Us Open 2012Camila Giorgi affronterà la numero 55 del ranking Tsvetana Pironkova nel primo turno dell’US Open, ultima prova dello Slam della stagione 2012. In caso di passaggio del turno Camila troverebbe la vincente tra Ayumi Morita (numero 94) e Monica Niculescu (numero 29). Camila si trova nella parte di tabellone che le farebbe affrontare Caroline Wozniacki al terzo turno. La giocatrice con ranking più alto nel quarto di Camila è Serena Williams.

Draw is out! Camila Giorgi will face Tsvetana Pironkova, who is ranked 55 in the world, in the first round of the US Open. In the second round Camila will eventually mett the winner between Ayumi Morita (ranked 94) and Monica Niculescu (ranked 29). Camila is in the same quarter of  Serena Williams.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • US Open, Camila esce al primo turno, sconfitta in due set da Magdalena Rybarikova
    US Open, Camila esce al primo turno, sconfitta in due set da Magdalena Rybarikova
  • Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
    Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
  • Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
    Cincinnati, che vittoria di Camila! Battuta anche Gavrilova
  • Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova
    Cincinnati, vittoria in due set per Cami. Al secondo turno c’è Gavrilova

118 Comments. Leave your Comment right now:

  1. by t.o.

    Gentile Tafanus, le garantisco che non sono solito sparire, e mai e poi mai lo farei di fronte ad uno come lei.
    Ho visto che qualcuno la chiama professore. Posso dire che se questo fosse vero preferirei che mia figlia non diventasse mai una sua allieva o considera anche questo un insulto?
    A differenza sua io sono abituato a ribattere punto su punto e se uno non sa leggere neanche quello che scrive diventa mio dovere (se questo qualcuno si rivolge a me) farglielo notare.
    Lei dice che l’ho insultata? E quando mai? Ho solo detto che il suo stile di intervento è perfettamente confacente al nome che si è scelto.
    Se uno decide di chiamarsi “il Trudicione” suona poi bizzarro vederlo offeso perchè qualcuno gli ricorda che suoi interventi sono pieni di parolacce e che è un maleducato.
    Uno che, in risposta alla mia frase:
    “Non si offenda signor Tafanus se la giudico fastidioso ed insistente. “Nomen omen” dicevano i latini. Ed è lei che si è scelto quel nome. Perciò il “presagio” del suo nome lei lo ha pianificato scientemente” risponde (testualmente):
    “Il signor t.o. (la cui cultura emana da ogni parola) non ha capito che il nome Tafanus non me lo sono trovato per caso, soffrendone, ma lo ho scelto, come emblema di una scelta programmatica”
    dimostra che o non sa scrivere o non sa leggere.
    Il tono di questa mia risposta è perfettamente commisurato al sarcasmo che trasuda dall’ultima frase del suo intervento del 27 agosto.
    Mi scuso con gli altri utenti del Blog

  2. by Tafanus

    Gimusi, la ringrazio. Io posso consentire che qualcuno scriva almeno dodici volte per rimarcare un mio errore. Magari dodici volte sono un po’ troppe, non trova?Invece non posso consentire che si debba ordinare, pena l’insulto di gruppo, cosa scrivere e come scriverlo. Non l’ho mai chiesto ad altri, gradirei che non lo si chiedesse a me.

    Prenda l’ultimo arrivato, t.o.: arriva, legge venti commenti su 1000, e stabilisce che il Tafanus sia “invadente. Ora, invitato da me a fare un conto complessico non su venti post, ma dal 19 giugno in poi, è sparito.

    Allora gli fornisco io un piccolo, prezioso aiutino: nella settimana 19 giungo – 25 giugno (prima dell’era canea) ci sono 25 commenti di Pippo, 21 di theseus, 11 di gabsk, 7 di cristian, 7 di ice, 7 di marco, 6 di pierrot, 4 di dago, 3 di giemme, e via via decrewscendo fino a… uno di tafanus.

    Strano, vero? Ma il signor t5.o., ultimo arrivato, prima di passare all’insulto, non avrebbe potuto fare lo sforzo di “approfondire”?

    Lo so, lo so… approfondire costa fatica. Il signor t.o. (la cui cultura emana da ogni parola) non ha capito che il nome Tafanus non me lo sono trovato per caso, soffrendone, ma lo ho scelto, come emblema di una scelta programmatica.

    Poi il signor t.o. passa alle analisi di tennis, e spiega che la errani, “scegliendo i tornei giusti”, potrà restare fra le prime dieci anche per un secolo (chissà perchè non ci sono riuscite – solo a titolo di esempio, e visto che è così facile – Venus Williams, la Bartoli, la Ivanovic, la Kirilenko, la Kuznetsova, la Zvonareva, la Pennetta, la Schiavone, la Jankovic, la Petrova… tutte cretine? E perchè non assumono il signor t.o. come ct, così le rimette in alto?). Il signor t.o. evidentemente ignora che il 70% dei punti WTA sono assregnati da tornei su superfici a lei non congeniali alla Errani; che c’è l’obblifgo di giocare (ed eventualmente perdere un sacco di punti), TUTTI gli slam (di cui uno solo su terra rossa); che c’è l’obbligo di giocare tutti i tornei “mandatory”, quasi tutti su hard…

    Ovviamente sono sicuro che il sig. t.o., che con le sue parole dimostra una cultura tennistica impressionante, mostra di sapere benissimo che le giocatrici top 20 devono inserire nel loro punteggio anche i due risultati migliori fra i 5 tornei premier (Doha, Roma, Cincinnati, Montreal e Tokio), di cui uno solo su terra battuta.

    Complimenti, signor t.o. Avevamo tutti bisogno della sua buona educazione, e della sua competenza.

  3. gimusi by gimusi

    ci mancherebbe…siamo tutti liberi di adottare lo stile che più preferiamo…quello che mi permettevo di CONSIGLIARE con rispetto era solo una punta di ironia e/o autoironia in più da parte di tutti…ogni tanto mica sempre…credo sia essenziale per stemperare un po’ il clima e condividere meglio le proprie idee con gli altri…senza dover rinunciare al proprio stile…un esempio eclatante è la recente esibizione della Regina d’Inghilterra che in occasione della cerimonia olimpica si è prestata a vestire i panni di improbabile Bond girl…non è che per questo abbia perduto credibilità e autorevolezza…anzi…ecco quello che mi auguro sinceramente è che il competente sig. Tafanus continui a frequentare il presente blog senza rinunciare al suo stile e “vestendosi di tanto in tanto da Bond girl”…

  4. by Tafanus

    Chissà cosa ne pensa il Signor Gestore del commento a firma t.o. delle 6:58….

    Sono stato tentato di rispondere punto su punto, ma poi ho lasciato perdere. Sa, a volte è successo che siano rimasti i post in stile t.o. e siano state rimosse le repliche, quindi evito di perdere del tempo.

    Una sola annotazione, signor t.o.:

    Non limiti l’analisi a questo post e al solo Tafanus. Varchi le colonne d’Ercole. Si spinga fino a quando questa canea è iniziata (fine giugno) e a tutti i commentatori.

    Poi, magari, mi faccia la classifica dei più invadenti. Documentata.

    Quanto al dover esprimerte per forza giudizi positivi su Camila (non “Cami”, per piacere) solo perchè siamo sul suo blog. Vede, amico, ho un blog anch’io. Alquanto più grossino di questo. E non ho mai preteso che tutti consentissero a ciò che scrivo.

    E’ la democrazia, bellezza, e il gestore (non lei) è libero di decidere se farne un luogo di dibattito aperto, o una curva sud del FORZA CAMI

  5. by Tafanus

    Signor Gimusi, questione di punti di vista. Lei pensa che dovrebbe diventare un sito più leggero ed umoristico, io penso che dovrebbe diventare un sito più profondo ed ancorato ai fatti.

    La ringrazio comunque per avermi dato il consenso di continuare ad essere presente. Col tempo, mi darà anche il consenso di seguire il mio modo di essere e non il suo?

    Se ne faccia una ragione: non sarò mai un nemico di “Cami”, e mai un tifoso.

    Vengo qui per scrivere di tennis, e chi vuole può saltare a pié pari i miei commenti.

    Ma che ne direbbe se ognuno di noi rimanesse libero di adottare il suo stile, e non quello di altri?

  6. gimusi by gimusi

    OLE’ CAMI OLE’ OLE’ OLE’…OLE’ CAMI OLE’ OLE’ OLE’…OLE’ CAMI OLE’ OLE’ OLE’…OLE’ CAMI OLE’ OLE’ OLE’…OLE’ CAMI OLE’ OLE’ OLE’…

    PS
    sig. Tafanus nonostante le recenti incomprensioni e i vivaci scambi di opinione ritengo la sua presenza qui utile e stimolante per tutti…a mio modesto avviso dovrebbe solo mostrare a volte un pochino di senso dello humor in più e non prendere tutto così troppo seriamente…il che non significa non esser seri…credo invece che ciò contribuirebbe ad abbassare i toni e a capirsi un po’ meglio…io credo che si possa “convivere” con i diversi punti di vista e non mi dispiace trovare qui sia la persona obiettiva e distaccata sia l’accanito e cieco tifoso di Cami…sono entrambe espressioni significative e al pari dignitose della passione sportiva…sempre IMO

  7. by Tafanus

    @ Matteo Veronese 19:37

    Concordo con molte delle cose che scrive, non capisco invece (da blogger) la sua meraviglia per il fatto che lo stile del blog sia cambiato.

    Leggo che il dominio di questo blog è stato registrato a giugno 2009, quando Camila Giorgi navigava intorno alla 450° posizione, e quindi il suo sito interessava a pochi addetti ai lavori. D0v’è la meraviglia se oggi che Camila ha avuto l’exploit di Wimbledon, una forte esposizione mediatica, l’ingresso nelle top 100, sia aumentata la quantità dei visitatori e dei commentantori? Mi consenta, sarebbe stato sorprendente se ciò non fosse accaduto. In quanti, oggi, si affollano sui siti della Moratelli? (è solo un nome scelto a caso, che riflette la situazione di Camila a giugno 2009).

    Mi creda, Matteo. Glielo dice uno che un blog lo gestisce da qualche anno, e che ha vissuto, moltiplicati per quattro, i problemi che denuncia lei. Quando crescono i numeri di un sito, crescono i frequentatori. E, come certamente lei saprà, la distribuzione di cultura, buona educazione, conoscenze specifiche, in TUTTI i campi, ha la forma di una piramide. Più si allarga la base di frequentatori di un sito, più si passa verso la base della piramide, e si abbassa la qualità degli interlocutori.

    Dov’è la sorpresa?

    Se si vuole gestire la crescita di un sito, bisogna dedicarsi al sito anima e corpo. In rete non ci sono pasti gratis. C’è fatica. C’è la necessità di riuscire a dire, di tanto in tanto, “ho sbagliato”. C’è la necessità di controlli sempre più serrati.

    Lei gradirebbe (e parla anche per Alberto Brumana, registrar del sito), non dover scandagliare ogni commento. Mi creda, anch’io gradirei. Però lo faccio, e su scala quattro volte più impegnativa di questo sito. E lo faccio da solo, e non in collaborazione con un’altra persona. Risultato? la cosa richiede un impegno otto volte superiore, e non me ne lamento.

    Si chiama “tenere pulito il cortile comune”.

    Il giorno in cui la cosa mi dovesse risultare troppo gravosa, non mi lamenterei per un solo minuto. Mollerei il tutto, o trasformerei il blog in un tazebao one-way, senza commenti, o con commenti moderati, o con la richiesta di registrazione.

    Sono tre modi infallibili per ammazzare un sito.

    Quindi mi consenta di darle un consiglio, da fratello maggiore: tenga pulito il cortile. Lo tenga pultio da coloro che pretendono non solo di insegnare a tutti gli altri cosa pensare, ma anche COME pensare. E diffidi del fatto che da due mesi questo sito si stia trasformando da luogo di informazione e di dibattito, in luogo di tifo da curva sud.

    Come ho scritto altrove, se questo sito dovesse diventare una sorta di acritico “fans’ club” dove l’unico approccio consentito fosse l’adorazione, lo abbandonerei senza rimpianti. Non sono né un tifoso, né un nemico di Camila. Sono un “osservatore”, e tale vorrei poter rimanere. E pazienza se a qualcuno non piace che io snoccioli dati. E’ l’unico modo fi fare informazione che conosco. I dati, i maledetti dati…

    La saluto

  8. by t.o.

