Camila Giorgi entra per la prima volta tra le top100 del circuito e lo fa alla grande, assestandosi al numero 89: sono ben 56 le posizioni guadagnate dalla tennista di Macerata al termine della sua avventura a Wimbledon, risultato che le permetterà di presenziare stabilmente nei tornei del tour WTA.

Camila, rientrata a Miami dopo la sconfitta di lunedì scorso ai danni della finalista Agnieszka Radwanska, ha ripreso gli allenamenti in vista degli impegni a San Diego, Washington e Cincinnati in vista dell’ultimo grande appuntamento stagionale, gli US Open a fine agosto.

About the author

Matteo Veronese

Matteo è di Milano, classe 1986, giornalista pubblicista. “Sportivoro”, segue professionalmente Camila dal 2011. Primo incontro dal vivo a Cuneo: sconfitta in 2 set dalla Lucic, non il migliore degli esordi per potersi considerare un portafortuna. Ha avuto modo di rifarsi col tempo… E-mail: matteo.veronese@camilagiorgi.it Twitter: @veronesem

  • Camila torna in campo: gli appuntamenti di gennaio
    Camila torna in campo: gli appuntamenti di gennaio
  • Wta Linz, forfait di Camila
    Wta Linz, forfait di Camila
  • US Open, Camila esce al primo turno, sconfitta in due set da Magdalena Rybarikova
    US Open, Camila esce al primo turno, sconfitta in due set da Magdalena Rybarikova
  • Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo
    Cincinnati, Camila cede solamente al terzo set alla numero 1 del mondo

51 Comments. Leave your Comment right now:

  1. gimusi by gimusi

    la nostra bimba gioca alle 12.00 ora locale (= 21.00 ora italica) con la coetanea thailandese Noppawan Lertcheewakarn n.174 al mondo, vincitrice di Wimbledon Jr 2009, ultimamente senza grandi risultati ma comunque da non sottovalutare…forza Cami!!!

    http://www.mercuryinsuranceopen.com/Schedules/OOP.aspx

    http://www.wtatennis.com/player/noppawan-lertcheewakarn_2257889_13856

    http://www.youtube.com/watch?v=2RPrtS0Zcc8

  2. by Stefano

    Concordo COMPLETAMENTE su tutto ciò che ha appena scritto Andrea.
    Non dimentichiamoci che la Hingis è diventata n°1 al mondo a 16 anni in un’epoca in cui ancora giocavano tenniste come la Graf e la Seles: adesso sarebbe possibile che una talentuosissima giovane giocatrice possa diventare n°1 al mondo a quell’età?
    Penso proprio di no.
    Con l’avvento delle Williams (e della generazione di tenniste dell’est che sono poi seguite) il tennis femminile è cambiato.
    Loro hanno portato una tale potenza nei colpi (a cominciare dal servizio) che prima non c’era.
    Prima bastava il talento e il duro lavoro per affermarsi nel circuito, poi le cose sono cambiate, e a questo bisogna aggiungere il fisico: se non sei 1.80 e non hai le braccia di un boxer, perdi comunque anche da una che ha molto meno talento di te.
    Serena, Petra, Vika, Maria … se fossero nate in un’altra epoca e avessero giocato negli anni ’80 o inizio ’90, probabilmente, sarebbero state tutte quante n°1 per chissà quanto tempo, vincendo praticamente di tutto su qualunque superficie.
    Il fatto è, che ora persino una giocatrice tra le top venti può battere chiunque: Kerber, Barthel, Lisicki … solo rimanendo in casa tedesca ci sono giocatrici che se in forma possono battere chiunque sul veloce (forse ad eccezione della sola Serena, che può ancora fare il bello ed il cattivo tempo se ne ha voglia).
    Inoltre Sharapova … sì, e un po’ pallettara, così come l’Azarenka, ma la Kvitova non mi sembra faccia questo gioco: le ho visto fare delle giocate trovando angoli che nemmeno Federer sarebbe stato capace di trovare (inoltre ha una predisposizione per il gioco “in avanzamento” che non hanno nemmeno gli uomini, peccato soltanto che la mobilità e la forma fisica siano tutt’altro che irresistibili …).
    Ora come ora è difficilissimo arrivare in cima, perchè lo “sgambetto” dai sedicesimi in su può arrivare da chiunque.
    In campo maschile, ad esempio, non è così: quest’anno la novità assoluta è stata la prematura sconfitta di Nadal per mano di Rosol, come se fosse un qualcosa di quasi inconcepibile che uno come Rafa possa perdere così presto in uno Slam da un giocatore “qualsiasi”.
    Forse il livello dei primi 4-5 oggi è superiore a quello dei primi 5 degli anni novanta (a parte Sampras ed Agassi), ma il livello dei primi 20-30 di oggi rispetto a quello del passato è, secondo me, decisamente più mediocre.
    Mancano del tutto le mine vaganti, gli outsider …
    Ricordo ad esempio che uno come Mark Philippoussis, quando era in giornata di grazia, poteva battere chiunque (ricordo ad esempio una finale di Wimbledon nel 2003 dove perse soltanto di fronte a Roger).
    Ora, i vari Karlovic, Isner, Raonic … non equivalgono di certo ai vari Ivanisevic, Philippoussis, Krajicek … tutti giocatori che in giornate di grazia erano difficilissimi da brekkare e che si comportavano un po’ come ha fatto Rosol con Nadal.
    Federer è tecnicamente e fisicamente un superbo giocatore … ma la rete la vede molto poco rispetto a quelle che sono le sue capacità;

