dsc07268

Nuovo best ranking per Camila: secondo la nuova classifica pubblicata dal sito WTA è la numero 75 al mondo, con 842 punti. Camila chiude quindi un’ottima stagione raggiungendo il punto più alto toccato in carriera finora, a soli 50 punti dalla posizione 70 in classifica, obiettivo preventivato dopo Wimbledon.

Camila reaches her new best ranking as she is today ranked #75 in the world, with 842 point collected. Camila ends this wonderful season only 50 points away from the target sets after Wimbledon.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Roland Garros, sarà Giorgi-Dodin al primo turno
    Roland Garros, sarà Giorgi-Dodin al primo turno
  • Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
    Wta Strasburgo, Camila batte in rimonta Elena Vesnina
  • Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina
    Wta Strasburgo, Cami nel main draw contro Vesnina
  • Wta Praga, due tie-break condannano Camila
    Wta Praga, due tie-break condannano Camila

117 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by GIEMME

    io invece vi scrivo per una cosa davvero curiosa che ho letto su un certo blog…
    era da almeno due settimane che non ci andavo su e oggi tornandoci cosi’,
    mi sono imbattuto in questa bella e simpatica sviolinata nei confronti degli utenti di questo blog…

    è davvero uno spasso!!
    leggete:

    “… “quattro amici al bar” che in attesa che il tennis (ridotto a Camila) riprenda, lottano per il podio della logorrea. Quattro amici al bar che totalizzano ben ‘82% dei commenti totali. Un “testa a testa” appassionante, con tale t.o. in testa, seppure per una incollatura (27 commenti), su Giemme – che non si capisce se sia un tenace lottatore o un succhiaruote – che segue con 26 commenti. Poi c’è Teus, sempre in lotta per il podio, a tre lunghezze (con 23 commenti). Biglebowski, con 18 commenti, sembra alquanto affaticato, ma ancora in grado di non perdere di vista il gruppetto di testa…”

    a parte il fatto che personalmente non so come possa il tafanus avercela pure con me, che l’ ho rispettato fino al suo ultomo post su questo blog,
    con questo mio post, lo accontento subito:
    ho raggiunto il fuggitivo t.o. a quota 27 (credo)…
    attento t.o. che tra un po’ ti supero!!!

    ma Tafanus:
    ma ti rendi conto di cosa vai a scrivere sul tuo blog???
    ma te lo dico davvero con affetto:
    ma basta con questi mezzucci e sotterfugi che non ti onorano e meno che mai onorano il tuo blog!!
    e su… dai… lascia perdere…

  2. Madoka by Madoka

    Mi accodo alla richiesta di biglebowski !!!

  3. biglebowski by biglebowski

    durante la pausa estiva del campionato di calcio, ci si fanno un po’ di “pippe” leggendo e discutendo di calciomercato.
    nel tennis non ci sono particolari argomenti: ovviamente sono tutti alle prese con la preparazione alla nuova stagione e tutti con l’obiettivo di migliorare nel prossimo anno il proprio ranking (cosa che non sarà ovviamente possibile per tutti).

    sarebbe però interessante, se la redazione se ne volesse far carico, raccogliere qualche domanda o qualche curiosità da parte degli utenti da riportare a camila e sergio giorgi.
    anche per ravvivare un pò il blog.

    si può fare?
    grazie

  4. by t.o.

    Sarà perchè non abbiamo nuove, perchè aspettiamo tutti l’anno nuovo sono andato a spasso nei tornei junior. All’Orange bowl in Florida Quinzi TdS1 non risulta ancora sceso in campo. Baldi TdS8 ha vinto facile 6-0 6-1 ma contro un WC Brasiliano 2mila e passa (sarà un 14enne) . Nel femminile la indiscussa n°1 Junior TdS 1 e prima nel Ranking Junior Townsend ha faticato 7-6 7-6 a passare il primo turno (contro la 86° J ) mente la Kulikova TdS 3 (n°8 Rk J) ha perso al primo contro la 117° Juniores. Per carità tra gli Junior le differenze si possono colmare in 2 mesi ma come vedete “la pallina è sempre rotonda e le reti sono un giorno più basse e un giorno più alte. La Townsend è a detta di tutti un fenomeno..e ha solo 16 anni.
    Nel Ranking maggiore è ancora 497 ma non ci resterà a lungo……lo dicono tutti. Sono allora andato a vedere dove era Camila alla sua età……..Guarda un po’ era 479° (per dire la verità con tre mesi di più dell’attuale Townsend). Ma quanto siamo esterofili……….

  5. by t.o.

    Immagino di sapere dove è Camila oggi. A Plantation in Florida dove Quinzi è TdS 1 nell’Orange Bowl e Baldi è TdS n°8. In coppia sono TdS 1 nel doppio………In bocca al lupo a questi splendidi ragazzi 🙂 🙂

  6. by GIEMME

    ciao ragazzi.
    sono perfettamente daccordo.
    il mio discorso era ovviamente riferito a sport di squadra,
    tanto che l’ ho chiaramente specificato.
    ma il tutto va ricondotto al problema di miglioramento individuale, sia a livello tecnico, sia a livello emotivo.
    come ho sottolineato, dipende dall’ individuo e il discorso sulla tecnica puo’ essere molto piu’ complesso da risolvere, rispetto al fattore emotivo.

  7. by t.o.

    @GIEMME sottoscrivo TEUS. Non confondere uno sport di squadra con uno sport individuale. La psicologia motivazionale è a volte addirittura opposta quando si tratta di singoli o di gruppi. Nessuno del “branco” (violenza di gruppo) farebbe mai da solo quello che fa quando è Branco. Nella pallavolo l’alzatore (vero regista in campo) serve lo schiacciatore (o non lo serve) proprio perchè giudica in “quel preciso momento” se il compagno è in grado o meno di chiudere il punto. A tennis ogni punto lo devi giocare tu, e sempre tu. E non hai neanche un allenatore che ti parla tra un gioco ed un altro. Tolti pochi segni convenzionali dalla tribuna sei solo contro il tuo avversario. Per questo la testa pesa così tanto. Non so nulla della testa di Camila. Posso solo sperare in una sua maturazione. Ma vedo i suoi colpi, vedo il suo sguardo, vedo la sua calma. So che dire che Camila ha calma dentro può suonare “controcorrente”. Cerco di spiegarmi. Qualcuno sul Blog notava il franetico “tremolio delle gambe” quando è seduta nel cambio campo. Io credo che quello sia il suo “scarico” emotivo. Lo scarico serve in uno sport così “solitario”. Maria lo fa con il suo urlo ogni colpo. Serena col suo gesto e pugno chiuso ogni punto. Nadia con la protesta ad ogni punto perso. Qualcuna con un po di tutto di ciò che ho detto. E Camila? Non protesta mai, non gioisce mai. Andate a guardare il suo atteggiamento all’inizio del match con la Petrova a Wimbledon. E’ in R3 (il più alto della sua carriera), ha davanti la numero 20 al mondo e trova modo di parlare in nodo molto disteso con l’arbitro in occasione del sorteggio del campo. Nadia con la sua esperienza non alza lo sguardo da terra in cerca di concentrazione. Camila sorride e parla all’arbitro in modo molto disteso. Lo so che è poco per dare giudizi….ma poco abbiamo da commentare. Ma quello sguardo a me dice molto. Lei è certa dei suoi mezzi, e si fida dei suoi colpi. Per fortuna sbaglia molto. Perchè dico per fortuna?. Perchè ogni errore in meno è un miglioramento. E lei ha molto da migliorare. Non è così difficile diminuire gli errori. Su una cosa do ragione a GIEMME. I colpi si costruiscono tra i 15 e i 20 anni. Dopo si possono solo affinare. Ma se non ce li hai difficilmente li creerai dopo. Lei i colpi li ha. Deve metterli in armonia. Deve gestirli con testa e cattiveria quando serve. (e Serve ha un significato doppio nel tennis). Per la testa si dice che a volte basta un CLIK. Vediamo se questo clik le scatterà in australia. Checchè se ne dica, alla sua età, quasi nessuna italiana può dire di aver fatto molto di più. E Camila sconta il ritardo di non venire da una scuola federale, o da un’Academy dove la competizione e la cattiveria te la impongono sin da bambina. Le ha vissuto in un ambiente amico. Non dirà mai come Sara che a 14 anni piangeva tutte le sere per la nostalgia di casa e dei suoi cari. Perchè i suoi cari li ha avuti sempre accanto. E’ un bene? E’ un male? non lo so. Sicuramente da quel punto di vista Camila ha meno anni di quelli che ha. Ma ha tanto tempo ancora per maturare.

  8. TEUS by TEUS

    Giusto ciò che dici, GIEMME, ma c’è una sostanziale differenza tra sport a squadre e sport individuali. Nel tennis sei solo in campo e non puoi contare sulla forza del gruppo. Quando è l’emotività a prendere il sopravvento, ovvio che infici tutte le altre componenti del gioco (mai detto il contrario). Non nego si possa lavorare e ottenere buoni risultati anche sull’aspetto emotivo ma rimane più complicato rispetto all’aspetto tecnico in uno sport individuale(soprattutto poi, com’è il caso di Camila, se si tratta di atleti che possono far leva su un ottimo talento naturale).
    Che lei possa essere troppo emotiva è solo un mio dubbio e, come già detto, bisogna vederla giocare ancora tante partite prima di giungere a conclusioni.
    In ogni caso, tornando al mio commento iniziale, mi auguro che i problemi alla battuta siano dovuti prevalentemente a una questione tecnica proprio per tutto quello che ho affermato nei commenti successivi.

  9. by GIEMME

    @Teus:
    io sono diciamo un mezzo tecnico e non certamente uno psicologo.
    ma lavoro da tanto con ragazzi che vanno dai 15 ai 20 anni.
    ti assicuro che in tutto lo sport, incluso il tennis,
    tecnica ed emotività spesso vanno di pari passo,
    ma spesso è piu’ facile risolvere la seconda che non la prima.
    non vorrei annoiare ne te, ne altri utenti, ma voglio spiegarmi meglio…

    di norma in tutti gli sport, tennis incluso, il grande balzo se lo si fa, accade tra i 15 e i 20 anni.
    è un’ eta’ adolescenziale, in cui i ragazzi, sono come dei “contenitori”…
    va visto questo, sia in modo intrinseco, che estrinseco.
    LA TECNICA ti permette di crescere.
    e se non hai un potenziale di base, come ad esempio Camila ( non la ritenessi una futura promessa, a quest’ ora non starei qui a scrivere sul suo blog),
    potrai assumere il miglior coach che ci sia sul mercato, che non salirai mai di livello.
    e non salire a livello tecnico, significa letteralmente fermarsi, rinunciare, o darsi ad altre discipline sportive.
    credimi, nella mia attivita’ di collaboratore, ne ho visti passare tanti che si sono fermati,
    perchè non sono stati in grado di recepire tutti quegli aspetti tecnici che devi inevitabilmente acquisire nel corso degli anni,
    per continuare la tua progressione nel mondo sportivo cui credi.
    questo aspetto di crescita tecnica, come ho gia’ parlato tempo fa, va di pari passo anche con l’ esperienza.
    non tutti pero’ riescono a percorrere questa fase di crescita, e forse è anche un bene per i giovani.
    perchè da adulti è giusto che diventino professionisti solo quelli che veramente hanno talento.
    chi da giovane CREDE a torto di poter diventare qualcuno, spesso perde anche qualche buona opportunita’ nella vita di tutti i giorni,
    perchè magari la sottovaluta o perchè crede di piu’ ad un sogno che poi forse non si realizzera’ mai…

    L’ EMOTIVITA’ invece, include nella sua sfera tantissime componenti comportamentali,
    che non è facile in generale poterne parlare, o poter fare degli esempi concreti.
    di solito pero’ nello sport, uno degli aspetti emotivi piu’ studiati e maggiormente risolvibili, è quello dell’ ANSIA.
    ma ce ne sono anche altri spesso anche di piu’ difficile soluzione…
    ti ripeto che non sono uno psicologo.
    ma un buon allenatore, puo’ fare davvero molto per far superare questa difficolta’ ai propri ragazzi.

    ti cito solo qualche esempio che mi viene in mente, ovviamente per giochi di squadra:
    – sapersi immedesimare nei ragazzi, capendo che in panchina non ci devono andare sempre gli stessi, anche se meno talentuosi.
    i ragazzi in panchina, avvertono la presenza die genitori sugli spalti e ne soffrono nel pensare di non poterli appagare.
    – mai essere troppo autoritari, ma al tempo stesso mai essere troppo lassisti.
    deve avere un atteggiamento da LEADER, da faro per i ragazzi stessi.
    un po’ come se fossero figli suoi, adattando le situazioni ad ogni singolo carattere.
    – allenare con la giusta sicurezza.
    questo trasmette di riflesso sicurezza anche ai ragazzi.
    – sminuire sia le vittorie, sia le sconfitte. ma solo entro certi limiti di eta’.
    cio’ porta i ragazzi ad entrare in campo con meno carico psicologico.
    – saper cogliere le caratteristiche di ogni singolo elemento,
    assegnandogli il ruolo piu’ consono alle attitudini di ogni singolo componente.
    – parlare con i ragazzi, anche della loro vita fuori dallo sport,
    cercando di entrare in confidenza con ogni elemento, per far scaricare singolarmente ogni negativita’ in modo differenziato.
    – non trattare mai tutti allo stesso modo e con lo stesso metodo.
    ogni ragazzo necessita di un certo timing e un certo trattamento che qualche volta dovra’ essere anche fatto ad personam.

    e potrei aggiungere tanto altro ancora….

    ma come vedi, l’ aspetto emotivo puo’ essere dominato.
    basta essere un buon allenatore… ma ovviamente dall’ altra parte essere anche un buon “contenitore”,
    in grado di raccogliere quanto di buono ti viene trasmesso…

    spero di non aver annoiato nessuno… sempre che ci sia ancora qualcuno qui…

  10. TEUS by TEUS

    Nel tennis penso non sia così, GIEMME. Ci sono tanti esempi di tennisti e tenniste che avrebbero potuto vincere più slam e invece non ne hanno vinto nemmeno uno proprio a causa dell’emotività (che si presenta maggiormente nei momenti cruciali del match ovviamente, fa parte del carattere di una persona e quello non si cambia). Clamoroso fu il caso della Novotna a Wimbledon 1993 tanto per farne uno.
    Al contrario ci sono altri esempi di tennisti e tenniste che, con gli anni, sono riusciti a fare progressi tecnici impensabili a inizio carriera (Ferrer, tanto per farne un altro, è reduce dalla sua migliore stagione e ha 30 anni).
    Camila, e ripeto grazie al cielo, ha un potenziale tcnico impressionante e quindi mi auguro vada solo perfezionato e che l’emotività abbia solo un ruolo marginale considerando anche la sua giovane età.

  11. by GIEMME

    @madoka:
    Nessuno ha certezze.
    Semplicemente valuto quale sia la strada meno insidiosa. Lo faccio sempre nella vita e fin` ora questo mi ha portato bene…
    Dono un po` come mi descrive t.o.:
    Se lavorassi con le scriciole della ginnastica artistica, sicuramente ls sera le riporrei nella scatola con tanto di ovatta! He…he…

    @teus:
    Ti assicuro, dal lavoro che svolgo nelle giovanili, che l` aspetto emotivo lo si risolve molto piu` facilmente di quello tecnico. Ma poi giustamente come credo che sostieni, i due aspetti possono anche essere correlati…

    @big:
    Lo avevo notato anch` io da un po`.
    Quest` anno pare abbiano tutte fretta di rientrare.
    Che ci siano di mezzo gli sponsor a fare pressione?
    Non lo escluderei…
    Certo che come giustamente dici,
    L` accesso diretto al md per Camila non é affatto da escludersi.
    Il rischio esiste ed é concreto…

  12. by antonelo

    Camila avrà ripreso gli allenamenti?
    Nel caso… vamos Camila! Prendi a pallate la macchina lanciapalle… falle capire chi è la più dura!

  13. biglebowski by biglebowski

    Veramente difficile da spiegare razionalmente la differente scelta di programmazione che da un anno all’altro hanno effettuato le top 10 del circuito.