    Sono nuovo del blog perciò salve a tutti.
    Sono entrato nel sito di Camila perchè come molti amanti del tennis ero curioso di sapere come Cami (così la chiamate voi, così la chiamerò io) si stava preparando agli US Open dopo quell’entusiasmante Wimbledon di due mesi fa. Mi aspettavo un sito di fans e questo ho trovato. E come in ogni sito di fans…sempre è presente una zanzara. Anzi…un Tafano. Come ogni Tafano fastidioso ed insistente (degli ultimi 24 interventi 12 sono firmati Tafanus)
    Non si offenda signor Tafanus se la giudico fastidioso ed insistente. “Nomen omen” dicevano i latini. Ed è lei che si è scelto quel nome. Perciò il “presagio” del suo nome lei lo ha pianificato scientemente. Così come scientemente e coerentemente all’alias che si è scelto, ha pianificato i suoi interventi. Sempre alla ricerca della polemica, della puntura…salvo poi minacciare di andare a pubblicare “il tutto su un blog alquanto più visitato di questo” eventuali scorrettezze nei suoi confronti da parte addirittura del gestore del sito.
    Non sto certo qui a sindacare sui suoi giudizi sulla “padrona di casa” (del resto siamo nel sito di Camila, gestito e finanziato dai suoi amici e dai suoi fans). Educazione vuole, o almeno vorrebbe, che in casa d’altri si rispettino almeno gli affetti di chi ci ospita. Ipocrisia…no. Semplice buona educazione.
    Ma tant’è. Passiamo alle cose più serie.
    Commentare le cose del tennis con i numeri e con le statistiche è come commentare un piatto leggendo la lista degli ingredienti senza sapere quale cuoco li cucinerà.
    Il tennis è quello strano sport dove può capitare di vincere una partita 0-6 6-4 6-4 perdendo 80 punti contro 48. O dove può capitare di salire nella top ten del ranking mondiale senza mai battere un tennista della top ten. Senza nulla togliere alla nostra splendida Sara sappiamo sia io sia lei che il 9 o 10 posto (che rappresenta un risultato strardinario) è e rimane comunque il limite fisiologico della Errani. Potrà rimanere altri 5 anni tra la 10° e la 20° posizione scegliendo i tornei giusti e curando la testa come ha dimostrato di saper fare. Ma non potrà mai aspirare al vertice della classifica.
    Ci vuole cortesemente lasciare signor Tafanus la speranza che la nostra Camila possa fare di più?
    Ha i colpi per farlo. Può vincere contro chiunque proprio perchè può perdere contro chiunque. La sua più grande avversaria è la sua testa. Ma torniamo ai suoi numeri.
    Cami ha oggi 20 anni e 8 mesi. alla sua età la Pennetta era 95° la Errani era poco sotto il 100 la Vinci entrerà nel top 100 a 22 anni. Solo la Schiavone all’età di Cami fa un 3°turno in un Grande Slam (US Open)
    stazionando anche lei appena dentro la 100esima posizione. Raggiungerà la 23° a 22 anni e mezzo.
    Visto che 3 delle 4 sunnominate sono entrate nel top ten (solo la Vinci ha raggiunto la 18° ma con la vittoria di ieri vedremo) perchè non dovremmo augurarci che Cami (che a parità d’età era più su di loro) non faccia meglio? Del resto la Schiavone ha preso un 6-1 6-3 da Cami solo pochi giorni fa a Cincinnati e la Pennetta un 6-3 6-4 due mesi fa a Wimbledon. Mi pare siano tutte e due 60 posizioni più in su di lei.
    Camila ci piace perchè ha quello che le Italiane e gli Italiani non hanno. Vuole vincere imponendo il suo gioco. Non si preoccupa dell’avversria perchè sa che se riesce a giocare bene può vincere contro tutte.
    Non conta mai sull’errore dell’avversaria.
    Per lei che ama i numeri. Si guardi i 5 anni di classifiche ATP tra il 75 e l’80. Scoprirà che il migliore italiano (come media piazzamenti) è……….Corrado Barazzutti.
    A me piaceva più Panatta. Anche se per poche settimane, il 4° di adriano del 76 ci dava l’impressione di essere nel gotha del tennis mondiale. Si può stare nella top ten anche senza mai andare neanche ai quarti di finale. Il tennista diventa ricco lo stesso…ma il “tifoso” si diverte meno.
    Perciò…Camila….vai e facci divertire………..

  9. by Tafanus

    Cristian, la situazione di Flavia e di Francesca non è comparabile. Flavia ha ancora voglia di giocare, e lo ha dimostrato tutte le volte che ha giocato quest’anno, finchè le ha retto il polso (e prima la ancora la sciatalgia, gli adduttori sinistri, la caviglia destra: dalla finale di Auckland, alla finale di Acapulco, al quarto turno di Roma, al terzo turno alle olimpiadi.

    Il problema è che Flavia ha abusato di se stessa, ed ha ricominciato a giocare quando non era completamente guarita.

    Francesca è un mistero, perchè atleticamente ancora regge, ma mi sembra che ormai le faccia difetto la concentrazione. Forse è appagata.

    Ma veniamo alla Fed Cup italiana. Giocherà in casa contro gli USA, sceglierà la terra rossa, e presumibilmente affronterà come le altre volte una squadra priva delle Williams.

    Se così sarà, e se tutte staranno bene (intendo dire, senza niente di rotto) le alternative non sono molte: in singolare Errani e Vinci, in doppio Pennetta-Vinci.

  10. by Tafanus

    Qualcuno ha scritto: “la ringrazio Matteo Veronese per quanto riportato. era esattamente cio’ che mi aspettavo di leggere.
    ogni utente è libero di esprimere le proprie opinioni tennistiche,
    facendolo in modo pacato, educato e costruttivo

    Esatto. E spero che nella “libertà di ewsprimere le proprie opinioni tennistiche”, rientri anche la libertà di scegliere se farlo attraverso gli aggettivi o attraverso i dati. Io preferisco farlo attraverso i dati, documentati e controllabili.

    E’ consentito?

  11. by Tafanus

    Riporto la domanda di Alessandro delle 15,23, e per non incorrere nei miei frequenti errori di battitura faccio un copia & incolla:

    “…Parlando di cose di stretta attualità, Camila esordirà più probabilmente dopodomani vero?…”

    Ecco, credo di aver chiarito ad Alessandro che Camila (salvo pioggia e sospensioni impreviste) giocherà martedì 28 Agosto. Perchè leggendo la domanda di Alessandro, espressa in corretto italiano, mi era sembrato che dosse interessato alla partita di Camila, e non a quelle di Lorenzi o di Volandri.

    O sbaglio?

  12. by GIEMME

    la ringrazio Matteo Veronese per quanto riportato.
    era esattamente cio’ che mi aspettavo di leggere.
    ogni utente è libero di esprimere le proprie opinioni tennistiche,
    facendolo in modo pacato, educato e costruttivo,
    (…)

  13. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    Gradirei (e parlo anche a nome di Alberto) non dover scandagliare ogni singolo commento alla ricerca di un insulto o anche solo un pretesto per attaccare altri utenti, cosa che fino a poche settimane fa non eravamo obbligati a fare diverse volte al giorno su queste pagine.

    Detto questo, ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni e rispondere agli altri utenti, ma senza cercare continuamente motivi di scontro. E’ il sito di Camila Giorgi, ragazza, tennista. Sarebbe auspicabile parlare di tennis (non solo di Camila) in toni adeguati al contesto, da persone mature, senza che ogni commento si trasformi in uno scontro verbale nel quale far prevalere la propria opinione, dal momento che (abbiamo post zeppi di esempi) le posizioni difficilmente cambiano e si finisce irrimediabilmente per alzare i toni e scagliarsi contro questo o quell’utente.

  14. by GIEMME

    signor tafanus:

    io non ho scritto:
    il primo turno “femminile” si svolge nell’ arco di tre giorni.
    io ho scritto solo: il primo turno si svolge nell’ arco di tre giorni.
    inteso come turni dell’ intero slam.
    la mia era quindi un’ indicazione completa (donne + uomini).
    a conferma di cio’, è che parlavo appunto dei nostri due uomini.

    certe forzature, le puoi benissimo evitare.
    perchè non servono a nessuno.
    solo a te per screditare gli altri utenti.

    qui tutti hanno il diritto di parola,
    senza che debbano essere sempre ripresi da te.

    signor Matteo Veronesi: ne vogliamo tenere conto?
    gradirei una sua risposta. grazie.

  15. by cristian

    nella nuova classifica WTA: Giorgi guadagna due posti (87), 3 azzurre in top 20 , Errani (10) , Pennetta(18),Vinci(19).

  16. by Tafanus

    Noto con didappunto che spariscono alcune mie risposte a certe provocazioni alquanto cretine, ma restano le provocazioni. Caro gestore, credo che le cose dovrebbero funzionare diversamente. Se si cancella una reazione, si deve cancellare anche l’azione. O no?

    Prenderò l’abitudine di fare degli screen shot sia delle provocazioni, che delle risposte. Se non saranno o pubblicate entrambe, o rimosse entrambe, ripubblicherò il tutto su un blog alquanto più visitato di questo.

    Legittima difesa

  17. by Tafanus

    Cristian, concordo completamente. Coiu se e coi ma si fanno forse sole le frittelle. Un vecchio adagio recita che se mio zio avesse le ruote, sarebbe un carretto.

    Il problema serio è che mio zio non ha le ruote.

  18. by Tafanus

    Alessandro, tu hai chiesto di Camila, vero? Bene, il primo turno FEMMINILE (perchè suppongo che Camila giochi il torneo femminile) si svolge SOLO lunedì e martedì, sia in sessione diurna che serale. E poichè Camila non è nello schedule di domani lunedì, giocherà CERTAMENTE martedì il suo primo turno.

    Il terzo giorno (mercoledì) con Camila non c’entra niente, perchè è dedicato al completamento del 1° turno maschile, e all’inizio del SECONDO turno femminile. Prendi con le molle le informazioni di certi esperti.

    Per dettagli sullo schedule di tutto il torneo:

    http://www.usopen.org/en_US/scores/schedule/eventschedule.html?promo=subnav

  19. by GIEMME

    @Alessandro.

    nel primo giorno (domani), non è in programma.
    infatti ci sono dei nostri, solo Cips e Volandri.

    il primo turno si svolge nell’ arco di tre giorni.

  20. by Alessandro

    Parlando di cose di stretta attualità, Camila esordirà più probabilmente dopodomani vero?

  21. by cristian

    @stefano: che c’entra il tuo discorso? diamo meriti a quello che hanno fatto le azzurre e basta. senza pensare alla superficie, al “se” avessero giocato su cemento ecc ecc .. sono discorsi campati in aria, se la superficie del tennis fosse stata solo la terra le Williams avrebbero vinto di meno, se fosse stata solo l’erba la Pironkova si troverebbe nelle 20, con i “se” e con i “ma” non si va tanto avanti..

  22. by Tafanus

    Stefano: “…Se analizzi attentamente i risultati di Fed dell’Italia, non potrai fare a meno di accorgerti che le squadre più forti le abbiamo sempre battute sul rosso, mentre sul cemento abbiamo battutto squadre orfane delle giocatrici di rilievo.
    Se si fosse giocato sempre sul cemento … hai voglia, altro che secondi nel ranking!…

    E allora? la definizione dei campi spetta al paese ospitante. Esattamente come noi scegliamo la terra rossa, gli altri scelgono quello che vogliono. In genere le superfici hard.

    Come saprai, il 70% dei punti WTA è attribuito su campi hard. E noi abbiamo 4 giocatrici nelle prime 32 che per essere dove sono hanno dovuto vincere punti anche su hard.

    Vuoi la storia di FedCup staccata dalla mitologia che trovi funzionale al tuo tifo? Bene, consideriamo la FedCup dal 2006 in poi (l’anno in cui l’Italia ha iniziato ad emergere: dal 2006 ad oggi l’Italia ha disputato 18 incontri di FedCup: 9 su clay, 9 su hard. Sei d’accordo? E se ha vinto tre coppe ed ha disputato altre tre finali, vuol dire che ha vinto non “prevalentemente sul rosso”, ma su qualsiasi superrficie.