    Nadal è un mostro di temperamento e fisicamente è quasi un marziano, ma sul veloce gioca esattamente come fa sulla terra rossa, quindi …;

    Djokovic è semplicemente quello che io definisco un “ottimo interprete di un tennis ordinario”, cioè un giocatore che nel suo gioco è bravissimo, si muove benissimo e sbaglia pochissimo … tutto -issimo, peccato che il suo tennis sia alquanto omologato e scontato, privo di quel brio che ti fa tanto apprezzare il nostro sport (io una partita tra Rafa e Djoker non sono mai riuscito a seguirla per intero … vuoi per la durata vuoi perchè vedere due che tirano pallate sempre e soltanto stando a fondo campo è una cosa che ti logora se continui a vederla per 4-5 ore di fila, sempre uguale, mai una variazione o una tattica diversa …);

    Murray: è stato forse il mio errore di valutazione più grande.
    Anni fa, vedendolo giocare, dissi che secondo me aveva diù talento di Nole, e che in breve tempo avrebbe scalato le classifiche diventando n°1 e vincendo Slam.
    Effettivamente, sul piano tecnico, è forse superiore a Djokovic (per varietà di colpi, servizio …), ma di testa … di testa meglio lasciar perdere.
    Veramente una delusione direi.
    —[Per la cronaca … anni fa pronosticai anche un’Azarenka futura n°1 al mondo e vincitrice di Slam: secondo me aveva un tennis molto superiore a quello della Wozniacki.
    Nel frattempo Caroline ha scalato le classifiche ed è diventata n°1 al mondo, ma poi, col tempo, vedo che il mio pronostico si è avverato, e quello che secondo me era il vero valore delle due giocatrici è, alla fin fine, venuto fuori.]—

    Poi, ci sono i vari Ferrer (pallettaro doc made in Spagna);
    Tsonga (il “pagliaccio” francese che gioca un tennis tanto bello e spettacolare quanto fragile in alcuni momenti chiave [vedi le miriadi di volée sbagliate nei momenti topici degli incontri]);
    Berdych (il campione di discontinuità che a me, non so il perchè, ricorda molto Safin: tanto talento e tanta forza e “pulizia” nei colpi, capacità di battere chiunque sul veloce … peccato che il suo peggior nemico da sconfiggere sia … se’ stesso);
    e poi ci sono tutti gli altri, Gasquet, Fish, Almagro, Raonic, Cilic, Isner … tutta gente che gioca molto bene a tennis, ma che contro i primi 4-5 riesce sempre e comunque a trovare la maniera di perdere la partita (cosa in cui anche Davydenko eccelleva).
    Insomma, il tennis maschile non è che sia poi di tutto questo livello pazzesco: tolti i primi, gli altri sono tutti campioni di discontinuità, e dal punto di vista mentale non hanno ancora avuto la forza per creare grosse sorprese.
    In quello femminile, invece, dove le prime della classe sono più discontinue dei rispettivi maschietti, tutto è possibile.
    A livello tecnico secondo me non c’è una grossa differenza fra come giocano i primi 5 tra gli uomini e tra le donne (sempre con le rispettive proporzioni tra uomo e donna, chiaramente), ma la differenza viene fuori dall’aspetto mentale.
    Le big sono più discontinue e hanno picchi di forma (e conseguentemente anche bassi di condizione) che permettono tutto questo movimento delle classifiche e nelle fasi finali degli Slam, mentre gli uomini hanno una “corazza” mentale che spesso fa la differenza anche quando stanno giocanto contro outsider che in quel momento sta esprimendo un tennis migliore del loro (vedi molte vittorie di Djoko o Federer al 5° che anche se giocano male, poi, grazie al loro ego e alla loro forza mentale vengono comunque a capo di questi match … cosa che secondo me nessuna donna del circuito sarebbe in grado di fare).
    Ma la forza mentale, da sola, non basta a dire che il livello di gioco sia superiore: non è che le femmine stanno vivendo un momento di crisi e gli uomini no perchè vincono sempre gli stessi.
    La crisi femminile, secondo me, c’era ai tempi in cui Graf, Seles e Navratilova si spartivano praticamente di tutto poichè ad eccezione di loro il livello medio delle sfidanti era veramente pietoso, ma non certo ora.
    La Graf, uno dei migliori dritti di sempre, ma … era veramente lacunosa nel rovescio (quasi sempre usato come colpo interlocutorio o difensivo), la Navratilova era superba nel gioco di volo … ma da fondo campo non avrebbe resistito un minuto contro ad esempio una Safina in condizione, mentre la Seles era sicuramente più completa nei fondamentali delle altre due giocatrici … ma la rete non sapeva nemmeno cosa fosse.
    Ecco, oggigiorno, invece, nel tennis femminile questa “incompletezza” non c’è più: tutte sanno giocare bene a fondo campo, tirano pallate e vincenti sia di dritto che di rovescio, e anche se non giocano più d’attacco sanno comunque come venirsi a prendere il punto a rete (se necessario).
    Sono d’accordo con Andrea anche quando ha scritto che Camila ha quel qualcosa in più: non solo gioca d’anticipo con la racchetta, ma anche la posizione in campo è una continua progressione rivolta ad avanzare e a chiudere il prima possibile il punto.
    Ora speriamo che anche la visione di gioco di Camila continui a migliorare …

