Camila a Cincinnati 2012

Niente da fare per Camila, subito eliminata al primo turno del torneo di Miami, Premier Mandatory da 5.185.625 dollari di montepremi. Entrata nel tabellone principale per un soffio, Camila è infatti stata sconfitta per 6-2 4-6 6-3 da Laura Robson, numero 43 della classifica WTA. La diciannovenne inglese, già giovanissima vincitrice cinque anni fa di Wimbledon juniores, ha come miglior risultato il 4° turno agli Us Open dello scorso anno, e un bronzo olimpico nel doppio misto. Mancina, ha nel servizio e nella risposta di dritto le sue armi vincenti, e nel 2013 ha raggiunto il terzo turno agli Australian Open (eliminando Petra Kvitova), perdendo però al primo match in tutti i successivi tornei.
Nel primo set, Camila non ha mai tenuto il servizio, riuscendo due volte a brekkare l’avversaria ma non essendo mai a essere incisiva con la battuta. Nel secondo, il servizio inizia a ingranare, mentre quello della Robson è altalenante (brekkata in un game con 3 doppi falli, tiene poi il gioco successivo con due ace). A metà del set, sotto 2-3, Camila realizza dieci punti consecutivi, per poi tenere il servizio decisivo (con il primo ace) e arrivare alla terza partita. Qui la britannica vola sul 2-0, ma in una serie di game molto lottati, Camila torna in pari sul 3-3 e ha la palla break per il vantaggio. Perde però il servizio e nel lunghissimo game decisivo non sfrutta quattro palle break e annulla quattro match point, ma non il decisivo.
Il prossimo torneo di Camila sarà di nuovo negli Stati Uniti, a Charleston, dove dal 1° aprile sarà nel tabellone principale del torneo Premier da 795.000 dollari di montepremi, che vedrà prime teste di serie Serena Williams e Sara Errani, e dove l’anno scorso superò le qualificazioni perdendo al primo turno.

camila_robson

__________

Camila will play against Laura Robson in the first match of Miami Premier Mandatory. Robson, won against Petra Kvitova in the last Australian Open, but after that match she lost all the matches until now. The match will be played on wednesday.

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • Wta Linz, forfait di Camila
    Wta Linz, forfait di Camila
  • Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
    Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
  • Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
    Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
  • Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova
    Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova

806 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by Stefano

    t.o., su una cosa non sono d’accordo: “E’ forse più vero di me che lo ho creato. Perchè t.o. è libero. ed è libero proprio perchè tu non sai chi io sia. Tu puoi controbattere le mie tesi. E se hai più argomenti vinci. Perchè anche Stefano è libero. Non sarebbe così se discutessimo al bar.”
    Si vince o si perde soltanto quando si gioca o si combatte contro, in una discussione, quasi mai chi ha torto ammette la sconfitta, e per il 95% delle volte anche chi sta palesemente sbagliando continua imperterrito a replicare senza neppure dimostrare un briciolo di umiltà, cosa che invece “al bar” succede più spesso (non molto più spesso, ma comunque più spesso).
    Il web non ha soltanto risvolti positivi: incattivisce pure, irrigidisce su posizioni che “dal vivo” potrebbero essere facilmente cambiate da un intervento all’altro.
    Pure la comunicazione via scrittura ha dei limiti: chi è in grado di cogliere una frase provocatoria ai limiti dell’umorismo da una frase detta con severità e cattiveria?
    Per esperienza credo che, almeno all’inizio, giusto il 10% sa riconoscere le due cose al volo (anche se nel mio caso forse la percentuale sarebbe ancora più bassa dal vivo, dato che spesso mi diverto a prendere per … i miei interlocutori con espressioni che vanno nell’esatto opposto di quello che voglio dire veramente … spesso riesco a prendere in giro persino amici e parenti che mi conoscono da una vita!).

    Certo però che tu e Mario/Luca scrivete proprio in maniera quasi identica … forse c’è soltanto una cosa che vi differenzia …

  2. by fabio

    alberto aggiorniamo aggiorniamo
    so più cose su camila da tutte le altre parte che qui
    aggiorniamoooooooooooooooooooooooo

  3. by t.o.

    @Teus Se perde da Minella la “Uccido”…..E questo solo perchè non mi voglio perdere il match con serena. Ho scritto tempo fa che Camila non sarebbe stata “asfaltata”. Poi ho dovuto scrivere decine di post per definire il termine asfaltata. Diciamo perciò, utilizzando l’unico dato che il tennis ci da come “normale” per definire il Gap tra un’atleta e l’altra, che Camila/Serena si concluderà con 24 punti di differenziale. Sarò soddisfatto se questi 24 punti arrivassero dopo 120/140 punti giocati. Tanto per capirci Serena/Maria ha 15 diff. su 159 pt. Sara/Maria ha 6 D su 206 P. Serena/Rad 22D su 96P. perchè uso questo metro. Perchè contro serena non spero che Camila metta dentro molte sequenze, mi contento anche che faccia anche solo qualche punto da n°1 . Dovrà giocare talmente sopra le righe (in tutti i sensi) che non le si può certo chiedere la continuità anche per un solo gioco.
    Per capirci anche un 6-0 6-0 con quei numeri al punteggio mi lascerebbero soddisfatto (significherebbe andare ai vantaggi in ogni gioco). Sono i numeri tipici di un 6-3 6-3 o 6-2 6-4 molto combattuto.

    @stefano L’unica cosa che posso dirti è che puoi togliere quel Quasi prima del 100%.
    Ma vorrei dirti di più. Prima cosa ti ringrazio degli apprezzamenti. Anche se per interposta persona.
    Qui per fortuna abbiamo un “catalizzatore” che è Camila e che è il tennis. Se trattassimo questioni più personali il rischio di Transfert sarebbe sicuramente in agguato. A noi ci salva la Dura Realtà dei tornei, delle sconfitte delle vittorie delle classifiche e dei live score.
    Ma su una cosa vorrei approfondire un pensiero. Noi siamo veri. t.o. è vero. E’ forse più vero di me che lo ho creato. Perchè t.o. è libero. ed è libero proprio perchè tu non sai chi io sia. Tu puoi controbattere le mie tesi. E se hai più argomenti vinci. Perchè anche Stefano è libero. Non sarebbe così se discutessimo al bar. Li avrebbe peso l’età, la condizione sociale, la storia personale ecc. Io qui non parlo da dietro una cattedra. Ne da un banco di scuola. Ne dal pulpito di una chiesa. Ne difeso da una toga o da una divisa. Decido io di essere professore o studente, predicatore o giudice o finanziere. Ma questo ruolo non lo posso difendere con lo scranno o con le mostrine. lo devo certificare con gli argomenti. E chiunque è libero di farmi una pernacchia o un applauso. Prima ho citato 1 nessuno 100.000 e scrivere che citavo Pirandello è stata una assoluta ridondanza. Ma quando ho scritto “noi siamo ombre” ho deciso di non citare l’autore. Noi siamo ombre ha un valore universale. Ma io pensavo a Shakespeare. Sogno di una notte di mezza estate. Monologo finale di Puck ( http://dubloggers.blogspot.it/2008/09/monologo-finale.html )
    In quello che forse è il più straordinario testo teatrale di tutti i tempi. Uno spettacolo in cui ogni personaggio è ciò che è e ciò che vorrebbe essere. E nel ruolo di ciò che vorrebbe essere è più “vero” e “migliore”
    Perciò non cercare chi c’è di vero dietro i nostri “alias”. Ama o disprezza chi diciamo di essere. Perchè per qualcuno di noi è la cosa più vera che ha. ciao t.o. (capisci ora perchè ho detto che potrei anche essere una donna. le ombre, come gli angeli, non hanno sesso)

  4. by Stefano

    Adesso tornano tante cose …

  5. by fabio

    si…

  6. by cristian

    si vabbè finiamola con questa storia però, hai fatto una mezza figuraccia, purtroppo senza volerlo ti sei fatto sgamare, tutte le litigate su livetennis le ho avute con te, con nessun altro, e non scrivevi sempre civilmente come fai da un po di tempo a questa parte, però eri sempre te, è inutile inventarsi ora che alcuni commenti su quel sito li aveva scritti qualcun altro , io non ci credo assolutamente.
    Diciamo che dopo averti attirato diverse antipatie per come ti ponevi, hai deciso di “cambiare”, hai fatto bene , però è inutile spalleggiarsi da soli con doppi nickname , neanche avessimo 11 anni..

  7. Madoka by Madoka

    Ancora una volta ottimo sorteggio, difficile chiedere di meglio in un premier, ma p ora di iniziare a vincere : una sconfitta aprirebbe dei seri interrogativi sul valore reale della bimba.

  8. by fabio

    dietro ogni uomo, si puo’ celare un bugiardo.
    dietro ogni uomo ci sara’ sempre un comune mortale.

    mi spiace rovinare la festa a qualcuno, ma sento il dovere di dare a Teus un ‘indizio agghiacciante:

    14 giugno 2012, ore 18,40 e ore 22,15
    http://www.livetennis.it/post/111310/wta-shertogenbosch-eastbourne-la-situazione-aggiornata-quattro-azzurre-in-olanda/

    chi mi conosce abbastanza, sa che non ho mai scritto quelle frasi, perchè quella persona ERA un’ altra persona…

    non so se tornero’ un giorno a scrivere su questo blog.
    di sicuro vi leggero’ spesso.
    Fabio…

  9. TEUS by TEUS

    So bene, Stefano, che sono persone esattamente come noi. Spesso hanno solo in più un particolare talento che ha permesso loro di diventare famose, appunto.

    Il problema di molti è che, dopo Wimbledon, si aspettavano da Camila tutto e subito. Io ho la pretesa di dire che non sono uno di questi e non ho certo intenzione di diventarlo ora.
    Sapete bene tutti come la penso. Quindi mi limiterò come al solito a un semplice: vamoooss Camilaaa!

  10. by Stefano

    Teus, vuoi sapere la cosa buffa?
    Anche lì c’era il personaggio famoso (tra l’altro è anche una delle pochissime donne dello show business italiano ad essere REALMENTE intelligente e spiritosa, oltre che molto molto bella, ovviamente), ma dopo un po’, non solo lei era diventata esattamente come una di noi, ma addirittura (quasi verso la fine) non si notava più la sua assenza, perchè la cosa si era evoluta, e molti di noi avevano scoperto che erano molto più interessanti le nostre storie di vita reale (o virtuale), che non continuare a conversare con lei.
    Alla fine, le persone famose sono soltanto famose e basta, perchè a differenza di noi fanno un mestiere che le porta a godere di una certa visibilità, ma non sono né più “speciali” di noi, né intelligenti, capaci o carismatiche … sono solo più visibili.
    E questo devo dire che è venuto fuori in quei due-tre anni.

    Riguardo a Camila …
    per me già Mandy è un ostacolo duro per la nostra (detto così fa un po’ ridere … ma rimaniamo con i piedi per terra, altrimenti se la bimba ci tira un altro brutto scherzo sai che batosta che ci becchiamo … roba che si incavola pure il Tafanus!!!).

  11. by Morotep

    Boh, io seguo le discussioni di questo sito da tanto tempo ma in maniera sporadica… tantissimi argomenti e scambi li ho letteralmente saltati pertanto non avevo avuto modo di accorgermi di tutto questo (oppure sono un po’ boccalone, cosa ti devo dire?! :D).
    Sta di fatto che per me e’ talmente grottesca questa cosa che mi ha un po’ disorientato 🙂
    Vabbe’ amen!

  12. TEUS by TEUS

    Morotep, già in occasione della discussione sulla DIRETTISSIMA, GIEMME ha poi tentato, per mesi, di convincere, utente per utente, che alla fine aveva ragione lui. Quindi non mi meravilgio abbia scritto con un altro nome qui (tra l’altro io l’avevo capito da subito ma non avrei detto niente se non si fosse smascherato da solo anche perché qui parlo solo di tennis e con chi parla di tennis dimostrando almeno un po’ di competenza) per confermare che una sua tesi fosse esatta e che tutti gli altri sbagliavano. Non gliene faccio una colpa, sia chiaro. Gli chiederei solo, come ho fatto, se è sicuro di stare bene.

    Stefano, il web ha poteri infiniti. Pensa che io sono entrato in intimo contatto con personaggi famosissimi e da me molto stimati solo per essermi “mosso” bene.

    Qesto però è il sito di Camila Giorgi e quindi torniamo a parlare di lei e di tennis.
    Sondaggio: quanti games farà secondo voi con Serena (non oso immaginare se poi dovesse perdere da Minella cosa potrebbe succedere…).

  13. by Morotep

    TEUS ma che ne so?!
    Per me questa storia ha cosi’ poco senso che a questo punto posso anche credere a una roba del genere.
    Vabbe’ amen.

  14. by Stefano

    OT
    ————————————
    Premetto che quello che sto per scrivere non ha nessuna attinenza con il tennis, e mi scuso in anticipo di quello che sto per scrivere.
    ————————————

    @ t.o.
    Ciao t.o., parto dall’ultima frase che hai scritto in uno dei tuoi precedenti messaggi:
    “(se per esempio io fossi una donna?)”.
    Questa tua frase, unita al recente episodio Giemme/Fabio, ti confesso che mi porta indietro nel tempo di alcuni anni, e colgo l’occasione (soltanto ora) per parlarne con te (il perchè lo capirai subito).
    Qualche annetto fa, scrivevo in un blog di un noto fotografo ligure, e mi è capitato di conoscere un “personaggio” che scriveva con il nome di Luca.
    Luca era una persona che si occupava di teatro, di ballo, lavorava (anche se non so esattamente in che mansione) nel mondo dello spettacolo, ed era una persona fantastica (termine quest’ultimo forse un po’ riduttivo).
    In questo blog si parlava di una ragazza dello show business (il nome lo ometto per privacy), e ben presto, da quello che era nato come qualche semplice commento su di lei, è nata una vera e propria community.
    La storia è andata avanti per 2 o 3 anni, e nel frattempo ne sono successe di tutti i colori.
    Il tutto è capitato perchè lei (la ragazza famosa oggetto del post sul blog), si è messa a risponderci in prima persona … come se Camila si mettesse a rispondere ad ognuno di noi qui in questo blog con una cadenza quasi giornaliera.
    Col tempo, però, il blog ha superato questa fase, ed è diventato un qualche cosa di talmente “evoluto”, che la sua realtà virtuale ha finito, in alcuni casi, per condizionare l’esistenza stessa di alcuni di noi, tanto da portarli ad avere uno stile di vita nettamente diverso da come lo avevano prima di iniziare a scrivere.
    Luca, ad esempio, non si chiamava Luca, ma Mario, che era stato uno dei primi utenti a scrivere in questo blog, ma che poi aveva lasciato per interpretare il suo “Luca”, personaggio da lui creato su misura per la realtà che voleva vivere in questa sua nuova dimensione.
    Per qualcuno ben presto questo blog era diventato una specie di droga, di seconda vita, dove da una parte c’era un “clan”, e dall’altra ce n’era un altro.
    Come in tutte le realtà virtuali che si rispettano, c’erano i buoni (i mediatori), e c’erano gli estremisti (e paradossalmente io ero uno di loro!).
    Si parlava di tutto e di nulla, ci si incavolava contro tizio, e nel contempo si “amoreggiava” con un altro/a (per la cronaca erano presenti anche alcune donne).
    Come è finita?
    Come finiscono tutte le storie d’amore troppo intense: per sfinimento.
    Prima hanno iniziato a stancarsi alcuni di quelli che erano presenti fin dai primi post, poi sono arrivati dei nuovi (che in realtà erano vecchi quanto i primi) ma che per tutto il tempo si erano limitati semplicemente a fare i “guardoni”, salvo poi decidere di farsi avanti quando ormai il gioco si stava già lentamente deteriorando (… forse anche con la speranza di rimetterlo in piedi …).
    E poi c’è stato l’episodio di Luca, che se ne è andato perchè strozzato dai sensi di colpa per aver continuato a mentire a tutti noi fingendo una vita che non era in realtà la sua:
    come già detto si chiamava Mario, ed era gay.
    Più volte Luca/Mario ha cercato di fungere da moderatore fra me e la mia più acerrima “nemica” (fate conto di vedere le cose che ci siamo scritti qualche mese fa io e Tafanus, e moltiplicate questo per 10.000 volte!).
    [—Tafanus a cui ora chiedo solamente SCUSA, se in quei giorni ho scritto cosa brutte su di lui, soltanto ora capisco quanto sono stato ingiusto, cattivo e scurrile nei suoi confronti … spero soltanto che ora mi abbia perdonato esattamente come ho fatto io ora con lui …—].
    Luca era una persona estremamente colta, scriveva quasi solamente di notte (da mezzanotte fino alle 5 del mattino, se non ricordo male), allora aveva (probabilmente) un’età compresa fra i 35 e i 45 anni, ed amava molto la cucina, dato che era solito cucinarsi da solo i propri pranzetti (esattamente come te, t.o.).
    Non aveva il dono della sintesi: spesso i suoi post erano dei veri e propri temi (più o meno come quello che sto scrivendo io ora in questo momento), ma era un piacere leggerli, perchè sapeva amalgamare l’onesta intellettuale di una Tolokonnikova (per chi non lo sapesse è la leader delle Pussy Riot, attualmente in carcere dove deve scontare 2 anni di lavori forzati), con la sensibilità e la delicatezza tipica soltanto di chi ha conosciuto in un qualche modo l’emarginazione (lui era gay, per cui presumo che dipendesse anche da ciò).
    Ancora conservo memorizzate le pagine di questo blog (che ora non esiste più!), e mi sembra quasi impossibile che siano già passati tutti questi anni da allora …
    Mario/Luca mi ricorda molto il tuo modo di scrivere, t.o., e se non fossi quasi sicuro al 100% che in realtà siete due persone diverse, quasi mi verrebbe il sopetto che sei ancora tu, tante sono le analogie che vi mettono in comune.
    Io, dal canto mio, ho sempre e soltanto scritto come Stefano, come ho sempre fatto in tutti i blog che ho frequentato, del resto.
    Non ho mai avuto né il bisogno né il desiderio di crearmi identità non mie … forse le mie uniche colpe sono state quelle di essere stato troppo duro verso persone che, se incontrate dal vivo, magari mi sarebbero pure state molto simpatiche (e qui penso a quella “povera ragazza” con cui è volato di tutto: chissà come sta ora, e se è finalmente riuscita a rifarsi una vita, dopo quello che aveva combinato al suo povero ragazzo (in realtà ex-marito) iraniano … speriamo stiano bene entrambi).

    ..
    .
    A quei tempi ero solito usare i puntini di sospensione nelle maniere più disparate (e Ta…. era solita riprendermi per questo), ad esempio come ho appena fatto, e questo per creare pause o semplicemente per dare modo di far riflettere un poco il lettore prima di mettere altra carne al fuoco.

    Ancora non so perchè ho deciso di scrivere questo post … forse perchè la confessione di Giemme/Fabio mi ha fatto pensare un po’ indietro nel tempo … forse è soltanto nostalgia dei tempi che furono (tempi che allora pensavo fossero orribili, da cancellare per sempre dai miei ricordi, ma che ora non posso fare a meno di ricordare con tanto affetto, anche nei confronti di chi mi ha voluto male … ma forse non per davvero …).

    OK, fine OT.

    ————————————

    P.S.
    Felice che hanno appena passato il turno pure Caroline Garcia e le gemelle Pliskova!
    Camila-Minella sarebbe un match da mettere in prima serata, se offrisse qualche speranza di vedere del bel tennis (e speriamo sia così).
    Sul secondo possibile turno con Serena … beh, che dire?
    Secondo me se invece del tennis giocassero a squash ci si potrebbe pure divertire …

  15. by t.o.

    Se proprio Serena si deve ritirare speriamo che lo faccia a torneo iniziato. Dopo Minella una LL neanche in ITF.
    Terzo turno migliore non c’è in tutto il tabellone…..Lisicki e poi Safarova…da qualche parte il treno prima o poi dovrà sbattere……

  16. TEUS by TEUS

    Comunque se c’è una partita, e ripeto una partita, in cui Camila deve entrare in campo e tirarle tutte, e ripeto tutte, è proprio quella eventuale con Williams di settimana prossima.
    Rimane il mio dubbio originario però: siamo così sicuri che Serena andrà a giocare quel torneo?

  17. by t.o.

    @Teus Quando c’è serena qualcuno trasmette sicuro…….siamo in america e li serena vale 40 milioni di dollari solo di sponsor personali……sai quanto spenderebbero per gli spot di cambio campo?……

  18. TEUS by TEUS

    Morotep, non dirmi che credi davvero alla storia del GIEMME deceduto a ottobre?
    Suvvia! Non abbiamo 15 anni (almeno non io). Capitolo chiuso per quanto mi riguarda.

  19. by t.o.

    @TEUS Diceva mia nonna: se c’è qualcosa da fare, perchè ti arrabbi? E se non c’è niente da fare, perchè ti arrabbi?. Tu pensi che se noi “sbattiamo i piedi e ci sporchiamo tutti” ci cambiano il sorteggio? Se è così comincio anche lo sciopero della fame. Ma dato che comunque non cambierà nulla prendiamo il match con Serena per quello che è. Tanto se ci vuoi fare un set ce lo fai meglio al primo turno che in semifinale…..
    E vuoi mettere se fa una partitona…….dopo quello che hanno scritto perchè la numero 7 ha quasi fatto un set contro la numero 2 se Camila fa 2 giochi con Serena ci lasciano in pace fino a France Open……

  20. TEUS by TEUS

    t.o., dici che l’eventuale match sarebbe trasmesso da supertennis?

  21. by t.o.

    @CAMILA Camila…..ascoltami bene……io ti ho sempre difeso…mi sono arrabbattato e arrampicato sugli specchi per giustificare oltre il giustificabile una conduzione della tua carriera e della tua immagine che ogni tanto ha fatto infuriare anche me……ma stavolta S E P E R D I D A M I N E L L A mi incazzo come una bestia anch’io . Ma mica per la sconfitta….quella ci può anche stare……è che se ti perdi (e mi fai perdere) il Match contro Serena ti “taglio tutte le corde della racchetta”. Quando mai ti ricapita un match dove se fai due giochi è come se avessi vinto. E tu farai ben più di due giochi……..ciao t.o.

  22. by Morotep

    fabio/GIEMME che casino!
    Vabbe’ francamente di tutto questo mi intristisce tantissimo la scomparsa del vero GIEMME… devo dire che ci sono rimasto proprio male! Ma come e’ successo?! 🙁

  23. TEUS by TEUS

    10 games consecutivi di Williams contro Sharapova (34 vincenti a 14!). C’è poco da aggiungere.
    Tra l’altro ho già parlato molto di entrambe in questi giorni e sintetizzerei quindi la finale di oggi in due parole: annichilimento psicologico (una delle cose peggiori nel tennis). E pensare che Sharapova fino al 3-2 del secondo set stava giocando un grandissimo match. Ma, si sa, se parte la testa in questo sport… Temo che la sconfitta odierna, per il modo in cui si è verificata, lascerà molti strascichi e a lungo.

    Camila potrebbe incontrare Serena a Charleston se batte Minella. Personalmente non sono molto felice (in questo momento avrebbe vitale bisogno di giocare e vincere il più possibile piuttosto che tentare imprese improbabili).
    Mi sorge però spontanea una domanda: siamo così sicuri che Serena, dopo i tre set di oggi, vada a giocare il torneo di Charleston?

    GIEMME, perdonami ma mi sorge un’altra spontanea domanda: sei sicuro di stare bene?

  24. by t.o.

    @fabio/giemme Senti facciamo una cosa. tu adesso ti prendi un periodo di pausa (espulsione a tempo) . Io fra un mesetto avrò un’altro tour de force come quello dell’altra volta. Quando non ho scritto per un mese. Ormai come scrivo io lo hai capito……..mi sostituisci……sai…con questi qui se sto via un mese chissà che dicono di me.
    oppure, meglio ancora…..ti iscrivi come: stanislao moulinsky (quello di Nick Carter) e scrivi ogni volta dietro uno dei suoi numerosissimi riusciti travestimenti…….e alla fine esci fuori con la famosa frase…….”Ebbene si Maledetto
    Carter…..io non sono pincopallo ma stanislao moulinsky in uno dei sui più riusciti travestimenti……..
    Anzi, mi hai dato l’idea mi iscrivo con una decina di alias e faccio infuriare Tafanus…….ti immagini………
    Per sdrammatizzare…..continua a leggerci….e ogni tanto fai in modo che il fatto che tu ci leggi si “senta”…..
    Giemme è morto il sabato santo…..domani è pasqua di resurrezione. Buona Pasqua a te….ciao t.o.

  25. by t.o.

    @cristian Dimmi che è vero. dove diavolo lo hai trovato. a me il sito ufficiale dice che si saprà domattina (ora italiana)

  26. by fabio

    t.o.

    non credo che sia giusto che io continui a scrivere su questo blog, ne sul sito di live tennis.
    vedi, ho adattato i miei pensieri e le mie conoscenze, a quelli che erano i gusti di un’ altra persona che conoscevo bene.
    continuare adesso a scrivere, non mi sentirei di farlo, non per un fatto di vergogna.
    di questo ho chiesto scusa.
    ma semplicemente perchè i contenuti dei miei interventi, potrebbero risultare diversi da quelli fin’ ora postati, non avendo piu’ motivo di recitare una parte che non mi è mai appartenuta.
    insomma: sarei un’ altro!!
    Giemme aveva anche una certa differenza di eta’, rispetto a me e anche un diverso carattere,
    molto piu’ scherzoso del mio e di questo forse qualcuno se ne sara’ anche accorto.

    cambiai il nick su live tennis, perchè quel sito è frequentato da molte piu’ persone.
    persone con cui magari lui aveva avuto da discutere a mia insaputa…
    quindi piu’ soggetto a farmi scoprire qual’ ora fossi caduto in contraddizione con quello che avrei dovuto essere.
    qui invece gli utenti sono pochi e questa mia esigenza non avrebbe rappresentato un problema…
    se io continuassi a scrivere, snaturerei completamente il senso del mio essere su questo blog.

    mi rimane solo da dire perchè l’ ho fatto:
    perchè lo stimavo, ma anche perchè quando io scrivevo col nome di Fabio su live tennis, nessuno mi considerava.
    lui invece era un vero personaggio.
    amato e odiato al tempo stesso.
    quindi l’ ho fatto un po’ per ricordo e un po’ anche per invidia insomma.

    grazie comunque per l’ invito.
    dietro il tuo nick, c’ è sicuramente una persona splendida, perchè sei riuscito a capire e a perdonare.
    Fabio.

  27. by cristian

    A Charleston primo turno contro la Minella, eventuale secondo turno contro Serena Williams.
    Speriamo di arrivarci e gustarcela in tv!
    forza!!!

  28. by Stefano

    Iniziamo con le buone notizie: Burnett che batte 6-1 6-1 la Barty, ma anche la Bouchard che passa il turno (doppia felicità).

    Finale.
    Per un set ero quasi convinto di stare assistendo alla migliore finale possibile per un torneo di tennis: la migliore Sharapova degli ultimi anni contro una buona (quasi buonissima) Serena.
    Purtroppo, però, come non sarà sfuggito a chi ha seguito il match, il pathos non è durato molto.
    Già nei primi games del secondo set le cose sono cambiate, con una Maria che non riusciva più a servire (doppi falli a ripetizione!), e che contemporaneamente non faceva più male con i suoi colpi (vincenti ridotti al lumicino).
    Masha ha cominciato a tremare, a giocare corto, e i suoi punti provenivano perlopiù dagli errori di Serena che dai suoi vincenti.
    Il terzo set … beh, ormai con la testa la bella siberiana non ci stava più: non c’è stato un solo scambio che potesse far pensare ad un piccolo, infinitesimale, cambio di rotta.
    Io avevo pronosticato (andando contro pronostico) una vittoria di Maria, che infatti era partita esattamente come mi aspettavo che partisse: a 1000 km/h, senza il minimo accenno di paura; poi, però, i fantasmi di Maria sono venuti fuori … inesorabilmente.
    Certo, Serena oggi è stata di gran lunga la migliore, ma rimane il rammarico di come sarebbe andata finire se Masha non si fosse “sciolta” a inizio secondo set … anche se forse non sarebbe bastato, poichè la Williams di oggi, quando ha dovuto alzare l’asticella, lo ha fatto senza se e senza ma.
    Per ora, lei è ancora la vera n°1.

    Finale maschile.
    Non so nemmeno se la guarderò: interessa a qualcuno vedere come Ferrer cerchi di “difendere la sconfitta” contro l’unico Fab Four rimasto in gara?
    Boh …
    Spero invece che trasmettano in TV almeno la finale femminile di doppio: li prendo senza indugi Petrova-Srebotnik (scelta scontata, visto che nei miei ultimi interventi non ho fatto altro che parlare di loro come di un doppio in forte ascesa).

    P.S.
    Confesso che sono molto curioso di sapere contro chi dovrà vedersela prossimamente la nostra “bimba” …

  29. by t.o.

    @fabio Giemme o come cazzo ti chiami…. Pochi sanno che Erle Stanley Gardner autore di Perry Mason e A.A. Fair autore di Donald Lamm investigatore erano la stessa persona. Due detective radicalmente diversi per due pubblici diversi. Tutti e due di straordinario successo. Perciò caro il mio Fabio/Giemme prenditi un’altro Avatar e continua a scrivere con noi. Noi siamo solo ombre che diamo voce a pensieri. Se i pensieri hanno un’anima, se si ha qualcosa da dire, se si ha un’emozione da suggerire e da condividere ci arricchisce lo stesso tutti. Io non ho ragione o torto per quello che sono. Ho ragione o torto per quello che scrivo. Chi sono io…..1 nessuno o 100.000 avrebbe detto Pirandello. Non devo dar la voce necessariamente ad ognuno di quei 100.000 ma neanche tassativamente ad uno solo. Ciao e a presto…. t.o. (se per esempio io fossi una donna?)

  30. by Stefano

    Che tristezza …

    Fiero di non aver mai dovuto ricorrere a giochetti del genere per sostenere le mie idee!
    Qualche volta è capitato in qualche blog (io non scrivo soltanto qui) che qualcuno avesse scritto con il mio nome, ma MAI è capitato che io scrivessi con un nome diverso dal mio, Stefano (che è il mio vero nome di battesimo).
    Capitolo chiuso.
    Adesso torniamo a parlare di tennis giocato …

  31. by fabio

    in realta’, il mio vero nome è Fabio.
    spesso scrivevo anche su livetennis col mio vero nome.

    Giemme non esiste piu’ dall’ ottobre del 2012.
    lo conoscevo di persona.
    era un tipo tosto che in fatto di sport, mi ha sempre fatto un po’ invidia…
    quando è scomparso, ho usato il suo nick.
    è facile.
    basta cambiare solo l’ indirizzo di posta.
    ho preso il suo posto da quel periodo, pensando che non sarei mai stato scoperto.
    tanto conoscevo i suoi gusti e le sue opinioni…

    è piu’ o meno da quando giemme cambio’ per mia mano il nick in emmegi, sul sito di livetennis.
    in tutti questi mesi, ho fatto l’ avatar, consapevole che mai il vero giemme mi avrebbe potuto smascherare.
    oggi l’ ho fatto da solo.

    mi vergogno e per questo vi saluto per sempre e mi scuso di nuovo.

  32. by cristian

    Si infatti , ma poi l’avevo mezza capito col fatto che scrivevano uguale, solo che stavolta ha commentato da Giemme scrivendo come nick Fabio, ahia 🙂

  33. by fabio

    si buster.
    mi sono sputtanato e mi scuso con tutti.

  34. by Buster

    Che fai Giemme, ti ringrazi da solo ? 😀
    Un pò più di attenzione la prossima volta con il cambio del nome eheheh…

  35. by fabio

    niente da fare!!!
    mi sono illuso per un set ma alla fine la forza paga!!
    concordo come diceva Sara:
    Serena potrebbe giocare anche con i maschietti e non sfigurerebbe … (non ricordo esattamente la frase, ma il contenuto mi pare fosse quello).

    condordo con chi scriveva, che Serena è fuori categoria!!
    dopo ci sono le altre…

    Taf:
    due considerazioni:

    qualche volta anche tu scrivi di getto…
    per carita’, lo faccio anch ‘io, ma come Fabio ( che ringrazio di nuovo) ha fatto notare,
    hai commesso 3 errori nella tua controanalisi…
    ma come detto, chiudiamola pure qui. non voglio annoiare ulteriormente.

    seconda cosa:

    che Sara abbia giocato tanti tornei, non è che io le faccio una colpa.
    è lei che si deve gestire…
    è solo che dal mio punto di vista conservativo ( e tu sai bene come sono prudente su certi aspetti),
    giocare 10 tornei ( Fed inclusa) in 3 mesi, per me sono troppi,
    anche perchè ci dobbiamo sommare i match di doppio…
    l’ inconveniente di ieri sera, non è forse una conseguenza allo stress cui si è sottoposto il suo fisico?
    ma perchè giocare tanto, quando la tua situazione di classifica è al momento tranquilla?
    tutte le altre han fatto dai 6 agli 8, prendendosi delle pause molto salutari….
    ci sara’ un perchè anche a questo… o no?

  36. by fabio

    dimenticavo anche dell’ errore di tafanus a proposito di Sidney:
    era nr 3, quindi uscendo ai quarti contro la Cibulkova ha fallito non essendo arrivata in semi.

    quindi i conti tornano su tutto.

    certo non mi piace che sia fatta su Sara, ma vi dico che se verificate torneo su torneo, i conti dell’ analisi tornano dal primo all’ ultimo.

  37. by fabio

    mi correggo per l’ errore.
    è a miami che ha fatto i quarti, contro la semi dichiarata da tafanus.
    ma il risultato non cambia…

  38. by fabio

    se ci prendiamo la briga di fare verifiche prima di scrivere, forse evitiamo di scrivere inesattezze:
    a Parigi era testa di serie 1.
    quindi risultato fallito.
    inFed ha vinto ma ha anche perso contro una piu’ indietro di lei.
    quindi risultato fallito.
    a IW è uscita ai quarti, non in semi.
    quindi non ha fatto piu’ del suo.
    ad Acapulco non ha fatto piu’ del suo perchè era testa di serie 1…

    riconfermo:
    prima di contestare un’ analisi, andiamo a fare verifiche.
    tafanus non lo ha fatto, come non lo hanno fatto gli altri utenti.
    io si.

  39. by Tafanus

    Infine, per chiudere, vorrei fare una considerazione: SDara nel primo trimestre 2013 ha fatto un migliaio di punti più del primo trimestre del 2012. Il che, in soldoni, significa che le bastano altri 400 punti, per “ammortizzare” i 1400 punti della finale di Parigi (sempre ammesso e non concesso che a Parggi raccolga solo 5 punticini.

    Tradotto: chi temeva (o sperava) che a Parigi sarebbe potuta uscire dalle top-ten- dobrebbe rifare i calcoli…

    Infine: Sbaglio o è la seconda volta nel mese che Burnett batte la Grande Promessa Barty? Niente contro le Grandi Promesse, ma ogni volta che una grande promessa appare all’orizzonte (sia essa la Robson, o la Giorgi, o la Barty). sarei più cauto nel prevedere “magnifiche sorti e progressive” per chi magari ha giocato bene tre mesi o tre settimane.

  40. by Tafanus

    GIEMME 10:33 – “…ci si è spesso vantati del numero di vittorie di Sara nel 2013, dimenticandosi che erano frutto dei tanti, o TROPPI tornei disputati…”

    Giemme, giocare tanti tornei non è da tutti. Devi avere preparazione atletica,e spirito di sacrificio. Vogliamo accusare Sara per questi due difetti? E poi, alla fine, nella classifica non si sommano i punti di tutti i tornei giocati, ma i 16 migliori tornei di una certa selezione. E comunque se vincere dei tornei è cosa bella e piacevole, nessuna regola WTA vieta alle altre giocatrici di “giocare tanti tornei”.

  41. by Tafanus

    Fabio 23:43 – “…é purtroppo vero. i numeri elencati lo dicono chiaro. quest` anno sara ha fallito nella meta` dei tanti tornei che ha giocato. Inutile dire il contrario, perché é proprio cosi`.come inutile é prendersela con chi lo fa solo notare…”

    Fabio, forse prima di fare certe affermazioni con tanta sicumera, dovremmo metterci d’accordo su cosa significhi “fallire” o non “fallire”. Bene: una che è fra le top 8 fa il suo quando raggiunge i quarti di finale; fa più di quello che ci si aspetta se raggiunge le semi, la finale o la vittoria; fa meno del suo se si ferma agli ottavi o prima. E allora, giusto per separare i fatti dalle pugnette, analizziamoli, i “fallimenti di Sra” in metà dei tornei:

    Ha fallito agli AO (uscita al 1° turno);

    Ha fallito a Brisbane (uscita agli ottavi)

    FINE DEI FALLIMENTI:

    Poi ha “fatto il suo” quando è uscita nei quarti (Sidney, Doha, Indian Wells)

    Infine, ha fatto un turno più del suo a Miami (semi), due turni in più del suo a Dubai e Parigi indoor (finalista), e tre volte più del suo ad Acapulco (vittoria).

    Conosci molte giocatrici che nei primi tre mesi scarsi del 2013 – per trascurare il titolo in doppio di un grande-slam, abbiano vinto un torneo, e giocato due finali, una semifinale, e un quarto di finale?

    Ma poichè poi alla fine i “fallimenti” o i successi si misurano in punti, vediamo quanti punti aveva guadagnato Sara nei primi tre mesi 2012, e quanti ne ha guadagnati quest’anno:

    Nel 2012, dall’inizio dell’anno a Miami incluso, aveva fatto 1020 punti; quest’anno (stesso periodo) ha raggranellato 1990 punti, che a casa mia è il 95% di npunti in più dell’anno scorso.

    Che dire? Che auguro a Sara mille di questi fallimenti

  42. by fabio

    @ Motorep.

    quell` analisi si basa sui risultati dei 10 tornei disputati, inclusa Fed, che giustamente va inserita. Prende come parametro di giudizio l` assegnazione delle teste di serie, a parte la Fed.
    l` ho verificata torneo per torneo e ti confermo che é assolutamente corretta. anche se non mi fa certo piacere che sia fatta su Sara.
    ma il contenuto ti dico é assolutamente realistico.

  43. by GIEMME

    taf:
    hai ragione.
    dalla fretta di leggere non mi ero reso conto che parlavi del passato e non del presente.
    pero’ come ha scritto t.o. il sistema allora era diverso e non saprei quanto possa essere valido il tuo confronto fra le due…

    Cristian:
    se vuoi leggere o scrivere un best seller, non ti devi fermare mai ad un singolo capitolo.
    devi leggere tutto o scriverlo fino in fondo.
    cio’ che scrivi di me, è assolutamente vero, per quei tempi in cui ero convinto (sbagliando), del non grande valore di Sara sul veloce…
    peccato dicevo, che ometti il resto.
    di tutte le volte che sia su questo blog, sia su livetennis abbia scritto di essermi ricreduto sul fatto che Sara abbia fatto grandi progressi anche sul veloce.
    o di tutte le volte che ne abbia parlato bene…
    un esempio:
    ricordi l’ articolo su Sara, in occasione della vittoria sulla Hampton in Fed?
    è solo uno dei tanti che mi viene in mente…
    di quei commenti positivi, ne ho fatti tanti su Sara, quando è stato il momento…
    per cui non sono l’ Anticristo della situazione…
    anche a te lo ripeto.
    c’ è un archivio… usiamolo. senno tutto diventa fuffa…

  44. by cristian

    Giemme a te rispondo cosi sulla Errani, perché so gli attacchi che le facevi su livetennis, anche prendendola in giro , attirandoti parecchie antipatie. Questo è solo un tuo commento, neanche tanto pesante su Sara:

    “SARA VALE DAVVERO QUALCOSA, SOLO SULLA TERRA.
    i suoi limiti lo dicono chiaro…
    i numeri di questo match, lo dicono chiaro…
    non esaltatevi troppo quando vince, cosi’ da non rimanerci di M…,
    se perde male come è capitato oggi.
    poi, per carita’, anch’ io ho tifato per lei, come faccio sempre e sopratutto in considerazione del fatto che ai giochi olimpici ci si va per rappresentare un popolo…
    ma la realta’, la sua realta’ è questa…”

    Era il match delle Olimpiadi perso contro Venus.
    Poco dopo Sara arrivò in semifinale agli Us Open, superficie cemento, per un soffio non arrivò nelle semi del Master di fine anno, senza contare gli altri risultati, tra cui Dubai, IW e Miami di quest’anno…..non rispondo più, perché lo fa lei in campo.

    Cambiando discorso, brava Burnett che demolisce la Barty al primo turno di quali a Charleston, seconda vittoria in due settimane. forza!

  45. by Tafanus

    GIEMME delle 22:49, che scrive:

    “…taf: i tuoi numeri sono esatti come sempre… ma si riferiscono ad una ragazza che è nr. 7 del mondo e ad un’ altra che è top 90…”

    Giemme, come puoi vedere rileggendo il mio commento con maggior attenzione, non mi sono mai sognato di confrontare le performances di Camila a 21 anni e n° 90, con quelle di Sara 26 anni e n° t, ma ho fatto (e l’ho scritto), ovviamente, un confromnto fra età omogenee: gli ultimi 12 mesi di Camila, con l’età OMOLOGA di Errani.

    E quindi mil confronto non è mai stato fatto fra una n° 7 e una n° 90, ma fra Camila che in questi ultimi 12 mesi è stata in un range fra la 147ma posizione e la 74ma posizione, e una Errani che ALLA STESSA ETA’ è stata in un range fra la 154ma posizione e la 58ma posizione.

  46. by GIEMME

    no Stefano…
    non mi hai offeso.
    ho esagerato con te e con Cristian e mi scuso con entrambi.
    è solo che trovo giusto contestare un’ analisi fatta con i numeri, con altrettanti numeri.
    e mi pare di vedere che qui, gente come Fabio ( che ringrazio), sia sulla mia lunghezza d’ onda.
    non trovo eticamente corretto, contestare un’ analisi adducendo a dei fatti personali,
    sopratutto perchè come ti ho scritto, io parlo anche bene di Sara.
    l’ archivio di Live tennis e quello di questo blog lo possono confermare.
    basta che ti prendi la briga di verificarlo.
    lo stesso discorso vale anche in risposta per Cristian.

    Motorep:
    mi paice molto il tuo modo di scrivere anche se non sempre ne condivido i contenuti.
    sul discorso Sara, voglio chiuderla qui, non replicando piu’, altrimenti finiamo per nauseare gli altri utenti.
    ci sara’ tempo e modo per tornare sul discorso…

    intanto Maria interrompe una serie negativa di set persi contro Serena…
    non posso che gioirne!

  47. by Morotep

    @fabio no guarda scusa ma, con tutto il bene che posso volere a tutti voi, il criterio di GIEMME e’ tutto tranne che oggettivo visto che i fattori in gioco sono tanti. Se poi tu rincari la dose con:

    “gli obiettivi di questa stagione stabiliti dall` assegnazione appunto delle teste di serie, li ha quasi sempre falliti.”

    non so dove andiamo a finire 🙂
    Ripeto, se proprio si vuole fare questo giochino (non so neanch’io perche’ mi ci metto dentro), allora ha fallito solo ad AO, Brisbane e Sydney… vale a dire 1/3 dei tornei disputati. Almeno diciamo le cose come stanno!

    E, per favore, rapportate questo approccio anche alle rimanenti “colleghe” di classifica di Sara per capire se il suo andamento e’ un’anomalia dettata da fattori fortunosi oppure vale anche per un po’ tutte le altre (con le solite intoccabili top-3 che fanno storia a se’).

    Inviterei tutti invece a vedere le cose in questo modo:
    valutare la progressione della performance della Errani sulla base di cio’ che ha prodotto l’anno precedente (e come l’ha prodotto), valutare la sua capacita’ di rimanere dentro una classifica per lei nuova che la forza a giocare con criteri diversi (Premiere invece che International) e che, sembrava, non le competesse. E’ vero che questo criterio non e’ (strettamente) matematico, ma mi sembra piu’ consono a comprendere tutte le variabili in gioco… sottolineo che personalmente utilizzo questo metodo per chiunque, Camila compresa!

  48. by Pangel

    Nastassja burnett liquida 6-1 6-1 la giovane australiana barty

  49. by Morotep

    Allora… cerchero’ di essere chiaro (spero di riuscirci).
    Intanto grazie GIEMME per l’apprezzamento, devo dire che, anche se non mi trovo sempre d’accordo, seguo sempre volentieri i tuoi post… tanto che, appunto, mi sorprende questa tua posizione un po’ sprezzante nei confronti DELLA TENNISTA Sara Errani.
    Rispondo al tuo elenco:

    1) “uno NON acquisisce punti solo se vince. li acquisisce anche se non vince. dipende a che livello ti trovi quando perdi.”
    Io qui sinceramente ti perdo… davvero… in effetti se ti iscrivi ai tornei e perdi al primo turno prendi comunque 5 punti, ok. Questo e’ sufficiente per rimanere stabile ai livelli di Sara? Poi il “dipende a che livello ti trovi quando perdi” cosa vuol dire? Non perdi mai solo se vinci tutti i tornei ma, a meno che non sei la numero 1 del mondo, chi si aspetta che vinci tutti i tornei a cui partecipi? Sara e’ numero 8, nel momento in cui raggiunge i quarti di un torneo come Miami, ha sostanzialmente fatto il suo. Poi se fa meglio ben venga.
    Rimane il fatto che quest’anno tra Miami, IW, Doha e Dubai ha fatto MINIMO i quarti, E infatti i punti che ha acquisito esistono grazie a questi risultati non indifferenti… ma soprattutto il vivere di rendita qui non esiste… proprio perche’ sono tornei in cui si vedono i suoi progressi… l’anno scorso erano uscite al primo turno, quest’anno sono quarti di finale… se non e’ un notevole miglioramento questo, non so…
    Mi sembra talmente oggettiva questa cosa che non capisco neanche come faccia ad essere materia di discussione!

    2) Numero di tornei giocati… stabiliamo bene: perche’ se parliamo del fatto che Sara gioca anche il doppio (al contrario di tutte le sue colleghe top-10) allora sono d’accordo con te e ritengo che a questo punto faccia male (a mio avviso, se proprio vogliono, dovrebbero giocare il doppio solo negli slam e qualche premiere mandatory, non di piu’). Ma se parliamo di tornei giocati, per la miseria… sentendo te sembra che Sara, rispetto a tutte le altre, abbia giocato il doppio dei tornei! Tolta la tua beniamina Maria (che effettivamente ne ha giocati solo 4) tutte le altre ne hanno giocati tra i 6 e gli 8… Quei numeri poi sono determinati, per alcune, da infortuni che le hanno lasciate fuori dalle competizioni… ad esempio Li Na ha giocato 7 tornei ma ne ha saltato 1 per infortunio, Azarenka ne ha giocati 7 ma saltati 2 per infortunio e cosi’ via… Sara ne ha giocati 9 (e saltera’ il prossimo per infortunio)… sono tanti ma non mi pare un quadro cosi’ speculativo!

