camilaslider_10

Si ferma al primo turno del torneo spagnolo la corsa di Camila che, dopo aver passato brillantemente due turni di qualificazioni contro giocatrici meglio posizionate in classifica, cede in tre set molto combattuti alla numero 11 del mondo Nadia Petrova, per 6-3 4-6 6-4. Nel primo set Camila ha subito una palla break nel secondo gioco ma la russa fa capire subito che, con la prima in campo, poggi c’è poco da fare. Camila perde poi due volte il servizio, recupera una battuta e annulla ben 5 palle break in un game combattutissimo ma sul 3-5 subisce ancora il break, questa volta decisivo. Nel secondo set Camila strappa subito la battuta all’avversaria, che controbreakka immediatamente. Sul 3-4 e 0-40 Camila reagisce da campionessa e piazza un parziale micidiale che le permette di aggiudicarsi il secondo set e portare il match al terzo. Nel set decisivo si procede seguendo il servizio (Camila non concretizza due palle break, la Petrova una), poi sul 4-5 Camila perde il servizio a 15 e deve abbandonare un comunque ottimo torneo.

Buona prova di Camila, in un match deciso da pochi punti e in cui la Petrova è risultata quasi ingiocabile sulla prima di servizio: 16 ace e l’80% di punti. Buona prova in risposta di Camila, che sulla seconda della russa ha quasi sempre piazzato un vincente. Qualche doppio fallo in più rispetto ai match precedenti per Camila ma anche 5 ace. I prossimi impegni prevedono Strasburgo e Parigi.

Le dichiarazioni di Cami

“Non sono molto contenta per il risultato, ma è stato un match duro. Sto ricominciando a giocare e prendere confidenza e sto anche servendo un po’ meglio”

“Tre partite di tre set di fila sono un buon test, la spalla ora non fa male”

“Tornerò a Miami martedì per un paio di giorni e poi andrò a Parigi e da lì a Strasburgo”

Di seguito il tabellino del match:

petrova20130505

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • Camila esce con la Ostapenko al terzo turno di Wimbledon. Ora sarà n.2 d’Italia
    Camila esce con la Ostapenko al terzo turno di Wimbledon. Ora sarà n.2 d’Italia
  • Wimbledon, Camila al primo turno supera in tre set Alizé Cornet
    Wimbledon, Camila al primo turno supera in tre set Alizé Cornet
  • Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon
    Camila costretta al ritiro a Birmingham, aggiornamenti su Wimbledon
  • WTA Birmingham, Camila ai quarti: battuta anche la Svitolina!
    WTA Birmingham, Camila ai quarti: battuta anche la Svitolina!

192 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by Morotep

    Ma perche’ ancora oggi si continua a parlare di possibile cambio di nazionalita’?!
    La FIT non e’ l’Italia e dire che all’estero verrebbe apprezzata di piu’ ha basi nulle… Camila e’ piena di tifosi italiani che la seguono e le vogliono bene e questo lei lo sa.
    Va comunque detto che la FIT sulla pagina web dedica sempre articoli riguardanti Camila e i suoi risultati.
    Certo il riapporto tra FIT e Camila poteva senz’altro essere gestito meglio, ma ripeto che non mi sembra un buon motivo per cambiare nazionalita’… allora Errani dovrebbe diventare spagnola!

  2. by effeemme

    Bretkos:
    personalmente amo seguire il tennis giocato di potenza.
    per questo amo particolarmente nel panorama femminile, Maria, Vika e Na Li fra le prime.
    non disdegno anche Petra e tante altre un po’ nelle retrovie…
    il tricolore non mi interessa molto, a parte Flavia…
    questo per dire che, anche se un giorno Camila dovesse cambiare nazionalita’, per scelta propria o a causa della Fit, continuerei a seguirla ugualmente come faccio ancora adesso con Romina.
    di Camila mi piace il suo gioco. per cui, il problema davvero non me lo pongo….
    se un giorno i suoi colori dovessero diventate il bianco e il celeste, io continuero’ comunque a scrivere su questo blog, gioendo ad ogni sua vittoria e incazzandomi ad ogni sua sconfitta.
    il patriottismo lo lascio ad altri, magari piu’ avanti negli anni, rispetto alla mia eta’.
    un saluto a tutti gli utenti.
    Fabio.

  3. by Bretkos

    @cristian. Penso sia importante sentirsi benvoluti a casa propria, mentre lei dalla sua federazione è stata solo derisa. Potrebbe giocare per l’Argentina dove la stimerebbero più che in italia, per gli USA o anche per la Francia dove si sfornano tanti giocatori di ottimo livello quante giovani promesse qui vengono bruciate.

  4. by cristian

    @Bretkos: perché dovrebbe cambiare nazionalità ? sono perché non ha ricevuto una WC ? quindi uno vende le sue origini per ripicche? io spero proprio che non lo faccia mai !! è italiana , punto.

  5. Pax by Pax

    Causa fuso non ho visto Vinci e Burnett, ma ho letto che Nastassja ha sprecato 6 palle breaks per andare avanti 4/2 e poi 5/3 nel secondo. Peccato. Purtroppo, come contro Dushevina agli US Open e Lisicki a Stoccarda (i due matches piu’ importanti da lei finora giocati assieme a questo), anche oggi e’ stata inesistente per il primo set, probabilmente a causa di troppa emozione e nervi, e perso quello diventa difficilissimo provare a rigirare queste partite in rimonta. Benissimo per Roberta, pero’!

    Bravissima Sara a contenere un’avversaria contro la quale non ha mai perso ma ha sempre fatto fatica.

  6. by Tommaso

    Morotep, non penso. Per questioni anagrafiche e di convenienza: quando Cami sarà pronta ad essere impiegata come singolarista, la Vinci (più avanti con l’età rispetto a Sara) potrebbe concentrarsi – ottimamente – solo sul doppio e tirare il fiato. Non so per quanto ancora Sara&Roberta potranno reggere 3 match in due giorni. Io nel giro di 2/3 anni vedo Sara-Camila singolariste e Sara-Vinci doppiste, con Nastassja a supporto. Certo, ci vorrebbe una doppista “di scorta” che non abbiamo (ragionando sempre 2-3 anni in là, al momento in caso di infortunio delle titolari la Pennetta va benissimo)

  7. by Morotep

    Tommaso… forse sono i ricambi naturali di Errani e Vinci non credi?

  8. by Tommaso

    Avanza la Errani dopo essere stata 5-2 e servizio nel secondo e dopo aver sprecato, in totale, 8 match point. Al nono, finalmente, la McHale sbaglia dopo oltre 2 ore e mezza.

  9. by Bretkos

    Tommaso, prima delle WC di Roma speravo anch’io di vedere la Giorgi giocare in Fed Cup con l’Italia. Ora spero cambi nazionalità al più presto, magari per il RG. … per il suo bene.

  10. by Tommaso

    Ciò detto, speriamo che Nastassja entri a breve nelle 100 e ci resti, giochi partite più “toste” come quelle che sta giocando in questi giorni a Roma e migliori via via. Lei e Cami sono i naturali ricambi di Schiavone e Pennetta in Fed.

  11. TEUS by TEUS

    Giorgi e non Giorig (la sorella croata 😀 ).

  12. TEUS by TEUS

    Tommaso, io azzarderei anche un’affermazione: hanno circa la stessa età ma Giorig sembra proprio superiore sia per doti naturali tennistiche che atletiche. Burnett ha buoni margini ma i problemi negli spostamenti, per quanto possa migliorare lavorando bene, temo l’accompagneranno per tutta la sua carriera.

  13. by Fabio Massimo

    MAESTRA VINCI

  14. by Tommaso

    Primo set come da pronostico: tanti errori della Burnett causati dalle variazioni di Roberta. Primo game disastroso, con 4 errori gratuiti, più altri sparsi per il set (voleé a rete affossata, qualche colpo lungo a campo aperto). C’è da lavorare, la pesantezza dei colpi c’è ma va regolata. Per essere un mese e 20 giorni più giovane di Camila, anche se una è ’91 e l’altra ’92, mi sembra molto più indietro…

  15. Pax by Pax

    Contro Roberta, Nastassja paghera’ da un lato forse un po’ di temore reverenziale, ma soprattutto il gioco vario e l’esperienza che temo la manderanno nel pallone. Spero di no, e di sicuro Nastassja sta migliorando tantissimo…ma c’e’ anche il problema della mancanza di mobilita’, che per ora la limita molto. Con tutte le palle corte che le fara’ Roberta, non so come le terra’ il fisico dopo mezz’ora.

    Curiosissimo di vedere come va, comunque.

  16. by Tommaso

    Penso che Roberta non avrà grosse difficoltà a battere Nastassja, che ha nella mobilità il suo punto debole. I back taglienti di Roberta dovrebbero mandarla spesso fuori giri o farla arrivare in ritardo sulla palla. Contro QUESTA Cornet di buono c’è stata la vittoria, ma a dispetto del ranking la francese ha giocato proprio male e con colpi leggeri…

    Vedremo, anche io sarei felice di una vittoria del nuovo, ma domani la vedo quasi impossibile.

  17. by Morotep

    Domani penso tifero’ Burnett… mi piacerebbe vederla maturare e confermare alcuni progressi che pare abbia messo in atto e poi tra una giovane in divenire e una “vecchia” ormai consolidata simpatizzo sempre per chi puo’ rappresentare il futuro.
    Tecnicamente parlando, mi pare che il gioco della Burnett sia incentrato sul ritmo e la potenza dei colpi da fondo… temo che una Vinci in giornata possa far completamente andare fuori giri Nastassja… direi che e’ un banco di prova per capire se la giovane ha un po’ di tecnica nelle braccia (e quindi riesca comunque a giocare i suoi colpi anche sulle palle senza peso e variate della Vinci) oppure se si tratta dell’ennesima brainless ball basher.

    E’ comunque un peccato si debbano incontrare cosi’ presto.

  18. by Morotep

    @Lino e’ evidente che hai usato i nomi di Barazzutti & Co. a sproposito visto che la mia “provocazione” riguardava il gusto di seguire giocatori/giocatrici che rimangono per tutta la carriera negli angoli un po’ in ombra delle classifiche senza riuscire ad esprimersi con continuita’. Sarebbe bello, per dare una logica al discorso, qualche esempio di tennista un po’ avanti con gli anni che si ferma ai primi turni dei tornei WTA e che pero’ ha un gioco tale da entusiasmare. Francamente non sono sarcastico, sono sinceramente curioso.

    Quanto a Camila, mi pare di aver scritto piu’ e piu’ volte che credo abbia un potenziale tale da poter fare molto bene… non mi pare di aver dato un quadro terrificante, anzi ho detto che se sapra’ rendere piu’ consistente il suo gioco sono certo che arrivera’ in alto. Sono straconvintissimo che se la Camila giusta e’ quella degli ultimi 4 o 5 incontri allora sia sulla strada buona e i risultati arriveranno.
    Se la Camila vera invece e’ quella dei doppi falli e delle palle sparate fuori dal campo allora, ahime’, non andra’ molto lontano e non sara’ neanche bella da vedere.
    Faccio un esempio concreto: quando gioco’ contro Radwanska a Wimbledon, nonostante il risultato netto in favore della polacca, ognuno di noi ha goduto del match un po’ perche’ era comunque un risultato notevole essere li’, un po’ perche’ si respirava l’aria di una imminente esplosione, un po’ perche’ comunque si era a tratti visto un ottimo gioco. La sconfitta pero’ e’ stata netta a causa di una mancanza di esperienza accostata a una mancanza di solidita’ di gioco. Ora… proiettiamoci avanti nel tempo e immaginiamoci una Camila che in tutti questi anni mantiene quel livello di gioco e quando incontro la Radwanska ci pesca si’ e no 5 game… ma in uno scenario del genere mi spieghi cosa ci sarebbe di entusiasmante? Cosa ci sarebbe di positivo? Cosa ci sarebbe che ti ispira a seguire la Giorgi se non una profonda personale simpatia o un senso patriottico?
    Magari ci sbagliamo tutti, ma nel profondo dei nostri cuori siamo certi che uno scenario come quello che ho appena descritto non avverra’… ma da li’ a dire che sia impossibile ce ne passa… e io credo semplicemente che nella (spero) lontana ipotesi che si avveri non ci saranno grandi motivi per entusiasmarci per Camila come non ci sono particolari motivi di entusiasmarci per le tante tenniste che non arrivano mai a esprimere completamente il loro potenziale.
    Poi, OVVIAMENTE, ognuno ha le sue simpatie ed e’ ovvio che si possa tifare anche per giocatori di secondo piano, lungi da me dire che esistono solo i top player.

  19. TEUS by TEUS

    Anch’io, Pax, ho avuto cattive sensazioni guardando il match di Pennetta purtroppo. Temo sarà molto complicato per lei risollevarsi dalla situazione (soprattutto di classifica) che dovrà affrontare, considerando anche la sua età.

    Sono davvero curioso di vedere domani il match di Vinci e Burnett perché, se la tarantina avrà le difficoltà negli spostamenti e soprattutto nel piegare le gambe (penso sia questo il motivo per cui ha sbagliato così tanti rovesci tagliati) mostrate oggi, credo che la romana (a meno che non si faccia bloccare dall’emozione) possa provare a contrastarla degnamente.

  20. Pax by Pax

    Brutto segnale la sconfitta di Flavia contro Stephens, che dopo semifinale in Australia e’ in pratica precipitata in un buco nero. Sloane ha davvero perso da cani e porci questi ultimi mesi, tanto che pensavo Flavia avesse una bella chance…trovarsi al primo turno una giocatrice in crisi che sta perdento tanto. Invece non c’e’ praticamente stata storia, ed il punteggio sarebbe potuto essere anche piu’ severo alla fine. Ho l’impressione che Flavia abbia smarrito la visione d’insieme del gioco, e che in molte occasioni non sappia piu’ come gestire punti e punteggio. Non avere piu’ l’appoggio di Urpi deve anche pesarle tanto. Insomma…non la vedo benissimo per il futuro.

    Domani Vinci vs Burnett, e mi aspetto una netta vittoria per Roberta anche se spero che Nastassja riesca a fare partita. Sarebbe una bella prova di carattere.

  21. TEUS by TEUS

    Concordo, t.o. Però, e non è così semplice, deve trovare continuità (giocare in pratica per più settimane possibili sui livelli di Madrid).
    Strasburgo sarà senz’altro un buon banco di prova per capire meglio di quanto è migliorata a livello generale.

  22. by t.o.

