Si ferma al primo turno delle qualificazioni il percorso di Camila Giorgi nel torneo di New Haven (cemento, 637.000 dollari). La giovane tennista italiana ha ceduto in due set alla statunitense Alexa Glatch per 6-2, 7-5 in 1 ora e 26 minuti di gioco.

Non c’è storia nel primo set, con Camila che mette in campo solamente il 42% di prime, con le quali porta a casa il 40% dei punti. Fatali anche 5 doppi falli, di cui due nel terzo game che costano il primo break e uno nel settimo che di fatto indirizza il primo set. Il secondo set parte con 3 break e la Glatch che si trova avanti sul 2-1 e servizio. L’americana arriva fino al 5-2 prima che Camila provi a organizzare una rimonta che sembrava impossibile. La tennista di macerata recupera i due break annullando complessivamente 5 match point, per poi cedere il servizio e, poco dopo, la partita realizzando solo uno degli ultimi 9 punti giocati.

Camila tornerà ora in campo nell’ultima prova dello Slam della stagione, dal 27 agosto agli US Open a New York, dove partirà dal tabellone principale grazie alla sua posizione nel ranking.

Camila Giorgi lost to Alexa Glatch in the first round of the qulifying in New Haven (hard, 637.000$). The 22-year-old US player wins 6-2 7-5 in less than one hour and a half. Giorgi saves 5 match point and rises from 2-5 to 5-5 in the second before Glatch was able to break again and then win the match.

Camila will be back in action in the last Grand Slam Tournament of the year, US Open in NYC where she will play the first round of the main draw due to her ranking.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Camila torna in campo: gli appuntamenti di gennaio
    Camila torna in campo: gli appuntamenti di gennaio
  • Wta Linz, forfait di Camila
    Wta Linz, forfait di Camila
  • US Open, Camila esce al primo turno, sconfitta in due set da Magdalena Rybarikova
    US Open, Camila esce al primo turno, sconfitta in due set da Magdalena Rybarikova
  • Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
    Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo

162 Comments. Leave your Comment right now:

  1. gimusi by gimusi

    intanto a Dallas…

    …la Vinci rispetta il pronostico superando comodamente la Hercog per 62 63…mentre il derby quebecchese va alla Wozniak che ha facilmente superato la promessa Bouchard per 62 62…la Jankovic, dopo aver superato ieri la Shvedova, suoera anche la 21enne olandese n.61 Arantxa Rus per 75 62

    a New Haven…domani la Errani sarà impegnata nei qualrti contro la ostica Bartoli, di recente finalista a Carlsbad…un match non facile per Sarita e che ci dirà molto sulle sue condizioni in vista del grand slam di NY

  2. gimusi by gimusi

    PS
    la 29enne francese n.234…è Julie Coin

  3. gimusi by gimusi

    nel primo turno delle qualificazioni degli US Open…dopo l’uscita odierna della Camerin e della Knapp…anche la esperta Brianti deve cedere il passo alla 18enne francese n.198 Caroline Garcia per 62 67 75…peccato un match molto combattuto ed equilibrato fino alla fine…domani saranno impegnate la Burnett e la Floris

    sempre nel tabellone femminile segnalo l’impresa sfiorata per la 29enne francese n.234 che ha costretto al terzo set la n.1 del seeding cadetto la 23enne n.67 Magdalena Rybarikova, recente vincitrice di Washington, col punteggio 46 75 63…

    …nel tabellone di qualificazione maschile…dopo la sconfitta di Matteo Viola…anche Gianluca Naso dice addio alle speranze di gloria abbandonando NY con un perentorio 62 61 per mano del 21enne rumeno n.219 Marius Copil…le ultime speranze sono riposte in Alessandro Giannessi (22enne n.164) che domani affronterà il 32enne dominicano n.183 Victor Estrella…

  4. gimusi by gimusi

    Karin cede al tie break nel secondo (46 67 il risultato finale contro la 22enne lettone n.150 Anastasija Sevastova)…le statistiche del match evidenziano pochi doppi falli pochi errori gratuiti ma anche pochi vincenti e soprattuto pochi punti sul servizio…credo che oggi il punto debole decisivo sia stato questo…peccato…

    rettifico alcune indicazioni date in precedenza…per le azzurre stanotte scenderà in campo solo la Brianti mentre la Burnett e la Floris le vedremo domani…

    tra i maschietti…Marco Viola si è arreso 62 64 con il belga Maxime Authom…più tardi scenderà in campo Gianluca Naso…

    …intanto è appena cominciato l’incontro a Dallas tra la Vinci e la 21enne slovena n.63 Polona Hergoc…questo è il link dello streaming…

    http://www8.livetv.ru/webplayer2.php?t=ilive&c=39005&lang=it&eid=131918&lid=73600&ci=72&si=4

  5. gimusi by gimusi

    intanto la Knapp dopo aver perso il primo set 46 sta sul 55 nel secondo…pare che abbia grossi problemi col servizio…

  6. gimusi by gimusi

    l’evento è coperto dalla CBS…ma sul web non ho trovate nemmeno un canale… 🙁

  7. by Pax

    Live streaming sul sito US Open, ma non so se sia disponibile al di fuori degli Stati Uniti. Al momento stanno trasmettendo il match Davis-Riske.

  8. gimusi by gimusi

    l’incontro della Knapp è finalmente iniziato…la Sevastova è partita lla grande con due break si è portata subito sul 3 a 0…reazione di Karin che controbrecca per due volte riportandosi in parità 3 a 3…

    PS…qualcuno ha un indirizzo streaming per gli US Open?

  9. gimusi by gimusi

    @Rolli70…scusami ma lo faccio solo per superare l’ansia dell’attesa per il prossimo incontro di Cami…e un po’ per condividere con voi i match che seguo…cercando di farne una sintesi spero interessante…

    ad esempio…al 2° turno di New Haven la Bartoli ha appena superato la Stephens per 61 06 63…anche la Errani va avanti dopo aver superato la n.39 23enne spagnola Carla Suarez Navarro…

    …a Dallas alle 23.00 scenderà in campo la Vinci e alla 00.30 ci sarà l’atteso derby nel derby canado-quebecchese Bouchard vs Wozniak…

    …a NY la Knapp tarda a scendere in campo…l’incontro inizialmente programmato alle 20.00 è stato spostato alle 20.50 ma ancora non è iniziato…

  10. by Rolli70

    gimusi sei meglio di livescore tu!!! 😉

  11. gimusi by gimusi

    il torneo comincia male per i colori azzurri…la Camerin è stata eliminata con un secco 64 62…alle 20.00 scenderà in campo la Knapp e alle 23.00 la Brianti…la Burnett e la Floris alla 1.00 di notte…

    …tra i nomi conosciuti anche la Noppawan Lertcheewakarn è stata eliminata da Ekaterina Bychkova con un secco 62 64…

    …alla 1.00 di notte scenderà in campo anche la Glatch…

    @cristian…ok ma per la Cami ci vuole un n.1

  12. by cristian

    @ gimusi: bè calcola è ancora del 92, ed è 180 al mondo, mica male,specialmente nel circuito maschile è molto difficile emergere già a 20 anni, presto entrerà anche lui nei 100,dicono sia talentuoso.

  13. gimusi by gimusi

    intanto la Camerin impegnata nel primo turno di qualificazione degli US contro la 20enne rumena n.209 Cristina Mitu ha perso il primo set per 64…

    http://www.usopen.org/en_US/scores/index.html?promo=subnav

  14. gimusi by gimusi

    oddio…ci mancava pure questa…speriamo che non si distragga troppo…non sarà forse lui la causa del calo di rendimento?…e poi non poteva sceglierselo almeno top 100 o meglio top 50?

  15. by cristian

    da facebook sembra che stia nascendo una storia tra Camila e il tennista spagnolo 180 al mondo Javier Marti (classe 92). dato che ci siamo, diamo spazio anche al gossip ahah

  16. by Rolli70

    Mi dispiace davvero tanto per Flavia, una annata davvero storta,quanto alla Errani spero passi qualche turno, per lei son tutti punti da aggiungere, fino agli australian open dove raggiunse i quarti restera’ stabilmente vicino alle topo ten, con la possibilita’ di scavalcare qualcuna (un nome per tutte wozniacky) che fece finale l’ anno scorso agli US e temo possa perdere parecchi punti….non sono un esperto di calcoli ma ad occhio qualche possibilita’ di entrare nel master ce lo puo’ avere, sarebbe molto importante….quanto a Camila….a ver que pasa!!! 🙂

  17. gimusi by gimusi

    infatti…credo anche io che questo debba essere l’obiettivo minimo di partenza per Cami…e sarebbe più che soddisfacente…se poi dovesse venire qualcosa in più tanto meglio…sappiamo che la bimba è capace di tutto…intanto questo pomeriggio partono le difficili qualificazioni per le altre 5 azzurre…in bocca al lupo a tutte

  18. by Alessandro

    Sarei contento anche io se Camila superasse solamente un turno perchè ciò vorrebbe dire cmq scalare altre 5 o 6 posizioni nel ranking.. Staremo a vedere chi le capiterà nel sorteggio

  19. gimusi by gimusi

    ma non c’è più nessuno in giro…m’avete abbandonato m’avete 🙁

  20. gimusi by gimusi

    e guardate la Stephens che staff organizzato può vantare…

    http://www.youtube.com/watch?v=y4EG_afsifk

    la Cami parte sicuramente svantaggiata rispetto a loro e dovrà essere ancora più brava ad emergere…

  21. gimusi by gimusi

    un estratto che è un pugnale al cuore…

    Per quel che riguarda Genie (il soprannome con cui tutti chiamano la Bouchard) sono stati assunti due tecnici part-time che si dedicano solamente a lei, uno in America ed uno in Europa: si tratta di Yves Boulais, tecnico canadese che ha aperto una academy vicino ad Atlanta insieme con la connazionale ex-pro Patricia Hy, e di Nathalie Tauziat, ex top-10 francese e finalista di Wimbledon nel 1998, che ha seguito Eugenie nella preparazione della vittoriosa cavalcata londinese. “Lavorare con Nathalie mi ha aiutato molto, sia a Roehampton nel torneo di preparazione sia a Wimbledon – ha confermato la Bouchard – Lei è stata una giocatrice di alto livello, sa cosa occorre per vincere e mi ha migliorata molto nell’essere aggressiva in campo e nelle volee”. Anche Brogin è soddisfatto dell’esperimento, che sicuramente continuerà nel prossimo futuro e potrebbe essere ampliato per includere altre giocatrici, compatibilmente con gli impegni in Francia della Tauziat: “Volevamo provare a far lavorare Eugenie con un coach donna, dal momento che qui al centro tutti i maestri sono uomini e le dinamiche del rapporto tra due donne sono differenti. Nathalie si è dimostrata estremamente professionale, molto dedita al lavoro e si è inserita benissimo nel contesto del lavoro portato avanti da noi a Montreal. E’ stato veramente un esperimento ben riuscito”.

    …perché la Cami no?…certe cose non accadono per caso…

  22. gimusi by gimusi

    ecco un interessante articolo di approfondimento sulla Bouchard e non solo…dietro questo bel talento c’è anche il lavoro del tecnico italiano Roberto Brogin…mannaggia alla globalizzazione…destino beffardo…sembra che in Canada abbiano investito molti soldi negli ultimi anni per sfornare buoni tennisti e finalmente per loro sembra che ci stiano riuscendo…

    http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2012/07/26/749831-tennis_canada_come_nasce_successo.shtml

  23. gimusi by gimusi

    @Giemme
    per come è l’andazzo degli ultimi incontri per quest’anno io mi “accontenterei” (sorteggio permettendo) anche del passaggio di “un solo” turno…il che assicurerebbe a Cami un bilancio positivo di 100-40=60 punticini (se non sbaglio nei conti; si sottraggono anche i punti di qualificazione vero?)…oltre che un po’ più di soldini…sarebbe già una buona conferma per la bimba…se poi si superasse anche il secondo tanto meglio…in tal caso sarebbe opportuno che theseus mettesse già in fresco dello champagne d’annata per tutto il fan club 😉

  24. by Tafanus

    Come sai, non esistono classifiche assolute. Mettile a giocare sullo hard dove è cresciuto, e la Mattek ha un certo peso. Metti la Errani e la terra rossa, e non c’è partita. Metti la Pironkova sull’erba, ed è una cosa. Mettila altrove e sparisce.

    Il fatto è che comme somma delle diverse superfici, la classifica (anche a livello best ranking), è quella che è. E i numeri sono numeri.

    E la Errani mi sembra che si sia spesso difesa bene anche sul cemento

  25. by GIEMME

    si Tafano.
    so bene che la Mattek ha subito un lungo stop e che vale sicuramente piu’ di quello che dice la classifica.
    ma l’ esito della partita, lascia comunque molti dubbi sulla Sara cementifera.
    in fondo lei è una top player acclamata da tutti ( o quasi) e anche contro una top 40 non dovrebbe avere problemi di sorta.

    dopo il forfait di Flavia e una leonessa con gli artigli spuntati,
    questo slam non lo vedo molto bene.
    a meno di una bella prestazione della Vinci, che mostra avere segni di risveglio, non so davvero a quale santa votarmi…
    su Camila, sarei gia’ felice se supera i primi due turni,
    tabellone permettendo….

    penso che di tutta la stagione, questo sara’ lo slam piu’ incerto per i nostri colori.