    Solo 2 iniziarono la stagione giocando la prima settimana un anno fa e precisamente la numero 6 stosur (che non ne trasse gran giovamento perdendo da cirstea al primo turno degli australian open) e la numero 10 lisicki (che a melbourne arrivò fino agli ottavi di finale).
    Viceversa arrivarono fino ai quarti dello slam australiano due tenniste che optarono per questa scelta non essendo top ten, precisamente clijster e la nostra sara errani.

    Tra le altre quarterfinalist kvitova e wozniacki giocarono la hopman cup.

    Entrambe le finaliste non giocarono la prima settimana, sharapova addirittura esordì a melbourne.

  14. biglebowski by biglebowski

    mi sono un po’ intrippato con le questioni regolamentari, chi non è interessato passi oltre e mi perdoni.

    mi sembra di aver capito che oltre alle 22 iscritte e alle 4 giocatrici provenienti dalle qualificazioni, l’organizzazione ha a disposizione 4 wc, di cui 2 possono essere concesse SOLO a giocatrici top 20.
    le giocatrici eleggibili sono petrova, kirilenko, kanepi, makarova che se avessero voluto partecipare avrebbero potuto tranquillamente farlo iscrivendosi al torneo.
    altrimenti le wc diventano 2 e si liberano 2 ulteriori posti.

  15. TEUS by TEUS

    GIEMME; premettendo che scambiare opinioni con te è sempre un piacere e trovo interessanti molti tuoi interventi, mi spiace ma non mi trovi d’accordo. Io penso che la battuta sia uno dei colpi più facilmente perfezionabili tecnicamente a meno che non ci siano evidenti limiti fisici. Forse sarebbe meglio che Camila avesse qualche centimetro in più di statura ma non è poi così rilevante.
    L’emotività invece è una bruttissima bestia (in particolar modo nel tennis) perché non è gestibile solo prendendo più tempo tra un punto e l’altro (può servire, certo, ma non è detto risolva il problema perché ci sono componenti caratteriali molto sottili che si possono ripresentare anche in altri frangenti).
    Per tornare a fare un discorso generale penso che Camila debba concentrarsi non tanto sulla potenza della palla in battuta ma piuttosto sul fatto di costruirsi un turno di battuta solido (buone percentuali e anche variazioni). Alla fine è tipo un automatismo.
    La frenesia potrebbe anche derivare da un’eccessiva determinazione e quindi potrebbe anche avere accezioni positive in attesa della completa maturità.

  16. Madoka by Madoka

    GIEMME : secondo me il problema è che Camila ha un gioco molto particolare, che difficilmente trova delle mezze misure.

    Io credo che avrebbe molto più senso giocare il torneo più piccolo, se fosse una giocatrice regolare, che non tende ad avere picchi ma anche rovinose cadute nell’ambito di pochi giorni.

    Purtroppo non è che se va a giocare in Nuova Zelanda, ha la certezza matematica di fare 2-3 turni. Potrebbe paradossalmente avere un ottimo sorteggio, beccare la Lertcheewakarn, e poi farci 5 giochi in tutto. Oppure potrebbe beccare una qualsiasi Falconi ( giocatrice che io ritengo estremamente mediocre ) e comunque perderci.

    Oppure potrebbe essere sfortunata nel sorteggio e pescare la Lepchenko di turno, nella sua migliore stagione, nel suo miglior momento di forma, che ha appena fatto il career high e che sta giocando il miglior tennis della carriera.

    Purtroppo ( io personalmente ), non me la sento di dire ; fa bene a giocare in Nuova Zelanda, o fa bene a giocare direttamente in Australia.

    Per me, la situazione più auspicabile sarebbe giocare le qualificazioni a Brisbane, dove probabilmente avrebbe un seeding alto che le permetterebbe di avere dei “match facili”.

    L’anno scorso il tabellone cadetto è stato questo : http://www.brisbaneinternational.com.au/wp-content/uploads/2008/09/WQS-1.1.12.pdf

    Quest’anno per via del tornei Cinese, il campo sarà inevitabilmente più debole.

    Fermo restando poi che magari entra per il rotto della cuffia nel tabellone principale e pesca al primo turno una wild card, oppure la Petrova di turno, oppure una top 10, ma fa una partite dove le resta tutto in campo.

    Insomma, non è per nulla facile dire, è giusto fare così, è giusto fare colà. Beati voi che avete delle certezze che non vi fanno dubitare.

    Io, come sempre, dico che sarà importante avere fortuna con il sorteggio.

    Forza

    p.s.

    si può avere qualche notizia su cosa stia facendo Camila in sto periodo ? Cosa stammo allenando ? Qualcosa in particolare ? Aspetti tattici ? Tecnici ?

    Grazie 🙂

  17. by GIEMME

    @Teus:
    dalle poche volte che mi è capitato di guardarla con attenzione, il problema della battuta secondo me, è piu’ di origine tecnica che un fattore emotivo.
    al momento entrambi vi albergano dentro.
    ma con peso differente.
    l’ emotivita’, è facilmente risolvibile.
    significherebbe inculcarle SOLAMENTE, di prendere piu’ tempo per se stessa.
    non avere troppa fretta.
    Camila ha sempre fretta di chiudere.
    sempre fretta di battere… ci vuole la giusta concentrazione per effettuare una battuta in modo efficace.
    guarda ad esempio Masha quanto tempo impiega…
    non è un caso:
    acquisisci concentrazione ritardando la battuta e al tempo stesso infastidisci l’ avversaria…
    l’ aspetto tecnico invece, è molto piu’ complicato da risolvere.
    ad esempio potrebbe esserle d’ aiuto l’ utilizzo di un manico un po’ allungato.
    esattamente come fa Sara.
    questo gia’ le permetterebbe di non elevarsi troppo in fase di battuta, in modo da non scomporsi troppo.
    ne trarrebbe giovamento la mira.

  18. by GIEMME

    t.o.:
    so che non l’ hai mai detto (credo).
    il mio era un discorso generalizzato a tutti, visto che forse sono l’ unico qui che non vede tanto di buon occhio la via diretta…

    comunque, la forchetta in cui dovrebbe stare Camila a Brisbane è molto stretta.
    tanto puo’ accedere direttamente al md… e sarebbe una bella sfiga!
    tanto puo’ essere tds (magari anche nr.1) nelle quali…
    e questo sarebbe davvero ottimo.
    ma ad oggi nulla di tutto questo ci è dato di sapere.

    aggiungo solo che (perdonatemi se tiro di nuovo in ballo Auckland):
    in caso di accesso diretto, sarebbe sicuramente stato meglio il secondo torneo, che non il primo.
    considero la top40, un muro difficilmente valicabile per la Camila attuale.
    a Brisbane ci sono 19 top40.
    a Auckland solo 8.
    in termini pratici, come TDS a Brisbane l’ uscita al 1° turno supera il 60%.
    a Auckland potrebbe arrivare anche a giocarsi il 3°turno.
    significa in termini pratici (sempre considerandola TDS in entrambe i tornei)…
    1 solo punto contro 70…

    ma tanto questa è solo una mia opinione.
    ben venga una vittoria di Camila da subito contro una top 40… 😉
    spero… 🙄

  19. TEUS by TEUS

    Camila dovrebbe aver ricominciato gli allenamenti da qualche giorno.
    Immagino stia lavorando soprattutto sulla battuta. La domanda che mi pongo da qualche tempo è questa: il problema risiede soprattutto in un limite tecnico o è dovuto a un’eccessiva emotività (anche perché è proprio la battuta il colpo che risente di più dell’emotività)? E’ necessario però vedere qualche sua partita per cominciare a darsi delle risposte attendibili.
    Non considero fattore così importante (non voglio fare polemiche ma come sempre sono solo opinioni personali) la questione su un’entrata diretta a Brisbane o sul passaggio dalle qualificazioni perché l’inizio di ogni stagione è sempre un’incognita (non è detto sia meglio incontrare la numero 90 piuttosto che la numero 20, lei non ha un tipo di gioco che ha bisogno di rodarsi più di tanto considerando anche che attualmente è piuttosto imprevedibile di suo e qualche punto in più o in meno in classifica ora non fa la differenza). Forse meglio le quali ma il dubbio persiste.
    Bisognerebbe passare qualche turno all’AO sperando in un buon sorteggio. Questo sì sarebbe un risultato molto positivo in prospettiva specialmente dal punto di vista psicologico.

  20. Madoka by Madoka

    Cmq GIEMME ha ragione, come stanno le cose e con i dati che abbiamo attualmente, Camila ha possibilità di entrare direttamente in tabellone, mentre sicuramente sarà tds nelle qualificazioni.

    Preciso che non è che sto dicendo che avevrrà al 100%, ma ci sono possibilità che ciò succeda.

    Come personalmente, preferirei facesse le qualificazioni.

    Vedremo.

  21. by t.o.

    @ big perciò quest’anno Brisbane fa 30/32/16 . allora le quali sono sicure…e credo anche le quali. per le top 20 ritardatarie c’è Krilienko (14) e Nadia (12) se non vogliono fare il veglione con i fidanzati.
    @GIEMME io non ho mai detto che Camila non doveva fare le qualifiche. ho detto che a parità di difficoltà tanto vale che le faccia a Brisbane. Cosa avrebbe guadagnato nel MD di Auckland: Molte possibilità di “estrarre una top 30 al primo. E il primo vale 30 punti. a Brisbane trova in qualifica gente oltre il 100° (poichè le 8 TdS assorbono le sue pari classifica) la quali vale 20 punti. poi chi vivrà vedrà. Io ho voglia di vedere Camila contro una top 20. Una che non si mette ad adattare il suo gioco alla 75°. Ma che va per la sua strada. Le poche volte che è capitato ha fatto miglior bella figura di quando ha incontrato marpione 40°/50°. Finchè Sara non si è fatta male non stava certo subendo la numero 5. con Pennetta 17 ha fatto la sua partita e ha vinto. Schiavone pure era fuori forma ma era ancora 22° , Petrova l’ha battuta da 32° e da 20° (era fuori forma anche lei mentre risaliva da 32 a 20?) Con Rad grande non ha certo sfigurato……
    Ora mi devi dire perchè le top 20 o 30 saranno tutte al massimo della forma il 2 gennaio? Loro devono programmare una stagione, hanno una media di 27 anni. Penso che un po di scarico prima di AO lo avranno programmato “…..tanto le prime partite incontriamo solo 60°/75°………” Sta a Camila partire a 1000. Lei non deve difendere 3000 o 5000 punti. può finalizzare tutta la preparazione invernale ai primi due tornei . Fare gli AO come va va… e riprendere la preparazione atletica il 28 gennaio per ricaricare fino a Madrid-Roma Lei si può anche permettere di “programmare alcune uscite al primo turno” . Il Chievo con una preparazione anticipata così chiuse il girone di andata del suo primo anno in A al primo posto…..

  22. by GIEMME

    t.o.:

    dire come si svolgera’ quest’ anno il torneo a Brisbane,
    mi pare ancora un po’ prematuro.
    ma possiamo guardare a cosa è accaduto nell’ edizione 2012:
    il Md è stato di 32 giocatrici, senza bye.
    26 ammesse direttamente, 2 WC e 4 Q.
    se quest’ anno le partecipanti dirette sono solo 22,
    è facile pensare che assegneranno 4 bye alle prime 4 tds.
    non ho purtroppo tempo di andare a fare controlli incrociati per tutti i tornei in contemporanea.
    per cui mi fido di cio’ che scrive Big:
    ossia resterebbero fuori temporaneamente dai tornei,
    in attesa di assegnazione:
    48 dominguez lino
    51 tatishvili
    52 begu
    57 govortsova
    70 king
    come dicevo, riguardo Camila bisognerebbe vedere come si collocherebbe nelle quali,
    in base a dove andrebbero a giocare queste 5 ragazze.
    se per sfortuna nostra tutte NON giocassero Brisbane,
    Camila potrebbe essere la prima esclusa dal MD,
    per via del fatto che la classifica fino a 2 settimane prima del torneo non dovrebbe variare almeno per le prime 70/80…
    a questo punto il rischio di accesso diretto, sarebbe concreto!!!
    perchè?
    perchè siamo a Capodanno… perchè nell’ emisfero nord è inverno (malanni di stagione)… perchè lo stesso Md quest’ anno è molto insidioso….
    quindi qualche defezione, forse anche solo 1 o 2, potrebbero rendere l’ accesso diretto nel Md a Camila, molto molto probabile!!
    ripeto come ho spesso detto:
    di queste cose, non ne mastico tanto bene,
    perchè preferisco guardare maggiormente gli aspetti pratici di ogni torneo,
    piuttosto che quelli di tipo organizzativo…
    pero’ se ripenso a quando si diceva tutti in coro:
    ” basta quali per Camila”… un po’ mi viene da sorridere…
    e con non poco amaro in bocca!!!
    adesso le famigerate e ripugnate qualifiche diventano AUSPICABILI…
    che ci volete fare…
    questo è anche il prezzo da pagare per la DIRETTISSIMA.

  23. Madoka by Madoka

    t.o. per quanto riguarda le WC, negli international sono 4 nei premier ( salvo i mandatory ) sono 5, però di queste 5 due sono per le top20 che si iscrivono in ritardo, nel caso in cui non si iscrivano, vengono fatte automaticamente scalare in tabellone le prime due ALT.

  24. by t.o.

    @Madoka e GIEMME siete come sempre preziosi, io di iscrizioni non ci ho capito mai niente….Volevo giusto capire ciò che Madoka ha scritto. Abbiamo le liste dei tre tornei a 22, 23 e 24 atlete. somma 69.
    Tre tornei fanno 96 atlete ai Tabelloni. ne servono ancora 27. 12 (4×3) vengono dalle qualificazioni. ne servono ancora 15. 2WC a torneo? o3? o 4? C’è una regola o fanno come vogliono di volta in volta? Anche i Bye. Sono una regola ? a Sidney lo vedo S30/Q48/D16. Ma a Brisbane il sito WTA da 32/32/16 così come ad Auckland. Da dove escono questi bye?
    Senza bye e con 3 WC a Brisbane c’è ancora spazio nel MD per 3 atlete, ad Auckland per 2 e in cina per 1. Sufficienti a piazzare tutti quelle che sono rimaste fuori. E anche le WC. Anche a darne 2 a delle giovani emergenti locali, almeno una per torneo va ad un’atleta di buona classifica (o di grande nome) che per qualche motivo è rimasta fuori cartellone. Fossero solo 3 qualcuna potrebbe essere presa proprio tra le 5 di Big. Specialmente dalla Cina dove una 52° come la Begu sarebbe addirittura TdS n° 6………..

  25. by GIEMME

    correggetemi se sbaglio, perché vado a memoria:
    Le tds si assegnano con la classifica di 2 settimane prima, a differenza della LA…
    Pero` ad inizio stagione, non ci sono variazioni nelle settimane precedenti, almeno per buona parte della classifica. Quindi in teoria una tds 1 delle quali, potrebbe entrare anche nel MD in caso di ritiro…
    Se fosse cosi`, bisognerebbe vedere Camila dove va a collocarsi, prima di escluderla categoricamente dal MD.
    Certo, se d` avanti a lei ce ne fossero almeno 3 o 4… Sarebbe piu` sicuro l` accesso alle quali.
    Certo é che quest` anno rientrano tutte da subito nel circuito.
    Ma il capodanno alle ragazze non interessa piu`????

  26. Madoka by Madoka

    “In Cina 3 delle 5 sarebbero addirittura TdS. Non conosco le sfumature del regolamento di iscrizione e cosa accade se una iscritta in ritardo e perciò in lista per le qualificazioni scala nel MD e poi fa la TdS col suo piazzamento dell’ultima settimana boh……(Madoka Gimusi GIEMME aiutatemi voi…….)”

    Non sono sicuro di aver capito cosa vuoi dire. Cmq se una giocatrice è iscritta SOLO alle qualificazioni non può scalare nel MD, proprio perchè è iscritta solo al tabellone cadetto e non quello principale, quindi anche essendoci dei ritiri, lei non sarebbe nella lista delle ALT al tabellone principale.

    Possono entrare in tabellone principale grazie ad una WC, ed in quel caso, classifica alla mano, sarebbero tds.

    Spero di aver colto la domanda fatta.

