Tenta una piccola impresa, ma alla fine esce sconfitta Camila, nei quarti di finale del torneo da 75.000$ in corso di svolgimento a Phoenix, in Arizona. In dubbio fino all'ultimo se scendere o meno in campo a causa di un infortunio alla spalla, Camila ha infatti lottato contro Maria Sanchez, ventiduenne americana numero 139 del mondo, uscendo alla fine sconfitta per 1-6 6-0 7-5. Nel primo set, Camila ha palesato problemi al servizio, dovuti all'infortunio, ma escludendo un break ha tenuto in mano le redini dell'incontro. Nel secondo, Camila non è praticamente riuscita a servire, riuscendo a ottenere pochissimi punti e perdendo nettamente. Nel terzo, sotto 2-5 dopo un break a zero, Camila sembrava sconfitta, ma ha tirato fuori una ritrovata grinta, recuperando fino al 5-5. Sul servizio dell'avversaria, Camila va 0-30, ma perde il game ai vantaggi. Nell'ultimo game, il problema alla spalla le impedisce ancora di servire come vorrebbe, commette due doppi falli e perde il game a zero, chiudendo set e match sul 5-7. Camila chiude così la sua stagione 2012, e tra poco inizierà la preparazione per la tournee australiana che culminerà negli Australian Open. _____ Camila lost her quarterfinal against Maria Sanchez 1-6 6-0 7-5. Camila suffered with a shoulder injury that caused big problems with service, and finished here her 2012 season. *** NOTA PER I LETTORI DI CAMILAGIORGI.IT *** A causa di discussioni che sono andate decisamente al di là dell'argomento Camila Giorgi, gli amministratori del sito hanno deciso di: - Eliminare tutti i commenti nell'ultima settimana non strettamente legati a Camila - Non consentire tra i commenti argomenti extratennistici, insulti o toni troppo accesi. Nel caso i commenti potranno essere cancellati. - In caso di cancellazione di un commento, il lettore del sito sarà contattato per un'ammonizione. In caso di altri interventi necessari di cancellazione, sarà bannato e non potrà più effettuare commenti. Ci spiace dover procedere a provvedimenti così drastici, ma a causa di alcuni comportamenti il sito rischiava di diventare ingestibile, e illeggibile per chi semplicemente vuole leggere, e scrivere, di Camila. Grazie a tutti, Alberto Brumana e Matteo Veronese

About the author

Alberto Brumana

Alberto Brumana - Nato in Piemonte nel 1979, vive da 15 anni a Milano, è giornalista pubblicista e lavora a Sky Cinema. Appassionato di tennis, ha scritto in passato di sport per quotidiani locali e ha gestito per 2 anni TennisBlog. Dopo aver visto per la prima volta Camila al Bonfiglio 2006, nel 2009 ha fondato CamilaGiorgi.it. E-Mail: alberto.brumana@camilagiorgi.it. Twitter: @AlbertoBrumana

  • WTA Shenzhen, Camila batte Qiang Wang in due set: è in semifinale
    WTA Shenzhen, Camila batte Qiang Wang in due set: è in semifinale
  • WTA Seoul, Camila esce nei quarti con Shuai Zhang
    WTA Seoul, Camila esce nei quarti con Shuai Zhang
  • US Open, Camila out in tre set con la Stosur
    US Open, Camila out in tre set con la Stosur
  • Camila perde con Elena Vesnina a New Haven, ora andrà agli US Open
    Camila perde con Elena Vesnina a New Haven, ora andrà agli US Open

40 Comments. Leave your Comment right now:

  1. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    Telepatia? 😉

    Primo commento a caldo di Sergio sulla fine della stagione postato pochi secondi fa. Seguiranno aggiornamenti e novità non appena Camila riprenderà ad allenarsi.

  2. by t.o.