  26. gimusi by gimusi

    @Pax
    la Burnett mi sembra che abbia davvero poche chances…non ha tornei recenti sul cemento e se dovesse arrivare in fondo la Cepalova (o che per lei) sarebbe davvero una brutta cliente…certo che ha le carte per fare l’impresa ma non è affatto scontato che la faccia…anzi

  27. gimusi by gimusi

    intento nel torneo di Dallas…

    alla fine la “vecchia” Jankovic ha prevalso sulla Shvedova 6-7 7-6 6-1…la kazaka nonostante la grande fisicità e atleticità è apparsa (oltre che abbigliata in modo bizzarro) davvero troppo fallosa e poco efficace col servizio…non m’ha fatto una buona impressione (anche se a me piace molto pure come donna, peccato)…la Jankovic non è certo quella dei tempi migliori ma con questa vittoria ha spezzato una brutta sequela di sconfitte…credo che abbia tutta l’intenzione di regalare qualche sorpresa agli US Open magari facendo lo sgambetto ad avversarie attualmente più quotate

    …segnalo anche l’ottimo 64 63 col quale la 18enne n.194 Bouchard, proveniente dalle qualificazioni, ha superato al 1° turno la 27enne kazaka n.79 Galina Voskoboeva (seppur questa avesse al suo attivo solo 2 vittorie nei precedenti 12 incontri)…ora la 2° turno si assisterà all’interessantissimo e inedito derby canadese (o meglio al derby nel derby quebecchese) con la 24enne Aleksandra Wozniak n.50 al mondo destinata a mio avviso (e non solo mio credo) a lasciare in un prossimo futuro (non troppo lontano…anzi) lo scettro di migliore giocatrice canadese alla giovane Eugenie

    …speriamo che anche la nostra Cami si incammini al più presto in un sentiero analogo a quello della Bouchard…che a me nonostante l’età fa già una grossa impressione per maturità tennistica…credo che attualmente sia la migliore giovane in circolazione del circuito…forse seconda solo alla Stephens che però ha un anno in più…loro due e speriamo anche la Nostra potrebbero essere il futuro delle top star WTA…ne dimentico qualcuna?

    PS
    nella serata di ieri il sottoscritto ha perso al 2° turno del torneo sociale estivo ad handicap 2-6 6-2 11-6…quando si è sul campo ci si rende conto quanto sia facile parlare e scrivere di tennis e quanto sia dura buttarla in là dentro il campo con l’avversario che ce la mette tutta per prevalere…ogni partita è una battaglia non dimentichiamocelo mai

  28. by Pax

    Credo sia ora per Burnett di iniziare a vincere queste partite e mettere i piedi nei main draws degli Slams. Vent’anni dovrebbe essere l’eta della maturazione, o quanto meno di un significativo passo in avanti.

    Per quanto riguarda Camila, non so cosa aspettarmi ma tendo a temere il peggio. E se proprio deve perdere subito, spero almeno le capiti una delle prime 5/6 teste di serie, cosi’ almeno capiamo quanto sia competitiva contro le migliori quando non ha nulla da perdere.

  29. gimusi by gimusi

    per i nottambuli segnalo un Shvedova Jankovic in corso a Dallas…la kazaka conduce 43 nel primo set…

    http://lsh.lshunter.tv/static/popups/106732379298820.html

  30. gimusi by gimusi

    nel mentre sono usciti i tabelloni delle qualificazioni degli US Open…che partiranno domani per selezionare le 16 “fortunate” che accederanno al main draw…

    http://www.usopen.org/en_US/scores/draws/us/r1s1.html

    la Knapp se la vedrà al primo turno con la 22enne lettone n.150 Anastasija Sevastova…sulla sua strada ha la 23enne n.67 slovacca Magdalena Rybarikova recente vincitrice di Washington

    Nastassja Burnett se la vedrà al primo turno con la 21enne nipponica n.128 Misaki Doi…sulla sua strada ha la 19enne n.102 slovacca Jana Cepelova di recente approdata ai quarti di Washington

    Alberta Brianti se la vedrà al primo turno con la 18enne francese n.198 Caroline Garcia…sulla sua strada ha la 20enne n.109 spagnola Maria-Teresa Torro-Flor plurivincitrice di tornei ITF sulla terra rossa e con poca esperienza sul cemento

    Anna Floris se la vedrà al primo turno con la 17enne kazaka n.147 Yulia Putintseva…sulla sua strada ha la 23enne n.127 giapponese Erika Sema e la 21enne di Taipei n.114 Kai-Chen Chang di recente approdata ai quarti di Washington

    Maria Elena Camerin se la vedrà al primo turno con la 20enne rumena n.209 Cristina Mitu…sulla sua strada ha la 27enne n.124 spagnola Laura Pous-Tio e la 20enne ceca n.126 Kristyna Pliskova che a Wimbledon, proveniente dalle qualificazioni, ha superato al 1° turno Polona Hercog per poi cedere al 2° alla nostra Schiavone

    spero di non aver scordato nessuna…non mi pare che sia stato un sorteggio molto fortunato…in particolare per la Knapp e la Burnett…forse le maggiori possibilità sulla carta le ha la Brianti…certo che la Cami se l’è scampata bella potendo partire direttamente nel main draw…deve assolutamente sfruttare questa buona occasione…auguri comunque a tutte le nostre ragazze

  31. gimusi by gimusi

    nessuno!?!?!…ma se stiamo tutti a flaggellarci col cilicio da giorni per questi pessimi risultati di Cami con le Glatch di turno…boh…a volte mi chiedo se certe persone ci fanno o ci sono…

  32. by Tafanus

    Flavia lascerà sul tappeto 500 punti, e rischia di andare verso la 30ma posizione.

    A proposito della Errani; vero, battere la mattek-sands non è una notizia, Ma la notizia è che la Mattek-Sands è stata anche fra le top 50, ed è retrocessa per un lungo stop. Comunque nessuno ha fatto un monumento a Sara, era solo una informazione.

    Invece sembra che per molti sia del tutto normale che Sara abbia infilato una dopo l’altra Ivanovic, Kuznetsova, Kerber, Stosur, prima di arrivare in finale a Parigi.

    Trovo invece abbastanza preoccupante che la Giorgi, candidata a n° 1, abbia infilato, quest’anno sconfitte contro la Dabrowski (363), la Konta (309), la Brebgle 188 e dii nuovo la Brebgle 170, la Oudin 370, la Lauren 186, la Noppawan 170, la Falconi 1904, la Glatch 150.

    Sarebbe stato naturale batterle queste campionesse, non perderci. Ma nessuno ha sottolineato la innaturalezza di queste sconfitte.

    Anche la Vinci contro la Hsie ha fatto ciò che doveva. Niente di più, niente di meno. Ma ciò che doveva lo ha fatto. Altri, no

  33. by Tafanus

    Incontro Vinci finito adesso.La Vinci, “bravina, ma cn colpi troppo leggerini”, ha demolito la Hsieh 6/2 6/2

  34. gimusi by gimusi

    piuttosto tra un po’ comincia l’incontro della Vinci con la n.57 di Taipei Su-Wei Hsieh…allego l’indirizzo per lo streaming

    http://www8.livetv.ru/webplayer2.php?t=ilive&c=38942&lang=it&eid=131393&lid=73477&ci=72&si=4

  35. gimusi by gimusi

    e meno male per la Errani che ha battuto al primo turno la 27enne n.216 WTA Bethanie Mattek-Sands…se vuole restare tra le prime 10 mi sembra il minimo…non mi pare una notizia rilevante…comunque prendiamone atto

  36. by Alessandro

    Nick Bollettieri nel 2000(quando Camila aveva 9 anni)le propose di trasferirsi nella sua accademia in America ma l’offerta venne rifiutata per i troppi viaggi che avrebbe dovuto sostenere a quell’età. Magari fu un’occasione sprecata col senno di poi ma posso comprendere le motivazioni di quel rifiuto all’epoca. Se fosse stata mia figlia avrei fatto la stessa scelta. Panatta una volta da piccolina la vide giocare e disse che era la prima volta che gli capitava di veder giocare un’Agassi in gonnella. Nel grande tennis comunque è arrivata ed ora deve dimostrare di saperci rimanere…

  37. by Tafanus

    Non è escluso che Bollettieri abbia offerto un contratto alla Giorgi a 9 anni. Però è certo che la Giorgi non ci sia mai andata. C’è andata invece la Errani, 12 anni, per poi tornare in Europa. A 12 anni non era certo un’adulta, e c’ìè andata, su consiglio e segnalazione di Raffaella Reggi (per anni la migliore tennista italiana).

    Mezz’ora fa a New Haven la pallettara Errani ha battuto in due set la giocatrice di casa Bethanie Mattek-Sands Una che “le tira tutte”, come piacerebbe a molti)

    Invece è una che riesce ancora a capire quando tirarle, e quando fare altre cose. E’ ovvio che per avere alternative strategiche (per esempio servizi in kick a uscire, palle smorzate, volées in controtempo) intanto bisogna avere quei colpi. Poi è ovvio che se trovi una delle Williams in una giornata in cui mettono dentro il 65% di prime, trasformandone il 92% (con c’è niente da fare per la Errani, come non ce ne sarebbe per nessuno.

    Rimango dell’avviso che nel gtennis i bicipiti abbiano la loro importanza, ma rimango testardamente attaccato all’idea che il tennis sia innanzitutto psicologia, visione strategica, geometria euclidea, e capacità di mixare tutte queste cose.

  38. by Alessandro

    Io credo sinceramente che in questo periodo non dovremmo aspettarci altri exploit come quelli di Wimbledon per la Giorgi. Mi piacerebbe tantissimo che ripetesse un altro ottavo di finale anche allo US Open ma, sinceramente, la vedo molto dura al momento. Mi riterrei molto soddisfatto anche se lei arrivasse solo al secondo turno, basterebbe anche solo una partita vinta per muovere la classifica. Penso che si debba adottare la politica della pazienza e dei piccoli passi, cercando di non perdere posizioni nel ranking ora che è entrata nelle prime 90 del mondo. Se invece dovesse capitarle il periodo di forma ottimale allora tutto sarebbe possibile; non illudiamoci però che possa di colpo diventare saggia a livello tattico o che decida di affidarsi ad un coach. Non accadrà mai in tempi brevi a mio parere. Poi ovviamente mi auguro vivamente di sbagliarmi…

  39. by GIEMME

    notizia davvero brutta per noi…
    US Open senza Flavia!!!
    che sfortuna ‘sta ragazza…
    il polso non ne vuol sapere di mettersi a posto…

  40. gimusi by gimusi

    @Alessandro
    sono pienamente d’accordo…infatti è già un grande risultato questo e non lo si deve ridurre…ma non ci si può certo accontentare…ora bisogna assolutamente trovare una certa continuità di rendimento nel gioco e nei risultati…per restare nel giro e non finire ripiombati nel gorgo…da questo punto di vista avrei preferito che avesse perso un incontro tipo quello con la Schiavone e vinto tutti gli altri con avversarie meno quotate…sarebbe stato un bel segno di crescita…invece così il dubbio resta che anche l’incontro con a Schiavone, seppur accompagnato da un ottimo gioco, sia stato in qualche modo episodico…auguriamoci che segnali di maturità arrivino presto e allora si potrà puntare molto molto più in alto…non finché si continuerà a perdere primi turni di qualificazione con avversarie discrete ma non eccelse tipo la Glatch…ovvero se ci dovessero preoccupare le Glatch allora credo che la posizione attuale di Cami sarebbe al suo massimo o quasi…ovviamente io credo che il gioco che sa esprimere…quando lo esprime a buoni livelli…valga già da ora tranquillamente le top 50

  41. by Alessandro

    Intanto ha eguagliato il suo best ranking, è numero 89 del mondo…

  42. gimusi by gimusi

    boh…’sta ragazza è tutta un’incognita…speriamo in un sorteggio non proibitivo…e che in ogni caso si giochi la sua partita degnamente senza sparacchiare e senza troppi doppi falli…attendiamo fiduciosi

  43. by GIEMME

    @Gimusi:

    boh…
    ho spesso letto di problemi economici ed io non ho molto tempo per fare verifiche in merito…
    certo che guardando il montepremi portato a casa da Camila, è facile pensare che ad oggi col tennis non ci stia guadagnando affatto, considerando tutte le spese cui va incontro…
    poi, su sponsor ed eventuali entrate supplementari, questo non so quanto possa incidere.
    come non so neanche che lavoro facesse suo padre e se sono proprietari o mutuatari della loro casa o altro…

    io quello che vedo, è che lei ha il fisico e i colpi per emergere.
    e direi anche il tempo dalla sua parte…

    il prossimo slam, ci potra’ deludere ulteriormente o ci fara’ festeggiare alla grande… chissa’…

    per ora non resta che attendere.