    I 18 incontri hanno comportao la disputa di 86 partite: 43 su clay, 43 su hard. Ebbene, sei sfortunato, amico. Le italiane dell’era A.G. (lo ripeto, perchè non ci trovo niente di offensivo: è solo uno stacco di tempi), hanno vinto più partite sullo hard (22) che sul clay (21). Vedi come gli odiati numeri smontano i simpatici luoghi comuni?

    Abbiamo battuto sul duro solo paesi che non schieravano la formazione migliore? Si, è successo. Cogli USA. Che però schieravano esattamente la stessa formazione che, battendo strada facendo la Russia, si era guadagnata l’accesso alla finale.

    Infine: la fedcup non è e non vuole essre né un campionato sullo hard, né un campionato sul clay. E per vincerla tre volte in sette anni, ed arrivare altre tre volte in semifinale, devi giocare, amico. Su entrambe le superfici.

    Naturalmente nessuno più felice di me, quando e se le nuove emergenti ci consegneranno gli stessi risultati.

    Infine una piccola annotazione su Clerici e Tommasi (devo averla già fatta). Divertenti e preparati commentatori. Però avevano previsto che la Errani non sarebbe mai entrata nelle prime trenta, che Gaudenzi sarebbe entrato fra i primi dieci, idem pewr la Sloane Stephens… Stefano, vogliamo parlare pacatamente di tennis? Allora ognuno lo faccia seguendo educatamente – e senza voler ad ogni costo prevaricare non dico le idee, ma le metodologie altrui: tu ed alcuni altri (molti altri), cogli aggettivi. Io coi numeri.

  23. by GIEMME

    @stefano.
    concordo perfettamente sulla tua analisi.
    ero a Biella a seguire di persona gli incontri di Fed.
    era anche il “rosso amico”.
    una certa Tzurenko, ci mise davvero in grave difficolta’, ai limiti dell’ umiliazione.
    l’ ho detto tante volte:
    i numeri “passati”, valgono solo per le statistiche.
    non per disegnare un futuro piu’ o meno prossimo.
    per quello, le variabili in gioco sono talmente tante, che come una volta ha sostenuto qualcuno, gli scommettitori ci basano sopra la loro posta.
    peccato pero’ per loro, che le cose non sempre vanno per il verso giusto.
    una certa Lisicki il due luglio scorso ha rifilato un perentorio 64 -63
    alla Masha di turno.
    non lo ha fatto guardando le statistiche passate, che l’ avrebbero data perdente in quel match.
    lo ha Fatto trovando la giusta motivazione e concentrazione.
    oltre al fatto magari, di non aver trovato l’ avversaria in buona giornata.
    ma questo è solo il primo esempio che mi viene in mente, perchè mi piace Maria 8tennisticamente parlando).
    se ne potrebbero fare tanti altri e anche molto piu’ eclatanti.
    ripeto:
    le statistiche sono utili come analisi.
    ma non disegnano in alcun modo il futuro.
    chi si ostina a remare contro questa verita’, lo fa perseverando in una situazione mentale talmente morbosa, da non averne la forza di ammettere che sta perdendo tempo.

    una cosa diretta al professore:
    -se si fa una battuta, è solo per stemperare l’ attesa e per scherzarci un po’ su.
    questa… non è l’ Accademia Militare… professore.

  24. by Stefano

    Oops, mi è scappato un Cina in più.

    Adesso dirò pure a mio padre che quando un paziente arriva al pronto soccorso invece di chiedergli dove ha male e cosa si sente (cioè le sue impressioni), deve zittirlo a fargli subito una bella TAC ed un esame del sangue completo: vuoi mai che invece dei numeri un medico basi la sua primissima diagnosi (a cui poi devono seguire gli accertamenti del caso) sulle impressioni del paziente …

  25. by Stefano

    @ Tafanus:
    guarda che se c’è uno che sta denigrando qualcosa, quello sei proprio tu!
    Scrivere cose del tipo: “il tennis femminile italiano nell’era A.G. (Avanti Giorgi)” io lo trovo molto più denigrante (nei confronti di Camila e di tutti quelli che frequentano questo spazio) che scrivere che la nostra classifica di Fed Cup è molto più “comoda” di quanto non dovrebbe essere.
    Se analizzi attentamente i risultati di Fed dell’Italia, non potrai fare a meno di accorgerti che le squadre più forti le abbiamo sempre battute sul rosso, mentre sul cemento abbiamo battutto squadre orfane delle giocatrici di rilievo.
    Se si fosse giocato sempre sul cemento … hai voglia, altro che secondi nel ranking!
    La verità, è che (salvo la Pennetta e qualche sporadico risultato della Vinci) sul cemento l’Italia vale ben poco (sia maschile che femminile) …
    è sempre stato così.
    Vatti a vedere dove hanno fatto il grosso dei punti e dei risultati le italiane nella loro carriera, e vedrai che salvo la terra battuta non abbiamo mai fatto molto (ricordo Mosca per la Schiavone e altri piccoli tornei per Vinci ed Errani).
    Per questo dico che l’Italia di Fed, se la togli dalla terra amica, non vale la sua classifica.
    Sul cemento, Repubblica Ceca, USA, Serbia, Russia, Germania, Cina … e forse anche Cina e Australia (+ Belgio se includiamo anche il recente passato) secondo me ci sono superiori, in quanto se al completo possono contare su giocatrici che sul veloce possono tranquillamente battere l’Italia.
    Il tennis si gioca per oltre il 70% sul cemento, perciò per me essere soltanto forti sulla terra rossa è meno importante che esserlo sul cemento.
    Questo non vuole togliere meriti alle nostre azzurre … ma chi capisce almeno un po’ di tennis, non può contestare il fatto che in questi anni siamo stati molto fortunati in Fed ad affrontare squadre incomplete o che giocavano sulla superficie che meno le avrebbe favorite (cioè la nostra terra rossa).

    Per quanto riguarda l’economia, invece, ti consiglio di lasciar stare.
    Il PIL è si un “dato storico”, ma la sua previsione futura si basa su analisi del presente e sulle proiezioni che i cambiamenti dell’ultim’ora potrebbero portare.
    Mettersi a guardare il PIL dell’Italia degli ultimi 10 anni non serve a niente se non calcoli che ora con le manovre che andranno in porto ci sarà recessione sicura (una conseguenza implicita dell’innalzamento del carico fiscale).
    Allo stesso modo, un medico la prima analisi che fa sul paziente è chiedergli dove ha male e cosa si sente, non chiedergli la cartella clinica del suo precedente ricovero o la cronologia delle patologie che ha avuto da quando è nato.
    Si analizza il presente, non si guarda soltanto i numeri del passato.

    Chiudo dicendo che una volta Gianni Clerici disse (ad un certo Rino Tommasi … telecronaca della finale maschile degli US Open 2002) che i numeri nel tennis servono per capirci qualcosa solamente a chi di tennis non ne capisce … (sono passati 10 anni da allora, e le parole esatte non le ricordo più, ma il loro significato era esattamente questo).

  26. by Tafanus

    Gimusi, no. Il medico per tentare una diagnosi parte dall’anamnesi, non dalle sensazioni e dagli “a mio avviso”. I mercati per prevedere l’andamento del PIL e dello spread partono dai dati storici, non dagli “a mio avviso”. O no?

    Per esempio nei giorni scorsi qualcuno, forse solo per il gusto di denigrare ciò che è stato (ed è) il tennis femminile italiano nell’era A.G. (Avanti Giorgi), nei giorni scorsi ha scritto la sovrumana sciocchezza che vorrebbe l’Italia, in una ipotetica classifica mondiale di valori, non prima dell’ottavo/nonno posto.

    Ora, pazienza se la classifica di FED CUP aggiornata recita che l’Italia è seconda solo alla Rep. Ceca, e precede Russia (3), Serbia (4), USA (5), Australia (7), Germania (10), Spagna (13), Francia (16). Conosco già la risposta: le Williams non giocano! Si, lo so, le Williams non giocano. Ma tutte le altre primedonne delle altre nazioni giocano. E comunque chi non partecipa ha sempre torto.

    Ma allora andiamo a vedere a quali nazioni appartengono le prime 32 giocatrici al mondo: Russia (5), Italia (4), Germania (3), Cina (3), USA (2), Rep. Ceca (2), Belgio (2, ancora per pochi giorni).

    Seguono con una sola giocatrice Bielorussia, Polonia, Australia, Danimarca, Francia, Serbia, Slovacchia, Estonia, Austria.

    Non ci spiegherebbe, il nostro gentile ed esperto interlocutore, perchè l’Italia sarebbe all’8° o 9° posto nella scala di valori del tennis femminile mondiale?

  27. gimusi by gimusi

    anche i numeri al pari dei giudizi basati su semplici impressioni per fortuna non determinano il tennis e lasciano il tempo che trovano…i fattori sono talmente tanti e imprevedibili che è sempre il risultato del campo che li determina e non viceversa…ciò non toglie che numeri e statistiche possano essere interessanti così lo possono essere i giudizi di sintesi che al pari di essi sono sempre una fotografia più o meno distorta dello storico e non una sfera di cristallo…ad esempio dire che “a mio avviso Na Li farà bene agli US Open” ha lo stesso valore di un papiro di statistiche che portano alla stessa conclusione…uno non è meglio dell’altro…sono ragionamenti…passatempi…guai illudersi che siano la verità assoluta sia gli uni che gli altri…IMO

  28. by Stefano

    @ Cristian:
    Sì, ci stavo pensando giusto ieri …
    Non solo Giorgi, se capitan Barazzutti ha coraggio dovrebbe convocare pure la Burnett … secondo me già ci sta (anche se magari non la metti in campo).
    Purtroppo, però, Corrado è “innamorato pazzo” di Francesca, e temo che finchè lei non si sarà ritirata dall’attività o decida volontariamente di non giocare, un posto per lei in squadra ci sia sempre, anche se di fatto ha zero probabilità di portare a casa anche soltanto un punto.
    Flavia è tutto un mistero: non stava giocando male, ma quando tornerà avrà ancora le stesse motivazioni e la stessa condizione di prima?
    Sara e Roberta in questo momento sono il futuro prossimo nonchè il cardine della nostra nazionale.
    Penso che il “punto di rottura” che abbia sancito questo passaggio di consegne sia stata la trasferta russa di Fed Cup dell’anno scorso, quando una Flavia infortunata e una Schiavone che ha disertato per preparare meglio Parigi hanno di fatto lanciato le “chicas” in campo internazionale.
    In quel frangente le italiane hanno preso una brutta sconfitta dalle russe, ma dopo quell’incontro è come se si fossero caricate l’Italia sulle spalle: loro sempre in un crescendo di fiducia e condizione, mentre le altre due hanno cominciato a perdere colpi …
    Penso sia partita da lì la svolta della Errani, ancor più che inizio anno …

    @ Tafanus:
    Nei blog si può anche scrivere cavolate per scherzarci su, sai?
    Non servono soltanto numeri e statistiche … anche in borsa, ad esempio, se si ragiona soltanto con i numeri, certi andamenti del mercato risultano incomprensibili; ma se si incrociano questi dati con le notizie dell’ultim’ora che ci giungono dalla politica, tutto questo risulta più chiaro.
    Allo stesso modo, se calcoliamo il ranking contando i punti conquistati negli ultimi 25 tornei disputati nell’anno solare, avremmo che la Radwanska o la Bartoli (o la Wozniacki dell’anno scorso) sono ai vertici della classifica, perchè sono state le giocatrici che hanno disputato in assoluto il maggior numero di tornei fra quelle di vertice.
    Se invece calcolassimo il ranking contando i punti sugli ultimi 10 tornei più importanti disputati (i 4 Slam più i 6 tornei più prestigiosi nei quali si sono portati a casa più punti), avremmo che giocatrici come Masha, Serena, Petra o Vika sarebbero ampiamente ai vertici della classifica, nettamente più staccate dalle “pallettare” che sanno soltanto difendersi come la danese o la polacca.
    É una questione di criterio di giudizio: nel primo caso si predilige la continuità e l’impegno durante tutto l’anno, nel secondo caso si predilige la capacità di giocare bene (ad altissimo livello) le competizioni che veramente contano di più.
    Siccome mi pare di non essere l’unico ad aver notato che sia il circuito maschile che quello femminile di fatto stanno seguendo il secondo criterio (cioè preparare al meglio i tornei più importanti e fare quelli minori soltanto come preparazione … anche perchè in un certo senso non si può fare altrimenti, visto che sono obbligatori), mi sembra alquanto anacronistico che invece il ranking si valuti sugli ultimi 17 tornei giocati (in realtà il motivo c’è ed è molto semplice: obbligare i giocatori a fare quanti più tornei possibili e a rendersi visibili ogni qual volta c’è una TV di mezzo).
    Penso anche che i tempi di Connors siano finiti: nessuno fa più a gara a vincere 109 tornei in carriera … ormai quasi tutti si mettono a contare gli Slam per valutare il valore di un giocatore (o giocatrice) a fine carriera, e pure l’essere diventato n°1 al mondo per un tot di settimane diventa secondario rispetto a questa cosa.
    Se una giocatrice come Caroline è diventata n°1 al mondo senza aver mai vinto uno Slam, significa che non ha mai giocato meglio delle altre in nessun momento, ma è stata semplicemente la più continuativa e costante nell’arco dell’anno.
    Se Serena giocasse come ha fatto la Bartoli l’anno scorso, probabilmente starebbe sempre ferma per infortunio o vincerebbe meno; con la programmazione che si è data, invece, può continuare a fare grandi cose anche a 30 anni, e questo mi sembra soltanto giusto.
    É il criterio di valutazione che secondo me va cambiato: non si può costringere i giocatori o le giocatrici ad essere sempre e comunque presenti a tutti gli appuntamenti … purtroppo se si punta alla quantità diventa impossibile trovare il tempo per degli affinamenti tecnici che potrebbero alzare di molto il livello tecnico degli incontri, ma questo è di secondaria importanza quando ci sono di mezzo gli sponsor e le televisioni …