  3. by GABSK

    http://www.wtatennis.com/SEWTATour-Archive/posting/2012/408/QS.pdf
    è uscito il tabellone di cami… 1° TDS
    ecco il box

    1 GIORGI, Camila ITA
    LERTCHEEWAKARN, Noppawan THA
    EL TABAKH, Heidi CAN
    7 GLATCH, Alexa USA

    Mercury Insurance Open
    Carlsbad,CA, USA 16 – 22 July 2012
    QUALIFYING SINGLES
    $740,000

  4. by Andrea

    @fabio
    che tu abbia esagerato nel definire un insulto per il tennis femminile la Errani (o la sua posizione in classifica) non ci sono dubbi. Ma vabbe’, amen. Io penso che:
    1) Se la Errani e’ numero 9 del mondo allora e’ perche’ se lo merita… nel tennis non ci sono sconti di nessun genere, ne’ agevolazioni. C’e’ un computer e un insieme di regole ben precise che danno dei punteggi. Da qui ognuno merita la posizione che occupa.
    2) Sbagli a giudicare Sara una semplice pallettara… e’ una che sa giocare a tutto campo, sa volleare, sa variare… nella partita di oggi, su terra, avra’ fatto una trentina di vincenti. Certo non ha il tennis facile ed esplosivo di altre giocatrici ed il servizio e’ veramente mediocre, ma per il resto sa giocare a tennis al contrario di altre;
    3) Io non concordo affatto con chi dice che il tennis femminile oggi e’ calato di livello… se si parla di capacita’ di giocare a tennis sono d’accordo (vale anche per i maschi e proprio per questo non butterei via una come la Errani che, non potendo contare su una potenza devastante, deve necessariamente saper giocare un po’ dappertutto). Ma il motivo per cui ci sono continue alternanze in classifica e’ proprio dovuto al fatto che il livello medio e’ molto piu’ alto… oggi la numero 1 del mondo puo’ perdere dalla numero 50, 10 o 20 anni fa (nel tennis femminile) era un evento rarissimo. Questo non e’ dovuto al fatto che le numero uno fanno piu’ schifo, ma al fatto che le numero 50 sono molto molto piu’ preparate e performanti;
    4) La morte del tennis tecnico l’hanno iniziata giocatrici simil-Sharapova che menano, menano, menano da ogni parte del campo e menano pure sul servizio. Menano sempre e non sanno fare altro. Del resto e’ sufficiente: se hai un talento naturale e un fisico che ti permettono di schiaffeggiare la palla da ogni posizione del campo, da un punto di vista pragmatico, basta per vincere molto. Perche’ migliorare il proprio tennis raffinandolo? A me pero’ fanno completamente schifo. Anche Camila mena ma grazie al cielo lo fa con un piglio differente… ha nelle sue corde anticipi straordinari e almeno si intravede lo sforzo di tentare un po’ di chiusure a rete. Gia’ cosi’ e’ una giocatrici molto piu’ piacevole della Sharapova da guardare;

    Saluti!