  44. gimusi by gimusi

    non so siano i soldi il problema…io non credo…penso prevalga una precisa volontà di autogestione famigliare…

    comunque una settimana di pausa è veramente snervante…per lenire il fastidio dell’attesa e per riacquistare un po’ di entusiasmo in vista degli US consiglio di riammirare la Nostra nel R3 di Wimbledon opposta alla Petrova…che spettacolo Cami…

    http://www.youtube.com/watch?v=4BpHeKizD0Q

  45. by GIEMME

    vedi Gimusi:

    per il momento, la miglior frase che rappresenta suo padre è proprio l’ ultima del tuo articolo:
    “E’ la lotta di un Don Chichotte contro i mulini a vento?”.

    l’ articolo è di due anni fa e direi che il punto interrogativo nella frase, ci sta perfettamente…
    per ora, è riuscito anno dopo anno a far scalare la classifica a sua figlia.
    quindi per ora non pou’ essere considerato un don Chisciotte…
    certo che, se a 20 anni si dovesse fermare qui, senza progredire ulteriormente con la classe che la bimba dimostra di avere…
    allora si che dovremo eliminare il punto interrogativo dalla frase…

    purtroppo in realta, al momento come ho gia’ detto piu’ di una volta,
    non credo ci siano abbastanza soldi in “cassa”, per far fare a Camila un salto di qualita’ a livello di staf…
    e non credo neanche alla soluzione dei centri federali in Italia…
    chi si allena li, lo staff se lo porta dietro.
    lo fa solo per le strutture all’ avanguardia o perchè magari i tecnici operano “anche” in quel preciso centro federale…
    il che non significa che sia quella una possibilita’ per tutti…

  46. gimusi by gimusi

    @Giemme
    sono pienamente d’accordo con te nel dare massima fiducia e sostegno a Cami…Stefano ultimamente è molto duro ma credo che il suo sia un modo per sfogare la delusione rispetto alle grandi aspettative del dopo Wimbledon…personalmente sono certo che la bimba alla fine non ci deluderà…

    posto un interessante articolo che testimonia l’atteggiamento di papà Sergio sul tema “allenatori”…(è probabile che molti di voi lo conoscano già)…

    http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2010/12/01/423205-camila_giorgi_mafia_tennis.shtml

    è evidente che il papà cerchi solo di “difendere” la figlia dallo “sporco mondo del tennis”…ma come ho già avuto modo di dire in altri post ( e so che qui sfondo una porta aperta con quasi la totalità dei suoi tifosi)…forse si sta correndo il rischio di isolare troppo Cami e di non farla crescere tennisticamente come dovrebbe…credo sia un equilibrio molto difficile e che per la bimba “l’isolamento” sia un grande handicap rispetto a molte sue coetanee professioniste…tra l’altro non credo che sia facile ora tornare indietro…alcuni buoni risultati sono comunque arrivati…e Cami è abituata da anni a lavorare in questo modo…spero che non debbano arrivare anche grandi delusioni per spingerla finalmente a rivedere in modo sostanziale i propri metodi di preparazione

  47. by GIEMME

    Stefano:
    capisco perfettamente la tua amarezza, che è anche la stessa di noi tutti, visti gli ultimi risultati negativi.
    ma una finestra aperta, bisogna pur sempre dargliela.
    le potenzialita’ Camila le ha tutte e ha anche tutto il tempo davanti a se per migliorare il suo gioco e per migliorare la professionalita’ del suo staff.
    ad essere troppo negativi, non fa bene ne a lei ne a noi…
    vediamo come andra’ il prossimo slam, con un minimo di speranza da parte nostra…

  48. gimusi by gimusi

    @Rolli
    beh non ti sei sbagliato di molto…in effetti la Kerber è stata lì lì per vincerlo il match…se la Li non avesse alzato così repentinamente ed efficacemente il livello del suo gioco over the top…il break nello spettacolare ottavo game del secondo set (24 punti giocati) è stata la svolta anche mentale del match…

    http://www.ubitennis.com/sport/tennis/2012/08/20/760215-spezza_incantesimo.shtml

  49. by Rolli70

    Son contento di aver sbagliato pronostico….lol 😉

  50. by Stefano

    Beh, non è una novità: la Li quando è in palla … i vincenti li sa giocare eccome, mica è come la Wozniacki o la Radwanska.
    Comunque la Kerber ha messo su due gran belle gambe (chiaramente non in senso estetico … anche se probabilmente è la giocatrice del circuito con il fidanzato più bello …).
    Ritornando alla “bimba” non saprei se augurarle di impattare contro un’italiana, una testa di serie o una qualificata.
    Qualcuno qualche messaggio fa aveva proposto un incontro fra noi del blog a Roma in occasione degli Internazionali D’Italia: sicuri che Camila il prossimo anno sarà presente?
    Wild card?
    Qualificazioni?
    Entrata diretta per il ranking?
    Staremo a vedere … ma non penso che un torneuccio da due soldi su terra battuta come il nostro possa rientrare nei suoi ambiziosi piani da imminente n°1 del ranking (però forse il padre non aveva tutti i torti: ha detto futura n°1, ma non ha specificato di quale sport … magari intendeva il baseball …).

  51. gimusi by gimusi

    scombussolati a furia di vincenti in tutte le salse e calando gli errori…la Kerber ce l’ha messa tutta ma davvero la Li oggi era una furia…dopo Montreal era troppo motivata a vincere…e non è stato per nulla facile…per gli US è chiaro che la bimba resta la favorita n°1

  52. by Stefano

    Copione già visto: appena qualcuna scombussola i “piani” alla Kerber, questa va in confusione e molla di colpo.
    Veramente molto molto accattivante il secondo set (quello che in pratica ha deciso le sorti dell’incontro): come sarebbe bello se anche Cami avesse il 50% dei nervi e della concentrazione della Na Li di oggi nel secondo set.
    La Kerber formato 1° set è a mio avviso da top five; peccato che la testa non sia ancora quella di una campionessa matura.
    Comunque, lei (la Kerber) e la Barthel sono, a mio avviso, il futuro della Germania molto di più di quanto non possano essere Lisicki (troppo … assente alle “prove del nove”), Goerges (più bella che brava) e Petkovic (c’è qualcos’altro che ti devi rompere?).
    La Na Li, invece, ha dimostrato oggi che sta tornando ai livelli che le competono (la finale a Montreal della scorsa settimana non era casuale).
    Ora aspettiamo di vedere le altre due grandi assenti (Masha e Vika) per capire un po’ chi sono le favorite per le fasi finali degli US Open (Camila permettendo, naturalmente …).

  53. gimusi by gimusi

    la Kerber ha comprensibilmente mollato…oggi contro la Li ci vuole un bazooka…una solidità impressionante

  54. gimusi by gimusi

    grandioso davvero l’ottavo game…la Li va 53 nel 2°

  55. gimusi by gimusi

    azz…pensavo fosse suo il punto…la Kerber resiste

  56. gimusi by gimusi

    grande ottavo game della Li che riapre il match…

  57. gimusi by gimusi

    soprattuto se non comincia a sbagliare meno…

  58. gimusi by gimusi

    @Rolli
    effettivamente la Kerber sembra proprio in gran palla…dura per la Li

  59. by Tafanus

    Bella prestazione. Non è facile, di questi tempi, battere la Paszek, che sta giocando benissimo (e non per una partita sola)

  60. by Rolli70

    Essi’ Pax e Stefano…penso che a questi livelli bisogna anche conoscere le avversarie per evitare di giocare sui suoi colpi migliori a priori e non a partita in corsa suppongo….gimusi, io sono un grande estimatore della Li ma la Kerber che ho visto a Cinncinnaty in questi giorni mi pare sia proprio in forma…sono 5-1 in questo momento nel primo set per una volta mi sbilancio dico kerber in 2 set….;)

  61. gimusi by gimusi

    intanto la 19enne Stephens vince 63 61 con la Paszek al 1° turno di New Haven…contemporaneamente a Dallas la 18enne Bouchard supera 64 62 la Czink nelle qualificazioni…Cami dovrebbe guardarle eccome queste sue quasi coetanee e prenderne esempio…spero vivamente che lo faccia per capire che non solo spingendo a 1000 si ottengono ottime prestazioni…

    è cominciata anche la finale di Cincy…io, nonostantre la partenza buona della Kerber, punto sulla Li

  62. by Stefano

    Molto condivisibile l’osservazione di Pax: non è accettabile che una che aspira a diventare una top player non conosca il gioco della Radwanska perchè l’ha vista giocare soltanto una volta.
    Cami ha detto ad Ubaldo che preferisce guardare gli uomini …
    Non vorrei però che a forza di guardare Del Potro o Federer o le repliche dei match di Agassi (guarda caso il giocatore su cui suo padre ha costruito il gioco della “bimba”) pensasse che anche lei può e deve giocare così.
    Un po’ più di umiltà … cercare di vedere cosa fanno le altre per portare a casa i match, non come bisognerebbe giocare se si fosse superman.
    É una grave lacuna non guardare il tennis femminile per una giocatrice: gli uomini possono anche infischiarsene di quello femminile, perchè loro in campo possono fare ben altre cose, ma le donne non ha senso che guardino come fa serve & volley Tsonga pensando magari di fare lo stesso quando hanno di fronte l’Azarenka.
    Le donne devono guardare le donne: come “lavorano” il punto, e quali sono i punti deboli di ciascuna giocatrice.
    Un coach professionista queste cose le sa, ma dubito che anche il padre della Giorgi faccia altrettanto.
    Piccolo esempio.
    Ad una domanda in conferenza stampa, ricordo che la Na Li disse che lei ora (a match appena finito) sarebbe andata a farsi massaggiare, mangiare e poi a riposarsi, mentre suo marito si andava a guardare il match successivo dove giocavano due giocatrici da cui sarebbe uscita la prossima avversaria di sua moglie.
    Non so di che match si trattasse, ma immagino che le due giocatrici fossero arcinote sia a suo marito e che a lei stessa; ma la professionalità del suo marito/coach era tale che una controllata per un veloce ripassino di tattica pre partita lo faceva comunque.
    Secondo voi prima del match degli ottavi papà Sergio è andato a vedere come stava giocando la Radwanska?
    Ah, già, che stupido: forse era andato a vedere la Sharapova! (Che Camila avrebbe eventualmente incontrato in semifinale … anche se poi in realtà perse anch’essa agli ottavi, da Sabine).
    Ecco, non serve aggiungere altro.

    Intanto la Glatch ha quasi umiliato la Oudin 6-0 6-2: questo da un lato rivaluta parzialmente la prestazione di Camila, ma dall’altro non fa che far crescere il rammarico per un’altra occasione persa …

  63. gimusi by gimusi

    qualcuno sa se è possibile seguire in strreaming il 1° turno di new haven?…stanno giocando la stephens e la paszek…

  64. by GIEMME

    @STEFANO.
    sulla crisi economica in atto, hai centrato in pieno la situazione…
    ho letto due libri sui sub-prime e relative conseguenze…
    c’ è da farsi accapponare la pelle!!!
    sulla questione economica di Camila, spesso si è parlato di situazione economica non delle migliori.
    ma io non ho molto tempo per approfondire questi aspetti…
    direi che, visto il montepremi fin’ ora guadagnato,
    tolte tutte le spese da sostenere, le sara’ rimasto in mano un bel pugno di mosche…

  65. by Pierrot

    Concordo sul fatto Che con tutte le sue potenzialita ce una grande mancaza di varieta tecniche nel suo gioco , si puo Ancora migliorare nel tempo ho fiducia senno picola consolazione la glatch si e qualificata per il main draw battendo
    La oudin abbastanza facilmente 61/62 intanto sempre forza cami

  66. by Pax

    Quest’ultimo commento mi fa venire in mente anche il fatto che a Camila manca totalmente una qualsiasi cultura tennistica, problema cui va posto rimedio il prima possibile. Non e’ pensabile che una tennista di vent’anni con aspirazioni da Top 10 non abbia mai visto giocare una come Radwanska e non sappia cosa aspettarsi, ne’ e’ pensabile affrontare partite come gli ottavi di uno Slam come capita, senza aver fatto ricerca a priori sul gioco dell’avversaria.

  67. by Rolli70

    Mah…io sono un po’ deluso per le ultime prestazioni di Cami, ma non sono cosi’ catastrofista, ha pur sempre solo 20 anni e si sa che storicamente i tenisti/e italiani maturano un po’ dopo, la Errani e’ esplosa adesso a 25 anni,la schiavone ancor dopo, quello che mi preoccupa è che non vedo voglia da parte sua di applicare delle variazioni al suo gioco. Ad un giornalista inglese che le chiese come avrebbe affrontato la Radwanska negli ottavi di Wimbledon rispose che la aveva vista giocare una volta sola e che cmq non cambiava nulla perchè lei fa sempre il suo gioco. Penso che se il coach non lavorera’ su questo non andrà troppo lontano, offrire all’ avversaria sempre la stessa palla piatta o semipiatta per quanto potente possa essere prima o poi una avversaria di medio livello prende il timing e addio, al contrario da parte sua c’ e’ una fretta nel chiudere il punto eccessiva,non usa mai il back , ne’ il chop divensivo anche quando e’ in ritardo preferisce sparare e cercare un improbabile vincente,la smorzata io non gliela ho vista mai fare, e le volee sono da migliorare cosi’ come le percentuali di prime….mi pare che di lavoro ce ne’ e tanto da fare…..per carità io ho una fiducia immensa in lei,pero’….
    cordiali saluti 😉 forza Cami….