    3) Che giocare piu’ tornei possa, in media, darti piu’ probabilita’ di acquisire punti mi pare una cosa ragionevole… che questo poi avvenga e’ tutto da vedere. E comunque nel caso di Sara, ripeto, tolto AO e Brisbane, si e’ fatta dai quarti di finale in su. Quindi, proprio perche’ ha vinto tanto ed e’ andata molto avanti nei tornei disputati, ha finito per giocare tanti incontri… il tutto giocando 1 torneo in piu’ di Wozniacki, 2 in piu’ di Azarenka (ripeto infortunata), 1 in piu’ di Li Na (anche li’ c’e’ di mezzo un infortunio), 2 in piu’ di Kerber (che e’ dall’inizio dell’anno che sta male) ecc… ti ripeto che il tuo discorso, nei termini di come lo fai, regge solo su Maria… ma qui mi pare che nessuno voglia paragonare Maria a Sara (o almeno io me ne guardo bene);

    Dico anche la mia sul “tennis orribile di Sara”… concordo con chi dice: PER TE!
    E capisco anche che, in genere, se sei appassionato di giocatrici che malmenano la palla e’ comprensibile che possa non piacerti Sara. A me piace perche’ dice qualcosa di un po’ diverso da tutte le altre (un po’ come Camila ma senza similitudini tra le due)… sa giocare ogni colpo, e’ in grado di variare un po’ il suo gioco, ha senso tattico ed e’ contemporaneamente regolare e consistente. Se qualcuno sa dirmi una giocatrice con queste caratteristiche nella, diciamo, top-30 lo ringrazio molto.
    Per fugare ogni dubbio: E’ OVVIO CHE IL FATTO CHE SIA ITALIANA PER ME CONTA… se dicessi il contrario mentirei. Questo pero’ valeva anche per Pennetta e, piu’ marcatamente, Schiavone (nel senso che se Francesca fosse stata straniera me ne sarebbe fregato molto meno). A me Sara e’ sempre piaciuta, l’ho gia’ detto, quindi mi da’ ancor piu’ grandi soddisfazioni.

    Su tutto il resto, sul fatto che tu possa “odiare” la persona Errani non l’ho mai detto e non lo penso, sul fatto che tu possa non apprezzare il suo gioco, assolutamente si’, ci mancherebbe altro, sul fatto che non ti emozioni, capisco benissimo… insomma sei assolutamente titolato a dire la tua come tutti!
    Mi sembra solo che, nel caso di Sara, tu abbia il dente avvelenato e tenda a dichiarare come oggettive questioni che a me paiono soggettive (e che finche’ rimangono tali sono francamente inattaccabili).

    Per Camila, dico la mia, a volte ho un po’ di delusione e amarezza dentro di me e tendo ad essere un po’ critico… ti parlo da uno che segue Camila e questo sito da piu’ di tre anni (dall’estate dell’anno in cui vinse Katowice). Ho gia’ detto che, comunque andra’, Camila e’ in grado di proporre un tennis che nel femminile si e’ visto molto raramente… mi spiace solo che non basti… speravo che bastasse la sua esplosivita’, la sua capacita’ di anticipo, la sua velocita’ di movimento invece mi sbagliavo e anche per Camila servono senso tattico, testa, capacita’ di leggere la partita e tecnica tennistica. L’impressione e’ che, allo stato delle cose attuali, ne’ lei ne’ il suo team siano in grado o abbiano la volonta’ di investire in quel senso e i risultati (certo influenzati anche da questo lungo infortunio) sono stati un po’ deludenti. Io assolutamente ancora ci credo, nella misura in cui vedo delle potenzialita’ notevoli e nel momento in cui credo che siamo nel campo della volonta’ piuttosto che della possibilita’.
    Stringo i denti e confido che basta relativamente poco per vederla in alto.
    Nel frattempo forza Camila, ma per cio’ che mi riguarda, SUPERFORZA Errani!

  50. by t.o.

    @stefano. Vorrei parlare di metodo e non di merito. Nella mia “lingua” (non è una nota polemica per carità, segui il discorso e capirai che non c’è nessuna supponenza) “Metodo” e “Merito” hanno un ruolo, nell’analisi, determinante. Cercherò di usare un linguaggio non tecnico (perciò sia chiaro, sarò meno preciso) per essere compreso da tutti (quasi da tutti).
    Semplificando: Il Metodo è l’algoritmo (la modalità) che si usa per fare un “Calcolo” (l’analisi).
    Il Merito sono i fatti (i numeri) che utilizzando quell’algoritmo danno un Risultato (le conclusioni dell’analisi).
    10 turni passati in x tornei. Sono 10 turni passati in x tornei. (Il Merito)
    Il sistema di calcolo di questo punteggio è Il Metodo
    La posizione nel Ranking è il Risultato
    Risultato è il prodotto di alcuni fattori che utilizzano un dato algoritmo.
    Se cambio l’algoritmo cambia il risultato. Pur rimanendo inalterati i fattori.
    E’ chiaro questo? Credo di si.

    E’ stato pubblicato da qualcuno che Camila e Sara in un anno, alla stessa età, hanno fatto rispettivamente x punti Sara e y punti Camila. x > (maggiore) di y = Sara migliore di Camila.
    Sembrerebbe tutto in regola. Ma non lo è.
    Foss’anche perchè nel 2008 il Metodo di calcolo dei punteggi per il Ranking era differente.

    Ma ti garantisco che questa che è la cosa più evidente di un modo “dilettantesco di fare analisi” è sicuramente una delle meno importanti rispetto al “Risultato” che noi vogliamo raggiungere. Solo per esempio ti indico: Il peso del servizio nell’economia del gioco nel 2007 rispetto al 2013, I tornei in cui sono maturati quei punti e contro quali avversarie
    Anche la domanda: “chi è migliore” è una domanda sbagliata. Dovremmo prima definire che significa Migliore
    Capisci perchè non troverai mai nei miei scritti giudizi di Merito.
    Amo Sara ma odio il suo gioco. Questa mia affermazione non può essere contestata.
    Perchè solo io sono autorizzato a definire il Metodo di Giudizio.
    Altri potranno dire il contrario. Non li contesterò mai.
    Contesterò solo quando uno dirà “questo è meglio di quello”
    Allora chiederò: “ visto che il Merito mi è chiaro (basta un Database e degli storici) mi dici che metodo di calcola hai usato?”

    Perciò mi sento autorizzato a riprenderti quando fai un’affermazione (lanci una provocazione) senza valutare le conseguenze. Mi accusi di aver riempito le mia “analisi di scenario” di “se” non verificabili (avrebbe cambiato programmazione, in tornei più semplici avrebbe fatto più punti ecc.) e ti dimentichi che tu hai fatto partire la provocazione con un “SE”:
    “se Camila non avesse i punti di Wimbledon”
    Senza saperlo sei entrato in una delle più avanzate “Metodologie di Calcolo Previsionale” degli ultimi 40 anni. “LA TEORIA DEL CAOS”
    “L’effetto farfalla” è una metafora che il matematico Edward Lorenz utilizzò (ripresa da un racconto di fantascienza del ’52) in una conferenza sulla “teoria del caos” tenuta verso la fine degli anni 70, dal titolo “Può il battito d’ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas?” Non ridete perchè teoricamente può! Rivedetevi il film “Ritorno al futuro” e capirete che queste teorie (principalmente la teoria del caos), sono più vicine alla nostra vita quotidiana di quanto potreste mai immaginare.

    Il mio coinvolgere Sara è stata la mia “contro provocazione”. (Avrei potuto fare esempi su Maria o su Serena….) Togliere un solo punto cambia la storia di una partita, una sola partita la storia di un torneo, Un torneo il Ranking, il Ranking le Tds, le TdS i risultati dei tornei e le carriere delle atlete. Pensa ad una promessa che ha la sfiga di pessime estrazioni, esce sempre al primo turno, esce di classifica, gli sponsor l’abbandonano, deve cambiare allenatore, non gioca più come prima, smette di giocare. Questo è “l’effetto farfalla”. Di lì la mia lunga premessa al mio commento di ieri. La risposta che ti dovevo dare era : Wimbledon esiste, oggi è oggi, domani vedremo. Ma qui verrebbe meno il nostro giochino di guardare nella palla di vetro. E noi ci divertiamo a fare i profeti…….

    Capitolo 2° Tutta altra cosa è la previsione sul futuro di Camila.
    I risultati conseguiti hanno solo un valore di potenzialità. Mi piace calcolare se queste potenzialità di sintesi (risultati conseguiti) frutto di altre potenzialità di sotto sintesi (Capacità di vincere punti, di vincere game, di vincere match, di vincere tornei) a sua volta essi stessi prodotto di potenzialità di base (servizio, anticipo, età, tenuta atletica, freddezza mentale, ecc.) saranno sufficienti una volta organizzati, una volta armonizzati, a darci una giocatrice vincente ed in grado di raggiungere obiettivi prefissati. Quando si intuisce in un ragazzino un campione, lo si fa semplicemente immaginando le sue potenzialità di base in un contesto più ampio.
    Con Camila siamo già al punto che, potremmo montare (in senso televisivo) il match perfetto, non facendo un montaggio di singoli colpi, e neanche di singoli game. Possiamo già “costruire in laboratorio” Il “torneo” perfetto semplicemente selezionando partite che Camila ha già disputato. Al massimo dovremmo solo sostituire qualche set con qualcuno preso da un’altra partita. Cosa voglio dire con questo. Che Camila per ora ha già ampiamente dimostrato che è in grado di “costruire sequenze” di 10 o 12 giochi di valore assoluto. Deve solo trovare modo di mettere insieme queste sequenze con più continuità.

    E’ come uno sciatore che fa 20 porte più forte di Tomba e poi cade. Non ha ancora vinto una gara di coppa del mondo, ma so che potrà farlo. Uno che non cade mai ma va piano, o va piano per non cadere, non mi ha ancora dimostrato che ha i mezzi per vincere una gara. Se devo scommettere su qualcuno scommetto sull’altro. Trovami qualcuno che prima di febbraio 2012 avrebbe previsto per Sara la semplice entrata nella Top Ten?
    Poi lei ci è riuscita e Camila non ci riuscirà mai. Questo è possibile. Ma ad oggi la mia previsione su Camila è la previsione più attendibile che si possa fare.
    Gli ingerdienti per la cena ci sono tutti. Che poi non riusciremo a gustre questa cena è possibile. Ma se ciò non avverrà sarà perchè il cuoco non è bravo, le pentole sono sparite, è finito il gas, o più semplicemente manca il fiammifero. Non certo perchè manchi la carne l’olio, la farina e la verdura e tutto il resto. Gli ingredienti ci sono tutti, in abbondanza e di grande qualità. I tempi di cottura sono commisurati all’ambizione del padrone di casa. A me piacciono le cene importanti. Di Fast-Food ce n’è ad ogni angolo di strada.
    Domani è Pasqua……vado a cucinare (la mia più grande passione….anche più di Camila….)
    Buona pasqua a tutti t.o.

  51. by fabio

    una domanda…
    con il fuso orario attuale, la finale femminile a che ora inizia?
    grazie.

  52. by fabio

    @ stefano
    Il metodo utilizzato da giemme é assolutamente valido e veritiero.
    perché tiene conto dell` assegnazione delle teste di serie nei tornei.
    il suo unico limite é che non lo si puo` applicare alla prima della classe, perché lei in classifica puo` solo peggiorare. ma questo mi pare assolutamente evidente e lui stesso lo ammette.
    a me piace Sara, ma riflettendoci sopra, gli obiettivi di questa stagione stabiliti dall` assegnazione appunto delle teste di serie, li ha quasi sempre falliti.
    tranne ad acapulco, dove lei era la migliore del seding.
    per cui quell` analisi é assolutamente corretta.
    poi ogni utente si fa un` opinione personale.
    ma quelli sono dati reali, facilmente interpretabili da tutti.

  53. by zerostress

    Salve, sono stato via un giorno
    Non e’ che per caso state bisticciando ?
    Dai, facciamo i bravi ..
    Ognuno puo’ avere opinioni diverse, a volte puo’ cambiarle, quasi sempre le mantiene 🙂
    Pero’ anche io noto che a volte c’è chi pensa che la propria verità sia una verita’ assoluta
    Anche io a volte pretendo di detenere lo scettro della verita’, oppure a volte quando mi si attaccano le mie tenniste preferite, lo prendo come un attacco alla mia persona (non so se capita anche a voi)

    Ma va bene lo stesso, mi diverto in questo spazio e imparo anche…
    Naturalmente non mi riferisco a nn in partcolare
    a proposito Williams 63 64

  54. by Stefano

    Giemme, non mi sembra di averti mai offeso, ma non penso sia un crimine evidenziare che ultimamente stai “sparando a zero” su Sara anche quando quest’ultima non ha fatto assolutamente nulla per meritarselo.
    Il fatto che il “giochino” se applicato alla n°1 non funziona, sta proprio a dimostrare quanto viziato sia il criterio che hai scelto per fare questa analisi: una buona analisi si basa su numeri o statistiche che devono avere una valenza assoluta, sia che vengano applicate alla n°1 che alla numero 200 del mondo.
    Purtroppo, come ho spesso sottolineato, le statistiche applicate al tennis lasciano un po’ il tempo che trovano, perchè, pur essendo fatte da numeri (e i numeri sono in se’ un qualcosa di oggettivo), il modo di raggrupparli, cioè il criterio che si sceglie per evidenziare un certo fenomeno, è spesso il vizio di fondo che sta alla base del dato statistico.
    Con un po’ di maestria, chiunque può inventarsi una statistica studiata ad hoc per evidenziare una cosa che a lui interessa dimostrare, così come un altro può rispondere a tale statistica con altri dati (raccolti con altri criteri) che dicono cose che sembrano andare all’opposto (come concetto di fondo) di quello che voleva far passare il primo interlocutore.

    Adesso però, basta parlare di Sara, torniamo a parlare di Camila.
    Quello che volevo far capire con il mio intervento precedente, è che non possiamo continuare a giudicare Cami con il “metro” di Wimbledon, prospettando per lei un futuro che potrebbe anche non verificarsi mai.
    Non sto dicendo che ciò che ha fatto nell’erba londinese non deve essere apprezzato o considerato (secondo me le vittorie che ha ottenuto in quei giorni sono state tutte strameritate), ma … andiamoci piano.
    Ora faccio un esempio molto terra-terra per far capire meglio ciò che voglio dire:
    Anna Kournikova.
    Ve la ricordate vero? Quella che è diventata famosa pur non avendo MAI vinto un solo torneo WTA? (Chiaramente in singolare, perchè invece in doppio ne ha vinti diversi).
    Ebbene, penso che siate tutti concordi nell’affermare che la sua carriera, dal punto di vista strettamente tennistico, è stata una vera delusione … un vero buco nell’acqua.
    Chi l’aveva prefigurata vincitrice Slam o n°1 al mondo non ci è andato minimamente vicino …
    Ma che aveva fatto questa ragazza per meritarsi tanta stima poi mal ricambiata?
    Semplice, a 15 anni era arrivata agli ottavi degli US Open, e a 16 anni (tre Slam dopo) era arrivata addirittura in semifinale a Wimbledon!
    Ora, Camila è arrivata “solamente” a giocare gli ottavi a Wimbledon a 20 anni, per il resto non ha combinato nulla che possa essere considerato degno di nota (nel senso di prestigioso).
    Che elementi abbiamo per dire che Camila è fatta di una pasta diversa da quella della Kournikova? Che lei sì che un giorno diventerà una vincente? (Non dico di Slam o n°1 al mondo, ma almeno al livello di una Pennetta, Errani o Schiavone … anche senza finali Slam).
    Risposta: nessuno.
    Nulla, per il momento, ci autorizza a pensare che le cose andranno diversamente.
    Un exploit, quasi tutte in carriera possono avercelo … ma soltanto poche hanno la continuità per diventare veramente delle vincenti (non basta una semifinale a Londra a 16 anni per dire che sicuramente sei destinata a diventare una campionessa … Anna docet).
    Per questo dico, e non mi stancherò mai di ripeterlo, Camila è POTENZIALMENTE una giocatrice molto forte … che se ben gestita può arrivare a fare quei risultanti che nessuna giocatrice italiana passata o attuale ha mai raggiunto.
    Ma dal dire al fare …

    Vedremo … con la speranza che già dal prossimo imminente torneo torni almeno alla vittoria.

  55. by Tommaso

    @TEUS: non mi riferivo in assoluto (oddio… su Ferrer in realtà sì), più che altro alla possibile finale Haas-Gasquet in confronto a quella che ci toccherà 😉

  56. by GIEMME

    caro Stefano, continui ad inanellare inesattezze sulla mia persona e sul mio pensiero…

    1) non mi sogno Sara la notte e non ne parlo spesso.
    ma sopratutto non ne parlo sempre male.
    è giusto? è sbagliato? io ti dico che è la prima.
    se hai dubbi, c’ è un archivio disponibile, sia qui, sia su livetennis, che sono i due blog che scrivo in prevalenza…
    vai, controlla e poi dimmi se è come tu dici…
    parlo di Sara, nel bene e nel male, come faccio con tutte.

    2) la mia analisi sarebbe errata, solo perchè la va i a traslare sulle prime?
    ma lo sai che scopri l’ acqua calda…
    guarda, non ci ero arrivato da solo che sulla prima non è applicabile e sulla seconda diventa improbabile.
    ma sulla 7ma, è altra musica…

    3) il mondo è bello perchè è vario.
    c’è chi ama Sara e anche all’ estero e non è affatto scandaloso e c’ è chi esagera nel valutarla.
    io sono libero di esprimere la mia opinione su chichessia, senza per questo dover subire attacchi alla persona, come hai fatto tu e qualcun altro.
    puoi contestare i contenuti con altri dati.
    ma non puoi dire cose offensive verso chi scrive.
    questo non è eticamente corretto…

  57. TEUS by TEUS

    Vero, Stefano. Infatti ho scritto che mi auguro di vederlo al Master (traguardo che può benissimo raggiungere se continua sulla strada ce ha intrapreso da inizio anno).

  58. TEUS by TEUS

    Riguardo a Ferrer posso anche essere d’accordo, Tommaso. Su Murray direi prorpio di no (lo scozzese, oltre a essere un giocatore solido, dispone anche di una buona mano).

  59. by Stefano

    Giemme, ma Sara per caso te la sogni pure la notte?
    Te lo chiedo perchè ne scrivi in continuazione, sempre (in modo negativo), anche quando mancano gli spunti (partite appena giocate).
    Il tuo giochino di valutare gli obiettivi mancati da Sara è un po’ subdolo, perchè parte dal presupposto di valutare i suoi risultati dando per assodata la sua posizione nel ranking … cosa che invece scontata non è affatto.
    Prova ad applicare questo “giochino” ad una Sharapova n°2 del mondo, o ad una Vika (quando era n°1), e poi vediamo se hanno centrato la metà dei risultati che compete alla loro posizione di ranking.
    Seguendo questo principio, soltanto chi sale la classifica centra più della metà degli obiettivi, mentre chi scende (magari perchè non può salire più di così?) ovviamente è perchè non ha rispettato ciò che ci si aspettava da una giocatrice del suo ranking.
    E non penso neppure che chi difende la Errani lo faccia perchè ha indossato il cappello tricolore: ha mai fatto un giro sui forum (tennisforum …)?
    Non ti sarà difficile notare come Sara abbia molti più tifosi stranieri che italiani …
    Vuoi dire che è perchè all’estero adorano l’Italia?
    Non credo proprio: forse è soltanto perchè adorano la giocatrice, forse è perchè loro quando vedono una che non indietreggia un solo cm anche quando gioca contro giocatrici più alte di lei di 20 cm … forse perchè capiscono che è una con le palle.
    Per carità, nessuno dice che gioca come Edberg o Sampras, però come combattività, spirito di sacrificio, perseveranza e dedizione al proprio lavoro … ad avercene delle Errani in Italia!
    E, ti dirò, non mi dispiacerebbe affatto se una giocatrice come lei diventasse uno dei simboli dello sport italiano nel mondo …

    t.o., non sono d’accordo con la tua analisi:
    1) quando ho detto togliamo i punti di Wimbledon a Camila per vedere dove sarebbe ora, non la stavo confrontanto alla Errani, perciò trovo del tutto fuori luogo togliere i punti contro la Ivanovic di Sara;
    2) dai per scontato che se Camila non avesse giocato Wimbledon, avrebbe ripiegato su altri tornei minori che alla fine dell’anno le avrebbero fruttato gli stessi punti …
    Mi sembra che ci siano un po’ troppi “se” in questa supposizione: cosa ti fa credere che se gli impegni di Camila fossero stati più “umili”, le sue vittorie sarebbero state maggiori?
    E l’infortunio?
    Beh, non è così scontato che avrebbe vinto di più, e che alla fine si sarebbe ritrovata gli stessi punti di oggi …
    L’analisi va fatta sui dati assodati, su cose reali, non ipotizzando percorsi plausibili.
    E la realtà dei fatti dice che senza quei 10 giorni londinesi, oggi, staremo qui a parlare di una giocatrice ben diversa, di una FORSE giovane speranza, ne staremo parlando in maniera più umile, forse con meno entusiasmo, ma certo con maggiore lucidità.
    Lucidità, che forse il suo scalpo migliore (Wimbledon) ci ha negato.
    Tafanus avrà forse sbagliato nei modi nel dirci certe cose … ma temo che tutti i suoi continui richiami alla lucidità di analisi e alla concretezza dei risultati, fossero indirizzati proprio ad aprirci gli occhi su queste cose, perciò andiamoci piano nel montarci troppo la testa su Camila.

    Tafanus, iero notte sono andato a letto presto, anche perchè il match Petrova-Srebotnik vs. Svetlana-Pennetta l’hanno spostato a dopo Murray-Gasquet …
    Vedo però, ahimé, che non mi ero sbagliato sul pronosticare una finale senza italiane!!!
    Come temevo, alla fine la coppia più potente e rodata ha avuto la meglio su quella italo-russa.
    Se non altro, però, un set l’hanno portato a casa, segno che comunque già ora non sono molto distanti dal livello delle loro avversarie.

    Teus, sì Gasquet è un vero talento … ma fisicamente lo vedo ancora distante anni luce (come resistenza fisica e mentale) dai primi 4, che per il momento vivono in un pianeta a se’.
    Il primo set se l’è aggiudicato il francese, ma poi … è crollato 6-1 6-2 sotto i colpi di Andy (che in questo periodo non sta certo giocando il suo miglior tennis … ma forse, dato che mancano Federer e Nadal e Djoko è uscito, tanto gli basta per vincere a mani basse il torneo).
    Peccato per Haas: in queste due settimane stava giocando alla grande, e mi dispiace che non abbia centrato almeno la finale, se lo sarebbe meritato.
    Purtroppo, però, l’età è quella che è, e di fronte aveva uno che, quando non gioca contro i primi 4 della classifica, vince quasi sempre (il primo degli umani, direbbe qualche famoso giornalista …).

  60. by Tommaso

    Una finale Ferrer-Murray è la morte di tutto quello che ho amato del tennis negli ultimi 20 anni…

    Per quanto riguarda la finale femminile spero vinca Maria, per Camila aspettiamo i sorteggi di Charleston e speriamo che avanzi un paio di turni in modo da poterla vedere finalmente giocare e non solo attraverso i numerini del livescore.

  61. by GIEMME

    altra considerazione che fin’ ora qui non è emersa:

    ci si è spesso vantati del numero di vittorie di Sara nel 2013, dimenticandosi che erano frutto dei tanti, o TROPPI tornei disputati…
    si criticano sempre e solo le scelte del team Giorgi, ma le scelte di Sara, per accumulare punti su punti vanno sempre bene…
    andate in archivio… andate a vedere se abbia mai scritto su questo aspetto una sola parola verso l’ una o l’ altra… non l ‘ho mai fatto e sapete perchè?
    perchè questo aspetto per me, che conosco la preparazione atletica, è pane quotidiano.
    sapevo benissimo come sarebbe andata a finire!!
    quando chiedi troppo dalle tue forze, quando sottoponi il tuo organismo a stress eccessivi,
    prima o poi il tuo fisico ti presenta il conto…
    ora Sara, per questa sua scelta di disputare 10 tornei in 3 mesi, salta Charleston se va bene.
    e se va male anche Fed a altro ancora.
    ci rimette lei in classifica e ci rimette la nazionale in Fed se il problema è serio…
    ottima scelta vero??

    io di tennis non sono un esperto, ma come sempre sostenuto, solo un appassionato.
    ma nello sport i piedi ce li metto dentro realmente, dal rugby, al ciclismo, allo sci e altro ancora.
    a differenza di tanti commentatori che lo vivono solo passivamente…

  62. TEUS by TEUS

    Non prendo parte alla discussione su Errani perché, oltre ad aver già espresso le mie opinioni su di lei sia dal punto di vista tecnico-tattico che da quello fisico, credo anche che, soprattutto in uno sport come il tennis, conti molto lo stomaco (le sensazioni cioè che un giocatore suscita a livello emotivo).
    Penso quindi che quando GIEMME dice che Sara ha il gioco più brutto dell’intero circuito WTA, parli maggiormente con lo stomaco più che col cervello (non è un’offesa personale ma una cosa che può benissimo capitare a chiunque, sia chiaro). Il gioco di Sara lo annoia a morte e di conseguenza ciò può condizionare tutto quello che gli capita di scrivere riguardo a lei.

    A proposito di stomaco: consiglio vivamente a tutti di andare a vedere che colpo ha tirato fuori dal cilindro Gasquet stanotte sul 4-3 nel tie break contro Murray. Personalmente ho trascorso una decina di secondi di estasi totale difronte alla visione di tanta bellezza.
    Ritengo il francese il giocatore dotato di maggior talento tennistico dell’intero circuito (anche più di Federer, sì). Detto ciò sono felice stia facendo un ottimo lavoro dal punto di vista fisico (è sempre stato il suo tallone di Achille) e che stia conseguendo buoni risultati perché sarebbe un vero peccato non poterlo ammirare anche al Master di fine anno (riuscisse a qualificarsi anche Gulbis -cosa ben più complicata-, altro talento cristallino, ne sarei ovviamente strafelice ).
    Ah, il bel tennis… Piacere assoluto!

  63. by GIEMME

    ciao Buster.
    il fatto è che non si devono usare due pesi e misure diversi a seconda chi chi è l’ oggetto della discussione!
    ti faccio alcuni esempi:

    – è stato detto che Agnese avrebbe vissuto di rendita per tutto il 2013 con i punti fin qui acquisiti e NESSUNO HA TROVATO DA RIDIRE.
    la stessa cosa, se la dico io di Sara, apriti cielo!! diluvi di merda!!!

    – si critica il tipo di gioco dell’ una o dell’ altra, inclusa la stessa Camila che forse non è abbastanza italiana per qualcuno e tutto va bene.
    se io critico il tipo di gioco che Sara esprime, perchè a me piace il gioco d’ attacco,
    di nuovo apriti cielo!! diluvi di merda!!!

    – in risposta alla mia analisi, si va a criticare Flavia che non centra nulla e nessuno tira fuori un solo commento su questo inutile confronto, dimenticandosi che è un’ analisi tracciata sui risultati, quindi assolutamente soggettiva.

    – si puo’ gridare allo scandalo per le grida di Maria o di Vika in campo, ma in questi casi, nessuno accenna ai versi indecenti anche della stessa Sara o peggio di Francesca che pure io stimo alla morte…

    vogliamo continuare ad usare sempre due pesi e due misure?
    vogliamo continuare ad estrapolare dai miei commenti solo cio’ che fa comodo per attaccarmi, senza leggere con attenzione tutto?

    io rispetto le opinioni di tutti. anche di quelli che criticano pesantemente Camila!!!
    perchè quando parlo di sara, la stessa cosa non accade nei miei confronti?

    la spiegazione è una sola:
    il tricolore!!!
    oggi Sara rappresenta rappresenta per i piu’, l’ apice del tennis italiano e per questo è linda, candida e intoccabile!!
    personalmente ho una visione GLOBALE e non ITALIOTA dello sport e trovo indecente che non ci possa essere fuori dal coro, che subisci attacchi da tutte le parti.
    anche da chi mesi fa sosteneva che Sara non aveva un bel gioco ed oggi cambia bandiera.
    legittimamente per carità, ma con un po’ di ipocrisia anche…

    la verita’ è che se Sara non fosse italiana, come ho letto spesso su livetennis, nessuno se la filerebbe.
    ma è anche vero che questo, nessuno è disposto ad ammetterlo, per amor di patria e per nient’ altro!!
    il tricolore nello sport acceca gli occhi dei tifosi e questo non è un bene in un mondo sempre piu’ unito,
    sotto un’ unica bandiera. la bandiera dell’ uguaglianza dei popoli!!!

  64. by Buster

    @ GIEMME: Ma è così difficile dire che Sara “esprime uno dei giochi piu’ brutti del tennis femminile attuale” per te ? No perchè avrò perso la riunione in cui questo fatto fosse diventato una verità oggettiva e assoluta.
    Per fortuna il mondo è bello perchè è vario, Io, personalmente, preferisco mille volte di più il gioco di Sara a una delle tantissime brainless ballbasher che vengono tanto apprezzate su questo blog.
    Capaci (se in giornata con tutte le stelle del firmamenti allineate) di tirare bordate lungolinea pazzesche, ma incapaci di eseguire una pur semplicissima smorzata o palla corta.
    Benissimo avere dei gusti particolari, mi sembra il minimo, ma per lo meno evitare di farle passare come fatti conclamati non sarebbe male!

  65. by GIEMME

    motorep:

    io trovo nei tuoi post, sempre pensieri ben impostati e non lo dico solo per farti piacere, ma perchè lo penso.
    ma qualche volta ti sfuggono delle frasi che faccio fatica a riportare in un ottica reale.
    ad esempio questa:
    “Uno puo’ partecipare a tutti i tornei che vuole ma acquisisce punti solo se vince, cosa che evidentemente Sara ha fatto!”

    permettimi:
    1) uno NON acquisisce punti solo se vince.
    li acquisisce anche se non vince. dipende a che livello ti trovi quando perdi.
    2) certo che uno partecipa ai tornei che vuole. ma farne TROPPI, espone a dei rischi legati alla propria forma fisica. vuoi che IO non lo sappia?
    questo per me è pane quotidiano.
    3) se vuoi acquisire piu’ punti possibili, la scelta di disputare piu’ tornei rispetto ad altre, è sempre comunque vincente. perchè quando scarterai i punteggi minori, per creare la tua classifica,
    se avrai fatto tanti tornei, la probabilita’ di aver fatto bene in media, sara’ piu’ elevata rispetto ad una scelta diversa.
    un po’ come il giochino di costruire il castello con le carte da gioco…
    piu’ tentativi fai, piu’ risulta essere elevata la probabilita’ di un buon numero di risultati accettabili o addirittura ottimi per lo scopo finale.
    ma questo permettimi di dirlo, mi puzza un po’.
    perchè devo rischiare dei problemi fisici, per andare a giocare cosi’ tanti tornei?
    con il prossimo alle porte, Sara gioca 11 tornei in 3 mesi… perchè?

    per il resto, è inutile che mi gettiate fango addosso, sostenendo cose non vere.
    io non ho nulla contro la persona. è solo il suo gioco…
    se ami sport come il rugby… se per te uno come Pantani ha rappresentato il massimo delle emozioni…
    una come Sara, che esprime uno dei giochi piu’ brutti del tennis femminile attuale, davvero puoi pensare che possa ben conciliarsi con le emozioni che trovi altrove?
    ma 1000 volte Camila anche se nella vita non vincera’ mai un cazzo!!!

  66. by GIEMME

    grazie Fabio e grazie anche a T.O.

    a chi invece mi contesta…

    questo è l’ obiettivo minimo conseguibile dalle tsd nei tornei di tennis:

    1 W(ma anche massimo)
    2 F
    34 SF
    5678 QF
    910111213141516 OF

    questo obiettivo non lo stabilisco io, ma il regolamento stesso, utilizzato nella composizione dei MD.

    questa è l’ analisi che ho fatto:

    Brisbane fuori al secondo turno, nonostante fosse testa di serie.
    obiettivo mancato.
    Sydney fuori ai quarti. tds nr3.
    obiettivo mancato.
    Melbourne fuori subito.
    obiettivo mancato.
    Paris finalista, ma tds nr 1.
    obiettivo mancato.
    Fed Cup 1 w + 1 L contro avversarie nelle retrovie in classifica rispetto a lei.
    obiettivo mancato.
    Doha quarti di finale, tds 6.
    obiettivo centrato.
    Dubai finalista solo grazie al ritiro di Vika. quindi in questo caso:
    obiettivo superato ma con riserva.
    Acapulco vittoria finale, ma con testa di serie nr. 1.
    obiettivo centrato, ma diciamo pure superato visto che non avrebbe potuto fare di meglio…
    Indian Wells quarti, ma tds.
    obiettivo centrato.
    Miami quarti, ma tds.
    obiettivo centrato.

    sul totale di 10, la meta’ sono obiettivi mancati (o meglio direi: falliti).

    contestare un’ analisi, significa mettere in campo dei dati REALI.
    ho sbagliato qualcosa?

  67. by Morotep

    Boh… per carita’ ognuno si tiene le proprie opinioni personali.
    Se ad alcuni Sara sta sulle palle oppure non gradiscono il suo gioco mica ci sono problemi… si discute e amen.
    Ma l’analisti (trasudante biasimo ovunque) dei numeri fatta da GIEMME che tenta di spacciarla come oggettiva non si puo’ leggere.
    Vive di rendita dalla scorso anno… in che senso?! Ha pure perso i 500 punti dell’AO (quello si’ il vero fallimento stagionale) e ha dovuto compensarli con ottime prestazioni in altri tornei importantissimi dove fino allo scorso anno raccoglieva briciole… e tu dici che vive di rendita… non conseguira’ risultati stratosferici, ma nel momento in cui, nei tornei che contano (tolto AO) raggiunge almeno i quarti di finale allora fa il suo dovere di top-10… cosa che fin’ora e’ riuscita in parte solo a Francesca Schiavone (al momento la migliore italiana di sempre in quanto a risultati) per una stagione.

    Il punto e’ questo: qui c’e’ una tennista che all’improvviso e’ esplosa e si e’ trovata nella top-10… tutti a dire che era fuffa, che aveva avuto fortuna, e i corridoi (come dici te) e quello e quell’altro. Tutti ad aspettarsi una veloce uscita dalle top-10 (stile Pennetta che e’ durata 3 mesi e ti posso assicurare che lo dico con la tristezza nel cuore)… tutti a dire che fuori dalla terra rossa non puo’ fare granche’. Sta di fatto che e’ un anno che sta nella top-10 e, se continua cosi’, non penso proprio uscira’ tanto facilmente.

    Poi la frase piu’ assurda e’ questa: “poi per quanto riguarda i punti acquisiti quest’ anno, certamente giocando piu’ tornei delle altre ne ha presi gia’ una valanga.”.
    Ah perche’ adesso ti danno i punti sulla base dei tornei che giochi?
    Teoria interessante… potremmo suggerire a Camila di partecipare a tanti piu’ tornei possibili cosi’ ritroviamo anche lei nella top-10!
    Ma dai cavolo GIEMME, che discorso e’!? Uno puo’ partecipare a tutti i tornei che vuole ma acquisisce punti solo se vince, cosa che evidentemente Sara ha fatto! Vincere non e’ una cosa banale… vincere quasi sempre contro chi ti sta dietro non e’ banale almeno quanto vincere contro chi ti sta davanti… chiedilo a Camila che non vince un incontro da piu’ di 6 mesi (davanti o dietro che siano)!

    Io penso che, ragionevolmente, si possa parlare di due soli obiettivi per Sara quest’anno, ovvero quello di rimanere top-10 ed arrivare a qualificarsi per il Master di fine anno. Al momento ha migliorato i risultati del 2012, l’anno che tutti hanno dato per straordinario… e lo ha fatto, ripeto, consolidandosi in tornei nei quali lo scorso anno usciva al primo turno. La prova del nove e’ questa: riuscire a mantenere (o migliorare) i punti non potendo contare su tutti i torneini international dello scorso anno. Al momento obiettivo centratissimo.
    Cosa ci sara’ mai da meditare…

  68. by t.o.

    @Stefano, Che Giemme ce l’abbia un po con Sara l’ha sempre detto. Il “difetto” di Giemme è proprio la sua totale innocente sincerità. Non gli piace il gioco di Sara. E su questo sono d’accordo con lui. Ma questo continuo confronto Sara/Camila è ovviamente un po’ pesante. Lui reagisce un po da “Rugbista” e un po da “chioccia” (quando gli tocchi il suo “pulcino” Camila) . Io sono un po più “puttana” di Giemme e se voglio anche molto più perfido. Io però a differenza sua adoro Sara, anche se odio il suo gioco. Ho scritto “odio”, non “non mi piace”. Se solo non mi piacesse e non amassi Sara i suoi risultati mi sarebbero indifferenti.
    Però visto che stavolta la provocazione è stata la tua (dove sarebbe Camila senza i punti di Wimbledon” ) ti rispondo da “Perfido”. E ripropongo il duello Camila/Sara. E come in ogni duello userò tutte le armi che ho!
    Al limite del “lecito” .Ti chiedo scusa fin d’ora. Dopo amici come prima……….

    @Stefano Caro Stefano, sono un po stanco di questi quesiti “ipotetici”. Ma se proprio dobbiamo cimentarci in dispute inutili e puerili facciamo pure. Non devo ripeterti dei 5 mesi (9 febbraio 13 luglio) di Sara all’età di Camila. Già Scritto ieri. E non ti dico neanche che con i “se” non si fa la storia. Sarebbe Banale.
    Nel bene e nel male. Vorrei però farti notare che le analisi, o previsioni, o/e analisi di scenario normalmente non permettono la variazione di un dato senza una attenta valutazione delle conseguenze.
    Agiamo perciò in parallelo. Togliamo a Camila il risultato di Wimbledon ma togliamo anche a Sara la vittoria contro Ana al 3° turno di France Open. Mi sembra uno scambio equo. Tre straordinarie partite vinte contro solo un punto o due nel corso di un secondo set nella partita di Sara a Parigi.
    Camila senza i 280 punti dell’R16di Wimbledon sarebbe rimasta in 145° posizione con circa 450 punti ( gli lasciamo almeno le vittorie delle qualificazioni o le dobbiamo togliere anche quelle?)
    Questo fatto l’avrebbe portata a programmare il futuro in modo diverso da quello che un successo così eclatante l’ha convinta (o costretta) a fare. La mancata entrata nelle top 100 l’avrebbe costretta a continuare una programmazione con qualche ITF (anche di livello) e l’avrebbe costretta ad alcune qualificazioni che nella realtà non ha dovuto affrontare. E’ logico pensare che (considerato il suo momento di forma) scegliendo (essendone costretta) il percorso che tanto stava a cuore al suo nuovo manager signor GIEMME, la signorina Giorgi avrebbe continuato nel suo ritmo di W/L 2.5/1 . Considerato che i 15 tornei del dopo wimbledon hanno fruttato circa 270 punti, tanti quanti i 15 precedenti a Wimbledon (strana coincidenza) Salvo non si voglia addirittura ipotizzare un rendimento peggiore di quello ottobre 2011/giugno2012 per il periodo luglio 2012 marzo 2013 si può ragionevolmente prevedere che la signorina Giorgi avrebbe facilmente recuperato se non superato i 280 punti “ingiustamente” ascritti alla sua classifica dopo Wimbledon.
    Del resto le vittorie nette (quasi sempre in due set e con punteggi eloquenti) contro atlete classificate 22° 71° 73° 83°85° nonchè le sconfitte sempre combattute contro atlete classificate 21° 32° 40° 49° 55° 69° danno una certa prova di salto di livello dell’Atleta Giorgi rispetto al periodo 10/2011 6/2012. Questo livello di gioco in tornei di secondo piano (ITF e WTA secondari) valgono certamente una media di 30/40 punti a torneo. E’ facile perciò ipotizzare che il punteggio di Camila ad oggi sarebbe stato almeno quello di oggi.
    Se Invece Sara avesse perso il match contro Ana (molto meno netta delle vittorie di Camila a Wimbledon) avrebbe perso irrimediabilmente 1240 punti che le sarebbero costati 12 posizioni in classifica. Queste 12 posizioni avrebbero certamente pregiudicato l’ingresso nelle prime 8 entro istanbul con la conseguenza dell’impossibilità di incamerare altri 370 punti. Questi 1610 punti globali (a differenza di quelli della Giorgi assolutamente irrecuperabili) avrebbero precluso a Sara la presenza tra le prime 8 costringendola nei premier ad incrociare un turno prima quelle atlete considerate (ancora) ingiocabili e in altri tornei la totale impossibilità di accedere addirittura alle TdS con conseguenze possibili di estrazioni sfortunate. Visto il livello di tornei frequentati da Sara e il valore del ranking in questi tornei principalmente Doha e Dubai possiamo facilmente ipotizzare che la sconfitta con Ana poteva costare oltre ai 1620 punti (ancora validi in classifica e che svolgeranno il loro ruolo di Garanzia ancora per 2 e 7 mesi) altri 500/1000 punti di penalizzazione. E’ difficile perciò ipotizzare che la sconfitta con Ana avrebbe potuto portare benefici. Al contrario per Camila la Sconfitta a Wimbledon (a parità di livello raggiunto) avrebbe potuto rappresentare (almeno a livello di punti) un obbligo ad una via più sicura e più remunerativa.

    E’ indubbio che molti dei sostenitori di Camila non scambierebbero quella fantastica settimana nemmeno con 2000 punti. I punti vanno e vengono. Quelle emozioni non ce le leva più nessuno……..

    Questo è quello che ti avrei scritto se provocato……ma io amo Sara…….anche se odio il suo gioco
    Vuoi mettere Camila…..vaiiiiiiiiiiiii Camilaaaaaaaaaaaaaaaa

  69. TEUS by TEUS

    Burnett giocherà contro la giovanissima australiana Barty nelle quali a Charleston.

  70. by fabio

    é purtroppo vero. i numeri elencati lo dicono chiaro. quest` anno sara ha fallito nella meta` dei tanti tornei che ha giocato.
    inutile dire il contrario, perché é proprio cosi`.
    come inutile é prendersela con chi lo fa solo notare.

  71. by GIEMME

    taf:
    i tuoi numeri sono esatti come sempre…
    ma si riferiscono ad una ragazza che è nr. 7 del mondo e ad un’ altra che è top 90…
    per il resto io preferisco il gioco di Camila a quello di Sara, pur ben consapevole che i risultati ancora non ci sono. chissa’, magari in un domani piu’ o meno vicino, potrebbero anche arrivare… no?

  72. by GIEMME

    stefano:

    insisti nell’ essere fuori strada.
    se si debba solo parlare bene e mai male, qua e altrove ci sarebbero solo poesie melodiche per tutte…
    ma evidentemente cosi’ non è.
    tu parli anche male, come lo fanno tutti gli altri utenti.
    la riprova è in quello che leggo di Maria, di Agnese e di tante altre…
    non vedo perchè non lo possa fare anche io scegliendo chi mi pare….
    o Sara è per te ed altri intoccabile solo perchè italiana?
    ti ripeto una volta per tutte: non è la persona che non apprezzo, ma la tennista.
    quindi nulla di personale…

  73. by Stefano

    Tafanus, su quello che hai appena scritto su Camila e su Sara, sono d’accordo al 100%!
    Anch’io apprezzo molto Sara per tutto quello che sta dimostrando, nonostante i suoi limiti.
    E penso anche che uno che non segue il tennis in particolare, ma che ama lo sport in generale, sia molto più portato ad apprezzare i risultati raggiunti con l’impegno e la dedizione da parte di una giocatrice non dotata di particolare talento/potenza_fisica, piuttosto che risultati analoghi raggiunti da una giocatrice più alta di 20 cm e a cui madre natura ha fornito talento, potenza e capacità di coordinazione (chiaramente non mi sto riferendo alla Sharapova, che ha vinto tanto tanto di più, ma ad una eventuale giocatrice di pari palmares della Errani).
    Raggiungere gli stessi risultati, ma partendo due gradini più in basso, è a mio avviso una nota di merito, non un handicap che deve far storgere il naso agli appassionati di questo sport.

    Poi ognuno è libero di pensare e di apprezzare quello che gli pare, eh … ma io la vedo così.

  74. by Tafanus

    Giemme, come sai, anche a me piacciono i nemri. Attualmente Camila ha 21 anni e tre mesi. Confrontiamo cosa ha fatto Camila negli ultimi 12 mesi (fra i suoi 20 a. 3 m. e i suoi 21 a. 3 m.) e cosa ha fatto Sara nella stessa identica fascia di età (fra l’agosto 2007 e il luglio 2008.

    Bene, in termini di punti WTA, Camila ha conquistato 672 punti. Sara ne avava conquistati 1112, nonostante fosse priva delle grandi qualità atletiche della Giorgi. O magari non è così???

    Ma vorrei aggiungere un altro confronto impietoso. Sempre considerando la stessa età (da20a 3m a 21a 3m), Vediamo il numero di vittorie contro top-100, e il numero di sconfitte patite da over-100:

    La Giorgi ha vinto 8 partite contro top-100, ne ha perse 12 contro over-100

    La Errani ha vinto 24 partite contro top-100, e ne ha perse 11 contro over 100.

    No, sinceramente, prendo la Errani, senza se e senza ma.

  75. by Stefano

    Purtroppo non ce l’ha fatta: sul 4-3 Ferrer con al servizio Haas, sulla palla break il tedesco ha commesso doppio fallo … quel doppio fallo che si può fare in qualunque momento, tranne che su palle come queste!
    Sul 5-3 e servizio, poi, Ferrer non ha avuto nessuna difficoltà a chiudere la pratica.
    Il tedesco ha giocato bene per gran parte del match anche oggi, ma da inizio secondo set in poi ha finito la benzina, e ha cominciato a commettere quegli errori che contro un “muro” come quello dello spagnolo gli sono stati fatali.
    Partita, comunque, molto piacevole da vedere, con alcuni scambi che sembravano uscire da un match degli anni ’90.