    @tutti Ora abbiamo due mesi senza partite. La frequenza di interventi sul blog calerà naturalmente. I nostri interventi saranno più sporadici, le nostre mogli ci ameranno un po di più, le nostre notti non saranno tarate sul fuso orario dei tornei asiatici….e tanto tra un po verrà Natale.
    Chiedo agli autori……ci fate avere almeno ogni settimana una relazione di Sergio sullo svolgimento della preparazione al prossimo anno. Sarebbe un grande orgoglio per noi avere le notizie in anteprima (anche solo di qualche ora) . E potrebbe essere anche un ottimo volano per gli ingressi (visite) al sito.
    Io personalmente conto di preparare qualche analisi e qualche proiezione. Vediamo che ne viene fuori. gimusi stava facendo un grande lavoro….magari continua….e per il resto…chi vivrà vedrà
    Buon sabato sera a tutti t.o.

  3. TEUS by TEUS

    Certo, t.o. Se ci ha fatto caso però tra illuminantissimi e consigli ho inserito una bella faccina sorridente che voleva testimoniare il fatto che stavo più che altro scherzando. Nessuna pretesa quindi.
    Per quanto riguarda tutto il resto sono pienamente d’accordo con te.

  4. by t.o.

    @Antonelo…..se provi a diventare obiettivo e realista ti uccido. Qui siamo tutte ombre, avatar, alias. Ognuno è quello che ha deciso di essere. Che non eri cretino come fai finta di essere lo ho scritto più volte. e mi piaceva fare credere che tu fossi Sergio. Tra uno o due giorni avrei postato alcune cose che avrebbero portato anche altri a crederlo…….ma ormai mi hai rovinato il gioco……
    Vaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Camilaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa bisognerà inventarsene un altro….. che gusto c’è senza Antonelo…….

  5. by t.o.

    @Teus. Riguardo la tua domanda di prima. Io sono certo che Camila ci legga. Così come ci legge Sergio.
    Sarebbe contro ogni logica (psicologica, professionale e tecnica) che non lo facessero.
    Non stanno certo aspettando da noi consigli. Ammesso che fossimo tutti Nick Bollettieri, che credibilità avrebbero i nostri “consigli” dato che se va bene vediamo (e in tv) una partita su cinque.
    E dato che non siamo neanche dei tecnici, anche se ogni tanto ce ne diamo le arie, ci leggono solo perchè parliamo, tifiamo, sosteniamo e difendiamo Camila.
    Tu ti faresti dare un consiglio per casa tua, fosse anche da Renzo Piano, se Renzo Piano non sa neanche se abiti al mare o in montagna? Ma siamo realisti.
    Noi però siamo importanti. Magari per quello che neanche sappiamo di dire. Da cui magari Sergio o Camila prendono uno spunto. Ma che poi elaborano e applicano alla luce del loro sapere e delle loro conoscenze.
    Siamo importanti perchè la facciamo sentire importante.
    La facciamo sentire responsabile, foss’anche delle nostre emozioni, della nostra gioia e della nostra tristezza.
    Questa responsabilità la porta a dare di più. A fare di più. A sognare più lontano, un po anche per noi.
    Per questo dobbiamo essere rispettosi in quello che diciamo e in come lo diciamo.
    La nostra vita è altrove e Camila è una delle nostre “fughe felici”
    Ma per Camila e la sua famiglia il Tennis è la vita. Noi facciamo parte di questa vita…e poi rappresentiamo l’Italia. Il cordone ombelicale con un pezzo di cuore che a quanto pare è rimasto qui.
    Non sentiamoci più importanti di quello che siamo. Ma non sentiamoci neanche meno importanti di quello che siamo veramente