  29. by cristian

    leggevo un articolo sulla Fed Cup, e mi domandavo: oltre a Errani e Vinci le garanzie di oggi, chi convocherebbe Barazzutti ? a febbraio sarò molto curioso di vedere la “nuova rosa” , anche perché Schiavone e Pennetta non so ancora quanto potranno fare, la seconda senza infortunio ancora vale parecchio, però è una situazione ormai ingestibile per la stessa Flavia.

  30. by Tafanus

    Stefano: “…se ragioniamo di tennis con la classifica alla mano (cosa che io non faccio mai), non si spiegherebbe perchè giocatrici come la Wozniacki sono state n°1 al mondo per due anni pure pigliando sempre delle sonore scoppole dalle altre giocatrici (più debolucce …)…

    Semplicemente perchè se prendi qualche scoppola, ma a fine anno tu hai fatto 9000 punti, e quelle che le hanno dato le “sonore scoppole” ne hanno fatto 2.000, vuol dire che mediamente Wozniacki (che a me non piace) ha vinto 4,5 volte i punti di chi occasionalmente le ha dato delle scoppole. Semplice, no? E’ per quello che io ragiono di tennis ANCHE con la classifica alla mano.

    O pensi che la Wozniacki (la stessa che gli esperti chiamavano la “golden retriever”, perchè rimandava tutto di la), i punti li abbia avuti in regalo?

    E’ un modo di pensare e giocare noioso? Posso essere d’accordo. Ma anche un tale Panatta (che noioso non era), aveva mutuato una massima: “butta la palla di la, entro le righe: qualche volta la palla non torna indietro”

    Vedo comunque che anche lo staff della Giorgi (cioè suo padre) alle classifiche guarda, eccome… Era lui (o sbaglio) che faceva discorsi su punti in uscita, punti in entrata, top 70 entro fine anno, top 50 prima di Wimbledon?

    Mi sembra che alla classifica gaurdino un po’ tutte, e per prime quelle che dicono di non curarsene.

  31. by Tafanus

    Giemme delle 18,41: ormai è assodato: il tafano “propina fatti, numeri e statistiche. Se lei preferisce gli aggettivi, i “credo”, a mio parere”, “forza Cami, sei la migliore”, nei miei commenti non troverà tutto questo. Ma c’è un rimedio semplice semplice: basta saltare a piè pari i commenti targati “Tafanus”.

    O trova la cosa complicata?

  32. by Tafanus

    Eurosport ha annunciato che in TV copriranno due campi, mentre sul player copriranno sei campi coperti dalla TV.

  33. by Tafanus

    Petra sarà anche una “femminona” (…de gustibus…) Ma cosa c’entra tutto ciò col tennis?

  34. by Stefano

    @ Giemme:
    penso sia tutta colpa della nuova maglietta …

  35. by Stefano

    Finisce 7-6 7-5 per Petra, che alla fine infila un parziale di 5 giochi consecutivi (proprio quando io pensavo che avesse già la testa al terzo set, visto che nel secondo stava sotto 5-2 e servizio Maria).
    Diciamo che i 5 giochi finali li ha giocati finalmente col braccio sciolto e facendo pochi errori, e la differenza con la bellicosa russetta si è vista tutta (per inciso non è stata Maria a calare sul finale, ma Petra che, come la settimana scorsa ha fatto la Na Li, ad un certo punto ha smesso di sbagliare e ha cominciato a tirare vincenti da tutte le parti).
    Ma iniziare prima a giocare così?
    Con la Kirilenko questo si può fare (al Masters l’anno scorso l’ha fatto pure con la Radwanska … e anche in Fed Cup contro la Kuznetsova ha fatto una rimonta simile nel terzo set), ma contro le più forti (Vika, Serena o Masha) questo non sarà possibile.
    Svegliati prima la prossima volta!!!!! (E la stessa cosa la posso scrivere anche per la nostra “bimba” …).

  36. by GIEMME

    ho guardato gli ultimi minuti del match.

    due piccole considerazioni:

    1)
    Maria si è comportata decisamente meglio di Sara, essendo comunque piu’ attardata di lei in classifica.
    questo, indirizzato SOLO a chi continua con certi numeri.
    domanda:
    possiamo dire quindi che Maria è piu’ forte di Sara?
    risposta:
    NO. solo piu’ di uno scontro diretto ( perchè uno non basta),
    puo’ stabilire cio’.
    non la proprieta’ transitiva, che applicata allo sport, è pura sciocchezza!

    2)
    matteo mi perdoni per la battuta:
    Petra non sasra’ una gran bellezza, ma che FEMMINONA ragazzi!!!
    questa qui, se ti mette sotto una volta (in quel senso)…
    non ti riprendi piu’… hai voglia a bere zabaione dopo!!!

  37. by Stefano

    Non è ancora finito il secondo set per Petra, che sotto 5-2 e servizio Kirilenko, fa quattro giochi consecutivi e si porta sul 6-5 (servizio Kiri).
    Chi si sia svegliata soltanto ora?

  38. gimusi by gimusi

    è uscito il programma degli incontri di lunedì…

    http://www.usopen.org/en_US/scores/schedule/index.html?promo=subnav#

    mi pare che tra gli italiani lunedì giochino solo Volandri e Cipolla…quindi dovremmo vedere in campo Cami e gli altri azzurri martedì…(mercoledì è prevista al più una coda per gli uomini)

  39. by Stefano

    Petra veramente inguardabile questa sera, altro che “ritrovando la forma migliore”, è lontana anni luce dalla migliore condizione del 2011.
    Kirilenko in netto miglioramento: solida, concentrata e tatticamente lodevole.
    Ora vediamo se al terzo Kvitty si riprende, oppure sprofonda …

  40. by Stefano

    Però, che strano effetto vedere tra uno spot e l’altro quello riguardante una famosa compagnia aerea in cui compare la Wozniacki come n°1 al mondo …
    sembra quasi di essere in un’altra era …

  41. by Stefano

    Sì, la Kiri si è molto gasata ultimamente, e la sua fiducia negli ultimi tempi è cresciuta a dismisura.
    Detto questo, io se fossi in lei questa sera oltre alla racchetta mi porterei in campo un bel elmetto …

  42. by cristian

    la Kirilenko è diventata una belva in campo, è ostica per molte, a me piace! certo la Kvitova se è in palla , è difficile batterla,soprattutto ora che sembra realmente in ripresa!

  43. by Stefano

    Intanto le due ceche Hlavackova-Hradecka hanno perso la finale del doppio 6-4 0-6 4-10 dalle due specialiste e veterane del circuito Huber-Raymond.
    Vinto il primo set per 6-4 hanno poi preso un 6-0 nel secondo e hanno ceduto 10-4 nel supertiebreak.
    Che sia successo qualcosa di particolare nel secondo set? Una di loro si è infortunata?
    Strano prendere un 6-0 … due che servono come loro …
    Peccato non aver visto la partita …

    Intanto stasera la rivincita del quarto di finale olimpico tra Kvitty e Maria.
    Qualche giornalista ha parlato di match sulla carta equilibrato e combattutto: io non credo!

  44. by GIEMME

    personalmente sono piu’ orientato verso il commento di Stefano che verso quello del caro professore.
    non per una questione di simpatia, ma per un puro fatto temporale.
    il passato, serve semplicemente da riferimento all’ analisi fino al presente.
    il futuro non lo si disegna guardando ne presente, ne passato.
    le variabili in gioco sono tantissime.
    non pare un controsenso, quello di statistiche e fatti che tafano propina, a me o ad altri?
    come si fa a dare cifre e numeri sulla Errani, e poi ammettere che Sara è dov’ è adesso e nessuno lo avrebbe pronosticato solo 8 mesi fa?
    questo è controsenso allo stato puro.
    se guardi le statisctiche, senza considerare variabili possibili, il successivo anno, tutto restera’ immutato.
    ma è fin troppo evidente, che la realta’ nello sport non è questa.
    e se lo vedo solo io, vuol dire che da qui a poco tempo, smettero’ di scrivere perchè mi rinchiuderanno.

  45. by Stefano

    Tafanus, ho capito perfettamente ciò che intendi per “più forti”, ma io non guardo quasi mai la classifica.
    Per me, una Goerges non vale una Errani, né a inizio anno (quando le stava davanti) né ora (che le sta dietro).
    Perchè se ragioniamo di tennis con la classifica alla mano (cosa che io non faccio mai), non si spiegherebbe perchè giocatrici come la Wozniacki sono state n°1 al mondo per due anni pure pigliando sempre delle sonore scoppole dalle altre giocatrici (più debolucce …) che la seguivano in classifica.
    Serena prima di Wimbledon valeva veramente quella classifica?
    La Kvitova a fine 2011 valeva veramente la 2° posizione?
    Io non ragiono di tennis con la Race in mano o con il foglietto degli H2H.
    Non ha senso fare previsioni guardando soltanto la classifica senza conoscere il gioco delle atlete: la Radwanska le piglia sempre di brutto sia dall’Azarenka che dalla Sharapova (e pure da Serena), eppure in classifica è lì a pochi punti da loro …
    Se dico che la Errani non batte praticamente mai quelle più forti di lei, non includo in questa lista la Ivanovic o la Goerges o la Zheng, che a mio parere possono al massimo giocare al suo livello (parlo di quest’anno, ovviamente), ma non le considero certo più forti in senso assoluto.
    Se invece mi parli di Radwanska, Kvitova, Serena, Venus, Clijsters (non quella degli ultimi tempi), Azarenka, Sharapova, Li Na … tutte queste giocatrici io le reputo più forti di Sara (indipendentemente da dove finiranno in classifica a fine anno).
    Poi ci sono giocatrici come la Kerber, la Petkovic, la Bartoli che ha appena battuto, e poche altre che io reputo al suo livello o leggermente sopra (quando stanno bene).
    Tutte le altre, a mio avviso, sono meno forti di Sara (che non significa che picchiano più piano o che le stanno dietro in classifica, ma soltanto che sullo scontro diretto attualmente hanno meno chance di lei di vincere).
    Poi è chiaro che la Errani ha iniziato la stagione in crescendo, e ricordo che in Australia, quando Ubaldo chiese a Pistolesi fin dove poteva arrivare questa Sarita, lui rispose prontamente “nelle prime dieci”.
    A quella inaspettata risposta Ubaldo esclamò un “addirittura?!”, quasi incredulo di tanta stima …
    Ora, qualcuno di voi lo ha forse pronosticato a inizio anno?
    Ecco perchè, personalmente, penso che le classifiche lascino un po’ il tempo che trovano: sono utili a compilare il tabellone degli incontri, ma il valore delle giocatrici è ben altra cosa (la classifica tiene conto soltanto di ciò che una giocatrice ha fatto nell’ultimo anno, ma è assolutamente ignorante sul presente e sulle prospettive future di una atleta … mentre chi ragiona sul gioco e sulle partite che vede, probabilmente, si accorge prima di questi cambiamenti).
    Sempre ragionando con la classifica alla mano, qualcuno (parlo di giornalisti ovviamente) l’anno scorso ha sentenziato che la Pennetta aveva perso una grande occasione agli US Open perdendo da una facile “meteora” …
    Ma chi ha visto quel match, non può non essersi accorto di come la tedesca abbia giocato un gran tennis, e che non era detto che poi si smarrisse come molti pensavano (anzi, da lì in poi è cresciuta esponenzialmente).