    Giemme, io ad esempio non sopporto la Bartoli, sia nel modo di giocare che negli atteggiamenti in campo: ne ho mai parlato?
    Ho mai scritto papiri per dire che non mi piace il suo gioco “quadrumane” oppure i suoi tanti tic pre-servizio?
    Mi sono mai soffermato sulla sua “silhouette”?
    No, e per un semplice motivo: se una cosa non mi piace, non ne parlo e basta … evito di tirarla in ballo, e non guardo i match in cui lei è presente.
    Fine.
    Se invece uno continua a scrivere papiri, fornendo statistiche e numeri per suffragare una sua tesi su di una giocatrice che detesta … mi viene il sospetto che questa sua riluttanza non riguardi soltanto il gioco della giocatrice stessa, ma anche qualcosa di più, perchè è palese che ne sta facendo un fatto personale.
    Ora, se uno lo fa per parlare male di una giocatrice che invece adora o per cui fa il tifo, vuol dire che probabilmente sta scrivendo queste critiche perchè vuole spronarla, vuole che si svegli, che si dia una mossa … insomma, critica sì, ma lo fa in fin dei conti per il suo bene.
    Ma se uno continua a criticare una giocatrice che non gli interessa (perchè a sua detta gioca un tennis di basso profilo o comunque tecnicamente non eccelso), viene da chiedersi a cosa gli giova continuare ad infierire su questa giocatrice, dato che nessuno lo sta obbligando a seguirla …
    Capito cosa intendo?

  76. by Tafanus

    Stefano: condivido quasi tutto il tuo commento, anche se sulle previsioni del doppio Pennetta-Kuznetsova condivido col cervello e col la situazione di fatto (coppia di recente costituzione, Kuznetsova che ha giocato pochi doppi, Pennetta che ne ha giocati due o tre in sei mesi), ma spero col lato sinistro del corpo.

    Su Sara, come è noto, non metto i suoi limiti fisici nel capitolo “colpe”, ma per me rappresentano un motivo di ammirazione aggiuntivo, per aver saputo fare ciò che ha fatto NONOSTANTE quei limiti.

    Su Camila: se “tira a mille”, ma fa il 25% di doppi falli, e comunque perde, vuol dire che “tira a tutta” o fuori, o dal lato sbagliato. Se poi tira a tutta ma a 21 anni ha già una spalla logora, è probabile che ci sia qualcosa di sbagliato in uno di questi aspetti:

    -a) preparazione atletica sbagliata (la potenza muscolare non può andare troppo avanti alla solidità delle articolazioni);

    -b) movimenti sbagliati;

    -c) distrazione sua e/o del team, che non l’hanno fermata al primo campanello d’allarme.

  77. by GIEMME

    ancora per cristian:

    vai a leggere su livetennis cos’ ho scritto stasera dopo la sconfitta in doppio…
    vai e renditi conto se io odio Sara…
    emmegi 29-03-2013 19:37

    se ti vuoi confrontare con me, sono sempre disponibile, ma i tuoi pregiudizi nei miei confronti,
    mettili da parte una volta per tutte… perchè sono e restano solo pregiudizi!

  78. by GIEMME

    Stefano:

    io ho fatto un’ analisi, basandomi sui suoi numeri del 2013.
    non ti piace?
    nessun problema. libero di pensarla come credi.
    perchè vedi, se la stessa analisi l’ avessi fatta sui numeri di una Petrova o di una Bartoli, il tuo commento sarebbe stato certamente di tutt’ altro tenore…
    ma ribadisco che non è frutto di mia opinione, ma frutto dei numeri di Sara nel 2013.
    quanto ai paragoni fra Sara e Camila, non credo di farne e da questo punto di vista mi confondi con qualcun altro…

    Cristian:

    per te in particolare, esiste che si debba parlare solo bene delle TUE beniamine.
    guai a parlarne male, che scatti subito come una molla… relax!!!
    personalmente a chi critica da mesi Flavia o Francesca, cui sono molto legato, non rispondo a tono, perchè lascio che ognuno dica la sua…
    saro’ libero di pensarla come credo, fornendo numeri che non mi invento?
    o ti devo venire tutte le volte a chiedere il permesso?

    poi, davvero credi che a me non piaccia la persona, o come io sostengo non mi piace la “tennista”?

    ok.
    ti do degli indizi.
    poi dimmi tu quale delle due non mi piace:

    non amo il calcio. per cui le sparate di Sara su quello sport non mi hanno toccato.
    non seguo assiduamente il tennis maschile, se non qualche atleta come Roger o Raonic o pochi altri, per cui i commenti di Sara sul panorama tennistico maschile non mi sfiorano neanche.
    detesto Serena. per cui le sparate tanto criticate da molti anche verso l’ americana, non mi riguardano.
    non faccio una questione di finta nazionalita’, come fanno tanti, visto che anche Flavia non vive in Italia, cosi’ come Camila.
    non la conosco di persona. per cui a livello di rapporti diretti non ci puo’ essere nulla di nulla.
    ho piu’ volte riconosciuto il merito di essere arrivata dove si trova, cambiando la mia opinione sul fatto che sul veloce non avrebbe avuto grandi possibilita’.
    non prendo quasi mai parola contro di lei, negli articoli che parlano delle sue sconfitte e piu’ volte l’ ho elogiata quando ha vinto. l’ archivio di Live tennis degli ultimi mesi, te lo puo’ confermare…
    dunque dimmi:
    chi è che personalmente non amo… la TENNISTA o la PERSONA???

    concludo dicendo:
    in questi giorni si è scritto di tutto da parte di tutti, per criticare una certa russa che a me piace.
    mi sono scagliato per questo contro qualcuno?

    lo sport, puo’ e deve andare oltre i confini di stato.
    è giusto e sacrosanto che si possa tifare per una straniera e al contrario si possa non apprezzare un’ italiana, che a mio avviso in campo esprime uno dei peggiori tennis visti negli ultimi anni.
    e questo mio giudizio, sulla persona non centra davvero nulla…
    io una ragazza con un viso angelico come la sua, la vorrei mille volte come nuora!
    altro che odiare la persona… vai vai… transita!!!!

  79. by Stefano

    É stanco pure Ferrer …

  80. by Stefano

    Break di Haas in apertura terzo set!!!!!!!
    Dai, che ce la può ancora fare, se le gambe reggono …

  81. by Stefano

    Purtroppo Haas nel secondo set sembra proprio aver finito la benzina.
    Adesso si va la terzo, ma le prospettive di vittoria (da parte del tedesco) sono ora ridotte veramente al lumicino …

  82. by Stefano

    Qui non si fa nessun riferimento ad un ipotetico infortunio o simile:
    http://www.ilsussidiario.net/News/Calcio-e-altri-Sport/2013/3/29/MIAMI-2013-Tennis-Errani-Vinci-sconfitte-nettamente-da-Raymond-Robson/378564/
    Sembra proprio che le due azzurre non ne avessero più … forse troppe partite, troppa stanchezza, o forse questa è la prima avvisaglia che qualcosa si sta lentamente logorando (non parlo dell’aspetto umano, ovviamente, ma di quello puramente tecnico/fisico …).

  83. by Stefano

    Sottoscrivo dalla prima all’ultima parola quanto appena scritto da Cristian.
    Giemme, effettivamente la tua “avversione” a tutto ciò che riguarda la Errani, trasuda in ogni riga, in ogni parola di ciò che scrivi, anche quando lo scritto riguarda Camila (infatti non manchi mai di paragonarla a Sara, sottolineando come lei questi limiti della Errani non ce li abbia …).
    Proprio non capisco cosa altro debba fare la Errani per poter strappare un complimento SINCERO da parte di uno che segue questo sport.
    Sara ha dei limiti (fisici) che le impediscono di giocare con quella propensione all’attacco che invece hanno giocatrici più alte o più potenti di lei?
    Certo, ma non per questo va messa in croce, perchè allora cosa dovremmo dire di una certa maceratese che 8 mesi fa sembrava sul punto di fare il grande salto di qualità e che invece da allora non ha fatto altro che deludere dimostrando una immaturità tecnico/tattica/gestionale che finora l’hanno fortemente frenata?
    Non è forse un peccato vedere che un’atleta così potenzialmente forte non riesce neppure più a vincere una partita?
    Ah, già, gli infortuni ….
    Ma gli infortuni mal diagnosticati o curati non sono forse colpa anche del team che gestisce la giocatrice? (Oltre che della giocatrice stessa).
    Allora perchè continuare a giustificare Cami all’infinito anche quando fallisce gli obiettivi più elementari che una come lei dovrebbe poter raggiungere, e invece si vuole trovare il pelo nell’uovo in una giocatrice che in questo momento è n°7 del mondo e che forse è una delle poche (3 o 4) che possono andare vicino a battere giocatrici del calibro della Sharapova?
    É palese una tua certa avversione nei confronti della Errani … e non sono certo l’unico ad averlo notato, ma per favore non voler far passare per oggettive queste tue osservazioni (negative) sul gioco di Sara, perchè è ormai troppo chiaro che non è il suo gioco che non ti piace, ma la giocatrice stessa!

    Tafanus, piacerebbe un sacco anche a me sapere come hanno fatto Roby e Sara a perdere così velocemente contro Robson-Raymond (l’inglese il doppio lo sa giocare [olimpiadi docet], ma anche l’americana non mi sembra certo l’ultima arrivata in questa disciplina, nonostante i suoi quasi 40 anni).
    C’è una buona possibilità che, invece di ritrovarci a Miami una finale tutta italiana (per 3/4 per essere precisi), ci ritroviamo con una finale dove non c’è nemmeno un’italiana: lo ripeto, Srebotnik-Petrova sono un doppio in forte ascesa, e se Flavia e Sveta non daranno il 110%, temo che perderanno in due set.
    Spero di sbagliarmi, ma …

    Intanto, Haas-Ferrer 6-4 nel primo set!
    Dai Tommy, la finale la puoi raggiungere tutta!!!

  84. by cristian

    Giemme diciamo che la frase ” sta campando di rendita, per i punti 2012″ stona parecchio, la rendita l’ha guadagnata sul campo, nessuno le ha regalato nulla, escludendo il grande appuntamento con gli AO, non vedo questa “Errani deludente” ..anzi ..è stata anche sfortunata nei due premier a beccare la Sharapova nei quarti, pensa se avesse avuto il tabellone di una Vinci a Miami, o se fosse stata dalla parte di Agnese..secondo me quando dici ” non mi piace per il gioco” in realtà menti, vai anche a cercare l’ago nel pagliaio pur di “screditarla” .. boh, non riesco a capire cosa ti abbia fatto di male..firmerei per far ripetere i risultati di Sara a Camila.

    ps: quante volte ha fallito la Pennetta ? col suo potenziale poteva far molto di più, però le sei affezionato ,e ovviamente scrivi solo i suoi meriti, .. ma secondo me non c’è paragone tra i risultati di una Flavia o di una Sara, quello che mi infastidisce è proprio il fatto di voler a forza evidenziare i lati negativi, è troppo..ringraziamo di avere una top 10 che fa sempre il suo dovere..fino a qualche anno fa pensarlo era utopia.

  85. by GIEMME

    in questi giorni, in assenza di notizie da parte della titolare del blog,
    si parla spesso di altro e sempre piu’ spesso uno degli argomenti piu’ dibattuti, è quello sulle prestazioni di Sara…
    sapete che a me non piace questa tennista e perdonatemi se sono sincero…
    pero’ se da un lato riconosco il suo ottimo 2012, in cui è stata capace di scalare la classifica, anche grazie a qualche corridoio lasciato aperto…
    ma si sa, che comunque bisogna anche essere abili nello sfruttare tutte le opportunità…
    dicevo, nel 2013, io francamente non vedo tutti questi meriti.
    anzi, direi che ha fatto solo il minimo sindacale, che la sua attuale posizione di classifica le compete…
    e in alcuni casi, addirittura neanche quello…
    ma non è un mio personale giudizio, ma semplicemente un riepilogo che vado ora ad illustrare, numeri alla mano…
    partiva a fine 2012, dalla 7ma posizione e li è rimasta.

    per cio’ che riguarda invece i suoi tornei abbiamo:
    Brisbane fuori al secondo turno, nonostante fosse testa di serie.
    obiettivo mancato.
    Sydney fuori ai quarti. tds nr3.
    obiettivo mancato.
    Melbourne fuori subito.
    obiettivo mancato.
    Paris finalista, ma tds nr 1.
    obiettivo mancato.
    Fed Cup 1 w + 1 L contro avversarie nelle retrovie in classifica rispetto a lei.
    obiettivo mancato.
    Doha quarti di finale, tds 6.
    obiettivo centrato.
    Dubai finalista solo grazie al ritiro di Vika. quindi in questo caso:
    obiettivo superato ma con riserva.
    Acapulco vittoria finale, ma con testa di serie nr. 1.
    obiettivo centrato, ma diciamo pure superato visto che non avrebbe potuto fare di meglio…
    Indian Wells quarti, ma tds.
    obiettivo centrato.
    Miami quarti, ma tds.
    obiettivo centrato.

    riepilogando, su 10 tornei, ha mancato l’ obiettivo minimo che la sua posizione in classifica prevede in questi casi,
    in ben 5 tornei.
    ossia la meta’.
    ha superato l’ obiettivo solo a Dubai, ma per mano del ritiro di Vika e ha vinto un torneo, quello di Acapulco, in cui era tds 1.
    gli altri 3, solo obiettivi centrati.

    personalmente, l’ analisi di questi numeri, mi dicono che non ha fatto cio’ che ci si sarebbe dovuto aspettare da lei.
    ha semplicemente vissuto della rendita acquisita nel 2012.

    poi per quanto riguarda i punti acquisiti quest’ anno, certamente giocando piu’ tornei delle altre ne ha presi gia’ una valanga.
    ma gli obiettivi per meta’ dei tornei, sono andati falliti…

    meditate gente!!!

  86. by GIEMME

    Teus delle 17,50.
    mi associo…
    se dovrai pagare il conto… dividiamo!!

  87. by GIEMME

    Stefano:
    non sono daccordo.
    Camila i punti di W li ha conquistati giocando e mi spiace ripeterlo all’ infinito, anche battendo meritatamente Flavia.
    il dopo W, non è stato disastroso, ma semplicemente in parte frenato per via delle scelte fatte su quali tornei andare a disputare.
    ti ricordo che ha anche battuto diverse tenniste meglio piazzate di lei in quello scorcio di stagione…
    da ultimo, ma non meno importante, se oggi Camila non ha quella progressione in classifica come negli scorsi anni, è solo perchè ha patito l’ infortunio alla spalla…
    ce lo vogliamo dimenticare questo???

  88. by GIEMME

    ciao Taf.
    quello che so, è che le partite di doppio sia a IW, sia qui a Miami non vengono proprio riprese dalle telecamere, nonostante si giochino i match su campi coperti.
    è davvero inspiegabile.
    forse questo tipo di disciplina in america, attira interesse solo se ci sono le sorellone iscritte in tabellone…

    ho notato anch’ io quella lunga pausa.
    o si è trattato di uno scroscio temporalesco…
    ma non credo, perchè la situazione meteo da quelle parti oggi è ottima…
    o c’ è stata la chiamata del medico da parte di una delle 4…

  89. by Tafanus

    Mi piacerebbe poter capire come abbiano fatto Errani/Vinci a perderecon quel punteggio in meno di un’ora, ma Superttennis ha preferito mandare repliche. Qualcosa non quadra, anche perchè fra il primo e il secondo set c’è stato uno stop non spiegato, troppo lungo. Qualcuno sa qualcosa in più?

  90. TEUS by TEUS

    Io mi concnetro sul lungo termine, Stefano.
    E poi, al limite, perderò una pizza+birra+caffè. Amen.

  91. by Stefano

    Teus, ti consiglio di non scommettere troppo sulla nostra “bimba”: primo perchè chi lo ha fatto si è dovuto vendere la casa per pagare i debiti, e secondo perchè è già da un pezzetto che Camila non riesce più a vincere una sola partita; io sarei già contento se passasse il primo turno …

    P.S.
    Naturalmente sto scherzando eh ………………
    però la situazione non è comunque delle migliori: se a Cami togliamo quei 340 punti di quel fortunato torneo di Wimbledon, dove la ritroveremo?
    http://www.tennisteen.it/tennis/statistiche/migliori-16-italiane.html
    … direi non molto distante dalla classifica di una Burnett …
    Ecco, adesso capite perchè non c’è da essere molto allegri …

  92. TEUS by TEUS

    Sì, Tafanus (non a caso ho usato il termine “simile”). Ribadisco che a mio avviso, però, la sostanziale differenza sta nel fatto che Williams riesce quasi sempre a ottenere il massimo dalla battuta nei punti importanti. Sharapova “solo” molto spesso (a quei livelli basta poco per far pendere l’ago della bilancia da una parte o dall’altra).

    Riguardo a questo discorso che mi capita spesso di aprire sulla classe (più il punto è importante, meglio gioca chi ne possiede), aggiungo che rimane la domanda che più frequentemente mi pongo quando penso a Camila: so che ha un gran talento tennistico, so che ha anche un ottimo fisico ma non so ancora quanta classe possa avere (è necessario, oltre a vederla giocare più spesso ovviamente, anche che completi il suo processo di maturazione). Il talento è innato, la classe anche (solo però per un 50%, l’altro 50% si coltiva con l’esperienza).
    Se la “bimba” dovesse dimostrare di avere talento e classe in egual misura potrei anche sperare molto vagamente di poter vincere quella “folle” scommessa da me fatta. 🙂

  93. by zerostress

    attenzione non ho detto che la Radwanswa ha detto di sentirsi fra le prime 4
    era un dialogo surreale in seguito ad una sensazione…..
    che a volte quando gioca appunto dalla 5° in giù, mi sembrava avesse questo atteggiamento da “noi 4” e poi tutte le altre
    mi sembra anche di aver capito che, a parte la fed cup, Errani Vinci non giocheranno il doppio insieme per tutto aprile, o sbaglio?

  94. by Tafanus

    TEUS, nel servizio la Sharapova ha due handycaps nei confronti della Williams:

    -a) è molto meno compatta e muscolata (un giorno sarebbe interessante avere delle informazioni esatte sulla genuinità di quella muscolatura;

    -b) poi c’è un fatto tecnico: la Sharapova non sa effettuare un decente lancio della palla. Rare volte lo ripete, spesso invece serve ugualmente, facendo un sacco di doppi falli. Lancia la palla troppo – e inutilmente – in alto. Il lancio tecnico perfetto è quello che permette di impattare la palla appena questa comincia a scendere, ed è quasi priva di velocità verticale. Il contrario di ciò che avviene con la Sharapova.

    P.S.: felice di vedere che in fondo il 12/3 inferto alla Radwanska non è molto lontano dal 12/2 inferto a Flavia, reduce da mezzo anno di assenza dai campi.

  95. TEUS by TEUS

    Il servizio è anche il fondamentale che risente maggiormente degli stati d’animo. Sharapova ha tutte le qualità fisiche (altezza, potenza…) per avere una battuta simile a quella di Williams. La differenza sta nel riuscire a trovare la giusta fluidità di movimento nei momenti importanti del match (io la chiamo classe). Entrambe ne hanno da vendere ma l’americana probabilmente si trova a un gradino superiore (ecco il vero motivo per cui, attulamente, la considero la numero uno incontrastata).
    Poi può anche capitare che a 31 anni suonati, da un giorno all’altro, non riesca più ad avere questa continuità di rendimento (intendo rimanere al numero 1).

  96. by Stefano

    Serena è ingiocabile soltanto perchè è l’unica che sa servire come si deve: tutte le altre, compresa la Sharapova, non hanno in questo fondamentale sufficiente “potenza di fuoco” per garantirsi l’inbrekkabilità.
    Quando la Williams va a servire e momentaneamente si trova sotto nel parziale, tira fuori sempre il meglio di se’: piazza una bomba nei pressi dell’incrocio delle strisce, e la palla break viene annullata (così come le speranze di break delle sue avversarie).
    Quando arriverà un’altra giocatrice che saprà servire in maniera analoga, forse, questa potrà battere Serena, altrimenti la vedo dura, perchè le basterebbe perdere il servizio anche soltanto una volta per regalare a Serena il set (visto che lei i suoi turni di servizio li vince praticamente sempre).

    Detto questo, io per la finale prendo Masha (non ci credo moltissimo, ma voglio rischiare andando contro pronostico …).

  97. by gio75

    intanto si avvicina il torneo di charleston speriamo finalmente in un buon torneo per camila ne ha bisogno aspettiamo i sorteggi del MD che sia fortunato!!!

  98. TEUS by TEUS

    Questa la mia personale classifica divisa per gruppi (dalle più forti alle più deboli ovviamente).

    Gruppo 1: Serena Williams è sola.

    Gruppo 2: Sharapova e Azarenka.

    Gruppo 3: Li e Kvitova.

    Gruppo 4: le altre top 10 guidate da Errani.

  99. TEUS by TEUS

    12 aces, 1 doppio fallo, 40 vincenti e 21 errori gratuti. Questi i numeri di un’ingiocabile Serena Williams stanotte.

  100. by Morotep

    Per cio’ che riguarda Radwanska (che come giocatrice non mi dispiace affatto) direi alcune cose:
    ha avuto risultati notevoli ma da li’ a dire che e’ una che se la gioca con le vere big-four (Williams, Sharapova, Azarenka e Kvitova (quando non ha l’asma)) ce ne passa… gli H2H sono eloquenti: mai vinto contro Williams, vinto un paio di volte con Sharapova (su 10 partite) vinto 3 volte con Azarenka (su piu’ di 15 partite e nessuna negli ultimi 2 anni) e vinto 1 volta con Kvitova (su 5 partite… ha vinto a Istanbul lo scorso anno quando poi la Kvitova si e’ ritirata perche’ stava male).
    Se Radwanska dice davvero che si sente tra le prime 4 come potenziale tennistico si sbaglia di grosso… per me (assieme a Na Li) e’ la migliore del gruppo a cui appartiene la Errani, non la peggiore delle migliori 4.

    Aggiungerei un ulteriore raffinamento di questi raggruppamenti: Sarena sta in un gruppo a se, poi Sharapova, Azarenka, Kvitova, poi tutte le altre.

    Rimane il fatto che, alla fine dei conti, l’unica tennista che e’ stata competitiva contro Sharapova negli ultimi due tornei e’ stata Sara. Speriamo non sia stato un caso!

  101. by GIEMME

    ciao t.o.
    mai fatto e non ci voglio manco provare…
    soffro leggermente di vertigini in certe situazioni.

    comunque a parte questa sconfitta, le prime 5 al mondo restano tra loro le uniche capaci di battersi a vicenda.
    anche se con percentuali di probabilita’ differenti le une dalle altre…

  102. by zerostress

    scusa T.O mi è scappato il femminile

  103. by zerostress

    porca miseria, finalmente una che la pensa come me
    magari sbagliamo……

  104. by t.o.

    Anch’io sono certo che andrà così. Anche perchè serena soffre molto i servizi veloci. E perciò Maria servirà molto forte. Anche a costo di prendere rischi. Stessa cosa che ha fatto con Sara, ma che non ha avuto bisogno di fare con jancovic.

  105. by zerostress

    Quando fai 14 DF in un match dove servi per 12 volte e dove, in quasi tutti, vai ai vantaggi, i rischi che Sharapova prende sono dettati dalla preoccupazione arrecata dall’avversaria
    Infatti il match dopo ha servito meta’ delle volte, senza la minima preoccupazione ha fatto 3,4 DF
    Domani contro la Williams servirà forse meno di 12 volte, ma credo che farà quasi gli stessi DF che contro la Errani, perchè sarà costretta a prendere dei rischi
    Birra e salsiccie per tutti se non andrà così

  106. by t.o.

    Io penso che in atp qualche torneino minore lo vince……….

  107. by zerostress

    Lei andava in giro e diceva, si , sai com’è.. ci siamo noi 4 e poi tutte le altre
    e la Williams le ha detto invece, no.. veramente siamo in 3 e poi ci siete tutte voi altre

  108. by zerostress

    L’ego della Radwanska dopo stasera sarà un po’ più ridimensionato

  109. by t.o.

    Io non ho mai detto di essere un esperto di tennis. Ho sempre e solo detto di essere un appassionato di tennis che voleva sperimentare ed applicare alcuni modelli di analisi al Tennis che per sua natura (punteggi, superfici, tipo di gioco, inaffidabilità degli H2H ecc.) è forse lo sport più “restio” a farsi imbrigliare in modelli di analisi “preconfezionati”

    “Prima vinceva chi sbagliava meno, oggi vince chi prende prima l’iniziativa”

    “Il servizio è il colpo principale per avere la chiave del gioco in mano, è la prima
    esecuzione tecnica in ordine temporale oltre ad essere quello che raggiunge la
    velocità più elevata e se ben eseguito può far conquistare direttamente il punto (ace e
    servizio vincente), oppure mettere in difficoltà l’avversario creando “opportunity
    balls”.

    “ciò che conta nel tennis moderno è l’efficacia del servizio piuttosto che la continuità di prime
    lente in campo.”

    “… Difatti, nelle prime tre posizioni della classifica dei tennisti con la più alta percentuale di punti vinti sulla seconda, troviamo i primi tre giocatori del mondo Djokovic, Nadal e Federer. Ciò significa che nonostante questi giocatori non abbiamo una prima di servizio eccelsa riescono a fare la differenza con la seconda opportunità”

    Si tranquillizzi chi dovesse pensare che queste frasi siano frutto della mia “competenza”.

    Sono prese dal sito ufficiale della FIT. Una tesi redatta per il primo corso di formazione per Maestro Nazionale 2011

    http://www.federtennis.it/ISF/public/biblioteca/aloe%20fabio.pdf

    Capisco che chi, per nostalgia è ancora affezionato al vecchio detto “buttala di la, qualche volta non torna” sia restio ad accettare queste analisi…ma purtroppo il mondo (anche del tennis) va avanti…. (non sto certo dicendo che è migliore, ma sicuramente è diverso).

    Lo stesso documento riporta come “secondo colpo” in scala di importanza:

    “La Risposta, essendo il primo colpo in opposizione nella sequenza del gioco, è
    quello che può sia arginare che contrapporsi con efficacia togliendo il vantaggio al
    battitore.”

    Il Servizio e la Risposta. Il Tennis moderno si gioca tutto qui.

    Camila e Sara. Due mondi contrapposti.

    Cominciamo da Camila…..e da un tema che mi sta molto a cuore…… pesco da un’altro documento……

    ……..“Nel considerare che, statisticamente, i colpi più impattanti sull’equilibrio di gioco siano rispettivamente il servizio e la risposta al servizio ci dovremmo chiedere se, all’insegna della velocità, non sarebbe strategicamente opportuno allenare i giocatori:
    1. a servire due “prime palle”, entrambe dalla velocità elevata, accettando un certo numero di doppi falli a fronte degli aces e della pressione indotta sull’avversario, che nei propri turni di risposta al servizio non potrebbe pensare di condurre il gioco a partire da un’azione scontata ed a lui favorevole (come accade sulle seconde palle lente);
    2. a delle frequenti risposte al servizio in accelerazione, con tutti i rischi conseguenti, considerato che anche l’impatto psicologico di tale colpo, se vincente, è notevole;”….

    Potete capire che ho provato un po’ di sollievo quando ho letto che quello che io da non specialista avevo intuito è già oggetto di studio in ambiti ben più “specializzati di me” (e credo anche di molti di voi…)

    t.o.

  110. by t.o.

    Anche ieri nel commento al match di Sara e Maria quasi tutti hanno scritto. Maria tra DF e Non forzati ha regalato 63 punti a Sara. Con parole diverse il commento di molti è stato questo. Il DF è un punto regalato. Se non sbagliassi quella seconda palla di servizio certamente farei il punto. Sono caduto con la moto, se non fossi caduto avrei vinto. Dire invece: Sono caduto con la moto perchè andavo troppo forte, se fossi andato più piano non sarei caduto ma mi avrebbero superato tutti e sarei arrivato ultimo.
    Avevo già portato i numeri di Morita contro Serena.
    52 servizi effettuati 63% di 1° palle in campo
    33 prime palle in campo 23 punti fatti sulla 1° 69% W su 1°
    0 Doppi Falli 100% delle 2° palle in campo
    19 seconde palle in campo 4 punti fatti sulla 2° 21% W su 2°
    I suoi tifosi sono tutti contenti perchè Morita non fa Doppi Falli

    Ma guardiamo ora Maria. E’ risaputo che Sara è una delle migliori risponditrici del circuito.
    Maria serve il 62% delle prime in campo. e sulle prime fa 61% di W sulle seconde fa 40% di vincenti al lordo di 14 DF. Ha tirato forte anche la seconda. ha fatto 14 DF ma ha portato a casa 16 punti su 40 2°palle.

    Guardate stasera contro jankovic. Jankovic non è una grande Risponditrice.
    Infatti Maria sul 65% di prime palle in campo fa 92% 23 punti su 25 1° in campo.
    La seconda la gioca un po più piano del giorno prima. infatti i DF calano solo 3 (serve in tutto 38 servizi contro i 103 che serve contro Sara perciò i 3 DF di oggi valgono 9 contro i 14 di Ieri. Comunque di meno)
    Su questo servizio meno potente Jancovic fa una percentuale di risposte al 2° servizio migliore di Sara.
    Jancovic sa rispondere solo sulla seconda palla? Ma come? sulla prima fa 2 punti su 25 e sulla seconda al netto dei doppi falli fa 6 su 10? Viene a qualcuno il dubbio che se per non fare DF tiro più piano rischio che mi sommergono di vincenti sulla risposta sulla seconda? E’ successo a Maria oggi. Non a l’ultima arrivata. Anche a lei se tira piano gli fanno il 60% netto di wincenti sulla risposta. Con Sara (Che è molto più forte alla risposta, pur con più doppi falli ha riportato a casa 16 punti su 40 con Jancovic (che è molto meno forte) 4 punti su 13 . Il 10% dei punti in meno. Però l’ingenuo dice. Ha fatto meno doppi falli. Ha servito meglio.
    Come quel mio amico che non è mai caduto in moto. Peccato arrivasse sempre ultimo. Però non cadeva.

  111. by t.o.

    @Giemme Ti sei mai lanciato con un paracadute?

  112. by GIEMME

    Messner…
    Domando a te e ad altri:
    Avete mai percorso una via ferrata di alta montagna, con uno strapiombo sotto i piedi di 500 metri???
    Nooo?
    Provateci pure per il gusto di…
    La prossima volta che passerete di li, sceglierete il sentiero che aggira lo strapiombo… Quello tranquillo.
    Garantisco !!!

  113. by t.o.

    @Giemme A proposito del gusto del brivido…….Una volta chiesi ad una persona che mi onora della sua amicizia…”perchè lo fai? Per i soldi? Per la gloria? perchè ormai è un mestiere?……” E lui dopo averci pensato mi disse: “Non lo so. So solo che prima e dopo non sono felice…perchè prima penso solo a come lo farò e dopo penso solo a come lo ho fatto…” Quella persona si chiama Reinhold Messner

  114. by zerostress

    Giemme, anche con te sono completamente d’accordo a metà con quello che dici 🙂
    siamo però d’accordo se ti dico che la prossima volta sulla terra rossa (se dovesse capitare) Maria sa già che se giocherà in questo modo(con queste percentuali) ci sono tantissime possibilità che non vinca la partita ?
    se poi questo succederà perchè lo fa di suo o perchè la costringe in maniera seria la nostra Sara, riprenderemo il discorso da questo punto 😉

  115. TEUS by TEUS

    Comunque sarei molto felice di vedere un match già quest’anno tra Errani e Giorgi.
    Così, tanto per cominciare a farmi un’idea che vada aldilà di un innocente sbilanciamento.

  116. TEUS by TEUS

    Per lo slam ho tempo fino alla fine del 2018 (quando probabilmente non ci sarà più la crisi e pagarti la pizza+birra+caffè non mi peserà più di tanto 😀 ), Tafanus.
    Credo che il servizio di Camila, al contrario di quello di Sara, si possa migliorare (e tanto).
    Poi, sono io il primo a rendermene conto, ci sono tantissime componenti (infortuni, non volere o non trovare un coach all’altezza ect) che lasciano molte incognite su certe mie dichiarazioni.
    Ma cosa vuoi che ti dica… al limite ne pagherò le conseguenze.

  117. by GIEMME

    mi è scappato…
    per QUEL GUSTO DI….
    fra qualche mese magari ci ritroveremo a parlare di una over 100…
    costruiamo il mondo a piccoli passi, senza inutili forzature, sopratutto se di tempo ne abbiamo abbastanza…
    buonanotte a tutti.

  118. by GIEMME

    zerostress delle 21,34.

    se certe situazioni abbiano influenzato Maria?
    la risposta è NO.
    io la conosco troppo bene, lei potrebbe svolgere un ruolo molto pericoloso col KGB, tanto fegato ha da vendere…
    spazientirla sicuramente si. ma influenzarla in negativo no. assolutamente.
    i numeri di ieri purtroppo sono tali e quelli restano.
    se definisci un errore non forzato, come ININFLUENTE alla risposta del tuo avversario, come è giusto che sia…
    se non parte quindi dalla risposta del tuo avversario…
    se a quello ci metti tutti i DF, arrivi a circa 63 punti. sono 1/3 di tutti i punti disputati!!
    ti rendi conto?
    per sua cattiva mano e cattiva testa, ha buttato via 1/3 di tutto il match!
    dove la vedi l’ influenza di Sara?
    hai un’ idea, se di questi 63 punti regalati, si fosse magari fermata a 30 o 40…
    che piega avrebbe preso la partita?
    la conferma di tutto questo, sta nel fatto che nei momenti topici, che hanno caratterizzato l’ intero match, ha sempre tirato fuori l’ asso dalla manica!!
    battere una come lei, con le armi che al momento dispone sara, puo’ essere possibile solo se è lei che te lo lascia fare.
    diversamente non ci sara’ mai storia…

    t.o.:
    sempre condivisibili i tuoi interventi, se non fosse pero’ per il fatto che “MA VUOI METTERE IL GUSTO”…
    questo vale, quando si gioca un torneo a bocce tra vecchi amici…
    il cercare il colpo vincente, sapendo che quel tiro ti fara’ perdere quasi certamente (non ho mai giocato a bocce pero’)…
    nel mondo dei professionisti, mettere il gusto del brivido, ti puo’ costare molto caro…
    se con una strategia assennata forse oggi saremmo qui a parlare di una possibile top 60….
    per

  119. by zerostress

    Beh , a parte qualche critica un po’ più dura, qualche opinione contrastante sugli argomenti del momento
    qua non si può dire sicuramente che non ci sia un pubblico affezionato a Camila, come potrebbe essere altrimenti… se discutiamo di lei anche se non gioca quasi mai? 🙁

  120. by pacapa

    Grande t.o. daccordissimo su tutto

  121. by Tafanus

    TEUS, ti eri sbulanciato per la vittoria in uno slam, mica per il superamento della Errani. In fondo, col grandissimo servizio che ha la bimba, si può osare di più, ti pare?

  122. by t.o.

    @lino Ti viene il dubbio che se avesse 5 o 6 anni di meno non giocherebbe così? L’età spesso ti da con una mano quello che ti toglie con l’altra…….
    Io però vorrei dire…se Roberta avesse anche un rovescio in top…..forse qualche punto in più lo farebbe….

  123. TEUS by TEUS

    Siamo rimasti in pochi anche qui a credere veramente in Camila, t.o.
    Concordo con tutto quello che dici e mi sbilancio anche: la “bimba”, in un lasso di tempo impossibile ora da stabilire, diventerà più forte della Sara attuale. 😉

  124. Lino by Lino

    @ Giemme
    condivido quello che hai scritto sulla Sharapova…

    @t.o. sempre in fiduciosa attesa dell’esplosione di Camilla!!
    Nel frattempo mi godo sprazzi di bel gioco della Vinci, se avesse 5-6 anni in meno…

  125. by t.o.

    Sara e Camila. Se Sara che fa della testa la sua arma vincente ci ha messo 4 anni a mettere a punto questo “colpo” Camila che ha nella testa il suo tallone di Achille dovrebbe metterci due mesi a farla diventare un computer. Per scrivere le cose che scrivo guardo spesso gli “storici”. Camila è storia recente. Il dopo Wimbledon è disastroso. E’ opinione comune. 15 tornei (13 se togliamo i due ITF) e solo 5 vittorie (9 con gli ITF). Ma è chiaro, Camila non ha la testa. Sarita a 22 anni, dopo un bel 3° turno agli Australian Open (che la porta tra le mitiche 32 (perciò testa di serie) inanella 15 tornei con 6 soli passaggi di primo turno (più due Bye dove perde al secondo) I passaggi avvengono contro 60° 64° 104° 138°205° 220 (essere testa di serie serve a qualcosa) ma le sconfitte (oltre due volte che ha la sfiga di beccare la 1° una volta Serena e una volta la Safin) capitano anche contro la 49° 61° 97° 115°129° 131° 201° (non dimentichiamo che Sara è 32°) Questo periodo “Nero” comincia il 9 febbraio e termina il 13 luglio. Più di 5 mesi. Il tempo che intercorre tra Wimbledon e oggi più i due mesi di pausa. Sara in questo periodo perde 17 posizioni. Dove era la famosa testa di Sara? La sua straordinaria tattica? i suoi cambi di ritmo? Camila almeno ha la scusa di una spalla fuori ordine in quasi metà di questi 15 tornei. E con la spalla a posto ha battuto 22° 71°73°83° 85° (oltre al pareggio contro la 7° Sara) in questi 7 mesi infatti ha guadagnato fino a 20 posizioni (per poi diperderne 12 dopo l’infortunio) E fino all’infortunio la sua classifica è stata sempre in miglioramento. Per migliorare la classifica basta fino a circa il 50° una vittoria su due. Non c’è bisogno di fare imprese. Come c’era arrivata Sara in 50° finch’è i 160 punti di AO la proiettassero in 32°? Alla Sara. Giocatrice di cervello. un paio di primi turni…..e anche lei belle qualificazioni (Mosca Q1/Q2/Q3/R32 unica sua W contro una Viky 18ttenne= 160 punti). Non sappiamo se le sue vittorie siano state sporcate da infortuni o fatte contro giocatrici al rientro, o fuori forma. Forse si, forse no. Ma cosa importa. Noi oggi diciamo che Camila deve fare come Sara. Do ragione a tutti voi. Camila sta facendo come Sara. SI PRENDE I SUOI TEMPI. COME SARA. E al rientro farà due finali . La differenza è che la Sara col cervello le finali se le è andata a cercare in tornei dove col 47 eri 5Tds e dove si andava in finale senza mai incontrare una più che 87° (wta di Portoroze) Camila gli piace fare le cose più difficili. I 280 punti di Wimbledon in fondo valgono poco più di due ITF. Camila di ITF ne ha vinti già. Wimbledon ancora no. E’ un pochino più difficile…..ma vuoi mettere il gusto.
    Se qualcuno pensa che questo mio commento sia contro Sara lo rilegga bene. Io non sono mai contro Sara. Sono contro quelli che paragonano Sara a Camila come se fossero due coetanee, come se fossero due giocatrici con un gioco simile. Quelli che dicono “visto che Sergio ha detto che Camila sarebbe stata in Top Ten in due anni e di anni ne sono passati quattro allora Camila è un pallone gonfiato” Ma questi signori guardano tennis o scommettono su quello che dice Sergio? E se è tutto sbagliato per Camila cosa era allora il percorso di Sara alla sua età? Ma chi è che ha fretta? Chi vuole tutto e subito? Sara è esplosa a 26 anni, Roberta addirittura a 30, Francesca vince GS a 31 e c’è chi rompe le palle ad una 21enne? Ma datele il tempo. E fatela sbagliare in pace. Perchè l’unica cosa che può insegnare Sara a Camila è che “sbagliando s’impara” e come diceva Guccini “a culo tutto il resto…”

  126. by Stefano

    É molto probabile che questo torneo lo vinca la Sharapova, così come è molto probabile che presto torni n°1 al mondo.
    Semmai, il problema per lei comincerà tra un po’, quando arriverà la stagione su terra rossa: lì ci saranno pesanti punti in scadenza, e si ritroverà di fronte una Errani ancora più fiduciosa ed agguerrita, oltre ad un’Azarenka fresca come una rosa ed una ritrovata Kvitova (secondo me quest’anno la ceca giocherà una buona stagione sul rosso … forse vincendo pure un torneo).
    Vedo invece in fase leggermente calante Serena e la Radwanska, che dovranno aspettare un po’ prima che inizi il periodo dell’anno a loro più congeniale.

    P.S.
    All’inizio di una rivalità, si parte sempre con il rispetto, ma poi, appena le vittorie sofferte si trasformeranno in sconfitte, questo si tramuterà facilmente in paura …. di perdere.
    Masha intanto una cosa su Sara l’ha capita: se contro di lei non gioca bene, può anche perderci.

  127. by zerostress

    Quarto game di Errani Sharapova, 0-3 il punteggio, sharapova serve e fa 3 doppi in un game che perderà
    c’erano già stati 2 game che dire “lottatissimi” è poco, Sara risponde sulla seconda addirittura qualche passo dentro la linea di fondo, mettendo di conseguenza pressione su chi serve
    Jankovic Sharapova 0-3, la jankovic fino a quel momento ha fatto 1 punto solo,riceve il servizio due metri fuori; Sharapova va a servire e non fa nemmeno un doppio fallo ( non ne farà in tutto il set)
    ….è un piccolo esempio…
    ora, se vogliamo dire che queste due situazioni molto diverse tra di loro, non abbiamo influenzato minimamemte Maria e che lei fa tutto da sola e che tutti i suoi errori non sono dettati da concrete situazioni di difficoltà che ha trovato mentre giocava con Sara, non sono d’accordo
    naturalmente fra il temere ed il rispettare sono d’accordo

  128. by Tafanus

    Chi critica Vinci per la sconfitta contro Jankovic sembra sottovalutare un piccolo elemento: in questi 87 giorni del 2013 Roberta ha giocato 52 partite (una ogni 1,67 giorni). La Jankovic ha giocato 25 partite (una ogni 3,50 giorni.

    Qual’è la sorpresa? Io sono un grande ammiratore della Vinci, ma il mio pronostico era per la Jankovic. Per la Vinci avevo solo una forte speranza.

  129. by Fabio Massimo

    fra non molto SHARA ERRANI sconfiggerà Golia

  130. by GIEMME

    parlando della russa, oggi ne ho lette un po’ di tutti i colori, ma anche ieri sera, sul suo approccio alla partita con Sara.
    per cui, in qualita’ di tifoso di Maria (maleditemi pure…), visto che la seguo spesso, voglio fare una piccola e spero breve considerazione:
    si è detto qua e la, che Maria attualmente TEME Sara.
    mi spiace, ma questo non corrisponde al vero.
    Maria RISPETTA Sara, che è cosa ben diversa!
    la rispetta lei, come credo qualsiasi altra tennista che si renda conto della progressione che la nostra ragazza è stata in grado di compiere…
    ma questa differenza, fra il TEMERE e il RISPETTARE, cancella sicuramente il motivo della prestazione tutt’ altro che esaltante, espressa ieri sera dalla russa.
    se da un lato, come ho gia’ detto, ci troviamo di fronte ad un totale di oltre 60 punti regalati, fra non forzati e DF, dall’ altra, nei momenti cruciali del match, Maria ne è sempre uscita vincente.
    cio’ che a lei non piace di Sara, ma questo non le impedisce comunque di vincere, è solo il tipo di gioco che la nostra attua.
    perchè lei, Maria, preferisce il gioco d’ attacco, cercando continui vincenti sopratutto di dritto.
    mentre Sara preferisce lo scambio prolungato e ci ha messo del suo facendola giocare piu’ del dovuto con il rovescio.
    ma gli errori, diamine, quelli vengono da testa e braccia.
    quindi Maria ha disputato una delle sue ultimi peggiori partite, non certo per merito di Sara, ma perchè ci ha messo del suo per riuscirvi.
    la prova di cio’, la si puo trovare scorrendo l’ archivio a ritroso, dei match disputati da Maria.
    ce n’ è da rimanere daccordo con me credo.
    tante volte è accaduto, che si sia trovata a disputare match in grave difficolta’, contro tenniste di second ‘ordine rispetto a lei… spesso solo un set, altre volte l’ intera partita.
    se Sara puo’ averci messo anche del suo, questo lo stabiliremo in un loro possibile prossimo incontro.
    a IW ne era venuta fuori alla grande solo nel secondo set.
    qui a Miami invece, ne è venuta fuori solo a tratti, ma sempre comunque nei momenti cruciali.
    puo’ essere coincidenza o altro?
    il prossimo incontro ce lo potra’ confermare.
    ma guardando ai suoi trascorsi, penso proprio che la brutta prestazione di Maria, sia stata solo farina del suo sacco!!
    felice di sbagliarmi ovviamente…

  131. by Stefano

    Senza una Errani dall’altra parte, oggi Masha ha ritrovato tutta quella sicurezza mentale e quella solidità che nell’ultimo match sembravano un po’ affievolite.
    Adesso manca soltanto Serena, che non dovrebbe soffrire troppo questa sera con la polacca.
    Riguardo la finale … avevo scritto che vedevo la Sharapova leggermente in vantaggio, ma mi riservo l’ultima parola soltanto dopo aver visto il match dell’americana di questa notte.

  132. TEUS by TEUS

    Sono suo amico su facebook, zerostress.

  133. by zerostress

    Scusate, mi devo abituare a raggruppare più pensieri in un unico post come più ordinatamente fate voi
    io invece tendo a buttare subito giù singoli pensieri (ok, pensieri è una parola grossa) impressioni
    e quindo occupo molto spazio, cerchero’ di migliorare
    TEus, non per entrare in cose private, ma questa notizia di Camila al concerto?

  134. by zerostress

    Ora capisco a cosa servono i mental coach 🙂

  135. by zerostress

    ho rivisto l’ultimo punto di Errani-Sharapova: Maria si avvicina a rete senza mai guardare in faccia Sara, non fa un minimo accenno di respiro affannato, vuole dimostrarle che la partita per lei è stata routine, non l’ha minimamente preoccupata
    fossi stato in Sara,io avrei scavalcato la rete ^-^

  136. by zerostress

    Vabbè il primo era un bye (quindi 60 60) 🙂

  137. by zerostress

    Sara con Sharapova ha fatto quasi tanti Game come tutte 4 le altre messe insieme

  138. by Morotep

    t.o. come avevo gia’ scritto, a mio avviso Sara ieri non ha giocato al 110%… ha avuto begli sprazzi ma ha anche commesso molti errori gratuiti e, ancora una volta, non e’ riuscita a capitalizzare le occasioni che ha avuto (giocando con un po’ di braccino).
    Ecco dove puo’ migliorare… ricordiamoci che quando parliamo di Sharapova, parliamo di una che da quasi 10 anni e’ sulla cresta dell’onda… una che, anche quando gioca male, riesce quasi sempre a venirne fuori vincitrice. Sara ha raggiunto la maturazione e il consolidamento da un annetto… a mio avviso sente ancora troppo la differenza di statura tennistica e soffre nel capitalizzare i momenti importanti.
    In questi ultimi due incontri si e’ notato un cambiamento gia’ incredibile rispetto allo scorso anno… non solo partite piu’ tirate ma vere e proprie occasioni per portarsi a casa un set (che puo’ cambiare il volto dell’intera partita)… rispetto a IW poi qui la partita non e’ durata un solo set. Questo significa che il miglioramento c’e’ ed e’ costante… manca quel guizzo mentale che le permetta di non avere timori nei confronti di nessuno, neanche di chi puo’ potenzialmente schiacciarla sotto i suoi colpi. Io sinceramente vedo totalmente chiusa al 100% Sara solo contro Serena Williams.
    Anche contro Azarenka a Doha, la partita c’e’ stata e la sensazione e’ stata quella di non essere ancora al 100% mentalmente contro le prime 4, di farsi un po’ intimorire.
    Il grande salto mentale Sara l’ha compiuto nei confronti di chi le sta dietro… adesso vediamo se riesce anche contro chi le sta davanti. Io ci spero… ragionevolmente… chi si aspettava che potesse arrivare nelle top-20? Pochi… chi si aspettava che arrivasse nella top-10? Quasi nessuno… chi si aspettava che, al dila’ della terra rossa, potesse inanellare risultati importanti anche sul veloce? Quasi nessuno… e infine, chi si aspettava che potesse consolidarsi in questo modo nella top-10? Per quest’ultima rispondete voi… beh, alla fine tutto questo si e’ avverato e continua senza sosta.