  6. by antonelo

    Sperando che parlare del modo di tifare Camila non sia troppo off topic, prova risponderti t.o.
    Ho sempre pensato che tifare in modo eccessivo, volutamente sguaiato, per Camila sul sito di Camila fosse per me divertente e per gli altri, se non divertente, almeno tollerabile.
    Per le analisi tecniche, per le dettagliate statistiche, ci sei tu e ci sono tanti altri utenti molto più competenti di me.
    Io mi accontentavo di fare il tifoso senza se e senza ma, che vuole credere sempre e comunque, anche andando contro l’evidenza.
    D’altronde, l’evidenza è davvero questo Moloch che non può essere sfidato? E l’espressione del tifo, come giustamente osservi tu, non ha in sè una componente onirica?
    Mai avrei immaginato che questo mio modo di fare potesse essere considerato una provocazione e dare adito a tante polemiche.
    E che da queste polemiche scaturisse tanto lavoro extra per i gestori del sito.
    Personalmente non ritengo sia sbagliato gridare “Vamos Camila! Sei stata comunque grande” anche dopo una sua sconfitta per 6-0 6-0
    Nè ritengo sbagliato gridare “Vamos Camila, la prossima partita la vinci di sicuro”, anche se la prossima avversaria è la Williams o la Sharapova.
    Penso che sia un mio diritto tifare anche in questo modo, andando serenamente contro la logica. Ma di certo non è un diritto fondamentale, inalienabile.
    Se la conseguenza, anche indiretta, del tifare in questo modo è aggravare il lavoro dei gestori del sito, ci rinuncio tranquillamente e torno ad essere un semplice tifoso obiettivo e realista.

  7. TEUS by TEUS

    Non è detta l’ultima parola nemmeno per quelli invece secondo me, antonelo. Sono comunque solo punti di vista. Il tempo, come sempre, darà le risposte.

    Per tutti: se noi iniziassimo a parlare esclusivamente di tennis, molti contrattempi che ultimamente si verificano in questo sito svanirebbero d’incanto e tutti potremmo continuare serenamente a scrivere qui.

  8. by t.o.

    @ANTONELO Che vuoi che sia una C mancante di fronte all’eternità……Hai risposto ad un post che è stato cancellato. Forse perchè era off-topic. I posteri cresceranno monchi di quella perla di saggezza…….
    Però io non credo che fosse off-topic…..
    Perchè se neanche qui può esistere un Antonelo, se neanche qui si può scrivere Vaiiiii Camilaaaaaaaaa
    Se neanche qui si è liberi di fantasticre sul futuro sportivo di una ragazza che comunque se lo merita.
    Se anche qui dobbiamo tornare ad essere il ragioniere di Rieti, il Salumiere di Vigevano, il direttore di Banca di Lodi, e non possiamo essere Antonelo, t.o., Madoka e tutti quelli che abbiamo deciso di inerpretare.
    Se anche qui ci dobbiamo preoccupare se Beckett si scrive con la c o senza la c prima della k
    Se siamo riusciti insomma ad uccidere Antonelo, allora chi ancora continua con la sua vuvuzela di luoghi comuni ripetuti ormai mille volte ha davvero raggiunto il suo scopo. In un consesso di persone educate che reagiscono solo perchè portate all’esasperazione da chi non critica mai le cose dette ma denigra prima chi le dice è sempre il maleducato che vince.
    Io non farò come il tenore che prima dice “son morto” e poi continua a cantare la sua romanza per altri due atti. Non amo molto la lirica.
    Se antonelo si sente in imbarazzo a causa del clima che si è creato ad dire e scrivere gioiosamente Vaiii Camilaaaaa, significa che questo posto non è più posto per me.
    Finche vedrò pubblicato quel signore non pubblicherò più le mie noiose analisi.
    spero arrivederci a tutti. t.o.

  9. by antonelo

    no t.o., semplicemente mi sembra giusto rispettare la volontà di chi ci ospita. Se i toni troppo accesi vanno evitati, se dobbiamo parlare di tennis e non di fanta-tennis, allora ci resta la realtà dei fatti.
    E la realtà dei fatti è questa, per quanto ho potuto capire io vedendo Camila giocare. E’ solo la mia modestissima opinione, assolutamente personale e fallibile. Non è una critica, non è voler denigrare Camila, che anzi va solo elogiata per l’impegno che ci mette.
    Ma l’impegno, da solo, non basta per eccellere.
    Io tifo e continuerò a tifare Camila, a sperare il meglio per lei, ma sarei davvero sorpreso se un giorno dovesse ottenere dei grandi risultati con costanza. Le lacune che presenta il suo gioco al momento soverchiano gli indubbi e spettacolari punti di forza. E non vedo proprio come possa colmarle.
    Solo il tempo ci dirà se, come spero, sbaglio o se purtroppo ho ragione.

    ps: pur essendo una persona del tutto priva di cultura… so chi è Beckett (posso addirittura dirti che hai sbagliato la grafia del suo nome) e so cos’è il teatro dell’assurdo.