    @teus Se analizziamo la carriera di Camila nel medio e nel lungo periodo ci accorgeremmo che: Ha una progressione costante con salti di classifica ogni 6/9 mesi. Non torna mai indietro per più di poche settimane. Anche adesso nonostante l’infortunio sta 6 posizioni sopra il dopo Wimbledon. Ma è stata anche 20 posizioni sopra. Il suo tempo di adattamento alla nuova categoria è perfettamente rispettato. Da Wimbledon ad adesso sono poco più di 9 mesi. Camila oggi è pronta per il nuovo salto intorno alla 50°. I risultati già la collocano li. Robson e Nadia al 3° e con gli score che conosciamo dimostrano che può vincere contro giocatrici di categoria superiore. Minella oggi è 74°. Con Camila è sempre stata sotto. Olga è 61° e dopo il primo set di assestamento (Camila veniva da un’altro mese di fermo e di poco allenamento) è stata regolata con un perentorio 6-0 6-1. Il salto è prossimo. E’ chiaro che se lo vuoi fare solo con i punti degli Slam devi avere un buon sorteggio, ma se vuoi farlo “alla Errani” dopo Wimbledon ci sono decine di International dove si va in finale senza neanche incontrare una top 100. con un discreto 70° prendi una delle prime 4 TdS. Perciò abbiamo fiducia. Se non ha paura Camila e Sergio di questo percorso (loro che con il Ranking e con i premi ci mantengono la famiglia) perchè dovremmo aver paura noi. Almeno così abbiamo la possibilità di testare Camila contro le top ten che agli international non giocano……e se perde chi se ne frega…..Togliere il servizio a Serena e procurarsi contro di lei 7 palle Beak o costringere Nadia a 17 Ace come dice Master Card….Non ha prezzo……non sempre gli Ace di Serena e di Nadia entrano con quella costanza……Camila è pronta a raccogliere i frutti VaiiiiiiiiiiiiiiiiCamilaaaaaaaaaaaaa

  23. TEUS by TEUS

    t.o., senza l’infortunio, credo che Camila avrebbe giocato anche tornei più piccoli. Comunque penso anch’io valga già tranquillamente le top 50 e, da quando è tornata a Miami, lo ha parzialmente dimostrato.
    Ora speriamo continui a progredire…

  24. by t.o.

    @TUTTI Scusate il ritardo……ho passato come mi capita spesso un periodo di lavoro molto intenso. Vi ho sempre letto ma non ho avuto tempo per intervenire. Avrei voluto rispondere puntualmente ad alcuni singoli interventi ma ormai “l’attualità” è scemata. Dopo la vittoria di ieri di Nastassja è abbastanza inutile scrivere ciò che pensavo l’altro ieri. Complimenti a lei. Non è certo lei la colpevole delle scelleratezze della FIT.
    Parliamo perciò di Camila e di un tema che esula dal contingente….Rileggendovi nel complesso degli interventi appare evidente un ossimoro (l’ossimoro è una figura retorica che accosta due termini di regola fortemente in opposizione tra loro: Illustre sconosciuto, o Pianoforte). Si critica Camila per il suo essere ancora nelle ultime posizioni della top 100, e per farlo si utilizzano parametri di calcolo da top 20. Se Camila fosse una top 80 “naturale” dovrebbe vincere e perdere indifferentemente (tranne poche eccezioni in su o in giù) col le atlete dal 105° (-25) al 55° (+25). Se invece analizziamo Camila ad esclusione delle uscite immediatamente successive a Wimbledon (naturale periodo di assestamento di una 150° catapultata in due settimane al 90°posto) , ci accorgiamo che ha perso quasi esclusivamente con top 40°. Togliete il periodo dell’infortunio (l’australia l’ha giocata solo per soldi e ha pagato con una ricaduta di due mesi) e contate le sconfitte: Piro 55° Lep 21° Pas 32° romina 69° Medina 40° robson 43° Serena 1° nadia 11°. Contate ora le vittorie: Galina 85° Coco 83° Watson 71° Minella 73° di nuovo Minella 97° Olga 61° Muguruza 85°.
    Media sconfitte 31° media vittorie 79° (ho volutamente tolto la vittoria contro francesca 22° e la sconfitta contro Sloane 49° così come la vittoria per ritiro con Sara) Camila in salute non ha mai perso contro una sotto il 69° (una sola volta) . E anche le sconfitte contro migliori piazzate, Robson e Nadia, potevano avere esiti migliori. Questi risutati la mettono agevolmente intorno alla 50° posizione. Perchè non la occupa? semplicemente perchè ha deciso di giocare solo tornei dove le top 20 le incontri già al secondo turno (se non hai la sfiga di beccarle al primo). Sono mesi (se non infortunata) che Camila non perde contro una top 70°. Ne ha incontrate poche? Certamente, anche perchè poche di loro frequentano i tornei che piacciono a Camila. Andate a vedere dove Sara recuperava i 1300/1400 punti per stare in top 40 nel 2011. Interi tornei vinti senza mai incontrare gente sopra al 70° (tolta Roberta che stava più su di lei tra il 35°/38° ma che la subiva molto psicologicamente) . Camila vince poco perchè gioca tornei difficili. Jancovic ha vinto Bogotà battendo in tutto una 98°. il resto erano tra 100° e 140° con una 198° in finale. Camila quei tornei non li fa. Fa male? Forse. Comunque non li fa. Se li facesse i numeri dicono che ne potrebbe vincere molti a mani basse. Lei vuole competere ad un livello più alto, e come dimostrano le sconfitte con Robson e con Nadia non è lontana da quest’obiettivo. Per Serena serve ancora un po’ di tempo, solo un po’………..

  25. by Fabio Massimo

    senza Camila, Roma non mi appassiona

  26. by effeemme

    grande Asja!!!
    peccato solo che non abbia avuto la possibilita’ di seguirla in diretta…
    davvero un risultato strepitoso!!!

  27. Lino by Lino

    @ morotep
    è evidente ce ho usato i nomi di Barazzutti e Panatta, che tutti conoscono, per render chiaro l’esempio di chi gioca facendo divertire o appassionare e chi gioca facendo annoiare mortalmente, ma potevo far benissimo esempi di tenniste/i dalla classifica molto più modesta, Tu questo l’avevi capito benissimo, quindi per favore non utilizzare i nomi che ho detto a senso unico. Ribadisco per l’ultima volta che a me solo i risultati interessano poco e continuerò sempre a seguire Camila e qualsiasi sportivo di talento.
    P.S. poi hai citato un quadro della Giorgi terrificante, ma se la vedi in questo modo non continuare a seguirla…
    I doppi falli son già sensibilmente calati, e anche la seconda inizia a migliorare, ecc. ecc

  28. Pax by Pax

    Bravissima Nastassja che fa un balzo in avanti di quasi 20 posizioni. Peccato per il possibile secondo turno contro Vinci (che mi auguro si prenda una bella rivincita contro Vesnina), soprattutto perche’ una vittoria a discapito di Roberta la porterebbe vicinissima all’ingresso tra le prime 100 (comunque di questo passo Burnett per giugno/luglio dovrebbe esserci).

  29. by zerostress

    effeemme, qui “non mi caga più nessuno”, ma tu ci caschi sempre come un allocco
    io esprimo opinioni, so già in partenza che qua verrò letto da 5 personcine, me ne farò una ragione
    adesso dovrò andare in analisi, dopo questa cattiveria che mi hai detto, sono rovinato…..alla prossima, e forza Camila

  30. by zerostress

    la federazione ha fatto bene a dare la wild card a camila, li ha ripagati con un primo turno eccellente, colpi profondissimi, un diritto potente, teneva gli scambi molto a lungo, nessun problema con il servizio, e 70 punti incamerati….
    ah no scusate, era la Burnett

  31. by Tommaso

    @morotep il mio commento era ironico (“per chi ama i confronti a uso e consumo”), lo so bene che non si possono fare certi confronti.

    Perché forse non lo sai, ma a questo (“Altrimenti allora la Errani e’ piu’ forte della Sharapova perche’ contro Serena ha vinto piu’ game ed e’ stata piu’ competitiva. Sappiamo che non e’ cosi’ e ogni partita di tennis e’ storia a se’”) c’è gente che ci ha dedicato un post sul suo sito per farla passare come una verità 😉

  32. TEUS by TEUS

    Rettifico: da Miami in poi.

    Mi unisco ovviamente ai complimenti per Burnett che, giusto dirlo, ha trovato una Cornet mediocre oggi. In ogni caso è stata molto brava perché ha mantenuto una buona costanza di rendimento per tutto il match.

  33. TEUS by TEUS

    Non dimentichiamo che Camila, nel 2013, va giudicata da Charleston in poi a causa dell’infortunio alla spalla. Io quindi mi ritengo abbastanza soddisfatto a poche settimane dall’inizio di due tornei dello slam (dove credo avremo risposte a molte nostre domande).

  34. by cristian

    Veramente un applauso per Nastassja!
    Molto solida, il rovescio le viene naturale, ora anche col dritto fa male, riuscendo a trovare angoli e profondità. Nelle top 100 ci deve arrivare quest’anno, le merita ampiamente. La Garbin farà un ottimo lavoro, se migliora nella mobilità farà un passo in avanti ENORME. Brava brava brava! speriamo nel secondo turno contro Roberta!

  35. by Morotep

    Tommaso ma dai… non ci mettiamo a fare paragoni su chi ha perso con chi e in che modo per tentare di applicare una proprieta’ transitiva che nel tennis non funziona MAI!
    Altrimenti allora la Errani e’ piu’ forte della Sharapova perche’ contro Serena ha vinto piu’ game ed e’ stata piu’ competitiva. Sappiamo che non e’ cosi’ e ogni partita di tennis e’ storia a se’.

    Lino ti dico solo che stai parlando di Barazzutti (numero 7 del mondo), Panatta (numero 4), Na Li (numero 5) ecc… parliamo di tennisti pienamente realizzati al meglio del loro tennis… gente da top-10. A quel punto penso sia ragionevolissimo parteggiare piu’ per uno piuttosto che per l’altro sulla base di quanto esprimono a livello tennistico… io ti ho posto il problema in cui ti trovi a dover tifare ed entusiasmarti per una Shvedova o una Matthek Sands… ho preso due nomi a caso (comunque due tenniste che in carriera han fatto meglio di Camila)… non e’ un granche’ veder giocare gente che puo’ giocar bene a tennis ma lo fa una volta all’anno producendo prestazioni mediocri per il resto della stagione.
    Cioe’, voglio dire… ma che gusto c’e’ a veder giocare una giocatrice che non sa esprimere un tennis decente anche se ne avrebbe le possibilita’?! Camila a tratti fa 20 doppi falli a partita… ora tolleriamo questa cosa in prospettiva perche’ e’ ragionevole possa migliorare questo aspetto… ma ti piacerebbe davvero vedere una giocatrice che fa una media di 20 doppi falli a partita anche a maturazione raggiunta?
    E’ bello vedere una tennista che tira mine assurde ma fuori dal campo?
    Se il futuro di Camila e’ questo, ripeto, di tifosi in futuro ne avra’ ben pochi… sono convinto invece che se aggiustera’ questi aspetti del gioco, col talento che si ritrova, verra’ naturale posizionarsi nella parte alta della classifica con buone possibilita’ di vittorie importanti.
    Bada bene che non e’ solo una questione di risultati… i risultati sono il frutto di una ottima quadratura del proprio gioco… voglio dire: risultati = buon livello di gioco. Poi i gusti sono gusti… a me Sara non annoia e non annoiava anche quando era numero 40. La seguivo (come faccio con Camila) perche’ ritenevo avesse del potenziale inespresso… e infatti cosi’ e’ stato.

  36. by cristian

    @Tommaso: La Cirstea quando becca la giornata NO, perde facilmente, ha un gioco molto rischioso anche lei, la continuità non è mai stata il suo forte. Quindi non credo sia giusto fare un paragone con il match di Sara.

    Parlando di Nasty, veramente una buona partita per ora, il rovescio incrociato è un arma letale.

  37. by Tommaso

    Forza Nasty, comunque. Le scelte della federazione non sono colpa sua quindi spero fortemente che vinca (sentitevi l’intervista su spaziotennis a proposito). Intanto per chi ama i confronti a uso e consumo, segnalo che la Cirstea battuta a Madrid dalla Errani 7-5 2-6 6-4 è uscita in maniera abbastanza impietosa con la Morita 6-1 6-3.

  38. by cristian

    Nel nuovo ranking , Camila guadagna qualche posizione, speriamo che a Strasburgo prossima settimana sia fortunata con il sorteggio, visto che partirà direttamente dal MD.

    Tra poco su supertennis inizierà la Burnett, speriamo batta l’odiosa francese Cornet!

  39. by effeemme

    zerostress:
    il tuo atteggiamento è da presa per i fondelli.
    chi vuole dialogare, non lo fa dicendo battute stupide o provocatorie, nei confronti degli utenti e nei confronti della diretta interessata.
    se sei contrariato, ne parli SERIAMENTE.
    e per me questa è l’ ultima volta che perdo tempo a risponderti.
    per il resto, come hai potuto renderti conto personalmente, qua non ti caga piu’ nessuno.
    non so dove sei andato a scrivere e parlare di tennis in questi giorni,
    ma per me ci puoi tornare e restare senza alcun rimpianto!!.

  40. by zerostress

    no, effeemme, io non prendo per il culo , posso essere provocatorio, sarcastico, a volte ho risposto sopra le righe, ma bada “ho risposto”, se traspare la presa per i fondelli, me ne dispiace vuol dire che qualcuno percespisce in maniera errata
    un inciso: io seguivo e spevo dei progressi di Camila ancora prima che esistesse il sito
    alla prossima ancora,bella gente (sarcastico,non presa per il culo)

  41. Lino by Lino

    Sicurissimo che continuerei a seguirla comunque, io sono felice quando Camila vince, ma non sono i risultati che mi fanno seguire Camila, ma il suo modo di giocare, il suo modo di stare in campo, ecc.
    E questo vale anche per altri sport, a me non ha dato nessuna soddisfazione ad es. veder vincere il mondiale in germania da parte dell’italia, era una squadra orrenda basata tutta sulla difesa, ma lasciam perdere gli altri sport…. preferisco vedere e seguire partite di tennis in cui ci sia spettacolo, ecc.
    Barazzutti è sempre stato noiosissimo, Panatta era tutta un’altra cosa, l’Errani è noiosissima, Na li no, ecc.

  42. Pax by Pax

    D’accordissimo con Morotep. Nel fare il tifo per “il potenziale” di un atleta bisogna anche fare i conti con la possibilita’ che quel potenziale rimanga inespresso. Che un tennista abbia una o due settimane straordinarie, un cui batte gente forte o fortissima giocando in gran spolvero, poco significa se per il resto della stagione il tennista in questione fa fatica passare qualificazione e perde con gente che invece dovrebbe battere. Un exploit contro uno che ti sta 20 o 30 o 50 posti avanti in classifica non basta a controbilanciare continue sconfitte, per esempio, con tipi che ti stanno 10 posizioni sotto. Io pure credo nel potenziale di Camila (ed in quello di Burnett), e mi auguro di essere smentito gia’ quest’anno. Certo che tra potenziale e la completa realizzazione di quel potenziale ci passa i mezzo il mare (si vedano le carriere di Dokic, Lucic ecc.)

    Mi sono fatto due calcoli (probabilmente sbagliati) ma credo Sara abbia concrete possibilita’ di sorpassare in classifica Na Li dopo Roma ed assestarsi al quinto posto (per quanto a lungo sara’ poi da rivedere dopo Parigi, ovvio). Se ci riuscisse, sarebbe un risultato straordinario…alla faccia dei critici che ne consideravano l’esplosione solo un fuoco fatuo. Ha gia’ ampiamente coperto la cambiale di Parigi, tant’e’ che se divesse perdere al primo turno (speriamo di no!) resterebbe comunque tra le prime 10. Sara insomma si e’ trasformata in una giocatrice che quasi mai perde le partite che deve vincere, e anche se non credo sara’ mai competitiva per la vittoria di uno Slam (tranne Parigi, forse), quello che e’ riuscita ad ottenere finora e la sua costanza sono incredibili. Purtroppo per ora e’ un gradino sotto il gotha del tennis femminile (contro Serena, Sharapova, Azarenka, Radwanska, Kvitova e Li ha un parziale negativo di 2 vittorie e 29 sconfitte…avendo battuto Aga una volta nel 2006 e Vika una volta nel 2008), ma e’ un gradino per ora alto quanto una montagna. Davvero penso che basterebbero anche solo 10/15 mph in piu’ sul servizio per compiere un ulteriore passo in avanti e riuscire a difendere i propri turni di servizio con piu’ tranquillita’ (penso per esempio a tutti i vincenti di risposta che Serena le ha tirato ieri, spesso il situazioni di 40 pari o vantaggio interno…vorresti mettere un ace o un servizio vincente in quelle situazioni?). Lavorando sul servizio e la lunghezza dei colpi, Sara puo’ davvero diventare la miglior italiana di sempre.