  27. biglebowski by biglebowski

    mi correggo:
    taglio ad auckland a 78

  28. biglebowski by biglebowski

    spesso non tutto il male vien per nuocere. anch’io come molti, credo che sia preferibile giocare le qualificazioni.
    vanno vissute come il pre-campionato di una squadra di calcio, l’occasione per mettere a punto gli schemi acquisiti in fase di preparazione.

    per informazione a brisbane 22 iscritte,4 wc, 4 entrano dalle qualificazioni e 2 bye (taglio a 46)
    le iscrizioni ad auckland e shenzen sono chiuse, e il taglio è stato rispettivamente a 56 e 102.

    ripeto attualmente sarebbe tds 6 delle quali a brisbane se giocassero tutte a brisbane le tenniste che ho elencato sopra, da altre parti non possono giocare a meno non ottengano w.c., ipotesi peraltro plausibile per qualcuna.
    dal momento che stiamo parlando di tornei che si giocheranno tra un mese circa qualcuna potrebbe rinunciare per motivi vari, in questo caso t.o. ci avresti preso.

  29. by t.o.

    Il fuso orario di Shenzen è +2 ore rispetto Sidney e +1ora (di sole non ‘orologio) rispetto a Melbourne.
    Andare a giocare in Cina non è perciò sbagliato, una settimana per adeguarsi al fuso orario (per chi va dall’america alla cina) e una settimana (Sidney) per adeguarsi alla temperatura e all’umidità. Estate e inverno è abbastanza ininfluente trovandosi Shenzen ben sotto al tropico del cancro e Melbourne ben sotto al tropico del capricorno.

  30. by t.o.

    Veloce giro sui siti personali delle tenniste. Pare che Petrova cominci a Sidney (forse ha paura che le estraggano Camila 🙂 ) Allunga le vacanze di Natale. Krilienko non dice da che torneo comincia la stagione 2013. Kanepi si è operata di nuovo il 30 ottobre (tre mesi di fermo assoluto). Pirokova è introvabile, Wozniak e Pennetta dovrebbero essere fuori ancora un po. Pare che la lista delle 5 di Big sia verosimile.
    Se abbiamo 4 Q e 2 WC ogni torneo c’è posto ancora per 4 nel MD di Brisbane, 3 nel MD di Auckland e 2 in quello di shenzen. Se si mettessero d’accordo ci sarebbe posto per tutte compresa Camila
    In Cina 3 delle 5 sarebbero addirittura TdS. Non conosco le sfumature del regolamento di iscrizione e cosa accade se una iscritta in ritardo e perciò in lista per le qualificazioni scala nel MD e poi fa la TdS col suo piazzamento dell’ultima settimana boh……(Madoka Gimusi GIEMME aiutatemi voi…….)
    Se hanno visto il girone di ferro di Brisbane e hanno fatto in tempo sono tutte fuggite in cina o a Auckland….
    Io rimango dell’avviso che Camila possa essere TdS 3 o 4 nelle Quali di Brisbane (se ci indovino visto che lo avevo detto una settimana fa sopportando l’ironia di GIEMME voglio le scuse 🙂 ) Ma per i numeri che ho non è detto che Camila non possa entrare per il rotto della cuffia addirittura nel MD. E la cosa non mi farebbe felice. Preferisco le Qualifiche. avrebbe di fronte delle 110°/ 90° e se il lavoro invernale ha portato frutti non DEVONO essere un PROBLEMA. Possono essere comunque 20 punti e 2 o 3 partite per mettere a punto il braccio…..poi chi vivrà vedrà……..

  31. biglebowski by biglebowski

    precisamente

    48 dominguez lino
    51 tatishvili
    52 begu
    57 govortsova
    70 king

    avrebbero classifica migliore qualora disputassero brisbane.

  32. Madoka by Madoka

    Cmq il mio parere personale è bene così. Meglio che faccia le qualificazioni a Brisbane, ci voleva troppa fortuna con il sorteggio in eventuale caso di accesso al MD, con grosso rischio di uscire al primo turno, mentre giocando le qualificazioni, può fare bene come ha fatto bene a Tokyo e a Pechino.

    Per quanto riguarda l’utente Carlo, si è sgamato che è Tafanus dopo le prime 5 parole. E’ difficile riuscire a mascherare quel tono di fare provocatorio ed aggressivo. Lo invito quindi a scrivere con il suo vero nick. Di cosa ha paura ?

  33. biglebowski by biglebowski

    @t.o.
    ecco shenzen

    Player 1 Babos, Timea (HUN)
    Player 2 Bartoli, Marion (FRA)
    Player 3 Beck, Annika (GER)
    Player 4 Benesova, Iveta (CZE)
    Player 5 Bratchikova, Nina (RUS)
    Player 6 Cadantu, Alexandra (ROU)
    Player 7 Chan, Yung-Jan (TPE)
    Player 8 Chang, Kai-Chen (TPE)
    Player 9 Czink, Melinda (HUN)
    Player 10 Hsieh, Su-Wei (TPE)
    Player 11 Hlavackova, Andrea (CZE)
    Player 12 Jankovic, Jelena (SRB)
    Player 13 Jovanovski, Bojana (SRB)
    Player 14 Li, Na (CHN)
    Player 15 Martic, Petra (CRO)
    Player 16 Minella, Mandy (LUX)
    Player 17 Morita, Ayumi (JPN)
    Player 18 Niculescu, Monica (ROU)
    Player 19 Peer, Shahar (ISR)
    Player 20 Peng, Shuai (CHN)
    Player 21 Robson, Laura (GBR)
    Player 22 Soler-Espinosa, Silvia (ESP)
    Player 23 Zahlavova Strycova, Barbora (CZE)
    Player 24 Zakopalova, Klara (CZE)

  34. biglebowski by biglebowski

    se si iscrivono tutte è tds 6 delle quali

  35. by GIEMME

    bello tosto Brisbane!!!
    lo dicevo… alla faccia della DIRETTISSIMA!!!
    c’ era da aspettarsi una tale situazione.
    spero solo che Camila riesca ad essere almeno tds nelle qualifiche.
    senno’ qua l’ anno rischia di partire davvero col piede sbagliato…
    mannaggia mannaggia…

  36. by Tommaso

    Il commento di “Carlo” è molto simile a quello, a firma Tafanus, sul blog tennistico del nostro.

    Dunque, l’accesso diretto a Brisbane doveva essere una passeggiata, visto che l’anno scorso la last direct acceptance era stata al n° 72. E poi quest’anno in contemporanea c’è un terzo torneo in Cina, e la Hopman Cup, e Auckland. Insomma, tutto come prima, tranne il torneo in Cina. Che le giocatrici migliori snobberanno perchè faranno le prime settimane di gennaio fra Australia e Nuova Zelanda, per “acclimatarsi” agli Australian Open.

    Di fatto, la prima lista di iscrizioni a Brisbane è terrificante. TUTTE le 8 teste di serie sono top-ten, la 22° iscritta è la n° 46. Poi si devono lasciare liberi 6 posti (2 wc e 4 Q), e siano a 28. Camila avrà la direct acceptance solo se non ci saranno quattro giocatrici qualificate fra il 47° e il 74° posto che decideranno di iscriversi. Ipotesi improbabile.

    La Hopman Cup toglierà di mezzo tre/quattro giocatrici (la lista delle partecipanti è online sul sito). L’anno scorso Auckland (che pure offre meno soldi e punti di Brisbane) ha avuto una last acceptance ancor più tosta. A Sidney non si parla neanche di accesso diretto. Quindi credo che Camila fino agli AO potrà solo giocare qualificazioni. Quindi fino al 28 di gennaio (Pattaya) potrà avere l’accesso diretto solo agli AO. Speriamo bene, visto che nel 2012 non è che le qualificazioni abbiano sempre prodotto risultati eccelsi.

    Poi, da Pattaya a Wimbledon, con la classifica attuale potrà avere accesso diretto il 17/2 a Memphis o Bogotà; il 25/2 ad Acapulco o a Kuala Lumpur; il 1°/4 a Charleston o Monterrey; l’8/4 a Copenaghen o Barcellona; il 22/4 a Fes; il 29/4 ad Estoril; il 20/5 a Strasburgo; il 26/5 al Roland Garros; il 16/6 a s-Hertogenbosch; il 24/6 a Wimbledon.

    Avrà quindi una decina di date utili da qui a Wimbledon, per mettere fieno in cascina, prima di perdere i 565 punti di Wimbledon 2012 e precedenti. Dovrà fare quasi 60 punti a settimana, tutte le settimane di torneo, e non saltare nessuna occasione. E fare 60 punti nei 220.000 $ significa arrivare al terzo turno. Qualche volta succederà, SEMPRE… la vedo dura. Tafanus

    Non vergognarti di scrivere a nome tuo, Taf. Se non insulti nessuno, qui sei sempre il benvenuto!

  37. by t.o.

    Questo è Auckland, se trovo anche il cinese possiamo vedere i numeri che mancano….

    World ranking Name Country
    4 Agnieszka Radwanska Poland
    18 Julia Goerges Germany
    23 Yanina Wickmayer Belgium
    26 Zheng Jie China
    27 Sorana Cirstea Romania
    29 Yaroslava Shvedova Kazakhstan
    33 Christina McHale USA
    39 Mona Barthel Germany
    47 Simona Halep Romania
    49 Heather Watson Great Britain
    54 Kirsten Flipkens Belgium
    55 Petra Cetkovska Czech Republic
    61 Romina Oprandi Switzerland
    62 Magdalena Rybarikova Slovakia
    63 Kiki Bertens Netherlands
    66 Pauline Parmienter France
    67 Marina Erakovic New Zealand
    69 Elena Vesnina Russia
    71 Jamie Hampton USA
    72 Svetlana Kuznetsova Russia
    73 Johanna Larsson Sweden
    76 Kristina Mladenovic France
    78 Polona Hercog Slovakia

    Wildcard Vera Zvonareva Russia

  38. by Carlo

    L’accesso diretto a Brisbane doveva essere una passeggiata, visto che l’anno scorso la last direct acceptance era stata al n° 72, E poi quest’anno in contemporanea c’è un terzo torneo in Cina, e la Hofman Cup, e Auckland. Tutto come prima, tranne il torneo in Cina. Che le giocatrici migliori snobberanno perchè faranno le prime settimane di gennaio Australia e Nuova Zelanda, per “acclimatarsi” agli Australian Open.

    Di fatto, la prima lista di iscrizioni a Brisbane è terrificante. TUTTE le teste di serie sono top-ten, la 22° iscritta è la n° 46. Poi si devono lasciare liberi 6 posti (2 wc e 4 Q), e siano a 28.

    Camila avrà la direct acceptance solo se non ci saranno quattro giocatrici qualificate fra il 47° e il 74° posto che decideranno di iscriversi. Ipotesi improbabile.

    La Hopman Cup toglierà di mezzo tre/quattro giocatrici (la lista delle partecipanti è online sul sito).

    L’anno scorso Auckland (che pure offre meno soldi e punti di Brisbane) ha avuto una last acceptance ancor più tosta.

    Di Sidney non si parla neanche di accesso diretto.

    Quindi credo che Camila fino agli AO potrà solo giocare qualificazioni.

    Quindi fino al 28 di gennaio (Pattaya) potrà avere l’accesso diretto solo agli AO.

  39. biglebowski by biglebowski

    Official Brisbane International line-up (women)

    Azarenka, Victoria (BLR) No.1

    Sharapova, Maria (RUS) No.2

    Williams, Serena (USA) No.3

    Kerber, Angelique (GER) No. 5

    Errani, Sara (ITA) No.6

    Kvitova, Petra (CZE) No.8

    Stosur, Samantha (AUS) No.9

    Wozniacki, Caroline (DEN) No.10

    Cibulkova, Dominika (SVK) No.15

    Vinci, Roberta (ITA) No.16

    Safarova, Lucie (CZE) No. 17

    Lepchenko, Varvara (USA) No.21

    Paszek, Tamira S (AUT) No.30

    Radwanska, Urszula (Pol) No.31

    Hantuchova, Daniela (SVK) No. 32

    Suarez Navarro, Carla (ESP) No.34

    Pavlyuchenkova, Anastasia (RUS) No. 36

    Lisicki, Sabine K (GER) No. 37

    Stephens, Sloane A (USA) No.38

    Arvidsson, Sofia (SWE) No. 41

    Cornet, Alize (FRA) No.44

    Hradecka, Lucie (CZE) No. 46

  40. by Fabio Massimo

    Concordo pienamente con quanto detto negli ultimi interventi. Camila è una giocatrice che deve imporre il suo gioco, questo è assodato; quando però accade che l’avversaria resiste bene e che il suo gioco inizia ad avere una parabola discendente, lei tende a scomporsi e a regalare la partita all’avversaria; a questo punto è “ragionevole”, avvertendo che il suo braccio non è più sciolto come prima, dare “momentaneamente” una direzione diversa alla partita: da cacciatore a lepre; non ci si può intestardire a spremere un’arancio quando questo si presenta senza succo. Prima di Wimbledon Camila era una perfetta sconosciuta; da lì le avversarie (direi i tecnici delle avversarie) hanno iniziato a temerla e di conseguenza a visionare i filmati che prima non esistevano; hanno compreso i punti deboli di Camila ed il suo modo “copia-incolla” di giocare; non è più una sorpresa e, per esempio, la Petrova non ci cascherà più. Se Camila non si renderà conto che le avversarie hanno preso le contro-misure su di lei, il 2013 sarà un anno di “vacche magre”. E’ giusto paragonare Camila alla Sharapova perchè ha lo stesso accanimento nel gioco, la differenza sta nel come sa stare in campo: Maria non ha punti morti, gioca tutti e dico tutti i punti con lo stesso ardore. Invece Serena, sembra che stia sul campo con aria di sufficienza ma ti accorgi che pian piano ipnotizza l’avversario; il suo tennis è talmente naturale che sembra che non faccia niente di particolare; prende i suoi tempi per battere sembra tutto spalmato e fa stare l’avversaria ai suoi tempi “fisiologici” e questo demolisce moralmente, “stressa”.

  41. TEUS by TEUS

    Forse anch’io mi son spiegato male, GIEMME. E’ sottinteso che a certi livelli è meglio conoscere gli eventuali punti deboli dell’avversaria che dovrai incontrare. Però penso che Camila non debba adattare il proprio gioco ma imporlo. Tutto qui.

  42. by GIEMME

    Teus:

    scusa ma non mi sono espresso bene.
    concordo su tutto quello che scrivi.
    ci mancherebbe altro.
    il mio punto di diniego era solo sul fatto che non consideri importante considerare le caratteristiche delle sue avversarie.
    tutto qui.
    per il resto concordo assolutamente…

  43. TEUS by TEUS

    Io parlavo degli aspetti del suo gioco su cui ora dovrebbe concentrarsi maggiormente, GIEMME. Ribadisco che Sara e Camila sono troppo diverse per poter fare lo stesso discorso. Secondo me Camila, facendo le dovute proporzioni, ha caratteristiche più simili a una Sharapova o a una Williams (impongono il loro gioco) piuttosto che a una Radwanska o una Errani (adattano il loro gioco).
    Lavorerei più sulla mente e sul perfezionamento tecnico (sappiamo bene che anche la battuta va migliorata molto) che sulla tattica in pratica.
    Poi ovvio che se dovesse incontrare un’avversaria molto più debole di rovescio rispetto al drtitto meglio “martellarle” (e non uso questo termine a caso) il rovescio.
    Che volete farci? Sono sempre e solo opinioni alla fine.

  44. by GIEMME

    tornando in tema di quell’ intervista, a suo tempo mi dissi perplesso per quanto dichiarato.
    ovviamente non ricordo se ne parlai su questo blog o altrove.

    concordo pienamente con Big e purtroppo mi trovo in disaccordo con Teus.

    ma scherziamo ragazzi??
    lo dico da persona esperta nel settore giovanile,
    e assicuro che in qualsiasi disciplina vale la stessa cosa…
    e il tennis non è da meno…
    anzi, penso che nel tennis, valutare chi si trova di fronte, sia FONDAMENTALE.

    pensiamo solo ad esempio alla possibilita’ di incontrare un’ avversaria mancina.
    sapete bene che i colpi di una mancina possono essere a dir poco molto insidiosi,
    per chi non è tanto avvezza a giocarci abitualmente…

    Camila e Sergio a mio avviso farebbero bene a tenere a mente l’ avversaria che capita di volta in volta.
    magari andandosi anche a vedere qualche filmato di come gioca nel rettangolo…
    certamente non devono su questo perdere piu’ tempo del necessario.
    ma è davvero utilissimo. credetemi.