  5. by fabio

    non è mia intenzione offendere tutto quello di buono che la Errani ha fatto sinora. probabilmente ho sbagliato ad usare quel termine. volevo semplicemente dire che mi sembra eccessivo il suo ranking. tutto quì. chiedo scusa se ho esagerato

  6. by Ste

    Ti meriteresti di essere denunciato. Sai che esiste una legge. Beh informati e accendi qualcosa te. Ti do un aiuto art 593 594 /93. Continua così e riceverai una lettera di un avvocato

  7. by Ste

    Anche io continuo e chiudo dicendo che se continui ti denuncio alla polizia postale. Basta risalire al tuo ip e ci metto un secondo.

  8. by Lucas

    Credo sia opportuno che i moderatori intervengano cancellando i post inadeguati a questo sito: qui si parla di tennis, lo sport nobile! Se qualche forista ha delle vocazioni calcistiche “da bar dello stadio”, credo sia opportuno accompagnarlo, educatamente, alla porta.
    Grazie.

  9. by fabio

    @Ste
    dunque… accendi il cervello (sempre se c’è qualcosa all’interno della scatola cranica) e leggi bene.uno sforzo,forza che ce la puoi fare..
    ripeto per l’ennesima volta.. il mio “è un insulto” era riferito al fatto che una player con quelle caratteristiche avesse una classifica così alta, NON era LOGICAMENTE un insulto alla persona Errani. mai mi permetterei.la quale,ripeto,considero una buona giocatrice.sono finalmente chiari tutti i vari concetti?
    ce la fai? ci arrivi? o vuoi un aiuto? una consonante,una vocale..
    Il tennis in generale(tolto Re Roger,da clonare),ultimamente è di una qualità molto bassa.L’altro pallettaro maiorchino con solo fisico? aiuto! Anche nel femminile è uguale. Ed ecco che ci troviamo players in posizioni di classifica così alte. Nessuno,ad esempio,sa dove arriverà la Giorgi,ma questa ragazza per quel poco che si è potuta vedere,ha un gioco che mi ha entusiasmato! spara sia di diritto che di rovescio, una velocità di servizio(sia la 1° che la 2°) pazzesca. se migliora sensibilmente nella tattica,nella gestione del match, ci farà divertire parecchio.

    p.s. io scrivo e scriverò sempre quello che voglio.ti puoi proprio ben fidare. rispetta le idee altrui senza offendere subito le persone.ignorante.
    e con questo con te si può chiudere,ti ho già fin troppo trattato/a come meriti..

  10. by Ste

    E gradirei anche che gli autori bam asseto persone come te. Animale

  11. by Ste

    Fabio ma guarda io ti ringrazio immensamente del pensiero. Sai quale è il problema è che te sputi sentenze senza conoscere le persone. Quindi grazie ancora. Io almeno sono una zecca. Te sei soltanto aria fritta. Non vali niente e se non lo hai capito te lo scrivo in maiuscolo VERGOGNATI

  12. by Alfonso Hernandez

    Me da mucho gusto ver que vas ascendiendo en cada torneo. Te seguimos apoyando Cami. Un abrazo

  13. Madoka by Madoka

    la Giorgi è fuori di 4 dal tabellone principale di San Diego :s

    dubito a questo punto che riesca ad entrare direttamente…

  14. by lucas

    Confermo che in sicilia, da tre giorni ci sono 42 gradi dalle 10 di mattino alle 8 di sera (poi si scende a 37!).Camila ha fatto bene a non scendere in questo inferno. Con il clima e con l’afa di questi giorni e’difficile prevedere la propria reazione allo sforzo di sostenere un match alle 16 di pomeriggio. Troppi rischi per chi si trova sotto i caldissimi riflettori italiani.

  15. by fabio

    @Andrea
    insulto inteso al fatto che una giocatrice con quelle qualità abbia un ranking alto. nessuno discute che la errani sia una buona giocatrice.
    lasciamelo dire… semmai un insulto sei tu che porti il paraocchi accecato dalla nazionalità. la errani è bravissima soprattutto rimandare di la quasi tutto, ecco la miglior dote (non da poco, ci mancherebbe) ma a me,come credo moltissimi, piace vedere tennis con players che sfoggino VINCENTI e con degli ottimi servizi.
    e tra le prime 10 del ranking qualcuna ce ne!!!
    la realta è che purtroppo al momento il tennis femminile è qualitativamente molto molto basso.

    @Ste
    sei un poveraccio. gente come te dovrebbe essere imbarcata immediatamente sulla luna con biglietto di sola andata. zecche inutili per l’umanità.

