora 50 errori non forzati, è normale che uno stia qui a dirlo e a sottolineare come i progressi non ci siano ecc ecc .. , non lo trovo parlare male della tennista, è evidenziare la realtà. Per me dovrebbe giocare più doppi, dovrebbe lavorare con un mental coach ( anche la Pennetta ammise l’utilità di questa figura) dovrebbe essere in generale più aperta a nuove esperienze, se tutto rimane cosi, non vedo come la situazione possa sbloccarsi. E se parlo cosi è proprio perché a me la Giorgi piace, e spero per lei in un buon futuro, ora è difficile, mai dire mai.
    Notte a tutti.

  266. by Stefano

    Lino, qui non si tratta di tifare “con” o “contro” (non mi sembra che qualcuno qui abbia mai detto di essere felice perchè Camila ha perso, giusto?).
    Qui si tratta di ridefinire meglio il concetto di “cavallo di razza”.
    Può definirsi un cavallo di razza una giocatrice che perde una serie innumerevole di partite dopo quella che molti avevano pontificato come la sua definitiva consacrazione al tennis che conta? (Wimbledon 2012).
    Può definirsi cavallo di razza una che dai 15 ai 21 anni gioca sempre allo stesso modo … e senza che migliori di una virgola i propri punti deboli?
    Nessuno sta dicendo che la “bimba” non abbia grosse potenzialità, ma ora è comunque giusto e doveroso (se le critiche devono essere costruttive) cominciare a fare il punto della situazione per vedere perchè in questo momento non siamo dove alcuni anni fa ci aspettavamo di arrivare.
    Non trovi anche tu che sia corretto fare questo tipo di valutazioni?
    O forse dovremmo tifarla in maniera incondizionata dicendole che domani sicuramente andrà meglio (e di fatto nascondendole la nuda e cruda realtà?).
    Spesso, la troppa “protezione” ti rovina, perchè ti toglie lo stimolo alla crescita, al cambiamento: perchè mai dovrebbe voler cambiare una che si sente sempre dire che è una sicura futura campionessa e che deve continuare a fare così perchè va tutto bene?
    Un po’ di sana disillusione, a volte, è la miglior medicina …

  267. Madoka by Madoka

    t.o. invidio dVVERO il tuo ottimismo totalmente ingiustificato, ad oggi.

    spero davvero che di qui a due mesi potrai rinfacciarmi questo post.

  268. by Stefano

    Purtroppo mi trovo perfettamente d’accordo sia con il commento di Gros che con quello di Cristian, un po’ meno sull’ottimismo di t.o. (anche se, analizzandoli, i suoi ragionamenti e le sue conclusioni hanno comunque una sua logica ed un fondamento corretto).
    La cosa che più rattrista, però, è come a Camila (dopo Wimbledon 2012, ma anche prima in realtà) manchi del tutto la continuità di rendimento.
    Sembra quasi che le sue vittorie (anche, è pur vero, maturate contro signore giocatrici) siano più frutto del “random” che di una precisa motivazione tecnica.
    Sembra quasi (e qui faccio un po’ l’avvocato del diavolo) che Camila vinca quando incontra la giocatrice che quel giorno è “predestinata a perdere”, e non perchè sia realmente lei ad esserle superiore.
    Ciò che dà da pensare, è che Camila perde indifferentemente sia dalle “pallettare” trentenni (o quasi) così come dalle giovani ed inesperte emergenti: non esiste una regola, non esiste una tipologia di giocatrice contro cui si trova bene ed una contro cui soffre … a volte sembra tutto tremendamente CASUALE.
    Se, ad esempio (per pura ipotesi), oggi Camila batte una Ivanovic, ti aspetti di sicuro che domani batta una Goerges, ed invece … ci perde, come se la vittoria del giorno prima fosse maturata per motivi … “ignoti”.
    É questo che preoccupa di Camila: anche dopo una bella vittoria ti viene sempre da chiederti “si è realmente messa a giocare meglio, oppure la vittoria di oggi è stata un caso e domani esce con la prima che trova?”.
    Se ci pensate un attimo, è questo che ogni tifoso di Camila (che la conosca almeno un po’) pensa dopo ogni sua vittoria: devo realmente crederci, oppure al prossimo turno arriva la (inevitabile?) doccia fredda?
    Gioisco per la vittoria di oggi, oppure devo trattenermi almeno fino al prossimo match per verificare che realmente ci sia stato un piccolo miglioramento?
    Io sarei contento che Camila non ci “regalasse” più questi spiacevoli pensieri, e che cominciasse a vincere qualche partita in più contro quelle giocatrici che (almeno sulla carta) dovrebbero essere sfavorite.

  269. Lino by Lino

    @ stefano e Andre
    Ma se pensate che Camila sia una pippa, una bufala, liberissimi di pensarlo, ma mi domando cosa ci state a fare in questo blog!
    Deluso per la sconfitta ma per fortuna c’è t.o. che mi fa sorridere con le sue analisi, mi è piaciuta quella della ditta artigianale che oggi non ce l’ha fatta 😉
    Rivolto a tutti poi dico:
    Camila è un cavallo pazzo, piena di difetti caratteriali, ecc. ma non potete pretendere che sia un’altro tipo di giocatrice, ha evidenti problemi di gestione del punteggio, ecc. ecc. , ma se vi piace il suo talento e la sua “pazzia” dovete farvene una ragione, io la continuerò a tifare anche dopo wimbledon e avrò un grande affetto per lei e suo padre. Non è un nostro giocattolino da plasmare a nostro piacimento, se no ci comportiamo come la FIT, non sono stupidi camila e il suo staff, lo sanno anche loro su cosa si dovrebbe migliorare, sempre a dar la croce su Sergio, ma se non ne potete più di questa situazione che non migliora mai… abbandonate il sito e non tifate più Camila! Ho capito che le sconfitte lasciano sempre un sapore amaro in bocca, ma tutte le volte questa marea di commenti tra l’infuriato e lo scandalizzato (non si può perdere da questa, è scandaloso… non si può andare avanti così… ecc.).
    Basta, ma basta! Chi non ce la fa più dedichi il suo tempo a cose che lo rendon più felice, mica è obbligatorio tifare Càmila! Capisco la delusione, anche io son deluso, ma basta fare i disfattisti e sputare veleno sulla gestione di Camila….

  270. by cristian

    gros, quoto al 100 % il tuo post.

    Aggiungo, giocare un doppio per provare soluzioni alternative, esperienza che aiuta? sia mai, giocare piccoli tornei visto che la stagione sta andando male? sia mai ! giocare le quali a Roma o accettare la WC? sia mai. Quindi arrivati a questo punto il crollo in classifica è anche cercato dai Giorgi stessi, sapranno loro come fare per risalire, se non ce la faranno? pazienza, hanno giocato troppo col fuoco, c’è chi ne resta bruciato

  271. by gros

    Dopo un anno dal magico Wimbledon 2012, non si può far altro che constatare che Camila in un anno non ha azzeccato un torneo neanche a pagare. A parte gli ITF e le qualifiche (sto andando a memoria) non ha mai vinto 2 match consecutivi nel main draw dei tornei WTA/slam. Questo è quanto. Bisogna parlare dei fatti, e non di cose immaginarie o potenzialità mal gestite, perché sono i fatti/risultati che parlano. Poi il padre mi può anche dire che tra un anno diventerà top30, ma i risultati attuali sono questi e non ci si può più nascondere a frasi del tipo: se Camila gioca rilassata…, se Camila non avesse avuto male alla spalla…, se non avesse incontrato la Petrova/peng/pironkova/oprandi (e non sto parlando della Williams e azarenka), troppi se e con i se non si cresce. Parliamoci chiaro ha perso veramente da chiunque nell’ultimo anno e progressi non mi pare che a livello di gioco non ce ne siano stati a meno che non azzecca le due settimane in cui tira tutto e le entra tutto (Wimbledon 12) senza sapere neanche il perché di ciò che è accaduto. E adesso aggiungo, questo è un pensiero personale, che camila è una ragazza profondamente turbata e angosciata e con una grande rabbia in corpo. Ogni emozione che sia non la esprime mai, si tiene tutto dentro e questa la rende emotivamente una bomba ad orolegeria. Il problema è che questa bomba non scatta mai. Urlasse ogni tanto sia in campo che fuori, visto che le interviste non le piacciono lo faccia capire in maniera chiara e tonda e non quelle risposte che potrebbe dare un bimbo di 9 anni quando gli chiedi come è andata a scuola.

  272. by cristian

    E brava Nastassja Burnett, l’anno scorso a ridosso di Wimbledon preferì giocare ancora su terra rossa, quest’anno invece per la prima volta si stacca dal rosso e gioca il 50.000 di Nottingham su erba. Good luck Nasty!

    Cmq tornando a Camila, vediamo che combina già questa settimana ad Eastbourne, se non sbaglio le qualificazioni iniziano già sabato..

  273. by t.o.