    Tafanus, ciò che dici sulle giocatrici è giusto, ma è comunque diverso da quello che dico io, perchè tu utilizzi i tuoi criteri di giudizio (basati sui numeri e sulle statistiche), mentre io utilizzo i miei basati sulle impressioni di gioco e su ciò che le giocatrici sono realmente in grado di portare a casa in termini di grandi tornei.
    Tanto per fare un esempio, vale di più la finale del RG della Errani che i 4 tornei che ha vinto quest’anno … tornei che tra due anni nessuno ricorderà più, mentre la sua finale (purtroppo persa per i motivi tecnici che il computer e le statistiche non possono evidenziare) rimarrà per molti anni nel ricordo della gente che se l’è vista in TV (o dal vivo).
    Capito perchè io non amo parlare di tennis con le statistiche alla mano ma soltanto parlando del gioco che sanno o possono esprimere?
    Spero con questo di aver chiarito la questione una volta per tutte: non contesto la veridicità di ciò che dici, ma io ho semplicemente altri metri di giudizio.

  46. by Alessandro

    Errani 8\9

    Vinci 20

    Pennetta 26

    Schiavone Top 40 (se non si dovesse ritirare)

    Giorgi top 70

    Burnett Quasi a ridosso delle prime 100 del mondo

  47. by Pax

    Allora facciamo previsioni:

    Errani – 8 (Sono di quelli convinti che Sara, contro 5 o 6 amazzoni che la precedono in classifica – Serena, Sharapova, Kvitova, Li e mettiamoci pure Azarenka – non ce la possa fare perche’ il servizio e’ un handicap troppo severo, e perche’ di solito sbaglia tattica. Ma ha pochissimi punti da difendere)

    Vinci – 15 (Entra nelle Top 20 lunedi’, e la vedo bene per almeno un ottavo a NY ed un solido fine stagione indoors)

    Schiavone – n/a (Ritiro a fine anno. Grazie di tutto, Leonessa)

    Pennetta – Top 40

    Giorgi – Top 70

  48. by cristian

    @stefano : però non si può neanche ogni volta svalorizzare la Errani eh! è arrivata in top ten per merito SUO! tanto di cappello! è #7 nella race da lunedi, vuol dire che solo 6 giocatrici hanno fatto meglio. non cerchiamo ogni volta l’ago nel pagliaio , “serve piano” , “gioca bene solo su terra” .. come ho detto a Tafanus di non evidenziare sempre in maniera negativa la Giorgi. la Errani con tutti questi “difetti” come dicono in molti, è arrivata 9 al mondo, pensate se era più alta e serviva a 180kmh!! rispetto per una giocatrice umile,che si fa il mazzo dalla mattina alla sera, e le forti si, le batte anche Sara. il cammino al Roland Garros è palese, è palese come ha liquidato Marion Bartoli (una che le bordate le sa tirare), se guardiamo le sue ultime sconfitte sono solo da giocatrici ben quotate (Venus & Petra) direi che ci stanno. ora spero a NY un bel secondo turno tra Errani e Burnett

  49. by Tafanus

    Stefano, sarebbe meglio se leggessi attentamente, prima di replicare… La premessa è che la Errani ha iniziato l’anno al n° 45… Sai, il n° 10 è un achievement, non un punto di partenza.

    E a me sembra invece che l’elencuccio di quelle che ha battuto quest’anno (e che ti riporto in calce per comodità), ERANO più forti di lei – se le classifiche hanno unb senso. Se non ce l’hanno, è inutile che ci sbattiamo tanto per capire se il target della Giorgi sia il n° 1, la top ten o l’ingresso nelle 70, ti pare?

    Numero 10 SI DIVENTA. Paradossalmente, di una n° 1 che resta tale per un anno (ce ne sono state tante) alla fine dell’anno si potrà affermare che non ha battuto nessuna più forte di lei. Sei d’accordo? Da n° 45 a n° 10 si diventa battendo giocatrici più forti della n° 45, non viceversa. E nel corso del 2012 la Errani – salvo errore – ha battuto queste giocatrici che erano più forti di lei.

    Wickmayer 26, Petrova 31, Zheng 38, Vinci 23, Goerges 16, Ivanovic 14, Kerber 10, Stosur 6, Hantuchova 35.

    P.S.: Poichè tutti amano parlare per “a me sembra”, “sono convinto che”, e frasi di questo genere, ma quando chiedi di mettere nero su bianco nessuno osa (tranne un paio), ecco le mie previsioni per fine anno. Ci metto la faccia e la firma. Chi fa altrettanto?

    Errani 8/9

    Vinci 23

    Schiavone 26

    Pennetta 27

  50. by Stefano

    Tolta la Kerber e forse la Stosur (forse), quelle che ha battuto non mi sembrano più forti di lei … anzi (sempre che per “più forti di” non si intenda che colpiscono la palla più forte di lei, perchè allora in quella lista ci stanno almeno altri 20-30 nomi).
    Detto questo, sbaglio o prima del RG (dove di fatto Sara è “esplosa”), la Errani non aveva MAI battuto una top ten in carriera?
    E ci ha messo 25 anni prima di batterne una …

    Adesso vediamo quanto ci mette Camila a battere una top ten (intendo una top ten attuale, non una giocatrice che è stata top ten).

  51. by cristian

    @ giovanni : bentornato;)

  52. by Tafanus

    Amici, aspettando le prodezze della Burnett e della Giorgi, onore alla Errani (semifinalista a New Havem dopo aver eliminato la Bartoli. E onore alla Vinci, dominatrice di Dallas. Sara deve fare miglioramenti? Certo: tutti devono farne. E alcune devono farne più di altre. Per esempio è indubbio che chi ha raccolto negli ultimi 12 mesi 4000 punti deve fare qualche miglioramento in meno di chi ne ha raccolti 700.

    Come è indubbio che chi ha vinto un torneo ITF deve farne di più di chi ha vinto 7 tornei WTA, ha battuto due volte in un mese 6/0 6/0 delle avversarie, ha battuto in meno di un mese due ex n° UNO.

    La Cami serve forte? e alllora? provate a guardare la classifica delle 12 record-women della velocità di servizio in attività. Oltre ai nomi che vi aspettate, trovate anche la Goerges, la Haradecka, la Coco Vandeweghe, la Gajdosova, e persino la Stephens… E allora?

    Errani deve faticare per restare dov’è? Certo, TUTTE lo devono fare. Ha dovuto farlo Pennetta, Ivanovic, Jankovic, Bartoli, Petrova, e molte dovranno ancora farlo. Ma stiamo un attimo ai fatti: agli odiati fatti…

    Prendiamo le top-ten attuali, e vediamo chi deve faticare di più e chi deve faticare di meno per restare dov’è… Da qui a fine stagione ognuna delle top-ten dovrà togliere dei punti dalla classifica WTA. Vi interessa sapere cho ne deve togliere di più e chi di meno, o queste cose vi annoiano? Bene, le scrito per i pochissimi che preferiscono i fatti alle sensazioni personali:

    -1) la Stosur lascia 2350 punti;
    -2) la Radwanska 2120 punti;
    -3) la Wozniacki 1745 punti;
    -4) Serena Williams 1400 punti;
    -5) la Kerber 1231 punti;
    -6) la Azarenka 975 punti;
    -7) la Kvitova 760 punti;
    -8) la Sharapova 385 punti;
    -9) la Li, Na 206

    E la Errani??? Bene, la Errani deve difendere, da qui a fine anno, ben … 37 punti

    Indovinello: chi è la tennista che deve faticare di meno a restare dov’è?

    E sapete chi è la tennista che perderà, purtroppo, di più, fra le italiane? Flavia Pennetta, che non è ancora guarita, non giocherà, e fra le giocatrici di vertice non riuscirà a difendere neanche la posizione nelle top venti, perchè è quella che in questo scorcio di anno lascerà sul tappeto più punti: quasi 1000, fra i 500 degli usopen, i 450 di Pechino, e altri pochi spiccioli.

    VOGLIAMO SMONTARE UN’ALTRA FAVOLETTA? ““purtroppo a causa del suo servizio la Errani non potrà mai vincere contro quelle più forti di lei:

    Bene: Sara Errani ha iniziato l’anno da n° 45. Nel corso dell’anno ha battuto le seguenti “più forti di lei” (in ordine cronologico):

    Wickmayer 26, Petrova 31, Zheng 38, Vinci 23, Goerges 16, Ivanovic 14, Kerber 10, Stosur 6, Hantuchova 35.

    Mi scuso per il fastidio arrecato a coloro che prediligono gli aggettivi ai numeri, ma io sono fatto così, cosa volete farci…

  53. by GIEMME

    ragazzi.
    onore a Roberta per cio’ che ha saputo fare, dopo un passaggio a vuoto, durato abbastanza a lungo.
    su Sara che dire…
    è sicuramente andata oltre le sue stesse aspettative, su una superficie che resta comunque a lei non congeniale.
    certo che, se vorra’ rimanere dove adesso si trova, tra le prime 10 al mondo, ne deve fare di miglioramenti…
    vedremo come sara’ il prossimo slam.
    sarei davvero curioso di vedere il presunto derby al secondo turno…

  54. gimusi by gimusi

    insomma per sintetizzare…la Vinci vince e la Errani erra…

    …grande davvero Roberta che incamera $37’000 di premio e 280 punti…con questo risultato dovrebbe già risalire nelle top 20 (n.18 il suo best ranking nel 2011)…a questo punto dalla tarantina sicula d’adozione ci aspettiamo grandi cose anche a NY dove l’anno passato si era fermata al 3T (non ha un tabellone tra i più comodi, ma se mantiene l’attuale livello di gioco non dovrebbe subire sgambetti ai primi turni)…

    …Sarita non oso pensare cosa potrebbe fare con un servizio migliore..peccato…è stata comunque molto brava ad arrivare in semifinale su una superficie che non predilige…

    …e ora tutti a NY a tifare i nostri ed il buon tennis!!!

  55. by Stefano

    Pax, oggi non è stata la Kvitova a prendere a pallate la Errani: hanno giocato entrambe molto molto male, soltanto che oggi la Errani non aveva praticamente servizio, e bastava che Petra servisse ad appena 100 miglia orarie (160 km/h non è che siano poi tutto ‘sto gran chè) che Sarita o rispondeva in rete o steccava la risposta.
    Non ho mai visto Sara giocare così male a tennis.
    Personalmente, penso che se Sara avesse giocato come ha fatto in Australia quest’anno contro la ceca, oggi poteva anche vincere, dato che mi è sembrato che Petra fosse veramente stanca e “cotta” dalle alte temperature di questa insopportabile estate (oltretutto lei è anche asmatica ed ipotiroidea), visto che appena lo scambio si allungava la Kvitova perdeva subito il controllo del gioco.
    Brava la Vinci a ribaltare una situazione partita male … ma anche lì, per quello che ho visto, non si è trattato di gran tennis.
    Come ho scritto un po’ più in su: ma che senso hanno questi tornei a ridosso dello Slam americano?
    Che valore possono avere?
    Aspettiamo NY per vedere se “abbiamo ancora una leonessa”, oppure se abbiamo già trovato modo di rimpiazzare le nostre due giocatrici di punta con altre due di livello non meno elevato (sempre nell’attesa che le nostre due “bimbe” diventino “grandi”).

  56. by theboss

    Meglio di così era impossibile.
    Speriamo che si esalti nei grandi tornei come ha saputo fare a Wimbledon.

  57. by Pax

    Bravissima Vinci che conquista il titolo a Dallas battendo Jankovic 7/5, 6/3. Nel giro di un mese ha praticamente fatto fuori tutta la squadra serba di Fed Cup.

    Errani purtroppo presa a pallate da Kvitova. Il servizio di Sara contro le piu’ forti credo sia un handicap non superabile.

  58. giovanni by giovanni

    Vedo che dopo le mie vacanze, le cose non sono cambiate. Tutti amano sempre Tafanus, il cui ego prima o poi lo soffocherà, e mi trovo sempre ed ancora d’accordo con Cristian…. Forza Vinci ! E Forza Cami. Have fun !