  16. by Madoka

    Gioca nelle qualificazioni perché le entry list dei tornei vengono stilate con la classifica di 6 settimane prima. La Giorgi potrà iniziare ad usare la sua classifica per i tornei le cui entry list vengono aperte dopo 6 settimane da lunedì scorso, quindi occhio e croce da cincinnati in poi…

  17. theseus by theseus

    Per GIEMME:
    Camila e’ una professionista che gioca bene su tutte le superfici, terra inclusa, inoltre, visto che ora si sta allenando a Miami e tra pochi giorni sara’ a San Diego, non mi pare che da quelle parti faccia meno caldo rispetto a Palermo. Il mio ragionamento era un altro: Palermo e’ un torneo WTA 220K con pochissima concorrenza (Errani e Vinci come migliori teste di serie) che la Camila col vento in poppa di questo momento avrebbe potenzialmente perfino potuto vincere, il tutto in Italia, con organizzazione, pubblico e media a favore. A quel punto si ripartiva dall’europa alla grande per la campagna americana. Una partecipazione a Palermo con WC la vedevo come fase interlocutoria per piazzarsi meglio, come punti e morale, nelle entry list dei tornei americani. Ora, come vedi, deve giocarsi le quali, perche’ la WC negli USA ancora non gliela danno, e magari viene segata da una junior tipo Grace Min.
    Ad ogni modo, tornando alla realta’, Cami tra 3 giorni torna in campo, quindi tutti uniti a tifare per questa splendida futura top ten.

  18. by pippo

    Ma perché nelle quali? Non vale la classifica dopo Wimbledon? Non mi sembra di avere visto tutte queste giocatrici piazzate meglio di lei nella entry list.

  19. Madoka by Madoka

    Confermo che la Giorgi è nelle quali di Carlsbad, e sarà tds numero 1.

  20. by GIEMME

    quanto alla Errani,
    è giusto che non se ne debba discutere su questo blog.
    ma un accenno tutti lo possono pur dare.
    per me, con il suo servizio davvero inguardabile, mi meraviglio che si trovi li dov’ è adesso.
    poi, per carita’, ognuno di noi si fa un’ opinione ed è giusto rispettarla…

  21. by GIEMME

    per Theseus:
    dunque i professionisti non badano al cambio estremo di clima e al cambio di superficie?
    ma stai scherzando forse?
    questi sono aspetti importantissimi nella programmazione di un calendario, da parte di ogni atleta.
    che le scelte poi si facciano anche per altri fattori, concordo pienamente.
    ma queste due, hanno di sicuro il loro peso.
    passare dai 20 gradi di Londra ai 40 di Palermo, non è uno scherzo e non tutti si ambientano subito…
    mi meraviglio che sia proprio tu a dirlo!!!

  22. theseus by theseus

    Qualcuno sa se e’ confermato che Camila giochi a Carlsbad settimana prossima? Non la vedo nella entry list e non vorrei che il riposo post-Wimbledon si prolungasse troppo. Gli anni passati ci insegnano che quando Cami si ferma per troppo tempo paga pegno, metre nella continuita’ di gioco si esprime al meglio.

  23. by Alessandro

    Quando giocherà la sua prima partita nel torneo di Washington?

  24. by pippo

    Questo mi sembrava chiaro sin dall’inizio: la wild card te la possono anche dare ma prima un atleta deve chiederla se no a che serve? 🙂

  25. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    Chiedendovi cortesemente di abbassare i toni e possibilmente di restare “on-topic” su Camila, una piccola precisazione sulla questione-terra: il torneo di Dothan si gioca su una terra “nera” molto più veloce della terra rossa europea. Il discorso vale per quasi tutti i tornei americani che si giocano sulla terra ai quali Camila ha preso parte negli anni (terra nera, verde…)

    Sulla questione Palermo: indipendentemente dalla possibilità o meno di giocarlo con una WC, il torneo non faceva parte dei piani di Camila (che dopo Parigi e Londra necessitava un periodo di riposo prima del cemento americano) fin dal principio.