    @stefano Non contesto mai i tuoi commenti. Hanno una logica. E la logica è l’unica verità che riconosco. La logica ha però molte verità. Tutte verosimili (basta che siano logiche). Dividi le prime 100 in tre gruppi omogenei. Nel primo le 20/30 che si contenderanno le prime 20 posizioni del ranking. Nel secondo le 20/30 giovani che si candidano a dare il cambio alle 28/32enni che affollano le prime 32 posizioni del ranking, e nell’altro gruppo le 40/60 che stazionano a metà classifica difendendo col mestiere i punti che servono. Camila oggi perde e vince contro il primo gruppo (W vs 7, 12, 13, 17, 20, 22, 32) Vince e perde col gruppo delle giovani (Win: Muguruza, Watson, Beck, Davis, Los: Bouchard, Vekic, Keys, Robson, Stephens) . Vince quasi sempre con il gruppo di mezzo: Coco, olga, Galina, Mandy ecc. ecc. .. Camila è ancora sopra alla posizione che ha avuto dopo wimbledon 2012. non è mai scesa sotto il 93°. E’ un anno che nonostante i problemi (la spalla) e le scelte (la direttissima) non scende di posizione….anzi è stata 20 posizioni più su. Lasciamo finire il mese dell’erba…..poi daremo i nostri giudizi…..oggi ha giocato alla pari con una delle “fenomeno in erba” contro cui si può vincere e si può perdere. oggi Camila ha perso…..spero che abbia giocato male. O che Donna abbia fatto la partita dell’anno …..e a chi dice che Donna non ha mai giocato sull’erba ricordategli che Donna si allena a Londra……..

  274. TEUS by TEUS

    Sono i due doppi falli nel tie break a preoccuparmi un po’ (non conta il numero totale ma quando vengono commessi). Avevo già notato anche in altri incontri che la “bimba”, nei momenti topici del match, trema oltremodo. Facendo esperienza, potrà milgiorare molto da questo punto di vista. Comunque io credo che abbia più bisogno di una guida mentale oggi piuttosto che di una guida tecnica. Un motivatore in pratica (e ce ne sono di bravi che si possono trovare ovunque anche se non te li passa la nike e senza investire grandi capitali).
    Quest’anno, oltre a parti di incontri a Strasburgo, l’ho vista giocare solo a Charleston. Praticamente impossibile quindi essere più precisi nelle considerazioni. Contrariamente ai più però non perdo l’ottimismo per il futuro.

  275. by Andre

    Wimbledon puoi vedere gli incontri live sul sito inglese di wimbledon! E’ ottimo

  276. by Andre

    Oggi su skysport ho visto il torneo di londra dimiteov contro sela

  277. by Andre

    Stefano io vivo a londra ed il torneo di eastbourne dovresti vederlo su uno di questi canali : BT sport or eurosport uk or bbc 1 o 2

  278. by Stefano

    Grazie!

  279. by Andre

    Stefano ottimo il tuo commento! Hai ragione condivido!

  280. by Stefano

    t.o., secondo me qui non si tratta della “multinazionale” che ha vinto contro la “ditta artigianale”, ma della Camila che sarebbe potuta diventare qualche anno fa (e che ora ha le sembianze di una biondina croata) che ha battuto la Camila che è diventata nella realtà (anche per tutti i motivi che sappiamo).
    Mi scoccia scriverlo, ma forse è arrivato il momento di aprire un po’ gli occhi e di chiamare con il suo nome … l’evidenza.

    P.S.
    Oggi la Jovanovski (che ha la stessa età di Camila oltre che essere allenata dal padre, sempre come Camila) ha battuto la Bouchard (che di recente ha battuto la nostra giocatrice).
    Ecco un esempio di come una giocatrice “artigianale” (che oltretutto non ha il fisico ed il talento di Camila), se ben gestita, possa venire a capo di partite in cui la nostra ha fallito.

  281. by effeemme

    Camila al momento è 90ma in classifica.
    perde 9 punti e paradossalmente guadagna due posizioni.
    ma è solo un’ illusione, perchè la classifica evolve quotidianamente.
    temo che gia’ a fine settimana possa uscire dalle 100.
    anche a livello morale non sarebbe una buona cosa.
    speriamo di no!

  282. by effeemme

    sono molto deluso da questa nuova sconfitta.
    inutile cercare scusanti, perchè a mio avviso questa era una partita da vincere.
    certo il primo set è stato equilibrato.
    ma non di sicuro il secondo.
    Donna nel secondo ha sicuramente strameritato di vincere il match, anche se la nostra era partita bene.
    resta solo la questione che non avendo nessuno di noi visto il match dal vivo, si possono fare critiche ed anche insultare se preferite.
    ma la realta’ puo’ nascondere qualcosa che al momento sfugge a tutti.
    anche se è solo un’ ipotesi…
    comunque guardo avanti fiducioso.
    a fine Wimbledon tireremo le somme…

  283. by t.o.

    Camila ha perso il primo set con 7 punti di differenziale (di cui 5 solo nel tie break) 6-6 più TB set oltremodo equilibrato.
    Anche il 6-3 viene perso con un solo break di differenza (2 a 1) e con solo 6 punti di differenziale.
    Stiamo parlando di una partita da 143 punti . 13 di differenziale significa 54,5% Donna e 45,5% Camila.
    Sapete quanto me che vincere o perdere queste partite è a volte questione di dettagli.
    Donna non è ne una 17enne ne la n°88 del ranking. Donna è una delle più promettenti giocatrici al mondo.
    Noi tifiamo Camila Giorgi perchè è italiana, o perchè è italoargentina, o perchè ci sta simpatico Sergio, o ci fa tenerezza lei……oppure,….oppure ognuno ha i suoi motivi………..
    Quando hanno scelto Donna alla Nike non l’hanno fatto perchè passavano nella croazia per caso……potevano scegliere in tutto il mondo….se hanno scelto Donna ci sarà un motivo.
    Io spero che Camila abbia giocato male. E lo abbia fatto senza risentire di dolori di nessun tipo. Perdere con Donna ci stà, magari ha giocato la partita della vita. Magari ha trovato una che gioca come lei e ha risposto più forte a palle che andavano sempre più forte……sicuramente non saranno scese a tatticismi…….muro contro muro….e chi la tira più forte vince……..Camila ha perso…….viva Camila…….la multinazionale ha battuto la ditta artigianale……ma non l’ha umiliata, anzi……grande rispetto, chissà che dopo questa prova (credo sia stata una bellissima partita) un contrattino Nike (o un’opzione) non possa uscire fuori…….chissà che sensazione fa giocare wimbledon col baffo sul petto…..

  284. by Stefano

    Tornato soltanto ora.
    Apprendo (con non molto stupore, a dire il vero) che Camila ha perso contro questa promettente sedicenne che risponde al nome di Donna Vekic.
    Ebbene, oggi, se non proprio una prova del nove, era comunque un test molto importante per verificare un paio di cosine sull’attuale stato di gioco di Camila.
    Inutile aggiungere che è andata decisamente male … malissimo, perchè tutti i dubbi sull’attuale competitività della Giorgi si sono manifestati in maniera molto chiara.
    La “bimba” con le virgolette si è, purtroppo, manifestata ancora molto acerba … forse ancora più bimba di quella vera, cioè quella scritta senza virgolette (la Vekic).
    Miglioramenti? … Non pervenuti.
    Punti deboli? … Sempre gli stessi.
    Sono ormai mesi (per non dire anni) che su questo blog vengono dati sempre gli stessi consigli, che vengono imputati a Sergio e a Camila sempre gli stessi errori …
    Ebbene: in tutto questo tempo non è cambiato proprio … NULLA.
    Non sì è neppure cercato di far credere che qualcosa potesse essere cambiato, visto che:
    il doppio Camila continua a non volerlo giocare;
    le varie convocazioni in Fed Cup o l’occasione per giocare al Foro Italico … non sono nemmeno nei loro programmi;
    amicizie con altre giocatrici o collaborazioni con altri coach … non pervenuti.
    Insomma, aldilà del papà-coach-manager-dietista-fisioterapista-preparatore_atletico … e chissà quanto altro, non è cambiato proprio nulla.
    E nemmeno sembra che cambierà mai nulla.
    Intanto il tempo passa, la “cambiale” wimbledoniana è sempre più alle porte, e l’età di Camila è sempre meno “rassicurante” (nel senso che a questa età o sei già esplosa, come campionessa, oppure vuol dire che non lo diventerai … MAI!!!).
    La spalla, purtroppo, è un alibi che poteva andar bene fino a poco tempo fa, ma ora, forse, è arrivato il momento di chiederci veramente … DI COSA STIAMO PARLANDO?
    Perchè ultimamente, a rileggere molti degli interventi degli ultimi mesi, sembra quasi che tutte le ipotesi (anche quelle più fantasiose) vengano prese in considerazione, meno, forse, quella più probabile (che trovo superfluo esplicare nella sua forma più esplicita, anche perchè penso non ce ne sia bisogno, dato che tutti sappiamo benissimo quale è).