    è poi ovvio, che Camila debba entrare in campo, sempre concentrata e sempre pronta a dare il 100% di se.
    ma guardare anche chi si trova dall’ altra parte della rete,
    sicuramente aiuta ad affinare la giusta tattica al momento giusto.
    e Sara ( che io non amo a livello di gioco), ne è la prova vivente…

  45. TEUS by TEUS

    Sara e Camila sono due giocatrici molto diverse in praticamente tutti i settori del gioco. Ovvio che Sara faccia della tattica il suo punto di forza perché ha limiti fisici, sa però variare bene il gioco e dà il meglio su superfici lente. Camila è una giocatrice “moderna”, predilige le superfici veloci ed è molto potente. Detto ciò penso sia giusto che si concentri prevalentemente su se stessa più che sulle caratteristiche della sue avversarie.
    Certamente giocare anche il doppio le gioverebbe (e non poco) ma ritengo non sia la cosa più urgente da fare ora. Ora la cosa più importante è trovare quella velocità di crociera di cui si è già parlato, fare due passi dentro il campo quando l’avversaria è in difficoltà (in modo da poter fare anche qualche smorzata o comunque chiudere a rete ogni volta che ne si ha la possibilità).
    Nella sua pagina fb avevo proposto un video di Andrè Agassi (che ha demolito decine e decine di avversari proprio perché, con gli anni, aveva trovato la sua velocità di crociera) nella seconda parte della sua carriera, dal momento che hanno caratteristiche molto simili a mio avviso, per far notare come era riuscito a evolvere il suo gioco dope aver preso come coach Brad Gilbert (non a caso autore di un libro che porta il titolo “vincere sporco” in cui spiega come affermarsi pur non avendo grandi doti tecniche).
    Il limite tecnico non era il caso di Agassi e penso non sia nemmeno il caso di Camila. O meglio: lui aveva limiti a rete per una questione di posizione più che di tocco ma era talmente fenomenale da fondo che nemmeno Gilbert riuscì a convincerlo ad andare molto di più a rete. Pur facendo le giuste proporzioni uomo-donna penso che Camila difficilmente potrà raggiungere il livello dei colpi di rimbalzo di Andrè ma può senza dubbio giocare di più e meglio a rete rispetto a lui.
    Camila deve imporre il suo gioco indipendentemente da chi ha difronte. Le sue caratteristiche sono quelle e non vanno né possono essere snaturate. Camila potenzialmente vale le prime 5 e ne sono tutt’ora convinto.
    Mi auguro solo di poterla vedere giocare il prossimo anno dato che non si sa ancora dove e se verranno trasmessi i tornei WTA.

  46. by Fabio Massimo

    Circa un mese fa avevo scritto, grosso modo, ciò che ora è stato affermato da biglebowski. Rimasi un pò colpito dal fatto che nessuno avesse reagito alle mie riflessioni. Sono perciò molto contento che qualcun’altro abbia avuto le mie stesse intuizioni ed abbia a cuore la maturazione umana e sportiva della nostra beniamina Camila.

  47. biglebowski by biglebowski

    in attesa del tennis giocato possiamo darci appuntamento a fine anno o, per tenere vivo il blog, impegnarci ogni tanto a scrivere qualche considerazione o riflessione.
    scelgo questa seconda ipotesi per dire che:

    rimasi molto stupito quando in un’intervista concessa durante wimbledon prima del match contro radwaska, a domanda su che livello di conoscenza avesse della sua avversaria, camila rispose candidamente che non aveva idea di come giocasse, che non era particolarmente interessata a seguire partite femminili prediligendo di gran lunga il tennis maschile, che avrebbe fatto comunque “la sua partita” cercando di giocare al suo meglio.
    riporto questa testimonianza perchè credo che uno dei tanti aspetti lavorando sui quali sia possibile migliorare i risultati via via che aumenta la caratura delle avversarie, sia la tattica di gioco da adottare in funzione delle qualità e dei limiti di chi si incontra.
    l’esempio che mi viene in mente è quello di sara errani.
    quando si assiste ad un suo incontro appare subito evidente fin dai primi colpi che esiste un piano tattico ben definito, quasi sempre azzeccato, che ricerca gli aspetti meno sicuri del gioco delle avversarie nonchè la massima attenzione a non concedere invece chance sui colpi migliori. ho spesso sentito dire che sara fa giocare male le avversarie e questo non è un demerito, al contrario un grande complimento. ovviamente tutto ciò non è esclusivamente farina del suo sacco: immagino che i tecnici che la seguono passino ore e ore a visionare filmati e a lavorare prima degli incontri in questo senso. inoltre l’esperienza di molti match giocati e visti in anni di frequentazione del circuito le permettono di adattare poi queste indicazioni durante lo svolgimento degli incontri.
    camila è assolutamente acerba sotto questo punto di vista.
    anche giocare qualche match di doppio potrebbe essere funzionale ad imparare che dietro ogni punto conquistato ci deve essere una stategia.
    come vedete ci sono così tanti margini di miglioramento anche aldilà della qualità del proprio tennis, che sapere che non sono ancora stati praticamente esplorati fa sperare che sia possibile aumentare sensibilmente il livello nel breve-medio termine.

  48. Paolo by Paolo

    Grazie mille a entrambi !!!

  49. by t.o.

    @Paolo Benvenuto! Io invece sono un esperto. Ma in altre arti ed altre scienze che tento disperatamente e con pochi risultati di applicare al tennis. Che però sfugge come un’anguilla ad ogni catalogazione.
    Di nuovo benvenuto nel Club…….

  50. by GIEMME

    @Paolo:
    a nome di noi tutti, ti do il benvenuto!!!
    per partecipare alle nostre discussioni su questo blog,
    non è necessario essere esperti.
    per quello, non lo sono neanche io…
    o per lo meno non mi ci reputo tale!
    scrivi quanto vuoi, anche solo per chiedere info.
    qualcuno te le fornira’ di sicuro…
    ciao.

  51. Paolo by Paolo

    Buongiorno a tutti. Vi leggo da alcuni mesi, è la prima volta che scrivo.
    Sono un appassionato di tennis, non certo esperto. Ho sempre letto con grande interesse le vostre considerazioni su Camila e sul mondo del tennis in generale, imparando anche molto sui meccanismi delle classifiche ad esempio. Mi piacciono anche le statistiche quindi ho apprezzato i numeri e i grafici snocciolati da giumsi, t.o., GIEMME e tutti gli altri.
    Auguriamoci davvero tutti che il 2013 sia l’anno della svolta per Camila e che possa entrare nella vera elite del tennis che conta davvero.
    Personalmente, se posso esprimere un pare, credo che la scelta di iniziare l’anno con i premier sia coerente con le ambizioni di Camila di diventare una grande giocatrice, se non ci riuscirà si farà sempre in tempo ad impostare il resto della stagione con obiettivi un pochino più bassi.

  52. by GIEMME

    t.o.:
    ho dato un’ occhiata su wikipedia.
    ci sono al momento solo le TDS.
    ma trovo che sia normale, perchè gli argomanti su wikipedia, sono aggiornati direttamente dagli utenti.
    quindi man mano che escono notizie sui tornei, qualcuno va li e aggiunge qualcosa…
    non sono gli organizzatori che utilizzano quindi wikipedia…

    Teus:
    è vero che nel tennis a 21 anni si è gia’ avanti con i tempi.
    come è vero che a 32 si è gia’ al capolinea quasi sempre…
    in altri sport non è cosi’.
    il tennis ti logora e sopratutto ti costringe a girare il mondo.
    in questo sport resti a galla facilmente, solo se ti infili stabilmente nella top100.
    diversamente la vita diventa davvero molto complicata e tante rinunciano per motivi economici, in modo prematuro,
    pur avendo talento…

    t.o.:

    mi sa che qua siamo rimansti in pochi davvero…
    ma vedrai che all’ uscita della entry listi dei tornei, il blog si rianimera’…

    sul discorso fed, se Barazzutti ha ancora un minimo di dignita’ in corpo, non puo’ non convocare la Bimba.
    Flavia e Francesca sono un’ incognita troppo evidente.
    incognita che fino almeno a meta’ gennaio, non potra’ essere decifrata del tutto.
    quindi non c’è tanto tempo per riflettere.
    il rischio di lasciarci le penne contro gli Usa è grosso.
    non puo’ ancora pensare di schierare una leonessa con gli artigli spuntati, o una Flavia ferma da troppi mesi.
    e qui il gioco per Camila conta poco, se vince da subito o se perde.
    cio’ che conta è che sulle altre due azzurrine, non ci si puo’ fare assolutamente affidamento…

  53. TEUS by TEUS

    Personalmente, giusto per continuare a dare opinioni in completa libertà, credo che la Fed non c’entri nulla con la scelta della DIRETTISSIMA. Con ciò non voglio dire che Camila non risponderebbe a una chiamata (e magari ne sarebbe anche strafelice). Però ho proprio la sensazione che siano altri i pensieri predominanti ora come ora.
    Prima o poi forse qualcuno ci farà sapere. Attendiamo…

  54. by t.o.

    @a tutti quelli che leggono ma non scrivono.

    Cari amici. So perfettamente che molti leggono anche tutti i giorni le “nuove” sul blog senza mai intervenire.
    Lo faccio anch’io tutti i giorni su siti di politica, di attualità, di sport….l’ho fatto per mesi anche in questo sito, poi un giorno ho deciso di intervenire……e ancora lo faccio.
    So che quando si tornerà a giocare gli interventi si faranno più frequenti, più brevi, meno ragionati, più emotivi, ma tant’è. Finchè Sergio, o Camila, o Matteo non ci daranno altro materiale di cui parlare il dibattito langue. Il clima è più disteso, e gli interventi si concentrano intorno a 4 o 5 utenti che amano disquisire su dettagli e sfumature. Ma del resto possiamo immaginare che anche Camila o Sergio o quelli della Octagon oggi stiano lavorando su dettagli e sfumature. Che sia un “colpo”, una tattica, la scelta di un percorso di tornei piuttosto di un’altro, la nuova gonna da gioco, o l’ultima clausola di un contratto.
    E’ tempo di bilanci e di previsioni. Poi a Gennaio quando si riprende saranno gli eventi a decidere altri eventi.
    Camila per ora ha deciso un percorso. “La direttissima”. del resto bisogna iscriversi ai tornei almeno 6 settimane prima. Dalla prima partita di Brisbane al 10 Febbraio corrono giusto 6 settimane. Per chi non lo sapesse il 9 e 10 Febbraio a Rimini si gioca la Fed Cup. E si gioca Italia-Stati Uniti. Pare che le Sorellone Williams abbiano dato a Mary Jo Fernandez la disponibilità a partecipare e a difendere l’onore della bandiera a Stelle e Strisce per riportare in America dopo 12 anni di dominio incontrastato europeo il trofeo della 50°Edizione.

    Che centra tutto questo con Camila. C’entra, c’entra. Barazzutti ha una Pennetta convalescente ed una Schiavone decisamente fuori forma. Far giocare 5 partite in due giorni a Sara e Roberta non sembra la soluzione migliore. Ed anche per fare allenamento la squadra deve essere composta da quattro giocatrici.

    Se Corrado decidesse di convocare Camila dovrà dirglielo in anticipo perchè Camila deve decidere in quale continente continuerà i tornei dopo l’Australia. Se fa la Fed sarà l’Europa. Se non sarà Fed chissà?
    Corrado le regole le conosce. Ma vuole sapere come sta Camila. E come sta contro quelle forti, non contro una 72° o una 63°. Non dico Serena ma qui si tratta di vincere un match contro Venus.
    Per questo forse vale di più perdere al terzo set o anche solo 6-4 7-5 contro una top 20 che vincere 6-2 6-2 contro una 60° . Che questo Camila lo sappia fare Corrado già lo sa. Potrebbe essere questo il motivo della scelta della “direttissima”. Non sono solo i punti o i soldi. E’ il posto di titolare in Fed Cup.

    Se il motivo è questo tutti i ragionamenti miei o di TEUS o di GIEMME sono carta straccia.

    Volete che faccia un’analisi simile su Octagon?…..
    C’era una volta una società che produceva magliette da tennis………………

  55. TEUS by TEUS

    Certo, GIEMME. Sono solo diversi punti di vista alla fine.
    Io però penso anche che tramite la DIRETTISSIMA si possa capire prima su quali aspetti concentrarsi per migliorarla e di conseguenza ottenere una crescita non tanto più veloce (non dev’essere quello lo scopo) ma che le permetta di rimanere più a lungo nel tennis che conta.
    Continuo a martellare su questa cosa perché la si può considerare ancora giovane anche per uno sport come il tennis ma 21 anni non sono 16. C’è tempo ma non ci si può permettere di non impiegarlo al meglio.
    Tra l’altro lei ha un tipo di tennis tale per cui può dare il massimo anche “a freddo”.

  56. by GIEMME

    t.o:

    il punto che forse ti sfugge, è che c’ è differenza tra campionato territoriale a campionato Elite…
    è un po’ come la serie B e la serie A nel calcio…
    è un po’ come fare International nel tennis, o disputare Premier…

    Teus:
    sono d’ accordo su molto di cio’ che scrivi.
    ma Camila puo’ arrivare a giocare anche con avversarie molto ben posizionate in classifica, anche disputando international.
    con la differenza in questo caso, che le incontra dopo qualche partita…
    non da subito.
    e questa a mio modesto avviso di collaboratore sportivo,
    avrebbe piu’ logica in ottica di crescita e di esperienza.

    poi ripeto:
    se batte da subito le migliori in un premier,
    saro’ il primo a fare salti di gioia indescrivibili.
    semplicemente preferirei per lei un approccio un po’ piu’ soft,
    per quello che sara’ la nuova stagione…

  57. by t.o.

    @GIEMME

    …………”perdiamo 33 a 0 e tutti a casa eliminati al primo turno!
    successivamente ci siamo reiscritti al campionato territoriale nord ovest.
    la squadra dimostra competitività in questo campionato,
    tant’ è che siamo in testa.”………………………………..

    …..non sarà che ti sei risposto da solo…………..

  58. TEUS by TEUS

    GIEMME, secondo me invece cambia perché Sergio e Camila non devono modificare la preparazione o cominciare i tornei prima. Sono sempre le solite due settimane alla fine. E soprattutto non hanno una sola possibilità. Appunto per questo ti dirò di più: fossi in loro continuerei la DIRETTISSIMA anche se in Australia Camila dovesse perdere tutte le partite.
    Camila ha bisogno di giocare contro giocatrici di vertice e in certi contesti soprattutto per una questione mentale. E si ritorna sul discorso della maturità e della “cattiveria”…

  59. by GIEMME

    t.o.:

    mi fai vanire in mente un episodio…
    sempre restando in un tema di cautela…

    spero di non annoiarvi con questo offtopic,
    utile pero’ per far capire come si ragiona in certi ambienti.

    luglio:
    abbiamo una under 16 molto competitiva. parlo di rugby…
    la presidenza decide per la prossima stagione,
    ti tentare la via del campionato Elite.

    premetto che io non ero d’ accordo.
    ma tant’ è che la maggioranza ha ritenuto opportuno provarci.
    è una situazione un po’ sul generis, dei motivi cui stiamo adesso discutendo in modo pacato e sicuramente civile.

    i barrage che si svolgono ai primi di settembre ( 1 mese prima del vero campionato),
    per accedere al girone Elite, prevedono partita secca.
    se vinci vai al turno successivo… se perdi, a casa…
    esattamente come nei tornei di tennis.

    ci siamo iscritti.
    la squadra tutto sommato era ed è competitiva…

    arriva settembre:
    prima partita con il Recco.
    si parte. andiamo in Liguria.
    disputiamo il match.
    perdiamo 33 a 0 e tutti a casa eliminati al primo turno!

    successivamente ci siamo reiscritti al campionato territoriale nord ovest.
    la squadra dimostra competitività in questo campionato,
    tant’ è che siamo in testa.

    direte voi:
    ALMENO CI AVETE PROVATO…

    certo.
    ci abbiamo provato (contro la mia volontà)…
    ma nella vita tutto ha un prezzo e quando si finisce con il fare scelte sbagliate,
    prima o poi qualcuno ti presenta il conto!

    per noi, morale della favola…
    il conto è stato quello di aver fatto rientrare i ragazzi quasi un mese prima.
    ripartire con la preparazione atletica molto in anticipo… e sono spese!
    discutere con i genitori che, come potete immaginare,
    qualcuno ha dovuto anticipare il rientro dalle ferie…
    per avere cosa poi alla fine?
    una (1) sola partita nel girone eliminatorio, che di sicuro se ha fatto esperienza, è stata un’ esperienza talmente minima,
    da non giustificare ne sacrifici di famiglie e ragazzi,
    ne costi sostenuti…

    tutto cio’ traslato sulle scelte di Camila e Sergio,
    non è poi tanto distante in termini reali.
    i rischi esistono e ognuno tragga le conclusioni che crede.
    qua cambia sport, ma la sostanza è la stessa…

  60. by t.o.