  26. by Ste

    Fabio pensa a quanto puoi essere un insulto te prima di offendere una
    ragazza che si fa un mazzo tanto tutti i gg. Te cosa fai per essere ricordato? Raccogli banane? Vergognati

  27. by pippo

    Nella storia del tennis ci sono state tenniste che senza doti fisiche sono arrivate al top con il duro lavoro e l’intelligenza tattica. Ricordate Arantxa Sanchez Vicario che battagliava contro Steffi Graf e a volte la batteva pure? Comunque tutta la mia ammirazione a Sara Errani ma anche a Pennetta Schiavone e Vinci che hanno fatto cose egregie in passato e che anche oggi sono al vertice del tennis mondiale. Spero che Camila possa prima raggiungere queste nostre atlete e poi superarle, in termini sia di classifica che di risultati. Ricordo i migliori ranking delle nostre: Schiavone n. 4, Errani n. 9, Pennetta n. 10. Mi auguro proprio che un giorno Camila possa vantare un ranking migliore di questo! 🙂

  28. by Stefano

    La Errani è da ammirare, veramente!
    … E non lo dico perchè è nata a 50 km da casa mia, ma perchè in questo momento sta giocando al 110% delle proprie possibilità!
    Trovatemi voi una tennista così piccola, debolissima di servizio, e senza un colpo “che ti lascia fermo” che è diventata top ten.
    Penso che non ce ne siano state molte nella storia.
    E Sarita ha fatto tutto questo con il duro lavoro, un’attenta programmazione, ed un senso tattico che hanno in poche.
    Secondo me, è molto più semplice per una “super dotata” come Serena Williams vincere uno Slam, che per una ragazza come la Errani fare la finale di Parigi e diventare n°10.
    Una ha un DNA che le permette di servire come un uomo (Serena serve una prima alla stessa velocità media di Federer, mentre la Sharapova è quella che ha la seconda tirata alla stessa velocità di Federer, tanto per fare un esempio di come servono queste ragazze), mentre la Errani non ha nulla di tutto questo, ed il punto lo deve fare prima di tutto “lavorando ai fianchi” l’avversaria.
    Pensate ad un pugile: uno alla Tyson (che ti stende con un solo pugno ben piazzato), ed uno alla Alì (che invece prima di buttarti giù ti lavora per bene a 360°).
    Ecco, Sarita non ha avuto molto da madre natura (a parte i suoi bellissimi occhi azzurri …), ma ciò che ha se l’è sudato … senza sconti e senza scorciatoie.
    Brava Sara, che senza i muscoli di una Stosur o Williams o il quasi metro e 90 di una Sharapova riesce comunque ad ottenere risultati di assoluto prestigio!!!!

    Ritornando a Camila, penso che abbia fatto bene a saltare Palermo.
    Non è giocando questi tornei che la Giorgi metterà su fiducia (al contrario invece di una Errani o Vinci che questo torneo lo possono tranquillamente vincere … e secondo me lo giocano proprio questo motivo, perchè se non lo ritenessero probabile penso che passerebbero direttamente al cemento).

  29. by Andrea

    @Madoka, lucas e altri
    tendenzialmente concordo sul fatto che la terra non sia la miglior superficie per Camila… ma non esageriamo: quest’anno l’unico torneo che ha vinto (Dothan) e’ stato su terra.
    Poi:

    – 2011: Finale a Raleigh (terra)
    – 2010: Finale a Bratislava (terra)
    – 2009: Vittoria a Katowice (terra)

    non ho verificato altro ma, insomma, non lanciamoci in valutazioni pressapochistiche, e’ evidente che non le fa poi cosi’ schifo giocare sulla terra.

    @fabio
    non ti offendi se ti dico che con un commento del genere sulla Errani risulti essere tu un insulto per il tennis vero? Non che ti debba piacere, i gusti sono gusti ma relegare a “insulto” una giocatrice che con una forza d’animo mostruosa e’ riuscita ad essere sufficientemente consistente da finire in finale a Parigi e issarsi fino all’olimpo del tennis femminile mi pare davvero poco bello.
    Alla fin fine Sara, al momento, sa giocare a tennis meglio di Camila ed e’ in grado di interpretare un tennis a tutto campo senza troppi problemi. Alla Errani manca (purtroppo) il servizio ma a parte quello il rimanente repertorio e’ di tutto rispetto.

  30. by Max

    Al di la’ del fatto che indubbiamente Camila e’ un vero talento non disprezzerei la pallettara Errani…. intanto e’ sempre numero nove nel MONDO. Poi….. sullo stile puo’ piacere o non piacere ma sempre numero nove del mondo rimane.

  31. Matteo Veronese by Matteo Veronese

    Bella intervista di Eurosport a Camila, dove la nostra ribadisce la sua appartenenza all’Italia, parla del rapporto con il padre e dei prossimi impegni: http://it.eurosport.yahoo.com/notizie/camila-giorgi-100-italiana-065433729.html

  32. by fabio

    ma ha fatto bene Camila a saltare palermo che è un torneo della mutua dove le pseudo migliori sono la pallettara errani n* 9 (un vero insulto al tennis femminile) e altre giocatrici veramente scarse.
    camila deve giocare ,come farà, i migliori tornei sul cemento come faranno le migliori giocatrici. anche con il rischio di beccarsi al 1 turno una serena w. o una azarenka. solo così si potrà migliorare!
    forza camila!!!