    Quanto a Camila, io avevo la sensazione che hai descritto tu t.o. un paio d’anni fa (erano 2?!) quando vinse i suoi primi tornei importanti… guardavo le sue partite con la convinzione che potesse battere chiunque… devo dire, sinceramente, che questa convinzione si e’ molto affievolita negli ultimi 6 mesi. L’ho gia’ detto piu’ volte, Camila rischia di essere una delle tante tenniste con grandi potenzialita’ ma che rimangono tali a causa di un atteggiamento mentale mediocre, una tecnica mediocre e un senso tattico mediocre.
    Di sicuro, se sono qui a scrivere, e’ perche’ in lei vedo qualcosa di speciale, un tennis che trascende il semplice powerplay di Sharapova o Azarenka… pero’, come Sara ci dimostra tutti i giorni, non basta… se manca tutto il resto, addio!

  139. by zerostress

    e non so quanto mi avrebbe fatto piacere vedere Robertina asfaltata

  140. by zerostress

    Ogni partita ha la sua storia…ma mi sembra che la jankovic stia giocando anche meglio di ieri

  141. by zerostress

    Ragazzi , quell’urlo …io non riesco più a sentirlo, mi fa l’effetto delle unghie sulla lavagna

  142. by zerostress

    errani vinci pennetta schiavone le convocheranno finchè una non si ritira
    a parte gli scherzi, bisogna vedere la schiavone se riesce ancora ad essere una tennista difficile da incontrare
    eppoi effettivamente mi piacerebbe sapere il parere di Giorgi’s family sulle convocazioni…
    la jankovic potevano lasciarla sul campo a dormire…l’organizzazione americana mi fa ridere

  143. by Morotep

    Errani sta giocando tantissimo pero’ bisogna dire che alla fin fine tra IW e Miami si e’ fatta una settimana di riposo (uscendo ai quarti mercoledi’ e, con un bye, tornando a giocare il giovedi’ della settimana dopo)… adesso tra Miami e Charleston ci sono almeno sei giorni di riposo (immagino giochera’ il primo turno non prima di martedi’ prossimo) e niente doppio (Vinci non partecipa)… poi una settimana intera di riposo totale. Per la Fed Cup si giocano solo un paio di giorni quindi anche li’ si passano 5 giorni senza giocare… insomma, per gli standard della Errani direi che ha davanti un po’ di rallentamento del ritmo prima dell’inizio della stagione sulla terra rossa (durante la quale dovra’ capitalizzare il piu’ possibile),

    A proposito di Fed Cup… stavolta Camila non dovrebbe essere infortunata (SPERIAMO!) ed e’ la numero 4 d’Italia… se si seguono le classifiche dovrebbe risultare la quarta singolarista. Che ne dite? La convocheranno? Accettera’ l’eventuale convocazione?

  144. by zerostress

    ma forse ha anche significato di arrampicarsi con difficoltà fino a ….

  145. by zerostress

    SHARAPOVA GRINDS INTO SEMIFINALS
    il titolo del sito wta, ma “macina” ,come noi intendiamo il significato di ridurre in poltiglia, mi sembra sia esagerato

  146. by zerostress

    Cosa ha visto la Hingis nella Putynseva che noi non vediamo, da indurla senza nessuna esperienza a cimentarsi nel difficile lavoro di coach?

  147. by zerostress

    Buon giorno a tutti
    due cose riguardo ai prossimi tornei
    Roberta mi sembra torni a casa
    invece Errani e Giorgi a Charleston ( e Schiavone)
    Settimana dopo credo tutte ferme
    Settimana dopo FEDCUP
    Poi Stoccarda (Errani) che non si era iscritta subito, ma ho visto che è l’ultima della lista, per cui immagino abbia cambiato programmi; Estoril (Vinci, Schiavone)
    Poi Madrid
    Per essere i primi 4 mesi della stagione, la Errani ci dà dentro, speriamo non sia troppo, giusto cavalcare l’onda, ma d’altra parte potrebbe anche succedere che poi si rischia di arrivare a Roma Parigi un po’ spompate, ma senz’altro sono solo mie preoccupazioni, sapranno loro come gestire al meglio la preparazione, naturalmente
    Camila invece ? dopo Charleston quali sono i programmi

  148. biglebowski by biglebowski

    roberta vinci ha giocato quest anno 8 tornei.
    in 2 tornei (sidney e dubai) ha perso in 2 set contro rad grande e errani. normale.
    negli altri 6 questi sono i risultati delle sconfitte:

    gajdosova al terzo (63)
    vesnina al terzo (64)
    barthel (64 al terzo)
    rad piccola (60 al terzo)
    arruabarrena (64 al terzo)
    jankovic (63 al terzo)

    il ranking di queste giocatrici era, al momento degli incontri: 183, 47, 45, 37, 87, 24.

    se il tennis fosse uno “sport da paletta”, voglio dire uno sport soggetto ad un giudizio, sarebbe una campionessa assoluta, ha purtroppo dei limiti a livello fisico che la condizionano troppo pesantemente.

  149. by Stefano

    Mannaggia la Vinci !!!!!!!!!!
    Io l’avevo pronosticata vincente contro Jelena … ed infatti il tennis per batterla ce l’aveva tutto, meno che il fisico.
    Già dal body language si capiva benissimo che stava giocando in apnea, e che da lì a poco sarebbe crollata.
    Ogni volta che la palla tornava sulla sua metà campo, quasi mi veniva da incrociare le dita pregando che Roby riuscisse a ributtarla di là.
    Quando fai tanti errori buttandola fuori, vuol dire che sei “scentrata”, infastidita, che non ci stai capendo nulla perchè non sei in forma oppure semplicemente perchè l’avversaria è più forte di te.
    Ma quando (come ieri sera) la pallina ti si ferma sulla rete, vuol dire che fisicamente sei già in riserva, perchè non riesci più a spingere con le gambe.
    Ed erano questi gli errori più comuni di Roberta, ieri sera.
    Peccato, perchè, nonostante la Jankovic mi sia sembrata abbastanza in forma, era più che battibile da parte della nostra … ma purtroppo l’età non fa sconti.
    Roberta, a fine carriera, forse recriminerà di essere maturata (o addirittura di essersi scoperta grande giocatrice) troppo tardi … troppo in là con l’età.
    Se Roberta avesse avuto 5 anni in meno … penso che di soddisfazioni ce ne poteva togliere parecchie!
    E invece purtroppo ieri sera ha finito stanchissima: speriamo che per il doppio ritrovi energia e lucidità.

    Haas, invece, non l’ho visto: ero talmente sicuro che contro Simon avrebbe vinto, che sono andato a letto tranquillo tranquillo, ben sapendo che il risultato era già scritto.

    Dubito che la finale sarà un qualcosa di diverso tra Serena e Masha, però penso che una guardata veloce ai loro match stasera sia più che dovuta …

  150. TEUS by TEUS

    Vinci era scarica (di testa e di gambe) ed è stata già brava a portare l’avversaria al terzo (rimane come consolazione un ottimo torneo da lei disputato e la certezza di vedere sempre del bel tennis quando c’è lei in campo).
    Gli organizzatori hanno deciso di far giocare alle 13 Sharapova (vi immaginate in quali condizioni si sarebbe presentata la nostra se avesse vinto?) e alle 21 Williams solo ed esclusivamente per motivi televisivi (gli americani si confermano delle capre da questo punto di vista -ricordo Us Open ROVINATI per il fantomatico super sabato nel quale la seconda semifinale maschile veniva disputata addirittura dopo la finale femminile-).

    biglebowski, per gente abituata alle telecronache di Tommasi e Clerici, difficile non perdere la pazienza difronte a certi tipi di commenti. Attualmente salvo Bertolucci (si nota chiaramente da quello che dice che capisce molto di tennis) e, per certi versi, Ljubicic (aver giocato ad altissimi livelli per anni aiuta senz’altro).

    P.S:: stanotte Camila ha partecipato a un concerto hard rock. Speriamo abbia trovato la carica giusta per cominciare a vincere qualche partita già dalla prossima settimana.

  151. by GIEMME

    ho avuto modo di seguire solo il primo set, poi basta, perchè la mattina dopo ci si alza presto…
    mi spiace davvero per l’ esito finale.
    è una grande occasione mancata dalla nostra e a questo punto speriamo in una grande finale di doppio, con tre italiane.

    una piccola considerazione:
    in assenza di notizie su Camila, vedo che ci stiamo “consolando” con altro e teniamo molto vivo questo blog…
    con il mio fanno 655 post in pochi giorni…
    il tutto senza offese ed attacchi tra utenti.
    mi pare davvero ottimo ed i gestori hanno di che rallegrarsi!
    buona giornata e buon lavoro a tutti.

  152. by zerostress

    Ed avete notato oggi, malgrado la giornata ventosa, nemmeno una smorzata, però effettivamente non mi ricordo di situazioni o momenti particolari dove una tale scelta sarebbe stata più vincente di altre

  153. by t.o.

    Io spero che Sara arrivi così alla terra rossa. ha già giocato 60 partite. e in partite come oggi lei fa il doppio dei metri che fa maria…..alla fine del secondo ha perso punti anche per mancanza di lucidità. Il doppio le fa bene, non ci può rinunciare perchè lì è davvero la migliore del mondo….ma reggerà? speriamo…..

  154. by zerostress

    d’accordo con quello che hai scritto @ t.o.
    però dopo gli ultimi due incontri credo ( spero) che Sara abbia constatato che se lima ancora qualcosina…. ma come ha già scritto qualcun’altro prima, fra Madrid Roma Parigi, se dovesse ricapitare l’occasione……, ed anche Maria penso sappia in cuor suo che, la prossima volta, sulla terra rossa, o gioca veramente meglio di oggi, perchè se rigiocherà così non credo sarà sufficiente

  155. by zerostress

    D’accordo

  156. by t.o.

    @zero Si può giocare il gioco di Sara meglio di come lo sta giocando Sara? Può ancora migliorare? Tutti speriamo di si. Ma quando sai che affronta alcuni incontri con che spirito ti metti davanti allo schermo? Quando mi sono messo davanti allo schermo con la 145° che affrontava la numero 3 io una folle sensazione che ce l’avrebbe fatta in fondo al cuore ce l’avevo. Nel tennis non si entra mai battuti in campo. E se dai il 110% ce la puoi anche fare. Con Sara sono sicuro che darà il 110%. Ma purtroppo quando mi metto davanti allo schermo prego solo che l’altra sbagli. Perchè so che anche il 120% potrebbe non bastare. Che poi siamo contenti di due Quarti siamo contenti. Saremmo stati contenti anche di un solo set. In fondo siamo contenti anche di due 7-5.
    Ma lo spirito con cui guardo la partita, la sofferenza, e quasi l’umiliazione di essere “figli di un dio minore” non riesco a toglierla dal cuore. E’ solo la mia sensazione? No. Ieri non c’era nessuno che sperava di vincere. Avevamo tutti paura che quel 7-6 di IW fosse un’illusione. In cuor nostro temevamo tutti che si tornasse ai 6-1 6-2. E’ solo una mia impressione? Ringraziamo dio (e Sara) che siamo usciti con l’onore delle armi…..ce lo avessero detto un anno fa avremmo messo la firma davanti al notaio….oggi voglio di più. E il più non è la vittoria. E’ il poter sognare che la vittoria sia possibile. Io (purtroppo) questo sogno non ce l’ho. E temo, dico temo per scaramanzia, che non me lo possa dare Sara.

  157. by zerostress

    Non sono d’aiuto, guardavo streaming, ma canale in inglese
    ma anche la Farina? di solito mi sembra lucida e puntuale

  158. biglebowski by biglebowski

    cambiando argomento, quello che non è all’altezza della qualità e dell’importanza dei match è il commento che trovo addirittura fastidioso.
    e non c’è neppure la possibilità di escluderlo.
    senza arrivare all’eccellenza dei quattro moschettieri ex-sky, quando una partita di tennis era anche un arricchimento personale, rimpiango gli ottimi telecronisti di eurosport.
    silvia farina e il collega del quale non conosco il nome sono veramente inadeguati sotto tutti i punti di vista: dall’uso della lingua italiana, all’analisi tecnico-tattica, al ritmo della telecronaca, alla simpatia, alla obiettività.
    anche il paragone con le coppie del maschile pero-liubo e boschetto-bertolucci è impietoso.
    mi piacerebbe sapere se è una mia sensazione o se siete d’accordo.

  159. by t.o.

    Chiedo scusa a Flavia. Con Maria è sempre andata al 3° e su 4 volte le ultime 2 ha anche vinto. Diranno che 2009 e 2011 non sono stati i migliori anni di Maria. Ma se non altro per due volte Flavia l’ha mandata sotto la doccia col broncio.

  160. by zerostress

    Eppoi è comunque stata una giornata dove 2 nostre tenniste hanno LOTTATO, per entrare nelle semiF del 5/6° torneo al mondo, ci hanno fatto trepidare, sperare
    teniamoci strette giornate come oggi, perchè non so se ricapiteranno molto frequentemente, eravamo abituati che il martedì della prima settimana, dovevamo guardare altro

  161. biglebowski by biglebowski

    facevo riferimento a quello delle 2.25

  162. biglebowski by biglebowski

    l’ultimo commento di zerostress è la verità assoluta.
    aggiungo solo che la terra rossa europea potrebbe dare a sara qualche piccolo vantaggio su molte delle prime, non so se basterà per un exploit.

  163. by zerostress

    Anche in questa partita il fattore personalità ha avuto il suo peso, la jankovic former-n°1 dava l’impressione di essere sempre in controllo sia che sbagliasse o meno
    invece per Robertina, causa anche evidente stanchezza ( esempio la volee facilissima che ha mandato 5-2) , ogni volta che toccava palla era una preghiera per mandarla di là

  164. by t.o.

    Tipo di gioco e momento di forma. E’ indubbio che questo sia il miglior momento di forma di Sara. Ed è ugualmente indubbio che, prima i successi in doppio poi alcune imprese (corridoi o non corridoi) individuali hanno dato a Sara una consapevolezza che fino a 12 mesi fa neanche lei pensava di avere.
    Sono 6 anni che Sara gira nella parte alta del Ranking. gli ultimi 12 mesi addirittura nella parte altissima. Serena, Maria, Viky, Rad Grande, se vogliamo Petra (con le sue “lune) . Questo è il Gotha del tennis femminile. Tra di loro le magnifiche 5 se le danno di santa ragione. Tra loro vincono o perdono sempre 2 a 0. Se una è più in forma vince. E se vince domina. Non ci sono quasi mai mezze misure. Solo Rad Grande (che è quella che vince meno) quando perde riesce a volte a strappare un set. Contro le altre (dal 5° in giù) non perdono quasi mai. Lasciano piuttosto qualche set di tanto in tanto. E hanno delle “bestie nere”. Per maria è Na Li. O Sam (quando è in forma). Sara contro queste magnifiche 5 in questo ultimo anno ha vinto solo con Petra 2 a 1 dopo averci perso 3 volte 2-0. e ha vinto un set contro Rad Grande. Contro maria ha perso 4 volte 8 set a 0, con serena 1 volta 2-0 contro Viky 1 volta 2-0 contro Rad 2 volte 2-1 2-0 con Na Li 1 volta 2-0 contro Petra (con cui vanta una vittoria 2-1) ha perso altre 3 volte 2-0. ma se andiamo indietro di qualche anno fino al 2009 (presso a poco gli anni di Camila oggi) altre 13 sconfitte le fruttano un solo game (contro Sam che Sara ha battuto quest’anno 2 volte) . Vincere un set contro maria è impossibile? No. lo hanno vinto petra, goerges, Jankovic, Lisiki (che ha anche vinto) addirittura due volte la Watson, e Laura Robson, e la Hantushova (bestia nera di Sara) Tutte Attaccanti. La Cibulkova (clone di Sara e con cui Sara ha un H2H negativo) ci ha sempre perso portando a casa massimo due game. Perciò non è Sara che non va. E’ il tipo di gioco. Contro il tipo di gioco che esprime le 4 o 5 migliori del Ranking il tipo di gioco di Sara non fa un set. Non ci riesce Sara che è in assoluto la migliore di quel tipo di gioco. Gioco di rimessa? Gioco sulle ribattute? Chiamatelo come volete. Quel tipo di gioco non passa. Puoi spuntarla con la Kerber, o con una Sam non proprio al 100% ma quel tipo di gioco oltre un certo limite non rende. Se va bene porti a casa un set. Ma solo se tu sei al 110% e di la ti fanno 49 non forzati. E per chi ti vuole bene vedere le partite è una sofferenza. Perchè che ci crediate o no per me è una sofferenza. Tutti i punti sono situazioni disperate che con una grinta e una fatica immane e con qualche magia Sara riesce a ribaltare. E quando sei li li per goderti almeno una set (che festeggeresti come una vittoria piena) ti arrivano due “ceffoni” che ti lasciano sui piedi. Come a dire…”ti ho fatto giocare un po ma ora mettiamo le cose in chiaro”. Tu sei li col fucile, e di la ti sparano col Bazooka. Ti senti impotente…. Anche perchè Maria è fortissima, è anche molto bella….ma rimane una stronza che “metà basta”.

  165. Lino by Lino

    Peccato, è finita..la jankovic ha meritato di vincere con una roberta troppo fallosa nel terzo set..

  166. by zerostress

    Gente, dobbiamo anche prendere atto che questa è la dimensione: Errani fra il 5° e il 10°
    la Vinci fra il 12° e 20° e per ora facciamocelo bastare
    Fintanto che non arriva qualche nuova ragazza……..

  167. by Tafanus

    temo chde roberta stia mollando fisicamente…

  168. by Tafanus

    …nun cià fazzu cchiù…

  169. Lino by Lino

    Mitica Roberta, dopo una dura lotta, con qualche errore di troppo, si aggiudica il secondo set!
    E ora vediamo chi delle due ha più pal… 😉

  170. by Tommaso

    Vedevo che Sara è 0-26 con le top5, mentre è ormai chiaro che se la gioca alla grande con le top 10 (d’altronde è una di loro). A questo punto mi chiedo: 26 partite sono una buona casistica. In mezzo puoi metterci il giorno in cui sei influenzata, quello il cui lo è l’altra, quello in cui becchi tutte le righe o le becca l’altra, quello in cui è umido, secco, viene sospeso per pioggia, l’altra è in stato di grazia, ecc.

    Ecco, se non vinci MAI in 26 incontri mi chiedo: il limite è tecnico (ovvero il gioco di Sara, anche in giornate di grazia, arriva “solo” fin lì ma non va oltre) o mentale? Senza tirare in mezzo Camila o qualcuna nello specifico, però ci saranno state top 10 che 1, 2 o 3 match li avranno vinti in carriera contro le top5, pur perdendone poi anche 10 di fila. Qual’è il problema di Sara, secondo voi, in questo senso?

  171. by zerostress

    Però quando Robertina gioca meglio, è un meglio più bello del meglio della Jankovic

  172. by zerostress

    come è facile commentare i match di roberta: non gioca bene, sta dietro nel punteggio
    gioca meglio e recupera….dovrei scrivere qualche trattato 🙂
    a parte gli scherzi: nel senso che nessuna delle due fa qualcosa per fare giocare male l’altra, ma cercano solo di fare del loro meglio per esprimere il loro gioco più redditizio

  173. Lino by Lino

    primo set ad una ottima jankovic, ma Roberta c’è! Speriamo bene…

  174. by Morotep

    E’ stato un match intenso ma brutto, pieno di momenti quasi imbarazzanti.
    Sharapova ha giocato male e non del tutto per merito di Sara che ha giocato male a suo volta… inutile raccontare la storiella che Sara ha giocato al suo livello… ha fatto molti gratuiti assolutamente non da lei e non e’ riuscita (per la seconda volta consecutiva) a finalizzare i set point avuti.
    Direi, almeno per Sara, che il momento migliore del match sono stati i primi game del secondo set, dove si e’ visto che ha lasciato andare il braccio e ci sono stati scambi molto intensi.
    Peccato… Sara, per quanto mentalmente forte, non e’ ai livelli di Maria la quale e’ riuscita ad annullare ogni possibilita’ di set point sia in questo match che in quello scorso. Sara invece ha avuto un po’ di braccino qui e la’… puo’ ancora migliorare in questo senso.
    Rimane la sensazione piacevole di un continuo progresso della Errani… ogni volta sempre meglio contro Sharapova. Speriamo arrivi il momento buono.
    Per oggi… direi un vero peccato!

  175. Lino by Lino

    la vinci e la jankovic stan giocando a viso aperto e senza timori, per ora bella partita di entrambe 😉

  176. by GIEMME

    Cristian:
    io non critico pesantemente Sara e non gioisco per una sua sconfitta, come credo nessun altro in questo blog.
    non confondiamo ti prego capre con cavoli.
    si parla di tipo di gioco, che a te puo’ piacere e ad altri no.
    se a te piace Sara, sei libero di tenere per lei, gioire per lei e soffrire per lei.
    se a me al contrario piace Maria, sono libero di tenere per lei, gioire per lei e soffrire per lei.
    questo non significa affatto amare l’ una e detestare l’ altra… non per me di sicuro.
    come sai, il mio tifare, va oltre i confini geografici e stasera non ho certo esultato per la vittoria della russa,
    che spero di cuore possa essere battuta da Roberta, in un’ ipotetica semifinale.
    Roberta, perchè lei si, a differenza di Sara mi fa divertire…

  177. by cristian

    Manca poco alla stagione sulla terra rossi, Sara ci farà divertire, alla faccia di chi ancora la critica pesantemente e gioisce per una sua sconfitta …nel frattempo è lì #7 al mondo in singolare e #1 in doppio… e 26 anni ancora da compiere…in termini di punteggi ranking è la prima tennista italiana nella storia, la Schiavone primeggia però per quanto riguarda i trofei, con il Roland Garros…ma chissà

  178. by GIEMME

    taf:
    perfettamente daccordo.
    ma diamole tempo.
    è giovane e le possibilita’ di migliorare le ha.
    poi le poche volte che l’ ho vista giocare ( parlo di Camila), mi ha sempre impressionato per la potenza, ma anche per la discreta varieta’ di colpi. tempo al tempo. le volées imperfette, potrebbero anche affinarsi nel tempo…
    come si dice: se son rose fioriranno.
    se non sono rose, me la tengo comunque lo stesso cosi’.
    io amo il gioco d’ attacco e amo Camila per questo…

  179. by Tafanus

    Post scriptum: questa è davvero l’ultima, poi mi preparo psicologicamente alla partita della Vinci…

    Nessuno ha notato che in questo scorcio d’anno Sara ha giocato 62 partite, e la Sharapova ne ha giocate 22: grosso modo Sara ha giocato tre volte tanto. Forse avrebbe tutti i diritti di essere più stanca di Maria.

  180. by Tafanus

    Giemme, si, avevo capito.Ma avevo anche fatto l’esempio di scuola che la n° Uno, per definizione, non potrà mai vincere contro qualcuna più avanti di lei in classifica.

    Fra Camila e Sharapova credo che ci sia un abisso non come livello di gioco soltanto, ma anche come tipo di gioco. Un solo esempio: la Sharapova va a rete solo se ce la tiri con la corda, e la Giorgi spesso ci va senza ancora padroneggiare le volées, anche se lei si è paragonata ad “Agassi, con in più il saper giocare le voléès). Ecco, se Calima (e il suo entourage) hanno un limite, questo è nella testa. Troppa fretta, troppi pronostici trionfalistici precoci, a fronte di risultati fin qui molto scarsini.

  181. by GIEMME

    ciao Taf.
    non ho mica detto che Maria e Camila sono simili!
    lo dici tu, non certo io…
    ho detto che il loro gioco è simile.
    poi ovvio, una ha già conseguito certi risultati e l’ altra no ( o forse è meglio dire NON ANCORA, perchè io credo in Camila).

    come è vero che ho detto che fin’ ora Sara contro le migliori tenniste del momento, e mi riferisco a chi le sta davanti, non dietro, ha vinto solo contro la Kerber.
    questo per lei è ancora un limite.
    limite che mi auguro di cuore, per te, per chi crede in lei e per se stessa sopratutto,
    che un giorno sia in grado di superarlo.
    ma per ora quel limite rappresenta il suo presente…

  182. by zerostress

    Beh per fortuna non dovremo affrontare questo tipo di discussioni per Robertina
    perchè se Lei gioca male, perde sicuro…per il suo tipo di gioco, la forma e la sostanza vanno quasi di pari passo

  183. Lino by Lino

    @zerostress
    hahaha, confermo i commenti su quelle partite, sarà sto torneo.. anche perchè a me roberta piace molto come gioca, ma in sto torneo è irriconoscibilem a parte la sua classe che non manca mai e le fa vincere qualche partita delicata…
    Comunque in generale è raro veder del bel tennis nel circuito femminile…
    Spero tanto in una crescita della Giorgi che potenzialmente ha un gran bel tennis…

  184. by Tafanus

    Un’ultima cosa: pochi, anche fra i commentatori TV, si sono accorti che 150 minuti per 24 games significa che la durata media di ogni game (sul veloce e contro la Sharapova, che tende a giocare sull’uno-due), di 6 minuti e 15 secondi, è una enormità.

    Faccio una ipotesi: che ci sia stata una partita vera?

  185. by zerostress

    @ Lino
    partita della Vinci con Suarez Navarro “partita orrenda”
    partita dopo della Vinci:”sta giocando molto male”
    oggi Errani -Sharapova :”partita orrenda”

    non sei tanto di gusti facili 🙂

  186. by Tafanus

    Proprio perchè i luoghi comuni sono duri a morire, raccomanderei a tutti coloro che leggono l’inglese la lettura di questo articolo sul sito della WTA: http://www.wtatennis.com/news/article/3123995/title/sharapova-grinds-into-semifinals

  187. by Stefano

    Direi che Maria non soffre il gioco della Errani, soffre la PERSONALITÀ della Errani.
    La siberiana oggi ha fatto molti errori stupidi che con altre giocatrici non avrebbe mai commesso, perchè ha cercato di strafare per dimostrare tutta la sua maggiore potenza rispetto all’italiana: se continua così, prima o poi la Sharapova ci perderà da Sara … ormai è soltanto una questione di tempo.
    Di Sarita, invece, bisogna rammaricarsi del fatto che se avesse un servizio, probabilmente, farebbe già partita pari con le prime 4.
    Il fatto di non possedere un servizio incisivo, fa sì che il suo gioco (quando gioca con le top 5) sia basato più sulla pressione psicologica, che non sul lato squisitamente tecnico del “dove mettere la palla” (cosa che invece può utilizzare benissimo quando incontra tutte le altre).
    In difesa Sarita è già una delle migliori 3 o 4 al mondo, ma sul lato dell’attacco è ancora troppo evidente la mancanza di velocità della sua battuta.
    Comunque, temo che un’eventuale semifinale con la Vinci (come da mio pronostico) non abbia uno svolgimento simile, poichè la personalità (non il gioco) di Roby sono ancora troppo deboli per “dare sui nervi” alla russa.
    Riguardo al doppio … io non sottovaluterei affatto la coppia Petrova-Srebotnik, che qui potrebbero anche battere una dopo l’altra le due coppie italiane, perciò attenzione a cantare vittoria troppo presto, perchè la coppia russo-slovena ultimamente mi è sembrata in netta ascesa.

  188. by Tafanus

    Giemme, i gratuiti sono stati tanti da una parte e dall’altra. E non basta che Sharapova e Giorgi giochino entrambe d’attacco per renderle simili. Non per niente una è n°2, e l’altra è n° 85. E non per niente una ha vinto il suo primo slam da teenager, e l’altra a 21 anni passati non ha vinto ancora un solo wta, e nemmeno c’è andata vicino.

  189. by t.o.

    @Zero Le mie ragioni le ho espresse. Ma se chiedi perchè quando vince 7-5 7-5 con Sara gioca male? Semplicemente perchè gioca male. Oggi ha giocato malissimo. Pressione psicologica? Forse. Gli sta sul culo Sara? può darsi. Tutte le cose che ho scritto io prima? è possibile. Il risultato è che ha giocato malissimo. E’ merito di Sara? Sicuramente si. Ma lo sappiamo, la testa di Sara può fare miracoli, anche far giocare male Maria solo per pressione psicologica. Ma non certo con il suo tennis. Come hanno detto i commentatori tv sara ha dovuto giocare sul ritmo, ha dovuto cambiare gioco. 4 DF non sono un caso. ….e ora vado a vedere il film di Almodovar……..a più tardi……..

  190. by zerostress

    Dobbiamo avvertire gli organizzatori dei prossimi tornei, perchè se Maria e Sara sono dalla stessa parte, e quindi destinate ad incontrarsi, si andrà sicuramente incontro a brutte prestazioni di Sharapova e la prossima volta Maria, giocando malissimo vincerà 5-7 7-5 6-3

    anche Sara ha giocato non ai massimi (suoi) livelli..ah, ricordo dall’altra parte c’era una certa Sharapova,
    quindi possiamo dirlo anche per Maria, o lei aveva già deciso di giocare male a prescindere? 🙂

  191. Lino by Lino

    Partita orrenda, meritavano di essere eliminate tutte e due!

  192. by t.o.

    @Tommaso Per una volta non sono d’accordo con te. Ma solo per un dettaglio. Maria contro Pironkova non avrebbe fatto tutti quegli errori. Perchè sarebbe entrata in campo più tranquilla. Maria ha giocato “contro un modo di giocare” che non ama, e che con il 7-6 (tb a 6) di IW ha messo in dubbio il suo (e del suo tipo di gioco) predominio. Perchè sennò avrebbe dovuto giustificarsi a IW dicendo “ho giocato male”. Che bisogno avrebbe avuto? Hai vinto….onore all’avversaria. Invece no. Con Sara no. Perchè è contro quel tipo di gioco. Sara ha perso una grandissima occasione. Ma più di questo oggettivamente non può fare…

  193. by zerostress

    Spiegatemi perchè se Maria fa 60 62 con X, gioca bene, e se invece fa 75 75 con Y, gioca male ( guarda caso ultimamente sempre con Y)

  194. by zerostress

    La Partita avrebbe potuto paradossalmente finire 6-0 6-1 e durare una ventina di minuti di meno , ma per qualche colpo di differenza in ogni game è invece finita 75 75, ecco in quel caso la Sharapova allora poteva dire di aver giocato malissimo, non so se mi sono spiegato

  195. by GIEMME

    ho visto quasi tutto il match, e mi spiace dirlo per qualcuno, nel bene e nel male, la russa ha fatto tutto da sola.
    grande audacia da parte di Sara, nel cercare la difesa estrema, contro un’ attaccante nata.
    personalmente, i miei gusti non retrocedono di un solo centimetro.
    preferisco 10000 volte il gioco d’ attacco di Maria, che poi è anche quello di Camila,
    che il gioco di difesa ad oltranza di Sara.
    ora guardando oltre, vorrei tanto che Roberta possa accedere in semifinale, per poter finalmente assistere ad un match con la M maiuscola.
    un match fatto di classe da un lato e di attacco puro dall’ altro.
    tutt’ altra musica rispetto a quello andato in scena oggi.

    a chi sostiene che Maria sbaglia perchè messa sotto pressione da Sara, dico che gli errori non forzati sono sempre e solo frutto del proprio braccio e della propria testa.
    Maria oggi ha sbagliato tante di quelle palle, che le avrebbe messe comodamente dentro anche mia nonna….

    cambiando discorso, vedo che Flavia accede in semifinale senza giocare.
    mi fa piacere, ma avrei preferito che la partita si fosse comunque disputata,
    aldila’ del risultato finale.

  196. by Tommaso

    @cristian: io la partita l’ho vista tutta, e la maggior parte dei non forzati della Sharapova non sono colpi che finiscono a un centimetro dalla riga, ma anche di parecchie spanne dalla linea di fondo. Specie col diritto. Masha ha giocato male e avrebbe giocato male anche contro la Pironkova… Comunque attendo pareri più illustri del mio per confermare o confutare la mia tesi: Masha ha giocato malissimo, Sara ha sprecato un’occasione colossale senza fare (quasi) nulla per andarsela a prendere…

  197. by t.o.

    Sara il suo più grande “PUNTO” lo aveva vinto prima di entrare in campo. Maria “la presuntuosa” voleva umiliarla del per vendicarsi del 7-6 di IW. Facendo questo ha cominciato a voler chiudere tutte le palle non solo per far punto, ma per dimostrare di essere di un’altro pianeta. Mai visto maria essere così fallosa. Non parlo degli errori su palle comunque “rognose” di Sara. Parlo di errori come quel “fuori” di dritto sulla prima palla per il 5-5 al secondo set. La voglia di umiliare. Rischiava di costarle cara. Che dire di Sara? Le ha tentate tutte. Anche le seconde palle a 80mph. E’ logico che possono uscire 4 DF. Ma tanto se non rischi che fai? 20% di punti sulla seconda nel 1° set. Purtroppo quando il punto serviva Maria tornava il ghiacciolo che è quando serve. E Sara che è stata costretta a cambiare il suo gioco…..sembrava Camila. La peggior Sharapova (anche per merito di Sara) e (secondo me) un’ottima Errani (che vi sentite di chiedergli di più? di non sbagliare mai) finisce comunque 2-0. 7-5 7-5 ma comunque 2-0. Nonostante i 3 Set Point (set point non Match point) non c’è stato un attimo in cui Sara ha avuto il dominio del gioco. Nel bene e nel male ha fatto tutto Maria.

  198. TEUS by TEUS

    Due considerazioni riguardo a Errani (una negativa e l’altra positiva).
    Iniziamo da quella negativa: la differenza di potenza con giocatrici come la Sharapova è eccessiva. Ciò è testimoniato dal fatto che, anche in una giornata in cui la russa commette 14 doppi falli e 49 errori gratuiti, la nostra non riesce a portare a casa nemmeno un set. Sharapova dimostra in ogni caso una gran classe perché gioca quasi sempre benissimo nei momenti topici del match (prendere come esempio il modo in cui ha annullato i set points a Errani).
    La positiva: le avversarie (comprese le primissime) di Sara ormai sono consapevoli che, per batterla, devono stare ben attaccate al match dall’inizio alla fine perché si trovano difronte un’avversaria che, non solo non molla mai, ma, col passare del tempo e quindi con acquisita esperienza, dimostra anche molta personalità nel rettangolo di gioco col risultato di creare sempre più pressione psicologica (non è un caso a mio avviso che Sharapova abbia sbagliato così tanto oggi).
    Errani ha senz’altro più margini di miglioramento dal punto di vista mentale (stasera poteva evitare qualche errore gratuito in momenti importanti) che tecnico e, chissà, magari arriverà anche il giorno in cui si potrà scrivere di una sua vittoria contro una top 3.

    P.S.: ve la vedete un domani Camila entrare in campo contro Sharapova e, senza timori reverenziali, cercare di tirare ancora più forte della russa? Io sì. 🙂

  199. by cristian

    @tommaso : se la Sharapova gioca sempre di cacca quando becca la Errani, comincia a venirmi il sospetto che la russa soffre il gioco di Sarita. Devi sfondarla l’italiana, è normale che prendi più rischi e gli errori aumentano, quindi spero che non si tiri fuori la patetica storia che è colpa della siberiana, e la Errani non ha nessun merito.
    Dico una cosa : prima o poi la batte ….passi da gigante rispetto alle mazzate che prendeva l’anno scorso…FORZA SARA! CLONATELA!

  200. by zerostress

    Non sono d’accordo sulla giornata, adesso tutte le volte che gioca contro Sara è in giornata no
    Certo che se Sara gioca come La Zakopalova, Maria non riesce a fare 14 DF e quella marea di errori
    Ma è appunto il giocare contro la Errani che Maria ha dovuto rischiare tantissime volte il servizio e portare il gioca molte volte al limite

  201. by zerostress

    Se Sara esce dal campo arrabbiata, perchè ha perso 75 75 con la n°2, è positivo per il futuro
    ogni volta che le gioca contro le prende 3/4 game in più della volta precedente
    poi tutti quei game ai vantaggi…Maria ha dovuto prendere tantissimi rischi, da cui appunto tutti quei doppi falli e più di 40 errori forzati
    e per batterla ha dovuto fare più di 45 vincenti
    io penso che in partite a questo livello conti molto la personalità e la convinzione dei propri mezzi, che in Maria sono stratosferici
    Sara ci deve lavorare ancora un po’

  202. by Tommaso

    In attesa di Roberta, nella quale ripongo maggiori speranze, mi duole constatare che nonostante la PESSIMA prova della Sharapova (14 DF, 49 non forzati – praticamente ha regalato 12 games, vantaggi esclusi -, 61% di prime in campo) Sara non sia riuscita ad approfittare anche di 3 set point per portare la partita al terzo. Giustamente è uscita molto incazzata dal campo, ha capito che non approfittare di certe giornate no delle supertop è un crimine…

  203. by zerostress

    Comunque andrà sono contento lo stesso, eppoi Camila si sta trovando in buona compagnia riguardo al fatto dei doppi falli

  204. by Tommaso

    3-2 e servizio Sharapova, 30-0: doppio fallo, diritto lungo, doppio fallo, diritto lunghissimo e controbreak. Saldi!!! Perché non approfittarne?

  205. by Tommaso

    Una pessima Sharapova vince il primo set 7-5 commettendo 8 DF e mettendo in campo il 62% di prime (contro i soli 2 DF della Errani e l’82% di prime), aggiungendoci una caterva di errori gratuiti col diritto. Insomma, se nel risultato c’è partita, in realtà fa e disfa la russa… Se Sara ci mettesse un po’ più del suo potrebbe anche vincere

  206. by zerostress

    E poi non ci si deve incazzare
    Djokovic: “Faceva freddo, le palle non rimbalzavano”
    alla faccia di essere n°1 anche nelle dichiarazioni, la cosa strana era che dall’altra parte del campo faceva caldo e le palle riprendevano a rimbalzare, ed ancora più stranamente seguiva Haas tutte le volte che cambiava campo

  207. by Morotep

    Prima che qualcuno poi mi dia dell’illuso, ci tengo a precisare, come ho gia’ detto, che mi aspetto che stasera Sara le prenda da Maria (che sta giocando a rullocompressore) soprattutto perche’, nonostante le analisi condivisibili di non mi ricordo chi, la sensazione e’ che il campo sia davvero meno congeniale a Sara rispetto a IW dove la pallina rimbalzava altissima.
    Ad ogni modo, stiamo a vedere!

  208. by zerostress

    Ma dato che la Azarenka adduce i suoi ritiri al problema alla caviglia venuto fuori ad IW, qualcuno si ricorda del momento particolare in cui l’incidente si è verificato?

  209. by zerostress

    Una battuta un po’ “coatta” sentita al circolo
    “Kutnezova-Pennetta: la bella e la bestia
    anche se comunque Sveta ha il suo perchè “

  210. by zerostress

    Scusate la ripetizione, ma non ho fatto niente

  211. by zerostress

    Buon giorno a tutti,
    mi sono appena svegliato, lavorando di notte…….
    sensazioni brutte sul match della Vinci, anche se ieri è stato giorno di (relativo) riposo
    comunque le nostre credo che siano quelle che hanno giocato di più ( i doppi, la durata degli incontri)
    alla fine potrebbe pesare, anche se lo stimolo per l’occasione da non lasciarsi scappare sarà sicuramente d’aiuto
    ora ne dico una proprio da tifoso: ma quando sara farà una delle sue smorzate e Maria farà quella sua corsa “bella e aggrazziata” verso la rete…..pafff ….una facciata come a roma, però qui farà sicuramente più male
    Riguardo all’appagamento della willians per il torneo di Charleston, non sono sicuro che potrebbe lasciare sul tavolo 470 punti aggratis

  212. by Tafanus

    ZEROSTRESS: appongo la mia firma sotto al tuo sogno.

  213. by Tafanus

    Pennetta/Zuknetsova passano il turno senza giocare, per ritiro di Huber/Martinez Sanchez. Per completare il quadro delle semi, manca solo il risultato di Goerges/Shvedova-Petrova/Srebotnik. A questo punto abbiamo tre italiane in semifinale, e sognare una finale Errani/Vinci, contro Pennetta Kuznetsova non è vietato…

    Coi 450 punti già incamerati con l’accesso alla semi, nella classifica di doppio Flavia risale dal 46° posto al 31°, e poichè ha solo 7 tornei giocati nelle 52 settimane, potrebbe risalire rapidamente in zona TDS

  214. by zerostress

    Buon giorno a tutti,
    mi sono appena svegliato, lavorando di notte…….
    sensazioni brutte sul match della Vinci, anche se ieri è stato giorno di (relativo) riposo
    comunque le nostre credo che siano quelle che hanno giocato di più ( i doppi, la durata degli incontri)
    alla fine potrebbe pesare, anche se lo stimolo per l’occasione da non lasciarsi scappare sarà sicuramente d’aiuto
    ora ne dico una proprio da tifoso: ma quando sara farà una delle sue smorzate e Maria farà quella sua corsa “bella e aggrazziata” verso la rete…..pafff ….una facciata come a roma, però qui farà sicuramente più male

  215. by Tafanus

    Morotep: aggiungo che ho fatto una piccola verifica… dal 1° gennaio 2012 ad oggi Sara ha vinto 7 partite contro top-ten. Wozniacki (n° Uno per 16 mesi consecutivi), ne ha vinte 4; la celebratissima Petra Kvitova che doveva spaccare il mondo in due come una mela, ne ha vinte sei.

    Persino la antipatica Sharapova comincia ad avere rispetto per Sara (vedi intervista)… Solo per molti italiani è rimasta una pallettara da Circolo Mariuccia, senza prospettive e senza qualità.

    Vorrei ricordare un’altra cosa (non ricordo l’autore): “Sara è capace di vincere solo contro quelle più deboli di lei, ma sa solo perdere contro le più forti”. A parte il fatto che la cosa mi ricorda tanto Monsieur de Lapalisse (che un attimo prima di morire era vivo), mi chiedo:

    -a) E’ così che si sale dalla 50ma posizione alle top ten in un paio d’anni?

    -b) Verifichiamo la tesi negli ultimi due anni, elencando chi ha battuto fra “le più forti di lei” lungo il percorso (fra parentesi il numero di posizioni di cui le battute precedevano Errani):

    Vinci (6)

    Gajdosova (10)

    Dulgheru (16)

    Pavlyucenkova (22)

    Zvonareva (40)

    Zakopalova (6)

    Vinci (4)

    Kanepi (17)

    Hercog (11)

    Wickmayer (19)

    Zheng (10)

    Petrova (17)

    Vinci (13)

    Goerges (17)

    Stosur (18)

    Kerber (14)

    Ivanovic (10)

    Kerber (4)

    …e prima che l’obiezione mi venga fatta da altri… è evidente che più si sale in classifica, più diminuiscono le vittorie contro chi è davanti. Fino ad arrivare al caso limite della n° uno del ranking, che finchè non si decide ad arretrare, non potrà mai battere una… classificata meglio di lei. Lapalissiano

  216. by Morotep

    Tafanus: sono completamente d’accordo con te. Insisto che questa idea che molti hanno nel relegare Sara a ruolo di pusher stile Wozniacki e’ del tutto superficiale e sbagliata.

    GIEMME: Sara ha il non indifferente limite (attuale… darlo per permanente mi sembra un po’ naive) di non dare neanche l’impressione di poter vincere contro Williams, Sharapova, Azarenka e in qualche modo Kvitova. Per il resto:
    – con Kerber ha vinto gli ultimi due incontri
    – con Stosur ha vinto gli ultimi due incontri
    – con Wozniacki non ci gioca da una vita (sareste sinceramente sorpresi se ci vincesse oggi come oggi?!)
    – con Radwanska se la gioca (come e’ successo a Istanbul)
    – con Li Na c’e’ una solo incontro a Montreal la scorsa estate (perso)… e’ un po’ poco per dare Sara senza speranze contro la cinese

    poi ci sono giocatrici che navigano nell’intorno della decima posizione come Bartoli (battuta), Kirilenko (battuta), Petrova (battuta).

    Di cosa stiamo parlando?

    Non sono stupido… come ho gia’ detto considero Li Na superiore a Sara, ma l’improponibilita’ di paragoni a mio avviso e’ assurda. E’ imparagonabile una giocatrice come la Williams che ha, diciamo, tutto quello che ha Sara ma in meglio… e ha una serie di cose che Sara non ha e che non potra’ mai avere… questo e’ un paragone improponibile.
    Li Na ha colpi piu’ potenti e un gioco piu’ aggressivo da fondo di Sara, ma non ha la stessa consistenza (su tennisforum ad esempio la chiamano Error Na). La consistenza e’ un fattore determinante nel tennis, non opzionale.

    Parliamo di una giocatrice che se la gioca (e vince) pressoche’ con tutte eccetto 3 o 4 giocatrici al mondo… peraltro con una di queste 3 o 4 (Maria) nell’ultimo incontro ha avuto delle chance per portarle via un set .

    Non so… questa e’ un anno che sta stabilmente nella top-10 (peraltro la top-10 piu’ competitiva degli ultimi 5 o 6 anni), continua a migliorare i risultati e ancora viene trattata con sufficienza.
    Poi se la mattiamo sul piano del “se Errani e’ competitiva allora e’ colpa dell’avversaria che era in giornata no”… vabbe’, inutile discutere. Qui si trascendono i gusti personali…

  217. by Tafanus

    GIEMME scrive: “…Sara purtroppo, fra le migliori della classifica fin’ ora ha battuto solo la Kerber due volte ed è andata vicina nel battere Agnese, non riuscendoci…”

    Giemme, limitandoci all’ultimo anno, a me risultano cose diverse. Ecco chi ha battuto Sara (limitando il discorso a gente che è stata nella top-ten negli ultimi 12 mesi:

    STOSUR (Istambul)

    BARTOLI (Tokio)

    KERBER (USOpen)

    BARTOLI/2 (New Haven)

    IVANOVIC (Parigi)

    KERBER/2 (Parigi)

    STOSUR/2 (Parigi)

    BARTOLI/3 (Indian Wells)

    IVANOVIC (Miami)

  218. by Tafanus

    Certo che a leggere l’intervista rilasciata dalla Sharapova a msn.sport non si direbbe che Sara Errani incontri l’ammirazione solo dei tifosi italiani cogli occhiali azzurri…

    Nonostante bwin offra quote molto alte per la vittoria di Sara, sembra che la sharapova abbia perso una discreta parte della sua sicumera (ho pubblicato l’intervista della Sharapova, per la parte in cui esprime giudizi su Sara Errani. L’intervista è di ieri).