    @Big Avevo premesso che lo avevo scritto di getto e non avevo voglia solo per il gusto di stupire di considerare tutte le posizioni di tutte le tenniste dalla Hopman e di tre tornei per esclusione. Anche perchè per essere precisi bisognerebbe anche aspettare la chiusura degli ultimi ITF poichè le TdS vengono date sulla classifica del giorno prima l’inizio del torneo. Per approssimazione continuo a di 3 o 4 TdS. anche perchè quello che dice GIEMME è forse troppo conservativo per la “politica” e la “strategia” di Camila, ma sicuramente non è che tutte sono “Pazze” come lei. se io fossi una trentenne di 60° posizione che ancora non si è iscritta alle qualificazioni (credo che ci sia una o due settimane di tempo in più) scanserei Brisbane come la peste…Sapute le iscrizioni (e loro qualche indicazione più di noi le hanno) sarà anche interesse delle altre top 75 scegliere dove almeno in Quali avranno una TdS….ma poi come tu dici….se vuoi arrivare su quelle sotto il 40/50 devono essere abbordabili….se così non è tanto vale scalare con gli ITF. Qui non stiamo parlando di valore attuale. Noi siamo convinti che Camila abbia margini di crescita superiore a quello di quasi tutte le attuali pari grado. Se questo margine di crescita non c’è o se non è ancora tempo di concretizzarlo di che stiamo parlando? tanto vale aspettare qualche evidenza ulteriore……

  61. biglebowski by biglebowski

    @t.o.

    dando per scontato che non giochino pennetta e wozniak, qualora si iscrivessero (e in questo caso non potrebbe essere che brisbane non comparendo nelle tds di auckland e shenzen, avrebbero miglior posizione nelle quali la 42 44 46 48 51 52 oltre eventualmente 57 58 59 64 65 70 che però potrebbero giocare anche negli altri tornei in programma.
    anche ipotizzando qualche w.c., siamo fuori di poco.
    la tua previsione è viziata dal fatto che la hopman cup presenta anche giocatrici oltre la 75esima posizione.
    non che sia così grave, ma essendo le qualificate 4 non ci sarà presumibilmente la testa di serie per camila

  62. by t.o.

    @TEUS Mi sembra che il tono di tutti sia molto civile…..ed è civile anche ogni tanto qualche simpatica “Canzonatura” GIEMME è fatto così…….è un po’ “Chioccia”…… Lavora con le giovanili di Rugby ed è un po’ protettivo. Se lavorava con quelle “scricciole” della ginnastica artistica la sera le rimetteva nelle scatole con l’ovatta 🙂 🙂 🙂
    Comunque la sua è una linea più che condivisibile. Non conosco Camila perciò prendo per buono (perchè sicuramente ponderato) le scelte sue e di Sergio.
    Uno può decidere di allenarsi a vincere o di allenarsi a perdere. Ma se perdo lo faccio con le top.
    7 game fatti oggi con una Fab Four valgono più di una vittoria al terzo contro una 40°.
    Camila è una giocatrice di ritmo e di pressione. Deve trovare quella che tu chiami “velocità di crociera”. Ma la deve trovare contro le top 20. Perciò va dove sono loro. E per me fa bene. A costo di perdere. Perdendo con le grandi si impara a vincere. 75° o 55° poco cambia. Quando sarà pronta (se sarà pronta) 1500 punti si fanno in 6 tornei. Gli 800/900 punti l’anno ce li ha già sia nel braccio sia nella testa. Bisogna vedere se ha anche i 2000/2500. Sara è stata 4 anni a cavallo della 40/50° e nessuno le ha rotto le palle……..
    Camila è una giocatrice diversa…..è giusto che trovi strade diverse. La sua strada…..fare 3 ITF ricchi per recuperare 300 punti si fa sempre in tempo….

  63. by t.o.

    @GIEMME il mio commento è stato messo in moderation poichè ha i link per i tornei che mi hai chiesto.
    Tra un po sarà sbloccato le liste le trovi su Wikipedia digita i nomi dei tornei e vedi.

    ti ripubblico invece il mio ragionamento per la TdS sulle qualifiche……..

    Tre tornei sono 75 atlete. Levane tre o quattro che non partecipano (infortuni o altro) 8 sono alla Hopman.
    Diciamo 63/65. le 25 di di Auckland sono tutte dentro le 78° le 25 di Brisbane sono entro le 40. le 8TdS in Cina sono fino alla 56.
    25 Br + 22 Au + 8 Ch fanno 55 fino a 63/65 mancano da 10 a 12
    se le rimanenti 17 in cina sono almeno la metà tra 57° e 74° perciò almeno 7 rimangono tra 3 e 5 classificate meglio di Camila……..non vorranno mica tutte fare le Quali a Brisbane……speriamo che non siano tutte matte come Camila………

    Potrei sbagliare ma non credo……..

  64. by t.o.

    @GIEMME L’ho scritto di getto ma dovrebbe essere così. per cominciate le entry list le trovi…….su Wikipedia.
    Sembrava stano anche a me ma è così. forse hanno deciso di utilizzare questo strumento perchè facilmente raggiungibile da tutti. http://en.wikipedia.org/wiki/2013_ASB_Classic http://en.wikipedia.org/wiki/2013_Shenzhen_Open
    http://en.wikipedia.org/wiki/2013_Hopman_Cup

    Tre tornei sono 75 atlete. Levane tre o quattro che non partecipano (infortuni o altro) 8 sono alla Hopman.
    Diciamo 63/65. le 25 di di Auckland sono tutte dentro le 78° le 25 di Brisbane sono entro le 40. le 8TdS in Cina sono fino alla 56.
    25 Br + 22 Au + 8 Ch fanno 55 fino a 63/65 mancano da 10 a 12
    se le rimanenti 17 in cina sono almeno la metà tra 57° e 74° perciò almeno 7 rimangono tra 3 e 5 classificate meglio di Camila……..non vorranno mica tutte fare le Quali a Brisbane……speriamo che non siano tutte matte come Camila………

    Potrei sbagliare ma non credo……..

  65. TEUS by TEUS

    Il bello delle discussioni è esprimere le proprie opinioni in completa libertà a patto che si tenga un tono civile. Mi sembra che ciò ultimamente avvenga qui e quindi nessuno si può infastidire.
    Detto ciò ritengo che a questo punto della carriera di Camila sia molto più utile parlare di programmazione, aspetti tattici, tecnici e mentali piuttosto che fossalizzarsi sulla classifica che ha o che potrebbe avere tra un paio di mesi.
    A voler essere pignoli non esiste nemmeno una regola fissa per quanto riguarda la crescita (ci sono stati giocatori esplosi nell’arco di un torneo e altri giocatori che si sono costantemente migliorati di anno in anno). Quindi: dove vuole arrivare o sente di poter arrivare Camila?
    E’ chiaro a tutti per innumerevoli motivi che il mirino, aggiungo giustamente, è puntato molto in alto.
    Lei ha i colpi e tutte le carte in regola per aprirsi un varco nella tortuosa DIRETTISSIMA. Ce la farà a gennaio, a maggio, a settembre, tra due anni o mai? Nessno può dirlo con certezza. Giusto provarci da subito però.

  66. by GIEMME

    scusa t.o.
    se il taglio delle 25 è quota 38, come io avevo ipotizzato(40).
    mi dici come farebbe Camila ad essere tds nelle quali?
    significa che da quota 39 fino a 74(?), andrebbero quasi tutte negli altri tornei?
    a parte le TDS di Brisbane che ho visto anch’ io, dov’è che hai visto il resto?

    riguardo Rimini, volentieri mi giocherei la cena…
    ma disto diverse centinaia di km e non potrei assicurare la mia presenza, causa lavoro e famiglia.
    ma se ci fosse Camila, cercherei di fare l’ impossibile.
    ne riparliamo piu’ avanti…

  67. biglebowski by biglebowski

    dove hai trovato le entry list?

  68. by t.o.

    Ho sottomano i tre tornei Brisbane TdS 1° a 10° Rad grande a Auckland e Li Na in Cina.
    Auckland 4-18-23-26-27-29-33-39 Cina 7-11-22-25-28-40-53-56.
    La Hopman Cup prende solo Ana delle top 20.
    Abbiamo tutta la seconda decina (12/21) un paio di 20° e 8 30/38 a chiudere il MD di Brisbane.
    Camila andrà alle Q con la testa di serie 3 o 4 . Troverà tutte 80/110 e se passa sarà come entrare nei 16° di uno slam con tutte le prime 32 ancora in corsa. Non male……..A questo punto speriamo che trovi la 12°……..
    Con Nadia non c’è 2 senza 3 ……………L’anno scorso le top 10 erano ancora a togliere le palle dall’albero.
    Quest’anno pretendono di metterle tutte in campo…:-) 🙂
    C’est la vie…….GIEMME…….non hai tutti i torti …..ma che ci vuoi fare….la Bimba è fatta così…..speriamo bene. Sono ancora in attesa di chi si gioca la cena con me per 7 game fatti contro serena 🙂 🙂
    Pago a rimini il 9 e 10 di febbraio…..ma solo se Barazza convoca Camila…….

  69. by GIEMME

    ragazzi…
    che volete che vi dica?
    mi sembra che il mio modo di essere cauto vi dia quasi fastidio!
    fatevene una ragione, come io mi faccio una ragione che a voi piace volare alto. 😉

    comunque, biglebowski prospetta i punti in scadenza delle dirette rivali in classifica…
    qualcuno, anzi credo molti di voi diranno:
    “meglio, cosi’ mal che vada non perdera’ posizioni…
    tentare non nuoce, sopratutto in questo periodo in cui Camila sconta pochi punti”…

    io invece direi:
    ” in una circostanza del genere, fare punticini SICURI,
    significherebbe un buon balzo in classifica gia’ forse a fine gennaio”…

    tant’ è che comunque, rispetto le decisioni prese dall’ alto.
    ma non le condivido…

    torniamo a cio’ che gia’ si sa di Brisbane 2012…
    le 8 tds saranno:
    Serena Williams, Victoria Azarenka, Maria Sharapova, Sara Errani, Angelique Kerber, Petra Kvitova, Caroline Wozniacki e Sam Stosur.
    questo piu’ che un premier, pare uno slam…

    se le prime 8, sono tutte topten, il taglio a quota 25 del MD,
    è facile immaginare che avverra’ verso quota 40.

    a Tokyo ad esempio, le tds erano comprese nelle prime 10 come qui.
    e il taglio a quota 25 (quello era un 64 in realtà), era posto in posizione 31 WTA…

    tutto questo per dire che, Camila fara’ di sicuro le qualifiche.
    ma di sicuro saranno qualifiche tutt’ altro che facili…

  70. biglebowski by biglebowski

    @chi interessa, qualche pippa statistica

    riporto i punti che le 10 giocatrici che precedono camila in classifica dovranno scartare fino agli australian open compresi:

    74) peer 230
    75) larsson 5
    73) kuznetsova 350
    72) hampton 176
    71) king 252
    70) vesnina 75
    69) rux 5
    68) erakovic 100
    67) parmentier 100
    66) hlavackova 60

    75) camila giorgi 8

  71. biglebowski by biglebowski

    discussione piuttosto sterile questa della scelta tra tornei.
    la qualità delle avversarie sarà determinata dalla manina di chi estrarrà le palline ed è poco importante in questa fase.
    indubbiamente meglio le qualificazioni, una sorta di precampionato per restare in paragoni calcistici: giocare per valutare la bontà del lavoro pre-season ed eventualmente adottare dei correttivi.

    vorrei chiedere a chi è informato notizie circa la tempistica delle uscite delle entry list wta.

    ty

  72. TEUS by TEUS

    GIEMME, perdonami, ma se prima ti capivo, ora ho qualche difficoltà in più. Giusto però che ognuno abbia i suoi punti di vista, ci mancherebbe.
    Ricapitolando: due sole settimane per preparare uno slam dopo un periodo di pausa di oltre un mese e mezzo. Impossibile sapere quali giocatrici saranno in buona forma e quali no quindi.
    Bisogna scegliere tra tornei che hanno sostanziali differenze gli uni dagli altri soprattutto per una questione di punti per la classifica.
    Considerando anche che i maggiori problemi di Camila non derivano da carenze fisiche o tecniche, non vedo per quale motivo dobrebbe concentrarsi così tanto sulla posizione che le sue eventuali avversarie hanno in classifica.
    La stragrande maggioranza delle tenniste arriverà all’AO con pochissime partite nelle gambe perciò fare calcoli ora non conviene secondo me.
    Bisogna solo allenarsi BENE per tutto il mese di dicembre.
    Detto ciò anch’io penso sia meglio che lei faccia le quali a Brisbane. A Brisbane, appunto.

  73. by GIEMME

    peggio quindi di cio` che immaginavo.
    a questo punto é auspicabile davvero che faccia le quali…
    buonanotte a tutti.

  74. by t.o.

    @GIEMME Pensavo che piovesse ma non che diluviasse. Non so quanti soldi hanno offerto gli organizzatori ma ti comunico che le TdS a Brisbane sono…..Tutte Top 10. A questo punto se mi metto la parrucca e vado a giocare in cina il 3° torneo arrivo ai quarti 🙂 A questo punto speriamo che non entri in tabellone e si faccia una quali da TdS. Qualche punto ed entrare in Tab a braccio caldo. Tolte le TdS non so chi è iscritta. A questo punto le altre dovrebbero essere almeno 20 posizioni più giù. Speriamo che le Top 10 arrivino cariche di lavoro per essere al top dopo 15 giorni. Camila dovrebbe fare come il Chievo di del Neri . Preparazione anticipata e partenza del campionato a razzo mentre Inter roma e Juventus erano ancora imballate dal lavoro estivo finalizzato alle coppe. Scusa il paragone calcistico ma chi ha fatto sport agonistico sa di cosa parlo. Vediamo il lato buono. Se becca Serena sono sicuro che farà almeno 7 giochi
    Scommetto una cena per quattro che pagherò a Rimini se Barazza chiama Camila in fed cup…….

  75. by GIEMME

    t.o.:
    certo, provarci è giusto.
    ma è giusto anche valutare i rischi.

    guardiamo solo per un istante al rancking delle tds del 2012,
    per capire il grado di difficoltà:
    Auckland:
    15, 17, 19, 20, 21, 23, 26, 30.
    Brisbane:
    6, 10, 11, 12, 13, 14, 16, 18.

    quest’ anno,sara’ ancora peggio:
    sono gia’ iscritte a Brisbane:
    Maria, Serena, Sam e notizia di oggi Sara.
    gia’ 4 top 10.

    mi pare di ricordare che in un International,
    sia accettata una sola topten.

    con un tabellone a 32, per Camila il rischio di uscire al primo turno, supera di molto il 50%.
    ad Auckland invece, a mio avviso avrebbe ottime possibilita’ di arrivare almeno al 2° turno, per non dire il 3° con un po’ di fortuna.

    è ovvio che rispetto le loro scelte.
    ma la faccenda mi preoccupa e non poco…

  76. by t.o.