  68. by Stefano

    Dicono che il tennis maschile stia vivendo in questi anni la sua epoca d’ora.
    Ma siamo così sicuri che se agli atti conclusivi arrivano sempre gli stessi, questo sia un bene per il nostro sport?
    La semifinale di ieri tre Federer e Wawrinka, ad esempio, così come le partite tra Nole e Troicki … possono tranquillamente non essere disputate.
    Ci possono essere anche dei tie break … ma alla fine non cambia nulla.

    Su Cami …
    Cos’altro si può dire ancora se non che noi possiamo soltanto fare chiacchiere, mentre lei può fare soltanto di meglio quando scende in campo.
    Non stiamo parlando di una Dentoni, che secondo me all’apice della sua carriera può giusto entrare per un po’ nelle 100, ma di una che ha tutte le carte in regola per far bene … molto bene.
    Ma deve essere lei la prima a mettersi in discussione …
    Ma quando?
    Se non “esplode” nel giro di 2 anni, mi sa che non ce la farà mai ad ottenere i risultanti delle varie Flavia, Sara e Francesca.

  69. by Tafanus

    Cristian, guarda che le case negli USA costano un terzo che in Italia. E dopo la crisi dei suprime fra pignoramenti e altro gli USA sono un campo di case invendute col cartello ON SAlE

    Prima che la crisi si aggravasse, una mia amica traduttrice-interprete ha comprato a Las Vegas 350 mq coperti e 3000 di giardino per 400.000 dollari

  70. gimusi by gimusi

    incredibile…finale di Cincinnati Federer – Djokovic…riserva sempre grandi sorprese il tennis maschiel attuale…scherzi a parte in finale a Cincy ci si sono trovati solo una volta nel 2009

  71. gimusi by gimusi

    la fonte è ovviamente questa…mi ci si è accidentalmente legato un vabbé per abuso di puntini…

    http://it.wikipedia.org/wiki/Camila_Giorgi

  72. gimusi by gimusi

    @Stefano
    anche per me la Li resta la favorita…grandissima giocatrice

    ma la Cami non era stata già contattata dalla Bollettieri nel 2000 con tanto di offerta?…fonte http://it.wikipedia.org/wiki/Camila_Giorgi…vabbé che aveva solo nove anni ma il segnale da parte della famiglia credo sia stato evidente…tanti altri genitori di fronte ad una proposta del genere avrebbero sbattuto la figlia in pasto agli accademici del tennis per farne una Sharapova…il padre ha fatto una scelta credo più umana…di lungo termine…privilegiando l’aspetto affettivo…e i risultati fino ad ora gli hanno dato, almeno in parte, ragione…non voglio fare il romantico ma credo che anche per questo Cami abbia un rapporto così profondo e di fiducia verso il padre…sa che a lui interessa prima di tutto il suo benessere complessivo e non solo la carriera…forse sente che qualsiasi altra persona le si avvicinerebbe solo per spremerci dei quattrini…e non si riesce a fidare…certo che nel mondo sportivo e tennistico attuale una visione del genere è molto limitante…ora che si sta affacciando ai palcoscenici più importanti forse sarebbe ora di liberarsi di queste zavorre mentali…poi mica il papà lo deve rimandare in Argentina…lo può benissimo tenere come manager….vabbé lasciamo che i Giorgi risolvano quelli che in fin dei conti sono solo affari loro

    ma nessuno ha notizie del magnate vestito da commodoro che dovrebbe aiutare pecuniariamente la bimba?…a mio avviso problemi di soldi non ce ne dovrebbero essere…secondo me la Cami ha già degli sponsor alle calcagna (la stessa fonte di prima cita già dal 2001 Nike e Babolat)…ora serve solo un po’ di testa, continuità e qualche buona affermazione alla Wimbledon…e tutto nelle mani della bimba, nella sua testa e nella sua racchetta

  73. by Stefano

    @ Giemme:
    Sssshhh!
    Parla piano, non dirlo ad Obama: lui negherà tutto anche sotto tortura (d’altronde siamo già in campagna elettorale).
    Si parla tanto del debito pubblico degli Stati europei … ignorando palesemente che il solo debito pubblico degli Stati Uniti è di gran lunga superiore alla sommatoria di tutti i debiti pubblici degli Stati dell’Unione Europea.
    Ma questo non si deve sapere … non sono gli USA la colpa della crisi, ma solo gli “Stati canaglia” dell’Europa (sempre secondo gli USA …).
    Ed infatti gli speculatori ben si guardano dal colpire gli americani … d’altronde sarebbe come sputare nel piatto in cui si mangia, visto che ciò a cui stiamo assistendo altro non è che il tentativo dei “potenti” americani di cercare di comprarsi l’Europa (o meglio le aziende europee) a prezzi di liquidazione.
    Banche, compagnie di rating … sono tutte pedine di un sistema molto più grosso mirato a colpire sempre gli stessi per portare vantaggio all’economia di chi è già più forte.
    Arriverà un bel giorno, però, che non riusciranno più a nascondere la spazzatura sotto il tappeto … e non ci sarà un 11 settembre messo lì ad ok per non far vedere che la crisi ha in realtà cause ben diverse.
    D’altronde, se spendessero meno per gli armamenti il loro bilancio statale sarebbe quasi in attivo … ma la realtà è che sanno benissimo che non possono permetterselo, visto che finchè potranno godere di un tale arsenale potranno continuare a dettare legge (la loro legge) anche nel resto del mondo (con tutti i condizionamenti economici del caso).
    Se riducono le basi e gli armamenti … tutto il castello che hanno sapientemente costruito nel dopoguerra per garantirsi lo status di prima potenza economica mondiale verrebbe ad incrinarsi … e per loro sarebbe l’inizio della fine (anche perchè cinesi ed europei non starebbero certo lì a guardare …).

    Fine OT.

    Ritornando a Cami …
    non penso che le ultime sconfitte siano imputabili ad una mancanza di soldi o di strutture: lì a Miami ha tutto quello che le serve.
    Anzi, forse un po’ più di “miseria” le poteva essere più utile a tirare fuori gli artigli e a far vedere di cosa è capace.
    E invece, visto che può permettersi di buttare all’aria interi mesi senza concludere nulla di buono … contenta lei, si vede che ne ha le possibilità (e non penso che il fatto di limitare all’indispensabile le trasferte fuori dagli USA siano una casualità …).

  74. by GIEMME

    un centro federale, esiste anche nel mio paese natio.
    a Castel di Sangro.
    è tanti anni che non frequento quell’ ambiente,
    ma andando a memoria, non credo che quelle persone, per quanto preparate…
    possano essere all’ altezza di allenare gente tra i primi 100 al mondo.
    secondo me, chi si allena nei centri federali, lo fa per l’ ottima struttura degli impianti, ma portandosi allenatori e preparatori atletici dall’ esterno.
    diversamente, andando a memoria di oltre 20 anni fa, una soluzione simile sarebbe solo fantasia.

    @STEFANO.
    è giusto che debba prima di tutto saper trovare dentro di se i giusti meccanismi di gioco.
    ma è anche giusto farsi aiutare da gente in grado di facilitarle questo discorso.
    io stimo molto suo padre, per quello che ha fatto fin’ ora…
    magari riuscira’ a migliorarla ancora un po’….
    ma per il salto di qualita’, o migliora anche lui come coach,
    o si deve cercare una fonte economica valida,
    per mettere Camila nelle mani di gente con maggiore competenza…

    quanto alla casa dei Giorgi…
    in America il tenore di vita è diverso dal nostro.
    cio’ che a noi Italiani appare da “bocca aperta”,
    li in realta’ è frutto di debiti stellari.
    non a caso nel 2008 è esplosa la bolla immobiliare, che poi ha avuto conseguenze anche in europa…
    conseguenze che stiamo ancora pagando con la crisi in corso…
    ma questa è un’ altra storia…

  75. by Stefano

    Intanto la finale sarà tra la cinese e la Kerber.
    Non ho visto nessuno dei due match, però ho letto che Venus ha giocato con un infortunio alla schiena e che ha tenuto benissimo il campo prima di capitolare (stremata dalla fatica) 6-1 al terzo.
    Tanto di cappello.
    L’altro match, invece, ha visto la tedesca battere 6-1 2-6 6-4 la Kvitova.
    Io avevo dato per favorite sia la Li che Petra, ma sottolineando il fatto che la cinese avrebbe forse avuto meno problemi a vincere di quanto non ne poteva avere la giocatrice ceca contro questa Kerber in versione pigliatutto (ricordiamoci che quest’anno la Kerber ha già battuto la Kvitova … e anche in maniera piuttosto netta).
    Adesso la finale sarà però un’altra storia: vincerà la più esperta cinese, oppure la n°1 tedesca?
    Si affermerà la voglia di tornare a vincere di una campionessa Slam, oppure la voglia di affermarsi di una nuova leva? (Teniamo presente che è proverbiale il “braccino” della Kerber … che si fa sempre vedere quando deve concretizzare qualcosa di importante).
    Io punto sulla cinese …

  76. by Pax

    Si, intendevo dire che le soluzioni possibili sono a) la federazione b) allenatore spesato, ma d’accordo che per ora la seconda opzione mi sembra improbabile, a meno che non trovi qualcuno part-time o qualcuno che non segue solo lei. Pero’ un input esterno le serve proprio, o almeno qualcuno che le faccia capire che sul campo ci sono le righe, visto che mi sembra il padre non ci sia riuscito (o che lei non gli dia retta). Insomma, col salto in avanti in classifica va fatto un salto in avanti anche nella gestione di Camila, che da sola chiaramente no sa ancora gestirsi.

    Vediamo se il clima Slam a NY la aiuta a darsi una scossa. L’ambizione di far bene negli eventi che contano e’ forse l’unico tratto costante di Giorgi tennista.

  77. gimusi by gimusi

    io mi sto guardando Na Li – Williams lunga…bell’incontro

  78. by cristian

    *direbbe

  79. by cristian

    guardando la nuova casa dei Giorgi su facebook ( villa a Miami in due piani) non si direbbero che hanno problemi economici…o meglio, le persone che conosco io con questi problemi, non hanno ville…

  80. by zerostress

    @stefano: mi dici dove posso imparare un po’ di tennis percentuale?
    riusciremo una volta a parlare di un incontro di camila senza nominare la parola “doppio fallo”?

  81. by Stefano

    Ragazzi, ma quali soldi?
    Quale allenatore?
    Quale centro federale?
    Il problema di Camila non è ciò che le gira intorno, ma ciò che non gira dentro di lei!
    O si mette IN PRIMA PERSONA a cambiare qualcosa del suo atteggiamento in campo, oppure non c’è pezza.
    Vedrete che quando comincerà a vincere qualcosa di importante o arrivare tra le prime venti (se mai lo farà … purtroppo ora mi tocca di dire così …), gli sponsor si faranno vivi da soli anche senza chiamarli.
    Fortuna vuole che la “bimba” non ha l’aspetto della Kuznetsova, per cui appena acquista un po’ di visibilità (grazie ai risultati sul campo) vedrete che i soldini non tarderanno ad arrivare (ed allora invece di un solo coach/padre/dietista/preparatore_atletico/manager si ritroverà un vero team come hanno tutti i grandi giocatori di oggi).
    Ma se non è lei a muoversi per prima, la bellezza fisica ed il gioco aggressivo da soli non la porteranno da nessuna parte.
    Ma lo capirà mai?

  82. gimusi by gimusi

    qual è l’alternativa?…non lo so…ma la Schiavone ha una storia completamente diversa…non credo sia possibile fare analogie…e poi della Errani e della Pennetta che mi dici…perché non sono tornate in Italia?…se loro se ne sono andate non vedo propio perché Cami ci dovrebbe venire…credo che attualmente sia concentrata sul confermarsi e cominciare a macinare risultati…ma il magnate vestito da capitano? non ce li mette i soldi?

  83. by Tafanus

    Lo ha fatto la Schiavone, e quando lo ha fatto era da 10 anni fra le top venti, non vedo cosa lo impedisca alla Giorgi, che è al 93, e se non sta attenta potrebbe rapidamente tornare fuori dalle 100. Qual’è l’alternativa? Suo padre.

  84. gimusi by gimusi

    non credo che sia fattibile un ritorno di Cami in Italia per andare ad allenarsi in un centro federale…una cosa è crescerci…un’altra è andarci dopo essersi…anche se solo in parte…già affermata a livello internazionale…no non credo sia la strada che Cami seguirà

  85. by Tafanus

    Gimusi, la Errani si allena a Valencia, con Lozano. La Pennetta si allena a Barcellona, con Gabriel Urpi. La Schiavone si allena dove le gira, ma prevalentemente a Terracina, con Furlan e Bertolucci. La Vinci si allena a Palermo, con Francesco Cinà.