  219. TEUS by TEUS

    Djokovic dice di aver giocato malissimo. Secondo me invece è stato Haas a farlo giocare male non dandogli mai, e ripeto mai, ritmo. Il tedesco ha variato molto il gioco (soprattutto col rovescio) alternando colpi piatti e penetranti ad attacchi improvvisi e tagliati. Sommiamo il tutto a una buona mobilità, solidità nei fondamentali e un’ottima copertura della rete… Ed ecco spiegato il 6-2 6-4.
    Nel primo set il serbo non ci ha capito nulla (infatti andava anche lui spesso e inspiegabilmente a rete ma con risultati differenti rispetto all’avversario perché quello è un gioco che non fa parte del suo repertorio).
    Nel secondo, dopo essere andato sotto subito di un break, ha cercato di macinare gioco e di rientrare in partita con successo. Sul 4-4 però Haas ha alzato nuovamente il livello del suo gioco (avrà anche 35 anni ma rimane un giocatore che, se ha la possibilità di vincere, vince) e ha portato a casa il match con autorità.
    Complimenti al tedesco protagonista di un tennis che ormai non si vede più ma che, se attuato con ispirazione, rimane vincente anche contro i primissimi al mondo.

  220. by Tafanus

    ZEROSTRESS 23:58 – Trovo nel gioco della Sharapova qualcosa di tranquillizzante e di soporifero: sai esattamente dove tirerà la palla, e persino con che velocità. Potresti persino fare il labiale del gemito. L’unico elemento d’incertezza è: quella palla, che certamente tirerà forte, urlando, incrociata di rovescio, finirà dentro o fuori?

    Bene, quando giocano Sara o Roberta queste previsioni non le puoi fare. La Ivanovic ha preso a pallate la Kuznetsova (non al massimo, per carità, ma la Ivanovic la ha presa letteralmente a pallate, senza sbagliarne una). Prima la Ivanovic solo un po’ meno in forma aveva preso 6/0 6/0 dalla Vinci che non le tira tutte, e che le ha impartito una grande lezione di tennis. E è stata battuta in rimonta da una che serve la seconda a 100 all’ora (e che da quella seconda a 100 all’ora ha ricavato il 60% di punti).. Che però non ti fa capire niente del suo gioco. Che può tirare forte e piano, alto e basso, piatto, slice, liftato, che può cambiare direzione alla palla all’ultima frazione di secondo, smorzare, alzare, giocare di volo o fare lob millimetrici.

    Con tutta l’ammirazione per il metro e 90 di Sharapova, mi annoia molto di meno una partita di Roberta Vinci. E non dipende dalla nazionalità.

    Le nostre mi ricordano una giocatrice per la quale ho molto tifato. Non era italiana, e si chiamava Patty Schnyder, e per un’altra che ho cominciato a seguire quando ha vinto a 14 anni il più famoso torneo under 16: Il Torneo dell’Avvenire. Era uno scricciolo, non tirava fortissimo, ma col suo gioco imprevedibile tirava sceme tutte. Si chiamava Martina Hingis.

    Quindi non credo che chi ammira il gioco della Vinci o della Errani lo faccia perchè porta occhiali tricolore. Altrimenti dovremmo dedurre che hanno preso il passaporto italiano anche il commentatore di tennistv.com, gli articolisti del sito wta, e persino la redazione de “L’Equipe”

  221. by Stefano

    t.o. volevo vedere almeno una partita della Flipkens (sapevo che ora o mai più … in quanto, come da me pronosticato, molto difficilmente avrebbe passato il turno), e poi, già che c’ero, ho visto un po’ del match di Djoko contro Haas.
    Oggi Nole ha detto che ha perso perchè ha giocato malissimo … perchè faceva molto freddo, e la pallina rimbalzava poco (vedi umidità che condensa e rende tutto più lento).
    Murray ieri contro Seppi non mi ha impressionato … direi che ora come ora questo torneo lo può vincere chiunque (di quelli ancora rimasti in gara, ovviamente).

  222. Lino by Lino

    Buona giornata a te Giemme,
    d’accordissimo con te sulla Li, gioca benissimo e se avesse più continuità potrebbe essere anche fra le prime tre. Sara è encomiabile e con una grinta pazzesca, , ma è da tempo che la guardo solo di sfuggita, non mi piace il suo gioco!

    a TOMMASO- Sicuramente Camilla (anche se fa ammattire a volte coi suoi doppi falli), la Li, la Williams, Roberta soprattutto quando gioca come agli US open dell’anno scorso e anche la Ivanovic (che è sempre un bel vedere)

  223. by GIEMME

    buongiorno a tutti.

    vedi Motorep.
    se affermo che il confronto tra le due è improponibile, è perchè la LI se la puo’ giocare con tutte e lo ha dimostrato in campo piu’ volte, battendo Maria e andando vicino al compiere altre imprese.
    Sara purtroppo, fra le migliori della classifica fin’ ora ha battuto solo la Kerber due volte ed è andata vicina nel battere Agnese, non riuscendoci.
    per il resto, ad essere obiettivi andrebbe anche valutato l’ aspetto di certi corridoi lasciati aperti da altri, nel raggiungimento di certi risutlati conseguiti.
    non basta ricordarli. bisognerebbe anche dire chi e quando ha incontrato e battuto…
    spero tanto per te e per lei, e lo dico senza retorica, che il prossimo match sapia giocarlo al meglio delle sue possibilita’, riuscendo a battere la russa.
    ma credo che se ti viene di giocartela contro una come Maria o come Vika, è solo perchè sono loro che in quel momento non viaggiano al 100%.
    nell’ ultimo incontro fra Sara e Maria, si è visto chiaro.
    Sara ha tenuto testa alla russa, fin quando lei ha continuato a sbagliare anche l’ inimmaginabile.
    quando è poi salita di livello nel secondo set, la partita si è chiusa in breve tempo…
    con la cinese invece, che a me piace davvero tantissimo, è altra musica!!
    ma lo hai visto ieri sera, come si andava a cercare i vincenti??
    lo vedi il suo gioco come è diverso da quello di Sara?
    o sempre tricolore ad ogni costo?

    buona giornata a tutti.

  224. by t.o.

    @stefano Vedo con piacere che anche tu hai la passione del “metronotte”. Silenzio, telefonini che non squillano,
    familiari che non rompono….dorme anche il gatto…….
    Lo fai solo per la tua passione tennistica o è diventato uno stile di vita?……..io ormai considero il “buona notte” tutto meno che un invito ad andare a letto…… buona notte t.o.

  225. by Stefano

    … al diavolo il tennis femminile: è la prima volta che vedo Djokovic essere contento per la propria sconfitta!!!!
    Haas batte Djokovic 6-2 6-4!!!
    76% e 72% … queste le percentuali di punti ottenuti dal tedesco (che però vive a Miami da una vita) sul proprio servizio.
    Secondo me oggi Haas poteva anche mettersi a camminare sull’acqua tanto era in palla.
    Giocando un tennis d’altri tempi (servizio e volée, rovescio a una mano [contro il rovescio bimane di Djoko, forse il migliore del circuito]) è riuscito in quello che pochi ritenevano possibile!
    Certo, forse non il miglior Nole … ma chissenefrega, Tommy ha avuto talmente tanta sfortuna in carriera (vedi ripetuti infortuni) che un po’ di “culo” non guasta di certo.
    Ora dalla sua parte del tabellone il più pericoloso è Ferrer: direi che se gioca così anche contro lo spagnolo, una finale con Murray (?) non gliela leva nessuno.
    Peccato aver visto soltanto le fasi finali del match; domani vedo se riesco a rimediare il match intero e guardarmelo con un po’ più di calma.

    Per Flipkens-Radwanska … nulla di nuovo, con la belga che parte forte ma poi subisce il ritorno di quella che molti di voi davano già in fase declinante (ma la polacca è dura a morire … molto più dura dell’altra polacca con passaporto danese che per due anni è stata n°1 al mondo).
    A proposito: era da un po’ che non vedevo giocare Kirsten, ma quando le è venuta tutta quella pancetta?
    Certo, è meno “a punta” di quella della Kvitova, ma in compenso a me sembra più estesa di quella della ceca … quasi partisse direttamente dallo stomaco invece che essere limitata alla sola “zona intestino”.
    Davvero non riesco a capire come mai ci siano in giro così tante tenniste con l’addome “gonfio” …

  226. by Stefano

    Secondo set, Haas 5-4 e servizio, contro Djoko!!!!!!!!
    Se vince questa partita … MERITA il torneo !!!!! (che per chi non lo sapesse si gioca a casa sua).

  227. by t.o.

    Non potendo partecipare alla cronaca (commenti momento per momento) mi dedico agli articoli di fondo (commenti fatti a posteriori lontano dalla frenesia emotiva degli eventi). Ho passato molte delle ultime 72 ore sulle Regie Ferrovie Italiane.Fuori dei circuiti Freccia rossa, bianca, argento e così via le nostre FS ricordano molto quelle immortalate nei film del neorealismo. In olanda anche i treni “pendolari” hanno WI-Fi a bordo. Da noi non hanno neanche la presa della corrente per ricaricare le batterie del computer.
    Sara e Roberta. E di chi vuoi parlare altrimenti. Vincono e convincono. Per Camila aspettiamo il prossimo giro.
    Mi fa piacere il “tono” con cui si parla di Sara. Positivo. Con un po’ di sogno. Si sta confermando oltre le più rosee aspettative. Sta migliorando. Ma cosa è “migliorare” per una come Sara. Ho già detto che secondo me Sara è oltre il limite delle sue possibilità. E mi sento di confermarlo. In cosa sta migliorando allora? In continuità. Ma non di risultati. Quella è una conseguenza. Sta migliorando nella continuità di pressione Punto su Punto. E quella è solo testa. E li grazie a dio Sara non ha limiti. Nei colpi e nel suo gioco i limiti rimangono i soliti. Guardiamo il match contro Ana. Come molti match di Camila dobbiamo fare lo stesso sforzo. Interpretare i numeri poichè la partita non l’ha vista nessuno di noi. Per fortuna Sara ha uno standard di gioco facile da desumere anche dai semplici numeri.
    Sara vs Ana 1-6 6-4 6-2 Qualcuno ricorda il punteggio Sara/Ana l’ultimo loro incontro? Parigi 2012 ? 1-6 7-5 6-4 Ma la cosa bella se guardate gli score è che anche le dinamiche dei set sono pressochè identiche
    Cosa è cambiato……Nulla
    Ana potenzialmente fa parte delle “magnifiche 4” . Quelle contro cui Sara non potrebbe mai vincere. Ma Ana a differenza delle altre 3 non riesce a mantenere gli stessi standard di gioco con continuità. E non regge fisicamente specialmente contro una Sara che non ha “buchi” di rendimento. Non e’ Sara che è cresciuta dal primo al secondo e poi al terzo. Se fosse così smentiremmo quello che sempre diciamo. Sara è costante nel suo gioco dal primo all’ultimo colpo. Ha un’altissima velocità di crociera, ma non ha accelerazioni e decelerazioni. Ha il suo passo. Se l’altra va più veloce non può fare nulla. Ma se l’altra decelera appena un po Sara recupera e sorpassa. Ana nel primo set ieri ha il 65% delle prime in campo. e fa 92% W sulla 1° e 57% W sulla 2°. Se nel 2° set Sara vince non è perchè migliora la sua qualità della risposta. E’ perchè Ana scende a 42% di prime in campo. Il Calo di percentuale non può essere merito delle risposte di sara. Il merito di Sara e che su palle meno pesanti la sua risposta diventa “autonomamente” più efficace. Nel terzo Ana paga la fatica Sara No. Mantiene il suo ritmo. Se guardate i punti totali sono 79 a 79 ieri 85 a 84 a parigi.
    E’ la distribuzione che cambia il risultato. E la distribuzione è Testa. e in questo Sara è la migliore al mondo. Ana rappresenta il suo limite. E’ l’atleta di confine di Sara. La vittoria o la sconfitta non dipende da lei. Dipende da Ana. merito di Sara è porre il limite molto in alto. Finche riesce a fare questo rimarrà in cima alle classifiche. Temo che con Maria questo limite non sia sufficiente. E se il limite non è sufficiente i 6-0 o i 6-1 sono risultato purtroppo normali. Detto questo Vaiiiiiiiii Saraaaaaaaaaaa. Vincere perchè si sanno cogliere anche i più piccoli errori e “fuori forma” degli avversari non è un demerito. Amavo Vittorio Brambrilla….non giocava a tennis…..guidava macchine di formula 1. Quando c’era la pioggia che limitava il gap tecnico che c’era tra la sua auto e quelle degli altri non ce n’era per nessuno. (vinse sotto la pioggia il Gp d’Austria). Sar mi ricorda lui. Ha una macchina meno potente delle altre. Ma la sa guidare meglio di tutti. Non è un demerito vincere sotto la pioggia. Non è un demerito vincere sfruttando ogni “flessione” dell’avversario. Anzi…..

  228. by Tommaso

    Bello questo argomento: “chi ci piace veder giocare, e perché”? Se vi va, che ognuno elenchi tre giocatrici per le quali si metterebbe comodo sul divano abbandonando per un paio d’ore amici, famiglia, impegni vari.

    Attenzione, non “chi tifate” ma “chi vi piace veder giocare”. Ad esempio io tifo Camila ma non è che mi piaccia molto vederla giocare (primo perché la si vede poco, poi perché la maggior parte delle volte mi fa incavolare per gli errori che commette).

    Io dico, per vari motivi: Li, A.Radwanksa, Vinci (e per altri ancora Hantuchova, ma qui la qualità del tennis espresso conta poco!). Ma cosa non darei per un altro match della Henin…

  229. by Morotep

    TEUS si’ non posso contraddirti, al momento Li e’ una giocatrice migliore di Sara.
    Ed e’ vero che con Williams, Sharapova e Azarenka (e un po’ anche con Kvitova) la nostra sembra ancora non poter arrivare alla vittoria, pero’ diamo tempo al tempo… non si puo’ mai dire. Di certo non mi aspetto una vittoria domani. Mi stra-accontenterei di vederla competitiva (e parecchio) come nel primo set a IW, magari per tutto l’arco dell’incontro.

    GIEMME come dice zerostress, ognuno ha i suoi gusti e non si discute (a me Maria fa venire i nervi… molti si lamentano dei versi della Errani (non certo angelici) ma Maria ma fa saltare i gangheri e il suo gioco fatto di schiaffoni continui mi annoia) pero’ forse si esagera a considerare il gioco e le possibilita’ di Sara sempre al ribasso… ragazzi, parliamo di una che ha fatto, lo scorso anno, QF ad AO, F a RG, SF a USO, che e’ stabilmente top-10 da quasi un anno, che dall’inizio dell’anno ha vinto un quantitativo impressionante di match arrivando almeno ai quarti dei tornei che contano e via dicendo. Sara’ per caso? Oppure ha delle doti straordinarie come ce le ha la Li (seppur totalmente diverse) e chiunque riesca a issarsi e rimanere stabile nella top-10?
    Quando dici che il gioco e le possibilita’ di Sara rispetto a Li Na sono IMPARAGONABILI ti rendi conto che stai mettendo a confronto due giocatrici che distano di solo 2 posizioni nel ranking?
    Al momento le possibilita’ di Sara non sono dissimili da quelle della Li (che RIPETO e’ al momento la migliore delle due).
    Quando si usa l’aggettivo imparagonabile per Sara, oggi come oggi, lo vedo applicabile solo alle sopracitate Williams, Azarenka e Sharapova (e Kvitova se non avesse l’asma).

  230. by GIEMME

    concordo assolutamente.
    anch` io tifo spesso per Sara, anche se non mi piace.
    Ma lo faccio quando non gioca con tenniste di mio gradimento.
    Se domani devo scegliere tra le due pero`, non ho dubbio alcuno…
    Stefano. Concordo sulle tue previsioni, tranne che sul finale.
    Questo torneo purtroppo lo vincera` Serena.
    Non ha rivali e Maria non ha testa per poterla per ora battere (haimé).
    Aggiungo anche che sicuramente dopo aver messo Miami in cascina, la prossima settimana non giochera`.
    e questo sara` un bel vantaggio per Sara…

  231. by zerostress

    Giemme, capisco
    naturalmente non siamo qua per convincerci l’un l’altro a cambiare modo e obiettivo del tifare
    ognuno ha le sua legittimissime preferenze
    per me non è solo un fatto di tricolore, anche a me piace il bel tennis, anche se è un po’ forzato,anche nel gioca di Sara si vede del bel tennis (utile, intelligente, sicuro)
    mi piace tantissimo vedere Pennetta, non la Schiavone, mi piaceva la Reggi, non la Cecchini, mi piaceva la Farina, non la Garbin…..è soggettivo
    Però per Maria niente da fare, tifo Maria solo quando gioca contro la Azarenka

  232. by Stefano

    Non basta giudicare il rimbalzo della palla per dire se un campo è più veloce di un altro: è tutto l’insieme di fattori (anche esterni) a decretarlo.
    A Miami, per esempio, c’è molta umidità (molta più che a IW, che si trova nel deserto), e spesso tira un forte vento.
    Tutti questi fattori (caldo, umidità, vento) fanno sì che il cemento (già lento di suo) di Miami sia ancora più lento, in quanto la palla fatica di più a “penetrare” l’aria, ed i giocatori, per non sbagliare quando giocano vicino alle righe, tendono ad angolare meno e a limitare la loro potenza esplosiva (sia nel servizio che nei fondamentali).
    Direi che se c’è un cemento adatto ad esaltare le caratteristiche terraiole della Errani, questo è proprio Miami (che insieme al torneo californiano è tra i più lenti del circuito).
    Serena oggi l’ho vista molto “distratta”, ed in teoria, se ci fosse un’Azarenka al 95% o una Sharapova al 100% o una Kvitova formato Wimbledon 2011, la minore delle Williams non potrebbe vincere questo torneo.
    Ma dato che Vika si è ritirata, Petra non può che giocare qui al 40% (per tutta una serie di motivi che difficilmente potranno essere a mio avviso risolti … almeno che non cambi … corpo!!!), e Masha, nonostante le stese che ha rifilato a certe avversarie, qualche piccola “dormitina” in alcuni match l’ha fatta pure lei …
    dico che Serena potrebbe anche vincerlo questo torneo, ma se lo perdesse non ci sarebbe nulla di strano.

    Pronostici …
    e qui viene il bello.
    Allora, dico:

    Quarti:
    stasera vince la Radwanska (non me ne voglia la belga, ma penso che per lei l’exploit finisca qui … anche se vorrei tanto sbagliarmi);

    Errani-Sharapova … vince, ahimé ancora una volta Maria;
    Vinci-Jankovic … vince la nostra Roby!!!!;

    Semifinali:
    Serena-Radwanska … se non si incavola vince Serena, ma non ne sono molto sicuro … dipende da quale Serena entrerà in campo …;
    Sharapova-Vinci … purtroppo temo che Roby non abbia nessuna possibilità;

    Finale:
    Sharapova-S.Williams … forse il match più incerto … boh, mi verrebbe quasi da dire Maria in tre set su Serena …
    Vedremo …

  233. by GIEMME

    ragazzi, con tutto il rispetto di chi ama tifare tricolore,
    per carita’, non andiamo a dire adesso che il gioco e le possibilita’di Sara
    possono essere paragonabili a quelle della LI…
    se amiamo il bel tennis è un discorso.
    se dobbiamo tifare per forza tricolore, è un’ altro…
    io questi distinguo da sempre non amo farli.
    io amo tifare per chi mi diverte e se devo scegliere per domani, maleditemi pure, ma tifero’ per Maria 100%!

  234. by zerostress

    @taf..mi sembra che ci fosse una teoria che diceva che al 6°/7° livello ci si conosce tutti al mondo
    e poi come minimo allora ti dovremo chiamare Dott. Taf
    a me non piace la Rad, però chissà.magari i polacchi la idolatrano, come noi (alcuni di noi) facciamo con la Errani
    ok, idolatrare è eccessivo, ma ci siamo capiti

  235. TEUS by TEUS

    Morotep, credo però che Li disponga di un gioco più potente e penetrante che, quando funziona bene, le può anche permettere di vincere contro le top 3 (in Australia infatti con Sharapova è accaduto e anche in finale, senza l’infortunio alla caviglia, avrebbe magari potuto portare a casa il match con Azarenka). Anche Kvitova potenzialmente potrebbe dare molto fastidio alle primissime ma purtroppo per lei è incostante e fisicamente non regge alla distanza.
    Sono il primo a essere sorpreso per i progressi di Errani (pensavo avesse già raggiunto il suo massimo livello) e ho già parato di come il suo tennis si sia evoluto rispetto a qualche mese fa. Mi pare però doveroso sottolineare il fatto che la nostra, per ora, ha dimostrato di poter vincere al limite un set contro le top 3. Niente di più.
    Sarei ovviamente felicissimo di essere smentito già domani.

  236. by Morotep

    TEUS a onor del vero la Errani contro la Sharapova a IW ha sostanzialmente fatto (a set invertiti) la stessa partita che ha fatto la Li stasera con la Williams (arrivando quasi a vincere un set ed essendo comunque competitiva). Pertanto al momento Li e Errani sono state le uniche a dare qualche pensierino a Sharapova e Williams negli ultimi tornei disputati.
    Poi in generale la Li si e’ dimostrata piu’ brava di Errani nel giocarsela contro le piu’ forti… ma Sara pare avere ancora margini di miglioramento (oltre a 5 anni in meno della cinese).
    Speriamo che Sara domani riesca a dare un seguito ai progressi fatti vedere a IW contro la Sharapova… anche se va sottolineato come, almeno a occhio, la superificie di Miami sia piu’ veloce di quella di IW.

  237. by Tafanus

    ZERO, anch’io prendo la Flipkens. Non tanto per ragioni puramente tennistiche (penso che la Radwanska non attraversi un grande periodo), ma per ragioni affettive… La Flipkens viene da un paesino delle Fiandre (a pochi chilometri dal confine olandese), Mol, dove quando lei non era ancora nata, io ho conosciuto il padre, che lavorava con me al “Centre de Recherche pour l’Energie Nucléaire” dell’EURATOM.

    Era sempre incazzato con me perchè mi ostinavo ad usare il francese o l’inglese, e mi rifiutavo di studiare il fiammingo (lingua orrenda, che sta al tedesco come il dialetto barese sta all’taliano). Era l’epoca in cui in Belgio eri quasi obbligato a schierarti. Coi valloni o coi fiamminghi, che si menavano tutte le settimane… Chissà se si ricorda ancora di me…

  238. by zerostress

    Io mi prendo la Flipkens

  239. by zerostress

    @ taf ……..se la Errani battendo da sotto, fa gli stessi risultati ( e potrebbe anche succedere 🙂 ) sono contento lo stesso

  240. by GIEMME

    buonasera a tutti!

    ho deciso che quest’ estate vado in vacanza in Cina e ci vado in auto…
    visto che ieri notte Flavia & C, sono riuscite ad asfaltare la MURAGLIA CINESE…
    è l’ occasione buona per percorrerla tutta in auto!!
    e quando mi ricapita un’ occasione cosi???
    GRAZIE FLAAAAVIIIAAAAA!!!!

  241. TEUS by TEUS

    Comunque Li è l’unica che, giocando ovviamente al meglio, può impensierire le prime tre. Non a caso in Australia ha battuto Sharapova e oggi sta mettendo in difficoltà Williams.

  242. by Tafanus

    Intanto vorrei sottolineare un altro non insignificante record della Errani: in questo scorcio di 2013, in 85 giorni ha giocato già la bazzecola di 60 incontri fra singolo e doppio. Quasi tutti vinti. Un incontro ogni giorno e 9 ore.

  243. by Tafanus

    ZERO: se proprio ti manca il fatto che non si parli male di nessuno, posso darti una mano… Un “evergreen”: il servizio della Errani.

    Nel terzo set ha trasformato il 62% delle prime di servizio (Ivanovic 47%), e il 100% delle seconde (Ivanovic 36%.

  244. by zerostress

    era li li con la li

  245. by cristian

    c’è rammarico per l’uscita al primo turno degli Australian Open, altrimenti per me era lì a lottare con la LI ! 😉

    @tafanus: c’è da dire che la Burnett sta giocando su terra, la Barty credo abbia maggiori difficoltà, Nasty è abituata a giocarci, cmq speriamo superi le qualificazioni, al turno decisivo c’è la Duque Marino.

  246. by zerostress

    sono d’accordo, però rivedendo la stagione fino ad oggi per le due atlete quelle due settimane sono state eccezionali e non le hanno ripetute con quella continuità di risultati che invece la nostra sta avendo

  247. TEUS by TEUS

    zerostress, Barthel e Kvitova hanno anche caratteristiche che danno molto fastidio a Errani. Non considererei le sconfitte così casuali.

  248. by zerostress

    Senza contare che avrebbero potuto essere di più, ma ha incontrato la Barthel nella sua unica settimana di grazia, e la Kvitova..uguale

  249. by zerostress

    Chiedo scusa se parlo di altre tenniste che non sono le intestatarie del sito, ma almeno si parla di chi sta giocando…
    Ultimi 6 tornei di Sara la media-punti è 274 …praticamente è quasi come vincere un torneo International tutte le settimane 🙂

  250. by zerostress

    Un dato mi ha colpito particolarmente la percentuale quasi uguale di punti sulla seconda palla : sara (41%) Ana (44%), solo che in tutto il match Sara ha servito 9 volte la seconda palla , facendo punto 4 volte
    invece la Ivanovic ha servito 41 seconde palle facendo 17 punti
    e quindi un dato interessante, diciamo a livello di fatica fisica , Sara ha fatto 70 volte il movimento di servizio
    mentre la Ivanovic 129 volte

  251. by zerostress

    Da chi ha visto la partita Errani Ivanovic: primo set ingiocabile, durato vento minuti , le entrava di tutto con quasi tutti vincenti, poi il recupero di Sara con intervento di Lozano, il terzo set, abbastanza lottato dove Sara ha giocato uno dei set migliori dell’anno con 14 vincenti e 3 errori gratuiti

  252. TEUS by TEUS

    Dato che ultimamente non azzecco un pronostico, dico che Sharapova è nettamente favorita contro Errani. 🙂

  253. by zerostress

    Come vorrei che Errani, dopo una vittoria su Sharapova, andasse in sala stampa e..”Ho giocato malissimo oggi”

  254. by zerostress

    Buon giorno, grande “italia” ieri, tutti vincenti credo?
    il campo 1 ci ha portato bene
    che noia , però una giornata senza poter criticare nessuno 🙂

  255. TEUS by TEUS

    Anche dopo Wimbledon sono tornati là chiusi nel loro mondo, biglebowski. Non credo però fosse esattamente la stessa cosa rispetto a oggi. Anch’io posso sbagliarmi, si intende.

    Tafanus, tra le giovani mi pare che nessuna si contraddistingua per la continuità. Camila, anche in questo, conferma di avere la stoffa da numero uno. 😀
    Battute a parte, c’è ancora tempo, tanto tempo a mio avviso. Riamngo un inguaribile ottimista.

  256. by Tafanus

    TEUS 11:06 – Va benissimo anche “nastri”. Forse addirittura meglio di “astri”. Come “astri”, infatti, mi sembrano delle stelle pulsanti: un attimo si accendono, l’attimo dopo si spengono… 🙂

  257. by Tafanus

    Cristian: bellissima notizia, non tanto per i punti (che sono pochini) quanto per la vittoria sulla Barty. Anche se ci sarebbe da capire se è progresso di Nastassja o ridimensionamento della Barty.

  258. by Tafanus

    ZEROSTRESS: io ho questa situazione a fine Miami (aggiungendo i punti fatti, e togliendo quelli in uscita a fine settimana):

    ERRANI: se si ferma qui, chiude a 5405 punti, in 7° posizione;

    VINCI: se si ferma qui, è 13° con 2715 punti; se vince contro la Jankovic, sale in 12° posizione con 2915 punti; contro la Jank può farcela (ha vinto gli ultimi due diretti;

    SCHIAVONE: 46° con 1190 punti;

    GIORGI: 84° con 769 punti;

    KNAPP; 97° con 688 punti;

    PENNETTA: 106° con 632 punti.

    Da notare anche la nettissima vittoria in doppio di Flavia & Sveti (6/2 6/2) contro le cinesi, arrivata dopo la vittoria sulla tds n° 2 Hlavackova/Hradecka. A questo punto si può sognare una finale italiana di doppio? Coi 250 punti già incamerati, Flavia torna in doppio fra le prime 40.

    Anche la Kuz risale, già cos’, di un centinaio di posizioni, intorno alla 150ma.

  259. biglebowski by biglebowski

    ripeto teus, ritengo e posso sbagliare, che questo genere di condizionamenti non le appartengono.
    mi sembra evidente che sono là, chiusi nel loro mondo, meno contatti possibili con l’ambiente esterno a lavorare duramente per superare un momento difficile.
    se sia bene o male “lo sapremo solo vivendo”.

  260. biglebowski by biglebowski

    quanto al considerare ivanovic favorita è circa un anno che le avversarie di sarita sono spesso considerate favorite da molti “esperti” di tennis, quindi sei in buona compagnia.
    i bookmakers che si giocano soldi veri, davano la nostra favorita mediamente 1.5 contro 2.3, dopo aver preso in passato alcune scoppole su quote a lei sfavorevoli.
    oggi come oggi, addirittura sul cemento e sono molto curioso di vedere cosa accadrà sulla amata (da sara) terra rossa, giocarsi sarita, tranne contro le primissime sono soldi in banca.
    se togliamo aza, sharapova e kvitova siamo all’invidiabile record di 23 vinte e 4 perse, per non parlare del 22 a 3 nel doppio.

  261. TEUS by TEUS

    Certo, biglebowski. I benefici però non deriveranno dal fatto che lei segua o no le nostre ma dal fatto che avrà meno pressioni da parte dell’opinione pubblica (e quella, nolente o volente, condiziona sempre, soprattutto in giovane età).

  262. biglebowski by biglebowski

    con tutto il rispetto e la simpatia, teus, sono convinto che a camila ne possa importare di meno dei risultati di errani e vinci. dubito fortemente che segua le loro gesta o che sia attenta alla loro classifica, addirittura che le abbia viste giocare più di una volta.
    non do un giudizio di merito, non dico se è giusto o sbagliato.
    riporto una mia impressione/convinzione

  263. TEUS by TEUS

    astri e non nastri (il solito mio cronico difetto di non rileggere).

  264. TEUS by TEUS

    Altra considerazione: credo che, da questi ottimi risultati conseguiti da Vinci ed Errani, possa trarne beneficio anche Camila. Mi spiego meglio: gli inglesi, tanto per fare un esempio, non hanno buone giocatrici da decenni e si ritrovano così a caricare di eccessive aspettative i loro nastri nascenti Robson e Watson (col risultato che la prima sta vincendo pochissimo da tempo e l’altra, non solo vince poco, ma già a 20 anni sente il bisogno di prendere una pausa dal tennis).
    Noi invece attualmente possiamo anche permetterci di far concludere tranquillamente alla “bimba” il suo processo di maturazione. Torno a dire che il fatto che si parli meno di lei (se non vince è ovvio, lo so) e il fatto che forse dovrà ricominciare dai piccoli tornei per motivi di classifica, potrebbero anche essere fattori molto utili mentalmente (perché è soprattutto lì che c’è molto da lavorare e da migliorare).

  265. TEUS by TEUS

    Complimenti anche a Errani. Davo per favorita Ivanovic ma mi ero dimenticato di dire una cosa molto importante: la serba non è una vincente nata (infatti nei momenti topici del match puntualmente trema se ci fate caso). Per quanto riguarda la nostra, al di sopra di ogni aspettativa per ora quest’anno.

  266. biglebowski by biglebowski

    un chiarimento sulla compilazione dei tabelloni:
    solo la 1 e la 2 vengono inserite automaticamente ai due estremi del tabellone.
    3 e 4 vengono sorteggiate e si accoppiano con la 1 e la 2.
    quindi vengono sorteggiate le 4 successive che si accoppiano con 1,2,3,4.
    le prime 8 pescano per sorteggio le tds da 25 a 32 all’altezza dei sedicesimi.

    le tds da 9 a 16 incontrano le tds da 17 a 24 nei sedicesimi.
    vengono inserite agli ottavi contro le prime 8.

    questo negli slam o tabelloni con 32 tds.

  267. by zerostress

    Errani, quasi 1600 punti dalla nona, …. e 2300 dall’11ma

  268. by zerostress

    Beh, è un buon risultato la piccolina non è facile da battere per quei livelli
    @taf, ti rimetto i miei calcoli
    6 KERBER, ANGELIQUE GER 5475
    7 ERRANI, SARA ITA 5294 (5405 se passa il turno)
    8 KVITOVA, PETRA CZE 5225
    9 STOSUR, SAMANTHA AUS 3865
    10 WOZNIACKI, CAROLINE DEN 3760
    11 PETROVA, NADIA RUS 3125
    12 KIRILENKO, MARIA RUS 2811
    13 BARTOLI, MARION FRA 2755
    14 CIBULKOVA, DOMINIKA SVK 2695
    15 VINCI, ROBERTA ITA 2605 (2715 se passa il turno) (2915 se arriva in semi)
    se batte la jankovic arriva appunto a 200 punto dalla petrova che è all’11mo
    il 10mo della wozniacki, per ora mi sembra un po’ distante

  269. Madoka by Madoka

    Vittoria PAZZESCA errani che a questo punto per me è la vera favorita della stagione sul rosso, non nego che mi aspetto un torneo fra amdrid/roma/parigi

    p.s.

    bravissima anke Roby

  270. by cristian

    Segnalo che la Burnett al secondo turno delle quali del 50k di Osprey , batte in due set la Barty:

    (6)Nastassja Burnett (ITA) d. Ashleigh Barty (AUS) 64 75

  271. by zerostress

    La kerber deve ringraziare il Walkover di indian Wells, altrimenti sarebbe già dietro

  272. by Tafanus

    Buonanotte, anzi no! Robertina potrebbe salire in 13ma posizione, scavalcando Cibulkova e Bartoli.

  273. by zerostress

    Parlando di altre partite, avevo ancora negli occhi le splendide giocate della Cirstea nel precedente incontro,molto in forma ed in palla
    adesso 0-6 dalla jankovic, …….non ti puoi mai fidare

  274. by Tafanus

    Zero, esatto. Ma mio è scappata una sharapova, chissà perchè… Forse perchè ieri l’ho vista giocare a livelli ultra-sharapoviani. Irresistibile. Per tutti, ma no per Sarirta!

    Bionanotte a tutti

  275. by cristian

    Mi sorprende sempre di più, non ho parole per descrivere Sara Errani . La nostra è ad un passo dalla sesta posizione occupata dalla Kerber.

  276. by Morotep

    Enorme Sara!
    Non ho scritto nulla perche’ ero nervosissimo a fissare uno scoreboard (pensa un po’ come ci si riduce!)… che posso dire? Non so, non mi vengono le parole… ma quando mai c’e’ stata una giocatrice in grado di darci la soddisfazione di poter pensare che la partita non e’ mai finita, che quando chiamata a vincere vince… sono stracontento. Questa e’ una campionessa.
    Se solo riuscisse ad aggiustare quelle due o tre cosine in modo da essere competitiva anche contro le big-three… io comunque ci spero. Qui ogni giorno e’ sempre meglio!

  277. by Tafanus

    1,55 contro 2,30??? Pensavo molto peggio. Si vede che all’estero stimano Sara molto di più che noi in Italia.

    Nemo propheta in Patria!

  278. by zerostress

    no, scusa non mi sono capito, io pensavo ti riferissi ad Errani Ivanovic

  279. by zerostress

    Deve essere stata una bella partita (forse) sicuramente emozionante, grazie per la diretta televisiva

  280. by Tafanus

    Zerostresso: io ho parlato di Sharapova, e tu di Ivanova… Che fai, sfotti? 🙂

  281. by zerostress

    La davano 1,55 contro 2,30

  282. by zerostress

    per 20 minuti Ana deve aver giocato da ex-n°1, oppure Sara aveva le stringhe slacciate

  283. by Tafanus

    Non ho parole! Sara conclude il terzo set con un rush di 12 punti a due… Qualcuno mi sa dire a quanto davano Sara i siri di scommesse?

  284. by zerostress

    Però , paura, eh? un filino

  285. by zerostress

    mamma, butta la pasta

  286. by Tafanus

    …incredibbbole!… nel terzo set c’è un ace di Sara contro nessuno di Ana…

  287. by Tafanus

    …parziale di otto a uno…

  288. by zerostress

    Io li odio, ma questo fatto da lei, lo si può perdonare, ha un che di molto femminile

  289. by Tafanus

    Zerostress: pugnetto non con latrato, ma con saltello e mezza piroetta

  290. by zerostress

    Questo secondo game del terzo set dove Ivanova ha fatto 3 doppi falli sarà determinante, e le ha levato quelle ultime poche sicurezze che aveva

  291. by zerostress

    Per fortuna che ci sono i game di risposta 🙂

  292. by zerostress

    M’immagino il primo set, sarà stato un pugnetto continuo…

  293. by zerostress

    Come la cibulkova, si vede che anche Lei è caricata a molla, ma la carica può anche finire..

  294. by Tafanus

    Niente da fare. Se Sharapova sta giocando come ieri contro Sveta, per Sara non poteva esserci la minima chance.

  295. by GIEMME

    stasera Ana al servizio è un rullo compressore!!!
    ha conquistato ben 16 punti su 20.
    e contro una Errani che è noto essere ottima in ricezione…

  296. by zerostress

    Sara deve essere rimasta negli spogliatoi

  297. TEUS by TEUS

    Felice anch’io per la vittoria di Vinci (se lo merita).
    Non voletemene ma credo che Errani parta sfavorita con Ivanovic.

  298. by GIEMME

    ciao Taf.
    sono fisse le posizioni di solo delle prime 4.
    ma la 8, non è detto giochi con la 1 ecc…, come accadeva una volta.
    infatti, se guardi ad esempio ora a Miami, la 1 ai quarti, non trova la 8, ma la 5. la 4 avrebbe trovato la 7 ecc…
    quindi le regole adesso non sono piu’ quelle che assegnavano in automatico 1-8 2-7 3-6 ecc…

    felicissimo per Roberta!!!
    pero’ questi patemi d’ animo!!!

  299. by Tafanus

    GIEMME, credo che non funziomi così. Se guardi dei tabelloni con 8/16/32 tfs, vedrai che il piazzamento delle tfs è fisso, come posizione, nel tabellone. Per intenderci: la 1 è la ptima in alto, la 2 è la prima in basso, la 3 è la prima della metà bassa, la 4 è l’ultima della metà alta, e via elencando.

    VINCI: omen, nomen. la solita Roberta dalle emozioni forti: parte come un diesel freddo, e nel terzo si permette il lusso di andare sotto 0/3 di sue break, e poi di infilare un parziale di 6 giochi a uno, per chiudere 6/4. E ora sale al n° 14

  300. Lino by Lino

    Mitica Roberta, una partita che sembrava già persa….questa è vinta con la classe!
    E dire che sta giocando male in sto tornei….. quando finalmente tornerà a servire decentemente ci torneremo a divertire 😉

  301. by Fabio Massimo

    E’ fatta per Roberta!!!!

  302. by zerostress

    che dire di robertina che era sotto 0-3 al terzo (doppio break) ?

  303. by GIEMME

    ciao Zerostress.
    ricordo bene le vecchie regole, che accoppiavano la 1 con la 8, la 2 con la 7 ecc…
    pero’ preferisco quelle attuali, cosi’ almeno una che gravita stabilmente intorno alla 7ma 8va posizione, non sarebbe sempre penalizzata per regolamento, a dover affrontare la prima o la seconda ai quarti, ma magari con un po’ di fortuna, pescare anche la 4ta…
    per il resto, i regolamenti del tennis, li trovo molto favorevoli alle prime del mondo a discapito delle altre.
    come nella quasi totalita’ degli altri sport, questi favoritismi non dovrebbero esistere!
    mi viene in mente ad esempio, lo sci alpino, nelle discipline tecniche, in cui i primi 7 della classifica di specialita’, hanno la possibilita’ di partire per primi, quando la pista è completamente intatta.
    ma se fanno un buon tempo, si ritrovano penalizzati nella seconda manche, dovendo patire l’ inversione dei 30…
    anche nel tennis andrebbe studiata una soluzione, che permetta a quegli atleti presenti nelle retrovie, di potersi giocare le possibilita’ fino in fondo, senza per forza di cose, doversi incontrare fin dai primi turni contro i piu’ forti e viceversa,
    permettere ai piu’ forti di incontrarsi solo a fine torneo…
    certo, capisco bene le ragioni di queste scelte, ma non lo trovo molto corretto, sportivamente parlando…

  304. by Tafanus

    Iniziato Vinci-Cornet, che per la nostra vale il best ranking (14°)

  305. by Tafanus

    TEUS: no, lungi da mia figlia l’ambizione di fare la tennista di professione. E’ solo quella che si può definire una “dilettante evoluta”, o, se preferisci, una competitiva giocatrice per squadre di club

  306. TEUS by TEUS

    Molto bene Seppi questa sera. In pratica oggi ha fatto tutte quelle cose che non ha fatto una settimana fa. Giocava però, giusto ricordarlo, anche contro un avversario meno dotato tecnicamente rispetto all’ottimo Gulbis visto a IW.

    Ora, tra Rad grande (che ancora dà segnali di “cottura”) contro Stephens (promettente ma ancora acerba) e Murray-Dimitrov, opto per i maschietti perché amo il bel tennis e questo match potrebbe offrirlo.

    Tafanus, hai per caso una figlia che davvero vorrebbe fare la tennista professionista o la tua era semplicemente una battuta?

  307. by zerostress

    Seppi ha preso il largo

  308. by zerostress

    @giemme… ancora qualcosa sul discorso delle TDS
    naturalmente è meglio essere TDS 4/5/6 che 8/9/10 🙂
    però allora diciano che Sara poteva esere un poco più fortunata,nel sorteggio perlomeno

    Australian Open: Errani (6) dalla parte di Azarenka (1) invece Stosur (9) dalla parte di Radwanska(4)

    Qatar : Errani (6) dalla parte di Azarenka(1) invece Wozniacki(10) trova Radwanska(4) e Stosur(8) trova Sharapova (3)

    Dubai: Errani (5) trova Azarenka (1) mentre Woz (8) avrebbe trovato Williams (2)

    Indian Wells: Errani (6) trova Sharapova(2) Stosur (7) kerber(4) avrebbero dovuto trovarsi

    ai miei tempi invece ai quarti il totale doveva fare 9: 1-8, 2-7, 3-6 ecc e agli ottavi doveva fare 17: 1-16. 2-15 ecc

  309. by GIEMME

    Taf:
    leggo su Live tennis, che la redazione di Supertennis su FB si è giustificata sulla mancata trasmissione dei match delle nostre ragazze, affermando che le riprese non sono in formato idoneo per la televisione su quel campo e quindi non è possibile per loro trasmetterli…

    a me questa cosa lascia un po’ interdetto!!!

    secondo me, è il solito potere mediatico che fa girare il mondo sportivo…

  310. by Tafanus

    Zerostress: ho ricontrollato. Niente fotocopia. In questo momento tennistv.com sta trasmettendo Seppi (quindi c’è copertura sul campo 1), ma supertennis manda serena (forse perchè i diritti ATP dono si sky.

    Nello schedule tennistv del femminile, tennitv annuncia, dopo questa partita, ancora Stadium con la Sharapova, quindi GrandStand con la Rdwa.

    Niente italiane nnella programmazione di supertennis.

    Intanto sembra che Serena si sia rimessa a tirare qualche colpo… Speriamo bene, per la classifica della Vinci.

  311. by Tafanus

    Zerostress: hai ragione sulla copertura del campo 1, m ma purtroppo lo “schedule” di tennistv.com, di cui poi supertennis diventa “fotocopia”, non prevede le partite delle nostre. E neanche la programmazione di superetennis.tv, controllata sul sito.

    P.S.: Ma cosa sta succedenso a Serena? E perchè fortune così non capitano mai quando gioca contro Flavia? Non ha tirato una sola palla che non sia passata ad almeno un metro sopra il net, e raramente in palleggio una palla che abbia suoerato la linea del servizio. Sembra la palleggiatrice di mia figlia nelle giornate in cui né lei, né mia figlia ne hanno voglia…

  312. by zerostress

    @Giemme hai ragione, anche io mi faccio prendere dall’immaginario colletivo, dell’importanza simbolica di rimanere (almeno) top10

  313. by GIEMME

    Zerostress:
    si parla sempre di top ten, e di cercare di rimanervi dentro…
    in realta’ cio’ che conta è essere top 8.
    poi livello successivo top 16.
    questo per l’ assegnazione delle TDS nei tornei piu’ importanti.

    intanto ‘sta Dominica, sta letteralmente demolendo Serena.
    ed io sono contento, perchè la W non la sopporto!!!

  314. by zerostress

    c’è sempre una cibulkova che ci scombussola tutti i nostri ragionamenti

  315. by zerostress

    @taf..
    Sara con questi punti e se riesce a raggranellarne ancora un 600, diciamo, fra Charleston, Barcellona Madrid Roma, per cui arrivera ad avere 2000/2500 punti (vantaggio che ha già ora) di vantaggio sull’11ma, paradossalmente potrebbe anche perdere al primo turno a Parigi, senza danni clamorosi, di essere estromessa della prime 10, e giocare i primi turni più rilassata, senza appunto l’assillo di questo importante fardello psicologico

  316. by zerostress

    Però le telecamere sono presenti sul Campo 1, perche mi sembra che Seppi-Bellucci abbia la copertura televisiva LIVE

  317. TEUS by TEUS

    Partita scadente quella tra la cinese e la spagnola (troppi errori). La prima rientrava da un lungo stop (e si è visto soprattutto nel primo set che ha rischiato di gettare dopo aver condotto nettamente sia nel parziale -5 a 1- che nel tie break -6 a 1- ), la seconda era chiaramente affaticata per gli scorsi incontri.

  318. by cristian

    Sara Errani ormai è di una solidità allucinante, in pochissime riescono a scardinare il suo gioco, tanti complimenti per il record di punteggio raggiunto, nessuna italiana aveva ottenuto cosi tanti punti nel ranking..tanto di cappello!!