  10. by t.o.

    @ANTONELO Potresti essere uno stupendo personaggio di una piece di Samuel Bekett (tranquiloooo è un complimento) …..ma tanto non mi freghi…….vero Sergio? ahahahahhahahahahahahahhahhahahhahahahahah

  11. by antonelo

    Hai ragione TEUS, sono stato troppo drastico e pessimista nella mia previsione.
    Considerando il livello attuale del tennis femminile, anche una giocatrice con un limitato bagaglio di colpi come Camila può avere una carriera di discreto successo.
    Ma i risultati eccellenti, per come la vedo io, possiamo scordarceli.

  12. by GIEMME

    @Tafanus:
    (…)

    ti posso dire che mi dispiace se smetterai di scrivere su questo blog,
    perchè ti trovo molto preparato e molto utile per noi tutti.

  13. TEUS by TEUS

    Calma, antonelo. Stiamo pur sempre parlando di una ragazza che deve ancora compiere 21 anni.

    Domanda agli admin: ma Camila legge i nostri illuminantissimi ( 😀 ) consigli?

  14. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    (…)

    Tafanus è sempre il benvenuto per parlare del tennis di Camila, anche in termini negativi, cosa tutt’altro che vietata in queste pagine come è testimoniato da tanti commenti negativi alla prova di Camila nel secondo turno di Phoenix, ancora – e per sempre – in pagina.

  15. by Tafanus

    (…)

    Grazie a Brumana e a Matteo per l’ospitalità, e un abbraccio alle persone perbene che ho incontrato.

    Tafanus

  16. by antonelo

    Ormai è chiaro, Camila non ha i mezzi nè tecnici nè tattici per ritagliarsi uno spazio nel tennis che conta.
    E’ e resta una mezza giocatrice.
    Il suo livello è questo, galleggiare fra gli ITF e le eliminazioni ai primi turni dei WTA.
    Inutile aspettarsi qualcosa di più.

  17. TEUS by TEUS

    Per la continuità ci vuole la maturità (e ne ho già parlato), t.o.

    Per me invece è un’unica cosa, GIEMME. Poi, come già detto, ci sono anche il talento, il carisma, lo stile…

    BORIS BECKER al top sull’erba batte ROGER FEDERER. 😉

  18. by GIEMME

    @Teus:

    la classe nello sport, è una cosina che poche persone ce l’ hanno davvero.

    unisce in un’ unico individuo qualita’ spesso presenti in persone diverse tra loro.
    è un mix di qualita’, che vanno dall’ aspetto tecnico,
    quali la scioltezza, l’ agilita’, la precisione, la mira…
    ad aspetti fisici, quali lo stato di forma, il portamento …
    ad aspetti attitudinali, quali la capacita’ di fare tutto con naturalezza, l’ eleganza, la costanza, l’ apprensione rapida…
    ad aspetti mentali, quali la voglia di emergere, l’ impegno, la passione, perseveranza, l’ educazione, la correttezza…

    unisci il tutto e ottieni… ROGER FEDERER!! 😛

  19. by GIEMME

    @toto’:

    hai ragione. è -8 la differenza di punti del match.
    non mi nascondo dietro un errore di battitura, come capita a tanti…
    è solo un errore da pirla… 😆

  20. by theboss

    Stagione positiva, direi che una svolta c’è stata. Ora fare l’ultimo salto di qualità sarà più complicato, ed è probabile che servano ancora un paio di anni prima di arrivare dove realmente Camila ambisce. Però già per il 2013 mi aspetto almeno 1 exploit in un buon torneo, che sarebbe anche molto importante per la sua fiducia.