  59. by cristian

    che grinta la Vinci, con le unghie e con i denti ha portato a casa il primo set 7-5, dopo essere stata sotto 1-3, ora nel secondo sono 3-2 per Roberta,ma serve la serba che ha recuperato un break. forza!

  60. by Alessandro

    I complimenti oggi sono d’obbligo per la Burnett! Davvero fantastica, ha dominato con grande sicurezza e solidità la più quotata Cepelova battendola con un doppio 6-3! Davvero incoraggiante, ora quante posizioni potrà scalare anche solo con il suo primo turno in uno Slam? Attualmente è numero 155 del mondo ed incontrerà la Dushevina..

  61. by Stefano

    Pure quello di Robertina oggi è veramente brutto.
    Intanto la Kvitty ha chiuso 6-1 6-3 con Sarita.
    Mi domando: ma che senso/prestigio hanno questi tornei dato che molte top players non li giocano oppure li usano come allenamento in vista di NY?

  62. by Stefano

    Match davvero brutto, stanno facendo a gara a chi gioca peggio (mai vista una Errani giocare così male … serve la seconda a 105-110 km/h).

  63. by Stefano

    Non ho mai visto Sarita rispondere così male …

  64. by Stefano

    Per fortuna che c’è la Burnett: temo che questa possa essere l’unica vittoria azzurra della serata (intanto che scrivo, Kvitova-Errani 6-1 nel primo set).

  65. by Pax

    Inserita nel main draw Burnett che finisce nell’ultimo quarto e trova la Dushevina al primo turno. Se dovesse vincere, probabile derby con Errani al secondo.

  66. gimusi by gimusi

    errata corrige…un’informazione non corretta del sito tennislive mi ha tratto in inganno…verificando sul sito ufficiale ho visto che anche la n.2 23enne di Taipei (n.95 WTA) Yung-Jan Chan si è ritirata per infortunio ed è quindi stata superata dalla 25enne tedesca n.142 Tatjana Malek che conduceva il match per 64 20…

    @Stefano…la speranza è l’ultima a morire!!!

  67. by Stefano

    Tafanus, forse ti sfugge una cosa: criticare alcuni aspetti di alcune giocatrici italiane, non significa dire che sono scarse o che giocano male.
    Ho parlato della potenza inferiore alla media (chiaramente rispetto a quelle del suo ranking o superiore) dei colpi della Vinci o del servizio troppo lento della Errani.
    Ti domando: puoi forse negarlo?
    Se Sarita avesse potuto servire come una Pennetta o una Schiavone al 100% quando ha giocato la finale del RG con la Sharapova, pensi che le sarebbe dispiaciuto?
    Se Roberta oltre alle palle corte, palombelle, rovesci in back e roba varia avesse anche un dritto potente ed incisivo come quello di Camila, pensi che sarebbe meno forte? Pensi che avrebbe vinto meno?
    Non confondiamo il criticare alcuni aspetti del gioco con il criticare la giocatrice tout court, sono due cose ben diverse.
    Io ho espresso le mie perplessità su alcuni aspetti del gioco di alcune giocatrici italiane, tu invece critichi LA giocatrice (Camila), e lo fai sparando a zero … spiegando come non abbia ancora dimostrato niente.
    Bene, Sarita da circa un anno a questa parte (ma ancor di più dall’inizio di quest’anno solare) è diventata di colpo un’altra giocatrice … e lo ha fatto ora che ha 25 anni.
    Perchè Camila non dovrebbe godere dello stesso beneficio del dubbio?
    É forse chiedere troppo di fidarsi di una che è appena arrivata al n° 89 del mondo quando fino a pochi mesi fa faceva soltanto ITF?
    Come puoi anche soltanto fare paragoni fra una che sta iniziando ora il suo percorso e quelle che invece sono già da tempo nel pieno della loro carriera?
    Sarebbe come criticare un velocista di 18 anni che cerca di farsi largo in campo internazionale dicendo “ah, ma quello è già tanto se vede i garretti di Bolt …”.
    Non ha proprio senso fare il tifo soltanto per chi è già in cima alla propria carriera senza riconoscere le “attenuanti del caso” a chi invece la carriera cerca di iniziare a farsela (la Kvitova, tanto per fare un paragone che tu ben conosci, dopo la semifinale del 2010 persa contro una certa Serena Williams ha perso 5 partite di fila al primo turno in altrettanti tornei, prima di riuscire a riprendere il suo gioco … e non mi sembra che chi in quei momenti ha continuato a credere in lei si sia poi dovuto pentire …).
    Camila ha dei “numeri” che non ho mai visto in NESSUNA altra giocatrice italiana, e questo mi basta (e non penso di essere l’unico) per continuare a sostenerla sperando che diventi un’icona del tennis italiano più di quanto non abbiano fatto tutte le altre sue colleghe italiane prima d’ora.
    Accadrà, non accadrà …
    Questo dipende innanzitutto prima di ogni altra cosa da … LEI, e poi da tutta una serie di fattori che nessuno può ponderare o calcolare: infortuni, coach “giusti”, fortuna …
    Sì, certo, anche fortuna: secondo voi se Masha fosse “esplosa” al RG nel 2010 invece di quest’anno, la Schiavone l’avrebbe battuta in finale?
    Se quest’anno Sarita avesse beccato la Stosur (che in questo torneo peraltro ha pure battuto) in finale al RG come successe a Francesca (invece di beccare la Sharapova), le sarebbe venuto il “braccino” oppure ci avrebbe portato a casa il 2° sigillo in tre anni?
    Siamo sicuri che Francesca l’anno scorso (sempre al Roland Garros) fosse meno forte che nel 2010? O forse è stata la Na Li che l’anno scorso era di un livello più alto del suo?
    E la Ivanovic?
    Secondo voi se ritrovasse la forma di un tempo (2008) riuscirebbe ancora a battere tutte sul rosso?
    Secondo me … no!
    Il livello si è alzato rispetto a qualche anno fa, sono tornate le “big sisters”, Masha si è rimessa con la testa nel tennis, sono arrivate delle outsiders di maggior livello …
    Insomma, nel tennis oltre che alla bravura ci vuole anche la fortuna, fortuna nel cogliere l’attimo … nel cogliere quella possibilità che a volte ti si presenta una sola volta nella vita per ottenere quella vittoria che da sola può cambiarti la carriera e far riscrivere la storia.
    Ecco perchè sono del parere che con Camila … vale la pena CREDERCI! (Che non significa puntarci dei soldi, ma investirci tempo e continuare a seguirla nel bene o nel male, poi … sarà quello che sarà, ma è indubbiamente più gratificante averci preso per “fede” che essersene accorto soltanto all’indomani di un successo prestigioso … cosa che tra l’altro sanno fare tutti benissimo …).
    Detto questo, non mi resta che fare il tifo anche per la Burnett, sperando che almeno qualcuna delle “nostre bimbe” venga posta al primo turno su di un campo importante così da essere ben visibile in streaming!

  68. gimusi by gimusi

    …trova spazio nel main draw anche la brava 17enne n.164 ucraina Elina Svitolina che ha superato nel 2T la 19enne n.118 portoghese Michelle Larcher De Brito per 26 75 63 e nel decisivo turno di oggi la 21enne n.129 russa Valeria Savinykh per 36 64 61…

    nel frattempo…la Glatch non ce l’ha fatta…si è arresa alla 20enne spagnola n.117 Lara Arruabarrena-Vecino che si è facilmente imposta per 62 64…

  69. by GIEMME

    ottimo.
    anche Nasty ce l’ ha fatta.
    spero che in questo slam tutte possano fare bene, cosi’ da non sentire la mancanza di Flavia.

  70. gimusi by gimusi

    intanto a NY…

    …la n.1 del seeding cadetto la 23enne slovacca (n.67 WTA) Magdalena Rybarikova vince e si qualifica a fatica ai danni della 22enne lettone n.150 Anastasija Sevastova che al 1T aveva elminato la nostra Knapp…dopo aver perso il primo set al tie-break (8-10) la slovacca si è trovata nel secondo sotto per 45 0-30 a soli due punti dalla sconfitta…con una grande reazione ha chiuso il secondo set 75 e il terzo per 62…

    …anche la n.2 23enne di Taipei (n.95 WTA) Yung-Jan Chan supera la sfortunatissima 25enne tedesca n.142 Tatjana Malek ritiratasi per infortunio mentre conduceva 64 20…

    …la n.3 Cepalova come sappiamo è stata eliminata con un doppio 63 dalla nostra Burnett…

    …anche la n.4 29enne greca (n.108 WTA) Eleni Daniilidou è stata eliminata dalla sorprendente 17enne statunitense n.394 Samantha Crawford che si è imposta per 63 16 64…lenendo in parte la delusione dei tifosi di casa per l’eliminazione al 2T dell’altra 17enne grande speranza statunitense Madison Keys da parte della forte 19enne argentina n.120 Paula Ormaechea (tra poco in campo per l’ultimo incontro del tabellone femminile)…

    …mentre scrivo Alexa Glatch è sotto di un set con la 20enne spagnola n.117 Lara Arruabarrena-Vecino (26 11 il risultato parziale)…

  71. by cristian

    adoro il gioco della Burnett, ha un rovescio devastante,specialmente incrociato alla Sharapova, anche lei come Camila è una a cui piace giocare di potenza,però c’è da dire che ragiona molto di più in campo,non rischia tutti i colpi, dall’altro lato non ha la mobilità della Giorgi, e Camila a rete sa venire,anche se troppo scellerata , la Burnett in questo deve lavorare ancora tanto. speriamo in un sorteggio fortunato!

  72. gimusi by gimusi

    davvero notevole la Burnett…doppia bimba doppia libidine…ora speriamo in un buon accoppiamento anche per lei nel main draw!!!

  73. by Pax

    Bravissima Burnett, doppio 6/3 sulla piu’ quotata Cepelova e qualifica al main draw.

  74. gimusi by gimusi

    grande la Burnett…63 per lei nel primo set…forse avremo due bimbe ai nastri di partenza lunedì

  75. by GIEMME

    scusa Tafano:

    perchè non dovrei incitare la nostra beniamina dicendo:
    “vai Camila. spacca il mondo e facci divertire!!!” ????
    io amo lei e amo il suo modo potente di giocare.

    non pretendo di volerla paragonare con nessun’ altra delle nostre, perchè ogni ragazza è una storia a se stante.
    se mai diventera’la nr. 1 al mondo, saro’ il primo ad esultare.
    se non lo diventera’ mai invece… pazienza!!!
    per ora sono fiero di lei, per essere almeno entrata nelle 100…

    poi, se ti da fastidio leggere i miei post,
    come avevi detto tempo addietro…
    non li leggere…

    poi questa storia del sorteggio…
    e basta!!!
    la “Pirofila” per Cami va benissimo.
    come dice giustamente Alessandro, poteva capitare di peggio!!!

  76. by Alessandro

    Appunto, lasciamola giocare ed aspettiamo il responso del campo prima di dare giudizi positivi ma soprattutto negativi. Sulla carta il sorteggio poteva andare molto peggio, su questo siamo tutti d’accordo spero.. Essendo il blog di Camila Giorgi è chiaro che qualcuno abbia una preferenza per lei ma ciò non significa detestare o sminuire le altre. Io tifo per qualsiasi tennista italiana del circuito, punto e basta 🙂

  77. by Tafanus

    E tanto per stare ai fatti: nel corso del 2012 la Pironkova ha vinto 10 volte contro classificate a livello Giorgi o migliori, e perso 2 volte contro giocatrici classificate a livello Giorgi o peggiori. Non ha vinto solo sull’erba, e non ha perso solo su altre superfici.

    Ma se dovesse battere la Pironkova, poi avrebbe un turno statisticamente favorevole (la Morita, 4 vittorie e sette sconfitte), e uno “neutro” (la Niculescu, 4 vittorie e quattro sconfitte).

    Quindi possiamo fare (e lasciar fare alla Cani) tutti i calcoli che vogliamo fino alla Serena Williams, ma per il momento dovrebbe iniziare col battere la Pironkova.

  78. by Tafanus

    Sig. Gimusi, i giudizi sui sorteggi diventeranno alquanto meno ondivaghi passando da un giornale all’altro, se ci si basasse meno sulle sensazioni (come accade per la maggior parte dei commentatori di questo blog), e più sugli odiati numeri, e sulle odiatissime statistiche, come fanno alcuni di noi, e come fanno ( ma va???) i siti di scommesse, che non hanno la vocazione di perdere soldi.