    Adesso attendiamo (senza troppe pretese) il prossimo test, nella speranza di trovare almeno un qualche spunto che ci faccia pensare ad un elemento di novità.
    Se queste novità non dovessero arrivare in tempi ragionevoli, però, prepariamoci al peggio.

  285. by Andre

    Speriamo in wimbledon che riesca ad essere al 4 turno o meglio! Cosi avra’ fiducia in se stessa! Camila ha un potenziale grandissimo ma mi vengono i nervi quando perde coai con gli stessi errori di anni passati!!! Le critiche faranno bene a Camila x perfezionare il suo gioco! A me dispoace dire di Sergio ma una cosa e’ sicura ! Tieniti papa’ e cambia allenatore! Viaggiare per slam ha bisogno di Sergio ma no dell’allenatore! Camila le sconfitte ti renderanno piu’ forte ma devi anche essere umile e non testarda con tutti questi doppifalli e tirare botte fortissimo x fare subito punto! Impara lo slice come Roberta Vinci e le palle corte!!! Ti auguro in bocca al lupo x wimbledon !!!!!

  286. by Eugenio

    Oggi credevo davvero che la Giorgi vincesse, soprattutto perchè la Vekic aveva giocato poche volte sull’erba…

    Nota positiva è che oggi la Giorgi qualche ace l’ha fatto… Se non si riesce a superare il problema dei doppi falli, che almeno si cerchi di puntare all’ace con la prima…

    Anche la Sharapova fa tanti doppi falli, ma quasi sempre compensa con altrettanti ace…

    Per quanto riguarda la spalla, oggi la Giorgi ha messo in campo il 70% di prime circa e si è mantenuta più o meno costante… Quando le faceva male la spalla invece metteva in campo poche prime oppure la percentuale crollava nel secondo set…

    Secondo me oggi ha semplicemente perso con una giocatrice che adesso è più forte di lei

  287. by willyb

    Sarei maggiormente felice se Camila dovesse riuscire a decollare nel mondo del tennis con suo papà come coach,per molteplici aspetti,ma se il problema di Camila fosse realmente suo papà,spero lei riesca a trovare un adeguato coach…
    Anche se ho imparato a capire qualcosina di tennis,non sono un esperto come altri che vengono a scrivere qui,e probabilmente ponendomi una domanda inadeguata, mi chiedo se potrebbe essere di aiuto a Camila avvalersi di collaborazioni esterne temporanee di notevole spessore,senza cambiare coach …
    In generale certe situazioni non potrebbero essere un bene,per motivi plausibili,però a volte potrebbero anche inaspettatamente rivelarsi utili.
    Mi sembra di avere capito che mai alcuno ha voluto criticare le qualità del papà di Camila come allenatore,e men che meno lo vorrei e potrei fare io;in generale,mi sembra di avere capito che il papà viene criticato perchè spesse volte i genitori tendono ad essere troppo invasivi nell’attività professionistica dei propri figli,finendo con l’essere più un danno che un bene.

  288. TEUS by TEUS

    Magari Vekic oggi ha fatto un match ad altissimi livelli (non lo abbiamo visto e quindi sentenziare mi pare alquanto fuori luogo). Certo, la croata ha un team di professionisti alle spalle mentre Camila no (questo però lo sapevamo anche prima).
    Incontro abbasanza combattuto e perso. Pazienza. Giorgi in questo momento molto delicato deve solo cercare di rimanere il più possibile positiva mentalmente. C’è ancora un premier e uno slam dove può fare bene. POI, se andrà male, si comincerà a pensare come recuperare posizioni in classifica.

  289. doherty by doherty

    se non stava bene ha tutte le scusanti per aver perso altrimenti questa era una partita da vincere.non so di preciso come venga gestita la carriera di Camila,comunque indipendentemente dal risultato di oggi è ormai chiaro da tempo che nel tennis per sfondare devi avere talento ,testa ed essere seguito da un team.il problema credo sia anche poterselo permettere.
    forza Cami ! è un momento difficile ma lo supererai …

  290. by Andre

    Ragazzi deve cambiare allenatore e viaggiare senza il padre visto che dice sempre le stesse cose! Esce pure la prossima settimana melle qualificazioni! Ed uscira’ dalle 185!!!Ma che bravo sto allenatore!!!!!! Bravo anche al papa!!!!! Coai la state rovinando!!!! Battuta dalla 16 enne! Gestita mille volte meglio di camila!!!

  291. Madoka by Madoka

    Io non dico che Sergio Giorgi debba farsi da parte, perchè il legame che ha con la figlia è davvero troppo forte e troppo speciale, c’è il rischio che crolli tutto, vedete la Bartoli, si è staccata dal padre, non ha più vinto una partita ed è subito ritornata assieme.

    Quello che però credo sia giusto è che Sergio si faccia aiutare/affiancare da dei professionisti : organizzativi, sponsor, medici, allenamento : da solo è un compito troppo difficile.

  292. by antonelo

    Brava lo stesso Camila! Hai lottato con la tua solita grinta su ogni punto, ma questa volta non è stato sufficiente. Andrà meglio la prossima… vamoooooooooooooooooooooooooooooooos!

  293. by matteo

    comunque, mi sembra chiarissimo che sia ora di aria nuova. se la spalla e’ a posto, ora ci vuole un nuovo allenatore.
    sono un chitarrista professionista e, a 17 anni, il mio insegnante mi disse: “mi spiace dirtelo, perche’ con te perdo l’unico studente che mi rende felice di insegnare – oltre che quello che mi rende di piu’. ma e’ ora x te di trovare qualcun altro perché’ tu possa decollare”
    spero che la gente attorno a camila abbia la stessa umiltà’, e che amino lei più’ che se stessi…
    forza cami! in bocca al lupo per wimbledon, giochi molto meglio quando non deve vincere….

  294. by Fed75

    Bel lavoro Sergio proprio un bel lavoro. Non chiedo nulla più a questo totale incompetente che ha paura di perdere il suo tesoretto. Ma a Camila, sì a te Camila. Capisci che tuo padre ti sta rovinando, fai le valigie, lascialo a Miami e trovati un allenatore, un preparatore, dei professionisti e non più dei dilettanti allo sbaraglio. In caso contrario, riprendi a studiare e gioca per hobby.

  295. Madoka by Madoka

    Speriamo sti punti di wimbledon escano il più in fretta possibile, così potrà fermarsi e curarsi come Cristo comanda ( sperando sta volta facciano le cose per bene…fra due settimane sarà fra la posizione 160/170 : nel frattempo Sergio Giorgi afferma che la spalla sta benissimo e che la primavera prossima sarà nelle 30.

    Complimenti Sergio : stai facendo un ottimo lavoro : ad maiora !!!

  296. Giovaneale by Giovaneale

    Oggi comunque è stata sotto la doppia cifra (9)…magari ci sta lavorando veramente..ha fatto anche 5 aces..ma la differenza sta nei punti totali..65 Cami e 78 Vekic!

  297. by flavio

    Bisognerebbe aver visto il match ma, dalle statistiche, sembra che i difetti siano sempre quelli. Peccato. 🙁

  298. Giovaneale by Giovaneale

    Quanto é solida la Vekic lo scopriremo durante il torneo e nei prossimi tornei che disputerà..
    Su Cami bisogna dire che in una partita così tirata regalare sempre quei 15 in battuta con gli odiosi df è quasi sempre fatale.

  299. by cristian

    il bello è che Sergio Giorgi disse dopo il match a Charleston contro Williams, ” ha fatto tanti doppi falli, perché sta riprovando il servizio da soli 10 giorni ” … WTF ???? sono secoli che fa 20 doppi falli a partita, ci vuoi prendere ancora per i fondelli ??? ahahahah

    Brava Donna, ha giocato meglio della nostra, e ora ostico turno con Ursula 😉

  300. by piggi

    mahhh..lasciamo perdere….perso con una che ha visto l’erba solo nel giardino di casa

  301. by Tommaso

    Partita decisa da un break e dai doppi falli. Non sappiamo se le ha “tirate tutte” o altro, gli unici dati sono questi: un break a testa con controbreak immediato e poi quel break decisivo. Decisivi sono stati i doppi falli, e quello sappiamo che è IL tallone d’Achille di Camila. Inspiegabile come ancora non sia stato risolto il problema. Oggi ha perso per quello, punto.

  302. by Pierrot

    Spero di sbagliarmi dicendo Che camila uscita fuori Dai 100 dopo Wimbledon e tornera a fare i tornei itf
    Sic…

  303. by Glauco Rinaldi

    Mi dispiace.

  304. by effeemme

    perdiamo altri 9 punti e altro torneo alle ortiche!
    ciao!!!

  305. Yauri by Yauri

    Ma quanto è solida questa Vekic? Onore a lei!

  306. Giovaneale by Giovaneale

    Andata….porca miseria….

  307. by Andre

    Sicuramente esce dinuovo al primo turno! La vekic 16 anni e’ completa e gestita da persone che se ne intendono di tennis!!!!!

  308. Yauri by Yauri

    3 a 5 Adesso è durissima, ma non mollare!
    Dai Camila!