  319. by zerostress

    Sono riuscito a rimanere abbastanza concentrato nel vedere muguruza-li, non sarò stato capace di cogliere..ma io particolari spunti tecnico-tattici non riesco a ricordare: giacavano quasi allo specchio, colpi abbastanza piatti, nessuna variante, poche smorzate, in confronto La nostra Sara sembra Fabrice Santoro allora 😉

  320. by zerostress

    SUPERTENNIS strompazza che hanno l’esclusiva sui premier, ora, ci sono 2 italiane che vanno avanti, siamo agli ottavi..c’è la copertura di 2 campi televisivi, peccato noi siamo sempre nell’altro

  321. by zerostress

    a panne la prossima settimana
    se batte cornet ed eventuale jankovic-cirstea, la vinci potrebbe arrivare 12°, se non sbaglio
    6 KERBER, ANGELIQUE GER 5475
    7 ERRANI, SARA ITA 5294 (5405 se passa il turno)
    8 KVITOVA, PETRA CZE 5225
    9 STOSUR, SAMANTHA AUS 3865
    10 WOZNIACKI, CAROLINE DEN 3760
    11 PETROVA, NADIA RUS 3125
    12 KIRILENKO, MARIA RUS 2811
    13 BARTOLI, MARION FRA 2755
    14 CIBULKOVA, DOMINIKA SVK 2695
    15 VINCI, ROBERTA ITA 2605 (2715 se passa il turno) (2915 se arriva in semi)

  322. by zerostress

    Muguruza è proprio una bella raguza

  323. by zerostress

    per quanto riguarda la Errani, potrebbe succedere che incontrerà la Sharapova per la 3°/4° volta nel giro di un anno, potrebbe anche essere un po’ di sfortuna da un lato…ma dall’altro significa soltanto che, quando una top 10 arriva a giocare spesso con sharapova ed Azarenka, (anche se è lapalissiano) vuol dore che sei alla fine dei tornei, mica cotica

  324. by zerostress

    buon giorno a tutti, belli e brutti
    non per essere campanilisti, anzi sì..
    comunque per quanto riguarda il ranking sarà una settimana molto “pro” italia
    Le nostre due non perdono punti, da kerber kvitova wozniacki stosur bartoli petrova kirilenko…quasi praticamete tutte quelle che sono in classifica fra loro due, e la situazione può anche migliorare

  325. by Tafanus

    La giornata: tanta Italia ancora in campo, anche oggi, a Miami. Tanta in campo, nessuna in TV, temo. Non su tennistv.com, e quindi di riflesso niente su supertennis.tv, che ha la stessa copertura di tennistv.com
    Ci dovremmo accontentare di guardare de numeretti che scorrono…

    Il campo n° 1 è monopolizzato dagli italiani: Orari indicativi:

    17:30 Seppi – Bellucci

    19:30 Vinci – Cornet

    21:00 Errani – Ivanovic

    23:30 Doppio Errani/Vinci vs Babos/Minella

    23:30 sul campo 2 Pennetta/Sveti vs Hsieh/Peng

  326. biglebowski by biglebowski

    vorrei porre all’attenzione di coloro che fossero interessati un dato che ho avuto modo di leggere e che mi sembra interessante.
    Sara Errani ha raggiunto il punteggio record per una tennista italiana di 5295 nel ranking superando il precedente record di un’italiana che apparteneva a Francesca Schiavone con 5246 punti stabilito il 23/05/2011.
    quindi sostanzialmente nessuna italiana mai aveva mantenuto nel corso di un anno (considerando gli ultimi 365 giorni) un rendimento così costantemente di livello assoluto.

  327. by Tafanus

    Mi spiace non aver visto la partita della Errani, ma quei geni di organizzatori avevano programmato che la Errani alle 17:00, avendo uno solo campo copertpo dalla TV. Peccato. Senza aver visto la partita, mi limito ad annotare che:

    -1) prima di incontrare la Errani, Halep aveva vinto contro la Lisicki e la Paszek (non proprio delle numero 101);

    -2) la partita si è conclusa con un primo set da 31 punti a 19 (abbastanza secco), e un secondo set da 25 a 5. Il tutto in 48 minuti complessivi.

    -3) Errani ha mostrato anche altri parametri molto interessati. Non solo un incredibile 86% di prime palle in campo, e NESSUN doppio fallo, nonostante il vento; ma a sconvolgere la vulgata popolare, secondo la quale mette dentro tante prime perchè tira straccetti bagnati innocui, e sulle seconde non fa un punto, le statistiche dell’incontro dicono che ha vinto il 71% di punti sulle prime, e l’80% sulle seconde.

    Compito durissimo stasera per Errani contro la Ivanovic vista ieri. Ma con Sara, mai dire mai. Facile invece, almeno sulla carta, il compito di Roberta sulla newvrotica Cornet.

  328. by Tafanus

    LINO 20:53 – Non concordo (per quello che può interessare). Giocare con un vento in asse al campo, variabile da zero a venti nodi, non è facile. Sbagli i lanci di palla, le smorzate, i pallonetti, gli attacchi., TUTTO diventa difficilissimo, molto più che con un vento trasversale, che al massimo ti costringe a non cercare le righe laterali.

    TEUS: concordo, ma per la Vinci “fare il diesel” sta diventando la norma. E’ successa la stessa cosa con la McHale: primo set che poteva vincere, perso (male) al tie-break;: quindi un secco 6/1 6/3. Io ormai tremo quando vince facile il primo set, perchè tende ad addormentarsi al secondo, giocandolo in maniera troppo conservativa, e spesso perdendolo. La Vinci è una delle Regine dei break-points annullati. Ieri ha avuto anche l’aggravante di aver avuto due break di vantaggio, di averne perso uno, di essere andata avanti di tre palle-break che erano tre match-points, di averli annullati, e di aver vinto poi in scioltezza il successivo game di servizio, anzichè disunirsi.

  329. TEUS by TEUS

    Mi è molto piaciuta ieri Vinci perché, dopo aver perso il primo set che, con un po’ più di attenzione, poteva anche portare a casa, ha saputo rimanere ben attaccata al match vincendo il secondo. Nel terzo è andata a servire per il match sul 5-4 dopo non aver sfruttato 3 match point consecutvi sul 5-3. Non si trovava in una situazione psicologica semplice a quel punto ma non ha tremato e ha chiuso addirittura con un ace. Davvero complimenti alla tarantina.

  330. by zerostress

    Se me lo avessi chiesto , già ieri, ti avrei potuto dire che Errani sarebbe finita 6161 , la halep ha un gioco che a Sara fa il solletico

  331. by Tafanus

    La classe non è acqua… Zerostress, rispetto all’anno scorso, quando era attaccabilissima se le si tirava lungo e tagliato nell’angolino di rovescio, è migliorata molto. Adesso quelle palle le tira su e le manda dall’altra parte. Ma tieni presente che riesce ad attaccare con dei fantastici passanti lungolinea in back di rovescio, che solo lei riesca a fare…

    Se vincerà contro la Cornet (dovrebbe) e se la Serenona batterà la Cibulkova (dovrebbe), Robertina raggiungerà il suo nuovo best ranking in 14ma posizione.

    E ora mi toccherà fare il “veglione” guardando uno stupidissimo scoreboard…

    Buonanotte a tutti (belli e brutti)

  332. by zerostress

    Se Robertina non avesse solo il rovescio in back interlocutorio, ma anche quello in top (tipo navarro) ………….

  333. Lino by Lino

    Brava Roberta, dopo aver imbroccato pochissime prime, chiude con un ace.

  334. Lino by Lino

    Che partita orrenda stanno giocando la Vinci e la S. Navarro…. Ora Roberta serve per il match, speriamo bene….

  335. by GIEMME

    Roby è finalmente riuscita a prendere in mano gli scambi, facendo muovere la Sarez molto di piu’ rispetto ai primi games e questo induce l’ avversaria a commettere piu’ errori.
    questa è la strada da seguire per portare il match a casa…

  336. by t.o.

    Erano decenni che non vedevo più giocare due atlete con i rovescio ad una mano. devo ancora capire se mi piace di più o non mi piace più……comunque roberta ha appena ripreso un game da 40-0 e ha controbreccato con 5 punti di fila. sul 4-1 sarebbe stata dura……

  337. by zerostress

    @ taf lo squittio che fa la kvitova “jít” è l’equivalente al nostro “andiamo” o “c’mon”

  338. by GIEMME

    Zerostress:
    la tua potrebbe essere davvero una frase mitica!!!
    ” se sai come si fa, fallo sempre!”
    … peccato che chi sa come si fa, non sempe se lo ricorda e quindi non sempre fa come sa che si fa!
    e noi ci incazziamo dopo e diciamo:
    “se sai come si fa, perchè non fai come si fa… invece di fare come non si fa? 😆

  339. TEUS by TEUS

    C’è molto vento a Miami: Vinci dovrebbe andare a rete più del solito perché queste condizioni atmosferiche solitamente agevolano il gioco di rete. A Errani sarà sufficiente esprimersi sui suoi soliti livelli (cosa per nulla scontata però nel tennis) e non dovrebbe avere problemi.

    Tafanus, hai già vinto probabilmente una pizza+birra+caffè grazie ai sogni nati da queste parti. Non lamentarti! 😉

  340. by Tafanus

    Una domandina per addetti ai lavori: perchè la Kvitova dopo ogni pugnetto “abbaia”?

  341. by zerostress

    Sarebbe veramente incredibile avere due top 10 (diverse dalle 2 precedenti) nel giro di 2/3 anni
    non è poco per il nostro bistrattato movimento tennistico, però mi sa che chiediamo alla Vinci uno sforzo che va al di là delle sua capacità .. speriamo

  342. by zerostress

    Se la cibulkova non fa meglio, la Vinci potrebbe anche arrivare all’11°

  343. by zerostress

    La kirilenko, abbiamo visto i progressi degli ultimi tornei un bel fondo atletico, velocità di esecuzione, capacità di reggere scambi elevati( come contro la sharapova); può perdere con la zalopalova?…….sì

  344. by zerostress

    Lo spero. tanto siamo abituati, hanno avuto top 10 svizzera francia inghilterra russia spagna serbia e persino cipro, noi è dal 1978 che aspettiamo…prima o poi dovrà girare, spero di esserci ancora 🙁

  345. by Tafanus

    Sognare non è vietato (specie nel sito della Giorgi…) – Se Robertina riuscirà ad infrangere il tabou Carla Suarez Navarro, può arrivare in semifinale, e al 12 posto nel ranking.

  346. TEUS by TEUS

    Quinzi è candidato ad abbattere il muro della posizione numero 18. Bisogna solo aspettare…

  347. by zerostress

    Quinzi ha vinto un importante torneo in Brasile..bravo
    mamma mia pero’, nel sito della FIT, tutte le volte, dico tutte, sempre a sottolineare che lui è un anno più giovane degl’altri…lui è del ’96 mi sembra,, tutti gli anni lui sarà sempre più giovane di quelli dell’anno prima
    anzi dirò di più..sarà di addirittura più giovane di 2 anni rispetto a quelli nati nel 1994…per sempre 🙂

  348. by zerostress

    Però se fossi il coach di cirstea mi incazzerei: ” se sai come si fa, fallo sempre!” semplice, no?

  349. by zerostress

    ci voleva la cirstea di prima..

  350. by zerostress

    ah se la vesnina mi desse una soddisfazione!!

  351. by cristian

    @zerostress : assolutamente d’accordo con te, c’è però da dire che la rumena quest’anno è molto più solida rispetto al passato, non a caso è rientrata nelle top 30.

  352. by zerostress

    @cristian, tieniti impressa questa partita, perchè la Cirstea non ne rifarà una uguale, altrimenti sarebbe top 5 🙂

  353. by zerostress

    TOH! son contento

  354. by cristian

    Kerber sta giocando male, molto scoraggiata, la Cirstea tira solo vincenti oggi

  355. by zerostress

    Ranking Kerber – Errani – Kvitova (quasi) fuori 2, quindi cmq vada è già una settimana utile per la nostra

  356. by zerostress

    se non fosse per la botta di culo ad IW dove non ha buttato via 450 punti, la Kerber sarebbe già dietro la Errani

  357. by zerostress

    E la Cornet? a proposito dei buchi nel tabellone, ma soprattutto anche alla capacità di potervisi infilare e cogliere l’occasone

  358. by cristian

    Sto guardando Kerber-Cirstea, la seconda mi ricorda molto Camila, gioco ad alto rischio, dritto devastante, molti errori gratuiti, il primo set è riuscito a vincerlo la rumena 6-4, in questa partita sembra in modalità ON, è un piacere guardarla.

  359. by zerostress

    Avete notato la kerber? quando si sta avvicinando alla fine del set/match? non gioca più…molto professionale

  360. by zerostress

    Comunque è una bella sensazione dover commentare le nostre ragazze, ed ultimamente (meno) ma anche per i maschietti, la seconda settimana dei tornei; oppure essere abbastanza tranquilli che, quando verso la fine della settimana, cominciano le dirette televisive, ci sono concrete possibilità di vedere italiane, mi ricordo tantissimi internazionali di roma/ parigi/ wimbledon..al martedì, massimo mercoledì, dovevi interessarti di altro

  361. by zerostress

    ed invece siamo sempre qua: SE si iscrive a questo torneo al posto di quest’altro, S<e cambia il modo di servire, SE cambia coach, SE cambia atteggiamento, SE ogni tanto comunicasse di più, SE…… SE:….

  362. by zerostress

    Come vorrei che, in questi discorsi ,al posto della parola “SARA” potessimo scrivere “CAMILA”

  363. by zerostress

    comunque Sara sta viaggiando alla media di 250 punti a settimana, ci farei la firma se fosse così per sempre, sai quanti punti alla fine della stagione! potrebbe permettersi anche di spurgare senza danni i 1400/900 dei due slam

  364. by zerostress

    causa ritiri od alcune sconfitte inopinate, in molte parti del tabellone molte atlete hanno potuto trovare spazi per infilarsi ed acchiappare l’occasione
    l’unica che trova sempre il tabellone tale e quale è la nostra SARA

  365. by zerostress

    @ taf hai mischiato, ma ci siamo capiti

  366. by t.o.

    @teus Torniamo al solito discorso sulle informazioni che abbiamo a disposizione. Il calo di efficienza nel servizio nel terzo set può essere letto anche come un affaticamento della spalla. Mancanza di allenamento specifico; Non completo assorbimento del trauma; riacutizzarsi del dolore. A noi non è dato sapere. Ma ciò non toglie che potendo prevedere un mese e mezzo fa che oggi si sarebbe potuta presentare una di queste possibilità buon senso chiede che ci si iscriva a tutti i tornei possibili. Salvo oggi fare la scelta di giocare o meno l’uno o l’altro. Non sto criticando la scelta. E’ sicuramente fatta alla luce delle attuali condizioni (che noi non conosciamo) . Critico è senza tema di smentita il non essere in condizioni oggi di fare eventuali scelte diverse. La strategia prevede la possibilità di più scelte e più opzioni. E’ la tattica che di volta in volta utilizza tutte le possibilità che la strategia ha predisposto. E’ una critica al metodo, non al merito della scelta contingente….

  367. by Tafanus

    Stasera alle 22:00 su supertennis.tv, in chiaro, Sara Errani vs Carla Suarez Navarro

  368. by Tafanus

    Per la cronaca, ecco come si presenta il livescore UFFIVCIALE della WTA (che è diverso da qullo dei tornei):

    http://i.imgur.com/eZfru9g.png

    Il 10/12 del stb è aggiornato punto per punto, a cominciara dallo 0/0

  369. by t.o.

    Ma come è livoroso il nostro…

  370. by Tafanus

    Stefano 21:54 – Il Livestore protennislive (si può aprire dal link in alto ma destra del sito WTA, fornisce in diretta assoluta TUTTI i punti, se è prima o seconda di servizio, e tutte le statistiche aggiornate al minuto…
    “… è già da un pezzo che sull’1-1 il doppio si decide al supertie-break, non l’hanno certo inventato stasera …”

    Già, è così, lo sanno cani e porci, tranne qualche praparatissimo “CT ‘de noantroi”…

    Per i disinformati: Il livescore del torneo è quello del torneo, quello della WTA è quello della WTA, e fornisce assolutamente TUTTI i punti di games normali, tie-break e super-tb PUNTO PER PUNTO:

    http://www.protennislive.com/lshd/main.swf?lang=en&ref=www.wtatennis.com

  371. by cristian

    Probabilmente avrà deciso di volare subito a Charleston e allenarsi su quella superficie (terra verde)

  372. TEUS by TEUS

    L’anno scorso doveva fermarsi non appena ha sentito dolore (invece ha giocato un altro ITF). Continuare a giocare forse ha compromesso tutta la stagione australiana.

  373. TEUS by TEUS

    Ti capisco, t.o. Ora però credo che la cosa più importante sia recuperare la piena efficienza della spalla e non rischiare minimamente ricadute. Quando avrà la certezza di essere guarita, potrà anche cominciare a ragionare diversamente.

  374. by t.o.

    @teus Il tuo ragionamento non fa una piega. Ma considera anche queste altre possibili strategie. Un ITF (scelto con cura) ti permette anche di scegliere di essere testa di serie. Con il suo punteggio attuale in questo menzionato non sarebbe successo ma magari in un 25.000 si. Significa fare primi turni contro atlete oltre il 300. Non bisogna tirare i servizi al massimo. Non sarebbero stati più che allenamenti. Ma con in più la componente agonistica e il “clima partita” che in allenamento non potrai avere mai. E anche tre turni bastano per portare a casa quei 30/50 punti che oggi valgono entrare o non entrare nel MD di un Premier. Pensi che aspettare fino all’ultimo minuto il ritiro di Sam o di Viky non abbia un costo “energetico mentale” pari a quello fisico? Poi per carità. va bene tutto. Io non dico di rinunciare alla sua linea di “direttissima”. Ne sono uno dei più convinti estimatori. Ma ho già scritto in tempi non sospetti (prima dell’australia). Ogni strategia “dominante” ha un piano B. Che non è mai fare l’opposto. E’ solo il piano A con alcuni correttivi. Anche le Top fanno tornei minori prima dei GS che poi abbandonano al 2° o 3° turno. Le potrebbe fare lo stesso ma un gradino più sotto.

  375. TEUS by TEUS

    Io invece credo che, dopo un infortunio così lungo (in un punto molto delicato tra l’altro) e un rientro in linea di massima positivo, abbia fatto bene a non iscriversi a questo ITF, considerando anche che Charleston è alle porte. Meglio forse non caricare di troppo lavoro la spalla in questo momento perché, una ricaduta, potrebbe mettere a rischio l’intera stagione.
    Capisco che il fatto che non si siano fatti ancora punti nel 2013 faccia venire un po’ di ansia ai più e la voglia incontrollabile di vedere la “bimba” giocare e soprattutto cominciare a vederla vincere qualche match. Personalmente però continuo a ragionare a lungo termine…

  376. by t.o.

    @big Ma c’è un sacco di gente iscritta che sta giocando a Miami…..perciò se vanno avanti (anche se sono uscite già quasi tutte) possono rinunciare senza conseguenze. Se è così Camila ha fatto una cazzata a non iscriversi. Se poi anche uscendo subito semplicemente non aveva voglia poteva sempre dire che le era tornato il dolore alla spalla. Chi avrebbe potuto obiettare qualcosa……Un po di partite e un po di punti le avrebbero fatto bene…

  377. by t.o.

    @big era quello che chiedevo. come sapete non sono molto esperto di regolamenti. Se mi iscrivo sia al torneo che si svolge nella seconda settimana di un Premier o di un GS posso rinunciare se passo la prima settimana? o non si può fare? Se poi esco al primo o al secondo turno lo vado a giocare. E’ corretto questo anche solo da un punto di vista regolamentare?

    La seconda cosa…..
    Morita non ha fatto doppi falli. Morita serve la prima intorno ai 90/97 mph e la seconda sotto le 80mph (quasi sempre) Stasera ha messo il 63% di prime palle. 33 su 52. Su quelle 33 ha fatto 23 punti (il 69%) nelle 19 2° palle ha fatto 4 punti (il 21%) Se avesse tirato le 2° come le prime ne avrebbe messe (il 63%) 12 in campo. Con la stessa percentuale delle prime 8 sarebbero state vincenti. 8 contro 4 però avrebbe fatto 7 doppi falli.
    su 19 secondi servizi 0 DF 21% 4 punti fatti e 15 persi con 7 doppi falli 8 punti fatti e 4 persi.
    Mi sembra tutto molto chiaro. e tra l’altro 2 dei 4 punti fatti di seconda li ha fatti tirando una a 84mph e uno a 82 mph.

  378. biglebowski by biglebowski

    http://www.itftennis.com/procircuit/tournaments/women's-tournament/info.aspx?tournamentid=1100028594

    @t.o:

    è un 50000, a pochi km da casa, leggi l’entry list e dimmi se non dovrebbe essere iscritta dopo mesi di stop.
    ora non può iscriversi, lo avrebbe dovuto fare a suo tempo, hanno ancora una wc, ma non la daranno a camila.

  379. by t.o.

    @stefano Guarda dove si mette a rispondere serena sulle 2°palle di morita. E cosa avviene quando serve la 2° sotto le 80 mph

  380. by Stefano

    Serena, non Sera … comunque adesso sta già recuperando …

  381. by Stefano

    t.o. ha scritto:
    “… per cambiare argomento…si sa se Camila va a qualche ITF la settimana prossima e più che altro…farebbe ancora in tempo ad iscriversi? O in questo caso lo si deve fare d’anticipo salvo ritirarsi se si passa alla seconda settimana?…”
    t.o., ultimamente mi sembri un po’ distratto … se scorri questa pagina appena un po’ più in su troverai scritto:
    “Il prossimo torneo di Camila sarà di nuovo negli Stati Uniti, a Charleston, dove dal 1° aprile sarà nel tabellone principale del torneo Premier da 795.000 dollari di montepremi, che vedrà prime teste di serie Serena Williams e Sara Errani, e dove l’anno scorso superò le qualificazioni perdendo al primo turno.”
    … più chiaro di così!

    Per tornare alla cronaca … beh la Schiavone è già sulla strade del ritorno, visto che ha appena perso anche il doppio (ma Pavlyuchenkova e Safarova sono due che il doppio lo sanno giocare).
    Intanto … udite udite, Sera Williams è attualmente sotto 3-1 dalla Morita!!!!

  382. by GIEMME

    …piuttosto amara e preoccupante, come battuta!

  383. by t.o.

    @giemme te la aspettavi questa battuta dal più inguaribile e fiducioso fan di Camila?

  384. by t.o.

    ……..Sempre che agli US Open avrà ancora accesso diretto al MD………

  385. by t.o.

    @giemme Io ero sul sito ufficiale del torneo che credo sia linkato direttamente al wta. Forse ero distratto io ma ti garantisco che mi è apparso all’improvviso. O forse è la mia pagina che ha avuto un buco nell’aggiornamento. In questo momento sono a casa e la connessione specie il sabato sera non è delle migliori. Stavo leggendo in giro…il montepremi degli US Open salirà dai 25.6 milioni di dollari del 2012 ai 50 miloni nel 2017. già quest’anno salirà a 33.6 milioni (30% in più) questi soldi andranno a incrementare principalmente i compensi dei primi turni. Pare che così abbia voluto Roger Federer in rappresentanza dei giocatori che ha trattato direttamente la questione. Bravo Roger…..Camila potrà permettersi un mental coach

  386. by GIEMME

    t.o. e Stefano:

    non so dove seguite voi il live score…
    nei 3 che io seguo abitualmente il STB viene aggiornato punto per punto, come è accaduto anche stasera…

    comunque, l’ importante è che R&S ce l’ abbiano fatta…

  387. by zerostress

    Però….però, ammettendo che Azarenka sarà n° 1, quindi viaggerà intorno ai 10.000 punti
    dove li prende Camila 8.500/9.000 punti per arrivare a lottare? e quanti anni le occorreranno?e nel frattempo tutte le altre? Papa Sergio la vedo dura

  388. by zerostress

    La Azarenka è furba, adesso si preserva, tanto lo sa che la possibilità di tornare n° 1 sarà perchè le due davanti si saranno ritirate per vecchiaia, e prima o poi accadrà (lei pensa) ed allora tornerà regina, ma che senso avrà, senza lotta sarà appagante…ma no, ci saranno nuove atlete…ora non mi viene in mente nessuna
    speriamo sia Camila

  389. by t.o.

    @stefano Che le il terzo set nel doppio fosse stato eliminato e sostituito dal super tie-break lo sapevo. Pensavo però che sul livescore ufficiale del torneo (che è poi quello della wta) lo dessero almeno punto per punto. così come si danno i 15 o i 30 dei singoli giochi. Il fatto che mi apparisse tutto d’un colpo. 11-9 non me lo aspettavo. serà che ero distratto su un’altra pagina ma così è come la Roulette Russa. Un colpo secco e via…..comunque è andata bene……per cambiare argomento…si sa se Camila va a qualche ITF la settimana prossima e più che altro…farebbe ancora in tempo ad iscriversi? O in questo caso lo si deve fare d’anticipo salvo ritirarsi se si passa alla seconda settimana?

  390. by Stefano

    Ho appena letto che il match tra Petra e la belga è stato interrotto una volta per troppo caldo; se a questo aggiungiamo il forte vento, forse Petra si è ritrovata ancora una volta a dover giocare in apnea (lei che è asmatica).
    A questo punto mi viene chiederle “ma chi glielo fa fare?”
    D’altronde è un dato di fatto che quando fa molto caldo Petra giochi sempre male e spesso perda.
    Malignamente, mi viene anche da pensare che se ci fosse stata Vika nelle sua stesse condizioni, certamente avrebbe chiamato il MTO oppure si sarebbe ritirata a metà del terzo set …

  391. by Stefano

    Se continua così la Kvitova ce la farà a battere un primato: strapperà a Safin lo scettro di maggior spreco di talento fatto persona; Safin per colpa dell’impegno e della bella vita, e Petra … booooh, ma certi problemini (di linea e non solo) sono sotto gli occhi di tutti …
    Prima cosa da fare (ma non la farà mai!): cacciare a pedate nel c… il suo attuale coach ed il suo nuovo preparatore atletico (per la cronaca, non ha più quello degli anni scorsi).

  392. by zerostress

    ma ci metto anche stosur bartoli wozniacky…..già così è una settimana pro errani

  393. by zerostress

    ranking: kerber
    errani
    kvitova
    ….fuori uno

  394. by Stefano

    Beh, t.o., è già da un pezzo che sull’1-1 il doppio si decide al supertie-break, non l’hanno certo inventato stasera …
    Comunque a me, personalmente, questa invenzione non piace affatto (e non penso di essere l’unico).
    Un conto è lo “spareggio” sul 6-6, e un conto è SOSTITUIRE un set con un qualche cosa che … esula dal tennis giocato.
    Intanto la Kvitova sta perdendo di brutto nel terzo …

  395. by zerostress

    nel super tb ad un certo punto erano sotto 4-7, poi hanno fatto 4 punti di fila

  396. by t.o.

    @stefano Stavo girando su siti russi alla ricerca di qualche streaming free e come torno mi trovo 20 punti in tre minuti…….mi è preso un colpo……..non avevo mai visto un Livescore di un super-tie-break ……è come la roulette russa…….non male…

  397. by Stefano

    t.o., non si tratta di differita, ma del fatto che ad esempio su LiveScore.com aggiornano i risultati di game in game, ed il supertie-break è, per l’appunto, equiparato ad un singolo game, esattamente come il tie-break “normale”, quindi vedi l’aggiornamento soltanto a 11-9 compiuto.

  398. by zerostress

    che bello autocitarmi: avevo detto che flipkens avrebbe fatto partita pari con kvitova
    ora rimane la bella vittoria della stephens con la williams magra
    che soddisfazione…vinco qualcosa?

  399. by Tafanus

    Alla fine anche Errani/Vinci ce l’hanno fatta, ma che fatica! La coppia n° 1 al mondo non può cincere con Dellacqua/Date Krumm solo 11/9 al super tie-break!

    P.S. per TEUS: continuo a guardare il doppio, quando posso, ma concordo sul fatto che le nuove regole lo stanno uccidendo.

  400. by t.o.

    Mi è apparso all’improvviso sara/roberta 6-7 6-2 11-9 ma che, danno anche i livescore in differita?

  401. by Stefano

    Oops, stavo scrivendo … non sapevo del ritiro di Venus …
    Ma è una cosa ufficiale?
    Ma vuoi vedere che ho dei poteri!!!!!!!!!!!!

    Intanto Petra va di nuovo al terzo …

  402. by Stefano

    Venus Williams-Sloane Stephens ha una tale risonanza mediatica, ed una tale copertura televisiva che … non so cosa darei perchè una delle due si infortunasse prima del match, così da mandare all’aria tutta la programmazione TV statunitense, che in questi giorni sta dimostrando sempre di più quanto se ne infischi delle giocatrici di vertice, facendoci vedere soltanto i match degli americani/e o di quelli/e che interessano a loro.
    Se Sloane riuscisse a diventare una vera campionessa bisogna farle tanto di cappello, perchè la pressione e le aspettative che gli americani (con in testa la federazione) hanno riposto in lei, sono quasi ai limiti dell’assurdità.
    In Italia sarebbe impensabile che la FIT riponesse la stessa fiducia/appoggio/pubblicità_mediatica su di una giovane giocatrice italiana (mi viene in mente una certa Camila Giorgi, tanto per fare un esempio …).

  403. by Tommaso

    Woz eliminata e si è ritirata Venus, passa la Stephens senza giocare.

  404. TEUS by TEUS

    Non mi ha mai entusiasmato il doppio e poi, da quando hanno cambiato addirittura le regole, l’ho escluso definitivamente dai miei interessi.

  405. by GIEMME

    in merito alla Flipkens, ho una spiegazione di carattere squisitamente tecnico e mi meraviglia che nessuno di voi ci sia ancora arrivato… 😯
    prima della partita, si è pippata un intero barattolo di spinaci, come il mitico BRACCIO DI FERRO!!!
    a inizio secondo set, l’ effetto spinaci è terminato… :mrgreen:

  406. by zerostress

    ma la partita non è ancora finita
    però effettivamente eravamo abituati che lasciavano pochi game alle altre coppie perlomeno fino alle semifinali

  407. by Stefano

    Forse più che sazie si sono un po’ rilassate: hanno visto che soltanto 2 o 3 coppie al mondo possono vincere da loro, e così quando incontrano doppi (sulla carta) meno forti, forse, giocano con un po’ di sufficienza, conservando le energie e lo spirito anche per il singolo (forse più Roby che Sara, in questo senso).

  408. by zerostress

    Vero..4 delle prime 5 del ranking di doppio stanno perdendo nei primi turni ultimamente
    anche se date-dell’acqua, forse insieme a pennettova, erano il peggior sorteggio possibile

  409. TEUS by TEUS

    Ho il dubbio che Errani e Vinci siano troppo “sazie” in doppio e si concentrino inconsciamente prevalentemente sul singolo.

  410. by Stefano

    Forse Petra si sta svegliando …

  411. by Stefano

    Certo che è più determinante, perchè nel singolo lei è una delle migliori ribattitrici del circuito, mentre nel doppio strappare il servizio è molto più difficile dato che la compagna di chi serve sta lì apposta a rete per cercare di chiudere subito con la volée.
    Perdere il servizio nel singolo femminile è poca cosa, ma perderlo nel doppio è molto più grave!

  412. by zerostress

    scusa, in campo maschile se in tivvù giocano Murray o Simon, cambio canale, non mi piacciono penniente

  413. by zerostress

    ho come impressione che la”pochezza” del servizio di Sara sia più determinante nel doppio piuttosto che quando gioca da sola

  414. by Stefano

    4 games a 12, questo il parziale del match tra Tomic e Murray.
    Mi sa che il giovane australiano ne debba fare ancora tanta di strada prima anche soltanto di avvicinare i primi del ranking.

  415. by zerostress

    Le ragazze 5-3 e servizio ed hanno perso il set

  416. by Stefano

    Intanto Sarita e Roby si stanno facendo battere da una quarantenne!

  417. by Stefano

    Sono lottati perchè Petra è solita “condire” due vincenti con in mezzo tre errori gratuiti …

  418. by zerostress

    sette game di fila ora, può darsi che ci sia qualche problema fisico, però non si sta ritirando…
    tanto meglio per il ranking di SARA

  419. by Stefano

    Tomic le sta prendendo di brutto da Andy …

  420. by zerostress

    Non che io sappia, vedo però che i game sono stati lottati, nessuno a zero, 2/3 sono andate ai vantaggi…

  421. by Stefano

    C’è qualcuno che riesce a vedere la partita della Kvitova? Link di streaming?
    Vorrei soltanto verificare che in campo ci sia realmente lei e non la sua controfigura ….

  422. by zerostress

    mi sono sbagliato con la flipkens, non sta facendo partita pari con lo kvitova 🙂

  423. by Stefano

    Alla fine la Rad passa; ora inizia Petra.

  424. by zerostress

    In fondo era quasi nornale che la Rad si riprendesse…la Rybaricova, non poteva fare di più
    però ci sono segnali
    e questo pubblico li ha colti, nevvero?

  425. by zerostress

    Pennettova

  426. by Stefano

    … essersi …
    Errani-Vinci già avanti 3-1

  427. by Stefano

    Fuori la danese!
    La Radwanska invece sembra esseresi un po’ ripresa …

    In ottica finale, non sono certo le ceche appena eliminate coloro che dovrebbero far paura alle coppie italiane, quanto il duo Petrova-Srebotnik, che negli ultimi tempi è diventato molto molto competitivo.

  428. by Tafanus

    P.S.: e adesso tocca a Errani/>Vinci vs Kimiko-Date-Dellacqua

  429. by Stefano

    Match sospeso: non è che magari Agnese ha invece qualche problema fisico?

  430. by Tafanus

    GRANDI FLAVIA E SVETI! Alla seconda partita di doppio insieme, Flavia e Svetlana eliminano la coppia tds n° due (Hradecka-Hlavackova), e ne prendono il “corridoio”, che in teoria potrebbe portalre alla finale (magari italiana per tre quarti, visto che la tds n° 1 è composta da Errani/Vinci.

    DOPPIO FALLO E’ BELLO – Ragazzo di campagna, e appassionato dell’arte di separare i fatti dalle pugnette, ho deciso di iniziare a verificare la teoria del “doppio fallo è bello”. Teoria che, per dirla coi “Tre Tre”, …a mmè me pare proprio ‘na strunzata.

    C’è un solo modo per verificare, e ho iniziato a farlo sui primio due set si Seppi-Bedene (poi mi sono spostato sul doppio di Flavia). Ovviamente continuerò con la mia raccolta di dati, quindi quelli che fornisco sono MOLTO provvisori e parziali:

    -a) su 20 games monitorati, nel 75% dei casi NON ci sono stati doppi falli, nel 25% dei casi si.

    -b) TUTTI i games senza doppio falli sono stati vinti da chi serviva;

    -c) L’80% dei games dove ci sono stati doppo falli, ha comportato un break.

    -d) Solo il 20% dei games con doppio fallo è stato recuperato da chi era al servizio.

    @ ZEROSTRESS: su chi uscirà prima dalla top-ten fra Rad e Sara, concordo con te al 100%

  431. by GIEMME

    Zerostress:
    la frase che diceva piu’ o meno, che cambiare la propria opinione (a ragion veduta), è sinonomo di grande intelligenza…
    è farina del mio sacco…

    intanto noto che Flavia sbarca al secondo turno, insieme alla sua compagna, in un match, per ora facile da dirsi,
    ma che io non ci avrei puntato sopra neanche 50cent…

    che stia tornando???

  432. by Stefano

    Sì Teus, sto avendo anch’io la stessa sensazione sulla Rad …
    Intanto anche Caroline (sempre per rimanere in tema di “cotte”) oggi sta prendendo una bella “rullata” …

  433. by Stefano

    La Voegele c’era qui a Miami: perchè Camila non si è iscritta anche nel doppio?
    Probabilmente l’avventura degli AO ha avuto una motivazione principalmente economica: difficile pensare che la “bimba” abbia deciso di mettersi a giocare anche i doppi (che invece le farebbero un gran bene!).

  434. by zerostress

    Approposito di quella frasse che dice che chi non cambia mai opinione…..
    avevo detto che la radwanska, con la sua tranquilla capacità di arrivare in tutti i tornei importanti, almeno ai quarti, e quindo la possibilità di rimanere fra le prime 5 per altri 5 anni…..
    ora ne dico un altra: uscira delle prime 15 prima lei che la nostra Sara

  435. TEUS by TEUS

    Personalmente vedo Rad grande un po’ cotta. Per Errani potrebbero aprirsi nuovi e inaspettati spiragli…

  436. by Stefano

    Wozniacki in netta difficoltà questa sera, e così pure la Rad “grande”, che sta incassando un bel 4-1 nel secondo set …
    Intanto Flavia e Svetlana passano senza grosse difficoltà sul duo ceco (ormai sempre più in declino).

  437. by Pangel

    Cmq il campo di Miami e più lento di indian wells

  438. by Stefano

    Flavia e Svetlana vincono il primo set contro le ceche (Hlavackova e Hradecka ormai non vincono più nulla nel doppio … che peccato, sul veloce giocavano molto bene l’anno scorso …).

  439. by Stefano

    Secondo me la “ragazzina” se la cava alla grande anche contro Maria (a parte che nel tennis ………).

  440. by zerostress

    nel senso che speravo che la ragazzina potesse lottarla di più

  441. by zerostress

    grazie stefano , ma l’ho vista in diretta ( ahimè)

  442. by Stefano

    Zerostress, se vuoi su Youtube la partita della Bouchard contro Masha te la poi vedere tutta (divisa in due parti: primo e secondo set), io l’ho fatto.
    Se non trovi i link dimmelo che te li posto (ma si trovano molto facilmente).

    Intanto, dopo il primo set vinto a mani basse per 6-0, la Petko ha pensato bene di non umiliare la sua avversaria, risultato: la Tomljanovic l’ha ringraziata rifilandole un bel 6-4 7-6!!!
    Vediamo un po’ se questa croata saprà dare alla sua nazione soddisfazioni simili a quelle che ha avuto la Serbia in questi ultimi anni …

  443. by zerostress

    Li Lepchenko anche se non ci fosse la copertura televisiva, avremmo vissuto lo stesso, Tommasi docet

  444. by zerostress

    Dimitrov Bolelli sara’ sicuramente una bella partita di tennis da vedere
    speriamo che oltre che bella possa essere anche vincente per il nostro

  445. by zerostress

    La stephens vincerà contro la sorellona e la flipkens farà partita pari con la kvitova
    altrimenti dimenticatevi di questo post 🙂

  446. by zerostress

    Sarebbe interessante vedere come statistica, come nel calcio, quanto tempo effettivamente la palla viaggia, cioè sia in gioco…quindo cambio quello che ho detto prima e credo che il tempo effettivo della partita della Sharapova possa essere anche di 3 minuti

  447. by zerostress

    @ taf appunto in seguito alla tranquilla vittoria della Errani, avevo iniziato il discorso
    io come ho già detto in altre occasioni, non mi annoio quando la vedo giocare
    Sarà mica stata divertente ( per chi l’ha vista) Sharapova Bouchard? in 55 minuti forse il temp effettivo di gioco sarà stato di 5 minuti, una noia mortale

  448. by zerostress

    Però io sono (quasi) sicuro che se ci fosse stata Camila al posto della Bouchard, avremmo visto qualcosa di diverso e di megliore.
    il gioco di camila, secondo me , abbastanza simile per certi versi a quello della sharapova, cioè subito la ricerca entro 2/3 colpi, di quello definitivo…avrebbe messo in difficoltà Maria sicuramente di più di quello che ha fatto vedere la tenera Bouchard
    se cosi non fosse stato, coiè se si fosse anche Camila presa una rullata, bene lo stesso così…così si sarebbe resa conto di cosa vuol dire

  449. by Stefano

    La Petko sta letteralmente maltrattando la giovane Tomljanovic: non sarà che questo torneo porta un po’ sfiga alle giovani promesse?

  450. TEUS by TEUS

    Sì, Stefano, probabilmente è come dici tu (non avevo considerato l’interruzione per pioggia).

  451. by Tafanus

    E mentre noi discutiamo perennemente del fatto se Sara Errani giochi bene o sia una sòla, Sara, incurante delle nostre critiche, continua na macinare gioco e vittoroie. Stanotte 6/3 6/1 alla Hantuchova, alla quale ha lasciato “zero chances”

  452. by t.o.

    In molti sport l’Italia come squadra o come singoli ha espresso più o meno continuativamente Campioni del Mondo (o Olimpici) Calcio, Volley, Pallanuoto, Scherma, Pugilato, Ciclismo, Nuoto, Pattinaggio, Sci, Atletica Leggera, persino nelle Bocce. In altri sport importanti Basket, Rugby, Golf, Atletica Pesante, altri sport e purtroppo Tennis questa cosa non è mai riuscita. Le stesse Coppe Davis e Fed Cup sono un po’ considerate “serie B” vuoi per Boicottaggi (finale in Cile) vuoi per la non presenza dei veri campioni nelle nazioni “nobili” di questo sport. Si è sempre detto che “gli italiani non sono tagliati per certi sport” e per questo i nostri campioni sono, in questi sport “figli di un dio minore”. Qui non si tratta più di arrivare 4° nel Ranking (lo ha già fatto Panatta lo ha già fatto Francesca) e non si tratta più neanche di vincere un GS (anche se sarebbe un risultato intermedio straordinario). Qui si tratta essere anche per un solo giorno IL NUMERO UNO. L’uomo da battere. Il Favorito in partenza. Il Tomba, il Mennea, La nazionale di Volley di Velasco, Valentino Rossi.
    Il tennis ha bisogno (nell’immaginario collettivo) della sua Federica Pellegrini. L’atleta che in uno sport “non adatto per le Italiane” Vince ma più che altro diventa per un po di tempo L’ATLETA DA BATTERE. Anche solo per un mese, anche solo per un Torneo. il Re di Wimbledon, la Regina di Roland Garros. Solo Panatta è arrivato vicino a questo risultato. Non a vincere a Parigi (quello lo sappiamo) ma ad essere il favorito di Parigi. L’uomo da battere, l’uomo di cui anche Borg aveva paura. Sara può ambire a questo? Se non può ambire a questo rimarrà la grande campionessa che è. La più grande che avrà avuto l’italia. Ma fuori del tennis rimarrà sempre la “figlia di un dio Minore”. Gustav Thoni, Alberto Tomba hanno portato gli Italiani a diventare un popolo di sciatori. Tomba è campione e orgoglio anche di chi non ha mai visto la neve. Sara è la campionessa di noi che sappiamo di Tennis.
    Non basta per dare un impulso ad un intero movimento. Nessuna bambina dirà alla mamma: “Voglio giocare a Tennis perchè da grande voglio essere come Sara Errani” le dice “Voglio andare in piscina perche da grande voglio diventare come Federica Pellegrini”. Con Sara sarà più facile vincere la FedCup. Oggi Camila è l’unica che nel giro di pochi anni può (ho detto PUO’, non è detto che ciò avvenga) ambire a quell’altro Ruolo. Anche per un solo giorno, anche per un solo Torneo. Villeneuve non ha vinto molto. Ma la lotta con Arnoux rimarrà nella storia dell’automobilismo. Una sola gara è bastata a creare un mito. A Gaetano Belloni 100 secondi posti hanno oscurato 100 vittorie. fosse arrivato più volte terzo o quarto di lui si ricorderebbe della vittoria del Giro del 1920, del Lombardia del ’15 e del ’28 di numerosi Giri di Piemonte Milano-Modena, Milano-Torino, 6Giorni di NewYork 6Giorni di Chicago e oltre 15 tappe del giro d’Italia.

  453. by Stefano

    Giemme,
    guarda che le prime 5 di oggi sono veramente … TOSTE.
    Ci sono stati periodi in cui le prime 5 era più che battibili dalla (ad esempio) n°20 del mondo.
    Oggi non è più così: Serena, Vika, Masha e forse anche Petra (in questo momento sta dietro a Sara, ma quando ha uno stato di forma almeno dell’80% …), sono degli ossi durissimi da battere.
    Sara (attualmente n°7 del mondo), se si gioca bene le sue carte, potrebbe arrivare senza troppi problemi alla 5° … forse anche alla 4° posizione del ranking (lei ha attualmente 5160 punti, la n° 5 Na Li ne ha 5880, perciò non è molto distante).
    Flavia è stata la prima italiana tra le prime 10 del mondo, e sulla partita secca vanta scalpi importanti, ma agli alti livelli non ha mai avuto la continuità di una Errani (che fino al RG dell’anno scorso non aveva MAI battuto una top 10).
    I progressi di Sara negli ultimi 15 mesi sono stati pazzeschi, ed io non escludo che magari in un futuro non troppo lontano possa arrivare ad avere pure lei in bacheca vittorie contro giocatrici di alta classifica.
    Però scordiamoci di vederla mettersi a giocare serve&volley sull’erba o servire a 180 km/h, perchè questo vorrebbe dire per lei andare contro la sua natura di giocatrice (che è ben diversa): sarebbe come sperare che Camila si presentasse a Parigi mettendosi a servire piano a continuando a palleggiare finché non arriva l’errore avversario (cioè giocando da “pallettara”) … chi lo sa, magari in un’altra vita Camila facendo così avrebbe anche potuto vincere Parigi … ma in questa vita temo non succederà mai, a meno che non ce la faccia giocando “a suo modo”.
    Perciò, se questo vale per Cami, rispettiamo anche la “natura” di Sarita, OK?

    Teus, non credo che la Robson abbia bisogno dell’alibi della stanchezza (per la dura lotta del match precedente) per giustificare la sua sconfitta contro la francese: Laura ha giocato male e basta.
    Sul 7-5 2-2 in suo favore, il match è stato sospeso per lungo tempo prima di riprendere, e quando si è ricominciato a giocare, Laura ha semplicemente trovato di fronte una che aveva cominciato a capire cosa doveva fare per “fare del male” alla sua avversaria (la Cornet non sarà un grandissimo talento, ma non è certo stupida, e se le lasci il tempo di “prenderti le misure”, lei prima o poi un modo per batterti lo trova).