  43. by Morotep

    Lino l’ho detto io e lo ribadisco… preciso che ci saranno sempre i tifosi che la seguiranno indipendentemente da come vadano le cose. Ma per i piu’ (e mi ci metto tranquillamente anch’io) non c’e’ divertimento nel vedere una tennista che non ha prospettive e che, nonostante un gioco gradevole, si attesta su livelli mediocri.
    Penso che alla lunga sia molto frustrante parteggiare per una giocatrice che non arriva mai a completarsi e a raggiungere i risultati sperati. Sei davvero convinto che continueresti a seguire Camila con entusiasmo se la sua carriera fosse fatta di turni di qualificazione e uscite ai primi turni dei tornei con un picco all’anno in un torneo a caso?
    Adesso la segui perche’ sei convinto che possa fare molto piu’ di cosi’, ma se si rivelasse il suo effettivo livello ti basterebbe vedere ottime doti d’anticipo che finiscono una volta su tre con la palla a 2 metri dalla linea di fondo? E’ divertente?
    Io ODIO gli errori gratuiti, penso che sia come seguire un tenore che stecca… non c’e’ nulla di divertente… ma questa e’ effettivamente una mia personale opinione.
    Ripeto che il mio discorso non vale certo per tutti… mi prendo la presunzione di dire che vale per la maggior parte delle persone.
    Spero di essere smentito, ma non dai tifosi… spero di essere smentito da Camila augurandole di essere nelle prime 20 del mondo tra un paio di anni cosi’ saremo sicuramente tutti qui a festeggiare.

  44. by effeemme

    zerostress:
    noi invece poveri mortali che scriviamo su questo blog, ci accontentiamo di un incontro ogni mese,
    facendo conversazioni poco stimolanti…
    ma scrivere in modo meno provocatorio (alias prendere per il culo), proprio non ti riesce????

  45. Lino by Lino

    Per me il discorso sulle possibilità della Sharapova con la Williams non si pongono neanche, non c’è sudditanza psicologica, è solo che la Williams quando è in palla è nettamente superiore a tutte le altre, è una delle più forti giocatrici di sempre, è proprio di un’altro pianeta!! Oltre che molto antipatica, ma questa è un’altra storia…
    Riguardo a chi ha parlato che fra 2-3 anni se camilla sarà ancora fra la 50 e 100 posizione nessuno la seguirà più di tanto, si sbaglia, io la seguirò con lo stesso entusiasmo, basta che continui ad avere quel suo tipo di gioco d’attacco, ecc. ecc. Non è veo che la gente segue solo e si appassiona solo quando ci sono i risultati (anche se la maggioranza fa così), io infatti non seguo per niente la Errani, perchè mi annoia da morire e lo stesso potrei dire di altri tennisti/e…

  46. Entropia by Entropia

    Grazie della risposta Morotep,
    se però leggi attentamente il mio post io là scrivo che Camila non rema non perché non vuole ma perché le viene impedito dal suo DNA sportivo, se vuoi tradurlo con “non è nelle sue corde” a me va benissimo, il concetto penso sia simile; per “stoffa” invece intendo la “classe” che si declina non temendo di tirare vincenti contro chiunque, anche contro serena Williams (anche perché se contro serena non si hanno il coraggio e la capacità di tirare vincenti non la si batterà mai). Con questo non voglio dire che Camila un giorno batterà sicuramente la Williams ma che è molto più probabile che lo faccia lei piuttosto che altre italiane (fino a quando lei accetterà di gareggiare per l’Italia visti i numeri che la federazione le sta facendo). E comunque concorderai con me che i paragoni tra Sara e Camila forse non hanno proprio senso.
    Concludo dicendo che non sarò mai insofferente nei confronti di Camila: ultimamente mi capita spesso di vedere partite di under 12: le giocatrici che vincono (seguendo una filosofia che per emulazione si sta purtroppo diffondendo in Italia in questo periodo) correndo a mille ed il cui scopo è solo quello di rimandare indietro la palla non riescono comunque ad attirare (per quello che vale chiaramente) la mia attenzione, quelle invece che hanno il coraggio e la capacità di tirare dei vincenti, quando le scorgo non chiedo nemmeno il punteggio, mi pianto lì ad osservarle: questo per dire che il gioco di camila mi piace a prescindere ed i suoi eventuali risultati negativi non mi desteranno mai insofferenza.

  47. by zerostress

    ehi belli, come butta?
    mi fischiavano le orecchie, ho saputo che mi avete citato, vi manco così tanto, vi mancano punti di riferimento? non mi sono trasferito da Don Chisciotte, vado dove si parla di tennis e ci sono delle conversazioni stimolanti, e non posso per questo aspettare settimane ogni incontro
    grazie per il riferimento a ZERO PANCIA, spero sia augurante, anche se come al solito fai un errore non e PANCIA, ma PANZA,
    alla prossima ,simpaticissimi

  48. Pax by Pax

    Nel frattempo, pare che Arruabarrena si sia ritirata da Strasburgo, il che mette Camila nel main draw (e col molto probabile ritiro di Watson, anche Torro Flor riuscira’ ad evitare le qualificazioni).

  49. Pax by Pax

    Contro Serena, Maria paga una certa sudditanza psicologica che, per esempio, Azarenka non prova. Magari Maria contro Serena ci perderebbe comunque, ma non facendo una caterva di gratuiti e doppi falli come ha fatto oggi soprattutto nel primo set, roba che contro le altre semplicemente non le succede. C’e’ anche da dire che Serena ha giocato meglio oggi rispetto alla partita contro Sara e le altre prestazioni in settimana.

    La vera differenza per Serena secondo me la fa il servizio. La realta’ del 2013 e’ che non esiste una tennista che sia capace di rispondere in maniera competitiva ad un servizio che le viene contro nell’angoletto regolarmente tra i 110 e i 120 mph. Oltre ai tanti aces, Serena ha quasi sempre percentuali di conversione tra il 70 e l’80% sulla prima. Insomma, spesso il servizio non le torna indietro, e quando ritorna si tratta di una risposta difensiva che le permette di dettare e chiudere lo scambio. Psicologicamente, questa situazione mette le avversarie nella condizione di DOVER tenere i propri turni di servizio se vogliono rimanerle addosso nel punteggio, e molte non ne sono capaci o non hanno la necessaria presenza di spirito. Tolto il servizio, da fondo non credo Serena sia meglio di Sharapova, Azarenka, Kvitova o Li. Azarenka negli ultimi incontri con Serena e’ riuscita a far partita pari proprio perche’ A) ci crede e B) riesce a leggerle il servizio discretamente e non si fa travolgere sulla propria battuta.

  50. TEUS by TEUS

    Vero, Morotep. Io però ho provato a individuare la differenza che condiziona maggiormente i risultati tra le due. Tennisticamente e fisicamente, pur essendo inferiore, una giocatrice come Sharapova potrebbe comunque riuscire più spesso a fare partita con Williams. Invece ormai sono anni che viene puntualmente annichilita e quindi ritengo che la componente mentale sia più rilevante nel caso specifico.

  51. by Morotep

    TEUS: Mah, sara’ anche una questione di carisma… sta di fatto che la Williams e’ una giocatrice piu’ dotata della Sharapova sia da un punto di vista fisico che tennistico. Serena puo’ giocare bene da fondo sparando supermissili come fa Maria ma anche servire quasi come un uomo con una certa regolarita’ e volleare e demivolleare bene.

  52. by Morotep

    Entropia il tuo post e’ interessante ma non concordo sul discorso “stoffa”… e’ un concetto un po’ troppo generico. Camila non rema da fondo perche’ semplicemente non ne e’ capace e non e’ nelle sue corde… non e’ per forza un scelta. Queste giocatrici per arrivare a quei livelli giocano nella maniera a loro piu’ congeniale e naturale… poi ovviamente cercano di far fruttare al meglio le loro caratteristiche allenandosi e perfezionandosi.
    Pensare che Camila se volesse potrebbe giocare come Sara e conseguirne i medesimi (o simili) risultati e’ una distorsione della realta’ bella grossa. Camila non ha le medesime doti atletiche di Sara, non ha la sua tenuta mentale, la sua regolarità, non possiede il suo senso tattico ne’ il suo polso (non ha una buona smorzata ne’ alcuna facilita’ nei colpi a volo). Dall’altra parte, come ben sappiamo, Sara non ha la potenza di Camila, non ha le sue capacita’ di anticipo ne’ la sua velocita’, non ha la possibilita’ di avere un buon servizio come potenzialmente ce l’ha Camila. Ognuna di loro esprime il gioco che piu’ si adatta alle rispettive prerogative… la differenza per ora e’ che Sara l’ha portato ai massimi livelli (per molti non ulteriormente migliorabili) mentre per Camila si spera ci siano ancora ampi margini per ottenere cio’ che le manca: rendere il proprio gioco consistente. Una volta raggiunto questo obiettivo allora e’ probabile che superera’ Sara in termini di risultati e possibilita’ di vittoria. Il problema e’ che per rendere consistente il proprio gioco a livelli cosi’ alti occorre, guarda caso, della stoffa… il legittimo dubbio e’ che Camila abbia questa stoffa. Personalmente ci conto ma non ci metterei la mano sul fuoco… non per Camila in se’ ma proprio perche’ il circuito pullula di giocatrici con grandi potenzialita’ che rimangono parzialmente inespresse.
    Camila dalla sua ha doti non comuni… in effetti il suo anticipo di palla e la sua esplosivita’ sono quasi uniche. Ma, ripeto, non bastano.
    Camila potra’ anche incazzarsi perche’ perde da Serena… fatto sta che ci ha perso e anche piuttosto nettamente quindi, benche’ abbia fatto vedere cose molto buone, siamo punto e a capo… se continuera’ a giocare a quel livello perdera’ altre 14mila volte con Serena.
    Inutile fare i puristi dell’estetica tennistica… questo sito esiste e Camila ha molti sostenitori perche’ si intravede in lei una futura campionessa, perche’ ognuno di noi spera che possa vincere e arrivare in alto… se questo non avverra’, se Camila tra 5 anni navighera’ ancora tra la 50esima e la 100esima posizione del ranking continuando a steccare una partita su due, col cavolo che saremo ancora tutti qui a dire quanto e’ bello il suo gioco e quanto potenzialmente possa mettere in difficolta’ chiunque.
    Ci sara’ stata talmente tanta insofferenza nei suoi confronti che pian piano cadra’ nel dimenticatoio e diventera’ una buona tennista che ogni tanto vale la pena veder giocare.
    I risultati sono la cosa piu’ importante e raggiungere grandi traguardi e’ cosa per pochi eletti.
    Speriamo che Camila entri in questo circolo esclusivissimo… Sara c’e’ pienamente dentro quindi di stoffa ne ha da vendere.

  53. TEUS by TEUS

    Oggi, guradando il match tra Sharapova e Williams, mi è tornata alla mente la regola della quattro C (la ideai anni fa per cercare di capire quale fosse la reale differenza tra i vari campioni di questo sport).
    Partendo dal presupposto che tutti i campioni hanno talento, per quattro C intendo: cuore, cervello, classe e carisma. Chi possiede in grande misura tutte queste qualità, non può che essere un vincente nel tennis e credo sia sufficiente, anche tra fenomeni, una sostanziale differenza in una sola di queste componenti per far pendere l’ago della bilancia da una parte piuttosto che dall’altra.
    Detto ciò penso che la vera differenza tra Williams e Sharapova stia nel carisma (mi è parso che l’americana avesse già vinto prima di scendere in campo oggi dopo i 10 games consecutivi a Miami). Sharapova subisce, a volte di schianto (vedere il primo set), il carisma di Williams, con la conseguenza di patire veri e propri blocchi mentali dall’imprecisata durata (ecco spiegato perché ci perde sempre e spesso con parziali netti).
    Mi auguro, nei prossimi mesi, di vedere giocare più sovente Camila, per poter applicare, con maggiore consapevolezza, questa regola anche a lei.
    Camila comunque comincia con la C. E’ tutto un programma… 😀

  54. by Tommaso

    “Infortuni, ultimi risultati, premi alla carriera, ranking, richiamo di pubblico, politica sportiva” (cit.)

    Riguardo ranking e Roma… Pur augurandole tutto il bene possibile e anzi di vincere il torneo, non vedo UNA SOLA VOCE tra quelle elencate altrove e qui sopra riportar per “giustificare” gli inviti della federazione agli Internazionali in cui la Burnett sia superiore a Camila. Anzi, ne vedo una, al quale però bisogna togliere “sportiva”, perché lo sport con la politica non deve mischiarsi.

  55. by effeemme

    situazione aggiornata per le italiane in classifica:
    Sara pos. 6
    Roby 15
    Francy 36
    Camila 87
    Karin 100
    e Flavia 104…

    dura ora per Flavia, con i punti in scadenza a Roma e un tabellone per nulla buono per lei…

  56. Entropia by Entropia

    Ciao a tutti,
    provo a dire anche la mia al riguardo: con l’impegno, la dedizione, il duro lavoro unito ad indubbie doti atletiche chiaramente, si possono raggiungere livelli ottimi, per il 99,99% delle persone irraggiungibili (non è da tutti entrare nelle prime 10 del mondo) ma vi è un’asticella oltre la quale non si riesce comunque ad andare; per raggiungere il top (non di crozziano-briatoriana memoria) non bastano ottime doti atletiche e tanto impegno, ci vuole anche la “stoffa”, caratteristica che o si ha o non si ha e non la si può costruire; chi ha la stoffa, di essa se ne vorrà sempre elegantemente vestire (è condizione necessaria per averla), quindi non vedremo mai Camila provare a remare da fondo campo per battere un’avversaria in quel momento più forte di lei: Camila non rema, vincere remando non se lo concede, ma non per presunzione, per una questione di DNA sportivo. Camila perde con Serena e s’incazza perché avrebbe potuto batterla (nel suo vocabolario il “mettere in difficoltà” non ha significato, perdere è sinonimo di aver giocato peggio, senza se e senza ma). Camila potrebbe non entrare mai nelle prime dieci del mondo (e questo è un suo sacrosanto diritto) ma se dovesse mai farlo il prevedere una sua quasi immediata scalata ai vertici della classifica non sarebbe certamente esercizio da preveggenti.