  309. Giovaneale by Giovaneale

    5-3 Vekic..Cami riesce a recuperare da 15-40 a 40-40 ma cede a Vekic ai vantaggi

  310. by effeemme

    se non tira fuori le palle adesso è finita…

  311. Giovaneale by Giovaneale

    Siamo 3-3..le percentuali delle seconde di servizio di Cami dicono che al momento ha 8 su 20 e considerando che ha commesso 9 df vuol dire che ha conquistato 8 punti su 11 quando è riuscita a servirla nel campo della Vekic.

  312. Giovaneale by Giovaneale

    9 df in 8 turni di battuta..che sia erba,terra battuta o veloce il servizio resta sempre ballerino

  313. Madoka by Madoka

    Mah, game totalmente regalato con i doppi falli.

    Mah, mah, mah.

  314. Giovaneale by Giovaneale

    2df e nonostante un ace di seconda Cami cede il propri servizio..tutto da rifare….

  315. Yauri by Yauri

    Dai Camila! Forza!

  316. Madoka by Madoka

    Ed allora forza se pensate che stia bene, adesso confermare sto break, magari andando in vantaggio la Vekic inizia a fare regali.

    Forza !!

  317. Giovaneale by Giovaneale

    Break al terzo gioco..2-1 Cami…forza!!!!!!

  318. by cristian

    Madoka, io guardando le statistiche, penso che la partita sia super equilibrata, ma la Vekic fa meno regali, evidentemente sta giocando meglio di Camila, tutto qua. è inutile trovare sempre scusanti .

    Good Luck Camila

  319. by effeemme

    la percentuale di prime è insolitamente molto alta.
    comunque non deve demoralizzarsi, perchè per ora nulla è compromesso…

  320. Madoka by Madoka

    Anche se non stiamo vedendo la partita, si vede chiaramente dalle statistiche e dall’andamento che la spalla non è ok, lo so che è una follie da dire adesso, visto che difende metà della sua classifica nei prossimi 20 giorni, ma dovrebbe davvero fermarsi e risolvere sto problema una volta per tutte…cioè è infortunata da novembre.

    Anche se c’è da dire che si è fermata e non hanno risolto nulla, visto che purtroppo è gestita male.

    Accendiamo un cero alla Madonna e speriamo bene.

  321. by antonelo

    questo 6-7 è un dolore al cuore, altro che alla spalla… ma la partita non è certo finita… vamooooooooooooooooooooooooooos!

  322. Giovaneale by Giovaneale

    Purtroppo il primo set andato..7/2 Vekic..tie break segnato da 2 pesanti df di Cami 🙁

  323. by ii_pignolo

    nel tiebreak non ha tenuto nemmeno un servizio… ora deve reagire!

  324. by cristian

    7-6 vekic
    Vi prego , non parlate di dolore alla spalla.

  325. by antonelo

    be’ in effetti almeno nel tie-break sarebbe consigliabile evitare i doppi falli

  326. by ii_pignolo

    parte nel peggior modo possibile…

  327. by antonelo

    e tie-break sia…

  328. by effeemme

    ciao ragazzi.
    sono arivato adesso.
    pare piu’ dura di quello che immaginavo.
    comunque per ora è avanti e sembra avere una buona percentuale di prime…

  329. Giovaneale by Giovaneale

    6/5 per Cami..avanti,strappiamo il servizio ed evitiamo il tie/break

  330. by ii_pignolo

    game con due aces e un df per Camila! si è assicurata almeno il tiebreak

  331. Yauri by Yauri

    A me sembra che Camila stia giocando bene, 3 DF e 2 aces sono un ottimo risultato.
    La Vekic mi sembra molto competitiva, soprattutto per l’età che ha!

  332. by antonelo

    Anche perché un break nel proprio turno di servizio nemmeno un fenomeno come Camila riesce ad ottenerlo! Vamoooooooooooooooooooooooooooos!

  333. by ii_pignolo

    finalmente un game tenuto a zero, con tanto di ace conclusivo… ora speriamo arrivi il break in risposta!

  334. Yauri by Yauri

    4 a 3
    Dai, dai, dai!!!!

  335. by Stefano

    Come temevo sono riuscito a seguire il livescore soltanto fin qui, perchè ora devo proprio scappare.
    Per ora sembra ci sia molto equilibrio … forse anche troppo!!!!

  336. by ii_pignolo

    6 seconde e 3 DF commessi…

  337. Yauri by Yauri

    3 a 3 Dai Camiiiiii!!!!!!!!!!!

  338. by ii_pignolo

    3-3 con break recuperato!

  339. by antonelo

    Subito recuperato…. vamoooooooooooooooooooooooooooos!

  340. by Boy

    qualche diretta streaming?

  341. by ii_pignolo

    sotto di un break… finora tutti turni difficili al servizio, nonostante una buona percentuale di prime in campo…

  342. Giovaneale by Giovaneale

    1-0 Cami..gioco ottenuto con 6 prime palle in campo..bene così!!!!

  343. by ii_pignolo

    il match di camila dovrebbe iniziare nell’arco di 10 minuti.

  344. by Tommaso

    Sul campo dove giocherà Camila, l’ostica Morita raccoglie la seconda sconfitta stagionale contro una giocatrice peggio piazzata di Camila in classifica: 6-4 6-0 per la van Uytvanck, 205 del mondo, proveniente dalle qualificazioni. Bel colpo per la belga!

  345. by Stefano

    Favorita sì, ma non di molto (a giudicare dalle quote).
    Forse oggi non riesco neppure a vederla giocare (nemmeno sul livescore), tuttavia ritengo che una sconfitta della “bimba” da parte della bimba (questa volta senza virgolette) sia oltremodo preoccupante, visto il divario di età e di esperienza che c’è tra le due (o per lo meno che ci dovrebbe essere).
    Se Cami non vince nemmeno oggi … comincio a pensare che dovremmo temere il peggio per il prosieguo della sua carriera.

    Madoka, perchè continui a scrivere che dobbiamo fare attenzione all’età della Vekic?
    Sei a conoscenza di un qualche imbroglio all’anagrafe? É in realtà più “vecchia” di quanto dichiara di essere?

    Intanto segnalo che la Pironkova ha appena “steso” la Davis 6-2 6-1: certo che questa qui quando vede il verde si trasforma!
    Per tutto il resto della stagione fa schifo e perde da tutte (forse non vale nemmeno le prime 100 al mondo), ma quando si avvicina Wimbledon è come se andasse in trance agonistica, e diventa un’altra giocatrice.
    Speriamo che questo “effetto Wimbledon” catalizzi pure il gioco di Camila …

  346. by Tommaso

    A poche ore dall’inizio del match i bookmakers danno Camila favorita. Bet365 la paga 1.66 contro i 2.10 della Vekic. Su bwin invece è data a 1.72 contro 2.00. Il record di 9-2 di Camila sull’erba, insieme alle quote di chi di certo non ama regalare soldi, sono due buoni motivi oggettivi per alimentare buone sensazioni.

  347. Madoka by Madoka

    Io dico nuovamente di fare attenzione alla età della Vekic, come in futuro di fare attenzione alla età Konjuh.

  348. by antonelo

    Vamooooooooooooooooooos Camila!

  349. by Morotep

    Andrea ma non ti eri autobannato?!?

    Mai visto giocare la Vekic… sara’ sicuramente un bel prospetto ma Camila, se ha ancora delle ambizioni importanti (e immagino le abbia) non deve minimamente temere un’avversaria del genere. Deve avere sicurezza nei propri mezzi, pensare a giocare BENE e rimanere concentrata. La partita e’ da vincere e Camila deve cominciare a realizzare lo step successivo ovvero puntare alla top-50. Infortuni e altri fattori hanno per un anno congelato la sua classifica lasciandola ciondolare tra la 80esima e la 90esima posizione. A 21 anni, sperando che la spalla sia a posto, deve (soprattutto adesso che si avvicina il cambialone di Wimbledon) finalmente fare il salto di qualita’ e non considerare la Vekic come un ostacolo per proseguire in un torneo.

  350. Pax by Pax

    Io ho visto Wozniacki-Vekic in Australia, si e’ svolta nella giornata piu’ calda del torneo e Donna non era assolutamente pronta a gestire le condizioni. Era gia’ spompata alla fine del primo game, e anche se nel secondo set ha fatto partita, Caroline alla fine e’ stata troppo regolare (la faceva correre e sbagliare tanto). Domani la partita la vince quella che fa meno gratuiti.

  351. biglebowski by biglebowski

    donna vekic è sicuramente il miglior prospetto del tennis femminile odierno come rapporto età/risultati conseguiti.
    a soli 14 anni vince il suo primo future 10000, a 15 il suo primo 25000, a 16 il suo primo 50000 a dimostrazione di una crescita regolare e programmata.
    sempre a 16 anni raggiunge la sua prima finale in un wta international partendo dalle qualificazioni, vincendo 7 incontri in 8 giorni e battendo tre top 100 tutte in due set facili.
    ha ovviamente abbandonato da tempo il circuito junior nel quale potrebbe giocare ancora e non sarebbe neppure all’ultimo anno.
    quello di domani sarà il suo primo incontro ufficiale nel circuito wta su erba: vivendo ed allenandosi a londra dovrebbe comunque avere una certa familiarità con la superficie.
    nel torneo junior di wimbledon 2012 raggiunse i quarti di finale ( il torneo fu vinto da bouchard).