  21. Madoka by Madoka

    comeha detto christian, devono lavorare, lavorare e lavorare in questa preparazione invernale.

    il 2013 è un anno importantissimo, bisogna entrare nelle 50.

    sono sicuro che apranno su cosa lavorare e con tutto il cuore auguro un enorme in bocca al lupo a camila e a sergio.

    non vedo l’ora che vengano a roma, così da poterli salutare in persona, ma soprattutto rivederla giocare dal vivo.

  22. by t.o.

    @TEUS La classe è la somma di tante cose. Ma non sempre la classe ti fa vincere. Non contestare mai un punto è classe, ma contestare spesso fa innervosire l’avversario….(connors, McEnroe).
    Ma la classe di cui parliamo noi è la Classe del Campione. Fare sempre la cosa giusta.
    Per fare quello bisogna mettere a punto quello che tu chiami “velocità di crociera”. Quello che io chiamo “trovare il limite basso”. Avere sempre quel 10% di riserva. Da usare solo quando serve. Vincere e non stravincere. Credo che questo Camila riuscirà a raggiungerlo solo tra alcuni anni. E questo non significa che non potrà avere degli exploit anche clamorosi. Ma credo che per la continuità avrà bisogno di molto tempo.
    Lei deve ancora scoprire il suo “limite alto”.
    Lei non è il frutto di un’Academy. Lei ancora si diverte a giocare. Gioca ancora per se stessa. Per il gusto di un colpo. La sua non è ancora tecnica, è ancora istinto. La tecnica ancora insegue l’istinto.
    Quando l’istinto utilizzerà la tecnica sarà Classe.

  23. TEUS by TEUS

    E inoltre, tra le tre, penso sia la più importante.
    Faccio un esempio: c’è stato un anno in cui Boris Becker annullò circa il 90% di palle break. Perché? Perché ebbe una percentuale sempre del 90% circa di prime palle sulle palle break.
    Questa è la classe.

  24. TEUS by TEUS

    Eh già, proprio un gran bel tema, t.o.
    La classe però è una cosa un po’ più articolata del prendersi semplicemente le proprie responsabilità o di tirare forte anche la seconda perché si hanno basse percentuali.
    La classe è fare due aces sul 5/6 invece che due doppi falli al limite.
    La classe è dare il massimo (anche come resa) nei punti cruciali del match. Tutti i campioni hanno classe.
    Sia chiaro: non è una critica. Senza vedere le partite, e lo dico spessissimo, si possono fare solo supposizioni.
    Ripeto che tra le tre caratteristiche innate che bisogna avere per raggiungere grandi risultati nel tennis, solo riguardo quest’ultima ho ancora delle riserve. Quindi attenderò impazientemente l’inizio della nuova stagione.
    Camila può avere un grande futuro ed è per questo che valuto ogni componente del suo gioco e della sua personalità.

  25. by cristian

    Spero in una buonissima preparazione in vista del 2013! che lavorino bene, poi i risultati arriveranno ! rinnovo i complimenti per il match disputato oggi, Camila veniva da due partite MOLTO lunghe, oltre 2 ore con la Vickery e 3h e 30 con la Scholl! trovare le forze ancora per rimontare al terzo set da 2-5 a 5-5, anche quando era chiaro che non ne aveva più, è confortante! senza calcolare che ormai siamo a fine stagione!! in bocca al lupo Cami! magari il prossimo anno ti vedremo più spesso in TV.

  26. by t.o.