  57. TEUS by TEUS

    Per quanto mi riguarda ho solo provato a spiegare, ragionando in base ai suoi margini di miglioramento che ritengo ancora oggi indefinibili (di certo però sono tanti), dove Giorgi può arrivare. Poi che metta in pratica tutto ciò, nessuno può saperlo con certezza ovviamente. Infatti ci sono troppe componenti imprevedibili: infortuni, serenità mentale…

  58. by cristian

    Grande Sarita! andiamoci a prendere la top 5 🙂

  59. by Morotep

    Scusate ma se ci mettiamo a fare la lista delle giocatrici che se aggiustassero alcune cose in cui non brillano non ce ne sarebbe piu’ per nessuno, non so quanti post verrebbero fuori.
    La differenza tra una campionessa e una buona giocatrice sono i risultati… poi e’ ovvio che puo’ piacere di piu’ il gioco di una buona giocatrice rispetto a una compionessa, questo e’ certo.
    A me indubbiamente piace molto il gioco di Camila ma non mi entusiasma finche’ non sistemera’ l’aspetto degli errori gratuiti… ritengo molto piu’ meritevole ed esaltante una giocatrice che riesce a tenere in campo la palla e che se subisce un punto e’ perche’ e’ stata brava l’avversaria piuttosto che chi regala errori gratuiti e destra e a manca. Semplicemente perche’ non sbagliare (o sbagliare poco) e’ una prerogativa rara che solo poche al mondo riescono a concretizzare ed e’ la differenza che passa tra le top player e la altre.
    Poi ci sono quelle che oltre a non sbagliare sono anche spettacolari da vedere (davvero poche)… una Giorgi che spara fuori la meta’ delle palle (e/o fa 20 doppi falli a match) rimarra’ sempre una giocatrice con un gioco potenzialmente spettacolare ma che non si concretizza in nulla di che.
    Io sono fiducioso che, giocando e accumulando esperienza, riesca a raggiungere una certa efficienza di rendimento che le permetta di raccogliere di piu’ di quello che le sfugge… solo cosi’ la si potra’ vedere ai massimi livelli.
    Personalmente, ma questo vale per me, un bel gioco rovinato da continui errori gratuiti e regali all’avversaria e’ tutt’altro che esaltante… anzi, e’ proprio frustrante.
    Almeno con Sara Errani abbiamo una giocatrice che non regala nulla alle avversarie… quando vincono e’ perche’ se lo meritano e infatti e’ numero 6 del mondo, stabilmente nella top-ten… magari non vincera’ mai uno slam ma su di lei ci si puo’ contare… quando c’e’ la possibilita’ di vincere vince (salvo qualche ovvia stecca qui e la’).

  60. by Eugenio

    @andrea non sai quante volte è stata detta la frase “Fra un paio d` anni, se mette a punto un po` di cose in cui non brilla, non ce ne sara` per nessuna”? Un sacco di giocatrici potrebbero ma alla fine non ci riescono…

  61. by andrea

    la Errani vive degli errori altrui.
    Camila invece i punti se li va a cercare.
    Fra un paio d` anni, se mette a punto un po` di cose in cui non brilla, non ce ne sara` per nessuna. Lei puo` diventare davvero la migliore italiana, perché possiede i colpi giusti.
    Sara per ora vive bene solo perché chi la segue in classifica non ha continuita`.

  62. by effeemme

    tommaso:
    concordo pienamente.
    sicuramente se vuoi vedere un tennis esplosivo che ti faccia saltare dalla sedia, quello è il tennis di Camila.
    non certo quello di Sara, che per quanto bene possa aver fatto nel primo set, era tutta farina del sacco sgonfio dell’ americana, che tra l’ altro detesto…
    nel secondo la W è risalita verso i suoi livelli abituali e i numeri sono diventati impietosi per Sara.
    comunque rimane un ottimo torneo disputato per lei, con la sola macchia di non aver trovato Vika ai quarti.
    quello è stata una buona botta di fortuna, che le fara’ eguagliare il suo BR.
    per Roma invece, è tutto molto complicato per le nostre.
    ma il livello delle partecipanti non fa sconti a nessuna!

  63. TEUS by TEUS

    Pax, sarà molto complicato per Errani migliorare il servizio (mi ricorda per certi versi Volandri) perché i suoi limiti fisici si ripercuotono inevitabilmente su questo fondamentale. Per Giorgi, giusto per proseguire il paragone, la situazione è differente dal momento che dispone di quell’esplosività necessaria per avere una battua che le permetta di non subire costantemente la risposta dell’avversaria ma che, mettendo a punto il lancio di palla e imparando a lavorare maggiormente la stessa, potrà diventare un’arma a suo favore per ottenere punti direttamente o, in ogni caso, per cominciare lo scambio in una posizione di campo a lei favorevole.
    Credo sia anche una questione di velocità di braccio (e qui si entra nell’ambito delle doti naturali), su cui Giorgi può contare, molto meno Errani.
    Detto ciò continuo a pensare che Errani abbia già raggiunto il suo massimo livello e che quindi patirà sempre tremendamente giocatrici particolarmente potenti.

  64. Pax by Pax

    E’ sempre la stessa storia – con le prime della classe, il servizio di Sara e’ un handicap incolmabile. Un colpo dal quale non solo non riesce a guadagnare nulla, ma che anzi la penalizza. Sara ha la testa, l’acume, la grinta e solidi fondamentali da fondocampo, ma sui turni di servizio si trova sempre a doversi arrangiare su una risposta dell’avversaria al fulmicotone che o e’ direttamente un vincente, o la sbatte fuori campo in disperato recupero. Sara ha tutta la mia ammirazione, ma se davvero vuol provare ad essere competitiva ai massimi livelli, Lozano la deve assolutamente aiutare a sviluppare un servizio che non scenda nel campo dell’avversaria col paracadute. Che metta dentro il 90% di prime a 80mph non fa alcuna differenza contro tipe che le rimandano una botta angolata a 95mph…Sara semplicemente non puo’ applicare i propri schemi e tattiche se parte ogni scambio in derapata appresso alle risposte dell’avversaria. Mi spiace vedere che da quel punto di vista non ci sono stati miglioramenti, perche’ non c’e’ ragione che non possa sviluppare un servizio decente come quello di Radwanska o Cibulkova, che non sono Ivanisevic ma qualche ace/servizio vincente dentro lo mettono, e soprattutto hanno una prima (ed una seconda) che permette loro quantomeno di rimanere nello scambio. Mi sembra che Sara non stia facendo nessun lavoro sulla battuta, ma e’ la chiave dell’ulteriore passo in avanti. #6 al mondo e’ un traguardo straordinario, ma non deve e non puo’ accontentarsi se ci sono possibilita’ di miglioramento.

    Altrimenti, contro Serena, Azarenka, Sharapova, Kvitova, Li ecc, la storia sara’ sempre questa. E non e’ che la distruggano…qualche set combattuto lo riesce a giocare anche col proprio anti-servizio, il che mi fa pensare che sarebbe capace di vincerne qualcuno con una battuta competitiva.

  65. by Tommaso

    Nemmeno oggi Sara riesce a strappare un set ad una Serena non proprio al top (eufemismo). In fondo, se tiri il primo vincente dopo 10 minuti contro Serena, alla lunga di possibilità per fare risultato ce ne sono poche. Sara è un’atleta straordinaria, ma anche se vincerà di meno io prendo 100 volte la Vinci se voglio guardarmi una partita in cui spero di vedere qualche soluzione bella, divertente e vincente. Cami la prendo 101 volte.

  66. TEUS by TEUS

    Errani perde un primo set molto tirato. Peccato perché Williams non sembra al top sia fisicamente che tecnicamente (non ha ancora messo in campo uno smash oggi -colpo in cui solitamente è infallibile- ).

    Precisazione: con “più forte” intendo dire che Giorgi penso possa raggiungere un livello di gioco superiore a quello di Errani. Magari non sarà mai costante nei risultati come la romagnola ma, qualora un domani dovesse arrivare negli ultimi giorni di un torneo importante, avrà più possibilità di fare il grande risultato. Sempre a mio modestissimo parere ovviamente.

  67. TEUS by TEUS

    andrea, per me il problema non si pone (ho già detto come vedo la situazione e ripeto che sarebbe sufficiente l’indifferenza e tuttto, anche in poco tempo, si dissolverebbe).
    Credo che Giorgi possa diventare più forte dell’Errani attuale e mi pare anche, da quando scrivo qui, di aver argomentato nello specifico i motivi per cui ho questa idea. Diciamo quindi che ho la coscienza a posto e non vedo perché non dovrei esporre in tutta tranquillità le mie opinioni che, ovviamente, sono e rimangono personali.
    Rifletti bene su questa tua frase: “Se a uno non interessa una cosa, perché continua a parlarne?”. 😉

  68. by Morotep

    Camila ha le potenzialita’ per diventare piu’ forte di Sara. Mi auguro che ce la faccia (e’ bello pensare di avere una tennista che riscrivera’ ulterirmente la storia del tennis italiano come sta facendo Sara ora e come hanno fatto a suo tempo Schiavone e Pennetta)… ma non e’ ne’ facile ne’ scontato.
    Come dicevo giorni fa, Sara e’ partita piuttosto opaca, un po’ lenta negli spostamenti e con la palla che non viaggiava… completamente diversa la situazione contro Lepchenko e Makarova… io penso che il suo livello attualmente sia quello visto ieri e l’altro ieri (altrimenti non sarebbe stabilmente nelle prime 10).
    Va pero’ detto una cosa: ne’ Lepchenko ne’ Makarova hanno una pesantezza di palla paragonabile alle prime 3 o a giocatrici come Cirstea (con la differenza che quest’ultima ne mette dentro una su due quando va bene). Il problema di Sara con le big-hitters puo’ essere quello di non riuscire a spingere abbastanza la palla e finire in difesa… c’e’ da dire che questo non e’ stato il caso negli ultimi incontri con Sharapova e, paradossalmente, non e’ stato cosi’ neanche con Serena all’USOpen nonostante il punteggio netto.
    Se oggi contro Serena Sara riuscira’ a spingere la palla e variare e magari Serena non e’ al 100% puo’ venir fuori un incontro gradevole. Ma per me anche in questo caso direi 25% Sara 75% Serena.
    In caso di Williams al 100% fatico a vedere delle possibilita’ per Sara… ma non si sa mai… stiamo a vedere!

  69. by andrea

    @teus:
    Attento a dire che la bimba diventera` piu` forte di Sara.
    Di la l` amico é sempre pronto coi copia incolla. Ossessionato com` é.
    Infatti un articolo su due parla di Cami.
    Se a uno non interessa una cosa, perché continua a parlarne?
    Intanto Zero pancia vedo si é trasferito da don Chisciotte…
    Hehehe….

  70. TEUS by TEUS

    Consiglio vivamente la visione dell’incontro Murray-Berdych (ci sarà anche una differita per chi non potesse vederlo ora in diretta) perché trattasi di tennis di altissimo livello (anche se ora lo scozzese pare stia patendo le fatiche della notte scorsa).

    Due parole su Errani (Camila diventerà più forte 😀 ): non appena ha ricominciato a spingere di più e a essere quindi meno passiva, è ritornata sui suoi livelli (puoi darsi, e me lo auguro, abbia avuto solo un appannamento momentaneo). Domani dipenderà da quale Serena si troverà difronte (penso lo sappia bene, come tutti noi, anche lei).

  71. Entropia by Entropia

    Sì, Sara ha giocato bene, è un osso davvero duro; la Makarova non ha giocato comunque come nelle ultime partite (ciò dovuto anche alla pressione dell’Errani chiaramente). Dove la Makarova è mancata totalmente è stato sulle risposte al servizio di Sara, pensavo che la romagnola avrebbe avuto più difficoltà. Brava Sara, molto brava direi. In ogni suo punto traspaiono costanza, impegno, duro lavoro e grande competenza ed intelligenza sua e del suo tecnico.
    Vedere giocare Camila mi dà comunque altre emozioni, forse perché l’idea che lei prima o poi possa prendere a pallate chiunque mi esalta e sapere che la prox settimana non sarà a Roma, dove avrebbe potuto sì uscire al primo turno, ma anche far impazzire di gioia il pubblico romano non riesco proprio a spiegarmelo.

  72. Pax by Pax

    Beh, una formalita’ nel senso che Sara ha giocato bene, Makarova ha giocato bene, e il risultato dimostra il divario che c’e’ tra le due quando entramble giocano a buoni livelli. Che Sara avrebbe vinto questa partita, per come e’ andata insomma non e’ mai stato in discussione.

  73. Entropia by Entropia

    ok… se per te che sembri intendertene il giusto è stata una formalità…

  74. Pax by Pax

    Bravissima Sara…la partita con Makarova e’ stata una formalita’.

    Adesso con Serena e’ durissima. Ma la Serena vista oggi contro Medina sembra almeno giocabile. Certo sempre meglio trovarla sulla terra che non erba o cemento.

  75. by Tommaso

    Parole sante big. Manca solo “ci vuole più umiltà” e il ventaglio delle baggianate è completo. Comunque, vedremo. Io sono molto, ma molto curioso di vedere i sorteggi e capire fin dove potranno arrivare le due wild card Knapp e Burnett (nessuno discute quella a Flavia) che, al momento, sono 20 (VENTI) e 50 (CINQUANTA) posizioni sotto Camila. Sarebbe bello spere dagli organizzatori le motivazioni di tali scelte.

  76. biglebowski by biglebowski

    è passata un po’ sottotraccia l’asfaltata (si può dire in questo caso?) che burnett ha subito da parte di knapp, numero 113, dico centotredici, dell’attuale ranking.
    nel torneo itf 75000 di trnava karin ha superato nastassja 61 62.

    un sconfitta analoga subita dalla bimba avrebbe comportato una serie di commenti sui vari blog che provo a immaginare:

    sei finita, cambia allenatore, chi ti ha dato la wc a roma, sei montata, presuntuosa, non hai un piano tattico, non sai servire, hai sbagliato la programmazione.
    in quest altro caso è stata a malapena riportata la notizia

    avanti per la tua strada, camila e lontano più che puoi da tifosi beceri, “giornalisti” prezzolati e federasti incompetenti che popolano questo nostro bel paese.

  77. by Morotep

    Entropia ma chi e’ che ha detto che la Makarova sara’ una formalita’?
    Personalmente penso che le formalita’ (soprattutto nel tennis femminile) non esistano… solo Sharapova e Williams possono dire che certi match siano una formalita”.
    Makarova e’ una che a tennis ci sa giocare (al contrario di molte altre)… fa pero’ parte di quel vastissimo gruppo di giocatrici un po’ discontinue. Se Sara gioca al meglio ha una certa probabilita’ di vincere… ma deve mettersi in versione “on”… se gioca esclusivamente ad aspettare l’errore dell’avversaria allora la Makarova vista in questi giorni temo possa vincere.

    Ieri Sara contro la Lepchenko ha finalmente ricominciato a giocare con una certa profondita’, a cercare di costruire il punto e infatti la partita e’ volta in suo favore.
    La Makarova non ha l’aria di essere una sparapalle pertanto spererei in una partita giocata… e se la partita si gioca Sara e’ una delle migliori “costruttrici di punti” del circuito.

    Vediamo… tutto e’ possibile. Anche qui direi 50 e 50.

  78. Entropia by Entropia

    Siete così sicuri che con questa Makarova sia una formalità per Sara? Io me ne intendo poco ma secondo me Sara dovrà mettere almeno un 70% di prime perché sulla sua seconda la mancina di Mosca può essere molto pericolosa. Comunque insisto: il risultato stasera mi confermerà che ci capisco davvero poco.
    Dimenticavo… FORZA CAMILA!!

  79. by Fed75

    Domanda a t.o.: cioè ti annoia Federer e ti piace la Azarenka?????

  80. Pax by Pax

    Bravissima Sara! Che soddisfazione. Domani Makarova per poi trovare Serena nelle semifinali.