    è, come già stato detto, contrattualizzata da nike con un accordo della durata di cinque anni del quale non si conoscono i termini economici: per questo e per una certa somiglianza dal punto di vista fisico e del gioco, viene ritenuta la baby sharapova.
    è seguita da quando aveva 11 anni da david telgate, che a lungo ha lavorato con tim henman.

    trovate qualcosa di interessante in questo articolo.

    http://www.thetennisspace.com/donna-vekics-coach-talks-to-the-tennis-space/

  352. by Andrea

    @to:
    Camila da Sara 60 60 non perde di sicuro mai.
    Anzi penso che loro prossimo incontro la mandera’ direttamente alla cassa del ristorante per pagare il conto!
    Mi sa che la botta presa da Serena se la tirera’ dietro per parecchio.
    Si e’ visto anche oggi nel doppio.
    Che stia per crollare un castello di carte???

  353. by t.o.

    Il risultato di una partita di tennis è come il conto di un ristorante. E’ sempre la somma di varie e diverse voci.
    E (casualmente) anche lui comincia col Servizio. Quando ci arriva un conto adeguato alle nostre previsioni neanche guardiamo le singole voci. Se il conto è anomalo, andiamo a cercare cosa abbia fatto salire o scendere il totale contraddicendo la nostra previsione. Ho già scritto che il 6-2 6-3 di Camila contro Serena aveva un differenziale di 17 punti su 120 (a memoria) giocati, Maria ieri ha fatto un 6-4 6-4 con un differenziale 15 su 127. Il 7-5 6-2 di Sara aveva un differenziale 23 su 137. Quello di SF Parigi di Sara 36 punti di differenziale su 68 punti totali giocati
    Io non mi preoccupo di un risultato. Mi preoccupa o meno le voci che hanno portato a quel risultato. I numeri che ho appena pubblicato non servono a fare “fantasiose regole transitive” per dimostrare che Camila …o che Sara…..Non mi interessa questo. Mi interessa valutare quanto un tipo di gioco possa incidere in più o in meno su altri tipi di gioco che attualmente sono “dominanti”. Quanto “L’efficienza” della macchina/Serena viene messa in crisi da un tipo di gioco piuttosto che da un’altro. E’ più facile che Camila prenda un 6-0 6-0 da una Sara che da una Serena. Ma è altrettanto più facile che sia Camila ad avere più possibilità di Sara di battere Serena. I due 6-4 di Maria sono apparentemente uguali. In realtà il primo 6-4 ha solo 4 punti di differenziale su 62 punti totali. Il secondo 6-4 ha 11 punti su 65. Nel secondo set Maria non mette insieme neanche una palla Break (e ne concede 6 solo 1 trasformata) Nel primo set aveva stappato il servizio 2 volte (cedendolo 3). Cosa c’è di così diverso tra i due set (apparentemente così uguali) Una Maria che cala o una Serena che cresce? e cosa è causa e cosa effetto?
    Come il conto al ristorante….uno fa tanti conti e previsione…..e poi si dimentica sempre di calcolare il Servizio.

  354. TEUS by TEUS

    effeemme, non conosco abbastanza Vekic per poter dire se abbia potenziaità maggiori o minori rispetto a Camila. So però che domani la nostra scenderà in campo da favorita contro un’avversaria molto talentuosa. Match per nulla semplice quindi.

  355. by t.o.

    cerco di sintetizzare: Se Camila è al meglio i valori in campo sono chiari. Specialmente sull’erba. Su questo siamo tutti d’accordo. Purtroppo Camila non ha ancora la “sensibilità sull’acceleratore”. O va a 100 o va a 70. Che sia la Spalla o che sia la Testa il suo problema è adeguare la giusta pressione alla giusta situazione.
    Donna è una “macchina costruita per certi obiettivi” E’ addestrata alla sua programmazione. Che poi sia già in grado di realizzare con continuità gli insegnamenti che sta metabolizzando è un altro discorso.
    Del resto noi “imploriamo” da anni Un Allenatore, Un Mental Coach, uno che programmi i tornei per fare più punti, o per fare più soldi, o per fare esperienza, o per provare nuovi colpi, o per adattarsi prima al fuso orario, o per adattarsi prima alla nuova superficie, o, o o ,
    Quante volte abbiamo letto queste “invocazioni” sul nostro sito?
    Se Camila e Sergio avessero fatto ciò che dicevamo noi SICURAMENTE Camila oggi starebbe molto meglio di come sta ora. Il bello è che noi dicevamo tutte cose diverse….perciò chissà a chi avrebbe dovuto dar retta Sergio…. A Monopoli siamo tutti capaci di diventare miliardari, e a Risiko siamo più bravi di Napoleone.
    Ora abbiamo davanti DONNA. Una che tutte quelle cose che noi vorremmo per Camila le ha tutte. e al massimo livello. Perciò se Donna ha solo il potenziale che ha Camila, grazie a tutti quegli aiuti che Camila non ha, dovrebbe prevalere. Noi diamo per scontato che Camila valga 50 posizioni più in su, e non concediamo che questo possa valere anche per Donna? Che del resto sta già un po più su di Camila anche nel computo ufficiale.
    Io suggerisco di valutare Camila, il suo gioco, la sua sicurezza, il suo controllo. Se “la macchina Camila” è messa ben a punto il Mese dell’Erba sarà un bel mese, Donna o Serena, ci divertiamo con tutti. Vincere o perdere è sempre una conseguenza…..

  356. by effeemme

    t.o.:
    sia chiaro che non sto cercando di dire che la Vekic non merita rispetto e timore.
    dico solo che in questo incontro tutto dipendera’ da Camila.
    per essere chiaro, un puzzle è fatto di tantissimi pezzi.
    presi singolarmente non ti dicono nulla.
    invece man mano che ci lavori, cominci a capire qualcosa.
    nel mio poco tempo cerco di mettere insieme qualche tassello, per quelle che sono le MIE possibilita’,
    non avendo conoscenze dirette di questa pur talentuosa ragazza.
    per ora, quello che vedo mi fa propendere che il sorteggio, almeno per il primo turno è stato decisamente benevolo.
    pensa se le fosse capitata da subito una una Makarova o una Lisicki…
    con tutto il rispeto per Donna, non è la stessa cosa!
    e poi, se vogliamo cercare di sbrogliare una matassa, dobbiamo cercare il bandolo.
    in questo caso, il bandolo è la superficie su cui si giochera’.
    se Camila non ha dimenticato di come ha affrontato 6 turni su questa superficie, senza perdere un set, fermandosi solo contro un muro piu’ grande di lei,
    ma in modo comunque dignitoso, direi che il talento di Vekic, per quanto a buon livello possa essere arrivato alla sua tenera eta’,
    non puo’ costituire un ostacolo al superamento del turno da parte della nostra beniamina.
    partendo appunto dalla superficie di gioco, non credo cio’ possa accadere…
    a meno che non sia Camila in prima persona ad entrare in campo scarica e demotivata.
    ma sinceramente non penso che possa accadere.
    personalmente almeno sul primo turno sono fiducioso….

    Teus:
    giustamente Donna è gia’ top 100 a 17 anni.
    ma la classifica del tennis, se l’ anno precedente non ti ha visto protagonista in prima linea, l’ anno dopo, anche con tornei di 3a fascia ti permette di fare buoni salti in avanti.
    lei partiva da una posizione a ridosso della 250ma.
    per arrivare in top 100, non servono tantissimi punti.
    a parte il 50K vinto come ho descritto prima, negli ultimi mesi, come degno di nota, c’ è solo un primo turno superato ai danni della Putintseva in quel di Miami…
    sicuramente le potenzialita’ di Camila sono altra cosa…

  357. Lino by Lino

    A me basta che Càmila non abbia problemi alla spalla! Se così è Càmila facile al secondo turno 😉
    Ovviamente anche a me piacerebbe molto vedere l’incontro e, anche se son convinto della vittoria della nostra bimba, mi piacerebbe anche vedere questa promessa croata.

  358. TEUS by TEUS

    Vekic è già nelle top 100 a 17 anni ancora da compiere mente Giorgi rischia di uscire dalle top 100 a 21 anni suonati. Questo è senz’altro un dato di fatto, ma non tutti interpretano nella stessa maniera i dati di fatto.
    Personalmente, e lo ripeto da tanto tempo, ritengo che la maggior parte dei giocatori abbia la propria maturazione tecnico-tattica a età differenti (questo perché ci sono troppe varianti che, da un lato possono impedire a un tennista di esplodere in giovanissima età, dall’altro invece possono fargli ottenere i migliori risultati magari prima dei 20 anni). Di certo trattasi di due tenniste ancora “acerbe” e questo è il motivo, quindi concordo con t.o., per cui l’andamento del match sarà piuttosto imprevedibile.
    Una cosa mi sento di dire con una certa sicurezza (ho il vizio di dire sempre quello che penso senza tanti fronzoli): Camila, se ora sta davvero bene, sull’erba vale già le top 20 perché ha caratteristiche fisiche e tecniche che si adattano perfettamente a questa superficie. O meglio: sembra nata per giocare sull’erba. Può quindi portare a casa tanti incontri anche non giocando al massimo. Ovviamente mi auguro che ciò accada domani.