  79. by Tafanus

    Cristian, forse ti sfugge l’ordine dei fattori, che è invece il seguente: se qualcuno esalta la Giorgi oltre il ragionevole, e per sostenere la sua tesi ricorda i limiti della Errani, o della Vinci o delle altre, allora io mi permetto rispettosamente di ricordare cosa hanno dato fin’ora le altre (e cosa continuano a dare), e cosa ha dato la Giorgi. E trovo che alle altre devo qualcosa (per esempio tre fed cup, uno slam e una finale, più un numero imprecisato di quarti in singolare, uno slam in doppio, un master di doppio, più alcune decine di tornei importanti, e per ora alla Giorgi devo le emozioni di un ottavo a Wimbledon, di un best ranking 89, di un torneino ITF, e di tante promesse mancate. O no?

    E qui continuo aleggere “Cai Cami spacca il mondo”, ed altre amenità di questo genere.

  80. by cristian

    @tafanus : non è che se qualcuno critica la Errani o la Vinci allora automaticamente devi criticare la Giorgi in tutto ciò che fa! io sono d’accordo con te sul discorso Sara-Roby, ad avercene di giocatrici cosi, Camila ne dovrà mangiare di polvere per arrivare ai loro livelli, però siamo qui, ci speriamo, perché ci devi ricordare sempre che è indietro nel rank, che perde spesso ecc ? dici che hai dubbi, ok lo abbiamo capito ormai, non serve ricordarcelo in ogni post, probabilmente Camila uscirà al primo turno agli Us Open, il giorno dopo sarò qui ancora a credere in lei, poi sia chiaro a me in primis da fastidio chi svalorizza le nostre, chiedi a Giemme quante volte ci ho discusso per la Errani.

  81. by GIEMME

    ciao Gimusi.
    sugli Us Open, sono rientrato da poco e ancora me ne devo fare un’ idea.
    sul precedente articolo, posso dire due cosette:

    la febbre di Cami, se non giustifica, almeno ne attenua la brutta prestazione prodotta in campo.

    l’ intervista di suo padre, fa onore a tutti.
    avevamo degli interrogativi e ci è stato risposto in maniera soddisfacente.
    siamo passati dai quasi soli ITF americani a giocare tutti gli altri tornei di ben altra caratura…
    non era forse cio’ che noi chiedavamo a gran voce?
    se poi i risultati per ora tardano a venire, aspettiamo prima di criticare.
    ha 20 anni e il tempo per migliorare ce l’ ha.
    dico solo che il giorno che impara a metterle tutte dentro il rettangolo… nel modo in cui lei è capace, puo’ far paura davvero a tante avversarie.
    che poi diventi la nr. 1 o la nr. 10 o 30…
    io sono contento per cio’ che mi dara’ a prescindere.

    come gia’ detto:
    vai Camila. spacca il mondo e facci divertire!!!

  82. by Tafanus

    Pregiatissimo sig. gimusi, basta guardare i threads precedenti, ed essere dotati di un minimo di onestà, per ricordare non le critiche, ma le battute sulla Errani capace di vincere solo con quelle scarse. E sulla Vinci bravina ma debolina.

    Quante alle critiche alla Giorgi, basta andare sui threads immediatamente successivi a Wimbledon, per leggere minchiate sulla futura n° 1, massimo 10°, non ce n’èper nessuna, forse dolo la Serena Williams ma non è detto. E basta leggere le critiche e gli insulti al sottoscritto, reo di essere stato a lungo l’unico a muovere qualche dubbio… seguito, ma con distacco, da Stefano.

    Impariamo a stare ai fatti, vuole? E i fatti dicono che le vecchie ribambite in declino continuano a produrre risultati, e non solo “col le più deboli”

    A proposito… un minimo di prudenza coi festeggiamenti per la Pironkova, visto che -a) è davanti a Camila in classifica, e -b) quest’anno ha già messo sotto ben sette top-50. Aspettiamo un attimo che Camila faccia qualcosa di simile, prima di stappare la gazzosa?

  83. gimusi by gimusi

    @Giemme…stavo giusto per sporgere denuncia alla forestale…affinché ti venissero a recuperare…per fortuna che sei di nuovo qui…ben ossigenato tra l’altro…dovresti riuscire a scrivere anche qualcosa di sensato…non è difficle…qui c’è ben poca concorrenza 😉

  84. by GIEMME

    ciao ragazzi.
    è un po’ di giorni che non ho piu’ scritto post.
    sono stato tre giorni via, a fare trecking in alta quota
    (fino a 2600mt) e sono rientrato poco fa.
    vi prego, ditemi che vi sono mancato, senno’ ci rimango male!!!!
    🙂

  85. gimusi by gimusi

    @MV…mi scusi…è che il precedente messaggio era completamente sparito dalla pagina (inizialmente era segnalato come “in attesa di verifica”) e credevo fosse stato cancellato…magari per errore…complimenti per la assidua e costante presenza e anche per la pazienza…in futuro se dovesse ricapitare attenderò qualche minuto in più…grazie g

  86. gimusi by gimusi

    scialacquatrice d’una Pennetta…c’andavo io al suo posto…23’000 $ “buttati” al vento così!!!…ecco su questo mi sento di criticarla…li poteva dare a me 😉

  87. gimusi by gimusi

    @preg.mo Sig. Tafanus…
    gli elogi per le altre tenniste italiche mi sembra che qui e altrove non manchino…non mancano certo anche alcune critiche (pochissime a dire il vero)…come non mancano le critiche più o meno velate per Cami (anche se spesso poste da alcuni in modo sconveniente a mio avviso…ritengo che la contrapposizione tra “vecchio e nuovo” siano davvero del tutto estranee alla sensibilità dei partecipanti a questo blog…personalmente mi auguro che le tenniste azzurre già affermate continuino a farci gioire ancora per molto (la Errani soprattutto credo sia appena all’inizio; la Vinci purtroppo è esplosa un po’ tardi)…e spero che costituiscano un esempio per Cami…per porsi degli obiettivi da raggiungere e magari un giorno da superare

  88. gimusi by gimusi

    MV: Non erano stati bannati, ma quando inserite dei link nei commenti questi devono essere approvati e non vengono pubblicati direttamente.

    guardando un po’ di rassegna stampa sul sorteggio…

    si va dal “sorteggio favorevole” dell’adnkronos…

    al “buon sorteggio” di sky…

    all’agnostico “sorteggio” di eurosport…

    al “sorteggio impegnativo” del corriere dello sport…

    per me, a parte Lorenzi, al primo turno ce le giochiamo tutte…con qualche difficoltà in più per la Schiavone (per lo scarso livello di forma mostrato recentemente e la gatroenterite segnalata da Pax)…speriamo in un inserimento anche della Burnett

    PS
    …in una versione precedente del commento avevo messo anche i link ma non so perché sono stati bannati…mi sembrano pienamente “on topic” e assolutamente non offensivi…

  89. by Tafanus

    Facciamo a capirci, cristian: sono il primo che in un blog in Italia ha parlato BENE della Giorgi, quando il 90% degli interventori non sapeva fare neanche lo spelling del suo nome. Ma ciò non mi mette il prosciutto sugli occhi. la “Cami” ha fatto l’exploit di Wimbledon, poi praticamente più niente. E’ consentito avere dei dubbi?

    Alessandro, NOI chi? Vi siete costituiti oin associazione? Io parlo solo per conto mio, e ricomincio a vedere la stessa fiducia cieca e bieca tradita in TUTTI i (pochi) tornei post Wimbledon in troppe persone.

    Non sono gudizi miei quelli che “la Errani sa vincere con tutte, tranne che con le più forti di lei”. Vero, Stefano? O che riesce a far benino solo sulla terra rossa. Intanto mentre ieri l’altra dal braccio debolre (mica come la Camila) ha asfaltato la Jovanoski 6/0 6/0, mentre la Errani che vince solo sulle più deboli ha buttato fuori la Bartoli, e non sulla terra rossa.

    Posso continuare, please, a non unirmi al coro? Brava Camila, ma molto meno di quando non predicassero solo due settimane fa, vero?

    Ora non si parla più di n° 1 ma di numero 70. Esatto? Mentre èmolto probabile che la Errani possa arrivare a disputare il master, che la Vinci chiuda entro le venti.

    Per la Pennetta: ma cosa volete che gliene freghi dei 22.000 dollari del primo turno a una che ha guadagnato in carriera, fra premi e sponsorizzazioni, una trentina di miliardi di lire? E che da questi soldi avrebbe dovuto communque tirar fuoti tasse e spese, la commissione al coach, avrebbe pagato la brutta figita, e il primo turno di USOPen vale 5 Punti????

    Ma davvero qualcuno pensa che si diventi campioni con questi mezzucci?

    A furia si sfottere un polso non ancora guarito, Flavia si è giocata mezza stagione, e ciononostaqnte resiste bene fra le prime 20, e lo daqrà fino alla fine degli UDOpen

    Mi sarebbe piaciuto molto se anzichè fare l’elogio dell’89° posto, qualcuno si fosse ricordato anche di fare l’elogio di quattro italiane nelle prime 30.

  90. gimusi by gimusi

    un po’ di rassegna stampa sul sorteggio del main draw di NY…

    si va dal “sorteggio favorevole” della adnkronos…
    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Sport/Tennis-Us-Open-sorteggio-favorevole-per-gli-azzurri_313626468964.html

    si passa per il “buon sorteggio” di sky…
    http://sport.sky.it/sport/tennis/2012/08/23/us_open_sorteggio_tabelloni.html

    fino all’agnostico “sorteggio” di eurosport…
    http://it.eurosport.yahoo.com/notizie/us-open-sorteggio-degli-azzurri-174919746.html

    per giungere al “sorteggio impegnativo” del corriere dello sport…
    http://www.corrieredellosport.it/altri_sport/2012/08/23-260916/Us+Open%3A+italiane,+sorteggio+impegnativo

    è proprio vero che il giornalismo non sarà mai (per fortuna) una scienza esatta!!!

  91. gimusi by gimusi

    PS prima che i pugliesi insorgano preciso che ovviamente per la Vinci la sicula s’intende d’adozione

  92. by cataflic

    Camila …partita difficile.
    Di solito soffre le tenniste che hanno un servizio pesante perchè non riesce ad entrare sulla risposta con % vincenti.
    Comunque è capitata con una assolutamente nella media vista anche la classifica..
    Se non fa più di 2 doppi falli a set vince sennó a casa!

  93. gimusi by gimusi

    a NY anche l’ultimo tennista azzurro Alessandro Giannessi esce al 2T sconfitto dal 31enne n.168 Brasiliano Ricardo Mello per 64 63…

    oggi alle 20 circa la Burnett, unica azzurra in corsa, cercherà la qualificazione contro la 19enne n.102 slovacca Jana Cepelova, n.3 del seeding cadetto…incontro difficile per Nastassja che però ha mostrato di avere tutte le carte in regola per poter vendere cara la pelle alla Cepelova che nei precedenti incontri di qualificazione ha sempre concesso il set all’avversaria…

    …bravissima Sarita contro la Bartoli e brava Roberta…la Vinci nella finale di Dallas cercherà il primo titolo del 2012 (finora solo 1 su 7 le finali perse dalla sicula)…trova com’era prevedibile la redenta e ostica Jelena Jankovic…la serba in semifinale ha superato in due set la brava 27enne n.106 australiana Casey Dellacqua, proveniente dalle qualificazioni…a NY le nostre due “vecchiette” ci daranno sicuramente delle soddisfazioni

  94. by Stefano

    Putroppo questi tornei a ridosso dello Slam americano lasciano un po’ il tempo che trovano, visto che molte big o no li giocano proprio, oppure quando lo fanno li usano come preparazione per lo US Open.
    Mi domando se una Kvitova che gioca tre tornei consecutivi lo faccia perchè vuole veramente vincerli, perchè le servono punti per rifarsi sotto in classifica, oppure se lo faccia perchè per lei oggi il gioco è la migliore preparazione possibile per l’imminente Slam …
    La Vinci ieri sera ha giocato bene, anche se bisogna dire che quando una partita finisce 6-0 6-0 il dubbio che l’avversaria possa aver avuto la testa altrove rimane (io ho visto soltanto il primo set, e devo dire che la Jovanovski mi è sembrata molto in confusione … probabilmente l’inesperienza ad affrontare giocatrici simili ha giocato il suo ruolo).
    Bella ed importante la vittoria di Sarita ieri sera con la Bartoli: 6-4 6-2.
    Sarebbe stato bello vederla dall’altra parte del tabellone opposta nel prossimo turno con la Wozniacki … putroppo invece le toccherà la giocatrice ceca che non potrà vendicarsi della sconfitta nel torneo olimpico prima dell’eventuale finale (sempre sperando che la Kirilenko batta la Wozniacki).