  86. by Tafanus

    Pax, scusa ma ci siamo accavallati. No, coi guadagni e le usanze attuali, la Giorgi un coach al 15% non può permetterselo, anche perchè sono a carico della giocatrice le spese di trasferimento e soggiorno, oltre al 15% dei premi. Quest’anno la Giorgi, nonostante Wimbledon, è oltre il 100° posto come price-money, con meno di 150.000 $. Quale allenatore degno di questo nome la seguirebbe per 22500 $ all’anno? E come farebbe la Giorgi a pagare viaggi e alberghi?.

    No, credo che ci sia solo la via dei centri federali. Scomoda, rigida, ma formativa e gratuita.

  87. gimusi by gimusi

    ma la Errani dove si allena?…mi risulta in Spagna…e le altre?

  88. gimusi by gimusi

    spero (e credo) che d’ora in poi non tornerà più a fare ITF…a meno di clamorosi crolli verticali…le WC iniziano ad arrivare…certo che devono iniziare anche ad arrivare delle conferme…e sarà giusto passare per le qualificazioni quando necessario…non lo ha fatto anche a Wimbledon?…questo di sicuro lo ha ben presente pure lei…vedremo

  89. by Tafanus

    Basterebbe volersi allenare lontano dai genitori, e in Italia sono belli e pronti i centri federali di Terracina ed altri, dove gli allenatori sono per esempio, come un certo Renzo Furlan, che ha resuscitato parecchia gente. E non costano niente, neanche le spese di vitto e alloggio. Ma li pretendono che giochi a tennis, non a baseball con la racchetta. E alle sedute di allenamento non sono ammessi i parenti.

    Credo che anche al Club Le Pleiadi (gestito da una celebrità come Piatti) ci sarebbe posto per una come la Giorgi. E poi ci sono tanti coaches giovani, non celebri, che secondo me sarebbero pronti ad investire e rischiare di tasca loro.

    Il discorso degli sponsor è più complesso. Sono disposti a pagare, a patto di avere una minima speranza di avere un ritorno TV. E questo ce l’hai se giochi tornei seri, e se ogni tanto arrivi quasi in fondo. Per esempio SuperTennis trasmette molti tornei dal vivo, ma solo a partire dal giovedì. Cioè a partire dai quarti, in genere.

    Finora, quante volte abbiamo visto Camila in TV? Parlo di Sky, di RAI, di Eurosport, di Supertennis, e non di improbabili streaming. Io ho potuto vedere, ad occhio due o tre partite in tutta la sua carriera.

  90. by Pax

    A questo punto, credo che se lo volessero un coach federale potrebbe pure venirle trovato. Altrimenti se lo paga da sola con una percentuale dei soldi che fa in giro per tornei. Cosi’ in un senso il successo di Camila diventa un investimento pure per l’allenatore.

  91. by Tafanus

    Non so se sia una leggenda o meno che la Giorgi non voglia fare le qualificazioni. Non le piacciono, questo è chiaro, e i risultati le danno ragione, in fondo. So che a più riprese, in alcune interviste, il padre e coach ha stigmatizzato la FIT che non dava le wild-card alla Giorgi, e questo quando navigava intorno alla 150° posizione.

    Ma, di grazia, perchè mai la FIT dovrebbe dare le wild-card ad una ragazza 150, e non ad una Burnett, o ad una Oprandi, o ad una Brianti, o a una Knapp?

    Mettiamo che sia una leggenda, e che le voglia fare, le qualificazioni. Perchè allora ne ha fatte quattro in un anno, contro le nove della pensionanda Camerin?

    A che servono, alla sua età, i torneini ITF? Quest’anno ne ha giocati 11, portando a casa un totale si 143 punti (su 11 tornei!). Da tre tornei WTA, raggiunti con le qualificazioni, ha portato a casa 392 punti.

  92. by Stefano

    Purtroppo, ciò che più preoccupa della Giorgi non è tanto la ancora ben lontana maturità, quanto la sua involuzione post Wimbledon.
    Tutti si aspettavano il famoso salto di qualità … ed invece c’è stato un bel regresso.
    Ah, vorrei anche ricordare che a Londra non ha “fatto fuori” soltanto una Pennetta non al 100% (anche se secondo me stava meglio di quanto qualcuno pensi), ma ben 6 giocatrici una dopo l’altra senza mai perdere un set.
    Questo significa che in quei campi lì Cami era tranquilla, rilassata e concentrata.
    Secondo me sarebbe bastata una Giorgi al 70-80% di quella mostrata in quell’occasione per avere la meglio di Alexa … e forse pure della Stephens.
    Purtroppo, però, le cose sono cambiate in peggio.
    A meno che … anche lei non sia in realtà affetta da pironkovite, cioè da quella strana malattia che ti fa giocare bene soltanto una volta all’anno sul prati di Londra per poi sparire durante tutto il resto dell’anno.

  93. by GIEMME

    dimenticavo…
    la Glatch è approdata al turno finale…
    peccato, perchè il secondo turno sarebbe stato davvero benevolo!!
    ‘notte ragazzi…

  94. by GIEMME

    si Gimusi…
    Theseus con la sua fortuna ed intuito puo’ sicuramente contribuire… 🙂

  95. gimusi by gimusi

    non c’è il famoso finanziatore vestito da commodoro?…a Wimbledon lo inquadravano spesso…che esborsi il necessario…altrimenti ci sarebbe theseus

  96. by GIEMME

    intanto Na Li ha dato una severa lezione di tennis ad Agnese…

    volendo entrare nel discorso “gestione” di Camila…
    io di queste cose, a livello AGONISTICO, non ci capisco granchè e neanche mi interessa approfondirle, perchè seguo il tennis per cio’ che vedo in campo, lasciando la preparazione atletica ad altri.
    ben diverso è il discorso sul settore giovanile, di cui io mi occupo nel rugby…
    ma scusate…
    si è detto spesso delle difficolta’ economiche della famiglia…
    si sa bene che Camila fin’ ora, non è che abbia guadagnato chissa’ quali premi, a parte W, che per lei e la sua famiglia, credo sia stato davvero un toccasana economico….
    un coatch in questo momento a Cami… uno serio…
    ma chi lo pagherebbe… noi???

  97. by Tafanus

    La Li Na col marito, ovviamente, ma non cambia nulla)

  98. by Tafanus

    Cristian, non c’è mai un solo colpevole. Per ogni padre che domina la figlia (ammesso che sia così), c’è una figlia disposta a farsi dominare. Alcune questo cerchio lo hanno spezzato (mi vengono in mente le Williams, la Dokic, la Li Na), altre no (Wokniacki, Giorgi, Bartoli).

  99. gimusi by gimusi

    @Giemmme
    ecco bravo tu lo hai spiegato benissimo e con parole semplici…senza bisogno di dizionari…scusate ma qui tra un po’ bisogna venire a scrivere con l’avvocato dietro…visto che resta “tutto agli atti” o quasi…

  100. gimusi by gimusi

    @Pax
    per chiarire meglio il concetto allego un estratto del Tommaseo nel quale si spiega che bimba si dice “anco a donna giovane, per vezzo quasi di celia”…ecco questo è il senso preciso del mio utilizzo del termine…se tu lo vedi creepy mi dispiace davvero ma credo sia semplicemente dovuto ad una tua differente sensibilità linguistica rispetto all’uso corrente del termine

    http://books.google.it/books?id=xurwhNR201UC&lpg=PA103&ots=wKRmHPZVDO&dq=bimba%20vezzeggiativo&hl=it&pg=PA103#v=onepage&q=bimba%20vezzeggiativo&f=false

  101. by GIEMME

    sono in molti a chiamare Camila con il nome di “bimba”, anche al di fuori di questo suo blog.
    credo che nessuno lo faccia per offenderla, ma semplicemente per quell’ aria da brava ragazza adolescente che lei ha.
    per quella semplicita’ disarmante che mostra nelle poche interviste…
    poi, per chi come me, che potrebbe benissimo essere suo padre,
    è un modo del tutto affettuoso per nominarla.
    non certo per offenderla.
    se tale fosse un’ offesa, penso che Matteo ne terrebbe conto…
    probabilmente sa bene anche lui,
    che nessuno vuole offenderla chiamandola cosi’…
    anzi!!!

  102. gimusi by gimusi

    @Pax
    mica è un obbligo infatti…è una scelta personale…come sai ritengo per lei offensivo ben altro…ad esempio affermare che ha vinto con la Schiavone per solo per demerito dell’avversaria (come se lei non ci fosse nemmeno in campo…quando sappiamo tutti che ha giocato bene) o peggio ancora affermare che affronta le qualificazioni come fossero una formalità (per lettura del pensiero)…queste sono cose offensiva a mio avviso…e tu mi vieni a contestare il termine “bimba”…vabbé ognuno ha le priorità che ritiene più opportune…rispetto e comprendo il tuo punto di vista ma mi tengo felicemente il mio

  103. by Pax

    Chiaro che era solo una semplice richiesta. Come vezzeggiativo, mi sembra una scelta sfortunata. Al di la’ di varie connotazioni davvero poco felici, lo trovo anche un po’ maschilista, riduttivo ed offensivo nei confronti di Giorgi stessa, che e’ una donna ed un’atleta di quasi 21 anni. Dubito che se questo fosse il forum di Gianluigi Quinzi, staremmo tutti a chiamarlo il “bimbo”.

    Moving on…

  104. gimusi by gimusi

    @Pax
    “bimba” è solo un vezzeggiativo che non ha davvero nulla di creepy…almeno per me…se a te non piace hai un’ampia gamma di alternative

  105. by Pax

    Possiamo non chiamarla “bimba”? Ha vent’anni, e nel contesto di un forum frequentato in pratica solo da uomini adulti, e’ un po’…creepy.

    Se penso all’US Open tra una settimana, da una parte ritengo incoraggiante che per la prima volta abbia accesso diretto al main draw di uno Slam per diritto di classifica. Penso anche che la Giorgi vista a Londra contro la Petrova puo’ far danni contro chiunque. Poi guardo ai risultati post-Londra, e non sono sicuro se augurare a Camila un primo turno contro una Serena o Maria (secondo me uno scenario che potrebbe esaltarla, anche se vorrebbe quasi sicuramente dire uscita al primo turno) o uno contro una malcapitata qualificata (contro cui sulla carta dovrebbe vincere, ma visti i recenti risultati…). Mah. Per ora e; proprio un punto interrogativo.

  106. by cristian

    @dago: ma chi ha mai detto che gioca per compiacere il padre? ho detto solo che è molto LIMITATA dal sign.Giorgi, ma anche nelle dichiarazioni che fa: “giocherai in Fed Cup?” Camila “si,sicuro” dopo qualche secondo “devo vedere papà cosa dice” , hai 20 anni, se vuoi giocare , ci giochi, la carriera è la tua, non di tuo padre!

  107. gimusi by gimusi

    @theseus
    perché con le vincite una pizza non ci scappa?…auhauhuahuahuah…dai dai scherzo…

    a proposito della Bouchard questo scorcio di match mi sembra più significativo…1° turno del recente Montreal contro Shahar Peer…quando vedremo la bimba gestire i punti così?

  108. by Dago

    @Tafanus
    Le affermazioni del padre a cui alludi sono apparse sulla Gazzetta dello Sport nel 2006 quando Camila aveva ancora 14 anni e si avviava a giocare itf da 10,000£.Furono delle parole,come hai detto tu, assai affrettate visto che sua figlia era praticamente una bambina ma, come poi confermato da lui stesso nelle interviste successive, servirono in qualche modo per attirare l’attenzione dei media.

    @Cristian
    Ora non iniziamo a fare delle affermazioni assurde sul padre di Camila.Statene certi che non è un papà padrone come è stato nei casi di Dokic e Rezai.Sicuramente sono state e sono discutibili le scelte che ha preso in ambito tennistico per sua figlia (anch’io molte non le ho condivise e non le condivido), ma a dire adesso che la ragazza sia costretta a giocare a tennis per compiacere il padre ce ne corre,eccome se ce ne corre.

  109. gimusi by gimusi

    a proposito di maturità e di età…credo che la 18enne Bouchard (promettentissima tennista canadese)…sia tennisticamente molto più avanti rispetto alla bimba…si tratta di talento o di preparazione?

    http://www.youtube.com/watch?v=Rlz6Sl_GD7g

  110. theseus by theseus

    Ok, promesso. Offriro’ un ape agli Internazionali prima o dopo esserci visti una partita di Cami. A tempo debito ci organizzeremo.