  359. by t.o.

    @effeemme Risparmia unghie e dita per altre occasioni (purtroppo non mancheranno) Donna ha battuto quelle che gli hanno messo di fronte. Il suo staff ha deciso di andarsi a guadagnare lo stipendio in un wta di periferia. “poca spesa molta impresa”. Non dimenticare che Donna fa parte della scuderia nike. Per farla allenare contro una top 20 non c’è bisogno di andarci a giocare ai tornei. Lo può fare quando vuole in allenamento. E sta tranquillo che davanti agli occhi di chi ti firma assegni a sei zeri anche un allenamento può avere la tensione di una finale di RG.
    Quando Donna ha trovato contro una Hlavackova (niente di che ma comunque una d’esperienza) non si è fatta scrupolo di darle un 6-1 6-2 (con un differenziale di 23 punti)
    Forse i 32 Non forzati che avrebbe fatto due giorni dopo con Carolina qui sono entrati tutti di 5 centimetri……a 16 anni succede. Donna è davvero un fenomeno. Spero per Camila che sia ancora “acerba” ma sta tranquillo che le strade delle due si incroceranno più volte. E temo che se non accadrà sarà più per colpa di Camila che di Donna.

  360. by t.o.

    Ho già detto che rimanderò i miei commenti a dopo Wimbledon. Ciò che scriverò fino a quella data sarà una sorta di libro degli appunti.
    Mi sto documentando su Donna. Nulla da dire. Per quel che vedo potrebbe essere tra le 20 domani. Ma cosa vedo? della partita contro Carolina ci sono 7 minuti. nel montaggio si vedono i colpi più belli. E quelli sono di Donna. Non c’è nulla da dire. Poi guardi il risultato e trovi 6-1 6-4 per Carolina.
    Vai alle stats e scopri: media 1°palla 105mph madia 2° 83 mph. E li già trovi un “baco” Donna mette poche 1° (meno del 50%) ma quando le mette fanno male. La seconda è decisamente più abbordabile. Camila potrebbe fare li’ la differenza. Ricordiamoci che siamo sull’erba. Donna attacca tutte le palle e lo score le segna un pesante 17 Win e 32 non forzati. Nel video avrenno selezionato solo i 17 Win perchè lì Donna sembra un fenomeno. Potente e molto precisa. Ora capire cosa è un “non forzato” è più analisi filosofica che analisi sportiva. “Non forzato” ti fa pensare ad una risposta “straccetto” ributtata la che “forse non torna” e che invece ti finisce in corridoio. Quando tiri ogni palla per fare vincente, è giusto chiamare non forzato un incrocio che magari è uscito di 5 centimetri.
    Carolina ha fatto in tutto 59 punti, 13 sono i suoi vincenti….è possibile che gli altri 46 contengano 32 regali di Donna? “Misteri della fede” . Certo che 5 centimetri o 5 metri “sempre punto perso è”. ma se non si conosce il Valore oggettivo del “non forzato” quel numero diventa assolutamente inutile per fare previsioni.
    Con Camila almeno stiamo tranquilli. Non Forzato è quando avendo tutto il campo libero vuole fare lo stesso il buco per terra e la spara sui tabelloni invece di appoggiarla a terra anche con il manico della racchetta. Se Donna ha gli stessi non forzati di Camila con quei numeri andiamo a nozze. Temo non sarà così.
    Concordo con Teus. Sarà una bella partita (peccato non vederla) Donna gioca per vincere, e gioca il suo gioco. Come Camila. E del resto sull’erba altre tattiche attendiste/difensive non danno mai buoni frutti. Può uscire fuori qualunque risultato. e sono sicuro che questa sfida si ripeterà spesso nei prossimi anni…..

  361. by effeemme

    Doherty:
    fin’ ora non è trapelato nulla.
    pero’ dalle mie parti si usa dire ” niente nuove, buone nuove” ( nessuna novita’ equivale a buone notizie)!

    trovando un po’ di tempo, mi sono andato a vedere l’ Itf di Istambul vinto dalla nostra Vekic.
    cosi’, giusto per vedere di rintracciare qualche elemento di merito.
    nulla di nulla.

    batte in sequenza la
    368 (tb al 2° set),
    291 (tb al 2° set),
    257 ( stavolta con gran risultato),
    179 (in 3 set),
    483 in finale (tb al 2° set)…
    penso davvero poca cosa.

    insomma, a parte un paio di buoni scalpi nella stagione,
    potrei dire che se Camila non vince ci sara’ da mangiarsi le unghie, poi le dita,
    poi le mani e poi anche la racchetta…

  362. doherty by doherty

    scusate se lo chiedo,magari è gia’ stato scritto ma purtroppo non ho tempo di leggere tutti gli altri post…
    si sa qualcosa sulle condizioni fisiche di camila ? su cosa ha fatto in questa decina di giorni ?

  363. TEUS by TEUS

    Sarà un match molto interessante per svariati motivi. Davvero un peccato non poterlo vedere.

  364. by Tommaso

    Hai capito la ragazzina che vuole essere la prossima numero 1 al mondo? Brava, lo spirito è giusto, io quelle un po’ sfrontate che sognano in grande le apprezzo. Ha 16 anni, una vita davanti, non sa nemmeno se il tennis sarà il suo lavoro “da grande” ma si percepisce che ha grinta e passione. Le auguro ogni bene (da dopodomani, chiaro 😉 )

  365. by t.o.

    http://www.tennisworlditalia.com/Donna-Vekic–Saro-la-prossima-numero-1-articolo13565.html
    Questa è l’ultima intervista di Donna Vekic. Non ho mai inteso una sedicenne talentuosa che dicesse “voglio diventare la numero 2.”
    Donna dice una cosa giusta: “Le giocatrici più adulte sono sicuramente meglio preparate fisicamente, mentalmente e tecnicamente, ma spesso le giocatrici più giovani possono giocare senza pressione e questo ci rende imprevedibili e difficili da battere”……per lei Camila è : “una giocatrice più adulta…”
    Chissà che ne penserà Camila……

  366. by Andrea A

    Io ho scritto solo 2 post irritato da offese gratuite verso una tennista italiana, riportate su questo blog da un carto “Andrea” sedicente tifoso (o mrglio ultrà) di camila giorgi.
    Sono stato accusato di essere un troll, il cui significato poi ho appreso.
    Non credo di aver scritto eresie.
    Spero, per lei è per il tennis italiano, che la giorgi faccia bene a Birmingham. Difficile parlare, in questo momento, visti i risultati recenti, di sorteggio “buono”. È ora che dimostri sul campo il suo potenziale. Speriamo vinca almeno un paio di incontri per poterla finalmente vedere giocare e non fare virtual tennis sul live score.

  367. Pax by Pax

    Domani Camila quarto match sul campo #4, non prima delle 16 locali.

  368. by Tommaso

    Belinda Bencic ha vinto il RG Junior. Altra che gira il circuito con manager e staff al seguito, ha 16 anni e ha appena vinto anche il Bonfiglio. Da tenere d’occhio.

  369. by effeemme

    grazie Nicola.
    faccio del mio meglio nel mio poco tempo libero…

    Andrea:
    1) se sei quello che provocava tempo fa, non ho interesse a dialogare con te e gia’ allora ti avevo scritto di non tirarmi dentro.

    2) se sei un altro Andrea, di quello che scrivono di me in altri posti, non mi interessa.
    meno che mai mi interessano le critiche scritte alle spalle…
    le trovo alquanto infantili.
    io frequento questo sito e quello di Livetennis.
    su altri siti non vado perchè non ho tempo…

  370. by Andrea

    Leggendo gli articoli precedenti vedo che c’ era un altro Andrea che scriveva cose assurde.
    Preciso che io non sono quell’ Andrea.
    Anche perche’ il mio nome e’ molto comune.