  95. gimusi by gimusi

    la Floris non ha saputo ripetere la bella prestazione di ieri ed esce sconfitta 61 60 al 2T dalla 23enne n.195 cinese Shuai Zhang che ieri aveva eliminato un a sorpresa la 23enne n.127 nipponica Erika Sema…

    la Glatch prosegue la sua corsa…superata agevolmente al 2T per 64 62 la 22enne Stephanie Vogt, nel decisivo 3T se la vedà probabilmente con la 20enne n.117 spagnola Lara Arruabarrena-Vecino n.11 del seeding cadetto

    Alessandro Giannessi è da poco in campo sul 3 a 3 nel primo set…

    sul campo 17 sta per andare in campo la 17enne n.154 statunitense Madison Keys opposta alla 19enne n.120 argentina Paula Ormaechea…l’incontro è trasmesso live sul sito del torneo…

    http://www.usopen.org/en_US/interactive/video/live.html?promo=subnav

  96. Madoka by Madoka

    Christian, invito anche te, come Ho fatto con altri ad ignorare i provocatori, che stravgono le dichiarazioni per poi poterle usare a proprio piacimento. Oramai questo non è più il blog della giorgi, ma un sito di statistiche e di paragoni completamente astruse ed insensate.

  97. by cristian

    @gimusi : che io sappia poteva benissimo farlo! quante volte l’Azarenka lo fa con i tornei ? l’ha fatto a Roma, a Montreal, tant’è che la Sharapova le lanciò una bella frecciatina, Flavia è semplicemente una signora,ha preferito rinunciare prima..

  98. by cristian

    tafanus, come ho specificato nel precedente articolo, sei il primo che evidenzia negativamente spesso e volentieri tutto ciò che fala Giorgi,dalle ambizioni ridimensionate,ad altre coetanee più avanti di lei nel ranking,alle poche partite giocate dopo Wimbledon, quindi perché ti dovresti scandalizzare se qualcuno lo fa con un’altra tennista italiana? cmq non mi sembra mai di aver letto qui dentro critiche ad una Roberta Vinci,anzi , come dice Alessandro si tifa per tutte le tenniste italiane,ovviamente essendo nel sito di Camila Giorgi, la nostra preferenza andrà a quest’ultima.

  99. gimusi by gimusi

    una curiosità…magari è una domanda sciocca…ma perché la Pennetta ha rinunciato a prendere parte agli US Open…non avrebbe comunque avuto un vantaggio a prendere parte al 1T ed incamerare almeno i 23’000 $ di premio oltre ai 5 punticini WTA?…c’è un divieto specifico in caso di infortunio più o meno serio?…c’è forse un’assicurazione che copre i mancati premi in caso di forzata mancata partecipazione?

  100. gimusi by gimusi

    intanto nel 2T delle qualificazioni di NY…

    tra le azzurre ancora in gara……la Burnett dopo aver perso il primo set per 63 ha inflitto un secco 60 62 alla 24enne n232 cinese Yi-Fan Xu…come era prevedibile al terzo turno la attenderà la n.3 del seeding cadetto Jana Cepelova…un incontro non facile ma che potrebeb regalare alla tennista italica il primo accesso ad un tabellone del grand slam…la bravissima Floris, dopo lo strepitoso recupero di ieri, affronterà nella notte la 23enne n.195 cinese Shuai Zhang

    tra le carnefici delle azzurre nel 1T…
    …la 22enne n.150 lettone Anastasija Sevastova dopo aver superato la Knapp ha sconfitto nel 2T anche la 19enne n.290 statunitense Shelby Rogers con il punteggio di 76 63…
    …la 18enne n.198 francese Caroline Garcia dopo aver battuto la Brianti ha ceduto alla 30enne n.161 australiana Anastasia Rodionova per 62 64
    …la 20enne n.209 rumena Cristina Mitu dopo aver sconfitto la Camerin è stata sconfitta dalla 22enne n.214 statunitense Maria Sanchez per 63 36 61

    tra le teste di serie del tabellone femminile…
    …la n.1 del seeding cadetto Magdalena Rybarikova si conferma sconfiggendo per 63 61 la 19enne n.173 serba Aleksandra Krunic
    …la n.2 Yung-Jan Chan (dopo lo 60 60 inflitto ieri alla 22enne n.213 spagnola Ines Ferrer-Suarez, unico doppio uovo deposto nel 1T) ha dovuto faticare per avere la meglio sulla 21enne n.215 canadese Sharon Fichman per 46 63 63
    …la n.3 Jana Cepelova dopo un incontro molto combattuto ha la meglio sulla 35enne n.149 thailandese Tamarine Tanasugarn con ik punteggio di 63 57 64
    ….la n.4 Eleni Daniilidou dopo un primo combattuto set supera agevolmente la 25enne n.168 canadese Stephanie Dubois per 76 61

    l’unico azzurro rimasto nel tabellone maschile Alessandro Giannessi scenderà in campo nella notte contro il 31enne n.168 brasiliano Ricardo Mello

    tra i sicari degli altri azzurri nel 1T…
    …il 25enne n.193 belga Maxime Authom che ha eliminato Matteo Viola ha avuto la meglio anche sul 20enne n.189 indiano Yuki Bhambri dopo un match combattuto terminato 63 36 63
    …il 21enne n.216 rumeno Marius Copil che ha sconfitto Gianluca Naso ha superato anche il 24enne n.120 belga Ruben Bemelmans per 64 64

  101. by Alessandro

    Tafanus guarda che noi siamo felici di veder vincere qualsiasi tennista italiana, bella o brutta che sia, giovane e vecchia che sia. Contrapposizioni ed antipatie tra connazionali non dovrebbero affatto esistere, almeno per quanto mi riguarda…

  102. by Tafanus

    E’ troppo chiedere di ricordare che sia la Pironkova che la Niculescu, col suo gioco ridicolo (da pallettara, direbbero in molti) sono due giocatrici che bisogna battere? La Niculescu, ad esempio, regali n on ne fa. E per caso è la n° 34 al mondo (obiettivo che “la Cami” si pone per non prima del secondo semestre del 2013 (visto che ha ridimensionato i suoi ambizioni programmi da n° 1 al mondo in poche ore a n° 70 entro il 2012, e entro le prime 50 entro Wimbledon 2013.

    Intanto la noiosa Robertina (che, poverina, ha un bel gioco ma non ha potenza),, e boi è bassina, e poi ha 29 anni, e poi ha i colpi leggerini, dopo il 6/0 6/0 alla bella, ggiovane Ivanovic che tira forte, ha replicato con la bellissima, ggiovanissima Jovanovski che tira fortissimo: 6/0 6/0, e finale a Dallas.

  103. by Alessandro

    La Vinci è in finale a Dallas dopo aver letteralmente vaporizzato la Jovanovsky 6-0 6-0! Un autentico massacro, complimenti Roberta!

  104. by Alessandro

    Teoricamente è un sorteggio più che favorevole ma meglio non fare pronostici, speriamo bene. Camila ci ha abituati a tutto ed al contrario di tutto 😀 L’eventualità che possa arrivare al terzo turno non è poi così remota. Ad ogni modo attendiamo.. P.s. Complimenti alla Burnett!

  105. gimusi by gimusi

    evviva la Burnett ce l’ha fatta 36 60 62…nel turno decisivo probabilmente troverà la Cepelova…

    @Stefano…condivido…è meglio illudere la Na Li e poi stroncarla!!!

  106. by Stefano

    Non cantiamo vittoria troppo presto: la Pironkova fuori dall’erba è come un pesce fuor d’acqua, però non è una che si batte da sola.
    Se Cami giocherà come sa fare … ha buone possibilità di farcela, ma se comincerà a fare regali, la Piro non è certo una principiante.
    Era il match che volevo: esito non scontato fra due belle ragazze che giocano un tennis diverso dal solito (non brilleranno in solidità, ma penso che si vedranno delle belle giocate).

    La Pironkova, comunque, parte (giustamente) da favorita … ma a noi tifosi di Cami questo non importa, poichè sappiamo bene di cosa è capace la “nostra bimba”.

    Per quanto riguarda le altre tre “sorelle d’Italia”, Sarita è quella messa meglio, mentre la Schiavo non è stata molto fortunata … anche se l’esperienza è comunque tutta dalla sua parte: bisognerà vedere con che stato si presenterà al via e le motivazioni che avrà.
    Robertina, invece, ha un match sulla carta meno complicato da quello di Francesca, ma comunque da non prendere certo sotto gamba: Urszula è una giovane ed inesperta giocatrice, ma secondo me non ha certo meno talento della sua più famosa sorella.
    Se la Radwanska “junior” becca la giornata giusta, serve una gran bella prestazione da parte della Vinci se vuole portare a casa il match.

    Su quattro giocatrici già in tabellone, penso che se ne passano almeno tre al secondo turno possiamo già ritenerlo un gran risultato.
    Come minimo però ne devono passare almeno un paio, altrimenti è da considerare una disfatta.
    Peccato per Flavia …

    P.S.
    Gimusi, sicuro che la “bimba” batterà la Na Li in finale col punteggio di 7-6 6-7 7-6?
    Secondo me hai sbagliato!
    Cami vincerà in rimonta 6-7 7-6 7-6!
    Ecco, adesso il pronostico è più verosimile …

  107. gimusi by gimusi

    intanto la Burnett dopo aver perso il primo set per 63 ha inflitto un secco 60 alla 24enne cinese Yi-Fan Xu…si va al terzo!!!

  108. by pippo

    Fatemi sognare… Camila Giorgi – Ana Ivanovic al 4 turno: sarebbe un match fantastico, anche per la straordinaria avvenenza delle contendenti 🙂

  109. gimusi by gimusi

    certo…Na Li è molto in forma…però io ci credo!!!

  110. by cristian

    ma davvero ?? allora può darsi la tua previsione si potrà avverare!^^

  111. gimusi by gimusi

    no no cristian…gli us open sono l’unico slam nel quale il tie-break c’è fin dal 1970…il buon pragmatismo americano…dovrebbero inserirlo in tutti secondo me 😉

  112. by cristian

    i tuoi pronostici, va bene che nn sono azzeccati , ma ti sei sbagliato anche nella finale, non può finire 76, negli slam non c’è il tie-break 😉

  113. gimusi by gimusi

    pronostico:

    1T Giorgi-Pironkova 60 60

    2T Giorgi-Niculescu 60 60

    3T Giorgi-Wozniacki 60 60

    4T Giorgi-Ivanovic 60 60

    QF Giorgi-S.Williams 60 60

    SF Giorgi-Kerber 60 60

    F Giorgi-Na Li 76 67 76

    vamos bimba!!!

  114. by Dago

    L’unica nota un po’ stonata è che quasi sicuramente non la potremo vedere in azione nel 1°turno e nel 2° (se ci arriva) in quanto giocherà con molte probabilità su campi non coperti dalle telecamere.
    Spero di essere smentito.

  115. by Dago

    Sul cemento è un match alla portata di Camila dato che la bulgara gioca su ottimi livelli solamente sull’erba ed in particolare a Wimbledon.
    Nel 1°turno di Londra dell’anno scorso non ci fu storia: 6-1 6-2 Pironkova.Su questa superficie,sperando che abbia debellato dalla mente quella sconfitta e che non inserisca la modalità “sparatutto”, parte con i favori del pronostico.

  116. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    I primi turni delle altre azzurre:

    -Schiavone vs Stephens
    -Vinci vs U.Radwanska
    -Errani vs Muguruza

  117. by cristian

    Fortunatissima Camila. che faccia la seria e giochi bene! perché uscire con scarsone come Pironkova o Niculescu, sarebbe imbarazzante. Camila le ha incontrate entrambe, e ci ha preso una bella stessa. però la bulgara giocava su erba, tutta un’altra cosa. FORZA CAMI

  118. by Stefano

    Bene!!!!!!!!
    Era il match che volevo.

Leave a Reply