  111. gimusi by gimusi

    @theseus
    trovarsi a Roma per tifare Cami?…perché no…ma solo a due condizioni che tu offra generosamente da bere e che ci sia anche il Tafanus…così gli spiego un paio di cosine live senza che chiami a difesa i webmaster

  112. by GIEMME

    la Wozniacki l’ ho nominata io…
    non perchè al momento non vi sia niente di meglio sulla faccia della terra ( ovviamente).
    ma per il semplice fatto che all’ eta’ di Camila, era diventata nr.1 al mondo, vincendo 15/20 tornei ( vado a memoria) e facendo finale agli US Open..
    per poi…???
    per poi cedere in una spettacolare involuzione, che a soli 22 anni, la fa “galleggiare” li li sul pelo delle top ten…
    esempio di maturita’ precoce, ma anche esempio di involuzione precoce…
    ecco perchè ho detto che tifare per lei ci sarebbe stato da preoccuparsi!!!
    è solo un esempio, su cui valutare il fatto che non si matura tutti con lo stesso tempismo…
    il che, sovrapposto a Camila, mi fa dire che la bimba,
    potrebbe benissimo NON diventare mai nr 1 al mondo
    (come ha sostenuto suo padre).
    benissimo NON diventare mai una vera topplayer…
    o viceversa, diventarlo anche a 25/27 anni…
    chi puo’ dirlo?
    solo il futuro.
    Camila ha la stoffa ed io per ora ci credo!!!

  113. gimusi by gimusi

    ma questa leggenda che Camila non vuole fare le qualificazioni o che le ritiene una formalità chi è che l’ha messa in giro?…le qualificazioni le farà eccome…almeno fino a quando non sarà così in alto da poterle evitare…diamole il tempo di crescere e di certo non deluderà le nostre aspettative e nemmeno le proprie che credo siano molto più importanti…credevo che l’italiani fossero tutti CT della nazionale di calcio…ora scopro che siamo anche un popolo di coach di tennis…per ora Camila ne ha uno e ha fiducia in quello…se i risultati non dovessero arrivare deciderà se cambiare o meno…in fin dei conti a parte i poco soddisfacenti ultimi risultati l’exploit di Wimbledon è stato un grande recente successo…bisogna guardare a quello e tirare fuori il meglio in vista degli US Open…poi dipo la chiusura della stagione si tireranno le somme…anch’io sono molto deluso delle ultime prestazioni…ma forse pretendiamo ancora un po’ troppo dalla bimba…io continuerò a tifare per lei e a sostenerla moralmente…la maturità e i risultati arriveranno

  114. by cristian

    si ma parliamo di una Camerin che prende le decisioni da sola, e una Giorgi che per andare al bagno deve chiedere il permesso al padre, sono convinto che il signor Sergio la limiti troppo, se il babbo dichiara ” Camila è pazza di tennis, vuole sempre giocare” ma nella realtà dei fatti, cosi non avviene, a cosa si va a pensare?

  115. by Tafanus

    Cristian, se non ha incontrato molte top 100, non è colpa sua. Se a quasi 21 anni continua a frequentare in grande prevalenza torneini ITF e Challenge, dove le dovrebbe incobtrare, le Top 100? E se in un anno gioca solo tre/quattro qualificazioni ai tornei WTA, come fa ad uscire dalla ragnatela dei torneini? Anche afesso che è 93, di diritto entrerà solo in 4 tornei Grande Slam, e in pochi tornei minori e periferici poco ambiti. E’ lei che deve darsi una regolata, noi non possiamo aiutarla.

    Solo per confronto: una tennista che è in procinto di smettere, e che finora ga fornito prove più consistenti della Giorgi (Maria Elena Camerin, entrate nei tornei WTA a 19 anni, per otto anni fra le to 100, e di queste otto volte 4 anni fra le top 50), ha ancora voglia di fare qualificazioni nei tornei WTA, e non solo di giocare torneini.

    La Giorgi nel pieno della carriera e delle ambizioni ha giocato 4 qualificazioni WTA, la Camerin a fine carriera ne ha fatte più del doppio: Australian Open, Acapulco, Barcellona, Stoccarda, Estoril, Madrid, Roland Garros, Bad Gastein, Wimbledon.

    Secondo te, chi dovrebbe avere più stimoli? la Giorgi o la Camerin?

  116. by cristian

    * tafanus, anche la Gallovits (98) ..vabbè ora non facciamo ironia , che batte solo le italiane o la Petrova, non mi sembra abbia incontrato tutte queste top 100

  117. by cristian

    ottima analisi stefano, sono d’accordo su tutto. Da evidenziare anche che Na Li, ha avuto il coraggio di licenziare suo marito e prendersi un nuovo coach, papà Sergio è stato bravissimo a crescere sua figlia, rovescio,dritto,servizio, preparazione atletica, ma urge quel qualcosa in più che evidentemente lui non è più in grado di fare. lo capiranno? spero che queste sconfitte li facciano riflettere!

  118. by Tafanus

    Fabio. per comletezza: oltre alla Petrova ed alle due italiane, negli ultimi 12 mesi ha battuto anche la Tatishvili (70)-

  119. by Tafanus

    Fabio, finora ha battuto una italiana che fra lombosciatalgia, spalla destra coscia sinistra, caviglia sinistra e polso destro, quest’anno sta giocando forse un terzo delle partite che dovrebbe giocare. E un’altra italiana di 32 anni che sta regalando a tutti, e che, come ho detto in un altro post (e ha scritto anche la Giorgi con altre parole) si è battuta da sola. Aspetterei un attimo.

    Quanto alle previsioni del padre; si, lo diceva lui, e lo diceva quando nella media dell’anno si aggirava intorno alla 300/400ma posizione nel ranking. Per usare un eufemismo, diciamo che si trattava di un giudizio alquanto “frettoloso”?

  120. by Tafanus

    Stefano, sulla Kvitova non ho fiducia di grande continuità nel tempo. Non chiedermi perchè. Questione di panza (mia, non sua, anche se…)

    Sui famigli-allenatori: la Li Na ha appena esordito col nuovo allenatore esterno, con un umiliante 6/1 6/1 alla Radwanska, seppure non in forma smagliante.

  121. by Stefano

    Qualcuno ha tirato il fuore il nome della Wozniacki.
    Cosa hanno in comune queste due giocatrici?
    Semplice: hanno un padre che prende decisioni al posto loro.
    Caroline è diventata n°1 al mondo giocando un tennis percentuale, difensivo, da pallettara pura e semplice.
    Questo è stato possibile sia perchè a quel tempo mancava la concorrenza, e sia perchè per diventare la prima del ranking bastava racimolare buoni risultati in quanti più tornei possibili (quelli da conteggiare secondo me sono veramente troppi!!!), indipendentemente dai risultati ottenuti in quelli maggiori (leggisi Slam), dove non è mai riuscita ad affermarsi.
    Una volta che ti abitui così, poi, è difficile reinventare il proprio tennis, perchè il tuo metro di paragone sarà sempre il tuo stato di forma e ciò che facevi quando eri n°1.
    Ma adesso le cose sono cambiate: Petra, Masha, Serena, Vika … sono tutte tanto ma tanto più forti di lei; quindi, o il suo gioco cambia radicalmente, oppure non ha chances di battere queste qui in nessun torneo.
    Allo stesso modo, Camila temo si accontenti già di giocare come in quelle volte che le entrano tutte, senza provare minimamente a reinventarsi come tennista.
    Il problema è, che un nuovo coach queste cose le vede a colpo d’occhio, un padre, invece … più di tanto non può cambiarla.
    Caroline sta facendo fatica a trovarsi bene con un nuovo coach, perchè la sua fiducia incrollabile su suo padre un po’ la sta fregando …
    Allo stesso modo, Camila si fida troppo di papà Sergio, per cui temo che difficilmente sentirà la necessità di predersi un altro coach.
    Da notare come sia Masha che le Williams, in principio … sì, erano allenate dai loro padri.
    Ma poi, quando sono diventate finalmente mature ed indipendenti (in una parola sola … ADULTE), i loro padri hanno avuto il buon senso di farsi da parte e di lasciare che ognuna di loro si trovasse un buon allenatore che sapesse come farle rendere al meglio.
    Questa intelligenza, però, non tutti l’hanno avuta, ed il mondo del tennis femminile è strapieno di padri “ingombranti” che per il troppo amore che nutrono verso le loro figlie hanno finito in un modo o in un altro per rovinare loro la carriera (anche se involontariamente).
    A questo punto … difficile trovare una soluzione.

  122. theseus by theseus

    Si continua a parlare di team di Camila, ma non mi risulta ne abbia uno. Credo la segua solo suo padre.

  123. by Andrea

    Da antico tifoso di Camila ribadisco quello che ho scritto dopo il bel risultato di Wimbledon: per chi, come me, ha avuto la possibilita’ di vederla giocare da un po’ di anni purtroppo la situazione e’ tutt’altro che esaltante. Camila non ha fatto particolari progressi rispetto a un tempo… quando aveva 17 anni aveva gia’ un grande talento per anticipare i colpi e giocare dentro al campo. Esattamente come adesso… nulla di nuovo. Qualche miglioramento c’e’ sicuramente stato, ma poca roba. Al momento, secondo me, e’ una mina vagante… spara certi missili che se *per caso* le rimangono in campo non e’ sorprendente che possa vincere anche contro avversarie quotate.
    Il problema e’ riuscire a mantenere un livello alto (quello che serve per scalare le classifiche) e massimizzare il numero di buone prestazioni… problema che Camila al momento non pare assolutamente in grado si risolvere. Dalla sua ha, di base, un tennis con grandi potenzialita’ ma l’impressione e’ che questo non venga coltivato nella giusta maniera.
    Io non oso dare contro al padre (che mi pare un tipo che ha effettuato grandi sacrifici per sostenere la figlia) ne’ pretendo di avere la ricetta giusta. Posso solo constatare che Camila picchia duro spesso oltre ogni logica finendo per risultare piuttosto inconsistente.
    Spero che ci sia margine per lavorare, spero che un talento cosi’ puro possa trovare il giusto equilibrio… temo, invece, che Camila possa essere limitata nella sua capacita’ di giocare a tennis da un punto di vista tecnico/tattico e che tocchi un po’ a tutti accontentarsi di vedere prestazioni altalenanti. Vedremo.

  124. by cristian

    ragazzi le potenzialità che ha sono enormi, le vediamo in ogni suo match, dritto e rovescio devastanti, servizio ottimo ( con la schiavone è arrivata a servire a 190 kmh) è un atleta in tutti i sensi, velocissima nei movimenti, però il tutto non basta se non hai la testa! lo ripetiamo sempre che in campo si vince anche con la tattica, queste cose per il salto di qualità le deve imparare, guardando la Giorgi giocare, non si può dire che la ragazza sia da 90 al mondo! ha ancora troppi margini di crescita, speriamo che padre e figlia in primis capiscano che un buon coach la potrà arricchire di molto nel repertorio!

  125. by Fabio

    @ Giemme:

    non era il padre quello che diceva che sua figlia sarebbe arrivata ad essere la numero uno al mondo in poco tempo?

  126. by GIEMME

    io resto comunque ottimista sulle possibilita’ di Camila.

    come ho gia’ detto, i bambini non imparano a camminare o a parlare tutti ad un certo punto della loro crescita, come le tenniste non arrivano tutte a certi traguardi con le stesse tempistiche.
    davvero mi preoccuperei, se invece di parlare tutti della Giorgi,
    ad esempio parlassimo della Wozniacki…

    mi chiedo anche… è solo un’ ipotesi…
    e se fosse che siamo noi che in questo momento chiediamo piu’ di cio’ che Cami è in grado di dare?
    e se fosse che in questo momento siamo noi che la vogliamo vedere piu’ cresciuta ( a livello tennistico), di quante siano le sue possibilita’??
    sarebbe forse questa una sua colpa?
    se fosse davvero cosi’, io direi di no…

  127. by Fabio

    Beh, me ne intendo poco, ma mi pare che fra le top 100 Camila riesca a battere solo le italiane e la Petrova …

  128. by Tafanus

    Errata corrige: Stosur 6, non 10. Mi era rimasta la Kerber in memoria nel cervello…

  129. by Tafanus

    Stefano, per una volta sono d’accordo con te e, per imitarti, me lo scriverò sul diario:

    “…Se la Errani avesse beccato Masha al secondo turno del RG cosa si sarebbe scritto su di lei? E invece è stata una finale! Fortunata lei, ma anche brava, perchè comunque tutte le altre sei le ha comunque battute…”

    Si, l’ho sempre detto. Intanto bisogna essere bravi, nel mondo d’oggi, fatto da walkirie, affrontare Parigi già da TdS n° 21. Arruivare ad essere 9 al mondo partendo da 1,63 metri di altezza… Puoi andare liscia o quasi fino al terzo turno. Poi devi cominciare a far fuori delle teste di serie. Nella fattispecie e nell’ordine: Ivanovic (13), Kuznetsova (26), Kerber (10), Stosur (10)

    Ora aspetto che qualcuno mi spieghi che la Ivanovic è in discesa (ma era m° 13, tuttavia, ed ex numero 1; che la Kuznetsona è in declino (ma ha quasi la stessa età di Errani, ed è cincitrice di slams; che la Kerber non ha talento (posso essere d’accordo, ma intanto in un anno è passata da oltre 100 a stare stabilmente nella top-ten); che la Stosur non è una terraiola (si, ma intanto è arrivata in semifinale quest’anno al RG sulla terra, e in finale l’anno scorso. O no?