    @TEUS LA CLASSE: Questo si che è un gran tema. Diceva Velasco: “Chi vince gioisce, chi perde spiega”.
    Per me Camila la classe che tu dici l’ha già dimostrata. 40W 23 L significa che Camila sa vincere.
    Se vuoi la Classe sono proprio i due doppi falli nell’ultimo gioco di oggi. Ci vuole coraggio per giocare al massimo proprio gli ultimi due punti. E’ molto più facile servire sicuro. Ma quando sai di avere percentuali disastrose sulla risposta alla tua seconda che fai………Sai che anche tirando forte, quelle poche che passano (e perciò passano forte) ti vengono tradotte 9 a 6 per la tua avversaria. Mentre le prime che passano le chiudi 63% che fai? Tiri piano o tiri forte? E’ facile giudicare dopo. Le responsabilità se le deve prendere lei e in pochi secondi. Ci hai fatto caso che sulla seconda di Camila le avversarie restano un metro dietro la linea di fondo campo? Se le tirasse piano andrebbero sulla linea (se non dentro il campo) a rispondere.
    Camila non è Sara, che poi recupera nello scambio. La pressione la deve mettere subito. Da prima di tirare la palla. Per me la Classe c’è ed è il non aver paura di prendersi le sue responsabilità…….Un’altra avrebbe abbandonato sul 5-2 al 3°- L’avremmo considerata quasi una vittoria. Mentre il 7-5 lo consideriamo giustamente una sconfitta.
    Chiudo con una frase di Tafanus. Una delle poche che sottoscrivo in pieno:

    “Consiglierei a Camila, in prima istanza, di non scendere in campo se non è al meglio. Rischierebbe solo di aggravare i suoi problemi. Ma se scenderà in campo, per piacere, in caso di sconfitta, non si alzi il peana della “sfortuna”. Ognuno è responsabile delle scelte che fa. OK?”

    E che questo valga per tutti.

  27. by Toto'

    @GIEMME piccola correzione la differenza dei punti dai tuoi dati è -8 no -6: -15 -6 +13= -8

  28. by GIEMME

    t.o:

    non ti so rispondere.
    ho preso nota di alcuni passaggi, ma al 3° set ho dovuto staccare per andare a cena, pena un litigio con mia moglie…

    su una cosa sono daccordo con te:
    tutti i df di Camila sono molto meno influenti sulle sue vittorie/sconfitte, come avevo gia’ dimostrato qualche settimana fa, con un’ analisi accurata.
    certo i DF sono sempre punti regalati.
    ma bisogna saperne valutare anche il contesto in cui avvengono.

    Camila insegna a noi tutti, che si puo’ perdere un match,
    commettendo solo 1 df e si puo’ vincere un altro commettendo ben 14 df!!!
    sono dati reali questi.
    basta prendersi la briga di andare a verificarli.

    quindi, si, Df cattiva cosa, ma non generalizziamo a tutti i costi.
    il servizio in generale va migliorato e anche di molto…

    buonanotte a tutti.

  29. by t.o.

    Perciò abbiamo scoperto che quando fa 9 DF vince 6-4 quando ne fa 2 perde 6-4 (vikery 1°turno)
    oggi ne fa 4 e vince 6-1 ne fa 2 e perde 6-0 poi ne fa ancora 4 e finisce 7-5 . Tutto questo in un torneo dove ci dicono abbia un problema alla spalla.

    Se approfondiamo: qualcuno ricorda se i 2 doppi falli del terzo (tolti i due dell’ultimo gioco) sono stati fatti mentre vinceva (i primi due giochi e il recupero da 2-5 5-5) o nei due break subiti di fila dal 2-0 al 2-5?

  30. by GIEMME

    UN PO’ DI NUMERI DEL MATCH:
    il 1° set si è chiuso con una differenza di punti pari a +13 per Camila.
    il 2° set differenza – 15.
    il 3° differenza -6.
    totale match differenza punti pari a soli – 6 per Camila.
    quindi ai punti, solo un -6 su un totale di oltre 100 ( 25 game),
    mi fa dire che è stato un match portato a termine in modo onorevole, nonostante il problema alla spalla.

    UN PO’ DI NUMERI DEL 2012:
    la stagione 2012, si chiude con molte luci e poche ombre.
    si parte dalla 150ma posizione del 2 gennaio alla probabile 75ma posizione attuale.
    in una stagione dimezza le posizioni in classifica e passa dagli allora 431 agli attuali 845.
    praticamente RADDOPPIANDOLI.
    per la stagione ormai alle spalle, ottiene un rapporto W/L pari a 40/23. quasi 2!!!
    non male per una che si è affacciata solo da quest’ anno in pianta stabile sulla scena Wta.