  33. by pippo

    Mah secondo me il problema è di capire se Camila intende giocare tanti tornei, per poter selezionare i punteggi migliori e annullare parzialmente l’effetto incognita da sorteggio (leggi sfortuna :-)), oppure se si sente tanto forte da giocare pochi tornei sperando di ottenere subito buoni risultati. E’ strano perchè di solito le giocatrici giovani che tentano la scalata al ranking mondiale di solito optano per la prima alternativa. Poi ci sono le stakanoviste del circuito che passano la carriera giocando praticamente ogni settimana, singolare e doppio magari. Non credo che Camila sia una di queste giocatrici. Certo, a tutti piacerebbe vederla di più in campo per ammirarne le gesta tennistiche (e non solo). Piacerebbe a tutti per es. vederla convocata nella prossima Fed Cup. Ma per ora bisogna avere pazienza, e piano piano i risultati arriveranno.

  34. by lucas

    Credo che la nostra Camila, non sia ancora pronta per giocare su tutte le superfici. La terra rossa, non e’adatta all’intensita’e alla brevita’ degli scambi di Camila Giorgi. Questo tipo di campo premia la regolarita’e sicuramente, non e’la sua migliore arma 🙂

  35. Madoka by Madoka

    Ma no, che senso ha giocare sulla terra rossa, a Palermo ?

    Sulla terra rossa non vincerà mai nulla con il gioco che ha.

    Giustamente è tornata in america e da venerdì inizia con le quali di San Diego, poi si fa Washington, Cincinnati e New Heaven. Si fa praticamente quasi tutta la US Series tranne Montreal/Toronto.

    Tutti tornei WTA, ma sulla sua superficie preferita.

    Non aveva senso venire a giocare sulla terra.

  36. theseus by theseus

    Si vabbe’ e’ tutto relativo, Errani e Vinci che arrivano da Wimbledon vanno a Palermo e poi andranno a farsi i tornei USA e non credo che il problema siano i 35 gradi o la terra rossa, i professionisti non guardano queste cose. Piuttosto, il fatto che Camila giocasse un torneo in Italia mi pareva una buona occasione per allargare la base (gia’ buona) dei tifosi, per migliorare i rapporti con la FIT, per l’immagine, ecc. Una professionista, e ormai Camila deve ragionare in questi termini visto che ha velleita’ da top ten, ha bisogno anche di queste cose. Insomma, e’ tempo di entrare in una certa ottica ed il gran salto in classifica deve anche corrispondere ad un nuovo modo di vivere il tennis professionistico. Gli ITF, l’orticello di Miami ed i tornei sotto casa direi che ormai stanno un po’ stretti all’eroina di Wimbledon, n. 89 del mondo… o no?

  37. by GIEMME

    Camila non ama di sicuro il rosso.
    poi passare dai 20° di Londra ai 35 di Palermo, non è il massimo dal punto di vista adattativo.
    quanto alla WC, di sicuro non gli sara’ stata proposta, perchè si sarebbe saputo, ma non mi pare se ne sia parlato.
    è meglio che sia tornata in America, visto che i tornei in programma sono piu’ adatti a lei e sono sulla stessa superficie degli US open.
    è piu’ appropriata come tipo di programmazione, che venire a Palermo…

  38. by paolotdg

    Secondo me, Camila giustamente l’avrà anche rifiutata la WC a Palermo, giocare su terra rossa ora rovinerebbe solamente i suoi piani della stagione sul cemento americano!! 😉

    Forza Camilaaaaaaaaaaaa

  39. by Stefano

    Io non pretendo che Cami diventi n°1 al mondo o che vinca tornei dello Slam …
    mi basta soltanto che non faccia la fine di Murray (che penoso ieri con Federer … molto talento, ma di testa sta messo peggio di un qualificato che sfida il n°1 al mondo).
    La vera sfida per la Giorgi non sarà battere le più forti, ma diventare un pochino più astuta e maliziosa lei: gioca sempre a viso aperto, e questo è molto bello da vedere in una ragazza così giovane, ma contro le “volpone” del circuito mischiare un po’ le carte con delle variazioni improvvise di ritmo a volte può fare la differenza.

  40. by theboss

    Da adesso a fine anno sarei già contento se Camila riuscisse a racimolare 2 QF ed una SF in tornei minori.