    Sono disponibili da qualche parte i tabelloni delle pre-qualificazioni di Roma?

  81. by cristian

    Grandissima Sara !!

    Volevo sottolineare le ragazze che hanno vinto le pre-quali per Roma: Alice Balducci, Federica Di Sarra, Alexia Virgili e Angelica Moratelli, sono molto contento di quest’ultima , perché oltre ad essere giovane (classe 94) ha vinto annullando match point e recuperando un match quasi perso, forza Angelica !!

  82. Pax by Pax

    Oltre a Lepchenko, ho solo il riferimento di Kvitova e Kerber per Sara in termini di mancine…la prima purtroppo le tira troppo forte, ma con la seconda nelle ultime due partite disputate Sara si e’ fatta valere. Avendola vista in Fed Cup contro Lepchenko, Sara mi era sembrata stanca ed opachissima, e dopo aver perso il primo ha finito la benzina. Spero che i quasi tre giorni di riposo prima della partita le abbiano giovato. Voglio proprio una rivincita, anche perche’ Lepchenko gioca un tennis osceno.

  83. by Morotep

    Lepchenko e’ una mancina (Errani le soffre parecchio) che si trova a suo agio su terra. A Rimini in Fed era assolutamente in palla… le entrava tutto e lasciava andare il braccio. Non e’ facile… Sara deve giocare al meglio per batterla e se il livello di forma e’ quello visto fin’ora (anche in Fed stava attraversando un periodo un po’ opaco) temo che le possa prendere.

  84. Pax by Pax

    Burnett raccimola solo 3 games contro Knapp a Trnava. Anche se sta lavorando bene quest’anno e sta giocando tanti matches, credo non riesca a fare il salto di qualita’ fino a che non si mette a lavorare su spostamenti e rapidita’ in campo. E’ alta ed ha un fisico prestante, ma proprio non si muove.

    In bocca al lupo a Sara per stasera (e crepi). Se gioca bene, che ne dicano i precedenti, Lepchenko e’ ampiamente alla sua portata.

  85. by effeemme

    turno molto importante appena superato da Flavia nel doppio con Svetlana…
    ora si apre una bella prateria per loro!
    qua ci puo’ scappare anche una bella finale…

  86. Pax by Pax

    A Camila (come del resto a Sharapova) non ho mai visto giocare una palla corta. L’impostazione (e l’istinto) sono a sfondamento totale dell’avversaria senza mezze misure…insomma, il piano B non esiste. Sono d’accordo che non le farebbe male trovare soluzioni (anche sporadiche) di tocco o anche solo interlocutorie, perche’ quando si trova davanti una che sfondarla non e’ semplice (vedi Radwanska a Wimbledon) il rischio e’ quello di andare fuori giri. E, continuo a dirlo, DEVE mettere a posto il servizio. Non si puo’ giocare l’1-2 senza l’1.

  87. TEUS by TEUS

    Possiamo dire con una certa sicurezza, pur non avendo visto gli incontri, che Camila ha migliorato il servizio (non solo fa meno doppi falli ma pare, cosa ancor più importante, che il suo turno di battuta a livello generale sia ora molto più solido). Credo che, rispetto a qualche tempo fa, lavori di più la palla sulla seconda. A mio avviso però, nei prossimi due tornei sul rosso (troverà condizioni di gioco meno congeniali alle sue caratteristiche rispetto a Madrid), dovrebbe provare a lavorare un po’ di più anche la prima palla (pagherà qualcosa in velocità e servizi vincenti ma ne guadagnerà senza dubbio in precisione e percentuali) per provare poi, date le sue capacità di anticipo, a chiudere il punto o, in ogni caso, a prendere da subito il comando dello scambio. Lo scopo dovrebbe essere quello di stancare le avversarie facendole spostare in continuazione tenendo sempre i piedi ben dentro il campo (ben vengano anche, come già detto, variazioni con palle corte e attacchi in controtempo per fare in modo che, chi è dall’altra parte della rete, non si senta troppo “tranquilla” nel pedalare magari a un paio di metri dalla linea di fondo).
    Poi, una volta sull’erba, potrà tornare a giocare il suo tennis naturale. Essere cioè estremamente offensiva già coi colpi di inizio gioco.
    Tutto ciò perché penso si possa fare discretamente bene anche al RG prima di provare a confermarsi a Wimbledon.

    t.o., personalmente considero il tennis maschile più interessante a livello tecnico ma qui c’è una “bimba” con passaporto italiano da portare alla vittoria in uno slam prima dell’US Open 2018 (anche perché detesto avere prime impressioni errate 😀 ).

  88. Hector by Hector

    Che sfortuna per Roberta Vinci. La Goerges si ritira lasciando il via libera alla Lepchenko per lo scontro con la Errani. Se avesse portato a casa il match di primo turno avremmo certamente un’italiana nei quarti!

  89. Lino by Lino

    vi posto il link del video dell’allenamento di Camila con Na Li, è sempre un gran piacere vedere Camila, anche in allenamento 😀 https://www.youtube.com/watch?v=lqCMYLCfxFM

  90. Pax by Pax

    La partita l’ha decisa di sicuro il servizio (intendo la prima di Nadia, ma anche la seconda di Camila). A Wimbledon, Nadia aveva messo dentro il 61% di prime, e Camila aveva fatto solo 3 doppi falli e vinto il 67% dei punti giocati sulla sua seconda. Insomma, se Nadia scende sotto il 65% di prime diventa molto vulnerabile. Ma ancora piu’ importante sara’ per Camila ritrovare quel rendimento sulla propria seconda. Il servizio e’ davvero la chiave del rendimento di Camila, e la danneggia troppo quando non e’ a posto.

    Spero che Sara arrivi fresca e riposata a Parigi. Ha vinto piu’ partite di tutte quest’anno, ed inizia a vedersi. Mi sembra un po’ spompata e logora. Quando e’ in palla mi diverto tantissimo a guardarla giocare, perche’ varia e spinge e taglia e sa pure venire avanti. Ed e’ forte di testa. Quando e’ stanca, purtroppo diventa un’altra giocatrice.

  91. by Tommaso
  92. by t.o.

    Ma diavolo…..uno si allontana 24 ore e voi mettete tutta questa carne al fuoco?………Partiamo dagli ultimi…..come insegna Sara si vince anche con 48% sui punti di tutto l’incontro. figuriamoci col 55% solo al servizio…..ma non dicevo questo per ribattere ad un commento “inutile”. Dicevo questo a STRAMERITO di Sara. I punti sono tutti uguali ma qualcuno è più uguale di un’altro. sara li riconosce prima di chiunque altra. Di questo le va dato atto. A Parigi (sia RG si Indor) è arrivata in finale con tre incontri chiusi a parità di punti. Non è fortuna. E’ testa. Tanto di cappello. Non mi piace il gioco di Sara ma questi meriti non glie li toglie nessuno.
    Nadia…….qualcuno diceva che forse Camila è una risponditrice peggiore di Svetlana (diceva forse…. rispetto ai tanti Ace subiti da Camila…..) Mi sento di smentire il “forse”. Controllando gli unici score dove danno anche le velocità del servizio (Wimbledon e US Open) scopriamo che Nadia ha la media di prima palla Intorno ai 102/104mph con punte di 113/115mph. e media di seconda tra 85 e 87mph. Questo giustifica che in una serata di grazia Nadia con Camila faccia 17 ace e 80% sulla prima. Ma il 20% sulla seconda? Come fa Svetlana a limitare la prima al 65% e subire sulla seconda il 54% . E’ così reattiva su una palla a 105mph ma è così lenta su una palla di almeno 15 mph meno veloce? Sarei curioso di vedere la velocità media delle prime di Nadia con Camila…..l’unica giustificazione logica è che l’altro ieri a Nadia, sulla prima, è entrato tutto e più di tutto. A volte capita. è toccato a Camila ….che ci vuoi fare…
    Di tennis maschile non parlo. Mi annoia, come spesso mi annoia il Volley Maschile (questo si che lo chiamo Volley……la pallavolo è un’altra cosa). Ho detto che annoia me. Non è contestabile. A chi piace …..il piacere e il diritto di parlarne…….

  93. Pax by Pax

    Camila si sarebbe dovuta iscrivere alle qualies di Roma. Una buona prestazione nel torneo avrebbe mandato un messaggio molto piu’ forte e chiaro della sua assenza. In altre circostanze storcerei il naso alla scelta di non farsi almeno un ITF nel frattempo, ma se la spalla le e’ appena guarita forse meglio non rischiarla in un torneino. Da Strasburgo in poi pero’ DEVE assolutamente impegnarsi a giocare il piu’ possibile.

  94. by cristian

    Ho scritto il mio post un po di fretta, e si vede 😛

  95. by Tommaso

    Avete ragione, poi smetto: quello di là crede di aver “bruciato” lo staff con il sorteggio (arrivando sul suo blogghettino con qualcosa come 3 ore di ritardo rispetto al tweet UFFICIALE mandato da Madrid, quindi “in diretta”) e adesso pensa di essere il primo ad aver annunciato urbi et orbi l’assenza di Camila da Roma.

    Qua lo sappiamo da un pezzo: la programmazione è online da settimane e non comprendeva Roma. Ora, se Camila fosse andata a Roma non l’avrebbe detto già venerdì ad Alberto e Matteo? E loro non l’avrebbero forse annunciato su twitter/facebook/sito? Se non ne hanno parlato è perché sapevano che Camila a Roma non ci sarebbe stata. Settimana prossima si giocano 11 ITF: bisogna forse sottolineare che Camila non ne disputerà nemmeno uno, o siamo abbastanza sviluppati da capire che, se non se ne parla, è perché Camila non ci giocherà?

    Visto che mi dai del “tamarro”, a tafà, leggi qua: “LO SAPEVAMO GIA’ CHE CAMILA NON AVREBBE GIOCATO A ROMA, NON CE LO STAI DICENDO TU ALLE 22.31 DEL 7 MAGGIO!!!”

  96. biglebowski by biglebowski

    @cristian

    lo so perfettamente che loro non c’entrano niente, non far torto alla mia modesta intelligenza.
    ma dal momento che traggono un vantaggio da una ingiustizia, in questo torneo, mi auguro che perdano al primo turno.
    poi riprenderò a seguirle con simpatia come ho sempre fatto.

  97. by cristian

    Diciamo che un sito che parla di tutto, e un sito che parla solamente di una tennista, vorrei vedere quale dei 2 dovrebbe aver più seguito, anzi, era grave se il sito di Camila era ancor più visitato di uno che parlava di politica,tennis ecc ..

    Ma poi alla fine sticavoli, a me non me ne può fregar di meno di quale pagina sia la più visitata, io sto qui, apprezzo la Giorgi, e voglio seguirla. Non capisco il perché ce l’abbiano tanto con i “vuvuzelas”..solo perché tifano Camila al 100 % ogni volta?? problemi di chi lo fa, perché altri si creano in mente seghe mentali inutili? basterebbe non leggere quello che si scrive qui, evidentemente suscitiamo molto interesse. Nel bene o nel male , purché se ne parli ! 😉

    Ps: vorrei correggere il signor Tafanus, scrisse un commento del tipo ” sul sito della Giorgi si insultano, non si sono resi neanche conto del sorteggio contro la Petrova” .. sbagliato, lo scrissi io, 3 ore prima qui, che la nostra beniamina era stata sorteggiata contro Nadiona. Era un appunto che volevo fare.

    Dico l’ultima cosa, le critiche vanno bene, per carità, ultimamente ho letto più quelle che altro in questo sito, e nessuno è stato bannato o criticato a sua volta, ma ogni volta tirare frecciatine sulla tennista, prendere in giro, attaccarsi ad ogni cosa pur di screditare, insomma, neanche un monello di 10 anni si ridurrebbe a tutto ciò. Buona Notte ragazzi .

  98. by cristian

    @biglebowski : loro non c’entrano niente, i problemi sono tra FIT e Giorgi, se non c’era la Burnett avrebbero dato la WC alla Camerin, io invece spero che faccia strada specialmente Nasty, è una giovane classe 92, servirà anche lei per il futuro, cosi come Camila. E spero che tra loro nasca quella giusta competizione,come fu per Schiavone e Pennetta.

  99. biglebowski by biglebowski

    ne parlo io delle wild card per roma.
    è uno scandalo.
    non l’avrei mai pensato, ma per la prima volta tirerò contro knapp, burnett e pennett

  100. by cristian

    intanto nel 75k di Trnava , la Burnett liquida 61 61 la Birnerova (140 WTA) possibile derby al 2 turno contro la Knapp!

    Forza Nastassja.

  101. TEUS by TEUS

    Nel frattempo si è appena conclusa una partita che definirei drammatica a Madrid tra Dimitrov (probabilmente futuro campione) e Djokovic. Complimenti al bulgaro.

    Dato che molti segnalano il sito di Tafanus, ci ho fatto un giro veloce anch’io. Mi sembra abbastanza chiara la situazione: Tafanus, lo pseudonimo spiega già molte cose, credo proprio provochi solo per suscitare reazioni che gli consentano di continuare a provocare per avere altre reazioni e così via. Consiglio spassionato per tutti: provate a non parlare più di lui qui e non commentare nemmeno nel suo sito (spezzate la catena insomma). Tutto inevitabilmente si dissolverà… In più non capisco perché si debba meravigliare se nel sito di Camila Giorgi non si sia parlato delle wc di Roma (torneo a cui Giorgi non parteciperà). Misteri della vita.

  102. by effeemme

    Motorep:
    credo che Camila abbia gia’ dimostrato che se sta bene, se la puo’ giocare anche con una top 30.
    a Strasburgo, con la defezione della Watson, l’ ottava tds è gia’ verso la 58ma posizione in classifica.
    non è certo un main di un mandatory.
    comunque, good luck Camila!!!

  103. TEUS by TEUS

    Morotep, dipende sempre da come si vogliono vedere le cose: per me invece beccare una abbastanza forte e vincerci subito sarebbe molto incoraggiante. 😉

    Al RG e a Wimbledon (fare bene in uno slam può cambiare un’intera stagione) bisogna augurarsi che il sorteggio non sia spietato, ma a Strasburgo, se si entra direttamente in tabellone, meglio.

  104. by cristian

    Meglio partire dal MD, se passi sono tanti bei punti, le quali nei tornei International non ti danno molto, speriamo che vada bene lì, anche perché poi urge superare almeno un turno al RG, l’anno scorso arrivò al turno finale di quali incamerando 50 punti. Poi dalle entry list Camila andrà in Olanda a S-Hertogenbosch e poi Eastbourne prima di Wimbledon.

  105. by Morotep

    Tutto sommato non mi sarebbe dispiaciuto se Camila avesse dovuto giocare la qualificazioni di Strasburgo… ha bisogno di giocare, ha bisogno di confidenza. Le qualificazioni le avrebbero permesso di giocare contro gente abbastanza competitiva ma battibile, di accumulare un po’ di punti, un po’ di soldi e di carburare bene.
    Partire subito nel main draw significa rischiare di beccare immadiatamente una top-seed ed uscire (probabilmente) al primo turno.
    Certo e’ ovvio che Camila prima o poi dovra’ riuscire ad affrontare anche le tenniste piu’ forti, ma visto come e’ andato l’anno finora e visto il rientro dall’infortunio, piu’ gioca meglio e’.
    Ripeto: beccare una abbastanza forte e perderci subito sarebbe un po’ demotivante.