  371. by Eugenio

    @Tommaso
    Secondo me è più utile guardare chi gioca spesso in doppio rispetto a chi partecipa ad un singolo torneo (per quanto sia il Roland Garros)
    Scorrendo il ranking di doppio si trovano nella top 30:
    1-Errani
    1-Vinci
    7-Makarova
    9-Vesnina
    10-Kirilenko
    21-Zheng
    22-Peng
    23-Safarova
    24-Mattek Sands
    26-Medina Garrigues
    27-Williams Serena
    27-Williams Venus
    30-Goerger
    31-Pavlyuchenkova
    34-Shvedova
    39-Lisicki
    44-Pennetta
    50-Watson

    Ok, non sono esattamente le migliori del mondo ma a me pare che molte buone giocatrici giocano abitualmente il doppio con buoni risultati

  372. by Tommaso

    Torno un attimo sul discorso doppio (Sara&Roberta oggi hanno, purtroppo, perso), per rispondere a distanza di un mese a chi chiedeva quante top 20 partecipano abitualmente al torneo di doppio. A Roma non erano in molte (nonostante tafanus avesse pubblicato un elenco infinito e alquanto fantasioso). Bene, a Parigi c’erano 3 top 10 (Errani 5, Kerber 8 e Stosur 9), 6 se allarghiamo il discorso alle top20 (Petrova 11, Vinci 15 e Pavlyuchenkova 19) e stiamo parlando di uno Slam, quindi di uno dei 4 tornei più importanti per prestigio e montepremi.

  373. by t.o.

    Il Ranking è lo strumento meno adatto per fare previsioni rispetto all’esito di uno scontro diretto.
    Dovremo almeno (per limitare i margini di errore che l’uso uno strumento oggettivamente utile ed immediatamente reperibile necessariamente comporta) definire alcuni coefficienti di correzione.
    Abbiamo detto più volte che il ranking è uno strumento di valutazione che agisce nel medio termine. Prendiamo proprio Camila (così non si offende nessuno) come Termine di paragone. Un terzo dei punti di Camila vengono da un torneo di quasi un anno fa. La scelta molto aggressiva dei tornei successivi (e mettiamoci anche un po’ la spalla) non le ha permesso di incrementare il suo monte punti come invece sarebbe stato possibile con scelte più conservative (ITF e WTA piccoli). Se dovessi fare un’analisi per conto dello staff di Donna Vekic cosa riferirei? Che sta per incontrare una 92 in discesa, mentre lei (Donna) è una 88 in ascesa? Non farei un bel servizio. Camila vince agevolmente con tenniste tra il 60° e l’80° posto. A dir la verità ci ha sempre vinto (spalla permettendo). Camila ha un sacco di gente con cui ha vinto che la scavalca continuamente in classifica. Lei non va a recuperare i punti in tornei minori. Gioca troppo poco, è una scelta? è un problema di spalla? Camila perde più spesso con giocatrici di esperienza. Con le coetanee o le più giovani ha perso solo con Bouchard e Robson. Con la Keys (fu proprio con lei che Camila si infortunò) stava avanti 6-3 2-0…..mi sono andato a leggere i commenti di allora su Livetennis.it . Vergogna ad aver perso contro la 150°…..a distanza di 6 mesi Madison è in 50°.
    Il ranking è fatto di giocatrici che: sono destinate a crescere (di gioco e di classifica) sono una ventina nate tra il 90 e il 96. Sono tutte potenzialmente top 20°. A tutte manca ancora qualcosa: Testa, Fondo, Forza fisica, Colpi di difesa, o di attacco, strategia, esperienza, sangue freddo. Tra queste 20 c’è Camilla, la Bouchard, Donna Vekic, Muguruza, Stephens, Pavlyuchenkova, Torro flor, Keys,Javanovski ecc. Nelle sfide tra di loro quello che dice la classifica è assolutamente ininfluente. Gli alti e bassi di rendimento si alternano a tale velocità che non sai mai chi avrai davanti. A Wimbledon tutti affrontavano una 145°….in realtà per stato di forma (fisico e mentale) e per motivi ambientali (l’erba) Camila (almeno per quei giorni) è una top 20. 6 incontri senza perdere un set, e con le avversarie che ha trovato non possono essere un caso. Sarà forse una congiunzione astrale irripetibile. Ma i fondamentali ci sono. Ora dobbiamo considerare che la porta di ingresso in top 20 ha una particolarità. Costa un sacco di punti. tra la 19° e la 18° ne corrono quasi 500. Quanti ne passano tra la 20° e la 40°. 500 punti oltre il limite del 2000 non si fanno senza un exploit. ci serve un quarti pesante GS o due Mandatory. Ma in quei posti non si accede se non si batte una o due top20. Io posso mantenere la mia 30° posizione senza mai battere una sopra 50° ma non posso scalare la top 20 se non riesco a battere un po di top 20 e forse anche qualche top 10.
    Tutte le 20 aspiranti “vertici del ranking mondiale” hanno nelle corde (mai la parola “corde” poteva essere più
    adatta) la possibilità dell’impresa. Non tutte le componenti del gruppo 60°/20° ce l’hanno (o ce l’hanno più).
    Non a caso, lasciate le due 91/93 (Stephens, Pavlyuchenkova) in top 20 troviamo la prima under 91/93 in 47° posizione (Bojana e Watson) poi si va under 50. Dal 50° al 100° ci sono gli stessi punti che ci sono tra il 19° e il 18°.
    Come va letto questo dato. Le 20 future campionesse hanno tutte la possibilità di saltare mezza classifica in una settimana. Sono tutte se trovano una sequenza di 3 o 4 giorni “magici” (quando le riesce quello che potenzialmente possono fare) in grado di scalare un GS. Questa cosa è meno frequente tra le “stazionarie di media classifica”. Vuoi perchè a molti tornei nemmeno partecipano, vuoi perchè non hanno (o non hanno più) le capacità tecniche e mentali per exploit di questo livello. Camila contro Donna è un match aperto per questo motivo. Chi gioca al meglio il suo gioco vince. Anche perchè le ragazze utilizzano la strategia delle top 20. Gioca il tuo gioco al meglio. se ci riuscirai la tua avversaria specularmente non potrà esprimere a massimo il suo gioco e conseguentemente perderà. Per contrastarle con la tattica della difesa ci vuole una Errani, o una Carolina, o una Cibulkova…..ma se sei arrivata ad incontrarle significa che stai tentando l’impresa, e non la sopravvivenza….

  374. by Andrea

    Effeemme scusa se ti disturbo.
    Ma girando per il web ho visto che un certo zerostress ti ha criticato.
    Trovo strano che uno critica su un sito quello che legge in un’ altro.
    Ho letto li poi altre cose allucinanti sul conto dei tifosi di Giorgi!
    Pareva una certa camera degli orrori!

  375. by Tommaso

    Donna ha quasi 17 anni e tutto quello che molti vorrebbero attorno a Camila: un allenatore, un ufficio stampa, uno staff sicuramente più numeroso. Forse ha attorno addirittura troppo. Tra la bimba fatta in casa o quella che ha una sezione sponsor nel sito ufficiale, credo che il meglio per una teenager sia una via di mezzo: allenatore, sito gestito da un amico di vecchia data che smanetta coi pc e che ha il suo numero per restare informato, sparring e preparatore atletico. A meno che la teenager non sia Maria Sharapova ai tempi, ovviamente. A proposito di Donna, ho visto il sito, fateci un salto. Spero per lei che non esistano “haters” croati, perché se questa dovesse uscire dai 100 nel giro di un anno, altro che “bagno d’umiltà, più tornei, cambia allenatore, concentrati sul campo e non sulle sfilate” e via dicendo 😀

  376. by Nicola

    ottime informazioni effeemme!!
    è la prima volta che apro questo blog e credo che tornero’ a farlo nuovamente per le preziose info che alcuni utenti riescono a fornire!!
    ovviamente forza Giorgi!!

  377. by effeemme

    grazie t.o.

    su Donna vorrei dire anche che è gia’ ufficialmente davanti a Camila in classifica.
    quindi avversaria comunque da non sottovalutare.
    in un anno è passata dalla 250ma posizione circa, alla top 100,
    praticamente restandoci stabilmente da febbraio a questa parte…
    anche se è uscita al primo turno al RG per mano della Mattek ( che sapiamo bene cosa sa fare), è attualmente in 89ma posizione (BR 76).
    Camila purtroppo retrocede in 92ma.
    tuttavia, se escludiamo la stesa che ha rifilato a Andrea Hlavackova in quel di Melbourne
    fin’ ora la scalata in classifica è piu’ frutto della differenza di tornei disputati da un anno all’ altro, che di scalpi importanti fin’ ora acquisiti nei tornei che contano.
    gia’ la finale vinta ad Istambul (50K) ha il suo peso.
    penso che Camila abbia ottime possibilita’ di superare l’ ostacolo. ma dipende da lei.
    con buona pace per la Nike.

  378. by t.o.

    @fed75 Camila è stata nel giro NIKE (troverai dei suoi video dove indossa capi di quella marca). Forse sergio ha deciso che era troppo presto per dare Camila in mano al “tritacarne” . Quei contratti sono sicuramente ben pagati ma non credere che non chiedano nulla in cambio. Camila ha rifiutato Bollettieri. Sergio pensa di poter arrivare in alto da solo e spera (nel suo ruolo di manager) di firmare contratti più vantaggiosi? Forse. O forse gli uomini NiKE hanno ritenuto Camila un investimento troppo rischioso? Forse hanno ragione loro. Chi lo sa.
    Il tempo ce lo dirà. Quello che è certo è che domani una Camila “artigianale” (tutta fatta in casa) giocherà con una Donna attorniata da quello che molti sperano per Camila (allenatore, mental coach, ufficio stampa ecc.).
    Donna è sicuramente una grande promessa. I risultati anche se pochi data la giovane età lo dicono chiaramente.
    Camila anche è una grande promessa……vedremo chi ha avuto ragione………(e per saperlo non basterà certo domani, comunque vada…..)