    UN PO’ DI CONSIDERAZIONI:
    fortune… sfortune… buona sorte… cattiva sorte…
    sono solo discorsi privi di qualsiasi fondamento, che a me non interessano affatto.
    se cosi’ fosse, la classifica prima o poi risistema tutto e tra un anno vedremo chi aveva ragione e chi no.
    quello cui guardo nella nostra Camila, è il talento innato e la progressione costante, stagione dopo stagione.
    certo, ci sara’ ancora da lavorare e anche tanto.
    sopratutto sul servizio, che a mio modesto parere resta il suo tallone d’ Achille.
    ma questa è una favola che io vivo in assenza della mia beneamata Flavia.
    un giorno non troppo lontano, la nostra Pennetta appendera’ la racchetta al chiodo…
    Camila pare al momento destinata a prendere il suo posto nel mio cuore.

    auguri Flavia.
    guarisci e torna piu’ forte di prima.

    auguri Camila.
    anche tu guarisci e torna piu’ combattente che mai.

  31. by Docgigiu

    Brava Camila, comunque! Ci hai regalato mille emozioni. Ora riposa e preparati al meglio per la prossima stagione che ti vedrà sicura protagonista

  32. by iacogol

    D’accordo con Dago e Buster
    Dai Camila ricarica le pile che il 2013 sarà il tuo anno

  33. by t.o.

    @dago Avrai notato che ieri solo per averti risposto (sul ritiro di Camila) in modo appena un po’ “risentito” ti ho subito chiesto scusa (forse non ce n’era neanche bisogno) perchè io, che dico sempre che non si può dare giudizi senza basarsi su dati oggettivi, avevo risposto a te senza leggere le dichiarazioni di sergio che parlavano dell’infortunio di Camila. Avrai anche notato che pur leggendo frequentemente ciò che si scrive, non sono quasi intervenuto da due giorni. Non avrai invece notato che sono stato chiamato direttamente in causa da quel signore almeno 5 volte. Non credo sia giusto permettere ad uno di dare dell’imbecille a tutti e non rispondere solo per evitare la polemica. E come abbozzare con un ragazzino dispettoso e dargliele vinte sennò mette il muso, si sporca tutto e va a piangere da mamma.

  34. TEUS by TEUS

    In questi giorni parlavo di qualità innate come il talento (e senz’altro c’è) e il carisma (penso ci sia).
    Ve n’è un’altra (sempre innata) però fondamentale per poter ottenere grandi risultati in questo sport: la classe. La capacità in pratica di dare il meglio nei momenti topici del match. Chi ha poca classe solitamente ha tanto “braccino”. L’interrogativo che mi pongo da qualche tempo, considerati anche gli alti e bassi frequenti che Camila ha durante le sue partite, è proprio questo: la ragazza quanta classe ha?
    Attendo il 2013 e spero di vederla giocare spesso per cominciare a darmi alcune risposte a riguardo.
    Da ora però è giusto che Camila pensi solo a riposare e a ricaricarsi per bene.
    Io, per motivi già detti, considero questo ultimo torneo comunque positivo.

  35. by Buster

    Ma infatti dai, tutti a criticare Tafanus per i suoi modi un pò sopra le righe, ma dall’ altra parte della “barricata” non mi sembrano tutti dei santi, anzi..

    Sembra quasi che ci sia chi gode a litigare e che voglia trovare a tutti i costi un confronto troppo acceso, quasi sempre per stupidaggini varie.

    Ritornando a ciò che conta, ovvero la partita persa da Camila..

    Come sempre, senza poter vedere il match io preferisco non fare nessun commento tecnico o sul gioco (non avrei neanche le competenze, essendo un appassionato di tennis ancora “acerbo”) ma senza dubbio è stato piacevole constatare la grinta che ha dimostrato Camila nell’ ultimo decisivo set.