  106. Pax by Pax

    Vedo che Watson e’ nella lista del main draw. Al momento e’ fuori gioco e persino in dubbio per il Roland Garros, quindi non credo si presenti a Strasburgo…il che dovrebbe garantire l’accesso al main draw per Camila.

  107. by effeemme

    grazie a tutti.
    allora speriamo in un accesso diretto, perchè con le qualificazioni, le sorprese sono sempre possibili…

  108. by andrea

    infatti il paragone va fatto con la sezione tessis del blogghino.
    Ci sono articoli senza commenti perché non interessano a nessuno…
    E dove ci sono, la meta` sono suoi. Che razza di sezione poco seria e poco obiettiva!

  109. biglebowski by biglebowski

    @pax

    è la prima alternate, quindi praticamente nel main draw

    http://www.quarterback.fr/images/stories/strasbourg2013/listejoueusesis2013.pdf

  110. by Tommaso

    @effemme

    guardavo anche io l’entry list. direi che c’è fuori la watson, ferma da un po’ e che dovrebbe provare a rientrare al RG. Quindi Cami dovrebbe essere dentro. Speriamo, e speriamo di poterla vedere giocare in tv…

  111. by Tommaso

    Sempre esilarante tafanus. Scrive: “E, tanto per aggiungere il carico da novanta, pur essendoci a Madrid “tutto lo staff” del sito di Giorgi, ha dato la notizia del sorteggio di Camila contro Petrova, che tutti attendevano, un paio d’ore dopo che le aveva dato il blogghino del Tafanus. A te le considerazioni.”. Io sul profilo twitter del sito ufficiale la notizia l’ho letta attorno alle 19, il suo blogghino l’ha detto dopo le 22 che l’avversaria di Camila sarebbe stata la Petrova. Considerazioni vogliamo farne, davvero???

    Poi continua a paragonare il suo sito a quello di Camila, con tanto di grafici che dimostrano come lui ce l’abbia più grosso (l’ego). ATTENZIONE: sarebbe più corretto fare dei confronti tra la sezione “tennis” del sito di tafanus con il sito di Camila. Altrimenti è come se il sito della gazzetta si comparasse con ubitennis: uno è generalista, l’altro parla solo di tennis. A onor del vero, andrebbero paragonati ubitennis alla sezione “tennis” di gazzetta.it.

    Ma poi, in fondo, chi se ne frega qual’è il sito più visitato. Tafanus nel suo spara pupuù contro Grillo, B, politici tutti ecc, qua parliamo di Camila. Come si fa a paragonarli????

  112. Pax by Pax

    Nadia ha perso da Kuznetsova. Dopo aver vinto il secondo set, nel terzo ha messo solo il 45% di prime e due aces.

    Per quanto riguarda Strasburgo, non so quale fosse la classifica di Camila al momento dell’iscrizione al torneo. Era nelle prime 80 prima della cambiale di Dothan, e quella classifica dovrebbe bastare a garantirle l’accesso al main draw. Se sul sito risulta fuori, allora non so. Credo comunque un paio di defezioni ci siano sempre.

  113. by effeemme

    guardavo l’ elenco delle partecipanti a Strasburgo.
    Camila è fuori di una posizione e se non ci sara’ un ritiro, si dovra’ fare anche le qualificazioni.
    qualcuno sa se c’ è qualche tennista in dubbio?
    grazie a chi mi vorra’ rispondere.
    Fabio.

  114. TEUS by TEUS

    Sto guardando la partita di Petrova: la russa, comunque vada a finire, è in un’ottima condizione. Sono sempre più convinto quindi che Camila abbia fatto un gran match contro di lei.

  115. by effeemme

    grazie Stefano per il link dell’ intervista.
    è sempre un piacere ascoltare la voce di Camila.
    le auguro ogni bene perchè è una ragazza semplice e anche credo molto timida…

  116. Pax by Pax

    Nadia intanto e’ sotto un set ed un break contro Svetlana…con soli 4 aces a 3 doppi falli in 14 games giocati. La sua percentuale di prime per ora e’ al 60%, e pur vincendo sempre il 70% dei punti quando le mette dentro, ne sta mettendo dentro un po’ di meno. Credo che a fronte di queste statistiche, Camila avrebbe forse potuto far suo il primo turno dove invece Nadia ha servito il 70% di prime ed e’ stata spesso ingiocabile nei propri turni di servizio. Ma, come avevo detto, non avendo visto la partita e’ pure impossibile decifrare la natura di tutti quegli aces (bravura di Nadia o carenza di Camila in risposta?). Resta il fatto che Camila l’ha massacrata sulla seconda, e che con meno prime da contenere i numeri dicono che sarebbe stata una partita diversa.

  117. gimusi by gimusi

    se guardo la foto della petrova sul sito WTA e la confronto con quella qui sopra mi convinco che o il tennis sciupa parecchio o che la foto WTA appartiene a qualche modella russa magari omonima :|_|

  118. TEUS by TEUS

    Apro una piccola parentesi sul tennis maschile: Fognini anche oggi, tanto per non smentirsi, ha mostrato un’indolenza che definire fastidiosa pare riduttivo ed è riuscito nell’ardua impresa di perdere un match già vinto (conduceva 5-4 e 40-0 al terzo).
    Quante volte mi è capitato di vedere giocatori italiani dotati di un buon talento tennistico ma con la testa di quindicenni viziati. Francamente mettono tristezza. Chiusa parentesi.

  119. by Stefano

    Ultimamente ho seguito poco questo blog, comunque volevo segnalare questa recente intervista:
    http://www.tennisitaliano.it/camila-giorgi-mi-sento-bene-in-questo-periodo-tennis-6687
    Da notare, come le domande siano sempre più lunghe delle risposte che dà Camila …

  120. by andrea

    @motorep:
    magari alla prossima sconfitta di Cami torna a rompere le balle.
    uno che dice di rendersi conto di sparare cazzate, vale una pippa!!!

  121. Pax by Pax

    Saretta sta mantenendo un blog da Madrid sul sito WTA, bello che una tennista italiana abbia questo tipo di esposizione 🙂 Ha scritto che ha vinto facendo tre punti in meno di Sorana (credo perche’ nel secondo set non e’ stata molto in partita), quindi e’ stata proprio brava a vincere alla fine. Al prossimo turno Georges o Lepchenko…speriamo bene.

  122. by Morotep

    Evidentemente mi sbaglio ma zerostress non mi sembrava cosi’ polemico… ho avuto l’impressione che si sia “incattivito” all’improvviso. Boh!
    Comunque mi spiace sia andato via.

  123. TEUS by TEUS

    Conosco poco la pallavolo, t.o., e quindi ti credo sulla parola. Sono io il primo a riconoscere la rilevanza delle statistiche nel tennis ma ribadisco che la loro importanza arriva fino a un certo punto (sì, purtroppo spesso gli incontri di Camila non vengono trasmessi e, come ho scritto, apprezzo quelli come te -ti leggo volentieri anch’io- che spulciano le statistiche perché senz’altro si possono trarre interessanti considerazioni).
    Sai qual è secondo me la statistica dalla quale si può capire meglio l’andamento di un match pur non avendolo visto? Il rapporto finale tra vincenti ed errori gratuiti di entrambi i giocatori ovviamente (il problema sta nel fatto che è la cosa più complicata da fare nel modo giusto da parte di coloro che compilano i tabellini perché spesso vengono segnati come errori gratuiti colpi che in realtà non lo erano dal momento che, se fossero rimasti in campo, sarebbero stati vincenti a tutti gli effetti).
    Su Giorgi concordo. Sta facendo passi da gigante e ha tutte le potenzialità, anche fisiche, per migliorare ancora molto. Ma io, del resto, l’ho sempre saputo. 😉

  124. by t.o.

    @teus Che bello sarebbe poter analizzare un match dopo averlo visto ed usare le statistiche solo come promemoria. Purtroppo questa possibilità non ci è data. Quando l’avremo la useremo…….però voglio dirti una cosa…..A volte le statistiche sono più importanti della partita vista. Mi capita spesso nella pallavolo (io ancora fatico a chiamarla volley). A volte giudico una prestazione guardando la qualità dei punti. Belle schiacciate, muri imperiosi….per poi sentire l’aiuto di campo che ti dice “……si però ha sbagliato sei ricezioni e non ha recuperato cinque palle facili”. Nella pallavolo vengono monitorati tutti i tocchi (perchè magari la schiacciata sbagliata è colpa dell’alzata non perfetta, e l’alzata non perfetta è colpa della ricezione imprecisa, che non è giustificata se il servizio o l’attacco avversario non era particolarmente impegnativo…..capisci a che livello di statistica siamo……) ogni tocco (tre per ogni azione) viene classificato con 5 livelli di qualità (errore, mediocre, medio, buono, ottimo) Ci sono dei programmi che permettono di assegnare ad ogni giocatore il suo punteggio per ogni fase di gioco (difesa e attacco). Quelli che fanno questo lavoro sono più bravi dei pianisti.
    Questo ti insegna quel gioco. ogni palla vale un punto. Bello o brutto sempre un punto vale. e come nel tennis ci sono punti che pur valendo uno valgono più degli altri. Non gioisco quando uno schiacciatore manda la palla sempre un centimetro fuori della linea. se accade sempre…un centimetro o un metro sempre punto perso è. Per questo i numeri di ieri di Camila mi fanno stare tranquillo per il futuro……sono numeri che profumano di buono……Ti leggo sempre con piacere ciao T.O.

  125. Pax by Pax

    Robson ha steso una Radwanska maior molto fallosa. Laura comunque a tratti sembrava Seles. Gran prestazione.

    Brava Sara a contenere Cirstea, anche se il risultato l’hanno deciso gli errori di Sorana oggi. Ho rivisitato il quarto di Parigi vinto contro Kerber ieri, e Sara tirava risposte vincenti, veniva avanti e stava sempre coi piedi dieci centimetri davanti alla riga di fondo. Spero ritrovi quel tennis in fretta.

  126. TEUS by TEUS

    Condivido, ne ho anche già parlato ampiamente (trattasi a mio avviso più che altro di un problema mentale e, dati i suoi mezzi fisci limitati, non si rivelerà problema da poco in futuro se non si interverrà al più presto), le analisi fatte riguardo a Errani da Pax e Morotep.
    Sto guardando il match di Robson contro Rad grande: l’inglese, nonstante ultimamente non abbia conseguito buoni risultati e stia giocando con un’avversaria alquanto sottotono, è in grado di mettere in mostra davvero un ottimo tennis caratterizzato da frequenti accelerazioni.
    Prendo spunto da quanto appena detto per fare una considerazione: a quanto pare le prestazioni di Camila sono state condizionate per cinque mesi a causa della spalla (questo è il vero motivo per cui rischia di uscire dalle top 100) ma, da quando ha potuto ricominciare a giocare al meglio, ha perso in tre set lottati contro Robson e Petrova, in due ma ben impressionando contro Serena e ha battuto Minella, Muguruza e Govortsova.
    Continuo a essere piuttosto fiducioso per il futuro…

  127. Hector by Hector

    Questo torneo e’ stato un passo avanti! Vedremo a fine anno se la sua classifica sara’ migliorata rispetto a fine 2012, e’ l’unica cartina di tornasole.

  128. by cristian

    Anche solo allenandosi con top 100 le fa bene, ho letto che oggi ha giocato con la Jovanovski, ieri con Na Li, per caso sapete se ha scambiato un po con le altre italiane ? 😛

  129. by Morotep

    Pax concordo totalmente con te per cio’ che riguarda la Errani. Anche a me oggi come con la Matthek e anche contro la Kvitova in FED, Sara e’ parsa giu’ di tono. Spesso manca di profondita’ e questo la demotiva portandola ad allontanarsi progressivamente dalla linea di fondo ed a non essere propositiva. Oggi colpiva dei dritti che sembravano delle badilate… rimbalzavano poco oltre la linea del servizio e lasciavano alla Cirtsea campo per appoggiarsi come voleva e sparare missili a destra e sinistra.
    Si e’ vista un po’ della vera Errani solo in alcuni momenti del terzo set.
    Speriamo riesca a riprendersi per Roma e soprattutto per il RG.

  130. by Morotep

    Non che sia una scusante e concordo non sia una bella cosa, purtroppo pero’ (con l’eccezione di pochissime) lo fanno pressoche’ tutte!

  131. by pangel

    La Errani a volte si dimostra antisportiva esultando agli errori della avversaria

  132. Pax by Pax

    Sara intanto purtroppo sta faticando con Cirstea. Mi sembra ancora un po’ arrugginita, e quando non e’ al meglio ci sono tipe capaci di prenderla a schiaffoni senza che lei ci possa far nulla. Che Sara sia una pallettara o una giocatrice puramente difensiva non e’ vero, ma sfortunatamente e’ quello l’istinto che prevale quando non e’ in perfetta condizione (negli scambi inizia ad allontanarsi progressivamente dalla linea di fondo fino a quando subisce il vincente). Oggi temo la partita venga decisa dai gratuiti dell’avversaria.

  133. Pax by Pax

    Mi interessa adesso vedere il saldo degli aces e le percentuali al servizio di Nadia contro Svetlana al prossimo turno. Dubito metta dentro altri 16 aces, ma se ne mette dentro solo due or tre forse vuol dire che c’e’ stato anche qualche problema di intercettazione/lettura da parte di Camila. Svetlana ha tante qualita’ ma non credo sia molto piu’ “reattiva” di Camila. Sarebbe stato proprio utile vedere il match per capire se erano aces di potenza o posizione, o se Camila era posizionata male in risposta ecc.

  134. TEUS by TEUS

    Piccola precisazione su una cosa che pare non sia molto chiara a tutti: rimane una mia opinione personale il fatto che le statistiche siano importanti fino a un certo punto (c’è chi attribuisce a esse maggior significato, chi meno), ma che tra vedere un match e interpretarlo, seppur nel miglior modo possibile, solo tramite le statistiche, ci sia una differenza sempre sostanziale, è un dato di fatto che, chi conosce in maniera non superficiale questo sport, conosce bene.

  135. Madoka by Madoka

    “Camila ha perso esclusivamente sulla prima di Nadia . Solo 11 punti su 57.”

    Grazie T.O., come sempre centri il punto. In questa sola frase si può riassumere la partita di ieri. La partita l’ha vinta la Petrova. Non l’ha persa la Giorgi.

    Non facciamoci influenzare dei precedenti di 2-0, dando per scontato che sarebbe dovuto arrivare il 3-0. Ha giocato contro la numero 11 del mondo, che ha giocato da top 10. E Camila ha fatto partita alla pari.

    Questa sconfitta vale molto più delle due vittorie precedenti contro Nadia.

    Forse l’unica cosa che si può rimproverare a Camila è il primo set, dove ha avuto quel passaggio a vuoto dove si è fatta brekkare 2 volte di fila.

    Ma in 3 set, in 2 ore e mezza di partita, ha perso il servizio 4 volte. 4 VOLTE. La petrova 3 volte ( c’è un break di differenza che ha deciso la partita.

    E’ stata come andamento un match, con i servizi quasi sempre tenuti.

    E’ evidente che il servizio di Camila sta migliorando.

    Poi per la solita questione dei doppi falli. Ne ha commessi 9. Che già così sono 3 per set ( direi una cifra accettabile, visto che solo a Gennaio in australia ne commetteva 9 a set. Ma di questi 9, ne ha commessi ben 5 nel primo set ( quello giocato peggio, con il passaggio a vuoto. 3 nel secondo e solo uno nel tiratissimo terzo set.