    Ma cosa deve ancora dimostrare, la Errani, per riscuotere un minimo di stima? Magari iniziare a fare due doppi falli a partita, e perdere contro 5 “over 100” al primo turno?

  130. by Pax

    Concordo che l’atteggiamento di Camila in campo e’ a volte incomprensibile, al punto di farmi dubitare quanto lei stessa sia, diciamo…”presente”? Va avanti come un treno che sia avanti 5/0 o sotto 0/5, senza contemplare aggiustamenti tattici, mostrare la minima emozione, chiedere hawk-eye su chiamate duebbie o anche semplicemente darsi una calmata. Anzi, che fosse arrabbiata contro Aga a Wimbledon verso la fine si vedeva, ma non ha fatto la minima differenza. Ne’ riesco a capire tanto l’atteggiamento fuori campo, non tanto la riluttanza a rispondere domande sulla vita privata, ma una certa incapacita’ di discutere se stessa come tennista e le proprie partite al di la’ di “ho giocato bene” o “ho giocato male”. Mai l’ho sentita dire “avrei dovuto cambiare questo”, “la prossima volta faro’ attenzione a quello” ecc. Fa invece proprio fatica a mettere assieme due parole. Mi sembra, come gia’ detto, che le manchi la visione d’insieme della partita, perche’ non gioca una partita ma gioca punti. E mi sembra che manchi, almeno per ora, anche di carattere e personalita’. Questo passaggio a vuoto, con partite perse con tipe largamente alla sua portata, mi da’ l’impressione che l’exploit a Londra non sia stato assorbito.

    Insomma, le serve un allenatore vero con nuove prospettive, uno che le dia una bella svegliata. Cosa che credo ne’ lei ne il suo team siano disposti a contemplare.

  131. by Tafanus

    Alessandro 11:47: che Camila abbia bisogno di un coach? Ho molto rispetto per suo padre, che ha fatto e continua a fare molti sacrifici per far diventare la figlia “tennista”.

    L’anno scorso ho pubblicato un’intervista di spaziotennis al padre fella Giorgi. Ne riporto un brevissimo estratto:

    Ho avuto la possibilità di vedere alcune partite del torneo di Toronto attraverso internet. Ho notato alcune migliore tattiche, soprattutto nella posizione a rete. State lavorando su questo aspetto?
    “Si, è vero. Stiamo lavorando sull’approccio alla rete e sulla giusta posizione da tenere. Anche se Camila dovrebbe essere ancora più offensiva e cercare la rete con maggiore frequenza. E’ importante mettere sempre pressione sull’avversaria. Non posso che essere contento, nel complesso, del lavoro che sta svolgendo Camila; mi segue sempre in tutto quello che le dico di fare ed ha piena fiducia in me. E’ cresciuto molto mentalmente e tatticamente: prima dovevo darle qualche consiglio durante i match, adesso parliamo solo prima e dopo l’incontro.”

    Hai detto “stiamo lav/orando”. Dopo le esperienze con Mouratoglu e Lagardere, in questo periodo stai seguendo da solo Camila?
    “Si ma è ormai quasi un anno che stiamo da soli. La seguo io per la preparazione atletica, per gli allenamenti in campo e anche per la dieta. In alcuni casi ci facciamo dare una mano da qualche coach, ma sostanzialmente siamo io e lei.”

    Posso dirlo? Quando leggo interviste di questo genere, dalle quali emerge – nell’epoca della specializzazione dei ruoli – un rapporto in cui una sola persona (e non importa che sia il padre o un estraneo) sembra sinceramente convinta di saper fare il manager, il coach, il preparatore atletico, e persino il dietista, a me sinceramente vengono i brividi, e dico che le cose, così sono destinate a peggiorare, non a migliorare.

    La mia idea del tennis è che non si possa liquidare la questione dicendo che “Camila è fatta così… può perdere e può vincere contro chiunque”… Per vincere un torneo devi essere in grado di infilare un numero sufficiente di vittorie, anche “random”, in modo da entrare nel mondo delle teste di serei (parlo di WTA, non di torneini challenge), e poi devi avere abbastanza stabilità tecnina, emotiva e strategica per vincere da quattro a sette partite di fila.

    Tutto il resto è noia, come attesta questo trhread, dal quale sono spariti – mi sembra, i talebani del “tira sempre a tutta”, ed appare invece una domanda di Theseus, che condivido:

    P.S.: che fine hanno fatto quelli del partito del divertimento? Non incitano piu’ al divertirsi all’uscire sempre al primo turno? Dai su, keep up the good work!

  132. by Stefano

    Di lacune tecniche Cami ne ha diverse, ed infatti proprio non capisco perchè il padre non le faccia fare anche i doppi.
    Considerando che ultimamente i suoi tornei di singolare sono molto … “rapidi”, perchè non provare a mettersi nelle gambe qualche buon doppio per affinare anche quei colpi (volée, lob, passanti, stop volley …) in cui dimostra ancora molta insicurezza?
    La considera una cosa inutile? La considera una cosa di secondaria importanza? La considera troppo faticosa? Oppure non lo fa perchè non apprezza particolamente intrecciare rapporti con le sue colleghe?
    Ancora c’è qualcosa sotto il profilo psicologico della Giorgi che non mi è ben chiaro: le piace “menare” ed esibirsi, ma poi sfugge a tutte quelle cose in cui deve rivolgersi ad altri (proteste, chiamate del falco … praticamente non dice mai una sola parola con nessuno).
    É tutta timidezza oppure c’è dell’altro?
    Basta che qualcuno non tiri fuori la storia della correttezza, del rispetto e della professionalità di Camila, perchè allora sarebbe come dire che lei è l’unica vera professionista nel mondo del tennis, visto che di così “chiuse” io non ho mai visto nessuna.

  133. theseus by theseus

    @tafanus: in effetti hai ragione, la bimba, come la chiamate qui, ha anche qualche problemino tecnico. Credo siamo tutti d’accordo sul fatto che in questa fase la questione mentale sia la causa maggiore dei sui up and down e sia il primo problema che debba risolvere in termini di priorita’.

    @gimusi: pagherei da bere volentieri, visto che la bimba mi fa vincere molte scommesse (anche quando perde). Magari ci ritroviamo tutti a Roma il prossimo anno ad applaudire Cami e ci facciamo una bicchierata insieme.

    P.S.: che fine hanno fatto quelli del partito del divertimento? Non incitano piu’ al divertirsi all’uscire sempre al primo turno? Dai su, keep up the good work!

  134. by Dago

    @Tafanus
    Praticamente è successo che sul 6-2 4-1 Glatch il gioco si è fermato per circa dieci minuti e sul sito di scommesse bet365 si affermava che il match fosse sospeso causa infortunio.Il problema è che ancora non si è capito quale delle due ha richiesto il medical timeout:probabilmente,però,considerato l’andamento dell’incontro,è stata l’americana ad avere avuto un problema di natura fisica.

    Come già avevo detto, non mi aspettavo molto da questo torneo ma dopo,avendo dato un’occhiata al tabellone di qualificazione,pensavo che potesse giungere all’ultimo turno senza particolari patemi.

    Ho come l’impressione che lei giochi solo in determinate occasioni al massimo della concentrazione mentre in altre sia veramenta poco attenta.Ad esempio,lo scorso giugno l’ho seguita in streaming a Nottingham vs la Brengle e fino ad un certo punto giocò in maniera disastrosa:errori di diritto e di rovescio,doppi falli,volèe a campo aperto sbagliate.Da un momento all’altro,sotto 6-3 3-1, iniziò a rimettere qualcosa di più in campo e non concesse più un game sino al 2-0 sopra del secondo set.Da lì, è ricominciato il match “sparatutto” e vinse solo un misero gioco.Nell’arco di una partita non si può essere così discontinui:secondo me, il suo gioco deve trovare un equilibrio.Deve capire,come ho già detto più volte, che in alcuni momenti può prendersi dei rischi,mentre in altri non lo può assolutamente fare.Il problema,come tutti ripetiamo da tempo, non è tecnico ma bensì mentale:fino a quando si ostinerà a giocare questo gioco “suicida” ,potrà fare sicuramente qualche exploit, ma non giungerà mai ad alti livelli.

    Gli US Open,per adesso, rimangono un’incognità:quale Camila si presenterà in campo?

  135. by Tafanus

    Stefano, Flavia, tanto per cambiare, non è né nel tabellone di New Haven, né in quello di Dallas. Il che è preoccupante, perchè arriverà – se ci arriverà – a NY, senza la competizione nelle gambe, nel braccio e nella testa. Per come aveva iniziato l’anno, meritava maggior fortuna

  136. by Stefano

    P.S.
    Naturalmente lo so anch’io che le teste di serie non si possono incontrare già al secondo turno, per cui Masha-Sara al secondo voleva essere soltanto un’ipotesi suggestiva su cui ragionare più che un evento realmente plausibile …

    Ma secondo voi Kim dove potrà mai arrivare in questo che sarà il suo ultimo torneo da professionista?

  137. by Stefano

    @ Giemme:
    La mia non voleva essere una presa in giro su Flavia: è stata veramente molto sfortunata in questi ultimi tempi.
    Purtroppo nel tennis ci sta che pui benissimo beccare la futura vincitrice di quel torneo già al primo turno (e magari ci perdi di un soffio), mentre se si fosse trovata dall’altra parte del tabellone magari quella era la volta buona che facevi finale o semifinale.
    Se la Errani avesse beccato Masha al secondo turno del RG cosa si sarebbe scritto su di lei?
    E invece è stata una finale! Fortunata lei, ma anche brava, perchè comunque tutte le altre sei le ha comunque battute …

  138. by Tafanus

    La notizia del medical time-out è stata data in diretta da un utente che ne ha citato la fonte? Quale utente? su qualle diretta? di quale fonte?

    Che sia stata data da qualcuno da qualche parte lo so anch’io, visto che è circolata con insistenza per tutta la serata di ieri. Ma io cerco nelle fonti ufficiali, chiedo al gestore del sito della Giorgi, e non trovo niente.

    Se qualcuno dovesse trovare qualcosa di meno vago, può informarci?

  139. by Stefano

    Non penso sia un caso che la Schiavone sia conosciuta da tutti come la “leonessa”.
    La cosa più bella di questa giocatrice, però, oltre alla sua grinta, è la sua capacità di mettere in discussione il proprio tennis e di cambiare strategia (il famoso piano B) in corso d’opera.
    Questa è una qualità che andrebbe insegnata, anche se sono consapevole che la fantasia nel tennis “ultrafisico” moderno è sempre meno importante (pensate a Serena ad esempio: toglietele il servizio, che giocatrice vi rimane? Il 90% di tutto il suo gioco è fondato sull’anticipo determinato dal suo ottimo servizio e dalla sua risposta al fulmicotone).
    Può cambiare angolo e giocare un po’ più centrale quando non è in giornata, però l’avete mai vista con il piano B?
    E la Sharapova?
    Però a loro il 90% delle volte basta il piano A, per cui perchè riempirsi la testa con schemi che potrebbero soltanto confonderti?
    Purtroppo questo è il principio su cui si fonda il tennis moderno …

  140. by GIEMME

    @Stefano:
    che Flavia sia sfortunata, è inutile negarlo.
    la sua carriera è costellata di infortuni ed ogni volta per sua e nostra fortuna è sempre riemersa con ottime successive prestazioni…
    teniamocela buona, finchè lei decidera’ di continuare a giocare….

    la Kerber, io lo dico da mesi su altro sito, che è una su cui fare attenzione (escluso sul rosso, che è la sua superficie a lei meno congeniale)…
    anch’ io concordo che ogni partita fa storia a se, ma lei pare davvero in ottima crescita e il risultato di eiri non credo possa essere accreditato solo ad un colpo di fortuna…

    chiudo con una curiosita’ su Serena, cui della sua sconfitta mi pare si sia parlato un po’ poco altrove ( non qui giustamente).
    un certo prono che ho seguito con curiosita’ alla pubblicazione del MD di Cinci, la dava per super favorita.
    il 97% dei partecipanti al prono, l’ hanno data come vincitrice finale del torneo… e invece???
    … ecco perchè le statistiche per me lasciano il tempo che trovano…
    il futuro non si scrive solo guardando il passato, ma sopratutto migliorando il presente…

  141. by Alessandro

    Basterebbe solamente che lei limitasse fortemente tutti i doppi falli che fa al servizio, sarebbe stato sufficiente per vincere alcune partite in passato. Lo dicono le statistiche. Però, purtroppo, temo che Camila non cambierà mai il suo modo di giocare e continuerà a sparare sempre a tutto braccio prendendosi continuamente numerosissimi rischi

  142. by Tafanus

    Theseus, io invece (spero sia consentito dissentire) qualche problema tecnico lo vedo:

    -1) di norma, non meno di un doppio fallo a game. Significa partire da -15;

    -2) quando rallenta la prima di servizio per ridurre il numero di doppi falli, crollano le percentuali di punti fatti nei games in cui entra la prima. Quindi o fa tanti doppi falli, o tante prime deboli con pochi punti.