    @GIEMME Chi vede il bicchiere mezzo pieno non può dire a chi lo vede mezzo vuoto che sbaglia. Hanno ragione tutti e due. Vediamo la questione classifica. Camila si sveglia domani……e siamo al 2 gennaio 2012.
    Quasi un anno fa. Lei è li con i suoi 842 punti e si trova……82° . Aspetta settimana per settimana con i suoi piccoli 842 punti e si vede salire la classifica nelle successive 6 settimane fino al 71° posto. Non guadagna un punto, non perde un punto e si trova a guadagnare 2 posizioni a settimana. magie della teoria dei grandi numeri………le medie si fanno sulle ascillazioni….tanto puoi andare giù altrettanto puoi andare su.

    Vediamo invece i tabelloni: Solo due (una per torneo) delle 8+8 TdS che stanno meglio oggi di un anno fa.
    Serena (brisbane) che era 10° e ora e 3° ma lasciò il torneo per infortunio, e Julia Georges (auckland) che era 21° e ora è 18°. tutte le altre Hanno fatto il 2012 in calando…qualcuna addirittura precipitando (infortuni o cali di forma) Schiavone, Kim (che si ritira definitivamente) Petkovic, Kuznestova, Peng, Flavia (infortunio) Pavlincenkova.
    Ora, come sai, salire può essere veloce, ma scendere è sempre molto lento. Se consideri che Flavia, che è addirittura ferma da sei mesi ha perso “solo” 25 posizioni. Francesca che ha fatto un 2012 con 22W e 25L ne ha perse solo 24° (e partiva dall’11°) Anno nuovo Vita nuova diceva un vecchio adagio popolare.
    Preferisci una 30° in forma o una 10° come la Francesca del 2012? Infortuni, cali di forma, Tolte le magiche 4 che vincono anche con una gamba ingessata, dire oggi qual’è il torneo meno duro è una lotteria. L’unica cosa certa è che uno vale il doppio dei punti dell’altro. Sai perchè la coppa dei campioni di calcio è aperta alle prime 2 o 3 di ogni campionato che conta? Perchè in genere l’anno dopo aver vinto uno scudetto la squadra campione non era la più forte del proprio campionato. Le TdS del 2013 sono lì perchè hanno vinto molto nel 2012. Nel 2013 come andrà?
    Le TdS di Brisbane hanno perso in un anno in 7 (tolgo Kim ritirata) 147 posizioni
    (molto è merito della petKovic) quelle di auckland 147 posizioni in 8. Al netto delle posizioni guadagnate.

    Come vedi abbiamo una sfera di cristallo alquanto opaca……Santa estrazione salvaci tu.

    Ma purtroppo il problema è un’altro. Se non ci provi in un mese in cui se anche perdi sempre al primo turno 1+1+5 fai gli stessi punti che devi scartare (8) quando ci provi? Il 20 febbraio del 2012 con 841 punti Camila sarebbe stata 71° Il 21 Febbraio 2012….avrebbe battuto per la prima volta Nadia Petrova…..

  77. by GIEMME

    @T.O.:
    ti ringrazio per aver condiviso gran parte del mio pensiero.
    ma su un paio di punti cui fai riferimento, ti devo purtroppo contraddire:

    tu dici che a Auckland e a Brisbane
    la partecipazione delle tenniste è omogenea.
    non è cosi’.
    è si vero che nel 2012 la dead line per entrambe i tornei è passata intorno alla 75ma posizione.
    quindi Camila potrebbe entrare direttamente nel MD in entrambi,
    considerando che quest’ anno nello stesso periodo abbiamo anche un altro International.
    ma vedi, le ragazze nei due rispettivi tornei non si sono distribuite in modo uniforme.
    basta andare a vedere i rispettivi MD dello scorso anno.
    ad Auckland sicuramente Camila avrebbe molte piu’ possibilita’ di superare almeno il primo turno.
    che significherebbero 32 punti.
    a Brisbane il rischio di tornare a casa con 1 solo punto, è tangibile.
    guarda il Md di Brisbane del 2012 e dimmi con obiettivita’, la Camila attuale con quali di quelle avrebbe la possibilita’ di partire come favorita….

    seconda considerazione.
    dici che io sbaglio nell’ affermare che si finisce indietro stando fermi.
    tanto da porre due livelli di punteggio ( 800 e 900), dicendo che basta verificare…
    bene, io verifico e ti confermo che quei livelli non restano inalterati sulla stessa posizione in classifica.
    ho fatto diverse verifiche a caso:
    in periodi piu’ o meno brevi, la classifica puo’ mutare a parita’ di punteggio entro quella fascia, anche di 3/4 se non addirittura 5 posizioni!!!
    ti sembra poca cosa?

    ripeto che il tennis è una brutta bestia.
    molto spesso diventa fondamentale anche solo 1 posizione in piu’ o in meno, per la partecipazione ai tornei,
    mediante passaggio come TDS o come accesso nei MD o nelle qualificazioni.
    in ogni torneo, c’ è sempre e ci sara’ sempre 1 ragazza che maledira’ di non essere stata piu’ avanti di una posizione, perchè ne sara’ tagliata fuori…
    figurarsi se non sono fondamentali 3/4 posizioni, o peggio 5 posizioni…

    guardate, lo dico a tutti:
    sognare è bello e qui stiamo spingendo inconsciamente Camila verso orizzonti che ad oggi non gli appartengono ancora.
    bisogna farla crescere… crescere nella maniera piu’ giusta.
    ossia in modo costante ma GRADUALE.
    anch’ io sogno per lei un accesso diretto nel MD di Roma e come TDS a Wimbledon.
    non lo sogno meno di voi. ne potete stare certi…
    ma se esiste una possibilita’ che cio’ possa avverarsi,
    che comunque la reputo abbastanza complicata…
    questa possibilita’ per lei non passa di sicuro attraverso la via DIRETTISSIMA che le disegnate.

    a stare con i piedi per terra,
    ci si scotta meno quando arrivano le inevitabili sconfitte.
    a sognare troppo invece,
    prima o poi i castelli in aria crollano e se ti ci trovi sotto…

  78. TEUS by TEUS

    Capisco il punto di vista di GIEMME ma condivido in toto quello di t.o.
    Io continuo a pensare che la DIRETTISSIMA sia la strada migliore anche perché prima dell’AO ci sono in ogni caso solo due tornei (e come ha sottolineato giustamente t.o. potrebbero benissimo presentare le medesime difficoltà). Due tornei che arrivano dopo un periodo lungo di pausa tra l’altro.
    Perché aspettare? Perché non provare a fare subito punti pesanti?
    Non penso sia utile a Camila fare troppi calcoli dal momento che lei punta in alto.

  79. by t.o.

    Tutto ciò che scrive GIEMME è condivisibile. Una sola cosa è sbagliata . La posizione in classifica. Le posizioni sono legate ai punti non alle avversarie. Prova ad andare sulla classifica di qualunque giorno del 2012 e scoprirai che i punti da 800 a 900 inglobano 10/12 giocatrici tra l’80° e la 70° posizione. 2 più su, 2 più giù 850 punti valgono la 75° Così come 2 più su 2più giù 950 valgono la 65°. Il monte punti annuo è quello e per ognuna che vince un torneo c’è quella che lo ha vinto l’anno prima che perde quei punti. Verificare per credere. Per il resto la tua è un’analisi più che condivisibile. Ma purtroppo (o per fortuna) Sergio e Camila hanno scelto l’altra opzione. Perciò siamo costretti a fare analisi su questa decisione. Il “se avesse fatto” non fa la storia. La realtà è questa. Analizziamo pro e contro. Se Brisbane avesse dalla 1° alla 32° e Auckland dalla 33° alla 72° potrei darti ragione. purtroppo le atlete si mischiano in modo abbastanza omogeneo. Pescare la la TdS 1 o 3 o 5 significa sia qui sia là scontrarsi con una top 10. Pescare la Q o la WC significa sia quì sia là giocare con una 80/150. Noi stiamo parlando di passare un turno (obiettivo minimo) Non credo che il 1° turno di uno sia più o meno facile del 1° turno dell’altro. Sono certo però che vale il doppio dei punti. Rispetto a Sidney poi le Quali valgono quasi quanto un 1°turno 220K (ora 235K). la Lep dell’anno scorso con le Quali ha fatto più di 100 punti. Poi se va bene entri in un torneo più ricco (di punti e di soldi).
    Terza considerazione: Camila non gioca contro le classifiche. gioca contro altre tenniste. Alcune le soffre di più altre di meno. Non si impressiona per il Ranking, preferisce Petrova a molte delle numero 60. E poi è con le Petrova che si vuole confrontare. Ancora riesce a vincere meglio quando non ha niente da perdere. Essere stata TdS 1 due volte non gli ha portato fortuna……….

  80. by GIEMME

    ahhh. la DIRETTISSIMA…
    non vorrei apparire come quello fuori dal coro.
    sara’ che la mia posizione di collaboratore sportivo nel modo giovanile,
    mi porta a pensare in modo un po’ piu’ realistico di voi,
    ma desidero ricordarvi che il tennis è una brutta bestia…

    nel tennis se ti fermi, non riparti dalla stessa posizione, ma da N. posizioni indietro.
    e questo comporta per forza di cose, un dispendio maggiore di tempo, per poter raggiungere i medesimi obiettivi.

    nel concreto, ci vuole anche fortuna.
    fortuna a non incontrare le avversarie sbagliate al momento sbagliato!

    se nella programmazione di gennaio, partecipi in due premier + AO,
    il rischio di fare il minimo è superiore al 50%.
    quindi è un rischio assolutamente tangibile… REALE!!!

    possiamo analizzare la peggiore delle ipotesi anche?
    o vogliamo solo fantasticare su quali siano gli scenari migliori?

    la Camila di oggi, avrebbe una probabilita’ superiore alla media, in uno scanario DIRETTISSIMA,
    di portarsi a casa solo il minimo.
    ossia 1+1+5 punti.
    è vero che difende pochi punti in gennaio (8 in totale).
    ma molte altre la scavalcherebbero in classifica,
    complicandole ulteriormente il cammino nella nuova stagione.

    questo è uno scenario molto realistico.
    in considerazione anche del fatto, che Camila da qui a fine anno, sicuramente non sara’ piu’ 75ma,
    perchè in giro per il mondo si continua a giocare…

    in fondo, se guardiamo alla tournèe asiatica, Camila ha superato UN primo turno solo per il ritiro di Sara.
    se guardiamo agli Uo, è uscita al 1° turno per mano di una Pironkova, che in molti davamo per possibilista.
    pensiamo se le capitasse di peggio di una Pironkova agli AO.
    e questo ripeto, non è Fantatennis, ma una possibilita’ concreta, se non sei TDS.

    insomma, va bene sognare, va bene analizzare possibilita’ e quant’ altro.

    ma stiamo un attimo anche con i piedi piantati a terra, considerando anche le ipotesi peggiori, in una scelta di DIRETTISSIMA,
    che se non sale a livello tecnico in questo periodo di stop, sasanno tutt’ altro che remote!
    non basta solo dire : se va male pazienza.

    ne va in gioco l’ obiettivo di una stagione intera.
    ossia TDS a Wimbledon, per difendere il cambialone in scadenza!!!

  81. by t.o.

    @big Guarda big che non c’è bisogno di scomodare fenomeni (capriati & C ). Basta prendere la Lepchenko.
    Per rimanere su una che Camila ha affrontato contendendole un set 7-6. Ha fatto in un anno 127° fino al 20°
    Senza mai vincere un torneo facendo una Semi e due quarti. Tra gennaio e Rolland Garros ha fatto oltre 600 punti al netto degli scarti. 21W e 13L . 11 di queste vittorie avvengono in qualifica.
    Non è nulla di eccezionale…..è solo un buon periodo. Con 650 punti netti Camila va a in 30° posizione.
    Una qualifica vinta in un premier vale un secondo turno in un international..
    Ti ripeto, basta mantenere un 1W/1L e alla faccia di chi ride la TsD di Parigi non è impossibile. Quella di Wimbledon è addirittura Probabile. E’ chiaro che serve un salto di qualità. E neanche troppo grande. Camila le partite le perde sempre per pochi punti. A volte le perde facendo più punti dell’avversaria.
    Non ha bisogno di fare imprese. Qualche non forzato in meno, qualche prima palla in più. Su questo deve lavorare fino a gennaio. Abituarsi a giocare più serena. L’attuale classifica e l’attuale montepremi vinto dovrebbero avergli dato un po’ più di autostima. Non credo sentirà il bisogno di dimostrare “chissacchè a chissacchì”. A me non deve dimostrare nulla. Solo farmi vedere come è capace di giocare…..il resto viene da solo.

  82. biglebowski by biglebowski

    come dice giustamente t.o.sperare per il meglio è da contratto in un sito di appassionati.
    comunque per non essere tacciato di eccessivo ottimismo mi sono preso la briga di spulciare nelle performance di alcune atlete (non tutte fenomeni) che hanno avuto negli ultimi 5 anni miglioramenti di ranking simili a quelli che ho dato come obbiettivo difficile da centrare ma non irragionevole.

    2011 begu giu 87 sett. 38
    2010 kvitova mar 65 sett 24
    2009 oudin mag 125 ott 42
    2008 woz gen 64 giu 26
    2007 szavay mag 129 set 29

    se qualcuno trova altri esempi sono ben accetti.
    sarei poi ben felice comunque di registrare nei prossimi sei mesi un miglioramento meno repentino, ma comunque costante.

  83. TEUS by TEUS

    Eh già, t.o. Probabilmente senza quel dolore ci sarebbe stata anche la rivincita con la Keys auspicata da me e magari con risultato diverso.
    Cederci, certo. Ci sono anche i motivi per farlo e quindi positività e testa alta. 😉

  84. by t.o.

    @TEUS Hai pubblicato mentre scrivevo perciò ti rispondo ora. Il bello del tennis è che in linea puramente teorica laTdS la potrebbe avere già agli AO. E’ chiaro che questa è fantascienza. Ma non è impossibile.
    Se Davide avesse detto: “…azzo quanto è grosso quel Golia” forse la civiltà avrebbe preso una strada diversa.
    Crederci. In fondo è solo una partita. Una alla volta……..poi noi ci contentiamo anche di due secondi turni….i 120 punti che forse ha perso per un dolore alla spalla. Che non ha mei però messo come scusa…..

  85. by t.o.

    @Madoka Speriamo bene per Camilla in questo sito è per “contratto”. Se dovessimo stare qui a gufare……
    Speriamo bene non è suonare le trombette. E’ semplicemente sperare bene. Se un bicchiere è mezzo pieno significa vedere la parte piena. Non siamo beceri tifosi…siamo solo fiduciosi. I punti da 0 a 842 sono più facili di quelli da 842 a 1684? Certo che si. Ma è anche vero che l’età media delle top 10 è di 26 anni, e delle top 20 di 27. Chi è che ha fretta? Noi o Camila. Lei tra l’altro è una latina perciò più lenta a maturare psicologicamente. Oggi come oggi ha la certezza della tranquillità economica almeno per tutto il 2013. Quanto varrà questo? Non lo so. Ma certamente influirà. Influirà sulla sua autostima il continuare a salire la classifica. Dovrebbe davvero avere un brutto black-out per non guadagnare almeno 10 posizioni entro 3 mesi. Ci dimentichiamo che nei mesi post Wimbledon che abbiamo vissuto come un incubo ha guadagnato 18 posizioni. Quando ha perso contro Rad grande non ha detto: ” era la 3° al mondo” ha detto ” ho giocato malissimo”. E ha pianto. Come si fa a non fidarsi di una così? Poi se andrà male pazienza…ma almeno non abbiamo un’altra piagnona che all’italiana dice sempre che è colpa di qualcun’altro…….

  86. TEUS by TEUS

    E ribadisco, per concludere, che l’obettivo per i primi mesi dell’anno dovrebbe essere quello di entrare al Roland Garros come testa di serie considerando che la terra è senz’altro la superficie a lei meno congeniale. In questo modo si potrebbe passare qualche turno anche lì e ottenere punti davvero pesanti poco prima di Wimbledon.