  454. by GIEMME

    ciao Stefano.
    non è esatto dire “non mi piace Sara”.
    per me è esatto dire “non mi piace il gioco che Sara esprime”.
    sono due valutazioni diverse.
    se da un lato non ho alcun problema nel dire, come spesso ho fato in passato, che trovo lei una ragazza davvero splendida, sotto l’ aspetto umano e dell’ impegno che qualsiasi altra tennista si puo’ scordare,
    dall’ altro lato, il suo modo di giocare, prevalentemente difensivo, non riesce proprio ad appassionarmi.
    anzi, il mio giudizio nei suoi confronti, spesso è critico, proprio perchè vorrei che lo migliorasse.
    è come per un padre, che vorrebbe vedere la propria figlia manifestare un cambiamento in meglio.
    di questo non ci trovo nulla di strano e penso che il mio pensiero sia condiviso da tantissimi appassionati.
    quanto a Francesca e a Flavia, il discorso sulla prima scivola inevitabilmente sull’ impresa portata a termine conquistando uno slam, che certo non è stato un fuoco di paglia, visto che l’ anno successivo ha riconfermato facendo comunque finale al RG.
    Flavia è un’ incompiuta come tanti affermano.
    ma l’ emozione di battere certe avversarie, quando meno te lo aspetti, è stato un fatto che nella sua carriera si è ripetuto molto spesso e sono convinto che ancora possa avvenire, se sapra’ ritrovare in tempi brevi la condizione migliore.
    il suo 2011, resta per me memorabile. pur non avendo vinto granchè, riusci a battere tutte le 5 piu’ forti tenniste della classifica di allora.
    quindi, con un po’ di obiettivita’ non dovrebbe essere difficile pensare che ne le imprese di francesca, ne quelle di Flavia, sono per il momento nelle corde di Sara.
    poi ovviamente mi auguro per lei che il futuro possa riservarle anche di queste soddisfazioni.
    ma se guardiamo al suo palmares, ad oggi la Errani ha ben poco in cascina e se non modifica quei meccanismi tecnici che le possano permettere un gioco d’ attacco, difficilmente potra’ ambire alla fittoria finale di uno slam, o alla singola vittoria contro una vera top player.
    giustissimo come hai detto:
    vince quando è ampiamente pronosticabile una sua vittoria ( anche se non sempre).
    quando invece si trova contro una tra le prime al mondo, puo’ fare ottima partita, ma le armni a disposizione, non sono ancora al momento quelle giuste….

  455. TEUS by TEUS

    Molto duro (il match).

    Da segnalare oggi in campo maschile l’incontro tra Murray e Tomic. Credo proprio che ci sarà la possibilità di vedere un ottimo tennis.

  456. TEUS by TEUS

    Robson potrebbe aver risentito nel terzo set con Cornet anche della fatica fisica fatta per battere Camila (immagino sia stato molto duro da questo punto di vista per lei).

  457. by Stefano

    Fabio, ultimamente la Robson … solo bassi.
    Non vorrei che la vittoria contro la Kvitova l’avesse un po’ illusa (battere la ceca degli ultimi due anni [diciamo dal 2012 in poi] non è un test molto probante, poichè dipende fortemente da come Petra entra in campo: se è giù di forma, chiunque nelle prime 100 può batterla …).

    Giemme, proprio non ti piace Sara, vero? Cos’altro deve fare per piacerti? Vincere uno Slam come Francesca?
    A parte che la miglior Schiavone la continuità della Sarita degli ultimi due anni se la sognava, e poi, se volessimo dirla tutta, l’anno che Francesca ha vinto a Parigi … è stato un anno in cui tutte le top players si sono un po’ perse.
    Quando Franci ha perso in finale contro la Li, non giocava meno bene dell’anno precedente quando ha vinto contro la Stosur (giocatrice secondo me molto sopravvalutata).
    Io sono convinto che qualsiasi altra giocatrice avesse affrontato in finale l’anno scorso Sara (ad eccezione di Masha e forse Vika), avrebbe vinto.
    Non sarei altrettanto sicuro che lo stesso discorso sarebbe valso anche per Francesca …
    Poi, per carità, come gioco la Errani potrà anche benissimo non piacere, ma è una forte … per davvero!

  458. by fabio

    la robson a perso con la cornet
    è un vero peccato che camila non l’abbia battuta
    senza azarenka poteva approfittare di un canale libero
    la robson è come camila
    tante potenzialità con alti e bassi

  459. by GIEMME

    in rif ai post di Zerostress e Stefano, anch` io concordo che tifare per Sara é attualmente comodo, perché con le dovute eccezioni, solitamente non delude. Ma nonostante i continui miglioramenti di questi ultimi mesi, come dice Stefano, per ora vince quando é favorita.
    Cio` che ancora le manca é il RISULTATONE con la R maiuscola.
    Quel risultato conseguito in passato da altre nostre ragazze, che ti fa dare veramente il senso dell` impresa!
    Mi auguro e spero per lei che un giorno possa arrivare anche questo, a coronamento di una grandissima voglia di emergere…

  460. TEUS by TEUS

    In questa fase della sua carriera giocare più doppi farebbe benissimo a Camila (soprattutto per poi mettere in pratica in singolare quel tipo di gioco di cui ho parlato e che ritengo sia in grado di attuare). Mi auguro vivamente che anche lei si convinca di questa cosa.
    Sharapova, da vera campionessa quale è, non avuto pietà per la giovane Bouchard rispettando una “vecchia” regola che pressappoco dice: “Dare sonore lezioni alle giovani rampanti perché, quando cresceranno e le si incontrerà nuovamente, non dimenticheranno”.

  461. by Stefano

    Mannaggia … ho perso ancora una volta tutti gli incontri che mi interessavano!!!

    Beh, dai, due game la Bouchard li ha poi fatti contro Maria, perciò non è andata così male …

    Robson: ero curioso di vedere cosa avrebbe combinato chi veniva da una serie di uscite al primo turno (serie interrotta soltanto grazie a Camila).
    Ebbene, non so come abbia giocato questa volta, né come abbia giocato Alizé, ma Laura ha perso 5-7 7-5 6-1 … perciò escluderei che l’inglesina stesse giocando in maniera così superlativa quando ha incontrato la nostra bimba (rimango dell’idea che il match Camila l’abbia buttato via con quella partenza “in retromarcia” nel primo set …).
    La Errani vince quando la classifica dice che dovrebbe vincere (cioè quasi sempre), la Ivanovic asfalta la Radwanska “junior”, mentre Del Potro (che in una recente intervista Djokovic ha considerato alla pari del primi 4) ha perso 7-6 6-1 da … Kamke (?).
    Djokovic lascia un game a Rosol (ve lo ricordate, quello che l’anno scorso eliminò un certo Nadal … in quella che forse fino ad ora è stata la sua partita migliore di sempre), mentre Hewitt secondo me si appresta sempre più alla pensione (almeno Roddick ha capito quando era ora di lasciare … perchè Lleyton si ostina a continuare a giocare anche se non ha più nulla da dare a questo sport? Ha una bella famiglia, che pensi a quella invece di continuare a girovagare a zonzo per i continenti …).

  462. by Morotep

    zerostress: adesso, magari proprio una vita rilassata no dai (ogni tanto anche lei manca delle ghiotte occasioni e ha qualche battuta d’arresto (quest’anno AO, e Fed Cup su tutti), pero’ posso dire, al momento, la miglior vita di tifo per un tennista italiano dai tempi di Panatta.
    E, contrariamente a quello che pensano in molti, ribadisco che a meno di problemi psicofisici (che sono imprevedibili) ha margini di miglioramento… ogni giorno che passa migliora il suo gioco e i suoi risultati… fin’ora questo e’ un anno ancor piu’ bello del fantomatico 2012 che molti pensavano fosse un fuoco di paglia.
    Con l’eccezione dell’Australian Open (purtroppo) mi sa che in qualsiasi altro torneo che ha giocato ha migliorato i risultati e neanche di poco.
    Grandissima… spero che Camila possa acquistare solo un pochino della determinazione e della capacita’ di giocare a tennis di Sara… farebbe un bel balzo in avanti in classifica.

  463. by zerostress

    Bella la vita a tifare Errani, eh?
    sai che quando deve vincere, lo fa; ogni tanto perde il servizio ma neanche poi tanto sopra la media, immediatamente se li riprende anche con gli interessi
    non c’è gusto 🙂

  464. by GIEMME

    questa è la situazione meteo da quelle parti…

    secondo me, non si riprende a giocare, almeno per le prossime ore….

    http://it.webcams.travel/webcam/1232600976-Meteo-Wannman-Cam%2C-Miami%27s-Biscayne-Bay-North-Bay-Village

  465. by Stefano

    Beh, di tessuto adiposo Camila penso ne abbia veramente poco …

    Qualcuno sa se c’è qualche speranza che i match riprendano?
    Oppure tutte le partite rimandate a domani?

  466. by GIEMME

    ciao Taf:
    lo sai come la penso…
    gli H2H, per me hanno valore, ma fino a un certo punto.
    se avessero valore assoluto, i match sarebbero sempre tutti a favore di una sola parte.
    se ogni tanto tra due tenniste cambia l’ esito della partita, è perchè non sempre chi è favorita alla fine vince…
    stavolta, credo considerando le insidie opportune, che Roberta puo’ farcela ad arrivare in semi.
    in fondo è meglio avere Carla sulla sua strada, che non sicuramente Vika…

    ritornando al discorso di Camila, io credo che a questo punto fare qualche 75 o 100 K, le farebbe solo bene.
    qua si tratta di ricominciare a giocare.
    come dicevo mesi fa, partecipare esclusivamente ai premier, ti fa rischiare uscite anzitempo e il resto della settimana a fare una se.. !!

  467. by zerostress

    chiedo scusa per i congiuntivi , ogni tanto

  468. by zerostress

    Belle foto: è bella massiccia, sembra che potrebbe fare i buchi in terra

  469. by Tafanus

    Zerrostress: Camila potrebbe chiudere 83ma, ma la settimana prossima le scadono 24 punti

  470. by Tafanus

    Giemme 21:36 – Attenzione! Anche se sono partite non recentissime, Roberta negli H2H con Carla è sotto 0-3… A volte sono ricordi che lasciano scorie in testa… Personalmente, del quarto di tabellone della Vinci, la Suarez Navarro è quella che mi fa più paura.

  471. TEUS by TEUS

    Potrebbero anche farle bene (rimango dell’idea che la “bimba”, quando esploderà, lo farà col botto).
    Troppe aspettative dopo Wimbledon… Forse non era ancora mentalmente pronta.

  472. by Stefano

    Certo Teus, ma non troppa, perchè la sua classifica sta gridando pietà, e se non ricomincia a vincere tra un po’ c’è il rischio di tornare in serie B (leggisi purgatorio degli ITF).

  473. TEUS by TEUS

    Match su match su match…
    Assolutamente vero, Stefano. Ripeto: portiamo pazienza.

  474. by zerostress

    Beh a lezione di smorzata , ne ha prese abbastanza Maria, ed anche come senso tattico
    ma a Lei checcefrega, boom boom

  475. by Stefano

    Se Masha si ritrova ancora di fronte la Errani, prima di iniziare il match, mi sa che le dice: “Ancora tu?!! Ci vuoi riprovare ancora? Non hai ancora imparato la lezione?”

  476. by Stefano

    Le “armi” a Camila non sono mai mancate, però bisogna anche saperle sfruttare.
    A Camila, in questo momento, servono match su match su match …

  477. by zerostress

    Anche a Sara Errani si sta profilando un tabellone, da non prendere sotto gamba, ma che le permetterebbe di arrivare contro la Sharapova abbastanza “tranquillamente”

  478. TEUS by TEUS

    Livescore bloccato a Miami. Mi sa che piove.

  479. TEUS by TEUS

    Diciamo che è quasi pronta, zerostress. 😉
    Portiamo ancora un po’ di pazienza e credo che non ce ne pentiremo.

  480. by GIEMME

    zerostress:

    come trequartista in una squadra femminile di rugby potrebbe fare carriera… 😉

  481. by zerostress

    in quanto a muscolatura..deve aver fatto anche molta palestra

  482. TEUS by TEUS

    Si sa com’è perfido il tennis.
    La “bimba” ha perso mesi a causa della spalla. Se è davvero guarita, c’è tutto il tempo per rimediare.

  483. by Stefano

    Il rammarico più grosso della “bimba” è … non aver affatto giocato il primo set!!!!!
    Se partiva meglio, forse, alla lunga, il match poteva anche vincerlo …

  484. TEUS by TEUS

    Cerchiamo comunque di rimanere positivi: Robson non sembra alla fine così giù di forma in questo torneo e la “bimba” con l’inglese ha fatto una partita alla pari.
    La stagione è ancora lunga…

  485. by zerostress

    mi sembra che Camila, potrebbe anche guadagnare posizioni questa setimana

  486. by Stefano

    Effettivamente, con il ritiro di Vika, Camila in questo torneo poteva fare un bel colpaccio …

  487. by GIEMME

    vero…
    dopo il ritiro di Vika, Roberta ha praticamente la strada spianata per la semifinale.
    unico ostacolo, il possibile incontro con la Petrova, pero’ credo alla sua portata…
    se stavolta non sfrutta quest’ occasione, mi fa incazzare di brutto!!!

    fra un po’ scenderanno nel doppio le nostre F&F.

  488. TEUS by TEUS

    Penso al tabellone che aveva Camila a Miami, a tutte le palle game non sfruttate dal 3-3 del terzo set con Robson e sinceramente avrei una gran voglia di mangiarmi le mani.

  489. by Stefano

    Intanto Dolgo fa fuori Davydenko in maniera abbastanza netta …

  490. by zerostress

    Mazzata per la bartoli nel ranking: -400
    dai !! Robertina ancora qualche sforzo e la sorpassiamo

  491. by Stefano

    A proposito di Maria … certo che la Kirilenko in campo sta diventando proprio una “belvetta” …

  492. by Stefano

    P.S.
    La Bouchard e Flavia Pennetta sono nate lo stesso giorno e mese … però a 12 anni di distanza.
    Non lo sapevo …

  493. by Stefano

    Sì, beh, non intendevo “amica” nel vero senso del termine … anche perchè applicato alla Sharapova mi rendo conto sia un bel parolone.
    Intendevo dire che comunque si conoscevano già da tempo, poi sull’amicizia … la Kirilenko conosce Masha da una vita (giocavano e si allenavano spesso in coppia all’accademia di Nick), agli esordi mi pare di ricordare che giocavano pure il doppio assieme.
    Se le vedi ora (ad esempio l’ultima volta che si sono incontrate …), non è esattamente l’amicizia il sentimento a cui pensi quando guardi il viso di Masha che è intenta a servire contro l’altra Maria.
    Però non vorrei che Genie affrontasse questo match con la sudditanza tipica di chi deve affrontare per la prima volta (in campo) un suo mito …

  494. by zerostress

    la sharapova quando vuole parlare con un amica, si deve mettere davanti ad uno specchio

  495. by zerostress

    infatti, non credo lo siano
    la prima era da bollettieri, quando la sharapova era ancora (quasi) nessuno e la bouchard una piccolissima fan
    in seguito a quel ricordo fotografico, la canadese si è ripresentata al suo cospetto, ma non credo ci sia di più. a parte forse il fatto che Genie vestirà qualcosa della sua linea di abbbigliamento
    fine del gossip

  496. TEUS by TEUS

    Tre break su quattro fatti da Robson anche stasera.

  497. by Stefano

    Stavo giusto guardando il twitter della Bouchard:
    https://pbs.twimg.com/media/BEzen9fCYAAlu8T.jpg:large
    … non sapevo fossero amiche …

  498. by zerostress

    però mi sembra che ci sia di mezzo anche un recupero da infortunio…

  499. TEUS by TEUS

    Monaco invece è l’esempio lampante del giocatore che trova un anno di grazia e scala la classifica pur avendo pochissimo talento tennistico. Non a caso l’anno successivo precipita nel vero senso della parola.

  500. by zerostress

    Complimenti a Fognini: strapazzare Llodra sul veloce non è facilissimo

  501. by zerostress

    stavolta è veramente ufficiale: j.monaco non vince una partita

  502. by zerostress

    ho guardato io il tabellone, al posto delle giocatrici…
    e facendo i debiti riti scaramantici, e toccando tutto quello che c’è da toccare
    ma la Vinci ha una di quelle possibilità che capitano raramente…

  503. by t.o.

    @tafanus Addio

  504. by zerostress

    Bisogna commentare veramente quando i giocatori sono a fare la doccia
    J.Monaco: era sotto 6-2 3-1 30-0, ora è avanti 1-0 al terzo…

  505. by zerostress

    purtroppo per noi ad IW la kerber poteva pagere in termini di punti, invece ha confermato i 450 dell’anno scorso anche grazie al passaggio di turno senza giocare, oltre che “bravina ” è stato molto fortunata, e mettiamoci anche che non ha dovuto pagare i 470 punti della vittoria dello scorso anno a Parigi indoor, ora avrebbe potuto essere molto più indietro

  506. by GIEMME

    vorrei far notare, che in area classifica Kerber – Errani – Kvitova,
    tutte erano uscite lo scorso anno al secondo turno…
    uno sgambetto della Leonessa alla tedescona, potrebbe venire molto utile anche alla nostra Sara…

  507. by zerostress

    Questo è una bacheca soprattutto per tifosi, per cui tifo
    le prime volte che ho visto la kerber, mi piaceva
    poi da quella volta a USopen con la Pennetta basta, finito l’amore
    anche lei è una della scuderie dei pugnetti

  508. by GIEMME

    fantastica Francesca!!
    non ho voluto dire nulla prima della fine del set, perchè l’ andamento era incerto.
    su Roberta, inutile dirlo, che come suo solito parte sempre bene nei tornei e con un’avversaria ampiamente alla sua portata, passa il turno, anche se in modo non agevole.
    per lei, mi attendo finalmente continuita’ nei prossimi incontri…

  509. by Stefano

    Dai che forse recuperiamo pure Francesca ….

  510. by zerostress

    é ufficiale: J.Monaco non vince più una partita

  511. by Tafanus

    E Francesca porta a casa il primo set al tie-break…

    Mi sa che la Kerber non verrà mai in vacanza in Italia…

  512. TEUS by TEUS

    Intanto Keys perde da Davis dopo aver avuto 3 match point consecutivi nel tie break del terzo e Suarez Navarro (le sue partite sono spesso infinite) vince sempre al tie break del terzo contro Hampton.

  513. by Tafanus

    To to: “…Avevo scritto che le statistiche pubblicate “specialmente nei primi turni” riportano spesso nella casella Vincenti e nella casella Errori non Forzati esclusivamente il numero degli Ace e dei DF…”

    Se le statistiche che posta sono fatte alla cazzo di cane, cosa le posta a fare? Non è così che si tiene un tabellino delle statistiche, e io leggo, uso, imterpreto solo le statistiche fatte bene.

    Non ho finito fi leggere le altre 2000 parole vomitate, perchè appena ho visto il primo accenno alla mia “età” (lo fanno i fascisti, i grillini e i coglioni), non sono andato avanti.

    Riguardati. Per uno che è così ggiovane da avere una figlia appena laureata, mi sembra che tu abbia qualche problemino di testa.

    Addio

  514. by Tafanus

    Dallì1/4 nel primo ser, Roberta infila un parziale di 17/7. Risultato finale: Vinci b. McHale 6/7 6/1 6/3

  515. by zerostress

    @taf, a robertina , chapeau ( come dice il tuo “amico” Grillo)

  516. TEUS by TEUS

    Beh, Stefano, ovvio che se si gioca costantemente di anticipo e si buttano tutte le palle in rete o in tribuna, qualcosina non va (Camila fa tanti errori ma molto spesso riesce anche a imporre il suo gioco con ottimi risultati). E’ proprio giocare praticamente in controbalzo e “mettere la palla lì (cioè in campo)” che, a livello professionistico, è impresa ardua. Per poterlo fare, quindi, ci vuole anche tanto talento tennistico (Agassi è stato l’esempio più lampante in questo senso).

    P.S.: Borg aveva anche molta sensibilità e spesso viene dimenticata questa cosa. Mc Enroe è un caso a parte ed è inutile che spieghi i motivi (sappiamo bene tutti perché).

  517. by Tafanus

    Fantastici americani! sul match-point, hanno chiamato a Robertina un foot-fault… Credo che sia il primo dell’anno…

  518. by zerostress

    la McHale sta facendo 2 game, Robertina , queste nuovi virgulti che la mettono sul ritmo. le manda veramente in confusione

  519. by GIEMME

    stefano:
    concordo sulla quasi totalita’ di cio’ che hai scritto, tranne sulla tua conclusione, secondo la quale camila non sarebbe una vera tennista, ma solo un’ ottima ginnasta…
    a parte il fatto che questa tua descrizione è frutto del presente e certamente non di un futuro che è ancora dal dover arrivare…
    faccio due piccole considerazioni.
    la prima di carattere emotivo sensoriale.
    se io sono qui, sul blog di Camila in questo momento, esattamente credo come voi tutti…
    è perchè credo in lei!
    credo in un suo futuro piu’ o meno roseo.
    certo nessuno puo dire fin dove possa spingersi nello scalare la classifica.
    ma se non credi in qualcosa, è assolutamente inutile perseverare.
    certamente mi potrai rispondere che segui Camila, non perchè credi in lei, ma semplicemente perchè
    lei è parte integrante di uno sport che ti appassiona.
    ma questa considerazione è molto molto fragile, per poter durare a lungo nel tempo.
    quindi, se sei qui, come noi tutti e perseveri nel fare analisi, e scrivere tutto cio’ che ti passa per la testa su Camila, è perchè volente o nolente, anche tu ci credi in fondo….
    ultima considerazione di aspetto piu’ squisitamente tecnico.
    Camila la stoffa per emergere ce l’ ha.
    non è ai suoi limiti tecnici attuali, che devi guardare se vuoi capire quale potra’ essere il suo futuro da pro.
    è alle sue virtu’, alle sue qualita’… a quelle caratteristiche peculiari, che ti danno la carica per credere in qualcosa di positivo per il futuro.
    Camila deve e puo’ migliorare a livello tecnico.
    si cresce anche sotto questo aspetto diamine!
    non puoi immaginare che la crescita sia solo fisica…
    certamente occorrono tanti ingredienti.
    occorre anzitutto abnegazione nel voler cambiare in fase di crescita sportiva, occorre un buon tecnico che la segua, uno spicologo che le sappia infondere piu’ sicurezza…
    ma in primis occorre che sia lei stessa a capire la dove sta sbagliando e quali sono i punti da migliorare.
    poi non dimentichiamo, che per arrivare al vertice nel tennis moderno, essere degli ottimi atleti, aiuta notevolmente.
    basta guardare in fatto di potenza chi occopa attualmente le prime tre posizioni della classifica Wta…
    non è affatto un caso!!!
    la potenza Camila ce l’ ha.
    la tecnica è ancora dal venire, ma nessuno puo’ dire ora che quella non le arrivera’ mai!!!
    bisogna lavorarci sopra e i risultati vedrai che potranno un giorno arrivare…
    risultati certamente molto piu’ continui, di quelle poche volte che tutto le entra dentro, che comunque per me non è un caso…
    è lei, che certe volte riesce a ragionare meglio e di conseguenza il match puo’ prendere pieghe diverse…
    io non sono un esperto di tennis, come tutti sanno ormai.
    ma nel piccolo ruolo che occupo nel lato sportivo della mia vita, di giovani che migliorano anno dopo anno, non solo sotto l’ aspetto fisico, ma anche in quello tecnico, ne vedo passare tanti davvero.
    per cui, non posso escludere a priori che un giorno piu’ o meno lontano, cio’ possa accadere anche a Camila…
    io ci credo e se sono qui ora a scrivere queste poche righe, è appunto perchè ho fiducia in lei…

  520. by zerostress

    non si fa tempo a dire una frase, che si viene subito smentiti

  521. by zerostress

    la kerber contro Fraancesca potrebbe anche capirci poco 🙂

  522. by Stefano

    Brava Robertina che si sta rifacendo!

    Ahh, certi atteggiamenti dell’Azarenka si commentano da soli ….

  523. by Stefano

    Che sfiga, la Vekic ha perso … praticamente tutte le “ragazzine” che avrei voluto veder giocare se ne sono andate prima che i loro match potessero essere trasmessi in TV.

    Teus,
    dipende da cosa intendi per talento.
    É vero che per colpire la palla in anticipo serve talento (inteso come predisposizione innata), ma è anche vero che questa dote la si può ritrovare benissimo anche in altri sport.
    La sua è una predisposizione all’attività fisica, alla perfetta coordinazione e capacità di reggere le alte velocità di gioco (riflessi, tempo di risposta … roba che si ritrova anche nei piloti di rally o formula uno …).
    Questa predisposizione, però, esula dal talento tennistico inteso come “capacità di mettere la pallina lì”, che secondo me è una fattore più specifico, più legato al tennis in maniera solidale e univoca.
    Tanto per farti un esempio, secondo me Borg = atleta_robot, macchina da gioco perfetta, mentre McEnroe = talento_allo_stato_puro (detto anche “genio della racchetta”), anche se forse come campioni direi che forse si equivalevano (anche se le loro carriere hanno avuto una storia agli opposti, per longevità e per acuti).

    t.o.
    Guarda, la “cura” è molto semplice e banale: che si trovi un coach!!!!
    Sono sicuro che se fosse COSTRETTA a giocare allenata da uno come Paul Annacone, tempo un paio di anni e diventerebbe quasi irriconoscibile, come tecnica ed approccio alla partita.
    Ma finchè si sente più al sicuro allenata dal paparino maestro di ginnastica ….
    la vedo dura che le cose possano cambiare da un giorno all’altro.

  524. by Tafanus

    Purtroppo Roberta ha giocato un pessimo tie-break…

  525. TEUS by TEUS

    Se si viene sostituiti, no, Tafanus.

  526. by zerostress

    Scusate se vengo fuori con frasi alla Catalano, me ra per dire che non credo in un evoluzione del servizio di Camila, meccanicamente, credo però che si possa fare qualcosa sul modo di usare il servizio

  527. by Tafanus

    6/5 per Roberta: TEUS, scusa la mia ignoranza, ma ai fini delle scommesse, se una partita è persa per abbandono, non è comunque una partita persa?

  528. by zerostress

    Però il servizio di un/a tennista è quello che è, il movimento , il lancio di palla ì , puoi cambiarlo un pelino, ma quello rimane
    io non ricordo tenniste che abbiano cambiato , o tentato , perchè il tuo modo di servire te lo porti fini alla fine dei giorni, puo esserci un periodo di più fluidità ,dove ti senti un poco più sicuro, ma poco cambia
    ah naturalmente c’è stata un eccezione..la Dementieva

  529. by Tafanus

    Grande Roberta, secondo contro-break, e 4/4

  530. by zerostress

    Oggi Robertina è diesel

  531. by t.o.

    @stefano La tua è un’analisi estremamente lucida. E per certi versi “definitiva”. Mi sento di sottoscriverla dalla a alla z. Ma è un’analisi. ora viene la parte più difficile (ma senza analisi lucide come quella del tuo esempio è inutile anche solo pensare di passare alla fase 2). Cosa è conveniente fare?
    E’ come ristrutturare una casa. Un conto è farlo a casa vuota, un conto farlo abitandoci dentro. Come si fa ad inserire dei correttivi in corsa. Cambiare automatismi non è come cambiare un paio di mutande. Quali sono le controindicazioni? E’ possibile che il dolore alla spalla sia effetto (non causa) di questi cambiamenti di movimento? Sei abbastanza “logico” per trovare altri 10 possibili “danni collaterali”. Solo alla fine facendo un confronto costi/benefici potrai formulare la tua “cura”. Ma attento in questo caso serve Cura e Profilassi. Altrimenti facciamo più danni che rimedi ciao t.o.

  532. by zerostress

    La Azarenka si fa voler bene, e sta dimostrando di essere una personcina seria, quando fa questi ritiri chirurgici io meno ( e la sento ) giocare , meglio sto’

  533. TEUS by TEUS

    Avevo scommesso qualche spicciolo su Keys vincitrice in tre set (era data a 13.00 -quota interessantissima a mio avviso- ) e cosa fa Azarenka? Si ritira a un quarto d’ora dal match. 🙁

    Concordo su molte delle cose che hai scritto, Stefano. Ecco perché, confidando nella vostra pazienza, continuo a ripetere che i margini di miglioramento della “bimba” sono tantissimi (cercando anche di spiegarmi il meglio possibile).
    A un certo punto però scrivi: “Il suo talento non è saperci fare con la racchetta, ma saper tenere un ritmo (corsa, capacità di anticipo …) da vera atleta “pro”, ma questo è un qualche cosa che non c’entra assolutamente nulla con il tennis, perchè queste sue abilità sono figlie delle sue doti da ginnasta (perchè da piccola questo era il suo vero sport) e non da genio della racchetta”.
    Su questo invece non sono d’accordo perché, per colpire la palla perennemente in anticipo (in pratica in controbalzo e sempre coi piedi vicino alla riga di fondo campo), ci vuole un talento tennistico immenso.

  534. by Tafanus

    Recuperato un break 2/4

  535. by t.o.

    @tafanus. Gentile signor Tafanus, io non ho bisogno di dire che lei non capisce un cazzo, poichè lei con i suoi interventi se lo dice ampiamente da solo.
    Io ho molta pazienza con i giovani perchè so che cresceranno e capiranno. Ho meno pazienza con gli anziani perchè purtroppo non andranno che a peggiorare.
    Le rispondo per argomenti e non per punti poichè come è evidente lei non sa distinguere mai le questioni di merito dalle questioni di metodo.
    Userò parole ed esempi semplici così anche lei potrà comprendere (spero).

    Avevo scritto che le statistiche pubblicate “specialmente nei primi turni” riportano spesso nella casella Vincenti e nella casella Errori non Forzati esclusivamente il numero degli Ace e dei DF.
    Lei ha risposto che questa cosa non le risultava. Le ho pubblicato la statistica di un Primo Turno degli US Open (US Open non un torneo di circolo) dove è evidente che questo fatto di calcolare W e NF esclusivamente sulla base degli Ace e dei DF avviene ed è prassi.
    Questa è una questione di merito: Avviene, è consuetudine, a volte capita, capita spesso, capita sempre ecc. ecc. mi è indifferente. Prendo atto che avviene e lo faccio notare. la prova che avvenga anche negli US Open mi fa pensare che avvenga anche e più spesso in tornei minori.
    Ha capito ora? Il documento ufficiale a cui può accedere tramite il link che ho pubblicato penso provi in modo incontrovertibile “chi non capisce un cazzo”.
    Quale sia li motivo che porta a questo “errore” è una questione di metodo.
    Il Metodo, Il Disciplinare, La Regola, L’Algoritmo, La Governance, ecc. ecc. sono le procedure applicative che si devono porre in essere per evitare errori.
    E’ evidente che nei primi turni, in presenza di molti incontri giocati in contemporanea i tornei non abbiano abbastanza personale qualificato a decidere quale punto va ascritto nella casella Vincenti del giocatore A e quale nella casella Errore non Forzato del giocatore B, visto che questa decisione non può prescindere da una valutazione di merito (analisi del singolo colpo).
    La prassi (un variabile compromesso tra il merito e il metodo) porta gli addetti inesperti (usati nei primi turni) a riempire le caselle W e NF con gli stessi numeri che inseriscono nelle caselle Ace e DF evidentemente più facili da calcolare. Dico la prassi. A Wimbledon sono precisi e professionali sin dal primo turno. Altro discorso è decidere se il DF è sempre un Errore non Forzato. Se uno batte da sotto certamente si, ma se ha bisogno di attaccare, allora va visto caso per caso…..ma di questo ho già parlato abbastanza nei post precedenti.

    Riguardo alla mia “pestata di merda” sulla questione Nielsen ho già scritto a tempo debito. Lei non ha capito allora e dubito che riuscirà a capire ora. Cercherò con tre frasi di dare una risposta definitiva. La prossima volta passerò ai disegnini con le didascalie.

    Lei confonde (come sempre) Causa ed Effetto, Metodo e Merito, Tesi ed Antitesi perciò userò esempi che forse le sono più familiari. Kilowatt e Kilowattora sembrano due cose simili. Ma se le dicessi Chilometri e Chilometri/ora capirebbe subito che uno è una misura di Distanza e una è una misura di Velocità. Ora Octagon (di cui parlavamo quando lei citò in contrapposizione Nielsen) è una Società di Marketing. Nielsen è una società di controllo.
    Come a dire che Octagon fa una campagna pubblicitaria, e Nielsen certifica: Quante persone hanno raggiunto quegli spot (se è una campagna Tv) quante persone (la settimana dello spot in onda) hanno comprato il prodotto rispetto alla settimana precedente, quanto quel prodotto è nella memoria della gente prima, durante e dopo la campagna pubblicitaria.
    Nielsen non sa fare una campagna pubblicitaria. Perchè non è strutturata a prevedere il futuro. Nielsen certifica solo il presente. Infatti lei è un uomo Nielsen. Lei i conti li fa a fine torneo. Questi sono i numeri. Questo dicono le classifiche. In fondo lei è un “Ragioniere”
    In grado solo di “prevedere ciò che è già accaduto”. A me piace giocare a prevedere ciò che accadrà. E’ un’altro mestiere.
    Riguardo al suo dubbio su dove io trovi il tempo per le mie “delegazioni americane” provi a fare un piccolo esercizio:
    Controlli le ore in cui prevalentemente vengono pubblicati i miei post.
    Controlli il fuso orario che intercorre tra la California e l’Italia.
    Immagini le tecnologie oggi in uso ad una struttura di ricerca.
    Immagini i tempi che intercorrono tra la formulazione di una “domanda” e la redazione di una “risposta” o se preferisce tra una “lezione” e una “verifica”.
    E’ un compitino facile facile (oserei dire da test di preammissione) se ha bisogno di aiuto le posso suggerire un sito di Tutor-online. Ora mi scusi ma nel mio “secondo orologio” sono quasi le 8 del mattino. Fra un po devo cominciare a lavorare anch’io. Non ho ancora la fortuna di essere in pensione…..

    Come vede non ho avuto bisogno di definirla ne imbecille ne cazzone.
    Anche la forma è sostanza
    cordialmente t.o.

  536. by zerostress

    io il kick con palla che rimbalza alta a uscire nel servizio dispari della stosur lo insegnerei fino allo sfinimento a Camila

  537. by Tafanus

    Esordio pesantissimo per la Vinci: 1/4 con doppio break. Mostra segni di ripresa.

  538. by Fabio Massimo

    Grazie Tafanus

  539. by Stefano

    Innanzitutto un plauso alla Date che ieri sera ha portato Venus al terzo.

    Poi, sul servizio di Camila …
    Beh, c’è poco da fare calcoli o statistiche, il suo “tallone d’achille” è facilmente spiegabile come una pura e semplice mancanza di tecnica nel movimento della battuta (e questo è forse il risultato di non essere mai stata seguita da un “pro” anzichè da un semplice maestro di ginnastica come suo padre).
    Camila fa tanti doppi falli perchè … non sa servire!
    Mi spiego meglio: se sapesse anche solamente cosa è un kick, o un servizio in slice (e chiaramente come si eseguono), non farebbe tutti quei doppi falli cercando di spingere una seconda che spesso viene tirata in maniera frettolosa e scriteriata.
    Camila serve a 185 km/h?
    Certo, ne è capace … e lo fa perchè sa benissimo che se serve più piano le sue avversarie la mettono subito sotto, dato che il suo movimento è molto piatto, regolare e prevedibile nella traiettoria.
    Sampras faceva moltissimi aces (anche sporchi), pur non servendo in maniera forsennata (alla Roddick, per esempio).
    Pete aveva un movimento iniziale di preparazione alla battuta sempre perfettamente uguale, qualunque fosse la traiettoria che voleva dare alla palla: l’effetto e l’angolo di uscita della palla venivano modificati soltanto all’ultimissimo istante semplicemente con un’opportuna rotazione mano-polso.
    Nessuno riusciva a capire in anticipo dove Pete avrebbe tirato, e anche servizi a 160-170 km/h, nella sua racchetta, si trasformavano spesso in aces o in servizi vincenti (anche se poteva tranquillamente servire a 220 km/h, e le sue prime viaggiavano mediamente sempre sopra i 200 km/h).
    Ivanisevic, invece, aveva un servizio più veloce, sia come potenza pura sia (soprattutto) come movimento preparatorio.
    Goran aveva un lancio di palla molto basso, e a questo seguiva sempre uno “schiaffo”, o meglio una “frustata” … tirata in maniera fulminante.
    Il tutto era così rapido, secco e preciso, che l’avversario faceva veramente molta fatica a trovare il tempo per leggere la sua battuta (anche se in linea di principio sarebbe stata più facile da leggere di quella di “Pistol Pete” … se uno avesse avuto il tempo di vederla al rallenty).
    In conclusione, Sampras lanciava alta la pallina e nascondeva benissimo il movimento, mentre Goran teneva molto basso il lancio palla e chiudeva il movimento in maniera rapidissima.
    A conti fatti, Pete faceva un po’ meno aces di Goran (minore velocità ed effetto “sorpresa”), ma Goran faceva più doppi falli, che nelle giornate storte gli hanno impedito di vincere match che in teoria sarebbero stati ampiamente alla sua portata (e questo perchè il lancio basso non ti facilita né nel trovare il giusto angolo di impatto [la rete va sempre scavalcata!!!] né nel trovare buoni angoli ad uscire, che invece si trovano molto meglio se uno batte più alto).
    Camila, però, non serve né come l’americano né come il croato, e questo perchè non ha né l’altezza per farlo né tantomeno la loro tecnica.
    Affinare il servizio, non significa imparare a mettere dentro l’80% di palle sopra i 170 km/h, ma concretizzare (cioè mettere dentro) l’80% di palle che la tua altezza e le tue possibilità fisiche ti possono permettere di tirare senza che queste siano troppo “rischiate”.
    É inutile ricercare quelle giornate buone dove tutto ti entra (quante? 2, 3, 4 in un anno?), Camila non ha né l’altezza di una Sharapova né quella di Serena, perciò non ha senso tentare di servire costantemente forte come fanno loro (che però a differenza della Giorgi il servizio lo sanno variare molto bene).
    La “bimba” deve imparare a variare di più l’angolo, deve essere più “eclettica”, più “folle” nel modo di servire.
    Invece il suo approccio al tennis è troppo semplicistico, troppo banale, senza né variazioni (che quasi sempre nel WTA ti permettono di mandare fuori di testa la tua avversaria) né cambi di ritmo.
    Il problema di Camila è che … “non è una tennista, è un’atleta che gioca a tennis”, che è molto diverso.
    Il suo talento non è saperci fare con la racchetta (andatevi a guardare quali “giochetti” sa fare la Vinci con la sua racchetta, se volete vedere una che sembra esserci nata con questo strumento), ma saper tenere un ritmo (corsa, capacità di anticipo …) da vera atleta “pro”, ma questo è un qualche cosa che non c’entra assolutamente nulla con il tennis, perchè queste sue abilità sono figlie delle sue doti da ginnasta (perchè da piccola questo era il suo vero sport) e non da genio della racchetta.
    Non voglio fare né il test dell’intelligenza a Camila né vedere quanto tecnicamente conosca questo sport, tuttavia non è difficile capire quanto il suo modo di vedere il tennis sia “filtrato” con gli occhi dell’atleta, e non con quello del tennista puro e semplice: infatti il suo schema di gioco non contempla lo studio dei punti deboli dell’avversaria, ma cerca soltanto di esaltare quelle che sono le proprie abilità o capacità innate (esattamente come farebbe un atleta che gareggia contro altri ma su esercizi propri, senza mai doversi confrontare direttamente con il fisico dei suoi avversari … ad esempio come nella ginnastica a corpo libero).

    Spero di essere smentito in questa mia analisi … purtroppo, però, temo sia più vicina al vero di quanto non si possa ritenere …

  540. by Tafanus

    Fabio Massimo, quoto al 100%. E’ da anni che scrivo che la Vinci, grazie al fatto che impegna armoniosamente TUTTI i muscoli, dall’alluce alla cima dei capelli, ha degli ottimi servizi, difficilissimi da tirar su, e che le lasceranno la spalla integra fino all’età della pensione.

    Non per niente ha chiuso il 2012 fra le prime 10 al mondo per aces, mentre Camila ha chiuso l’anno con il non invidiabile record del maggior numero di doppi falli (25%). Valore avvicinato, ma non raggiunto, solo dalla Karatantcheva.

  541. by Fabio Massimo

    A me piace molto come batte la Vinci: è una battuta da “doppio”, non alza troppo la palla ed è fluida nei movimenti. Non provoca danni alla spalla e sa bene dove andrà a finire. Considerato che Camila e Roberta hanno pressappoco la medesima altezza, consiglierei la nostra beniamina di farci un pensierino sopra.

  542. by GIEMME

    t.o.
    Quando sei al servizio, se vuoi partire comandando lo scambio, non é la battuta tirata all` estremo della potenza immaginabile, che te lo consente, ma l` EFFICACIA del servizio stesso.
    Avere un servizio efficace, significa permettere al tuo cervello di dominare l potenza dei muscoli.
    Significa dare ai tuoi sensi, la possibilita` di stabilire la direzionalita` il piu` preciso possibile della tua battuta.
    In questo modo, puoi spiazzare l` avversario buttandolo fuori campo, quando batti dalla tua sinistra, o andando a fare ace con un tiro centrale, se vedi che l` avversario é piazzato troppo esterno, perché si aspetta una battuta esterna.
    E nella peggiore delle ipotesi, ti ritrovi di ritorno una palla sporca facilmente chiudibile con una volley o con un lungo linea.
    Questa é pratica. Non certo teoria.
    E Camila é questo che deve imparare:
    Meno potenza in battuta, ma maggior controllo dei propri sensi.
    Questa soluzione, diminuisce i df e puo` aumentare i vincenti.
    Basta guardare un certo campione svizzero, per convincersi.
    Basta guardare anche un Raonic, che non batte la seconda, come tu vorresti.
    Ciao.

  543. by t.o.

    @zero Non ti mandano in confusione i numeri (di per se sono banali) E’ l’algoritmo (la logica) che li regola che non ti è ancora chiara. Ti faccio un esempio ormai accettato da tutti. Considera il DF come il cambio gomme in F1. Ti fa perdere tempo, ma ti permette di fare 20 giri più veloce degli altri di 1 secondo. se quei 20 secondi guadagnati bastano per fare i cambi gomme conviene cambiare altrimenti no. Servire più forte alza il rischio dei DF. Ma se sulle palle ” in ” raddoppio il numero dei vincenti mi conviene farli. Altrimenti no. Nessuno si chiede se la ferrari ha fatto 1, 2 o 3 cambi gomme. si calcola il tempo medio sul giro. Poi è chiaro che va adattato. Se di là ho Sara (la migliore risponditrice del circuito) mi conviene rischiare di più. Perchè so che se batto piano il gioco lo domina lei. Così come se di là ho Maria, o Nadia, o perchè no laura. Perchè so che non aspettano. Se il servizio è facile tentano un vincente direttamente sulla risposta. Guarda le percentuali di vincenti in risposta alla 1° palla (alla 1° non alla 2°!!!) di Laura nel 3° set. 65% di 1° di Camila entrate, 58% di punti di Laura sulla risposta alla prima. @hector Per assurdo non mi preoccuperei di 24 DF in un set. Mi basterebbe bilanciarli con un 100% di W sulle altre 36 palle che entrano. A ipotesi assurda risposta assurda. ciao

  544. by Tafanus

    Stefano: sentimenti controversi. Gioisco moderatamente perchè è italiana solo a targhe alterne. Gioisco a tempo pieno perchè la ragazza ha talento, ed è anche simpatica, e perchè le vittorie svizzere di Romina sono una grande lezione per la nostra federazione. Che, fra le altre perle collezionate, annovera anche quella di aver rifiutato da giovani l’assistenza federale a tali Errani e Starace, giudicati non adatti al tennis.

    Al C.T. 2’de noantri. Avresti fatto bene a non rispondere, per un sacco di motivi:

    -1) Perchè nessuno ti ha interpellato;

    -2) Perchè la coincidenza (quante volte accade?) fra doppi falli e errori non forzati, non prova un cazzo.

    -3) Perchè se ti fosse mai capitato fra le mani il manualetto d’istruzioni che la FIT fornisce agli incaricati delle statistiche, onde assicurare uniformità di valutazione, avresti visto che spiega chiaramente che:

    -a) i doppi falli sono doppi falli, e non “errori gratuiti”;

    -b) si definiscono errori gratuiti quelli commessi in risposta a colpi non risolutivi e vincenti, e colpi che anche se fossero finiti in campo, non sarebbero presumibilmente stati risolutivi.

    Ma evidentemente tu parli a cazzo. Ti succede spesso. Ti è successo con Nielsen, dove hai rimediato (…), e ti è successo anche stavolta. Persino con la dimostrazione che non hai capito la differenza fra servizi vincenti, aces e aces sporchi.

    Vedi, amico, la mia nonna diceva che dove ci si scotta una volta, il pelo non ricresce. Tu appartieni a quella categoria di (…)che riescono a scottarsi ripetutamente esattamente allo stesso modo. Placati, ci guadagneresti.

  545. Hector by Hector

    Camila dimostrera’ di essere veramente una campionessa quando vincera’ tutti gli incontri 7-6 7-6 commettendo almeno 24 doppi falli per set!

  546. by zerostress

    T.O. con tutte quelle percentuali mi mandi in confusione…ogni tanto riparto dal punto pechè mi perdo

  547. by t.o.

    @zero Ma ti immagini che io mi arrabbio se Camila non fa DF? O che mi dispiaccia se trova soluzioni più varie?
    Magari. Ma se vogliamo dire che quello è il suo problema personale allora siamo fuori di testa. Prima c’è il problema degli errori non forzati. Non i DF. Il DF non è un errore non forzato. Perchè se lo tiri forte ha la stessa valenza di un incrocio sulle linee. Lo tiri per “fare male”. Lo giochi come giochi un qualsiasi vincente. Perchè non diciamo di tirare sulla linea di battuta tutti i dritti? Così non corriamo il rischio che vanno fuori. Poi se ci “smecciano sui denti” che ci vuoi fare? almeno non abbiamo sbagliato noi. E perdiamo perche le altre sono “grosse e cattive” Gli errori non forzati che non deve fare Camila è lo sparare fuori una volèè a campo spalancato solo per la soddisfazione di fare il “buco” per terra. Ne ha fatti 3 così proprio contro Rad grande. Se li metteva dentro girava il set. Così come aveva fatto con Nadia due giorni prima. Quello si deve mettere nella zucca. Il punto è vinto quando quella di là è in braccio al giudice di sedia per il tuo forzato incrociato (lì si deve rischiare) e tu hai la palla comoda da appoggiare dall’altra parte. Le capita 10 volte ogni partita. Quelle deve tirare piano….non le seconde di servizio…..

  548. by t.o.