    -3) non c’è nel suo repertorio una decente volè in avanzamento

    -4) non c’è nel suo repertotio una decente palla smorzata.

    -5) non regge a scambi proluganti e robusti da fondo, perchè ha la tentazione di abbreviare, sparando fuori.

    -6) Non ha una decente palla slice, né di dritto, né di rovescio.

    Sto parlando, beninteso, della Camila com’è, non della Camila che molti sognano.

    Pallettara non è un’offesa. Sono salite ai vertici delle classifiche mondiali “pallettare” di lusso, come Martina Hingis, Conchita Martinez, Gabriela Sabatini, Arantcha Sanchez, Chris Evert, Patty Schnyder, la Radwanska, e tante altre.

    Giocare a tennis non si può limitare a tirare forte, spesso fuori. C’è gente che si appoggia benissimo su palle tirate forti (la Sharapova) e gente cge soffre palle mosce in kick (la Kvitova).

    Giocare a tennis significa innanzitutto capire contro stai giocando, e giocare non come piace a te, ma come dispiace di più alla tua avversaria. Non basta avere solo il piano A. Ci vuole un piano B, e a volte persino un piano C o D. E la capacità di saper mischiare le carte, secondo le circostanze.

  143. gimusi by gimusi

    bene stiamo già caricando le pile per il prossimo match…così si fa…buttiamoci alle spalle queste ammarezze per i tornei “minori” e guardiamo ai tornei che contano davvero…ora però Cami si tratta di fare sul serio…riposo finito…basta regali…ora abbiamo bisogno di vederti vincere di nuovo alla grande…siamo certi che puoi fare grandi cose…forza Cami!!!

  144. by GIEMME

    beh,
    la notizia dell’ intervento medico ( per quale delle due?),
    è stata data in diretta da un utente, che autorevolmente ne ha citato anche la fonte….
    io la trovo veritiera, visto il prolungarsi dell’ interruzione che effettivamente c’ è stata e che non troverebbe altra giustificazione, se non quella di un acquazzone improvviso.
    non è certo comunque questa la chiave di Volta per una analisi approfondita, ma potrebbe comunque essere utile…
    quello che piu’ conta a mio avviso sono i doppi falli che Cami ha messo in campo nel primo set…
    6 per l’ esattezza, non 5 come leggo nell’articolo.
    sono una media di due doppi falli per singolo servizio della bimba.
    troppi per poter gestire al meglio un set.
    è come partire ogni volta sotto uno 0-30…
    nel secondo set invece, di doppi falli ne ho contato solo uno e la bella rimonta ( insperata) c’è comunque stata,
    anche se seguita poi dal buoi totale…

    che dire:
    questo torneo per Cami, non era fondamentale a se stesso come risultato finale.
    perchè essendo un torneo a 32, non sarebbe comunque andata molto avanti.
    il Md mi suggerisce che al massimo avrebbe superato il primo turno…
    l’ utilita’ di questo torneo per lei, la vedevo di piu’ perchè era l’ ultima occasione perima degli UO di mettersi un po’ di partite buone nelle gambe…
    cosi’ non è stato e questo è il mio peggior rammarico…

    in ultima analisi, trovo come si è scritto, che la sua bellezza,
    possa sicuramente rappresentare un buon carburante per molti che la seguono…
    ma la bellezza non è tutto nello sport…
    lo dimostra la Schiavone, limitandomi al tennis, che non è certo il massimo, ma che ha saputo comunque per ora essere la numero uno italiana di sempre e che io seguiro’ fin quando continuera’ a giocare…
    a costo di andare a vederla di persona al campo da tennis del suo oratorio…

  145. by zerostress

    immaginate un sorteggio agli US open: 1° turno con la TDS n°9/10(errani) e potrebbe anche vincere, 2° turno con una tipo schiavone /petrova/pennatta al tientro e potrebbe andare avanti, 3° turno con una tipo ivanovic/zvonareva che se non in giornata ti regalano tutto ed ecco che saremmo qui a lodare camila di nuovo negli ottavi della slam…. poi magari 1° turno con tsurenko /baltacha/birnerova e viene a casa subito…

  146. by Stefano

    Ma che “sfigata” la povera Pennetta:
    agli US Open dell’anno scorso è stata stoppata dall’allora emergente Kerber, poi a Wimbledon dalla nostra Giorgi (che però, a differenza della tedesca, non è affatto esplosa), ed al torneo olimpico si è scontrata contro forse la miglior Kvitova del 2012 (che però subito dopo è sprofondata con la Kirilenko).
    Mi domando: adesso al prossimo Slam chi dovrà lanciare o rilanciare?
    Comunque Angelique per quanto sia in palla e possa (in una giornata buona) dare del filo da torcere a chiunque, secondo me non ha sufficiente talento per impensierire le migliori di questo sport.
    Poi è chiaro: sulla partita secca, con un po’ di buona fortuna (come quella che ha avuto ieri), può succedere di tutto …

  147. gimusi by gimusi

    un interessante (credo) parallelo tra il gioco di Cami e Glatch contro la stessa avversaria Lauren Davis…la Glatch mi pare prevalentemente una “pallettara” (detto con rispetto)…Cami oltre che spettacolare è estremamente efficace…quando riuscirà a giocare al meglio delle sue possibilità ci sarà da divertirsi…

    Glatch vs Davis
    http://www.youtube.com/watch?v=GVId8JZahlA

    Giorgi vs Davis
    http://www.youtube.com/watch?v=OcziGPn3x0o&feature=related

  148. gimusi by gimusi

    intervista a Cami post Wimbledon (eventualmente da mettere nella sezione video)…certo che è ancora così bimba…anche meno dei 20 anni che ha…speriamo che tiri fuori presto tutto ciò che ha nelle sue corde…

    http://www.dailymotion.com/video/xrxchl_camila-giorgi-invervista-supertennis-4-turno-wimbledon-2012-livetennis-it_sport

  149. gimusi by gimusi

    ma le ho vinte o no queste “cento GUINEE”?…non sapevo che ne esistessero tante…

  150. gimusi by gimusi

    @theseus
    è chiaro che l’essere una bella ragazza la favorisce nella diffusione della propria immagine…ma se poi non arrivano pure i risultati…di belle figliuole ce ne sono tante anche senza la racchetta in mano…

    PS…paghi da bere

  151. theseus by theseus

    Non ci sono problemi tecnici per Camila. La questione e’ unicamente mentale. Di fatto, in partita, applica esclusivamente una strategia: spararla forte sempre e comunque, seconda di servizio inclusa. Ovviamente questa non puo’ essere considerata una strategia, casomai un suicidio tennistico. Con questa “tecnica” si puo’ vincere solo se si imbrocca la partita giusta o una striscia di partite, che per ovvi mativi non puo’ andare oltre le 3-4 max. Solo Serena e Masha sono in grado di tenerla in campo a quellla velocita’, Camila ancora no. Almeno loro, le divine, quando le cose vanno male, hanno l’intelligenza tattica di variare il gioco, Camila no. Bisogna ammetterlo, Camila vince solo quando becca la giornata FORTUNATA. Un’altra cosa occorre ammettere: se Camila non fosse una bella ragazza, con il gioco assurdo che si ritrova, non avrebbe certamente questo seguito di tifosi.

  152. gimusi by gimusi

    intende dire: qual è la Giorgi vera?…secondo me è quella che…se mette a posto un “paio di cosette” può ambire a grandissimi risultati…risultati che le attuali tenniste italiche nemmeno si sognano…ma dovrà essere molto molto brava per arrivarci

  153. by Tafanus

    Non ho trovato da nessuna parte la notizia di questo infortunio, di cui non parla nessuno. Chiedo: come nasce questa notizia? qualcuno ha visto la partita?

    Venus Williams, dopo aver eliminato Sara Errani, elimina Samantha Stosur, campionessa in carica agli US Open.

    Serena Williams, la Invinvibile, perde contro la Kerber. Forte giocatrice che però, ricordiamolo, fino ad agosto dell’anno scorso era oltre la 100ma posizione, ed è esplosa (purtroppo) agli US Open battendo ai quarti la Pennetta. Se la Kerber avesse aspettato un attimo ad energere, la Pennetta sarebbe approdata alle semi, dove avrebbe trovato la Stosur, con la quale la Pennetta ha vinto 4 volte su 4.

    Pax, non credo che di questi tempi per la Giorgi incontrare qualificate porti bene. Dopo Wimbledon, ne ha incontrato tre, e ha perso tre volte. La Schiavone sarebbe stata un’opportunità, perchè quest’anno è un dono di Dio per tutte le avversarie. Sulla Petkpvic, invece, sarei più cauto. Una Petkovic DAVVERO guarita è – parere personale – fuori dalla portata della Giorgi attuale.

    Ed ora la domanda delle cento guinee: qual’è la Giorgi vera? Quella dell’exploit (peraltro isolato) di Wimbledon, o quella che era prima di Wimbledon e dopo?

  154. by Stefano

    Non c’è bisogno che le avversarie si carichino, tanto ci pensa Cami a farle vincere …
    Ieri i doppi falli hanno pesato molto nel primo set, ma non nel secondo, dove un parziale di 5-2 è maturato presumibilmente perchè la Giorgi sparacchiava fuori di tutto.
    Gli ultimi 9 punti, poi, con 8 che se li aggiudica Alexa … sono una cosa che deve far riflettere: qui non si parla di motivi “tecnici” ma di qualcosa di più generalizzato, che se non risolto a breve potrebbe rovinarle la carriera.
    Cami, più che migliorare tecnicamente, dovrebbe imparare come si sta in campo!

  155. gimusi by gimusi

    sarebbe davvero diabolico non affrontare uno ad uno i problemi tecnici che ne impediscono il miglioramento…primo fra tutti il servizio…si vedono troppi doppi falli in momenti decisivi…se non comincia a migliorare da lì…è la prima urgenza a mio avviso…anche nel recente incontro con la Falconi ha avuto tante occasioni per riaprire il match sul proprio servizio…tutte puntualmente gettate al vento…psicologicamente sono punti regalati che ti ammazzano e caricano l’avversaria…

  156. by Stefano

    @ Gimusi:
    Secondo me Na Li oggi dovrebbe battere la maggiore delle sorellone, mentre vedo più incerto Kerber-Kvitova.
    Petra, se gioca sulle ore tarde (e dal programma degli incontri sembra proprio di sì), ha maggiori possibilità di battere la tedesca che non giocando sotto il solleone, dove l’asma e la scarsa condizione fisica potrebbero darle più problemi.
    Comunque ora come ora se Petra non fa il bis la prendo come una grossa occasione mancata, visto che con fuori Serena e Masha in “ritiro strategico pre-Slam”, lei è nettamente la più forte in circolazione (e, se ritrova la condizione, pure con le altre due in campo).
    Staremo a vedere …

  157. by Stefano

    Non facciamoci troppe illusioni su Cami: io per quest’anno ho già perso quasi ogni speranza.
    La “bimba” sta continuando a giocare da bimba, esattamente come faceva agli ITF, e non dà nessun piccolo segnale di cambiamento.
    Il “salto di qualità” da noi tanto ipotizzato in realtà non c’è mai stato, si è trattato soltanto di un momento in cui totto le girava per il verso giusto senza che nemmeno lei se ne rendesse conto.
    Storicamente Cami non ha mai dato grosse soddisfazioni sul finale di stagione, per cui per me è già tanto se riesce a terminare l’anno nelle prime 100.
    Peccato, perchè fino a pochi giorni fa immaginavo per lei un futuro ben diverso, ma, alla luce di tutti questi indizi … c’è poco da essere ottimisti: errare è umano (e qualche brutta partita ci può anche stare), ma perseverare con questo atteggiamento è semplicemente diabolico …

  158. gimusi by gimusi

    intanto a Cincinnati si profila la possibilità di una rivincita Na Li – Kvitova della recente finale di Montreal….Kerber e Williams lunga permettendo…per quanto riguarda la Williams corta…una sconfitta prima o poi doveva arrivare anche per lei…meglio per lei qui che a NY

    http://assets.usta.com/assets/663/15/817_1128_WTA_Singles.pdf

  159. gimusi by gimusi

    credo che lo avrebbero scritto nel commento se lo avessero saputo…evidentemente non c’è stato nessun infortunio significativo che precluda i prossimi impegni in programma

  160. by GIEMME

    pero’ dell’ episodio del time-out medico, non se ne parla…
    peccato perchè sarebbe un aspetto importante per analizzare meglio il match, seguito solo da score…
    sign. Matteo, lei ha notizie in merito?

  161. gimusi by gimusi

    l’ennesima in questo periodo…ma non so nemmeno a questo punto se si possa parlare di occasioni mancate per uno o due incontri e qualche punticino in più in classifica…la vera occasione mancata potrebbe essere il suo talento non messo adeguatamente a frutto

  162. by Pax

    Main draw sorteggiato, Camila avrebbe incontrato un’altra qualificata, o Petkovic al rientro dopo l’infortunio, o Schiavone appena battuta in settimana. Che occasione completamente mancata.

Leave a Reply