  87. TEUS by TEUS

    Io, come già detto, condivido pienamente la DIRETTISSIMA in primis per una questione di testa: se farà bene, prenderà fiducia e di consegenza diventerà finalmente anche più “cattiva” (cosa fondamentale nel tennis per svariati motivi e non a caso ricordata da t.o.). Se invece andrà meno bene… pazienza. E’ sempre esperienza ai massimi livelli (quelli a cui lei giustamente aspira) senza essersi preclusa la possibilità di fare international dato che non deve difendere tanti punti a inizio stagione.
    Poi penso le sarà utile anche tatticamente [dovrà per forza cominciare a guadagnarsi punti in vari modi (qualche smorzata in più quando ha i piedi dentro il campo e l’avversaria in fondo a remare non guasterebbe) e non solo con colpi vincenti dato il valore delle avversarie]. Prima o poi questo passo sarà da fare (meglio provarci subito allora). Il braccio grazie al cielo c’è e lo sappiamo tutti dato che non guardiamo tennis da ieri.
    La ragazza ha 21 anni ancora da compiere e io la prima volta che la vidi giocare feci una dichiarazione ardita: vincerà uno slam entro il 2018.
    Vi assicuro che non è da me fare dichiarazioni ardite quando parlo di tennis e quindi se ne faccio una… voglio prenderla! 😀
    Via per la DIRETTISSIMA, Camila! La tua strada è quella.

  88. Madoka by Madoka

    Speriamo bene t.o.

    Io facevo quel discorso perchè ammesso che i sorteggi alla fine di bilancino, è importante partire bene, perchè la testa in questo sport conta tanto. Se sei in fiducia e magari l’altra no, la partita la vinci, anche avendo meno tennis.

    Poi magari fai sti 160 punti, invece di 75 sei numero 60, decidi di partecipare ad un international, per il rotto della cuffia sei testa di serie, hai altri due sorteggi facili e così via…

    🙂

  89. by t.o.

    @Madoka Anch’io dopo aver puntato 100 euro sul rosso dopo che sono usciti 5 neri temo di perdere. La sorte (e i numeri) non ha memoria…….ma non è così vero. Non ha memoria ma ha l’istinto di bilanciare a fine serata i neri coi rossi. E 6 neri di fila capitano una volta ogni 3 giorni. Questo per dirti che necessariamente nel corso dell’anno le capiterà una numero 1 , una top in discesa e una 60° in ascesa….vedrai che a consuntivo sarà così. Perciò parlo di W/L . Con chi capita capita, in qualunque torneo capita 1/1 W/L fino ad aprile le varrà da 450 a 900 punti …….da 20 a 35 posizioni…..

    Se poi non lo fa………Ma se mantiene il 2/1 del 2012? Non dobbiamo fare sempre i Murphy….

  90. by GIEMME

    per me, la via maestra che dovrebbe seguire una come Camila,
    a questo punto della sua carriera tennistica, è quella degli International.
    ovviamente con qualche variante su possibili premier.
    puntare da subito solo sui premier, o sopratutto su quel tipo di torneo…
    rischia di far raccogliere davvero poco.
    ovviamente spero di essere smentito…

  91. Madoka by Madoka

    Difficile fare delle previsioni, almeno per me.

    Perchè purtroppo mi faccio prendere dal tifo e invece di essere razionale ed oggettivo, proietto le mie aspettative ed i miei desideri.

    Cosa aspettarsi dalla tournée Australiana ?

    Io non lo so, posso dire che per me renderebbe la tournée soddisfacente. Due turni passati. Uno in uno dei due Premier ed uno agli AO.

    160 punti. Credo che con 160 punti possiamo tutti quanti ritenerci soddisfatti ( o almeno io mi riterrò soddisfatto.

    Mi rendo però conto che ad oggi, è davvero difficile fare delle previsioni.

    In che stato di forma sarà Camila ad inizio gennaio ? L’anno scorso ha iniziato con un primo turno ed un secondo turno in due ITF. Due anni fa con due semifinali. Quest’anno ?

    Dipenderà da molte cose, magari cambieranno la preparazione, visto che per la prima volta affrontano una stagione che per forza di cosa richiederà un’intensità diversa. Magari cambieranno qualcosa nel suo tennis –> il servizio. Magari ci metterà tempo ad assimilare l’eventuale nuovo modo di battere ( e ne approfitto per chiedere a Alberto e Matteo di farci avere notizie quando inizieranno la preparazione, su cosa lavoreranno, cosa avranno intenzione di cambiare.

    E’ difficile fare un pronostico perchè puoi fare tutto bene, ma alla fine ci vuole fortuna. Fortuna che io ritengo fondamentale quando vengono sorteggiati i tabelloni.

    Fortuna nell’evitare un’Azarenka una nel 2011 non ha perso una partita fino a Key Biscayne. O magari fortuna nel sorteggiare una Sam Stosur che fa sempre molta fatica nei tornei casalinghi in quanto soffre oltremodo la pressione. Fortuna nel sorteggiare una top 10/20/30 appena ritornata da un infortunio, sfortuna nel sorteggiare una top60 che però è in forte ascesa e vale molto di più di quello che la classifica ( un numero ) dice.

    Mi fermo qua per ora, inutile andare troppo avanti. Poi la classifica sarà una conseguenza delle vittorie.

  92. by t.o.

    @big e anche per gli altri…..
    Tu sei più ottimista di me. Ma torniamo ai numeri. Prendiamo una tennista che Camila ha battuto e che possiamo considerare una pari livello. Tatishvili. comincia il 2012 al 89° e chiude l’anno al 52°. +47 posizioni. Come avviene questa piccola scalata. con una serie da 29W e 27L un rapporto circa 1/1.
    Considerate anche che 8 di queste 29W avvengono in ITF (4 a Biella maggiore avversaria con cui perde 89°)
    e 4 in Qualificazioni (3 con atlete oltre il 200°). Queste 8 vittorie rendono meno di 150 punti. Meno di due vittorie in uno slam, meno di tre vittorie in un premier.
    Perciò con il percorso che ha scelto Camila anche un 24W 27L potrebbe bastare a scalare 30/40 posizioni.
    Nei tornei ricchi la strada è più difficile? Mica vero. E’ chiaro che se becchi sempre una tesa di serie “alta” al primo turno è dura. Ma negli slam ci sono 18 tra Q e WC. E sulle rimanenti 108 ci sono anche altre 30 dal 75° in poi. 48 tecnicamente “facili”. Altre 48 alla pari e 50 Fuori portata. Questo dicono i numeri. Noi sappiamo che con Camila queste sono frasi al vento. E tutti ci aspettiamo una settimana “magica”. Ma quella se viene viene. Noi oggi dobbiamo ipotizzare la via più “probabile” per salire di Classifica.
    Facciamo un pargone con Sara . Sara vince poco con atlete “sopra” di lei ma non perde mai contro atlete sotto di lei (tolti un paio di casi) Quello che è sorprendente è che questa regola l’ha mantenuta anche durante la sua scalata al paradiso…. Camila nonostante possa perdere anche con me ma può vincere contro chiunque non è mai scesa in carriera sotto un rapporto 1/1 W/L e questo sia quando era 800° o 400° sia ora che è passata dal 145° al 75° con una media 2/1 W/L. se anche dimezza questa media (mi sembra un buon correttivo di realismo) farebbe meglio della Tatishvili……Poi Camila ci smentirà (in positivo o in negativo) ma i dati sono questi

  93. biglebowski by biglebowski

    OBIETTIVO: TESTA DI SERIE A WIMBLEDON (PERCHE’ NON E’ IMPOSSIBILE)

    IL CEMENTO AUSTRALIANO

    Camila Giorgi inizierà la nuova stagione tennistica con la tournee australiana avvalendosi del suo best ranking (75).
    Dovrebbe entrare nel tabellone principale del Torneo Premier di Brisbane, considerato che nel 2011 il taglio è stato al 72° posto del ranking, e che nel 2013 nella stessa settimana è stato aggiunto un International in Cina, e che si giocherà contemporaneamente un altro International ad Auckland e la competizione a squadre Hofman Cup.
    La settimana successiva sarà impegnata a Sidney, altro Premier, dove partirà invece dalle qualificazioni.
    Quindi prenderà parte per la prima volta agli Australian Open.
    Di seguito i punti che questi tornei assegnano:

    BRISBANE: 1/60/120/200/320/460
    SIDNEY: 1/60/120/200/320/460
    1/8/12/20 /qualificazioni)
    AUTRALIAN OPEN: 5/100/160/280/500/900/1400/2000

    Molto dipenderà dalla composizione dei tabelloni, ma possiamo azzardare un obiettivo di 150 punti che la porterebbero intorno alla 60/65 posizione della classifica.

    FEBBRAIO E MARZO (U.S.A. e altro)

    Se la Federazione Italiana sarà ragionevolmente lungimirante e se i programmi di Camila lo consentissero, potrebbe arrivare la prima convocazione per la Fed Cup in programma il 4 Febbraio, cui potrebbe seguire la partecipazione ai due importanti tornei mediorientali di Doha e Dubai, anche se in questo caso, appare difficile evitare le qualificazioni, o in alternativa la scelta di fare Parigi ( in caso di no fed cup) e Memphis in preparazione dei ricchi tornei americani di Indian Wells e Miami e a seguire Charleston (green clay).
    Serve assolutamente un risultato importante in questa fase e una certa regolarità. Servono altri 200 punti per avvicinare la cinquantesima posizione perché c’è qualche cambiale da onorare, con una media quindi di 40 punti per torneo. Decisamente non facile, ma non impossibile. Per esempio, bisogna vincere due partite in un torneo, superare le qualificazioni di Parigi e vincere una partita di primo turno in uno degli altri tre per andarci vicino.

    LA STAGIONE EUROPEA SULLA TERRA ROSSA
    STUTTGARD, FES o ESTORIL, MADRID, ROME, STRASBOUG o BRUSSELS, ROLAND GARROS

    Nel periodo corrispondente si scartano 130 punti. Per arrivare ai necessari 1450 occorre farne 400/450.
    Saranno tutti main draw e facendo 6 vittorie e 6 sconfitte si superano i 300 punti. Ci vuole anche un secondo turno: 7 vinte e 6 perse e siamo dentro.
    Ci saremmo vicinissimi. A condizione di raccogliere qualche punto anche nei tornei su erba pre Wimbledon.

  94. by t.o.

    E’ vero che i fatti di cronaca fanno scrivere e commentare di più, ma è anche vero che la mancanza di cronaca permette di scrivere in modo più ragionato.
    E dato che anche noi utenti del Blog abbiamo vissuto una stagione particolarmente stressante cerchiamo anche noi di riposare cervello e “polpastrelli” e prepariamoci alla nuova stagione, che si preannuncia piena di eventi.
    Io frequento questo blog perchè mi diverte. Perchè mi piace il tennis, perchè mi piace Camila, perchè sono un appassionato di tecniche e di stretegie. Poter perciò applicare la mia passione per le strategie, in uno sport dove la testa conta come la componente fisica, e su una Camila, che ha “il braccio” (la componente fisica) potenzialmente al livello delle migliori e che di testa può ancora migliorare…..queste cose insieme, non c’è che dire……sono davvero un bel passatempo.

    La mancanza di cronaca da anche un grande spazio da riempire sul blog, perciò anche i più pragmatici, e sintetici frequentatori, mi perdoneranno un intervento che certamente non sarà breve. Noioso? spero di no.

    La cosa che mi affascina del tennis è che è uno sport senza certezze.
    Non esiste un solo punto della gara, comunque sia andata in cui puoi dire: HO VINTO.

    Mi suona strano perciò leggere qualcuno che ha certezze analizzando uno sport che non ha certezze.
    Diciamo perciò che il tennis ha tante verità diverse, tutte verosimili.
    Per essere verosimile è necessario che sia possibile.

    E’ possibile che Camila vinca tutti i tornei a cui partecipa fino alla fine di Marzo.
    Se ciò accadesse sommerebbe quasi 8000 punti ai suoi attuali 842 e salirebbe entro le prime 3 del Renching Mondiale (per solidarietà da ora in poi scriverò Renching così)
    Entro le prime 3 entro 4 mesi. Questo è improbabile.
    Ma improbabile non significa impossibile.
    E’ anche possibile che Camila perda tutti i match fino alla fine di Marzo. Se ciò accadesse Camila perderebbe 93 punti scendendo a 749. Alla fine di marzo questi 749 punti le varrebbero probabilmente la 85°/87° posizione.
    Anche questa è un’ipotesi improbabile, ma non per questo impossibile.

    Dentro questa forchetta P. 749 85°/87° e P. 8800 3°/2°/1° ogni opinione è legittima.

    Cosa sia più o meno probabile lo si giudicherà sulle motivazioni che rendono coerente la motivazione.
    La cosa divertente è che neanche la realtà può smentire una previsione basata su premesse logiche.
    Perchè se ciò avviene è la realtà che supera le previsioni non le previsioni che sono sbagliate.
    Infatti si dice che “è accaduta una cosa imprevedibile”.

    Non ci accaniamo perciò a confutare le analisi degli altri perchè sono improbabili. Facciamolo solo quando sono impossibili. Se ci impegnassimo a fare così potremo perdere molto meno tempo in polemiche stupide, inutili, e decisamente imbarazzanti.

    Questa è una cosa che dovremmo allenare noi più di quanto Camila debba allenare il suo servizio.
    Alleniamoci a dialettica, e parliamo solo di tennis.
    Se guardiamo le classifiche degli ultimi 4 anni, da quando perciò si utilizza l’attuale sistema di conteggio dei punti wta, ci accorgiamo che il 75° posto che Camila occupa oggi con 842 punti era assegnato nel 2011 a P. 886, nel 2010 a P. 848 e nel 2009 a P.855. Circa 860 Punti di media sui 4 anni. il 65° è appannaggio di chi ha P. 950 (950,935,972, 946) il 55° a P. 1110 il 45° a P . 1300 il 35° a P. 1600 e il 25° a 1950.

    Fino a fine marzo Camila perde 93 punti. parte perciò da 749 punti di base al primo Aprile 2013.
    Vincendo 200 punti salirebbe in zona 65°
    Vincendone 360 salirebbe in zona 55°
    Con 550 salirebbe in 45°
    e con 850 salirebbe al 35° il 25° con 1200 punti lasciamolo stare per scaramanzia…..ma non perchè sia impossibile.

    Camila è certa del Tabellone principale in 3 tornei, guarda caso i più grandi (un GS e 2 Mandatory). Avendo 3 buone estrazioni (non è mai stata molto fortunata finora) potrebbe facilmente arrivare in R3.
    Buona estrazione non è semplicemente la Qualif. o un WC , può essere anche una top 20 giù di forma……o una 60°/70° come te magari su una superficie non troppo amata.
    E’ impossibile quello che sto scrivendo? Non è neanche troppo improbabile…..solo un po’ di fortuna. Se questo avvenisse avremmo già i punti per la 55° posizione e abbiamo altri 6 tornei da giocare…….

    Camila ha chiuso l’anno con un quasi 2/1 W/L . continuasse così avrebbe ben altri punti da rivendicare. Qualcuno dice che il 2/1 è stato ottenuto in una stagione con molti ITF. E’ vero ma che significa? ai primi turni dei tornei, spacialmente i 128 o i 96 è normale incontrare delle 90°/150° come negli ITF. Se poi si apre una strada con la caduta di qualche TdS………..
    Comunque anche se si passasse da 2W/1L a 1,5W/1L si tratta comunque di passare 13/14 turni e se le scelte di Camila sono queste, “LA DIRETTISSIMA”, 13/14 turni valgono dai 700 ai 2000 punti (ho già tagliato i “picchi” dato che solo AO da 2000 Punti per “solo” 7 turni….) e abbiamo già tagliato il W/L del 25%………..se per caso aumentasse il rapporto?

    Perciò pensiamo a come si presenterà Camila all’apertura del 2013……

    Camila è veloce ad entrare in forma? Non lo so. Anche se la sua età e il suo fisico dovrebbero essere più reattivi di quelli di 28/30enni di 70 chili alte 185…….

    Camila tornerà ai tornei con un servizio “più efficiente” ? Non specifico cosa può rendere più efficiente il suo servizio. Ognuno può dire la sua: Meno DF, Più ACE, Palle più precise, Palle più profonde, e chi più ne ha più ne metta. Io dico solo “più efficiente”. Se questo avvenisse non sappiamo neanche noi cosa potrà accadere. Un 10% in più sui punti complessivi del servizio le avrebbe fatto vincere il 50% delle partite che ha perso. o perlomeno ribaltare il 70% dei break che ha subìto. E’ lecito aspettarsi questo miglioramento?