    Nella mitica Wimbledon Camila fa 4 Ace in tutto (MD) in quanto a DF falli fa 7 con Flavia 3 con Tatisvhili 3 con Nadia e 10 con Rad grande. Rispetto alla sua media è sicuramente sotto (perciò come direbbe Catalano è meglio non farli che farli) ma se vedi i risultati i DF sono praticamente ininfluenti. Le percentuali di W sono simili.
    Con Rad grande fa 2 DF nel primo set che perde a 2 e 8 DF nel secondo che perde a 3. Fare più DF prima ma avere più vincenti nelle palle che entrano, fa spesso il paio con fare meno DF prima ma (a causa della palla meno pesante) avere meno vincenti dopo. E’ il totale dei vincenti che fa il risultato. Nel terzo set con Laura ieri sono entrate il 65% di prime palle (numeri lunari per Camila) Mi dici a che sono serviti se poi su quelle 21 palle ha fatto solo 9 punti? (42% di W) . Con Rad grande ha messo solo il 49% di prime. Ma su quel 49% , 29 palle in tutto ha fatto 19 punti (66% di W) . Avesse fatto come con Laura 65% delle 59 prime palle ne sarebbero entrate 38. il 42% di 38 fa 16 scarso. 19 punti contro 16 . E tra l’altro ti rimangono solo 21 palle (le seconde) per recuperare i punti che mancano. Da 16 ad arrivare a 30 (59 servizi per fare almeno 30 punti a 29 sennò come cavolo li vinci i servizi) ne servono almeno 14 . 14 punti su 21 seconde rimaste bisogna fare un 68% di W sulla seconda. E’ così difficile capirlo. O sei Chang, o Sara, o Arantxa Sanchez o sei “del gatto”. Loro possono battere anche da sotto (Chang lo faceva in finale di GS a Parigi contro Lendl) tanto i punti li costruiscono sullo scambio. ma mi spieghi Camila col suo gioco che riporta a casa?

  549. by zerostress

    non fa una piega…..però volevo anche far notare ad esempio come Camila faccia un movimento di servizio con pochi tentativi al centro, lungo la linea che, credo sia la parte che porta più punti vincenti
    come ad esempio fa Serena, o nel suo piccolo tenta di fare la Pennetta, parlo delle destrorse naturalmente, ed ho anche l’impressione, forse sbagliata, che il servizio di Camila sia molto facile da leggere, non serve con effetti particolari, non fa il kick come ad esempio la Stosur

  550. by t.o.

    @zero Gli ace sono sempre considerati nelle percentuali di W sulle prime (o sulle seconde alle poche che capita e Camila è una di queste). Così come il DF ci fa orrore, l’Ace ci piace tanto. ma sempre un punto vale. Che tu lo faccia senza farla toccare all’avversaria, se lo “spizza” con la racchetta (e tecnicamente non viene conteggiato negli ACE) sia che rispondi sul tuo campo (ricordi Serena nel doppio contro camila?) sia che ci arrivi talmente in ritardo da rimandarla facile facile e alta al di la della rete pronta per essere schiacciata nell’angolino opposto sempre ACE è. C’è chi lo chiama Ace sporco. Chi vincente di servizio. il brodo è sempre quello. Camila fa pochi Ace perchè serve piatto, e la palla raramente tende ad uscire. Ma spesso fa Ace sporchi, che non vengono registrati negli stats.

  551. by zerostress

    dalle statistiche mi sembrava cmq che i DF tra le due fossero uguali, balzava all’occhio però la differenza di ace
    Camila pur avendo un servizio sopra la media nel circuito donne, fa pochi ace . vado a spanne ma mi sembra che anche nella mitica settimana di wimbledon non ne abbia fatti molti… e non bisticciate

  552. by Stefano

    t.o., se continui così mi sa che domani Napolitano ti nomina Ministro del Servizio con delega sui doppi falli.
    Spero con tutto il cuore che Camila non legga mai i tuoi articoli tecnici sul suo servizio, perchè se già così la sua battuta è “ballerina”, non oso pensare a come potrebbe diventare se durante un match si mettesse a pensare a tutto quello che le hai scritto …

  553. by t.o.

    @zero basta che si la metà giusta….

  554. by t.o.
  555. by zerostress

    t.o. Come disse quel calciatore
    sono completamente d’accordo a metà con quello che dici

  556. by Stefano

    Tafanus, ti ricordo di gioire con moderazione quando si parla delle vittorie della Oprandi, perchè, come ben sai, non è più italiana!!!!!!!
    Mannaggia alla FIT che se l’è lasciata scappare … mannaggia alle Olimpiadi!!!!!!

    Mi dispiace che la Pliskova (Karolina, quella destra, da non confondere con la sorella gemella Kristyna, che è invece mancina) abbia perso, mi sarebbe piaciuto vedere un suo match …
    Intanto noto che quasi tutte le cece sono già out: Hradecka, Hlavachova (queste due ormai perdono presto anche in doppio … tutta un’altra storia rispetto ad un anno fa), Safarova (sempre più in fase calante), entrambe le sorelle Pliskova … soltanto la Zakopalova e la Kvitova si sono salvate.
    Delle tedesche … sono già fuori Lisicki, Goerges e Barthel, mentre passano Kerber e Petkovic.
    Se da Sabine e Julia non sono stupito più di tanto, devo dire che sono un po’ sopreso dalla Barthel, perchè francamente da questa giocatrice mi sarei aspettato di più …
    Domani (sperando di vedere qualche partita in streaming), da non perdere:

    Sharapova-Bouchard (solo per vedere “Genie”, mica perchè mi interessi l’esito della partita, visto che penso sia leggermente … scontato);

    Radwanska (U.)-Ivanovic (per vedere come se la cava la sorellina della “maga”);

    Robson-Cornet (questa la metto per ovvi motivi …);

    Schiavone-Kerber (spero che Francesca torni a giocare come 2-3 anni fa, altrimenti saranno dolori …);

    Cibulkova-Oprandi (OK, facciamo finta che Romina sia ancora italiana …);

    Petkovic-Tomljanovic (quasi un derbi, visto che Ajla è croata, mentre Andrea è di origini bosniache);

    Vesnina-Vekic (non ho ancora visto una sola partita di Donna … chissà se la trasmetteranno …).

  557. by zerostress

    Grande Rispetto a Kimiko Date
    anche se quando la vedo fare il movimento del diritto mi si contorcono le b…..

  558. by t.o.

    Stavo rivedendo le stats del match di Camila. Escono fuori cose interessanti (e anche un po preoccupanti).
    Continuiamo a parlare di servizi. Non per la mia ossessione per i DF ma perchè 1° il problema alla spalla impedisce prima di tutto i servizi, secondo perchè abbiamo visto che in risposta Camila è andata molto bene. I punti sono mancati sui suoi servizi. Guardiamo perciò il servizio, ma concentriamoci sulla 1° (lì siamo d?accordo tutti che DF non si può fare vero?)
    Primo set: 36% di prime palle 8 su 22 su queste 8 palle Camila fa 50%W 4 su 8
    sulle seconde palle 14 fa 4 DF ben il 35% troppe anche per Camila ma il problema è che sulle 10 palle di 2° che comunque entrano Camila fa 2 soli punti 20%W al netto dei DF. Ora Camila fa molti DF ma al netto dei DF come vincenti è la 3° al mondo con percentuali nette vicine al 60%. questo 20% netto (14%al lordo dei DF) è veramente mai visto.
    E’ giustificabile solo dal fatto che è il set di rientro dopo l’infortunio. Camila ha evidentemente paura a fare il movimento. deve riprendere confidenza. Ci può stare. Del resto il 36% di prime con il 50% di W è eloquente.
    Set da scartare per qualunque statistica. troppo fuori paramentro rispetto allo storico.

    Andiamo al secondo set. Camila mette dentro il 54% di prime 13 su 24 è una media in linea con una Camila in forma. Rotto il ghiaccio del rientro. su queste 13 prime palle Cami fa 10 W 76%. Perciò entrano e entrano forte. Sulle 11 seconde palle rimaste fa 2 DF ( 18% poco sotto la media di Camila) però sulle 9 palle che entrano fa 6 punti . 67% al netto dei DF ( è una media spaventosa. 7 punti sopra Serena. Qui Laura ci ha messo del suo) anche se andiamo alla percentuale lorda siamo al 54%. Spaventosa anche questa. Specialmente al lordo del 18% di DF.

    Ma andiamo al 3° set. E’ qui che viene il bello. Camila mette il 65% di prime palle 21 su 32. Su queste 21 prime Camila fa il 42% di W. Una media che non fa neanche di seconda. 9 punti su 21. Un normale 60% (non il 76% del secondo set) avrebbe dato 12/13 punti contro i 9. Il 76% del secondo set avrebbe dato 16 punti su 21. Camila perde il terzo set con 8 punti di differenziale. solo 4 punti avrebbero significato la parità di punteggio. Che vuol dire poco su tutto il match ma solo sui propri servizi avrebbe significato uno o due break in meno
    La seconda palla fa 4 DF su 11 35% come il primo set ma qui le vincenti al netto sono 4 su 7 (58% media di Camila) 36% sul lordo ma comunque in linea.

    Considerazioni finali. Camila nel terzo perde i servizi sulla prima palla non sui DF. Che significa una così alta percentuale (per Camila) di prime (65%) con una così bassa percentuale di W (42%) ?
    Camila non sta tirando male. Le prime entrano. Camila sta tirando piano.
    E’ una scelta? No. Ha appena vinto il secondo. Che ragione avrebbe. O Laura è cresciuta a dismisura nelle risposte. Ma cosa c’entrerebbe questo con l’aumento di prime entrate.
    Probabilmente Camila è stanca. 2 ore di partita, 78 servizi.
    La spalla è tornata a far male? Mancanza d’allenamento specifico?
    Camila? Sergio? a noi non frega nulla (come ai tifosi di Sabine) quando hai il ciclo. Ci dici però (almeno) se la spalla sta bene o deve ancora guarire?. O devi solo fare ancora un po di allenamento specifico. Non ci lasciare altre due settimane col dubbio……ti prego……Noi siamo molto pazienti…..ma anche la pazienza ha un limite.

  559. by Tafanus

    Mai sentito che i doppi falli siano classificati “errori non forzati”

    Grande Romina Oprandi! Dietro 1/4 nel tie-break del terzo contro la Safarova, infila un parziale di 6 punti a uno, e vince la partita.

  560. by t.o.

    Mi chiedo perchè nei commenti si parla sempre di Doppi Falli e quasi mai di errori non Forzati? In genere i secondi sono 5 o 6 volte i primi. E perchè si parla di Ace solo quando la palla non viene toccata dall’avversaria? Le palle appena toccate o che non raggiungono la rete o che finiscono in tribuna direttamente sono molte di più. Non sono forse servizi vincenti anche quelli? Nelle statistiche spesso (nei primi turni) i non forzti sono solo i DF.
    E’ come con le sigarette. Si sono prese sulle spalle la responsabilità di tutti i tumori mentre le automobili, che hanno con le loro emissioni responsabilità 10 volte più grandi, non devono portare appiccicato sulle portiere neanche un francobollo con scritto: ogni ora di moto fa più male di un intero pacchetto di sigarette. Digli di “spegnere”.

  561. by zerostress

    Arriva la Novotna, con un bagaglio di esperienze da coach di 15 giorni
    ti prende la Bartoli ( quel salsicciotto della Bartoli, da alcune foto che girano) e te la distrugge in meno di un mese

  562. by Stefano

    La francesina Mladenovic fuori contro la slovacca (tascabile) Cibulkova 6-2 6-3, e fuori anche la russa Pavlyuchenkova contro la Muguruza.
    Caroline, invece, sta avanti 4-2 nel secondo set dopo aver perso il primo 7-5.

  563. by GIEMME

    l’ aspetto insolito del match, è che era partito con un 0-40 per Flavia, sul servizio della W.
    mi son detto ” che oggi sia una giornata davvero particolare?”
    cosi’ non è stato, anche perchè quel risultato era frutto di due DF da parte dell’ americana…
    di certo una Flavia a mezzo servizio, ha combattuto bene per il primo set, che a guardare i numeri, non avrebbe meritato assolutamente un 6-1…
    ma il tennis è cosi’:
    bisogna inanellare i singoli punteggi, in una sequenza precisa, che ti porti a vincere il set.
    di questo purtroppo bisogna dire che Flavia non ne è stata capace, almeno per il primo set.
    il secondo è storia ordinaria, per la maggior parte delle tenniste che si ritrovino Serena dall’ altra parte della rete…
    che dire:
    poteva finire un po’ meglio, come game disputati, ma sicuramente Flavia è stata capace di tenerle testa, almeno nella prima frazione di gioco.
    peccato pero’, che perdera’ ulteriori punti e ulteriori posizioni in classifica.
    questo rientro per lei si sta rivelando molto piu’ complicato del previsto…

  564. hector by hector

    Bellissima la foto a corredo di questo articolo! A Miami risultato bugiardo, Flavia ha dominato Serena durante il riscaldamento e anche dopo la stretta di mano!

  565. by zerostress

    Questa Tomljanovic allora merita la wild card che le hanno dato

  566. by Stefano

    Wickmayer fuori da Miami battuta dalla Morita 6-3 al terzo … povera ragazza, dopo l’infortunio non riesce più a trovare il suo gioco …
    Intanto la Pliskova rifila un 7-5 alla pallettara doc Wozniacki, mentre la Pavlyuchenkova sta andando sotto nel terzo …

    Oggi sarebbe stato molto bello vedere Goerges-Tomljanovic (anche se non per motivi strettamente tennistici), vinto dalla croata 7-6 6-2.

  567. by zerostress

    “WTA OPEN MIAMI: Sta tornando la nostra Flavia i vari vantaggi lo dimostrano, sicuramente era una partita da vedere.
    Flavia esce al secondo turno del Sony Open di Miami battuta in 1h18′ da Serena Williams con il risultato di 6-1/6-1. Ritornano gli aces 5 in tutto il match e scende la percentuale dei doppi falli solo 3.
    Ha lottato, non era facile. Brava Flavia.”
    questo è il commento della pagina facebook di Flavia, a proposito di chi vede il bicchiere mezzo pieno o vuoto 🙂

  568. by Stefano

    Teus, secondo me Anna K. il talento ce lo aveva per davvero, era la voglia di faticare che è venuta meno appena si è accorta che guadagnava molto di più in contratti pubblicitari che in montepremi vinti.
    Ufficialmente si è ritirata per un infortunio alla schiena … ma la verità è che appena ha iniziato a fare la “bella vita” , del tennis non gliene fregava più niente.
    Comunque buon per lei, perchè nonostante tutto non mi sembra che sia caduta in disgrazia, anzi direi che alla fine ha fatto esattamente la vita che voleva fare (e che è stata ben diversa da quella che aveva in programma di fare a 15-16 anni).
    Ad Anna vanno attribuiti tanti meriti, soltanto che nessuno di questi riguarda il mondo del tennis giocato (non certo quella 32enne di adesso, ma forse la Kournikova di 16-17 anni [quella con la treccia lunga lunga] è stata forse la tennista più bella di ogni epoca).

    Tornando al tennis giocato …
    Mladenovic le sta prendendo di brutto dalla Cibulkova, mentre la Wozniacki non riesce a staccare la meno quotata Pliskova.

  569. TEUS by TEUS

    Punteggio molto severo purtroppo per Pennetta.

  570. by Stefano

    Secondo me la Flipkens è una delle tenniste più sottovalutate del circuito … e proprio non riesco a capire perchè, dato che oltre ad essere brava e divertente (come gioco) è pure carina e simpatica.

    Intanto non so cosa darei per vedere la Pliskova (Karolina) giocare contro l’altra Carolina.

    Su Flavia … chissà, forse se questa sera c’era Camila al suo posto faceva un paio di games in più (naturalmente non lo penso veramente, ma mi piace pensare che possa essere possibile …).

    Ora giusto due righe per ricordare un grandissimo dello sport italiano che oggi ci ha lasciato (io non sapevo nemmeno che stesse male): PIETRO MENNEA!!!!!!!!!

  571. TEUS by TEUS

    Facevo riferimento a quello che si diceva di lei e alle impressioni che dava ai più quando aveva 16 anni, Stefano. Poi, sì, il tempo ha dimostrato che non aveva tutto questo talento tennistico e lei ha pensato bene di sfruttare, in primis, la sua bellezza.

  572. by zerostress

    e la Flipkens? quando c’erano la Henin e clijster la convocavano perchè mancava la quarta
    ora si è ritagliata i suoi spazi ed ha un gioco d’attacco divertente che per certi versi ricorda la Vinci

  573. by zerostress

    però non sono soddisfatto lo stesso…..

  574. by zerostress

    Sono d’accordo con tutto e con tutti

  575. by Stefano

    Serena gioca come facevano gli uomini 20 anni fa: servizio a tutto braccio, dritto tirato dall’altra parte rispetto alla giocatrice avversaria, due passi dentro il campo e vincente tirato a mo’ di sassata …
    Negli uomini ormai non si gioca più così: è dal 2000 (quando hanno cominciato a rallentare sistematicamente tutte le superfici dei tornei) che la tecnica dominante è l’attacco da fondo campo basato sulla capacità di ribattuta (i primi della classe sono i migliori ribattitori, non i migliori servitori).
    Ma Serena gioca nel WTA, non nell’ATP, e qui la “vecchia scuola” dei bombardieri degli anni ’90 ancora paga bene, anche perchè non ci sono tante giocatrici che servono come lei; inoltre ributtare di là un servizio a 185 km/h per una donna non è facile come per un uomo.
    É l’unica giocatrice del circuito che attualmente gioca così … soltanto Venus è capace di imitarla.
    C’è poco da fare: anche se sugli spostamenti laterali è lenta, quando concede una palla break tira sempre fuori o l’ace o il servizio vincente.
    Deve essere straziante per un’avversaria sapere che non dipende da te fare il break, e che devi soltanto sperare che in quei frangenti lei faccia il doppio fallo, altrimenti, se piazza la prima, puoi benissimo startene ferma e pensare al punto successivo …

  576. by pangel

    Cmq il servizio sta andando bene 5 ace 2 doppi falli

  577. by GIEMME

    io non ce la faccio.
    stacco!!
    chissà che le possa portare bene…

  578. by Tafanus

    Il punteggio è secco, ma le sensazioni sono abbastanza positive. Resistere 20 punti a quella belva, per una rientrata da poco, dopo sei mesi, è un bel segnale. Così come lo è il fatto che sette giochi siano durati in media più di sei minuti ciascuno, sul veloce, contro una che non palleggia, ma tende a chiudere subito.

  579. by GIEMME

    sesto game interminabile.
    18 punti, per perdere il servizio. povera Flavia.
    mi dispiace davvero che a mezzo servizio come si trova, si debba battere contro una belva di tal portata…

  580. by Stefano

    Beh, Teus, io la Kournikova non la metterei tra i talenti potenziali mai esplosi.
    Anna è riuscita a campare senza mai vincere un torneo e senza mai fare scandalo (sex tape, playboy, droga …).
    Ha smesso di giocare perchè ha capito che ormai era diventata un’icona del suo paese, un biglietto da visita che da lì a poco avrebbe fatto partire tutto quel movimento di russe che poi è seguito.
    Per certi versi direi che Anna è stata la più geniale di tutte le russe, quella che faticando meno è diventata più famosa, e ha spalancato una porta che finora nessuno aveva mai aperto.
    Secondo me è stata un grandissimo talento che si è realizzato, certo, non dentro il campo da tennis, ma comunque è riuscita a raggiungere quei traguardi che … le altre devono sgobbare almeno 15-20 anni per raggiungere le cifre che ha incassato lei in pochi anni senza neppure sudare.
    L’unico peccato, a dire il vero, è che Anna (pur non essendo una campionessa) aveva pure un bel tennis d’attacco, ed è stata una delle pochissime russe che sapevano prendere la rete.
    In doppio (con la Hingis) era veramente forte …

    Comunque, tornando all’attualità, Stephens si riprende e vince 2° e 3° set per 6-4, mentre la Voegele ha perso nettamente dalla Flipkens 6-4 6-2, la Kvitova perde il primo set 7-5, e poi finisce con un doppio 6-2, mentre la nostra Flavia … per ora sta sotto 4-1…

  581. by GIEMME

    si Cristian.
    è un match lottato, a vedere lo svolgimento.
    bisognerebbe pero’ capire quanto ci sta mettendo Serena di suo, per renderlo cosi’ apparentemente lottato.
    dibito fortemente ( spero di sbagliare), che sia tutta farina del sacco della nostra…

  582. by GIEMME

    5° game, Flavia sul 40-0 al servizio di Serena, non riesce a strappare il break…
    con due ace, Serena torna a sistemare tutto…
    che peccato!

  583. by cristian

    è un match lottato a differenza di quanto dica il punteggio, Serena annulla tutte le palle break.

  584. by GIEMME

    sono arrivato ora.
    vedo che Flavia è gia’ sotto di 2-0…
    temo che se Serena non è a non piu’ del 80%, per Flavia sara’ un match da dimenticare.
    ahhhh come vorrei sbagliarmi!!!

  585. by Tafanus

    A momenti inizierà Pennetta/Serena Williams. Non spero in miracoli, ma spero solo che Flavia faccia una partita che confermi che è tornata…

  586. by t.o.

    Vediamo di dare ordine ai ragionamenti. Sono state scritte un sacco di cose sensate. Passata la delusione del momento dove a tutti è “permesso di tutto” . Ora diamo ordine. Noi stiamo analizzando Camila e discutiamo di lei perchè: Ci sta simpatica. L’abbiamo scoperta a Wimbledon, non avevamo il nostro campione ed abbiamo adottato lei. Crediamo che sia l’unica che possa in un futuro prossimo (più o meno) rappresentare l’Italia nel Top del tennis Mondiale. Ci piace il suo gioco cos’ poco Italiano. Vedete quanti sono i motivi per cui noi scriviamo in questo sito. E’ chiaro che ognuno di noi ha aspettative e progetti diversi. Ognuno indossa “un Cappello diverso”.
    Se potessi plasmare Camila come un Demiurgo dovrei chiedere ad ognuno di questi Fans : Cosa Vuoi?
    Sono sicuro che ognuno mi chiederebbe una cosa diversa.
    Italia-Germania 4a3 Questa è una tappa fondamentale per lo sport Italiano. Noi ricordiamo il gol finale di Rivera.
    Io ricordo 85 minuti (dal gol di Boninsegna all’8° al gol di Schnellinger al 93°) di catenccio IMBARAZZANTE. I panzer Tedeschi contro gli eroici italiani che si difendono con le unghie e con i denti dall’assedio asfissiante. Solo dopo che la fatica ha fatto saltare tutti gli schemi riusciamo a recuperare e vincere con il più geniale del genio italico. E anche qui. Gol in contropiede. Come Rocky, che vince dopo che ha fatto sfiancare l’avversario a forza di farsi dare pugni in faccia.
    Io non amo questo gioco all’Italiana. Mi piace il volley. Mi sono formato con Velasco. E’ un caso che sia Argentino pure lui. Ha cambiato il Volley Italiano e poi quello mondiale. Quegli Italiani c’erano anche prima di lui. Solo che non lo sapevano che erano vincenti. Dicevano anche loro: “buttiamola di là, qualche volta non torna”. Velasco gli ha solo insegnato: Tu fai al meglio quello che sai fare, lascia a lui la preoccupazione di giocare contro di te. Lascia che sia lui a cambiare i suoi automatismi. Lascia che sia lui a giocare fuori ruolo.
    Camila è la mia speranza. Se lei sarà una vincente, cambierà una mentalità.
    A me non interessa se vince o perde. A me interessa come gioca. Se giocherà bene vincerà per forza.

    Ma se io fossi Barazzutti? Allora avrei interesse ad avere un’atleta più continua. Una che posso schierare contro l’80%delle giocatrici mondiali sapendo che il punto a casa me lo riporta. Tanto che mi frega se contro Serena prende 6-0 6-0 . Se gioco contro Serena tutta la federazione sa che la partita è persa e perciò non rischio il posto.
    Perciò modifico il suo gioco. la faccio servire più piano (quello che basta per infastidire quelle dal 32° in giù) Le dico di rischiare di meno, poi pazienza se su qualche palla facile ti fanno fare il tergicristallo. Noi siamo Italiani. Catenaccio e contropiede. E tu buttala di là, qualche volta non torna.

    Se io fossi un “GIEMME” ?(scusami se ti uso per il modello ” Chioccia con i suoi pulcini”): Meglio vincere un ITF che perdere ad un Premier. Un passo alla volta. Sara è stata 5 anni tra il 50° e il 40° Torneini, Punticini e Soldini. Piano piano. Che ci fai con un servizio così in ITF. Basta molto meno. tanto di la c’è la 246° o al massimo la 142°. Che ti metti a perdere tempo con quel servizio così rischioso. Quello serve 4 volte l’anno. e solo se passi i primi due turni in un GS. Ma se sei sfortunata e al primo trovi la Petrova o la Robson…..quello è un altro Pianeta….noi siamo Italiani.

    Potrei continuare ma credo ci siamo capiti. Le giocatrici che ha battuto Camila nelle qualificazioni di Pechino, Tokio, Wimbledon, Parigi, Memphis, Wimbledon 2011 bastano per vincere qualunque ITF molti WTA e arrivare in semifinale nei WTA Migliori. Avesse fatto scelte diverse avrebbe sicuramente guadagnato più soldi e più punti (ne abbiamo discusso a iosa). Lei ha deciso così. Ha scelto la direttissima. Lei vuole giocare in serie A. Significherà perdere al primo turno 20 tornei su 24?. E sia. E’ la sua vita. a lei interessano quei 4 che rimangono. Non la paga la federazione, non la paghiamo noi. Ci ha deluso? Nessuno ci obbliga a tifare Camila Giorgi. Lei è certa che ce la farà. Sergio è certo che ce la farà.
    La Parete Nord del Cervino ha 10 vie diverse. Tutte portano in vetta. Qualcuna è più difficile, qualcuna un po’ meno (sempre di Nord del Cervino si Tratta). Camila vuole fare la Jasper/Treppete . E’ una delle “vie” più difficili al mondo. Non è neanche la più breve. Chi la fa però è nella storia dell’Alpinismo. Lei vuole provarci. Non la fermate al primo tentativo. A fare la Bonatti c’è tempo. E se anche quella è troppo ce ne sono altre 8, e poi ci sono altre pareti, altri versanti, e poi altre montagne, poi ci sono gli Appennini, fino al muretto di casa sua. C’è tempo.
    Chiudo con un aneddoto. Sapete come si è rotto il tallone Reinhold Messner? Scalando il…muretto di cinta (non più di due metri) di Castel Juval (casa sua). Aveva dimenticato le chiavi. Anche chi è di casa tra gli 8000 può finire una carriera sui due metri del muro di casa…..

  587. TEUS by TEUS

    Chiedo venia, Tafanus. Pensavo a Kurnikova, ho scitto Capriati e sinceramente non capisco perché.
    Devo imparare a rileggere prima di pubblicare, quello sì.

  588. by Tafanus

    TEUS, scrivi: “…Tennisticamente è giovanissima (almeno questa è la mia personale sensazione), zerostress. Come già detto più volte non esiste una regola anagrafica precisa per stabilire quando un atleta esploderà. Capriati, a 16 anni, sembrava dover spaccare il mondo (sappiamo invece com’è andata)…”

    Si, sappiamo come è andata a finire, ma forse qualcuno di noi ha dei vuoti di memoria. Capriati a 21 anni è entrata nell top 25 (e non nelle top 85). Capriati (classe 1976) negli anni fra il 2000 e il 2004 ha vinto (per stare ai GS) due volte gli Australian Open, una volta il Roland Garros, e come “contorno” ha giocato altre 7 (sette) semi nei GS, e quattro volte i quarti.

    TEUS, capisco che in te prevalgano le “personali sensazioni”, ma ogni tanto credo che sarebbe utile fare un “fine-tuning” fra le “personali sensazioni” e i fatti.

  589. TEUS by TEUS

    Tafanus, credo che “bimba” sia una maniera affettuosa per riferirsi a Camila più che un termine usato per motivi prettamente anagrafici.
    Io invece segnalo che Stephens ha perso il primo set per 6-0 contro Govortsova.

  590. by Tafanus

    ZEROSTRESS, vorrei segnalarti Donna Vekic, 16 anni e 9 mesi, che è approdata al 2° turno del MD dopo aver superato le qualificazioni, e che in questo momento ha virtualmente raggiunto la Giorgi all’85° posto. Forse dovremmo rivedere il significato della parola “bimba”

  591. TEUS by TEUS

    Tennisticamente è giovanissima (almeno questa è la mia personale sensazione), zerostress. Come già detto più volte non esiste una regola anagrafica precisa per stabilire quando un atleta esploderà. Capriati, a 16 anni, sembrava dover spaccare il mondo (sappiamo invece com’è andata), Ferrer (e molti altri) ha avuto la sua stagione migliore a 30 anni, per non parlare poi di Haas e Date che, alla loro età, riescono ancora a rendere la vita difficile alla maggior parte degli avversari che affrontano. Molti affermano che se Safin avesse vinto l’Us Open a 23-24 anni invece che a 20, avrebbe ottenuto più successi nella sua carriera.
    Questo perché ognuno ha la sua testa, le sue esperienze e di conseguenza i suoi tempi di maturazione. Esistono tennisti che hanno limiti fisici o tecnici e tennisti che ne hanno molti meno (la “bimba” appartiene alla seconda categoria), quello è certo.
    Camila non ha frequentato scuole e coach (e riguardo a questo fatto ci sarebbe da aprire un capitolo troppo lungo in questo momento), si nota chiaramente vedendola giocare che non esprime ancora, a parte rari casi, tutto il suo potenziale e da tutto ciò si deduce che ci sono buoni motivi per pensare che avrà futuro in questo sport. Detto ciò, capendo da un lato Tafanus quando dice di voler rimanere ancorato ai fatti, consiglierei a te, dall’altro, di attendere almeno due o tre anni prima di mandare un ultimatum.

    P.S.: la dichiarazione di Sergio era una trovata pubblicitaria e lui stesso lo ha ammesso.

  592. by Stefano

    Esatto zerostress, il pericolo è proprio quello.
    Non basta avere talento e predisposizione per il gioco d’anticipo per avere una buona carriera: sono molte di più le giocatrici promettenti che hanno fallito, di quelle che invece hanno mantenuto i buoni propositi.
    Pensiamo a cosa sapeva fare la Dokic (a 16 anni!!!!), la Hantuchova di alcuni anni fa (sembrava veramente destinata a restare tra le prime 8-10 del mondo per molti anni a venire), ragazze che si sono ritirate per infortuni quando la loro carriera stava per esplodere (Vaidisova, Golovin …) …
    Tutte giocatrici che da giovanissime (hanno iniziato a fare risultati importanti ben prima di Camila) sembravano poter spaccare il mondo, e che poi, invece, vuoi per infortuni, vuoi per problemi familiari (anche la Hantuchova ne ha avuti …) o perchè si sono stancate, hanno smesso di punto in bianco oppure si sono lentamente “adagiate” nelle zone basse della classifica.
    Certo, non voglio portare sfiga a Camila dicendo che potrebbe succedere anche a lei una cosa simile, ma magari il suo attaccamento al padre in questo momento sta limitando un po’ la sua vera maturazione come giocatrice e come persona.
    Se non lo capisce da sola che deve darsi una mossa, rischia di ritrovarsi “matura” non prima dei 24-25 anni, quando la maggior parte delle sue colleghe hanno già vinto la metà dei premi della loro carriera … e a quel tempo potrebbe essere troppo tardi per capire come si vincono i match (nel senso che se inizia a vincere così tardi, le speranze di vederla arrivare in cima alla classifica diventerebbero molto più ridotte).
    Certo, Schiavone ha vinto lo Slam parigino a 30 anni, la Errani è diventata la Errani a 24 anni, la Vinci ha iniziato a giocare il suo miglior tennis soltanto da un anno a questa parte … ma non vorrei tanto che Camila facesse uguale, perchè significherebbe vincere tanto meno di quello che madre natura l’ha attrezzata per poter fare.

  593. by zerostress

    Mi spiego meglio, consideravo Camila una giovanissima speranza al tempo di quando suo padre aveva “sparato quella del 1° posto, cioè quando? 5/6 anni fa?
    ora dopo questi anni la speranza comincia a diventare un’illusione …o sfonda veramente tipo una serie di quarti ,semi, finali di qualsiasi torneo o ci si adagia a modesta mestierante della racchetta che vaga fra la 80° e 160° posizione a seconda se passi il primo turno degli slam

  594. by zerostress

    wozniaki naturalmente, niente Slam

  595. by zerostress

    ormai il termine “giovanissima” per Camila ha ancora senso? e cosa starebbe a significare? solo che ha grandi margini di miglioramento? ma allora vale anche per utte quelle citate di seguito
    la Pavlyuchencoka è coetanea (anche se sembra sua madre” Kvitova Wozniaki hanno vinto Slams e hanno qualche mese di più
    Bathel Cirstea Paszek siamo quasi lì, la stessa Robson del ’94
    la Azarenka ha 15 mesi di più
    Sharapova ed Errani 25, vecchie
    Kerber kirilenko 24, sul viale del tramonto

  596. by Stefano

    Sabine è una ragazza semplicemente … deliziosa (sia come giocatrice che, penso, come persona), ma il suo gioco (ed il suo cervello!) sono di una fragilità assurda.
    Ormai mi accontento soltanto di vederla tirare di tanto in tanto qualche bella smorzata delle sue …

  597. by Tafanus

    TEUS: all’età di Camila, Errani ha festeggiato il 21° compleanno intorno alla 60ma posizione, e intorno al 22° compleanno entrava nelle top 30.

    Al 21° compleanno Camila era intorno all’80ma posizione, e dubito fortemente che a fine anno sarà fra le top 30. Mi accontenterei se riuscisse a non peggiorare dall’attuale 83mo posto virtuale, visto che a giugno/luglio le scade una cambiale di oltre 300 punti.

    I tuoi “sono convinto che” sono rispettabilissimi, ma io cerco di restare ancorato ai fatti.

  598. biglebowski by biglebowski

    la bimba è più riservata

  599. by zerostress

    la Lisicki ha twittato addirittura che oggi “é uno di quei giorni”

  600. by zerostress

    due parole dopo la gara? un tweet. niente? un intervista da parte dei giornalisti che sono lì, chiedo troppo?

  601. by Stefano

    Mettiamola così: Camila è attualmente la giocatrice italiana POTENZIALMENTE più forte che abbiamo (e con questo includo le varie Vinci, Errani, Pennetta, Schiavone …).
    Potenzialmente è forse anche la più “atletica” che il tennis femminile italiano abbia mai avuto.
    Detto questo, per farne una vera tennista (con gli attributi) servono anche altre cose: intelligenza tattica, esperienza, visione di gioco, avere un team che sappia farla progredire veramente …
    Sono tutti elementi che non sono innati, ma si acquistano pian piano con la volontà di migliorarsi e di “limare” tutti i propri difetti di gioco.
    Dire “io gioco alla mia maniera a prescindere da chi mi trovo di fronte … faccio il mio gioco e basta …” o ti chiami Roger Federer, oppure è abbastanza stupido e presuntuoso pensare di possedere già un gioco che ti permetta di vincere contro chiunque senza doverti adattare (e comunque anche Roger in verità si adatta a seconda dell’avversario che si trova di fronte).
    Purtroppo, tifare Camila non è la cosa più sensata per chi desidera un futuro vincente per il tennis rosa italiano … è semplicemente l’unica opzione al momento plausibile per sperare in una sorta di ricambio generazionale.
    Non abbiamo scelta, o Camila, oppure per i prossimi anni dovremmo abituarci al vuoto, confidando che almeno la tanto bistrattata Errani continui a tenere alti i colori del nostro paese in questo sport.
    Togliamo per un attimo Sara dalla classifica, che ci ritroviamo in mano? La Vinci 30enne n°1 d’Italia?
    Capite perchè abbiamo un DISPERATO bisogno di Camila?
    E sarebbe ora che lei cominciasse a rincuorarci un po’, magari agguantando entro Wimbledon la 50esima posizione mondiale (lo so, chiedo tanto, ma non vedo perchè non possa farcela … se si mette a giocare bene).
    Il problema è che su Camila al momento sono molti più i “se” e i “potrebbe” che non le certezze.

  602. by Tafanus

    STEFANO ore 3:24 scrive: “…“Alcuni” giornalisti che in quei famosi giorni di gloria la decantavano come prossima futura n°1 italiana, ora nemmeno la nominano più … ed anche la stampa, se non fosse ancora tra le prima 100 del mondo, non si accorgerebbe più di lei. Capisco il voler trovare le note positive anche sulle sconfitte, ma forse è arrivato il momento (quando se no?) di suonare un bel campanello d’allarme…”

    A conferma di questa tua frase: sono abbonato a “Google Alert” sulle parole-chiave “Giorgi”, “Camila Giorgi”. Ogni volta che su un giornale o un blog importante esce un articolo che contenga una di queste parole, ricevo una email di Google col link.

    Ebbene, mentre nei mesi del mitico “dopo-Wimbledon” ricevevo fiumi di “alert” tutti i giorni, ora passano settimane e settimane senza che io riceva niente.

  603. Lino by Lino

    @Stefano
    ci mancherebbe altro…se Camilla giocasse mala sarei il primo a sottolimearlo, pur continuandola a sostenere con grande affetto, anche se precipitasse di 30-40 posizioni e, comunque, non abbiamo la minima idea di come abbia giocato, a parte qualche info di Madoka, per cui….
    io non mi demoralizzo per una sconfitta, neanche se perdesse la prossima, ho solo una gran voglia di rivederla in azione, in tv o dal vivo.

  604. biglebowski by biglebowski

    il servizio non è all’altezza: se sia perchè tira troppo forte, tira troppo piano, ha ancora male, era al rientro, è male impostato o per altri motivi non lo so.
    se cedi 8 servizi su 13 vinci raramente a questi livelli e se sali poco poco non vinci mai.

    e poi ci sarà da lavorare sulla testa
    l’impressione è che perda i punti decisivi e che giochi meglio quando ha meno da perdere, questo è grave.

    sarebbe interessante sapere come ha reagito la spalla infortunata alla prova del primo match ufficiale.

  605. TEUS by TEUS

    Io concordo con le tue valutazioni riguardo al gioco di Errani, Tafanus. Bisogna anche dire però che Sara, all’età di Camila, non riusciva a mettere in pratica in campo tutta quella intelligenza che, col tempo, ha saputo dimostrare. Un altro dato oggettivo è che, tra le nostre giocatrici attualmente classificate nelle prime 100 (o quasi), l’unica che ha sostanziali margini di miglioramento è Giorgi.
    Concordo anche con Stefano quando dice di andarci cauti perché è più facile prendere abbagli che essere buoni profeti (sono innumerevoli i casi di giovani promesse “bruciatesi” negli anni). Il mio pensiero di base però, nonostante tutto, non cambia: la “bimba”, nell’arco di qualche anno, sarà la nostra migliore tennista.
    Poi, prevedere fin dove può arrivare, oggi non è ovviamente possibile, ma, senza presunzione e consapevole di “masticare” tennis da molti anni, mi sento di fare questa previsione (stavolta senza particolari slanci emotivi).

  606. by Tafanus

    Moretop: se per fan si intende uno che farebbe qualche centinaio di chilometri per vedere giocare Sara Errani, bene, non mi definirei un fan della Errani. Farei centinaia di chilometri per vedere giocare la Pennetta, o la Vinci. La Errani la ammiro (e molto) ma non mi sposterei da Milano a Bologna per vederla giocare. E tuttavia, in controtendenza con la linea dominante del blog, dico che è giocatrice di grande intelligenza tattica, di grandissime capacità tecniche, di immensa combattività e preparazione atletica. Come hai detto tu, una capace di far giocare male le avversarei.

    Grande dote, perchè per far giocare male le avversarie devi avere grande intelligenza tennistica, strategia, e capacità tecnica di trasformare la strategia in colpi.

    E questo è esattamente il contrario di quello che, a detta di tutti (a cominciare dai fan di Camila), Camila è assolutamente incapace di fare. Camila gioca contro tutte allo stesso modo, e questa non è una novità. Lo ha detto anche lei. Ha confessato di non avere MAI un piano B.

    E questo, senza polemica, è il segno inequivocabile della totale assenza di intelligenza tennistica. Che poi sia colpa sua o di chi la allena, proprio non saprei dire.

    Ovviamente da uno scoreboard non possiamo affermare né che Camila abbia fatto giocare male Laura, né il suo contrario. E purtroppo finchè Camila non salirà di qualche decina di posti in classifica, non la vedremo in TV, e dovremo spendere fiumi di parole in teorie. Tutte potenzialmente valide, tutte attualmente non verificabili.

  607. by Stefano

    T.O., capisco il tuo pensiero, ed è vero che non bisogna giudicare troppo severamente l’ultima Camila (che spesso ha giocato con il dolore alla spalla).
    Ma bisogna anche essere onesti fino in fondo: se escludiamo il torneo di Wimbledon, cosa ha fatto vedere questa ragazza fin ora?
    Fino a poco tempo prima di Wimbledon era una giocatrice da ITF, era una che poteva perdere da qualunque giocatrice anche classificata peggio di lei.
    Subito dopo Wimbledon ha perso (non ricordo il numero esatto e non voglio stare a cercarlo) almeno 4-5 partite tutte al primo turno (e lì non era infortunata).
    Ci sono voluti mesi prima che tornasse a giocare in maniera decente, e poi ha finito l’anno come sappiamo.
    Se guardiamo anche altre giocatrici giovani (ma anche non), possiamo notare come ci siano diversi casi di tenniste che fanno un anno (o meglio, 2 o 3 tornei in un anno) da vere promesse, facendo semifinali o rischiando di battere una delle top 5, e l’anno dopo … SPARISCONO.
    Se usassimo il metro di Wimbledon per guidicare la tennista Pironkova, ad esempio, cosa dovremmo dire su di lei?
    Utilizzare il conteggio delle percentuali sui DF per descivere una tennista come la Robson è, a mio avviso, troppo riduttivo.
    Laura è una tennista con un gioco ben definito e strutturato, e difficilmente una piccola variazione di questo fondamentale porta ad un esito diverso della partita: sono gli errori non forzati durante lo scambio che spesso fanno la differenza nei suoi match.
    A fine 2012 tenniste come la Robson, la Watson, la Stephens, la Cibulkova … si sono tutte messe in mostra per la continuità di risultati che sapevano esprimere torneo dopo torneo.
    Ebbene, tutte queste dopo gli AO non hanno più combinato quasi nulla di buono.

    Per questo dico: andiamoci piano con i giudizi lusinghieri sulle tenniste, perchè è più facile prendere degli abbagli che non essere buoni profeti.
    La Lisicki, la Hercog, la Ivanovic … c’è ancora qualcuno che scommetterebe su un futuro roseo (nel senso di possibile vittoria di Slam) di queste tre?
    Eppure, non noi che scriviamo in un blog, ma addirittura “penne famose” hanno speso parole di elogio nei confronti di queste tre tenniste.
    Purtroppo la realtà è che a vincere i tornei importanti sono quasi sempre le stesse giocatrici, e fino ad ora non è che ci siano state tante sorprese in questo senso.
    Per questo non posso che essere d’accordo con Tafanus quando lui ha detto di andarci piano con le aspettative su Camila, perchè è ancora tutto da dimostrare ciò che realmente può fare (che sfortunatamente non coincide con ciò che POTREBBE fare …).

    Lino, qui non si tratta di tifare con il cuore, ma di avere quel briciolo di onestà intellettuale per ammettere che in questo momento la ragazza sta giocando male, e che se non si dà al più presto una svegliata (ad esempio cominciando dal servizio) rischia di precipitare giù in classifica, con tutto ciò che questo, inevitabilmente, comporta.

    Zerostress, sono molto d’accordo con la tua “classifica”.
    1 e 2 … è proprio vero!
    3 … a me basterebbe anche soltanto la prima affermazione (direi che tra lei e la Smolina sarebbe un gran match individuare la più bella … altro che Sharapova o Ivanovic …).
    4 … la Oprandi se non l’avessimo persa (causa Olimpiade) sarebbe una gran bella “riserva” in ottica Fed Cup, inoltre il suo sporco lavoro (nel senso di passaggio dei primi turni) nei tornei importanti lo sa svolgere in maniera più che egregia, una vera garanzia!
    5 … a me sta cominciando a piacere molto come gioca!
    6 … potenzialmente è una con più talento della più famosa sorella (nonostante tutti i “pennivendoli” continuino ad elogiare soltanto Agnese): tira più forte e ha un gioco meno attendista, anche se fin ora troppo irregolare ed incostante per ottenere risultati paragonabili a quelli della sua sorella “sarta”.
    7 … non c’è bisogno di aggiungere altro …

  608. by t.o.

    @Teus Pienamente d’accordo…..anche se io sono convinto che Camila soffrirà sempre di più con le Foretz che con le Robson. Come Borg con Panatta. O se vuoi Becker con Camporese…….Barazzutti (non me ne voglia se lo uso come esempio) non se lo filava nessuno (parlo dell’olimpo)

  609. by t.o.

    @Madoka Grazie. quello che scrivi mi fa ben sperare per la spalla. Preferisco perdere servizi per errori evidenti piuttosto che per problemi fisici. Quando faccio 10 capolavori e 10 cagate significa che so fare 10 capolavori. Mi basta solo lavorare sul “fare meno Cagate” . Non è facile. Ma ci si può lavorare. Una che fa 20 Così Così potra fare 20 Così cosà ma non saprà fare mai un capolavoro. Io voglio un’atleta che non entri mai in campo sconfitta. Anche ieri, al rientro, con quei pazzesco ultimo game ha avuto due palle break, ha annullato 4 set point e è arrivata fino al 20° punto. Qualcuno dopo 20 punti si è trovato sotto 5-0. Con Camila questo non mi capiterà mai. Di questo sono certo. Questo conquista i cuori……..ma tu hai mai visto un Barazzutti fan club?

  610. TEUS by TEUS

    Non a caso ho scritto “non ne parla QUASI nessuno”, t.o.
    Tutto vero quello che dici riguardo alla spalla ma rimane comunque un dato oggettivo che personalmente mi fa ben sperare: siamo passati da una sconfitta netta in due set agli AO con Foretz Gacon a giocarcela punto su punto al set decisivo con Robson.

  611. by zerostress

    mi è sempre rimasto impresso il famoso settimo game, da piccolo i miei maestri puntavano molto su quel game, ed effettivamente in questo caso forse è stato proprio determinante

  612. by zerostress

    @ t.o. capisco perfettamente, anche perchè non vado a controllare se ci sono errori, bastano già i miei….
    era solo perchè mi ricordo anch’io molto bene l’andamento di quel game, e voglio pensare che, se l’avesse portato a casa, la partita forse avrebbe svoltato

  613. by t.o.

    @zero zero perdona 40-0 40-A 4 punti di fila poi 40-40 A-40 40-40 A-40 gioco laura. ho preso tutti i punteggi a matita 5 punti di fila danno sempre Game Mi scuso (se guardi bene altri errori ci potrebbero essere Ho scritto dalle 1 alle 5 di notte su appunti presi da un livescore che ogni tanto saltava anche la pallina del cambio di servizio)……