    Vamos Camila !!! Devi solo giocare di più, ma il futuro è tuo, ci sono progressi evidenti,

  136. biglebowski by biglebowski

    superflui ma doverosi i complimenti per le eccellenti prestazioni in questo torneo, la migliore delle quali quella in occasione della sconfitta.
    per chiarirci sulla consistenza di nadia petrova, segnalo che negli ultimi 10 anni ha raggiunto la classifica di top 20 a fine stagione ben 9 volte.
    l’anomalia erano le due vittorie dell’anno scorso, ma penso di poter dire che non siamo così lontani da quel livello.

    mi chiedevo piuttosto anche se chi ne è al corrente credo non potrà e non vorrà rispondere e quindi la pongo come domanda retorica (che i gestori abbiano potuto approfondire?) a proposito di questo ipotetico accordo tra camila e la federazione italiana tennis:

    in che cosa dovrebbe consistere un accordo tra una giocatrice professionista di 21 anni ormai finalmente autosufficiente e la federazione?

    quali possono essere gli impegni che le parti si assumono in questi casi? economici? obbligo di programmazione? di scelta dei tecnici? di sponsorizzazioni? che altro?

    per la fed cup non sarebbe sufficiente una lettera di convocazione se si ritenesse opportuna la sua presenza e l’eventuale gettone di presenza previsto immagino per tutte ed eventuali provvedimenti se rinunciasse senza un valido motivo?

    per concederle una wild card che cosa dovrebbe garantire la giocatrice?

  137. by Andrea

    Grazie Fabio

  138. by antonelo

    Vamooooooooooooooooooooooooooos Camila! Nemmeno noi siamo molto contenti per il risultato, ma lo siamo per la prestazione, senz’altro incoraggiante. Continua così!

  139. TEUS by TEUS

    Pur non avendo visto gli incontri e non avendo io la passione per le statistiche che, opinione personale, sono importanti fino a un certo punto nel tennis (ringrazio comunque tutti coloro che hanno la pazienza di leggerle dettagliatamente perché senz’altro possono portare a considerazioni molto interessanti), credo ci siano delle cose molto positive e piuttosto certe da rimarcare: la “bimba”, a testimonianza del fatto che alla fine i Giorgi non sono poi così dilettanti, sta lavorando in definitiva molto bene perché sta migliorando praticamente sotto tutti gli aspetti (non solo nella battuta) e, inoltre, si inizia a intravedere anche una certa classe (fine match con Muguruzza e fine secondo set con Petrova) e più in generale un buon temperamento.
    Personalmente sono molto più soddisfatto di questi tipi di progressi piuttosto, come ripeto spesso, degli eventuali progressi di classifica (a mio modesto avviso, senza l’infortunio, Camila sarebbe già serenamente nelle top 50) proprio perché si conferma l’impressione che ci siano ancora tanti margini (altrimenti non è possibile alzare sensibilmente il proprio livello di gioco stando, tra l’altro, fermi per così tanto tempo).
    Dispiace non abbia potuto partecipare al premier di Stoccarda perché, date le condizioni di gioco, sarebbe stato senza dubbio un altro torneo in cui si poteva fare molto bene. Ma il passato, è passato…
    Dopo Strasburgo ci sarà uno slam (con la possibilità perciò di tramutare i miglioramenti nel gioco in una migliore classifica) e credo che, se il sorteggio non sarà maligno, la Giorgi attuale possa passare tranquillamente qualche turno. Poi si tornerà finalmente (perché rimane la superficie più adatta per le sue caratteristiche naturali) sull’erba con due, credo, tornei prima della cambialona londinese. Dopo Wimbledon bisognerà tirare le somme anche per quel che concerne la classifica.
    E’ stato perso tanto tempo per colpa della spalla ma ci sono ancora buone probabilità di affrontare la stagione estiva sul cemento americano senza uscire dalle top 100 e chiudere l’anno con un ranking milgiore rispetto a quello di fine 2012.
    Ora mi auguro di vederla giocare al più presto per proporre anche considerazioni molto più specifiche.

  140. Lino by Lino

    io son contento del match di Càmila e del suo torneo!! Ha perso dalla n. 11 del mondo con onore!! e questa Petrova vale almeno il n. 5 o 6 del mondo!! Mè qualcuno deve criticare Camila perchè non ha battuto una corazzata del genere che ti piazza aces a tutto spiano?? Anche a Charleston, ricordo che in un paio di occasioni si è trovato in vantaggio 0-40 con la Williams ma quella si è messa a tirargli dei missili al servizio e ad annullargli le palle breack, anche ieri la Petrova si è tolta a volte dagli impicci con degli aces, a me proprio da fastidio sentire a volte: “eh, ma doveva far sue le palle breack che ha avuto..”, guardate che c’è anche l’avversaria in campo!!
    Poi io preferisco una sconfitta onorevole e di valore come questa che una vittoria per ritiro dell’avversaria o perchè l’avversaria commette un sacco di errori e con un servizio pessimo..
    Ieri la Petrova avrebbe battuto facilmente sia la Vinci che la Errani, la nostra bimba ha perso 6-4 al terzo!
    BRAVA CAMILA!!!

  141. by t.o.

    @pignolo Grazie per il sostegno. Ma quello che sfugge a chi fa ironia (un’altro che non sa leggere?) è che io non ho detto che col 55% al servizio si vince sempre. Ho detto che “ricercare nel servizio la causa della sconfitta è andare per “sensazioni” (o essere prevenuto) . Non posso accusare un colpo di essere la causa della sconfitta quando quel colpo mi ha portato a casa il 55% dei punti. Con cui spesso si vince. Qui non ha perso Camila. Ha vinto Nadia (ed essendo una top ci può stare) Le sono entrate prime palle “come mai nella vita”. Segno di grande forma e di grandissima concentrazione. Solo il 10% di prime in meno (e di conseguenti ace) è Camila avrebbe chiuso quel break che le è mancato. Ma per fortuna si gioca in due. A volte l’altro fa una gran partita.
    Bravissima Camila. Tutti quelli che dicono che Camila è un Bluff sono quelli che la vorrebbero veder vincere da domani contro le top ten. Datele un po di tempo (due o tre mesi mica di più).

  142. by effeemme

    quanto a me, essere per il libero pensiero, non significa ignorare le provocazioni di un troll!!!

  143. by effeemme

    zerostress dice:
    “quindi adesso fare il 55% dei punti sul servizio … è buona cosa ? siamo a posto allora
    … chiamatemi , quando vincerà una partita con il 55% dei punti sul servizio”…

    sei proprio in malafede e non sei neanche informato:
    Camila ha battuto Muguruza, senza andare a scomodarmi per guardare altri match, con percentuale al servizio pari al 56%…
    vuoi che non possa farlo anche con percentuale pari a 54-55% o meno?
    basta un incontro in cui brekka spesso l’ avversaria.
    ma tu ormai sei prevenuto.
    vai pure a fare il cagnolino leccaculo altrove, che ti riesce meglio….

  144. Pax by Pax

    Dal 13 Camila sara’ almeno #86 (c’e’ la possibilita’ che sia anche #85). Se gioca bene a Strasburgo, puo’ arrivare a Parigi tra le prime 80, e li gia’ passando un turno si incamerano un sacco di punti (o quanto meno, una quantita’ di punti che nelle zone basse di classifica fanno differenza).

    Il 78% di seconde messe in campo per me NON e’ un buona statistica, ne’ la si puo’ rigirare per leggerla come tale. Chiaramente l’obiettivo sarebbe il 100%, ma meno del 90% diventa problematico contro tipe che invece tirano giu’ comodini con la prima e/o la seconda la servono una volta a game. C’e’ anche poi il fatto che Camila i doppi falli (oggi come pure in passato) li fa in momenti delicati (un doppio fallo sul 40/0 ci puo’ stare, uno sul 40 pari o sul vantaggio esterno no) che inevitabilmente finiscono per danneggiarla. 15 palle break sono troppe (a riprova che i turni di servizio Camila ancora se li suda troppo), e per me non c’e’ modo di rigirare in numeri per dire che il servizio le funzioni. Il servizio in pratica le ha perso questa partita, perche’ pure con i 16 aces e le percentuali di Petrova, alla fine la differenza l’hanno fatta i due breaks in piu’ subiti da Camila (non e’ finita 6/1, 6/1 per intenderci).

  145. by il_pignolo

    @zerostress:
    la tua mi pare solo una considerazione inutilmente provocatoria, anche perché dimostri di non conoscere il tennis femminile: qui, a differenza che nel maschile, è PIENO di match vinti con un 55% di punti fatti al servizio (o giù di lì). talvolta si vince anche con percentuali peggiori al servizio… anche perché esistono match in cui sono più i break che i servizi tenuti. la kvitova (una top 10, eh… non una del circolo sotto casa) oggi ha vinto con il 57, così come la Scheepers. la stessa Radwanska al 60% dei punti vinti al servizio non ci è arrivata nonostante abbia vinto 62 64. la Kerber ha vinto addirittura con un 56%. se vuoi continuo pure… ieri la dominguez lino ha passato il turno con il 52% in un match in cui ci sono stati ben 14 break!!
    Capisco che c’è anche a chi non va di festeggiare per il match di oggi (giustamente è una sconfitta…), però essere polemici e provocatori a oltranza anche quando non ce n’è motivo (oggi pare più che abbia perso per meriti dell’avversaria, che per demeriti suoi) la trovo una stucchevole sciocchezza (sono garbato!).

  146. by fabio

    @ andrea

    con +30 punti andrebbe in posizione 86, ma bisogna vedere che fanno le altre.

    Comunque, vedendo la foto sembra una battaglia tra davide e golia…

  147. by Andrea

    Quanti posti in classifica guadagna?

  148. by zerostress

    quindi adesso fare il 55% dei punti sul servizio ( cioè quasi vincere un punto si ed un punto no) è buona cosa ? siamo a posto allora
    infatti ha trovato petrova con il 62& ed ha perso
    chiamatemi , quando vincerà una partita con il 55% dei punti sul servizio

  149. by Andrea

    Cami andra’ meglio a strasburgo. Continua cosixx

  150. by cristian

    Dimenticavo di ringraziare Alberto e Matteo! Grazie ragazzi, ottimo lavoro! Ora vi aspetta Strasburgo! (scherzo! ) 😀

  151. by tommaso

    Ciao a tutti, torno a scrivere ora perche’ e’ facile farlo quando si vince, piu’ difficile quando si perde. Io sono molto contento del torneo di Cami: punti conquistati, avversarie sopra di lei in classifica battute (cosi’ qualcuno potra’ aggiornare i suoi inutili e parziali dati sulle over 93 battute o le under chissacosa…) E una partita quasi alla pari con la Petrova. Se l’avversaria fa 16 ace e’ un merito suo, non un demerito tuo, Cami leggo che ha vinto un sacco di punti in risposta, specie sulla seconda – quindi piu’ giocabile- e ha pochi df (9 in tre set, avercene! Conoscendola!!). Bene cosi’ dunque, peccato perche’ per pochi scambi persi non portiamo a casa parecchi altri punti, ma se la bimba dice che sta bene io sono fiducioso per i prossimi tornei. Alberto, Matteo, un commento vostro sulla partita, al di la’ del post “istituzionale”? Grazie per il lavoro e la passione, a spese vostre deduco non essendoci banner o sponsor per camila e il sito. Qualcuno dice che siete incompetenti per questo…

  152. by t.o.

    Mi reputo una persona che cerca di ragionare sui dati che ha. Questi ragionamenti li chiamo Analisi. Sui dati che non ho li chiamo in vari altri modi: sensazioni, illazioni, percezioni ecc.
    Non contesto le analisi con le sensazioni. e non contesto le sensazioni. Quelle sono personali, non hanno bisogno di verifica, non sono confutabili. A qualcuno piace la nutella a qualcuno no. Nessuno ha ragione nessuno ha torto. E la nutella rimane la Nutella.
    Dato che so che qualcuno ama leggere le mie analisi (me lo hanno più volte esplicitamente scritto come sapete) ma so anche che qualcuno detesta il mio modo di scrivere (anche questo è stato scritto più volte come sapete) scrivo solo per i primi. I secondi possono anche essere in disaccordo e scriverlo (ci mancherebbe altro) ma li prego di confutare le analisi con altre analisi. E possibilmente con analisi ugualmente documentate e motivate. Mi sembra, mi pare, mi piace, per quanto legittimo e sicuramente adatto allo spirito del sito non sono Analisi.

    Petrova: E’ la peggiore che poteva capitare. Aveva già giocato con Camila due volte e ci aveva perso. Nessuna top ten entra in un primo turno così concentrata contro una qualificata.
    Psicologicamente la partita di oggi valeva per Nadia una finale di un torneo.
    Complimenti a lei che ha saputo tenere così a lungo la concentrazione. 16 ace contro una risponditrice come Camila penso siano il suo record.

    Camila: Brava. Ha dimostrato che è già al livello delle prime 32° . Perdere con Nadia ci stà. perderci così è un’onore. Significa che Camila è pronta per il gran salto. Questo è quello che mi interessava.
    Attendo il commento analitico di Matteo e alberto, e possibilmente un video, ma i numeri dicono che: La seconda palla è finalmente a posto. Rende più della prima.
    67 prime palle entrate hanno prodotto 39 punti. il 58%
    33 seconde palle entrate hanno prodotto 21 punti il 65%
    Le prime palle entrate sono state il 61% (67 su 109)
    Le seconde palle entrate sono state il 78% (33 su 42)
    Se avesse tirato tutti i servizi come “seconde” (mantenendo le percentuali della seconda) avrebbe avuto 85 prime in campo su cui avrebbe fatto 55 punti. 24 seconde di cui 19 in campo (solo 5 DF) in cui avrebbe fatto 12 punti.
    55+12= 67 su 109 oggi ha avuto 39+21= 60 su 109
    Ci stiamo avvicinando a quello che è il gioco moderno per giocatrici d’attacco: Un servizio quasi uguale tra la prima e la seconda. Azarenka fa già così.

    Guardate Nadia,che ha uno dei più efficienti servizi del circuito. Fa l’80% dei punti sulla prima e il 20% sulla seconda. Provate a calcolare se avesse tirato le seconde come la prima. Avrebbe fatto 8 Df invece di 3. (il 31% di 25) ma sulle 17 palle in campo avrebbe fatto l’80% . 13 punti invece di 5.
    Certo, se qualcuno potesse dire a Camila prima di tirare la seconda “Questa fa DF e questa no” allora sarebbe più facile. Ma visto che per fare pochi DF bisogna tirarle più piano tutte il rischio è che tanti puristi “dell’onta del DF” saranno felici, ma i punti vinti sarebbero di meno.
    A questo livello se servi piano (e non ti chiami Sara) non farai DF ma ti sbattono l’80% di vincenti in risposta sulla seconda sui denti.
    Camila/Nadia di oggi ne è la prova lampante.
    Provate a vedere nello score dei set quale è il set che ha il peggior differenziale tra Ace e DF.
    Scoprirete anche stavolta che il peggiore (-3) è proprio il set che Camila ha vinto.

    Comunque ognuno la pensi come vuole…….i numeri sono questi.