  41. theseus by theseus

    Certo che, dopo il clamore di Wimbledon e gli effetti mediatici avuti soprattutto qui in Italia, mi sarei aspettato che gli organizzatori del WTA di Palermo offrisero a Camila una WC… il caloroso pubblico siciliano sarebbe andato in visibilio nell’avere la Giorgi come guest-star nel proprio torneo…

  42. by Simone

    Complimenti e spero che questo sia solo l’inizio della grande scalata. Brava e anche bella complimenti nuovamente;-)

  43. by anto_nardo

    Anch’io sono rimasto folgorato da Camila a Wimbledon, avevo già letto di lei ma mai visto giocare, per me è straordinaria…ha i numeri per sfondare!!! Tanti margini di miglioramento ma anche un dritto e sopratutto un rovescio di altissimo livello…con un po’ di fortuna questa atleta (che fisico!!) ci darà tante soddisfazioni!
    Complimenti anche al padre…bravo continua così!

  44. by pippo

    No questa settimana sono in programma due WTA: Stanford e Palermo.
    Ritornando alla scalata al ranking, attenzione che da qui in poi si fa sul serio: Camila non sarà testa di serie perciò occorrerà anche qualche sorteggio fortunato…è bello giocare bene ma se becchi la Azarenka al primo turno? E comunque anche se non giochi con le top 10 ci sono molte giocatrici pericolose in giro o giocatrici più o meno in forma. Diciamo che il sorteggio conta parecchio. Ma Camila ha dimostrato di poter vincere anche con le top 20 in buona forma (vedi Petrova che aveva appena vinto ‘s-Hertogenbosch su erba in Olanda la settimana prima di Wimbledon), per cui facciamo bene a essere fiduciosi. Ovviamente in caso di qualche caduta quest’estate non è che si riconmincia con le critiche ecc. ecc. mi raccomando! Ok qualche critica ci sta, ovvio, l’importante è non esagerare e mantenere la fiducia nelle qualità della nostra tennista, che sono e rimangono notevoli 🙂

  45. by Mauro

    scusate ma il torneo di san Diego non inizia oggi_?

    ho visto il tabellone si potevano fare tanti punti…………….:(

  46. by stefano

    l’ho vista giocare per la prima volta a wimbledon contro la Petrova e la Radwanska e mi ha impressionato per il carattere.. comanda sempre il gioco e non ha paura di nessuno. secondo me ci darà grandi soddisfazioni: BRAVISSIMA!!

  47. Nocci68 by Nocci68

    Io sono sicuro che ce la farà….e non lo dico solo da semplice tifoso!!!

  48. by Fabio Massimo

    Sono un maceratese e da due o tre mesi sto seguendo le vicende di Camila: sono molto fiero di lei. L’ho vista giocare le ultime due gare di Wimbledom; mi ha molto impressionato per le grandi doti. Ciò che a volte la condiziona è semplicemente la emotività: lo si capisce nella velocità con cui si appresta a servire dopo la conclusione di un punto; sembra che abbia fretta di concludere la partita. Le altre giocatrici si prendono dei tempi lunghissimi. Dico questo perché anche io sono molto emotivo e quando sono in questo stato mi irrigidisco (canto e suono la chitarra a livelli alti). Questo può avvenire quando attorno a te c’è gente che ti fa pressione: troppi giornalisti, troppa fama in breve tempo, troppa attesa; non si ha tempo assimilare il tutto, non si ha più una sana concentrazione. Si necessita di un giusto distacco dagli eventi, un ripresa delle giuste motivazioni che solo Camila può trovare nel proprio intimo. Come si dice a Macerata “dalle stelle alle stalle”: non riusciamo ad esserle veri amici; lei ha valore in quanto persona unica e irripetibile e non perché in questo momento si è resa potenziale “idolo”. Fa piacere essere un idolo ma non è un bene per nessuno. Non gli è chiesto neanche di ripagare gli affetti ricevuti; deve esclusivamente cercare la realizzazione della propria persona attraverso il carisma che ha ricevuto. Non può pensare di avere il mondo nelle sue mani e perdere se stessa.

  49. Madoka by Madoka

    Andiamoci piano, deve fare più di 500 punti per entrare nelle 50, cosa per nulla semplice…

  50. by Dago

    Ora sotto con i tornei americani.Si possono e si devono fare punti pesanti.Dopo la trasferta americana sarà costretta certamente ad andare in Asia-Europa per giocare gli ultimi tornei stagionali.Per me sarebbe già grandioso se riuscisse ad entrare tra le top 50 entro fine anno dato che non ha moltissimi punti da difendere.
    Alè Cami.

  51. gimusi by gimusi

    top100 meritatissimo…ed è solo l’inizio…vai Cami!!!

Leave a Reply