    Camila tornerà con una netta diminuzione degli errori non forzati? Per quello basta un “clik” nel cervello. Camila ora gode solo del punto che fa il buco per terra. “Il Clik” può essere anche il piacere di scoprire il gusto della palla appoggiata a punto in sicurezza…( a pallavolo li chiamano “i martelli” quando maturano fanno meno rumore sul parquet e più punti sul tabellone)

    Considerate che tutte queste ipotesi si possono realizzare anche tutte insieme.

    Sorteggi fortunati, un servizio migliore, una testa più “cinica” (ha ragione TEUS Camila è poco “cattiva”) ma anche due, o uno solo di queste variabili porterebbe risultati importanti…..

    Aspettiamo di sapere come va quando Camila avrà ricominciato ad allenarsi (speriamo che Sergio ci tenga informati) e poi ragioneremo ancora…..le possibilità ci sono tutte ed io sono molto fiducioso…….t.o.

  95. by t.o.

    @hector Anche a me il 40° a fine anno prossimo andrebbe benissimo. Ma tanto i conti si fanno a Wimbledon. Considerato il percorso degli ultimi 5 mesi Camila chiuderà il 2013 10/15 posizioni sopra quelle che avrà dopo Wimbledon…per ora vediamo come va in Australia. Camila laggiù non ha mai giocato, e non ha mai cominciato la stagione così presto……

  96. by GIEMME

    @Hector:

    se vogliamo solo parlare di desideri, a me piace immaginare Camila nella top 50 negli internazionali di Roma…
    per la realta’ invece, tutto dipende da come partira’ in Australia.

    intanto diciamo pure al signor “Filippo”, che tanto disprezza Camila,
    che non fosse stato per l’ infortunio alla spalla,
    che le ha condizionato i due ultimi Itf,
    sicuramente sarebbe entrata nella top 70,
    come papa’ Sergio aveva pronosticato.
    obiettivo mancato causa infortunio.
    ci puo’ stare, come ci sta che la mia amata Flavia è 45ma,
    sempre per guai fisici…

  97. Hector by Hector

    Mica male chiudere l’anno con questo renching! Quale posizione vi soddisferebbe a fine 2013? Io sarei contento della n.40. Non e’ una previsione ma un desiderio.

  98. biglebowski by biglebowski

    perchè possa dormire stanotte…..quando sei nata?

  99. TEUS by TEUS

    Qui sì. A me però risulta il 31 (wikipedia e classifica ufficiale WTA).
    Piccolo, e inutile aggiungerei, dettaglio, certo. Purtroppo però in questo periodo abbiamo poche cose da dire visto che la stagione è finita.
    Classifica a parte spero proprio che Camila dia il massimo soprattutto nei tornei dello slam l’anno prossimo. Altro che ITF…

  100. by GIEMME

    mi spiace Teus, ma sei tu che la vuoi ringiovanire!!
    se vai a cliccare in alto su CHI E’ CAMILA,
    vedrai la sua data di nascita esatta 30/12/1991…
    ma tanto è solo un piccolo dettaglio.

  101. TEUS by TEUS

    Non invecchiare la nostra Camila. E’ nata il 31-12-1991. 😀

  102. by GIEMME

    buonasera.

    vedo che finiti i tornei, gli utenti latitano in attesa di novita’…
    comunque, per qualche malcapitato che dovesse passare da queste parti…

    6 mesi fa si parlava di come Camila fosse indietro in classifica rispetto a tante altre ragazze talentuose piu’ giovani di lei.
    mi pare di ricordare che ne avesse avanti circa una ventina…

    sono andato a cercare nella nuova classifica degli aggiornamenti in merito, per vedere come si è evoluta la situazione.
    scopro che, di ragazze nate dopo lei e piu’ avanti in classifica, ne restano davvero poche:

    classifica al 12-11-12:

    75 Camila Giorgi 30.12.91, 20 anni
    64 Timea Babos 10.05.93, 19 anni
    56 Bojana Jovanovski 31.12.91, 20 anni
    53 Laura Robson 21.01.94, 18 anni
    49 Heather Watson 19.05.92, 20 anni
    38 Sloane Stephens 20.03.93, 19 anni
    33 Christina McHale11.05.92, 20 anni

    ad oggi SOLO 6 ragazze al mondo, piu’ giovani di lei,
    sono meglio posizionate!!
    mi viene da dire: NON MALE!!!

  103. TEUS by TEUS

    La stragrande maggioranza dei tennisti professionisti non tocca la racchetta per almeno due settimane in questo periodo.

  104. by zerostress

    la dichiarazione del padre dove dice che “niente racchetta per 15 gg”
    io mi ricordo che , se stavo più di 2-3 giorni senza toccarla, perdevo molto il feeling con i colpi…una persona che vive di tennis, non deve,se non costretta, stare per così tanto tempo senza….capisco staccare , stare con le amiche, ma 30 minuti ogni tanto non farebbero male…voi che ne pensate?

  105. TEUS by TEUS

    Ci sono solo due settimane per preparare l’AO. Secondo me la DIRETTISSIMA è la strada giusta. Tornando dall’Australia (in base ovviamente a come sarà andata) si potranno fare valutazioni più consapevoli ed eventualmente pensare a una programmazione diversa.

  106. by Dago

    Bah, io rimango un po’ perplesso sulla decisione di puntare ai tornei Premier, anche perchè se becchi una forte al primo turno rischi di uscire subito. Negli International,invece, avrebbe la possibilità vincere più incontri e macinare qualche partita in più che ad inizio dell’anno non fa mai male.

  107. TEUS by TEUS

    E comunque penso abbia più limiti tattici che tecnici. Si rivelerà cosa molto utile giocare più spesso con giocatrici più ” mature”.

  108. TEUS by TEUS

    i Premier sono più rischiosi ma è quello il suo posto e il suo vero obiettivo. Meglio provare il salto subito. Le doti tecniche ci sono e quindi non vedo perché attendere.
    Per gli International ci sarà comunque tempo nel caso in cui le cose dovessero andare male nei primi mesi dell’anno.

    Gran tennis a Londra stasera!

  109. by GIEMME

    … di sicuro il fatto di avere 3 tornei nella stessa settimana, contribuira’ ad innalzare il taglio per la LA di Brisbanne.
    pero’ non dobbiamo dimenticare una cosa,
    che qui al momento nessuno ha ancora fatto presente…
    la 75ma posizione, non è quella definitiva per fine 2012,
    perchè nel frattempo in giro per il mondo si continua a giocare!
    non ho tempo per andare a verificare dove si gioca ancora, chi vi partecipa e i punti in palio.
    ma è possibile che qualche posizione (anzi, lo do per certo),
    Camila inevitabilmente la perdera’…

    sulla questione DIRETTISSIMA BRISBANNE-SIDNEY MELBOURNE…
    amo le persone coraggiose e sono fiero per lei, per questa sua temerarieta’…
    pero’ pero’…
    Camila ha ancora evidenti limiti tecnici, che necessitano correzioni piu’ o meno marcate.
    queste correzioni dubito possano arrivare a breve, perchè migliorarsi significa acquisire esperienza, sia nei match, sia negli allenamenti.
    la DIRETTISSIMA, potrebbe essere troppo ricca di ostacoli per la sua attuale preparazione.
    ecco perchè spesso mi sono espresso a favore degli International.
    li l’ esperienza la farebbe di sicuro andando avanti qualche turno in ogni torneo.
    che significherebbero anche punti e soldini.
    nei Premier, il rischio di andare fuori gia’ dal primo turno,
    è molto elevato!!!
    se poi ci aggiungiamo che in alcuni come in questo,
    potrebbe entrarvi direttamente senza le qualifiche…
    verrebbe meno anche la continuita’ di acquisizione di nuova esperienza!

    insomma, mi spiace dirlo, perchè sarebbe antipatico per voi doverlo leggere e doloroso per me doverlo scrivere…
    rischierei di ricordarvelo con un bel “ve lo avevo detto”…

    ovviamente incrocio le dita fin da ora, perchè non accada…

  110. by GIEMME

    buonasera a tutti.

    sulla questione “servizio”, mi sono espresso piu’ volte e resto sulla stessa linea di Stefano, replicata nel precedente articolo.
    bellissimi i numeri da voi esplicati, con calcoli di probabilita’ ecc…
    ma che ci posso fare!
    a me piace vedere cos’ accade in campo,
    prima di quello che dicono statistiche, proiezioni e tanto altro ancora…
    da un punto di vista pratico, io trovo che Camila possa ridurre leggermente la velocita’ di battuta, sia di prima, sia di seconda.
    questo non cambierebbe assolutamente nulla sulla resa dei punti.
    Camila ha una battuta tra le piu’ potenti del circuito e se la diminuisce leggermente, non muore nessuno.
    è ovvio pero’, che ridurre la velocita’, significa trovare una compensazione in un aumento della mira.
    questo è possibilissimo.
    e forse gia’ stanno lavorando in questa direzione.
    Camila molto probabilmente per cercare di battere con tanta potenza, si accontenta di impattare la palla in modo troppo centrale.
    alias non angola le battute di sua iniziativa.
    e la prova evidente di questa mia ipotesi, è proprio il numero troppo basso di ace…
    sapete bene che gli ace, non arrivano solo su tiri potenti.
    tutt’ altro…
    arrivano quasi sempre su tiri ben piazzati, la dove l’ avversaria non se lo aspetta o non riesce ad arrivare…
    pensiamo solo un attimo alla velocita’ di battuta della nostra Sara.
    qualsiasi avversaria ne dovrebbe approfittare.
    e invece spesso non è cosi’.
    perchè Sara, seppur ha una delle peggiori battute nel circuito,
    ci mette cervello, mandando comunque la palla abbastanza angolata e variando la battuta in modo che l’ avversaria non sempre riesce a prevedere con esattezza il punto d’ impatto.
    con Camila questo non avviene.
    la sua battuta, seppur molto potente, è quasi sempre centrale e facile preda per l’ avversaria…

    quindi traendo le mie conclusioni dico:
    meno velocita’ di prime, incrementando la mira.
    cio’ comporta maggiore difficolta’ in ricezione per l’ avversaria ed una diminuzione delle seconde, con aumento degli ace.
    lieve calo di velocita’ nelle seconde e cio’ fa diminuire i DF…

  111. by cristian

    è anche utile affrontare le migliori, tutta esperienza e magari ci scappa il colpaccio, per me dovrà alternare gli international con tornei più importanti, se inizia con Brisbane va più che bene, il vero obiettivo sarà poi far bene (almeno 2 turno) agli AO.

  112. by Fabio

    @t.o.

    seguendo il tuo ragionamento ho fatto un semplice calcolo. Ho assunto che il numero di punti conquistati diminuisce linearmente (rimanendo comunque tra il 64% di prime e il 58% di seconde) mentre la prima di servizio diventa gradualmente una seconda. Il risultato e’ che per ottimizzare il numero di punti guadagnati camila dovrebbe mettere dentro il 65% di prime (contro il 53% attuale). In questo modo vincerebbe il 54.7 dei punti di servizio contro il 54.4 attuale. Insomma, il miglioramento sarebbe quasi nullo. Per concludere: semplicemente ridistribuendo quello che c’e’ gia’ il guadagno sarebbe minimo. Per guadagnare + punti deve migliorare il servizio. Se per esempio mettesse dentro l’80% di seconde (invece del 75%) e tirasse la prima leggermente + piano (mettendo dentro il 65%) conservando la stessa percentuale di II vinte, andrebbe gia’ sopra il 56% di punti vinti.

  113. TEUS by TEUS

    Penso proprio che non ci possa essere nessuno non d’accordo sul fatto di andare PER DIRETTISSIMA dato che molto probabilmente anche la classifa lo permetterà.
    In certi tornei non sarà più sufficiente giocare al livello degli ultimi tempi se si vorrà passare qualche turno. Ecco perché questo periodo di riposo, allenamento e perfezionamento tecnico-tattico è di cruciale importanza.
    Speriamo che gli admin del sito ci tengano informati così potremo discuterne in maniera più dettagliata.

  114. biglebowski by biglebowski

    sicuramente è poco importante l’accesso diretto al main draw di brisbane se non per l’aspetto economico.
    il primo torneo della stagione va interpretato un po’come le amichevoli precampionato per una squadra di calcio; affrontare avversari sulla carta più deboli e giocare un maggior numero di partite è funzionale al perfezionamento dei meccanismi su cui si è lavorato in fase di preparazione, quindi concordo che sia quasi preferibile cimentarsi nel tabellone di qualificazioni.
    certo è che tra i tornei itf 25000 giocati a gennaio 2012 e i tornei che si andranno a giocare in questa nuova fase della carriera c’è una bella differenza!

    @ t.o. in considerazione di quello che ho appena detto e quindi anche della caratura delle avversarie che si andranno ad incontrare, attenzione al fatto che, in presenza di ribattitrici di maggior spessore, i dati rischiano di peggiorare.

    questa potrebbe essere la fase decisiva del percorso di miglioramento che oltre che rivolto al servizio deve riguardare l’aspetto tattico del gioco. un altro bell’argomento di discussione

  115. by t.o.

    Solo una precisazione a Stefano. Sono perfettamente d’accordo sul fatto che il servizio vada migliorato.
    E se ciò avvenisse il più felice sarei io. Ma quello è un problema tecnico. Casi simili sono stati risolti con pochi centimetri in più sull’impugnatura della racchetta o anche con plantari diversi dentro la scarpa destra o sinistra. Questo per dire quante sono le variabili per migliorare un colpo. Oltre naturalmente dare più o meno slice, servire 10 centimetri più a destra o sinistra dal punto di battuta ecc. Lascio questo ai tecnici e a chi segue Camila quotidianamente. Io ci tenevo ad analizzare cosa si può fare con quello che già c’è. Se poi arrivano miglioramenti è meglio e sono benvenuti.
    Tirando la seconda come la tira Camila fa il 25% degli errori: 12 DF su cento servizi.
    E’ evidente che se tira meno 2° palle i doppi falli caleranno in numero assoluto pur rimanendo uguali in senso percentuale. Per andare meno volte alla 2° di servizio bisogna aumentare le prime.
    Dato che Camila sulla seconda ha una percentuale di trasformazione in punto del 58% questa percentuale rimarrebbe anche se tutte le 1° fossero tirate come le seconde.
    Abbassare un po’ la forza della prima alzerebbe la percentuale di prime IN . Se la trasformazione in punto non si allontanerà molto dal 64% che ora ha, avremo un aumento di punti su servizio e diminuzione di DF poichè le 2°palle saranno numericamente di meno perciò l’errore del 25% pur rimanendo invariato produrrà meno DF ma non abbasserà la percentuale (58%) di trasformazione. Tutto questo ottimizzando ciò che già e possibile. Qualunque miglioramento tecnico, di impostazione di percentuale è assolutamente ben accetto. Magari…….

    @ Madoka credo anch’io che un terzo torneo dovrebbe garantire l’ingresso in tabellone già a Brisbane
    Non per questo mi sento più felice….una qualifica specialmente all’inizio anno non le avrebbe fatto male….comunque. Quello che è certo è che la strategia non cambia. SU PER LA DIRETTISSIMA……e su questo sono d’accordo anc’io….ma questa è solo la mia opinione…..

  116. Madoka by Madoka

    Copio il mio ultimo messaggio che si trovava nel vecchio articolo qua.

    Prima di tutto mi unisco agli auguri e all’in bocca al lupo per la Kleybanova.

    Detto ciò, io lo avevo già visto tempo fa il calendario del 2013, ma lo avevo totalmente rimosso.

    Shenzhen sarà inserito nella stessa settimana di Brisbane e di Auckland, quindi da due tornei, avremo tre tornei la prima settimana della prossima stagione.

    Quindi inevitabilmente la Last Acceptance di Brisbane sarà più alta rispetto agli anni passati ( c’è un torneo in più ) quindi credo che Camila riuscirà ad entrare direttamente in Tabellone. Fermo restando che se avesse fatto le qualificazioni la cosa non mi sarebbe dispiaciuta per nulla, anzi.

    Certo, come sempre si vede grossa ambizione nei tornei e nella programamzione della Giorgi, visto che molto probabilmente faranno : Brisbane —> Sydney —-> Melbourne : quindi i tornei più grossi evitando gli International.

Leave a Reply