    Per il resto. Che Camila abbia perso per il servizio è un’altra “sensazione” I numeri dicono che sul suo servizio ha fatto il 55% dei punti. 60W 49L
    Camila ha perso esclusivamente sulla prima di Nadia . Solo 11 punti su 57.
    Ma di giocatrici che mettono il 70% di prime in campo sopra le 110mph grazie a dio ce ne sono poche. E anche a quelle poche gli riesce raramente.
    Oggi è successo a Nadia. Ma anche con lei siamo ancora 2 a 1 e il tempo è dalla parte di Camila.

  153. doherty by doherty

    deve aver pazienza e capire quando è il momento per tirare i suoi winner…se riuscira’ a farlo entrera’ solo con questo nelle prime 30…d’altronde se nemmeno federer cerca il punto ad ogni colpo un motivo ci sara’…
    forza Camila !
    buona notte a tutti…

  154. Pax by Pax

    Esatto, ed era quello che era successo l’estate scorsa. Dal ritorno post-infortunio l’ho vista giocare solo contro Serena, e in quella partita mi e’ sembrato di rilevare un po’ piu’ di raziocinio tennistico (o almeno qulache scelta tattica migliore/coerente). Sicuramente una crescita dagli US Open dell’anno scorso…dove dopo la partita con Pironkova, a Scanagatta che le chiedeva una spiegazione per tutti i gratuiti/doppi falli, Camila aveva letteralmente risposto con una catena di “Non lo so.” Di sicuro mi sembra piu’ matura e centrata.

  155. doherty by doherty

    credo che la tenuta mentale in campo non sempre solidissima dipenda anche dal fatto che camila deve maturare tatticamente…ha tutte la qualita’ teciniche per poterlo fare e sicuramente ci stara’ lavorando.credo che
    se giochi in un solo modo, nel momento in cui vai in difficolta’ e non hai un piano b e’ facile perdere la testa

  156. doherty by doherty

    per problemi psicologici non intendevo solo la tenuta mentale in partita ma sopratutto mi riferivo ai problemi famigliari che ha avuto ..spero non ce ne siano altri in questo periodo

  157. doherty by doherty

    non so cosa ne pensiate voi ma secondo me nelle statistiche di qualsiasi partita manca un dato fondamentale:
    quanti sono i games in cui sono state concesse le palle break.

    in altre parole se ne concedo al mio avversario 10 in teoria posso averlo fatto in 10 games ( 1 per gioco) o addirittura in un game solo (10 in una volta)….non è mica la stessa cosa …nel secondo caso comunque al massimo avro’ subito un break ..nel primo magari 10….

  158. Pax by Pax

    Dal punto di vista psicologico (la tenuta di testa), da Charleston ad oggi, mi sembra ci siano stati miglioramenti specialmente se penso a molte delle partite perse dopo Wimbledon l’anno scorso, con improvvise e tragiche emorragie nel punteggio/rendimento che Camila sembrava incapace di contenere mentalmente (ricordo in particolare un match-incubo contro Sloane Stephens). Adesso invece lotta e riesce a stare in partita e gestire i momenti piu’ delicati (per la maggior parte).

  159. doherty by doherty

    come sappiamo i se non contano niente pero’…spero che abbia la possibilita’ in questo periodo di lavorare sui punti deboli e non abbia problemi fisici o psicologici

  160. doherty by doherty

    sono d’accordo…diciamo che per giocarsi alla pari i due set che ha perso avrebbe dovuto gestire meglio i suoi turni di servizio…
    se poi oltre a questo petrova avesse servito meno bene avrebbe vinto la partita…
    non mi sento di criticarla perchè non credo possa essere al massimo della forma

  161. by Morotep

    Sono sempre stato moderatamente critico nei confronti di Camila nell’ultimo anno… purtroppo non ho potuto vedere il match ma la sensazione e’ stata quella di una buona solidita’, un visibile miglioramento del servizio e una buona attitudine. Quindi, alla cieca, questa volta dico BRAVA CAMILA. Cosi’ com’e’ stata brava nei turni di qualificazione. Poi sarebbe da capire quanto un miglioramento sostanziale del servizio (meno doppi falli qualche ace e una miglior seconda palla) abbiano influito sulla prestazione globale.
    Speriamo di poterla veder giocare presto.

  162. Pax by Pax

    @doherty: Sono d’accordo sull’interpretazione dei numeri, e va anche considerato il fatto che la maggior parte delle palle break sono arrivate nella prima meta’ del match, e che alcune Camila le ha concesse e/o perse con i soliti doppi falli. Insomma, escluso il servizio (che comunque ho l’impressione abbia tenuto LEGGERMENTE meglio in questo torneo, anche se va assolutamente migliorato) secondo me Camila vale una delle prime 40/50 attualmente. Nadia ha fatto robe straordinarie con la prima oggi, tanto in percentuale che rendimento, ma credo che Camila avrebbe forse potuto vincere comunque se avesse iniziato la partita meno fallosa al servizio. Perso il primo, le cose si sono troppo complicate.

  163. by zerostress

    doherty, sono pienamente d’accordo, infatti in un mio post precedente ho detto le stesse cose, cioè ha perso non per come ha servito la petrova, ma per come non ha gestito bene i suoi turni di servizio….ma stai attento che queste cose non si possono dire

  164. by zerostress

    teus, sono più che tranquillo, sono senza alcun tipo di stress, sono quasi zero stress

  165. doherty by doherty

    premettendo che un match lo si puo’ analizzare correttamente solo guardandolo mi sembra che i numeri che veramente contino siano:
    69% di prime petrova ( è molto alta per una che cerca l’ace…è paragonabile alla percentuale che puo’ avere una giocatrice che serve solo per iniziare lo scambio senza rischiare,tipo errani…vuol dire che ha servito benissimo ..ed ha fatto pure 16 aces)
    15 palle break concesse da camila (troppe …in media una a turno di servizio…prima o poi lo perdi )

    .comunque credo abbia giocato al massimo delle sue attuali possibilita’ contro petrova in gran giornata che ha sicuramente meritato

  166. by zerostress

    E dite alla Petrova e a Camila che quella stretta di mano ,tipo “guerra fredda” non si usa più dal 1989

  167. TEUS by TEUS

    Lo abbiamo capito, zerostress. Non c’è bisogno di rimarcarlo, tranquillo.

  168. doherty by doherty

    premettendo che un match lo si puo’ analizzare correttamente solo guardandolo mi sembra che i numeri che veramente contino siano:
    69% di prime petrova ( è molto alta per una che cerca l’ace…è paragonabile alla percentuale che puo’ avere una giocatrice che serve solo per iniziare lo scambio senza rischiare,tipo errani…vuol dire che ha servito benissimo ..ed ha fatto pure 16 aces)
    15 palle break concesse da camila (troppe …in media una a turno di servizio…prima o poi lo perdi )

    insomma se al posto di 69 ci fosse 60 e al posto di 15 ci fosse 10 probabilmente avrebbe vinto camila..comunque credo abbia giocato al massimo delle sue attuali possibilita’ contro petrova in gran giornata che ha sicuramente meritato

  169. by effeemme

    “io però,mi rendo anche conto di spararle….”
    PATETICO!!!

  170. by effeemme

    si zero.
    ero finto e ho chiesto scusa a tutti.
    a 17 anni si puo’ sbagliare e chiedere scusa?
    a 30,40 o 50 o quanti ne hai, si puo’ perdonare?
    io scrivo col cuore e se c’ è motivo di criticare Camila, lo faccio… tranquillo.
    ma oggi a mio avviso, criticare o prendere per il culo come fai tu, è davvero esagerato.

  171. by zerostress

    Vedi teus, io però,mi rendo anche conto di spararle….

  172. by zerostress

    Pax, non è naturalmente una regola, ma se vai a guardare quasi tutti glu ultimi incontri di Camila troverai questo differenziale, che quasi sempre equivale ai doppi falli

  173. TEUS by TEUS

    Tornando al tennis: quando si dice la perdente fortunata… Keys, sconfitta al turno decisivo delle quali e ripescata a causa del forfait di Paszek, si trova a giocare con il fantasma di Li e accede agevolmente al secondo turno.

  174. TEUS by TEUS

    Son contento per te se ti diverti, per tua stessa ammissione, a sparare cazzate, zerostress. Buon proseguimento allora.

  175. by zerostress

    ci mancava ancora che fosse morto per finta, allora saresti stato da manicomio
    infatti ho scritto “deceduto” e non “deceduto per finta”
    L’unica persona “finta” eri tu

  176. Pax by Pax

    Interessante (rivelatorio?) che nelle ultime due sconfitte (Serena e Nadia) subite da Camila, il differenziale dei punti vinti si azzeri (o quasi) se si sottrae il numero di doppi falli fatti da Camila.

  177. by effeemme

    zero:
    che ti possa fregare o meno, mio padre è morto davvero e questo tuo rimarcarci sopra, ti avvalora notevolmente.
    io al posto tuo mi vergognerei un po, anche perchè se ho fatto una cazzata, ho chiesto scusa a tutti.
    a 17 anni, tu non ne hai mai fatte?
    penoso!!

  178. by zerostress

    Teus se volessi essere preso sul serio , pensi che perderei tempo a stare qua a sparare cazzate con voi? quando voglio parlare di argomenti seri, vado altrove
    Ma qua c’è sempre da divertirsi

  179. TEUS by TEUS

    zerostress, per quanto mi riguarda puoi esporre tutti i pareri discordanti che vuoi ma, se vieni qui a contestare il commento di gente (mi riferisco ai gestori ovviamente) che ha visto il match (a bordo campo tra l’altro) facendo riferimento esclusivamente sulle statistiche, non pretendere di essere preso sul serio almeno.

    Saluti

  180. by zerostress

    senti effeemme, sei per il libero pensiero, però dici alle persone che non la pensano come te, che non va bene, non ti accorgi nemmeno che la descrizione fatta precedentemente era solo per prenderti in giro, io la partita l’ ho seguita come te, anzi meglio, perche non ho la mente offuscata dal fanatismo viscerale per Camila che ti induce a distorgere la realtà. Ma sei giovane capirai, non cercare di dare lezioni alle persone, tu , che mi sembra, fossi quello che volevi fare credere di essere un altro, deceduto, per giunta

  181. by cristian

    Mamma mia zerostress, che stress.

    Perdere al terzo con la 11 al mondo, dopo aver battuto due top 100 nelle quali, da sfavorita, al rientro da uno stop, da come dicono i Giorgi, c’era fino a pochi giorni fa, ancora dolore alla spalla, insomma, dobbiamo criticarla anche per questo ?
    Comunque ottimo che giochi anche Strasburgo prima del RG, anche se avrei preferito che ne giocasse un altro di torneo….

  182. TEUS by TEUS

    Sempre facendo affidamento solo su un livescore mi sento di dire che ci sono stati due fatti molto incoraggianti e che mi fanno quindi ben sperare per l’immediato futuro: la reazione da giocatrice con la G sul 3-4 e 0-40 nel secondo set e la tenuta (di servizi) fino al 4-5 (pare proprio che Petrova oggi fosse spesso ingiocabile alla battuta) nel terzo.
    La “bimba”, se non avrà altri guai fisici, già quest’anno potrà conseguire buoni risultati e a Madrid lo ha ampiamente dimostrato.
    E ora dovremo attendere Strasburgo per rivederla in campo. Grazie ancora a quei geni della federazione italiana.

  183. Pax by Pax

    Io credo che le statistiche per una volta diano uno specchio cristallino del match. Troppi doppi falli da parte di Camila nella prima meta’ dell’incontro, che hanno permesso a Nadia di allontanarsi nel punteggio (e probabilmente prendere fiducia), ed in generale una giornata straordinaria di Nadia alla prima di servizio (ha messo dentro il 70% di prime, che lei serve tranquillamente tra 110 e 120 mph), facendo 16 aces e l’80% di punti. Dei 25 punti giocati sulla seconda di Nadia, Camila ne ha vinti 20. Insomma, non parliamo di meccanica quantistica. Nadia e’ rimasta in partita grazie al rendimento della sua battuta, e onestamente…quando servi cosi’ bene, meriti di vincere. Non so neanche come Camila sia riuscita a tirarsi fuori dal quel buco (3/4, 0/40) nel secondo…e vinto il secondo e avanti 15/40 nel primo game del terzo, devo dire che mi ero prefigurato il crollo psicologico di Nadia (che invece ha continuato a servire come una menade invasata). Resta solo (per me) un po’ di rimpianto perche’ Camila questa partita l’avrebbe potuta far sua se avesse giocato un primo set piu’ solido e meno falloso.

  184. by effeemme

    senti zero:
    io sono per il libero pensiero.
    ma se scrivi in modo parziale, permetti che possa dirti che sbagli?
    il match va valutato in un ottica globale.
    io come tanti altri, ci siamo attaccati allo score per oltre due ore, senza neanche andare a pisciare…
    te arrivi fresco fresco ora e le spari a modo tuo…
    che vuoi che ti dica???
    sono contento per la rettifica non fatta col cuore, ma pur sempre fatta.
    va bene cosi’….

  185. by zerostress

    scusatemi , mi ero dimenticato che qua non si possono avere opinioni discordanti, ma ora sono ravveduto, non accadrà più

  186. by zerostress

    Camila ha giocato una bellissima partita, lottando punto su punto fino all’ultimo, non calcolate la basse percentuali alla risposta, sono solo fuorvianti; buona prova anche al servizio, con sensibili miglioramenti nelle percentuali dei doppi falli, eccezionale la tenuta atletica per aver giocato 9 set in tre giorni, se ne va al primo turno, ma abbandona un ottimo torneo….adesso sei contento? vedi ..ci vuole poco per accontentarti

  187. by effeemme

    giudtissimo Gros.
    oggi davvero a Camila non si puo’ rimproverare nulla.
    con una Petrova al servizio come poche volte le è capitato, forse ci avrebbe perso anche una fab four…
    ma come al solito c’è sempre qualcuno che deve dare qualche nota stonata,
    andandosi ad attaccare solo a parte dei numeri che piu’ fa comodo per criticare….

  188. by gros

    In un match con la tua avversaria che fa 16 ace e al servizio ha concesso poco, e per di più quando arrivi a palla break ti fa solo ace è veramente difficile vincere. Soprattutto in un match femminile, quindi credo che non si possa recriminare a Camila granché e anzi dirle brava ed essersela andata a giocare fino all’ultimo game contro la n.11

  189. by effeemme

    zerostress:
    certo.
    tutto è opinabile.
    ma a questo punto mi viene da chiedermi che partita hai seguito,
    visto che di te non vi è traccia nel durante partita, nei commenti di questo blog.
    non è che valuti in modo troppo superficiale i numeri finali?
    non mi sorprenderebbe.
    è un po’ comodo fare valutazioni negative, prendendo come riferimento solo la parte dei numeri che piu’ ti fa comodo….

  190. by zerostress

    100-91=9

  191. by zerostress

    e malgrado queste percentuali bassissime in risposta, malgrado la giornata “eccezionale” della Petrova al servizio – bisognerebbe andare a spulciare le statistiche, ma 15 ace sulla terra rossa..forse neanche Serenona- dicevo malgrado ciò, la partita non e stata persa per quello, ma a causa dei propri turni di servizio in generale ( quindi non necessariamente solo per i doppi falli, anche se guarda caso il differenziale totale dei punti 100 a 101= 9, come i doppi falli)

  192. by zerostress

    a questo mondo tutto è opinabile, ma se 11 punti su 57 sulla prima ed un totale di 31 su 82 (37%), sono “una buona prova in risposta”..mi arrendo

Leave a Reply