    Poteva benissimo mollare la presa ed arrendersi in anticipo, soprattutto contando questi problemini fisici che le hanno limitato il servizio, quindi è ancora più apprezzabile la tenacia avuta!

    Speriamo che questi due mesi servano a ricaricare al massimo mente e corpo, per tentare il balzo che in tanti si aspettano, e che per quanto mi riguarda, Camila meriterebbe.

  36. by Luisa

    Camila, goditi un po’ di ben meritate vacanze, e ritorna in gamba.
    Then, keep up the good work and
    Ad maiora!

  37. by Dago

    t.o. , ma perchè devi provocare?
    Per favore , nè io e nè molti altri abbiamo voglia di incominciare a leggere posts chilometrici tra chi accende la miccia e chi controbatte.

  38. by Toto'

    ne ha fatti 4 nel primo set nei primi 2 turni di servizio, 2 nel secondo set e 4 nel terzo set di cui 2 nell’ultimo game..In tutto sono 10 in 13 turni di servizio..

  39. by t.o.

    Ieri Totò alle 20 e 29 scriveva : ” primo set 9 doppi falli e l’ha vinto, secondo set 2 doppi falli e l’ha perso..”
    Oggi nel primo ha fatto 4 doppi falli e ha vinto 6-1.
    Qualcuno sa dirmi quanti doppi falli ha fatto nel secondo?

    Ieri qualcuno ha giudicato una partita vinta 6-7 7-5 6-3 una vittoria VERGOGNOSA.
    A quello che ci è dato sapere ancora oggi, quel punteggio potrebbe significare che Camila non ha subito neanche un BREAK.
    Quello stesso signore ama dire che non bisogna ascriversi una certa vittoria poichè fatta contro una giocatrice che un mese e mezzo dopo avrebbe scoperto di avere una lacrezione ad un tendine. Che con quello stesso tendine si siamo giocate le olimpiadi e vinto due partite contro 30/40° del ranking rimane “mistero della Fede”.

    Quello stesso “qualcuno” una volta scoperto che la vergognosa vittoria (e sempre di vittoria si tratta) è stata raggiunta nonostante un problema fisico alla spalla che metteva in dubbio il prosieguo del torneo non riteneva neanche di doversi scusare per il “vergognoso” del giorno prima.

    Ma oggi, tronfio della sua presunzione e dimentico del suo giudizio, quello si “VERGOGNOSO”, del giorno precedente, pur senza avere altre informazioni che quelle di un livescore che andava a singhiozzo, si esibisce ancora, lancia in resta, in GIUDIZI DEFINITIVI, avendo lui, e solo lui capito dove è il problema. Il doppio fallo. Con una percentuale di 25% sulla seconda palla, suggerisce di tirarla ancora più piano.

    E allora si impone di nuovo la domanda……quanti Df ha fatto Camila quando ha perso 6-0?
    E quanti ne ha fatti quando ha vinto 6-1?

    Ma cosa più importante: hai il pudore di stare zitto fino a quando qualcuno non ci spigherà di più su una partita che neanche si doveva giocare.

    Non so se è il mio Computer che faceva le bizze. Ma ho riscontrato un tempo molto lungo tra il 2° e il 3° set.
    E’ possibile che sia entrato un medico? E’ possibile che Camila abbia preso un antidolorifico?
    C’è stata una interruzione anche sul 5-2 al terzo. Possiamo sapere prima cosa è successo prima di dare giudizi avventati e dispensare giudizi a destra e a manca?

  40. by GIEMME

    dopo oltre 200 minuti disputati ieri,
    con un problema fisico alla spalla destra,
    non le si poteva davvero chiedere di piu’…

    a chi ogni tanto ricorda delle fortune di questa ragazza ( vere o false?),
    faccio presente che il caso ha voluto non concedergli un finale di stagione,
    che l’ avrebbe sicuramente proiettata verso posizione 60/65 della classifica.

    ma va bene lo stesso cosi’.

    Camila dimostra talento, grinta, volonta’ e voglia di crescere…
    e a me basta e avanza per i prossimi due mesi che non la vedro’ in campo!

Leave a Reply