  379. by Fed75

    Si ma ci si può anche domandare perché la NIKE abbia scelto Donna e non Camila… o comunque iniziare a domandarcelo…

  380. by t.o.

    L’erba nel tennis è sempre stato un mondo a parte. Ringrazio effeemme per la precisa analisi. Reputo le sue valutazioni abbastanza oggettive. Vorrei contribuire con un apporto che non si basa su valutazioni di gioco giocato. E mi limito a Donna Vekic. Donna ha 17 anni. E’ stata scelta e selezionata (prendendola dal panorama mondiale delle junior) da NIKE per preparare la successione a Maria. Nike, Adidas, Lotto, Wilson, Heed, Babolat ecc. ecc. setacciano tutto il setore giovanile mondiale e mettono sotto contratto i giovani talenti. Per qualcuno bastano tre racchette l’anno, per qualcuno un po di viaggi e qualche stage presso l’allenatore o la Academy più in voga in quel momento, per qualcuno….(pochissimi) contratti pluriennali e spesso multimilionari. Donna è uno dei pochi Campioni in panchina di NIKE. Immagino che chi l’ha selezionata lo abbia fatto a ragion veduta. Donna è seguita da uno staff di primissimo livello. Donna contro Camila non sarà solo una partita di tennis tra due giovani (una più una meno):Sarà anche una sfida tra due modi di vivere il professionismo. Quello un po guascone di Sergio e di Camila, e quello da starsystem in erba che segue Donna. Non ho mai visto Donna giocare, non so nulla del suo tipo di gioco (anche se immagino che per motivi di Brand abbiano scelto una “giovane Maria”). So solo che se dei professionisti hanno investito soldi su di lei lo hanno fatto a ragion veduta. Camila non ha paura di Maria, figuriamoci della Maria in sedicesimo……ma sicuramente Donna è un’incognita. Camila ha tre occasioni per dimostrare che sull’erba è tra le prime 32 al mondo. Deve cominciare da Donna. Per dimostrare a Sponsor, a Fit, ai media che Camila Giorgi è così “guascona” perchè lo spirito dei Giorgi è uno spirito guascone. Che il tennis è anche incoscienza e gioia, e che un’impresa familiare può battere una multinazionale e la sua campionessa “di Batteria”.

  381. by Eugenio

    @effeemme
    Certamente, volevo giusto segnalare altre mine vaganti presenti nella parte alta del tabellone… Anche perchè l’erba è una superficie particolare dove ci sono un buon numero di tenniste di solito in letargo che si risvegliano in questo periodo…

    La Pironkova è davvero indecifrabile… Anche l’anno scorso non ha fatto granché ma in effetti quest’anno sembra davvero in crisi… Vedremo!

  382. by effeemme

    Eugenio:
    completamente daccordo con te sulle alternative che segnali…
    tranne che la Pironkova.
    è vero che sull’ erba è una delle migliori del circuito. o per lo meno ERA!!
    quest’ anno purtroppo questa ragazza è diventata l’ ombra di se stessa!
    in tutto il 2013, su un totale di 16 partite giocate, ha perso per ben 13 volte!!
    e certo non è sempre stato per semplice sfortuna nei sorteggi.
    è in una crisi di fiducia davvero notevole.
    non penso quindi possa andare molto lontano nel torneo, anche se è possibile che superi un paio di turni…
    e ricordo che io parlo di possibilita’, non faccio certamente pronostici, che è un’ attivita’ che non mi è mai piaciuta…

  383. Madoka by Madoka

    Attenzione alla vera età della Vekic.

    Io al di là di tutto spero che la spalla di Camila stia bene, perchè come bbiamo visto se le da fastidio c’è poco da fare il tifo, in caso contrario invece…

  384. TEUS by TEUS

    Secondo me poteva andar meglio: al primo turno avrà una giocatrice giovanissima ma molto promettente. Camila entrerà in campo da favorita contro un’avversaria acerba ma dotata di molto talento. Ha tutto da perdere in pratica.
    La vedo sfavorita invece in un eventuale secondo turno con Rad piccola perché la polacca è una giocatrice che solitamente ha un rendimento costante e quindi potrebbe rivelarsi più solida in generale della Giorgi attuale.
    Anche vero però, mi ripeto, che sull’erba Camila, senza problemi alla spalla, può raggiungere un livello di gioco davvero alto. Molto alto. Staremo a vedere… Vamooos Camilaaa!

  385. by Eugenio

    @effeemme
    Possibili sostitute ai nomi che hai detto, secondo me sono la Pironkova al posto della Cirstea e la Barthel al posto della Flikpens e in finale ci potrebbe stare anche la Lisicki

    Comunque Camila se sta bene può anche puntare a passare un paio di turni

  386. by effeemme

    piccola dimenticanza nella mia precedente:
    Urszula era uscita al primo turno per mano della Erakovic a Wimbledon…

  387. by effeemme

    prima di parlare del prossimo torneo, essendo Maria una delle mie preferite,
    premetto che il “tiro al piccione” (uso un altro termine) pronosticato da qualcuno come in semi, non c’ è stato.
    di norma preferisco parlare di “possibilità”, anzichè fare pronostici…

    veniamo ai nostri tempi:
    partendo dall’ assunto che questa è la “superficie Cami” e sperando che il problema alla spalla, sia ormai alle nostre “spalle”,
    mi faccio un giretto per vedere un po’ chi affrontiamo.

    Camila per vincere questo torneo ( puro esercizio di fantasia), salvo sorprese dovrebbe incontrare nell’ ordine:
    – Vekic
    – Urszula
    – Morita
    – Cirstea
    – Flipkens
    – Makarova

    vediamo come vanno queste ragazze sulla superficie Cami:

    parto dal fondo…
    – Makarova sull’ erba, a parte il 2011 in cui non ne aveva vinta una, si comporta egregiamente.
    lo scorso anno in particolare ha collezionato un paio di scalpi ad Eastbourne di tutto rispetto.
    direi favorita alla vittoria finale.
    – Flipkens è anche un ‘ ottima erbivora e anch’ ella ha alcune vittorie di prestigio su questa superficie.
    lo scorso anno ha fatto semi a ‘s-Hertogenbosch battuta da Nadia, dopo aver pero’ eliminato a sua volta sia Vinci e sia Stosur.
    direi temibile assolutamente…
    – Cirstea è quella fra le prime che ha meno risultati importanti su erba.
    va pero’ detto che è riuscita a far fuori LI Na a Wimbledon, che pero’ dal 2011 a sua volta non si è piu’ espressa ad alti livelli sull’ erba.
    direi che fra le prime la Cirstea è quella che meno mi preoccupa…
    quindi fin qui (escludendo il secondo turno), sorteggio sicuramente benevolo…
    – Morita non è quella che certamente ottiene su questa superficie i suoi risultati migliori.
    – Urszula è la classica “mina vagante” del torneo!
    di impronta sicuramente erbivora.
    finalista lo scorso anno a ‘s-Hertogenbosch e Nottingham e fermata al secondo turno alle olimpiadi per mano di Serena.
    vero è che era uscita al primo turno per mano della Erakovic.
    ma anch’ essa è da considerarsi una che si trova a suo agio su erba, visti i suoi risultati…
    quindi Urszula, a mio avviso rappresenta un bel macigno sulla strada della Bimba…
    – Vekic infine, che poi sara’ la prima…
    è molto giovane e quindi non ha risultati di rilievo da segnalare, se non quelli dei tornei Junior su questa superficie.
    anche se sul veloce si dimostra molto solida e capace, tutto sommato almeno il primo turno dovrebbe essere superato senza troppi patemi da parte della nostra beniamina…

    chi vuol aggiungere altro o correggere mie possibili valutazioni errate, è ben accetto…

  388. by Boy

    visto l’avversaria e la superficie….non dovrebbero esserci problemi.

  389. Lino by Lino

    Finalmente torna a giocare! il sorteggio sembra buono, dalla sua parte di tabellone non ci son match impossibili nei primi 3 turni. Finalmente parleremo solo di Camila 🙂
    In Bocca al lupo!!

  390. Nic by Nic

    se Cami sta bene vince senza particolari patemi

  391. Hector by Hector

    Match duro, ma se vuole salire in classifica da vincere!

  392. by Tommaso

    Visti i dati anagrafici preciso subito che dal pre, al match, al post, riferendomi alla “bimba” mi riferirò a Camila in ogni caso. 😉

    Vai Cami, bentornata!

  393. Giovaneale by Giovaneale

    La Vekic è una 96..per una volta si può dire che Cami può far valere la maggiore esperienza!
    Forza Cami!!!

Leave a Reply